COMUNE DI RUSSI Venerdì, 08 maggio 2015

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "COMUNE DI RUSSI Venerdì, 08 maggio 2015"

Transcript

1 COMUNE DI RUSSI Venerdì, 08 maggio 2015

2 COMUNE DI RUSSI Venerdì, 08 maggio 2015 Prime Pagine 08/05/2015 Prima Pagina Il Resto del Carlino (ed. Ravenna) 1 Ambiente 08/05/2015 La Voce di Romagna Pagina 3 Onde e cemento si portano via la Riviera 2 Cultura e Turismo 08/05/2015 La Voce di Romagna Pagina 35 CorteTeatro Tra finzione e realtà l' arte della Compagnia di San... 4 Economia e Lavoro 08/05/2015 Il Resto del Carlino (ed. Ravenna) Pagina 24 Inaugurato a Milano l' Italian Makers village 5 08/05/2015 Il Sole 24 Ore Pagina 22 Marco Ludovico Incentivi ai Comuni che ospitano rifugiati Alfano: lavorino gratis 6 08/05/2015 Il Sole 24 Ore Pagina 22 REATI GRAVI 8 08/05/2015 Il Sole 24 Ore Pagina 22 Mariolina Sesto Stop vitalizi ai parlamentari condannati 9 08/05/2015 Il Sole 24 Ore Pagina 23 Beda Romano Conti falsi per anni, la Ue vuole multare la regione di Valencia 11 08/05/2015 Il Sole 24 Ore Pagina 40 Gianni Trovati Bilanci locali al 30 luglio Niente rinvii sui consuntivi 13 08/05/2015 Il Sole 24 Ore Pagina 42 Patrizia Maciocchi Il favore fuori competenze non è abuso d' ufficio 15 08/05/2015 Pagina 3 FRANCO ADRIANO Stop ai vitalizi dei condannati 17 08/05/2015 Pagina 4 CESARE MAFFI Il nuovo partito copia e incolla 19 08/05/2015 Pagina 4 CORRADO MIRASOLE voci di corridoio 21 08/05/2015 Pagina 7 TINO OLDANI Renzi annuncia il divorzio da B 22 08/05/2015 Pagina 28 brevi 24 08/05/2015 Pagina 30 VALERIO STROPPA Il precompilato solo in italiano 26 08/05/2015 Pagina 35 I contributi dei periti per creare lavoro 27 08/05/2015 Pagina 37 FRANCESCO CERISANO E MATTEO BARBERO Bilanci comunali al 30 luglio 29 08/05/2015 Pagina 37 Tagli, più sconti per Napoli. Parte la mobilità nella p.a /05/2015 Pagina 38 GIUSY PASCUCCI Comuni, i conti non tornano 32 08/05/2015 Pagina 38 MATTEO BARBERO Unioni, spese compensabili 34 08/05/2015 Pagina 39 Finanziata la sicurezza 35 08/05/2015 Pagina 39 Fondi ai progetti dei mini enti 36 08/05/2015 Pagina 40 EROS ORGANNI Niente rimborsi Tia con la Tari 38 08/05/2015 Pagina 41 NICOLA TONVERONACHI Più liquidità dallo split payment 40 08/05/2015 Pagina 41 Se il legislatore ritiene i revisori un costo, li abolisca. Diversamente /05/2015 Pagina 42 STEFANO BALDONI* Imposta di soggiorno con F /05/2015 Pagina 42 ANDREA GIGLIOLI Imu Tasi sul non profit, possibili controlli sul /05/2015 Pagina 42 Partecipate, cambio di rotta sui criteri per la dismissione 48 sport

3 08/05/2015 Corriere di Romagna (ed. Ravenna Imola) Pagina 19 ITALIAN BASEBALL LEAGUE 50 08/05/2015 Il Resto del Carlino (ed. Ravenna) Pagina 9 A Russi un mese pieno di tornei 52 08/05/2015 Il Resto del Carlino (ed. Ravenna) Pagina 10 Bravi i giovanissimi ravennati nel Gran premio di Godo 53 08/05/2015 Il Resto del Carlino (ed. Ravenna) Pagina 10 SILVESTRI MARIO I Cavalieri cercano un' altra impresa 54 08/05/2015 La Voce di Romagna Pagina 45 La capolista Rimini alla prova del derby 55

4 Il Resto del Carlino (ed. Ravenna) Prima Pagina 1

5 Pagina 3 La Voce di Romagna Ambiente Onde e cemento si portano via la Riviera RAPPORTO ISPRA Emilia Romagna al 4 posto per consumo del suolo. Con il 30% Rimini è la provincia più colpita. Dalle colline alla Riviera, dal monte Falterona alla spiaggia di Cattolica, l' abuso del cemento e le ormai sempre più frequenti inondazioni stanno progressivamente divorando il nostro territorio. E' la sintesi del più recente Rapporto Ispra sul Consumo di Suolo, presentato in un convegno a poche settimane dall' inaugurazione di Expo 2015 a Milano. Non è un caso. La Penisola continua inesorabilmente a perdere terreno: oggi quasi il 20% della fascia costiera, ovvero oltre 500 chilometri quadrati (l' equivalente dell' intera costa sarda), è definitivamente scomparso. Tra le regioni dove l' allarme è maggiore figura anche l' Emilia Romagna, in testa alla classifica delle zone a pericolosità idraulica, e al quarto posto per quantità (7,32%), dietro Lombardia (10,39), Veneto (9,52) e Campania (8,33). Le nuove stime confermano la perdita prevalente di aree agricole coltivate (60%), urbane (22) e di terre naturali vegetali e non (19). In Romagna la provincia di Rimini, 18esima a livello nazionale, è la zona dove il fenomeno è allo stadio più avanzato, colpita da un pesante 10,28%, seguita da Ravenna (8,18) e Forlì Cesena (5,69). Numeri che fanno riferimento alla provincia appunto, calcolati in base a una media complessiva tra i Comuni del territorio. Scavando più a fondo, le percentuali fanno davvero paura. Nel riminese, Cattolica detiene il triste record con il 53%. Brividi. E poi Riccione, dove il 43,54 fa vacillare il soprannome 'Perla Verde'. Sull' ultimo gradino di questo terribile podio infine, si posiziona Bellaria Igea Marina (25). Per completare la top 10, seguono Rimini (22,29), Marciano di Romagna (21,48), Misano Adriatico (19,95), San Giovanni in Marignano (14,85), Santarcangelo (13,60), Poggio Berni (11,04) e Verucchio (9,81). Nel ravennate le cifre sono nettamente inferiori. Prima su tutte Sant' Agata sul Santerno (13,84), seguita da Cervia (12,79), Fusignano (11,11), Lugo (10,97), Cotignola (10,83), Russi (10,58), Massa Lombarda (10,24), Castelbolognese (9,64), Bagnara di Romagna (9,40) e Faenza (9,29). Infine Forlì Cesena. Nonostante si presenti con una percentuale da 58esimo posto, neanche il 6%, se si analizzano i Comuni che ne fanno parte è facile cambiare idea. In primis Gambettola, che con il 32% assume sembianze quasi mostruose. Un caso isolato è vero, ma le altre non sono da meno. In linea con la media naziona le, Savignano (19,81), Cesenatico (19,14), Gatteo (18,74) e San Mauro (17,62). Le cifre scendono da Forlimpopoli (14,97), Forlì (13,85), Longiano (13,56), Cesena (11,39) e Continua > 2

6 Pagina 3 < Segue La Voce di Romagna Ambiente Bertinoro (8,36). In questo scenario sono dunque motivo d' orgoglio Premilcuore, Portico S. Benedetto (Fc) e Castadelci (Ri), che rispettivamente con 0,99%, 1,20 e 1,40 sono le aree più 'verdi' della Romagna. C' è ancora speranza. Tommaso Zucchini. 3

7 Pagina 35 La Voce di Romagna Cultura e Turismo CorteTeatro Tra finzione e realtà l' arte della Compagnia di San Patrignano Domani, alle ore 21,15, il Teatro CorTe di Coriano conclude la sua programmazione, sotto la direzione artistica della Compagnia Fratelli di Taglia, con l' ultimo appuntamento della rassegna Diversamente Theatro. Sul palco la Compagnia di San Patrignano nella special edition di Lo specchio frammenti di una spettacolo scritto da Patrizia Russi & Pascal La Delfa con il prezioso contributo di Melita Tempesta. In scena Melita Tempesta, Angelo Cappellacci, Elisa Bocca e Pascal La Delfa. Lo specchio è il nuovo spettacolo targato WeFree il mondo che vorrei dipende da noi, la campagna di prevenzione di San Patrignano, che sta girando i teatri italiani con rappresentazioni dedicate prevalentemente agli adolescenti delle scuole. Per l' appuntamento al Teatro CorTe, palcoscenico che nel 2012 li ha accolti per il loro debutto al di fuori della comunità, i ragazzi della Compagnia di San Patrignano hanno allestito una Special Edition che rimescola le carte della narrazione drammaturgica. Pensieri, ricordi ed emozioni prendono infatti vita non solo attraverso un unico protagonista, ma grazie alla partecipazione di alcuni attori della Compagnia, interpreti e narratori di una storia di vita. Una in cui il sottile dilemma tra finzione e realtà affascina e accompagna lo spettatore dentro la vita di qualcuno. 4

