Se lo straordinario diventa ordinario

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Se lo straordinario diventa ordinario"

Transcript

1 Se lo straordinario diventa ordinario Alcune testimonianze di adozioni eccellenti raccolte negli anni per dimostrare che tutti, ma proprio tutti, possono dare il proprio contributo a ProgettoGemma LE SEI ADOZIONI DEL LEO CLUB Il Leo Club, associazione giovanile del Lions Club International, composta da 140mila ragazzi tra i 12 e i 30 anni in più di 130 Paesi nel mondo, che contano in Italia circa 5000 soci capaci di mettersi a disposizione per fornire un contributo fattivo a sostegno delle realtà più fragili nella nostra società, sia attraverso l organizzazione di campagne di sensibilizzazione o raccolte fondi, sia attraverso operazioni di volontariato attivo sul territorio, in accordo con le più note associazioni umanitarie. Ogni anno, il Distretto Leo 108IB1 che raggruppa i Leo Club delle province di Monza, Lecco, Sondrio, Como e Varese, sceglie un'associazione da sostenere mediante una raccolta fondi. Due anni fa, una nostra socia, attiva anche nel Movimento per la vita, ci presentò Progetto- Gemma e ne propose l'adozione. Tutti i soci si impegnarono attivamente e alla fine dell'anno riuscimmo a realizzare ben 6 Progetti (nella foto il gruppo dei sottoscrittori). E' stata una grande emozione ricevere le foto di alcuni dei bambini che abbiamo aiutato... ci siamo sentiti un po' tutti delle mamme e dei papà". dalla lettera di Francesca Galimberti presidente Leo Club Monza ADESIONE DEL CARCERE DI MASSA CARRARA Cinquanta detenuti nel carcere di Massa Carrara hanno aperto una sottoscrizione per realizzare un Progetto Gemma. DODICI VESCOVI LIGURI DIVENTATI PAPA Dieci vescovi italiani hanno "adottato" altrettanti bambini non ancora nati per aiutare le future mamme in difficoltà. Oltre a dare così un contributo economico - 300mila lire al mese, la settima parte dello stipendio di un vescovo - sono diventati col loro gesto "testimonial" eccellenti di un progetto varato sull'esempio delle adozioni a distanza. Si chiama ProgettoGemma e tra i dieci prelati che hanno aderito all'iniziativa sono l'arcivescovo XXX, il cardinale YYY, il cardinale ZZZ, che ha festeggiato il settantesimo compleanno "regalandosi" un'adozione... da Il Secolo XIX di Genova, del 12 giugno 1997 NB. Dopo pochi giorni i vescovi erano diventati già 12 QUANDO A SOTTOSCRIVERE È UN COMUNE La giunta comunale di Meda, nell hinterland milanese, ad un passo dalla Seveso della diossina, sottoscrive un adozione prenatale che va ad bambino ed una mamma assistiti dal Cav di Parma. È il 1999 ed è il terzo caso in Italia. Pochi mesi prima il Comune di Palermo aveva approvato il finanziamento di quattro ProgettoGemma. Ormai non si contano più le amministrazioni Comunali e le Istituzioni pubbliche che hanno aderito a Gemma. La Provincia di Trento, ad esempio, ha finanziato 10 adozioni nel EDDA E LA CATENA DELLA VITA Edda Castelluccia, una signora di Marino, vicino a Roma ha cominciato alla morte del marito. In quell occasione ha suggerito a parenti ed amici di sostituire i fiori con un offerta per ProgettoGemma. Pochi mesi dopo, un amica la imita in occasione della morte in un incidente stradale di un figlio di amici. I genitori del ragazzo, venuti a conoscenza dell iniziativa l hanno fatta propria realizzato sei 17 Progetti Gemma dedicati al figlio scomparso. Altri genitori accumunati dalla perdita prematura dei figli li hanno imitati. Ora i Progetti coordinati da Edda sono 110.

2 PROGETTO GEMMA 18 PONTE NUOVO DA RECORD Gli abitanti di Ponte Nuovo, piccola frazione del comune di Magenta, l amore per la vita ce l hanno nel dna. Non solo (o forse proprio per questo) qui ha vissuto, dopo il matrimonio, Gianna Beretta Molla, ma la gente continua a lavorare per la vita. Nel famiglie (bastano pochi calcoli per accorgersi che sitratta della gran parte della popolazione) si sono autotassate per sottoscrivere 12 progettigemma. UNA RIDUZIONE MULTIPLA EVITATA A Mestre sono nati sei gemelli: quattro maschietti (Daniele, Jacopo, Nicolò e Mattia) e due femminucce (Silvia ed Elena). Ai genitori un po' incerti e timorosi quando ne furono annunciati cinque (perché così mostrava un'ecografia) un medico aveva prospettato la "riduzione della gravidanza", che voleva dire eliminarne qualcuno per consentire agli altri maggior spazio vitale nel seno della mamma: più vita a un prezzo di morte? I genitori si rivolsero allora al Cav, che li confortò e assicurò aiuto di tutti i generi. Poi il Cav, considerata la condizione della famiglia, si rivolse a ProgettoGemma per cercare cinque persone che volessero in qualche modo considerare come propri quei bambini così stretti. Presto, malgrado il rischio effettivo che la vicenda non andasse per il meglio, fu trovato un adottante. Anzi una adottante: una signora di Firenze che aveva già, per due volte, adottato prima due e poi tre gemelli e che questa volta ne adottò due. Poi si è aspettato, e ora che ne sono nati sei (Jacopo, il più piccolo, che pesava appena 530 grammi, evidentemente, si era nascosto dietro gli altri per non spaventare troppo la mamma) sono arrivate altre due adozioni. C'è bisogno di qualche altra adozione: perché lasciare che due gemellini siano privi dei genitori adottivi come gli altri quattro? da Avvenire del 12 agosto 1997 ADOTTANTI CON HANDICAP Sono le 11 del 21 novembre dell'anno scorso: alla segreteria milanese di ProgettoGemma arriva da una città dell'emilia una telefonata. Vogliono sapere se si può contare su una sesta adozione. Il Cav di quella città ha già avanzato cinque richieste e soltanto una ne è stata accolta: è un momento difficile, perchè da varie parti sono arrivate complessivamente 65 richieste e invece mancano del tutto offerte di adozioni. La segreteria risponde che anche la nuova richiesta sarà messa in lista di attesa, ma che la precedenza sarà data comunque ai Cav più deboli, quelli dei piccoli centri, che hanno maggiori difficoltù a reperire aiuti economici. Al telefono si capisce che la cornetta passa di mano: una voce di donne piangente spiega che "deve" andare a fare l'aborto, perché il marito per la seconda volta la costringe. Hanno già una bambina di sei anni e il papà, che lavora sempre meno e il peso di un grosso mutuo per la casa sostiene che non possono permettersi un altro figlio. La donna ha già in borsetta il certificato di aborto con l'appuntamento fissato per il giorno dopo. Il caso sembra davvero disperato. Che cosa fare? Dalla segreteria di Gemma la risposta è una scommessa: Signora, vada a casa tranquilla, dica alla bambina che le arriverà un fratellino e cerchi di rasserenare suo marito. Vedrà che la cosa si risolve. Sono quasi le quando la telefonata si conclude. Passano molti interminabili minuti, in cui sembra che il tempo si sia fermato. Che sarà di quella scommessa? L'orologio ormai segna le 11.58: è quasi l'ora dell'angelus quando il telefono squilla di nuovo. Un'altra voce di donna, si chiama Silvia. Annuncia timidamente, con voce incerta per l'emozione, che manderà l'importo di un'adozione. Ma chi parla? Mi chiamo Silvia G., ma il denaro non è mio, Io sono soltanto l'incaricata di un gruppo di handicappati... Incaricata di chi? di un gruppo di handicappati, che ha deciso di adottare una mamma con il suo bambino, perché non lo abortisca. Sa, perché nemmeno loro sono stati abortiti...

