Guida breve al Giardino e al Palazzo Rospigliosi-Pallavicini

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Guida breve al Giardino e al Palazzo Rospigliosi-Pallavicini"

Transcript

1 Guida breve al Giardino e al Palazzo Rospigliosi-Pallavicini Veduta aerea di Palazzo Rospigliosi in una foto del 1950 NOTE SULLE ORIGINI DEL GIARDINO SEGRETO DI MONTECAVALLO a cura di Nunzio Primavera La vasta area dove si trova Palazzo Pallavicini-Rospigliosi ha avuto come proprietario dal 1610 al 1616 il cardinale Scipione Borghese Caffarelli, "cardinal nepote" di Paolo V Borghese ( ). In quest'area il grande cardinale, famoso per la sua indefessa attività di accaparratore di opere d'arte e di patrimoni per la sua famiglia, oltre che di costruttore di palazzi, aveva voluto realizzare il suo "giardino di Montecavallo", proprio nei pressi del magnifico palazzo pontificio del Quirinale, per il quale suo zio Paolo V aveva dedicato grandi sforzi. Passione breve e costosissima per Scipione Borghese che vende dopo solo sette anni a Giovanni Angelo Altemps l'area del giardino e dei numerosi edifici presenti. Non si può parlare ancora, all'epoca, del grande palazzo che vediamo oggi e che nel suo assetto unitario ingloba diversi edifici, alcuni precedenti, altri voluti dal cardinale Borghese e altri che si devono ai successivi proprietari Altemps, Bentivoglio, Lante, Mazzarino e Pallavicini-Rospigliosi. Scipione Borghese abbandonerà il suo bel "giardino secreto" per il palazzo di Ripetta (il "Clavicembalo") e per la vigna al Pincio, dove oggi è

2 il museo Borghese. A queste fabbriche dedicherà sforzi notevoli, da vero amante dell'arte qual era. I risultati ne fanno ancora oggi, con il palazzo Borghese a Ripetta, la villa Borghese con il palazzo sede della Galleria Borghese e tutti gli edifici costruiti nell'area della "vigna", un patrimonio monumentale tra i più interessanti al mondo. Ma sia pure nei pochi anni in cui detiene la proprietà dell'area del Giardino di Montecavallo, Scipione Borghese è l'artefice soprattutto di due opere d'arte tra le più significative del bolognese Guido Reni: l'aurora con il carro di Apollo (dipinta al contrario affinché si specchi sul pavimento e consenta, quindi, di ammirare l'aurora dal verso giusto senza sforzo alcuno per i nobili ospiti) e il Pergolato realizzato assieme al fiammingo Paolo Brill. L'Aurora Pallavicini, una glorificazione di Scipione Borghese stesso nella figura di Apollo trionfante, è considerata una sorta di emblema di questo momento storico. Il Pergolato, popolato di animali e piante e da coppie di deliziosi puttini frammezzate dai fiori, era il cuore del giardino segreto del grande cardinale, autentico signore di Roma. Glorificava anch esso Scipione, secondo la simbologia rinascimentale attribuita a fiori e piante e nella lotta tra eros e antieros espressa nelle vele nel combattimento tra gli angioletti, che trovano la sublimazione nella pace, soltanto sotto i due simboli araldici dei Borghese: il fiore tagete e l aquila. Sono di mano di Guido Reni proprio gli angioletti sulle vele, ciascuna delle quali è stata realizzata in una sola giornata di lavoro e direttamente senza cartoni preparatori in quanto il pittore aveva fretta di partire per Bologna dove lo attendevano altre committenze. Alla mano di Paul Brill e dei suoi collaboratori si deve il pergolato con la fitta trama di tralci d uva e animali esotici, molti dei quali per il vecchio continente rappresentavano una autentica novità all epoca in cui furono dipinti in quanto giunti dalle Americhe da poco, come il tacchino e i pappagalli amazzonici. Anche in questo caso la collocazione degli animali rispecchia il concetto di contrapposizione tra bene e male in quanto gli animali positivi sono quelli raffigurati nella parte interna della loggia e quelli negativi in quella esterna. Prima ancora dell'acquisizione dell'area da parte del cardinale Scipione Borghese, la zona era occupata da notevoli resti di età classica relativi alle terme di Costantino che lo stesso cardinale, purtroppo distrusse con estrema disinvoltura per realizzare il suo hortus conclusus. 2

3 Era questa un'area di notevole interesse per gli uomini di cultura dell'epoca. Non è difficile immaginare Michelangelo Buonarroti a passeggio con Vittoria Colonna d Avalos in volontario e vedovile esilio a pochi passi, nel convento domenicano annesso a san Silvestro al Quirinale e non lontano dal confinante palazzo Colonna. Numerosi i fabbricati di rilievo che oggi non ci sono più: un Ginnasio greco, le case del Platina e di Pomponio Leto. Proprio sui ruderi delle Terme costantiniane si trovavano gli Eremiti di San Girolamo con la Chiesa di San Salvatore "de cornutis" demolita per far posto al giardino. Vi erano anche numerose ville del patriziato romano, scomparse completamente. Paolo V, lo zio pontefice di Scipione, durante tutto il pontificato, aveva dato un nuovo assetto a tutto il colle del Quirinale, a partire dal palazzo pontificio che Gregorio XIII aveva voluto come sede estiva dei papi, operando per riqualificarlo e farlo divenire quasi un secondo Vaticano e per dargli maggior fasto e solennità. In questa scia si innesta l'impresa di Scipione Borghese. Da una parte il palazzo ufficiale della rappresentanza pontificia del potere e dall'altra il giardino, inteso come luogo di delizie più profane che sacre, ma anche per la rappresentanza in occasioni ufficiali, come la visita del primo ambasciatore dall Oriente il cui ritratto troneggia a Palazzo Barberini. Scipione acquisisce, pezzo per pezzo, a partire dal 1610, l'area delle terme di Costantino. Ma da tempo si era dato da fare per avere i permessi per portarvi, da largo di Santa Susanna, l'acqua Felice dell'acquedotto di Sisto V. Il primo pezzo, dopo corteggiamento assiduo che durava da anni, era stato quello relativo al giardino e al Casino Biondo, lo acquista da Fabio Biondo Patriarca di Gerusalemme, maggiordomo del Papa e prefetto dei palazzi apostolici. Il "casino Biondo", che, nel palazzo, è quello dove si trova il bellissimo pergolato di Guido Reni, è l'area più antica dell'edificio e forse la più bella. Da notare le stelle degli Aldobrandini nelle antiche colonne nella parte esterna della loggia che fanno pensare che questo edificio in precedenza doveva essere stato parte della vicina Villa di questa famiglia che forse si estendeva fino alla sommità del Quirinale. Dopo questo acquisto, il dono da parte dello zio papa di una parte del palazzo Ferrero che si trovava nell'area che sta tra l'attuale Corte Costituzionale e vicolo del Mazzarino. Quindi nel 1611 altre piccole proprietà tra cui un torrione, alcune casette e, per 11 mila scudi a carico della Camera apostolica, la casa delle Zitelle del Rifugio, suore che furono 3