8 Pagina 24 Il Resto del Carlino (ed. Ravenna) Economia e Lavoro FUORI EXPO LE ECCELLENZE DI CONFARTIGIANATO: NOVE IMPRESE RAVENNATI PRESENTI. Inaugurato a Milano l' Italian Makers village TAGLIO del nastro, lo scorso 30 aprile a Milano, per Italian Makers Village, il fuori Expo delle eccellenze artigiane realizzato da Confartigianato nello stabile di via Tortona 32. In metri quadrati di villaggio', e per l' intera durata di Expo 2015 ovvero fino al 31 ottobre prossimo, i visitatori incontreranno 800 eccellenze produttive italiane (a rotazione settimanale secondo un calendario tematico) in un' ottica diversa da quella espositiva. Intrattenimento e coinvolgimento guideranno infatti un calendario di oltre mille appuntamenti di vario genere. Saranno sei mesi di eventi, mostre, incontri, workshop e percorsi tematici con protagonista l' eccellenza artigiana nei settori agrifood, moda, design, arte e meccanica. A inaugurare l' iniziativa è stato, in anteprima all' Expo, il presidente di Confartigianato for Expo', Marco Granelli, assieme al ministro delle politiche agricole con delega a Expo, Maurizio Martina, con la presenza delle istituzioni locali, e cioè il governatore della Lombardia, Roberto Maroni, e il vice sindaco di Milano, Ada Lucia De Cesaris. «Expo 2015 ha sottolineato il segretario della Confartigianato provinciale di Ravenna Tiziano Samorè è una importantissima sfida per rilanciare agli occhi del mondo i valori del nostro sistema produttivo, fondato sul sistema delle piccole imprese, e per riaffermare con orgoglio la qualità e lo stile del saper fare italiano». Le presenze del nostro territorio che saranno protagoniste nella settimana dal 25 al 29 giugno, sono Studio T di Russi; Ceramica Gatti 1928 di Faenza; la stilista Cristina Rocca di Ravenna e il parco delle saline di Cervia. Nella settimana dal 17 al 21 settembre saranno invece sicuramente presenti le Aziende Studio T di Russi; il Maglificio Macdonald di Villa San Martino; Rou Materiaal di Ravenna; Casolab Srl di Casola Valsenio ed il Comune di Faenza. Un' altra impresa sarà inoltre presente in maniera del tutto speciale ed esclusiva e per tutti i sei mesi di apertura dell' Italian Makers Village. Si tratta della Garvan di Faenza, che fornirà i diffusori acustici all' intera area sede dell' evento. L' ingresso all' Italian Makers Village di via Tortona a Milano è, naturalmente, libero e gratuito. 5

9 Pagina 22 Il Sole 24 Ore Immigrazione. Salvini lo attacca: «Schiavista» Incentivi ai Comuni che ospitano rifugiati Alfano: lavorino gratis ROMA Incentivi per i bilanci dei Comuni virtuosi sul fronte immigrazione. Nella riunione al ministero dell' Interno con i rappresentanti di regioni e comuni spunta una novità destinata ad alleggerire il peso sostenuto dai circa 500 municipi finora impegnati all' accoglienza dei rifugiati. Con l' obiettivo, semmai, di allargare la loro platea. Si è parlato infatti in pieno accordo di «allentamento del patto di stabilità o utilizzo dei fondi residui dei bilanci, idee ora da definire nei dettagli che comunque ci coinvolgono tutti in una responsabilità riconosciuta e valorizzata» spiega Matteo Biffoni (Anci), sindaco Pd di Prato. Rientra, nonostante il no ufficiale di Luca Zaja (Veneto) e quello della Lombardia, la resistenza delle regioni all' accoglienza. Gli attuali centri ministeriali disseminati sul territorio diventeranno tutti «hub», strutture una in ogni regione di prima accoglienza dopo l' approdo sulle coste. Da lì i migranti saranno poi destinati allo Sprar, il sistema di protezione per rifugiati e richiedenti asilo che fa capo agli stessi Comuni. Tra gli «hub» potrebbero esserci, soprattutto al Nord, anche le caserme dismesse dell' Esercito, benchè il dialogo finora intercorso tra Interno e Difesa non sia stato dei più brillanti ed efficaci. Nella stessa riunione tra gli altri presenti, oltre Alfano, il capo di gabinetto Luciana Lamorgese, il prefetto Mario Morcone, il sottosegretario Domenico Manzione, Sergio Chiamparino (Piemonte) e Piero Fassino (Anci) è stato deciso di accelerare sul bando per portare i posti disponibili nello Sprar da 20mila a 40mila con l' idea di sorvegliare la dislocazione dell' accoglienza, comune per comune, in modo da definire alloggi e strutture sostenibili nel tessuto urbano. Alfano, peraltro, ha ricordato che gli stessi municipi possono avvalersi di una circolare inviata dal Viminale alla fine dell' anno scorso che consente loro di definire progetti di volontariato per incentivare l' integrazione dei migranti. «Lavorare gratis» è stata la definizione di Alfano, che ha sollevato un coro di proteste e l' accusa di Matteo Salvini (Lega Nord): a suo dire, il ministro passa «da scafista a schiavista». Replica Alfano e definisce Salvini «un ignorantone». Intanto un minisommergibile della Marina Militare ha individuato il barcone del naufragio del 18 aprile: 750 migranti inghiottiti dal mare. È stata la procura di Catania, che indaga sul peggior naufragio avvenuto nel Mediterraneo dal dopoguerra, a incaricare la Marina di localizzare il peschereccio affondato. Sono state impiegate tre unità: la corvetta Sfinge e i cacciamine Gaeta e Vieste. Ieri, a circa 85 miglia a nord est delle coste libiche, il ritrovamento. Continua > 6

10 Pagina 22 < Segue Il Sole 24 Ore RIPRODUZIONE RISERVATA. Marco Ludovico 7

11 Pagina 22 Il Sole 24 Ore REATI GRAVI Stop ai vitalizi per gli ex parlamentari condannati in via definitiva a oltre due anni di carcere per reati particolarmente gravi come quelli di mafia, terrorismo, i reati contro la pubblica amministrazione, come concussione e peculato (ma non l' abuso d' ufficio e il finanziamento illecito ai partiti) 8

12 Pagina 22 Il Sole 24 Ore Istituzioni. Negli uffici di presidenza il voto favorevole di Pd, Sel, Lega, Fdi e Scelta civica No di M5S, Ap e Fi non partecipano alla votazione. Stop vitalizi ai parlamentari condannati Sì di Camera e Senato al taglio per pene sopra i due anni per reati gravi Esclusi i riabilitati. roma Dopo una lunga discussione negli Uffici di Presidenza di Camera e Senato, è arrivata la decisione finale: deputati e senatori con condanne superiori a due anni per reati di mafia, terrorismo e contro la Pubblica amministrazione non riceveranno più l' assegno vitalizio. Alla Camera hanno votato a favore Pd, Sel, Scelta Civica, Fratelli d' Italia e Lega. Non hanno partecipato al voto Forza Italia, M5S e Ap, anche se gli esponenti di Ncd e Udc, pur non partecipando al voto, sono rimasti in aula, mentre azzurri e pentastellati sono usciti fuori al momento del voto. È stato necessario uno sforzo maggiore al Senato, dove i numeri nell' ufficio di presidenza sono più stretti. M5S e Gal (Grandi autonomie e Libertà) hanno votato contro, mentre Forza Italia ha abbandonato la riunione. A favore si sono espressi Pd, Sel, Lega. Alla fine la delibera passa con soli 8 voti favorevoli su 19. Meno della metà ma passa. opposte le ragioni di chi si è detto contrario: per i Cinque stelle la delibera è «una farsa che non colpisce gli amici dei partiti», mentre per Fi sarebbe servita una legge e non una delibera che è esposta al rischio di bocciatura da parte della Corte costituzionale. La Lega vota sì ma si dice delusa perché avrebbe voluto l' abolizione tout court dell' istituto del vitalizio. Con le delibere fotocopia approvate dall' ufficio di Presidenza della Camera e del Consiglio di presidenza del Senato a partire da 60 giorni da oggi cesseranno le erogazioni dei vitalizi e delle pensioni a favore dei parlamentari che risultano condannati a reati gravi: oltre a quelli per mafia, corruzione, contro la Pa, tutti quelli che prevedono una pena superiore ai 6 anni. Un limite che allarga di due anni le maglie previste dalla legge Severino per l' incandidabilità, e che fa rientrare anche i reati come la frode fiscale, ma che d' altro canto esclude altri reati significativi, come ad esempio quello di finanziamento illecito ai partiti, che non rientra nella norma solo per un anno, o l' abuso d' ufficio. Alle condanne definitive le delibere aggiungono anche i casi di patteggiamento, sempre in relazione agli stessi reati. E, particolare non di poco conto, l' abolizione viene revocata in caso di riabilitazione del parlamentare. Dopo il via libera delle delibere, Camera e Senato procederanno con gli accertamenti, in pratica attivandosi con i casellari giudiziari. Continua > 9

13 Pagina 22 < Segue Il Sole 24 Ore La cancellazione non sarà applicata agli assegni di reversibilità per i parlamentari deceduti prima dell' entrata in vigore delle delibere. Le norme, viene specificato nel testo, non sono retroattive. Dunque, «per i deputati cessati dal mandato e già condannati in via definitiva, la cessazione dell' erogazione dei vitalizi decorre dal momento dell' entrata in vigore della presente deliberazione». Esulta la presidente della Camera, Laura Boldrini: «Non è giusto continuare a erogare denaro pubblico a quanti, con il loro comportamento, non hanno tenuto fede all' impegno di "disciplina e onore" richiesto dalla Costituzione a chi ricopre cariche pubbliche. Sono queste le risposte che la buona politica deve ai tanti cittadini che esigono correttezza, rigore e onestà dai loro rappresentanti». E il presidente del Senato Pietro Grasso sintetizza: «Un segnale forte, significativo e concreto delle istituzioni ai cittadini. Un bel segnale». L' elenco dei parlamentari condannati che rischiano di perdere il vitalizio comprende diversi nomi illustri: dall' ex premier Silvio Berlusconi a Cesare Previti, da Marcello Dell' Utri a Toni Negri. Per cifre che vanno da poco meno di 2mila euro a 8mila euro al mese. L' Idv che da tempo porta avanti la battaglia per lo stop dei vitalizi ha messo a punto un instant book che "racconta" cosa sono i vitalizi e chi, ad oggi, tra gli ex parlamentari condannati li riceve. Si parte da Silvio Berlusconi. Condannato per frode fiscale nel processo sui diritti Mediaset, secondo quanto ricostruito dall' Idv percepisce un vitalizio da 8mila euro, il più alto di tutti. Lui è uno dei nomi eccellenti che rischia di vedersi ritirare questo "privilegio previdenziale". Per Marcello Dell' Utri, l' anno scorso, la Cassazione ha confermato in via definitiva la condanna a 7 anni di reclusione per concorso esterno in associazione mafiosa: percepisce un assegno mensile da euro. Condannato per corruzione in atti giudiziari Cesare Previti, ex senatore ed avvocato del Cavaliere, percepisce invece euro. Mentre non rischia di perdere il vitalizio Cirino Pomicino, condannato in via definitiva a 1 anno e 8 mesi di reclusione per finanziamento illecito ai partiti. RIPRODUZIONE RISERVATA. Mariolina Sesto 10

