L associazione Artigiani diventa Confartigianato Bergamo

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "L associazione Artigiani diventa Confartigianato Bergamo"

Transcript

1 C O N F A R T I G I A N A T O I M P R E S E Periodico mensile degli organi direttivi dell Associazione Artigiani di Bergamo Poste Italiane spa Spedizione in Abbonamento Postale D.L. 353/2003 (conv. in L. 27/02/2004 n 46) art. 1, comma 1, DCB Bergamo ANNO 69 NUMERO 11 DICEMBRE 2013 L associazione Artigiani diventa Confartigianato Bergamo Orgogliosi di esserci! Contiene I.P.

2 Bergamo Via Stoppani, 10/D Tel Fax A R T I G I A N O HAI PROBLEMI DI FINANZIAMENTO? RIVOLGITI A NOI Garanzie su finanziamenti per risolvere ogni necessità legata a problemi di liquidità, acquisto macchinari, attrezzature, materie prime, rinnovo impianti. COME SI DIVENTA SOCI L ammissione alla Cooperativa è aperta a tutte le ditte iscritte all Albo delle imprese artigiane provinciale ed alle P.M.I. iscritte alla CCIAA di Bergamo che non abbiano subito protesti nell ultimo triennio. Per l ammissione devono essere sottoscritte una tantum 10 quote sociali dell importo di.5,16 ciascuna. Tali quote sono infruttifere, ma il loro importo viene integralmente rimborsato in caso di recesso. NON E RICHIESTO VERSAMENTO DI QUOTE ANNUALI TEMPI RAPIDI DI ISTRUTTORIA E DI EROGAZIONE. CONVENZIONI CON I PRINCIPALI ISTITUTI DI CREDITO Dal nostro sito Internet : con un semplice click è possibile: scaricare la modulistica per l iscrizione alla Cooperativa e per le richieste di finanziamento; verificare il tasso di interesse e calcolare l importo della rata di rimborso dei prestiti. FINANZIAMENTI PER l acquisto di macchinari, attrezzature, materie prime e rinnovo impianti; risolvere prontamente ogni necessità legata a problemi di liquidità.

3 SOMMARIO bergamoartigiana DICEMBRE 2013 EDITORIALE PRIMO PIANO... 4 TERRITORIO... 5 INIZIATIVE... 6 SOLIDARIETÀ... 7 FISCALE... 8 AMBIENTE E SICUREZZA... 8 FORMAZIONE... 9 TESSERAMENTO AREE DI MESTIERE VITA ASSOCIATIVA ULTIM ORA - SCADENZE Periodico mensile degli organi direttivi dell Associazione Artigiani di Bergamo aderente a Confartigianato DIRETTORE RESPONSABILE Angelo Carrara EDITORE Associazione Artigiani via Torretta, Bergamo tel REDAZIONE Ufficio Comunicazione della Associazione Artigiani via Torretta, Bergamo PUBBLICITÀ XComunicare srl via Torretta, Bergamo tel fax Autorizzazione del Tribunale di Bergamo n. 501 del iscrizione ROC n STAMPA Sestanteinc srl Chiuso in redazione il Printed on elemental chlorine-free bleached paper L'Associazione Artigiani diventa Confartigianato Bergamo Orgogliosi di esserci! Caro Associato ho il piacere di comunicarti che la nostra Associazione Artigiani dal prossimo anno adotterà il marchio di Confartigianato nazionale, diventando così Confartigianato Bergamo. Si tratta del punto di arrivo di un lungo cammino di crescita e sviluppo che da molti anni stiamo percorrendo a fianco di Confartigianato, la più grande Organizzazione nazionale di rappresentanza dell artigianato e delle Pmi, che riunisce più di imprese e imprenditori in tutta Italia e garantisce loro la giusta tutela e servizi qualificati e al passo con i tempi. Ora, con l adozione di questo nuovo logo, la nostra Associazione continuerà ad essere non solo un punto di riferimento provinciale per tutte le imprese artigiane, ma rafforzerà la propria immagine e visibilità a livello regionale e nazionale e ciò le consentirà di contare di più nel momento in cui dovrà raffrontarsi con gli organi politici e le istituzioni per il bene delle imprese. Questo passaggio ci aiuterà a crescere e rinascere insieme, potenziando ulteriormente i nostri servizi e sfruttando tutte le nuove opportunità legate ad economie di scala e ad un aumentata rappresentanza. Infatti il marchio di Confartigianato, che verrà usato da tutte le Organizzazioni d Italia aderenti alla confederazione nazionale, rappresenterà un segno di unità di intenti e di vedute e un simbolo della volontà di lavorare in squadra, mettendoci in rete per connetterci al futuro ; perché i grandi obiettivi si possono raggiungere solo se si scende in campo insieme, progettando nuove strategie con il contributo di tutti, per spingere finalmente anche la politica ad ascoltare la nostra voce! Quindi un passo avanti importante a favore delle imprese, che ci rende sempre più orgogliosi di esserci, sicuri che anche come Confartigianato Bergamo manterremo inalterati i valori di affidabilità, competenza e attenzione alle imprese e alle persone che da sempre accompagnano l Associazione Artigiani, un Organizzazione gestita da imprenditori artigiani come te, con un esperienza di quasi 70 anni, che mette a tua disposizione oltre 200 esperti qualificati e 27 uffici in tutta la provincia. Questo sarà uno dei messaggi che darò a tutti gli associati in occasione del nostro Evento di Natale (vedi pag.4) al quale sarei davvero lieto che tu partecipassi. In attesa di incontrarti, colgo l occasione per porgerti i miei più cari auguri per un Natale felice e colmo di serenità ed un prospero anno Il presidente Angelo Carrara

4 PRIMO PIANO bergamoartigiana DICEMBRE 2013 Festeggiamo insieme il Natale! Siete tutti invitati all Evento organizzato per lo scambio degli auguri Ti piacerebbe scambiare gli auguri di Natale in serenità e allegria insieme a tanti tuoi colleghi che come te stanno facendo del proprio meglio per lottare contro la crisi e trovare idee vincenti per dare una svolta alla propria impresa in questo momento di difficoltà? Per favorire uno scambio di idee, di relazioni e di consigli, dare la possibilità a tutti voi imprenditori di confrontare le vostre esperienze, rafforzare le relazioni e condividere con noi gli spunti di sviluppo, ma soprattutto per consentire a tutti funzionari, dirigenti e imprese di riunirci e scambiarci gli auguri, sentendoci parte di quella grande famiglia che è l Associazione Artigiani Confartigianato Bergamo, abbiamo pensato di organizzare una bellissima iniziativa natalizia. Si tratta di un evento molto particolare, che vogliamo dedicare a tutte le imprese che ogni giorno si impegnano per mantenere viva la nostra economia, e ci piacerebbe che anche tu partecipassi. Per questo siamo orgogliosi di invitarti all Evento di Natale dell Associazione Artigiani Confartigianato Bergamo che si terrà VENERDÌ 13 DICEMBRE ALLE ORE presso la struttura di FASE ad Alzano Lombardo (Ex Cartiere Pigna) Il programma prevede l aperitivo, la cena a tavola e di seguito la possibilità di lanciarsi nel ballo con un dj. Alla serata interverrà anche il presidente nazionale di Confartigianato Giorgio Merletti che porterà il suo saluto dopo l introduzione del presidente dell Associazione Artigiani - Confartigianato Bergamo Angelo Carrara. Nel corso dell evento si terrà anche una lotteria di beneficenza il cui ricavato andrà a sostenere i progetti dell associazione Africa Tremila a favore delle popolazioni più povere. Da segnalare l ambientazione dell iniziativa presso FASE ad Alzano Lombardo, che rappresenta un esempio unico di riqualificazione urbanistica di archeologia industriale. Siamo riusciti a contenere il costo di partecipazione in 40 euro a persona, con la possibilità, per te, di partecipare insieme ai tuoi familiari o ai tuoi dipendenti. CONTIAMO SULLA TUA PRESENZA! La partecipazione è possibile, fino ad esaurimento posti (la capienza della sala è di 500 coperti), con la prenotazione e il saldo della quota che deve avvenire contattando la Segreteria di Presidenza ( tel ) CHIUSURA NATALIZIA DEI NOSTRI UFFICI Informiamo tutte le imprese associate che gli Uffici della Sede Centrale di Bergamo e delle Delegazioni periferiche dell Associazione Artigiani resteranno chiusi lunedì 23, martedì 24 e martedì 31 dicembre 2013 L Associazione Artigiani e la redazione di Bergamo Artigiana augurano a tutti 4 BUON NATALE E UN SERENO ANNO 2014

5 bergamoartigiana DICEMBRE 2013 TERRITORIO Iniziative, progetti e attività dei Poli dell Associazione Artigiani IL POLO DI ROMANO DI LOMBARDIA La figura del Capo Comune, prevista e regolata dallo Statuto dell Associazione Artigiani, è da sempre uno dei punti di forza della presenza dell Associazione sul territorio. Tramite il Capo Comune anche gli associati che, per questioni logistiche o geografiche, hanno difficoltà a rapportarsi con l Organizzazione, possono trovare in loco un referente in grado di fare da collegamento con il Consiglio di Polo e quindi con il vertice dirigente dell Associazione. Il Capo Comune rappresenta gli associati nell ambito comunale e cura i rapporti degli stessi con l Associazione Artigiani tramite il Consiglio di Polo, l Amministrazione comunale e con qualsiasi altro Ente relativo al comune di competenza, con il quale si instaurino rapporti conseguenti all esercizio delle attività artigiane. Con l intento di dare reale sviluppo a queste premesse, il Capo Polo di Romano di Lombardia, Michele Lamera, ha presentato le nomine dei nuovi Capi Comune in territori che ne risultavano privi per varie ragioni. Di seguito la tabella con l elenco: 1 GIORGETTI Alberto meccanico Antegnate 2 PIZZETTI Giuseppe fabbro Barbata 3 BELLOLI Francesco autotrasporti Bariano 4 SALINI Simona imp.idraulici Calcio 5 RIZZOLI Ezio imp.idraulici Cividate al Piano 6 LEONI Roberto edile Cologno al Serio 7 MARCHESI Roberto grafico Fara Olivana 8 VERNIA Mario impiantista Ghisalba 9 SEGHEZZI Mario falegname Martinengo 10 VEGINI Vittorio imp.idraulici Palosco 11 MERCANDELLI Alberto imbianchino Pumenengo 12 GIARDINI Maurizio falegname Romano di Lomb. 13 CATTANEO Diego edile Torre Pallavicina I nominativi sono stati segnalati anche alle varie Amministrazioni comunali, al fine di incominciare ad intessere un rapporto di collaborazione che non può che giovare a tutte le parti in gioco. Ai nuovi Capi Comune il saluto ed il ringraziamento da parte del Consiglio di Polo di Romano, ai cui lavori sono ora chiamati a partecipare. Convenzione con il Comune di Scanzorosciate per la riqualificazione dei centri storici Artigiani ha siglato una convenzione con il Comune di Scanzorosciate per la riqualificazione L Associazione dei centri storici di Scanzo e Rosciate. L iniziativa prevede la realizzazione di opere pubbliche per circa di euro per riqualificare vie e piazze, con interventi resi possibili grazie anche all approvazione di una normativa edilizia più flessibile e snella e all introduzione di benefici e incentivi, quali lo sconto sugli oneri di urbanizzazione fino ad un massimo dell 80%, l esenzione totale della Tosap e l erogazione di un contributo straordinario comunale una tantum fino ad un massimo di euro. Per realizzare il progetto il Comune ha siglato un protocollo d intesa con quattro banche locali che le impegna a prevedere finanziamenti agevolati per chi ristruttura, oltre ad un accordo di sinergia e collaborazione con Associazione Artigiani e Ance Bergamo. Si tratta di un iniziativa lodevole ha detto il presidente dell Associazione Artigiani Angelo Carrara insieme al capo area Costruzioni Geremia Arizzi che vede il Comune di Scanzo quale precursore di un positivo atteggiamento di ascolto e coinvolgimento attivo dei cittadini, delle imprese e degli istituti di credito nelle proprie politiche a favore del territorio. Speriamo ora che altri comuni seguano il suo esempio. Per informazioni: ufficio Aree di Mestiere Marco Trussardi (tel ; 5

