Anno LII - n 3 del 10 Febbraio 2015

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Anno LII - n 3 del 10 Febbraio 2015"

Transcript

1 Anno LII - n 3 del 10 Febbraio 2015 L Editoriale: I piani del Governo per il rilancio del Made in Italy, più funzioni all'ice e una Export Bank pag. 6 CORSO BASE CREDITO DOCUMENTARIO Giovedì, 19 Febbraio 2015 ore 8.45 Claudio Rotti confermato Presidente Aice pag. 7 pag. 9 Visita a Milano del Presidente della Camera di Commercio di Istanbul 25 Febbraio 2015 pag. 25 Partecipazione collettiva alla SEOUL INTERNATIONAL WINES & SPIRITS EXPO 2015 Seoul, Corea del Sud - 23/25 aprile 2015 pag. 26 CESE: European immigration policy and relations with other countries Position paper July 2014 pag. 33 pag. 1 Modelli di dichiarazione 2015 e Certificazione Unica pag. 37

2 E a disposizione dei Soci l Atradius Country Report Mexico aggiornato a Gennaio 2015 a cura di Atradius, leader nel settore assicurazione crediti commerciali. Tra le tematiche affrontate: la realizzazione della riforma del settore energetico è fondamentale, per la crescita PIL si attende un recupero per il 2015 (fino al 3,6%) dopo i modesti risultati del 2014 e 2013, le più importanti riforme strutturali sono state approvate, tuttavia la lotta alla corruzione ed al crimine organizzato rimangono vitali, la solvibilità e la liquidità del paese sono buoni. La pubblicazione è in lingua inglese. Le aziende che desiderano ricevere una copia gratuita della pubblicazione via sono pregate di richiederla alla Segreteria Aice (Tel /1- Fax Ricordiamo le ultime pubblicazioni a disposizione dei Soci richiedibili presso la Segreteria Aice: Atradius Country Report India (Notiziario nr. 2 del 27 Gennaio 2015). Barometro Atradius sui pagamenti in Asia (Notiziario nr. 1 del 12 Gennaio 2015). Atradius Country Report China (Notiziario nr. 22 del 22 Dicembre 2014). pag. 2

3 IL COMMERCIO CON L ESTERO 5 QUI AICE L Editoriale: I piani del Governo per il rilancio del Made in Italy, più funzioni all'ice e una Export Bank pag. 6 C O R S O B A S E C R E D I T O DOCUMENTARIO Giovedì, 19 Febbraio 2015 ore 8.45 pag. 7 Claudio Rotti confermato Presidente Aice pag. 9 Assistenza e consulenza in materia di pagamenti internazionali pag. 12 Liquidità immediata per le imprese: finanziamento delle fatture commerciali e d esportazione. Collaborazione con AZTEC MONEY pag LA FINESTRA DEI SOCI AICE Scheda di presentazione di Medivete Padana Srl pag. 14 Scheda di presentazione Actis Furio Srl pag. 15 FORTUNE International Transport srl Servizio LCL da e per tutto il Sud America 17 UNIONE CTSP E DINTORNI pag. 16 Sgravio contributivo sulle retribuzioni di produttività erogate ai dirigenti pag. 17 Elezione dei Rappresentanti dei lavoratori per la sicurezza pag. 17 Il 25 marzo la seconda giornata del Lavoro Agile pag. 18 Aliquote Enasarco anno 2015 pag. 19 I minimali e massimali Inps di retribuzione per l'anno 2015 pag. 19 Le retribuzioni convenzionali per il 2015 dei lavoratori italiani all estero pag. 19 Convenzioni Unione a disposizione dei Soci Aice pag PRIMO PIANO SULLA CONFCOMMERCIO XI EDIZIONE PREMIO LIBERO GRASSI 2015 Bando di concorso Libertà è partecipazione pag. 21 Indicatore Consumi Confcommercio: a novembre in aumento col contagocce Permane il rischio deflazione pag. 22 Convenzioni Confcommercio a disposizione dei Soci Aice pag FIERE E MANIFESTAZIONI Visita a Milano del Presidente della Camera di Commercio di Istanbul 25 Febbraio 2015 pag. 25 Partecipazione collettiva alla SEOUL INTERNATIONAL WINES & SPIRITS EXPO 2015 Seoul, Corea del Sud - 23/25 aprile 2015 pag. 26 Partecipazione collettiva alla FINE FOOD AUSTRALIA 2015 Sydney - 20/ 23 Settembre 2015 pag. 27 Fiere all estero 29 NOTIZIE DAL MONDO pag. 28 RUSSIA - La Banca Centrale ha annunciato che i debiti scaduti della clientela privata russa hanno superato i 600 miliardi di rubli pag. 29 ARABIA SAUDITA - Aggiornamenti sulle esportazioni di prodotti cosmetici pag. 30 pag. 3

4 VIETNAM - Ondata di liberalizzazione: nuova legge sulle imprese e sugli investimenti pag. 30 La RAK FREE TRADE ZONE - la destinazione per investimenti redditizi pag DALL UNIONE EUROPEA 36 GARE D APPALTO INTERNAZIONALI Gare d appalto internazionali 37 IL PUNTO SULLA NORMATIVA ITALIANA pag. 36 Il CESE invita la Commissione europea a definire una chiara strategia di azione per una data - driven economy pag. 32 CESE: European immigration policy and relations with other countries Position paper - July 2014 pag. 33 Ottavo round di negoziati per il TTIP Il mercato unico transatlantico porterà più crescita e occupazione in Europa pag. 35 Informazioni in materia tributaria pag. 37 Informazioni in materia di ambiente e politiche energetiche pag WORLD BUSINESS Opportunità di business per gli associati pag. 42 pag. 4

5 pag. 5

6 I piani del Governo per il rilancio del Made in Italy, più funzioni all'ice e una Export Bank L editoriale Il paradigma è che la ripresa non arriverà dalla domanda interna, ma sarà indotta dalla domanda internazionale. Sembra che il Governo ne sia pienamente convinto e si appresti finalmente a lanciare il "piano straordinario per il Made in Italy", avendo ormai sposato appieno quella tesi che noi da anni sosteniamo: la ripresa e il rilancio dell'occupazione possono avvenire se il nostro Paese si aggancia all'export e alle dinamiche dell'economia globale, investendo soprattutto in innovazione e qualità. Condizione necessaria per raggiungere il risultato è, però, mettere ordine negli enti di promozione e di sostegno f i n a n z i a r i o all'internazionalizzazione, ottimizzando le risorse e aumentando i fondi a disposizione. Questa, in sintesi, la logica alla base dell'iniziativa del Governo. Con l'ultima legge di stabilità sono arrivati 130 milioni di Euro per il 2015 che, sommati ad altre risorse recuperate da fondi di settore, portano ad avere circa 260 milioni di Euro da investire per la promozione sui mercati esteri. Siamo ancora molto distanti dagli oltre 400 milioni di Euro della Gran Bretagna e dai 360 milioni di Euro della Francia, ma è comunque un primo segnale incoraggiante. Il primo obiettivo del piano del Governo è raddoppiare il n u me r o d e l l e a z i e n d e stabilmente esportatrici, arrivando ad almeno u n i t à, a t t r a v e r s o i l coordinamento delle politiche per l'internazionalizzazione e p e r l 'a t trattività de gl i investimenti. Sembra, inoltre, che Matteo Renzi voglia avvalersi della collaborazione di Luca Cordero di Montezemolo, quale consulente della Presidenza del Consiglio a cui affidare il rilancio del Made in Italy nel mondo. La nomina dovrebbe essere ufficializzata assieme all'approvazione del Decreto per l'istituzione della cosiddetta "Super ICE" a cui, oltre alla promozione all'estero, saranno destinate anche le competenze p e r l ' a t t r a z i o n e d e g l i investimenti, togliendo ad Invitalia quel poco di attività svolta in questo campo. E non è da escludere che anche ENIT, Ente italiano per il Turismo, possa confluire nella nuova ICE. Si tratterebbe di un passaggio importante per concludere la riforma dell'istituto, che in questi ultimi due anni ha provato a cambiare pelle. Ed i primi segnali li abbiamo notati anche noi di Aice, basti pensare al progetto sull'import strategico da noi proposto e approvato con un finanziamento pubblico di ,00 Euro. A partire dal 2011, infatti, l'ice ha ridotto del 33% il personale con un taglio dei costi del 25%. Sono state chiuse tutte le sedi in Italia, a parte Roma e Milano, ed è stata razionalizzata la rete degli uffici all'estero. Il secondo passaggio previsto dal piano è il cambiamento di SACE, gruppo controllato dalla Cassa Depositi e Prestiti, oggi o p e r a n t e n e l s e t t o r e dell'assicurazione crediti export. Il governo è orientato a fare in modo che SACE possa chiedere l'autorizzazione alla Banca d'italia per operare direttamente come istituto bancario. In pratica, si procederebbe alla costituzione di una vera e propria Export Bank sull'esempio di quelle già presenti in Germania e Francia, con l'obiettivo di rendere più veloci e accessibili i servizi finanziari per le imprese. Le prime stime della Cassa Depositi e Presiti parlano di 12 miliardi di Euro potenzialmente erogabili all'economia reale. Claudio Rotti pag. 6

7 CORSO BASE CREDITO DOCUMENTARIO Giovedì, 19 Febbraio 2015 ore 8.45 qui Aice CORSO BASE CREDITO DOCUMENTARIO Giovedì, 19 Febbraio 2015 (ore 8.45/17.30) Unione Confcommercio Sala Turismo Corso Venezia, 47 Milano RELATORE: Il corso ha l obiettivo di trasferire ai partecipanti competenze operative sui crediti documentari, definendone le caratteristiche e individuandone gli aspetti più peculiari. Per meglio comprenderne l operatività, è prevista l analisi di una lettera di credito, dall'accordo contrattuale all'incasso. I partecipanti saranno coinvolti in prima persona nell'esame del credito e nella produzione dei relativi documenti. Ampio spazio sarà dedicato all analisi della normativa UCP 600 ICC e alla nuova pubblicazione 745 ICC dedicata alla prassi bancaria internazionale uniforme. Si analizzeranno, infine, numerosi casi pratici per meglio comprendere l operatività dello strumento. PROGRAMMA 8.45 Registrazione partecipanti 9.00 Apertura lavori Il credito documentario: definizione, caratteristiche, struttura, funzionamento, soggetti, operatività, normativa di riferimento I limiti all autonomia dei crediti documentari Domenico Del Sorbo Trade & Export Finance Specialist La partecipazione all incontro è gratuita per le aziende associate. Le adesioni saranno accettate sino ad esaurimento dei posti disponibili e sarà data conferma tramite 3 giorni prima dell evento. Per maggiori informazioni: Segreteria Aice D.ssa Raffaella Perino Tel /1 Le tipologie dei crediti documentari: by payment, by deferred payment, by acceptance, by negotiation e le relative prestazioni delle banche Come annullare rischio banca e rischio paese: la conferma di un credito documentario Il ruolo delle banche: come determinarlo? Cosa si intende per negotiation? Banca designata: quale prestazione? Che cosa è una Draft? E se si perdono i documenti? La lingua dei documenti pausa La gestione operativa di un credito documentario: come produrre documenti conformi in linea con le UCP 600 ICC e la nuova prassi bancaria internazionale uniforme (Pubb.ne 745 ICC) SEGUE SCHEDA DI INTERESSE Come cautelarsi dal rischio di ricevere merce non conforme Utilizzo del credito presso la banca estera: quali effetti sull applicant? Esercitazione pag. 7

8 pag. 8

9 Claudio Rotti confermato Presidente Aice qui Aice Claudio Rotti è stato rieletto p r e s i d e n t e d i A i c e (Associ a zione Italiana Commercio Estero. Durante l Assemblea Ordinaria elettiva dello scorso 28 gennaio sono state rinnovate anche le cariche sociali dell Associazione (Consiglio direttivo e Collegio dei Probiviri, in carica fino al 2019). Di attualità, in Assemblea, gli impegni di Aice per Expo Milano Expo si sta avvicinando - ha affermato Rotti - e noi ci stiamo concentrando su attività che p o s s a n o c r e a r e n u o v e opportunità d'affari per gli associati e che possano accrescere la visibilità dell Associazione. Recente, in questo senso, il convegno con l'agenzia delle Dogane e l'agenzia delle Entrate per spiegare agli operatori le procedure doganali e fiscali in vigore per le merci e destinate al sito espositivo di Expo. A giugno - ha proseguito Rotti - organizzeremo proprio in queste sale (il Circolo del Commercio, Palazzo Bovara) il meeting annuale delle Camere di Commercio italiane all'estero, che in occasione di Expo hanno scelto Milano e la nostra Associazione quali partner per quest importante e v e n t o. A s e t t e m b r e ospiteremo, invece, il meeting annuale della Citha, la Federazione europea delle associazioni di commercio estero, di cui Aice è fondatrice. E a ottobre organizzeremo in collaborazione con il Gruppo degli Imprenditori del Comitato Economico e Sociale Europeo un importante convegno per promuovere la chiusura del TTIP, l'accordo di libero scambio tra Unione Europea e Stati Uniti. Inoltre - ha spiegato Rotti - dovremmo occuparci della gestione dello spazio di Confcommercio all'interno del Padiglione Italia. Uno spazio che nelle nostre intenzioni dovrà essere punto di riferimento e centro servizi per le aziende associate che visiteranno l'esposizione, magari accompagnando i propri clienti o fornitori. La presenza nel Padiglione Italia ci sarà utile anche per intercettare le delegazioni di imprese estere a cui proporre contatti con le aziende nostre associate. Gianroberto Costa - Segretario generale Unione Confcommercio Milano e Claudio Rotti - Presidente Aice Aice: il Consiglio direttivo Con il presidente Claudio Rotti: Andrea Bonardi; Gaetano Cavalieri; Franco Cereda; Alessandra Dagnino; Carlo De Michelis; Stefano De Paoli; Roberto Distefano; Gabriele Grandini; Renzo Moletti; Remo Ottolina; Dario Pirovano; pag. 9

