GUIDA PRATICA ALLO SMOBILIZZO DEI CREDITI NEI CONFRONTI DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "GUIDA PRATICA ALLO SMOBILIZZO DEI CREDITI NEI CONFRONTI DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE"

Transcript

1 GUIDA PRATICA ALLO SMOBILIZZO DEI CREDITI NEI CONFRONTI DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE

2

3 1 LA CERTIFICAZIONE DEI CREDITI Come funziona 2 LO SMOBILIZZO DEI CREDITI Le operazioni previste Condizioni economiche applicabili alle operazioni di smobilizzo 3 LA COMPENSAZIONE 3

4 4 Oggi le imprese che vantano un credito nei confronti della Pubblica Amministrazione possono ottenerne il riconoscimento in maniera semplice e veloce.

5 Al fine di sbloccare tra il 2013 e il 2014 ben quaranta miliardi di pagamenti dovuti alle imprese da parte della Pubblica Amministrazione, il Governo ha introdotto una serie di importanti novità legislative 1 che puntano a rendere pienamente operativa la procedura di certificazione e smobilizzo dei crediti vantati nei confronti della Pubblica Amministrazione; provvedimenti che seguono l Accordo sul credito siglato il 25 maggio 2012 dall Associazione Bancaria Italiana e le Associazioni imprenditoriali, alla presenza del Ministro dello Sviluppo Economico. Alla luce di queste novità, questa Guida intende fornire alle imprese uno strumento di prima informazione che consenta loro di individuare rapidamente i passi da compiere per sbloccare i loro crediti: illustra come avviene la procedura di certificazione del credito e quali sono le diverse forme di anticipazione che si possono concordare con la propria banca. Come sempre, le imprese potranno ricevere tutte le informazioni particolareggiate presso le filiali delle banche aderenti all Accordo (l elenco è disponibile sul sito dell ABI, 1 Decreto debiti PA (DL n. 35/2013 convertito dalla Legge n. 64 del 6/6/2013) 5

6 1 LA CERTIFICAZIONE dei crediti LA CERTIFICAZIONE DEI CREDITI La certificazione rilasciata dalla Pubblica Amministrazione è il documento che attesta che il credito vantato dall impresa, alla data di presentazione della domanda, non è prescritto, è certo, liquido ed esigibile. Possono essere certificati i crediti relativi a rapporti di somministrazione, fornitura, appalto e prestazioni rese dai professionisti, nei confronti di: Amministrazioni statali, centrali e periferiche Regioni e Province autonome Enti locali Enti del Servizio Sanitario Nazionale ad eccezione di quelli vantati nei confronti degli enti locali commissariati e degli enti del Servizio Sanitario Nazionale che fanno parte delle regioni sottoposte a piani di rientro da deficit sanitari* (o a programmi di prosecuzione degli stessi, se nell ambito di tali piani o programmi sono state previste operazioni relative al debito**). Non è possibile richiedere la certificazione per i crediti vantati nei confronti di: organi costituzionali e a rilevanza costituzionale, camere di commercio, industria, artigianato e agricoltura e loro associazioni, enti pubblici economici, enti ed organismi di diritto privato, società a partecipazione pubblica. * Abruzzo, Calabria, Campania, Lazio, Liguria, Molise, Piemonte, Puglia, Sardegna e Sicilia 6 ** Per questi enti sono in ogni caso valide le certificazioni rilasciate ai sensi dell art. 11, comma 2, del decreto-legge 31 maggio 2010 n. 78, convertito con modificazioni, dalla legge 30 luglio 2010, n. 122, nonché le certificazioni rilasciate nell ambito delle operazioni di gestione del debito sanitario, in attuazione dei relativi piani o programmi operativi.

7 1 LA CERTIFICAZIONE dei crediti COME FUNZIONA Nel periodo compreso tra il 1 giugno ed il 15 settembre 2013, le Pubbliche Amministrazioni, al fine di certificare le somme dovute alle imprese per somministrazioni, forniture e appalti e obbligazioni relative a prestazioni professionali hanno comunicato, attraverso la piattaforma elettronica del Ministero dell Economia e delle Finanze 2, l elenco dei debiti certi, liquidi ed esigibili, maturati dalle imprese nei loro confronti sino al 31 dicembre Parallelamente, l Associazione Bancaria Italiana, per conto di banche ed intermediari, ha comunicato allo stesso Ministero l elenco dei crediti certi, liquidi ed esigibili maturati al 31 dicembre 2012 dalle imprese nei confronti della Pubblica Amministrazione e ceduti a banche e intermediari. Nell elenco dei debiti predisposto dalla Pubblica Amministrazione devono essere specificati i dati identificativi delle imprese creditrici e la data di pagamento prevista, questo anche al fine di consentirne la compensazione fiscale (cfr. pag. 13). La grossa novità è costituita dal fatto che l inserimento stesso nell elenco equivale a certificazione del credito (a meno che i crediti non siano già stati oggetto di cessione o di altra modalità di certificazione). 2 7

8 1 LA CERTIFICAZIONE dei crediti La singola impresa creditrice non deve dunque più attivarsi individualmente per ottenere la certificazione utile al successivo smobilizzo presso gli intermediari bancari e finanziari ma è comunque tenuta a verificare l elenco pubblicato nella piattaforma potendo così ottenere, in caso di omessa, incompleta o erronea indicazione, la correzione e/o l integrazione da parte della Pubblica Amministrazione. 3 Dal 2014, la compilazione di questo elenco diventerà un obbligo routinario per le Pubbliche Amministrazioni, che entro il 30 aprile dell anno successivo, dovranno provvedere alla pubblicazione sulla piattaforma elettronica dei debiti certi, liquidi ed esigibili maturati al 31 dicembre dell anno precedente. Al fine di accelerare il pagamento dei debiti, le Pubbliche Amministrazioni hanno dovuto inviare entro il 30 giugno 2013 alle singole imprese creditrici una comunicazione (anche tramite la posta elettronica certificata - PEC) con l indicazione dell importo e della data entro la quale provvederà al pagamento del debito in questione. Per ogni altra utile indicazione è possibile consultare il sito del MEF (www.mef.gov.it). 3 Prima dell emanazione del DL n. 35/2013 invece già era consentito alla singola impresa creditrice di attivarsi per ottenere dall amministrazione debitrice la certificazione del suo credito. Questa possibilità resta ferma anche nell attuale contesto in cui tuttavia le Pubbliche Amministrazioni sono chiamate a redigere e comunicare loro stesse l elenco completo dei debiti in essere alla fine di ogni anno solare. 8

9 LO SMOBILIZZO dei crediti 2 LO SMOBILIZZO DEI CREDITI Dopo aver ottenuto la certificazione che attesta che il credito è certo, liquido ed esigibile, l impresa ha tempo fino al 30 giugno 2014 (come previsto dall accordo ABI-PMI di maggio 2012) per concordare con la banca, presentando relativa domanda, le operazioni di smobilizzo. Queste vengono realizzate grazie ad uno specifico plafond che il settore bancario ha destinato allo smobilizzo dei crediti che le imprese vantano nei confronti della Pubblica Amministrazione. In particolare, possono accedere al plafond le imprese: con meno di 250 addetti, un fatturato non superiore a 50 milioni di euro (o il cui totale di bilancio non superi i 43 milioni di euro), operanti in Italia e appartenenti a tutti i settori; che al momento della presentazione della domanda non abbiano posizioni debitorie classificate dalla banca come sofferenze, partite incagliate, esposizioni ristrutturate o esposizioni scadute/sconfinanti da oltre 90 giorni, né procedure esecutive in corso. Per le imprese che presentano esposizioni scadute/sconfinanti da oltre 90 giorni (e fino ad un massimo di 180 giorni), la banca può valutare la realizzazione dell operazione, tenuto conto degli impatti e dei vincoli regolamentari, se il ritardo di pagamento dell impresa è dovuto al mancato incasso dei crediti nei confronti della Pubblica Amministrazione per i quali l impresa richiede l attivazione del plafond. 9

