1 DISPONIBILITÀ FINANZIARIA

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "1 DISPONIBILITÀ FINANZIARIA"

Transcript

1 BANDO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI A SOSTEGNO DI ATTIVITÀ CULTURALI, SPORTIVE E RICREATIVE ORGANIZZATE DA RAGGRUPPAMENTI DI STUDENTI ISCRITTI ALL UNIVERSITA DEGLI STUDI DELLA BASILICATA -ANNO 2011 In conformità a quanto stabilito nel Regolamento per la erogazione di contributi per attività culturali, sportive e ricreative e per l interscambio di studenti universitari approvato con delibera del Comitato Paritetico di Amministrazione n. 1 dell 11 gennaio L Azienda Regionale per il Diritto allo Studio Universitario della Basilicata rende noto che intende procedere alla concessione di contributi rivolti a studenti universitari regolarmente iscritti a tutti i Corsi di Laurea e post- Laurea dell Università degli Studi della Basilicata. 1 DISPONIBILITÀ FINANZIARIA L Azienda stabilisce in il contributo complessivo da destinare alle attività delle Associazioni studentesche, Gruppi di studenti alloggiati e Gruppi di fatto di almeno 50 studenti, operanti nell Ateneo lucano e così come in premessa specificati. 2 DESTINATARI 1. Possono presentare domanda per la concessione di contributi o di agevolazioni previsti per attività culturali, sportive e ricreative i seguenti soggetti: a) associazioni di studenti universitari legalmente riconosciute e iscritte nell apposito registro istituito dall Università della Basilicata; b) associazioni di fatto di studenti universitari, purché composte da un minimo di 50 aderenti. 2. I soggetti di cui alle lettere a) e b) del comma precedente debbono unire alle domande di contributo o agevolazione l elenco nominativo dei rispettivi associati, con l indicazione del responsabile della iniziativa. 3. Le domande debbono essere accompagnate, a pena di inammissibilità: a) per le associazioni di cui al comma 1 lettera a), copia dell atto costitutivo e statuto dai quali risultino esplicitamente: 1 -la dichiarata assenza di lucro; 2 -le finalità dell associazione; 3 -la prevalenza di studenti universitari;

2 4 -la prevalente destinazione delle iniziative a studenti universitari; b) per le associazioni di cui al comma 1 lettera b), dalla dichiarazione costitutiva con l indicazione del nominativo del responsabile e la specificazione delle finalità associative. 5. Non sono accolte iniziative che comportino la produzione di materiale a fini commerciali e/o di propaganda politico-elettorale. 3 -REQUISITI I destinatari di cui al presente bando devono: -devono essere costituiti senza fini di lucro; -gli scopi dell Associazione devono avere attinenza con lo studio universitario e, quindi, con il diritto allo studio, inteso nella più ampia accezione. Non è consentito agli studenti di far parte contemporaneamente degli organi decisionali (Presidente, Delegato, Tesoriere, ecc.) di più Associazioni richiedenti la concessione di contributi oggetto del presente Bando. I Rappresentanti degli studenti eletti nel Comitato Paritetico di Amministrazione dell Azienda non possono assumere incarichi in organi decisionali di Associazioni che richiedano e beneficino di contributi da parte dell Azienda. 4 ATTIVITA FINANZIABILI Sono ammesse a contributo le seguenti attività rivolte agli studenti universitari: 1. seminari, conferenze, mostre, dibattiti su temi generali riguardanti l Università e questioni etiche, socio economiche, letterarie e scientifiche (ad esclusione dei rimborsi o compensi per i relatori); 2. rassegne cinematografiche a tema; 3. concorsi interessanti campi di attività diverse (letteratura, fotografia, cinema, grafica, pittura, scultura); 4. attività musicali, di teatro e cinematografiche: seminari, corsi, realizzazione spettacoli e prodotti video; 5. corsi, seminari, incontri, conferenze attinenti ai vari campi dell arte, della cultura, delle scienze; 6. pubblicazioni, riviste e giornali studenteschi (privi di propaganda elettorale diretta) che abbiano un direttore responsabile e regolare registrazione in tribunale; 7. attività ricreative caratterizzate da valenza culturale e di socializzazione realizzate esclusivamente dai Gruppi degli studenti alloggiati e prioritariamente per gli studenti delle Residenze. 8. le richieste di acquisto di materiale saranno ammesse soltanto se trattasi di beni non soggetti agli obblighi degli inventari in vigore per gli Enti

3 Pubblici. Le eventuali necessità di utilizzazione, per lo svolgimento dell iniziativa, di materiali, strumenti, apparecchi e attrezzature inventariabili, saranno accolte con riserva e non per l'acquisto, bensì per il noleggio; 9. le richieste di spese per l'affitto dei locali dove si svolgeranno le iniziative, saranno ammesse soltanto se l'attività non potrà essere convenientemente svolta in spazi disponibili dell'azienda, ovvero per indisponibilità degli stessi al momento dell'effettuazione dell iniziativa. Non saranno ammesse spese per l acquisizione di beni mediamente leasing e spese per gite e viaggi d istruzione e assimilati. 5 CRITERI La valutazione delle domande presentate sarà effettuata sulla base dei seguenti criteri: -saranno privilegiate le produzioni di attività culturali, rispetto a quelle di fruizione; -relativamente ai dibattiti, conferenze e seminari, saranno esclusi quelli riguardanti argomenti che risultino oggetto di corsi universitari già attivati. I contributi escludono iniziative già messe in atto dall'università o dall'azienda Regionale per il D.S.U. e/o da Istituzioni Pubbliche; -in presenza di iniziative aventi un identico o simile progetto, l Azienda si riserva, al fine di razionalizzare l'intervento, di disporre l'unificazione delle iniziative stesse, così come, per iniziative particolari e di eccezionale interesse, si riserva di gestire direttamente l iniziativa in accordo con l Associazione proponente; Sarà tenuto conto inoltre dei seguenti e ulteriori elementi di valutazione: a) delle attività finanziate in precedenza dall Azienda e dell ammontare del finanziamento assegnato, dell utilizzazione dello stesso in relazione ai programmi realizzati ed ai risultati conseguiti (numero degli studenti coinvolti, validità delle iniziative realizzate, rapporti con la realtà socio - culturale della città); b) dei finanziamenti eventualmente assegnati dall Università e/o da altri Enti per la stessa attività; c) dalle attività precedenti eventualmente svolte da ciascuna Associazione. Sarà invece valutata negativamente la mancata utilizzazione dei contributi concessi nell anno precedente, fatti salvi i casi di mancata o parziale utilizzazione per cause non imputabili all Associazione. 6 TERMINI E MODALITÀ DI PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA Le domande devono essere inviate per posta a mezzo raccomandata e farà fede il timbro postale di partenza entro il 15 maggio 2011 all ARDSU Basilicata,

