Il lungo lago è libero!

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Il lungo lago è libero!"

Transcript

1 Anno VIII - Numero 1 - Marzo 2010 Notiziario del comune di Menaggio - Via Lusardi, Menaggio (CO) - Registrazione del Tribunale di Como n. 3/2003 Poste Italiane Spa - Spedizione in Abbonamento postale - 70% - DCB COMO - Direttore Responsabile: Alberto Bobba - Grafica/Stampa: in primo piano Carissime concittadine, carissimi concittadini, sono trascorsi alcuni, tanti mesi, dall ultimo incontro e scambio di opinioni avvenuto tramite il nostro giornalino e molti di Voi si saranno chiesti come mai di questo ritardo. Per precisa scelta dell Amministrazione comunale, considerato il particolare momento economico di recessione generalizzata, in cui tutto si deve ponderare, soprattutto le spese, abbiamo deciso di uscire con la pubblicazione del Qui Menaggio solamente 3 volte all anno. Ci si è messa poi di mezzo anche la tecnologia. Bella cosa l informatica ed i computer ma quando decidono di saltare, lo fanno senza preavviso e soprattutto senza alcuna possibilità di poter riparare il danno. E successo così che tutto il lavoro, di un intero numero, sia malauguratamente scomparso nel nulla. Lascio a Voi immaginare che cosa possa aver detto e fatto l amico Spaggiari quando se ne è accorto. Doppio lavoro ma finalmente siamo pronti a raccontare: fatti e misfatti; suggerimenti e critiche; attività culturali e sportive e a proposito, iniziamo proprio dallo sport, con i complimenti all A.C Menaggio per la partecipazione al campionato di Promozione, così come alle ragazze della pallavolo che si stanno distinguendo nel relativo torneo provinciale e non dimentichiamo i canottieri che hanno portato alcuni atleti ai vertici nazionali ed internazionali. Meno fortuna hanno avuto in questo lasso di tempo gli Amici di Croce e del CSI, ma per loro il tempo sarà foriero di soddisfa- continua a pag. 2 sommario Il lungo lago è libero! 6 IO NON RIFIUTO, IO RICICLO 11 ASSOCIAZIONE ARTE LARIO 8 SUMMER SCHOOL 31 SOCCORSO ALPINO

2 segue da pag. 1 zioni, ne sono certo. Complimenti anche agli altri nostri atleti, di cui purtroppo non ho molte notizie (per colpa mia). Complimenti anche al CAI, nelle sue varie sfaccettature ed attività, dove molti dei nostri istruttori si stanno distinguendo per alta professionalità. Una particolare menzione onore all attività dell Oratorio, che cresce i nostri figli. Ci siamo lasciati in procinto di ritornare al voto amministrativo e ci ritroviamo oggi con la stessa maggioranza consiliare surrogata dall innesto di volti ed idee nuove. Cambiata è pure la minoranza e cambiato è pure il rapporto all interno del consiglio comunale, dove la dialettica non è certo mancata. Inutile dire che rinnovo calorosamente l invito alla popolazione a partecipare a questi momenti di confronto, anche se comprendo che l assenza non sia dovuta a mancato interesse ma alla fiducia che la popolazione votante ripone nell Amministrazione comunale. Per questo ringrazio. Troverete all interno del giornalino alcuni spazi giustamente riservati ai componenti dell opposizione. Siamo certi che saranno suggerimenti costruttivi e non solo critiche infondate, per il bene comune. Permettetemi però, a questo, punto una breve considerazione sull atteggiamento assunto dalla minoranza in questi mesi: Dio salvi la Regina, cantano gli Inglesi; Dio salvi la minoranza consiliare, dico io insieme a tutti i menaggini. Spesso sono assalito da dubbi sconfortanti: ma come abbiamo potuto amministrare per anni senza i loro insegnamenti? Ma come ho potuto farcela senza di loro? Mi consolo pensando che, invero, fin qui, hanno molto polemizzato con la solita verbosità e prolissità inconcludente, senza aver mai proposto nulla di concreto, di realizzabile. Mi rinfranco pensando che, d altra parte, cinque anni di amministrazione e di realizzazioni e di fatti sono sotto gli occhi di tutti e che il voto dello scorso giugno, beh, vorrà pur dire qualcosa. E allora nessuna preoccupazione in tal senso: siamo troppo impegnati a FARE ed a far BENE. Siamo convinti, per averlo verificato alla prova delle Urne, che alcuni chiacchierano ma gli ELETTORI SCELGONO. Nel frattempo ha riaperto il Lido Giardino e l estate turistica ha viaggiato a gonfie vele. Abbiamo tutti notato quanti turisti cenavano nei nostri ristoranti e quanti hanno partecipato alle varie iniziative della Pro Loco o quanti solamente passeggiavano sul lungo lago o hanno fatto un giretto sino a Tremezzo sul trenino (a proposito quante polemiche per un iniziativa meravigliosa). Da novembre in poi, quà, qualcosa è cambiato. Per svariate motivazioni si è vista sempre meno gente nel nostro paese. Per questo stiamo analizzando e lavorando con le varie associazioni e con la politica per ampliare il periodo turistico ricettivo così importante per la nostra economia, per far Vivere Menaggio. Economia che significa anche risparmio per le nostre famiglie. Ecco allora l interessamento per cercare di diminuire la pressione fiscale sui cittadini per lo smaltimento dei rifiuti. Siamo in prima fila nello studio di possibilità alternative all attuale sistema per cui, per noi la smaltimento dei rifiuti è solo un onere e per altri è una vendita di materie prime, con relativi guadagni. Contateci, non ci arrenderemo facilmente. Per ultimo, per non abusare del Vostro tempo e della Vostra sopportazione, perché potremmo parlare per intere pagine del PGT, della ex-cava di Nobiallo, della scuola materna (chiusi i lavori interni si provvederà all ultimazione di quelli esterni) e di tantissime altre iniziative in atto - a proposito avete potuto vedere le piazzole dei bus di nuovissima realizzazione, non sono poi così mal concepite e realizzate? vero? - parliamo, invece, un attimo della spasmodica attesa che pervade tutta la maggioranza. Entro il mese di marzo dovremmo ricevere dalla Regione Lombardia la comunicazione, speriamo positiva, del contributo richiesto per un opera fondamentale per il nostro paese, inizio di un effetto domino su altre fondamentali iniziative (leggasi scuole) che è il rifacimento del campo sportivo con annessi parcheggi sotterranei, servizi sportivi, viabilistici e di produzione energetica alternativa a servizio di impianti pubblici comunali. Ringrazio tutti per l attenzione, rinnovo a tutti i miei più fervidi auguri perché questo prossimo futuro possa portare benessere e salute a tutti noi rinnovo la mia personale disponibilità all ascolto. Il Vostro Sindaco Alberto Bobba 2 DALLA CASA COMUNALE

3 Gli anziani applaudono i missionari laici consegnato il premio Santo Stefano Anche quest anno in occasione della Festa degli Anziani presso l Albergo Victoria dove, dopo la Messa, si sono radunati in quasi 300, è stato consegnato il Premio Santo Stefano Comune di Menaggio (con nuovo look). Il riconoscimento è stato assegnato ai nostri missionari laici (coincidenza ha voluto che fosse la giornata cristiana Missioni senza Confini ) Giuseppina Selva, che opera da circa trent anni in India occupandosi di bambini negli ospedali e Tino Ortelli che già nel 1991 ha seguito Padre Ugo in Perù nell ospedale di Chacas. In questa circostanza è stato distribuito un volantino con il nuovo programma predisposto dalla Commissione Anziani in collaborazione con le Associazioni di Volontariato che operano sul territorio, in cui spiccano alcune novità, come l organizzazione per assistere a rappresentazioni teatrali alla Scala, buoni sconto nel supermercato menaggino Il Pellicano, riservato ai possessori della Carta d Argento, ed altre future iniziative quali il trasporto dalle varie frazioni al centro in giorni prestabiliti ad opera di volontari che hanno giàdato la loro disponibilità, così preziosa ed apprezzata, per questo servizio. Donata e Paola Nella luminosità di una giornata ventosa ma non fredda di ottobre, abbiamo ritrovato l atmosfera calda ed amichevole nei saloni dell albergo Victoria. Il panorama incantevole del nostro stupendo lago ha fatto da cornice, tersa e bellissima, alla nostra festa. Ringraziamo ancora sentitamente ancora tutti gli organizzatori. E stata veramente una festa gioiosa che ha rallegrato tutti i partecipanti. Il Signore Vi rimeriti e Vi protegga con le Sue benedizioni Per quest anno: stessa spiaggia, stesso mare celesti. Grazie anche per le altre iniziative e gli incontri favorevoli ad un tramonto più sereno. A nome di tutti. Lidia Castelletti in Baratelli La Romagna è la terra dell ospitalità e del divertimento: mare, relax e buona cucina. Così recitava il depliant dell Albergo Missouri di Igea Marina e così è stato. Quest anno si è cambiato mare e con nostro grande piacere è stato veramente un soggiorno positivo. Non tutti pensavano che lasciare la vecchia strada per la nuova fosse una buona idea ma tutti, alla fine, sono stati veramente soddisfatti e contenti tanto che abbiamo già riservato per il prossimo maggio 2010: stessa spiaggia, stesso mare e lo stesso albergo. Sperando solamente che il Buon Dio sia clemente col tempo, come lo è stato quest anno, per cui a noi resta solo il desiderio di ritornare per trascorrere ancora quindici giorni di riposo e allegria, conditi dalla buona cucina della famiglia Magnani. Donata e Paola Mi ha colpito la frase pronunciata da una delle accompagnatrici durante il viaggio di ritorno dal soggiorno marino. Diceva, più o meno, così :.. non ho mai visto in questi ultimi cinque anni gli anziani di Menaggio così soddisfatti e contenti. Non che le altre volte ci si sia trovati male ma l accoglienza, il trattamento famigliare, il calore tutto romagnolo ed una formidabile cucina, hanno fatto sì che questa vacanza marina sia stata una delle più belle. Anche il bel tempo ci ha dato una mano: eccetto due giorni piovosi e qualche pomeriggio un po imbronciato, un bel sole ci ha accompagnato durante le ore trascorse in spiaggia. Doveroso un sentito ringraziamento all Amministrazione Comunale ed a tutti coloro che hanno collaborato e ci hanno accompagnato e seguito con molto affetto. L augurio spontaneo è che si continui così e quindi un arrivederci all anno prossimo con l auspicio per tutti per una duratura e serena salute. Capogruppo Federico Salici DALLA CASA COMUNALE 3

4 Guerre, migrazioni e crisi economica e ora ci tolgono anche il crocefisso... Malgrado siano passati quattro mesi dalla ricorrenza del quattro novembre, pubblichiamo di seguito il testo del discorso letto dal sindaco Alberto Bobba. Oggi, come ogni anno, celebriamo la ricorrenza, onorando le Forze Armate e ringraziando quei nostri avi che, novant anni fa, hanno sofferto, combattuto e sono morti per l Unità della Patria e la Libertà dei suoi cittadini. Uomini del sud a fianco di quelli del nord, uniti da un unico sentimento di amore per la Libertà, fino a donare la propria vita, accomunati dalla voglia di respingere il nemico invasore oltre i confini. Oggi, dove le popolazioni sono assolutamente eterogenee e multirazziali, dove i confini fra gli Stati sono, in molti casi, solamente delle linee tracciate sulle carte geografiche, parlare di difesa dei confini sembra anacronistico o quanto meno tardivo. E infatti evidente che un invasione, silenziosa quanto si voglia, di genti con altri usi, costumi e religioni c è stata; così com è evidente che tutto ciò ha acuito alcuni conflitti, sociali ed economici soprattutto, specialmente nelle aree metropolitane ma anche in quelle periferiche col rischio di portare al fallimento del vivere comune e della società civile, quando alla giusta accoglienza si sostituisce la rassegnazione. Ecco allora che ricuperare il sentimento comune di Patria, nel ricordo dei Caduti di tutte le guerre, diventa non solo importante ma oltremodo necessario. In questo contesto permettetemi di ricordare che fra due anni ricorrerà il 150 anniversario della proclamazione dell Unità d Italia e che il 4 novembre 1918 si completò l unità territoriale della Nazione. A distanza di 150 anni e di 90 anni da quegli eventi, vale la pena spendere qualche minuto di riflessione per verificare a che punto siamo. Si dice che la Storia sia maestra di vita, sarà proprio vero? Dopo il Risorgimento e la Grande Guerra, eventi gloriosi ma insieme tragici, una dittatura, un altra guerra, una guerra civile e altri lutti, dolori, distruzioni e spargimenti di sangue. Una lunga e lenta ricostruzione, non priva di ombre e di violenze; il terrorismo, gli anni di piombo e poi il dissesto di Istituzioni, bene o male consolidate, che ci avevano accompagnati fuori dal peggio e quindi un nuovo tentativo di ripresa. Fin qui, sinteticamente e per titoli, gli avvenimenti che ci portano all oggi, dove le prospettive sono tutt altro che confortanti. Attanagliati da una crisi mondiale economico-finanziaria che sarà ancora difficile, lunga e dura da superare; minacciati sempre da bolle finanziarie che potrebbero scoppiare qua e là; con un Europa di basso profilo e corto respiro che non vuole avere una visione globale della situazione interna ed internazionale ma dove ogni nazione pensa al proprio tornaconto personale ed immediato; dove un organismo interno ad essa ma estremamente importante come la Corte Europea dei Diritti dell Uomo, si permette un inqualificabile ingerenza politica, con la scioccante sentenza di dover togliere il CROCEFISSO dalle scuole italiane, contravvenendo non solo a quanto sottoscritto con il Concordato fra lo Stato Italiano e lo Stato Città del Vaticano del 1929 e sancito dalla Costituzione Italiana; ma contravvenendo soprattutto alla volontà di milioni di italiani che credono nella pace e nell amore di cui il Crocefisso è segno e simbolo; con un America che sembra vacillare nella propria leadership e lo dico sinceramente dispiaciuto perché in tanti, trasversalmente, abbiamo creduto nel nuovo Presidente, cui è stato assegnato un premio Nobel per la pace, preventivo, con il risultato di metterlo in evidente e grave difficoltà; dove la politica delle mani tese non solo non ha dato i risultati sperati ma al contrario, in alcuni casi, ha rinvigorito la prepotenza e l aggressività degli stati canaglia. Ecco, in questa situazione, non è facile agire e sperare. Intanto si continua a morire; come a Kabul, dove vittime innocenti di un odio disumano e senza senso, perdono la vita nel tentativo di ristabilire un minimo di ordine, di convivenza civile, di pace duratura. O come in Sudan, dove Missionari religiosi e laici, impegnati allo spasimo nel soccorrere ed alleviare le sofferenze di popolazioni martoriate da dittature feroci e da guerre tribali senza fine, vengono crocefissi solo per l appartenenza ad un altra razza e ad un altra religione. Tutto questo nel silenzio indifferente della nostra stampa, troppo indaffarata ad infilarsi fra le lenzuola e le mutande di personaggi più o meno politici, più o meno di alto livello, non importa chi sia, pur che faccia pettegolezzo e tiratura, salvo poi inscenare piagnistei sulla libertà di Stampa. Ma arriviamo a parlare di casa nostra, dove le cose non vanno meglio, perché la Politica, quella con la P maiuscola, fatta di scontri ideologici, filosofici, culturali, programmatici, scontri molto duri ma concreti e fattivi, è stata sostituita dalla denigrazione e dalla calunnia nei 4 DALLA CASA COMUNALE

