CAPITOLATO PRESTAZIONALE LOTTO C

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "CAPITOLATO PRESTAZIONALE LOTTO C"

Transcript

1 CAPITOLATO PRESTAZIONALE LOTTO C SERVIZIO DI PULIZIE E SANIFICAZIONE AMBIENTALE NEGLI IMMOBILI APPARTENENTI ALL'UNIVERSITA' O DALLA STESSA UTILIZZATI SERVIZIO DI PULIZIE E SANIFICAZIONE AMBIENTALE

2 Art. 1 OGGETTO DEL SERVIZIO 1.1 L oggetto del presente capitolato è il servizio di pulizia, sanificazione ambientale, disinfezione, dei seguenti locali: Uffici del diritto allo studio, attività varie, stage, placement, orientamento, sale studio e magazzini in Viale Europa, 39; Cappella e locali adiacenti in Viale Europa, 39; Collegio Universitario in Via Valotti, 1; Collegio Universitario e Sala Polifunzionale in Via Valotti, 3; Residenze Universitarie in Via Paitone, 67 e Via San Faustino, 75; Residenza universitaria in via Contrada Carmine 4; Giardino e viali interni del campus da Viale Europa 39 a Via Valotti 3/B Foresteria via Pozzo dell Olmo n 22 / 24. Residenza universitaria Ex Emiliani in Viale Europa 39 Residenza universitaria Valotti 3/B Sono, inoltre, oggetto del servizio di pulizia tutti i locali e gli spazi afferenti alle aree sopra indicate relativi a: portineria, entrate, scale, androni, corridoi, uffici, sale d attesa, porticati, terrazze, balconi, scantinati, cortili, giardini, ascensori, mobili, arredi, vetri, serramenti, corpi illuminanti attrezzature tecniche e tutte le superfici calpestabili. Il totale della superficie interessata è di mq ,60 + mq ,60 di giardino, distribuiti come indicato nella seguente tabella: A B C D E TOTALE VALOTTI 3 piano interrato 30, ,2 211,5 1459,8 1947,7 piano terra 61, ,4 1931, ,5 primo piano ,9 56,8 412,6 4,3 1188,6 secondo piano ,8 412,6 4,3 1187,7 TOTALE EDIFICIO 527,7 992,9 1085,2 2968,3 1468,4 7042,5 VALOTTI 3B piano interrato ,4 805,1 984,5 piano terra 46,6 53,9 387,4 877, ,8 primo piano 90,1 461,1 166,3 256, ,1 secondo piano 123,4 374, , ,4 terzo piano 89,3 353, , ,6 soppalco 0 260,3 0 99, ,9 TOTALE EDIFICIO 349,4 1503,1 553, ,1 5093,3 SAN FAUSTINO 75 piano terra 5,5 0 39,3 54,4 4,7 103,9 primo piano 9,2 58,7 0 20,2 0 88,1 2

3 secondo piano 9,7 55,1 0 20,2 6,8 91,8 terzo piano 12,4 58,5 0 16,5 0 87,4 TOTALE EDIFICIO 36,8 172,3 39,3 111,3 11,5 371,2 PAITONE 67 piano terra 8,7 0 78,6 55,6 12,1 155 primo piano 32,8 64,9 0 40, ,1 secondo piano 29,5 72, ,1 terzo piano 27,2 74, ,1 quarto piano 24,3 23,4 0 19,6 0 67,3 sottotetto 14,4 8,3 0 19,7 0 42,4 TOTALE EDIFICIO 136,9 244,1 78,6 213,3 12,1 685 EX EMILIANI piano interrato ,4 176,8 58,5 335,7 piano rialzato 127,4 173,3 646,6 592,6 16,7 1556,6 primo piano 217,4 534, ,7 66,8 1310,8 secondo piano 148,5 315, ,2 30,1 869,2 piano terzo 215,7 407,6 9,9 248,7 6,8 888,7 TOTALE EDIFICIO ,2 756, , C. CARMINE 4 piano terra ,2 7,9 48,1 primo piano 76,2 110, , secondo piano 113,8 201,2 0 66, ,5 terzo piano 112,9 196,4 0 63, ,6 TOTALE EDIFICIO 302,9 508, ,9 7,9 1105,2 POZZO DELL'OLMO 20/22 Piano interrato/terra ,2 3,5 16,6 42,3 Piano terra ,6 35,7 2,2 132,5 primo piano 17,7 60, , ,5 secondo piano 16,6 86,3 0 24, ,3 terzo piano 16,7 86,9 0 25, ,9 quarto piano 41,8 57,6 0 31, ,9 TOTALE EDIFICIO 100,8 291,5 130,8 145,5 18,8 687,4 CAPPELLA piano terra interrato TOTALE EDIFICIO TOTALE AREE 2163,5 5143,6 3110,5 7491, , ,6 3

4 A B C D E bagni e cucine comuni camere uffici, sale lettura, aule spazi comuni garage, magazzini, interrati 1.2 Le Residenze Universitarie interessate dal servizio oggetto del presente Capitolato sono: Campus Bruno Boni composto da: V.Valotti, 1 70 posti letto V.Valotti, 3 88 posti letto Ex Emiliani 52 posti letto Valotti 3/B 93 posti letto Residenza Paitone, Via Paitone, posti letto Residenza S. Faustino, posti letto Residenza Carmine, C.da del Carmine, 4 39 posti letto Foresteria Olmo, C.da Pozzo dell Olmo, bilocali con cucina e soggiorno con 12 posti Gli spazi e le funzioni sono meglio dettagliati nelle planimetrie. Art. 2 DURATA DEL CONTRATTO La durata del contratto è stabilito in 3 (tre) anni con decorrenza 1 APRILE Il contratto è immediatamente impegnativo per l operatore economico aggiudicatario mentre sarà impegnativo per l Università solo dopo le prescritte superiori approvazioni. Il primo semestre sarà considerato a titolo sperimentale. Se la prestazione effettuata sarà ritenuta soddisfacente, secondo quanto accertato dagli uffici competenti, si procederà alla conferma del servizio per il restante periodo. L Università si riserva la facoltà di ripetere il servizio, ai sensi dell art. 57, comma 5, lett b) del D.lgs. 12 aprile 2006 n. 163 s.m.i., per ulteriori due anni e due mesi. Art. 3 ESTENSIONE DEL SERVIZIO 4

5 Con riferimento e ad integrazione di quanto stabilito nella Parte Tecnica, il servizio deve intendersi comprensivo di ogni costo relativo a macchinari ed attrezzature, materiale di consumo, personale, trasporti, assicurazioni ed ogni altra voce a carico dell operatore economico aggiudicatario. Art. 4 VARIAZIONE DELLA QUANTITA COMPLESSIVA L operatore economico aggiudicatario si impegna ad accettare variazioni in aumento o in diminuzione del servizio entro i limiti di legge. Tali variazioni saranno quantificate in x euro per mq. Tale coefficiente sarà desunto dalla divisione dell'importo dell'appalto per la superficie da pulire in utenza al Qualora l'università dovesse procedere alla chiusura temporanea dei locali per un periodo superiore a giorni 15, si procederà di comune accordo alla riduzione proporzionale del corrispettivo riferito. Art. 5 STIPULAZIONE DEL CONTRATTO E SPESE CONTRATTUALI L operatore economico aggiudicatario è obbligato alla stipulazione del contratto, alle condizioni ed entro i termini ivi indicati, ai sensi dell art.11 del D.lgs. 12 aprile 2006, n.163 s.m.i. L operatore economico aggiudicatario è tenuto al pagamento di tutte le spese contrattuali dovute secondo le Leggi in vigore per l imposta di bollo e di registro. Art. 6 ONERI A CARICO DELL OPERATORE ECONOMICO AGGIUDICATARIO L operatore economico aggiudicatario dovrà provvedere a proprie spese alla fornitura del materiale e delle attrezzature tecniche per l'esecuzione dei lavori di pulizia nella quantità e tipologia all'uopo richieste, nonché alla fornitura dei materiali d'uso per i servizi igienici. Questi dovranno essere compatibili con gli accessori igienici installati (portasaponi, portasalviette, portarotoli, ecc.), senza peraltro obbligare l'università alla loro sostituzione o adattamento. L operatore economico aggiudicatario assume ogni e qualsiasi responsabilità per danni a persone e cose che potrebbero derivare a terzi, per fatto della stessa o dei suoi dipendenti durante l'espletamento dei lavori di pulizia, stipulando una apposita assicurazione R.C.T.: copia della polizza di cui sopra dovrà essere presentata all Università. Art. 7 CONTROLLI E RILIEVI La vigilanza sull espletamento del servizio competerà all Università, per tutto il periodo di affidamento in appalto con la più ampia facoltà e nei modi ritenuti più idonei. L Università potrà conseguentemente disporre, in qualsiasi momento, ed a propria discrezione e giudizio, l ispezione delle attrezzature, locali e magazzini, ecc., e di tutto ciò che fa parte dell organizzazione del servizio, al fine di accertare l osservanza di tutte le norme stabilite nel presente Capitolato e previste per legge. L operatore economico aggiudicatario è tenuto a fornire al personale dell Università incaricato della vigilanza tutta la collaborazione necessaria, fornendo tutti i chiarimenti necessari e la relativa documentazione. 5

