FEDERAZIONE SOVRAZONALE PIEMONTE 3 TORINO OVEST s.c.a r.l. Codice Fiscale Partita IVA REA:TO

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "FEDERAZIONE SOVRAZONALE PIEMONTE 3 TORINO OVEST s.c.a r.l. Codice Fiscale Partita IVA 10751090019 REA:TO - 1158850"

Transcript

1 FEDERAZIONE SOVRAZONALE PIEMONTE 3 TORINO OVEST s.c.a r.l. Codice Fiscale Partita IVA REA:TO GARA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TRASLOCO/TRASPORTO E FACCHINAGGIO NECESSARIO STRUTTURA RESPONSABILE DELLA PROCEDURA DI AFFIDAMENTO RESPONSABILE UNICO DEL PROCEDIMENTO (RUP) SUPPORTO AMMINISTRATIVO AL RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO INFORMAZIONI DI NATURA TECNICA ALLE AA.SS.LL. TO1 E TO3 GARA FS3 N.15/2013 n. gara SIMOG: Codice Identificativo Gara (CIG): C2E PARTE I DISCIPLINARE DI GARA Durata: anni 3+2 NORMATIVA COMUNITARIA Procedura di individuazione del contraente: PROCEDURA APERTA Criterio di aggiudicazione: PREZZO PIU BASSO (LOTTO UNICO) Funzione acquisizione beni e servizi Direttore: Dott. Michele GOLZIO Dott. Michele GOLZIO (Tel ) Dott.ssa Stefania FIORILLO Funzione acquisizione beni e servizi Tel. 011/ fax 011/ A.S.L. TO1 Dott.ssa Silvia NENCI S.C. Logistica Tel.011/ / A.S.L. TO3 Sig.ra Luigina TIANI S.C. Economato Tel. 011/ Appalto in cui sono presenti rischi da interferenza ai sensi del D.Lgs. 81/2008 e s.m.i. Determinazione d indizione dell Amministratore Unico della FS3 n.140 del 26 novembre 2013 Data di spedizione bando alla G.U.C.E. 27 novembre 2013 Data di pubblicazione sul sito internet 27 novembre 2013 Scadenza offerte 30 gennaio 2014, ore 15,00 1 seduta pubblica 3 febbraio 2014, ore 10,00 Sede Legale :Via Martiri XXX Aprile n COLLEGNO Sede Operativa: Corso Turati n Torino tel fax PEC:

2 INDICE PREMESSA... 1 PARTE I - DEFINIZIONI GENERALI, NORMATIVA ED OGGETTO DELL APPALTO... 3 ART. 1. (DEFINIZIONI GENERALI)... 3 ART. 2. (NORMATIVA DI RIFERIMENTO)... 3 ART. 3. (RESPONSABILE DELLE PROCEDURE DI AFFIDAMENTO E DI ESECUZIONE DEL CONTRATTO)... 4 ART. 4. (OGGETTO DELLA PROCEDURA DI GARA)... 4 ART. 5. (IMPORTO A BASE D ASTA)... 4 ART. 6.(DURATA DELL APPALTO)... 5 ART. 7.(DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI DA INTERFERENZA PRELIMINARE)... 5 PARTE II- PROCEDURA DI GARA... 7 CAPO I - MODALITÀ DI SCELTA DEL CONTRAENTE... 7 ART. 8. (PROCEDURA E CRITERIO DI AGGIUDICAZIONE)... 7 CAPO II REQUISITI DI AMMISSIBILITÀ ALLA GARA... 8 ART. 9. (REQUISITI RICHIESTI)... 8 ART. 10. (REQUISITI DI ORDINE GENERALE)... 8 ART. 11. (REQUISITI SOGGETTIVI D IDONEITÀ PROFESSIONALE)... 9 ART. 12. (CAPACITÀ FINANZIARIA, ECONOMICA E TECNICA)... 9 CAPO III DOCUMENTI RICHIESTI A CORREDO DELL OFFERTA ART. 13. (TIPOLOGIA DELLA DOCUMENTAZIONE) ART. 14. (DOCUMENTAZIONE DI CARATTERE GENERALE) ART. 15. (DOCUMENTAZIONE COMPROVANTE I REQUISITI DI ORDINE GENERALE E DI IDONEITÀ PROFESSIONALE) ART. 16. (DOCUMENTAZIONE COMPROVANTE LA CAPACITÀ ECONOMICA, FINANZIARIA E TECNICO-ORGANIZZATIVA) ART. 17. (DOCUMENTI E INFORMAZIONI COMPLEMENTARI) ART. 18. (IMPEGNO ALLA RISERVATEZZA) ART. 19. (CONTROLLI SUL POSSESSO DEI REQUISITI: SORTEGGIO) ART. 20. (FALSITÀ DELLE DICHIARAZIONI O DELLA DOCUMENTAZIONE) ART. 21. (AVVALIMENTO) CAPO IV- MODALITÀ DI COMPILAZIONE DELL OFFERTA E COMPOSIZIONE DEL PLICO ART. 22. (COMPILAZIONE DELL OFFERTA ECONOMICA) ART. 23. (SOGGETTO COMPETENTE ALLA REDAZIONE DELL OFFERTA ECONOMICA - PROCURA) 18 ART. 24. (VALIDITÀ DELL OFFERTA) ART. 25. (SUBAPPALTO) ART. 26. (CAUSE ESPRESSE DI ESCLUSIONE) ART. 27. (COMPOSIZIONE E MODALITÀ DI TRASMISSIONE DEL PLICO-OFFERTA) CAPO V MODALITÀ DI SVOLGIMENTO DELLA GARA ART. 28. (FASI DELLA PROCEDURA DI AFFIDAMENTO E ORGANI COMPETENTI) ART. 29. (COMPOSIZIONE SEGGIO DI GARA) ART. 30. (SEGGIO DI GARA: PRIMA SEDUTA PUBBLICA) ART. 31. (SEGGIO DI GARA: SECONDA SEDUTA PUBBLICA) ART. 32. (OFFERTE ANORMALMENTE BASSE)... 22

3 ART. 33. (SEGGIO DI GARA: TERZA SEDUTA PUBBLICA - EVENTUALE) ART. 34. (PRESENZA DEI SOGGETTI CANDIDATI) ART. 35. (AGGIUDICAZIONE PROVVISORIA E DEFINITIVA) ART. 36. (INFORMAZIONI CIRCA I MANCATI INVITI, LE ESCLUSIONI E LE AGGIUDICAZIONI) ART. 37. (PARI OFFERTE - OFFERTA CONTRASTANTE) ART. 38. (VERBALI DI GARA) ART. 39. (TASSATIVITÀ CAUSE DI ESCLUSIONE) CAPO VI RIEPILOGO PARTE III SOGGETTI AMMESSI ALLA GARA: RAGGRUPPAMENTI TEMPORANEI D IMPRESE E CONSORZI ART. 40. (SOGGETTI AMMESSI ALLA GARA) ART. 41. (RAGGRUPPAMENTI TEMPORANEI D IMPRESE E CONSORZI ORDINARI DI CONCORRENTI) ART. 42. (CONTENUTI DELL ATTO DI COSTITUZIONE) ART. 43. (CONCORRENZA SLEALE) ART. 44. (FATTURAZIONE E LIQUIDAZIONE A FAVORE DI RAGGRUPPAMENTI TEMPORANEI D IMPRESA) PARTE IV CAUZIONE DEFINITIVA CAPO I GARANZIE DI ESECUZIONE DEL CONTRATTO ( CAUZIONE DEFINITIVA ) ART. 45. (GARANZIA FIDEIUSSORIA PER L ESECUZIONE DEL CONTRATTO) ART. 46. (PERIODO DI VALIDITÀ DELLA GARANZIA) ART. 47. (MANCATA COSTITUZIONE DELLA GARANZIA) PARTE V TRASPARENZA AMMINISTRATIVA E DIRITTO D ACCESSO CAPO I ACCESSO AI DOCUMENTI ART. 48. (RICONOSCIMENTO DEL DIRITTO DI ACCESSO) ART. 49. (FORMA E MODALITÀ PER L ESERCIZIO DEL DIRITTO DI ACCESSO) ART. 50. (TERMINI PER L ESERCIZIO DELL ACCESSO IN MATERIA DI APPALTI) PARTE VI AGGIUDICAZIONE CAPO I DOCUMENTAZIONE RICHIESTA ART. 51. (DOCUMENTAZIONE) CAPO II NORMATIVA CONTRATTUALE ADEMPIMENTI DEL SOGGETTO AGGIUDICATARIO ART. 52. (ASSICURAZIONI) ART. 53. (SUPERVISORE) ART. 54. (REFERENTE DELLE AZIENDE SANITARIE) ART. 55. (MODALITÀ DI RILEVAZIONE PRESENZE PERSONALE) ART. 56. (OBBLIGHI DI RISERVATEZZA) ART. 57. (NORME A TUTELA DEI LAVORATORI) ART. 58. (INOTTEMPERANZA ALLE NORME POSTE A TUTELA DEI LAVORATORI) ART. 59. (DIVIETO DI SOSPENDERE O RITARDARE IL SERVIZIO AVVIO DELL ESECUZIONE) ART. 60. (PREVENZIONE E PROTEZIONE LUOGHI DI LAVORO) CAPO III CONTRATTO ART. 61. (STIPULAZIONE DEL CONTRATTO) PARTE VII DISPOSIZIONI FINALI ART. 62. (TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI) ART. 63. (SITO INTERNET) ART. 64. (RICHIESTA DI CHIARIMENTI IN CORSO DI GARA) ART. 65. (FORO COMPETENTE)... 36

