PARTIAMO PER IL GRANDE VIAGGIO

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "PARTIAMO PER IL GRANDE VIAGGIO"

Transcript

1

2 PARTIAMO PER IL GRANDE VIAGGIO Eccoci ai nastri di partenza per l inizio della scuola siamo già in quarta elementare cosa ci riserverà questo nuovo anno scolastico? Sicuramente dopo esserci scambiati i saluti di rito e qualche chiacchiera sull estate appena trascorsa, abbiamo notato che c erano dei nuovi libri sugli scaffali tutti per noi tutti colorati tutti interessanti. Ma quanti sono? AIUTO!! Niente paura, come dicono le maestre: FORZA E CORAGGIO! Per distogliere il pensiero della molta roba che dovremo studiare, capire, scrivere e chi più ne ha più ne metta le maestre, come ogni anno, ci hanno fatto fare un bellissimo cartellone con enormi mongolfiere con le nostre foto che vogliono significare il viaggio che stiamo per iniziare fra le nuove civiltà storiche, i nuovi paesaggi geografici, i tanti tipi di testi che leggeremo e scriveremo senza però trascurare l aspetto morale del nostro vivere quotidiano. Ecco allora che parleremo anche di storie, le nostre, che riguarderanno l amicizia, il dialogo, il perdono, la verità, la libertà, il confronto, ma anche il litigio, la rabbia, la delusione, la sofferenza insomma di tutti gli aspetti che il nostro essere bambini comporta con la grande certezza, però, che Gesù è sempre al nostro fianco e non solo in questo viaggio nella quarta elementare, ma nel viaggio più importante di tutti quello della nostra vita! Buon anno scolastico, o meglio, BUON VIAGGIO A TUTTI: a noi, alle nostre maestre e a voi genitori!!! Classi IV A e IV B

3 IL NUMERO PIU BELLO Prima di iniziare i nostri studi matematici sui numeri, la maestra ci ha posto una domanda per sapere se valeva la pena perdere un po di tempo per studiarli. A COSA SERVONO I NUMERI? Ognuno di noi ha così risposto: per fare la matematica; per poter contare; per dire quante cose ci sono; per scrivere il numero sulle magliette dei giocatori di calcio; per contare i goal di una partita; per contare il punteggio nei giochi a squadra; per contare le sillabe che ci sono in una parola; per mettere i minuti nell orologio del forno per cuocere la torta; per giocare a Nascondino ; per sapere quanti minuti devi aspettare; per contare le ore dell orologio; per scrivere i numeri nel lavoro del babbo; per scrivere i numeri del telefono; per contare i soldi; per non arrivare in ritardo; per leggere i canali del telecomando; per non annoiarsi; per fare i conti in banca; per leggere le targhe delle auto; per giocare al Gioco dell oca ; per giocare a Stella ; per dire quanti anni hai; per contare le salsicce, così sei sicuro che ce n è una per tutti; per contare i punti del calcino; per pesare gli ingredienti in cucina; per contare i puntini sulle ali delle coccinelle; per contare i soldi che devi dare alla cassiera quando fai la spesa; per contare le figurine che ti mancano nell album. Abbiamo quindi concluso che i numeri sono indispensabili per la vita di tutti i giorni ed è importante studiarli bene. La maestra ci ha poi chiesto quale fosse il più bello. Con la nostra fantasia i numeri sul nostro foglio da disegno hanno preso mani, gambe, faccine, occhini, boccucce, hanno indossato vestiti da calciatori, da eleganti signorine, da bei giovanotti Alla fine il numero più bello, per la maggior parte di noi, è risultato il numero OTTO! Lo stesso studio lo hanno fatto anche i nostri amici di IB e IC. La classe IA

4 VISITA ALLA VALFRUTTA Il 7 Novembre abbiamo visitato la Valfrutta. Ad attenderci c era mi babbo che si chiama Claudio e lavora lì, poi è arrivato un signore di nome Fabio che ci avrebbe fatto da guida. Appena dentro la fabbrica, Fabio ci ha spiegato che, per ottenere la polpa dalla frutta, prima si spruzza la frutta, poi si ricava la polpa poi, ci ha detto che la polpa si conserva nelle cantine, ma non può stare dentro la cisterna per troppo tempo, perché dopo un anno gli enzimi si risvegliano e purtroppo fanno morire la frutta. Nel secondo reparto, cioè in cantina, ci ha detto una cosa importante per l ambiente cioè che non bisognerebbe comprare succhi fatti con succhi esotici e che vengono comprati in paesi lontani ma quelli fatti con frutta della nostra terra come mele, pesche, albicocche o pere. Dopodiché siamo andati nell impianto centrale dove c erano molti computer e sembrava un impianto della N.A.S.A., c erano degli allarmi che quando suonano segnalano i problemi. Poi guardando alla mia sinistra ho visto che c era una specie di laboratorio. Fabio ci ha spiegato che lì, le signore, assaggiano i prodotti e fanno dei piccoli esperimenti. Usciti dalla cantina siamo andati nel reparto tetra dove lavora mio babbo, lì proprio lui, ci ha fatto vedere come controllano i cartoncini dei succhi per vedere se ci sono buchi anche microscopici. Come conclusione della nostra visita ci hanno offerto dei succhi, naturalmente di frutta. Adesso sappiamo quindi riconoscere quali sono le bevande più genuine e possiamo fare scelte più consapevoli per il rispetto dell ambiente; un tema che alla Valfrutta sta molto a cuore. CLASSE VC

5 UNA LEZIONE SPECIALE, CON UNA MAESTRA SPECIALE: LA MAMMA DI LETIZIA Federica, oltre ad essere la mamma di Letizia, una nostra compagna di classe, è una bravissima dentista e sabato 17 novembre è venuta nella nostra scuola per approfondire un argomento che avevamo studiato da poco in scienze: I DENTI E L IGIENE ORALE. La lezione è stata molto interessante e anche divertente e si è tenuta nella cosiddetta sala rossa, la sala delle conferenze. Federica è arrivata indossando il suo camice azzurro, proprio come se fosse nel suo ambulatorio e dopo essersi presentata, ha distribuito un simpatico libretto, Benvenuti a Boccallegra, attraverso il quale avremmo potuto seguire meglio ciò che ci spiegava. Ha subito iniziato ha spiegare l interno della bocca elencando tutti i tipi di denti che abbiamo: incisivi, canini, premolari e molari. Attraverso il disegno di un enorme dente che aveva fatto alla lavagna prima che noi arrivassimo, ha descritto tutte le parti che compongono il dente: smalto, dentina, polpa; abbiamo imparato che la parte esterna del dente si chiama corona e quella interna radice. Noi seguivamo i suoi discorsi sul libretto ed era come fare un giro dentro la nostra bocca!!! La lezione si è fatta molto interessante quando Federica si è soffermata sull argomento CARIE cosa la causa e come prevenirla. Abbiamo capito che la carie è causata da alcuni batteri che, se lasciati agire indisturbati, riescono a scavare un tunnel nello smalto, aggredire la dentina ed arrivare alla polpa che è ricca di capillari e noi sentiamo un gran male!!! A questo punto una domanda è nata spontaneamente: Come possiamo fare per evitare la carie nei denti? La sua risposta è stata chiarissima: per evitare la carie bisogna lavarsi accuratamente i denti, sempre, dopo aver mangiato, spazzolandoli per almeno due minuti con un movimento rotatorio dalla gengiva verso l esterno, altrimenti se li freghiamo orizzontalmente, si rovinano. Una cosa che ci ha detto e che ci ha sorpreso, è che il dentifricio serve solo a lasciare un buon profumo in bocca e che potremmo pulirci i denti anche a secco, per esempio mentre guardiamo la tv. Ha anche aggiunto che sui denti lavati male, si forma la placca che non è altro che residuo di cibo dimenticato sui denti che, grazie alla saliva, diventa duro. Se non la togliamo, con il tempo la placca indurisce sempre più fino a diventare tartaro. Altri problemi seri, ai denti sono dati dal fumo, dal consumo di bevande alcoliche e perfino dal caffè, che se bevuto in quantità eccessive, li macchia di marrone beach!! Sempre riguardo la carie abbiamo imparato una cosa incredibile, ma anche pericolosa per i nostri denti:lo sapevate che, dentina, gengive e persino l osso per evitare di essere attaccati dalla carie tendono a spostarsi o meglio a ritirarsi? il problema è che i denti sono inseriti nell osso e se questo inizia a spostarsi per evitare il contatto con i batteri, prima o poi li lascerà cadere e visto che noi non siamo squali non ricresceranno più. Per farci ridere un po, a proposito di pulizia dei denti. La nostra maestra speciale ci ha raccontato che una sera, quando Letizia doveva andare a letto, invece di lavarsi i denti con il dentifricio alla menta come le aveva detto di fare, ha mangiato una caramella alla menta pensando che fosse la