14 Pagina 23 Il Sole 24 Ore Bruxelles. Alzato il deficit spagnolo Conti falsi per anni, la Ue vuole multare la regione di Valencia BRUXELLES Per la prima volta, sulla base dei nuovi poteri ottenuti sulla scia di una riforma del Patto di Stabilità e di Crescita, la Commissione europea ha proposto ieri di comminare una multa alla regione spagnola di Valencia per negligenza nel calcolare la spesa sanitaria. La multa è limitata circa 19 milioni di euro ma significativa. La decisione giunge in un momento delicato, mentre la Spagna si sta preparando in autunno a nuove elezioni legislative, dall' esito ancora molto incerto. Secondo l' esecutivo comunitario, l' amministrazione pubblica di Valencia, una importante città portuale nel centro del Paese, ha mandato per anni all' istituto di statistica spagnolo informazioni scorrette, costringendo nel 2011 il governo nazionale a rivedere in aumento il deficit pubblico dello 0,2 per cento. La commissaria agli affari sociali, Marianne Thyssen, ha accusato le autorità regionali spagnole di «grave negligenza» nel sottostimare la spesa sanitaria. In un comunicato pubblicato ieri, la Commissione europea ha spiegato che nel valutare la serietà dei dati di bilancio vuole garantire a livello europeo dati sui conti pubblici «credibili, affidabili e indipendenti». Sulla base delle informazioni recuperate in questi anni, Bruxelles ha chiesto al Consiglio europeo di comminare alla regione di Valencia una multa di 18,9 milioni di euro. Grazie alla cooperazione delle autorità spagnole, l' ammenda è stata ridotta del 20 per cento. Colpevole di dare informazioni sbagliate è la Intervención General de la Generalidad Valenciana, che negli anni ha trasmesso a Madrid dati che non riflettevano l' esatta spesa sanitaria. Dal 2011, la Commissione ha il potere di verificare l' accuratezza dei dati di bilancio degli stati dopo che nel 2009 si scoprì che la Grecia da anni truccava i propri conti pubblici, alimentando la grave crisi debitoria in cui versa ancora oggi. Bruxelles può inviare propri specialisti nei Paesi per le controllare con mano le finanze pubbliche. Ieri, l' esecutivo comunitario ha ammesso che particolare attenzione presta ai Paesi ad assetto federale, dove la trasmissione dei dati dalla periferia al centro può non essere perfetta. In questi anni la Commissione ha assunto un potere crescente nel monitorare i conti pubblici nazionali e nell' imporre se necessario multe. Per ora, nessun Paese è stato multato per deficit eccessivo. Più facile e meno controverso è stato punire le autorità spagnole nella vicenda di Valencia. L' annuncio dell' esecutivo comunitario giunge a sei mesi da elezioni legislative in Spagna. Secondo gli Continua > 11

15 Pagina 23 < Segue Il Sole 24 Ore ultimi sondaggi, due se non tre partiti dovranno allearsi tra loro per formare un nuovo governo, una ipotesi insolita in un paese dove le elezioni hanno tradizionalmente avuto risultati chiari. Al primo posto negli studi demoscopici è il Partito popolare (25,6% dei voti), secondo il partito socialista (24,3%), mentre al terzo posto sarebbe il movimento Podemos (con il 16,5% dei suffragi). RIPRODUZIONE RISERVATA. Beda Romano 12

16 Pagina 40 Il Sole 24 Ore Conferenza Unificata. Approvate le tabelle sulla mobilità. Bilanci locali al 30 luglio Niente rinvii sui consuntivi MILANO Proroga al 30 luglio per i bilanci preventivi degli enti locali, e quindi anche per le decisioni sulle aliquote di Imu, Tasi e addizionale Irpef e per le tariffe dei servizi, ma niente rinvio ex post dei termini per consuntivi e riaccertamento straordinario dei residui, scaduti al 30 aprile. Si chiude con un pareggio la partita sul calendario giocata ieri mattina da sindaci e Governo in conferenza Unificata, dopo lo slittamento di un' altra settimana deciso martedì per il decreto chiamato a risolvere le tante questioni ancora aperte per i conti comunali: una di queste, cioè la ripartizione dei tagli da 900 milioni (più 100 milioni nei territori a Statuto speciale) chiesti dall' ultima manovra a Province e Città metropolitane ha finalmente trovato pace nella conferenza di ieri, nel corso della quale gli amministratori locali hanno anche dato il via libera al decreto con le tabelle di equiparazione per la mobilità dei dipendenti pubblici, essenziale per avviare davvero l' operazione Province. Ma andiamo con ordine. Bilanci e scadenze L' ennesimo tempo supplementare deciso per il decreto enti locali, che dovrebbe assumere una forma definitiva la settimana prossima, ha reso inevitabile un nuovo rinvio del termine per i bilanci preventivi, in scadenza il 31 maggio (stessa data che peraltro vedrà impegnati nelle amministrative quasi Comuni). Se tutto andrà come prevede l' ultima tabella di marcia ipotizzata, ci sarà tempo per convertire il decreto fino a metà luglio, per cui la nuova data è stata fissata al 30 luglio (e, curiosamente, non a venerdì 31). «I Comuni non sono ad oggi nelle condizioni di operare all' interno di un quadro normativo e finanziario certo ha spiegato il presidente dell' Anci Piero Fassino dopo la conferenza e la proroga è un atto positivo che facilita il negoziato con il Governo». Governo che, dal canto suo, oltre a precisare che questa sarà l' ultima proroga per i preventivi ha respinto ogni ipotesi di spostamento dei termini già scaduti per consuntivi e riaccertamento dei residui. La prossima data chiave, su questo punto, rimane dunque il 20 maggio, giorno entro cui bisognerà discutere i rendiconti in consiglio per evitare che si avvii la procedura di commissariamento per gli inadempienti. Province e Città Accanto alla riforma del Patto di stabilità e delle sanzioni per chi l' ha sforato nel 2014 (tetto al 20% della differenza fra obiettivo e saldo reale), il decreto enti locali accoglierà anche l' ultima ipotesi di ripartizione della manovra su Province e Città metropolitane, che qualche settimana fa avevano acceso la polemica politica per eccesso di richieste a Firenze, Roma e Napoli. A "guadagnare" più di tutti dalla nuova revisione, con una riduzione della manovra per 19,3 milioni, è il capoluogo campano, anche perché la revisione ha permesso di pulire la base di calcolo (spesa media ) dalle spese per il servizio rifiuti che la Provincia (come quella di Caserta) ha gestito direttamente a Continua > 13

17 Pagina 40 < Segue Il Sole 24 Ore causa delle norme sull' emergenza. Rispetto all' originale distribuzione governativa, arrivano sconti anche a Roma e Firenze, mentre sono soprattutto Torino, Milano, Genova e Bologna a caricarsi delle quote di manovra tolte alle altre Città. Questi ritocchi, comunque, non cambiano la graduatoria dei tagli nelle Città, misurati in rapporto alla spesa media (una clausola di salvaguardia li blocca al 19,5%), mentre i correttivi alla base di calcolo su Napoli e Caserta si scaricano con piccole modifiche sui dati di tutte le Province. Mobilità La conferenza Unificata di ieri ha poi sancito il via libera al decreto con le «tabelle di equiparazione», cioè la griglia per disciplinare la mobilità del personale tra i diversi compartimenti pubblici. Il decreto, ora indirizzato alla Corte dei conti, serve ad avviare i trasferimenti degli esuberi delle Province (ancora però da individuare), ed era stato contestato dai sindacati per il «doppio binario» che penalizzerebbe proprio gli ex provinciali (si veda Il Sole 24 Ore del 3 aprile) rendendo incerto il mantenimento del trattamento economico. Proprio sul salario accessorio il via libera dell' Unificata è stato accompagnato da osservazioni, il cui accoglimento non è però scontato. «Le valuteremo ha detto il ministro della Pa, Marianna Madia ma il decreto è finalmente in arrivo e ora dipende solo da noi». RIPRODUZIONE RISERVATA. Gianni Trovati 14

18 Pagina 42 Il Sole 24 Ore Cassazione. Il nipote del segretario, privo di requisiti, ammesso a una classe superiore: il controllo toccava al preside. Il favore fuori competenze non è abuso d' ufficio Roma Escluso l' abuso d' ufficio per l' assistente amministrativo in un istituto superiore che fa partecipare il nipote all' esame di ammissione a una classe superiore malgrado non abbia i requisiti. Per far scattare il reato, previsto dall' articolo 323 del codice penale è, infatti, necessario che l' azione contestata rientri nei poteri d' ufficio di chi la commette e, nel caso esaminato, il compito di verificare le carte in regola del condidato era del dirigente scolastico. Una lettura in punta di diritto, che porta la Suprema corte (sentenza 19105) a giudicare inammissibile il ricorso del Procuratore generale contro la decisione della Corte d' Appello di ribaltare il verdetto di colpevolezza del tribunale assolvendo l' imputato. Secondo il Pg la "clemenza" era ingiustificata: il reato c' era. Per l' accusa la Corte di merito aveva sbagliato ad assolvere partendo dal presupposto che esulava dai poteri d' ufficio dell' amministrativo l'"aiutino" dato al nipote per sostenere la prova di ammissione al III liceo scientifico senza aver frequentato il V ginnasio. L' assistente nell' ambito della sua attività, secondo il Pg, aveva personalmente istruito e portato a buon fine la pratica, tacendo sul "particolare" mancante. Una condotta tale da rientrare nel raggio d' azione dell' articolo 323 e decisamente in rotta di collisione con la Costituzione che, con l' articolo 97, vieta i favoritismi imponendo il principio di imparzialità della pubblica amministrazione e l' obbligo di collaborazione per i dipendenti pubblici. La Cassazione però bolla la conclusione del Pg come inammissibile, perchè non prende in considerazione gli argomenti, validi, della sentenza impugnata. La Suprema corte ricorda che il reato in questione va escluso quando «il pubblico ufficiale o l' incaricato di pubblico servizio agisce al di fuori dell' esercizio delle sue funzioni anche se la condotta posta in essere è occasionata dallo svolgimento delle stesse». Nel caso specifico il risultato di far partecipare il nipote alla prova era stato raggiunto dall' assistente malgrado non spettasse a lui verificare i requisiti ma al dirigente scolastico, mentre sul via libera o meno all' idoneità l' ultima parola spettava alla Commissione esaminatrice. In base a questo ragionamento il bluff contestato è privo di qualunque «efficacia causale rispetto a quella partecipazione». Per l' imputato era già caduta in primo grado, con sentenza diventata definitiva sul punto, anche l' accusa di falsità ideologica commessa dal privato in atto pubblico. RIPRODUZIONE RISERVATA. Continua > 15

