A.T.I. Riccoboni S.p.A. Impresa Dott. Mario Ticca S.r.l. ALLEGATO 5

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "A.T.I. Riccoboni S.p.A. Impresa Dott. Mario Ticca S.r.l. ALLEGATO 5"

Transcript

1 A.T.I. Riccoboni S.p.A. Impresa Dott. Mario Ticca S.r.l. ALLEGATO 5 Analisi sui rifiuti in ingresso alla discarica Servizio di gestione operativa del sistema di smaltimento RSU dell ex bacino 12 di Sassari. Discarica controllata Scala Erre Relazione annuale 2015 Rev. 00

2 A.T.I. Riccoboni S.p.A. Impresa Dott. Mario Ticca S.r.l. ALLEGATO 5a Analisi merceologiche Servizio di gestione operativa del sistema di smaltimento RSU dell ex bacino 12 di Sassari. Discarica controllata Scala Erre Relazione annuale 2015 Rev. 00

3 RAPPORTO DI PROVA N 0490/15 Sede operativa di Porto Torres, 23/02/2015 Campione n : 0490 Rev.: 0 Committente: IRGESA S.c.a.r.l. Produttore IRGESA S.c.a.r.l. Data prelievo: 13/02/2015 Ora prelievo: 10:45 Prelievo effettuato da: Tecnici Plurylab Tipologia campione: Analisi merceologica Denominazione campione: Sovvallo in uscita dalla sez. 1 Luogo di prelievo: Discarica RSU di Scala Erre - Sassari Data ricevimento: 13/02/2015 Data inizio prove: 13/02/2015 Data fine prove: 23/02/2015 Campionamento: Allegato 3 D.M. 27/09/2010 Altre informazioni: Peso campione analizzato kg: 195 I risultati del presente rapporto di prova si riferiscono al solo campione sottoposto ad analisi ed è vietata la riproduzione parziale a meno di autorizzazione del laboratorio Frazione merceologica u.m. Valore Valore limite (1) Materiale organico cucina costituito da scarti dei rifiuti alimentari % 2,70 Materiale organico da giardino costituito da scarti del verde ornamentale % 4,20 Carta e cartone % 48,40 Legno ed indumenti tessili % 17,80 Pannolini e assorbenti % 0,00 Plastica mista % 26,90 Metalli ferrosi % 0,00 Vetro % 0,00 Rup ( tubi fluorescenti, termometri, lampade a vapori, siringhe) % 0,00 Materiali inerti (pietrisco, sassi, ceramica, cocci) % 0,00 Totale % 100,00 (1) Valori limite per la norma: Non applicabile.

4 RAPPORTO DI PROVA N 1339/15 Sede operativa di Porto Torres, 15/06/2015 Campione n : 1339 Rev.: 0 Committente: IRGESA S.c.a.r.l. Produttore IRGESA S.c.a.r.l. Data prelievo: 29/05/2015 Ora prelievo: 10:00 Prelievo effettuato da: Tecnici Plurylab Tipologia campione: Analisi merceologica Denominazione campione: Sovvallo in uscita dalla sez. 1 Luogo di prelievo: Discarica RSU di Scala Erre - Sassari Data ricevimento: 29/05/2015 Data inizio prove: 29/05/2015 Data fine prove: 15/06/2015 Campionamento: Allegato 3 D.M. 27/09/2010 Altre informazioni: Peso campione analizzato kg: 215 I risultati del presente rapporto di prova si riferiscono al solo campione sottoposto ad analisi ed è vietata la riproduzione parziale a meno di autorizzazione del laboratorio Frazione merceologica u.m. Valore Valore limite (1) Materiale organico cucina costituito da scarti dei rifiuti alimentari % 2,90 Materiale organico da giardino costituito da scarti del verde ornamentale % 2,70 Carta e cartone % 52,10 Legno ed indumenti tessili % 6,70 Pannolini e assorbenti % 6,90 Plastica mista % 26,00 Metalli ferrosi % 2,70 Vetro % 0,00 Rup ( tubi fluorescenti, termometri, lampade a vapori, siringhe) % 0,00 Materiali inerti (pietrisco, sassi, ceramica, cocci) % 0,00 Totale % 100,00 (1) Valori limite per la norma: Non applicabile.

5 RAPPORTO DI PROVA N 1576/15 Sede operativa di Porto Torres, 07/08/2015 Campione n : 1576 Rev.: 0 Committente: IRGESA S.c.a.r.l. Produttore IRGESA S.c.a.r.l. Data prelievo: 06/08/2015 Ora prelievo: 10:00 Prelievo effettuato da: Tecnici Plurylab Tipologia campione: Analisi merceologica Denominazione campione: Sovvallo in uscita dalla sez. 1 Luogo di prelievo: Discarica RSU di Scala Erre - Sassari Data ricevimento: 06/08/2015 Data inizio prove: 06/08/2015 Data fine prove: 07/08/2015 Campionamento: Allegato 3 D.M. 27/09/2010 Altre informazioni: Peso campione analizzato kg: 234 I risultati del presente rapporto di prova si riferiscono al solo campione sottoposto ad analisi ed è vietata la riproduzione parziale a meno di autorizzazione del laboratorio Frazione merceologica u.m. Valore Valore limite (1) Materiale organico cucina costituito da scarti dei rifiuti alimentari % 8,7 Materiale organico da giardino costituito da scarti del verde ornamentale % 20,9 Carta e cartone % 15,7 Legno ed indumenti tessili % 12,2 Pannolini e assorbenti % 5,2 Plastica mista % 33,0 Metalli ferrosi % 2,6 Vetro % 0,0 Rup ( tubi fluorescenti, termometri, lampade a vapori, siringhe) % 0,0 Materiali inerti (pietrisco, sassi, ceramica, cocci) % 1,7 Totale % 100 (1) Valori limite per la norma: Non applicabile.

6 RAPPORTO DI PROVA N 2106/15 Sede operativa di Porto Torres, 11/11/2015 Campione n : 2106 Rev.: 0 Committente: IRGESA S.c.a.r.l. Produttore IRGESA S.c.a.r.l. Data prelievo: 04/11/2015 Ora prelievo: 10:00 Prelievo effettuato da: Tecnici Plurylab Tipologia campione: Analisi merceologica Denominazione campione: Sovvallo in uscita dalla sez. 1 Luogo di prelievo: Discarica RSU di Scala Erre - Sassari Data ricevimento: 04/11/2015 Data inizio prove: 04/11/2015 Data fine prove: 11/11/2015 Campionamento: Allegato 3 D.M. 27/09/2010 Altre informazioni: Peso campione analizzato kg: 234 I risultati del presente rapporto di prova si riferiscono al solo campione sottoposto ad analisi ed è vietata la riproduzione parziale a meno di autorizzazione del laboratorio Frazione merceologica u.m. Valore Valore limite (1) Materiale organico cucina costituito da scarti dei rifiuti alimentari % 3,0 Materiale organico da giardino costituito da scarti del verde ornamentale % 3,0 Carta e cartone % 54,7 Legno ed indumenti tessili % 6,1 Pannolini e assorbenti % 4,6 Plastica mista % 27,4 Metalli ferrosi % 1,2 Vetro % 0,0 Rup ( tubi fluorescenti, termometri, lampade a vapori, siringhe) % 0,0 Materiali inerti (pietrisco, sassi, ceramica, cocci) % 0,0 Totale % 100 (1) Valori limite per la norma: Non applicabile.

7 A.T.I. Riccoboni S.p.A. Impresa Dott. Mario Ticca S.r.l. ALLEGATO 5b Analisi chimico-fisiche Servizio di gestione operativa del sistema di smaltimento RSU dell ex bacino 12 di Sassari. Discarica controllata Scala Erre Relazione annuale 2015 Rev. 00

8 RAPPORTO DI PROVA N 0492/15 Porto Torres, 27/02/2015 Campione n : 0492 Rev.: 0 Committente: IRGESA s.c.arl Produttore: IRGESA s.c.arl Data prelievo: 13/02/2015 Ora di prelievo: - Prelievo effettuato da: Tecnici Plurylab Tipologia campione: Rifiuto Denominazione campione: Medio composito di sovvallo Luogo di prelievo: Discarica IRGESA, Loc. Scala Erre, Sassari (SS) Data ricevimento: 13/02/2015 Data inizio prove: 13/02/2015 Data fine prove: 27/02/2015 CER: altri rifiuti (compresi materiali misti) prodotti dal trattamento meccanico dei rifiuti, diversi da quelli di cui alla voce Modalità di campionamento Norma UNI 10802:2013 I risultati del presente rapporto di prova si riferiscono al solo campione sottoposto ad analisi ed è vietata la riproduzione parziale a meno di autorizzazione del laboratorio. Parametro u.m. Valore I.E. (2) Metodo di prova Caratteristiche generali Umidità a 105 C % 14,8 CNR IRSA Quad. 64 Vol 2-2, 1984 Residuo a 550 C % 5,5 CNR IRSA Quad. 64 Vol 2-2, 1984 Sostanze volatili % 94,5 CNR IRSA Quad. 64 Vol 2-2, 1984 Potere calorifico inferiore kj/kg CNR IRSA Quad. 64 Vol 2-4, 1988 (1) Incertezza estesa con fattore di copertura 2, il livello di confidenza è pari al 95%.

9 RAPPORTO DI PROVA N 1333/15 Porto Torres, 15/06/2015 Campione n : 1333 Rev.: 0 Committente: IRGESA s.c.arl Produttore: IRGESA s.c.arl Data prelievo: 29/05/2015 Ora di prelievo: - Prelievo effettuato da: Tecnici Plurylab Tipologia campione: Rifiuto Denominazione campione: Medio composito di sovvallo Luogo di prelievo: Discarica IRGESA, Loc. Scala Erre, Sassari (SS) Data ricevimento: 29/05/2015 Data inizio prove: 29/05/2015 Data fine prove: 29/05/2015 CER: altri rifiuti (compresi materiali misti) prodotti dal trattamento meccanico dei rifiuti, diversi da quelli di cui alla voce Modalità di campionamento Norma UNI 10802:2013 I risultati del presente rapporto di prova si riferiscono al solo campione sottoposto ad analisi ed è vietata la riproduzione parziale a meno di autorizzazione del laboratorio. Parametro u.m. Valore I.E. (2) Metodo di prova Caratteristiche generali Umidità a 105 C % 19,3 CNR IRSA Quad. 64 Vol 2-2, 1984 Residuo a 550 C % 8,7 CNR IRSA Quad. 64 Vol 2-2, 1984 Sostanze volatili % 91,3 CNR IRSA Quad. 64 Vol 2-2, 1984 Potere calorifico inferiore kj/kg CNR IRSA Quad. 64 Vol 2-4, 1988 (1) Incertezza estesa con fattore di copertura 2, il livello di confidenza è pari al 95%.

10 RAPPORTO DI PROVA N 1576/15 Porto Torres, 20/08/2015 Campione n : 1576 Rev.: 0 Committente: IRGESA s.c.arl Produttore: IRGESA s.c.arl Data prelievo: 06/08/2015 Ora di prelievo: - Prelievo effettuato da: Tecnici Plurylab Tipologia campione: Rifiuto Denominazione campione: Medio composito di sovvallo Luogo di prelievo: Discarica IRGESA, Loc. Scala Erre, Sassari (SS) Data ricevimento: 06/08/2015 Data inizio prove: 06/08/2015 Data fine prove: 20/08/2015 CER: altri rifiuti (compresi materiali misti) prodotti dal trattamento meccanico dei rifiuti, diversi da quelli di cui alla voce Modalità di campionamento Norma UNI 10802:2013 I risultati del presente rapporto di prova si riferiscono al solo campione sottoposto ad analisi ed è vietata la riproduzione parziale a meno di autorizzazione del laboratorio. Parametro u.m. Valore I.E. (2) Metodo di prova Caratteristiche generali Umidità a 105 C % 15,4 CNR IRSA Quad. 64 Vol 2-2, 1984 Residuo a 550 C % 8,3 CNR IRSA Quad. 64 Vol 2-2, 1984 Sostanze volatili % 91,7 CNR IRSA Quad. 64 Vol 2-2, 1984 Potere calorifico inferiore kj/kg CNR IRSA Quad. 64 Vol 2-4, 1988 (1) Incertezza estesa con fattore di copertura 2, il livello di confidenza è pari al 95%.

11 RAPPORTO DI PROVA N 2107/15 Porto Torres, 11/11/2015 Campione n : 2107 Rev.: 0 Committente: IRGESA s.c.arl Produttore: IRGESA s.c.arl Data prelievo: 04/11/2015 Ora di prelievo: - Prelievo effettuato da: Tecnici Plurylab Tipologia campione: Rifiuto Denominazione campione: Medio composito di sovvallo Luogo di prelievo: Discarica IRGESA, Loc. Scala Erre, Sassari (SS) Data ricevimento: 04/11/2015 Data inizio prove: 04/11/2015 Data fine prove: 11/11/2015 CER: altri rifiuti (compresi materiali misti) prodotti dal trattamento meccanico dei rifiuti, diversi da quelli di cui alla voce Modalità di campionamento Norma UNI 10802:2013 I risultati del presente rapporto di prova si riferiscono al solo campione sottoposto ad analisi ed è vietata la riproduzione parziale a meno di autorizzazione del laboratorio. Parametro u.m. Valore I.E. (2) Metodo di prova Caratteristiche generali Umidità a 105 C % 15,9 CNR IRSA Quad. 64 Vol 2-2, 1984 Residuo a 550 C % 8,2 CNR IRSA Quad. 64 Vol 2-2, 1984 Sostanze volatili % 91,8 CNR IRSA Quad. 64 Vol 2-2, 1984 Potere calorifico inferiore kj/kg CNR IRSA Quad. 64 Vol 2-4, 1988 (1) Incertezza estesa con fattore di copertura 2, il livello di confidenza è pari al 95%.