4 Corso Umberto I, 22/d, Potenza. In questo caso dovrà essere allegato il documento d identità in corso di validità del sottoscrittore della domanda. La domanda sarà ritenuta valida se presentata sull apposita modulistica e dovrà contenere: 1) dati anagrafici e residenza del legale Rappresentante dell Associazione, con indicazione della sede legale e del codice fiscale dell Associazione e dell eventuale Rappresentante delegato; 2) programma analitico delle attività culturali e/o editoriali svolte precedentemente; 3) programma analitico delle attività culturali e/o editoriali che si intendono svolgere nell anno 2011 e oggetto della domanda di contributo con l indicazione dei tempi e dei luoghi di realizzazione; 4) preventivo di spesa dettagliato delle iniziative che si intendono realizzare con indicata l entità del contributo richiesto; 5) dichiarazione di non aver chiesto o ricevuto contributi da altri Enti pubblici o privati per la realizzazione del medesimo progetto, oppure di averli chiesti e/o ricevuti per la realizzazione di una parte del progetto stesso; 6) dichiarazione d impegno alla restituzione dell anticipo in caso di mancata realizzazione dell iniziativa o di realizzazione ritenuta non conforme al progetto approvato; 7) scelta per la riscossione del contributo concesso; La domanda dovrà essere inoltre corredata dai seguenti documenti: -copia dello Statuto e dell Atto Costitutivo regolarmente registrati ed aggiornati o, per i Gruppi di fatto e degli studenti alloggiati nelle Residenze, l apposita dichiarazione di costituzione recante il nominativo del Responsabile e la specificazione delle finalità e gli scopi del Gruppo; -elenco dei nominativi dei componenti le Associazioni ed i Gruppi con l indicazione per ciascuno dello status di studente universitario; -per i giornali studenteschi, da copia dei documenti attestanti l incarico di direttore responsabile e la registrazione in tribunale. 7 TERMINI E MODALITA DI CONCESSIONE DEL CONTRIBUTO Entro 30 giorni dalla scadenza del Bando, il Direttore approva con proprio provvedimento il piano annuale dei finanziamenti. L istruttoria sulle domande pervenute, sarà effettuata da una Commissione composta dai tre dipendenti dell Ardsu. La determinazione dell ammontare del finanziamento a favore di ciascuna delle Associazioni sarà effettuata sulla base di una valutazione comparata e complessiva derivante dall esame dei programmi presentati, della qualità della proposta, dell'interesse culturale della stessa. Il piano annuale dei finanziamenti sarà reso pubblico mediante affissione negli albi delle sedi ove si forniscono i servizi dell Azienda e dell Università e ne sarà

5 data comunicazione a tutti i soggetti che hanno presentato domanda di contributo. I progetti delle iniziative ammesse a contributo non possono subire variazioni se non per motivazioni inderogabili e solo tramite richiesta, documentata e motivata che, presentata almeno 30 giorni prima della relativa realizzazione, riceva parere positivo dal Direttore dell azienda. 8 EROGAZIONE DEL CONTRIBUTO 1. I finanziamenti concessi alle Associazioni saranno liquidati a favore del loro Rappresentante o suo delegato e nella maniera seguente: a) il 50% del contributo all esecutività del Provvedimento di approvazione al fine di consentire l'avvio dell'iniziativa; b) il restante 50% a verifica della regolare conclusione dell iniziativa stessa. 2. Le iniziative finanziate dovranno svolgersi e concludersi nell anno solare in cui è stato concesso il contributo. 3. E fissato al 30 gennaio dell anno successivo il termine ultimo per la presentazione della rendicontazione di spesa relativa alle attività svolte dalle singole Associazioni. L Associazione dovrà presentare per ogni singola iniziativa finanziata, apposita rendicontazione contenente: relazione tecnica dettagliata dell attività svolta corredata dal relativo rendiconto finanziario e dai giustificativi di spesa fiscalmente idonei e intestati all Associazione. 9 PUBBLICITA Le Associazioni che ricevono contributi sono tenute a pubblicizzare adeguatamente tra gli studenti universitari lo svolgimento delle attività finanziate dall Azienda. Copia del materiale pubblicitario dovrà essere trasmesso all Azienda prima della realizzazione dell iniziativa. Il materiale pubblicitario delle singole iniziative dovrà riportare in evidenza menzione del contributo concesso dall'azienda Regionale per il Diritto allo Studio, nonché il logo della stessa. 10 DECADENZA DAL CONTRIBUTO 1) Ove l iniziativa ammessa a contributo non possa essere realizzata per qualsiasi motivazione, l Associazione deve darne tempestiva comunicazione all Azienda e ha l obbligo di restituire l anticipo entro il termine previsto dal presente Bando per la realizzazione delle attività, ossia entro il 31/12/2011. Lo stesso vale nel caso in cui l iniziativa non sia realizzata in conformità con il progetto approvato. Qualora l Associazione non si attenga a tale disposizione, l Azienda attiverà quanto necessario contro coloro che hanno percepito indebitamente l anticipo, fermo restando l esclusione dell Associazione al diritto di presentare domanda di contributo per l anno 2012.

6 2) Ove non sia presentata l autocertificazione relativa agli eventuali contributi concessi da terzi, o la stessa non risulti conforme alla realtà sulla base delle verifiche che l azienda può a sua discrezione effettuare con i soggetti terzi erogatori. 11 -RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO Responsabile del Procedimento, ai sensi della Legge n. 241/1990 ss.mm. è il Dr. Rocco GRECO, Direttore Generale dell Ardsu Basilicata. Per informazioni sul bando contattare il sig. Antonio LUONGO tel e_mail 12 -Informativa ai sensi del D.Lgs , n. 196 Codice in materia di protezione dei dati personali : I dati personali richiesti con la domanda di ammissione al concorso saranno trattati esclusivamente al fine di rendere possibile la concessione di contributi di cui al presente Bando. Il conferimento di tali dati è obbligatorio per la partecipazione al concorso, per cui la mancata presentazione comporta l esclusione dal concorso medesimo. Il trattamento dei dati raccolti sarà effettuato in modo lecito e secondo correttezza e trasparenza, esclusivamente per il fine in vista del quale sono stati richiesti, con l ausilio, in prevalenza, di mezzi informatici e comprenderà, nel rispetto dei limiti e delle condizioni poste dal menzionato D.Lgs., tutte le operazioni o complesso di azioni necessarie al trattamento in questione. Tali trattamenti saranno eseguiti adottando le misure idonee a garantirne la sicurezza e la riservatezza. I dati raccolti dall Azienda potranno essere comunicati alle amministrazioni certificanti elusivamente per l eventuale controllo della veridicità delle dichiarazioni rese, così come previsto dall art. 71 del D.P.R , n. 445 e ss.mm. L interessato potrà esercitare al riguardo i diritti che gli sono riconosciuti dagli art. 7 e segg. Del D. Lgs. 196/2003. Titolare del trattamento è il Presidente dell Azienda Regionale per il Diritto allo Studio Universitario con sede in Corso Umberto I, 22/d Potenza. Il Responsabile dell Ente cui rivolgersi per l esercizio dei diritti di cui al già citato art.7 del D. Lgs. 196/2003 è il Direttore dell Azienda Regionale per il Diritto allo Studio Universitario Basilicata. Potenza, 31 marzo 2011 Il Direttore Dr. Rocco GRECO

7

Bando di concorso per l assegnazione di contributi per le attività studentesche per l'anno 2015

Bando di concorso per l assegnazione di contributi per le attività studentesche per l'anno 2015 Bando di concorso per l assegnazione di contributi per le attività studentesche per l'anno 2015 Articolo 1 Attività finanziabili Sono ammesse a contributo le seguenti attività rientranti in sette tipologie:

Dettagli

Manuale per la gestione del finanziamento di attività formative autogestite da parte degli studenti

Manuale per la gestione del finanziamento di attività formative autogestite da parte degli studenti UNIVERSITA DEGLI STUDI DI GENOVA Manuale per la gestione del finanziamento di attività formative autogestite da parte degli studenti 1 Attività formative autogestite 1. L Università di Genova promuove

Dettagli

REGOLAMENTO PER L'ASSEGNAZIONE DI CONTRIBUTI PER LE ATTIVITÀ STUDENTESCHE E PER LA GESTIONE DELLE INIZIATIVE A FAVORE DEGLI STUDENTI

REGOLAMENTO PER L'ASSEGNAZIONE DI CONTRIBUTI PER LE ATTIVITÀ STUDENTESCHE E PER LA GESTIONE DELLE INIZIATIVE A FAVORE DEGLI STUDENTI REGOLAMENTO PER L'ASSEGNAZIONE DI CONTRIBUTI PER LE ATTIVITÀ STUDENTESCHE E PER LA GESTIONE DELLE INIZIATIVE A FAVORE DEGLI STUDENTI L'Università degli Studi del Molise, in conformità a quanto disposto

Dettagli

Emanato con D.R. n. 170 del 26 marzo 2009

Emanato con D.R. n. 170 del 26 marzo 2009 Regolamento per l'utilizzazione dei fondi destinati alle iniziative e alle attività culturali e sociali degli studenti dell Università degli Studi della Basilicata Emanato con D.R. n. 170 del 26 marzo