5 Crocefisso imbavagliato a scuola? il comune di Menaggio dice di no! segue da pag. 4 confronti dell avversario per delegittimarlo, indipendentemente da ogni altra considerazione, infischiandosene degli interessi legittimi, reali e concreti del popolo elettore, definito sovrano solo per una falsa retorica, scritta ma non applicata. E allora viene da chiedersi: ne valeva la pena di tanta sofferenza, di tanto dolore, di tante distruzione, di tanto sangue, di tanti sacrifici? Senza falsa retorica, rispondo: SI! Perché da tali esempi, in giorni di guerra come in giorni di pace, possiamo trarre segni per comportamenti corretti, leali, onesti, per raddrizzare una situazione che così non potrà andare avanti a lungo. Un ultima considerazione che ci riguarda direttamente. Perfettamente coscienti del nostro compito, in una situazione generale non facile, costantemente impegnati giorno per giorno nell affrontarla nel migliore dei modi, rivolgo un invito a tutti, a ciascuno di Voi, anche a coloro che pur d accordo magari lasciano, per una collaborazione aperta e sincera, che prescinda da personalismi sterili e non guardi solo all interesse del proprio orticello ma fondi le proprie motivazioni solo ed esclusivamente in un forte e profondo sentimento di appartenenza alla nostra comunità per il bene comune della nostra Menaggio. Saluto e ringrazio tutti Voi presenti a questa cerimonia, le Autorità Militari e Religiose, i rappresentanti delle Istituzioni, i rappresentanti d Arma e del Volontariato, la Scuola, le Maestre e gli Alunni. Viva l ITALIA Viva le FORZE AR- MATE Alberto Bobba Il Consiglio Comunale di Menaggio, vista la sentenza del 3/11/2009 con la quale la Corte Europea per i Diritti dell Uomo afferma come l esposizione del Crocefisso nelle aule scolastiche dello Stato Italiano costituisca una violazione dei diritti fondamentali in quanto si limita il diritto dei genitori di educare i loro figli secondo le convinzioni e il diritto degli scolari di credere o non credere respinge fermamente tali motivazioni ritenute prive di fondamento e radicalmente antieuropee ed antistoriche; ritiene il crocefisso un simbolo forte d identità nazionale per rappresentare la cultura, l eredità comune che ha unito il continente europeo nelle condivise radici cristiane; sottolinea il messaggio positivo insito nella morale della fede cristiana che trascende gli stessi valori costituzionali ed il ruolo della religione nella storia italiana ed il suo radicamento nella tradizione del paese; rimarca come la croce di cristo rappresenta valori naturali che vanno al di là del suo significato religioso e comunica un umanesimo che ha come fondamento la civile convivenza di popoli e culture diverse; approva l iniziativa del governo italiano affinchè ricorra nelle sedi deputate avverso questa ingiusta sentenza; impegna il presidente e la giunta a sostenere ogni iniziativa volta a difendere il crocefisso quale segno fondamentale della cultura e dell identità nazionale e a tutelare nei modi più appropriati un simbolo irrinunciabile della propria identità e della millenaria tradizione cristiana; si impegna a mantenere e diffondere l esposizione del crocefisso in tutte le scuole pubbliche di ogni ordine e grado ed in tutti gli edifici e locali pubblici. DALLA CASA COMUNALE 5

6 Non rifiuto: io riciclo! la differenziata cresce ma non basta Nella tabella a fianco troverete i dati relativi alla raccolta dei rifiuti effettuata nell anno I quantitativi, espressi in chilogrammi, ci mostrano le reali dimensioni dell affare rifiuti a livello locale e, forse o almeno in parte, possono aiutarci a capire l elevato costo che grava sulle nostre spalle di contribuenti relativamente agli oneri derivanti dalla raccolta e dallo smaltimento dell immondizia quotidianamente prodotta nelle nostre abitazioni. Analizzando nel dettaglio tali dati, non possiamo che apprezzare la continua crescita della raccolta differenziata che ci ha portato, nell anno 2008, a raggiungere l interessante percentuale del 29% rispetto al quantitativo globale dei rifiuti raccolti, segno tangibile di un aumentata sensibilità da parte della popolazione riguardo a questo tema tanto delicato e di rilevante impatto ambientale. Complimenti, pertanto, ai Menaggini virtuosi che, con il proprio impegno quotidiano, hanno contribuito e contribuiscono alla buona riuscita della raccolta differenziata sul nostro territorio. Tanto è stato fatto ma la strada è ancora lunga e, di fatto, ognuno di noi è chiamato ad impegnarsi per fare di più e meglio Differenziare i rifiuti all origine è il contributo che ognuno di noi deve elargire all ambiente in cui vive al fine di preservarlo dall inquinamento e, soprattutto, dal continuo RIFIUTI NON DIFFERENZIATI Rifiuti solidi urbani Ingombranti TOTALE RIFIUTI DIFFERENZIATI Vetro Carta Metalli Plastica TOTALE Frigoriferi Pile (anni ) Legno Vegetali TOTALE prelievo di materie prime, concorrendo a dare nuova vita a materiali preziosi già usati ma riutilizzabili in altre forme che, altrimenti, andrebbero persi nelle forme classiche di smaltimento (incenerimento, stoccaggio in discarica, ecc.). RICICLARE = RIVIVERE, in questa Guida pratica alla Raccolta Differenziata, distribuita alle famiglie nei mesi scorsi, troverete preziosi consigli pratici per il corretto smaltimento dei vostri rifiuti. Questa Amministrazione ha voluto fortemente sostenere e promuovere la raccolta differenziata con iniziative mirate senza peraltro trascurare l impatto ambientale che la raccolta dei rifiuti impone al territorio, sostituendo, per buona parte e con notevole sforzo economico, le piazzole ordinarie con aree attrezzate da contenitori per rifiuti interrati, RACCOLTA RIFIUTI ANNO 2008 KG KG Totale raccolta NON DIFFERENZIATA Totale raccolta DIFFERENZIATA TOTALE GENERALE Produzione pro capite kg/abitante/giornaliero kg kg kg 1,25 0,08 1,33 Produzione pro capite kg/abitante/giornaliero 0,20 0,06 0,93 0,02 0,39 Produzione pro capite kg/abitante/giornaliero 1,20 0,06 0,93 49,46 51,65 71% 29% 100% volendo così dare maggiore decoro ai siti di stoccaggio provvisorio. Nell ottica generale di aumentare le attrattive della nostra amata Menaggio, vorrei sensibilizzare quella parte di cittadinanza che, con la propria maleducazione e manifesta insensibilità alle bellezze del territorio, offusca con comportamenti spesso discutibili, l impegno di tanti cittadini virtuosi e rispettosi. I Menaggini vorrebbero non dover più vedere e, soprattutto, non più mostrare alle migliaia di turisti, i seguenti esempi di inciviltà: - depositi incontrollati di rifiuti di ogni genere al di fuori degli appositi contenitori (es. cartoni, scatole, ecc.) prodotti soprattutto dalle aziende operanti sul territorio che dal turismo traggono maggiori benefici; - discarica di materiali non vegetali 6 DALLA CASA COMUNALE

7 Stagione invernale agli sgoccioli è già tempo di lavori in giardino! segue da pag. 6 e/o rifiuti generici presso l area di compostaggio di Pianmuro a Loveno, porta naturale del Parco della Val Senagra e, argomento non nuovo, al di fuori dei sabati prescritti,; - mancato rispetto del calendario della raccolta ingombranti, stoccando frequentemente tali materiali presso le piazzole di raccolta dei rifiuti di ogni via, di ogni frazione; - abominevole lancio di sacchetti di rifiuti generici nel fiume Senagra; - scarico dei sacchetti di rifiuti generici nei cestini dei rifiuti a disposizione dei passanti, peraltro sulle migliori passeggiate del paese; - escrementi animali e/o umani negli angoli meno in vista dei centri storici (Via al Lago incrocio Via Camozzi, vicolo pedonale d accesso al nuovo Ambulatorio Medico, Via per Loveno ognuno di noi ne ha le scarpe piene!); Un grazie di cuore e buon proseguimento, invece, a tutti coloro che condividono con me le motivazioni riassunte in queste righe, con l auspicio di portare Menaggio e i suoi cittadini a vivere meglio le sfide del terzo millennio, partendo anche dalle piccole cose, spesso ovvie. Fabrizio Cereghini Assessore all Ecologia e Ambiente Il comprensorio menaggino è caratterizzato dalla copresenza di bellissimi e maestosi giardini a corredo di altrettanto prestigiose residenze, misti a piccoli e graziosissimi angoli a verde posti attorno alle civili abitazioni, sicuramente non di minor pregio. Tale propensione ad abbellire le nostre dimore con fluenti e diversificate essenze, molto spesso portano disagio alle strade poste attorno ai nostri giardini e, la collettività non dovrebbe pagarne lo scotto Sovente, infatti, non siamo così attenti nel curare e mantenere il decoro delle nostre aree a verde per la parte che si affaccia verso l esterno della nostra proprietà, tanto che rami e fronde vanno a invadere la sede stradale, i marciapiedi o gli itinerari ciclo-pedonali, invadendoli e creando conseguentemente ostacolo alla libera circolazione di pedoni, ciclisti e autoveicoli, impedendo la visibilità e la leggibilità della segnaletica e, talvolta, danneggiando i corpi della pubblica illuminazione o riducendone la luminosità nelle ore notturne. Non da meno, in occasione di eventi meteorologici di particolare intensità, la caduta di tronchi, rami e alberature può provocare seri danni e, sicuramente, gravi pericoli alla circolazione possono derivare dall allagamento della sede stradale dovuta all ostruzione dei tombini, specialmente nel periodo di caduta delle foglie e, successivamente, in occasione di gelate. Lo splendore delle nostre proprietà, pertanto, non DEVE essere a carico della comunità, né in termini di maggiori oneri per la copertura delle spese di pulizia delle strade né tanto meno in forma di danno materiale a cose o persone e, soprattutto, l utente della strada deve sempre essere nelle condizioni di poter transitare in piena sicurezza, sia egli un automobilista o un pedone. Durante la scorsa stagione invernale, con propria ordinanza (n. 40/08 del , pubblicata agli Albi Pretori Comunali), il Sindaco ha posto i limiti per una corretta gestione delle aree a verde che si affacciano su strade comunali e vicinali ad uso pubblico. In sede di prima applicazione, i residenti e i proprietari di seconde case meno sensibili alla problematica sono stati invitati con lettera personalizzata ad ottemperare agli obblighi ivi contenuti e le situazioni più eclatanti sono state accompagnate da ulteriore Ordinanza soggettiva. Ricordo che è facoltà dell Amministrazione intervenire con apposita sanzione ed esecuzione forzata dei lavori con recupero coatto delle spese. Ovviamente è auspicabile che non serva ogni volta il richiamo formale dell Amministrazione Comunale! Durante il periodo autunnale ed invernale, quando i nostri bellissimi giardini si apprestano ad entrare nella fase di riposo vegetativo è il momento migliore per pensare a potature e manutenzione straordinaria di piante, arbusti e alberi d alto fusto? E, mi raccomando, ricordiamoci di provvedere alla raccolta della stagionale caduta delle foglie anche oltre confine! Fabrizio Cereghini Assessore all Ecologia e Ambiente DALLA CASA COMUNALE 7

8 Diario di un esperienza alla Summer School di Magna Carta, 1 anno dopo Ritornare da spettatore in una delle principali scuole di formazione politica a livello nazionale, quella organizzata dalla fondazione Magna Carta, è stato davvero entusiasmante e, devo dirlo, estremamente emozionante. Tornare in quel contesto da esperto e da spettatore è stato certamente un qualcosa di inaspettato ma al contempo molto, molto gradito. Infatti, l aver ricevuto l invito a partecipare come supervisore alle ultime fasi della scuola e alla cena di gala dell ultima sera è stato come ricevere un riconoscimento di stima da parte della fondazione che mai mi sarei aspettato, sinceramente. Eppure, così è stato. Pensare che solo un anno prima, tra quei banchi, in quelle stesse aule, in quei lunghi corridoi affrescati, c ero io fa un po specie è vero, sebbene ciò, va detto che aver partecipato a quella competizione mi ha lasciato tanto e mi ha fatto crescere molto. Innanzitutto ho avuto la possibilità di confrontarmi e di pormi in relazione con colleghi che, come me, hanno svolto un percorso universitario qua e là per l Italia; in secondo luogo mi sono felicemente reso conto del fatto che in Italia ci sono ancora tante teste di eccellenza e che molte hanno la mia stessa età: filosofi, pensatori, studiosi che hanno tanto da dire e tanto hanno da dare al nostro Paese ed, in ultima analisi, la scuola mi ha permesso di relazionarmi con estrema facilità e senza remora alcuna con personalità di alto spessore culturale e professionale afferenti sia alla sfera politica che a quella economica. La Summer School della Fondazione di Magna Carta è tutto questo e molto altro. Essa certamente rappresenta nel panorama nazionale uno dei migliori esempi di scuola di formazione politica di livello universitario. L indiscutibile spessore dei docenti ed il fatto che tutte le attività didattiche, e non, avvengano nel fatato complesso di Villa Tuscolana a Frascati (una ex villa papale sui colli romani trasformata negli ultimi anni in un lussuosissimo hotel) rendono necessaria un accurata selezione; la stessa, avviene attraverso un accurata selezione nazionale che permette di scegliere i candidati in base alle loro competenze, alle loro attitudini e garantisce un elevato standard qualitativo dei partecipanti. Se quest anno a Frascati erano presenti ben 75 ragazzi, l anno scorso a partecipare alle attività della scuola eravamo solamente 51 e ciò ha certamente favorito un miglior contatto con i professori, i politici e gli esperti di economia presenti. Tra le tante, rimarranno indelebilmente impressi in me gli interventi e le lezioni del Ministro Brunetta e del Ministro Sacconi che ci spronavano a raggiungere e cercare la meritocrazia, l intervento di sua eminenza il Card. Scola (Patriarca di Venezia) che con le sue parole ci ha fatto vibrare i cuori e le coscienze ed, infine, l intervento conclusivo del Senatore della Repubblica Gaetano Quagliariello, il quale ha svolto un interessante ed incoraggiante prolusione sul futuro che ci aspetta. Altro momento di indiscutibile emozione è stato quello della consegna degli attestati di partecipazione da parte dello stesso Sen. Quagliariello, in qualità di Presidente della fondazione organizzatrice. Ricevere nelle proprie mani una pergamena e stringere la mano ad un politico di così elevato spessore culturale, infatti, non è poi cosa da tutti i giorni. Insomma, sono stati giorni concitati, impegnativi ma estremamente interessanti e produttivi. Ad un anno esatto da questa esperienza l essere richiamato a partecipare insieme a pochi al- 8 INIZIATIVE

