Relazione finanziaria semestrale al 30 Giugno 2014

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Relazione finanziaria semestrale al 30 Giugno 2014"

Transcript

1 Relazione finanziaria semestrale al 30 Giugno 2014 RCS MediaGroup S.p.A. Via A.Rizzoli, Milano Capitale Sociale ,10 Registro Imprese e Codice Fiscale/Partita IVA n R.E.A

2 Indice Composizione degli organi sociali... 3 Struttura del gruppo RCS MediaGroup... 5 Sintetica descrizione del Gruppo... 6 Principali dati economici, patrimoniali e finanziari del Gruppo RCS MediaGroup... 8 Relazione intermedia sulla gestione... 9 Andamento del gruppo nel secondo Trimestre Andamento del gruppo al 30 giugno Altre informazioni Andamento economico dei settori di attivita Media Italia Media Spagna Libri Pubblicita ed Eventi Funzioni Corporate e Altre Attivita Rapporti con parti correlate Fatti di rilievo del primo Semestre Fatti di rilievo successivi alla chiusura del primo Semestre Evoluzione prevedibile della gestione e prospettive per l anno in corso Integrazioni su richiesta consob ai sensi dell articolo 114, comma 5, del d.lgs 58/1998, del 27 maggio Bilancio Consolidato semestrale abbreviato Prospetti contabili di consolidato Prospetto sintetico del conto economico Prospetto del conto economico complessivo Prospetto sintetico della situazione patrimoniale finanziaria Rendiconto finanziario sintetico Prospetto sintetico delle variazioni di patrimonio netto Note illustrative specifiche Forma, contenuto ed altre informazioni sulle poste del bilancio semestrale abbreviato Allegati Elenco partecipazioni di Gruppo al 30 giugno Tassi di cambio rispetto all euro Parti correlate

3 COMPOSIZIONE DEGLI ORGANI SOCIALI Presidente d onore Cesare Romiti Consiglio di Amministrazione (^) Angelo Provasoli Roland Berger Pietro Scott Iovane ( ) Fulvio Conti Teresa Cremisi Luca Garavoglia Attilio Guarnieri Piergaetano Marchetti Laura Mengoni Presidente Vice Presidente Amministratore Delegato Consigliere Consigliere Consigliere Consigliere Consigliere Consigliere (^) Consiglio di Amministrazione in carica alla data di approvazione della presente Relazione. Gli Amministratori sono in carica per gli esercizi , e quindi sino all Assemblea di approvazione del bilancio relativo all esercizio ( ) Anche Direttore Generale. Poteri delegati dal Consiglio di Amministrazione (^) Fermo comunque il rispetto a livello interno delle funzioni e norme in materia di corporate governance adottate, il Consiglio di Amministrazione ha delegato in particolare all Amministratore Delegato e Direttore Generale tutti i poteri per l ordinaria amministrazione della Società nonché, comunque, una serie di poteri relativi alla gestione della stessa con limitazioni all impegno e/o rischio economico assumibile per talune categorie di operazioni. Collegio Sindacale (^) Giuseppe Lombardi Gabriella Chersicla Pietro Manzonetto Giorgio Silva Michele Casò Mario Massari Presidente Sindaco effettivo Sindaco effettivo Sindaco supplente Sindaco supplente Sindaco supplente (^) Il Collegio Sindacale in carica alla data di approvazione della presente Relazione. II Sindaci sono in carica per gli esercizi e quindi sino all Assemblea di approvazione del Bilancio relativo all ultimo di tali esercizi. Società di revisione (^) KPMG S.p.A. (^) In carica sino all Assemblea di approvazione del Bilancio relativo all esercizio (Si rinvia comunque per maggiori dettagli rispetto a quanto sopra indicato alla rilevante informativa contenuta nella Relazione sul Governo Societario e gli Assetti Proprietari). 3

4 STRUTTURA DEL GRUPPO RCS MEDIAGROUP 4

5 STRUTTURA DEL GRUPPO RCS MEDIAGROUP 5

6 SINTETICA DESCRIZIONE DEL GRUPPO RCS MediaGroup è uno principali gruppi editoriali multimediali a livello internazionale. Il Gruppo è attivo in tutti i settori dell editoria, dai quotidiani ai magazine, dai libri alla tv, dalle radio ai new media, oltre ad essere tra i primari operatori nel mercato della raccolta pubblicitaria e della distribuzione. In un contesto globale caratterizzato da una evoluzione profonda dei mezzi di comunicazione i media sono sempre più rilevanti per lo sviluppo della società civile e dei suoi individui. RCS MediaGroup è protagonista del processo di evoluzione dell editoria, forte dei principi e valori fondanti che la ispirano e della riconosciuta autorevolezza che caratterizza i suoi contenuti, marchi e autori. Il Gruppo RCS è leader nell editoria quotidiana in Italia e in Spagna. In Italia il Gruppo RCS edita il Corriere della Sera, il quotidiano nazionale più diffuso ed autorevole, e La Gazzetta dello Sport, leader tra i quotidiani sportivi, oltre a numerosi magazine settimanali e mensili, tra cui Amica, Living, Style Magazine, Dove, Oggi, Io Donna, Sportweek, Sette e Abitare, il cui rilancio è previsto per settembre. In Spagna il Gruppo è uno degli attori principali del settore dei media con il gruppo Unidad Editorial, che pubblica il secondo quotidiano nazionale El Mundo, è leader nell informazione sportiva Marca ed è leader nell informazione economica Expansión, oltre a numerosi magazine, tra cui Telva, Marca Motor, Actualidad Económica, Golf Digest, Arte, Historia, Siete Leguas. Il Gruppo edita anche numerose testate dedicate alla prima infanzia con il Gruppo Sfera, attivo anche nel settore fieristico in Italia e all estero, in particolare in Cina, America Latina e Francia. Il Gruppo RCS è il secondo operatore nazionale nel campo dell editoria libraria in Italia attraverso RCS Libri con i marchi Rizzoli, Bompiani, BUR, Fabbri Editori, Sonzogno, Lizard, Marsilio e Adelphi, oltre a detenere una partecipazione nella piattaforma di distribuzione di e-book Edigita. Con RCS Education è operatore primario in Italia nell editoria scolastica, giuridica, universitaria e professionale, grazie a marchi autorevoli come Etas, La Nuova Italia, Sansoni, Oxford University Press, Hachette, Calderini, e alle nuove declinazioni digitali come l innovativa piattaforma per insegnati e studenti My Studio. Nell editoria libraria il Gruppo RCS vanta inoltre una significativa presenza internazionale in USA, con Rizzoli NewYork e Universe, e in Spagna e Portogallo con le case editrici La Esfera de los Libros e A Esfera dos Livros. In Italia, RCS MediaGroup è inoltre attiva nel settore televisivo, attraverso Digicast con i canali satellitari Lei, Dove e Caccia & Pesca, e attraverso le web tv Corriere TV, Gazzetta TV, e nel settore radiofonico attraverso la partecipazione nel Gruppo Finelco, cui fanno capo le emittenti nazionali Radio 105 Network e Radio Monte Carlo, oltre a Virgin Radio, mentre in Spagna è presente con la prima radio sportiva nazionale Radio Marca, con la web tv di El Mundo e con i canali di tv digitale Canal 13 e Discovery max. Oltre a tutte le naturali declinazioni digitali dei brand del Gruppo, la linea strategica verso l innovazione ha portato alla nascita dell incubatore per start-up RCS Nest, che annovera già alcune start-up di successo come Twigis, Dunkest e NetworkMamas, e allo sviluppo di sistemi multimediali come Corriere Innovazione e di progetti trasversali come La27Ora. Sono inoltre state lanciate numerose iniziative crossmediali, come il talent show televisivo Masterpiece, la web-series Una Mamma Imperfetta e il contest di co-publishing YouCrime, e sono state sviluppate app e e-commerce come City1Tap, Quimammeshop e DoveClub. Il Gruppo RCS organizza attraverso RCS Sport eventi sportivi di altissima rilevanza a livello mondiale, tra cui il Giro d Italia, il Dubai Tour, la Milano City Marathon e la Color Run, e si propone come partner per l ideazione e l organizzazione di eventi attraverso la neonata agenzia RCS Live. In Spagna, con Last Lap (che nel 2014 organizzerà il mondiale di ciclismo), è un punto di riferimento nell organizzazione di eventi di massa non convenzionali. RCS MediaGroup è un primario operatore di raccolta pubblicitaria in Italia e Spagna. In Italia, oltre a raccogliere pubblicità per le testate del Gruppo, la Divisione Pubblicità ha acquisito anche la raccolta pubblicitaria nazionale per il gruppo Monrif e dell Editrice La Stampa e ha costituito insieme ad altri operatori del settore Gold 5, la nuova concessionaria di video display advertising. Il Gruppo vanta una presenza anche nell outdoor Advertising con la partnership in IGPDecaux, leader nella comunicazione esterna in Italia, e nel marketing below the line grazie a Connecto. RCS MediaGroup è infine l attore leader nella distribuzione su canale edicola in Italia attraverso la partecipazione in m-dis, mentre in Spagna è leader nella stampa dei quotidiani attraverso la partecipata Corporaciòn Bermont. 6

7 Si segnala che a partire dal gennaio 2014 in coerenza con la nuova struttura organizzativa del Gruppo, è stata rivista la struttura dei settori operativi (segment). In particolare è stato creato il settore operativo Media Italia, che raggruppa le attività della Quotidiani Italia e Periodici (ad esclusione del Sistema Infanzia) con il fine di favorire lo sviluppo dei prodotti editoriali verticali integrati. Da questo raggruppamento sono escluse le attività di RCS Sport, che entrano a far parte del settore operativo Pubblicità ed Eventi. Anche le Attività Televisive della controllata Digicast confluiscono nella Media Italia. Nel prospetto seguente si evidenzia l evoluzione dei settori operativi (segment) in vigore al 31 dicembre 2013 alla struttura delle attività che è stata adottata a partire da gennaio SETTORI OPERATIVI AL 31/12/2013 SETTORI OPERATIVI DAL 1/01/2014 (a) QUOTIDIANI ITALIA (a-b)+(c-d)+f MEDIA ITALIA (b) di cui RCS Sport QUOTIDIANI SPAGNA MEDIA SPAGNA (c) (d) PERIODICI di cui Sfera (e) PUBBLICITA' (e)+(b) PUBBLICTA' ED EVENTI LIBRI LIBRI (f) ATTIVITA' TELEVISIVE (g) FUNZIONI DI CORPORATE (d)+(g) FUNZIONI DI CORPORATE E ALTRE ATTIVITA' La Capogruppo è una società per azioni, quotata al Mercato MTA, organizzato e gestito dalla Borsa Italiana S.p.A., avente sede legale in Milano, Via Angelo Rizzoli n.8, iscritta in data 6 marzo 1997 al Registro delle Imprese di Milano al numero (RCS MediaGroup S.p.A. codice ISIN: IT ). 7

8 PRINCIPALI DATI ECONOMICI, PATRIMONIALI E FINANZIARI DEL GRUPPO RCS MEDIAGROUP I dati del secondo trimestre 2013 ed al 30 giugno sono stati rivisti per riflettere gli effetti retroattivi dell adozione dei principi contabili IFRS 10 e IFRS 11 relativi al perimetro di consolidamento in vigore a partire dal primo gennaio Gli effetti di tale adozione sono illustrati nella nota n 5 della sezione Bilancio Abbreviato. 2 trimestre 30 giugno (in milioni di euro) (3) (1) (2) (3) (1) (2) DATI ECONOMICI Ricavi netti 348,2 362,3 611,1 647,5 EBITDA (4) 16,7 10,0 ( 29,2) ( 104,8) EBIT ( 5,1) ( 8,9) ( 65,1) ( 142,8) Risultato prima delle imposte e degli interessi di terzi ( 17,6) ( 15,5) ( 91,4) ( 158,2) Imposte sul reddito 1,4 3,8 13,9 37,6 Risultato attività destinate a continuare ( 16,2) ( 11,7) ( 77,5) ( 120,6) Risultato attività destinate alla dismissione e dismesse (5) - ( 5,9) 7,1 37,6 Risultato netto del periodo ( 16,1) ( 18,3) ( 70,0) ( 125,4) Risultato per azione base delle attività destinate a continuare (0,04) (0,99) (0,17) (0,99) Risultato per azione diluito delle attività destinate a continuare (0,04) (0,99) (0,17) (0,99) Risultato per azione base delle attività destinate alla dismissione e dismesse - (0,05) 0,02 0,03 Risultato per azione diluito delle attività destinate alla dismissione e dismesse - (0,05) 0,02 0,03 DATI PATRIMONIALI 30/06/ /06/ /12/2013 Capitale investito netto 829,8 995,2 809,2 Indebitamento finanziario netto complessivo (6) 518,2 955,5 474,3 _ di cui indebitamento finanziario netto correlato alle attività destinate alla dismissione e dismesse 28,5 Patrimonio netto 311,6 39,7 334,9 Dipendenti (numero medio) esclusi i dipendenti delle attività destinate alla dismissione e dismesse Dipendenti (numero medio) (1) In data 1 agosto 2013 è stato ceduto il ramo Collezionabili, in data 11 dicembre 2013 è stata ceduta Edition d Art Albert Skirà ed in data 1 marzo 2014 è stato ceduto il ramo d attività ed il marchio Casa Editrice La Tribuna. Tali variazioni hanno comportato complessivamente minor ricavi consolidati per 16,3 milioni e un miglioramento dell EBITDA pari a 7,3 milioni al 30 giungo 2014, nonché minori ricavi consolidati per 8 milioni ed un miglioramento dell EBITDA pari a 2,9 milioni nel secondo trimestre (2) I dati al 30 giugno 2013, al 31 dicembre 2013 e del secondo trimestre 2013 sono stati rivisti per riflettere gli effetti retroattivi dell adozione dei principi contabili IFRS10 e IFRS 11 relativi al perimetro di consolidamento in vigore a partire dal primo gennaio (3) Nel primo trimestre 2014 è stato acquisito il controllo di Editoriale del Mezzogiorno, partecipazione precedentemente valutata con il metodo del patrimonio netto. I ricavi della società sono interamente infragruppo e presenta un EBITDA negativo di 0,4 milioni e di 0,2 milioni rispettivamente al 30 giugno 2014 e nel secondo trimestre Nel primo trimestre 2014 è stato inoltre acquisito il controllo della società Rizzoli Sfera International Advertising (Beijing) Co. Ltd. che detiene al 90% la società Rizzoli Sfera International Convetion & Exhibition (Beijing) Co. Ltd.. Queste società, precedentemente valutate con il metodo del patrimonio netto, al 30 giugno 2014 presentano complessivamente ricavi per 2,3 milioni e un EBITDA negativo per 0,1 milioni nonché nel secondo trimestre 2014 presentano complessivamente ricavi per 1,2 milioni e un EBITDA negativo per 0,3 milioni. (4) Da intendersi come risultato operativo ante ammortamenti e svalutazioni delle immobilizzazioni. (5) Al 30 giugno 2014 il Risultato delle attività destinate alla dismissione e dismesse comprende la plusvalenza di 7,1 milioni realizzata sull immobile del comparto di Via Solferino la cui cessione realizzata nel 2013 era soggetta a condizione sospensiva. (6) Indicatore della struttura finanziaria, determinato quale risultante dei debiti finanziari correnti e non correnti al netto delle disponibilità liquide e mezzi equivalenti nonché delle attività finanziarie non correnti per strumenti derivati. La Relazione Finanziaria Semestrale è stata approvata dal Consiglio di Amministrazione in data 31 luglio