4 ALLEGATO A... 1 ALLEGATO B... 1 ALLEGATO B ALLEGATO C... 1

5 PREMESSA Con legge regionale n. 3 del 28 Marzo 2012 sono state costituite le Federazioni Sovrazonali, Società consortili a responsabilità limitata di diritto privato, alle quali afferiscono le aziende sanitarie dell area sovrazonale. In applicazione della normativa sopra richiamata, in data 16 maggio 2012 è stata costituita tra ASL TO1, ASL TO3, A.O.U. San Luigi Gonzaga e A.O. Ordine Mauriziano, una società consortile a responsabilità limitata denominata Federazione Sovrazonale Piemonte 3 Torino Ovest ; Alle federazioni sanitarie sono state attribuite tutte le funzioni tecnico-amministrative di supporto di competenza delle Aziende Sanitarie afferenti. Tra queste, rientrano la definizione dei piani di acquisto annuali e pluriennali e l approvvigionamento di beni e servizi che verranno gestiti a livello centrale aggregando i fabbisogni delle aziende afferenti. La Giunta Regionale del Piemonte con Deliberazione del 5 dicembre 2012, n ha disposto, tra l altro, di: fissare al 31 dicembre 2012 il termine entro il quale è fatto obbligo alle Aziende sanitarie regionali di conferire alle Federazioni sovrazonali le funzioni relative ai piani di acquisto annuali e pluriennali e agli approvvigionamenti di beni e servizi tramite mandato con rappresentanza, definire le competenze residue delle Aziende sanitarie regionali a seguito del trasferimento alle Federazioni sovrazonali delle funzioni relative ai piani di acquisto annuali e pluriennali e di approvvigionamento di beni e servizi così come indicato nell Allegato A, Matrice competenze procedure di gara di Federazione sovrazonale, parte integrante del sopraccitato provvedimento. La Federazione opera pertanto quale centrale di committenza, in nome e per conto delle Aziende Federate. La Federazione Sovrazonale 3 Torino Ovest s.c.a.r.l. svolge pertanto i compiti di stazione appaltante. Per quanto riguarda la procedura d individuazione delle ditte aggiudicatarie, la verifica dei requisiti generali, l aggiudicazione definitiva, la comunicazione del provvedimento di aggiudicazione ai sensi dell'art. 79 del D. Lgs. 163/2006, la stipula del contratto e l eventuale proroga dello stesso si rimanda alle successive disposizioni della Giunta Regionale. Resta di esclusiva competenza delle Aziende Sanitarie facenti parte della Federazione la gestione del rapporto contrattuale, la direzione dell esecuzione del contratto ai sensi dell art. 300 del D.P.R. 207/2010 e in particolare, la gestione degli ordini e dei controlli di conformità, il ricevimento delle fatture e i relativi pagamenti, la gestione dell'eventuale contenzioso successivo all'aggiudicazione con particolare ma non esaustivo riferimento all'applicazione di penali. La Regione Piemonte in data ha approvato la legge regionale n.20 con la quale si dispone, a far data dal 1 gennaio 2014, lo scioglimento delle Federazioni Sanitarie sovrazonali, istituite dall art.2, comma 2, della legge regionale 28 marzo 2012, n.3. Pertanto, tutti i provvedimenti amministrativi successivi alla data di superamento delle Federazioni, per il principio della continuità dell azione amministrativa, verranno quindi adottati dalla stazione appaltante che subentrerà nelle funzioni ora attribuite alle Federazioni, secondo le indicazioni che fornirà la Giunta regionale. Pagina 1 di 38

6 Il presente disciplinare ha per oggetto il servizio di trasloco/trasporto e facchinaggio per i fabbisogni dell ASL TO1 e TO3 facenti parte della Federazione Sovrazonale 3 Torino Ovest. Per la presente procedura è designato quale responsabile del procedimento ai sensi dell'art. 10 del Codice dei Contratti e dell'art. 272 del Regolamento di attuazione, il dott. Michele GOLZIO, dipendente dell ASL TO3 e Direttore della Struttura Acquisizione beni e servizi, come individuata con determinazione dell Amministratore Unico della FS3 n. 18 del Nell esecuzione del contratto di appalto inerente il servizio in oggetto, dovranno essere rispettate le disposizioni riportate nei seguenti documenti di gara e relativi allegati, costituenti parte integrante e sostanziale degli stessi. I) DISCIPLINARE DI GARA e seguenti allegati ALLEGATO A ALLEGATO B ALLEGATO B1 ALLEGATO C ALLEGATO D offerta economica (word+excel); modello di dichiarazione sostitutiva cumulativa in ordine al possesso dei requisiti di ordine generale di partecipazione alla gara (word); modello di dichiarazione soggettiva autonoma in ordine al possesso dei requisiti di ordine generale di partecipazione alla gara (word); modello per le dichiarazioni rilasciate dai soggetti candidati in ordine al possesso dei requisiti di capacità finanziaria, economica e tecnica modello subappaltatori (word); Documento unico preliminare per la valutazione rischi interferenti (pre- DUVRI) II) DISCIPLINARE TECNICO e seguenti allegati ALLEGATO 1 dettaglio servizio e ore presunte III) SCHEMA DI CONTRATTO Pagina 2 di 38

7 PARTE I - DEFINIZIONI GENERALI, NORMATIVA ED OGGETTO DELL APPALTO Art. 1. (Definizioni generali) Nel testo del presente disciplinare di gara valgono le seguenti definizioni, ai sensi del Codice dei Contratti pubblici: a) Stazione appaltante. Per Stazione appaltante s intende la Federazione Sovrazonale Piemonte 3 Torino Ovest s.c. a r.l. (di seguito FS3), amministrazione aggiudicatrice, centrale di committenza; b) Azienda Sanitaria. Per Azienda sanitaria s intendono le Aziende sanitarie afferenti alla Federazione, destinatarie del servizio, e precisamente: l ASL TO1 di Torino e l ASL TO3 di Collegno (Torino); c) Operatore economico. Per operatore economico si intende l imprenditore, il fornitore e il prestatore di servizi o un raggruppamento o consorzio di essi. d) Soggetto candidato/offerente. Per soggetto candidato si intende l operatore economico che partecipa alla procedura di gara relativa all affidamento del presente appalto; e) Soggetto aggiudicatario. Per soggetto aggiudicatario si intende quel soggetto candidato risultato aggiudicatario della procedura di gara relativa all affidamento del presente appalto secondo le modalità di cui al presente disciplinare di gara e ai sensi del Codice dei contratti pubblici e del relativo Regolamento di attuazione; f) Legale rappresentante. Si definisce legale rappresentante del soggetto candidato qualsiasi persona che ha il potere di rappresentanza del soggetto stesso. g) Legale rappresentante del raggruppamento d imprese. E il legale rappresentante dell impresa mandataria quale risulta dall atto di costituzione del raggruppamento medesimo. h) Raggruppamento di imprese. Designa un insieme di imprenditori, o fornitori, o prestatori di servizi, costituito, anche mediante scrittura privata, allo scopo di partecipare alla procedura di affidamento di uno specifico contratto pubblico, mediante presentazione di un unica offerta; i) Rete d impresa. Designa le aggregazioni tra le imprese aderenti al contratto di rete ai sensi dell art.3, comma 4-ter, del Decreto Legge 10 febbraio 2009, n.5, convertito, con modificazioni, dalla legge 9 aprile 2009, n.33. Si applicano le disposizioni previste dall art.37 del Codice degli appalti; j) Legale rappresentante della rete d impresa. E il presidente dell organo comune, quale risulta dal contratto di rete; k) Consorzio. Il termine consorzio si riferisce ai consorzi previsti dall ordinamento, con o senza personalità giuridica. Art. 2. (Normativa di riferimento) Il presente appalto è regolato, oltre che dal bando di gara e dal presente capitolato/disciplinare di gara: a) dalla Direttiva 2004/18/CE del 31 marzo 2004 e s.m.i.; b) dal Decreto Legislativo n. 163 del 12 aprile 2006 (Codice dei contratti pubblici relativi a lavori, servizi e forniture), e s.m.i., di seguito Codice ; c) dal Decreto del Presidente della Repubblica n.207 del 5 ottobre 2010 (Regolamento di esecuzione ed attuazione del Codice dei contratti pubblici) e s.m.i., di seguito Regolamento ; d) dai RR.DD. n del 18 novembre 1923 e n. 827 del 23 maggio 1924, per quanto non modificati o abrogati dal Codice dei contratti; e) dal Codice Civile; f) dal D.Lgs. 81/2008 e s.m.i. in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro. Pagina 3 di 38

8 Art. 3. (Responsabile delle procedure di affidamento e di esecuzione del contratto) In merito agli articoli 10 e 119 del D.Lgs.163/2006 e s.m.i. si precisa che: la Struttura Acquisizione beni e servizi è responsabile dell istruttoria, di tutti gli atti endoprocedimentali relativi all affidamento del presente appalto (non specificatamente attribuiti ad altri organi), della predisposizione del provvedimento di aggiudicazione definitiva e del contratto; sarà cura di ogni singola Azienda Sanitaria provvedere, prima dell avvio del servizio, conformemente a quanto previsto dalla D.G.R. n del nell Allegato A Matrice competenze procedure di gara di federazione sovrazonale, alla nomina del Direttore dell esecuzione del contratto (DEC), ai sensi dell art. 300 del D.P.R. 207/2010 (Regolamento di attuazione del Codice contratti pubblici). Al direttore dell esecuzione del contratto sono attribuiti i compiti di cui agli artt. 300 e seg. del D.P.R. 207/2010, di seguito riassunti: provvedere al coordinamento, alla direzione ed al controllo tecnico-contabile dell esecuzione del contratto; assicurare la regolare esecuzione del contratto da parte del soggetto aggiudicatario, sovrintendendo al controllo delle prestazioni e verificando il corretto espletamento delle attività sulla base delle disposizioni contrattuali; verificare l effettivo svolgimento dell appalto, nonché quant altro previsto dalla normativa vigente. Art. 4. (Oggetto della procedura di gara) L appalto ha per oggetto il servizio di trasloco/trasporto e facchinaggio, necessario alle AASSLL TO1 e TO3. Si precisa che l ASL TO3 è interessata dal solo servizio di trasloco/trasporto e non dal servizio di facchinaggio interno/movimentazione di merce. Il dettaglio del servizio e il numero di ore presunto annuo sono contenuti nel relativo Disciplinare tecnico (parte II) e relativo Allegato 1. L appalto è a lotto unico. Art. 5. (Importo a base d asta) L importo complessivo per l intero periodo contrattuale (mesi 36) relativo all affidamento del presente servizio é pari a Euro ,51 (Iva esclusa, comprensivo dell importo di Euro 550,00 relativo ai costi da interferenza, non soggetti a ribasso d asta), e pari ad Euro ,84 in caso di riaffidamento del servizio per gli eventuali ulteriori 24 mesi, comprensivo dei costi da interferenza, ripartito come segue: Aziende sanitarie importo annuale importo complessivo (mesi 36) Importo 60 mesi (36 mesi + eventuali ulteriori 24 mesi) ASL TO , , ,49 ASL TO , , ,36 Totale , , ,84 Pagina 4 di 38