10 LE OPERAZIONI PREVISTE L impresa può concordare con la banca o con l intermediario finanziario che aderisce all Accordo: Lo sconto pro soluto L anticipazione con cessione del credito (anche in forma di sconto pro solvendo) L anticipazione senza cessione del credito 1. LO SCONTO PRO SOLUTO È il caso in cui la banca acquista il credito che l impresa vanta nei confronti della Pubblica Amministrazione, assumendosi il rischio di inadempienza di quest ultima. Il prezzo pagato dalla banca all impresa è di norma inferiore al valore nominale del credito perché comprensivo degli interessi anticipati. 2. L ANTICIPAZIONE CON CESSIONE DEL CREDITO È il caso in cui la banca eroga un finanziamento all impresa a titolo di anticipazione del credito che la stessa vanta nei confronti della Pubblica Amministrazione e parallelamente l impresa cede alla banca, a titolo di garanzia, il credito oggetto di anticipazione. In questo caso l impresa resta direttamente responsabile del rimborso dell anticipazione bancaria ed il flusso di denaro che proverrà dal credito vantato nei confronti della Pubblica Amministrazione potrà essere acquisito dalla banca solo in caso di inadempienza dell impresa. 10

11 2 LO SMOBILIZZO dei crediti 3. L ANTICIPAZIONE SENZA CESSIONE DEL CREDITO Questo caso è analogo al precedente con la differenza che la banca non diventa cessionaria del credito vantato dall impresa ma solo il soggetto autorizzato al suo incasso una volta giunto a scadenza (questo grazie ad un mandato specifico che l impresa si impegna a conferirle). Anche in questo caso l impresa rimane sempre responsabile del rimborso del finanziamento nei confronti della banca. L erogazione di questo tipo di finanziamento è condizionata all acquisizione da parte della banca della copertura del Fondo di Garanzia per le PMI o di un altro garante equivalente o contro garantito dal Fondo. L anticipazione non potrà essere inferiore al 70% dell ammontare del credito che l impresa vanta nei confronti della Pubblica Amministrazione e la durata sarà coerente con la data di pagamento prevista nella certificazione. Nel determinare la propria esposizione complessiva nei confronti dell impresa, la banca mantiene le linee di credito concesse all impresa, evitando di computare la quota di tali anticipazioni che risulta garantita dal Fondo di Garanzia per le PMI o da altro garante equivalente. Ciò a condizione che i crediti oggetto della anticipazione non siano stati già considerati dalla banca ai fini di precedenti operazioni di finanziamento e nella certificazione sia presente la data di pagamento. 11

12 2 LO SMOBILIZZO dei crediti Nel caso in cui nella certificazione non sia esplicitamente indicata una data di pagamento del credito, l anticipazione può essere accordata per un periodo di 12 mesi a condizione che: l impresa sia in bonis, non abbia ritardi di pagamento e che il Fondo di Garanzia per le PMI rilasci una garanzia rinnovabile per ulteriori 6 mesi (anche più volte, qualora il pagamento non avvenga nel frattempo). CONDIZIONI ECONOMICHE APPLICABILI ALLE OPERAZIONI DI SMOBILIZZO Il tasso d interesse/sconto applicabile alle operazioni di smobilizzo dei crediti è determinato sulla base di due elementi: il costo della provvista per la banca (equivalente al costo di accesso per la banca alla provvista messa a disposizione dalla Banca Centrale Europea); uno spread funzione della qualità dell impresa, del garante e della struttura/tipologia dell operazione. Inoltre, per agevolare la comparabilità dell operazione con le condizioni di mercato, la banca comunica all impresa il tasso di interesse finito e le due componenti che lo determinano (il costo della provvista e lo spread). 12

13 LA COMPENSAZIONE 3 LA COMPENSAZIONE In alternativa alle operazioni di smobilizzo con la banca, le imprese possono compensare i crediti vantati verso le Pubbliche Amministrazioni per somministrazione, forniture ed appalti con alcune tipologie di debiti maturati nei confronti del settore pubblico. In particolare, allo stato attuale - la normativa di riferimento è in continua evoluzione - i crediti non prescritti, certi, liquidi ed esigibili nei confronti dello Stato e degli enti pubblici nazionali, delle Regioni, degli enti locali e degli enti del Servizio Sanitario Nazionale: possono essere compensati con i debiti iscritti a ruolo e notificati entro il 30 aprile 2012 a titolo di tributi erariali, regionali e locali, debiti contributivi, assistenziali, previdenziali e assicurativi; se maturati al 31 dicembre 2012, gli stessi crediti possono essere compensati anche con le somme dovute in base agli istituti deflatori della pretesa tributaria e deflativi del contenzioso tributario (somme dovute per accertamento con adesione; definizione; acquiescenza; definizione agevolata delle sanzioni; conciliazione giudiziale e di mediazione). 13

14 3 LA COMPENSAZIONE In entrambi i casi, i crediti per i quali è richiesta la compensazione devono essere certificati e l intero processo si svolge in via telematica utilizzando l apposita piattaforma elettronica messa a disposizione dal Ministero dell Economia e delle Finanze. 14

15 Bancaria Editrice - Novembre 2013 Stampato da Spadamedia S.r.l., Roma Prezzo di listino: 0,42 ISBN

16

L anticipazione dei crediti certificati verso la PA Lo smobilizzo tramite Factor dei crediti certificati verso la PA

L anticipazione dei crediti certificati verso la PA Lo smobilizzo tramite Factor dei crediti certificati verso la PA L anticipazione dei crediti certificati verso la PA Lo smobilizzo tramite Factor dei crediti certificati verso la PA G. Tuè Prodotti Servizi Aziende G. Casagrande Direttore Commerciale Credemfactor Spa

Dettagli

VADEMECUM BREVE GUIDA ALLA CERTIFICAZIONE DEI CREDITI

VADEMECUM BREVE GUIDA ALLA CERTIFICAZIONE DEI CREDITI VADEMECUM BREVE GUIDA ALLA CERTIFICAZIONE DEI CREDITI 28 luglio 2014 Sommario 1 Cos è la certificazione dei crediti... 3 1.1 Quali crediti possono essere certificati... 3 1.2 A quali amministrazioni o

Dettagli

FATTURAZIONE NEI CONFRONTI DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE

FATTURAZIONE NEI CONFRONTI DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE Dott. Giovanni Maria CONTI Dott. Emanuela Maria CONTI Dott. Marcello PRIORI Dott. Domenico MAISANO Avv. Emanuela REGAZZI Dott. Simone DALLEDONNE Dott. Lorenzo PICCININI Dott. Florjan SHTYLLA Dott. Domenico

Dettagli

Unindustria Reggio Emilia. 5 giugno 2013. Francesca Brunori - Confindustria, Coordinatore Finanza e Credito

Unindustria Reggio Emilia. 5 giugno 2013. Francesca Brunori - Confindustria, Coordinatore Finanza e Credito Pagamento dei debiti della PA Il DL 35/2013 e la certificazione dei crediti Unindustria Reggio Emilia 5 giugno 2013 Francesca Brunori - Confindustria, Coordinatore Finanza e Credito Scenario AMMONTARE

Dettagli

Circolare N. 145 del 5 Novembre 2014

Circolare N. 145 del 5 Novembre 2014 Circolare N. 145 del 5 Novembre 2014 Le modalità di liquidazione dei crediti nei confronti della Pubblica Amministrazione Gentile cliente, con la presente desideriamo informarla che con Decreto 24.09.2014,

