FEDERAZIONE SOVRAZONALE PIEMONTE 3 TORINO OVEST s.c.a r.l. Codice Fiscale Partita IVA REA:TO

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "FEDERAZIONE SOVRAZONALE PIEMONTE 3 TORINO OVEST s.c.a r.l. Codice Fiscale Partita IVA 10751090019 REA:TO - 1158850"

Transcript

1 FEDERAZIONE SOVRAZONALE PIEMONTE 3 TORINO OVEST s.c.a r.l. Codice Fiscale Partita IVA REA:TO GARA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TRASLOCO/TRASPORTO E FACCHINAGGIO NECESSARIO STRUTTURA RESPONSABILE DELLA PROCEDURA DI AFFIDAMENTO RESPONSABILE UNICO DEL PROCEDIMENTO (RUP) SUPPORTO AMMINISTRATIVO AL RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO INFORMAZIONI DI NATURA TECNICA ALLE AA.SS.LL. TO1 E TO3 GARA FS3 N.15/2013 n. gara SIMOG: Codice Identificativo Gara (CIG): C2E PARTE I DISCIPLINARE DI GARA Durata: anni 3+2 NORMATIVA COMUNITARIA Procedura di individuazione del contraente: PROCEDURA APERTA Criterio di aggiudicazione: PREZZO PIU BASSO (LOTTO UNICO) Funzione acquisizione beni e servizi Direttore: Dott. Michele GOLZIO Dott. Michele GOLZIO (Tel ) Dott.ssa Stefania FIORILLO Funzione acquisizione beni e servizi Tel. 011/ fax 011/ A.S.L. TO1 Dott.ssa Silvia NENCI S.C. Logistica Tel.011/ / A.S.L. TO3 Sig.ra Luigina TIANI S.C. Economato Tel. 011/ Appalto in cui sono presenti rischi da interferenza ai sensi del D.Lgs. 81/2008 e s.m.i. Determinazione d indizione dell Amministratore Unico della FS3 n.140 del 26 novembre 2013 Data di spedizione bando alla G.U.C.E. 27 novembre 2013 Data di pubblicazione sul sito internet 27 novembre 2013 Scadenza offerte 30 gennaio 2014, ore 15,00 1 seduta pubblica 3 febbraio 2014, ore 10,00 Sede Legale :Via Martiri XXX Aprile n COLLEGNO Sede Operativa: Corso Turati n Torino tel fax PEC:

2 INDICE PREMESSA... 1 PARTE I - DEFINIZIONI GENERALI, NORMATIVA ED OGGETTO DELL APPALTO... 3 ART. 1. (DEFINIZIONI GENERALI)... 3 ART. 2. (NORMATIVA DI RIFERIMENTO)... 3 ART. 3. (RESPONSABILE DELLE PROCEDURE DI AFFIDAMENTO E DI ESECUZIONE DEL CONTRATTO)... 4 ART. 4. (OGGETTO DELLA PROCEDURA DI GARA)... 4 ART. 5. (IMPORTO A BASE D ASTA)... 4 ART. 6.(DURATA DELL APPALTO)... 5 ART. 7.(DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI DA INTERFERENZA PRELIMINARE)... 5 PARTE II- PROCEDURA DI GARA... 7 CAPO I - MODALITÀ DI SCELTA DEL CONTRAENTE... 7 ART. 8. (PROCEDURA E CRITERIO DI AGGIUDICAZIONE)... 7 CAPO II REQUISITI DI AMMISSIBILITÀ ALLA GARA... 8 ART. 9. (REQUISITI RICHIESTI)... 8 ART. 10. (REQUISITI DI ORDINE GENERALE)... 8 ART. 11. (REQUISITI SOGGETTIVI D IDONEITÀ PROFESSIONALE)... 9 ART. 12. (CAPACITÀ FINANZIARIA, ECONOMICA E TECNICA)... 9 CAPO III DOCUMENTI RICHIESTI A CORREDO DELL OFFERTA ART. 13. (TIPOLOGIA DELLA DOCUMENTAZIONE) ART. 14. (DOCUMENTAZIONE DI CARATTERE GENERALE) ART. 15. (DOCUMENTAZIONE COMPROVANTE I REQUISITI DI ORDINE GENERALE E DI IDONEITÀ PROFESSIONALE) ART. 16. (DOCUMENTAZIONE COMPROVANTE LA CAPACITÀ ECONOMICA, FINANZIARIA E TECNICO-ORGANIZZATIVA) ART. 17. (DOCUMENTI E INFORMAZIONI COMPLEMENTARI) ART. 18. (IMPEGNO ALLA RISERVATEZZA) ART. 19. (CONTROLLI SUL POSSESSO DEI REQUISITI: SORTEGGIO) ART. 20. (FALSITÀ DELLE DICHIARAZIONI O DELLA DOCUMENTAZIONE) ART. 21. (AVVALIMENTO) CAPO IV- MODALITÀ DI COMPILAZIONE DELL OFFERTA E COMPOSIZIONE DEL PLICO ART. 22. (COMPILAZIONE DELL OFFERTA ECONOMICA) ART. 23. (SOGGETTO COMPETENTE ALLA REDAZIONE DELL OFFERTA ECONOMICA - PROCURA) 18 ART. 24. (VALIDITÀ DELL OFFERTA) ART. 25. (SUBAPPALTO) ART. 26. (CAUSE ESPRESSE DI ESCLUSIONE) ART. 27. (COMPOSIZIONE E MODALITÀ DI TRASMISSIONE DEL PLICO-OFFERTA) CAPO V MODALITÀ DI SVOLGIMENTO DELLA GARA ART. 28. (FASI DELLA PROCEDURA DI AFFIDAMENTO E ORGANI COMPETENTI) ART. 29. (COMPOSIZIONE SEGGIO DI GARA) ART. 30. (SEGGIO DI GARA: PRIMA SEDUTA PUBBLICA) ART. 31. (SEGGIO DI GARA: SECONDA SEDUTA PUBBLICA) ART. 32. (OFFERTE ANORMALMENTE BASSE)... 22

3 ART. 33. (SEGGIO DI GARA: TERZA SEDUTA PUBBLICA - EVENTUALE) ART. 34. (PRESENZA DEI SOGGETTI CANDIDATI) ART. 35. (AGGIUDICAZIONE PROVVISORIA E DEFINITIVA) ART. 36. (INFORMAZIONI CIRCA I MANCATI INVITI, LE ESCLUSIONI E LE AGGIUDICAZIONI) ART. 37. (PARI OFFERTE - OFFERTA CONTRASTANTE) ART. 38. (VERBALI DI GARA) ART. 39. (TASSATIVITÀ CAUSE DI ESCLUSIONE) CAPO VI RIEPILOGO PARTE III SOGGETTI AMMESSI ALLA GARA: RAGGRUPPAMENTI TEMPORANEI D IMPRESE E CONSORZI ART. 40. (SOGGETTI AMMESSI ALLA GARA) ART. 41. (RAGGRUPPAMENTI TEMPORANEI D IMPRESE E CONSORZI ORDINARI DI CONCORRENTI) ART. 42. (CONTENUTI DELL ATTO DI COSTITUZIONE) ART. 43. (CONCORRENZA SLEALE) ART. 44. (FATTURAZIONE E LIQUIDAZIONE A FAVORE DI RAGGRUPPAMENTI TEMPORANEI D IMPRESA) PARTE IV CAUZIONE DEFINITIVA CAPO I GARANZIE DI ESECUZIONE DEL CONTRATTO ( CAUZIONE DEFINITIVA ) ART. 45. (GARANZIA FIDEIUSSORIA PER L ESECUZIONE DEL CONTRATTO) ART. 46. (PERIODO DI VALIDITÀ DELLA GARANZIA) ART. 47. (MANCATA COSTITUZIONE DELLA GARANZIA) PARTE V TRASPARENZA AMMINISTRATIVA E DIRITTO D ACCESSO CAPO I ACCESSO AI DOCUMENTI ART. 48. (RICONOSCIMENTO DEL DIRITTO DI ACCESSO) ART. 49. (FORMA E MODALITÀ PER L ESERCIZIO DEL DIRITTO DI ACCESSO) ART. 50. (TERMINI PER L ESERCIZIO DELL ACCESSO IN MATERIA DI APPALTI) PARTE VI AGGIUDICAZIONE CAPO I DOCUMENTAZIONE RICHIESTA ART. 51. (DOCUMENTAZIONE) CAPO II NORMATIVA CONTRATTUALE ADEMPIMENTI DEL SOGGETTO AGGIUDICATARIO ART. 52. (ASSICURAZIONI) ART. 53. (SUPERVISORE) ART. 54. (REFERENTE DELLE AZIENDE SANITARIE) ART. 55. (MODALITÀ DI RILEVAZIONE PRESENZE PERSONALE) ART. 56. (OBBLIGHI DI RISERVATEZZA) ART. 57. (NORME A TUTELA DEI LAVORATORI) ART. 58. (INOTTEMPERANZA ALLE NORME POSTE A TUTELA DEI LAVORATORI) ART. 59. (DIVIETO DI SOSPENDERE O RITARDARE IL SERVIZIO AVVIO DELL ESECUZIONE) ART. 60. (PREVENZIONE E PROTEZIONE LUOGHI DI LAVORO) CAPO III CONTRATTO ART. 61. (STIPULAZIONE DEL CONTRATTO) PARTE VII DISPOSIZIONI FINALI ART. 62. (TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI) ART. 63. (SITO INTERNET) ART. 64. (RICHIESTA DI CHIARIMENTI IN CORSO DI GARA) ART. 65. (FORO COMPETENTE)... 36

