Il Nazismo in Germania

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Il Nazismo in Germania"

Transcript

1 Il Nazismo in Germania La repubblica di Weimar e il Nazismo in Germania La rivoluzione del 1918 La rivoluzione che porta alla fine della monarchia e delle guerra ha esiti moderati imposti dalla maggioritaria SPD. Esercito e corpi franchi eliminano la fazione comunista (Lega di Spartaco) capeggiata da Liebkneckt e Luxemburg. La Costituente di Weimar (1919) crea una repubblica democratica, federale, con tratti presidenziali. L umiliazione tedesca Il diktat di Versailles dà forza e argomenti all opposizione nazionalista 1920: tentativo di colpo di stato di W. Kapp 1923: fallito Putsch in Baviera di Hitler. Le difficoltà della Germania a pagare le riparazioni provocano l occupazione militare francese della Ruhr (1923). Ne seguono la paralisi dell economia, una enorme inflazione e il crollo del Marco. Il crollo del Marco La ripresa Dal 1924 gli USA decidono di investire nella ripresa tedesca (Piano Dawes). Il La Germania nel 1927 ritorna ai livelli produttivi di prima della guerra. Il cancelliere Stresemann firma con la Francia il Patto di Locarno (1925): Accordo sulle riparazioni e fine dell occupazione della Ruhr. Riconoscimento dei confini a ovest con la Francia Ingresso della Germania nella Società delle Nazioni. Weimar 1919 Costituzione democratica, aperta, innovativa Stato federale, suffragio universale Cancelliere + Presidente Repubblica con potere legislativo Ambiguità: art. 48 (sospensione libertà) Stabilizzazione economica Piano finanziario Dawes (1924) Piano finanziario Young (1929) Renten mark (garantito dal patrimonio agricolo e industriale tedesco) Con questi piani finanziari proposti da due americani il pagamento delle riparazioni di guerra viene ridotto e rateizzato in 60 anni. La crisi del 29 e il Nazismo Conseguenze crisi in Europa:

2 Protezionismo doganale Ritiro investimenti e prestiti USA (soprattutto dalla Germania) Deflazione e disoccupazione - salari + tasse spesa pubblica Crollo economia europea La crisi si rivelerà più forte in Germania per i suoi legami economici con USA Il malcontento popolare favorisce le opposizioni comuniste e naziste Nazismo: bibliografia H. Arendt, Le origini del totalitarismo, Milano, 1967 N. Frei, Lo Stato nazista, Roma-Bari, 1992 G. Mosse, La nazionalizzazione delle masse, Bologna, 1975 W. S. Allen, Come si diventa nazisti, Torino, 1994 Hitler Nasce suddito asburgico nel Artista fallito, abbandona la cosmopolita Vienna per la Germania. Si arruola volontario è ferito e decorato. Dopo la guerra è istruttore dei corpi franchi. Scopre la sua vocazione per la politica e, a Monaco, diventerà leader del Partito Nazionalsocialista dei Lavoratori tedeschi con cui tenta il Putsch del Capisaldi del Nazismo Antidemocrazia: in un popolo gli elementi migliori sono una minoranza. La democrazia quantitativa impedisce loro di esercitare la loro positiva influenza. Razzismo: le differenze spirituali tra i popoli hanno radici biologiche. La razza ariana, superiore, ha diritto ad un proprio spazio vitale sottomettendo tutti gli Untermenschen. Antisemitismo nazista Affonda le sue radici in una tradizione preesistente. Afferma l esistenza di un complotto ebraico per il dominio sul mondo a danno delle razza superiori. L ebraismo, attraverso il bolscevismo e il controllo della finanza, è responsabile della rovina della Germania nella guerra e dopo. Consensi al nazismo Il nazismo riesce a raccogliere consensi in classi diverse: nella piccola borghesia, in difficoltà per la crisi, addebitata alla plutocrazia ebraica; nel mondo contadino, attraverso l esaltazione dei valori della terra; tra il proletariato e tra i disoccupati con la promessa di pane e lavoro; nell alta borghesia come forza capace di opporsi al bolscevismo.

3 Genesi del partito nazista Nel 1920 nasce dal partito dei lavoratori tedeschi il partito nazionalsocialista di cui Hitler divenne il leader. Il programma del partito poteva essere riassunto in alcuni punti fondamentali Socialismo su base razziale non la classe operaia ma il Volk diviene il protagonista della storia l unificazione di tutte le popolazione tedesche e la revisione dei trattati del 1919 il razzismo antisemita che non riconosceva gli ebrei parte della nazione tedesca e imputava loro la colpa della sconfitta nella Grande Guerra il riarmo accelerato della Germania l eliminazione dei nemici interni della Germania, in modo particolare le forze della sinistra che attentavano all unità nazionale l organizzazione centralizzata e corporativa dello stato la necessità per la nazione tedesca di conquistare un spazio vitale per garantire l evoluzione e lo sviluppo del popolo tedesco (spazio vitale che Hitler indicherà nell est europeo a discapito delle popolazioni slave inferiori) Polemica contro il capitalismo e la plutocrazia Rifiuto del sistema parlamentare e della democrazia rappresentativa Eversione copngtro le istituzioni repubblicane Genesi del partito nazista 2 Sul modello del fascismo italiano il partito nazionalsocialista si dotò presto (1921) di un organizzazione paramilitare SA, guidate da E.Röhm, per eliminare fisicamente gli avversari politici Il partito nazionalsocialista cercherà di sfruttare la situazione di tensione nel 23 per dare organizzare un colpo di stato a Monaco. Il fallimento di questo porterà all arresto di Hitler Hitler condannato a 5 anni di carcere rimarrà pochi mesi dove inizierà la stesura di Mein Kampf, testo base dell ideologia nazista Seppur posto fuorilegge dopo il tentato colpo di stato il partito nazista partecipò sia alle elezioni del 1924 che a quelle del 1928 ottenendo però percentuali minime di suffragi (3% e 2,6%). Le condizioni cambiarono radicalmente con lo scoppiare della crisi economica nel 29 che travolse l economia tedesca La crisi del 29 e l ascesa del Nazismo Nello spazio di pochi mesi si assiste ad una radicalizzazione dello scontro politico ed ad una perdita di legittimità della repubblica democratica che favorisce