12 A.T.I. Riccoboni S.p.A. Impresa Dott. Mario Ticca S.r.l. ALLEGATO 5c Determinazione indice respirometrico Servizio di gestione operativa del sistema di smaltimento RSU dell ex bacino 12 di Sassari. Discarica controllata Scala Erre Relazione annuale 2015 Rev. 00

13 PROCHEM Prochem snc Via Roma PLOAGHE (SS) Tel: Fax: Cert. N. QMS11ITA Accreditato UNI EN N.119-AF03/012 Analisi biostabilizzato (Certificato valido ai sensi del R.D. 842/28) Certificato n : 079/14 Data: 02/03/2015 Pagina 1 di 1 Richiesta: Controllo di qualità Denominazione del campione: Biostabilizzato Descrizione: Biostabilizzato in uscita da biocelle impianto di preselezione e biostabilizzazione CER Data campionamento: 13/02/2015 Data inizio analisi: 13/02/2015 Data fine analisi: 27/02/2015 Rif. Legge/Autoriz. : Richiedente: Proveniente da: Campionamento effettuato da: Note: D.lgs 75/2010 e s.m.i. Indice Respirometrico Dinamico: per lo smaltimento in discarica = 1000 mg O 2 Kg -1 SVxh -1 ; secondo comunicazione RAS prot del 26/01/2009 e s.m.i. IRGESA S.C.A.R.L. Via Nobel, 9/a Parma (PR) Discarica Scala Erre Sassari Il richiedente il campione è stato recapitato in laboratorio a cura del richiedente, in busta nera di plastica chiusa ermeticamente. PARAMETRI CHIMICO-FISICI Campione Metodi analitici IRD/SV 725,3 mgo 2 kg -1 SVh -1 DI.PRO.VE. UNI/TS11184/2008 IRD/ST 599,2 mgo 2 kg -1 STh -1 DI.PRO.VE. UNI/TS11184/2008 Il Chimico iscritto all Albo Dott. Giuseppe Cabizza al n.66 Ordine Chimici di Sassari PROCHEM Studio Chimico Professionale P.IVA e C.F Tribunale di Sassari n CCIAA n Qualificato dal Ministero Sanità per i metodi MOCF e FT-IR sull amianto ed è certificato ISO Qualityitalia n.qms11ita del EAC35 (Laboratori). Accreditato UNI CEI EN ISO/IEC n.119-af03/012 Veritas Laboratoirs

14 PROCHEM Prochem snc Via Roma PLOAGHE (SS) Tel: Fax: Analisi biostabilizzato (Certificato valido ai sensi del R.D. 842/28) Certificato n : 297/15 Data: 17/06/2015 Pagina 1 di 1 Richiesta: Controllo di qualità Denominazione del campione: Biostabilizzato Descrizione: Biostabilizzato in uscita da biocelle impianto di preselezione e biostabilizzazione CER Data campionamento: 25/05/2015 Data inizio analisi: 26/05/2015 Data fine analisi: 27/05/2015 Rif. Legge/Autoriz. : Richiedente: Proveniente da: Campionamento effettuato da: Note: D.lgs 75/2010 e s.m.i. Indice Respirometrico Dinamico: per lo smaltimento in discarica = 1000 mg O 2 Kg -1 SVxh -1 ; secondo comunicazione RAS prot del 26/01/2009 e s.m.i. IRGESA S.C.A.R.L. Via Nobel, 9/a Parma (PR) Discarica Scala Erre Sassari Il richiedente il campione è stato recapitato in laboratorio a cura del richiedente, in busta nera di plastica chiusa ermeticamente. PARAMETRI CHIMICO-FISICI Campione Metodi analitici IRD/SV 887,1 mgo 2 kg -1 SVh -1 DI.PRO.VE. UNI/TS11184/2008 IRD/ST 820,6 mgo 2 kg -1 STh -1 DI.PRO.VE. UNI/TS11184/2008 Il Chimico iscritto all Albo Dott. Giuseppe Cabizza al n.66 Ordine Chimici di Sassari PROCHEM - Studio Chimico Professionale P.IVA e C.F Tribunale di Sassari n CCIAA n Qualificato dal Ministero Sanità per i metodi MOCF e FT-IR sull amianto Cod. 394SAR2 ed è certificato ISO 9001: Qualityitalia n. 031-Q.I. QMS del EAC35 (Laboratori). Accreditato UNI CEI EN ISO/IEC n.119-af03/012 Veritas Laboratoirs

15 PROCHEM Prochem snc Via Roma PLOAGHE (SS) Tel: Fax: Analisi biostabilizzato (Certificato valido ai sensi del R.D. 842/28) Certificato n : 402/15 Data: 31/08/2015 Pagina 1 di 1 Richiesta: Controllo di qualità Denominazione del campione: Biostabilizzato Descrizione: Biostabilizzato in uscita da biocelle impianto di preselezione e biostabilizzazione CER Data campionamento: 07/08/2015 Data inizio analisi: 07/08/2015 Data fine analisi: 17/08/2015 Rif. Legge/Autoriz. : Richiedente: Proveniente da: Campionamento effettuato da: Note: D.lgs 75/2010 e s.m.i. Indice Respirometrico Dinamico: per lo smaltimento in discarica = 1000 mg O 2 Kg -1 SVxh -1 ; secondo comunicazione RAS prot del 26/01/2009 e s.m.i. IRGESA S.C.A.R.L. Via Nobel, 9/a Parma (PR) Discarica Scala Erre Sassari Il richiedente il campione è stato recapitato in laboratorio a cura del richiedente, in busta nera di plastica chiusa ermeticamente. PARAMETRI CHIMICO-FISICI Campione Metodi analitici IRD/SV 694,3 mgo 2 kg -1 SVh -1 DI.PRO.VE. UNI/TS11184/2008 IRD/ST 642,1 mgo 2 kg -1 STh -1 DI.PRO.VE. UNI/TS11184/2008 Il Chimico iscritto all Albo Dott. Giuseppe Cabizza al n.66 Ordine Chimici di Sassari PROCHEM - Studio Chimico Professionale P.IVA e C.F Tribunale di Sassari n CCIAA n Qualificato dal Ministero Sanità per i metodi MOCF e FT-IR sull amianto Cod. 394SAR2 ed è certificato ISO 9001: Qualityitalia n. 031-Q.I. QMS del EAC35 (Laboratori). Accreditato UNI CEI EN ISO/IEC n.119-af03/012 Veritas Laboratoirs

16 PROCHEM SNC STUDIO CHIMICO PROFESSIONALE Laboratorio di Analisi e Servizi Ambientali Qualità UNI EN ISO 9001:2008 Analisi biostabilizzato (Certificato valido ai sensi del R.D. 842/28) Certificato n : 578/15 Data: 26/11/2015 Pagina 1 di 1 Richiesta: Controllo di qualità Denominazione del campione: Biostabilizzato Descrizione: Biostabilizzato in uscita da biocelle impianto di preselezione e biostabilizzazione CER Data campionamento: 16/11/2015 Data inizio analisi: 16/11/2015 Data fine analisi: 26/11/2015 Rif. Legge/Autoriz. : Richiedente: Proveniente da: Campionamento effettuato da: Note: D.lgs 75/2010 e s.m.i. Indice Respirometrico Dinamico: per lo smaltimento in discarica = 1000 mg O 2 Kg -1 SVxh -1 ; secondo comunicazione RAS prot del 26/01/2009 e s.m.i. IRGESA S.C.A.R.L. Via Nobel, 9/a Parma (PR) Discarica Scala Erre Sassari Il richiedente Il campione è stato campionato e conservato in busta nera di plastica chiusa ermeticamente a cura del richiedente ed è stato ritirato dai Tecnici Prochem. PARAMETRI CHIMICO-FISICI Campione Metodi analitici IRD/SV 492,5 mgo 2 kg -1 SVh -1 DI.PRO.VE. UNI/TS11184/2008 IRD/ST 428,1 mgo 2 kg -1 STh -1 DI.PRO.VE. UNI/TS11184/2008 Il Chimico iscritto all Albo Dott. Giuseppe Cabizza al n.66 Ordine Chimici di Sassari PROCHEM snc - Studio Chimico Professionale e Amministrativa e Laboratorio: Via Roma 20, Ploaghe (SS) Tel P.IVA e C.F Tribunale di Sassari n CCIAA n Qualificato dal Ministero Sanità per i metodi MOCF e FT-IR sull amianto n. 394SAR2. Certificato ISO 9001:2008 Qualityitalia n. 031 Q.I. QMS del

17 A.T.I. Riccoboni S.p.A. Impresa Dott. Mario Ticca S.r.l. ALLEGATO 5d Verifica dell accettabilità in discarica Servizio di gestione operativa del sistema di smaltimento RSU dell ex bacino 12 di Sassari. Discarica controllata Scala Erre Relazione annuale 2015 Rev. 00

18 RAPPORTO DI PROVA N 0150/15 Porto Torres, 18/02/2015 Campione n : 0150 Rev.: 02 Committente: IRGESA s.c.arl Produttore: Recuperi Generali Mediterranei S.r.l. Data prelievo: 15/01/2015 Ora di prelievo: - Prelievo effettuato da: Committente Tipologia campione: Rifiuto Denominazione campione: Rifiuto frazione secca proveniente da raccolta differenziata Luogo di prelievo: Centro stoccaggio Z.I. Campomela, Muros (SS) Data ricevimento: 15/01/2015 Data inizio prove: 15/01/2015 Data fine prove: 05/02/2015 CER: altri rifiuti (compresi materiali misti) prodotti dal trattamento meccanico dei rifiuti, diversi da quelli di cui alla voce Modalità di campionamento Norma UNI 10802:2013 Formulario Identificazione Rifiuto serie e n: XRIF /13 I risultati del presente rapporto di prova si riferiscono al solo campione sottoposto ad analisi ed è vietata la riproduzione parziale a meno di autorizzazione del laboratorio. TEST DI CESSIONE IN ACQUA DEIONIZZATA SECONDO LA NORMA UNI EN :2004, COSÌ COME RICHIESTO DALLA UNI 10802:2013 Parametro u.m. Valore Valore limite (1) I.E. (2) Metodo di prova Potere calorifico inferiore kj/kg CNR IRSA Quad. 64 Vol 2-4, 1988 ph APAT M :2003 Arsenico mg/l < 0,05 0,2 APAT M A:2003 Bario mg/l 0, APAT M :2003 Cadmio mg/l < 0,002 0,1 APAT M :2003 Cromo totale mg/l < 0,01 1 APAT M :2003 Rame mg/l 0,015 5 APAT M :2003 Mercurio mg/l < 0,002 0,02 APAT M A2:2003 Molibdeno mg/l 0,016 1 APAT M :2003 Nichel mg/l < 0,01 1 APAT M :2003 Piombo mg/l < 0,05 1 APAT M :2003 Antimonio mg/l < 0,005 0,07 APAT M B:2003 Selenio mg/l < 0,004 0,05 APAT M A:2003 Zinco mg/l 0,085 5 APAT M :2003 Cloruri mg/l 32, EPA 9056A:2007 Fluoruri mg/l 0,11 15 EPA 9056A:2007 Solfati mg/l 17, EPA 9056A:2007 DOC mg/l UNI EN 1484:1999 (1) Valori limite ai sensi della tabella 5, art.6 D.M. 27 Settembre 2010 (2) Incertezza estesa con fattore di copertura 2, il livello di confidenza è pari al 95%. Visto il processo produttivo che ha generato il rifiuto, ai sensi del Regolamento Europeo 850/2004 e s.m.i. non si rilevano situazioni tali da fare presupporre la presenza di forme di inquinamento derivanti da inquinanti persistenti quali diossine, furani, pesticidi, PCB ed altri inquinanti persistenti (POP). Pertanto al fine dello smaltimento in discarica del rifiuto, si ritiene non necessaria una caratterizzazione rivolta a queste categorie di prodotti organici.

19 RAPPORTO DI PROVA N 1063/15 Porto Torres, 02/04/2015 Campione n : 1063 Rev.: 01 Committente: IRGESA s.c.arl Produttore: PSC Serramenti S.r.l. Data prelievo: 26/03/2015 Ora di prelievo: - Prelievo effettuato da: Produttore Tipologia campione: Rifiuto Denominazione campione: Segatura, trucioli Luogo di prelievo: Stabilimento PSC Serramenti S.r.l., S.S. 291 km 2,700 Sassari (SS) Data ricevimento: 26/03/2015 Data inizio prove: 26/03/2015 Data fine prove: 02/04/2015 CER: segatura, trucioli, residui di taglio, legno, pannelli di truciolare e piallacci Modalità di campionamento - Formulario Identificazione Rifiuto serie e n. - I risultati del presente rapporto di prova si riferiscono al solo campione sottoposto ad analisi ed è vietata la riproduzione parziale a meno di autorizzazione del laboratorio. Parametro u.m. Valore I.E. (1) Metodo di prova Metalli Antimonio mg/kg < 5 UNI EN 13656:04+ APAT M :03 Arsenico mg/kg < 5 UNI EN 13656:04+ APAT M :03 Berillio mg/kg < 0,1 UNI EN 13656:04+ APAT M :03 Cadmio mg/kg < 0,2 UNI EN 13656:04+ APAT M :03 Cobalto mg/kg < 1 UNI EN 13656:04+ APAT M :03 Cromo totale mg/kg < 1 UNI EN 13656:04+ APAT M :03 Mercurio mg/kg < 1 UNI EN 13656:04+ APAT M :03 Molibdeno mg/kg < 1 UNI EN 13656:04+ APAT M :03 Nichel mg/kg 1,3 UNI EN 13656:04+ APAT M :03 Piombo mg/kg < 5 UNI EN 13656:04+ APAT M :03 Rame mg/kg 2,1 UNI EN 13656:04+ APAT M :03 Selenio mg/kg < 10 UNI EN 13656:04+ APAT M :03 Stagno mg/kg < 5 UNI EN 13656:04+ APAT M :03 Tallio mg/kg < 10 UNI EN 13656:04+ APAT M :03 Vanadio mg/kg < 1 UNI EN 13656:04+ APAT M :03 Zinco mg/kg 112 UNI EN 13656:04+ APAT M :03 Pag. 1 di 2