3 I RECORDMEN DELL ADOZIONE Giovanni Nardi insieme a nonna Gemma ed altri amici di Brescia 221 adozioni Cav Busto Arsizio insieme ad Antonio Pellegatta 136 adozioni Giuseppina Ventura con Edda Castelluccia e don Andrea (RM) 121 adozioni Cav Parma e la visita ai giardini 111 adozioni Cav Thiene 96 adozioni Franca Corelli (mpv Lugo R.) 90 adozioni CON OLTRE 50 ADOZIONI - Fausto Ruggeroni, parrocchia di Soave - Renato Turini, Cav Brescia - Carlo Casini Firenze - Mons. Mario Panizza Milano - Giuseppina Castiglioni, Cav di Bollate (MI) insieme ad altri amici - Mpv di Torino GIANMATTIA HA 30 MAMME Il piccolo Giammattia, nato in Sicilia, ha trenta "mamme adottive" che vivono a Brescia. Filippo, un bimbo bresciano, è nato grazie al sostegno di un gruppo di preghiera della Campania e Maria, anche lei bresciana, grazie all'intervento dei parrocchiani di un paesino in Calabria. Giovanni, anche lui nato a Brescia, ma da genitori africani, è stato adottato a distanza da trentaquattro "amici della vita" lombardi mentre un "amico della vita" bresciano sta aiutando la mamma di un bimbo che nascerà nel Lazio. Ma tutti gli adottanti sono campioni di amore per la vita UN ADOZIONE DALLE GUARDIE SVIZZERE Quando arrivò in Italia qualche mese fa Almira, giovanissima profuga bosniaca, era già incinta di poche settimane. Teneva molto a quel bambino, lo voleva, ma ben presto si rese conto che, da sola, non ce l'avrebbe fatta ad allevarlo. Senza lavoro, senza soldi, senza amici: come poteva fare? Cerca e cerca, alla fine Almira una risposta l'ha trovata: decisa a salvare suo figlio, un giorno è entrata in un Cav dove i volontari hanno subito trovato ciò che faceva per lei: ProgettoGemma... Anche l'adozione che ha permesso alla giovane bosniaca di tenere il suo bambino, come tante altre di Gemma, è stata attuata da un gruppo di persone. Ma questa volta si tratta di un gruppo un po' speciale: le Guardie svizzere pontificie che, coordinaste dal cappellano, per compiere insieme un gesto di solidarietà hanno scelto proprio Gemma... da FamigliaCristiana, n. 25 del 1997 SE OGNI PARROCCHIA D ITALIA... È possibile soddisfare tutte le richieste di adozione a distanza? La risposta a questo interrogativo viene dai componenti del consiglio pastorale di Salzano, comune della terraferma veneziana dipendente, come parrocchia, dalla diocesi di Treviso. Ogni prima domenica del mese viene posta al centro della Chiesa una cassetta con il manifesto di ProgettoGemma e di SosVita. Ad ogni messa i sacerdoti ricordano lo scopo della raccolta e sottolineano il valore della vita nascente, del cammino di condivisione, da parte di una comunità parrocchiale, delle difficoltà di una mamma in attesa, del fare proprio, sia pure a distanza, il compito di dare la vita, infine del fare e del diffondere la cultura della vita. È questa una goccia d'acqua che va ad alimentare l'oceano della vita, ma se ogni parrocchia d'italia facesse propria l'idea di Salzano, quanti bambini verrebbero salvati e quanto senso di paternità e maternità si diffonderebbe in Italia? da una lettera della presidente del Cav di Mestre 19

4 PROGETTO GEMMA S.Giustino. Con San Giustino Valdarno, a dieci chilometri da Arezzo e non arriva a mille abitanti. E', insomma una delle tante piccole parrocchie della provincia italiana. Ma può vantare un Centro di aiuto alla vita. Paolino è invece un bambino che, oltre ai suoi legittimi genitori, è anche figlio di quel Cav e di quel Paese perché, tramite il Centro di aiuto alla vita, inizialmente un gruppo di parrocchiani e poi tutta la gente di San Giustino ha deciso di adottarlo attraverso ProgettoGemma. Tre anni fa - è papà Francesco che parla - mi trovavo a dover decidere per la vita o per la morte di mio figlio. Un problema di salute, quattro interventi chirurgici e un rischio di paralisi mi avevano messo in crisi. Così quando mia moglie si è trovata incinta, le ho chiesto io di abortire. Eppure, mentre gli altri due figlioli non erano stati programmati, quest'ultimo lo avevamo proprio voluto. Avevamo dunque preso concordemente questa terribile decisione e mia moglie, dopo avere percorso tutta la procedura, aveva già in mano il certificato per l'aborto. E' in quel momento che i due sposi di Orbassano 20 SPOSI E GENITORI ADOTTIVI Sono sempre più numerosi gli sposi che rinunciano ai regali di nozze per sottoscrivere, insieme a parenti ed amici, adozioni a distanza. Qualche esempio? Fulvio e Katia di Monfalcone, grazie allaloro generosità è nato un bambino a Lecce. I coniugi Motta hanno coinvolto 45 parenti in due adozioni. Alice e Maurizio di Ferrara hanno festeggiato con Gemma le nozze d argento. A Firenze, Chiara e Francesco raccolgono dieci adozioni in occasione del loro matrimonio. DIECI COPPIE DI TESTIMONI DI NOZZE Una mattina d'estate mi avvisano che alla casa di accoglienza di X (una città del Triveneto) è arrivata una ragazza in attesa di un bimbo. Vado a incontrarla e trovo una persona sconvolta, diffidente, incline al malumore, ma capisco che il suo stato d'animo è giustificato. Dopo una relazione che sembrava stabile, Lorenza rimane incinta e si vede rifiutata sia dal partner che dai genitori. Lei vuole questo figlio, ma non sa dove trovare un appoggio. I servizi sociali la fanno allontanare dal suo paese e venire a X. Nella casa di accoglienza Lorenza, abituata all'indipendenza, non trova facile adattarsi a condividere spazi e compagnie. Il nostro Cav la segnala subito per un ProgettO- Gemma e questo le dà un primo conforto: per lei è importante che qualcuno, senza neanche conoscerla, provveda a lei e al suo bambino, mentre le persone che erano il suo mondo l'hanno rifiutata. Parte così l'adozione grazie a un gruppo di dieci famiglie di Verona, che - tramite il Cav - la seguono con cura e affetto senza però conoscerne il nome. Lei, da parte sua, vorrebbe conoscere quelle famiglie, ma il regolamento lo vieta. Si avvicina intanto il parto. Lorenza mi vuole vicina in quel momento e accoglie con gioia la nascita della sua bambina. Ora lei si è rasserenata, la sua famiglia le si è riavvicinata e il suo vecchio compagno ha capito il male che le ha fatto. Dopo tanta attesa da entrambe le parti, arriva finalmente il momento di conoscersi: il prossimo 23 agosto i due ragazzi si sposeranno e hanno invitato per quella occasione il gruppo delle dieci coppie veronesi di adottanti. dalla lettera della presidente del Cav di X

5 un intero paese per papà conoscono Marisa e, con lei, il Cav di quella cittadina. A Marisa che li invitava a recedere dal loro proposito, Francesco e sua moglie pongono subito il loro problema: Chi potrà provvedere ai miei figli se io resterò paralizzato e impossibilitato a lavorare?. Marisa ascolta, comprende, cerca di persuadere. Il colloquio è lungo e difficile. In Francesco e sua moglie, inizialmente, si coglie come un senso di ostilità Più tardi, però, diranno: Il Cav non soltanto ci ha messo di fronte a una realtà: che tante donne che abortiscono non sanno che abortire vuol dire permettere a un medico di uccidere il loro bambino. Ci ha dato soprattutto affetto, sostegno e assistenza. E ci ha fatto scoprire che esiste gente sconosciuta e lontana disposta, per amore e senza voler nulla in cambio, a caricarsi almeno il peso economico di quel figlio che noi non volevamo, a fare una specie di adozione a tempo. E così, attraverso la segreteria di Milano, Gemma crea questo strano e stupendo abbinamento. A qualche centinaio di chilometri di distanza, a San Giustino, parte la macchina per raccogliere la somma necessaria. Obbiettivo in breve tempo con il concorso, praticamente, di tutta la gente del paese. E' come una gestazione spirituale collettiva. La notizia arriva a Orbassano e allora il papà e la mamma di Paolino si presentano al Cav: Ecco il certificato di aborto, era per domani, fatene spazzatura. A Paolino, quando è nato, tutto San Giustino ha voluto far festa: lo hanno ospitato con i genitori e con gli amici del Cav, hanno messo i manifesti per strada, e la domenica in cui cadeva la Giornata per la vita hanno celebrato, nella chiesa parrocchiale, la Messa di ringraziamento per i bambini nati nell'anno. Poi c'è stato un pranzo comunitario con Paolino al posto d'onore e un ricordino per tutti. Adesso papà Francesco non è più preoccupato: Con Paolino tante porte si sono aperte, ho perso il mio lavoro, ma ne ho trovato un altro e problemi non ce ne sono più. Quella di Gemma è stata la soluzione definitiva per il bambino e per tutta la nostra famiglia. Soprattutto ho trovato tanti amici disinteressati a cui basta, in cambio, il sorriso di un bambino. Una delle storie iniziali di Gemma tratta dalla prima pubblicazione di presentazione del servizio SEBASTIANO È BELLO E SANO L. è maestra d'asilo, sola, con un figlio con grave anomalia congenita (grida e si muove in continuazione). Incinta un'altra volta [...] ricorre, nonostante il nostro intervento e terrorizzata dall'handicap del primo figlio, all'aborto. Dopo due anni è ancora in stato di gravidanza. Di nuovo non vuole assolutamente questo figlio, ma il ginecologo la convince a eseguire un accertamento a T., che stabilisce la malattia del primo bimbo: "sindrome da x fragile", malattia che si trasmette solo ai maschi. L. ci chiama in causa. Insomma, malgrado difficoltà apparentemente insormontabili e poiché il bimbo, che è un maschio, è risultato sano, accetta di proseguire la gravidanza e chiede aiuto di ogni genere. Troviamo stupendo il significato del vostro gesto. Voi siete i veri genitori del bambino! Sebastiano è nato il 20 novembre, pesava kg. 3,200 e soprattutto è sano. dalla lettera del Cav di B. al sig. Giovanni DUE GEMELLI A DISTANZA Da quattro anni ci occupiamo nella nostra parrocchia dell'organizzazione della Giornata per la Vita Questa esperienza, molto bella e sentita, ci 21