Dettagli

REGOLAMENTO CONTRIBUTI E PATROCINI

REGOLAMENTO CONTRIBUTI E PATROCINI sede operativa: Via Corte d Appello 16-10122 Torino telefono +39 011 4432580 fax +39 011 4432585 fondazione@torinosmartcity.it - www.torinosmartcity.it REGOLAMENTO CONTRIBUTI E PATROCINI INDICE: Art. 1

Dettagli

A. Di. S. U. Azienda di Diritto allo Studio Universitario della Seconda Università degli Studi di Napoli

A. Di. S. U. Azienda di Diritto allo Studio Universitario della Seconda Università degli Studi di Napoli A. Di. S. U. Azienda di Diritto allo Studio Universitario della Seconda Università degli Studi di Napoli REGOLAMENTO Contributi per attività culturali ricreative e sportive Articolo n. 1 OGGETTO L'Azienda

Dettagli

BANDO PER LA PROMOZIONE DELLA CULTURA CINEMATOGRAFICA (ART. 15)

BANDO PER LA PROMOZIONE DELLA CULTURA CINEMATOGRAFICA (ART. 15) BANDO PER LA PROMOZIONE DELLA CULTURA CINEMATOGRAFICA (ART. 15) La Regione, allo scopo di favorire lo sviluppo e la diffusione nel territorio della cultura cinematografica, sostiene gli organismi pubblici

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI CAGLIARI Direzione Generale Coordinamento Affari Generali (ESERCIZIO FINANZIARIO 2012)

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI CAGLIARI Direzione Generale Coordinamento Affari Generali (ESERCIZIO FINANZIARIO 2012) UNIVERSITA DEGLI STUDI DI CAGLIARI Direzione Generale Coordinamento Affari Generali BANDO PER L ASSEGNAZIONE DI CONTRIBUTI ALLE ASSOCIAZIONI STUDENTESCHE ANNO ACCADEMICO 2012-2013 (ESERCIZIO FINANZIARIO

Dettagli

CONTRIBUTI FINANZIARI PER INIZIATIVE DI ASSOCIAZIONI/GRUPPI STUDENTESCHI BANDO - ANNO 2015

CONTRIBUTI FINANZIARI PER INIZIATIVE DI ASSOCIAZIONI/GRUPPI STUDENTESCHI BANDO - ANNO 2015 - Approvato con Determina Dirigenziale n. 140 del 14.04.2015 Il presente avviso è emanato in conformità al Regolamento per la concessione di contributi e agevolazioni economiche a favore di Gruppi studenteschi

Dettagli

Decreto n. 70254 (540) Anno 2015

Decreto n. 70254 (540) Anno 2015 Decreto n. 70254 (540) Anno 2015 Bando di concorso per l attribuzione di fondi per Iniziative Studentesche Culturali e Sociali a favore degli studenti dell'università degli Studi di Firenze a.a. 2014/2015

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI CAGLIARI Direzione Generale Coordinamento Affari Generali

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI CAGLIARI Direzione Generale Coordinamento Affari Generali UNIVERSITA DEGLI STUDI DI CAGLIARI Direzione Generale Coordinamento Affari Generali BANDO PER L ASSEGNAZIONE DI CONTRIBUTI ALLE ASSOCIAZIONI STUDENTESCHE ANNO ACCADEMICO 2014-15 (Budget 2014) Art. 1 (Assegnazione

Dettagli

REGOLAMENTO TECNICO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI E FINANZIAMENTI A SOSTEGNO DELL ECONOMIA LOCALE, AI SENSI DELL ART.

REGOLAMENTO TECNICO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI E FINANZIAMENTI A SOSTEGNO DELL ECONOMIA LOCALE, AI SENSI DELL ART. REGOLAMENTO TECNICO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI E FINANZIAMENTI A SOSTEGNO DELL ECONOMIA LOCALE, AI SENSI DELL ART. 12 DELLA LEGGE N. 241/90 E SUCCESSIVE MODIFICHE E INTEGRAZIONI ART. 1 - SCOPI, FINALITA

Dettagli

A. Di. S. U. Azienda di Diritto allo Studio Universitario

A. Di. S. U. Azienda di Diritto allo Studio Universitario ft.di.s.u. PfiRTHENOPE Prot. 00000327 del 18-04-201;:* PflRTENZft A. Di. S. U. Azienda di Diritto allo Studio Universitario Dell' Università degli Studi di Napoli "Parthenope BANDO DI CONCORSO PER L'EROGAZIONE

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CONCESSIONE DEI FINANZIAMENTI E DEI BENEFICI ECONOMICI A ENTI PUBBLICI E SOGGETTI PRIVATI

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CONCESSIONE DEI FINANZIAMENTI E DEI BENEFICI ECONOMICI A ENTI PUBBLICI E SOGGETTI PRIVATI COMUNE DI TORRI DEL BENACO PROVINCIA DI VERONA REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CONCESSIONE DEI FINANZIAMENTI E DEI BENEFICI ECONOMICI A ENTI PUBBLICI E SOGGETTI PRIVATI Delibera di Consiglio Comunale n. 6

Dettagli

FONDAZIONE UNIVERSITA MAGNA GRECIA DI CATANZARO

FONDAZIONE UNIVERSITA MAGNA GRECIA DI CATANZARO FONDAZIONE UNIVERSITA MAGNA GRECIA DI CATANZARO REGOLAMENTO PER IL RICONOSCIMENTO DELLE ASSOCIAZIONI STUDENTESCHE E PER LA PROMOZIONE E IL SOSTEGNO DELLE ATTIVITÀ CULTURALI E RICREATIVE DEGLI STUDENTI

Dettagli

CRITERI E MODALITA PER IL FINANZIAMENTO DI ATTIVITA COMPRESE IN PROGETTI INNOVATIVI O SPERIMENTALI. Articolo 1 Finalità

CRITERI E MODALITA PER IL FINANZIAMENTO DI ATTIVITA COMPRESE IN PROGETTI INNOVATIVI O SPERIMENTALI. Articolo 1 Finalità Allegato parte integrante ALLEGATO A CRITERI E MODALITA PER IL FINANZIAMENTO DI ATTIVITA COMPRESE IN PROGETTI INNOVATIVI O SPERIMENTALI Articolo 1 Finalità L articolo 38 della legge provinciale 27 luglio

Dettagli

LA GIUNTA REGIONALE. PRESO ATTO che, con la suddetta Deliberazione n. 989/07, è stato approvato:

LA GIUNTA REGIONALE. PRESO ATTO che, con la suddetta Deliberazione n. 989/07, è stato approvato: OGGETTO: Modifica della D.G.R. 7 dicembre 2007, n. 989: Revoca deliberazione di Giunta regionale 8 febbraio 2000, n. 294. Approvazione dei criteri e delle modalità per la concessione di contributi per

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BERGAMO

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BERGAMO UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BERGAMO VERBALE DELLA SEDUTA DELLA COMMISSIONE PER LE INIZIATIVE ED ATTIVITA CULTURALI E SOCIALI DEGLI STUDENTI Verbale n. 2/2015 Il giorno 17.06.2015 alle ore 16.15 presso la

Dettagli

Regolamento per la concessione dei contributi per le attività culturali e ricreative, per soggiorni di studio e /o ricerca e per viaggi di istruzione.

Regolamento per la concessione dei contributi per le attività culturali e ricreative, per soggiorni di studio e /o ricerca e per viaggi di istruzione. Bandi di concorso e regolamenti Regolamento per la concessione dei contributi per le attività culturali e ricreative, per soggiorni di studio e /o ricerca e per viaggi di istruzione. In applicazione dell

Dettagli

BANDO PER CONCORRERE AL FINANZIAMENTO DELLE ATTIVITÀ FORMATIVE AUTOGESTITE DAGLI STUDENTI DA SVOLGERSI NELL'ANNO 2015

BANDO PER CONCORRERE AL FINANZIAMENTO DELLE ATTIVITÀ FORMATIVE AUTOGESTITE DAGLI STUDENTI DA SVOLGERSI NELL'ANNO 2015 D.D.G. N. 41 / 2015 Prot. N. 5118 V/10 BANDO PER CONCORRERE AL FINANZIAMENTO DELLE ATTIVITÀ FORMATIVE AUTOGESTITE DAGLI STUDENTI DA SVOLGERSI NELL'ANNO 2015 Art. 1 Indizione... 2 Art. 2 Soggetti richiedenti...

