Alex G. Raccuglia. Le mie cicatrici

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Alex G. Raccuglia. Le mie cicatrici"

Transcript

1 Alex G. Raccuglia Le mie cicatrici

2 3 ottobre 2001 Un paio di riflessioni (le ultime) Bene, dopo un giorno di assoluto silenzio (ho avuto da fare, sorry) mi piacerebbe parlare della serata dell'altro ieri, lunedi, in cui abbiamo girato tutta la sequenza 13 e la rimanente parte della sequenza 4.2. Vorrei iniziare ringraziando tutti per la loro partecipazione, soprattutto Andrea che è intervenuto con la febbre e Max che è dovuto scappare via come un fulmine per gli allenamenti di pallavolo. Ma grazie anche a tutti gli altri, ad Arde che ha recitato con precisione e a Roberta (a cui abbiamo bruciato la casa). A Sergio che si è occupato della registrazione audio e ad Antonio che, con la telecamera nuova, si è "lanciato" in una serie di inquadrature ardite. Tra l'altro abbiamo esaurito anche la terza cassetta (da un'ora). Detto questo mi piacerebbe fare un paio di chiacchere a proposito di questo sito e di come ne ho usufruito più o meno ingiustamente, stando a sentire i commenti più o meno diretti della Krew. Ammetto di avere sbagliato e di avere fatto uso di questa struttura di comunicazione in maniera troppo personale, e la goccia che ha fatto traboccare il vaso sono state le foto di Jennifer Love Hewitt. Mi dispiace di questo, anche se una parte di me vorrebbe dire "e allora? questo sito l'ho tirato su io e lo riempio io di contenuti". Balle: ho fatto una cazzata utilizzando risorse comuni e mi dispiace. Vi chiedo solo un minimo di comprensione: "fare" Skarr è un bel po' impegnativo. Si tratta di tenere unite e motivate almeno dodici persone (sulle trenta che partecipano), ognuna con i suoi tempi, i suoi modi e le sue esigenze. E, credetemi, le direzioni che ognuno di voi prende, per sé e per il film, sono divergenti. Molto spesso mi sembra di correvi dietro continuando a ripetervi che "stiamo facendo un ottimo lavoro" senza però darvi la possibilità di farvi vedere anche un minimo risultato. Ma questi sono problemi miei e fanno parte delle regole del gioco (e del comando). Detto questo, vi chiedo, ancora una volta, di contribuire attivamente a questo mezzo di comunicazione straordinario che abbiamo a disposizione, in modo tecnico e contenutistico. Il sito di Skarr è abbastanza grande perché ognuno di voi possa contribuire in modo attivo e costruttivo. Datevi da fare.

3 4 ottobre 2001 Rifllessioni Allora, mi sono consultato con un po' di persone che mi stanno vicine in questo momento a proposito dell'andamento di questo sito. Premetto che già ieri ho promesso che non avrei più postato alcunché di personale in questa sede. Il problema è che un sito di questo tipo non si fa da solo, come anche un film cone Skarr non si fa da solo. C'è bisogno di un grosso lavoro da parte di tutti i partecipanti. Per quanto riguarda il sito del film io in primis vorrei che fosse strutturato in modo diverso. A giungo abbiamo fatto una bellissima riunione in cui ognuno diceva la propria e abbiamo stilato un elenco di cose da fare. Perfetto. Di dieci cose che abbiamo deciso io però ne so fare a malapena due e ho bisogno del contributo di tutti, di grafici, di tecnici (ASP do you remember?) e di persone che sviluppano contenuti. Dato che non ho questo supporto se non in modo molto "blando" (quando non critico e basta) e dato che anche quando non vi invio la ("andate a vedere il sito che vi devo dire qualcosa) gli hit-count di progettoskarr.net non arrivano a cinque probabilmente ho interpretato tutto questo come una mancanza di interesse dovuta sicuramente al fatto che ognuno di noi deve fare mille altre cose più importanti di Skarr. Io a Skarr sto dedicando un sacco di tempo. Non crediate che preparare il ruolino sia semplice o che si faccia da solo. Oppure che organizzare le riprese, telefonare a tutti, inviare quattro e.mail a testa e tre messaggi sul telefono cellulare sia una cosa automatica. Beh, quasi lo è, ma il programma per inviare SMS l'ho pur dovuto scrivere, no? E molto spesso sono costretto a supporre che gli invitati abbiano letto , sito e SMS sperando che arrivino perché non ho una conferma diretta. Con questo non pretendo più energie delle tantissime che mi state dando, vorrei solo dire che, tra l'altro girando due volte alla settimana e dovendo anche io portare a casa la pagnotta, non ho il tempo fisico di riversare il girato su hard disk per mettere le foto a disposizione di tutti. Anche perché ho un hard disk strapieno e aspetto quello nuovo da 60 GB che dovrebbe arrivare a giorni. Un minuto di filmato occupa dai 5 ai 10 MB. Fatevi un po' due conti anche voi... Mi piacerebbe che questo sito fosse più cosmopolita, nel senso che ognuno vi partecipasse, ma non posso pretendere che dedichiate a Skarr ancora più tempo di quanto già ne spendete. D'ora in avanti il sito sarà più dinamico e più Skarr-based, niente più foto di ragazze carine (se non facenti parte del cast) e niente più riflessioni personali. Ma se cercate di contribuire attivamente con critiche costruttive e con contenuti appropriati vedrete che questo sito diventerà proprio come abbiamo voluto che fosse. Grazie ancora una volta della collaborazione.

4 16 novembre 2001 Ieri sera Mah... Ieri sera... Non saprei cosa dire... Si, dai, sono contento così abbiamo terminato una volta per tutte le sequenza 08 e 05 (per questa manca solo l'effetto finale, ma è praticamente ok), arrivando al 27.9% del girato (e 7 sequenze completate). Ma ieri è stata una serata impossibile: troppe persone coinvolte, troppo caos, troppo freddo, una produttività ai minimi storici, che non mi ha soddisfatto per niente, se non nell'ultima ora di riprese, quando se ne erano andati quasi tutti e siamo rimasti solo noi "addetti ai lavori". Di conseguenza, d'ora in poi, oltre a pianificare fino a marzo riprese solo in interni, l'obiettivo è quello di avere sul set il minor numero di persone possibile, solo il minimo indispensabile per lavorare decentemente. Grazie comunque a tutti per la partecipazione e il contributo.

5 21 novembre 2001 Ieri sera Ieri sera è stata una serata molto piacevole. Come previsto abbiamo effettuato la maggior parte delle riprese in bluescreen con Max (particamente tutte) e poi siamo andati a "prenderci una birra" (anche se tutti hanno poi ordinato aranciata o coca). Serata molto piacevole, con Max che non aveva cenato, Roberto che ha trovato in uno scatollone (?!?!) delle pastiglie cinesi mirabilanti che garantiscono un'erezione duratura, Antonio in fase di de-para-ssione (motivi suoi), Mauro... al solito e il sottoscritto devastato dall'influenza. Ma la produttività è stata altissima e prometto di pubblicare qualche scorcio interessante prima di sera. Bella.

6 14 gennaio 2002 Sono tornato Bene, eccomi qui, bello, riposato e ritemprato, pronmto a tornare all'opera sul nostro capolavoro. Che dire di Londra? Beh, va visitata, punto e basta. Vi lascio un ricordino di un paio di amici che ho incontrato alla torre...

7 11 febbraio 2002 Metodologia di produzione L'altra sera, quando abbiamo girato la prima parte della sequenza 14-1, abbiamo raggiunto il nostro record di 1.7% di film (finale) in una sera sola. Questo mi ha fatto un po' pensare a come siamo riusciti ad arrivare a questo risultato. La risposta è stata semplice: non solo abbiamo provato prima la scena senza telecamere (una lettura "recitata"), ma abbiamo girato la sequenza senza stacchi, provando a recitare più battute una di seguito all'altra. E siamo riusciti ad arrivare ad un livello di produttività che prima non avevamo raggiunto. Questo significa che dobbiamo modificare la nostra metodologia di produzione. In accordo con Odille, Max e Antonio ho deciso che d'ora in avanti le riprese andranno prima provate in ufficio o comunque in un luogo diverso dal set, senza luci e senza vestiti. La lettura recitata verrà ripresa con la telecamera Video 8 e una copia in VHS verrà consegnata ad ognuno degli attori, che se la potrà consultare e vedere più volte a casa, con comodo. Lo scopo è quello di imparare a memoria le battute per consentire di effettuare le riprese in maniera più spedita possibile. L'altra sera, per intenderci, abbiamo effettuato solo 5 riprese, cinque per tutte le inquadrature che avete visto: abbiamo ripreso la stessa scena, recitata a lungo circa un minuto e mezzo per la parte più lunga, da due o tre punti di vista, per darci la possibilità di effettuare i montaggio o di inquadrare comunque la cosa più interessante. E anche il montaggio è risultato semplicissimo da realizzare, con il girato effettuato in questo modo. In definitiva: d'ora in avanti dedicheremo una sera ogni due o tre settimane per incontrarci ed effettuare delle prove di recitazione, senza girare. Questa metodologia non ci farà "sprecare una sera" ma ci farà guadagnare tantissimo tempo in fase di recitazione. Ed entrambi gli attori hanno trovato l'esperienza più gratificante e, alla fine, anche più semplice da interpretare. Gli attori che necessiteranno di sottostare a questa nuova strategia produttiva sono Max, Odille, Luca (Arosio) e Arde, che avranno un gran bel da fare per la sequenza finale. Se riusciamo ad inplementarla in questo modo penso che riusciremo a girare il 30% del film (relativo, appunto, alla sequenza finale) in un mese o, al massimo, due. Grazie per l'attenzione.

