UNIVERSITÀ DI VERONA area economica area giuridica. guida ai corsi

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "UNIVERSITÀ DI VERONA area economica area giuridica. guida ai corsi"

Transcript

1 UNIVERSITÀ DI VERONA area economica area giuridica guida ai corsi

2

3 corsi dell area economica Lauree pag 3 Economia aziendale P pag 6 Economia e commercio P Lauree Magistrali pag 9 Banca e finanza V pag 13 Direzione aziendale V pag 16 Economia delle imprese e dei mercati internazionali V pag 19 Economia e legislazione d impresa V pag 23 Economics/Economia V pag 26 Marketing e comunicazione d impresa V pag 29 Viticoltura, enologia e mercati vitivinicoli V corsi dell area giuridica Lauree pag 33 Scienze dei servizi giuridici V Laurea Magistrale a ciclo unico pag 36 Giurisprudenza V tipo di accesso accesso libero con verifica V tipo di accesso numero chiuso con test d ingresso P per tutte le informazioni sui corsi vai a

4 Le informazioni riportate in questa guida hanno valore indicativo e possono subire variazioni. Per informazioni più aggiornate sull offerta formativa si raccomanda di consultare il sito A cura di: UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI VERONA: Direzione Didattica e Servizi agli Studenti Ufficio Orientamento allo Studio Comunicazione Integrata di Ateneo Luglio 2014 ORIENTAMENTO ALLO STUDIO Chiostro S. Francesco, Via San Francesco, Verona tel , fax e pagina web: Orari di apertura: dal lunedì al venerdì, ore 9-13

5 tipo corso di laurea ECONOMIA AZIENDALE tipo di accesso numero chiuso con test d ingresso il corso di studio in breve Il CdL in Economia aziendale (classe L18) afferisce al Dipartimento di Economia aziendale nel quale sono incardinati ad oggi circa 50 tra docenti e ricercatori appartenenti ai settori scientifico-disciplinari che declinano il sapere economico-aziendale, sviluppando le tematiche di management e di accounting; a tali ambiti fortemente caratterizzanti la classe di laurea, si aggiungono utili conoscenze e competenze economico-quantitative e giuridiche. Le competenze dei docenti dedicati al CdL assicurano lo svolgimento di un attività didattica adeguata per contenuti e modalità a far raggiungere agli studenti gli obiettivi di apprendimento specifici. Dotato di strutture adeguate ad una didattica efficace, il CdL accoglie lo studente offrendogli un qualificato ambiente di apprendimento. Il percorso di studio prevede l obbligo di stage presso imprese, enti o istituti di ricerca, aziende e amministrazioni pubbliche, organizzazioni non profit. Al termine del percorso triennale, il laureato può proseguire proficuamente gli studi, accedendo al secondo grado di formazione universitaria (laurea magistrale e master di primo livello) ovvero può collocarsi con successo nel mondo del lavoro negli ambiti professionali amministrativi e gestionali, spendibili nelle categorie aziendali appartenenti ai diversi settori produttivi. Dando seguito ad una tradizione decennale, consolidata e di classe L-18 Scienze dell economia e della gestione aziendale durata 3 anni il corso è tenuto in lingua italiana successo, il CdL in Economia aziendale è offerto nella sede di Verona e nella sede di Vicenza in forza della convenzione tra l Ateneo e la Fondazione per gli Studi Universitari in Vicenza (vedi allegato); il CdL ha il medesimo impianto formativo, ma nelle due sedi è supportato da strutture didattiche distinte, dotate di un proprio organico adeguato alla sostenibilità dichiarata. Dall a.a. 2011/12 il CdL è ad accesso programmato, essendo stimata una sostenibilità complessiva di n. 433 studenti, di cui n. 268 per la sede di Verona e n. 165 per la sede di Vicenza. crediti 180 CFU SEDE DI VERONA In particolare, per la sede di Verona il CdL è attivo dall a.a. 2009/10 e deriva dalla trasformazione dei CdL in Economia aziendale ed in Economia e management delle imprese di servizi, già presenti nella stessa sede. Nell a.a. 2009/10 è stato, dunque, attivato il CdL in Economia aziendale nella sede veronese, con accesso libero. L esperienza dei primi anni di attivazione ha messo in evidenza l importanza dello stage quale attività indispensabile per garantire allo studente una formazione adeguata al profilo professionale. Di conseguenza, a partire dall a.a. 2011/12 lo stage è diventato obbligatorio per un minimo di 6 cfu equivalenti a 150 ore, coerentemente alla declaratoria della classe di laurea (L18). Tuttavia, al fine di massimizzare il livello qualitativo delle esperienze di stage, non è stato più possibile mantenere l acsede Verona, Vicenza cesso libero; in effetti, la media degli immatricolati al CdL in Economia aziendale nei due a.a. precedenti era pari a 329 per la sede veronese: un numero elevato e tendenzialmente crescente che non avrebbe permesso di offrire un servizio di qualità. SEDE DI VICENZA In particolare, per la sede di Vincenza il CdL è attivo dall a.a. 2009/10 e deriva dalla trasformazione del CdL in Economia e amministrazione delle imprese già presente nella stessa sede. Nell a.a. 2009/10 è stato, dunque, attivato il CdL in Economia aziendale nella sede vicentina, con accesso libero. L esperienza dei primi anni di attivazione ha messo in evidenza l importanza dello stage quale attività indispensabile per garantire allo studente una formazione adeguata al profilo professionale. Di conseguenza, a partire dall a.a. 2011/12 lo stage è diventato obbligatorio per un minimo di 6 cfu equivalenti a 150 ore, coerentemente alla declaratoria della classe di laurea (L18). Tuttavia, al fine di massimizzare il livello qualitativo delle esperienze di stage, non è stato più possibile mantenere l accesso libero; in effetti, la media degli immatricolati al CdL in Economia aziendale nei due a.a. precedenti era pari a 178 per la sede vicentina: un numero elevato e tendenzialmente crescente che non avrebbe permesso di offrire un servizio di qualità. 3

6 4 tipo corso di laurea ECONOMIA AZIENDALE tipo di accesso numero chiuso con test d ingresso requisiti di ammissione Per essere ammessi al CdL occorre essere in possesso di un diploma di scuola secondaria superiore o di altro titolo di studio conseguito all estero, riconosciuto idoneo. Inoltre, come previsto dal Decreto 22 ottobre 2004 n. 270 è anche necessario che lo studente possieda un idonea preparazione iniziale, ovvero i cosiddetti saperi minimi che consistono nelle seguenti minime competenze: - logico-matematiche, cioè comprensione e produzione di ragionamenti di tipo logico e quantitativo anche mediante l uso di nozioni matematiche di base; - linguistiche e verbali, cioè conoscenze delle strutture grammaticali, della sintassi e del lessico della lingua italiana e capacità di lettura e comprensione di testi per utilizzarne in tutto o in parte le informazioni. Il possesso dei saperi minimi verrà verificato tramite apposite prove di valutazione, gestite con modalità indicate nel Regolamento didattico del CdL. Poiché il CdL in Economia aziendale è ad accesso programmato, è previsto un test di ingresso che tende ad accertare competenze analoghe per tipologia a quelle dei saperi minimi. Il numero complessivo dei posti disponibili per le immatricolazioni è pari a n. 433 studenti, suddivisi in n. 268 per la sede di Verona e di n. 165 per la sede di Vicenza. Il test di ingresso si svolge nelle due sedi ed in contemporanea a quello di altri Atenei del nordest: Padova, Trento, Udine, Venezia. Sono previste due date: classe L-18 Scienze dell economia e della gestione aziendale - la prima, nella primavera, per la copertura di circa il 60% dei posti disponibili per entrambe le sedi - la seconda, in estate, per la copertura del restante numero di posti disponibili in entrambe le sedi. Il test di ingresso consiste nella soluzione, in un tempo limite di 80 minuti, di 80 quesiti con risposte chiuse a scelta multipla per verificare competenze analoghe a quelle denominate più sopra saperi minimi. Ai fini dell ammissione in graduatoria si considera il punteggio finale di ammissione espresso in 100esimi composto da: - punti riservati alle risposte al test (max 60) - punti riservati al voto di diploma ovvero alla media dei voti riportati nel 4 anno di scuola secondaria nelle materie: italiano, storia, matematica, una lingua straniera, due insegnamenti a scelta ad eccezione di religione, educazione fisica, condotta (max 40) Per l iscrizione in graduatoria è necessario aver conseguito un punteggio finale di ammissione almeno pari a 25/100; il conseguimento di un punteggio inferiore a 25, dunque, esclude dall ammissione in graduatoria. L ammissione in graduatoria, tuttavia, non assicura di aver acquisito i saperi minimi; a tal fine, occorre che nel test di ingresso, il candidato abbia riportato: - almeno 11 punti nel set delle n. 45 domande logico-matematiche, conseguendo in tal caso gli omonimi saperi minimi; - almeno 8,5 punti nel set delle n. 35 domande linguistico-verbali, conseguendo in tal caso gli omonimi saperi minimi. durata 3 anni il corso è tenuto in lingua italiana In caso di immatricolazione in difetto dei saperi minimi, lo studente dovrà superare tassativamente entro il primo anno di corso prove di verifica ad hoc, organizzate dalla struttura didattica e dalla stessa comunicate unitamente ad utili informazioni circa tempi e modi. In ogni modo, si considereranno acquisiti: - i saperi minimi di tipo logico-matematico se, entro il termine fissato dall Ateneo per l iscrizione al secondo anno di corso, lo studente avrà superato l esame di Matematica; - i saperi minimi di tipo linguistico-verbale se, entro il termine fissato dall Ateneo per l iscrizione al secondo anno di corso), lo studente avrà superato un esame del primo anno, diverso da quello di Matematica. Lo studente che, decorso il termine sopra indicato, non abbia acquisito i saperi minimi di entrambe le tipologie attraverso il superamento delle prove di verifica ad hoc ovvero di due esami del primo anno (tra cui Matematica), sarà iscritto come ripetente al 1 anno. sbocchi professionali crediti 180 CFU sede Verona, Vicenza Il corso prepara alla professione di: Animatori turistici e professioni assimilate Insegnanti nella formazione professionale Istruttori di discipline sportive non agonistiche Organizzatori di eventi e di strutture sportive Allenatori e tecnici sportivi

