Scheda descrittiva delle cinque giornate di corso sull utilizzo di DesignBuilder per simulazioni energetiche in regime dinamico

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Scheda descrittiva delle cinque giornate di corso sull utilizzo di DesignBuilder per simulazioni energetiche in regime dinamico"

Transcript

1 Scheda descrittiva delle cinque giornate di corso sull utilizzo di DesignBuilder per simulazioni energetiche in regime dinamico I corsi DesignBuilder costituiscono un fondamentale strumento di apprendimento per l utilizzo del software in ambito professionale e accademico. Le competenze specifiche, necessarie ad acquisire una buona padronanza degli strumenti essenziali di cui si compone il programma, vengono trasmesse dai nostri docenti attraverso lezioni frontali accompagnate da esercitazioni pratiche. Contenuti del corso I contenuti del corso si distribuiscono in sei giornate suddivise ciascuna in più moduli formativi. Gli argomenti trattati prevedono una progressione conoscitiva delle funzionalità e potenzialità di DesignBuilder. Giorno 1 In questa giornata verranno fornite ai corsisti le conoscenze necessarie per impostare con sicurezza la geometria dell'edificio utilizzando blocchi, creare zone (zonizzare) e definire e selezionare pacchetti murari e serramenti. 1. Introduzione a DesignBuilder alla Geometria del Modello Individuazione e spiegazione del funzionamento delle schede e dei comandi base di DesignBuilder. Spiegazione dei concetti di gestione gerarchica ed ereditaria dei dati del modello. Introduzione ai Blocchi ed agli strumenti di disegno attraverso una geometria di edificio semplice. Spiegazione della gestione gerarchica dei dati del modello. 2. Operazioni Geometriche Dimostrazione sull'utilizzo delle operazioni geometriche in DesignBuilder con particolare attenzione allo strumento Taglia Blocchi. 3. Geometria del Tetto e Blocchi Profilo Spiegazione sull utilizzo dei Blocchi Profilo per la creazione di geometrie complesse in DesignBuilder (particolare applicazione alla creazione del tetto). Spiegazione su come utilizzare le Linee di Costruzione. Dimostrazione sull utilizzo di Blocchi estrusi orizzontalmente.

2 4. Importare Planimetrie e Zonizzazione Dimostrazione su come importare Planimetrie per consentire la creazione rapida della geometria interna ed esterna. Introduzione alla Zonizzazione come mezzo per dividere l'edificio in aree con diverse caratteristiche interne (attività, apporti di calore, ecc.) utilizzando diversi tipi di partizione interna per creare diversi tipi di confini. 5. Dati Modello: Assegnazione Attività e Unione Zone Introduzione ai concetti fondamentali dei Dati del Modello, quali l'ereditarietà gerarchica dei dati. Dimostrazione su come impostare le Attività e Unire Zone. 6. Dati Modello: Costruzioni ed Infiltrazione Individuazione delle differenti tipologie di Costruzione in diverse aree dell'edificio e degli input essenziali. Dimostrazione su come modificare e creare nuove Costruzioni. Esame dei dati prestazionali per singole Costruzioni. Riferimento al concetto di Infiltrazione in Costruzioni in DesignBuilder. 7. Dati Modello: Aperture Individuazione delle differenti tipologie di Apertura in diverse aree dell'edificio e degli input essenziali. Dimostrazione su come modificare e creare nuove Aperture. Esame dei dati prestazionali per singole Aperture. Dimostrazione su come modificare le Aperture sia con le Opzioni di Facciata sia con gli Strumenti di Disegno. Giorno 2 In questa giornata verranno fornite agli allievi le conoscenze necessarie per eseguire senza difficoltà il calcolo di progetto di Riscaldamento e di Raffrescamento e le simulazione con EnergyPlus impostando correttamente i parametri di utilizzo (apporti interni di occupazione e apporti esterni solari). 1. Blocchi Componente Spiegazione delle caratteristiche principali dei Blocchi Componente (Terra e Adiabatico) con speciale attenzione alla gestione delle adiacenze. 2. Templates Introduzione al concetto di Templates. Dimostrazione di come caricare Templates nel modello per migliorare l efficienza di modellazione. 3. Progetto di Riscaldamento e Progetto di Raffrescamento Introduzione ai concetti chiave del Progetto di Riscaldamento e di Raffrescamento. Dimostrazione su come impostare i calcoli ed esaminare i risultati. 4. Simulazione e Comparazione dei Risultati 2

3 Dimostrazione su come impostare una Simulazione Dinamica con EnergyPlus. Introduzione alle opzioni di visualizzazione ed esportazione dei risultati. 5. Schermature Solari Introduzione ai vari tipi di Sistemi di Schermatura che possono essere utilizzati per ridurre gli apporti solari. Dimostrazione su come modellare i Sistemi di Schermature in DesignBuilder. Analisi comparativa su come i Sistemi di Schermatura influenzano i risultati della simulazione. 6. Controllo Illuminazione Naturale ed Artificiale Introduzione ai vari tipi di sistema di Illuminazione Artificiale indicando quali di questi sono suscettibili al controllo. Dimostrazione delle modalità di controllo dei sistemi di Illuminazione Artificiale in base alla disponibilità di Illuminazione Naturale in DesignBuilder. 7. HVAC Semplice Spiegazione dei differenti metodi di modellazione HVAC disponibili. Introduzione alla terminologia ed ai concetti chiave della scheda HVAC. Dimostrazione su come impostare ed eseguire una simulazione HVAC Semplice. Giorno 3 In questa giornata verrà affrontato l argomento relativo alla Ventilazione naturale con particolare attenzione alla Ventilazione Naturale Programmata e calcolata; Si studieranno le modalità di gestione dei programmi e profili di utilizzo; La giornata di lezione si concluderà con lo studio dei sistemi solari ed eolici. 1. Panoramica Illuminazione Naturale Introduzione ai concetti chiave associati alla Illuminazione Naturale. Dimostrazione su come impostare il modello ed i parametri necessari all'esecuzione di una simulazione di Illuminazione Naturale. 2. Simulazioni e Risultati Illuminazione Naturale Introduzione alle principali opzioni di calcolo dell Illuminazione Naturale Dimostrazione su come visualizzare e gestire gli Output ottenuti dalle simulazioni di Illuminazione Naturale (formato di mappa e relazione). 3. Sincronizzazione Programmi, Profili, Vacanze Introduzione ai concetti più importanti della Sincronizzazione. Cenni sull utilizzo dei Programmi 7/12. Focus sui Programmi Compatti usati per attivare la programmazione dettagliata di tutti i parametri del modello tempo-varianti. 4. Ventilazione Naturale Programmata + Infiltrazione Introduzione alla terminologia ed ai concetti associati all infiltrazione ed alla Ventilazione Naturale Programmata. 3