10 Luigi Regiroli; Maria Assunta Rossi Odello; Alberto Savini; Angelo Villa; Costantino Volpe. Aice: il Collegio dei probiviri Paolo Foresi; Francesco Larizza; J ohn She hata ( e f f e t t i v i ). C r e s c e n z o Cappuccilli e Carlo Tagliabue (supplenti). Nella sua relazione Rotti si è soffermato sul Progetto Import strategico 2015, organizzato da Aice, l Associazione Italiana C o mme r c i o E s t e r o, i n collaborazione con Ice-Agenzia e Ministero dello Sviluppo E c o n o m i c o ). I m p o r t strategico - ha spiegato il Presidente Aice Claudio Rotti nella recente Assemblea - si p o n e l o b i e t t i v o di razionalizzare e migliorare il processo di import nazionale, con particolare riferimento alle importazioni di materie p r i m e, s e m i l a v o r a t i, componentistica, macchinari, a beneficio del sistema produttivo i t a l i a n o, a t t r a v e r s o l identificazione di nuove fonti di approvvigionamento dirette per i prodotti selezionati. Le prime azioni del progetto si concentreranno nel settore metallurgico, siderurgico, leghe e fonderie. Azioni di sostegno e razionalizzazione dei processi Claudio Rotti - Presidente Aice e David Doninotti - Segretario Generale Aice di import non possono rileva Aice - che produrre risultati positivi per l intero sistema Paese, in termini di minori prezzi di acquisto di materie prime e beni intermedi, producendo un vantaggio competitivo per le imprese italiane. Il sostegno delle imprese i t a l i a n e s u i m e r c a t i internazionali passa, pertanto, anche attraverso politiche di supporto all import che possono esplicitarsi, ad esempio, in forme di aggregazione a l l a c q u i s t o, nell individuazione di nuove fonti di approvvigionamento, in attività volte a ridurre le intermediazioni di altri Paesi, in maggiori sinergie con i sistemi logistici ecc.. Per il progetto sono stati individuati tre Paesi focus: Iran, Sud Africa e Brasile. La parte o p e r a t i v a p r e v e d e l organizzazione di missioni di aziende italiane secondo questo calendario: maggio (Iran); settembre pag. 10

11 (Brasile); 3-6 novembre (Sud A f r i c a ). P e r ma g g i o r i informazioni: segreteria Aice (Pierantonio Cantoni tel /1). Aice: identikit delle aziende associate Nella relazione all Assemblea il Presidente Claudio Rotti ha d e l i n e a t o a n c h e l e caratteristiche delle imprese associate ad Aice. Il 64,5% ha sede nella provincia di Milano. Nel 2010 erano il 75%: si è avuta quindi una maggiore distribuzione sul territorio nazionale. E cresciuta negli ultimi anni la categoria dei produttori. Le aziende produttrici sono il 30,4% del totale dei soci (erano il 27% del 2010). La categoria degli esportatori/importatori si attesta al 48,2%. La categoria degli agenti rappresenta il 7% della base associativa. La categoria trasporti e spedizioni è raddoppiata, passando dal 3% del 2010 al 6,3% del Nel restante 8,1% sono state inserite le aziende associate che svolgono altre attività (banche e f i n a n z a, s e r v i z i d i certificazione, traduzioni, consulenza, custom broker, ecc.). Dal punto di vista delle dimensioni aziendali la compagine associativa risulta essere molto varia: da società per azioni e multinazionali fino ad imprese individuali. Ma circa il 90% delle aziende associate è rappresentato da società di capitali. pag. 11

12 Assistenza e consulenza in materia di pagamenti internazionali qui Aice La forma di pagamento è un'importante clausola contrattuale e deve essere negoziata con l'acquirente estero ed inserita come clausola finanziaria nel contratto di compravendita, specificando nel dettaglio modalità, forma tecnica e tempi del regolamento. Le condizioni e le forme di pagamento, insieme al prezzo ed alle condizioni di fornitura, rappresentano, infatti, elementi fondamentali nelle transazioni con operatori esteri perché consentono di definire a quali condizioni, in quale momento, in quale luogo e in quale valuta deve avvenire il pagamento. Gli elementi che caratterizzano e che, a seconda della loro combinazione, danno origine alle diverse forme di pagamento sono: il tempo, il modo, il luogo e la moneta di pagamento. Un contratto di compravendita con l'estero deve contenere la previsione del mezzo di pagamento con una precisione tale da consentire d'individuare facilmente la corrispondente procedura bancaria e le responsabilità che derivano dalla mancata attivazione di detta procedura. Tra le forme di pagamento ricorrenti nel commercio internazionale citiamo: i pagamenti su base fiduciaria (pagamenti anticipati, a mezzo bonifico bancario, a mezzo rimessa diretta con assegno, pagamenti posticipati), i pagamenti su base contestuale (l incasso documentario e le lettere di credito). Il credito documentario è una delle forme di pagamento più usata nel regolamento delle transazioni internazionali di merci; vi è infatti una equilibrata ripartizione del rischio tra il venditore ed il compratore. Aice offre un servizio di assistenza e consulenza in materia di pagamenti internazionali. Le aziende interessate a ricevere maggiori informazioni, possono contattare la Segreteria Aice, Dr.ssa Raffaella Perino (Tel.02/ ; E.mail: ). AICE è online Segui Aice su LinkedIn pub/aice-associazione- pag. 12

13 Liquidità immediata per le imprese: finanziamento delle fatture commerciali e d esportazione. Collaborazione con AZTEC MONEY qui Aice Aice ha avviato una collaborazione con Aztec Money, un mercato globale di libero accesso che offre servizi di finanziamento per fatture commerciali e d esportazione a condizioni stabilite dall azienda, con accesso immediato alla liquidità in base ai parametri scelti. Se al momento l azienda vanta dei crediti commerciali, puo vendere le proprie fatture in modo rapido e sicuro tramite la piattaforma Aztec Money, stabilendo i termini di pagamento. Il valore minimo vendibile è di euro, che puo essere incluso in un'unica fattura o piu fatture di importi inferiori, purchè siano verso un unico debitore. I vantaggi AZTEC MONEY: - Aztec Money presenta le fatture dell azienda su un mercato globale. Non ci sono spese nascoste: la commissione di Aztec Money è un massimo del 2% sulle transazioni andate a buon fine. - il finanziamento delle fatture commerciali e d esportazione puo essere uno strumento sostitutivo al factoring e puo essere un alternativa per ottenere liquidità per quelle imprese che hanno i castelletti bancari pieni - A differenza delle banche o delle società di factoring, con Aztec Money le aziende creditrici non sono soggette né a verifiche di solvibilità, né ad altre restrizioni. La collaborazione prevede: - la possibilità di usufruire dei servizi della piattaforma a un prezzo vantaggioso. - Commissione Aztec Money sulle transazioni andate a buon fine Alle imprese associate AICE sarà garantito uno sconto del 25% sulla commissione per i servizi Aztec Money (addebitata esclusivamente sulle transazioni andate a buon fine) che avrà dunque per le imprese associate un tetto pari all 1,5% Queste saranno le condizioni di ingresso e Aztec Money è disponibile a migliorare ulteriormente le condizioni per gli associati AICE in base al volume di transazioni sulla piattaforma con modalità da stabilirsi - Supporto delle imprese nella fase di registrazione e utilizzo del sistema Aztec Money garantisce per le imprese associate AICE il supporto di un team madrelingua e in grado di risolvere ogni eventuale problematica relativa all iscrizione e all utilizzo della piattaforma, anche presso la loro sede. Per maggiori informazioni le aziende interessate possono contattare la Segreteria Aice, Dr.ssa Veronica Caprotti (Tel /1, Fax , pag. 13

14 La Finestra dei Soci Aice Rubrica a disposizione dei soci per presentare la propria attività La Finestra dei Soci Aice La rubrica La finestra dei Soci Aice, è dedicata alle aziende associate che vogliono presentare la propria attività, alla business community alla quale la nostra Associazione si rivolge. L iniziativa, volta a favorire la conoscenza reciproca fra soci e a far nascere eventuali collaborazioni, alleanze e nuove opportunità di business fra aziende nostre associate o appartenenti ad enti ed associazioni collegate, ha ricevuto sin da subito un ottima adesione da parte delle aziende associate. Invitiamo pertanto le aziende interessate ad inviarci via , la propria scheda monografica che pubblicheremo sui prossimi numeri. Per maggiori informazioni, le aziende interessate possono contattare la Segreteria Aice, Dr.ssa Veronica Caprotti (Tel /321, ). Attività: Produzione, commercio e recupero di prodotti chimici industriali. La MEDIVETE PADANA nasce come s.a.s. nel 76. Attività della società è la distribuzione di prodotti destinati alla zootecnia. Nel 1990 la società si trasforma in s.r.l. ed entra nella distribuzione di prodotti chimici destinati all industria, si occupa inoltre della raccolta di catalizzatori metallici esausti al Ni da avviare al recupero. Nel 1992 le attività vengono trasferite nell attuale sede di Turbigo e accanto alla distribuzione viene iniziata la produzione in proprio e in conto terzi di prodotti chimici destinati all industria. Più del 70% dei prodotti della MEDIVETE PADANA s.r.l. sono venduti in export nei paesi della CEE. Lo stabilimento occupa un area di ca mq di cui ca mq coperti da fabbricati ed è dotato di impianti per la lavorazione, a caldo e a freddo, di prodotti liquidi (dissoluzione, miscelazione e filtrazione) e di prodotti solidi (macinazione, vagliatura, adsorbimento, miscelazione, ricondizionamento). L'attività dell'azienda è certificata secondo UNI EN ISO 9001:2000. Le aziende interessate ad entrare in contatto con MEDIVETE PADANA S.R.L., possono contattare la Segreteria Aice (Tel /1 - pag. 14

15 ACTIS FURIO SRL Attività: MANUFACTURING AND SALE OF PERFORATED SHEETS, INDENTED SHEETS, EXPANDED METALS, METALLIC NETS AND WIRE CLOTHES Website - Paesi in cui opera FRANCIA - SPAGNA - PORTOGALLO - GERMANIA - ROMANIA - BULGARIA -UNGHERIA - PAESI BASSI - BELGIO - NORVEGIA - SVEZIA - SVIZZERA - MESSICO - ECUADOR -ARGENTINA - MAROCCO - TUNI- SIA - EGITTO - SENEGAL - AUSTRALIA - GRAN BRETAGNA -ALGERIA - ISRAELE - EMIRATI ARABI - LIBANO - SERBIA - SLOVENIA - GRECIA - AUSTRIA - TURCHIA ACTIS FURIO è un azienda milanese specializzata principalmente nella produzione di lamiere forate, fondata negli anni 50. La flessibilità della struttura aziendale, l offerta di un servizio affidabile unitamente a una vasta gamma di lamiere forate, bugnate, stirate, reti e tele metalliche, hanno permesso alla nostra azienda di raggiungere un pubblico sempre maggiore sia in Italia che all estero. La gamma di produzione delle lamiere forate, principale lavorazione della nostra azienda, comprende perforazioni con fori a partire da 0.4 mm realizzate su spessori di 0.4 mm fino ad arrivare ad ampie forature su spessori fino a 15/20 mm utilizzando materiali come l acciaio inossidabile, acciaio al carbonio, alluminio, ottone, rame, etc. I formati delle lamiere commerciali sono mm 1000x2000, mm 1250x2500, mm 1500x3000. Grazie all esperienza sessantennale e il know how ACTIS FURIO, si è specializzata inoltre nell esecuzione di prodotti su disegno del cliente, anche per piccole quantità e su misure non standard. Dal 2004 ACTIS FURIO ha attuato e mantiene un sistema di gestione della qualità che è conforme alla norma UNI EN ISO 9001:2008. Le aziende interessate ad entrare in contatto con ACTIS FURIO SRL, possono contattare la Segreteria Aice (Tel /1 - pag. 15

16 FORTUNE International Transport srl Servizio LCL da e per tutto il Sud America La Finestra dei Soci Aice Dal 1 febbraio 2015, abbiamo iniziamo un servizio di consolidamento quindicinale diretto a Guayaguil, Ecuador. Fino ad ora questo servizio è stato offerto con trasbordo via Callao, in Perù con un transit time totale di 42 giorni. Utilizzando il servizio diretto di Maersk (in partenza da Rotterdam) il transit time diventa di 20 giorni, con una riduzione di più di 3 settimane. Via Guayaquil, FORTUNE International Transport offre un servizio per più destinazioni interne, tra cui Quito, Cuenca, Manta, Machala, Portoviejo, Esmeraldas, Ambato e Tena. Siamo dunque in piena fase di sviluppo su tutto il Sud America. Ad oggi offriamo servizi diretti (con chiusura a Milano e partenza da Rotterdam) per Messico, Costa Rica, Trinidad & Tobago, Brasile, Argentina, Uruguay, Cile, Perù, Colombia ed ora quindi anche Ecuador. Da tutti i suddetti Paesi abbiamo anche il servizio import con arrivo a svuotamento a Milano. Chiamateci con fiducia Per ogni altra informazione e/o chiarimento, nonché per sottoporvi le nostre quotazioni, siamo a vs. completa disposizione. Le aziende interessate ad entrare in contatto con FORTUNE International Transport srl, possono contattare la Segreteria Aice (Tel /1 - SEGUI AICE SU TWITTER all indirizzo twitter.com/aicemilano pag. 16