4 l'inarrestabile ascesa nazista nella crisi prodotta dalla grande depressione e l incapacità delle forze politiche democratiche di porvi rimedio spinsero larghi settori della popolazione tedesca a spostarsi verso posizioni estremistiche Crollo della produzione industriale del 50% Sei milioni di disoccupati / scontri e violenze ad opera delle ali estreme Le elezioni del 1930 videro l avanzata imponente delle alle estreme dello schieramento politico Ottiene il 18% il governo di Brüning, esponente del centro cattolico non riesce a controllare la situazione. Le forze conservatrici (aristocrazia, burocrazia dello stato, esercito, grande industria) decise ad liquidare la repubblica si uniscono ai nazisti ad Harzburg in un <<Fronte unitario>> che chiede le dimissioni del governo Brüning, la denuncia del trattato di Versailles, il riarmo Nel marzo aprile 1932 elezioni presidenziali. L SPD e il Centro Cattolico appoggiano in funzione antinazista Hindenburg che viene eletto. Hitleer che gli si era opposto ottiene il 37% dei voti in questa situazione il tentativo di Brüning di interdire le formazioni paramilitari naziste e di avviare una riforma agraria fecero sì che Hindenburg ritirasse la fiducia al cancelliere nominando l barone Von Papen (giugno-novembre 1932) Il dissolvimento della repubblica di Weimar In una Germania attraversata dalle violenze naziste, con le sinistre divise dallo scontro SPD, che mira a salvare l ordine democratico, e PKD che punta al suo rovesciamento si produce un vuoto di potere e un susseguirsi di consultazioni elettorali che vedono il partito raggiungere la maggioranza relativa nonostante la flessione dalle elezioni di luglio a quelle di novembre gli ultimi ostacoli alla presa del potere di Hitler giungono da alcuni ambienti dell area conservatrice che diffidano della demagogia populista di Hitler e puntano alla istituzione di una dittatura militare (governo del generale Schleicher dicembre 1932-gennaio 1933) Schleicher non ottiene l appoggio del potere economico e degli agrari: 30 gennaio 1933 Hindenburg nomina Hitler cancelliere febbraio 1933: incendio del Reichstag - leggi eccezionali che pongono sotto controllo stampa, partiti politici, limitano le liberà civili marzo 1933 nuove elezioni: ai nazisti la maggioranza assoluta, nonostante la tenuta delle opposizioni Legge per i pieni poteri: sospesa la costituzione, al potere esecutivo è conferito anche quello legislativo. Soppresse le opposizioni i sindacati liberi. Istituzione della polizia politica (Gestapo). Centralizzazione del potere e abolizione delle autonomie federali monopolio del politico Motivazioni del successo nazista Il nazismo aveva così prevalso in Germania giungendo al potere non attraverso un

5 colpo di stato ma per vie legali anche se in seguito nello spazio di pochi mesi opera il passaggio all istituzione del regime totalitario. La fine della Repubblica di Weimar era stata così possibile a causa della devastante crisi economica che aveva prodotto una dilagante disoccupazione, togliendo legittimità ai governi repubblicani, incapaci di affrontare la situazione all appoggio delle forze conservatrici e del grande capitale che vedono nel nazismo un utile strumento per sbarazzarsi della repubblica, mai profondamente accettata e delle organizzazioni del movimento operaio del profondo risentimento nei confronti dei trattati di pace che i nazisti denunciano e dei quali pretendono la revoca, riassegnando alla Germania quel ruolo di potenza mondiale che le era stato negato della divisione della sinistre lacerate dalla contrapposizione tra la SPD che si riconosce nella repubblica e nei comunisti che ne negano la legittimità Terzo Reich Fuhrerprinzip = fonte del diritto / fondato su un carisma dono / guida ed esprime il popolo Organizzazioni di massa = Fonte del lavoro 8che sostituiva i disciolti sindacati) Hitlerjugend (orgg giovanili) 1933 Concordato con la Xsa cattolica = libertà di culto e non interferenza dello stato negli affari del clero. Nel marzo del 1937 PP. Pio XI enciclica per condannare condotte e pratiche definite pagane Xse luterano ossequienti al potere, si piegarono alle imposizioni del regime Opposizione conservatrice e militare fu la più efficace. Nel luglio del 1944 culminò nel attentato ad Hitler per cui furono sterminati Hitler stimolò l orgoglio nazionale denunciando Versailles e riportando la DE al ruolo di protagonista Grande programma di lavori pubblici (rete autostradale). Nel 39 piena occupazione Terzo Reich Incoraggiare l impresa e legarla al potere politico / accordo con grande industria e grnade proprietà Imprenditore elevato a capo assoluto dell azienda / operai disciplina semimilitare / migliori servizi sociali = pensioni, ass medica, tempo libero) Utopia ruralista = società patriarcale di contadini-guerrieri liberi dagli orrori delle metropoli e dalle malattie della civiltà industiale Ministero per la propaganda affidato a Goebbels Stampa alle dipendenze del regime Intellettuali inquadrati nella Camera di cultura del Reich dovettero dare adesione (emigrarono quelli che non si piegarono) Cerimonie spettacolo Religione laica scandita da feste e da riti. Liturgia descritta da Mosse

6 Politica economica - 1 Corporativismo: Il Fronte del Lavoro, sotto il controllo statale, sostituisce i sindacati. I lavoratori sono militarizzati. I giovani mobilitati al servizio del lavoro per le opere pubbliche e assistenziali. Agricoltura: Si persegue l autosufficienza alimentare Il consenso contadino è garantito con la tutela della piccola proprietà. Politica economica - 2 Nel campo industriale Non ci sono nazionalizzazioni, ma lo stato guida la produzione verso l autarchia e il completo riarmo. Vengono favoriti concentrazioni e cartelli per limitare la concorrenza e tenere alti i prezzi. La disoccupazione viene riassorbita e migliora il benessere dei tedeschi. I costi per lo stato sono elevatissimi, e sostenibili solo in vista della guerra che avrebbe permesso di reperire nuove risorse. Varati due piani quadriennali per riassorbire la disoccupazione: crea le basi del consenso Intervento massiccio dello stato: opere pubbliche negli armamenti: dal 30 al 50% del PIL AUMENTO DEL DEFICIT: La nostra situazione economica è tale che potremmo reggerla solo per pochi anni ancora. Pertanto non abbiamo tempo, dobbiamo agire (Hitler nel 1938) Politica estera aggressiva Tutti i maggiori potentati economici (industria pesante e chimica) appoggiano il regime POLITICA CULTURALE L ideologia nazista venne diffusa attraverso l Istituto della Cultura del Reich e il Ministero della propaganda tenuti da Paul Goebbels POLITICA CULTURALE La gioventù viene inquadrata nella Hitlerjugend La scuola strumento di creazione del consenso Il mondo dell alta cultura (arte, scienza) è sottoposto a irregimentazione: molti intellettuali scelgono l esilio. Mass-media Manipolare le coscienze Propaganda con radio, cinema, riti collettivi

7 ELIMINAZIONE DEGLI OPPOSITORI Campi di concentramento (lager) Uso della polizia politica (Gestapo) Purghe entro il partito (eliminazione dei leader dissidenti e delle SA nella notte dei lunghi coltelli 30/6/34) Assassinii politici delle SS POLITICA RELIGIOSA Bufera su tutte le Chiese cristiane Con la Chiesa Cattolica Concordato nel 33, presto violato da Hitler Nuclei di opposizione cattolici presto stroncati Le Chiese riformate si dividono tra filonazismo (prevalente) e opposizione (Chiesa confessante di Barth) Numerosi martiri Obiettivi immediati: abolizione dei vincoli di Versailles e recupero dei territori perduti Fini ultimi: dominio della razza superiore sul mondo e costruzione della Grande Germania fin dall Europa orientale (conquista di un nuovo spazio vitale) REAZIONE EUROPEA Governi europei sottovalutano (appeasement) per l antibolscevismo di Hitler Hitler mantiene un atteggiamento moderato in attesa di consolidare la macchina bellica Patto a Quattro giugno1933 ma naufraga Settembre 1933: Patto di amicizia e non aggressione con la Polonia (in funzione antirussa 34) Ottobre 1933: La Germania esce dalla Società delle Nazioni AUSTRIA Tentativo di colpo di stato in Austria: assassinio del Canc.Dollfuss nel 1934 ma Mussolini manda due divisioni al Brennero. Hitler rinvia l Anschluss Denuncia di Versailles e rimilitarizzazione 1935 Plebiscito e riacquisizione della Saar 1935 Denuncia del Patto di Locarno 1936 Ritorno in Renania 1936