Dettagli

LE MISURE PER LO SMOBILIZZO DEI CREDITI DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE

LE MISURE PER LO SMOBILIZZO DEI CREDITI DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE LE MISURE PER LO SMOBILIZZO DEI CREDITI DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE 1. Certificazione dei crediti vantati nei confronti della P.A. 2. Compensazione con somme iscritte a ruolo 3. Fondo di garanzia per

Dettagli

Confederazione Nazionale

Confederazione Nazionale Dipartimento Politiche Industriali il Responsabile Confederazione Nazionale dell Artigianato e della Piccola e Media Impresa Sede Nazionale Sede di Bruxelles 00161 Roma - Via G.A. Guattani, 13 B - 1000

Dettagli

Agli Associati. 23 luglio 2012. Loro Sedi. Prot. UCR/ULG/UTR/001638

Agli Associati. 23 luglio 2012. Loro Sedi. Prot. UCR/ULG/UTR/001638 Roma, 23 luglio 2012 Prot. UCR/ULG/UTR/001638 Agli Associati Loro Sedi Chiarimenti operativi sull accordo, siglato il 22 maggio 2012 tra l ABI e le altre principali associazioni imprenditoriali, relativo

Dettagli

STUDIO LAMBERTO RAG. DANIELA T.F. 011/7490099 E-MAIL segreteria@studiolamberto.it. Informativa per la clientela di studio

STUDIO LAMBERTO RAG. DANIELA T.F. 011/7490099 E-MAIL segreteria@studiolamberto.it. Informativa per la clientela di studio Informativa per la clientela di studio N. 160 del 24.10.2012 Ai gentili Clienti Loro sedi OGGETTO: Certificazione dei crediti della PA: la procedura è online E stata resa operativa la piattaforma web che

Dettagli

Le modalità di compensazione dei crediti commerciali verso la P.A. con i debiti tributari

Le modalità di compensazione dei crediti commerciali verso la P.A. con i debiti tributari I dossier fiscali Le modalità di compensazione dei crediti commerciali verso la P.A. con i debiti tributari - Guida operativa - Gennaio 2014 SOMMARIO PREMESSA... 3 1. Compensazione con debiti derivanti

Dettagli

Pagamento dei debiti della PA Il DL 35/2013 Comitato Tecnico Credito e Finanza

Pagamento dei debiti della PA Il DL 35/2013 Comitato Tecnico Credito e Finanza Pagamento dei debiti della PA Il DL 35/2013 Comitato Tecnico Credito e Finanza Roma, 11 giugno 2013 Scenario AMMONTARE DEI DEBITI DELLA PA: 90 miliardi (stima Banca d Italia) TEMPI DI PAGAMENTO PA: 180

Dettagli

CERTIFICAZIONE E COMPENSAZIONE DEI CREDITI VERSO LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE

CERTIFICAZIONE E COMPENSAZIONE DEI CREDITI VERSO LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE CERTIFICAZIONE E COMPENSAZIONE DEI CREDITI VERSO LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE a cura del Dott. Vito e in Bitonto (BA) Con il decreto legge 29 novembre 2008, n. 185 (art. 9, co. 3-bis) sono state introdotte

Dettagli

Ministero dell'economia e delle Finanze Ufficio Stampa

Ministero dell'economia e delle Finanze Ufficio Stampa Ministero dell'economia e delle Finanze Ufficio Stampa Comunicato n. 179 Debiti P.A.: pagati ai creditori 26 miliardi Ripartiti tra i debitori ulteriori 17 miliardi di risorse stanziate nel 2013 Entro

Dettagli

GUIDA PRATICA ALLA CERTIFICAZIONE DEI CREDITI

GUIDA PRATICA ALLA CERTIFICAZIONE DEI CREDITI GUIDA PRATICA ALLA CERTIFICAZIONE DEI CREDITI (CON PARTICOLARE RIFERIMENTO ALLA PROCEDURA TELEMATICA) Versione 1.4 del 06/12/2013 Sommario Premessa... 3 1 Introduzione... 4 1.1 Il contesto normativo...

Dettagli

f e r d i n a n d o b o c c i a

f e r d i n a n d o b o c c i a Circ. n. 10 del 22 gennaio 2013 A TUTTI I CLIENTI L O R O S E D I Oggetto: COMPENSAZIONE E CESSIONE DEI CREDITI NEI CONFRONTI DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE. Procedura di certificazione degli stessi 1.

Dettagli

Tra le parti PAT. Enti strumentali (.) le Banche/intermediari finanziari aderenti (..) PREMESSO CHE

Tra le parti PAT. Enti strumentali (.) le Banche/intermediari finanziari aderenti (..) PREMESSO CHE SCHEMA DI PROTOCOLLO PER IL SOSTEGNO DELL ACCESSO AL CREDITO DEI FORNITORI DELLA PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO E DEI SUOI ENTI STRUMENTALI ATTRAVERSO LA CESSIONE, PRO SOLUTO O PRO SOLVENDO, DEI CREDITI

Dettagli

GUIDA PRATICA ALLA CERTIFICAZIONE DEI CREDITI

GUIDA PRATICA ALLA CERTIFICAZIONE DEI CREDITI GUIDA PRATICA ALLA CERTIFICAZIONE DEI CREDITI (CON PARTICOLARE RIFERIMENTO ALLA PROCEDURA TELEMATICA) Versione 1.3 del 26/11/2012 Sommario Premessa... 3 1 Introduzione... 4 1.1 Il contesto normativo...

Dettagli

Avviata la nuova procedura per i pagamenti in sospeso delle Pubbliche Amministrazioni

Avviata la nuova procedura per i pagamenti in sospeso delle Pubbliche Amministrazioni A cura del dottor Erminio Di Nora Avviata la nuova procedura per i pagamenti in sospeso delle Pubbliche Amministrazioni Gentile cliente, con la presente desideriamo informarla che in data 22.05.2012 è

Dettagli

C O M U N E D I M O N T E C A S T R I L L I

C O M U N E D I M O N T E C A S T R I L L I C O M U N E D I M O N T E C A S T R I L L I PROVINCIA DI TERNI RAGIONERIA Oggetto: Decreto Legge 8 Aprile 2013, n.55. Individuazione misure urgenti per il pagamento dei debiti maturati al 31 Dicembre 2912

Dettagli

La compensazione fra crediti verso la P.A. e debiti fiscali

La compensazione fra crediti verso la P.A. e debiti fiscali La compensazione fra crediti verso la P.A. e debiti fiscali Fiscalità Edilizia Commissione Referente Economico - Fiscale Tributario 10 aprile 2014 Schema operativo GLI STRUMENTI DI UTILIZZO DEI CREDITI

Dettagli

Introduzione. Accreditamento

Introduzione. Accreditamento Introduzione Vanti un credito nei confronti di una P.A.? Vuoi ottenere il riconoscimento del tuo credito? Oggi tutto questo è possibile, in modo semplificato, grazie alla piattaforma per la certificazione

Dettagli

INDICE. 5 Condizioni per il perfezionamento dei pagamenti dei debiti... 8

INDICE. 5 Condizioni per il perfezionamento dei pagamenti dei debiti... 8 D O T T. C A R L O O R S E N I G A Commercialista - Revisore Contabile 20123 - MILANO Via Vincenzo Monti, 32 Tel. +39.02.36.55.04.76 Fax +39.02.89.07.49.33 Circolare n. 1 del 18 febbraio 2014 Compensazione

Dettagli

Con la presente scrittura tra il Comune di Nuoro (qui di seguito l Ente ) con sede in...- Codice fiscale... rappresentata dal...