17 Sgravio contributivo sulle retribuzioni di produttività erogate ai dirigenti Il Ministero del Lavoro, con interpello n. 2 del 12 gennaio c.a., ha precisato che anche sulle somme previste dai contratti collettivi aziendali e territoriali, ovvero di secondo livello, correlate ad incrementi di produttività, qualità, redditività, innovazione ed efficienza organizzativa, erogate ai dirigenti, è possibile fruire del beneficio contributivo dal momento che la norma non esclude tali soggetti dall'agevolazione, né pone limiti retributivi. [Fonte: LavoroNews] Elezione dei Rappresentanti dei lavoratori per la sicurezza La Commissione tecnica del Ministero del Lavoro in materia d i s a l u t e e s i c u r e z z a s u l lavoro, in data 31 dicembre 2014, ha fornito precisazioni all'interpello n. 20 del 6 ottobre 2014 con il quale esaminava la possibilità, nelle aziende con più di 15 dipendenti, di eleggere il Rappresentante dei lavoratori per la sicurezza fra i Connettiti, seguici informati lavoratori non appartenenti alle R.S.A. La Commissione ribadisce che la scelta operata dal legislatore per le aziende o unità produttive con più di 15 dipendenti è quella di individuare il Rappresentante dei Lavoratori per la S i c u r e z z a ( R L S ) nell'ambito delle r a p p r e s e n t a n z e sindacali in azienda, nelle diverse forme che non sono solo quelle previste dall'art. 19 dello Statuto dei lavoratori, ma anche altre forme che possono essere disciplinate dalla contrattazione collettiva di riferimento. La Commissione ricorda infine che il Rappresentante dei Lavoratori per la Sicurezza è eleggibile direttamente tra i l a v o r a t o r i d e l l ' a z i e n d a esclusivamente quando non sia presente una rappresentanza sindacale in azienda, costituita in una delle forme sopra richiamate. [Fonte: LavoroNews] Cercaci su facebook.com come Aice - Associazione Italiana Commercio Estero Seguici su Twitter all indirizzo twitter.com/aicemilano Trovaci su LinkedIn come Informati sulle nostre iniziative all indirizzo pag. 17

18 Il 25 marzo la seconda giornata del Lavoro Agile Si svolgerà il 25 marzo la seconda Giornata del Lavoro Agile, l iniziativa promossa dal Comune di Milano in c o l l a b o r a z i o n e c o n C o n f c o mme r c i o M ilano u n i t a m e n t e a d a l t r e organizzazioni (Abi, Aidp, Anci Lombardia, Assolombarda, Cgil Milano, Cisl Milano Metropoli, Uil Milano e Lombardia, Sda B o c c o n i S c h o o l o f Management, Valore D). La Giornata del Lavoro Agile è una giornata dell'anno dove i lavoratori delle aziende private, degli enti pubblici e degli studi professionali, indicati dal datore di lavoro, verranno invitati a svolgere le proprie mansioni da casa (telelavoro) o da altri luoghi che non siano l'ufficio o le svolgeranno in azienda u t i l i z z a n d o f l e s s i b i l i t à n e l l o r a r i o d i l a v o r o, compatibilmente con le mansioni svolte e le esigenze organizzative e di servizio. L adesione all iniziativa è rivolta anche ad aziende, enti e liberi professionisti che già hanno attivato forme o accordi di lavoro agile. Finalità dell'iniziativa è diminuire gli spostamenti casalavoro dei lavoratori in particolare nelle ore di punta, abbassare i livelli di inquinamento atmosferico e favorire la conciliazione vitalavoro. La sperimentazione potrà essere progettata e realizzata dalle singole aziende in relazione alle proprie attività e specificità, misurando poi l efficacia d e l l i n i z i a t i v a e i l miglioramento della qualità del lavoro. Come aderire all'iniziativa Le aziende che desiderano aderire alla Giornata del Lavoro Agile nelle modalità, forme e n u me r i c h e r i t e n g o n o compatibili con la propria organizza zione possono iscriversi on line sul sito del Comune di Milano in una pagina dedicata seguendo le istruzioni li indicate. Per aderire è sufficiente compilare tutti i campi obbligatori del form che si apre cliccando sul link nella s e z i o n e S i t i u t i l i. Per confermare l adesione è necessario cliccare sul link della mail che verrà inviata all indirizzo comunicato (persona di contatto). Le imprese che aderiscono all iniziativa avranno una visibilità anche nel portale del Comune di Milano attraverso l utilizzo del logo aziendale a b b i n a t o a q u e l l o dell iniziativa. Le imprese potranno utilizzare il logo della Giornata del Lavoro Agile per pubblicizzare la loro adesione all iniziativa. Il giorno della sperimentazione i lavoratori compileranno un breve questionario che sarà on line sul sito del Comune di Milano. [Fonte: LavoroNews] pag. 18

19 Aliquote Enasarco anno 2015 Dal 1 gennaio 2015, l'aliquota contributiva del Fondo previdenza Enasarco sarà pari al 14,65% delle provvigioni (di cui il 7,325% è a carico ditta e il 7,325% a carico agente). Il versamento viene effettuato integralmente dalla casa mandante, che ne è responsabile anche per la parte a carico dell'agente, nel rispetto dei minimali contributivi e del massimale provvigionale che vengono rivalutati annualmente. Tale dato non è ancora disponibile e la Fondazione provvederà a pubblicare gli aggiornamenti nel proprio sito in tempo utile per la scadenza del primo trimestre 2015 (20 maggio prossimo), in cui le ditte dovranno indicare le provvigioni maturate dagli agenti nel periodo compreso tra il 1 gennaio e il 31 marzo di quest'anno. Invece, per quanto riguarda gli agenti operanti in forma di società di capitali, le case mandanti verseranno un contributo calcolato su tutte le somme dovute in dipendenza del rapporto di agenzia, senza alcun limite di minimale o massimale, pari al 3,60%, di cui 2,80% è a carico ditta e 0,80% a carico della società di agenzia. [Fonte: LavoroNews] I minimali e massimali Inps di retribuzione per l'anno 2015 L'Inps, con circolare n. 11 del 23 gennaio c.a., ha reso noto i valori dei minimali e massimali di retribuzione da prendere a riferimento per il calcolo dei contributi di previdenza ed assistenza sociale, a decorrere dal 1 gennaio I nuovi valori riguardano: minimali di retribuzione giornaliera; lavoratori a tempo parziale; l'aliquota aggiuntiva dell'1%; m a s s i m a l e d e l l a b a s e contributiva e pensionabile; importi che non concorrono a formare il reddito da lavoro dipendente; limite retributivo per copertura assicurativa; retribuzione annua per periodi di congedo straordinario, previsti dall'art. 42, comma 5, del Decreto Legislativo n. 151/2001, riconosciuti in favore dei familiari di portatori di handicap. Eventuali differenze contributive relative al mese di gennaio 2015 potranno essere regolarizzate entro il 16 aprile [Fonte: LavoroNews] Le retribuzioni convenzionali per il 2015 dei lavoratori italiani all estero Pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 17 del 22 gennaio 2015, il Decreto 14 gennaio 2015, con il quale sono state fissate le retribuzioni convenzionali per gli italiani che lavorano abitualmente all estero valide per l anno Le retribuzioni sono da prendere quale parametro di riferimento per il pagamento dei contributi previdenziali ed assistenziali e per le imposte. [Fonte: LavoroNews] pag. 19

20 Convenzioni Unione a disposizione dei Soci AICE Convenzioni Unione Continua su questo numero la panoramica delle convenzioni, valide su tutto il territorio n a z i o n a l e, c h e l U n i o n e Confcommercio Imprese per l Italia di Milano, Lodi, Monza e Brianza mette a disposizione delle aziende associate. Convenzione con Facile.it Consulenza per il risparmio sulle bollette FINO AL 31 MARZO: solo per i soci Unione Confcommercio, offerta ADSL Infostrada - in omaggio il costo dell opzione antivirus per sempre (il cui costo è di 3 al mese). Facile.it è il sito di comparazione numero uno in Italia: ogni mese aiutiamo 1,5 milioni di italiani a fare la scelta migliore e risparmiare sulle principali spese per l azienda e per la casa. Confrontiamo le migliori offerte di Energia Elettrica, Gas, ADSL e Telefonia fissa e Cellulare e aiutiamo i nostri utenti a scegliere la soluzione su misura a prezzi competitivi. Seguiamo ogni cliente durante tutto il processo di scelta attraverso un team specializzato di consulenti telefonici che offre un supporto gratuito, senza impegno e senza costi aggiuntivi. Per i Soci Unione Confcommercio Per gli associati Unione C o n f c o m m e r c i o o f f r i a m o gratuitamente i seguenti servizi: - contatto diretto e privilegiato attraverso numero di telefono e indirizzo dedicato per il supporto nella comprensione delle bollette e per la possibilità di risparmio e collaborazione nell eventuale processo di cambio fornitore sulla base delle esigenze di ogni associato - accesso a promozioni negoziate da Facile.it in esclusiva che garantiscono sconti e servizi aggiuntivi rispetto ai prodotti presenti sul mercato Per maggiori informazioni le aziende possono contattare la Segreteria Aice, D.ssa Veronica Caprotti (Tel /1 - Fax: , E - m a i l : pag. 20

21 XI EDIZIONE PREMIO LIBERO GRASSI 2015 Bando di concorso Libertà è partecipazione Primo piano sulla Confcommercio Confcommercio dal 2009 sostiene, attraverso la Commissione Politiche per la Sicurezza e la Legalità presieduta da Luca Squeri e insieme allo sportello Legalità della Camera di Commercio di Palermo il Premio Libero G r a s s i, i d e a t o d a l l a Cooperativa Solidaria in accordo con la famiglia dell'imprenditore palermitano assassinato dalla mafia per essersi ribellato alle estorsioni. Per l'edizione 2015 del Premio, che ha come titolo Libertà è partecipazione è bandito un concorso - rivolto alle scuole italiane di ogni ordine e grado e d iffuso anche c o n l a collaborazione del Ministero dell'istruzione, dell'università e d e l l a R i c e r c a - P e r l'affermazione dei Diritti di Cittadinanza, con la previsione di due distinte sezioni: una canora, per la più bella canzone (inedita) e un'altra per la migliore sceneggiatura di spot video. Obiettivo è richiamare i giovani ad una riflessione sui diritti civili e di cittadinanza tema quanto mai attuale nelle sue diverse sfaccettature - stimolando un forte richiamo alla partecipazione attiva di tutti e delle nuove generazioni in particolare. Per partecipare al concorso le scuole dovranno iscriversi entro il 16 febbraio 2015 e trasmettere gli elaborati entro e non oltre il 16 marzo I premi messi in palio saranno resi noti dalla Cooperativa Solidaria entro il termine di iscrizione (16 febbraio), ma vi è la possibilità di proporre premi speciali - quale quello destinato dalla Fondazione Trame alle scuole superiori della Calabria - sempre entro tale scadenza. Le aziende interessate a ricevere ulteriori informazioni e il testo del Bando di concorso, possono rivolgersi alla S e gr et er ia A ice, (Tel /1 - pag. 21

22 Indicatore Consumi Confcommercio: a novembre in aumento col contagocce Permane il rischio deflazione Primo piano sulla Confcommercio L'ind icatore d ei Co nsumi Confcommercio (ICC) registra a novembre una crescita dello 0,2% rispetto ad ottobre e un calo dello 0,3% tendenziale. Il dato dell'ultimo mese, che ha determinato anche un modesto miglioramento della media mobile a tre mesi, pur indicando il proseguimento della fase di lieve recupero dei livelli di consumo da parte delle famiglie si inserisce in un contesto congiunturale difficile, che non sembra idoneo a supportare, nei prossimi mesi, dinamiche più sostenute della domanda. Sul versante della fiducia delle famiglie non si avvertono, infatti, segnali positivi, con un ulteriore peggioramento, a dicembre, del sentiment. Anche dal lato delle imprese non si registrano attese di un significativo miglioramento, a breve, del quadro economico. Anche per la produzione industriale il 2014 non sembra essersi chiuso con apprezzabili impulsi di crescita. La situazione di stagnazionerecessione in cui si trova il paese da alcuni mesi si è tradotta, a novembre, in un peggioramento delle condizioni del mercato del lavoro. Gli occupati sono diminuiti, rispetto ad ottobre, di 48mila unità (-113mila nel bimestre). Le persone in cerca di occupazione sono aumentate, su base mensile, di 40mila unità (+135mila negli ultimi due mesi) portando il tasso di disoccupazione al 13,4%. Questi dati evidenziano come le aspettative di una ripresa dei livelli occupazionali, registrate nella parte centrale del 2014, siano ormai rientrate. A fronte del deterioramento rilevato dai livelli occupazionali, le ore autorizzate di CIG hanno mostrato, a novembre, una sensibile riduzione nei confronti dell'analogo mese del 2013 (- 26,9%. Il dato è sintesi di un calo per tutte le tipologie. Anche nel complesso degli undici mesi dell'anno si rileva una diminuzione pag. 22