4 d'ufficio spostate a via della Dataria. La chiesa di San Gerolamo viene spregiudicatamente demolita con la scusa di allargare la strada verso il palazzo apostolico. Agli Eremitani che la gestivano viene concessa la chiesa dei santi Vincenzo e Anastasio a Trevi. Dopo tante disinvolte spoliazioni, il cardinal Scipione tributa alle suore Zitelle del Rifugio una donazione (ridicola rispetto a quanto aveva ottenuto) di mille scudi per farle più sollecitamente sloggiare verso via della Dataria. Un'altra zona acquistata fu quella di proprietà di un tale Tranquillo Ceci, relativa all'area verso il vicolo del Mazzarino. Quindi il Torrione dei Piccolomini e quello dei Colonna. Nel 1612 completata l'acquisizione dell'area necessaria per il giardino inizia l'opera di abbattimenti a cominciare dai due torrioni per realizzare i primi edifici a filo con il casino dell'aurora. Abbattimenti spregiudicati di opere certamente importanti, quali il notevole complesso termale di Costantino, che ha avuto bisogno nel 1614 dell'approvazione pontificia con un Breve di autorizzazione. Non aveva ancora completata l'acquisizione delle varie aree che già Scipione Borghese diede il via alle principali opere pittoriche. E comincia proprio con il casino del Patriarca Biondo dove nel 1611 è realizzato da Guido Reni e Paolo Brill il pergolato nella loggia (originariamente a cinque archi, poi a tre), che fungeva da passaggio tra il giardino segreto e il palazzo principale, del tutto recuperato nel nuovo edificio borghesiano, sia pure con modifiche notevoli. Poche tracce ci sono del complesso arboreo che costituiva il giardino e che non doveva essere roba da poco. Oltre al Casino Biondo, altri quattro erano i padiglioni, di piccola entità. Nella parte di giardino che scendeva verso la Suburra (più o meno dove ora è la Banca d'italia) fu realizzato il Casino Psiche, con scene tratte dalle Metamorfosi di Apuleio (distrutto dopo il 1870 per realizzare via Nazionale). Nel 1611 fu costruita anche la loggia delle muse e il teatro d'acqua con le statue del Po e del Tevere. Sempre nel 1611 viene iniziato il lavoro per la parte del giardino verso la piazza di Montecavallo con il Casino dell'aurora concluso alla fine del 1612, solo nel 1614 Guido Reni concluse la sua opera pittorica più famosa, in ritardo perché si attendeva lo sfratto delle Zitelle del Rifugio e la demolizione della Chiesa di san Gerolamo per avere la piena disponibilità dell'area. Contemporaneamente a queste opere Scipione Borghese inizia a interessarsi maggiormente delle fabbriche nella vigna al Pincio e presso il 4

5 porto di Ripetta, rispetto a quelle sul Quirinale. Una volta realizzato su Montecavallo il magnifico giardino e le logge mancava solo un palazzo per il quale si iniziarono a gettare le fondamenta per opera del Vasanzio e, forse, del Maderno. Un palazzo che però viene costruito con un impegno senza dubbio più modesto da parte di Scipione Borghese attento ad altre fabbriche, come detto. Nel 1616, l'8 maggio, avviene la vendita al duca Giovanni Angelo Altemps per 115 mila scudi. Nelle valutazioni: 200 scudi l'aurora di Reni, 520 le pitture di Tassi e Gentileschi, 247 quelle del Tempesta e 300 quelle del Cigoli nel casino delle Muse; la somma vertiginosa di 700 scudi per la Pergola. Viene descritto il giardino segreto: il 'palazzino di ritiramento' (il casino Biondo), la 'loggia da cenare' (il casino di Psiche), la 'loggia dell'aurora' con due stanzoni per banchetti e con la peschiera per le barche, 'il fontanone con il teatro d'acqua' e la 'loggia delle muse'. Molto poco si dice del palazzo, proprio perché appena terminato passa di mano senza quelle rifiniture che erano state invece dedicate dal Borghese ad altri edifici. Uno dei motivi per cui si è dovuto disfare del giardino di Montecavallo è stata, senza dubbio, la costosissima manutenzione. Lo stesso Altemps lo tiene per soli tre anni e lo rivende nel 1619 per 55 mila scudi al bolognese Enzio Bentivoglio, che lo dà al suo parente cardinal Guido, nunzio apostolico in Francia presso la corte di Luigi XIII. A questo periodo risalgono le opere di Giovanni Mannozzi da san Giovanni: i tre ratti di Europa, di Anfitrite e di Persefone e i fregi con paesi di Filippo D'Angelo e Pietro Paolo Bonzi al piano terra della parte Rospigliosi del Palazzo e altre tre opere sempre di Giovanni da San Giovanni nella parte Pallavicini: un Incendio di Troia, la Morte di Cleopatra e l'allegoria della Notte. Intorno al 1633 i Bentivoglio vendono ai Lante che a loro volta vendono nel 1641 al cardinale Giulio Mazzarino. Nel 1704 Filippo Mancini duca di Nevers, nipote di Mazzarino, vende ai Pallavicini Rospigliosi. Da ricordare che non lontano va ad abitare la sorella di Filippo, Maria Mancini, primo grande e mai dimenticato amore del Re Sole Luigi XIV; forzatamente sacrificata dal grande zio, primo ministro di Francia, alla ragion di Stato e mandata in sposa a 15 anni al Gran Connestabile Lorenzo Onofrio Colonna, nonostante il regale desiderio. Il giardino segreto che doveva avere visto chissà quante volte l inconsolabile Maria Mancini a passeggio con il 5

6 fratello Filippo, noto libertino, scompare quasi del tutto dopo il 1870 con l inconcepibile e assurdo sventramento avvenuto per i lavori di realizzazione di via Nazionale. I Pallavicini possiedono ancora il secondo piano del palazzo, il Casino dell'aurora e parte del giardino superstite. La parte Rospigliosi del palazzo è sede della Coldiretti. LA FAMIGLIA, IL PALAZZO E LA COLLEZIONE ROSPIGLIOSI-PALLAVICINI La famiglia Pallavicini era una delle prime di Genova e faceva parte del Libro d'oro della nobiltà ligure fin dal Uno degli esponenti, Nicolò, tra i suoi 22 figli ne ha tre che iniziano il ramo romano della famiglia nel 1600: Lazzaro, Stefano e Carlo. Lazzaro ( ) giunse ai più alti gradi della gerarchia ecclesiastica e fu eletto cardinale da papa Clemente IX Rospigliosi, di origine pistoiese. Si impegna molto per la sua famiglia e fa sposare sua nipote Maria Camilla, unica erede del fratello Stefano, con Giovan Battista Rospigliosi, nipote di Clemente IX. Ha inizio così la storia di una grande famiglia con origini ligure e toscana che, nei due rami Pallavicini e Rospigliosi, per divenire autenticamente romana, è strettamente legata alla storia del palazzo di Montecavallo. Preoccupazione del Cardinale Lazzaro Pallavicini è proprio quella di elevare il più possibile il ramo romano della famiglia. I pistoiesi Rospigliosi avevano anche loro desiderio di crescere in prestigio per cui si trovano ben d'accordo con le mire del porporato che, come prima iniziativa, si adopera con complicate operazioni per mantenere vivo il cognome Pallavicini. Viene stabilito infatti, per il presente e il futuro, che se i Rospigliosi vengono ad avere un solo figlio maschio questo deve portare anche il cognome Pallavicini, (un doppio cognome, insomma), con relativo titolo e beni legati al nome, fino alla nascita di un secondo figlio maschio che deve dare inizio al nuovo ramo dei Pallavicini di Roma. Nel caso in cui i Rospigliosi hanno una sola erede femmina questa deve legare il cognome e i beni dei Pallavicini al futuro marito e ai suoi discendenti. 6

7 Contemporaneamente, Lazzaro si impegna ad accrescere un notevole patrimonio di opere d'arte e a conquistare una residenza dignitosa per i suoi eredi. In un primo momento (1674), prima del palazzo sul Quirinale, acquista un palazzo dalla famiglia Barberini nella zona del Monte di Pietà, dalle parti di Campo de Fiori, che però, riaprendo la questione della residenza, viene restituito ai Barberini da Nicolò secondogenito di Maria Camilla Pallavicini e Giovan Battista Rospigliosi che nel 1694, come stabilito dalla regola, aveva assunto il cognome Pallavicini. Nel 1704 i Rospigliosi-Pallavicini acquistano il Palazzo sul Quirinale sistemando le collezioni d'arte così come oggi sono ancora collocate. Un palazzo che doveva essere sembrato all'altezza di una famiglia in ascesa, con un immenso giardino che si estendeva in tre ripiani verso la via dei Serpenti e la Chiesa di Sant'Agata dei Goti, in direzione dell attuale Banca d Italia e verso la Suburra. Dopo il periodo, breve ma intenso, in cui Scipione Borghese Caffarelli aveva arricchito le logge dell'aurora, delle Muse e di Psiche, il Teatro d'acqua e il Casino Biondo con le opere che abbiamo detto di Guido Reni, Paolo Brill e altri, solo il cardinale Guido Bentivoglio, tra quelli che hanno avuto la proprietà del palazzo si interessa ad arricchirlo con interessanti opere d'arte che abbiamo già indicato di Giovanni da san Giovanni sia al piano terra che al piano nobile, del Gobbo dei Carracci e Filippo d'angelo. Non molto fecero i Bentivoglio per arricchire il Palazzo dal punto di vista architettonico. Poi la vendita ai Lante e quindi al cardinale Giulio Mazzarino prima del E' comunque il primo ministro del Re Sole, con i suoi eredi, a estendere il palazzo verso sud ovest inglobando anche la loggia del pergolato nel palazzo. Nel 1704 i Pallavicini acquistando il palazzo dai Mancini, eredi del cardinale Mazzarino, lo ampliano verso sud e fanno costruire le scuderie con il palazzo dei famigli nel giardino principale. Avviene quasi subito la divisione del palazzo nelle due quote equivalenti Pallavicini e Rospigliosi che vige tuttora. Ai primi il piano nobile, il casino dell'aurora e quello delle Muse. Ai secondi il piano terra con il casino Biondo, il secondo piano (allora incompiuto) e il casino dei famigli. Le collezioni artistiche seguono la sorte dei due rami della famiglia. Inizia però una storia artistica di grande rilievo con un patrimonio rilevante rimasto pressoché integro nei due rami e arricchito per la munificenza di personaggi come San Carlo Borromeo che fa doni di opere 7

