https://sviluppo.toscana.it/pasl/print.php?quadro=2&id_pasl=5&id...

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "https://sviluppo.toscana.it/pasl/print.php?quadro=2&id_pasl=5&id..."

Transcript

1 Modulo per la presentazione di progetti (Servizi) inseriti nei Patti per lo Sviluppo Locale (PASL) PATTO PER LO SVILUPPO LOCALE DI AREZZO Oggetto: Potenziamento CST Casentino SOGGETTO PROPONENTE SCHEDA PROGETTUALE n. 2009AR0898 Alla Regione Toscana Area di coordinamento programmazione e controllo Settore "Strumenti della programmazione regionale e locale" Via G. Verdi, FIRENZE (FI) per il tramite della Provincia di Arezzo SEZIONE 1) - ANAGRAFICA / INFORMAZIONI GENERALI Il Sottoscritto Paolo Grifagni CF GRFPLA54R16C263V Tel fax in qualità di legale rappresentante dell'ente Comunità Montana del Casentino avente sede legale nel Comune di Poppi(AR) Via e n. Via Roma 203 CAP Provincia AR, CP/PIVA Classificazione: 05 - Comunità montane SOGGETTO ATTUATORE Il Sottoscritto Paolo Grifagni CF GRFPLA54R16C263V Tel fax in qualità di legale rappresentante dell'ente Comunità Montana del Casentino avente sede legale nel Comune di Poppi Via e n. Roma 203 CAP Provincia AR, CP/PIVA Classificazione: 05 - Comunità montane REFERENTE TECNICO DEL PROPONENTE Cognome: Grifagni Nome: Paolo Tel Cell. ASSE STRATEGICO DI INTERVENTO DEL PASL Asse strategico: Ambito competitività 1 di 5 01/10/

2 DESCRIZIONE DEL PROGETTO Breve descrizione del progetto Il progetto è l'aggiornamento di quello già presentato (083_2008) è si pone l'ulteriore obbiettivo di migliorare l'infrastruttura interna dei comuni nonché dotare queste amministrazioni di strumenti tecnologicamente avanzati e di sicurezze informatico-strutturali di qualità: con questo progetto quindi ci proponiamo quindi l ottimizzazione e il consolidamento della rete wireless e dei comuni del Casentino per erogare in maniera continua, sicura ed efficente i servizi all'utenza e alle attività produttive; Le tre direzioni su cui si prevede di aggiornare il progetto originale sono: - Aggiornamento delle reti lan della RCC (sulla base delle installazioni fatte nel 99, aggiornamento con rete a gigabyte delle lan degli aderenti a RCC) - Realizzazione di una intranet della RCC (sfruttando il nuovo CMS creazione di un sistema intranet tra gli enti Casentinesi) - Messa in sicurezza e aggiornamento dell ambiente operativo del CST Casentino (messa in sicurezza e ottimizzazione dell infrastruttura che ospita il CED, backup centralizzato per tutti i comuni, adeguamento normativa sicurezza per CED, migrazione domini verso open source, manutenzione sw centralizzata e acquisto strumenti sicurezza HW) Indicare le eventuali connessioni con altre schede PASL Il progetto sopra è l'aggiornamento del progetto già presentato 'Potenziamento CST Casentino: potenziamento e messa in sicurezza della rete hyperlan' (083_2008) 2 di 5 01/10/

3 SEZIONE 2) CARATTERISTICHE TIPOLOGICHE INTERVENTO LOCALIZZAZIONE Localizzazione Generale: 2 - Provinciale Localizzazione Provinciale: Provincia di Arezzo - AR - 02 Localizzazione Comunale: Poppi - Arezzo - AR - 03 Descrizione degli interventi già avviati e della previsione della conclusione dei lavori - progettazione (conclusa 31/06/2009) - approvazione e predisposizione bando di gara (30/09/2009) - esecuzione (fine lavori 31/12/2009) SETTORE DI INTERVENTO Settore di intervento dell'operazione: Servizi per la pubblica amministrazione e la collettivita DESCRIZIONE DELL' INTERVENTO Descrizione dell'intervento che si prevede di avviare, specificando la tempistica prevista, e delle procedure necessarie (espropri, autorizzazioni, conformità con i P.R.G., ecc.) Aggiornamento delle reti lan della RCC (costo previsto ): - predisposizione progetti per gara appalto per aggiornamento con rete a gigabyte delle lan degli aderenti a RCC (entro aprile 2010) - assegnazione appalto (entro maggio 2010) - esecuzione lavori (entro dicembre 2010) Realizzazione di una intranet della RCC (costo previsto ): - pre disposizione incarico professionale tramite bando (giugno 2010) - predisposizione bozza del sistema intranet tra gli enti Casentinesi e test operativi(dicembre 2010) - completamento intranet e inizio periodo di utilizzo (gennaio 2011) Messa in sicurezza e aggiornamento dell ambiente operativo del CST Casentino (costo previsto ): - predisposizione progetti per gara appalto su messa in sicurezza e ottimizzazione della stanza del CED, backup centralizzato, adeguamento a normativa sicurezza, migrazione domini verso open source, manutenzione sw centralizzata e acquisto strumenti sicurezza Hw (entro settembre 2010) - affidamento gara (entro ottobre 2010) - esecuzione lavori (entro dicembre 2010) - fine lavori (aprile 2011) migrazione domini verso open source, manutenzione sw centralizzata e acquisto strumenti sicurezza Hw 3 di 5 01/10/

4 CRONOPROGRAMMA Cronoprogramma di attuazione Descrizione Fase Data inizio Data fine Inizio attivià 31/06/2009 Fine attività 30/04/2011 Strumenti normativi, programmatori, amministrativi: Programma Regionale di Sviluppo (PRS) Piano di Indirizzo Territoriale (PIT) Piani e programmi regionali Piani locali di sviluppo (provinciali, comunita' montane, comunali) Altro specificare... Previsione del costo complessivo del progetto e delle relative fonti di finanziamento Cod. Descrizione Importo certo Importo presunto 01 Regione Toscana Unione Europea 03 Stato 04 Provincie 05 Comunità montane Comuni Enti e aziende regionali 08 Altro pubblico 09 Aziende speciali 10 Privati 98 Risorse da reperire TOTALE COSTO COMPLESSIVO Sostenibilita' ambientale dell'intervento Soggetti coinvolti nell'attuazione degli interventi (solo quelli rilevanti) 1 Comunità Montana del Casentino 2 Comuni del Casentino 3 Regione Toscana DOCUMENTI ALLEGATI 4 di 5 01/10/

5 SEZIONE 3) COERENZA CON DELIBERA GR N.814/2007 Coerenza del progetto con la lettera b) della deliberazione della Giunta regionale n. 814/2007 (indicazione univoca della fattispecie di appartenenza del progetto) Sostituzione Nuovo progetto Aggiornamento Potenziamento CST Casentino: potenziamento e messa in sicurezza della rete hyperlan 083_2008 Titolo intervento: Potenziamento CST Casentino: potenziamento e messa in sicurezza della rete hyperlan Oltre al potenziamento dell'infrastruttura Hyperlan (i cui lavori sono già cominciati e siamo in fase di appalto) è necessari provevdere a rendere sicure le reti interne dei comuni, dotare di strumenti di lavoro idonei (quali la intranet) i dipendenti, nonché garantire la sicurezza e l'integruità dei dati con sistemi idonei. Progetto chiuso in data :09:30 Firma 5 di 5 01/10/