23 (-6,1%), andamento a cui fa eccezione solo la CIG straordinaria (+21,7%). LE DINAMICHE CONGIUNTURALI Il modesto incremento (+0,2%) registrato dall'icc a novembre rispetto ad ottobre (tab. 1) è il risultato di un aumento dello 0,6% della domanda per la componente relativa ai servizi e di una stabilità della componente relativa ai beni. Relativamente alle singole macrofunzioni di spesa, si evidenzia un incremento, rispetto ad ottobre, per alberghi, pasti e consumazioni fuori casa (+1,5%) e per i beni e servizi ricreativi (+0,4%). La spesa per i beni e servizi per la cura della persona e quella per abbigliamento e calzature segnala una stabilità. In leggero calo risulta la spesa per i beni e servizi per le comunicazioni (-0,5%) e per gli alimentari e tabacchi (-0,2%). In flessione sono risultati anche i consumi relativi ai beni e ai servizi per la mobilità (- 0,1%) e per la casa (-0,1%). LE DINAMICHE TENDENZIALI La diminuzione tendenziale dell'icc di novembre (-0,3%), in linea con quanto rilevato il mese precedente, riflette un calo significativo (-1,6%) della domanda relativa ai servizi e un incremento, di modesta entità, della spesa per i beni (+0,3%). A novembre le uniche variazioni positive, su base annua, si riscontrano per i beni ed i servizi per la mobilità (+3,4%), grazie all'andamento delle vendite di auto ai privati, e per i beni e servizi per le comunicazioni (+2,5%). In forte calo risultano i beni e servizi ricreativi (-1,3%), gli alberghi, pasti e consumi fuori casa (-1,3%), l'abbigliamento e calzature (-1,3%) e i beni e servizi per la casa (- 1,1%). Una flessione inferiore all'1,0% ha interessato gli alimentari, bevande e tabacchi, e i beni e servizi per la cura della persona. LE TENDENZE A BREVE TERMINE DEI PREZZI AL CONSUMO Sulla base delle dinamiche registrate dalle diverse variabili che concorrono alla formazione dei prezzi al consumo, per il mese di gennaio 2015 si stima una diminuzione dei prezzi dello 0,2% rispetto a dicembre e dello 0,4% su base annua, dato che riporterebbe l'italia in deflazione. La dinamica attesa per gennaio è imputabile, oltre alla diminuzione degli energetici (regolamentati e non), alla stabilità in molti segmenti di consumo in linea con il permanere della debolezza della domanda. pag. 23

24 Convenzioni Confcommercio a disposizione dei Soci Aice Convenzioni Questa sezione offre una panoramica delle convenzioni che Confcommercio - Imprese per l Italia mette a disposizione delle aziende associate. Convenzione con SCF - Società C o n s o r z i o Fonografici S C F - S o c i e t à C o n s o r z i o Fonografici è il soggetto che gestisce il servizio di raccolta e distribuzione dei compensi, spettanti ad artisti e produttori discografici, derivanti dall'utilizzo in pubblico di musica registrata, qualunque sia il mezzo utilizzato (radio, TV, lettore CD, computer, ecc...). L a c o n v e n z i o n e p r e v e d e l opportunità di usufruire di sconti significativi sulle tariffe SCF (fino a un massimo del 40% per i possessori di Confcommercio Card), per le pratiche presentate con l assistenza delle Associazioni di appartenenza. Il compenso non è invece dovuto per la diffusione di musica effettuata nelle aree riservate al personale o comunque non aperte al pubblico. I DETTAGLI DELLA CONVENZIONE Il Compenso dovuto a SCF per l a n n o p r e v e d e i n convenzione uno sconto del 30% per il settore di Pubblici Esercizi, Parrucchieri/Estetiste, Parchi Diverti me nto ed E se r cizi Commerciali (in quest ultimo caso l importo si riduce ulteriormente del 10% per i possessori di Confcommercio Card) e uno sconto del 15% per le Strutture Ricettive. È possibile usufruire di tali scontistiche se si rispettano le seguenti scadenze: CATEGO- RIE: Esercizi Commerciali Parchi Divertimento Parrucchieri / Estetiste Sconto 2015 Da pagare a: 30% SCF 30% SCF 30% SIAE Scadenza pagamento 15/03/ /03/ /05/ 2015 COME USUFRUIRE DELL ACCORDO Il termine di pagamento del diritto connesso, per quanto riguarda gli Esercizi Commerciali e i Parchi Divertimento è fissato al 15 marzo Per tutti gli altri settori, la cui riscossione sarà di competenza SIAE - ovvero i Pubblici Esercizi, le Strutture Ricettive e gli Acconciatori/Estetiste - il termine è fissato per il 31 Maggio 2015, con le medesime modalità di pagamento e le scontistiche applicate fino ad ora: - I soci che hanno diritto al 30% di sconto possono effettuare il pagamento tramite il bollettino postale. - Gli Esercizi Commerciali possessori di Confcommercio Card hanno diritto al 10% di sconto aggiuntivo. In questo caso il socio dovrà compilare l apposito modulo Per ricevere maggiori informazioni riguardo i dettagli delle proposte e le modalità di fruizione delle stesse, contattare la Segreteria Aice, D.ssa Veronica Caprotti (Tel /1, Fax , E- mail: pag. 24

25 Fiere e manifestazioni Visita a Milano del Presidente della Camera di Commercio di Istanbul 25 Febbraio 2015 Il Presidente della Camera di Commercio di Istanbul, İbrahim Çağlar, sarà in visita presso la Camera di Commercio di Milano il prossimo mercoledì 25 Febbraio, accompagnato da una delegazione istituzionale e da una delegazione economica comprendente 11 imprese dei settori legno-arredo, tessile-calzaturiero e medicale-farmaceutico. Obiettivo dell iniziativa è gettare le basi per l avvio di attività di cooperazione fra le imprese di Milano- Lombardia e delle regione di Istanbul, che costituisce un bacino di notevole importanza per lo sviluppo e l internazionalizzazione dell economia Turca. L evento avrà luogo dalle ore 10:30 alle ore 12:30 al piano I di Palazzo Turati (Via Meravigli 9/B). Programma Saluti di benvenuto B. Ermolli, Presidente di Promos - Camera di Commercio di Milano Mr. G. Aragona, Presidente della Fondazione EMDC (Centro Euro-mediterraneo per lo sviluppo delle Micro, Piccole e Medie Imprese Mrs. A. Sekizkok, Console Generale della Turchia a Milano I. Çağlar, Presidente di ITO -Presentazione e breve filmato delle prospettive economiche ed industriali a Istanbul - ITO /Turkish Investment Agency (TBC) -Presentazione delle propsettive economiche ed industriali a Milano e in Lombardia - Invest in Lombardy-Promos firma di un Memorandum di intesa fra le Camere di Commercio di Milano - Promos e di Istanbul cocktail networking tra imprenditori italiani e turchi inclusi rappresentanti di associazioni settoriali Sono disponibili le sintesi dei profili delle aziende turche partecipanti. Per maggiori informazioni contattare la Segreteria Aice, Dr. Pierantonio Cantoni (Tel /1, pag. 25

26 Fiere e manifestazioni Partecipazione collettiva alla SEOUL INTERNATIONAL WINES & SPIRITS EXPO 2015 Seoul, Corea del Sud - 23/25 aprile 2015 Tra le numerose iniziative promozionali programmate per il 2015 in favore del vino italiano, l ICE - Agenzia per la promozione all'estero e l'internazionalizzazione delle imprese italiane ha previsto la partecipazione di una collettiva di aziende italiane alla Fiera SEOUL INTERNATIONAL WINES & SPIRITS EXPO 2015, che avrà luogo a Seoul dal 23 al 25 aprile La manifestazione si conferma come il piu importante evento dedicato al settore vinicolo in Corea del Sud. La Corea del Sud rappresenta ormai da alcuni anni per il vino italiano uno dei piu dinamici mercati dell Estremo Oriente ed uno fra i piu interessanti del mondo per tassi di crescita e propensione al consumo. Secondo le statistiche del 2014, le importazioni coreane di vino hanno registrato un aumento del 7% rispetto al 2013, le importazioni di vino dall Italia sono aumentate del 7,4% dalla Francia, 4,9% dal Cile, 4,1% dagli USA 14,6%. L Italia risulta essere il terzo paese fornitore della Corea del Sud con una quota sul totale import del mercato del 16,9% preceduto dalla Francia con il 30,1% ed il Cile con il 20,5%. La quota di partecipazione per stand (chiavi in mano) è di Euro 2.900,00 al mq + IVA. partecipazione a carico dei partecipanti, stabilita per modulo, sono compresi i seguenti servizi: Nella quota di - affitto area espositiva; - allestimento e arredo dello stand, ivi inclusi i servizi generali (allacci tecnici e relativi consumi); - pulizie giornaliere dello stand - Centro Servizi ICE, collocato all interno del padiglione italiano, presso il quale opererà per tutto il periodo della manifestazione, personale ICE incaricato di svolgere attività di organizzazione e assistenza, coadiuvato da personale locale che svolgerà, tra le altre, funzioni di interpretariato generale; accesso a fax, fotocopiatrice, computer, internet, presso il Centro Servizi ICE; - iscrizione al catalogo generale della Fiera e nel catalogo della collettiva ICE; - prima assistenza commerciale; - azioni pubblicitarie e di sensibilizzazione nei confronti degli operatori locali del settore, tramite diffusione del catalogo degli espositori ICE, inserzioni pubblicitarie su catalogo ufficiale della Fiera e/o su riviste specializzate; - attrezzature fornite per lo stand (da restituire dopo la fiera): 20 bicchieri, 1 tavolo rotondo con 2 sedie, 1 banco con 1 sedia, 2 secchielli da 1 bottiglia, 1 sputacchiera. Sono a carico dei partecipanti: spese non espressamente indicate, costi di spedizione e sdoganamento della campionatura, il viaggio ed il soggiorno di un proprio rappresentante. Le adesioni dovranno pervenire entro e non oltre il 20 febbraio Per maggiori informazioni contattare la Segreteria Aice, Dr. Pierantonio Cantoni (Tel /1, pag. 26

27 Partecipazione collettiva alla FINE FOOD AUSTRALIA 2015 Sydney - 20/ 23 Settembre 2015 Fiere e manifestazioni L ICE - Agenzia per la promozione all'estero e l'internazionalizzazione delle imprese italiane organizza la partecipazione ufficiale italiana alla Fiera Internazionale FINE FOOD AUSTRALIA 2015 (http:// finefoodaustralia.com.au/) che si terrà a Sydney dal 20 al 23 settembre La Fine Food è l unica Manifestazione fieristica in Australia di caratura internazionale, specializzata nel settore agroalimentare. Ha una cadenza annuale - alternandosi tra le città di Sydney e Melbourne - ed è rivolta unicamente al Trade. Oltre espositori da tutto il mondo prenderanno parte all'edizione La partecipazione a FineFood è un'ottima vetrina commerciale per i prodotti italiani sull importante mercato australiano e non solo, vista la nutrita partecipazione di visitatori internazionali. Nei primi 9 mesi del 2014 le importazioni italiane in Australia di prodotti alimentari e bevande sono aumentate a 316 milioni di Euro, con una crescita del 5,8% rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente. L Italia si colloca al sesto posto tra i principali fornitori dell'australia ed è il primo tra i paesi europei. La Collettiva organizzata dall'ice in Australia per il settore agroalimentare italiano si svilupperà su una superficie di 180 mq, strutturata con un'area Reception ed Informazione (Centro Servizi ICE) e con 18 stand di 9mq riservati alle aziende partecipanti. La quota di partecipazione per stand con allestimento standard è di Euro 450,00 al mq + IVA ( Euro + IVA per modulo di 9 mq)e comprende: - affitto area espositiva; - allestimento e arredo dello stand di mq 9 ciascuno; - prestazioni hostess e interpreti (presenti presso l Area Informazioni ICE ed a disposizione dei partecipanti per uso non esclusivo); - inserimento nel catalogo della collettiva ICE; - inserimento nel catalogo ufficiale della Fiera; - organizzazione di un evento/degustazione dei prodotti della aziende italiane presenti nella Collettiva ICE; - azioni di direct-marketing per la sensibilizzazione degli operatori locali; - kit informativo sul mercato; - assistenza in Fiera da parte di personale qualificato ICE; - servizi generali (pulizia, vigilanza, etc...); - assicurazione campionario; - assicurazione generale della fiera; - allacci e consumi idrici, elettrici standard; Le adesioni dovranno pervenire entro e non oltre il 23 febbraio Per maggiori informazioni contattare la Segreteria Aice, Dr. Pierantonio Cantoni (Tel /1, pag. 27