7 piano didattico Economia aziendale 5 1 anno 9 Diritto privato (IUS/01) 9 Economia aziendale (SECS-P/07) 9 Economia e gestione delle imprese (SECS-P/08) 6 Istituzioni di diritto pubblico (IUS/09) 9 Macroeconomia (SECS-P/01) 9 Matematica (SECS-S/06) 6 Abilità linguistiche(b1 completo lingua inglese) - Abilità linguistiche (B1 completo lingua inglese) 3 Applicazioni informatiche alla ricerca storica 3 Ulteriori conoscenze linguistiche 2 anno 9 Diritto commerciale (IUS/04) 9 Microeconomia (SECS-P/01) 9 Pianificazione e controllo (SECS-P/07) 9 Ragioneria generale e applicata (SECS-P/07) 9 Scienza delle finanze (SECS-P/03) 9 Statistica (SECS-S/01) 3 anno cfu attività 6 Analisi e copertura dei fabbisogni finanziari (SECS-P/11) 9 Economia degli intermediari finanziari (SECS-P/11) 9 Economia industriale (SECS-P/01) 6 Istituzioni di diritto tributario (IUS/12) 6 Marketing (SECS-P/08) 6 Matematica per le decisioni economico-finanziarie (MAT/09) 6 Organizzazione aziendale (SECS-P/10) 12 Attività a scelta dello studente 6 Stage 3 Prova finale

8 6 tipo corso di laurea classe L-33 Scienze economiche durata 3 anni crediti 180 CFU ECONOMIA E COMMERCIO tipo di accesso numero chiuso con test d ingresso il corso è tenuto in lingua italiana sede Verona, Vicenza Ai fini dell ammissione in graduatoria si considera il punteggio finale di ammissione espresso in 100esimi composto da: - punti riservati alle risposte al test (max 60) - punti riservati al voto di diploma ovvero alla media dei voti riportati nel 4 anno di scuola secondaria nelle materie: itail corso di studio in breve Il corso risponde alla primaria finalità di fornire solide basi metodologiche interdisciplinari che caratterizzano la tradizione italiana del percorso formativo in economia e commercio, caratterizzato dalle conoscenze negli ambiti aziendale, economico, giuridico e matematico-statistico, con approfondimento di tematiche orientate sia a fornire le basi della politica economica, della misurazione e analisi quantitativa dei fenomeni economici e del funzionamento del sistema economico in prospettiva storica, sia l approfondimento delle tematiche economico-finanziarie per il necessario raccordo tra i mercati finanziari e la finanza d impresa. Oltre all acquisizione delle specifiche conoscenze, il percorso formativo si caratterizza per lo sviluppo delle capacità di analisi critica che consente il saper affrontare le problematiche proprie dei sistemi economici e delle aziende che ne costituiscono il tessuto. Il percorso di studio prevede inoltre l obbligo di stage presso enti o istituti di ricerca, aziende e amministrazioni pubbliche. Gli sbocchi sono riferibili all ampio spettro di professioni in campo economico, tanto nelle imprese, quanto nelle aziende pubbliche e non profit, o anche nell ambito di uffici e studi di organismi territoriali, di enti di ricerca nazionali ed internazionali, nelle pubbliche amministrazioni, nelle imprese e negli organismi sindacali e professionali. Il CdL consente la continuazione degli studi nei corsi di laurea magistrale di area economica offerti dall Università di Verona o da altro Ateneo, e fornisce solide basi per la continuazione degli studi in corsi di Master presso Atenei italiani e stranieri. Il corso è a numero programmato ed è offerto nelle sedi di Verona e Vicenza. requisiti di ammissione Per essere ammessi al CdL occorre essere in possesso di un diploma di scuola secondaria superiore o di altro titolo di studio conseguito all estero, riconosciuto idoneo. Inoltre, come previsto dal Decreto 22 ottobre 2004 n. 270 è anche necessario che lo studente possieda un idonea preparazione iniziale, ovvero i cosiddetti saperi minimi che consistono nelle seguenti minime competenze: - logico-matematiche, cioè comprensione e produzione di ragionamenti di tipo logico e quantitativo anche mediante l uso di nozioni matematiche di base; - linguistiche e verbali, cioè conoscenze delle strutture grammaticali, della sintassi e del lessico della lingua italiana e capacità di lettura e comprensione di testi per utilizzarne in tutto o in parte le informazioni. Il possesso dei saperi minimi verrà verificato tramite apposite prove di valutazione, gestite con modalità indicate nel Regolamento didattico del CdS. Poiché il CdL in Economia aziendale è ad accesso programmato, è previsto un test di ingresso che tende ad accertare competenze analoghe per tipologia a quelle dei saperi minimi. Il numero complessivo dei posti disponibili per le immatricolazioni è pari a n. 433 studenti, suddivisi in n. 268 per la sede di Verona e di n. 165 per la sede di Vicenza. Il test di ingresso si svolge nelle due sedi ed in contemporanea a quello di altri Atenei del nordest: Padova, Trento, Udine, Venezia. Sono previste due date: - la prima, nella primavera, per la copertura di circa il 60% dei posti disponibili per entrambe le sedi - la seconda, in estate, per la copertura del restante numero di posti disponibili in entrambe le sedi. Il test di ingresso consiste nella soluzione, in un tempo limite di 80 minuti, di 80 quesiti con risposte chiuse a scelta multipla per verificare competenze analoghe a quelle denominate più sopra saperi minimi.

9 tipo corso di laurea classe L-33 Scienze economiche durata 3 anni crediti 180 CFU 7 ECONOMIA E COMMERCIO tipo di accesso numero chiuso con test d ingresso il corso è tenuto in lingua italiana sede Verona, Vicenza liano, storia, matematica, una lingua straniera, due insegnamenti a scelta ad eccezione di religione, educazione fisica, condotta (max 40) Per l iscrizione in graduatoria è necessario aver conseguito un punteggio finale di ammissione almeno pari a 25/100; il conseguimento di un punteggio inferiore a 25, dunque, esclude dall ammissione in graduatoria. L ammissione in graduatoria, tuttavia, non assicura di aver acquisito i saperi minimi; a tal fine, occorre che nel test di ingresso, il candidato abbia riportato: - almeno 11 punti nel set delle n. 45 domande logico-matematiche, conseguendo in tal acquisisce gli omonimi saperi minimi; - almeno 8,5 punti nel set delle n. 35 domande linguistico-verbali, conseguendo in tal caso gli omonimi saperi minimi. In caso di immatricolazione in difetto dei saperi minimi, lo studente dovrà superare tassativamente entro il primo anno di corso prove di verifica ad hoc, organizzate dalla struttura didattica e dalla stessa comunicate unitamente ad utili informazioni circa tempi e modi. In ogni modo, si considereranno acquisiti: - i saperi minimi di tipo logico-matematico se, entro il termine fissato dall Ateneo per l iscrizione al secondo anno di corso, lo studente avrà superato l esame di Matematica; - i saperi minimi di tipo linguistico-verbale se, entro il termine fissato dall Ateneo per l iscrizione al secondo anno di corso), lo studente avrà superato un esame del primo anno, diverso da quello di Matematica. Lo studente che, decorso il termine sopra indicato, non abbia acquisito i saperi minimi di entrambe le tipologie attraverso il superamento delle prove di verifica ad hoc ovvero di due esami del primo anno (tra cui Matematica), sarà iscritto come ripetente al 1 anno. sbocchi professionali Gli sbocchi sono riferibili all ampio spettro di professioni in campo economico, tanto nelle imprese, quanto nelle aziende pubbliche e non profit, o anche nell ambito di uffici e studi di organismi territoriali, di enti di ricerca nazionali e internazionali, nelle pubbliche amministrazioni, nelle imprese e negli organismi sindacali e professionali. Il corso consente di accedere, previo superamento dell esame di Stato, alla professione regolamentata di esperto contabile Il corso prepara alla professione di: Segretari amministrativi e tecnici degli affari generali Contabili Economi e tesorieri Tecnici della gestione finanziaria Tecnici del lavoro bancario Periti, valutatori di rischio e liquidatori Tecnici dei contratti di scambio, a premi e del recupero crediti Tecnici della locazione finanziaria