9 segue da pag. 8 tri ragazzi quale rappresentante dell edizione passata è stato, come dicevo, un onore non indifferente. A maggior ragione per il fatto che i responsabili della fondazione avrebbero potuto contattare molti ragazzi romani per i quali sarebbe stato molto più semplice raggiungere la sede della Summer School. Tutto ciò mi è di sprono a continuare i miei studi con grande passione e con grande ottimismo per il futuro. E vero siamo, o meglio siamo stati, nel bel mezzo di una crisi economica durissima, abbiamo dovuto fare sacrifici enormi per mantenerci a galla ma davanti c è un futuro migliore, un futuro di crescita. Sta a noi non farci scappare l occasione per essere tramite di questo nuovo sviluppo. Io sono ottimista, lo so, ma questo ottimismo nasce dalla consapevolezza che chi si mette in gioco, alla lunga la vince. Ognuno nel suo campo, ognuno con le sue capacità, ma ognuno saprà, se lo vuole, realizzare se stesso, ne sono certo. Anche questo ho imparato a Frascati e credo di poter trasmettere agli altri. Per questo motivo ho deciso di scrivere questo breve articolo, più che altro una pagina di diario aperta a voi tutti. Paolo Gandola Ambulatorio Medico Comunale Orario Visite Mediche Dr.ssa ZUCCHELLO Lunedì Martedì Mercoledì Giovedì Venerdì Sabato Su app. Dr. CAPONE Lunedì Martedì Mercoledì Giovedì Venerdì Sabato Per gli abitanti della fraz. CROCE, a partire da LUNEDI 11 GENNAIO, con cadenza settimanale, sarà disponibile un Volontario per accompagnare con un auto comunale, chi avesse bisogno di prestazioni Mediche, dalla frazione verso l Ambulatorio Medico di Menaggio Partenza ogni lunedì, ore dal piazzale della chiesa Ritorno ore dall Ambulatorio Medico Comunale (Previo contatto telefonico con dr Zucchello) INIZIATIVE 9

10 Don Gnocchi: una vita spesa per gli altri alunni e alpini insieme nel ricordo del sacerdote La Scuola Primaria di Menaggio, con il supporto del Gruppo Alpini, ha ricordato la figura di don Carlo Gnocchi attraverso gli elaborati degli alunni di quarta e di quinta. Le attività dei Gruppi Alpini hanno la prerogativa di mantenere fede ad un principio: ricordare sempre le gesta ed i valori di chi li ha preceduti. Ne è prova quanto organizzato dal Gruppo di Menaggio che ha appoggiato la Scuola Primaria della cittadina nel progetto: Don Carlo Gnocchi Una vita spesa per gli altri, referente la maestra Laura Bertarini (e l Alpino Ercole Spaggiari) che, con entusiasmo, ha condotto a compimento l idea. La risposta delle classi quarta e quinta ha dimostrato che quando si semina bene il raccolto è abbondante e degno di attenzione, specie quando si tratta di quei valori della Patria che oggi, spiace dirlo, sono coltivati in prevalenza solo dalla nostra Associazione; e fa piacere vedere come i responsabili scolastici ai vari livelli, siano ben lieti di collaborare per alimentare questa fiammella di italianità. Per don Carlo la gioventù fu tutto, sia agli inizi della sua carriera di sacerdote, quando non si risparmiò per condurre quasi per mano i giovani a lui affidati verso la Verità cristiana, sia da cappellano, quando al fronte si prodigò per i suoi Alpini in Grecia ed in Russia, sia quando, maturo ma non anziano, si dedicò agli orfani dei Caduti in guerra e poi ai mulattini, figli dei soldati di colore tornati in America dimentichi di quella prole, sia infine ai mutilatini, vittime innocenti di una guerra orribile che devastò l Italia anche dopo l immediato dopoguerra. Fu questo per lui il fine ultimo della vita, tanto tutti lo sanno che in punto di morte ebbe ancora la forza di dir : Amis, ve racumandi la mia baracca. Una baracca che oggi spazia in tante parti dell Italia e non solo. Gli scolari di Menaggio, attraverso disegni e scritti, hanno dimostrato di aver ben compreso questo messaggio: lo abbiamo constatato presso l Oratorio don Fiorenzo Gaggia, moderatore il generale alpino Cesare Di Dato. I responsabili, riuniti al tavolo della presidenza, il dottor Silvio Colagrande, il Sindaco Alberto Bobba, il Presidente degli Alpini di Como Achille Gregori, il Preside Aldo Marano, sono stati bersagliati da domande pertinenti da parte dei piccoli ospiti che volevano sapere, sapere e ancora sapere. Anche due reduci, gli Alpini Luigi Achler e Luigi Marconi, che conobbe personalmente don Carlo in Albania, non sono sfuggiti alla legittima curiosità degli alunni. Le domande hanno denotato l interesse dei giovanissimi per un pezzo di storia che i programmi scolastici purtroppo non trattano, oppure trattano troppo affrettatamente. Signore dell incontro è stato il dottor Silvio Colagrande, una delle due persone beneficate post mortem da don Carlo: infatti egli ha riacquistato la vista, unitamente alla signora Amabile Battistello di Cinisello Balsamo, grazie alle cornee donate dal Beato in un momento in cui i trapianti in Italia non erano consentiti. Il che ha fatto dire al moderatore che don Carlo non è andato avanti del tutto: infatti una parte di lui è ancora tra noi grazie a quella donazione. Buona la partecipazione alpina: numerosi gagliardetti della zona e, oltre ai già citati Gregori e Di Dato, naturalmente numerosi Alpini di Menaggio guidati dal Capogruppo Moreno Ortelli, ed inoltre il Consigliere Nazionale Crugnola, Frighi ed Aggio, vice presidenti della sezione di Como, Guido Valsecchi, consigliere sezionale. Fra tutti spiccavano le nostre due icone: Luigi Achler e Luigi Marconi. Cesare Di Dato 10 SCUOLA

11 Libri sempre più... al femminile! le donne menaggine leggono di più Il momento migliore è la sera prima di andare a letto o in soggiorno, nel tempo libero. Ma poi in realtà le donne leggono dove capita, all aperto come sui mezzi. Lo fanno soprattutto per piacere, per passione, per rilassarsi e divertirsi. Eppure dietro ai risultati emersi da una pubblicazione dell Aie (Associazione editori italiani), che fotografa il mondo femminile attraverso i libri, c è molto di più: l idea che leggere sia una conquista, un lusso che non tutte si possono permettere. Gli uomini leggono per tenersi informati (infatti comprano più spesso quotidiani) e ampliare le proprie conoscenze. «Entro in libreria anche solo per fare un giro, è un momento piacevole, solo per vedere le ultime novità»; «Mi piace entrare in libreria e non per forza a comprare un libro»; «Il gusto è più nell acquisto», hanno dichiarato alcuni dei partecipanti al focus group del progetto realizzato dalla Fondazione Rosselli di Torino in collaborazione con l Aie, il Servizio biblioteche della Regione Piemonte e Poliedra. Anche a Menaggio la tendenza è grossomodo la stessa. È vero che le donne leggono molto di più (il 64,9% contro il 54,9%) ma comprano all ipermercato e al supermercato (32,1%), nella piccola libreria (32,1%) e in edicola (19,2%). Insomma, 2-3 volte al mese durante la spesa fanno un giro in più col carrello al banco dei libri «per comprare le edizioni economiche». Se però sono in centro o devono fare altri acquisti «allora meglio la libreria», ha detto un intervistata dello stesso focus group. Purché, s intende, non accompagnate dai figli (a meno che non abbiano almeno 9-11 anni). Il fatto è che al supermercato l assortimento spesso è limitato (la media è di un centinaio di titoli) e finisce per apparire scarsamente rinnovato portando a perdite di possibili vendite. Le donne sono molto più critiche degli uomini nel giudicare l offerta, la presenza di novità, la capacità che ha una libreria nel procurare rapidamente un libro, nel valutare l accoglienza e la gentilezza del personale. «Al supermercato si fanno acquisti veloci dice Giovanni Peresson, il responsabile dell ufficio studi dell Aie - quindi ci vogliono libri particolari, con quarte di copertina con indicazioni chiare e rapide. Volevamo spingere gli editori a cercare modi nuovi di raggiungere il pubblico femminile. Sappiamo che le donne leggono sui mezzi pubblici. Quindi si potrebbe pensare a una collana di libri con capitoli brevi in vendita in chioschi o distributori automatici». Il principale nemico della lettura è poi la mancanza di tempo tanto che, secondo l Aie, servizi commerciali capaci di farne risparmiare contribuirebbero a fidelizzare e far aumentare la propria utenza, soprattutto nelle biblioteche. Infatti, sebbene si senta spesso dire che gli italiani leggono sempre di più, i numeri non sono da capogiro: i lettori sono per lo più occasionali (49,8%) e leggono 3 libri l anno, decisamente meno (12%) i cosiddetti lettori forti, ossia coloro che leggono almeno 12 libri l anno. Secondo una ricerca Demoskopea, su un campione di popolazione tra i 14 e gli 80 anni rappresentativo di circa 49 milioni e 100mila italiani, solo il 32,4% nel 2002 ha comprato libri (meno 1% se non si considerano le edicole): in media 6,8 volumi ciascuno. Le regioni a più alta densità di acquisto sono Lombardia, Lazio, Emilia Romagna, Toscana, Veneto e Piemonte. I motivi possono essere tanti, in primo luogo la disponibilità economica e la mancanza di spazio ma è interessante sapere che quasi il doppio degli italiani, il 56,6%, si rivolge alle biblioteche e che le regioni in cui si legge di più sono anche quelle con il prestito più efficiente. Marcel Paolini BIBLIOTECA 11

12 Commissione biblioteca: 4 anni di soddisfazioni il saluto del presidente Domenico Rizzi A conclusione del mio mandato come presidente della Commissione Biblioteca di Menaggio, mi sembra doveroso tracciare una sintesi delle attività svolte in questi quattro anni e mezzo, con qualche puntualizzazione finale, ringraziando innanzitutto i Collaboratori, il Bibliotecario dott. Marcel Paolini e l Amministrazione Comunale. Il ringraziamento va anche agli autori che cortesemente hanno accettato di presentare le loro opere e naturalmente al pubblico che ha aderito alle nostre manifestazioni. Per la mia elezione, avvenuta l 8 aprile 2005 con alcuni mesi di ritardo, causati dall avvicendamento politico nel Comune di Menaggio non avevo presentato alcuna candidatura, ma proposto, insieme ad alcuni dei Commissari uscenti, un altro nominativo, che poi non accettò. Da ciò scaturì la mia designazione con voto unanime dei presenti e subentrai nell incarico alla Prof. Cristina Redaelli, che l aveva svolto egregiamente per il periodo precedente. Il programma da me suggerito per l autunno 2005, intitolato già da alcuni anni Un libro, un autore, fu una rassegna di scrittori, poeti e saggisti che si alternarono, dalla fine di ottobre a metà dicembre, per illustrare le loro opere presso la Biblioteca. Gli invitati furono 6, fra i quali Alberto Anzani con il libro Sul confine (da cui egli stesso, che è anche regista, trasse il film omonimo) ed il più celebre Andrea Vitali, con il suo La figlia del podestà. La rassegna proseguì poi nella sua sessione primaverile, da gennaio a maggio, con diversi altri autori e venne riproposta ogni anno. La partecipazione del pubblico, sebbene molto diseguale di volta in volta, non è mai stata inferiore alle 300 persone l anno, con una media di 25 partecipan- ti per presentazione. Ovviamente hanno contribuito a rialzare la media soprattutto gli interventi di Andrea Vitali e del professor Alessandro Calzoni, docente dell Istituto Ezio Vanoni, che, pur non avendo la medesima notorietà dello scrittore bellanese, ha sempre richiamato un pubblico d eccezione, riempiendo la Sala Consiliare del Comune. Premesso che si tratta di un affluenza di tutto rispetto, raffrontata anche agli indici di partecipazione che le biblioteche registrano in altri paesi e nelle città, la finalità dell iniziativa non è mai stata di fare audience come la televisione, bensì di consentire agli autori di presentare le loro opere ed al pubblico intervenuto di avere con essi un contatto diretto, cosa che sarebbe stata estremamente utile anche per gli studenti. Le linee indicative di base del programma vennero definite, dietro mia proposta, nel lontano 1995, sotto la presidenza di Cirillo Civelli, quando la Commissione decise di invitare scrittori ed artisti del territorio, oppure autori che trattassero argomenti di interesse locale. Con il tempo, tale limitazione, peraltro già applicata in maniera elastica, è stata gradualmente superata, allargando sia il campo degli argomenti da trattare, quanto la rosa degli autori invitati. Considerando soltanto l ultimo quadriennio, sono intervenuti scrittori, saggisti, poeti e conferenzieri, che hanno trattato gli argomenti più diversi, con opere o relazioni sulla narrativa, la storia antica e recente, la cultura e le tradizioni locali, la poesia, la musica, il cinema, i viaggi, i problemi energetici ed ambientali. Fra le manifestazioni culturali del 2006 figurano anche una conferenza sul tema Telefono donna: un aiuto per le donne maltrattate a cura dell Associazione Telefono Donna e la presentazione fuori programma del libro Lungo i sentieri del contrabbando: storie, testimonianze e appunti di viaggio di Pierfranco Mastalli e Stefano Cassinelli, organizzate entrambe nel mese di giugno. Nell arco del quadriennio gli incontri in biblioteca sono stati complessivamente oltre 50, con un punta massima di 14 nel solo periodo autunno-primavera Ma l attività della Commissione si è estesa, per quasi tutto il periodo, anche ad altre simpatiche iniziative, quale la redazione del Calendario, distribuito gratuitamente agli iscritti, che negli ultimi anni (escluso il 2009, in quanto la mostra fotografica non ha avuto luogo) si è appoggiata ai concorsi fotografici banditi dall Assessorato alla Cultura del Comune, utilizzando le Qui Menaggio on line: Nota: i non residenti, interessati a ricevere QUI MENAGGIO, possono segnalare il proprio nominativo ed indirizzo al responsabile di redazione attraverso l indirizzo o al recapito postale presso il Municipio. Direttore responsabile: Alberto Bobba Responsabile di redazione: Ercole Spaggiari Consulenza editoriale: Alessandro Gini Comitato di redazione: Domenico Rizzi, Davide Spaggiari, Raffaella Catarinicchia, Vania Catarinicchia, Gaia Giossi, Marcel Paolini, Marco Venturini Hanno collaborato: Paola Ponte, Monica Ortelli, Paolo Gandola, Cesare Di Dato, Luca Spaggiari, Matilde Zuijdwegt, Lista Civica Per Menaggio Foto: Enrico Selva, Emilio Lanfranconi, Archivio Biblioteca Comunale di Menaggio, Domenico Rizzi, Paolo Gandola, Luca Spaggiari, Lista Civica Per Menaggio, Vari archivi privati e personali, archivio Nuovaera. Progetto grafico: Nuovaera Comunica la tua immagine s.r.l. Via Tevere, Villa Guardia (CO) Per contatti: 12 BIBLIOTECA