28 Fiere all estero Fiere e manifestazioni MIHAS 2015 The global Halal market place Kula Lumpur, Malesia - 1/4 Aprile 2015 Il MIHAS, alla sua 12 edizione, è la manifestazione riservata agli operatori del mercato Halal piu grande al mondo. Il MIHAS costituisce una rilevante piattaforma di prodotti e di servizi Halal per la popolazione musulmana, oggi composta da 2 miliardi di persone nel mondo. La fiera offre vendite sicure che, attraverso i buyer internazionali specializzati, possono essere indirizzate verso i mercati islamici compresi quelli del Sud Est Asiatico. Consente di incrementare i propri contatti commerciali e di espandere ed esplorare, attraverso I più di 400 buyer presenti, i propri confini di esportazione. La presenza al MIHAS offre la possibilità di estendere ed a mp lificare la propria partecipazione attraverso i media, audio e video e la stampa specializzata presenti. Inoltre la Malesia incoraggia la presenza di nostre imprese i t a l i a n e, a n c h e q u a l e p i a t t a f o r ma ( h u b ) p e r posizionarsi negli importanti mercati di area. Maggiori informazioni sul sito A U T O M E C H A N I K A JOHANNESBURG 2015 Johannesburg Expo Centre, Nasrec - 6/9 Maggio 2015 Fiera internazionale indirizzata ai visitatori della regione Subsahariana. Automechanika Johannesburg è l ' u n i c a p i a t t a f o r m a professionale nel settore automobilistico dell'aftermarket nell'area sub-sahariana ed offre agli imprenditori italiani notevoli opportunità di rafforzare e ampliare lì la propria presenza. Il Sud Africa offre agli investitori la stabilità di un paese sviluppato e le opportunità di un mercato emergente. Il Sud Africa è in una posizione economica eccellente grazie al basso costo delle materie prime, i bassi tassi di interesse e la rapida crescita g l o b a l e. C a t e g o r i e merceologiche: parti e componenti, sistemi ed elettronica, IT & Management, Repair & maintenance, stazioni di servizio e Car wash, Accessori Tuning, batterie e pneumatici, veicoli. Si prevedono 700 espositori e oltre visitatori su un area espositiva di sqm Maggiori informazioni sul sito pag. 28

29 RUSSIA - La Banca Centrale ha annunciato che i debiti scaduti della clientela privata russa hanno superato i 600 miliardi di rubli notizie dal mondo Secondo una statistica pubblicata dalla Banca Centrale, gli arretrati sui crediti della popolazione sono aumentati dall'inizio dell'anno arrivando a 652,3 miliardi di rubli. È un indicatore da record negli ultimi anni. In soli nove mesi, quest'anno, la quota degli indebitamenti arretrati è passata dal 4,4% al 5,7% (da 439,1 a 628,7 miliardi di rubli). Il primo ottobre i cittadini dovevano alle banche più di 11 trilioni di rubli. L'ombudsman finanziario, Pavel Medvedev, ha dichiarato al quotidiano "Rossijskaja gazeta" che la stragrande maggioranza degli arretrati è da attribuirsi a debitori assolutamente onesti. Il volume totale dei prestiti contratti è cresciuto solo dell'11%. I crediti al consumo hanno di fatto smesso di stimolare i consumi. I nuovi prestiti vengono contratti per pagare vecchi debiti. Medvedev ha stimato che, per un debitore medio, 1 rublo del nuovo credito ora corrisponde a 1,8 rubli per il p a g a me n t o d i u n d eb i to precedente. I crescenti problemi con i pagamenti minacciano la disciplina finanziaria. S e c o n d o i l p r e s i d e n t e dell'associazione delle banche russe, Gareghin Tosunjan, se la somma dei debiti arretrati delle persone fisiche è pari al 5-6% dell'intero debito del sistema bancario, si tratta di un cifra esigua per le dimensioni del Paese. In generale è necessario risolvere il problema riducendo i tassi d'interesse sui crediti e riducendo i costi dei servizi bancari, poiché la causa principale di mancato pagamento sono proprio gli alti tassi d'interesse. [Fonte: Russia24] pag. 29

30 ARABIA SAUDITA - Aggiornamenti sulle esportazioni di prodotti cosmetici notizie dal mondo A partire dal 1 Febbraio 2015, SFDA (Saudi Food and D r u g s A u t h o r i t y ) n o n autorizzerà lo sdoganamento di ingredienti e/o prodotti cosmetici destinati a importatori o distributori Sauditi che non abbiano ancora ottenuto la licenza dalla stessa SFDA. Inoltre gli stessi importatori/ distributori sono tenuti a inserire i prodotti cosmetici nel sistema cosiddetto ecosma a partire dal 1 Aprile [Fonte: SGS Italia S.p.A.] VIETNAM - Ondata di liberalizzazione: nuova legge sulle imprese e sugli investimenti notizie dal mondo Alla fine di novembre, in Vietnam sono state approvate due nuove l e g g i c h e c o n t r i b u i r a n n o essenzialmente ad un ulteriore liberalizzazione economica del Paese. Il 1 luglio 2015 entreranno in vigore sia la nuova legge sulle imprese, sia quella sugli investimenti. Nella nuova legge sulle imprese si tratta in particolare di valutare meglio i principi di un sistema economico liberale nella prassi imprenditoriale. In altre parole: maggiore trasparenza e campi d azione nella gestione aziendale e nelle agevolazioni amministrative, ad esempio nella creazione d impresa. In ambito di registrazione di imprese in futuro non sarà più necessario indicare lo scopo commerciale dell impresa che viene fondata sotto forma di Economic Sector Code. La definizione del settore d attività ha sempre portato a incomprensioni e di conseguenza a ritardi nella procedura di registrazione. La nuova legge sugli investimenti apre alle imprese estere in Vietnam ulteriori campi commerciali. Nel quadro della legge, sarà ridotta la cifra delle attività vietate agli stranieri in Vietnam da 51 a 6, nonché sarà diminuita la cifra dei campi d attività limitati solo agli investimenti esteri, la quale passerà da 385 a 272. Inoltre, la nuova legge si occupa di diverse questioni di definizione, stabilisce in primo luogo parecchi concetti centrali del diritto d investimento e contribuisce ad un quadro normativo chiaro e preciso, che promette maggior certezza del diritto e quindi anche m a g g i o r s i c u r e z z a d i pianificazione degli investimenti in Vietnam. [Fonte: Mondomercati] pag. 30

31 La RAK FREE TRADE ZONE - la destinazione per investimenti redditizi notizie dal mondo Ras Al Khaimah (RAK) è uno dei sette emirati che compongono gli Emirati Arabi Uniti (EAU), insieme ad Abu Dhabi e a Dubai. RAK si è conquistato una reputazione sullo scenario mondiale come centro di investimenti di prim ordine e orientato al mercato. RAK dispone di tre zone franche, inclusa l Area di Libero Scambio di Ras Al Khaimah (RAK FTZ), scelta per gli investimenti già da più di aziende appartenenti a più di 100 Paesi, che rappresentano più di 50 settori industriali. A meno di un ora di auto da Dubai, l Area di Libero Scambio di RAK fornisce ai suoi clienti un ambiente completamente esente da tassazione, proprietà estera al 100%, trattamento preferenziale per il rilascio dei visti, libertà a livello mondiale nell approvvigionamento della manodopera e dei materiali e servizi di assistenza per le attività economiche a lungo termine. La sua posizione geograficamente strategica consente alle imprese un facile accesso ai mercati in rapida crescita di Europa, Nord Africa, Medio Oriente e Asia meridionale. Avviare un attività imprenditoriale nella RAK FTZ è facile e veloce. Viene fornito tutto ciò di cui un investitore ha bisogno per essere operativo, incluse licenze, visti e registrazione dell impresa, insieme ad altri servizi preconfezionati. I pacchetti più convenienti partono da appena USD, a canoni davvero vantaggiosi. Vantaggi di operare nella RAK FTZ > Proprietà al 100% > Esente da tassazione > Nessun dazio doganale sulle riesportazioni > Facilità e rapidità nella registrazione d impresa > Assunzione flessibile (senza contingenti) > Gamma di servizi preconfezionati per soddisfare le esigenze aziendali > Servizi a valore aggiunto > Strutture giuridiche flessibili Servizi offerti nella RAK FTZ > Registrazione facile e veloce > Agevolazioni nel rilascio delle Licenze per quasi ogni tipo di attività > Emissione Visti visti residenziali facilmente rinnovabili per investitori, manager e lavoratori > Assistenza nell apertura di conti bancari negli EAU > Assistenza continua per la vostra attività fornita da uno sportello unico (Servizio Clienti Mazeed) Tipologie di Licenze Aziendali > Licenza commerciale > Licenza di general trading > Licenza di consulenza/servizi > Industrial Licence Strutture già pronte per essere occupate > Postazioni e Uffici Flessibili > Spazio Uffici in Affitto > Depositi in Affitto > Terreni attrezzati per lo sviluppo industriale > Strutture destinate all istruzione Per maggiori informazioni contattare la Segreteria Aice (Tel /1, pag. 31

Percorso di internazionalizzazione

Percorso di internazionalizzazione Promozione export Macchinari lavorazione Plastica & gomma Percorso di internazionalizzazione FOCUS BENI STRUMENTALI - Macchinari ed attrezzature per lavorazione plastica e gomma PENETRAZIONE COMMERCIALE

Dettagli

L INDUSTRIA ITALIANA COSTRUTTRICE DI MACCHINE UTENSILI, ROBOT, AUTOMAZIONE 2 L INDUSTRIA MONDIALE DELLA MACCHINA UTENSILE 8

L INDUSTRIA ITALIANA COSTRUTTRICE DI MACCHINE UTENSILI, ROBOT, AUTOMAZIONE 2 L INDUSTRIA MONDIALE DELLA MACCHINA UTENSILE 8 L INDUSTRIA ITALIANA COSTRUTTRICE DI MACCHINE UTENSILI, ROBOT, AUTOMAZIONE 2 I DATI RELATIVI AL 2011 2 LE ESPORTAZIONI 4 LE CARATTERISTICHE STRUTTURALI 6 La macchina utensile 6 La robotica 7 L INDUSTRIA

Dettagli

Circolare 24 marzo 2014. MICROCREDITO UMBRIA e CONTRIBUTI PER FIERE. MICROCREDITO UMBRIA Agevolazioni per sostenere la creazione di impresa

Circolare 24 marzo 2014. MICROCREDITO UMBRIA e CONTRIBUTI PER FIERE. MICROCREDITO UMBRIA Agevolazioni per sostenere la creazione di impresa Rag. Dott. Adriano Sorci Federico Sorci Avv. Alessandro Sorci Commercialisti e Revisori Legali adrianosorci@integraassociati.it Matteo Schippa federicosorci@integraassociati.it Avvocati Dott. Elisa Eracli

Dettagli

Un valido sostegno per imprese che guardano oltre i confini. Associazione Italiana Commercio Estero

Un valido sostegno per imprese che guardano oltre i confini. Associazione Italiana Commercio Estero Un valido sostegno per imprese che guardano oltre i confini Associazione Italiana Commercio Estero Chi siamo A chi ci rivolgiamo I nostri obiettivi I servizi per i soci Chi siamo Aice da oltre 60 anni

Dettagli

Le proposte del Banco Popolare

Le proposte del Banco Popolare Efficienza energetica, finanza agevolata e una nuova forma di alleanza. Per innovare le imprese del settore siderurgico e favorirne la crescita. Le proposte del Banco Popolare Banco Popolare e innovazione

Dettagli

«Expo in Città» Confcommercio Milano per Expo Milano 2015. (in fase di definizione) Visual: urbanfile.org

«Expo in Città» Confcommercio Milano per Expo Milano 2015. (in fase di definizione) Visual: urbanfile.org «Expo in Città» Confcommercio Milano per Expo Milano 2015 (in fase di definizione) Visual: urbanfile.org Expo 2015 in breve Parigi, 31 marzo 2008: Milano si aggiudica Expo 2015 Tema: Nutrire il Pianeta,

Dettagli

COMUNE DI RODENGO SAIANO PROVINCIA DI BRESCIA

COMUNE DI RODENGO SAIANO PROVINCIA DI BRESCIA COMUNE DI RODENGO SAIANO PROVINCIA DI BRESCIA Rodengo Saiano, 25/04/2012 Buongiorno, Le segnalo il bando regionale per l internazionalizzazione delle Pmi lombarde. BANDO LOMBARDIA BANDO VOUCHER PER L INTERNAZIONALIZZAZIONE

Dettagli

MISSIONE ECONOMICA IN B R A S I L E. San Paolo e Rio de Janeiro, 3-9 Maggio 2015

MISSIONE ECONOMICA IN B R A S I L E. San Paolo e Rio de Janeiro, 3-9 Maggio 2015 Vicenza, 4 marzo 2015 Tot. pag. 6 Alle DITTE INTERESSATE LORO SEDI Made in Vicenza, con la collaborazione di Veneto Promozione (nell ambito del Programma Promozionale condiviso dalla Regione e Unioncamere

Dettagli

L Unione fa la Forza

L Unione fa la Forza L Unione fa la Forza La Selezione dei migliori Ristoranti Etnici di Milano ARGENTINA - ARMENIA - AUSTRALIA - BELGIO - BRASILE - CINA - COREA - CUBA - EGITTO - ERITREA - ETIOPIA FRANCIA - GERMANIA - GIAPPONE

Dettagli

Congresso Esportare di più si può, si deve

Congresso Esportare di più si può, si deve ICE AGENZIA PER LA PROMOZIONE ALL ESTERO E L INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE IMPRESE ITALIANE Congresso Esportare di più si può, si deve Lecce, 16 ottobre 2014 Giovanni Sacchi Direttore Ufficio di coordinamento

Dettagli

P R O M O S BANDO PER L INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE IMPRESE MILANESI. 5 Maggio 2015. Internazionalizzazione e marketing territoriale

P R O M O S BANDO PER L INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE IMPRESE MILANESI. 5 Maggio 2015. Internazionalizzazione e marketing territoriale Internazionalizzazione e marketing territoriale CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA, ARTIGIANATO E AGRICOLTURA MILANO P R O M O S DELLE IMPRESE MILANESI Dal 1786 l istituzione al servizio del sistema produttivo

