DESIGILLANTI. per prodotti POLISOLFURICI. e SILICONICI. Informazioni generali e bollettini tecnici. Aviochem s.r.l.,

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "DESIGILLANTI. per prodotti POLISOLFURICI. e SILICONICI. Informazioni generali e bollettini tecnici. Aviochem s.r.l.,"

Transcript

1 Prodotti R P M DESIGILLANTI per prodotti POLISOLFURICI e SILICONICI Informazioni generali e bollettini tecnici Distributed by : Aviochem s.r.l., Via Artigianale 29/A Ph : , Fx : Rev. 0 Pagina 1 In vigore da 01/02/2006

2 Istruzioni per la rimozione di sigillanti polisolfurici usando PolyGone 300 AG Liquid o PolyGone 300 AG Gel 1) PolyGone 300 AG rimuove completamente sigillanti polisolfurici completamente polimerizzati da strutture e componenti di aeromobili. PolyGone 300 AG è disponibile sia nella formulazione liquida che in quella in gel. Il liquido è stato pensato per le parti che possono essere immerse come fastners, clecos e pannelli di accesso. Il gel è adatto per le parti che non possono essere immerse, pareti verticali, sottosquadri o quando si è all interno di serbatoi. Nota: prima di usare PolyGone 300 AG consultare la scheda di sicurezza. Verificare anche il bollettino tecnico per ulteriori informazioni. ATTENZIONE: evitare il contatto con superfici plastiche trasparenti per il rischio di crazing. 2) Per pulire piccoli componenti, (es. fastner e clecos), riempire un contenitore adatto con PolyGone 300 AG ed immergere completamente i componenti fino a che il sigillante è disgregato. Per migliorare la prestazione del PolyGone, si raccomanda una moderata agitazione durante l immersione. Una volta pulite le parti, queste possono essere risciacquate con un detergente aeronautico, che rapidamente rompe i legami del PolyGone per un facile risciacquo, quindi asciugare. Se si devono pulire elevati quantitavi di particolari contattare il Distributore per ulteriori informazioni. Nota: per allungare al massimo la vita utile del PolyGone, il contenitore deve restare sempre coperto. 3) Per rimuovere i sigillanti da grossi pezzi o per rimuovere I sigillanti dall interno di serbatoi, applicare PolyGone 300 AG Gel direttamente e abbondantemente sul sigillante polimerizzato usando una spazzola rigida non metallica. Vedi foto a destra. 4) Agitate il Gel con una spazzola non metallica ogni minuti fino a che il sigillante può essere asportato con uno straccio. Riapplicare PolyGone 300 AG se necessario durante il processo. Il tempo complessivo dell applicazione dipende dallo spessore del sigillante e dal tipo del sigillante stesso. Quando è terminata Gel applicato correttamente l azione emulsionante, rimuovere tutte le tracce di PolyGone risciacquando l area con un detergente aeronautico. page 2

3 5) Se necessario ripetere I 3 e 4 fino a che il sigillante polisolfurico non è completamente rimosso.. 6) Le parti più piccole possono essere risciacquate in vasche separate o tramite spruzzo o asciugate tramite stracci senza filamenti. Per rimuovere tracce di Gel e sigillante applicare il detergente aeronautico, spruzzandolo direttamente sull area e poi asciugando con uno straccio. ATTENZIONE : prima dell uso evitare qualsiasi contatto con superfici trasparenti perchè potrebbero restare tracce di PolyGone ancora attivo che potrebbe reagire con le stesse. 7) Per una pulitura generale, dopo l applicazione dei sigillanti si può usare il detergente aeronautico anche per pulire gli attrezzi ed i contenitori dei sigillanti, se necessario, prima della polimerizzazione dei sigillanti. 8) PolyWipes sono fazzoletti senza filamenti, impregnate con un detergente a base acqua. PolyWipes sono confezionati in un comodo contenitore richiudibile contenete 150 fazzoletti. PolyWipes non sono tossici per le mani, non pericolosi e sicuri per la rimozione di sigillanti polisolfurici non polimerizzati e/o silicone da componenti e strutture di aeromobili, attrezzi. Note: prima di usare PolyWipes consultare le schede di sicurezza. 9) Per usare PolyWipes saturare gli stracci agitando il contenitore prima di aprirlo. Aprire il contenitore, estrarre uno straccio e strappare lungo la linea pre forata. 10)Rimuovere il sigillante non polimerizzato o il silicone passando lo staccio sulla superficie sino a che essa non è pulita. 11)Immagazzinamento: mantenere i prodotti, PolyGone 300 AG, PolyGone 300 AG Gel, e PolyWipes, nei loro contenitori originali. Chiudere accuratamente tutti i contenitori e conservarli in luogo asciutto e ben ventilato. I prodotti non sono classificati come pericolosi e quindi non richiedono un immagazzinamento separato. Per il materiale usato in vasche di pulitura essere sicuri che le stesse siano coperte quando non in uso. 12)Smaltimento: dato che PolyGone è contaminato con polisolfuri, consigliamo analogo metodo di smaltimento. 13)Confezioni disponibili: a) PolyGone 300 AG: cont. plastico 1 gall, cassa da 4x1 gall, fustino 55 gall b) PolyGone 300 AG Gel: cont. Plastica 6 oz, cartone da 12x6 oz, secchio da 5 pound c) PolyWipes: 150 fazzoletti per contenitore page 3

4 page 4

5 PolyGone 300 AG Gel EMULSIONANTE DI POLISOLFURI GRADO AERONAUTICO BOLLETTINO TECNICO DESCRIZIONE : PolyGone 300 AG Gel è un gel emulsionante, di qualità aeronautica, ad elevate prestazioni per sigillanti; è stato concepito per rimuovere polisolfuri ed altri sigillanti da una varietà di superfici e geometrie. PolyGone 300 AG Gel risponde ai requisiti della Boeing D , eccetto la ASTM 502 Paint Softening e risponde alla Douglas CSD#1, eccetto la ASTM 484, per il crazing degli Acrilici. FORMULAZIONE: PolyGone 300 AG Gel è un formulato brevettato concepito per penetrare, rompere ed emulsionare sigillante anche tenaci. Una volta rotti i legami del sigillante lo stesso è messo in sospensione per prevenirne la rideposizione e permetterne un facile risciacquo. APLICAZIONE: PolyGone 300 AG Gel è previsto per un uso a temperatura ambiente (20 C 26 C). Applicare il gel usando un pennello con setole corte o una spatola plastica. Un agitazione periodica, ogni 30 minuti circa, è necessaria per rimuovere il sigillante emulsionato ed esporre i sottostanti strati al PolyGone 300 AG Gel. Ripetere l operazione fino a che la superficie è libera dal sigillante. Il gel NON deve essere diluito, pena una disattivazione. Se una diluizione è necessaria essa deve essere fatta con il PolyGone 300 AG liquido. Il prodotto non utilizzato può essere richiuso nella confezione e immagazzinato in luogo fresco e scuro. RISCIACQUO: Per aree estese è consigliato l utilizzo di uno straccio senza sfilacciature per rimuovere la maggioranza del prodotto. PolyGone 300 AG Gel è solubile in acqua. Nonostante l acqua pura possa essere utilizzata per il risciacquo, tale operazione può essere fatta utilizzando un prodotto emulsionante a basso livello di tensioattivi Nel caso in cui l acqua non sia accettata dalle superfici trattate, può essere usato un solvente compatibile come alcool isopropilico o acetone. page 5

6 COMPATIBILITA : PolyGone 300 AG Gel è sicuro sui metalli. La formulazione è non ionica e non reattiva. Metalli come Cu, Fe, Al, Zn e Ti sono stati verificati con PolyGone 300 AG Gel senza rilevare alcuna perdita di metallo. Comunque PolyGone 300 AG Gel attacca molti tipi di polimeri e plastiche. PVC, polivin alcool e plastiche simili non dovrebbero essere trattate con PolyGone 300 AG Gel. Molti altri elastomeri non sono raccomandati. Si consigliano le seguenti plastiche per l applicazione e lo stoccaggio: polipropilene, poliolefina, polietilene a base ed alta densità, teflon e gomme butiliche. Sono necessarie verifiche per dimostrare la completa compatibilità. DPI: quelli raccomandati includono occhiali di sicurezza e guanti in nitrile o butile. Si possono usare grembiuli per proteggere i vestiti. NON USARE guanti di lattice o vinile. TOSSICITA : PolyGone 300 AG contiene una miscela di composti organici polari. PolyGone ha una bassa tossicità propria e, diluito, è essenzialmente non tossico per la vita acquatica. Il materiale è biodegradabile e non presenta bio accumulo. IMMAGAZZINAMENTO : PolyGone 300 AG deve essere conservato in un luogo fresco ed asciutto, non esposto alla luce o al contatto con materiali incompatibili. La temperatura di immagazzinamento è tra 10ºC e 27ºC. In queste condizioni, contenitori non aperti di PolyGone 300 AG hanno un (1) anno di shelf life. CONFEZIONAMENTO: PolyGone 300 AG Gel è disponibile in confezioni plastiche singole da 6 oz, in scatole da 12 x 6 oz e secchielli plastici da 5 libbre. page 6