6 stessa cosa, senza però tenere conto dello zucchero che le caramelle contengono e che quindi rovinano i denti noi abbiamo riso tanto e Letizia anche Il tempo è volato ascoltando la nostra dentista che ci raccontava cose utili, importanti, ma in maniera spesso divertente. Quando ormai pensavamo che questa lezione speciale fosse finita, è arrivata una bellissima sorpresa: Letizia ha distribuito a ciascuno di noi un sacchettino con un dentifricio, uno spazzolino e un librettino che illustrava il modo corretto di lavarsi i denti. Questa lezione speciale è stato divertente e molto interessante perché è importante sapere cosa succede al nostro corpo se non ce ne prendiamo cura. CURIOSITA : Breve storia dello spazzolino La necessità di avere denti puliti è stata chiara all uomo fin dalla preistoria. Per questo scopo gli uomini delle caverne masticavano scorze d albero come fanno ancora oggi alcune tribù nomadi del deserto africano. In seguito l uomo cominciò a strofinarsi i denti con bastoncini. Questa è una tecnica praticata ancora da Indù e Africani. Nel 18 secolo nasce il primo spazzolino: è fatto con un manico d osso al quale sono applicate setole di cinghiale. In pratica lo spazzolino non cambia fino agli anni 30 del secolo scorso, quando diventa di celluloide con setole di maiale. Nel 1938 vengono prodotti negli Stati Uniti le prime setole di nailon, ma la 2 guerra mondiale interrompe le sperimentazioni. Negli ultimi cinquant anni lo spazzolino ha subito una notevole evoluzione sia nei materiali, sia nelle forme studiate per un uso più efficace. Esistono spazzolini per grandi e piccini, con setole morbide, dure o durissime perfino spazzolini elettrici o pulsar. Basta spingere un pulsante e opplà, la placca se ne va oh, che gran comodità. Ciao dalla V B e un consiglio LAVATAVI I DENTI!!

7 Andar per musei Di solito le uscite didattiche si fanno verso la fine dell anno scolastico noi però non seguiamo percorsi standard ci vogliamo distinguere, d altronde le maestre ce lo dicono sempre che siamo pezzi unici o meglio bambini rari e preziosi quindi al quarto giorno di scuola (la coincidenza che frequentiamo il quarto anno sarà casuale?) siamo andati in gita al bellissimo museo Donini di San Lazzaro di Savena in provincia di Bologna. Il viaggio è stato breve, ma divertente fra musica, chiacchiere, foto, caramelle, saluti dai finestrini All arrivo, puntualissimi, tanto che siamo arrivati con le nostre guide, eravamo emozionati perché davanti a noi, all interno del giardino, c era la riproduzione di un mammuth!! Era enorme e si faceva fotografare senza muoversi che bello! Bene, siamo entrati e ogni classe ha visitato un piano con la preziosa e competente presenza della guida. Abbiamo potuto ripassare tutta la storia dello scorso anno non sui libri, ma vedendola nelle sale del museo e nel giardino che ora descriveremo. La cosa che ci ha colpito maggiormente è stata la grande abbondanza di reperti fossili ritrovate nelle cave del gesso delle colline bolognesi: ossa di rinoceronti lanosi, megaceri, bisonti, conchiglie, legno di alberi, marmotte, galli forcelli sì, sì proprio loro, animali che ora sono solo sulle Alpi, ma che anni fa, con il clima glaciale, erano nel nostro territorio e non solo c erano anche leoni delle montagne (senza criniera), orsi delle caverne (di dimensioni enormi), iene voracissime con denti enormi e noi abbiamo visto tutto ciò: c erano delle riproduzioni meravigliose. Dopo tanto vedere avevamo bisogno di riposarci e ci siamo ritrovati tutti nel giardino, all ombra di alberi altissimi, per la merenda e scambi di opinioni (che suona meglio di chiacchiere). Eravamo pronti per vedere altro così siamo venuti a conoscenza della riproduzione, in un altra sala, di una scena di caccia a dimensione naturale, di resti di archi, frecce, arpioni, monili, fibbie ma sicuramente la cosa più emozionante è stato vedere, a poca distanza da noi, scheggiare la selce per ottenere chopper, amigdale, raschiatoi, coltelli che subito la guida ha catalogato e donato a noi per portarli in classe. Non è finita qui! La guida ha acceso il fuoco con due percussori, cioè le pietre focaie, e con qualche resto di fungo secco le scintille hanno attecchito e si è vista prima la fiamma e poi IL FUOCO. Che bello! Il tempo era terminato e siamo ritornati a scuola per poi andare a casa. Certamente è stata una giornata divertente ed istruttiva. Ah, dimenticavamo di dire che le guide hanno fatto i complimenti alle maestre per il comportamento e l educazione che avevamo dimostrato e per la rapidità con la quale rispondevamo alle domande di ripasso che ci facevano inutile dire che le maestre erano contente e anche noi siamo o no merce rara?? Le classi IV A e B

8 FINALMENTE NATALE!! Questo Natale Sarà vero e speciale, solo se saremo vicino a Gesù, l unico nostro amico sincero e leale sappiamo che su di lui possiamo sempre contare anche perché ci sa consolare. Questo Natale è vero e speciale Perché tutti sono buoni di più Aspettando la nascita di Gesù Per portargli tanti doni fatti col cuore, ma soprattutto, con tanto amore. Poesia scritta da Jenny VB NATALE DELLA BONTA Sabato 15 Dicembre 2012, come i pastorelli, ci siamo recati davanti a Gesù Bambino nel presepe per portargli i nostri doni. Poi, insieme alle nostre maestre, ci siamo recati in chiesa, in Collegiata, per celebrare la Santa Messa del Natale della Bontà Noi abbiamo pregato così: Prego Gesù per il mio nonno che sta male (Chiara) Chiedo a Gesù che ci porti la pace e che faccia stare bene me e la mia famiglia (Elia) Vorrei chiedere a Gesù di diventare più buona (Maria Giulia) Ti chiedo di aiutare i miei nonni a non andare mai in cielo (Martina) Vorrei che tutti i bambini del mondo fossero sempre felici (Alice) Vorrei che Gesù portasse la gioia a tutto il mondo (Filippo) Chiedo a Gesù di perdonarmi, anche mia sorella, perché litighiamo sempre (Mattia G.) Vorrei che Gesù mi portasse un cavallo bianco e vorrei che la mia famiglia stesse sempre bene (Rachele) Vorrei chiedere a Gesù un camion e anche la pace nel mondo (Matteo) Chiedo a Gesù di essere buona (Caterina) Io chiedo a Gesù che tutti i bimbi abbiano da mangiare e che tutti noi gli regaliamo un po di pane e un po di pace anche qual cosina per coprirsi (Giulia) Vorrei che Gesù facesse andare bene la mamma per tutti gli esami che ha e gli mando un bel bacione! (Francesco) Chiedo a Gesù di portare il bene sulla terra (Alessia) Voglio che Gesù sia mio amico! (Gaia) Prego Gesù per tutti i bimbi del mondo e anche per la mia famiglia (Annagiulia) Chiedo a Gesù una preghiera per la mia famiglia (Francesca) Chiedo a Gesù di volere sempre bene alla mamma, a mia sorella e anche al babbo (Ilaria) Chiedo a Gesù una preghierina per tutta la mia famiglia (Gabriel) Vorrei che Gesù a Natale portasse gioia, pace e amore a tutti i bimbi del mondo (Simone)