8 Accordo con l Austria 1936 Ottobre 1936: Asse Roma-Berlino Hitler assume leadership del fascismo europeo Contesto favorevole: isolazionismo statunitense Marzo 1938 annessione dell Austria con un intervento armato Pochi mesi dopo reclama i Sudeti cecoslovacchi Conferenza di Monaco Settembre 38: Hitler, Chamberlain, Daladier, Mussolini stabiliscono che la Cecoslovacchia ceda i Sudeti a Hitler. e altri territori a Polonia e Ungheria Marzo 39 Hitler occupa militarmente la Cecoslovacchia Hitler richiede Danzica e il corridoio polacco Maggio 39 Patto d Acciaio con Mussolini: reciproca assistenza in caso di guerra Agosto 39 Patto Molotov-Ribbentrop: non aggressione con la Russia sovietica ma protocollo segreto con prefigurazione di una vera e propria spartizione dei territori Settembre 39 Hitler invade la Polonia e annette Danzica al Reich. E la guerra. La persecuzione antiebraica La persecuzione nazista degli ebrei poggiava su due elementi principali la centralità dell ideologia razzista che vedeva nella comunità del popolo l unità razziale come valore fondante. La finalità dello stato era la purificazione e la preservazione della razza ariana che precedeva e fondava la nazione. Tutti coloro che non ne facevano parte o che in un qualche modo potevano contaminarla (malati, pazzi ecc.) dovevano esserne esclusi l identificazione nell ebreo del capro espiatorio per le difficoltà post-belliche tedesche. L ebreo era accusato di tutto e del contrario di tutto: di impersonare il capitale finanziario responsabile del dissesto economico e di incarnare il bolscevismo comunista che attentava l unità della razza. Questa contraddizione era giustificata dala pervasività diabolica della minaccia ebraica che si insinuava ovunque La persecuzione antiebraica avvio della persecuzione. Gli ebrei sono esclusi dall insegnamento, dall'amministrazione pubblica dal giornalismo 1935 con le leggi di Norimberga furono privati della cittadinanza tedesca, dei diritti politici e furono vietate le unioni miste ebrei-ariani 1938 vietate le attività professionali ed infine arriva la proibizione di esercitare qualsiasi attività economica

9 9-10 novembre 1938 Notte dei Cristalli gigantesco Pogrom, centinai di sinagoghe, negozi, centri ebraici distrutti. Cento morti e arrestati. La comunità ebraica è obbligata a pagare i danni delle distruzioni naziste 1939 Scoppio della guerra. Occupazione della Polonia. Segregazione degli ebrei polacchi concentrazione degli ebrei polacchi nei ghetti e obbligo del lavoro forzato 1941 invasione della Russia. Sterminio indiscriminato delle comunità ebraiche russe ad opera dei corpi speciali (si arriverà alla fucilazione di di ebrei russi) autunno 1941 con l insuccesso della campagna in Russia inizia la pianificazione della Soluzione Finale gennaio 1942 conferenza di Wansee regolamentazione di uno sterminio già in atto. I lager I primo campo di concentramento è creato a Dachau, inizialmente per prigionieri politici, controllato dalle SA e dal 1936 dalle SS. La crescita esponenziale è dopo l inizio della guerra e soprattutto dell offensiva ad est. Si calcola che in queste strutture siano stati internati da 8 a 10 milioni di persone controllati complessivamente da non più di SS Lager non solo diretto all eliminazione dell avversario, ma anche della sua umanità come controprova empirica dell'aberrante ideologia razziale: condizioni disumane, rigidissima disciplina regolata dal più assoluto arbitrio dovevano annientare ogni forma di dignità umana negli internati ridurli, prima dell eliminazione fisica, a quello stereotipo di subumani descritto dall ideologia razziale I lager rappresentano il microcosmo della società totalitaria dove l esistenza è totalmente eterodiretta e organizzata su un sistema di disciplina integrale (e assurda). Ogni categorie di prigionieri è posta su una scala rigidamente gerarchica è può contare su una serie di privilegi rispetto ai gradini inferiori. Questo sistema permette anche un controllo più efficiente dei campi (es. Kapò, Sonderkommando) decisione dello sterminio implica la progressiva razionalizzazione produttiva della morte: dalle fucilazioni di massa, all uso di camion con gli scarichi adattati, alle camere a gas Lager non solo per la distruzione dell avversario, ma simbolo nascosto del terrore

Il nazismo al potere. La caduta della Repubblica di Weimar e l ascesa del nazismo. Lezioni d'autore

Il nazismo al potere. La caduta della Repubblica di Weimar e l ascesa del nazismo. Lezioni d'autore Il nazismo al potere La caduta della Repubblica di Weimar e l ascesa del nazismo Lezioni d'autore Dal sito: www.biography.com La Repubblica di Weimar (1919-1933) 3 ottobre 1918: Il Reich tedesco-prussiano

Dettagli

Nazismo Repubblica di Weimar Hindenburg 1929 Partito Nazionalsocialista 1923 Mein Kampf pangermanesimo Reich millenario

Nazismo Repubblica di Weimar Hindenburg 1929 Partito Nazionalsocialista 1923 Mein Kampf pangermanesimo Reich millenario Dopo la sconfitta della Prima guerra mondiale, nel 1918 in Germania viene proclamata la Repubblica di Weimar. La Germania è condannata a pagare ingenti danni di guerra ai vincitori e per questo la situazione

Dettagli

La repubblica di Weimar

La repubblica di Weimar Hitler e il nazismo La repubblica di Weimar Mentre gli eserciti degli imperi centrali stavano perdendo la guerra, in Germania vi fu una rivoluzione che portò nel novembre 1918 al crollo dell impero (il

Dettagli

GIAPPONE. ideologia nazionalista (kokutai) società armonica, paese ricco, esercito forte

GIAPPONE. ideologia nazionalista (kokutai) società armonica, paese ricco, esercito forte GIAPPONE ideologia nazionalista (kokutai) società armonica, paese ricco, esercito forte 1913/1920 grande sviluppo industriale e urbano: occupazione mercato asiatico Con la pace: crisi economica, revanchismo.

Dettagli

PROGRAMMA DI STORIA. Il dopoguerra Crisi delle istituzioni liberali Tensioni sociali e malcontento Il mito della Rivoluzione russa

PROGRAMMA DI STORIA. Il dopoguerra Crisi delle istituzioni liberali Tensioni sociali e malcontento Il mito della Rivoluzione russa Anno Scolastico 2013/2014 5^A Liceo Scientifico Tecnologico PROGRAMMA DI STORIA L Europa e il mondo di inizio 900: Guerre prima della guerra (Inglesi, Boeri, Russi e Giapponesi) La crisi marocchina Il

Dettagli

Il nazismo al potere La Repubblica di Weimar iperinflazione Reich tedesco-prussiano

Il nazismo al potere La Repubblica di Weimar iperinflazione Reich tedesco-prussiano Il nazismo al potere La Repubblica di Weimar Il breve periodo della Repubblica di Weimar è rimasto impresso nella memoria collettiva del popolo tedesco e dell Europa come quello della cosiddetta iperinflazione,

Dettagli

IL NAZISMO LE PREMESSE:

IL NAZISMO LE PREMESSE: IL NAZISMO LE PREMESSE: Dopo la Guerra la Germania si trovò in una condizione peggiore dell'italia. Le condizioni di Pace avevano cercato di umiliare la Nazione che era ritenuta responsabile della guerra,

