CONTRATTO DI COLLABORAZIONE COORDINATA E CONTINUATIVA A PROGETTO

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "CONTRATTO DI COLLABORAZIONE COORDINATA E CONTINUATIVA A PROGETTO"

Transcript

1 CONTRATTO DI COLLABORAZIONE COORDINATA E CONTINUATIVA A PROGETTO (Si tratta di un modello meramente esemplificativo e attento in particolare alle collaborazioni all estero. Ignorare o modificare le parti che non corrispondono alle specificità del singolo contratto e alle scelte dell Ong e aggiungere quanto ritenuto utile alla sua migliore e precisa definizione. Può essere apportata ogni modifica e inserita ogni altra previsione, sia in senso restrittivo che in senso concessivo, purché non contraddicano quanto stabilito dall Accordo collettivo) Tra l Organizzazione Non Governativa...(Nome, Sigla)., con sede in Via...., Cap..., Città..., CF....., rappresentata dal (presidente, direttore, responsabile risorse umane) (legale rappresentante). Nome e Cognome..., di seguito indicata anche come Committente, E il Signor/la Signora.. (Nome e Cognome)..., nata/o a....., il., residente in Via.., Cap, Città...., CF....., di seguito indicata/o come Collaboratore, PREMESSO CHE a) il Committente è una Onlus che promuove e realizza attività nell ambito della cooperazione allo sviluppo e della solidarietà internazionale con interventi, azioni ed operazioni in Italia e all estero; b) nell ambito di tali attività si rende necessaria la collaborazione di una persona in possesso di idonee conoscenze per la realizzazione di uno specifico progetto come indicato nell Allegato A al presente contratto; c) il Committente applica l Accordo Collettivo per le collaborazioni coordinate e continuative a progetto dei lavoratori operanti nelle Organizzazioni Non Governative di cooperazione internazionale e aiuto umanitario, sottoscritto tra le Associazioni delle Ong Italiane (AOI e Link2007) e le Organizzazioni sindacali Felsa Cisl, Nidil Cgil, Uiltemp in data 24 aprile 2013; d) il Collaboratore, che risulta essere in possesso dei requisiti necessari, è disponibile ad accettare l incarico e dichiara di aver ricevuto copia dell Accordo Collettivo di cui al precedente punto c); SI CONVIENE E STIPULA QUANTO SEGUE Il Committente, come sopra indicato e rappresentato, conferisce al Collaboratore, che accetta, l incarico di realizzare il progetto di cui in Allegato A, che costituisce parte integrante del presente contratto. Il rapporto di lavoro è attuato secondo le previsioni e disposizioni degli articoli 61 e ss. del D.Lgs n. 276 e successive modifiche. L incarico di collaborazione oggetto del presente contratto si intende conferito alle seguenti condizioni e clausole: 1. Progetto Il progetto, denominato., consiste in (breve descrizione) da realizzarsi a.. (paese, località)., come meglio specificato nell Allegato A. Detto progetto, per i fini evidenziati nell Accordo Collettivo, punto c) delle premesse, può essere inquadrato nel modulo funzionale di cui all art. 3 del citato Accordo. 1

2 2. Durata La durata del progetto sarà di... mesi (giorni), con decorrenza dal. e con scadenza alla conclusione del progetto e comunque non oltre il.. Il contratto potrà essere prorogato o rinnovato con atto scritto e in accordo tra le parti. 3. Elementi di coordinamento e referenti svolgerà l incarico in autonomia, senza vincolo di subordinazione, salvo il necessario coordinamento generale e programmatico esercitato dal Committente al fine di utilizzare compiutamente le prestazioni professionali del Collaboratore in relazione alle più ampie attività in cui si inserisce il progetto e salve le forme di coordinamento temporale, ai sensi dell art. 62 del D.Lgs. 276/03, concordate con il referente responsabile del Committente. Le parti contraenti prendono atto che il raggiungimento degli obiettivi di progetto stabiliti richiede il coordinamento della prestazione con l attività del Committente in. (citare il Paese) e rende perciò necessaria la definizione della disponibilità del Collaboratore presso la sede (le sedi) di.. (citare il luogo/i luoghi) del Committente. Sarà quindi cura del Collaboratore predisporre un indicazione di presenza giornaliera/settimanale, all interno della più ampia disponibilità di apertura delle strutture del Committente. Per tutta la durata del contratto il Collaboratore farà riferimento ai referenti del Committente che gli verranno indicati, senza che ciò significhi instaurazione di rapporto di subordinazione, ai quali presenterà le relazioni periodiche sull attività svolta che gli saranno richieste e quella finale sullo svolgimento del progetto e il raggiungimento degli obiettivi stabiliti. Data la particolare specificità del contesto lavorativo, al Collaboratore è assicurato un periodo di formazione prima dell inizio del progetto (eventualmente, o solo per l estero). 4. Compatibilità (Esclusiva), compatibilmente con gli impegni assunti, potrà prestare anche in favore di terzi la propria attività sia autonoma che subordinata, previa comunicazione scritta al Committente che indichi lo svolgimento di attività compatibili con il progetto e che non ne pregiudichino la tempestiva ed esatta realizzazione. Anche in conformità all obbligo di fedeltà previsto dall art del c.c., il Collaboratore si impegna comunque a non prestare in favore di terzi, in qualsiasi forma, attività che siano in concorrenza con quelle oggetto del contratto o che creino pregiudizio al Committente. (In alternativa a queste limitazioni, l Ong può inserire una clausola di esclusività, come indicato nel punto 3.2 lettera b) dell Accordo collettivo) 5. Svolgimento del rapporto, obblighi e facoltà dovrà assolvere alle mansioni affidategli in modo conforme alla dignità del proprio compito, astenendosi da ogni manifestazione che possa nuocere alle buone relazioni tra il Committente e i suoi interlocutori istituzionali creare danno alla sua immagine; il Collaboratore agirà coerentemente con il codice etico e i regolamenti procedurali e di sicurezza a lui consegnati e illustrati dal Committente; il Collaboratore è infine tenuto ad osservare rigorosamente il segreto a proposito di fatti, informazioni, notizie e documentazione prodotta o di cui avrà comunicazione o prenderà conoscenza nello svolgimento dell incarico contrattuale e si dichiara pronto a restituire al Committente alla scadenza del contratto, ovvero alla sua risoluzione, il materiale ricevuto o prodotto, eventualmente rimasto in suo possesso. Il materiale documentativo, informativo e/o fotografico che il Collaboratore fornirà a seguito della sua collaborazione diventerà di proprietà esclusiva del Committente che potrà quindi farne l uso che riterrà più opportuno, compresa la pubblicazione, senza che derivi per il Collaboratore il diritto a pretendere ulteriori compensi. Quanto affermato non pregiudica il diritto del Collaboratore di 2