9 Non sono ammesse offerte superiori agli importi massimi stabiliti quali basi d asta, pena l esclusione dalla gara. La base d asta è stata determinata in applicazione delle contingenti disposizioni in materia di revisione e contenimento della spesa (D.L. 95/2012 spending review convertito in Legge n. 135 del 7/8/2012 e Legge 24/12/2012 n.228 c.d. Legge Stabilità 2013). Tale importo è comprensivo dei costi relativi alla sicurezza per l eliminazione dei rischi interferenti individuati nel documento preliminare Documento unico di valutazione dei rischi interferenti (pre-duvri) Allegato D, unico, predisposto con riferimento allo specifico appalto in oggetto ai sensi dell art.26 del D.Lgs.81/2008 e s.m.i. Tali costi sono stati quantificati in Euro 550,00 e non possono essere soggetti a ribasso ai sensi dell art.26 del D.Lgs. 81/2008. L appaltatore deve indicare obbligatoriamente nell offerta, a pena di esclusione, i costi della sicurezza specifici afferenti all esercizio dell attività svolta dalla propria impresa, sulla scorta delle norme artt. 86 e 87 co. 4 del Codice dei contratti e dell'art. 26 co. 6 del d.lgs. 81/2008, in quanto si riconosce ai costi per la sicurezza da rischio specifico la valenza di elemento essenziale dell'offerta a norma dell'art. 46 co. 1 bis del Codice dei contratti, la cui mancanza rende la stessa incompleta e come tale, suscettibile di esclusione dalla gara (cfr anche l art.23 del presente disciplinare). La stazione appaltante valuterà, anche nel caso in cui non si proceda alla verifica delle offerte anomale, la congruità dei costi indicati rispetto all entità e alle caratteristiche del servizio. Art. 6.(Durata dell appalto) Il servizio in oggetto avrà la durata di mesi 36 (3 anni) con decorrenza dal giorno di effettivo avvio di esecuzione del servizio prevista nel contratto stipulato dopo l aggiudicazione, fatto salvo, in ragione d urgenza, di garantire l esecuzione anticipata del contratto, ai sensi dell art.11, comma 12 del D.Lgs. 163/2006. La stazione appaltante si riserva la facoltà di riaffidare il servizio alla ditta contraente per eventuali ulteriori 24 mesi mediante procedura negoziata senza previa pubblicazione di bando di gara ai sensi dell art.57 comma 5, lettera b) del D.Lgs.163/2006. In tale occasione potranno eventualmente essere rinegoziate, a favore della stazione appaltante, le condizioni contrattuali. E escluso ogni tacito rinnovo del contratto. I primi 6 (sei) mesi s intendono comunque effettuati a titolo di prova. Qualora, durante tale periodo, l esecuzione della prestazione non risponda a quanto disposto dal disciplinare tecnico e di gara, le Aziende contraenti potranno recedere in qualsiasi momento dal contratto mediante semplice preavviso di 30 (trenta) giorni, dopo opportuni confronti e verifiche con la ditta aggiudicataria, senza che il Fornitore possa pretendere danno o compensi di sorta e potranno affidare il servizio al soggetto candidato che segue in graduatoria. Il recesso da parte di una Azienda contraente non comporta l estinzione del rapporto contrattuale anche per le restanti. Al fornitore del servizio spetterà solo il corrispettivo del lavoro già eseguito, escluso ogni altro rimborso o indennizzo a qualsiasi titolo. Al termine del periodo di prova (decorsi i primi sei mesi), qualora il servizio risultasse essere stato svolto secondo le prescrizioni contrattuali, il contratto proseguirà sino alla sua scadenza naturale. La stazione appaltante ha facoltà di effettuare una proroga tecnica del contratto fino ad ulteriori mesi sei, alle medesime condizioni contrattuali, qualora nel termine ordinario di scadenza del contratto non sia stato possibile concludere il nuovo procedimento di gara per il periodo successivo e al fine di consentire la totale presa in carico del servizio da parte del nuovo soggetto aggiudicatario o delle Aziende stesse. Art. 7.(Documento Unico di Valutazione dei Rischi da Interferenza preliminare) L art.26 del D.Lgs.81/2008 (testo Unico sulla sicurezza sul lavoro) obbliga il Datore di Lavoro, in caso di affidamento di lavori, servizi o forniture all impresa appaltatrice o a lavoratori autonomi all interno della propria azienda, o di una singola Unità produttiva della stessa, nonché nell ambito dell intero ciclo produttivo dell azienda medesima, sempre che abbia la disponibilità giuridica dei luoghi in cui si svolge l appalto o la prestazione di lavoro autonomo, a promuovere la cooperazione nell attuazione delle misure di prevenzione e protezione dai Pagina 5 di 38

10 rischi sul lavoro incidenti sull attività lavorativa oggetto dell appalto ed il coordinamento degli interventi di protezione e prevenzione dai rischi cui sono esposti i lavoratori, elaborando un unico documento di valutazione dei rischi che indichi le misure per eliminare o, ove ciò non sia possibile, ridurre al minimo i rischi da interferenza. Il D.Lgs. 106/2009 (Disposizioni integrative e correttive del D.Lgs. 81/2008) ha modificato il suddetto articolo 26 del D.Lgs.81/2008 introducendo la previsione per cui, nei casi in cui il contratto sia affidato dai soggetti di cui all art.3, comma 34, del D.Lgs. 163/2006, o in tutti i casi in cui il datore di lavoro non coincide con il committente, il soggetto che affida il contratto redige il documento di valutazione dei rischi da interferenze recante una valutazione ricognitiva dei rischi standard, relativi alla tipologia della prestazione, che potrebbero potenzialmente derivare dall esecuzione del contratto. Il soggetto presso il quale deve essere eseguito il contratto, prima dell inizio dell esecuzione, integra il predetto documento riferendolo ai rischi specifici da interferenza presenti nei luoghi in cui verrà espletato l appalto; l integrazione, sottoscritta per accettazione dall esecutore, integra gli atti contrattuali. Pertanto, in riferimento a quanto previsto dall art.26, comma 3-ter, del D.Lgs.81/08, la stazione appaltante ha predisposto un documento (D.U.V.R.I. preliminare) che contiene le informazioni preliminari sulla valutazione ricognitiva dei rischi standard relativi alla prestazione oggetto del contratto presso le Aziende socie della Federazione FS3, che potenzialmente potrebbero derivare dall esecuzione dell appalto. La valutazione dei rischi interferenti potrà essere aggiornata dalla stazione appaltante in caso se ne ravvisasse la necessità. Sarà cura di ciascuna Azienda Sanitaria adottare il DUVRI in relazione alle proprie esigenze particolari, in fase di stipulazione del contratto con il soggetto affidatario. Pagina 6 di 38

11 PARTE II- PROCEDURA DI GARA CAPO I - Modalità di scelta del contraente Art. 8. (Procedura e criterio di aggiudicazione) La procedura di individuazione del contraente è la procedura aperta di cui all art. 55 del D.Lgs. 163/2006. Per procedura aperta s intende la procedura in cui ogni operatore economico interessato e in possesso dei prescritti requisiti può presentare un offerta. Il criterio di aggiudicazione è quello del prezzo più basso di cui all art.82 del D.Lgs. 163/2006. Ai sensi dell art.82, comma 3-bis del D.Lgs. 163/2006, così come introdotto dall art.32, comma 7 bis, legge n.98 del 9 agosto 2013, il prezzo più basso è determinato al netto delle spese relative al costo del personale, valutato sulla base dei minimi salariali definiti dalla contrattazione collettiva nazionale di settore tra le organizzazioni sindacali dei lavoratori e le organizzazioni dei datori di lavoro comparativamente più rappresentative sul piano nazionale, delle voci retributive previste dalla contrattazione integrativa di secondo livello e delle misure di adempimento alle disposizioni in materia di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro. Si applica l art.86, comma 4 del D.Lgs.163/2006 e s.m.i. nel caso in cui il numero delle offerte sia inferiore a cinque. L aggiudicazione avverrà A LOTTO UNICO. Si procederà all aggiudicazione anche in presenza di una sola offerta purché valida ai sensi del presente disciplinare di gara. In ogni caso, ai sensi dell art.55, comma 4 e art.81, comma 3 del D.Lgs.163/2006, la stazione appaltante può decidere di non procedere all aggiudicazione qualora nessuna offerta risulti conveniente o idonea in relazione all oggetto del contratto. Pagina 7 di 38

12 CAPO II Requisiti di ammissibilità alla gara Art. 9. (Requisiti richiesti) Ai sensi del Codice dei Contratti, per la partecipazione alla presente gara il soggetto concorrente deve possedere: a) requisiti di ordine generale (art.38 del Codice); b) requisiti d idoneità professionale (art.39 del Codice); c) adeguata capacità economica e finanziaria (art.41 del Codice); d) adeguata capacità tecnica e professionale (art.42 del Codice). Art. 10. (Requisiti di ordine generale) Il soggetto offerente, a pena di esclusione dalla gara, deve essere in possesso dei requisiti di ordine generale previsti dall art.38, comma 1, del D.Lgs.163/2006, a cui si rinvia. L offerente attesta il possesso dei suddetti requisiti mediante dichiarazione sostitutiva in conformità alle previsioni del testo unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia di documentazione amministrativa di cui al D.P.R. 28 dicembre 2000, n. 445, redatta sulla base dei modelli Allegati B ed eventualmente B1. Le cause di esclusione previste dall art.38 del D.Lgs. 163/2006 non si applicano alle aziende o società sottoposte a sequestro o confisca ai sensi dell art.12-sexies del decreto-legge 8 giugno 1992, n.306, convertito, con modificazioni, dalla legge 7 agosto 1992, n.356 (Conversione in legge con modificazioni, del decreto-legge 8 giugno 1992, n. 306, recante modifiche urgenti al nuovo codice di procedura penale e provvedimenti di contrasto alla criminalità mafiosa), o del decreto legislativo n 159 del 6 settembre 2011 e s.m.i. ed affidate ad un custode o amministratore giudiziario, limitatamente a quelle riferite al periodo precedente al predetto affidamento, o finanziario 1. Nelle ipotesi previste dalla lettera m-quater dell art.38 del D.Lgs. 163/2006 (riprodotte nell Allegato B, punto 2) la FS3 esclude i concorrenti per i quali accerta che le relative offerte sono imputabili ad un unico centro decisionale, sulla base di univoci elementi. La verifica e l eventuale esclusione sono disposte dopo l apertura delle buste contenenti l offerta economica. Sono inoltre esclusi dalla partecipazione alla gara i soggetti: che non risultano in regola con le norme che disciplinano il diritto al lavoro dei disabili di cui alla L.68/1999 (Norme per il diritto al lavoro dei disabili); che si trovano nello stato di sospensione previsto dall art.14, comma 1 del decreto legislativo 9 aprile 2008, n.81 Attuazione dell articolo 1 della legge 3 agosto 2007, n.123, in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro ; che si trovano nelle cause di esclusione di cui all art.9, comma 2, lettera c) del D.lgs.231/2001 e s.m.i. (Disciplina della responsabilità amministrativa delle persone giuridiche, delle società e delle associazioni anche prive di personalità giuridica, a norma dell articolo 11 della legge 29/09/2000, n.300); che si trovano nelle cause di esclusione di cui all art.1 bis, comma 14 della Legge 383/2001 e s.m.i. (piani individuali di emersione); 1 Ai sensi dell art.38, comma 1-bis, D.Lgs.163/2006 Pagina 8 di 38

