Dalla programmazione Spectrum alla PS Vita: intervista a Massimiliano Pagani

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Dalla programmazione Spectrum alla PS Vita: intervista a Massimiliano Pagani"

Transcript

1 Dalla programmazione Spectrum alla PS Vita: intervista a Massimiliano Pagani L'intervista che leggerete fra poco è realizzata in modo un pò diverso dal solito, o meglio, con un'unica, piccola differenza rispetto a tutte le precedenti interviste pubblicate: considerata la mole di informazioni fornite da Max per ogni foto/immagine presente, ho deciso di raggruppare tutte le didascalie delle stesse in una comoda tabella posta a fine testo invece di posizionarle sotto ad ogni foto come solitamente faccio. Come noterete ogni foto è numerata progressivamente da 1 a 8: sarà quindi sufficiente identificare il numero della foto nella tabella per leggerne la relativa didascalia. Robert Grechi RGP: Ciao Max e benvenuto fra le pagine di Retrogaming Planet! Per prima cosa vorrei ringraziarti per l attenzione che stai dedicando all intervista considerato l esiguo tempo libero a tua disposizione! Per questo motivo, senza perdersi in ulteriori chiacchiere, partiamo a raffica con le domande: quanti anni avevi quando hai scoperto la tua passione per l elettronica in generale? Max: Grazie a te e a tutti gli intrepidi che affronteranno questa lettura, meglio ringraziarvi all inizio perché non so quanti riusciranno ad arrivare alla fine: vero è che il tempo è poco, ma ho il morbo dello scrivano. 1 / 13

2 La proverbiale lampadina mi si è accesa in tenera età...avevo 8 anni ed ero a casa di un amichetto. Suo papà ci aveva dato un pò di materiale elettrico con cui giocare (a bassa tensione, non aveva intenzione di sbarazzarsi di noi): qualche filo, un paio di lampadine ed una pila. Un pò a intuito e un pò ad esclusione collegai i fili e accesi la lampadina! Nel ricordo quella è stata l epifania, la rivelazione; probabilmente avevo già un certo interesse altrimenti non si spiega per quale motivo giocavo con i fili elettrici anziché a pallone. In quinta elementare poi, a furia di collegare fili e lampadine, ero riuscito a convincere maestro e compagni a realizzare un impianto di segnalazione in classe. L insegnante aveva un pannello con tante lampadine quanti erano gli alunni e ogni bambino aveva un pulsante sul proprio banco. Così anziché alzare (faticosamente) la mano per intervenire, ogni alunno poteva (comodamente) premere il pulsante sul proprio banco ed accendere la propria lampadina. Ad essere onesti si vedeva già la vocazione del programmatore, perché il sistema funzionava al 99%: c erano sempre uno o due banchi dai quali non si riusciva ad effettuare la segnalazione. Il mio primo bug? RGP: Immagino quindi che fra l elettronica e l informatica il passo fu molto breve vero? Max: Un passo quasi naturale in termini di passione, un passo un pò più lungo in termini temporali. Quando i primi home computer si diffusero in Italia a prezzi popolari, all inizio degli 80, ormai era già da qualche anno che saldavo fili e compravo riviste di elettronica. I computer erano stati fino ad allora, nell immaginario e nel regno della fantascienza, macchine piene di lucette lampeggianti e rotolanti bobine a nastro. Si contendevano con spazioed energia atomica il ruolo di sinonimo per eccellenza di futuro. Il passaggio fu breve anche grazie alle stesse riviste di elettronica che iniziarono a convertirsi prima con progetti hardware poi con recensioni, corsi di BASIC e... listati! RGP: Qual è stato il primo computer in assoluto che hai utilizzato e su quale invece hai mosso i tuoi primi passi per quanto riguarda la programmazione? Max: Il primo computer fu uno Sharp PC-1251, probabilmente unico esemplare in Italia in quanto arrivò per errore volenteroso. I miei genitori avevano deciso di fare un viaggio turistico in Cina e di ritorno sarebbero passati per l esotico paradiso dell elettronica: Hong Kong. Naturalmente non potevano partire senza le mie stressanti richieste quindi dato che sarebbero andati in quel posto magico dove probabilmente i computer li regalavano i fruttivendoli avrebbero dovuto (le mie richieste tendevano ad essere piuttosto incisive) portarmi a casa uno ZX81 o, meglio ancora, uno ZX Spectrum. Quei santi dei miei genitori non trovando (ovviamente) nessun prodotto Sinclair e temendo di incorrere nelle mie ire ripiegarono, su suggerimento di un commesso, su questo pocket computer Sharp, con tanto di base micro-cassette e stampantina termica. Con il senno di poi l esperienza è stata positiva... per me, non per i miei genitori che non hanno più preso iniziative del genere. La considero positiva perché non trovando nessun listato specifico, ma avendo solo materiale per gli altri computer, mi ha aiutato a espandere l orizzonte: dovevo cercare di decodificare i vari dialetti del BASIC per adattare i programmi ed 2 / 13

3 ottenere qualcosa di simile sul mio computer. (Cliccare sulle immagini per ingrandirle) FIG.1 RGP: Ti consideri un autodidatta della programmazione o hai seguito corsi specifici? Max: Mi considero autodidatta per le basi, nel senso che ai primi corsi specifici all università sono arrivato che ero già in grado di scrivere programmi in BASIC, C e Assembly Z80; inoltre avevo una buona conoscenza delle varie strutture dati e dei computer. I corsi dell università hanno dato sicuramente un contributo di qualità alla mia crescita e mi hanno dato l opportunità di conoscere aspetti, metodi e paradigmi che difficilmente un autodidatta si trova ad affrontare. RGP: Per quale motivo, potendo scegliere fra Commodore 64 e ZX Spectrum, hai deciso di optare per quest ultimo? Esiste una ragione particolare? Max: Il prezzo sicuramente non era un motivo trascurabile: ricordo circa 200kLire di differenza tra le due macchine (tanto per attualizzare 200k Lire del 1984 equivalgono a 560 del anche se sbirciando su internet direi che la differenza era probabilmente ben maggiore. Lo Spectrum arrivò un pò prima del C64 e, vista la mia impazienza, questo fattore non fu da sottovalutare. Credo però che il motivo principale della mia simpatia per la macchina con i tasti di gomma derivasse dal fatto che questa era più vicina agli hobbisti elettronici, sia come storia (lo ZX-80 si poteva acquistare in scatola di montaggio), sia perché era distribuito dalla catena GBC, nota a tutti gli appassionati di elettronica che ne frequentavano i negozi per comprare componenti. Non escluderei che il mio giudizio fosse anche influenzato dalla lettura delle riviste Jackson (ad esempio Sperimentare) che mi sembravano abbastanza vicine alla GBC e quindi ai prodotti di zio Clive. 3 / 13

4 RGP: Cosa ricordi con maggior nostalgia del tuo periodo da Spectrumista? Max: La meraviglia dell esplorazione (e tanto tempo libero), un mondo completamente nuovo, solo per noi pochi e sparuti esploratori, logiche e meccanismi da decodificare, rielaborare e sperimentare. Sistemi che, proprio per la loro rudimentalità, ponevano meno vincoli ed erano quindi più accessibili rispetto ai pc di oggi. Mi spiego: oggi per programmare devo accendere il PC, aspettare che finisca il boot, attendere la fine del login, aspettare il caricamento dell ambiente di sviluppo, scrivere qualche centinaio di righe di codice, compilare e vedere un risultato che può essere ben poco entusiasmante. Sullo Spectrum invece bastavano un paio di secondi di schermo nero per poter scrivere in BASIC, e se volevo scrivere in codice macchina, erano sufficienti 3 righe di ciclo FOR per riempire sequenzialmente una zona di memoria con la versione numerica delle istruzioni. Certo era tutto più primitivo, si traduceva da codice mnemonico al codice macchina a mano su un pezzo di carta (spesso volante) ma il rapporto era assolutamente diretto e immediato. FIG.2 RGP: Dopo il declino dello Spectrum, hai resistito a mamma Commodore fino all avvento dell Amiga, abbandonando le macchine Sinclair, evitando il Commodore 128 e passando direttamente all Amstrad per poi cedere al fascino di Amiga 2000 con il quale sei diventato sviluppatore Commodore Ci puoi dire qualcosa a riguardo? Max: E stata un evoluzione in parte guidata dal confronto con un amico sfegatato sessantaquattrista. Ho scritto sfegatato, ma non ricordo nessuno in quegli anni, che non fosse supporter accanito della propria macchina. Comunque con lui mi confrontavo cercando di arrivare dialetticamente a stabilire quale fosse la macchina migliore (naturalmente lo Spectrum, malgrado le sue proteste) anche se, riconosco oggi l hardware del Commodore era sicuramente superiore! Ormai però quella generazione era al tramonto e si affacciavano all orizzonte le nuove leve: il C-128, l Amstrad CPC 6128 e il QL. A parte quest ultimo, le altre erano evoluzioni di macchine già presenti sul mercato con caratteristiche molto simili: grafica ad alta risoluzione (che, nel gergo di fine anni 80, significava 80 colonne sul monitor), suono, tastiera evoluta e CP/M. Il QL lo scartai abbastanza velocemente perché i primi modelli erano così difettosi che perfino la stampa filo-sinclairiana non poteva non criticare la scelta di immettere sul mercato una macchina non ancora finita. Tra C128 e CPC vinse quest ultimo grazie alla mia superiore 4 / 13