3 essere riconosciuto autore delle proprie ideazioni e produzioni realizzate nello svolgimento dell incarico, così come previsto dall art. 65 D.Lgs. 276/ Coperture assicurative Il Committente garantisce al Collaboratore le seguenti coperture (per progetti all estero): assicurazione per la liquidazione di un capitale nel caso di morte da infortunio durante il servizio all estero; tale capitale sarà corrisposto al beneficiario designato o, in mancanza, agli aventi diritto; assicurazione per la liquidazione di un capitale in caso di invalidità permanente da infortunio, malattia generica e/o malattia tropicale subito/contratte durante la collaborazione all estero; assicurazione per il rimborso delle spese sanitarie sostenute all estero per malattia e/o infortunio; assistenza in caso di contenzioso legale derivante dall'esercizio delle funzioni assegnategli; assicurazione a copertura del rischio responsabilità civile verso terzi e conseguenti spese legali. (eventuali altre) 7. Compensi a) Il compenso per l incarico affidato al Collaboratore è fissato di comune accordo tra le parti in euro... (in lettere) lordi. Tale importo è corrisposto con acconti di pari importo a cadenza. Le parti concordano nel riconoscere che la misura del compenso è stata stabilita secondo la previsione dell art. 63 del D.Lgs. 276/2003 e che pertanto il compenso è proporzionato alla quantità ed alla qualità del lavoro svolto ed è conforme a quanto stabilito nell Accordo Collettivo citato in premessa. b) Nessuna ulteriore copertura o indennità sarà erogata e nessun ulteriore rimborso sarà richiesto ad eccezione di: (segue un elenco indicativo: ignorare quanto non previsto o aggiungere altre eventuali previsioni) viaggi di andata e ritorno ed altri eventualmente autorizzati trasporto effetti personali, fino ad un massimo di euro indennità di trasferta per le attività o missioni da svolgersi all estero alloggio, normalmente condiviso con altri collaboratori vitto, per un massimo di euro... mensili rimborso di altri costi effettuati per l esercizio dell incarico, autorizzati e documentati. (altro).. Ognuna di queste coperture, indennità o richieste di rimborso, aggiuntive al compenso concordato tra le parti, dovrà corrispondere a spese formalmente autorizzate dal referente responsabile del Committente ed essere documentate e presentate secondo le modalità e i tempi indicati. Nel caso non siano rispettate tali condizioni il Committente non sarà tenuto ad alcun rimborso/indennità. c) Nel caso di risoluzione anticipata del presente contratto il compenso spettante al Collaboratore verrà determinato in funzione delle prestazioni fino a quel momento erogate ed del risultato raggiunto. d) All atto dell erogazione del compenso ovvero degli acconti, il Committente opererà le ritenute fiscali e quelle previdenziali ed assistenziali previste dalle vigenti disposizioni di legge in materia. 8. Risoluzione e recesso Il contratto potrà essere risolto prima del termine per mutuo consenso delle parti ovvero da una di queste qualora si verifichi una giusta causa di recesso ovvero per comprovati motivi di forza maggiore. Nello specifico: a. Il Committente può risolvere il contratto per giusta causa quando da parte del Collaboratore si verifichino: - gravi inadempienze contrattuali; - sospensione ingiustificata della prestazione; 3

4 - commissione di reati tra quelli previsti dall art. 15 legge n. 55/90 e succ. modificazioni; - danneggiamento o furto di beni; - inosservanza degli obblighi e divieti stabiliti nei precedenti articoli 3, 4 e 5; - danni di immagine e pregiudizio al buon nome della Committente; - divergenze insuperabili con la Committente circa la realizzazione del progetto, tali da pregiudicarla in tutto o in parte. b. Il Committente può altresì recedere dal contratto prima della scadenza del termine qualora siano emersi oggettivi profili di inidoneità professionale del Collaboratore tali da rendere impossibile la realizzazione del progetto, quali ad esempio: - gravi e reiterati errori o mancanze nello svolgimento dell incarico; - evidenti ritardi nello svolgimento del progetto che comportino l impossibilità della sua realizzazione; - mancata presenza di elementi di qualificazione professionale considerati come essenziali per lo svolgimento del contratto (es. mancata conoscenza negli standard richiesti della lingua straniera, mancata conoscenza delle necessarie procedure informatiche e telematiche, mancata conoscenza delle regole basilari della rendicontazione, incapacità o scarsa attitudine a rapportarsi agli enti istituzionali secondo criteri di diplomazia adeguati al contesto, incapacità di relazionarsi con il personale locale nei progetti all estero); - condotte del Collaboratore, anche esulanti dal rapporto di collaborazione, incompatibili con i valori ed i principi dell oggetto sociale e della mission del Committente - reiterate divergenze relative al progetto, rispetto alla Direzione, che determinano ritardi o inefficienze nella realizzazione del progetto. Nei casi di cui sopra, il Committente può recedere anticipatamente dal contratto, dandone motivata comunicazione scritta al Collaboratore, fatto salvo il pagamento dei compensi maturati fino al momento dell interruzione tenendo presente quanto stabilito al precedente art. 7, c). c. La collaborazione all estero può essere anticipatamente interrotta, anche senza obbligo di preavviso, in caso di comprovati ed oggettivi motivi di forza maggiore estranei al Committente. (Si può aggiungere che in questo caso sono a carico del Committente le obbligazioni di cui all art. 6 punto c) dell Accordo Collettivo ). può risolvere il contratto con comunicazione scritta e con un periodo di preavviso di. (60 giorni per i moduli funzionali 3 e 4; 90 giorni per i moduli funzionali 1 e 2) (può essere limitato ai soli progetti all estero). ha diritto a complessivi 30 giorni di calendario nell arco dell anno, riparametrati sulla base dell effettiva durata del rapporto di collaborazione, per recupero psicofisico (può essere limitato, come da Accordo collettivo, ai soli contratti superiori ai 4 mesi). 9. Sospensioni del rapporto In conformità con quanto disposto dall art. 66 del D.Lgs. 276/03 in caso di malattia, infortunio e maternità del Collaboratore, il rapporto contrattuale rimarrà sospeso senza erogazione e maturazione di corrispettivo per i periodi ivi indicati. Il Committente applicherà le clausole di migliore favore previste dal citato Accordo Collettivo. si impegna a comunicare al Committente tutte le informazioni necessarie per il corretto adempimento degli obblighi fiscali e previdenziali. 10. Clausola di rinvio Per tutto quanto non espressamente previsto nel presente contratto si rinvia all Accordo Collettivo stipulato tra le Associazioni delle Ong e le Organizzazioni sindacali e a quanto disposto dagli articoli 4

5 61 e seguenti del D.Lgs. 276/2003 e successive modifiche, nonché agli artt e seguenti del codice civile. Al presente contratto è allegata la descrizione del progetto affidato al Collaboratore (Allegato A). Letto, confermato, concordemente pattuito, accettato in tutte le sue parti. Luogo e data Il Committente Anche ai sensi e per gli effetti dell art c.c. le parti specificatamente approvano i seguenti articoli: 1. Progetto 4. Esclusiva 5. Svolgimento del rapporto, obblighi e facoltà 7. Compensi 8. Risoluzione e recesso 10. Clausola di rinvio Il Committente Con l'apposizione della firma, il Collaboratore esprime anche il consenso al trattamento dei propri dati personali (Legge 196/03) in favore dei soggetti coinvolti per la stesura del presente contratto, l'elaborazione e la liquidazione del compenso e l assolvimento degli obblighi fiscali e previdenziali. 5

6 ALLEGATO A al Contratto di collaborazione coordinata e continuativa a progetto tra... (Ong)..... e il Sig./Sig.a CF... PROGETTO Titolo:..... Descrizione del Progetto e conseguente attività affidata al Collaboratore: finalità, obiettivi (in modo preciso), attività, risultati, tempistica, verifiche: Le parti potranno altresì definire congiuntamente nuove attività che dovessero rendersi necessarie o utili per la buona e puntuale realizzazione del progetto. Paese: Località:.. Eventuale (Finanziatore:. Contratto n.: ) Durata: dal... al.. Organizzazione e coordinamento Il/i Referente/i del Committente, con cui il Collaboratore dovrà coordinarsi, sarà/saranno.... (nome, cognome e funzione). Luogo e Data. Il Committente 6

ACCORDO PER I COLLABORATORI DELLA CONFRATERNITA DI MISERICORDIA DI BORGO SAN LORENZO

ACCORDO PER I COLLABORATORI DELLA CONFRATERNITA DI MISERICORDIA DI BORGO SAN LORENZO ACCORDO PER I COLLABORATORI DELLA CONFRATERNITA DI MISERICORDIA DI BORGO SAN LORENZO Tra la Confraternita di Misericordia di Borgo San Lorenzo rappresentata dal Provveditore pro tempore Sig. Piero Dallai,

Dettagli

Testo documento base per il confronto sulla regolamentazione dei rapporti di collaborazione. Premessa

Testo documento base per il confronto sulla regolamentazione dei rapporti di collaborazione. Premessa Testo documento base per il confronto sulla regolamentazione dei rapporti di collaborazione Premessa Con il trasferimento del personale ATA dagli enti locali allo Stato in attuazione dell art. 8 della

Dettagli

COMMISSIONE DI CERTIFICAZIONE Viale Jacopo Berengario, 51 41121 Modena tel. +39 059.2056745/2 - fax. +39 059.2056743

COMMISSIONE DI CERTIFICAZIONE Viale Jacopo Berengario, 51 41121 Modena tel. +39 059.2056745/2 - fax. +39 059.2056743 CONTRATTO DI PRESTAZIONE D OPERA EX ARTT. 2222 E SS. C.C. La..., in persona del suo legale rappresentante, sig.., nato a.. ( ) il / /, con sede legale in. ( ), Via.., C.F. e P.IVA:.., di seguito denominata