8 di grande valore alla nipote Giustina, sposa di Camillo Rospigliosi, figlio di Maria Camilla; la famiglia Colonna agli inizi dell'800, la cui erede Margherita Gioemi Colonna va sposa a Giulio Cesare Rospigliosi Pallavicini portando un terzo dei beni della illustre casata che si estingueva con le sue due sorelle nella linea diretta (un'altra delle due quote Colonna viene recuperata in seguito da Giulio Cesare per riunirlo ai beni della moglie Margherita e dividerlo equamente nelle solite due quote Pallavicini e Rospigliosi). Lungo tutto il 1700 e parte dell'800 è stato tutto un susseguirsi di accrescimenti delle gallerie e di problemi per la stabilizzazione della discendenza Pallavicini-Rospigliosi. Sono stati, appunto, Giulio Cesare Rospigliosi-Pallavicini e Margherita Colonna a rimettere in moto la divisione delle due famiglie com'era nelle intenzioni del loro antenato illustre cardinale Lazzaro Pallavicini. Il primogenito Clemente Rospigliosi e il secondo Francesco Pallavicini restaurarono i due cognomi e il possesso delle due proprietà nell'attuale situazione di fatto. LA QUADRERIA ROSPIGLIOSI Le collezioni artistiche, come dicevamo, subiscono identica sorte con divisione netta tra i due rami e la collocazione che si può ritrovare ancora oggi nell'ordine originario. Inizia però una storia artistica di grande rilievo con un patrimonio rilevante arricchito per la munificenza di personaggi come il cardinale Giulio Rospigliosi, poi papa Clemente IX, che già nella prima metà del '600 aveva iniziato a raccogliere opere d'arte; la famiglia Colonna agli inizi dell'800, la cui erede Margherita Gioemi Colonna va sposa a Giulio Cesare Rospigliosi Pallavicini portando un terzo dei beni della illustre casata che si estingueva con le sue due sorelle nella linea diretta (un'altra delle due quote Colonna viene recuperata in seguito da Giulio Cesare per riunirla ai beni della moglie Margherita e dividerla equamente nelle solite due quote Pallavicini e Rospigliosi). Lungo tutto il 1700 e parte dell'800 è stato tutto un susseguirsi di accrescimenti delle due collezioni e di problemi per la stabilizzazione della discendenza Pallavicini-Rospigliosi. La Collezione Rospigliosi accresciutasi per oltre due secoli contemporaneamente con la collezione Pallavicini, è senza dubbio una 8

9 delle collezioni romane più illustri e meno note, anche per gli storici dell'arte che non hanno mai avuto l'opportunità di conoscerla, e quindi studiarla, tutta insieme. Ignorata del tutto dal pubblico che non ha mai potuto visitarla. La collezione nasce nel decennio da Giulio Rospigliosi, intimo della cerchia dei cardinali Barberini, nipoti di Urbano VIII, amico dei Medici, autentico uomo d'arte, librettista ufficiale delle rappresentazioni teatrali che segnavano le più importanti occasioni mondane, diplomatiche, o tristi del Seicento. Mecenate che pose sotto la sua protezione artisti come Poussin e Claude Lorrain, Giacinto e Ludovico Gimignani, Mattia Preti giovane. Eminente uomo di stato, Cardinale segretario di Stato, nunzio in Spagna e papa, per due soli anni fino al La Collezione si compone di 123 dipinti e di dieci sculture antiche, i sopravvissuti della collezione (che nel Settecento, con la collezione Pallavicini, è arrivata a circa 700 opere). Solo 21 dipinti, il fior fiore della collezione, sono stati esposti nel Le 123 opere (87 dipinti con autore; 36 anonimi; dieci sculture: due rilievi, sette busti, un puttino su delfino) che costituiscono 'La collezione Rospigliosi' sono interessantissime e sono sopravvissute alla dispersione delle due vendite all'asta del per turare il dissesto economico della famiglia. Tra gli autori principali della collezione Luca Giordano, Van Dyck e Guercino. L'opera di Luca Giordano è un dipinto inedito di 200 per 255 cm con 'La fuga di Elena', ''primissima produzione'' di meta' Seicento. Il van Dyck autografo (non una copia come si riteneva) è una 'Santa Rosalia' di 160 per 170 cm. Il Guercino sconosciuto (i Guercino della Rospigliosi sono otto, fra originali, copie e imitatori) è 'San Francesco in preghiera'. L altro Guercino importante e dalla prorompente bellezza è la 'Flora' dal seno scoperto, uno ''splendido autografo'' del 1642, che è l autentico testimonial della collezione. E' un dipinto anche di grandi dimensioni (203 per 234 cm), uno dei più belli in assoluto del pittore di Cento nel quale il fratello, Paolo Antonio, è intervenuto nei fiori e nella ghirlanda. Il restauro del 1997 ha liberato il paesaggio sulla sinistra, il tocco leggero sull'albero, il ''cielo trascolorante di bagliori e nuvole rosate''. Dalla bottega del Guercino è uscito il dipinto con la 'Fruttivendola con bambino', ''di grande interesse come tela a più mani''. Di Mattia Preti (col fratello Gregorio) c'è un giovanile 'Cristo e Pilato', dal taglio insolito (131 per 295 cm), dai toni del ''blu e del grigio argenteo, accesi da squillanti punti di luce sui visi e sul gruppo del Cristo''. 9

10 Il restauro ha salvato 'L'ebrezza di Noè', opera della bottega di Andrea Sacchi (215 per 286 cm) che aveva subito manomissioni pesanti. Fra i dipinti a soggetto religioso spiccano nella collezione una 'Fuga in Egitto' di Giuseppe Chiari (dai colori limpidi e squillanti con la scenetta di San Giuseppe che spinge l'asino che non ne vuole sapere di avanzare); la 'Sacra Famiglia', un piccolo olio su rame firmato da Sebastiano Conca. Fra quelli a soggetto storico, 'Ester sviene davanti ad Assuero', l' ''opera più bella'' di Ludovico Gimignani in cui il recente restauro ha scoperto sotto il manto del re la figura di un paggio che poi Gimignani ha del tutto cancellata. È evidente in questa opera la lezione appresa a Venezia da Paolo Veronese autore dello stesso soggetto che si trova alla Galleria degli Uffizi a Firenze. Interessante l ambientazione scenografica sfarzosa propria della pittura veneta del Fra i soggetti mitologici un altro dipinto della collezione fino a poco tempo fa sconosciuto è 'Cefalo e Procri', che potrebbe essere del fiorentino Simone Pignoni. Tre i ritratti di eccezionale valore artistico. Un cardinale Fabroni di Benedetto Luti; 'Ragazzo con levriero' in cui il protagonista è il bellissimo cane, opera a quattro mani di Ludovico Gimignani e del fiammingo David de Coninck, ''animalista''; 'Vincenzo Rospigliosi' di Ferdinand Voet, dalla parrucca montata come una panna e con le velature sottilissime di colore, lo sguardo diretto e ironico; eccezionale anche la cornice in tartaruga. Fra i dipinti di genere notevoli i paesaggi di fiamminghi: l'aventino, il Colosseo di Johann van Bloemen detto l'orizzonte; il paesaggio costiero con nubi e luci di Paul Brill. Importanti le nature morte: due di Abraham Brueghel III (la seconda è di bottega), ma soprattutto 'Natura morta con mele, melograne, uva e un uomo'. L'autore dovrebbe essere il Maestro del Metropolitan (anche qui non più l'attribuzione precedente): ''Il suo colore tutto a spessore, ma al tempo stesso libero e sgranato'' fa pensare agli impressionisti. Uno dei dipinti più belli della collezione. Chiudono la serie dei 'generi' due battaglie di Jacques Courtois, ''battaglista'' fra i più apprezzati del Seicento. 10