20 RAPPORTO DI PROVA N 1063/15 rev. 01 TEST DI CESSIONE IN ACQUA DEIONIZZATA SECONDO LA NORMA UNI EN :2004, COSÌ COME RICHIESTO DALLA UNI 10802:2013 Parametro u.m. Valore Valore limite (2) I.E. (1) Metodo di prova Potere calorifico inferiore kj/kg CNR IRSA Quad. 64 Vol 2-4, 1988 ph - 4,95 - APAT M :2003 Arsenico mg/l < 0,05 0,2 APAT M A:2003 Bario mg/l < 0,05 10 APAT M :2003 Cadmio mg/l < 0,002 0,1 APAT M :2003 Cromo totale mg/l < 0,01 1 APAT M :2003 Rame mg/l 0,011 5 APAT M :2003 Mercurio mg/l < 0,002 0,02 APAT M A2:2003 Molibdeno mg/l < 0,01 1 APAT M :2003 Nichel mg/l < 0,01 1 APAT M :2003 Piombo mg/l < 0,05 1 APAT M :2003 Antimonio mg/l < 0,005 0,07 APAT M B:2003 Selenio mg/l < 0,004 0,05 APAT M A:2003 Zinco mg/l 0,063 5 APAT M :2003 Cloruri mg/l 2, EPA 9056A:2007 Fluoruri mg/l 8,56 15 EPA 9056A:2007 Solfati mg/l 1, EPA 9056A:2007 DOC mg/l UNI EN 1484:1999 (1) Incertezza estesa con fattore di copertura 2, il livello di confidenza è pari al 95%. (2) Valori limite ai sensi della tabella 5, art.6 D.M. 27 Settembre 2010 Visto il processo produttivo che ha generato il rifiuto, ai sensi del Regolamento Europeo 850/2004 e s.m.i. non si rilevano situazioni tali da fare presupporre la presenza di forme di inquinamento derivanti da inquinanti persistenti quali diossine, furani, pesticidi, PCB ed altri inquinanti persistenti (POP). Pertanto al fine dello smaltimento in discarica del rifiuto, si ritiene non necessaria una caratterizzazione rivolta a queste categorie di prodotti organici. Pag. 2 di 2 PLURYLAB

21 RAPPORTO DI PROVA N 1352/15 Porto Torres, 17/06/2015 Campione n : 1352 Rev.: 0 Committente: IRGESA s.c.arl Produttore: TAVONI ERIO AUTOTRASPORTI AUTODEMOLIZIONI & C. SNC Data prelievo: 04/06/2015 Ora di prelievo: - Prelievo effettuato da: Produttore Tipologia campione: Rifiuto Denominazione campione: Plastica da demolizione autoveicoli Luogo di prelievo: 12 Regione Predda Niedda Sud, Sassari Data ricevimento: 04/06/2015 Data inizio prove: 04/06/2015 Data fine prove: 17/06/2015 CER: plastica Modalità di campionamento - Formulario Identificazione Rifiuto serie e n. - I risultati del presente rapporto di prova si riferiscono al solo campione sottoposto ad analisi ed è vietata la riproduzione parziale a meno di autorizzazione del laboratorio. Parametro u.m. Valore I.E. (1) Metodo di prova Metalli Antimonio mg/kg < 5 UNI EN 13656:04+ APAT M :03 Arsenico mg/kg 5,0 UNI EN 13656:04+ APAT M :03 Berillio mg/kg < 0,1 UNI EN 13656:04+ APAT M :03 Cadmio mg/kg 0,99 UNI EN 13656:04+ APAT M :03 Cobalto mg/kg 4,2 UNI EN 13656:04+ APAT M :03 Cromo totale mg/kg 3,1 UNI EN 13656:04+ APAT M :03 Mercurio mg/kg < 1 UNI EN 13656:04+ APAT M :03 Molibdeno mg/kg 3,5 UNI EN 13656:04+ APAT M :03 Nichel mg/kg 3,4 UNI EN 13656:04+ APAT M :03 Piombo mg/kg 33,9 UNI EN 13656:04+ APAT M :03 Rame mg/kg 106 UNI EN 13656:04+ APAT M :03 Selenio mg/kg < 10 UNI EN 13656:04+ APAT M :03 Stagno mg/kg < 5 UNI EN 13656:04+ APAT M :03 Tallio mg/kg < 10 UNI EN 13656:04+ APAT M :03 Vanadio mg/kg 1,3 UNI EN 13656:04+ APAT M :03 Zinco mg/kg 237 UNI EN 13656:04+ APAT M :03 Altri parametri Potere calorifico inferiore kj/kg CNR IRSA Quad. 64 Vol 2-4, 1988 ph - 8,20 - APAT M :2003 Pag. 1 di 2

22 RAPPORTO DI PROVA N 1352/15 TEST DI CESSIONE IN ACQUA DEIONIZZATA SECONDO LA NORMA UNI EN :2004, COSÌ COME RICHIESTO DALLA UNI 10802:2013 Parametro u.m. Valore Valore limite (2) I.E. (1) Metodo di prova Arsenico mg/l < 0,05 0,2 APAT M A:2003 Bario mg/l < 0,05 10 APAT M :2003 Cadmio mg/l < 0,002 0,1 APAT M :2003 Cromo totale mg/l < 0,01 1 APAT M :2003 Rame mg/l 0,014 5 APAT M :2003 Mercurio mg/l < 0,002 0,02 APAT M A2:2003 Molibdeno mg/l < 0,01 1 APAT M :2003 Nichel mg/l 0,015 1 APAT M :2003 Piombo mg/l < 0,05 1 APAT M :2003 Antimonio mg/l < 0,005 0,07 APAT M B:2003 Selenio mg/l < 0,004 0,05 APAT M A:2003 Zinco mg/l 0,124 5 APAT M :2003 Cloruri mg/l 1, EPA 9056A:2007 Fluoruri mg/l < 0,1 15 EPA 9056A:2007 Solfati mg/l < EPA 9056A:2007 DOC mg/l < UNI EN 1484:1999 (1) Incertezza estesa con fattore di copertura 2, il livello di confidenza è pari al 95%. (2) Valori limite ai sensi della tabella 5, art.6 D.M. 27 Settembre 2010 Visto il processo produttivo che ha generato il rifiuto, ai sensi del Regolamento Europeo 850/2004 e s.m.i. non si rilevano situazioni tali da fare presupporre la presenza di forme di inquinamento derivanti da inquinanti persistenti quali diossine, furani, pesticidi, PCB ed altri inquinanti persistenti (POP). Pertanto al fine dello smaltimento in discarica del rifiuto, si ritiene non necessaria una caratterizzazione rivolta a queste categorie di prodotti organici. Pag. 2 di 2 PLURYLAB

23 RAPPORTO DI PROVA N 1353/15 Porto Torres, 17/06/2015 Campione n : 1353 Rev.: 0 Committente: IRGESA s.c.arl Produttore: TAVONI ERIO AUTOTRASPORTI AUTODEMOLIZIONI & C. SNC Data prelievo: 04/06/2015 Ora di prelievo: - Prelievo effettuato da: Produttore Tipologia campione: Rifiuto Denominazione campione: Plastica e gomma da demolizione autoveicoli Luogo di prelievo: 12 Regione Predda Niedda Sud, Sassari Data ricevimento: 04/06/2015 Data inizio prove: 04/06/2015 Data fine prove: 17/06/2015 CER: plastica e gomma Modalità di campionamento - Formulario Identificazione Rifiuto serie e n. - I risultati del presente rapporto di prova si riferiscono al solo campione sottoposto ad analisi ed è vietata la riproduzione parziale a meno di autorizzazione del laboratorio. TEST DI CESSIONE IN ACQUA DEIONIZZATA SECONDO LA NORMA UNI EN :2004, COSÌ COME RICHIESTO DALLA UNI 10802:2013 Parametro u.m. Valore Valore limite (1) I.E. (2) Metodo di prova Potere calorifico inferiore kj/kg CNR IRSA Quad. 64 Vol 2-4, 1988 ph - 8,10 - APAT M :2003 Arsenico mg/l < 0,05 0,2 APAT M A:2003 Bario mg/l < 0,05 10 APAT M :2003 Cadmio mg/l < 0,002 0,1 APAT M :2003 Cromo totale mg/l < 0,01 1 APAT M :2003 Rame mg/l 0,014 5 APAT M :2003 Mercurio mg/l < 0,002 0,02 APAT M A2:2003 Molibdeno mg/l < 0,01 1 APAT M :2003 Nichel mg/l 0,015 1 APAT M :2003 Piombo mg/l < 0,05 1 APAT M :2003 Antimonio mg/l < 0,005 0,07 APAT M B:2003 Selenio mg/l < 0,004 0,05 APAT M A:2003 Zinco mg/l < 0,05 5 APAT M :2003 Cloruri mg/l 2, EPA 9056A:2007 Fluoruri mg/l < 0,1 15 EPA 9056A:2007 Solfati mg/l < EPA 9056A:2007 DOC mg/l < UNI EN 1484:1999 (1) Valori limite ai sensi della tabella 5, art.6 D.M. 27 Settembre 2010 (2) Incertezza estesa con fattore di copertura 2, il livello di confidenza è pari al 95%. Visto il processo produttivo che ha generato il rifiuto, ai sensi del Regolamento Europeo 850/2004 e s.m.i. non si rilevano situazioni tali da fare presupporre la presenza di forme di inquinamento derivanti da inquinanti persistenti quali diossine, furani, pesticidi, PCB ed altri inquinanti persistenti (POP). Pertanto al fine dello smaltimento in discarica del rifiuto, si ritiene non necessaria una caratterizzazione rivolta a queste categorie di prodotti organici.

24 RAPPORTO DI PROVA N 1789/15 Sede operativa di Porto Torres, 24/09/2015 Campione n : 1789 Rev.: 0 Committente: IRGESA s.c.arl Produttore: IRGESA s.c.arl Data prelievo: 11/09/2015 Ora di prelievo: - Prelievo effettuato da: Tecnici Plurylab Tipologia campione: Rifiuto Denominazione campione: Sovvallo in uscita dall impianto di biostabilizzazione Luogo di prelievo: Discarica Irgesa Loc. Scala Erre, Sassari (SS) Data ricevimento: 11/09/2015 Data inizio prove: 11/09/2015 Data fine prove: 24/09/2015 CER: altri rifiuti (compresi materiali misti) prodotti dal trattamento meccanico di rifiuti, diversi da quelli di cui alla voce Modalità di campionamento Norma UNI 10802:2013 I risultati del presente rapporto di prova si riferiscono al solo campione sottoposto ad analisi ed è vietata la riproduzione parziale a meno di autorizzazione del laboratorio. TEST DI CESSIONE IN ACQUA DEIONIZZATA SECONDO LA NORMA UNI EN :2004, COSÌ COME RICHIESTO DALLA UNI 10802:2013 Parametro u.m. Valore Valore limite (1) I.E. (2) Metodo di prova Potere calorifico inferiore kj/kg CNR IRSA Quad. 64 Vol 2-4, 1988 ph - 6,70 - APAT M :2003 Arsenico mg/l < 0,05 0,2 APAT M A:2003 Bario mg/l < 0,05 10 APAT M :2003 Cadmio mg/l < 0,002 0,1 APAT M :2003 Cromo totale mg/l < 0,01 1 APAT M :2003 Rame mg/l 0,036 5 APAT M :2003 Mercurio mg/l < 0,002 0,02 APAT M A2:2003 Molibdeno mg/l 0,010 1 APAT M :2003 Nichel mg/l 0,018 1 APAT M :2003 Piombo mg/l 0,089 1 APAT M :2003 Antimonio mg/l < 0,005 0,07 APAT M B:2003 Selenio mg/l < 0,004 0,05 APAT M A:2003 Zinco mg/l 1,66 5 APAT M :2003 Cloruri mg/l 70, EPA 9056A:2007 Fluoruri mg/l < 0,1 15 EPA 9056A:2007 Solfati mg/l 44, EPA 9056A:2007 DOC mg/l UNI EN 1484:1999 (1) Valori limite ai sensi della tabella 5, art.6 D.M. 27 Settembre 2010 (2) Incertezza estesa con fattore di copertura 2, il livello di confidenza è pari al 95%. Visto il processo produttivo che ha generato il rifiuto, ai sensi del Regolamento Europeo 850/2004 e s.m.i. non si rilevano situazioni tali da fare presupporre la presenza di forme di inquinamento derivanti da inquinanti persistenti quali diossine, furani, pesticidi, PCB ed altri inquinanti persistenti (POP). Pertanto al fine dello smaltimento in discarica del rifiuto, si ritiene non necessaria una caratterizzazione rivolta a queste categorie di prodotti organici.