6 INIZIATIVE bergamoartigiana DICEMBRE 2013 «Bergamo for expo 2015» un catalogo online dei fornitori La Camera di Commercio di Bergamo, in collaborazione con le Associazioni di categoria del territorio, tra le quali la nostra Associazione Artigiani, sta realizzando Bergamo for Expo 2015, un Catalogo online che raccoglierà i nominativi delle imprese bergamasche disponibili a presentarsi come fornitori di beni o servizi in vista delle iniziative di Expo Il Catalogo online, che si affianca al catalogo ufficiale di Expo 2015, sarà pubblicato sul sito e sarà a disposizione di tutti i soggetti che opereranno nell'ambito di Expo 2015 (delegazioni dei paesi partecipanti, organizzatori di manifestazioni, appaltatori ecc). Inoltre potrà essere utilizzato anche in altre occasioni di business in campo nazionale e internazionale promosse dalla Camera di Commercio. Per essere inseriti nel catalogo occorre accedere al sito internet della Camera di Commercio cliccare sul banner Iscriviti al Catalogo fornitori e quindi inserire i propri dati nel form presente nella pagina. L iscrizione nel catalogo è aperta a tutti gli operatori economici della provincia di Bergamo. È importante sottolineare che i destinatari del catalogo saranno soprattutto operatori stranieri alla ricerca di partner italiani. È opportuno pertanto che le imprese bergamasche interessate completino l iscrizione fornendo anche informazioni in lingua straniera (inglese o francese) e che si organizzino per tradurre in questa lingua almeno la home page del proprio sito internet. Per assistenza nella compilazione e traduzione della modulistica: ufficio Internazionalizzazione - Marco Martinelli (tel ; «Riaccendiamo il tuo Natale» risparmio su energia e gas per le utenze domestiche Da 5 anni l Associazione artigiani, attraverso CEn- PI Confartigianato Energia per le Imprese, gestisce le utenze d energia e gas delle proprie imprese associate, offrendo gratuitamente risparmi sulle bollette di luce e gas e servizi d assistenza di natura tecnico-amministrativa. Da quest anno, per la prima volta, CEnPI si rivolge non solo alle imprese, ma anche alle utenze domestiche e quindi ad una platea più ampia rappresentata da cittadini, con particolare riguardo alle utenze private degli imprenditori associati, dei loro familiari, dipendenti e dei pensionati ex imprenditori. Per promuovere questa nuova iniziativa l Associazione lancia fino al 31 dicembre la campagna Riaccendiamo il tuo Natale! Grazie a questa promozione, realizzata in partnership con Mauri Elettroforniture, chiunque sottoscriva l adesione al CEnPI per forniture di energia elettrica e gas per utenze private riceverà un coupon valido per sconti dal 15 al 20% da utilizzare presso il negozio di illuminotecnica MauriGroup di Bergamo per acquisti sulle luminarie di Natale, ma anche su lampadine, lampadari, lampade da terra e da tavolo a LED. Un iniziativa che offre sicuramente ottimi vantaggi e guadagni quali: - risparmio sul costo dell energia elettrica (CEnPI garantisce un risparmio medio annuo del 15% circa) - risparmio sul costo del gas (CEnPI garantisce un risparmio medio annuo del 10% circa) - risparmio per un utilizzo più razionale dell energia attraverso i LED (fino all 80% di risparmio rispetto alle lampade alogene e a incandescenza) - risparmio per l acquisto dei prodotti con sconti dal 15% al 20% presentando il coupon consegnato all atto dell adesione a CEnPI. Per informazioni: Sportello Energia (tel ; 6

7 bergamoartigiana DICEMBRE 2013 SOLIDARIETÀ AFRICA TREMILA Prosegue l'impegno umanitario Ospitiamo in questo numero della rivista un messaggio del presidente di Africa Tremila Luciano Moscheni che, nell illustrare le iniziative della ONG a favore dei Paesi più poveri, ha colto l occasione per porgere a tutti i migliori auguri per le prossime festività. Anche Africa Tremila sarà tra i protagonisti della cena di Natale alla quale siete tutti invitati a partecipare. Per Africa Tremila l anno che si va concludendo è stato molto particolare, potrei definirlo di transizione, poiché molti cambiamenti sono avvenuti anche al nostro interno e ciò ha comportato un piccolo processo di riorganizzazione. Alcuni amici ci hanno voluto lasciare ma nel contempo altri se ne sono aggiunti, abbiamo portato a termine importanti progetti e allo stesso tempo ci accingiamo ad iniziarne altri. Nel corso dell anno sono stati visitati alcuni Paesi per valutare i presupposti per un eventuale nostro intervento: in alcuni casi, purtroppo, abbiamo constatato l assenza di tali presupposti, in altri casi, invece, i tempi potrebbero essere più lunghi, considerata la difficile situazione globale in atto che ha purtroppo complicato ulteriormente la situazione. Alcuni nostri consiglieri hanno visitato Kenya, Eritrea, India ma le richieste di aiuto ci sono pervenute da molti altri Paesi. Come dicevo, non sempre abbiamo trovato condizioni ottimali per il nostro intervento e il risultato, purtroppo, è che a farne le spese sono sempre i più bisognosi. Chi ci segue da tempo, però, sa che nulla di tutto ciò ci scoraggia e ciò è merito vostro che ci avete sempre sostenuto, nonostante la crisi e l incertezza che ci circondano. Quest anno la cena annuale di Africa Tremila presenta una grossa novità, ovvero il fatto che si terrà all interno dell evento «Orgogliosi di Esserci», organizzato dall Associazione Artigiani di Bergamo. Il Presidente Angelo Carrara ci ha invitati ad unirci alla serata, pertanto non possiamo che ringraziarlo, sottolineando che anche noi saremo «orgogliosi di esserci». Il mondo artigiano ha sempre rappresentato un punto fermo per noi di Africa Tremila e penso di esprimere un pensiero comune dicendo che veramente sentiamo di farne parte. Vorrei estendere a tutti i nostri amici questo invito ed aspettarvi numerosi la sera del 13 dicembre. Come accade ogni anno, nel corso della serata si svolgerà una lotteria con tanti premi, il cui ricavato andrà a beneficio e a sostegno dei nostri progetti. L evento sarà anche l occasione per presentare tutti i progetti realizzati e quelli futuri. Vi ricordiamo, infine, che è aperta la campagna tesseramento per il 2014: per diventare soci di Africa Tremila, oltre al versamento della quota annuale, occorre compilare e farci pervenire il modulo di adesione scaricabile dal nostro sito (www.africatremila.it). Per chi fosse interessato siamo presenti anche su Facebook. Concludo chiedendovi solamente di continuare a sostenerci, il nostro impegno sarà il modo migliore per ringraziarvi. Considerando il periodo di vigilia delle feste natalizie, colgo l occasione per esprimere a nome personale e di tutto il consiglio direttivo i più sinceri auguri di Buone Feste. Il presidente Luciano Moscheni 7

8 FISCALE bergamoartigiana DICEMBRE 2013 Banconote di grosso taglio transazioni per somme superiori a Secondo il provvedimento della Banca d Italia del 3 aprile scorso, l utilizzo di banconote di grosso taglio (200 e 500 euro) presenta un notevole rischio di riciclaggio/finanziamento del terrorismo, favorendo transazioni finanziarie non tracciabili. Pertanto, con decorrenza 1 gennaio 2014, viene stabilito che «in presenza di operazioni di deposito, prelievo, pagamento, o qualsiasi altra operazione con utilizzo di tali banconote per importi superiori a euro, i destinatari di tali operazioni devono effettuare specifici approfondimenti, anche con il cliente, al fine di verificare le ragioni di tali operazioni consentendo l esclusione di fenomeni di riciclaggio». In mancanza di ragionevoli motivazioni la banca dovrà astenersi dall effettuare l operazione e non potrà proseguire il rapporto continuativo; dovrà valutare inoltre se inviare o meno una segnalazione di operazione sospetta all UIF (Unità di Informazione Finanziaria). La verifica rafforzata scatterà in caso di operazioni per importi superiori a euro, a patto che tale limite sia superato utilizzando banconote di grosso taglio. Dal 1 gennaio 2014, inoltre, «chi effettua attività di vendita di prodotti e di prestazioni di servizi, anche professionali, dovrà accettare anche pagamenti effettuati attraverso carte di debito* (non di credito**)»; perciò dovrà installare un POS presso il proprio punto vendita, ufficio o mezzo ambulante, così come previsto dal DL 179/2012, art. 15, commi 4 e 5. La norma prevede l emanazione di altri decreti con i quali verranno disciplinati gli eventuali importi minimi, le modalità ed i termini, anche in relazione ai soggetti interessati, di attuazione della disposizione. Per questo potrà essere disposta l estensione degli obblighi a ulteriori strumenti di pagamento elettronici, anche con tecnologie mobili. La norma impone le nuove regole a chi effettua «attività di vendita di prodotti e di prestazione di servizi», quindi non solo ai commercianti al dettaglio, ma anche all ingrosso, produttori, ambulanti, nonché a tutti coloro che svolgono attività di prestazione di servizi, compresi i professionisti. * Carta di debito: diffusamente e impropriamente chiamata Bancomat, è una carta di pagamento che prevede l addebito delle somme sul conto del titolare, contestualmente all effettuazione dell operazione. Strumento di pagamento generalmente collegato ad un conto corrente bancario o ad un credito pre-caricato (carta prepagata ricaricabile). Il termine di debito deriva dal fatto che i fondi spesi, per mezzo della carta, presso esercizi commerciali, o prelevati dagli sportelli automatici, vengono addebitati immediatamente sul conto corrente bancario. **Carta di credito: tipologia di carta di pagamento con dispositivo per il riconoscimento dei dati identificativi del titolare e dell istituto emittente. Chiamata anche moneta elettronica. L utilizzo della disponibilità della carta varia in funzione dell affidabilità del cliente. Per informazioni: ufficio Fiscale (tel ; AMBIENTE E SICUREZZA Emissioni in atmosfera rinnovo autorizzazioni entro il 31 dicembre La Giunta provinciale ha approvato con DGP n.354 del 18 luglio 2011 il calendario per la presentazione delle istanze di rinnovo delle autorizzazioni alle emissioni in atmosfera. Il calendario si armonizza con le scadenze previste dall art.281 del d.lgs. 152/2006, ricordando che in base a tali disposizioni entro il 31 dicembre dovranno essere rinnovate tutte le autorizzazioni rilasciate dal 1 gennaio 1996 al 31 dicembre Si ricorda inoltre che il quadro legislativo di riferimen- 8

9 bergamoartigiana DICEMBRE 2013 AMBIENTE E SICUREZZA to è stato tuttavia recentemente modificato dal DPR 59/2013, che ha istituito la nuova Autorizzazione Unica Ambientale (AUA). Per essere soggetti ad A.U.A. infatti è sufficiente essere assoggettati al rilascio, al rinnovo o all'aggiornamento di almeno uno dei seguenti 7 titoli abilitativi previsti (con la sola esclusione delle attività da autorizzare in deroga ai sensi del d.lgs. 152/06, c.2 e 3, che possono continuare a non aderire all A.U.A): a) autorizzazione agli scarichi di cui al capo II del titolo IV della sezione II della parte terza del d.lgs. 3 aprile 2006, n.152; b) comunicazione preventiva di cui all art.112 del d.lgs. 3 aprile 2006, n.152 per l utilizzazione agronomica degli effluenti di allevamento, delle acque di vegetazione dei frantoi oleari e delle acque reflue provenienti dalle aziende ivi previste; c) autorizzazione alle emissioni in atmosfera per gli stabilimenti di cui all art.269 del d.lgs. 3 aprile 2006, n.152; d) autorizzazione generale di cui all art.272 del d.lgs. 3 aprile 2006, n.152; e) comunicazione o nulla osta di cui all art.8, commi 4 o comma 6, del d.lgs. 26 ottobre 1995, n.447; f) autorizzazione all utilizzo dei fanghi derivanti dal processo di depurazione in agricoltura di cui all art.9 del d.lgs. 27 gennaio 1992, n.99; g) comunicazioni in materia di rifiuti di cui agli art. 215 e 216 del d.lgs. 3 aprile 2006, n.152. Per informazioni: ufficio Ambiente e sicurezza (tel ; FORMAZIONE I corsi del mese Proseguono anche a dicembre i corsi che l ufficio Formazione propone alle imprese associate; si tratta di percorsi formativi di tipo tecnico-professionale, avviati al raggiungimento del numero minimo di partecipanti, in grado di soddisfare le necessità delle singole categorie artigiane. Ecco le proposte del mese: CORSI DI DICEMBRE e GENNAIO ARGOMENTO DATA LUOGO Corso sulla sicurezza per dipendenti ex art. 37 T.U. per parrucchieri 2 dicembre Bergamo - via Torretta 12 Corso E-commerce (commercio elettronico) 4 dicembre Bergamo - via Torretta 12 Termoidraulici: corso valido per il rinnovo della convenzione con la Provincia di Milano Corso per il conseguimento del patentino di abilitazione per la conduzione di impianti termici di potenza superiore a 232 kw, di II grado 5 dicembre Bergamo - via Torretta gennaio Bergamo - via Torretta 12 Corso etichettatura prodotti alimentari 27 gennaio Bergamo - via Torretta 12 Inoltre proseguono a cadenza mensile anche i corsi obbligatori per la sicurezza, ai sensi del D.Lgs 81/08 proposti alle imprese dall Ufficio Formazione: Testo Unico 81/08 (in materia di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro); Aggiornamento T.U. 81/08; Corsi per preposti alla sicurezza; Corsi di Primo soccorso; Corsi Aggiornamento Primo soccorso; Corsi per conducente Carrelli elevatori; Corso di aggiornamento Carrelli elevatori; Corsi di Antincendio; Corsi in Sostituzione del Libretto Sanitario HACCP (per alimentaristi); Formazione obbligatoria dipendenti ex art. 37 T.U. 81/08. Per conoscere i dettagli dei corsi e per iscrizioni contattare l ufficio Formazione (tel ; 9

10 Dove c è impresa, c è Confartigianato. Dal 1945 siamo al fianco dei piccoli e grandi imprenditori bergamaschi, con tutto il sostegno e i servizi di cui hanno bisogno. Dove c è un associato, noi siamo lì.