9 Vorrei dire una preghierina a Gesù per portarci pace, amore e la salvezza (Leonardo) Chiedo a Gesù una borsa della Gola e prego l Angelo di Dio (Mattia T.) Chiedo a Gesù tanto bene per la mia famiglia (Beatrice) Chiedo a Gesù un Ave Maria e un nintendo (Cloe) Chiedo a Gesù una roulotte per tutta la mia famiglia (Mattia S.F.) Chiedo a Gesù di dare la salute a tutti (Matilde) Vorrei che ci fosse pace, gioia e amore su tutta la terra (Emiliano) Vorrei pregare e dire un Ave Maria per la mia scuola, per tutti quelli che stanno male e per i poveri (Michelle) Gesù vorrei che tu aiutassi i bimbi poveri e i nonni che stanno in cielo (Ester) Vorrei che Gesù portasse in tutto il mondo la pace e la gioia e anche un regalino per me!! (Richard). Queste sono le preghiere dei bimbi della I C, ma insieme ai colleghi di I A e I B, abbiamo chiesto tutti insieme a Gesù un Natale ricco di speranza, pace e amore!! Alcune famiglie, comunità e associazioni che hanno ricevuto gli alimenti raccolti dall iniziativa della scuola Natale della bontà hanno inviato un bigliettino con i loro ringraziamenti. Un esperienza di Didattica Museale al Museo Oratorio di S. Onofrio Per didattica museale si intende l insieme delle metodologie e degli strumenti utilizzati dalle istituzioni mussali e da quelle scolastiche per rendere accessibile ad un vasto pubblico, ed in questo caso il pubblico era veramente vasto ( circa 300 bambini), collezioni, raccolte, mostre ed in genere ogni tipo di esposizione culturale. Quando sono stata contattata dall Istituto, in qualità di Responsabile della Didattica del Museo Oratorio di S. Onofrio, e mi è stato chiesto di favorire la conoscenza del territorio lughese tramite il museo Oratorio di S. Onofrio, mi sono sentita investita di un importante ruolo; poter offrire ai nostri bambini, futuri adulti del domani, la possibilità di utilizzare il museo quale strumento formativo attivo, non è cosa di tutti i giorni. Con l aiuto di Catia Guerrini, insegnante dell Istituto, e delle volontarie del servizio civile dell ausl di Ravenna, ho predisposto le lezioni propedeutiche alla visita in S. Onofrio. Con l obiettivo di mettere il più possibile il museo a disposizione della scuola, ho fatto preparare alle volontarie del servizio civile dei pannelli cartonati, sagome dei santi raffigurati nel museo, power point, gadget, una guida illustrata per i più piccoli, mentre per i più grandicelli un bel fumetto Manga che racconta la vita del Santo. Terminate le lezioni frontali i bambini sono stati accompagnati alla visita al museo entrando così in contatto con ciò che era stato loro raccontato. ( Sonia Muzzarelli, mamma di Claudia) VISITA A S. ONOFRIO Oggi, mercoledì 5 dicembre, noi alunni di 2 A e 2 B ci siamo recati presso la chiesa di S. Onofrio. Quando siamo arrivati ad aspettarci c erano, la mamma di Claudia Nanni, Catia e altre ragazze, che ci hanno fatto da guida. La chiesa di Sant Onofrio è stata voluta da Clemente Galanotti in onore di suo figlio Onofrio. Questa è stata per noi la prima lezione di storia dell arte.

10 Le nostre guide, a turno, ci hanno fatto vedere e spiegato la storia del santo rappresentato in quattro grandi ovali che sono veramente belli. Per poterci far gustare e capire meglio la visita guidata, la mamma di Claudia e la maestra Catia, due giorni prima erano venute a scuola e ci avevano spiegato cosa saremmo poi venuti a vedere. Siamo entrati e abbiamo subito notato i quattro grandi ovali due a destra e due a sinistra. Alla base di questi ovali c è la spiegazione del significato dell oratorio e cioè: 1. i soldi: significano la carità; 2. il fuoco: così gli avventori potevano scaldarsi; 3. la carne: rappresenta il mangiare; 4. il vino: rappresenta il bere e l accoglienza. Tutto questo indica proprio il motivo per cui era nata questa casa di ospitalità per i più bisognosi e i viandanti. All interno abbiamo potuto osservare altre opere d arte molto belle e significative come La Madonna della scaletta e il quadro con quattro santi: Sant Ilaro, Patrono di Lugo, San Rocco con il cagnolino, San Sebastiano trafitto dalle frecce e San Giacomo. La storia che ci è piaciuta di più è stata quella di San Rocco: il suo cagnolino l ha mantenuto in vita portandogli ogni giorno un pezzetto di pane. Questa visita è stata davvero piacevole, ma soprattutto interessante perché abbiamo conosciuto un pezzettino di vita di un tempo del nostro paese. Abbiamo capito che attraverso l arte e la pittura l uomo può lasciare una traccia del suo passato; noi oggi, dopo tanti anni, l abbiamo potuta conoscere. Grazie ha chi ha lavorato per portarci a conoscenza di questa bella pagina di storia. CLASSI II A e B

11 L ARRIVO DEI RE MAGI La mattina del 7 Gennaio 2013, al rientro dalle vacanze natalizie, abbiamo avuto una graditissima sorpresa. Alle 10:30 circa, la maestra ci ha guidati in teatro dove, dopo qualche minuto, hanno incominciato a sfilare davanti ai nostri occhi alcune delle nostre mamme e dei nostri papà vestiti da Re Magi, pastori e ancelle che portavano ceste di cose buone al Bambinello Gesù. Com erano belli! Erano tutti truccati, pieni di turbanti, mantelle e alcuni con la pelle più scura; sembravano con stupore dei veri e propri re! Noi eravamo affascinati e guardavamo con stupore la sfilata cercando di riconoscere i genitori che passavano davanti a noi. poi tutti si sono seduti sul palco del teatro intorno a Don Francesco che ci ha detto alcune parole importanti sui doni e sull importanza del dono più bello da noi ricevuto, cioè Gesù, che è nato per noi. Questo momento bellissimo si è concluso poco dopo in classe dove abbiamo festeggiato tutti insieme con dolci che ci hanno portato i re Magi. Evviva! I bimbi di I B

12 ARCHEOLOGIA, CHE PASSIONE Noi bambini delle classi terze questo autunno abbiamo conosciuto una persona speciale: un archeologo. L archeologo in questione è Patrizia, mamma di Samuele Guerra. Patrizia ci ha raccontato che essere archeologo vuol dire avere moltissima pazienza, fare dei sacrifici e scavare, scavare, scavare! Patrizia ci ha parlato della sua esperienza nello scavo effettuato proprio qui a Lugo. La mamma di Samuele ci ha mostrato alcuni reperti trovati negli scavi; è stato un momento davvero emozionante. Il nostro viaggio nel mondo dell archeologia però non è finito qui, infatti Chiara, la nostra doposcuolista, ci ha intrattenuti in una lezione molto particolare. Prima di tutto siamo saliti nell aula LIM a vedere due filmati che ci parlavano dell archeologia, poi siamo diventati noi dei veri archeologi!in una vasca piena di sabbia Chiara aveva nascosto dei fossili di dinosauro, dei trilobite ecc Noi, armati di picchetto, cazzuola, guanti e pennello abbiamo cominciato a scavare molto delicatamente. Quando abbiamo trovato i fossili li abbiamo perfino registrati e analizzati come Patrizia avevo fatto nello scavo vero. Sono state delle lezioni molto belle grazie a Patrizia e a Chiara, ragazzi imparare è proprio divertente!! CLASSE III A E B

13 Noi, alunni della VA, abbiamo trovato questi due raccontini su cui abbiamo fatto una bella riflessione insieme: 1. non perdere mai la Speranza e 2. di essere accoglienti come il Pino nella Storia della Leggenda del Lupino Amaro, canzone napoletana che abbiamo tradotto in italiano. Classe VA Le quattro candele (fonte non specificata) Le quattro candele, bruciano, si consumano lentamente. Il luogo era talmente silenzioso, che si poteva ascoltare la loro conversazione... La prima diceva: "Io sono LA PACE, ma gli uomini non riescono a mantenermi: penso proprio che non mi resti altro da fare che spegnermi!". Così fu, e a poco a poco, la candela si lasciò spegnere completamente. La seconda diceva: "Io sono LA FEDE, purtroppo non servo a nulla. Gli uomini non ne vogliono sapere di me, e per questo motivo non ha senso che io resti accesa". Appena ebbe terminato di parlare, una leggera brezza soffiò su di lei e la spense. Triste, triste, la terza candela, a sua volta disse: "Io sono L'AMORE, non ho la forza per continuare a rimanere accesa. Gli uomini non mi considerano e non comprendono la mia importanza. Essi odiano perfino coloro che più li amano, i loro familiari." E senza attendere oltre, la candela si lasciò spegnere. Inaspettatamente... un bimbo in quel momento entrò nella stanza e vide le tre candele spente. Impaurito per la semioscurità disse: "Ma cosa fate! Voi dovete rimanere accese, io ho paura del buio!". E così dicendo scoppiò in lacrime. Allora la quarta candela impietositasi disse: "Non temere, non piangere: finché io sarò accesa, potremo sempre riaccendere le altre tre candele: IO SONO LA SPERANZA". Con gli occhi lucidi e gonfi di lacrime, il bimbo prese la candela della speranza e riaccese tutte le altre.