7 PolyGone 300 AG EMULSIONANTE DI POLISOLFURI GRADO AERONAUTICO LIQUIDO BOLLETTINO TECNICO DESCRIZIONE: PolyGone 300 AG è un emulsionante, di qualità aeronautica, ad elevata aggressività per i sigillanti; è stato concepito per rimuovere polisolfuri ed altri sigillanti da una varietà di superfici e geometrie. Polygone 300 AG risponde ai requisiti della Boeing D , eccetto la ASTM 502 Paint Softening e risponde alla Douglas CSD#1, eccetto la ASTM 484, per il crazing degli Acrilici. FORMULAZIONE: PolyGone 300 AG è un formulato brevettato e concepito per penetrare, rompere ed emulsionare sigillante anche tenaci. Una volta rotti i legami del sigillante lo stesso è messo in sospensione per prevenirne la rideposizione e permetterne un facile risciacquo. APPLICAZIONE: PolyGone 300 AG è pensato per un utilizzo a temperature ambiente. Può essere spruzzato con continuità o usato ad immersione in sistemi di pulitura. La temperatura (49 C) e/o una agitazione moderata, inclusi gli ultrasuoni, non sono necessari ma miglioreranno significativamente la prestazione. L agitazione rimuove il sigillante disgregato ed espone gli strati sottostanti al PolyGone 300 AG fresco. PolyGone 300 AG NON deve essere diluito; la diluizione ed un eccessivo calore, oltre i 49 C, deteriorano il materiale. Si raccomanda di utilizzare PolyGone 300 AG in un area ben ventilata ed in una macchina di pulizia con chiusura per prevenirne l evaporazione. RISCAQUO : PolyGone 300 AG è solubile in acqua. Nonostante l acqua possa essere utilizzata per risciacquare il prodotto, risciacquare con un emulsionante a basso contenuto di tensioattivi, tipo un detergente aeronautico, seguito da acqua,cosa che migliorerà la rimozione dei residui. Nei casi in cui non si voglia utilizzare l acqua si possono usare solventi compatibili come alcool isopropilico o acetone. page 7

8 COMPATIBILITA : PolyGone 300 AG è compatibile con la maggioranza dei metalli. La formulazione è non ionica e non reattiva. Metalli come Cu, Fe, Zn, and Ti sono stati sperimentati con PolyGone 300 AG non rilevando perdite di materiale. Comunque PolyGone 300 AG con molti tipi di polimeri e plastica. PVC, polivin alcool e plastiche simili non dovrebbero essere trattate con PolyGone 300 AG. Molti elastomeri sono anche non raccomandati. Si consigliano le seguenti plastiche per l applicazione e lo stoccaggio: polipropilene, poliolefina, polietilene a base ed alta densità, teflon e gomme butiliche. Sono necessarie verifiche per dimostrare la completa compatibilità. DPI: quelli raccomandati includono occhiali di sicurezza e guanti in nitrile o butile. Si possono usare grembiuli per proteggere i vestiti. NON USARE guanti di lattice o vinile. TOSSICITA : PolyGone 300 AG contiene una miscela di composti organici polari. PolyGone ha una bassa tossicità inerente e, diluito, è essenzialmente non tossico per la vita acquatica. Il materiale è biodegradabile e non presenta bio accumulo. IMMAGAZZINAMENTO: PolyGone 300 AG deve essere conservato in un luogo fresco ed asciutto, non esposto alla luce o al contatto con materiali incompatibili. La temperatura immagazzinamento è tra 10ºC e 27ºC. In queste condizioni, contenitori non aperti di PolyGone 300 AG hanno un (1) anno di shelf life. CONFEZIONAMENTO: PolyGone 300 AG è disponibile in contenitori singoli da un (1) gallone, in scatole 4 x 1 gallone, e fusti da 55 galloni. page 8

9 PolyGone 500 EMULSIONANTE PER SILICONE BOLLETTINO TECNICO DESCRIZIONE : PolyGone 500 è un emulsionante ad alte prestazioni per sigillanti concepito per rimuove il silicone industriale, resine novalak, rosin, acrilici ed altri sigillanti da una varietà di superfici eccetto molti compositi. FORMULAZIONE : PolyGone 500 è un formulato brevettato concepito per penetrare, rompere ed emulsionare sigillante anche tenaci. Una volta rotti i legami del sigillante lo stesso è masso in sospensione per prevenirne la rideposizione e permetterne un facile risciacquo. APPLICAZIONE : PolyGone 500 è pensato per un utilizzo a temperature ambiente. Può essere spruzzato o usato ad immersione in sistemi di pulitura. La temperatura (49 C) e/o l agitazione, inclusi gli ultrasuoni, non sono necessari ma miglioreranno significativamente la prestazione. L agitazione rimuove il sigillante emulsionato ed espone gli strati sottostanti al PolyGone 500 fresco. PolyGone 500 NON deve essere diluito; la diluizione ed un eccessivo calore, oltre i 49 C, deteriorano il materiale. Si raccomanda di utilizzare PolyGone 500 in un area ben ventilata ed in una macchina di pulizia con chiusura per prevenirne l evaporazione. RISCAQUO : PolyGone 500 è solubile in acqua. Nonostante l acqua possa essere utilizzata per risciacquare il prodotto, risciacquare con un emulsionante a basso contenuto di tensioattivi (es. un detergente aeronautico), seguito da acqua che migliorerà la rimozione dei residui. Nei casi in cui non si voglia utilizzare l acqua si possono usare solventi compatibili come acetone o alcool isopropilico. page 9

10 COMPATIBILITA : PolyGone 500 è compatibile con la maggioranza dei metalli. La formulazione è non ionica e non reattiva. Metalli come Cu, Fe, Zn, and Ti sono stati sperimentati con PolyGone 500 non rilevando perdite di materiale. In ogni caso, PolyGone 500 reagisce con l alluminio sulla micro scala insieme a molti tipi di polimeri e plastiche. Una immersione prolungata (>14 ore) non è raccomandata. PVC, polivin alcool e plastiche simili non dovrebbero essere trattate con PolyGone 500. Molti elastomeri sono anche non raccomandati. RPM Technology consiglia le seguenti plastiche per l applicazione e lo stoccaggio: polipropilene, poliolefine, polietilene a basse ed alta densità, teflon e gomme butiliche. Sono necessarie verifiche per dimostrare la completa compatibilità. DPI: quelli raccomandati includono occhiali di sicurezza e guanti in nitrile o butile. Si possono usare grembiuli per proteggere i vestiti. NON USARE guanti di lattice o vinile. TOSSICITA : PolyGone 500 contiene una miscela di composti organici polari. PolyGone 500 ha una bassa tossicità inerente e, diluito, è essenzialmente nontossico per la vita acquatica. Il materiale è biodegradabile e non presenta bioaccumulo. IMMAGAZZINAMENTO: PolyGone 500 deve essere conservato in un luogo fresco ed asciutto, non esposto alla luce o al contatto con materiali incompatibili. La temperatura di immagazzinamento è tra 10ºC e 27ºC. In queste condizioni, contenitori non aperti di PolyGone 500 hanno un (1) anno di shelf life. CONFEZIONI: PolyGone 500 è disponibile in confezioni di plastica singola da 1 gallone, in scatole da 4 x 1 gallone o in fustini plastici da 55 galloni. page 10

11 PolyGone 500 AG EMULSIONANTE PER SILICONE BOLLETTINO TECNICO DESCRIPTION: PolyGone 500 AG è un emulsionante,di qualità aeronautica, con alte prestazioni emulsionanti, formulato per rimuovere silicone industriale, resine novalak, rosin, acrilici ed altri sigillanti da una varietà di superfici eccetto molti compositi. FORMULAZIONE : PolyGone 500 AG è un formulato brevettato concepito per penetrare, rompere ed emulsionare sigillante anche tenaci. Una volta rotti i legami del sigillante lo stesso è messo in sospensione per prevenirne la rideposizione e permetterne un facile risciacquo. APPLICATION: PolyGone 500 AG è pensato per un utilizzo a temperature ambiente. Può essere spruzzato o usato ad immersione in sistemi di pulitura. La temperatura (49 C) e/o l agitazione, inclusi gli ultrasuoni, non sono necessari ma miglioreranno significativamente la prestazione. L agitazione rimuove il sigillante emulsionato ed espone gli strati sottostanti al PolyGone 500 fresco. PolyGone 500 AG non deve essere diluito; la diluizione ed un eccessivo calore, oltre i 49 C, deteriorano il materiale. Si raccomanda di utilizzare PolyGone 500 in un area ben ventilata ed in una macchina di pulizia con chiusura per prevenirne l evaporazione. RISCIACQUO: PolyGone 500 AG è solubile in acqua. Nonostante l acqua possa essere utilizzata per risciacquare il prodotto, risciacquare con un emulsionante a basso contenuto di tensioattivi (es. detergente aeronautico), seguito da acqua, che migliorerà la rimozione dei residui. Nei casi in cui non si voglia utilizzare l acqua si possono usare solventi compatibili come acetone o alcool isopropilico. page 11