11 bergamoartigiana DICEMBRE 2013 TESSERAMENTO 2014 Dove c è un associato noi siamo lì. La nuova tessera Confartigianato Bergamo 2014 è in arrivo La tessera è il tuo segno di adesione all Associazione Artigiani - Confartigianato Bergamo e ti consente di accedere a tutti i servizi offerti ai Soci e ai vantaggi riservati in esclusiva per te dai partner convenzionati. Inoltre l adesione ti garantisce la tutela dei tuoi diritti e la possibilità di far sentire la tua voce ai tavoli dove si decide il futuro delle imprese. In questo impegnativo compito da anni ci affianca Confartigianato, la più grande Organizzazione nazionale di rappresentanza dell artigianato e delle Pmi, che riunisce più di imprese e imprenditori in tutta Italia e si raffronta costantemente con gli organi politici e le istituzioni per il bene delle imprese. Per consolidare ulteriormente questo rapporto, a partire dal 2014 l Associazione Artigiani si presenterà con un marchio ancora più forte e diffuso su tutto il territorio nazionale: il logo Confartigianato Bergamo. Un unico simbolo, quello di Confartigianato, che viene usato in tutta Italia da tutte le Organizzazioni aderenti, quale segno della volontà di lavorare uniti e insieme per il bene delle Imprese. Questo passaggio ci aiuterà a crescere e rinascere insieme, con la sicurezza di continuare a contare sull affidabilità di un Organizzazione come la nostra, con un esperienza di quasi 70 anni, che mette a tua disposizione oltre 200 esperti qualificati e 27 uffici in tutta la provincia. Anche per il 2014 ti proporremo un corposo pacchetto di proposte formative (nel prossimo numero di gennaio troverai l elenco completo) e numerosi seminari tecnici di approfondimento, e infine lanceremo una campagna di sensibilizzazione dell opinione pubblica contro l abusivismo, per favorire la scelta di professionisti qualificati, riproponendo l adesivo ORGOGLIOSO DI ESSERE ARTIGIANO che tanti associati utilizzano con orgoglio sui propri furgoni, nei negozi e laboratori. Grazie perchè anche quest anno ci aiuterai a sostenere le imprese artigiane! Passaggio da RID a SDD nuove modalità tecniche per addebiti automatici sul conto Con la pubblicazione del regolamento UE n 260/2012 sono stati definiti i requisiti tecnici e commerciali per la migrazione dei servizi di pagamento nazionali (Bonifici/RID) verso nuovi standard paneuropei, uniformando di fatto le principali modalità di incasso e pagamento all interno dell Area della moneta unica. Si informa pertanto che a partire dal 31 gennaio 2014 l Associazione Artigiani - Confartigianato, nel rispetto della normativa, sostituirà automaticamente gli addebiti diretti RID a proprio favore, nella nuova tipologia di incasso denominata SEPA Direct Debit (acronimo: SDD). Tale cambiamento non avrà impatti di rilievo per gli associati che hanno in essere una autorizzazione RID per il pagamento della quota associativa o dei servizi usufruiti, infatti i pagamenti saranno addebitati in conto anche dopo il passaggio all SDD senza che l associato debba fare nulla. 11

12 SERVIZI QUALIFICATI, OPPORTUNITÀ DI SVILUPPO, AGEVOLAZIONI E TUTELA DEI TUOI DIRITTI Sottoscrivendo la Tessera 2014 potrai accedere ai servizi riservati ai soci e in particolare potrai: richiedere consulenze gratuite o a tariffe agevolate in materia legale, fiscale, sindacale, ambientale, ecc.; richiedere sopralluoghi e check-up a tariffe agevolate in materia di sicurezza sui luoghi di lavoro; richiedere un check-up gratuito della tua gestione finanziaria e accedere ai finanziamenti agevolati garantiti da Confiab; iscriverti ai corsi obbligatori in materia di sicurezza e ai percorsi tecnico professionali a tariffe agevolate indirizzati alla tua categoria per aggiornare le tue competenze; aderire ai nostri servizi contabilità e paghe alle tariffe più convenienti, usufruendo dei nostri servizi via Internet e via sms; partecipare gratuitamente a seminari, incontri e convegni e alle iniziative proposte ai soci; accedere a un ampio pacchetto di convenzioni e opportunità di risparmio locali e nazionali; essere informato attraverso la newsletter AAB News sulle diverse tematiche e sugli eventi che riguardano la tua attività; restare aggiornato sulle novità normative, tecnico-professionali, economiche e associative attraverso la rivista Bergamo Artigiana, il periodico Bergamo Artigiana Flash ; utilizzare nuovi servizi on line attraverso il nostro sito internet

13 bergamoartigiana DICEMBRE 2013 ATTUALITÀ Un anno ricco di proposte e opportunità tutte da non perdere Quote: nessun aumento per il 2014 Quote Associative 2014 Ditta Individuale o Società Unipersonali (Titolare o Socio Unico) Società (Socio Rapp. + 1 Socio) Quota Socio 170,00 240,00 70,00 Dal 3 Socio 50,00 Coadiuvante 50,00 Contributo Confederale 100,00 Ditta non Artigiana 250,00 Con la Tessera 2014 l Associazione Artigiani ti regala un anno di polizza infortuni gratuita e senza franchigia con rimborso di 50 euro per ogni notte di ricovero ospedaliero a seguito di infortunio professionale ed extraprofessionale! La copertura è compresa nella Tessera, è subito operativa senza sottoscrivere alcun contratto ed è cumulabile con l eventuale polizza infortuni da te stipulata individualmente. La copertura prevede: Indennità giornaliera da ricovero a seguito di infortunio professionale o extraprofessionale SENZA FRAN- CHIGIA (50 EURO AL GIORNO) Indennità per invalidità permanente superiore al 50% ( Euro) Indennità morte ( Euro)

14 TESSERAMENTO 2014 bergamoartigiana DICEMBRE 2013 CAMPAGNA CONVENZIONI 2014 COGLI ANCHE TU L OPPORTUNITÀ DI FARTI CONOSCERE DA TUTTI I NOSTRI ASSOCIATI Informiamo i nostri associati che è in corso la Campagna di raccolta delle nuove Convenzioni 2014 che permetterà a tutti i possessori della Tessera di Confartigianato Bergamo di usufruire di un pacchetto di sconti e vantaggi sempre più ricco. Se anche tu sei interessato a diventare partner convenzionato e ad offrire a tutti gli associati i tuoi prodotti e/o servizi, compila il coupon a fondo pagina, oppure scarica la scheda Convenzione direttamente dal nostro sito e inviaci la tua migliore proposta di sconto per l anno Non perdere l occasione di far conoscere la tua impresa e acquisire nuovi clienti! Ti ricordiamo che la Guida alle Convenzioni, aggiornata con le ultime novità, è sempre consultabile sul nostro sito Per informazioni: ufficio Marketing (tel: 035/ COUPON CONVENZIONI PROPOSTA NUOVA CONVENZIONE (da compilare e inviare a oppure al fax o consegnare agli uffici AAB entro il 15/12/2013) IL SOTTOSCRITTO... TITOLARE/SOCIO DELLA DITTA... VIA...COMUNE... TEL....FAX... MAIL...CELL... È interessato a proporre una convenzione che garantisca sconti e vantaggi in esclusiva ai soci Associazione Artigiani; a tal proposito propone le seguenti agevolazioni: Privacy: Autorizzo il trattamento dei miei dati personali ai sensi dell art. 13 del D. Lgs. 196/2003 Data... Firma... 14

15 bergamoartigiana DICEMBRE 2013 AREE DI MESTIERE Apparecchi di riscaldamento a legna da ardere istruzioni per il corretto uso di una risorsa importante La gestione corretta di apparecchi di riscaldamento a legna offre un contributo prezioso alla protezione dell ambiente, viceversa, l utilizzo di impianti obsoleti e di materiali di scarto non consentiti, così come la mancata manutenzione degli apparecchi stessi, determinano l aumento dei consumi di materiale legnoso e quindi un notevole peggioramento delle emissioni in atmosfera. Spesso quindi è conveniente sostituire un apparecchio vecchio e poco efficiente con uno di nuova concezione e rivolgersi ad aziende del settore in grado di offrire prodotti di qualità certificata. È bene quindi tenere presente che: gli apparecchi devono essere installati da tecnici specializzati per garantirne la sicurezza e le corrette prestazioni (abilitati ai sensi del DM 37/08) seguendo le indicazioni dettate dalla Norma UNI «Generatori di Calore alimentati a legna o altri combustibili, verifica, installazione, controllo e manutenzione»; l installatore qualificato deve rilasciare per i nuovi impianti una dichiarazione di conformità dell apparecchio (canna fumaria compresa); l intervento di un professionista sul sistema di ventilazione e sulla canna fumaria (che permettono il corretto sviluppo della combustione) assicura un adeguato tiraggio alla canna fumaria tramite un adeguato dimensionamento (evitando tubazioni sovradimensionate), altezza (spesso più alta del minimo richiesto), posizionamento (all interno dell abitazione), configurazione (evitando tratti orizzontali eccessivi e cambi di direzione) e protezione dall eccessivo freddo; l intervento di professionisti abilitati permette di dimensionare e disporre gli apparecchi per una più efficiente distribuzione del calore nell abitazione; eventuali errori nell installazione (dovuti all intervento di non-professionisti) possono generare problemi non riscontrabili per un considerevole lasso di tempo; la sicurezza della casa e delle persone dipende dalla completa comprensione e messa in opera delle prescrizioni dei produttori o dei costruttori degli apparecchi, ad esempio una distanza adeguata tra l apparecchio e il materiale da ardere, una corretta protezione delle persone dalla zona di combustione, il corretto assemblaggio/funzionamento dei dispositivi di ventilazione e della canna fumaria; la canna fumaria va pulita, liberandola da fuliggine o eventuali ostacoli come nidi di animali. È buona norma affidarsi a uno spazzacamino abilitato; se la casa è molto isolata termicamente è utile migliorare il tiraggio tramite una presa d'aria (sempre aperta durante il funzionamento) con apertura diretta sull'esterno, collocata in basso dove è presente la stufa o il caminetto; la manutenzione e il controllo dei componenti meccanici/elettronici devono essere eseguiti regolarmente da un tecnico qualificato, mentre la regolare pulizia della canna fumaria e del generatore dallo spazzacamino, al fine di ridurre le emissioni inquinanti, risparmiare combustibile, prevenire incendi della canna fumaria sporca e riconoscere in tempo danni e problemi strutturali. Nell impianto domestico non bisogna assolutamente utilizzare legna trattata o di scarto, proveniente dalla demolizione/ristrutturazione di edifici, imballaggi (bancali) o mobili, formica o compensato, perché la combustione di tali materiali può liberare sostanze tossiche. Analogamente non bisogna bruciare carta plastificata, sostanze artificiali di qualsiasi tipo, confezioni o contenitori (tetrapak). Consigliamo di: bruciare legna secca stagionata che arde facilmente; acquistare legna durante il periodo estivo; non bruciare legna umida o verde; utilizzare legna pulita, priva di sabbia o fango; utilizzare legna proveniente dal proprio ambito territoriale per evitare consumo di carburante e quindi inquinamento dovuto al trasporto; accatastare la legna acquistata in un luogo protetto esterno, in modo ordinato e rialzato dal terreno, con la parte alta coperta per agevolare il processo di stagionatura; evitare di bruciare pezzi troppo lunghi (più lunghi di 40 cm e più larghi di 15), quelli piccoli permettono un migliore stoccaggio e bruciano meglio; se si usa il pellet questo dev essere di buona qualità e prodotto da legno non trattato. Il produttore deve essere in grado di dichiararne la conformità a norme tecniche o a standard di qualità. L interno dei sacchi non deve contenere troppo legno in polvere. Quanto minore è il contenuto di ceneri tanto minore è l impatto ambientale delle emissioni prodotte nella combustione. Per informazioni: ufficio Aree di Mestiere Marco Trussardi (tel ; 15

