LAVORI IDRAULICI E STRADALI - ACQUEDOTTI E FOGNATURE TRIVELLAZIONI ORIZZONTALI CONTROLLATE (TOC) STABILIZZAZIONE TERRENI A CALCE E CEMENTO DRENAGGI

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "LAVORI IDRAULICI E STRADALI - ACQUEDOTTI E FOGNATURE TRIVELLAZIONI ORIZZONTALI CONTROLLATE (TOC) STABILIZZAZIONE TERRENI A CALCE E CEMENTO DRENAGGI"

Transcript

1 LAVORI IDRAULICI E STRADALI - ACQUEDOTTI E FOGNATURE TRIVELLAZIONI ORIZZONTALI CONTROLLATE (TOC) STABILIZZAZIONE TERRENI A CALCE E CEMENTO DRENAGGI AGRICOLI ED INDUSTRIALI SERVIZIO GRU E TRASPORTI ECCEZIONALI

2

3 LAVORI SPECIALISTICI Trivellazioni orizzontali teleguidate ( TOC ) Direct pipe Guided boring machine ( GBM) Stabilizzazione dei terreni a calce e cemento Drenaggi agricoli ed industriali Lavori specialistici LAVORI INFRASTRUTTURALI Lavori stradali Opere civili Acquedotti e fognature Demolizioni Trasporti eccezionali Scavi con trencher LAVORI IDRAULICI E MARITTIMI Difese spondali Infissione palancole Lavori di marginamento Manutenzione opere idrauliche Bonifiche Lavori idraulici e marittimi Lavori infrastrutturali

4 PROFILO DELL AZIENDA LA STORIA L impresa Anese nasce nei primi anni 60 su iniziativa del fondatore Gino Anese. In un contesto territoriale caratterizzato da vaste estensioni fondiarie, le attività prevalenti cui si dedica l azienda consistono in opere di bonifica, sistemazione e difesa idraulica, movimenti terra con posa o rimozione di materiali litoidi. L esperienza acquisita nel tempo, l attenzione per l evoluzione delle nuove tecnologie e la passione per il lavoro svolto, consentono l approccio a nuove opportunità. E così che nel 1978 l impresa applica le nuove tecniche di scolo dei terreni agricoli con posa di tubi corrugati microfessurati, in sostituzione delle tradizionali scoline a cielo aperto. Tale innovazione si è dimostrata nel tempo una proficua intuizione, tant è che, ancora oggi, Anese ne è punto di riferimento a livello nazionale. Grazie alle accresciute competenze e alla maggiore precisione realizzativa, ben presto si ampliano gli orizzonti dell attività ai settori delle costruzioni stradali, e delle realizzazioni di acquedotti e fognature per conto di enti pubblici e soggetti privati. L affidabilità e la flessibilità dimostrate nel tempo rendono la Anese un interlocutore privilegiato nell attività di manutenzione delle opere idrauliche e pronto intervento in occasione di calamità naturali. Intendendo migliorare e diversificare la propria valenza tecnico/commerciale, nel 1996 l Impresa estende il campo operativo anche alle trivellazioni orizzontali controllate (TOC). Si tratta di una tecnica di intervento non invasiva per la posa sotterranea di infrastrutture quali reti di distribuzione gas e olii, acquedotti e fognature, cavidotti per comunicazioni, ecc., opere per le quali la Anese, oggi, è leader europeo riconosciuto. In questo campo l evoluzione della tecnica ha comportato, da allora, consistenti investimenti in strumentazione e macchinari costantemente all avanguardia. Altro settore di specifica applicazione, intrapreso dal 2003, riguarda la stabilizzazione dei terreni con calce o cemento per la bonifica dei suoli; tale tecnica si rivela una eccellente soluzione nella formazione di rilevati stradali e ferroviari nonché nella realizzazione di interporti, aeroporti ed altre infrastrutture. Attualmente l Impresa è validamente condotta dai fratelli Anese, Milco (Presidente) e Domenico (Vicepresidente). L ottimo livello professionale di maestranze e collaboratori, dalle poche unità iniziali, si compone ora di un centinaio di addetti tra tecnici (laureati e diplomati), impiegati, operai altamente specializzati e qualificati i quali, con la loro laboriosità e fedeltà, contribuiscono a mantenere comunque viva ed attuale la peculiarità familiare dell azienda ed intatti i suoi valori di sobrietà e prudenza imprenditoriale. Il patrimonio attrezzature viene costantemente rinnovato e potenziato consentendo all Impresa di affrontare qualsiasi attività nelle categorie e specializzazioni attinenti opere stradali, idrauliche ed infrastrutturali in genere. I principali Committenti sono: Pubbliche Amministrazioni quali Regioni, Multiutility, Protezione Civile, Comuni, Province, Uffici del Genio Civile, Magistrato delle Acque di Venezia, ANAS, SNAM, ENI, Consorzi di Bonifica e clienti privati, società industriali, concessionarie autostradali e di telecomunicazioni, ecc..

5 ATTESTATI DI QUALITA E CERTIFICAZIONI CATEGORIA OG01 OG03 OG06 OG07 OG08 OG012 OG013 OS01 OS21 OS35 OS29 CLASSIFICA V VII VI V V II II V III VI II Albo Nazionale Gestori Ambientali SEZIONE REGIONALE DEL VENETO Iscrizione N: VE01340 Cat. 9 (bonifica di siti) e classe C (importo dei lavori di bonifica cantierabili fino a euro ,00) dal 03/10/2014 al 03/10/2019

6 TRIVELLAZIONI ORIZZONTALI CONTROLLATE (TOC ) La tecnologia delle Trivellazioni Orizzontali Controllate (TOC) - Horizontal Directional Drilling - è una tecnica d avanguardia che permette di installare tubazioni o cavi al di sotto di fiumi, strade, ferrovie, aree protette, edifici o aree densamente popolate, senza ricorrere a scavi a cielo aperto, riducendo notevolmente le aree di cantiere. La tecnologia non richiede scavi e non comporta pertanto emissioni di polveri, di fumi e particelle inquinanti, limitando l impatto paesaggistico, ambientale, acustico. Costi sociali e rischi per la salute dei cittadini sono così ridotti al minimo. Il rispetto dell ambiente è e sarà sempre la nostra priorità. FUNZIONAMENTO DEL SISTEMA DI PERFORAZIONE FORO PILOTA Si realizza inserendo nel terreno delle aste di perforazione avviate una dopo l altra, precedute da un Jet (o accessori di perforazione per roccia) che crea il foro in rotazione e con l ausilio di fanghi bentonici.i fanghi servono inoltre a consolidare il foro, a trasportare il materiale di risulta all esterno, e a diminuire l attrito.la direzionalità è ottenuta con l ausilio di una sonda alloggiata nel jet, che trasmette in ogni momento la posizione dello stesso; questo viene quindi orientato nella direzione utile ad apportare le variazioni di direzione desiderate. (h. 12, h. 03, h. 06, h. 09) ALESATURA Una volta realizzato il foro pilota, esso viene allargato tirando successivamente alesatori di dimensioni crescenti fino all ottenimento del foro della dimensione voluta. POSA DELA TUBAZIONE A questo punto si aggancia la tubazione all ultimo alesatore e la si tira nella posizione prevista dal progetto. TESTE DI PERFORAZIONE

7 SISTEMI DI GUIDA WALK OVER La posizione della punta di perforazione viene controllata mediante una sonda posta all interno della punta stessa che trasmette segnali via radio o via cavo in superficie. SISTEMA DI GUIDA PARATRACK II attrezzatura di superficie per il foro ossia laptop, power supply ed interfaccia sonda per sistema di guida paratrack 2 con centralizzatori Campo magnetico puntuale

8 PARCO MACCHINE T.O.C. La ANESE S.r.l. dispone di un ampio parco macchine perforatrici da 7,00 a 250,00 Tons

9 ANNO: 2014 CLIENTE: MINISTERO INFRASTRUTTURE E TRASPORTI CVN (Impresa C.C.C. S.p.A.) LUOGO: Laguna di Venezia (VE) OGGETTO: Progetto MOSE anello di interconnessione Arsenale- Isola artificiale Isola Artificiale Lavori specialistici L=2350m Isola Provvisoria L=2400m Arsenale DATI TECNICI Prima tratta: Arsenale - isola provvisoria 2TOC m circa. Seconda tratta: isola provvisoria-isola artificiale 2TOC-2350m circa Tubazione: in acciaio Foro pilota: realizzato con tecnica dell intersezione Utilizzo di due Rig posizionati: su Arsenale Macchine: Rig da 250 tons e 100 tons RECORD DI LUNGHEZZA: Realizzazione di n 2 tratte TOC ( da ml 2400 e ml 2350), con tecnica della intersezione nella fase del foro pilota.

10 ANNO: 2012/13 CLIENTE: SNAM Rete Gas. LUOGO: Alessandria - Italia OGGETTO: Gasdotto DATI TECNICI Tubazione 1: DN m (record!) Tubazione 2: DN m Terreno: Argilla Diametro massimo di alesaggio: 22 Profondità massima: 30 m Macchina: Maxi rig 150 tons TOC IN SOLUZIONE UNICA (ONE SHOT) con foro da 22 della lunghezza m stabilendo una lunghezza record a livello nazionale e di assoluto rilievo in campo internazionale.