12 COMPATIBILITA : PolyGone 500 è compatibile con la maggioranza dei metalli. La formulazione è non ionica e non reattiva. Metalli come Cu, Fe, Zn, and Ti sono stati sperimentati con PolyGone 500 non rilevando perdite di materiale. In ogni caso, PolyGone 500 reagisce con l alluminio sulla micro scala insieme a molti tipi di polimeri e plastiche. Una immersione prolungata (>14 ore) non è raccomandata. PVC, polivin alcool e plastiche simili non dovrebbero essere trattate con PolyGone 500. Molti elastomeri sono anche non raccomandati. RPM Technology consiglia le seguenti plastiche per l applicazione e lo stoccaggio: polipropilene, poliolefina, polietilene a base ed alta densità, teflon e gomme butiliche. Sono necessarie verifiche per dimostrare la completa compatibilità. DPI: quelli raccomandati includono occhiali di sicurezza e guanti in nitrile o butile. Si possono usare grembiuli per proteggere i vestiti. NON USARE guanti di lattice o vinile. TOSSICITA : PolyGone 500 contiene una miscela di composti organici polari. PolyGone 500 ha una bassa tossicità inerente e, diluito, è essenzialmente nontossico per la vita acquatica. Il materiale è biodegradabile e non presenta bioaccumulo. IMMAGAZZINAMENTO: PolyGone 500 deve essere conservato in un luogo fresco ed asciutto, non esposto alla luce o al contatto con materiali incompatibili. La temperatura di immagazzinamento è tra 10ºC e 27ºC. In queste condizioni, contenitori non aperti di PolyGone 500 hanno un (1) anno di shelf life. CONFEZIONAMENTO: PolyGone 500 AG è disponibile in confezioni plastiche da un (1) gallone, in scatole da 4 x 1 galloni ed in fusti plastici da 55 galloni page 12

13 PolyGone 535 EMULSIONANTE PER SILICONE BOLLETTINO TECNICO DESCRIZIONE : PolyGone 535 è un emulsionante ad alte prestazioni per sigillanti concepito per rimuove il silicone industriale, resine novalak, rosin, acrilici ed altri sigillanti da una varietà di superfici inclusi alcuni compositi sui quali non si vuole effettuare un risciacquo a base acqua. COMPOSIZIONE : PolyGone 535 è un formulato brevettato concepito per penetrare, rompere ed emulsionare sigillante anche tenaci. Una volta rotti i legami del sigillante lo stesso è masso in sospensione per prevenirne la rideposizione e permetterne un facile risciacquo. APPLICAZIONE : PolyGone 535 è pensato per un utilizzo a temperature ambiente. Può essere spruzzato o usato ad immersione in sistemi di pulitura. La temperatura (49 C) e/o l agitazione, inclusi gli ultrasuoni, non sono necessari ma miglioreranno significativamente la prestazione. L agitazione rimuove il sigillante emulsionato ed espone gli strati sottostanti al PolyGone 535 fresco. PolyGone 535 non deve essere diluito; la diluizione ed un eccessivo calore, oltre i 49 C, deteriorano il materiale. Si raccomanda di utilizzare PolyGone 535 in un area ben ventilata ed in una macchina di pulizia con chiusura per prevenirne l evaporazione. RISCIACQUO : PolyGone 535 non è compatibile con l acqua. Il risciacquo deve essere effettuato con metanolo acetone o alcool isopropilico. COMPATIBILITA : PolyGone 535 è compatibile con la maggioranza dei metalli. La formulazione è non ionica e non reattiva. Metalli come Cu, Fe, Zn, and Ti sono stati sperimentati con PolyGone 535 non rilevando perdite di materiale. Comunque PolyGone 535 non reagisce con l alluminio su microscala e molti tipi di polimeri e plastica. PVC, polivin alcool e plastiche simili non dovrebbero essere trattate con PolyGone 535. Molti elastomeri sono anche non raccomandati. Si consigliano le seguenti plastiche per l applicazione e lo stoccaggio: polipropilene, poliolefina, polietilene a base ed alta densità, teflon e page 13

14 gomme butiliche. Sono necessarie verifiche per dimostrare la completa compatibilità. DPI : quelli raccomandati includono occhiali di sicurezza e guanti in nitrile o butile. Si possono usare grembiuli per proteggere i vestiti. NON USARE guanti di lattice o vinile. TOSSICITA : PolyGone 535 contiene una miscela di composti organici polari. PolyGone 535 ha una bassa tossicità inerente e, diluito, è essenzialmente nontossico per la vita acquatica. Il materiale è biodegradabile e non presenta bioaccumulo. IMMAGAZZINAMENTO : PolyGone 535 deve essere conservato in un luogo fresco ed asciutto, non esposto alla luce o al contatto con materiali incompatibili. La temperatura di immagazzinamento è tra 10ºC e 27ºC. In queste condizioni, contenitori non aperti di PolyGone 535 hanno un (1) anno di shelf life. CONFEZIONI : PolyGone 535 è disponibile in confezione singola da 1 gal., in scatole da 4x1 galloni o in fustini da 55 galloni. page 14

15 PolyWipes (AG : Grado Aeronautico IG :Grado Industriale) BOLLETTINO TECNICO DESCRIZIONE: PolyWipes sono particolari fazzoletti di tessuto/non tessuto impregnato con una soluzione acquosa studiata per rimuovere in modo sicuro adesivi e sigillanti non polimerizzati o parzialmente, grassi oli ed altri contaminanti. FORMULAZIONE: PolyWipes contengono una formulazione brevettata pensata per ridurre la tensione superficiale tra il materiale ed il substrato. Una volata ridotta tale tensione, il tessuto preleva il materiale dal substrato per uno facile smaltimento. I PolyWipes non sono tossici ed eliminano l esigenza di utilizzare pericolosi solventi. APPLICAZIONI: PolyWipes sono pensati per un utilizzo a temperature ambiente (20 C 27 C). Di seguito sono suggerite alcune applicazioni: Aviazione: per pulire dopo l applicazione di sigillanti nei serbatoi, porte di accesso, oblò o in qualsiasi posto in cui si utilizzano i sigillanti; Costruzione navale: per pulire dopo l applicazione degli adesivi nella costruzione della fibra di vetro ed aliscafi Vetrerie : per rimuovere ogni eccesso di calafataggio o sigillante dalle finestre o dai parabrezza. Utilizzatori di sigillanti ed adesivi: per rimuovere gli eccessi di sigillanti o adesivi non polimerizzati nei processi di produzione ed assemblaggio. RISCIACQUO: PolyWipes sono idrosolubili. Dato che che i PolyWipes sono pensati per la pulizia, non è richiesto il risciacquo. COMPATIBILITA : PolyWipes sono virtualmente compatibili con tutte le superfici inclusa la pelle delle mani. DPI : nessun dispositivo di protezione individuale è raccomandato a meno di una sensibilità individuale mostrata verso I PolyWipes. Se si riscontra sensibilità, lavare le mani con acqua e sapone e risciacquare. page 15

16 TOSSICITA : PolyWipes ha una tossicità propria bassa ed è essenzialmente non tossico per la vita acquatica. IMMAGAZZINAMENTO: PolyWipes devono essere conservati in un luogo fresco ed asciutto, non esposto alla luce o al contatto con materiali incompatibili. La temperatura di immagazzinamento è tra 10ºC e 27ºC. In queste condizioni, contenitori non aperti di PolyWipes hanno un (1) anno di shelf life. DISPONIBILITA : PolyWipes sono disponibili in contenitori di plastica richiudibili da 150 pezzi page 16

17 TUTTE LE INFORMAZIONI RIPORTATE IN QUESTO CATALOGO GENERALE SONO DA RITENERSI INDICATIVE. PER INFORMAZIONI AGGIORNATE SI PREGA DI FARE RIFERIMENTO AL SITO O DIRTETTAMENTE, VIA FAX O TELEFONO, AD AVIOCHEM. GRAZIE page 17

Aquaflex Roof. Membrana elastica liquida con fibre, pronta all uso, per impermeabilizzare in continuo superfici da lasciare a vista

Aquaflex Roof. Membrana elastica liquida con fibre, pronta all uso, per impermeabilizzare in continuo superfici da lasciare a vista Membrana elastica liquida con fibre, pronta all uso, per impermeabilizzare in continuo superfici da lasciare a vista CAMPI DI APPLICAZIONE Impermeabilizzazione di: coperture piane; balconi e terrazzi;

Dettagli

Note generali. Norme di sicurezza. Procedura generale di pulizia. Bollettino Istruzioni

Note generali. Norme di sicurezza. Procedura generale di pulizia. Bollettino Istruzioni 3M Italia, Gennaio 2011 Bollettino Istruzioni Applicazione pellicole su vetro Bollettino Istruzioni 3M Italia Spa Via Norberto Bobbio, 21 20096 Pioltello (MI) Fax: 02 93664033 E-mail 3mitalyamd@mmm.com

Dettagli

Scheda Dati di Sicurezza

Scheda Dati di Sicurezza Scheda Dati di Sicurezza Pagina n. 1 / 5 1. Identificazione della sostanza / del preparato e della Società 1.1 Identificazione della sostanza o del preparato Codice: 190683 Denominazione 1.2 Uso della

Dettagli

TERMOMETRO DIGITALE MODELLO TE01B MANUALE D USO. Leggere attentamente le istruzioni prima dell utilizzo o conservarle per consultazioni future.