8 16 febbraio 2002 Ieri sera Ieri sera, venerdi 15 febbraio, ci siamo trovati, Max, Odille, Roberta e il sottoscritto, per effettuare qualche prova di recitazione. I due protagonisti hanno provato, con molto impegno, il finale della sequenza 14-1, quello con il bacio per intenderci, e tutta la sequenza 9. Devo ammettere che, seppur "grandi professionisti" il bacio ci ha creato non poco imbarazzo, anche al sottoscritto e Roberta, in qualità di osservatori. Senza parlare di Max. Solo Odille sembrava, professionalmente, tranquilla nel ruolo. Le provedi recitazione sono state utilissime: abbiamo impiegato un vedersì sera, certo, ma adesso siamo veramente pronti alla prova,e molto probabilmente riusciremo a girare tutta la scena 14-1 e tuta la 9 in una serata (una per scena!). In parole povere: le prove di recitazione/lettura recitata si dimostrano ancora una volta più che importanti e fondamentali per la nostra produttività. Adesso dobbiamo soltanto effettuare le prove della lunghissima sequenza 20, la scena madre, prima di avventurarci nella ricutazione "su strada".

9 8 marzo 2002 TDMVD Molto Off Topic, lo so, ma non mi interessa. Oggi sono andato presso la Mondadori di via Marghera a Milano e... beh, sì, era lì davanti a me. "Tecniche di montaggio video digitale", di Alessandro Giaminardi Raccuglia (sic). Il mio primo libro. Sniff... :'-)

10 12 marzo 2002 Il set di domani sera Approfitto dello sapzio per pubblicare un po' di foto del set in cui, domani sera, effettueremo le riprese. Gil e Sasha saranno seduti sul divano che mostro in queste foto. L'ambiente è molto più luminoso di quanto le foto diano a vedere: è l'effetto flash. I gatti erano lì e non volevo mandarli via... ;-)

11 12 marzo 2002 Da wall Penso che il leader (più o meno carismatico) del gruppo debba crederci più di ogni altra cosa, più di ogni altro. Ecco perché ho esaurito l'inchiostro a colori della stampante Canon prestatami per la recensione stampando le inquadrature più belle del film e me le sono appese sopra il letto...

12 14 marzo 2003 Ieri sera Ieri sera è stato divertente e faticoso. Divertente perché un po' tutti abbiamo sfogato le nostre tensioni in una serie interminabile di battute e distrazioni. Faticoso per lo stesso motivo. La scelta dei vestiti è stata facile, come anche, o quasi, quella del posizionamento delle luci. Abbiamo recitato infinite volte i 10 shot, ma i take diminuivano drasticamente di volta in voltya: diventavamo bravie la paura di non finire (più) era tale per cui avevamo la necessità di dare una bella botta al tutto e portare a casa il nostro risultato. Beh, che dire? Trucco bene (sempre grande Davide), anche se Antonio vuole aggiungere in GD del sangue digitale (ma perché dico io?). Bravi i due attori, concentrati, anche se non troppo, ma era la loro prima volta: promettono bene. Grazie a Roberta, microfonista digiunante. Grazie. Ah, abbiamo fatto ben un 1.5% del film... Ecco la (consueta) galleria fotofragica...

13 15 marzo 2002 Ieri sera Se qualcosa può andare storto... Beh, ieri sera ce l'abbiamo messa tutta per non farla andare storta. Ma siamo un po' usciti dai binari e non siamo riusciti, colpa mia, a completare le riprese della sequenza 09. Il tempo, come avevo previsto, si era aggiustato, eravamo pronti sul set ben alle 21.30, con solo un'ora di ritardo sulla tabella di marcia. Quando ci accorgiamo che non abbiamo l'alimentazione della videocamera. Siamo andati a prenderla a casa mia, lasciando una grande troupe al freddo e al gelo al Parco Solari. Ieri c'erano i due attori, Odille e Max, Antonio, Sergio, Mauro, Arde e il suo amico Mirko, devo ammettere piuttosto perfetto nel ruolo di Leo. Siamo riusciti a girare solo un'ora, dalle alle 23.40, prima che la batteria ci lasciasse (ma domani ho intenzione di costruire personalmente i cavi per utilizzare il pacco di banfi (non ci sono doppi sensi) e duplicare dunque la nostra autonomia. Abbiamo terminato tutte le riprese di leo, anche quella in cui appare sulla sua guancia il segno del rossetto di Rox, e alcuni nei primi piani di quest'ultima. Poi siamo andati a dormire. No, non è vero, perché, chi da una parte chi da un'altra, siamo tutti andati a chiaccherare... Vi lascio al consueto reportage fotografico...

14 21 marzo 2002 Primavera Mi emoziono sentendo passare di nuovo i motorini truccati, le autoradio veloci e il profumo dei tigli mischiato ad un altro più strano mi fa ricordare che da bambino sognavo di fare il benzinaio Di colpo oggi come allora la stessa fatica a stare in casa e annusando l aria di nuovo con la stessa smania di allora con la stessa voglia di andare scappare dove non sono stato mai [Luca Carboni, Primavera, Persone silenziose (1989)]

15 3 aprile 2002 Ieri sera Ieri sera... Ieri sera... Difficile parlare di ieri sera. Tante cose sono successe, troppe forse. Mancava Max, che, con il suo occhio barocco avrebbe potuto carpire meglio l'aneddotica aleggiante. Cercherò di dare il meglio di me. La location era perfetta. Il tetto di Exmachina è sempre stato il punto ideale in cui girare la scena madre del film. Peccato che la vicinanza, il vicinato, insomma come vogliamo chiamarli, non è stata del tutto d'accordo. Sistemate le luci sullo spiazzo in un disegno tale da ricordare le trasformazioni dei Meganoidi siamo pronti per girare alle Arde si veste da prete e inizia con la prima parte del suo monologo. Bravo, bravissimo. Tanate tapparelle si alzano e la gente si incuriosisce assai. Arde si emoziona ma andiamo avanti. Poi, ore 22.30, si alza l'ultima tapparella, Arde sta recitando al massimo e una voce dall'alto, un deus ex machina, irrompe tonante: "Per piacere, la piantate di rompere i coglioni che c'è gente che vuole dormire?". Abbiamo cercato di interpretare l'ossimoro "Per piacere" (educato) /"rompere i coglioni" (già meno educato). E anche di capire quel "c'è gente che vuole dormire". Avrei preferito un più diretto "che devo dormire". Ma la gente che passa subito al "rompere i coglioni" senza un "smettetela che ho sonno" non si espone mai direttamente. Morale: il tetto di Exmachina, la location perfetta non è praticabile. Ne cercheremo un'altra. Fase due: il provino di Gabriele... che dire? Ci convince, anche se crediamo che farsi un viaggio due volte alla settimana da Vercelli a Milano, o Bareggio o Nerviano sia una mezza pazzia. Ma lui ci assicura che è convinto e... lo prendiamo. Abbiamo trovato il nostro Nero. Pubblico di seguito qualche foto e prometto che appena posso metterò on line anche uno dei monologhi di Arde...

16

17 4 aprile 2002 Ieri sera (Moulin rouge) Alla fine ce l'abbiamo fatta ed abbiamo (ho?, no, dai, abbiamo...) organizzato una bella serata. Il film è piaciuto tantissimo a tutti quanti tranne a una persona, di cui tralascio le credenziali. Alla fine abbiamo anche fatto due chiacchere piacevoli sulla vita, l'universo e quelle cose lì. Insomma, ci voleva per distrarsi e fare un po' di amicizia...