10 8 piano didattico Economia e Commercio 1 anno 9 Diritto privato (IUS/01) 9 Economia aziendale (SECS-P/07) 9 Economia e gestione delle imprese (SECS-P/08) 6 Istituzioni di diritto pubblico (IUS/09) 9 Macroeconomia (SECS-P/01) 9 Matematica (SECS-S/06) 6 Abilità linguistiche(b1 completo lingua inglese) - Abilità linguistiche (B1 completo lingua inglese) (-) 2 anno 9 Diritto commerciale (IUS/04) 9 Microeconomia (SECS-P/01) 9 Pianificazione e controllo (SECS-P/07) 9 Ragioneria generale e applicata (SECS-P/07) 9 Scienza delle finanze (SECS-P/03) 9 Statistica (SECS-S/01) 3 anno cfu attività 6 Diritto del lavoro (IUS/07) 6 Elementi di econometria (SECS-P/05) 9 Finanza aziendale (SECS-P/09) 9 Matematica finanziaria (SECS-S/06) 9 Politica economica (SECS-P/02) 9 Storia economica (SECS-P/12) 12 Attività a scelta dello studente (a scelta al 1, 2 o 3 anno) 6 Stage (-) 3 Prova finale (-)

11 tipo corso di laurea magistrale BANCA E FINANZA classe LM-16 Finanza tipo di accesso accesso libero con verifica durata 2 anni crediti 120 CFU il corso è tenuto in lingua italiana sede Verona 9 Oltre ai requisiti di cui ai punti a), b) e c), ai fini dell ammisil corso di studio in breve L obiettivo primario del corso di laurea magistrale in Banca e Finanza consiste nel fornire allo studente specifiche competenze volte a comprendere le peculiarità gestionali, le caratteristiche operative e le dinamiche evolutive che caratterizzano sia gli intermediari, sia i mercati finanziari. La formazione dello studente è altresì volta a garantire un approccio interdisciplinare (aziendale, economico-quantitativo e giuridico) alle tematiche dell intermediazione finanziaria. Di particolare rilevanza sarà l obiettivo di dotare il laureato di una solida base concettuale e di un rigore metodologico che gli consentano di comprendere le problematiche del settore e di proporre soluzioni adeguate e innovative in contesti fortemente dinamici. Il corso intende, altresì, sviluppare negli studenti la capacità di proporre e applicare metodologie matematico-statistiche e strumenti innovativi in ambito finanziario e assicurativo e di valorizzare la componente informatica. Il corso si rivolge principalmente ai laureati in discipline economiche, statistiche, giuridiche, matematiche, informatiche, fisiche e ingegneristiche. Il percorso formativo, caratterizzato da un approccio interdisciplinare (aziendale, economico-quantitativo e giuridico), si articola in un primo anno dedicato a insegnamenti di base che riguardano principalmente gli strumenti e i mercati finanziari nella loro dimensione economico-gestionale, giuridica e quantitativa. Il secondo anno prevede, per il curriculum dedicato alla gestione della intermediazione finanziaria, l approfondimento delle logiche gestionali degli intermediari creditizi e assicurativi, mentre per il curriculum dedicato alla finanza quantitativa vengono privilegiati gli aspetti matematico-statistici per la valutazione (pricing) degli strumenti derivati e per la gestione dei rischi finanziari (financial risk management). Per l ammissione al Corso occorre: requisiti di ammissione a) essere in possesso di laurea o diploma universitario triennale, ovvero altro titolo di studio conseguito all estero e riconosciuto idoneo previa valutazione che sarà effettuata caso per caso dalla struttura didattica; b) essere in possesso dei seguenti requisiti curriculari: 12 CFU da SECS-S/01 a SECS-S/06 ovvero da MAT/01 a MAT/09; 48 CFU da SECS-P/01 a SECS-P/13; da SECS-S/01 a SECS-S/06; INF/01; da IUS/01 a IUS/17; da MAT/01 a MAT/09; da FIS/01 a FIS/08; da ING-INF/01 a ING-INF/07; da ING-IND/03 a ING-IND/20 ovvero da ING-IND/23 a ING-IND/27 ovvero da ING-IND/31 a ING- IND/35 È ammesso un margine di tolleranza fino a un massimo del 10% (per uno o più gruppi), purché venga soddisfatta globalmente la soglia minima di 60 CFU. c) essere in possesso di una certificazione di livello B1 o superiore del sistema QCER, ovvero altra certificazione equipollente, relativa alla conoscenza della lingua inglese.

12 10 tipo corso di laurea magistrale BANCA E FINANZA classe LM-16 Finanza tipo di accesso accesso libero con verifica durata 2 anni crediti 120 CFU il corso è tenuto in lingua italiana sede Verona sione al Corso, lo Studente dovrà dimostrare di possedere un adeguata preparazione personale, che sarà considerata verificata in presenza di una votazione di laurea non inferiore a 95/110, purché il titolo sia stato conseguito da non oltre 10 anni. Il laureato con voto inferiore a 95/110 ovvero con titolo conseguito da oltre 10 anni, nonché tutti i laureandi devono sottoporsi al test di accertamento dell adeguata preparazione personale. Il test è finalizzato all accertamento di abilità mnemoniche, logico-matematiche e di comprensione del testo ritenute adeguate per l accesso al secondo livello di istruzione universitaria. Sarà comunque ammesso il candidato che non abbia superato il test, ma che abbia conseguito le seguenti votazioni medie: candidati provenienti da classi di laurea L-18, L-33 ovvero 17 e 28: semisomma della votazione media ponderata conseguita in discipline di ambito aziendale (da SECS-P/07 a SECS-P/11 e SECS-P/13) e matematico-statistico (da SECS-S/01 a SECS-S/06 e da MAT/01 a MAT/09) non inferiore a 23,5/30; candidati provenienti da altre classi di laurea: votazione media ponderata conseguita su discipline di ambito matematico-statistico (da SECS-S/01 a SECS-S/06 e da MAT/01 a MAT/09) non inferiore a 23,5/30. Le modalità di iscrizione e partecipazione al test saranno indicate con appositi avvisi. sbocchi professionali La formazione è orientata a consentire un agevole inserimento nei numerosi e diversi ruoli professionali oggi richiesti da banche, imprese di assicurazione, società di intermediazione mobiliare, società di gestione del risparmio e altre tipologie di intermediari finanziari. La vastità dei contenuti e la profondità dei metodi rendono il laureato adatto ad assumere, nella prospettiva di carriera, ruoli manageriali all interno di questi soggetti, anche alla luce delle aspettative manifestate dai rappresentanti delle Istituzioni Finanziarie, interpellate a tale fine. I laureati magistrali in Banca e Finanza potranno anche accedere all esame di Stato per l abilitazione alla professione di Attuario (Decreto del Presidente della Repubblica n. 328 del 5 giugno 2001 Modifiche ed integrazioni della disciplina dei requisiti per l ammissione all esame di Stato e delle relative prove per l esercizio di talune professioni, nonché della disciplina dei relativi ordinamenti ). Il corso prepara alla professione di: Imprenditori e amministratori di grandi banche, assicurazioni, agenzie immobiliari, di intermediazione finanziaria Specialisti in attività finanziarie Tecnici della gestione finanziaria Agenti assicurativi Periti, valutatori di rischio e liquidatori Tecnici dei contratti di scambio, a premi e del recupero crediti

13 piano didattico Banca e finanza curriculum Finanza quantitativa 11 1 anno 9 Econometria dei mercati finanziari (SECS-P/05) 9 Economia e tecnica dei mercati finanziari (SECS-P/11) 6 Economia monetaria (SECS-P/01) 9 Finanza matematica (SECS-S/06) 9 Gestione del portafoglio azionario (SECS-S/06) 9 Modelli stocastici per la finanza (SECS-S/01) 2 anno 9 Derivati (SECS-S/06) 9 Diritto bancario e dei mercati finanziari (IUS/04) 9 Financial risk management (SECS-S/06) 6 Metodi computazionali per la finanza (SECS-S/06) 6 Private banking (SECS-P/11) 9 Attività formative a scelta dello studente (a scelta al 1 o 2 anno) 6 Stage (-) 15 Prova finale (-)

14 12 piano didattico Banca e finanza curriculum Gestione degli intermediari finanziari 1 anno cfu attività 2 anno cfu attività 9 Econometria dei mercati finanziari (SECS-P/05) 9 Economia e gestione della banca (SECS-P/11) 9 Economia e gestione delle imprese di assicurazione (SECS-P/11) 9 Economia e tecnica dei mercati finanziari (SECS-P/11) 6 Economia monetaria (SECS-P/01) 9 Gestione del portafoglio azionario (SECS-S/06) 6 Analisi degli equilibri gestionali della banca (SECS-P/11) 9 Diritto bancario e dei mercati finanziari (IUS/04) 6 Finanza aziendale e corporate valuation (SECS-P/09) 9 Private e corporate banking (SECS-P/11) 9 Statistica dei mercati finanziari (SECS-S/03) 9 Attività formative a scelta dello studente (a scelta al 1 o 2 anno) 6 Stage (-) 15 Prova finale (-)