Gli altri Saloni. 9 / 30 settembre 2012

Gli altri Saloni. 9 / 30 settembre 2012 9 / 30 settembre 2012 Il progetto 2012 Il progetto 2012 di DimoreDesign, sulla scia del successo dell edizione 2011, ne riprende e amplia l obiettivo fondamentale di rendere fruibile il patrimonio artistico,

Dettagli

Dimore di La o. Ville, Castelli, Parchi e Personaggi della sponda piemontese del Lago Maggiore. Scenari S.r.l. - Andrea Lazzarini Editore

Dimore di La o. Ville, Castelli, Parchi e Personaggi della sponda piemontese del Lago Maggiore. Scenari S.r.l. - Andrea Lazzarini Editore g Dimore di La o Ville, Castelli, Parchi e Personaggi della sponda piemontese del Lago Maggiore Scenari S.r.l. - Andrea Lazzarini Editore Dimore di Lago Dimore di Lago, terzo volume storico della Collana

Dettagli

La rappresentazione dello spazio nel mondo antico

La rappresentazione dello spazio nel mondo antico La rappresentazione dello spazio nel mondo antico L esigenza di creare uno spazio all interno del quale coordinare diversi elementi figurativi comincia a farsi sentire nella cultura egizia e in quella

Dettagli

Fondazione Memofonte onlus Studio per l elaborazione informatica delle fonti storico-artistiche

Fondazione Memofonte onlus Studio per l elaborazione informatica delle fonti storico-artistiche c. 1 Illustrissimi signori Per la maggior facilità e chiarezza della stima dei mobili del patrimonio dell illustrissimo signor marchese bali Vincenzio Riccardi, incaricatami con il decreto delle signorie

Dettagli

Che cosa è un museo: storia, finalità, organizzazione l ecomuseo

Che cosa è un museo: storia, finalità, organizzazione l ecomuseo Che cosa è un museo: storia, finalità, organizzazione l ecomuseo La storia del museo Il Museo deriva il suo nome da quello delle Muse, personaggi della mitologia greca. Le Muse erano 9 ed erano figlie

Dettagli

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI La mia casa ideale è vicino al mare. Ha un salotto grande e luminoso con molte poltrone comode e un divano grande e comodo.

Dettagli

Tavola n. 20 Titolo: Peccato che sia una puttana Anno di produzione 2014 Tecnica mista su cartoncino Dimensioni: 55 cm x 34,5 Costo: 2850 euro

Tavola n. 20 Titolo: Peccato che sia una puttana Anno di produzione 2014 Tecnica mista su cartoncino Dimensioni: 55 cm x 34,5 Costo: 2850 euro Tavola n. 20 Titolo: Peccato che sia una puttana Dimensioni: 55 cm x 34,5 Costo: 2850 euro Tavola n. 30 Titolo: Presunte avventure di Lucrezia e Cesare Dimensioni: 50 cm x 35 cm Costo: 2625 euro Tavola

Dettagli

VOLUME 2 CAPITOLO 2 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE. Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: ... ... ... ... ... ...

VOLUME 2 CAPITOLO 2 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE. Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: ... ... ... ... ... ... LA CITTÀ VOLUME 2 CAPITOLO 2 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE 1. Parole per capire Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: città... città industriale... pianta della città...

Dettagli

IL CIELO PER GLI ANTICHI I fenomeni celesti più appariscenti e l influsso che hanno avuto sulla storia

IL CIELO PER GLI ANTICHI I fenomeni celesti più appariscenti e l influsso che hanno avuto sulla storia IL CIELO PER GLI ANTICHI I fenomeni celesti più appariscenti e l influsso che hanno avuto sulla storia Affronteremo un breve viaggio per scoprire il significato che la volta celeste aveva per i popoli

Dettagli

NEOCLASSICISMO. Vol III, pp. 532-567

NEOCLASSICISMO. Vol III, pp. 532-567 NEOCLASSICISMO Vol III, pp. 532-567 567 Le premesse L illuminismo La rivoluzione industriale La rivoluzione francese Neoclassicismo il fascino dell antico Dagli inizi del Settecento a Roma si aprono vari

Dettagli

ECONOMIA E SOCIETÀ NEL MONDO ROMANO-GERMANICO

ECONOMIA E SOCIETÀ NEL MONDO ROMANO-GERMANICO 1 2. Economia e società nel mondo romano-germanico. ECONOMIA E SOCIETÀ NEL MONDO ROMANO-GERMANICO mondo romano germanico mondo bizantino mondo arabo Cartina 1 UN MONDO CON MOLTI BOSCHI, POCHI UOMINI E

Dettagli

Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone opere e di intensa carità. Papa Giovanni XXIII (28 dicembre 1958)

Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone opere e di intensa carità. Papa Giovanni XXIII (28 dicembre 1958) NOTIZIARIO PARROCCHIALE Anno XC - N 8 dicembre 2012 - L Angelo in Famiglia Pubbl. mens. - Sped. abb. post. 50% Bergamo Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone

Dettagli

Sac. Don Giuseppe Pignataro. L oratorio: centro del suo cuore

Sac. Don Giuseppe Pignataro. L oratorio: centro del suo cuore Sac. Don Giuseppe Pignataro L oratorio: centro del suo cuore L'anima del suo apostolato di sacerdote fu l'oratorio: soprattutto negli anni di Resina, a Villa Favorita per circa un decennio, dal 1957 al

Dettagli

====================================================== GIOVEDI SANTO (MESSA DEL CRISMA) ======================================================

====================================================== GIOVEDI SANTO (MESSA DEL CRISMA) ====================================================== -------------------------------------------------- LA LITURGIA DEL GIORNO www.lachiesa.it/liturgia ====================================================== GIOVEDI SANTO (MESSA DEL CRISMA) ======================================================

Dettagli

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco Sul far della sera la famiglia si riunisce in casa per la preghiera. Ove fosse possibile si suggerisce di

Dettagli

ISERNIA. Il ponte ferroviario

ISERNIA. Il ponte ferroviario ISERNIA Caparbia, questo sembra Isernia: quanta determinazione dev essere costato far arrivare il treno nella parte alta della città, quanta opera di convincimento per ottenere un viadotto così grandioso

Dettagli

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di 1 Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di N. e N. 2 Celebrare un anniversario non significa rievocare in modo nostalgico una avvenimento del passato, ma celebrare nella lode e nel rendimento

Dettagli

INCOLLARE DIPINTO ANNUNCIO AI PASTORI DI SANO DI PIETRO

INCOLLARE DIPINTO ANNUNCIO AI PASTORI DI SANO DI PIETRO INCOLLARE DIPINTO ANNUNCIO AI PASTORI DI SANO DI PIETRO Rallegrati Maria Dal vangelo di Luca (1, 26-38) 26 Al sesto mese, l angelo Gabriele fu mandato da Dio in una città della Galilea, chiamata Nàzaret,

Dettagli

DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI. Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013

DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI. Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013 DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013 Cari catechisti, buonasera! Mi piace che nell Anno della fede ci

Dettagli

Dov eri e cosa facevi?