Dettagli

Provincia di Latina. Settore Politiche Sociali e Cultura Servizio Cultura

Provincia di Latina. Settore Politiche Sociali e Cultura Servizio Cultura Provincia di Latina Settore Politiche Sociali e Cultura Servizio Cultura Bando per gli interventi a sostegno delle attività culturali nella Provincia di Latina per gli anni 2014 e 2015, finanziati ai sensi

Dettagli

COMUNE DI MONTEMILETTO

COMUNE DI MONTEMILETTO REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI SOVVENZIONI, CONTRIBUTI, SUSSIDI, AUSILI FINANZIARI NONCHE DI BENI MOBILI ED IMMOBILI AD ASSOCIAZIONI, ENTI O ALTRI ORGANISMI PRIVATI TITOLO PRIMO DISPOSIZIONI GENERALI

Dettagli

Al Sindaco del Comune di:

Al Sindaco del Comune di: Prot. n.1225 del 16/01/13 Al Sindaco del Comune di: 1. Caivano (NA) 2. Cesa (CE) 3. Ottaviano (NA) 4. Calvizzano (NA) Oggetto: LETTERA DI INVITO PER EROGAZIONE DI FINANZIAMENTI AI COMUNI CONSORZIATIPER

Dettagli

Regolamento delle attività culturali e ricreative autogestite dagli studenti

Regolamento delle attività culturali e ricreative autogestite dagli studenti Regolamento 20 maggio 2008, n.13 Regolamento delle attività culturali e ricreative autogestite dagli studenti TITOLO I DISPOSIZIONI GENERALI Art. 1 Finalità 1. L'Università di Messina, nell'esercizio dei

Dettagli

Regolamento per le Associazioni studentesche e per le Attività formative autogestite dagli studenti IL RETTORE

Regolamento per le Associazioni studentesche e per le Attività formative autogestite dagli studenti IL RETTORE D. R. Regolamento per le Associazioni studentesche e per le Attività formative autogestite dagli studenti IL RETTORE VISTO lo Statuto di Autonomia dell Università Ca Foscari Venezia; VISTO il Regolamento

Dettagli

Direzione Regionale Politiche Sociali, Autonomie, Sicurezza e Sport Area Interventi per lo Sport

Direzione Regionale Politiche Sociali, Autonomie, Sicurezza e Sport Area Interventi per lo Sport Allegato A Direzione Regionale Politiche Sociali, Autonomie, Sicurezza e Sport Area Interventi per lo Sport Avviso Pubblico ai sensi della Legge Regionale n. 15/02 e s.m.i., articolo 33 comma 1 Contributi

Dettagli

COMUNE DI OTRICOLI PROVINCIA DI TERNI

COMUNE DI OTRICOLI PROVINCIA DI TERNI COMUNE DI OTRICOLI PROVINCIA DI TERNI REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CONCESSIONE DI SOVVENZIONI, CONTRIBUTI, AUSILI FINANZIARI, IN RELAZIONE ALLE INIZIATIVE SPORTIVE, TURISTICHE, CULTURALI E RICREATIVE DI

Dettagli

BANDO 2014. Obiettivi

BANDO 2014. Obiettivi BANDO 2014 Obiettivi La Fondazione persegue esclusivamente fini di utilità sociale e di promozione dello sviluppo economico del territorio e, tenuto conto delle risorse disponibili, realizza la propria

Dettagli

ALLEGATO A) alla deliberazione dell Ufficio di Presidenza n.113 del 15.07.2010

ALLEGATO A) alla deliberazione dell Ufficio di Presidenza n.113 del 15.07.2010 ALLEGATO A) alla deliberazione dell Ufficio di Presidenza n.113 del 15.07.2010 Criteri e direttive per l attuazione da parte del Consiglio regionale della L.R. 30 novembre 1973, n. 43. Il presente atto,

Dettagli

Università Politecnica delle Marche

Università Politecnica delle Marche BANDO DI CONCORSO PER LA PRESENTAZIONE DI RICHIESTE DI UTILIZZO DEI FONDI PER LE ATTIVITA' CULTURALI STUDENTESCHE - a. a. 2014/2015 - Art. 1 SOGGETTI RICHIEDENTI E TERMINI a) Le Liste di rappresentanza

Dettagli

BANDO 2015.9 ATTIVITÀ CULTURALI TUTELA E VALORIZZAZIONE DEL PATRIMONIO STORICO E ARTISTICO

BANDO 2015.9 ATTIVITÀ CULTURALI TUTELA E VALORIZZAZIONE DEL PATRIMONIO STORICO E ARTISTICO BANDO 2015.9 ATTIVITÀ CULTURALI TUTELA E VALORIZZAZIONE DEL PATRIMONIO STORICO E ARTISTICO PER L INDIVIDUAZIONE DI PROGETTI DI UTILITÀ SOCIALE DA FINANZIARSI DALLA FONDAZIONE CON IL CONCORSO DI ALTRI SOGGETTI

Dettagli

INTERVENTI REGIONALI PER LO SVILUPPO DEL CINEMA E DELL AUDIOVISIVO. (Legge regionale 13 Aprile 2012, n.2 e s.m.i.)

INTERVENTI REGIONALI PER LO SVILUPPO DEL CINEMA E DELL AUDIOVISIVO. (Legge regionale 13 Aprile 2012, n.2 e s.m.i.) ALLEGATO B/1 INTERVENTI REGIONALI PER LO SVILUPPO DEL CINEMA E DELL AUDIOVISIVO (Legge regionale 13 Aprile 2012, n.2 e s.m.i.) MODALITA E CRITERI PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PER LE INIZIATIVE PER

Dettagli

REGOLAMENTO CONCESSIONE FINANZIAMENTI E VANTAGGI ECONOMICI AD ENTI PUBBLICI E SOGGETTI PRIVATI

REGOLAMENTO CONCESSIONE FINANZIAMENTI E VANTAGGI ECONOMICI AD ENTI PUBBLICI E SOGGETTI PRIVATI COMUNE DI ORISTANO Comuni de Aristanis REGOLAMENTO CONCESSIONE FINANZIAMENTI E VANTAGGI ECONOMICI AD ENTI PUBBLICI E SOGGETTI PRIVATI (APPROVATO CON DELIBERAZIONE C.C. N. 119 DEL 18.10.1991) I N D I C

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CONCESSIONE DI FINANZIAMENTI E BENEFICI ECONOMICI AD ENTI PUBBLICI E SOGGETTI PRIVATI

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CONCESSIONE DI FINANZIAMENTI E BENEFICI ECONOMICI AD ENTI PUBBLICI E SOGGETTI PRIVATI COMUNE DI ALBIATE REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CONCESSIONE DI FINANZIAMENTI E BENEFICI ECONOMICI AD ENTI PUBBLICI E SOGGETTI PRIVATI (approvato con delibera del Consiglio Comunale n. 38 del 11/7/1991) CAPO

Dettagli

CENTRO DI SERVIZIO PER IL VOLONTARIATO VOL.TO BANDO DI ASSISTENZA PROGETTI DI GRANDE DIMENSIONE

CENTRO DI SERVIZIO PER IL VOLONTARIATO VOL.TO BANDO DI ASSISTENZA PROGETTI DI GRANDE DIMENSIONE CENTRO DI SERVIZIO PER IL VOLONTARIATO VOL.TO BANDO DI ASSISTENZA PROGETTI DI GRANDE DIMENSIONE PREMESSA Il Centro di Servizio VOL.TO, nel perseguire l obiettivo di sostenere e qualificare l attività di