Sviluppo Toscana - Gestione PASL

Sviluppo Toscana - Gestione PASL Page 1 of 5 Modulo per la presentazione di progetti (Servizi) inseriti nei Patti per lo Sviluppo Locale (PASL) PATTO PER LO SVILUPPO LOCALE DI AREZZO Oggetto: Casentino Mobile SOGGETTO PROPONENTE SCHEDA

Dettagli

https://sviluppo.toscana.it/pasl/print.php?quadro=1&id_pasl=5&id... PATTO PER LO SVILUPPO LOCALE DI AREZZO

https://sviluppo.toscana.it/pasl/print.php?quadro=1&id_pasl=5&id... PATTO PER LO SVILUPPO LOCALE DI AREZZO Modulo per la presentazione di progetti (Infrastrutture) inseriti nei Patti per lo Sviluppo Locale (PASL) PATTO PER LO SVILUPPO LOCALE DI AREZZO SCHEDA PROGETTUALE n. 2009AR0313 Oggetto: RIQUALIFICAZIONE

Dettagli

https://sviluppo.toscana.it/pasl/print.php?quadro=2&id_pasl=5&id... PATTO PER LO SVILUPPO LOCALE DI AREZZO

https://sviluppo.toscana.it/pasl/print.php?quadro=2&id_pasl=5&id... PATTO PER LO SVILUPPO LOCALE DI AREZZO Modulo per la presentazione di progetti (Servizi) inseriti nei Patti per lo Sviluppo Locale (PASL) PATTO PER LO SVILUPPO LOCALE DI AREZZO SCHEDA PROGETTUALE n. 2009AR0307 Alla Regione Toscana Area di coordinamento

Dettagli

https://sviluppo.toscana.it/pasl/print.php?quadro=2&id_pasl=5&id... PATTO PER LO SVILUPPO LOCALE DI AREZZO

https://sviluppo.toscana.it/pasl/print.php?quadro=2&id_pasl=5&id... PATTO PER LO SVILUPPO LOCALE DI AREZZO Modulo per la presentazione di progetti (Servizi) inseriti nei Patti per lo Sviluppo Locale (PASL) PATTO PER LO SVILUPPO LOCALE DI AREZZO Oggetto: Casentino valle Dantesca SOGGETTO PROPONENTE SCHEDA PROGETTUALE

Dettagli

https://sviluppo.toscana.it/pasl/print.php?quadro=1&id_pasl=5&id... PATTO PER LO SVILUPPO LOCALE DI AREZZO

https://sviluppo.toscana.it/pasl/print.php?quadro=1&id_pasl=5&id... PATTO PER LO SVILUPPO LOCALE DI AREZZO Modulo per la presentazione di progetti (Infrastrutture) inseriti nei Patti per lo Sviluppo Locale (PASL) PATTO PER LO SVILUPPO LOCALE DI AREZZO SCHEDA PROGETTUALE n. 2009AR0698 Alla Regione Toscana Area

Dettagli

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 597/A del 10/05/2011 Dirigente: Istruttore: Settore: Paolo Grifagni Francesco Piantini Affari Generali, Amministrativi e Finanziari OGGETTO PROGETTO PROTOCOLLO INFORMATICO.

Dettagli

Azienda Regionale per il Diritto allo Studio Universitario della Toscana

Azienda Regionale per il Diritto allo Studio Universitario della Toscana Azienda Regionale per il Diritto allo Studio Universitario della Toscana Legge Regionale 26 luglio 2002, n. 32 e ss.mm. PROVVEDIMENTO DEL DIRETTORE N 60/15 del 25/02/2015 Oggetto: SERVIZIO DI ASSISTENZA

Dettagli

PROTOCOLLO DI INTESA

PROTOCOLLO DI INTESA PROTOCOLLO DI INTESA tra UNIONE NAZIONALE COMUNI COMUNITÀ ENTI MONTANI (UNCEM) TOSCANA e Unione dei Comuni montani CASENTINO Azienda USL 8 di Arezzo per la prosecuzione del progetto MONTAGNA IN SALUTE

Dettagli

IL FONDO PER LE INFRASTRUTTURE PRODUTTIVE

IL FONDO PER LE INFRASTRUTTURE PRODUTTIVE IL FONDO PER LE INFRASTRUTTURE PRODUTTIVE Bando relativo alla Riqualificazione ambientale di aree destinate ad insediamenti produttivi Regione Toscana D.G. Sviluppo Economico Settore Infrastrutture e servizi

Dettagli

Quadro economico del progetto. Importo lavori a misura Importo spese generali Importo IVA altre voci. Quadro economico a seguito della gara di appalto

Quadro economico del progetto. Importo lavori a misura Importo spese generali Importo IVA altre voci. Quadro economico a seguito della gara di appalto aggiornamento 1) Titolo dell intervento Finanziamento regionale l.r. n.13/2008 ( ) Altri Finanziamenti ( ) (**) Note Livello di progettazione approvazione 2) SEZIONE DATI PROGETTUALI D APPALTO ENTE ATTUATORE

Dettagli

Servizio Edilizia Pubblica

Servizio Edilizia Pubblica Servizio Edilizia Pubblica SCHEMA ACCORDO DI PROGRAMMA PER LA REALIZZAZIONE DEGLI INTERVENTI DI CUI ALL ARTICOLO 1, COMMA 1, LETT. B) ED E) DEL PIANO NAZIONALE DI EDILIZIA ABITATIVA ALLEGATO AL D.P.C.M.

Dettagli

PON SICUREZZA PER LO SVILUPPO OBIETTIVO CONVERGENZA 2007-2013 SISTEMA DI VIDEOSORVEGLIANZA DEL COMUNE DI

PON SICUREZZA PER LO SVILUPPO OBIETTIVO CONVERGENZA 2007-2013 SISTEMA DI VIDEOSORVEGLIANZA DEL COMUNE DI PON SICUREZZA PER LO SVILUPPO OBIETTIVO CONVERGENZA 2007-2013 MODELLO PER LA PRESENTAZIONE DEI PROGETTI DI VIDEOSORVEGLIANZA TERRITORIALE SISTEMA DI VIDEOSORVEGLIANZA DEL COMUNE DI COMPRENSORIO AVERSANO

Dettagli

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 1540/A del 22/11/2011 Dirigente: Istruttore: Settore: Siria Ceccarelli Francesco Piantini Affari Generali, Amministrativi e Finanziari OGGETTO: PROCEDURA NEGOZIATA, SVOLTA

Dettagli

CUP J79J15001490006 - CIG Z69184DCD2 IL DIRIGENTE SCOLASTICO

CUP J79J15001490006 - CIG Z69184DCD2 IL DIRIGENTE SCOLASTICO A tutto il Personale LORO SEDI All Albo Al Sito web BANDO RECLUTAMENTO ESPERTO INTERNO PROGETTISTA Fondi Strutturali Europei Programma Operativo Nazionale "Per la scuola Competenze e ambienti per l'apprendimento"