25 RAPPORTO DI PROVA N 1790/15 Sede operativa di Porto Torres, 24/09/2015 Campione n : 1790 Rev.: 0 Committente: IRGESA s.c.arl Produttore: IRGESA s.c.arl Data prelievo: 11/09/2015 Ora di prelievo: - Prelievo effettuato da: Tecnici Plurylab Tipologia campione: Rifiuto Denominazione campione: Materiali ferrosi in uscita dall impianto di biostabilizzazione Luogo di prelievo: Discarica Irgesa Loc. Scala Erre, Sassari (SS) Data ricevimento: 11/09/2015 Data inizio prove: 11/09/2015 Data fine prove: 24/09/2015 CER: parte di rifiuti urbani e simili non compostata Modalità di campionamento Norma UNI 10802:2013 I risultati del presente rapporto di prova si riferiscono al solo campione sottoposto ad analisi ed è vietata la riproduzione parziale a meno di autorizzazione del laboratorio. TEST DI CESSIONE IN ACQUA DEIONIZZATA SECONDO LA NORMA UNI EN :2004, COSÌ COME RICHIESTO DALLA UNI 10802:2013 Parametro u.m. Valore Valore limite (1) I.E. (2) Metodo di prova Potere calorifico inferiore kj/kg < CNR IRSA Quad. 64 Vol 2-4, 1988 ph - 6,73 - APAT M :2003 Arsenico mg/l < 0,05 0,2 APAT M A:2003 Bario mg/l < 0,05 10 APAT M :2003 Cadmio mg/l < 0,002 0,1 APAT M :2003 Cromo totale mg/l < 0,01 1 APAT M :2003 Rame mg/l 0,013 5 APAT M :2003 Mercurio mg/l < 0,002 0,02 APAT M A2:2003 Molibdeno mg/l < 0,01 1 APAT M :2003 Nichel mg/l < 0,01 1 APAT M :2003 Piombo mg/l < 0,05 1 APAT M :2003 Antimonio mg/l < 0,005 0,07 APAT M B:2003 Selenio mg/l < 0,004 0,05 APAT M A:2003 Zinco mg/l 2,16 5 APAT M :2003 Cloruri mg/l 50, EPA 9056A:2007 Fluoruri mg/l < 0,1 15 EPA 9056A:2007 Solfati mg/l 5, EPA 9056A:2007 DOC mg/l UNI EN 1484:1999 (1) Valori limite ai sensi della tabella 5, art.6 D.M. 27 Settembre 2010 (2) Incertezza estesa con fattore di copertura 2, il livello di confidenza è pari al 95%. Visto il processo produttivo che ha generato il rifiuto, ai sensi del Regolamento Europeo 850/2004 e s.m.i. non si rilevano situazioni tali da fare presupporre la presenza di forme di inquinamento derivanti da inquinanti persistenti quali diossine, furani, pesticidi, PCB ed altri inquinanti persistenti (POP). Pertanto al fine dello smaltimento in discarica del rifiuto, si ritiene non necessaria una caratterizzazione rivolta a queste categorie di prodotti organici.

26 RAPPORTO DI PROVA N 1791/15 Sede operativa di Porto Torres, 24/09/2015 Campione n : 1791 Rev.: 0 Committente: IRGESA s.c.arl Produttore: IRGESA s.c.arl Data prelievo: 11/09/2015 Ora di prelievo: - Prelievo effettuato da: Tecnici Plurylab Tipologia campione: Rifiuto Denominazione campione: Biostabilizzato in uscita dall impianto di biostabilizzazione Luogo di prelievo: Discarica Irgesa Loc. Scala Erre, Sassari (SS) Data ricevimento: 11/09/2015 Data inizio prove: 11/09/2015 Data fine prove: 24/09/2015 CER: compost fuori specifica Modalità di campionamento Norma UNI 10802:2013 I risultati del presente rapporto di prova si riferiscono al solo campione sottoposto ad analisi ed è vietata la riproduzione parziale a meno di autorizzazione del laboratorio. TEST DI CESSIONE IN ACQUA DEIONIZZATA SECONDO LA NORMA UNI EN :2004, COSÌ COME RICHIESTO DALLA UNI 10802:2013 Parametro u.m. Valore Valore limite (1) I.E. (2) Metodo di prova Potere calorifico inferiore kj/kg CNR IRSA Quad. 64 Vol 2-4, 1988 ph - 6,93 - APAT M :2003 Arsenico mg/l < 0,05 0,2 APAT M A:2003 Bario mg/l 0, APAT M :2003 Cadmio mg/l < 0,002 0,1 APAT M :2003 Cromo totale mg/l 0,015 1 APAT M :2003 Rame mg/l 0,041 5 APAT M :2003 Mercurio mg/l < 0,002 0,02 APAT M A2:2003 Molibdeno mg/l 0,014 1 APAT M :2003 Nichel mg/l 0,024 1 APAT M :2003 Piombo mg/l < 0,05 1 APAT M :2003 Antimonio mg/l < 0,005 0,07 APAT M B:2003 Selenio mg/l < 0,004 0,05 APAT M A:2003 Zinco mg/l 1,89 5 APAT M :2003 Cloruri mg/l EPA 9056A:2007 Fluoruri mg/l < 0,1 15 EPA 9056A:2007 Solfati mg/l EPA 9056A:2007 DOC mg/l UNI EN 1484:1999 (1) Valori limite ai sensi della tabella 5, art.6 D.M. 27 Settembre 2010 (2) Incertezza estesa con fattore di copertura 2, il livello di confidenza è pari al 95%. Visto il processo produttivo che ha generato il rifiuto, ai sensi del Regolamento Europeo 850/2004 e s.m.i. non si rilevano situazioni tali da fare presupporre la presenza di forme di inquinamento derivanti da inquinanti persistenti quali diossine, furani, pesticidi, PCB ed altri inquinanti persistenti (POP). Pertanto al fine dello smaltimento in discarica del rifiuto, si ritiene non necessaria una caratterizzazione rivolta a queste categorie di prodotti organici.

27 RAPPORTO DI PROVA N 2140/15 Sede operativa di Porto Torres, 23/11/2015 Campione n : 2140 Rev.: 0 Committente: IRGESA s.c.arl Produttore: Lega Italiana dei Diritti degli Animali Sezione di Sassari Data prelievo: 16/11/2015 Ora di prelievo: - Prelievo effettuato da: Produttore Tipologia campione: Rifiuto Denominazione campione: Grigliato da impianto trattamento acque reflue Luogo di prelievo: Via Monti di Jesgia, 71, Sassari (SS) Data ricevimento: 16/11/2015 Data inizio prove: 16/11/2015 Data fine prove: 23/11/2015 CER: vaglio Modalità di campionamento - I risultati del presente rapporto di prova si riferiscono al solo campione sottoposto ad analisi ed è vietata la riproduzione parziale a meno di autorizzazione del laboratorio. TEST DI CESSIONE IN ACQUA DEIONIZZATA SECONDO LA NORMA UNI EN :2004, COSÌ COME RICHIESTO DALLA UNI 10802:2013 Parametro u.m. Valore Valore limite (1) I.E. (2) Metodo di prova Potere calorifico inferiore kj/kg CNR IRSA Quad. 64 Vol 2-4, 1988 ph - 6,32 - APAT M :2003 Arsenico mg/l < 0,05 0,2 APAT M A:2003 Bario mg/l < 0,05 10 APAT M :2003 Cadmio mg/l < 0,002 0,1 APAT M :2003 Cromo totale mg/l < 0,01 1 APAT M :2003 Rame mg/l 0,075 5 APAT M :2003 Mercurio mg/l < 0,002 0,02 APAT M A2:2003 Molibdeno mg/l < 0,01 1 APAT M :2003 Nichel mg/l < 0,01 1 APAT M :2003 Piombo mg/l < 0,05 1 APAT M :2003 Antimonio mg/l < 0,005 0,07 APAT M B:2003 Selenio mg/l < 0,004 0,05 APAT M A:2003 Zinco mg/l 0,236 5 APAT M :2003 Cloruri mg/l EPA 9056A:2007 Fluoruri mg/l 1,24 15 EPA 9056A:2007 Solfati mg/l EPA 9056A:2007 DOC mg/l (non applicabile) UNI EN 1484:1999 (1) Valori limite ai sensi della tabella 5, art.6 D.M. 27 Settembre 2010 (2) Incertezza estesa con fattore di copertura 2, il livello di confidenza è pari al 95%. Visto il processo produttivo che ha generato il rifiuto, ai sensi del Regolamento Europeo 850/2004 e s.m.i. non si rilevano situazioni tali da fare presupporre la presenza di forme di inquinamento derivanti da inquinanti persistenti quali diossine, furani, pesticidi, PCB ed altri inquinanti persistenti (POP). Pertanto al fine dello smaltimento in discarica del rifiuto, si ritiene non necessaria una caratterizzazione rivolta a queste categorie di prodotti organici.

28 RAPPORTO DI PROVA N 2141/15 Sede operativa di Porto Torres, 23/11/2015 Campione n : 2141 Rev.: 0 Committente: IRGESA s.c.arl Produttore: Marceddu Costantino Eredi Snc Data prelievo: 16/11/2015 Ora di prelievo: - Prelievo effettuato da: Produttore Tipologia campione: Rifiuto Denominazione campione: Rifiuti misti prodotti dal trattamento meccanico dei rifiuti Luogo di prelievo: Discarica Irgesa Loc. Scala Erre, Sassari (SS) (SS) Data ricevimento: 16/11/2015 Data inizio prove: 16/11/2015 Data fine prove: 23/11/2015 CER: altri rifiuti (compresi materiali misti) prodotti dal trattamento meccanico di rifiuti, diversi da quelli di cui alla voce Modalità di campionamento - I risultati del presente rapporto di prova si riferiscono al solo campione sottoposto ad analisi ed è vietata la riproduzione parziale a meno di autorizzazione del laboratorio. TEST DI CESSIONE IN ACQUA DEIONIZZATA SECONDO LA NORMA UNI EN :2004, COSÌ COME RICHIESTO DALLA UNI 10802:2013 Parametro u.m. Valore Valore limite (1) I.E. (2) Metodo di prova Potere calorifico inferiore kj/kg CNR IRSA Quad. 64 Vol 2-4, 1988 ph - 7,40 - APAT M :2003 Arsenico mg/l < 0,05 0,2 APAT M A:2003 Bario mg/l 0, APAT M :2003 Cadmio mg/l < 0,002 0,1 APAT M :2003 Cromo totale mg/l < 0,01 1 APAT M :2003 Rame mg/l 0,147 5 APAT M :2003 Mercurio mg/l < 0,002 0,02 APAT M A2:2003 Molibdeno mg/l < 0,01 1 APAT M :2003 Nichel mg/l 0,012 1 APAT M :2003 Piombo mg/l < 0,05 1 APAT M :2003 Antimonio mg/l < 0,005 0,07 APAT M B:2003 Selenio mg/l < 0,004 0,05 APAT M A:2003 Zinco mg/l 1,16 5 APAT M :2003 Cloruri mg/l 6, EPA 9056A:2007 Fluoruri mg/l 0,67 15 EPA 9056A:2007 Solfati mg/l 5, EPA 9056A:2007 DOC mg/l (non applicabile) UNI EN 1484:1999 (1) Valori limite ai sensi della tabella 5, art.6 D.M. 27 Settembre 2010 (2) Incertezza estesa con fattore di copertura 2, il livello di confidenza è pari al 95%. Visto il processo produttivo che ha generato il rifiuto, ai sensi del Regolamento Europeo 850/2004 e s.m.i. non si rilevano situazioni tali da fare presupporre la presenza di forme di inquinamento derivanti da inquinanti persistenti quali diossine, furani, pesticidi, PCB ed altri inquinanti persistenti (POP). Pertanto al fine dello smaltimento in discarica del rifiuto, si ritiene non necessaria una caratterizzazione rivolta a queste categorie di prodotti organici.

29 RAPPORTO DI PROVA N 2271/15 Porto Torres, 24/12/2015 Campione n : 2271 Rev.: 0 Committente: IRGESA s.c.arl Produttore: Recuperi Generali Mediterranei S.r.l. Data prelievo: 17/12/2015 Ora di prelievo: - Prelievo effettuato da: Committente Tipologia campione: Rifiuto Denominazione campione: Rifiuto frazione secca proveniente da raccolta differenziata Luogo di prelievo: Centro stoccaggio Z.I. Campomela, Muros (SS) Data ricevimento: 17/12/2015 Data inizio prove: 17/12/2015 Data fine prove: 24/12/2015 CER: altri rifiuti (compresi materiali misti) prodotti dal trattamento meccanico dei rifiuti, diversi da quelli di cui alla voce Modalità di campionamento - I risultati del presente rapporto di prova si riferiscono al solo campione sottoposto ad analisi ed è vietata la riproduzione parziale a meno di autorizzazione del laboratorio. TEST DI CESSIONE IN ACQUA DEIONIZZATA SECONDO LA NORMA UNI EN :2004, COSÌ COME RICHIESTO DALLA UNI 10802:2013 Parametro u.m. Valore Valore limite (1) I.E. (2) Metodo di prova Potere calorifico inferiore kj/kg CNR IRSA Quad. 64 Vol 2-4, 1988 ph - 7,44 - APAT M :2003 Arsenico mg/l < 0,05 0,2 APAT M A:2003 Bario mg/l < 0,05 10 APAT M :2003 Cadmio mg/l < 0,002 0,1 APAT M :2003 Cromo totale mg/l < 0,01 1 APAT M :2003 Rame mg/l < 0,01 5 APAT M :2003 Mercurio mg/l < 0,002 0,02 APAT M A2:2003 Molibdeno mg/l < 0,01 1 APAT M :2003 Nichel mg/l < 0,01 1 APAT M :2003 Piombo mg/l < 0,05 1 APAT M :2003 Antimonio mg/l < 0,005 0,07 APAT M B:2003 Selenio mg/l < 0,004 0,05 APAT M A:2003 Zinco mg/l 0,466 5 APAT M :2003 Cloruri mg/l 37, EPA 9056A:2007 Fluoruri mg/l 0,14 15 EPA 9056A:2007 Solfati mg/l 70, EPA 9056A:2007 DOC mg/l UNI EN 1484:1999 (1) Valori limite ai sensi della tabella 5, art.6 D.M. 27 Settembre 2010 (2) Incertezza estesa con fattore di copertura 2, il livello di confidenza è pari al 95%. Visto il processo produttivo che ha generato il rifiuto, ai sensi del Regolamento Europeo 850/2004 e s.m.i. non si rilevano situazioni tali da fare presupporre la presenza di forme di inquinamento derivanti da inquinanti persistenti quali diossine, furani, pesticidi, PCB ed altri inquinanti persistenti (POP). Pertanto al fine dello smaltimento in discarica del rifiuto, si ritiene non necessaria una caratterizzazione rivolta a queste categorie di prodotti organici.