11 ANNO: CLIENTE: LUOGO: OGGETTO: 2007/2010 MINISTERO INFRASTRUTTURE E TRASPORTI CVN (Impresa Mantovani. S.p.A.) Malamocco - (VE) - Italia Attraversamento bocca di Malamocco L= 1372m 1340 m L= 1340m -56 m Lavori specialistici L= 1355m SEZIONE TUBAZIONI DATI TECNICI Lunghezza di perforazione: Tubazione 1: m (-66 m s.l.m.) - DN 200mm (GAS) Tubazione 2: m (-46 m s.l.m.) - DN 660mm (ACQUA) Tubazione 3: m (-56 m s.l.m.) - DN 600mm (ENEL) Terreno: sabbia-limo Macchina: Maxi Rig 250 Tons

12 ANNO: CLIENTE: MINISTERO INFRASTRUTTURE E TRASPORTI - CVN (Imprese Mantovani S.p.a. e GLF S.p.a.) LUOGO: Venezia - Lido - Italia OGGETTO: Attraversamento bocca San Nicolò - Cavallino Treporti L=1200m DATI TECNICI Diametro del tubo: Tubazione 1: DN 710 mm Tubazione 2: DN 800 mm Tubazione 3: DN 351 mm Tipo: tubazioni PEAD Lunghezza foro pilota: m Diametro massimo di alesatura: 42 Profondità massima s.l.m.: 45 m Terreno: Sabbia-Limo Macchina: Maxi Rig 250 Tons

13 ANNO: CLIENTE: LUOGO: OGGETTO: MINISTERO INFRASTRUTTURE E TRASPORTI CVN (Condotte C.C.C. S.p.A.) Chioggia - (VE) - Italia Attraversamento bocca di Chioggia L = 970 m Lavori specialistici L = m DATI TECNICI Multi condotto A Lung. della perforazione: ~ 970 m Tipo: 9 tubazioni HDPE Ø 140 mm Profondità massima: -45 m s.l.m. Alesatura finale: 900 mm Terreno: Sabbia-limo Maxi Rig: 150 Tons Multi condotto B Lung. della perforazione: ~ m Tipo: 6 tubazioni HDPE Ø 140 mm Profondità massima: -45 m s.l.m. Alesatura finale: 760 mm Terreno: Sabbia-limo Maxi Rig: 150 Tons

14 ANNO: CLIENTE: LUOGO: OGGETTO: ROMAGNA ACQUE Soc. delle Fonti S.p.A. Meldola (FC) - Italia Condotta idrica di By-Pass DATI TECNICI Diametro del tubo: Tubazione DN: 1400 mm Tipo: tubazioni Acciaio S355JO Lunghezza foro pilota: 844 m Diametro massimo di alesatura: 70 Profondità massima: 50m dal punto di ingresso Terreno: Argilla Ghiaia - Marna Macchina: Mega Rig 250 Tons Spingitubo: DN 1800

15 ANNO: 2008 CLIENTE: VENETO ACQUE S.p.A. LUOGO: Cavarzere - (VE) - Italia OGGETTO: Acquedotto - Attraversamento fiumi Adige e Gorzone Lavori specialistici DATI TECNICI Lunghezza di perforazione: 620 m Tubazione posata: Acciaio Diametro esterno: 1000 mm Profondità massima: 36 m Terreno: Argilla Macchina: Mega Rig 250 Tons 620 m

16 ANNO: CLIENTE: LUOGO: OGGETTO: 2013 Snam S.p.A. (Impresa Ghizzoni) Brescello (MO) - Italia Gasdotto DATI TECNICI Lunghezza: 750 m Diametro: DN 48 Tipo: Tubazione acciaio Terreno: Argilla Macchina: Maxi rig 150 Tons

17 ANNO: 2013 CLIENTE: VENAUS SOCIETÀ CONSORTILE LUOGO: Chiomonte Valsusa - Italia OGGETTO: Posa di condotta con tecnica TOC con accesso da un singolo lato. Lavori specialistici DATI TECNICI Posa di una tubazione in acciaio in un area montagnosa in roccia realizzata con uno speciale sistema di alesaggio ed inserimento a spinta operando dal singolo lato di accesso(univocamente da lato ingresso). Lunghezza: 233,25 m Tubazione: Acciaio DN 500mm Terreno: Roccia Diametro massimo di alesaggio: 650 mm Macchina: Maxi Rig 250 Tons L=233m m Sezione verticale

18 ANNO: CLIENTE: LUOGO: OGGETTO: 2010 Autorita Portuale di Venezia (A.T.I. Anese S.r.l. - Rossi S.r.l.) Laguna di Venezia - Italia Posa della linea di alimentazione del sentiero luminoso

19 ANNO: 2014 CLIENTE: SMAT S.p.A. (Impresa VIRIDIA S.C.A.R.L) LUOGO: Salbertrand (TO) - Italia OGGETTO: Acquedotto della Valle di Susa - Condotta principale. Lavori specialistici DATI TECNICI Lunghezza: 360m Tubazione: Acciaio inox DN 700mm Terreno: Roccia quarzifera Macchina: Maxi Rig 150 Tons

20 ANNO: 2012 CLIENTE: Acquedotto del Fiora LUOGO: Montalcino - (SI) - Italia OGGETTO: Attraversamento di versante collinare (fognatura a gravità) DATI TECNICI Tubazione 1: m Diametro: DN 22 Tipo: Tubazione Acciaio rivestito Terreno: Limo - Argilla Profondità di posa: 30m dal piano di campagna Macchina: Maxi Rig 150 Tons

21 ANNO: CLIENTE: LUOGO: OGGETTO: 2005/2006 CONSORZIO GOVOSSAI/ABBANOA S.p.A. Progetto di: SFM Cala Gonone - Sardegna - Italia Acquedotto del Cedrino - Perforazione bocca Irghiriai Lavori specialistici DATI TECNICI Perforazione orizzontale controllata: 500 m Diametro delle tubazioni in acciaio: 230 mm Diametro foro di alesatura finale: 508 mm Diametro delle tubazioni dell acqua HDPE: 355 mm Terreno: roccia Macchina: Maxi Rig 150 Tons

22 ANNO: CLIENTE: LUOGO: OGGETTO: 2013 Clea Veneto Acque Curtarolo (PD) - Italia Condotta idrica DATI TECNICI Diametro del tubo: DN: 1200 mm (48 ) Tipo: tubazioni Acciaio Lunghezza foro pilota: 750 m Terreno: Argilla Sabbia Macchina: Mega Rig 250 Tons

23 ANNO: CLIENTE: LUOGO: OGGETTO: VERITAS S.p.A. Venezia centro storico - Italia Condotta antincendio Lavori specialistici DATI TECNICI Lunghezza: varie tratte, da 80 m a 140 m Diametro: DN 225 mm Tipo: Tubazione HDPE Terreno: Limo-sabbia Macchina: Mini Rig 5 Tons

24 ANNO: CLIENTE: LUOGO: OGGETTO: VERITAS S.p.A. Venezia centro storico - Italia Condotta antincendio DATI TECNICI Lunghezza: varie tratte, da 80 m a 140 m Diametro: DN 225 mm Tipo: Tubazione HDPE Terreno: Limo-sabbia Macchina: Mini Rig 5 Tons

25 ANNO: CLIENTE: LUOGO: OGGETTO: 2010 Presidenza del Consiglio dei Ministri Venezia - Italia Cassero a mare Lavori specialistici DATI TECNICI Cassero a mare per realizzazione condotta di presa e restituzione acqua di mare Lunghezza della condotta: 620 m Diametro delle tubazioni: Tubazione 1: DN 160 mm Tubazione 2: DN 500 mm Tubazione 3: DN 630 mm Tipo: tubazioni PEAD

26 ANNO: CLIENTE: LUOGO: OGGETTO: 2009 SICILIA ACQUE Gel.Ar Agrigento - Italia Acquedotto Agrigento - Gela DATI TECNICI Diametro del tubo: Tubazione 1: DN 450 mm Tubazione 2: DN 500 mm Tubazione 3: DN 600 mm Lunghezza di perforazione: Varie tratte lunghezza max: 1057 m Macchina: Maxi Rig 150 Tons

27 ANNO: CLIENTE: LUOGO: OGGETTO: 2007 BONATTI S.p.A. PER EDISON Sora - (FR) - Italia Gasdotto Edison Lavori specialistici DATI TECNICI Lunghezza: varie tratte, max 350 m Diametro: DN 18 Tipo: Tubazione in acciaio Terreno: Travertino Macchina: Maxi Rig 50 Tons

28 ANNO: CLIENTE: LUOGO: OGGETTO: Latvijas Energoceltnieks Riga - Latvia Tubazioni camicia per cavi elettrici e fibre ottiche DATI TECNICI Primo Attraversamento (cavo elettrico) Lunghezza di perforazione: 770 m. Tubazione 1: DN 280 mm Tubazione 2: DN 180mm Secondo Attraversamento (cavo elettrico - fibra ottica) Lunghezza di perforazione: 770 m. Tubazione 1: DN 280 mm Tubazione 2: DN 280 mm

29 ANNO: CLIENTE: LUOGO: OGGETTO: 2012 Latvijas Energoceltnieks Jelgava - Latvia Tubazioni camicia per cavi elettrici e fibre ottiche Lavori specialistici DATI TECNICI Lunghezza foro pilota: 400 m Diametro dei tubi: Tubazione DN: 710 mm Tipo: tubazioni Acciaio S355JO Spingitubo: DN 1800

30 ANNO: CLIENTE: LUOGO: OGGETTO: 2005 TOTAL Astaford - France Posa tubazione gas in acciaio DATI TECNICI Lunghezza di perforazione: Tubazione 1: 600 m - DN 1000mm Tubazione 2: 620 m - DN 800mm Tubazione 3: 640 m - DN 800mm Tubazione 4: 660 m - DN 560mm Tipo: tubazioni PEAD Diametro massimo di alesatura: 1340 mm Profondità massima s.l.m.: 48/56 m Terreno: Sabbia-limo Macchina: Maxi Rig 150 Tons

31 ANNO: CLIENTE: LUOGO: OGGETTO: 2012 Public Gas Corporation S.A. (DEPA) (Imp. Anese S.r.l., Ediltunnel S.r.l.) Avlida / Agios Nicolaos - Faros (Grecia) Tubazione gas naturale e cavidotto per cablaggio elettrico Lavori specialistici DATI TECNICI Lunghezza di perforazione: Perforazione 1: Tubo acciaio DN 8 Perforazione 2: Tubo acciaio DN 14 Tipo: tubazioni Acciaio Lunghezza: 1000m Terreno: Argilla sabbiosa Profondità massima: 35m Macchina: Maxi Rig 250 tons

32 LAVORI SPECIALISTICI Trivellazioni orizzontali teleguidate ( TOC ) DIRECT PIPE Guided Boring Machine (GBM) Stabilizzazione dei terreni a calce e cemento Drenaggi agricoli ed industriali Consiste in una tecnologia industrializzata di recente per la posa di condotte in difficili condizioni geologiche e logistiche ( ad es. accesso da un singolo lato ); il metodo combina i vantaggi del Microtunnelling e delle Trivellazioni Orizzontali Controllate. In un solo passaggio la tubazione può essere installata scavando il solo pozzo di partenza nel quale viene collocata la testa fresante che sarà spinta dalla stessa tubazione.permette la posa di condotte di grandi diametri e di lunghezze fino a 1500 m.

