PATTO PER LO SVILUPPO LOCALE DI AREZZO

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "https://sviluppo.toscana.it/pasl/print.php?quadro=1&id_pasl=5&id... PATTO PER LO SVILUPPO LOCALE DI AREZZO"

Transcript

1 Modulo per la presentazione di progetti (Infrastrutture) inseriti nei Patti per lo Sviluppo Locale (PASL) PATTO PER LO SVILUPPO LOCALE DI AREZZO SCHEDA PROGETTUALE n. 2009AR0698 Alla Regione Toscana Area di coordinamento programmazione e controllo Settore "Strumenti della programmazione regionale e locale" Via G. Verdi, FIRENZE (FI) per il tramite della Provincia di Arezzo Oggetto: Realizazzione di un Parco Archeologio e Naturalistico nella Collina di San Cornelio e Castelsecco SOGGETTO PROPONENTE SEZIONE 1) - ANAGRAFICA / INFORMAZIONI GENERALI Il Sottoscritto Giuseppe Fanfani CF FNFGPP47D19I155E Tel fax in qualità di legale rappresentante dell'ente Comune di Arezzo avente sede legale nel Comune di Arezzo(AR) Via e n. P.zza Libertà 1 CAP Provincia AR, CP/PIVA Classificazione: 06 - Comuni SOGGETTO ATTUATORE Il Sottoscritto Dott.ssa Maria Grazia Tonioni CF Tel fax in qualità di legale rappresentante dell'ente Associazione Castelsecco avente sede legale nel Comune di Arezzo(AR) Via e n. Via Michelangelo 26 CAP Provincia AR, CP/PIVA Classificazione: 10 - Privati REFERENTE TECNICO DEL PROPONENTE Cognome: Senesi Nome: Mauro Tel Cell. ASSE STRATEGICO DI INTERVENTO DEL PASL Asse strategico: Ambito cooperazione territoriale 1 di 6 01/10/

2 DESCRIZIONE DEL PROGETTO Breve descrizione del progetto Il progetto è finalizzato al recupero ambientale della collina di S.Cornelio prevedendo interventi di messa in sicurezza dell'area archeologica con la realizazzione di un arboreto con collezione di specie di interesse storico-botanico-scientifico ed il recupero della Chiesina Giusti e della casa colonica diruta di proprietà comunale proponendone la ricostruzione, sulla base delle preesistenze, di un edificio su due piani a destinazione direzionale.il progetto è finalizzato al recupero ambientale della collina di S.Cornelio prevedendo interventi di messa in sicurezza dell'area archeologica con la realizazzione di un arboreto con collezione di specie di interesse storicobotanico-scientifico ed il recupero della Chiesina Giusti e della casa colonica diruta di proprietà comunale proponendone la ricostruzione, sulla base delle preesistenze, di un edificio su due piani a destinazione direzionale. Indicare le eventuali connessioni con altre schede PASL 2 di 6 01/10/

3 SEZIONE 2) CARATTERISTICHE TIPOLOGICHE INTERVENTO LOCALIZZAZIONE Localizzazione Generale: 3 - Comunale Localizzazione Provinciale: Provincia di Arezzo - AR - 02 Localizzazione Comunale: Arezzo - Arezzo - AR - 03 Descrizione degli interventi già avviati e della previsione della conclusione dei lavori Sono stati iniziati i lavori per il recupero della chiesa di S.Cornelio che è allo stato di rudere e sono state concluse le opere di bonifica con taglio della vegetazione infestante dell'area archeologica. Nelle operazioni effettuate sono emersi nuovi reperti quali antiche fondazioni e murature che necessitano di ulteriori indagini ed approfondimenti. SETTORE DI INTERVENTO Settore di intervento dell'operazione: Infrastrutture settore culturale DESCRIZIONE DELL' INTERVENTO Descrizione dell'intervento che si prevede di avviare, specificando la tempistica prevista, e delle procedure necessarie (espropri, autorizzazioni, conformità con i P.R.G., ecc.) Si prevede di completare l'intero intervento entro tre anni dall'inizio dei lavori; il Comune di Arezzo è proprietario di alcune aree che sono state concesse in uso temporaneo all'associazione Castelsecco allo scopo di realizzare gli interventi previsti dai progetti di recupero ambientale della collina di San Cornelio, tramite messa in sicurezza dell'area archeologica, realizazzione di un arboreto e ricostruzione della casa diruta.(delibera di giunta comunale n. 498 del 22/07/2008). Per l'intervento di recupero dell'edificio diruto, inserito nel programma triennale delle opere pubbliche 2008/2010, è stato dato avvio del procedimento con delibera n. 499 del 22/07/2008; tale piano di recupero rappresenta una mera specificazione dell'intervento già previsto e delineato, nelle sue caratteristiche fondamentali, nella deliberazione di giunta comunale n.943 del 10/10/ di 6 01/10/

4 CRONOPROGRAMMA Cronoprogramma di attuazione Cod. Descrizione Fase Data inizio Data fine Atto n. del A000 A010 Studio di fattibilità Progettazione preliminare A020 Progettazione definitiva 31/03/ /05/2008 A030 Progettazione esecutiva 16/06/ /07/2008 A035 Aggiudicazione lavori A040 Esecuzione lavori 04/09/ /09/2011 A050 Collaudo / Certificato di regolare esecuzione 30/09/ /03/2012 A060 Chiusura intervento A070 Funzionalità 30/03/2012 Strumenti normativi, programmatori, amministrativi: Programma Regionale di Sviluppo (PRS) Piano di Indirizzo Territoriale (PIT) Piani e programmi regionali Regolamento urbanistico Inserimento nel piano triennale delle opere pubbliche Altri strumenti di pianificazione territoriale vigenti (es. PTC) Altro specificare... Stato della progettazione degli interventi: Progetto preliminare Progetto definitivo Progetto esecutivo Progetto avviato Previsione del costo complessivo del progetto e delle relative fonti di finanziamento Cod. Descrizione Importo certo Importo presunto 01 Regione Toscana Unione Europea Stato Provincie Comunità montane Comuni Enti e aziende regionali Altro pubblico Aziende speciali Privati Risorse da reperire 0 0 TOTALE COSTO COMPLESSIVO Sostenibilita' ambientale dell'intervento Soggetti coinvolti nell'attuazione degli interventi (solo quelli rilevanti) 4 di 6 01/10/

5 1 Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia 2 Associazione Castelsecco 3 Fondazione Cassa di Risparmio di Firenze DOCUMENTI ALLEGATI Documento allegato: Schema di convenzione recupero collina S. Cornelio-Castelsecco.pdf - Tipo: * Altro * Documento allegato: Avvio del procedimento recupero edificio S. Cornelio-Castelsecco.pdf - Tipo: * Altro * 5 di 6 01/10/