TERMOMETRO DIGITALE MODELLO TE01B MANUALE D USO. Leggere attentamente le istruzioni prima dell utilizzo o conservarle per consultazioni future. TERMOMETRO DIGITALE MODELLO TE01B MANUALE D USO Leggere attentamente le istruzioni prima dell utilizzo o conservarle per consultazioni future. ATTENZIONE: Utilizzare il prodotto solo per l uso al quale

Dettagli

Dipartimento di Prevenzione U.O.C. HACCP- RSO

Dipartimento di Prevenzione U.O.C. HACCP- RSO La presente istruzione operativa dettaglia una specifica attività/fase di un processo descritto dalla procedura Piano Interno di Intervento Emergenza Migranti. La sanificazione ambientale viene intesa

Dettagli

SCHEDA DI SICUREZZA ECO-TRAP DATA DI COMPILAZIONE: MAGGIO 2006 PAGINA: 1 DI 5 IDENTIFICAZIONE DELLA SOSTANZA/PREPARATO E DELLA SOCIETA /IMPRESA

SCHEDA DI SICUREZZA ECO-TRAP DATA DI COMPILAZIONE: MAGGIO 2006 PAGINA: 1 DI 5 IDENTIFICAZIONE DELLA SOSTANZA/PREPARATO E DELLA SOCIETA /IMPRESA SCHEDA DI SICUREZZA ECO-TRAP DATA DI COMPILAZIONE: MAGGIO 2006 PAGINA: 1 DI 5 1 Nome commerciale IDENTIFICAZIONE DELLA SOSTANZA/PREPARATO E DELLA SOCIETA /IMPRESA ECO-TRAP Utilizzazione della sostanza

Dettagli

Scheda di dati di sicurezza ai sensi del regolamento 1907/2006/CE, Articolo 31

Scheda di dati di sicurezza ai sensi del regolamento 1907/2006/CE, Articolo 31 Pagina: 1/5 1 Identificazione della sostanza o della miscela e della società/impresa Identificatore del prodotto Usi pertinenti identificati della sostanza o miscela e usi sconsigliati Utilizzazione della

Dettagli

10.- DISINFETTANTI PIÙ COMUNI E MODALITÀ D USO

10.- DISINFETTANTI PIÙ COMUNI E MODALITÀ D USO 10.- DISINFETTANTI PIÙ COMUNI E MODALITÀ D USO 10.0.- Disinfettanti e loro caratteristiche Questa sezione descrive alcune famiglie di disinfettanti facilmente reperibili sul mercato che attualmente vengono

Dettagli

Scheda di dati di sicurezza Ai sensi del Regolamento CE 1907/2006 REACH Stampato il 01/06/08 Denominazione commerciale: EFFE 91 ACC-U-SOL ml.

Scheda di dati di sicurezza Ai sensi del Regolamento CE 1907/2006 REACH Stampato il 01/06/08 Denominazione commerciale: EFFE 91 ACC-U-SOL ml. Pagina: 1/ 6 1. IDENTIFICAZIONE DELLA SOSTANZA/PREPARATO E DELLA SOCIETA /IMPRESA Articolo numero: art.04920 Utilizzazione della Sostanza / del Preparato: Rivelatore fughe gas Produttore/fornitore: FIMI

Dettagli

Scheda dei Dati di Sicurezza Secondo le Direttive 91/155/CEE

Scheda dei Dati di Sicurezza Secondo le Direttive 91/155/CEE 1. Identificazione della sostanza/preparato e della societá o ditta 1.1 Identificazione della sostanza o del preparato Denominazione: Catalizzatore Kjeldahl(Se) pastiglie 1.2 Nome della societá o ditta:

Dettagli

DECORAZIONE 03. Posare la carta da parati

DECORAZIONE 03. Posare la carta da parati DECORAZIONE 03 Posare la carta da parati 1 Scegliere la carta da parati Oltre ai criteri estetici, una carta da parati può essere scelta in funzione del luogo e dello stato dei muri. TIPO DI VANO CARTA

Dettagli

Scheda di dati di sicurezza Ai sensi del Regolamento CE 1907/2006 REACH Stampato il 01/01/09 Denominazione commerciale: SILIFIM ROSSO ALTE TEMPERATURE

Scheda di dati di sicurezza Ai sensi del Regolamento CE 1907/2006 REACH Stampato il 01/01/09 Denominazione commerciale: SILIFIM ROSSO ALTE TEMPERATURE Pagina: 1/ 5 1. IDENTIFICAZIONE DELLA SOSTANZA/PREPARATO E DELLA SOCIETA /IMPRESA Denominazione commerciale: SILIFIM ALTE TEMPERATURE Articolo numero: art.01004/01004a Utilizzazione della Sostanza / del

Dettagli

UTILIZZO IN SICUREZZA DEI GUANTI

UTILIZZO IN SICUREZZA DEI GUANTI POSTER con 10 consigli inclusi UTILIZZO IN SICUREZZA DEI GUANTI nella gestione dei solventi in collaborazione con ESIG European Solvents Industry Group (ESIG) è un associazione che rappresenta i principali

Dettagli

212312 Tween 20 QP 1. Identificazione della sostanza/preparato e della societá o ditta 1.1 Identificazione della sostanza o del preparato

212312 Tween 20 QP 1. Identificazione della sostanza/preparato e della societá o ditta 1.1 Identificazione della sostanza o del preparato 1. Identificazione della sostanza/preparato e della societá o ditta 1.1 Identificazione della sostanza o del preparato Denominazione: Tween 20 1.2 Nome della societá o ditta: PANREAC QUIMICA, S.A. E 08110

Dettagli

PROGETTO PAIKULI - IRAQ

PROGETTO PAIKULI - IRAQ Dario Federico Marletto PROGETTO PAIKULI - IRAQ RAPPORTO TECNICO SUI LAVORI PER IL CORSO DI FORMAZIONE PRESSO LA SOPRINTENDENZA ARCHEOLOGICA DI OSTIA ANTICA Intervento sul mosaico pavimentale del Cortile

Dettagli

Guida all applicazione (spruzzatura ad aria nebulizzata)

Guida all applicazione (spruzzatura ad aria nebulizzata) Guida all applicazione (spruzzatura ad aria nebulizzata) 1 Spruzzo convenzionale (aria nebulizzata) Una pistola a spruzzo convenzionale è uno strumento che utilizza aria compressa per atomizzare ( nebulizzare

Dettagli

: acido 4-Formilfenilboronico

: acido 4-Formilfenilboronico UnaveraChemLab GmbH SCHEDA DI DATI DI SICUREZZA secondo il Regolamento (CE) Num. 1907/2006 Versione 5.1 Data di revisione 04.07.2013 Data di stampa 12.11.2014 SEZIONE 1: Identificazione della sostanza

Dettagli

2.1 Classificazione della sostanza o della miscela Il prodotto è classificato come pericoloso ai sensi della direttiva 1999/45/CE

2.1 Classificazione della sostanza o della miscela Il prodotto è classificato come pericoloso ai sensi della direttiva 1999/45/CE (Regolamento n 453/2010/UE) Data emissione: 09-05-2005 Numero revisione: 07.13 Data revisione: 07 giugno 2013 1. IDENTIFICAZIONE DELLA SOSTANZA O DELLA MISCELA E DELLA SOCIETA /IMPRESA 1.1 Identificazione

Dettagli

Sistema DI-CLASS Sistema composito per la decorazione di superfici orizzontali interne

Sistema DI-CLASS Sistema composito per la decorazione di superfici orizzontali interne Sistema DI-CLASS Sistema composito per la decorazione di superfici orizzontali interne DESCRIZIONE DI-CLASS è un sistema composito a base resina caratterizzato da elevata flessibilità di intervento ed

