COMUNITA' EBRAICA. DI ROMA Bilancio Consuntivo approvato Giunta 27/05/2015 e Consiglio 04/06/2015

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "COMUNITA' EBRAICA. DI ROMA Bilancio Consuntivo 2014. approvato Giunta 27/05/2015 e Consiglio 04/06/2015"

Transcript

1 COMUNITA' EBRAICA DI ROMA Bilancio Consuntivo 2014 approvato Giunta 27/05/2015 e Consiglio 04/06/2015

2 TITOLO I PREVENTIVO SOMME SOMME T O T A L E DIFF. IN + o - Pag. 2 AGGIUSTATO 14 INCASSATE DA INCASSARE COL PREV.VO SEZIONE I ENTRATE ORDINARIE Cap. I Rendite Fondi Rustici Art. 1 Terreno in Priverno 0,00 0,00 0,00 0,00 0,00 Totale cap. I 0,00 0,00 0,00 0,00 0,00 Cap. II Rendite Fondi Urbani Art. 2 Stabile Via A. De Pretis , , , ,45 347,45 Art. 3 Stabile Via M. de' Fiori , ,12 0, , ,88 Art. 4 Condominio Via E. de' Cavalieri , , , , ,36 Art. 6 Stabile Via G. Veronese , , , , ,72 Art. 7 Negozio Via Merulana , ,00 0, ,00-656,00 Art. 8 Appartamento Via Arenula , ,00 0, , ,00 Art. 9 Appartamento Via Valle Scrivia , ,00 929, , ,00 Art. 11 Appartamento Via Marmorata , ,00 0, ,00 0,00 Art. 12 Appartamento Via Milano 7.600, , , , ,00 Art. 16 Cantina Via Cola Di Rienzo 5.400, ,14 0, ,14 20,14 Art. 17 Appartamento Via Porto Fluviale , ,55 0, ,55 73,55 Art. 18 Appartamento Via C. Balbo , ,40 0, ,40-976,60 Art. 19 Stabile Lungotevere Sanzio , ,00 0, ,00 0,00 Art. 20 Appartamento Via Gela 7.560, ,71 0, ,71 425,71 Totale cap. II , , , , ,99 Cap. III Rendite Mobiliari Art.4 Rendite su titoli Eredità Elfer , ,96 0, , ,96 Totale cap. III , ,96 0, , ,96 Cap. IV Interessi Patrimoniali Art. 1 Interessi Attivi 0,00 56,23 51,40 107,63 107,63 Tot. cap. IV 0,00 56,23 51,40 107,63 107,63

3 Pag. 3 PREVENTIVO SOMME SOMME T O T A L E DIFF. IN + o - AGGIUSTATO 14 INCASSATE DA INCASSARE COL PREV.VO Cap. V Gestione Scuole Art. 1 Scuola Elementare "Vittorio Polacco" 01) Contributi Ministero Pubblica Istruzione , , , , ,00 02) Offerte Volontarie da Privati ed Allievi , , , , ,00 04) Mensa , , , , ,00 Art. 2 Scuola Media Angelo Sacerdoti 01) Da privati, allievi, offerte volontarie , , , , ,00 Art. 3 Scuola Superiore c/o O.R.T. 01) Da privati, allievi, offerte volontarie , , , , ,00 Art. 4 Proventi Legato Ascarelli (CCT sc ,25% v.n EURO) 505,32 505,32 0,00 505,32 0,00 Art. 5 Offerte per Scuole , , , , ,55 Art. 9 Progetto IPAD 0,00 0, , , ,35 Art. 10 Contributi scuole , ,53 0, ,53 605,06 Tot. cap. V , , , , ,04 Cap. VI Contributi iscritti e 8 /oo Art. 1 Contributo obbligatorio , , , , ,00 Art. 2 Ripartizione proventi 8 /oo x finalità istituz ,32 0, , , ,32 Art. 3 Proventi 5 /oo ,00 0, , ,00 0,00 Art. 4 eccedenza gettito 8 /oo anno precedente ,51 0, , ,51 Tot. cap. VI , , , , ,81 Cap. VII Entrate di Culto Art. 1 Varie 01 Posti al Tempio , , , , ,00 02) Offerte al Tempio , ,02 0, , ,02 04) Izcor - Azcarà Nesciamot , ,00 0, , ,00 05) Beth El 0,00 50,00 0,00 50,00 50,00 07)Offerte Tempio dei Giovani - Panzieri Fatucci 0, ,00 0, , ,00 08)Offerte Tempio Askenazita 0, ,00 0, , ,00 10) Offerte Tempio Via Garfagnana 0,00 30,00 0,00 30,00 30,00 11)Offerte Tempio Beth Shalom 0, ,00 0, , ,00 12)Offerte Tempio Beth Michael 0, ,00 0, , ,00 Art. 2/01 Offerte per matrimoni di iscritti , ,00 0, , ,00 Art. 2/02 Offerte per matrimoni di non iscritti 6.000, ,00 0, ,00-250,00

4 Pag. 4 PREVENTIVO SOMME SOMME T O T A L E DIFF. IN + o - AGGIUSTATO 14 INCASSATE DA INCASSARE COL PREV.VO Art. 3 tombe di famiglia prima porta 0, ,00 0, , ,00 Art. 4 Rimborso spese servizio casherut , , , , ,87 02) Rimborso spese shechità , , , , ,36 Art. 5 Prodotti Casher le Pesach , ,30 0, , ,30 Art. 6 Varie , , , , ,88 Art. 7 Regione Lazio - per Assistenza religiosa ospedali 0,00 0,00 0,00 0,00 0,00 Tot. cap. VII , , , , ,69 SEZIONE II ALTRE ENTRATE Cap. VIII Entrate Art. 1 Rimborsi condomini e varie , , , , ,12 Art. 2 Museo 01) Contributi volontari visitatori , , , , ,80 02) Entrate botteghino , ,11 259, , ,39 03) Libreria , ,80 328, , ,13 Art. 3 Stampa 01) Abbonamenti e pubblicità Shalom , , , , ,42 02) Entrate per il lunario 8.000, , , , ,66 Art. 4 Proventi certificati e vendita libri 1.300, ,00 0, ,00 540,00 Art. 5 Entrate Sala Consiglio, giardino e cortile scuola 8.000, ,00 550, ,00 325,00 Art. 6 Entrate per Centro Culturale , , , , ,66 Art. 7 Entrate per Educazione non Formale , ,15 370, , ,15 01) Entrate da attività dipartimento giovani 2.000,00 160,00 0,00 160, ,00 Art. 8 Entrate per offerte da prestito 0,00 0,00 0,00 0,00 0,00 Art. 9 Entrate per attività straordinarie scuola 0,00 0,00 0,00 0,00 0,00 Art. 10 Ctr. Enti - M.P.I. Progetti e Insegn.sost. S.M e S.S 0,00 0,00 0,00 0,00 0,00 Art. 15 Fund Raising - (adattam. A Scuola Palazzo della Cultura) 0,00 0,00 0,00 0,00 0,00 Art. 16 Fund Raising - (per Nuovo Museo) , ,85 0, , ,85 Art. 17 Offerte e contributi da Enti per Archivio Storico 4.700, , , , ,36 Art. 23 Contributi da Enti ebraici , , , ,00 0,00 Art. 25 prog. straord. Archivio storico 0,00 0,00 0,00 0,00 0,00 Art. 30 Sopravvenienze e insussistenze attive 0, ,71 0, , ,71 Art. 34 Contributi progetti straordinari , , , , ,00 Art. 35 Entrate dipartimento cultura 5.260, ,00 0, , ,00 Tot. cap. VIII , , , , ,63 Totale Titolo I , , , , ,07

5 Pag. 5 PREVENTIVO SOMME SOMME T O T A L E DIFF. IN + o - AGGIUSTATO 14 INCASSATE DA INCASSARE COL PREV.VO TITOLO II ENTRATE PER MOVIMENTO DI CAPITALE Cap. IX Reimpieghi vari Art. 1 Lavori immobile Via P.co Ottavia 0,00 0,00 0,00 0,00 0,00 Art. 2 Vari -Prestito 0,00 0,00 0,00 0,00 0,00 Art. 7 fondo franchetti 0,00 0,00 0,00 0,00 Art. 8 Investimenti e disinvestimenti mobiliari 0,00 0,00 0,00 0,00 Tot. cap. IX 0,00 0,00 0,00 0,00 0,00 Totale Titolo II 0,00 0,00 0,00 0,00 0,00 TITOLO III ENTRATE PER PARTITE DI GIRO Cap. X Ritenute Art. 1 Imposta persone fisiche , ,81 0, , ,19 Art. 2 Versamento Monte Pensione (Com.tà e Sc.Media) e INPS , ,41 0, , ,41 Art. 3 Trattenute Monte Pensioni Inseg. Sc. Elementare , ,23 0, , ,76 Art. 5 Trattenute I.N.A.D.E.L. (prev.) , ,85 0, , ,15 Art. 6 Trattenute S.S.N. - Addizionale Regionale , ,99 0, , ,99 Tot. cap. X , ,29 0, , ,30 Cap. XI Prestito Obbligazionario Art. 1 Restituzione anticipazione ad Enti e privati 0,00 0,00 0,00 0,00 0,00 Art. 2 01) Restituz. somme anticipate dal tesoriere , , , , ,02 02) Restituzione somme anticipate a terzi , ,59 0, , ,59 03) Conto Transitorio Tesoreria B.ca di Roma , ,35 0, , ,35 05) incasso ruoli già recuperati 0,00 0,00 0,00 0,00 0,00 07) incasso ruoli emessi anno 2004/05 già recuperati ,00 0,00 0,00 0, ,00 08) incasso ruoli emessi anno 2005/06 già recuperati ,00 0,00 0,00 0, ,00 09) incasso ruoli n , 6289, e (parz. recuperato) 0,00 0,00 0,00 0,00 0,00 10) incasso ruoli e non recuperati 0,00 0,00 0,00 0,00 0,00 11) incasso ruoli 9520 e non recuperati 0,00 0,00 0,00 0,00 0,00 12) incasso ruoli e ,00 0,00 0,00 0,00 0,00 14) incasso ruolo ,00 0,00 0,00 0,00 0,00 15) incasso ruolo ,00 0,00 0,00 0,00 0,00 20) conto Banca nuova spa 0, , , , ,17 21) intesa san paolo - prodotti casher le pesach 0, , , , ,77