Dettagli

Gennaio 1919 viene eletta una Assemblea Costituente. Ad Agosto viene presentata la Costituzione di Weimar Giugno 1919 viene firmata la pace di

Gennaio 1919 viene eletta una Assemblea Costituente. Ad Agosto viene presentata la Costituzione di Weimar Giugno 1919 viene firmata la pace di Progetto Auschwitz Percorso per: - un introduzione storica sull avvento del nazismo e sull ideologia nazista; - per riflettere sul senso di un regime totalitario - per riflettere sulla progressiva legislazione

Dettagli

L aggressione nazifascista all Europa

L aggressione nazifascista all Europa L aggressione nazifascista all Europa Carta Il fascismo in Europa Germania e Italia non sono un eccezione: tra gli anni 20 e 30 molti paesi europei conoscono governi autoritari: Austria (Dolfuss), Ungheria

Dettagli

Il Fascismo in Italia (1922-1936)

Il Fascismo in Italia (1922-1936) Il Fascismo in Italia (1922-1936) Le fasi del fascismo 1. Fase legalitaria (1922-1924) I Fascisti fanno parte di un governo di coalizione. Termina con le elezioni del 1924 e l uccisione di Matteotti. 2.

Dettagli

La rivoluzione russa: le cause ( 1905)

La rivoluzione russa: le cause ( 1905) La rivoluzione russa: le cause ( 1905) assolutismo politica populismo Rivoluzione contadina 85% della popolazione contadini, ex servi della gleba sociale Arretratezza Malcontento e disagi per a guerra

Dettagli

Auschwitz tra storia e memoria

Auschwitz tra storia e memoria Auschwitz tra storia e memoria 10 Ottobre 2012 Percorso per: - un introduzione storica sull avvento del nazismo e sull ideologia nazista; - per riflettere sul senso di un regime totalitario - per riflettere

Dettagli

STORIA. Il Fascismo. Perchè si ha il Fascismo in Italia? L Italia nel dopoguerra. Chi è Benito Mussolini? il testo:

STORIA. Il Fascismo. Perchè si ha il Fascismo in Italia? L Italia nel dopoguerra. Chi è Benito Mussolini? il testo: 01 Perchè si ha il ascismo in Italia? L Italia nel dopoguerra Nel dopoguerra (alla fine della prima Guerra Mondiale, che si chiama anche Grande Guerra) l Italia si trova in una situazione difficile. In

Dettagli

Storia e civiltà d'italia. Il fascismo. Giorgio Cadorini Università della Slesia giorgio ad cadorini.org. Opava

Storia e civiltà d'italia. Il fascismo. Giorgio Cadorini Università della Slesia giorgio ad cadorini.org. Opava Storia e civiltà d'italia Il fascismo. Giorgio Cadorini Università della Slesia giorgio ad cadorini.org Opava Ideologia fascista? Il fascismo nasce come movimento, non come pensiero politico. La parola

Dettagli

IL FASCISMO 1919-1943

IL FASCISMO 1919-1943 IL FASCISMO 1919-1943 Origini del fascismo 1919-1921 Il fascismo prende il potere 1922-1924 Diventa una regime totalitario di massa (dittatura) 1925-1943 Le origini del Fascismo 1919-1921 Dalla crisi economica

Dettagli

LA RIVOLUZIONE FRANCESE. Nobiltà e clero godono di privilegi, non pagano tasse. Il terzo stato comprende varie categorie di persone :

LA RIVOLUZIONE FRANCESE. Nobiltà e clero godono di privilegi, non pagano tasse. Il terzo stato comprende varie categorie di persone : LA RIVOLUZIONE FRANCESE In Francia la società è divisa in tre ordini o stati: 1) Nobiltà 2) Clero 3) Terzo Stato Nobiltà e clero godono di privilegi, non pagano tasse. Il terzo stato comprende varie categorie

Dettagli

STORIA CLASSE V Prof.ssa Midolo LA NASCITA DEL NAZISMO 1919 1933. Lezione del prof. Marco Migliardi

STORIA CLASSE V Prof.ssa Midolo LA NASCITA DEL NAZISMO 1919 1933. Lezione del prof. Marco Migliardi STORIA CLASSE V Prof.ssa Midolo L avvento del nazismo in tre tappe: LA NASCITA DEL NAZISMO 1919 1933 Lezione del prof. Marco Migliardi 1. le origini 1919 1923 2. lo sviluppo del partito nazista 1924 1930

Dettagli

IL FASCISMO. La via italiana al totalitarismo

IL FASCISMO. La via italiana al totalitarismo IL FASCISMO La via italiana al totalitarismo LA MARCIA SU ROMA La Marcia su Roma (inizia il 27 ottobre) colpisce lo Stato nel pieno disfacimento dei suoi poteri. Facta si dimette il 28 ottobre. Il Re,

Dettagli

LA SECONDA GUERRA MONDIALE

LA SECONDA GUERRA MONDIALE 1 settembre 1939 invasione della Polonia LA SECONDA GUERRA MONDIALE VERSO LA SECONDA GUERRA MONDIALE CRISI DEGLI ANNI 30 ISOLAZIONISMO AMERICANO AFFERMAZIONE DEL NAZISMO IN GERMANIA POLITICA ESTERA AGGRESSIVA

Dettagli

Storia, Educazione civica

Storia, Educazione civica Storia, Educazione civica del prof. Nappini Iacopo insegnante di Storia, Educazione Civica nella classe 5 sez. D Ore settimanali di lezione: 3 Totale annuale delle ore: 98 PROGRAMMA SVOLTO Programmazione

Dettagli

La Germania del primo dopoguerra Weimar, il Nazismo, la II guerra mondiale

La Germania del primo dopoguerra Weimar, il Nazismo, la II guerra mondiale La Germania del primo dopoguerra Weimar, il Nazismo, la II guerra mondiale Indice Indice 1 La repubblica di Weimar 2 1.1 L immediato dopoguerra....................... 2 1.2 La Costituzione di Weimar.....................

Dettagli

La società francese. Nobiltà

La società francese. Nobiltà 1. Nuovi ideali e crisi economica demoliscono l antico regime La Rivoluzione francese, insieme a quella americana, è giustamente considerata uno dei momenti essenziali della nostra storia e della nostra

Dettagli

Rivoluzione Francese

Rivoluzione Francese Rivoluzione Francese Alla fine degli anni 80 del XVIII secolo la Francia attraversata una grave crisi economica: la produzione agricola era calata, le spese militari viste le numerose guerre erano aumentate,

Dettagli

Il 1848. Il II impero in Francia

Il 1848. Il II impero in Francia Il 1848. Il II impero in Francia Le rivoluzioni del 48 in Europa Dimensioni più ampie: eccetto Inghilterra e Russia, tutta l Europa è coinvolta, compresa l Austria di Metternich. Più ampio coinvolgimento

Dettagli

La Grande guerra. L Europa verso la guerra I principali fatti militari La rivoluzione in Russia e la nascita dell Urss

La Grande guerra. L Europa verso la guerra I principali fatti militari La rivoluzione in Russia e la nascita dell Urss La Grande guerra L Europa verso la guerra I principali fatti militari La rivoluzione in Russia e la nascita dell Urss Le cause della guerra Fattori internazionali: Conflitto economico e coloniale tra Germania