Dov eri e cosa facevi? Funzioni comunicative Produzione libera 15 marzo 2012 Livello B1 Dov eri e cosa facevi? Funzioni comunicative Descrivere, attraverso l uso dell imperfetto, azioni passate in corso di svolgimento. Materiale

Dettagli

Studio Immobiliare Regina srl Via Villa della Regina n 1 10131 Torino

Studio Immobiliare Regina srl Via Villa della Regina n 1 10131 Torino Cantiere Pastiglie Leone Rita Miccoli Cell. 335.80.22.975 r.miccoli@studioimmobiliareregina.it www.studioimmobiliareregina.it Studio Immobiliare Regina srl Via Villa della Regina n 1 10131 Torino RINASCE

Dettagli

la storia Il luogo: Accademia Brera Castello Sforzesco Piazza alla Scala Duomo Palazzo di Giustizia Università Statale Chiostri Umanitaria

la storia Il luogo: Accademia Brera Castello Sforzesco Piazza alla Scala Duomo Palazzo di Giustizia Università Statale Chiostri Umanitaria Il luogo: la storia Castello Sforzesco Accademia Brera Montenapoleone Il complesso dei Chiostri dell Umanitaria nasce insieme all adiacente Chiesa di Santa Maria della Pace, voluta da Bianca di Visconti

Dettagli

CHE COS È L INDULGENZA?

CHE COS È L INDULGENZA? CHE COS È L INDULGENZA? La dottrina dell'indulgenza è un aspetto della fede cristiana, affermato dalla Chiesa cattolica, che si riferisce alla possibilità di cancellare una parte ben precisa delle conseguenze

Dettagli

STRUTTURE RESIDENZIALI PER ANZIANI. Indirizzo Telefono e Fax E-mail Tipologia Accreditamento. ilgignoro@diaconia valdese.org. Tel.

STRUTTURE RESIDENZIALI PER ANZIANI. Indirizzo Telefono e Fax E-mail Tipologia Accreditamento. ilgignoro@diaconia valdese.org. Tel. Denominazione Anna Lapini - Povere glie dalle Sacre Stimmate Il Gignoro - C.S.D. Diaconia Valdese orentina L. F. Orvieto - Suore Passioniste Paolo VI - glie della carità di San Vincenzo de Paoli Santa

Dettagli

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Commento al Vangelo Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione fra Luca Minuto Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Dal Vangelo secondo Matteo In quel tempo, gli undici discepoli andarono in Galilea, sul monte

Dettagli

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento.

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento. DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento Anno 2014 (B) E nato per tutti; è nato per avvolgere il mondo in un abbraccio

Dettagli

NEL 1600. Ma la prima metà del '600 fu dominata dalla guerra dei Trent'anni. combattuta dal 1618 al 1648

NEL 1600. Ma la prima metà del '600 fu dominata dalla guerra dei Trent'anni. combattuta dal 1618 al 1648 NEL 1600 1. c'erano Stati che avevano perso importanza = SPAGNA ITALIA- GERMANIA 2. altri che stavano acquisendo importanza = OLANDA INGHILTERRA FRANCIA Ma la prima metà del '600 fu dominata dalla guerra

Dettagli

A NE T O I S AZ I C O S VE AS

A NE T O I S AZ I C O S VE AS ASSOCIAZIONE VESTA L'Associazione Culturale Vesta nasce nel 2013 dall idea di creare un laboratorio di idee destinate alla fruizione e alla valorizzazione del patrimonio storico, culturale e naturalistico

Dettagli

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso LIBERI PENSIERI PER LIBERI SENTIMENTI La riflessione circa In viaggio verso l incontro come ci è stato proposto, nasce attorno alla lettura del romanzo : C è nessuno?

Dettagli

Con Rikke nei Parchi d Abruzzo di Kristiina Salmela

Con Rikke nei Parchi d Abruzzo di Kristiina Salmela di Kristiina Salmela Gole di Fara San Martino (CH) Hei! Ciao! Sono un bel TONTTU - uno gnometto mezzo finlandese mezzo abruzzese, e mi chiamo Cristian alias Rikke. Più di sei anni fa sono nato nel Paese

Dettagli

Tredici fotografi per un itinerario pasoliniano (e altre storie) a cura di Italo Zannier. Savignano SI FEST 2014. di Marcello Tosi

Tredici fotografi per un itinerario pasoliniano (e altre storie) a cura di Italo Zannier. Savignano SI FEST 2014. di Marcello Tosi Tredici fotografi per un itinerario pasoliniano (e altre storie) Savignano SI FEST 2014 a cura di Italo Zannier di Io sono una forza della natura.. Io sono una forza del Passato. Solo nella tradizione

Dettagli

Bambini vecchiette signori e signore venite a giocare con tutti i colori (2 volte)

Bambini vecchiette signori e signore venite a giocare con tutti i colori (2 volte) La canzone dei colori Rosso rosso il cane che salta il fosso giallo giallo il gallo che va a cavallo blu blu la barca che va su e giù blu blu la barca che va su e giù Arancio arancio il grosso cappello

Dettagli

Dalla lettura di una poesia del libro di testo. Un ponte tra i cuori

Dalla lettura di una poesia del libro di testo. Un ponte tra i cuori 1 Dalla lettura di una poesia del libro di testo Un ponte tra i cuori Manca un ponte tra i cuori, fra i cuori degli uomini lontani, fra i cuori vicini, fra i cuori delle genti, che vivono sui monti e sui

Dettagli

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI (Gv 3, 17b) Ufficio Liturgico Diocesano proposta di Celebrazione Penitenziale comunitaria nel tempo della Quaresima 12 1 2 11 nella lode perenne del tuo nome

Dettagli

Adorazione Eucaristica. Dio ci ama

Adorazione Eucaristica. Dio ci ama Adorazione Eucaristica a cura di Don Luigi Marino Guida: C è un esperienza che rivela il potere unificante e trasformante dell amore, ed è l innamoramento, descritto in modo splendido nel Cantico dei Cantici.

Dettagli

7ª tappa È il Signore che apre i cuori

7ª tappa È il Signore che apre i cuori Centro Missionario Diocesano Como 7 incontro di formazione per commissioni, gruppi e associazioni missionarie 3 anno Aprile 2009 Paolo: la Parola di Dio non è incatenata 7ª tappa È il Signore che apre

Dettagli

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7.

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 2 Dov è Piero Ferrari e perché non arriva E P I S O D I O 25 Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 1 Leggi più volte il testo e segna le risposte corrette. 1. Piero abita in un appartamento

Dettagli

Corona Biblica. per chiedere a Dio, per intercessione di Maria santissima, il dono della maternità e della paternità

Corona Biblica. per chiedere a Dio, per intercessione di Maria santissima, il dono della maternità e della paternità Corona Biblica per chiedere a Dio, per intercessione di Maria santissima, il dono della maternità e della paternità Imprimatur S. E. Mons. Angelo Mascheroni, Ordinario Diocesano Curia Archiepiscopalis

Dettagli

PROVA DI MATEMATICA - Scuola Primaria - Classe Quinta

PROVA DI MATEMATICA - Scuola Primaria - Classe Quinta Rilevazione degli apprendimenti PROVA DI MATEMATICA - Scuola Primaria - Classe Quinta Anno Scolastico 2011 2012 PROVA DI MATEMATICA Scuola Primaria Classe Quinta Spazio per l etichetta autoadesiva ISTRUZIONI

Dettagli

23 APRILE 2015 L IDEA

23 APRILE 2015 L IDEA IL PROGETTO 23 APRILE 2015 L IDEA Il 23 aprile è la Giornata mondiale del libro e del diritto d autore, è il giorno di San Giorgio a Barcellona, è il giorno della World Book Night in Inghilterra, è il

Dettagli

Quanti nuovi suoni, colori e melodie, luce vita e gioia ad ogni creatura splende la sua mano forte e generosa, perfetto è ciò che lui fa

Quanti nuovi suoni, colori e melodie, luce vita e gioia ad ogni creatura splende la sua mano forte e generosa, perfetto è ciò che lui fa TUTTO CIO CHE FA Furon sette giorni così meravigliosi, solo una parola e ogni cosa fu tutto il creato cantava le sue lodi per la gloria lassù monti mari e cieli gioite tocca a voi il Signore è grande e

Dettagli

È uno Stato unitario dal 1861, una Repubblica dal 1948. Oggi l Italia ha una popolazione di circa 57 milioni. È un paese con 20 regioni.