6 PREVENTIVO SOMME SOMME T O T A L E DIFF. IN + o - Pag. 6 AGGIUSTATO 14 INCASSATE DA INCASSARE COL PREV.VO Art. 3 Offerte a favore Enti 01) Deputazione Ebraica di Ass.za e serv.soc ,00 829,00 0,00 829, ,00 02) Orfanotrofio Israelitico Italiano ,00 0,00 0,00 0, ,00 03) Ricovero Israelitico ,00 0,00 0,00 0, ,00 04) Asili Infantili Israelitici ,00 0,00 0,00 0, ,00 05) R.U.P.I.E.R ,00 0,00 0,00 0, ,00 06) Fondo a disposizione R.C , ,00 0, ,00 930,00 07) Offerte vari Enti 0, ,01 0, , ,01 Art. 4 Recupero spese c/ terzi 01) recupero spese personale Ospedale israelitico 0,00 0,00 0,00 0,00 0,00 Tot. cap. XI , , , , ,87 Cap. XII Depositi Art. 1 Movimenti depositi attivi e passivi 1.000, , , ,00 Art. 2 Interessi e cedole su titoli a custodia e depositi 0,00 0,00 0 0,00 0,00 Tot. cap. XII 1.000, ,00 0, , ,00 Cap. XIII Servizi diversi Art. 1 Rendita Monte Pensione 0,00 0,00 0,00 0,00 0,00 Tot.Cap.XIII 0,00 0,00 0,00 0,00 0,00 Totale Titolo III , , , , ,17 RIEPILOGO ENTRATE ENTRATE EFFETTIVE , , , , ,07 ENTRATE PER MOVIMENTO DI CAPITALE 0,00 0,00 0,00 0,00 0,00 ENTRATE PER PARTITE DI GIRO , , , , ,17 TOTALE , , , , ,24

7 TITOLO I Pag. 7 PREVENTIVO SOMME SOMME T O T A L E DIFF. IN + o - AGGIUSTATO 14 PAGATE DA PAGARE COL PREV.VO SPESE EFFETTIVE Sezione I USCITE ORDINARIE E STRAORDINARIE Cap. I Oneri fiscali - Canoni ed oneri patrimoniali Art. 1 01) Imposte - Tasse - Contributi relativi a redditi immobiliari (IRPEG -ICI) , ,67 0, , ,33 02) I.R.A.P , ,05 0, , ,95 Art. 2 Legati e fondazioni 0,00 01) Legati, borse, premi e fondazioni oneri patrimoniali 0,00 0,00 0,00 0,00 02) Eredità Segre (U.C.E.I.) 0,00 0,00 0,00 0,00 0,00 03) Eredità Sessa - Sonnino (Orf/Osped.) Via Arenula 0,00 0, , , ,00 04) Eredità Silvio Efrati (Orfanotrofio/Osped.) Via Merulana 0,00 402, , , ,81 06) Erdità Ascarelli (Via Ambrosini) 0,00 0,00 0,00 0,00 0,00 07) Centro Studi Tor Vergata - Eredità Elfer , , , , ,96 Totale cap. I , , , , ,49 Cap. II Spese per fondi urbani Art. 1 Illuminazione - acqua - Riscaldamento , ,04 858, , ,59 Art. 3 Addetto manutenzioni tecniche 01) Stipendio , ,89 0, ,89-843,11 02) Oneri previdenziali e Inail , ,56 0, ,56-233,44 Art. 4 Manutenzione ordinaria , , , , ,23 Art. 5 locazione immobili , , , ,39-316,61 Tot. cap. II , , , , ,98

8 Pag. 8 PREVENTIVO SOMME SOMME T O T A L E DIFF. IN + o - AGGIUSTATO 14 PAGATE DA PAGARE COL PREV.VO Sezione II SERVIZI GENERALI Spese extra - Patrimoniale Cap. III Segreteria e Amministrazione Art. 1 Personale Amministrazione e contabilità 01) Stipendi Personale amministrazione contabilità , ,73 0, , ,27 02) Oneri previdenziali e Inail , ,21 0, , ,79 03) Spese sicurezza sul lavoro , , , , ,59 Art. 3 Spese diverse 01) Esazioni/bolli/cancelleria/postali/quietanze/rimborsi vari , , , , ,69 03) corsi aggiornamento 0,00 0,00 0,00 0,00 0,00 04) Pulizie e manutenzioni ordinarie uff. e museo , , , , ,95 05) Centro elettronico e stampati , , , , ,83 06) Varie 1.000,00 0,00 0,00 0, ,00 Art. 4 Spese Amministrazione 01) Assicurazioni , , , , ,24 02) Illuminazione e riscaldamento , , , , ,55 03) Telefoniche e acqua , , , , ,92 04) Consulenti , , , , ,52 06) Consulente direzionale amministrativo 0,00 0,00 0,00 0,00 0,00 Art. 5 Affitto locali e diverse segreteria 0,00 0,00 0,00 0,00 0,00 Art. 6 Sorveglianza 01) Stipendi personale sorveglianza , , , , ,70 02) Oneri previdenziali e Inail , ,13 0, , ,87 03) Spese varie sorveglianza , ,23 0, , ,23 04) Spese varie sorveglianza volontari 5.000, ,47 0, ,47 946,47 05) Contributo AGS , ,00 0, ,00 0,00 Art. 7 Oneri finanziari 01) Interessi passivi bancari , ,97 0, , ,97 03) Interessi su mutui ipotecari , ,61 0, , ,39 Tot. cap. III , , , , ,28

9 Pag. 9 PREVENTIVO SOMME SOMME T O T A L E DIFF. IN + o - AGGIUSTATO 14 PAGATE DA PAGARE COL PREV.VO Cap. IV Servizio di Culto Art. 1 01) Stipendi Rabbini officianti,insegnanti,e Uff.Rabb , , , , ,41 02) Oneri previdenziali ,00 # ,49 0, , ,51 03) Stipendi personale Shechità , , , , ,93 04) Oneri previdenziali e Inail , ,22 0, , ,78 05) Stipendi Shammashim , ,05 0, ,05-619,95 06) Oneri previdenziali e Inail , ,00 0, ,00-317,00 07) Stipendio personale Tevillot e Rehizà , , , , ,52 08) Oneri previdenziali e Inail 0,00 0,00 0,00 0,00 0,00 09) Servizio custodi Tempio e Assistente R.C , , , , ,00 Art. 2 Stipendi e spese per il coro , , , , ,04 Art. 3 Servizi della circoscrizione , ,86 0, , ,14 Art. 4 Servizi funebri 0,00 01) Stipendi necrofori , ,75 0, ,75-212,25 02) Oneri previdenziali e Inail 5.500, ,16 0, ,16-148,84 03) Varie, manutenzione cimitero, funerali poveri , , , , ,89 Art. 5 Spese diverse 01) Vestiario officianti 1.000, ,62 0, ,62 291,62 02) Siddurim, talledoth, tefillin 500,00 890,00 0,00 890,00 390,00 04) Personale controllo casherut , , , , ,59 05) Fiori, palme, manutenzione giardino , , , ,20 931,20 06) Prodotti Casher Le Pesach , ,06 0, , ,06 07) Offerte Tempio Beth-el 0,00 0,00 0,00 0,00 0,00 08) Offerte Tempio Pozzo Pantaleo 0,00 0,00 0,00 0,00 0,00 09) Offerte Tempio dei Giovani - Panzieri Fatucci 0, , , , ,00 10) Offerte Tempio Askenazita 0, ,00 0, , ,00 11) Offerte Tempio dell'ospedale Israelitico 0,00 0,00 0,00 0,00 0,00 12) Offerte Tempio Via Garfagnana 0,00 0,00 30,00 30,00 30,00 16) Offertite Tempio Beth Shalom 0, , , , ,00 17) Offertite Tempio Beth Michael 0, , , , ,00 20) prestazioni e servizi rituali , , , , ,06 21) spese a disposizione R.C , ,00 0, ,00 0,00

10 Pag. 10 PREVENTIVO SOMME SOMME T O T A L E DIFF. IN + o - AGGIUSTATO 14 PAGATE DA PAGARE COL PREV.VO Art. 6 Contributi 01) Locali Tempio Beth El , , , ,00 0,00 02) Locali Tempio dei Giovani 0,00 0,00 0,00 0,00 0,00 03) Locali Tempio Ashkenazita 0,00 0,00 0,00 0,00 0,00 04) Locali Tempio Casa di Riposo 0,00 0,00 0,00 0,00 0,00 05) Locali Tempio Beth Shmuel , , , ,00 0,00 06) Locali Tempio Beth Shalom , , , ,00 0,00 07) Locali Tempio Beth Michael , ,00 0, ,00 0,00 08) Locali Tempio Or Yehuda , ,05 0, , ,95 09) Locali Tempio Colli Portuensi 8.000, ,00 0, ,00 0,00 10) locali tempio Ostia , ,48 392, ,00 0,00 11) locali Oratorio Di Castro , , , , ,56 12) locali tempio Beth Yehudà 5.000,00 0, , ,00 0,00 Tot. cap. IV , , , , ,78 Cap. V Art. 1 Istruzione Scuola Elementare "Vittorio Polacco" 01) Stipendi Direttrice, Insegnanti, Segretaria , ,55 0, , ,45 02) Oneri Previdenziali e Inail , ,12 0, , ,88 03) Stipendi personale servizio , ,58 0, , ,42 04) Oneri Previdenziali e Inail , ,34 0, , ,34 05) Compensi per supplenze , ,78 721, ,53 944,53 06) Oneri previdenziali 2.800, ,74 0, , ,26 07) Manutenzione e riparazioni , , , ,27-667,73 08) Pulizie e tassa rifiuti solidi urbani , , , ,54-514,46 09) Illuminazione, riscaldamento e acqua , , , , ,31 10) Postali e telefoniche 4.500, ,28 217, ,88-445,12 11) Cancelleria e stampati 2.500, ,24 181, ,03-442,97 12) Libri e pagelle 9.000, ,49 0, ,49-86,51 13) Aggiornamento insegnanti 3.000, ,76 289, , ,44 14) Borse di Studio , ,25 0, , ,25 17) Corso di Beth Hamidrash , ,61 0, , ,39 18) Straordinarie e varie , , , ,19 411,19 19) Mensa - Personale. Ctr.prev.li - vitto - varie , , , , ,02