6 Art. 8 PENALI Il Direttore dell esecuzione del contratto ha il dovere di controllare la perfetta esecuzione dei lavori di pulizia ed ogni qualvolta sia rilevata una inosservanza a quanto disposto dal presente capitolato, proporrà al Responsabile Unico del procedimento l applicazione all operatore economico di una penale. L'Amministrazione Universitaria ha il diritto di applicare a carico dell operatore economico penali per ogni infrazione dei patti contrattuali o per ogni operazione imperfettamente eseguita. Nel caso di ripetuta violazione, inosservanza o incapacità di esecuzione da parte dell operatore economico, l'amministrazione Universitaria si riserva il diritto, senza il pregiudizio di eventuali addebiti, dell'immediata risoluzione del contratto. L'Amministrazione Universitaria, tramite il proprio Direttore dell esecuzione del contratto si riserva il diritto di accedere in qualsiasi momento ai locali assegnati all operatore economico come luogo di deposito di macchine attrezzi e prodotti e controllarne lo stato di manutenzione e pulizia. Se l Amministrazione accerterà il precario stato di pulizia di un locale o gruppo di locali derivanti da scarso livello delle pulizie ordinarie, avrà la facoltà di richiedere all operatore economico una serie di interventi di ripristino da eseguire entro cinque giorni dalla comunicazione, che non daranno luogo ad alcun addebito in quanto forniti a compensazione di servizio negligente di pulizia ordinaria prevista per la rispettiva categoria di locali. Per interventi a cadenza giornaliera o periodica non forniti e non seguiti da interventi di ripristino, l Amministrazione non provvederà al pagamento dell importo mensile relativo al plesso in cui non sono state eseguite le operazioni di pulizia e richiederà nota di accredito a storno del compenso per il servizio non reso. L Amministrazione Universitaria avrà, inoltre, la facoltà di applicare le seguenti penali: - pulizie ordinarie: inosservanza delle frequenze riportate nel piano di lavoro: penale pari al doppio dell importo giornaliero non fornito; - pulizie periodiche: ritardo di oltre sette giorni sulla programmazione: Euro 100 per il primo giorno ed Euro 50 per ogni ulteriore giorno di ritardo; - fasce orarie: inosservanza degli orari riportati nel piano di lavoro o concordati con l'amministrazione e rilevati direttamente dall'amministrazione: Euro 400, per ogni evento - mancato aggiornamento dell elenco nominativo del personale: Euro 200; - comportamento non corretto da parte dei dipendenti e comunque non consono all ambiente nel quale si svolge il servizio: da Euro 100 ad Euro 1.000, in base alla progressività e gravità dei comportamenti scorretti. - per mancata presenza del dipendente non seguita immediatamente da sostituzione entro i termini previsti dalla relazione tecnica, Euro 100 per ogni ora di mancata presenza. -per mancata applicazione della rilevazione customer annuale: Euro Resta inteso che reiterate mancanze o inadempienze dell operatore economico rispetto alle prescrizioni di questo capitolato potranno essere cumulativamente considerate ai fini della risoluzione unilaterale del contratto. Qualora l importo delle penali applicate sia pari al 10% dell importo contrattuale, l Amministrazione procederà alla risoluzione del contratto. 6

7 Art. 9 ALTRE NORME L eventuale subappalto è regolato dalle vigenti leggi. I pagamenti relativi ai servizi svolti dal subappaltatore o cottimista saranno effettuati dall aggiudicatario. L Università non provvederà al pagamento diretto dei subappaltatori; è fatto obbligo all affidatario di trasmettere, entro 20 giorni dalla data di ciascun pagamento effettuato nei propri confronti, copia delle fatture quietanzate relative ai pagamenti dall affidatario corrisposti al subappaltatore con l indicazione delle ritenute di garanzia effettuate; qualora l affidatario non trasmetta le fatture quietanzate del subappaltatore entro il predetto termine, l Università sospenderà il successivo pagamento a favore dell affidatario; la percentuale massima subappaltabile è pari al 30% dell importo contrattuale. L Operatore economico aggiudicatario risponde direttamente dei danni alle persone o alle cose, provocati nell esecuzione del servizio, restando a suo esclusivo carico qualsiasi risarcimento. Esso è perciò tenuto ad osservare tutte le disposizioni vigenti in materia di prevenzione di infortuni sul lavoro. Sono, inoltre, a suo totale carico gli obblighi e gli oneri dettati dalla normativa vigente, in materia di assicurazioni antinfortunistiche, assistenziali, previdenziali e sicurezza sul lavoro. L Operatore economico aggiudicatario si impegna ad osservare ed applicare integralmente tutte le norme contenute nei contratti collettivi di lavoro vigenti al momento in cui si svolge l appalto. In caso di inottemperanza agli obblighi precisati, accertata o segnalata dall Ispettorato del Lavoro, l Università procederà alla sospensione dei pagamenti, fino a quando l Ispettorato del Lavoro non avrà accertato che gli obblighi predetti sono stati regolarmente adempiuti. La partecipazione alla gara comporta la piena ed incondizionata accettazione di tutte le clausole e condizioni previste dalle disposizioni contenute nel presente Capitolato. L operatore economico aggiudicatario è tenuto a rispettare tutte le condizioni normative e retributive, nessuna esclusa, del Contratto Collettivo Nazionale di Lavoro per le imprese di pulizia. Il mancato rispetto da parte dell'impresa appaltatrice dei contratti collettivi richiamati, nonché delle norme relative agli oneri previdenziali, assistenziali e assicurativi nei confronti dei propri prestatori di lavoro, potrà comportare la risoluzione del contratto stipulato. L operatore economico si obbliga a continuare ad applicare i contratti collettivi anche dopo la loro scadenza e fino alla loro sostituzione, anche nel caso in cui non sia aderente alle associazioni stipulanti o receda da esse. Art. 10 RINVIO AL CODICE DEI CONTRATTI Per tutto ciò che non è espressamente previsto nel presente capitolato prestazionale, si farà espresso rinvio alle norme del codice dei contratti approvato con D.lgs. 12 aprile 2006, n.163 e s.m.i. ed ai principi generali vigenti in materia. 7