Dettagli

La Shoah. Shema [Ascolta] Primo Levi, 10 gennaio 1946 dal sito http://www.minerva.unito.it/storia/levi/shema.htm

La Shoah. Shema [Ascolta] Primo Levi, 10 gennaio 1946 dal sito http://www.minerva.unito.it/storia/levi/shema.htm La Shoah Introduzione al tema Proponiamo come strumento per introdurre una lezione sulla Shoah la lettura della poesia di Primo Levi Shema che questi pone come prefazione al suo Se questo è un uomo (1947)

Dettagli

Docente Rosanna Amadio

Docente Rosanna Amadio LICEO SCIENTIFICO STATALE NOMENTANO a.s. 2014-2015 Docente Rosanna Amadio PROGRAMMA SVOLTO DI STORIA Classe 5 H UNIFICAZIONE DELLA GERMANIA E CROLLO DEL SECONDO IMPERO Declino del secondo Impero Verso

Dettagli

Storia. n. 8 La seconda guerra mondiale (A) Prof. Roberto Chiarini

Storia. n. 8 La seconda guerra mondiale (A) Prof. Roberto Chiarini Storia contemporanea n. 8 La seconda guerra mondiale (A) Prof. Roberto Chiarini Anno Accademico 2011/2012 1 9. La seconda guerra mondiale Le origini e le responsabilità: A provocare il conflitto è la politica

Dettagli

Liceo. T. L. Caro - Cittadella (PD) PROGRAMMA SVOLTO anno scolastico 2008-2009 STORIA. Insegnante:Guastella Egizia

Liceo. T. L. Caro - Cittadella (PD) PROGRAMMA SVOLTO anno scolastico 2008-2009 STORIA. Insegnante:Guastella Egizia Liceo. T. L. Caro - Cittadella (PD) PROGRAMMA SVOLTO anno scolastico 2008-2009 STORIA Classe V F Insegnante:Guastella Egizia Argomenti svolti con l uso degli appunti dell insegnante e del manuale in adozione:

Dettagli

DA SUDDITI A CITTADINI

DA SUDDITI A CITTADINI DA SUDDITI A CITTADINI LO STATO ASSOLUTO 1) L'assolutismo. Lo Stato nasce in Europa a partire dal 15 secolo: i sovrani stabilirono il loro poteri su territori che avevano in comune razza, lingua, religione

Dettagli

5 BP Programma di Storia. Prof. Martani Vincenzo

5 BP Programma di Storia. Prof. Martani Vincenzo 1 5 BP Programma di Storia Prof. Martani Vincenzo CAPITOLO 22- L EUROPA AGLI INIZI DEL NOVECENTO Modulo 5 La belle époque e le sue contraddizioni Le masse sulla scena politica La crisi di fine secolo Blocchi

Dettagli

Storia contemporanea

Storia contemporanea Storia contemporanea Prof. Roberto Chiarini http://rchiarinisc.ariel.ctu.unimi.it Anno Accademico 2008/2009 9. La seconda guerra mondiale Le origini e le responsabilità: A provocare il conflitto è la politica

Dettagli

La rivoluzione Francese. 1. La fine della monarchia

La rivoluzione Francese. 1. La fine della monarchia La rivoluzione Francese 1. La fine della monarchia Alle origini della rivoluzione Immobilismo politico della Francia: la culla dell illuminismo non conosce riforme. Esempio della rivoluzione americana.

Dettagli

Il crollo dello stato liberale e l avvento del fascismo

Il crollo dello stato liberale e l avvento del fascismo L Italia fascista Il crollo dello stato liberale e l avvento del fascismo La nascita e l affermazione del Fascismo La prima riunione del movimento dei fasci di combattimento si tenne a Milano nel 1919.

Dettagli

IL RISORGIMENTO IN SINTESI

IL RISORGIMENTO IN SINTESI IL RISORGIMENTO IN SINTESI La rivoluzione francese ha rappresentato il tentativo violento, da parte del popolo, ma soprattutto della borghesia francese (e poi anche del resto dei paesi europei) di lottare

Dettagli

La prima guerra mondiale

La prima guerra mondiale La prima guerra mondiale CAUSE POLITICHE 1. Le cause Contrasti Francia Germania per l Alsazia Lorena Contrasto Italia Impero Austro Ungarico per Trento e Trieste Espansionismo di Austria, Russia e Italia

Dettagli

La Prima guerra mondiale. Lezioni d'autore

La Prima guerra mondiale. Lezioni d'autore La Prima guerra mondiale Lezioni d'autore Carta dell Europa al 1914, da www.silab.it/storia L Europa del secondo Ottocento Periodo di pace, dalla guerra franco-tedesca del 1870 alla guerra 1914-1918. Modifiche

Dettagli

La seconda guerra mondiale

La seconda guerra mondiale La seconda guerra mondiale La seconda guerra mondiale dura dal 1939 al 1945 ed è una guerra totale, cioè coinvolge tutto il mondo. da un lato i regimi nazifascisti, gli STATI DELL ASSE, cioè Germania,

Dettagli

Il fascismo in Italia

Il fascismo in Italia Il fascismo in Italia L Italia aveva perso oltre 600.000 soldati al fronte e conosceva una forte crisi economica: un altissimo debito pubblico dovuto alle spese sostenute dallo Stato durante la guerra

Dettagli

lezionidistoria.wordpress.com La Germania di Weimar e l avvento del Nazismo

lezionidistoria.wordpress.com La Germania di Weimar e l avvento del Nazismo La Germania di Weimar e l avvento del Nazismo La nascita della Repubblica di Weimar 1919: abbattuta la monarchia Assemblea costituente si riunisce a Weimar Creata una Repubblica Democratica Accordi di

Dettagli

Il nazismo in Germania

Il nazismo in Germania Il nazismo in Germania «Votate Spartaco», manifesto di propaganda della Lega Spartachista, 1918. solidarismo: atteggiamento di collaborazione con gli altri e di condivisione delle responsabilità. Mare

Dettagli

Liceo T.L. Caro Cittadella (PD) PROGRAMMA SVOLTO Anno scolastico 2008-2009 STORIA. Insegnante: Guastella Egizia

Liceo T.L. Caro Cittadella (PD) PROGRAMMA SVOLTO Anno scolastico 2008-2009 STORIA. Insegnante: Guastella Egizia Liceo T.L. Caro Cittadella (PD) PROGRAMMA SVOLTO Anno scolastico 2008-2009 STORIA Classe IV F Insegnante: Guastella Egizia Argomenti svolti con l uso degli appunti proposti dall insegnante e del manuale

Dettagli

Lungo cammino verso la libertà. I genocidi parte Il genocidio degli ebrei

Lungo cammino verso la libertà. I genocidi parte Il genocidio degli ebrei Lungo cammino verso la libertà Corso introduttivo alla conoscenza dei diritti umani e delle loro violazioni I genocidi parte Il genocidio degli ebrei XIX INCONTRO Video invettive Quando venne presa la

Dettagli

La seconda guerra mondiale

La seconda guerra mondiale La seconda guerra mondiale Il 1 settembre 1939 Hitler attacca la Polonia con il pretesto di occupare il corridoio di Danzica video A questo punto Francia e Inghilterra, decise a non permettere ulteriori

Dettagli

SOCIETÀ, STATO E DIRITTO

SOCIETÀ, STATO E DIRITTO 27 SOCIETÀ, STATO E DIRITTO Caratteri dello Stato Dal feudalesimo alla nascita dello Stato moderno Le idee del filosofo Immanuel Kant Le idee del filosofo greco Aristotele Il moderno Stato di diritto La

Dettagli

L inizio del conflitto: l invasione della Polonia

L inizio del conflitto: l invasione della Polonia L inizio del conflitto: l invasione della Polonia La seconda Guerra Mondiale scoppiò nel 1939 dopo l invasione della Polonia da parte dei Tedeschi. La Repubblica Polacca non accettò le imposizioni tedesche

Dettagli

L età dei totalitarismi: gli anni Trenta

L età dei totalitarismi: gli anni Trenta L età dei totalitarismi - Pagina 1 di 5 L età dei totalitarismi 1. Economia e società negli anni '30 (la crisi del 1929) 2. L'età dei totalitarismi (gli anni 30) 3. L'Italia fascista 4. Il tramonto del

Dettagli

La Germania nazista. Quale fu il ruolo di Adolf Hitler all'interno del movimento nazionalista tedesco?