30 RAPPORTO DI PROVA N 2248/15 Sede operativa di Porto Torres, 21/12/2015 Campione n : 2248 Rev.: 0 Committente: IRGESA s.c.arl Produttore: Multiservizi Porto Torres S.r.l. presso canile comunale Monte Rosè Data prelievo: 09/12/2015 Ora di prelievo: - Prelievo effettuato da: Produttore Tipologia campione: Rifiuto Denominazione campione: Grigliato da impianto trattamento acque reflue Luogo di prelievo: Reg. Monte Rosè, Porto Torres (SS) Data ricevimento: 09/12/2015 Data inizio prove: 09/12/2015 Data fine prove: 21/12/2015 CER: vaglio Modalità di campionamento - I risultati del presente rapporto di prova si riferiscono al solo campione sottoposto ad analisi ed è vietata la riproduzione parziale a meno di autorizzazione del laboratorio. TEST DI CESSIONE IN ACQUA DEIONIZZATA SECONDO LA NORMA UNI EN :2004, COSÌ COME RICHIESTO DALLA UNI 10802:2013 Parametro u.m. Valore Valore limite (1) I.E. (2) Metodo di prova Potere calorifico inferiore kj/kg CNR IRSA Quad. 64 Vol 2-4, 1988 ph - 6,47 - APAT M :2003 Arsenico mg/l < 0,05 0,2 APAT M A:2003 Bario mg/l < 0,05 10 APAT M :2003 Cadmio mg/l < 0,002 0,1 APAT M :2003 Cromo totale mg/l < 0,01 1 APAT M :2003 Rame mg/l 0,016 5 APAT M :2003 Mercurio mg/l < 0,002 0,02 APAT M A2:2003 Molibdeno mg/l < 0,01 1 APAT M :2003 Nichel mg/l < 0,01 1 APAT M :2003 Piombo mg/l < 0,05 1 APAT M :2003 Antimonio mg/l < 0,005 0,07 APAT M B:2003 Selenio mg/l < 0,004 0,05 APAT M A:2003 Zinco mg/l 0,118 5 APAT M :2003 Cloruri mg/l EPA 9056A:2007 Fluoruri mg/l 1,07 15 EPA 9056A:2007 Solfati mg/l EPA 9056A:2007 DOC mg/l (non applicabile) UNI EN 1484:1999 (1) Valori limite ai sensi della tabella 5, art.6 D.M. 27 Settembre 2010 (2) Incertezza estesa con fattore di copertura 2, il livello di confidenza è pari al 95%. Visto il processo produttivo che ha generato il rifiuto, ai sensi del Regolamento Europeo 850/2004 e s.m.i. non si rilevano situazioni tali da fare presupporre la presenza di forme di inquinamento derivanti da inquinanti persistenti quali diossine, furani, pesticidi, PCB ed altri inquinanti persistenti (POP). Pertanto al fine dello smaltimento in discarica del rifiuto, si ritiene non necessaria una caratterizzazione rivolta a queste categorie di prodotti organici.

A.T.I. Riccoboni S.p.A. Impresa Dott. Mario Ticca S.r.l. ALLEGATO 5

A.T.I. Riccoboni S.p.A. Impresa Dott. Mario Ticca S.r.l. ALLEGATO 5 A.T.I. Riccoboni S.p.A. Impresa Dott. Mario Ticca S.r.l. ALLEGATO 5 Analisi sui rifiuti in ingresso alla discarica Servizio di gestione operativa del sistema di smaltimento RSU dell ex bacino 12 di Sassari.

Dettagli

RAPPORTO DI PROVA N. 3717/15

RAPPORTO DI PROVA N. 3717/15 Spett.le P3 SRL VIA SALVO D'ACQUISTO, 5 35010 RONCHI DI VILLAFRANCA (PD) Sigla del campione SFRIDI E SCARTI DI LAVORAZIONE PANNELLI POLIURETANICI COMPOSTI Numero accettazione 3717 Campione ricevuto 08/07/2015

Dettagli

TITOLO: Identificazione: MOD_014 Revisione: 0 Data: 02/07/2013 Pagina 1 di 5

TITOLO: Identificazione: MOD_014 Revisione: 0 Data: 02/07/2013 Pagina 1 di 5 Identificazione: MOD_014 Revisione: 0 Data: 02/07/2013 Pagina 1 di 5 Salerno, 30/01/2015 Spett.le Scutaro Vincenzo & Figlio s.r.l. Via Nuova Francesca, 15 56029 Santa Croce sull Arno (PI) Oggetto: rapporto

Dettagli

A.T.I. Riccoboni S.p.A. Impresa Dott. Mario Ticca S.r.l. ALLEGATO 4

A.T.I. Riccoboni S.p.A. Impresa Dott. Mario Ticca S.r.l. ALLEGATO 4 A.T.I. Riccoboni S.p.A. Impresa Dott. Mario Ticca S.r.l. ALLEGATO 4 Analisi sui rifiuti in ingresso all impianto di biostabilizzazione Servizio di gestione operativa del sistema di smaltimento RSU dell

Dettagli

Laboratorio CONSUL AB S.r.l. analisi chimiche e consulenze ambientali RAPPORTO DI PROVA N. : 586/14/M DEL: 26/03/2014

Laboratorio CONSUL AB S.r.l. analisi chimiche e consulenze ambientali RAPPORTO DI PROVA N. : 586/14/M DEL: 26/03/2014 Spett.le AUTOSERVIZI DE ZEN MICHELE s.a.s. Via del Capitello, 5 31011 Asolo (TV) RAPPORTO DI PROVA N. : 586/14/M DEL: 26/03/2014 DATI IDENTIFICATIVI DEL CAMPIONE N richiesta Prove : 2014 0586 Del : 17/03/2014

Dettagli

TABELLA 1 Codice CER Descrizione R13 R12 SC R12 EI/A/DR/RV R3 02.01.04 rifiuti plastici (ad esclusione degli imballaggi) 03.01.01 scarti di corteccia e sughero 03.01.05 04.01.08 segatura, trucioli, residui

Dettagli

SAFETY DAY LA SICUREZZA NELLE ATTIVITA DI FONDERIA

SAFETY DAY LA SICUREZZA NELLE ATTIVITA DI FONDERIA SAFETY DAY LA SICUREZZA NELLE ATTIVITA DI FONDERIA Residui di fonderia: una risorsa non un problema Gualtiero CORELLI - Assofond Alessandro GIAMBANCO Omnisyst S.p.A. Castenedolo (BS), Giovedì 13 Marzo

Dettagli

SUB-ALLEGATO 1 ELENCO CODICI CER AMMESSI IN IMPIANTO DEMOLIZIONI POMILI SRL (LOCALITA PRATO DELLA CORTE)

SUB-ALLEGATO 1 ELENCO CODICI CER AMMESSI IN IMPIANTO DEMOLIZIONI POMILI SRL (LOCALITA PRATO DELLA CORTE) SUB-ALLEGATO 1 ELENCO CODICI CER AMMESSI IN IMPIANTO DEMOLIZIONI POMILI SRL (LOCALITA PRATO DELLA CORTE) 1/6 CER AUTORIZZATI E RELATIVE OPERAZIONI ALLE QUALI POSSONO ESSERE SOTTOPOSTI CER RIFIUTI PERICOLOSI

Dettagli

Servizi Consulenze Analisi Ambientali i S.C.A. s.n.c. - Analisi ambientali e alimentari, formazione I

Servizi Consulenze Analisi Ambientali i S.C.A. s.n.c. - Analisi ambientali e alimentari, formazione I Servizi Analisi Ambientali i S.C.A. s.n.c. - Analisi ambientali e alimentari, formazione I CARATTERIZZAZIONE CHIMICO-FISICA DI SEDIMENTI FLUVIALI PER SOSPETTA PRESENZA DIIDROCARBURI PRESSO LA FOCE DEL

Dettagli

ALLEGATO A BANDO DI GARA

ALLEGATO A BANDO DI GARA ALLEGATO A BANDO DI GARA SERVIZIO DI CAMPIONAMENTO E CONTROLLO ANALITICO DA EFFETTUARSI PRESSO GLI IMPIANTI DI POTABILIZZAZIONE, DEPURAZIONE, NONCHÉ TRATTAMENTO E SMALTIMENTO RSU/RSA DI PROPRIETÀ DEL CONSORZIO

Dettagli

Associazione Artigiani e Piccole Imprese della Provincia di Trento

Associazione Artigiani e Piccole Imprese della Provincia di Trento RIFIUTI: AMMISIBILITA IN DISCARICA NUOVA LISTA POSITIVA Con delibera della Giunta Provinciale n. 2740 del 14 dicembre 2012 è stata modificata la lista positiva dei rifiuti non pericolosi che possono essere

Dettagli

ELENCO PROVE ACCREDITATE - CATEGORIA: 0

ELENCO PROVE ACCREDITATE - CATEGORIA: 0 Scheda 1 di 6 ELENCO PROVE ACCREDITATE - CATEGORIA: 0 Acqua sotterranea, superficiale potabile, Acqua di scarico, percolato Idrocarburi totali come n-esano APAT CNR IRSA 5160B2 Man 29 2003 Acque di scarico

Dettagli

L'Azienda Vescovo Romano & C. è attiva dal 1960, svolgendo quindi da oltre 40 anni un ruolo importante nel settore dell'ecologia.

L'Azienda Vescovo Romano & C. è attiva dal 1960, svolgendo quindi da oltre 40 anni un ruolo importante nel settore dell'ecologia. L'Azienda Vescovo Romano & C. è attiva dal 1960, svolgendo quindi da oltre 40 anni un ruolo importante nel settore dell'ecologia. Al fine di ridurre l'impatto ambientale,si occupa del riciclaggio dei materiali

Dettagli

MODULO. Richiesta di ammissibilità rifiuti presso la discarica di Bellolampo. Il legale rappresentante della ditta P. IVA C.F.

MODULO. Richiesta di ammissibilità rifiuti presso la discarica di Bellolampo. Il legale rappresentante della ditta P. IVA C.F. 1/11 Spett.le R.A.P. S.p.A. Piazzetta Cairoli 90123 Palermo OGGETTO: RICHIESTA DI AMMISSIBILITÀ RIFIUTI PRESSO LA DISCARICA DI BELLOLAMPO. ISTANZA DEL PRODUTTORE Il legale rappresentante della ditta P.

Dettagli

ELENCO PROVE ACCREDITATE - CATEGORIA: 0

ELENCO PROVE ACCREDITATE - CATEGORIA: 0 Scheda 1 di 5 ELENCO PROVE ACCREDITATE - CATEGORIA: 0 Acque destinate al consumo umano, di piscina Conta di Legionella spp (compresa Legionella pneumophila) UNI EN ISO 11731-2: 2008 Acque destinate al

Dettagli

IL PUNTO DI VISTA DEI LABORATORI EUROLAB S.R.L.

IL PUNTO DI VISTA DEI LABORATORI EUROLAB S.R.L. ORDINE DEI GEOLOGI DEL PIEMONTE SEMINARIO DI AGGIORNAMENTO SU TERRE E ROCCE DA SCAVO IL PUNTO DI VISTA DEI LABORATORI EUROLAB S.R.L. Hotel Fortino (TO) 29 maggio 2013 1 ORDINE DEI GEOLOGI DEL PIEMONTE

Dettagli

SUPPLEMENTO N. 1 AL RAPPORTO DI PROVA SU CAMPIONE DI MATERIALI. ECOFELSINEA S.r.l. via Dei Poeti, 1/ Bologna(BO) ECOFELSINEA S.r.l.

SUPPLEMENTO N. 1 AL RAPPORTO DI PROVA SU CAMPIONE DI MATERIALI. ECOFELSINEA S.r.l. via Dei Poeti, 1/ Bologna(BO) ECOFELSINEA S.r.l. SUPPLEMENTO N. 1 AL RAPPORTO DI PROVA SU CAMPIONE DI MATERIALI Etichettatura e sigilli: Numero del Rapporto di Prova: 4176 Committente: Produttore del campione: MPS - Frantumato da demolizione ECOFELSINEA

Dettagli

VALORI ANALITICI RICHIESTI E DA RISPETTARE PER L'OMOLOGA AL CONFERIMENTO

VALORI ANALITICI RICHIESTI E DA RISPETTARE PER L'OMOLOGA AL CONFERIMENTO VALORI ANALITICI RICHIESTI E DA RISPETTARE PER L'OMOLOGA AL CONFERIMENTO Parametro Concentrazione Unità ammissibile ph 3 9,5 Solidi sospesi 50000 mg/l COD 60000 mg/l BOD5 50000 mg/l Azoto ammoniacale 800

Dettagli

RACCOLTE DIFFERENZIATE ED ANALISI MERCEOLOGICHE PER LA CARATTERIZZAZIONE DEI RSU

RACCOLTE DIFFERENZIATE ED ANALISI MERCEOLOGICHE PER LA CARATTERIZZAZIONE DEI RSU RACCOLTE DIFFERENZIATE ED ANALISI MERCEOLOGICHE PER LA CARATTERIZZAZIONE DEI RSU DEFINIZIONE DI RIFIUTO D.Lgs.. 152/2006 (Testo Unico) Parte quarta, Norme in materia di gestione dei rifiuti e di bonifica

Dettagli

GESTIONE RIFIUTI LIQUIDI

GESTIONE RIFIUTI LIQUIDI Pg. 1 di 5 IDENTIFICAZIONE DEL PRODUTTORE DEL RIFIUTO Denominazione e Ragione sociale della ditta: I P.IVA.: CODICE FISCALE: CODICE ISTAT/ATECO: Ubicazione ed indirizzo dell insediamento produttivo: CARATTERISTICHE

Dettagli

MODULO. Richiesta di ammissibilità rifiuti presso la discarica di Bellolampo. Il legale rappresentante della ditta P. IVA C.F.

MODULO. Richiesta di ammissibilità rifiuti presso la discarica di Bellolampo. Il legale rappresentante della ditta P. IVA C.F. MODULO 1/11 Richiesta di ammissibilità rifiuti presso la discarica di Bellolampo Spett.le RAP S.p.A. Piazzetta Cairoli 90123 Palermo OGGETTO: RICHIESTA DI AMMISSIBILITÀ RIFIUTI PRESSO LA DISCARICA DI BELLOLAMPO.

Dettagli

La caratterizzazione analitica delle terre e rocce da scavo: affidabilità dei risultati d analisi.