4 Dimostrazione su come impostare ed eseguire una simulazione HVAC con la Ventilazione Naturale Programmata. 5. Ventilazione Naturale Calcolata Introduzione alla terminologia ed ai concetti associati alla Ventilazione Naturale Calcolata. Dimostrazione su come impostare ed eseguire una simulazione con la Ventilazione Naturale Calcolata e interpretare i risultati. 6. Modalità Mista Spiegazione dei differenti tipi di Modalità Mista e dei relativi criteri di funzionamento. Dimostrazione su come impostare una simulazione con la Modalità Mista Commutazione. Analisi delle differenze di risultato tra sistemi a Commutazione (Changeover) od a Concorrenza (Concurrent) 7. Generazione con Fotovoltaico ed Eolico Dimostrazione su come aggiungere un Collettore Solare Fotovoltaico in un modello e su come collegarlo ad un Centro di Distribuzione Elettrica al fine di utilizzare l elettricità prodotta in un edificio e/o immetterla in rete. Dimostrazione su come selezionare le opzioni dell accumulo e degli inverter per la conversione da CC a CA. Cenni sulle turbine Eoliche. Giorno 4 In questa giornata verrà affrontata la simulazione Fluido Dinamica Computazionale (CFD) di DesignBuilder sia di ambienti esterni che interni, approfondendo le relazioni tra l analisi CFD e l analisi con EnergyPlus. 1. Panoramica CFD e Analisi CFD Esterna Introduzione sulla potenzialità della Fluido Dinamica Computazionale (CFD) di DesignBuilder introducendo anche alcuni principi fondamentali della CFD. Spiegazione del perché la CFD è in grado di migliorare il processo di progettazione edile. Dimostrazione su come intraprendere un analisi CFD esterna di base. 2. CFD Interna di base Introduzione alla teoria di base relativa all analisi CFD interna. Descrizione delle potenziali applicazioni CFD all interno dei locali. Introduzione al concetto di condizioni al contorno interne. Dimostrazione su come definire le superfici di confine. Introduzione alla griglia CFD. Dimostrazione su come eseguire una simulazione CFD all interno dei locali ed esaminare i risultati. 3. CFD Interna avanzata Introduzione alle tipologie più avanzate di superfici di confine. Dimostrazione su come caricare e creare Blocchi Assemblati. 4

5 Introduzione allo strumento CFD Analysis Manager, ai punti di monitoraggio e alle analisi di comfort. Introduzione all'età dell Aria ed agli strumenti di efficacia del ricambio aria. 4. Studio congiunto EnergyPlus e CFD Dimostrazione su come si può importare in modo semplice condizioni al contorno realistiche da una simulazione EnergyPlus in DesignBuilder CFD. Spiegazione su come prendere confidenza nell'uso del CFD per ulteriori risultati della simulazione della ventilazione naturale di EnergyPlus. Giorno 5 In questa giornata verrà introdotto l HVAC Dettagliato in DesignBuilder attraverso l utilizzo dei templates HVAC della nuova v Introduzione all HVAC Dettagliato Convettore Elettrico Introduzione ai concetti più importanti quali i Dati attività HVAC ed i Gruppi di zona HVAC. Dimostrazione su come modellare un semplice convettore elettrico utilizzando l HVAC Dettagliato. 2. Terminali Compatti di Condizionamento dell aria e di Pompa di Calore (PTAC/PTHP) Introduzione ai componenti PTAC e PTHP di EnergyPlus e dimostrazione su come modellarli. Dimostrazione su come modellare la ventilazione locale di zona; cioè non un sistema di ventilazione meccanica centralizzato. 3. Introduzione ai Circuiti HVAC Impianto Acqua Calda Introduzione ai circuiti HVAC. Dimostrazione su come creare manualmente un circuito ad acqua calda con un sistema a caldaia e radiatore (aggiungendo i componenti non con un templates). Introduzione ai dati di input chiave sulla finestra di dialogo Modifica Circuito. 4. Impianto Acqua Refrigerata con Fan Coil Spiegazione di base del ciclo di refrigerazione. Introduzione al metodo di creazione di un Sistema HVAC da template. Spiegazione dei dati di input chiave per impianti ad acqua refrigerata e per travi fredde. Dimostrazione su come modellare il sistema ed interpretazione dei risultati. 5. Circuiti dell Aria (DOAS con trave fredda) Introduzione ai Circuiti dell Aria. Dimostrazione su come modellare un Sistema dell Aria Esterna Dedicato (o DOAS) UTA e travi fredde, mettendo in evidenza i dati di Input chiave. 6. Impianto Acqua Calda Sanitaria Trattazione panoramica dei circuiti di ACS standard. Dimostrazione su come aggiungere un circuito di ACS utilizzando un template e poi come crearne manualmente uno. 5

6 Giorno 6 In questa giornata verrà effettuato uno studio approfondito dell HVAC Dettagliata in DesignBuilder che coprirà un amplia varietà di sistemi impiantistici e di metodi di controllo, anche attraverso l utilizzo del nuovo strumento Results Viewer di DesignBuilder per la visualizzazione dei risultati della simulazione di EnergyPlus. 1. Pavimenti Radianti Introduzione alla terminologia ed ai vincoli del Pavimento Radiante. Introduzione al concetto di sorgente interna alle costruzioni. Introduzione ai dati di input chiave nel template Heated Floor. Dimostrazione sugli effetti della massa termica e del controllo radiante nei risultati. 2. Sequenza e Priorità di un Generatore Dimostrazione su come creare circuiti con elementi impiantistici multipli. Spiegazione su quando potrebbe essere necessaria la scheda Funzionamento del generatore ed analisi delle opzioni della scheda. 3. Visualizzazione dei Risultati dell HVAC Dettagliata Dimostrazione sull utilizzo dello strumento Results Viewer di DesignBuilder per la visualizzazione dei risultati ottenuti (output della sessione precedente con generatori multipli). Dimostrazione su come generare e visualizzare i risultati nodali dell edificio e del Sistema HVAC. Dimostrazione sull utilizzo di Results Viewer per insiemi di risultati multipli. 4. VAV con Riscaldamento Introduzione ai concetti ed ai benefici dei sistemi a flusso variabile e spiegazione del sistema VAV con Riscaldamento. Trattazione panoramica di come lavorano i condensatori ed Introduzione ai circuiti di condensazione. Dimostrazione su come modellare un sistema complesso di condizionamento a tutt aria. 5. Controllo dell Umidità Introduzione breve al controllo dell Umidità nell HVAC Dettagliato aggiungendo un deumidificatore ed un umidificatore in un modello VAV. Nel corso non verrà trattato l utilizzo del software EnergyPlus, la modifica dei dati nell IDF di EnergyPlus e la modifica dei file climatici. 6

Percorso didattico del Tecnico Superiore per la gestione e la verifica di impianti energetici. secondo l European Qualification Framework - EQF

Percorso didattico del Tecnico Superiore per la gestione e la verifica di impianti energetici. secondo l European Qualification Framework - EQF Percorso didattico del Tecnico Superiore per la gestione e la verifica di impianti energetici secondo l European Qualification Framework - EQF matrice EQF del Percorso in Efficienza e valutazione energetica

Dettagli

PROGETTO STUDIO ESERCITAZIONE PER L A.A. 2014-2015

PROGETTO STUDIO ESERCITAZIONE PER L A.A. 2014-2015 PROGETTO STUDIO ESERCITAZIONE PER L A.A. 2014-2015 Selezione del progetto Ogni gruppo (da 3 a 5 massimo) seleziona il progetto da utilizzare per la preparazione del progetto studio dell A.A: 2014-15 fra

Dettagli

I DECRETI ATTUATIVI DELLA L. 90/2013 DI RECEPIMENTO DELLA DIRETTIVA EPBD E LE NORME UNI/TS 11300 A LORO SUPPORTO. Giovanni Riva

I DECRETI ATTUATIVI DELLA L. 90/2013 DI RECEPIMENTO DELLA DIRETTIVA EPBD E LE NORME UNI/TS 11300 A LORO SUPPORTO. Giovanni Riva I DECRETI ATTUATIVI DELLA L. 90/2013 DI RECEPIMENTO DELLA DIRETTIVA EPBD E LE NORME UNI/TS 11300 A LORO SUPPORTO Giovanni Riva 1 DECRETO REQUISITI MINIMI Servizi considerati e metodologia di calcolo La