19 Pagina 42 < Segue Il Sole 24 Ore Patrizia Maciocchi 16

20 Pagina 3 Sì di Camera e Senato, Grasso e Boldrini esultano. Renzi: ora il conflitto di interessi. Stop ai vitalizi dei condannati Pensioni, Consulta: o il governo paga o cambia la legge. Basta la delibera. I parlamentari condannati definitivamente a pene superiori a due anni non sono degni di ricevere il vitalizio. Il sì dei Consigli di presidenza di Camera e Senato ha fatto esultare i presidenti Pietro Grasso e la presidente della Camera Laura Boldrini: «Un segnale forte verso i cittadini». Di certo, un segno di vitalità da parte della seconda e della carica dello Stato che su questa iniziativa hanno caratterizzato il loro mandato. Una vicenda che ha rappresentato anche l' occasione dell' ennesimo conflitto tra il Pd e il M5S. Per i grillini si tratta di «una farsa». Il partito di Matteo Renzi, invece, ha sottolineato che ancora una volta il M5S si è chiamato fuori: «Noi cambiamo il Paese, loro restano sul tetto». Va detto che anche Forza Italia e Area popolare non hanno partecipato al voto». La delibera approvata introduce appunto misure per la «cessazione dell' erogazione di vitalizi e pensioni a favore di deputati cessati dal mandato che abbiano riportato condanne definitive per reati di particolare gravita». Si tratta di reati gravi come mafia e terrorismo, la maggioranza dei reati contro la Pubblica Amministrazione: peculato, concussione, violazione del segreto d' ufficio, ad eccezione del reato di abuso d' ufficio. Per tutti gli altri reati non previsti specificatamente, invece, affinché scatti la cessazione dell' erogazione del vitalizio, occorre che vi sia stata una «condanna definitiva con pene superiori a due anni di reclusione per delitti non colposi, consumati o tentati, per i quali sia prevista la pena della reclusione non inferiore nel massimo a sei anni». Altra particolarità le colpe dei padri non ricadranno sui figli: le norme contenute nella delibera «non si applicano agli assegni e pensioni di reversibilità spettanti ai familiari superstiti», ma solo nel caso in cui il deputato sia deceduto «in data anteriore all' entrata in vigore» della delibera. Infine, le misure «non si applicano qualora sia intervenuta la riabilitazione». Renzi ha toccato le corde della sinistra Pd dopo il conflitto sull' Italicum. Stesso schema: ha mandqto avanti il ministro per le rifome Maria Elena Boschi ad annunciare l' introduzione del conflitto di interesse per la partecipazione alla vita pubblica. Mercoledì prossimo si riunirà l' assemblea dei deputati Pd che dovrebbe eleggere Ettore Rosato capogruppo, ma Boschi ha aperto sulla riforma del Senato («Il testo non è blindato») e in più sul campo delle riforme rispunta la legge sul conflitto di interessi, tema caro e maledetto per la sinistra: «Il conflitto di interessi lo porteremo in Aula nelle prossime settimane. Ora e' in Continua > 17

Elezioni Regionali. A rischio la proclamazione degli eletti in Puglia

Elezioni Regionali. A rischio la proclamazione degli eletti in Puglia Elezioni Regionali. A rischio la proclamazione degli eletti in Puglia Rischia di slittare la proclamazione degli eletti al Consiglio Regionale della Puglia a causa della scorretta trascrizione e conseguente

Dettagli

L ENPAM. (materiale tratto dal sito istituzionale online dell ente)

L ENPAM. (materiale tratto dal sito istituzionale online dell ente) L ENPAM (materiale tratto dal sito istituzionale online dell ente) L Ente Nazionale di Previdenza ed Assistenza medici è fondazione senza scopo di lucro e con personalità giuridica di diritto privato;

Dettagli

Ecco chi incasserà il bonus pensioni maggiore

Ecco chi incasserà il bonus pensioni maggiore Ecco chi incasserà il bonus pensioni maggiore di Gianni Trovati19 maggio 2015 il sole 24 ore Un rimborso quasi integrale per le più basse fra le pensioni coinvolte dal blocco-monti appena bocciato dalla

Dettagli

IL CONSIGLIO COMUNALE PREMESSO CHE

IL CONSIGLIO COMUNALE PREMESSO CHE IL CONSIGLIO COMUNALE PREMESSO CHE - questo Consiglio ha votato in data 01/10/2008 un ordine del giorno in merito a Finanziaria 2008 e successivamente in data 31/3/2009 un ordine del giorno in merito a

Dettagli

CONFERENZA STAMPA. 10 dicembre 2014. laverdi e i (mancati) contributi pubblici

CONFERENZA STAMPA. 10 dicembre 2014. laverdi e i (mancati) contributi pubblici CONFERENZA STAMPA 10 dicembre 2014 laverdi e i (mancati) contributi pubblici Quante orchestre sono state create negli ultimi vent anni? Quante orchestre sono state chiuse negli ultimi vent anni? Quanti

Dettagli

CORSO PER AMMINISTRATORI DI CONDOMINIO

CORSO PER AMMINISTRATORI DI CONDOMINIO CORSO PER AMMINISTRATORI DI CONDOMINIO L AMMINISTRATORE DI CONDOMINIO, REQUISITI, REGIME TRANSITORIO DOPO LA LEGGE 220/2012, LA PROROGATIO, L AMMINISTRATORE IN FORMA SOCIETARIA. Rosolen Monia ANNO 2013

Dettagli

Newsletter. Notiziario settimanale 13-19 maggio 2002. Stop del Garante allo spamming. Condannata società. Privacy e informazione. Convegno ad Imperia

Newsletter. Notiziario settimanale 13-19 maggio 2002. Stop del Garante allo spamming. Condannata società. Privacy e informazione. Convegno ad Imperia Newsletter Notiziario settimanale Stop del Garante allo spamming. Condannata società Privacy e informazione. Convegno ad Imperia Privacy e imprese: sondaggi mostrano un crescente bisogno di regole 1 Newsletter

Dettagli

Unione Italiana Lavoratori Pubblica Amministrazione

Unione Italiana Lavoratori Pubblica Amministrazione Unione Italiana Lavoratori Pubblica Amministrazione Via Arenula 69/70-00186 ROMA - tel. 06 68852036 - fax 06 6869555 www.uidag.it - giustizia@uilpa.it AUDIZIONE PARLAMENTARE DISEGNO DI LEGGE C. 1248 Innanzitutto

Dettagli

Legge di stabilità 2014 (L. 27.12.2013 n. 147) - Principali novità in materia di lavoro e previdenza

Legge di stabilità 2014 (L. 27.12.2013 n. 147) - Principali novità in materia di lavoro e previdenza CIRCOLARE Febbraio 2014 Legge di stabilità 2014 (L. 27.12.2013 n. 147) - Principali novità in materia di lavoro e previdenza Gentili clienti! Con la presente circolare vorremmo portarla a conoscenza delle

Dettagli

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE VITTORIO TISON CULTURA E SOLIDARIETÀ ONLUS

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE VITTORIO TISON CULTURA E SOLIDARIETÀ ONLUS STATUTO DELL ASSOCIAZIONE VITTORIO TISON CULTURA E SOLIDARIETÀ ONLUS TITOLO I Disposizioni generali Art. 1 E costituita una Organizzazione di Volontariato denominata ASSOCIAZIONE VITTORIO TISON CULTURA

Dettagli

CAPO PRIMO Della Corte e dei Giudici. Art. 1

CAPO PRIMO Della Corte e dei Giudici. Art. 1 REGOLAMENTO GENERALE DELLA CORTE COSTITUZIONALE 20 gennaio 1966 e successive modificazioni (Gazzetta Ufficiale 19 febbraio 1966, n. 45, edizione speciale) 1 CAPO PRIMO Della Corte e dei Giudici Art. 1

Dettagli

A cura della Direzione Affari Economici e Centro Studi. 8 novembre 2013

A cura della Direzione Affari Economici e Centro Studi. 8 novembre 2013 INVESTIMENTI DEGLI ENTI TERRITORIALI E PATTO DI STABILITA INTERNO - L incompatibilità dei vincoli di finanza pubblica con una politica di sviluppo del territorio A cura della Direzione Affari Economici

Dettagli

LINEE COMUNI DI ORIENTAMENTO PER IL RINNOVO DEL CONTRATTO DELLA SCUOLA

LINEE COMUNI DI ORIENTAMENTO PER IL RINNOVO DEL CONTRATTO DELLA SCUOLA LINEE COMUNI DI ORIENTAMENTO PER IL RINNOVO DEL CONTRATTO DELLA SCUOLA Per la piena contrattualizzazione del rapporto di lavoro. Il Contratto come diritto dei lavoratori riconosciuto dalla Costituzione.

Dettagli

29-SET-2015 pagina 1 foglio 1

29-SET-2015 pagina 1 foglio 1 29-SET-2015 pagina 1 foglio 1 26-SET-2015 pagina 1 foglio 1 25-SET-2015 pagina 1 foglio 1 / 2 25-SET-2015 pagina 1 foglio 2 / 2 27-SET-2015 pagina 1 foglio 1 / 2 27-SET-2015 pagina 1 foglio 2 / 2 27-SET-2015

Dettagli

Legge di stabilità 2014 (L. 27.12.2013 n. 147) - Principali novità in materia di lavoro e previdenza

Legge di stabilità 2014 (L. 27.12.2013 n. 147) - Principali novità in materia di lavoro e previdenza Informativa - ONB Legge di stabilità 2014 (L. 27.12.2013 n. 147) - Principali novità in materia di lavoro e previdenza INDICE 1 Premessa... 2 2 Sintesi delle principali novità in materia di lavoro e previdenza...