La caratterizzazione analitica delle terre e rocce da scavo: affidabilità dei risultati d analisi. R&C Lab S.r.l. La caratterizzazione analitica delle terre e rocce da scavo: rintracciabilità come garanzia di affidabilità dei risultati d analisi. Dr. Dino Celadon Responsabile Ricerca & Sviluppo Ambientale

Dettagli

APPENDICE I Elenco CER ammessi all impianto

APPENDICE I Elenco CER ammessi all impianto APPENDICE I Elenco CER ammessi all impianto CER DESCRIZIONE 01.04.07* rifiuti contenenti sostanze pericolose, prodotti da trattamenti chimici e fisici di minerali non metalliferi 02.01.03 scarti di tessuti

Dettagli

COMUNE DI USINI Provincia di Sassari SETTORE SERVIZI TECNICI - MANUTENZIONI

COMUNE DI USINI Provincia di Sassari SETTORE SERVIZI TECNICI - MANUTENZIONI COMUNE DI USINI Provincia di Sassari SETTORE SERVIZI TECNICI - MANUTENZIONI AVVISO AI CITTADINI APERTURA ECOCENTRO COMUNE DI USINI Alle ore 9:00 di Sabato 14 Marzo 2015 avrà luogo l inaugurazione del Centro

Dettagli

Apparecchiature fuori uso, diverse da quelle di cui alle voci da 16.02.09 a 16.02.13

Apparecchiature fuori uso, diverse da quelle di cui alle voci da 16.02.09 a 16.02.13 Si riportano qui di seguito le Tabelle contenenti per ogni tipologia di rifiuto, l attività di recupero che si intende svolgere, codice, descrizione del codice, stato fisico e quantitativo di trattamento

Dettagli

Spett.le 2 F s.n.c. di Federico Fastro & C. Via Conti d Onigo, 6 31040 Pederobba (TV)

Spett.le 2 F s.n.c. di Federico Fastro & C. Via Conti d Onigo, 6 31040 Pederobba (TV) Spett.le 2 F s.n.c. di Federico Fastro & C. Via Conti d Onigo, 6 31040 Pederobba (TV) DATI IDENTIFICATIVI DEL CAMPIONE N richiesta prove : 2014 1862 Del : 01/08/2014 Cliente: 2 F s.n.c. di Federico Fastro

Dettagli

DITTA LAPRIMA PLASTICS SRL PROGETTO IMPIANTO DI STOCCAGGIO E TRATTAMENTO DI RIFIUTI SPECIALI

DITTA LAPRIMA PLASTICS SRL PROGETTO IMPIANTO DI STOCCAGGIO E TRATTAMENTO DI RIFIUTI SPECIALI COMUNE DI ISOLA VICENTINA PROVINCIA DI VICENZA REGIONE VENETO DITTA LAPRIMA PLASTICS SRL PROGETTO IMPIANTO DI STOCCAGGIO E TRATTAMENTO DI RIFIUTI SPECIALI PROCEDURA GESTIONE RIFIUTI ALLEGATO n.4 alla RELAZIONE

Dettagli

L ammissione di rifiuti in discarica potrà avvenire secondo le seguenti modalità operative:

L ammissione di rifiuti in discarica potrà avvenire secondo le seguenti modalità operative: Allegato CRITERI E PROCEDURE PER AMMISSIBILITA DI RIFIUTI SPECIALI NON PERICOLOSI IN DISCARICHE PER RIFIUTI NON PERICOLOSI DAL 01/07/2009 AI SENSI DEL DM 3 AGOSTO 2005 Il presente documento ha lo scopo

Dettagli

SCHEDA DI CARATTERIZZAZIONE DI BASE PER IL CONFERIMENTO DI RIFIUTI IN DISCARICA PER INERTI

SCHEDA DI CARATTERIZZAZIONE DI BASE PER IL CONFERIMENTO DI RIFIUTI IN DISCARICA PER INERTI SCHEDA DI CARATTERIZZAZIONE DI BASE PER IL CONFERIMENTO DI RIFIUTI IN DISCARICA PER INERTI Il presente documento deve essere compilato per ottenere l eventuale consenso al conferimento ed in occasione

Dettagli

PIANO DI MONITORAGGIO E CONTROLLO INDICE 1. FINALITÀ DEL PIANO DI MONITORAGGIO E CONTROLLO...2 2. CAMPO DI APPLICAZIONE...2

PIANO DI MONITORAGGIO E CONTROLLO INDICE 1. FINALITÀ DEL PIANO DI MONITORAGGIO E CONTROLLO...2 2. CAMPO DI APPLICAZIONE...2 Pag.: 1/9 INDICE 1. FINALITÀ DEL PIANO DI MONITORAGGIO E CONTROLLO...2 2. CAMPO DI APPLICAZIONE...2 3. RIFERIMENTI NORMATIVI...2 4. MODALITÀ OPERATIVE...3 4.2. Identificazione dei parametri da monitorare...3

Dettagli

SCHEDA TECNICA DI OMOLOGA DEL RIFIUTO DESTINATO AL RECUPERO 1. CLIENTE. Ragione sociale:... 2. C.E.R. (DECISIONE N. 2000/535/CE E S.M.I.

SCHEDA TECNICA DI OMOLOGA DEL RIFIUTO DESTINATO AL RECUPERO 1. CLIENTE. Ragione sociale:... 2. C.E.R. (DECISIONE N. 2000/535/CE E S.M.I. N CARD ASSEGNATO DA ECOSAVONA L DA UTILIZZARE PER LA PRENOTAZIONE DEI CONFERIMENTI ED ALTRE COMUNICAZIONI RELATIVE ALL OMOLOGA. 1. CLIENTE Ragione sociale:.... PRODUTTORE /DETENTORE DEL RIFIUTO Ragione

Dettagli

Descrizione rifiuto Codice CER Deposito max istantaneo (mc.) 070501* 070703* 2 m 3 (deposito) 160506*

Descrizione rifiuto Codice CER Deposito max istantaneo (mc.) 070501* 070703* 2 m 3 (deposito) 160506* Descrizione rifiuto Codice CER Rifiuti liquidi pericolosi soluzioni acquose di lavaggio ed acque madri - Acque 070501* di lavaggio di laboratorio solventi organici alogenati, soluzioni di lavaggio ed 070703*

Dettagli

Comune di Camposanto Provincia di Modena

Comune di Camposanto Provincia di Modena P r o g e t t o U r b a n i s t i c o Coordinamento di progetto: Codice Progetto Piano Particolareggiato di Iniziativa Privata Comparto D.2/IV "Martini"_ Aree artigianali e industriali di nuovo insediamento

Dettagli

Elenco delle tipologie di rifiuti conferibili presso gli ecocentri comunali, così come definite dalla D.G.R. n. 511 del 5 marzo 2004:

Elenco delle tipologie di rifiuti conferibili presso gli ecocentri comunali, così come definite dalla D.G.R. n. 511 del 5 marzo 2004: Appendice 1 Elenco delle tipologie di rifiuti conferibili presso gli ecocentri comunali, così come definite dalla D.G.R. n. 511 del 5 marzo 2004: TIPO RIFIUTO Frazione Organica dei Rifiuti Urbani (FORSU)

Dettagli

Il test di cessione: modalità di esecuzione e criticità dei limiti

Il test di cessione: modalità di esecuzione e criticità dei limiti Il test di cessione: modalità di esecuzione e criticità dei limiti Nicola Mondini Convegno sul tema: La qualità degli aggregati riciclati: i controlli ambientali ed i controlli prestazionali Ferrara, 18

Dettagli

SERVIZIO DI CARATTERIZZAZIONE AMBIENTALE DELL AREA DI PROPRIETA DISTRIPARK TARANTO s.c.a r.l.

SERVIZIO DI CARATTERIZZAZIONE AMBIENTALE DELL AREA DI PROPRIETA DISTRIPARK TARANTO s.c.a r.l. SERVIZIO DI CARATTERIZZAZIOE AMBIETALE DELL AREA DI PROPRIETA DISTRIPARK TARATO s.c.a r.l. ELECO PREZZI UITARI DISTRIPARK TARATO SOCIETA COSORTILE A RESPOSABILITA LIMITATA Iscritta al Registro delle Imprese

Dettagli

La caratterizzazione del rifiuto è solo una questione di analisi?

La caratterizzazione del rifiuto è solo una questione di analisi? La caratterizzazione del rifiuto è solo una questione di analisi? Dr Chimico Giuseppe Postorino Provincia di Reggio Calabria Reggio Calabria 30 maggio 2014 100 volume d affari dei servizi su base nazionale

Dettagli

Costo./ton Smaltimento Selezione Ritiro. Corrispettivo./ton DESCRIZIONE

Costo./ton Smaltimento Selezione Ritiro. Corrispettivo./ton DESCRIZIONE Costo 20 RIFIUTI URBANI (RIFIUTI DOMESTICI E ASSIMILABILI PRODOTTI DA ATTIVITÀ COMMERCIALI E INDUSTRIALI NONCHÉ DALLE ISTITUZIONI) INCLUSI I RIFIUTI DELLA RACCOLTA DIFFERENZIATA 20 01 frazioni oggetto

Dettagli

CODICI CER RIFIUTI SETTORE COSTRUZIONI

CODICI CER RIFIUTI SETTORE COSTRUZIONI CODICI CER RIFIUTI SETTORE COSTRUZIONI Tipo di attività: SCAVO, COSTRUZIONE, DEMOLIZIONE (attività edile vera e propria) Codice CER Declaratoria Note 17.01.01 cemento 17.01.02 mattoni 17.01.03 mattonelle

Dettagli

LISTINO ANALISI CHIMICHE LABORATORIO GENESI srl ANNO 2013

LISTINO ANALISI CHIMICHE LABORATORIO GENESI srl ANNO 2013 LISTINO ANALISI CHIMICHE LABORATORIO GENESI srl ANNO 2013 All.MQ_4.4_02 rev.00 del 30.03.2013 Pagina 1 di 23 MATRICE: ACQUE PARAMETRO METODO PREZZO ph APAT CNR IRSA 2060 Man 5,00 Conducibilità elettrolitica

Dettagli

23/03/2016. Signature Not Verified. Firma Digitale. a cura del servizio prelevatore. Dati Anagrafici. Accettazione a cura dello Sportello di: BOLOGNA

23/03/2016. Signature Not Verified. Firma Digitale. a cura del servizio prelevatore. Dati Anagrafici. Accettazione a cura dello Sportello di: BOLOGNA Sezione Provinciale di Bologna Laboratorio Integrato Resp.: Dott.ssa Maria Antonietta Bucci Sabattini via F.Rocchi,19 40138 Bologna tel. 051.396211 fax. 051.342642 e-mail aoobo@cert.arpa.emr.it Signature

Dettagli

ALLEGATO D: ELENCO DELLE POSSIBILI TIPOLOGIE DI ESSERE TRATTATI IN SEGUITO ALLA REALIZZAZIONE DEL PROGETTO DI RISTRUTTURAZIONE PRODUTTIVA ED

ALLEGATO D: ELENCO DELLE POSSIBILI TIPOLOGIE DI ESSERE TRATTATI IN SEGUITO ALLA REALIZZAZIONE DEL PROGETTO DI RISTRUTTURAZIONE PRODUTTIVA ED ALLEGATO D: ELENCO DELLE POSSIBILI TIPOLOGIE DI RIFIUTI CON IL RELATIVO CODICE CER CHE POTREBBERO ESSERE TRATTATI IN SEGUITO ALLA REALIZZAZIONE DEL PROGETTO DI RISTRUTTURAZIONE PRODUTTIVA ED ENERGETICA

Dettagli

CRITERI PER L ASSIMILAZIONE DEI RIFIUTI SPECIALI AGLI URBANI

CRITERI PER L ASSIMILAZIONE DEI RIFIUTI SPECIALI AGLI URBANI CRITERI PER L ASSIMILAZIONE DEI RIFIUTI SPECIALI AGLI URBANI Premessa Allegato a) Come noto, in base alla disciplina di settore, i rifiuti vengono classificati urbani se prodotti dalle utenze domestiche

Dettagli

CONTRATTO PER IL SERVIZIO DI COMPOSTAGGIO DEI RIFIUTI BIODEGRADABILI

CONTRATTO PER IL SERVIZIO DI COMPOSTAGGIO DEI RIFIUTI BIODEGRADABILI CONTRATTO PER IL SERVIZIO DI COMPOSTAGGIO DEI RIFIUTI BIODEGRADABILI Allegato A CRITERI DI ACCETTAZIONE E CONTROLLO DEI RIFIUTI IN INGRESSO pag.1/9 1. Premessa La presente procedura descrive le modalità

Dettagli

SERVIZIO di CAMPIONAMENTO ed ANALISI RIGUARDANTI ARIA, ACQUE, SEDIMENTI, SUOLO e PERCOLATO c/o IMPIANTI della Valle Umbra Servizi S.p.A.