Dettagli

Irradiatori Ceramici ad Infrarossi

Irradiatori Ceramici ad Infrarossi Irradiatori Ceramici ad Infrarossi Caratteristiche e Vantaggi Temperature superficiali fino a 750 C. La lunghezza d'onda degli infrarossi, a banda medio-ampia, fornisce un riscaldamento irradiato uniformemente

Dettagli

Scheda di dati di sicurezza ai sensi del regolamento 1907/2006/CE, Articolo 31

Scheda di dati di sicurezza ai sensi del regolamento 1907/2006/CE, Articolo 31 Pagina: 1/5 * 1 Identificazione della sostanza o della miscela e della società/impresa Identificatore del prodotto Articolo numero:chr../cosvud../cosvue../ CR../COSVI../TENDERFP Usi pertinenti identificati

Dettagli

Co.ma. S.p.a. COILS MANUFACTURER BATTERIE RADIANTI MANUALE DI MONTAGGIO, AVVIAMENTO E MANUTENZIONE BATTERIE ALETTATE

Co.ma. S.p.a. COILS MANUFACTURER BATTERIE RADIANTI MANUALE DI MONTAGGIO, AVVIAMENTO E MANUTENZIONE BATTERIE ALETTATE Co.ma. S.p.a. COILS MANUFACTURER BATTERIE RADIANTI MANUALE DI MONTAGGIO, AVVIAMENTO E MANUTENZIONE BATTERIE ALETTATE Sommario Premessa Movimentazione Installazione Manutenzione Avvertenze 2 Premessa 3

Dettagli

Scheda dei Dati di Sicurezza Secondo le Direttive 91/155/CEE

Scheda dei Dati di Sicurezza Secondo le Direttive 91/155/CEE 1. Identificazione della sostanza/preparato e della societá o ditta 1.1 Identificazione della sostanza o del preparato Denominazione: Flosina B(C.I. 45410) 1.2 Nome della societá o ditta: PANREAC QUIMICA,

Dettagli

Rasatura cementizia tissotropica ad asciugamento ultrarapido per applicazione anche in verticale a spessore variabile da 1 a 20 mm

Rasatura cementizia tissotropica ad asciugamento ultrarapido per applicazione anche in verticale a spessore variabile da 1 a 20 mm CT LISCIATURE C40-F10 A2 fl CONFORME ALLA NORMA EUROPEA Nivorapid EN 13813 Rasatura cementizia tissotropica ad asciugamento ultrarapido per applicazione anche in verticale a spessore variabile da 1 a 20

Dettagli

Classificazione secondo la direttiva 67/548/CE o 1999/45/CE Altamente tossico per gli organismi acquatici.

Classificazione secondo la direttiva 67/548/CE o 1999/45/CE Altamente tossico per gli organismi acquatici. 1. Identificazione della miscela e della società 1.1. Identificatore del prodotto 1.2. Usi pertinenti identificati della miscela e usi sconsigliati Brillantante per impiego industriale a macchina 1.3.

Dettagli

CIMSA SUD CHIMICA INDUSTRIALE MERIDIONALE SRL SCHEDA DI SICUREZZA PROCESS OIL Conforme al regolamento CE n 1907/2006 del 18.12.

CIMSA SUD CHIMICA INDUSTRIALE MERIDIONALE SRL SCHEDA DI SICUREZZA PROCESS OIL Conforme al regolamento CE n 1907/2006 del 18.12. 1. IDENTIFICAZIONE DELLA SOSTANZA/MISCELA E DELL IMPRESA 1.1 Identificazione della sostanza o preparato -Tipologia Reach : Miscela -Nome commerciale : PROCESS OIL 32-46-68 1.2 Utilizzo : Olio per usi generali

Dettagli

Scotchcal serie IJ 20

Scotchcal serie IJ 20 3M Italia, Dicembre 2010 Scotchcal serie IJ 20 Bollettino Tecnico 3M Italia Spa COMMERCIAL GRAPHICS 3M, Controltac, Scotchcal, Comply and MCS sono marchi 3M Via Norberto Bobbio, 21 20096 Pioltello Fax:

Dettagli

Scheda di dati di sicurezza

Scheda di dati di sicurezza Pagina: 1/6 SEZIONE 1: Identificazione della sostanza o della miscela e della società/impresa 1.1 Identificatore del prodotto 1.2 Usi pertinenti identificati della sostanza o miscela e usi sconsigliati

Dettagli

AG 69 Serie 0430. Descrizione del prodotto. Caratteristiche salienti. Impiego. Dati di fornitura. Avvertenze e raccomandazioni

AG 69 Serie 0430. Descrizione del prodotto. Caratteristiche salienti. Impiego. Dati di fornitura. Avvertenze e raccomandazioni Descrizione del prodotto Rivestimento epossidico vetrificante senza solvente, atossico, per contatto con alimenti ed alcoolici, olii e grassi. Classificazione secondo Direttiva 2004/42/CE - Dlgs 161/06:

Dettagli

"#$%&'()! "*$!$*#+#!,)!$-%#.# Guida ad un impiego sicuro dei solventi sul lavoro

#$%&'()! *$!$*#+#!,)!$-%#.# Guida ad un impiego sicuro dei solventi sul lavoro "#$%&'()! "*$!$*#+#!,)!$-%#.# Guida ad un impiego sicuro dei solventi sul lavoro "#$%&'()!"*$!$*#+#!,)!$-%#.# Cos é un solvente? Molte sostanze chimiche, usate per distruggere o diluire altre sostanze

Dettagli

COME FAR FUNZIONARE IL CONGELATORE

COME FAR FUNZIONARE IL CONGELATORE COME FAR FUNZIONARE IL CONGELATORE In questo congelatore possono essere conservati alimenti già congelati ed essere congelati alimenti freschi. Messa in funzione del congelatore Non occorre impostare la

Dettagli

REFRASET SCHEDA DI SICUREZZA. Revisione n 02 del 21/05/2012 Sostituisce 23/05/2002

REFRASET SCHEDA DI SICUREZZA. Revisione n 02 del 21/05/2012 Sostituisce 23/05/2002 Pag. 1 di 5 REFRASET SCHEDA DI SICUREZZA Revisione n 02 del 21/05/2012 Sostituisce 23/05/2002 1. IDENTIFICAZIONE DELLA SOSTANZA/PREPARATO, DEL PRODOTTO E DELLA SOCIETA 1.1 Identificazione della sostanza

Dettagli

Scheda di sicurezza FULCRON CASA RIMUOVI MUFFA ML500

Scheda di sicurezza FULCRON CASA RIMUOVI MUFFA ML500 Scheda di sicurezza del 4/12/2009, revisione 2 1. IDENTIFICAZIONE DELLA SOSTANZA/PREPARATO E DELLA SOCIETÀ/IMPRESA Nome commerciale: Codice commerciale: 2544 Tipo di prodotto ed impiego: Agente antimuffa

Dettagli

Scheda dei Dati di Sicurezza Secondo le Direttive 91/155/CEE

Scheda dei Dati di Sicurezza Secondo le Direttive 91/155/CEE 1. Identificazione della sostanza/preparato e della societá o ditta 1.1 Identificazione della sostanza o del preparato Denominazione: Mercurio II Solfato soluzione 200 g/lin acido solforico diluito 1.2

Dettagli

Sikadur -31CF Normal Adesivoepossidicoperincollaggistrutturali

Sikadur -31CF Normal Adesivoepossidicoperincollaggistrutturali Scheda Tecnica Edizione14.10.11 Sikadur -31CFNormal Sikadur -31CF Normal Adesivoepossidicoperincollaggistrutturali Indicazioni generali Descrizione Sikadur -31CFNormalèunamaltaepossidicabicomponente,contenenteaggregatispeciali,perincollaggieriparazionistrutturali,tolleral

Dettagli

NUOVO! Sempre più semplice da utilizzare

NUOVO! Sempre più semplice da utilizzare NUOVO! NUOVO AF/ARMAFLEX MIGLIORE EFFICIENZA DELL ISOLAMENTO Sempre più semplice da utilizzare L flessibile professionale Nuove prestazioni certificate. Risparmio energetico: miglioramento di oltre il

Dettagli

Cos è uno scaricatore di condensa?

Cos è uno scaricatore di condensa? Cos è uno scaricatore di condensa? Una valvola automatica di controllo dello scarico di condensa usata in un sistema a vapore Perchè si usa uno scaricatore di condensa? Per eliminare la condensa ed i gas

Dettagli

Applicazione delle grafiche con caratteristiche Comply

Applicazione delle grafiche con caratteristiche Comply Bollettino Istruzioni 5.31 Aprile 2003 Applicazione delle grafiche con caratteristiche Comply Informazioni generali I films 3M a tecnologia Comply rendono le applicazioni più facili per raggiungere un

Dettagli

Scheda tecnica StoColor Puran Satin

Scheda tecnica StoColor Puran Satin Pittura bicomponente poliuretanica ad elevata resistenza, classe 1 resistenza all abrasione umida, classe 2 di potere coprente secondo EN 13300 Caratteristiche Applicazione Caratteristiche interni per

Dettagli

1 Sifoni per vasca da bagno Geberit

1 Sifoni per vasca da bagno Geberit Sifoni per vasca da bagno Geberit. Sistema.............................................. 4.. Introduzione............................................. 4.. Descrizione del sistema.................................