11 Pag. 11 PREVENTIVO SOMME SOMME T O T A L E DIFF. IN + o - AGGIUSTATO 14 PAGATE DA PAGARE COL PREV.VO Art. 2 Art. 3 Scuola Media "Angelo Sacerdoti" 01) Stipendi Preside, Insegnanti, Segretaria , ,13 0, , ,87 02) Oneri Previdenziali e Inail , ,07 0, , ,93 03) Stipendi personale servizio , , , , ,39 04) Oneri Previdenziali e Inail , ,50 0, ,50-462,50 05) Compensi per supplenze , ,64 236, , ,92 06) Oneri previdenziali 2.800, ,19 0, , ,81 07) Manutenzione e riparazioni , , , , ,12 08) Pulizie e tassa rifiuti solidi urbani , , , ,43-363,57 09) Illuminazione, riscaldamento e acqua (v. Sc.Sup.) , , , , ,22 10) Postali e telefoniche 6.000, ,27 217, , ,13 11) Cancelleria e stampati 3.000, ,70 630, ,81-266,19 13) Aggiornamento insegnanti 1.000,00 513,10 159,73 672,83-327,17 14) Borse di Studio , ,00 0, ,00-790,00 15) Materiale Didattico 1.500, ,89 19, ,54-410,46 17) Straordinarie e varie , , , ,72-626,28 22) Hosting sito 0,00 0,00 0,00 0,00 0,00 Scuola superiore c/o O.R.T. "Renzo Levi" 01) Stipendi Preside, Insegnanti, Segreteria , ,95 0, , ,05 02) Stipendi personale di servizio , , , , ,71 03) Compensi per supplenze , , , , ,80 04) Assicurazioni sociali e Inail , ,89 0, , ,11 05) Manutenzioni e riparazioni , , , , ,54 06) Pulizie e tassa rifiuti solidi urbani , , , ,93 20,93 07) Illuminazione - Riscaldamento - Acqua - q. parte , , , , ,14 08) Postali e telefoniche 6.000, ,70 217, ,30-549,70 09) Cancelleria e stampati 3.500, ,39 481, ,85-649,15 10) Materiale didattico, pagelle, libri, bibliot ,00 310,30 0,00 310, ,70 11) Borse di studio , ,00 0, , ,00 12) Aggiornamento insegnanti 1.500,00 536,40 159,73 696,13-803,87 13) Straordinarie e varie , , , , ,88 17) Oneri personale servizio , ,53 0, ,53 635,53 18) Oneri supplenze 2.800,00 726,57 0,00 726, ,43 23) altri sconti rette , ,00 0, , ,00

12 Pag. 12 PREVENTIVO SOMME SOMME T O T A L E DIFF. IN + o - AGGIUSTATO 14 PAGATE DA PAGARE COL PREV.VO Art. 4 Doposcuola Dario Ascarelli Proventi lascito D.Ascar 505,32 0,00 505,32 505,32 0,00 Art. 5 03) progetti straordinari scuole , , , , ,04 04) accantonamento svalutazione crediti rette scolastiche ,00 0, , , ,00 05) progetto IPAD , ,92 0, , ,08 06) progetto ebraico , , , , ,71 Art. 6 01) Trasloco scuole 0,00 0,00 0,00 0,00 0,00 04) Servizio Psicopedagogico Scuole Ebraiche , , , , ,25 Tot. cap. V , , , , ,31 Cap. VI Assistenziali e contributi ad Enti Art. 1 O.S.E. Italia 4.000, ,00 0, ,00 0,00 Art. 2 01) Stipendi Deputaz Ebraica Assist. Serv Soc , , , ,70-304,30 02) Oneri previdenziali e Inail 0,00 0,00 0,00 0,00 0,00 03) Contributi per attività assistenziali 5.000, , , ,00 0,00 08) Istituto Pitigliani 0,00 0,00 0,00 0,00 0,00 09) Circolo "48" 4.000, ,00 0, ,00 0,00 10) Le Haim 4.000, ,00 385, ,00 0,00 12) progetto lampedusa 5.950,00 0,00 0,00 0, ,00 Art. 3 Asili Infantili Israelitici , ,00 0, ,00 0,00 Art. 7 Call center sociale 0,00 0,00 0,00 Tot. cap. VI , , , , ,30 Cap. VII Art. 1 Art. 2 Spese per STAMPA, CULTURA, e GIOVENTU' Stampa 01) personale mensile Shalom , , , ,81-332,19 02) Spese per il lunario , ,00 0, , ,00 04) Mensile Shalom , , , , ,00 Cultura 01) Stipendi Centro di Cultura Ebraica , , , ,58-357,42 02) Oneri Previdenziali Inail , ,23 0, , ,77 03) Spese gestione attività , , , , ,38 04) Fitto , ,60 0, , ,40 06) sponsorizzazioni culturali , ,81 244, , ,19 07) Stipendi direttore dipartimento cultura , ,59 0, , ,41 08) Spese gestione dipartimento cultura , , , , ,05

13 Pag. 13 PREVENTIVO SOMME SOMME T O T A L E DIFF. IN + o - AGGIUSTATO 14 PAGATE DA PAGARE COL PREV.VO Art. 3 01) Attività internazionali 2.800, , , , ,71 02) ufficio stampa , ,28 868, ,68 176,68 Art. 4 Gioventù 02) Maccabi contributo 5.000, ,70 375, ,00 0,00 03) Centro Giovanile Ebraico contributo 0,00 0,00 0,00 0,00 0,00 04) Benè Akivà contributo , , , ,00 0,00 05) Ha shomer ha Zair - contr , , , ,00 0,00 12) S.A.R.E.L ,00 0,00 0,00 0, ,00 19) Minibasket 4.000, ,00 0, ,00 0,00 20) Corso Willy Molko 0,00 0,00 0,00 0,00 0,00 21) spese assessorato giovani , , , ,09-722,91 22) spese assessorato SPORT , , , , ,63 Art. 5 a) Pubbliche relazioni , , , ,42 620,42 01) spese a disposizione presidente 6.000, , , , ,90 Art. 6 Coordinamento attività e centri giovanili 01) Stipendi e Borse di Studio , ,57 0, ,57 903,57 02) Oneri previdenziali e Inail , ,47 0, ,47-384,53 04) Educazione informale , , , , ,93 Art. 7 Consulta 0,00 0,00 0,00 0,00 0,00 Art. 9 Contributo corsi Agudat Ashkenazim 1.700, ,00 0, ,00 0,00 Totale cap. VII , , , , ,81 Cap. VIII Spese per biblioteca e archivio Art. 1 01) Spesa per biblioteca e archivio 9.700, ,24 737, ,31 674,31 02) Consulenze per Archivio Storico e Bibliot , ,64 0, ,64-169,36 03) Oneri previdenziali 7.500, ,50 0, ,50-276,50 Totale cap. VIII , ,38 737, ,45 228,45 Cap. IX Fondo pensione - Assicurazioni sociali Art. 1 Fondo licenziamento personale non di ruolo e salariato 1.000,00 0, , ,05 638,05 Tot. cap. IX 1.000,00 0, , ,05 638,05

14 Cap. X PREVENTIVO SOMME SOMME T O T A L E DIFF. IN + o - Pag. 14 AGGIUSTATO 14 PAGATE DA PAGARE COL PREV.VO Contributi Unione delle Comunità Ebraiche Italiane Art. 1 Contributo Unione delle Comunità Ebraiche Italiane ,00 0, , , ,11 Art. 2 Progetto Kolel 0,00 0,00 0,00 0,00 0,00 Tot. cap. X ,00 0, , , ,11 Cap. XII Spese per gli immobili Art. 1 Manutenzione straordinaria Immobili e Restauro Tempio , , , , ,03 Art. 7 Spese gestione immobili , , , , ,36 Tot. cap. XII , , , , ,67 Cap. XIII Diverse e varie Art. 1 Ammodernamento locali e sede 1.500,00 570,00 0,00 570,00-930,00 Art. 2 Ammodernamento impianti e servizi di segret , ,26 0, ,26-799,74 Art. 3 Straordinarie e varie , , , , ,69 Art. 4 Insolvenze e rimborsi contributi , , , , ,00 Art. 6 Museo 01) Stipendi e spese servizi forestieri , ,33 152, , ,97 02) Oneri previdenziali e Inail , ,92 0, , ,08 04) Nuovo Museo - Arredi e Organiz. (comp.gall.marmi) , , , , ,78 09) Comunicazione museo 9.500, ,63 300, ,63-37,37 10) Servizi cooperativa , , , , ,06 Art. 7 Botteghino acquisto materiale , , , , ,06 Art. 10 Rischio cause legali , ,48 0, ,48-80,52 Art. 11 Costi libreria , , , , ,15 Art. 18 spese per progetti straordinari Archivio 0,00 206,52 0,00 206,52 206,52 Art. 19 spese per progetti straordinari , , , , ,00 Art. 20 spese personale libreria , ,60 0, , ,40 Art. 21 Locazione libreria , ,60 0, , ,40 Art. 30 Sopravvenienze e insussistenze passive 0, ,09 0, , ,09 Art. 32 Sorveglianza museo , ,33 0, , ,33 Art. 35 Accantonamento fondo imprevisti 0,00 0,00 0,00 0,00 0,00 Art. 36 organizzazione eventi , , , , ,04 Art. 37 F. liquidazione ferie non godute 0,00 0, , , ,40 Tot. cap. XIII , , , , ,64 Totale Titolo I , , , , ,73

15 TITOLO II PREVENTIVO SOMME SOMME T O T A L E DIFF. IN + o - Pag. 15 AGGIUSTATO 14 PAGATE DA PAGARE COL PREV.VO USCITE PER MOVIMENTO DI CAPITALE Cap. XIV Reimpieghi vari Art. 2 Vari - Prestito 0,00 0,00 0,00 0,00 0,00 Art. 3 Reinvestimento-disinvestimento immobiliare 0,00 0,00 0,00 0,00 0,00 Art. 6 fondo Franchetti 0,00 0,00 0,00 0,00 0,00 Art. 7 Investimenti e disinvestimenti mobiliari 0,00 0,00 0,00 0,00 0,00 Art. 20 Fondazione Museo Ebraico fondo dotazione 0,00 0,00 0,00 0,00 0,00 Totale cap. XIV 0,00 0,00 0,00 0,00 0,00 Cap. XV Servizio mutui ipotecari Art. 1 Quota ammortamento capitale , ,14 0, , ,86 Totale cap. XV , ,14 0, , ,86 Totale Titolo II , ,14 0, , ,86 TITOLO III Cap XVI USCITE PER PARTITE DI GIRO Ritenute Art. 1 Imposta persone fisiche , ,81 0, , ,19 Art. 2 Tratt. M. P. (Comunità e Scuola Media) e INPS , ,74 256, , ,41 Art. 3 Tratt. M. P. Insegnanti Scuola Elementare , ,24 0, , ,76 Art. 5 Trattenute INADEL , ,85 0, , ,15 Art. 6 Trattenute Addizionale Regionale , ,99 0, , ,99 Tot. cap. XVI , ,63 256, , ,30