La Germania nazista. Quale fu il ruolo di Adolf Hitler all'interno del movimento nazionalista tedesco? CAPITOLO La Germania nazista La nascista del nazismo Quale fu il ruolo di Adolf Hitler all'interno del movimento nazionalista tedesco? A fine guerra il movimento nazionalista era diviso in innumerevoli

Dettagli

LA PRIMA GUERRA MONDIALE

LA PRIMA GUERRA MONDIALE LA PRIMA GUERRA MONDIALE Premessa: Le nazioni europee più forti Vogliono imporsi sulle altre Rafforzano il proprio esercito Conquistano le ultime zone rimaste libere in Africa e Asia (colonie) Si creano

Dettagli

LA SECONDA GUERRA MONDIALE

LA SECONDA GUERRA MONDIALE CONCORSO A.N.P.I. IC S.P. DAMIANO Scuola secondaria di 1 grado Classe: 3^C Insegnante: Anita Vitali Discipline: Italiano e Storia Abbiamo colto l occasione offerta da questo concorso per affrontare lo

Dettagli

2 giugno 1946: nasce la Repubblica Italiana

2 giugno 1946: nasce la Repubblica Italiana Biblioteca Nazionale Braidense presenta: DOMANI AVVENNE 2 giugno 1946: nasce la Repubblica Italiana Sala Microfilm 30 maggio - 30 giugno 2009 1 Rassegna DOMANI AVVENNE : ciclo di mostre documentarie di

Dettagli

LO STERMINIO E LA SHOAH

LO STERMINIO E LA SHOAH LO STERMINIO E LA SHOAH Ben sei milioni di ebrei (secondo fonti tedesche), giovani, vecchi, neonati e adulti, furono uccisi dalla violenza nazista. La Shoah si sviluppò in cinque diverse fasi: I. la privazione

Dettagli

LA PRIMA GUERRA MONDIALE LE CAUSE DELLA PRIMA GUERRA MONDIALE

LA PRIMA GUERRA MONDIALE LE CAUSE DELLA PRIMA GUERRA MONDIALE LA PRIMA GUERRA MONDIALE LE CAUSE DELLA PRIMA GUERRA MONDIALE ALLA FINE DEL XIX SECOLO I RAPPORTI FRA GLI STATI DIVENTANO SEMPRE PIÙ TESI CAUSE COMPETIZIONE ECONOMICA RIVALITA COLONIALI POLITICHE NAZIONALISTICHE

Dettagli

LA RIVOLUZIONE FRANCESE (1789-1799)

LA RIVOLUZIONE FRANCESE (1789-1799) LA RIVOLUZIONE FRANCESE (1789-1799) COSA FU Fu un periodo di radicale e a tratti violento sconvolgimento sociale, politico e culturale occorso in Francia tra il 1789 e il 1799, i cui effetti principali

Dettagli

STORIA. La guerra fredda. L Europa divisa. Gli Stati Uniti. il testo:

STORIA. La guerra fredda. L Europa divisa. Gli Stati Uniti. il testo: 01 L Europa divisa La seconda guerra mondiale provoca (fa) grandi danni. Le vittime (i morti) sono quasi 50 milioni. L Unione Sovietica è il Paese con più morti (20 milioni). La guerra con i bombardamenti

Dettagli

La società francese alla fine del '700

La società francese alla fine del '700 La società francese alla fine del '700 Primo stato: ecclesiastici Secondo stato: nobili 2% della popolazione possiedono vaste proprietà terriere e sono esonerati dalle tasse. Possono riscuotere tributi

Dettagli

2011-2012 - EDITRICE LA SCUOLA

2011-2012 - EDITRICE LA SCUOLA L Impero russo alla fine del XIX secolo Un territorio immenso e multietnico retto da una monarchia assoluta che reprimeva ogni forma di opposizione. Profonda arretratezza nelle campagne: Il 90% della terra

Dettagli

La società francese prima della Rivoluzione UNA SOCIETÀ DI ORDINI

La società francese prima della Rivoluzione UNA SOCIETÀ DI ORDINI La società francese prima della Rivoluzione UNA SOCIETÀ DI ORDINI alto clero basso clero nobiltà di spada nobiltà di toga alta borghesia borghesia masse popolari CLERO NOBILTÀ TERZO STATO * esenzione fiscale

Dettagli

PROGRAMMA STORIA CLASSE IV H A.S. 2014 / 2015 PROF.SSA MARINA LORENZOTTI

PROGRAMMA STORIA CLASSE IV H A.S. 2014 / 2015 PROF.SSA MARINA LORENZOTTI PROGRAMMA STORIA CLASSE IV H A.S. 2014 / 2015 PROF.SSA MARINA LORENZOTTI MODULO 1 DALL ANTICO REGIME ALL ILLUMINISMO Unità 1 La Francia di Luigi XIV 1.1 Dal governo di Mazzarino al regno di Luigi XIV Mazzarino

Dettagli

Augusto, la dinastia Giulio-Claudia e i Flavi

Augusto, la dinastia Giulio-Claudia e i Flavi Augusto, la dinastia Giulio-Claudia e i Flavi battaglia di Azio 31 a.c. Ottaviano padrone di Roma Con la sconfitta di Marco Antonio ad Azio nel 31 a.c., Ottaviano rimane il solo padrone di Roma. OTTAVIANO

Dettagli

L Europa e il mondo nel primo Novecento p. 8

L Europa e il mondo nel primo Novecento p. 8 Libro misto DVD Atlante Storico Percorso di cittadinanza e Costituzione con testi integrali Materiali aggiuntivi per lo studio individuale immagini, carte, mappe concettuali RISORSE ONLINE Schede per il

Dettagli

La rivoluzione Francese: cade la Bastiglia, crollano feudalesimo e assolutismo dei re. Guglielmo Spampinato

La rivoluzione Francese: cade la Bastiglia, crollano feudalesimo e assolutismo dei re. Guglielmo Spampinato La rivoluzione Francese: cade la Bastiglia, crollano feudalesimo e assolutismo dei re. Guglielmo Spampinato Data l indecisione sul metodo della votazione ( per stato o per testa) il terzo stato si riunì

Dettagli

La seconda guerra mondiale

La seconda guerra mondiale La seconda guerra mondiale 1939: l inizio del conflitto Il 1 settembre la Germania invade la Polonia che crolla dopo un mese. In base agli accordi, l URSS occupa la Polonia orientale, le repubbliche baltiche