16 AREE DI MESTIERE bergamoartigiana DICEMBRE 2013 Sostanze che riducono lo strato di ozono nuova disciplina sanzionatoria Lo scorso settembre è stato pubblicato il decreto Disciplina sanzionatoria per la violazione delle disposizioni derivanti dal Regolamento (CE) n.1005/2009 sulle sostanze che riducono lo strato di ozono, che non riguarda gli HFC, ma i CFC e gli HCFC (R22) ancora in uso in molte apparecchiature, nonostante siano previste pesanti sanzioni per manutentori, installatori e rivenditori: chiunque immette sul mercato prodotti e apparecchiature che contengono o dipendono da CFC/HCFC è punibile con l'arresto fino a 2 anni e con l'ammenda fino a ; chiunque immette sul mercato o utilizza idroclorofluorocarburi rigenerati o riciclati per attività di manutenzione o assistenza di apparecchiature di refrigerazione e condizionamento d'aria e di pompe di calore, senza adempiere agli obblighi di etichettatura è soggetto al pagamento di una sanzione amministrativa pecuniaria da a ; chiunque gestisce apparecchiature contenenti oltre 3kg di idroclorofluorocarburi riciclati e non redige il registro della quantità e del tipo di sostanza recuperata e aggiunta, nonché della società o del tecnico che ha effettuato la manutenzione o l assistenza è soggetto al pagamento di una sanzione amministrativa pecuniaria da a ; le imprese che utilizzano idroclorofluorocarburi rigenerati o riciclati per manutenzione o assistenza e che non tengono un registro delle imprese fornitrici di idroclorofluorocarburi rigenerati, e della provenienza degli idroclorofluorocarburi riciclati, sono soggette al pagamento di una sanzione amministrativa pecuniaria da a Secondo il Regolamento le imprese devono adottare tutte le misure precauzionali praticabili per evitare e ridurre al minimo fughe ed emissioni di sostanze. Le imprese che gestiscono apparecchiature di refrigerazione e di condizionamento d aria o pompe di calore contenenti CFC/HCFC devono provvedere alle verifiche periodiche previste oltre i 3kg. Per il nuovo Decreto, coloro che non ottemperano a tali precauzioni sono soggetti al pagamento di una sanzione amministrativa pecuniaria da a L'impresa che gestisce apparecchiature di refrigerazione e di condizionamento d'aria o pompe di calore contenenti CFC/HCFC che non tiene il registro, ovvero riporta informazioni inesatte, incomplete e non conformi è soggetta al pagamento di una sanzione amministrativa pecuniaria da a Ispra è delegata ai controlli e si avvale delle Arpa locali. Refrigerante R-22, cos è e perché viene messo al bando in Europa? Il gas R-22 è un idroclorofluorocarburo (HCFC) comunemente utilizzato nei sistemi di condizionamento. Una volta rilasciato nell'aria, i raggi ultravioletti del sole provocano la sua decomposizione e il rilascio di cloro nella stratosfera, il quale reagisce con l'ozono riducendone la quantità. A seguito dell'assottigliarsi dello strato di ozono, i raggi ultravioletti nocivi raggiungono la superficie terrestre causando problemi ambientali e sanitari. Pertanto, la comunità internazionale ha sottoscritto il Protocollo di Montreal per la messa al bando, entro il 2030, delle sostanze che impoveriscono lo strato d'ozono. L'Unione Europea già dal 2015 ha deciso di bandire tale gas. Qual è l'impatto su un'installazione R-22? La norma che prevede l'eliminazione del R-22 avrà ripercussioni su tutti i sistemi R-22 ancora in uso. Gli apparecchi R-22 affidabili non dovranno essere sostituiti immediatamente: fino al 1 gennaio 2015 la manutenzione può essere eseguita con R-22 riciclato o recuperato e dato che attualmente non esiste una quantità di R-22 recuperato sufficiente a soddisfare le richieste, si prevedono un esaurimento delle scorte e un incremento dei prezzi. Se manca R-22 recuperato, determinati interventi di riparazione (ad es. la sostituzione dei compressori) non potranno più essere eseguiti, con possibilità di tempi prolungati di inattività del sistema di condizionamento. Vale la pena quindi dotarsi di un sistema sostitutivo prima del 2015, soprattutto per i sistemi di condizionamento che hanno un forte impatto sulla gestione quotidiana dell'attività commerciale. Messa al bando del R-22 in Europa: Divieto di utilizzo dell' R-22 in nuovi apparecchi di condizionamento Divieto di utilizzo dell'r-22 vergine per interventi di manutenzione È consentito solamente l'uso di R-22 recuperato e riciclato 1 Divieto di utilizzo dell' R-22 per tutti gli interventi di manutenzione 1 Riciclato: riutilizzo del R-22 in seguito ad un processo di pulizia sulla base della stessa procedura eseguita per il recupero (può essere effettuata dall'installatore). Recuperato: R-22 riprocessato al fine di soddisfare prestazioni equivalenti al R-22 vergine (ad opera di una società specializzata). Per informazioni: ufficio Aree di Mestiere Marco Trussardi (tel ; 16

17 bergamoartigiana DICEMBRE 2013 AREE DI MESTIERE CURIT 2.0 novità in arrivo Il 2014 sarà caratterizzato da importanti novità sulla gestione degli impianti termici. La Regione Lombardia ha in fase di recepimento il CURIT 2.0, la nuova piattaforma del Catasto Unico Regionale degli Impianti Termici, che introdurrà: la targatura. Come previsto dall art. 8 del Dgr n IX/2601 del 30 novembre 2011, entro l estate 2014 ogni impianto termico dovrà essere dotato di una Targa identificativa, contraddistinta da codice univoco, generata da CURIT, valida per tutta la vita dell impianto fino alla sua rottamazione o ristrutturazione. Nel caso di semplice sostituzione del generatore il codice impianto non varia. Gli attuali codici assegnati agli impianti censiti al Catasto Unico Regionale degli Impianti Termici sono quindi da definirsi provvisori, durante le operazioni di targatura verranno sostituiti da un nuovo codice identificativo. gli impianti a biomassa e climatizzazione estiva. Il nuovo Catasto verrà implementato con l inserimento degli impianti a biomassa e climatizzazione estiva. il Portafoglio Digitale per gli EELL obbligatorio. La tecnologia telematica del Portafoglio Regionale verrà utilizzata da tutti gli Enti Locali della Regione Lombardia, come già avviene da agosto 2012 a Bergamo. Di conseguenza, per la riscossione dei contributi di loro competenza, finalmente grazie alla sperimentazione di Bergamo, spariranno in tutta la Regione i Bollini multicolori e multiformi cui i nostri manutentori erano abituati. la nuova modulistica (libretto, rapporti di manutenzione). Le nuove procedure operative richiederanno una rivisitazione della modulistica da utilizzare per la manutenzione degli impianti. Tutte le novità verranno approfondite e analizzate come di consuetudine in occasione dei convegni organizzati dall Area Impiantistica della nostra Organizzazione. Per informazioni: Sportello CAIT (tel ) Carrozzieri rapporti con le compagnie di assicurazione All interno dell Area Servizi della nostra Organizzazione, la categoria degli autoriparatori ha ritenuto importante sottolineare le problematiche che interessano in modo specifico i rapporti con le Compagnie di Assicurazione. Considerata la continua ed assidua opera di tutela e rappresentanza svolta presso le Commissioni da parte di Confartigianato Nazionale, seguiremo, anche su queste pagine, l evoluzione della normativa che si occupa di questi rapporti. A tal proposito, dopo il corso di Autronica per Carrozzieri, iniziato il 26 novembre, il Consiglio di Area sta studiando la possibilità di proporre agli artigiani della categoria un corso specifico di gestione del sinistro realizzato da esperti consulenti di Confartigianato. Nei prossimi numeri verranno pubblicati i dettagli del corso. Per informazioni: ufficio Aree di Mestiere Giorgio Bianchi (tel ; 17

18 AREE DI MESTIERE bergamoartigiana DICEMBRE 2013 Gelato artigianale l utilizzo di latte crudo nelle fasi di lavorazione Sicurezza e qualità devono andare d accordo, perché quando c è sicurezza c è anche qualità. Il punto di partenza è innanzitutto la sicurezza del consumatore, in particolare dei bambini, che hanno diritto ad una maggiore attenzione rispetto agli adulti. Già nel 2010 il Ministero della Salute aveva diffuso un provvedimento che, riprendendo i Regolamenti Europei del Pacchetto di Igiene (CE n. 853/2004 e CE n. 852/2004), forniva chiarimenti sulla produzione di gelati qualora venisse utilizzato latte crudo, ribadendo due punti fondamentali: l obbligo di riconoscimento delle imprese alimentari produttrici di gelati da latte crudo immesso in commercio senza trattamento termico, come previsto dai Regolamenti Europei citati sopra; la possibilità di effettuare la sola registrazione ai sensi del Reg. (CE) 852/2004 per le imprese produttrici di gelato che sottopongono il latte, prima della lavorazione, ad un trattamento termico (alta/bassa pastorizzazione) e riforniscono direttamente il consumatore finale e/o dettaglianti locali. Il Ministero della Sanità, già lo scorso inverno, aveva pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n.24 del 29/1/2013, un Decreto di attuazione della legge n.189/2012, meglio conosciuta come Legge Balduzzi, che fissava nuove regole per la vendita di latte e crema crudi. Per i nostri gelati l art.8, comma 8, definisce che «L'operatore del settore alimentare, che per la produzione di gelati utilizza latte crudo, deve garantire che durante le fasi di lavorazione sia sottoposto a trattamento termico conformemente ai requisiti di cui al regolamento (CE) n.853/2004». La possibilità di utilizzare latte crudo garantisce quindi una qualità maggiore del prodotto «gelato» e in particolare del gelato artigianale, che quindi, prodotto con latte crudo nel rispetto delle sopracitate normative, è assolutamente sicuro e naturalmente buono! Il Gruppo di Mestiere dei Gelatieri È in programma una nuova iniziativa targata Confartigianato che si propone di costituire il «Gruppo di Mestiere dei Gelatieri», regionale e lombardo. L idea nasce dalla volontà dell Area Alimentaristi di Confartigianato di essere sempre al fianco degli imprenditori del settore. Si tratta di un progetto che si pone l obiettivo di coinvolgere anche il resto della Lombardia, trovando l interesse di gran parte delle territoriali lombarde di Confartigianato. Le tematiche sulle quali si ipotizza di lavorare in futuro sono il gelato a Km 0 e il gelato gastronomico, l educazione al consumo intelligente, la salubrità del prodotto, l igiene nelle lavorazioni, la tracciabilità degli ingredienti, la comunicazione armonica e coordinata, la segmentazione dei target dei consumatori, ecc. L iniziativa è stata presentata per la prima volta a Cremona, nella suggestiva cornice della Cascina Moreni durante un particolare evento nel quale sono state illustrate alcune esperienze di artigiani lombardi che hanno promosso l antica e storica professione del gelatiere. All incontro era presente anche il presidente dell Associazione Artigiani di Bergamo Angelo Carrara, che ha voluto dare sostegno al progetto di Cremona per renderlo di portata regionale e nazionale. Per informazioni: ufficio Aree di Mestiere Alfredo Perico (tel ; 18