8 PARTE TECNICA 8

9 Servizi di pulizia, disinfezione, sanificazione. Art NORME GENERALI Un dipendente dell operatore economico dovrà essere reperibile durante tutto l'orario di servizio dell'università (giorni feriali dalle 8,00 alle 18,00). In caso di intervento di emergenza, le ore prestate saranno compensate in base al prezzo orario determinato in sede di gara. Dovrà essere dotato di automezzo proprio ed essere munito dell'attrezzatura necessaria per i servizi d'urgenza (aspiraliquidi, aspirapolvere, piccole attrezzature d'uso comune). Il dipendente di cui sopra, ai fini di un immediata reperibilità, dovrà essere dotato, a cura e spese dell operatore economico aggiudicatario, di telefono cellulare. I vari trattamenti di pulizia previsti nel presente capitolato sono ben definiti e si intendono impegnativi per l operatore economico aggiudicatario al fine di garantire il migliore livello di pulizia ed igiene da ottenersi con l'adozione di tecniche e di prodotti di alta qualità e resa. Per una manutenzione più razionale ed igienica, tutti i pavimenti in cotto, pietra serena, linoleum e gomme vanno protetti con idonee emulsioni polimeriche autolucidanti, salvo diverse indicazioni dell Università. E richiesta una pulizia di fondo dei fabbricati oggetto del servizio di pulizia, entro due mesi dall inizio del servizio, detta pulizia sarà concordata nei tempi e nei modi tra il Direttore dell esecuzione e l operatore economico aggiudicatario. Non è ammesso, all'interno dei locali soggetti al servizio di pulizia l'uso di segatura impregnata, alcool, ammoniaca, ipoclorito, acidi forti, (cloridrico, nitrico) e di altri prodotti che possono corrodere superfici, apparecchiature, ecc. La scopatura deve essere fatta a umido e solo dove è possibile si potranno utilizzare spazzole aspiranti. Tutti i prodotti chimici impiegati dovranno essere rispondenti alle normative vigenti (biodegradabilità, dosaggi, avvertenze di pericolosità). L operatore economico deve sottoporre al Direttore Tecnico dell esecuzione prima dell'inizio dei lavori, la documentazione completa di schede tecniche di tutti i prodotti che intende impiegare. Tutti i macchinari impiegati devono essere conformi alle prescrizioni antinfortunistiche vigenti. L operatore economico aggiudicatario si obbliga inoltre a fornire, prima dell'inizio dei lavori schede tecniche dei macchinari che si intendono impiegare. L operatore economico deve fornire una specifica descrizione e documentazione sulle metodiche di intervento di ciascun tipo di pavimentazione. Le pulizie descritte nel presente capitolato, a seguito di situazioni particolari ed a richiesta dell Università, potranno essere parzialmente o totalmente anticipate senza che ciò comporti il diritto a maggiorazione di spesa. 9

10 Art MODALITÀ E TEMPI DELLE PRESTAZIONI L operatore economico si impegna a provvedere alle pulizie previste nelle fasce orarie comprese tra le 9 e le 17, per le Residenze Universitarie Via Valotti 1 e 3, Valotti 3/B, Ex Emiliani, Via Paitone, Via S. Faustino, c.da del Carmine e la foresteria di via Pozzo dell Olmo, 22. Tra le ore 14 e le ore 7 del giorno successivo (dalle ore 19 alle ore 7 del giorno successivo per Lunedì e Mercoledì), per gli Uffici. Solo per le residenze, le operazioni previste nelle festività infrasettimanali dovranno essere comunque eseguite o recuperate nel giorno feriale successivo. Le pulizie previste dovranno essere di regola effettuate in tempi, in cui non possa essere intralciato il regolare andamento dei servizi e concordati con l Università. Art. 13 PERSONALE IMPIEGATO L operatore economico e, per esso, il suo personale devono uniformarsi a tutte le norme di carattere generale emanate dall Università ed attenersi a tutte le norme inerenti la sicurezza del lavoro. Il personale in servizio è tenuto a rispettare le consuete norme di educazione che definiscono i criteri di un comportamento civile e di correttezza nel lavoro. In particolare non deve prendere visione di documenti, pratiche e corrispondenza ovunque posti ed astenersi dal manomettere o prendere conoscenza di fatti e circostanze concernenti l'organizzazione e l'andamento dell Università. L operatore economico, ove richiesto dall Università, deve essere in grado in qualsiasi momento di precisare quando e a chi è stato affidato ogni singolo servizio. L operatore economico si impegna a corrispondere al personale adibito al servizio in appalto la giusta retribuzione in ottemperanza ai contratti ed agli accordi sindacali vigenti. L operatore economico aggiudicatario deve regolarmente soddisfare gli obblighi contributivi relativi alle assicurazioni sociali ed alle assicurazioni infortuni per quanto riguarda i propri dipendenti. L operatore economico deve fornire all Università l'elenco nominativo, con relative qualifiche, del personale addetto alle pulizie, compresi i sostituti; deve fornire copia del libro matricola, nonché la prova e la documentazione necessaria certificante l'adempimento degli obblighi assicurativi di legge e contrattuali. Tale elenco deve essere periodicamente aggiornato per le variazioni che dovessero intervenire. L Università, in caso di violazione di quanto prescritto nei precedenti punti, previa comunicazione all operatore economico dell'inadempienza emersa o denunciata dall'ispettore del Lavoro, potrà sospendere l'emissione dei mandati di pagamento per un ammontare corrispondente al dovuto ai dipendenti fino a che non si sarà ufficialmente accertato che il debito verso i lavoratori sia stato saldato, ovvero che l'eventuale vertenza sia stata conclusa. Per tale sospensione l operatore economico non potrà opporre eccezioni né avanzare pretese di risarcimenti di danni. Il personale dell operatore economico deve presentarsi in divisa da lavoro ed in modo decoroso ed igienico. La divisa deve portare la scritta o il distintivo di riconoscimento dell'impresa e la targhetta con il nome del dipendente. L operatore economico deve designare una persona con funzioni di "Responsabile Tecnico" da segnalare all' Università. 10

11 Funzione del Responsabile Tecnico è quella di controllare e far osservare al personale impiegato le funzioni ed i compiti stabiliti. Tutte le comunicazioni e le contestazioni di inadempienza fatte in contraddittorio con detto Responsabile Tecnico, che dovrà essere munito di delega espressa da parte dell'impresa, dovranno intendersi fatte direttamente all operatore economico. Il Responsabile Tecnico durante le ore di servizio deve essere a disposizione Università. L operatore economico dovrà indicare un indirizzo per le comunicazioni degli eventuali disservizi che dovessero presentarsi. Ogni operatore deve dimostrare di essere a conoscenza dei criteri di pulizia e sanificazione e delle corrette procedure di intervento di tutte le operazioni che gli competono. L Università provvederà a nominare al momento della stipula del contratto un Direttore dell Esecuzione del Contratto (D.E.C.), per i servizi di pulizia con il compito di tenere i contatti con il Responsabile Tecnico dell'impresa e di coordinare al meglio il servizio. Il D.E.C. verificherà periodicamente, anche attraverso indagini sistematiche o campionarie presso gli utenti e i responsabili delle varie strutture universitarie, la qualità del servizio prestato e qualora riscontri gravi o ripetute inosservanze o violazione di quanto previsto dal presente capitolato provvederà ad avviare le procedure per l applicazione delle penali. La ripetizione del presente contratto è comunque subordinato ad una relazione sulla qualità del servizio a cura del D.E.C. Art SERVIZIO DI PULIZIA Oggetto del presente servizio, è assicurare il comfort igienico-ambientale nelle aree interne ed esterne dell Unità di Gestione attraverso un corretto svolgimento delle attività nel rispetto della normativa vigente, delle linee guida, dei protocolli igienici e delle disposizioni applicate dall Università. L operatore economico, nell erogazione di tale servizio, dovrà assicurare: - la garanzia e la salvaguardia dello stato igienico e sanitario dell ambiente, con una riduzione/abbattimento del rischio di infezioni; - il comfort ambientale degli ospiti, dei visitatori e dei dipendenti dell Università. Il mantenimento del livello di Igiene delle aree costituenti l Unità di Gestione è un elemento fondamentale nella qualità del servizio reso dall operatore economico e percepito dagli ospiti/dipendenti. Aree Omogenee Le specifiche del Servizio di Pulizia si basano sulla classificazione degli ambienti in Aree Omogenee. Le Aree Omogenee saranno individuate in funzione del livello di igienizzazione da mantenere e si differenziano tra loro per attività, frequenze e periodicità che l appaltatore è tenuto a rispettare. Il rispetto di frequenze e periodicità delle attività e la corretta esecuzione delle stesse non esaurisce il compito dell appaltatore che è tenuto a garantire, per ciascuna Area Omogenea, il massimo comfort igienico-ambientale. 11

12 Le Aree Omogenee individuate sono cinque, contrassegnate con lettere dell alfabeto, le cui consistenze sono indicate nella seguente tabella: Area Ambienti A B C D E Bagni e docce Cucine Camere Uffici Sale lettura, ricreativa, TV Sala associazioni Aule studio Aula informatica Aula polifunzionale Sala regia Cappella Sala snack Ingresso Corridoi Cavedio Scale Ascensori Porticato Balconi Superfici esterne: Vialetti, Giardini, Strade interne, Parcheggio bici esterno, Targhe esterne Garage Lavanderia Sala macchine ascensori Centrali termiche Magazzini Archivi Attività previste Il Servizio di Pulizia si può scomporre in attività elementari le cui principali vengono di seguito descritte. 12