9 RELAZIONE INTERMEDIA SULLA GESTIONE REDATTA AI SENSI DEL DECRETO LEGGE 58/1998 E SUCCESSIVE MODIFICHE 9

10 ANDAMENTO DEL GRUPPO NEL SECONDO TRIMESTRE Nel primo trimestre 2014 (ultimo dato aggiornato), il PIL italiano è diminuito dello 0,1 per cento rispetto al periodo precedente (Fonte Banca d Italia). La ripresa economica italiana, pur in presenza di segnali di maggiore fiducia delle imprese, stenta ancora ad avviarsi. Il principale sostegno al prodotto interno lordo continua a provenire dall andamento dell interscambio con l estero. Il PIL spagnolo ha evidenziato nel primo trimestre 2014 una crescita dello 0,5 per cento su base annua (Fonte Ine). Il mercato pubblicitario evidenzia sul mezzo stampa in Italia nel bimestre aprile maggio 2014 un decremento dell 8,7%, mentre il mercato pubblicitario complessivo evidenzia una flessione pari al 4,7% rispetto al pari periodo dello scorso esercizio (Fonte Nielsen). In Spagna si evidenzia un decremento pari al 6% rispetto al secondo trimestre 2013 sul mezzo stampa mentre il mercato pubblicitario complessivo evidenzia un incremento del 4,3% rispetto al pari periodo dell esercizio precedente (fonte I2P/ArceMedia). Conto economico consolidato riclassificato (in milioni di euro) Note di rinvio agli schemi di bilancio 2 trimestre 2014 % 2 trimestre 2013 % Differenza Differenza (5) (4) (4) (6) A B A-B % Ricavi netti 348,2 100,0 362,3 100,0 (14,1) (3,9%) Ricavi diffusionali I 153,3 44,0 174,4 48,1 (21,1) (12,1%) Ricavi pubblicitari (1) I 149,7 43,0 143,3 39,6 6,4 4,5% Ricavi editoriali diversi (2) I 45,2 13,0 44,6 12,3 0,6 1,3% Costi operativi II (241,9) (69,5) (258,0) (71,2) 16,1 (6,2%) Costo del lavoro III (85,7) (24,6) (85,4) (23,6) (0,3) 0,4% Svalutazione crediti IV (2,9) (0,8) (5,0) (1,4) 2,1 (42,0%) Accantonamenti per rischi V (1,0) (0,3) (3,9) (1,1) 2,9 (74,4%) EBITDA (3) 16,7 4,8 10,0 2,8 6,7 67,0% Amm.immobilizzazioni immateriali VI (9,2) (2,6) (11,5) (3,2) 2,3 Amm.immobilizzazioni materiali VII (5,4) (1,6) (6,3) (1,7) 0,9 Amm.investimenti immobiliari VIII (0,3) (0,1) (0,2) (0,1) (0,1) Altre svalutazioni immobilizzazioni IX (6,9) (2,0) (0,9) (0,2) (6,0) Risultato operativo (EBIT) (5,1) (1,5) (8,9) (2,5) 3,8 Proventi (oneri) finanziari netti X (10,6) (3,0) (5,9) (1,6) (4,7) Proventi (oneri) da attività/passività finanziarie XI 0,0 0,0 0,1 0,0 (0,1) Proventi (oneri) da partecipazioni metodo del PN XII (1,9) (0,5) (0,8) (0,2) (1,1) Risultato prima delle imposte (17,6) (5,1) (15,5) (4,3) (2,1) Imposte sul reddito XIII 1,4 0,4 3,8 1,0 (2,4) Risultato attività destinate a continuare (16,2) (4,7) (11,7) (3,2) (4,5) Risultato delle attività destinate alla dismissione e dismesse XIV 0,0 0,0 (5,9) (1,6) 5,9 Risultato netto prima degli interessi di terzi (16,2) (4,7) (17,6) (4,9) 1,4 (Utile) perdita netta di competenza di terzi XV 0,1 0,0 (0,7) (0,2) 0,8 Risultato netto di periodo di Gruppo (16,1) (4,6) (18,3) (5,1) 2,2 (1) I ricavi pubblicitari nel 2º trimestre 2014 comprendono 86,4 milioni realizzati tramite la divisione Pubblicità concessionaria del gruppo (di cui 71,7 milioni da Media Italia, 4,1 milioni da Poligrafici Editoriale, 6,7 milioni da Editrice la Stampa, 3,1 milioni da Spazi di Altri editori terzi, 0,5 milioni ad Eventi vari e 0,3 milioni da Media Spagna) e 63,3 milioni realizzati direttamente dagli editori (di cui 44,1 milioni si riferiscono a Media Spagna, 12,4 milioni a Eventi Sportivi, 2,6 milioni a Media Italia, 4,4 milioni da Funzioni di Corporate e Altre Attività e 0,2 milioni a elisioni verso società del Gruppo). I ricavi pubblicitari nel 2º trimestre 2013 comprendono 76,6 milioni realizzati tramite la divisione Pubblicità concessionaria del gruppo (di cui 74,3 milioni da Media Italia, 1,3 milioni da Spazi di Altri editori terzi, 1 milione ad Eventi vari) e 66,7 milioni realizzati direttamente dagli editori (di cui 45,8 milioni si riferiscono a Media Spagna, 11,3 milioni a Eventi Sportivi, 3,3 milioni a Media Italia, 4,2 milioni da Funzioni di Corporate e Altre Attività, 2,6 milioni a Blei e 0,5 milioni a elisioni verso società del Gruppo). (2) I ricavi editoriali diversi accolgono prevalentemente i ricavi relativi alla vendita di diritti cinematografici del gruppo Unidad Editorial, i ricavi per attività televisive di Digicast e del gruppo Unidad Editorial, i ricavi per la cessione di royalties a società terze, i ricavi correlati a eventi e manifestazioni in Italia e in Spagna, i ricavi dell ecommerce, nonché i ricavi derivanti dalla vendita delle liste clienti e dei cofanetti per l infanzia delle società del gruppo Sfera. (3) Da intendersi come risultato operativo ante ammortamenti e svalutazioni. (4) In data 1 agosto 2013 è stato ceduto il ramo Collezionabili, in data 11 dicembre 2013 è stata ceduta Edition d Art Albert Skirà ed in data 1 marzo 2014 è stato ceduto il ramo d attività ed il marchio Casa Editrice La Tribuna. Tali variazioni hanno comportato complessivamente minor ricavi consolidati per 8 milioni ed un miglioramento dell EBITDA pari a 2,9 milioni. Nel primo trimestre 2014 è stato acquisito il controllo di Editoriale del Mezzogiorno partecipazione precedentemente valutata con il metodo del patrimonio netto. I ricavi della società sono interamente infragruppo e presenta nel secondo trimestre 2014 un EBITDA negativo di 0,2 milioni. Nel primo trimestre 2014 è stato inoltre acquisito il controllo della società Rizzoli Sfera International Advertising (Beijing) Co. Ltd. che detiene al 90% la società Rizzoli Sfera International Convetion & Exhibition (Beijing) Co. Ltd.. Queste società, precedentemente valutate con il metodo del patrimonio netto, nel secondo trimestre 2014 presentano complessivamente ricavi per 1,2 milioni e un EBITDA negativo per 0,3 milioni. (5) Tali note rinviano al prospetto sintetico di conto economico. (6) I dati del secondo trimestre 2013 sono stati rivisti per riflettere gli effetti retroattivi dell adozione dei principi contabili IFRS 10 e IFRS 11 relativi al perimetro di consolidamento in vigore a partire dal primo gennaio

11 I ricavi netti del secondo trimestre ammontano a 348,2 milioni contro i 362,3 milioni rilevati nel medesimo periodo dell esercizio precedente. Il decremento pari a 14,1 milioni è il risultato di andamenti contrapposti derivando dalla flessione pari a 21,1 milioni registrata dai ricavi diffusionali, nonché dagli incrementi registrati dai ricavi pubblicitari (+6,4 milioni) e dai ricavi editoriali diversi (+0,6 milioni). L andamento dei ricavi diffusionali (-21,1 milioni) rispetto al secondo trimestre 2013 è penalizzato dalla cessione di alcune attività dell area Libri (Collezionabili, Edition d Art Albert Skirà, La Tribuna), nonchè dalla cessione di alcune testate periodiche a partire dal primo agosto 2013, cui si è aggiunta a partire dal terzo trimestre 2013 la sospensione di sette pubblicazioni periodiche e la rivisitazione delle testate di arredamento. La flessione complessiva è originata principalmente da: Un decremento nei ricavi diffusionali dell area Libri (-9,5 milioni), riconducibile per 7,7 milioni alla cessione di alcune attività come sopra commentato. Escludendo tali effetti la flessione risulta pari a 1,8 milioni e riguarda il settore Varia (-0,6 milioni), il settore Education (-0,5 milioni) nonchè le vendite di Libri Illustrati negli Stati Uniti (-0,7 milioni) penalizzate da un andamento del cambio dollaro/euro sfavorevole. Un decremento di 7,2 milioni dei ricavi diffusionali dell area Media Italia riconducibile per 4,9 milioni al settore Verticali (anche a seguito della cessione e sospensione di alcune testate periodiche come sopra commentato) e per 2,3 milioni al settore Quotidiani come conseguenza del calo registrato dalle vendite di prodotti collaterali, cui si aggiunge il calo delle diffusioni, per la maggior parte compensato dalle edizioni speciali effettuate nel periodo dalle due testate quotidiani e dall aumento del prezzo del Corriere della Sera, de La Gazzetta dello Sport e dei supplementi. Una flessione di 4,2 milioni dei ricavi diffusionali dell area Media Spagna derivante dalla flessione delle diffusioni e dei collaterali. L incremento dei ricavi pubblicitari rispetto al secondo trimestre dell esercizio 2013 pari a 6,4 milioni, è il risultato netto di incrementi e decrementi evidenziati dalle diverse aree di attività del Gruppo. Tra gli incrementi si segnala l aumento dei ricavi pubblicitari realizzati con editori terzi pari a 12,6 milioni dovuto alla sottoscrizione di nuovi contratti per la raccolta pubblicitaria con l Editrice La Stampa e con Poligrafici Editoriale S.p.A. e l incremento dei ricavi pubblicitari del comparto Eventi Sportivi (+1,1 milioni). Escludendo la flessione rispetto al secondo trimestre 2013 pari a 2,2 milioni, originata dal pianificato disimpegno dalle attività di concessionaria sui mezzi esteri (Blei S.p.A. in liquidazione), le principali diminuzioni riguardano Media Italia (- 3,3 milioni) penalizzata sia dalle difficoltà del mercato pubblicitario sul mezzo stampa, sia dagli effetti della cessione e sospensione di alcune testate periodiche, solo in parte mitigati dall effetto positivo sulla raccolta pubblicitaria generato dai Mondiali di Calcio, nonché Media Spagna (-1,8 milioni) come conseguenza dei minori investimenti pubblicitari nei diversi mezzi di comunicazione e dei minori ricavi realizzati dalle attività televisive. I ricavi editoriali diversi si presentano sostanzialmente stabili (+0,6 milioni rispetto al secondo trimestre 2013). L EBITDA è positivo per 16,7 milioni e si raffronta con l EBITDA del secondo trimestre 2013 positivo per 10 milioni. Ante oneri e proventi non ricorrenti l EBITDA risulterebbe positivo per 24,8 milioni e si confronterebbe con un EBITDA positivo di 10,8 milioni del pari periodo 2013, evidenziando un incremento di 14 milioni. Continua il trend migliorativo segnato dall EBITDA ante oneri non ricorrenti iniziato a partire dal terzo trimestre L incremento dell EBITDA del secondo trimestre 2014 è riconducibile per 11,4 milioni a Media Italia, favorita dalle iniziative speciali lanciate nel periodo, dall effetto dei Mondiali di Calcio sui risultati de La Gazzetta dello Sport, dalle azioni di contenimento dei costi, e dagli effetti positivi della cessione o sospensione di attività (come sopra commentato). Tali andamenti hanno più che compensato gli effetti negativi del mercato sui ricavi pubblicitari e sui ricavi diffusionali. A tale variazione concorrono inoltre con dinamiche contrapposte l EBITDA ante oneri non ricorrenti di Media Spagna (+1,4 milioni), dell area Libri (sostanzialmente stabile) e di Pubblicità ed Eventi (+2,5 milioni), da attribuirsi essenzialmente ad azioni di contenimento dei costi e allo sviluppo delle attività di Eventi Sportivi, nonché di Funzioni di Corporate ed Altre Attività (-1,3 milioni), (per i costi derivanti dalla sottoscrizione del contratto di affitto dell immobile di via Solferino e via San Marco a seguito della vendita dello stesso, con conseguente correlato risparmio di oneri 11