Dettagli

RIVOLTA TIP TOP INDUSTRIALE S.p.A. Via Rivolta, 2 20060 Pessano con Bornago - Milano (Italia) Tel. 02/95421 1

RIVOLTA TIP TOP INDUSTRIALE S.p.A. Via Rivolta, 2 20060 Pessano con Bornago - Milano (Italia) Tel. 02/95421 1 RIVOLTA TIP TOP INDUSTRIALE S.p.A. Via Rivolta, 2 20060 Pessano con Bornago - Milano (Italia) Tel. 02/95421 1 SCHEDA DATI DI SICUREZZA 1. IDENTIFICAZIONE DEL PREPARATO E DELLA SOCIETA /IMPRESA TIP TOP

Dettagli

L impatto ambientale degli inchiostri da stampa

L impatto ambientale degli inchiostri da stampa FEDERCHIMICA CONFINDUSTRIA AVISA Gruppo inchiostri da stampa e serigrafici L impatto ambientale degli inchiostri da stampa Marzo 2013 Questa nota informativa è stata preparata da EuPIA basandosi su di

Dettagli

DEM8.5/10. Istruzioni per l uso...pag. 2. Use and maintenance manual...pag. 11. Mode d emploi et d entretien...pag. 20. Betriebsanleitung...pag.

DEM8.5/10. Istruzioni per l uso...pag. 2. Use and maintenance manual...pag. 11. Mode d emploi et d entretien...pag. 20. Betriebsanleitung...pag. DEM8.5/10 Istruzioni per l uso............pag. 2 Use and maintenance manual....pag. 11 Mode d emploi et d entretien.....pag. 20 Betriebsanleitung.............pag. 29 Gebruiksaanwijzing..............pag.

Dettagli

Sistemi Mapei per la realizzazione di pavimentazioni radianti ad alto rendimento termico

Sistemi Mapei per la realizzazione di pavimentazioni radianti ad alto rendimento termico Sistemi Mapei per la realizzazione di pavimentazioni radianti ad alto rendimento termico La riparazione dell asfalto ha fatto strada. Sistemi MAPEI per la realizzazione di pavime I pannelli radianti sono

Dettagli

1. IMBALLAGGIO E CONFEZIONAMENTO

1. IMBALLAGGIO E CONFEZIONAMENTO GUIDA AL CONFEZIONAMENTO 1. IMBALLAGGIO E CONFEZIONAMENTO Si devono rispettare i limiti massimi di dimensioni e peso indicati nella tabella: prodotto limite massimo di peso dimensioni massime Pacco ordinario

Dettagli

POWER BANK CON TORCIA LED. Batteria di Emergenza Slim con Torcia LED. mah

POWER BANK CON TORCIA LED. Batteria di Emergenza Slim con Torcia LED. mah POWER BANK Batteria di Emergenza Slim con Torcia LED mah 2800 CON TORCIA LED Batteria Supplementare Universale per ricaricare tutti i dispositivi portatili di utlima generazione Manuale d uso SPE006-MCAL

Dettagli

BacPac con LCD. Manuale dell utente + Informazioni sulla garanzia

BacPac con LCD. Manuale dell utente + Informazioni sulla garanzia BacPac con LCD Manuale dell utente + Informazioni sulla garanzia AGGIORNAMENTO FIRMWARE Per determinare se è necessario effettuare un aggiornamento del firmware, seguire questi passi: Con l apparecchio

Dettagli

Guida alla manutenzione. Soluzioni per qualsiasi esigenza di incollaggio, sigillatura, pulizia e lubrificazione

Guida alla manutenzione. Soluzioni per qualsiasi esigenza di incollaggio, sigillatura, pulizia e lubrificazione Guida alla manutenzione Soluzioni per qualsiasi esigenza di incollaggio, sigillatura, pulizia e lubrificazione Soluzioni per esperti di manutenzione In Henkel, siamo consapevoli delle difficoltà che si

Dettagli

3. COMPOSIZIONE E INFORMAZIONE SUGLI INGREDIENTI

3. COMPOSIZIONE E INFORMAZIONE SUGLI INGREDIENTI Pag. 1 di 7 SCHEDA INFORMATIVA IN MATERIA DI SICUREZZA 1. IDENTIFICAZIONE DEL PREPARATO E DELLA SOCIETA' DENOMINAZIONE COMMERCIALE PRODOTTO: PROCESS OIL NC 100 CODICE PRODOTTO: 4S99 USO O DESCRIZIONE:

Dettagli

Il campionato Catania nail design2014 unghie è suddiviso in specialità :

Il campionato Catania nail design2014 unghie è suddiviso in specialità : Il campionato Catania nail design2014 unghie è suddiviso in specialità : 1. Stiletto in gel ed in acrilico ; 2. Scultura/ Tip pink & white in Gel/acrilico Principianti ; 3. Scultura/ Tip pink & white in

Dettagli

COME NASCONO I TAPPI DI SUGHERO

COME NASCONO I TAPPI DI SUGHERO IL SUGHERO CHE COS È Il sughero è un prodotto naturale che si ricava dall estrazione della corteccia della Quercus suber L, la quercia da sughero. Questa pianta è una sempreverde, longeva, che cresce nelle

Dettagli

Book IL FENOMENO DELLE MUFFE E ALGHE

Book IL FENOMENO DELLE MUFFE E ALGHE IL FENOMENO DELLE MUFFE E ALGHE CAP Arreghini. Cultura della qualità. Un costante processo di evoluzione e di innovazione abbraccia da sempre tutte le attività di CAP Arreghini. L azienda gode infatti

Dettagli

Scheda di dati di sicurezza ai sensi del regolamento 1907/2006/CE, Articolo 31

Scheda di dati di sicurezza ai sensi del regolamento 1907/2006/CE, Articolo 31 Pagina: 1/5 * 1 dentificazione della sostanza o della miscela e della società/impresa 1.1 dentificatore del prodotto 1.2 Usi pertinenti identificati della sostanza o miscela e usi sconsigliati Non sono

Dettagli

Manuale d uso. Rilevamento del parto. www.medria.fr

Manuale d uso. Rilevamento del parto. www.medria.fr Manuale d uso Rilevamento del parto www.medria.fr Grazie per la preferenza accordataci nell acquistare Vel Phone. Vi chiediamo di leggere attentamente il presente manuale di istruzioni per l uso, prima

Dettagli

Scheda di dati di sicurezza a norma dell'articolo 31, regolamento (CE) n. 1907/2006

Scheda di dati di sicurezza a norma dell'articolo 31, regolamento (CE) n. 1907/2006 Pagina: 1/7 SEZIONE 1: Identificazione della sostanza o della miscela e della società/impresa Data di compilazione: 26.10.2009 1.1 Identificatore del prodotto Articolo numero: 9006.0137 1.2 Usi pertinenti

Dettagli

ALPHA ORIENT DECORATIVI FINITURA DECORATIVA PER INTERNI CHE CONFERISCE L ASPETTO E IL TATTO DELLA SETA.

ALPHA ORIENT DECORATIVI FINITURA DECORATIVA PER INTERNI CHE CONFERISCE L ASPETTO E IL TATTO DELLA SETA. ALPHA ORIENT DECORATIVI FINITURA DECORATIVA PER INTERNI CHE CONFERISCE L ASPETTO E IL TATTO DELLA SETA. ALPHA ORIENT ALPHA ORIENT Il colore è ovunque, basta saperlo cercare. Finitura altamente decorativa

Dettagli

MANUALE PER VETRATE ISOLANTI

MANUALE PER VETRATE ISOLANTI MANUALE PER VETRATE ISOLANTI INFORMAZIONI Le informazioni contenute nel presente documento sono presentate in buona fede in base alle ricerche e alle osservazioni della Dow Corning, che le considera accurate.

Dettagli

Additivi per sistemi vernicianti a base acqua

Additivi per sistemi vernicianti a base acqua Substance for Success. Guida prodotto L-G 6 Additivi per sistemi vernicianti a base acqua Additivi per sistemi vernicianti a base acqua Indice Additivi bagnanti e disperdenti Pagina 3 Additivi reologici

Dettagli

Scheda di dati di sicurezza a norma dell'articolo 31, regolamento (CE) n. 1907/2006

Scheda di dati di sicurezza a norma dell'articolo 31, regolamento (CE) n. 1907/2006 Pagina: 1/6 SEZIONE 1: Identificazione della sostanza o della miscela e della società/impresa Data di compilazione: 31.01.2005 1.1 Identificatore del prodotto Numero CAS: 111211-39-3 1.2 Usi pertinenti

Dettagli

una saldatura ad arco

una saldatura ad arco UTENSILERIA Realizzare una saldatura ad arco 0 1 Il tipo di saldatura Saldatrice ad arco La saldatura ad arco si realizza con un altissima temperatura (almeno 3000 c) e permette la saldatura con metallo

Dettagli

Saldatura ad arco Generalità

Saldatura ad arco Generalità Saldatura ad arco Saldatura ad arco Generalità Marchio CE: il passaporto qualità, conformità, sicurezza degli utenti 2 direttive europee Direttiva 89/336/CEE del 03 maggio 1989 applicabile dall 01/01/96.