6 SEZIONE 3) COERENZA CON DELIBERA GR N.814/2007 Coerenza del progetto con la lettera b) della deliberazione della Giunta regionale n. 814/2007 (indicazione univoca della fattispecie di appartenenza del progetto) Sostituzione Titolo progetto da sostituire: P.I. Arezzo SISTEMAZIONE PALAZZO URBANISTICA EX BANCA D'ITALIA Codice archivio regionale: Nuovo progetto Aggiornamento Titolo intervento: SISTEMAZIONE PALAZZO URBANISTICA EX BANCA D'ITALIA Il presente intervento sostituisce il sottoprogetto SISTEMAZIONE PALAZZO URBANISTICA EX BANCA D'ITALIA del Progetto Integrato Arezzo Progetto chiuso in data :50:01 Firma 6 di 6 01/10/

https://sviluppo.toscana.it/pasl/print.php?quadro=1&id_pasl=5&id... PATTO PER LO SVILUPPO LOCALE DI AREZZO

https://sviluppo.toscana.it/pasl/print.php?quadro=1&id_pasl=5&id... PATTO PER LO SVILUPPO LOCALE DI AREZZO Modulo per la presentazione di progetti (Infrastrutture) inseriti nei Patti per lo Sviluppo Locale (PASL) PATTO PER LO SVILUPPO LOCALE DI AREZZO SCHEDA PROGETTUALE n. 2009AR0463 Alla Regione Toscana Area

Dettagli

https://sviluppo.toscana.it/pasl/print.php?quadro=1&id_pasl=5&id... PATTO PER LO SVILUPPO LOCALE DI AREZZO

https://sviluppo.toscana.it/pasl/print.php?quadro=1&id_pasl=5&id... PATTO PER LO SVILUPPO LOCALE DI AREZZO Modulo per la presentazione di progetti (Infrastrutture) inseriti nei Patti per lo Sviluppo Locale (PASL) PATTO PER LO SVILUPPO LOCALE DI AREZZO SCHEDA PROGETTUALE n. 2009AR0313 Oggetto: RIQUALIFICAZIONE

Dettagli

https://sviluppo.toscana.it/pasl/print.php?quadro=2&id_pasl=5&id...

https://sviluppo.toscana.it/pasl/print.php?quadro=2&id_pasl=5&id... Modulo per la presentazione di progetti (Servizi) inseriti nei Patti per lo Sviluppo Locale (PASL) PATTO PER LO SVILUPPO LOCALE DI AREZZO Oggetto: Potenziamento CST Casentino SOGGETTO PROPONENTE SCHEDA

Dettagli

Sviluppo Toscana - Gestione PASL

Sviluppo Toscana - Gestione PASL Page 1 of 5 Modulo per la presentazione di progetti (Servizi) inseriti nei Patti per lo Sviluppo Locale (PASL) PATTO PER LO SVILUPPO LOCALE DI AREZZO Oggetto: Casentino Mobile SOGGETTO PROPONENTE SCHEDA

Dettagli

ALLEGATO A2 alla Dgr n. del pag. 1/8

ALLEGATO A2 alla Dgr n. del pag. 1/8 ALLEGATO A2 alla Dgr n. del pag. 1/8 FONDO PER LO SVILUPPO E LA COESIONE 2007-2013 ASSE 5 SVILUPPO LOCALE Linea di intervento 5.3: Riqualificazione dei centri urbani e della loro capacità di servizio SCHEDA

Dettagli

ALLEGATOB2 alla Dgr n del 05 agosto 2014 pag. 1/8

ALLEGATOB2 alla Dgr n del 05 agosto 2014 pag. 1/8 ALLEGATOB2 alla Dgr n. 1420 del 05 agosto 2014 pag. 1/8 FONDO PER LO SVILUPPO E LA COESIONE 2007-2013 ASSE 5 SVILUPPO LOCALE Linea di intervento 5.3: Riqualificazione dei centri urbani e della loro capacità

Dettagli

PATTO PER LO SVILUPPO LOCALE DI LIVORNO

PATTO PER LO SVILUPPO LOCALE DI LIVORNO PATTO PER LO SVILUPPO LOCALE DI LIVORNO Scheda progettuale n 0 Denominazione del progetto: Piombino 2015: Progetto Città Futura Soggetto proponente: - partner privati (Severstal-Lucchini) Asse strategico

Dettagli

https://sviluppo.toscana.it/pasl/print.php?quadro=2&id_pasl=5&id... PATTO PER LO SVILUPPO LOCALE DI AREZZO

https://sviluppo.toscana.it/pasl/print.php?quadro=2&id_pasl=5&id... PATTO PER LO SVILUPPO LOCALE DI AREZZO Modulo per la presentazione di progetti (Servizi) inseriti nei Patti per lo Sviluppo Locale (PASL) PATTO PER LO SVILUPPO LOCALE DI AREZZO Oggetto: Casentino valle Dantesca SOGGETTO PROPONENTE SCHEDA PROGETTUALE

Dettagli

https://sviluppo.toscana.it/pasl/print.php?quadro=2&id_pasl=5&id... PATTO PER LO SVILUPPO LOCALE DI AREZZO

https://sviluppo.toscana.it/pasl/print.php?quadro=2&id_pasl=5&id... PATTO PER LO SVILUPPO LOCALE DI AREZZO Modulo per la presentazione di progetti (Servizi) inseriti nei Patti per lo Sviluppo Locale (PASL) PATTO PER LO SVILUPPO LOCALE DI AREZZO SCHEDA PROGETTUALE n. 2009AR0307 Alla Regione Toscana Area di coordinamento

Dettagli

SCHEDA PROGETTUALE ESECUTIVA/APPALTO/INIZIO LAVORI

SCHEDA PROGETTUALE ESECUTIVA/APPALTO/INIZIO LAVORI Regione Toscana PIC 2008 /2010 Progetto di Iniziativa Regionale 2.8 "Investire in cultura Annualità 2009 Direzione Generale Presidenza Area di Coordinamento Cultura SCHEDA PROGETTUALE ESECUTIVA/APPALTO/INIZIO

Dettagli

Regione Toscana POR FESR Asse 6 Urbano

Regione Toscana POR FESR Asse 6 Urbano Regione Toscana POR FESR 2014-2020 Asse 6 Urbano ************ Progetti di Innovazione urbana (PIU) Delibera di Giunta 492 del 07/04/2015 Avviso Manifestazione di interesse per la presentazione dei PIU

Dettagli

ALLEGATOA2 alla Dgr n del 05 agosto 2014 pag. 1/8

ALLEGATOA2 alla Dgr n del 05 agosto 2014 pag. 1/8 ALLEGATOA2 alla Dgr n. 1420 del 05 agosto 2014 pag. 1/8 FONDO PER LO SVILUPPO E LA COESIONE 2007-2013 ASSE 5 SVILUPPO LOCALE Linea di intervento 5.2: Progetti integrati di area o di distretto turistici