Dettagli

Contratto di collaborazione professionale non subordinata di tipo a progetto

Contratto di collaborazione professionale non subordinata di tipo a progetto Contratto di collaborazione professionale non subordinata di tipo a progetto Tra la Cooperativa in persona del legale rappresentante pro tempore, con sede in via, tel. partita IVA (o codice fiscale) n

Dettagli

ACCORDO QUADRO PER LA REGOLAMENTAZIONE DEI RAPPORTI DI COLLABORAZIONE (D. Lgs. 276/2003)

ACCORDO QUADRO PER LA REGOLAMENTAZIONE DEI RAPPORTI DI COLLABORAZIONE (D. Lgs. 276/2003) ASSOCIAZIONE ONG ITALIANE NIDIL- CGIL AL AI- CISL CPO-UIL ACCORDO QUADRO PER LA REGOLAMENTAZIONE DEI RAPPORTI DI COLLABORAZIONE (D. Lgs. 276/2003) TRA l Associazione delle ONG Italiane rappresentata dal

Dettagli

PROVINCIA di MANTOVA DISCIPLINARE D INCARICO DI COLLABORAZIONE AUTONOMA per.. in esecuzione della Determinazione n. PREMESSO che:

PROVINCIA di MANTOVA DISCIPLINARE D INCARICO DI COLLABORAZIONE AUTONOMA per.. in esecuzione della Determinazione n. PREMESSO che: PROVINCIA di MANTOVA DISCIPLINARE D INCARICO DI COLLABORAZIONE AUTONOMA per.. in esecuzione della Determinazione n PREMESSO che: vista la Delibera di Giunta Provinciale n. 198 del 04/12/2008 recante: Modifiche

Dettagli

In ordine alla durata, si prendono in considerazione le due ipotesi previste dall art. 62, lett. a) del d. lgs. n. 276/2003.

In ordine alla durata, si prendono in considerazione le due ipotesi previste dall art. 62, lett. a) del d. lgs. n. 276/2003. Nota esplicativa dello schema di contratto a progetto Lo schema di contratto di collaborazione coordinata e continuativa a progetto prevede, nell ambito delle singole clausole, alcune soluzioni alternative

Dettagli

Quanto premesso è parte integrante del presente Accordo che si articola come segue:

Quanto premesso è parte integrante del presente Accordo che si articola come segue: Ipotesi di Accordo Quadro per la regolamentazione delle collaborazioni coordinate e continuative operanti all interno del Consorzio Bibliotecario Nord Ovest. Il giorno 19 0ttobre 2005 si sono incontrati:

Dettagli

REGOLAMENTO PER L AFFIDAMENTO DI INCARICHI DI LAVORO AUTONOMO

REGOLAMENTO PER L AFFIDAMENTO DI INCARICHI DI LAVORO AUTONOMO D.R. N. 688 DEL 10/12/2007 (sostituisce il testo emanato con D.R. n. 449 del 06/09/2007.) REGOLAMENTO PER L AFFIDAMENTO DI INCARICHI DI LAVORO AUTONOMO CAPO I Art. 1 1. Il presente regolamento disciplina

Dettagli

ART. 1 OGGETTO DELL APPALTO ART. 2 CORRISPETTIVO ART. 3 MODALITA ATTUATIVE 3. 3 EROGAZIONE E GESTIONE DELLE ATTIVITA FORMATIVE

ART. 1 OGGETTO DELL APPALTO ART. 2 CORRISPETTIVO ART. 3 MODALITA ATTUATIVE 3. 3 EROGAZIONE E GESTIONE DELLE ATTIVITA FORMATIVE CAPITOLATO D ONERI PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI FORMAZIONE IN MATERIA DI SICUREZZA NEI LUOGHI DI LAVORO PER IL PERSONALE DIPENDENTE DELLA PROVINCIA REGIONALE DI TRAPANI ART. 1 OGGETTO DELL APPALTO

Dettagli

Modello di contratto. Collaborazione coordinata e continuativa nella modalità a progetto

Modello di contratto. Collaborazione coordinata e continuativa nella modalità a progetto Modello di contratto Collaborazione coordinata e continuativa nella modalità a progetto MODELLO DI CONTRATTO DI COLLABORAZIONE COORDINATA E CONTINUATIVA NELLA MODALITÀ A PROGETTO... [Committente], in persona

Dettagli

DECRETO DEL DIRIGENTE DELLA PF ASSISTENZA OSPEDALIERA, EMERGENZA-URGENZA, RICERCA E FORMAZIONE N. 46/RAO DEL 27/11/2013 IL DIRIGENTE DELLA

DECRETO DEL DIRIGENTE DELLA PF ASSISTENZA OSPEDALIERA, EMERGENZA-URGENZA, RICERCA E FORMAZIONE N. 46/RAO DEL 27/11/2013 IL DIRIGENTE DELLA 1 DECRETO DEL DIRIGENTE DELLA PF ASSISTENZA OSPEDALIERA, EMERGENZA-URGENZA, RICERCA E FORMAZIONE N. 46/RAO DEL 27/11/2013 Oggetto: Progetto Europeo IROHLA - Conferimento incarico di Co.Co.Co. IL DIRIGENTE

Dettagli

..., di seguito denominato/a anche CONSULENTE. premesso che:

..., di seguito denominato/a anche CONSULENTE. premesso che: CONTRATTO DI PRESTAZIONE D OPERA INTELLETTUALE EX ART. 2230 C.C. La..., in persona del suo legale rappresentante, sig.., nato a.. ( ) il / /, con sede legale in. ( ), Via.., C.F. e P.IVA:.., di seguito

Dettagli

SCHEMA DISCIPLINARE INCARICO

SCHEMA DISCIPLINARE INCARICO 1 SCHEMA DISCIPLINARE INCARICO Allegato B) COMUNE DI TRIESTE N. Cod. Fisc. e Part. IVA 00210240321 Area Cultura e Sport Civici Musei di Storia ed Arte Rep./Racc. n Prot. n OGGETTO: Contratto di collaborazione

Dettagli

CONTRATTO DI PRESTAZIONE PROFESSIONALE

CONTRATTO DI PRESTAZIONE PROFESSIONALE CONTRATTO DI PRESTAZIONE PROFESSIONALE L'Università degli Studi di Parma con sede in Parma, via Università n. 12 codice fiscale n. 00308780345 rappresentata dal Direttore del Dipartimento/Centro o Preside

Dettagli

PROVINCIA DI BOLOGNA. tra

PROVINCIA DI BOLOGNA. tra PROVINCIA DI BOLOGNA Contratto di affidamento di incarico professionale alla dott.ssa Giorgia Mazzotti per l'adeguamento del sito internet turistico della Redazione Locale della Pianura Bolognese agli

Dettagli

ALLEGATO 1 ACCORDO PER LA REGOLAMENTAZIONE DEI RAPPORTI DI COLLABORAZIONE COORDINATA E CONTINUATIVA

ALLEGATO 1 ACCORDO PER LA REGOLAMENTAZIONE DEI RAPPORTI DI COLLABORAZIONE COORDINATA E CONTINUATIVA ALLEGATO 1 ACCORDO PER LA REGOLAMENTAZIONE DEI RAPPORTI DI COLLABORAZIONE COORDINATA E CONTINUATIVA Art. 1 Ambito di applicazione e professionalità coinvolte La presente intesa regola i contratti di collaborazione

Dettagli

L IMPRESA/ENTE/ASSOCIAZIONE/COOPERATIVA

L IMPRESA/ENTE/ASSOCIAZIONE/COOPERATIVA CONVENZIONE TRA : L AZIENDA SPECIALE CASA DI RIPOSO GALLAZZI-VISMARA E L IMPRESA/ENTE/ASSOCIAZIONE/COOPERATIVA PER IL TRASPORTO SANITARIO SEMPLICE RESO AGLI ASSISTITI DELL AZIENDA SPECIALE CASA DI RIPOSO

Dettagli

CONTRATTO DI PRESTAZIONE IN REGIME DI COLLABORAZIONE COORDINATA E CONTINUATIVA

CONTRATTO DI PRESTAZIONE IN REGIME DI COLLABORAZIONE COORDINATA E CONTINUATIVA CONTRATTO DI PRESTAZIONE IN REGIME DI COLLABORAZIONE COORDINATA E CONTINUATIVA L'Università degli Studi di Parma con sede in Parma, via Università n. 12 codice fiscale n. 00308780345 rappresentata dal

Dettagli

Il giorno del mese di dell anno 2011 nella sede della ASL RM/A, - via Ariosto 3/5, in esecuzione della deliberazione n.