18 12 aprile 2002 Ieri sera Ieri sera è stata una serata impegnativa. I tre attori, Max, Odille e Gabriele (rigorosamente in ordine non alfabetico) son stati messi sotto torchio pesantemente dal regista, dal coregista e da Biagio, il cane di Roberta/Patrizia. Abbiamo provato davanti alle telecamere, la sequenza 7, la sequenza 11 e la 17, raggiungendo dei buoni risultati. penso che le riprese delle sequenza, dal vivo, comporteranno non troppo spreco di tempo. Ho fiducia in tutti voi, anche se a volte non lo dimostro...

19 16 aprile 2002 Effetti speciali? L'altra sera, giovedì, durante le utilissime prove di recitazione, qualuno ha espresso il suo parere, dicendo che in questo film la produzione si sta occupando maggiormente di effetti speciali e sta tralasciando la recitazione vera e propria. Questo mi ha fatto pensare non poco, ci ho ragionato molto per l'intero week end, tra l'altro un fine settimana molto gradevole grazie a due componenti del cast che ringrazio pubblicamente anche se sono cavoli nostri... Dicevo, gli effetti speciali... Beh. Non sono molto d'accordo con questa affermazione, e mi prendo questo spazio per chiarire il mio punto di vista a tutti quanti se siano posti lo stesso problema. Prima di tutto: Skarr non è un film di effetti speciali. Sarebbe da pazzipensare, con 2000 Euro di budget pensare di realizzare un film con anche solo un effetto speciale. Punto e basta. Probabilmente molte persone, che mi conoscono, sanno che sono attratto dalla spettacolarità del cinema, anche se c'è film e film, soprattutto quando si parla di cinema/baraccone, quello, per farci capire, che incassa tonnellate di milioni, in dollari (ma anche in Euro, adesso l'ordine di grandezza è quello) con "la ProfanaTombe" o con "il pianeta delle Api". Ci sono film spettacolari e film belli. A volte le due categorie si intersecano tra loro, credo. Mi sono chiesto allora se l'effetto speciale è condizione necessari al che un film sia di mio gradimento... Non lo so se è proprio così, anche considerando il fatto che tra i miei dieci film preferiti probabilmente tutti hanno al loro interno delle sequenze con effetti speciali. Ebbene sì, non solo l'odissea di Kubrick ha degli effetti speciali, ma anche Apocalypse Now di Coppola, Fight Club di Fincher, Pulp Fiction di Tarantino e Cantando sotto la pioggia (Donen/Kelly) sono strazeppi di effetti visivi. Che sia del napalm che brucia una foresta, la pioggia finta o solo un riflettore che illumina una faccia in modo non naturale. Sono

20 tutti di effetti speciali. Che sia solo un taglio di inquadratura. Sono tutti effetti speciali. Ma questo è un discorso un po' estremista che probabilmente non tutti condividono appieno. Torniamo a Skarr. Skarr si può girare senza nessun effetto speciale, tranne, al più, un paio di dissolvenze al bianco. Che sono già un effetto speciale di loro, ma dato che si possonorealizzare senza un computer, artigianalmente, sono già più accettabili. Uno cosa va però detta: senza computer non potremmo montarlo questo film, neppure realizzare delle dissolvenze incrociate, utilizzare il bianco e nero (necessario alla seceneggiatura) o ricolorare il film in modo che sembri realizzato con pellicola a 16 mm. Ma anche questa è un'altra storia... Skarr si può realizzare, dunque, anche senza effetti speciali, di questo sono molto convinto. Perché nella sceneggiatura allora ci sono riferimenti ad effetti speciali? Semplice: mi sono guardato in giro, ho consultato un paio di persone/amici del cast ed ho constatato che si sarebbe trattato di qualcosa di fattibile, e senza nemmeno troppa fatica. E allora li ho messi dentro, ben conscio che il più grande impegno in questa produzione è quello della produzione, non la post... Non costa tanto impegno realizzare un morphing, o delle scariche elettriche. Un chroma key un po' di più, ma nemmeno tanto. E' molto più faticoso spremere un monologo, un bacio, una lacrima dopo un tentativo di violenza. E' molto pià faticoso mettere una luce che arrivi in modo particolare, scegliere l'inquadratura in modo che la recitazione dell'attore venga più che sottolineata. Il film e la sua intensità la fanno gli attori, ma anche la scenografia, la musica, la fotografia. Il montaggio. La regia. Certo, come montatore sicuramente non sono al livello degli attori che ho sottomano. Come regista probabilmente faccio un buon lavoro solo producendo materiale didattico o telecomandando robottini... Come autore certamente non lascerò il segno. Ma ci provo insieme a voi. Perché Skarr è un'esperienza comunitaria. Perché ci troviamo a pre-recitare, a provare di pre-recitare tutte queste scene? Per evitare di farlo sul set. Perché ognuno di noi/voi trovi la sua dimensione. Io lascio molto liberi gli attori di trovare il proprio personaggio e, in quanto autore della sceneggiatura e regista, mi intrometto nelle scelte di chi recita solo quando mi sembra che divergano troppo dalla mia idea. Chè, dopo

21 tutto, Skarr è una mia droga. La mia droga ideale, quella che mi risolverebbe un sacco di guai... Se non altro per la sovrapposizione temporale, riuscirei a dare tutti gli esami... ;-) Skarr è una cosa titanica, per quanto mi riguarda è stato sicuramente un passo più lungo della gamba. Ma non mi sono ancora pentito di avere intrapreso questo viaggio, lungo due o tre anni probabilmente. Anzi, ne sono felice, anche se mi succhia energie e tempo. Perché è qualcosa che, sono sicuro, saremo orgogliosi di avere realizzato. Quando saremo alla serata della prima, oppure riesumando il DVD per farlo vedere ai nostri nipoti. Perché è una pazzia, una di quelle follie che ti resteranno dentro per sempre. Skarr è un effetto speciale. Sì, probabilmente lo è, molto più costoso, per noi, di un extraterrestre che telefona senza GSM, di una guerra contro ragni giganti, di un uragano visto da dentro, di un film che va guardato, in anteprima, a mezzanotte. Perché l'ho fatto io, perché l'hai fatto tu. Soprattutto perché l'abbiamo fatto noi, sputandoci sangue, sudore. Credeteci: Skarr è un film recitato. Ma, al contrario del teatro, al cinema recita molto tutto quello che circonda l'attore, che lo illumina, che lo scruta. Al cinema si recita in dieci anche se solo una persona è inquadrata. E sono necessari tutti quanti. Tutti e dieci, tutti ugualmente importanti. E magari io non so come guidarli tutti. Ma so che devo farlo. E ce la metterò tutta per farlo al meglio.

22 16 aprile 2002 Cos è Skarr? [rumore bianco gaussiano]

23 17 aprile 2002 Ieri sera, e non solo ieri sera Ieri è stata una giornata bizzarra, una di quelle che te le ricordi per un po', nel bene e nel male. Ieri abbiamo raggiunto il record di hit (con ripetizioni) per il nostro sito. La barra più lunga (e le dimensioni contanto) è quella di ieri, 84 hit count per assistere ad una diatriba. Che, tra l'altro, voleva essere più una chiarificazione che una polemica. evidentemente 6 anni di giornalismo non hanno fatto di me un grande comunicatore. Peccato... Ieri sera eravamo in "tanti": il sottoscritto con Antonio, Sergio con Arde, Odille che doveva recitare eroberta, in qualità di aiuto cuoco. Poi si è aggiunto in fin di serata Max. Bello... Abbiamo girato una scena con effetti speciali (ma senza effetti speciali, che, in quanto tali, si aggiungono in post) a casa di Eugenio, che si è prestato a farsi spostare mobilia e a prendere un po' di freddo. Probabilmente non gli siamo piaciuti troppo, ma il cinema è anche questo: due palle astrali, mezzore per girare 5 secondi di finale. Poi ci siamo spostati in Exmachina, anzi, davanti al cancello di Exmachina, dove abbiamo girato la sequenza 20-c2, in cui una Rox assennata cerca di farsi aprire "a sbafo" per correre a salvare la vita del suo Chris. Questa seconda parte è stata la più divertente, tutta con inquadrature inclinate che fanno molto "Battaglia per la Terra", per quei pochi pazzi che l'hanno visto e per quelli ancora più andati che hanno acquistato il DVD (io alzo la mia manina, che tanto a me vanno giù solo film con effetti speciali...). Mi sono persino ritrovato a ridere quando... No, beh, lascio che sia Max/Chris a spiegarvelo. Magari sottolineo solo il fatto che non vi odio come fa Cartman con Kyle, Stan e Kenny (interessante che Eric Cartman sia l'unico chiamato per il cognome...). Ma qualcosa si è un po' incrinato e ci vorrà un po' di tempo perché vi possa guardare ancora con gli stessi occhi. Non ho foto di ieri. Ho cautamente anche se non l'ho fatto apposta, lasciato a casa la macchina fotografica digitale. Poco male. Alla fine, circa mezzanotte e mezzo, siamo andati di corsa al centro sociale Leoncavallo per chiedere loro di "prestarci" il loro tetto come set per la scena madrissima. Non ci hanno detto di no a priori, ma solo hanno fatto notare che la struttura è pericolante. Li richiamiamo sabato per sapere se è stata riparata. La speranza è sempre l'ultima a morire. E io non sono più di tanto pessimista, ma sarà il caso che provi a trovare una soluzione alternativa.