12 finanziari). Tale variazione è risultata nel trimestre in parte compensata dalle continue azioni di contenimento costi e recupero efficienza. Nel secondo trimestre 2014 sono continuate le azioni di contenimento dei costi previste a Piano, i cui benefici nel secondo trimestre 2014 sono risultati pari a 17,1 milioni di cui 11,6 milioni in Italia e 5,5 milioni in Spagna. Il costo del personale nel secondo trimestre 2014 ammonta a 85,7 milioni (85,4 milioni nel secondo trimestre 2013). Escludendo gli oneri non ricorrenti netti pari a 7,6 milioni del secondo trimestre 2014 e i proventi netti non ricorrenti pari a 1,7 milioni nel pari periodo dell esercizio 2013, si evidenzierebbe una flessione di 9 milioni, riconducibile pressoché a tutte le aree del Gruppo ed in particolare a Media Spagna e a Media Italia, il cui costo del personale si decrementa rispettivamente di 4,2 milioni e di 3,3 milioni in coerenza con la flessione degli organici medi. Il risultato operativo del secondo trimestre 2014 è negativo per 5,1 milioni e si confronta con un risultato negativo di 8,9 milioni relativo al pari periodo La variazione positiva di 3,8 milioni (+11,2 milioni escludendo gli oneri non ricorrenti) è originata dai fenomeni sopra descritti oltre che da minori ammortamenti per 3,1 milioni, riconducibili essenzialmente a minori ammortamenti di diritti televisivi in Italia e Spagna come conseguenza delle pregresse svalutazioni e della sospensione delle attività del canale Marca TV, nonché a minori ammortamenti di immobili impianti e macchinari dovuti sia alla cessione dell immobile Solferino sia alle svalutazioni di alcune rotative effettuate nel secondo semestre 2013 nell ambito degli interventi di razionalizzazione del processo di stampa. In controtendenza si evidenziano maggiori svalutazioni per 6 milioni ascrivibili principalmente all area Media Italia e riconducibili in maniera pressoché equivalente a diritti televisivi e all immobile ubicato a Pessano. Si riepilogano di seguito i principali indicatori per aree di attività relativamente al secondo trimestre del 2014 e del 2013: (in milioni di euro) 2 trimestre trimestre 2013 (4) Ricavi EBITDA ANTE NON RICORRENTI % sui ricavi EBITDA % sui ricavi EBIT % sui ricavi Ricavi EBITDA ANTE NON RICORRENTI Media Italia (1) 137,9 15,4 11,2% 15,2 11,0% 4,3 3,1% 147,1 4,0 2,7% 6,2 4,2% (0,1) (0,1)% Media Spagna 96,9 11,1 11,5% 4,0 4,1% (0,8) (0,8)% 106,2 9,7 9,1% 9,7 9,1% 3,6 3,4% Libri (2) 45,7 (1,7) (3,7)% (2,3) (5,0)% (2,6) (5,7)% 55,4 (1,5) (2,7)% (3,3) (6,0)% (3,6) (6,5)% Pubblicità ed Eventi 120,1 5,8 4,8% 5,6 4,7% 5,6 4,7% 107,8 3,3 3,1% 2,8 2,6% 2,7 2,5% Funzioni Corporate e Altre Attività (3) 20,7 (5,8) (28,0)% (5,8) (28,0)% (11,6) (56,0)% 20,9 (4,5) (21,5)% (5,2) (24,9)% (11,5) (55,0)% Diverse ed elisioni (73,1) 0,0 0,0% 0,0 0,0% 0,0 0,0% (75,1) (0,2) 0,3% (0,2) 0,3% 0,0 0,0% Consolidato 348,2 24,8 7,1% 16,7 4,8% (5,1) (1,5)% 362,3 10,8 3,0% 10,0 2,8% (8,9) (2,5)% Attività destinate alla dismissione e dismesse 19,1 2,2 (5,4) Diverse ed elisioni Totale 348,2 24,8 7,1% 16,7 4,8% (5,1) (1,5)% 381,4 10,8 2,8% 12,2 3,2% (14,3) (3,7)% % sui ricavi EBITDA % sui ricavi EBIT % sui ricavi (1) Nel primo trimestre 2014 è stato acquisito il controllo di Editoriale del Mezzogiorno partecipazione precedentemente valutata con il metodo del patrimonio netto. I ricavi della società sono interamente infragruppo e nel secondo trimestre presenta un EBITDA negativo di 0,2milioni. (2) In data 1 agosto 2013 è stato ceduto il ramo Collezionabili, in data 11 dicembre 2013 è stata ceduta Edition d Art Albert Skirà ed in data 1 marzo 2014 è stato ceduto il ramo d attività ed il marchio Casa Editrice La Tribuna. Tali variazioni hanno comportato complessivamente minor ricavi consolidati per 8 milioni ed un miglioramento dell EBITDA pari a 2,9 milioni. (3) Nel primo trimestre 2014 è stato acquisito il controllo della società Rizzoli Sfera International Advertising (Beijing) Co. Ltd. che detiene al 90% la società Rizzoli Sfera International Convetion & Exhibition (Beijing) Co. Ltd.. Queste società, precedentemente valutate con il metodo del patrimonio netto, nel secondo trimestre 2014 presentano complessivamente ricavi per 1,2 milioni e un EBITDA negativo per 0,3 milioni. (4) I dati del secondo trimestre 2013 sono stati rivisti per riflettere gli effetti retroattivi dell adozione dei principi contabili IFRS10 e IFRS 11 relativi al perimetro di consolidamento in vigore a partire dal primo gennaio Gli oneri finanziari netti del secondo trimestre 2014 pari a 10,6 milioni risultano in incremento di 4,7 milioni rispetto ai 5,9 milioni di oneri finanziari del secondo trimestre Si segnala un peggioramento netto pari a 3,4 milioni quale risultante di maggiori interessi passivi su finanziamenti e debiti verso banche in relazione al finanziamento del giugno 2013, nonché di minori oneri legati alla riduzione dell indebitamento medio. A ciò si aggiunge un incremento degli altri oneri netti tra cui gli effetti negativi dell attualizzazione delle poste in bilancio e le commissioni del nuovo finanziamento a medio-lungo termine. 12

13 Gli oneri netti da partecipazioni valutate con il metodo del patrimonio netto presentano un saldo negativo pari a 1,9 milioni quale risultante della quota di spettanza del risultato negativo di Gruppo Finelco, della quota di ammortamento delle relative frequenze radiofoniche cui è stato attribuito l avviamento emergente in sede di acquisizione, della contribuzione negativa di m-dis e di Inim Due e del risultato positivo di IGPDecaux. Nel secondo trimestre 2013 gli oneri netti da partecipazione valutate con il metodo del patrimonio netto risultavano negativi per 0,8 milioni. Il risultato netto del secondo trimestre 2014 è negativo per 16,1 milioni (negativo per 18,3 milioni nel secondo trimestre 2013). La variazione rispetto al risultato netto del secondo trimestre 2013, risulta pari a 2,2 milioni e riflette i fenomeni sopra commentati oltre a comprendere proventi per imposte di 1,4 milioni (3,8 milioni di proventi per imposte nel secondo trimestre 2013). 13

14 ANDAMENTO DEL GRUPPO AL 30 GIUGNO 2014 Di seguito si riportano i principali dati economici ed i relativi commenti. (in milioni di euro) Note di rinvio agli schemi di bilancio 30 giugno 2014 % 30 giugno 2013 % Differenza Differenza (5) (4) (4) (6) A B A-B % Ricavi netti 611,1 100,0 647,5 100,0 (36,4) (5,6%) Ricavi diffusionali I 288,1 47,1 330,1 51,0 (42,0) (12,7%) Ricavi pubblicitari (1) I 250,8 41,0 251,3 38,8 (0,5) (0,2%) Ricavi editoriali diversi (2) I 72,2 11,8 66,1 10,2 6,1 9,2% Costi operativi II (444,5) (72,7) (487,2) (75,2) 42,7 (8,8%) Costo del lavoro III (186,0) (30,4) (250,1) (38,6) 64,1 (25,6%) Svalutazione crediti IV (7,0) (1,1) (9,3) (1,4) 2,3 (24,7%) Accantonamenti per rischi V (2,8) (0,5) (5,7) (0,9) 2,9 (50,9%) EBITDA (3) (29,2) (4,8) (104,8) (16,2) 75,6 (72,1%) Amm.immobilizzazioni immateriali VI (17,8) (2,9) (22,3) (3,4) 4,5 Amm.immobilizzazioni materiali VII (10,7) (1,8) (12,7) (2,0) 2,0 Amm.investimenti immobiliari VIII (0,5) (0,1) (0,4) (0,1) (0,1) Altre svalutazioni immobilizzazioni IX (6,9) (1,1) (2,6) (0,4) (4,3) Risultato operativo (EBIT) (65,1) (10,7) (142,8) (22,1) 77,7 Proventi (oneri) finanziari netti X (20,9) (3,4) (11,8) (1,8) (9,1) Proventi (oneri) da attività/passività finanziarie XI 0,0 0,0 0,2 0,0 (0,2) Proventi (oneri) da partecipazioni metodo del PN XII (5,4) (0,9) (3,8) (0,6) (1,6) Risultato prima delle imposte (91,4) (15,0) (158,2) (24,4) 66,8 Imposte sul reddito XIII 13,9 2,3 37,6 5,8 (23,7) Risultato attività destinate a continuare (77,5) (12,7) (120,6) (18,6) 43,1 Risultato delle attività destinate alla dismissione e dismesse (7) XIV 7,1 1,2 (4,1) (0,6) 11,2 Risultato netto prima degli interessi di terzi (70,4) (11,5) (124,7) (19,3) 54,3 (Utile) perdita netta di competenza di terzi XV 0,4 0,1 (0,7) (0,1) 1,1 Risultato netto di periodo di Gruppo (70,0) (11,5) (125,4) (19,4) 55,4 (1) I ricavi pubblicitari nel 1º semestre 2014 comprendono 148,2 milioni realizzati tramite la divisione Pubblicità concessionaria del gruppo (di cui 125,1 milioni da Media Italia, 7,2 milioni da Poligrafici Editoriale, 9,8 milioni da Editrice la Stampa, 4,9 milioni da Spazi di Altri editori terzi, 0,5 milioni ad Eventi vari e 0,7 milioni da Media Spagna) e 102,6 milioni realizzati direttamente dagli editori (di cui 74,6 milioni si riferiscono a Media Spagna, 16,5 milioni a Eventi Sportivi, 5,2 milioni a Media Italia, 6,8 milioni da Funzioni di Corporate e Altre Attività e 0,5 milioni a elisioni verso società del Gruppo). I ricavi pubblicitari nel 1º semestre 2013 comprendono 140,4 milioni realizzati tramite la divisione Pubblicità concessionaria del gruppo (di cui 136,4 milioni da Media Italia, 2,3 milioni da Spazi di Altri editori terzi, e 1,7 milioni ad Eventi vari) e 110,9 milioni (di cui 77,9 milioni si riferiscono a Media Spagna, 6 milioni a Blei, 6,6 milioni a Media Italia, 14,4 milioni a Eventi Sportivi e 6,8 milioni a Funzioni di Corporate e Altre Attività, 0,8 milioni a elisioni verso società del Gruppo). (2) I ricavi editoriali diversi accolgono prevalentemente i ricavi relativi alla vendita di diritti cinematografici del gruppo Unidad Editorial, i ricavi per attività televisive di Digicast e del gruppo Unidad Editorial, i ricavi per la cessione di royalties a società terze, i ricavi correlati a eventi e manifestazioni in Italia e in Spagna, i ricavi dell ecommerce, nonché i ricavi derivanti dalla vendita delle liste clienti e dei cofanetti per l infanzia delle società del gruppo Sfera. (3) Da intendersi come risultato operativo ante ammortamenti e svalutazioni. (4) In data 1 agosto 2013 è stato ceduto il ramo Collezionabili, in data 11 dicembre 2013 è stata ceduta Edition d Art Albert Skirà ed in data 1 marzo 2014 è stato ceduto il ramo d attività ed il marchio Casa Editrice La Tribuna. Tali variazioni hanno comportato complessivamente minor ricavi consolidati per 16,3 milioni ed un miglioramento dell EBITDA pari a 7,3 milioni. Nel primo trimestre 2014 è stato acquisito il controllo di Editoriale del Mezzogiorno partecipazione precedentemente valutata con il metodo del patrimonio netto. I ricavi della società sono interamente infragruppo e presenta al 30 giugno 2014 un EBITDA negativo di 0,4 milioni. Nel primo trimestre 2014 è stato inoltre acquisito il controllo della società Rizzoli Sfera International Advertising (Beijing) Co. Ltd. che detiene al 90% la società Rizzoli Sfera International Convetion & Exhibition (Beijing) Co. Ltd.. Queste società, precedentemente valutate con il metodo del patrimonio netto, al 30 giugno 2014 presentano complessivamente ricavi per 2,3 milioni e un EBITDA negativo per 0,1 milioni. (5) Tali note rinviano al prospetto sintetico di conto economico. (6) I dati del 30 giugno 2013 sono stati rivisti per riflettere gli effetti retroattivi dell adozione dei principi contabili IFRS 10 e IFRS 11 relativi al perimetro di consolidamento in vigore a partire dal primo gennaio (7) Al 30 giugno 2014 il Risultato delle attività destinate alla dismissione e dismesse comprende la plusvalenza di 7,1 milioni realizzata sull immobile del comparto di Via Solferino la cui cessione realizzata nel 2013 era soggetta a condizione sospensiva. 14