15 tipo corso di laurea magistrale DIREZIONE AZIENDALE classe LM-77 Scienze economico-aziendali tipo di accesso accesso libero con verifica durata 2 anni crediti 120 CFU il corso è tenuto in lingua italiana sede Vicenza 13 il corso di studio in breve Il CdLM in Direzione Aziendale è attivo dall a.a. 2009/2010. Il CdLM afferisce al Dipartimento di Economia Aziendale, nel quale sono incardinati ad oggi ca. 50 tra docenti e ricercatori appartenenti ai settori scientifico-disciplinari che declinano il sapere economico-aziendale, sviluppando elevate competenze nell ambito delle principali aree tematiche del CdLM: strategia aziendale (competenze relative all analisi strategica, alla definizione della visione strategica e del piano di conseguimento della stessa); management (competenze gestionali di tipo trasversale); progettazione organizzativa (competenze relative alla progettazione della struttura organizzativa, dei meccanismi operativi e allo sviluppo della cultura organizzativa); reporting aziendale (competenze relative alla pianificazione e controllo di gestione). Il CdLM si propone di formare laureati capaci di collocarsi nel mondo del lavoro sia nell ambito dell organizzazione di imprese ed aziende non profit, sia quali consulenti aziendali. la preparazione dei laureati in direzione aziendale è di tipo multispecialistico e favorisce dunque l ingresso in azienda da più ambiti funzionali, coerentemente con le tendenze organizzative in atto. Il CdLM ha sede in Vicenza dove, in forza della convenzione con la Fondazione per gli Studi Universitari (vedi allegato), lo Studente può usufruire di adeguate strutture didattiche e servizi di supporto all apprendimento. requisiti di ammissione Gli studenti che intendono essere ammessi al Corso devono: a) essere in possesso della laurea o del diploma universitario di durata triennale, ovvero di altro titolo di studio conseguito all estero, riconosciuto idoneo. b) essere in possesso dei requisiti curriculari di seguito indicati: Ambito Aziendale (30 CFU): SECS-P/07, SECS-P/08, SECS-P/09, SECS-P/10, SECS-P/11 Ambito Economico (12 CFU): SECS-P/01, SECS-P/02, SECS-P/03, SECS-P/04, SECS-P/05, SECS-P/06, SECS-P/12 Ambito Giuridico (9 CFU): IUS/01, IUS/04, IUS/05, IUS/07, IUS/09, IUS/12 Ambito Matematico e Statistico (9 CFU): SECS-S/01, SECS-S/03, SECS-S/05, SECS-S/06 Rispetto ai minimi curriculari di cui al punto b), è ammesso un margine di tolleranza fino a un massimo del 10% (per uno o più gruppi), purché venga soddisfatta globalmente la soglia minima dei 60 CFU richiesti. Nel caso di studenti con titolo conseguito all estero si procederà a valutare, caso per caso, l adeguatezza dei requisiti curriculari. Gli studenti in possesso di laurea quadriennale in Economia soddisfano i requisiti di ammissione di cui al precedente comma 1, punti a) e b). Inoltre, gli studenti, per essere ammessi al CdLM, devono essere in possesso di una certificazione di livello B1 (completo o superiore secondo gli standard del sistema QCER), ovvero altra certificazione equipollente, relativa alla conoscenza della lingua inglese. Oltre ai requisiti di cui ai punti a) e b), ai fini dell ammissione al Corso, lo studente dovrà dimostrare di possedere una adeguata preparazione personale. Essa sarà considerata verificata in presenza di una votazione di laurea non inferiore a 95/110 conseguita da non oltre 10 anni rispetto alla data di presentazione della domanda. In tutti gli altri casi, ai fini dell ammissione, il candidato dovrà dimostrare la propria adeguata preparazione personale secondo le modalità stabilite dalla struttura didattica. sbocchi professionali Il corso prepara alla professione di: Specialisti della gestione e del controllo nelle imprese private Specialisti dell economia aziendale Ricercatori e tecnici laureati nelle scienze economiche e statistiche

ORDINE DEGLI STUDI A.A. 2012 2013 A CURA DELLA PRESIDENZA E DEL NUCLEO DI VALUTAZIONE DI FACOLTA

ORDINE DEGLI STUDI A.A. 2012 2013 A CURA DELLA PRESIDENZA E DEL NUCLEO DI VALUTAZIONE DI FACOLTA ORDINE DEGLI STUDI A.A. 2012 2013 A CURA DELLA PRESIDENZA E DEL NUCLEO DI VALUTAZIONE DI FACOLTA Pag 2 INDICE Parte Prima 1. MANIFESTO DEGLI STUDI PER GLI IMMATRICOLATI A.A. 2012-2013 1.1 Laurea Magistrale

Dettagli

MASTER IN PROJECT MANAGEMENT (VII EDIZIONE) A.A. 2010-2011

MASTER IN PROJECT MANAGEMENT (VII EDIZIONE) A.A. 2010-2011 Livello: I CFU: 60 MASTER IN PROJECT MANAGEMENT (VII EDIZIONE) A.A. 2010-2011 Direttore del corso: Comitato Scientifico: Cognome Nome Qualifica SSD Università/Facoltà/ Dipartimento Roveda Alberto Ric.

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA ELETTRICA Second level degree in electrical engineering

REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA ELETTRICA Second level degree in electrical engineering REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA ELETTRICA Second level degree in electrical engineering ( MODIFICATO IL 29 giugno 2009) Classe 31/S Politecnico di Bari I A Facoltà

Dettagli

Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 2014/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI

Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 2014/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 201/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI Art. 1 - Attivazione e scopo del Master 1 E' attivato per l'a.a. 201/2015 presso l'università

Dettagli

Università degli Studi di Roma Tor Vergata

Università degli Studi di Roma Tor Vergata Università degli Studi di Roma Tor Vergata DIPARTIMENTO DI ECONOMIA E FINANZA MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ECONOMIA DELLA CULTURA: POLITICHE, GOVERNO E GESTIONE modalità didattica mista presenza/distanza

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE D.R. n.1035/2015 Università degli Studi Internazionali di Roma - UNINT In collaborazione con CONFAPI MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

Dettagli

MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016

MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016 MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016 Presentazione L'Università Ca' Foscari Venezia e l'escp Europe hanno ideato il Doppio Master universitario in Management

Dettagli

UNIVERSITA per Stranieri Dante Alighieri Reggio di Calabria

UNIVERSITA per Stranieri Dante Alighieri Reggio di Calabria di UNIVERSITA per Stranieri Dante Alighieri Reggio di Calabria Master di I livello in Manager delle imprese sociali e delle organizzazioni non lucrative di utilità sociale Indirizzi: - Manager delle Imprese

Dettagli

Guida all accesso ai Corsi di Laurea Magistrale (ordinamento D.M. 270/04) attivati nell A.A. 2014/2015 dall Ateneo di Palermo

Guida all accesso ai Corsi di Laurea Magistrale (ordinamento D.M. 270/04) attivati nell A.A. 2014/2015 dall Ateneo di Palermo 1 2 Guida all accesso ai Corsi di Laurea (ordinamento D.M. 270/04) attivati nell A.A. 2014/2015 dall Ateneo di Palermo Anno Accademico 2014/2015 3 4 Concept and graphic design: Marketing e Fundraising

Dettagli

Facoltà di Scienze e Tecnologie Corso di laurea magistrale in Gestione dell ambiente naturale e delle aree protette

Facoltà di Scienze e Tecnologie Corso di laurea magistrale in Gestione dell ambiente naturale e delle aree protette Facoltà di Scienze e Tecnologie Corso di laurea magistrale in Gestione dell ambiente naturale e delle aree protette Sede: Dipartimento di Scienze Ambientali, sez. Botanica ed Ecologia - Via Pontoni, 5

Dettagli

Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista

Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista Master Universitario Online di I Livello 60 Crediti Formativi (CFU) 1. Premesse Le ragioni della

Dettagli

Corso di LAUREA IN CONSULENTE DEL LAVORO E SCIENZE DEI SERVIZI GIURIDICI (CLASSE L-14)

Corso di LAUREA IN CONSULENTE DEL LAVORO E SCIENZE DEI SERVIZI GIURIDICI (CLASSE L-14) Corso di LAUREA IN CONSULENTE DEL LAVORO E SCIENZE DEI SERVIZI GIURIDICI (CLASSE L-14) Curriculum in Consulente del lavoro PIANO DI STUDIO COORTE DI RIFERIMENTO A.A. 2014-2015 I anno II anno IUS 01 - Istituzioni

Dettagli

STRANIERE. Guida. breve. Ufficio didattica. Fax: 06 57338347. studentee. modulistica);