19 bergamoartigiana DICEMBRE 2013 AREE DI MESTIERE Quote Albo Autotrasportatori 2014 attivato il servizio presso i nostri sportelli Con Delibera 23 ottobre 2013, n.20, pubblicata in Gazzetta Ufficiale n.256 Serie Generale dello scorso 31 ottobre, sono state stabilite le quote che le imprese iscritte all'albo degli autotrasportatori, alla data del 31 dicembre 2013, devono corrispondere per l'anno 2014 al Comitato centrale per l'albo nazionale delle persone fisiche e giuridiche che esercitano l'autotrasporto di cose per conto di terzi. All'articolo 1 della Delibera è espressamente indicato che il versamento della quota deve essere effettuato soltanto attraverso il sistema di pagamento telematico operativo sul sito istituzionale del Comitato Centrale (www.alboautotrasporto.it) ed esclusivamente con le seguenti modalità: carta di credito Visa, Mastercard, Postpay (privato o impresa) o BancoPosta (privato o impresa) per l'importo visualizzabile sul sito stesso, seguendo le istruzioni in esso reperibili (cliccare il banner blu quote & pedaggi sulla colonna in basso a sinistra). Nel caso in cui l artigiano fosse impossibilitato ad accedere al sito, dato che attualmente non è ammesso il pagamento tramite bonifico e/o bollettino di versamento postale, se associato potrà utilizzare la comoda procedura attivata dalla nostra Organizzazione presso tutti gli sportelli delle delegazioni. Il versamento però potrà essere effettuato inderogabilmente solo fino al 15 dicembre 2013, per consentire all Associazione di effettuare il versamento telematico all Albo. Qualora il suddetto versamento non venisse effettuato entro il 31 dicembre 2013, l'iscrizione all'albo sarà sospesa con la procedura prevista dall'art.19, punto 3, della legge 6 giugno 1974, n Di seguito le parti costituenti la quota albo 2014 e le loro misure (invariate rispetto al 2013): - parte fissa, dovuta da tutte le imprese iscritte all'albo: 30 - parte aggiuntiva, relativa al parco veicolare, che si somma alla parte fissa, con i seguenti importi: - parte aggiuntiva relativa alla capacità di carico dei veicoli in dotazione (per i mezzi superiori a 6 ton di massa complessiva), che si somma alle due parti precedenti con i seguenti importi: CAPACITÀ DI CARICO Per ogni veicolo dotato di capacità di carico con massa complessiva tra 6,001 ed 11,5 ton, nonché per ogni veicolo trattore con peso rimorchiabile da 6,001 ad 11,5 ton Per ogni veicolo dotato di capacità di carico con massa complessiva tra 11,501 e 26 ton, nonché per ogni veicolo trattore con peso rimorchiabile da 11,501 a 26 ton Per ogni veicolo dotato di capacità di carico con massa complessiva superiore a 26 ton, nonché per ogni trattore con peso rimorchiabile oltre 26 ton IMPORTO 5,16 euro 7,75 euro 7,75 euro Per informazioni e chiarimenti: ufficio Aree di Mestiere - Danilo Bianchi (tel ; NUMERO VEICOLI Da 2 a 5 Da 6 a 10 Da 11 a 50 Da 51 a 100 Da 101 a 200 Oltre i 200 IMPORTO 5,16 euro 10,33 euro 25,82 euro 103,29 euro 258,23 euro 516,46 euro 19

20 VITA ASSOCIATIVA bergamoartigiana DICEMBRE 2013 Imprese bergamasche a Dubai buone prospettive commerciali con gli Emirati Giovani imprenditori let s Sinergy International! Per venti imprese artigiane bergamasche dei settori dell arredamento e del design bilancio positivo della missione economica svoltasi lo scorso ottobre a Dubai. Organizzata dall Associazione Artigiani di Bergamo e dalla piattaforma di professionisti Three Sixty, grazie al sostegno di Bergamo Sviluppo, l iniziativa ha offerto numerose opportunità di incontri con commercianti e operatori locali, nonché la possibilità di conoscere le istituzioni italiane preposte allo sviluppo commerciale delle nostre imprese negli Emirati Arabi tra cui l Ambasciata, il Consolato e la Camera di Commercio italiana a Dubai. Guidata dal presidente Angelo Carrara e dal vicepresidente Giacinto Giambellini, la delegazione era composta da dodici imprese del settore arredamento (Agazzi Arreda srl di Presezzo, Archimania srl di Seriate, Arredo Stil snc di Parre, AZ Design srl di Azzano San Paolo, Bertronic srl Essenzialed di Stezzano, Brianza Mobili di Sarnico, G.A. Arredamenti di Villongo, Home Project & Furniture srl di Bergamo, LC4 srl di Albino, Magri Parquet snc di Nembro, Newsystem srl di Cazzano Sant Andrea e Sesial srl di Osio Sotto), da sette imprese appartenenti al Caib, il consorzio artigiani idraulici bergamaschi (Fiorendi Impianti e Innovazione srl di Seriate, Giambellini srl Life Technology di Osio Sotto, Idraulica Delprato srl di Azzano San Paolo, Idraulica F.lli Baroni di Telgate, Idraulica Perani di Casnigo, Idrosantus impianti srl di Gromo, e Termoimpianti srl di Bergamo) e da un impresa dell area Costruzioni (Nuova Siga di Averara). Particolarmente soddisfatti i partecipanti alla missione che sono stati coinvolti in numerose visite ad aziende e studi di progettazione locali, cantieri, negozi e «free zones» e che hanno avuto l opportunità di ampliare lo sguardo sul mercato arabo. Inoltre, la delegazione ha potuto visitare anche la fiera internazionale Downtown Design, dove erano presenti, tra gli espositori, diverse imprese italiane e anche bergamasche del settore dell arredamento e dei complementi. Gli imprenditori, grazie al sostegno della piattaforma Three Sixty, attraverso seminari e colloqui con professionisti, hanno potuto verificare la possibilità di nuovi sbocchi commerciali negli Emirati, non solo in forma individuale, ma anche aggregata. Si è tenuta lo scorso novembre la prima serata di Let s Sinergy International, il percorso formativo che il Gruppo Giovani di Confartigianato Bergamo propone per orientare i giovani imprenditori del territorio nella crescita delle loro aziende a livello globale. Il percorso, in collaborazione con i Gruppi Giovani di Ance, Ascom e Confindustria, prevede altri 4 incontri che affronteranno il tema dell'internazionalizzazione sotto diversi aspetti, tra i quali la crescita di marginalità, l efficienza organizzativa, le forme d'aggregazione all estero, la comunicazione innovativa, i social network nei mercati internazionali, la gestione del personale, la formazione e il multiculturalismo. Argomenti fondamentali da affrontare per pensare ed agire oltre il confine, mantenendo competitività e crescita. Per informazioni: segreteria Gruppo Giovani Carmelo Davì (tel ; 20

I CONTROLLI, pertanto, sono OBBLIGATORI, così come le procedure secondo le quali devono essere svolti.

I CONTROLLI, pertanto, sono OBBLIGATORI, così come le procedure secondo le quali devono essere svolti. INDICE Informazioni per i cittadini - 3 Campagna di controllo degli impianti termici - 3 Responsabile dell impianto termico - 4 La manutenzione degli impianti: frequenze temporali delle operazioni - 4

Dettagli

Bonifico e RID lasciano il posto ai nuovi strumenti di pagamento SEPA. Informati, ti riguarda!

Bonifico e RID lasciano il posto ai nuovi strumenti di pagamento SEPA. Informati, ti riguarda! Bonifico e RID lasciano il posto ai nuovi strumenti di pagamento SEPA Informati, ti riguarda! 3 La SEPA (Single Euro Payments Area, l Area unica dei pagamenti in euro) include 33 Paesi: 18 Paesi della

Dettagli

Affrontare il Mercato Elettronico della Pubblica Amministrazione (MePA), obbligatorio per gli acquisti pubblici con la Spending Review

Affrontare il Mercato Elettronico della Pubblica Amministrazione (MePA), obbligatorio per gli acquisti pubblici con la Spending Review Affrontare il Mercato Elettronico della Pubblica Amministrazione (MePA), obbligatorio per gli acquisti pubblici con la Spending Review Ing. Francesco Porzio Padova, 5 Giugno 2013 f.porzio@porzioepartners.it

Dettagli

COMUNE DI NORMA. Regolamento Comunale per lo svolgimento di manifestazioni temporanee. (approvato con delibera C.C. n 7 DEL 28/02/2007)

COMUNE DI NORMA. Regolamento Comunale per lo svolgimento di manifestazioni temporanee. (approvato con delibera C.C. n 7 DEL 28/02/2007) COMUNE DI NORMA Regolamento Comunale per lo svolgimento di manifestazioni temporanee (approvato con delibera C.C. n 7 DEL 28/02/2007) Articolo 1 SCOPI DEL REGOLAMENTO 1. L Amministrazione Comunale, in

Dettagli

LA NORMA LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE DEL LIBRETTO D IMPIANTO LA REGOLA

LA NORMA LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE DEL LIBRETTO D IMPIANTO LA REGOLA LA NORMA LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE DEL LIBRETTO D IMPIANTO LA REGOLA 2004 INDICE Libretto di impianto pag. 3 Scheda 1 4 Scheda 2 5 Scheda 3 6 Scheda 4 7 Scheda 5 9 Scheda 6 10 Scheda 7 11 Scheda

Dettagli

Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano

Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano Enti locali per Kyoto Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano Rodolfo Pasinetti Ambiente Italia srl Milano, 15 dicembre 2006 Contesto Politiche energetiche Nel passato

Dettagli

Chi può presentare la domanda

Chi può presentare la domanda BANDO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PER FAVORIRE LA CRESCITA DELLE IMPRESE SUI MERCATI INTERNAZIONALI II QUADRIMESTRE 2014 AFRQ2/14 La Camera di Commercio di Frosinone, attraverso ASPIN, Azienda Speciale

Dettagli

PAVANELLOMAGAZINE. l intervista. Pavanello Serramenti e il mondo Web. Proroga detrazioni fiscali del 55% fino al 31 dicembre 2012

PAVANELLOMAGAZINE. l intervista. Pavanello Serramenti e il mondo Web. Proroga detrazioni fiscali del 55% fino al 31 dicembre 2012 anno 2 - numero 3 - marzo/aprile 2012 MADE IN ITALY PAVANELLOMAGAZINE l intervista Certificazione energetica obbligatoria Finestra Qualità CasaClima Proroga detrazioni fiscali del 55% fino al 31 dicembre

Dettagli

Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Lazio

Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Lazio Croce Rossa Italiana Campagna Soci Ordinari CAMPAGNA SOCI ORDINARI Pagina 1 di 12 SOMMARIO 1. Premessa... 3 2. Quali sono gli obiettivi della Campagna Soci Ordinari... 4 3. Cosa vuol dire essere Soci Ordinari

Dettagli

L AUDIT ENERGETICO DEGLI EDIFICI E IL RISPARMIO ENERGETICO

L AUDIT ENERGETICO DEGLI EDIFICI E IL RISPARMIO ENERGETICO COMUNE DI CANZO COMUNE DI CASTELMARTE COMUNE DI EUPILIO COMUNE DI LONONE AL SERINO COMUNE DI PROSERPIO COMUNE DI PUSIANO L AUDIT ENERETICO DELI EDIFICI E IL RISPARMIO ENERETICO Una politica energetica

Dettagli

IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA. Visto l'articolo 20 della legge 15 marzo 1997, n. 59, allegato 1, numeri 94, 97 e 98, e successive modificazioni;

IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA. Visto l'articolo 20 della legge 15 marzo 1997, n. 59, allegato 1, numeri 94, 97 e 98, e successive modificazioni; D.P.R. 14-12-1999 n. 558 Regolamento recante norme per la semplificazione della disciplina in materia di registro delle imprese, nonché per la semplificazione dei procedimenti relativi alla denuncia di

Dettagli

Detrazione Fiscale e Scambio sul Posto

Detrazione Fiscale e Scambio sul Posto Gentile Cliente, il momento storico della fine del Conto Energia in Italia è arrivato lo scorso 6 luglio ed ha rappresentato un punto di svolta per tutti gli operatori del solare. La tanto discussa grid

Dettagli

Area Vigilanza AVVISA

Area Vigilanza AVVISA COMUNE DI VILLASOR Provincia di Cagliari Area Vigilanza P.zza Matteotti, 1 - C.A.P. 09034 Part. IVA 00530500925 Tel 070 9648023 - Fax 070 9647331 www.comune.villasor.ca.it C.F: 82002160925 MANIFESTAZIONE

Dettagli

2. L iscrizione nel Registro delle Imprese

2. L iscrizione nel Registro delle Imprese 2. L iscrizione nel Registro delle Imprese 2.1 Gli effetti dell iscrizione nel Registro delle Imprese L art. 2 del d.lgs. 18 maggio 2001, n. 228 (in materia di orientamento e modernizzazione del settore

Dettagli

3- Dove e come posso richiederla ed attivarla?