15 Di seguito si riporta la variazione dei ricavi rispetto al 30 giugno I ricavi netti al 30 giugno 2014 sonoo pari a 611,11 milioni ed evidenziano un decremento di 36,4 milioni rispetto al primo semestre In presenza di ricavi pubblicitari sostanzialmente stazionari, il decremento complessivoo è originatoo dai ricavi diffusionali ed è solo in parte compensato dalla crescita dei ricavi r editoriali diversi. Si segnala che i ricavi delle attività digitali trasversali a pressoché tutte le aree del Gruppo rappresentano il 13% dei ricavi totali di Gruppo (11,3% nel primo semestre 2013) e al 303 giugno 2014 hanno raggiunto i 79,5 milioni in crescita dell 8,8% rispetto al primo semestre I principali fenomeni che hanno interessato la flessione dei ricavi diffusionali riguardano: La flessione dei ricavi diffusionali del segmento Media Italia, pari a 11,4 milionii riconducibile essenzialmente al settore Verticali, mentre i ricavi del settore Quotidiani si presentano sostanzialmente stabili rilevando una flessione rispetto all primo semestre 2013 contenuta alloo 0,6%. La diminuzione dei ricavi diffusionali del settore Verticali, escludendo l effetto originato dalla cessione e sospensione di alcune testate periodiche, si attesterebbee a 2,7 milioni rispetto all primo semestre Tale variazione è prevalentemente riconducibile al Sistema Familiari anche per la diversa politica di vendita dei collaterali basata su prezzi di vendita più bassi a parità di margine reddituale. I ricavi diffusionali del settore Quotidiani si presentano stabilii (-0,8 milioni), nonostante il calo delle copie cartacee ed il differente piano editoriale delle opere collaterali, per effetto dell aumento prezzo delle testate e dello sviluppo dei ricavi delle attività digitali. La diminuzione di 12,8 milioni dei ricavi diffusionali dell area Media Spagna (pari a 14,5 milioni considerando anche la variazione dei ricavi diversi) per una generale flessione registrata dalle copie diffuse e per minori ricavi collaterali. La flessione delle diffusioni del prodotto tradizionale è in parte compensata dall andamento in crescita delle edizioni digitali di Orbyt. O 15

16 Il decremento dei ricavi diffusionali dell area Libri (-17,4 milioni) riconducibile per 15,3 milioni agli effetti della cessione del ramo Collezionabili, della partecipata Edition d Art Albert Skirà e del marchio Casa Editrice la Tribuna. La restante flessione di 2,1 milioni è la risultante di dinamiche contrapposte. Tra i decrementi si evidenzia la flessione di 1,4 milioni registrata dai ricavi per la distribuzione di prodotti editoriali di terzi cui si aggiunge per 0,9 milioni la flessione dei ricavi del settore Education, dovuta sia all allungamento dei tempi richiesti per l adozione dei testi conseguenti alle numerose novità immesse sul mercato nel 2014, sia all effetto di stallo generato sui ricavi del settore dall attesa per la definizione dei nuovi prezzi per i testi delle scuole Primarie. I ricavi della partecipata statunitense, sostanzialmente stabili se espressi in dollari, evidenziano un decremento di 0,4 milioni in euro rispetto al primo semestre 2013, per effetto dell andamento del cambio. A parziale compensazione di queste dinamiche i ricavi editoriali digitali ed i ricavi per la vendita dei prodotti con marchi propri segnano un incremento. I ricavi pubblicitari del primo semestre 2014 ammontano a 250,8 milioni, in flessione di 0,5 milioni rispetto all analogo dato del primo semestre Alla variazione concorre il decremento dei ricavi pubblicitari di Media Italia (-12,8 milioni) penalizzato anche dall effetto della cessione e sospensione di alcune testate periodiche oltre che da andamenti di mercato generalmente sfavorevoli rispetto ai quali RCS ha evidenziato un andamento negli ultimi mesi migliore per quanto concerne i periodici ed in linea per quanto concerne i quotidiani. Inoltre si segnala la flessione originata dal disimpegno dalle attività di Blei, concessionaria sui mezzi esteri (-5,4 milioni) ed il decremento dei ricavi pubblicitari di Media Spagna (-3,2 milioni). Tali andamenti sono stati sostanzialmente compensati dall incremento dei ricavi pubblicitari realizzati con editori terzi (+19,6 milioni) a seguito della recente sottoscrizione di contratti per la raccolta pubblicitaria con l Editrice La Stampa e con Poligrafici Editoriali S.p.A., nonchè dai maggiori ricavi pubblicitari legati ad eventi e manifestazioni sportive (+1 milione). I ricavi editoriali diversi presentano un incremento netto di 6,1 milioni. Tra gli incrementi complessivamente pari a 8,9 milioni si evidenziano per 7,6 milioni i maggiori ricavi di Pubblicità ed Eventi riconducibili soprattutto al moltiplicarsi degli eventi sportivi quali per il ciclismo il Dubai Tour e per il basket la Final Four di Eurolega tenuta quest anno in Italia, nonché a maggiori ricavi per la vendita dei diritti televisivi legati al Giro d Italia. Si evidenziano inoltre maggiori ricavi legati principalmente alla variazione del perimetro derivante dal consolidamento integrale delle attività cinesi del gruppo Sfera facenti capo al settore Funzioni di Corporate e Altre Attività. Le aree che presentano ricavi editoriali diversi in flessione sono Media Spagna (-1,7 milioni) e Libri (-1,1 milioni). 16

17 Di seguito si riporta la variazione dell EBITDA ante oneri non ricorrenti rispetto al 30 giugno L EBITDA è negativo per 29,2 milioni (104,8 milioni nel semestre 2013) in miglioramento di 75,6 milioni rispetto al primo semestre Escludendo gli oneri di natura non ricorrente r pari a 25 milioni nel primo semestre 2014, l EBITDA risulterebbe negativoo per 4,2 milioni e si confronterebbe con un EBITDA del primo semestre 2013 ante oneri non ricorrenti, negativo per 28,6 milioni, evidenziando un miglioramento di 24,4 milioni. Gli oneri non ricorrentii del primo semestre s 2014, complessivamente pari a 25 milioni, sono riconducibili per 24,2 milioni ai piani di ristrutturazione del personale relativi principalmente all area Media Spagna (20,6 milioni), ed in misura minore a Media Italia, Libri e Pubblicità ed Eventi. La ristrutturazione in Spagna prevede piani di incentivazionee all uscita e l adozione di un nuovo modello retributivo, cui hanno aderito le rappresentanze sindacali anche attraverso approvazione referendaria deii lavoratori. Gli oneri non ricorrenti di Unidad Editorial del primo semestree 2014 comprendono inoltre principalmente i costi per l avvicendamento del direttore editoriale. Il miglioramento dell EBITDA ante oneri e proventi non ricorrenti, rispetto al primoo semestre 2013 ammontaa a 24,4 milioni e riguarda: L incremento dell EBITDA ante oneri non ricorrenti evidenziatoo dall area Media Italia (+16,6( milioni) per gli effetti positivi originati dalle iniziative speciali, per i benefici originati dall aumento del prezzo delle testate cartacee e dalle continue azioni intraprese per recuperare efficienza e contenere i costi, e per l effetto dei Mondiali di Calcio, nonché per i benefici derivanti dalla a cessione e chiusura delle testate periodiche (7 milioni). L incremento dell EBITDA ante oneri non ricorrenti dell area Media Spagnaa (+4,7 milioni) dovuto alle continue azioni di contenimento costi e di recupero di efficienza e all effetto positivo dei Mondiali di Calcio. Tali interventi hanno più che compensato la contrazionee degli investimenti pubblicitari e delle diffusioni. L EBITDA ante oneri nonn ricorrenti dell area Libri in incremento di 3 milioni rispetto al primo semestre 2013, essenzialmente per effetto di variazioni dell areaa di consolidamento. Gli effetti generati 17

18 sul margine reddituale dai minori ricavi realizzati sono stati pressoché interamente compensati dalle azioni di miglioramento dei processi aziendali e dalla costante attenzione al contenimento dei costi. L incremento dell EBITDA ante oneri non ricorrenti dell area Pubblicità ed Eventi (+3,5 milioni), riconducibile prevalentemente all effetto del disimpegno dalle attività di concessionaria di pubblicità sui mezzi esteri della controllata Blei S.p.A. in liquidazione. Si segnala inoltre l incremento dell EBITDA ante oneri non ricorrenti di Eventi Sportivi per 1,2 milioni.il decremento dell EBITDA ante oneri non ricorrenti delle Funzioni di Corporate, per complessivi 3,4 milioni, prevalentemente riconducibile ai costi derivanti dalla sottoscrizione del contratto di affitto dell immobile del comparto via Solferino/via San Marco, dopo la vendita dell immobile stesso. L operazione ha tra l altro consentito risparmi sugli oneri finanziari. Nel corso del primo semestre 2014 il Gruppo RCS ha continuato a perseguire con determinazione le proprie strategie di focalizzazione sui segmenti di business strategici, attraverso il potenziamento dei core business editoriali, l arricchimento dell offerta digitale, il potenziamento del valore dei marchi editoriali e degli autori dell area Libri e lo sviluppo dei ricavi da eventi, soprattutto in ambito sportivo. Nel corso del semestre e nel mese successivo tali strategie hanno portato ai lanci dei nuovi siti di Corriere della Sera e de La Gazzetta dello Sport, nonché della nuova Digital Edition de La Gazzetta dello Sport, Gazzetta GOLD. Si ricordano anche le iniziative speciali Corriere - ItaliaVoltaPagina e Gazzetta Azzurra e il successo di Corriere Innovazione, che ha toccato negli ultimi mesi Campania, Puglia, Lombardia e Toscana. Numerosi sono stati i progetti di rafforzamento dei sistemi verticali: in particolare è stato lanciato con ottimi risultati il rinnovato sito Oggi.it, con un nuovo posizionamento nell ambito people&news. A maggio è stato lanciato l innovativo portale e a luglio ha aperto il Rizzoli Temporary Bookstore, in attesa della riapertura in autunno della storica Libreria Rizzoli situata nella Galleria Vittorio Emanuele di Milano. Sempre a luglio è stata presentata Gold 5, la nuova concessionaria di video display advertising che unisce Manzoni, Banzai Media, Italiaonline, Mediamond e RCS MediaGroup. Si registrano, infine, tra gli eventi il grande successo della 97esima edizione del Giro d Italia, con un ottimo ritorno di immagine per RCS Sport e per l Italia tutta, nonché il grande successo della Milano City Marathon e del ciclo 2014 delle Color Run. Continuano gli investimenti del Gruppo in immobilizzazioni materiali e immateriali. Nel corso del primo semestre 2014 sono stati complessivamente pari a 24 milioni la metà dei quali sostenuti in ambito digitale. Tra questi ultimi si segnalano gli investimenti per il rifacimento dei siti di Corriere della Sera e de La Gazzetta dello Sport. Tali interventi hanno portato i due siti verso una innovativa formula editoriale, con la riorganizzazione delle news e con una reimpostazione grafica di grande impatto visivo grazie a un uso completamente rinnovato delle immagini e alla valorizzazione dei contenuti video. Al rifacimento dei siti si accompagnano le attività legate al rifacimento della Web Farm e tutti gli interventi infrastrutturali per il supporto e lo sviluppo dell attività digitale. Al 30 giugno 2014 sono continuate le azioni di contenimento dei costi previste a Piano ed in parte già avviate nel corso dell esercizio 2013, i cui benefici nel semestre 2014 sono risultati pari a 31,1 milioni di cui 19,4 milioni in Italia e 11,7 milioni in Spagna. Il costo del personale presenta un decremento di 64,1 milioni. Tale variazione escludendo dalla voce gli oneri netti non ricorrenti del primo semestre 2014, pari a 24,2 milioni, e del primo semestre 2013, pari a 69,1 milioni, presenterebbe un decremento complessivo di 19,2 milioni quale risultante di decrementi ascrivibili principalmente a Media Spagna, Media Italia e Pubblicità ed Eventi rispettivamente pari a 7,6 milioni, 7,1 milioni e 3,3 milioni, in coerenza con la flessione degli organici medi che passano da al 30 giugno 2013 a unità medie al 30 giugno 2014 evidenziando una flessione pari a 403 unità medie. Il risultato operativo è negativo per 65,1 milioni e si confronta con il risultato operativo negativo di 142,8 milioni relativo al primo semestre Il miglioramento pari a 77,7 milioni, oltre a riflettere i fenomeni sopra descritti, è determinato da minori ammortamenti di immobilizzazioni immateriali (in decremento di 4,5 milioni rispetto al primo semestre 2013) e di immobilizzazioni materiali e investimenti immobiliari (in flessione di 1,9 milioni). La diminuzione delle quote di ammortamento delle immobilizzazioni immateriali è ascrivibile in parte a Media Italia (-3,8 milioni) per effetto delle svalutazioni delle attività immateriali delle Attività Televisive (Digicast) effettuate al 31 dicembre 2013 per tener conto dei risultati dell impairment test, nonché a Media 18