Dettagli

Manuale operativo del Sistema Gestionale PASL

Manuale operativo del Sistema Gestionale PASL Area di coordinamento programmazione e controllo settore strumenti della programmazione regionale e locale. Manuale operativo del Sistema Gestionale PASL Venturina, 07 Settembre 2009 1 Sommario della presentazione

Dettagli

AVVISO PUBBLICO Centri Diurni per Anziani Interventi per la Realizzazione, potenziamento e riqualificazione di Centri Diurni per Anziani

AVVISO PUBBLICO Centri Diurni per Anziani Interventi per la Realizzazione, potenziamento e riqualificazione di Centri Diurni per Anziani UNIONE EUROPEA REGIONE CALABRIA REPUBBLICA ITALIANA REGIONE CALABRIA Dipartimento n.10 Lavoro, Politiche della Famiglia, Formazione Professionale, Cooperazione e Volontariato POR CALABRIA FONDO EUROPEO

Dettagli

Regione Toscana POR FESR Asse 6 Urbano

Regione Toscana POR FESR Asse 6 Urbano Regione Toscana POR FESR 2014-2020 Asse 6 Urbano ************ Progetti di Innovazione urbana (PIU) Delibera di Giunta 492 del 07/04/2015 Avviso Manifestazione di interesse per la presentazione dei PIU

Dettagli

ALLEGATO B A. DATI IDENTIFICATIVI DEL PROGETTO

ALLEGATO B A. DATI IDENTIFICATIVI DEL PROGETTO REGIONE TOSCANA Direzione Generale Competitività del sistema regionale e sviluppo delle Competenze Area di Coordinamento Istruzione ed Educazione Settore Istruzione e Educazione ALLEGATO B BANDO PER LA

Dettagli

BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 50

BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 50 DECRETO 1 dicembre 2011, n. 214 14.12.2011 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 50 Atto Integrativo dell Accordo di Programma Valo rizzazione del patrimonio archeologico di Cor tona attraverso

Dettagli

Regione Toscana POR FESR Asse 6 Urbano

Regione Toscana POR FESR Asse 6 Urbano Regione Toscana POR FESR 2014-2020 Asse 6 Urbano ************ Progetti di Innovazione urbana (PIU) Delibera di Giunta 492 del 07/04/2015 Avviso Manifestazione di interesse per la presentazione dei PIU

Dettagli

SCHEDA PROGETTO ENTRO TETTO. PIRAP PARCO NAZIONALE DEL CILENTO e VALLO di DIANO. P rogetto I ntegrato R urale per le A ree P rotette COMUNE DI

SCHEDA PROGETTO ENTRO TETTO. PIRAP PARCO NAZIONALE DEL CILENTO e VALLO di DIANO. P rogetto I ntegrato R urale per le A ree P rotette COMUNE DI PIRAP PARCO NAZIONALE DEL CILENTO e VALLO di DIANO SCHEDA PROGETTO ENTRO TETTO COMUNE DI PIRAP Parco Nazionale del Cilento e Vallo di Diano Capofila del Partenariato Pubblico: Ente Parco Nazionale del

Dettagli

Scheda PASL Progetto Credito

Scheda PASL Progetto Credito Scheda PASL 1.2.1.1. Progetto Credito ASSE STRATEGICO DI INTERVENTO DEL PROTOCOLLO D INTESA Asse 1 Sistema delle imprese, dell innovazione e dei beni culturali Misura 1.2 Sostegno al sistema delle PMI

Dettagli

Scheda PASL Variante stradale SR n. 445 della Garfagnana in località S. Chiara del Comune di Fivizzano

Scheda PASL Variante stradale SR n. 445 della Garfagnana in località S. Chiara del Comune di Fivizzano Scheda PASL 2.1.6 Variante stradale SR n. 445 della Garfagnana in località S. Chiara del Comune di Fivizzano ASSE STRATEGICO D INTERVENTO DEL PROTOCOLLO D INTESA Asse 2 Infrastrutture Misura 2.1 Infrastrutture

Dettagli

SCHEDA PROGETTUALE PROGETTI INTEGRATI Soggetto Capofila (Decreto N del 31/12/2009) TITOLO DEL PROGETTO INTEGRATO... SEZIONE A) ISTANZA

SCHEDA PROGETTUALE PROGETTI INTEGRATI Soggetto Capofila (Decreto N del 31/12/2009) TITOLO DEL PROGETTO INTEGRATO... SEZIONE A) ISTANZA Allegato B) Regione Toscana PRSE 2007/2010 Asse 4 Linea 4.2 Progetto speciale d interesse regionale Sviluppo sostenibile del turismo e del commercio della Montagna Toscana SCHEDA PROGETTUALE PROGETTI INTEGRATI

Dettagli

Scheda analitica di progetto

Scheda analitica di progetto Allegato A3 Scheda di monitoraggio 1. Anagrafica Programma Sottoprogramma Codice progetto Codice settoriale progetto Articolazione progettuale Codice progetto quadro Titolo Programma degli investimenti

Dettagli

PROGRAMMAZIONE OPERE PUBBLICHE

PROGRAMMAZIONE OPERE PUBBLICHE COMUNE DI SAN CANZIAN D'ISONZO Provincia di Gorizia UNITA OPERATIVA SERVIZIO MANUTENZIONI E LAVORI PUBBLICI tel. 0481-472343 - fax 0481-769159 * * * * * PROGRAMMAZIONE OPERE PUBBLICHE PROGRAMMA TRIENNALE

Dettagli

Scheda di Presentazione di Progetto

Scheda di Presentazione di Progetto ANAGRAFICA PROGETTO Scheda di Presentazione di Progetto Data presentazione gg/mm/aa Nome progetto Localizzazione Proponente Referente progetto Altri soggetti coinvolti nel progetto Frazione/Comune, Provincia

Dettagli

Avviso pubblico per la valorizzazione dei luoghi della cultura del Lazio

Avviso pubblico per la valorizzazione dei luoghi della cultura del Lazio ALLEGATO A2 Avviso pubblico per la valorizzazione dei luoghi della cultura del Lazio SCHEDA ILLUSTRATIVA DELL INTERVENTO Denominazione del luogo della cultura e ubicazione dell'intervento Denominazione

Dettagli

SCHEDA DEI PROGETTI DI INFRASTRUTTURE

SCHEDA DEI PROGETTI DI INFRASTRUTTURE SCHEDA DEI PROGETTI DI INFRASTRUTTURE Indice SEZIONE I: IDENTIFICAZIONE DELL INTERVENTO...3 SEZIONE II: SOSTENIBILITA TECNICO-TERRITORIALE...4 PARTE II.A: DESCRIZIONE E CARATTERISTICHE DELL INTERVENTO...4

Dettagli

CUP: DENOMINAZIONE/TITOLO DELL INTERVENTO OGGETTO DELLA PROPOSTA

CUP: DENOMINAZIONE/TITOLO DELL INTERVENTO OGGETTO DELLA PROPOSTA Allegato Scheda per la presentazione della proposta progettuale CIRCOLARE - Programmazione MiBACT SEZIONE 1 ANAGRAFICA DELLA PROPOSTA CUP:. 1.1 - DENOMINAZIONE/TITOLO DELL INTERVENTO OGGETTO DELLA PROPOSTA