4 ALLEGATO A... 1 ALLEGATO B... 1 ALLEGATO B ALLEGATO C... 1

5 PREMESSA Con legge regionale n. 3 del 28 Marzo 2012 sono state costituite le Federazioni Sovrazonali, Società consortili a responsabilità limitata di diritto privato, alle quali afferiscono le aziende sanitarie dell area sovrazonale. In applicazione della normativa sopra richiamata, in data 16 maggio 2012 è stata costituita tra ASL TO1, ASL TO3, A.O.U. San Luigi Gonzaga e A.O. Ordine Mauriziano, una società consortile a responsabilità limitata denominata Federazione Sovrazonale Piemonte 3 Torino Ovest ; Alle federazioni sanitarie sono state attribuite tutte le funzioni tecnico-amministrative di supporto di competenza delle Aziende Sanitarie afferenti. Tra queste, rientrano la definizione dei piani di acquisto annuali e pluriennali e l approvvigionamento di beni e servizi che verranno gestiti a livello centrale aggregando i fabbisogni delle aziende afferenti. La Giunta Regionale del Piemonte con Deliberazione del 5 dicembre 2012, n ha disposto, tra l altro, di: fissare al 31 dicembre 2012 il termine entro il quale è fatto obbligo alle Aziende sanitarie regionali di conferire alle Federazioni sovrazonali le funzioni relative ai piani di acquisto annuali e pluriennali e agli approvvigionamenti di beni e servizi tramite mandato con rappresentanza, definire le competenze residue delle Aziende sanitarie regionali a seguito del trasferimento alle Federazioni sovrazonali delle funzioni relative ai piani di acquisto annuali e pluriennali e di approvvigionamento di beni e servizi così come indicato nell Allegato A, Matrice competenze procedure di gara di Federazione sovrazonale, parte integrante del sopraccitato provvedimento. La Federazione opera pertanto quale centrale di committenza, in nome e per conto delle Aziende Federate. La Federazione Sovrazonale 3 Torino Ovest s.c.a.r.l. svolge pertanto i compiti di stazione appaltante. Per quanto riguarda la procedura d individuazione delle ditte aggiudicatarie, la verifica dei requisiti generali, l aggiudicazione definitiva, la comunicazione del provvedimento di aggiudicazione ai sensi dell'art. 79 del D. Lgs. 163/2006, la stipula del contratto e l eventuale proroga dello stesso si rimanda alle successive disposizioni della Giunta Regionale. Resta di esclusiva competenza delle Aziende Sanitarie facenti parte della Federazione la gestione del rapporto contrattuale, la direzione dell esecuzione del contratto ai sensi dell art. 300 del D.P.R. 207/2010 e in particolare, la gestione degli ordini e dei controlli di conformità, il ricevimento delle fatture e i relativi pagamenti, la gestione dell'eventuale contenzioso successivo all'aggiudicazione con particolare ma non esaustivo riferimento all'applicazione di penali. La Regione Piemonte in data ha approvato la legge regionale n.20 con la quale si dispone, a far data dal 1 gennaio 2014, lo scioglimento delle Federazioni Sanitarie sovrazonali, istituite dall art.2, comma 2, della legge regionale 28 marzo 2012, n.3. Pertanto, tutti i provvedimenti amministrativi successivi alla data di superamento delle Federazioni, per il principio della continuità dell azione amministrativa, verranno quindi adottati dalla stazione appaltante che subentrerà nelle funzioni ora attribuite alle Federazioni, secondo le indicazioni che fornirà la Giunta regionale. Pagina 1 di 38

6 Il presente disciplinare ha per oggetto il servizio di trasloco/trasporto e facchinaggio per i fabbisogni dell ASL TO1 e TO3 facenti parte della Federazione Sovrazonale 3 Torino Ovest. Per la presente procedura è designato quale responsabile del procedimento ai sensi dell'art. 10 del Codice dei Contratti e dell'art. 272 del Regolamento di attuazione, il dott. Michele GOLZIO, dipendente dell ASL TO3 e Direttore della Struttura Acquisizione beni e servizi, come individuata con determinazione dell Amministratore Unico della FS3 n. 18 del Nell esecuzione del contratto di appalto inerente il servizio in oggetto, dovranno essere rispettate le disposizioni riportate nei seguenti documenti di gara e relativi allegati, costituenti parte integrante e sostanziale degli stessi. I) DISCIPLINARE DI GARA e seguenti allegati ALLEGATO A ALLEGATO B ALLEGATO B1 ALLEGATO C ALLEGATO D offerta economica (word+excel); modello di dichiarazione sostitutiva cumulativa in ordine al possesso dei requisiti di ordine generale di partecipazione alla gara (word); modello di dichiarazione soggettiva autonoma in ordine al possesso dei requisiti di ordine generale di partecipazione alla gara (word); modello per le dichiarazioni rilasciate dai soggetti candidati in ordine al possesso dei requisiti di capacità finanziaria, economica e tecnica modello subappaltatori (word); Documento unico preliminare per la valutazione rischi interferenti (pre- DUVRI) II) DISCIPLINARE TECNICO e seguenti allegati ALLEGATO 1 dettaglio servizio e ore presunte III) SCHEMA DI CONTRATTO Pagina 2 di 38

7 PARTE I - DEFINIZIONI GENERALI, NORMATIVA ED OGGETTO DELL APPALTO Art. 1. (Definizioni generali) Nel testo del presente disciplinare di gara valgono le seguenti definizioni, ai sensi del Codice dei Contratti pubblici: a) Stazione appaltante. Per Stazione appaltante s intende la Federazione Sovrazonale Piemonte 3 Torino Ovest s.c. a r.l. (di seguito FS3), amministrazione aggiudicatrice, centrale di committenza; b) Azienda Sanitaria. Per Azienda sanitaria s intendono le Aziende sanitarie afferenti alla Federazione, destinatarie del servizio, e precisamente: l ASL TO1 di Torino e l ASL TO3 di Collegno (Torino); c) Operatore economico. Per operatore economico si intende l imprenditore, il fornitore e il prestatore di servizi o un raggruppamento o consorzio di essi. d) Soggetto candidato/offerente. Per soggetto candidato si intende l operatore economico che partecipa alla procedura di gara relativa all affidamento del presente appalto; e) Soggetto aggiudicatario. Per soggetto aggiudicatario si intende quel soggetto candidato risultato aggiudicatario della procedura di gara relativa all affidamento del presente appalto secondo le modalità di cui al presente disciplinare di gara e ai sensi del Codice dei contratti pubblici e del relativo Regolamento di attuazione; f) Legale rappresentante. Si definisce legale rappresentante del soggetto candidato qualsiasi persona che ha il potere di rappresentanza del soggetto stesso. g) Legale rappresentante del raggruppamento d imprese. E il legale rappresentante dell impresa mandataria quale risulta dall atto di costituzione del raggruppamento medesimo. h) Raggruppamento di imprese. Designa un insieme di imprenditori, o fornitori, o prestatori di servizi, costituito, anche mediante scrittura privata, allo scopo di partecipare alla procedura di affidamento di uno specifico contratto pubblico, mediante presentazione di un unica offerta; i) Rete d impresa. Designa le aggregazioni tra le imprese aderenti al contratto di rete ai sensi dell art.3, comma 4-ter, del Decreto Legge 10 febbraio 2009, n.5, convertito, con modificazioni, dalla legge 9 aprile 2009, n.33. Si applicano le disposizioni previste dall art.37 del Codice degli appalti; j) Legale rappresentante della rete d impresa. E il presidente dell organo comune, quale risulta dal contratto di rete; k) Consorzio. Il termine consorzio si riferisce ai consorzi previsti dall ordinamento, con o senza personalità giuridica. Art. 2. (Normativa di riferimento) Il presente appalto è regolato, oltre che dal bando di gara e dal presente capitolato/disciplinare di gara: a) dalla Direttiva 2004/18/CE del 31 marzo 2004 e s.m.i.; b) dal Decreto Legislativo n. 163 del 12 aprile 2006 (Codice dei contratti pubblici relativi a lavori, servizi e forniture), e s.m.i., di seguito Codice ; c) dal Decreto del Presidente della Repubblica n.207 del 5 ottobre 2010 (Regolamento di esecuzione ed attuazione del Codice dei contratti pubblici) e s.m.i., di seguito Regolamento ; d) dai RR.DD. n del 18 novembre 1923 e n. 827 del 23 maggio 1924, per quanto non modificati o abrogati dal Codice dei contratti; e) dal Codice Civile; f) dal D.Lgs. 81/2008 e s.m.i. in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro. Pagina 3 di 38

8 Art. 3. (Responsabile delle procedure di affidamento e di esecuzione del contratto) In merito agli articoli 10 e 119 del D.Lgs.163/2006 e s.m.i. si precisa che: la Struttura Acquisizione beni e servizi è responsabile dell istruttoria, di tutti gli atti endoprocedimentali relativi all affidamento del presente appalto (non specificatamente attribuiti ad altri organi), della predisposizione del provvedimento di aggiudicazione definitiva e del contratto; sarà cura di ogni singola Azienda Sanitaria provvedere, prima dell avvio del servizio, conformemente a quanto previsto dalla D.G.R. n del nell Allegato A Matrice competenze procedure di gara di federazione sovrazonale, alla nomina del Direttore dell esecuzione del contratto (DEC), ai sensi dell art. 300 del D.P.R. 207/2010 (Regolamento di attuazione del Codice contratti pubblici). Al direttore dell esecuzione del contratto sono attribuiti i compiti di cui agli artt. 300 e seg. del D.P.R. 207/2010, di seguito riassunti: provvedere al coordinamento, alla direzione ed al controllo tecnico-contabile dell esecuzione del contratto; assicurare la regolare esecuzione del contratto da parte del soggetto aggiudicatario, sovrintendendo al controllo delle prestazioni e verificando il corretto espletamento delle attività sulla base delle disposizioni contrattuali; verificare l effettivo svolgimento dell appalto, nonché quant altro previsto dalla normativa vigente. Art. 4. (Oggetto della procedura di gara) L appalto ha per oggetto il servizio di trasloco/trasporto e facchinaggio, necessario alle AASSLL TO1 e TO3. Si precisa che l ASL TO3 è interessata dal solo servizio di trasloco/trasporto e non dal servizio di facchinaggio interno/movimentazione di merce. Il dettaglio del servizio e il numero di ore presunto annuo sono contenuti nel relativo Disciplinare tecnico (parte II) e relativo Allegato 1. L appalto è a lotto unico. Art. 5. (Importo a base d asta) L importo complessivo per l intero periodo contrattuale (mesi 36) relativo all affidamento del presente servizio é pari a Euro ,51 (Iva esclusa, comprensivo dell importo di Euro 550,00 relativo ai costi da interferenza, non soggetti a ribasso d asta), e pari ad Euro ,84 in caso di riaffidamento del servizio per gli eventuali ulteriori 24 mesi, comprensivo dei costi da interferenza, ripartito come segue: Aziende sanitarie importo annuale importo complessivo (mesi 36) Importo 60 mesi (36 mesi + eventuali ulteriori 24 mesi) ASL TO , , ,49 ASL TO , , ,36 Totale , , ,84 Pagina 4 di 38