19 Spagna (-1,7 milioni) pressoché interamente originati dalla sospensione, a partire dal 31 luglio 2013, delle trasmissioni di Marca TV. In controtendenza si incrementano gli ammortamenti delle immobilizzazioni immateriali di Funzioni di Corporate e Altre Attività e dell area Libri per nuovi investimenti in ambito web e per l acquisto di licenze. La flessione degli ammortamenti di immobilizzazioni materiali è dovuta per circa 1,3 milioni all area Media Italia ed è originata prevalentemente dalla svalutazione di poli di stampa effettuata nel secondo semestre 2013, nonché per circa 0,5 milioni alle Funzioni di Corporate ed Altre Attività essenzialmente per la cessione del comparto immobiliare di via Solferino/San Marco. Le svalutazioni nel primo semestre 2014 sono pari 6,9 milioni e si confrontano con svalutazioni pari a 2,6 milioni del primo semestre dell esercizio precedente. Le svalutazioni si riferiscono interamente all area Media Italia e sono relative alla svalutazione dell immobile di Pessano (3,8 milioni), cui si aggiungono le svalutazioni relative alle attività televisive (3,1 milioni). Di seguito si riepilogano ricavi, EBITDA ed EBIT per aree di attività, illustrati nella Relazione sull andamento economico dei settori di attività, cui si rinvia per un commento più esteso. (in milioni di euro) Progressivo al 30/06/2014 Progressivo al 30/06/2013 (4) Ricavi EBITDA ANTE NON RICORRENTI % sui ricavi EBITDA % sui ricavi EBIT % sui ricavi Ricavi EBITDA ANTE NON RICORRENTI Media Italia (1) 260,6 14,8 5,7% 12,0 4,6% (2,5) (1,0)% 282,1 (1,8) (0,6)% (59,0) (20,9)% (73,4) (26,0)% Media Spagna 176,6 4,1 2,3% (16,6) (9,4)% (26,2) (14,8)% 194,5 (0,6) (0,3)% (2,4) (1,2)% (14,0) (7,2)% Libri (2) 72,1 (9,9) (13,7)% (11,0) (15,3)% (11,6) (16,1)% 90,4 (12,9) (14,3)% (18,6) (20,6)% (19,0) (21,0)% Pubblicità ed Eventi 194,0 1,2 0,6% 0,8 0,4% 0,7 0,4% 181,9 (2,3) (1,3)% (7,6) (4,2)% (7,7) (4,2)% Funzioni Corporate e Altre Attività (3) 37,8 (14,4) (38,1)% (14,4) (38,1)% (25,5) (67,5)% 38,6 (11,0) (28,5)% (17,2) (44,6)% (28,7) (74,4)% Diverse ed elisioni (130,0) 0,0% 0,0 0,0% (0,1) 0,1% (140,0) 0,0 n.a 0,0 n.a 0,0 n.a Consolidato 611,1 (4,2) (0,7)% (29,2) (4,8)% (65,2) (10,7)% 647,5 (28,6) (4,4)% (104,8) (16,2)% (142,8) (22,1)% Attività destinate alla dismissione e dismesse 39,7 5,2 (5,0) Diverse ed elisioni Totale 611,1 (4,2) (0,7)% (29,2) (4,8)% (65,2) (10,7)% 687,2 (28,6) (4,2)% (99,6) (14,5)% (147,8) (21,5)% (1) Nel primo trimestre 2014 è stato acquisito il controllo di Editoriale del Mezzogiorno partecipazione precedentemente valutata con il metodo del patrimonio netto. I ricavi della società sono interamente infragruppo e al 30 giugno 2014 presenta un EBITDA negativo di 0,4 milioni. (2) In data 1 agosto 2013 è stato ceduto il ramo Collezionabili, in data 11 dicembre 2013 è stata ceduta Edition d Art Albert Skirà ed in data 1 marzo 2014 è stato ceduto il ramo d attività ed il marchio Casa Editrice La Tribuna. Tali variazioni hanno comportato complessivamente minor ricavi consolidati per 16,3 milioni ed un miglioramento dell EBITDA pari a 7,3 milioni. (3) Nel primo trimestre 2014 è stato acquisito il controllo della società Rizzoli Sfera International Advertising (Beijing) Co. Ltd. che detiene al 90% la società Rizzoli Sfera International Convetion & Exhibition (Beijing) Co. Ltd.. Queste società, precedentemente valutate con il metodo del patrimonio netto, al 30 giugno 2014 presentano complessivamente ricavi per 2,3 milioni e un EBITDA negativo per 0,1 milioni. (4) I dati al 30 giugno 2013 sono stati rivisti per riflettere gli effetti retroattivi dell adozione dei principi contabili IFRS10 e IFRS 11 relativi al perimetro di consolidamento in vigore a partire dal primo gennaio % sui ricavi EBITDA % sui ricavi EBIT % sui ricavi Gli oneri finanziari netti si incrementano di 9,1 milioni passando da 11,8 milioni del primo semestre 2013 a 20,9 milioni dei primi sei mesi Si segnala un peggioramento netto pari a 6,5 milioni quale risultante di maggiori interessi passivi su finanziamenti verso il sistema bancario in relazione al finanziamento del giugno 2013, nonché di minori oneri legati alla riduzione dell indebitamento medio. A ciò si aggiunge un incremento degli altri oneri netti tra cui gli effetti negativi dell attualizzazione delle poste in bilancio e le commissioni del nuovo finanziamento a medio/lungo termine. Gli oneri netti da partecipazioni valutate con il metodo del patrimonio netto sono pari a 5,4 milioni e si confrontano con oneri netti del primo semestre 2013 pari a 3,8 milioni. L incremento di 1,6 milioni, escludendo gli effetti generati dal consolidamento integrale di Rizzoli Sfera International Advertising (Beijing) società cinese di cui nell esercizio è stato acquisito il controllo e precedentemente valutata a patrimonio netto, diverrebbe pari a 2 milioni e sarebbe riconducibile essenzialmente al minor risultato delle società partecipate del gruppo Unidad Editorial (in particolare di Corporation Bermont) e delle società partecipate dell area Libri (-0,4 milioni) cui si aggiunge la svalutazione della partecipata Inim due. Il Risultato delle attività destinate alla dismissione e dismesse nel primo semestre 2014 pari a 7,1 milioni comprende la plusvalenza realizzata sull immobile di Via Solferino la cui cessione realizzata nel 2013, era soggetta a condizione sospensiva legata all esercizio del diritto di prelazione da parte delle autorità competenti con riferimento al vincolo apposto dalla Direzione Regionale per i Beni Culturali e Paesaggistici della Lombardia Ministero dei Beni e Attività culturali, su richiesta della Soprintendenza per i Beni 19

20 Architettonici e Paesaggistici di Milano, scaduta senza essere esercitata. Si confronta con un risultato negativo pari a 4,1 milioni rilevato nei primi sei mesi 2013 e comprendente il risultato del gruppo Dada al netto delle svalutazioni effettuate, nonché i proventi rilevati in relazione alla classificazione del comparto immobiliare San Marco iscritto tra le attività destinate alla dismissione. Le imposte sul reddito al 30 giugno 2014 sono positive per 13,9 milioni e si confrontano con imposte positive al 30 giugno 2013 per 37,6 milioni. La variazione delle imposte sul reddito è riferibile principalmente a RCS MediaGroup S.p.A. cui fa capo il consolidato fiscale (-20,9 milioni) essenzialmente per effetto della riduzione delle imposte anticipate a fronte di minori accantonamenti ai fondi rischi relativi al personale, oltre all area Quotidiani Spagna (-3,7 milioni). Le imposte sul reddito comprendono l Irap relativa alle società italiane per 3,1 milioni in linea rispetto al primo semestre Il risultato netto del primo semestre 2014 risulta negativo per 70 milioni (negativo per 125,4 milioni nel primo semestre 2013) e riflette gli andamenti sopra descritti, rettificati dalle perdite di competenza terzi (0,4 milioni). Ripartizione numero medio dei dipendenti per area geografica L'organico medio del Gruppo RCS relativo ai primi sei mesi del 2014 risulta essere pari a unità, sensibilmente inferiore rispetto al dato dell analogo periodo 2013 (4.833). La flessione, pari a 795 unità, è riconducibile in buona parte alla cessione del Gruppo Dada (392 unità). Escludendo gli effetti derivanti dalla cessione di Dada, il decremento pari a 403 unità, è attribuibile da un lato agli effetti dei piani di ristrutturazione e alle azioni di efficienza, dall altro alle operazioni di razionalizzazione delle attività del Gruppo con conseguente cessione di rami di attività o di società. Particolarmente significative risultano le riduzioni d organico dell area Media Spagna (178 unità), dell area Media Italia (93, anche a seguito della cessione di alcune testate dell area Verticali e nonostante il consolidamento della società Editoriale del Mezzogiorno), dell area Libri (93, in relazione anche alla cessione di Edition d Art Albert Skirà, delle attività Collezionabili, della Casa Editrice La Tribuna), dell area Pubblicità ed Eventi (56, in parte dovuto alla messa in liquidazione della società Blei). Superiore rispetto al dato di giugno 2013 risulta l organico medio delle Funzioni Corporate e altre attività (17) principalmente per effetto dell operazione di consolidamento avvenuta il 1 gennaio 2014 della società Sfera Cina (44 unità medie). I dipendenti all estero rappresentano a giugno 2014 circa il 41% degli organici economici medi complessivi del Gruppo. Di seguito la ripartizione del numero medio dei dipendenti per area geografica. Italia Spagna Altri paesi Totale 30 giugno 30 giugno 30 giugno 30 giugno Media Italia Media Spagna Libri Pubblicità ed Eventi Funzioni Corporate e altre attività Totale consolidato Attività destinate alla vendita Dada Totale

LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE

LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE Modulo DATI INFORMATIVI FINANZIARI ANNUALI per gli emittenti industriali LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE Data : 03/05/2011 Versione : 1.3 1 Revisioni Data Versione Cap./ Modificati 03/05/2010 1.0-13/05/2010

Dettagli

Autorizzato frazionamento azioni ordinarie Amplifon S.p.A. nel rapporto di 1:10; il valore nominale passa da Euro 0,20 a Euro 0,02 per azione

Autorizzato frazionamento azioni ordinarie Amplifon S.p.A. nel rapporto di 1:10; il valore nominale passa da Euro 0,20 a Euro 0,02 per azione COMUNICATO STAMPA AMPLIFON S.p.A.: L Assemblea degli azionisti approva il Bilancio al 31.12.2005 e delibera la distribuzione di un dividendo pari a Euro 0,30 per azione (+25% rispetto al 2004) con pagamento

Dettagli

GRUPPO COFIDE: UTILE DEL TRIMESTRE A 13,6 MLN (PERDITA DI 2,3 MLN NEL 2014)

GRUPPO COFIDE: UTILE DEL TRIMESTRE A 13,6 MLN (PERDITA DI 2,3 MLN NEL 2014) COMUNICATO STAMPA Il Consiglio di Amministrazione approva i risultati al 31 marzo 2015 GRUPPO COFIDE: UTILE DEL TRIMESTRE A 13,6 MLN (PERDITA DI 2,3 MLN NEL 2014) Il risultato beneficia del positivo contributo

Dettagli

Progetto di Bilancio separato Dada S.p.A. e Bilancio consolidato Gruppo Dada al 31 dicembre 2012

Progetto di Bilancio separato Dada S.p.A. e Bilancio consolidato Gruppo Dada al 31 dicembre 2012 Progetto di Bilancio separato Dada S.p.A. e Bilancio consolidato Gruppo Dada al 311 dicembre 2012 BILANCIO SEPARATO DADA A S.P..A. E CONSOLIDATO GRUPPO DADA AL 31 DICEMBRE 2012 (REDATTO SECONDO I PRINCIPI

Dettagli

Comunicato Stampa. Methorios Capital S.p.A.

Comunicato Stampa. Methorios Capital S.p.A. Comunicato Stampa Methorios Capital S.p.A. Approvata la Relazione Semestrale Consolidata al 30 giugno 2013 Acquistato un ulteriore 16,2% del capitale di Astrim S.p.A. Costituzione della controllata Methorios

Dettagli

RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE SULLA GESTIONE DELL ESERCIZIO CHIUSO AL 31 DICEMBRE 2012

RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE SULLA GESTIONE DELL ESERCIZIO CHIUSO AL 31 DICEMBRE 2012 STUDIARE SVILUPPO SRL Sede legale: Via Vitorchiano, 123-00189 - Roma Capitale sociale 750.000 interamente versato Registro delle Imprese di Roma e Codice fiscale 07444831007 Partita IVA 07444831007 - R.E.A.