5 familiarità con lo Z80 ma anche perché il BASIC dell Amstrad era di livello decisamente superiore e, non ultimo, avevo saputo che la macchina sarebbe stata in qualche modo adottata dalla libreria del Politecnico di Milano come computer per gli studenti. L Amstrad era un buon 8 bit, praticamente semi-professionale, magari un pò carente nella parte video (niente sprite, come il mio amico non evitava di sottolineare) ma questo limite era compensato da un architettura software molto flessibile. Su Amstrad scrissi il mio primo videogioco interamente in assembly (questa volta però con un assemblatore vero e proprio) e sempre con questo computer sviluppai un programma per gestire i giochi della gioventù del liceo. In realtà il mio obiettivo era saltare le lezioni di ginnastica, così trovai quest'ottima scusa: durante le ore di educazione fisica, al posto di sudare con gli altri in palestra, potevo quindi lavorare su un Olivetti M24 al programma. A scuola scrivevo rigorosamente in GW-Basic, poi stampavo e a casa copiavo sull'amstrad. Il programma funzionò senza sorprese particolari (!) e ricevetti addirittura una targa di ringraziamento dai professori di educazione fisica. FIG.3 Il passaggio ad Amiga fu veramente rivoluzionario: 32 bit, multiprocessore, un sacco di memoria, grafica mai vista, mouse e sistema operativo senza pari. Questo cambiamento fu contemporaneo al mio passaggio dalle superiori all università e ciò influì sicuramente sul mio approccio al nuovo computer. Inoltre la grafica 3D era un sogno che mi portavo dagli 8 bit, alimentato dai film come Tron e The Last Starfighter (a breve una succosa recensione di questo titolo in versione film e game...ndrgp). Finalmente con l Amiga potevo fare 3D vero: basta wireframe e tempi di rendering geologici! RGP: Progetti realizzati su Amiga che ricordi con maggior affetto? 5 / 13

6 Max: Sicuramente il mio Geonimator 6. Come dicevo poco fa, la grafica al computer mi ha sempre attirato...sugli 8 bit avevo fatto qualcosa,ma le limitazioni erano tali che andare oltre al wireframe era sostanzialmente impossibile (anche se il Vu-3D poteva dimostrare il contrario a tutti quelli che fossero animati da sufficiente pazienza). Amiga invece arrivava già con la demo del Juggler, che diceva chiaramente che non solo la terza dimensione era di casa su questo computer ma anche che la parola d ordine era Raytracing. Videoscape 3D, un programma per fare animazioni (in 3D naturalmente), mi aveva particolarmente colpito... attualmente questo programma sarebbe invendibile perché non disponeva di un editor di oggetti (oggi diremmo un modellatore ) ma il manuale spiegava nel dettaglio come scrivere file di testo che una volta processati venivano renderizzati come modelli geometrici. Questo fu lo spunto: mi sembrava barbaro modellare in questa maniera e così iniziai a scrivere il mio editor. Ma quasi subito partii per la tangente e rifeci sostanzialmente il programma aggiungendo il raytracing ed in seguito altre features (le texture animate mi risultano essere state una novità non presente negli altri modellatori/renderer dell epoca). Niente editor ma un linguaggio script (si, ma poi avrei fatto un editor grafico) per definire la sequenza da animare. Era ancora il periodo pre-web, quindi l unica sorgente di informazioni erano i libri (pochi e difficili da reperire). Per questi motivi passavo parte del tempo con fogli e matite a tracciare grafici e a calcolare formule, arrivando in diversi casi a soluzioni originali (per scoprire di solito che qualcun altro le aveva già trovate e scritte, magari un decennio prima, nel libro che non avevo ancora comprato). FIG.4 Ho coltivato questo programma per anni, praticamente spendendoci ogni momento libero nel corso di tutto l iter universitario. Ed ho tentato anche di commercializzarlo senza successo ricavando, però, sostanzialmente la possibilità di partecipare (a mie spese) alla Devcon Commodore di Parigi nel In quell occasione ho conosciuto i protagonisti italiani del software Amiga (i veri sviluppatori Commodore, io ero solo un ospite): in particolare Eugenio Ciceri e Steed Kulka di DigiTeam con i quali ebbi in seguito diverse collaborazioni. RGP: Una domanda personale da amighista sfegatato : cosa aveva, secondo te, la macchina Commodore in più rispetto alla concorrenza? 6 / 13

7 Max: Mi verrebbe da rispondere...l Anima. Dopotutto al lancio sembra (ho cercato conferme senza trovarne) che Bob Pariseu, Amiga Lead Software Engineer, abbia detto: Siamo qui per darvi una religione non un computer. Parlando di caratteristiche tecniche c è sicuramente una lista corposa a partire dalla risoluzione e colori (il PC non aveva ancora la VGA e la grafica era EGA o Hercules; il Mac era monocromatico), i coprocessori, la possibilità di usare sia il mouse che la linea di comando, il (vero) multitasking, nomi dei file senza ridicole limitazioni di lunghezza, e audio campionato... e probabilmente mi sto dimenticando parecchie cose! La filosofia di questa macchina aveva una continuità con la rivoluzione partita con gli 8 bit Sinclair e Commodore: informatica per tutti, potenza rivoluzionaria a prezzi popolari grazie a soluzioni brillanti. FIG.5 RGP: Quali cambiamenti ha apportato nella tua vita il fatto di aver lavorato a stretto contatto con Commodore e la comunità di sviluppatori dell epoca e cosa, di conseguenza, ha significato per te la dipartita di Commodore? Max: Sia la comunità ufficiale che quella non ufficiale erano molto vive e compatte infatti sono rimasto in contatto con amici di entrambe. Non posso dire che questo abbia comportato cambiamenti epocali, ma sicuramente mi ha reso più ricco non nel senso, pur vero, di Chi trova un amico trova un tesoro, ma della ricchezza che deriva dal confronto, dalla discussione e dalla scoperta. La chiusura della Commodore fu un fulmine a ciel sereno, non ce l aspettavamo proprio anche se, devo dire che quando arrivò la ferale notizia, avevo già disertato le fila degli Amighisti. L economia di scala aveva iniziato ad ingranare sui PC abbattendo i costi e invertendo quindi la convenienza: di colpo Commodore era diventata più cara e diventava sempre più cara senza conservare quel margine di eccellenza tecnica proprio del periodo precedente. Rispetto all hardware PC, l Amiga 3000 nasceva con poche prospettive evolutive, soffocato dai chip custom (inadeguati per la nuova generazione di processori e di frequenze di clock ) e con caratteristiche inferiori o equivalenti ad un compatibile armato di SoundBlaster e SuperVGA. La scomparsa della Commodore ha segnato per me la fine dell era della differenziazione e di tante macchine diverse, ognuna con i suoi punti di forza (porte MIDI su ST), con la sua filosofia 7 / 13