Dettagli

soggetto titolo corso data inizio data fine APITFORMA CORSO PER CERTIFICATORI ENERGETICI 16.03.2010 01.06.2010

soggetto titolo corso data inizio data fine APITFORMA CORSO PER CERTIFICATORI ENERGETICI 16.03.2010 01.06.2010 APITFORMA CORSO PER CERTIFICATORI ENERGETICI (PARAGRAFO 4.2 DELL ALLEGATO ALLA D.G.R. N. 43-11965) SEDE CORSO : ORARIO 18,00 22,00 soggetto titolo corso data inizio data fine APITFORMA CORSO PER CERTIFICATORI

Dettagli

Modellazione energetica in regime dinamico: la parola ai software ENERGY PLUS. Vincenzo Pennisi

Modellazione energetica in regime dinamico: la parola ai software ENERGY PLUS. Vincenzo Pennisi Modellazione energetica in regime dinamico: la parola ai software ENERGY PLUS Vincenzo Pennisi 9 Ottobre 2013 SOMMARIO Chi siamo Introduzione Il pannello di controllo EP Lunch Interfacce grafiche Oggetti

Dettagli

leader. risparmio Un Azienda Anche nel energetico. immergas.com Numero Verde: 800-306 306 E-mail: consulenza@immergas.com i seguenti indirizzi:

leader. risparmio Un Azienda Anche nel energetico. immergas.com Numero Verde: 800-306 306 E-mail: consulenza@immergas.com i seguenti indirizzi: Per richiedere informazioni sulle caratteristiche tecniche dei prodotti, sulle normative impiantistiche e sul Servizio Tecnico post-vendita, contatta i seguenti indirizzi: E-mail: consulenza@immergas.com

Dettagli

CASE CON SISTEMI INNOVATIVI COMPARATIVA IMPIANTI RISCALDAMENTO

CASE CON SISTEMI INNOVATIVI COMPARATIVA IMPIANTI RISCALDAMENTO CASE CON SISTEMI INNOVATIVI COMPARATIVA IMPIANTI RISCALDAMENTO PREMESSA Con la presente relazione si intende fare una analisi comparativa fra alcuni dei sistemi di Riscaldamento utilizzati per la costruzione

Dettagli

EMMETI CLIMA FLOOR Sistemi di riscaldamento e raffrescamento radiante IT 08

EMMETI CLIMA FLOOR Sistemi di riscaldamento e raffrescamento radiante IT 08 EMMETI CLIMA FLOOR Sistemi di riscaldamento e raffrescamento radiante IT 08 Idee da installare Il comfort tutto l anno Da qualche anno anche in Italia l impianto a pavimento si sta presentando quale soluzione

Dettagli

Certificazione energetica: procedure e. dalla UNI TS 11300

Certificazione energetica: procedure e. dalla UNI TS 11300 CONVEGNO Requisiti di rendimento energetico e procedure di certificazione energetica degli edifici, la progettazione edilizia verso la riduzione dell utilizzo di energia fossile Certificazione energetica:

Dettagli

SISTEMI DI CONTABILIZZAZIONE

SISTEMI DI CONTABILIZZAZIONE SISTEMI DI CONTABILIZZAZIONE I VANTAGGI DELL IMPIANTO CENTRALIZZATO E DELL IMPIANTO AUTONOMO IN UN UNICA SOLUZIONE SISTEMI DI CONTABILIZZAZIONE Lo scenario energetico sta cambiando rapidamente; le direttive

Dettagli

Giampiero Colli Anima/Coaer. Logo associazione nello schema

Giampiero Colli Anima/Coaer. Logo associazione nello schema Work shop tecnico: Edifici Impianti a pompa di calore per la climatizzazione annuale e la produzione di acqua calda sanitaria: soluzioni per edifici polifunzionali, residenziali, uffici. Giampiero Colli

Dettagli

Appendice A DESCRIZIONE DELL EDIFICIO DI RIFERIMENTO E PARAMETRI DI VERIFICA. (Allegato 1, Capitolo 3)

Appendice A DESCRIZIONE DELL EDIFICIO DI RIFERIMENTO E PARAMETRI DI VERIFICA. (Allegato 1, Capitolo 3) Appendice A (Allegato 1, Capitolo 3) DESCRIZIONE DELL EDIFICIO DI RIFERIMENTO E PARAMETRI DI VERIFICA SOMMARIO 1 PARAMETRI DELL EDIFICIO DI RIFERIMENTO... 2 1.1 Parametri relativi al fabbricato... 2 1.2

Dettagli

Collegio dei Periti Industriali e dei Periti Industriali Laureati della Provincia di Cagliari Viale Regina Elena, 23 09124 CAGLIARI I CORSO 2011

Collegio dei Periti Industriali e dei Periti Industriali Laureati della Provincia di Cagliari Viale Regina Elena, 23 09124 CAGLIARI I CORSO 2011 I CORSO 2011 FORMAZIONE DELLA FIGURA PROFESSIONALE DEL SOGGETTO CERTIFICATORE ENERGETICO IN EDILIZIA SECONDO LINEE GUIDA NAZIONALI Soggetto organizzatore: Collegio Periti Industriali e Periti Industriali

Dettagli

ANPE - 2a Conferenza Nazionale

ANPE - 2a Conferenza Nazionale Norme tecniche e attuazione della Direttiva UE 2010/31 arch. Anna Martino CTI Comitato Termotecnico Italiano Energia e Ambiente Ente federato UNI RECEPIMENTO DIRETTIVA 31/2010/UE 2a Conferenza Nazionale

Dettagli

Sommario. Manuale CENED + - Vers. 1.2 Aggiornato al 21/11/2011. 16.1 Energia termica... 614. 16.2 Energia primaria... 616

Sommario. Manuale CENED + - Vers. 1.2 Aggiornato al 21/11/2011. 16.1 Energia termica... 614. 16.2 Energia primaria... 616 16 - Indicatori 611 Sommario 16.1 Energia termica... 614 16.2 Energia primaria... 616 16.3 Le note del certificatore... 620 612 Il modulo relativo agli Indicatori (1) contiene al suo interno le seguenti

Dettagli

PROGETTARE UN EDIFICIO IN CLASSE A

PROGETTARE UN EDIFICIO IN CLASSE A SEMINARIO DI AGGIORNAMENTO CENED PROGETTARE UN EDIFICIO IN CLASSE A 27 gennaio 2010 PAVIA INQUADRAMENTO DEL SITO 2 INQUADRAMENTO DEL SITO 3 INQUADRAMENTO DELL INTERVENTO 4 STATO DI FATTO PROGETTO INQUADRAMENTO

Dettagli

Nuova versione TERMO_CE 9.05

Nuova versione TERMO_CE 9.05 Nuova versione TERMO_CE 9.05 Principali migliorie rispetto alla versione precedente Fabbisogno di energia termica per climatizzazione invernale ed estiva Queste in sintesi le principali variazioni rispetto

Dettagli

P.O.R. F.E.S.R. 2014-2020 SOSTEGNO AGLI INVESTIMENTI PER L EFFICIENZA ENERGETICA E L UTILIZZO DELLE FONTI DI ENERGIA RINNOVABILE