Dettagli

ATTIVITA ISTITUZIONALE - DISCIPLINARE PER GLI INTERVENTI EROGATIVI

ATTIVITA ISTITUZIONALE - DISCIPLINARE PER GLI INTERVENTI EROGATIVI ATTIVITA ISTITUZIONALE - DISCIPLINARE PER GLI INTERVENTI EROGATIVI Il presente documento disciplina le procedure per lo svolgimento dell attività istituzionale riferita alla presentazione di progetti da

Dettagli

FONDAZIONE CASSA DI RISPARMIO DI PUGLIA AVVISO ANNO 2014. cofinanziamento di idee progettuali. nel settore a) ricerca scientifica e tecnologica

FONDAZIONE CASSA DI RISPARMIO DI PUGLIA AVVISO ANNO 2014. cofinanziamento di idee progettuali. nel settore a) ricerca scientifica e tecnologica FONDAZIONE CASSA DI RISPARMIO DI PUGLIA AVVISO ANNO 2014 cofinanziamento di idee progettuali nel settore a) ricerca scientifica e tecnologica Art.1 PREMESSE La Fondazione Cassa di Risparmio di Puglia,

Dettagli

Bando per il sostegno alla realizzazione di congressi, convegni e seminari di approfondimento scientifico CONTENUTI:

Bando per il sostegno alla realizzazione di congressi, convegni e seminari di approfondimento scientifico CONTENUTI: Bando per il sostegno alla realizzazione di congressi, convegni e seminari di approfondimento scientifico CONTENUTI: 1. NORMATIVA DEL BANDO 2. MODULO DI DOMANDA 3. SCHEDA INFORMATIVA ENTE RICHIEDENTE 4.

Dettagli

Presidenza del Consiglio dei Ministri

Presidenza del Consiglio dei Ministri Presidenza del Consiglio dei Ministri DIPARTIMENTO PER LE POLITICHE DELLA FAMIGLIA Avviso di finanziamento relativo all anno 2011 per progetti a valere sull articolo 9 della legge 8 marzo 2000 n. 53, così

Dettagli

PROVINCIA REGIONALE DI CATANIA

PROVINCIA REGIONALE DI CATANIA PROVINCIA REGIONALE DI CATANIA AVVISO Criteri e modalità di presentazione delle istanze relative al sostegno di iniziative e manifestazioni culturali, artistiche, musicali, coreutiche, teatrali, ricreative,

Dettagli

AVVISO PUBBLICO PER INIZIATIVE E MANIFESTAZIONI DI VALORIZZAZIONE E PROMOZIONE TURISTICA PICCOLE MANIFESTAZIONI LOCALI A VALENZA TURISTICA ANNO 2008

AVVISO PUBBLICO PER INIZIATIVE E MANIFESTAZIONI DI VALORIZZAZIONE E PROMOZIONE TURISTICA PICCOLE MANIFESTAZIONI LOCALI A VALENZA TURISTICA ANNO 2008 ALLEGATO D AVVISO PUBBLICO PER INIZIATIVE E MANIFESTAZIONI DI VALORIZZAZIONE E PROMOZIONE TURISTICA PICCOLE MANIFESTAZIONI LOCALI A VALENZA TURISTICA ANNO 2008 Dipartimento Attività Produttive, Politiche

Dettagli

Città di Termini Imerese

Città di Termini Imerese Città di Termini Imerese Provincia di Palermo == == REGOLAMENTO PER LE ATTIVITA SPORTIVE Approvato con deliberazione consiliare n. 5 del 06.febbraio.2013 Il Responsabile del Procedimento (Marcello Peri)

Dettagli

Bandi per il finanziamento di progetti a rilevanza territoriale locale 2010

Bandi per il finanziamento di progetti a rilevanza territoriale locale 2010 Bandi per il finanziamento di progetti a rilevanza territoriale locale 2010 Premessa Nel rispetto delle direttive del Comitato di Gestione del Fondo Speciale per il Volontariato e della normativa vigente,

Dettagli

VISTO lo Statuto di Ateneo, in particolare l art. 10 Diritto allo studio, comma 2 lettera d);

VISTO lo Statuto di Ateneo, in particolare l art. 10 Diritto allo studio, comma 2 lettera d); VISTO lo Statuto di Ateneo, in particolare l art. 10 Diritto allo studio, comma 2 lettera d); VISTO il Regolamento delle attività culturali, sociali e ricreative degli studenti, emanato con decreto rettorale

Dettagli

1) Obiettivi. 2) Destinatari del contributo. 3) Priorità dei progetti ammessi a finanziamento

1) Obiettivi. 2) Destinatari del contributo. 3) Priorità dei progetti ammessi a finanziamento ALLEGATO B Modalità per la concessione di contributi e indicazioni per la presentazione dei Progetti Sociali- artt. 7 e 8 l.r. 26/93 Interventi a favore della popolazione zingara 1) Obiettivi La Giunta

Dettagli

(approvato con deliberazione del Consiglio Provinciale n. 5 del 31 gennaio 2005)

(approvato con deliberazione del Consiglio Provinciale n. 5 del 31 gennaio 2005) REGOLAMENTO DELLA PROVINCIA DELL AQUILA PER LA CONCESSIONE DI PROVVIDENZE ECONOMICHE E DEL PATROCINIO DELLA PROVINCIA ALLE ATTIVITA CULTURALI, SOCIALI, SPORTIVE E RICREATIVE (approvato con deliberazione

Dettagli

Capo I disposizioni generali. Capo II contributi per il rimborso delle spese assicurative. Capo III contributi per l acquisto di attrezzature tecniche

Capo I disposizioni generali. Capo II contributi per il rimborso delle spese assicurative. Capo III contributi per l acquisto di attrezzature tecniche Regolamento per la concessione dei contributi a favore delle organizzazioni di volontariato, di cui agli articoli 9, 10 e 28 della legge regionale 9 novembre 2012, n. 23 (Disciplina organica sul volontariato

Dettagli

BANDO DI CONTRIBUTI PER INTERVENTI INNOVATIVI SULLE TEMATICHE SICUREZZA SUL LAVORO, ENERGIA ED AMBIENTE

BANDO DI CONTRIBUTI PER INTERVENTI INNOVATIVI SULLE TEMATICHE SICUREZZA SUL LAVORO, ENERGIA ED AMBIENTE BANDO DI CONTRIBUTI PER INTERVENTI INNOVATIVI SULLE TEMATICHE SICUREZZA SUL LAVORO, ENERGIA ED AMBIENTE Art. 1- DESCRIZIONE E FINALITA DELL INIZIATIVA La Camera di Commercio di Avellino con il presente

Dettagli

Art. 1 finalità. Art. 2 definizioni. Allegato n. 2

Art. 1 finalità. Art. 2 definizioni. Allegato n. 2 Allegato n. 2 Bando per la concessione di contributi per la realizzazione di eventi e manifestazioni, anche transnazionali, attinenti ai fatti della Prima guerra mondiale Art. 1 finalità Art. 1 finalità

Dettagli

BANDO 2016 REGOLAMENTO

BANDO 2016 REGOLAMENTO BANDO 2016 REGOLAMENTO La Fondazione Cassa di Risparmio di Perugia, nell ambito della propria attività istituzionale, promuove un bando per la presentazione di richieste di finanziamento a favore di progetti

Dettagli

Bando per il finanziamento delle attività didattiche relative all insegnamento delle Lingue e Culture delle Minoranze Linguistiche Storiche

Bando per il finanziamento delle attività didattiche relative all insegnamento delle Lingue e Culture delle Minoranze Linguistiche Storiche (Allegato al Decreto n. 762/LAVFOR.ISTR dd. 8 aprile 2015) Bando per il finanziamento delle attività didattiche relative all insegnamento delle Lingue e Culture delle Minoranze Linguistiche Storiche Art.