Con la presente scrittura tra il Comune di Nuoro (qui di seguito l Ente ) con sede in...- Codice fiscale... rappresentata dal... CONVENZIONE PER IL SOSTEGNO DELL'ACCESSO AL CREDITO DEI FORNITORI DEL COMUNE DI NUORO ATTRAVERSO LA CESSIONE PRO SOLUTO DEI CREDITI A FAVORE DI BANCHE OD INTERMEDIARI FINANZIARI AUTORIZZATI Con la presente

Dettagli

I CREDITI VANTATI VERSO LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE FISCO E TRIBUTI

I CREDITI VANTATI VERSO LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE FISCO E TRIBUTI Ambrosia Corporate Solutions Newsletter I CREDITI VANTATI VERSO LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE FISCO E TRIBUTI Ottobre 2014 Il Ministero dell Economia e delle Finanze ha pubblicato il Decreto Legge 24 aprile

Dettagli

Accordo per il credito 2015

Accordo per il credito 2015 Accordo per il credito 2015 Premesso che 1) in data 30 dicembre 2014, l ABI e le Associazioni imprenditoriali (di seguito, le Parti) hanno sottoscritto un intesa che prevede: i) l estensione del periodo

Dettagli

Accordo per il credito 2015 Premesso che 1) in data 30 dicembre 2014, l ABI e le Associazioni imprenditoriali (di seguito, le Parti) hanno sottoscritto un intesa che prevede: i) l estensione del periodo

Dettagli

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento DISPONE

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento DISPONE Prot. n. 2014/13917 Approvazione del modello di versamento F24 Crediti PP.AA. e delle specifiche tecniche per la trasmissione telematica dei dati, per l esecuzione dei versamenti unitari di cui all articolo

Dettagli

Introduzione. Importanti evoluzioni. Fatture tradizionali o elettroniche?

Introduzione. Importanti evoluzioni. Fatture tradizionali o elettroniche? Introduzione Dal 18 ottobre 2012, grazie alla Piattaforma per la Certificazione dei Crediti, chiedere la certificazione dei crediti relativa a somme dovute per somministrazioni, forniture, appalti e prestazioni

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. Mutui: raggiunta intesa nuova moratoria imprese

COMUNICATO STAMPA. Mutui: raggiunta intesa nuova moratoria imprese COMUNICATO STAMPA Mutui: raggiunta intesa nuova moratoria imprese Al via l Accordo per il Credito 2015. Non solo sospensione, la nuova intesa diretta anche ad agganciare la ripresa e a sostenere lo smobilizzo

Dettagli

Reverse Factoring PA. Roma, Maggio 2012. Il prodotto che facilita lo smobilizzo dei crediti vantati. Amministrazione locale e centrale

Reverse Factoring PA. Roma, Maggio 2012. Il prodotto che facilita lo smobilizzo dei crediti vantati. Amministrazione locale e centrale Reverse Factoring PA Il prodotto che facilita lo smobilizzo dei crediti vantati dalle imprese italiane nei confronti della Pubblica Amministrazione locale e centrale Roma, Maggio 2012 Versione: 1.0 BancoPosta

Dettagli

Tra le parti PAT. Enti strumentali (.) le Banche/intermediari finanziari aderenti (..) PREMESSO CHE

Tra le parti PAT. Enti strumentali (.) le Banche/intermediari finanziari aderenti (..) PREMESSO CHE Allegato parte integrante All.1) Schema di protocollo SCHEMA DI PROTOCOLLO PER IL SOSTEGNO DELL ACCESSO AL CREDITO DEI FORNITORI DELLA PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO E DEI SUOI ENTI STRUMENTALI ATTRAVERSO

Dettagli

10.2013. 07.201 Misure per favorire la cessione dei crediti vantati nei confronti di Regione, agenzie regionali, enti e

10.2013. 07.201 Misure per favorire la cessione dei crediti vantati nei confronti di Regione, agenzie regionali, enti e DEL 31.10 10.2013 Oggetto: L.R. n. 18 del 26.07 07.201.2013,, art. 3 e D.L. 185/2008, art. 9, comma 3-bis3 e 3-ter. Misure per favorire la cessione dei crediti vantati nei confronti di Regione, agenzie

Dettagli

TRA. REGIONE TOSCANA (C.fisc. in persona di autorizzato alla sottoscrizione del presente atto a seguito di deliberazione della Giunta regionale n.

TRA. REGIONE TOSCANA (C.fisc. in persona di autorizzato alla sottoscrizione del presente atto a seguito di deliberazione della Giunta regionale n. PROTOCOLLO D INTESA PER LO SMOBILIZZO DEI CREDITI DEI SOGGETTI DEL TERZO SETTORE NEI CONFRONTI DEGLI ENTI LOCALI E DEL SERVIZIO SANITARIO DELLA TOSCANA TRA REGIONE TOSCANA (C.fisc. in persona di autorizzato

Dettagli

NOTA OPERATIVA N. 4/2013. OGGETTO: Compensazione dei crediti con la pubblica amministrazione e aspetti contabili

NOTA OPERATIVA N. 4/2013. OGGETTO: Compensazione dei crediti con la pubblica amministrazione e aspetti contabili NOT OPERTIV N. 4/2013 OGGETTO: Compensazione dei crediti con la pubblica amministrazione e aspetti contabili - Introduzione Il Decreto Legge n.35, dell 8 aprile 2013, ha recentemente sbloccato il pagamento

Dettagli

Legge di Stabilità 2015 Misure in materia di credito e finanza

Legge di Stabilità 2015 Misure in materia di credito e finanza Legge di Stabilità 2015 Misure in materia di credito e finanza Febbraio 2015 INDICE 1. Premessa 2. Fondo di Garanzia per le PMI 3. Liquidazione TFR in busta paga 4. Moratoria dei mutui 5. Pagamento debiti

Dettagli

4. Caratteristiche minime delle prestazioni richieste: 5. Inserimento nell elenco e pubblicazione:

4. Caratteristiche minime delle prestazioni richieste: 5. Inserimento nell elenco e pubblicazione: AVVISO PER LA FORMAZIONE DI UN ELENCO DI OPERATORI FINANZIARI (BANCHE O INTERMEDIARI FINANZIARI) ADERENTI ALL INIZIATIVA TESA AD AGEVOLARE LA CONCESSIONE DI ANTICIPAZIONI SUI CREDITI AI FORNITORI DEL COMUNE

Dettagli

ISTRUZIONI TECNICHE PER LA CERTIFICAZIONE TELEMATICA DEI CREDITI

ISTRUZIONI TECNICHE PER LA CERTIFICAZIONE TELEMATICA DEI CREDITI ISTRUZIONI TECNICHE PER LA CERTIFICAZIONE TELEMATICA DEI CREDITI Versione 1.0 del 11/10/2012 Paragrafo 1 - Definizioni Ai fini delle presenti istruzioni tecniche si intende per: a) DL 185/08: il decreto

Dettagli

Re: Cessione di crediti pubblici assistiti da garanzia dello Stato

Re: Cessione di crediti pubblici assistiti da garanzia dello Stato ORRICK, HERRINGTON & SUTCLIFFE CORSO MATTEOTTI, 10 20121 MILANO, ITALIA TEL +39 02 45 41 3800 FAX +39 02 45 41 3801 PIAZZA DELLA CROCE ROSSA, 2 00161 ROMA, ITALIA TEL +39 06 45 21 3900 FAX +39 06 68 19