Dettagli

La repubblica di Weimar e il Nazismo in Germania

La repubblica di Weimar e il Nazismo in Germania La repubblica di Weimar e il Nazismo in Germania La rivoluzione del 1918 La rivoluzione che porta alla fine della monarchia e delle guerra ha esiti moderati imposti dalla maggioritaria SPD. Esercito e

Dettagli

PROGRAMMA SVOLTO Anno scolastico 2007-2008 STORIA. Argomenti svolti con l uso degli appunti dell insegnante e del manuale in adozione:

PROGRAMMA SVOLTO Anno scolastico 2007-2008 STORIA. Argomenti svolti con l uso degli appunti dell insegnante e del manuale in adozione: Liceo T.L.Caro Cittadella (PD) PROGRAMMA SVOLTO Anno scolastico 2007-2008 STORIA CLASSE IV BSO Insegnante:Guastella Egizia Argomenti svolti con l uso degli appunti dell insegnante e del manuale in adozione:

Dettagli

LA COSTITUZIONE ITALIANA. (sintesi dal testo Comunità di Paolo Ronchetti Ed. Zanichelli)

LA COSTITUZIONE ITALIANA. (sintesi dal testo Comunità di Paolo Ronchetti Ed. Zanichelli) LA COSTITUZIONE ITALIANA (sintesi dal testo Comunità di Paolo Ronchetti Ed. Zanichelli) LO STATUTO ALBERTINO 1848 ll Re Carlo Alberto di Savoia, a seguito di tumulti, concede agli abitanti del Regno di

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE Istituto Statale d'istruzione Superiore R.FORESI LICEO CLASSICO LICEO SCIENTIFICO LICEO SCIENZE UMANE FORESI ISTITUTO PROFESSIONALE PER L INDUSTRIA E L ARTIGIANATO BRIGNETTI ISTITUTO ALBERGHIERO E DELLA

Dettagli

L ITALIA REPUBBLICANA

L ITALIA REPUBBLICANA L ITALIA REPUBBLICANA LE REALIZZAZIONI DEL CENTRISMO LA RIFORMA AGRARIA, finanziata in parte dai fondi del Piano Marshall,fu,secondo alcuni studiosi,la più importante riforma dell'intero secondo dopoguerra.

Dettagli

STORIA DEL MOVIMENTO CATTOLICO

STORIA DEL MOVIMENTO CATTOLICO STORIA DEL MOVIMENTO CATTOLICO 10. DURANTE IL FASCISMO svolta politica di Mussolini: dall anticlericalismo laicista all affermazione che l universalismo cattolico è il titolo più significativo della grandezza

Dettagli

L età dell imperialismo 1870-1900

L età dell imperialismo 1870-1900 1870-1900 Argomenti La seconda rivoluzione industriale L imperialismo L'Europa ed il mondo fra 1870 e 1900 La seconda rivoluzione industriale I CARATTERI GENERALI 1870 1914: crescita mondiale Paesi leader:

Dettagli

Appunti di storia Classe 5^- Prof.ssa Livia Dumontet

Appunti di storia Classe 5^- Prof.ssa Livia Dumontet LA CRISI DEL 29 La crisi del 1929 rappresenta un periodo della storia economica del Novecento durante il quale si ridussero su scala mondiale: Produzione Occupazione Redditi Salari Consumi Investimenti

Dettagli

Scuola Secondaria di 1 Grado Via MAFFUCCI-PAVONI Via Maffucci 60 Milano PROGETTO STRANIERI STORIA 15 TRA LE DUE GUERRE MONDIALI

Scuola Secondaria di 1 Grado Via MAFFUCCI-PAVONI Via Maffucci 60 Milano PROGETTO STRANIERI STORIA 15 TRA LE DUE GUERRE MONDIALI Scuola Secondaria di 1 Grado Via MAFFUCCI-PAVONI Via Maffucci 60 Milano PROGETTO STRANIERI STORIA 15 TRA LE DUE GUERRE MONDIALI A cura di Maurizio Cesca L Italia fascista... 1 L Italia sotto la dittatura

Dettagli

Preliminari di guerra

Preliminari di guerra Preliminari di guerra Le vittorie diplomatiche di Hitler Marzo 1938. L Austria viene annessa al Reich (ANSCHLUSS) Questione dei Sudeti. Accordi di Monaco (29-30 settembre 1938) Entro il marzo 1939 tutta

Dettagli

REGIME REAZIONARIO DI MASSA TOTALITARISMO

REGIME REAZIONARIO DI MASSA TOTALITARISMO REGIME REAZIONARIO DI MASSA Crisi del sistema liberale - soppressione delle istituzioni rappresentative - partito unico - repressione poliziesca - dirigismo economico Tutela della borghesia - reazione

Dettagli

Le periodizzazioni. Il fascismo è una storia complessa. Esistono molte interpretazioni e periodizzazioni del fascismo.

Le periodizzazioni. Il fascismo è una storia complessa. Esistono molte interpretazioni e periodizzazioni del fascismo. Fascismo Le periodizzazioni Il fascismo è una storia complessa Esistono molte interpretazioni e periodizzazioni del fascismo. Vediamo una periodizzazione classica: 1919-1922; 1922-1925; 1925-1936; 1937-1939;

Dettagli

I L G I O R N A L E B I B L I O T E C A S T O R I C A

I L G I O R N A L E B I B L I O T E C A S T O R I C A I L G I O R N A L E B I B L I O T E C A S T O R I C A Renzo De Felice MUSSOLINI L ALLEATO 1. L Italia in guerra 1940-1943 Tomo secondo. Crisi e agonia del regime 1990 e 1996 Giulio Einaudi editore S.p.A.,

Dettagli

Il campo di concentramento di Dachau. La jourhaus. L unico ingresso.

Il campo di concentramento di Dachau. La jourhaus. L unico ingresso. Il campo di concentramento di Dachau La jourhaus. L unico ingresso. La targa il lavoro rende liberi, in ferro battuto, si trova sul cancello all ingresso principale del campo. Il campo di concentramento

Dettagli

La rivoluzione francese

La rivoluzione francese La rivoluzione francese Comunque la si giudichi, qualunque interpretazione se ne dia, non si può negare che la rivoluzione francese rappresenti una svolta nella storia: il mondo dopo di essa sarà diverso.

Dettagli

Il Risorgimento e l Unità d Italia

Il Risorgimento e l Unità d Italia Il Risorgimento e l Unità d Italia IL CONGRESSO DI VIENNA Quando? dal 1 novembre 1814 al 9 giugno 1815 Chi lo ha voluto? Francia, Inghilterra, Austria, Prussia e Russia Perché? per ritornare al passato,

Dettagli

L EUROPA DELLE GRANDI POTENZE

L EUROPA DELLE GRANDI POTENZE 1 L EUROPA DELLE GRANDI POTENZE capitolo 1 Le origini della società di massa 1. Redditi e consumi 4 2. Divertimenti di massa 9 3. Amore, famiglia e sessualità 12 4. Scienze mediche e misoginia 15 PASSATO

Dettagli

Imparare e Usare il Metodo di Studio

Imparare e Usare il Metodo di Studio Imparare e Usare il Metodo di Studio Per gli studenti: con questa semplice guida puoi imparare a usare un buon metodo di studio. Per imparare, leggi e cerca di capire bene i passi seguenti e allenati ogni