8 (Archimedes), con la sua genuina originalità (QL). Era arrivata l era dei cloni, tante macchine di produttori diversi ma tutte sostanzialmente omogeneizzate per far girare lo stesso software. Qualcuna più veloce, qualcuna meno, ma tutte omologate. Questo segnò anche la fine delle mie visite allo SMAU, non c era più quel senso di esplorazione ricca di sorprese tipico delle edizioni precedenti, dove in ogni stand potevi imbatterti in qualcosa di nuovo, esotico e significativamente diverso. Cerco sempre di non essere troppo conservatore nelle mie considerazioni; sicuramente la nuova era offriva un sacco di cose buone per i programmatori e utenti. Giusto per citarne un paio: un mercato di dimensioni impensabile nell era precedente ed un abbattimento dei prezzi dell hardware. Però non è da sottovalutare la perdita di tanti pensieri indipendenti, della loro scoperta e confronto. Come già dicevo prima, la diversità è sempre ricchezza. RGP: In seguito di cosa ti sei occupato e su quali macchine e sistemi hai lavorato? Max: Il passaggio su PC comportò MS-DOS e Windows 3.1. Dopo l Amiga, il DOS era inguardabile, sembrava di essere tornati all età della pietra. Windows, con uno sforzo di imparzialità e rimozione dei pregiudizi, non era così male... Provai a sviluppare qualcosa ma il limite sulla lunghezza dei nomi dei file andava contro una delle mie regole per la scrittura del codice (il nome del file deve essere uguale al nome della classe che definisce) e la cosa mi dava sui nervi. Resistetti finchè all orizzonte si prospettò prima OS/2 e poi Linux: OS/2 era tecnicamente valido e sfruttava i 32 bit dei processori Intel in maniera completa ma non decollò rimanendo quindi una sorta di cattedrale nel deserto. Linux invece arrivava con una corposa libreria di software Unix decisamente interessante. Unix, ai tempi dell'università, era considerato il sistema serio tanto che anche Microsoft, prima di votarsi a NT, sosteneva che il futuro dei sistemi operativi sarebbe stato nella compatibilità con Unix. Come Unix, anche Linux era multiutente e ti permetteva di sperimentare a casa, sul tuo PC, l'ebbrezza di diventare utente root (amministratore super utente). Poi iniziai a lavorare professionalmente su OS/2 quindi su console da videogiochi: GameBoy Color, GameBoy Advance e Xbox. In seguito fu il periodo dei sistemi embedded con processori ARM a 32 bit e Microchip PIC a 8 bit. Infine di nuovo console per videogiochi: Sony PS Vita. RGP: Durante la tua carriera sei stato un personaggio un pò fuori dal coro rispetto alla moda dell epoca...speccy invece di C64, Amstrad al posto di C128 o Sinclair QL e sistema operativo OS/2 e Linux invece di Windows...scelte dettate da fattori particolari o semplice voglia di distinguersi affrontando strade poco battute? Max: Masochismo? In realtà cerco di sviluppare un pensiero autonomo considerando le qualità tecniche prima di altri fattori, tipo la diffusione o la disponibilità del software. Credo che questo derivi dalle origini ad 8 bit: una volta che hai una macchina versatile e potente il software che ti serve te lo scrivi da te. 8 / 13

9 Il passaggio da Windows 3.1 a OS/2 è stato particolarmente sofferto: per quanto OS/2 fosse un sistema tecnicamente molto più avanzato rispetto a Windows 3.1, soffriva di tutta una serie di problemi e svantaggi. Tanto per cominciare il tempo di boot era infinito, una decina di minuti ci volevano tutti, richiedeva molta più RAM di quella che era normalmente a bordo delle macchine dell epoca e quindi, non appena lanciavi un operazione leggermente più intensa, il PC iniziava a contemplare il proprio disco che frullava e frullava senza avanzare un granchè in quello che stava facendo. Le applicazioni disponibili erano molte meno e molto più limitate di quelle del concorrente Microsoft. In questo senso Linux (la mia prima distro è stata una Slackware 3.0) fu una sorta di liberazione; al prezzo di sacrificare il mio point Fidonet, avevo molto più software e requisiti molto più modesti. Per molti anni ho usato Linux sul PC di casa perché era più stabile e più potente di Windows 9x/Windows 2000, alla fine però mi sono reso conto che, col passare del tempo, i vantaggi erano sempre meno rispetto a Windows XP e che mi perdevo un sacco di cose interessanti e divertenti (tipo i videogiochi). Adesso il sistema operativo che uso preferenzialmente è Windows, la considero anche come una sorta di maturazione. Mi sono lasciato alle spalle il tifo per la macchina del cuore e ho iniziato a considerare i computer e le loro applicazioni in maniera più strumentale. Non dico di essere arrivato all'idea che il software è quello che si pone tra me e il mio obiettivo ma di sicuro cerco di farmi andare bene quello che ho a disposizione... Però con i Mac faccio ancora fatica, probabilmente non thinko abbastanza different. FIG.6 RGP: Dopo un periodo lavorativo dedicato alla pura programmazione sei tornato al tuo vecchio amore, i videogames! Cosa ci racconti a riguardo? 9 / 13

10 Max: Sicuramente un vecchio amore e sogno ambito, come lavorare alla NASA! Come bambino appassionato di elettronica, cresciuto tra gli anni 70 ed 80, i videogiochi non potevano non essere irresistibilmente attraenti per me. Sono sempre stato un giocatore piuttosto scarso ma la grafica, gli effetti e la tecnologia erano tutti elementi che polarizzavano il mio interesse. Attualmente sto vivendo una fase agrodolce per vari motivi: questo è un settore che in Italia è sostanzialmente inesistente (eppure siamo il 9 paese al mondo come spesa in questo campo) oltre ad essere particolare dove i sacrifici richiesti a chi ci lavora (in Italia o all estero) sono ancora pesanti. L impatto sulla vita personale di chi sceglie questa professione è quasi sempre significativo e questo credo sia un dato legato alla relativa giovinezza del settore; entusiasmo e passione sono fortemente coinvolti e fanno sì che il percorso di sviluppo sia tutt altro che una passeggiata. Poco tempo fa ha chiuso lo studio LUCASARTS ed ho colto l occasione per leggere l eulogia scritta da (ex)dipendenti per ricordare l attività dello studio ( Si tratta di una sorta di lettera, molto bella, ricca di ricordi e celebrazioni...alcuni passaggi però mi hanno fatto riflettere molto: Matrimoni sono falliti mentre dedicavamo i nostri cuori ai giochi che venivano massacrati dalla stampa; gravidanze venivano ritardate per favorire le milestone di progetto; mancavamo ai funerali [ ]. Questi possono essere casi limite ma viene da chiedersi se, per realizzare il sogno di fare videogiochi, sia giusto sacrificare così tanto della nostra vita personale. Infine è un settore in cui i guadagni per chi produce i titoli si stanno assottigliando sempre di più a causa di due fattori concomitanti: da una parte il numero altissimo di titoli prodotti e dall altra il potere di pochi canali di distribuzione. In questa situazione, proprio perché non c è carenza di giochi, chi distribuisce può massimizzare i guadagni vendendo tantissimi titoli diversi a prezzi stracciati. Contemporaneamente chi produce il gioco ha il problema di come arrivare al giocatore e farsi notare in mezzo alle centinaia (!) di giochi che escono ogni giorno. Per questo motivo scegliere canali di distribuzione affermati può voler dire non riuscire a rientrare dai costi. Ciò può andare bene per un progetto amatoriale o fortemente Indie dove il pareggio di bilancio non è un obiettivo ma è problematico per un approccio industriale. RGP: Come è cambiato, a tuo parere, il mondo informatico /videoludico dai tempi dei vari C64, Spectrum e simili? Max: Dal punto di vista tecnico il progresso è stato stupefacente: e macchine sono incredibilmente più potenti e, se non ho sbagliato i conti, il mio PC equivale a 170 mila Spectrum che, tanto per avere un metro di paragone, se fossero impilati uno sopra l altro sorpasserebbero di buona misura l altitudine del Monte Bianco. Sicuramente più interessante è vedere come è cambiato socialmente e culturalmente il panorama: ricordo amici che, negli anni 80, mi dicevano Non userò mai un computer!... Oggi è impensabile non avere almeno una decina di dispositivi vari, più o meno intelligenti, muniti di processore. Questo anche perché i progettisti di hardware e software hanno fatto passi da gigante nell avvicinare la tecnologia alla quotidianità e alla portata di tutti. Il prompt Ready o la K lampeggiante, per quanto fossero amichevoli nei miei ricordi, scoraggiavano sicuramente 10 / 13