Il giorno del mese di dell anno 2011 nella sede della ASL RM/A, - via Ariosto 3/5, in esecuzione della deliberazione n. C O N V E N Z I O N E PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA NON SANITARIA AGLI OSPITI DELLA STRUTTURA RESIDENZIALE A BASSA INTENSITA ASSISTENZIALE PER PAZIENTI PSICHIATRICI DEL 2 DISTRETTO DELLA

Dettagli

PROVINCIA DI MILANO DISCIPLINARE DI INCARICO. Atti n. 104280/15.4/2013/1 ***** TRA

PROVINCIA DI MILANO DISCIPLINARE DI INCARICO. Atti n. 104280/15.4/2013/1 ***** TRA PROVINCIA DI MILANO DISCIPLINARE DI INCARICO Atti n. 104280/15.4/2013/1 ***** TRA PROVINCIA DI MILANO con sede legale in Milano alla Via Vivaio n. 1 C.F. e P.IVA 02120090150 rappresentata ai sensi del

Dettagli

ACCORDO QUADRO PER LA REGOLAMENTAZIONE DEI RAPPORTI DI COLLABORAZIONE A PROGETTO e A PROGRAMMA

ACCORDO QUADRO PER LA REGOLAMENTAZIONE DEI RAPPORTI DI COLLABORAZIONE A PROGETTO e A PROGRAMMA ACCORDO QUADRO PER LA REGOLAMENTAZIONE DEI RAPPORTI DI COLLABORAZIONE A PROGETTO e A PROGRAMMA Tra la Direzione rappresentata dal Presidente Massimo Francalanci e dal Direttore Tiziano Cini e Alai CISL

Dettagli

DISCIPLINARE PER INCARICO PROFESSIONALE **********************************************************************

DISCIPLINARE PER INCARICO PROFESSIONALE ********************************************************************** DISCIPLINARE PER INCARICO PROFESSIONALE ********************************************************************** L anno..., addì... (...) mese di..., fra il Sig.... nato a il... cf:..., residenza... o società...

Dettagli

Il giorno del mese di dell anno 2011 nella sede della ASL RM/A, - via Ariosto 3/5, in esecuzione della deliberazione n.

Il giorno del mese di dell anno 2011 nella sede della ASL RM/A, - via Ariosto 3/5, in esecuzione della deliberazione n. C O N V E N Z I O N E PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA NON SANITARIA AGLI OSPITI DELLE STRUTTURE RESIDENZIALI A BASSA INTENSITA ASSISTENZIALE PER PAZIENTI PSICHIATRICI DEL 1 DISTRETTO DELLA

Dettagli

)2*/,2&21',=,21, $33$/72 3(5 / $)),'$0(172 '(/ 6(59,=,2 ', 6200,1,675$=,21( ', /$9252 $ 7(50,1(

)2*/,2&21',=,21, $33$/72 3(5 / $)),'$0(172 '(/ 6(59,=,2 ', 6200,1,675$=,21( ', /$9252 $ 7(50,1( )2*/,2&21',=,21, $33$/72 3(5 / $)),'$0(172 '(/ 6(59,=,2 ', 6200,1,675$=,21( ', /$9252 $ 7(50,1( ART.1 OGGETTO Il presente appalto ha ad oggetto il servizio di somministrazione di lavoratori a termine,

Dettagli

Servizio di somministrazione lavoro temporaneo

Servizio di somministrazione lavoro temporaneo CAMERA DI COMMERCIO DI ORISTANO AFFIDAMENTO Servizio di somministrazione lavoro temporaneo Capitolato prestazionale - Indice Art. 1 Art. 2 Art. 3 Art. 4 Art. 5 Art. 6 Art. 7 Art. 8 Art. 9 Art. 10 Art.

Dettagli

LETTERA D INCARICO D AGENZIA. in persona del suo legale rappresentante pro-tempore con sede in. (di seguito denominata PREPONENTE) o

LETTERA D INCARICO D AGENZIA. in persona del suo legale rappresentante pro-tempore con sede in. (di seguito denominata PREPONENTE) o LETTERA D INCARICO D AGENZIA Tra le seguenti parti: in persona del suo legale rappresentante pro-tempore con sede in (di seguito denominata PREPONENTE) o E P.IVA: (di seguito denominato AGENTE) l agente

Dettagli

ART. 1 - OGGETTO DELL INCARICO

ART. 1 - OGGETTO DELL INCARICO DISCIPLINARE RELATIVO AL CONTRATTO TRA IL COMUNE DI FORLI E IL SIG PER INCARICO PROFESSIONALE DI MEDIATORE FAMILIARE PRESSO IL CENTRO FAMIGLIE DEL COMUNE DI FORLI ART. 1 - OGGETTO DELL INCARICO 1. Il Comune

Dettagli

C I R C O L A R E. Adempimenti per attuazione Accordo quadro sui Contratti di Collaborazione Coordinata Continuativa (CO.CO.CO.)

C I R C O L A R E. Adempimenti per attuazione Accordo quadro sui Contratti di Collaborazione Coordinata Continuativa (CO.CO.CO.) COMUNE DI FERRARA Città Patrimonio dell Umanità SETTORE AFFARI ISTITUZIONALI SETTORE SVILUPPO ORGANIZZATIVO C I R C O L A R E OGGETTO: Adempimenti per attuazione Accordo quadro sui Contratti di Collaborazione

Dettagli

Regolamento interno della Kim Forniture Scout s.c.r.l.

Regolamento interno della Kim Forniture Scout s.c.r.l. Regolamento interno della Kim Forniture Scout s.c.r.l. Prima parte Premessa 1. Il presente regolamento interno - E stato approvato dall assemblea della cooperativa in data 21 maggio 2003 ai sensi dell

Dettagli

CONTRATTO DI PROCCACCIATORE D AFFARI

CONTRATTO DI PROCCACCIATORE D AFFARI CONTRATTO DI PROCCACCIATORE D AFFARI Tra - la società ProfessionalVideo con sede legale in Empoli Via Cantini 14 P. IVA P.I. 06022880485 in persona del suo rappresentante legale Gian Paolo Dara, di seguito

Dettagli

CONTRATTO DI COLLABORAZIONE AUTONOMA PER LO SVOLGIMENTO DI UN SUPPORTO TECNICO SPECIALISTICO DI TIPO

CONTRATTO DI COLLABORAZIONE AUTONOMA PER LO SVOLGIMENTO DI UN SUPPORTO TECNICO SPECIALISTICO DI TIPO Reg. Inc. n. Pordenone, lì CONTRATTO DI COLLABORAZIONE AUTONOMA PER LO SVOLGIMENTO DI UN SUPPORTO TECNICO SPECIALISTICO DI TIPO INFORMATICO ALL ATTIVITÀ DI ESTRAPOLAZIONE, ELABORAZIONE E MONITORAGGIO STATISTICO

Dettagli

ISTITUTO NAZIONALE PREVIDENZA SOCIALE Direzione Centrale Risorse Strumentali CENTRALE ACQUISTI. Allegato 1-bis al Disciplinare di Gara

ISTITUTO NAZIONALE PREVIDENZA SOCIALE Direzione Centrale Risorse Strumentali CENTRALE ACQUISTI. Allegato 1-bis al Disciplinare di Gara Istituto Nazionale Previdenza Sociale ISTITUTO NAZIONALE PREVIDENZA SOCIALE Direzione Centrale Risorse Strumentali CENTRALE ACQUISTI Allegato 1-bis al Disciplinare di Gara ALLEGATO AL CONTRATTO ATTO DI

Dettagli

COMUNE DI PRATO SERVIZIO PROMOZIONE ECONOMICA E POLITICHE EUROPEE SCHEMA DI DISCIPLINARE DI INCARICO

COMUNE DI PRATO SERVIZIO PROMOZIONE ECONOMICA E POLITICHE EUROPEE SCHEMA DI DISCIPLINARE DI INCARICO Allegato B Schema di disciplinare di incarico COMUNE DI PRATO SERVIZIO PROMOZIONE ECONOMICA E POLITICHE EUROPEE SCHEMA DI DISCIPLINARE DI INCARICO OGGETTO: SERVIZIO DI JUNIOR PROJECT OFFICER PER IL PROGETTO

Dettagli

DISCIPLINARE D INCARICO LIBERO PROFESSIONALE PER EFFETTUAZIONE DI GUARDIE INTERDIVISIONALI PRESSO LO STABILIMENTO OSPEDALIERO DI ORZINUOVI.