9 Non sono ammesse offerte superiori agli importi massimi stabiliti quali basi d asta, pena l esclusione dalla gara. La base d asta è stata determinata in applicazione delle contingenti disposizioni in materia di revisione e contenimento della spesa (D.L. 95/2012 spending review convertito in Legge n. 135 del 7/8/2012 e Legge 24/12/2012 n.228 c.d. Legge Stabilità 2013). Tale importo è comprensivo dei costi relativi alla sicurezza per l eliminazione dei rischi interferenti individuati nel documento preliminare Documento unico di valutazione dei rischi interferenti (pre-duvri) Allegato D, unico, predisposto con riferimento allo specifico appalto in oggetto ai sensi dell art.26 del D.Lgs.81/2008 e s.m.i. Tali costi sono stati quantificati in Euro 550,00 e non possono essere soggetti a ribasso ai sensi dell art.26 del D.Lgs. 81/2008. L appaltatore deve indicare obbligatoriamente nell offerta, a pena di esclusione, i costi della sicurezza specifici afferenti all esercizio dell attività svolta dalla propria impresa, sulla scorta delle norme artt. 86 e 87 co. 4 del Codice dei contratti e dell'art. 26 co. 6 del d.lgs. 81/2008, in quanto si riconosce ai costi per la sicurezza da rischio specifico la valenza di elemento essenziale dell'offerta a norma dell'art. 46 co. 1 bis del Codice dei contratti, la cui mancanza rende la stessa incompleta e come tale, suscettibile di esclusione dalla gara (cfr anche l art.23 del presente disciplinare). La stazione appaltante valuterà, anche nel caso in cui non si proceda alla verifica delle offerte anomale, la congruità dei costi indicati rispetto all entità e alle caratteristiche del servizio. Art. 6.(Durata dell appalto) Il servizio in oggetto avrà la durata di mesi 36 (3 anni) con decorrenza dal giorno di effettivo avvio di esecuzione del servizio prevista nel contratto stipulato dopo l aggiudicazione, fatto salvo, in ragione d urgenza, di garantire l esecuzione anticipata del contratto, ai sensi dell art.11, comma 12 del D.Lgs. 163/2006. La stazione appaltante si riserva la facoltà di riaffidare il servizio alla ditta contraente per eventuali ulteriori 24 mesi mediante procedura negoziata senza previa pubblicazione di bando di gara ai sensi dell art.57 comma 5, lettera b) del D.Lgs.163/2006. In tale occasione potranno eventualmente essere rinegoziate, a favore della stazione appaltante, le condizioni contrattuali. E escluso ogni tacito rinnovo del contratto. I primi 6 (sei) mesi s intendono comunque effettuati a titolo di prova. Qualora, durante tale periodo, l esecuzione della prestazione non risponda a quanto disposto dal disciplinare tecnico e di gara, le Aziende contraenti potranno recedere in qualsiasi momento dal contratto mediante semplice preavviso di 30 (trenta) giorni, dopo opportuni confronti e verifiche con la ditta aggiudicataria, senza che il Fornitore possa pretendere danno o compensi di sorta e potranno affidare il servizio al soggetto candidato che segue in graduatoria. Il recesso da parte di una Azienda contraente non comporta l estinzione del rapporto contrattuale anche per le restanti. Al fornitore del servizio spetterà solo il corrispettivo del lavoro già eseguito, escluso ogni altro rimborso o indennizzo a qualsiasi titolo. Al termine del periodo di prova (decorsi i primi sei mesi), qualora il servizio risultasse essere stato svolto secondo le prescrizioni contrattuali, il contratto proseguirà sino alla sua scadenza naturale. La stazione appaltante ha facoltà di effettuare una proroga tecnica del contratto fino ad ulteriori mesi sei, alle medesime condizioni contrattuali, qualora nel termine ordinario di scadenza del contratto non sia stato possibile concludere il nuovo procedimento di gara per il periodo successivo e al fine di consentire la totale presa in carico del servizio da parte del nuovo soggetto aggiudicatario o delle Aziende stesse. Art. 7.(Documento Unico di Valutazione dei Rischi da Interferenza preliminare) L art.26 del D.Lgs.81/2008 (testo Unico sulla sicurezza sul lavoro) obbliga il Datore di Lavoro, in caso di affidamento di lavori, servizi o forniture all impresa appaltatrice o a lavoratori autonomi all interno della propria azienda, o di una singola Unità produttiva della stessa, nonché nell ambito dell intero ciclo produttivo dell azienda medesima, sempre che abbia la disponibilità giuridica dei luoghi in cui si svolge l appalto o la prestazione di lavoro autonomo, a promuovere la cooperazione nell attuazione delle misure di prevenzione e protezione dai Pagina 5 di 38

10 rischi sul lavoro incidenti sull attività lavorativa oggetto dell appalto ed il coordinamento degli interventi di protezione e prevenzione dai rischi cui sono esposti i lavoratori, elaborando un unico documento di valutazione dei rischi che indichi le misure per eliminare o, ove ciò non sia possibile, ridurre al minimo i rischi da interferenza. Il D.Lgs. 106/2009 (Disposizioni integrative e correttive del D.Lgs. 81/2008) ha modificato il suddetto articolo 26 del D.Lgs.81/2008 introducendo la previsione per cui, nei casi in cui il contratto sia affidato dai soggetti di cui all art.3, comma 34, del D.Lgs. 163/2006, o in tutti i casi in cui il datore di lavoro non coincide con il committente, il soggetto che affida il contratto redige il documento di valutazione dei rischi da interferenze recante una valutazione ricognitiva dei rischi standard, relativi alla tipologia della prestazione, che potrebbero potenzialmente derivare dall esecuzione del contratto. Il soggetto presso il quale deve essere eseguito il contratto, prima dell inizio dell esecuzione, integra il predetto documento riferendolo ai rischi specifici da interferenza presenti nei luoghi in cui verrà espletato l appalto; l integrazione, sottoscritta per accettazione dall esecutore, integra gli atti contrattuali. Pertanto, in riferimento a quanto previsto dall art.26, comma 3-ter, del D.Lgs.81/08, la stazione appaltante ha predisposto un documento (D.U.V.R.I. preliminare) che contiene le informazioni preliminari sulla valutazione ricognitiva dei rischi standard relativi alla prestazione oggetto del contratto presso le Aziende socie della Federazione FS3, che potenzialmente potrebbero derivare dall esecuzione dell appalto. La valutazione dei rischi interferenti potrà essere aggiornata dalla stazione appaltante in caso se ne ravvisasse la necessità. Sarà cura di ciascuna Azienda Sanitaria adottare il DUVRI in relazione alle proprie esigenze particolari, in fase di stipulazione del contratto con il soggetto affidatario. Pagina 6 di 38

11 PARTE II- PROCEDURA DI GARA CAPO I - Modalità di scelta del contraente Art. 8. (Procedura e criterio di aggiudicazione) La procedura di individuazione del contraente è la procedura aperta di cui all art. 55 del D.Lgs. 163/2006. Per procedura aperta s intende la procedura in cui ogni operatore economico interessato e in possesso dei prescritti requisiti può presentare un offerta. Il criterio di aggiudicazione è quello del prezzo più basso di cui all art.82 del D.Lgs. 163/2006. Ai sensi dell art.82, comma 3-bis del D.Lgs. 163/2006, così come introdotto dall art.32, comma 7 bis, legge n.98 del 9 agosto 2013, il prezzo più basso è determinato al netto delle spese relative al costo del personale, valutato sulla base dei minimi salariali definiti dalla contrattazione collettiva nazionale di settore tra le organizzazioni sindacali dei lavoratori e le organizzazioni dei datori di lavoro comparativamente più rappresentative sul piano nazionale, delle voci retributive previste dalla contrattazione integrativa di secondo livello e delle misure di adempimento alle disposizioni in materia di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro. Si applica l art.86, comma 4 del D.Lgs.163/2006 e s.m.i. nel caso in cui il numero delle offerte sia inferiore a cinque. L aggiudicazione avverrà A LOTTO UNICO. Si procederà all aggiudicazione anche in presenza di una sola offerta purché valida ai sensi del presente disciplinare di gara. In ogni caso, ai sensi dell art.55, comma 4 e art.81, comma 3 del D.Lgs.163/2006, la stazione appaltante può decidere di non procedere all aggiudicazione qualora nessuna offerta risulti conveniente o idonea in relazione all oggetto del contratto. Pagina 7 di 38

12 CAPO II Requisiti di ammissibilità alla gara Art. 9. (Requisiti richiesti) Ai sensi del Codice dei Contratti, per la partecipazione alla presente gara il soggetto concorrente deve possedere: a) requisiti di ordine generale (art.38 del Codice); b) requisiti d idoneità professionale (art.39 del Codice); c) adeguata capacità economica e finanziaria (art.41 del Codice); d) adeguata capacità tecnica e professionale (art.42 del Codice). Art. 10. (Requisiti di ordine generale) Il soggetto offerente, a pena di esclusione dalla gara, deve essere in possesso dei requisiti di ordine generale previsti dall art.38, comma 1, del D.Lgs.163/2006, a cui si rinvia. L offerente attesta il possesso dei suddetti requisiti mediante dichiarazione sostitutiva in conformità alle previsioni del testo unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia di documentazione amministrativa di cui al D.P.R. 28 dicembre 2000, n. 445, redatta sulla base dei modelli Allegati B ed eventualmente B1. Le cause di esclusione previste dall art.38 del D.Lgs. 163/2006 non si applicano alle aziende o società sottoposte a sequestro o confisca ai sensi dell art.12-sexies del decreto-legge 8 giugno 1992, n.306, convertito, con modificazioni, dalla legge 7 agosto 1992, n.356 (Conversione in legge con modificazioni, del decreto-legge 8 giugno 1992, n. 306, recante modifiche urgenti al nuovo codice di procedura penale e provvedimenti di contrasto alla criminalità mafiosa), o del decreto legislativo n 159 del 6 settembre 2011 e s.m.i. ed affidate ad un custode o amministratore giudiziario, limitatamente a quelle riferite al periodo precedente al predetto affidamento, o finanziario 1. Nelle ipotesi previste dalla lettera m-quater dell art.38 del D.Lgs. 163/2006 (riprodotte nell Allegato B, punto 2) la FS3 esclude i concorrenti per i quali accerta che le relative offerte sono imputabili ad un unico centro decisionale, sulla base di univoci elementi. La verifica e l eventuale esclusione sono disposte dopo l apertura delle buste contenenti l offerta economica. Sono inoltre esclusi dalla partecipazione alla gara i soggetti: che non risultano in regola con le norme che disciplinano il diritto al lavoro dei disabili di cui alla L.68/1999 (Norme per il diritto al lavoro dei disabili); che si trovano nello stato di sospensione previsto dall art.14, comma 1 del decreto legislativo 9 aprile 2008, n.81 Attuazione dell articolo 1 della legge 3 agosto 2007, n.123, in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro ; che si trovano nelle cause di esclusione di cui all art.9, comma 2, lettera c) del D.lgs.231/2001 e s.m.i. (Disciplina della responsabilità amministrativa delle persone giuridiche, delle società e delle associazioni anche prive di personalità giuridica, a norma dell articolo 11 della legge 29/09/2000, n.300); che si trovano nelle cause di esclusione di cui all art.1 bis, comma 14 della Legge 383/2001 e s.m.i. (piani individuali di emersione); 1 Ai sensi dell art.38, comma 1-bis, D.Lgs.163/2006 Pagina 8 di 38