16 PREVENTIVO SOMME SOMME T O T A L E DIFF. IN + o - Pag. 16 AGGIUSTATO 14 PAGATE DA PAGARE COL PREV.VO Cap XVII Art. 2 Art. 3 Anticipazione ed offerte da ripartire Restituzione anticipazioni Tesoreria e terzi 01) Restituzione somme anticipate dal Tesoriere , , , , ,02 02') Restituzione somme anticipate da terzi , ,59 0, , ,59 03) Conto Transitorio Tesoreria Banca di Roma , ,35 0, , ,35 07) Anticipi anno ,00 0,00 0,00 0, ,00 08) Anticipi anno 2005/ ,00 0,00 0,00 0, ,00 13) incasso ruolo ,00 0,00 0,00 0,00 0,00 14) incasso ruolo ,00 0,00 0,00 0,00 0,00 15) incasso ruolo ,00 0,00 0,00 0,00 0,00 20) conto presso Banca Nuova spa 0, ,17 0, , ,17 21) intesa san paolo c/c prodotti casher le pesach 0, ,77 0, , ,77 22) incasso ruolo 8389/ ,00 0,00 0,00 0,00 0,00 Offerte da ripartire tra Enti 01) Deputazione Ebraica di Assistenza ,00 0,00 829,00 829, ,00 02) Orfanotrofio Israelitico Italiano ,00 0,00 0,00 0, ,00 03) Ricovero Israelitico ,00 0,00 0,00 0, ,00 04) Asili Infantili Israelitici ,00 0,00 0,00 0, ,00 05) RUPIER ,00 0,00 0,00 0, ,00 06) Fondo a disposizione R.C ,00 0, , ,00 930,00 07) Varie 0, , , , ,01 Tot. cap. XVII , , , , ,87 Cap. XVIII Depositi Art. 1 Movimenti depositi attivi e passivi 1.000, , , , ,00 Tot. cap. XVIII 1.000, , , , ,00 Cap XIX Servizi diversi Art. 1 Rendita del Monte Pensioni 0,00 0,00 0,00 0,00 0,00 Tot. cap. XIX 0,00 0,00 0,00 0,00 0,00 Totale Titolo III , , , , ,17

17 PREVENTIVO SOMME SOMME T O T A L E DIFF. IN + o - Pag. 17 AGGIUSTATO 14 PAGATE DA PAGARE COL PREV.VO RIEPILOGO USCITE USCITE EFFETTIVE , , , , ,73 USCITE PER MOVIMENTO DI CAPITALE , ,14 0, , ,86 USCITE PER PARTITE DI GIRO , , , , ,17 TOTALE , , , , ,04 DIFFERENZA ENTR - USC. EFFETTIVE , , , , ,66 DIFFERENZA ENTR - USC. MOVIMENTO CAPITALI , ,14 0, , ,86 DIFFERENZA ENTR - USC. PARTITE DI GIRO 0, , ,84 0,00 0,00 RISULTATO ESERCIZIO , , , , ,80 GESTIONE STRALCI DIFFERENZA STRALCI ATTIVI E PASSIVI 4.326,24 RISULTATO COMPLESSIVO ESERCIZIO , ,56

18 RELAZIONE al BILANCIO CONSUNTIVO dell anno 2014 SINTESI ANDAMENTO ECONOMICO-FINANZIARIO L esercizio 2014 chiude con un disavanzo di circa 88 mila, originato principalmente da una gestione negativa dei movimenti di capitale per circa 98 mila, presentando invece la gestione corrente un avanzo di circa 10 mila. Sinteticamente, la gestione ordinaria e corrente evidenzia un modesto avanzo (circa lo 0,4% delle entrate ordinarie, che sono circa 12,2M ), la gestione straordinaria (-4mila circa) riferibile ai c.d. stralci - è praticamente irrilevante nel saldo economico complessivo ed è condizionata da valutazioni soggettive, pur seguendo dei criteri in continuità ; la gestione finanziaria presenta un saldo negativo inferiore rispetto allo scorso anno. Più in generale, le uscite di natura finanziaria ammontano a circa 237mila (di cui quasi 140mila di interessi passivi, in diminuzione rispetto ai 175mila preventivati). Il risultato finanziario evidenzia un disavanzo di circa 2,4M nelle partite correnti (circa il 19% delle entrate), fortunatamente compensato dalla gestione finanziaria dei residui che presenta un saldo positivo di circa 3,2 M, (entrate 4,7M - uscite 1,5M ) Il disavanzo finanziario certificato dal saldo del c/tesoreria della banca Unicredit è pari a circa 2.6M, rispetto ai 3M circa del 31 dicembre del ANDAMENTO della GESTIONE CORRENTE Il risultato della gestione corrente ed ordinaria è positivo (di circa 10 mila ) principalmente perché: LA SCUOLA ha superato il target preventivato (netto E/U) di 70mila su 5M (+1,4% ) e nonostante un numero di alunni in diminuzione (anche per le alyiot), e per aver accertato prudenzialmente il contributo pubblico del MIUR a 500 mila. IL MUSEO continua ad essere in crescita (+12% sul preventivo, pari a +60mila, i ricavi, per un totale di circa 770mila ), saldo netto circa +40mila ; La LIBRERIA (+12% sul preventivo, +20mila ) supera quest anno i 200mila di ricavi, senza alcun sforamento di spesa. SCHEHITA e CASHERUT (+30% sul preventivo), bene per competenza ma fa rilevare ancora problemi di efficienza nella recupero dei crediti.

19 Si deve registrare un peggioramento sensibile nella gestione dei CONTRIBUTI (-240mila )- incasso presunto netto 2,4M (inferiore di ulteriori 140mila circa rispetto allo scorso anno). La pesante e prolungata situazione economica del paese incide anche sugli iscritti, anche se va sottolineato che l'accertato medio per iscritto è, in termini reali, ai livelli di dieci anni fa ed è assai modesto anche perché non sono stati applicati aumenti del contributo. Permane, anche, una notevole criticità nell applicazione da parte dell ufficio contributi del meccanismo di accertamento della capacità contributiva. La GESTIONE IMMOBILIARE evidenzia un modesto peggioramento negli incassi dei canoni (-28mila, -1,3% sul preventivo). Più volte si è focalizzata l attenzione sulla necessità di attuare una più incisiva politica manutentiva degli immobili (che sono iscritti in bilancio per circa 30M, ovvero ad un valore di molto inferiore a quello di mercato) e quindi di stanziare maggiori risorse per lavori di ristrutturazione. Va sottolineato come in bilancio non sono rappresentati (se non indicativamente al valore di 1 ) i costi capitalizzabili come il software o le spese pluriennali, oltreché le immobilizzazioni materiali (arredi, macchinari ed impianti) di cui sarà necessaria una puntuale inventariazione sia in considerazione dell avvio del nuovo programma gestionale sia perché il valore è assai rilevante e darebbe una rappresentazione veritiera e corretta dell attivo patrimoniale. Il GETTITO DELL'OTTO X MILLE, ovvero la quota parte riversata dall UCEI alla CER, e stata di circa 1M ed è ormai stabile da qualche anno. Il CONTRIBUTO DELL OSPEDALE ISRAELITICO si mantiene su 900mila e rappresenta una entrata fondamentale per l equilibrio economico-finanziario della Cer. E stato imputato un ACCANTONAMENTO PER FERIE MATURATE e non godute, per circa 169mila, di competenza di più esercizi, senza il quale il risultato d esercizio sarebbe stato di sostanziale pareggio. Ancora una volta è il caso di evidenziare che il bilancio Cer e strutturalmente in deficit. Si fonda su alcune entrate non stabili, molti costi sono difficilmente gestibili, soprattutto quando il costo del personale assorbe troppe risorse (circa il 70% delle risorse stanziate, e 4 milioni di euro solo per le scuole). Solo in sede di redazione del bilancio preventivo 2014 è iniziata una timida attività di revisione dei costi.

20 L indebitamento bancario e pari a circa 5,M ed è composto da finanziamenti a lungo termine (mutui con Banca Popolare Vicenza, nominale 3,5 M debito residuo circa 2,5M e con Mps per l acquisto di Or yehuda, nominale 350mila, debito residuo circa 218 ) oltreché del saldo netto di tutti i c/c. Le altre partite di debito e di credito (c.d residui) sono sostanzialmente immutate rispetto all esercizio precedente. Il tasso medio debitore che la Cer paga per l utilizzo dello scoperto bancario è molto modesto (circa 4%) Come avevamo anticipato nella relazione al bilancio preventivo 2015, abbiamo ristrutturato il complessivo debito bancario, tramite un rientro dell esposizione verso UNICREDIT (pur mantenendo la disponibilità dell affidamento) e l estinzione del mutuo ipotecario acceso con la Popolare di Vicenza, stipulando nel mese di marzo 2015 con Bnl un mutuo di 5,5M a tasso variabile, con copertura Irs per l intera durata (15 anni); il tasso definitivo dovrebbe passare quindi a circa il 2% annuo. Per tal via dovremmo disporre di maggiori risorse, rimborsando ogni anno rate minori, rispetto a quanto annualmente preventivato negli scorsi esercizi (rata mensile di circa 27k ). Si consiglia, nei prossimi bilanci un accantonamento proporzionale (100K ) alla durata del mutuo dell ultima rata (c.d bullet ) pari a 1.5M. Con l accensione di questo mutuo a condizioni assai vantaggiose la CER avrà una gestione più equilibrata con riferimento alle tempistiche dei flussi di incasso e pagamento, ed una minore onerosità dell indebitamento. CONCLUSIONI Come anche evidenziato nella relazione dei Revisori, sarà importante non deflettere dalla via del rigore intrapresa e riflessa in questo bilancio. La Cer è molto «attiva», ma non si e mai data una programmazione pluriennale, necessaria se si vuole davvero seguire un percorso serio di messa in equilibrio, soprattutto finanziario, dei conti. Se considerassimo i flussi solo per competenza, la gestione Cer causerebbe, cumulativamente nell anno, deficit consistenti, ed il saldo negativo entrate/uscite si potrebbe allargare considerando che la quasi totalità delle uscite ha un andamento lineare e regolare, ma lo stesso non può dirsi delle entrate. Alcune entrate poi, non vengono riscosse puntualmente, lasciando che molti crediti si accumulino.