3- Dove e come posso richiederla ed attivarla? FAQ ITALO PIU 1- Cos è la Carta Italo Più? 2- Cosa puoi fare con Italo Più? 3- Dove e come posso acquistarla? 4- Quanto costa? 5- Come posso ricaricare la carta? 6- Dove posso controllare il saldo ed i

Dettagli

Per chi ha bisogno: in ogni momento e in qualsiasi luogo. Catalogo 2013

Per chi ha bisogno: in ogni momento e in qualsiasi luogo. Catalogo 2013 Per chi ha bisogno: in ogni momento e in qualsiasi luogo. Catalogo 2013 Per i tuoi regali di Natale scegli di essere al fianco del WFP: in ogni momento e in qualsiasi luogo. Scegli i tuoi regali aziendali

Dettagli

AVVISO PUBBLICO PER L ISCRIZIONE ALL ALBO FORNITORI

AVVISO PUBBLICO PER L ISCRIZIONE ALL ALBO FORNITORI AVVISO PUBBLICO PER L ISCRIZIONE ALL ALBO FORNITORI In base alla Deliberazione del Direttore Generale n. 312 del 18 ottobre 2012 si è provveduto all istituzione e disciplina dell Albo dei Fornitori dell

Dettagli

1. Quali sono gli estremi per l iscrizione all Albo Nazionale Gestori Ambientali?

1. Quali sono gli estremi per l iscrizione all Albo Nazionale Gestori Ambientali? Domanda: Risposta (a cura di Maurizio Santoloci): Oggi un impresa edile che trasporta in proprio i rifiuti non pericolosi con proprio mezzo al contrario di quanto accadeva nella previdente disciplina deve

Dettagli

CONTRATTO DI SERVIZIO

CONTRATTO DI SERVIZIO Il presente contratto si basa su un accordo quadro stipulato fra l Associazione provinciale delle organizzazioni turistiche dell'alto Adige (LTS), le Associazioni e i Consorzi turistici dell Alto Adige

Dettagli

guida introduttiva alla previdenza complementare

guida introduttiva alla previdenza complementare COVIP Commissione di Vigilanza sui Fondi Pensione COVIP Commissione di Vigilanza sui Fondi Pensione Con questa Guida la COVIP intende illustrarti, con un linguaggio semplice e l aiuto di alcuni esempi,

Dettagli

Deutsche Bank Easy. db contocarta. Guida all uso.

Deutsche Bank Easy. db contocarta. Guida all uso. Deutsche Bank Easy. Guida all uso. . Le caratteristiche. è il prodotto di Deutsche Bank che si adatta al tuo stile di vita: ti permette di accedere con facilità all operatività tipica di un conto, con

Dettagli

HELP DESK FRONT OFFICE VADEMECUM PER L UTENZA

HELP DESK FRONT OFFICE VADEMECUM PER L UTENZA Prot. Generale n. 19033 del 23.10.2012 Primo livello di help desk HELP DESK FRONT OFFICE VADEMECUM PER L UTENZA Qui di seguito si riportano alcune delle più frequenti domande con le relative risposte.

Dettagli

DECRETO N. 1921 Del 12/03/2015

DECRETO N. 1921 Del 12/03/2015 DECRETO N. 1921 Del 12/03/2015 Identificativo Atto n. 191 DIREZIONE GENERALE ISTRUZIONE, FORMAZIONE E LAVORO Oggetto APPROVAZIONE DELL AVVISO FORMAZIONE CONTINUA COMPETITIVITA EXPO E L'atto si compone

Dettagli

I NUOVI SERVIZI SEPA: BONIFICI E ADDEBITI DIRETTI.

I NUOVI SERVIZI SEPA: BONIFICI E ADDEBITI DIRETTI. I NUOVI SERVIZI SEPA: BONIFICI E ADDEBITI DIRETTI. BancoPosta www.bancoposta.it numero gratuito: 800 00 33 22 COME CAMBIANO INCASSI E PAGAMENTI CON LA SEPA PER I TITOLARI DI CONTI CORRENTI BANCOPOSTA DEDICATI

Dettagli

TABELLA B. RISORSE INFRASTRUTTURALI E LOGISTICHE di cui all art. 8

TABELLA B. RISORSE INFRASTRUTTURALI E LOGISTICHE di cui all art. 8 TABELLA B RISORSE INFRASTRUTTURALI E LOGISTICHE di cui all art. 8 1 B1) Disponibilità dei locali B1.1) Scansione del documento di disponibilità esclusiva dei locali della sede operativa per almeno tre

Dettagli

guida introduttiva alla previdenza complementare

guida introduttiva alla previdenza complementare 1 COVIP Commissione di Vigilanza sui Fondi Pensione guida introduttiva alla previdenza complementare www.covip.it 3 Questa Guida è stata realizzata dalla COVIP Indice grafica e illustrazioni Studio Marabotto

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO. 4g - Altri finanziamenti non cambiari a privati

FOGLIO INFORMATIVO. 4g - Altri finanziamenti non cambiari a privati Pagina 1/8 FOGLIO INFORMATIVO 4g - Altri finanziamenti non cambiari a privati INFORMAZIONI SULLA BANCA CASSA DI RISPARMIO DI VOLTERRA S.p.A. Sede Legale: Piazza dei Priori, 16/18 56048 Volterra (PI) Tel.:

Dettagli

ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA

ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA Società Consortile di Informatica delle Camere di Commercio Italiane per azioni ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA di CONDUCENTE Cognome Nome 1 a EMISSIONE RINNOVO Per scadenza

Dettagli

Di seguito due profili carta realizzabili combinando le diverse modalità di addebito, esemplificativi della versatilità che caratterizza YouCard.

Di seguito due profili carta realizzabili combinando le diverse modalità di addebito, esemplificativi della versatilità che caratterizza YouCard. YouCard, la prima carta in Italia che consente di personalizzare il codice PIN, è anche l unica carta al mondo che unisce la sicurezza delle carte prepagate, la semplicità delle carte di debito e la flessibilità

Dettagli

PICCOLI TRATTENIMENTI MUSICALI O DIFFUSIONE SONORA NEI DEHORS E NELLE AREE DI PERTINENZA PRIVATE ANNESSE AI LOCALI DI SOMMINISTRAZIONE AL PUBBLICO

PICCOLI TRATTENIMENTI MUSICALI O DIFFUSIONE SONORA NEI DEHORS E NELLE AREE DI PERTINENZA PRIVATE ANNESSE AI LOCALI DI SOMMINISTRAZIONE AL PUBBLICO Dipartimento Economia e Promozione della Città Settore Attività Produttive e Commercio U.O. Somministrazione, manifestazioni, artigianato e ricettive 40129 Bologna Piazza Liber Paradisus, 10, Torre A -

Dettagli

R E G O L A M E N T O PER IL FUNZIONAMENTO DELLA MENSA SCOLASTICA

R E G O L A M E N T O PER IL FUNZIONAMENTO DELLA MENSA SCOLASTICA Allegato alla deliberazione consiliare n. 03 del 31.01.2014 COMUNE DI ROTA D IMAGNA PROVINCIA DI BERGAMO TELEFONO E FAX 035/868068 C.F. 00382800167 UFFICI: VIA VITTORIO EMANUELE, 3-24037 ROTA D IMAGNA

Dettagli

Regolamento del Club IoSi creato da CartaSi SpA con Sede Legale in Milano, Corso Sempione 55 (qui di seguito CartaSi ).

Regolamento del Club IoSi creato da CartaSi SpA con Sede Legale in Milano, Corso Sempione 55 (qui di seguito CartaSi ). Regolamento del Club IoSi creato da CartaSi SpA con Sede Legale in Milano, Corso Sempione 55 (qui di seguito CartaSi ). 1 ADESIONE A IOSI 1.1 Possono aderire al Club IoSi (qui di seguito IoSi ) tutti i

Dettagli

Meno carte più sicurezza. Procedure semplificate per la prevenzione incendi C O R P O N A Z I O N A L E

Meno carte più sicurezza. Procedure semplificate per la prevenzione incendi C O R P O N A Z I O N A L E FUOCO DEL VIGILI Meno carte più sicurezza Procedure semplificate per la prevenzione incendi C O R P O N A Z I O N A L E Premessa La semplificazione per le procedure di prevenzione incendi entra in vigore

Dettagli

CITTÀ DI MOGLIANO VENETO PROVINCIA DI TREVISO

CITTÀ DI MOGLIANO VENETO PROVINCIA DI TREVISO COPIA Reg. pubbl. N. lì CITTÀ DI MOGLIANO VENETO PROVINCIA DI TREVISO DETERMINAZIONE N. 569 DEL 28-08-2013 - CORPO DI POLIZIA LOCALE - OGGETTO: Canone per utilizzo Pos gsm della Cassa di Risparmio del

Dettagli

Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione

Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione Gruppo di Lavoro ITACA Regioni/Presidenza del Consiglio dei Ministri Aggiornamento 14 novembre 2011 Dipartimento

Dettagli

INDICE. 1. Cos è la carta prepagata Pag. 3. 2. Sito carteprepagate.cc Pag. 10. 3. Come acquistare on line Pag. 14

INDICE. 1. Cos è la carta prepagata Pag. 3. 2. Sito carteprepagate.cc Pag. 10. 3. Come acquistare on line Pag. 14 INDICE Carte Prepagate istruzioni per l uso 1. Cos è la carta prepagata Pag. 3 2. Sito carteprepagate.cc Pag. 10 3. Come acquistare on line Pag. 14 4. Come creare il 3D security Pag. 16 5. Collegamento

Dettagli

Per San Lazzaro. Insieme per i prossimi 5 anni PROGRAMMA. MODALITA DI ATTUAZIONE (in ottemperanza alla normativa vigente)

Per San Lazzaro. Insieme per i prossimi 5 anni PROGRAMMA. MODALITA DI ATTUAZIONE (in ottemperanza alla normativa vigente) TU Per San Lazzaro Insieme per i prossimi 5 anni PROGRAMMA MODALITA DI ATTUAZIONE (in ottemperanza alla normativa vigente) Territorio: Urbanistica: Cosa: Agevolazioni per la riqualificazione dell esistente:

Dettagli

loro sedi OGGETTO: Risposta a quesiti su questioni antincendio.

loro sedi OGGETTO: Risposta a quesiti su questioni antincendio. Milano lì Ns. Rif.: 13 novembre 2013 820038.309 Agli Ordini e Collegi aderenti al C.I.P.I. loro sedi K:\Ufficio\07 Documenti\CIPI\820038 Comitato interpr. prevenzione incendi\820038 corrispondenza dal

Dettagli

Il conto corrente in parole semplici

Il conto corrente in parole semplici LE GUIDE DELLA BANCA D ITALIA Il conto corrente in parole semplici La SCELTA e i COSTI I DIRITTI del cliente I CONTATTI utili Il conto corrente dalla A alla Z conto corrente Il conto corrente bancario

Dettagli

Le soluzioni migliori per il tuo lavoro. Area Clienti Business www.impresasemplice.it. Mobile. Il meglio di TIM e Telecom Italia per il business.

Le soluzioni migliori per il tuo lavoro. Area Clienti Business www.impresasemplice.it. Mobile. Il meglio di TIM e Telecom Italia per il business. Le soluzioni migliori per il tuo lavoro Area Clienti Business www.impresasemplice.it Mobile Il meglio di TIM e Telecom Italia per il business. Telefonia mobile cos'è l'area Clienti business L Area Clienti

Dettagli

IL TRATTAMENTO DELL ACQUA per il miglioramento dell efficienza energetica negli impianti termici. Cillichemie Italiana Srl Stefano Bonfanti

IL TRATTAMENTO DELL ACQUA per il miglioramento dell efficienza energetica negli impianti termici. Cillichemie Italiana Srl Stefano Bonfanti IL TRATTAMENTO DELL ACQUA per il miglioramento dell efficienza energetica negli impianti termici Cillichemie Italiana Srl Stefano Bonfanti gli utilizzi tecnici dell acqua in un edificio ACQUA FREDDA SANITARIA

Dettagli

Come utilizzare il contatore elettronico monofase. E scoprirne tutti i vantaggi.