Dettagli

Bando infrastrutture sciistiche IL SISTEMA GESTIONALE PER LA TRASMISSIONE DEL PROGETTO INTEGRATO

Bando infrastrutture sciistiche IL SISTEMA GESTIONALE PER LA TRASMISSIONE DEL PROGETTO INTEGRATO Bando infrastrutture sciistiche IL SISTEMA GESTIONALE PER LA TRASMISSIONE DEL PROGETTO INTEGRATO Dott.ssa Sabrina Castagnoli Area Investimenti e infrastrutture pubbliche Firenze, 2 Novembre 2011 Bando

Dettagli

136 19.12.2012 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 51

136 19.12.2012 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 51 136 19.12.2012 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 51 REGIONE TOSCANA Direzione Generale Diritti di Cittadinanza e Coesione Sociale Area di Coordinamento Politiche Sociali di Tutela, Legalità,

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA per la tutela, lo sviluppo e la valorizzazione della Villa e della Tenuta Medicea di Cafaggiolo e dell area circostante.

PROTOCOLLO D INTESA per la tutela, lo sviluppo e la valorizzazione della Villa e della Tenuta Medicea di Cafaggiolo e dell area circostante. PROTOCOLLO D INTESA per la tutela, lo sviluppo e la valorizzazione della Villa e della Tenuta Medicea di Cafaggiolo e dell area circostante tra Regione Toscana Provincia di Firenze Comune di Barberino

Dettagli

Servizio Edilizia Pubblica

Servizio Edilizia Pubblica Servizio Edilizia Pubblica SCHEMA ACCORDO DI PROGRAMMA PER LA REALIZZAZIONE DEGLI INTERVENTI DI CUI ALL ARTICOLO 1, COMMA 1 LETT. B) ED E) DEL PIANO NAZIONALE DI EDILIZIA ABITATIVA ALLEGATO AL D.P.C.M.

Dettagli

GARA PORTALE Chiarimenti 2

GARA PORTALE Chiarimenti 2 13 6.1.1 Pag. 53 [...] Evolvere ed ampliare i servizi già offerti dall Amministrazione, attraverso la realizzazione di servizi innovativi, sia informativi, interattivi e trasnazionali, sia di natura collaborativa

Dettagli

LA PROGRAMMAZIONE COME METODO E PROCESSO DEL GOVERNO REGIONALE. Processo di formazione di Piani e Programmi Regionali

LA PROGRAMMAZIONE COME METODO E PROCESSO DEL GOVERNO REGIONALE. Processo di formazione di Piani e Programmi Regionali LA PROGRAMMAZIONE COME METODO E PROCESSO DEL GOVERNO REGIONALE Processo di formazione di Piani e Programmi Regionali PROGRAMMARE NELLA SUSSIDARIETA ISTITUZIONALE STATUTO REGIONALE E PROGRAMMAZIONE IL PROCESSO

Dettagli

PROVINCIA DI PRATO. Determina N. 2580 del 19/07/2010

PROVINCIA DI PRATO. Determina N. 2580 del 19/07/2010 Determina N. 2580 del 19/07/2010 Oggetto: Difesa del Suolo e Protezione Civile Incarico professionale per redazione relazione geologica relativa alla progettazione preliminare, definitiva ed esecutiva

Dettagli

DECRETO 18 dicembre 2014, n. 6583 certificato il 15-01-2015

DECRETO 18 dicembre 2014, n. 6583 certificato il 15-01-2015 REGIONE TOSCANA Direzione Generale Diritto alla Salute e Politiche di Solidarietà Area di Coordinamento Politiche di Solidarietà Sociale e Integrazione Socio-Sanitaria DECRETO 18 dicembre 2014, n. 6583

Dettagli

Il Dirigente Responsabile/ Il Responsabile di P.O. delegato: Laura Castellani

Il Dirigente Responsabile/ Il Responsabile di P.O. delegato: Laura Castellani REGIONE TOSCANA-GIUNTA REGIONALE DIREZIONE GENERALE ORGANIZZAZIONE E SISTEMA INFORMATIVO AREA DI COORDINAMENTO RETI DI GOVERNANCE DEL SISTEMA REGIONALE E INGEGNERIA DEI SISTEMI INFORMATIVI E DELLA COMUNICAZIONE

Dettagli

Piano di informatizzazione per l Unione e i comuni Casentinesi dell Unione

Piano di informatizzazione per l Unione e i comuni Casentinesi dell Unione Piano di informatizzazione per l Unione e i comuni Casentinesi dell Unione ai sensi del D.L. 90/2014, art. 24 c. 3bis 1- Quadro normativo L Art.24 del D.L. 90/2014 prevede in capo a tutta una serie di

Dettagli

INDICAZIONI PER LA COMPILAZIONE DEL MODELLO PRUSST INDICAZIONI PER LA COMPILAZIONE DEL MODELLO PRUSST

INDICAZIONI PER LA COMPILAZIONE DEL MODELLO PRUSST INDICAZIONI PER LA COMPILAZIONE DEL MODELLO PRUSST INDICAZIONI PER LA COMPILAZIONE DEL MODELLO PRUSST Il modello si compone: A. delle seguenti dodici sezioni: SEZIONE 1 TITOLO DEL PROGRAMMA PROPOSTO CON IL PRESENTE MODELLO SEZIONE 2 DATI IDENTIFICATIVI

Dettagli

Allegato 4 Capitolato Tecnico. ARTI Agenzia Regionale per la Tecnologia e l Innovazione S.P. per Casamassima, Km 3 70010 Valenzano BA

Allegato 4 Capitolato Tecnico. ARTI Agenzia Regionale per la Tecnologia e l Innovazione S.P. per Casamassima, Km 3 70010 Valenzano BA REGIONE PUGLIA ASSESSORATO AL DIRITTO ALLO STUDIO Progetto Osservatorio Regionale dei Sistemi di Istruzione e Formazione in Puglia - Attività cofinanziata dall Unione Europea a valere sul P.O. Puglia FSE

Dettagli

Comune di Codogno Provincia di Lodi

Comune di Codogno Provincia di Lodi Comune di Codogno Provincia di Lodi Concorso Premiamo i risultati DOCUMENTO DI PARTECIPAZIONE PIANO DI MIGLIORAMENTO GESTIONALE Virtualizzazione di tutti i server del Sistema Informativo Comunale Firma

Dettagli

Accordo di Programma Quadro

Accordo di Programma Quadro UNIONE EUROPEA REPUBBLICA ITALIANA REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA PROGRAMMA DI INTERVENTI DI INFRASTRUTTURAZIONE E SERVIZI CORRELATI ALLO SVILUPPO DELLE ATTIVITÀ PRODUTTIVE (Legge Regionale 28 dicembre

Dettagli

Esperienze toscane di territorializzazione delle politiche

Esperienze toscane di territorializzazione delle politiche Regione Toscana - Area Programmazione XXXIII Conferenza scientifica Aisre Policy session Politiche regionali e specificità territoriali Roma, 14 settembre 2012 Esperienze toscane di territorializzazione