Dettagli

l esclusivo sistema per la diluizione ed il dosaggio dei prodotti ultraconcentrati

l esclusivo sistema per la diluizione ed il dosaggio dei prodotti ultraconcentrati CATALOGO EXA l esclusivo sistema per la diluizione ed il dosaggio dei prodotti ultraconcentrati + pratico + sicuro + economico + ecologico 3 edizione Azienda Certificata ISO 9001 e ISO 14001 IL SISTEMA

Dettagli

Determinazione del punto di infiammabi-lità mediante apparecchiatura Abel

Determinazione del punto di infiammabi-lità mediante apparecchiatura Abel Indice Numerico NOM 6-88 Vedi UNI 0009 NOM 9-71 Prova di stabilità degli oli isolanti NOM 15-71 Prova di distillazione dei prodotti petroliferi NOM 5-71 Determinazione dello zolfo nei prodotti petroliferi

Dettagli

RESISTIVITA ELETTRICA DELLE POLVERI: MISURA E SIGNIFICATO PER LA SICUREZZA

RESISTIVITA ELETTRICA DELLE POLVERI: MISURA E SIGNIFICATO PER LA SICUREZZA RESISTIVITA ELETTRICA DELLE POLVERI: MISURA E SIGNIFICATO PER LA SICUREZZA Nicola Mazzei - Antonella Mazzei Stazione sperimentale per i Combustibili - Viale A. De Gasperi, 3-20097 San Donato Milanese Tel.:

Dettagli

LUNA for MEN MANUALE UTENTE COMPLETO PREPARA IL TUO VISO PER UNA RASATURA MIGLIORE, PULISCE A FONDO E RIDUCE I SEGNI DELL INVECCHIAMENTO

LUNA for MEN MANUALE UTENTE COMPLETO PREPARA IL TUO VISO PER UNA RASATURA MIGLIORE, PULISCE A FONDO E RIDUCE I SEGNI DELL INVECCHIAMENTO LUNA for MEN MANUALE UTENTE COMPLETO PREPARA IL TUO VISO PER UNA RASATURA MIGLIORE, PULISCE A FONDO E RIDUCE I SEGNI DELL INVECCHIAMENTO Congratulazioni per aver acquistato LUNA for MEN, il dispositivo

Dettagli

Istituto Superiore di Sanità Centro Nazionale Sostanze Chimiche

Istituto Superiore di Sanità Centro Nazionale Sostanze Chimiche REGOLAMENTO (CE) N. 1272/2008 Consigli di prudenza Consigli di prudenza di carattere generale P101 P102 P103 In caso di consultazione di un medico, tenere a disposizione il contenitore o l etichetta del

Dettagli

Davvero basta solo un po di COLLA?

Davvero basta solo un po di COLLA? Davvero basta solo un po di COLLA? Come montare un tubolare di Richard Cunningham Forse uno degli aspetti tecnici meno evidenziati in merito alle soluzioni adottate dai più forti bikers di Coppa del Mondo

Dettagli

INJEX - Iniezione senza ago

INJEX - Iniezione senza ago il sistema per le iniezioni senz ago INJEX - Iniezione senza ago Riempire le ampolle di INJEX dalla penna o dalla cartuccia dalle fiale con la penna Passo dopo Passo Per un iniezione senza ago il sistema

Dettagli

MANUALE DELL UTENTE E ISTRUZIONI PER L INSTALLAZIONE

MANUALE DELL UTENTE E ISTRUZIONI PER L INSTALLAZIONE MANUALE DELL UTENTE E ISTRUZIONI PER L INSTALLAZIONE Trasduttore da interno scafo ad Inclinazione Regolabile Modello P79 Brevetto negli Stati Uniti N. 6.201.767. Brevetto europeo 1 118 074 Annotate le

Dettagli

Pressione: Max di esercizio 12 bar (175 psi) (secondo NFPA T 3.10.17) Di scoppio 20 bar (290 psi) (secondo NFPA T 3.10.17)

Pressione: Max di esercizio 12 bar (175 psi) (secondo NFPA T 3.10.17) Di scoppio 20 bar (290 psi) (secondo NFPA T 3.10.17) FILTRI OLEODINAMICI Filtri sul ritorno con cartuccia avvitabile Pressione: Max di esercizio 12 bar (175 psi) (secondo NFPA T 3.10.17) Di scoppio 20 bar (290 psi) (secondo NFPA T 3.10.17) Corpo filtro Attacchi:

Dettagli

...LEGGETE I DATI TECNICI E CAPIRETE... intonaco idrofobizzato colorato IL MASSETTO CALDO. per restauro, ristrutturazioni e nuova edilizia civile

...LEGGETE I DATI TECNICI E CAPIRETE... intonaco idrofobizzato colorato IL MASSETTO CALDO. per restauro, ristrutturazioni e nuova edilizia civile MATERIALI A BASE DI CALCE NATURALE PER IL RESTAURO E IL RISANAMENTO scheda tecnica per restauro, ristrutturazioni e nuova edilizia civile intonaco idrofobizzato colorato IL MASSETTO CALDO PRODOTTO PER

Dettagli

Scheda di dati di sicurezza ai sensi del regolamento 1907/2006/CE, Articolo 31

Scheda di dati di sicurezza ai sensi del regolamento 1907/2006/CE, Articolo 31 Pagina: 1/6 SEZIONE 1: Identificazione della sostanza o della miscela e della società/impresa 1.1 Identificatore del prodotto Articolo numero: A4972 Numero CAS: 9001-63-2 Numeri CE: 232-620-4 1.2 Usi pertinenti

Dettagli

Esempio di posizione dell incisione

Esempio di posizione dell incisione Grazie per avere acquistato questo orologio Citizen. Prima di usarlo le raccomandiamo di leggere con attenzione questo manuale d uso in modo da procedere nel modo corretto. Dopo la lettura del manuale

Dettagli

SCHEDA DI SICUREZZA ESSENZA MIRRA-VANIGLIA PER EMANATORE SANDOKAN

SCHEDA DI SICUREZZA ESSENZA MIRRA-VANIGLIA PER EMANATORE SANDOKAN SCHEDA DI SICUREZZA ESSENZA MIRRA-VANIGLIA PER EMANATORE SANDOKAN 1. Identificazione della sostanza / del preparato e della Società 1.1. Identificazione della sostanza o del preparato Miscela di oli essenziali

Dettagli

Tecnica ed esperienza per prestazioni elevate.

Tecnica ed esperienza per prestazioni elevate. Tecnica ed esperienza per prestazioni elevate. INDICE La presente guida contiene suggerimenti e indicazioni di carattere generale e a scopo puramente informativo. Non si deve prescindere dal leggere attentamente

Dettagli

technostuk 2-12 09/13 127

technostuk 2-12 09/13 127 technostuk 2-12 09/13 127 TECHNOSTUK 2-12 Sigillante cementizio per fughe da 2 a 12 mm. La protezione attiva di Microshield System aiuta a prevenire la crescita di batteri, funghi e muffe, che possono

Dettagli

TOASTER. Istruzioni per l uso

TOASTER. Istruzioni per l uso TOASTER Istruzioni per l uso 5 4 3 1 6 DESCRIZIONE DELL APPARECCHIO 1) Manopola temporizzatore 2) Tasto Stop 3) Leva di accensione 4) Bocche di caricamento 5) Pinze per toast 6) Raccoglibriciole estraibile

Dettagli

Imballaggio primario. Imballaggio secondario. Imballaggio terziario. Funzioni primarie dell imballaggio

Imballaggio primario. Imballaggio secondario. Imballaggio terziario. Funzioni primarie dell imballaggio ALTO BELICE AMBIENTE S.p.A. Cos'è l'imballaggio L uomo ha sempre fatto uso di contenitori e già 3500 anni fa le popolazioni egizie immagazzinavano e trasportavano unguenti, oli e vino in contenitori di

Dettagli

Guida agli Oblo e Osteriggi

Guida agli Oblo e Osteriggi Guida agli Oblo e Osteriggi www.lewmar.com Introduzione L installazione o la sostituzione di un boccaporto o oblò può rivelarsi una procedura semplice e gratificante. Seguendo queste chiare istruzioni,