6 PROGETTO GEMMA IN UDIENZA DA FRANCESCO Per esprimere tutta la nostra gratitudine per l attenzione con cui Papa Francesco ci segue e ci è vicino, ad aprile il Movimento per la vita si recherà in udienza in Vaticano. Sarà anche l occasione per festeggiare i vent annidiprogettogemma. Perquestoad incontrareilponteficesaràunafoltarappresentanzadimammechesonostateassistite daicentridiaiutoallavitaconlostrumento dell adozioneadistanza. Conloro,ovviamente,ibambinisottratti all aborto ed i volontari che le hanno seguite. PerGemma,dunque,doppiafesta:prima l inaugurazionedellanuovasede,amilano allapresenzadelcardinalscola(30marzo),e poil incontroche-c èdagiurarci-saràallegroefestosoconfrancesco(11aprile). Acuisiaggiunge(il27aprile)lacanonizzazionediGiovanniPaoloII. Avere cura della fragilità Evangelii gaudium Gesù, l evangelizzatore per eccellenza e il Vangelo in persona, si identifica specialmente con i più piccoli (cfr Mt 25,40). Questo ci ricorda che tutti noi cristiani siamo chiamati a prenderci cura dei più fragili della Terra. Ma nel vigente modello di successo e privatistico, non sembra abbia senso investire affinché quelli che rimangono indietro, i deboli o i meno dotati possano farsi strada nella vita È indispensabile prestare attenzione per essere vicini a nuove forme di povertà e di fragilità in cui siamo chiamati a riconoscere Cristo sofferente, anche se questo apparentemente non ci porta vantaggi tangibili e immediati: i senza tetto, i tossicodipendenti, i rifugiati, i popoli indigeni, gli anziani sempre più soli e abbandonati, ecc. (...) 212. Doppiamente povere sono le donne che soffrono situazioni di esclusione, maltrattamento e violenza, perché spesso si trovano con minori possibilità di difendere i loro diritti. Tuttavia, anche tra di loro troviamo continuamente 22 ha accompagnato durante un periodo molto difficile della nostra vita di coppia. Quando, infatti, ci fu chiesto di occuparcene, avevamo da poco vissuto la dolorosa esperienza della perdita di un figlio. Le nostre vicende personali, unitamente alla riflessione e alla discussione intorno al tema della vita del quale eravamo divenuti, in qualche modo, i portavoce nella nostra comunità, hanno contribuito a far maturare in noi una sempre maggiore sensibilità nei confronti del miracolo della nascita, al punto che sentimmo forte l'urgenza di aderire al ProgettoGemma. Lo abbiamo fatto con il cuore e non per sentirci a posto con la nostra coscienza. Abbiamo voluto bene a quel bimbo sconosciuto e abbiamo desiderato che potesse nascere, anche senza sapere nulla di lui. Nel frattempo anche per noi si è compiuto il miracolo dell'attesa di una nuova creatura

7 i più ammirevoli gesti di quotidiano eroismo nella difesa e nella cura della fragilità delle loro famiglie Tra questi deboli, di cui la Chiesa vuole prendersi cura con predilezione, ci sono anche i bambini nascituri, che sono i più indifesi e innocenti di tutti, ai quali oggi si vuole negare la dignità umana al fine di poterne fare quello che si vuole, togliendo loro la vita e promuovendo legislazioni in modo che nessuno possa impedirlo. Frequentemente, per ridicolizzare allegramente la difesa che la Chiesa fa delle vite dei nascituri, si fa in modo di presentare la sua posizione come qualcosa di ideologico, oscurantista e conservatore. Eppure questa difesa della vita nascente è intimamente legata alla difesa di qualsiasi diritto umano. Suppone la convinzione che un essere umano è sempre sacro e inviolabile, in qualunque situazione e in ogni fase del suo sviluppo. È un fine in sé stesso e mai un mezzo per risolvere altre difficoltà. Se cade questa convinzione, non rimangono solide e permanenti fondamenta per la difesa dei diritti umani, che sarebbero sempre soggetti alle convenienze contingenti dei potenti di turno. La sola ragione è sufficiente per riconoscere il valore inviolabile di ogni vita umana, ma se la guardiamo anche a partire dalla fede, «ogni violazione della dignità personale dell essere umano grida vendetta al cospetto di Dio e si configura come offesa al Creatore dell uomo» Proprio perché è una questione che ha a che fare con la coerenza interna del nostro messaggio sul valore della persona umana, non ci si deve attendere che la Chiesa cambi la sua posizione su questa questione. Voglio essere del tutto onesto al riguardo. Questo non è un argomento soggetto a presunte riforme o a modernizzazioni. Non è progressista pretendere di risolvere i problemi eliminando una vita umana. Però è anche vero che abbiamo fatto poco per accompagnare adeguatamente le donne che si trovano in situazioni molto dure, dove l aborto si presenta loro come una rapida soluzione alle loro profonde angustie, particolarmente quando la vita che cresce in loro è sorta come conseguenza di una violenza o in un contesto di estrema povertà. Chi può non capire tali situazioni così dolorose? 215. Ci sono altri esseri fragili e indifesi, che molte volte rimangono alla mercé degli interessi economici o di un uso indiscriminato. Mi riferisco all insieme della creazione. Come esseri umani non siamo dei meri beneficiari, ma custodi delle altre creature. Mediante la nostra realtà corporea, Dio ci ha unito tanto strettamente al mondo che ci circonda, che la desertificazione del suolo è come una malattia per ciascuno, e possiamo lamentare l estinzione di una specie come fosse una mutilazione. Copyright - Libreria Editrice Vaticana e siamo stati tutti presi dalla gioia e dalla preoccupazione che tutto andasse bene. Finalmente il nostro bambino nasce con parto cesareo il 19 agosto: è un bel maschietto e pesa 3,200 grammi, lo chiamiamo Saverio. Circa un mese dopo ci arriva la comunicazione, da Milano, che è nato anche il bambino adottato con il Progetto- Gemma: è nato anche lui con il parto cesareo, è un bel maschietto e pesa 3,200 grammi, si chiama Manuel. Non credo di poter descrivere l'emozione che abbiamo provato. E' stata una risposta d'amore a un gesto d'amore. Ora la nostra famiglia si è fatta più grande e Saverio ha un fratello, che avrà sempre un posto nel nostro cuore. Al nostro racconto anche un'altra famiglia di amici ha deciso di aderire al ProgettoGemma, forse perchè anche loro hanno letto la nostra storia con il cuore. dalla lettera di una mamma di Roma 23

ENGLISH FRANCAIS ITALIANO

ENGLISH FRANCAIS ITALIANO ENGLISH FRANCAIS ITALIANO 1 ITALIAN L idea L idea nasce in seno al segretariato del Consiglio delle Conferenze Episcopali d Europa (CCEE). All indomani dell elezione di Papa Francesco, del Papa venuto

Dettagli

ISCRIZIONE CATECHESI Cammini di educazione e formazione cristiana per bambini, ragazzi e adolescenti