33 ANNO: CLIENTE: LUOGO: OGGETTO: 2013 Clea Veneto Acque Padova - Italia Posa di una condotta IDRICA con tecnologia DIRECT PIPE Lavori specialistici DATI TECNICI Lunghezza: 350 m Diametro: DN 48 Tipo: Tubazione acciaio Terreno: Argilla Macchina: Maxi rig 150 Tons

34 LAVORI SPECIALISTICI Trivellazioni orizzontali teleguidate ( TOC ) Direct pipe GUIDED BORING MACHINE (GBM) Stabilizzazione dei terreni a calce e cemento Drenaggi agricoli ed industriali Schema di esempio di uno spingitubo.

35 Lavori specialistici ANNO: 2013 OGGETTO: Esempio di Guided boring ANNO: 2013 OGGETTO: Esempio di Guided boring

36 LAVORI SPECIALISTICI Trivellazioni orizzontali teleguidate ( TOC ) Direct Pipe Guided Boring Machine ( GBM) STABILIZZAZIONE DEI TERRENI A CALCE E CEMENTO Drenaggi agricoli ed industriali La stabilizzazione delle terre a calce e/o cemento sostituisce la metodologia tradizionale che prevede la rimozione con trasporto a rifiuto dei materiali a forte componente argillosa (considerati di scarto) e la successiva sostituzione con materiali inerti ghiaiosi, di scarsa reperibilità e sempre più costosi. Essa può essere applicata ogni qualvolta si debbano consolidare strati di terreno prevalentemente limosi e/o argillosi, sia presenti in sito sia di riporto, al fine di ottenere piani di posa e/o rilevati con elevate e stabili capacità portanti. Tale trattamento consente la stabilizzazione nel tempo del materiale lavorato rendendolo insensibile sotto il profilo volumetrico alle azioni dell acqua e del gelo-disgelo, garantendo il sostenimento di carichi notevoli. Formazione rilevati per strade, ferrovie, autostrade, aeroporti e altre opere infrastrutturali (parcheggi, urbanizzazioni e piazzali industriali; Costruzione di argini e alvei di canali e/o fiumi; Bonifiche aree industriali e discariche; Piste ciclabili, percorsi naturalistici ed impianti sportivi; Recupero strade bianche e viabilità per cantieri.

37 Lavori specialistici

38 FASE DI STENDIMENTO CALCE E FRESATURA FASE DI RULLATURA PANIEN SPANDIMENTO CALCE O CEMENTO

39 Lavori specialistici WIRTGEN WR 2000 WIRTGEN WR 2500 IN FASE DI FRESAMENTO WIRTGEN WR 2200

40 LAVORI SPECIALISTICI Trivellazioni orizzontali teleguidate ( TOC ) Direct Pipe Guided Boring Machine ( GBM) Stabilizzazione dei terreni a calce e cemento DRENAGGI AGRICOLI ED INDUSTRIALI Il drenaggio in agricoltura consiste nella eliminazione delle tradizionali scoline a cielo aperto (sistemazione alla ferrarese), mediante l inserimento di tubazioni in PVC corrugato microfessurato. Con questo tipo di lavorazione, si ottengono importanti vantaggi: Controllo della falda freatica Areazione del terrreno Giusto equilibrio dell attività batterica Efficacia dei fertilizzanti Prevenzione della siccità Migliore rotazione delle culture Risparmio di tempo e lavoro Stagioni colturali più estese Stagioni di raccolta più estese Mantenimento dell equilibrio idrogeologico del terreno Incremento del valore dei terreni Minor uso di diserbanti

41 Lavori specialistici DYNAPAC GIGANT 3000 (catenaria) Hp Larghezza m 2,55 - Profondità di posa m 2,50 - Larghezza scavo cm 25/60 DYNAPAC SUPER DRAINPLOUG 783 (talpa) Hp Larghezza m 2,50 - Profondità di posa m 1,50 DYNAPAC TITAN 622 (talpa) Hp Larghezza m 2,55 - Profondità di posa m 1,70

42 LAVORI INFRASTRUTTURALI LAVORI STRADALI Opere civili Acquedotti e fognature Demolizioni Trasporti eccezionali Scavi con trencher Tra questi si segnalano le opere di presidio delle sponde dei corsi d acqua, realizzate sia da terra sia con l ausilio di pontoni, le bonifiche idrauliche caratterizzate dallo scavo o risezionamento di canali, dalla realizzazione di manufatti regolatori /scolmatori ed impianti idrovori di sollevamento. Piani per insediamenti produttivi o residenziali, arredi urbani, viabilità urbana, extra-urbana ed a scorrimento veloce, costituiscono un consolidato e collaudato know how aziendale anche sul fronte progettuale.

43 ANNO: 2008 OGGETTO: Viabilita complementare svincolo di Vetrego Lavori infrastrutturali ANNO: 2008 OGGETTO: Viabilita complementare svincolo di Vetrego ANNO: 2013 OGGETTO: opere civili, di fondazione e infrastrutturali in genere

44 LAVORI INFRASTRUTTURALI Lavori Stradali Opere civili Acquedotti e fognature Demolizioni Trasporti eccezionali SCAVI CON TRENCHER Siamo specializzati nello scavo in roccia per sottoservizi con la tecnica di scavo mediante trencher, che permette notevoli velocità di esecuzione dei lavori e il completo riutilizzo del materiale scavato senza dover effettuare costose operazioni di selezione e/o frantumazione. Siamo dotati di macchine in grado si eseguire scavi di larghezza fino a 70 cm e profondità fino a 180 cm.

45 Lavori infrastrutturali

46

47 Macchinari trench Lavori infrastrutturali

48 LAVORI IDRAULICI E MARITTIMI DIFESE SPONDALI E INFISSIONE PALANCOLE Lavori di marginamento Manutenzine opere idrauliche Bonifiche Anese S.r.l. dispone di una flotta di mezzi natanti per lavori fluviali e marittimi nonchè per opere di manutenzione e difesa del suolo in grado di soddisfare molteplici e diversificate esigenze operative e dispone dell attestazione SOA nelle categorie OG7 e OG8 delle attività sopra citate.

49 ANNO: 2008 OGGETTO: Esempio di marginamento spondale ANNO: 2013 OGGETTO: Esempio di lavoro marittimo Lavori idraulici e marittimi ANNO: 2013 OGGETTO: Infissione palancolati

50 ANNO: CLIENTE: LUOGO: OGGETTO: 2008 PMV - (CGS) Venezia - Italia Realizz. pontili ACTV Riva degli Schiavoni e Giardinetti Reali DATI TECNICI Infissione di palancolato Larssen Posa pali in c.a. Posa e posiz. elementi pref. Sottoservizi Armo Getto pontili Isola di Murano, rifacimento muro di sponda

51 ANNO: CLIENTE: LUOGO: OGGETTO: 2008 GENIO CIVILE DI VENEZIA Caorle - canale Orologio (VE) - Italia Realizzazione muro di sponda con pannelli prefabbricati DATI TECNICI Realizzazione di marginamento di canale navigabile in ambito urbano Infissione pali c.a. Infissione palancole larssen Opere in c.a. entro cassero posa pannelli prefabbricati Lavori idraulici e marittimi

52 LAVORI IDRAULICI E MARITTIMI Difese spondali Infissione palancole LAVORI DI MARGINAMENTO Manutenzine opere idrauliche Bonifiche La maggiore diffusione della sensibilità ambientale nel settore delle costruzioni in termini di progettazione, modalità esecutive, fruizione finale delle opere e manutenzione delle stesse, ha consolidato il ricorso all ingegneria naturalistica. Stabilizzazione dei versanti, riqualificazioni morfologiche e le difese spondali costituiscono le attività nelle quali Anese S.r.l. ha maggiormente implementato nel proprio processo produttivo le tecniche dell ingegneria naturalistica.

53 Lavori idraulici e marittimi

54 ANNO: 2013 OGGETTO: Lavori di risanamento fondali ANNO: 2013 OGGETTO: Lavori di sfalciatura argini ANNO: 2013 OGGETTO: Lavori di sfalciatura

55 ANNO: 2013 OGGETTO: Lavori di sfalciatura argini Lavori idraulici e marittimi ANNO: 2013 OGGETTO: Lavori di sfalciatura

56 ANNO: CLIENTE: LUOGO: OGGETTO: 2008 Comune di Pinzano al Tagliamento Comune di Pinzano al Tagliamento (PN) - Italia consolidamento scarpate (terre armate)

57 ANNO: CLIENTE: LUOGO: OGGETTO: 2008 Reg. Aut. F.V.G. - Dir. Reg. della Protezione Civile Sacile (PN) - Italia Difese spondali ed idrauliche e rinforzo delle sponde. DATI TECNICI Intervento urgente di protezione civile per la sistemazione idraulica e rinforzo sponde del fiume Livenza Lavori idraulici e marittimi

58 ANNO: CLIENTE: LUOGO: OGGETTO: 2010 Romagna Acque Fratta Terme (FC)- ITALIA Realizzazione di un manofatto autoaffondante di intercettazione della condotta idrica DN 1400 DATI TECNICI Diametro foro: m 10,00 Spessore muro: m 1,00 Profondità pozzo: m 21,00

59 ANNO: CLIENTE: LUOGO: OGGETTO: ZIGNAGO POWER Villanova di Fossalta di Portogruaro (VE) opere civili, di fondazione e di urbanizzazione DATI TECNICI Lavori idraulici e marittimi

60 LAVORI IDRAULICI E MARITTIMI Difese spondali Infissione palancole Lavori di marginamento Manutenzine opere idrauliche BONIFICHE Con il termine sito contaminato ci si riferisce a tutte quelle aree nelle quali, in seguito ad attività umane svolte o in corso, è stata accertata un alterazione delle caratteristiche qualitative dei terreni, delle acque superficiali e sotterranee, le cui concentrazioni di contaminanti superano quelle imposte dalla normativa. La vigente legislazione impone che le operazioni di bonifica possano essere esclusivamente svolte da imprese iscritte all Albo Gestori ambientali alle categorie 9 - Bonifiche siti inquinanti.