P.O.R. F.E.S.R. 2014-2020 SOSTEGNO AGLI INVESTIMENTI PER L EFFICIENZA ENERGETICA E L UTILIZZO DELLE FONTI DI ENERGIA RINNOVABILE P.O.R. F.E.S.R. 2014-2020 SOSTEGNO AGLI INVESTIMENTI PER L EFFICIENZA ENERGETICA E L UTILIZZO DELLE FONTI DI ENERGIA RINNOVABILE SOGGETTI DESTINATARI Le grandi, piccole e medie imprese ubicate nella Regione

Dettagli

COMPONENTI D IMPIANTO IN REGIME INVERNALE Dispositivi termici atti alla Distribuzione del Calore

COMPONENTI D IMPIANTO IN REGIME INVERNALE Dispositivi termici atti alla Distribuzione del Calore Dispositivi termici atti alla Distribuzione del Calore Distribuzione del calore E della portata idraulica Tipologie: A velocità fissa A 3 velocità regolabili A velocità variabile o elettronica modulante

Dettagli

Guida all acquisto. I requisiti qualitativi e tecnici che un immobile di nuova costruzione deve avere sono illustrati nei successivi sette punti:

Guida all acquisto. I requisiti qualitativi e tecnici che un immobile di nuova costruzione deve avere sono illustrati nei successivi sette punti: Guida all acquisto L acquisto di una nuova casa richiede la conoscenza di una serie di elementi indispensabili per effettuare un investimento sicuro e consapevole. Prima di procedere all acquisto è auspicabile

Dettagli

Edifici Evoluti Bertelli Residenza via Mazzali

Edifici Evoluti Bertelli Residenza via Mazzali Progettazioni e Consulenze Termotecniche Edifici Evoluti Bertelli Residenza via Mazzali Presentazione in Milano - 19 novembre 2010 Per garantire il confort indoor negli Edifici Evoluti Bertelli gli impianti

Dettagli

CLASSIFICAZIONE DEGLI IMPIANTI

CLASSIFICAZIONE DEGLI IMPIANTI Impianti di Climatizzazione e Condizionamento CLASSIFICAZIONE DEGLI IMPIANTI Prof. Cinzia Buratti GENERALITA Gli impianti sono realizzati con lo scopo di mantenere all interno degli ambienti confinati

Dettagli

SCELTE POSSIBILI ORA PRIMA. Ora 35 % Dal 2015 50% SCELTE + +

SCELTE POSSIBILI ORA PRIMA. Ora 35 % Dal 2015 50% SCELTE + + SCELTE POSSIBILI PRIMA ORA + + + + + SCELTE Ora 35 % Dal 2015 50% Considerazioni generali 1 - Classe energetica dell immobile 2 - Costo del combustibile: 3 Stima eventuale fabbisogno energetico per la

Dettagli

Contesto di riferimento. Descrizione

Contesto di riferimento. Descrizione EFFICIENZA ENERGETICA DEGLI EDIFICI EFFICIENZA ENERGETICA DEGLI EDIFICI CONTENUTI: Contesto di riferimento. Descrizione delle tecnologie. Interventi sull involucro. Interventi sui dispositivi di illuminazione.

Dettagli

Guida rapida all uso di Termo

Guida rapida all uso di Termo Guida rapida all uso di Termo 1 Introduzione Namirial Termo 3 è l evoluzione di Namirial Termo 2.7 per la certificazione energetica degli edifici residenziali e non residenziali. Si presenta nella nuova

Dettagli

RISPETTO ALLE TRADIZIONALI SOLUZIONI IMPIANTISTICHE ACCOPPIATO AD UN IMPIANTO FOTOVOLTAICO

RISPETTO ALLE TRADIZIONALI SOLUZIONI IMPIANTISTICHE ACCOPPIATO AD UN IMPIANTO FOTOVOLTAICO Obiettivi: Lo studio si propone di valutare la convenienza economica ed ambientale di un nuovo sistema VRF ad espansione diretta negli edifici di nuova costruzione: RISPETTO ALLE TRADIZIONALI SOLUZIONI

Dettagli

Soluzioni impiantistiche per una riqualificazione energetica degli edifici esistenti. Dott. Ing. Pietro Marforio

Soluzioni impiantistiche per una riqualificazione energetica degli edifici esistenti. Dott. Ing. Pietro Marforio Soluzioni impiantistiche per una riqualificazione energetica degli edifici esistenti Dott. Ing. Pietro Marforio Sistema edificio/impianto Per soddisfare il fabbisogno di energia termica di un edificio,

Dettagli

CYPETHERM C.E. INDICE. Manuale di utilizzo

CYPETHERM C.E. INDICE. Manuale di utilizzo Esempio pratico di Analisi e certificazione delle prestazioni energetiche di un edificio UNI/TS 11300-1, UNI/TS 11300-2, UNI/TS 11300-3, UNI/TS 11300-4 e R14:2013 INDICE 1. Modello di calcolo... 2 1.1.

Dettagli

LOCALIZZAZIONE:PIANO DI ZONA B44 TORRESINA 2 ROMA OPERATORE:ROCHESTER UNO CO0PERATIVA EDILIZIA A R.L.

LOCALIZZAZIONE:PIANO DI ZONA B44 TORRESINA 2 ROMA OPERATORE:ROCHESTER UNO CO0PERATIVA EDILIZIA A R.L. LOCALIZZAZIONE:PIANO DI ZONA B44 TORRESINA 2 ROMA OPERATORE:ROCHESTER UNO CO0PERATIVA EDILIZIA A R.L. Andrea Mereu DATI DI PROGETTO: 1. VOLUME FUORI TERRA: MC. 4.760 (calcolato con interpiano di ml.3,20,

Dettagli

Impianti di climatizzazione

Impianti di climatizzazione Corso di IPIANTI TECNICI per l EDILIZIAl Impianti di climatizzazione Prof. Paolo ZAZZINI Dipartimento INGEO Università G. D Annunzio Pescara www.lft.unich.it IPIANTI DI CLIATIZZAZIONE Impianti di climatizzazione

Dettagli

degli Ingg.ri G.Fedrigo C.Gorio www.ingambiente.it - e-mail: ingambiente@bolbusiness.it

degli Ingg.ri G.Fedrigo C.Gorio www.ingambiente.it - e-mail: ingambiente@bolbusiness.it degli Ingg.ri G.Fedrigo C.Gorio VIA SOLFERINO N 55-25121 - BRESCIA www.ingambiente.it - e-mail: ingambiente@bolbusiness.it Tel. 030-3757406 Fax 030-2899490 1 2 3 INDICE 1 Generalità pag. 04 2 Il comparto

Dettagli

VARIABLE MULTI FLOW Sistema Integrato VMF Tutta l idronica ai tuoi comandi

VARIABLE MULTI FLOW Sistema Integrato VMF Tutta l idronica ai tuoi comandi VARIABLE MULTI FLOW Sistema Integrato VMF Tutta l idronica ai tuoi comandi VARIABLE MULTI FLOW: il futuro è VMF Il Sistema VMF può gestire e controllare qualsiasi tipologia di chiller/pompa di calore e

Dettagli

IL FACILITY MANAGEMENT IN ITALIA IL MERCATO PUBBLICO, IL MERCATO PRIVATO Roma, 18 Marzo 2015

IL FACILITY MANAGEMENT IN ITALIA IL MERCATO PUBBLICO, IL MERCATO PRIVATO Roma, 18 Marzo 2015 IL FACILITY MANAGEMENT IN ITALIA IL MERCATO PUBBLICO, IL MERCATO PRIVATO Roma, 18 Marzo 2015 LE OPPORTUNITA OFFERTE DALLE NUOVE TECNOLOGIE PER L EFFICIENTAMENTO DEGLI EDIFICI. Relatore: Claudio Carano

