Settore Ambiente. ... worldwide leader in the foundation engineering field

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Settore Ambiente. ... worldwide leader in the foundation engineering field"

Transcript

1 Settore Ambiente... worldwide leader in the foundation engineering field

2 Settore Ambiente Vista aerea RECUPERO DI AREE INQUINATE Fiume Bormida La protezione del patrimonio naturale è uno dei principali campi di interesse del mondo moderno. Negli ultimi anni, il Gruppo TREVI si è impegnata verso il raggiungimento di questo obiettivo, dedicandosi allo studio, la ricerca e l'applicazione nel campo della geoingegneria ambientale. Esempi di recenti eventi drammatici attirano sempre più l'attenzione verso il problema dei rifiuti urbani e industriali, che sono la maggior causa dell'inquinamento che affligge i corsi d'acqua e i territori circostanti. Quindi l'obiettivo primario è quello di isolarli da ogni possibile sorgente di inquinamento, e successivamente procedere alla bonifica ed al recupero dell'area. Questi argomenti costituiscono l'impegno dello studio e della ricerca applicata del Gruppo TREVI. Progettazione degli interventi di bonifica Al fine di valutare le condizioni reali di un'area contaminata e formulare un progetto di recupero, sono necessari un'accurata indagine ambientale e il monitoraggio della qualità dell'acqua. I lavori di bonifica possono essere suddivisi in quattro ampie categorie: Trattamenti ex-situ: asportazione del terreno contaminato e successivo trattamento. Impianto cantiere Trattamenti in-situ: trattamento dei materiali contaminati sul posto, senza ricorrere alla loro asportazione, usando processi biologici, chimici, fisici, termici e altro. Barriere a controllo idraulico: messa in opera di una serie di misure idrauliche al fine di evitare che la falda esterna sia contaminata dai fluidi e dai materiali di un'area inquinata. Barriere impermeabili: macro-incapsulamento parziale o totale di una fonte di inquinamento per mezzo di barriere verticali e, se necessario, orizzontali, allo scopo di isolare l'area contaminata. Sindyal Spa - Brindisi (BR) Messa in sicurezza area Sud e Sud Est ACNA - Cengio (SV) Messa in sicurezza stabilimento Fasi di costruzione nuovo muro di fondazione - Stabilimento Chimico ex-acna Cengio (SV)

3 Indagini preliminari per la progettazione dell'intervento di recupero Tra le società del Gruppo Trevi, RCT (Radaelli Castellotti - Tecnosol) è specializzata in indagini geognostiche sia in campo geotecnico che in campo ambientale. Indagini ambientali Le perforatrici per queste indagini sono equipaggiate con una testa idraulica che può essere fornita con un martello idraulico, oppure una vibro-rotary o sonic-rotary, per consentire il campionamento di ogni genere di materiale. Queste tecniche permettono di ottenere campioni completamente indisturbati, evitando quindi il surriscaldamento del materiale campionato, mantenendo inalterato il suo contenuto di sostanze volatili. GEOPROBE Il sistema GEOPROBE, che appartiene al gruppo delle tecniche direct-push, è particolarmente adatto per il campionamento ambientale. Infatti, facendo uso di utensili a percussione con penetrazione a secco, consente non solo il campionamento del terreno, ma anche dei gas interstiziali nel terreno non saturo, e dell'acqua contenuta nei terreni saturi. Indagini ambientali con GEOPROBE Monitoraggio dell'acqua di falda Piezometri Le nostre attrezzature consentono l'installazione di piezometri sia con sistemi a carotaggio continuo, sia con sistemi a distruzione, con circolazione diretta oppure inversa di acqua e/o aria. Il materiale del rivestimento definitivo, con un diametro tra 2 e 8, deve essere compatibile con gli inquinanti trovati nel sito: PVC, HDPE, acciaio galvanizzato, acciaio inox. Campionamento dell'acqua Per la raccolta di campioni d'acqua vengono utilizzati: Campionature a curetta con flottante, costruito in teflon, PE oppure PVC Pompe a vuoto oppure elettro-pompe sommerse Trattamenti ex-situ Per la rimozione di materiali altamente tossici e instabili, che non possono essere trattati in-situ occorre applicare tecnologie speciali. Per risolvere questo problema specifico, TREVI ha sviluppato e brevettato una tecnologia che combina l'uso di casseri di acciaio vibrati nel terreno e il congelamento artificiale della porzione inferiore del terreno con azoto. Questo sistema risulta idoneo per la rimozione di materiali contaminati evitando che questo entri in contatto con l'ambiente esterno. Trattamenti in-situ PRB (Permeable Reactive Barrier, Barriera Permeabile Reattiva) Le sonde sopraccitate possono essere usate per eseguire i seguenti tipi di lavorazione: campionamento del terreno campionamento dei gas interstiziali installazione delle sonde NESTY campionamento dell'acqua di falda installazione di piezometri iniezioni con miscele quali ORC, HRC e permanganato campionamento dei sedimenti iniezione in pressione con miscele bentonitiche per la sigillatura di fori o per la cementazione di vecchi pozzi e piezometri slug tests installazione di sistemi FLUTe campionamento di gas interstiziali campionamento di terreno misura dei gas nel terreno Le barriere reattive (o PRB, Permeable Reactive Barrier) funzionano sul semplice principio della rimozione dei contaminanti presenti nell'acqua, per mezzo di processi di reazione, precipitazione e assorbimento con speciali materiali. In tal modo la barriera previene il trasporto dei materiali inquinanti nelle aree circostanti. La barriera reattiva consente il flusso dell'acqua senza alterare in maniera significativa il sistema idrologico della falda. Questo sistema inoltre inibisce la migrazione dei contaminanti a valle della barriera, rendendo possibile, nel tempo, la depurazione e il recupero dell'acquifero. Schema funzionamento PRB Barriera Permeabile Reattiva Sorgente della contaminazione Acqua di falda contaminata Terreno a bassa permeabilità direzione del flusso Copertura in argilla Acqua di falda trattata

4 Settore Ambiente Creazione di una barriera reattiva usando ferro zero-valente (PRB, Permeable Reactive Barrier) Il pannello è scavato con l'uso di una benna, usando fango polimerico biodegradabile, in una sequenza continua di pannelli primari e secondari. Il materiale reattivo è posto in opera in forma di pannelli la cui lunghezza varia a seconda del progetto, separati da tubi temporanei di separazione (TSP, Temporary Separation Pipes), che hanno caratteristiche geometriche tali da confinare i pannelli individuali gettati. La parte superiore delle barriere è coperta con sabbia o altro materiale inerte. Bonifica di area contaminata da solventi clorurati - Ex discarica di Avigliana (Torino) Schema funzionamento SGIBITI Aspirazione generale Terreno inquinato Aspirazione Immissione selettiva selettiva Valvole bypass Geomembrana Riempimento granulare SGIBITI (Sistema brevettato) Lo SGIBITI (Sistema Geotecnico Integrato per la Bonifica In-sito dei Terreni Inquinati) è un sistema che fa uso di una serie di tecnologie di trattamento per siti inquinati, combinando i principali vantaggi di ognuno di essi, e riducendo i loro punti deboli. Lo SGIBITI risulta particolarmente idoneo per l asportazione da terreni sabbiosi sia dei contaminanti in fase liquida separata (DNAPL) sia dei contaminanti non miscibili e meno densi dell acqua (LNAPL). In particolare si prestano tutti gli organici volatili, solventi, IPA, idrocarburi. Dreni prefabbricati a nastro o microfessurati con fibre conduttrici (elettro-osmosi) Pozzo di captazione Trincee drenanti e/o diaframmi reattivi Pozzo di immissione Diaframma plastico con telo Vantaggi: riduzione della lunghezza dei canali drenanti aumento della superficie di cattura degli inquinanti estrazione dei contaminanti per consolidamento controllo del flusso flessibile e uniforme trasformazione di fase e rapida vaporizzazione sotto vuoto