Dettagli

Piano triennale investimenti approvato con decreto del Direttore Generale n. 173 del 30/12/2016

Piano triennale investimenti approvato con decreto del Direttore Generale n. 173 del 30/12/2016 Piano triennale investimenti approvato con decreto del Direttore Generale n. 173 del 30/12/2016 Agenzia Regionale per la Protezione dell Ambiente del Friuli Venezia Giulia A.R.P.A. F.V.G. ELENCO ANNUALE

Dettagli

SCHEDA PROGETTO ESECUTIVO SEZIONE A) ISTANZA

SCHEDA PROGETTO ESECUTIVO SEZIONE A) ISTANZA Regione Toscana PRSE 2007/2010 e FAS 2007/2013 Linea di intervento 4.2 "Migliorare la qualità urbana e territoriale e il livello di accoglienza dell offerta turistica e PIR 1.4: Linea di azione 1 Migliorare

Dettagli

PROPOSTA PROGETTUALE. Regione Toscana. Interventi di rigenerazione urbana a favore di Comuni ricadenti nelle Aree interne della Toscana

PROPOSTA PROGETTUALE. Regione Toscana. Interventi di rigenerazione urbana a favore di Comuni ricadenti nelle Aree interne della Toscana Allegato A2) PROPOSTA PROGETTUALE Regione Toscana Interventi di rigenerazione urbana a favore di Comuni ricadenti nelle Aree interne della Toscana Alla Regione Toscana SETTORE Pianificazione del Territorio

Dettagli

ESTRATTO DAL VERBALE DELLA SEDUTA DEL (punto N. 4 ) Delibera N.148 del

ESTRATTO DAL VERBALE DELLA SEDUTA DEL (punto N. 4 ) Delibera N.148 del REGIONE TOSCANA GIUNTA REGIONALE ESTRATTO DAL VERBALE DELLA SEDUTA DEL 09-03-2009 (punto N. 4 ) Delibera N.148 del 09-03-2009 Proponente CLAUDIO MARTINI DIREZIONE GENERALE PRESIDENZA Pubblicita /Pubblicazione:

Dettagli

PIUSS. Incontro annuale Commissione Europea. Roma, 27 ottobre esperienze di progettazione per lo sviluppo in aree urbane

PIUSS. Incontro annuale Commissione Europea. Roma, 27 ottobre esperienze di progettazione per lo sviluppo in aree urbane PIUSS esperienze di progettazione per lo sviluppo in aree urbane Incontro annuale Commissione Europea Autorità di Gestione Roma, 27 ottobre 2011 Le città credono d essere opera della mente o del caso,

Dettagli

PROGRAMMAZIONE OPERE PUBBLICHE

PROGRAMMAZIONE OPERE PUBBLICHE COMUNE DI SAN CANZIAN D'ISONZO Provincia di Gorizia UNITA OPERATIVA SERVIZIO MANUTENZIONI E LAVORI PUBBLICI tel. 0481-472343 - fax 0481-769159 * * * * * PROGRAMMAZIONE OPERE PUBBLICHE PROGRAMMA TRIENNALE

Dettagli

Tecnica dei lavori stradali. Cenni sulla redazione del progetto stradale

Tecnica dei lavori stradali. Cenni sulla redazione del progetto stradale TLS Ingegneria Edile AA 2012/2013 Tecnica dei lavori stradali Cenni sulla redazione del progetto stradale Prof. Ing. Vittorio Ranieri v.ranieri@poliba.it LA DISCIPLINA ITALIANA SUI LAVORI PUBBLICI LEGGE

Dettagli

Piano Straordinario per lo Sviluppo del Sistema Integrato dei Servizi Socio- educativi per la prima infanzia

Piano Straordinario per lo Sviluppo del Sistema Integrato dei Servizi Socio- educativi per la prima infanzia UNIONE EUROPEA REGIONE CALABRIA REPUBBLICA ITALIANA Dipartimento 10 - Lavoro, Politiche della Famiglia, Formazione Professionale, Cooperazione e Volontariato AVVISO PUBBLICO PER IL FINANZIAMENTO NIDI D

Dettagli

AVVISO PUBBLICO AI COMUNI AVENTI SEDE NELLA REGIONE CAMPANIA, E LE LORO FORME

AVVISO PUBBLICO AI COMUNI AVENTI SEDE NELLA REGIONE CAMPANIA, E LE LORO FORME PROGRAMMA OPERATIVO FESR Campania 2007/2013 Asse n. 3 Energia Obiettivo Operativo 3.1 Offerta Energetica da fonte rinnovabile Obiettivo Operativo 3.3 Contenimento ed efficienza della domanda Programma

Dettagli

Comune di Gorizia PROGRAMMA DI LAVORI PUBBLICI ED ACQUISTO DI FORNITURE E SERVIZI

Comune di Gorizia PROGRAMMA DI LAVORI PUBBLICI ED ACQUISTO DI FORNITURE E SERVIZI Comune di Gorizia PROGRAMMA DI LAVORI PUBBLICI ED ACQUISTO DI FORNITURE E SERVIZI 2019-2021 PROGRAMMA DI LAVORI PUBBLICI ED ACQUISTO DI FORNITURE E SERVZI TRIENNIO 2019-2021 INDICE DEGLI ARGOMENTI TRATTATI

Dettagli

Scheda Attivita' / Intervento. 1 - Dati Identificativi

Scheda Attivita' / Intervento. 1 - Dati Identificativi Scheda Attivita' / Intervento REG-S-CZ01 Data Stampa : 15/01/2009 Data aggiornamento codici: 15/01/2009 Intesa Governo / Regione: Accordo di Programma Quadro: Responsabile Accordo: CALABRIA Atto di raccordo

Dettagli

Presentazione dello studio di valutazione sull Intesa Stato Regione Piemonte

Presentazione dello studio di valutazione sull Intesa Stato Regione Piemonte Presentazione dello studio di valutazione sull Intesa Stato Regione Piemonte Dott. Stefano Piperno IRES Piemonte Dott. Davide Barella IRES Piemonte Legge 662/1996 Intesa Istituzionale di Programma L accordo

Dettagli

Allegato A. Scheda n. sottoscritt CHIEDE

Allegato A. Scheda n. sottoscritt CHIEDE Allegato A SCHEDA PER LA MANIFESTAZIONE DI INTERESSE ALLA PRESENTAZIONE DI PROGETTI DI INIZIATIVA PRIVATA, PER LA REDAZIONE DI UNA PROPOSTA DI CONTRATTO DI VALORIZZAZIONE URBANA DEL PIANO CITTÀ. Scheda