Dettagli

Regione Toscana POR FESR 2014-2020 Asse 6 Urbano

Regione Toscana POR FESR 2014-2020 Asse 6 Urbano Regione Toscana POR FESR 2014-2020 Asse 6 Urbano ************ Progetti di Innovazione urbana (PIU) Delibera di Giunta 492 del 07/04/2015 Avviso Manifestazione di interesse per la presentazione dei PIU

Dettagli

Concorso Premiamo i risultati DOCUMENTO DI PARTECIPAZIONE

Concorso Premiamo i risultati DOCUMENTO DI PARTECIPAZIONE Ministero per la pubblica amministrazione e l innovazione Concorso Premiamo i risultati DOCUMENTO DI PARTECIPAZIONE - 1 - PREMESSA Il documento di partecipazione ha come oggetto la progettazione esecutiva

Dettagli

Comunità della Val di Non. Gestione associata in materia informatica

Comunità della Val di Non. Gestione associata in materia informatica in materia Presentazione in sintesi del servizio in gestione Incontri territoriali Gennaio 2013 1 Finalità dell incontro Con questi incontri d ambito ci poniamo l obiettivo di illustrare ad amministratori

Dettagli

SOLUZIONI E SERVIZI ICT

SOLUZIONI E SERVIZI ICT SOLUZIONI E SERVIZI ICT Chi siamo Cosa facciamo? In quindici parole : facciamo consulenza, assistenza, manutenzione, gestione e monitoraggio delle infrastrutture dei nostri clienti sul cablaggio, sulla

Dettagli

244 21.1.2015 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 3

244 21.1.2015 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 3 244 21.1.2015 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 3 REGIONE TOSCANA Direzione Generale Diritti di Cittadinanza e Coesione Sociale Area di Coordinamento Politiche di Solidarietà Sociale e

Dettagli

SCHEDA PROGETTUALE ( INDICARE I RIFERIMENTI DELL ASSOCIAZIONE PROPONENTE/CAPOFILA: TELEFONO, CELLULARE, FAX, E-MAIL)

SCHEDA PROGETTUALE ( INDICARE I RIFERIMENTI DELL ASSOCIAZIONE PROPONENTE/CAPOFILA: TELEFONO, CELLULARE, FAX, E-MAIL) SCHEDA PROGETTUALE 1. Titolo del progetto ( INDICARE LA DENOMINAZIONE DELLA PROPOSTA PROGETTUALE ) 2. Soggetti coinvolti nel progetto Associazione proponente/capofila settore operatività data costituzione

Dettagli

Macro Fase 1 - Personale adibito ad attività di consulenza, tutoraggio, ricerca ecc.

Macro Fase 1 - Personale adibito ad attività di consulenza, tutoraggio, ricerca ecc. Macro Fase 1 - Personale adibito ad attività di consulenza, tutoraggio, ricerca ecc. Risultati attesi 1 / Deliverables 2 Fase 1 - Infrastrutture di base La fase 1 prevede lo svolgimento delle seguenti

Dettagli

Settore Servizi Finanziari Sistemi Informatici Dirigente Dott.ssa Anna Tani

Settore Servizi Finanziari Sistemi Informatici Dirigente Dott.ssa Anna Tani VI Settore Servizi Finanziari Sistemi Informatici Settore Servizi Finanziari Sistemi Informatici Servizio Ragioneria e Economato Obiettivo Tipologia Peso % 1 - Pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni

Dettagli

SOCIETA DELLA SALUTE DEL MUGELLO

SOCIETA DELLA SALUTE DEL MUGELLO Allegato A C.F. e P. IVA 05517830484 Via Palmiro Togliatti, 29-50032 BORGO SAN LORENZO (FI) Tel. 0558451430 Fax 0558451414 - e-mail: sds.mugello@asf.toscana.it Indirizzi per la ripartizione dei finanziamenti,

Dettagli

PRSE 2012-2015 Progetto speciale di interesse regionale Toscana Turistica Sostenibile e Competitiva Fase 2

PRSE 2012-2015 Progetto speciale di interesse regionale Toscana Turistica Sostenibile e Competitiva Fase 2 PRSE 2012-2015 Progetto speciale di interesse regionale Toscana Turistica Sostenibile e Competitiva Fase 2 ALL. A Accordo per l adesione alla fase applicativa degli Osservatori Turistici di Destinazione

Dettagli

Programma 04- Sviluppo dei sistemi informatici

Programma 04- Sviluppo dei sistemi informatici COMUNE della CITTÀ di CASTIGLIONE delle STIVIERE Provincia di Mantova Stato di Attuazione dei Programmi 2009 *** Programma 04- Sviluppo dei sistemi informatici Il Dirigente Dott. Guido Perghem Il Sindaco

Dettagli

UNIONE DEI COMUNI MONTANI DEL CASENTINO

UNIONE DEI COMUNI MONTANI DEL CASENTINO UNIONE DEI COMUNI MONTANI DEL CASENTINO Via Roma, 203 52014 Ponte a Poppi, Poppi (Ar) unione.casentino@postacert.toscana.it - CF/P.IVA: 02095920514 CAPITOLATO SPECIALE D'APPALTO OGGETTO: PROCEDURA NEGOZIATA,

Dettagli

Comune di Castagneto Carducci Provincia di Livorno

Comune di Castagneto Carducci Provincia di Livorno Determinazione n 228 del 26/08/2011 Oggetto: CONSERVAZIONE DEL PATRIMONIO PUBBLICO - MEDIANTE INTERVENTO DI MANUTENZIONE STRAORDIANRIA ALLA CUCINA CENTRALIZZATA DELLA SCUOLA MATERNA DI DONORATICO IL PARCO

Dettagli

SCHEDA TECNICA DI PROGETTO

SCHEDA TECNICA DI PROGETTO REGIONE TOSCANA ALLEGATO 2 Bando - POR CREO FESR 2007-2013 - LINEA DI INTERVENTO 1.5.d "Bando per la presentazione delle domande di aiuti alle imprese per investimenti in materia di ricerca industriale

Dettagli

C O M U N E D I G A L L I P O L I A r e a d e l l e P o l i t i c h e t e r r i t o r i a l i e d I n f r a s t r u t t u r a l i

C O M U N E D I G A L L I P O L I A r e a d e l l e P o l i t i c h e t e r r i t o r i a l i e d I n f r a s t r u t t u r a l i APPALTO DEL SERVIZIO DI GESTIONE DEL SISTEMA INFORMATICO COMUNALE BANDO DEL 16/05/2013 QUESITO N. 35 inviato alla casella di posta elettronica indicata sul bando in data 15/07/2013 Facendo riferimento

Dettagli

TRA IN ATTUAZIONE PREMESSI

TRA IN ATTUAZIONE PREMESSI PROTOCOLLO DI INTESA TRA REGIONE PIEMONTE, UNIONE DELLE PROVINCE PIEMONTESI, ANCI PIEMONTE, UNCEM PIEMONTE, LEGA DELLE AUTONOMIE LOCALI, CONSULTA UNITARIA DEI PICCOLI COMUNI DEL PIEMONTE, PER LA COSTITUZIONE

Dettagli

Via Emanuela Loi 1, 09010 Villaspeciosa (CA) P.IVA 03071740926 - Tel.+39 380 45 42 015 CF: CSCLSN78R17B354H *** @Mail: info@afnetsistemi.