24 Tornato a casa dopo l'una e mezza. Freddo, stanco. Abbiamo fatto un buon 1.5% del film. Qualcuno (non il solito qualcuno) propone di trovarci per una pizzata quando saremo arrivati al 50%, al giro di boa. Pensateci. Ricordatevi che, anche se non è automatizzato, questo posto è pubblico. Questo sito è nostro/vostro. Se volete che pubblichi qualcosa che scrivete mandatemi una e sarò contento di farvi dire anche la vostra.

25 24 aprile 2002 Ultime considerazioni E' da tempo che non posto sul sito ma è arrivata l'occasione. Allora per prima cosa: la nuova sezione che hai inaugurato è FANTASTICA!, complimenti è quello che mancava al nostro sito e complimenti anche per l'effetto davvero molto speciale, forse l'unico appunto che potrei muovere è di includere il tutto in un'unica pagina e poi manca ancora il link alla sezione "Approfondimento", l'altra considerazione la faccio per un'altra cosa che più volte ho sentito sul set ma non ho mai voluto commentare: Benché attualmente non ci sia un direttore della Fotografia, questo non vuol dire che le riprese fanno schifo anzi a guardarle credo che si stia facendo un ottimo lavoro e credo che il sottoscritto possa tranquillamente svolgere il compito, certo con Banfi ero in sintonia se gli chiedevo qualcosa lui subito capiva e spesso mi anticipava, ma senza è dura perché non è che c è solo da regolare la posizione delle luci, ma capire regolare l intensità, la temperatura e poi anche come ti dovrai muovere sul set con la camera (per non inquadrare anche le luci e le ombre), stabilire le giuste inquadrature e soprattutto come si dovranno muovere gli attori, mentre recitato, avere una visione d'insieme di tutto quello che accade a 360 (microfono, passanti, rumori e quant altro ci capita sul set), in poche parole ci sarebbe bisogno di qualcuno che si occupi di fotografia, ma vedendo le ultime riprese credo che non sia indispensabile, perché il sottoscritto con l aiuto di chi ci capita e dei soliti 4, se la cava e se la cavano lo stesso anche da soli, ciò non toglie che a gran voce chiedo il reintegro di Banfi! (dove sei fatti vedere), ma se questo mio appello non possa servire, allora pazienza, andiamo avanti!. Stasera che parteciperà alle riprese ci sarà un assaggio di vera "PASTIERA" Napoletana fresca fresca arrivata da Napoli (per mano della mia Mamma), sono solo 7 fette mi raccomando l'ultimo che arriva, si becca solo il profumino. a stasera [Antonio] Allora, grazie per i complimenti. Ogni tanto fanno bene. Ho aggiunto i link come mi hai indicato, anche se adesso lo spazio a disposizione si sta assottigliando! Ho scelto di non includere tutto il "tutorial" in una sola pagina perché i tempi di caricamento sarebbero stati enormi e mi piaceva l'idea di dividere la spiegazione in più passi. Per quanto riguarda la questione direttore della fotografia... Sono pienamente d'accordo con te. Anche a me la fotografia che stiamo raggiungendo "da soli" piace molto. Se ripenso all'ultima sera, con il neon che illuminava quasi

26 spettralmente i fantasmi di Rox e Chris mi esalto vivacemente! Penso solo che senza Roberto i tempi di preparazione sul set si allungano, non fosse altro per il fatto che non c'è una persona che si occupa autonomamente di aggiustare le luci ma dobbiamo farlo noi. Qualcuno una volta disse "nessuno è indispensabile, tutti sono utili". Ho sempre trovato questa affermazione un grande insulto alle persone che circondano chi la pronuncia. Io penso che tutti siano indispensabili perché ognuno mette una parte di sé nel progetto che gli sta a cuore. Se poi, per un motivo o per un altro una persona non può partecipare... beh, lo spettacolo deve continuare e dobbiamo andare avanti facendo tesoro di quello che ci ha insegnato. Questa è la mia opinione. Io sento la mancanza di Roberto sul set per molte ragioni, anche perché il suo è un ulteriore punto di vista, critico e costruttivo, sull'intero progetto, non solo sulla sua fotografia. Ricordo con piacere immenso quando abbiamo girato la sequenza 14, quella del bacio nel suo scantinato: Roberto non ha fatto solo da direttore della fotografia, tra l'altro molto bella in quella scena, ma ha fornito grande apporto anche alla recitazione di Odille. E sono contento, adesso, che noi abbiamo anche imparato motlo da lui e, quasi empaticamente, riusciamo ad organizzare l'illuminazione un po' con il suo "taglio". Detto questo rilancio il sasso nello stagno: se qualcuno vuole partecipare alla sezione approfondimenti con una sua opinione, una sua procedura produttiva o qualsiasi altra cosa... Si faccia avanti.

27 24 aprile 2002 Ieri sera Iseri sera... Direi serata un po' atipica, caotica, certamente produttiva e divertente. La sequenza 17 è una brutta bestia, girarla non sarà facile. E poi abbiamo dovuto "cancellare" anche il 10% precedentemente girato con l'"altro" nero. Dopo avere gustato il dolce portato da Antonio la tropue si è diretta verso una casa occupata nei pressi di Exmachina da usare come set per lo strappo di Rox e di Nero. Set perfetto, come potrete vedere dalle foto lisergiche (io conosco i miei polli: senza flash non si va da nessuna parte!). La scena necessita di impegno e di movimenti di macchina molto precisi anche se violenti. Ecco perché riusciamo a girare solo il 30% di questa scena. Si tratta di una sequenza impegnativa ma che restituirà risultati gradevoli. L'uso della camera a mano denota violenza, nervosismo. E le luci, molto belle, di Roberto (sì, ieri è tornata la percorella nera sbarrita) hanno fatto il resto. Preparerò un premontato da farvi verede al più presto. Per il resto vi lascio alle consuete foto del set, quasi oniriche, che ritraggono Antonio intento prima a truccare e poi a truccare lo Spino, come vuole farsi chiamare Gabriele. Bella serata, poi ho dormito per dieci ore di seguito, che non ce la facevo più... ;-)

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso LIBERI PENSIERI PER LIBERI SENTIMENTI La riflessione circa In viaggio verso l incontro come ci è stato proposto, nasce attorno alla lettura del romanzo : C è nessuno?

Dettagli

Un abbraccio a tutti voi Ornella e Enrico

Un abbraccio a tutti voi Ornella e Enrico SASHA La nostra storia é molto molto recente ed é stata fin da subito un piccolo "miracolo" perche' quando abbiamo contattato l' Associazione nel mese di Novembre ci é stato detto che ormai era troppo

Dettagli

LA TEORIA DEL CUCCHIAIO

LA TEORIA DEL CUCCHIAIO 90 ICARO MAGGIO 2011 LA TEORIA DEL CUCCHIAIO di Christine Miserandino Per tutti/e quelli/e che hanno la vita "condizionata" da qualcosa che non è stato voluto. La mia migliore amica ed io eravamo nella

Dettagli

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento.

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento. DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento Anno 2014 (B) E nato per tutti; è nato per avvolgere il mondo in un abbraccio

Dettagli

Ci relazioniamo dunque siamo

Ci relazioniamo dunque siamo 7_CECCHI.N 17-03-2008 10:12 Pagina 57 CONNESSIONI Ci relazioniamo dunque siamo Curiosità e trappole dell osservatore... siete voi gli insegnanti, mi insegnate voi, come fate in questa catastrofe, con il

Dettagli

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica:

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica: Pasta per due 5 Capitolo 1 Libero Belmondo è un uomo di 35 anni. Vive a Roma. Da qualche mese Libero accende il computer tutti i giorni e controlla le e-mail. Minni è una ragazza di 28 anni. Vive a Bangkok.

Dettagli

TELEFONO AZZURRO. dedicato ai bambini COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO?