Dettagli

COMUNE DI SAN SALVATORE TELESINO SVILUPPO E RINNOVAMENTO DEI VILLAGGI RURALI: RIQUALIFICAZIONE DEL CENTRO STORICO

COMUNE DI SAN SALVATORE TELESINO SVILUPPO E RINNOVAMENTO DEI VILLAGGI RURALI: RIQUALIFICAZIONE DEL CENTRO STORICO MISURA 7.6.1 Scheda Manifestazione d Interesse COMUNE DI SAN SALVATORE TELENO Sede: Via Gioia I, n 1 82030 San Salvatore Telesino (BN) Tel.: 0824 881111 SVILUPPO E RINNOVAMENTO DEI VILLAGGI RURALI: RIQUALIFICAZIONE

Dettagli

Scheda Attivita' / Intervento. 1 - Dati Identificativi

Scheda Attivita' / Intervento. 1 - Dati Identificativi Scheda Attivita' / Intervento ANASCZ15 Data Stampa : 30/01/2009 Data aggiornamento codici: 29/01/2009 Intesa Governo / Regione: Accordo di Programma Quadro: Responsabile Accordo: CALABRIA Atto di raccordo

Dettagli

SCHEMA DI DOMANDA Domanda inserimento nell'elenco professionisti per l'affidamento di servizi tecnici attinenti l'architettura e l'ingegneria di impor

SCHEMA DI DOMANDA Domanda inserimento nell'elenco professionisti per l'affidamento di servizi tecnici attinenti l'architettura e l'ingegneria di impor SCHEMA DI DOMANDA Domanda inserimento nell'elenco professionisti per l'affidamento di servizi tecnici attinenti l'architettura e l'ingegneria di importo inferiore ad uro 100.000,00 ai sensi e per gli effetti

Dettagli

Scheda Attivita' / Intervento. 1 - Dati Identificativi

Scheda Attivita' / Intervento. 1 - Dati Identificativi Scheda Attivita' / Intervento ENAC/KR/10 Data Stampa : 15/01/2009 Data aggiornamento codici: 15/01/2009 Intesa Governo / Regione: Accordo di Programma Quadro: Responsabile Accordo: CALABRIA Atto di raccordo

Dettagli

PROGETTO STRADALE PROGETTO PRELIMINARE PROGETTO DEFINITIVO PROGETTO ESECUTIVO

PROGETTO STRADALE PROGETTO PRELIMINARE PROGETTO DEFINITIVO PROGETTO ESECUTIVO PROGETTO STRADALE PROGETTO PRELIMINARE PROGETTO DEFINITIVO PROGETTO ESECUTIVO PROGETTO PRELIMINARE Deve consentire l individuazione a scala territoriale della più opportuna soluzione viaria in grado di

Dettagli

COMUNE DI PONTECAGNANO FAIANO PROVINCIA DI SALERNO. VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N 32 del 13/02/2018

COMUNE DI PONTECAGNANO FAIANO PROVINCIA DI SALERNO. VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N 32 del 13/02/2018 COMUNE DI PONTECAGNANO FAIANO PROVINCIA DI SALERNO VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N 32 del 13/02/2018 OGGETTO: RIQUALIFICAZIONE E SISTEMAZIONE DELL'AREA PIAZZA DEGLI ETRUSCHI - CANDIDATURA

Dettagli

DECRETO DIREZIONE GENERALE SANITA N DEL

DECRETO DIREZIONE GENERALE SANITA N DEL DECRETO DIREZIONE GENERALE SANITA N. 23238 DEL 1.10.2001 OGGETTO: Ulteriori indicazioni in merito alla d.g.r. n.3312/01. IL DIRETTORE GENERALE VISTO la l.r. 31/97 Norme per il riordino del Servizio Sanitario

Dettagli

DIREZIONE GENERALE SANITA N. H/23238 del Ulteriori indicazioni in merito alla d.g.r. n.3312/01.

DIREZIONE GENERALE SANITA N. H/23238 del Ulteriori indicazioni in merito alla d.g.r. n.3312/01. DIREZIONE GENERALE SANITA N. H/23238 del 01.10.2001 Ulteriori indicazioni in merito alla d.g.r. n.3312/01. IL DIRETTORE GENERALE VISTO la l.r. 31/97 Norme per il riordino del Servizio Sanitario Regionale

Dettagli

Scheda Attivita' / Intervento. 1 - Dati Identificativi

Scheda Attivita' / Intervento. 1 - Dati Identificativi Scheda Attivita' / Intervento REG-S-RC02 Data Stampa : 06/08/2009 Data aggiornamento codici: 03/08/2009 Intesa Governo / Regione: Accordo di Programma Quadro: Responsabile Accordo: CALABRIA Atto di raccordo

Dettagli

Allegato B (previsto dall'articolo 10, comma 1) "Allegato B (articolo 4, comma 2)

Allegato B (previsto dall'articolo 10, comma 1) Allegato B (articolo 4, comma 2) (Allegato B ) Allegato B (previsto dall'articolo 10, comma 1) 1. Interventi per la conservazione di beni culturali "Allegato B (articolo 4, comma 2) 1. indicazione del bene oggetto dell'intervento; 2.

Dettagli

Prato Carnico: 22/12/2015 Il responsabile dell ufficio:

Prato Carnico: 22/12/2015 Il responsabile dell ufficio: REGIONE AUTONOMA FRIULI VENEZIA GIULIA PROVINCIA DI UDINE COMUNE DI PRATO CARNICO PROGRAMMA TRIENNALE DEI LAVORI PUBBLICI 2016 / 2018 PROGRAMMA ANNUALE 2016 DEI LAVORI PUBBLICI Prato Carnico: 22/12/2015

Dettagli

Codice Operazione 3.2 Efficientamento energetico scuola media. Tipologia del soggetto beneficiario

Codice Operazione 3.2 Efficientamento energetico scuola media. Tipologia del soggetto beneficiario Codice Operazione 3.2 Titolo Operazione Efficientamento energetico scuola media Soggetto beneficiario/attuatore Comune di Bormio Tipologia del soggetto beneficiario Pubblico Tipologia dell operazione infrastruttura

Dettagli

IL NUOVO CODICE APPALTI (D.LGS 18 aprile 2016 n. 50)

IL NUOVO CODICE APPALTI (D.LGS 18 aprile 2016 n. 50) Emilia Benfante Struttura Gestione Acquisti IL NUOVO CODICE APPALTI (D.LGS 18 aprile 2016 n. 50) Novità in tema di programmazione e progettazione 4 maggio 2016 Sommario della presentazione La nuova programmazione

Dettagli

SCHEDA N. 116 TIPOLOGIA OPERA: SOGGETTO TITOLARE: LOCALIZZAZIONE. Altre opere

SCHEDA N. 116 TIPOLOGIA OPERA: SOGGETTO TITOLARE: LOCALIZZAZIONE. Altre opere SISTEMI URBANI Risanamento del sottosuolo dell area urbana di Napoli Consolidamento dei costoni e dei versanti della Collina dei Camaldoli - lato Soccavo SCHEDA N. 116 LOCALIZZAZIONE CUP: TIPOLOGIA OPERA:

Dettagli

Scheda Attivita' / Intervento. 1 - Dati Identificativi

Scheda Attivita' / Intervento. 1 - Dati Identificativi Scheda Attivita' / Intervento ENAC/KR/07 Data Stampa : 15/01/2009 Data aggiornamento codici: 15/01/2009 Intesa Governo / Regione: Accordo di Programma Quadro: Responsabile Accordo: CALABRIA Atto di raccordo

Dettagli

Comune di Verona Sessione ordinaria di Consiglio Comunale Proposta di Deliberazione N. 56 dell ODG

Comune di Verona Sessione ordinaria di Consiglio Comunale Proposta di Deliberazione N. 56 dell ODG Comune di Verona Sessione ordinaria di Consiglio Comunale Proposta di Deliberazione N. 56 dell ODG Oggetto: URBANISTICA/STRADE - PIANO DEGLI INTERVENTI - PUA DENONIMINATO "SAN FELICE" SCHEDA NORMA N. 432

Dettagli

SETTORE INFRASTRUTTURE PER LE ATTIVITA' ECONOMICHE E PRODUTTIVE D'AGLIANO GIOVANNI

SETTORE INFRASTRUTTURE PER LE ATTIVITA' ECONOMICHE E PRODUTTIVE D'AGLIANO GIOVANNI REGIONE TOSCANA DIREZIONE ATTIVITA' PRODUTTIVE SETTORE INFRASTRUTTURE PER LE ATTIVITA' ECONOMICHE E PRODUTTIVE Il Dirigente Responsabile: D'AGLIANO GIOVANNI Decreto soggetto a controllo di regolarità amministrativa

Dettagli

LIBERO CONSORZIO COMUNALE DI ENNA

LIBERO CONSORZIO COMUNALE DI ENNA Allegato d) alla Deliberazione del Commissario Straordinario con i poteri della Giunta Provinciale n. 34 del 22.03.2017 LIBERO CONSORZIO COMUNALE DI ENNA A L L E G A T O F STRALCIO COMPETENZE TERZO SETTORE

Dettagli

ESTRATTO da. Documento Unico di Programmazione Nota di aggiornamento

ESTRATTO da. Documento Unico di Programmazione Nota di aggiornamento ESTRATTO da Documento Unico di Programmazione 2016-2018 Nota di aggiornamento D U P NOTA DI AGGIORNAMENTO Documento Unico di Programmazione 2016-2018 Principio contabile applicato alla programmazione Allegato

Dettagli

Comune di CASALNUOVO di NAPOLI

Comune di CASALNUOVO di NAPOLI Comune di CASALNUOVO di NAPOLI Formazione dell Elenco dei prestatori di servizi per il conferimento di incarichi fiduciari attinenti all architettura ed all ingegneria ed affini, di importo inferiore a

Dettagli

Avviso pubblico per l adeguamento di spazi e servizi legati ad attività ed eventi culturali e ricreativi nel Sistema delle Città di Fondazione.

Avviso pubblico per l adeguamento di spazi e servizi legati ad attività ed eventi culturali e ricreativi nel Sistema delle Città di Fondazione. ALLEGATO 2 Avviso pubblico per l adeguamento di spazi e servizi legati ad attività ed eventi culturali e ricreativi nel Sistema delle Città di Fondazione. ISTANZA ALLA REGIONE LAZIO DIREZIONE REGIONALE

Dettagli

SETTORE 4 SERVIZI INFRASTRUTTURE PER IL TERRITORIO Servizio Lavori Pubblici. Servizio Lavori Pubblici. Servizio Lavori Pubblici

SETTORE 4 SERVIZI INFRASTRUTTURE PER IL TERRITORIO Servizio Lavori Pubblici. Servizio Lavori Pubblici. Servizio Lavori Pubblici N.O. DESCRIZIONE PROCEDIMENTO AMMINISTRATIVO 1 Affidamento diretto di lavori, servizi e forniture in economia di importo inferiore a 40.000,00 2 Affidamento diretto di lavori, servizi e forniture in economia

Dettagli

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 164 DEL 07/11/2017 OGGETTO

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 164 DEL 07/11/2017 OGGETTO Comune di Campi Bisenzio Citta' Metropolitana di Firenze DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 164 DEL 07/11/2017 OGGETTO PARCO AGRICOLO DELLA PIANA. Bozza di convenzione da stipulare tra la Regione Toscana

Dettagli

REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA

REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA Direttive per l attuazione degli interventi relativi all art. 4 lett. f) e all art. 21 lett. c) della L.R. 14/2006 per la assegnazione dei contributi per restauri. 1 - Fonte normativa dell intervento Nell

Dettagli

SCHEDA N. 28 TIPOLOGIA OPERA: SOGGETTO TITOLARE: LOCALIZZAZIONE. Rete stradale. Provincia di Bergamo

SCHEDA N. 28 TIPOLOGIA OPERA: SOGGETTO TITOLARE: LOCALIZZAZIONE. Rete stradale. Provincia di Bergamo CORRIDOIO PLURIMODALE PADANO Asse stradale pedemontano (Piemontese-Lombardo-Veneto), collegamento progetti prioritari 1 e 6 (A31) e collegamento Lecco-Bergamo tratta Vercurago- Calolziocorte, variante

Dettagli

Formulario di presentazione delle proposte progettuali per le audizioni specifiche dei Grandi Attrattori Culturali

Formulario di presentazione delle proposte progettuali per le audizioni specifiche dei Grandi Attrattori Culturali Formulario di presentazione delle proposte progettuali per le audizioni specifiche dei Grandi Attrattori Culturali PROTOCOLLO SOGGETTO PROPONENTE n. DEL / / 2009 Alla REGIONE LAZIO Via R.R. Garibaldi,7

Dettagli

A relazione del Vicepresidente Reschigna:

A relazione del Vicepresidente Reschigna: REGIONE PIEMONTE BU42 20/10/2016 Deliberazione della Giunta Regionale 3 ottobre 2016, n. 21-4014 Approvazione dello schema di quarta modifica all'accordo di Programma (D.P.G.R. 84/2014) tra la Regione

Dettagli

Allegato D SCHEDA PROGETTUALE SOGGETTO PROPONENTE - PRIVATO. Beneficiario Finale firma. Luogo e Data NOME INTERVENTO:

Allegato D SCHEDA PROGETTUALE SOGGETTO PROPONENTE - PRIVATO. Beneficiario Finale firma. Luogo e Data NOME INTERVENTO: Allegato D SCHEDA PROGETTUALE SOGGETTO PROPONENTE - PRIVATO NOME INTERVENTO: Beneficiario Finale firma Luogo e Data SEZIONE I: IDEA PROGETTO 1. Nome identificativo del progetto: 2. Beneficiario finale