Dettagli

PROVINCIA DI COMO. Settore Bilancio e Personale Via Borgovico 148 22100 COMO

PROVINCIA DI COMO. Settore Bilancio e Personale Via Borgovico 148 22100 COMO PROVINCIA DI COMO Settore Bilancio e Personale Via Borgovico 148 22100 COMO AVVISO PER LA FORMAZIONE DI UN ELENCO DI OPERATORI FINANZIARI (BANCHE O INTERMEDIARI FINANZIARI) FINALIZZATO A FAVORIRE AI CREDITORI

Dettagli

CREDITO E FINANZA Circolare Gennaio 2014

CREDITO E FINANZA Circolare Gennaio 2014 CREDITO E FINANZA Circolare Gennaio 2014 CREDITO 1. Fondo di garanzia per le PMI pag. 1 2. Usura TEGM in vigore nel I Trimestre 2014 pag. 2 FINANZA 3. DL Destinazione Italia - Misure in materia di credito

Dettagli

PROVINCIA REGIONALE DI PALERMO

PROVINCIA REGIONALE DI PALERMO PROVINCIA REGIONALE DI PALERMO DIREZIONE TESORO OGGETTO: CONVENZIONE PER IL SOSTEGNO DELL'ACCESSO AL CREDITO DEI FORNITORI DELLA PROVINCIA DI PALERMO ATTRAVERSO LA CESSIONE PRO SOLUTO DEI CREDITI A FAVORE

Dettagli

il Comune di Calatafimi Segesta (di seguito denominato Ente ) con sede in... - Codice fiscale..., rappresentata dal

il Comune di Calatafimi Segesta (di seguito denominato Ente ) con sede in... - Codice fiscale..., rappresentata dal Allegato A CONVENZIONE-TIPO PER IL SOSTEGNO DELL'ACCESSO AL CREDITO DEI FORNITORI DEL COMUNE DI CALATAFIMI SEGESTA ATTRAVERSO LA CESSIONE PRO SOLUTO DEI CREDITI A FAVORE DI BANCHE OD INTERMEDIARI FINANZIARI

Dettagli

CAPITOLO 5 INDEBITAMENTO

CAPITOLO 5 INDEBITAMENTO CAPITOLO 5 INDEBITAMENTO LIMITE DELLA SPESA PER INTERESSI La Legge di stabilità 2012 (articolo 8, comma 1, legge n. 183/2011) modifica le regole per il ricorso all indebitamento restringendo drasticamente

Dettagli

RASSEGNA STAMPA. Martedì, 09-04-2013. Il Sole 24 Ore. Il Secolo XIX. Corriere Mercantile. 1 La lista dei pagamenti in ordine di anzianità

RASSEGNA STAMPA. Martedì, 09-04-2013. Il Sole 24 Ore. Il Secolo XIX. Corriere Mercantile. 1 La lista dei pagamenti in ordine di anzianità Il Sole 24 Ore RASSEGNA STAMPA Martedì, 09-04-2013 1 La lista dei pagamenti in ordine di anzianità Il Secolo XIX 1 Così lo Stato pagherà i debiti alle imprese 2 Centrale acquisti, troppi soldi sprecati

Dettagli

Le misure contenute nel

Le misure contenute nel 16_21:Programma_Amva.qxd 04/07/2012 12.45 Pagina 16 16 AGEVOLAZIONI NAZIONALI INVESTIMENTI PRODUTTIVI Per il Fondo di garanzia in arrivo le nuove percentuali di copertura Ammesse anche le anticipazioni

Dettagli

DECRETO LEGGE 8 APRILE 2013, n. 35

DECRETO LEGGE 8 APRILE 2013, n. 35 DECRETO LEGGE 8 APRILE 2013, n. 35 (pubblicato sulla G.U. n. 82 dell 8 aprile 2013) DISPOSIZIONI URGENTI PER IL PAGAMENTO DEI DEBITI SCADUTI DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE, PER IL RIEQUILIBRIO FINANZIARIO

Dettagli

Accordo per l anticipazione, la cessione pro-soluto e pro-solvendo dei crediti verso Enti Pubblici

Accordo per l anticipazione, la cessione pro-soluto e pro-solvendo dei crediti verso Enti Pubblici PROTOCOLLO D INTESA PER ASSICURARE LA LIQUIDITÀ ALLE IMPRESE CREDITRICI DEGLI ENTI LOCALI ATTRAVERSO L ANTICIPAZIONE DEI CREDITI PRESSO BANCHE OD INTERMEDIARI FINANZIARI O LA CESSIONE PRO-SOLUTO O PRO-SOLVENDO

Dettagli

Circolare N. 94 del 25 Giugno 2015

Circolare N. 94 del 25 Giugno 2015 Circolare N. 94 del 25 Giugno 2015 Crediti PA: modificati i termini per l intervento del fondo di garanzia Gentile cliente, con la presente desideriamo informarla che il DM 11.03.2015 ha modificato i termini

Dettagli

CITTA DI SARZANA Provincia della Spezia Area 1 Servizi Interni Settore Bilancio Controllo di Gestione

CITTA DI SARZANA Provincia della Spezia Area 1 Servizi Interni Settore Bilancio Controllo di Gestione AVVISO RIVOLTO AGLI ISTITUTI DI CREDITO MAGGIORMENTE RAPPRESENTATIVI SUL TERRITORIO COMUNALE PER L ADESIONE ALL INIZIATIVA VOLTA A FAVORIRE L ACCESSO AL CREDITO DEI FORNITORI DEL COMUNE DI SARZANA. Il

Dettagli

Factoring e convenzione fornitori

Factoring e convenzione fornitori Factoring e convenzione fornitori Reggio Emilia, 25 marzo 2015 Giuliano Casagrande Direttore Commerciale Credemfactor S.p.A. Il Factoring Il concetto può essere sintetizzato in 4 parole chiave: 1. Valutazione

Dettagli

PIATTAFORMA PER LA CERTIFICAZIONE DEI CREDITI RACCOLTA GUIDE UTENTE CREDITORE

PIATTAFORMA PER LA CERTIFICAZIONE DEI CREDITI RACCOLTA GUIDE UTENTE CREDITORE PIATTAFORMA PER LA CERTIFICAZIONE DEI CREDITI RACCOLTA GUIDE UTENTE CREDITORE Versione 2.4 del 19/01/2015 Sommario Cronologia delle revisioni... 5 Istruzioni per l uso... 6 PARTE I-FUNZIONI GENERALI...

Dettagli

DIREZIONE AFFARI ECONOMICI E CENTRO STUDI RITARDATI PAGAMENTI DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE

DIREZIONE AFFARI ECONOMICI E CENTRO STUDI RITARDATI PAGAMENTI DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE DIREZIONE AFFARI ECONOMICI E CENTRO STUDI RITARDATI PAGAMENTI DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE Estratto dall Osservatorio Congiunturale sull Industria delle Costruzioni Dicembre 2013 Sommario SINTESI...