DISCIPLINARE D INCARICO LIBERO PROFESSIONALE PER EFFETTUAZIONE DI GUARDIE INTERDIVISIONALI PRESSO LO STABILIMENTO OSPEDALIERO DI ORZINUOVI. Allegato A alla Deliberazione n. del DISCIPLINARE D INCARICO LIBERO PROFESSIONALE PER EFFETTUAZIONE DI GUARDIE INTERDIVISIONALI PRESSO LO STABILIMENTO OSPEDALIERO DI ORZINUOVI. Tra l AZIENDA OSPEDALIERA

Dettagli

Regolamento per l'affidamento di incarichi individuali con contratti di lavoro autonomo, di natura occasionale o coordinata e continuativa

Regolamento per l'affidamento di incarichi individuali con contratti di lavoro autonomo, di natura occasionale o coordinata e continuativa Regolamento per l'affidamento di incarichi individuali con contratti di lavoro autonomo, di natura occasionale o coordinata e continuativa Appendice al vigente Regolamento sull'ordinamento degli uffici

Dettagli

Regolamento per l affidamento di incarichi di collaborazione autonoma

Regolamento per l affidamento di incarichi di collaborazione autonoma Regolamento per l affidamento di incarichi di collaborazione autonoma art. 3 commi 55, 56 e 57 Legge 244/2007 come modificata dall art. 46 del D.L. 25/06/2008, n 112 (convertito con legge n.133/2008) e

Dettagli

GUIDA AL NUOVO LAVORO A PROGETTO

GUIDA AL NUOVO LAVORO A PROGETTO Associazione Nazionale Consulenti del Lavoro Riforma del Mercato del Lavoro Legge 92/2012 GUIDA AL NUOVO LAVORO A PROGETTO DI RENZO LA COSTA LUGLIO 2012 Il nuovo lavoro a progetto 1 Il contratto di lavoro

Dettagli

In esecuzione della Determinazione Dirigenziale n.. del SI CONVIENE E SI STIPULA QUANTO SEGUE

In esecuzione della Determinazione Dirigenziale n.. del SI CONVIENE E SI STIPULA QUANTO SEGUE ALLEGATO B) all Avviso Schema di CONVENZIONE TRA COMUNE DI FORLì E ASSOCIAZIONE DI (VOLONTARIATO /PROMOZIONE SOCIALE) (nome). PER L ATTUAZIONE DEL PROGETTO CRESCERE NEL CENTRO PREMESSO - che l Amministrazione

Dettagli

tra Premessa Il presente Accordo si propone, quindi, di regolamentare tale attività, con le seguenti finalità :

tra Premessa Il presente Accordo si propone, quindi, di regolamentare tale attività, con le seguenti finalità : Accordo collettivo per la disciplina delle collaborazioni a progetto nelle attività di vendita di beni e servizi e di recupero crediti realizzati attraverso call center outbound, stipulato con riferimento

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEGLI INCARICHI DI LAVORO AUTONOMO. Politecnico di Bari

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEGLI INCARICHI DI LAVORO AUTONOMO. Politecnico di Bari REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEGLI INCARICHI DI LAVORO AUTONOMO Politecnico di Bari Decreto di emanazione D.R. n. 311 del 27/07/2007 POLITECNICO DI BARI Direzione Affari Istituzionali e Legali D.R. n.311

Dettagli

ACCORDO QUADRO PER LA REGOLAMENTAZIONE DEI RAPPORTI DI COLLABORAZIONE A PROGETTO

ACCORDO QUADRO PER LA REGOLAMENTAZIONE DEI RAPPORTI DI COLLABORAZIONE A PROGETTO ACCORDO QUADRO PER LA REGOLAMENTAZIONE DEI RAPPORTI DI COLLABORAZIONE A PROGETTO Tra CS&L Consorzio Sociale s.c.a r.l., con sede in Cavenago Brianza, strada Comunale Basiano Cavenago, rappresentata dal

Dettagli

cooperativa sociale... per la fornitura dei servizi culturali (distribuzione, prestito e assistenza al pubblico) per le sedi del Servizio;

cooperativa sociale... per la fornitura dei servizi culturali (distribuzione, prestito e assistenza al pubblico) per le sedi del Servizio; ALLEGATO A SCHEMA DI CONVENZIONE OGGETTO: Convenzione tra Il Comune di Trieste Servizio Biblioteche Civiche e la cooperativa sociale.... per la fornitura dei servizi culturali (distribuzione, prestito

Dettagli

CONTRATTO DI LAVORO A PROGETTO (ai sensi del D. L.vo n.276/2003)

CONTRATTO DI LAVORO A PROGETTO (ai sensi del D. L.vo n.276/2003) CONTRATTO DI LAVORO A PROGETTO (ai sensi del D. L.vo n.276/2003) tra l Azienda Speciale della Camera di commercio di Grosseto COAP Centro di Orientamento ed Aggiornamento professionale, con sede in Grosseto,

Dettagli

REGOLAMENTO INTERNO DELLA COOPERATIVA SOCIALE A R. L. LA FENICE. Prima Parte

REGOLAMENTO INTERNO DELLA COOPERATIVA SOCIALE A R. L. LA FENICE. Prima Parte REGOLAMENTO INTERNO DELLA COOPERATIVA SOCIALE A R. L. LA FENICE Premessa Prima Parte 1. Il presente regolamento interno - E stato approvato dall assemblea della cooperativa in data 20 maggio 2003 ai sensi

Dettagli

PROVINCIA DI ROMA Servizio I Gestione dei rifiuti Dipartimento IV Servizi di tutela ambientali. c.vesselli@provincia.roma.it

PROVINCIA DI ROMA Servizio I Gestione dei rifiuti Dipartimento IV Servizi di tutela ambientali. c.vesselli@provincia.roma.it PROVINCIA DI ROMA Servizio I Gestione dei rifiuti Dipartimento IV Servizi di tutela ambientali c.vesselli@provincia.roma.it Protocollo interno del Servizio I N 36 del 24/10/2007 UFFICIO DETERMINAZIONI

Dettagli

ACCORDO QUADRO PER LA REGOLAMENTAZIONE DEI RAPPORTI DI COLLABORAZIONE (D. Lgs. 276/2003)

ACCORDO QUADRO PER LA REGOLAMENTAZIONE DEI RAPPORTI DI COLLABORAZIONE (D. Lgs. 276/2003) ASSOCIAZIONE ONG ITALIANE ALAI-CISL CPO-UIL NIDIL-CGIL ACCORDO QUADRO PER LA REGOLAMENTAZIONE DEI RAPPORTI DI COLLABORAZIONE (D. Lgs. 276/2003) TRA l Associazione delle ONG Italiane rappresentata dal presidente

Dettagli

DISCIPLINARE DI INCARICO

DISCIPLINARE DI INCARICO Regione Autonoma Friuli - Venezia Giulia ENTE PARCO NATURALE DELLE PREALPI GIULIE DISCIPLINARE DI INCARICO PER IL C OORDINAMENTO DELLA SICUREZZA IN F ASE DI ESECUZI ONE, PER I LAVORI DI REALIZZAZI ONE

Dettagli

TRA. Eventidea agency s.r.l. INDICE

TRA. Eventidea agency s.r.l. INDICE CONTRATTO DI LAVORO OCCASIONALE TRA Eventidea agency s.r.l. E.. INDICE 1. Premesse, definizioni e allegati 2. Oggetto 3. Modalità di esecuzione 4. Durata 5. Corrispettivo 6. Risoluzione per inadempimento

Dettagli

P R O V I N C I A D I U D I N E P R O V I N C I E DI U D I N

P R O V I N C I A D I U D I N E P R O V I N C I E DI U D I N ALLEGATO (A) P R O V I N C I A D I U D I N E P R O V I N C I E DI U D I N SCHEMA DI DISCIPLINARE PER IL CONFERIMENTO DELL INCARICO PER L ATTIVITA DI COORDINAMENTO, CURATELA SCIENTIFICA E COORDINAMENTO

Dettagli

Comune di Forlì Servizio ENTRATE TRIBUTARIE BILANCIO INVESTIMENTI

Comune di Forlì Servizio ENTRATE TRIBUTARIE BILANCIO INVESTIMENTI Racc. Contr / BOLLO ALLEGATO C Comune di Forlì Servizio ENTRATE TRIBUTARIE BILANCIO INVESTIMENTI Schema di A: c.f. p.iva LETTERA CONTRATTO PER AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA CONTABILE/FISCALE E

Dettagli

Modello di contratto. Somministrazione o staff leasing

Modello di contratto. Somministrazione o staff leasing Modello di contratto Somministrazione o staff leasing MODELLO DI CONTRATTO DI SOMMINISTRAZIONE O STAFF LEASING... [Somministratore], con sede legale in..., via..., n...., C.F...., partita IVA..., autorizzazione

Dettagli

TRA. La PROVINCIA DI BERGAMO rappresentata da.