61 Lavori idraulici e marittimi

62

63 Anese:uomini e tecnologia

64 Via Cavanella, Concordia Sagittaria - VE Tel Fax

PROGETTO DI TOMBINATURA DEL RIO SALSO IN LOC. FRATTA TERME tratto con sponde libere ( m. 65 circa ) OPERE COMPUTATE 1 - SCAVI E DEMOLIZIONI

PROGETTO DI TOMBINATURA DEL RIO SALSO IN LOC. FRATTA TERME tratto con sponde libere ( m. 65 circa ) OPERE COMPUTATE 1 - SCAVI E DEMOLIZIONI PROGETTO DI TOMBINATURA DEL RIO SALSO IN LOC. FRATTA TERME tratto con sponde libere ( m. 65 circa ) OPERE COMPUTATE 1 - SCAVI E DEMOLIZIONI N. VOCE DESCRIZIONE LAVORAZIONE QUANTITA' PREZZO UNIT. TOTALE

Dettagli

Il Magistrato alle Acque di Venezia per la riqualificazione dell Arsenale

Il Magistrato alle Acque di Venezia per la riqualificazione dell Arsenale 1 Maria Giovanna Piva * * Presidente del Magistrato alle Acque di Venezia Il Magistrato alle Acque di Venezia per la riqualificazione dell Arsenale Da moltissimi anni il Magistrato alle Acque opera per

Dettagli

ALLEGATO N. 1 ELENCO CATEGORIE E CLASSI MERCEOLOGICHE DI LAVORI, BENI E SERVIZI

ALLEGATO N. 1 ELENCO CATEGORIE E CLASSI MERCEOLOGICHE DI LAVORI, BENI E SERVIZI ALLEGATO N. 1 (aggiornato G.U.R.I. N. 96 26/04/2014) ELENCO CATEGORIE E CLASSI MERCEOLOGICHE DI LAVORI, BENI E SERVIZI (Barrare la categoria di specializzazione SOA) Categorie opere generali (ex D.P.R.

Dettagli

COMPUTO METRICO ESTIMATIVO DI RIFERIMENTO

COMPUTO METRICO ESTIMATIVO DI RIFERIMENTO A l l e g a t o A COMPUTO METRICO ESTIMATIVO DI RIFERIMENTO (ERRATA CORRIGE AL C.M.E. ALLEGATO ALLA GARA ED INSERITO SUL WEB) PROPRIETA ANCONAMBIENTE S.P.A. VIA DEL COMMERCIO 27, 60127 ANCONA OGGETTO OPERE

Dettagli

Opere di urbanizzazione

Opere di urbanizzazione Opere di urbanizzazione di Catia Carosi Con il termine opere di urbanizzazione si indica l insieme delle attrezzature necessarie a rendere una porzione di territorio idonea all uso insediativo previsto

Dettagli

AMBIENTE SIA PER IL COLLEGAMENTO A23-A28 IN FRIULI

AMBIENTE SIA PER IL COLLEGAMENTO A23-A28 IN FRIULI DESCRIZIONE DEL PROGETTO Data: Agosto 2010 Oggetto: Affidamento concessione avente con ad procedura oggetto la aperta della progettazione, costruzione e gestione del raccordo Autostradale A23-A28 Cimpello

Dettagli

IMPIANTI DI SEPARAZIONE FANGHI E OLI DEV + NEUTRAcom DEV + NEUTRAsed + NEUTRAstar

IMPIANTI DI SEPARAZIONE FANGHI E OLI DEV + NEUTRAcom DEV + NEUTRAsed + NEUTRAstar IMPIANTI DI SEPARAZIONE FANGHI E OLI DEV + NEUTRAcom DEV + NEUTRAsed + NEUTRAstar Pozzoli depurazione s.r.l. via M.Quadrio 11, 23022 Chiavenna SO P.IVA: 01263260133, REA: 61186, Telefono 0343 37475 (3

Dettagli

GURS Parte I n. 12 del 2007 REPUBBLICA ITALIANA GAZZETTA UFFICIALE DELLA REGIONE SICILIANA PALERMO - VENERDÌ 16 MARZO 2007 - N. 12

GURS Parte I n. 12 del 2007 REPUBBLICA ITALIANA GAZZETTA UFFICIALE DELLA REGIONE SICILIANA PALERMO - VENERDÌ 16 MARZO 2007 - N. 12 Page 1 of 10 REPUBBLICA ITALIANA GAZZETTA UFFICIALE DELLA REGIONE SICILIANA PARTE PRIMA PALERMO - VENERDÌ 16 MARZO 2007 - N. 12 SI PUBBLICA DI REGOLA IL VENERDI' DIREZIONE, REDAZIONE, AMMINISTRAZIONE:

Dettagli

Il lavoro effettuato dalla pompa di calore non produce calore, ma lo muove

Il lavoro effettuato dalla pompa di calore non produce calore, ma lo muove La pompa di calore Definizioni La pompa di calore è una macchina in grado di trasferire energia da una sorgente a temperatura più bassa ad un utilizzatore a temperatura più alta, tramite la fornitura di

Dettagli

OPERE PREFABBRICATE INDUSTRIALI

OPERE PREFABBRICATE INDUSTRIALI Cap. XIV OPERE PREFABBRICATE INDUSTRIALI PAG. 1 14.1 OPERE COMPIUTE Opere prefabbricate in cemento armato. Prezzi medi praticati dalle imprese specializzate del ramo per ordinazioni dirette (di media entità)

Dettagli

PENDII NATURALI E ARTIFICIALI

PENDII NATURALI E ARTIFICIALI PENDII NATURALI E ARTIFICIALI Classificazione del movimento, fattori instabilizzanti, indagini e controlli 04 Prof. Ing. Marco Favaretti Università di Padova Facoltà di Ingegneria Dipartimento di Ingegneria

Dettagli

VALUTAZIONE DI IMPATTO AMBIENTALE (VIA) E LO STUDIO DI IMPATTO AMBIENTALE (SIA)

VALUTAZIONE DI IMPATTO AMBIENTALE (VIA) E LO STUDIO DI IMPATTO AMBIENTALE (SIA) La Valutazione di Impatto Ambientale e lo Studio di Impatto Ambientale VALUTAZIONE DI IMPATTO AMBIENTALE (VIA) E LO STUDIO DI IMPATTO AMBIENTALE (SIA) http://people.unica.it/maltinti/lezioni Link: SIAeVIA

Dettagli

PRESENTAZIONE INTERVENTO PARCO COMMERCIALE AREA EX-SMA

PRESENTAZIONE INTERVENTO PARCO COMMERCIALE AREA EX-SMA PRESENTAZIONE INTERVENTO PARCO COMMERCIALE AREA EX-SMA 1 Realizzazione Parco Commerciale Osimo (AN) STRADA CLUENTINA 57/A 62100 MACERATA Indice INTRODUZIONE ALL INTERVENTO DESCRIZIONE GENERALE DELL INTERVENTO

Dettagli

COMUNE DI LENDINARA Provincia di Rovigo REGOLAMENTO COMUNALE PER LA DIFESA DELL ASSETTO IDRAULICO DEL TERRITORIO

COMUNE DI LENDINARA Provincia di Rovigo REGOLAMENTO COMUNALE PER LA DIFESA DELL ASSETTO IDRAULICO DEL TERRITORIO COMUNE DI LENDINARA Provincia di Rovigo REGOLAMENTO COMUNALE PER LA DIFESA DELL ASSETTO IDRAULICO DEL TERRITORIO Approvato con Delibera di Consiglio Comunale n 74 del 30.11.2009 ESECUTIVO DAL 28.12.2009

Dettagli

ELENCO PREZZI DI RIFERIMENTO PER IMPIANTI TERMICI INFERIORI A 35 kw Opere di adeguamento dell impianto termico

ELENCO PREZZI DI RIFERIMENTO PER IMPIANTI TERMICI INFERIORI A 35 kw Opere di adeguamento dell impianto termico ALLEGATO A ELENCO PREZZI DI RIFERIMENTO PER IMPIANTI TERMICI INFERIORI A 35 kw Opere di adeguamento dell impianto termico A) SOPRALLUOGHI, VISITE TECNICHE, VERIFICHE DI IMPIANTI A.1) Sopralluogo ed esame

Dettagli

ANALISI PREZZI AGGIUNTIVI

ANALISI PREZZI AGGIUNTIVI PA.01 Oneri di discarica valutati a mc misurato sul volume effettivo di scavo o demolizione. Oneri di discarica MC 1.000 24.76 24.76 TOTALE 24.76 PREZZO TOTALE PER MC 24.76 Pagina 1 di 11 PA.02 Fornitura

Dettagli

NOTA INFORMATIVA PER I PIANI DI LAVORO PER LA RIMOZIONE DI MATERIALI EDILIZI IN CEMENTO-AMIANTO E IN VINIL-AMIANTO

NOTA INFORMATIVA PER I PIANI DI LAVORO PER LA RIMOZIONE DI MATERIALI EDILIZI IN CEMENTO-AMIANTO E IN VINIL-AMIANTO NOTA INFORMATIVA PER I PIANI DI LAVORO PER LA RIMOZIONE DI MATERIALI EDILIZI IN CEMENTO-AMIANTO E IN VINIL-AMIANTO In base all art. 256 del D. Lgs. 81/2008, così come modificato dal D. Lgs. 106/2009, i

Dettagli

AUTOCALCOLO ONERI RELATIVI ALLA PRATICA DI:

AUTOCALCOLO ONERI RELATIVI ALLA PRATICA DI: COMUNE DI FINALE EMILIA (Provincia di Modena) P.zza Verdi, 1 41034 Finale Emilia (Mo) Tel. 0535-788111 fa 0535-788130 Sito Internet: www.comunefinale.net SERVIZIO URBANISTICA E EDILIZIA PRIVATA AUTOCALCOLO

Dettagli

AMIANTO PIANO DI LAVORO

AMIANTO PIANO DI LAVORO AMIANTO PIANO DI LAVORO Piano di lavoro [art. 256 D. Lgs. 81/2008] I lavori di demolizione o rimozione dei materiali contenenti amianto possono essere effettuati solo da imprese iscritte all Albo nazionale

Dettagli

OPERE SPECIALI PREFABBRICATI

OPERE SPECIALI PREFABBRICATI OPERE SPECIALI PREFABBRICATI (Circ. Min. 13/82) ISTRUZIONI SCRITTE (Articolo 21) Il fornitore dei prefabbricati e della ditta di montaggio, ciascuno per i settori di loro specifica competenza, sono tenuti