TELEFONO AZZURRO. dedicato ai bambini COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO? COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO? 1 Ehi, ti e mai capitato di assistere o essere coinvolto in situazioni di prepotenza?... lo sai cos e il bullismo? Prova a leggere queste pagine. Ti potranno essere utili.

Dettagli

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7.

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 2 Dov è Piero Ferrari e perché non arriva E P I S O D I O 25 Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 1 Leggi più volte il testo e segna le risposte corrette. 1. Piero abita in un appartamento

Dettagli

33. Dora perdona il suo pessimo padre

33. Dora perdona il suo pessimo padre 33. Dora perdona il suo pessimo padre Central do Brasil (1998) di Walter Salles Il film racconta la storia di una donna cinica e spietata che grazie all affetto di un bambino ritrova la capacità di amare

Dettagli

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Rilevazione degli apprendimenti PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Anno Scolastico 2011 2012 PROVA DI ITALIANO Scuola Primaria Classe Seconda Spazio per l etichetta autoadesiva ISTRUZIONI

Dettagli

LING RACCONTA IL SUO VIAGGIO

LING RACCONTA IL SUO VIAGGIO LING RACCONTA IL SUO VIAGGIO Sono arrivata in Italia in estate perché i miei genitori lavoravano già qui. Quando ero in Cina, io e mia sorella Yang abitavamo con i nonni, perciò mamma e papà erano tranquilli.

Dettagli

SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA

SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA LIBRO IN ASSAGGIO SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA DI ROBERT L. LEAHY INTRODUZIONE Le sette regole delle persone molto inquiete Arrovellarvi in continuazione, pensando e ripensando al peggio, è la

Dettagli

PRONOMI DIRETTI (oggetto)

PRONOMI DIRETTI (oggetto) PRONOMI DIRETTI (oggetto) - mi - ti - lo - la - La - ci - vi - li - le La è la forma di cortesia. Io li incontro spesso. (gli amici). Non ti sopporta più. (te) Lo legge tutti i giorni. (il giornale). La

Dettagli

una città a misura di bambino IGNAZIO MARINO SINDACO IGNAZIOMARINO.IT

una città a misura di bambino IGNAZIO MARINO SINDACO IGNAZIOMARINO.IT una città a misura di bambino IGNAZIO MARINO SINDACO IGNAZIOMARINO.IT SEGUI LE STORIE DI IGNAZIO E DEL SUO ZAINO MAGICO Ciao mi chiamo Ignazio Marino, faccio il medico e voglio fare il sindaco di Roma.

Dettagli

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE?

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? Storia narrata da Teresa Carbé Da oltre 10 anni, con mio marito e i miei figli, abbiamo deciso di aprirci all affidamento familiare, e ciò ci ha permesso di

Dettagli

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti,

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, si è conclusa con una lezione aperta per i genitori.

Dettagli

QUESTIONARIO SUGLI STILI DI APPRENDIMENTO

QUESTIONARIO SUGLI STILI DI APPRENDIMENTO QUESTIONARIO SUGLI STILI DI APPRENDIMENTO Le seguenti affermazioni descrivono alcune abitudini di studio e modi di imparare. Decidi in quale misura ogni affermazione si applica nel tuo caso: metti una

Dettagli

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime Indice Introduzione 7 La storia delle rose: quando la mamma parte 9 Il bruco e la lumaca: quando i genitori si separano 23 La campana grande e quella piccola: quando nasce il fratellino 41 La favola del

Dettagli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli Siamo abituati a pensare al Natale come una festa statica, di pace, tranquillità, davanti

Dettagli

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1 Università per Stranieri di Siena Centro CILS Sessione: Dicembre 2012 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto - Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e annunci. Poi completa le frasi.

Dettagli

SE IO FOSSI UN ALBERO E INVENTASSI UNA STORIA DAL MIO DISEGNO...TI RACCONTEREI CHE...

SE IO FOSSI UN ALBERO E INVENTASSI UNA STORIA DAL MIO DISEGNO...TI RACCONTEREI CHE... SE IO FOSSI UN ALBERO E INVENTASSI UNA STORIA DAL MIO DISEGNO...TI RACCONTEREI CHE... Una volta si fece la festa degli alberi nel bosco e io e una bimba, che non lo sapevo chi era, giocavamo con gli alberi

Dettagli

Proposta per un Nuovo Stile di Vita.

Proposta per un Nuovo Stile di Vita. UNA BUONA NOTIZIA. I L M O N D O S I P U ò C A M B I A R E Proposta per un Nuovo Stile di Vita. Noi giovani abbiamo tra le mani le potenzialità per cambiare questo mondo oppresso da ingiustizie, abusi,

Dettagli

Regole per un buon Animatore

Regole per un buon Animatore Regole per un buon Animatore ORATORIO - GROSOTTO Libretto Animatori Oratorio - Grosotto Pag. 1 1. Convinzione personale: fare l animatore è una scelta di generoso servizio ai ragazzi per aiutarli a crescere.

Dettagli

L ADULTO CHE SA EDUCARE: REGOLE O PRESENZA?

L ADULTO CHE SA EDUCARE: REGOLE O PRESENZA? dott.ssa Anna Campiotti Marazza (appunti non rivisti dall autrice; sottotitoli aggiunti dal redattore) L ADULTO CHE SA EDUCARE: REGOLE O PRESENZA? primo incontro del ciclo Il rischio di educare organizzato

Dettagli

pag. 1 Quand'ero piccolo mi ammalai: mi sentivo sempre stanco, volevo sempre bere e fare pipì

pag. 1 Quand'ero piccolo mi ammalai: mi sentivo sempre stanco, volevo sempre bere e fare pipì pag. 1 Quand'ero piccolo mi ammalai: mi sentivo sempre stanco, volevo sempre bere e fare pipì pag. 2 La mamma diceva che ero dimagrito e così mi portò dal medico. Il dottore guardò le urine, trovò dello

Dettagli

GUIDA PER ORGANIZZARE IL TRASLOCO

GUIDA PER ORGANIZZARE IL TRASLOCO GUIDA PER ORGANIZZARE IL TRASLOCO Consigli e trucchi da esperti del settore IN QUESTA GUIDA: I. COME ORGANIZZARE UN TRASLOCO II. PRIMA DEL TRASLOCO III. DURANTE IL TRASLOCO IV. DOPO IL TRASLOCO V. SCEGLIERE

Dettagli

Come trovare clienti e ottenere contatti profilati e ordini in 24 ore!

Come trovare clienti e ottenere contatti profilati e ordini in 24 ore! Come trovare clienti e ottenere contatti profilati e ordini in 24 ore! oppure La Pubblicità su Google Come funziona? Sergio Minozzi Imprenditore di informatica da più di 20 anni. Per 12 anni ha lavorato

Dettagli

domenica 24 febbraio 13 Farra, 24 febbraio 2013

domenica 24 febbraio 13 Farra, 24 febbraio 2013 Farra, 24 febbraio 2013 informare su quelle che sono le reazioni più tipiche dei bambini alla morte di una persona cara dare alcune indicazioni pratiche suggerire alcuni percorsi Quali sono le reazioni

Dettagli

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore.

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore. Commozione Si commuove il corpo. A sorpresa, prima che l opportunità, la ragionevolezza, la buona educazione, la paura, la fretta, il decoro, la dignità, l egoismo possano alzare il muro. Si commuove a

Dettagli

Routine per l Ora della Nanna

Routine per l Ora della Nanna SCHEDA Routine per l Ora della Nanna Non voglio andare a letto! Ho sete! Devo andare al bagno! Ho paura del buio! Se hai mai sentito il tuo bambino ripetere queste frasi notte dopo notte, con ogni probabilità

Dettagli

Livello CILS A2. Test di ascolto

Livello CILS A2. Test di ascolto Livello CILS A2 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a Ci situiamo Probabilmente alla tua età inizi ad avere chiaro chi sono i tuoi amici, non sempre è facile da discernere. Però una volta chiaro,

Dettagli

IL SENSO DELLA CARITATIVA

IL SENSO DELLA CARITATIVA IL SENSO DELLA CARITATIVA SCOPO I Innanzitutto la natura nostra ci dà l'esigenza di interessarci degli altri. Quando c'è qualcosa di bello in noi, noi ci sentiamo spinti a comunicarlo agli altri. Quando

Dettagli

Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna...

Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna molto probabilmente avrei un comportamento diverso. Il mio andamento scolastico non è dei migliori forse a causa dei miei interessi (calcio,videogiochi, wrestling ) e forse mi applicherei

Dettagli

Flame of Hope maggio 2015

Flame of Hope maggio 2015 Flame of Hope maggio 2015 Cari amici, Quand è che si apprezza maggiormente la vita e si è consapevoli di essere vivi e ne siamo grati? Quando quel dono prezioso è minacciato e poi si apprezza la vita il

Dettagli

1 Decidi come finisce la frase.

1 Decidi come finisce la frase. No mamma no A1/A2 anno di produzione: 1993 durata: 18 genere: commedia regia: Cecilia Calvi sceneggiatura: Cecilia Calvi fotografia: Franco Lecca montaggio: Valentina Migliaccio interpreti: Isa Barsizza,

Dettagli

Concorso "La Fiorentina che vorrei". Chiara Portone (2^D) partecipa con questo bellissimo testo.

Concorso La Fiorentina che vorrei. Chiara Portone (2^D) partecipa con questo bellissimo testo. Concorso "La Fiorentina che vorrei". Chiara Portone (2^D) partecipa con questo bellissimo testo. Mi chiamo Chiara abito a Sesto Fiorentino e per iniziare voglio fare una premessa. Io di calcio ci capisco

Dettagli

GLI ELEMENTI DI UNO SPOT PUBBLICITARIO

GLI ELEMENTI DI UNO SPOT PUBBLICITARIO GLI ELEMENTI DI UNO SPOT PUBBLICITARIO Uno spot pubblicitario è formato da tre elementi principali: IMMAGINI MUSICA PAROLE L INFLUENZA DELLO SPOT SULLO SPETTATORE LE IMMAGINI Possono, anche tramite l'utilizzo

Dettagli

Non appena chiudi gli occhi comincia l avventura del sonno. Al posto della solita penombra nella stanza, volume oscuro che si interrompe qua e là,

Non appena chiudi gli occhi comincia l avventura del sonno. Al posto della solita penombra nella stanza, volume oscuro che si interrompe qua e là, Un uomo che dorme Non appena chiudi gli occhi comincia l avventura del sonno. Al posto della solita penombra nella stanza, volume oscuro che si interrompe qua e là, dove la memoria identifica senza sforzo

Dettagli

Che cosa fai di solito?

Che cosa fai di solito? Che cosa fai di solito? 2 1 Ascolta la canzone La mia giornata, ritaglia e incolla al posto giusto le immagini di pagina 125. 10 dieci Edizioni Edilingua unità 1 2 Leggi. lindylindy@forte.it ciao Cara

Dettagli

Sono gocce, ma scavano il marmo

Sono gocce, ma scavano il marmo Sono gocce, ma scavano il marmo di Alberto Spampinato G occiola un liquido lurido e appiccicoso. Cade a gocce. A gocce piccole, a volte a goccioloni. Può cadere una sola goccia in due giorni. Possono caderne

Dettagli

OGGI LA BIANCHI PER FORTUNA NON C'E' MA L'ITALIANO LO SAI ANCHE TE PER OGNI PAROLA DICCI COS'E', E NUOVE ISTRUZIONI AVRAI PER TE.

OGGI LA BIANCHI PER FORTUNA NON C'E' MA L'ITALIANO LO SAI ANCHE TE PER OGNI PAROLA DICCI COS'E', E NUOVE ISTRUZIONI AVRAI PER TE. 1 SE UNA SORPRESA VOLETE TROVARE ATTENTAMENTE DOVETE CERCARE. VOI ALLA FINE SARETE PREMIATI CON DEI GOLOSI DOLCINI INCARTATI. SE ALLE DOMANDE RISPONDERETE E NON CADRETE IN TUTTI I TRANELLI, SE TROVERETE

Dettagli

SCUOLA DELL INFANZIA ANDERSEN SPINEA I CIRCOLO ANNO SCOLASTICO 2006/07. Documentazione a cura di Quaglietta Marica

SCUOLA DELL INFANZIA ANDERSEN SPINEA I CIRCOLO ANNO SCOLASTICO 2006/07. Documentazione a cura di Quaglietta Marica SCUOLA DELL INFANZIA ANDERSEN SPINEA I CIRCOLO ANNO SCOLASTICO 2006/07 GRUPPO ANNI 3 Novembre- maggio Documentazione a cura di Quaglietta Marica Per sviluppare Pensiero creativo e divergente Per divenire

Dettagli

SIGNIFICATO LETTERALE E SIGNIFICATO METAFORICO. Indica per ogni coppia di frasi, quando la parola in stampato maiuscolo ha SIGNIFICATO

SIGNIFICATO LETTERALE E SIGNIFICATO METAFORICO. Indica per ogni coppia di frasi, quando la parola in stampato maiuscolo ha SIGNIFICATO SIGNIFICATO LETTERALE E SIGNIFICATO METAFORICO Indica per ogni coppia di frasi, quando la parola in stampato maiuscolo ha SIGNIFICATO LETTERALE e quando ha SIGNIFICATO METAFORICO (FIGURATO). Questa non

Dettagli

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Informazioni e consigli per chi vive accanto ad una persona con problemi di alcol L alcolismo è una malattia che colpisce anche il contesto famigliare

Dettagli

IL CANE CHE NON SAPEVA ABBAIARE

IL CANE CHE NON SAPEVA ABBAIARE IL CANE CHE NON SAPEVA ABBAIARE C'era una volta un cane che non sapeva abbaiare. Non abbaiava, non miagolava, non muggiva, non nitriva, non sapeva fare nessun verso. Era un cagnetto solitario, chissà come

Dettagli

libro primo 7 grazie, farò del mio meglio per non arrecarti altro disturbo. E appena ho provato a reagire, mi hai bloccata, sei passato a discorsi

libro primo 7 grazie, farò del mio meglio per non arrecarti altro disturbo. E appena ho provato a reagire, mi hai bloccata, sei passato a discorsi Capitolo primo 1. Se tu te ne sei scordato, egregio signore, te lo ricordo io: sono tua moglie. Lo so che questo una volta ti piaceva e adesso, all improvviso, ti dà fastidio. Lo so che fai finta che non

Dettagli

IL RIMARIO IL RICALCO

IL RIMARIO IL RICALCO Preparare un rimario: IL RIMARIO - gli alunni, a coppie o singolarmente, scrivono su un foglio alcune parole con una determinata rima; - singolarmente, scelgono uno dei fogli preparati e compongono nonsense

Dettagli

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE AzioneCattolicaItaliana ACR dell ArcidiocesidiBologna duegiornidispiritualitàinavvento CONMARIA PREPARIAMOCIADACCOGLIEREILSIGNORE Tutta l Azione Cattolica ha come tema dell anno l accoglienza. Anche la

Dettagli

Civilewww.edurisk.it. Care bambine, cari bambini,

Civilewww.edurisk.it. Care bambine, cari bambini, Cari bambini, Civile questo libretto che vi viene oggi proposto vi aiuterà a conoscere i rischi e ad imparare come difendervi, in particolare dai rischi legati al terremoto. Questo come tutti sapete è

Dettagli

IL TUO CORPO NON E STUPIDO! Nonostante se ne parli ancora oggi, il concetto di postura corretta e dello stare dritti è ormai superato.!!

IL TUO CORPO NON E STUPIDO! Nonostante se ne parli ancora oggi, il concetto di postura corretta e dello stare dritti è ormai superato.!! IL TUO CORPO NON E STUPIDO Avrai sicuramente sentito parlare di postura corretta e magari spesso ti sei sentito dire di stare più dritto con la schiena o di non tenere le spalle chiuse. Nonostante se ne

Dettagli

LEZIONE 4 DIRE, FARE, PARTIRE! ESERCIZI DI ITALIANO PER BRASILIANI

LEZIONE 4 DIRE, FARE, PARTIRE! ESERCIZI DI ITALIANO PER BRASILIANI In questa lezione ci siamo collegati via Skype con la Professoressa Paola Begotti, docente di lingua italiana per stranieri dell Università Ca Foscari di Venezia che ci ha parlato delle motivazioni che

Dettagli

Trasformazione attivo-passivo

Trasformazione attivo-passivo Trasformazione attivo-passivo E possibile trasformare una frase attiva in passiva quando: 1. il verbo è transitivo 2. il verbo è seguito dal complemento oggetto. Si procede in questo modo: 1. il soggetto

Dettagli

Dal lato della strada

Dal lato della strada Dal lato della strada Quando ero piccolo, e andavo a scuola insieme a mio fratello, mia madre mi diceva di tenerlo per mano, e questo mi sembrava giusto e anche responsabile. Quello che non capivo è perché

Dettagli

Meno male che c è Lucky!!! La missione del W.F.P. in Madagascar. Classe IV. Maestre: Cristina Iorio M. Emanuela Coscia

Meno male che c è Lucky!!! La missione del W.F.P. in Madagascar. Classe IV. Maestre: Cristina Iorio M. Emanuela Coscia Scuola Primaria Istituto Casa San Giuseppe Suore Vocazioniste Meno male che c è Lucky!!! La missione del W.F.P. in Madagascar Classe IV Maestre: Cristina Iorio M. Emanuela Coscia È il 19 febbraio 2011

Dettagli

Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro

Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro Il romanzo Tra donne sole è stato scritto da Pavese quindici mesi prima della sua morte, nel 1949. La protagonista, Clelia, è una

Dettagli

Il silenzio. per ascoltare se stessi, gli altri, la natura

Il silenzio. per ascoltare se stessi, gli altri, la natura Il silenzio per ascoltare se stessi, gli altri, la natura Istituto Comprensivo Monte S. Vito Scuola dell infanzia F.lli Grimm Gruppo dei bambini Farfalle Rosse (3 anni) Anno Scolastico 2010-2011 Ins. Gambadori

Dettagli

Lo sai, sono la tua anima gemella perchè...