ISCRIZIONE CATECHESI Cammini di educazione e formazione cristiana per bambini, ragazzi e adolescenti DOMENICA 27 SETTEMBRE Parrocchia SS. Nazario e Celso MM. - Urgnano Oratorio S. Giovanni Bosco FESTA DI INIZIO ANNO PASTORALE Ore 10.30 S. MESSA di apertura del nuovo ANNO PASTORALE In questa occasione

Dettagli

Arcidiocesi di Udine Ufficio Diocesano per la Pastorale della Famiglia. Pregare nell assemblea liturgica con le famiglie nell anno della Carità

Arcidiocesi di Udine Ufficio Diocesano per la Pastorale della Famiglia. Pregare nell assemblea liturgica con le famiglie nell anno della Carità Arcidiocesi di Udine Ufficio Diocesano per la Pastorale della Famiglia Pregare nell assemblea liturgica con le famiglie nell anno della Carità IN PREGHIERA PER TUTTE LE FAMIGLIE NELLA FESTA DELLA SANTA

Dettagli

DIÖZESANSYNODE SINODO DIOCESANO SINODA DIOZEJANA

DIÖZESANSYNODE SINODO DIOCESANO SINODA DIOZEJANA DIÖZESANSYNODE SINODO DIOCESANO SINODA DIOZEJANA Preparazione biblica al Sinodo Diocesano Elaborata da Michele Tomasi Il sinodo diocesano è un percorso comune di tutta la comunità cristiana della diocesi.

Dettagli

Mario Basile. I Veri valori della vita

Mario Basile. I Veri valori della vita I Veri valori della vita Caro lettore, l intento di questo breve articolo non è quello di portare un insegnamento, ma semplicemente di far riflettere su qualcosa che noi tutti ben sappiamo ma che spesso

Dettagli

laici collaborazione Chiesa

laici collaborazione Chiesa Preghiamo insieme Prendi, Signore, e ricevi tutta la mia libertà, la mia memoria, il mio intelletto, la mia volontà, tutto quello che possiedo. Tu me lo hai dato; a te, Signore, io lo ridono. Tutto è tuo:

Dettagli

Sulle ali dello Spirito IL PADRE, I POVERI, UNA COMUNITÀ FRATERNA E MISSIONARIA

Sulle ali dello Spirito IL PADRE, I POVERI, UNA COMUNITÀ FRATERNA E MISSIONARIA Sulle ali dello Spirito IL PADRE, I POVERI, UNA COMUNITÀ FRATERNA E MISSIONARIA Orientamenti pastorali per il triennio 2016/2019 Che cosa ci chiede oggi il Signore? Che cosa chiede alla chiesa pistoiese?

Dettagli

COLLANA VITAE. A Maria per quel dieci che ha portato a qualcosa di buono

COLLANA VITAE. A Maria per quel dieci che ha portato a qualcosa di buono COLLANA VITAE A Maria per quel dieci che ha portato a qualcosa di buono Serena Milano HO SCELTO DI GUARIRE Un viaggio dal Cancro alla Rinascita attraverso le chiavi della Metamedicina, della Psicologia,

Dettagli

Questa è la nostra vita un figlio a tutti i costi.

Questa è la nostra vita un figlio a tutti i costi. Questa è la nostra vita un figlio a tutti i costi. Una sera, dopo aver messo a letto mio figlio, stanca dopo una giornata molto impegnata, ho deciso di andare a letto presto, ma non riuscivo ad addormentarmi,

Dettagli

COMUNITA PASTORALE S. PIETRO DA VERONA SEVESO

COMUNITA PASTORALE S. PIETRO DA VERONA SEVESO COMUNITA PASTORALE S. PIETRO DA VERONA SEVESO SS. Protaso e Gervaso - Seveso 0362.501623 B.V. Immacolata Baruccana 0362.574486 San Carlo Altopiano 0362.553522 San Pietro martire 0362.70978 www.parrocchieseveso.it

Dettagli

1. Introduzione. 2. Gli obiettivi. 3. Il percorso 2015 16

1. Introduzione. 2. Gli obiettivi. 3. Il percorso 2015 16 1. Introduzione Il percorso genitori è il cammino che l AC diocesana ha preparato per valorizzare l esperienza associativa che i ragazzi vivono in ACR e per maggiormente condividere con le famiglie e la

Dettagli

ti scrivo... padrino Ma,

ti scrivo... padrino Ma, Caro padrino ti scrivo... Se Ti I N T R O D U Z I O N E hai tra le mani questo opuscolo è perché qualcuno ti ha chiesto di fargli da madrina o da padrino... forse una coppia di amici che ti vogliono padrino

Dettagli

La Santa Sede FESTA DELLE FAMIGLIE E VEGLIA DI PREGHIERA DISCORSO DEL SANTO PADRE. B. Franklin Parkway, Philadelphia Sabato, 26 settembre 2015

La Santa Sede FESTA DELLE FAMIGLIE E VEGLIA DI PREGHIERA DISCORSO DEL SANTO PADRE. B. Franklin Parkway, Philadelphia Sabato, 26 settembre 2015 La Santa Sede VIAGGIO APOSTOLICO DEL SANTO PADRE FRANCESCO A CUBA, NEGLI STATI UNITI D'AMERICA E VISITA ALLA SEDE DELL'ORGANIZZAZIONE DELLE NAZIONI UNITE (19-28 SETTEMBRE 2015) FESTA DELLE FAMIGLIE E VEGLIA

Dettagli

BENEDIZIONE DELLE MAMME E DEI PAPÀ IN ATTESA

BENEDIZIONE DELLE MAMME E DEI PAPÀ IN ATTESA I A6 BENEDIZIONE DELLE MAMME E DEI PAPÀ IN ATTESA Parrocchia Domenica CANTO D INIZIO NEL TUO SILENZIO Nel tuo silenzio accolgo il mistero venuto a vivere dentro di me, sei tu che vieni, o forse è più vero

Dettagli

La Santa Sede CELEBRAZIONE EUCARISTICA A CONCLUSIONE DEL «FAMILYFEST» OMELIA DI GIOVANNI PAOLO II. Domenica, 6 giugno 1993

La Santa Sede CELEBRAZIONE EUCARISTICA A CONCLUSIONE DEL «FAMILYFEST» OMELIA DI GIOVANNI PAOLO II. Domenica, 6 giugno 1993 La Santa Sede CELEBRAZIONE EUCARISTICA A CONCLUSIONE DEL «FAMILYFEST» OMELIA DI GIOVANNI PAOLO II Domenica, 6 giugno 1993 1. Che il Signore cammini in mezzo a noi (Es 34, 9). Così prega Mosè, presentandosi

Dettagli

Nella mia Lettera ai cristiani della Chiesa di Lucca, per quest anno pastorale, chiedevo:

Nella mia Lettera ai cristiani della Chiesa di Lucca, per quest anno pastorale, chiedevo: LITURGIA DEL MANDATO PER IL SERVIZIO DI ANIMATORE DEI GRUPPI DI ASCOLTO DEL VANGELO Sabato 29 novembre 2014 (Rm 10,9-18; Mr 16,9-15) ITALO CASTELLANI Arcivescovo di Lucca Nella mia Lettera ai cristiani

Dettagli

La prima confessione di nostro figlio

La prima confessione di nostro figlio GLI INTERROGATIVI CHE ATTENDONO LA VOSTRA RISPOSTA Parrocchia San Nicolò di Bari Pistunina - Messina QUANDO MI DEVO CONFESSARE ANCORA? Quando senti in te il desiderio di migliorare la tua condotta di figlio

Dettagli

FAMIGLIA ED EDUCAZIONE

FAMIGLIA ED EDUCAZIONE FAMIGLIA ED EDUCAZIONE Card. Carlo Caffarra Cari genitori, ho desiderato profondamente questo incontro con voi, il mio primo incontro con un gruppo di genitori nel mio servizio pastorale a Bologna. Sono

Dettagli

Parrocchia del Sacro Cuore di Gesù Mondovì

Parrocchia del Sacro Cuore di Gesù Mondovì Parrocchia del Sacro Cuore di Gesù Mondovì PREGHIERA PER LA NASCITA DI UN FIGLIO. Benedetto sei Tu, Signore, per l'amore infinito che nutri per noi. Benedetto sei Tu, Signore, per la tenerezza di cui ci

Dettagli

ITINERARIO PER L INIZIAZIONE CRISTIANA DEI FANCIULLI GIÀ BATTEZZATI

ITINERARIO PER L INIZIAZIONE CRISTIANA DEI FANCIULLI GIÀ BATTEZZATI ITINERARIO PER L INIZIAZIONE CRISTIANA DEI FANCIULLI GIÀ BATTEZZATI 1 Ti ringraziamo, Signore, perché ci permetti di entrare in questo itinerario di formazione e di comunione con tutti i fratelli. Guidaci

Dettagli

Azione Cattolica Italiana Azione Cattolica dei Ragazzi Diocesi di Torino PROGETTO SINDONE

Azione Cattolica Italiana Azione Cattolica dei Ragazzi Diocesi di Torino PROGETTO SINDONE Azione Cattolica Italiana Azione Cattolica dei Ragazzi Diocesi di Torino PROGETTO SINDONE PROGETTO SINDONE I ragazzi accolgono i ragazzi In occasione dell Ostensione della Sindone indetta dal 10 aprile

Dettagli

IN CARCERE MA LIBERI!