TRA. La PROVINCIA DI BERGAMO rappresentata da. CONVENZIONE QUADRO PER LA SPERIMENTAZIONE DI UN MODELLO FINALIZZATO ALL INTEGRAZIONE NEL MERCATO DEL LAVORO DELLE PERSONE DISABILI CHE PRESENTINO PARTICOLARI DIFFICOLTA D INSERIMENTO NEL CICLO LAVORATIVO

Dettagli

A relazione del Presidente Chiamparino:

A relazione del Presidente Chiamparino: REGIONE PIEMONTE BU28 10/07/2014 Deliberazione della Giunta Regionale 20 giugno 2014, n. 1-1 Conferimento incarico di portavoce del Presidente della Giunta regionale alla dottoressa Alessandra Perera,

Dettagli

Contratto di diritto privato di lavoro autonomo per. collaborazione ad attività di ricerca ai sensi dell art. 22 della

Contratto di diritto privato di lavoro autonomo per. collaborazione ad attività di ricerca ai sensi dell art. 22 della UNIVERSITA DEGLI STUDI DI CAGLIARI Contratto di diritto privato di lavoro autonomo per collaborazione ad attività di ricerca ai sensi dell art. 22 della Legge 30.12.2010 n. 240 (Tipo B) Tra l Università

Dettagli

IPAB ISTITUTI FEMMINILI RIUNITI PROVVIDENZA E S. MARIA DEL LUME DISCIPLINARE D INCARICO PROFESSIONALE PER LO SVOLGIMENTO DELL ATTIVITA DI

IPAB ISTITUTI FEMMINILI RIUNITI PROVVIDENZA E S. MARIA DEL LUME DISCIPLINARE D INCARICO PROFESSIONALE PER LO SVOLGIMENTO DELL ATTIVITA DI IPAB ISTITUTI FEMMINILI RIUNITI PROVVIDENZA E S. MARIA DEL LUME DISCIPLINARE D INCARICO PROFESSIONALE PER LO SVOLGIMENTO DELL ATTIVITA DI Infermiere Professionale. NELLA FORMA LIBERO-PROFESSIONALE CON

Dettagli

SCHEMA DI CONTRATTO-TIPO

SCHEMA DI CONTRATTO-TIPO SCHEMA DI CONTRATTO-TIPO CONTRATTO DI APPALTO PRIVATO PER OPERE RELATIVE A IMMOBILI CIVILI Tra... d ora in avanti denominato il committente residente in. C.F... P. IVA - da una parte e.. d ora in avanti

Dettagli

CONTRATTO DI LAVORO SUBORDINATO DI TIPO PRIVATO A TEMPO DETERMINATO TRA

CONTRATTO DI LAVORO SUBORDINATO DI TIPO PRIVATO A TEMPO DETERMINATO TRA CONTRATTO DI LAVORO SUBORDINATO DI TIPO PRIVATO A TEMPO DETERMINATO REPERTORIO CONTRATTI n. /anno Prot. n. del In Firenze, il giorno TRA l UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI FIRENZE (C.F. ), in persona del Direttore

Dettagli

AREA VIII DISCIPLINA DEL MERCATO P.O. CONTRATTUALISTICA E CONCORRENZA CONTRATTO TIPO PER APPALTO DI SERVIZI DI PULIZIA PRESSO I CONDOMINI

AREA VIII DISCIPLINA DEL MERCATO P.O. CONTRATTUALISTICA E CONCORRENZA CONTRATTO TIPO PER APPALTO DI SERVIZI DI PULIZIA PRESSO I CONDOMINI AREA VIII DISCIPLINA DEL MERCATO P.O. CONTRATTUALISTICA E CONCORRENZA CONTRATTO TIPO PER APPALTO DI SERVIZI DI PULIZIA PRESSO I CONDOMINI 1 CONTRATTO PER APPALTO DEI SERVIZI DI PULIZIA TRA Il Condominio

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DI BORSE DI STUDIO

REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DI BORSE DI STUDIO REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DI BORSE DI STUDIO INDICE Art. 1 PREMESSA Art. 2 ISTITUZIONE Art. 3 MODALITA DI ASSEGNAZIONE DELLE BORSE DI STUDIO Art. 4 DURATA DELLA BORSA DI STUDIO Art. 5 OBBLIGHI DEL

Dettagli

CIG Z8914864FB. Tra. TUTTI CON POTERI DI FIRMA E RAPPRESENTANZA (ambedue di seguito congiuntamente denominate le Parti) PREMESSO

CIG Z8914864FB. Tra. TUTTI CON POTERI DI FIRMA E RAPPRESENTANZA (ambedue di seguito congiuntamente denominate le Parti) PREMESSO CONTRATTO per il conferimento presso l impianto di cremazione del Comune di Mantova delle salme giacenti e già programmate in ingresso presso il Polo della Cremazione del Comune di Cremona, in caso di

Dettagli

tra: titolare della concessione per n con sede in via n Partita IVA/Codice Fiscale rappresentata dal signor di seguito denominata Titolare di Sistema

tra: titolare della concessione per n con sede in via n Partita IVA/Codice Fiscale rappresentata dal signor di seguito denominata Titolare di Sistema La società Contratto per l affidamento dell attività di commercializzazione ai sensi del decreto del direttore generale dell Amministrazione autonoma dei monopoli di Stato in data 21 marzo 2006 tra: titolare

Dettagli

Allegato alla deliberazione n. del composto da n. 6 fogli

Allegato alla deliberazione n. del composto da n. 6 fogli Allegato alla deliberazione n. del composto da n. 6 fogli CONVENZIONE TRA L A.S.L. DI COMO E ADDA SOCCORSO EMERGENZA & SERVIZI PER IL TRASPORTO DI SOGGETTI NEFROPATICI SOTTOPOSTI A TRATTAMENTO DIALITICO

Dettagli

CONTRATTO DI LAVORO AUTONOMO IN REGIME DI COLLABORAZIONE A PROGETTO D. Lgs. 276/03, artt. 61-69 TRA

CONTRATTO DI LAVORO AUTONOMO IN REGIME DI COLLABORAZIONE A PROGETTO D. Lgs. 276/03, artt. 61-69 TRA CONTRATTO DI LAVORO AUTONOMO IN REGIME DI COLLABORAZIONE A PROGETTO D. Lgs. 276/03, artt. 61-69 TRA Il Consorzio Nazionale Interuniversitario per le Scienze del Mare, di seguito indicato come CoNISMa,

Dettagli

CONTRATTO DI COLLABORAZIONE COORDINATA E CONTINUATIVA A PROGETTO (ex D.Lgs. nr. 276/2003 così come modifato dalla Legge N.92/2012)

CONTRATTO DI COLLABORAZIONE COORDINATA E CONTINUATIVA A PROGETTO (ex D.Lgs. nr. 276/2003 così come modifato dalla Legge N.92/2012) CONTRATTO DI COLLABORAZIONE COORDINATA E CONTINUATIVA A PROGETTO (ex D.Lgs. nr. 276/2003 così come modifato dalla Legge N.92/2012) Tra le sottoscritte parti: denominazione azienda con Sede legale a e Sede

Dettagli

CONTRATTO DI COLLABORAZIONE A PROGETTO

CONTRATTO DI COLLABORAZIONE A PROGETTO CONTRATTO DI COLLABORAZIONE A PROGETTO AVVERTENZE PER LA REDAZIONE 1. La bozza di contratto proposta è da utilizzare come linea guida, potrà essere integrata e/o ridotta in funzione alle specifiche necessità.