13 immagini ritenute meglio rappresentative delle tematiche prescelte di volta in volta, quali l acqua, lo sport e suggestioni di Menaggio. L insediamento della nuova commissione è stata seguita dall elezione del presidente in data 27 novembre 2009, svoltasi in un clima di assoluta cordialità e collaborazione, con l attribuzione della carica dopo una prima votazione terminata in parità a causa di un astensione al dott. Paolo Ortelli, con 5 voti contro i 4 del presidente uscente. Il neo-eletto ha successivamente conferito gli incarichi di vice-presidente alla sig.ra Donata Venini, confermando la mansione di segretario al dott. Marco Venturini. Le dimissioni dall incarico di commissario da parte di quest ultimo, avvenute pochi giorni dopo, hanno tuttavia reso necessaria una nuova delibera del Consiglio Comunale, essendo la posizione del Venturini, come previsto dal regolamento della biblioteca, di nomina consigliare. La nuova componente della Commissione è la sig.ra Paola Ponte Castellini e si attende la prima riunione per la sostituzione del segretario e la definizione del programma culturale 2010, essendo saltato per motivi diversi quello dell autunno Nella riunione di novembre avevo indicato, fra le priorità dell immediato futuro, il ripristino del calendario della biblioteca, l agevolazione per le presentazioni di autori locali e la modifica del regolamento della Commissione, che presenta aspetti lacunosi e non sempre aggiornati alla realtà attuale. Il candidato avversario, Ortelli, si è invece richiamato alla necessità di spirito collaborativo, all agevolazione degli autori di maggior richiamo al fine di sprovincializzare le iniziative (Verbale n 2/2009 del ). Essendo da 14 anni componente della Commissione, nonché presidente uscente, ma anche per riguardo verso i commissari che si sono avvicendati ed impegnati nel lungo periodo trascorso, che lo spirito collaborativo vi è sempre stato, compatibilmente con gli impegni personali di ciascuno. Quanto al secondo passaggio, non può che trovarmi fortemente perplesso, perché denota una scarsa conoscenza delle attività della biblioteca, giustificata soltanto dall inesperienza del neo-eletto. In questi anni sono intervenuti, per citare solo alcuni nomi, scrittori di fama nazionale come Andrea Vitali e conferenzieri come il dottor Attilio Palvarini, ricercatore universitario di esperienza internazionale. A ciò potrei anche aggiungere, con una punta di vanità, che anch io sono autore conosciuto a livello nazionale nella mia materia, in quanto collaboratore del portale internet Farwest, che ha 2 milioni di visitatori e sul quale oltre persone hanno letto articoli e saggi miei. Ma mi preme ancor più osservare che a conferire un taglio extra provinciale alle attività bibliotecarie non sono soltanto gli autori, bensì gli argomenti da essi trattati, che nell ultimo quindicennio sono stati i più vari ed attuali. Non si comprende dunque in cosa possa consistere questa strombazzata sprovincializzazione, né tantomeno il supposto dare spazio non solo alla letteratura, ma anche a storia ed attualità come dichiarato da Ortelli alla stampa lo scorso dicembre. Per amore di statistica, voglio soltanto ricordare che, nelle presentazioni svoltesi in biblioteca negli ultimi anni, la narrativa ha occupato uno spazio del 39 per cento, mentre la rimanente percentuale ha riguardato poesia, storia, arte, viaggi, turismo, musica, energia e ambiente. Io stesso, che ho tenuto diverse presentazioni presso la Biblioteca di Menaggio, in 2 sole occasioni ho presentato dei romanzi, affrontando negli altri 6 interventi argomenti di carattere storico. Esclusivamente in forza dei dati riportati, le annunciate innovazioni, al di là delle improbabili affermazioni verbali, non contengono perciò alcuna modifica sostanziale rispetto all operato precedente. Mi trovo peraltro pienamente concorde anche sulla necessità di aumentare la partecipazione, obiettivo che si sono posti e si pongono tuttora in tutte le biblioteche e associazioni di cui sono stato ospite in questi anni, da quelle del Comasco, a quelle, tanto per citarne alcune, della provincia di Sondrio, di Pavia, di Piacenza e di Milano. La disaffezione verso questo genere di manifestazioni ha causato, mi risulta, clamorose diserzioni anche in alcune biblioteche di città che avevano ambiziosamente invitato autori dal nome prestigioso, la cui notorietà nazionale è fuori discussione. Vorrei chiudere con serenità, offrendo il mio immutato contributo alla diffusione della cultura, come ho sempre fatto. Le elezioni della Commissione sono state regolari, come regolari sono stati i conferimenti degli incarichi. Ora mi aspetto di lavorare al programma ed è quello che intendo fare insieme agli altri, lasciando perdere le polemiche derivanti da contrasti politici ai quali mi ritengo estraneo e dimenticando certe miserabili allusioni alla sfera privata delle persone, squallidamente riportate dalla stampa, nonostante nulla avessero a che vedere con le attività della Biblioteca. Come amava ripetere Abramo Lincoln, presidente degli Stati Uniti, La carità sempre, la cattiveria mai. Domenico Rizzi Presidente Commissione Biblioteca BIBLIOTECA 13

14 I libri si leggono, non si bruciano...! rubrica di informazione e critica a cura di Raffaella Catarinicchia e Domenico Rizzi I MISTERI DELLA RUPE DI REZ- ZONICO di GIANPIERO RIVA Molti dei nostri paesi lacustri racchiudono segreti che risalgono, sotto forma di leggende, superstizioni e a volte di racconti documentati, al Medioevo o all epoca più recente in cui Alessandro Manzoni concepì l intricata trama de I promessi sposi, quando il Forte de Fuentes, sull alto lago di Como, costituiva la porta d accesso della Valtellina ed il baluardo eretto a difesa del ducato di Milano. Il romanzo di Gianpiero Riva, giornalista de La Provincia di Como, narra appunto una misteriosa vicenda, ambientata a Rezzonico, nella quale primeggia l impenetrabile figura, circondata da paure e credenze popolari, di Antonius de Phicani Antonio Ficano - il nobile spagnolo che dimorò nel Castellaccio, un dispotico oppressore che si arrogava il diritto di esercitare lo ius primae noctis nei riguardi delle novelle spose del villaggio. Riva ha opportunamente corredato la sua opera di immagini che ritraggono i luoghi più significativi in cui si snoda la vicenda, riproponendo antichi sentieri, mulattiere, scorci di vetusti abitati ed il sinistro Castellaccio, teatro vero o immaginario della grottesca trama. La storia, avventurosa e permeata di suspence, contiene personaggi che ricordano vagamente quelli manzoniani quali il religioso don Arnaldo, simile per certi aspetti al prudente Don Abbondio, inerme, prigioniero dei suoi soliti timori ed è dominata dalla presenza invisibile e minacciosa del perfido feudatario, un uomo che nessuno era mai riuscito a vedere da vicino, ma intorno al cui tenebroso operato - annota il Riva - circolavano voci inquietanti: erano bastati i racconti delle sue presunte gesta a tracciarne un profilo truce e ambiguo. Seguendo l usanza dell epoca che tuttavia, a quanto risulta dai documenti storici, non fu mai molto praticata - il Ficano si serve di sicari al pari di un qualsiasi don Rodrigo, per esercitare il suo diritto di prelazione con tutte le ragazze che abbiano appena contratto matrimonio. Il romanzo scorre tra paure, apprensioni, vani tentativi di ribellione da parte di un popolo intimorito e indeciso, mentre l autorità religiosa si sforza inutilmente di allontanare la convinzione che il feudatario abbia stretto un ignobile patto con il demonio e che i sotterranei del Castellaccio siano collegati al regno degli Inferi attraverso una via d acqua, controllata da un sinistro barcaiolo in guisa di Caronte. Del resto, sottolinea l autore, la montagna di Rezzonico era conosciuta ovunque per essere stata popolata, nei secoli addietro, da personaggi pervasi da forze demoniache e lo stesso don Arnaldo si lascia sfuggire che quel Ficano è mandato da Satana e sta attuando un suo preciso piano. La verità apparirà completamente diversa per merito di un coraggioso popolano che, coadiuvato da alcuni complici, svelerà l arcano ma questo sarà il lettore a scoprirlo, dopo avere letto un libro che non annoia mai, incuriosisce sempre più ad ogni pagina e si svolge in una cupa atmosfera da thriller, riportandoci alle brumose atmosfere del Seicento. Recensione di Domenico Rizzi LA MONTAGNA DI FANGO di DOMENICO RIZZI Il romanzo prende spunto da un fatto di cronaca americana degli anni della grande depressione, una morte inspiegata come tante ce ne furono a quel tempo e ancora oggi. Chi brucia i libri, presto o tardi arriverà a bruciare gli esseri umani Heinrich Heine 14 FAHRENHEIT 451

15 L autore tinteggia con abilità il clima di esodo forzato verso occidente vissuto da molti americani di quel tempo, e il paradossale ambiente di isolamento ed abbandono del luogo scelto come location dell intero romanzo, appunto una montagna quasi interamente fatta di fango, forse metafora della vita dei protagonisti. Rizzi trova nella descrizione dei personaggi e delle vicende che li legano una vena pulp davvero cruda ed inaspettata. Riusciranno i giovani protagonisti a vincere la loro personale lotta per la sopravvivenza, realizzando un modello di sogno americano che ancora non possono prendere ad esempio? Recensione di Marco Venturini IL MAGAZZINIERE DI ANIME di ALESSANDRO CALZONI Jorge Luis Borges aveva già pensato a un «libro totale», un libro che contenesse l infinito, o meglio le infinite alternative di narrazione possibile, fondato su una struttura aperta del romanzo dove la rete di connessioni diventa una specie di enciclopedia, una forma di conoscenza del mondo. Non so se Alessandro Calzoni, ha rimuginato una cosa simile accingendosi a comporre il suo ultimo libro, l effetto che ne deriva però è proprio quello di un romanzo cosmogonico, bastante a se stesso sufficiente da solo a reggere la struttura del mondo. Il magazziniere di anime è la storia di un uomo, anzi di più uomini, meglio della stessa essenza che si perpetua in esseri diversi, così Ugar, Talas, Alàl, Pareos, Ireneo, Franz, Pataclasio sono tutti nomi diversi per indicare la stessa entità e descrivere le differenti scelte che la rendono unica all interno del mondo cui appartiene, sono queste scelte a determinarne la fenomenologia e a deciderne lo sviluppo: coscienza compiuta e completa o perdita dell individualità per finire in uno non meglio specificato animone dove non si prova ne si sente più nulla? Il percorso è lungo ed accidentato, le reincarnazioni del protagonista coprono un arco temporale vastissimo, e si inseriscono genialmente in situazioni della storia umana per rivisitarle e fornirne una spiegazione impensabile e paradossale, ma azzeccatissima per dipanare i motivi delle azioni, spesso incomprensibili, degli uomini. Il tutto coadiuvato da uno stile brillante ed essenziale, che non manca mai di creare complicità con il lettore, sparando, dall alto di un incredibile mix di umiltà e consapevolezza, a zero su tutto e tutti; il modo migliore per insegnare che ogni cosa, la gioia, l allegria, il cibo, l alcol, il sesso ma anche la sofferenza, il dolore, la fatica, la malattia, tutto è vita e mai potremo cambiare quanto è stato con quanto sarebbe potuto essere. TEODOLINDA di KETTY MAGNI Parlare di una figura storica non è mai facile, perché la tentazione di mescolare la realtà con la fantasia è molto forte e vi è il rischio di aggiungere o togliere al suo carattere particolari e sfumature che lo studioso solitamente tace. Ketty Magni, scrittrice di Desio che è già stata ospite della nostra biblioteca anche con i suoi precedenti romanzi Riflessi e Il pontile sul Lario sembra essere riuscita a conciliare la dimensione storica del personaggio con i suoi risvolti umani, rivelandone le sensazioni, le FAHRENHEIT