11 chiunque non fosse nerd dentro. Ma più che considerare che informatica e videogiochi si siano trasformati in mainstream preferisco pensare che si siano espansi e abbiano conquistato il mainstream e che quindi siano ancora saldamente ancorati a quello zoccolo duro di nerd ed entusiasti e che sia proprio in questo zoccolo dove avvengono le vere innovazioni e gli avanzamenti di maggiore portata! Ed in questo non ci sono stati grossi cambiamenti perché questo gruppo, questa community è la stessa che c era fin dai primi giorni. Nel campo videoludico si vede abbastanza bene: ci sono i grossi publisher con produzioni miliardarie che coinvolgono migliaia di sviluppatori ma rischiano pochissimo dal punto di vista dell innovazione sfornando annualmente o riedizioni di brand affermati o spin-off o copie di altri block-busters. L innovazione avviene nel settore Indie, dove ci sono gli entusiasti, i solitari o i piccoli team; dove non è importante vendere milioni di copie ma realizzare la propria idea e la propria visione, esplorare strani e nuovi mondi (to boldly go...). Ne più ne meno di quello che accadeva 30 anni fa. RGP: Attualmente di cosa ti occupi? Max: Attualmente lavoro come lead programmer per OVOSONICO, una startup che sviluppa videogiochi. In questo momento stiamo lavorando alla creazione del nostro titolo di esordio che verrà pubblicato da Sony. Murasaki Baby, questo il titolo del gioco, sarà un esclusiva per PS Vita: il gioco è stato annunciato durante lo scorso GamesCom ed uscirà quest anno. Si tratta un progetto molto particolare, interessante e originale, sicuramente atipico nei temi e nell impostazione grafica. Purtroppo non posso dire molto di più ma ormai basta solo un pò di pazienza per vedere il gioco finito. Ecco un'interessante video se vi interessa approfondire: E qualche link utile: https://www.facebook.com/ovosonico https://www.facebook.com/murasakibaby RGP: Hai qualche progetto rimasto nel cassetto che non sei riuscito a realizzare all epoca o che vorresti realizzare oggi con le nuove e potenti tecnologie a disposizione? Max: Progetti nel cassetto ne ho tanti ma il tempo è sempre pochissimo e da quando la famiglia si è upgradata il tempo è ancora meno. Mi piacerebbe aggiornare il mio sito ma è un progetto poco appealing e quindi si sta un pò trascinando. A proposito (mi faccio spudoratamente un po' di autopromozione) il mio sito è disponibile all'indirizzo Quest'anno compirà 10 anni e, non avendone mai aggiornato la veste grafica, si può dire che si vede... Contiene il mio blog ( nel quale, più o meno sporadicamente, scrivo le mie 11 / 13

12 riflessioni di programmatore e... papà. Oltre a recensioni dei libri che leggo. Tornando ai progetti nel cassetto, tra le altre cose, avrei voluto realizzare un adventure point n click, un compilatore C per micro ad 8 bit, un editor per C++ in grado di aiutare il programmatore a comporre il codice. Insomma decisamente troppi (e qualcuno anche troppo ambizioso). RGP: Tornando a bomba sul discorso Home Computer e Console, ti piace collezionare hardware e software (come buona parte di noi retrogamers) o ritieni che le macchine dell epoca vadano conservate esclusivamente nei musei videoludici che, in questi anni, stanno nascendo ovunque in tutta Italia? Max: Più che collezionare mi piacerebbe poter conservare tutte le macchine sulle quali ho lavorato. Cosa un pò difficile considerando che lo spazio è tiranno quanto il tempo (si saranno messi d accordo con Einstein). Il PC-1251 lo vendetti per acquistare lo ZX Spectrum che poi regalai ad un mio amico perché il suo era trapassato anzitempo ed ho regalato il CPC 6128 ad un altro amico che voleva fare una sorta di piccolo museo. Non sono però ancora riuscito a separarmi dall Amiga e tutte le console sulle quali ho lavorato. Posseggo anche una schedina con un PIC ad 8 bit che prima o poi riuscirò a finire di saldare e programmare come si deve. Attribuisco però una grande importanza ai musei fisici o on-line e a tutti il movimento retrogaming e retrocomputing. Credo infatti che essi siano testimonianze fondamentali per dimostrare che non è la potenza di calcolo o il numero di pixels a rendere interessanti i computer bensì le idee e la bravura del programmatore. FIG.7 12 / 13

13 Powered by TCPDF (www.tcpdf.org) Retrogaming Planet RGP: E cosa puoi dirci della tua configurazione hardware casalinga? Max: Mi piace avere un pò di computer a casa, anche se a volte incorro nelle ire di mia moglie per i troppi fili (ed il disordine, anche se preferirei parlare di differentemente ordinato...). Dispongo di un PC da tavolo relativamente recente (8G RAM, 1T HD+128G SSD, processore i7), un notebook un pò meno recente da usare sul divano (4G RAM, 1T, processore T6600), un Atom con 1T di disco tradizionale e 64G di HDD SSD che utilizzo come file server e un tablet Samsung P1000 per controllare velocemente l' o da portare in viaggio quando non posso (o non è il caso) di portare il notebook. Le console si sono accumulate negli anni, sia quelle sulle quali ho lavorato (GameBoy Color, GameBoy Advance e Xbox) sia quelle utilizzate solo per...giocare: Nintendo 64, Xbox 360, Wii e PSP. E non poteva certamente mancare la PS Vita dal momento che ci sto lavorando adesso. RGP: Un ultima domanda per concludere: quale consiglio daresti ad un giovane che decidesse di intraprendere la carriera di programmatore (anche di videogames)? Max: Il mio consiglio principale è non fermarsi al basta che funzioni ma cercare di capire il perché funziona e soprattutto non aver paura di sperimentare per validare le proprie ipotesi. Ci vuole pazienza, umiltà e voglia di mettersi in discussione e mettere in discussione le proprie convinzioni. Un corso può dare la basi ma per diventare davvero programmatore serve tanto lavoro, altrimenti rimangono nozioni e basta. 13 / 13

Elaidon Web Solutions

Elaidon Web Solutions Elaidon Web Solutions Realizzazione siti web e pubblicità sui motori di ricerca Consulente Lorenzo Stefano Piscioli Via Siena, 6 21040 Gerenzano (VA) Telefono +39 02 96 48 10 35 elaidonwebsolutions@gmail.com

Dettagli

INDICE Informazioni Generali... 4. Comprare ebook con Kobo Desktop... 8. Usare la Libreria di Kobo Desktop... 10. Leggere su Kobo Desktop...

INDICE Informazioni Generali... 4. Comprare ebook con Kobo Desktop... 8. Usare la Libreria di Kobo Desktop... 10. Leggere su Kobo Desktop... Kobo Desktop Manuale Utente INDICE Informazioni Generali... 4 Installare Kobo Desktop su Windows... 5 Installare Kobo Desktop su Mac... 6 Comprare ebook con Kobo Desktop... 8 Usare la Libreria di Kobo

Dettagli

una città a misura di bambino IGNAZIO MARINO SINDACO IGNAZIOMARINO.IT

una città a misura di bambino IGNAZIO MARINO SINDACO IGNAZIOMARINO.IT una città a misura di bambino IGNAZIO MARINO SINDACO IGNAZIOMARINO.IT SEGUI LE STORIE DI IGNAZIO E DEL SUO ZAINO MAGICO Ciao mi chiamo Ignazio Marino, faccio il medico e voglio fare il sindaco di Roma.

Dettagli

Boot Camp Guida all installazione e alla configurazione

Boot Camp Guida all installazione e alla configurazione Boot Camp Guida all installazione e alla configurazione Indice 4 Introduzione 5 Cosa ti occorre 6 Panoramica dell installazione 6 Passo 1: verifica la presenza di aggiornamenti. 6 Passo 2: apri Assistente

Dettagli

Guida all'uso di StarOffice 5.2

Guida all'uso di StarOffice 5.2 Eraldo Bonavitacola Guida all'uso di StarOffice 5.2 Introduzione Dicembre 2001 Copyright 2001 Eraldo Bonavitacola-CODINF CODINF COordinamento Docenti INFormati(ci) Introduzione Pag. 1 INTRODUZIONE COS'È

Dettagli

Che cosa fai di solito?

Che cosa fai di solito? Che cosa fai di solito? 2 1 Ascolta la canzone La mia giornata, ritaglia e incolla al posto giusto le immagini di pagina 125. 10 dieci Edizioni Edilingua unità 1 2 Leggi. lindylindy@forte.it ciao Cara

Dettagli

Come trovare clienti e ottenere contatti profilati e ordini in 24 ore!

Come trovare clienti e ottenere contatti profilati e ordini in 24 ore! Come trovare clienti e ottenere contatti profilati e ordini in 24 ore! oppure La Pubblicità su Google Come funziona? Sergio Minozzi Imprenditore di informatica da più di 20 anni. Per 12 anni ha lavorato

Dettagli

Bambini oppositivi e provocatori 9 regole per sopravvivere!

Bambini oppositivi e provocatori 9 regole per sopravvivere! Anna La Prova Bambini oppositivi e provocatori 9 regole per sopravvivere! Chi sono i bambini Oppositivi e Provocatori? Sono bambini o ragazzi che sfidano l autorità, che sembrano provare piacere nel far

Dettagli

minilector/usb Risoluzione dei problemi più comuni di malfunzionamento

minilector/usb Risoluzione dei problemi più comuni di malfunzionamento minilector/usb minilector/usb...1 Risoluzione dei problemi più comuni di malfunzionamento...1 1. La segnalazione luminosa (led) su minilector lampeggia?... 1 2. Inserendo una smartcard il led si accende

Dettagli

Progetto ideato e organizzato dal Consorzio Gioventù Digitale

Progetto ideato e organizzato dal Consorzio Gioventù Digitale Progetto ideato e organizzato dal Consorzio Gioventù Digitale Referenti: Coordinatore Scuole dott. Romano Santoro Coordinatrice progetto dott.ssa Cecilia Stajano c.stajano@gioventudigitale.net Via Umbria

Dettagli

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso LIBERI PENSIERI PER LIBERI SENTIMENTI La riflessione circa In viaggio verso l incontro come ci è stato proposto, nasce attorno alla lettura del romanzo : C è nessuno?