13 che versano nella condizione di cui all art.53.c16 ter del Dlgs 165/2001 (introdotto dall art.1, comma 42, legge n. 190/2012); che partecipano alla gara in più di un raggruppamento temporaneo o consorzio ordinario ovvero anche in forma individuale qualora si partecipi alla gara in raggruppamento o consorzio; che si trovano in qualunque altra situazione che determini per espressa previsione normativa l esclusione dalla gara e/o l incapacità a contrarre con la Pubblica Amministrazione. Art. 11. (Requisiti soggettivi d idoneità professionale) Il soggetto candidato dovrà, a pena di esclusione dalla procedura di gara, essere in possesso del seguente requisito di idoneità professionale, previsto dall art.39 del D.Lgs. 163/2006 e s.m.i.: 1. iscrizione alla C.C.I.A.A. territorialmente competente. Nel caso di organismo non tenuto all obbligo d iscrizione alla C.C.I.A.A., dichiarazione del legale rappresentante resa in forma di autocertificazione ai sensi del D.P.R. 445/2000 con la quale si dichiara l insussistenza del suddetto obbligo d iscrizione alla C.C.I.A.A. e copia dell atto costitutivo e dello Statuto. Per le imprese non residenti in Italia, la predetta iscrizione dovrà risultare da apposita dichiarazione giurata, corredata da traduzione in lingua italiana (ex art. 39 D.Lgs. 163/06). Il requisito d idoneità professionale sopra indicato dovrà essere posseduto da tutti i soggetti raggruppati o consorziati. L offerente attesta il possesso del suddetto requisito mediante dichiarazione sostitutiva in conformità alle previsioni del testo unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia di documentazione amministrativa di cui al D.P.R. 28/12/2000 n.445, redatta sulla base del modello Allegato B. Art. 12. (Capacità finanziaria, economica e tecnica) La capacità finanziaria, economica e tecnica richieste quali requisiti di partecipazione sono illustrate nell articolo 16, unitamente ai modi di prova della stessa. Pagina 9 di 38

DISCIPLINARE DI GARA

DISCIPLINARE DI GARA DISCIPLINARE DI GARA Oggetto: procedura aperta indetta ai sensi dell'art. 124 del D.Lgs 163/2006 e s.m.i. per l'affidamento del servizio di pulizia della sede della Fondazione E.N.P.A.I.A. di viale Beethoven,

Dettagli

Area Vigilanza AVVISA

Area Vigilanza AVVISA COMUNE DI VILLASOR Provincia di Cagliari Area Vigilanza P.zza Matteotti, 1 - C.A.P. 09034 Part. IVA 00530500925 Tel 070 9648023 - Fax 070 9647331 www.comune.villasor.ca.it C.F: 82002160925 MANIFESTAZIONE

Dettagli

1)La Fondazione Arena di Verona, con sede in Verona (Italia), Via. Roma 7/d (in seguito denominata Fondazione) telefono 045

1)La Fondazione Arena di Verona, con sede in Verona (Italia), Via. Roma 7/d (in seguito denominata Fondazione) telefono 045 BANDO DI GARA CON PROCEDURA APERTA 1)La Fondazione Arena di Verona, con sede in Verona (Italia), Via Roma 7/d (in seguito denominata Fondazione) telefono 045 8051811 fax 045 8011566 - sito internet www.arena.it

Dettagli

Prefettura - U.T.G. di Roma Bando di Gara Procedura ristretta. Determina. Sezione I: Amministrazione Aggiudicatrice: I.1) Prefettura di Roma UTG - Via

Prefettura - U.T.G. di Roma Bando di Gara Procedura ristretta. Determina. Sezione I: Amministrazione Aggiudicatrice: I.1) Prefettura di Roma UTG - Via Prefettura - U.T.G. di Roma Bando di Gara Procedura ristretta. Determina 2707/09. Sezione I: Amministrazione Aggiudicatrice: I.1) Prefettura di Roma UTG - Via IV Novembre 119/A- 00187 Roma (Italia) Punti

Dettagli

Provincia di Sassari. C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20

Provincia di Sassari. C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20 C O M U N E D I M A R A Provincia di Sassari C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20 Email: protocollo@comune.mara.ss.it Pec: protocollo@pec.comune.mara.ss.it SERVIZIO AFFARI

Dettagli

cüéä Çv t w atñéä SETTORE POLIZIA MUNICIPALE Tel.081 8851605 Fax 081 8852867 BANDO DI GARA D'APPALTO - PROCEDURA APERTA

cüéä Çv t w atñéä SETTORE POLIZIA MUNICIPALE Tel.081 8851605 Fax 081 8852867 BANDO DI GARA D'APPALTO - PROCEDURA APERTA VÉÅâÇx w MARIGLIANO cüéä Çv t w atñéä SETTORE POLIZIA MUNICIPALE Tel.081 8851605 Fax 081 8852867 BANDO DI GARA D'APPALTO - PROCEDURA APERTA ENTE APPALTANTE: Comune di Marigliano Corso Umberto 1-80034 Marigliano

Dettagli

GUARDIA DI FINANZA QUARTIER GENERALE BANDO DI GARA SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1)DENOMINAZIONE, INDIRIZZI E PUNTI DI CONTATTO

GUARDIA DI FINANZA QUARTIER GENERALE BANDO DI GARA SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1)DENOMINAZIONE, INDIRIZZI E PUNTI DI CONTATTO GUARDIA DI FINANZA QUARTIER GENERALE BANDO DI GARA SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1)DENOMINAZIONE, INDIRIZZI E PUNTI DI CONTATTO Denominazione ufficiale: Quartier Generale della Guardia di

Dettagli

DISCIPLINARE CIG: 5153273767

DISCIPLINARE CIG: 5153273767 DISCIPLINARE GARA A PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA DEI LOCALI DOVE HANNO SEDE GLI UFFICI DELLA CASSA NAZIONALE DEL NOTARIATO CIG: 5153273767 1. NORME PER LA PARTECIPAZIONE ALLA

Dettagli

Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila

Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila Modello B) REGIONE ABRUZZO CONSIGLIO REGIONALE Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila acquisito di materiale di cancelleria per l Ufficio amministrativo

Dettagli

9. Le disposizioni di cui al presente articolo non comportano aumenti di spesa a carico del bilancio regionale.

9. Le disposizioni di cui al presente articolo non comportano aumenti di spesa a carico del bilancio regionale. 9. Le disposizioni di cui al presente articolo non comportano aumenti di spesa a carico del bilancio regionale. Art. 27 Adeguamento della legge regionale n.3/2007 alla normativa nazionale 1. Alla legge

Dettagli

PIEMONTE SERVIZI DI TRASLOCO E FACCHINAGGIO PRESSO LE SEDI DELL EDISU PIEMONTE CIG 0143309652 DISCIPLINARE DI GARA

PIEMONTE SERVIZI DI TRASLOCO E FACCHINAGGIO PRESSO LE SEDI DELL EDISU PIEMONTE CIG 0143309652 DISCIPLINARE DI GARA PIEMONTE SERVIZI DI TRASLOCO E FACCHINAGGIO PRESSO LE SEDI DELL EDISU PIEMONTE CIG 0143309652 DISCIPLINARE DI GARA 1 Art. 1 Premessa Il presente disciplinare costituisce, con il bando e il capitolato speciale

Dettagli

LETTERA DI INVITO ALLA PROCEDURA NEGOZIATA SENZA BANDO APPALTO PROGETTAZIONE ED ESECUZIONE

LETTERA DI INVITO ALLA PROCEDURA NEGOZIATA SENZA BANDO APPALTO PROGETTAZIONE ED ESECUZIONE LETTERA DI INVITO ALLA PROCEDURA NEGOZIATA SENZA BANDO APPALTO PROGETTAZIONE ED ESECUZIONE Importo superiore a 150.000 euro ed inferiore a 1.000.000 euro 1 Sommario 1. Oggetto, durata ed importo dell appalto...

Dettagli

PROVINCIA DI PESARO E URBINO

PROVINCIA DI PESARO E URBINO PROVINCIA DI PESARO E URBINO Regolamento interno della Stazione Unica Appaltante Provincia di Pesaro e Urbino SUA Provincia di Pesaro e Urbino Approvato con Deliberazione di Giunta Provinciale n 116 del

Dettagli

PER IMPRESE/SOCIETA. Presentata dall Impresa

PER IMPRESE/SOCIETA. Presentata dall Impresa PER IMPRESE/SOCIETA DOMANDA DI PARTECIPAZIONE ALL AUTORITÀ NAZIONALE ANTICORRUZIONE Via M.Minghetti 10 00187 Roma CIG 6253408B85 GARA EUROPEA A PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEI SERVIZI CONCERNENTI

Dettagli

DA PARTE DI CIASCUN COMPONENTE IL RTI.

DA PARTE DI CIASCUN COMPONENTE IL RTI. MODULO PER DICHIARAZIONI REQUISITI TECNICI/ECONOMICI E DI IDONEITÀ MORALE DA COMPILARSI DA PARTE DI CIASCUN COMPONENTE IL RTI. OGGETTO: Gara per l affidamento del servizio di pulizia delle sedi del Ministero

Dettagli

Disciplinare di gara per l affidamento dei servizi di pulizia degli uffici e servizi annessi presso la sede di SACE S.p.A. in Roma, Piazza Poli 37/42

Disciplinare di gara per l affidamento dei servizi di pulizia degli uffici e servizi annessi presso la sede di SACE S.p.A. in Roma, Piazza Poli 37/42 Disciplinare di gara per l affidamento dei servizi di pulizia degli uffici e servizi annessi presso la sede di SACE S.p.A. in Roma, Piazza Poli 37/42 1 DISCIPLINARE DI GARA GARA EUROPEA PER L AFFIDAMENTO

Dettagli

Modello n. 1) Spett.le Comune di Schio Settore 04 Servizio Amministrativo di Settore Ufficio Appalti e Assicurazioni Via Pasini n. 33 36015 S C H I O

Modello n. 1) Spett.le Comune di Schio Settore 04 Servizio Amministrativo di Settore Ufficio Appalti e Assicurazioni Via Pasini n. 33 36015 S C H I O Modello n. 1) Spett.le Comune di Schio Settore 04 Servizio Amministrativo di Settore Ufficio Appalti e Assicurazioni Via Pasini n. 33 36015 S C H I O AUTODICHIARAZIONE Oggetto: Appalto n. FNN2012/0003

Dettagli

SERVIZIO PATRIMONIO E AFFARI GENERALI Ufficio Gestione Patrimonio e Acquisti

SERVIZIO PATRIMONIO E AFFARI GENERALI Ufficio Gestione Patrimonio e Acquisti SERVIZIO PATRIMONIO E AFFARI GENERALI Ufficio Gestione Patrimonio e Acquisti PROCEDURA APERTA n. 121/2009 Disciplinare di gara per l appalto, in quattro lotti, del servizio di pulizia, disinfezione ed

Dettagli

ama S.p.A. L AQUILA servizio acquisti e contratti Azienda della Mobilità Aquilana OGGETTO: locazione spazi pubblicitari.

ama S.p.A. L AQUILA servizio acquisti e contratti Azienda della Mobilità Aquilana OGGETTO: locazione spazi pubblicitari. servizio acquisti e contratti L Aquila 14 luglio 2014 Prot. 924 acq./dnc Spett.le Lotto CIG: Z111026FC0 OGGETTO: locazione spazi pubblicitari. Questa azienda intende locare gli spazi, utilizzabili a fini

Dettagli

PROVINCIA DI CROTONE STAZIONE UNICA APPALTANTE

PROVINCIA DI CROTONE STAZIONE UNICA APPALTANTE PROVINCIA DI CROTONE STAZIONE UNICA APPALTANTE AZIENDA SANITARIA PROVINCIALE DI CROTONE Prot. n. 25161 del 21/05/2012 BANDO DI GARA MEDIANTE PROCEDURA APERTA Fornitura di Prodotti Disinfestanti e Derattizzanti

Dettagli

Del RTI costituito dalle seguenti società: 1. 2. 3. 4. 5. 6. 7.