13 Cod. Attività elementari Descrizione 1 Lavaggio Solubilizzazione ed asportazione dello sporco con modalità e mezzi idonei, in relazione al substrato da trattare. 2 Sanificazione Attività di pulizia, eseguita con uso di detergenti, finalizzata alla riduzione della contaminazione batterica presente sul substrato. 3 Spolveratura ad umido Asportazione della polvere dalle superfici mediante l impiego di panni sintetici od in tessuto, trattati preventivamente con soluzioni detergenti o detergenti/disinfettanti che favoriscano la cattura delle polveri e consentano l eliminazione di eventuali impronte. 4 Scopatura ad umido Asportazione della polvere e dei residui mobili dalle superfici pavimentali interne, sia dure sia resilienti, a conformazione liscia ed uniforme con l impiego di garze di cotone umidificate o di garze monouso preumidificate. 5 Scopatura a secco Asportazione della polvere e dei residui mobili dalle superfici pavimentali delle aree esterne 6 Eliminazione impronte ed aloni Rimozione di aloni e di impronte che si formano su superfici vetrate e laminate quali: porte, scrivanie, cabine degli ascensori, personal computer, interruttori, etc. 7 Risanamento Intervento periodico che prevede l asportazione dai locali di tutti gli arredi amovibili, la sanificazione di tutte le superfici lavabili, sia interne che esterne, come pavimenti, arredi, suppellettili, pareti, soffitti e corpi illuminanti, pentole, armadietti personali delle cucine etc. 8 Disincrostazione Eliminazione di incrostazioni calcaree dalle superfici. 9 Aspirazione meccanica Da effettuarsi con apposito macchinario. A ciascuna delle attività elementari corrisponde una frequenza. Tale frequenza costituisce una prescrizione di riferimento per garantire un livello igienico consono alle specificità delle aree in oggetto. Si riporta la legenda delle abbreviazioni utilizzate per indicare le frequenze associate a ciascuna attività. Abbreviazioni 1G X 7S Descrizione 1 volta al giorno per 7 giorni la settimana. 13

14 Abbreviazioni Descrizione 1G X 6S 1 volta al giorno per 6 giorni la settimana. 1G X 5S 1 volta al giorno per 5 giorni la settimana. 1S 1 volta alla settimana. 1M 1 volta al mese. 6 A 6 volte all anno 4 A 4 volte all anno. 1 A 1 volta all anno. Art FREQUENZA 1G X 7S per sale studio Valotti 3 e Valotti 3/B e aree contigue A.1 A Bagni e docce Sanificazione e lavaggio pavimenti, lavandino, bidé, box doccia, comuni piastrelle dei bagni e delle docce, scopino, porta salviette, specchi. A.2 A Bagni e docce Svuotatura e sanificazione dei contenitori rifiuti, sostituzione dei comuni sacchetti A.3 A Bagni e docce Rimozione di capelli o altro residuo dalle pilette e dagli scarichi di: comuni lavandini, piatti docce. A.4 A Bagni sale Sanificazione e lavaggio pavimenti, lavandino, bidé, box doccia, lettura piastrelle dei bagni e delle docce, scopino, porta salviette, specchi. A.5 A Sala snack Svuotare i contenitori dello sporco e sostituire i sacchetti, lavaggio Valotti 3/B dei pavimenti, pulizia e lavaggio delle sedie e dei tavolini CD.1 C D Sala lettura, sala Scopatura a secco dei pavimenti associazioni, aula informatica, porticato, vialetti CD.2 C D Sala lettura, sala Lavaggio dei pavimenti associazioni, aula informatica, porticato, CD.3 C - D Sala lettura, sala Spolveratura ad umido di arredi, computer, interruttori associazioni, aula informatica D.1 D Superfici esterne Raccolta di carta, mozziconi di sigarette o altri oggetti che si trovino ad esempio: nel giardino, sulle panchine, ai bordi delle strade o sui muri. 14

15 Art FREQUENZA 1G X 6S Codice Area Locale Attività A.6 A Cucine di piano Svuotatura e sanificazione dei contenitori rifiuti, sostituzione dei sacchetti A.7 A Cucina di piano Sanificazione e lavaggio dei pavimenti, lavandini, ripiani, tavoli, sedie, piastrelle. A.8 A Cucina di piano Fornitura e distribuzione sapone liquido naturale e carta asciugamani colore bianco A.9 A Cucina di piano Rimozione di residui dalle pilette e dagli scarichi dei lavandini. A.10 A Bagni sale Sanificazione e lavaggio pavimenti, lavandino, bidé, box doccia, lettura piastrelle dei bagni e delle docce, scopino, porta salviette, specchi. A.11 A Bagni e docce Sanificazione e lavaggio pavimenti, lavandino, bidé, box doccia, comuni piastrelle dei bagni e delle docce, scopino, porta salviette, specchi. A.12 A Bagni e docce Svuotatura e sanificazione dei contenitori rifiuti, sostituzione dei comuni sacchetti A.13 A Bagni e docce Rimozione di capelli o altro residuo dalle pilette e dagli scarichi di: comuni lavandini, piatti docce. C.1 C Sala snack Svuotare i contenitori dello sporco e sostituire i sacchetti, lavaggio Valotti 3/B CD.4 C D Sala lettura, sala associazioni, aula informatica, porticato, vialetti CD.5 C D Sala lettura, sala associazioni, aula informatica, porticato, CD.6 C - D Sala lettura, sala associazioni, aula informatica dei pavimenti, pulizia e lavaggio delle sedie e dei tavolini Scopatura a secco dei pavimenti Lavaggio dei pavimenti Spolveratura ad umido di arredi, computer, interruttori D.2 D Superfici esterne Raccolta di carta, mozziconi di sigarette o altri oggetti che si trovino ad esempio: nel giardino, sulle panchine, ai bordi delle strade o sui muri. D.3 D Superfici esterne Svuotamento e sostituzione dei sacchetti di tutti i contenitori per i rifiuti esterni. Pulizia della sabbia dei posacenere esterni 15

16 Art FREQUENZA 1G X 5S Codice Area Locale Attività A.14 A Bagni Uffici Bagni sale studio Sanificazione pavimenti, lavandino, bidé, box doccia, piastrelle dei bagni e delle docce, scopino, porta salviette, specchi. A.15 A Bagni uffici e sale Fornitura e distribuzione carta igienica due veli, sapone studio A.16 A Bagni aula polifunzionale liquido naturale e carte asciugamani colore bianco Lavaggio e Sanificazione pavimenti, lavandino, bidé, box doccia, piastrelle dei bagni e delle docce, scopino, porta salviette, specchi. A.17 A Bagni aula Fornitura e distribuzione carta igienica due veli, sapone polifunzionale liquido naturale e carte asciugamani colore bianco C.2 C Uffici Scopatura a umido dei pavimenti C.3 C Uffici Lavaggio dei pavimenti C.4 C Uffici Eliminazione impronte e aloni da porte e arredi C.5 C Uffici Svuotatura e sanificazione dei contenitori rifiuti, sostituzione dei sacchetti C.6 C Uffici Spolveratura ad umido di arredi, computer, interruttori C.7 C Aula polifunzionale, sala regia, scale C.8 C Aula polifunzionale, sala regia, scale C.9 C Aula polifunzionale, sala regia, scale C.10 C Aula polifunzionale, sala regia, scale Scopatura a secco dei pavimenti Lavaggio Sanificazione dei pavimenti Spolveratura ad umido degli arredi Svuotatura e sanificazione dei contenitori rifiuti, sostituzione dei sacchetti D.4 D Ingresso, corridoi, Scopatura a secco dei pavimenti scale, ascensori D.5 D Ingresso, corridoi, Lavaggio dei pavimenti scale, ascensori D.6 D Ascensori - Eliminazione impronte ed aloni Ingressi D.7 D Superfici esterne Svuotatura e sanificazione dei contenitori rifiuti del giardino e del porticato, sostituzione dei sacchetti D.8 D Ascensori Lavaggio dei pavimenti, lavaggio degli specchi, rimozione di impronte e macchie sulle pareti E.1 E lavanderia Scopatura a secco 16