5 Questo sistema consente di accelerare il processo di rimozione degli inquinanti sepolti, rendendolo molto più rapido rispetto ad altre tecniche di estrazione attualmente in uso. La caratteristica particolarmente innovativa di questa tecnologia è l'applicazione del vuoto ad un volume confinato di terreno, applicando una pressione vicina alla tensione di vapore degli inquinanti, facilitando la loro rimozione e quindi riducendo i tempi di recupero. Componenti del sistema e principio di funzionamento Il terreno da trattare è circondato lateralmente con una barriera continua impermeabile che si estende dalla superficie fino ad una profondità predefinita. La barriera laterale consiste di un diaframma plastico che incorpora un telo in HDPE (high density polyethylene). Durante lo scavo del diaframma, si usa una miscela stabilizzante composta da acqua, cemento e bentonite. Successivamente viene montata sul terreno da trattare una copertura impermeabile, o capping, preferibilmente nella forma di una geo-membrana oppure un foglio HDPE, creando in tal modo un confine superiore continuo con la barriera verticale perimetrale. Il capping viene connesso ad un sistema generale di aspirazione, che consente di depressurizzare il volume di terreno sottostante. Infine uno strato di materiale granulare viene inserito tra la superficie del terreno inquinato e la geomembrana di capping. Il sistema di drenaggio, cioè i dreni prefabbricati verticali, si estende verticalmente per l'intera altezza del terreno da trattare. I pozzi consentono ai fluidi di essere introdotti e catturati selettivamente in profondità, nel terreno da trattare. I fluidi che salgono alla superficie possono essere pre-trattati nello strato granulare, e vengono successivamente pompati attraverso il condotto generale di aspirazione verso l'impianto per il trattamento finale. Barriere impermeabili Questi tipi di barriere sono installate mediante scavo del terreno che viene successivamente rimpiazzato da materiali a bassissima permeabilità, oppure modificando le caratteristiche di permeabilità del terreno insitu usando tecniche speciali. SCHERMI e BARRIERE IMPERMEABILI Asportazione e sostituzione di terreno Consolidamento dei terreni in-situ Pali Secanti Jet Grouting Diaframmi Deep Soil Mixing Palancole Iniezioni per permeazione o claquage (cemento, silicati o altro) Barriere realizzate con scavo e sostituzione del terreno DIAFRAMMI PLASTICI I diaframmi plastici sono senza dubbio i più diffusi per la costruzione di barriere di contenimento del terreno. La loro principale caratteristica è l'uso di una miscela autoindurente composta da acqua, cemento e bentonite, al fine di garantire una barriera con un basso livello di permeabilità. Le loro elevate proprietà plastiche li rende in grado di assorbire movimenti di assestamento del terreno senza rompersi o fratturarsi. Lo spessore dei diaframmi plastici varia generalmente da 50 a 120 cm. La particolare tecnica di costruzione produce una barriera senza soluzione di continuità. Generalmente si usa la tecnica di scavo con benna per barriere fino a metri di profondità. Con l'uso dell'idrofresa, che consente il controllo e la correzione delle deviazioni, lo scavo può essere profondo fino a 100 metri ed oltre. In caso di barriere profonde, il riempimento viene generalmente eseguito con calcestruzzo plastico. I valori di permeabilità ottenibili possono variare fra 10-7 e 10-9 cm/sec.

6 Settore Ambiente DIAFRAMMI PLASTICI CON MEMBRANA HDPE I diaframmi plastici possono essere integrate con una membrana di HDPE inserita nella miscela di riempimento ancora fresca. Le barriere di contenimento che integrano questo materiale sintetico garantiscono livelli estremamente bassi di permeabilità, con una maggiore resistenza verso alcuni agenti inquinanti. La massima profondità di installazione è di circa 30 metri. BARRIERE DI PALI SECANTI In generale questa tecnica viene usata per produrre barriere di pali, il cui diametro varia fra 600 e mm, eseguiti con l'uso di miscele a presa rapida o calcestruzzo. La permeabilità ottenibile è nell'ordine di cm/sec. Queste tecniche sono principalmente usate in quelle situazioni ove la logistica dell'area di intervento rende difficile o impossibile costruire il diaframma con pannelli. Per i pali secanti è possibile usare una combinazione di TDDT (Trevi Directional Drilling Technology) e RCDS (Reverse Circulation Drilling System) per realizzare schermi profondi con un alto livello di precisione. BARRIERE DI INIEZIONE PER PERMEAZIONE CON MISCELE SIGILLANTI Queste tecniche prevedono l'iniezione in due fasi mediante tubes a manchettes. Nella prima fase viene iniettato una miscela chiamata MISTRA, contenente leganti idraulici microfini. In una seconda fase viene iniettata una miscela a base silicatica chiamata SILACSOL. Questi materiali sono stati sviluppati da TREVI per preservare le proprietà delle acque di falda, e sono particolarmente utili per operazioni di sigillatura di terreni granulari che richiedono l'esecuzione di un tampone di fondo. La permeabilità ottenibile varia a seconda della natura del terreno da trattare tra 10-4 e 10-5 cm/sec. Consolidamenti del terreno in-situ TRATTAMENTI JET GROUTING E DEEP MIXING Sistemi quali il Jet Grouting e la miscelazione meccanica in situ (Deep Mixing Methods DMM) sono basati sul principio della miscelazione del terreno in-situ con una miscela cementizia. Nel caso del Jet Grouting si utilizzano getti ad alta velocità per disgregare il terreno ed ottenere un elemento di terreno intimamente miscelato con il legante. Questo sistema consente di trattare un'ampia gamma di suoli, e può anche essere impiegato in presenza di ostacoli o murature. Particolarmente adatta a questa applicazione è una tecnica brevettata da TREVI che consente la formazione di elementi jet grouting a forma di "caramella" per formare barriere continue (cut-offs) vedi foto. Il diametro ottenibile varia fra un minimo di 40 cm fino ad un massimo di oltre 400 cm, in funzione del tipo di terreno e della tecnica utilizzata, i valori di permeabilità ottenibili sono dell'ordine di 10-5 e 10-6 cm/sec. Gioia Tauro - Campo prova per Candy Jet BARRIERE ORIZZONTALI IMPERMEABILI Per la creazione di tamponi di fondo impermeabili vengono principalmente utilizzate le tecnologie del jet grouting e delle iniezioni. Queste barriere vengono di norma realizzate con una serie di perforazioni verticali disposte su una maglia a quinconce, per creare una base impermeabile continua. In alternativa, si possono usare tecnologie di perforazioni direzionata curvilinea (quali TDDT - Trevi Directional Drilling Technology), in cui le perforazioni vengono collocate al perimetro esterno del terreno inquinato, per evitare di attraversare l'area contaminata. Barriere per il contenimento di sostanze inquinanti Esecuzione di una griglia costituita da canne di iniezione e tubi drenanti

7 Settore Ambiente Vista aerea RECUPERO DI AREE INQUINATE Fiume Bormida La protezione del patrimonio naturale è uno dei principali campi di interesse del mondo moderno. Negli ultimi anni, il Gruppo TREVI si è impegnata verso il raggiungimento di questo obiettivo, dedicandosi allo studio, la ricerca e l'applicazione nel campo della geoingegneria ambientale. Esempi di recenti eventi drammatici attirano sempre più l'attenzione verso il problema dei rifiuti urbani e industriali, che sono la maggior causa dell'inquinamento che affligge i corsi d'acqua e i territori circostanti. Quindi l'obiettivo primario è quello di isolarli da ogni possibile sorgente di inquinamento, e successivamente procedere alla bonifica ed al recupero dell'area. Questi argomenti costituiscono l'impegno dello studio e della ricerca applicata del Gruppo TREVI. Progettazione degli interventi di bonifica Al fine di valutare le condizioni reali di un'area contaminata e formulare un progetto di recupero, sono necessari un'accurata indagine ambientale e il monitoraggio della qualità dell'acqua. I lavori di bonifica possono essere suddivisi in quattro ampie categorie: Trattamenti ex-situ: asportazione del terreno contaminato e successivo trattamento. Impianto cantiere Trattamenti in-situ: trattamento dei materiali contaminati sul posto, senza ricorrere alla loro asportazione, usando processi biologici, chimici, fisici, termici e altro. Barriere a controllo idraulico: messa in opera di una serie di misure idrauliche al fine di evitare che la falda esterna sia contaminata dai fluidi e dai materiali di un'area inquinata. Barriere impermeabili: macro-incapsulamento parziale o totale di una fonte di inquinamento per mezzo di barriere verticali e, se necessario, orizzontali, allo scopo di isolare l'area contaminata. Sindyal Spa - Brindisi (BR) Messa in sicurezza area Sud e Sud Est ACNA - Cengio (SV) Messa in sicurezza stabilimento Fasi di costruzione nuovo muro di fondazione - Stabilimento Chimico ex-acna Cengio (SV)