Via Emanuela Loi 1, 09010 Villaspeciosa (CA) P.IVA 03071740926 - Tel.+39 380 45 42 015 CF: CSCLSN78R17B354H *** @Mail: info@afnetsistemi. Via Emanuela Loi 1, 09010 Villaspeciosa (CA) P.IVA 03071740926 - Tel.+39 380 45 42 015 CF: CSCLSN78R17B354H *** @Mail: info@afnetsistemi.it @Pec: info.afnet@pec.it Web: http://www.afnetsistemi.it E-Commerce:

Dettagli

PIANO FILIERA, PROGETTO INDUSTRIALE E BUSINESS PLAN

PIANO FILIERA, PROGETTO INDUSTRIALE E BUSINESS PLAN 1/ AVVISO PUBBLICO per la concessione di agevolazioni finanziarie, attraverso la sottoscrizione di Contratti di Programma Regionali settoriali per lo Sviluppo delle Attività Industriali, di cui all articolo

Dettagli

ISTITUTO DI ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE Leonardo da VINCI

ISTITUTO DI ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE Leonardo da VINCI ISTITUTO DI ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE Leonardo da VINCI Sede RAGIONERIA : Contrada Pergolo Sede GEOMETRI: Via Guglielmi Sede: Servizi Commerciali-grafico pubblicitario e Servizi socio sanitari: Via

Dettagli

Obiettivo Competitività regionale e occupazione CRITERI PER LA DEFINIZIONE DELL AMMISSIBILITÀ E DELLA FINANZIABILITÀ DELLE OPERAZIONI PROPOSTE

Obiettivo Competitività regionale e occupazione CRITERI PER LA DEFINIZIONE DELL AMMISSIBILITÀ E DELLA FINANZIABILITÀ DELLE OPERAZIONI PROPOSTE Obiettivo Competitività regionale e occupazione CRITERI PER LA DEFINIZIONE DELL AMMISSIBILITÀ E DELLA FINANZIABILITÀ DELLE OPERAZIONI PROPOSTE Programma operativo della Fondo Europeo di Sviluppo Regionale

Dettagli

Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili Circondario del Tribunale di Napoli Nord- Ente Pubblico non economico

Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili Circondario del Tribunale di Napoli Nord- Ente Pubblico non economico AVVISO PUBBLICO PER LA PRESENTAZIONE DI OFFERTE TECNICHE PER LA REALIZZAZIONE DEL PORTALE INTERNET L Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili del Circondario del Tribunale di Napoli

Dettagli

Interventi per la ricettività alberghiera POR FESR-FSE 2007-2013 Regione Umbria

Interventi per la ricettività alberghiera POR FESR-FSE 2007-2013 Regione Umbria Interventi per la ricettività alberghiera POR FESR-FSE 2007-2013 Regione Umbria BENEFICIARI PMI alberghiere (alberghi, motels, alberghi residenziali, alberghi diffusi, villaggi-albergo, beauty-farms) regolarmente

Dettagli

Centro di Responsabilita' 69 Centro di Costo 62

Centro di Responsabilita' 69 Centro di Costo 62 Centro di Responsabilita' 69 Centro di Costo 62 Pratica n. 2270739 Oggetto: Convenzione per il conferimento di incarico professionale alla societa Dott. Ing. Regolo Poluzzi Ingegneria e Geomeccanica S.r.l.

Dettagli

AUTORITA D AMBITO TERRITORIALE OTTIMALE N 6 ALESSANDRINO Associazione degli Enti Locali per l organizzazione del Servizio Idrico Integrato

AUTORITA D AMBITO TERRITORIALE OTTIMALE N 6 ALESSANDRINO Associazione degli Enti Locali per l organizzazione del Servizio Idrico Integrato AUTORITA D AMBITO TERRITORIALE OTTIMALE N 6 ALESSANDRINO Associazione degli Enti Locali per l organizzazione del Servizio Idrico Integrato Prot. Gen. n 104 Data 26-01-2015 Prot. Det. n 8/2015 Determinazione

Dettagli

RALLI DR. MARCELLO Via Valdarno Casentinese N. 5 52029 CASTIGLION FIBOCCHI (AR)

RALLI DR. MARCELLO Via Valdarno Casentinese N. 5 52029 CASTIGLION FIBOCCHI (AR) DATI ANAGRAFICI Nato a Castiglion Fibocchi (AR) il 10 gennaio 1951 Residente in Castiglion Fibocchi (AR) Tel: ab. 0575/47598 cell. 338/2277710 E mail: marcello.ralli@comune.terranuova-bracciolini.ar.it

Dettagli

HUB INTERPORTUALI Piastra logistica umbra SCHEDA N. 144

HUB INTERPORTUALI Piastra logistica umbra SCHEDA N. 144 HUB INTERPORTUALI Piastra logistica umbra SCHEDA N. 144 LOCALIZZAZIONE CUP: TIPOLOGIA OPERA: SOGGETTO TITOLARE: C21H04000080005 C91H04000240005 C31H04000120005 Interporti Regione Umbria STATO DI ATTUAZIONE

Dettagli

Consumi, Bartalesi, Mazzilli. Franceschini, Prosperi, Francalanci, Montini,

Consumi, Bartalesi, Mazzilli. Franceschini, Prosperi, Francalanci, Montini, Scheda relativa al personale assegnato, al livello di costo missioni e al livello di impegno risorse strumentali per gli Obiettivi 2011 del III Settore Tecnico ID OB Sett Obiettivo Id. Ind Indicatori Personale

Dettagli

REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA AZIENDA SANITARIA LOCALE N. 2 OLBIA DELIBERAZIONE DEL COMMISSARIO STRAORDINARIO N. 1277 DEL 16/11/2015

REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA AZIENDA SANITARIA LOCALE N. 2 OLBIA DELIBERAZIONE DEL COMMISSARIO STRAORDINARIO N. 1277 DEL 16/11/2015 REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA AZIENDA SANITARIA LOCALE N. 2 OLBIA DELIBERAZIONE DEL COMMISSARIO STRAORDINARIO N. 1277 DEL 16/11/2015 OGGETTO: PROGRAMMAZIONE OPERE PUBBLICHE ARTT. 126 E 128 D. LGS. 163/06

Dettagli

Protocollo d intesa tra. Regione Toscana e. Water Right and Energy Foundation Onlus (W.E.R.F. Onlus)

Protocollo d intesa tra. Regione Toscana e. Water Right and Energy Foundation Onlus (W.E.R.F. Onlus) Protocollo d intesa tra Regione Toscana e Water Right and Energy Foundation Onlus (W.E.R.F. Onlus) Consolidamento e sviluppo della collaborazione per attività cooperazione internazionale nel settore dell'accesso