È uno Stato unitario dal 1861, una Repubblica dal 1948. Oggi l Italia ha una popolazione di circa 57 milioni. È un paese con 20 regioni. È uno Stato unitario dal 1861, una Repubblica dal 1948. Oggi l Italia ha una popolazione di circa 57 milioni. È un paese con 20 regioni. 8 regioni settentrionali: il Piemonte (Torino), la Val d Aosta (Aosta),

Dettagli

DALL ALTRA PARTE DEL MARE

DALL ALTRA PARTE DEL MARE PIANO DI LETTURA dai 9 anni DALL ALTRA PARTE DEL MARE ERMINIA DELL ORO Illustrazioni di Giulia Sagramola Serie Arancio n 149 Pagine: 128 Codice: 566-3278-1 Anno di pubblicazione: 2013 L AUTRICE La scrittrice

Dettagli

Nascita di Gesù (Dal Vangelo di Luca)

Nascita di Gesù (Dal Vangelo di Luca) Nascita di Gesù (Dal Vangelo di Luca) [1]In quei giorni un decreto di Cesare Augusto ordinò che si facesse il censimento di tutta la terra. Questo primo censimento fu fatto quando era governatore della

Dettagli

SANTA MESSA IN ONORE ED ALLA PRESENZA DI SUA EMINENZA REVERENDISSIMA IL CARDINALE LUIGI DE MAGISTRIS CAGLIARI, 22-02-2015

SANTA MESSA IN ONORE ED ALLA PRESENZA DI SUA EMINENZA REVERENDISSIMA IL CARDINALE LUIGI DE MAGISTRIS CAGLIARI, 22-02-2015 ORDINE DEI SANTI MAURIZIO E LAZZARO Delegazione Gran Magistrale della Sardegna SANTA MESSA IN ONORE ED ALLA PRESENZA DI SUA EMINENZA REVERENDISSIMA IL CARDINALE LUIGI DE MAGISTRIS CAGLIARI, 22-02-2015

Dettagli

Siamo una Fondazione di partecipazione dal settembre 2010. Soci Fondatori. - Azienda di Servizi Ambientali Quadrifoglio S.p.A.

Siamo una Fondazione di partecipazione dal settembre 2010. Soci Fondatori. - Azienda di Servizi Ambientali Quadrifoglio S.p.A. 01 Siamo una Fondazione di partecipazione dal settembre 2010 Soci Fondatori - Azienda di Servizi Ambientali Quadrifoglio S.p.A. - Associazione Partners di Palazzo Strozzi Promossa da 02 MISSION Volontariato

Dettagli

La Buona Novella: Dio ha mandato il suo Figlio

La Buona Novella: Dio ha mandato il suo Figlio CREDO IN GESÙ CRISTO, IL FIGLIO UNIGENITO DI DIO La Buona Novella: Dio ha mandato il suo Figlio Incominciamo a sfogliare il Catechismo della Chiesa Cattolica. Ce ne sono tante edizioni. Tra le mani abbiamo

Dettagli

Il rosario è composto da quattro corone. A ognuna di queste sono relazionati 5 misteri della vita terrena di Cristo:

Il rosario è composto da quattro corone. A ognuna di queste sono relazionati 5 misteri della vita terrena di Cristo: universale viva in ogni popolo. Ogni giorno, da soli, in famiglia o in comunità, insieme con Maria, la Madre di Dio e dell umanità, percorriamo i continenti per seminarvi la preghiera e il sacrificio,

Dettagli

CASTEL SANT ANGELO SALA PAOLINA TUTT ALTRA ITALIA IO SOGNAVO PUBBLICATO IL 25 OTT 2010 Data Evento: da 08/11/2010 a 03/04/2011

CASTEL SANT ANGELO SALA PAOLINA TUTT ALTRA ITALIA IO SOGNAVO PUBBLICATO IL 25 OTT 2010 Data Evento: da 08/11/2010 a 03/04/2011 Roma CASTEL SANT ANGELO SALA PAOLINA TUTT ALTRA ITALIA IO SOGNAVO PUBBLICATO IL 25 OTT 2010 Data Evento: da 08/11/2010 a 03/04/2011 Castel Sant Angelo Sala Paolina Mostra su Giuseppe Garibaldi Tutt altra

Dettagli

Una Pulce sull Albero di Babbo Natale?

Una Pulce sull Albero di Babbo Natale? Una Pulce sull Albero di Babbo Natale? Copione natalizio in rima per i bambini della Scuola dell Infanzia. Autore: Silvia Di Castro (Bisia) UNA PULCE SULL ALBERO DI BABBO NATALE? 1 Copione natalizio in

Dettagli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli Siamo abituati a pensare al Natale come una festa statica, di pace, tranquillità, davanti

Dettagli

2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA

2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA 2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA Discorso del Prefetto Angelo Tranfaglia Piazza Maggiore Bologna, 2 giugno 2013 Autorità, cittadini tutti di Bologna e della sua provincia, un cordiale saluto a tutti.

Dettagli

LISTE REGIONALI LISTE PROVINCIALI

LISTE REGIONALI LISTE PROVINCIALI LISTE REGIONALI SEZ. 1 SEZ. 2 SEZ.3 SEZ.4 SEZ. 5 SEZ. 6 SEZ. 7 SEZ. 8 SEZ. 9 SEZ. 10 SEZ. 11 SEZ. 12 SEZ. 13 TOTALE LISTA N. 1 CANCELLERI Giovanni Carlo 72 103 104 106 70 53 90 91 59 86 77 89 96 1096 LISTA

Dettagli

El valor de ser padre y de ser madre -----

El valor de ser padre y de ser madre ----- El valor de ser padre y de ser madre ----- San Luis, 27 de Octubre 2012 Vengo da un continente dove esiste una vera crisi della paternità. La figura del padre non è molto precisa, la sua autorità naturale

Dettagli

Scuola fiorentina. Figura 1: Scuola del Cuoio nel 1950. Figura 3: Il corridoio della Scuola del Cuoio nel 1950 ed oggi

Scuola fiorentina. Figura 1: Scuola del Cuoio nel 1950. Figura 3: Il corridoio della Scuola del Cuoio nel 1950 ed oggi La Scuola del Cuoio è stata fondata dopo la Seconda Guerra Mondiale grazie alla collaborazione dei Frati Francescani Minori Conventuali della Basilica di Santa Croce e delle famiglie Gori e Casini, artigiani

Dettagli

Livello CILS A2. Test di ascolto

Livello CILS A2. Test di ascolto Livello CILS A2 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

NATALE SARA. Come sempre Natale sarà una festa, una grande magia, per svegliare la tua fantasia giù dal cielo un bel sogno verrà.

NATALE SARA. Come sempre Natale sarà una festa, una grande magia, per svegliare la tua fantasia giù dal cielo un bel sogno verrà. NATALE SARA Su nel cielo che gran movimento, su tra gli angeli del firmamento: quelli addetti agli effetti speciali si rimboccano tutti le ali. C'è chi pensa ai fiocchetti di neve, chi compone una musica

Dettagli

storia dell umanità sarebbe veramente molto triste.

storia dell umanità sarebbe veramente molto triste. FIGLI DI DIO Cosa significa essere un figlio di Dio? E importante essere figli di Dio? Se sono figlio di Dio che differenza fa nella mia vita quotidiana? Queste sono questioni importanti ed è fondamentale

Dettagli

Romite Ambrosiane Monastero di S. Maria del Monte sopra Varese

Romite Ambrosiane Monastero di S. Maria del Monte sopra Varese Romite Ambrosiane Monastero di S. Maria del Monte sopra Varese Celebriamo Colui che tu, o Vergine, hai portato a Elisabetta Sulla Visitazione della beata vergine Maria Festa del Signore Appunti dell incontro

Dettagli

Guai a me se non predicassi il Vangelo

Guai a me se non predicassi il Vangelo Guai a me se non predicassi il Vangelo (1 Cor 9,16) Io dunque corro 1 Cor 9,26 La missione del catechista come passione per il Vangelo Viaggio Esperienza L esperienza di Paolo è stata accompagnata da un

Dettagli

Laboratorio lettura. 8) Gli animali del carro sono: Leggi il libro Ma dov è il Carnevale?, poi esegui le consegne. Veri

Laboratorio lettura. 8) Gli animali del carro sono: Leggi il libro Ma dov è il Carnevale?, poi esegui le consegne. Veri Laboratorio lettura Leggi il libro Ma dov è il Carnevale?, poi esegui le consegne. 1) Quali anilmali sono i protagonisti della storia? 2) Che cosa fanno tutto l anno? 3) Perché decidono di scappare dal