STRANIERE. Guida. breve. Ufficio didattica. Fax: 06 57338347. studentee. modulistica); DIPARTIMENTO DI LINGUE, LETTERATURE E CULTURE STRANIERE Corso di laurea triennale in LINGUE E CULTURE STRANIERE Classe L 11/Classe dellee lauree in Lingue e culture moderne Guida breve per l orientamento

Dettagli

MASTER DI II LIVELLO IN DIREZIONE E MANAGEMENT DELLE AZIENDE SANITARIE (DIMAS) - II EDIZIONE -

MASTER DI II LIVELLO IN DIREZIONE E MANAGEMENT DELLE AZIENDE SANITARIE (DIMAS) - II EDIZIONE - UNIVERSITÀ TELEMATICA LEONARDO DA VINCI A.A 2012/2013 MASTER DI II LIVELLO IN DIREZIONE E MANAGEMENT DELLE AZIENDE SANITARIE (DIMAS) - II EDIZIONE - Direttore Prof. Massimo Sargiacomo Università G. d Annunzio

Dettagli

Master Universitario Online in Management e Coordinamento delle Professioni Sanitarie

Master Universitario Online in Management e Coordinamento delle Professioni Sanitarie Master Universitario Online in Management e Coordinamento delle Professioni Sanitarie Master Universitario Online di I Livello 60 Crediti Formativi (CFU) 1. Premesse In base al dato riportato dal Sole

Dettagli

Parere in ordine all attivazione per l a.a. 2010/2011 dei corsi di studio istituiti ex DM 270/2004

Parere in ordine all attivazione per l a.a. 2010/2011 dei corsi di studio istituiti ex DM 270/2004 Parere in ordine all attivazione per l a.a. 2010/2011 dei corsi di studio istituiti ex DM 270/2004 - MAGGIO 2010 - DOC 05/10 Il NdV ha esaminato le caratteristiche dei corsi di studio istituiti sulla base

Dettagli

FACOLTA DI ECONOMIA CALCOLO MEDIA DI LAUREA

FACOLTA DI ECONOMIA CALCOLO MEDIA DI LAUREA LAUREE QUADRIENNALI: FACOLTA DI ECONOMIA CALCOLO MEDIA DI LAUREA o ECONOMIA E COMMERCIO media aritmetica dei voti degli esami di profitto con esclusione dei voti delle Teologie e di quelli riguardanti

Dettagli

MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015

MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015 MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015 Il Master MEA Management dell Energia e dell Ambiente è organizzato dall Università degli Studi Guglielmo Marconi

Dettagli

Prove di ingresso ai corsi di Laurea Magistrale (AREA DIDATTICA E PROMOZIONE DELLA LINGUA ITALIANA) A.A. 2014-2015

Prove di ingresso ai corsi di Laurea Magistrale (AREA DIDATTICA E PROMOZIONE DELLA LINGUA ITALIANA) A.A. 2014-2015 Prove di ingresso ai corsi di Laurea Magistrale (AREA DIDATTICA E PROMOZIONE DELLA LINGUA ITALIANA) A.A. 2014-2015 Ai sensi del D.M. n. 270/2004 gli studenti che intendono iscriversi ad un corso di laurea

Dettagli

Area Didattica e Servizi agli Studenti Ufficio Convenzioni, Innovazione e Qualità della Didattica. Il Rettore

Area Didattica e Servizi agli Studenti Ufficio Convenzioni, Innovazione e Qualità della Didattica. Il Rettore Area Didattica e Servizi agli Studenti Ufficio Convenzioni, Innovazione e Qualità della Didattica Il Rettore Decreto n. 122549 (1147) Anno _2012 VISTO l art. 3, comma 9, del D.M. 22 ottobre 2004, n. 270

Dettagli

MEMIT. Master in Economia e management dei trasporti, della logistica e delle infrastrutture. X Edizione. Università Commerciale.

MEMIT. Master in Economia e management dei trasporti, della logistica e delle infrastrutture. X Edizione. Università Commerciale. Università Commerciale Luigi Bocconi Graduate School MEMIT Master in Economia e management dei trasporti, della logistica e delle infrastrutture X Edizione 2013-2014 MEMIT Master in Economia e management

Dettagli

Il master è in collaborazione con

Il master è in collaborazione con Il Master in Turismo Sostenibile e Responsabile - Imprenditorialità e Management ideato dal Centro Studi CTS, giunto alla XII edizione, in collaborazione con Scuola di Comunicazione IULM e AITR - Associazione

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO DI ATENEO AI SENSI DEL D.M. 270/04

REGOLAMENTO DIDATTICO DI ATENEO AI SENSI DEL D.M. 270/04 REGOLAMENTO DIDATTICO DI ATENEO AI SENSI DEL D.M. 270/04 1 Indice Art. 1 - Definizioni...4 Art. 2 - Autonomia Didattica... 5 Art. 3 - Titoli, Corsi di studio e Corsi di Alta Formazione.... 5 Art. 4 - Rilascio

Dettagli

Commissione indipendente per la Valutazione, la Trasparenza e l Integrità delle amministrazioni pubbliche Autorità Nazionale Anticorruzione

Commissione indipendente per la Valutazione, la Trasparenza e l Integrità delle amministrazioni pubbliche Autorità Nazionale Anticorruzione Commissione indipendente per la Valutazione, la Trasparenza e l Integrità delle amministrazioni pubbliche Autorità Nazionale Anticorruzione Delibera n.12/2013: Requisiti e procedimento per la nomina dei

Dettagli

Scheda Unica Annuale del Corso di Studio (SUA-CdS) Le informazioni relative agli elementi asteriscati non sono pubbliche

Scheda Unica Annuale del Corso di Studio (SUA-CdS) Le informazioni relative agli elementi asteriscati non sono pubbliche Scheda Unica Annuale del Corso di Studio (SUA-CdS) Le informazioni relative agli elementi asteriscati non sono pubbliche I.a. Presentazione del Corso di Studio Denominazione del Corso di Studio Denominazione

Dettagli

MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE

MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE Master di I livello in MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE In Sigla Master 74 Anno Accademico 2009/2010 (1500 ore 60 CFU) TITOLO Management nelle organizzazioni sanitarie FINALITÀ Con la locuzione

Dettagli

Master di I livello In PROJECT MANAGEMENT. (1500 h 60 CFU) Anno Accademico 2014/2015 I edizione I sessione

Master di I livello In PROJECT MANAGEMENT. (1500 h 60 CFU) Anno Accademico 2014/2015 I edizione I sessione Master di I livello In PROJECT MANAGEMENT (1500 h 60 CFU) Anno Accademico 2014/2015 I edizione I sessione Art. 1 ATTIVAZIONE L Università degli Studi Niccolò Cusano Telematica Roma attiva il Master di

Dettagli

Obiettivi formativi qualificanti della classe: L-20 Scienze della comunicazione

Obiettivi formativi qualificanti della classe: L-20 Scienze della comunicazione Università Classe Nome del corso Nome inglese Lingua in cui si tiene il corso Codice interno all'ateneo del corso 61 Il corso é Libera Università di lingue e comunicazione IULM-MI L-20 - Scienze della

Dettagli

IL MINISTRO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA

IL MINISTRO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA DECRETO 30 settembre 2011. Criteri e modalità per lo svolgimento dei corsi di formazione per il conseguimento della specializzazione per le attività di sostegno, ai sensi degli articoli 5 e 13 del decreto

Dettagli

SUA CDL - CORSI GIA ATTIVI

SUA CDL - CORSI GIA ATTIVI SUA CDL - CORSI GIA ATTIVI La Scheda Unica Annuale (SUA) è lo strumento di programmazione dei Corsi di Laurea e attraverso il quale l ANVUR farà le proprie valutazioni sull accreditamento (iniziale e periodico)

Dettagli

Articolazione didattica on-line

Articolazione didattica on-line L organizzazione della didattica per lo studente L impegno di tempo che lo studente deve dedicare alle attività didattiche offerte per ogni singolo insegnamento è così ripartito: - l auto-apprendimento

Dettagli

Test d ingresso per i curricula in lingua inglese Coloro che intendono iscriversi ai curricula in lingua inglese Economics of Financial and Insurance

Test d ingresso per i curricula in lingua inglese Coloro che intendono iscriversi ai curricula in lingua inglese Economics of Financial and Insurance Note e istruzioni per i test di ingresso ai Corsi di Studio del Dipartimento di Scienze Economiche, Aziendali, Matematiche e Statistiche (DEAMS) a.a. 2013/2014 Gli insegnamenti relativi ai Corsi di Laurea

Dettagli

Presentazione delle Schede DAT

Presentazione delle Schede DAT UNIVERSITÀ DEGLI STUDI CAGLIARI CAMPUS UNICA Presentazione delle Schede DAT Dati e indicatori statistici Sono di seguito presentati dettagliatamente i dati e gli indicatori richiesti dal Modello CRUI per

Dettagli

Master Universitario di I livello

Master Universitario di I livello Master Universitario di I livello In Obiettivi e sbocchi professionali: Il nostro obiettivo è quello di fornire ai partecipanti, gli strumenti adatti per gestire con efficacia progetti nel settore delle