Dettagli

23/09/13 Soluzioni di Riuso

23/09/13 Soluzioni di Riuso Soluzione RIUSO486 BIBLIOTECHE IN RETE proposta da PROVINCIA DI BERGAMO Sezione 1 - Amministrazione proponente e soluzione proposta Tipologia di Amministrazione proponente: Provincia Regione dell'amministrazione:

Dettagli

Il Dirigente. Visto l art. 3 della Legge Regionale 17 marzo 2000, n. 26 e successive modifiche ed integrazioni;

Il Dirigente. Visto l art. 3 della Legge Regionale 17 marzo 2000, n. 26 e successive modifiche ed integrazioni; Oggetto: Rilevazione preliminare dei piani di investimento degli OPC su aree della Regione Toscana non servite da banda larga, per il Progetto Banda larga nelle aree rurali della Toscana ( Notifica alla

Dettagli

ANALISI DELLE RISORSE ASSEGNATE E GRADO DI UTILIZZO PROGRAMMA DI BILANCIO N 04 - SVILUPPO DEL SISTEMA INFORMATICO. Spese correnti

ANALISI DELLE RISORSE ASSEGNATE E GRADO DI UTILIZZO PROGRAMMA DI BILANCIO N 04 - SVILUPPO DEL SISTEMA INFORMATICO. Spese correnti ANALISI DELLE RISORSE ASSEGNATE E GRADO DI UTILIZZO PROGRAMMA DI BILANCIO N 04 - SVILUPPO DEL SISTEMA INFORMATICO Spese correnti Somme non iniziale Assestata impegnate 01 Personale 71.000,00 72.600,00

Dettagli

PUBBLICO INVITO ALLA PRESENTAZIONE DI PROGRAMMI DI SVILUPPO TURISTICO ( dgr 5255/2007) SCHEDA TIPO per la descrizione degli interventi

PUBBLICO INVITO ALLA PRESENTAZIONE DI PROGRAMMI DI SVILUPPO TURISTICO ( dgr 5255/2007) SCHEDA TIPO per la descrizione degli interventi PUBBLICO INVITO ALLA PRESENTAZIONE DI PROGRAMMI DI SVILUPPO TURISTICO ( dgr 5255/2007) ALLEGATO 1 ALLA PROPOSTA DI PST SCHEDA TIPO per la descrizione degli interventi SISTEMA TURISTICO LOCALIZZAZIONE COMUNE/I:

Dettagli

SEZIONE I. GIUNTA REGIONALE - Deliberazioni. 2 Supplemento al Bollettino Ufficiale della Regione Toscana n. 37 del 12.9.2007

SEZIONE I. GIUNTA REGIONALE - Deliberazioni. 2 Supplemento al Bollettino Ufficiale della Regione Toscana n. 37 del 12.9.2007 2 Supplemento al Bollettino Ufficiale della Regione Toscana n. 37 del 12.9.2007 SEZIONE I GIUNTA REGIONALE - Deliberazioni DELIBERAZIONE 6 agosto 2007, n. 593 Proposta di linee guida per la sperimentazione

Dettagli

Ministero dell Interno Dipartimento della Pubblica Sicurezza

Ministero dell Interno Dipartimento della Pubblica Sicurezza Ministero dell Interno Dipartimento della Pubblica Sicurezza SICUREZZA PER LO SVILUPPO OBIETTIVO CONVERGENZA 2007-2013 LINEE GUIDA PER LA PRESENTAZIONE DEI PROGETTI Versione 02 del 14 gennaio 2009 INDICE

Dettagli

CAPITOLATO TECNICO PER LA COSTRUZIONE, GESTIONE E MANUTENZIONE SITO WEB ISTITUZIONALE DELL UNIONE DEI COMUNI DELL APPENNINO BOLOGNESE.

CAPITOLATO TECNICO PER LA COSTRUZIONE, GESTIONE E MANUTENZIONE SITO WEB ISTITUZIONALE DELL UNIONE DEI COMUNI DELL APPENNINO BOLOGNESE. CAPITOLATO TECNICO PER LA COSTRUZIONE, GESTIONE E MANUTENZIONE SITO WEB ISTITUZIONALE DELL UNIONE DEI COMUNI DELL APPENNINO BOLOGNESE. Articolo 1 Oggetto dell appalto 1. L appalto ha per oggetto la progettazione,

Dettagli

Aggiornate alle richieste pervenute al 31.03.2009. Pubblicata in data 03.0.4.2009

Aggiornate alle richieste pervenute al 31.03.2009. Pubblicata in data 03.0.4.2009 Aggiornate alle richieste pervenute al 31.03.2009. Pubblicata in data 03.0.4.2009 Regione Calabria - BANDO SIAR - Chiarimenti e risposte ai quesiti 45 46 E possibile utilizzare, per la gestione del SIAR,

Dettagli

Percorsi di accoglienza in Casentino

Percorsi di accoglienza in Casentino Co.Mo. Casentino - Piano di sviluppo economico e sociale 2006-2009 Scheda sintetica di Progetto/Programma Percorsi di accoglienza in Casentino Tema programmatico [ ] A: competitività del territorio e dei

Dettagli

la rete come risorsa disponibile Sergio Bonora LABORATORI GUGLIELMO MARCONI 2009 La rete come risorsa disponibile 1

la rete come risorsa disponibile Sergio Bonora LABORATORI GUGLIELMO MARCONI 2009 La rete come risorsa disponibile 1 la rete come risorsa disponibile Sergio Bonora LABORATORI GUGLIELMO MARCONI 2009 La rete come risorsa disponibile 1 Laboratori Guglielmo Marconi offre servizi sul mercato network e management security

Dettagli

11. Implicazioni economiche del Masterplan

11. Implicazioni economiche del Masterplan 11. Implicazioni economiche del Masterplan Il presente capitolo, a conclusione di quanto fin qui esposto si propone di esporre quali sono le implicazioni economiche che il Masterplan, con le indicazioni

Dettagli

SERVIZIO SANITARIO NAZIONALE REGIONE PUGLIA AZIENDA SANITARIA LOCALE DELLA PROVINCIA DI BRINDISI

SERVIZIO SANITARIO NAZIONALE REGIONE PUGLIA AZIENDA SANITARIA LOCALE DELLA PROVINCIA DI BRINDISI SERVIZIO SANITARIO NAZIONALE REGIONE PUGLIA AZIENDA SANITARIA LOCALE DELLA PROVINCIA DI BRINDISI N. 508 del registro deliberazioni AREA GESTIONE DEL PATRIMONIO num. prop.pdl 970-10 Oggetto: Indizione procedura

Dettagli

www.cipecomitato.it/it/documenti/finanza_di_progetto_100_domande_e_risposte.pdf

www.cipecomitato.it/it/documenti/finanza_di_progetto_100_domande_e_risposte.pdf www.cipecomitato.it/it/documenti/finanza_di_progetto_100_domande_e_risposte.pdf 22 19 CHE COS È IL PROJECT FINANCING? Per Project Financing (PF Finanza di Progetto) si intende il finanziamento di un progetto

Dettagli

di seguito indicate anche semplicemente come le Parti, PREMESSI

di seguito indicate anche semplicemente come le Parti, PREMESSI ACCORDO DI PROGRAMMA FRA GLI ENTI PARTECIPANTI ALLA COSTITUZIONE DI UN CENTRO SERVIZI TERRITORIALE NELLA PROVINCIA DI TORINO PER L INCLUSIONE DEI PICCOLI COMUNI NELL ATTUAZIONE DELL E-GOVERNMENT La Regione