Dettagli

LA REGIONALIZZAZIONE DEL PATTO DI STABILITA INTERNO

LA REGIONALIZZAZIONE DEL PATTO DI STABILITA INTERNO Direzione Affari Economici e Centro Studi LA REGIONALIZZAZIONE DEL PATTO DI STABILITA INTERNO UNO STRUMENTO PER LIBERARE I PAGAMENTI ALLE IMPRESE E FAVORIRE LE SPESE IN CONTO CAPITALE MAGGIO 2012 INDICE

Dettagli

Studio E. GUARDUCCI - C. LORENZINI & ASSOCIATI dottori commercialisti. Detrazione 65% entro 31 marzo obbligo invio telematico lavori a cavallo

Studio E. GUARDUCCI - C. LORENZINI & ASSOCIATI dottori commercialisti. Detrazione 65% entro 31 marzo obbligo invio telematico lavori a cavallo Dott. Enrico Guarducci Dott. Domenico Ciafardoni Dott. Salvatore Marchese Dott. Gianluca Bogini Dott. Giulio Nicolò Campagni Dott.ssa Valentina Pettirossi Ai Preg.mi Signori Clienti Loro Sedi Circolare

Dettagli

consulenza alle Imprese a 360

consulenza alle Imprese a 360 consulenza alle Imprese a 360 Ai gentili clienti Loro sedi Circolare del 15 gennaio 2010 Oggetto: ULTIMI CHIARIMENTI MORATORIA BANCHE L ABI ha di recente fornito importanti chiarimenti in tema di moratoria

Dettagli

CONVENZIONE TRA MINISTERO DELL'ECONOMIA E DELLE FINANZE PER

CONVENZIONE TRA MINISTERO DELL'ECONOMIA E DELLE FINANZE PER ṭ. CONVENZIONE TRA MINISTERO DELL'ECONOMIA E DELLE FINANZE E L'ASSOCIAZIONE BANCARIA ITALIANA PER L'ACCESSO DA PARTE DELLE BANCHE E DEGLI INTERMEDIARI FINANZIARI ALLA PIATTAFORMA ELETTRONICA PER LA CERTIFICAZIONE

Dettagli

OPERAZIONI DI SCONTO PRO SOLVENDO AI SENSI DELLA LEGGE 1329/65 (SABATINI)

OPERAZIONI DI SCONTO PRO SOLVENDO AI SENSI DELLA LEGGE 1329/65 (SABATINI) OPERAZIONI DI SCONTO PRO SOLVENDO AI SENSI DELLA LEGGE 1329/65 (SABATINI) INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca Popolare dell Emilia Romagna società cooperativa Sede legale e amministrativa in Via San Carlo 8/20

Dettagli

Pagamento dei debiti della PA!

Pagamento dei debiti della PA! Pagamento dei debiti della PA L intervento della CDP SpA Forum Banche e PA 2014 Roma 30 Ottobre 2014 I debiti della PA: stima e pagamenti 2013/2014 Banca d Italia Indebitamento commerciale della PA 75Mld

Dettagli

Roma 18 aprile 2013. 1. Premessa

Roma 18 aprile 2013. 1. Premessa Parere di Confprofessioni alle Commissioni parlamentari per l esame degli atti del Governo in merito al Ddl di conversione del Decreto legge 8 aprile 2013, n. 35, sul pagamento dei debiti della Pubblica

Dettagli

FONDO DI GARANZIA PER LE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

FONDO DI GARANZIA PER LE PICCOLE E MEDIE IMPRESE FONDO DI GARANZIA PER LE PICCOLE E MEDIE IMPRESE Oggetto e finalità Favorire l accesso alle fonti finanziarie delle piccole e medie imprese mediante la concessione di una garanzia pubblica. Riferimenti

Dettagli

Compensazione dei crediti nei confronti della Pubblica Amministrazione con debiti tributari definiti in fase contenziosa o precontenziosa

Compensazione dei crediti nei confronti della Pubblica Amministrazione con debiti tributari definiti in fase contenziosa o precontenziosa CMS_LawTax_CMYK_28-100.eps Newsletter Compensazione dei crediti nei confronti della Pubblica Amministrazione con debiti tributari definiti in fase contenziosa o precontenziosa 3 aprile 2014 INDICE Premessa

Dettagli

Deliberazione della Giunta esecutiva n. 53 di data 13 aprile 2015.

Deliberazione della Giunta esecutiva n. 53 di data 13 aprile 2015. Deliberazione della Giunta esecutiva n. 53 di data 13 aprile 2015. Oggetto: Adesione al Protocollo promosso dalla Provincia autonoma di Trento per il sostegno dell accesso al credito dei fornitori della

Dettagli

Deal D.L. N. 66/2014. Servizio per la Certificazione del credito vantato nei confronti della P.A.

Deal D.L. N. 66/2014. Servizio per la Certificazione del credito vantato nei confronti della P.A. Servizio per la Certificazione del credito vantato nei confronti della P.A. Con il D.L. n. 66/2014 si è esteso l obbligo di certificazione dei crediti vantati nei confronti della P.A. a tutte le pubbliche

Dettagli

ALLEGATO A. Pag. 2 di 11

ALLEGATO A. Pag. 2 di 11 AVVISO PUBBLICO INTERVENTI PER ASSICURARE LA LIQUIDITÀ ALLE IMPRESE CREDITRICI DELLA PROVINCIA DI POTENZA ATTRAVERSO LA CERTIFICAZIONE DEL CREDITO PER LA SUCCESSIVA CESSIONE PRO SOLUTO O PRO SOLVENDO A

Dettagli

PROCEDURA DI CERTIFICAZIONE DEL CREDITO FINALIZZATA ALLA CESSIONE PRO-SOLUTO

PROCEDURA DI CERTIFICAZIONE DEL CREDITO FINALIZZATA ALLA CESSIONE PRO-SOLUTO PROCEDURA DI CERTIFICAZIONE DEL CREDITO FINALIZZATA ALLA CESSIONE PRO-SOLUTO Premessa 1) Istanza di certificazione del credito 2) Avvio della procedura di certificazione 3) Certificazione del credito 4)

Dettagli

Il giorno 11 del mese di Marzo 2011 TRA

Il giorno 11 del mese di Marzo 2011 TRA PROTOCOLLO D INTESA PER LA CESSIONE DEL CREDITO DELLE IMPRESE APPALTATRICI E FORNITRICI DEGLI ENTI LOCALI TRA PROVINCIA DI BRESCIA, ACB, BANCHE, ASSOCIAZIONI IMPRENDITORIALI Il giorno 11 del mese di Marzo

Dettagli

OGGETTO: La compensazione dei crediti con la P.A.

OGGETTO: La compensazione dei crediti con la P.A. Informativa per la clientela di studio N. 157 del 29.10.2014 Ai gentili Clienti Loro sedi OGGETTO: La compensazione dei crediti con la P.A. Il Mef ha previsto particolari modalità di compensazione nel

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA PER LO SVILUPPO E LA CRESCITA DELLE IMPRESE A PREVALENTE PARTECIPAZIONE FEMMINILE E DELLE LAVORATRICI AUTONOME PREMESSO CHE

PROTOCOLLO D INTESA PER LO SVILUPPO E LA CRESCITA DELLE IMPRESE A PREVALENTE PARTECIPAZIONE FEMMINILE E DELLE LAVORATRICI AUTONOME PREMESSO CHE PROTOCOLLO D INTESA PER LO SVILUPPO E LA CRESCITA DELLE IMPRESE A PREVALENTE PARTECIPAZIONE FEMMINILE E DELLE LAVORATRICI AUTONOME PREMESSO CHE l Unione Europea incoraggia la partecipazione delle donne

Dettagli

OPERAZIONI DI CESSIONE PRO SOLVENDO DEI CREDITI D IMPRESA CONTRO CORRISPETTIVO E DEI SERVIZI CONNESSI AI SENSI DELLA LEGGE 52/91 E ARTT. 1260 E SEGG.