Dettagli

VIRTUALIZE IT. www.digibyte.it - digibyte@digibyte.it

VIRTUALIZE IT. www.digibyte.it - digibyte@digibyte.it il server? virtualizzalo!! Se ti stai domandando: ma cosa stanno dicendo? ancora non sai che la virtualizzazione è una tecnologia software, oggi ormai consolidata, che sta progressivamente modificando

Dettagli

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a Ci situiamo Probabilmente alla tua età inizi ad avere chiaro chi sono i tuoi amici, non sempre è facile da discernere. Però una volta chiaro,

Dettagli

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime Indice Introduzione 7 La storia delle rose: quando la mamma parte 9 Il bruco e la lumaca: quando i genitori si separano 23 La campana grande e quella piccola: quando nasce il fratellino 41 La favola del

Dettagli

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento.

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento. DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento Anno 2014 (B) E nato per tutti; è nato per avvolgere il mondo in un abbraccio

Dettagli

Boot Camp Guida di installazione e configurazione

Boot Camp Guida di installazione e configurazione Boot Camp Guida di installazione e configurazione Indice 3 Introduzione 4 Panoramica dell'installazione 4 Passo 1: Verificare la presenza di aggiornamenti 4 Passo 2: Per preparare il Mac per Windows 4

Dettagli

33. Dora perdona il suo pessimo padre

33. Dora perdona il suo pessimo padre 33. Dora perdona il suo pessimo padre Central do Brasil (1998) di Walter Salles Il film racconta la storia di una donna cinica e spietata che grazie all affetto di un bambino ritrova la capacità di amare

Dettagli

Corso di Alfabetizzazione Informatica

Corso di Alfabetizzazione Informatica Corso di Alfabetizzazione Informatica Scopo di questo corso, vuole essere quello di fornire ad ognuno dei partecipanti, indipendentemente dalle loro precedenti conoscenze informatiche, l apprendimento

Dettagli

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore.

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore. Commozione Si commuove il corpo. A sorpresa, prima che l opportunità, la ragionevolezza, la buona educazione, la paura, la fretta, il decoro, la dignità, l egoismo possano alzare il muro. Si commuove a

Dettagli

La suite Dental Trey che semplifica il tuo mondo.

La suite Dental Trey che semplifica il tuo mondo. La suite Dental Trey che semplifica il tuo mondo. impostazioni di sistema postazione clinica studio privato sterilizzazione magazzino segreteria amministrazione sala di attesa caratteristiche UNO tiene

Dettagli

Scheda UT30 Punti-UM / Come fare l evidenziatore personale. PREMESSA Quanti di voi vorrebbero rendere più divertente ed artistico il proprio nickname?

Scheda UT30 Punti-UM / Come fare l evidenziatore personale. PREMESSA Quanti di voi vorrebbero rendere più divertente ed artistico il proprio nickname? Le schede di Scheda UT30 Punti-UM / Come fare l evidenziatore personale PREMESSA Quanti di voi vorrebbero rendere più divertente ed artistico il proprio nickname? Tutti immagino. Quindi armatevi di pazienza

Dettagli

LEZIONE 4 DIRE, FARE, PARTIRE! ESERCIZI DI ITALIANO PER BRASILIANI

LEZIONE 4 DIRE, FARE, PARTIRE! ESERCIZI DI ITALIANO PER BRASILIANI In questa lezione ci siamo collegati via Skype con la Professoressa Paola Begotti, docente di lingua italiana per stranieri dell Università Ca Foscari di Venezia che ci ha parlato delle motivazioni che

Dettagli

la Guida completa per aumentare il numero di Mi piace su Facebook

la Guida completa per aumentare il numero di Mi piace su Facebook wishpond EBOOK la Guida completa per aumentare il numero di Mi piace su Facebook wishpond.it indice Capitolo 1 Metodo #1 per aumentare i Mi piace su Facebook: Concorsi 5 Capitolo 5 Metodo #5 per aumentare

Dettagli

Regole per un buon Animatore

Regole per un buon Animatore Regole per un buon Animatore ORATORIO - GROSOTTO Libretto Animatori Oratorio - Grosotto Pag. 1 1. Convinzione personale: fare l animatore è una scelta di generoso servizio ai ragazzi per aiutarli a crescere.

Dettagli

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica:

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica: Pasta per due 5 Capitolo 1 Libero Belmondo è un uomo di 35 anni. Vive a Roma. Da qualche mese Libero accende il computer tutti i giorni e controlla le e-mail. Minni è una ragazza di 28 anni. Vive a Bangkok.

Dettagli

MINI GUIDA SINTETICA per l uso della lavagna interattiva multimediale

MINI GUIDA SINTETICA per l uso della lavagna interattiva multimediale MINI GUIDA SINTETICA per l uso della lavagna interattiva multimediale InterWrite SchoolBoard è un software per lavagna elettronica di facile utilizzo. Può essere adoperata anche da studenti diversamente

Dettagli

Setup e installazione

Setup e installazione Setup e installazione 2 Prima di muovere i primi passi con Blender e avventurarci nel vasto mondo della computer grafica, dobbiamo assicurarci di disporre di due cose: un computer e Blender. 6 Capitolo

Dettagli

Lezione su Informatica di Base

Lezione su Informatica di Base Lezione su Informatica di Base Esplora Risorse, Gestione Cartelle, Alcuni tasti di scelta Rapida Domenico Capano D.C. Viterbo: Lunedì 21 Novembre 2005 Indice Una nota su questa lezione...4 Introduzione:

Dettagli

> MULTI TASKING > MULTI PROCESS > MULTI CORE

> MULTI TASKING > MULTI PROCESS > MULTI CORE > MULTI TASKING > MULTI PROCESS > MULTI CORE WorkNC V21 multicore 64 bits : Benefici di WorkNC Aumento generale della produttività, grazie alle nuove tecnologie multi-core, 64 bit e Windows 7 Calcolo di

Dettagli

AZIONE CATTOLICA ADOLESCENTI ITINERARIO FORMATIVO SKYSCRAPER SECOND GUIDA PER L EDUCATORE

AZIONE CATTOLICA ADOLESCENTI ITINERARIO FORMATIVO SKYSCRAPER SECOND GUIDA PER L EDUCATORE AZIONE CATTOLICA ADOLESCENTI ITINERARIO FORMATIVO SKYSCRAPER SECOND GUIDA PER L EDUCATORE Presentazione La guida dell educatore vuole essere uno strumento agile per preparare gli incontri con i ragazzi.

Dettagli

IL TUO CORPO NON E STUPIDO! Nonostante se ne parli ancora oggi, il concetto di postura corretta e dello stare dritti è ormai superato.!!

IL TUO CORPO NON E STUPIDO! Nonostante se ne parli ancora oggi, il concetto di postura corretta e dello stare dritti è ormai superato.!! IL TUO CORPO NON E STUPIDO Avrai sicuramente sentito parlare di postura corretta e magari spesso ti sei sentito dire di stare più dritto con la schiena o di non tenere le spalle chiuse. Nonostante se ne

Dettagli

QUESTIONARIO SUGLI STILI DI APPRENDIMENTO

QUESTIONARIO SUGLI STILI DI APPRENDIMENTO QUESTIONARIO SUGLI STILI DI APPRENDIMENTO Le seguenti affermazioni descrivono alcune abitudini di studio e modi di imparare. Decidi in quale misura ogni affermazione si applica nel tuo caso: metti una

Dettagli

I MIGLIORI SI RICONOSCONO DAI RISULTATI

I MIGLIORI SI RICONOSCONO DAI RISULTATI I MIGLIORI SI RICONOSCONO DAI RISULTATI LO STRUMENTO PER GESTIRE A 360 LE ATTIVITÀ DELLO STUDIO, CON IL MOTORE DI RICERCA PIÙ INTELLIGENTE, L UNICO CHE TI CAPISCE AL VOLO. www.studiolegale.leggiditalia.it

Dettagli

Installare e configurare Easy Peasy (Ubuntu Eee) su Asus Eee PC mini howto

Installare e configurare Easy Peasy (Ubuntu Eee) su Asus Eee PC mini howto Installare e configurare Easy Peasy (Ubuntu Eee) su Asus Eee PC mini howto Augusto Scatolini (webmaster@comunecampagnano.it) Ver. 1.0 (marzo 2009) ultimo aggiornamento aprile 2009 Easy Peasy è una distribuzione

Dettagli

Proposta per un Nuovo Stile di Vita.