Dettagli

DOSSIER CONFCOMMERCIO MODENA Lunedì, 16 giugno 2014

DOSSIER CONFCOMMERCIO MODENA Lunedì, 16 giugno 2014 DOSSIER CONFCOMMERCIO MODENA Lunedì, 16 giugno 2014 15/06/2014 Gazzetta di Modena Pagina 11 15/06/2014 Il Resto del Carlino (ed. Modena) Pagina 5 15/06/2014 Gazzetta di Modena Pagina 9 DOSSIER CONFCOMMERCIO

Dettagli

Diritto alla residenza per gli occupanti un alloggio senza titolo e per le persone senza fissa dimora

Diritto alla residenza per gli occupanti un alloggio senza titolo e per le persone senza fissa dimora Diritto alla residenza per gli occupanti un alloggio senza titolo e per le persone senza fissa dimora 1. Il punto di partenza indiscutibile è quello, sottolineato più volte da tutti, che l iscrizione anagrafica

Dettagli

COLLEGHE E COLLEGHI INTERVENGO IN NOME DELLE OO. SS. UNIVERSITARIE FLC-CGIL, CISL UNIVERSITA, UIL PA UR E CONFSAL/CISAPUNI-SNALS.

COLLEGHE E COLLEGHI INTERVENGO IN NOME DELLE OO. SS. UNIVERSITARIE FLC-CGIL, CISL UNIVERSITA, UIL PA UR E CONFSAL/CISAPUNI-SNALS. Documento delle OO.SS. dell Università della Sapienza di Roma CGIL CISL UIL SNALS presentato all Assemblea dell Ateneo indetta dal Rettore sui provvedimenti del Governo adottati del decreto Legge 112/2008

Dettagli

STATUTO Art. 1 - Costituzione "Veterinari Italiani Diplomati dei Colleges Europei" (VIDiCE). Art. 2 Finalità e Scopi sociali

STATUTO Art. 1 - Costituzione Veterinari Italiani Diplomati dei Colleges Europei (VIDiCE). Art. 2 Finalità e Scopi sociali STATUTO Art. 1 - Costituzione 1.1 - È costituita l associazione "Veterinari Italiani Diplomati dei Colleges Europei" (VIDiCE). 1.2 - La durata dell associazione è illimitata. 1.3 - L associazione ha sede

Dettagli

IL PARTITO DEVE ESSERE UN LUOGO

IL PARTITO DEVE ESSERE UN LUOGO La vittoria della coalizione del centrosinistra alle elezioni Comunali di Milano di quest anno ha aperto uno scenario inedito che deve essere affrontato con lungimiranza e visione per riuscire a trovare

Dettagli

La Rassegna Stampa di FederLab Italia

La Rassegna Stampa di FederLab Italia Rassegna Stampa del 06.06.2011 - a cura dell Ufficio Stampa di FederLab Italia Il ministro; «Modello ai riferimento per il Paese» Fazio ora torna a lodare il sistema sanitario siciliano PALERMO

Dettagli

Il PD vuole aprire le porte ai nuovi italiani

Il PD vuole aprire le porte ai nuovi italiani Il PD vuole aprire le porte ai nuovi italiani Autore: Alban Trungu Categoria : Mondo Migrante Data : 15 febbraio 2011 Intervista con Khalid Chaouki, responsabile immigrazione e seconde generazioni dei

Dettagli

Camera dei Deputati 17 Audizione 8

Camera dei Deputati 17 Audizione 8 Camera dei Deputati 17 Audizione 8 XVI LEGISLATURA COMMISSIONI RIUNITE V-XIV SEDUTA DEL 27 SETTEMBRE 2011 a partire dal 2018 andrà avanti il nuovo sistema di finanziamento al bilancio comunitario, con

Dettagli

ELEZIONI COMUNALI 2014 LE SPESE ELETTORALI

ELEZIONI COMUNALI 2014 LE SPESE ELETTORALI Vademecum per le elezioni del 25 maggio 7 aprile 2014 2 Fonti normative Le leggi che storicamente regolano le questioni relative alle spese elettorali e alla loro rendicontazione per le elezioni comunali

Dettagli

n. 175 29 settembre/6 ottobre 2015 Periodico iscritto al R.O.C. n.6552

n. 175 29 settembre/6 ottobre 2015 Periodico iscritto al R.O.C. n.6552 n. 175 29 settembre/6 ottobre 2015 Periodico iscritto al R.O.C. n.6552 Inaugurazione dell anno scolastico 2015-2016 a Napoli Qualche attento lettore di ANPInews (in particolare del n. 174 della scorsa

Dettagli

Art. 4 - DIRITTI E DOVERI DEGLI ADERENTI

Art. 4 - DIRITTI E DOVERI DEGLI ADERENTI Art. 1 - COSTITUZIONE 1.1 E costituita l associazione Immagine Pensiero il Prato di Assio che in seguito sarà denominata l associazione. L associazione adotta come riferimento la legge quadro del volontariato

Dettagli

Tutti vogliono le primarie, forza con la Leopolda blu. Dal nostro sondaggio molte sorprese, anche quella di Fini.

Tutti vogliono le primarie, forza con la Leopolda blu. Dal nostro sondaggio molte sorprese, anche quella di Fini. Tutti vogliono le primarie, forza con la Leopolda blu Dal nostro sondaggio molte sorprese, anche quella di Fini. Il nuovo sondaggio politico che abbiamo realizzato nell'universo del nostro indirizzario

Dettagli

Consultazione how-to. Guida alla consultazione pubblica sulle Riforme Costituzionali

Consultazione how-to. Guida alla consultazione pubblica sulle Riforme Costituzionali Consultazione how-to Guida alla consultazione pubblica sulle Riforme Costituzionali 1 2 3 4 5 Autonomie Territoriali Forma di Governo e Parlamento Parlamentarismo o Presidenzialismo? Secondo te, l attuale

Dettagli

GUIDA UIL IL CONTRASTO ALL EVASIONE E AL SOMMERSO DA PARTE DEI COMUNI

GUIDA UIL IL CONTRASTO ALL EVASIONE E AL SOMMERSO DA PARTE DEI COMUNI Servizio Politiche Territoriali Servizio Politiche Fiscali e Previdenziali GUIDA UIL IL CONTRASTO ALL EVASIONE E AL SOMMERSO DA PARTE DEI COMUNI 1 COMPARTECIPAZIONE DEI COMUNI AL CONTRASTO ALLA LOTTA ALL

Dettagli

JOBS ACT E LEGGE DI STABILITÀ SMONTIAMO PEZZO PER PEZZO LE ILLUSIONI DEI CERVELLONI DI PALAZZO CHIGI Testo di Giuliano Cazzola

JOBS ACT E LEGGE DI STABILITÀ SMONTIAMO PEZZO PER PEZZO LE ILLUSIONI DEI CERVELLONI DI PALAZZO CHIGI Testo di Giuliano Cazzola a cura del Gruppo Parlamentare della Camera dei Deputati Forza Italia - Il Popolo della Libertà - Berlusconi Presidente 808 JOBS ACT E LEGGE DI STABILITÀ SMONTIAMO PEZZO PER PEZZO LE ILLUSIONI DEI CERVELLONI

Dettagli

QUANTO COSTA LA MEDIAZIONE CIVILE PRESSO RES AEQUAE ADR SRL/IO CONCILIO.COM?

QUANTO COSTA LA MEDIAZIONE CIVILE PRESSO RES AEQUAE ADR SRL/IO CONCILIO.COM? QUANTO COSTA LA MEDIAZIONE CIVILE PRESSO RES AEQUAE ADR SRL/IO CONCILIO.COM? LA MEDIAZIONE CIVILE COSTA DI PIU O DI MENO DI UNA CAUSA NORMALE? Costa molto di meno. Per una mediazione relativa ad una lite

Dettagli

i dossier IL GOVERNO GIOCA COI PENSIONATI: RESTITUISCA I SOLDI O VADA A CASA Editoriale per Il Giornale, 17 maggio 2015

i dossier IL GOVERNO GIOCA COI PENSIONATI: RESTITUISCA I SOLDI O VADA A CASA Editoriale per Il Giornale, 17 maggio 2015 1024 www.freefoundation.com www.freenewsonline.it i dossier IL GOVERNO GIOCA COI PENSIONATI: RESTITUISCA I SOLDI O VADA A CASA Editoriale per Il Giornale, 17 maggio 2015 17 maggio 2015 a cura di Renato

Dettagli

Investimento straordinario sulla Pubblica Amministrazione. Matteo Renzi Marianna Madia. Roma, 30 Aprile 2014

Investimento straordinario sulla Pubblica Amministrazione. Matteo Renzi Marianna Madia. Roma, 30 Aprile 2014 Linee guida Governo Investimento straordinario sulla Pubblica Amministrazione Matteo Renzi Marianna Madia Roma, 30 Aprile 2014 Il Cambiamento comincia dalle persone Proposte CONFEDIR 1) Abrogazione dell

Dettagli

DOCUMENTO DI LEGAUTONOMIE

DOCUMENTO DI LEGAUTONOMIE Convegno nazionale Senato delle autonomie/federalismo e riforma dell'ordinamento locale Roma, 14 Ottobre 2013 Tempio di Adriano Sala Convegni Piazza di Pietra Ore 9.30/14.00 DOCUMENTO DI LEGAUTONOMIE 2

Dettagli

STATUTO NUOVA CASSA SANITARIA

STATUTO NUOVA CASSA SANITARIA STATUTO NUOVA CASSA SANITARIA In attuazione di quanto previsto dal verbale di accordo del 21/11/2007, tra la Banca Nazionale del Lavoro S.p.A. e le Segreterie degli Organi di Coordinamento delle rappresentanze

Dettagli

Come avviene ogni anno, l Inps ha adeguato

Come avviene ogni anno, l Inps ha adeguato Previdenza LE Pensioni Gli ultimi aggiornamenti sugli aspetti di maggiore interesse della normativa previdenziale Inps Daniela Fiorino Come avviene ogni anno, l Inps ha adeguato il tetto di retribuzione

Dettagli

INTERVISTA 1 DI DEBORA ROSCIANI A MAURIZIO ZORDAN, FOCUS ECONOMIA, RADIO24

INTERVISTA 1 DI DEBORA ROSCIANI A MAURIZIO ZORDAN, FOCUS ECONOMIA, RADIO24 25 ottobre 2013 INTERVISTA 1 DI DEBORA ROSCIANI A MAURIZIO ZORDAN, FOCUS ECONOMIA, RADIO24 Audio da min. 12:00 a 20:45 su http://www.radio24.ilsole24ore.com/player.php?channel=2&idprogramma=focuseconomia&date=2013-10-25&idpuntata=gslaqfoox,

Dettagli

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE DI VOLONTARIATO ART. 1 ART. 2

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE DI VOLONTARIATO ART. 1 ART. 2 STATUTO DELL ASSOCIAZIONE DI VOLONTARIATO A.V.G. FANCONI ART. 1 1. È costituita ai sensi della legge n. 266 del 1991 l organizzazione di volontariato, denominata: «A.V.G. Fanconi» 2. L organizzazione ha

Dettagli

Federazione Nazionale delle Associazioni di Quadri ed Alte Professionalità PENSIONI LE NOVITÀ

Federazione Nazionale delle Associazioni di Quadri ed Alte Professionalità PENSIONI LE NOVITÀ Federazione Nazionale delle Associazioni di Quadri ed Alte Professionalità PENSIONI LE NOVITÀ PENSIONI LE NOVITA Non è una novità, ma l obiettivo del governo è incassare più soldi con tutti i mezzi possibili.