Dettagli

FIHAV 2013 Fiera Internazionale de l'havana

FIHAV 2013 Fiera Internazionale de l'havana Havana, CUBA 3-9 novembre 2013 FIHAV 2013 Fiera Internazionale de l'havana Partecipazione collettiva L'ICE - Agenzia organizza la partecipazione collettiva alla 31ma edizione della fiera FIHAV che si terrà

Dettagli

100 FINESTRE. Progetto. Ancona _25-26 ottobre_2011. L edizione del 2011 parte dall ottimo. successo dello scorso anno. con 42 aziende espositrici e 85

100 FINESTRE. Progetto. Ancona _25-26 ottobre_2011. L edizione del 2011 parte dall ottimo. successo dello scorso anno. con 42 aziende espositrici e 85 Prot. n 952 del 13/06/2011 Progetto 100 FINESTRE Ancona _25-26 ottobre_2011 Gentile imprenditore, si informa che nell ambito del programma promozionale della Regione Marche, Marchet Azienda Speciale della

Dettagli

MISSIONE ECONOMICA VENETA IN ALBANIA Tirana, 18-20 novembre 2015

MISSIONE ECONOMICA VENETA IN ALBANIA Tirana, 18-20 novembre 2015 Prot. 3796 Tot. pag. 6 Venezia, 7 settembre 2015 MISSIONE ECONOMICA VENETA IN ALBANIA Tirana, 18-20 novembre 2015 L iniziativa., in collaborazione con Padova Promex, CCIAA di Treviso, CCIAA di Verona e

Dettagli

IL SETTORE DEI BENI STRUMENTALI NEL 2014

IL SETTORE DEI BENI STRUMENTALI NEL 2014 FEDERAZIONE NAZIONALE DELLE ASSOCIAZIONI DEI PRODUTTORI DI BENI STRUMENTALI E LORO ACCESSORI DESTINATI ALLO SVOLGIMENTO DI PROCESSI MANIFATTURIERI DELL INDUSTRIA E DELL ARTIGIANATO IL SETTORE DEI BENI

Dettagli

P R O M O S. Ruolo, servizi ed attività di supporto all operatività internazionale delle imprese. Maria Pulsana Bisceglia

P R O M O S. Ruolo, servizi ed attività di supporto all operatività internazionale delle imprese. Maria Pulsana Bisceglia Internazionalizzazione e marketing territoriale P R O M O S CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA, ARTIGIANATO E AGRICOLTURA MILANO Dal 1786 l istituzione al servizio del sistema produttivo di Milano. Ruolo, servizi

Dettagli

FATTI& CIFRE. Homo faber fortunae suae. www.autopromotec.it. 25ª Biennale Internazionale delle Attrezzature e dell Aftermarket Automobilistico

FATTI& CIFRE. Homo faber fortunae suae. www.autopromotec.it. 25ª Biennale Internazionale delle Attrezzature e dell Aftermarket Automobilistico 25ª Biennale Internazionale delle Attrezzature e dell Aftermarket Automobilistico Prefazione All interno di Fatti&Cifre sono stati raccolti tutti i numeri della rassegna Autopromotec, che anche per questa

Dettagli

Produrremo in Serbia... Oggi in Serbia, cca 200 imprese Italiane producono il valore di EUR 2,4 miliardi all'anno

Produrremo in Serbia... Oggi in Serbia, cca 200 imprese Italiane producono il valore di EUR 2,4 miliardi all'anno Bojan Stevanovic, M.B.A. Console Consigliere Commerciale Consolato Generale della Repubblica di Serbia Milano Produrremo in Serbia... Oggi in Serbia, cca 200 imprese Italiane producono il valore di EUR

Dettagli

INTERCHARM 2015 FIERA. Mosca Russia_dal 21 al 24 ottobre_2015 DOVE E QUANDO. Prot. n 549 del 11/05/2015

INTERCHARM 2015 FIERA. Mosca Russia_dal 21 al 24 ottobre_2015 DOVE E QUANDO. Prot. n 549 del 11/05/2015 Prot. n 549 del 11/05/2015 FIERA INTERCHARM 2015 Mosca Russia_dal 21 al 24 ottobre_2015 Gentile imprenditore, si informa che Marchet, Azienda Speciale della Camera di Commercio di Ancona, prevede di organizzare

Dettagli

Strumenti a sostegno dell internazionalizzazione delle imprese. Andrea Fiori Ufficio Internazionalizzazione Imprese

Strumenti a sostegno dell internazionalizzazione delle imprese. Andrea Fiori Ufficio Internazionalizzazione Imprese Strumenti a sostegno dell internazionalizzazione delle imprese Andrea Fiori Ufficio Internazionalizzazione Imprese Milano, 3 giugno 2014 Interscambio commerciale, settore Manifatturiero Italia 5 partner

Dettagli

HAI UNA PICCOLA IMPRESA? INSIEME A NOI PUOI FARLA CRESCERE!

HAI UNA PICCOLA IMPRESA? INSIEME A NOI PUOI FARLA CRESCERE! HAI UNA PICCOLA IMPRESA? INSIEME A NOI PUOI FARLA CRESCERE! 2014 FORMAPER SVILUPPO DELL IMPRENDITORIALITÀ Formaper è un azienda speciale della Camera di Commercio di Milano nata nel 1987 con la missione

Dettagli

SETTORE PELLETTERIA: PRECONSUNTIVO 2015

SETTORE PELLETTERIA: PRECONSUNTIVO 2015 SETTORE PELLETTERIA: PRECONSUNTIVO 2015 Un ulteriore consolidamento del fatturato estero del settore caratterizza questi primi 8 mesi del 2015: tra gennaio e agosto sono stati esportati prodotti per 4,2

Dettagli

COME RIDURRE I COSTI ED I RISCHI NEI TRASPORTI E NELLE SPEDIZIONI INTERNAZIONALI

COME RIDURRE I COSTI ED I RISCHI NEI TRASPORTI E NELLE SPEDIZIONI INTERNAZIONALI COME RIDURRE I COSTI ED I RISCHI NEI TRASPORTI E NELLE SPEDIZIONI INTERNAZIONALI Recuperare efficacia ed efficienza nelle vendite e negli acquisti AREA TRANSPORT MANAGEMENT Seminario Specialistico COME

Dettagli

Project Qatar 2014. www.ice.gov.it P.IVA ICE-Agenzia 12020391004 PERCHE' PARTECIPARE. Doha, QATAR - 12-15 maggio 2014

Project Qatar 2014. www.ice.gov.it P.IVA ICE-Agenzia 12020391004 PERCHE' PARTECIPARE. Doha, QATAR - 12-15 maggio 2014 Doha, QATAR - 12-15 maggio 2014 Project Qatar 2014 Partecipazione collettiva italiana L ICE - Agenzia per la promozione all'estero e l'internazionalizzazione delle imprese italiane organizza la partecipazione

Dettagli

06. Spinta all Internazionalizzazione delle Imprese

06. Spinta all Internazionalizzazione delle Imprese 06. Spinta all Internazionalizzazione delle Imprese Gli obiettivi specifici per favorire lo sviluppo internazionale delle imprese sono stati: 1. assistere le piccole e medie imprese nella loro attività

Dettagli

INTERVENTI PER L INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE IMPRESE PROGRAMMA ATTIVITÀ 2012

INTERVENTI PER L INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE IMPRESE PROGRAMMA ATTIVITÀ 2012 INTERVENTI PER L INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE IMPRESE PROGRAMMA ATTIVITÀ 2012 Area Commercio e Promozione Estero Camera di Commercio Industria Artigianato e Agricoltura di Treviso www.tv.camcom.it promozione@tv.camcom.it

Dettagli

Il mercato dell olio di oliva in Russia Analisi delle opportunità commerciali per le imprese italiane

Il mercato dell olio di oliva in Russia Analisi delle opportunità commerciali per le imprese italiane Il mercato dell olio di oliva in Russia Analisi delle opportunità commerciali per le imprese italiane Roberto Cassanelli - Responsabile Commerciale Corporate Nord Est Verona, 8 aprile 2013 INDICE IL QUADRO

Dettagli

OPERATORI COMMERCIALI ALL ESPORTAZIONE

OPERATORI COMMERCIALI ALL ESPORTAZIONE 8 luglio 2013 Anno 2012 OPERATORI COMMERCIALI ALL ESPORTAZIONE Nel 2012 gli operatori che hanno effettuato vendite di beni all estero sono 207.920, in lieve aumento (+0,3%) rispetto al 2011. Al netto dei

Dettagli

FRI: Fondo di rotazione per l'internazionalizzazione

FRI: Fondo di rotazione per l'internazionalizzazione FRI: Fondo di rotazione per l'internazionalizzazione Il FRI sostiene investimenti realizzati da imprese lombarde in forma diretta o in joint-venture con altre imprese, finalizzati alla creazione di insediamenti

Dettagli

Per la vostra attività potete contare su PostFinance

Per la vostra attività potete contare su PostFinance Per la vostra attività potete contare su PostFinance Le nostre soluzioni per i clienti commerciali Operazioni in divise Swap, a termine, spot Traffico internazionale dei pagamenti dall estero SEPA Standard

Dettagli

EMIRATI ARABI UNITI Percorso di internazionalizzazione

EMIRATI ARABI UNITI Percorso di internazionalizzazione EMIRATI ARABI UNITI Percorso di internazionalizzazione FOCUS ARREDO CONTRACT ALBERGHIERO, FORNITURE PER HOTELLERIE - Arredi e complementi per il settore contract alberghiero - Studi di architettura e developers

Dettagli

Cerimonia di Consegna dei Premi Leonardo 2014. Roma, Palazzo del Quirinale - 27 Aprile 2015

Cerimonia di Consegna dei Premi Leonardo 2014. Roma, Palazzo del Quirinale - 27 Aprile 2015 Cerimonia di Consegna dei Premi Leonardo 2014 Roma, Palazzo del Quirinale - 27 Aprile 2015 Discorso del Vice Ministro allo Sviluppo Economico, Carlo CALENDA Signor Presidente della Repubblica, Autorità

Dettagli

PMI. ed INTERNAZIONALIZZAZIONE: SFIDA. sempre possibile. una

PMI. ed INTERNAZIONALIZZAZIONE: SFIDA. sempre possibile. una PMI ed INTERNAZIONALIZZAZIONE: una SFIDA sempre possibile PMI ed INTERNAZIONALIZZAZIONE: una sempre possibile SFIDA Dopo il successo della prima edizione, CNA Servizio Estero propone ESTER 2011, un nuovo

Dettagli

Istituto nazionale per il Commercio Estero

Istituto nazionale per il Commercio Estero Cod. Fisc. 80069170589 Part. IVA 02120151002 Via Liszt, 21 00144 Roma Eur telefono 0039.6.59921 http://www.ice.gov.it AREA BENI DI CONSUMO - SISTEMA MODA,PERSONA,TEMPO LIBERO Ns. rif. M.P. Moro - Tel.

Dettagli

DARE VALORE ALLE IMPRESE

DARE VALORE ALLE IMPRESE DARE VALORE ALLE IMPRESE Estero, crescita, nuova imprenditoria Accordo Intesa Sanpaolo - Confindustria Piccola Industria indice 2 UN IMPEGNO COMUNE PER LA CRESCITA 3 I PUNTI CHIAVE DEL NUOVO ACCORDO 4

Dettagli

IL PROGETTO BIELORUSSIA

IL PROGETTO BIELORUSSIA IL PROGETTO BIELORUSSIA PRESENTAZIONE Lanza & Thompson nasce dall esperienza maturata da alcuni professionisti in società internazionali specializzate in assistenza alle imprese per servizi globali (fiscali,

Dettagli

Il turismo internazionale nel mondo: trend di mercato e scenario previsionale

Il turismo internazionale nel mondo: trend di mercato e scenario previsionale OSSERVATORIO TURISTICO DELLA LIGURIA Il turismo internazionale nel mondo: trend di mercato e scenario previsionale Dossier Ottobre 2012 A cura di Panorama competitivo del turismo internazionale nel mondo

Dettagli

Ministero dell Istruzione, Università e Ricerca Direzione Generale Regionale per il Piemonte Via Pietro Micca 20 10122 Torino

Ministero dell Istruzione, Università e Ricerca Direzione Generale Regionale per il Piemonte Via Pietro Micca 20 10122 Torino Circ. Reg. n. 132 Ministero dell Istruzione, Università e Ricerca Direzione Generale Regionale per il Piemonte Via Pietro Micca 20 10122 Torino dirreg@scuole.piemonte.it Prot. n 5912/P Torino, 28/8/2002

Dettagli

COMMERCIO ESTERO E INTERNAZIONALIZZAZIONE

COMMERCIO ESTERO E INTERNAZIONALIZZAZIONE Ce COMMERCIO ESTERO E INTERNAZIONALIZZAZIONE 06 Ce commercio estero e internazionalizzazione 1 01 Commercio estero e internazionalizzazione L Ufficio commercio estero e internazionalizzazione svolge attività

Dettagli

Corporate Presentation SACE BRESCIA 8 luglio 2015. 1 Corporate Presentation

Corporate Presentation SACE BRESCIA 8 luglio 2015. 1 Corporate Presentation Corporate Presentation SACE BRESCIA 8 luglio 2015 1 Corporate Presentation Sosteniamo la competitività delle imprese SACE è una società del Gruppo Cdp attiva nell export credit, nell assicurazione del

Dettagli

Corporate Presentation

Corporate Presentation Corporate Presentation SACE Roma, Aprile 2015 1 Corporate Presentation Sosteniamo la competitività delle imprese SACE è una società del Gruppo Cdp attiva nell export credit, nell assicurazione del credito,