16 debolezze, i segreti timori e le trasgressioni. Teodolinda, il senso della meraviglia è il nuovo libro della Magni, che l autrice ha presentato con successo in varie località di regioni diverse, frutto di una paziente e meticolosa ricerca e di un impegno che va oltre la semplice riproposizione di una grande protagonista del Medioevo. Superbamente curato nella sua veste grafica ottime sia la copertina che le immagini a corredo, molto selezionato il carattere di stampa l opera si avvale di un accurata distribuzione del testo, che non è mai appesantita dai richiami storici, sapientemente sfumati dietro l immagine della protagonista. Teodolinda, la regina dei Longobardi, naviga con una leggiadrìa che la tiene quasi sospesa tra gli avvenimenti, sostenuta da una fede - della quale ella ha promosso e favorito la diffusione - che forma una componente essenziale della sua esistenza. La convinta difesa di Papa Gregorio e della sua indiscussa opera di evangelizzazione, delle sue capacità diplomatiche ed organizzative, sottintende peraltro l autocompiacimento della sovrana per i risultati ottenuti, perché il capo della Cristianità come me era nato per governare ed era assai amato dal suo popolo. Anche la solida amicizia con Agrippino, vescovo di Como, che le fu alleato nella conversione dei Longobardi all interno della sua diocesi è motivo di vanto personale, dal momento che insieme decisero la costruzione di molti templi sacri. Il suo orgoglioso sostegno all opera del presule, la fa sentire quasi animata da una specie di entusiasmo contagioso dandole la convinzione di camminare sotto gli occhi di Dio. Ma alla fine Teodolinda riscopre, in un luogo così lontano dalla consueta quotidianità, qualcosa di più intimo, di più umanamente appagante per il suo spirito inquieto. In questo contesto, nella rilassante cornice del Lago di Como, in una magica primavera vissuta all ombra delle rassicuranti mura del castello di Vezio, il personaggio riesce infatti a ritrovare la profondità dei sentimenti, la bellezza del ricordo, l aspirazione ad un esistenza di pace. Ma il momentaneo isolamento di Teodolinda dalla cruenta scena politica, che la distoglie dall ufficialità di corte, ha il potere di far nascere una storia d amore inaspettata, quanto forse lungamente desiderata. Lontani ormai gli eventi di un tormentoso passato, la memoria gioiosa di festosi matrimoni e i tristi ricordi delle vedovanze subite prima la perdita di Autari e poi di Agilulfo - davanti a lei è soltanto il presente, che ha l aspetto di un intrepido guerriero dallo sguardo risoluto ed appassionato. Alla fine, sotto un cielo plumbeo che ha cancellato la luna, lasciando la notte rischiarata dalla sola luce di Dio, la regina si ritrova, semplicemente donna, in attesa di una nuova alba. Recensione di Domenico Rizzi Servizio di consulenza notarile gratuita Si rendono note le prossime date in cui si svolgerà presso il Comune di Menaggio il SERVIZIO DI CON- SULENZA NOTARILE GRATUITA IN TEMA DI COMPRAVENDITA, MUTUO (SUCCESSIONI) - dalle ore 09:00 alle ore 12:00-3 FEBBRAIO (notaio Dell Era) - 17 FEBBRAIO (notaio Mascellaro) - 3 MARZO (notaio Leoni) - 17 MARZO (notaio Dell Era) - 31 MARZO (notaio Dell Era) - 14 APRILE (notaio Mascellaro) - 28 APRILE (notaio Leoni) - 12 MAGGIO (notaio Dell Era) - 26 MAGGIO (notaio Dell Era) - 9 GIUGNO (notaio Mascellaro) - 23 GIUGNO (notaio Leoni) Per fissare gli appuntamenti rivolgersi all Ufficio Segreteria del Comune di Menaggio: tel / FAHRENHEIT 451

17 Western d autore in riva al lago Appaloosa conquista i menaggini nostalgici e non Metti una serata western in riva al Lago di Como. Accoppiata insolita, si potrebbe dire. E invece, lo scorso 15 ottobre, la serata dedicata ai film di genere western, nell ambita..., ha avuto un grande successo. Giovedì 15 ottobre 2009, presso la sede del Cine Lario di Menaggio, ha avuto luogo la serata dedicata al genere western, nell ambito della rassegna cinematografica dei Film d Autore. La pellicola prescelta è stata Appaloosa, diretto nel 2008 dal regista Ed Harris, da lui stesso interpretata insieme a Viggo Mortensen, una storia che, sebbene non originalissima il riferimento a Ultima notte a Warlock, di Edward Dmytryk è evidente ha il pregio di qualificarsi come storicamente credibile, sia per l ambientazione molto ben curata, quanto per la vicenda narrata. In Appaloosa si può infatti ritrovare facilmente l atmosfera del vecchio West in tutte le sue sfaccettature, senza l esagerazione di improbabili duelli (Kevin Costner ha fatto scuola, soprattutto con Terra di confine, 2003, eliminando questo falso storico tanto caro a Sergio Leone) o di virtuose eroine da western Anni Cinquanta. Le protagoniste femminili, soprattutto Allie French (Renèe Zellweger) sono donne di piccola virtù, come vennero battezzate ai tempi della Frontiera le ragazze dal comportamento un po troppo esuberante nei riguardi dei partners maschili. Comunque, il film di Harris è imperniato soprattutto sull amicizia virile, che spinge uno dei protagonisti a sacrificare le proprie mire per venire incontro ad un amico in difficoltà, un tema che ricorda molto anche Il ritorno di Harry Collings, ottimamente diretto e interpretato da Peter Fonda nel 1971, senza peraltro ottenere i meritati riconoscimenti da una critica prevenuta e da un pubblico ormai frastornato da filmacci senza costrutto. Perché il western sopravvive, a 106 anni dai suoi esordi, nonostante lo strapotere di altri generi molto più aggressivi ed invasivi azione, horror, fantascienza, thriller e la scomparsa dei grandi registi come John Ford, Howard Hawks, Robert Aldrich? Forse perché possiede un cuore ed un anima immortale ed il suo definitivo tramonto viene annunciato ormai da trent anni senza che ciò sia mai avvenuto. Il western ha offerto, dal 1903 ( L assalto al treno, di Edwin S. Porter) ad oggi circa pellicole. Se è vero che nel 1910 se ne producevano più di 150 l anno, nel 1939 ben 123 e nel 1982 solamente 4, è altrettanto vero che il western non è mai morto completamente. Anzi, paradossalmente i maggiori allori li ha riscossi in tempi più recenti, con i 7 Oscar di Balla Coi Lupi (Kevin Costner, 1990) ed i 4 di Gli Spietati (Clint Eastwood, 1994) perdendo l etichetta di sottogenere che aveva conservato per decenni. Il regista Martin Scorsese dichiarò addirittura che Sentieri selvaggi, di John Ford (1956) rimaneva il miglior film americano di tutti i tempi, mentre lo scomparso attore Charlton Heston indimenticato protagonista di Ben Hur e I Dieci Comandamenti ebbe a dire che fra le 10 migliori pellicole dell intera storia del cinema, vi è almeno un film western. Ancora più perentorio il grandissimo regista e attore americano Orson Welles: a chi gli chiedeva quali fossero stati i 3 migliori film di ogni epoca, rispondeva lapidario: Ombre Rosse, Ombre Rosse e Ombre Rosse, di John Ford. Nato letterariamente e cinematograficamente come genere romantico-avventuroso, accessibile al grosso pubblico e particolarmente ai ragazzi, il western conserva ancora - nonostante i cedimenti nei riguardi dei film horror e thriller, il carattere violento impresso da Sergio Leone e Sam Peckinpah e le connotazioni politiche introdotte da Aldrich e Ralph Nelson - una precisa identità. La sua dimensione è quella della fantasia, dell ispirazione a modelli positivi, del mito costruttivo, come lo definì il regista Anthony Mann e in questo senso rimane l erede dei migliori romanzi di James Fenimore Cooper, Zane Grey e Owen Wister. Perciò, in un mondo travolto dalla frenesia di fare sensazione, che sembra aver gettato via la bussola da parecchi anni, ci sarà ancora bisogno di generi come il western e di persone che raccontino storie capaci di far sognare la gente. Domenico Rizzi staff di I SENTIERI DELL ARTE 17

18 Associazione Arte Lario una nuova voce a sostegno della cultura artistica Alpini al campo estivo Sul territorio del Lago di Como si affaccia oggi la Nuova Associazione Arte Lario che nella città di Menaggio ha trovato la sua sede operativa. Questa Associazione nasce da un gruppo di persone appassionate che nel corso di pochi anni è riuscita a crescere e portare avanti il suo discorso, che si può riassumere brevemente nello scopo sociale: quello di promuovere la cultura artistica in tutte le sue espressioni, anche quelle meno conosciute e convenzionali e promuovere i giovani artisti. Nel periodo che è seguito dalla sua costituzione nel 2007, avvenuta ad Alserio in Brianza, è cresciuto l impegno e l importanza delle manifestazioni organizzate che hanno avuto per protagonisti artisti e maestri del arte pittorica, quali Piero Gauli, Salvatore Fiume, Guttuso, insieme ai quali gli altri artisti delle varie espressioni culturali, come la musica e la scrittura, meno conosciuti ma sicuramente non meno importanti per talento e capacità espressive, hanno fatto si che tutto ciò diventasse il patrimonio culturale dell Associazione e soprattutto del pubblico. Quest anno l Associazione Arte Lario si è presentata sul lago di Como con la sua prima mostra dedicata al maestro di Corrente Piero Gauli, tenutasi presso la Sala Consiliare del Comune di Menaggio, con il patrocinio della Biblioteca Comunale, dell Assessorato alla Cultura di Menaggio per il Comune, e che hanno accolto con grande entusiasmo questa nuova iniziativa culturale. Seguirà poi nel mese di ottobre la mostra antologica della scultrice internazionale Manuela Fanelli, che sarà allestita nella Sala della Musica del Grand Hotel Victoria a Menaggio. Siamo giunti nella Città di Menaggio accolti con grande entusiasmo dal suo Sindaco e dalle altre cariche rappresentative della cultura che ringrazio sentitamente. - spiega il Presidente dell Associazione Arte Lario, Emanuele Pitto - Tutti hanno recepito il nostro messaggio ed il nostro impegno, che sarà quello di divulgare il discorso della cultura in tutte le sue forme su Alpino con mulo n.1 Pavone questo territorio. Cercheremo di allargare e condividere in futuro questo nostro obiettivo con i rappresentanti del tessuto economico legato al turismo ed insieme con la nostra presenza sviluppare e creare eventi sempre più importanti e di prestigio offrendo a tutti coloro che verranno a visitare questo stupendo territorio un valore in più. Per tutti quelli che vogliano approfondire le informazioni sull Associazione Arte Lario si invita a visionare il sito internet: Il Presidente Emanuele Pitto Posti ormeggio natanti Da qualche anno a questa parte è sempre crescente la richiesta di posti per ormeggio natanti. E quindi intenzione dell Amministrazione comunale di sondare le reali necessità per progettare un eventuale opera che soddisfi le esigenze. Gli interessati si possono rivolgere a Davide Spaggiari Ufficio Commercio per la compilazione di un semplice modulo questionario. 18 I SENTIERI DELL ARTE

19 Lettere in redazione riceviamo e pubblichiamo i vostri contributi Istruzioni per l uso 1. Non saranno presi in considerazione scritti anonimi che verranno immediatamente cestinati; 2. Chi scrive dovrà indicare chiaramente nome e cognome, recapito postale completo, recapito telefonico fisso e/o cellulare, oltre a sottoscrivere la missiva; in mancanza di uno o più dei citati requisiti, la lettera verrà considerata anonima e quindi cestinata; è però possibile richiedere l anonimato in pubblicazione ( lettera firmata ), purché il mittente sia identificato dalla redazione; 3. Gli scritti dovranno essere il più possibile concisi e trattare un argomento alla volta; in caso contrario, verrà preso in considerazione il primo argomento esposto mentre i successivi verranno trattati solo se lo spazio a disposizione lo consentirà. 4. Se gli scritti ricevuti fossero troppo numerosi, verranno trattati, a insindacabile giudizio della redazione, quelli ritenuti di maggiore importanza ed attualità. Gli altri, compatibilmente con lo spazio a disposizione, potrebbero essere evasi nel numero successivo....aaa attori cercasi a Menaggio Gentile Direttore, le scriviamo queste poche righe per esprimere tutta la nostra delusione. Siamo gli allievi del Laboratorio Teatrale di Menaggio che, sotto l attenta guida di Pino Adduci e degli altri insegnati del Teatro Gruppo Popolare di Como, si ritrovano, o per meglio dire si ritrovavano, una sera a settimana per imparare a valorizzare la nostra creatività in allegria ed allestire dei saggi di fine corso che, dobbiamo dire senza modestia, hanno riscosso notevole successo, tanto da essere più volte replicati. Quest anno abbiamo dovuto rinunciare. Dei cinque attori che avevano portato a termine il corso nello scorso mese di giugno, solo tre hanno confermato la presenza anche per quest anno. Ma la cosa che ci rattrista di più è che nessuna nuova leva si è fatta avanti (considerando soprattutto quanti, giustamente, si lamentano che d inverno la nostra sia una zona morta che propone poco o nulla). Nonostante i manifesti appesi per le strade e nei bar, inviti fatti di persona, nessuno si è fatto avanti. Alcuni rispondevano non ho voglia, altri mi spiace ma non ho tempo, altri si bello ma non fa per me (gli stessi sono quelli che poi si lamentano che a Menaggio e dintorni, nel periodo invernale non c è niente da fare). Lo scorso 3 novembre ci siamo ritrovati per riprendere le lezioni ma, dopo aver constatato che eravamo rimasti solamente in 3, in accordo con gli insegnanti abbiamo deciso di sospendere momentaneamente il corso e di proseguire le lezioni con il gruppo di Como, in attesa che qualche volonteroso (a gennaio? a febbraio? o anche per l anno prossimo) si faccia avanti. Isabella Paola Davide MENAGGIO MORMORA 19

20 20 LISTA CIVICA PER MENAGGIO

Maschere a Venezia CAP I

Maschere a Venezia CAP I Maschere a Venezia 7 CAP I In un pomeriggio di fine marzo Altiero Ranelli, un giovane giornalista de Il Gazzettino di Venezia, entra nell ufficio del direttore. - Ho una grande notizia. - grida contento.

Dettagli

Chi ha una mano per combattere, anche solo con la penna e l arte dello scrivere, ha anche un cuore

Chi ha una mano per combattere, anche solo con la penna e l arte dello scrivere, ha anche un cuore Chi ha una mano per combattere, anche solo con la penna e l arte dello scrivere, ha anche un cuore grande, capace di affrontare il sacrificio per lasciarci. Enzo Baldoni non è solo. Ognuno di noi è Unico

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 3

Test di ascolto Numero delle prove 3 Test di ascolto Numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI SCRIVERE LE RISPOSTE NEL FOGLIO DELLE RISPOSTE.