Dettagli

DETERMINAZIONI DEL DIRETTORE. Determinazione n. 106

DETERMINAZIONI DEL DIRETTORE. Determinazione n. 106 O P E R A R O M A N I (Azienda Pubblica di Servizi alla Persona) Via Roma, 21 38060 - NOMI (TN) Costituita ai sensi della L.R. 21 settembre 2005, n. 7. DETERMINAZIONI DEL DIRETTORE Determinazione n. 106

Dettagli

Lettera di incarico professionale. Scrittura privata avente ad oggetto il conferimento dell incarico professionale

Lettera di incarico professionale. Scrittura privata avente ad oggetto il conferimento dell incarico professionale Lettera di incarico professionale Scrittura privata avente ad oggetto il conferimento dell incarico professionale L associazione culturale HARMONIA NOVISSIMA con sede legale in Avezzano (AQ) via Mons.

Dettagli

TRA LE PARTI PREMESSO

TRA LE PARTI PREMESSO CONVENZIONE PER L AFFIDAMENTO ALLA COOPERATIVA SOCIALE CASA BIANCA DELLA REALIZZAZIONE DI PROGETTI DI INSERIMENTO-REINSERIMENTO LAVORATIVO, DI AFFIANCAMENTO E SUPPORTO EDUCATIVO A FAVORE DI UTENTI SEGUITI

Dettagli

CONTRATTO DI COLLABORAZIONE COORDINATA E CONTINUATIVA.

CONTRATTO DI COLLABORAZIONE COORDINATA E CONTINUATIVA. FAC-SIMILE DI CONTRATTO DI COLLABORAZIONE COORDINATA E CONTINUATIVA (A PROGRAMMA) ELABORATO SULLA BASE DELL ART. 9 DELL ACCORDO ECONOMICO COLLETTIVO PER GLI ADDETTI AL TOTALIZZATORE, INGRESSI E SS.VV.

Dettagli

L anno il giorno del mese di in una sala del Comune di Trieste.

L anno il giorno del mese di in una sala del Comune di Trieste. COMUNE DI TRIESTE N. Cod. Fisc. e Part. IVA 00210240321 Rep. n Area Risorse Economiche-Finanziarie e di Sviluppo Economico Prot. n OGGETTO: Affidamento servizio di assistenza tecnica in relazione alla

Dettagli

CONVENZIONE. Il giorno VENTINOVE del mese di DICEMBRE dell anno DUEMILANOVE in Corvino San Quirico TRA

CONVENZIONE. Il giorno VENTINOVE del mese di DICEMBRE dell anno DUEMILANOVE in Corvino San Quirico TRA CONVENZIONE Il giorno VENTINOVE del mese di DICEMBRE dell anno DUEMILANOVE in Corvino San Quirico TRA L Amministrazione comunale di Corvino San Quirico (PV) C.F. 0046037018 di seguito indicata come il

Dettagli

Art. 1 - OGGETTO DELL INCARICO

Art. 1 - OGGETTO DELL INCARICO CAPITOLATO SPECIALE PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI BROKERAGGIO ASSICURATIVO DELL AZIENDA PROVINCIALE PER I SERVIZI SANITARI DELLA PROVINCIA DI TRENTO Art. 1 - OGGETTO DELL INCARICO Il servizio ha per

Dettagli

SI CONVIENE E SI STIPULA LA SEGUENTE CONVENZIONE. Art.1 Premesse e Allegati

SI CONVIENE E SI STIPULA LA SEGUENTE CONVENZIONE. Art.1 Premesse e Allegati CONVENZIONE ASSICURATIVA TRA AUSER Associazione per l autogestione dei servizi e la solidarietà ONLUS - C.F. 97067460580 con sede in Via Nizza, 154-00198 ROMA rappresentata dal Presidente nazionale, Sig.

Dettagli

Il Consiglio di Istituto

Il Consiglio di Istituto Prot. n. 442/C10a del 03/02/2015 Regolamento per la Disciplina degli incarichi agli Esperti Esterni approvato con delibera n.7 del 9 ottobre 2013- verbale n.2 Visti gli artt.8 e 9 del DPR n275 del 8/3/99

Dettagli

CONTRATTO DI LAVORO A PROGETTO (ai sensi del D. L.vo n.276/2003)

CONTRATTO DI LAVORO A PROGETTO (ai sensi del D. L.vo n.276/2003) CONTRATTO DI LAVORO A PROGETTO (ai sensi del D. L.vo n.276/2003) tra l Azienda Speciale della Camera di commercio di Grosseto COAP Centro di Orientamento ed Aggiornamento professionale, con sede in Grosseto,

Dettagli

REGIONE PIEMONTE AZIENDA OSPEDALIERA. SS. ANTONIO E BIAGIO - C. ARRIGO di ALESSANDRIA CONVENZIONE PER L ESECUZIONE DEL SERVIZIO DI ANIMAZIONE

REGIONE PIEMONTE AZIENDA OSPEDALIERA. SS. ANTONIO E BIAGIO - C. ARRIGO di ALESSANDRIA CONVENZIONE PER L ESECUZIONE DEL SERVIZIO DI ANIMAZIONE REGIONE PIEMONTE AZIENDA OSPEDALIERA SS. ANTONIO E BIAGIO - C. ARRIGO di ALESSANDRIA CONVENZIONE PER L ESECUZIONE DEL SERVIZIO DI ANIMAZIONE NELL AREA BIMBI PRESSO IL PRESIDIO OSPEDALIERO SS. ANTO- NIO

Dettagli

ALLEGATO B CAPITOLATO TECNICO. relativo alla

ALLEGATO B CAPITOLATO TECNICO. relativo alla ALLEGATO B CAPITOLATO TECNICO relativo alla Procedura selettiva n. 238/2014 ai sensi dell art. 125 comma 11 del D.Lgs. n.163/2006 per l affidamento del servizio di consulenza ed assistenza di carattere

Dettagli

FORNITURA BUONI PASTO. L anno 2012, il giorno del mese di, TRA

FORNITURA BUONI PASTO. L anno 2012, il giorno del mese di, TRA Contratto n. /2012 FORNITURA BUONI PASTO L anno 2012, il giorno del mese di, TRA.. con sede legale in vi., partita IVA, in persona del legale rappresentante., in seguito denominata Committente E con sede

Dettagli

CONSORZIO PUBBLICO DI FUNZIONI ZONA VALDERA Provincia di Pisa. Determinazione n 22 del 24/02/2010

CONSORZIO PUBBLICO DI FUNZIONI ZONA VALDERA Provincia di Pisa. Determinazione n 22 del 24/02/2010 Comuni di Bientina, Buti, Calcinaia, Capannoli, Casciana Terme, Chianni, Crespina, Lajatico, Lari, Palaia, Peccioli, Ponsacco, Pontedera, S. Maria a Monte, Terricciola e Azienda USL n.5 Ufficio della Direzione

Dettagli

AZIENDA U.L.S.S. N. 16 DI PADOVA

AZIENDA U.L.S.S. N. 16 DI PADOVA REGIONE DEL VENETO AZIENDA U.L.S.S. N. 16 DI PADOVA DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE n. 890 del 21/11/2012 OGGETTO: Avviso di procedura comparativa per l'assegnazione di una collaborazione occasionale

Dettagli

RICHIESTA DI ATTIVAZIONE CLIENTE SOGGETTO PRODUTTORE DEI DOCUMENTI 1 DATI DEL DISTRIBUTORE

RICHIESTA DI ATTIVAZIONE CLIENTE SOGGETTO PRODUTTORE DEI DOCUMENTI 1 DATI DEL DISTRIBUTORE SERVIZIO DI FORMAZIONE E CONSERVAZIONE DIGITALE A NORMA RICHIESTA DI ATTIVAZIONE CLIENTE SOGGETTO PRODUTTORE DEI DOCUMENTI 1 DATI DEL DISTRIBUTORE Denominazione/Ragione sociale AXIOS ITALIA SERVICE S.R.L.