IN CARCERE MA LIBERI! PATRIZIO ASTORRI GENNARO CAROTENUTO TULLIO MENGON SILVANO SPAGNUOLO LORENZO ZOCCA IN CARCERE MA LIBERI! Terza edizione Chirico INDICE Presentazione del Cardinale Michele Giordano XI Lettera del cappellano

Dettagli

San Giovanni Battista Cesano Boscone Sacra Famiglia C 2007-01-27

San Giovanni Battista Cesano Boscone Sacra Famiglia C 2007-01-27 MESSA VIGILIARE 18.00 In questa festa della Sacra Famiglia vorrei soffermarmi su un aspetto del brano di vangelo che abbiamo appena ascoltato. Maria e Giuseppe, insieme, cercano angosciati Gesù. Cosa può

Dettagli

Maschere a Venezia CAP I

Maschere a Venezia CAP I Maschere a Venezia 7 CAP I In un pomeriggio di fine marzo Altiero Ranelli, un giovane giornalista de Il Gazzettino di Venezia, entra nell ufficio del direttore. - Ho una grande notizia. - grida contento.

Dettagli

ULTIMO SABATO DI NOVEMBRE

ULTIMO SABATO DI NOVEMBRE Dicembre 2009 ULTIMO SABATO DI NOVEMBRE Sabato 28 novembre si è svolta la tredicesima edizione della Giornata Nazionale della Colletta Alimentare. Anche nella nostra provincia la mobilitazione è stata

Dettagli

Una proposta di itinerario per... sposi in cammino

Una proposta di itinerario per... sposi in cammino Una proposta di itinerario per... sposi in cammino dedicato a tutti gli sposi che hanno il desiderio di interrogarsi sul significato del loro matrimonio Sposi in cammino FAMIGLIA SORGENTE DI COMUNIONE

Dettagli

Presentazione di Silvana Ciscato, AUSER PROV.LE PD

Presentazione di Silvana Ciscato, AUSER PROV.LE PD Presentazione di Silvana Ciscato, AUSER PROV.LE PD DIETRO IL FILO - 9 maggio 2012 1 Lo scopo della ricerca è è quello delle EMOZIONI, delle PERCEZIONI, dei SENTIMENTI; dimensioni difficili da comunicare.

Dettagli

OMELIA MESSA DEL GIORNO DI NATALE 2006

OMELIA MESSA DEL GIORNO DI NATALE 2006 OMELIA MESSA DEL GIORNO DI NATALE 2006 I. Vieni Signore Gesù!. Così la chiesa ha ripetuto spesso nella preghiera di Avvento. Così la chiesa, le nostre comunità, ciascuno di noi ha predisposto il cuore

Dettagli

Un nuovo anno pastorale è iniziato

Un nuovo anno pastorale è iniziato Un nuovo anno pastorale è iniziato Nella lettera pastorale consegnata alla Diocesi all inizio dell anno pastorale il nostro Vescovo Enrico ci ha indicato alcune priorità che concretizzano il tema proposto

Dettagli

1. RIVELATO IN GESU CRISTO

1. RIVELATO IN GESU CRISTO SCHEDA 4 (per operatori) 1. RIVELATO IN GESU CRISTO Nota introduttiva L incontro sulla figura di Gesù ha lo stesso stile narrativo del precedente. Se Dio è origine del bisogno d amore e della capacità

Dettagli

INAUGURAZIONE NUOVO ANNO CATECHISTICO

INAUGURAZIONE NUOVO ANNO CATECHISTICO 1. Inaugurazione ufficiale del nuovo anno di catechismo: Biccari 12 Ottobre ore 10,00. Riportiamo il testo della celebrazione. INAUGURAZIONE NUOVO ANNO CATECHISTICO Inizio: Si esce dalla sagrestia con

Dettagli

٠ Accoglienza ٠ Missione ٠ Internazionalità

٠ Accoglienza ٠ Missione ٠ Internazionalità ٠ Accoglienza ٠ Missione ٠ Internazionalità Dallo statuto leggiamo: Art. 1 L AMI è composta da laici, diaconi, presbiteri che docili all azione dello Spirito Santo intendono vivere una medesima vocazione

Dettagli

La forza del suo messaggio

La forza del suo messaggio 6 Testimone di vita santa Anche quest anno nelle varie sedi de La Nostra Famiglia, nelle Parrocchie ambrosiane e nelle comunità delle Piccole Apostole della Carità si è celebrata la memoria liturgica del

Dettagli

Il gruppo delle famiglie compie 10 anni: Congratulazioni!!!

Il gruppo delle famiglie compie 10 anni: Congratulazioni!!! Il è parte dell Area Rimettere le Ali del Borgo Ragazzi Don Bosco, insieme alla Casa Famiglia, al Centro diurno, al Centro di ascolto psico-educativo SOS Ascolto Giovani. Dal 2002 si occupa di sensibilizzare,

Dettagli

Flavia Volta SOGNANDO LA FELICITÀ

Flavia Volta SOGNANDO LA FELICITÀ Flavia Volta SOGNANDO LA FELICITÀ Flavia Volta, Sognando la felicità Copyright 2014 Edizioni del Faro Gruppo Editoriale Tangram Srl Via Verdi, 9/A 38122 Trento www.edizionidelfaro.it info@edizionidelfaro.it

Dettagli

PREGARE NELL ASSEMBLEA LITURGICA CON LE FAMIGLIE NELL ANNO DELLA SPERANZA

PREGARE NELL ASSEMBLEA LITURGICA CON LE FAMIGLIE NELL ANNO DELLA SPERANZA A R C I D I O C E S I D I U D I N E Ufficio Diocesano per la Pastorale della Famiglia PREGARE NELL ASSEMBLEA LITURGICA CON LE FAMIGLIE NELL ANNO DELLA SPERANZA CRISTO NOSTRA SPERANZA (1 Tm 1,1) Anno Pastorale

Dettagli

INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013. per Bambini dai 7 ai 10 anni

INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013. per Bambini dai 7 ai 10 anni INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013 per Bambini dai 7 ai 10 anni DIOCESI DI FOSSANO Commissione Diocesana Pastorale Ragazzi Ehi!!

Dettagli

Carissimi Giovani, Ufficio di Pastorale Giovanile. ho pensato di invitarvi a fare sinodo, a camminare insieme per

Carissimi Giovani, Ufficio di Pastorale Giovanile. ho pensato di invitarvi a fare sinodo, a camminare insieme per Carissimi Giovani, ho pensato di invitarvi a fare sinodo, a camminare insieme per rivitalizzare la pastorale giovanile diocesana, confrontarvi su tali problemi, per scambiarci opinioni e suggerire rimedi,

Dettagli

VENITE ALLA FESTA. Nella vita della Chiesa ASCOLTARE SCOPRIRE PARTECIPARE

VENITE ALLA FESTA. Nella vita della Chiesa ASCOLTARE SCOPRIRE PARTECIPARE VENITE ALLA FESTA Nella vita della Chiesa ASCOLTARE SCOPRIRE PARTECIPARE DOPO LA SETTIMANA DELLA CHIESA MANTOVANA Alle comunità parrocchiali, alle associazioni, ai movimenti e gruppi, ai presbiteri e diaconi,

Dettagli

Il progetto pastorale della Parrocchia di Gesù Divino Maestro

Il progetto pastorale della Parrocchia di Gesù Divino Maestro Il progetto pastorale della Parrocchia di Gesù Divino Maestro 1. INTRODUZIONE La parrocchia si pone l'obiettivo di costruire una comunità nella quale ogni cristiano si impegni a: 1. conoscere meglio Cristo

Dettagli

L incontro con i cresimandi. 31 marzo, sabato pomeriggio in San Pio V.