Dettagli

PRODOTTI DA COSTRUZIONE CON L OBBLIGO DI DOP E MARCATURA CE (elenco aggiornato al 31 luglio 2014) ACCIAI e altri PRODOTTI DA COSTRUZIONE

PRODOTTI DA COSTRUZIONE CON L OBBLIGO DI DOP E MARCATURA CE (elenco aggiornato al 31 luglio 2014) ACCIAI e altri PRODOTTI DA COSTRUZIONE CON L OBBLIGO DI DOP E MARCATURA CE (elenco aggiornato al 31 luglio 2014) ACCIAI e altri Acciai per la realizzazione di strutture metalliche e di strutture composte (laminati, tubi senza saldatura, tubi

Dettagli

COMUNE DI TROPEA (Provincia di Catanzaro)

COMUNE DI TROPEA (Provincia di Catanzaro) COMUNE DI TROPEA (Provincia di Catanzaro) PROGETTO DEFINITIVO-ESECUTIVO Comune di TROPEA Interventi manutentivi alla rete idrica comunale per fronteggiare l emergenza idrica sul territorio di Tropea Completamento,

Dettagli

QUADRO GENERALE DELLE PARTICELLE CATASTALI RICADENTI NELLA PERIMETRAZIONE DELLA VARIANTE AL PIANO PARTICOLAREGGIATO DELL'AREA COLLINARE

QUADRO GENERALE DELLE PARTICELLE CATASTALI RICADENTI NELLA PERIMETRAZIONE DELLA VARIANTE AL PIANO PARTICOLAREGGIATO DELL'AREA COLLINARE QUADRO GENERALE DELLE PARTICELLE CATASTALI RICADENTI NELLA PERIMETRAZIONE DELLA VARIANTE AL PIANO PARTICOLAREGGIATO DELL'AREA COLLINARE foglio mappale dimensione in mq 23 42 1.388 mq 23 35 1.354 mq 23

Dettagli

codice descrizione un. mis. pr. unit.

codice descrizione un. mis. pr. unit. 01.P24.A10.005 Nolo di escavatore con benna rovescia compreso manovratore, carburante, lubrificante, trasporto in loco ed ogni onere connesso per il tempo di effettivo impiego, della capacita' di m³ 0.500

Dettagli

COMPANY PROFILE. Facility management Energy services Engineering General Contracting. FSI Servizi Integrati S.r.l. Settembre 13

COMPANY PROFILE. Facility management Energy services Engineering General Contracting. FSI Servizi Integrati S.r.l. Settembre 13 Facility management Energy services Engineering General Contracting COMPANY PROFILE Settembre 13 20834 Nova Milanese (MB) 1. Storia e mission FSI Servizi Integrati è una società di servizi giovane, di

Dettagli

#$%&$'%'&%% ($)&*$%% +* ($) % //(*%(*" ))*))( *!* %*& ($,0$. *%

#$%&$'%'&%% ($)&*$%% +* ($) % //(*%(* ))*))( *!* %*& ($,0$. *% !" " //(*%(*" ))*))( *!* *(*/-*%(*2,&2 %*&!" #$%&$'%'&%% ($)&*$%% +* ($) %,%,-.%*" ($)&*$/% ')( ($,0$. *% ($,1% 2 ...4 #$%...4 &...5...6...7...8 Le aree estrattive provinciali... 8 Il contesto territoriale...

Dettagli

RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA DI EDIFICIO PER CIVILE ABITAZIONE ANNI '50

RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA DI EDIFICIO PER CIVILE ABITAZIONE ANNI '50 RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA DI EDIFICIO PER CIVILE ABITAZIONE ANNI '50 L'edificio oggetto dell'intervento, si trova a Bolzano in via Dalmazia ai numeri 60, 60A e 62 E' stato costruito nei primi anni '50

Dettagli

ALLEGATO XV. Contenuti minimi dei piani di sicurezza nei cantieri temporanei o mobili 1. DISPOSIZIONI GENERALI

ALLEGATO XV. Contenuti minimi dei piani di sicurezza nei cantieri temporanei o mobili 1. DISPOSIZIONI GENERALI ALLEGATO XV Contenuti minimi dei piani di sicurezza nei cantieri temporanei o mobili 1.1. - Definizioni e termini di efficacia 1. DISPOSIZIONI GENERALI 1.1.1. Ai fini del presente allegato si intendono

Dettagli

OO.PP. Puglia 2008. Unità Misura. Prezzo DESCRIZIONE

OO.PP. Puglia 2008. Unità Misura. Prezzo DESCRIZIONE IG 01.001 IG 01.002 IG 01.003a Approntamento dell' attrezzatura di perforazione a rotazione compreso il carico e lo scarico e la revisione a fine lavori. Per ogni approntamento dellattrezzatura cad 667,35

Dettagli

DIA N ANNO Allo Sportello Unico per le Attività Produttive del Comune di GALLARATE DENUNCIA DI INIZIO ATTIVITA EDILIZIA

DIA N ANNO Allo Sportello Unico per le Attività Produttive del Comune di GALLARATE DENUNCIA DI INIZIO ATTIVITA EDILIZIA DIA N ANNO Allo Sportello Unico per le Attività Produttive del Comune di GALLARATE DENUNCIA DI INIZIO ATTIVITA EDILIZIA ai sensi degli articoli 41 e 42 L.R. 11.03.2005 n.12 e successive modifiche ed integrazioni

Dettagli

La gestione dei limi di decantazione del lavaggio degli inerti di cava

La gestione dei limi di decantazione del lavaggio degli inerti di cava La gestione dei limi di decantazione del lavaggio degli inerti di cava Ordine dei Geologi della Toscana Commissione Terre e rocce da scavo Firenze 09/12/2008 ORIGINE impianti di lavaggio degli inerti di

Dettagli

EFFETTO ANTIGHIACCIO: La potenza occorrente al metro quadro per prevenire la

EFFETTO ANTIGHIACCIO: La potenza occorrente al metro quadro per prevenire la Sistema scaldante resistivo per la protezione antighiaccio ed antineve di superfici esterne Il sistema scaldante ha lo scopo di evitare la formazione di ghiaccio e l accumulo di neve su superfici esterne

Dettagli

RISOLUZIONE N. 69/E. Quesito

RISOLUZIONE N. 69/E. Quesito RISOLUZIONE N. 69/E Roma, 16 ottobre 2013 Direzione Centrale Normativa OGGETTO: Consulenza giuridica Art. 2, comma 5, d.l. 25 giugno 2008, n. 112 IVA - Aliquota agevolata - Opere di urbanizzazione primaria

Dettagli

Comune di Frascati Provincia di Roma RELAZIONE TECNICA. Progetto per la realizzazione della rete fognante interna ai L.N.F. ed il

Comune di Frascati Provincia di Roma RELAZIONE TECNICA. Progetto per la realizzazione della rete fognante interna ai L.N.F. ed il Comune di Frascati Provincia di Roma pag. 1 RELAZIONE TECNICA OGGETTO: Progetto per la realizzazione della rete fognante interna ai L.N.F. ed il suo collegamento al collettore ACEA lungo Via Enrico Fermi.

Dettagli

STIMA DEI COSTI DELLA SICUREZZA

STIMA DEI COSTI DELLA SICUREZZA COMUNE DI SANTA MARGHERITA LIGURE Piazza Mazzini, 46 16038 SANTA MARGHERITA LIGURE (GE) REALIZZAZIONE DI IMPIANTI FOTOVOLTAICI SULLE COPERTURE DELLA SCUOLA PRIMARIA A.R. SCARSELLA, DELLA SCUOLA DELL'INFANZIA

Dettagli

Num.Ord. TARIFFA E L E M E N T I unitario TOTALE ANALISI DEI PREZZI

Num.Ord. TARIFFA E L E M E N T I unitario TOTALE ANALISI DEI PREZZI pag. 2 Nr. 1 CHIUSURA MASSICCIATA STRADALE eseguita con fornitura e messa in opera di materiale D.0001.3 di saturazione formato esclusivamente con pietrisco minuto di cava dello spessore di mm 0-2, rispondente

Dettagli

8 - LE OPERE DI URBANIZZAZIONE. Prof. Pier Luigi Carci

8 - LE OPERE DI URBANIZZAZIONE. Prof. Pier Luigi Carci 8 - LE OPERE DI URBANIZZAZIONE Prof. Pier Luigi Carci Introduzione Introduzione Le opere di urbanizzazione costituiscono tutte le strutture e i servizi necessari per rendere un nuovo insediamento adatto

Dettagli

DETERMINA N. 21 del 23 marzo 2015 I L D I R E T T O R E G E N E R A L E

DETERMINA N. 21 del 23 marzo 2015 I L D I R E T T O R E G E N E R A L E CONSORZIO DI BONIFICA 11 MESSINA DETERMINA N. 21 del 23 marzo 2015 OGGETTO Progetto per la razionalizzazione della canalizzazione irrigua Fascia Etnea -Valle Alcantara-, I stralcio esecutivo funzionale.

Dettagli

Prof. Ing. Alberto Pistocchi, Ing Davide Broccoli. Ing Stefano Bagli, PhD. Ing Paolo Mazzoli. Torino, 9-10 Ottobre 2013. Italian DHI Conference 2013

Prof. Ing. Alberto Pistocchi, Ing Davide Broccoli. Ing Stefano Bagli, PhD. Ing Paolo Mazzoli. Torino, 9-10 Ottobre 2013. Italian DHI Conference 2013 Implementazione di un modello dinamico 3D densità a dipendente all'interno di un sistema Web-GIS per la gestione e il monitoraggio della qualità delle acque di falda per un comparto di discariche Prof.