Dettagli

Scheda Attivita' / Intervento. 1 - Dati Identificativi

Scheda Attivita' / Intervento. 1 - Dati Identificativi Scheda Attivita' / Intervento REG-S-KR02 Data Stampa : 12/01/2009 Data aggiornamento codici: 12/01/2009 Intesa Governo / Regione: Accordo di Programma Quadro: Responsabile Accordo: CALABRIA Atto di raccordo

Dettagli

MODELLO DI ISTANZA DI CONTRIBUTO

MODELLO DI ISTANZA DI CONTRIBUTO ALLEGATO 1/2 MODELLO DI ISTANZA DI CONTRIBUTO Alla Regione Piemonte Direzione Ambiente, Governo e Tutela del Territorio territorio-ambiente@cert.regione.piemonte.it D.G.R. n. 85-5516 del 3 agosto 2017

Dettagli

Avviso PIANI DI CONCILIAZIONE

Avviso PIANI DI CONCILIAZIONE REGIONE ABRUZZO Dipartimento Politiche per la Salute e il Welfare Servizio per il Benessere Sociale Programma Operativo Fondo Sociale Europeo 2014-2020 OBIETTIVO "INVESTIMENTI IN FAVORE DELLA CRESCITA

Dettagli

Allegato X. Modulo di domanda. DOCUP obiettivo /6. Misura 4.1a Riqualificazione edifici ed aree a funzione sociale plurima

Allegato X. Modulo di domanda. DOCUP obiettivo /6. Misura 4.1a Riqualificazione edifici ed aree a funzione sociale plurima Unione Europea Direzione Industria Fondo Europeo di Sviluppo Regionale Ministero dell Economia e delle Finanze DOCUP obiettivo 2 2000/6 Allegato X Modulo di domanda Misura 4.1a Riqualificazione edifici

Dettagli

QUADRO RIEPILOGATIVO DELLE SPESE DI INVESTIMENTO (TITOLO 2 DELLA SPESA) QUADRO 3.6

QUADRO RIEPILOGATIVO DELLE SPESE DI INVESTIMENTO (TITOLO 2 DELLA SPESA) QUADRO 3.6 QUADRO RIEPILOGATIVO DELLE SPESE DI INVESTIMENTO (TITOLO 2 DELLA SPESA) QUADRO 3.6 Investimento nel triennio Programma / Progetto Descrizione dell'investimento Importo complessivo Spesa Anno Spesa Anno

Dettagli

PER LO SVILUPPO DEL SISTEMA INFORMATIVO TERRITORIALE E PER LA REALIZZAZIONE DEI PROGETTI INTERGEO E SIGMATER

PER LO SVILUPPO DEL SISTEMA INFORMATIVO TERRITORIALE E PER LA REALIZZAZIONE DEI PROGETTI INTERGEO E SIGMATER REGIONE TOSCANA Giunta Regionale ANCI Toscana UNCEM URPT ACCORDO PER LO SVILUPPO DEL SISTEMA INFORMATIVO TERRITORIALE E PER LA REALIZZAZIONE DEI PROGETTI INTERGEO E SIGMATER FRA REGIONE TOSCANA E ANCI

Dettagli

COMUNE DI PITEGLIO (Provincia di Pistoia) Piteglio Via Casa Nuova n. 16 Tel. 0573/ Fax 0573/69028

COMUNE DI PITEGLIO (Provincia di Pistoia) Piteglio Via Casa Nuova n. 16 Tel. 0573/ Fax 0573/69028 COMUNE DI PITEGLIO (Provincia di Pistoia) 51020 Piteglio Via Casa Nuova n. 16 Tel. 0573/69042 - Fax 0573/69028 Sito Web: www.comune.piteglio.pt.it E-mail: info@comune.piteglio.pt.it Area Tecnica: Lavori

Dettagli

Recupero e valorizzazione del borgo rurale di Caggiano

Recupero e valorizzazione del borgo rurale di Caggiano COMUNE DI CAGGIANO Provincia di Salerno (www.comune.caggiano.sa.it) C. A. P. 84030 Viale Giovanni Palatucci n.4 P.IVA 00510420656 Tel (+39 0975) 393020 Fax (+39 0975) 393920 e-mail:segreteria.caggiano@asmepec.it

Dettagli

Allegato A - SCHEDA DI PRESENTAZIONE DELLA PROPOSTA DI INTERVENTO

Allegato A - SCHEDA DI PRESENTAZIONE DELLA PROPOSTA DI INTERVENTO Allegato A - SCHEDA DI PRESENTAZIONE DELLA PROPOSTA DI INTERVENTO Attenzione: E' indispensabile - ai fini dell'acquisizione delle informazioni relative alla proposta di intervento da parte del Fondo Sport

Dettagli

C O M U N E D I V I C E N Z A

C O M U N E D I V I C E N Z A C O M U N E D I V I C E N Z A Comune di Vicenza Protocollo Generale I COPIA CONFORME ALL'ORIGINALE DIGITALE Protocollo N.0129830/2016 del 14/10/2016 Firmatario: DIEGO GALIAZZO INCARICATO ALLA REDAZIONE:

Dettagli

IL FONDO PER LE INFRASTRUTTURE PRODUTTIVE

IL FONDO PER LE INFRASTRUTTURE PRODUTTIVE IL FONDO PER LE INFRASTRUTTURE PRODUTTIVE Bando relativo alla Riqualificazione ambientale di aree destinate ad insediamenti produttivi Regione Toscana D.G. Sviluppo Economico Settore Infrastrutture e servizi

Dettagli

DA NON SPEDIRE VIA PEC

DA NON SPEDIRE VIA PEC DA NON SPEDIRE VIA PEC AVVISO PUBBLICO SOSTEGNO AI GIOVANI TALENTI SCHEDA DI PROGETTO Parte I - Identificazione della proposta ALLEGATO B - Scheda di progetto Titolo del progetto Parte II.a Informazioni

Dettagli

SCHEDA RIASSUNTIVA. 1.3 Localizzazione dell intervento Comune/i (Provincia), località, zona/quartiere

SCHEDA RIASSUNTIVA. 1.3 Localizzazione dell intervento Comune/i (Provincia), località, zona/quartiere Programma Operativo Regionale POR 2007 2013 Parte FESR Obiettivo Competitività Regionale e Occupazione Asse Prioritario 2. Linea di intervento 2.1 Azione 2.1.2 Interventi di riqualificazione energetica

Dettagli

HUB INTERPORTUALI Allacci plurimodali e adeguamento porto di Livorno e interporto di Guasticce SCHEDA N. 143

HUB INTERPORTUALI Allacci plurimodali e adeguamento porto di Livorno e interporto di Guasticce SCHEDA N. 143 HUB INTERPORTUALI Allacci plurimodali e adeguamento porto di Livorno e interporto di Guasticce SCHEDA N. 143 LOCALIZZAZIONE CUP: TIPOLOGIA OPERA: SOGGETTO TITOLARE: I31B07000320008 Interporti Interporto