Dettagli

IL DIALOGO NELL ARTE - L ARTE DEL DIALOGO

IL DIALOGO NELL ARTE - L ARTE DEL DIALOGO IL DIALOGO NELL ARTE - L ARTE DEL DIALOGO P. F. Fumagalli, 31.10.2104 Il Dialogo è una componente essenziale dell essere umano nel mondo, in qualsiasi cultura alla quale si voglia fare riferimento: si

Dettagli

KATE OTTEN Sudafrica

KATE OTTEN Sudafrica Creare edifici che nutrano lo spirito umano e ispirino l immaginazione. Raggiungere l eccellenza architettonica nel contesto specifico dell Africa. Trovare una risposta adeguata alle peculiarità di ogni

Dettagli

Il paracadute di Leonardo

Il paracadute di Leonardo Davide Russo Il paracadute di Leonardo Il sogno del volo dell'uomo si perde nella notte dei tempi. La storia è piena di miti e leggende di uomini che hanno sognato di librarsi nel cielo imitando il volo

Dettagli

LEGGERE UN OPERA D ARTE. Come individuare gli indicatori di periodo storico, stile e artista

LEGGERE UN OPERA D ARTE. Come individuare gli indicatori di periodo storico, stile e artista LEGGERE UN OPERA D ARTE Come individuare gli indicatori di periodo storico, stile e artista Cos è un opera d arte Leggere un opera d arte 2 Leggere un opera d arte 3 Cos è un opera d arte In origine arte

Dettagli

Scuola primaria di Avio Anno scolastico 2010-11 Classe IV^A Istituto Comprensivo di Avio Biblioteca Comunale di Avio. Quell imbroglione di Mazalorsa

Scuola primaria di Avio Anno scolastico 2010-11 Classe IV^A Istituto Comprensivo di Avio Biblioteca Comunale di Avio. Quell imbroglione di Mazalorsa Scuola primaria di Avio Anno scolastico 2010-11 Classe IV^A Istituto Comprensivo di Avio Biblioteca Comunale di Avio Quell imbroglione di Mazalorsa Autori e illustratori CAMPOSTRINI GABRIELE MABBONI EMILIANO

Dettagli

PRESENT past A V A N G U A R D I A E S T I L E N E L L A C O S T R U Z I O N E

PRESENT past A V A N G U A R D I A E S T I L E N E L L A C O S T R U Z I O N E past PRESENT A V A N G U A R D I A E S T I L E N E L L A C O S T R U Z I O N E Anni di esperienza e di tradizione nel settore dell edilizia, sono le nostre più care prerogative per offrire sempre il meglio

Dettagli

Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna...

Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna molto probabilmente avrei un comportamento diverso. Il mio andamento scolastico non è dei migliori forse a causa dei miei interessi (calcio,videogiochi, wrestling ) e forse mi applicherei

Dettagli

a Mons. Josef Clemens, Città del Vaticano

a Mons. Josef Clemens, Città del Vaticano 1 Parole di saluto all apertura della mostra di Pittura «Vi sia la luce» Galleria dell Istituto Portoghese di Sant Antonio in Roma 21 maggio 2008, ore 18. 30 a Mons. Josef Clemens, Città del Vaticano Eccellenza,

Dettagli

Oleggio, 25/12/2009. Natività- Dipinto del Ghirlandaio

Oleggio, 25/12/2009. Natività- Dipinto del Ghirlandaio 1 Oleggio, 25/12/2009 NATALE DEL SIGNORE Letture: Isaia 9, 1-6 Salmo 96 Tito 2, 11-14 Vangelo: Luca 2, 1-14 Cantori dell Amore Natività- Dipinto del Ghirlandaio Ci mettiamo alla Presenza del Signore, in

Dettagli

5ª tappa L annuncio ai Giudei

5ª tappa L annuncio ai Giudei Centro Missionario Diocesano Como 5 incontro di formazione per commissioni, gruppi e associazioni missionarie 3 anno Febbraio 09 Paolo: la Parola di Dio non è incatenata 5ª tappa L annuncio ai Giudei Pagina

Dettagli

SE IO FOSSI UN ALBERO E INVENTASSI UNA STORIA DAL MIO DISEGNO...TI RACCONTEREI CHE...

SE IO FOSSI UN ALBERO E INVENTASSI UNA STORIA DAL MIO DISEGNO...TI RACCONTEREI CHE... SE IO FOSSI UN ALBERO E INVENTASSI UNA STORIA DAL MIO DISEGNO...TI RACCONTEREI CHE... Una volta si fece la festa degli alberi nel bosco e io e una bimba, che non lo sapevo chi era, giocavamo con gli alberi

Dettagli

APPUNTAMENTO CON GLI ITINERARI DI SPIRITUALITA E INCONTRI ECUMENICI INTERRELIGIOSI

APPUNTAMENTO CON GLI ITINERARI DI SPIRITUALITA E INCONTRI ECUMENICI INTERRELIGIOSI APPUNTAMENTO CON GLI ITINERARI DI SPIRITUALITA E INCONTRI ECUMENICI INTERRELIGIOSI PELLEGRINAGGIO IN TERRA SANTA con visita della Samaria e dei Monasteri della Palestina dal 28 Maggio al 4 Giugno 2015

Dettagli

Via del Fagutale? Adesso ne possiamo parlare

Via del Fagutale? Adesso ne possiamo parlare Via del Fagutale? Adesso ne possiamo parlare 1 Via del Fagutale? Adesso ne possiamo parlare.. 1. LA RAPPRESENTAZIONE DEI MEDIA Dal 23 aprile 2010 dai mezzi di comunicazione italiani, tramite: Agenzie stampa;

Dettagli

domenica 24 febbraio 13 Farra, 24 febbraio 2013

domenica 24 febbraio 13 Farra, 24 febbraio 2013 Farra, 24 febbraio 2013 informare su quelle che sono le reazioni più tipiche dei bambini alla morte di una persona cara dare alcune indicazioni pratiche suggerire alcuni percorsi Quali sono le reazioni

Dettagli

TONNARA di SCOPELLO Comunione Tonnare Scopello & Guzzo

TONNARA di SCOPELLO Comunione Tonnare Scopello & Guzzo Vi preghiamo di tener presente che le sistemazioni offerte sono in linea con lo spirito del luogo, lontane dal comfort e dagli standard delle strutture ricettive. In particolare, alcune abitazioni hanno

Dettagli

2 e3 anno I GIORNI DELLA TARTARUGA. ROMANZO A SFONDO SOCIALE Una storia di bullismo e disagio giovanile, appassionante e coivolgente.

2 e3 anno I GIORNI DELLA TARTARUGA. ROMANZO A SFONDO SOCIALE Una storia di bullismo e disagio giovanile, appassionante e coivolgente. 2 e3 anno narrativa CONTEMPORAN scuola second. di I grado EA I GIORNI DELLA TARTARUGA ROMANZO A SFONDO SOCIALE Una storia di bullismo e disagio giovanile, appassionante e coivolgente. AUTORE: C. Elliott

Dettagli

PROFESSORI DELLO STAT

PROFESSORI DELLO STAT PROFESSORI STABILI ORDINARI > Giuliani p. Matteo, ofm Dottorato in Scienze dell Educazione con indirizzo catechetica Catechetica e Didattica della religione Responsabile del Servizio Formazione Permanente

Dettagli

La cenerentola Opera in musica di Gioacchino Rossini

La cenerentola Opera in musica di Gioacchino Rossini La cenerentola Opera in musica di Gioacchino Rossini Che cos è l Opera in musica L opera in musica (chiamata anche opera lirica o melodramma) è un genere teatrale nato a Firenze alla fine del Cinquecento.