Dettagli

VADEMECUM SULLA TENUTA DEL FASCICOLO DI OPERAZIONE PRESSO I BENEFICIARI FINALI

VADEMECUM SULLA TENUTA DEL FASCICOLO DI OPERAZIONE PRESSO I BENEFICIARI FINALI UNIONE EUROPEA REPUBBLICA ITALIANA ASSESSORATO DELLA PROGRAMMAZIONE, BILANCIO, CREDITO E ASSETTO DEL TERRITORIO CENTRO REGIONALE DI PROGRAMMAZIONE POR SARDEGNA 2000 2006 VADEMECUM SULLA TENUTA DEL FASCICOLO

Dettagli

REGOLAMENTO 2013. 1) Circuito Toscano di granfondo e mediofondo di MTB. Possono partecipare tutti gli atleti in regola con il tesseramento 2013

REGOLAMENTO 2013. 1) Circuito Toscano di granfondo e mediofondo di MTB. Possono partecipare tutti gli atleti in regola con il tesseramento 2013 REGOLAMENTO 2013 1) Circuito Toscano di granfondo e mediofondo di MTB Possono partecipare tutti gli atleti in regola con il tesseramento 2013 2) Composizione del Circuito Il trofeo si svolgerà in n. 6

Dettagli

Open. City Platform. Il Cloud Computing per lo Smart Government. Eugenio Leone TD Group. Firenze 04 Aprile 2013

Open. City Platform. Il Cloud Computing per lo Smart Government. Eugenio Leone TD Group. Firenze 04 Aprile 2013 Open Il Cloud Computing per lo Smart Government City Platform Eugenio Leone TD Group Firenze 04 Aprile 2013 Agenda 2 Open City Platform: il Partneriato Il progetto 18 Comuni, 1 Comunità Montana e 2 Unioni

Dettagli

CONSUNTIVO RESPONSABILE: DOTT. EMANUELE TONELLI

CONSUNTIVO RESPONSABILE: DOTT. EMANUELE TONELLI CONSUNTIVO RESPONSABILE: DOTT. EMANUELE TONELLI Centro di costo: 1. Servizi Informatici Telematici e SIT SETTORE: SISTEMI INFORMATIVI RESPONSABILE: Dott. Tonelli Emanuele Centro di Costo: Servizi Informatici

Dettagli

SCHEDA N. 92 CUP: TIPOLOGIA OPERA: SOGGETTO TITOLARE: LOCALIZZAZIONE H61B0100018000. Rete stradale

SCHEDA N. 92 CUP: TIPOLOGIA OPERA: SOGGETTO TITOLARE: LOCALIZZAZIONE H61B0100018000. Rete stradale SISTEMI URBANI Accessibilità stradale Fiera Milano - Raccordo autostradale di collegamento della SP 46 "Rho-Pero" e della SS 33 del Sempione - Realizzazione di un asse principale di collegamento congiuntamente

Dettagli

REGIONE LAZIO GIUNTA REGIONALE STRUTTURA PROPONENTE. OGGETTO: Schema di deliberazione concernente: ASSESSORATO PROPONENTE DI CONCERTO

REGIONE LAZIO GIUNTA REGIONALE STRUTTURA PROPONENTE. OGGETTO: Schema di deliberazione concernente: ASSESSORATO PROPONENTE DI CONCERTO REGIONE LAZIO DELIBERAZIONE N. DEL 228 19/05/2015 GIUNTA REGIONALE PROPOSTA N. 7616 DEL 13/05/2015 STRUTTURA PROPONENTE Direzione Regionale: Area: AGRICOLTURA E SVILUPPO RURALE, CACCIA E PESCA Prot. n.

Dettagli

ASPETTI TECNICI. Provincia di Cremona

ASPETTI TECNICI. Provincia di Cremona Provincia di Cremona PREMESSA Per consentire il raggiungimento dell obiettivo primario del SISCoTEL è stato necessario realizzare una rete fisica che consentisse la trasmissione delle informazioni. Si

Dettagli

COMUNE DI TERNI DIREZIONE INNOVAZIONE PA - SERVIZI INFORMATIVI (ICT)

COMUNE DI TERNI DIREZIONE INNOVAZIONE PA - SERVIZI INFORMATIVI (ICT) COMUNE DI TERNI DIREZIONE INNOVAZIONE PA - SERVIZI INFORMATIVI (ICT) DETERMINAZIONE DEL DIRIGENTE Numero 144 del 20/01/2011 OGGETTO: Micro Organizzazione Direzione Innovazione PA - Sistemi Informativi

Dettagli

Risparmio economico ed efficienza energetica

Risparmio economico ed efficienza energetica 1 Risparmio economico ed efficienza energetica «EFFICIENZA ENERGETICA IN TOSCANA: ACCORDO QUADRO E FONDI COMUNITARI (ASSE URBANO) PER PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI» 2 La Società Consortile Energia Toscana

Dettagli

dell alta murgia DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE OGGETTO parco nazionale N.)Q2)OQ del

dell alta murgia DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE OGGETTO parco nazionale N.)Q2)OQ del N.)Q2)OQ del assunto con J deliberazione Li determinazione n. del assunto con L1 deliberazione J determinazione n. del dott.ssa Mar 1.1.1.3. del Bilancio di Previsione 2014. OGGETTO ASSISTENZA TECNICO-INFORMATICA

Dettagli

www.consorzioenergiatoscana.it RUOLO ED ATTIVITÀ Consortile Energia Toscana

www.consorzioenergiatoscana.it RUOLO ED ATTIVITÀ Consortile Energia Toscana RUOLO ED ATTIVITÀ La Società Consortile Energia Toscana Il Consorzio La Società Consortile Energia Toscana ( CET ) nasce nel 2003 promosso dalla Regione Toscana e sotto l impulso del Dipartimento di Sistemi

Dettagli

Ministero dell Interno Dipartimento per le Libertà Civili e l Immigrazione

Ministero dell Interno Dipartimento per le Libertà Civili e l Immigrazione Linee guida alla compilazione del Modello on line C Unione Europea Ministero dell Interno Dipartimento per le Libertà Civili e l Immigrazione Fondo Europeo per i Rifugiati Fondo Europeo per i Rimpatri

Dettagli

Diritto d'autore L. 633/41

Diritto d'autore L. 633/41 Diritto d'autore L. 633/41 Il diritto d'autore nel SW contempla tutti gli aspetti originali, compreso il materiale alla base della preparazione, tipicamente il lavoro di analisi e progettazione. Sono esclusi

Dettagli

HUB INTERPORTUALI Piastra logistica umbra SCHEDA N. 144

HUB INTERPORTUALI Piastra logistica umbra SCHEDA N. 144 HUB INTERPORTUALI Piastra logistica umbra SCHEDA N. 144 LOCALIZZAZIONE CUP: TIPOLOGIA OPERA: SOGGETTO TITOLARE: C21H04000080005 C91H04000240005 C31H04000120005 Interporti Regione Umbria STATO DI ATTUAZIONE