SERVIZIO di CAMPIONAMENTO ed ANALISI RIGUARDANTI ARIA, ACQUE, SEDIMENTI, SUOLO e PERCOLATO c/o IMPIANTI della Valle Umbra Servizi S.p.A. SERVIZIO di CAMPIONAMENTO ed ANALISI RIGUARDANTI ARIA, ACQUE, SEDIMENTI, SUOLO e PERCOLATO c/o IMPIANTI della Valle Umbra Servizi S.p.A. ALLEGATO E al capitolato d'oneri ELENCO PREZZI LOTTO 1 Matrice Parametro

Dettagli

WWW.SKYLABORATORI.IT ANALISI E CONSULENZE

WWW.SKYLABORATORI.IT ANALISI E CONSULENZE WWW.SKYLABORATORI.IT ANALISI E CONSULENZE SKYLAB ENERGIA S.r.l. Il laboratorio di analisi chimiche, ambientali, agrarie e industriali Skylab nasce da un idea di Greenline S.r.l., società di ingegneria

Dettagli

MINISTERO DELL'AMBIENTE E DELLA TUTELA DEL TERRITORIO E DEL MARE

MINISTERO DELL'AMBIENTE E DELLA TUTELA DEL TERRITORIO E DEL MARE 1 di 5 07/10/2015 08:36 MINISTERO DELL'AMBIENTE E DELLA TUTELA DEL TERRITORIO E DEL MARE DECRETO 24 giugno 2015 Modifica del decreto 27 settembre 2010, relativo alla definizione dei criteri di ammissibilita'

Dettagli

ESPERIENZE E PROSPETTIVE PER IL MERCATO DEGLI AMMENDANTI COMPOSTATI NELLA PROVINCIA DI ROMA LE NORMATIVE SUI COMPOST

ESPERIENZE E PROSPETTIVE PER IL MERCATO DEGLI AMMENDANTI COMPOSTATI NELLA PROVINCIA DI ROMA LE NORMATIVE SUI COMPOST ESPERIENZE E PROSPETTIVE PER IL MERCATO DEGLI AMMENDANTI COMPOSTATI NELLA PROVINCIA DI ROMA LE NORMATIVE SUI COMPOST Ordine dei Dottori Agronomi e dei Dottori Forestali della Provincia di Roma Roma, 20.09.2011

Dettagli

DESCRIZIONE RIFIUTO SUL TOTEM. PUNTI Al Kg

DESCRIZIONE RIFIUTO SUL TOTEM. PUNTI Al Kg TABELLA A Allegato A Prog. TIPOLOGIA RIFIUTO CODICE CER DESCRIZIONE CER Limit. CDR : limitazione della tipologia di rifiuti conferibili al Centro di Raccolta rispetto alla tipologia descritta dal Codice

Dettagli

CRITERI PER L ASSIMILAZIONE DEI RIFIUTI SPECIALI AGLI URBANI

CRITERI PER L ASSIMILAZIONE DEI RIFIUTI SPECIALI AGLI URBANI CRITERI PER L ASSIMILAZIONE DEI RIFIUTI SPECIALI AGLI URBANI (Legge regionale 13 maggio 2009, n. 11 - art. 13, comma 2, lettera d) ALLEGATO P8 Idecom Srl Via Innsbruck, 33 39100 Bolzano OIKOS Progetti

Dettagli

Elenco Prove e Servizi

Elenco Prove e Servizi Pagina 1 di 7 Elenco Prove e Servizi AGGIORNAMENTO 21.09.2014 Pagina 2 di 7 Parametri PER ALIMENTI Bacillus cereus UNI EN ISO 7932:2005 Bacillus spp UNI EN 15784:2009 Conta Campylobacter spp ISO 10272-1:2006

Dettagli

Decisione 2014/955/CE

Decisione 2014/955/CE Sede operativa: Via Don Bosco, 3 27014 Genzone (PV) Telefono 0382 96 96 96 - Fax 0382 97 25 40 e mail info@envirolabsrl.it www.envirolabsrl.it Decisione 2014/955/CE Modifica della decisione 2000/532/CE

Dettagli

Oggetto: Contratto per lo smaltimento di rifiuti speciali pericolosi e non pericolosi

Oggetto: Contratto per lo smaltimento di rifiuti speciali pericolosi e non pericolosi ALLEGATO B - SCHEMA - TIPO DI CONTRATTO DI SERVIZIO Oggetto: Contratto per lo smaltimento di rifiuti speciali pericolosi e non pericolosi Il produttore con sede in Via Comune di CAP Prov. Cod. Fisc P.IVA

Dettagli

REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA DELIBERAZIONE N. 1/9 DEL 9.1.2009

REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA DELIBERAZIONE N. 1/9 DEL 9.1.2009 Oggetto: Procedura di Valutazione di Impatto Ambientale ai sensi dell art. 31 della L.R. n. 1 del 18.1.1999 e s.m.i. e della Delib. G.R. n. 5/ 11 del 15.2.2005 e s.m.i. relativa al progetto Ampliamento

Dettagli

Prove di combustione

Prove di combustione Giornata Dimostrativa del Progetto BioTec Analisi delle tecniche di combustione e ricerca sui processi di produzione di biocombustibili da biomasse agro-forestali Prove di combustione Andrea Cristoforetti

Dettagli

ESPERIENZE DI COMPOSTAGGIO DI PROSSIMITA : MONITORAGGIO QUALITATIVO E LINEE GUIDA

ESPERIENZE DI COMPOSTAGGIO DI PROSSIMITA : MONITORAGGIO QUALITATIVO E LINEE GUIDA ESPERIENZE DI COMPOSTAGGIO DI PROSSIMITA : MONITORAGGIO QUALITATIVO E LINEE GUIDA Claudia Bianco, Enrico Accotto Regione Piemonte - Direzione Ambiente, Governo e Tutela del territorio Torino, 11 marzo

Dettagli

PIANO D AMBITO PER LA GESTIONE INTEGRATA DEI RIFIUTI URBANI

PIANO D AMBITO PER LA GESTIONE INTEGRATA DEI RIFIUTI URBANI Regione dell Umbria Provincia di Perugia PIANO D AMBITO PER LA GESTIONE INTEGRATA DEI RIFIUTI URBANI CRITERI PER L ASSIMILAZIONE DEI RIFIUTI SPECIALI AGLI URBANI (Legge regionale 13 maggio 2009, n. 11

Dettagli

LIPIDUR MISCELA PER OPERE DI IMMOBILIZZAZIONE E STABILIZZAZIONE

LIPIDUR MISCELA PER OPERE DI IMMOBILIZZAZIONE E STABILIZZAZIONE LIPIDUR MISCELA PER OPERE DI IMMOBILIZZAZIONE E STABILIZZAZIONE LIPIDUR LIPIDUR è un prodotto premiscelato composto da leganti minerali cementizi e aggiunte speciali. LIPIDUR viene sempre confezionato

Dettagli

NUOVE REGOLE IN VIGORE A PARTIRE DAL 1 GIUGNO 2015 PER UTENZE CON PARTITA IVA PRONTUARIO

NUOVE REGOLE IN VIGORE A PARTIRE DAL 1 GIUGNO 2015 PER UTENZE CON PARTITA IVA PRONTUARIO CEM TRASPORTO E CONFERIMENTO DEI RIFIUTI ASSIMILATI AGLI URBANI PRESSO LA PIATTAFORMA ECOLOGICA COMUNALE NUOVE REGOLE IN VIGORE A PARTIRE DAL 1 GIUGNO 2015 PER UTENZE CON PARTITA IVA PRONTUARIO NUMERO

Dettagli

1 - ATTREZZATURE, ADDITIVI, MEZZI DI PROTEZIONE, ECC. NECESSARI.

1 - ATTREZZATURE, ADDITIVI, MEZZI DI PROTEZIONE, ECC. NECESSARI. PAGINA 1 di 6 1 - ATTREZZATURE, ADDITIVI, MEZZI DI PROTEZIONE, ECC. NECESSARI. QUANTITA 1 Flacone acido solforico H 2 SO 4 (25%) (P.A.) 1 Flacone acido nitrico HNO 3 concentrato (65%) (SUPRAPUR x ANALISI

Dettagli

Sulle matrici indagate sono stati determinati i livelli di concentrazione delle seguenti sostanze:

Sulle matrici indagate sono stati determinati i livelli di concentrazione delle seguenti sostanze: 1 La Relazione sui risultati preliminari dei Piani di monitoraggio sugli inquinanti ambientali nell area del Poligono interforze del salto di Quirra, predisposta dall Istituto zooprofilattico della Sardegna

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE PER L APPALTO DEL SERVIZIO DI LAVORAZIONE RIFIUTI PRESSO LE PIATTAFORME DI VALORIZZAZIONE - ALLEGATO A.2 -

CAPITOLATO SPECIALE PER L APPALTO DEL SERVIZIO DI LAVORAZIONE RIFIUTI PRESSO LE PIATTAFORME DI VALORIZZAZIONE - ALLEGATO A.2 - Strada Vecchia per Bosco Marengo 15067 NOVI LIGURE (Alessandria) Tel. 0143 744.516 - Fax 0143 321.556 - www.srtspa.it - e-mail: srtspa@srtspa.it Cod. Fisc./Part. IVA/R.I. AL n 02021740069 - R.E.A. n 219668

Dettagli

MODULO MOD 01.6 LISTA METODI DI PROVA

MODULO MOD 01.6 LISTA METODI DI PROVA Pag. 1 di 11 Matrice acque di scarico parametro Metodo UM #*aldeidi APAT CNR IRSA 5010 A Man 29 2003 Anioni preparativa *azoto ammoniacale APAT CNR IRSA 4030 A2 Man 29 2003 *azoto ammoniacale MtdI 1 Rev.

Dettagli

Comune di Torre del Greco (NA) % di r.d. calcolata dalla fonte dati disponibile

Comune di Torre del Greco (NA) % di r.d. calcolata dalla fonte dati disponibile Raccolta differenziata Comune di Torre del Greco (NA) Dati di produzione R.U. e percentuale di raccolta differenziata Anno 2015 % di r.d. calcolata dalla fonte dati disponibile 50% 45% 40% 35% 30% 25%

Dettagli

MATERIALE O PRODOTTO DA PROVARE DENOMINAZIONE DELLA PROVA RIFERIMENTO NORMA

MATERIALE O PRODOTTO DA PROVARE DENOMINAZIONE DELLA PROVA RIFERIMENTO NORMA MATERIALE O PRODOTTO DA PROVARE DENOMINAZIONE DELLA PROVA RIFERIMENTO NORMA ACQUE POTABILI, MINERALI, SUPERFICIALI, DI, LIQUIDI DI DISSOLUZIONE ACQUE POTABILI, MINERALI, SUPERFICIALI, DI, LIQUIDI DI DISSOLUZIONE

Dettagli

ALLEGATO 10 Codici Tabella A e Tabella B rev.01 Allegato all Elaborato Tecnico 1 Relazione Tecnica

ALLEGATO 10 Codici Tabella A e Tabella B rev.01 Allegato all Elaborato Tecnico 1 Relazione Tecnica IMPIANTO DI TERMOUTILIZZAZIONE Loc Pian dei Foci Comune di POGGIBONSI RICHIESTA AUTORIZZAZIONE INTEGRATA AMBIENTALE Integrazioni di cui alle note dell Amministrazione Provinciale di Siena Prot 100963 del

Dettagli

REALIZZAZIONE DI UNA BANCA DATI AMBIENTALE

REALIZZAZIONE DI UNA BANCA DATI AMBIENTALE REALIZZAZIONE DI UNA BANCA DATI AMBIENTALE Arch. Alverio Camin Progetto Speciale Recupero Ambientale e Urbanistico delle aree Industriali - PAT REALIZZAZIONE DI UNA BANCA DATI AMBIENTALE 1. Esperienza

Dettagli

Città Metropolitana di Genova DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE DIREZIONE AMBIENTE

Città Metropolitana di Genova DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE DIREZIONE AMBIENTE Città Metropolitana di Genova DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE DIREZIONE AMBIENTE Prot. Generale N. 0100090 / 2015 Atto N. 4715 OGGETTO: BENFANTE S.P.A. MODIFICA NON SOSTANZIALE DELL AUTORIZZAZIONE UNICA, RILASCIATA,

Dettagli

CON TRATTO DI SMALTIMENTO RIFIUTI N DEL DOMANDA DI CONFERIMENTO IN DISCARICA PER RIFIUTI NON PERICOLOSI

CON TRATTO DI SMALTIMENTO RIFIUTI N DEL DOMANDA DI CONFERIMENTO IN DISCARICA PER RIFIUTI NON PERICOLOSI NON PERICOLOSI Spettabile ECOFOR SERVICE S.P.A. SEDE LEGALE: VIA L INDUSTRIA SN 56025 PONTEDERA (PI) Il sottoscritto: in qualità di legale rappresentante della Ditta: con sede legale in: via: n.: tel.:

Dettagli

A) DATI DEL PRODUTTORE/DETENTORE DEL RIFIUTO.

A) DATI DEL PRODUTTORE/DETENTORE DEL RIFIUTO. Codice Cliente. Data compilazione Scheda ( riservato a SABAR) Classificazione codice CER Intermediario Commerciale (se presente) Nome o Ragione Sociale Sede legale (via/piazza) n. Località CAP Prov. Codice

Dettagli

ATTIVITA DI MONITORAGGIO DEI CORPI IDRICI NEL BACINO SCOLANTE NELLA LAGUNA DI VENEZIA

ATTIVITA DI MONITORAGGIO DEI CORPI IDRICI NEL BACINO SCOLANTE NELLA LAGUNA DI VENEZIA ATTIVITA DI MONITORAGGIO DEI CORPI IDRICI NEL BACINO SCOLANTE NELLA LAGUNA DI VENEZIA Paolo Parati ARPAV (Direzione Tecnica Servizio Acque Interne) 5 Marzo 2009 INTERVENTI FINANZIATI DALLA REGIONE CON

Dettagli

Città Metropolitana di Genova PROVVEDIMENTO DIRIGENZIALE

Città Metropolitana di Genova PROVVEDIMENTO DIRIGENZIALE Città Metropolitana di Genova PROVVEDIMENTO DIRIGENZIALE DIREZIONE AMBIENTE, AMBITI NATURALI E TRASPORTI SERVIZIO ACQUA E RIFIUTI Prot. Generale N. 0000821 / 2015 Atto N. 69 OGGETTO: MODIFICA NON SOSTANZIALE

Dettagli

LISTA METODI DI PROVA

LISTA METODI DI PROVA Pagina 1 di 7 Aldeidi mg/l acque APAT CNR IRSA 5010 A Man. 29 2003 Alluminio mg/l acque EPA 3015 A 2007 + EPA 6010 C 2007 Ammine aromatiche mg/l acque EPA 3535 A 2007 + EPA 8270 D 2007 Antimonio mg/l acque

Dettagli

ELENCO CODICI RIFIUTI AUTORIZZATI

ELENCO CODICI RIFIUTI AUTORIZZATI C.E.R. DESCRIZIONE RIFIUTO ELENCO CODICI RIFIUTI AUTORIZZATI 02 01 08* rifiuti agrochimici contenenti sostanze pericolose 02 01 09 rifiuti agrochimici diversi da quelli della voce 02 01 08 02 02 04 fanghi

Dettagli

RELAZIONE ANALISI MERCEOLOGICA. Report: AMB/ACAM/013/14 CODICE CER 20 01 08

RELAZIONE ANALISI MERCEOLOGICA. Report: AMB/ACAM/013/14 CODICE CER 20 01 08 RELAZIONE ANALISI MERCEOLOGICA Report: AMB/ACAM/013/14 CODICE CER 20 01 08 ACAM S.P.A. La Spezia 30 Ottobre 2014 1-9 INDICE 1. Provenienza materiale pag. 3 2. Riferimenti normativi pag. 3 3. Campionamento

Dettagli

ESTRATTO DELLA PROCEDURA GESTIONALE RACCOMANDAZIONI PER IL CAMPIONAMENTO, LA CONSERVAZIONE ED IL TRASPORTO DEI CAMPIONI 2.