OPERAZIONI DI CESSIONE PRO SOLVENDO DEI CREDITI D IMPRESA CONTRO CORRISPETTIVO E DEI SERVIZI CONNESSI AI SENSI DELLA LEGGE 52/91 E ARTT. 1260 E SEGG. FOGLIO INFORMATIVO OPERAZIONI DI CESSIONE PRO SOLVENDO DEI CREDITI D IMPRESA CONTRO CORRISPETTIVO E DEI SERVIZI CONNESSI AI SENSI DELLA LEGGE 52/91 E ARTT. 1260 E SEGG. DEL COD. CIV. Sezione I - Informazioni

Dettagli

CREDITO E FINANZA Circolare Ottobre 2012

CREDITO E FINANZA Circolare Ottobre 2012 CREDITO E FINANZA Circolare Ottobre 2012 CREDITO 1. Protocolli ABI Confindustria su Investimenti e Smobilizzo crediti verso la PA pag. 1 2. Fondo di Garanzia per le PMI pag. 1 3. Accordo SACE- BNL: 50

Dettagli

CHE COS'E' IL MUTUO CHIROGRAFARIO "Fondo di Garanzia PMI" (L. 662/96)

CHE COS'E' IL MUTUO CHIROGRAFARIO Fondo di Garanzia PMI (L. 662/96) INFORMAZIONI SULLA BANCA BANCA DI CREDITO COOPERATIVO DI LOCOROTONDO Cassa Rurale ed Artigiana - Società Cooperativa Piazza Marconi, 28-70010 Locorotondo (BA) Tel.: 0804351311 - Fax: 0804316601 E-mail:

Dettagli

CONVENZIONE SMOBILIZZO CREDITI

CONVENZIONE SMOBILIZZO CREDITI CONVENZIONE SMOBILIZZO CREDITI Benevento, 23 marzo 2011 La Provincia di Benevento (qui di seguito Provincia ) con sede in Benevento, Piazza Castello, Codice Fiscale 92002770623, rappresentata dal Presidente,

Dettagli

seguito di iscrizione a ruolo). - 1. A partire dal 1 gennaio 2011, i

seguito di iscrizione a ruolo). - 1. A partire dal 1 gennaio 2011, i ATTO DI INVITO A PROVVEDERE FEDERLAB ITALIA - Coordinamento Nazionale dei Laboratori di Analisi, con sede in Roma, Via del Corso, n. 42, in persona del Presidente p.t., Dott. Vincenzo D Anna ESPONE 1.

Dettagli

D.L. 35 e 102/2013 SBLOCCA DEBITI STATO DI ATTUAZIONE

D.L. 35 e 102/2013 SBLOCCA DEBITI STATO DI ATTUAZIONE D.L. 35 e 102/2013 SBLOCCA DEBITI STATO DI ATTUAZIONE Aggiornamento del 29 novembre 2013 Debiti P.A.: pagati più di 16mld* A disposizione degli enti debitori l 89% delle risorse stanziate per il 2013 dai

Dettagli

ATTO DI CESSIONE PRO-SOLUTO

ATTO DI CESSIONE PRO-SOLUTO Allegato 1 ATTO DI CESSIONE PRO-SOLUTO DI CREDITI CERTIFICATI MEDIANTE LA PIATTAFORMA ELETTRONICA PER LA GESTIONE TELEMATICA DEL RILASCIO DELLE CERTIFICAZIONI DI CUI AL COMMA 1 DELL ARTICOLO 7 DEL DECRETO-LEGGE

Dettagli

Sifin S.r.l. dal 1985. Soluzioni finanziarie per le farmacie

Sifin S.r.l. dal 1985. Soluzioni finanziarie per le farmacie Sifin S.r.l. dal 1985 Soluzioni finanziarie per le farmacie Ottobre 2008 1 La nostra storia Sifin Srl è una società di factoring regolarmente iscritta nel registro degli Intermediari Finanziari (ex art.

Dettagli

CONVENZIONE TRA. Associazione Bancaria Italiana, con sede in Roma, Piazza del Gesù 49, Codice fiscale n. 02088180589 (di seguito l ABI );

CONVENZIONE TRA. Associazione Bancaria Italiana, con sede in Roma, Piazza del Gesù 49, Codice fiscale n. 02088180589 (di seguito l ABI ); Testo della Convenzione MiSE-ABI-CDP 14 febbraio 2014, coordinato con le modifiche introdotte con l Addendum in data 11 febbraio 2015 e con gli aggiornamenti tecnici in data 25 marzo 2014, 3 giugno 2014,

Dettagli

GUIDA ALLA RICOGNIZIONE DEI DEBITI

GUIDA ALLA RICOGNIZIONE DEI DEBITI PIATTAFORMA PER LA CERTIFICAZIONE DEI CREDITI GUIDA ALLA RICOGNIZIONE DEI DEBITI ART. 7 DEL DECRETO LEGGE 8 APRILE 2013, N. 35 CONVERTITO CON LEGGE 6 GIUGNO 2013, N.64 Versione 2.3 del 04/09/2013 Sommario

Dettagli

CONTROLLI FISCALI PER LE PA PER PAGAMENTI SUPERIORI A 10.000 EURO

CONTROLLI FISCALI PER LE PA PER PAGAMENTI SUPERIORI A 10.000 EURO CONTROLLI FISCALI PER LE PA PER PAGAMENTI SUPERIORI A 10.000 EURO - a cura Federico Gavioli - Il Collegato alla legge Finanziaria per il 2007 ha introdotto importanti novità in materia di controlli fiscali

Dettagli

N. 5 IN QUESTO NUMERO. 3 febbraio 2014

N. 5 IN QUESTO NUMERO. 3 febbraio 2014 N. 5 3 febbraio 2014 Reg. Tribunale di Milano n. 51 del 1 marzo 2013 IN QUESTO NUMERO Ø INPS: Novità introdotte dalla Legge di Stabilità 2014 in materia di rateizzazione e di nuovi termini di pagamento

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO PER LE OPERAZIONI DI FACTORING (Aggiornamento in vigore dall 1 Luglio 2015)

FOGLIO INFORMATIVO PER LE OPERAZIONI DI FACTORING (Aggiornamento in vigore dall 1 Luglio 2015) FOGLIO INFORMATIVO PER LE OPERAZIONI DI FACTORING (Aggiornamento in vigore dall 1 Luglio 2015) INFORMAZIONI SULL INTERMEDIARIO FINANZIARIO FACTORCOOP S.P.A. Sede Legale: Via F.lli Cairoli, 11-40121 Bologna

Dettagli

Matteo Barbero. Il bilancio 2013. Torino, 6 maggio 2013

Matteo Barbero. Il bilancio 2013. Torino, 6 maggio 2013 Matteo Barbero Il bilancio 2013 Torino, 6 maggio 2013 Le misure per lo sblocco dei debiti Il D.L. 35/2013 prevede due ordini di interventi: 1) una deroga al Patto 2013 2) misure per incrementare la liquidità

Dettagli

Aggiornamenti Fiscali Enti Pubblici n. 14/13 21 Novembre 2013

Aggiornamenti Fiscali Enti Pubblici n. 14/13 21 Novembre 2013 Aggiornamenti Fiscali Enti Pubblici n. 14/13 21 Novembre 2013 ARGOMENTI TRATTATI: -LA FIBRA OTTICA SCONTA L IVA AL 10% -LA PULIZIA NELLE CASE DI RIPOSO È ACCESSORIA RISPETTO AI SERVIZI ASSITENZIALI -DURC:

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA AI FINI DELLA CESSIONE DEL CREDITO PRO SOLUTO O PRO SOLVENDO A BANCHE O INTERMEDIARI FINANZIARI

PROTOCOLLO D INTESA AI FINI DELLA CESSIONE DEL CREDITO PRO SOLUTO O PRO SOLVENDO A BANCHE O INTERMEDIARI FINANZIARI PROTOCOLLO D INTESA AI FINI DELLA CESSIONE DEL CREDITO PRO SOLUTO O PRO SOLVENDO A BANCHE O INTERMEDIARI FINANZIARI Il giorno..., alle ore..., in Varese, via..., presso la sede della Camera di Commercio,

Dettagli

Caro Lettore, Buona lettura!