Dettagli

Programma 04 - Sviluppo dei sistemi informatici

Programma 04 - Sviluppo dei sistemi informatici Programma 04 - Sviluppo dei sistemi informatici Il Dirigente Dott. Guido Perghem Il Sindaco Avv. Fabrizio Paganella Spese correnti Previsione Previsione Somme non iniziale Assestata impegnate 01 Personale

Dettagli

RISPOSTE AI QUESITI PIÙ COMUNI (AGGIORNATE AL 16 SETTEMBRE 2011)

RISPOSTE AI QUESITI PIÙ COMUNI (AGGIORNATE AL 16 SETTEMBRE 2011) Direzione generale della Difesa dell Ambiente Servizio della Sostenibilità Ambientale, Valutazione Impatti e Sistemi Informativi Ambientali (SAVI) RISPOSTE AI QUESITI PIÙ COMUNI (AGGIORNATE AL 16 SETTEMBRE

Dettagli

Liceo Scientifico G. Marconi di Carrara Laurea in Scienze dell'informazione conseguita all'università di Pisa il 18 luglio 1986 con votazione 99/110

Liceo Scientifico G. Marconi di Carrara Laurea in Scienze dell'informazione conseguita all'università di Pisa il 18 luglio 1986 con votazione 99/110 C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome DALLE MURA FRANCO Indirizzo VIA BERTOLONI, 60-54036 - CARRARA (MS) Data di nascita 27 GIUGNO 1959 Amministrazione Comune di Massa Incarico Attuale

Dettagli

REGOLAMENTO IN MATERIA DI ORGANIZZAZIONE, AVVIO E GESTIONE DELLE ATTIVITÀ RESE DA ARPA PIEMONTE A TITOLO ONEROSO INDICE

REGOLAMENTO IN MATERIA DI ORGANIZZAZIONE, AVVIO E GESTIONE DELLE ATTIVITÀ RESE DA ARPA PIEMONTE A TITOLO ONEROSO INDICE REGOLAMENTO IN MATERIA DI ORGANIZZAZIONE, AVVIO E GESTIONE DELLE ATTIVITÀ RESE DA ARPA PIEMONTE A TITOLO ONEROSO INDICE Art. 1 - Premessa...2 Titolo I - DISPOSIZIONI GENERALI...2 Art. 2 - Oggetto e ambito

Dettagli

Istruzioni operative governance dei progetti co-finanziati da Enti, Istituzioni, Fondazioni e Associazioni

Istruzioni operative governance dei progetti co-finanziati da Enti, Istituzioni, Fondazioni e Associazioni ALLEGATO 1 Istruzioni operative governance dei progetti co-finanziati da Enti, Istituzioni, Fondazioni e Associazioni Obiettivo Scopo della Procedura è definire il processo di attivazione e gestione dei

Dettagli

Gli enti intermedi come motore o strumento della diffusione dei servizi e innovazione per le realtà locali. Raffaele Gareri Padova 9 Maggio 2011

Gli enti intermedi come motore o strumento della diffusione dei servizi e innovazione per le realtà locali. Raffaele Gareri Padova 9 Maggio 2011 Gli enti intermedi come motore o strumento della diffusione dei servizi e innovazione per le realtà locali Raffaele Gareri Padova 9 Maggio 2011 Il contesto Il 49% del Pil dell UE è frutto dei servizi innovativi

Dettagli

UNIONE DEI COMUNI MONTANI DEL CASENTINO

UNIONE DEI COMUNI MONTANI DEL CASENTINO DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 366/A del 24/02/2015 Dirigente: Istruttore: Area: Paolo Grifagni Danilo Nasini Amministrativa OGGETTO: IMPEGNO DI SPESA E LIQUIDAZIONE FATTURE TELECOM ITALIA SPA 1 BIM 2015

Dettagli

CHIARIMENTI AL 12 SETT. 2007

CHIARIMENTI AL 12 SETT. 2007 CHIARIMENTI AL 12 SETT. 2007 > Alle ditte interessate Oggetto: comunicazione relativa alla gara d appalto con procedura aperta per l affidamento del servizio ad oggetto la realizzazione del primo stralcio

Dettagli

FORMULARIO. Allegato 2) REGIONE TOSCANA. P.O.R. FONDO SOCIALE EUROPEO CRO 2007/2013 anno 2012

FORMULARIO. Allegato 2) REGIONE TOSCANA. P.O.R. FONDO SOCIALE EUROPEO CRO 2007/2013 anno 2012 Allegato 2) REGIONE TOSCANA P.O.R. FONDO SOCIALE EUROPEO CRO 2007/2013 anno 2012 Direzione Generale Competitività del sistema regionale e sviluppo delle competenze FORMULARIO Area Istruzione e educazione

Dettagli

PROVINCIA DI BENEVENTO

PROVINCIA DI BENEVENTO PROVINCIA DI BENEVENTO FORNITURA DI SERVIZI DI PRESIDIO DEL CENTRO DI CALCOLO E MANUTENZIONE CORRETTIVA ED EVOLUTIVA DEL SISTEMA INFORMATIVO DEL SETTORE AMMINISTRATIVO ALLEGATO TECNICO AL CAPITOLATO SPECIALE

Dettagli

NUOVE ENERGIE PER LO SVILUPPO COMPETITIVO E SOSTENIBILE DELLA CITTÀ

NUOVE ENERGIE PER LO SVILUPPO COMPETITIVO E SOSTENIBILE DELLA CITTÀ NUOVE ENERGIE PER LO SVILUPPO COMPETITIVO E SOSTENIBILE DELLA CITTÀ Pisa Palazzo dei Congressi 1, 2 e 3 Luglio 2010 Modelli di finanziamento tramite terzi (finanza di progetto e servizi energetici) e partnership

Dettagli

CURRICULUM VITAE FABRIZIO LUCAROTTI

CURRICULUM VITAE FABRIZIO LUCAROTTI CURRICULUM VITAE FABRIZIO LUCAROTTI INFORMAZIONI PERSONALI Nome FABRIZIO LUCAROTTI Telefono 0583 417394 E-mail f.lucarotti@provincia.lucca.it Nazionalità IT Data di nascita 26 marzo 1964 ESPERIENZE PROFESSIONALI

Dettagli

Il sistema documentario nella Intranet della Regione Marche

Il sistema documentario nella Intranet della Regione Marche Seminario di studio: Dai sistemi documentali al knowledge management Un opportunità per la Pubblica Amministrazione Gestione documentale e knowledge management Roma, 15 aprile 2003 MAURO ERCOLI BEATRICE

Dettagli

Copertino, 19/02/2016 All Albo d Istituto Al sito Web dell Istituto

Copertino, 19/02/2016 All Albo d Istituto Al sito Web dell Istituto Prot. n. 979 C14 FESR BANDO RECLUTAMENTO PROGETTISTA Copertino, 19/02/2016 All Albo d Istituto Al sito Web dell Istituto IL DIRIGENTE SCOLASTICO VISTO l Avviso pubblico del MIUR prot. n. AOODGEFID\6035

Dettagli