Come utilizzare il contatore elettronico monofase. E scoprirne tutti i vantaggi. Come utilizzare il contatore elettronico monofase. E scoprirne tutti i vantaggi. Indice Il contatore elettronico. Un sistema intelligente che vive con te 2 Un contatore che fa anche bella figura 3 Oltre

Dettagli

ASSISTENZA GARANTITA. 10 anni

ASSISTENZA GARANTITA. 10 anni ASSISTENZA ESTRATTO DELLE CONDIZIONI DI SERVIZIO Il presente documento costituisce un estratto delle Condizioni di Servizio, il cui testo integrale è depositato presso la sede legale del contraente, oppure

Dettagli

INFORMAZIONI EUROPEE DI BASE SUL CREDITO AI CONSUMATORI

INFORMAZIONI EUROPEE DI BASE SUL CREDITO AI CONSUMATORI 1. IDENTITÀ E CONTATTI DEL FINANZIATORE/ INTERMEDIARIO DEL CREDITO Finanziatore/Emittente CartaSi S.p.A. Indirizzo Corso Sempione, 55-20145 Milano Telefono 02.3488.1 Fax 02.3488.4115 Sito web www.cartasi.it

Dettagli

CONFCOMMERCIO MEMBERSHIP CARD: MANUALE/FAQ

CONFCOMMERCIO MEMBERSHIP CARD: MANUALE/FAQ CONFCOMMERCIO MEMBERSHIP CARD: MANUALE/FAQ A) ASPETTI GENERALI SU CONFCOMMERCIO MEMBERSHIP CARD na Carta di Credito TOP senza uguali sul mercato. Per gli Associati che non vorranno o non potranno avere

Dettagli

Provincia di Sassari. C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20

Provincia di Sassari. C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20 C O M U N E D I M A R A Provincia di Sassari C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20 Email: protocollo@comune.mara.ss.it Pec: protocollo@pec.comune.mara.ss.it SERVIZIO AFFARI

Dettagli

ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA

ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA Società Consortile di Informatica delle Camere di Commercio Italiane per azioni di CONDUCENTE Cognome Nome 1 a EMISSIONE RINNOVO Per scadenza

Dettagli

L evoluzione del software per l azienda moderna. Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi

L evoluzione del software per l azienda moderna. Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi IL GESTIONALE DEL FUTURO L evoluzione del software per l azienda moderna Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi IL MERCATO ITALIANO L Italia è rappresentata da un numero elevato di piccole e medie aziende che

Dettagli

CONTRATTO CON LO STUDENTE A.A. 2014/2015

CONTRATTO CON LO STUDENTE A.A. 2014/2015 Si ricorda che alla domanda d iscrizione dovranno essere allegate 2 copie originali di questo contratto, tutte debitamente firmate dallo studente nelle parti indicate. CONTRATTO CON LO STUDENTE A.A. 2014/2015

Dettagli

AS S O C I A Z I O N E EU R O P E A. delle Vie Francigene

AS S O C I A Z I O N E EU R O P E A. delle Vie Francigene AS S O C I A Z I O N E EU R O P E A delle Vie Francigene Pacchetto Soci 2015 1 MOSTRA DA CANTERBURY A ROMA: 1.800 KM ATTRAVERSO L EUROPA La mostra approfondisce, attraverso immagini supportate da testi

Dettagli

Ministero dello Sviluppo Economico

Ministero dello Sviluppo Economico Ministero dello Sviluppo Economico Direzione generale per il mercato elettrico, le rinnovabili e l efficienza energetica, il nucleare CIRCOLARE Alla Conferenza delle regioni e delle province autonome All

Dettagli

LIBRETTO DI CENTRALE

LIBRETTO DI CENTRALE 1 LIBRETTO DI CENTRALE OBBLIGATORIO PER GLI IMPIANTI TERMICI CON POTENZA TERMICA DEL FOCOLARE NOMINALE SUPERIORE O UGUALE A 35 kw (ART. 11, COMMA 9, DPR 26 AGOSTO 1993, N 412) Conforme al modello pubblicato

Dettagli

PROVINCIA DI BRINDISI ----------ooooo----------

PROVINCIA DI BRINDISI ----------ooooo---------- PROVINCIA DI BRINDISI ----------ooooo---------- ESTRATTO DELLE DELIBERAZIONI DEL COMMISSARIO STRAORDINARIO CON POTERI DELLA GIUNTA Atto con dichiarazione di immediata eseguibilità: art. 134, comma 4, D.Lgs.267/2000

Dettagli

Towards Responsible Public Administration BEST PRACTICE CASE

Towards Responsible Public Administration BEST PRACTICE CASE 7 TH QUALITY CONFERENCE Towards Responsible Public Administration BEST PRACTICE CASE INFORMAZIONI DI BASE 1. Stato: Italia 2. Nome del progetto: La diffusione di Best Practice presso gli Uffici Giudiziari

Dettagli

CONVENZIONI. L art. 2, commi 569, 573 e 574, L. 24 dicembre 2007, n. 244 (Legge finanziaria 2008) prevede che:

CONVENZIONI. L art. 2, commi 569, 573 e 574, L. 24 dicembre 2007, n. 244 (Legge finanziaria 2008) prevede che: Prospetto esplicativo riguardante i requisiti soggettivi per l abilitazione ai servizi del Programma per la Razionalizzazione negli Acquisti della Pubblica Amministrazione CONVENZIONI L art. 26, commi

Dettagli

Condizioni generali di fornitura

Condizioni generali di fornitura Condizioni generali di fornitura 1) Responsabilità di trasporto Resa e imballo a ns. carico. 2) Custodia dopo consegna in cantiere Dopo la posa da parte ns. del materiale / macchine in cantiere la responsabilità

Dettagli

REGISTRO DI CARICO E SCARICO

REGISTRO DI CARICO E SCARICO REGISTRO DI CARICO E SCARICO Registro di carico e scarico Soggetti obbligati Gestione dei rifiuti chiunque effettua a titolo professionale attività di raccolta e trasporto di rifiuti commercianti ed intermediari

Dettagli

La Raccolta Differenziata Utenze non domestiche

La Raccolta Differenziata Utenze non domestiche La Raccolta Differenziata Utenze non domestiche istruzioni per l uso Raccolta Differenziata Una soluzione alla portata di tutti La produzione di rifiuti è in continuo aumento e deve essere gestita in modo

Dettagli

Circolare n. 64 del 15 gennaio 2014

Circolare n. 64 del 15 gennaio 2014 Circolare n. 64 del 15 gennaio 2014 Ordinativo informatico locale - Revisione e normalizzazione del protocollo sulle regole tecniche ed obbligatorietà dell utilizzo nei servizi di tesoreria PREMESSA L

Dettagli

Prot. n. MIUR AOODRVE.UFF.III/10821/C21 Venezia, 20 luglio 2012. Dirigenti delle scuole statali di ogni ordine e grado

Prot. n. MIUR AOODRVE.UFF.III/10821/C21 Venezia, 20 luglio 2012. Dirigenti delle scuole statali di ogni ordine e grado MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL VENETO DIREZIONE GENERALE Riva di Biasio Santa Croce, 1299-30135 VENEZIA Ufficio III Personale della Scuola

Dettagli

News per i Clienti dello studio

News per i Clienti dello studio N. 165 del 6 Novembre 2013 News per i Clienti dello studio Ai gentili clienti Loro sedi POS obbligatorio per esercenti di attività di vendita di prodotti e servizi, anche professionali (Articolo 15 commi

Dettagli

DALLE FOSSILI ALLE RINNOVABILI

DALLE FOSSILI ALLE RINNOVABILI MANIFESTO PER L ENERGIA SOSTENIBILE DALLE FOSSILI ALLE RINNOVABILI COSTRUISCI CON NOI UN SISTEMA ENERGETICO SOSTENIBILE PER L ITALIA Organizzazione Non Lucrativa di Utilità Sociale. FINALITà Favorire la

Dettagli

1)La Fondazione Arena di Verona, con sede in Verona (Italia), Via. Roma 7/d (in seguito denominata Fondazione) telefono 045

1)La Fondazione Arena di Verona, con sede in Verona (Italia), Via. Roma 7/d (in seguito denominata Fondazione) telefono 045 BANDO DI GARA CON PROCEDURA APERTA 1)La Fondazione Arena di Verona, con sede in Verona (Italia), Via Roma 7/d (in seguito denominata Fondazione) telefono 045 8051811 fax 045 8011566 - sito internet www.arena.it

Dettagli

FARE COOPERATIVA La cooperativa in 10 domande

FARE COOPERATIVA La cooperativa in 10 domande FARE COOPERATIVA La cooperativa in 10 domande 1. Quali sono le caratteristiche distintive dell impresa cooperativa? L impresa cooperativa è un impresa costituita da almeno 3 soci e può avere la forma della

Dettagli

IL PROGRAMMA NAZIONALE DI PREVENZIONE DEI RIFIUTI

IL PROGRAMMA NAZIONALE DI PREVENZIONE DEI RIFIUTI IL PROGRAMMA NAZIONALE DI PREVENZIONE DEI RIFIUTI Con decreto direttoriale del 7 ottobre 2013, il Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare ha adottato il Programma Nazionale di

Dettagli

ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA

ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA Società Consortile di Informatica delle Camere di Commercio Italiane per azioni 1 a EMISSIONE RINNOVO Per scadenza Per modifica dati SOSTITUZIONE Smarrimento Furto Malfunzionamento/Danneggiamento CARTA

Dettagli

REGOLAMENTO OPERAZIONE A PREMI denominata Mini collection Q8easy

REGOLAMENTO OPERAZIONE A PREMI denominata Mini collection Q8easy Kuwait Petroleum Italia SPA OO144 Roma, Viale dell oceano Indiano,13 Telefono 06 5208 81 Telex 621090 Fax 06 5208 8655 REGOLAMENTO OPERAZIONE A PREMI denominata Mini collection Q8easy 1. SOCIETA PROMOTRICE

Dettagli

http://www.tassisto.it/

http://www.tassisto.it/ F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome TASSISTO FRANCESCO Indirizzo VIA MARTIRI DELLA LIBERAZIONE, 80/2A 16043 CHIAVARI Telefono 0185325331 Cellulare

Dettagli

SERVIZIO P.O.S. POINT OF SALE

SERVIZIO P.O.S. POINT OF SALE Pag. 1 / 6 SERVIZIO P.O.S. POINT OF SALE Foglio Informativo INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca Monte dei Paschi di Siena S.p.A. Piazza Salimbeni 3-53100 - Siena Numero verde. 800.41.41.41 (e-mail info@banca.mps.it

Dettagli

(Lombardia, BUR 18 novembre 2014, n. 47) LA GIUNTA REGIONALE

(Lombardia, BUR 18 novembre 2014, n. 47) LA GIUNTA REGIONALE Deliberazione Giunta Regionale 14 novembre 2014 n. 10/2637 Determinazioni in ordine a: "Promozione e coordinamento dell'utilizzo del patrimonio mobiliare dismesso dalle strutture sanitarie e sociosanitarie

Dettagli

CONTRIBUTO AGLI AUTOTRASPORTATORI PER L ACQUISTO DI VEICOLI NUOVI

CONTRIBUTO AGLI AUTOTRASPORTATORI PER L ACQUISTO DI VEICOLI NUOVI CONTRIBUTO AGLI AUTOTRASPORTATORI PER L ACQUISTO DI VEICOLI NUOVI Art. 1, comma 89, Legge n. 147/2013 DM n. 307/2014 Circolare MIT 22.9.2014, n. 18358 Modena, 07 ottobre 2014 La Finanziaria 2014 ha previsto

Dettagli

COMUNE DI GOLFO ARANCI Provincia Di Olbia-Tempio REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL CENTRO DI AGGREGAZIONE SOCIALE

COMUNE DI GOLFO ARANCI Provincia Di Olbia-Tempio REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL CENTRO DI AGGREGAZIONE SOCIALE COMUNE DI GOLFO ARANCI Provincia Di Olbia-Tempio REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL CENTRO DI AGGREGAZIONE SOCIALE Art. 1 - ISTITUZIONE E istituito presso il Comune di Golfo Aranci, un Centro di Aggregazione

Dettagli

L'ATTESTAZIONE DELLA CONFORMITA' DELL'OPERA AL PROGETTO PRESENTATO E SUA AGIBILITA' ( Ai sensi dell'art.10 del D.P.R. 07/09/2010 n.