Dettagli

VOCE DI CAPITOLATO "RISANAMENTO DI MURATURE IN DETERIORA- MENTO DA SALI -

VOCE DI CAPITOLATO RISANAMENTO DI MURATURE IN DETERIORA- MENTO DA SALI - VOCE DI CAPITOLATO "RISANAMENTO DI MURATURE IN DETERIORA MENTO DA SALI RIDUZIONE DEI SALI A LIVELLI DI SICUREZZA MEDIANTE ESTRAZIONE CON IMPACCO " DESCRIZIONE LAVORI E VERIFICA La seguente Tabella

Dettagli

S.C. Igiene degli alimenti di origine animale. Requisiti igienico-sanitari applicati al settore della pesca

S.C. Igiene degli alimenti di origine animale. Requisiti igienico-sanitari applicati al settore della pesca Requisiti igienico-sanitari applicati al settore della pesca La Spezia 20 ottobre 2009 Requisiti : Strutturali (Strutture ed attrezzature) Funzionali Requisiti strutturali : n Applicabili a tutte le imbarcazioni

Dettagli

Scheda di dati di sicurezza conforme al Regolamento (CE) N. 453/2010

Scheda di dati di sicurezza conforme al Regolamento (CE) N. 453/2010 Antifrogen SOL HT Pagina 1(10) SEZIONE 1: Identificazione della sostanza o della miscela e della società/impresa 1.1. Identificatore del prodotto Nome commerciale Antifrogen SOL HT Numero materiale: 232512

Dettagli

Richiesta ai Clienti

Richiesta ai Clienti Richiesta ai Clienti Tutte le riparazioni eseguite su questo orologio, escludendo le riparazioni riguardanti il cinturino, devono essere effettuate dalla CITIZEN. Quando si desidera avere il vostro orologio

Dettagli

: acciaio (flangia in lega d alluminio)

: acciaio (flangia in lega d alluminio) FILTRI OLEODINAMICI Filtri in linea per media pressione, con cartuccia avvitabile Informazioni tecniche Pressione: Max di esercizio (secondo NFPA T 3.1.17): FA-4-1x: 34,5 bar (5 psi) FA-4-21: 24 bar (348

Dettagli

TRATTAMENTO TRADIZIONALE DEL COTTO TOSCANO

TRATTAMENTO TRADIZIONALE DEL COTTO TOSCANO VOCI DI CAPITOLATO 1 TRATTAMENTO TRADIZIONALE DEL COTTO TOSCANO CT1) TRATTAMENTO PREFUGATURA trattamento della superficie in cotto,da effettuarsi a superficie perfettamente asciutta mediante stesura con

Dettagli

REOXTHENE TECHNOLOGY

REOXTHENE TECHNOLOGY REOXTHENE Patented REOXTHENE TECHNOLOGY MEMBRANE IMPERMEABILIZZANTI DALLA TECNOLOGIA RIVOLUZIONARIA INNOVATIVO COMPOUND BITUME POLIMERO INCREDIBILE LEGGEREZZA (fino a 4 mm = 38 kg) MAGGIORI PRESTAZIONI

Dettagli

V-ZUG SA. Cappa aspirante DW-SE/DI-SE. Istruzioni per l uso

V-ZUG SA. Cappa aspirante DW-SE/DI-SE. Istruzioni per l uso V-ZUG SA Cappa aspirante DW-SE/DI-SE Istruzioni per l uso Grazie per aver scelto uno dei nostri prodotti. Il vostro apparecchio soddisfa elevate esigenze, e il suo uso è molto semplice. E tuttavia necessario

Dettagli

Scotchcal serie 100 Pellicola autoadesiva decorativa per intaglio

Scotchcal serie 100 Pellicola autoadesiva decorativa per intaglio 3M Italia, Novembre 2010 Scotchcal serie 100 Pellicola autoadesiva decorativa per intaglio Bollettino Tecnico 3M Italia Spa Via Norberto Bobbio, 21 20096 Pioltello Fax: 02 70058174 E-mail itgraphics@mmm.com

Dettagli

Parts of my Pop-in... 7 8a

Parts of my Pop-in... 7 8a A C 5 B Parts of my Pop-in... 5 6 0 D 9 7 8a 8b IT IMPORTANTE! CONSERVARE LE ISTRUZIONI PER CONSULTAZIONI FUTURE Come usare i Pop-in Precauzioni d uso Non usare ammorbidenti con i vostri Pop-in. Non usare

Dettagli

COME E FATTA E COME DEVE ESSERE APPOSTA

COME E FATTA E COME DEVE ESSERE APPOSTA COME E FATTA E COME DEVE ESSERE APPOSTA E composta dalla sigla CE e, nel caso un Organismo Notificato debba intervenire nella fase del controllo della produzione, contiene anche il numero d identificazione

Dettagli

PRIM SILICAT CH 10 L KAN

PRIM SILICAT CH 10 L KAN 1. IDENTIFICAZIONE DELLA SOSTANZA/PREPARATO E DELLA SOCIETÀ/DELL'IMPRESA Identificazione della sostanza o preparato Uso della sostanza/preparato Identificazione della società/dell'impresa Dipartimento

Dettagli

Istruzioni per l uso sicuro delle batterie al piombo-acido

Istruzioni per l uso sicuro delle batterie al piombo-acido Istruzioni per l uso sicuro delle batterie al piombo-acido Questo documento è stato redatto in collaborazione con la Commissione per gli Affari Ambientali di EUROBAT (maggio 2003) ed esaminato dai membri

Dettagli

PT-27. Torcia per il taglio con arco al plasma. Manuale di istruzioni (IT)

PT-27. Torcia per il taglio con arco al plasma. Manuale di istruzioni (IT) PT-27 Torcia per il taglio con arco al plasma Manuale di istruzioni (IT) 0558005270 186 INDICE Sezione/Titolo Pagina 1.0 Precauzioni per la sicurezza........................................................................

Dettagli

3. Passate la superficie con carta vetrata per facilitare la presa della colla.

3. Passate la superficie con carta vetrata per facilitare la presa della colla. Il lavoro di posa dei rivestimenti murali, è oggi, estremamente semplificato ed è una soluzione di ricambio interessante, in quanto applicare carta da parati non è più difficile che verniciare. Le spiegazioni

Dettagli

Termometro Infrarossi ad Alte Temperature con Puntatore Laser

Termometro Infrarossi ad Alte Temperature con Puntatore Laser Manuale d Istruzioni Termometro Infrarossi ad Alte Temperature con Puntatore Laser MODELLO 42545 Introduzione Congratulazioni per aver acquistato il Termometro IR Modello 42545. Il 42545 può effettuare

Dettagli

Effetti dell incendio sull uomo

Effetti dell incendio sull uomo Effetti dell incendio sull uomo ANOSSIA (a causa della riduzione del tasso di ossigeno nell aria) AZIONE TOSSICA DEI FUMI RIDUZIONE DELLA VISIBILITÀ AZIONE TERMICA Essi sono determinati dai prodotti della

Dettagli

CANTINA PRODUTTORI DI VALDOBBIADENE. REGISTRO DEI TRATTAMENTI CON PRODOTTI FITOSANITARI (DPR 23 aprile 2001 n 290 art 42) ANN0 2012

CANTINA PRODUTTORI DI VALDOBBIADENE. REGISTRO DEI TRATTAMENTI CON PRODOTTI FITOSANITARI (DPR 23 aprile 2001 n 290 art 42) ANN0 2012 CANTINA PRODUTTORI DI VALDOBBIADENE REGISTRO DEI TRATTAMENTI CON PRODOTTI FITOSANITARI (DPR 23 aprile 2001 n 290 art 42) ANN0 2012 NORME IGIENICO - SANITARIE I prodotti fitosanitari sono sostanze pericolose:

Dettagli

I Leader nella Tecnologia dell'agitazione. Agitatori ad Entrata Laterale

I Leader nella Tecnologia dell'agitazione. Agitatori ad Entrata Laterale I Leader nella Tecnologia dell'agitazione Agitatori ad Entrata Laterale Soluzione completa per Agitatori Laterali Lightnin e' leader mondiale nel campo dell'agitazione. Plenty e' il leader di mercato per

Dettagli

PER LA GESTIONE INFORMATIVO

PER LA GESTIONE INFORMATIVO Dipartimento Cardio-Toraco-Vascolare e di Area Critica Direttore Dott. L. Zucchi UNITA DI TERAPIA SEMINTENSIVA RESPIRATORIA (UTSIR) OPUSCOLO INFORMATIVO PER LA GESTIONE A DOMICILIO DELLA TRACHEOSTOMIA

Dettagli

SCHEDA DI SICUREZZA Gasolio

SCHEDA DI SICUREZZA Gasolio Data di emissione: 30/11/2008 Revisione 0 del 30/11/2008 1 Identificazione del prodotto e della società Nome del prodotto : GASOLIO Numero CAS: 68334-30-5 Impiego: carburante per motori a combustione interna,

Dettagli