Dettagli

PIANO STRAORDINARIO PER LA DIGITALIZZAZIONE

PIANO STRAORDINARIO PER LA DIGITALIZZAZIONE ACCELERARE LA GIUSTIZIA PIANO STRAORDINARIO PER LA DIGITALIZZAZIONE DIGITALIZZAZIONE DI ATTI NOTIFICHE ON LINE PAGAMENTI ON LINE Roma, Indice Obiettivi del programma Sintesi Inquadramento Obiettivi e linee

Dettagli

TRANSAZIONI IN MATERIA DI LAVORO E ASSOGGETTAMENTO CONTRIBUTIVO E FISCALE

TRANSAZIONI IN MATERIA DI LAVORO E ASSOGGETTAMENTO CONTRIBUTIVO E FISCALE TRANSAZIONI IN MATERIA DI LAVORO E ASSOGGETTAMENTO CONTRIBUTIVO E FISCALE di Roberto Camera 1 - funzionario del Ministero del Lavoro Al fine di una maggiore trasparenza sulla assoggettabilità (o meno)

Dettagli

CAMPAGNA UIL: MENO COSTI DELLA POLITICA = MENO TASSE SINTESI DELL ANALISI E DEI NUMERI

CAMPAGNA UIL: MENO COSTI DELLA POLITICA = MENO TASSE SINTESI DELL ANALISI E DEI NUMERI CAMPAGNA UIL: MENO COSTI DELLA POLITICA = MENO TASSE SINTESI DELL ANALISI E DEI NUMERI Secondo le nostre stime, sono oltre 1,3 milioni le persone che vivono direttamente, o indirettamente, di politica.

Dettagli

SPECIALE RIENTRO NELLA SCENA POLITICA DI SILVIO BERLUSCONI Il Presidente di Forza Italia alla scuola di formazione politica Forza Futuro, a Calvagese

SPECIALE RIENTRO NELLA SCENA POLITICA DI SILVIO BERLUSCONI Il Presidente di Forza Italia alla scuola di formazione politica Forza Futuro, a Calvagese SPECIALE RIENTRO NELLA SCENA POLITICA DI SILVIO BERLUSCONI Il Presidente di Forza Italia alla scuola di formazione politica Forza Futuro, a Calvagese della Riviera. L intervento del nostro leader in 20

Dettagli

ELEZIONI SUBITO? UN CATTIVO AFFARE PER IL PDL

ELEZIONI SUBITO? UN CATTIVO AFFARE PER IL PDL ELEZIONI SUBITO? UN CATTIVO AFFARE PER IL PDL Simulazioni elettorali sulla base del più recente sondaggio sulle intenzioni di voto - A cura di Piercamillo Falasca, 9 dicembre 2010 SINTESI Le elezioni anticipate

Dettagli

SOLDI DI NOI TUTTI (TASSE E SPESA PUBBLICA IN ITALIA)

SOLDI DI NOI TUTTI (TASSE E SPESA PUBBLICA IN ITALIA) SOLDI DI NOI TUTTI (TASSE E SPESA PUBBLICA IN ITALIA) DOSSIER A CURA DEL CENTRO NUOVO MODELLO DI SVILUPPO CON LA COLLABORAZIONE DI LUCA FERRINI (NOVEMBRE 2012) Prologo Ci vantiamo di vivere in un paese

Dettagli

La Rassegna Stampa è consultabile nel sito: www.ancesicilia.it

La Rassegna Stampa è consultabile nel sito: www.ancesicilia.it Collegio Regionale dei Costruttori Edili Siciliani 90133 Palermo, Via A. Volta, 44 Tel.: 091/333114/324724 Fax: 091/6193528 C.F. 80029280825 - info@ancesicilia.it www.ancesicilia.it La Rassegna Stampa

Dettagli

Statuto della Cassa Italiana Previdenza e Assistenza Geometri (aggiornato a gennaio 2007)

Statuto della Cassa Italiana Previdenza e Assistenza Geometri (aggiornato a gennaio 2007) Statuto della Cassa Italiana Previdenza e Assistenza Geometri (aggiornato a gennaio 2007) CAPO I Istituzione ed ordinamento Art. 1 1.1 La Cassa ITALIANA DI PREVIDENZA ED ASSISTENZA DEI GEOMETRI LIBERI

Dettagli

Oggetto: Sentenza Corte Costituzionale 70/2015. Ripristino perequazione pensioni anni 2012/2013.

Oggetto: Sentenza Corte Costituzionale 70/2015. Ripristino perequazione pensioni anni 2012/2013. Roma, 12 maggio 2015 Ai Coordinatori Regionali ITAL Uil Agli Uffici di Patronato delle Cst Uil Alle Strutture Regionali Uilp Alle Strutture Territoriali Uilp Alle Leghe Territoriali Uilp e p.c. Carmelo

Dettagli

LE ISTITUZIONI DELL UNIONE EUROPEA

LE ISTITUZIONI DELL UNIONE EUROPEA LE ISTITUZIONI DELL UNIONE EUROPEA L UE è uno Stato, una confederazione, una federazione, un organizzazione internazionale? È un organizzazione internazionale dotata di ampi poteri che configurano cessioni

Dettagli

B ECONOMIA SIC. E SINDACALE

B ECONOMIA SIC. E SINDACALE B ECONOMIA SIC. E SINDACALE Cooperativa Cesame. Berretta (Pd): Rinascita Cesame motivo di soddisfazione per tutta la città. Sapere che il marchio Cesame tornerà sul mercato e pensare che questa battaglia

Dettagli

STATUTO DELL ANCD ASSOCIAZIONE NAZIONALE COOPERATIVE FRA DETTAGLIANTI

STATUTO DELL ANCD ASSOCIAZIONE NAZIONALE COOPERATIVE FRA DETTAGLIANTI STATUTO DELL ANCD ASSOCIAZIONE NAZIONALE COOPERATIVE FRA DETTAGLIANTI Capo I: COSTITUZIONE, SCOPO E ATTIVITA Art. 1: Costituzione e scopi E costituita con sede in Roma ai sensi e per gli effetti di cui

Dettagli

Disposizioni urgenti in materia di finanza locale, nonché misure volte a garantire la funzionalità di enti locali decreto legge

Disposizioni urgenti in materia di finanza locale, nonché misure volte a garantire la funzionalità di enti locali decreto legge Disposizioni urgenti in materia di finanza locale, nonché misure volte a garantire la funzionalità di enti locali decreto legge Il Consiglio dei Ministri ha approvato, su proposta del Presidente, Matteo

Dettagli

DISEGNO DI LEGGE. Senato della Repubblica XVI LEGISLATURA N. 931

DISEGNO DI LEGGE. Senato della Repubblica XVI LEGISLATURA N. 931 Senato della Repubblica XVI LEGISLATURA N. 931 DISEGNO DI LEGGE d iniziativa dei senatori LANNUTTI, BELISARIO, ASTORE, BUGNANO, CAFORIO, CARLINO, DE TONI, DI NARDO, GIAMBRONE, LI GOTTI, MASCITELLI, PARDI,

Dettagli

Dossier riforma TFR I nuovi e i vecchi assunti. Lavoratori assunti prima del 29 aprile 1993.

Dossier riforma TFR I nuovi e i vecchi assunti. Lavoratori assunti prima del 29 aprile 1993. Dossier riforma TFR Inizia il conto alla rovescia per la nuova disciplina sul TFR, che dovrebbe contribuire ad alimentare la previdenza complimentare. Con lo schema di decreto legislativo previsto dalla

Dettagli

SCHEDA SU RIFORMA DELLE PENSIONI MONTI-FORNERO Nodi critici sintetici

SCHEDA SU RIFORMA DELLE PENSIONI MONTI-FORNERO Nodi critici sintetici SCHEDA SU RIFORMA DELLE PENSIONI MONTI-FORNERO Nodi critici sintetici Articolo 24 Dl 6.12.2011 1. Si tratta di una riforma non concertata, ma imposta, cosa che peraltro accade dal 2007, quando fu firmato

Dettagli

ASSOCIAZIONE SCIENTIFICA ITALIANA DI CONIGLICOLTURA

ASSOCIAZIONE SCIENTIFICA ITALIANA DI CONIGLICOLTURA ASSOCIAZIONE SCIENTIFICA ITALIANA DI CONIGLICOLTURA STATUTO DENOMINAZIONE SEDE - SCOPO Art. 1 Denominazione È costituita, senza scopo di lucro o finalità politiche, l Associazione denominata: "ASSOCIAZIONE

Dettagli

LEGGE N. 190/2012 DISPOSIZIONI PER LA PREVENZIONE E LA REPRESSIONE DELLA CORRUZIONE E DELL ILLEGALITA NELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE

LEGGE N. 190/2012 DISPOSIZIONI PER LA PREVENZIONE E LA REPRESSIONE DELLA CORRUZIONE E DELL ILLEGALITA NELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE LEGGE N. 190/2012 DISPOSIZIONI PER LA PREVENZIONE E LA REPRESSIONE DELLA CORRUZIONE E DELL ILLEGALITA NELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE Torino, 10 Aprile 2013 La legge 190/2012 introduce degli strumenti per

Dettagli

Nota. Incontro con il Ministro dell Istruzione, dell Università e della Ricerca. On. Stefania Giannini