Lo sai, sono la tua anima gemella perchè... Clémence e Laura Lo sai, sono la tua anima gemella perchè... Se fossi un paio di scarpe sarei i tuoi lacci Se fossi il tuo piede sarei il tuo mignolo Se fossi la tua gola sarei la tua glottide Se fossi

Dettagli

2 e3 anno I GIORNI DELLA TARTARUGA. ROMANZO A SFONDO SOCIALE Una storia di bullismo e disagio giovanile, appassionante e coivolgente.

2 e3 anno I GIORNI DELLA TARTARUGA. ROMANZO A SFONDO SOCIALE Una storia di bullismo e disagio giovanile, appassionante e coivolgente. 2 e3 anno narrativa CONTEMPORAN scuola second. di I grado EA I GIORNI DELLA TARTARUGA ROMANZO A SFONDO SOCIALE Una storia di bullismo e disagio giovanile, appassionante e coivolgente. AUTORE: C. Elliott

Dettagli

Il desiderio di essere come tutti

Il desiderio di essere come tutti Francesco Piccolo Il desiderio di essere come tutti Einaudi INT_00_I-IV_Piccolo_Desiderio.indd 3 30/08/13 11.44 Sono nato in un giorno di inizio estate del 1973, a nove anni. Fino a quel momento la mia

Dettagli

unità 01 un intervista Attività di pre-ascolto Abbinate le parti della colonna A a quelle della colonna B.

unità 01 un intervista Attività di pre-ascolto Abbinate le parti della colonna A a quelle della colonna B. A. Ignone - M. Pichiassi unità 01 un intervista Attività di pre-ascolto Abbinate le parti della colonna A a quelle della colonna B. A B 1. È un sogno a) vuol dire fare da grande quello che hai sempre sognato

Dettagli

Esser Genitori dei Bambini Indaco e Cristallo: Crescerli col Cuore

Esser Genitori dei Bambini Indaco e Cristallo: Crescerli col Cuore Esser Genitori dei Bambini Indaco e Cristallo: Crescerli col Cuore Crescere un bambino Indaco o Cristallo è un privilegio speciale in questo momento di turbolenze e cambiamenti. Come genitori, state contribuendo

Dettagli

Francesco Villa Liceo Scientifico Statale Vittorio Veneto

Francesco Villa Liceo Scientifico Statale Vittorio Veneto Francesco Villa Liceo Scientifico Statale Vittorio Veneto La Milano che (non) vorrei... 13 aprile 2014 Anche per oggi suona la campanella che annuncia la fine delle lezioni! Insieme ai miei compagni di

Dettagli

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI La mia casa ideale è vicino al mare. Ha un salotto grande e luminoso con molte poltrone comode e un divano grande e comodo.

Dettagli

4.Che cosa... di bello da vedere nella tua città? (A) c'è (B) è (C) ci sono (D) e

4.Che cosa... di bello da vedere nella tua città? (A) c'è (B) è (C) ci sono (D) e DIAGNOSTIC TEST - ITALIAN General Courses Level 1-6 This is a purely diagnostic test. Please only answer the questions that you are sure about. Since this is not an exam, please do not guess. Please stop

Dettagli

Una notte incredibile

Una notte incredibile Una notte incredibile di Franz Hohler nina aveva dieci anni, perciò anche mezzo addormentata riusciva ad arrivare in bagno dalla sua camera. La porta della sua camera era generalmente accostata e la lampada

Dettagli

storia dell umanità sarebbe veramente molto triste.

storia dell umanità sarebbe veramente molto triste. FIGLI DI DIO Cosa significa essere un figlio di Dio? E importante essere figli di Dio? Se sono figlio di Dio che differenza fa nella mia vita quotidiana? Queste sono questioni importanti ed è fondamentale

Dettagli

Gioco d Azzardo Patologico (GAP): anche la famiglia e gli amici sono coinvolti

Gioco d Azzardo Patologico (GAP): anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Gioco d Azzardo Patologico (GAP): anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Informazioni e consigli per chi vive accanto ad una persona con problemi di gioco d azzardo patologico Testo redatto sulla

Dettagli

LA STREGA ROVESCIAFAVOLE

LA STREGA ROVESCIAFAVOLE LA STREGA ROVESCIAFAVOLE RITA SABATINI Cari bambini avete mai sentito parlare della strega Rovesciafavole? Vi posso assicurare che è una strega davvero terribile, la più brutta e malvagia di tutte le streghe

Dettagli

DAL MEDICO UNITÁ 9. pagina 94

DAL MEDICO UNITÁ 9. pagina 94 DAL MEDICO A: Buongiorno, dottore. B: Buongiorno. A: Sono il signor El Assani. Lei è il dottor Cannavale? B: Si, piacere. Sono il dottor Cannavale. A: Dottore, da qualche giorno non mi sento bene. B: Che

Dettagli

Ogni riferimento a fatti realmente accaduti e/o a persone realmente esistenti è da ritenersi puramente casuale.

Ogni riferimento a fatti realmente accaduti e/o a persone realmente esistenti è da ritenersi puramente casuale. Vite a mezz aria Ogni riferimento a fatti realmente accaduti e/o a persone realmente esistenti è da ritenersi puramente casuale. Giuseppe Marco VITE A MEZZ ARIA Romanzo www.booksprintedizioni.it Copyright

Dettagli

Consigli di lettura alla Libreria "Rinascita"

Consigli di lettura alla Libreria Rinascita Consigli di lettura alla Libreria "Rinascita" Pagine d Estate: proposte di letture per l estate 2014 Quest'iniziativa vuole incentivare il gusto per la lettura e avvicinare i preadolescenti ai testi di

Dettagli

Alberto Bartoli Presidente Corso di Studi Ingegneria Informatica Coordinatore Dottorato di Ricerca Ingegneria dell Informazione

Alberto Bartoli Presidente Corso di Studi Ingegneria Informatica Coordinatore Dottorato di Ricerca Ingegneria dell Informazione Alberto Bartoli Presidente Corso di Studi Ingegneria Informatica Coordinatore Dottorato di Ricerca Ingegneria dell Informazione Dipartimento di Elettrotecnica, Elettronica, Informatica Università di Trieste

Dettagli

LINEE GUIDA PER L AUDIODESCRIZIONE Cinema e Tv

LINEE GUIDA PER L AUDIODESCRIZIONE Cinema e Tv LINEE GUIDA PER L AUDIODESCRIZIONE Cinema e Tv di Blindsight Project (Onlus per Disabili Sensoriali www.blindsight.eu) INTRODUZIONE Le Linee Guida per l audiodescrizione filmica di Blindsight Project,

Dettagli

Quanti nuovi suoni, colori e melodie, luce vita e gioia ad ogni creatura splende la sua mano forte e generosa, perfetto è ciò che lui fa

Quanti nuovi suoni, colori e melodie, luce vita e gioia ad ogni creatura splende la sua mano forte e generosa, perfetto è ciò che lui fa TUTTO CIO CHE FA Furon sette giorni così meravigliosi, solo una parola e ogni cosa fu tutto il creato cantava le sue lodi per la gloria lassù monti mari e cieli gioite tocca a voi il Signore è grande e

Dettagli

Con Rikke nei Parchi d Abruzzo di Kristiina Salmela

Con Rikke nei Parchi d Abruzzo di Kristiina Salmela di Kristiina Salmela Gole di Fara San Martino (CH) Hei! Ciao! Sono un bel TONTTU - uno gnometto mezzo finlandese mezzo abruzzese, e mi chiamo Cristian alias Rikke. Più di sei anni fa sono nato nel Paese

Dettagli

Dalla lettura di una poesia del libro di testo. Un ponte tra i cuori

Dalla lettura di una poesia del libro di testo. Un ponte tra i cuori 1 Dalla lettura di una poesia del libro di testo Un ponte tra i cuori Manca un ponte tra i cuori, fra i cuori degli uomini lontani, fra i cuori vicini, fra i cuori delle genti, che vivono sui monti e sui

Dettagli

NATALE SARA. Come sempre Natale sarà una festa, una grande magia, per svegliare la tua fantasia giù dal cielo un bel sogno verrà.