COLLEGIO dei SINDACI dell A.GE.S. S.p.A. di Paderno Dugnano

COLLEGIO dei SINDACI dell A.GE.S. S.p.A. di Paderno Dugnano A.GE.S. S.p.A. Sede in Paderno Dugnano (Mi) Via Oslavia 21 Capitale sociale euro 850.000,00 interamente versato Codice fiscale e Partita Iva : 02286490962 Iscritta al Registro delle Imprese di Milano Società

Dettagli

dalla G.U. n. 199 del 28 agosto 2014 (s.o. n. 73) DECRETO LEGISLATIVO 10 agosto 2014, n. 126

dalla G.U. n. 199 del 28 agosto 2014 (s.o. n. 73) DECRETO LEGISLATIVO 10 agosto 2014, n. 126 dalla G.U. n. 199 del 28 agosto 2014 (s.o. n. 73) DECRETO LEGISLATIVO 10 agosto 2014, n. 126 Disposizioni integrative e correttive del decreto legislativo 23 giugno 2011, n. 118, recante disposizioni in

Dettagli

Il bilancio con dati a scelta. Classe V ITC

Il bilancio con dati a scelta. Classe V ITC Il bilancio con dati a scelta Classe V ITC Il metodo da seguire Premesso che per la costruzione di un bilancio con dati a scelta si possono seguire diversi metodi, tutti ugualmente validi, negli esempi

Dettagli

La composizione e gli schemi del bilancio d esercizio (OIC 12), le imposte sul reddito (OIC 25) e i crediti (OIC 15)

La composizione e gli schemi del bilancio d esercizio (OIC 12), le imposte sul reddito (OIC 25) e i crediti (OIC 15) La redazione del bilancio civilistico 2014 : le principali novità. La composizione e gli schemi del bilancio d esercizio (OIC 12), le imposte sul reddito (OIC 25) e i crediti (OIC 15) dott. Paolo Farinella

Dettagli

COMUNE DI MEGLIADINO SAN VITALE Piazza Matteotti, 8-35040 Megliadino San Vitale - PD -

COMUNE DI MEGLIADINO SAN VITALE Piazza Matteotti, 8-35040 Megliadino San Vitale - PD - COMUNE DI MEGLIADINO SAN VITALE Piazza Matteotti, 8-35040 Megliadino San Vitale - PD - REGOLAMENTO DI CONTABILITÀ SOMMARIO: Capo I - Le competenze del servizio economico-finanziario Capo II - La programmazione

Dettagli

IL GIUDIZIO SUL BILANCIO DEL REVISORE LEGALE

IL GIUDIZIO SUL BILANCIO DEL REVISORE LEGALE CAPITOLO 19 IL GIUDIZIO SUL BILANCIO DEL REVISORE LEGALE di Piero Pisoni, Fabrizio Bava, Donatella Busso e Alain Devalle 1. PREMESSA La relazione del revisore legale deve esprimere il giudizio sull attendibilità

Dettagli

Bilancio di previsione 2014 Relazione del Magnifico Rettore

Bilancio di previsione 2014 Relazione del Magnifico Rettore Bilancio di previsione 2014 Relazione del Magnifico Rettore IL CONTESTO L approvazione del Bilancio di previsione quest anno si pone esattamente a metà del mio mandato rettorale, iniziato tre anni fa,

Dettagli

LEZIONE 2 L ORDINAMENTO COMUNALE RIPORTATO NEL T.U.E.L. (D.LGS N. 267/2000 E SUCC. MODIFICHE)

LEZIONE 2 L ORDINAMENTO COMUNALE RIPORTATO NEL T.U.E.L. (D.LGS N. 267/2000 E SUCC. MODIFICHE) Scuola Superiore della Pubblica Amministrazione Locale LEZIONE 2 L ORDINAMENTO COMUNALE RIPORTATO NEL T.U.E.L. (D.LGS N. 267/2000 E SUCC. MODIFICHE) ELEMENTI DI CONTABILITA RIFERITI ALLA FASE DELLA SPESA

Dettagli

COMUNE DI DIGNANO REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ECONOMATO

COMUNE DI DIGNANO REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ECONOMATO COMUNE DI DIGNANO Provincia di UDINE REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ECONOMATO *** Testo coordinato Allegato alla deliberazione C.C. n 10 del 21-02-2011 SOMMARIO Art. 1 - Istituzione del servizio Art. 2

Dettagli

ROMA SOLIDALE ONLUS. Nota integrativa abbreviata ex Art. 2435 bis C.C. al bilancio chiuso il 31/12/2012

ROMA SOLIDALE ONLUS. Nota integrativa abbreviata ex Art. 2435 bis C.C. al bilancio chiuso il 31/12/2012 ROMA SOLIDALE ONLUS Codice fiscale 08060901009 Partita iva 09559981007 BORGO PIO 10-00193 ROMA RM Numero R.E.A. 1176430 Fondo di dotazione Euro 350.000 Nota integrativa abbreviata ex Art. 2435 bis C.C.

Dettagli

Rendiconto finanziario

Rendiconto finanziario OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI Rendiconto finanziario Agosto 2014 Copyright OIC PRESENTAZIONE L Organismo Italiano di Contabilità (OIC) si è costituito, nella veste giuridica

Dettagli

StarRock S.r.l. Bilancio 2014

StarRock S.r.l. Bilancio 2014 StarRock S.r.l. Bilancio 2014 Pagina 1 StarRock S.r.l. Sede legale in Milano 20135, Viale Sabotino 22 Capitale sociale sottoscritto Euro 35.910,84 i.v. Registro Imprese di Milano, Codice Fiscale, P.IVA

Dettagli

Operazioni, attività e passività in valuta estera

Operazioni, attività e passività in valuta estera OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI Operazioni, attività e passività in valuta estera Agosto 2014 Copyright OIC PRESENTAZIONE L Organismo Italiano di Contabilità (OIC) si è costituito,

Dettagli

Imprese individuali e società Le aziende possono essere distinte in: 1. aziende individuali, quando il soggetto giuridico è una persona fisica; 2.

Imprese individuali e società Le aziende possono essere distinte in: 1. aziende individuali, quando il soggetto giuridico è una persona fisica; 2. Imprese individuali e società Le aziende possono essere distinte in: 1. aziende individuali, quando il soggetto giuridico è una persona fisica; 2. aziende collettive, quando il soggetto giuridico è costituito

Dettagli

SVALUTAZIONI E PERDITE SU CREDITI. Dott. Gianluca Odetto

SVALUTAZIONI E PERDITE SU CREDITI. Dott. Gianluca Odetto Dott. Gianluca Odetto ART. 33 DL 83/2012 Novità Inserimento del piano di ristrutturazione del debito tra le procedure concorsuali. Inserimento tra le ipotesi di non sopravvenienza attiva della riduzione

Dettagli

LA RICLASSIFICAZIONE DEL CONTO ECONOMICO: IL REPORT FORM

LA RICLASSIFICAZIONE DEL CONTO ECONOMICO: IL REPORT FORM LA RICLASSIFICAZIONE DEL CONTO ECONOMICO: IL REPORT FORM Il conto economico che abbiamo esaminato fino ad ora si presenta a sezioni contrapposte: nella sezione del DARE vengono rilevati i costi, e nella

Dettagli

Capitolo 7 Le scritture di assestamento

Capitolo 7 Le scritture di assestamento Edizioni Simone - vol. 39 Compendio di economia aziendale Capitolo 7 Le scritture di assestamento Sommario 1. Il completamento. - 2. Le scritture di assestamento dei valori di conto secondo il principio

Dettagli

RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE SULLA GESTIONE DELL ESERCIZIO CHIUSO AL 31 DICEMBRE 2012

RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE SULLA GESTIONE DELL ESERCIZIO CHIUSO AL 31 DICEMBRE 2012 STUDIARE SVILUPPO SRL Sede legale: Via Vitorchiano, 123-00189 - Roma Capitale sociale 750.000 interamente versato Registro delle Imprese di Roma e Codice fiscale 07444831007 Partita IVA 07444831007 - R.E.A.

Dettagli

Bando regionale per il sostegno di:

Bando regionale per il sostegno di: Bando regionale per il sostegno di: Programma Operativo Regionale Competitività regionale e occupazione F.E.S.R. 2007/2013 Asse 1 Innovazione e transizione produttiva Attività I.3.2 Adozione delle tecnologie

Dettagli

RATEI E RISCONTI INTRODUZIONE

RATEI E RISCONTI INTRODUZIONE RATEI E RISCONTI INTRODUZIONE In fase di formazione del bilancio di esercizio spesso accade che l effetto economico delle operazioni e degli altri eventi posti in essere dall impresa, non si manifesti

Dettagli

IL PROCESSO DI ARMONIZZAZIONE CONTABILE DEGLI ENTI TERRITORIALI EX D.LGS. 118/2011. Elementi innovativi e principali impatti

IL PROCESSO DI ARMONIZZAZIONE CONTABILE DEGLI ENTI TERRITORIALI EX D.LGS. 118/2011. Elementi innovativi e principali impatti IL PROCESSO DI ARMONIZZAZIONE CONTABILE DEGLI ENTI TERRITORIALI EX D.LGS. 118/2011 Elementi innovativi e principali impatti Agenda 1. Il modello contabile previsto dal D.lgs 118/2011 Contesto normativo

Dettagli

PRINCIPI DI REDAZIONE DEL BILANCIO D ESERCIZIO

PRINCIPI DI REDAZIONE DEL BILANCIO D ESERCIZIO PRINCIPI DI REDAZIONE DEL BILANCIO D ESERCIZIO IL BILANCIO D ESERCIZIO E UN DOCUMENTO AZIENDALE DI SINTESI, DI DERIVAZIONE CONTABILE, RIVOLTO A VARI DESTINATARI, CHE RAPPRESENTA IN TERMINI CONSUNTIVI E

Dettagli

RELAZIONE SULL ATTIVITA SVOLTA 2012-2013

RELAZIONE SULL ATTIVITA SVOLTA 2012-2013 Direzione Generale per il Terzo Settore e le Formazioni Sociali RELAZIONE SULL ATTIVITA SVOLTA 2012-2013 A seguito della soppressione dell Agenzia per il Terzo Settore (ex Agenzia per le Onlus), le relative

Dettagli

CIRCOLARE N. 1276. a) istituiti per soddisfare specificatamente esigenze di interesse generale, aventi carattere non industriale o commerciale;

CIRCOLARE N. 1276. a) istituiti per soddisfare specificatamente esigenze di interesse generale, aventi carattere non industriale o commerciale; CIRCOLARE N. 1276 Condizioni generali per l accesso al credito della gestione separata della Cassa depositi e prestiti società per azioni (CDP), ai sensi dell art. 5 comma 7 lettera a), primo periodo,

Dettagli

Bilancio finale di liquidazione e piano di Riparto

Bilancio finale di liquidazione e piano di Riparto Bilancio finale di liquidazione e piano di Riparto Natura e composizione Non vi sono specifiche indicazioni in merito alle modalità di redazione del bilancio; Il bilancio finale di liquidazione dovrebbe

Dettagli

BENEFICI A FAVORE DI DIPENDENTI, AMMINISTRATORI

BENEFICI A FAVORE DI DIPENDENTI, AMMINISTRATORI BENEFICI A FAVORE DI DIPENDENTI, AMMINISTRATORI Si esamina il trattamento dei benefici concessi a dipendenti, collaboratori e amministratori - collaboratori. I fringe benefits costituiscono la parte della

Dettagli

- Altri servizi generali. QUADRO A Elementi specifici. Gestione Associata in Unione di comuni

- Altri servizi generali. QUADRO A Elementi specifici. Gestione Associata in Unione di comuni generali di amministrazione, di gestione e di controllo - Organi istituzionali, partecipazione e decentramento - Segreteria generale, Personale e Organizzazione - Gestione economica, Finanziaria, Programmazione,

Dettagli

ASPETTI FISCALI, AMMINISTRATIVI ED ACCERTAMENTO NELLE A.S.D.