8 Referenze GEOPROBE (RCT Srl) TIA Tecnologie Industriali & Ambientali srl (Fibronit Bari) PAVIMENTAL S.p.A. Roma - Genova SINERGEO srl Vicenza - Veneto ENSR Italia srl - Supermercati Nord Centro Italia ECOMAG srl Cantieri vari Italia MONTANA srl TESECO S.p.A. Pisa Enipower Ferrara Erbognone (PV) CH2M ILL - Base Nato Aviano SNAMPROGETTI S.p.A. Territorio Nazionale ASTALDI S.p.A. - Linea 5 - Metropolitana Milanese Messa in sicurezza e bonifiche (RCT Srl) AGIP PETROLI S.p.A. Rho () Ex raffineria Agip Rho (MI) ENICHEM S.p.A. Area ex Acna di Cesano Maderno (MI) Barriera idraulica DAMES & MOORE INT. Stabilimenti vari Italia D APPOLONIA S.p.A. Genova Base aerea di Aviano ERG PETROLI S.p.A. Ricerca inquinanti falda S. Giorgio,Pero - Legnano PROVINCIA DI MILANO Settore Ambiente Rete monitoraggio acque sotterranee FOSTER WHEELER IT. ENV Srl Ex Raffineria Agip di Rho (MI) MINISTERO DELL AMBIENTE Acna Cengio (SV) GOLDER ASSOCIATES GEOANALYSIS srl Torino Punti vendita carburanti territorio Nazionale PIANIMPIANTI S.p.A. Raffineria Api Falconara Marittima (AN) METROPOLITANA MILANESE S.p.A. Bonifica area Bovisa gasometri CAV.TO.MI Consorzio Alta Velocità Torino Linea Ferroviaria AC Torino- PROGETTO MONTECITY S.p.A. Progetto via Bonfardini 148 Area Montecity Rogoredo REGIONE PIEMONTE Risorse Idriche Rete monitoraggio D.G.I. DANECO GESTIONE IMPIANTI S.p.A. Discarica di Ghemme (NO) Discarica di Alice Castello (NO) SNAM PROGETTI S.p.A. Fano (PS) Syndial Spa di Porto Torres SS ESSO ITALIANA Srl Roma Raffineria di Augusta (SR) Sigillatura dei pozzi FINTECNA S.p.A. Roma Manifattura Tabacchi V.Testi Stabilimento Novi Ligure (AL) PIRELLI AMBIENTE BONIFICHE srl Area Garbagnati Monza (MI) Area Pirelli Cavi S. Giuliano Milanese MI PETROLTECNICA srl Coriano (RN) Pv Territorio Nazionale URS ITALIA S.p.A. Stabilimento Lechler Luisago (CO) TESECO S.p.A. Pisa Stabilimento ex Alfa Romeo Arese (MI) Stabilimento Edipower Milazzo (ME) CITY LIFE Srl Area Ex-quartiere fieristico COLOMBO COSTRUZIONI S.p.A. - Porta Vittoria Pozzo per scambio termico Messa in sicurezza e bonifiche (TREVI SPA) COMUNE SANT ELPIDIO Sant Elpidio (AP) BASF Italia Ceriano Laghetto (MI) ITALSTRADE SPA Termeno (BZ) Confinamento area per imp. depurazione acque SENESI Srl Morovalle (MC) FIORENTINA AMBIENTE S.Donnino (FI) Conf. discarica esistente di scorie da inceneritore IMMOBILIARE RIALTO Srl Villasanta (MI) GEA ITALIA Srl Sant Urbano (PD) Confinamento discarica costruenda CONELLA S.c.r.l. Brindisi Conella (BR) ENICHEM Brindisi (BR) Confin. di 2 discariche di rifiuti industriali pericolosi ISAF & ENICHIM Gela (CL) Confinamento di preesistenti vasche di discarica fosfogessi (acidi-radioattivi) CMC Fusina (VE) Cintur. impermeabile per impianto depurazione di Porto Marghera TORINO DEPUR Settimo Torinese Cinturazione impermeabile imp. depurazione ACNA CHIMICA ORGANICA Cengio (SV) Messa in sicurezza dello stab. Acna (1a fase) ITER Ravenna (RA) Messa in sicurezza discarica comunale TECNIMONT Cengio (SV) Messa in sicurezza dello stab. Acna (2a fase) AMIAT Bassa di Stura (TO) Costruz. nuova vasca di discarica REGIONE TOSCANA Pietrasanta (LU) Costruz. stazione di trasferimento RSU e risanamento ambientale COMUNE di VIZZOLO PREDABISSI Vizzolo Predabissi (MI) Diaframma di cinturazione SINDYAL Spa Brindisi (BR) Messa in sicurezza area Sud e Sud Est SNAMPROGETTI Gela (CL) Messa in sicurezza dello stabilimento AGIP SINDYAL Spa Cengio (SV) Opere arginali di contenimento e drenaggio delle acque di falda interna allo stabilimento Acna EDIL MA.VI. TORINO Srl Avigliana (TO) Installazione barriera reattiva per bonifica ex-area industriale SNAMPROGETTI Priolo (SR) Cinturazione e messa in sicurezza stabilimento SNAMPROGETTI Gela (CL) Sbarramento aree omogenee T e V per raffineria SVILUPPO ITALIA Priolo (SR) Messa in sicurezza penisola Magnisi Casalmaiocco - LO (Italy) 5, via Pandina Tel Fax Cesena (Italy) 5819, via Dismano Tel Fax Via G. Vittorio 2, Liscate () Tel Fax

PENDII NATURALI E ARTIFICIALI

PENDII NATURALI E ARTIFICIALI PENDII NATURALI E ARTIFICIALI Classificazione del movimento, fattori instabilizzanti, indagini e controlli 04 Prof. Ing. Marco Favaretti Università di Padova Facoltà di Ingegneria Dipartimento di Ingegneria

Dettagli

OO.PP. Puglia 2008. Unità Misura. Prezzo DESCRIZIONE

OO.PP. Puglia 2008. Unità Misura. Prezzo DESCRIZIONE IG 01.001 IG 01.002 IG 01.003a Approntamento dell' attrezzatura di perforazione a rotazione compreso il carico e lo scarico e la revisione a fine lavori. Per ogni approntamento dellattrezzatura cad 667,35

Dettagli

Cos'è e come funziona una discarica.

Cos'è e come funziona una discarica. Cos'è e come funziona una discarica. La discarica di rifiuti è un luogo dove vengono depositati in modo non differenziato i rifiuti solidi urbani e tutti i rifiuti provenienti dalle attività umane. La

Dettagli

COMPUTO METRICO ESTIMATIVO DI RIFERIMENTO

COMPUTO METRICO ESTIMATIVO DI RIFERIMENTO A l l e g a t o A COMPUTO METRICO ESTIMATIVO DI RIFERIMENTO (ERRATA CORRIGE AL C.M.E. ALLEGATO ALLA GARA ED INSERITO SUL WEB) PROPRIETA ANCONAMBIENTE S.P.A. VIA DEL COMMERCIO 27, 60127 ANCONA OGGETTO OPERE

Dettagli

(omissis) ALLEGATO 5 - NORME TECNICHE GENERALI. (omissis)

(omissis) ALLEGATO 5 - NORME TECNICHE GENERALI. (omissis) Deliberazione Comitato per la tutela delle acque dall'inquinamento 04.02.1977 Criteri, metodologie e norme tecniche generali di cui all'art. 2, lettere b), d) ed e), della legge 10 maggio 1976, n. 319,

Dettagli

La risorsa idrica sotterranea tra pressione antropica e salvaguardia ambientale

La risorsa idrica sotterranea tra pressione antropica e salvaguardia ambientale La risorsa idrica sotterranea tra pressione Marco Petitta Società Geologica Italiana Dipartimento di Scienze della Terra Università di Roma La Sapienza Compiti del geologo (idrogeologo) sul tema acqua

Dettagli

PROGETTO DI TOMBINATURA DEL RIO SALSO IN LOC. FRATTA TERME tratto con sponde libere ( m. 65 circa ) OPERE COMPUTATE 1 - SCAVI E DEMOLIZIONI

PROGETTO DI TOMBINATURA DEL RIO SALSO IN LOC. FRATTA TERME tratto con sponde libere ( m. 65 circa ) OPERE COMPUTATE 1 - SCAVI E DEMOLIZIONI PROGETTO DI TOMBINATURA DEL RIO SALSO IN LOC. FRATTA TERME tratto con sponde libere ( m. 65 circa ) OPERE COMPUTATE 1 - SCAVI E DEMOLIZIONI N. VOCE DESCRIZIONE LAVORAZIONE QUANTITA' PREZZO UNIT. TOTALE

Dettagli

REOXTHENE TECHNOLOGY

REOXTHENE TECHNOLOGY REOXTHENE Patented REOXTHENE TECHNOLOGY MEMBRANE IMPERMEABILIZZANTI DALLA TECNOLOGIA RIVOLUZIONARIA INNOVATIVO COMPOUND BITUME POLIMERO INCREDIBILE LEGGEREZZA (fino a 4 mm = 38 kg) MAGGIORI PRESTAZIONI

Dettagli

...LEGGETE I DATI TECNICI E CAPIRETE... intonaco idrofobizzato colorato IL MASSETTO CALDO. per restauro, ristrutturazioni e nuova edilizia civile

...LEGGETE I DATI TECNICI E CAPIRETE... intonaco idrofobizzato colorato IL MASSETTO CALDO. per restauro, ristrutturazioni e nuova edilizia civile MATERIALI A BASE DI CALCE NATURALE PER IL RESTAURO E IL RISANAMENTO scheda tecnica per restauro, ristrutturazioni e nuova edilizia civile intonaco idrofobizzato colorato IL MASSETTO CALDO PRODOTTO PER

Dettagli

OPERE PREFABBRICATE INDUSTRIALI

OPERE PREFABBRICATE INDUSTRIALI Cap. XIV OPERE PREFABBRICATE INDUSTRIALI PAG. 1 14.1 OPERE COMPIUTE Opere prefabbricate in cemento armato. Prezzi medi praticati dalle imprese specializzate del ramo per ordinazioni dirette (di media entità)