Del RTI costituito dalle seguenti società: 1. 2. 3. 4. 5. 6. 7. MARCA DA BOLLO DA 14,62 Per RAGGRUPPAMENTO TEMPORANEO D IMPRESA DOMANDA DI PARTECIPAZIONE ALL AUTORITA PER LA VIGILANZA SUI CONTRATTI PUBBLICI DI LAVORI, SERVIZI E FORNITURE Via di Ripetta, 246 00186 Roma

Dettagli

DICHIARAZIONE DI CUI ALL'ART. 14.2 DELLA LETTERA D'INVITO

DICHIARAZIONE DI CUI ALL'ART. 14.2 DELLA LETTERA D'INVITO Modello B Comune di Saluzzo Via Macallè, 9 12037 SALUZZO PROCEDURA NEGOZIATA PER L AFFIDAMENTO DELLA POLIZZA DI ASSICURAZIONE A FAVORE DEL COMUNE DI SALUZZO RELATIVA A INCENDIO E ALTRI EVENTI, FURTO E

Dettagli

Ente Appaltante: Istituto Comprensivo Statale GIOVANNI FALCONE - VIA PISA - P.ZZA GIOVANNI XXIII - 95037 - SAN GIOVANNI LA PUNTA (PROV.

Ente Appaltante: Istituto Comprensivo Statale GIOVANNI FALCONE - VIA PISA - P.ZZA GIOVANNI XXIII - 95037 - SAN GIOVANNI LA PUNTA (PROV. All. 2) al Disciplinare di gara Spett.le Istituto Comprensivo Statale GIOVANNI FALCONE Via Pisa - P.zza Giovanni XXIII 95037 - San Giovanni La Punta Oggetto: GARA PER L AFFIDAMENTO DEI LAVORI RELATIVI

Dettagli

ALLEGATO C FACSIMILE DICHIARAZIONE RILASCIATA ANCHE AI SENSI DEGLI ARTT. 46 E 47 DEL D.P.R. 445/2000

ALLEGATO C FACSIMILE DICHIARAZIONE RILASCIATA ANCHE AI SENSI DEGLI ARTT. 46 E 47 DEL D.P.R. 445/2000 ALLEGATO C FACSIMILE DICHIARAZIONE RILASCIATA ANCHE AI SENSI DEGLI ARTT. 46 E 47 DEL D.P.R. 445/2000 (N.B. la presente dichiarazione deve essere prodotta unitamente a copia fotostatica non autenticata

Dettagli

FONDO DI ASSISTENZA PER IL PERSONALE DELLA PUBBLICA SICUREZZA

FONDO DI ASSISTENZA PER IL PERSONALE DELLA PUBBLICA SICUREZZA GARA EUROPEA A PROCEDURA APERTA. PREORDINATA ALL AFFIDAMENTO AI SENSI DEL D. LGS. 163/06 DEI SERVIZI DI PULIZIA DEI LOCALI, DEGLI IMPIANTI SPORTIVI E DELLE ATTREZZATURE PRESSO IL CENTRO SPORTIVO DELLA

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA SERVIZIO DI MANUTENZIONE AREE VERDE PUBBLICO 1.1.2016 31.12.2018. CIG

REPUBBLICA ITALIANA SERVIZIO DI MANUTENZIONE AREE VERDE PUBBLICO 1.1.2016 31.12.2018. CIG REPUBBLICA ITALIANA COMUNE DI LOMAGNA (Prov. di Lecco) Contratto Rep. n. del SERVIZIO DI MANUTENZIONE AREE VERDE PUBBLICO 1.1.2016 31.12.2018. CIG 6170496661 L anno duemilaquindici addì del mese di presso

Dettagli

PROCEDURA APERTA AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TRASPORTO SCOLASTICO DEI COMUNI DI VOLTERRA E CASTELNUOVO VAL DI CECINA A.S. 2012/2013 2013/2014

PROCEDURA APERTA AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TRASPORTO SCOLASTICO DEI COMUNI DI VOLTERRA E CASTELNUOVO VAL DI CECINA A.S. 2012/2013 2013/2014 PROCEDURA APERTA AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TRASPORTO SCOLASTICO DEI COMUNI DI VOLTERRA E CASTELNUOVO VAL DI CECINA A.S. 2012/2013 2013/2014 (CIG ) (CPV ) Io sottoscritto... nato a... il...... nella mia

Dettagli

DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DEI REQUISITI GENERALI DI CUI ALL ART. 38, C. 1 DEL D.LGS. N. 163/06

DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DEI REQUISITI GENERALI DI CUI ALL ART. 38, C. 1 DEL D.LGS. N. 163/06 PROCEDURA APERTA, AI SENSI DELL ART. 124 DEL D.LGS. 163/2006 E DELL ART. 326 DEL DPR 207/2010, PER L AFFIDAMENTO QUADRIENNALE DEL SERVIZIO DI CONSULENZA E BROKERAGGIO ASSICURATIVO. CIG: 30590339E1 DICHIARAZIONE

Dettagli

Prot. n. 536 Settore: Tecnico Rif.: AP/AP Class. 10-9-0 Arbus, 10/01/2014 F: 1_2012

Prot. n. 536 Settore: Tecnico Rif.: AP/AP Class. 10-9-0 Arbus, 10/01/2014 F: 1_2012 Prot. n. 536 Settore: Tecnico Rif.: AP/AP Class. 10-9-0 Arbus, 10/01/2014 F: 1_2012 AVVISO DI INDAGINE DI MERCATO PER L INDIVIDUAZIONE DEI PROFESSIONISTI DA INVITARE ALLA PROCEDURA NEGOZIATA PER L AFFIDAMENTO

Dettagli

LETTERA DI INVITO ALLA PROCEDURA NEGOZIATA SENZA BANDO Appalto di sola esecuzione - offerta economicamente più vantaggiosa Importo superiore a

LETTERA DI INVITO ALLA PROCEDURA NEGOZIATA SENZA BANDO Appalto di sola esecuzione - offerta economicamente più vantaggiosa Importo superiore a LETTERA DI INVITO ALLA PROCEDURA NEGOZIATA SENZA BANDO Appalto di sola esecuzione - offerta economicamente più vantaggiosa Importo superiore a 150.000 euro ed inferiore a 1.000.000 euro 1 Sommario 1. Oggetto,

Dettagli

Le novità per gli appalti pubblici

Le novità per gli appalti pubblici Le novità per gli appalti pubblici La legge 98/2013 contiene disposizioni urgenti per il rilancio dell economia del Paese e, fra queste, assumono particolare rilievo quelle in materia di appalti pubblici.

Dettagli

FEDERAZIONE MEDICO SPORTIVA ITALIANA Viale Tiziano n. 70-00196 Roma C.F. 97015300581 - P. IVA 06454831006

FEDERAZIONE MEDICO SPORTIVA ITALIANA Viale Tiziano n. 70-00196 Roma C.F. 97015300581 - P. IVA 06454831006 FEDERAZIONE MEDICO SPORTIVA ITALIANA Viale Tiziano n. 70-00196 Roma C.F. 97015300581 - P. IVA 06454831006 Disciplinare di gara pubblica per l affidamento dei servizi di trasporto funzionali all espletamento

Dettagli

Il Consiglio. VISTO il Decreto Legislativo 12 aprile 2006, n. 163;

Il Consiglio. VISTO il Decreto Legislativo 12 aprile 2006, n. 163; Regolamento unico in materia di esercizio del potere sanzionatorio da parte dell Autorità per la vigilanza sui contratti pubblici di lavori, servizi e forniture di cui all art 8, comma 4, del D.Lgs. 12

Dettagli

Per IMPRESE/SOCIETA. Presentata dalla Impresa

Per IMPRESE/SOCIETA. Presentata dalla Impresa MARCA DA BOLLO DA 14,62 Per IMPRESE/SOCIETA DOMANDA DI PARTECIPAZIONE ALL AUTORITA PER LA VIGILANZA SUI CONTRATTI PUBBLICI DI LAVORI, SERVIZI E FORNITURE Via di Ripetta, 246 00186 - Roma CIG 03506093B2

Dettagli

DOMANDA DI PARTECIPAZIONE

DOMANDA DI PARTECIPAZIONE MARCA DA BOLLO DA 14,62 Per RAGGRUPPAMENTO TEMPORANEO D IMPRESA AL COMUNE DI OLGIATE MOLGORA VIA STAZIONE 20 - OLGIATE MOLGORA (LC) GARA A PROCEDURA APERTA PER L APPALTO DEL SERVIZIO DI RACCOLTA E TRASPORTO

Dettagli

ed attesta numero iscrizione del forma giuridica

ed attesta numero iscrizione del forma giuridica . (FAC-SIMILE ISTANZA DI PARTEZIPAZIONE) AL COMUNE DI PIANA DEGLI ALBANESI DIREZIONE A.E.S. LAVORI PUBBLICI E PROGETTAZIONE VIA P. TOGLIATTI, 2 90037 PIANA DEGLI ALBANESI (PA) Il sottoscritto.... nato

Dettagli

Quadro legislativo: Quali sono le leggi che regolamentano gli appalti pubblici?