ESTRATTO DELLA PROCEDURA GESTIONALE RACCOMANDAZIONI PER IL CAMPIONAMENTO, LA CONSERVAZIONE ED IL TRASPORTO DEI CAMPIONI 2. Chimico-Fisici Metalli e Specie Metalliche 2. ACQUE POTABILI (holding time) Colore Vetro (Pirex o 300 ml durezza Vycor), PE 200 ml 7 gg odore Bottiglia di vetro 6 h (da con tappo registrare) sapore smerigliato,

Dettagli

Disciplinare di processo e di prodotto per CSS Combustibile

Disciplinare di processo e di prodotto per CSS Combustibile Disciplinare di processo e di prodotto per CSS Combustibile La versione ufficiale del documento è in italiano. Il Disciplinare di processo e di prodotto per il CSS Combustibile è stato validato da ITALCERT

Dettagli

METODI ANALISI TERRENO

METODI ANALISI TERRENO Data aggiornamento 0/0/202 Accreditato ACCREDIA Residui residuo a 600 C DM 3/09/999 SO n 85 GU n 248 2/0/999 Met II.2 residuo secco a 05 C DM 3/09/999 SO n 85 GU n 248 2/0/999 Met II.2 umidità DM 3/09/999

Dettagli

Scheda descrittiva del rifiuto Discarica D1 Amianto

Scheda descrittiva del rifiuto Discarica D1 Amianto Rev. 8 Pag. 1 di 5 SCHEDA DESCRITTIVA DEL RIFIUTO Produttore: Numero di OMOLOGA N. del Sede legale: P.IVA: Cod.Fisc.: Sede dello stabilimento ove il rifiuto viene prodotto: Via Comune di Provincia di Codice

Dettagli

Regione Veneto Provincia di Verona

Regione Veneto Provincia di Verona Regione Veneto Provincia di Verona Comune di Villafranca di Verona CAMPAGNA MOBILE DI RECUPERO RIFIUTI NELL EX CAVA IN LOCALITÀ VALENE VERIFICA DI ASSOGGETTABILITÀ ALLA PROCEDURA DI VALUTAZIONE DI IMPATTO

Dettagli

In particolare, sono stati sottoposti a misurazione e controllo i seguenti fattori:

In particolare, sono stati sottoposti a misurazione e controllo i seguenti fattori: \ La presente Relazione Tecnica, nel primo capitolo, descrive i risultati dei controlli e delle verifiche effettuate nel corso dell anno 2012 sui parametri e con le tempistiche previsti dal Piano di Monitoraggio

Dettagli

LA RACCOLTA DIFFERENZIATA: ASPETTI ORGANIZZATIVI E TECNOLOGICI. Lezione del 11/10/2005

LA RACCOLTA DIFFERENZIATA: ASPETTI ORGANIZZATIVI E TECNOLOGICI. Lezione del 11/10/2005 LA RACCOLTA DIFFERENZIATA: ASPETTI ORGANIZZATIVI E TECNOLOGICI Lezione del 11/10/2005 Obiettivi della raccolta differenziata: riduzione rifiuti da smaltire; ottimizzazione raccolta ai fini del recupero;

Dettagli

I rifiuti solidi: introduzione

I rifiuti solidi: introduzione I rifiuti solidi: introduzione Definizione sostanze od oggetti (rientranti in un definito elenco a norma di legge) di cui il detentore si disfi o abbia deciso o abbia l obbligo di disfarsi Strategie di

Dettagli

Documento scaricato da www.gestione-rifiuti.it

Documento scaricato da www.gestione-rifiuti.it DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE 23 dicembre 2003, n. 48-11386 Modifica della scheda di rilevamento dei dati di produzione dei rifiuti urbani di cui alla D.G.R. 17-2876 del 2 maggio 2001 (B.U. n. 5

Dettagli

Ordine Professionale dei Chimici della Provincia di Brescia 6 Ottobre Dr. Paolo Pedersini

Ordine Professionale dei Chimici della Provincia di Brescia 6 Ottobre Dr. Paolo Pedersini Ordine Professionale dei Chimici della Provincia di Brescia 6 Ottobre 2010 LA CARATTERIZZAZIONE DEI RIFIUTI: NORMATIVA RECENTE E ALCUNI CASI DI DIFFICILE APPLICAZIONE APPLICAZIONE DELLA NORMA UNI 10802

Dettagli

AZOTO AMMONIACALE AZOTO NITRICO. Pag. 1 di 8

AZOTO AMMONIACALE AZOTO NITRICO. Pag. 1 di 8 Pag. 1 di 8 ELENCO PROVE E METODI MATRICE: ACQUE PARAMETRO METODO MATRICE ALCALINITA' TOTALE APAT CNR IRSA 2010B MAN 29 03 Acque naturali e di ALDEIDI (COMPOSTI CARBONILICI) TOTALI APAT CNR IRSA 5010A

Dettagli

Comune di Padova DISCIPLINARE PER L'ACCESSO E LA GESTIONE DEI CENTRI DI RACCOLTA DEI RIFIUTI URBANI RACCOLTI IN MODO DIFFERENZIATO

Comune di Padova DISCIPLINARE PER L'ACCESSO E LA GESTIONE DEI CENTRI DI RACCOLTA DEI RIFIUTI URBANI RACCOLTI IN MODO DIFFERENZIATO Comune di Padova DISCIPLINARE PER L'ACCESSO E LA GESTIONE DEI CENTRI DI RACCOLTA DEI RIFIUTI URBANI RACCOLTI IN MODO DIFFERENZIATO 1. OGGETTO DEL DISCIPLINARE Il presente disciplinare determina i criteri

Dettagli

MISTRAL FVG S.r.l. RELAZIONE ANNUALE RELATIVA AL FUNZIONAMENTO ED ALLA SORVEGLIANZA ANNO 2010

MISTRAL FVG S.r.l. RELAZIONE ANNUALE RELATIVA AL FUNZIONAMENTO ED ALLA SORVEGLIANZA ANNO 2010 MISTRAL FVG S.r.l. Zona Industriale del Cosa 33097 SPILIMBERGO (PN) Tel. (+39) 0427 40837 / 926356 Fax (+39) 0427 926728 e-mail: info@mistral-fvg.it web: www.mistral-fvg.it RELAZIONE ANNUALE RELATIVA AL

Dettagli

Acque cabine Sospensioni acquose conetnenti pitture e vernici, diverse da verniciatura quelle di cui alla voce 080119

Acque cabine Sospensioni acquose conetnenti pitture e vernici, diverse da verniciatura quelle di cui alla voce 080119 CER Nome comune Nome ufficiale 120109* Acqua e olio Emulsioni e soluzioni per macchinari non contenenti alogeni 80120 Acque cabine Sospensioni acquose conetnenti pitture e vernici, diverse da verniciatura

Dettagli

BILANCIO DI PRODUZIONE DEI MATERIALI INERTI DA SCAVO E DEI MATERIALI DA DEMOLIZIONE E COSTRUZIONE

BILANCIO DI PRODUZIONE DEI MATERIALI INERTI DA SCAVO E DEI MATERIALI DA DEMOLIZIONE E COSTRUZIONE BILANCIO DI PRODUZIONE DEI MATERIALI INERTI DA SCAVO E DEI MATERIALI DA DEMOLIZIONE E COSTRUZIONE l.r. 3 dicembre 2007 n. 31 (NUOVE DISPOSIZIONI IN MATERIA DI GESTIONE DEI RIFIUTI) Allegato obbligatorio

Dettagli

LE MATERIE PRIME SECONDARIE: UN NUOVO MATERIALE PER LA COSTRUZIONE STRADALE

LE MATERIE PRIME SECONDARIE: UN NUOVO MATERIALE PER LA COSTRUZIONE STRADALE LE MATERIE PRIME SECONDARIE: UN NUOVO MATERIALE PER LA COSTRUZIONE STRADALE PERCHÉ UTILIZZARE IL MATERIALE DI RICICLO? Perché è buono : ha caratteristiche prestazionali paragonabili a quelle degli agli

Dettagli

Allegato 2.i) MODULO OFFERTA ECONOMICA LISTA DELLE CATEGORIE DI LAVORO E FORNITURE PREVISTE PER L'ESECUZIONE DELL'APPALTO

Allegato 2.i) MODULO OFFERTA ECONOMICA LISTA DELLE CATEGORIE DI LAVORO E FORNITURE PREVISTE PER L'ESECUZIONE DELL'APPALTO Allegato 2.i) PROCEDURA DI GARA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI RACCOLTA, CARICO, SCARICO, TRASPORTO E CONFERIMENTO DI RIFIUTI DI VARIA NATURA E GIACENTI SU VARIE AREE PUBBLICHE DEL COMUNE DI

Dettagli

DAISY S.R.L. Discarica per rifiuti non pericolosi sita in località San Procopio, S.P. 12 Km 4 76121 Barletta (BT)

DAISY S.R.L. Discarica per rifiuti non pericolosi sita in località San Procopio, S.P. 12 Km 4 76121 Barletta (BT) DAISY S.R.L. Discarica per rifiuti non pericolosi sita in località San Procopio, S.P. 12 Km 4 76121 Barletta (BT) A.I.A. n.124 del 09.12.2008 Relazione Annuale Gennaio Dicembre Data 28/01/14 Rev: 0 Pagina

Dettagli

Progetto Apprendere per orientarsi nella società complessa. Laboratorio ambientale: il riciclaggio dei rifiuti

Progetto Apprendere per orientarsi nella società complessa. Laboratorio ambientale: il riciclaggio dei rifiuti Regione Siciliana SCUOLA SECONDARIA DI 1 1 GRADO S. QUASIMODO - Ragusa Progetto Apprendere per orientarsi nella società complessa Laboratorio ambientale: il riciclaggio dei rifiuti Esperto: ing. Walter

Dettagli

PO 01 All. 01 Scheda di caratterizzazione del rifiuto ai sensi della D.G.R. Regione Lombardia n X/2031 del 01/07/2014

PO 01 All. 01 Scheda di caratterizzazione del rifiuto ai sensi della D.G.R. Regione Lombardia n X/2031 del 01/07/2014 PO 01 All. 01 Scheda di caratterizzazione del rifiuto ai sensi della D.G.R. Regione Lombardia n X/2031 del 01/07/2014 ELENCO DELLE REVISIONI REV. N Descrizione Revisioni DATA Preparato RI Verificato RQ

Dettagli

VISURA RIDOTTA Modello Unico Dichiarazione Ambientale

VISURA RIDOTTA Modello Unico Dichiarazione Ambientale VISURA RIDOTTA Modello Unico Dichiarazione Ambientale Dall'archivio delle dichiarazioni MUD ( legge 70/94 ) presentate alla CCIAA di BZ risulta quanto segue: Dichiarazione relativa all'anno: 2014 Data

Dettagli

ELABORATO 2 - UTILIZZO DI BENI, STRUTTURE E SERVIZI DI TERZI

ELABORATO 2 - UTILIZZO DI BENI, STRUTTURE E SERVIZI DI TERZI 2 ELABORATO 2 - UTILIZZO DI BENI, STRUTTURE E SERVIZI DI TERZI 2.1 PREMESSA... 3 2.2 SMALTIMENTO RIFIUTI URBANI NON DIFFERENZIATI... 3 2.3 RACCOLTA, SELEZIONE E RECUPERO MULTIMATERIALE... 4 2.4 RACCOLTA,

Dettagli

AUTORITA DI AMBITO N.2 BASSO VALDARNO. Allegato n. 4 TARIFFA DI FOGNATURA E DEPURAZIONE PER LE ACQUE REFLUE INDUSTRIALI

AUTORITA DI AMBITO N.2 BASSO VALDARNO. Allegato n. 4 TARIFFA DI FOGNATURA E DEPURAZIONE PER LE ACQUE REFLUE INDUSTRIALI AUTRITA DI AMBIT N.2 BASS VALDARN Allegato n. 4 TARIFFA DI FGNATURA E DEPURAZINE PER LE ACQUE REFLUE INDUSTRIALI TARIFFA DI FGNATURA E DEPURAZINE PER LE ACQUE REFLUE INDUSTRIALI CALCL DELLA TARIFFA La

Dettagli

Codice CER Quantità (Kg.) Impianto di conferimento Tipo. Codice CER Quantità (Kg.) Impianto di conferimento Tipo

Codice CER Quantità (Kg.) Impianto di conferimento Tipo. Codice CER Quantità (Kg.) Impianto di conferimento Tipo DETTAGLIO COMUNICAZIONE - Utente: Corato Anno Mese 2010 Novembre Frazione organica umida 20 01 08 44490,00 TERSAN PUGLIA S.P.A Recupero 20 03 02 0,00 Recupero Rifiuti di giardini e parchi 20 02 01 4390,00

Dettagli

PROGETTO ESECUTIVO. Opere di competenza del Ministero delle Politiche Agricole e Forestali

PROGETTO ESECUTIVO. Opere di competenza del Ministero delle Politiche Agricole e Forestali PROGETTO SISTEMA IRRIGUO VALLI GIRALDA-GAFFARO-FALCE PROGETTO ESECUTIVO Opere di competenza del Ministero delle Politiche Agricole e Forestali Salvaguardia ambientale e riassetto irriguo del comprensorio

Dettagli