17 E.2 E lavanderia Spolveratura ad umido delle lavatrici e dell arredo Art FREQUENZA 1S Codice Area Locale Attività A.18 A Bagno e doccia in camera e appartamento salviette, specchi.. A.19 A Bagno e doccia in camera e appartamento A.20 A Bagno e doccia in camera e appartamento A.21 A Cucine appartamenti Sanificazione pavimenti, lavandino, bidé, box doccia, piastrelle dei bagni e delle docce, scopino, porta Fornitura e distribuzione carta igienica due veli, sapone liquido naturale e carte asciugamani colore bianco Rimozione di capelli o altro residuo dalle pilette e dagli scarichi di: lavandini, piatti docce Svuotatura e sanificazione dei contenitori rifiuti, sostituzione dei sacchetti. Dovranno essere lasciati due sacchetti di ricambio per contenitore. A.22 A Cucina appartamenti Sanificazione dei pavimenti, lavandini, ripiano, tavoli, sedie. A.23 A Cucina appartamenti Fornitura e distribuzione sapone liquido naturale e carte asciugamani colore bianco A.24 A Cucina di piano e Pulizia dei forni con apposito prodotto sgrassante appartamenti B.1 B Camere Aspirazione meccanica dei pavimenti e zone non raggiungibili manualmente. B.2 B Camere Lavaggio dei pavimenti B.3 B Camere Spolveratura ad umido degli arredi B.4 B Camere Eliminazione impronte e aloni B.5 B Camere Svuotatura e sanificazione dei contenitori rifiuti, sostituzione dei sacchetti. Dovranno essere lasciati due sacchi di cambio C.11 C Cappella Scopatura ad umido dei pavimenti C.12 C Cappella Sanificazione dei pavimenti C.13 C Cappella Spolveratura ad umido degli arredi C.14 C Cappella Svuotatura e sanificazione dei contenitori rifiuti, sostituzione dei sacchetti C.15 C Uffici sala lettura Aula informatica D.9 D Balconi Scopatura a secco D.10 D Balconi Lavaggio Spolveratura con prodotti antistatici di apparecchi televisivi e computer. 17

18 D.11 D Superfici esterne Scopatura a secco Cavedio ABCD.1 A-B-C-D tutti Spolveratura ad umido delle pareti lavabili e dei soffitti, al fine di eliminare ragnatele, le macchie sulle pareti con superfici lavabili e quelle presenti su battiscopa. Art FREQUENZA 1M Codice Area Locali Attività A.25 A Bagni Lavaggio in lavatrice delle tende delle docce A.26 A cucine Lavaggio e disincrostazione di tutte le pentole. A.27 A Cucine Sanificazione e sbrinatura di frigo e congelatori. Prima di procedere dovrà essere apposta idonea segnalazione della data entro la quale i frigo e i freezer dovranno essere svuotati. Gli alimenti trovati nei frigo e nei freezer nel giorno della pulizia andranno gettati A.28 A Cucine Pulizia delle cappe di aspirazione. Il prodotto che verrà utilizzato dovrà essere specificato nelle schede tecniche ed approvato dall Università. A.29 A Cucine Pulizia dei contenitori della raccolta differenziata A Cucine Lavaggio dei contenitori della raccolta differenziata A.30 A.31 A Cucine Pulizia interna degli armadietti. Gli alimenti trovati nel giorno della pulizia andranno gettati C.16 C Box posta Spolveratura ad umido del casellario della reception D.12 D Porticato Sostituzione della sabbia presente nei posacenere esterni E.3 E Lavanderia Pulizia dei filtri delle lavatrici con asportazioni di fili, sporco etc.. E.4 E garage Scopatura a secco E.5 E Locale ascensori, Scopatura a secco centrali termiche E.6 E Scale emergenza Scopatura a secco e rimozione degli oggetti presenti ABCD.2 A-B-C-D Tutti i locali lavaggio di tutte le pareti lavabili e battiscopa al fine di eliminare macchie e segni. ABCD.3 A-B-C-D Scale interne Pulizia delle ringhiere ABCDE.1 A-B-C- D-E Tutti gli ambienti Rimozione di adesivi, manifesti da porte, pareti, arredi, muri, etc. 18

19 Art FREQUENZA 6A ACD.1 A-C-D Tutti Pulizia con apposito macchinario di tutti i pavimenti sia interni che quelli dei porticati. L operazione di pulizia andrà eseguito dove gli spazi e gli accessi lo permettono con apposito macchinario lava asciuga e spazzatrici elettriche. Per la sala polifunzionale il lavoro andrà eseguito rimuovendo, pulendo e riposizionando sedie e tavoli. E.7 E magazzini Scopatura a secco E.8 E magazzini Lavaggio pavimenti A.32 A Bagni (tutte le tipologie)- cucine (tutte le tipologie) A.33 A Bagni (tutte le tipologie)- cucine (tutte le tipologie) Art FREQUENZA 4A blocco 1 Disincrostazione di sanitari, lavabi, rubinetterie, diffusori docce, specchi, piastrelle, box docce. Sanificazione delle pareti con piastrelle. Art FREQUENZA 4A blocco 2 ABCD.4 A-B-C-D tutti Lavaggio di: vetri internamente ed esternamente, infissi, porte, davanzali, portoni, targhe esterne, cornici, maniglie, corrimano. Eventuali oggetti presenti sui davanzali dovranno essere spostati Art FREQUENZA 4A blocco 3 Codice Area Locali Attività C.17 C Uffici Spolveratura ad umido: di scaffali e libri C.18 C Uffici Spolveratura ad umido di tende e/o veneziane ABCD.5 A-B-C-D tutti Aspirazione e lavaggio di poltrone, divani, sedie in tessuto CE.1 C-E Uffici - archivi Aspirazione interna di librerie, scaffalature, e/o armadi 19

20 adibiti a libreria o archiviazione documenti (solo zone libere senza spostare documenti) Art FREQUENZA 1/A blocco 1: A.34 A Bagni e cucine Smontaggio e pulizia con soluzione anticalcare dei soffioni delle docce Art FREQUENZA 1/A blocco 2: Codice Area Locali Attività CE.2 C E Uffici - archivi Lavaggio di librerie, scaffalature, bacheche per avvisi sia chiuse che aperte, e/o armadi adibiti a libreria o archiviazione documenti. Durante l operazioni i libri e i faldoni andranno tolti dai ripiani e riposizionati dopo essere stati puliti. ABCD.6 A-B-C-D Tutti Lavaggio di fondo con successiva ceratura per i pavimenti degli uffici e dei corridoi di Viale Europa 39. Dovrà essere previsto lo spostamento di tutti gli arredi movibili. L Università provvederà a scollegare e scablare tutte le apparecchiature elettriche e/o informatiche e/o telematiche posizionate sugli arredi. ABCD.7 A-B-C-D Tutti i locali Risanamento completo di tutti gli immobili. (attenzione ai corpi illuminati elettricità) ABCD.8 A-B-C-D tutti Spolveratura ad umido di: termosifoni da effettuarsi prima dell accensione degli stessi Art ULTERIORI SPECIFICHE PER IL SERVIZIO DI PULIZIA Tutte le attività descritte nel presente Capitolato dovranno essere eseguite a regola d arte rispettando: i contenuti del presente Capitolato tecnico; le disposizioni ed i protocolli di pulizia dell Università; le istruzioni d uso dei materiali e delle attrezzature utilizzate; i seguenti principi generali: iniziare a pulire dalla zona meno sporca a quella più contaminata; non utilizzare scope di saggina, nylon, spugne, spazzoloni, stracci per pavimenti, piumini o segatura; per il lavaggio delle scale usare idonei attrezzi a bandiera o microfibra, non a perdere con soluzione detergente, sostituendo il tampone ad ogni cambio scala; per il lavaggio dei pavimenti utilizzare sistemi con soluzioni detergenti, frange a bandiera ad occhiello o microfibra; proteggere tutti i pavimenti duri e resistenti con emulsioni polimeriche autolucidanti; 20

CAPITOLATO DI APPALTO PER IL SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI UFFICI DI ROMA ENTRATE SPA E FORNITURA DEL MATERIALE PER I RELATIVI SERVIZI IGIENICI

CAPITOLATO DI APPALTO PER IL SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI UFFICI DI ROMA ENTRATE SPA E FORNITURA DEL MATERIALE PER I RELATIVI SERVIZI IGIENICI CAPITOLATO DI APPALTO PER IL SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI UFFICI DI ROMA ENTRATE SPA E FORNITURA DEL MATERIALE PER I RELATIVI SERVIZI IGIENICI Art. 1 Oggetto del capitolato Il presente appalto prevede: la

Dettagli

AUTORITA' DI BACINO DEL FIUME TEVERE

AUTORITA' DI BACINO DEL FIUME TEVERE Allegato alla determinazione dirigenziale n. 1/2011 AUTORITA' DI BACINO DEL FIUME TEVERE Ufficio di Segreteria Giuridico-Amministrativa U.O. Affari Generali, Giuridici e di Raccordo Istituzionale Via V.