Quadro legislativo: Quali sono le leggi che regolamentano gli appalti pubblici? Quadro legislativo: Quali sono le leggi che regolamentano gli appalti pubblici? Quali regolamenti si applicano per gli appalti sopra soglia? Il decreto legislativo n. 163 del 12 aprile 2006, Codice dei

Dettagli

Procedura aperta per l affidamento della fornitura di disinfestanti e derattizzanti. ALLEGATO C

Procedura aperta per l affidamento della fornitura di disinfestanti e derattizzanti. ALLEGATO C Procedura aperta per l affidamento della fornitura di disinfestanti e derattizzanti. ALLEGATO C ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE La dichiarazione che segue deve essere resa dall Impresa concorrente completa

Dettagli

ALL UFFICIO DI PIANO Via Garibaldi n. 1 08048 Tortolì ( Og ) Telefono 0782 600 715 Fax 0782 600711

ALL UFFICIO DI PIANO Via Garibaldi n. 1 08048 Tortolì ( Og ) Telefono 0782 600 715 Fax 0782 600711 1 ALL UFFICIO DI PIANO Via Garibaldi n. 1 08048 Tortolì ( Og ) Telefono 0782 600 715 Fax 0782 600711 www.plusogliastra.it plusogliastra@pec.it ISTANZA DI PARTECIPAZIONE LOTTO DESCRIZIONE BARRARE IL LOTTO

Dettagli

DICHIARAZIONE REQUISITI DI AMMISSIONE IL SOTTOSCRITTO... NATO A... IL. IN QUALITA DI (carica sociale).

DICHIARAZIONE REQUISITI DI AMMISSIONE IL SOTTOSCRITTO... NATO A... IL. IN QUALITA DI (carica sociale). Allegato al MOD. PRES. Mod. DICH/14. DICHIARAZIONE REQUISITI DI AMMISSIONE IL SOTTOSCRITTO... NATO A... IL. IN QUALITA DI (carica sociale). DELLA IMPRESA (denominazione e ragione sociale). SEDE LEGALE

Dettagli

AVVISO PUBBLICO DI TRATTATIVA PRIVATA PER LA CESSIONE DELLA FARMACIA COMUNALE IN LOCALITA BUSTA

AVVISO PUBBLICO DI TRATTATIVA PRIVATA PER LA CESSIONE DELLA FARMACIA COMUNALE IN LOCALITA BUSTA AVVISO PUBBLICO DI TRATTATIVA PRIVATA PER LA CESSIONE DELLA FARMACIA COMUNALE IN LOCALITA BUSTA In esecuzione della deliberazione di Giunta Comunale n. 17 del 14.02.2011 è indetta trattativa privata per

Dettagli

Il sottoscritto... nato il.. a... in qualità di... dell impresa... con sede in... via. n. telefono...n. fax... indirizzo e-mail...pec...

Il sottoscritto... nato il.. a... in qualità di... dell impresa... con sede in... via. n. telefono...n. fax... indirizzo e-mail...pec... ALLEGATO A Istanza di inserimento nell Elenco operatori economici consultabile dall AGC 14 Trasporti e Viabilità Settore Demanio Marittimo Opere Marittime nelle procedure negoziate di cui all art. 125

Dettagli

AVVISO PUBBLICO SPORTELLO SOCIALE PER MINORI E GIOVANI ADULTI A RISCHIO PENALE CON PROBLEMI DI TOSSICODIPENDENZA

AVVISO PUBBLICO SPORTELLO SOCIALE PER MINORI E GIOVANI ADULTI A RISCHIO PENALE CON PROBLEMI DI TOSSICODIPENDENZA AVVISO PUBBLICO E DISCIPLINARE DI GARA D APPALTO Affidamento di servizio di cui all allegato II B Art. 20 D. Lgs. 163/2006 e ss.mm.ii. Affidamento di n. 1 azione progettuale denominata Sportello sociale

Dettagli

PROVINCIA DI REGGIO EMILIA

PROVINCIA DI REGGIO EMILIA PROVINCIA DI REGGIO EMILIA REGOLAMENTO PER IL CONSEGUIMENTO DELL IDONEITA PROFESSIONALE PER L ESERCIZIO DELL ATTIVITA DI CONSULENZA PER LA CIRCOLAZIONE DEI MEZZI DI TRASPORTO - Approvato con deliberazione

Dettagli

BANDO DI GARA D'APPALTO. Economiche - Direzione per la gestione dei procedimenti connessi alle Entrate Extra-

BANDO DI GARA D'APPALTO. Economiche - Direzione per la gestione dei procedimenti connessi alle Entrate Extra- . ROMA CAPITALE BANDO DI GARA D'APPALTO SEZIONE I) AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE. 1.1) Denominazione, indirizzi e punti di contatto: Roma Capitale - Dipartimento Risorse Economiche - Direzione per la

Dettagli

MODELLO DELLA DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA

MODELLO DELLA DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA MODELLO DELLA DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA Spett.le ACSM-AGAM S.p.A. Via P. Stazzi n. 2 22100 COMO CO Oggetto: Dichiarazione sostitutiva in merito al possesso dei requisiti di ordine generale prescritti dall

Dettagli

AVVISO PUBBLICO RENDE NOTO

AVVISO PUBBLICO RENDE NOTO Regione Puglia COMUNE DI VICO DEL GARGANO Provincia di Foggia - Ufficio Tecnico Comunale - III SETTORE - Largo Monastero, civ.6 e-mail aimolaelio@fastwebnet.it. e-mail aimolaelio@comune.vicodelgargano.fg.it

Dettagli

Il Presidente. Pavia, 15 aprile 2015. EB/dc Prot. Spett.le. Alla cortese attenzione Sig. via fax. anticipata via mail a

Il Presidente. Pavia, 15 aprile 2015. EB/dc Prot. Spett.le. Alla cortese attenzione Sig. via fax. anticipata via mail a Il Presidente Pavia, 15 aprile 2015 EB/dc Prot. Spett.le Alla cortese attenzione Sig. via fax anticipata via mail a OGGETTO: Procedura negoziata per l affidamento del servizio di copertura assicurativa

Dettagli

BANDO DI GARA PER LA VENDITA MEDIANTE ASTA PUBBLICA DEL FABBRICATO EX SEDE DELLA SCUOLA ELEMENTARE SOARZA IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO TECNICO

BANDO DI GARA PER LA VENDITA MEDIANTE ASTA PUBBLICA DEL FABBRICATO EX SEDE DELLA SCUOLA ELEMENTARE SOARZA IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO TECNICO COMUNE DI VILLANOVA SULL ARDA PROVINCIA DI PIACENZA ---------------------- Tel. 0523/837927 (n. 3 linee a ric. autom.) Codice Fiscale 00215750332 Fax 0523/837757 Partita IVA 00215750332 Prot. n 2868 BANDO

Dettagli

OGGETTO: RICHIESTA DI FORMULAZIONE DI MIGLIORE OFFERTA PER L ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA PER IL QUINQUENNIO 2013-2017.

OGGETTO: RICHIESTA DI FORMULAZIONE DI MIGLIORE OFFERTA PER L ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA PER IL QUINQUENNIO 2013-2017. Prot. n. 0000 /2013 Torrebelvicino, 07 febbraio 2013 SETTORE ECONOMICO FINANZIARIO RACCOMANDATA A.R. Spett.le OGGETTO: RICHIESTA DI FORMULAZIONE DI MIGLIORE OFFERTA PER L ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA

Dettagli

C O M U N E D I M O D I C A

C O M U N E D I M O D I C A C O M U N E D I M O D I C A XI SETTORE Sezione 1 a - Manutenzione Strade e Illuminazione BANDO DI GARA Ai fini del presente bando-disciplinare si intende per: - CODICE : il D.Lgs. 12 aprile 2006, n. 163

Dettagli

Italia-Roma: Servizi di pulizia stradale 2013/S 154-268701. Bando di gara. Servizi

Italia-Roma: Servizi di pulizia stradale 2013/S 154-268701. Bando di gara. Servizi 1/6 Avviso nel sito web TED: http://ted.europa.eu/udl?uri=ted:notice:268701-2013:text:it:html Italia-Roma: Servizi di pulizia stradale 2013/S 154-268701 Bando di gara Servizi Direttiva 2004/18/CE Sezione

Dettagli

Concessione del servizio di comunicazione elettronica certificata tra pubblica amministrazione e cittadino (CEC PAC)

Concessione del servizio di comunicazione elettronica certificata tra pubblica amministrazione e cittadino (CEC PAC) Concessione del servizio di comunicazione elettronica certificata tra pubblica amministrazione e cittadino (CEC PAC) Information Day Ministero dello sviluppo economico Salone Uval, Via Nerva, 1 Roma, 2

Dettagli

COMUNE DI FORCE. (Provincia Ascoli Piceno)

COMUNE DI FORCE. (Provincia Ascoli Piceno) COMUNE DI FORCE PROT. N. 5794 del 15 dicembre 2014 (Provincia Ascoli Piceno) BANDO DI GARA PER L AFFIDAMENTO IN CONCESSIONE - AI SENSI DELL ART. 30 DEL D.LGS. 163/2006 - DEL SERVIZIO DI TESORERIA COMUNALE

Dettagli

ENTE DI ASSISTENZA PER IL PERSONALE DELL AMMINISTRAZIONE PENITENZIARIA Largo Luigi Daga, 2 00164 ROMA Tel.06/665911 fax 06/66165233 C.F.

ENTE DI ASSISTENZA PER IL PERSONALE DELL AMMINISTRAZIONE PENITENZIARIA Largo Luigi Daga, 2 00164 ROMA Tel.06/665911 fax 06/66165233 C.F. ENTE DI ASSISTENZA PER IL PERSONALE DELL AMMINISTRAZIONE PENITENZIARIA Largo Luigi Daga, 2 00164 ROMA Tel.06/665911 fax 06/66165233 C.F. 96154220584 BANDO PER ISTITUZIONE ELENCO IMPRESE DA INVITARE ALLE

Dettagli

CODICE DEI CONTRATTI PUBBLICI RELATIVI A LAVORI, FORNITURE E SERVIZI D. Lgs. 163/06 e s.m.i. SINTESI. (Aggiornato al 1 gennaio 2008)

CODICE DEI CONTRATTI PUBBLICI RELATIVI A LAVORI, FORNITURE E SERVIZI D. Lgs. 163/06 e s.m.i. SINTESI. (Aggiornato al 1 gennaio 2008) Amministrazione Centrale Direzione Affari Contrattuali e Patrimoniali CODICE DEI CONTRATTI PUBBLICI RELATIVI A LAVORI, FORNITURE E SERVIZI D. Lgs. 163/06 e s.m.i. SINTESI (Aggiornato al 1 gennaio 2008)

Dettagli

PUBBLICO INCANTO. TRASLOCO della BIBLIOTECA NAZIONALE Sagarriga Visconti Volpi di BARI Capitolato d oneri

PUBBLICO INCANTO. TRASLOCO della BIBLIOTECA NAZIONALE Sagarriga Visconti Volpi di BARI Capitolato d oneri Ministero per i Beni e le Attività Culturali DIPARTIMENTO PER I BENI ARCHIVISTICI E LIBRARI DIREZIONE GENERALE PER I BENI LIBRARI E GLI ISTITUTI CULTURALI PUBBLICO INCANTO TRASLOCO della BIBLIOTECA NAZIONALE