Dettagli

IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DI DIGITAL MAGICS APPROVA IL PROGETTO DI BILANCIO DEL 2013 E IL PIANO INDUSTRIALE 2014-2018

IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DI DIGITAL MAGICS APPROVA IL PROGETTO DI BILANCIO DEL 2013 E IL PIANO INDUSTRIALE 2014-2018 IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DI DIGITAL MAGICS APPROVA IL PROGETTO DI BILANCIO DEL 2013 E IL PIANO INDUSTRIALE 2014-2018 Nel 2013 ingresso in 11 startup, di cui 6 startup innovative, una cessione, una

Dettagli

Rendiconto finanziario

Rendiconto finanziario OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI Rendiconto finanziario Agosto 2014 Copyright OIC PRESENTAZIONE L Organismo Italiano di Contabilità (OIC) si è costituito, nella veste giuridica

Dettagli

IL PRINCIPIO CONTABILE N. 10 RENDICONTO FINANZIARIO di Nicola Lucido

IL PRINCIPIO CONTABILE N. 10 RENDICONTO FINANZIARIO di Nicola Lucido IL PRINCIPIO CONTABILE N. 10 RENDICONTO FINANZIARIO di Nicola Lucido Sommario: 1. Il rendiconto finanziario 2. L OIC 10 ed il suo contenuto 3. La costruzione del rendiconto finanziario: il metodo diretto

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. FIAT CHRYSLER AUTOMOBILES - Highlights

COMUNICATO STAMPA. FIAT CHRYSLER AUTOMOBILES - Highlights FCA ha chiuso il terzo trimestre con ricavi in crescita del 14% a 23,6 miliardi di euro e l EBIT in crescita del 7% a 0,9 miliardi di euro. L Indebitamento netto industriale si è attestato a 11,4 miliardi

Dettagli

OIC 10 RENDICONTO FINANZIARIO

OIC 10 RENDICONTO FINANZIARIO S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO I NUOVI PRINCIPI CONTABILI. LA DISCIPLINA GENERALE DEL BILANCIO DI ESERCIZIO E CONSOLIDATO. OIC 10 RENDICONTO FINANZIARIO GABRIELE SANDRETTI MILANO, SALA

Dettagli

Il consolidamento negli anni successivi al primo

Il consolidamento negli anni successivi al primo Il consolidamento negli anni successivi al primo Il rispetto del principio della continuità dei valori richiede necessariamente che il bilancio consolidato degli esercizi successivi sia strettamente dipendente

Dettagli

2012: : 2011 1 ) semestre. Risultato. - 25,6 mln. giugno 2012. mercati. nonostante. di riferimentoo. e della visibilità. in Rete.

2012: : 2011 1 ) semestre. Risultato. - 25,6 mln. giugno 2012. mercati. nonostante. di riferimentoo. e della visibilità. in Rete. Comunicato Stampa aii sensi del Regolamento CONSOB 11971/1999 e successive modifiche APPROVATI I RISULTATI DEL PRIMO SEMESTRE 212: : Ricavi consolidati a 43,6 mln (+ 8% vs 1 semestre 211 1 ) MOL 2 a 6,1

Dettagli

PROGETTO DI RELAZIONE FINANZIARIA ANNUALE PER L ESERCIZIO AL 31 DICEMBRE 2014 Guanzate 13 marzo 2015

PROGETTO DI RELAZIONE FINANZIARIA ANNUALE PER L ESERCIZIO AL 31 DICEMBRE 2014 Guanzate 13 marzo 2015 PROGETTO DI RELAZIONE FINANZIARIA ANNUALEE PER L ESERCI IZIO AL 31 DICEMBRE 2014 Guanzate 13 marzo 20155 PAGINA BIANCA PAGINA BIANCA RATTI S.p.A. Sede in Guanzate (Como) Via Madonna, 30 Capitale Sociale

Dettagli

Risultato 2012. positivi. 1 A seguito

Risultato 2012. positivi. 1 A seguito Comunicato Stampa aii sensi del Regolamento CONSOB 11971/1999 e successive modifiche APPROVATI I RISULTATI DEL PRIMO TRIMESTREE 212: Ricavi consolidati a 22, mln (+ 5% vs v Q1 211 1 ) MOL 2 a 3,11 mln

Dettagli

Bilancio separato Dada S.p.A. e Bilancio consolidato Gruppo Dada al 31 dicembre 2014

Bilancio separato Dada S.p.A. e Bilancio consolidato Gruppo Dada al 31 dicembre 2014 Bilancio separato Dada S.p.A. e Bilancio consolidato Gruppoo Dada al 311 dicembre 2014 PROGETTO BILANCIO SEPARATO DADAA S.P..A. E CONSOLIDATO GRUPPO DADA AL 31 DICEMBRE 2014 (REDATTO SECONDO I PRINCIPI

Dettagli

La composizione e gli schemi del bilancio d esercizio (OIC 12), le imposte sul reddito (OIC 25) e i crediti (OIC 15)

La composizione e gli schemi del bilancio d esercizio (OIC 12), le imposte sul reddito (OIC 25) e i crediti (OIC 15) La redazione del bilancio civilistico 2014 : le principali novità. La composizione e gli schemi del bilancio d esercizio (OIC 12), le imposte sul reddito (OIC 25) e i crediti (OIC 15) dott. Paolo Farinella

Dettagli

Bilancio della Banca Popolare di Milano Soc. Coop. a r.l.

Bilancio della Banca Popolare di Milano Soc. Coop. a r.l. Bilancio della Banca Popolare di Milano Soc. Coop. a r.l. Esercizio 2014 433 Dati di sintesi ed indicatori di bilancio della Banca Popolare di Milano 435 Schemi di bilancio riclassificati: aspetti generali

Dettagli

Operazioni, attività e passività in valuta estera

Operazioni, attività e passività in valuta estera OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI Operazioni, attività e passività in valuta estera Agosto 2014 Copyright OIC PRESENTAZIONE L Organismo Italiano di Contabilità (OIC) si è costituito,

Dettagli

. T. I. P. O. TIP - PRE IPO S.P.A.

. T. I. P. O. TIP - PRE IPO S.P.A. Milano, 4 giugno 2014 Perché TIPO? 1. Esiste un mercato potenziale interessante 2. Le imprese italiane hanno bisogno di equity 3. Attuale disponibilità di liquidità UNA CHIUSURA PROATTIVA DEL CIRCUITO

Dettagli

Banca Popolare di Sondrio Principi contabili e criteri di valutazione. Camilla Burato Ilaria Fava Gloria Covallero

Banca Popolare di Sondrio Principi contabili e criteri di valutazione. Camilla Burato Ilaria Fava Gloria Covallero Banca Popolare di Sondrio Principi contabili e criteri di valutazione Camilla Burato Ilaria Fava Gloria Covallero Il profilo della Banca Fondata nel 1871, è una della prime banche popolari italiane ispirate

Dettagli

** NOT FOR RELEASE OR DISTRIBUTION OR PUBLICATION IN WHOLE OR IN PART INTO THE UNITED STATES, AUSTRALIA, CANADA OR JAPAN **

** NOT FOR RELEASE OR DISTRIBUTION OR PUBLICATION IN WHOLE OR IN PART INTO THE UNITED STATES, AUSTRALIA, CANADA OR JAPAN ** Il Consiglio di Amministrazione di Aeroporto Guglielmo Marconi di Bologna S.p.A. approva il Bilancio Consolidato Intermedio al 31 marzo 2015: Traffico passeggeri in crescita del 4,5% nel primo trimestre

Dettagli

Passività iscritte nei bilanci IAS: il coordinamento fiscale con le modifiche apportate allo IAS 37

Passività iscritte nei bilanci IAS: il coordinamento fiscale con le modifiche apportate allo IAS 37 Le novità civilistiche e fiscali per la stesura del bilancio di Stefano Chirichigno e Vittoria Segre Passività iscritte nei bilanci IAS: il coordinamento fiscale con le modifiche apportate allo IAS 37

Dettagli

Bilancio consolidato e metodo del patrimonio netto

Bilancio consolidato e metodo del patrimonio netto OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI Bilancio consolidato e metodo del patrimonio netto Agosto 2014 Copyright OIC PRESENTAZIONE L Organismo Italiano di Contabilità (OIC) si è costituito,

Dettagli

LETTERA AGLI AZIONISTI E AI PARTNER DI DIGITAL MAGICS

LETTERA AGLI AZIONISTI E AI PARTNER DI DIGITAL MAGICS Milano, 29 gennaio 2014 LETTERA AGLI AZIONISTI E AI PARTNER DI DIGITAL MAGICS Carissimi Azionisti e Partner, Il 2013 per noi è stato un anno entusiasmante. Abbiamo completato con successo il nostro progetto

Dettagli

DOCUMENTO DI REGISTRAZIONE ITALIAONLINE S.P.A.

DOCUMENTO DI REGISTRAZIONE ITALIAONLINE S.P.A. DOCUMENTO DI REGISTRAZIONE Il è stato redatto ai sensi della Deliberazione Consob n. 11971 del 14 maggio 1999, come successivamente modificato e integrato, e dell art. 4 del Regolamento (CE) n. 809/2004

Dettagli

PRESENTAZIONE AGLI ANALISTI

PRESENTAZIONE AGLI ANALISTI PRESENTAZIONE AGLI ANALISTI Milano, 17 Marzo 2010 AGENDA 1. Il Gruppo 2. Il mercato 3. Dati economico-finanziari 4. Il titolo Pag. 2 RELATORI LUIGI LUZZATI Presidente del CDA di Centrale del Latte di Torino

Dettagli

FUSIONE PROGETTO DI. rispetto al 1Q 2012) ) investimenti in. finanziario. Indebitamento. riconosciuta. decremento milioni di euro.

FUSIONE PROGETTO DI. rispetto al 1Q 2012) ) investimenti in. finanziario. Indebitamento. riconosciuta. decremento milioni di euro. Torino, 10 maggio 2013 COMUNICATO STAMPA RESOCONTO INTERMEDIO DI GESTIONE DEL GRUPPO SIASS AL 31 MARZO 2013 PROGETTO DI FUSIONE PER INCORPORAZIONE DELLA D SOCIETÀ INTERAMENTE CONTROLLATA HOLDING PIEMONTE

Dettagli

Principio contabile internazionale n. 12 Imposte sul reddito

Principio contabile internazionale n. 12 Imposte sul reddito Principio contabile internazionale n. 12 Imposte sul reddito Finalità La finalità del presente Principio è quella di definire il trattamento contabile delle imposte sul reddito. L aspetto principale della

Dettagli

Valutazione di intangibili e impairment

Valutazione di intangibili e impairment IMPAIRMENT EVIDENZE DAI MEDIA ITALIANI Valutazione di intangibili e impairment -Valutazione di attività immateriali in aziende editoriali -Valutazioni per impairment test 1 La valutazione di asset si ha

Dettagli

StarRock S.r.l. Bilancio 2014

StarRock S.r.l. Bilancio 2014 StarRock S.r.l. Bilancio 2014 Pagina 1 StarRock S.r.l. Sede legale in Milano 20135, Viale Sabotino 22 Capitale sociale sottoscritto Euro 35.910,84 i.v. Registro Imprese di Milano, Codice Fiscale, P.IVA

Dettagli

CORSO DI CONTABILITA E BILANCIO 2

CORSO DI CONTABILITA E BILANCIO 2 CORSO DI CONTABILITA E BILANCIO 2 La valutazione delle IMMOBILIZZAZIONI MATERIALI Prima lezione di Alberto Bertoni 1 IMMOBILIZZAZIONI Definizione Cod. Civ. art. 2424-bis, 1 c. Le immobilizzazioni sono

Dettagli

Offerta pubblica di acquisto avente ad oggetto azioni Banca Nazionale del Lavoro S.p.A.

Offerta pubblica di acquisto avente ad oggetto azioni Banca Nazionale del Lavoro S.p.A. COMMISSIONE NAZIONALE PER LE SOCIETÀ E LA BORSA Ufficio Mercati Alla cortese attenzione del dott. Salini Telefax n. 06 8477 757 Ufficio OPA Alla cortese attenzione della dott.sa Mazzarella Telefax n. 06

Dettagli

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017 7 maggio 2015 LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017 Nel 2015 si prevede un aumento del prodotto interno lordo (Pil) italiano pari allo 0,7% in termini reali, cui seguirà una crescita dell

Dettagli

CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO

CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO Art. 1 - L, con sede sociale in Villaricca (Napoli), alla

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. Proposto un dividendo di 8 centesimi di euro per azione (6 centesimi nel 2013)

COMUNICATO STAMPA. Proposto un dividendo di 8 centesimi di euro per azione (6 centesimi nel 2013) COMUNICATO STAMPA Conferma della solida patrimonializzazione del Gruppo: Common Equity Tier 1 ratio phased in al 31 dicembre 2014: 12,33% 1 (13% al 30/09/2014) Common Equity Tier 1 ratio pro forma stimato

Dettagli

I contributi pubblici nello IAS 20

I contributi pubblici nello IAS 20 I contributi pubblici nello IAS 20 di Paolo Moretti Il principio contabile internazionale IAS 20 fornisce le indicazioni in merito alle modalità di contabilizzazione ed informativa dei contributi pubblici,

Dettagli

Fatturato consolidato dell esercizio pari a 131,7 milioni di euro, in crescita del 2,5% rispetto a 128,5 milioni di euro del 2013

Fatturato consolidato dell esercizio pari a 131,7 milioni di euro, in crescita del 2,5% rispetto a 128,5 milioni di euro del 2013 COMUNICATO STAMPA Milano, 28 aprile 2015 SAES Group: l Assemblea approva il bilancio 2014 Fatturato consolidato dell esercizio pari a 131,7 milioni di euro, in crescita del 2,5% rispetto a 128,5 milioni

Dettagli

RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE AI SENSI DELL ART. 2501 QUINQUIES C.C. SULLA FUSIONE PER INCORPORAZIONE DI INVESP S.P.A.

RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE AI SENSI DELL ART. 2501 QUINQUIES C.C. SULLA FUSIONE PER INCORPORAZIONE DI INVESP S.P.A. RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE AI SENSI DELL ART. 2501 QUINQUIES C.C. SULLA FUSIONE PER INCORPORAZIONE DI INVESP S.P.A. E PROSPETTIVE 2001 S.P.A. IN SANPAOLO IMI S.P.A... Si presenta il progetto

Dettagli

Imprese individuali e società Le aziende possono essere distinte in: 1. aziende individuali, quando il soggetto giuridico è una persona fisica; 2.