ASPETTI FISCALI, AMMINISTRATIVI ED ACCERTAMENTO NELLE A.S.D. ASPETTI FISCALI, AMMINISTRATIVI ED ACCERTAMENTO NELLE A.S.D. Convegno del 7 dicembre 2010 Dott. ssa Mariangela Brunero Il rendiconto: criteri e modalità di redazione ed approvazione Introduzione Attività

Dettagli

BILANCIO AL 31/12/2012

BILANCIO AL 31/12/2012 BILANCIO AL 31/12/2012 S T A T O P A T R I M O N I A L E - A T T I V O - B IMMOBILIZZAZIONI I IMMOBILIZZAZIONI IMMATERIALI 1 COSTI DI IMPIANTO E DI AMPLIAMENTO 12201 Spese pluriennali da amm.re 480,00

Dettagli

Il bilancio delle imprese è un documento contabile che descrive la situazione patrimoniale, finanziaria ed economica dell esercizio.

Il bilancio delle imprese è un documento contabile che descrive la situazione patrimoniale, finanziaria ed economica dell esercizio. IL BILANCIO DELLE IMPRESE Le imprese sono aziende che hanno come fine il profitto. Il bilancio delle imprese è un documento contabile che descrive la situazione patrimoniale, finanziaria ed economica dell

Dettagli

Principio contabile della contabilità finanziaria. 9.3 Il riaccertamento straordinario dei residui

Principio contabile della contabilità finanziaria. 9.3 Il riaccertamento straordinario dei residui Principio contabile della contabilità finanziaria 9.3 Il riaccertamento straordinario dei residui Il riaccertamento straordinario dei residui è l attività prevista dall articolo 3 comma 7, del presente

Dettagli

IL PRINCIPIO CONTABILE N. 10 RENDICONTO FINANZIARIO di Nicola Lucido

IL PRINCIPIO CONTABILE N. 10 RENDICONTO FINANZIARIO di Nicola Lucido IL PRINCIPIO CONTABILE N. 10 RENDICONTO FINANZIARIO di Nicola Lucido Sommario: 1. Il rendiconto finanziario 2. L OIC 10 ed il suo contenuto 3. La costruzione del rendiconto finanziario: il metodo diretto

Dettagli

Ministero dell Interno

Ministero dell Interno Ministero dell Economia e delle Finanze DIPARTIMENTO DELLA RAGIONERIA GENERALE DELLO STATO di concerto con il Ministero dell Interno DIPARTIMENTO PER GLI AFFARI INTERNI E TERRITORIALI VISTO il decreto

Dettagli

Economia e Finanza delle. Assicurazioni. Aspetti economico-finanziari delle gestioni assicurative. Mario Parisi

Economia e Finanza delle. Assicurazioni. Aspetti economico-finanziari delle gestioni assicurative. Mario Parisi Economia e Finanza delle Assicurazioni Università di Macerata Facoltà di Economia Mario Parisi Aspetti economico-finanziari delle gestioni assicurative 1 aspetti economici * gestione assicurativa * gestione

Dettagli

C O M U N E DI M O L I T E R N O

C O M U N E DI M O L I T E R N O C O M U N E DI M O L I T E R N O (Provincia di Potenza) REGOLAMENTO SUI CONTROLLI INTERNI Approvato con delibera consiliare n.05 del 6/02/2013 modificato con delibera consiliare n. 54 del 30/11/2013 Indice

Dettagli

LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE

LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE Modulo DATI INFORMATIVI FINANZIARI ANNUALI per gli emittenti industriali LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE Data : 03/05/2011 Versione : 1.3 1 Revisioni Data Versione Cap./ Modificati 03/05/2010 1.0-13/05/2010

Dettagli

DICHIARAZIONE DEI REDDITI 730/2015 Campagna Fiscale dal 15/04 al 05/07

DICHIARAZIONE DEI REDDITI 730/2015 Campagna Fiscale dal 15/04 al 05/07 DICHIARAZIONE DEI REDDITI 730/2015 Campagna Fiscale dal 15/04 al 05/07 Bonus IRPEF 80 euro Nel nuovo modello 730/2015 trova spazio il bonus IRPEF 80 euro ricevuto nel 2014, essendo previsto l obbligo di

Dettagli

OIC 10 RENDICONTO FINANZIARIO

OIC 10 RENDICONTO FINANZIARIO S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO I NUOVI PRINCIPI CONTABILI. LA DISCIPLINA GENERALE DEL BILANCIO DI ESERCIZIO E CONSOLIDATO. OIC 10 RENDICONTO FINANZIARIO GABRIELE SANDRETTI MILANO, SALA

Dettagli

ALLEGATO 4 ALTRI ENTI IN CONTABILITA' FINANZIARIA

ALLEGATO 4 ALTRI ENTI IN CONTABILITA' FINANZIARIA Prospetto di cui all'art. 8, comma 1,D.L. 66/2014 (enti in contabilità finanziaria) Bilancio di Previsione 2015 E I Entrate correnti di natura tributaria, contributiva e perequativa 0 0 E II Tributi 0

Dettagli

COMUNE DI ALCAMO PROVINCIA Dl TRAPANI

COMUNE DI ALCAMO PROVINCIA Dl TRAPANI Allegato 1 COMUNE DI ALCAMO PROVINCIA Dl TRAPANI REGOLAMENTO PER LA DOTAZIONE FINANZIARIA COMUNALE PER INTERVENTI DI MANUTENZIONE ORDINARIA E DI FUNZIONAMENTO IN FAVORE DEGLI ISTITUTI DI ISTRUZIONE PRIMARIA

Dettagli

Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione

Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione Gruppo di Lavoro ITACA Regioni/Presidenza del Consiglio dei Ministri Aggiornamento 14 novembre 2011 Dipartimento

Dettagli

LA SOCIETÀ IN NOME COLLETTIVO (art. 2291 c.c./ 2312c.c.)

LA SOCIETÀ IN NOME COLLETTIVO (art. 2291 c.c./ 2312c.c.) LA SOCIETÀ IN NOME COLLETTIVO (art. 2291 c.c./ 2312c.c.) COSTITUZIONE DELLA SOCIETA INVALIDITA DELLA SOCIETA L ORDINAMENTO PATRIMONIALE Mastrangelo dott. Laura NOZIONE (ART. 2291 C.C) Nella società in

Dettagli

L ORDINAMENTO FINANZIARIO E CONTABILE DEGLI ENTI LOCALI. Slides a cura del dott. Paolo Longoni

L ORDINAMENTO FINANZIARIO E CONTABILE DEGLI ENTI LOCALI. Slides a cura del dott. Paolo Longoni L ORDINAMENTO FINANZIARIO E CONTABILE DEGLI ENTI LOCALI 1 Slides a cura del dott. Paolo Longoni!1 PARLARE DI CONTABILITÀ NEGLI ENTI LOCALI.. Significa adottare un punto di vista diverso da quello in uso

Dettagli

INDICE. - Categorie di dipendenti o di collaboratori dell Emittente e delle società controllanti o controllate da tale Emittente

INDICE. - Categorie di dipendenti o di collaboratori dell Emittente e delle società controllanti o controllate da tale Emittente 1 INDICE Premessa 4 Soggetti Destinatari 6 - Indicazione nominativa dei destinatari che sono componenti del Consiglio di Amministrazione dell Emittente, delle società controllanti e di quelle, direttamente

Dettagli

La compilazione del quadro RF per gli interessi passivi. dott. Gianluca Odetto. Eutekne Tutti i diritti riservati

La compilazione del quadro RF per gli interessi passivi. dott. Gianluca Odetto. Eutekne Tutti i diritti riservati La compilazione del quadro RF per gli interessi passivi dott. Gianluca Odetto Eutekne Tutti i diritti riservati Interessi passivi soggetti a monitoraggio AMBITO OGGETTIVO Tutti gli interessi passivi sostenuti

Dettagli

LA TRASFORMAZIONE DEI SISTEMI AMMINISTRATIVI E CONTABILI: IL PASSAGGIO DALLA CONTABILITÀ FINANZIARIA AI NUOVI SISTEMI CONTABILI (CO.GE.

LA TRASFORMAZIONE DEI SISTEMI AMMINISTRATIVI E CONTABILI: IL PASSAGGIO DALLA CONTABILITÀ FINANZIARIA AI NUOVI SISTEMI CONTABILI (CO.GE. LA TRASFORMAZIONE DEI SISTEMI AMMINISTRATIVI E CONTABILI: IL PASSAGGIO DALLA CONTABILITÀ FINANZIARIA AI NUOVI SISTEMI CONTABILI (CO.GE. E COAN) Prof.ssa Claudia SALVATORE Università degli Studi del Molise

Dettagli

BANDI 2015 2. 1) Come presentare un progetto sui bandi della Fondazione. 2) La procedura di selezione e valutazione dei progetti

BANDI 2015 2. 1) Come presentare un progetto sui bandi della Fondazione. 2) La procedura di selezione e valutazione dei progetti BANDI 2015 2 Guida alla presentazione La Fondazione Cariplo è una persona giuridica privata, dotata di piena autonomia gestionale, che, nel quadro delle disposizioni della Legge 23 dicembre 1998, n. 461,

Dettagli

9. Le disposizioni di cui al presente articolo non comportano aumenti di spesa a carico del bilancio regionale.

9. Le disposizioni di cui al presente articolo non comportano aumenti di spesa a carico del bilancio regionale. 9. Le disposizioni di cui al presente articolo non comportano aumenti di spesa a carico del bilancio regionale. Art. 27 Adeguamento della legge regionale n.3/2007 alla normativa nazionale 1. Alla legge

Dettagli

Compensi agli amministratori

Compensi agli amministratori Università Politecnica delle Marche Idee imprenditoriali innovative Focus group 23 ottobre 2009 Le società ed il bilancio Dividendi e compensi agli amministratori aspetti fiscali e contributivi Compensi

Dettagli

LE IMPOSTE SUL REDDITO

LE IMPOSTE SUL REDDITO LE IMPOSTE SUL REDDITO LE IMPOSTE SUL REDDITO Il risultato che scaturisce dal bilancio redatto in base alla normativa del codice civile rappresenta il valore di partenza a cui fa riferimento la disciplina

Dettagli

STATUTO ART. 1) DENOMINAZIONE FINALITA SEDE

STATUTO ART. 1) DENOMINAZIONE FINALITA SEDE ART. 1) DENOMINAZIONE FINALITA SEDE STATUTO L Associazione denominata CORILA - Consorzio per il coordinamento delle ricerche inerenti al sistema lagunare di Venezia, è costituita ai sensi degli artt. 14