Dettagli

Piccole e Medie Imprese: ORGANIZZARSI PER L ESTERO

Piccole e Medie Imprese: ORGANIZZARSI PER L ESTERO Piccole e Medie Imprese: ORGANIZZARSI PER L ESTERO IMPRESA E MERCATO Gestire l impresa come un sistema complesso IMPRESA E STRATEGIA Analizzare le opportunità di miglioramento dei risultati Fonte: Ansoff

Dettagli

P R O M O S. Il tuo partner per l internazionalizzazione. 4 Marzo 2015. Internazionalizzazione e marketing territoriale

P R O M O S. Il tuo partner per l internazionalizzazione. 4 Marzo 2015. Internazionalizzazione e marketing territoriale Internazionalizzazione e marketing territoriale P R O M O S CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA, ARTIGIANATO E AGRICOLTURA MILANO Il tuo partner per l internazionalizzazione Dal 1786 l istituzione al servizio

Dettagli

MEBEL 2010. Partecipazione Istituzionale ICE. Mosca, Russia. 22-26 novembre 2010

MEBEL 2010. Partecipazione Istituzionale ICE. Mosca, Russia. 22-26 novembre 2010 Mosca, Russia 22-26 novembre 2010 MEBEL 2010 Partecipazione Istituzionale ICE L'ICE organizza la 16^ partecipazione collettiva italiana alla ventiduesima edizione della Fiera Mebel, principale evento fieristico

Dettagli

Iniziativa Gruppo Poste Italiane Agenzia ICE Marketplace ItalyDock. Andrea Venturato Responsabile Prevendita Postecom Gruppo Poste Italiane

Iniziativa Gruppo Poste Italiane Agenzia ICE Marketplace ItalyDock. Andrea Venturato Responsabile Prevendita Postecom Gruppo Poste Italiane Iniziativa Gruppo Poste Italiane Agenzia ICE Marketplace ItalyDock Andrea Venturato Responsabile Prevendita Postecom Gruppo Poste Italiane Napoli, 24/09/2014 2 ICE e MPMI: associazioni coinvolte nel progetto

Dettagli

MISSIONE COMMERCIALE IN TURCHIA ISTANBUL 02/04 DICEMBRE 2014

MISSIONE COMMERCIALE IN TURCHIA ISTANBUL 02/04 DICEMBRE 2014 A Tutti gli Associati Data Brescia 23 Giugno 2014 Circolare N. 060/2014 MISSIONE COMMERCIALE IN TURCHIA ISTANBUL 02/04 DICEMBRE 2014 L economia turca ha mostrato prestazioni notevoli grazie alla crescita

Dettagli

PROGETTO. Parma Point in Australia

PROGETTO. Parma Point in Australia PROGETTO Parma Point in Australia Marzo Agosto 2013 Il progetto La Camera di commercio di Parma, in collaborazione con la Camera di commercio italiana in Australia, propone alle imprese del territorio

Dettagli

ABBIGLIAMENTO INFANTILE SETTEMBRE PAROLA D ORDINE: DELOCALIZZARE. La voce di Databank EDIZIONE 16. prima parte

ABBIGLIAMENTO INFANTILE SETTEMBRE PAROLA D ORDINE: DELOCALIZZARE. La voce di Databank EDIZIONE 16. prima parte EDIZIONE 16 prima parte SETTEMBRE La voce di Databank 2012 Cerved Group Spa Tutti i diritti riservati Riproduzione vietata ABBIGLIAMENTO INFANTILE PAROLA D ORDINE: DELOCALIZZARE PAROLA D ORDINE: DELOCALIZZARE

Dettagli

Cos è lo Sportello Appalti Imprese

Cos è lo Sportello Appalti Imprese Cos è lo Sportello Appalti Imprese Lo Sportello Appalti Imprese è un iniziativa ideata e promossa da Sardegna Ricerche con l obiettivo di fornire supporto agli operatori economici sardi che intendono entrare

Dettagli

SONO APERTE LE ISCRIZIONI ALL EDIZIONE 2016 MEC SPE DAL 17 AL 19 MARZO A PARMA

SONO APERTE LE ISCRIZIONI ALL EDIZIONE 2016 MEC SPE DAL 17 AL 19 MARZO A PARMA Prot. n 15 FG/mb Bologna, 3 Luglio 2015 - Ai componenti il Consiglio Regionale CNA Produzione - Alla Presidenza Regionale CNA Produzione - Ai Responsabili Provinciali CNA Produzione - Alle Imprese in indirizzo

Dettagli

ANCE Sicilia Smobilizzo crediti con le PP.AA. Ristrutturazione del debito Sistema di Gestione Resp. Amministrativa Il Gruppo Atradius

ANCE Sicilia Smobilizzo crediti con le PP.AA. Ristrutturazione del debito Sistema di Gestione Resp. Amministrativa Il Gruppo Atradius ANCE Sicilia Smobilizzo crediti con le PP.AA. Ristrutturazione del debito Sistema di Gestione Resp. Amministrativa Il Gruppo Atradius Giulio Longobardi Direttore commerciale Atradius Italia Palermo 14

Dettagli

RISK MANAGEMENT ON ROAD TRANSIT

RISK MANAGEMENT ON ROAD TRANSIT RISK MANAGEMENT ON ROAD TRANSIT AREA TRANSPORT MANAGEMENT Modulo Base RISK MANAGEMENT ON ROAD TRANSIT Mercoledì 23 maggio 2012 Il corso si pone come obiettivo l approfondimento delle principali tematiche

Dettagli

La nuova Unione Doganale

La nuova Unione Doganale SCHEDA CORCIULO La nuova Unione Doganale L Unione Doganale di Russia, Bielorussia e Kazakistan è uno spazio economico comune, creato nel 2010 ispirandosi all Unione Europea. Andamento export Italia verso

Dettagli

Cosa può fare FederlegnoArredo PER LA MIA AZIENDA?

Cosa può fare FederlegnoArredo PER LA MIA AZIENDA? Cosa può fare FederlegnoArredo PER LA MIA AZIENDA? 1 CONOSCERE IL MERCATO ITALIA L Italia ha più opportunità di quello che sembra NOI LE INTERCETTIAMO IN ANTICIPO Conoscere il comparto in cui si opera.

Dettagli

Start up e innovazione: novità è opportunità per il 2015

Start up e innovazione: novità è opportunità per il 2015 Start up e innovazione: novità è opportunità per il 2015 Mercoledì 11 febbraio Dott. Matteo Farina Progetti di Sviluppo Banco Popolare Confindustria Firenze Banco Popolare e innovazione tecnologica: un

Dettagli

ISA. svolge attività di supporto al Mipaaf nei procedimenti di erogazione delle agevolazioni relative ai contratti di filiera (L. 289/2002).

ISA. svolge attività di supporto al Mipaaf nei procedimenti di erogazione delle agevolazioni relative ai contratti di filiera (L. 289/2002). Commissione Agricoltura Senato - Roma, 25 Luglio 2013 Presentazione ISA è una società di intermediazione finanziaria, partecipata al 100% dal Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali (Mipaaf),

Dettagli

CONSUMI&PREZZI. Congiuntura Confcommercio. Ufficio Studi aprile 2010, numero 4

CONSUMI&PREZZI. Congiuntura Confcommercio. Ufficio Studi aprile 2010, numero 4 CONSUMI&PREZZI Conntura Confcommercio 4 Ufficio Studi ile 2010, numero 4 CONSUMI&PREZZI Conntura Confcommercio Ufficio Studi ile 2010, numero 4 L Inatore dei Consumi Confcommercio (ICC) segnala a braio

Dettagli

Promos. Servizi e strumenti per l internazionalizzazione delle imprese. 19 Giugno 2013. Internazionalizzazione e marketing territoriale

Promos. Servizi e strumenti per l internazionalizzazione delle imprese. 19 Giugno 2013. Internazionalizzazione e marketing territoriale Internazionalizzazione e marketing territoriale Promos CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA, ARTIGIANATO E AGRICOLTURA MILANO Dal 1786 l istituzione al servizio del sistema produttivo di Milano. Servizi e strumenti

Dettagli

Previcooper, il fondo pensione della distribuzione cooperativa

Previcooper, il fondo pensione della distribuzione cooperativa Fondo Pensione per i lavoratori dipendenti dalle imprese della distribuzione cooperativa Iscritto all Albo dei Fondi Pensione con il numero d ordine 102 Previcooper, il fondo pensione della distribuzione

Dettagli

COMUNICATO STAMPA DA INTESA SANPAOLO NUOVE RISORSE PER LA PICCOLA E MEDIA IMPRESA: UN PLAFOND DI 10 MILIARDI E INIZIATIVE PER LA CRESCITA

COMUNICATO STAMPA DA INTESA SANPAOLO NUOVE RISORSE PER LA PICCOLA E MEDIA IMPRESA: UN PLAFOND DI 10 MILIARDI E INIZIATIVE PER LA CRESCITA COMUNICATO STAMPA Siglato il quinto accordo tra il Gruppo bancario e Piccola Industria Confindustria DA INTESA SANPAOLO NUOVE RISORSE PER LA PICCOLA E MEDIA IMPRESA: UN PLAFOND DI 10 MILIARDI E INIZIATIVE

Dettagli

AUDIZIONE. MINISTRO DELLO SVILUPPO ECONOMICO Federica Guidi. X Commissione del Senato - X Commissione della Camera. Roma, 27 marzo 2014

AUDIZIONE. MINISTRO DELLO SVILUPPO ECONOMICO Federica Guidi. X Commissione del Senato - X Commissione della Camera. Roma, 27 marzo 2014 AUDIZIONE MINISTRO DELLO SVILUPPO ECONOMICO Federica Guidi X Commissione del Senato - X Commissione della Camera Roma, 27 marzo 2014 CICLO ECONOMICO IN MIGLIORAMENTO 2 CICLO ECONOMICO IN MIGLIORAMENTO

Dettagli

CORSO DI FORMAZIONE PER AUDITOR ENERGETICI SECONDO LA UNI CEI EN 16247-5

CORSO DI FORMAZIONE PER AUDITOR ENERGETICI SECONDO LA UNI CEI EN 16247-5 L ordine egli Ingegneri della Provincia di Milano in collaborazione con il Comitato Termotecnico Italiano Energia e Ambiente, organizza il seguente Corso: CORSO DI FORMAZIONE PER AUDITOR ENERGETICI SECONDO

Dettagli

Enasarco: Regolamento di Previdenza, nuova aliquota contributiva e nuovi massimali provvigionali dal 2015

Enasarco: Regolamento di Previdenza, nuova aliquota contributiva e nuovi massimali provvigionali dal 2015 ACERBI & ASSOCIATI CONSULENZA TRIBUTARIA, AZIENDALE, SOCIETARIA E LEGALE NAZIONALE E INTERNAZIONALE CIRCOLARE N. 14 14 MARZO 2015 Enasarco: Regolamento di Previdenza, nuova aliquota contributiva e nuovi

Dettagli

SCADENZE NOVEMBRE 2014

SCADENZE NOVEMBRE 2014 SCADENZE NOVEMBRE 2014 LUNEDì 17 NOVEMBRE RAVVEDIMENTO OPEROSO BREVE Scade il termine per regolarizzare gli adempimenti (omessi, tardivi o insufficienti versamenti di imposte o ritenute) non effettuati

Dettagli

L INDUSTRIA ITALIANA COSTRUTTRICE DI MACCHINE UTENSILI, ROBOT, AUTOMAZIONE

L INDUSTRIA ITALIANA COSTRUTTRICE DI MACCHINE UTENSILI, ROBOT, AUTOMAZIONE L INDUSTRIA ITALIANA COSTRUTTRICE DI MACCHINE UTENSILI, ROBOT, AUTOMAZIONE I DATI RELATIVI AL 2014 Nel 2014 l economia mondiale ha mantenuto lo stesso ritmo di crescita (+3,1%) dell anno precedente (+3,1%).