Dettagli

SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI UFFICI E LOCALI COMUNALI

SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI UFFICI E LOCALI COMUNALI CITTÀ DI MARTINA FRANCA Provincia di Taranto SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI UFFICI E LOCALI COMUNALI CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO COMUNE DI MARTINA FRANCA - Piazza Roma, 32-74015 Martina Franca (Ta) Tel. 0804836111

Dettagli

00185 Roma Via Castelfidardo, 41

00185 Roma Via Castelfidardo, 41 CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO PER IL SERVIZIO DI PULIZIA DEI LOCALI SEDE DEGLI UFFICI DELL ENTE NAZIONALE DI PREVIDENZA ED ASSISTENZA DEI VETERINARI (VIA CASTELFIDARDO, 41), DELLE PARTI COMUNI DELL IMMOBILE

Dettagli

Capitolato Tecnico. Pagina 1

Capitolato Tecnico. Pagina 1 Gara a procedura aperta per l affidamento dei servizi di facchinaggio della sede di SACE sita in Roma Piazza Poli 37/42 - CIG 5778360584 Pagina 1 1 PREMESSA 3 2 Oggetto dell Appalto 3 3 Durata dell Appalto

Dettagli

Direzione Centrale Manutenzione, Contratti e Beni Confiscati Acquisti

Direzione Centrale Manutenzione, Contratti e Beni Confiscati Acquisti Direzione Centrale Manutenzione, Contratti e Beni Confiscati Acquisti PROCEDURA DI GARA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA, IGIENE AMBIENTALE E FACCHINAGGIO DA EFFETTUARSI PRESSO GLI UFFICI DELL

Dettagli

MINISTERO DELLA GIUSTIZIA DIPARTIMENTO DELL AMMINISTRAZIONE PENITENZIARIA DIREZIONE GENERALE DEL RISORSE MATERIALI DEI BENI E DEI SERVIZI

MINISTERO DELLA GIUSTIZIA DIPARTIMENTO DELL AMMINISTRAZIONE PENITENZIARIA DIREZIONE GENERALE DEL RISORSE MATERIALI DEI BENI E DEI SERVIZI MINISTERO DELLA GIUSTIZIA DIPARTIMENTO DELL AMMINISTRAZIONE PENITENZIARIA DIREZIONE GENERALE DEL RISORSE MATERIALI DEI BENI E DEI SERVIZI CAPITOLATO TECNICO Servizio di pulizia, di facchinaggio interno

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI EDIFICI DELL UNIVERSITA PER IL TRIENNIO 2010-2013.

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI EDIFICI DELL UNIVERSITA PER IL TRIENNIO 2010-2013. UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI CAGLIARI DIREZIONE FINANZIARIA Settore Acquisto Beni e Servizi e Gestione Contratti CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI EDIFICI DELL

Dettagli

COMUNE DI CERIANO LAGHETTO Provincia di Monza e della Brianza Via Roma 18 20816 Ceriano Laghetto www.ceriano-laghetto.org

COMUNE DI CERIANO LAGHETTO Provincia di Monza e della Brianza Via Roma 18 20816 Ceriano Laghetto www.ceriano-laghetto.org CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI IMMOBILI DEL COMUNE DI CERIANO LAGHETTO E SERVIZI AUSILIARI - PERIODO 01/01/2011 31/12/2013 (CIG 058147692A) ART. 1 - OGGETTO

Dettagli

FONDAZIONE E.N.P.A.I.A. ENTE NAZIONALE DI PREVIDENZA PER GLI ADDETTI E PER GLI IMPIEGATI IN AGRICOLTURA

FONDAZIONE E.N.P.A.I.A. ENTE NAZIONALE DI PREVIDENZA PER GLI ADDETTI E PER GLI IMPIEGATI IN AGRICOLTURA CAPITOLATO SPECIALE Procedura aperta per l'affidamento del servizio di pulizia ordinaria della sede della Fondazione E.N.P.A.I.A. di viale Beethoven, 48 Roma. CIG 6220354E7E ARTICOLO 1 OGGETTO DELL APPALTO

Dettagli

Periodo: 1.3.2011 28.2.2014

Periodo: 1.3.2011 28.2.2014 PROCEDURA IN ECONOMIA ex art. 125 del D. Lgs. n. 63/2006 per l affidamento del servizio di CONTROLLO INTEGRATO DELLE INFESTAZIONI ENTOMATICHE E MURINE PRESSO LE STRUTTURE UNIVERSITARIE Periodo: 1.3.2011

Dettagli

Servizio di Pulizia della sede del Comando di Roma Carabinieri per la tutela della Salute, viale dell Aeronautica n. 122

Servizio di Pulizia della sede del Comando di Roma Carabinieri per la tutela della Salute, viale dell Aeronautica n. 122 MINISTERO DELLA SALUTE UFFICIO GENERALE DELLE RISORSE DELL ORGANIZZAZIONE E DEL BILANCIO UFFICIO VIII EX DGPOB LOTTO 2. AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA DELLA SEDE DEL COMANDO CARABINIERI PER LA TUTELA

Dettagli

VIT S.R.L. CAPITOLATO SPECIALE PER L'AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DELLA STRUTTURA POLIFUNZIONALE DENOMINATA CHALET PINETA IN COMUNE DI CEVO (BS)

VIT S.R.L. CAPITOLATO SPECIALE PER L'AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DELLA STRUTTURA POLIFUNZIONALE DENOMINATA CHALET PINETA IN COMUNE DI CEVO (BS) VIT S.R.L. CAPITOLATO SPECIALE PER L'AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DELLA STRUTTURA POLIFUNZIONALE DENOMINATA CHALET PINETA IN COMUNE DI CEVO (BS) Art. 1 - Oggetto dell affidamento L oggetto dell affidamento

Dettagli

SCHEMA DI CONTRATTO. L'anno duemila..., il giorno del mese di...in Roma

SCHEMA DI CONTRATTO. L'anno duemila..., il giorno del mese di...in Roma SCHEMA DI CONTRATTO L'anno duemila..., il giorno del mese di.....in Roma TRA Lottomatica Group S.p.A. con sede in Roma, Viale del Campo Boario n. 56/d - 00154 Codice Fiscale e Partita IVA n. 08028081001,

Dettagli

CAPITOLATO TECNICO E DISCIPLINARE DI GARA

CAPITOLATO TECNICO E DISCIPLINARE DI GARA Procedura aperta per l affidamento del servizio di pulizia ordinaria e di attività ausiliarie accessorie per la sede nazionale di Fondimpresa sita in Roma in via della Ferratella in Laterano n. 33 CAPITOLATO

Dettagli

l esclusivo sistema per la diluizione ed il dosaggio dei prodotti ultraconcentrati

l esclusivo sistema per la diluizione ed il dosaggio dei prodotti ultraconcentrati CATALOGO EXA l esclusivo sistema per la diluizione ed il dosaggio dei prodotti ultraconcentrati + pratico + sicuro + economico + ecologico 3 edizione Azienda Certificata ISO 9001 e ISO 14001 IL SISTEMA

Dettagli

Con la presente scrittura privata in tre originali, di cui uno per uso di. registrazione e due per uso delle parti, tra l Istituto Poligrafico e Zecca

Con la presente scrittura privata in tre originali, di cui uno per uso di. registrazione e due per uso delle parti, tra l Istituto Poligrafico e Zecca CONTRATTO DI APPALTO PER IL SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI STABILIMENTI DI ROMA DELL ISTITUTO POLIGRAFICO E ZECCA DELLO STATO S.p.A.: - STABILIMENTO DI P.ZZA VERDI - P.zza Verdi 10 - STABILIMENTO SALARIO Via

Dettagli

ASL n 7 Carbonia CAPITOLATO SPECIALE

ASL n 7 Carbonia CAPITOLATO SPECIALE ASL n 7 Carbonia CAPITOLATO SPECIALE PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO TRIENNALE DEL SERVIZIO DI PULIZIA E SANIFICAZIONE - SERVIZI INTEGRATI/MULTISERVIZI DELLA ASL N 7 DI CARBONIA ( Lotto Unico - CIG