14 LA LEGGENDA DEL LUPINO (R. De Simone, liberamente tradotto SrI) A Betlemme arriva il bando contro i bambini sotto i due anni. Fugge Maria con grande paura il Figlio nascosto sotto il manto. E i Giudei non hanno pace a ogni mamma batte il cuore in petto Fugge Maria e va per la campagna che un angelo dal cielo l accompagna. Oggi un giudeo con la brutta faccia Va a togliere i figli dalle braccia. Fugge Maria e corre senza sosta il Bambinello zitto e impaurito. E intorno, intorno, non c è riparo sotto il cielo scoperto il tempo è amaro. Corri Maria che Erode viene e si avvicina corri e nascondi Gesù Bambino. Quando la Madonna si sentì perduta ad ogni fronda chiese: AIUTO! AIUTO LUPINO MIO, LUPINO MIO APRITI E NASCONDI IL MIO BAMBINO. Vattene! rispose il lupino E sbatté forte, forte le fronde. LUPINO TU FOSTI AMARO ASSAI SEMPRE PIÙ AMARO DIVENTERAI. E dopo che il lupino si richiuse Maria un albero di pino trovò. PINOLO MIO, PINOLO MIO, APRITI E NASCONDI IL MIO FIGLIOLO. E subito una pigna del pino si aprì E la mamma e il figlio nascose. Riparati, riparati Maria che i giudei sono andati via. E dopo che il Bambino fu salvo con la manina lo accarezzò Pino che tu sia benedetto Che riparasti Dio zitto, zitto. Visto che oggi hai avuto il cuore buono dell incenso porterai il profumo. La Madonna e il Bambino si salvarono e il segno della Sua Manina lasciarono. Nel pinolo che tu a Dio apristi Porterai la mano di Gesù Cristo

15 ALTRE NOTIZIE SULLE ATTIVITA DELLA SCUOLA Sabato 6 ottobre si è svolto un interessante incontro per i genitori con Don Ottorino. La classe V A, anche lo scorso hanno è risultata vincitrice ex-equo del concorso grafico-pittorico organizzato dall AVIS, ed il 16 ottobre ha partecipato alla premiazione che si è svolta a Bagnacavallo. Sono arrivati i premi della raccolta Conad: lo scorso anno i bambini sono riusciti a raccogliere punti e così abbiamo ricevuto un computer, un monitor e un lettore CD e MP3. Nei mesi di ottobre e novembre, in seguito alla richiesta di un infermiera, è iniziata la gara delle figurine. Gli alunni portavano a scuola le figurine doppie che venivano regalate ai bambini ricoverati nei reparti oncologici degli ospedali di Bologna. I bambini sono stati molto generosi ed hanno donato un sorriso ad altri bambini. I giorni 20 e 21 novembre sono venuti a trovarci Paolo, Rosanna e il piccolo Francesco, che lavorano come missionari in Perù, dove noi mandiamo parte del ricavato della raccolta missionaria che si fa ogni ultimo sabato del mese. Venerdì 14 dicembre al teatro Rossini i bambini hanno augurato Buon Natale con canti e con una Sacra Rappresentazione. Alcune mamme si sono organizzate per incontrarsi tutti i martedì nella cappella della scuola per recitare il Sacro Rosario e tutti i venerdì la coroncina della divina misericordia. Chi vuole partecipare è molto gradito. Nella giornata della memoria, che cade il 27 Gennaio di ogni anno, si ricorda lo sterminio degli ebrei il 27 Gennaio del 1945 i soldati dell Armata Rossa giunsero ad AUSCHWITZ, abbatterono i cancelli e liberarono i prigionieri nelle settimane successive le truppe Anglo-Americane entrarono e liberarono i prigionieri degli altri campi di sterminio per non dimenticare questo orrore la scuola San Giuseppe in collaborazione con il circolo filatelico di Alfonsine ha organizzato una mostra dal 26 gennaio al 2 febbraio; il Prof. Gianluigi Meandri è venuto a parlare agli alunni di IV e V martedì 29 gennaio. Dal 18 al 23 febbraio settimana del Dona cibo.

GESU E UN DONO PER TUTTI

GESU E UN DONO PER TUTTI GESU E UN DONO PER TUTTI OGGI VIENE ANCHE DA TE LA CREAZIONE IN PRINCIPIO TUTTO ERA VUOTO E BUIO NON VI ERANO NE UOMINI NE ALBERI NE ANIMALI E NEMMENO CASE VI ERA SOLTANTO DIO NON SI VEDEVA NIENTE PERCHE

Dettagli

PROGETTO MUSICA e TEATRO. La storia del Natale

PROGETTO MUSICA e TEATRO. La storia del Natale PROGETTO MUSICA e TEATRO La storia del Natale Il Progetto Musica e Teatro per l anno scolastico 2014/2015 è nato dalla decisione di tutti gli insegnanti del plesso di voler proseguire nel potenziamento

Dettagli

INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013. per Bambini dai 7 ai 10 anni

INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013. per Bambini dai 7 ai 10 anni INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013 per Bambini dai 7 ai 10 anni DIOCESI DI FOSSANO Commissione Diocesana Pastorale Ragazzi Ehi!!

Dettagli

Le scarpe nuove di Kathryn Jackson e Richard Scarry

Le scarpe nuove di Kathryn Jackson e Richard Scarry I NONNI Obiettivo: riconoscere il sentimento che ci lega ai nonni. Attività: ascolto e comprensione di racconti, conversazioni guidate. Le scarpe nuove di Kathryn Jackson e Richard Scarry Quando Roberto

Dettagli

Maschere a Venezia CAP I

Maschere a Venezia CAP I Maschere a Venezia 7 CAP I In un pomeriggio di fine marzo Altiero Ranelli, un giovane giornalista de Il Gazzettino di Venezia, entra nell ufficio del direttore. - Ho una grande notizia. - grida contento.

Dettagli

Logopedia in musica e. canzoni

Logopedia in musica e. canzoni Logopedia in musica e canzoni Un Lavoro di Gruppo, Giugno 2013 INTRODUZIONE Siamo un gruppo di persone, chi ricoverato in Degenza e chi in Day Hospital, del Presidio Ausiliatrice-don Gnocchi di Torino

Dettagli

Carissimi bambini, siamo ormai vicinissimi alle vacanze estive e questo numero lo vogliamo dedicare a Gesù e al suo dolcissimo Cuore.

Carissimi bambini, siamo ormai vicinissimi alle vacanze estive e questo numero lo vogliamo dedicare a Gesù e al suo dolcissimo Cuore. ... stanno arrivando... cosa????... le vacanze!!! Inserto N. 2 2008 Carissimi bambini, siamo ormai vicinissimi alle vacanze estive e questo numero lo vogliamo dedicare a Gesù e al suo dolcissimo Cuore.

Dettagli

Esercizio 1 ILLUSTRA CON UN DISEGNO A PIACERE LA FIABA LO SCIENZIATO E IL TESORO

Esercizio 1 ILLUSTRA CON UN DISEGNO A PIACERE LA FIABA LO SCIENZIATO E IL TESORO Esercizio 1 ILLUSTRA CON UN DISEGNO A PIACERE LA FIABA LO SCIENZIATO E IL TESORO Esercizio 2 SCRIVI SOTTO LA FACCIA SORRIDENTE I COMPORTAMENTI CHE FANNO BENE ALLA SALUTE E SOTTO LA FACCIA TRISTE I COMPORTAMENTI

Dettagli

C eraunavoltaunalbumdifotoscolorite

C eraunavoltaunalbumdifotoscolorite C eraunavoltaunalbumdifotoscolorite C era una volta un album di foto scolorite. Un vecchio album di nome Sansone. Sansone era stato acquistato nel 1973 in un mercatino di Parigi da una certa signora Loudville.

Dettagli

SPETTACOLO DI NATALE 2014

SPETTACOLO DI NATALE 2014 Sabato 20 Dicembre 2014 SPETTACOLO DI NATALE 2014 TUTTO IL MONDO FESTEGGIA IL NATALE Carissime famiglie, mamme, papà, fratelli, sorelle, nonni, zii Benvenuti a tutti! Eccoci anche quest anno alle porte

Dettagli

Obbiettivo: accompagnare i bambini verso la comprensione del senso del peccato.

Obbiettivo: accompagnare i bambini verso la comprensione del senso del peccato. Traccia Obbiettivo: accompagnare i bambini verso la comprensione del senso del peccato. Per la preghiera: impariamo il canto per la celebrazione del perdono recitiamo insieme il Confesso e l Atto di dolore

Dettagli

Mediterranea INTRODUZIONE

Mediterranea INTRODUZIONE 7 INTRODUZIONE guerrieri Palermo, anno 1076. Dopo che - per più di duecento anni - gli arabi erano stati i padroni della Sicilia, a quel tempo nell isola governavano i normanni, popolo d i guerrieri venuti

Dettagli

E LA SALUTE DEI DENTI

E LA SALUTE DEI DENTI IO & OTTAVIO Due amici per denti più felici E LA SALUTE DEI DENTI Yep! La salute della comunità degli emofilici passa anche attraverso la salute della bocca. La FedEmo promuove l alleanza tra il S.S.N.,

Dettagli

ANNO SCOLASTICO 2013/14

ANNO SCOLASTICO 2013/14 ANNO SCOLASTICO 2013/14 LA LETTERA AL SINDACO L INVITO DEL SINDACO Palermo, 6 Novembre 2013 Caro Sindaco, siamo gli alunni della classe 4^ C della scuola Francesco Orestano che si trova a Brancaccio, in

Dettagli

Tanti doni bellissimi!