13 che versano nella condizione di cui all art.53.c16 ter del Dlgs 165/2001 (introdotto dall art.1, comma 42, legge n. 190/2012); che partecipano alla gara in più di un raggruppamento temporaneo o consorzio ordinario ovvero anche in forma individuale qualora si partecipi alla gara in raggruppamento o consorzio; che si trovano in qualunque altra situazione che determini per espressa previsione normativa l esclusione dalla gara e/o l incapacità a contrarre con la Pubblica Amministrazione. Art. 11. (Requisiti soggettivi d idoneità professionale) Il soggetto candidato dovrà, a pena di esclusione dalla procedura di gara, essere in possesso del seguente requisito di idoneità professionale, previsto dall art.39 del D.Lgs. 163/2006 e s.m.i.: 1. iscrizione alla C.C.I.A.A. territorialmente competente. Nel caso di organismo non tenuto all obbligo d iscrizione alla C.C.I.A.A., dichiarazione del legale rappresentante resa in forma di autocertificazione ai sensi del D.P.R. 445/2000 con la quale si dichiara l insussistenza del suddetto obbligo d iscrizione alla C.C.I.A.A. e copia dell atto costitutivo e dello Statuto. Per le imprese non residenti in Italia, la predetta iscrizione dovrà risultare da apposita dichiarazione giurata, corredata da traduzione in lingua italiana (ex art. 39 D.Lgs. 163/06). Il requisito d idoneità professionale sopra indicato dovrà essere posseduto da tutti i soggetti raggruppati o consorziati. L offerente attesta il possesso del suddetto requisito mediante dichiarazione sostitutiva in conformità alle previsioni del testo unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia di documentazione amministrativa di cui al D.P.R. 28/12/2000 n.445, redatta sulla base del modello Allegato B. Art. 12. (Capacità finanziaria, economica e tecnica) La capacità finanziaria, economica e tecnica richieste quali requisiti di partecipazione sono illustrate nell articolo 16, unitamente ai modi di prova della stessa. Pagina 9 di 38

CAPITOLATO PRESTAZIONALE GENERALE D APPALTO PER LA FORNITURA DI SERVIZI ASSICURATIVI TRIENNIO 2016-2019

CAPITOLATO PRESTAZIONALE GENERALE D APPALTO PER LA FORNITURA DI SERVIZI ASSICURATIVI TRIENNIO 2016-2019 CAPITOLATO PRESTAZIONALE GENERALE D APPALTO PER LA FORNITURA DI SERVIZI ASSICURATIVI TRIENNIO 2016-2019 LOTTO 1 CIG. 634030378C Responsabilità civile terzi Responsabilità civile verso prestatori d opera

Dettagli

BANDO DI GARA Trasporto, trasloco e facchinaggio per le esigenze degli immobili utilizzati dall Amministrazione Regionale. ALLEGATO 1 Documenti

BANDO DI GARA Trasporto, trasloco e facchinaggio per le esigenze degli immobili utilizzati dall Amministrazione Regionale. ALLEGATO 1 Documenti BANDO DI GARA Trasporto, trasloco e facchinaggio per le esigenze degli immobili utilizzati dall Amministrazione Regionale ALLEGATO 1 Documenti Allegato 1 : Documenti Pagina 1 di 9 ALLEGATO 1 - DOCUMENTI

Dettagli

COMUNE DI FRABOSA SOTTANA P r o v i n c i a d i C u n e o

COMUNE DI FRABOSA SOTTANA P r o v i n c i a d i C u n e o COMUNE DI FRABOSA SOTTANA P r o v i n c i a d i C u n e o Via IV Novembre, 12 C.A.P. 12083 - Tel.0174/244481-2 - Fax.0174/244730 e-mail: comune@comune.frabosa-sottana.cn.it PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO

Dettagli

BANDO DI GARA SEMPLIFICATO RELATIVO AL SISTEMA DINAMICO DI ACQUISIZIONE PER LA FORNITURA DI FARMACI

BANDO DI GARA SEMPLIFICATO RELATIVO AL SISTEMA DINAMICO DI ACQUISIZIONE PER LA FORNITURA DI FARMACI BANDO DI GARA SEMPLIFICATO RELATIVO AL SISTEMA DINAMICO DI ACQUISIZIONE PER LA FORNITURA DI FARMACI S.C.R. - Piemonte S.p.A. ha istituito un Sistema Dinamico di Acquisizione (di seguito denominato S.D.A.),

Dettagli

Il sottoscritto nato a il Titolare (o legale rappresentante)

Il sottoscritto nato a il Titolare (o legale rappresentante) DOCUMENTAZIONE AMMINISTRATIVA MODULO I Procedura ristretta accelerata per l affidamento delle prestazioni relative all allestimento della mostra temporanea dal titolo provvisorio

Dettagli

BANDO DI GARA PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA UFFICI E SERVIZI COMUNALI E DI CUSTODIA DI PALAZZO CUSANO ANNO 2010

BANDO DI GARA PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA UFFICI E SERVIZI COMUNALI E DI CUSTODIA DI PALAZZO CUSANO ANNO 2010 BANDO DI GARA PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA UFFICI E SERVIZI COMUNALI E DI CUSTODIA DI PALAZZO CUSANO ANNO 2010 ENTE APPALTANTE: Comune di Cusano Milanino Piazza Martiri di

Dettagli

FACOLTA DI MEDICINA E CHIRURGIA DISCIPLINARE DI GARA

FACOLTA DI MEDICINA E CHIRURGIA DISCIPLINARE DI GARA FACOLTA DI MEDICINA E CHIRURGIA DISCIPLINARE DI GARA OGGETTO DELLA FORNITURA Il presente appalto è relativo alla fornitura, consegna e installazione di attrezzature cardiovascolari, isotoniche e altro

Dettagli

del d.lgs. 163 del 2006 e s.m.i. recante il Codice dei contratti pubblici relativi a lavori, servizi e forniture.

del d.lgs. 163 del 2006 e s.m.i. recante il Codice dei contratti pubblici relativi a lavori, servizi e forniture. BANDO DI GARA GARA EUROPEA A PROCEDURA APERTA PER l AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA DEL MUSEO NAZIONALE DELLE ARTI DEL XXI SECOLO - MAXXI CIG 593815615A SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE DENOMINAZIONE,

Dettagli

MODELLO B - DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI CERTIFICAZIONE E DELL ATTO DI NOTORIETA. Il sottoscritto... nato il. a...nella qualità di. dell impresa...

MODELLO B - DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI CERTIFICAZIONE E DELL ATTO DI NOTORIETA. Il sottoscritto... nato il. a...nella qualità di. dell impresa... MODELLO B - DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI CERTIFICAZIONE E DELL ATTO DI NOTORIETA Il sottoscritto... nato il. a...nella qualità di legale rappresentante... procuratore... dell impresa... con sede legale

Dettagli

ALLEGATO 1 DOCUMENTI

ALLEGATO 1 DOCUMENTI ALLEGATO 1 DOCUMENTI allegato_1.doc Pag. 1/6 ALLEGATO 1 DOCUMENTI La busta A Gara per la fornitura del servizio di pulizia e di altre attività ausiliarie presso gli istituti scolastici, - Documenti dovrà

Dettagli

BANDO DI GARA PER PROCEDURA APERTA

BANDO DI GARA PER PROCEDURA APERTA Prot. n. 000961/2015 Tolentino, li 11/03/2015 BANDO DI GARA PER PROCEDURA APERTA a) Stazione appaltante: COSMARI Srl - Località Piane di Chienti - 62029 Tolentino (MC) - tel. 0733/203504 - fax 0733/204014

Dettagli

ACEA PINEROLESE INDUSTRIALE S.p.A.

ACEA PINEROLESE INDUSTRIALE S.p.A. ACEA PINEROLESE INDUSTRIALE S.p.A. Via Vigone 42-10064 Pinerolo (TO) Tel. +390121236233/312 Fax: +390121236312 http://www.aceapinerolese.it e-mail: appalti@aceapinerolese.it BANDO DI GARA MEDIANTE PROCEDURA

Dettagli

COMUNE DI ZIANO PIACENTINO PROVINCIA DI PIACENZA

COMUNE DI ZIANO PIACENTINO PROVINCIA DI PIACENZA COMUNE DI ZIANO PIACENTINO PROVINCIA DI PIACENZA AVVISO DI SELEZIONE PER CONFERIMENTO INCARICO DI SERVIZI ATTINENTI L INGEGNERIA E L ARCHITETTURA DI IMPORTO INFERIORE A 100.000,00 EURO MEDIANTE PROCEDURA

Dettagli

COMUNE DI TRIGOLO PROVINCIA DI CREMONA

COMUNE DI TRIGOLO PROVINCIA DI CREMONA COMUNE DI TRIGOLO PROVINCIA DI CREMONA ALLEGATO ALLA DETERMINAZIONE R.F N. 91 DEL 30.11.2015_ BANDO/DISCIPLINARE DI GARA PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA PERIODO DALL 01/01/2016

Dettagli

BANDO DI GARA PER L'AFFIDAMENTO, MEDIANTE PROCEDURA APERTA, DELLA FORNITURA DI PRODOTTI VENDIBILI IN FARMACIA

BANDO DI GARA PER L'AFFIDAMENTO, MEDIANTE PROCEDURA APERTA, DELLA FORNITURA DI PRODOTTI VENDIBILI IN FARMACIA BANDO DI GARA PER L'AFFIDAMENTO, MEDIANTE PROCEDURA APERTA, DELLA FORNITURA DI PRODOTTI VENDIBILI IN FARMACIA 1. STAZIONE APPALTANTE: AMEA SpA che gestisce la Farmacia Comunale di Paliano. La Stazione

Dettagli

REGIONE VENETO AZIENDA ULSS 16 DI PADOVA PADOVA FORNITURA DI UNA SOLUZIONE INFORMATICA-SOFTWARE E

REGIONE VENETO AZIENDA ULSS 16 DI PADOVA PADOVA FORNITURA DI UNA SOLUZIONE INFORMATICA-SOFTWARE E DISCIPLINARE DI PROCEDURA IN ECONOMIA REGIONE VENETO AZIENDA ULSS 16 DI PADOVA PADOVA FORNITURA DI UNA SOLUZIONE INFORMATICA-SOFTWARE E RELATIVI SERVIZI DI IMPLEMENTAZIONE E MANUTENZIONE PER IL CONTROLLO

Dettagli

COMUNE DI VENEGONO SUPERIORE

COMUNE DI VENEGONO SUPERIORE COMUNE DI VENEGONO SUPERIORE PROVINCIA DI VARESE Ufficio Tecnico Comunale Settore Lavori Pubblici PIAZZA MAUCERI, N. 12 2104 VENENGONO SUPERIORE Tel: 0331/828447 Fax 0331/827314 e-mail ufficiotecnico@comune.venegonosuperiore.va.it

Dettagli

DISCIPLINARE DELLA PROCEDURA AD EVIDENZA PUBBLICA PER LA CESSIONE DEL 11,65 % DELLE QUOTE DELLA SOCIETA MIOGAS SRL N rif.