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TORINO LECTIO DOCTORALIS. Maria Luisa Cosso. Aula Magna del Rettorato 24 luglio 2007. Via G.

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TORINO LECTIO DOCTORALIS. Maria Luisa Cosso. Aula Magna del Rettorato 24 luglio 2007. Via G. UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TORINO LECTIO DOCTORALIS Maria Luisa Cosso Aula Magna del Rettorato 24 luglio 2007 Via G. Verdi, 8 - Torino Magnifico Rettore, Signor Preside, Professor Conti, Signore e Signori,

Dettagli

Un sondaggio rivela che il 70% delle donne detesta questa ricorrenza Marte & Venere a confronto il 14 Febbraio

Un sondaggio rivela che il 70% delle donne detesta questa ricorrenza Marte & Venere a confronto il 14 Febbraio Un sondaggio rivela che il 70% delle donne detesta questa ricorrenza Marte & Venere a confronto il 14 Febbraio Sapevate che sia le donne single che quelle in coppia hanno gli incubi pensando alla Festa

Dettagli

La Democrazia spiegata dal Difensore Civico del Comune di Segrate, avv. Fabrizia Vaccarella, al Consiglio Comunale dei Ragazzi

La Democrazia spiegata dal Difensore Civico del Comune di Segrate, avv. Fabrizia Vaccarella, al Consiglio Comunale dei Ragazzi La Democrazia spiegata dal Difensore Civico del Comune di Segrate, avv. Fabrizia Vaccarella, al Consiglio Comunale dei Ragazzi Vi avevo anticipato l anno scorso che il Difensore Civico s interessa dei

Dettagli

«Vado e tornerò da voi.»

«Vado e tornerò da voi.» sito internet: www.chiesasanbenedetto.it e-mail: info@chiesasanbenedetto.it 5 maggio 2013 Liturgia delle ore della Seconda Settimana Sesta Domenica di Pasqua/c Giornata di sensibilizzazione per l 8xmille

Dettagli

Intervento del Ministro On. Prof. Maria Chiara Carrozza in occasione della Giornata della Memoria, 27 gennaio 2014

Intervento del Ministro On. Prof. Maria Chiara Carrozza in occasione della Giornata della Memoria, 27 gennaio 2014 Intervento del Ministro On. Prof. Maria Chiara Carrozza in occasione della Giornata della Memoria, 27 gennaio 2014 Signor Presidente della Repubblica, Gentili Autorità, Cari amici della comunità ebraica,

Dettagli

INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013. per Bambini dai 7 ai 10 anni

INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013. per Bambini dai 7 ai 10 anni INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013 per Bambini dai 7 ai 10 anni DIOCESI DI FOSSANO Commissione Diocesana Pastorale Ragazzi Ehi!!

Dettagli

ex chiesa gesuiti nuovo spazio teatrale Via Melchiorre Gioia, 20 - Piacenza

ex chiesa gesuiti nuovo spazio teatrale Via Melchiorre Gioia, 20 - Piacenza ex chiesa gesuiti nuovo spazio teatrale Via Melchiorre Gioia, 20 - Piacenza presentazione a cura di Fondazione di Piacenza e Vigevano Dopo 26 anni dall apertura del Teatro San Matteo, Teatro Gioco Vita

Dettagli

Mediterranea INTRODUZIONE

Mediterranea INTRODUZIONE 7 INTRODUZIONE guerrieri Palermo, anno 1076. Dopo che - per più di duecento anni - gli arabi erano stati i padroni della Sicilia, a quel tempo nell isola governavano i normanni, popolo d i guerrieri venuti

Dettagli

DOSSIER MESE DEGLI INCONTRI

DOSSIER MESE DEGLI INCONTRI DOSSIER MESE DEGLI INCONTRI 1 Caro educatore, quest'anno, come ben sai, Il richiamo al Concilio Vaticano II ha rappresentato il filo conduttore del cammino di tutti i ragazzi, i giovani e gli adulti di

Dettagli

RESOCONTO ALLEGATO ALLA DELIBERA DI C.C. N. 118 DEL 25.11.2015

RESOCONTO ALLEGATO ALLA DELIBERA DI C.C. N. 118 DEL 25.11.2015 RESOCONTO ALLEGATO ALLA DELIBERA DI C.C. N. 118 DEL 25.11.2015 Ottavo punto all O.d.G. O.d.G. del Consigliere Musa sulle celebrazioni matrimoniali in luoghi diversi della casa comunale Illustra il Consigliere

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 3

Test di ascolto Numero delle prove 3 Test di ascolto Numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Dettato. DEVI SCRIVERE IL TESTO NEL FOGLIO DELL ASCOLTO PROVA N.1 - DETTATO. 2 Ascolto Prova n. 2 Ascolta il testo: è un dialogo tra due ragazzi

Dettagli

Sindaco BERGAGNA Stefano Passiamo al successivo punto all ordine del. giorno. Cedo un attimo la presidenza al Vice Sindaco perché devo un

Sindaco BERGAGNA Stefano Passiamo al successivo punto all ordine del. giorno. Cedo un attimo la presidenza al Vice Sindaco perché devo un 1 Sindaco BERGAGNA Stefano Passiamo al successivo punto all ordine del giorno. Cedo un attimo la presidenza al Vice Sindaco perché devo un attimo assentarmi, ma è una questione di cinque minuti. Devo uscire,

Dettagli

Scegliere cosa fare dopo la terza media era quindi per lui una questione un po complicata, anche se non troppo preoccupante.

Scegliere cosa fare dopo la terza media era quindi per lui una questione un po complicata, anche se non troppo preoccupante. I RAGAZZI E LE RAGAZZE RACCONTANO Daniele Quando aveva 13 anni Daniele viveva vicino a Milano con la sua famiglia: mamma, papà e Emanuele, il fratello maggiore, con cui andava molto d accordo; anzi, possiamo

Dettagli

belotti1.indd 1 10/06/11 15:35

belotti1.indd 1 10/06/11 15:35 belotti1.indd 1 10/06/11 15:35 CLAUDIO BELOTTI LA VITA COME TU LA VUOI La belotti1.indd vita come tu 2 la vuoi_testo intero.indd 3 23/05/11 10/06/11 14.02 15:35 la vita come tu la vuoi Proprietà Letteraria

Dettagli

TEMI PRINCIPALI DEI MESSAGGI

TEMI PRINCIPALI DEI MESSAGGI TEMI PRINCIPALI DEI MESSAGGI PREGHIERA E IL S. ROSARIO N.B. Queste apparizioni della Madre di Dio non sono ancora state né approvate né smentite dalla Santa Sede. E stata costituita dalla Chiesa una commissione

Dettagli

ANNO SCOLASTICO 2013/14

ANNO SCOLASTICO 2013/14 ANNO SCOLASTICO 2013/14 LA LETTERA AL SINDACO L INVITO DEL SINDACO Palermo, 6 Novembre 2013 Caro Sindaco, siamo gli alunni della classe 4^ C della scuola Francesco Orestano che si trova a Brancaccio, in

Dettagli

INNOCENTI EVASIONI Il lavoro minorile

INNOCENTI EVASIONI Il lavoro minorile INNOCENTI EVASIONI Il lavoro minorile Novembre 2011 Nel primo incontro di questo giornalino ognuno di noi ha proposto la sua definizione di lavoro minorile e ha raccontato la sua esperienza. personale.

Dettagli

Istituto Maria Consolatrice

Istituto Maria Consolatrice ISTITUTO PARITARIO MARIA CONSOLATRICE Via Melchiorre Gioia, 51 20 124 MILANO Tel. 02/66.98.16.48 - Fax 02/66.98.43.64 - Cod.Fiscale: 01798650154 e-mail:direzioneprimaria@ismc.it sito internet: www.consolatricemilano.it

Dettagli

Parlamento delle Idee

Parlamento delle Idee Il 14 aprile 2015 siamo andati a Potenza per far visita alla sede della Regione Basilicata. Siamo stati accolti in una delle tante sale che la compongono e ci è stato mostrato un breve filmato che spiegava

Dettagli

GESU E UN DONO PER TUTTI

GESU E UN DONO PER TUTTI GESU E UN DONO PER TUTTI OGGI VIENE ANCHE DA TE LA CREAZIONE IN PRINCIPIO TUTTO ERA VUOTO E BUIO NON VI ERANO NE UOMINI NE ALBERI NE ANIMALI E NEMMENO CASE VI ERA SOLTANTO DIO NON SI VEDEVA NIENTE PERCHE

Dettagli

I Genitori... n i s o ro avale F. M ola N cus

I Genitori... n i s o ro avale F. M ola N cus I Genitori... Per i loro figli desiderano una vita ordinata, vissuta nel rispetto delle regole; vorrebbero una scuola impegnata con docenti di livello e che non cambino continuamente, con istruttori capaci

Dettagli

11 punto all ordine del giorno: Riapprovazione piano industriale del servizio. PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE Per quanto riguarda questa

11 punto all ordine del giorno: Riapprovazione piano industriale del servizio. PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE Per quanto riguarda questa 11 punto all ordine del giorno: Riapprovazione piano industriale del servizio raccolta integrato dei rifiuti solidi urbani. PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE Per quanto riguarda questa delibera di Consiglio,

Dettagli

RELAZIONE CONGRESSO DI CIRCOLO DELL 11 OTTOBRE 2014 CANDIDATO SEGRETARIO: LOCCI ROSALINA CONDIVISIONE - RESPONSABILITA - COMPETENZE

RELAZIONE CONGRESSO DI CIRCOLO DELL 11 OTTOBRE 2014 CANDIDATO SEGRETARIO: LOCCI ROSALINA CONDIVISIONE - RESPONSABILITA - COMPETENZE RELAZIONE CONGRESSO DI CIRCOLO DELL 11 OTTOBRE 2014 CANDIDATO SEGRETARIO: LOCCI ROSALINA CONDIVISIONE - RESPONSABILITA - COMPETENZE Saluto tutti i presenti: iscritti, simpatizzanti rappresentanti dei partiti..

Dettagli

MOBILITÀ STUDENTESCA INTERNAZIONALE quarto anno all estero

MOBILITÀ STUDENTESCA INTERNAZIONALE quarto anno all estero MOBILITÀ STUDENTESCA INTERNAZIONALE quarto anno all estero PREMESSA La creazione di un ambiente sempre più favorevole allo scambio interculturale è uno degli obiettivi primari della scuola ed i programmi

Dettagli

Favorire l inserimento umano delle giovani leve nel mondo del lavoro

Favorire l inserimento umano delle giovani leve nel mondo del lavoro I giovani non sono otri da riempire ma lampade da accendere Igino Petrone Federazione Maestri del lavoro d Italia Consolato Regionale del Molise Il Progetto Pianeta Giovani in tutto il suo percorso, è

Dettagli

FAMIGLIA ED EDUCAZIONE

FAMIGLIA ED EDUCAZIONE FAMIGLIA ED EDUCAZIONE Card. Carlo Caffarra Cari genitori, ho desiderato profondamente questo incontro con voi, il mio primo incontro con un gruppo di genitori nel mio servizio pastorale a Bologna. Sono

Dettagli

Come vivere senza ansia con accanto un amico di nome Gesù.

Come vivere senza ansia con accanto un amico di nome Gesù. PREFAZIONE Voglio sottolineare che questo libro è stato scritto su dettatura di Gesù Cristo. Come per il libro precedente, desidero con questo scritto arrivare al cuore di tante persone che nella loro

Dettagli

INDICE. Lettera da Eugenio Corti. Insieme per costruire. Una responsabilità di tutti. Il nome e il logo della Fondazione.

INDICE. Lettera da Eugenio Corti. Insieme per costruire. Una responsabilità di tutti. Il nome e il logo della Fondazione. 1 INDICE 5 Lettera da Eugenio Corti 7 Insieme per costruire 9 Una responsabilità di tutti 11 Il nome e il logo della Fondazione 14 La nostra Mission 15 I nostri obiettivi 17 Istituto Culturale Don Carlo

Dettagli

- 1 reference coded [3,14% Coverage]

<Documents\bo_min_11_M_16_ita_stu> - 1 reference coded [3,14% Coverage] - 1 reference coded [3,14% Coverage] Reference 1-3,14% Coverage quindi ti informi sulle cose che ti interessano? sì, sui blog dei miei amici ah, i tuoi amici hanno dei

Dettagli

Nella mia Lettera ai cristiani della Chiesa di Lucca, per quest anno pastorale, chiedevo:

Nella mia Lettera ai cristiani della Chiesa di Lucca, per quest anno pastorale, chiedevo: LITURGIA DEL MANDATO PER IL SERVIZIO DI ANIMATORE DEI GRUPPI DI ASCOLTO DEL VANGELO Sabato 29 novembre 2014 (Rm 10,9-18; Mr 16,9-15) ITALO CASTELLANI Arcivescovo di Lucca Nella mia Lettera ai cristiani

Dettagli

PRESENTAZIONE DELLA NUOVA FIAT PANDA

PRESENTAZIONE DELLA NUOVA FIAT PANDA PRESENTAZIONE DELLA NUOVA FIAT PANDA Intervento dell Amministratore Delegato della Fiat, Sergio Marchionne Pomigliano d Arco (NA) - 14 dicembre 2011 h 9:00 Signore e signori, buongiorno a tutti. E un piacere

Dettagli

DISCORSO DI INSEDIAMENTO DEL CONSIGLIO COMUNALE Sangano, 12 giugno 2014

DISCORSO DI INSEDIAMENTO DEL CONSIGLIO COMUNALE Sangano, 12 giugno 2014 DISCORSO DI INSEDIAMENTO DEL CONSIGLIO COMUNALE Sangano, 12 giugno 2014 Care e cari Sanganesi, egregi Assessori, egregi Consiglieri, caro Dott. Russo, carissima Flavia oggi si insedia il nuovo Consiglio

Dettagli

La Scuola Primaria. Affrontare insieme le difficoltà

La Scuola Primaria. Affrontare insieme le difficoltà La Scuola Primaria Un percorso di crescita fondamentale nello sviluppo delle competenze e delle conoscenze. Un ambiente educativo sereno e inclusivo nel quale è possibile promuovere, sostenere ed accompagnare

Dettagli

VERBALE DI DELIBERAZIONE DI CONSIGLIO COMUNALE N. 19 del 11-05-2011

VERBALE DI DELIBERAZIONE DI CONSIGLIO COMUNALE N. 19 del 11-05-2011 COMUNE DI PONTE SAN NICOLÒ PROVINCIA DI PADOVA COPIA VERBALE DI DELIBERAZIONE DI CONSIGLIO COMUNALE N. 19 del 11-05-2011 Sessione Ordinaria - Seduta Pubblica di Prima Convocazione Oggetto: SURROGA DEL

Dettagli

vivo noi tra VERSIONE MISTA strumenti per una didattica inclusiva Scarica gratis il libro digitale con i Contenuti Digitali integrativi

vivo noi tra VERSIONE MISTA strumenti per una didattica inclusiva Scarica gratis il libro digitale con i Contenuti Digitali integrativi Gruppo Scuola Nuova Percorsi facilitati per lo sviluppo e la valutazione della competenza religiosa è vivo tra noi strumenti per una didattica inclusiva Scarica gratis il libro digitale con i Contenuti

Dettagli

QUANTE EMOZIONI GESU

QUANTE EMOZIONI GESU SCUOLA DELL INFANZIA SACRA FAMIGLIA La Spezia PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE CATTOLICA A.S. 2014-2015 QUANTE EMOZIONI GESU Al centro di qualsiasi programmazione nella scuola dell Infanzia ci deve

Dettagli

Sono presenti i ragazzi della Scuola Primaria, della Scuola Secondaria di 1 grado e del Collegio S. Antonio di Busnago.