Nota. Incontro con il Ministro dell Istruzione, dell Università e della Ricerca. On. Stefania Giannini Nota Incontro con il Ministro dell Istruzione, dell Università e della Ricerca On. Stefania Giannini Roma, 28 maggio 2014 Premessa Come è noto le Province si occupano del funzionamento, della manutenzione

Dettagli

Testo integrato * * * * * STATUTO. CAPO I - Istituzione ed ordinamento ART. 1. Denominazione

Testo integrato * * * * * STATUTO. CAPO I - Istituzione ed ordinamento ART. 1. Denominazione Testo integrato * * * * * STATUTO CAPO I - Istituzione ed ordinamento ART. 1 Denominazione 1.1 La CASSA ITALIANA DI PREVIDENZA ED ASSISTENZA DEI GEOMETRI LIBERI PROFESSIONISTI è Ente di diritto privato

Dettagli

IL NOSTRO FACT-CHECKING SU DUE ANNI DI GOVERNO RENZI «TAVOLO 2: SICUREZZA E IMMIGRAZIONE»

IL NOSTRO FACT-CHECKING SU DUE ANNI DI GOVERNO RENZI «TAVOLO 2: SICUREZZA E IMMIGRAZIONE» a cura del Gruppo Parlamentare della Camera dei Deputati Il Popolo della Libertà Berlusconi Presidente Forza Italia 1024 IL NOSTRO FACT-CHECKING SU DUE ANNI DI GOVERNO RENZI «TAVOLO 2: SICUREZZA E IMMIGRAZIONE»

Dettagli

Grazie davvero al Presidente Guzzetti e grazie a tutti voi, al. Sindaco di Lucca, al Presidente della Fondazione per questo invito

Grazie davvero al Presidente Guzzetti e grazie a tutti voi, al. Sindaco di Lucca, al Presidente della Fondazione per questo invito Testo dell intervento del Presidente dell Anci Piero Fassino Grazie davvero al Presidente Guzzetti e grazie a tutti voi, al Sindaco di Lucca, al Presidente della Fondazione per questo invito e, per non

Dettagli

STATUTO del CIFA Onlus Centro Internazionale per l Infanzia e la Famiglia

STATUTO del CIFA Onlus Centro Internazionale per l Infanzia e la Famiglia STATUTO del CIFA Onlus Centro Internazionale per l Infanzia e la Famiglia ART. 1 É costituita una Associazione denominata C.I.F.A. ONLUS - CENTRO INTERNAZIONALE PER L INFANZIA E LA FAMIGLIA, abbreviabile

Dettagli

Tratterò un argomento che riguarda, in questo momento particolare, il rapporto delle piccole e

Tratterò un argomento che riguarda, in questo momento particolare, il rapporto delle piccole e Parlamento della Padania Sarego, 4 febbraio 2012 On. Maurizio Fugatti Grazie, buongiorno a tutti. Tratterò un argomento che riguarda, in questo momento particolare, il rapporto delle piccole e medie imprese

Dettagli

STATUTO G.F. IL CUPOLONE DLF-BFI. Approvato Dall Assemblea dei soci in data

STATUTO G.F. IL CUPOLONE DLF-BFI. Approvato Dall Assemblea dei soci in data STATUTO G.F. IL CUPOLONE DLF-BFI Approvato Dall Assemblea dei soci in data 29-05 - 2008 Art. 1 Costituzione e denominazione 1. E costituita in Firenze nel 1961, una associazione denominata Gruppo Fotografico

Dettagli

Intervento dell Avv. Nicolino De Cantis - Componente della Commissione Giuridica Provinciale dell Automobile Club di Verona

Intervento dell Avv. Nicolino De Cantis - Componente della Commissione Giuridica Provinciale dell Automobile Club di Verona Intervento dell Avv. Nicolino De Cantis - Componente della Commissione Giuridica Provinciale dell Automobile Club di Verona Congresso Commissioni giuridiche ACI- Napoli - Riflessioni su : Patente di guida

Dettagli

93 del 12 OTTOBRE 2004 PROT. N. 32654 1

93 del 12 OTTOBRE 2004 PROT. N. 32654 1 93 del 12 OTTOBRE 2004 PROT. N. 32654 1 OGGETTO: ADESIONE AL PROGETTO METANO PROMOSSO DAL COMUNE DI TORINO E PREORDINATO A LIMITARE GLI EFFETTI INQUINANTI SULL AMBIENTE DEI TRADIZIONALI GAS DI SCARICO.

Dettagli

SARDEGNA SOTTO RICATTO ELETTRICO

SARDEGNA SOTTO RICATTO ELETTRICO CAMERA DEI DEPUTATI Febbraio 2010 SARDEGNA SOTTO RICATTO ELETTRICO MAURO PILI INTERROGAZIONE DOSSIER SUL CASO ENERGIA - SARDEGNA NELL ISOLA IL COSTO PIU ELEVATO D EUROPA SARDEGNA SOTTO RICATTO ELETTRICO

Dettagli

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE *************** ORGANIZZAZIONE NON LUCRATIVA DI UTILITA SOCIALE DENOMINAZIONE SEDE SCOPO DURATA ***** ARTICOLO 1

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE *************** ORGANIZZAZIONE NON LUCRATIVA DI UTILITA SOCIALE DENOMINAZIONE SEDE SCOPO DURATA ***** ARTICOLO 1 STATUTO DELL ASSOCIAZIONE *************** ORGANIZZAZIONE NON LUCRATIVA DI UTILITA SOCIALE DENOMINAZIONE SEDE SCOPO DURATA ***** ARTICOLO 1 E costituita L Associazione, senza fini di lucro, denominata:

Dettagli

FEDERAZIONE AUTONOMA BANCARI ITALIANI

FEDERAZIONE AUTONOMA BANCARI ITALIANI FEDERAZIONE AUTONOMA BANCARI ITALIANI Sindacato Autonomo Bancari di Mantova e provincia Via Imre Nagy 58 - Località Borgochiesanuova - 46100 Mantova Telefono 0376-366221 - 324660-365274 Fax 0376-365287

Dettagli

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE. ToscanaSpazio TITOLO I DENOMINAZIONE SEDE DURATA

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE. ToscanaSpazio TITOLO I DENOMINAZIONE SEDE DURATA STATUTO DELL ASSOCIAZIONE ToscanaSpazio TITOLO I DENOMINAZIONE SEDE DURATA 1) Denominazione E costituita, ai sensi degli articoli 14 e seguenti del Codice Civile una Associazione senza scopo di lucro denominata

Dettagli

COMMISSIONE CONSILIARE III. Sanità e Assistenza. Seduta del 28 settembre 2011 PRESIDENZA DEL PRESIDENTE MARGHERITA PERONI

COMMISSIONE CONSILIARE III. Sanità e Assistenza. Seduta del 28 settembre 2011 PRESIDENZA DEL PRESIDENTE MARGHERITA PERONI COMMISSIONE CONSILIARE III Sanità e Assistenza Seduta del 28 settembre 2011 PRESIDENZA DEL PRESIDENTE MARGHERITA PERONI Argomento n. 4 all ordine del giorno: ITR N. 3113 Bando per l'accesso alla "Dote

Dettagli

Artigiano che lavora da solo (reddito annuo di 35.000 euro)

Artigiano che lavora da solo (reddito annuo di 35.000 euro) TASSE RECORD: PER LE MICRO-IMPRESE PRESSIONE FISCALE FINO AL 63% Per le aziende con meno di 10 addetti, nel le tasse sono aumentate: colpito il 95% del totale delle imprese ===============================================================

Dettagli

Roma, 29 gennaio 2015

Roma, 29 gennaio 2015 DIREZIONE GENERALE CIRCOLARE n. 2500 Roma, 29 gennaio 2015 ALLE ASSOCIAZIONI E AI SINDACATI TERRITORIALI ALLE UNIONI REGIONALI AI COMPONENTI DELLA GIUNTA ESECUTIVA AI COMPONENTI DEL CONSIGLIO NAZIONALE

Dettagli

RASSEGNA STAMPA. ALBI Le pagelle della formazione Il sole24ore pag 6 del 08/02/2016

RASSEGNA STAMPA. ALBI Le pagelle della formazione Il sole24ore pag 6 del 08/02/2016 lunedì 8 febbraio 2016 RASSEGNA STAMPA ALBI Le pagelle della formazione Il sole24ore pag 6 del 08/02/2016 PROFESSIONI Corte dei Conti all angolo Italia Oggi pag. 34 del 06/02/2016 ORDINI Scuole gestite

Dettagli

RELAZIONE CONGRESSO DI CIRCOLO DELL 11 OTTOBRE 2014 CANDIDATO SEGRETARIO: LOCCI ROSALINA CONDIVISIONE - RESPONSABILITA - COMPETENZE

RELAZIONE CONGRESSO DI CIRCOLO DELL 11 OTTOBRE 2014 CANDIDATO SEGRETARIO: LOCCI ROSALINA CONDIVISIONE - RESPONSABILITA - COMPETENZE RELAZIONE CONGRESSO DI CIRCOLO DELL 11 OTTOBRE 2014 CANDIDATO SEGRETARIO: LOCCI ROSALINA CONDIVISIONE - RESPONSABILITA - COMPETENZE Saluto tutti i presenti: iscritti, simpatizzanti rappresentanti dei partiti..