DISCIPLINARE DELLA PROCEDURA AD EVIDENZA PUBBLICA PER LA CESSIONE DEL 11,65 % DELLE QUOTE DELLA SOCIETA MIOGAS SRL N rif. DISCIPLINARE DELLA PROCEDURA AD EVIDENZA PUBBLICA PER LA CESSIONE DEL 11,65 % DELLE QUOTE DELLA SOCIETA MIOGAS SRL N rif. GUUE: 2012-155687 L Azienda Servizi Gaggiano s.r.l. (di seguito Asga) con sede

Dettagli

MODALITÀ DI PRESENTAZIONE DELL OFFERTA E CRITERIO DI AGGIUDICAZIONE

MODALITÀ DI PRESENTAZIONE DELL OFFERTA E CRITERIO DI AGGIUDICAZIONE ALL. A AFFIDAMENTO AI SENSI DELL ART. 125 COMMI 10 E 11 DEL D.LGS. 163/2006 E S.M.I. DEL SERVIZIO DI PULIZIA E FACCHINAGGIO PER LA SEDE DELLA SOGESID S.P.A. DI ROMA E PER LA FORESTERIA MODALITÀ DI PRESENTAZIONE

Dettagli

CITTA DI NETTUNO PROVINCIA DI ROMA CORPO POLIZIA LOCALE Ufficio Comando Settore Affari Generali e Personale

CITTA DI NETTUNO PROVINCIA DI ROMA CORPO POLIZIA LOCALE Ufficio Comando Settore Affari Generali e Personale BANDO DI GARA APERTA PER L AFFIDAMENTO FORNITURA E POSA IN OPERA DI SEGNALETICA ORIZZONTALE E VERTICALE - CIG 39689354C5 - ENTE APPALTANTE Comune di Nettuno, Viale Giacomo Matteotti n 37 00048 Nettuno

Dettagli

COMUNE DI AREZZO DIREZIONE SERVIZI FINANZIARI SERVIZIO GARE E PATRIMONIO DISCIPLINARE DI GARA

COMUNE DI AREZZO DIREZIONE SERVIZI FINANZIARI SERVIZIO GARE E PATRIMONIO DISCIPLINARE DI GARA COMUNE DI AREZZO DIREZIONE SERVIZI FINANZIARI SERVIZIO GARE E PATRIMONIO DISCIPLINARE DI GARA PER L AFFIDAMENTO IN CONCESSIONE SERVIZIO DI TESORERIA COMUNALE 1 In esecuzione della deliberazione di Consiglio

Dettagli

BANDO DI GARA MEDIANTE PROCEDURA APERTA

BANDO DI GARA MEDIANTE PROCEDURA APERTA BANDO DI GARA MEDIANTE PROCEDURA APERTA procedura: art. 3, comma 37 e art. 55, comma 5, Decreto Legislativo n. 163 del 2006 e ss.mm.ii. criterio: offerta economicamente più vantaggiosa, ai sensi dell art.

Dettagli

PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DELLA MANUTENZIONE HARDWARE DI EDISU CARD SYSTEM CIG [5 2 3 6 5 2 5 5 2 1 ] ISTANZA DI AMMISSIONE

PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DELLA MANUTENZIONE HARDWARE DI EDISU CARD SYSTEM CIG [5 2 3 6 5 2 5 5 2 1 ] ISTANZA DI AMMISSIONE Allegato A Spett.le EDISU PIEMONTE Via Madama Cristina 83 10126 TORINO PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DELLA MANUTENZIONE HARDWARE DI EDISU CARD SYSTEM CIG [5 2 3 6 5 2 5 5 2 1 ] ISTANZA DI AMMISSIONE

Dettagli

Tecnopolis CSATA s.c.r.l. APQ in Materia di Ricerca Scientifica nella Regione Puglia

Tecnopolis CSATA s.c.r.l. APQ in Materia di Ricerca Scientifica nella Regione Puglia BANDO ACQUISIZIONI Prodotti Software ALLEGATO 1 Documenti Allegato 1.Documenti Pag. 1 ALLEGATO 1 - DOCUMENTI La busta A : Gara per l acquisizione di prodotti software -APQ in Materia di Ricerca Scientifica

Dettagli

DISCIPLINARE DI GARA CESSIONE DEL CREDITO PRO SOLUTO

DISCIPLINARE DI GARA CESSIONE DEL CREDITO PRO SOLUTO DISCIPLINARE DI GARA CESSIONE DEL CREDITO PRO SOLUTO ART. 1 - OGGETTO DEL SERVIZIO Napoli Sociale S.p.A. di seguito più semplicemente Azienda, ha indetto gara, a mezzo procedura aperta ai sensi del D.lgs.

Dettagli

Via Unità Italiana, 28 81100 Caserta

Via Unità Italiana, 28 81100 Caserta Via Unità Italiana, 28 81100 Caserta Servizio Provveditorato TEL.0823/445189 - FAX 0823/279581 AVVISO DI GARA CIG: LOTTO N. 1 CIG 5758272460 LOTTO N. 2 CIG 57582870C2 Questa ASL di Caserta indice procedura

Dettagli

I.2) TIPO DI AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE E PRINCIPALI

I.2) TIPO DI AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE E PRINCIPALI MINISTERO DELL ECONOMIA E DELLE FINANZE GUARDIA DI FINANZA REPARTO TECNICO LOGISTICO AMMINISTRATIVO LIGURIA BANDO DI GARA SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE DENOMINAZIONE, INDIRIZZI E PUNTI DI CONTATTO

Dettagli

BANDO DI GARA PER PROCEDURA APERTA Codice Identificativo Gara (CIG) 5493686D17. denominazione UNIVERSITA DEGLI STUDI SUOR ORSOLA BENINCASA UNISOB

BANDO DI GARA PER PROCEDURA APERTA Codice Identificativo Gara (CIG) 5493686D17. denominazione UNIVERSITA DEGLI STUDI SUOR ORSOLA BENINCASA UNISOB BANDO DI GARA PER PROCEDURA APERTA Codice Identificativo Gara (CIG) 5493686D17 1. Amministrazione aggiudicatrice: denominazione UNIVERSITA DEGLI STUDI SUOR ORSOLA BENINCASA UNISOB indirizzo VIA SUOR ORSOLA

Dettagli

Bando fornitura mezzi centro trasferenza di Atina BANDO DI GARA PER L APPALTO DI FORNITURA DI N.1 AUTOMEZZO PER TRASPORTO DEI RIFIUTI

Bando fornitura mezzi centro trasferenza di Atina BANDO DI GARA PER L APPALTO DI FORNITURA DI N.1 AUTOMEZZO PER TRASPORTO DEI RIFIUTI BANDO DI GARA PER L APPALTO DI FORNITURA DI N.1 AUTOMEZZO PER TRASPORTO DEI RIFIUTI A. AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE Società Ambiente Frosinone S.p.A. S.P. Ortella Km. 3 03030 Colfelice (Frosinone) Tel.

Dettagli

COMUNE DI MONTANO ANTILIA PROVINCIA DI SALERNO Via Giovanni Bovio 17 C.A.P 84060 tel. 0974/951053 fax 0974/951458 C.F 84000670657 P.

COMUNE DI MONTANO ANTILIA PROVINCIA DI SALERNO Via Giovanni Bovio 17 C.A.P 84060 tel. 0974/951053 fax 0974/951458 C.F 84000670657 P. COMUNE DI MONTANO ANTILIA PROVINCIA DI SALERNO Via Giovanni Bovio 17 C.A.P 84060 tel. 0974/951053 fax 0974/951458 C.F 84000670657 P.IVA 00340670657 AREA FINANZIARIA BANDO DI GARA PER L AFFIDAMENTO, MEDIANTE

Dettagli

Il sottoscritto nato a il residente in Via n. nella sua qualità di:

Il sottoscritto nato a il residente in Via n. nella sua qualità di: ALLEGATO 2 dichiarazione sostitutiva Al Comune di CORSICO Via Roma n. 18 20094 CORSICO (MI) OGGETTO: Avviso pubblico per l accreditamento della fornitura di prestazioni domiciliari assistenziali e socio-educative

Dettagli

Il sottoscritto residente nel Comune di. Provincia Via/Piazza. nella qualità di (titolare dell Impresa o Legale. rappresentante dell Impresa/Ente)

Il sottoscritto residente nel Comune di. Provincia Via/Piazza. nella qualità di (titolare dell Impresa o Legale. rappresentante dell Impresa/Ente) MODELLO A Spett.le EDISU PIEMONTE Via Madama Cristina 83 10126 Torino Istanza di ammissione per la partecipazione al cottimo fiduciario per la conclusione di un accordo quadro per la fornitura, la consegna

Dettagli

BANDO DI GARA. Le offerte vanno inviate a: Comune di Praiano, Ufficio Protocollo, Via Umberto I n.12 84010 Praiano Italia.

BANDO DI GARA. Le offerte vanno inviate a: Comune di Praiano, Ufficio Protocollo, Via Umberto I n.12 84010 Praiano Italia. BANDO DI GARA procedura aperta : art. 3, comma 37 e art. 55, comma 5, decreto legislativo n. 163 del 2006 criterio:offerta economicamente più vantaggiosa art. 83 del decreto legislativo n. 163 del 2006

Dettagli

Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo

Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo SOPRINTENDENZA SPECIALE PER IL PATRIMONIO STORICO ARTISTICO ED ETNOANTROPOLOGICO E PER IL POLO MUSEALE DELLA CITTÀ DI VENEZIA E DEI COMUNI DELLA

Dettagli

COMUNE DI GROSSETO DIREZIONE PROVVEDITORATO

COMUNE DI GROSSETO DIREZIONE PROVVEDITORATO COMUNE DI GROSSETO DIREZIONE PROVVEDITORATO Appalto per la fornitura di cancelleria, oggettistica per ufficio e carta per fotocopie e buste. DISCIPLINARE DI GARA Il presente disciplinare di gara, che costituisce

Dettagli

MINIMETRO S.P.A. Loc. Pian di Massiano 06143 Perugia. Partita Iva e Codice Fiscale 02327710543 BANDO DI GARA. Procedura Aperta

MINIMETRO S.P.A. Loc. Pian di Massiano 06143 Perugia. Partita Iva e Codice Fiscale 02327710543 BANDO DI GARA. Procedura Aperta MINIMETRO S.P.A. Loc. Pian di Massiano 06143 Perugia Partita Iva e Codice Fiscale 02327710543 BANDO DI GARA Procedura Aperta PROCEDURA APERTA AI SENSI DEL DECRETO LEGISLATIVO 12 APRILE 2006 N. 163 E DI-

Dettagli

importo complessivo di 39.920,00 di cui.1.920,00 per oneri per la sicurezza non soggetti a ribasso.

importo complessivo di 39.920,00 di cui.1.920,00 per oneri per la sicurezza non soggetti a ribasso. COMUNE DI POMARANCE Prov. di Pisa SETTORE GESTIONE DEL TERRITORIO Prot. n. del Spett.le Società PROCEDURA DI COTTIMO FIDUCIARIO CIG. Z36145B8CB CUP. F67H15000370004 1 OGGETTO DELL APPALTO E IMPORTO A BASE

Dettagli

C o m u n e d i B a r i

C o m u n e d i B a r i C o m u n e d i B a r i DISCIPLINARE DI GARA Servizi assicurativi polizze rischi: incendio, furto, rca/ard/infortuni, responsabilità civile patrimoniale dell ente, tutela legale, dal 1 gennaio 2012 al

Dettagli

PROCEDURA APERTA PER: FORNITURA DI CARTOGRAFIA NUMERICA ALLA SCALA 1:500 DEL TERRITORIO DEL COMUNE DI FIRENZE E SUO AGGIORNAMENTO DISCIPLINARE DI GARA