NATALE SARA. Come sempre Natale sarà una festa, una grande magia, per svegliare la tua fantasia giù dal cielo un bel sogno verrà. NATALE SARA Su nel cielo che gran movimento, su tra gli angeli del firmamento: quelli addetti agli effetti speciali si rimboccano tutti le ali. C'è chi pensa ai fiocchetti di neve, chi compone una musica

Dettagli

Tip #2: Come siriconosceun leader?

Tip #2: Come siriconosceun leader? Un saluto alla Federazione Italiana Tennis, all Istituto Superiore di Formazione e a tutti gli insegnanti che saranno presenti al SimposioInternazionalechesiterràilprossimo10 maggio al ForoItalico. Durante

Dettagli

IL LUNEDÌ SCOMPARSO. Dai 5 anni

IL LUNEDÌ SCOMPARSO. Dai 5 anni PIANO DI L ETTURA IL LUNEDÌ SCOMPARSO Silvia Roncaglia Dai 5 anni Illustrazioni di Simone Frasca Serie Arcobaleno n 5 Pagine: 34 (+ 5 di giochi) Codice: 978-88-384-7624-1 Anno di pubblicazione: 2006 L

Dettagli

Creazione di un disegno realistico con CorelDRAW

Creazione di un disegno realistico con CorelDRAW Creazione di un disegno realistico con CorelDRAW Hugo Hansen L'autore L'autore Hugo Hansen vive appena fuori dalla splendida città di Copenhagen. Esperto professionista nell'ambito del design grafico,

Dettagli

Discorso diretto e indiretto

Discorso diretto e indiretto PERCORSI DIDATTICI di: Mavale Discorso diretto e indiretto scuola: Cremona area tematica: Lingua italiana pensato per: 8-11 anni scheda n : 1 OBIETTIVO DIDATTICO: Saper riconoscere ed usare il discorso

Dettagli

COME UNO SPARTITO MUSICALE Intervista a Mario Lodi

COME UNO SPARTITO MUSICALE Intervista a Mario Lodi COME UNO SPARTITO MUSICALE Intervista a Mario Lodi L'equilibrio tra libertà e regole nella formazione dei bambini Incontro Mario Lodi nella cascina ristrutturata a Drizzona, nella campagna tra Cremona

Dettagli

Arcangela Mastromarco

Arcangela Mastromarco Autore: Con la collaborazione di: Arcangela Mastromarco Lidia Scarabelli 1 Unità 1 Questa è la mia famiglia. Io mi chiamo Meijiao. Faccio la IV elementare. La mattina mi alzo alle 7.00, mi vesto e faccio

Dettagli

ENCICLOPEDIA DELLA FAVOLA. Fiabe di tutto il mondo per 365 giorni. Raccolte da Vladislav Stanovsky e Jan Vladislav

ENCICLOPEDIA DELLA FAVOLA. Fiabe di tutto il mondo per 365 giorni. Raccolte da Vladislav Stanovsky e Jan Vladislav Matite italiane ENCICLOPEDIA DELLA FAVOLA Fiabe di tutto il mondo per 365 giorni Raccolte da Vladislav Stanovsky e Jan Vladislav Edizione italiana a cura di Gianni Rodari Editori Riuniti I edizione in

Dettagli

Il colore dei miei pensieri. Pierluigi De Rosa

Il colore dei miei pensieri. Pierluigi De Rosa Il colore dei miei pensieri Pierluigi De Rosa Il colore dei miei pensieri Pierluigi De Rosa 2007 Scrivere.info Tutti i diritti di riproduzione, con qualsiasi mezzo, sono riservati. In copertina: Yacht

Dettagli

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione.

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. MICHELE EMILIANO Sindaco del Comune di Bari 12 maggio 2006 Innanzitutto benvenuti a tutti i nostri

Dettagli

A tu per tu con il Mister del Pavia Massimo Morgia: l allenamento di rifinitura del sabato pomeriggio.

A tu per tu con il Mister del Pavia Massimo Morgia: l allenamento di rifinitura del sabato pomeriggio. articolo N.40 MARZO 2007 RIVISTA ELETTRONICA DELLA CASA EDITRICE WWW.ALLENATORE.NET REG. TRIBUNALE DI LUCCA N 785 DEL 15/07/03 DIRETTORE RESPONSABILE: FERRARI FABRIZIO COORDINATORE TECNICO: LUCCHESI MASSIMO

Dettagli

Una storia vera. 1 Nome fittizio.

Una storia vera. 1 Nome fittizio. Una storia vera Naida 1 era nata nel 2000, un anno importante, porterà fortuna si diceva. Era una ragazzina come tante, allegra, vivace e che odiava andare a scuola. Era nata a Columna Pasco, uno dei tanti

Dettagli

Conoscere per non avere paura. Capire che si può fare molto, ma non tutto. Accudire con attenzione e rispetto.

Conoscere per non avere paura. Capire che si può fare molto, ma non tutto. Accudire con attenzione e rispetto. Conoscere per non avere paura. Capire che si può fare molto, ma non tutto. Accudire con attenzione e rispetto. Gentili congiunti, Questa piccola guida è stata creata per voi con l obiettivo di aiutarvi

Dettagli

La bellezza è la perfezione del tutto

La bellezza è la perfezione del tutto La bellezza è la perfezione del tutto MERANO ALTO ADIGE ITALIA Il generale si piega al particolare. Ai tempi di Goethe errare per terre lontane era per molti tutt altro che scontato. I viandanti erano

Dettagli

Arrivederci! 1 Test di progresso

Arrivederci! 1 Test di progresso TEST DI PROGRESSO (Unità 1 e 2) 1) Completa il mini dialogo con le forme verbali corrette. Ciao, io sono Tiziano. Ciao, io mi chiamo Patrick. (1)... italiano? No, ma (2)... italiano molto bene. (1) a)

Dettagli

Bambini oppositivi e provocatori 9 regole per sopravvivere!

Bambini oppositivi e provocatori 9 regole per sopravvivere! Anna La Prova Bambini oppositivi e provocatori 9 regole per sopravvivere! Chi sono i bambini Oppositivi e Provocatori? Sono bambini o ragazzi che sfidano l autorità, che sembrano provare piacere nel far

Dettagli

Fiorella Mannoia - Quello che le donne non dicono

Fiorella Mannoia - Quello che le donne non dicono Fiorella Mannoia - Quello che le donne non dicono Contenuti: competenza lessicale: espressioni lessicali e metaforiche; competenza grammaticale: ripresa dei pronomi diretti e indiretti; competenza pragmatica:

Dettagli

Elaidon Web Solutions

Elaidon Web Solutions Elaidon Web Solutions Realizzazione siti web e pubblicità sui motori di ricerca Consulente Lorenzo Stefano Piscioli Via Siena, 6 21040 Gerenzano (VA) Telefono +39 02 96 48 10 35 elaidonwebsolutions@gmail.com

Dettagli

Destinatari: adulti/giovani adulti di diversa provenienza linguistica e culturale che imparano l italiano in contesto L2 o LS

Destinatari: adulti/giovani adulti di diversa provenienza linguistica e culturale che imparano l italiano in contesto L2 o LS MA IL CIELO È SEMPRE PIÙ BLU di Rino Gaetano Didattizzazione di Greta Mazzocato Univerisità Ca Foscari di Venezia Destinatari: adulti/giovani adulti di diversa provenienza linguistica e culturale che imparano

Dettagli

AZIONE CATTOLICA ADOLESCENTI ITINERARIO FORMATIVO SKYSCRAPER SECOND GUIDA PER L EDUCATORE

AZIONE CATTOLICA ADOLESCENTI ITINERARIO FORMATIVO SKYSCRAPER SECOND GUIDA PER L EDUCATORE AZIONE CATTOLICA ADOLESCENTI ITINERARIO FORMATIVO SKYSCRAPER SECOND GUIDA PER L EDUCATORE Presentazione La guida dell educatore vuole essere uno strumento agile per preparare gli incontri con i ragazzi.

Dettagli

Dario torna a casa dalla scuola con il Nonno.

Dario torna a casa dalla scuola con il Nonno. Dario torna a casa dalla scuola con il Nonno. Sai Nonno: oggi abbiamo concluso le prove generali per lo spettacolo di fine d anno; credo proprio che ti piacerà, soprattutto il finale. Poco prima dell ultima

Dettagli