Tanti doni bellissimi! Tanti doni bellissimi! Io sono dono di Dio e sono chiamato per nome. Progetto Educativo Didattico Religioso Anno Scolastico 2015 2016 Premessa Il titolo scelto per la programmazione religiosa 2015 2016

Dettagli

Parrocchia San Paolo Apostolo Crotone

Parrocchia San Paolo Apostolo Crotone Parrocchia San Paolo Apostolo Crotone 1 ANNO CATECHISMO 2014-2015 Alla Scoperta di Gesù SUSSIDIO SCHEDE RISCOPERTA DEL BATTESIMO 1 NOME COGNOME Le mie catechiste NOME COGNOME Telefono NOME COGNOME Telefono

Dettagli

Pinguini nel deserto Concorso a tema per le scuole di ogni ordine e grado sul tema della disabilità intellettiva: I Edizione 2009

Pinguini nel deserto Concorso a tema per le scuole di ogni ordine e grado sul tema della disabilità intellettiva: I Edizione 2009 Concorso a tema per le scuole di ogni ordine e grado sul tema della disabilità intellettiva: I Edizione 2009 Iscritto per: Scuola Secondaria Primo Grado Motto di iscrizione: Raccontami e dimenticherò-mostrami

Dettagli

Ideazione e testo: Cosetta Zanotti Illustrazioni: Cinzia Ratto Progetto grafico e stampa: Publistampa Pergine Valsugana

Ideazione e testo: Cosetta Zanotti Illustrazioni: Cinzia Ratto Progetto grafico e stampa: Publistampa Pergine Valsugana Via Aurelia, 796-00165 Roma - Italia www.caritasitaliana.it Ideazione e testo: Cosetta Zanotti Illustrazioni: Cinzia Ratto Progetto grafico e stampa: Publistampa Pergine Valsugana PRIMA SETTIMANA di Avvento

Dettagli

NOMI IN CERCA DI AGGETTIVI...

NOMI IN CERCA DI AGGETTIVI... NOMI IN CERCA DI AGGETTIVI... Collega ogni nome all aggettivo corretto. NOMI spettacolo leone lana musica arrosto gioiello cavaliere minestra sostanza fiore ragno scolaro bambina torta AGGETTIVI bollente

Dettagli

Sin da quando sono molto piccoli, i bambini sperimentano il mondo attraverso le

Sin da quando sono molto piccoli, i bambini sperimentano il mondo attraverso le Indice Introduzione 7 Miagolina si presenta 11 Quella volta che Miagolina è caduta nel buco della vasca 24 Quando è nato Spigolo 44 Miagolina e le parole storte 56 Spigolo va all asilo 75 Miagolina si

Dettagli

NEL MARE DELLA NOSTRA FANTASIA OGNI PESCE E DIVERSO NELLE SUE FORME E COLORI, COME NOI RAGAZZI CHE ABBIAMO ESPRESSO QUESTO BELLISSIMO DISEGNO.

NEL MARE DELLA NOSTRA FANTASIA OGNI PESCE E DIVERSO NELLE SUE FORME E COLORI, COME NOI RAGAZZI CHE ABBIAMO ESPRESSO QUESTO BELLISSIMO DISEGNO. SEMPLICEMENTE INSIEME per condividere esperienze, notizie, gioie, conquiste, vittorie, delusioni, difficoltà, sofferenze come in famiglia, senza giudizi, rispettando l opinione di ciascuno, certi che ognuno

Dettagli

HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION. Italian Beginners. (Section I Listening) Transcript

HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION. Italian Beginners. (Section I Listening) Transcript 2014 HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION Italian Beginners (Section I Listening) Transcript Familiarisation Text MALE: FEMALE: MALE: FEMALE: Ciao Roberta! Da quanto tempo che non ci vediamo Dove vai?

Dettagli

INFANZIA E PRIMARIA di Latina PER SALUTARE ARIANNA di Genova ED AUGURARLE BUON VIAGGIO in Germania

INFANZIA E PRIMARIA di Latina PER SALUTARE ARIANNA di Genova ED AUGURARLE BUON VIAGGIO in Germania INFANZIA E PRIMARIA di Latina PER SALUTARE ARIANNA di Genova ED AUGURARLE BUON VIAGGIO in Germania Cara Arianna, ciao, io sono Federica D.L. e abito a Latina e frequento la scuola elementare dell IC Don

Dettagli

Ogni gruppo, partendo dalla 1a elementare fino alle Medie, presenta un segno ed il motivo del ringraziamento (vedi allegato)

Ogni gruppo, partendo dalla 1a elementare fino alle Medie, presenta un segno ed il motivo del ringraziamento (vedi allegato) Conclusione dell anno catechistico Elementari e Medie Venerdì 30 maggio 2014 FESTA DEL GRAZIE Saluto e accoglienza (don Giancarlo) Canto: Alleluia, la nostra festa Presentazione dell incontro (Roberta)

Dettagli

Gesù è sempre con noi, non ci abbandonerà mai e porterà sempre gioia a tutti. Racconta come un personaggio del presepe presenterebbe il nostro lavoro

Gesù è sempre con noi, non ci abbandonerà mai e porterà sempre gioia a tutti. Racconta come un personaggio del presepe presenterebbe il nostro lavoro PRESEPE Racconta come un personaggio del presepe presenterebbe il nostro lavoro Buongiorno, io sono il fiume Giordano, un fiume molto importante perché nelle mie acque è stato battezzato Gesù. Vi racconterò

Dettagli

IL NATALE DEI BAMBINI

IL NATALE DEI BAMBINI IL NATALE DEI BAMBINI Recita (Classe I) E ACCADUTO UN FATTO STRANO Narratore1 MARCO: Babbo Natale vive in un paese lontano, al POLO NORD. Insieme ai suoi folletti, costruisce i giochi che porta ai bimbi

Dettagli

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica:

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica: Pasta per due 5 Capitolo 1 Libero Belmondo è un uomo di 35 anni. Vive a Roma. Da qualche mese Libero accende il computer tutti i giorni e controlla le e-mail. Minni è una ragazza di 28 anni. Vive a Bangkok.

Dettagli

Igiene orale Conoscenza e cura dell'apparato dentale

Igiene orale Conoscenza e cura dell'apparato dentale Scuola Primaria Paritaria «San Giuseppe» Foggia Igiene orale Conoscenza e cura dell'apparato dentale 17 e 24 aprile 2012 Dott. Felice Lipari odontoiatra IL SORRISO Ciao, amici, sapete che il nostro sorriso

Dettagli

La scatola dei pensieri sparsi

La scatola dei pensieri sparsi La scatola dei pensieri sparsi In tutte le classi prime di scuola secondaria e, dunque, non solo in quella sperimentale, e stata proposta la creazione de La scatola dei pensieri sparsi(strumento anonimo).

Dettagli

ENGLISH FRANCAIS ITALIANO

ENGLISH FRANCAIS ITALIANO ENGLISH FRANCAIS ITALIANO 1 ITALIAN L idea L idea nasce in seno al segretariato del Consiglio delle Conferenze Episcopali d Europa (CCEE). All indomani dell elezione di Papa Francesco, del Papa venuto

Dettagli

Nonno Toni sentì un urlo di rabbia

Nonno Toni sentì un urlo di rabbia Operazione Oh no! Nonno Toni sentì un urlo di rabbia provenire dalla cameretta di Tino. Salì le scale di corsa, spalancò la porta e si imbatté in un bambino con gli occhi pieni di lacrime. Tino aveva in

Dettagli

LA CLASSE IV D ALLA PINACOTECA DI BRERA

LA CLASSE IV D ALLA PINACOTECA DI BRERA LA CLASSE IV D ALLA PINACOTECA DI BRERA ANNO SCOLASTICO 2011/ 12 UNA GIORNATA A BRERA Venerdì 17 febbraio sono andato con la mia classe e la IV E a Brera. Quando siamo arrivati le guide ci hanno diviso

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 3

Test di ascolto Numero delle prove 3 Test di ascolto Numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI SCRIVERE LE RISPOSTE NEL FOGLIO DELLE RISPOSTE.