PROCEDURA APERTA PER: FORNITURA DI CARTOGRAFIA NUMERICA ALLA SCALA 1:500 DEL TERRITORIO DEL COMUNE DI FIRENZE E SUO AGGIORNAMENTO DISCIPLINARE DI GARA COMUNE DI FIRENZE DIREZIONE SISTEMI INFORMATIVI PROCEDURA APERTA PER: FORNITURA DI CARTOGRAFIA NUMERICA ALLA SCALA 1:500 DEL TERRITORIO DEL COMUNE DI FIRENZE E SUO AGGIORNAMENTO DISCIPLINARE DI GARA Il

Dettagli

Comune di Ordona. Piazza Aldo Moro, n. 1-71040 Ordona (FG) utc@comune.ordona.fg.it --PEC: utc@pec.comune.ordona.fg.it. ooooooooo BANDO DI GARA

Comune di Ordona. Piazza Aldo Moro, n. 1-71040 Ordona (FG) utc@comune.ordona.fg.it --PEC: utc@pec.comune.ordona.fg.it. ooooooooo BANDO DI GARA Comune di Ordona Piazza Aldo Moro, n. 1-71040 Ordona (FG) Tel. 0885/796221 - Fax 0885/796067 P.IVA: 00516330719 - C.F.: 81002190718 utc@comune.ordona.fg.it --PEC: utc@pec.comune.ordona.fg.it ooooooooo

Dettagli

Allegato B. Spett. le. Via Cap - Città

Allegato B. Spett. le. Via Cap - Città Prot. n. Cagliari, Spett. le Via Cap - Città OGGETTO: Procedura di affidamento diretto del servizio in economia inerente all imputazione sul SIL Sardegna dei dati relativi allo stato di attuazione degli

Dettagli

Tecnopolis CSATA S.c.r.l. -APQ in Materia di e-government e Società dell Informazione nella Regione Puglia- Progetto Pilota Procura di Lecce

Tecnopolis CSATA S.c.r.l. -APQ in Materia di e-government e Società dell Informazione nella Regione Puglia- Progetto Pilota Procura di Lecce BANDO ACQUISIZIONI Infrastruttura infotelematica ALLEGATO 1 Documenti Allegato 1 : Documenti Pag. 1 ALLEGATO 1 - DOCUMENTI La busta A : Gara per l acquisizione di infrastruttura infotelematica -APQ in

Dettagli

ISTITUTO NAZIONALE DELLA PREVIDENZA SOCIALE

ISTITUTO NAZIONALE DELLA PREVIDENZA SOCIALE ISTITUTO NAZIONALE DELLA PREVIDENZA SOCIALE BANDO DI GARA D APPALTO CIG. N. 0208211D23 SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1) DENOMINAZIONE E INDIRIZZO UFFICIALE DELL AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE

Dettagli

COMUNE DI FOGGIA U.O. CONTRATTI E APPALTI BANDO DI GARA

COMUNE DI FOGGIA U.O. CONTRATTI E APPALTI BANDO DI GARA COMUNE DI FOGGIA U.O. CONTRATTI E APPALTI BANDO DI GARA PROCEDURA APERTA PER L ESECUZIONE DEI LAVORI DI EFFICIENTAMENTO ENERGETICO E MIGLIORAMENTO DELLA SOSTENIBILITA AMBIENTALE PRESSO LA SCUOLA MEDIA

Dettagli

CIG 567040563B. 1. STAZIONE APPALTANTE : MILANO RISTORAZIONE S.p.A.- Ufficio Acquisti e Contratti - Via B. Quaranta n.41- Milano. tel.

CIG 567040563B. 1. STAZIONE APPALTANTE : MILANO RISTORAZIONE S.p.A.- Ufficio Acquisti e Contratti - Via B. Quaranta n.41- Milano. tel. BANDO DI GARA: APPALTO N. 1/2014 CIG 567040563B 1. STAZIONE APPALTANTE : MILANO RISTORAZIONE S.p.A.- Ufficio Acquisti e Contratti - Via B. Quaranta n.41- Milano. tel. 02/88463.267 Fax 02/884.66.237 2.

Dettagli

Dichiarazione 1 DICHIARAZIONE IN MATERIA DI DIRITTO AL LAVORO DEI DISABILI

Dichiarazione 1 DICHIARAZIONE IN MATERIA DI DIRITTO AL LAVORO DEI DISABILI Dichiarazione 1 DICHIARAZIONE IN MATERIA DI DIRITTO AL LAVORO DEI DISABILI Il sottoscritto nato il a in qualità di legale rappresentante dello studio associato ovvero di titolare dello studio professionale/ditta

Dettagli

Oggetto: Gara di appalto inerente l affidamento del servizio SERVIZIO SOCIO EDUCATIVO - Mesi 12

Oggetto: Gara di appalto inerente l affidamento del servizio SERVIZIO SOCIO EDUCATIVO - Mesi 12 Modello 2 (da inserire nella busta 1) www.comune.noto.sr.it - il modello può essere scaricato dal sito web Oggetto: Gara di appalto inerente l affidamento del servizio SERVIZIO SOCIO EDUCATIVO - Mesi 12

Dettagli

SO.G.AER. S.p.A. FORNITURA DI N. 1 SPAZZATRICE AEROPORTUALE DISCIPLINARE DI GARA MODALITA' DI PRESENTAZIONE DELL'OFFERTA E DI AGGIUDICAZIONE

SO.G.AER. S.p.A. FORNITURA DI N. 1 SPAZZATRICE AEROPORTUALE DISCIPLINARE DI GARA MODALITA' DI PRESENTAZIONE DELL'OFFERTA E DI AGGIUDICAZIONE SO.G.AER. S.p.A. FORNITURA DI N. 1 SPAZZATRICE AEROPORTUALE DISCIPLINARE DI GARA MODALITA' DI PRESENTAZIONE DELL'OFFERTA E DI AGGIUDICAZIONE 1. Modalità di presentazione delle offerte Le offerte dovranno

Dettagli

FORNITURA DI GAS NATURALE DISCIPLINARE

FORNITURA DI GAS NATURALE DISCIPLINARE FORNITURA DI GAS NATURALE DISCIPLINARE Agosto 2015 A. PREMESSA Il presente appalto ha per oggetto la fornitura di beni affidati da soggetto rientrante nell ambito dei settori speciali, di importo inferiore

Dettagli

DISCIPLINARE DI GARA

DISCIPLINARE DI GARA A1993/08-3 DISCIPLINARE DI GARA Allegato B) Alla determina n. del OGGETTO: Disciplinare di gara per il servizio di somministrazione lavoro a tempo determinato. Art. 1 Procedura semplificata ai sensi degli

Dettagli

Ente appaltante:comune di Firenze - Direzione SERVIZI TECNICI. via GIOTTO n. 4 - CAP 50100 Firenze (Fi) - Tel. 0552624231 -

Ente appaltante:comune di Firenze - Direzione SERVIZI TECNICI. via GIOTTO n. 4 - CAP 50100 Firenze (Fi) - Tel. 0552624231 - Comune di Firenze - Direzione SERVIZI TECNICI BANDO DI GARA - PROCEDURA APERTA Ente appaltante:comune di Firenze - Direzione SERVIZI TECNICI via GIOTTO n. 4 - CAP 50100 Firenze (Fi) - Tel. 0552624231 -

Dettagli

BANDO DI GARA SERVIZI FINANZIARI RELATIVI ALLA CONCESSIONE DI UN MUTUO A TASSO VARIABILE CIG: Z3E1A38D7E IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO FINANZIARIO

BANDO DI GARA SERVIZI FINANZIARI RELATIVI ALLA CONCESSIONE DI UN MUTUO A TASSO VARIABILE CIG: Z3E1A38D7E IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO FINANZIARIO BANDO DI GARA SERVIZI FINANZIARI RELATIVI ALLA CONCESSIONE DI UN MUTUO A TASSO VARIABILE CIG: Z3E1A38D7E IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO FINANZIARIO In esecuzione della determinazione n. 243 RG del 08.06.2016

Dettagli

ENTE PARCO REGIONALE MIGLIARINO SAN ROSSORE MASSACIUCCOLI BANDO DI GARA

ENTE PARCO REGIONALE MIGLIARINO SAN ROSSORE MASSACIUCCOLI BANDO DI GARA ENTE PARCO REGIONALE MIGLIARINO SAN ROSSORE MASSACIUCCOLI BANDO DI GARA L Ente-Parco Regionale Migliarino San Rossore Massaciuccoli intende esperire pubblica gara a norma dell art. 6 lett. a) del d.lgs

Dettagli

MODELLO DI ISTANZA DI AMMISSIONE E DI DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DELLA DOCUMENTAZIONE AMMINISTRATIVA

MODELLO DI ISTANZA DI AMMISSIONE E DI DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DELLA DOCUMENTAZIONE AMMINISTRATIVA MODELLO DI ISTANZA DI AMMISSIONE E DI DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DELLA DOCUMENTAZIONE AMMINISTRATIVA Spett.le Trasporti Pubblici Monzesi S.P.A. Via Borgazzi, 35 20052 MONZA. OGGETTO : Istanza di ammissione

Dettagli

AVVISO DI INDAGINE DI MERCATO

AVVISO DI INDAGINE DI MERCATO AVVISO DI INDAGINE DI MERCATO Per manifestazione di interesse a partecipare alla procedura negoziata, previa gara informale, per l affidamento della FORNITURA DI CARBURANTE PER IL PARCO MEZZI DELLA SOCIETÀ

Dettagli

TERMINE DI ESECUZIONE:

TERMINE DI ESECUZIONE: C O M U N E D I M O L A D I B A R I Provincia di Bari Settore VIII Lavori Pubblici e Manutenzioni Profilo Committente: www.comune.moladibari.ba.it BANDO DI GARA 1. STAZIONE APPALTANTE: Comune di Mola di

Dettagli

ENTE AUTONOMO REGIONALE TEATRO MASSIMO V. BELLINI. 1) Ente appaltante: E.A.R. Teatro Massimo V. bellini, Via Perrotta n. 12-

ENTE AUTONOMO REGIONALE TEATRO MASSIMO V. BELLINI. 1) Ente appaltante: E.A.R. Teatro Massimo V. bellini, Via Perrotta n. 12- ENTE AUTONOMO REGIONALE TEATRO MASSIMO V. BELLINI CATANIA 1) Ente appaltante: E.A.R. Teatro Massimo V. bellini, Via Perrotta n. 12-95131 Catania, tel. 095/316860-730611, fax 095/314497 2) Procedura di

Dettagli

COMUNE DI MELITO DI NAPOLI Provincia di Napoli

COMUNE DI MELITO DI NAPOLI Provincia di Napoli COMUNE DI MELITO DI NAPOLI Provincia di Napoli Via S. Di Giacomo, 5 80017 Melito di Napoli Settore Entrate Segreteria www.comune.melito.na.it e-mail entrate@comune.melito.na.it Tel. 081\2386226 Fax 081\7112748

Dettagli

Struttura flessibile La Venaria Reale e altri beni culturali. alberto.vanelli@regione.piemonte.it

Struttura flessibile La Venaria Reale e altri beni culturali. alberto.vanelli@regione.piemonte.it Struttura flessibile La Venaria Reale e altri beni culturali alberto.vanelli@regione.piemonte.it LETTERA D INVITO: PROCEDURA PER IL SERVIZIO DI FORNITURA E POSA DI NUOVA CALDAIA COMPLETA DI BRUCIATORE,

Dettagli

DISCIPLINARE. La procedura è in attuazione alla Determinazione n. 81 del 25/02/2014 del Dirigente dell Area Economico Finanziaria.