Imprese individuali e società Le aziende possono essere distinte in: 1. aziende individuali, quando il soggetto giuridico è una persona fisica; 2. Imprese individuali e società Le aziende possono essere distinte in: 1. aziende individuali, quando il soggetto giuridico è una persona fisica; 2. aziende collettive, quando il soggetto giuridico è costituito

Dettagli

Bilancio finale di liquidazione e piano di Riparto

Bilancio finale di liquidazione e piano di Riparto Bilancio finale di liquidazione e piano di Riparto Natura e composizione Non vi sono specifiche indicazioni in merito alle modalità di redazione del bilancio; Il bilancio finale di liquidazione dovrebbe

Dettagli

INDICE. Relazione sulla Gestione RELAZIONE SULLA GESTIONE ORGANI SOCIALI STRUTTURA DEL GRUPPO ANDAMENTO DELLA SOCIETÀ ALTRE INFORMAZIONI

INDICE. Relazione sulla Gestione RELAZIONE SULLA GESTIONE ORGANI SOCIALI STRUTTURA DEL GRUPPO ANDAMENTO DELLA SOCIETÀ ALTRE INFORMAZIONI INDICE RELAZIONE SULLA GESTIONE PAG. ORGANI SOCIALI PAG. STRUTTURA DEL GRUPPO ANDAMENTO DELLA SOCIETÀ ALTRE INFORMAZIONI PROSPETTI CONTABILI AL 31 DICEMBRE 2013 PAG. SITUAZIONE PATRIMONIALE-FINANAZIARIA

Dettagli

Cio che fa bene alle persone, fa bene agli affari. Leo Burnett pubblicitario statunitense

Cio che fa bene alle persone, fa bene agli affari. Leo Burnett pubblicitario statunitense Cio che fa bene alle persone, fa bene agli affari. Leo Burnett pubblicitario statunitense Chi siamo Siamo una delle più consolidate realtà di Internet Marketing in Italia: siamo sul mercato dal 1995, e

Dettagli

Regolamento recante disposizioni per le società di gestione del risparmio.

Regolamento recante disposizioni per le società di gestione del risparmio. Provvedimento 20 settembre 1999 Regolamento recante disposizioni per le società di gestione del risparmio. IL GOVERNATORE DELLA BANCA D ITALIA Visto il decreto legislativo del 24 febbraio 1998, n. 58 (testo

Dettagli

LO STATO PATRIMONIALE. A cura di Fabrizio Bava, Donatella Busso, Piero Pisoni

LO STATO PATRIMONIALE. A cura di Fabrizio Bava, Donatella Busso, Piero Pisoni LO STATO PATRIMONIALE A cura di Fabrizio Bava, Donatella Busso, Piero Pisoni LE MODIFICHE ALLO SCHEMA STATO PATRIMONIALE ATTIVO C.II.4.BIS CREDITI TRIBUTARI C.II.4.TER IMPOSTE ANTICIPATE STATO PATRIMONIALE

Dettagli

GLI INDICI DI BILANCIO PER LE ANALISI FINANZIARIE

GLI INDICI DI BILANCIO PER LE ANALISI FINANZIARIE GLI INDICI DI BILANCIO PER LE ANALISI FINANZIARIE GLI INDICI DI BILANCIO Gli indici sono rapporti tra grandezze economiche, patrimoniali e finanziarie contenute nello stato patrimoniale e nel conto economico

Dettagli

L Emittente, Offerente e Responsabile del Collocamento. Banca di Credito Cooperativo di Flumeri

L Emittente, Offerente e Responsabile del Collocamento. Banca di Credito Cooperativo di Flumeri Prospetto Informativo Semplificato per l offerta al pubblico di strumenti diversi dai titoli di capitale emessi in modo continuo o ripetuto da banche di cui all art. 34-ter, comma 4 del Regolamento Consob

Dettagli

Il bilancio con dati a scelta. Classe V ITC

Il bilancio con dati a scelta. Classe V ITC Il bilancio con dati a scelta Classe V ITC Il metodo da seguire Premesso che per la costruzione di un bilancio con dati a scelta si possono seguire diversi metodi, tutti ugualmente validi, negli esempi

Dettagli

Il bilancio delle imprese è un documento contabile che descrive la situazione patrimoniale, finanziaria ed economica dell esercizio.

Il bilancio delle imprese è un documento contabile che descrive la situazione patrimoniale, finanziaria ed economica dell esercizio. IL BILANCIO DELLE IMPRESE Le imprese sono aziende che hanno come fine il profitto. Il bilancio delle imprese è un documento contabile che descrive la situazione patrimoniale, finanziaria ed economica dell

Dettagli

42 relazione sono esposti Principali cui Fiat S.p.A. e il Gruppo fiat sono esposti Si evidenziano qui di seguito i fattori di o o incertezze che possono condizionare in misura significativa l attività

Dettagli

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2014-2016

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2014-2016 5 maggio 2014 LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2014-2016 Nel 2014 si prevede un aumento del prodotto interno lordo (Pil) italiano pari allo 0,6% in termini reali, seguito da una crescita dell

Dettagli

IL MARCHIO E LE ALTRE IMMOBILIZZAZIONI IMMATERIALI LE IMMOBILIZZAZIONI IMMATERIALI NELLA LEGISLAZIONE CIVILISTICA E FISCALE

IL MARCHIO E LE ALTRE IMMOBILIZZAZIONI IMMATERIALI LE IMMOBILIZZAZIONI IMMATERIALI NELLA LEGISLAZIONE CIVILISTICA E FISCALE IL MARCHIO E LE ALTRE IMMOBILIZZAZIONI IMMATERIALI LE IMMOBILIZZAZIONI IMMATERIALI NELLA LEGISLAZIONE CIVILISTICA E FISCALE Le immobilizzazioni immateriali sono caratterizzate dalla mancanza di tangibilità

Dettagli

DOCUMENTO INFORMATIVO RELATIVO AD OPERAZIONI DI MAGGIORE RILEVANZA CON PARTI CORRELATE

DOCUMENTO INFORMATIVO RELATIVO AD OPERAZIONI DI MAGGIORE RILEVANZA CON PARTI CORRELATE DOCUMENTO INFORMATIVO RELATIVO AD OPERAZIONI DI MAGGIORE RILEVANZA CON PARTI CORRELATE ai sensi dell art. 5 e dell art. 12 del Regolamento Consob n. 17221 del 12 marzo 2010 e successivamente modificato

Dettagli

Bilancio annuale 2013 Bioera S.p.A.

Bilancio annuale 2013 Bioera S.p.A. BIOERA S.p.A. Sede legale ed amministrativa: via Palestro, 6 Milano Capitale sociale: Euro 13.000.000 i.v. Codice fiscale: 03916240371 Partita IVA: 00676181209 Bilancio annuale 2013 Bioera S.p.A. 1 Consiglio

Dettagli

STUDIO COMPLETO Il commercio in tempo di crisi Analisi degli esercizi commerciali

STUDIO COMPLETO Il commercio in tempo di crisi Analisi degli esercizi commerciali STUDIO COMPLETO Il commercio in tempo di crisi Analisi degli esercizi commerciali Calo degli esercizi commerciali in sede fissa. Nell ultimo decennio l intero comparto della distribuzione commerciale ha

Dettagli

6963 Lugano-Cureggia Telefono/Fax 091 966 03 35. L originale. Sterchi I Mattle I Helbling Piano dei conti svizzero per PMI

6963 Lugano-Cureggia Telefono/Fax 091 966 03 35. L originale. Sterchi I Mattle I Helbling Piano dei conti svizzero per PMI Associazione dei contabilicontroller diplomati federali 6963 Lugano-Cureggia Telefono/Fax 091 966 03 35 L originale Sterchi I Mattle I Helbling Piano dei conti svizzero per PMI Piano dei conti svizzero

Dettagli

Altagamma Worldwide Luxury Markets Monitor Spring 2013 Update

Altagamma Worldwide Luxury Markets Monitor Spring 2013 Update Altagamma Worldwide Luxury Markets Monitor Spring 2013 Update MERCATO MONDIALE DEI BENI DI LUSSO: TERZO ANNO CONSECUTIVO DI CRESCITA A DUE CIFRE. SUPERATI I 200 MILIARDI DI EURO NEL 2012 Il mercato del

Dettagli

COME NASCE L IDEA IMPRENDITORIALE E COME SI SVILUPPA IL PROGETTO D IMPRESA: IL BUSINESS PLAN

COME NASCE L IDEA IMPRENDITORIALE E COME SI SVILUPPA IL PROGETTO D IMPRESA: IL BUSINESS PLAN COME NASCE L IDEA IMPRENDITORIALE E COME SI SVILUPPA IL PROGETTO D IMPRESA: IL BUSINESS PLAN La nuova impresa nasce da un idea, da un intuizione: la scoperta di una nuova tecnologia, l espansione della

Dettagli

Sintesi Nonostante le norme tese a liquidare o cedere

Sintesi Nonostante le norme tese a liquidare o cedere ...... Le partecipate...... Sintesi Nonostante le norme tese a liquidare o cedere le partecipate comunali in perdita, i Comuni italiani dispongono ancora di un portafoglio di partecipazioni molto rilevante,

Dettagli

LA META PER LA MODA, LO SPORT E LO SVAGO, IN CINA

LA META PER LA MODA, LO SPORT E LO SVAGO, IN CINA LA META PER LA MODA, LO SPORT E LO SVAGO, IN CINA I DESTINATION CENTER I Destination Center COS è UN DESTINATION CENTER? SHOPPING SPORT DIVERTIMENTO Un Destination Center e una combinazione di aree tematiche,

Dettagli

Il mutuo per la casa in parole semplici

Il mutuo per la casa in parole semplici LE GUIDE DELLA BANCA D ITALIA Il mutuo per la casa in parole semplici La SCELTA e i COSTI I DIRITTI del cliente I CONTATTI utili Il mutuo dalla A alla Z ISSN 2384-8871 (stampa) ISSN 2283-5989 (online)

Dettagli

Comunicato al mercato ex art. 114 TUF del D.Lgs. n. 58/1998 e ex art. 66 del Regolamento adottato con delibera CONSOB n.

Comunicato al mercato ex art. 114 TUF del D.Lgs. n. 58/1998 e ex art. 66 del Regolamento adottato con delibera CONSOB n. Bologna, 25 maggio 2006 Comunicato al mercato ex art. 114 TUF del D.Lgs. n. 58/1998 e ex art. 66 del Regolamento adottato con delibera CONSOB n. 11971/1999 Gli organi amministrativi di Lopam Fin S.p.A.

Dettagli

ALLEGATO 4 ALTRI ENTI IN CONTABILITA' FINANZIARIA

ALLEGATO 4 ALTRI ENTI IN CONTABILITA' FINANZIARIA Prospetto di cui all'art. 8, comma 1,D.L. 66/2014 (enti in contabilità finanziaria) Bilancio di Previsione 2015 E I Entrate correnti di natura tributaria, contributiva e perequativa 0 0 E II Tributi 0

Dettagli

ALLEGATO. DATA SCADENZA Definitivo STATO --- pubblico 1/9. Legenda

ALLEGATO. DATA SCADENZA Definitivo STATO --- pubblico 1/9. Legenda SERVIZI INGEGNERIA DI ALLEGATO C LINEAMENTI METODOLOGICI PER LA VALUTAZIONE ECONOMICO-FINANZIARIA DEGLI OPERATORI ECONOMICI 25 novembre 21 Stato: Bozza, In Approvazione, Documento al documento 1/9 1. PRINCIPI

Dettagli

ASPETTI CIVILISTICI DEL RECESSO DEL SOCIO NELLE SOCIETA DI PERSONE.

ASPETTI CIVILISTICI DEL RECESSO DEL SOCIO NELLE SOCIETA DI PERSONE. Trattamento delle somme corrisposte da una società di persone al socio nel caso di recesso, esclusione, riduzione del capitale, e liquidazione, ed aspetti fiscali per la società. Questo convegno ci offre

Dettagli

Il nuovo bilancio consolidato IFRS

Il nuovo bilancio consolidato IFRS S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO Il nuovo bilancio consolidato IFRS La nuova informativa secondo IFRS 12 e le modifiche allo IAS 27 (Bilancio separato) e IAS 28 (Valutazione delle partecipazioni

Dettagli

RATEI E RISCONTI INTRODUZIONE

RATEI E RISCONTI INTRODUZIONE RATEI E RISCONTI INTRODUZIONE In fase di formazione del bilancio di esercizio spesso accade che l effetto economico delle operazioni e degli altri eventi posti in essere dall impresa, non si manifesti

Dettagli

Regolamento del Prestito Obbligazionario DEXIA CREDIOP S.P.A. 2005-2010 REAL ESTATE BASKET DI NOMINALI FINO AD EURO 15 MILIONI

Regolamento del Prestito Obbligazionario DEXIA CREDIOP S.P.A. 2005-2010 REAL ESTATE BASKET DI NOMINALI FINO AD EURO 15 MILIONI Regolamento del Prestito Obbligazionario DEXIA CREDIOP S.P.A. 2005-2010 REAL ESTATE BASKET DI NOMINALI FINO AD EURO 15 MILIONI CODICE ISIN IT0003809826 SERIES : 16 Art. 1 - Importo e titoli Il Prestito

Dettagli

All Organismo Pagatore AGEA Via Palestro, 81 00185 ROMA. Via N. Tommaseo, 63-69 35131 PADOVA. Largo Caduti del Lavoro, 6 40122 BOLOGNA

All Organismo Pagatore AGEA Via Palestro, 81 00185 ROMA. Via N. Tommaseo, 63-69 35131 PADOVA. Largo Caduti del Lavoro, 6 40122 BOLOGNA AREA COORDINAMENTO Ufficio Rapporti Finanziari Via Salandra, 13 00187 Roma Tel. 06.49499.1 Fax 06.49499.770 Prot. N. ACIU.2015.140 (CITARE NELLA RISPOSTA) Roma li. 20 marzo 2015 Organismo Pagatore AGEA

Dettagli

guida introduttiva alla previdenza complementare

guida introduttiva alla previdenza complementare COVIP Commissione di Vigilanza sui Fondi Pensione COVIP Commissione di Vigilanza sui Fondi Pensione Con questa Guida la COVIP intende illustrarti, con un linguaggio semplice e l aiuto di alcuni esempi,

Dettagli

TXT e-solutions Group. Resoconto intermedio di gestione

TXT e-solutions Group. Resoconto intermedio di gestione TXT e-solutions Group Resoconto intermedio di gestione al 31 marzo 2015 TXT e-solutions S.p.A. Sede legale, direzione e amministrazione: Via Frigia, 27 20126 Milano Capitale sociale: Euro 5.911.932 interamente

Dettagli

Relazione finanziaria annuale gruppo tamburi investment partners 2013

Relazione finanziaria annuale gruppo tamburi investment partners 2013 GRUPPO TAMBURI INVESTMENT PARTNERS Relazione finanziaria annuale gruppo tamburi investment partners 2013 Pagina 1 GRUPPO TAMBURI INVESTMENT PARTNERS INDICE Organi sociali 3 Relazione sull andamento della

Dettagli

ANALISI DI BILANCIO LA RICLASSIFICAZIONE FINANZIARIA E FUNZIONALE. Dott. Elbano De Nuccio

ANALISI DI BILANCIO LA RICLASSIFICAZIONE FINANZIARIA E FUNZIONALE. Dott. Elbano De Nuccio ANALISI DI BILANCIO LA RICLASSIFICAZIONE FINANZIARIA E FUNZIONALE Dott. Elbano De Nuccio L analisi di bilancio si propone di formulare un giudizio sull EQUILIBRIO ECONOMICO e FINANZIARIO/PATRIMONIALE della

Dettagli

Prima di parlare di Bilancio consolidato è importante sapere.