Proposta per un Nuovo Stile di Vita. UNA BUONA NOTIZIA. I L M O N D O S I P U ò C A M B I A R E Proposta per un Nuovo Stile di Vita. Noi giovani abbiamo tra le mani le potenzialità per cambiare questo mondo oppresso da ingiustizie, abusi,

Dettagli

PRUEBA COMÚN PRUEBA 201

PRUEBA COMÚN PRUEBA 201 PRUEBA DE ACCESO A LA UNIVERSIDAD MAYORES DE 25 Y 45 AÑOS PRUEBA COMÚN PRUEBA 201 PRUEBA 2013ko MAIATZA MAYO 2013 L incontro con Guido Dorso Conobbi Dorso quando ero quasi un ragazzo. Ricordo che un amico

Dettagli

Il colore dei miei pensieri. Pierluigi De Rosa

Il colore dei miei pensieri. Pierluigi De Rosa Il colore dei miei pensieri Pierluigi De Rosa Il colore dei miei pensieri Pierluigi De Rosa 2007 Scrivere.info Tutti i diritti di riproduzione, con qualsiasi mezzo, sono riservati. In copertina: Yacht

Dettagli

unità 01 un intervista Attività di pre-ascolto Abbinate le parti della colonna A a quelle della colonna B.

unità 01 un intervista Attività di pre-ascolto Abbinate le parti della colonna A a quelle della colonna B. A. Ignone - M. Pichiassi unità 01 un intervista Attività di pre-ascolto Abbinate le parti della colonna A a quelle della colonna B. A B 1. È un sogno a) vuol dire fare da grande quello che hai sempre sognato

Dettagli

MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE. HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno

MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE. HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno Indice 01. 02. 03. I tipi di house organ Dall idea al progetto I contenuti A

Dettagli

Entrate... 11 Uscite... 11 Trasferimento... 11 Movimenti ricorrenti... 11 Movimenti suddivisi... 12

Entrate... 11 Uscite... 11 Trasferimento... 11 Movimenti ricorrenti... 11 Movimenti suddivisi... 12 Data ultima revisione del presente documento: domenica 8 maggio 2011 Indice Sommario Descrizione prodotto.... 3 Licenza e assunzione di responsabilità utente finale:... 4 Prerequisiti:... 5 Sistema Operativo:...

Dettagli

domenica 24 febbraio 13 Farra, 24 febbraio 2013

domenica 24 febbraio 13 Farra, 24 febbraio 2013 Farra, 24 febbraio 2013 informare su quelle che sono le reazioni più tipiche dei bambini alla morte di una persona cara dare alcune indicazioni pratiche suggerire alcuni percorsi Quali sono le reazioni

Dettagli

Dall italiano alla logica proposizionale

Dall italiano alla logica proposizionale Rappresentare l italiano in LP Dall italiano alla logica proposizionale Sandro Zucchi 2009-10 In questa lezione, vediamo come fare uso del linguaggio LP per rappresentare frasi dell italiano. Questo ci

Dettagli

Background (sfondo): Finestra: Una finestra serve a mostrare il contenuto di un disco o di una cartella -, chiamata anche directory.

Background (sfondo): Finestra: Una finestra serve a mostrare il contenuto di un disco o di una cartella -, chiamata anche directory. @ PC (Personal computer): Questa sigla identificò il primo personal IBM del 1981 a cura di R.Mangini Archiviazione: Il sistema operativo si occupa di archiviare i file. Background (sfondo): Cursore: Nei

Dettagli

Manuale d uso Apache OpenMeetings (Manuale Utente + Manuale Amministratore)

Manuale d uso Apache OpenMeetings (Manuale Utente + Manuale Amministratore) Manuale d uso Apache OpenMeetings (Manuale Utente + Manuale Amministratore) Autore: Matteo Veroni Email: matver87@gmail.com Sito web: matteoveroni@altervista.org Fonti consultate: http://openmeetings.apache.org/

Dettagli

MATRICE DELLE FUNZIONI DI DRAGON NATURALLYSPEAKING 12 CONFRONTO TRA EDIZIONI DEL PRODOTTO

MATRICE DELLE FUNZIONI DI DRAGON NATURALLYSPEAKING 12 CONFRONTO TRA EDIZIONI DEL PRODOTTO MATRICE DELLE FUNZIONI DI DRAGON NATURALLYSPEAKING 12 CONFRONTO TRA EDIZIONI DEL PRODOTTO Precisione del riconoscimento Velocità di riconoscimento Configurazione del sistema Correzione Regolazione della

Dettagli

Nella sezione del sito come partecipare sono presenti tutte le istruzioni utili ad un nuovo utente di Obiettivo Infermiere.

Nella sezione del sito come partecipare sono presenti tutte le istruzioni utili ad un nuovo utente di Obiettivo Infermiere. Istruzioni esemplificate per Iscrizione e fruizione Corsi ECM FAD La nuovissima piattaforma proprietaria FAD Ippocrates3 adottata a partire da gennaio 2013 da SANITANOVA S.r.l., è in grado di dimensionare

Dettagli

SAI QUANTO TEMPO IMPIEGHI A RINTRACCIARE UN DOCUMENTO, UN NUMERO DI TELEFONO O UNA E-MAIL?

SAI QUANTO TEMPO IMPIEGHI A RINTRACCIARE UN DOCUMENTO, UN NUMERO DI TELEFONO O UNA E-MAIL? archiviazione ottica, conservazione e il protocollo dei SAI QUANTO TEMPO IMPIEGHI A RINTRACCIARE UN DOCUMENTO, UN NUMERO DI TELEFONO O UNA E-MAIL? Il software Facile! BUSINESS Organizza l informazione

Dettagli

IL LUNEDÌ SCOMPARSO. Dai 5 anni

IL LUNEDÌ SCOMPARSO. Dai 5 anni PIANO DI L ETTURA IL LUNEDÌ SCOMPARSO Silvia Roncaglia Dai 5 anni Illustrazioni di Simone Frasca Serie Arcobaleno n 5 Pagine: 34 (+ 5 di giochi) Codice: 978-88-384-7624-1 Anno di pubblicazione: 2006 L

Dettagli

GLI OGRIN. Eh, sì, lo sappiamo: gli Ogrin sono semplici, ma ci vuole un po di tempo per spiegare il loro funzionamento!

GLI OGRIN. Eh, sì, lo sappiamo: gli Ogrin sono semplici, ma ci vuole un po di tempo per spiegare il loro funzionamento! GLI OGRIN Il sistema di Punti scambiabili nei servizi ANKAMA Eh, sì, lo sappiamo: gli Ogrin sono semplici, ma ci vuole un po di tempo per spiegare il loro funzionamento! Si tratta, in primo luogo, di un

Dettagli

Q84 A1073 K92 J65 VALENTINO DOMINI

Q84 A1073 K92 J65 VALENTINO DOMINI VALENTINO DOMINI L attacco iniziale, prima azione di affrancamento della coppia controgiocante, è un privilegio e una responsabilità: molti contratti vengono battuti o realizzati proprio in rapporto a

Dettagli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli Siamo abituati a pensare al Natale come una festa statica, di pace, tranquillità, davanti

Dettagli

GUIDA ALL INSTALLAZIONE

GUIDA ALL INSTALLAZIONE GUIDA ALL INSTALLAZIONE INTRODUZIONE BENVENUTO Benvenuto in SPARK XL l applicazione TC WORKS dedicata al processamento, all editing e alla masterizzazione di segnali audio digitali. Il design di nuova

Dettagli

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE AzioneCattolicaItaliana ACR dell ArcidiocesidiBologna duegiornidispiritualitàinavvento CONMARIA PREPARIAMOCIADACCOGLIEREILSIGNORE Tutta l Azione Cattolica ha come tema dell anno l accoglienza. Anche la

Dettagli

Ultimo aggiornamento.: 18/02/2006 Pagina 1 di 25

Ultimo aggiornamento.: 18/02/2006 Pagina 1 di 25 Introduzione al programma POWERPOINT Ultimo aggiornamento.: 18/02/2006 Pagina 1 di 25 Introduzione al programma POWERPOINT 1 1 Introduzione al programma 3 2 La prima volta con Powerpoint 3 3 Visualizzazione

Dettagli

Informatica. Scopo della lezione

Informatica. Scopo della lezione 1 Informatica per laurea diarea non informatica LEZIONE 1 - Cos è l informatica 2 Scopo della lezione Introdurre le nozioni base della materia Definire le differenze tra hardware e software Individuare

Dettagli

SCUOLA PRIMARIA DI MONTE VIDON COMBATTE CLASSE V INS. VIRGILI MARIA LETIZIA

SCUOLA PRIMARIA DI MONTE VIDON COMBATTE CLASSE V INS. VIRGILI MARIA LETIZIA SCUOLA PRIMARIA DI MONTE VIDON COMBATTE CLASSE V INS. VIRGILI MARIA LETIZIA Regoli di Nepero Moltiplicazioni In tabella Moltiplicazione a gelosia Moltiplicazioni Con i numeri arabi Regoli di Genaille Moltiplicazione

Dettagli

Viaggiare all estero in emodialisi con noi si può!