Dettagli

COMUNE DI CAMPORGIANO

COMUNE DI CAMPORGIANO COMUNE DI CAMPORGIANO PROVINCIA DI LUCCA Piazza Roma n. 1 Tel. 0583/618888 Fax. 0583/618433 C.F. 00398710467 E-mail : demografico@comune.camporgiano.lu.it CAPITOLATO D APPALTO AFFIDAMENTO MEDIANTE PROCEDURA

Dettagli

COMUNE DI GENZANO DI ROMA PROVINCIA DI ROMA C.A.P. 00045

COMUNE DI GENZANO DI ROMA PROVINCIA DI ROMA C.A.P. 00045 CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA, SORVEGLIANZA E PULIZIA, NELLE SCUOLE DELL INFANZIA PARITARIE COMUNALI TRUZZI E G. RODARI DI GENZANO DI ROMA ANNI SCOLASTICI 2012/2013-2013/2014-2014/2015,

Dettagli

Casa dello Studente Leonardo da Vinci Dateo Gauss Khayyam Archimede Carta dei servizi

Casa dello Studente Leonardo da Vinci Dateo Gauss Khayyam Archimede Carta dei servizi Area Tecnico Edilizia Area Servizi Residenziali Residenze universitarie Casa dello Studente Leonardo da Vinci Dateo Gauss Khayyam Archimede Politecnico di Milano Area Tecnico Edilizia Piazza Leonardo da

Dettagli

Art. 1 Oggetto del servizio

Art. 1 Oggetto del servizio CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO TRASLOCHI NEGLI ISTITUTI SCOLASTICI, NEI CENTRI SCOLASTICI, NEI CENTRI DI FORMAZIONE PROFESSIONALE E NEGLI UFFICI DI COMPETENZA PROVINCIALE

Dettagli

per l affidamento del servizio di pulizia degli uffici comunali.

per l affidamento del servizio di pulizia degli uffici comunali. SERVIZIO SEGRETERIA AA.GG. CAPITOLATO SPECIALE D ONERI per l affidamento del servizio di pulizia degli uffici comunali. Pontecagnano Faiano,lì 28.07.2005 (Aggiornamento 4.08.2005) INDICE ART.1 NORME DI

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER IL SERVIZIO DI PULIZIA PRESSO IL CASTELLO DI MONTERIGGIONI. C a p o I C A RATTERISTI CHE DELL AP P ALTO

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER IL SERVIZIO DI PULIZIA PRESSO IL CASTELLO DI MONTERIGGIONI. C a p o I C A RATTERISTI CHE DELL AP P ALTO CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER IL SERVIZIO DI PULIZIA PRESSO IL CASTELLO DI MONTERIGGIONI C a p o I C A RATTERISTI CHE DELL AP P ALTO Art. 1 - OGGETTO 1. Il presente capitolato ha per oggetto lo svolgimento,

Dettagli

BONUS MOBILI ED ELETTRODOMESTICI

BONUS MOBILI ED ELETTRODOMESTICI BONUS MOBILI ED ELETTRODOMESTICI Gli aggiornamenti più recenti Proroga dell agevolazione al 31 dicembre 2015 I quesiti più frequenti aggiornamento aprile 2015 ACQUISTI AGEVOLATI IMPORTO DETRAIBILE MODALITA

Dettagli

! " # $" $ () # $ $ % % # % $ + $ & "!" $ $ $ # #

!  # $ $ () # $ $ % % # % $ + $ & ! $ $ $ # # !!"!%!!!& '! " " ()! **" % % % + & "!"!" " ' % ''(, ( ) ) *+ (, + ( +! ( - "&.& + & & ''-- + / 0( 0 1 2 ))3-01"( + ( +! % ( + + & ( + 4 + & ( 5 + + 4 ( 6 + 0 (+ ( + + ( 6 / 6 0 (! ' 7 3!. ( 89 :;:

Dettagli

1)La Fondazione Arena di Verona, con sede in Verona (Italia), Via. Roma 7/d (in seguito denominata Fondazione) telefono 045

1)La Fondazione Arena di Verona, con sede in Verona (Italia), Via. Roma 7/d (in seguito denominata Fondazione) telefono 045 BANDO DI GARA CON PROCEDURA APERTA 1)La Fondazione Arena di Verona, con sede in Verona (Italia), Via Roma 7/d (in seguito denominata Fondazione) telefono 045 8051811 fax 045 8011566 - sito internet www.arena.it

Dettagli

Nuova detrazione IRPEF del 50% per l acquisto di mobili ed elettrodomestici - Chiarimenti dell Agenzia delle Entrate

Nuova detrazione IRPEF del 50% per l acquisto di mobili ed elettrodomestici - Chiarimenti dell Agenzia delle Entrate Informativa ONB Nuova detrazione IRPEF del 50% per l acquisto di mobili ed elettrodomestici - Chiarimenti dell Agenzia delle Entrate INDICE 1 Premessa... 2 2 Soggetti beneficiari... 2 3 Ambito oggettivo

Dettagli

CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO. Ai sensi dell art. 1, comma 2, lett. A) della legge 9 dicembre 1998 n 431

CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO. Ai sensi dell art. 1, comma 2, lett. A) della legge 9 dicembre 1998 n 431 CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO Ai sensi dell art. 1, comma 2, lett. A) della legge 9 dicembre 1998 n 431 e degli artt. 1571 e seguenti del codice civile. CON LA PRESENTE SCRITTURA PRIVATA la CAMERA

Dettagli

MODELLO-BASE CONVENZIONE-CONTRATTO PER LA REALIZZAZIONE DELL INTERVENTO NUOVI PERCHORSI

MODELLO-BASE CONVENZIONE-CONTRATTO PER LA REALIZZAZIONE DELL INTERVENTO NUOVI PERCHORSI Assessorato alla f amiglia, all Educazione ed ai Giov ani Municipio Roma III U.O. Serv izi Sociali, Educativ i e Scolastici Allegato n. 3 al Bando d Istruttoria Pubblica per l intervento Nuovi PercHorsi

Dettagli

ISTITUTO NAZIONALE DI STATISTICA Direzione Generale Direzione Centrale per l Attività Amministrativa e la Gestione del Patrimonio CAPITOLATO TECNICO

ISTITUTO NAZIONALE DI STATISTICA Direzione Generale Direzione Centrale per l Attività Amministrativa e la Gestione del Patrimonio CAPITOLATO TECNICO SERVIZIO DI FACCHINAGGIO CON GESTIONE DEL CICLO LOGISTICO COMPRENSIVA DEL MONITORAGGIO INFORMATIZZATO E TRASPORTO COSE ALL INTERNO E TRA LE VARIE SEDI ISTAT DI ROMA CAPITOLATO TECNICO 1 INDICE 1. OGGETTO

Dettagli

Capitolato Tecnico Servizi di Pulizia degli uffici e servizi annessi CIG 57752742DF Gara per l'affidamento dei servizi di pulizia degli uffici e

Capitolato Tecnico Servizi di Pulizia degli uffici e servizi annessi CIG 57752742DF Gara per l'affidamento dei servizi di pulizia degli uffici e Servizi di Pulizia degli uffici e servizi annessi CIG 57752742DF Gara per l'affidamento dei servizi di pulizia degli uffici e servizi annessi da prestare presso la sede di Roma - Piazza Poli, 37/42 00187

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca GARA EUROPEA A PROCEDURA RISTRETTA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA E DISINFESTAZIONE, PRESTAZIONI DI FACCHINAGGIO INTERNO ED ESTERNO E LA MINUTA MANUTENZIONE DEI LOCALI, RELATIVI AGLI IMMOBILI

Dettagli

REGOLAMENTO PER L UTILIZZO TEMPORANEO E/O OCCASIONALE DI SPAZI E LOCALI DELL ATENEO DA PARTE DI SOGGETTI ESTERNI

REGOLAMENTO PER L UTILIZZO TEMPORANEO E/O OCCASIONALE DI SPAZI E LOCALI DELL ATENEO DA PARTE DI SOGGETTI ESTERNI REGOLAMENTO PER L UTILIZZO TEMPORANEO E/O OCCASIONALE DI SPAZI E LOCALI DELL ATENEO DA PARTE DI SOGGETTI ESTERNI (Emanato con D.R. n. 57 del 21 gennaio 2015) INDICE Pag. Art. 1 - Oggetto 2 Art. 2 - Procedura

Dettagli

9. Le disposizioni di cui al presente articolo non comportano aumenti di spesa a carico del bilancio regionale.

9. Le disposizioni di cui al presente articolo non comportano aumenti di spesa a carico del bilancio regionale. 9. Le disposizioni di cui al presente articolo non comportano aumenti di spesa a carico del bilancio regionale. Art. 27 Adeguamento della legge regionale n.3/2007 alla normativa nazionale 1. Alla legge

Dettagli

DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE RISCHI DA INTERFERENZE (DUVRI)

DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE RISCHI DA INTERFERENZE (DUVRI) DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE RISCHI DA INTERFERENZE (DUVRI) COMPITI DELLE IMPRESE E DOCUMENTAZIONE CONTRATTUALE AI SENSI DI QUANTO PREVISTO DAL D.L.GS 8108 e s.m.i. TIPOLOGIA APPALTO: SERVIZIO DI PULIZIA

Dettagli

REGOLAMENTO GENERALE DELLE RESIDENZE UNIVERSITARIE ART. 1 OGGETTO - RAPPORTO DI OSPITALITÀ ART. 2 ACCESSO AL SERVIZIO ABITATIVO ART.