Prima di parlare di Bilancio consolidato è importante sapere. Prima di parlare di Bilancio consolidato è importante sapere. Cos è un gruppoaziendale L evoluzione del processo di armonizzazione contabile Le principali caratteristiche del bilancio IAS/IFRS a seguito

Dettagli

MAILUP S.P.A. Relazione sulla gestione al Bilancio consolidato al 31/12/2014

MAILUP S.P.A. Relazione sulla gestione al Bilancio consolidato al 31/12/2014 MAILUP S.P.A. Reg. Imp. 01279550196 Rea 1743733 Sede in VIALE FRANCESCO RESTELLI 1-20124 MILANO (MI) Capitale sociale Euro 200.000,00 i.v. Relazione sulla gestione al Bilancio consolidato al 31/12/2014

Dettagli

Bilancio di previsione 2014 Relazione del Magnifico Rettore

Bilancio di previsione 2014 Relazione del Magnifico Rettore Bilancio di previsione 2014 Relazione del Magnifico Rettore IL CONTESTO L approvazione del Bilancio di previsione quest anno si pone esattamente a metà del mio mandato rettorale, iniziato tre anni fa,

Dettagli

PRINCIPI DI REDAZIONE DEL BILANCIO D ESERCIZIO

PRINCIPI DI REDAZIONE DEL BILANCIO D ESERCIZIO PRINCIPI DI REDAZIONE DEL BILANCIO D ESERCIZIO IL BILANCIO D ESERCIZIO E UN DOCUMENTO AZIENDALE DI SINTESI, DI DERIVAZIONE CONTABILE, RIVOLTO A VARI DESTINATARI, CHE RAPPRESENTA IN TERMINI CONSUNTIVI E

Dettagli

Cos è e come si costituisce una cooperativa. Roberta Trovarelli Legacoop Emilia Romagna

Cos è e come si costituisce una cooperativa. Roberta Trovarelli Legacoop Emilia Romagna Cos è e come si costituisce una cooperativa Roberta Trovarelli Legacoop Emilia Romagna 1 Che cos è una cooperativa un'associazione autonoma di persone che si uniscono volontariamente per soddisfare i propri

Dettagli

PRESENTAZIONE Small Cap Conference 20 Novembre 2014. @MailUp @MailUp_US www.mailup.com

PRESENTAZIONE Small Cap Conference 20 Novembre 2014. @MailUp @MailUp_US www.mailup.com PRESENTAZIONE Small Cap Conference 20 Novembre 2014 @MailUp @MailUp_US www.mailup.com CHE COSA FA MAILUP MailUp è una società tecnologica che ha sviluppato una piattaforma digitale di cloud computing (Software

Dettagli

MTA. Mercato Telematico Azionario: dai forma alle tue ambizioni

MTA. Mercato Telematico Azionario: dai forma alle tue ambizioni MTA Mercato Telematico Azionario: dai forma alle tue ambizioni L accesso ai mercati dei capitali ha permesso a Campari di percorrere una strategia di successo per l espansione e lo sviluppo del proprio

Dettagli

Fatturazione verso soggetti non residenti: le nuove regole dal 1 gennaio 2013

Fatturazione verso soggetti non residenti: le nuove regole dal 1 gennaio 2013 Ai Gentili Clienti Fatturazione verso soggetti non residenti: le nuove regole dal 1 gennaio 2013 Con i co. da 324 a 335 dell unico articolo della L. 24.12.2012 n. 228 (Legge di Stabilità 2013), l ordinamento

Dettagli

Le banche italiane tra gestione del credito e ricerca di efficienza

Le banche italiane tra gestione del credito e ricerca di efficienza ADVISORY Le banche italiane tra gestione del credito e ricerca di efficienza Analisi dei bilanci bancari kpmg.com/it Indice Premessa 4 Executive Summary 6 Approccio metodologico 10 Principali trend 11

Dettagli

Corso di Valutazioni d Azienda

Corso di Valutazioni d Azienda Andrea Cardoni Università degli Studi di Perugia Facoltà di Economia Dipartimento di Discipline Giuridiche e Aziendali Corso di Laurea Magistrale in Economia e Management Aziendale Corso di Valutazioni

Dettagli

guida introduttiva alla previdenza complementare

guida introduttiva alla previdenza complementare 1 COVIP Commissione di Vigilanza sui Fondi Pensione guida introduttiva alla previdenza complementare www.covip.it 3 Questa Guida è stata realizzata dalla COVIP Indice grafica e illustrazioni Studio Marabotto

Dettagli

speciale Lordo Netto 2013 In vigore dal 1 gennaio 2013 (a cura di Gianfranco Serioli)

speciale Lordo Netto 2013 In vigore dal 1 gennaio 2013 (a cura di Gianfranco Serioli) 2013 Maggio Lordo Netto 2013 In vigore dal 1 gennaio 2013 (a cura di Gianfranco Serioli) Note introduttive Tabella Lordo Netto 2013 Il contributo di solidarietà Introdotto con il Dl n. 138/2011 (legge

Dettagli

SVALUTAZIONI E PERDITE SU CREDITI. Dott. Gianluca Odetto

SVALUTAZIONI E PERDITE SU CREDITI. Dott. Gianluca Odetto Dott. Gianluca Odetto ART. 33 DL 83/2012 Novità Inserimento del piano di ristrutturazione del debito tra le procedure concorsuali. Inserimento tra le ipotesi di non sopravvenienza attiva della riduzione

Dettagli

IAS 12 Imposte sul Reddito (Income Taxes)

IAS 12 Imposte sul Reddito (Income Taxes) IAS 12 Imposte sul Reddito (Income Taxes) INDICE INTRODUZIONE L EVOLUZIONE DELLO STANDARD OGGETTO, FINALITÀ ED AMBITO DI APPLICAZIONE DELLO STANDARD LA RILEVAZIONE DI IMPOSTE RILEVAZIONE DEGLI EFFETTI

Dettagli

2.1 DATI NAZIONALI E TERRITORIALI (AREE E Regioni)

2.1 DATI NAZIONALI E TERRITORIALI (AREE E Regioni) ANALISI TERRITORIALE DEL VALORE DEL PATRIMONIO ABITATIVO Gli immobili in Italia - 2015 ANALISI TERRITORIALE DEL VALORE DEL PATRIMONIO ABITATIVO Nel presente capitolo è analizzata la distribuzione territoriale

Dettagli

LA RICLASSIFICAZIONE DEL CONTO ECONOMICO: IL REPORT FORM

LA RICLASSIFICAZIONE DEL CONTO ECONOMICO: IL REPORT FORM LA RICLASSIFICAZIONE DEL CONTO ECONOMICO: IL REPORT FORM Il conto economico che abbiamo esaminato fino ad ora si presenta a sezioni contrapposte: nella sezione del DARE vengono rilevati i costi, e nella

Dettagli

BILANCIO AL 31/12/2012

BILANCIO AL 31/12/2012 BILANCIO AL 31/12/2012 S T A T O P A T R I M O N I A L E - A T T I V O - B IMMOBILIZZAZIONI I IMMOBILIZZAZIONI IMMATERIALI 1 COSTI DI IMPIANTO E DI AMPLIAMENTO 12201 Spese pluriennali da amm.re 480,00

Dettagli

La compilazione del quadro RF per gli interessi passivi. dott. Gianluca Odetto. Eutekne Tutti i diritti riservati

La compilazione del quadro RF per gli interessi passivi. dott. Gianluca Odetto. Eutekne Tutti i diritti riservati La compilazione del quadro RF per gli interessi passivi dott. Gianluca Odetto Eutekne Tutti i diritti riservati Interessi passivi soggetti a monitoraggio AMBITO OGGETTIVO Tutti gli interessi passivi sostenuti

Dettagli

CIRCOLARE N. 14/E. Roma, 4 giugno 2014

CIRCOLARE N. 14/E. Roma, 4 giugno 2014 CIRCOLARE N. 14/E Roma, 4 giugno 2014 OGGETTO: Le perdite e svalutazioni su crediti La nuova disciplina ai fini IRES e IRAP introdotta dall articolo 1, commi 158-161, della legge 27 dicembre 2013, n. 147

Dettagli

ROMA SOLIDALE ONLUS. Nota integrativa abbreviata ex Art. 2435 bis C.C. al bilancio chiuso il 31/12/2012

ROMA SOLIDALE ONLUS. Nota integrativa abbreviata ex Art. 2435 bis C.C. al bilancio chiuso il 31/12/2012 ROMA SOLIDALE ONLUS Codice fiscale 08060901009 Partita iva 09559981007 BORGO PIO 10-00193 ROMA RM Numero R.E.A. 1176430 Fondo di dotazione Euro 350.000 Nota integrativa abbreviata ex Art. 2435 bis C.C.

Dettagli

IL GIUDIZIO SUL BILANCIO DEL REVISORE LEGALE

IL GIUDIZIO SUL BILANCIO DEL REVISORE LEGALE CAPITOLO 19 IL GIUDIZIO SUL BILANCIO DEL REVISORE LEGALE di Piero Pisoni, Fabrizio Bava, Donatella Busso e Alain Devalle 1. PREMESSA La relazione del revisore legale deve esprimere il giudizio sull attendibilità

Dettagli

Una holding per sviluppare sinergie Pag. 1. Il Gruppo e le sue attività Pag. 2. La filosofia della holding Pag. 4

Una holding per sviluppare sinergie Pag. 1. Il Gruppo e le sue attività Pag. 2. La filosofia della holding Pag. 4 DOCUMENTAZIONE CONTENUTA NELLA CARTELLA Una holding per sviluppare sinergie Pag. 1 Il Gruppo e le sue attività Pag. 2 La filosofia della holding Pag. 4 Contact: Barabino & Partners Claudio Cosetti c.cosetti@barabino.it

Dettagli

Relazione finanziaria annuale 2013

Relazione finanziaria annuale 2013 Relazione finanziaria annuale 2013 (Pagina lasciata bianca intenzionalmente) 1 2 (Pagina lasciata bianca intenzionalmente) Indice 1. Introduzione... 5 Principali dati economico-finanziari consolidati...

Dettagli

Crescita, produttività e occupazione: le sfide che l Italia ha di fronte

Crescita, produttività e occupazione: le sfide che l Italia ha di fronte Crescita, produttività e occupazione: le sfide che l Italia ha di fronte DOCUMENTI 2013 Premessa 1. Sul quadro istituzionale gravano rilevanti incertezze. Se una situazione di incertezza è preoccupante

Dettagli

Lettera d invito... 3. SEZIONE 1. PREMESSA, OBIETTIVI E AREE DI INTERVENTO... 4 1.1 Premessa... 4 1.2 Obiettivi e Aree di intervento...

Lettera d invito... 3. SEZIONE 1. PREMESSA, OBIETTIVI E AREE DI INTERVENTO... 4 1.1 Premessa... 4 1.2 Obiettivi e Aree di intervento... Bando Ambiente 2015 Sommario Lettera d invito... 3 SEZIONE 1. PREMESSA, OBIETTIVI E AREE DI INTERVENTO... 4 1.1 Premessa... 4 1.2 Obiettivi e Aree di intervento... 4 SEZIONE 2. CRITERI PER LA PARTECIPAZIONE

Dettagli

COMUNICATO STAMPA INTESA SANPAOLO: RISULTATI CONSOLIDATI AL 31 MARZO 2015

COMUNICATO STAMPA INTESA SANPAOLO: RISULTATI CONSOLIDATI AL 31 MARZO 2015 COMUNICATO STAMPA INTESA SANPAOLO: RISULTATI CONSOLIDATI AL 31 MARZO 2015 FORTE AUMENTO DELLA REDDITIVITÀ, SUPERIORE AGLI OBIETTIVI DEL PIANO DI IMPRESA 2014-2017. ELEVATA PATRIMONIALIZZAZIONE, LARGAMENTE

Dettagli

Rischio impresa. Rischio di revisione

Rischio impresa. Rischio di revisione Guida alla revisione legale PIANIFICAZIONE del LAVORO di REVISIONE LEGALE dei CONTI Formalizzazione delle attività da svolgere nelle carte di lavoro: determinazione del rischio di revisione, calcolo della

Dettagli