Dettagli

dalla Messa alla vita

dalla Messa alla vita dalla Messa alla vita 12 RITI DI INTRODUZIONE 8 IL SIGNORE CI INVITA ALLA SUA MENSA. Dio non si stanca mai di invitarci a far festa con Lui, e gli ospiti non si fanno aspettare, arrivano puntuali. Entriamo,

Dettagli

festa per la famiglia o famiglia per la festa?

festa per la famiglia o famiglia per la festa? Natale: festa per la famiglia o famiglia per la festa? Inserto N. 4 2010 Bè provo un po a spiegarmi: ogni anno mi viene un certo nervosino perchè mi sembra che tutti: la tv, internet, gli amici, le pubblicità

Dettagli

UN LIBRO CHE ANNUNCIA.. LA GIOIA DEL NATALE ... VANGELO NASCITA NATALE GESU GIOIA FESTA. Parole chiave. Novembre-dicembre

UN LIBRO CHE ANNUNCIA.. LA GIOIA DEL NATALE ... VANGELO NASCITA NATALE GESU GIOIA FESTA. Parole chiave. Novembre-dicembre UN LIBRO Novembre-dicembre CHE ANNUNCIA..... LA GIOIA DEL NATALE VANGELO NASCITA NATALE GESU GIOIA FESTA Parole chiave SEGNI E SIMBOLI DELLA FESTA DI NATALE nella borsina ci sono due scatole che contengono

Dettagli

LA NEWSLETTER DEI RAGAZZI DELL ODA

LA NEWSLETTER DEI RAGAZZI DELL ODA LA NEWSLETTER DEI RAGAZZI DELL ODA Edizione Nr. 5 uscita del 13 febbraio 2015 All interno trovi Curiosità Racconti personali Tante fotografie Le nostre attività Informazioni ed eventi E tanto altro Via

Dettagli

A B B I A M O P E N S A T O D I S C R I V E R E U N G I O R N A L I N O D I C L A S S E P E R C H Ė O G N I B A M B I N O P U Ó S C R I V E R E L A

A B B I A M O P E N S A T O D I S C R I V E R E U N G I O R N A L I N O D I C L A S S E P E R C H Ė O G N I B A M B I N O P U Ó S C R I V E R E L A Periodico della classe IV A Scuola elementare A. Sabin Anno Scolastico 2011/2012 INDICE 1. Presentazione: perché un giornalino 2. Cosa succede a scuola: elezioni del consiglio dei ragazzi 3. Scrittori

Dettagli

San Giovanni Battista Cesano Boscone Sacra Famiglia C 2007-01-27

San Giovanni Battista Cesano Boscone Sacra Famiglia C 2007-01-27 MESSA VIGILIARE 18.00 In questa festa della Sacra Famiglia vorrei soffermarmi su un aspetto del brano di vangelo che abbiamo appena ascoltato. Maria e Giuseppe, insieme, cercano angosciati Gesù. Cosa può

Dettagli

- 1 reference coded [1,02% Coverage]

<Documents\bo_min_2_M_17_ita_stu> - 1 reference coded [1,02% Coverage] - 1 reference coded [1,02% Coverage] Reference 1-1,02% Coverage Sì, adesso puoi fare i filmati, quindi alla fine se non hai niente da fare passi anche un ora al cellulare

Dettagli

Perche l, igiene orale si impara da piccoli!

Perche l, igiene orale si impara da piccoli! Prevenzione avanzata della carie Perche l igiene orale si impara da piccoli! I tuoi denti.. un mondo pieno di sorprese Lo sapevi che......i tuoi primi dentini si sono formati ancor prima di nascere? Nella

Dettagli

Un pensiero per la nostra Maestra Grazie Maestra Carla!

Un pensiero per la nostra Maestra Grazie Maestra Carla! Un pensiero per la nostra Maestra Grazie Maestra Carla! Quarta Primaria - Istituto Santa Teresa di Gesù - Roma a.s. 2010/2011 Con tanto affetto... un grande grazie anche da me! :-) Serena Grazie Maestra

Dettagli

Gesù bambino scrive ai bambini

Gesù bambino scrive ai bambini Gesù bambino scrive ai bambini Leonardo Boff scrive a Gesù Bambino sul materialismo del Natale Il materialismo di Babbo Natale e la spiritualità di Gesù Bambino Un bel giorno, il Figlio di Dio volle sapere

Dettagli

La poesia per mia madre

La poesia per mia madre La poesia per mia madre Oggi scrivo una poesia per la mamma mia. Lei ha gli occhi scintillanti come dei diamanti i capelli un po chiari e un po scuri il corpo robusto come quello di un fusto le gambe snelle

Dettagli

PADRE MAESTRO E AMICO

PADRE MAESTRO E AMICO PADRE MAESTRO E AMICO Padre, di molte genti padre, il nostro grido ascolta: è il canto della vita. Quella perenne giovinezza che tu portavi in cuore, perché non doni a noi? Padre, maestro ed amico noi

Dettagli

LE NOSTRE CANZONI DI NATALE

LE NOSTRE CANZONI DI NATALE CANZONE: LE NOSTRE CANZONI DI NATALE VIENI BAMBINO TRA I BAMBINI Quando la notte è buia E buio è anche il giorno, non credi che il domani potrà mai fare ritorno. Quando la notte è fredda C è il gelo nel

Dettagli

Poesia segnalata al premio Silvano Ceccherelli della Banca di Credito Cooperativo di Cascia

Poesia segnalata al premio Silvano Ceccherelli della Banca di Credito Cooperativo di Cascia I COLORI Poesia segnalata al premio Silvano Ceccherelli della Banca di Credito Cooperativo di Cascia I colori sono tanti almeno cento: marrone come il legno, bianco come la nebbia, rosso come il sangue,

Dettagli

IL PICCOLO PRINCIPE PROGETTUALITA ANNO SCOLASTICO 2013/2014

IL PICCOLO PRINCIPE PROGETTUALITA ANNO SCOLASTICO 2013/2014 SCUOLA DELL INFANZIA CASA DEL BAMBINO ABBADIA LARIANA PROGETTUALITA ANNO SCOLASTICO 2013/2014 IL PICCOLO PRINCIPE Non si vede bene che col cuore. L essenziale è invisibile agli occhi Antoine de Saint-

Dettagli

Maurizio Albanese DONARE È AMARE!

Maurizio Albanese DONARE È AMARE! Donare è amare! Maurizio Albanese DONARE È AMARE! raccolta di poesie www.booksprintedizioni.it Copyright 2013 Maurizio Albanese Tutti i diritti riservati Ai miei genitori Santo e Maria L associazione Angeli

Dettagli

LA NATURA E LA SCIENZA

LA NATURA E LA SCIENZA LA NATURA E LA SCIENZA La NATURA è tutto quello che sta intorno a noi: le persone, gli animali, le piante, le montagne, il cielo, le stelle. e tante altre cose non costruite dall uomo. Lo studio di tutte

Dettagli

Aula Magie. Mi sento così. Progetto sulla consapevolezza emotiva. Anno scolastico 2005/2006

Aula Magie. Mi sento così. Progetto sulla consapevolezza emotiva. Anno scolastico 2005/2006 Aula Magie Mi sento così Progetto sulla consapevolezza emotiva Anno scolastico 2005/2006 Scuola provinciale dell infanzia Rione Sud ROVERETO (TRENTO) Quest'anno abbiamo deciso di aderire, come scuola,

Dettagli

GIORNATA DELLA MEMORIA. Per non dimenticare CINEMA A SCUOLA. Film di R. Benigni

GIORNATA DELLA MEMORIA. Per non dimenticare CINEMA A SCUOLA. Film di R. Benigni 27 gennaio 2013 GIORNATA DELLA MEMORIA Per non dimenticare CINEMA A SCUOLA Film di R. Benigni Attività di approfondimento svolte in VB - Scuola Primaria A. Schmid PRIMA DEL FILM : conversazione con la

Dettagli

Novena di Natale 2015

Novena di Natale 2015 Novena di Natale 2015 io vidi, ed ecco, una porta aperta nel cielo (Apocalisse 4,1) La Porta della Misericordia Signore Gesù Cristo, tu ci hai insegnato a essere misericordiosi come il Padre celeste, e

Dettagli

Scrivere nella scuola dell infanzia. Lilia Andrea Teruggi

Scrivere nella scuola dell infanzia. Lilia Andrea Teruggi Scrivere nella scuola dell infanzia Lilia Andrea Teruggi Scrivere per. Informare: Cartelli, indicazioni stradali, insegne Avvisi, comunicati, orari, bollettini Testi di carattere tecnico-scientifico Cronache,

Dettagli

Scuola Primaria Pisani Dossi. Istituto Comprensivo Erasmo da Rotterdam ALBAIRATE

Scuola Primaria Pisani Dossi. Istituto Comprensivo Erasmo da Rotterdam ALBAIRATE Scuola Primaria Pisani Dossi Istituto Comprensivo Erasmo da Rotterdam ALBAIRATE Autori: alunni 3^B Anno scolastico 2012-2013 Il 10 maggio abbiamo incominciato questa esperienza. Ci sono 4 materie: italiano,

Dettagli

Alle sorelle e ai fratelli della parrocchia S. Maria di Lourdes. Donaci la Pace!

Alle sorelle e ai fratelli della parrocchia S. Maria di Lourdes. Donaci la Pace! LA NOSTRA Parrocchia S.Maria di Lourdes VOCE MILANO - via Induno,12 - via Monviso 25 DICEMBRE 2OO5 Alle sorelle e ai fratelli della parrocchia S. Maria di Lourdes. Donaci la Pace! Vi lascio in pace, vi

Dettagli

http://www.veronicaetony.com/download/accordivet.pdf http://www.veronicaetony.com/download/ascoltamp3.zip

http://www.veronicaetony.com/download/accordivet.pdf http://www.veronicaetony.com/download/ascoltamp3.zip Scarica questo libretto Ascolta le canzoni in MP3 http://www.veronicaetony.com/download/accordivet.pdf http://www.veronicaetony.com/download/ascoltamp3.zip Canti con accordi 1 Lo spirito e la sposa z do

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 3

Test di ascolto Numero delle prove 3 Test di ascolto Numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI SCRIVERE LE RISPOSTE NEL FOGLIO DELLE RISPOSTE.