Dettagli

Diventa esperto CasaClima

Diventa esperto CasaClima Formazione Diventa esperto CasaClima Il progetto CasaClima è stato sviluppato per mettere in luce un modo di costruire energeticamente efficiente e sostenibile. Il 17 Luglio 2008, presso la Sala Luca Giordano

Dettagli

sistemi solari soluzioni solari

sistemi solari soluzioni solari sistemi solari soluzioni solari per pompe SOLUZIONI INNOATIE PER ABITAZIONI A BASSO CONSUMO CON ENERGIA SOLARE E POMPE DI CALORE Lo scopo di questo catalogo è di fornire una serie di suggerimenti e soluzioni

Dettagli

Corso per Certificatori Energetici degli Edifici

Corso per Certificatori Energetici degli Edifici Corso per Certificatori Energetici degli Edifici Gli Indicatori di prestazione energetica degli edifici La normativa tecnica europea a supporto della Direttiva Europea 2002/91/CE Dott. Ing. Renzo Sonzogni

Dettagli

Aerotermia e geotermia Dalla natura le fonti per un riscaldamento ad alta efficienza energetica. Case History Areotermia e Geotermia

Aerotermia e geotermia Dalla natura le fonti per un riscaldamento ad alta efficienza energetica. Case History Areotermia e Geotermia Verona, 4 maggio 2011 Aerotermia e geotermia Dalla natura le fonti per un riscaldamento ad alta efficienza energetica. Case History Areotermia e Geotermia Fernando Pettorossi Capogruppo del Gruppo Italiano

Dettagli

METROLOGIA, DOMOTICA ED EFFICIENZA ENERGETICA. 14 luglio 2014 - INRIM - Torino

METROLOGIA, DOMOTICA ED EFFICIENZA ENERGETICA. 14 luglio 2014 - INRIM - Torino METROLOGIA, DOMOTICA ED EFFICIENZA ENERGETICA 14 luglio 2014 - INRIM - Torino Contabilizzazione dell energia termica: quadro normativo, Contesto applicativo e tecnologie allo stato dell'arte Marco Masoero

Dettagli

Nuove costruzioni, ristrutturazioni importanti di primo livello, edifici ad energia quasi zero

Nuove costruzioni, ristrutturazioni importanti di primo livello, edifici ad energia quasi zero ALLEGATO 1 RELAZIONE TECNICA DI CUI AL COMMA 1 DELL ARTICOLO 8 DEL DECRETO LEGISLATIVO 19 AGOSTO 2005, N. 192, ATTESTANTE LA RISPONDENZA ALLE PRESCRIZIONI IN MATERIA DI CONTENIMENTO DEL CONSUMO ENERGETICO

Dettagli

IZ 01 Impianto di controllo Riscaldamento Aprile 2015

IZ 01 Impianto di controllo Riscaldamento Aprile 2015 IZ 01 Impianto di controllo Riscaldamento Aprile 2015 Riferimenti normativi: Norma Europea EN 15232 Guida CEI 205-18 Introduzione: La norma EN 15232 classifica le funzioni di automazione degli impianti

Dettagli

Efficienza energetica dei sistemi ibridi per il riscaldamento ambienti

Efficienza energetica dei sistemi ibridi per il riscaldamento ambienti Efficienza energetica dei sistemi ibridi per il riscaldamento ambienti COSTANZO DI PERNA 1, GUGLIELMO MAGRI 2 1-Dipartimento di Ingegneria Industriale e Scienze Matematiche - Università Politecnica delle

Dettagli

LETO 3 MANUALE DEL SOFTWARE. LOGICHE DI UTILIZZO DEL SOFTWARE LETO 3 Versione 3 - Milano, 09 marzo 2015

LETO 3 MANUALE DEL SOFTWARE. LOGICHE DI UTILIZZO DEL SOFTWARE LETO 3 Versione 3 - Milano, 09 marzo 2015 LETO 3 MANUALE DEL SOFTWARE LOGICHE DI UTILIZZO DEL SOFTWARE LETO 3 Versione 3 - Milano, 09 marzo 2015 Sviluppo software: TEP s.r.l. Via Savona, 1/B - 20144 Milano P. IVA e C. F. 10429290157 tel. 02-02

Dettagli

ALLEGATO 2 1. INFORMAZIONI GENERALI

ALLEGATO 2 1. INFORMAZIONI GENERALI ALLEGATO 2 RELAZIONE TECNICA DI CUI AL COMMA 1 DELL ARTICOLO 8 DEL DECRETO LEGISLATIVO 19 AGOSTO 2005, N. 192, ATTESTANTE LA RISPONDENZA ALLE PRESCRIZIONI IN MATERIA DI CONTENIMENTO DEL CONSUMO ENERGETICO

Dettagli

CASA PRIVATA RESIDENTIAL

CASA PRIVATA RESIDENTIAL RESIDENTIAL CASA PRIVATA Cartigliano, Vicenza - Italy Casa singola Nuova Costruzione Sistema ELFOSystem Anno 2008 L abitazione monofamiliare di nuova costruzione, riservata ad esclusivo uso residenziale,

Dettagli

SOLUZIONI TECNICHE DEL PROGETTO

SOLUZIONI TECNICHE DEL PROGETTO RISCALDAMENTO INVERNALE MODALITA FUNZIONAMENTO RAFFRESCAMENTO ESTIVO MODALITA FUNZIONAMENTO SCHEMA P&I D 6. IMPIANTO A PAVIMENTO 4. SOLARE TERMICO 1. POZZO GEOTERMICO 2. POMPA DI CALORE 3. UNITA TRATTAMENTO

Dettagli

RISCALDAMENTO E CLIMATIZZAZIONE

RISCALDAMENTO E CLIMATIZZAZIONE RISCALDAMENTO E CLIMATIZZAZIONE Gli oneri economici relativi al riscaldamento invernale e alla climatizzazione estiva di un edificio residenziale sono da considerarsi tra le componenti di spesa principali

Dettagli

Nella nuova era del risparmio energetico e dell utilizzo delle fonti rinnovabili è nato il brevetto - 6 -

Nella nuova era del risparmio energetico e dell utilizzo delle fonti rinnovabili è nato il brevetto - 6 - Nella nuova era del risparmio energetico e dell utilizzo delle fonti rinnovabili è nato il brevetto - 6 - HUB RADIATOR PRINCIPI GENERALI per produrre riscaldamento, condizionamento ed acqua calda sanitaria

Dettagli

ALLEGATO ENERGETICO AI REGOLAMENTI EDILIZI COMUNALI E STRUMENTI A SUPPORTO DEI TECNICI COMUNALI E PROGETTISTI

ALLEGATO ENERGETICO AI REGOLAMENTI EDILIZI COMUNALI E STRUMENTI A SUPPORTO DEI TECNICI COMUNALI E PROGETTISTI ALLEGATO ENERGETICO AI REGOLAMENTI EDILIZI COMUNALI E STRUMENTI A SUPPORTO DEI TECNICI COMUNALI E PROGETTISTI prof. ing. Politecnico di Torino - Dipartimento di Energetica - Gruppo di Ricerca TEBE Legislazione

Dettagli

CASA PRIVATA Cittadella, Padova - Italy Casa singola Nuova Costruzione Sistema ELFOSystem Anno 2010