Dettagli

Io ò bevuto circa due. mesi sera e mattina. d una aqqua d una. fontana che è a. quaranta miglia presso. Roma, la quale rompe. la pietra; e questa à

Io ò bevuto circa due. mesi sera e mattina. d una aqqua d una. fontana che è a. quaranta miglia presso. Roma, la quale rompe. la pietra; e questa à Io ò bevuto circa due mesi sera e mattina d una aqqua d una fontana che è a quaranta miglia presso Roma, la quale rompe la pietra; e questa à rotto la mia e fàttomene orinar gran parte. Bisògniamene fare

Dettagli

IDEE DI RESISTENZA. Il progetto, nato per ricordare il 70 anno dalla Liberazione, parte da due considerazioni propedeutiche:

IDEE DI RESISTENZA. Il progetto, nato per ricordare il 70 anno dalla Liberazione, parte da due considerazioni propedeutiche: PREMESSA Insignita della Medaglia d Argento al Valor Militare della Resistenza, Pistoia, al pari di altre città toscane, è stata teatro di avvenimenti tragici, la maggior parte dei quali intercorsi tra

Dettagli

PRUEBA COMÚN PRUEBA 201

PRUEBA COMÚN PRUEBA 201 PRUEBA DE ACCESO A LA UNIVERSIDAD MAYORES DE 25 Y 45 AÑOS PRUEBA COMÚN PRUEBA 201 PRUEBA 2013ko MAIATZA MAYO 2013 L incontro con Guido Dorso Conobbi Dorso quando ero quasi un ragazzo. Ricordo che un amico

Dettagli

Tutt uno con la natura: godetevi le squisite specialità di speck e salumi dalle falde del Massiccio dello Sciliar.

Tutt uno con la natura: godetevi le squisite specialità di speck e salumi dalle falde del Massiccio dello Sciliar. Tutt uno con la natura: godetevi le squisite specialità di speck e salumi dalle falde del Massiccio dello Sciliar. Tutto il fascino delle montagne dell Alto Adige, catturato nelle specialità L Alto Adige,

Dettagli

VENDI QUELLO CHE HAI E SEGUIMI. Commento al Vangelo di p. Alberto Maggi OSM

VENDI QUELLO CHE HAI E SEGUIMI. Commento al Vangelo di p. Alberto Maggi OSM XXVIII TEMPO ORDINARIO 11 ottobre 2009 VENDI QUELLO CHE HAI E SEGUIMI Commento al Vangelo di p. Alberto Maggi OSM Mc 10, 17-30 [In quel tempo], mentre Gesù andava per la strada, un tale gli corse incontro

Dettagli

I PRONOMI PERSONALI. Prima persona io noi Seconda persona tu voi Terza persona lui, lei (egli, ella, esso, essa) loro (essi, esse)

I PRONOMI PERSONALI. Prima persona io noi Seconda persona tu voi Terza persona lui, lei (egli, ella, esso, essa) loro (essi, esse) I PRONOMI PERSONALI PRONOMI PERSONALI SOGGETTO Prima persona io noi Seconda persona tu voi Terza persona lui, lei (egli, ella, esso, essa) loro (essi, esse) Ella, esso, essa sono forme antiquate. Esso,

Dettagli

ALOIS RIEGL (1858-1905)

ALOIS RIEGL (1858-1905) ALOIS RIEGL (1858-1903 DER MODERNE DENKMALKULTUS : IL CULTO MODERNO DEI MONUMENTI ANTICHI... NEGLI ULTIMI ANNI SI E VERIFICATO UN PROFONDO CAMBIAMENTO NELLE NOSTRE CONCEZIONI SULLA NATURA E LE ESIGENZE

Dettagli

2011 Alma Edizioni. Materiale fotocopiabile

2011 Alma Edizioni. Materiale fotocopiabile Proponiamo alcune possibili attività didattiche da fare in classe con i calendari di Domani, in cui sono riportati gli eventi significativi della cultura e della Storia d Italia. 2011 Alma Edizioni Materiale

Dettagli

Un workshop eccezionale

Un workshop eccezionale Un posto splendido Ischia, l isola bella nel Golfo di Napoli, nata da un vulcano. Al sud dell Isola si trova un albergo in mezzo alla natura, 200 m sopra il mare, in un giardino romantico con le palme,

Dettagli

NOVITÀ ASSOLUTA NEL PANORAMA DEL TURISMO SCOLASTICO SICILIANO, IN COLLABORAZIONE CON LA SCUOLA DELLA GIOIA- FAVOLANDIA

NOVITÀ ASSOLUTA NEL PANORAMA DEL TURISMO SCOLASTICO SICILIANO, IN COLLABORAZIONE CON LA SCUOLA DELLA GIOIA- FAVOLANDIA Il Museo Diocesano di Catania desidera, anche quest anno, proseguire con le scuole l impegno e la ricerca educativa con particolare attenzione ai Beni Culturali, Artistici e Ambientali. L alleanza fra

Dettagli

MARMI ARTISTICI E SU MISURA FATTI A MANO

MARMI ARTISTICI E SU MISURA FATTI A MANO rt MARMI ARTISTICI E SU MISURA FATTI A MANO PAVIMENTI E RIVESTIMENTI, TAVOLI, SCALE, PROGETTI. FORNITURA MARMI E PIETRE PER ABITAZIONI, HOTEL, EDILIZIA. Art Carrara by Amso International Carrara Italy

Dettagli

ARCIDIOCESI DI GENOVA - ANNO PASTORALE 2013-2014. Essere genitori: trasmettere la fede ed educare alla vita

ARCIDIOCESI DI GENOVA - ANNO PASTORALE 2013-2014. Essere genitori: trasmettere la fede ed educare alla vita ARCIDIOCESI DI GENOVA - ANNO PASTORALE 2013-2014 Essere genitori: trasmettere la fede ed educare alla vita 6 ESSERE GENITORI: TRASMETTERE LA FEDE ED EDUCARE ALLA VITA "I genitori di Paola, 10 anni, sono

Dettagli

Il Magistrato alle Acque di Venezia per la riqualificazione dell Arsenale

Il Magistrato alle Acque di Venezia per la riqualificazione dell Arsenale 1 Maria Giovanna Piva * * Presidente del Magistrato alle Acque di Venezia Il Magistrato alle Acque di Venezia per la riqualificazione dell Arsenale Da moltissimi anni il Magistrato alle Acque opera per

Dettagli

www.avvocatoromano.it www.studiolegalegiovanniromano.it

www.avvocatoromano.it www.studiolegalegiovanniromano.it Avv. Giovanni Romano Avv. Paola Genito Avv. Natascia Delli Carri Avv. Maria Cristina Fratto Avv. Annalisa Iannella Avv. Egidio Lizza Avv. Giuseppina Mancino Avv. Roberta Mongillo Avv. Francesco Pascucci

Dettagli

Elenco Aziende, Enti e istituti Regionali per il diritto allo studio universitario

Elenco Aziende, Enti e istituti Regionali per il diritto allo studio universitario Elenco Aziende, Enti e istituti Regionali per il diritto allo studio universitario Abruzzo Azienda per il diritto agli studi universitari (Adsu) Viale dell Unità d Italia, 32 66013 Chieti scalo Tel. +39

Dettagli

DOP&IGP_Guida. Il documento informativo necessario per conoscere e proteggere la qualità dei prodotti a livello comunitario INDICE INTERATTIVO

DOP&IGP_Guida. Il documento informativo necessario per conoscere e proteggere la qualità dei prodotti a livello comunitario INDICE INTERATTIVO +39.06.97602592 DOP&IGP_Guida Il documento informativo necessario per conoscere e proteggere la qualità dei prodotti a livello comunitario INDICE INTERATTIVO Pag. 2 Intro e Fonti Pag. 3 DOP o IGP? Differenze

Dettagli

L : L/2 = 1 : ½ = 2 : 1

L : L/2 = 1 : ½ = 2 : 1 LA SCALA PITAGORICA (e altre scale) 1 IL MONOCORDO I Greci, già circa 500 anni prima dell inizio dell era cristiana, utilizzavano un semplice strumento: il monocordo. Nel monocordo, un ponticello mobile

Dettagli

La mobilità sociale tra Stato e mercato

La mobilità sociale tra Stato e mercato La mobilità sociale tra Stato e mercato di Carlo Lottieri, Università di Siena Nella cultura contemporanea si tende a guardare alla mobilità sociale intesa quale possibilità di ascendere da una posizione

Dettagli

Un abbraccio a tutti voi Ornella e Enrico

Un abbraccio a tutti voi Ornella e Enrico SASHA La nostra storia é molto molto recente ed é stata fin da subito un piccolo "miracolo" perche' quando abbiamo contattato l' Associazione nel mese di Novembre ci é stato detto che ormai era troppo

Dettagli