L'ATTESTAZIONE DELLA CONFORMITA' DELL'OPERA AL PROGETTO PRESENTATO E SUA AGIBILITA' ( Ai sensi dell'art.10 del D.P.R. 07/09/2010 n. Spazio riservato al Servizio Urbanistica AGIBILITA' n del L'ATTESTAZIONE DELLA CONFORMITA' DELL'OPERA AL PROGETTO PRESENTATO E SUA AGIBILITA' ( Ai sensi dell'art.10 del D.P.R. 07/09/2010 n.160 ) l sottoscritt...

Dettagli

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento Dispone:

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento Dispone: Prot. n. 2013/87896 Imposta sulle transazioni finanziarie di cui all articolo 1, comma 491, 492 e 495 della legge 24 dicembre 2012, n. 228. Definizione degli adempimenti dichiarativi, delle modalità di

Dettagli

GUARDIA DI FINANZA QUARTIER GENERALE BANDO DI GARA SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1)DENOMINAZIONE, INDIRIZZI E PUNTI DI CONTATTO

GUARDIA DI FINANZA QUARTIER GENERALE BANDO DI GARA SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1)DENOMINAZIONE, INDIRIZZI E PUNTI DI CONTATTO GUARDIA DI FINANZA QUARTIER GENERALE BANDO DI GARA SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1)DENOMINAZIONE, INDIRIZZI E PUNTI DI CONTATTO Denominazione ufficiale: Quartier Generale della Guardia di

Dettagli

Il principio del corrispettivo pattuito ha alcune eccezioni come ad esempio:

Il principio del corrispettivo pattuito ha alcune eccezioni come ad esempio: FATTURAZIONE In linea generale l Iva deve essere applicata sull ammontare complessivo di tutto ciò che è dovuto al cedente o al prestatore, quale controprestazione della cessione del bene o della prestazione

Dettagli

CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO. Ai sensi dell art. 1, comma 2, lett. A) della legge 9 dicembre 1998 n 431

CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO. Ai sensi dell art. 1, comma 2, lett. A) della legge 9 dicembre 1998 n 431 CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO Ai sensi dell art. 1, comma 2, lett. A) della legge 9 dicembre 1998 n 431 e degli artt. 1571 e seguenti del codice civile. CON LA PRESENTE SCRITTURA PRIVATA la CAMERA

Dettagli

Foglio informativo n. 060/011. Servizi di Home Banking.

Foglio informativo n. 060/011. Servizi di Home Banking. Foglio informativo n. 060/011. Servizi di Home Banking. Servizi via internet, cellulare e telefono per aziende ed enti. Informazioni sulla banca. Intesa Sanpaolo S.p.A. Sede legale e amministrativa: Piazza

Dettagli

Se la Banca non ci fosse... 12 disegni per sorridere e riflettere su come sarebbe il mondo senza le banche

Se la Banca non ci fosse... 12 disegni per sorridere e riflettere su come sarebbe il mondo senza le banche Se la Banca non ci fosse... 12 disegni per sorridere e riflettere su come sarebbe il mondo senza le banche Se la Banca non ci fosse... Come accade per tutte quelle aziende che servono in ogni momento

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELL ELENCO DEGLI OPERATORI ECONOMICI DI FIDUCIA DELL UNIVERSITÀ TELEMATICA UNIVERSITAS MERCATORUM - EX ART.

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELL ELENCO DEGLI OPERATORI ECONOMICI DI FIDUCIA DELL UNIVERSITÀ TELEMATICA UNIVERSITAS MERCATORUM - EX ART. Universita Telematica UNIVERSITAS MERCATORUM REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELL ELENCO DEGLI OPERATORI ECONOMICI DI FIDUCIA DELL UNIVERSITÀ TELEMATICA UNIVERSITAS MERCATORUM - EX ART. 125, COMMA 12 DEL D.L.VO

Dettagli

REGOLAMENTO Autorizzazione al funzionamento e Accreditamento delle strutture, Accreditamento Soggetti erogatori Servizi Sociali

REGOLAMENTO Autorizzazione al funzionamento e Accreditamento delle strutture, Accreditamento Soggetti erogatori Servizi Sociali AMBITO TERRITORIALE DI AGNONE AGNONE BELMONTE DEL SANNIO CAPRACOTTA CAROVILLI CASTEL DEL GIUDICE CASTELVERRINO PESCOPENNATARO PIETRABBONDANTE POGGIO SANNITA SAN PIETRO AVELLANA SANT ANGELO DEL PESCO VASTOGIRARDI

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 1339 Prot. n 13549 Data 29.04.2014 Titolo III Classe V UOR SOFPL VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004, n. 270;

Dettagli

LA NUOVA PREVENZIONE INCENDI DM 07.08.2013. Siena, 10 maggio 2013

LA NUOVA PREVENZIONE INCENDI DM 07.08.2013. Siena, 10 maggio 2013 Ministero dell Interno Dipartimento dei Vigili del Fuoco, del Soccorso Pubblico e della Difesa Civile Comando Provinciale Vigili del fuoco SIENA "Noctu et Die Vigilantes" LA NUOVA PREVENZIONE INCENDI DM

Dettagli

DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO PARZIALE E DELLE INCOMPATIBILITA

DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO PARZIALE E DELLE INCOMPATIBILITA Città di Medicina Via Libertà 103 40059 Medicina (BO) Partita I.V.A. 00508891207 Cod. Fisc.00421580374 Tel 0516979111 Fax 0516979222 personale@comune.medicina.bo.it DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO

Dettagli

Mobilità sostenibile Piano Spostamenti Casa - Lavoro 2014. Sede di Torino. Elaborazione e Cura di:

Mobilità sostenibile Piano Spostamenti Casa - Lavoro 2014. Sede di Torino. Elaborazione e Cura di: Mobilità sostenibile Piano Spostamenti Casa - Lavoro 2014 Sede di Torino RUGGIERI Nicoletta Maria Mobility Manager Elaborazione e Cura di: CAGGIANIELLO Giorgio SAPIO Michele VENTURA Lorella Amministrazione

Dettagli

Progetto Borse Studio/Lavoro 2014

Progetto Borse Studio/Lavoro 2014 Progetto Borse Studio/Lavoro 2014 RACCOLTA DI MANIFESTAZIONI DI INTERESSE DA PARTE DI IMPRESE ED ENTI OPERANTI SUL TERRITORIO DELLA PROVINCIA DELL AQUILA AD OSPITARE GIOVANI DESTINATARI DI BORSE DI STUDIO/LAVORO

Dettagli

SALUTE E SICUREZZA SUL LAVORO

SALUTE E SICUREZZA SUL LAVORO SICUREZZA SUL LAVORO In-Formare è già prevenire Questo Mini-Manuale è aggiornato alle più recenti disposizioni 2014 sulla salute, l igiene e la sicurezza sul lavoro: Testo Unico, D.Lgs. 81/2008 e, in particolare,

Dettagli

RFI:Informativa e invio documentazione. Verbale di accordo e comunicato unitario. Convocazione comitato di settore

RFI:Informativa e invio documentazione. Verbale di accordo e comunicato unitario. Convocazione comitato di settore ATTIVITA FERROVIARIE RFI:Informativa e invio documentazione ACI GLOBALE Verbale di accordo e comunicato unitario AUTONOLEGGIO Comunicato unitario di proclamazione sciopero TRASPORTO MERCI LOGISTICA AUTOSTRADE

Dettagli

REGOLAMENTO PER L'EROGAZIONE DI CONTRIBUTI ALLE PICCOLE IMPRESE

REGOLAMENTO PER L'EROGAZIONE DI CONTRIBUTI ALLE PICCOLE IMPRESE REGOLAMENTO PER L'EROGAZIONE DI CONTRIBUTI ALLE PICCOLE IMPRESE INDICE Art. 1 - Oggetto e finalità del regolamento Art. 2 - Requisiti di ammissibilità al contributo Art. 3 - Tipologie di spese ammissibili

Dettagli

CIO S.p.A. Ottici optometristi selezionati REGOLAMENTO DEL CLUB

CIO S.p.A. Ottici optometristi selezionati REGOLAMENTO DEL CLUB TITOLO I: IL CLUB DEI MIGLIORI NEGOZI DI OTTICA IN ITALIA. Il Club dei migliori negozi di ottica in Italia è costituito dall insieme delle imprese operanti nel campo del commercio dell ottica selezionate

Dettagli

Modulo BPS : Art. 23 Lavoro subordinato: assunzione di lavoratori inseriti nei progetti speciali. Informazioni generali

Modulo BPS : Art. 23 Lavoro subordinato: assunzione di lavoratori inseriti nei progetti speciali. Informazioni generali Modulo BPS : Art. 23 Lavoro subordinato: assunzione di lavoratori inseriti nei progetti speciali Informazioni generali Il Ministero dell'interno, Dipartimento per le Libertà Civili e l Immigrazione, ha

Dettagli

0,00 EUR Canone mensile. 0,00 EUR Canone/forfait/spese trimestrali. 0,00 EUR Spese annue per conteggio interessi e competenze (*)

0,00 EUR Canone mensile. 0,00 EUR Canone/forfait/spese trimestrali. 0,00 EUR Spese annue per conteggio interessi e competenze (*) CONTO CORRENTE WEBANK L offerta commerciale della Banca contempla prodotti, servizi e attività differenti che si contraddistinguono per specifiche caratteristiche (es. i prodotti contraddistinti dal marchio

Dettagli

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1 Università per Stranieri di Siena Centro CILS Sessione: Dicembre 2012 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto - Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e annunci. Poi completa le frasi.

Dettagli

Aggiornamento dell Albo dei fornitori di beni e servizi

Aggiornamento dell Albo dei fornitori di beni e servizi MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE, ALIMENTARI E FORESTALI UNIONE EUROPEA REGIONE PUGLIA ASSE IV LEADER Fondo Europeo Agricolo per lo Sviluppo Rurale: l Europa investe nelle zone rurali Programma di Sviluppo

Dettagli

Comune di Ragusa. Regolamento assistenza domiciliare agli anziani

Comune di Ragusa. Regolamento assistenza domiciliare agli anziani Comune di Ragusa Regolamento assistenza domiciliare agli anziani REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE AGLI ANZIANI approvato con delib. C.C. n.9 del del 24/02/84 modificato con delib. C.C.

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 2185 Prot. n 25890 Data 30.06.2014 Titolo III Classe V UOR SOFPL VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004, n. 270;

Dettagli

GUIDA PER ORGANIZZARE IL TRASLOCO

GUIDA PER ORGANIZZARE IL TRASLOCO GUIDA PER ORGANIZZARE IL TRASLOCO Consigli e trucchi da esperti del settore IN QUESTA GUIDA: I. COME ORGANIZZARE UN TRASLOCO II. PRIMA DEL TRASLOCO III. DURANTE IL TRASLOCO IV. DOPO IL TRASLOCO V. SCEGLIERE

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA DISCIPLINA DELL ATTIVITA DI ALLIETAMENTO, DI TRATTENIMENTO E DI PUBBLICO SPETTACOLO

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA DISCIPLINA DELL ATTIVITA DI ALLIETAMENTO, DI TRATTENIMENTO E DI PUBBLICO SPETTACOLO COMUNE DI SOCCHIEVE Prov. Udine REGOLAMENTO COMUNALE PER LA DISCIPLINA DELL ATTIVITA DI ALLIETAMENTO, DI TRATTENIMENTO E DI PUBBLICO SPETTACOLO Approvato con deliberazione Del C.C. n 29 del 24/8/2007 REGOLAMENTO

Dettagli

Istituzione della figura di Agente Ambientale.

Istituzione della figura di Agente Ambientale. Estratto del verbale della seduta della Giunta Comunale NUMERO DI REGISTRO SEDUTA DEL 7 21 gennaio 2015 Oggetto : Istituzione della figura di Agente Ambientale. Il giorno 21 gennaio 2015 in Cremona, con

Dettagli

COMUNE DI TERRALBA. (Provincia di Oristano) Via Baccelli n 1 09098 Terralba Tel. 078385301 Fax 078383341 P.IVA 00063150957

COMUNE DI TERRALBA. (Provincia di Oristano) Via Baccelli n 1 09098 Terralba Tel. 078385301 Fax 078383341 P.IVA 00063150957 COMUNE DI TERRALBA (Provincia di Oristano) Via Baccelli n 1 09098 Terralba Tel. 078385301 Fax 078383341 P.IVA 00063150957 Ordinanza Sindacale n. 41/2012 Prot. n. 12292 ORDINANZA SINDACALE (Adozione misure

Dettagli