Dettagli

Impianti di depurazione delle acque reflue: Cicli di trattamento appropriati e criteri di dimensionamento. Dr. Ing. Luigi Petta ENVIS Srl

Impianti di depurazione delle acque reflue: Cicli di trattamento appropriati e criteri di dimensionamento. Dr. Ing. Luigi Petta ENVIS Srl Impianti di depurazione delle acque reflue: Cicli di trattamento appropriati e criteri di dimensionamento Dr. Ing. Luigi Petta ENVIS Srl Via Fanin,, 48 40127 Bologna Tel. 051 4200324 luigi.petta petta@envis.itit

Dettagli

codice descrizione un. mis. pr. unit.

codice descrizione un. mis. pr. unit. 01.P24.A10.005 Nolo di escavatore con benna rovescia compreso manovratore, carburante, lubrificante, trasporto in loco ed ogni onere connesso per il tempo di effettivo impiego, della capacita' di m³ 0.500

Dettagli

INDAGINI IN SITO CAPITOLO 12. 12.1 Programmazione delle indagini

INDAGINI IN SITO CAPITOLO 12. 12.1 Programmazione delle indagini CAPITOLO 12 12.1 Programmazione delle indagini Ogni opera di ingegneria civile interagisce con una parte del sottosuolo, detta volume significativo. Il comportamento dell opera dipende, oltre che dai carichi

Dettagli

PRODOTTI DA COSTRUZIONE CON L OBBLIGO DI DOP E MARCATURA CE (elenco aggiornato al 31 luglio 2014) ACCIAI e altri PRODOTTI DA COSTRUZIONE

PRODOTTI DA COSTRUZIONE CON L OBBLIGO DI DOP E MARCATURA CE (elenco aggiornato al 31 luglio 2014) ACCIAI e altri PRODOTTI DA COSTRUZIONE CON L OBBLIGO DI DOP E MARCATURA CE (elenco aggiornato al 31 luglio 2014) ACCIAI e altri Acciai per la realizzazione di strutture metalliche e di strutture composte (laminati, tubi senza saldatura, tubi

Dettagli

Sistema per il Ripristino delle Strutture Interrate PRODOTTI PER IMPERMEABILIZZARE

Sistema per il Ripristino delle Strutture Interrate PRODOTTI PER IMPERMEABILIZZARE Sistema per il Ripristino delle Strutture Interrate PRODOTTI PER IMPERMEABILIZZARE Il Ripristino DELLE Strutture Interrate NIDI DI GHIAIA E DISTANZIATORI PLASTICI RIPRESE DI GETTO Strutture Interrate RIPRESE

Dettagli

dai vita alla tua casa

dai vita alla tua casa dai vita alla tua casa SEMPLICE MENTE ENERGIA bioedilizia Una STRUTTURA INNOVATIVA PARETE MEGA PLUS N 10 01 struttura in legno 60/60 mm - 60/40 mm 02 tubazione impianto elettrico ø 21 mm 03 struttura portante

Dettagli

OPERE SPECIALI PREFABBRICATI

OPERE SPECIALI PREFABBRICATI OPERE SPECIALI PREFABBRICATI (Circ. Min. 13/82) ISTRUZIONI SCRITTE (Articolo 21) Il fornitore dei prefabbricati e della ditta di montaggio, ciascuno per i settori di loro specifica competenza, sono tenuti

Dettagli

RISORSE ENERGETICHE AREA 9 FONTI DI ENERGIA DA DOVE PROVIENE L ENERGIA? 10/12/2013 COME SFRUTTIAMO L ENERGIA DEL SOLE?

RISORSE ENERGETICHE AREA 9 FONTI DI ENERGIA DA DOVE PROVIENE L ENERGIA? 10/12/2013 COME SFRUTTIAMO L ENERGIA DEL SOLE? RISORSE ENERGETICHE ENERGIA 2 AREA 9 FONTI DI ENERGIA E INDISPENSABILE ALLA VITA SULLA TERRA ELEMENTO INDISPENSABILE PER SVILUPPO SOCIALE ED ECONOMICO FINO AD ORA: CONTINUO INCREMENTO DI PRODUZIONE E CONSUMO

Dettagli

Gli impianti di depurazione. I sistemi impermeabilizzanti MasterSeal chimico resistenti

Gli impianti di depurazione. I sistemi impermeabilizzanti MasterSeal chimico resistenti I sistemi impermeabilizzanti MasterSeal chimico resistenti from Master Builders Solutions I sistemi impermeabilizzanti MasterSeal chimico resistenti Indice : schema generale Tipo e grado di aggressione

Dettagli

Num.Ord. TARIFFA E L E M E N T I unitario TOTALE ANALISI DEI PREZZI

Num.Ord. TARIFFA E L E M E N T I unitario TOTALE ANALISI DEI PREZZI pag. 2 Nr. 1 CHIUSURA MASSICCIATA STRADALE eseguita con fornitura e messa in opera di materiale D.0001.3 di saturazione formato esclusivamente con pietrisco minuto di cava dello spessore di mm 0-2, rispondente

Dettagli

2 Editor di... stile. 2 Colonna... metrica. 6 Percentuale... di carotaggio. 10 Colonne... libere/utente 11 Colonne... grafico

2 Editor di... stile. 2 Colonna... metrica. 6 Percentuale... di carotaggio. 10 Colonne... libere/utente 11 Colonne... grafico I Parte I Introduzione 1 1 Introduzione... 1 2 Editor di... stile 1 Parte II Modello grafico 4 1 Intestazione... 4 2 Colonna... metrica 4 3 Litologia... 5 4 Descrizione... 5 5 Quota... 6 6 Percentuale...

Dettagli

COMMISSARIO DELEGATO PER IL SUPERAMENTO EMERGENZA SITO "EX ECOLIBARNA"

COMMISSARIO DELEGATO PER IL SUPERAMENTO EMERGENZA SITO EX ECOLIBARNA Regione Piemonte Provincia di Alessandria Comune di Serravalle Scrivia COMMISSARIO DELEGATO PER IL SUPERAMENTO EMERGENZA SITO "E ECOLIBARNA" Progetto esecutivo di messa in sicurezza della falda sottostante

Dettagli

Che cos'è il radon? Il gas radon è rilevabile con i sensi?

Che cos'è il radon? Il gas radon è rilevabile con i sensi? Che cos'è il radon? Il Radon è un gas inodore e incolore presente in natura. Il suo isotopo (atomo di uno stesso elemento chimico con numero di protoni fisso e numero di neutroni variabile) 222Rn è radioattivo

Dettagli

Progetto, realizzazione e manutenzione di un laghetto da giardino - Direttive generali -

Progetto, realizzazione e manutenzione di un laghetto da giardino - Direttive generali - Progetto, realizzazione e manutenzione di un laghetto da giardino - Direttive generali - (tratto dalla relazione di Martino Buzzi del 17.09.06) Lo stagno: un angolo di natura Avere uno stagno nel proprio

Dettagli

ALLEGATO R ELENCO PREZZI

ALLEGATO R ELENCO PREZZI A r c h i t e t t o R i n a l d i n i E t t o r e R a v e n n a, V i a l e d e l l a L i r i c a n. 4 3 T e l 0 5 4 4 405979 F a x 0 5 4 4 272644 comm. part. Emissione Spec foglio di Mar2014 COMMITTENTE:

Dettagli

PULIZIA IN-SITU PULIZIA DIFFUSORI MODALITÀ DI FUNZIONAMENTO DEL MODULO KUBOTA ESTRAZIONE PERMEATO PER ASPIRAZIONE ESTRAZIONE PERMEATO PER GRAVITÀ

PULIZIA IN-SITU PULIZIA DIFFUSORI MODALITÀ DI FUNZIONAMENTO DEL MODULO KUBOTA ESTRAZIONE PERMEATO PER ASPIRAZIONE ESTRAZIONE PERMEATO PER GRAVITÀ MODALITÀ DI FUNZIONAMENTO DEL MODULO KUBOTA Il modulo a membrana piana Kubota utilizza la tecnologia di microfiltrazione detta cross flow. Insufflando aria sul fondo del modulo, si crea un flusso ascensionale

Dettagli

Trattamenti delle acque di scarico per piccole comunità Pretrattamento di acque reflue domestiche: FOSSE SETTICHE O FOSSE IMHOFF?

Trattamenti delle acque di scarico per piccole comunità Pretrattamento di acque reflue domestiche: FOSSE SETTICHE O FOSSE IMHOFF? Seminario tecnico Monitoraggio degli scarichi civili non in pubblica fognatura: Protocollo di intesa per la realizzazione di trattamenti individuali di depurazione delle acque reflue domestiche Trattamenti

Dettagli

Codice di pratica per la posa in opera di masselli autobloccanti in calcestruzzo

Codice di pratica per la posa in opera di masselli autobloccanti in calcestruzzo EDIZIONE 1 / Volume 1 Codice di pratica per la posa in opera di masselli autobloccanti in calcestruzzo Sezione Blocchi e Pavimenti Codice di pratica per la posa in opera di masselli autobloccanti in calcestruzzo

Dettagli

kerabuild jet Code E591 2008/08 pagina 1/5

kerabuild jet Code E591 2008/08 pagina 1/5 recupero calcestruzzo MALTE TECNOLOGICHE STRUTTURALI ad alta resistenza chimica LINEA costruzioni kerabuild Malta tecnologica strutturale colabile monocomponente per inghisaggi a rapida messa in servizio.