CASA PRIVATA Cittadella, Padova - Italy Casa singola Nuova Costruzione Sistema ELFOSystem Anno 2010 RESIDENTIAL CASA PRIVATA Cittadella, Padova - Italy Casa singola Nuova Costruzione Sistema ELFOSystem Anno 2010 Il Net Zero Energy Building, oggetto di studio, è un edificio residenziale monofamiliare

Dettagli

SISTEMI TERMOIDRAULICI PER UNA NUOVA ABITAZIONE

SISTEMI TERMOIDRAULICI PER UNA NUOVA ABITAZIONE SISTEMI TERMOIDRAULICI PER UNA NUOVA ABITAZIONE Il presente documento si propone di approfondire i sistemi di generazione del fluido termovettore per riscaldare e raffrescare le civili abitazioni, con

Dettagli

INDICAZIONI PER LA STESURA DELLA RELAZIONE TECNICA DESCRITTIVA INERENTE LA VERIFICA DEI REQUISITI INCENTIVATI

INDICAZIONI PER LA STESURA DELLA RELAZIONE TECNICA DESCRITTIVA INERENTE LA VERIFICA DEI REQUISITI INCENTIVATI INDICAZIONI PER LA STESURA DELLA RELAZIONE TECNICA DESCRITTIVA INERENTE LA VERIFICA DEI REQUISITI INCENTIVATI Lo schema di relazione tecnica proposto nel seguito contiene le informazioni minime necessarie

Dettagli

Inverter Rinnovabile Per l edilizia in classe A. SISTEMA IN POMPA DI CALORE BI-STADIO Con terminali d impianto per la climatizzazione a ciclo annuale

Inverter Rinnovabile Per l edilizia in classe A. SISTEMA IN POMPA DI CALORE BI-STADIO Con terminali d impianto per la climatizzazione a ciclo annuale Inverter Rinnovabile Per l edilizia in classe A SISTEMA IN POMPA DI CALORE BI-STADIO Con terminali d impianto per la climatizzazione a ciclo annuale RISTRUTTURAZIONI: VANTAGGI Le pompe di calore sono state

Dettagli

DIMENSIONAMENTO DEGLI IMPIANTI DI CLIMATIZZAZIONE

DIMENSIONAMENTO DEGLI IMPIANTI DI CLIMATIZZAZIONE Laboratorio di Progettazione 3M prof. Giovanni Longobardi DIMENSIONAMENTO DEGLI IMPIANTI DI CLIMATIZZAZIONE prof. Marco Frascarolo Università degli Studi di Roma Tre Facoltà di Architettura A.A. 2010-2011

Dettagli

1. Premessa Il progetto mira a operare una rivalutazione generale delle architetture impiantistiche, volendo dare peso non solo all efficientamento energetico, ma piuttosto ripensando in toto gli impianti,

Dettagli

Rilievi Termometrici. Nuove Tecnologie per l Ingegneria. e monitoraggi manutentivi. Funaro Ingegneria Ing. Giuseppe Funaro Cosenza (CS)

Rilievi Termometrici. Nuove Tecnologie per l Ingegneria. e monitoraggi manutentivi. Funaro Ingegneria Ing. Giuseppe Funaro Cosenza (CS) Rilievi Termometrici e monitoraggi manutentivi Nuove Tecnologie per l Ingegneria g Studio Tecnico Rende (CS) Funaro Ingegneria Ing. Giuseppe Funaro Cosenza (CS) 2 Perchè conviene monitorare agli infrarossi

Dettagli

NORME ORDINATE PER ARGOMENTO

NORME ORDINATE PER ARGOMENTO UNI EN 215-1:1990 31/03/90 Valvole termostatiche per radiatori. Requisiti e metodi di prova. UNI EN 255-1:1998 31/10/98 Condizionatori, refrigeratori di liquido e pompe di calore con compressore elettrico

Dettagli

Soluzioni impiantistiche per ristrutturazioni edilizie e riqualificazioni energetiche. Ing Giovanni Di Giacomo

Soluzioni impiantistiche per ristrutturazioni edilizie e riqualificazioni energetiche. Ing Giovanni Di Giacomo Soluzioni impiantistiche per ristrutturazioni edilizie e riqualificazioni energetiche Ing Giovanni Di Giacomo Giovanni.digiacomo7@tin.it g.digiacomo@pec.ording.roma.it 1 Ristrutturazioni edilizie Tipologia

Dettagli

Residenze private. Tipologia edificio: villa con maneggio Località: Venezia Tipologia intervento: ristrutturazione complesso esistente

Residenze private. Tipologia edificio: villa con maneggio Località: Venezia Tipologia intervento: ristrutturazione complesso esistente Tipologia edificio: villa con maneggio Località: Venezia Tipologia intervento: ristrutturazione complesso esistente CARATTERISTICHE IMPIANTO: realizzazione di impianto di riscaldamento, condizionamento

Dettagli

COSA E COSA E UNA POMP UNA

COSA E COSA E UNA POMP UNA COSA E UNA POMPA DI CALORE Una pompa di calore è un dispositivo che sposta calore da un luogo in bassa temperatura (chiamato sorgente) ad uno in alta temperatura (chiamato utenza), utilizzando dell energia.

Dettagli

Opere di ristrutturazione edilizia e risanamento conservativo - variante essenziale relative all'immobile sito in via Millelire n 10/c - Milano

Opere di ristrutturazione edilizia e risanamento conservativo - variante essenziale relative all'immobile sito in via Millelire n 10/c - Milano Comune di MILANO Provincia di MILANO Regione LOMBARDIA RELAZIONE TECNICA Rispondenza alle prescrizioni in materia di contenimento del consumo energetico Deliberazione Giunta Regionale 22 dicembre 2008

Dettagli

Qualificazione dell installatore, gestore e manutentore di impianti solari termici: Livello 4

Qualificazione dell installatore, gestore e manutentore di impianti solari termici: Livello 4 Qualificazione dell installatore, gestore e manutentore di impianti solari termici: Livello 4 REQUISITI MINIMI DI ACCESSO E CORSI E LEARNING/VIDEO LEZIONI DISPONIBILI CONOSCENZE CONTENUTI FORMATIVI SUGGERITI

Dettagli

SISTEMA DI REGOLAZIONE NEST

SISTEMA DI REGOLAZIONE NEST SISTEMA DI REGOLAZIONE NEST La regolazione è il cuore efficiente del sistema NEST di riscaldamento e di raffrescamento degli ambienti. Il sistema permette in primo luogo di tenere sotto controllo continuamente

Dettagli

ENERGIA CHECK-UP. energetico CASA. I love my. house. Contatta l Energy Manager Girasole per fissare un sopralluogo presso la Tua casa

ENERGIA CHECK-UP. energetico CASA. I love my. house. Contatta l Energy Manager Girasole per fissare un sopralluogo presso la Tua casa CHECK-UP energetico CASA I love my house Contatta l Energy Manager Girasole per fissare un sopralluogo presso la Tua casa Livello globale di efficienza energetica Esistono diverse soluzioni tecniche per

Dettagli

NORME ORDINATE PER ARGOMENTO

NORME ORDINATE PER ARGOMENTO UNI EN 230:1997 31/10/1997 Bruciatori monoblocco di olio combustibile a polverizzazione. Dispositivi di sicurezza, di comando e di regolazione. Tempi di sicurezza. UNI EN 247:2001 31/05/2001 Scambiatori