Dettagli

Comune di Novedrate Provincia di Como

Comune di Novedrate Provincia di Como Comune di Novedrate Provincia di Como REGOLAMENTO DELL ALBO DELLE ASSOCIAZIONI E DELLE CONCESSIONI DI BENEFICI FINANZIARI E VANTAGGI ECONOMICI AD ENTI, GRUPPI ED ASSOCIAZIONI Approvato con delibera del

Dettagli

LINEE GUIDA INTERVENTI DI MUTUALITÀ', BENEFICENZA E SPONSORIZZAZIONE

LINEE GUIDA INTERVENTI DI MUTUALITÀ', BENEFICENZA E SPONSORIZZAZIONE LINEE GUIDA INTERVENTI DI MUTUALITÀ', BENEFICENZA E SPONSORIZZAZIONE FINALITA La Banca di Credito Cooperativo di Signa ritiene che gli interventi di mutualità siano parte integrante nella propria vocazione

Dettagli

Presidenza del Consiglio dei Ministri

Presidenza del Consiglio dei Ministri Criteri per la concessione da parte del Dipartimento della Protezione Civile dei contributi per il finanziamento di progetti presentati dalle Organizzazioni di Volontariato di Protezione Civile nel triennio

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI SOVVENZIONI, CONTRIBUTI, SUSSIDI ED AUSILI FINANZIARI, NONCHÉ PER L ATTRIBUZIONE DI VANTAGGI ECONOMICI DI QUALUNQUE

REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI SOVVENZIONI, CONTRIBUTI, SUSSIDI ED AUSILI FINANZIARI, NONCHÉ PER L ATTRIBUZIONE DI VANTAGGI ECONOMICI DI QUALUNQUE REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI SOVVENZIONI, CONTRIBUTI, SUSSIDI ED AUSILI FINANZIARI, NONCHÉ PER L ATTRIBUZIONE DI VANTAGGI ECONOMICI DI QUALUNQUE GENERE A FAVORE DI SOGGETTI PUBBLICI E PRIVATI Approvato

Dettagli

BANDO PER CONCORRERE ALL' ASSEGNAZIONE DI CONTRIBUTI DESTINATI AD ATTIVITÀ CULTURALI E SOCIALI PER L'ANNO 2013

BANDO PER CONCORRERE ALL' ASSEGNAZIONE DI CONTRIBUTI DESTINATI AD ATTIVITÀ CULTURALI E SOCIALI PER L'ANNO 2013 BANDO PER CONCORRERE ALL' ASSEGNAZIONE DI CONTRIBUTI DESTINATI AD ATTIVITÀ CULTURALI E SOCIALI PER L'ANNO 2013 CAPO I Possono presentare richiesta di finanziamento: a) Associazioni studentesche che hanno

Dettagli

COMUNE DI MASSA. REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE di PROVVIDENZE

COMUNE DI MASSA. REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE di PROVVIDENZE COMUNE DI MASSA REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE di PROVVIDENZE Approvato con Delibera di C.C. n. 59 del 20/12/2005 Capo I Definizione e ambito di applicazione Art. 1 Oggetto 1. Il presente regolamento disciplina

Dettagli

UFFICIO DI PIANO AVVISO

UFFICIO DI PIANO AVVISO COMUNE DELL AQUILA DIPARTIMENTO SERVIZI ALLA PERSONA E QUALITÀ DELLA VITA Settore Politiche Sociali, Assistenza alla popolazione, Diritto allo studio, Cultura Sport e Turismo UFFICIO DI PIANO PIANO DI

Dettagli

C O M U N E D I V A L B R E M B I L L A Provincia di Bergamo www.comune.valbrembilla.bg.it

C O M U N E D I V A L B R E M B I L L A Provincia di Bergamo www.comune.valbrembilla.bg.it C O M U N E D I V A L B R E M B I L L A Provincia di Bergamo www.comune.valbrembilla.bg.it BANDO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI A ENTI, GRUPPI E ASSOCIAZIONI SPORTIVE PER LE ATTIVITÀ SVOLTE NELL ANNO

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA DISCIPLINA DEI RAPPORTI CON GLI ENTI NO-PROFIT E IL TERZO SETTORE

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA DISCIPLINA DEI RAPPORTI CON GLI ENTI NO-PROFIT E IL TERZO SETTORE REGOLAMENTO COMUNALE PER LA DISCIPLINA DEI RAPPORTI CON GLI ENTI NO-PROFIT E IL TERZO SETTORE Approvato con Deliberazione Consiglio Comunale n. del. TITOLO 1 Albo delle Associazioni Art. 1 - Istituzione

Dettagli

L.R. 5/2012, artt. 18 e 33 B.U.R. 8/10/2014, n. 41. DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE 24 settembre 2014, n. 0183/Pres.

L.R. 5/2012, artt. 18 e 33 B.U.R. 8/10/2014, n. 41. DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE 24 settembre 2014, n. 0183/Pres. L.R. 5/2012, artt. 18 e 33 B.U.R. 8/10/2014, n. 41 DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE 24 settembre 2014, n. 0183/Pres. Regolamento concernente criteri e modalità per la concessione di contributi per

Dettagli

1. DESCRIZIONE DELL'INIZIATIVA

1. DESCRIZIONE DELL'INIZIATIVA IL COMUNE DI CREMONA SERVIZIO POLITICHE GIOVANILI PROMUOVE IL BANDO THINK TOWN seconda edizione per l assegnazione di contributi a gruppi ed associazioni giovanili per la realizzazione di progetti innovativi

Dettagli

Premesse. Il tema di Expo Milano 2015 (Esposizione universale Milano 2015) è Nutrire il Pianeta, Energia per la vita.

Premesse. Il tema di Expo Milano 2015 (Esposizione universale Milano 2015) è Nutrire il Pianeta, Energia per la vita. Agenzia Regionale per lo Sviluppo e l Innovazione dell Agricoltura del Lazio AVVISO PUBBLICO PER LA CONCESSIONE DI SOVVENZIONI PER IL FINANZIAMENTO TOTALE O PARZIALE DI PROGETTI DI PROMOZIONE AGRICOLA

Dettagli

ART. 1 OGGETTO ART. 2 DEFINIZIONE E TIPOLOGIA

ART. 1 OGGETTO ART. 2 DEFINIZIONE E TIPOLOGIA Regolamento per la concessione di contributi a sostegno dei Centri vacanza per minori ai sensi del Regolamento Regionale approvato con DPReg n. 0190/PRES del 22.05.2001 e dei Centri socio-educativi per

Dettagli

Regolamento per l esercizio della Attività Istituzionale

Regolamento per l esercizio della Attività Istituzionale Regolamento per l esercizio della Attività Istituzionale Regolamento per l esercizio dell attività istituzionale della Fondazione di Piacenza e Vigevano Art. 1 Ambito di applicazione Il presente regolamento,

Dettagli

PREMESSA. Art. 1 Finalità generali del bando

PREMESSA. Art. 1 Finalità generali del bando All. 1 BANDO PER IL FINANZIAMENTO DI UN PROGRAMMA DI INTERVENTI FINALIZZATI ALLA DIFFUSIONE DELLA CONOSCENZA DELLA LINGUA ITALIANA A FAVORE DEI CITTADINI STRANIERI EXTRACOMUNITARI attraverso l impiego

Dettagli

INTERVENTI REGIONALI PER LO SVILUPPO DEL CINEMA E DELL AUDIOVISIVO. (Legge regionale 13 Aprile 2012, n.2 e s.m.i.)