Dettagli

Cuscinetti SKF con Solid Oil

Cuscinetti SKF con Solid Oil Cuscinetti SKF con Solid Oil La terza alternativa per la lubrificazione The Power of Knowledge Engineering Cuscinetti SKF con Solid Oil la terza alternativa di lubrificazione Esistono tre metodi per erogare

Dettagli

Aquaflex Roof. Membrana elastica liquida con fibre, pronta all uso, per impermeabilizzare in continuo superfici da lasciare a vista

Aquaflex Roof. Membrana elastica liquida con fibre, pronta all uso, per impermeabilizzare in continuo superfici da lasciare a vista Membrana elastica liquida con fibre, pronta all uso, per impermeabilizzare in continuo superfici da lasciare a vista CAMPI DI APPLICAZIONE Impermeabilizzazione di: coperture piane; balconi e terrazzi;

Dettagli

STIMA DEI COSTI DELLA SICUREZZA

STIMA DEI COSTI DELLA SICUREZZA COMUNE DI SANTA MARGHERITA LIGURE Piazza Mazzini, 46 16038 SANTA MARGHERITA LIGURE (GE) REALIZZAZIONE DI IMPIANTI FOTOVOLTAICI SULLE COPERTURE DELLA SCUOLA PRIMARIA A.R. SCARSELLA, DELLA SCUOLA DELL'INFANZIA

Dettagli

Il lavoro effettuato dalla pompa di calore non produce calore, ma lo muove

Il lavoro effettuato dalla pompa di calore non produce calore, ma lo muove La pompa di calore Definizioni La pompa di calore è una macchina in grado di trasferire energia da una sorgente a temperatura più bassa ad un utilizzatore a temperatura più alta, tramite la fornitura di

Dettagli

Nel cemento armato si valorizzano le qualità dei due materiali: calcestruzzo e acciaio, che presentano le seguenti caratteristiche

Nel cemento armato si valorizzano le qualità dei due materiali: calcestruzzo e acciaio, che presentano le seguenti caratteristiche CEMENTO ARMATO METODO AGLI STATI LIMITE Il calcestruzzo cementizio, o cemento armato come normalmente viene definito in modo improprio, è un materiale artificiale eterogeneo costituito da conglomerato

Dettagli

GRUNDFOS WASTEWATER. Pompe per drenaggio e prosciugamento

GRUNDFOS WASTEWATER. Pompe per drenaggio e prosciugamento GRUNDFOS WASTEWATER Pompe per drenaggio e prosciugamento Pompe per drenaggio e prosciugamento altamente efficienti tecnologicamente all avanguardia Grundfos offre una gamma completa di pompe per per drenaggio

Dettagli

INDICE. 1. Recupero ambientale..pag.2. 2. Calcolo economico delle operazioni di recupero ambientale...3

INDICE. 1. Recupero ambientale..pag.2. 2. Calcolo economico delle operazioni di recupero ambientale...3 INDICE 1. Recupero ambientale..pag.2 2. Calcolo economico delle operazioni di recupero ambientale....3 M.F.G. service s.a.s. di A.L Incesso 1. Recupero ambientale Istanza di ampliamento di calcare Prima

Dettagli

Sistemi di protezione dal gelo Per installazioni residenziali e non

Sistemi di protezione dal gelo Per installazioni residenziali e non Sistemi di protezione dal gelo Per installazioni residenziali e non 2 Soluzioni Antigelo Ensto, niente ghiaccio anche in caso di temperature molto basse. I sistemi elettrici Ensto per la protezione dal

Dettagli

Tubo di Pitot Modello FLC-APT-E, versione estraibile Modello FLC-APT-F, versione fissa

Tubo di Pitot Modello FLC-APT-E, versione estraibile Modello FLC-APT-F, versione fissa Misura di portata Tubo di Pitot Modello FLC-APT-E, versione estraibile Modello FLC-APT-F, versione fissa Scheda tecnica WIKA FL 10.05 FloTec Applicazioni Produzione di petrolio e raffinazione Trattamento

Dettagli

MAPEPLAST LA POLVERE ADDITIVO PER RIEMPIMENTI FLUIDI E MALTE E CALCESTRUZZI LEGGERI NOVITÀ: SACCO IDROSOLUBILE 778/3.2000 CARATTERISTICHE TECNICHE

MAPEPLAST LA POLVERE ADDITIVO PER RIEMPIMENTI FLUIDI E MALTE E CALCESTRUZZI LEGGERI NOVITÀ: SACCO IDROSOLUBILE 778/3.2000 CARATTERISTICHE TECNICHE N NOVITÀ: SACCO IDROSOLUBILE 778/3.2000 MAPEPLAST LA POLVERE ADDITIVO PER RIEMPIMENTI FLUIDI E MALTE E CALCESTRUZZI LEGGERI elastico e resistenza a trazione, per il riempimento degli scavi effettuati nel

Dettagli

GLI IMPIANTI IDROELETTRICI IN VALLE ORCO, VAL DI SUSA e SUL FIUME PO

GLI IMPIANTI IDROELETTRICI IN VALLE ORCO, VAL DI SUSA e SUL FIUME PO GLI IMPIANTI IDROELETTRICI IN VALLE ORCO, VAL DI SUSA e SUL FIUME PO Gli impianti idroelettrici Iren Energia è la società del Gruppo Iren che opera nei settori della produzione e distribuzione di energia

Dettagli

GEOTECNICA. ing. Nunziante Squeglia 13. OPERE DI SOSTEGNO. Corso di Geotecnica Corso di Laurea in Ingegneria Edile - Architettura

GEOTECNICA. ing. Nunziante Squeglia 13. OPERE DI SOSTEGNO. Corso di Geotecnica Corso di Laurea in Ingegneria Edile - Architettura GEOTECNICA 13. OPERE DI SOSTEGNO DEFINIZIONI Opere di sostegno rigide: muri a gravità, a mensola, a contrafforti.. Opere di sostegno flessibili: palancole metalliche, diaframmi in cls (eventualmente con

Dettagli

SP 73 DELLA SERRA Interventi urgenti di adeguamento dell' attraversamento idraulico al km 2+800 e al km 4+800

SP 73 DELLA SERRA Interventi urgenti di adeguamento dell' attraversamento idraulico al km 2+800 e al km 4+800 SP 73 DELLA SERRA Interventi urgenti di adeguamento dell' attraversamento idraulico al km 2+800 e al km 4+800 n ordine codice descrizione un. mis. quantità pr. unit. importo 1 01.P24.A10.005 Nolo di escavatore

Dettagli

Soluzioni complete e innovative per l Habitat del futuro

Soluzioni complete e innovative per l Habitat del futuro Soluzioni complete e innovative per l Habitat del futuro Saint-Gobain, attraverso i suoi marchi, sviluppa e produce nuove generazioni di materiali con un approccio moderno e completo al mercato delle costruzioni:

Dettagli

IMPIANTI DI SEPARAZIONE FANGHI E OLI DEV + NEUTRAcom DEV + NEUTRAsed + NEUTRAstar

IMPIANTI DI SEPARAZIONE FANGHI E OLI DEV + NEUTRAcom DEV + NEUTRAsed + NEUTRAstar IMPIANTI DI SEPARAZIONE FANGHI E OLI DEV + NEUTRAcom DEV + NEUTRAsed + NEUTRAstar Pozzoli depurazione s.r.l. via M.Quadrio 11, 23022 Chiavenna SO P.IVA: 01263260133, REA: 61186, Telefono 0343 37475 (3

Dettagli

FPA PROGETTI. presentazione SRL VIA PALMANOVA 24 20132 MILANO TEL. +39 02.2360126 FAX +39 02.70639971

FPA PROGETTI. presentazione SRL VIA PALMANOVA 24 20132 MILANO TEL. +39 02.2360126 FAX +39 02.70639971 presentazione FPA PROGETTI SRL VIA PALMANOVA 24 20132 MILANO TEL. +39 02.2360126 FAX +39 02.70639971 1 1. DATI SOCIETÀ FPA PROGETTI SRL SEDE IN MILANO VIA PALMANOVA 24 20132 TEL.02/2360126 02/26681716

Dettagli

DESCRIZIONE DEL TERMINALE DI GNL E DELLA SUA GESTIONE

DESCRIZIONE DEL TERMINALE DI GNL E DELLA SUA GESTIONE DESCRIZIONE DEL TERMINALE DI GNL E DELLA SUA GESTIONE 1) PREMESSA...2 2) DESCRIZIONE DEL TERMINALE...2 2.1) RICEZIONE...3 2.2) STOCCAGGIO...3 2.3) RIGASSIFICAZIONE...4 2.4) RECUPERO BOIL-OFF GAS (BOG)...4

Dettagli

Scheda di dati di sicurezza Ai sensi del Regolamento CE 1907/2006 REACH Stampato il 01/06/08 Denominazione commerciale: EFFE 91 ACC-U-SOL ml.