Dettagli

Bando di concorso Master di II Livello A.A. 2015/2016

Bando di concorso Master di II Livello A.A. 2015/2016 Bando di concorso Master di II Livello A.A. 2015/2016 Art. 1 - Attivazione Master di II livello L Istituto di MANAGEMENT ha attivato presso la Scuola Superiore Sant Anna di Pisa, ai sensi dell art. 3 dello

Dettagli

IL MINISTRO DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA

IL MINISTRO DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA ALLEGATO I parametri e i criteri, definiti mediante indicatori quali-quantitativi (nel seguito denominati Indicatori), per il monitoraggio e la valutazione (ex post) dei risultati dell attuazione dei programmi

Dettagli

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter 2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE Main Supporter MASTER IN EXPORT MANAGEMENT (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE (II Edizione) 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI

Dettagli

Master in Fundraising e Project Management

Master in Fundraising e Project Management Master in Fundraising e Project Management Il Master in Fundraising e Project Management, in collaborazione con l Università degli Studi di Roma Tor Vergata, è volto a formare esperti di raccolta fondi

Dettagli

hoòigioò UNIVERSITA DEGLI STUDI DELL INSUBRIA Dipartimento di Diritto Economia e Culture - Como

hoòigioò UNIVERSITA DEGLI STUDI DELL INSUBRIA Dipartimento di Diritto Economia e Culture - Como hoòigioò UNIVERSITA DEGLI STUDI DELL INSUBRIA Dipartimento di Diritto Economia e Culture - Como Corso di Laurea in Scienze della Mediazione Interlinguistica e Interculturale Classe L-12 Mediazione Linguistica

Dettagli

FAQ MASTER & CORSI DI PERFEZIONAMENTO

FAQ MASTER & CORSI DI PERFEZIONAMENTO FAQ MASTER & CORSI DI PERFEZIONAMENTO 1. Qual è la differenza tra Master di primo livello e Master di secondo livello? 2. Ai fini dell ammissione al Master, cosa bisogna fare se si possiede un titolo di

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BRESCIA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BRESCIA Bando di ammissione al Master di II livello in BIM-BASED CONSTRUCTION PROJECT MANAGEMENT (VISUAL PM) ANNO ACCADEMICO 2014/2015 Ai sensi del comma 9 dell art. 7 del D.M. 270/99 e del Regolamento d Ateneo

Dettagli

BANDO PER L AMMISSIONE AL PERCORSO FORMATIVO PER TECNICO SUPERIORE PER L'APPROVVIGIONAMENTO ENERGETICO E LA COSTRUZIONE DI IMPIANTI

BANDO PER L AMMISSIONE AL PERCORSO FORMATIVO PER TECNICO SUPERIORE PER L'APPROVVIGIONAMENTO ENERGETICO E LA COSTRUZIONE DI IMPIANTI BANDO PER L AMMISSIONE AL PERCORSO FORMATIVO PER TECNICO SUPERIORE PER L'APPROVVIGIONAMENTO ENERGETICO E LA COSTRUZIONE DI IMPIANTI LA FONDAZIONE ISTITUTO TECNICO SUPERIORE PER L EFFICIENZA ENERGETICA

Dettagli

FAQ Domande più frequenti sugli esami di Stato per la professione di Dottore commercialista e di Esperto contabile

FAQ Domande più frequenti sugli esami di Stato per la professione di Dottore commercialista e di Esperto contabile FAQ Domande più frequenti sugli esami di Stato per la professione di Dottore commercialista e di Esperto contabile Quante volte l anno si svolgono gli esami di Stato? Sono previste due sessioni d esame

Dettagli

Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it

Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it Master in 2013 10a edizione 18 febbraio 2013 MANAGEMENT internazionale Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it Durata

Dettagli

Sistema Qualità di Ateneo Modello di Ateneo MODELLO DI ATENEO PER L ACCREDITAMENTO INTERNO IN QUALITÀ DEI CORSI DI STUDIO UNIVERSITARI

Sistema Qualità di Ateneo Modello di Ateneo MODELLO DI ATENEO PER L ACCREDITAMENTO INTERNO IN QUALITÀ DEI CORSI DI STUDIO UNIVERSITARI MODELLO DI ATENEO PER L ACCREDITAMENTO INTERNO IN QUALITÀ DEI CORSI DI STUDIO UNIVERSITARI Requisiti di valutazione per un percorso di Ateneo finalizzato all accreditamento in qualità dei Corsi di Studio:

Dettagli

MANIFESTO DEGLI STUDI

MANIFESTO DEGLI STUDI UFFICIO ALTA FORMAZIONE ED ESAMI DI STATO MANIFESTO DEGLI STUDI MASTER DI II LIVELLO con modalità didattica multimediale, integrata e a distanza MANAGEMENT E DIRIGENZA NELLA SCUOLA (istituito ai sensi

Dettagli

Corso di Studio in (Classe L-18) (Classe LM-77) Guida dello studente A.A. 2014/2015. Agli Studenti del Dipartimento di Economia Aziendale

Corso di Studio in (Classe L-18) (Classe LM-77) Guida dello studente A.A. 2014/2015. Agli Studenti del Dipartimento di Economia Aziendale Guida dello studente A.A. 2014/2015 Agli Studenti del Dipartimento di Economia Aziendale UNIVERSITÀ DEGLI STUDI G. d ANNUNZIO CHIETI-PESCARA GUIDA DELLO STUDENTEE OFFERTA FORMATIVAA e PROGRAMMI di INSEGNAMENTO

Dettagli

Note di compilazione della Scheda SUA 2014-15

Note di compilazione della Scheda SUA 2014-15 Presidio di Qualità Note di compilazione della Scheda SUA 2014-15 Introduzione Al fine di uniformare e facilitare la compilazione delle schede SUA-CdS, il Presidio ha ritenuto utile pubblicare queste note

Dettagli

REGOLAMENTO DELLE ATTIVITA FORMATIVE DELLA SCUOLA SUPERIORE SANT ANNA

REGOLAMENTO DELLE ATTIVITA FORMATIVE DELLA SCUOLA SUPERIORE SANT ANNA REGOLAMENTO DELLE ATTIVITA FORMATIVE DELLA SCUOLA SUPERIORE SANT ANNA Emanato con D.R. n. 306 del 17/07/2012 Integrato con D.R. n. 65 12/02/2014. DISPOSIZIONI PRELIMINARI Articolo 1 (Oggetto) 1. Il presente

Dettagli

Quante sono le matricole?

Quante sono le matricole? Matricole fuori corso laureati i numeri dell Universita Quante sono le matricole? Sono poco più di 307 mila i giovani che nell'anno accademico 2007/08 si sono iscritti per la prima volta all università,

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 1339 Prot. n 13549 Data 29.04.2014 Titolo III Classe V UOR SOFPL VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004, n. 270;

Dettagli

Tutte le procedure on-line sono accessibili tramite il portale degli studenti https://studenti.unisalento.it

Tutte le procedure on-line sono accessibili tramite il portale degli studenti https://studenti.unisalento.it REGOLE PER GLI STUDENTI Tutte le procedure on-line sono accessibili tramite il portale degli studenti https://studenti.unisalento.it REGOLE VALIDE PER I CORSI ATTIVATI AI SENSI DEL D.M. 270/04 Immatricolazione

Dettagli

Management delle Strutture di Prossimità e delle Forme Associative nell Assistenza Territoriale

Management delle Strutture di Prossimità e delle Forme Associative nell Assistenza Territoriale - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - AREA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE, SANITÀ E NON

Dettagli

Soggetto proponente (docente, gruppo di docenti e struttura didattica) Facoltà di Pianificazione del Territorio, prof.

Soggetto proponente (docente, gruppo di docenti e struttura didattica) Facoltà di Pianificazione del Territorio, prof. Soggetto proponente (docente, gruppo di docenti e struttura didattica) Facoltà di Pianificazione del Territorio, prof. Luigi Di Prinzio Titolo del master Informazione Ambientale e Nuove Tecnologie II livello

Dettagli

DIPARTIMENTO 25123 BRESCIA Partita IVA 14/15. iniziato, come. fa specifico. paragrafo 2.2. stesso. valutazione. rispondenza.