L incontro con i cresimandi. 31 marzo, sabato pomeriggio in San Pio V. Tre giorni di festa, dal 30 marzo al 1 aprile, hanno animato la Parrocchia di San Pio V che ha vissuto intensamente la propria Missione Cittadina. Una missione che, partendo dall interno della comunità

Dettagli

Parrocchia di San Paolo

Parrocchia di San Paolo Parrocchia di San Paolo Consiglio pastorale 27 Novembre 2011 Questa speciale edizione del Consiglio Pastorale prende vita in una soleggiata domenica novembrina: presenti 45 persone che, dopo aver celebrato

Dettagli

PROGRAMMAZIONE GENERALE DI AZIONE CATTOLICA PARROCCHIA IMMACOLATA - ADELFIA ANNO 2013/2014

PROGRAMMAZIONE GENERALE DI AZIONE CATTOLICA PARROCCHIA IMMACOLATA - ADELFIA ANNO 2013/2014 PROGRAMMAZIONE GENERALE DI AZIONE CATTOLICA PARROCCHIA IMMACOLATA - ADELFIA ANNO 2013/2014 Introduzione unitaria: «Ecco ora il momento favorevole» (2Cor 6,2) Santi nel quotidiano Orientamenti per il triennio

Dettagli

Indice: pag. 1 il Grembo ; pag. 3 Briciole di servizio quotidiano; pag. 4 Il Rosario per i bambini abbandonati e dimenticati.

Indice: pag. 1 il Grembo ; pag. 3 Briciole di servizio quotidiano; pag. 4 Il Rosario per i bambini abbandonati e dimenticati. Anno II Numero 4 Giugno 2007 Domenica 29 aprile 2007, durante la celebrazione eucaristica che concludeva i lavori dell incontro dei responsabili e coordinatori regionali del Movimento, è stato vissuto

Dettagli

GESU E UN DONO PER TUTTI

GESU E UN DONO PER TUTTI GESU E UN DONO PER TUTTI OGGI VIENE ANCHE DA TE LA CREAZIONE IN PRINCIPIO TUTTO ERA VUOTO E BUIO NON VI ERANO NE UOMINI NE ALBERI NE ANIMALI E NEMMENO CASE VI ERA SOLTANTO DIO NON SI VEDEVA NIENTE PERCHE

Dettagli

apertamente, scambiarsi idee, ragionare sui valori, allargare i propri orizzonti, raccontare la propria giornata e perché no? anche pregare tutti

apertamente, scambiarsi idee, ragionare sui valori, allargare i propri orizzonti, raccontare la propria giornata e perché no? anche pregare tutti Presentazione Diventare genitori è sicuramente un immenso dono di Dio, da accogliere con partecipazione e buona volontà. Purtroppo nessuno insegna ad una coppia di neo-genitori come educare i propri figli;

Dettagli

Ogni gruppo, partendo dalla 1a elementare fino alle Medie, presenta un segno ed il motivo del ringraziamento (vedi allegato)

Ogni gruppo, partendo dalla 1a elementare fino alle Medie, presenta un segno ed il motivo del ringraziamento (vedi allegato) Conclusione dell anno catechistico Elementari e Medie Venerdì 30 maggio 2014 FESTA DEL GRAZIE Saluto e accoglienza (don Giancarlo) Canto: Alleluia, la nostra festa Presentazione dell incontro (Roberta)

Dettagli

(1822) (1843) (1889) (1916)

(1822) (1843) (1889) (1916) Una chiamata per tutti La consapevolezza che il Vangelo è un dono da condividere con il mondo intero e che la missione riguarda tutti, nessuno escluso, è all origine delle Pontificie Opere Missionarie

Dettagli

Accompagnare i bambini 3-6 anni attraverso la liturgia nella diversità di tempi e spazi

Accompagnare i bambini 3-6 anni attraverso la liturgia nella diversità di tempi e spazi Cammino 3-6 anni 13 gennaio 2015 Accompagnare i bambini 3-6 anni attraverso la liturgia nella diversità di tempi e spazi Premessa Prima di condividere con voi le idee che come equipe abbiamo pensato di

Dettagli

Sono parole che volentieri riprendo con voi, sicuro che aiuteranno la nostra fede e la nostra vita anche per il futuro.

Sono parole che volentieri riprendo con voi, sicuro che aiuteranno la nostra fede e la nostra vita anche per il futuro. Ci ritroviamo in Cattedrale per celebrare la santa Messa di ringraziamento per il dono di Papa Benedetto XVI ed anche per pregare per la Chiesa chiamata, per la responsabilità dei cardinali, ad eleggere

Dettagli

Newsletter di Aggiornamento sui Progetti di Amici dei Bambini. Numero 01, Gennaio 2009. In questo numero:

Newsletter di Aggiornamento sui Progetti di Amici dei Bambini. Numero 01, Gennaio 2009. In questo numero: in Kosovo Newsletter di Aggiornamento sui Progetti di Amici dei Bambini Numero 01, Gennaio 2009 In questo numero: Benvenuto caro sostenitore! Un regalo per me! I bambini dimostrano quello che sanno sull

Dettagli

La Santa Sede DISCORSO DI GIOVANNI PAOLO II DURANTE LA VISITA ALLA PARROCCHIA DI SAN LEONE I. Domenica, 17 dicembre 1989

La Santa Sede DISCORSO DI GIOVANNI PAOLO II DURANTE LA VISITA ALLA PARROCCHIA DI SAN LEONE I. Domenica, 17 dicembre 1989 La Santa Sede DISCORSO DI GIOVANNI PAOLO II DURANTE LA VISITA ALLA PARROCCHIA DI SAN LEONE I Domenica, 17 dicembre 1989 Alla popolazione del quartiere Una visita ad un quartiere difficile quella che compie

Dettagli

festa per la famiglia o famiglia per la festa?

festa per la famiglia o famiglia per la festa? Natale: festa per la famiglia o famiglia per la festa? Inserto N. 4 2010 Bè provo un po a spiegarmi: ogni anno mi viene un certo nervosino perchè mi sembra che tutti: la tv, internet, gli amici, le pubblicità

Dettagli

RILEGGENDO LA LETTERA ALLE FAMIGLIE DI GIOVANNI PAOLO II / 4. La dignità della procreazione

RILEGGENDO LA LETTERA ALLE FAMIGLIE DI GIOVANNI PAOLO II / 4. La dignità della procreazione RILEGGENDO LA LETTERA ALLE FAMIGLIE DI GIOVANNI PAOLO II / 4 La dignità della procreazione Non è sicuramente casuale che Giovanni Paolo II, nella Lettera alle famiglie, cominci a trattare della procreazione

Dettagli

Alle sorelle e ai fratelli della parrocchia S. Maria di Lourdes. Donaci la Pace!

Alle sorelle e ai fratelli della parrocchia S. Maria di Lourdes. Donaci la Pace! LA NOSTRA Parrocchia S.Maria di Lourdes VOCE MILANO - via Induno,12 - via Monviso 25 DICEMBRE 2OO5 Alle sorelle e ai fratelli della parrocchia S. Maria di Lourdes. Donaci la Pace! Vi lascio in pace, vi

Dettagli

IL CREATO DONO DI DIO. Dio Padre ha pensato a me come dono per gli altri

IL CREATO DONO DI DIO. Dio Padre ha pensato a me come dono per gli altri IL CREATO DONO DI DIO I bambini sono abituati a vedere gli elementi del creato come oggetti usuali in quanto facenti parte del loro universo percettivo, per questo è importante che possano scoprire il

Dettagli

Da Sua Santità Papa Tawadros Secondo Messaggio Natalizio 2013

Da Sua Santità Papa Tawadros Secondo Messaggio Natalizio 2013 Da Sua Santità Papa Tawadros Secondo Messaggio Natalizio 2013 Amati figli, mi congratulo con voi per la Festa della gloriosa Natività... Siano con voi le benedizioni del Nascituro della mangiatoia santa,

Dettagli

7ª tappa È il Signore che apre i cuori

7ª tappa È il Signore che apre i cuori Centro Missionario Diocesano Como 7 incontro di formazione per commissioni, gruppi e associazioni missionarie 3 anno Aprile 2009 Paolo: la Parola di Dio non è incatenata 7ª tappa È il Signore che apre

Dettagli

RACCONTO TRATTO DAL LIBRO. DONNE CHE RACCONTANO IL LAVORO a cura di

RACCONTO TRATTO DAL LIBRO. DONNE CHE RACCONTANO IL LAVORO a cura di RACCONTO TRATTO DAL LIBRO DONNE CHE RACCONTANO IL LAVORO a cura di Roberta Griffini, Francesca Matichecchia, Debora Roversi, Marzia Tanzini Disegno di Pat Carra Filcams Cgil Milano Margherita impiegata