Scheda di dati di sicurezza Ai sensi del Regolamento CE 1907/2006 REACH Stampato il 01/06/08 Denominazione commerciale: EFFE 91 ACC-U-SOL ml. Pagina: 1/ 6 1. IDENTIFICAZIONE DELLA SOSTANZA/PREPARATO E DELLA SOCIETA /IMPRESA Articolo numero: art.04920 Utilizzazione della Sostanza / del Preparato: Rivelatore fughe gas Produttore/fornitore: FIMI

Dettagli

Scheda n 1. Tecnologie ambientali per le Apea SISTEMI MODULARI DI TRATTAMENTO ACQUE DI PIOGGIA. Aspetti ambientali interessati dalla tecnologia

Scheda n 1. Tecnologie ambientali per le Apea SISTEMI MODULARI DI TRATTAMENTO ACQUE DI PIOGGIA. Aspetti ambientali interessati dalla tecnologia LIFE+ PROJECT ACRONYM ETA-BETA LIFE09 ENV IT 000105 Scheda n 1 Tecnologie ambientali per le Apea SISTEMI MODULARI DI TRATTAMENTO ACQUE DI PIOGGIA Aspetti ambientali interessati dalla tecnologia emissioni

Dettagli

Gli impianti Schmack Biogas a rifiuti

Gli impianti Schmack Biogas a rifiuti Gli impianti Schmack Biogas a rifiuti Gli impianti biogas a rifiuti 2/3 Gli impianti biogas a rifiuti La tecnologia Schmack Biogas per la digestione anaerobica della FORSU La raccolta differenziata delle

Dettagli

DICHIARAZIONE DI PRESTAZIONE (art.4 CPR 305/2011)

DICHIARAZIONE DI PRESTAZIONE (art.4 CPR 305/2011) 1) Codice di identificazione unico: 0/4-GF 85 2) Numero di tipo: SABBIA ASTICO 3) Uso previsto di prodotto: UNI EN 12620- Aggregati per calcestruzzo; rilasciato il Certificato di conformità del controllo

Dettagli

MEMBRANA IMPERMEABILIZZANTE ELASTOMERICA ARMATA AD ALTA CONCENTRAZIONE DI BITUME DISTILLATO E POLIMERI SBS. Membrane impermeabilizzanti

MEMBRANA IMPERMEABILIZZANTE ELASTOMERICA ARMATA AD ALTA CONCENTRAZIONE DI BITUME DISTILLATO E POLIMERI SBS. Membrane impermeabilizzanti MEMBRANA IMPERMEABILIZZANTE ELASTOMERICA ARMATA AD ALTA CONCENTRAZIONE DI BITUME DISTILLATO E POLIMERI SBS Membrane impermeabilizzanti L L ERFLEX HELASTO M INERAL LIGHTERFLEX HELASTO LIGHTERFLEX HPCP SUPER

Dettagli

QUADRO GENERALE DELLE PARTICELLE CATASTALI RICADENTI NELLA PERIMETRAZIONE DELLA VARIANTE AL PIANO PARTICOLAREGGIATO DELL'AREA COLLINARE

QUADRO GENERALE DELLE PARTICELLE CATASTALI RICADENTI NELLA PERIMETRAZIONE DELLA VARIANTE AL PIANO PARTICOLAREGGIATO DELL'AREA COLLINARE QUADRO GENERALE DELLE PARTICELLE CATASTALI RICADENTI NELLA PERIMETRAZIONE DELLA VARIANTE AL PIANO PARTICOLAREGGIATO DELL'AREA COLLINARE foglio mappale dimensione in mq 23 42 1.388 mq 23 35 1.354 mq 23

Dettagli

Capitolo 4 Protezione dai contatti indiretti.

Capitolo 4 Protezione dai contatti indiretti. Capitolo 4 Protezione dai contatti indiretti. La protezione contro i contatti indiretti consiste nel prendere le misure intese a proteggere le persone contro i pericoli risultanti dal contatto con parti

Dettagli

Gestione delle vasche di prima pioggia: sistemi di pulizia e automazione. Andrea Mariani

Gestione delle vasche di prima pioggia: sistemi di pulizia e automazione. Andrea Mariani Gestione delle vasche di prima pioggia: sistemi di pulizia e automazione Andrea Mariani Pulizia delle vasche volano e di prima pioggia LE ACQUE PIOVANE: Contengono SEDIMENTI - DEPOSITI in vasca; - Riduzione

Dettagli

L Ozono è un gas altamente reattivo, di odore pungente e ad elevate concentrazioni di colore blu, dotato di un elevato potere ossidante.

L Ozono è un gas altamente reattivo, di odore pungente e ad elevate concentrazioni di colore blu, dotato di un elevato potere ossidante. Ozono (O 3 ) Che cos è Danni causati Evoluzione Metodo di misura Che cos è L Ozono è un gas altamente reattivo, di odore pungente e ad elevate concentrazioni di colore blu, dotato di un elevato potere

Dettagli

REGIONE ABRUZZO ARAEN ENERGIOCHI

REGIONE ABRUZZO ARAEN ENERGIOCHI REGIONE ABRUZZO ARAEN ENERGIOCHI Presentazione per le scuole primarie A cura di Enrico Forcucci, Paola Di Giacomo e Alessandra Santini ni Promuovere la conoscenza e la diffusione delle energie provenienti

Dettagli

1.3 IMPORTAZIONE/ESPORTAZIONE DEI RIFIUTI SPECIALI

1.3 IMPORTAZIONE/ESPORTAZIONE DEI RIFIUTI SPECIALI 1.3 IMPORTAZIONE/ESPORTAZIONE DEI RIFIUTI SPECIALI L analisi dettagliata del rapporto tra importazione ed esportazione di rifiuti speciali in Veneto è utile per comprendere quali tipologie di rifiuti non

Dettagli

Cos è uno scaricatore di condensa?

Cos è uno scaricatore di condensa? Cos è uno scaricatore di condensa? Una valvola automatica di controllo dello scarico di condensa usata in un sistema a vapore Perchè si usa uno scaricatore di condensa? Per eliminare la condensa ed i gas

Dettagli

EFFETTO ANTIGHIACCIO: La potenza occorrente al metro quadro per prevenire la

EFFETTO ANTIGHIACCIO: La potenza occorrente al metro quadro per prevenire la Sistema scaldante resistivo per la protezione antighiaccio ed antineve di superfici esterne Il sistema scaldante ha lo scopo di evitare la formazione di ghiaccio e l accumulo di neve su superfici esterne

Dettagli

Comune di Frascati Provincia di Roma RELAZIONE TECNICA. Progetto per la realizzazione della rete fognante interna ai L.N.F. ed il

Comune di Frascati Provincia di Roma RELAZIONE TECNICA. Progetto per la realizzazione della rete fognante interna ai L.N.F. ed il Comune di Frascati Provincia di Roma pag. 1 RELAZIONE TECNICA OGGETTO: Progetto per la realizzazione della rete fognante interna ai L.N.F. ed il suo collegamento al collettore ACEA lungo Via Enrico Fermi.

Dettagli

Legionella pneumophila: impianti e punti a maggior rischio di colonizzazione e tecniche di prevenzione

Legionella pneumophila: impianti e punti a maggior rischio di colonizzazione e tecniche di prevenzione «Ispezione tecnica: l analisi degli impianti aeraulici» Legionella pneumophila: impianti e punti a maggior rischio di colonizzazione e tecniche di prevenzione Cillichemie Italiana Dott. Marco D Ambrosio

Dettagli

La gestione dei limi di decantazione del lavaggio degli inerti di cava

La gestione dei limi di decantazione del lavaggio degli inerti di cava La gestione dei limi di decantazione del lavaggio degli inerti di cava Ordine dei Geologi della Toscana Commissione Terre e rocce da scavo Firenze 09/12/2008 ORIGINE impianti di lavaggio degli inerti di

Dettagli

NUOVO! Sempre più semplice da utilizzare

NUOVO! Sempre più semplice da utilizzare NUOVO! NUOVO AF/ARMAFLEX MIGLIORE EFFICIENZA DELL ISOLAMENTO Sempre più semplice da utilizzare L flessibile professionale Nuove prestazioni certificate. Risparmio energetico: miglioramento di oltre il

Dettagli

ISTITUTO AUTONOMO PER LE CASE POPOLARI

ISTITUTO AUTONOMO PER LE CASE POPOLARI ISTITUTO AUTONOMO PER LE CASE POPOLARI DELLA PROVINCIA DI CASERTA SETTORE TECNICO UFFICIO PROGETTAZIONE INTERVENTI E.R.S. E M.O. LAVORI DI MANUTENZIONE ORDINARIA EDILE ELENCO PREZZI UNITARI RESP. UFFICIO

Dettagli

unità D I M E N S I O N I I M P O R T I DESIGNAZIONE DEI LAVORI di Quantità misura par.ug. lung. larg. H/peso unitario TOTALE

unità D I M E N S I O N I I M P O R T I DESIGNAZIONE DEI LAVORI di Quantità misura par.ug. lung. larg. H/peso unitario TOTALE pag. 1 R I P O R T O LAVORI A CORPO 1 RIMOZIONE DI ARMATURA STRADALE P001 ESISTENTE Prezzo per rimozione a qualsiasi altezza di armatura stradale esistente, completa di accessori elettrici e lampada, previo

Dettagli

COMUNE DI TROPEA (Provincia di Catanzaro)

COMUNE DI TROPEA (Provincia di Catanzaro) COMUNE DI TROPEA (Provincia di Catanzaro) PROGETTO DEFINITIVO-ESECUTIVO Comune di TROPEA Interventi manutentivi alla rete idrica comunale per fronteggiare l emergenza idrica sul territorio di Tropea Completamento,

Dettagli

Innovazione nella posa dei serramenti La sigillatura delle finestre. Come e perché?