Dettagli

STATUTO DELL ISTITUTO INTERNAZIONALE JACQUES MARITAIN *

STATUTO DELL ISTITUTO INTERNAZIONALE JACQUES MARITAIN * STATUTO DELL ISTITUTO INTERNAZIONALE JACQUES MARITAIN * Art. 1 È costituita l associazione culturale denominata Istituto Internazionale Jacques Maritain, con sede sociale a Roma. Art. 2 L Istituto non

Dettagli

730 precompilato. Dichiarazioni d'intento

730 precompilato. Dichiarazioni d'intento CIRCOLARE INFORMATIVA Novità fiscali Scadenze Adempimenti Novità fiscali 730 precompilato Se nel 730 precompilato il Fisco riporta un dato inesatto il contribuente deve correggerlo. Se non lo fa è passibile

Dettagli

ARCH. NAZZARENO LEONARDI IL NOSTRO PROGRAMMA

ARCH. NAZZARENO LEONARDI IL NOSTRO PROGRAMMA ELEZIONI DELEGATO ARCHITETTI PER LA PROVINCIA DI VICENZA 2015-2020 CASSA NAZIONALE DI PREVIDENZA ED ASSISTENZA PER GLI INGEGNERI ED ARCHITETTI LIBERI PROFESSIONISTI ARCH. NAZZARENO LEONARDI IL NOSTRO PROGRAMMA

Dettagli

Statuto della E.MAlumni Association

Statuto della E.MAlumni Association STATUTO DELLA E.MALUMNI ASSOCIATION ASSOCIAZIONE DEGLI ALUNNI DEL MASTER EUROPEO IN DIRITTI UMANI E DEMOCRATIZZAZIONE Preambolo Noi, Alunni del Master Europeo in Diritti Umani e Democratizzazione, Aspirando

Dettagli

Piramide società. Rapporto attivi/non attivi

Piramide società. Rapporto attivi/non attivi C era una volta. Le pensioni ieri ed oggi Dalla riforma Amato a Monti. I fondamentali della previdenza Piramide società Spesa Protezione sociale Speranza di vita Rapporto attivi/non attivi L invecchiamento

Dettagli

UNIONE CIECHI D EUROPA Onlus STATUTO TITOLO I COSTITUZIONE SEDE SCOPI ART. 1

UNIONE CIECHI D EUROPA Onlus STATUTO TITOLO I COSTITUZIONE SEDE SCOPI ART. 1 UNIONE CIECHI D EUROPA Onlus STATUTO TITOLO I COSTITUZIONE SEDE SCOPI ART. 1 1. L Unione Ciechi d Europa Onlus è una libera Associazione di Ciechi e Ipovedenti residenti in Italia o nei Paesi dell Unione

Dettagli

Scopo della presente nota è quello di individuare le principali novità introdotte.

Scopo della presente nota è quello di individuare le principali novità introdotte. Nota informativa Negri-Clementi Studio Legale Associato Milano, 20 settembre 2013 LE NOVITÀ INTRODOTTE DAL DECRETO LAVORO Il D.L. 28 giugno 2013 n. 76 (c.d. Decreto lavoro ) recante Primi interventi urgenti

Dettagli

STATUTO ASSOCIAZIONE VOLONTARI LA REALTÀ

STATUTO ASSOCIAZIONE VOLONTARI LA REALTÀ ASSOCIAZIONE VOLONTARI LA REALTÀ Via Contea, 1 31055 QUINTO DI TREVISO Cod. Fisc. 94020520261 Iscritta al registro regionale delle Associazioni di Volontariato al n. TV/0130 ONLUS STATUTO ASSOCIAZIONE

Dettagli

IL TURISMO INTERNAZIONALE E L ITALIA

IL TURISMO INTERNAZIONALE E L ITALIA IL TURISMO INTERNAZIONALE E L ITALIA CERNOBBIO 28 MARZO 2015 PREMESSA L esposizione universale, a due mesi dall avvio, è considerata come la grande occasione per il rilancio del turismo italiano. Non solo

Dettagli

SERVIZI AZIENDALI INNOVATIVI

SERVIZI AZIENDALI INNOVATIVI SERVIZI AZIENDALI INNOVATIVI L AGENZIA PUBBLICA PER LA LOCAZIONE La gestione di servizi attinenti al soddisfacimento delle esigenze abitative delle famiglie rappresenta una tra le iniziative più innovative

Dettagli

Molti aderenti ci hanno posto alcuni quesiti sul tema pensionistico/liquidativo:

Molti aderenti ci hanno posto alcuni quesiti sul tema pensionistico/liquidativo: Nonostante la riforma Fornero qualcuno riesce ancora ad andare in pensione. Come si inserisce il Fondo Pensione in questa eventualità, quali sono le scelte che è possibile ed è meglio fare. Molti aderenti

Dettagli

Le novità normative in tema di rapporto di lavoro pubblico: il D.Lgs. 150/2009

Le novità normative in tema di rapporto di lavoro pubblico: il D.Lgs. 150/2009 Le novità normative in tema di rapporto di lavoro pubblico: il D.Lgs. 150/2009 Parma, Sala aurea C.C.I.A.A., Via Verdi 2 Gaetano Palombelli La riforma del lavoro pubblico nel contesto della riforma istituzionale

Dettagli

STATUTO APPROVATO IN DATA 27/2/2010

STATUTO APPROVATO IN DATA 27/2/2010 ASSOCIAZIONE CULTURALE GLI ABRUZZESI A FIRENZE STATUTO APPROVATO IN DATA 27/2/2010 Articolo 1 Costituzione E costituita, con sede in Firenze, l Associazione culturale denominata GLI ABRUZZESI A FIRENZE

Dettagli

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE DI PROMOZIONE SOCIALE

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE DI PROMOZIONE SOCIALE STATUTO DELL ASSOCIAZIONE DI PROMOZIONE SOCIALE Comunico Art. 1 - Denominazione sociale È costituita, nel rispetto delle disposizioni previste dal codice civile e dalla Legge n. 383/2000, l Associazione

Dettagli

RASSEGNA STAMPA. Domenica, 14.09.2014. Il Secolo XIX - Ed. Levante. La Repubblica 1 La giungla dell eterologa dai ticket ai limiti d età le Regioni

RASSEGNA STAMPA. Domenica, 14.09.2014. Il Secolo XIX - Ed. Levante. La Repubblica 1 La giungla dell eterologa dai ticket ai limiti d età le Regioni RASSEGNA STAMPA Domenica, 14.09.2014 Il Secolo XIX - Ed. Levante 1 Regioni, il piano: l esenzione ticket scatterà a 67 anni La Repubblica 1 La giungla dell eterologa dai ticket ai limiti d età le Regioni

Dettagli

La manovra del governo Monti

La manovra del governo Monti 1 La manovra del governo Monti La manovra del governo Monti realizza un intervento di dimensioni sostanzialmente costanti, tra i 20 e i 21 miliardi, in ciascuno degli anni del triennio 2012-2014 (20,185

Dettagli

STATUTO APPROVATO NELLA SEDUTA CONGRESSUALE AICCRE DEL 14 FEBBRAIO 2011. A.I.C.C.R.E. Associazione dei Comuni e delle Regioni d Europa EMILIA-ROMAGNA

STATUTO APPROVATO NELLA SEDUTA CONGRESSUALE AICCRE DEL 14 FEBBRAIO 2011. A.I.C.C.R.E. Associazione dei Comuni e delle Regioni d Europa EMILIA-ROMAGNA Associazione Italiana del Consiglio dei Comuni e delle Regioni d Europa Federazione dell Emilia-Romagna STATUTO APPROVATO NELLA SEDUTA CONGRESSUALE AICCRE DEL 14 FEBBRAIO 2011 A.I.C.C.R.E. Associazione

Dettagli

I TAGLI AI FONDI PER LE POLITICHE SOCIALI E AI SERVIZI DI WELFARE LOCALE

I TAGLI AI FONDI PER LE POLITICHE SOCIALI E AI SERVIZI DI WELFARE LOCALE I TAGLI AI FONDI PER LE POLITICHE SOCIALI E AI SERVIZI DI WELFARE LOCALE La politica di riduzione delle risorse per il welfare e per i servizi sociali locali si sta realizzando attraverso la combinazione

Dettagli

STATUTO ART. 1. Denominazione e sede

STATUTO ART. 1. Denominazione e sede STATUTO ART. 1 Denominazione e sede È costituita l Associazione di volontariato denominata Associazione WWF Molise con sede in Campobasso. L'Associazione è democratica, persegue esclusivamente finalità

Dettagli

SINTESI DDL CITTA METROPOLITANE, PROVINCE, UNIONI COMUNI SENATO

SINTESI DDL CITTA METROPOLITANE, PROVINCE, UNIONI COMUNI SENATO SINTESI DDL CITTA METROPOLITANE, PROVINCE, UNIONI COMUNI SENATO Il disegno di legge 1212 Disposizioni sulle Città metropolitane, sulle Province, sulle unioni e fusioni di Comuni approvato dal Senato ha

Dettagli

Mario Albertini. Tutti gli scritti IV. 1962-1964. a cura di Nicoletta Mosconi. Società editrice il Mulino

Mario Albertini. Tutti gli scritti IV. 1962-1964. a cura di Nicoletta Mosconi. Società editrice il Mulino Mario Albertini Tutti gli scritti IV. 1962-1964 a cura di Nicoletta Mosconi Società editrice il Mulino 822 Anno 1964 A Bernard Lesfargues Caro Bernard, Pavia, 28 novembre 1964 dato che non verrò a Lione

Dettagli

ASSOCIAZIONE. Contatto - onlus STATUTO

ASSOCIAZIONE. Contatto - onlus STATUTO ASSOCIAZIONE Contatto - onlus STATUTO STATUTO DELL ASSOCIAZIONE Contatto onlus Articolo 1: Costituzione Ai sensi degli art. 36 e 37 del C.C. e seguenti, è costituita l Associazione denominata Contatto

Dettagli

GRUPPO DI LAVORO FAMIGLIA E MINORI VI COMMISSIONE. Il Diritto di crescere Costi e sviluppo sostenibile dei servizi educativi per l infanzia

GRUPPO DI LAVORO FAMIGLIA E MINORI VI COMMISSIONE. Il Diritto di crescere Costi e sviluppo sostenibile dei servizi educativi per l infanzia GRUPPO DI LAVORO FAMIGLIA E MINORI VI COMMISSIONE Il Diritto di crescere Costi e sviluppo sostenibile dei servizi educativi per l infanzia Roma, 2 dicembre 2009 cons. Giancarlo Panero Presidente Commissione

Dettagli

CONSIGLIO NAZIONALE DEGLI ATTUARI MINISTERO DELLA GIUSTIZIA

CONSIGLIO NAZIONALE DEGLI ATTUARI MINISTERO DELLA GIUSTIZIA MINISTERO DELLA GIUSTIZIA Roma, 17 maggio 2012 A tutti gli Iscritti all Albo e p.c. Al Consiglio dell Ordine Nazionale degli Attuari Ai Comitati Regionali All Istituto Italiano degli Attuari Prot. n. 066/2012

Dettagli

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE Atti Parlamentari 1 Camera dei Deputati CAMERA DEI DEPUTATI N. 796 PROPOSTA DI LEGGE d iniziativa del deputato ANGELA NAPOLI Nuova regolamentazione delle attività di informazione scientifica e istituzione

Dettagli