DIPARTIMENTO 25123 BRESCIA Partita IVA 14/15. iniziato, come. fa specifico. paragrafo 2.2. stesso. valutazione. rispondenza. REGOLAMENTO PER L AMMISSIONE ALLE LAUREE MAGISTRALI IN INGEGNERIA 14/15 (Approvato dal CCSA di ingegneria Industriale del 17/7/2014) 1. PREMESSA E NORME GENERALI 1.1. Norme e principi di riferimento Il

Dettagli

ARTICOLO 1 Ambito di applicazione

ARTICOLO 1 Ambito di applicazione REGOLAMENTO STUDENTI DELL UNIVERSITA DEGLI STUDI DI MILANO Approvato dal Senato Accademico con delibera del 10 giugno 2008 e modificato con delibera del Senato Accademico del 14 giugno 2011 Decreto rettorale

Dettagli

Destinazione: IRLANDA. art. 1 SOGGETTO PROPONENTE E OGGETTO. indice una selezione

Destinazione: IRLANDA. art. 1 SOGGETTO PROPONENTE E OGGETTO. indice una selezione AVVISO DI SELEZIONE PER L ATTUAZIONE DEL PROGRAMMA LEONARDO DA VINCI Progetto M.E.D. Progetto nr. LLP-LdV-PLM-11-IT-254 Titolo M.E.D. (N. LLPLink 2011-1-IT1-LEO02-01757) Destinazione: IRLANDA art. 1 SOGGETTO

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 1115 Prot. n 8165 Data 23.04.2009 Titolo III Classe V UOR Post Laurea - Master VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004,

Dettagli

BANDO PER L'AMMISSIONE AI CORSI DI LAUREA IN INGEGNERIA

BANDO PER L'AMMISSIONE AI CORSI DI LAUREA IN INGEGNERIA UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI BRESCIA ANNO ACCADEMICO 2013/2014 BANDO PER L'AMMISSIONE AI CORSI DI LAUREA IN INGEGNERIA Sono aperte le immatricolazioni per l anno accademico 2013/2014 ai corsi di laurea in

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DEGLI INSEGNAMENTI NEI CORSI DI STUDIO DELL OFFERTA FORMATIVA. Titolo I Norme comuni

REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DEGLI INSEGNAMENTI NEI CORSI DI STUDIO DELL OFFERTA FORMATIVA. Titolo I Norme comuni REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DEGLI INSEGNAMENTI NEI CORSI DI STUDIO DELL OFFERTA FORMATIVA Titolo I Norme comuni Art. 1 Oggetto e finalità del Regolamento 1. Il presente regolamento disciplina il conferimento

Dettagli

CenTer - SCHEDA DOCUMENTO

CenTer - SCHEDA DOCUMENTO CenTer - SCHEDA DOCUMENTO N 2467 TIPO DI DOCUMENTO: PROGRAMMA CORSO DI FORMAZIONE TIPOLOGIA CORSO: Corso universitario TIPO DI CORSO: Master di 1 Livello TITOLO: Gestione Integrata dei Patrimoni Immobiliari

Dettagli

TABELLA B A) TITOLI DI STUDIO D ACCESSO

TABELLA B A) TITOLI DI STUDIO D ACCESSO TABELLA B TABELLA DI VALUTAZIONE DEI TITOLI PER L INCLUSIONE NELLE GRADUATORIE DI CIRCOLO E DI ISTITUTO DI III FASCIA (ivi compreso l insegnamento di strumento musicale nella scuola media), VALIDE PER

Dettagli

MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT

MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT edizione 2015 Foto di Benedetta Pitscheider Se il tuo futuro è lo spettacolo, il tuo presente è il Master in Performing Arts Management in collaborazione con OSMOSI

Dettagli

VERBALE DELLA RIUNIONE DEL NUCLEO DI VALUTAZIONE DELL UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BERGAMO. Verbale n. 1/2012

VERBALE DELLA RIUNIONE DEL NUCLEO DI VALUTAZIONE DELL UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BERGAMO. Verbale n. 1/2012 VERBALE DELLA RIUNIONE DEL NUCLEO DI VALUTAZIONE DELL UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BERGAMO Verbale n. 1/2012 Il giorno 20 marzo 2012 alle ore 15.00 presso la sede universitaria di Via dei Caniana n. 2, si

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI VERONA DIREZIONE STUDENTI - AREA POST-LAUREAM

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI VERONA DIREZIONE STUDENTI - AREA POST-LAUREAM MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT PER FUNZIONI DI COORDINAMENTO DELLE PROFESSIONI SANITARIE SEDE DI TRENTO A.A. 2012/13 Livello I Durata Annuale CFU 60 (1 anno) ANAGRAFICA DEL CORSO - A Lingua Italiano

Dettagli

Cambiare corso universitario: la mobilità come riorientamento e second chance Una ricerca su 410.000 studenti della Sapienza

Cambiare corso universitario: la mobilità come riorientamento e second chance Una ricerca su 410.000 studenti della Sapienza Cambiare corso universitario: la mobilità come riorientamento e second chance Una ricerca su 410.000 studenti della Sapienza Giuseppe Carci La mobilità universitaria tra dispersione e riorientamento Con

Dettagli

CORSO DI LAUREA (270/2004) - STATISTICA MATEMATICA E TRATTAMENTO INFORMATICO DEI DATI - IL CORSO DI STUDIO IN CIFRE: IMMATRICOLATI

CORSO DI LAUREA (270/2004) - STATISTICA MATEMATICA E TRATTAMENTO INFORMATICO DEI DATI - IL CORSO DI STUDIO IN CIFRE: IMMATRICOLATI CORSO DI LAUREA (270/2004) - STATISTICA MATEMATICA E TRATTAMENTO INFORMATICO DEI DATI - IL CORSO DI STUDIO IN CIFRE: IMMATRICOLATI 2011/2012 2012/2013 2013/2014 Iscritti I anno I volta Iscritti totali

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 2185 Prot. n 25890 Data 30.06.2014 Titolo III Classe V UOR SOFPL VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004, n. 270;

Dettagli

Università degli Studi di Siena CORSO DI PERFEZIONAMENTO IN STRUMENTI STATISTICI PER L ANALISI DELLA QUALITÀ PERCEPITA IN SANITÀ A.A.

Università degli Studi di Siena CORSO DI PERFEZIONAMENTO IN STRUMENTI STATISTICI PER L ANALISI DELLA QUALITÀ PERCEPITA IN SANITÀ A.A. Università degli Studi di Siena CORSO DI PERFEZIONAMENTO IN STRUMENTI STATISTICI PER L ANALISI DELLA QUALITÀ PERCEPITA IN SANITÀ A.A. 2011/2012 Art. 1 Oggetto del bando 1. L Università degli Studi di Siena

Dettagli

IT GOVERNANCE & MANAGEMENT

IT GOVERNANCE & MANAGEMENT IT GOVERNANCE & MANAGEMENT BOLOGNA BUSINESS school Dal 1088, studenti da tutto il mondo vengono a studiare a Bologna dove scienza, cultura e tecnologia si uniscono a valori, stile di vita, imprenditorialità.

Dettagli

ISTRUZIONE SUPERIORE Qualifications Framework for the European Higher Education Area

ISTRUZIONE SUPERIORE Qualifications Framework for the European Higher Education Area Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Dipartimento per l università, l alta formazione artistica, musicale e coreutica e per la ricerca ISTRUZIONE SUPERIORE Qualifications Framework

Dettagli

REGOLAMENTO SUI CULTORI DELLA MATERIA

REGOLAMENTO SUI CULTORI DELLA MATERIA Articolo 1 Ambito di applicazione REGOLAMENTO SUI CULTORI DELLA MATERIA 1. Il presente Regolamento disciplina le modalità di nomina dei Cultori della materia e le loro attività. Articolo 2 Funzioni 1.

Dettagli

GUIDA ALLA CARRIERA E AI SERVIZI AGLI STUDENTI

GUIDA ALLA CARRIERA E AI SERVIZI AGLI STUDENTI GUIDA ALLA CARRIERA E AI SERVIZI AGLI STUDENTI ANNO ACCADEMICO 2013/2014 GUIDA ALLA CARRIERA E AI SERVIZI AGLI STUDENTI ANNO ACCADEMICO 2013/2014 SOMMARIO L UNIVERSITÀ DI TRENTO 7 IL SISTEMA UNIVERSITARIO

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO Anno Accademico 2014 2015 X Edizione MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI In collaborazione con Federazione Relazioni Pubbliche Italiana DIRETTORE: Prof. Gennaro Iasevoli

Dettagli

Avviso di selezione per n. 4 contratti di collaborazione a progetto della Fondazione Bologna Business School.

Avviso di selezione per n. 4 contratti di collaborazione a progetto della Fondazione Bologna Business School. Avviso 2014C-01 del 30/12/2014 Avviso di selezione per n. 4 contratti di collaborazione a progetto della Fondazione Bologna Business School. La Fondazione Bologna University Business School (d ora in poi

Dettagli

CONTRATTO CON LO STUDENTE A.A. 2014/2015

CONTRATTO CON LO STUDENTE A.A. 2014/2015 Si ricorda che alla domanda d iscrizione dovranno essere allegate 2 copie originali di questo contratto, tutte debitamente firmate dallo studente nelle parti indicate. CONTRATTO CON LO STUDENTE A.A. 2014/2015

Dettagli

Supplemento ordinario alla Gazzetta Ufficiale n. 24 del 31 gennaio 2011 - Serie generale DELLA REPUBBLICA ITALIANA. Roma - Lunedì, 31 gennaio 2011

Supplemento ordinario alla Gazzetta Ufficiale n. 24 del 31 gennaio 2011 - Serie generale DELLA REPUBBLICA ITALIANA. Roma - Lunedì, 31 gennaio 2011 Supplemento ordinario alla Gazzetta Ufficiale n. 24 del 31 gennaio 2011 - Serie generale Spediz. abb. post. 45% - art. - 1, art. comma 2, comma 1 20/b Legge 27-02-2004, 23-12-1996, n. n. 46-662 Filiale

Dettagli

Gianluca Nardone curriculum vitae 12 luglio 2013. 0. Profilo Sintetico... 2. I. Precedenti esperienze didattiche (ultimi 5 anni)...