Dettagli

Adempimenti fiscali nel fallimento

Adempimenti fiscali nel fallimento ORDINE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI ED ESPERTI CONTABILI DI LECCO Adempimenti fiscali nel fallimento A cura della Commissione di studio in materia fallimentare e concorsuale Febbraio 2011 INDICE 1. Apertura

Dettagli

Il comune non può costituire una fondazione per ricerca di finanziamenti

Il comune non può costituire una fondazione per ricerca di finanziamenti ........ Reperimento risorse per interventi in ambito culturale e sociale Il comune non può costituire una fondazione per ricerca di finanziamenti di Federica Caponi Consulente di enti locali... Non è

Dettagli

Fondazione Luca Pacioli

Fondazione Luca Pacioli Fondazione Luca Pacioli LE NOVITÀ DELLA RIFORMA DEL DIRITTO SOCIETARIO SUL BILANCIO D ESERCIZIO BILANCIO IN FORMA ABBREVIATA Documento n. 15 del 28 aprile 2005 CIRCOLARE Via G. Paisiello, 24 00198 Roma

Dettagli

CORSO DI CONTABILITA E BILANCIO 2

CORSO DI CONTABILITA E BILANCIO 2 CORSO DI CONTABILITA E BILANCIO 2 La valutazione delle IMMOBILIZZAZIONI MATERIALI Prima lezione di Alberto Bertoni 1 IMMOBILIZZAZIONI Definizione Cod. Civ. art. 2424-bis, 1 c. Le immobilizzazioni sono

Dettagli

CIRCOLARE N. 21/E. Roma, 10 luglio 2014

CIRCOLARE N. 21/E. Roma, 10 luglio 2014 CIRCOLARE N. 21/E Direzione Centrale Normativa Roma, 10 luglio 2014 OGGETTO: Fondi di investimento alternativi. Articoli da 9 a 14 del decreto legislativo 4 marzo 2014, n. 44 emanato in attuazione della

Dettagli

Comune di Grado Provincia di Gorizia

Comune di Grado Provincia di Gorizia Comune di Grado Provincia di Gorizia REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEGLI INCENTIVI PER LA PROGETTAZIONE E LA REALIZZAZIONE DI LAVORI PUBBLICI, AI SENSI DELL ART.11 DELLA LEGGE REGIONALE 31 MAGGIO 2002,

Dettagli

ATTO DI INDIRIZZO LINEE GUIDA E SCHEMI PER LA REDAZIONE DEI BILANCI DI ESERCIZIO AGENZIA PER LE ONLUS DEGLI ENTI NON PROFIT

ATTO DI INDIRIZZO LINEE GUIDA E SCHEMI PER LA REDAZIONE DEI BILANCI DI ESERCIZIO AGENZIA PER LE ONLUS DEGLI ENTI NON PROFIT AGENZIA PER LE ONLUS ATTO DI INDIRIZZO ai sensi dell art. 3, comma 1, lett. a) del D.P.C.M. 21 marzo 2001 n. 329 LINEE GUIDA E SCHEMI PER LA REDAZIONE DEI BILANCI DI ESERCIZIO DEGLI ENTI NON PROFIT Approvato

Dettagli

I contributi pubblici nello IAS 20

I contributi pubblici nello IAS 20 I contributi pubblici nello IAS 20 di Paolo Moretti Il principio contabile internazionale IAS 20 fornisce le indicazioni in merito alle modalità di contabilizzazione ed informativa dei contributi pubblici,

Dettagli

La comunicazione dei dati relativi al Tfr e altre indennità

La comunicazione dei dati relativi al Tfr e altre indennità La comunicazione dei dati relativi al Tfr e altre indennità La sezione relativa all esposizione sintetica e analitica dei dati relativi al Tfr, alle indennità equipollenti e alle altre indennità e somme,

Dettagli

STATUTO FONDAZIONE ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI CASERTA

STATUTO FONDAZIONE ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI CASERTA STATUTO FONDAZIONE ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI CASERTA 1. A norma degli articoli 14 e seguenti del Codice Civile è costituita la Fondazione dell

Dettagli

Data Tipo Codice bilancio Capitolo-Articolo Note Previsione 2011- Accer. Impegnato al 08-08-2011 E 1011060 E 75-0

Data Tipo Codice bilancio Capitolo-Articolo Note Previsione 2011- Accer. Impegnato al 08-08-2011 E 1011060 E 75-0 Numer o Data Tipo Codice bilancio Capitolo-Articolo Note Previsione 2011- Accer. Impegnato al 08-08-2011 Previsione 2012 Previsione 2013 1 16/08/2011 E 1011060 E 75-0 1011060: ADDIZIONALE COMUNALE ALL'IRPEF

Dettagli

Regolamento recante disposizioni per le società di gestione del risparmio.

Regolamento recante disposizioni per le società di gestione del risparmio. Provvedimento 20 settembre 1999 Regolamento recante disposizioni per le società di gestione del risparmio. IL GOVERNATORE DELLA BANCA D ITALIA Visto il decreto legislativo del 24 febbraio 1998, n. 58 (testo

Dettagli

I PRINCIPI CONTABILI PER GLI ENTI LOCALI

I PRINCIPI CONTABILI PER GLI ENTI LOCALI MINISTERO DELL INTERNO DIPARTIMENTO PER GLI AFFARI INTERNI E TERRITORIALI DIREZIONE CENTRALE DELLA FINANZA LOCALE OSSERVATORIO PER LA FINANZA E LA CONTABILITÀ DEGLI ENTI LOCALI I PRINCIPI CONTABILI PER

Dettagli

Documento su. Conferenza Stato Città Autonomie locali

Documento su. Conferenza Stato Città Autonomie locali Documento su Situazione finanziaria delle Province e valutazione sulla sostenibilità del concorso delle Province e Città metropolitane alla riduzione della spesa pubblica Analisi tecnica operata sulla

Dettagli

OIC 23 - Lavori in corso su ordinazione

OIC 23 - Lavori in corso su ordinazione Luca Bilancini (Commercialista, Pubblicista, coordinatore scientifico MAP) OIC 23 - Lavori in corso su ordinazione 1 OIC 23 - Principali novità Non ci sono più i paragrafi relativi alle commesse in valuta

Dettagli

STATUTO DEL CONSIGLIO PARROCCHIALE PER GLI AFFARI ECONOMICI. La Parrocchia

STATUTO DEL CONSIGLIO PARROCCHIALE PER GLI AFFARI ECONOMICI. La Parrocchia STATUTO DEL CONSIGLIO PARROCCHIALE PER GLI AFFARI ECONOMICI La Parrocchia Art. 1. La parrocchia è una persona giuridica pubblica, costituita con decreto dell Ordinario Diocesano (can. 515,3 ), riconosciuta

Dettagli

Passività iscritte nei bilanci IAS: il coordinamento fiscale con le modifiche apportate allo IAS 37

Passività iscritte nei bilanci IAS: il coordinamento fiscale con le modifiche apportate allo IAS 37 Le novità civilistiche e fiscali per la stesura del bilancio di Stefano Chirichigno e Vittoria Segre Passività iscritte nei bilanci IAS: il coordinamento fiscale con le modifiche apportate allo IAS 37

Dettagli

PROVINCIA DI ROMA. Regolamento Servizio di Economato

PROVINCIA DI ROMA. Regolamento Servizio di Economato PROVINCIA DI ROMA Regolamento Servizio di Economato Adottato con delibera del Consiglio Provinciale: n. 1111 dell 1 marzo 1995 Aggiornato con delibera del Consiglio Provinciale n. 34 del 12 luglio 2010

Dettagli

Rischio impresa. Rischio di revisione

Rischio impresa. Rischio di revisione Guida alla revisione legale PIANIFICAZIONE del LAVORO di REVISIONE LEGALE dei CONTI Formalizzazione delle attività da svolgere nelle carte di lavoro: determinazione del rischio di revisione, calcolo della

Dettagli

Patrimoni destinati ad uno specifico affare. A cura di Davide Colarossi Dottore Commercialista

Patrimoni destinati ad uno specifico affare. A cura di Davide Colarossi Dottore Commercialista Patrimoni destinati ad uno specifico affare A cura di Davide Colarossi Dottore Commercialista Riferimenti normativi D.Lgs. Numero 6 del 17 gennaio 2003 Introduce con gli articoli 2447-bis e seguenti del

Dettagli

Città di Biella Rendiconto 2013

Città di Biella Rendiconto 2013 erogati a domanda individuale I servizi a domanda individuale raggruppano quelle attività gestite dal comune che non sono intraprese per obbligo istituzionale, che vengono utilizzate a richiesta dell'utente

Dettagli

CIRCOLARE N. 15/E. Roma, 10 maggio 2013. Direzione Centrale Normativa

CIRCOLARE N. 15/E. Roma, 10 maggio 2013. Direzione Centrale Normativa CIRCOLARE N. 15/E Direzione Centrale Normativa Roma, 10 maggio 2013 OGGETTO: Imposta di bollo applicabile agli estratti di conto corrente, ai rendiconti dei libretti di risparmio ed alle comunicazioni

Dettagli

5 Contributo Autonoma Sistemazione

5 Contributo Autonoma Sistemazione 5 Contributo Autonoma Sistemazione CAS A valere sulle risorse finanziarie di cui all articolo 3 dell Ordinanza del Capo del Dipartimento della protezione civile (OCDPC) n. 232 del 30 marzo 2015 viene stimata

Dettagli

FONDAZIONE FORENSE DI PESARO

FONDAZIONE FORENSE DI PESARO FONDAZIONE FORENSE DI PESARO Palazzo di Giustizia, Piazzale Carducci n. 12 GUIDA PRATICA ALL ACQUISTO DI IMMOBILI ALL ASTA Perché acquistare un immobile all asta? Acquistare all asta è spesso più conveniente.

Dettagli

REGOLAMENTO PER L AMMINISTRAZIONE E LA CONTABILITÀ DEGLI ENTI PUBBLICI DI CUI ALLA LEGGE 20 MARZO 1975, N. 70

REGOLAMENTO PER L AMMINISTRAZIONE E LA CONTABILITÀ DEGLI ENTI PUBBLICI DI CUI ALLA LEGGE 20 MARZO 1975, N. 70 REGOLAMENTO PER L AMMINISTRAZIONE E LA CONTABILITÀ DEGLI ENTI PUBBLICI DI CUI ALLA LEGGE 20 MARZO 1975, N. 70 INDICE TITOLO I DISPOSIZIONI GENERALI Art. 1 - Definizioni e denominazioni 3 Art. 2 - Ambito

Dettagli

Una posta di bilancio che necessita particolare

Una posta di bilancio che necessita particolare Costi di ricerca e sviluppo: aspetti contabili e fiscali I principi contabili possono aiutare a interpretare correttamente le scarne istruzioni del legislatore in tema di deducibilità dei costi sostenuti

Dettagli

Cos è e come si costituisce una cooperativa. Roberta Trovarelli Legacoop Emilia Romagna

Cos è e come si costituisce una cooperativa. Roberta Trovarelli Legacoop Emilia Romagna Cos è e come si costituisce una cooperativa Roberta Trovarelli Legacoop Emilia Romagna 1 Che cos è una cooperativa un'associazione autonoma di persone che si uniscono volontariamente per soddisfare i propri

Dettagli

PROCEDURA PER L EFFETTUAZIONE DI OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE

PROCEDURA PER L EFFETTUAZIONE DI OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE PROCEDURA PER L EFFETTUAZIONE DI OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE ADOTTATA AI SENSI DELL ART. 4 DEL REGOLAMENTO CONSOB 17221 DEL 12 MARZO 2010 (e successive modifiche) Bologna,1 giugno 2014 Indice 1. Premessa...