Sono presenti i ragazzi della Scuola Primaria, della Scuola Secondaria di 1 grado e del Collegio S. Antonio di Busnago. 31 gennaio 2009 Consiglio comunale ragazzi Verbale Consiglio Comunale dei di sabato 31 gennaio 2009 La riunione si apre alle ore 11.05 con il seguente Ordine del Giorno: 1. Elezione del Sindaco 2. Varie

Dettagli

ULTIMO SABATO DI NOVEMBRE

ULTIMO SABATO DI NOVEMBRE Dicembre 2009 ULTIMO SABATO DI NOVEMBRE Sabato 28 novembre si è svolta la tredicesima edizione della Giornata Nazionale della Colletta Alimentare. Anche nella nostra provincia la mobilitazione è stata

Dettagli

============================================ II DOMENICA DOPO NATALE (ANNO C) ======================================================================

============================================ II DOMENICA DOPO NATALE (ANNO C) ====================================================================== -------------------------------------------------- LA LITURGIA DEL GIORNO 03.01.2016 Grado della Celebrazione: DOMENICA Colore liturgico: Bianco ============================================ II DOMENICA

Dettagli

La Giustizia come fondamento dello sviluppo e della pace

La Giustizia come fondamento dello sviluppo e della pace Marcello Pera La Giustizia come fondamento dello sviluppo e della pace Cerisdi, Palermo, 26 novembre 2001 SENATO DELLA REPUBBLICA TIPOGRAFIA DEL SENATO La giustizia come fondamento dello sviluppo e della

Dettagli

riportare quindi il centro del nostro mondo tra le mura della nostra città.

riportare quindi il centro del nostro mondo tra le mura della nostra città. magazine free press Firenze Urban Lifestyle è un magazine freepress che nasce dalla volontà di dare energia alla forza intrinseca della città di Firenze. La nostra redazione vuole dar voce a realtà e situazioni

Dettagli

Progetto a cura di Annalisa Bonomi. Emiliano Aiardi e Marco Raffaelli illustrazioni e grafica.

Progetto a cura di Annalisa Bonomi. Emiliano Aiardi e Marco Raffaelli illustrazioni e grafica. Comune di Brentonico Provincia autonoma di Trento Progetto a cura di Annalisa Bonomi. Emiliano Aiardi e Marco Raffaelli illustrazioni e grafica. Collaborazione Istituto comprensivo Scuola primaria Brentonico

Dettagli

Un pensiero per la nostra Maestra Grazie Maestra Carla!

Un pensiero per la nostra Maestra Grazie Maestra Carla! Un pensiero per la nostra Maestra Grazie Maestra Carla! Quarta Primaria - Istituto Santa Teresa di Gesù - Roma a.s. 2010/2011 Con tanto affetto... un grande grazie anche da me! :-) Serena Grazie Maestra

Dettagli

ECCOCI. Sommario. Ottobre 2014 - n. 7. Alle famiglie 1. Pronti...partenza...via... 2. Tempo di nuove conoscenze. Una vacanza speciale 4

ECCOCI. Sommario. Ottobre 2014 - n. 7. Alle famiglie 1. Pronti...partenza...via... 2. Tempo di nuove conoscenze. Una vacanza speciale 4 ECCOCI Sommario Alle famiglie 1 Pronti...partenza...via... 2 Tempo di nuove conoscenze al CSE Una vacanza speciale 4 Sempre più creativi... insieme Tappi e non solo 6 Prossimi appuntamenti 7 Recapiti 8

Dettagli

Trascrizione dell intervento di Rino Campioni 17 maggio 2011

Trascrizione dell intervento di Rino Campioni 17 maggio 2011 Trascrizione dell intervento di Rino Campioni 17 maggio 2011 La relazione di Sergio Veneziani contiene tutta la struttura dell idea che noi abbiamo di Auser attraverso gli strumenti per qualificare e migliorare,

Dettagli

Intervista con Elsa Moccetti

Intervista con Elsa Moccetti Intervista con Elsa Moccetti [L intervista è condotta da Sonja Gilg di Creafactory SA. Intervengono altre due persone di cui un ospite: Antonietta Santschi] Dicevo, che è stata una mia scelta di venire

Dettagli

Lei ama vero? Certo che ama, si vede. Si vede come è seduta, come affronta questa serata. Lei ama ama!

Lei ama vero? Certo che ama, si vede. Si vede come è seduta, come affronta questa serata. Lei ama ama! Lei ama vero? Certo che ama, si vede. Si vede come è seduta, come affronta questa serata. Lei ama ama! Si vede subito quando una donna ama. E più disponibile ad accettare uno come me. L amore vero, di

Dettagli

Psoprattutto nella fase di informazione,

Psoprattutto nella fase di informazione, UNA VISIONE DALLA PARTE DELL UTENZA DEBOLE, CICLISTI E PEDONI Marco Passigato FIAB, Federazione Italiana Amici della Bicicletta rima di iniziare vorrei ringraziare le associazioni che hanno collaborato,

Dettagli

ISCRIZIONE CATECHESI Cammini di educazione e formazione cristiana per bambini, ragazzi e adolescenti

ISCRIZIONE CATECHESI Cammini di educazione e formazione cristiana per bambini, ragazzi e adolescenti DOMENICA 27 SETTEMBRE Parrocchia SS. Nazario e Celso MM. - Urgnano Oratorio S. Giovanni Bosco FESTA DI INIZIO ANNO PASTORALE Ore 10.30 S. MESSA di apertura del nuovo ANNO PASTORALE In questa occasione

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO LEONARDO DA VINCI LIMBIATE scuole dell infanzia don Milani e Andersen anno scolastico 2014-2015 ORGANIZZAZIONE DEL CURRICOLO

ISTITUTO COMPRENSIVO LEONARDO DA VINCI LIMBIATE scuole dell infanzia don Milani e Andersen anno scolastico 2014-2015 ORGANIZZAZIONE DEL CURRICOLO 1 programmazionescinfdonmandirc14.15 ISTITUTO COMPRENSIVO LEONARDO DA VINCI LIMBIATE scuole dell infanzia don Milani e Andersen anno scolastico 2014-2015 ORGANIZZAZIONE DEL CURRICOLO 2 GIORNATA SCOLASTICA

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO BUONARROTI CORSICO PROGETTO TEATRO SCUOLA SECONDARIA I GRADO BUONARROTI A.S. 2012-2013

ISTITUTO COMPRENSIVO BUONARROTI CORSICO PROGETTO TEATRO SCUOLA SECONDARIA I GRADO BUONARROTI A.S. 2012-2013 ISTITUTO COMPRENSIVO BUONARROTI CORSICO PROGETTO TEATRO SCUOLA SECONDARIA I GRADO BUONARROTI A.S. 2012-2013 Il Progetto Teatro viene proposto ogni anno a gruppi di classe individuati in base alle scelte

Dettagli

UN CLARINETTO NEL LAGER ALDO VALERIO CACCO

UN CLARINETTO NEL LAGER ALDO VALERIO CACCO UN INCONTRO CON LA STORIA UN CLARINETTO NEL LAGER ALDO VALERIO CACCO 5 FEBBRAIO 2015 Villafranca Padovana Classe terza A del plesso Dante Alighieri Insegnante: professoressa Barbara Bettini Il valore della

Dettagli

Via Belzoni 80 Via Belzoni 80 35121 Padova 35121 Padova tel +39 049 8278464 tel +39 049 8278458 fax +39 049 8278451 fax +39 049 8278451

Via Belzoni 80 Via Belzoni 80 35121 Padova 35121 Padova tel +39 049 8278464 tel +39 049 8278458 fax +39 049 8278451 fax +39 049 8278451 La.R.I.O.S. Laboratorio di Ricerca ed Intervento per l Orientamento alle Scelte DPSS Dipartimento di Psicologia dello Sviluppo e della Socializzazione Centro di Ateneo di Servizi e Ricerca per la Disabilità,

Dettagli

SCUOLA ITALIANA PIETRO DELLA VALLE TEHERAN

SCUOLA ITALIANA PIETRO DELLA VALLE TEHERAN 1 SCUOLA ITALIANA PIETRO DELLA VALLE TEHERAN Aprile 2013 ESAME FINALE LIVELLO 3 Nome: Cognome: E-mail & numero di telefono: Numero tessera: 1 2 1. Perché Maria ha bisogno di un lavoro? PROVA DI ASCOLTO

Dettagli

VALORE VACANZA 2012 I RISULTATI DELL INDAGINE DI CUSTOMER SATISFACTION

VALORE VACANZA 2012 I RISULTATI DELL INDAGINE DI CUSTOMER SATISFACTION VALORE VACANZA 2012 I RISULTATI DELL INDAGINE DI CUSTOMER SATISFACTION Il presente report sintetizza i risultati dell indagine di customer satisfaction, condotta dall Ufficio II della Direzione Centrale

Dettagli

Parrocchia di San Paolo

Parrocchia di San Paolo Parrocchia di San Paolo Consiglio pastorale 27 Novembre 2011 Questa speciale edizione del Consiglio Pastorale prende vita in una soleggiata domenica novembrina: presenti 45 persone che, dopo aver celebrato

Dettagli

Giornale degli Alunni della Scuola Media "Virgilio" Via Trebbia - CREMONA. Sono in terza media Che cosa provo? Preoccupazione, gioia, speranza,

Giornale degli Alunni della Scuola Media Virgilio Via Trebbia - CREMONA. Sono in terza media Che cosa provo? Preoccupazione, gioia, speranza, Noi in poche pagine Giornale degli Alunni della Scuola Media "Virgilio" Via Trebbia - CREMONA XVI EDIZIONE ~ ANNO 2014-2015 9 ottobre 2014 SOMMARIO SPECIALE CLASSE 3^B Ø RIFLESSIONI DEI PRIMI GIORNI DI

Dettagli

La Scuola dell Infanzia

La Scuola dell Infanzia La Scuola dell Infanzia Un ambiente educativo accogliente e stimolante; nel quale sia naturale sviluppare, attraverso esperienze, attività e giochi, alcune competenze di base che strutturino la crescita

Dettagli

INSIEME CON GESÚ è il percorso IRC che vogliamo abbracciare quest anno. Il filo conduttore del percorso è il CORPO, sia perché specchio dell unità

INSIEME CON GESÚ è il percorso IRC che vogliamo abbracciare quest anno. Il filo conduttore del percorso è il CORPO, sia perché specchio dell unità Programmazione IRC 2014-2015 1 INSIEME CON GESÚ è il percorso IRC che vogliamo abbracciare quest anno. Il filo conduttore del percorso è il CORPO, sia perché specchio dell unità della Chiesa, sia perché

Dettagli

La nostra esperienza con Youth Bank Emily, Francesca C., Margherita, Tobia

La nostra esperienza con Youth Bank Emily, Francesca C., Margherita, Tobia La nostra esperienza con Youth Bank Emily, Francesca C., Margherita, Tobia L esperienza da giovani banchieri dei ragazzi della è cominciata con un invito lanciato dalla loro sempre superattiva referente

Dettagli

PROGRAMMAZIONE EDUCATIVO-DIDATTICA

PROGRAMMAZIONE EDUCATIVO-DIDATTICA PROGRAMMAZIONE EDUCATIVO-DIDATTICA Scuole dell Infanzia Gianni Rodari Istituto Comprensivo Crespellano R E L I G I O N E C A T T O L I C A Anno scolastico 2014-2015 Insegnante: Calì Angela PREMESSA Insegnare

Dettagli

Buone Feste e Felicissimo 2015

Buone Feste e Felicissimo 2015 Il Presidente e tutto il Consiglio di Amministrazione augurano a tutti i campeggiatori un felicissimo 2015 con la speranza di una vita serena per le vostre famiglie e per tutte le persone a voi care. L

Dettagli

Scuola dell Infanzia Sacra Famiglia Via Roma,7 Arese

Scuola dell Infanzia Sacra Famiglia Via Roma,7 Arese Scuola dell Infanzia Sacra Famiglia Via Roma,7 Arese RIFERIMENTI LEGISLATIVI DAGLI ORIENTAMENTI PER IL CONTRIBUTO AI PIANI PERSONALIZZATI DELLE ATTIVITA EDUCATIVE DI INSEGNAMENTO DI RELIGIONE CATTOLICA

Dettagli

Saluto di Vincenzo Consoli Amministratore Delegato di Veneto Banca Holding. Assemblea Unindustria Treviso Villa Spineda Gasparini Loredan

Saluto di Vincenzo Consoli Amministratore Delegato di Veneto Banca Holding. Assemblea Unindustria Treviso Villa Spineda Gasparini Loredan Saluto di Vincenzo Consoli Amministratore Delegato di Veneto Banca Holding Assemblea Unindustria Treviso Villa Spineda Gasparini Loredan venerdì 25 giugno 2010 Buon pomeriggio. Un cordiale saluto al Ministro

Dettagli

DISEGNO DI LEGGE. Senato della Repubblica XVI LEGISLATURA N. 1151

DISEGNO DI LEGGE. Senato della Repubblica XVI LEGISLATURA N. 1151 Senato della Repubblica XVI LEGISLATURA N. 1151 DISEGNO DI LEGGE d iniziativa del senatore IZZO COMUNICATO ALLA PRESIDENZA IL 23 OTTOBRE 2008 Istituzione del Giorno delle radici in ricordo della storia,