Innovazione nella posa dei serramenti La sigillatura delle finestre. Come e perché? Innovazione nella posa dei serramenti La sigillatura delle finestre. Come e perché? Klaus Pfitscher Relazione 09/11/2013 Marchio CE UNI EN 14351-1 Per finestre e porte pedonali Marchio CE UNI EN 14351-1

Dettagli

ANALISI PREZZI AGGIUNTIVI

ANALISI PREZZI AGGIUNTIVI PA.01 Oneri di discarica valutati a mc misurato sul volume effettivo di scavo o demolizione. Oneri di discarica MC 1.000 24.76 24.76 TOTALE 24.76 PREZZO TOTALE PER MC 24.76 Pagina 1 di 11 PA.02 Fornitura

Dettagli

GRUPPI REFRIGERANTI ALIMENTATI AD ACQUA CALDA

GRUPPI REFRIGERANTI ALIMENTATI AD ACQUA CALDA GRUPPI REFRIGERANTI ALIMENTATI AD ACQUA CALDA 1 Specifiche tecniche WFC-SC 10, 20 & 30 Ver. 03.04 SERIE WFC-SC. SEZIONE 1: SPECIFICHE TECNICHE 1 Indice Ver. 03.04 1. Informazioni generali Pagina 1.1 Designazione

Dettagli

Macchine per la disinfestazione e la disinfezione

Macchine per la disinfestazione e la disinfezione GPE-F GPC Macchine per la disinfestazione e la disinfezione GPE-P GPC - GPE GPC Sicurezza conforme alle ultime normative CE; valvole di sicurezza; riempi botte antinquinante; miscelatore nel coperchio

Dettagli

3. GLI AEROSTATI: CARATTERISTICHE FUNZIONALI I E STRUTTURALI

3. GLI AEROSTATI: CARATTERISTICHE FUNZIONALI I E STRUTTURALI 3. GLI AEROSTATI: CARATTERISTICHE FUNZIONALI I E STRUTTURALI L aerostato è un aeromobile che, per ottenere la portanza, ossia la forza necessaria per sollevarsi da terra e volare, utilizza gas più leggeri

Dettagli

I Leader nella Tecnologia dell'agitazione. Agitatori ad Entrata Laterale

I Leader nella Tecnologia dell'agitazione. Agitatori ad Entrata Laterale I Leader nella Tecnologia dell'agitazione Agitatori ad Entrata Laterale Soluzione completa per Agitatori Laterali Lightnin e' leader mondiale nel campo dell'agitazione. Plenty e' il leader di mercato per

Dettagli

Le graniglie sono classificabili, secondo il materiale di cui sono composte, come segue :

Le graniglie sono classificabili, secondo il materiale di cui sono composte, come segue : Cos è la graniglia? L utensile della granigliatrice : la graniglia La graniglia è praticamente l utensile della granigliatrice: si presenta come una polvere costituita da un gran numero di particelle aventi

Dettagli

LA PROTEZIONE DA RISCHI DI CADUTA DAI LUCERNARI nelle coperture industriali

LA PROTEZIONE DA RISCHI DI CADUTA DAI LUCERNARI nelle coperture industriali LA PROTEZIONE DA RISCHI DI CADUTA DAI LUCERNARI nelle coperture industriali MANUALE TECNICO APPLICATIVO A CURA DI ASSOCOPERTURE PERCHÈ PROTEGGERE I VUOTI Riteniamo necessario parlare ai tecnici del settore

Dettagli

APPLICAZIONE MODELLISTICA PER LA VALUTAZIONE DELLA QUALITÀ DELL ARIA NELL AREA DI INSEDIAMENTO DEL CENTRO AGRO ALIMENTARE TORINESE

APPLICAZIONE MODELLISTICA PER LA VALUTAZIONE DELLA QUALITÀ DELL ARIA NELL AREA DI INSEDIAMENTO DEL CENTRO AGRO ALIMENTARE TORINESE APPLICAZIONE MODELLISTICA PER LA VALUTAZIONE DELLA QUALITÀ DELL ARIA NELL AREA DI INSEDIAMENTO DEL CENTRO AGRO ALIMENTARE TORINESE Introduzione La porzione di territorio situata a sud-ovest dell Area Metropolitana

Dettagli

ANALISI DELL IMPORT/EXPORT EXTRA UE DEI PRINCIPALI PORTI ITALIANI. Anni 2009-2011. Ufficio Centrale Antifrode - Ufficio Studi economico-fiscali 1

ANALISI DELL IMPORT/EXPORT EXTRA UE DEI PRINCIPALI PORTI ITALIANI. Anni 2009-2011. Ufficio Centrale Antifrode - Ufficio Studi economico-fiscali 1 Analisi statistiche Giugno 2012 ANALISI DELL IMPORT/EXPORT EXTRA UE DEI PRINCIPALI PORTI ITALIANI Anni 2009-2011 Ufficio Centrale Antifrode - Ufficio Studi economico-fiscali 1 ANALISI DELL IMPORT/EXPORT

Dettagli

Trasmissioni a cinghia dentata SIT - CLASSICA passo in pollici. Trasmissioni a cinghia. dentata CLASSICA

Trasmissioni a cinghia dentata SIT - CLASSICA passo in pollici. Trasmissioni a cinghia. dentata CLASSICA Trasmissioni a cinghia dentata SIT - CLASSICA passo in pollici Trasmissioni a cinghia dentata CLASSICA INDICE Trasmissione a cinghia dentata SIT - CLASSICA passo in pollici Pag. Cinghie dentate CLASSICE

Dettagli

Sistemi Mapei per la realizzazione di pavimentazioni radianti ad alto rendimento termico

Sistemi Mapei per la realizzazione di pavimentazioni radianti ad alto rendimento termico Sistemi Mapei per la realizzazione di pavimentazioni radianti ad alto rendimento termico La riparazione dell asfalto ha fatto strada. Sistemi MAPEI per la realizzazione di pavime I pannelli radianti sono

Dettagli

EDIL-SERV via Ciantro Marrocco n 13; C.A.P.: 93100 Caltanissetta; Fax: 36.338.8233126; Cell. 338.8233126 388.1832953 Web:

EDIL-SERV via Ciantro Marrocco n 13; C.A.P.: 93100 Caltanissetta; Fax: 36.338.8233126; Cell. 338.8233126 388.1832953 Web: Via C. Marrocco, 13 93100 Caltanissetta (CL) Tel.: 338.8233126 388.1832953 Fax: 36.338.8233126 E-mail:edil-serv@alice.it Web: www.webalice.it/edil-serv Alla cortese attenzione del Titolare di codesta Spett.le

Dettagli

VOCE DI CAPITOLATO "RISANAMENTO DI MURATURE IN DETERIORA- MENTO DA SALI -

VOCE DI CAPITOLATO RISANAMENTO DI MURATURE IN DETERIORA- MENTO DA SALI - VOCE DI CAPITOLATO "RISANAMENTO DI MURATURE IN DETERIORA MENTO DA SALI RIDUZIONE DEI SALI A LIVELLI DI SICUREZZA MEDIANTE ESTRAZIONE CON IMPACCO " DESCRIZIONE LAVORI E VERIFICA La seguente Tabella

Dettagli

ELENCO PREZZI DI RIFERIMENTO PER IMPIANTI TERMICI INFERIORI A 35 kw Opere di adeguamento dell impianto termico

ELENCO PREZZI DI RIFERIMENTO PER IMPIANTI TERMICI INFERIORI A 35 kw Opere di adeguamento dell impianto termico ALLEGATO A ELENCO PREZZI DI RIFERIMENTO PER IMPIANTI TERMICI INFERIORI A 35 kw Opere di adeguamento dell impianto termico A) SOPRALLUOGHI, VISITE TECNICHE, VERIFICHE DI IMPIANTI A.1) Sopralluogo ed esame