DISCIPLINARE. La procedura è in attuazione alla Determinazione n. 81 del 25/02/2014 del Dirigente dell Area Economico Finanziaria. FORNITURA DEL SERVIZIO DI MANUTENZIONE ATTREZZATURE INFORMATICHE DI PROPRIETA DELLA CAMERA DI COMMERCIO DI NAPOLI AL DI FUORI DEL PERIODO DI GARANZIA INIZIALE ON SITE - CIG: 5654825D33 DISCIPLINARE Il

Dettagli

DOMANDA DI PARTECIPAZIONE ALLA GARA

DOMANDA DI PARTECIPAZIONE ALLA GARA Busta A) ALLEGATO 1 P.ZZA IV NOVEMBRE 4 AFFIDAMENTO IN CONCESSIONE DEL SERVIZIO DEL SERVIZIO DI RISCOSSIONE VOLONTARIA E COATTIVA DELL ICI-IMU, TARSU, ICP E DPA, COSAP, SANZIONI AMMINISTRATIVE E VERBALI

Dettagli

BANDO DI GARA MEDIANTE PROCEDURA APERTA

BANDO DI GARA MEDIANTE PROCEDURA APERTA BANDO DI GARA MEDIANTE PROCEDURA APERTA procedura: art. 3, comma 37 e art. 55, comma 5, decreto legislativo n. 163 del 2006 criterio: offerta economicamente più vantaggiosa ai sensi dell art. 83 del decreto

Dettagli

BANDO DI GARA Gara d appalto per la fornitura di energia elettrica (CIG: 534907118)

BANDO DI GARA Gara d appalto per la fornitura di energia elettrica (CIG: 534907118) BANDO DI GARA Gara d appalto per la fornitura di energia elettrica (CIG: 534907118) I AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE Denominazione, indirizzi e punti di contatto: Società appaltante: TALETE S.p.A. Indirizzo

Dettagli

ALLEGATO B MODELLO DI PARTECIPAZIONE

ALLEGATO B MODELLO DI PARTECIPAZIONE ALLEGATO B MODELLO DI PARTECIPAZIONE 1 ALLEGATO B Dichiarazione (RILASCIATA ANCHE AI SENSI DEGLI ARTT. 46 E 47 DEL D.P.R. 445/2000) ENAV S.p.A. Funzione Acquisti Via Salaria, 716 00138 ROMA Fornitura di

Dettagli

COMUNE DI FIRENZE - DIREZIONE RISORSE FINANZIARIE SERVIZIO CENTRALE ACQUISTI BANDO DI GARA - PROCEDURA APERTA

COMUNE DI FIRENZE - DIREZIONE RISORSE FINANZIARIE SERVIZIO CENTRALE ACQUISTI BANDO DI GARA - PROCEDURA APERTA COMUNE DI FIRENZE - DIREZIONE RISORSE FINANZIARIE SERVIZIO CENTRALE ACQUISTI BANDO DI GARA - PROCEDURA APERTA Ente appaltante:comune di Firenze - Direzione Risorse Finanziarie, Servizio Centrale Acquisti,

Dettagli

2 SERVIZIO SERVIZI SOCIALI, ASSISTENZI ALI E PARI OPPORTUNI TA SCHEMA DI DOMANDA DI PARTECIPAZIONE/DICHIARAZIONE

2 SERVIZIO SERVIZI SOCIALI, ASSISTENZI ALI E PARI OPPORTUNI TA SCHEMA DI DOMANDA DI PARTECIPAZIONE/DICHIARAZIONE 1 SCHEMA DI DOMANDA DI PARTECIPAZIONE/DICHIARAZIONE ALLEGATO (a) Oggetto della gara: PROCEDURA PER L AFFIDAMENTO DEI SERVIZI SOCIO-EDUCATIVI Durata un anno dall'aggiudicazione definitiva della gara.. CIG:

Dettagli

Ente appaltante Procedura aperta Oggetto dell appalto Codice Identificativo Gara 4582110CC7 Valore stimato dell appalto:

Ente appaltante Procedura aperta Oggetto dell appalto Codice Identificativo Gara 4582110CC7 Valore stimato dell appalto: COMUNE DI FIRENZE DIREZIONE SERVIZI SOCIALI P.O. SERVIZI CIMITERIALI PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO FUNERALI A CARICO DEL COMUNE DI FIRENZE * * * BANDO DI GARA Ente appaltante: Comune

Dettagli

COMUNE DI SPINEA SETTORE SERVIZI AI CITTADINI

COMUNE DI SPINEA SETTORE SERVIZI AI CITTADINI COMUNE DI SPINEA SETTORE SERVIZI AI CITTADINI I.1) AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE: Comune di Spinea - Provincia di Venezia Piazza Municipio, 1 Spinea (Ve), Tel 041-5071111, Ufficio Servizi Sociali Tel

Dettagli

26/03/2015. MODALITÀ DI FORMULAZIONE DELLA PROPOSTA

26/03/2015. MODALITÀ DI FORMULAZIONE DELLA PROPOSTA AVVISO ESPLORATIVO Oggetto: Fornitura di energia elettrica e servizi connessi per sessantacinque utenze intestate all EFS. - Importo complessivo annuo stimato 37.000,00 oltre iva di legge. - Procedura

Dettagli

COTTIMO FIDUCIARIO PER TRASLOCO BIBLIOTECA, CENTRO MULTIMEDIALE AL CENTRO ILPERTINI INDETTO CON DETERMINAZIONE 1.597/2011 - CIG 3638406B9A

COTTIMO FIDUCIARIO PER TRASLOCO BIBLIOTECA, CENTRO MULTIMEDIALE AL CENTRO ILPERTINI INDETTO CON DETERMINAZIONE 1.597/2011 - CIG 3638406B9A COTTIMO FIDUCIARIO PER TRASLOCO BIBLIOTECA, CENTRO MULTIMEDIALE AL CENTRO ILPERTINI INDETTO CON DETERMINAZIONE 1.597/2011 - CIG 3638406B9A DITTA: 3. CORTESI REQUISITI GIURIDICO-AMMINISTRATIVI - BUSTA A

Dettagli

C.L.I.R. S.p.A. BANDO DI GARA

C.L.I.R. S.p.A. BANDO DI GARA BANDO DI GARA Procedura aperta ai sensi degli artt. 55 e 82 del D. Lgs. 163/2006 e s.m.i. per l affidamento della fornitura di gasolio per autotrazione. Importo presunto, puramente indicativo, della fornitura

Dettagli

Articolo 1 PROCEDURA DI GARA

Articolo 1 PROCEDURA DI GARA DISCIPLINARE DI GARA PER L APPALTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI STABILI SEDE DEGLI UFFICI DEL CONSIGLIO REGIONALE IN TRIESTE LOTTO UNICO PERIODO TRE ANNI Articolo 1 PROCEDURA DI GARA L aggiudicazione

Dettagli

BANDO DI GARA INSTALLAZIONE IMPIANTI FOTOVOLTAICI ED OPERE ACCESSORIE

BANDO DI GARA INSTALLAZIONE IMPIANTI FOTOVOLTAICI ED OPERE ACCESSORIE BANDO DI GARA INSTALLAZIONE IMPIANTI FOTOVOLTAICI ED OPERE ACCESSORIE Cuggiono (MI) Via Ugo Foscolo e Scuola Media 1 SEZIONE I: ENTE AGGIUDICATORE 1) DENOMINAZIONE, INDIRIZZI E PUNTI DI CONTATTO: E.E.S.CO.

Dettagli

Criteri e Regole per l istituzione e la gestione dell Elenco Fornitori

Criteri e Regole per l istituzione e la gestione dell Elenco Fornitori Criteri e Regole per l istituzione e la gestione dell Elenco Fornitori 1. Premessa L Istituto per il Credito Sportivo (di seguito anche Istituto o ICS ) intende istituire e disciplinare un Elenco di operatori

Dettagli

Italia-Torino: Servizi di trasloco 2013/S 232-402818. Bando di gara. Servizi

Italia-Torino: Servizi di trasloco 2013/S 232-402818. Bando di gara. Servizi 1/5 Avviso nel sito web TED: http://ted.europa.eu/udl?uri=ted:notice:402818-2013:text:it:html Italia-Torino: Servizi di trasloco 2013/S 232-402818 Bando di gara Servizi Direttiva 2004/18/CE Sezione I:

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE PER LA SICUREZZA DEL LAVORO NEI CONTRATTI D APPALTO, D OPERA O DI SOMMINISTRAZIONE

CAPITOLATO SPECIALE PER LA SICUREZZA DEL LAVORO NEI CONTRATTI D APPALTO, D OPERA O DI SOMMINISTRAZIONE ALLEGATO 6 CAPITOLATO SPECIALE PER LA SICUREZZA DEL LAVORO NEI CONTRATTI D APPALTO, D OPERA O DI SOMMINISTRAZIONE Articolo 1 Definizioni 1. Ai fini del presente Capitolato, alle seguenti espressioni sono

Dettagli

DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA (da restituire in carta libera debitamente compilata e sottoscritta)

DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA (da restituire in carta libera debitamente compilata e sottoscritta) ALLEGATO B (da inserire nella busta A ) AVVERTENZE PER LA COMPILAZIONE: Al fine di garantire maggiore speditezza nell esame della documentazione amministrativa e soprattutto al fine di ridurre al minimo

Dettagli

Via Roma 20 21047 Saronno (VA) Tel. 02.962.88.220 Fax 02.962.48.896 www.saronnoservizi.it CIG: ZD1100E36D

Via Roma 20 21047 Saronno (VA) Tel. 02.962.88.220 Fax 02.962.48.896 www.saronnoservizi.it CIG: ZD1100E36D Saronno, 07 luglio 2014 Prot. 1666 / 2014 OGGETTO: Invito alla procedura negoziata per la messa in sicurezza definitiva del pozzo dismesso Amendola e trasformazione in piezometro del pozzo ad uso potabile

Dettagli

PROCEDURA APERTA GARA SERVIZIO SOSTITUTIVO MENSA

PROCEDURA APERTA GARA SERVIZIO SOSTITUTIVO MENSA DISCIPLINARE DI GARA per stipula Accordo Quadro per servizio sostitutivo mensa destinato ai dipendenti delle aziende appartenenti al gruppo ASA SpA, mediante l erogazione di pasti con l utilizzo di carte