Dettagli

SECONDA TAPPA verso il CoMiGi 12

SECONDA TAPPA verso il CoMiGi 12 SECONDA TAPPA verso il CoMiGi 12 Da discepoli a testimoni. La Parabola di Pietro. Il tema vuole mettere in luce quel discernimento che ha visto divenire Pietro da un semplice discepolo ad un testimone

Dettagli

UNA COMUNITÁ EDUCANTE E

UNA COMUNITÁ EDUCANTE E PREMESSA Con questo scritto introduciamo in Parrocchia, una nuova tradizione: consegnare a tutta la nostra Comunità, le linee di pastorale che ci impegneranno durante il prossimo anno. Esse ricalcano e

Dettagli

Donacibo 2015 Liceo classico statale Nicola Spedalieri di Catania

Donacibo 2015 Liceo classico statale Nicola Spedalieri di Catania Donacibo 2015 Liceo classico statale Nicola Spedalieri di Catania Sono Graziella, insegno al liceo classico e anche quest anno non ho voluto far cadere l occasione del Donacibo come momento educativo per

Dettagli

I sette SACRAMENTI CATECHESI DI PAPA FRANCESCO

I sette SACRAMENTI CATECHESI DI PAPA FRANCESCO I sette SACRAMENTI CATECHESI DI PAPA FRANCESCO I sette SACRAMENTI CATECHESI DI PAPA FRANCESCO SHALOM 1 Editrice Shalom - 06.08.2014 Trasfigurazione del Signore 2008 Fondazione di Religione Santi Francesco

Dettagli

LA CURA DEI GIOVANI. Suore di Carità delle Sante B. Capitanio e V. Gerosa dette di Maria Bambina Venezia Diocesi di Venezia MENSA SAN MARTINO

LA CURA DEI GIOVANI. Suore di Carità delle Sante B. Capitanio e V. Gerosa dette di Maria Bambina Venezia Diocesi di Venezia MENSA SAN MARTINO LA CURA DEI GIOVANI Suore di Carità delle Sante B. Capitanio e V. Gerosa dette di Maria Bambina Venezia Diocesi di Venezia MENSA SAN MARTINO CARCERE FEMMINILE GIUDECCA COLLEGI UNIVERSITARI STORIA La comunità

Dettagli

CENTRO DI ASCOLTO CARITAS

CENTRO DI ASCOLTO CARITAS CENTRO DI ASCOLTO CARITAS PROGETTO OPERATIVO Parrocchia SS Pietro e Paolo TURATE Oggi le persone hanno più bisogno di ascolto che di parole. Soltanto quando diamo ascolto all altro con attenzione e non

Dettagli

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Commento al Vangelo Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione fra Luca Minuto Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Dal Vangelo secondo Matteo In quel tempo, gli undici discepoli andarono in Galilea, sul monte

Dettagli

Se chiedo aiuto mi porteranno via i bambini?

Se chiedo aiuto mi porteranno via i bambini? Lettera alle Mamme_Layout 1 11/09/2015 17:10 Pagina 1 Tribunale per i Minorenni dell Emilia Romagna Se chiedo aiuto mi porteranno via i bambini? Dialogo con le mamme che subiscono violenza in famiglia

Dettagli

Se chiedo aiuto mi porteranno via i bambini?

Se chiedo aiuto mi porteranno via i bambini? Priority mom Tribunale per i Minorenni dell Emilia Romagna Cosa posso fare per interrompere subito la violenza? rivolgiti alle Forze dell Ordine o al Servizio Sociale più vicino chiedi aiuto al Centro

Dettagli

Se chiedo aiuto mi porteranno via i bambini?

Se chiedo aiuto mi porteranno via i bambini? Tribunale per i Minorenni dell Emilia Romagna Se chiedo aiuto mi porteranno via i bambini? Dialogo con le mamme che subiscono violenza in famiglia per conoscere l intervento della giustizia minorile Indice:

Dettagli

apposta per te, per te sola. E arde dal desiderio di entrare nel tuo cuore Comunicati spesso, molto spesso. Ecco il solo rimedio se vuoi guarire.

apposta per te, per te sola. E arde dal desiderio di entrare nel tuo cuore Comunicati spesso, molto spesso. Ecco il solo rimedio se vuoi guarire. Diicembre 2013 Ill Verbo sii è fatto Carne Pio X era rimasto particolarmente colpito da una lettera scritta da Teresa di Lisieux alla cugina Maria Guérin il 30 maggio 1889. In essa voleva aiutare la cugina

Dettagli

Dagli Appennini alle Ande Newsletter n 11 Aprile 2008

Dagli Appennini alle Ande Newsletter n 11 Aprile 2008 Formazione montuosa Sierra peruviana Dagli Appennini alle Ande Newsletter n 11 Aprile 2008 In questo numero: Seconda domenica di maggio: Festa della Mamma Volontari in azione! Alcune poesie dedicate alla

Dettagli

Come vivere senza ansia con accanto un amico di nome Gesù.

Come vivere senza ansia con accanto un amico di nome Gesù. PREFAZIONE Voglio sottolineare che questo libro è stato scritto su dettatura di Gesù Cristo. Come per il libro precedente, desidero con questo scritto arrivare al cuore di tante persone che nella loro

Dettagli

MAURICIO SILVA DAL CIELO CI GUARDA SORRIDENTE

MAURICIO SILVA DAL CIELO CI GUARDA SORRIDENTE MAURICIO SILVA DAL CIELO CI GUARDA SORRIDENTE Dalle lunghe meditazioni solitarie di fratel Carlo de Foucauld, ora beatificato dalla Chiesa, era nata l idea della Fraternità. Gesù si era fatto chiamare

Dettagli

Progetto Pastorale Parrocchiale

Progetto Pastorale Parrocchiale Progetto Pastorale Parrocchiale E' il desiderio dì vivere come Chiesa il nostro rapporto con Dio: Padre - Figlio - Spirito, e con ogni persona, in una comunione sempre più vera e intensa, perché ognuno

Dettagli

Pro r p o ost s e past s or o a r li l per l'anno 2010/2011

Pro r p o ost s e past s or o a r li l per l'anno 2010/2011 Proposte pastorali per l'anno 2010/2011 LITURGIA A - Settimana Eucaristica: 10-17 ottobre 2010 per tutta la Comunità Pastorale: tema Eucarestia e vita. B - Celebrazioni Comunitarie alle ore 21.00: 1 settembre,

Dettagli

LE SETTE PAROLE DELL AMORE

LE SETTE PAROLE DELL AMORE LE SETTE PAROLE DELL AMORE Le sette parole di Gesù in croce sono le parole ultime, quelle che restano, che ci dicono chi è Lui e quindi chi siamo noi. Le parole dell Amore ultimo ci trovano lì dove siamo

Dettagli

L abc dell ACR.e non solo

L abc dell ACR.e non solo AZIONE CATTOLICA ITALIANA PARROCCHIA SANT IPPOLISTO M. L abc dell ACR.e non solo SCUOLA per EDUCATORI ACR Direi che essere educatori significa avere una gioia nel cuore e comunicarla a tutti per rendere

Dettagli

IVAN E PADRE LIVIO TESTIMONIANZA SU GIOVANI E FAMIGLIE

IVAN E PADRE LIVIO TESTIMONIANZA SU GIOVANI E FAMIGLIE IVAN E PADRE LIVIO TESTIMONIANZA SU GIOVANI E FAMIGLIE Padre Livio: Vediamo ora tre incontri di Ivan con tre gruppi di pellegrini. Sono in gran parte dei giovani. E possiamo ben dire che gli incontri con

Dettagli

Tanti doni bellissimi!