Dettagli

Programma di Riqualificazione Urbana. Tor Bella Monaca

Programma di Riqualificazione Urbana. Tor Bella Monaca Programma di Riqualificazione Urbana Tor Bella Monaca Le premesse Il quartiere Tor Bella Monaca L attuale stato del quartiere L attuale stato del quartiere Il PdZ 22 Tor Bella Monaca, costruito a partire

Dettagli

POR Campania Complemento di programmazione Capitolo 3 Misura 4.3. Sezione I Identificazione della misura

POR Campania Complemento di programmazione Capitolo 3 Misura 4.3. Sezione I Identificazione della misura Sezione I Identificazione della misura 1. Misura 4.3 - Promozione del sistema produttivo regionale 2. Fondo strutturale interessato FESR 3. Asse prioritario di riferimento Asse 4 Sviluppo locale 4. Descrizione

Dettagli

GIUNTA PROVINCIALE DI BIELLA Seduta del 22/02/2005

GIUNTA PROVINCIALE DI BIELLA Seduta del 22/02/2005 GIUNTA PROVINCIALE DI BIELLA Seduta del 22/02/2005 ATTO n. 66 OGGETTO: Lavori di presso l I.T.I.S. Q. Sella, c.so Pella, di Biella. Approvazione progetto esecutivo redatto dalla Società di Ingegneria SO.TEC.

Dettagli

COMUNE DI CAIRANO PROVINCIA DI AVELLINO Via Roma Tel fax

COMUNE DI CAIRANO PROVINCIA DI AVELLINO Via Roma Tel fax SOGGETTO PROPONENTE PRIVATO: NOME INTERVENTO: S c h e d a P r o g e t t u a l e Beneficiario Finale Luogo e Data 1 S E Z I O N E I : I D E A P R O G E T T O e Nome identificativo del progetto: Numero identificativo

Dettagli

Domanda di accesso ai contributi - inserimento in graduatoria. Supporto alla realizzazione di PIANI INTEGRATI DI SVILUPPO URBANO SOSTENIBILE (PISUS)

Domanda di accesso ai contributi - inserimento in graduatoria. Supporto alla realizzazione di PIANI INTEGRATI DI SVILUPPO URBANO SOSTENIBILE (PISUS) ALLEGATO D) Domanda di accesso ai contributi - inserimento in graduatoria Supporto alla realizzazione di PIANI INTEGRATI DI SVILUPPO URBANO SOSTENIBILE (PISUS) COMPETITIVITA' PICCOLE E MEDIE IMPRESE COMUNE

Dettagli

REGISTRAZIONE DATI REGISTRAZIONE AREA LOGIN L abilitazione al sistema informativo della VAS deve essere preceduta dalla compilazione dei dati obbligatori(*): - Nome - Cognome - Telefono - Email - Password/Conferma

Dettagli

Scheda Attivita' / Intervento. 1 - Dati Identificativi

Scheda Attivita' / Intervento. 1 - Dati Identificativi Scheda Attivita' / Intervento REG-S-RC05 Data Stampa : 03/02/2009 Data aggiornamento codici: 03/02/2009 Intesa Governo / Regione: Accordo di Programma Quadro: Responsabile Accordo: CALABRIA Atto di raccordo

Dettagli

Comune di Breno Piano di Governo del Territorio. Nuovo quadro normativo

Comune di Breno Piano di Governo del Territorio. Nuovo quadro normativo L.R. 51/1975 L.R. 12/2005 PIANO REGOLATORE GENERALE PIANO DI GOVERNO DEL TERRITORIO APPROVAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE FDSFASDFASF APPROVAZIONE COMUNALE CON PARERE DI COMPATIBILITA AL P.T.C.P. Nuovo quadro

Dettagli

POR CALABRIA FESR 2007/2013

POR CALABRIA FESR 2007/2013 UNIONE EUROPEA REGIONE CALABRIA REPUBBLICA ITALIANA POR CALABRIA FESR 2007/2013 (CCI N 2007 IT 161 PO 008) Decisione della Commissione Europea C (2007) 6322 del 7 dicembre 2007 ASSE VII SISTEMI PRODUTTIVI

Dettagli

SCHEDA TECNICA DI IDENTIFICAZIONE DELL INTERVENTO... (inserire il titolo dell intervento 1 )

SCHEDA TECNICA DI IDENTIFICAZIONE DELL INTERVENTO... (inserire il titolo dell intervento 1 ) Allegato 3) Programma Operativo Regionale Competitività regionale e occupazione F.E.S.R. 7/3 Asse III - Riqualificazione territoriale Attività III.. Riqualificazione aree degradate DISCIPLINARE REGIONALE

Dettagli

IL PIANO DI ASSETTO DEL TERRITORIO DEL COMUNE DI VENEZIA STRUTTURA E PRIMI CONTENUTI. Mestre 14 Novembre

IL PIANO DI ASSETTO DEL TERRITORIO DEL COMUNE DI VENEZIA STRUTTURA E PRIMI CONTENUTI. Mestre 14 Novembre IL PIANO DI ASSETTO DEL TERRITORIO DEL COMUNE DI VENEZIA STRUTTURA E PRIMI CONTENUTI Mestre 14 Novembre LA LEGGE REGIONALE 11/2004 I PRINCIPI INNOVATIVI 1.Fase di concertazione obbligatoria, preliminare

Dettagli

PDL Opere pubbliche di interesse strategico regionale

PDL Opere pubbliche di interesse strategico regionale PDL Opere pubbliche di interesse strategico regionale SOMMARIO PREAMBOLO Capo I - Opere pubbliche di interesse strategico regionale Sezione I - Ambito di applicazione e programmazione Art.1 - Oggetto Art.2

Dettagli

FAC-SIMILE ENTE. Dati generali. Sedi. Legale rappresentante. Codice Ente: #0 Numero della Richiesta: #0 Stato della Richiesta: Stato.

FAC-SIMILE ENTE. Dati generali. Sedi. Legale rappresentante. Codice Ente: #0 Numero della Richiesta: #0 Stato della Richiesta: Stato. Codice Ente: #0 Numero della Richiesta: #0 Stato della Richiesta: Stato Programma ENTE Dati generali Denominazione dell'ente Partita Iva Codice Fiscale dell'ente Sedi Indirizzo Sede Legale Telefono Sede

Dettagli

INIZIATIVE A SUPPORTO DELLA CREAZIONE DELLA RETE DI RICARICA DEI VEICOLI ELETTRICI IN LIGURIA

INIZIATIVE A SUPPORTO DELLA CREAZIONE DELLA RETE DI RICARICA DEI VEICOLI ELETTRICI IN LIGURIA INIZIATIVE A SUPPORTO DELLA CREAZIONE DELLA RETE DI RICARICA DEI VEICOLI ELETTRICI IN LIGURIA Dott.ssa Maria Fabianelli Direttore Divisione Energia IRE SpA Genova, 23 novembre 2017 «Lo sviluppo di una

Dettagli