INTERVENTI REGIONALI PER LO SVILUPPO DEL CINEMA E DELL AUDIOVISIVO. (Legge regionale 13 Aprile 2012, n.2 e s.m.i.) ALLEGATO A INTERVENTI REGIONALI PER LO SVILUPPO DEL CINEMA E DELL AUDIOVISIVO (Legge regionale 13 Aprile 2012, n.2 e s.m.i.) MODALITA E CRITERI PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PER LE INIZIATIVE PER LA

Dettagli

COMUNE di CAMPAGNANO di ROMA

COMUNE di CAMPAGNANO di ROMA COMUNE di CAMPAGNANO di ROMA Provincia di Roma Tel. 06-9015601 Fax 06-9041991 P.zza C.Leonelli,15 c.a.p. 00063 www.comunecampagnano.it SETTORE V CULTURA - TURISMO SPORT - TEMPO LIBERO - POLITICHE GIOVANILI

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI VERONA

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI VERONA T:\Borse di Studio\ATTCULSTUD\REGATTCULTSTUD.DOC Decreto Rettorale n. Prot. n. Classif. z 43 y k / ~ 1 ; del 1/{4 IL RETTORE VISTO lo Statuto dell università di Verona approvato con D.R. n. 6435 del 7/10/1994

Dettagli

COMUNE di NOVARA Via F.lli Rosselli n. 1

COMUNE di NOVARA Via F.lli Rosselli n. 1 COMUNE di NOVARA Via F.lli Rosselli n. 1 Prot. N. 40900 RI 14/ 1100 Novara, 23/06/2015 INDAGINE DI MERCATO PER L INDIVIDUAZIONE DEI SOGGETTI INTERESSATI ALL ORGANIZZAZIONE DI UNA RASSEGNA CINEMATOGRAFICA

Dettagli

ALLEGATO III DISPOSIZIONI FINANZIARIE. PARAGRAFO 1 Disposizioni generali

ALLEGATO III DISPOSIZIONI FINANZIARIE. PARAGRAFO 1 Disposizioni generali ALLEGATO III DISPOSIZIONI FINANZIARIE PARAGRAFO 1 Disposizioni generali La sovvenzione si basa sul principio del cofinanziamento, in quanto completa il contributo finanziario del beneficiario. L importo

Dettagli

Comune di Baselga di Piné Provincia di Trento REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI FINANZIAMENTI PER LO SVILUPPO E LA PROMOZIONE DELL'ATTIVITA' SPORTIVA

Comune di Baselga di Piné Provincia di Trento REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI FINANZIAMENTI PER LO SVILUPPO E LA PROMOZIONE DELL'ATTIVITA' SPORTIVA Comune di Baselga di Piné Provincia di Trento REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI FINANZIAMENTI PER LO SVILUPPO E LA PROMOZIONE DELL'ATTIVITA' SPORTIVA Il PRESIDENTE DEL CONSIGLIO F.to Alfonso Giovannini

Dettagli

Art. 1 Settori di intervento

Art. 1 Settori di intervento REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI E BENEFICI ECONOMICI A PERSONE ED ENTI PUBBLICI E PRIVATI (Deliberazione del Consiglio comunale n. 1953/1173 del 5.7.1991 di revoca della deliberazione 574

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI E BENEFICI ECONOMICI A SOGGETTI PUBBLICI E PRIVATI

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI E BENEFICI ECONOMICI A SOGGETTI PUBBLICI E PRIVATI REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI E BENEFICI ECONOMICI A SOGGETTI PUBBLICI E PRIVATI (Art. 12, legge 7 Agosto 1990, n. 241 e s.m.) Approvato con Deliberazione di Consiglio Comunale

Dettagli

Regolamento, criteri e modalità per concessione patrocinio, partecipazione a comitati d onore e compartecipazione a iniziative

Regolamento, criteri e modalità per concessione patrocinio, partecipazione a comitati d onore e compartecipazione a iniziative Regolamento, criteri e modalità per concessione patrocinio, partecipazione a comitati d onore e compartecipazione a iniziative APPROVATO DAL CDA NELLA SEDUTA DEL 31/05/2013 2 I N D I C E Premessa...5 Art.

Dettagli

COMUNE DI MASER Provincia di Treviso REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI FINANZIAMENTI E BENEFICI ECONOMICI AD ENTI PUBBLICI E SOGGETTI PRIVATI

COMUNE DI MASER Provincia di Treviso REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI FINANZIAMENTI E BENEFICI ECONOMICI AD ENTI PUBBLICI E SOGGETTI PRIVATI COMUNE DI MASER Provincia di Treviso REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI FINANZIAMENTI E BENEFICI ECONOMICI AD ENTI PUBBLICI E SOGGETTI PRIVATI Approvato con deliberazione di Consiglio Comunale n. 50 in

Dettagli

Università di Modena e Reggio Emilia

Università di Modena e Reggio Emilia Università di Modena e Reggio Emilia BANDO DI AMMISSIONE AL MASTER UNIVERSITARIO SERALE DI I LIVELLO IN AMMINISTRAZIONE, FINANZA E CONTROLLO DI GESTIONE anno accademico 2003-2004 Indicazioni generali L

Dettagli

Assessorato alle Politiche Giovanili BANDO APQ 2010

Assessorato alle Politiche Giovanili BANDO APQ 2010 Assessorato alle Politiche Giovanili BANDO APQ 2010 Art.1 Oggetto del bando 1. Il Bando APQ 2010 è promosso dalla Provincia di Novara, Assessorato alle Politiche Giovanili (di seguito Provincia) su finanziamento

Dettagli

Bando per il sostegno alla realizzazione di congressi, convegni e seminari di approfondimento scientifico CONTENUTI:

Bando per il sostegno alla realizzazione di congressi, convegni e seminari di approfondimento scientifico CONTENUTI: Bando per il sostegno alla realizzazione di congressi, convegni e seminari di approfondimento scientifico CONTENUTI: 1. NORMATIVA DEL BANDO 2. MODULO DI DOMANDA 3. SCHEDA INFORMATIVA ENTE RICHIEDENTE 4.

Dettagli

Programma operativo Regione Emilia-Romagna, Obiettivo Competitività regionale Occupazione Fondo Sociale Europeo 2007 2013

Programma operativo Regione Emilia-Romagna, Obiettivo Competitività regionale Occupazione Fondo Sociale Europeo 2007 2013 Programma operativo Regione Emilia-Romagna, Obiettivo Competitività regionale Occupazione Fondo Sociale Europeo 2007 2013 Interventi per la qualificazione delle risorse umane nel settore della ricerca

Dettagli

Università degli Studi della Basilicata Dipartimento delle Culture Europee e del Mediterraneo: Architettura, Ambiente, Patrimoni culturali (DiCEM)

Università degli Studi della Basilicata Dipartimento delle Culture Europee e del Mediterraneo: Architettura, Ambiente, Patrimoni culturali (DiCEM) Procedura comparativa per il conferimento di n. 1 CONTRATTO DI COLLABORAZIONE COORDINATA E CONTINUATIVA presso il Dipartimento delle Culture Europee e del Mediterraneo: responsabile scientifico prof. Bartolomeo

Dettagli

COMUNITA' DELLA VALLE DI CEMBRA

COMUNITA' DELLA VALLE DI CEMBRA COMUNITA' DELLA VALLE DI CEMBRA REGOLAMENTO PER LA EROGAZIONE DI CONTRIBUTI, SOVVENZIONI ED ALTRE AGEVOLAZIONI ART. 1 FINALITA 1. Con il presente Regolamento la Comunità della Valle di Cembra, nell esercizio

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE SPESE ECONOMALI, DI PRONTA CASSA E DELL UTILIZZO DELLE CARTE DI CREDITO

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE SPESE ECONOMALI, DI PRONTA CASSA E DELL UTILIZZO DELLE CARTE DI CREDITO REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE SPESE ECONOMALI, DI PRONTA CASSA E DELL UTILIZZO DELLE CARTE DI CREDITO Indice TITOLO I DISPOSIZIONI GENERALI Art.1 Ambito di applicazione Art. 2 Definizioni TITOLO

Dettagli

Articolo 1 (Finalità ed ambito di applicazione)

Articolo 1 (Finalità ed ambito di applicazione) Regolamento relativo alle modalità di finanziamento da parte della Provincia dei programmi di attività elaborati dagli organismi associativi tra apicoltori per promuovere la produzione di prodotti apistici

Dettagli

BANDO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI VOLTI A SOSTENERE GLI INVESTIMENTI E L AVVIO DI NUOVE IMPRESE NELLA PROVINCIA DI PISA 2015