Dettagli

Dosso, 6 febbraio 2012. Oggetto: Comunicato stampa ixwall HP

Dosso, 6 febbraio 2012. Oggetto: Comunicato stampa ixwall HP Dosso, 6 febbraio 2012 Oggetto: Comunicato stampa ixwall HP Lamborghini Calor presenta ixwall HP, un innovativa pompa di calore multifunzione ad incasso per la climatizzazione e la produzione di acqua

Dettagli

Individuazione edificio e unità tipologica

Individuazione edificio e unità tipologica Individuazione edificio e unità tipologica Diagnostica SCHEDA 1 Fotografia e descrizione stato di fatto Fotografia Fotografia Descrizione stato di fatto L edificio è stato costruito nel 1958, è caratterizzato

Dettagli

Presentazione Aziendale

Presentazione Aziendale Presentazione Aziendale Beta Formazione opera nel settore dell aggiornamento professionale e della formazione continua con l obiettivo di arricchire i curricula dei professionisti alle prese con un panorama

Dettagli

Calendario corso: AA090.8 "Certificatore Energetico in Edilizia"

Calendario corso: AA090.8 Certificatore Energetico in Edilizia Calendario corso: AA090.8 "Certificatore Energetico in Edilizia" G L Data Argomento Descrizione Docente Codocente Luogo Aula 1 1 Lun 24/02/2014 Il certificatore. Inquadramento legislativo. Ruolo e funzione

Dettagli

Strutture alberghiere

Strutture alberghiere - 164 165 - - 166 Il rispetto per l ambiente Tipologia edificio: villaggio turistico con centro benessere Località: Ferrara Tipologia intervento: edificazione nuovo complesso CARATTERISTICHE INTERVENTO:

Dettagli

VARIABLE MULTI FLOW Sistema Integrato VMF Tutta l idronica ai tuoi comandi

VARIABLE MULTI FLOW Sistema Integrato VMF Tutta l idronica ai tuoi comandi VARIABLE MULTI FLOW Sistema Integrato VMF Tutta l idronica ai tuoi comandi VMF Variable Multi Flow Controllo totale Green Comfort Silenziosità Risparmio Il Sistema VMF, frutto di anni di ricerca e sviluppo

Dettagli

Lo Specialista del Risparmio Energetico

Lo Specialista del Risparmio Energetico www.domotecnica.it Lo Specialista del Risparmio Energetico Abbina ed installa tutte le tecnologie, anche le più evolute ed innovative per il tuo benessere ed il Risparmio Energetico. Ti propone la combinazione

Dettagli

Mini corso in fiera BESTClass 2.1 (software per la certificazione energetica)

Mini corso in fiera BESTClass 2.1 (software per la certificazione energetica) Mini corso in fiera BESTClass 2.1 (software per la certificazione energetica) Per i partecipanti in omaggio 1 SACERT SISTEMA DI ACCREDITAMENTO PER CERTIFICATORI COSA È SACERT R SACERT (Sistema per l'accreditamento

Dettagli

Comune di Bologna Regione Emilia Romagna

Comune di Bologna Regione Emilia Romagna Comune di Bologna Regione Emilia Romagna Risultati delle diagnosi energetiche sul condominio di via Mercadante 2 e 4 Versione definitiva- Ottobre 2015 Redazione a cura di La ESCo del Sole srl Documento

Dettagli

L energia in casa Efficienza energetica: comfort risparmio ambiente

L energia in casa Efficienza energetica: comfort risparmio ambiente Serata informativa L energia in casa Efficienza energetica: comfort risparmio ambiente Puoi rivolgerti allo Sportello Energia per ottenere informazioni su aspetti tecnici, economici e normativi in materia

Dettagli

Questionario di consapevolezza

Questionario di consapevolezza Questionario di consapevolezza Il presente questionario è stato ideato come strumento per permettere al cittadino di acquisire consapevolezza sulle prestazioni energetiche di massima della propria abitazione.

Dettagli

L impiantistica nelle Case a Basso Consumo Energetico

L impiantistica nelle Case a Basso Consumo Energetico L impiantistica nelle Case a Basso Consumo Energetico Klimahouse Puglia 30 03 2012 - Ing. Gionata Sancisi Ing. G. Sancisi Ing. G. Sancisi Ing. G. Sancisi Esempio di calcolo energetico Qh = Qt + Qv η *

Dettagli

TEST DI AUTOVALUTAZIONE Non valido ai fini dell abilitazione finale.

TEST DI AUTOVALUTAZIONE Non valido ai fini dell abilitazione finale. 5 Il fabbisogno di energia trasmissione Q h,tr di cui alla parte della UNITS 00:008 è funzione: Nella UNITS00 il coefficiente b tr di correzione dello scambio termico dipende: Il rendimento globale medio

Dettagli

nzeb NEARLY ZERO ENERGY BUILDING La scuola e l energia sostenibile, un primo passo verso il 2020

nzeb NEARLY ZERO ENERGY BUILDING La scuola e l energia sostenibile, un primo passo verso il 2020 Impiantistica in case ad energia quasi zero Architetto Stefano Belcapo Consulente esperto Agenzia Casaclima PREMESSE L approccio progettuale integrato al sistema edificio-impianto Potenza ed energia Temperatura

Dettagli

IMPIANTI RISCALDAMENTO Descrizione

IMPIANTI RISCALDAMENTO Descrizione Corso di IMPIANTI TECNICI per l EDILIZIA IMPIANTI RISCALDAMENTO Descrizione Prof. Paolo ZAZZINI Dipartimento INGEO Università G. D Annunzio Pescara www.lft.unich.it Impianto termico : Impianto tecnologico

Dettagli

Corsi di formazione per Installatori Qualificati Baxi

Corsi di formazione per Installatori Qualificati Baxi Corsi di formazione per Installatori Qualificati Baxi 2 Il progetto BAXI L@B Considerando la continua evoluzione legislativa italiana e il conseguente allargamento della gamma di prodotti, Baxi ha deciso

Dettagli

Presentazione Software CELESTE Aggiornato alla versione del 28.07.09 n 373

Presentazione Software CELESTE Aggiornato alla versione del 28.07.09 n 373 CORSO DI FORMAZIONE PER CERTIFICATORE ENERGETICO DELLA REGIONE LIGURIA Presentazione Software CELESTE Aggiornato alla versione del 28.07.09 n 373 Docente: Prof. Ing Paolo CAVALLETTI 1/41 Software di Diagnosi

Dettagli

Riqualificazione energetica nell ambito del progetto Smart City: i casi di Treviso e Jesolo

Riqualificazione energetica nell ambito del progetto Smart City: i casi di Treviso e Jesolo Riqualificazione energetica nell ambito del progetto Smart City: i casi di Treviso e Jesolo Prof. ing. Luigi Schibuola Dipartimento di Culture del Progetto - Università IUAV di Venezia Unità di ricerca

Dettagli

Download. Informazioni F.A.Q. Link. 1 di 5 27/12/2014 21.13. Lo strumento DOCET

Download. Informazioni F.A.Q. Link. 1 di 5 27/12/2014 21.13. Lo strumento DOCET 1 di 5 27/12/2014 21.13 Sito aggiornato il 30/10/2014 IVA: 02118311006 Download Lo strumento DOCET DOCET è uno strumento di simulazione a bilanci mensili per la certificazione energetica degli edifici

Dettagli

ELEMENTII DII TECNIICA DEL CONTROLLO AMBIIENTALE. ISTITUTO UNIVERSITARIO DI ARCHITETTURA DI VENEZIA Laboratori di Progettazione Architettonica