Dettagli

Filopoesia per l educazione. Gemellaggi tra bambini e studenti alla LUMSA.

Filopoesia per l educazione. Gemellaggi tra bambini e studenti alla LUMSA. Filopoesia per l educazione. Gemellaggi tra bambini e studenti alla LUMSA. Di tutto quello che anche quest anno abbiamo cercato di fare, dei bambini della scuola dell Infanzia che continuano a giocare

Dettagli

Livello CILS A1 Modulo bambini

Livello CILS A1 Modulo bambini Livello CILS A1 Modulo bambini MAGGIO 2012 Test di ascolto numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI

Dettagli

LA VOCE DEGLI ANTA. Autunno

LA VOCE DEGLI ANTA. Autunno È lieta di presentarvi LA VOCE DEGLI ANTA Numero 10, Ottobre 2015 Autunno La terra si veste del giallo delle foglie in autunno. Il vento raccoglie i sussurri dei trepidi uccelli e gioca coi rami avvizziti

Dettagli

Sulle Ali di Hermes LA NUOVA REDAZIONE I MOTIVI DELLA NOSTRA SCELTA. MEGA INTERVISTA ALLA REDAZIONE continua... Siamo nuovamente qui!!!

Sulle Ali di Hermes LA NUOVA REDAZIONE I MOTIVI DELLA NOSTRA SCELTA. MEGA INTERVISTA ALLA REDAZIONE continua... Siamo nuovamente qui!!! Sulle Ali di Hermes Siamo nuovamente qui!!! Gennaio 2014 LA NUOVA REDAZIONE Anno n 5 Sommario: La nuova REDA- ZIONE Mega intervista alla REDAZIONE Intervista a Gelsomina Giornata dei Diritti nella scuola

Dettagli

La spiaggia di fiori

La spiaggia di fiori 37 La spiaggia di fiori U na nuova alba stava nascendo e qualcosa di nuovo anche in me. Remai per un po in direzione di quella luce all orizzonte, fino a che l oceano di acqua iniziò pian piano a ritirarsi

Dettagli

DI TUTTI I COLORI Dicembre 2015

DI TUTTI I COLORI Dicembre 2015 Anno scolastico 2015/2016 anno II DI TUTTI I COLORI Dicembre 2015 Siamo finalmente ritornati, non ci credevate più eh!!!, Invece ci siamo. Siamo pronti per ricominciare, per raccontarvi i primi giorni

Dettagli

Io sono dono di Dio. Progetto educativo Di Religione Cattolica. Servizio Educativo San Michele Arcangelo Villanova del Ghebbo

Io sono dono di Dio. Progetto educativo Di Religione Cattolica. Servizio Educativo San Michele Arcangelo Villanova del Ghebbo Io sono dono di Dio Progetto educativo Di Religione Cattolica Servizio Educativo San Michele Arcangelo Villanova del Ghebbo Anno scolastico 2014 2015 PREMESSA L insegnamento della Religione Cattolica nella

Dettagli

UNITA DI APPRENDIMENTO

UNITA DI APPRENDIMENTO UNITA DI APPRENDIMENTO Io racconto, tu mi ascolti. Noi ci conosciamo Istituto comprensivo n.8 ( Fe ) SCUOLA PRIMARIA DI BAURA Classe seconda Ins: Anna Maria Faggioli, Marcello Gumina, Stefania Guiducci.

Dettagli

BENVENUTI ALLA SCUOLA T OSCANA!!!

BENVENUTI ALLA SCUOLA T OSCANA!!! Test your Italian This is the entrance test. Please copy and paste it in a mail and send it to info@scuola-toscana.com Thank you! BENVENUTI ALLA SCUOLA T OSCANA!!! TEST DI INGRESSO Data di inizio del corso...

Dettagli

PRESENTAZIONE INDICE

PRESENTAZIONE INDICE PRESENTAZIONE Quest anno noi ragazzi di prima C, con l aiuto dell insegnante di Lettere, abbiamo deciso di comporre alcune brevi poesie per creare un atmosfera natalizia dolce e festosa. Oltre a rallegrarvi

Dettagli

Articolo giornale campo scuola 2014

Articolo giornale campo scuola 2014 Articolo giornale campo scuola 2014 Condivisione, stare assieme sempre, conoscersi? In queste tre parole racchiuderei la descrizione del campo estivo. Sono sette giorni bellissimi in cui si impara prima

Dettagli

Il mio cane. Il mio cane si chiame Carmen è un Golden Retriver femmina di 10 anni molto buono ed intelligente.

Il mio cane. Il mio cane si chiame Carmen è un Golden Retriver femmina di 10 anni molto buono ed intelligente. Il mio cane. Il mio cane si chiame Carmen è un Golden Retriver femmina di 10 anni molto buono ed intelligente. Le piace molto stare in compagnia,le piace giocare con me con papà e con Alessandro anche

Dettagli

Lo sai mamma che... Il giornalino della Scuola dell Infanzia di Ponte nelle Alpi gestito dai genitori con la collaborazione delle insegnanti.

Lo sai mamma che... Il giornalino della Scuola dell Infanzia di Ponte nelle Alpi gestito dai genitori con la collaborazione delle insegnanti. Pronti per colorare? Lo sai mamma che... Il giornalino della Scuola dell Infanzia di Ponte nelle Alpi gestito dai genitori con la collaborazione delle insegnanti. Ringraziamo tutte le maestre e le mamme

Dettagli

Un pinguino in seconda A o forse più di uno?

Un pinguino in seconda A o forse più di uno? Un pinguino in seconda A o forse più di uno? Immaginiamo, per un momento, che una cicogna un po distratta voli con un fagotto tra le zampe. Nel fagotto c è un pinguino. Un delizioso, buffo e tenero pinguino.

Dettagli

CULTO DELLA SCUOLA DOMENICALE: FACCIAMO FESTA!

CULTO DELLA SCUOLA DOMENICALE: FACCIAMO FESTA! CULTO DELLA SCUOLA DOMENICALE: FACCIAMO FESTA! PREPARATIVI - Preparare un grande cerchio di cartoncino marrone (la torta ) e tanti spicchi di diversi colori vivaci (le fette ), in modo che ci sia uno spicchio

Dettagli

Il vostro compito Leggete il testo e mettete una crocetta sulla risposta giusta. La prima risposta = esempio.

Il vostro compito Leggete il testo e mettete una crocetta sulla risposta giusta. La prima risposta = esempio. 1 LA FAMIGLIA 1.1 Lettura primo testo Il prossimo anno l austriaca Alexandra partirà per l Italia. Per quattro mesi frequenterà il liceo a Ravenna. Stamattina ha ricevuto una lettera dalla sua famiglia

Dettagli

Poesie, filastrocche e favole per bambini

Poesie, filastrocche e favole per bambini Poesie, filastrocche e favole per bambini Jacky Espinosa de Cadelago Poesie, filastrocche e favole per bambini Ai miei grandi tesori; Elio, Eugenia ed Alejandro, coloro che ogni giorno mi fanno crescere

Dettagli

Colori e pensieri per i. bambini emiliani 04/06/2012. Colori e pensieri per i bambini emiliani 04/06/2012

Colori e pensieri per i. bambini emiliani 04/06/2012. Colori e pensieri per i bambini emiliani 04/06/2012 Colori e pensieri per i Colori e pensieri per i bambini emiliani bambini emiliani 04/06/2012 04/06/2012 Ass. Culturale B-Side in Spazio Luce, Milano. Da una idea di: Dott.ssa Anna La Guzza, Psicologa Noi

Dettagli

Ricordi, giochi, poesie e abitudini dell infanzia e della gioventù. Poesia della mia prima elementare

Ricordi, giochi, poesie e abitudini dell infanzia e della gioventù. Poesia della mia prima elementare Ricordi, giochi, poesie e abitudini dell infanzia e della gioventù Poesia della mia prima elementare Sebbene faccio la classe prima Non mi è difficile parlare in rima, teco l augurio che il cuor mi detta

Dettagli

Scuola Secondaria di I grado di Lavagno Istituto Comprensivo don Lorenzo Milani LAVAGNO - VR

Scuola Secondaria di I grado di Lavagno Istituto Comprensivo don Lorenzo Milani LAVAGNO - VR Scuola Secondaria di I grado di Lavagno Istituto Comprensivo don Lorenzo Milani LAVAGNO - VR PERSONE DA AIUTARE Ci sono persone che piangono dal dolore, li potremmo aiutare, donando pace e amore. Immagina

Dettagli

Come si fa a stare bene insieme?