BANDO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI VOLTI A SOSTENERE GLI INVESTIMENTI E L AVVIO DI NUOVE IMPRESE NELLA PROVINCIA DI PISA 2015 BANDO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI VOLTI A SOSTENERE GLI INVESTIMENTI E L AVVIO DI NUOVE IMPRESE NELLA PROVINCIA DI PISA 2015 Bando aperto dal 13/04/2015 Stanziamento: 400.000 Art. 1 - Finalità Al

Dettagli

1 - Contributo regionale alle spese per la frequenza del master

1 - Contributo regionale alle spese per la frequenza del master BANDO PER L ATTRIBUZIONE A GIOVANI LAUREATI RESIDENTI ALL ESTERO DI FINANZIAMENTI REGIONALI A PARZIALE RIMBORSO DELLE SPESE SOSTENUTE PER LA PARTECIPAZIONE A MASTER UNIVERSITARI INDETTI DALLE UNIVERSITÀ

Dettagli

REGIONE LAZIO. Assessorato Istruzione, Diritto allo Studio e Formazione POR Obiettivo 3 F.S.E. 2000-2006

REGIONE LAZIO. Assessorato Istruzione, Diritto allo Studio e Formazione POR Obiettivo 3 F.S.E. 2000-2006 ALLEGATO A Regione Lazio REGIONE LAZIO Assessorato Istruzione, Diritto allo Studio e Formazione POR Obiettivo 3 F.S.E. 2000-2006 AVVISO PUBBLICO PER IL FINANZIAMENTO DI BORSE DI STUDIO PER LA PARTECIPAZIONE

Dettagli

Consiglio regionale della Campania DIREZIONE GENERALE Presidenza, Studi legislativi e Legale

Consiglio regionale della Campania DIREZIONE GENERALE Presidenza, Studi legislativi e Legale DETERMINA n. 11 del 23 febbraio 2015 Oggetto: avviso pubblico: patrocini, partecipazioni a comitati d onore, concessione di sovvenzioni, contributi, sussidi ed ausili finanziari e per l attribuzione di

Dettagli

PROVINCIA DI POTENZA Ufficio Affari Generali, Cultura e Istruzione

PROVINCIA DI POTENZA Ufficio Affari Generali, Cultura e Istruzione PROVINCIA DI POTENZA Ufficio Affari Generali, Cultura e Istruzione Piano Provinciale Annuale dello Sport 2013 (PPS) per la concessione di finanziamenti per interventi di promozione delle attività fisico-motorie

Dettagli

FONDAZIONE CASSA DI RISPARMIO DI PUGLIA AVVISO ANNO 2014. finanziamento di idee progettuali

FONDAZIONE CASSA DI RISPARMIO DI PUGLIA AVVISO ANNO 2014. finanziamento di idee progettuali FONDAZIONE CASSA DI RISPARMIO DI PUGLIA AVVISO ANNO 2014 finanziamento di idee progettuali nel settore rilevante c) salute pubblica, medicina preventiva e riabilitativa * * * ART.1 PREMESSE La Fondazione

Dettagli

COMUNE DI SIAMAGGIORE Provincia di Oristano Via San Costantino n. 2 Cap. 09070 Siamaggiore - C.F. 00070940954

COMUNE DI SIAMAGGIORE Provincia di Oristano Via San Costantino n. 2 Cap. 09070 Siamaggiore - C.F. 00070940954 COMUNE DI SIAMAGGIORE Provincia di Oristano Via San Costantino n. 2 Cap. 09070 Siamaggiore - C.F. 00070940954 Scadenza: ore 13,00 del giorno 18/03/2014 BANDO Misure di sostegno dei piccoli comuni L.R.

Dettagli

AVVISO PUBBLICO PER FORMAZIONE DI UN ELENCO DI ESPERTI

AVVISO PUBBLICO PER FORMAZIONE DI UN ELENCO DI ESPERTI AVVISO PUBBLICO PER FORMAZIONE DI UN ELENCO DI ESPERTI In attuazione della Direttiva in materia di contratti di lavoro autonomo approvata con deliberazione del Direttore Generale n. 6 del 18.1.2010 e della

Dettagli

COMUNE DI PISA D I R E Z I O N E SERVIZI ISTITUZIONALI CULTURA TURISMO

COMUNE DI PISA D I R E Z I O N E SERVIZI ISTITUZIONALI CULTURA TURISMO COMUNE DI PISA D I R E Z I O N E SERVIZI ISTITUZIONALI CULTURA TURISMO OGGETTO: APPROVAZIONE BANDO ANNO 2014 PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI ORDINARI. SETTORE D INTERVENTO : CULTURA. PRENOTAZIONE IMPEGNO

Dettagli

Provincia Regionale di Trapani

Provincia Regionale di Trapani Provincia Regionale di Trapani Settore Sviluppo Economico, Turismo, politiche agricole e cultura AVVISO PUBBLICO PER LA PRESENTAZIONE DI PROGETTI RELATIVI AL SOSTEGNO DI INIZIATIVE/PROGETTI E MANIFESTAZIONI

Dettagli

BANDO FINANZIAMENTI AI NEGOZI STORICI DELLA SARDEGNA

BANDO FINANZIAMENTI AI NEGOZI STORICI DELLA SARDEGNA BANDO FINANZIAMENTI AI NEGOZI STORICI DELLA SARDEGNA Art. 1 OGGETTO E FINALITA 1. In attuazione della Deliberazione della Giunta Regionale n. 48/54 del 01/12/2011 Progetto integrato per la tutela attiva

Dettagli

Comune di Torre del Greco (Provincia di Napoli) REGOLAMENTO COMUNALE. Albo delle Associazioni. Rapporti con le Associazioni

Comune di Torre del Greco (Provincia di Napoli) REGOLAMENTO COMUNALE. Albo delle Associazioni. Rapporti con le Associazioni Comune di Torre del Greco (Provincia di Napoli) Settore Servizi Sociali e Cultura REGOLAMENTO COMUNALE PER l ISTITUZIONE DELL Albo delle Associazioni E PER I Rapporti con le Associazioni Approvato con

Dettagli

Il sottoscritto nato a il residente a in via in qualità di Legale Rappresentante pro-tempore dell Associazione/Istituzione/Ente

Il sottoscritto nato a il residente a in via in qualità di Legale Rappresentante pro-tempore dell Associazione/Istituzione/Ente AL COMUNE DI SAN GIOVANNI LUPATOTO via Roma 18 SAN GIOVANNI LUPATOTO ALL'ASSESSORE Richiesta di contributo per singole iniziative. (SCRIVERE IN STAMPATELLO E COMPILARE TUTTI I CAMPI) Il sottoscritto nato

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI FINANZIAMENTI E BENEFICI ECONOMICI AD ENTI PUBBLICI E SOGGETTI PRIVATI (art. 7 L.R. 31 LUGLIO 1993 n.

REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI FINANZIAMENTI E BENEFICI ECONOMICI AD ENTI PUBBLICI E SOGGETTI PRIVATI (art. 7 L.R. 31 LUGLIO 1993 n. REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI FINANZIAMENTI E BENEFICI ECONOMICI AD ENTI PUBBLICI E SOGGETTI PRIVATI (art. 7 L.R. 31 LUGLIO 1993 n. 13) APPROVATO CON DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N. 08 DI DATA

Dettagli

Premesse. Il tema di Expo Milano 2015 (Esposizione universale Milano 2015) è Nutrire il Pianeta, Energia per la vita.

Premesse. Il tema di Expo Milano 2015 (Esposizione universale Milano 2015) è Nutrire il Pianeta, Energia per la vita. Agenzia Regionale per lo Sviluppo e l Innovazione dell Agricoltura del Lazio AVVISO PUBBLICO PER LA CONCESSIONE DI SOVVENZIONI PER IL FINANZIAMENTO TOTALE O PARZIALE DI PROGETTI DI PROMOZIONE AGRICOLA

Dettagli

Allegato A. 1. Oggetto

Allegato A. 1. Oggetto Criteri per il finanziamento di attività di formazione e aggiornamento finalizzate all'attuazione di protocolli di intesa in materia di procedure conciliative tra imprese e clienti finali dei servizi elettrico

Dettagli