ELEMENTII DII TECNIICA DEL CONTROLLO AMBIIENTALE. ISTITUTO UNIVERSITARIO DI ARCHITETTURA DI VENEZIA Laboratori di Progettazione Architettonica ISTITUTO UNIVERSITARIO DI ARCHITETTURA DI VENEZIA Laboratori di Progettazione Architettonica ELEMENTII DII TECNIICA DEL CONTROLLO AMBIIENTALE PROF.. GIIANCARLO ROSSII PARTE SECONDA 1 INTRODUZIONE TIPOLOGIE

Dettagli

APPROCCIO INTEGRATO ALLA PROGETTAZIONE

APPROCCIO INTEGRATO ALLA PROGETTAZIONE PROGETTO ERRE UN APPROCCIO INTEGRATO ALLA PROGETTAZIONE ARCHITETTONICA STRUTTURALE ED IMPIANTISTICA APPROCCIO INTEGRATO ALLA PROGETTAZIONE Per approccio integrato alla progettazione intendiamo: l analisi

Dettagli

Caldaia a condensazione e pompa di calore

Caldaia a condensazione e pompa di calore 065_TER_gen_magri:46-48_TER_mar_profilo 8-02-2010 12:51 Pagina 65 efficienza energetica 65 C. Di Perna, G. Magri Caldaia a condensazione e pompa di calore confronto delle prestazioni stagionali Come ben

Dettagli

Corso di Impianti Tecnici per l'edilizia - E. Moretti. Condizionamento CLASSIFICAZIONE DEGLI IMPIANTI DI CONDIZIONAMENTO

Corso di Impianti Tecnici per l'edilizia - E. Moretti. Condizionamento CLASSIFICAZIONE DEGLI IMPIANTI DI CONDIZIONAMENTO 1 Impianti di Climatizzazione e Condizionamento CLASSIFICAZIONE DEGLI IMPIANTI DI CONDIZIONAMENTO Premessa Gli impianti sono realizzati con lo scopo di mantenere all interno degli ambienti confinati condizioni

Dettagli

RIQUALIFICARE FA RISPARMIARE

RIQUALIFICARE FA RISPARMIARE RIQUALIFICARE FA RISPARMIARE Riqualificare il patrimonio, contenere e ottimizzare la spesa Federico Della Puppa Università IUAV di Venezia Theorema sas Bergamo, 13 dicembre 2013 Imparare a farsi le giuste

Dettagli

Modifiche alla disciplina per l efficienza energetica in edilizia. 3 luglio 2015

Modifiche alla disciplina per l efficienza energetica in edilizia. 3 luglio 2015 Modifiche alla disciplina per l efficienza energetica in edilizia 3 luglio 2015 1 Disposizioni normative in fase di aggiornamento DM REQUISITI MINIMI (sostituisce il DPR 59/2009) LINEE GUIDA (sostituisce

Dettagli

Università di Roma Tor Vergata

Università di Roma Tor Vergata Università di Roma Tor Vergata Facoltà di Ingegneria Dipartimento di Ingegneria Industriale Corso di: TERMOTECNICA 1 IMPIANTI DI CLIMATIZZAZIONE Ing. G. Bovesecchi gianluigi.bovesecchi@gmail.com 06-7259-7127

Dettagli

Cos è l efficienza energetica?

Cos è l efficienza energetica? Perugia 10 maggio 2013 Sostenibilità delle strutture ricettive: «dall auditing energetico alla produzione di energia da fonte rinnovabile» Ing. Cristiano Brugnoni - Socio Amministratore - Criadon S.r.l

Dettagli

REQUISITI E PRESTAZIONI DEL SISTEMA AMBIENTALE

REQUISITI E PRESTAZIONI DEL SISTEMA AMBIENTALE REQUISITI E PRESTAZIONI DEL SISTEMA AMBIENTALE SCHEDA DI ANALISI PRESTAZIONALE DEL SISTEMA AMBIENTALE Unità immobiliare Planimetria edificio e contesto: orientamento e caratteri del sito SCHEDA DI ANALISI

Dettagli

Il recepimento della Direttiva UE 2010/31 Stato di avanzamento ed indirizzi normativi

Il recepimento della Direttiva UE 2010/31 Stato di avanzamento ed indirizzi normativi Il recepimento della Direttiva UE 2010/31 Stato di avanzamento ed indirizzi normativi Anna Martino CTI Comitato Termotecnico Italiano Energia e Ambiente Ente federato UNI Recepimento Direttiva 31/2010/UE

Dettagli

Conferenza Internazionale Riuso Sostenibile del Patrimonio Edilizio Torino, 5 giugno 2007 L ENERGIA: CHIAVE DI VOLTA DEL RIUSO EDILIZIO SOSTENIBILE Marco Filippi Dipartimento di Energetica, Politecnico

Dettagli

Prestazioni energetiche degli edifici : le UNI/TS 11300-4 (e le energie rinnovabili)

Prestazioni energetiche degli edifici : le UNI/TS 11300-4 (e le energie rinnovabili) Comitato Termotecnico Italiano www.cti2000.it Prestazioni energetiche degli edifici : le UNI/TS 11300-4 (e le energie rinnovabili) prof. ing. Paolo Baggio - Univ. Trento Comitato Termotecnico Italiano

Dettagli

Pompe di calore: GEOTERMICHE ARIA / ACQUA. Il meglio a portata di mano

Pompe di calore: GEOTERMICHE ARIA / ACQUA. Il meglio a portata di mano Pompe di calore: GEOTERMICHE ARIA / ACQUA Il meglio a portata di mano THERMISTAR S Pompe di calore geotermichethermistar S Le pompe di calore geotermiche ThermiStar S sono oggi uno dei migliori prodotti

Dettagli

Dott. Giuseppe Abello Amministratore EGA Sistemi www.egasistemi.it

Dott. Giuseppe Abello Amministratore EGA Sistemi www.egasistemi.it Dott. Giuseppe Abello Amministratore EGA Sistemi www.egasistemi.it Gli attuali consumi energetici degli edifici Il consumo di energia per il riscaldamento, per l acqua calda sanitaria e per il raffrescamento

Dettagli

PROGETTO HOME SOLAR IL SOLE : UN AMICO PER IL RISPARMIO. www.homesolar.it

PROGETTO HOME SOLAR IL SOLE : UN AMICO PER IL RISPARMIO. www.homesolar.it PROGETTO HOME SOLAR IL SOLE : UN AMICO PER IL RISPARMIO HOME SOLAR Il progetto è un abitazione monofamiliare con superficie pari a 220 m² totalmente ristrutturata, nel periodo 2010-2011, volto ad un risparmio

Dettagli

Pompe di calore PBS-i

Pompe di calore PBS-i Pompe di calore Pompe di calore aria-acqua splittate inverter La pompa di calore splittata secondo Baxi Efficienza e risparmio energetico ai vertici della categoria Una gamma per tutte le esigenze, dall

Dettagli

LA PROGETTAZIONE DEGLI IMPIANTI DI CLIMATIZZAZIONE NEGLI EDIFICI

LA PROGETTAZIONE DEGLI IMPIANTI DI CLIMATIZZAZIONE NEGLI EDIFICI P E R L A P R O G E T T A Z I O N E LA PROGETTAZIONE DEGLI IMPIANTI DI CLIMATIZZAZIONE NEGLI EDIFICI II Edizione di ANNA MAGRINI LORENZA MAGNANI INDICE GENERALE Premessa...9 CAPITOLO 1 I REQUISITI: IL

Dettagli