Viaggiare all estero in emodialisi con noi si può! Pag. 1/3 Viaggiare all estero in emodialisi con noi si può! (Articolo tratto da ALCER n 153 edizione 2010) Conoscere posti nuovi, nuove culture e relazionarsi con persone di altri paesi, di altre città

Dettagli

Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro

Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro Il romanzo Tra donne sole è stato scritto da Pavese quindici mesi prima della sua morte, nel 1949. La protagonista, Clelia, è una

Dettagli

CATTURARE LO SCHERMO INTERO O LA FINESTRA ATTIVA

CATTURARE LO SCHERMO INTERO O LA FINESTRA ATTIVA CATTURARE LO SCHERMO INTERO O LA FINESTRA ATTIVA Supponiamo di voler eseguire una istantanea del nostro desktop, quella che in gergo si chiama Screenshot (da screen, schermo, e shot, scatto fotografico).

Dettagli

IL RIMARIO IL RICALCO

IL RIMARIO IL RICALCO Preparare un rimario: IL RIMARIO - gli alunni, a coppie o singolarmente, scrivono su un foglio alcune parole con una determinata rima; - singolarmente, scelgono uno dei fogli preparati e compongono nonsense

Dettagli

Progettazione di sistemi Embedded

Progettazione di sistemi Embedded Progettazione di sistemi Embedded Corso introduttivo di progettazione di sistemi embedded A.S. 2013/2014 proff. Nicola Masarone e Stefano Salvatori Eccetto dove diversamente specificato, i contenuti di

Dettagli

ALFABETIZZAZIONE DI BASE Programma del Corso livello base

ALFABETIZZAZIONE DI BASE Programma del Corso livello base Un po di Storia ISP & Web Engineering ALFABETIZZAZIONE DI BASE Programma del Corso livello base Breve cenno sulla storia dell informatica: dagli albori ai giorni nostri; L evoluzione di Windows: dalla

Dettagli

E SE IL TUO SMARTPHONE INDOSSASSE GLI OCCHIALI?

E SE IL TUO SMARTPHONE INDOSSASSE GLI OCCHIALI? E SE IL TUO SMARTPHONE INDOSSASSE GLI OCCHIALI? Buona Caccia e Buon Volo, giovani amici di Eureka! Siete tra gli eletti che hanno deciso di passare al livello successivo: site pronti? Questo mese vi proponiamo

Dettagli

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco Sul far della sera la famiglia si riunisce in casa per la preghiera. Ove fosse possibile si suggerisce di

Dettagli

Samsung Data Migration v2.6 Introduzione e Guida all'installazione

Samsung Data Migration v2.6 Introduzione e Guida all'installazione Samsung Data Migration v2.6 Introduzione e Guida all'installazione 2013. 12 (Revisione 2.6.) Esclusione di responsabilità legale SAMSUNG ELECTRONICS SI RISERVA IL DIRITTO DI MODIFICARE I PRODOTTI, LE INFORMAZIONI

Dettagli

Livello CILS A2. Test di ascolto

Livello CILS A2. Test di ascolto Livello CILS A2 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

Progetto VirtualCED Clustered

Progetto VirtualCED Clustered Progetto VirtualCED Clustered Un passo indietro Il progetto VirtualCED, descritto in un precedente articolo 1, è ormai stato implementato con successo. Riassumendo brevemente, si tratta di un progetto

Dettagli

Introduzione a Puppy Linux: installazione su una chiavetta USB

Introduzione a Puppy Linux: installazione su una chiavetta USB Introduzione a Puppy Linux: installazione su una chiavetta USB Alex Gotev 1 Contenuti Che cos'è Puppy Linux? Come posso averlo? Come si avvia? Che programmi include? Installazione su Chiavetta USB Domande

Dettagli

IL RAPPORTO CON SE STESSO E CON GLI ALTRI NEL BAMBINO CON ADHD

IL RAPPORTO CON SE STESSO E CON GLI ALTRI NEL BAMBINO CON ADHD IL RAPPORTO CON SE STESSO E CON GLI ALTRI NEL BAMBINO CON ADHD CHIARA DE CANDIA chiaradecandia@libero.it 1 IL CONCETTO DI SE È la rappresentazione delle proprie caratteristiche e capacità in relazione

Dettagli

Energy Studio Manager Manuale Utente USO DEL SOFTWARE

Energy Studio Manager Manuale Utente USO DEL SOFTWARE Energy Studio Manager Manuale Utente USO DEL SOFTWARE 1 ANALYSIS.EXE IL PROGRAMMA: Una volta aperto il programma e visualizzato uno strumento il programma apparirà come nell esempio seguente: Il programma

Dettagli

12 ATTIVARE LE RISORSE DEL GRUPPO CLASSE. Figura 1 OTTO STRATEGIE PER VALORIZZARE IL GRUPPO CLASSE COME RISORSA EDUCATIVA E DIDATTICA

12 ATTIVARE LE RISORSE DEL GRUPPO CLASSE. Figura 1 OTTO STRATEGIE PER VALORIZZARE IL GRUPPO CLASSE COME RISORSA EDUCATIVA E DIDATTICA 12 ATTIVARE LE RISORSE DEL GRUPPO CLASSE Figura 1 OTTO STRATEGIE PER VALORIZZARE IL GRUPPO CLASSE COME RISORSA EDUCATIVA E DIDATTICA LE CARATTERISTICHE PEDAGOGICHE DEL GRUPPO CLASSE 13 1 Le caratteristiche

Dettagli

ATLAS 2.X IL MANAGER NON SI AVVIA

ATLAS 2.X IL MANAGER NON SI AVVIA ATLAS 2.X IL MANAGER NON SI AVVIA Avvio di Atlas 2.x sul server CONTESTO La macchina deve rispecchiare le seguenti caratteristiche MINIME di sistema: Valori MINIMI per Server di TC con 10 postazioni d'esame

Dettagli

Arcangela Mastromarco

Arcangela Mastromarco Autore: Con la collaborazione di: Arcangela Mastromarco Lidia Scarabelli 1 Unità 1 Questa è la mia famiglia. Io mi chiamo Meijiao. Faccio la IV elementare. La mattina mi alzo alle 7.00, mi vesto e faccio

Dettagli

Conoscere per non avere paura. Capire che si può fare molto, ma non tutto. Accudire con attenzione e rispetto.

Conoscere per non avere paura. Capire che si può fare molto, ma non tutto. Accudire con attenzione e rispetto. Conoscere per non avere paura. Capire che si può fare molto, ma non tutto. Accudire con attenzione e rispetto. Gentili congiunti, Questa piccola guida è stata creata per voi con l obiettivo di aiutarvi

Dettagli

Seagate Access per Personal Cloud Manuale utente

Seagate Access per Personal Cloud Manuale utente Seagate Access per Personal Cloud Manuale utente 2015 Seagate Technology LLC. Tutti i diritti riservati. Seagate, Seagate Technology, il logo Wave e FreeAgent sono marchi depositati o marchi registrati

Dettagli

UNA CONFESSIONE E LA PISTA SEGUITA

UNA CONFESSIONE E LA PISTA SEGUITA UNA CONFESSIONE E LA PISTA SEGUITA Confesso tutta la mia difficoltà a presentarvi questo brano che ho pregato tante volte. La paura è quella di essere troppo scontata oppure di dare troppe cose per sapute.