Gianluca Nardone curriculum vitae 12 luglio 2013. 0. Profilo Sintetico... 2. I. Precedenti esperienze didattiche (ultimi 5 anni)... INDICE 0. Profilo Sintetico... 2 I. Precedenti esperienze didattiche (ultimi 5 anni)... 3 II. Titoli scientifici o di progettazione (ultimi 5 anni)... 4 III. Titoli di formazione post- laurea... 6 IV.

Dettagli

Domande e risposte sui Master universitari della Sapienza

Domande e risposte sui Master universitari della Sapienza Domande e risposte sui Master universitari della Sapienza Che cos è un Master Universitario? Il Master Universitario è un corso di perfezionamento scientifico e di alta qualificazione formativa, finalizzato

Dettagli

Master in Management del Turismo 9a edizione ROMA

Master in Management del Turismo 9a edizione ROMA Master in Management del Turismo 9a edizione ROMA Inizio master: 26 ottobre 2015 chiusura selezioni: 01 ottobre 2015 La SESEF è una scuola di management, socia ASFOR, con 12 anni di esperienza, che svolge

Dettagli

CORSO DI LAUREA IN BENI ENOGASTRONOMICI D.M. n. 270/2004

CORSO DI LAUREA IN BENI ENOGASTRONOMICI D.M. n. 270/2004 CORSO DI LAUREA IN BENI ENOGASTRONOMICI D.M. n. 270/2004 REGOLAMENTO PER LO SVOLGIMENTO DEL TIROCINIO E DELL ESAME FINALE PER IL CONSEGUIMENTO DEL TITOLO DI STUDIO Art. 1 Ambito di applicazione Il presente

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO

REGOLAMENTO PER IL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO Art. 1 - Finalità e ambito di applicazione Il presente Regolamento, emanato ai sensi della legge 9 maggio 1989, n. 168, disciplina, in armonia con i principi generali stabiliti dalla Carta Europea dei

Dettagli

Sardegna Impresa e Sviluppo BIC Sardegna SpA

Sardegna Impresa e Sviluppo BIC Sardegna SpA Sardegna Impresa e Sviluppo BIC Sardegna SpA AVVISO PUBBLICO Selezione di Statistici junior BIC Sardegna SpA, Soggetto Attuatore dell intervento IDMS, Sistema Informativo dell indice di Deprivazione Multipla

Dettagli

REGOLAMENTO DI ATENEO SUL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO

REGOLAMENTO DI ATENEO SUL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO UNIVERSITA DEGLI STUDI DI SASSARI REGOLAMENTO DI ATENEO SUL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO Testo approvato definitivamente dal Senato Accademico e dal Consiglio di Amministrazione rispettivamente

Dettagli

Regolamento per il riconoscimento di Crediti Formativi Accademici nei Corsi di Diploma accademico di primo e di secondo livello

Regolamento per il riconoscimento di Crediti Formativi Accademici nei Corsi di Diploma accademico di primo e di secondo livello Istituto Superiore di Studi Musicali "P. Mascagni" - Livorno Regolamento per il riconoscimento di Crediti Formativi Accademici nei Corsi di Diploma accademico di primo e di secondo livello Via Galilei

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PERUGIA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PERUGIA UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PERUGIA REGOLAMENTO PROCEDURE TERMINI E TASSE (Modificato con D.R. n.1508 del 31/07/2013) INDICE PARTE I NORME GENERALI Art. 1 Art. 2 Ambito di applicazione Definizioni PARTE

Dettagli

Rapporto di Riesame - frontespizio

Rapporto di Riesame - frontespizio Rapporto di Riesame - frontespizio Denominazione del Corso di Studio : TECNOLOGIE ALIMENTARI Classe : L26 Sede : POTENZA - Scuola di Scienze Agrarie, Forestali, Alimentari ed Ambientali - SAFE Primo anno

Dettagli

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT IT PROCESS EXPERT 1. CARTA D IDENTITÀ... 2 2. CHE COSA FA... 3 3. DOVE LAVORA... 4 4. CONDIZIONI DI LAVORO... 5 5. COMPETENZE... 6 Quali competenze sono necessarie... 6 Conoscenze... 8 Abilità... 9 Comportamenti

Dettagli

ALLEGATO 2 A) TITOLI ABILITANTI DI ACCESSO ALLA GRADUATORIA

ALLEGATO 2 A) TITOLI ABILITANTI DI ACCESSO ALLA GRADUATORIA ALLEGATO 2 TABELLA DI VALUTAZIONE DEI TITOLI DELLA TERZA FASCIA DELLE GRADUATORIE AD ESAURIMENTO DEL PERSONALE DOCENTE ED EDUCATIVO DELLE SCUOLE ED ISTITUTI DI OGNI ORDINE E GRADO, APPROVATA CON D.M 27

Dettagli

Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management

Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management Lezione di Corporate e Investment Banking Università degli Studi di Roma Tre Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management Massimo Caratelli, febbraio 2006 ma.caratelli@uniroma3.it

Dettagli

AUTOVALUTAZIONE, VALUTAZIONE E ACCREDITAMENTO DEL SISTEMA UNIVERSITARIO ITALIANO

AUTOVALUTAZIONE, VALUTAZIONE E ACCREDITAMENTO DEL SISTEMA UNIVERSITARIO ITALIANO AUTOVALUTAZIONE, VALUTAZIONE E ACCREDITAMENTO DEL SISTEMA UNIVERSITARIO ITALIANO Documento approvato dal Consiglio Direttivo dell ANVUR il 09 gennaio 2013 FINALITA DEL DOCUMENTO Questo documento riassume

Dettagli

PREMESSA QUADRO NORMATIVO

PREMESSA QUADRO NORMATIVO RACCORDI TRA I PERCORSI DEGLI ISTITUTI PROFESSIONALI E I PERCORSI DI ISTRUZIONE E FORMAZIONE PROFESSIONALE: L ACCORDO IN SEDE DI CONFERENZA UNIFICATA DEL 16 DICEMBRE 2010 PREMESSA Il 16 dicembre scorso

Dettagli

Emanuela Stefani - Fondazione CRUI Vincenzo Zara - Università del Salento

Emanuela Stefani - Fondazione CRUI Vincenzo Zara - Università del Salento Emanuela Stefani - Fondazione CRUI f Vincenzo Zara - Università del Salento LA RIFORMA UNIVERSITARIA LA NORMATIVA NAZIONALE La normativa nazionale Riferimenti normativi Corsi di Laurea Corsi di Laurea

Dettagli

INDICAZIONI OPERATIVE ALLE COMMISSIONI DI ESPERTI DELLA VALUTAZIONE PER L ACCREDITAMENTO PERIODICO DELLE SEDI E DEI CORSI DI STUDIO

INDICAZIONI OPERATIVE ALLE COMMISSIONI DI ESPERTI DELLA VALUTAZIONE PER L ACCREDITAMENTO PERIODICO DELLE SEDI E DEI CORSI DI STUDIO INDICAZIONI OPERATIVE ALLE COMMISSIONI DI ESPERTI DELLA VALUTAZIONE PER L ACCREDITAMENTO PERIODICO DELLE SEDI E DEI CORSI DI STUDIO 1. Attività di valutazione delle Commissioni di Esperti della Valutazione

Dettagli

Schema Professionista della Security Profilo Senior Security Manager - III Livello

Schema Professionista della Security Profilo Senior Security Manager - III Livello STATO DELLE REVISIONI rev. n SINTESI DELLA MODIFICA DATA 0 05-05-2015 VERIFICA Direttore Qualità & Industrializzazione Maria Anzilotta APPROVAZIONE Direttore Generale Giampiero Belcredi rev. 0 del 2015-05-05

Dettagli

Formazione Su Misura

Formazione Su Misura Formazione Su Misura Contattateci per un incontro di presentazione inviando una mail a formazione@assoservizi.it o telefonando ai nostri uffici: Servizi alle Imprese 0258370-644.605 Chi siamo Assoservizi

Dettagli

Il Ministro dell Università e della Ricerca

Il Ministro dell Università e della Ricerca VISTO il decreto legge 18 maggio 2006, n. 181, convertito dalla legge 17 luglio 2006, n. 233 ed in particolare l articolo 1, comma 8; VISTO l'articolo 17, comma 95, della legge 15 maggio 1997, n. 127 e

Dettagli

CONTRATTO CON LO STUDENTE

CONTRATTO CON LO STUDENTE Si ricorda che alla domanda d iscrizione dovranno essere allegate 2 copie originali di questo contratto, tutte debitamente firmate dallo studente nelle parti indicate. CONTRATTO CON LO STUDENTE Il presente

Dettagli