Tanti doni bellissimi! Tanti doni bellissimi! Io sono dono di Dio e sono chiamato per nome. Progetto Educativo Didattico Religioso Anno Scolastico 2015 2016 Premessa Il titolo scelto per la programmazione religiosa 2015 2016

Dettagli

ECCO PERCHÈ LA PACE INIZIA PROPRIO DA TE

ECCO PERCHÈ LA PACE INIZIA PROPRIO DA TE ECCO PERCHÈ LA PACE INIZIA PROPRIO DA TE - di Deepak Chopra Sette esercizi spirituali per portare la pace all interno delle tua vita e nel mondo che ti circonda. L approccio alla trasformazione personale

Dettagli

Celebrare la festa in famiglia: riti e gesti nell esperienza famigliare

Celebrare la festa in famiglia: riti e gesti nell esperienza famigliare Statement-Incontro Mondiale delle Famiglie 1/5 Elisabeth & Bernhard Neiser / Nr. 20 Celebrare la festa in famiglia: riti e gesti nell esperienza famigliare 1. Riflessioni introduttive: Domenica e giorno

Dettagli

FESTA DELLA FAMIGLIA 2013

FESTA DELLA FAMIGLIA 2013 FESTA DELLA FAMIGLIA 2013 MATERIALE PER LA PREPARAZIONE SPIRITUALE Materiale, Catechesi, Questionario per le Comunità, Gruppi Famiglie, Famiglie singole in Preparazione al Convegno "La Famiglia Vince la

Dettagli

scuola dell infanzia di Vado

scuola dell infanzia di Vado ISTITUTO COMPRENSIVO DI VADO-MONZUNO (BO) scuola dell infanzia di Vado PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DI IRC sezione (5 anni) anno scolastico 2014/2015 ins: Formicola Luigi UNITA DIDATTICA 1 Alla scoperta del

Dettagli

SPIRITO SANTO E MATRIMONIO NEL PENSIERO DI GIOVANNI PAOLO II. Don Przemyslaw Kwiatkowski

SPIRITO SANTO E MATRIMONIO NEL PENSIERO DI GIOVANNI PAOLO II. Don Przemyslaw Kwiatkowski SPIRITO SANTO E MATRIMONIO NEL PENSIERO DI GIOVANNI PAOLO II Don Przemyslaw Kwiatkowski Ciao a tutti! Siamo Alberto e Silvia di Cherasco, in Piemonte e siamo sposati da quasi 6 anni. E noi siamo Alberto

Dettagli

22 SETTEMBRE 2013 FESTA DELLA CATECHESI

22 SETTEMBRE 2013 FESTA DELLA CATECHESI 22 SETTEMBRE 2013 FESTA DELLA CATECHESI Parrocchia dei Santi Faustino e Giovita GRUPPO BETLEMME ICFR Primo anno Il percorso del primo anno offre ai genitori la possibilità di scoprire o riscoprire la bellezza

Dettagli

COS È UNA EQUIPES NOTRE DAME. Allegato alla Carta delle Equipes Notre-Dame

COS È UNA EQUIPES NOTRE DAME. Allegato alla Carta delle Equipes Notre-Dame COS È UNA EQUIPES NOTRE DAME Allegato alla Carta delle Equipes Notre-Dame Cos è una Equipe Notre-Dame 1 - Un progetto Vieni e seguimi : questa chiamata, Cristo la rivolge a ciascuno di noi, a ciascuna

Dettagli

DOSSIER MESE DEGLI INCONTRI

DOSSIER MESE DEGLI INCONTRI DOSSIER MESE DEGLI INCONTRI 1 Caro educatore, quest'anno, come ben sai, Il richiamo al Concilio Vaticano II ha rappresentato il filo conduttore del cammino di tutti i ragazzi, i giovani e gli adulti di

Dettagli

============================================ II DOMENICA DOPO NATALE (ANNO C) ======================================================================

============================================ II DOMENICA DOPO NATALE (ANNO C) ====================================================================== -------------------------------------------------- LA LITURGIA DEL GIORNO 03.01.2016 Grado della Celebrazione: DOMENICA Colore liturgico: Bianco ============================================ II DOMENICA

Dettagli

Comunità Pastorale Maria Regina della Famiglia. Festa del Perdono. CELEBRAZIONE della PRIMA CONFESSIONE. 21 novembre 2015

Comunità Pastorale Maria Regina della Famiglia. Festa del Perdono. CELEBRAZIONE della PRIMA CONFESSIONE. 21 novembre 2015 Comunità Pastorale Maria Regina della Famiglia Festa del Perdono CELEBRAZIONE della PRIMA CONFESSIONE 21 novembre 2015 Parrocchia di Madonna in campagna e Santi Nazaro e Celso di Arnate in Gallarate (VA)

Dettagli

Intervista con Elsa Moccetti

Intervista con Elsa Moccetti Intervista con Elsa Moccetti [L intervista è condotta da Sonja Gilg di Creafactory SA. Intervengono altre due persone di cui un ospite: Antonietta Santschi] Dicevo, che è stata una mia scelta di venire

Dettagli

«Vado e tornerò da voi.»

«Vado e tornerò da voi.» sito internet: www.chiesasanbenedetto.it e-mail: info@chiesasanbenedetto.it 5 maggio 2013 Liturgia delle ore della Seconda Settimana Sesta Domenica di Pasqua/c Giornata di sensibilizzazione per l 8xmille

Dettagli

Ordine Francescano Secolare d Italia Fraternità Regionale della Liguria

Ordine Francescano Secolare d Italia Fraternità Regionale della Liguria Ordine Francescano Secolare d Italia Fraternità Regionale della Liguria Circolare n. 1/2014 Genova, 29 ottobre 2014 Carissimi fratelli e sorelle Ministri di Fraternità, Padri Assistenti, sia lodato Gesù

Dettagli

Notiziario delle Parrocchie di Mandrio,Mandriolo e S.Martino Piccolo n 94 aprile-maggio 10. tel.0522/699134 - Stampato in proprio. parole in famiglia

Notiziario delle Parrocchie di Mandrio,Mandriolo e S.Martino Piccolo n 94 aprile-maggio 10. tel.0522/699134 - Stampato in proprio. parole in famiglia La Voce della Parrocchia Notiziario delle Parrocchie di Mandrio,Mandriolo e S.Martino Piccolo n 94 aprile-maggio 10 Tariffa Associazioni Senza Fini di Lucro: Poste Italiane s.p.a. Sped. in Abb. Postale

Dettagli

apparire sufficienti per la formazione di cristiani adulti. Oggi non è più così. Non a caso il Concilio ha proposto la Lectio Divina per tutti.

apparire sufficienti per la formazione di cristiani adulti. Oggi non è più così. Non a caso il Concilio ha proposto la Lectio Divina per tutti. PRESENTAZIONE Dalla relazione svolta dal card. Carlo M. Martini a Camaldoli, luglio 2002, al convegno Cristianesimo e democrazia nel futuro dell Europa. La Bibbia divenga il libro del futuro dell Europa

Dettagli

PROGRAMMAZIONE NIDO MADONNA DI FATIMA di Breda di Piave

PROGRAMMAZIONE NIDO MADONNA DI FATIMA di Breda di Piave PROGRAMMAZIONE NIDO MADONNA DI FATIMA di Breda di Piave PREMESSA: Il collegio docenti è composto da quattro insegnanti e la coordinatrice e si riunisce una volta al mese circa. Una cosa molto importante

Dettagli

TEMI PRINCIPALI DEI MESSAGGI

TEMI PRINCIPALI DEI MESSAGGI TEMI PRINCIPALI DEI MESSAGGI PREGHIERA E IL S. ROSARIO N.B. Queste apparizioni della Madre di Dio non sono ancora state né approvate né smentite dalla Santa Sede. E stata costituita dalla Chiesa una commissione

Dettagli

Domenica, 19 aprile 2009. Il Signore è con te

Domenica, 19 aprile 2009. Il Signore è con te Domenica, 19 aprile 2009 Il Signore è con te Marco 16:15-20- E disse loro: Andate per tutto il mondo, predicate il vangelo a ogni creatura. Chi avrà creduto e sarà stato battezzato sarà salvato; ma chi

Dettagli

DAL CORTILE. IDEE E SCELTE PER L ORATORIO BRESCIANO

DAL CORTILE. IDEE E SCELTE PER L ORATORIO BRESCIANO DAL CORTILE. IDEE E SCELTE PER L ORATORIO BRESCIANO IDEE E SCELTE PER L ORATORIO BRESCIANO Struttura in 3 sezioni: 1. Il Cuore dell oratorio Le idee sintetiche che definiscono in termini essenziali e vitali

Dettagli

A tutti gli amici e colleghi AMCI di Aversa.

A tutti gli amici e colleghi AMCI di Aversa. A tutti gli amici e colleghi AMCI di Aversa. Mi è stato chiesto da Gennaro Golia di fare partecipe tutti voi della mia esperienza di medico in terra d africa e molto volentieri lo faccio. Negli anni 70

Dettagli

REGOLAMENTO SOSTEGNO A DISTANZA

REGOLAMENTO SOSTEGNO A DISTANZA REGOLAMENTO SOSTEGNO A DISTANZA Principi, obiettivi e istruzioni IL SOSTEGNO A DISTANZA che cos è Con il termine Sostegno a Distanza si vuole convenzionalmente indicare una forma di solidarietà, oggi molto

Dettagli