Dettagli

DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE

DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N 44 Seduta del 28 settembre 2006 IL CONSIGLIO COMUNALE VISTI i verbali delle sedute del 12.06.06 (deliberazioni n. 23, 24, 25, 26, 27), del 4.07.2006 (deliberazioni

Dettagli

PAPA FRANCESCO - Nessuna paura della gioia

PAPA FRANCESCO - Nessuna paura della gioia PARROCCHIA S. BARTOLOMEO CARUGO SOGNI E REALTA Foglio di comunicazione e fraternità Ciclostilato in proprio del 4 maggio 2014 - www.parrocchiacarugo.it PAPA FRANCESCO - Nessuna paura della gioia Ci sono

Dettagli

San Giovanni Battista Cesano Boscone Sacra Famiglia C 2007-01-27

San Giovanni Battista Cesano Boscone Sacra Famiglia C 2007-01-27 MESSA VIGILIARE 18.00 In questa festa della Sacra Famiglia vorrei soffermarmi su un aspetto del brano di vangelo che abbiamo appena ascoltato. Maria e Giuseppe, insieme, cercano angosciati Gesù. Cosa può

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 2

Test di ascolto Numero delle prove 2 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi. In quale luogo puoi ascoltare i dialoghi? Scegli una delle tre proposte che ti diamo. DEVI SCRIVERE LE TUE

Dettagli

COMUNICATO A TUTTE LE PERSONE CHE VOGLIONO BENE A PROGETTO SARAH :

COMUNICATO A TUTTE LE PERSONE CHE VOGLIONO BENE A PROGETTO SARAH : COMUNICATO A TUTTE LE PERSONE CHE VOGLIONO BENE A PROGETTO SARAH : LETTERA APERTA, SUOR TANTELY CONGREGAZIONE SUORE SAN GIUSEPPE D'AOSTA AI VOLONTARI DI PROGETTO SARAH I NUMERI e IL COSTO SOSTENUTO IN

Dettagli

1. RIVELATO IN GESU CRISTO

1. RIVELATO IN GESU CRISTO SCHEDA 4 (per operatori) 1. RIVELATO IN GESU CRISTO Nota introduttiva L incontro sulla figura di Gesù ha lo stesso stile narrativo del precedente. Se Dio è origine del bisogno d amore e della capacità

Dettagli

INTERVENTO DELLA SIG.RA MINISTRO. ALLA SCUOLA UFFICIALI CARABINIERI (Roma, 11 febbraio 2015) Fa fede l intervento effettivamente pronunciato

INTERVENTO DELLA SIG.RA MINISTRO. ALLA SCUOLA UFFICIALI CARABINIERI (Roma, 11 febbraio 2015) Fa fede l intervento effettivamente pronunciato INTERVENTO DELLA SIG.RA MINISTRO ALLA SCUOLA UFFICIALI CARABINIERI (Roma, 11 febbraio 2015) Fa fede l intervento effettivamente pronunciato Signor Presidente del Consiglio, Autorità civili, militari e

Dettagli

2011 HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION. Italian Continuers. (Section I Listening and Responding) Transcript

2011 HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION. Italian Continuers. (Section I Listening and Responding) Transcript 2011 HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION Italian Continuers (Section I Listening and Responding) Transcript Familiarisation Text SILVIO: FLAVIA: SILVIO: FLAVIA: SILVIO: FLAVIA: Ciao, Flavia. Mi sono

Dettagli

BENESSERE SUL LAVORO E QUALITA DELLE RELAZIONI Intervista a Christian Boiron. Di Enrico Cheli

BENESSERE SUL LAVORO E QUALITA DELLE RELAZIONI Intervista a Christian Boiron. Di Enrico Cheli BENESSERE SUL LAVORO E QUALITA DELLE RELAZIONI Intervista a Christian Boiron Di Enrico Cheli Cheli: Dott. Boiron, lei è presidente del gruppo Boiron, leader mondiale nel campo dell omeopatia, e da anni

Dettagli

Filopoesia per l educazione. Gemellaggi tra bambini e studenti alla LUMSA.

Filopoesia per l educazione. Gemellaggi tra bambini e studenti alla LUMSA. Filopoesia per l educazione. Gemellaggi tra bambini e studenti alla LUMSA. Di tutto quello che anche quest anno abbiamo cercato di fare, dei bambini della scuola dell Infanzia che continuano a giocare

Dettagli

IL GRILLO PARLANTE. www.inmigrazione.it. Laboratorio sul Consiglio: dalle vicende del burattino di legno ai grandi temi personali.

IL GRILLO PARLANTE. www.inmigrazione.it. Laboratorio sul Consiglio: dalle vicende del burattino di legno ai grandi temi personali. IL GRILLO PARLANTE Laboratorio sul Consiglio: dalle vicende del burattino di legno ai grandi temi personali. www.inmigrazione.it collana lingua italiana l2 Pinocchio e il grillo parlante Pinocchio è una

Dettagli

La Santa Sede CELEBRAZIONE EUCARISTICA A CONCLUSIONE DEL «FAMILYFEST» OMELIA DI GIOVANNI PAOLO II. Domenica, 6 giugno 1993

La Santa Sede CELEBRAZIONE EUCARISTICA A CONCLUSIONE DEL «FAMILYFEST» OMELIA DI GIOVANNI PAOLO II. Domenica, 6 giugno 1993 La Santa Sede CELEBRAZIONE EUCARISTICA A CONCLUSIONE DEL «FAMILYFEST» OMELIA DI GIOVANNI PAOLO II Domenica, 6 giugno 1993 1. Che il Signore cammini in mezzo a noi (Es 34, 9). Così prega Mosè, presentandosi

Dettagli

Impariamo a volare...

Impariamo a volare... Impariamo a volare... Francesca Maccione IMPARIAMO A VOLARE... www.booksprintedizioni.it Copyright 2012 Francesca Maccione Tutti i diritti riservati L amore è longanime, è benigno, l amore non ha invidia,

Dettagli

competenze trasversali che permettano loro di affrontare con maggiore serenità

competenze trasversali che permettano loro di affrontare con maggiore serenità Il percorso in quinta elementare La proposta di lavoro è finalizzata a sostenere gli alunni nella fase di passaggio alla scuola media. È necessario infatti un azione orientativa che aiuti gli alunni a

Dettagli

NON TEMERE, SOLO ABBI FEDE FEDE È CERTEZZA DI COSE CHE SI SPERANO E DIMOSTRAZIONE DI COSE CHE NON SI VEDONO

NON TEMERE, SOLO ABBI FEDE FEDE È CERTEZZA DI COSE CHE SI SPERANO E DIMOSTRAZIONE DI COSE CHE NON SI VEDONO NON TEMERE, SOLO ABBI FEDE Cos è la fede? FEDE È CERTEZZA DI COSE CHE SI SPERANO E DIMOSTRAZIONE DI COSE CHE NON SI VEDONO EBREI 11:1 che si sperano SPERANZA: Aspettazione fiduciosa di qualcosa in cui

Dettagli

REGOLAMENTO DEL CONSIGLIO COMUNALE DEI RAGAZZI

REGOLAMENTO DEL CONSIGLIO COMUNALE DEI RAGAZZI REGOLAMENTO DEL CONSIGLIO COMUNALE DEI RAGAZZI 1 TITOLO I 3 Disposizioni Generali 3 Art. 1 3 Finalità 3 Art. 2 3 Obiettivi 3 Art. 3 3 Funzionamento del Regolamento del C.C.R. 3 TITOLO II 4 Il Consiglio

Dettagli

IN CARCERE MA LIBERI!

IN CARCERE MA LIBERI! PATRIZIO ASTORRI GENNARO CAROTENUTO TULLIO MENGON SILVANO SPAGNUOLO LORENZO ZOCCA IN CARCERE MA LIBERI! Terza edizione Chirico INDICE Presentazione del Cardinale Michele Giordano XI Lettera del cappellano

Dettagli

Giuseppe Iosa. Documento programmatico per la candidatura alla segreteria del Circolo Moro-Berlinguer di Peschiera Borromeo

Giuseppe Iosa. Documento programmatico per la candidatura alla segreteria del Circolo Moro-Berlinguer di Peschiera Borromeo Giuseppe Iosa Documento programmatico per la candidatura alla segreteria del Circolo Moro-Berlinguer di Peschiera Borromeo Domenica, 19 aprile 2015 Premessa Il Partito Democratico di Peschiera Borromeo,

Dettagli

Se impariamo a conoscerci, se superiamo il disagio, se scopriamo l armonia della vita, prevenire è possibile. ( Vincenzo Masini)

Se impariamo a conoscerci, se superiamo il disagio, se scopriamo l armonia della vita, prevenire è possibile. ( Vincenzo Masini) Se impariamo a conoscerci, se superiamo il disagio, se scopriamo l armonia della vita, prevenire è possibile. ( Vincenzo Masini) Fin dalla premessa ai programmi della scuola Primaria e Secondaria si è

Dettagli

1. Scrivere ad amici e parenti

1. Scrivere ad amici e parenti 1. Scrivere ad amici e parenti In questo capitolo ci concentreremo sulle lettere per le persone che conosciamo. Normalmente si tratta di lettere i cui argomenti sono piuttosto vari, in quanto i nostri

Dettagli

DICEMBRE 2013 ANNO 4 - NUMERO 1 L ECO DELL OPERA PIA OPERA PIA CORBETTA - VIA GENTILINI, 4 BORGOLAVEZZARO TEL. 0321-885215

DICEMBRE 2013 ANNO 4 - NUMERO 1 L ECO DELL OPERA PIA OPERA PIA CORBETTA - VIA GENTILINI, 4 BORGOLAVEZZARO TEL. 0321-885215 DICEMBRE 2013 ANNO 4 - NUMERO 1 L ECO DELL OPERA PIA OPERA PIA CORBETTA - VIA GENTILINI, 4 BORGOLAVEZZARO TEL. 0321-885215 Anche quest anno ormai sta volgendo al termine. Con tanta gioia nel cuore posso

Dettagli

Protagonisti le bambine e i bambini della classe dei Delfini

Protagonisti le bambine e i bambini della classe dei Delfini grafica di Gianluigi Protagonisti le bambine e i bambini della classe dei Delfini Anno scolastico 2010_ 2011 Perché questa scelta? Il libro è un contesto abitato dai bambini sin dalla più tenera età; è

Dettagli

UDA 1 Presentare, presentarsi, descrivere. FAD: PRESENTAZIONE IN PRIMA E TERZA PERSONA (h 5) IL TESTO, I TESTI

UDA 1 Presentare, presentarsi, descrivere. FAD: PRESENTAZIONE IN PRIMA E TERZA PERSONA (h 5) IL TESTO, I TESTI UDA 1 Presentare, presentarsi, descrivere FAD: PRESENTAZIONE IN PRIMA E TERZA PERSONA (h 5) PER COMINCIARE: IL TESTO, I TESTI Es, Misto (Verbale/Non verbale) Fumetto Verbale Non verbale (Visivo/Acustico)

Dettagli

Traccia per Focus Group

Traccia per Focus Group Traccia per Focus Group Introduzione per i docenti Gentili docenti, un ringraziamento anticipato, e non di circostanza, per la vostra collaborazione all'attività di approfondimento della sperimentazione.

Dettagli

FONDAZIONE CAUSA PIA D'ADDA PROGETTO EDUCATIVO UNITARIO

FONDAZIONE CAUSA PIA D'ADDA PROGETTO EDUCATIVO UNITARIO FONDAZIONE CAUSA PIA D'ADDA PROGETTO EDUCATIVO UNITARIO S.M. Causa Pia d'adda di Settimo Milanese (MI) S.M. Causa Pia d'adda di Seguro di Settimo Milanese (MI) S.M. Causa Pia d'adda di Segrate (MI) S.M.

Dettagli

Relazione Finale progetto II Anno

Relazione Finale progetto II Anno Relazione Finale progetto II Anno Premessa Anche quest anno ho la necessità di fare una premessa. Quando a giugno ho pensato di creare un giornalino a scuola come progetto per l ultimo anno del DOL ero

Dettagli

CURRICOLO VERTICALE DI ISTITUTO SCUOLA DELL INFANZIA - PRIMARIA - SECONDARIA RELIGIONE CATTOLICA

CURRICOLO VERTICALE DI ISTITUTO SCUOLA DELL INFANZIA - PRIMARIA - SECONDARIA RELIGIONE CATTOLICA CURRICOLO VERTICALE DI ISTITUTO SCUOLA DELL INFANZIA - PRIMARIA - SECONDARIA RELIGIONE CATTOLICA L I.R.C., come ogni altra materia curricolare, contribuisce allo sviluppo delle competenze per l apprendimento

Dettagli

Dopo-Cresima Semplicemente... una proposta

Dopo-Cresima Semplicemente... una proposta ... e t Dopo-Cresima n e em c i l p m e S una prop osta A questa semplice parola possono essere attribuiti svariati significati: ciascuno la riempie a modo suo.... naturalmente il catechismo. Ci si libera

Dettagli

Nicolò UGANDA Gapyear

Nicolò UGANDA Gapyear Nicolò, Diario dall Uganda Se c è il desiderio, allora il grande passo è compiuto, e non resta che fare la valigia. Se invece ci si riflette troppo, il desiderio finisce per essere soffocato dalla fredda

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 2

Test di ascolto Numero delle prove 2 Dicembre 2009 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi o messaggi. In quale luogo puoi ascoltare i testi? Scegli una delle tre proposte che ti diamo.

Dettagli

Relazione al bilancio di previsione. Antonella Ferrari Assessore alla Cultura, Tempo libero Pubblica Istruzione, Servizi informativi Comunicazione

Relazione al bilancio di previsione. Antonella Ferrari Assessore alla Cultura, Tempo libero Pubblica Istruzione, Servizi informativi Comunicazione Relazione al bilancio di previsione Antonella Ferrari Assessore alla Cultura, Tempo libero Pubblica Istruzione, Servizi informativi Comunicazione Anno 2013 Pubblica Istruzione Dimensionamento Scolastico

Dettagli

Gli alunni delle classi IV e V, il dieci marzo duemilaotto, hanno ospitato nella palestra dell edificio scolastico, il direttore della banca Popolare di Ancona, ente che ha finanziato il progetto Ragazzi

Dettagli