Caro Lettore, Buona lettura! GUIDA PRATICA Caro Lettore, Semplificare e agevolare l accesso al credito. In questo momento di difficile congiuntura economica, sono queste le parole d ordine che hanno portato governo, banche e imprese

Dettagli

PIATTAFORMA PER LA CERTIFICAZIONE DEI CREDITI GUIDA PRATICA ALLA COMPENSAZIONE DEI CREDITI CERTIFICATI

PIATTAFORMA PER LA CERTIFICAZIONE DEI CREDITI GUIDA PRATICA ALLA COMPENSAZIONE DEI CREDITI CERTIFICATI PIATTAFORMA PER LA CERTIFICAZIONE DEI CREDITI GUIDA PRATICA ALLA COMPENSAZIONE DEI CREDITI CERTIFICATI Versione 1.1 del 10/04/2013 Sommario Premessa... 3 1. Il contesto normativo... 4 2. Compensazione

Dettagli

Vademecum per i fornitori del Sistema Sanitario della Regione Campania (SSRC)

Vademecum per i fornitori del Sistema Sanitario della Regione Campania (SSRC) Vademecum per i fornitori del Sistema Sanitario della Regione Campania (SSRC) Questo documento ha lo scopo di fornire il necessario supporto al creditore per l esecuzione degli adempimenti ai sensi del

Dettagli

(Provincia di Potenza) DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE

(Provincia di Potenza) DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE CITTÀ DI AVIGLIANO (Provincia di Potenza) DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 86 del 25 ottobre 2011 OGGETTO: Approvazione schema di convenzione con la società Centro Factoring Spa per la disciplina

Dettagli

CONVENZIONE PER LA CESSIONE DEL CREDITO MATURATO DALLE IMPRESE NEI CONFRONTI DELL AMMINISTRAZIONE COMUNALE

CONVENZIONE PER LA CESSIONE DEL CREDITO MATURATO DALLE IMPRESE NEI CONFRONTI DELL AMMINISTRAZIONE COMUNALE CONVENZIONE PER LA CESSIONE DEL CREDITO MATURATO DALLE IMPRESE NEI CONFRONTI DELL AMMINISTRAZIONE COMUNALE Con la presente scrittura tra il Comune di Morbegno (di seguito denominato Comune ) con sede in

Dettagli

CONVENZIONE PER IL SOSTEGNO DELL ACCESSO AL CREDITO DA PARTE DEI FORNITORI DEL COMUNE DI MONZA

CONVENZIONE PER IL SOSTEGNO DELL ACCESSO AL CREDITO DA PARTE DEI FORNITORI DEL COMUNE DI MONZA SCHEMA CONVENZIONE PER IL SOSTEGNO DELL ACCESSO AL CREDITO DA PARTE DEI FORNITORI DEL COMUNE DI MONZA Con la presente scrittura tra Il Comune di MONZA - qui di seguito Comune - con sede in Monza, Piazza

Dettagli

CONVENZIONE PER IL SOSTEGNO DELL ACCESSO AL CREDITO DA PARTE DEI FORNITORI DEL COMUNE DI MONZA

CONVENZIONE PER IL SOSTEGNO DELL ACCESSO AL CREDITO DA PARTE DEI FORNITORI DEL COMUNE DI MONZA SCHEMA CONVENZIONE PER IL SOSTEGNO DELL ACCESSO AL CREDITO DA PARTE DEI FORNITORI DEL COMUNE DI MONZA Con la presente scrittura tra Il Comune di MONZA - qui di seguito Comune - con sede in Monza, Piazza

Dettagli

SCONTO DI PORTAFOGLIO COMMERCIALE

SCONTO DI PORTAFOGLIO COMMERCIALE 1 FOGLIO INFORMATIVO SCONTO DI PORTAFOGLIO COMMERCIALE INFORMAZIONI SULLA BANCA BANCA DI CREDITO COOPERATIVO DI SPINAZZOLA SOCIETA COOPERATIVA Sede legale: Corso Umberto I 65-76014 SPINAZZOLA (BT) Tel.

Dettagli

DURC e Certificazione dei Crediti nei confronti della P.A.

DURC e Certificazione dei Crediti nei confronti della P.A. DURC e Certificazione dei Crediti nei confronti della P.A. Art. 13 bis comma 5 d.l. n. 52/ 2012 ART. 13 BIS, COMMA 5, D. L. 7 MAGGIO 2012, N. 52 CONVERTITO DALLA L. N. 94 DEL 6 LUGLIO 2012 «Il documento

Dettagli

Domande ricorrenti. Le risposte, di seguito riportate, alle domande in oggetto si basano sull esame del dato letterale della normativa di riferimento.

Domande ricorrenti. Le risposte, di seguito riportate, alle domande in oggetto si basano sull esame del dato letterale della normativa di riferimento. Decreto legge n. 35/2013 - Produzione dell elenco dei crediti certi, liquidi ed esigibili maturati dalle imprese nei confronti della Pubblica Amministrazione ceduti a banche ed intermediari finanziari

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO SULLE OPERAZIONI E SERVIZI OFFERTI ALLA CLIENTELA

FOGLIO INFORMATIVO SULLE OPERAZIONI E SERVIZI OFFERTI ALLA CLIENTELA Normativa sulla Trasparenza Bancaria (Testo Unico Bancario D.Lgs. 385/93 e norme di attuazione) FINANZIAMENTI CON CESSIONE DEL QUINTO DELLA PENSIONE FOGLIO INFORMATIVO SULLE OPERAZIONI E SERVIZI OFFERTI

Dettagli

CATANIA 15 MARZO 2011. Dott. Ernesto GATTO

CATANIA 15 MARZO 2011. Dott. Ernesto GATTO CATANIA 15 MARZO 2011 LA LEGGE DI STABILITA 2011 E LE ULTIME NOVITA PER PROFESSIONISTI E IMPRESE Dott. Ernesto GATTO BLOCCO COMPENSAZIONI DAL 2011 NON E PIU CONSENTITO UTILIZZARE IN COMPENSAZIONE I CREDITI

Dettagli

Circolare Legge di Stabilità 2014 - Principali misure in materia di credito e finanza

Circolare Legge di Stabilità 2014 - Principali misure in materia di credito e finanza Circolare Legge di Stabilità 2014 - Principali misure in materia di credito e finanza INDICE 1. Premessa 2. Garanzie pubbliche per l accesso al credito 3. Patrimonializzazione dei confidi 4. Operatività

Dettagli

In data 17 febbraio 2010, CDP ed ABI hanno stipulato una seconda convenzione (di seguito la Seconda

In data 17 febbraio 2010, CDP ed ABI hanno stipulato una seconda convenzione (di seguito la Seconda Testo della Convenzione CDP-ABI 5 agosto 2014, coordinato con le modifiche introdotte dall addendum 10 dicembre 2014 e dall addendum del 15 aprile 2015 CONVENZIONE Piattaforma Imprese TRA Associazione

Dettagli

30/07/2015 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE LAZIO - N. 61 - Supplemento n. 1. Regione Lazio. Atti della Giunta Regionale e degli Assessori

30/07/2015 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE LAZIO - N. 61 - Supplemento n. 1. Regione Lazio. Atti della Giunta Regionale e degli Assessori Regione Lazio Atti della Giunta Regionale e degli Assessori Deliberazione 21 luglio 2015, n. 364 Applicazione dei benefici previsti nell'"accordo per il credito 2015, Allegato 1" agli strumenti di agevolazione

Dettagli

Soluzioni finanziarie per le farmacie

Soluzioni finanziarie per le farmacie dal 1985 Soluzioni finanziarie per le farmacie Maggio 2010 SIFIN S.r.l. SOCIETA DI INTERMEDIAZIONE FINANZIARIA e-mail: info@sifinitalia.it www.sifinitalia.it via C. Battisti, 10 40123 Bologna tel: 051.238126-fax:

Dettagli