Dettagli

INDICE. 1. Recupero ambientale..pag.2. 2. Calcolo economico delle operazioni di recupero ambientale...3

INDICE. 1. Recupero ambientale..pag.2. 2. Calcolo economico delle operazioni di recupero ambientale...3 INDICE 1. Recupero ambientale..pag.2 2. Calcolo economico delle operazioni di recupero ambientale....3 M.F.G. service s.a.s. di A.L Incesso 1. Recupero ambientale Istanza di ampliamento di calcare Prima

Dettagli

Gestione della sicurezza antincendio nei cantieri temporanei e mobili

Gestione della sicurezza antincendio nei cantieri temporanei e mobili Gestione della sicurezza antincendio nei cantieri temporanei e mobili RICHIAMO AL TESTO UNICO PER LA SICUREZZA D.lgs.vo 9 aprile 2008 n 81 Dott. Ing Luigi ABATE DPR N NN 37 3712 12 gennaio 1998 regolamento

Dettagli

GUIDA ALLA REALIZZAZIONE DEI VANI TECNICI PER ASCENSORI E PIATTAFORME ELEVATRICI

GUIDA ALLA REALIZZAZIONE DEI VANI TECNICI PER ASCENSORI E PIATTAFORME ELEVATRICI GUIDA ALLA REALIZZAZIONE DEI VANI TECNICI PER ASCENSORI E PIATTAFORME ELEVATRICI Introduzione Le dimensioni delle cabine degli ascensori debbono rispettare valori minimi stabiliti dalle normative vigenti,

Dettagli

...LEGGETE I DATI TECNICI E CAPIRETE... intonaco idrofobizzato colorato IL MASSETTO CALDO. per restauro, ristrutturazioni e nuova edilizia civile

...LEGGETE I DATI TECNICI E CAPIRETE... intonaco idrofobizzato colorato IL MASSETTO CALDO. per restauro, ristrutturazioni e nuova edilizia civile MATERIALI A BASE DI CALCE NATURALE PER IL RESTAURO E IL RISANAMENTO scheda tecnica per restauro, ristrutturazioni e nuova edilizia civile intonaco idrofobizzato colorato IL MASSETTO CALDO PRODOTTO PER

Dettagli

unità D I M E N S I O N I I M P O R T I DESIGNAZIONE DEI LAVORI di Quantità misura par.ug. lung. larg. H/peso unitario TOTALE

unità D I M E N S I O N I I M P O R T I DESIGNAZIONE DEI LAVORI di Quantità misura par.ug. lung. larg. H/peso unitario TOTALE pag. 1 R I P O R T O LAVORI A CORPO 1 RIMOZIONE DI ARMATURA STRADALE P001 ESISTENTE Prezzo per rimozione a qualsiasi altezza di armatura stradale esistente, completa di accessori elettrici e lampada, previo

Dettagli

MINI-ESCAVATORE. ViO20-4. 2230/2335 kg. Call for Yanmar solutions

MINI-ESCAVATORE. ViO20-4. 2230/2335 kg. Call for Yanmar solutions MINI-ESCAVATORE 2230/2335 kg Call for Yanmar solutions COMPATTEZZA Il è un mini-escavatore con sporgenza posteriore realmente nulla. Il contrappeso e la parte posteriore del telaio superiore della macchina

Dettagli

SP 73 DELLA SERRA Interventi urgenti di adeguamento dell' attraversamento idraulico al km 2+800 e al km 4+800

SP 73 DELLA SERRA Interventi urgenti di adeguamento dell' attraversamento idraulico al km 2+800 e al km 4+800 SP 73 DELLA SERRA Interventi urgenti di adeguamento dell' attraversamento idraulico al km 2+800 e al km 4+800 n ordine codice descrizione un. mis. quantità pr. unit. importo 1 01.P24.A10.005 Nolo di escavatore

Dettagli

GEOTECNICA. ing. Nunziante Squeglia 13. OPERE DI SOSTEGNO. Corso di Geotecnica Corso di Laurea in Ingegneria Edile - Architettura

GEOTECNICA. ing. Nunziante Squeglia 13. OPERE DI SOSTEGNO. Corso di Geotecnica Corso di Laurea in Ingegneria Edile - Architettura GEOTECNICA 13. OPERE DI SOSTEGNO DEFINIZIONI Opere di sostegno rigide: muri a gravità, a mensola, a contrafforti.. Opere di sostegno flessibili: palancole metalliche, diaframmi in cls (eventualmente con

Dettagli

AVVISO PUBBLICO RENDE NOTO

AVVISO PUBBLICO RENDE NOTO Regione Puglia COMUNE DI VICO DEL GARGANO Provincia di Foggia - Ufficio Tecnico Comunale - III SETTORE - Largo Monastero, civ.6 e-mail aimolaelio@fastwebnet.it. e-mail aimolaelio@comune.vicodelgargano.fg.it

Dettagli

IMPIANTI DI PRIMA PIOGGIA. Divisione Depurazione E DISSABBIATORI DEGRASSATORI VASCHE BIOLOGICHE TIPO IMHOFF VASCHE SETTICHE FANGHI ATTIVI IMPIANTI A

IMPIANTI DI PRIMA PIOGGIA. Divisione Depurazione E DISSABBIATORI DEGRASSATORI VASCHE BIOLOGICHE TIPO IMHOFF VASCHE SETTICHE FANGHI ATTIVI IMPIANTI A DI PRIMA PIOGGIA Divisione Depurazione 87 1. - TRATT TTAMENTO DELLE ACQUE IN ACCUMULO (DA 500 A 12.000 M 2 ) 2. IPC - TRATT TTAMENTO DELLE ACQUE DI PIOGGIA IN CONTINUO (DA 270 A 7.200 M 2 ) 88 Divisione

Dettagli

Trattamenti delle acque di scarico per piccole comunità Pretrattamento di acque reflue domestiche: FOSSE SETTICHE O FOSSE IMHOFF?

Trattamenti delle acque di scarico per piccole comunità Pretrattamento di acque reflue domestiche: FOSSE SETTICHE O FOSSE IMHOFF? Seminario tecnico Monitoraggio degli scarichi civili non in pubblica fognatura: Protocollo di intesa per la realizzazione di trattamenti individuali di depurazione delle acque reflue domestiche Trattamenti

Dettagli

PROGETTO ESECUTIVO: COMMITTENTE: EL.: n 23 C.M.E_ SCALA. Progettista: COMUNE DI ROMBIOLO. Lavori di completamento opere di urbanizzazione Primaria

PROGETTO ESECUTIVO: COMMITTENTE: EL.: n 23 C.M.E_ SCALA. Progettista: COMUNE DI ROMBIOLO. Lavori di completamento opere di urbanizzazione Primaria COMUNE DI ROMBIOLO PROVINCIA DI VIBO VALENTIA PROGETTO ESECUTIVO: Lavori di completamento opere di urbanizzazione Primaria COMMITTENTE: EL.: n 23 C.M.E_ SCALA Progettista: VISTO: Comune di Rombiolo Via

Dettagli

FAC SIMILE PER LA NOTIFICA AI SENSI ART.67 DEL D.LGS.R DEL 09/04/2008 N. 81

FAC SIMILE PER LA NOTIFICA AI SENSI ART.67 DEL D.LGS.R DEL 09/04/2008 N. 81 CARTA SEMPLICE FAC SIMILE PER LA NOTIFICA AI SENSI ART.67 DEL D.LGS.R DEL 09/04/2008 N. 81 ALL A.S.L. N. CN2 ALBA BRA DIPARTIMENTO DI PREVENZIONE Servizio Prevenzione Sicurezza Ambienti di Lavoro Via Vida

Dettagli

Risanamento delle tubazioni dall interno

Risanamento delle tubazioni dall interno La soluzione di oggi per le tubazioni di ieri: Risanamento delle tubazioni dall interno Costi inferiori fino al 50% niente demolizioni, niente sporco, niente macerie nessuna interruzione nella gestione

Dettagli

Nel cemento armato si valorizzano le qualità dei due materiali: calcestruzzo e acciaio, che presentano le seguenti caratteristiche

Nel cemento armato si valorizzano le qualità dei due materiali: calcestruzzo e acciaio, che presentano le seguenti caratteristiche CEMENTO ARMATO METODO AGLI STATI LIMITE Il calcestruzzo cementizio, o cemento armato come normalmente viene definito in modo improprio, è un materiale artificiale eterogeneo costituito da conglomerato

Dettagli

PIANIFICAZIONE TERRITORIALE E RISCHI DI INCIDENTI RILEVANTI IN LOMBARDIA ESEMPIO DI PIANIFICAZIONE NEL COMUNE DI RHO

PIANIFICAZIONE TERRITORIALE E RISCHI DI INCIDENTI RILEVANTI IN LOMBARDIA ESEMPIO DI PIANIFICAZIONE NEL COMUNE DI RHO PIANIFICAZIONE TERRITORIALE E RISCHI DI INCIDENTI RILEVANTI IN LOMBARDIA ESEMPIO DI PIANIFICAZIONE NEL COMUNE DI RHO A.Romano*, C. Gaslini*, L.Fiorentini, S.M. Scalpellini^, Comune di Rho # * T R R S.r.l.,

Dettagli

PROGETTO ESECUTIVO: COMMITTENTE: EL.: n 23 C.M.E. SCALA. Progettista: COMUNE DI ROMBIOLO. Lavori di completamento opere di urbanizzazione Primaria

PROGETTO ESECUTIVO: COMMITTENTE: EL.: n 23 C.M.E. SCALA. Progettista: COMUNE DI ROMBIOLO. Lavori di completamento opere di urbanizzazione Primaria COMUNE DI ROMBIOLO PROVINCIA DI VIBO VALENTIA PROGETTO ESECUTIVO: Lavori di completamento opere di urbanizzazione Primaria COMMITTENTE: EL.: n 23 C.M.E. SCALA Progettista: VISTO: Comune di Rombiolo Via

Dettagli

PROFESSIONALITÀ AFFIDABILITÀ RESPONSABILITÀ

PROFESSIONALITÀ AFFIDABILITÀ RESPONSABILITÀ PROFESSIONALITÀ AFFIDABILITÀ RESPONSABILITÀ LE SOLUZIONI AMBIENTALI INTEGRATE DI UN GRUPPO LEADER SOLYECO GROUP ha reso concreto un obiettivo prezioso: conciliare Sviluppo e Ambiente. Questa è la mission

Dettagli

AVVISO PUBBLICO ISCRIZIONE ALL ALBO DELLE DITTE DA UTILIZZARE PER L'AFFIDAMENTO DI LAVORI, FORNITURE O SERVIZI A TRATTATIVA PRIVATA O IN ECONOMIA

AVVISO PUBBLICO ISCRIZIONE ALL ALBO DELLE DITTE DA UTILIZZARE PER L'AFFIDAMENTO DI LAVORI, FORNITURE O SERVIZI A TRATTATIVA PRIVATA O IN ECONOMIA AVVISO PUBBLICO ISCRIZIONE ALL ALBO DELLE DITTE DA UTILIZZARE PER L'AFFIDAMENTO DI LAVORI, FORNITURE O SERVIZI A TRATTATIVA PRIVATA O IN ECONOMIA L Istituto dell Addolorata di Foggia ha istituito un albo

Dettagli

COMUNE DI VALDAGNO PROVINCIA DI VICENZA SISTEMAZIONE MARCIAPIEDE VIA 1 MAGGIO COMPUTO METRICO ESTIMATIVO. Cornedo Vic.no lì 08 aprile 2013

COMUNE DI VALDAGNO PROVINCIA DI VICENZA SISTEMAZIONE MARCIAPIEDE VIA 1 MAGGIO COMPUTO METRICO ESTIMATIVO. Cornedo Vic.no lì 08 aprile 2013 S T U D I O D I P R O G E T T A Z I O N E C I V I L E E D I N D U S T R I A L E D O T T. I N G. P R E T T O F L A V I O COMUNE DI VALDAGNO PROVINCIA DI VICENZA Oggetto: SISTEMAZIONE MARCIAPIEDE VIA 1 MAGGIO

Dettagli

Capitolo 4 Protezione dai contatti indiretti.