Dettagli

Procedura di gara e criteri di aggiudicazione: procedura aperta con il criterio del prezzo più

Procedura di gara e criteri di aggiudicazione: procedura aperta con il criterio del prezzo più PROVINCIA DI PISTOIA Piazza S. Leone n. 1, Pistoia Tel. 0573/374249, Fax 0573/374543: DISCIPLINARE DI GARA PROCEDURA APERTA PER PROVVISTA DI FONDI TRIENNIO 2006/2008 PER IL FINANZIAMENTO DI OPERE PUBBLICHE

Dettagli

Azienda Regionale Centrale Acquisti S.p.A. Bando di gara d appalto I.1) Denominazione indirizzi e punti di contatto: ARCA Azienda Regionale Centrale

Azienda Regionale Centrale Acquisti S.p.A. Bando di gara d appalto I.1) Denominazione indirizzi e punti di contatto: ARCA Azienda Regionale Centrale Azienda Regionale Centrale Acquisti S.p.A. Bando di gara d appalto I.1) Denominazione indirizzi e punti di contatto: ARCA Azienda Regionale Centrale Acquisti S.p.A., Via Fabio Filzi, n. 22, 20124, Milano,

Dettagli

ISTANZA DI PARTECIPAZIONE

ISTANZA DI PARTECIPAZIONE ISTANZA DI PARTECIPAZIONE Al Comune di Lazise Piazza Vittorio Emanuele, II, 20 37017 Lazise (VR) Oggetto: PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI RISTORAZIONE SCOLASTICA PER L ANNO SCOLASTICO

Dettagli

BANDO DI GARA MEDIANTE PROCEDURA APERTA

BANDO DI GARA MEDIANTE PROCEDURA APERTA BANDO DI GARA MEDIANTE PROCEDURA APERTA procedura: art. 3, comma 37, e art. 55, comma 5, Decreto Legislativo n. 163 del 2006 e ss.mm.ii. criterio: offerta al prezzo più basso ai sensi dell art. 82 del

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA FORMAZIONE E LA GESTIONE DELL ALBO FORNITORI TELEMATICO DI APAM ESERCIZIO SPA (rev.0-01 Settembre 2014)

REGOLAMENTO PER LA FORMAZIONE E LA GESTIONE DELL ALBO FORNITORI TELEMATICO DI APAM ESERCIZIO SPA (rev.0-01 Settembre 2014) REGOLAMENTO PER LA FORMAZIONE E LA GESTIONE DELL ALBO FORNITORI TELEMATICO DI APAM ESERCIZIO SPA (rev.0-01 Settembre 2014) 1 PREMESSE 1.1 La Società APAM ESERCIZIO SPA (di seguito APAM) con sede legale

Dettagli

DISCIPLINARE SISTEMA DI QUALIFICAZIONE

DISCIPLINARE SISTEMA DI QUALIFICAZIONE DISCIPLINARE SISTEMA DI QUALIFICAZIONE 1. ENTE AGGIUDICATORE: Nome: Azienda Napoletana Mobilità S.p.A. S Indirizzo : Via G.B. Marino, 1-80125 NAPOLI - Settore: Gare e Appalti Numeri di telefono: +39 0817632104

Dettagli

DIREZIONE AMBIENTE Servizio Energia e Rischio Idraulico. DISCIPLINARE di GARA PROCEDURA APERTA

DIREZIONE AMBIENTE Servizio Energia e Rischio Idraulico. DISCIPLINARE di GARA PROCEDURA APERTA DIREZIONE AMBIENTE Servizio Energia e Rischio Idraulico DISCIPLINARE di GARA PROCEDURA APERTA Oggetto dell appalto: Servizio di Censimento e verifica degli impianti termici sul territorio comunale ai sensi

Dettagli

ALLEGATO 2 - MODULO DI DICHIARAZIONE Da inserire nella Busta 1)

ALLEGATO 2 - MODULO DI DICHIARAZIONE Da inserire nella Busta 1) ALLEGATO 2 - MODULO DI DICHIARAZIONE Da inserire nella Busta 1) Fac simile allegato alle norme di partecipazione da compilarsi a cura dell impresa/e partecipante/i. AFFIDAMENTO MEDIANTE PROCEDURA APERTA

Dettagli

NORME DI QUALIFICAZIONE 2013

NORME DI QUALIFICAZIONE 2013 SISTEMA DI QUALIFICAZIONE PER FORNITURE DI GAS NATURALE NORME DI QUALIFICAZIONE 2013 Premessa: Brescia Trasporti S.p.A. intende istituire un proprio sistema di qualificazione al fine di selezionare operatori

Dettagli

Regione Puglia - Assessorato alla Trasparenza e Cittadinanza Attiva - Settore AA.GG. EmPULIA

Regione Puglia - Assessorato alla Trasparenza e Cittadinanza Attiva - Settore AA.GG. EmPULIA Fornitura di carta in risme per ALLEGATO 1 Documenti Allegato 1: Documenti Pag. 1 ALLEGATO 1 - DOCUMENTI La busta A : Gara per la fornitura di carta in risme per - Documenti, dovrà contenere un indice

Dettagli

COMUNE DI RECANATI AREA TECNICA. Procedura aperta per: REALIZZAZIONE DI N. 12 ALLOGGI DI EDILIZIA RESIDENZIALE

COMUNE DI RECANATI AREA TECNICA. Procedura aperta per: REALIZZAZIONE DI N. 12 ALLOGGI DI EDILIZIA RESIDENZIALE COMUNE DI RECANATI AREA TECNICA Procedura aperta per: REALIZZAZIONE DI N. 12 ALLOGGI DI EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA NEL PEEP I LOTTO F LOCALITÀ LE GRAZIE (FOGLIO 58 PART. 805) DISCIPLINARE DI GARA Requisiti

Dettagli

BANDO DI GARA PER PROCEDURA APERTA

BANDO DI GARA PER PROCEDURA APERTA Consorzio per lo Sviluppo Industriale della Provincia di Potenza Centro Direzionale Zona Industriale 85050 TITO SCALO (PZ) Tel.0971/659111 Fax 0971/485881 Sito internet: www.consorzioasipz.it E-mail: asi@consorzioasipz.it

Dettagli

AREA TECNICA. BANDO DI GARA MEDIANTE PROCEDURA APERTA (ai sensi dell art. 3, comma 37 e art. 55, comma 5, del vigente D.Lgs.

AREA TECNICA. BANDO DI GARA MEDIANTE PROCEDURA APERTA (ai sensi dell art. 3, comma 37 e art. 55, comma 5, del vigente D.Lgs. BANDO DI GARA MEDIANTE PROCEDURA APERTA (ai sensi dell art. 3, comma 37 e art. 55, comma 5, del vigente D.Lgs. 163/2006) Per l appalto dei lavori di Riqualificazione urbanistica delle aree periferiche

Dettagli

APPALTI. REGIONE CAMPANIA - Bando di gara relativo alla trattativa multipla per l installazione di sistemi di allarme per l emergenza.

APPALTI. REGIONE CAMPANIA - Bando di gara relativo alla trattativa multipla per l installazione di sistemi di allarme per l emergenza. BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE CAMPANIA - N. 9 DEL 20 FEBBRAIO 2006 APPALTI REGIONE CAMPANIA - Bando di gara relativo alla trattativa multipla per l installazione di sistemi di allarme per l emergenza.

Dettagli

DISCIPLINARE DI GARA SERVIZIO ASSICURATIVO POLIZZA RCT/RCO

DISCIPLINARE DI GARA SERVIZIO ASSICURATIVO POLIZZA RCT/RCO C o m u n e d i B a r i DISCIPLINARE DI GARA SERVIZIO ASSICURATIVO POLIZZA RCT/RCO Pagina 1 di 7 Art. 1 OGGETTO DELL APPALTO L appalto ha per oggetto il servizio assicurativo della responsabilità civile

Dettagli

COMUNE DI TORTOLI. 2. LUOGO DI ESECUZIONE DEL SERVIZIO: Comune di Tortolì

COMUNE DI TORTOLI. 2. LUOGO DI ESECUZIONE DEL SERVIZIO: Comune di Tortolì COMUNE DI TORTOLI BANDO DI GARA PER PROCEDURA APERTA Prot. n. 11525 del 03.06.2009 1. AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE: Comune di Tortolì - Via Garibaldi - 08048 Tortolì (OG) Tel. 0782/600700 Telefax 0782/623049.

Dettagli

ESA S.p.A. Elbana Servizi Ambientali Provincia di Livorno

ESA S.p.A. Elbana Servizi Ambientali Provincia di Livorno ESA S.p.A. Elbana Servizi Ambientali Provincia di Livorno Bando di gara per l affidamento del servizio di raccolta differenziata di carta e cartone BANDO DI GARA PROCEDURA APERTA INDICE 1. STAZIONE APPALTANTE...

Dettagli

ASSICURAZIONE DELLA. Servizio Sanitario REGIONE SARDEGNA

ASSICURAZIONE DELLA. Servizio Sanitario REGIONE SARDEGNA DISCI PLINARE AMMINISTRATIVO ASSICURAZIONE DELLA RESPONSABILI TÀ CIVI LE VERSO TERZI E VERSO I P RESTATORI DI LAVORO Timbro e Firma: 1 INDICE Art. 1 Oggetto pag. 3 Art. 2 Requisiti di partecipazione pag.

Dettagli

COMUNE DI PREGNANA MILANESE (Provincia di Milano)

COMUNE DI PREGNANA MILANESE (Provincia di Milano) BANDO DI GARA - PROCEDURA APERTA CIG 3022985622 SEZIONE I: ENTE AGGIUDICATORE 1.1) DENOMINAZIONE, INDIRIZZI E PUNTI DI CONTATTO Telefono 39 0293967206 Posta elettronica: ragioneria@comune.pregnana.mi.it

Dettagli

CITTA DI CINISELLO BALSAMO VIA XXV APRILE, 4 20092 Cinisello Balsamo (MI) tel. 02/660231 Fax 02/66011464 www.comune.cinisello-balsamo.mi.

CITTA DI CINISELLO BALSAMO VIA XXV APRILE, 4 20092 Cinisello Balsamo (MI) tel. 02/660231 Fax 02/66011464 www.comune.cinisello-balsamo.mi. CITTA DI CINISELLO BALSAMO VIA XXV APRILE, 4 20092 Cinisello Balsamo (MI) tel. 02/660231 Fax 02/66011464 www.comune.cinisello-balsamo.mi.it 1. E indetta asta pubblica secondo il criterio dell offerta economicamente

Dettagli

Art. 1 Oggetto. Art. 2 Definizioni

Art. 1 Oggetto. Art. 2 Definizioni REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE PROCEDURE DI ACQUISTO IN ECONOMIA, AI SENSI DELL ART. 125 DEL D.LGS. N. 163/2006 E SS.MM.II. DELL AGENZIA REGIONALE PER LA TECNOLOGIA E L INNOVAZIONE Art. 1 Oggetto

Dettagli