Dettagli

MINI-ESCAVATORE. ViO20-4. 2230/2335 kg. Call for Yanmar solutions

MINI-ESCAVATORE. ViO20-4. 2230/2335 kg. Call for Yanmar solutions MINI-ESCAVATORE 2230/2335 kg Call for Yanmar solutions COMPATTEZZA Il è un mini-escavatore con sporgenza posteriore realmente nulla. Il contrappeso e la parte posteriore del telaio superiore della macchina

Dettagli

RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA DI EDIFICIO PER CIVILE ABITAZIONE ANNI '50

RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA DI EDIFICIO PER CIVILE ABITAZIONE ANNI '50 RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA DI EDIFICIO PER CIVILE ABITAZIONE ANNI '50 L'edificio oggetto dell'intervento, si trova a Bolzano in via Dalmazia ai numeri 60, 60A e 62 E' stato costruito nei primi anni '50

Dettagli

CALEFFI. Valvola di scarico termico con reintegro incorporato. serie 544 01058/09. sostituisce dp 01058/07. Funzione

CALEFFI. Valvola di scarico termico con reintegro incorporato. serie 544 01058/09. sostituisce dp 01058/07. Funzione Valvola di scarico termico con reintegro incorporato serie 544 R EGI STERED BS EN ISO 9001:2000 Cert. n FM 21654 UNI EN ISO 9001:2000 Cert. n 0003 CALEFFI 01058/09 sostituisce dp 01058/07 Funzione La valvola

Dettagli

Impianto di compostaggio e di produzione di energia rinnovabile

Impianto di compostaggio e di produzione di energia rinnovabile Impianto di compostaggio e di produzione di energia rinnovabile Come ottenere energia rinnovabile e compost dai rifiuti organici Un percorso di educazione ambientale alla scoperta dell impianto di compostaggio

Dettagli

COME NASCONO I TAPPI DI SUGHERO

COME NASCONO I TAPPI DI SUGHERO IL SUGHERO CHE COS È Il sughero è un prodotto naturale che si ricava dall estrazione della corteccia della Quercus suber L, la quercia da sughero. Questa pianta è una sempreverde, longeva, che cresce nelle

Dettagli

Sussidi didattici per il corso di PROGETTAZIONE, COSTRUZIONI E IMPIANTI. Prof. Ing. Francesco Zanghì FONDAZIONI - II

Sussidi didattici per il corso di PROGETTAZIONE, COSTRUZIONI E IMPIANTI. Prof. Ing. Francesco Zanghì FONDAZIONI - II Sussidi didattici per il corso di PROGETTAZIONE, COSTRUZIONI E IMPIANTI Prof. Ing. Francesco Zanghì FONDAZIONI - II AGGIORNAMENTO 12/12/2014 Fondazioni dirette e indirette Le strutture di fondazione trasmettono

Dettagli

MONDIALE NELLE SOLUZIONI PER L ISOLAMENTO

MONDIALE NELLE SOLUZIONI PER L ISOLAMENTO L innovativo sistema per la ristrutturazione delle pareti dall interno LEADER MONDIALE NELLE SOLUZIONI PER L ISOLAMENTO Costi energetici elevati e livello di comfort basso: un problema in crescita La maggior

Dettagli

Guida tecnica alla progettazione dell IMPERMEABILIZZAZIONE

Guida tecnica alla progettazione dell IMPERMEABILIZZAZIONE Guida tecnica alla progettazione dell IMPERMEABILIZZAZIONE 8 1 4 6 7 8 7 1 4 2 Guida tecnica alla progettazione dell IMPERMEABILIZZAZIONE INTRODUZIONE MAPEI, azienda leader mondiale nella produzione di

Dettagli

Prof. Ing. Alberto Pistocchi, Ing Davide Broccoli. Ing Stefano Bagli, PhD. Ing Paolo Mazzoli. Torino, 9-10 Ottobre 2013. Italian DHI Conference 2013

Prof. Ing. Alberto Pistocchi, Ing Davide Broccoli. Ing Stefano Bagli, PhD. Ing Paolo Mazzoli. Torino, 9-10 Ottobre 2013. Italian DHI Conference 2013 Implementazione di un modello dinamico 3D densità a dipendente all'interno di un sistema Web-GIS per la gestione e il monitoraggio della qualità delle acque di falda per un comparto di discariche Prof.

Dettagli

Guida all applicazione (spruzzatura ad aria nebulizzata)

Guida all applicazione (spruzzatura ad aria nebulizzata) Guida all applicazione (spruzzatura ad aria nebulizzata) 1 Spruzzo convenzionale (aria nebulizzata) Una pistola a spruzzo convenzionale è uno strumento che utilizza aria compressa per atomizzare ( nebulizzare

Dettagli

OPERE PROVVISIONALI CADUTE DALL ALTO

OPERE PROVVISIONALI CADUTE DALL ALTO CORSO DI INFORMAZIONE PER STUDENTI PREVENZIONE E SICUREZZA NEI CANTIERI EDILI OPERE PROVVISIONALI CADUTE DALL ALTO DIPARTIMENTO DI PREVENZIONE MEDICA Servizio Prevenzione Ambienti Lavoro RISCHI DI CADUTA

Dettagli

Edizione Agosto 2006. Il grande cerchio per una protezione naturale

Edizione Agosto 2006. Il grande cerchio per una protezione naturale Edizione Agosto 2006 Il grande cerchio per una protezione naturale FERRONDO -Innovazione astuto dinamico di valore Con un unico profilo FERRONDO GRANDE combina protezione dai rumori e Design. La sua forma

Dettagli

Scheda di dati di sicurezza

Scheda di dati di sicurezza Pagina: 1/6 SEZIONE 1: Identificazione della sostanza o della miscela e della società/impresa 1.1 Identificatore del prodotto 1.2 Usi pertinenti identificati della sostanza o miscela e usi sconsigliati

Dettagli

COMUNE DI VALDAGNO PROVINCIA DI VICENZA SISTEMAZIONE MARCIAPIEDE VIA 1 MAGGIO COMPUTO METRICO ESTIMATIVO. Cornedo Vic.no lì 08 aprile 2013

COMUNE DI VALDAGNO PROVINCIA DI VICENZA SISTEMAZIONE MARCIAPIEDE VIA 1 MAGGIO COMPUTO METRICO ESTIMATIVO. Cornedo Vic.no lì 08 aprile 2013 S T U D I O D I P R O G E T T A Z I O N E C I V I L E E D I N D U S T R I A L E D O T T. I N G. P R E T T O F L A V I O COMUNE DI VALDAGNO PROVINCIA DI VICENZA Oggetto: SISTEMAZIONE MARCIAPIEDE VIA 1 MAGGIO

Dettagli

CERTIFICATO ACUSTICO DI PROGETTO (D.P.C.M. 5 dicembre 1997)

CERTIFICATO ACUSTICO DI PROGETTO (D.P.C.M. 5 dicembre 1997) CERTIFICATO ACUSTICO DI PROGETTO (D.P.C.M. 5 dicembre 1997) Progetto per la realizzazione di: Edificio residenziale Località: Ancona Indirizzo: via Menicucci, 3 Il tecnico competente Ancona, 20/09/2011

Dettagli

RESISTIVITA ELETTRICA DELLE POLVERI: MISURA E SIGNIFICATO PER LA SICUREZZA

RESISTIVITA ELETTRICA DELLE POLVERI: MISURA E SIGNIFICATO PER LA SICUREZZA RESISTIVITA ELETTRICA DELLE POLVERI: MISURA E SIGNIFICATO PER LA SICUREZZA Nicola Mazzei - Antonella Mazzei Stazione sperimentale per i Combustibili - Viale A. De Gasperi, 3-20097 San Donato Milanese Tel.:

Dettagli

Riferimenti Normativi. D. Lgs. 152/06 (Testo Unico) Delib. Int. 04/02/1977 Leggi e Regolamenti locali D.M. 185/03 (riutilizzo acq.

Riferimenti Normativi. D. Lgs. 152/06 (Testo Unico) Delib. Int. 04/02/1977 Leggi e Regolamenti locali D.M. 185/03 (riutilizzo acq. Riferimenti Normativi - D. Lgs. 152/06 (Testo Unico) Delib. Int. 04/02/1977 Leggi e Regolamenti locali D.M. 185/03 (riutilizzo acq. reflue) Acque reflue domestiche: acque reflue provenienti da insediamenti

Dettagli

CONSIGLI UTILI PER UNA CORRETTA ESECUZIONE DELLE MURATURE

CONSIGLI UTILI PER UNA CORRETTA ESECUZIONE DELLE MURATURE CONSIGLI UTILI PER UNA CORRETTA ESECUZIONE DELLE MURATURE a cura del Consorzio POROTON Italia VERSIONE ASPETTI GENERALI E TIPOLOGIE MURARIE Le murature si dividono in tre principali categorie: murature

Dettagli

Le applicazioni della Dome Valve originale

Le applicazioni della Dome Valve originale Le applicazioni della Dome Valve originale Valvole d intercettazione per i sistemi di trasporto pneumatico e di trattamento dei prodotti solidi Il Gruppo Schenck Process Tuo partner nel mondo Il Gruppo

Dettagli