Capitolo 4 Protezione dai contatti indiretti. Capitolo 4 Protezione dai contatti indiretti. La protezione contro i contatti indiretti consiste nel prendere le misure intese a proteggere le persone contro i pericoli risultanti dal contatto con parti

Dettagli

5. I PRINCIPALI TIPI DI INTERVENTI AMMESSI ALLA DETRAZIONE IRPEF

5. I PRINCIPALI TIPI DI INTERVENTI AMMESSI ALLA DETRAZIONE IRPEF 5. I PRINCIPALI TIPI DI INTERVENTI AMMESSI ALLA DETRAZIONE IRPEF Ecco un elenco esemplificativo di interventi ammissibili a fruire della detrazione Irpef. In ogni caso, deve essere verificata la conformità

Dettagli

III.8.2 Elementi per il bilancio idrico del lago di Bracciano

III.8.2 Elementi per il bilancio idrico del lago di Bracciano III.8.2 Elementi per il bilancio idrico del lago di Bracciano (Fabio Musmeci, Angelo Correnti - ENEA) Il lago di Bracciano è un importante elemento del comprensorio della Tuscia Romana che non può non

Dettagli

Articoli 6 e 8 dello Statuto; articoli 2, 3 e 4 del Regolamento per gli istituti di partecipazione

Articoli 6 e 8 dello Statuto; articoli 2, 3 e 4 del Regolamento per gli istituti di partecipazione Proposta di iniziativa popolare concernente il programma di recupero urbano laurentino e l'inserimento del Fosso della Cecchignola nella componente primaria della rete ecologica e destinazione dell'intera

Dettagli

CIRCOLARE N. 37/E. Roma, 29 dicembre 2006

CIRCOLARE N. 37/E. Roma, 29 dicembre 2006 CIRCOLARE N. 37/E Direzione Centrale Normativa e Contenzioso Roma, 29 dicembre 2006 OGGETTO: IVA Applicazione del sistema del reverse-charge nel settore dell edilizia. Articolo 1, comma 44, della legge

Dettagli

dai vita alla tua casa

dai vita alla tua casa dai vita alla tua casa SEMPLICE MENTE ENERGIA bioedilizia Una STRUTTURA INNOVATIVA PARETE MEGA PLUS N 10 01 struttura in legno 60/60 mm - 60/40 mm 02 tubazione impianto elettrico ø 21 mm 03 struttura portante

Dettagli

1.3 IMPORTAZIONE/ESPORTAZIONE DEI RIFIUTI SPECIALI

1.3 IMPORTAZIONE/ESPORTAZIONE DEI RIFIUTI SPECIALI 1.3 IMPORTAZIONE/ESPORTAZIONE DEI RIFIUTI SPECIALI L analisi dettagliata del rapporto tra importazione ed esportazione di rifiuti speciali in Veneto è utile per comprendere quali tipologie di rifiuti non

Dettagli

SCHEDA 1: PROGRAMMA TRIENNALE DELLE OPERE PUBBLICHE AAAA/AAAA DELL AMMINISTRAZIONE QUADRO DELLE RISORSE DISPONIBILI

SCHEDA 1: PROGRAMMA TRIENNALE DELLE OPERE PUBBLICHE AAAA/AAAA DELL AMMINISTRAZIONE QUADRO DELLE RISORSE DISPONIBILI SCHEDA 1: PROGRAMMA TRIENNALE DELLE OPERE PUBBLICHE AAAA/AAAA QUADRO DELLE RISORSE DISPONIBILI TIPOLOGIE RISORSE Entrate aventi destinazione vincolata per legge Entrate acquisite mediante contrazione di

Dettagli

Gli oneri concessori

Gli oneri concessori Laboratorio di di Progettazione Esecutiva dell Architettura 2 Modulo di Estimo Integrazione al costo di produzione: gli oneri concessori Proff. Coll. Renato Da Re Federica Di Piazza Gli oneri concessori

Dettagli

Sussidi didattici per il corso di PROGETTAZIONE, COSTRUZIONI E IMPIANTI. Prof. Ing. Francesco Zanghì FONDAZIONI - II

Sussidi didattici per il corso di PROGETTAZIONE, COSTRUZIONI E IMPIANTI. Prof. Ing. Francesco Zanghì FONDAZIONI - II Sussidi didattici per il corso di PROGETTAZIONE, COSTRUZIONI E IMPIANTI Prof. Ing. Francesco Zanghì FONDAZIONI - II AGGIORNAMENTO 12/12/2014 Fondazioni dirette e indirette Le strutture di fondazione trasmettono

Dettagli

1.4 LA PROVINCIA: IL RUOLO E LE COMPETENZE ISTITUZIONALI

1.4 LA PROVINCIA: IL RUOLO E LE COMPETENZE ISTITUZIONALI 1.4 LA PROVINCIA: IL RUOLO E LE COMPETENZE ISTITUZIONALI La Provincia è un istituzione pubblica territoriale; gli organi di governo sono eletti dalla popolazione residente nel territorio e hanno il compito

Dettagli

R O T A T O R I A P O N T E D E L L E O C H E - R A S T I G N A N O RELAZIONE GEOLOGICA

R O T A T O R I A P O N T E D E L L E O C H E - R A S T I G N A N O RELAZIONE GEOLOGICA R O T A T O R I A P O N T E D E L L E O C H E - R A S T I G N A N O RELAZIONE GEOLOGICA Rev Data Descrizione delle revisioni 00 05/12/2012 Emissione per approvazione. Accordo Procedimentale ex art. 15

Dettagli

Itinerario ciclopedonale lungo il fiume Brenta

Itinerario ciclopedonale lungo il fiume Brenta PREMESSA L itinerario lungo il corso del fiume Brenta è motivato dalla presenza di un area di notevole interesse ambientale che merita una sua specifica valorizzazione anche a livello di turismo minore

Dettagli

Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano

Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano Enti locali per Kyoto Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano Rodolfo Pasinetti Ambiente Italia srl Milano, 15 dicembre 2006 Contesto Politiche energetiche Nel passato

Dettagli

PIANO GENERALE DEGLI IMPIANTI DI AFFISSIONE E ALTRI MEZZI PUBBLICITARI

PIANO GENERALE DEGLI IMPIANTI DI AFFISSIONE E ALTRI MEZZI PUBBLICITARI COMUNE DI SIRIGNANO PROVINCIA DI AVELLINO Piazza Aniello Colucci 83020 SIRIGNANO (AV) Tel. 081-5111570 Fax 081-5111625 CF 80004370641 P. IVA 00256240649 PIANO GENERALE DEGLI IMPIANTI DI AFFISSIONE E ALTRI

Dettagli

ELENCO PREZZI UNITARI

ELENCO PREZZI UNITARI ELENCO PREZZI UNITARI PER COSTRUZIONE E MANUTENZIONE RETI ACQUA, RETI FOGNARIE E IMPIANTI DI ALLACCIAMENTO UTENZA Distretto Operativo OPER / COORD / SUP EDIZIONE 02 / 2012 SOCIETÀ ACQUE POTABILI p.a. C.so

Dettagli

e r r e 3 s t u d i o t e c n i c o a s s o c i a t o a r c h. c r i s t i n a r o s t a g n o t t o

e r r e 3 s t u d i o t e c n i c o a s s o c i a t o a r c h. c r i s t i n a r o s t a g n o t t o Come disposto nelle norme di attuazione, artt. 15, 16, 17 e dall Allegato 5 alle NTA del PTC2 gli strumenti urbanistici generali e le relative varianti assumono l obbiettivo strategico e generale del contenimento

Dettagli

ISTITUTO AUTONOMO PER LE CASE POPOLARI

ISTITUTO AUTONOMO PER LE CASE POPOLARI ISTITUTO AUTONOMO PER LE CASE POPOLARI DELLA PROVINCIA DI CASERTA SETTORE TECNICO UFFICIO PROGETTAZIONE INTERVENTI E.R.S. E M.O. LAVORI DI MANUTENZIONE ORDINARIA EDILE ELENCO PREZZI UNITARI RESP. UFFICIO

Dettagli

REGIONE ABRUZZO ARAEN ENERGIOCHI

REGIONE ABRUZZO ARAEN ENERGIOCHI REGIONE ABRUZZO ARAEN ENERGIOCHI Presentazione per le scuole primarie A cura di Enrico Forcucci, Paola Di Giacomo e Alessandra Santini ni Promuovere la conoscenza e la diffusione delle energie provenienti

Dettagli

GLI IMPIANTI IDROELETTRICI IN VALLE ORCO, VAL DI SUSA e SUL FIUME PO

GLI IMPIANTI IDROELETTRICI IN VALLE ORCO, VAL DI SUSA e SUL FIUME PO GLI IMPIANTI IDROELETTRICI IN VALLE ORCO, VAL DI SUSA e SUL FIUME PO Gli impianti idroelettrici Iren Energia è la società del Gruppo Iren che opera nei settori della produzione e distribuzione di energia