Dettagli

LA COMPENSAZIONE DEI RUOLI ERARIALI

LA COMPENSAZIONE DEI RUOLI ERARIALI Circolare N. 21 Area: TAX & LAW Periodico plurisettimanale 18 marzo 2011 LA COMPENSAZIONE DEI RUOLI ERARIALI Con la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del DM 10 febbraio 2011, trovano piena attuazione

Dettagli

DOCUMENTO INFORMATIVO RELATIVO AD OPERAZIONI DI MAGGIORE RILEVANZA CON PARTI CORRELATE

DOCUMENTO INFORMATIVO RELATIVO AD OPERAZIONI DI MAGGIORE RILEVANZA CON PARTI CORRELATE DOCUMENTO INFORMATIVO RELATIVO AD OPERAZIONI DI MAGGIORE RILEVANZA CON PARTI CORRELATE Redatto ai sensi dell art. 5 della Delibera Consob n. 17221 del 12 marzo 2010 (come modificata con Delibera n. 17389

Dettagli

Modulo di richiesta chiusura conto corrente BancoPosta Persone Fisiche

Modulo di richiesta chiusura conto corrente BancoPosta Persone Fisiche Modulo di richiesta chiusura conto corrente BancoPosta Persone Fisiche Il presente modulo, sottoscritto e corredato della documentazione necessaria, può essere: consegnato in un qualunque Ufficio Postale

Dettagli

8.2 Imposta sul reddito delle persone fisiche (IRPEF)

8.2 Imposta sul reddito delle persone fisiche (IRPEF) I TRIBUTI 89 APPROFONDIMENTI IL CODICE TRIBUTO Ogni pagamento effettuato con i modelli F23 o F24 deve essere identificato in modo preciso, abbinando a ogni versamento un codice di tributo. Nella tabella

Dettagli

Regolamento per il riscatto degli anni di laurea ex art. 22 Regolamento dell Ente

Regolamento per il riscatto degli anni di laurea ex art. 22 Regolamento dell Ente E.P.A.P. Ente di Previdenza ed Assistenza Pluricategoriale Via Vicenza, 7-00185 Roma Tel: 06 69.64.51 - Fax: 06 69.64.555 E-mail: info@epap.it - Sito web: www.epap.it Codice fiscale: 97149120582 Regolamento

Dettagli

COME NASCE L IDEA IMPRENDITORIALE E COME SI SVILUPPA IL PROGETTO D IMPRESA: IL BUSINESS PLAN

COME NASCE L IDEA IMPRENDITORIALE E COME SI SVILUPPA IL PROGETTO D IMPRESA: IL BUSINESS PLAN COME NASCE L IDEA IMPRENDITORIALE E COME SI SVILUPPA IL PROGETTO D IMPRESA: IL BUSINESS PLAN La nuova impresa nasce da un idea, da un intuizione: la scoperta di una nuova tecnologia, l espansione della

Dettagli

3 PASSI NELL IMPRESA E NEL LAVORO AUONOMO. Appunti di Finanza Aziendale Dott. Vulpinari Gianluigi

3 PASSI NELL IMPRESA E NEL LAVORO AUONOMO. Appunti di Finanza Aziendale Dott. Vulpinari Gianluigi 3 PASSI NELL IMPRESA E NEL LAVORO AUONOMO Gli elementi utili per aprire un attività imprenditoriale Rovigo, 14 maggio 2008 Appunti di Finanza Aziendale Dott. Vulpinari Gianluigi La scelta di intraprendere

Dettagli

Beni strumentali: acquisizione, utilizzo e dismissione... Celestina Rovetto

Beni strumentali: acquisizione, utilizzo e dismissione... Celestina Rovetto Svolgimento della prova di verifica n. 17 Classe 4 a IGEA, Mercurio, Brocca, Programmatori, Liceo economico, IPSC Beni strumentali: acquisizione, utilizzo e dismissione. Celestina Rovetto Obiettivi della

Dettagli

DECRETO 28 maggio 2001, n.295. Regolamento recante criteri e modalità di concessione degli incentivi a favore dell autoimpiego

DECRETO 28 maggio 2001, n.295. Regolamento recante criteri e modalità di concessione degli incentivi a favore dell autoimpiego DECRETO 28 maggio 2001, n.295 Regolamento recante criteri e modalità di concessione degli incentivi a favore dell autoimpiego Capo I Art. 1 Definizioni 1. Nel presente regolamento l'espressione: a)

Dettagli

I TRASFERIMENTI REGIONALI ALLE PROVINCE PIEMONTESI L ANALISI DEI DATI DELL ANNO 2009 IN RAPPORTO A QUELLI DEGLI ANNI PRECEDENTI

I TRASFERIMENTI REGIONALI ALLE PROVINCE PIEMONTESI L ANALISI DEI DATI DELL ANNO 2009 IN RAPPORTO A QUELLI DEGLI ANNI PRECEDENTI I TRASFERIMENTI REGIONALI ALLE PROVINCE PIEMONTESI L ANALISI DEI DATI DELL ANNO 2009 IN RAPPORTO A QUELLI DEGLI ANNI PRECEDENTI Dall anno 2003 l Unione Province Piemontesi raccoglie, con la collaborazione

Dettagli

GRUPPO COFIDE: UTILE DEL TRIMESTRE A 13,6 MLN (PERDITA DI 2,3 MLN NEL 2014)

GRUPPO COFIDE: UTILE DEL TRIMESTRE A 13,6 MLN (PERDITA DI 2,3 MLN NEL 2014) COMUNICATO STAMPA Il Consiglio di Amministrazione approva i risultati al 31 marzo 2015 GRUPPO COFIDE: UTILE DEL TRIMESTRE A 13,6 MLN (PERDITA DI 2,3 MLN NEL 2014) Il risultato beneficia del positivo contributo

Dettagli

Principio contabile internazionale n. 12 Imposte sul reddito

Principio contabile internazionale n. 12 Imposte sul reddito Principio contabile internazionale n. 12 Imposte sul reddito Finalità La finalità del presente Principio è quella di definire il trattamento contabile delle imposte sul reddito. L aspetto principale della

Dettagli

Allegato "A" al N. 67357/8101 di repertorio Milano il 10.02.2009 STATUTO DELL ASSOCIAZIONE CULTURALE "In Atto" Art. 1) Ai sensi della Legge 7

Allegato A al N. 67357/8101 di repertorio Milano il 10.02.2009 STATUTO DELL ASSOCIAZIONE CULTURALE In Atto Art. 1) Ai sensi della Legge 7 Allegato "A" al N. 67357/8101 di repertorio Milano il 10.02.2009 STATUTO DELL ASSOCIAZIONE CULTURALE "In Atto" Art. 1) Ai sensi della Legge 7 dicembre 2000, n. 383 e delle norme del codice civile in tema

Dettagli

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014 DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014 SETTORE SEGRETARIO GENERALE SERVIZIO ELABORAZIONE DATI OGGETTO: 97.404,80 I.C. SERVIZIO DI ASSISTENZA TECNICA INTEGRALE E FORNITURA DI MATERIALE CONSUMABILE

Dettagli

LO STATO PATRIMONIALE. A cura di Fabrizio Bava, Donatella Busso, Piero Pisoni

LO STATO PATRIMONIALE. A cura di Fabrizio Bava, Donatella Busso, Piero Pisoni LO STATO PATRIMONIALE A cura di Fabrizio Bava, Donatella Busso, Piero Pisoni LE MODIFICHE ALLO SCHEMA STATO PATRIMONIALE ATTIVO C.II.4.BIS CREDITI TRIBUTARI C.II.4.TER IMPOSTE ANTICIPATE STATO PATRIMONIALE

Dettagli

OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI. Imposte sul reddito. Agosto 2014. Copyright OIC

OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI. Imposte sul reddito. Agosto 2014. Copyright OIC OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI Imposte sul reddito Agosto 2014 Copyright OIC PRESENTAZIONE L Organismo Italiano di Contabilità (OIC) si è costituito, nella veste giuridica di

Dettagli

PRINCIPIO DI REVISIONE (SA Italia) 250B LE VERIFICHE DELLA REGOLARE TENUTA DELLA CONTABILITÀ SOCIALE

PRINCIPIO DI REVISIONE (SA Italia) 250B LE VERIFICHE DELLA REGOLARE TENUTA DELLA CONTABILITÀ SOCIALE PRINCIPIO DI REVISIONE (SA Italia) 250B LE VERIFICHE DELLA REGOLARE TENUTA DELLA CONTABILITÀ SOCIALE (In vigore per le verifiche della regolare tenuta della contabilità sociale svolte dal 1 gennaio 2015)

Dettagli

CIRCOLARE N. 45/E. Roma, 12 ottobre 2011

CIRCOLARE N. 45/E. Roma, 12 ottobre 2011 CIRCOLARE N. 45/E Roma, 12 ottobre 2011 Direzione Centrale Normativa OGGETTO: Aumento dell aliquota IVA ordinaria dal 20 al 21 per cento - Articolo 2, commi da 2-bis a 2-quater, decreto legge 13 agosto

Dettagli

La riforma dell ISEE. Maggiore equità ed efficacia nella valutazione della condizione economica della famiglia

La riforma dell ISEE. Maggiore equità ed efficacia nella valutazione della condizione economica della famiglia Maggiore equità ed efficacia nella valutazione della condizione economica della famiglia 2 La riforma dell ISEE (Indicatore della situazione economica equivalente) rappresenta un passo fondamentale per

Dettagli

STATUTO DELL ACCADEMIA NAZIONALE DEI LINCEI (*)

STATUTO DELL ACCADEMIA NAZIONALE DEI LINCEI (*) 1 STATUTO DELL ACCADEMIA NAZIONALE DEI LINCEI (*) I - Costituzione dell Accademia Articolo 1 1. L Accademia Nazionale dei Lincei, istituzione di alta cultura, con sede in Roma, ai sensi dell art. 33 della

Dettagli