Dettagli

REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L ACCESSO AGLI ATTI DELLE PROCEDURE DI AFFIDAMENTO E DI ESECUZIONE DEI CONTRATTI PUBBLICI DI FORNITURE E SERVIZI

REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L ACCESSO AGLI ATTI DELLE PROCEDURE DI AFFIDAMENTO E DI ESECUZIONE DEI CONTRATTI PUBBLICI DI FORNITURE E SERVIZI REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L ACCESSO AGLI ATTI DELLE PROCEDURE DI AFFIDAMENTO E DI ESECUZIONE DEI CONTRATTI PUBBLICI DI FORNITURE E SERVIZI ART. 1 Campo di applicazione e definizioni 1. Il presente regolamento

Dettagli

IL DIRETTORE. Data 20.03.2015. Protocollo 7481-VII.1. Rep. DDIP n. 169. Settore Amministrazione e contabilità. Oggetto 1/10

IL DIRETTORE. Data 20.03.2015. Protocollo 7481-VII.1. Rep. DDIP n. 169. Settore Amministrazione e contabilità. Oggetto 1/10 Protocollo 7481-VII.1 Data 20.03.2015 Rep. DDIP n. 169 Settore Amministrazione e contabilità Responsabile Maria De Benedittis Oggetto Procedura selettiva pubblica per titoli e colloquio per la stipula

Dettagli

BUSINESS INTELLIGENCE (BI) PER L AUTORITÀ PER LA VIGILANZA SUI CONTRATTI RIF. CIG 03506093B2

BUSINESS INTELLIGENCE (BI) PER L AUTORITÀ PER LA VIGILANZA SUI CONTRATTI RIF. CIG 03506093B2 GARA EUROPEA A PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI CONSULENZA SPECIALISTICA E DEI SERVIZI DI SVILUPPO, MANUTENZIONE ED EVOLUZIONE DEI SISTEMI DI BUSINESS PROCESS MANAGEMENT (BPM) E DI BUSINESS

Dettagli

DISCIPLINARE DI GARA (Norme Integrative al bando di gara mediante procedura aperta)

DISCIPLINARE DI GARA (Norme Integrative al bando di gara mediante procedura aperta) AZIENDA OSPEDALIERA REGIONALE SAN CARLO Ospedale S. Carlo di Potenza Ospedale S. Francesco di Paola di Pescopagano Via Potito Petrone 85100 Potenza Codice Fiscale e Partita IVA 01186830764 DISCIPLINARE

Dettagli

Italia-Roma: Servizi di pulizia 2015/S 119-218544. Avviso di gara Settori speciali. Servizi

Italia-Roma: Servizi di pulizia 2015/S 119-218544. Avviso di gara Settori speciali. Servizi 1/19 Avviso nel sito web TED: http://ted.europa.eu/udl?uri=ted:notice:218544-2015:text:it:html Italia-Roma: Servizi di pulizia 2015/S 119-218544 Avviso di gara Settori speciali Servizi Direttiva 2004/17/CE

Dettagli

fac-simile dichiarazione di cui alla Busta 1) punto 1.2 dell art. 2 del disciplinare di gara

fac-simile dichiarazione di cui alla Busta 1) punto 1.2 dell art. 2 del disciplinare di gara fac-simile dichiarazione di cui alla Busta 1) punto 1.2 dell art. 2 del disciplinare di gara Oggetto: Procedura aperta per la fornitura di generatori di molibdeno tecnezio per l U.O.C. di Medicina Nucleare

Dettagli

Pubblicata in G.U. n. 265 del 13.11.2012

Pubblicata in G.U. n. 265 del 13.11.2012 Ministero delle Infrastrutture e dei trasporti DIPARTIMENTO PER LE INFRASTRUTTURE, GLI AFFARI GENERALI ED IL PERSONALE Direzione Generale per la regolazione e dei contratti pubblici Circolare prot. n.

Dettagli

Regione Marche ERSU di Camerino (MC)

Regione Marche ERSU di Camerino (MC) DELIBERA DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DELL ERSU DI CAMERINO N. 261 DEL 29/03/2011: OGGETTO: APPROVAZIONE DEL BANDO DI SELEZIONE PER IL CONCORSO PUBBLICO PER ESAMI PER L ASSUNZIONE A TEMPO DETERMINATO

Dettagli

LETTERA D INVITO SI INVITA. codesta Ditta a partecipare alla procedura di gara in oggetto, secondo le modalità di seguito indicate.

LETTERA D INVITO SI INVITA. codesta Ditta a partecipare alla procedura di gara in oggetto, secondo le modalità di seguito indicate. Roma, 5 marzo 2010 AREA COORDINAMENTO AFFARI AMMINISTRATIVI Ufficio Affari Amministrativi Contabilità e Bilancio Prot. UAA-AIFA F.3./a.23734/P OGGETTO: Gara d appalto mediante cottimo fiduciario per l

Dettagli

chiede l ammissione dell impresa medesima alla gara indetta per l affidamento del servizio in oggetto. Al proposito

chiede l ammissione dell impresa medesima alla gara indetta per l affidamento del servizio in oggetto. Al proposito ALLEGATO 1 Via A. Picco Oggetto: istanza di ammissione alla gara relativa servizio di manutenzione ordinaria e straordinaria delle macchine operatrici di ACAM Ambiente s.p.a.. Il sottoscritto...., nato

Dettagli

COMUNE DI CALCIANO Provincia di Matera

COMUNE DI CALCIANO Provincia di Matera COMUNE DI CALCIANO Provincia di Matera Cap. 75010 Via Sandro Pertini, 11 Tel. 0835672016 Fax 0835672039 Cod. fiscale 80001220773 REGOLAMENTO COMUNALE RECANTE NORME PER LA RIPARTIZIONE DELL INCENTIVO DI

Dettagli

ISTANZA DI PARTECIPAZIONE DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA. All Università degli Studi di Bari ALDO MORO Piazza Umberto I n. 1 70121 Bari

ISTANZA DI PARTECIPAZIONE DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA. All Università degli Studi di Bari ALDO MORO Piazza Umberto I n. 1 70121 Bari ISTANZA DI PARTECIPAZIONE E DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA All Università degli Studi di Bari ALDO MORO Piazza Umberto I n. 1 70121 Bari CIG: 55637729E4 Procedura aperta per l affidamento del servizio di raccolta,

Dettagli

CONSORZIO VALLE CRATI

CONSORZIO VALLE CRATI CONSORZIO VALLE CRATI ART. 31 Dlgs 267/2000 87036 RENDE (CS) Nr. 17 DETERMINAZIONE DELL UFFICIO TECNICO Del 16.10.2014 Prot. nr. 1833 OGGETTO: Gestione tecnica, operativa ed amministrativa di manutenzione

Dettagli

CONVENZIONI. L art. 2, commi 569, 573 e 574, L. 24 dicembre 2007, n. 244 (Legge finanziaria 2008) prevede che:

CONVENZIONI. L art. 2, commi 569, 573 e 574, L. 24 dicembre 2007, n. 244 (Legge finanziaria 2008) prevede che: Prospetto esplicativo riguardante i requisiti soggettivi per l abilitazione ai servizi del Programma per la Razionalizzazione negli Acquisti della Pubblica Amministrazione CONVENZIONI L art. 26, commi

Dettagli

Autorità per la vigilanza sui contratti pubblici di lavori, servizi e forniture

Autorità per la vigilanza sui contratti pubblici di lavori, servizi e forniture Autorità per la vigilanza sui contratti pubblici di lavori, servizi e forniture BANDI-TIPO per l affidamento di lavori pubblici di importo superiore a 150.000 euro nei settori ordinari Documento di Consultazione

Dettagli

AVVALIMENTO DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DEL SOGGETTO AUSILIATO. ALL AUTORITA NAZIONALE ANTICORRUZIONE Via M. Minghetti 10 00187 Roma CIG 6253408B85

AVVALIMENTO DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DEL SOGGETTO AUSILIATO. ALL AUTORITA NAZIONALE ANTICORRUZIONE Via M. Minghetti 10 00187 Roma CIG 6253408B85 MOD. 2 - Busta A AVVALIMENTO DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DEL SOGGETTO AUSILIATO ALL AUTORITA NAZIONALE ANTICORRUZIONE Via M. Minghetti 10 00187 Roma CIG 6253408B85 GARA EUROPEA A PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO

Dettagli

Gara pubblica europea SERVIZI DI FACCHINAGGIO E TRASPORTO

Gara pubblica europea SERVIZI DI FACCHINAGGIO E TRASPORTO QUESITO n. 1 con riferimento all'elenco dei servizi analoghi prestati nell'ultimo triennio (2004/2005/2006) volevo cortesemente sapere se i certificati di buona esecuzione rilasciati dai committenti devono

Dettagli

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014 DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014 SETTORE SEGRETARIO GENERALE SERVIZIO ELABORAZIONE DATI OGGETTO: 97.404,80 I.C. SERVIZIO DI ASSISTENZA TECNICA INTEGRALE E FORNITURA DI MATERIALE CONSUMABILE

Dettagli

ENEA - Ente per le Nuove tecnologie, l'energia e l'ambiente BANDO DI GARA. I.1) Denominazione, indirizzi e punti di contatto: ENEA - Ente per le Nuove

ENEA - Ente per le Nuove tecnologie, l'energia e l'ambiente BANDO DI GARA. I.1) Denominazione, indirizzi e punti di contatto: ENEA - Ente per le Nuove ENEA - Ente per le Nuove tecnologie, l'energia e l'ambiente BANDO DI GARA I.1) Denominazione, indirizzi e punti di contatto: ENEA - Ente per le Nuove tecnologie, l Energia e l Ambiente - indirizzo postale:

Dettagli

Periodo: 1.3.2011 28.2.2014

Periodo: 1.3.2011 28.2.2014 PROCEDURA IN ECONOMIA ex art. 125 del D. Lgs. n. 63/2006 per l affidamento del servizio di CONTROLLO INTEGRATO DELLE INFESTAZIONI ENTOMATICHE E MURINE PRESSO LE STRUTTURE UNIVERSITARIE Periodo: 1.3.2011

Dettagli

UNIONE TERRED ACQUA IL RESPONSABILE P.O.