Dettagli

Coordinamento Servizi di Promozione del Sistema Italia

Coordinamento Servizi di Promozione del Sistema Italia 2013 2014 Articolazione innovativa in progetti tematici modulati in chiave geografica, con focus sulla Potenziamento ed estensione del supporto a Rafforzamento della I CONTENUTI IN SINTESI: I PUNTI CHIAVE

Dettagli

Una efficiente lotta agli sprechi nella Pubblica Amministrazione PER LA QUALIFICAZIONE DELLA SPESA E UN OCULATA SCELTA DEI TAGLI

Una efficiente lotta agli sprechi nella Pubblica Amministrazione PER LA QUALIFICAZIONE DELLA SPESA E UN OCULATA SCELTA DEI TAGLI Una efficiente lotta agli sprechi nella Pubblica Amministrazione A cura del Servizio Politiche Economiche e Finanziarie e del Pubblico Impiego PER LA QUALIFICAZIONE DELLA SPESA E UN OCULATA SCELTA DEI

Dettagli

http://www.indexexhibition.com Euro 6.250,00* *L IMPORTO soggetto ad IVA verrà definito successivamente in conformità alla normativa vigente

http://www.indexexhibition.com Euro 6.250,00* *L IMPORTO soggetto ad IVA verrà definito successivamente in conformità alla normativa vigente ASSIST, società di Confindustria Bergamo con la Camera di Commercio di Bergamo, costituita per offrire assistenza alle PMI nel processo di internazionalizzazione organizza la partecipazione delle Imprese

Dettagli

Indagine sui fabbisogni formativi in materia di Internazionalizzazione

Indagine sui fabbisogni formativi in materia di Internazionalizzazione Indagine sui fabbisogni formativi in materia di Internazionalizzazione Roma, 13 ottobre 2015 Focus internazionalizzazione Nei primi mesi del 2015 si rafforzano i primi segnali positivi per l economia italiana,

Dettagli

CATALOGO SERVIZI REALI EXPORT

CATALOGO SERVIZI REALI EXPORT Allegato 5 CATALOGO SERVIZI REALI EXPORT Legge Regionale 24 febbraio 2006, n. 1 art. 6 comma 4 lett. d) 1 Indice Introduzione...3....3 Piano di marketing strategico per l estero... 4 Organizzazione funzione

Dettagli

INFORMARE PER COMPETERE. èitalia. Il SOLE 24 ORE. TSAT Sky 901

INFORMARE PER COMPETERE. èitalia. Il SOLE 24 ORE. TSAT Sky 901 ITALPLANET Offerta Pubblicitaria Progetto di Internazionalizzazione SPECIALE BRASILE INFORMARE PER COMPETERE èitalia Il SOLE 24 ORE TSAT Sky 901 ItalPlanet by INTL. Media Agenzia di Comunicazione per l

Dettagli

Congiuntura (dati aggiornati al 2 ottobre 2015)

Congiuntura (dati aggiornati al 2 ottobre 2015) La Congiuntura (dati aggiornati al 2 ottobre 2015) 1 ECONOMIA IN ITALIA In Italia, dopo tre cali annuali consecutivi (2012-2,8%, 2013-1,7%, 2014-0,4%), il CSC prevede una crescita del PIL dell 1%. quest

Dettagli

OBBLIGHI DELLE CASE PREPONENTI

OBBLIGHI DELLE CASE PREPONENTI OBBLIGHI DELLE CASE PREPONENTI Quando si dà mandato ad un agente o ad un rappresentante di commercio, (che deve essere iscritto all albo professionale agenti per poter svolgere detta attività), la casa

Dettagli

www.worldwinecentre.com

www.worldwinecentre.com www.worldwinecentre.com Arezzo International Wine Traders La Societa Iron3, organizzatrice degli inconti B2B nel padiglione DiVinoLounge all interno della Fiera Sapore di Rimini, vi comunica le date del

Dettagli

TRANSPORT AND LOGISTICS, la piattaforma logistica più estesa in Eurasia

TRANSPORT AND LOGISTICS, la piattaforma logistica più estesa in Eurasia Transport and Logistics TRANSPORT AND LOGISTICS, la piattaforma logistica più estesa in Eurasia 28-30 novembre 2013 Al CNR EXPO CENTER di Istanbul, Turchia Gli esperti della logistica si danno appuntamento

Dettagli

dell Alleanza del Pacifico

dell Alleanza del Pacifico Internazionalizzare nei paesi dell Alleanza del Pacifico Alleanza del Pacifico 10-17 febbraio 10-17 marzo 2015 1 Che cos è l Alleanza del Pacifico È un iniziativa d integrazione regionale composta da Cile,

Dettagli

Le performance settoriali

Le performance settoriali 20 febbraio 2013 IL PRIMO RAPPORTO SULLA COMPETITIVITÀ DEI SETTORI PRODUTTIVI Perché un Rapporto sulla competitività Con il Rapporto sulla competitività delle imprese e dei settori produttivi, alla sua

Dettagli

K I W I. DOSSIER 2012 Il punto della situazione sulla produzione mondiale, i consumi, i nuovi mercati, le novità.

K I W I. DOSSIER 2012 Il punto della situazione sulla produzione mondiale, i consumi, i nuovi mercati, le novità. K I W I DOSSIER 2012 Il punto della situazione sulla produzione mondiale, i consumi, i nuovi mercati, le novità. in sintesi Superficie mondiale di kiwi: 160.000 ettari Produzione mondiale di kiwi: 1,3

Dettagli

FIAMP ANALISI IMPORT EXPORT DEI SETTORI ADERENTI A FIAMP

FIAMP ANALISI IMPORT EXPORT DEI SETTORI ADERENTI A FIAMP FIAMP FEDERAZIONE ITALIANA DELL ACCESSORIO MODA E PERSONA AIMPES ASSOCIAZIONE ITALIANA MANIFATTURIERI PELLI E SUCCEDANEI ANCI ASSOCIAZIONE NAZIONALE CALZATURIFICI ITALIANI ANFAO ASSOCIAZIONE NAZIONALE

Dettagli

RE start. La sfida possibile di un Italia più internazionale

RE start. La sfida possibile di un Italia più internazionale RE start. La sfida possibile di un Italia più internazionale Rapporto Export 2015/2018 Trasformare una geografia dei rischi in una geografia delle opportunità Il mondo ha mantenuto, nel suo complesso,

Dettagli

Roma, 26 novembre 2012

Roma, 26 novembre 2012 CIRCOLARE N. 45/E Roma, 26 novembre 2012 Direzione Centrale Servizi ai contribuenti OGGETTO: Sisma maggio 2012 Finanziamento per il pagamento di tributi, contributi previdenziali e premi assicurativi obbligatori

Dettagli

www.ice.gov.it P.IVA ICE-Agenzia 12020391004 Fiera Internazionale di Maputo - FACIM 2014 PERCHE' PARTECIPARE Maputo, MOZAMBICO 25-31 agosto 2014

www.ice.gov.it P.IVA ICE-Agenzia 12020391004 Fiera Internazionale di Maputo - FACIM 2014 PERCHE' PARTECIPARE Maputo, MOZAMBICO 25-31 agosto 2014 Maputo, MOZAMBICO 25-31 agosto 2014 Fiera Internazionale di Maputo - FACIM 2014 Partecipazione collettiva italiana L'ICE organizza la partecipazione collettiva italiana alla 50^ edizione della FACIM -

Dettagli

ANDAMENTO ECONOMICO DEL SETTORE PELLETTERIA: PRE CONSUNTIVO 2012

ANDAMENTO ECONOMICO DEL SETTORE PELLETTERIA: PRE CONSUNTIVO 2012 ANDAMENTO ECONOMICO DEL SETTORE PELLETTERIA: PRE CONSUNTIVO 2012 Prosegue la corsa dell export di settore anche nella parte finale del 2012: + 21,8% nei primi 10 mesi dell anno. La conferma del dato a

Dettagli

ItalPlanet Group PER COMUNICARE L ITALIA NEL MONDO

ItalPlanet Group PER COMUNICARE L ITALIA NEL MONDO ItalPlanet Group PER COMUNICARE L ITALIA NEL MONDO Concessionaria: INTL. Media Srl Galleria del Corso, 2 20122 Milano tel. 02. 3657.1696 marketing@italplanet.it Redazioni: Berlino - Londra - Los Angeles

Dettagli

esporre promuovere incontrare definire

esporre promuovere incontrare definire esporre promuovere incontrare definire Varsavia 29 31 maggio 2014 luglio 2013 LA POLONIA La Polonia è la più grande economia dell'europa centro-orientale di cui produce circa il 40% del PIL. Protetta dalla

Dettagli

Partecipazione nell Area Italia gestita dalla CCIS

Partecipazione nell Area Italia gestita dalla CCIS XXV SALONE INTERNAZIONALE DEL CLUB DE GOURMETS Madrid 11-14 aprile 2011 Partecipazione nell Area Italia gestita dalla CCIS CONTATTI Paolo Luisetto Responsabile Dip. Fiere e Comunicazione E-mail: paolo.luisetto@italcamara-es.com

Dettagli

IL NUOVO TFR, GUIDA ALL USO A cura di Tommaso Roberto De Maria

IL NUOVO TFR, GUIDA ALL USO A cura di Tommaso Roberto De Maria LIBERA Confederazione Sindacale Li.Co.S. Sede nazionale Via Garibaldi, 45-20092 Cinisello Balsamo (MI) Tel.: 02 / 39.43.76.31. Fax: 02 / 39.43.75.26. e-mail: sindacatolicos@libero.it IL NUOVO TFR, GUIDA

Dettagli

COOPERAZIONE FINANZIARIA NEL MEDITERRANEO E NEI BALCANI

COOPERAZIONE FINANZIARIA NEL MEDITERRANEO E NEI BALCANI COOPERAZIONE FINANZIARIA NEL MEDITERRANEO E NEI BALCANI Linee di credito agevolato a sostegno delle PMI della Serbia, dell Albania, della Tunisia e della Siria (Sintesi) stefano.formenti@esteri.it 1 COOPERAZIONE

Dettagli

Corporate Presentation

Corporate Presentation Corporate Presentation SACE BRESCIA 8 luglio 2015 1 Corporate Presentation Sosteniamo la competitività delle imprese SACE è una società del Gruppo Cdp attiva nell export credit, nell assicurazione del

Dettagli

PARTNER PROGRAM 2015. www.investinlombardy.com. 2014 INVEST IN LOMBARDY - All Rights reserved.

PARTNER PROGRAM 2015. www.investinlombardy.com. 2014 INVEST IN LOMBARDY - All Rights reserved. PARTNER PROGRAM 2015 2014 INVEST IN LOMBARDY - All Rights reserved. PARTNER PROGRAM SERVIZI E MODALITA DI ADESIONE 2014 INVEST IN LOMBARDY - All Rights reserved. 2 Perché un Partner Program Il progetto

Dettagli

Ufficio Promozione e PMI. Bandi Camerali 2016. 20/27 aprile 2016 Sala Lune e Nodi Camera di Commercio di Mantova

Ufficio Promozione e PMI. Bandi Camerali 2016. 20/27 aprile 2016 Sala Lune e Nodi Camera di Commercio di Mantova Bandi Camerali 2016 20/27 aprile 2016 Sala Lune e Nodi Camera di Commercio di Mantova 1 Bandi finanziamento MPMI 2016 Informatizzazione Euro 200.000 Fiere internazionali all estero Euro 200.000 Fiere internazionali

Dettagli

CATALOGO SERVIZI. CAMERA di COMMERCIO ITALIANA Melbourne, Australia. sintesi dei principali servizi e modalità di erogazione

CATALOGO SERVIZI. CAMERA di COMMERCIO ITALIANA Melbourne, Australia. sintesi dei principali servizi e modalità di erogazione Honorary President H.E. The Ambassador of Italy Honorary Councillor The Consul General of Italy for Victoria and Tasmania CATALOGO SERVIZI CAMERA di COMMERCIO ITALIANA Melbourne, Australia sintesi dei

Dettagli

GLI ASPETTI DOGANALI E FISCALI NEL COMMERCIO INTERNAZIONALE. AREA TRANSPORT MANAGEMENT Seminario Specialistico

GLI ASPETTI DOGANALI E FISCALI NEL COMMERCIO INTERNAZIONALE. AREA TRANSPORT MANAGEMENT Seminario Specialistico GLI ASPETTI DOGANALI E FISCALI NEL COMMERCIO INTERNAZIONALE AREA TRANSPORT MANAGEMENT Seminario Specialistico GLI ASPETTI DOGANALI E FISCALI NEL COMMERCIO INTERNAZIONALE L approfondimento intende presentare

Dettagli

Dichiarazione redditi per i pensionati all estero

Dichiarazione redditi per i pensionati all estero Dichiarazione redditi per i pensionati all estero Questo modulo deve essere compilato in ogni sua parte per permettere all Inps di pagare regolarmente le prestazioni previdenziali e assistenziali che sono

Dettagli

!"" # $ www.coolhunteritaly.it

! # $ www.coolhunteritaly.it www.coolhunteritaly.it %& COOL HUNTER Italy TRADE SHOW è il salone interamente dedicato ai giovani fashion designer Made in Italy che si svolge due volte all anno, nei mesi di settembre e di febbraio,

Dettagli

Novità contenute nella presente circolare

Novità contenute nella presente circolare ALLE IMPRESE INDUSTRIALI Roma, 25 gennaio 2005 Circolare n. 26/IMPRESE Novità contenute nella presente circolare 1. Contribuzione dal 1 gennaio 2005 1.1 Incremento delle quote di TFR: a. per dirigenti

Dettagli

Main Partners. Patrocini

Main Partners. Patrocini Main Partners Patrocini Provincia di Firenze Pontificia Commissione per i Beni Culturali della Chiesa European Confederation of Conservator and Restorers Organisations Ufficio Scolastico Regionale per

Dettagli

ENASARCO: DAL 2010 NUOVI MINIMALI E MASSIMALI CONTRIBUTIVI

ENASARCO: DAL 2010 NUOVI MINIMALI E MASSIMALI CONTRIBUTIVI Circolare N. 32 Area: ADEMPIMENTI Periodico plurisettimanale 27 aprile 2010 ENASARCO: DAL 2010 NUOVI MINIMALI E MASSIMALI CONTRIBUTIVI Come noto, i soggetti che svolgono attività di agenzia e rappresentanza

Dettagli

ACCORDI di PROGRAMMA

ACCORDI di PROGRAMMA ACCORDI di PROGRAMMA (Decreto del Ministro della salute di concerto con il Ministro dell economia e delle finanze dell 08 maggio 2007 G.U. n.254 del 31/10/2007) Bando destinato alle aziende farmaceutiche

Dettagli

SCADENZE FEBBRAIO 2015

SCADENZE FEBBRAIO 2015 SCADENZE FEBBRAIO 2015 MARTEDì 10 FEBBRAIO IMU TERRENI Scade il termine per il versamento dell IMU sui terreni; l imposta è calcolata in base alle aliquote standard (7,6 per mille) tranne quando i Comuni

Dettagli