Dettagli

Impianto di compostaggio e di produzione di energia rinnovabile

Impianto di compostaggio e di produzione di energia rinnovabile Impianto di compostaggio e di produzione di energia rinnovabile Come ottenere energia rinnovabile e compost dai rifiuti organici Un percorso di educazione ambientale alla scoperta dell impianto di compostaggio

Dettagli

Soluzioni complete e innovative per l Habitat del futuro

Soluzioni complete e innovative per l Habitat del futuro Soluzioni complete e innovative per l Habitat del futuro Saint-Gobain, attraverso i suoi marchi, sviluppa e produce nuove generazioni di materiali con un approccio moderno e completo al mercato delle costruzioni:

Dettagli

REALIZZAZIONE DI NUOVA FOGNATURA NERA AL SERVIZIO DELLE VIE ASIAGO, ORTIGARA, ROVIGO, COL DI TENDA E ALPE DI SIUSI

REALIZZAZIONE DI NUOVA FOGNATURA NERA AL SERVIZIO DELLE VIE ASIAGO, ORTIGARA, ROVIGO, COL DI TENDA E ALPE DI SIUSI BS OHSAS 18001 - ISO 50001 viale E. Fermi 105 20900 Monza (MB) tel 039 262.30.1 fax 039 2140074 p.iva 03988240960 capitale sociale 29.171.450,00 brianzacque@legalmail.it www.brianzacque.it progetto: REALIZZAZIONE

Dettagli

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome Degl Innocenti Alessandro Data di nascita 4/10/1951 Qualifica Dirigente Amministrazione Comune di Pontassieve Incarico attuale Dirigente Area Governo del Territorio

Dettagli

Se son rose, fioriranno rosse

Se son rose, fioriranno rosse VISTI IN CANTIERE demolizione Se son rose, fioriranno rosse È iniziata la demolizione di un grande complesso industriale sito in Toscana da parte di Armofer. All opera il Volvo EC700B LC Maurizio Quaranta

Dettagli

G LI ITALIANI E LA BICICLETTA: DALLA RISCOPERTA ALLA CRESCITA MANCATA

G LI ITALIANI E LA BICICLETTA: DALLA RISCOPERTA ALLA CRESCITA MANCATA G LI ITALIANI E LA BICICLETTA: DALLA RISCOPERTA ALLA CRESCITA MANCATA AUDIMOB O SSERVATORIO SUI C OMPORTAMENTI DI M OBILITÀ DEGLI I TALIANI Maggio 2012 LE FERMATE AUDIMOB S U L L A M O B I L I T A n. 15

Dettagli

ALLEGATO R ELENCO PREZZI

ALLEGATO R ELENCO PREZZI A r c h i t e t t o R i n a l d i n i E t t o r e R a v e n n a, V i a l e d e l l a L i r i c a n. 4 3 T e l 0 5 4 4 405979 F a x 0 5 4 4 272644 comm. part. Emissione Spec foglio di Mar2014 COMMITTENTE:

Dettagli

MOD. A DOMANDA TIPO. Al Comune di Mandanici Via Roma n. 20 98020 Mandanici (ME)

MOD. A DOMANDA TIPO. Al Comune di Mandanici Via Roma n. 20 98020 Mandanici (ME) MOD. A DOMANDA TIPO Al Comune di Mandanici Via Roma n. 20 98020 Mandanici (ME) Il sottoscritto (cognome e nome)..., nato a..., prov...., il... codice fiscale..., partita I.V.A.... e residente a..., prov....,

Dettagli

LEGGE REGIONALE 20 maggio 2014, n. 27. dalle fondamenta alla copertura un organismo edilizio funzionalmente autonomo.

LEGGE REGIONALE 20 maggio 2014, n. 27. dalle fondamenta alla copertura un organismo edilizio funzionalmente autonomo. 17875 LEGGE REGIONALE 20 maggio 2014, n. 27 Disposizioni urgenti in materia di prevenzione del rischio e sicurezza delle costruzioni Istituzione del fascicolo del fabbricato. IL CONSIGLIO REGIONALE HA

Dettagli

FPA PROGETTI. presentazione SRL VIA PALMANOVA 24 20132 MILANO TEL. +39 02.2360126 FAX +39 02.70639971

FPA PROGETTI. presentazione SRL VIA PALMANOVA 24 20132 MILANO TEL. +39 02.2360126 FAX +39 02.70639971 presentazione FPA PROGETTI SRL VIA PALMANOVA 24 20132 MILANO TEL. +39 02.2360126 FAX +39 02.70639971 1 1. DATI SOCIETÀ FPA PROGETTI SRL SEDE IN MILANO VIA PALMANOVA 24 20132 TEL.02/2360126 02/26681716

Dettagli

5.3.2.1.6 Sostegno agli investimenti non produttivi

5.3.2.1.6 Sostegno agli investimenti non produttivi 5.3.2.1.6 Sostegno agli investimenti non produttivi Riferimenti normativi Codice di Misura Articolo 36 (a) (vi) e 41 del Reg. (CE) N 1698/2005 e punto 5.3.2.1.6. dell Allegato II del Reg. (CE) 1974/06

Dettagli

RELAZIONE TECNICO DESCRITTIVA

RELAZIONE TECNICO DESCRITTIVA Comune della Spezia MARIO NIRO 5S a.s. 2013/2014 RELAZIONE TECNICO DESCRITTIVA RELATIVA AL PROGETTO DI ABITAZIONE UNIFAMILIARE DA EDIFICARE PRESSO IL COMUNE DELLA SPEZIA, VIA MONTALBANO CT FOGLIO 60, MAPPALE

Dettagli

il fiorire del S E C C H I A progetto di integrazione socio-spaziale Corte Ospitale Rubiera 25 maggio 2007

il fiorire del S E C C H I A progetto di integrazione socio-spaziale Corte Ospitale Rubiera 25 maggio 2007 il fiorire del S E C C H I A progetto di integrazione socio-spaziale Corte Ospitale Rubiera 25 maggio 2007 Fiorire del Secchia La costruzione di un Parco Aperto Obbiettivi: Salvaguardare l ambientale;

Dettagli

RELAZIONE TECNICA 1. 1 - DESCRIZIONE GENERALE DELLE LAVORAZIONI

RELAZIONE TECNICA 1. 1 - DESCRIZIONE GENERALE DELLE LAVORAZIONI RELAZIONE TECNICA 1. 1 - DESCRIZIONE GENERALE DELLE LAVORAZIONI Le lavorazioni oggetto della presente relazione sono rappresentate dalla demolizione di n 14 edifici costruiti tra gli anni 1978 ed il 1980

Dettagli

LO 'SBLOCCA ITALIA' IN PILLOLE. Queste alcune delle principali misure previste dal provvedimento:

LO 'SBLOCCA ITALIA' IN PILLOLE. Queste alcune delle principali misure previste dal provvedimento: LO 'SBLOCCA ITALIA' IN PILLOLE Queste alcune delle principali misure previste dal provvedimento: AFFITTI: Per chi acquista una casa (dal primo gennaio 2014 al 31 dicembre 2017) e l'affitta per otto anni

Dettagli

CASSAFORMA RIUTILIZZABILE IN ABS PER SOLAI MONODIREZIONALI. skyrail. sistema per solai monodirezionali RIUTILIZZABILE MODULARE RESISTENTE

CASSAFORMA RIUTILIZZABILE IN ABS PER SOLAI MONODIREZIONALI. skyrail. sistema per solai monodirezionali RIUTILIZZABILE MODULARE RESISTENTE CASSAFORMA RIUTILIZZABILE IN PER SOLAI MONODIREZIONALI skyrail sistema per solai monodirezionali RIUTILIZZABILE MODULARE RESISTENTE w w w. g e o p l a s t. i t SOLAI 02 VISION Con la Sapienza di costruisce

Dettagli

Comune di OZIERI BILANCIO PREVISIONE PLURIENNALE USCITE ANNO 2013 Pag. 1/6

Comune di OZIERI BILANCIO PREVISIONE PLURIENNALE USCITE ANNO 2013 Pag. 1/6 Comune di OZIERI BILANCIO PREVISIONE PLURIENNALE USCITE ANNO 2013 Pag. 1/6 1010203 240/21 SPESE MANUTENZIONE IMMOBILI ED 17.424,61 17.424,61 17.424,61 IMPIANTI UFFICI COMUNALI 1010203 400/10 SPESE PER

Dettagli

... Printed by Italsoft S.r.l. - www.italsoft.net

... Printed by Italsoft S.r.l. - www.italsoft.net ........... COMUNITA' MONTANA MUGELLO Oggetto dei lavori: REALIZZAZIONE DI NUOVO LOCALE TECNICO - I DIACCI II LOTTO Progettista: Geom. Francesco Minniti COMPUTO METRICO ESTIMATIVO 2 LOTTO - COMPUTO METRICO

Dettagli

PISTE CICLABILI IN SEDE PROPRIA

PISTE CICLABILI IN SEDE PROPRIA Infrastrutture Give Cycling a Push INFRASTRUTTURE / COLLEGAMENTI DELLA RETE PISTE CICLABILI IN SEDE PROPRIA Visione d insieme Una pista ciclabile in sede propria è l infrastruttura ciclabile di qualità

Dettagli

INTERAZIONE CON LE ALTRE AMMINISTRAZIONI TERRITORIALI

INTERAZIONE CON LE ALTRE AMMINISTRAZIONI TERRITORIALI INTERAZIONE CON LE ALTRE AMMINISTRAZIONI TERRITORIALI 48 Come si diceva non ci si deve dimenticare che la rete provinciale va intesa come substrato per un successivo allargamento, come proposta propedeutica

Dettagli

ITALIA: PRESENTAZIONE DEL SOSTEGNO FINANZIARIO STIMATO E DELLE AGEVOLAZIONI TRIBUTARIE PER I COMBUSTIBILI FOSSILI

ITALIA: PRESENTAZIONE DEL SOSTEGNO FINANZIARIO STIMATO E DELLE AGEVOLAZIONI TRIBUTARIE PER I COMBUSTIBILI FOSSILI ITALIA: PRESENTAZIONE DEL SOSTEGNO FINANZIARIO STIMATO E DELLE AGEVOLAZIONI TRIBUTARIE PER I COMBUSTIBILI FOSSILI Risorse energetiche e struttura del mercato L Italia produce piccoli volumi di gas naturale

Dettagli