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO SERVIZIO INDAGINI FINANZIARIE

CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO SERVIZIO INDAGINI FINANZIARIE DEFINIZIONI Ai fini del presente contratto si intende per: - Contratto : denominato anche Contratto per l uso del Servizio Indagini Finanziarie indica le presenti Condizioni Generali di Contratto, la Richiesta

Dettagli

CONVENZIONE PER IL TRASPORTO SOCIALE DI SOGGETTI HANDICAPPATI OSPITI DEI CENTRI DIURNI

CONVENZIONE PER IL TRASPORTO SOCIALE DI SOGGETTI HANDICAPPATI OSPITI DEI CENTRI DIURNI CONVENZIONE PER IL TRASPORTO SOCIALE DI SOGGETTI HANDICAPPATI OSPITI DEI CENTRI DIURNI Premesso che l Istituzione per i Servizi alla Persona del Comune di Livorno interviene per garantire il trasporto

Dettagli

ZAPPULLA Servizi Assicurativi

ZAPPULLA Servizi Assicurativi ZAPPULLA Servizi Assicurativi CONTRATTO D INCARICO RILASCIATO A Il Sig....nato il... a...(...) e residente a... in Via......n... Codice Fiscale... Partita Iva... riconosciuto con Carta Identità N... rilasciata

Dettagli

Il lavoro autonomo coordinato *** Il lavoro occasionale

Il lavoro autonomo coordinato *** Il lavoro occasionale Il lavoro autonomo coordinato *** Il lavoro occasionale Il lavoro autonomo coordinato Lavoro autonomo / Lavoro subordinato Lavoro autonomo (art. 2222 cod. civ.) Quando una persona si obbliga a compiere

Dettagli

CONTRATTO DI COLLABORAZIONE A PROGETTO Con la presente scrittura privata, redatta in tre esemplari, di cui uno, in caso d uso, sarà depositato

CONTRATTO DI COLLABORAZIONE A PROGETTO Con la presente scrittura privata, redatta in tre esemplari, di cui uno, in caso d uso, sarà depositato CONTRATTO DI COLLABORAZIONE A PROGETTO Con la presente scrittura privata, redatta in tre esemplari, di cui uno, in caso d uso, sarà depositato presso il competente Ufficio del registro di Bologna che ne

Dettagli

COMUNE DI PRATO SERVIZIO PROMOZIONE ECONOMICA E POLITICHE EUROPEE SCHEMA DI DISCIPLINARE DI INCARICO

COMUNE DI PRATO SERVIZIO PROMOZIONE ECONOMICA E POLITICHE EUROPEE SCHEMA DI DISCIPLINARE DI INCARICO Allegato B Schema di disciplinare di incarico COMUNE DI PRATO SERVIZIO PROMOZIONE ECONOMICA E POLITICHE EUROPEE SCHEMA DI DISCIPLINARE DI INCARICO OGGETTO: SERVIZIO DI PROJECT MANAGER PER IL PROGETTO EUROPEO

Dettagli

CONTRATTO DI COLLABORAZIONE COORDINATA E CONTINUATIVA

CONTRATTO DI COLLABORAZIONE COORDINATA E CONTINUATIVA CONTRATTO DI COLLABORAZIONE COORDINATA E CONTINUATIVA (LAVORO A PROGETTO) Tra le sotto indicate Parti: La Società.. srl, costituita ai sensi della Legge italiana con sede a Milano in via., C.F. e P. IVA.,

Dettagli

CASA DI RIPOSO LASCITO ING. G. DESTEFANIS FRONT

CASA DI RIPOSO LASCITO ING. G. DESTEFANIS FRONT CASA DI RIPOSO LASCITO ING. G. DESTEFANIS FRONT Via Destefanis n. 68 10070 FRONT TO IN ORIGINALE FIRMATO DETERMINAZIONE DEL COMMISSARIO STRAORDINARIO N. 43 DEL 11.10.2013 Oggetto: AFFIDAMENTO INCARICO

Dettagli

Bando di selezione per il conferimento di un incarico di consulenza specialistica

Bando di selezione per il conferimento di un incarico di consulenza specialistica Bando di selezione per il conferimento di un incarico di consulenza specialistica E indetta una selezione per il conferimento di n. 1 (uno) incarico di consulenza specialistica per l individuazione delle

Dettagli

Capitolato per il servizio di consulenza e brokeraggio assicurativo dell Università degli Studi di Camerino. Codice CIG: 03477181F8

Capitolato per il servizio di consulenza e brokeraggio assicurativo dell Università degli Studi di Camerino. Codice CIG: 03477181F8 ALLEGATO 2 Capitolato per il servizio di consulenza e brokeraggio assicurativo dell Università degli Studi di Camerino Codice CIG: 03477181F8 ART. 1 - OGGETTO DELL APPALTO E CARATTERISTICHE DEL SERVIZIO

Dettagli

Scheda approfondita LAVORO A PROGETTO

Scheda approfondita LAVORO A PROGETTO Scheda approfondita LAVORO A PROGETTO Nozione Finalità Ambito soggettivo di applicazione Legenda Contenuto Precisazioni Riferimenti normativi Ambito oggettivo di applicazione Forma Durata Trattamento economico

Dettagli

CONTRATTO DI LAVORO AUTONOMO PROFESSIONALE Sottoscritto in data da e tra

CONTRATTO DI LAVORO AUTONOMO PROFESSIONALE Sottoscritto in data da e tra CONTRATTO DI LAVORO AUTONOMO PROFESSIONALE Sottoscritto in data da e tra Università di Trento con sede in Trento, Via Belenzani n. 12, codice fiscale e partita IVA 00340520220, rappresentata dal dr. nato

Dettagli

PIANO FAMIGLIE SOSPENSIONE MUTUI AVVISO ALLA CLIENTELA

PIANO FAMIGLIE SOSPENSIONE MUTUI AVVISO ALLA CLIENTELA PIANO FAMIGLIE SOSPENSIONE MUTUI AVVISO ALLA CLIENTELA Si avvisa la gentile clientela che questa Banca ha aderito all Accordo tra ABI e associazioni dei consumatori per la sospensione (per 12 mesi) dei

Dettagli

Procedure di conferimento degli incarichi professionali

Procedure di conferimento degli incarichi professionali Regolamento sull'ordinamento degli uffici e dei servizi Parte II Procedure di conferimento degli incarichi professionali Approvato con delibera della Giunta dell Unione di Comuni n. 88 del 23/10/2012 Modificato

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE ESTERNA. Art. 1 Oggetto

REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE ESTERNA. Art. 1 Oggetto REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE ESTERNA Art. 1 Oggetto 1. Il presente Regolamento disciplina l affidamento di incarichi a personale esterno all Ateneo così come previsto

Dettagli

TRA LE PARTI. E Affidatario: Cooperativa sociale... nella persona... nato a.. il... e residente in.. via n. Codice Fiscale...

TRA LE PARTI. E Affidatario: Cooperativa sociale... nella persona... nato a.. il... e residente in.. via n. Codice Fiscale... COMUNE DI DOLO Provincia di Venezia Settore Servizi Sociali 30031, Via Cairoli n.39 041.5121911 Fax 041.410665 www.provincia.venezia.it/comune.dolo e-mail comune.dolo@provincia.venezia.it P.IVA 00655760270

Dettagli

CONVENZIONE QUADRO. le ASSOCIAZIONI DI RAPPRESENTANZA ASSISTENZA E TUTELA DELLE COOPERATIVE SOCIALI ed i CONSORZI:

CONVENZIONE QUADRO. le ASSOCIAZIONI DI RAPPRESENTANZA ASSISTENZA E TUTELA DELLE COOPERATIVE SOCIALI ed i CONSORZI: CONVENZIONE QUADRO per la stipula di convenzioni finalizzate all integrazione nel mercato del lavoro delle persone disabili che presentino particolari difficoltà d inserimento nel ciclo lavorativo ordinario

Dettagli

Istituto Comprensivo Scuola dell Infanzia, Primaria e Secondaria I Grado 86048 SANT ELIA A PIANISI (CB)

Istituto Comprensivo Scuola dell Infanzia, Primaria e Secondaria I Grado 86048 SANT ELIA A PIANISI (CB) Prot. n. 2672 A/3 Istituto Comprensivo CONTRATTO DI PRESTAZIONE D OPERA IN REGIME DI LAVORO AUTONOMO TRA l Istituto Comprensivo Statale di Sant Elia a Pianisi, di seguito indicato come Istituto, codice

Dettagli