Dettagli

IL NOVECENTO: 1901-1955

IL NOVECENTO: 1901-1955 Studiare con... la linea del tempo IL NOVECENTO: 1901-1955 Completa la linea del tempo. Mentre leggi e studi le pagine del tuo libro di storia dedicate alla prima parte del Novecento, scrivi le date gli

Dettagli

PROLOGHI SULLA GRANDE GUERRA

PROLOGHI SULLA GRANDE GUERRA PROLOGHI SULLA GRANDE GUERRA di Angelo Fasolo L Italia si trovò spiazzata dallo scoppio della prima guerra mondiale. La triplice alleanza, nata il 20 maggio 1882, era un patto militare di carattere esclusivamente

Dettagli

Per un Lavoro Dignitoso. Organizzazione Internazionale del Lavoro

Per un Lavoro Dignitoso. Organizzazione Internazionale del Lavoro Per un Lavoro Dignitoso Organizzazione Internazionale del Lavoro Organizzazione Internazionale del Lavoro (O.I.L.) Agenzia specializzata delle Nazioni Unite che persegue la promozione della giustizia sociale

Dettagli

Il1968 è anno di rottura col passato

Il1968 è anno di rottura col passato Il1968 è anno di rottura col passato Evento chiave: la guerra in Vietnam perché non si riconosce all intervento di Usa quella valenza di tutela della libertà contro i rischi del comunismo Giovani di paesi

Dettagli

Tappe della trasformazione fascista dello Stato. Gli eventi

Tappe della trasformazione fascista dello Stato. Gli eventi Tappe della trasformazione fascista dello Stato Gli eventi DESTRA CENTRO SINISTRA GRUPPI POLITICI SEGGI Partito Comunista d'italia 19 Partito Socialista Italiano 22 Partito Socialista Unificato 24 Partito

Dettagli

Storia contemporanea comparata ROMANIA-ITALIA

Storia contemporanea comparata ROMANIA-ITALIA Storia contemporanea comparata ROMANIA-ITALIA Alba Julia, 4/15 Maggio 2014 Prof. VIVIANA SACCANI Michella Corniola Jessica Vergnani La Romania nella 1^ Guerra mondiale Quando scoppiò la Prima Guerra Mondiale,

Dettagli

PROGRAMMA DI STORIA PER IL DOPPIO RILASCIO DEL DIPLOMA: ESAME DI STATO BACCALAURÉAT

PROGRAMMA DI STORIA PER IL DOPPIO RILASCIO DEL DIPLOMA: ESAME DI STATO BACCALAURÉAT ALLEGATO 3 PROGRAMMA DI STORIA PER IL DOPPIO RILASCIO DEL DIPLOMA: ESAME DI STATO BACCALAURÉAT Il programma comune di storia del dispositivo per il doppio rilascio del diploma di Baccalauréat e d Esame

Dettagli

La Rivoluzione Inglese

La Rivoluzione Inglese Programma di storia A.S. 2014/2015 Classe IV F In corsivo letture, approfondimenti o fotocopie La Rivoluzione Inglese 1. L Inghilterra prima della Rivoluzione - Lo sviluppo di Londra e del commercio -

Dettagli

Le origini e gli sviluppi del sistema politico svizzero

Le origini e gli sviluppi del sistema politico svizzero Lugano, 1.02.2011 Le origini e gli sviluppi del sistema politico svizzero Sandro Guzzi-Heeb, Università di Losanna Il passato non è morto e sepolto; in realtà non è nemmeno passato. William Faulkner 1.

Dettagli

La Seconda Guerra Mondiale 1939-1945

La Seconda Guerra Mondiale 1939-1945 La Seconda Guerra Mondiale 1939-1945 A partire dal 1935 la Germania nazista di Hitler iniziò ad attuare la sua politica espansionistica, approfittando della debolezza e delle problematiche economiche di

Dettagli

LA RIVOLUZIONE FRANCESE

LA RIVOLUZIONE FRANCESE LA RIVOLUZIONE FRANCESE LA SOCIETÀ FRANCESE NEL 1700 In Francia, nel 1700, il re Luigi XVI ha tutti i poteri. I nobili sono amici del re. I nobili hanno molti privilegi. Anche il clero (vescovi e cardinali)

Dettagli

8) Un modello riaggregativo; " ideologie della guerra e guerre ideologiche del nostro secolo" 16.

8) Un modello riaggregativo;  ideologie della guerra e guerre ideologiche del nostro secolo 16. 8) Un modello riaggregativo; " ideologie della guerra e guerre ideologiche del nostro secolo" 16. L'unità è focalizzata sul nucleo concettuale forte di "ideologia della guerra", intesa in senso largo come

Dettagli

Carta dei Valori, della Cittadinanza e dell'integrazione

Carta dei Valori, della Cittadinanza e dell'integrazione Carta dei Valori, della Cittadinanza e dell'integrazione L ITALIA, COMUNITA DI PERSONE E DI VALORI L Italia è uno dei Paesi più antichi d Europa che affonda le radici nella cultura classica della Grecia

Dettagli

LA NOSTRA POLITICA MILITARE

LA NOSTRA POLITICA MILITARE LA NOSTRA POLITICA MILITARE (24-25 gennaio 1934) Il testo che segue è un rapporto presentato da Mao Tse-tung a nome del governo centrale della Repubblica sovietica cinese al secondo Congresso nazionale

Dettagli

SCHEDA PROGRAMMA SVOLTO VD. Conoscenze, abilità e competenze

SCHEDA PROGRAMMA SVOLTO VD. Conoscenze, abilità e competenze Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per la Sardegna ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE BUCCARI MARCONI Indirizzi: Trasporti Marittimi / Apparati ed Impianti

Dettagli

Di cosa parleremo. 11. Il primo dopoguerra

Di cosa parleremo. 11. Il primo dopoguerra Di cosa parleremo Il dopoguerra è caratterizzato da una grande crisi economica che sconvolge tutto l Occidente. Non desta minor preoccupazione la svolta repressiva che di lì a pochi anni porterà all affermazione

Dettagli

LE TAPPE DELLE UNIFICAZIONI ITALIANA E TEDESCA

LE TAPPE DELLE UNIFICAZIONI ITALIANA E TEDESCA LE TAPPE DELLE UNIFICAZIONI ITALIANA E TEDESCA 1848-1849 La Prima Guerra d Indipendenza Nel 1848 un ondata rivoluzionaria investì quasi tutta l Europa. La ribellione scoppiò anche nel Veneto e nella Lombardia,

Dettagli

La Rivoluzione francese segnò quindi la fine dell'assolutismo e diede inizio a un nuovo periodo in cui i protagonisti sono la borghesia e il popolo.

La Rivoluzione francese segnò quindi la fine dell'assolutismo e diede inizio a un nuovo periodo in cui i protagonisti sono la borghesia e il popolo. La Rivoluzione francese fu un periodo di grandi sconvolgimenti sociali, politici e culturali avvenuto tra il 1789 e il 1799, che segna il limite tra l'età moderna e l'età contemporanea nella storia francese.

Dettagli

Clio 92 AUSCHWITZ E IL 900. a cura di vincenzo guanci. novembre2012 vg

Clio 92 AUSCHWITZ E IL 900. a cura di vincenzo guanci. novembre2012 vg Clio 92 AUSCHWITZ E IL 900 a cura di vincenzo guanci 1 Clio 92 2 Clio 92 Voi che vivete sicuri Nelle vostre tiepide case Meditate che questo è stato: Vi comando queste parole. Primo Levi 3 Clio 92 ENTRARE

Dettagli