Dettagli

IT-BOOK. Domini Hosting Web marketing E-mail e PEC

IT-BOOK. Domini Hosting Web marketing E-mail e PEC 5 giugno 09 IT-BOOK Configurazioni e cartatteristiche tecniche possono essere soggette a variazioni senza preavviso. Tutti i marchi citati sono registrati dai rispettivi proprietari. Non gettare per terra:

Dettagli

Per Iniziare con Parallels Desktop 10

Per Iniziare con Parallels Desktop 10 Per Iniziare con Parallels Desktop 10 Copyright 1999-2014 Parallels IP Holdings GmbH e i suoi affiliati. Tutti i diritti riservati. Parallels IP Holdings GmbH Vordergasse 59 8200 Schaffhausen Svizzera

Dettagli

WEB Conference, mini howto

WEB Conference, mini howto Prerequisiti: WEB Conference, mini howto Per potersi collegare o creare una web conference è necessario: 1) Avere un pc con sistema operativo Windows XP o vista (windows 7 non e' ancora certificato ma

Dettagli

VENDI QUELLO CHE HAI E SEGUIMI. Commento al Vangelo di p. Alberto Maggi OSM

VENDI QUELLO CHE HAI E SEGUIMI. Commento al Vangelo di p. Alberto Maggi OSM XXVIII TEMPO ORDINARIO 11 ottobre 2009 VENDI QUELLO CHE HAI E SEGUIMI Commento al Vangelo di p. Alberto Maggi OSM Mc 10, 17-30 [In quel tempo], mentre Gesù andava per la strada, un tale gli corse incontro

Dettagli

Ci relazioniamo dunque siamo

Ci relazioniamo dunque siamo 7_CECCHI.N 17-03-2008 10:12 Pagina 57 CONNESSIONI Ci relazioniamo dunque siamo Curiosità e trappole dell osservatore... siete voi gli insegnanti, mi insegnate voi, come fate in questa catastrofe, con il

Dettagli

guida utente showtime

guida utente showtime guida utente showtime occhi, non solo orecchie perché showtime? Sappiamo tutti quanto sia utile la teleconferenza... e se poi alle orecchie potessimo aggiungere gli occhi? Con Showtime, il nuovo servizio

Dettagli

UPPLEVA. 5 anni di GARANZIA. Soluzioni integrate di mobili, smart TV e sistema audio. Tutto in uno.

UPPLEVA. 5 anni di GARANZIA. Soluzioni integrate di mobili, smart TV e sistema audio. Tutto in uno. UPPLEVA Soluzioni integrate di mobili, smart TV e sistema audio. Tutto in uno. 5 anni di GARANZIA INCLUSA NEL PREZZO I televisori, i sistemi audio e gli occhiali 3D UPPLEVA sono garantiti 5 anni. Per saperne

Dettagli

La Valutazione Euristica

La Valutazione Euristica 1/38 E un metodo ispettivo di tipo discount effettuato da esperti di usabilità. Consiste nel valutare se una serie di principi di buona progettazione sono stati applicati correttamente. Si basa sull uso

Dettagli

"Ogni persona, indipendentemente dal grado di. disabilità, ha il diritto fondamentale di influenzare

Ogni persona, indipendentemente dal grado di. disabilità, ha il diritto fondamentale di influenzare "Ogni persona, indipendentemente dal grado di disabilità, ha il diritto fondamentale di influenzare mediante la comunicazione le condizioni della sua vita". Questo è l'incipit della Carta dei Diritti della

Dettagli

Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna...

Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna molto probabilmente avrei un comportamento diverso. Il mio andamento scolastico non è dei migliori forse a causa dei miei interessi (calcio,videogiochi, wrestling ) e forse mi applicherei

Dettagli

Destinatari: adulti/giovani adulti di diversa provenienza linguistica e culturale che imparano l italiano in contesto L2 o LS

Destinatari: adulti/giovani adulti di diversa provenienza linguistica e culturale che imparano l italiano in contesto L2 o LS MA IL CIELO È SEMPRE PIÙ BLU di Rino Gaetano Didattizzazione di Greta Mazzocato Univerisità Ca Foscari di Venezia Destinatari: adulti/giovani adulti di diversa provenienza linguistica e culturale che imparano

Dettagli

PRONOMI DIRETTI (oggetto)

PRONOMI DIRETTI (oggetto) PRONOMI DIRETTI (oggetto) - mi - ti - lo - la - La - ci - vi - li - le La è la forma di cortesia. Io li incontro spesso. (gli amici). Non ti sopporta più. (te) Lo legge tutti i giorni. (il giornale). La

Dettagli

SE IO FOSSI UN ALBERO E INVENTASSI UNA STORIA DAL MIO DISEGNO...TI RACCONTEREI CHE...

SE IO FOSSI UN ALBERO E INVENTASSI UNA STORIA DAL MIO DISEGNO...TI RACCONTEREI CHE... SE IO FOSSI UN ALBERO E INVENTASSI UNA STORIA DAL MIO DISEGNO...TI RACCONTEREI CHE... Una volta si fece la festa degli alberi nel bosco e io e una bimba, che non lo sapevo chi era, giocavamo con gli alberi

Dettagli

Guida all uso. Come ricevere ed inviare Fax ed Sms tramite E-mail in 3 semplici passi.

Guida all uso. Come ricevere ed inviare Fax ed Sms tramite E-mail in 3 semplici passi. Guida all uso Come ricevere ed inviare Fax ed Sms tramite E-mail in 3 semplici passi. Legenda Singolo = Fax o SMS da inviare ad un singolo destinatario Multiplo = Fax o SMS da inviare a tanti destinatari

Dettagli

ANDREA FONTANA. Storyselling. Strategie del racconto per vendere se stessi, i propri prodotti, la propria azienda

ANDREA FONTANA. Storyselling. Strategie del racconto per vendere se stessi, i propri prodotti, la propria azienda ANDREA FONTANA Storyselling Strategie del racconto per vendere se stessi, i propri prodotti, la propria azienda Impostazione grafica di Matteo Bologna Design, NY Fotocomposizione e redazione: Studio Norma,

Dettagli

Relazione finale Funzione Strumentale al P.O.F. Prof. E. Venditti A. S. 2010-11

Relazione finale Funzione Strumentale al P.O.F. Prof. E. Venditti A. S. 2010-11 Relazione finale Funzione Strumentale al P.O.F. Prof. E. Venditti A. S. 2010-11 Per la quarta annualità ho ricoperto il ruolo di Responsabile del Piano dell'offerta Formativa e dell Autovalutazione di

Dettagli

Per questa ragione il nostro sforzo si è concentrato sugli aspetti elencati qui di seguito:

Per questa ragione il nostro sforzo si è concentrato sugli aspetti elencati qui di seguito: Autore : Giulio Martino IT Security, Network and Voice Manager Technical Writer e Supporter di ISAServer.it www.isaserver.it www.ocsserver.it www.voipexperts.it - blogs.dotnethell.it/isacab giulio.martino@isaserver.it

Dettagli

Lezione n.19 Processori RISC e CISC

Lezione n.19 Processori RISC e CISC Lezione n.19 Processori RISC e CISC 1 Processori RISC e Superscalari Motivazioni che hanno portato alla realizzazione di queste architetture Sommario: Confronto tra le architetture CISC e RISC Prestazioni

Dettagli

Carica i tuoi contenuti. Notizie Feed RSS Feed Multipli. Collegamento al tuo Sito Web

Carica i tuoi contenuti. Notizie Feed RSS Feed Multipli. Collegamento al tuo Sito Web Formule a confronto Carica i tuoi contenuti Puoi inserire immagini, creare le tue liste, i tuoi eventi. Gestire il tuo blog e modificare quando e quante volte vuoi tutto ciò che carichi. Notizie Feed RSS

Dettagli

GUIDA ALLA GESTIONE DEGLI ESAMI ONLINE STUDENTI

GUIDA ALLA GESTIONE DEGLI ESAMI ONLINE STUDENTI GUIDA ALLA GESTIONE DEGLI ESAMI ONLINE STUDENTI ESSE3 VERBALIZZAZIONE ONLINE UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI URBINO CARLO BO SERVIZIO FRONT OFFICE GUIDA ALLA GESTIONE DEGLI ESAMI ONLINE STUDENTI ESSE3 VERBALIZZAZIONE

Dettagli

Esempi di utilizzazione dell ADVP

Esempi di utilizzazione dell ADVP Esempi di utilizzazione dell ADVP G. Cappuccio Ipssar P. Borsellino ESERCIZIO DI REALIZZAZIONE IL VIAGGIO Guida per l insegnante Questo esercizio è un modo pratico per coinvolgere l alunno nel progetto

Dettagli

IL SENSO DELLA CARITATIVA

IL SENSO DELLA CARITATIVA IL SENSO DELLA CARITATIVA SCOPO I Innanzitutto la natura nostra ci dà l'esigenza di interessarci degli altri. Quando c'è qualcosa di bello in noi, noi ci sentiamo spinti a comunicarlo agli altri. Quando

Dettagli

Come è fatto un giornale?

Come è fatto un giornale? Come è fatto un giornale? 1. Com'è fatto un giornale? 2. Per iniziare o la testata è il titolo del giornale. o le manchette (manichette) sono dei box pubblicitari che le stanno al lato 3. La prima pagina

Dettagli