UNIONE TERRED ACQUA IL RESPONSABILE P.O. SERVIZIO PERSONALE SCADENZA 13/08/2015 AVVISO DI MOBILITA PER EVENTUALE ASSUNZIONE A TEMPO INDETERMINATO E TEMPO PIENO, DI N. 1 POSTO DI ISTRUTTORE DIRETTIVO AMMINISTRATIVO CAT. GIUR. D1, DEL COMUNE DI

Dettagli

COMUNE DI ACQUAVIVA PLATANI Provincia Regionale di Caltanissetta

COMUNE DI ACQUAVIVA PLATANI Provincia Regionale di Caltanissetta COMUNE DI ACQUAVIVA PLATANI Provincia Regionale di Caltanissetta PIAZZA MUNICIPIO C.F.81000730853 P.IVA. 01556350856 BANDO DI GARA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA COMUNALE (periodo dall 01/01/2011

Dettagli

INSIEL Informatica per il Sistema degli Enti Locali S.p.A. con socio unico Sede Legale: Trieste, Via San Francesco d Assisi n.

INSIEL Informatica per il Sistema degli Enti Locali S.p.A. con socio unico Sede Legale: Trieste, Via San Francesco d Assisi n. CIG 60528780F1 Pag.1 di 34 INSIEL Informatica per il Sistema degli Enti Locali S.p.A. con socio unico Sede Legale: Trieste, Via San Francesco d Assisi n. 43 GE 08-14 PROCEDURA APERTA, AI SENSI DEL D.LGS.

Dettagli

REGOLAMENTO DI ATENEO SUL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO

REGOLAMENTO DI ATENEO SUL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO UNIVERSITA DEGLI STUDI DI SASSARI REGOLAMENTO DI ATENEO SUL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO Testo approvato definitivamente dal Senato Accademico e dal Consiglio di Amministrazione rispettivamente

Dettagli

COMUNE DI CAGLIARI PROCEDURA APERTA BANDO DI CONCORSO DI PROGETTAZIONE N. 23/2011 CIG. N. 2963254A8C

COMUNE DI CAGLIARI PROCEDURA APERTA BANDO DI CONCORSO DI PROGETTAZIONE N. 23/2011 CIG. N. 2963254A8C COMUNE DI CAGLIARI PROCEDURA APERTA BANDO DI CONCORSO DI PROGETTAZIONE N. 23/2011 CIG. N. 2963254A8C Il presente concorso è disciplinato dalla Direttiva 2004/18/CE. I.1) DENOMINAZIONE, INDIRIZZI E PUNTI

Dettagli

Guida pratica per i contratti pubblici di servizi e forniture

Guida pratica per i contratti pubblici di servizi e forniture PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI Dipartimento per le Politiche di Gestione e di Sviluppo delle Risorse Umane DIPRU 3 Guida pratica per i contratti pubblici di servizi e forniture Vol. 3 - Il contratto

Dettagli

MODELLO D - DICHIARAZIONI PROGETTISTI MANDANTI R.T.I. o di cui si AVVALE IL CONCORRENTE

MODELLO D - DICHIARAZIONI PROGETTISTI MANDANTI R.T.I. o di cui si AVVALE IL CONCORRENTE Al Comune di Lamporecchio Ufficio Tecnico Lavori Pubblici - Piazza Berni, 1-51035 Lamporecchio (PT) OGGETTO: CONCESSIONE DEI LAVORI DI COSTRUZIONE E GESTIONE DI UN IMPIANTO DI TELERISCALDAMENTO ALIMENTATO

Dettagli

PALAZZO BROLETTO PIAZZA PAOLO VI, 29 BANDO DI GARA

PALAZZO BROLETTO PIAZZA PAOLO VI, 29 BANDO DI GARA Settore Contratti e Appalti Tel. 030-3749968 3749907 per info. tecniche Tel. 030-3749341 Fax. 030-3749211 per inf. amministrat. www.provincia.brescia.it (bandi di gara) PALAZZO BROLETTO PIAZZA PAOLO VI,

Dettagli

DISCIPLINARE DI GARA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA UNICA MISTA E DI CASSA

DISCIPLINARE DI GARA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA UNICA MISTA E DI CASSA DISCIPLINARE DI GARA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA UNICA MISTA E DI CASSA Art. 1 - Oggetto Il presente disciplinare di gara ha per oggetto le norme di partecipazione alla successiva gara,

Dettagli

LINEE GUIDA PER GLI APPALTI DEI SERVIZI DI PULIZIE

LINEE GUIDA PER GLI APPALTI DEI SERVIZI DI PULIZIE LINEE GUIDA PER GLI APPALTI DEI SERVIZI DI PULIZIE IN PROVINCIA DI COMO ED. 2009 Coordinamento del progetto: Osservatorio Territoriale per la provincia di Como per le Imprese di pulizia In collaborazione

Dettagli

REGOLAMENTO IN MATERIA DI TITOLI ABILITATIVI PER L OFFERTA AL PUBBLICO DI SERVIZI POSTALI CAPO I DISPOSIZIONI GENERALI

REGOLAMENTO IN MATERIA DI TITOLI ABILITATIVI PER L OFFERTA AL PUBBLICO DI SERVIZI POSTALI CAPO I DISPOSIZIONI GENERALI Allegato A alla delibera n. 129/15/CONS REGOLAMENTO IN MATERIA DI TITOLI ABILITATIVI PER L OFFERTA AL PUBBLICO DI SERVIZI POSTALI CAPO I DISPOSIZIONI GENERALI Articolo 1 Definizioni 1. Ai fini del presente

Dettagli

PRESIDÈNTZIA PRESIDENZA

PRESIDÈNTZIA PRESIDENZA AVVISO PUBBLICO PER UNA INDAGINE DI MERCATO FINALIZZATA ALL AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI DIREZIONE DELL ESECUZIONE DELL APPALTO PER LA FORNITURA, INSTALLAZIONE E MESSA IN OPERA DI UN SISTEMA DI RADIOCOMUNICAZIONI

Dettagli

AL COMUNE DI CARPENEDOLO SERVIZI ALLA PERSONA PRESENTAZIONE DELL OFFERTA

AL COMUNE DI CARPENEDOLO SERVIZI ALLA PERSONA PRESENTAZIONE DELL OFFERTA AL COMUNE DI CARPENEDOLO SERVIZI ALLA PERSONA Mod. PRES 1. PRESENTAZIONE DELL OFFERTA Per la pubblica gara avente ad oggetto Procedura aperta per l affidamento del servizio di assistenza ad personam Periodo

Dettagli

FONDAZIONE FORENSE DI PESARO

FONDAZIONE FORENSE DI PESARO FONDAZIONE FORENSE DI PESARO Palazzo di Giustizia, Piazzale Carducci n. 12 GUIDA PRATICA ALL ACQUISTO DI IMMOBILI ALL ASTA Perché acquistare un immobile all asta? Acquistare all asta è spesso più conveniente.

Dettagli

AVVISO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE A NORMA DELL ARTICOLO 7 COMMA 6, D.LGS N. 165 DEL 30.03.2001 E SS.MM.II.

AVVISO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE A NORMA DELL ARTICOLO 7 COMMA 6, D.LGS N. 165 DEL 30.03.2001 E SS.MM.II. AVVISO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE A NORMA DELL ARTICOLO 7 COMMA 6, D.LGS N. 165 DEL 30.03.2001 E SS.MM.II. In esecuzione della deliberazione del Direttore generale n. 765 del 30.04.2013,

Dettagli

REGIONE TOSCANA. AZIENDA U.S.L. N. 12 di VIAREGGIO (LU)

REGIONE TOSCANA. AZIENDA U.S.L. N. 12 di VIAREGGIO (LU) REGIONE TOSCANA AZIENDA U.S.L. N. 12 di VIAREGGIO (LU) AVVISO DI SELEZIONE PUBBLICA PER IL CONFERIMENTO DI UN INCARICO DI LAVORO AUTONOMO LIBERO PROFESSIONALE A T. D. PER L'ACQUISIZIONE DI PRESTAZIONI

Dettagli

Il Commissario Delegato per la Ricostruzione Presidente della Regione Abruzzo

Il Commissario Delegato per la Ricostruzione Presidente della Regione Abruzzo Il Commissario Delegato per la Ricostruzione Presidente della Regione Abruzzo DECRETO N. 12 (Disposizioni regolamentari per la costituzione dei consorzi obbligatori ai sensi dell art. 7 dell ordinanza

Dettagli

Condizioni Generali di Contratto per gli Appalti di forniture delle Società del Gruppo Ferrovie dello Stato

Condizioni Generali di Contratto per gli Appalti di forniture delle Società del Gruppo Ferrovie dello Stato Direzione Affari Legali e Societari LEGALEONLINE Documento Normativa di Gruppo Documenti correlati: Condizioni Generali di Contratto per gli Appalti di forniture delle Società del Gruppo Ferrovie dello

Dettagli

CIRCOLARE N. 13/E. Roma, 26 marzo 2015

CIRCOLARE N. 13/E. Roma, 26 marzo 2015 CIRCOLARE N. 13/E Direzione Centrale Servizi ai Contribuenti Roma, 26 marzo 2015 OGGETTO: Articolo 1, comma 154, legge 23 dicembre 2014, n. 190 (Legge stabilità 2015) Contributo del cinque per mille dell

Dettagli

Contratto-tipo di cui all articolo 28, comma 1, lettera e), del Decreto legislativo n. 28/2011

Contratto-tipo di cui all articolo 28, comma 1, lettera e), del Decreto legislativo n. 28/2011 Contratto-tipo di cui all articolo 28, comma 1, lettera e), del Decreto legislativo n. 28/2011 Codice identificativo n. [numero progressivo da sistema] CONTRATTO per il riconoscimento degli incentivi per

Dettagli

JOBS ACT : I CHIARIMENTI SUL CONTRATTO A TERMINE

JOBS ACT : I CHIARIMENTI SUL CONTRATTO A TERMINE Lavoro Modena, 02 agosto 2014 JOBS ACT : I CHIARIMENTI SUL CONTRATTO A TERMINE Legge n. 78 del 16 maggio 2014 di conversione, con modificazioni, del DL n. 34/2014 Ministero del Lavoro, Circolare n. 18

Dettagli

DECRETO 28 maggio 2001, n.295. Regolamento recante criteri e modalità di concessione degli incentivi a favore dell autoimpiego

DECRETO 28 maggio 2001, n.295. Regolamento recante criteri e modalità di concessione degli incentivi a favore dell autoimpiego DECRETO 28 maggio 2001, n.295 Regolamento recante criteri e modalità di concessione degli incentivi a favore dell autoimpiego Capo I Art. 1 Definizioni 1. Nel presente regolamento l'espressione: a)

Dettagli

DIPARTIMENTO DI SCIENZE NEUROLOGICHE E PSICHIATRICHE Eugenio Ferrari

DIPARTIMENTO DI SCIENZE NEUROLOGICHE E PSICHIATRICHE Eugenio Ferrari Decreto Direttoriale n. 51 del 20.06.2011 SELEZIONE PUBBLICA, PER TITOLI E COLLOQUIO, PER IL CONFERIMENTO DI UN INCARICO INDIVIDUALE CON CONTRATTO DI COLLABORAZIONE COORDINATA E CONTINUATIVA VISTA DEL

Dettagli