Come si fa a stare bene insieme? Come si fa a stare bene insieme? Stare insieme è bello. Alle volte per noi bambini è difficile. Abbiamo intrapreso questo viaggio alla scoperta di un modo migliore per vivere a scuola e non solo. Progetto

Dettagli

Giovani poeti crescono.

Giovani poeti crescono. Giovani poeti crescono. L amicizia Passa un aereo Passa un treno Ma cosa si portano sul loro sentiero? E un qualcosa di luminoso Sarà la notte che fugge via o forse solo la vita mia?. Ora ho capito che

Dettagli

Il 28 novembre 2015, noi classe 1^B, come tutti gli alunni del nostro Istituto, abbiamo aperto la nostra scuola al territorio. L esperienza è stata

Il 28 novembre 2015, noi classe 1^B, come tutti gli alunni del nostro Istituto, abbiamo aperto la nostra scuola al territorio. L esperienza è stata Il 28 novembre 2015, noi classe 1^B, come tutti gli alunni del nostro Istituto, abbiamo aperto la nostra scuola al territorio. L esperienza è stata molto positiva perché ci ha permesso di far conoscere

Dettagli

La parola ROSARIO deriva dalla lingua latina e significa GIARDINO DI ROSE o MAZZO DI ROSE. Quando noi recitiamo il Rosario, rivolgiamo a Maria, la

La parola ROSARIO deriva dalla lingua latina e significa GIARDINO DI ROSE o MAZZO DI ROSE. Quando noi recitiamo il Rosario, rivolgiamo a Maria, la La parola ROSARIO deriva dalla lingua latina e significa GIARDINO DI ROSE o MAZZO DI ROSE. Quando noi recitiamo il Rosario, rivolgiamo a Maria, la mamma di Gesù, tante preghiere; ogni preghiera ricorda

Dettagli

UNO SCORCIO AFRICANO A VERONA

UNO SCORCIO AFRICANO A VERONA UNO SCORCIO AFRICANO A VERONA Giovedì 5 marzo noi alunni di I B siamo andati, insieme alla classe 1E, in visita al Museo Africano di Verona. Siamo partiti con l autobus di linea e siamo arrivati nel cortile

Dettagli

HA - A. Domani andrò pranzo dalla zia, invece stasera resterò casa. cena perchè la mamma preparato la torta per dolce.

HA - A. Domani andrò pranzo dalla zia, invece stasera resterò casa. cena perchè la mamma preparato la torta per dolce. HA - A Ricorda: HA verbo indica possedere, agire o sentire A preposizione risponde alle domande A chi? A fare cosa? Dove? Come? Quando? Completa le frasi con HA oppure con A Domani andrò pranzo dalla zia,

Dettagli

- 1 reference coded [0,86% Coverage]

<Documents\bo_min_9_M_18_ita_stu> - 1 reference coded [0,86% Coverage] - 1 reference coded [0,86% Coverage] Reference 1-0,86% Coverage E le altre funzioni, le fotografie, o, non so le altre cose che può offrire il cellulare sono cose che

Dettagli

Donacibo 2015 Liceo classico statale Nicola Spedalieri di Catania

Donacibo 2015 Liceo classico statale Nicola Spedalieri di Catania Donacibo 2015 Liceo classico statale Nicola Spedalieri di Catania Sono Graziella, insegno al liceo classico e anche quest anno non ho voluto far cadere l occasione del Donacibo come momento educativo per

Dettagli

CATEGORIA: POESIA. BERTOLLO GIORGIA Classe 2^A Scuola Media N. Dalle Laste Marostica. Social day 5 aprile 2014

CATEGORIA: POESIA. BERTOLLO GIORGIA Classe 2^A Scuola Media N. Dalle Laste Marostica. Social day 5 aprile 2014 CATEGORIA: POESIA BERTOLLO GIORGIA Classe 2^A Scuola Media N. Dalle Laste Marostica Social day 5 aprile 2014 Saluta il pony e l' asinello prendi la forca ed il rastrello corri a lavorare, è ora di guadagnare!!

Dettagli

1 Consiglio. Esercizi 1 1

1 Consiglio. Esercizi 1 1 1 Consiglio Prima di andare a dormire scrivi cinque parole italiane che ti interessano. La mattina dopo, prima di alzarti, cerca di ricordarti le parole scritte la sera prima. 1 Animali Fai il cruciverba.

Dettagli

I piccoli poeti della 5^ A Scuola Primaria

I piccoli poeti della 5^ A Scuola Primaria I piccoli poeti della 5^ A Scuola Primaria ins. Antonietta Scarcella Il Natale. Ogni anno arriva il Natale E noi bambini felici siamo. Tutti contenti per i doni che riceviamo, Anche gli adulti sono contenti,

Dettagli

Accoglienza: storie La storia del piccolo Arco Baleno

Accoglienza: storie La storia del piccolo Arco Baleno Accoglienza: storie La storia del piccolo Arco Baleno Il piccolo Arco Baleno viveva tutto solo sopra una nuvola. La sua nuvoletta aveva tutte le comodità: un letto con una grande coperta colorata, tantissimi

Dettagli

Modalità di scrittura Lilia Andrea Teruggi

Modalità di scrittura Lilia Andrea Teruggi Modalità di scrittura Lilia Andrea Teruggi Modalità di scrittura Scrittura spontanea individuale Scrittura spontanea in piccolo gruppo/a coppie Scrittura attraverso la mediazione dell adulto Scrittura

Dettagli

COLLANA VITAE. A Maria per quel dieci che ha portato a qualcosa di buono

COLLANA VITAE. A Maria per quel dieci che ha portato a qualcosa di buono COLLANA VITAE A Maria per quel dieci che ha portato a qualcosa di buono Serena Milano HO SCELTO DI GUARIRE Un viaggio dal Cancro alla Rinascita attraverso le chiavi della Metamedicina, della Psicologia,

Dettagli

UN ARCOBALENO. Ho colto per te, un fiore tutto colorato sotto un arcobaleno colorato con di fronte a me un paradiso stellato. Matteo Bertoli, 1B

UN ARCOBALENO. Ho colto per te, un fiore tutto colorato sotto un arcobaleno colorato con di fronte a me un paradiso stellato. Matteo Bertoli, 1B UN ARCOBALENO Ho colto per te, un fiore tutto colorato sotto un arcobaleno colorato con di fronte a me un paradiso stellato Matteo Bertoli, 1B VELOCE Andare veloce come un fulmine o una saetta. Vincere

Dettagli

Paola, Diario dal Cameroon

Paola, Diario dal Cameroon Paola, Diario dal Cameroon Ciao, sono Paola, una ragazza di 21 anni che ha trascorso uno dei mesi più belli della sua vita in Camerun. Un mese di volontariato in un paese straniero può spaventare tanto,

Dettagli

SOS GIOCO! ARTICOLO 31

SOS GIOCO! ARTICOLO 31 ARTICOLO 31 1. Gli Stati parti riconoscono al fanciullo il diritto al riposo ed allo svago, a dedicarsi al gioco e ad attività ricreative proprie della sua età, ed a partecipare liberamente alla vita culturale

Dettagli

BENEDIZIONE DELLE MAMME E DEI PAPÀ IN ATTESA

BENEDIZIONE DELLE MAMME E DEI PAPÀ IN ATTESA I A6 BENEDIZIONE DELLE MAMME E DEI PAPÀ IN ATTESA Parrocchia Domenica CANTO D INIZIO NEL TUO SILENZIO Nel tuo silenzio accolgo il mistero venuto a vivere dentro di me, sei tu che vieni, o forse è più vero

Dettagli

Protagonisti le bambine e i bambini della classe dei Delfini

Protagonisti le bambine e i bambini della classe dei Delfini grafica di Gianluigi Protagonisti le bambine e i bambini della classe dei Delfini Anno scolastico 2010_ 2011 Perché questa scelta? Il libro è un contesto abitato dai bambini sin dalla più tenera età; è

Dettagli

Sono stato crocifisso!

Sono stato crocifisso! 12 febbraio 2012 penultima dopo l epifania ore 11.30 con i fidanzati Sono stato crocifisso! Sia lodato Gesù Cristo! Paolo, Paolo apostolo nelle sue lettere racconta la sua storia, la storia delle sue comunità

Dettagli

CHI SI CURA DI NOI? Sviluppare atteggiamenti di attenzione e cura nei confronti degli altri.

CHI SI CURA DI NOI? Sviluppare atteggiamenti di attenzione e cura nei confronti degli altri. CHI SI CURA DI NOI? Nel libro della Bibbia si narra come da sempre Dio si prende cura dell uomo. Con l aiuto di alcune immagini riflettiamo su chi si preoccupa di noi e in che modo. Proviamo anche noi

Dettagli