REGOLAMENTO GENERALE DELLE RESIDENZE UNIVERSITARIE ART. 1 OGGETTO - RAPPORTO DI OSPITALITÀ ART. 2 ACCESSO AL SERVIZIO ABITATIVO ART. ART. 1 OGGETTO - RAPPORTO DI OSPITALITÀ ART. 2 ACCESSO AL SERVIZIO ABITATIVO ART. 3 SICUREZZA ART. 4 DEPOSITO CAUZIONALE ART. 5 CHECK-IN / CHECK-OUT E CONSEGNA/RESTITUZIONE CHIAVI/BADGE ART. 6 PERMANENZA

Dettagli

DOCUMENTO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI E RELATIVE MISURE ADOTTATE PER L ELIMINAZIONE DELLE INTERFERENZE DERIVANTI DA ATTIVITÀ IN APPALTO E SUBAPPALTO

DOCUMENTO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI E RELATIVE MISURE ADOTTATE PER L ELIMINAZIONE DELLE INTERFERENZE DERIVANTI DA ATTIVITÀ IN APPALTO E SUBAPPALTO DOCUMENTO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI E RELATIVE MISURE ADOTTATE PER L ELIMINAZIONE DELLE INTERFERENZE DERIVANTI DA ATTIVITÀ IN APPALTO E SUBAPPALTO (ai sensi dell articolo 26 del D.Lgs. 81/2008) Allegato

Dettagli

Provincia di Sassari. C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20

Provincia di Sassari. C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20 C O M U N E D I M A R A Provincia di Sassari C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20 Email: protocollo@comune.mara.ss.it Pec: protocollo@pec.comune.mara.ss.it SERVIZIO AFFARI

Dettagli

Dipartimento di Prevenzione U.O.C. HACCP- RSO

Dipartimento di Prevenzione U.O.C. HACCP- RSO La presente istruzione operativa dettaglia una specifica attività/fase di un processo descritto dalla procedura Piano Interno di Intervento Emergenza Migranti. La sanificazione ambientale viene intesa

Dettagli

COMUNE DI ALCAMO PROVINCIA Dl TRAPANI

COMUNE DI ALCAMO PROVINCIA Dl TRAPANI Allegato 1 COMUNE DI ALCAMO PROVINCIA Dl TRAPANI REGOLAMENTO PER LA DOTAZIONE FINANZIARIA COMUNALE PER INTERVENTI DI MANUTENZIONE ORDINARIA E DI FUNZIONAMENTO IN FAVORE DEGLI ISTITUTI DI ISTRUZIONE PRIMARIA

Dettagli

Requisiti minimi e criteri per il rilascio delle autorizzazioni sanitarie temporanee.

Requisiti minimi e criteri per il rilascio delle autorizzazioni sanitarie temporanee. Requisiti minimi e criteri per il rilascio delle autorizzazioni sanitarie temporanee. Sono definite temporanee tutte quelle manifestazioni quali Sagre, Feste Campestri ecc. aperte al pubblico, in cui,

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA SERVIZIO DI MANUTENZIONE AREE VERDE PUBBLICO 1.1.2016 31.12.2018. CIG

REPUBBLICA ITALIANA SERVIZIO DI MANUTENZIONE AREE VERDE PUBBLICO 1.1.2016 31.12.2018. CIG REPUBBLICA ITALIANA COMUNE DI LOMAGNA (Prov. di Lecco) Contratto Rep. n. del SERVIZIO DI MANUTENZIONE AREE VERDE PUBBLICO 1.1.2016 31.12.2018. CIG 6170496661 L anno duemilaquindici addì del mese di presso

Dettagli

CONTRATTO DI PRESTAZIONE IN REGIME DI COLLABORAZIONE COORDINATA E CONTINUATIVA

CONTRATTO DI PRESTAZIONE IN REGIME DI COLLABORAZIONE COORDINATA E CONTINUATIVA CONTRATTO DI PRESTAZIONE IN REGIME DI COLLABORAZIONE COORDINATA E CONTINUATIVA L'Università degli Studi di Parma con sede in Parma, via Università n. 12 codice fiscale n. 00308780345 rappresentata dal

Dettagli

ama S.p.A. L AQUILA servizio acquisti e contratti Azienda della Mobilità Aquilana OGGETTO: locazione spazi pubblicitari.

ama S.p.A. L AQUILA servizio acquisti e contratti Azienda della Mobilità Aquilana OGGETTO: locazione spazi pubblicitari. servizio acquisti e contratti L Aquila 14 luglio 2014 Prot. 924 acq./dnc Spett.le Lotto CIG: Z111026FC0 OGGETTO: locazione spazi pubblicitari. Questa azienda intende locare gli spazi, utilizzabili a fini

Dettagli

PROGETTO DEL SERVIZIO

PROGETTO DEL SERVIZIO GISEC S.p.A. a Socio Unico Gestione Impianti e Servizi Ecologici Casertani Società soggetta ad attività di Direzione e Coordinamento da parte della Provincia di Caserta Sede Legale in Corso Trieste, 133

Dettagli

Città di Spinea Provincia di Venezia

Città di Spinea Provincia di Venezia Città di Spinea Provincia di Venezia APPALTO: servizio di pulizia interna uffici comunali 2013 2014 AFFIDAMENTO: da appaltare REDATTO DA REVISIONE N. DATA APPROVATO DA 1 SOMMARIO 1. SEZIONE DESCRITTIVA...

Dettagli

PROGETTO PAIKULI - IRAQ

PROGETTO PAIKULI - IRAQ Dario Federico Marletto PROGETTO PAIKULI - IRAQ RAPPORTO TECNICO SUI LAVORI PER IL CORSO DI FORMAZIONE PRESSO LA SOPRINTENDENZA ARCHEOLOGICA DI OSTIA ANTICA Intervento sul mosaico pavimentale del Cortile

Dettagli

Contratto pubblico inerente servizio di pulizia della sede di Sardegna IT di Cagliari,

Contratto pubblico inerente servizio di pulizia della sede di Sardegna IT di Cagliari, Contratto pubblico inerente servizio di pulizia della sede di Sardegna IT di Cagliari, Viale dei Giornalisti 6, Edificio E, per una durata di 24 mesi. L anno duemilatredici, il giorno 07 del mese di agosto

Dettagli

Comune di Ragusa. Regolamento assistenza domiciliare agli anziani

Comune di Ragusa. Regolamento assistenza domiciliare agli anziani Comune di Ragusa Regolamento assistenza domiciliare agli anziani REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE AGLI ANZIANI approvato con delib. C.C. n.9 del del 24/02/84 modificato con delib. C.C.

Dettagli

PUBBLICO INCANTO. TRASLOCO della BIBLIOTECA NAZIONALE Sagarriga Visconti Volpi di BARI Capitolato d oneri

PUBBLICO INCANTO. TRASLOCO della BIBLIOTECA NAZIONALE Sagarriga Visconti Volpi di BARI Capitolato d oneri Ministero per i Beni e le Attività Culturali DIPARTIMENTO PER I BENI ARCHIVISTICI E LIBRARI DIREZIONE GENERALE PER I BENI LIBRARI E GLI ISTITUTI CULTURALI PUBBLICO INCANTO TRASLOCO della BIBLIOTECA NAZIONALE

Dettagli

R E G O L A M E N T O PER IL FUNZIONAMENTO DELLA MENSA SCOLASTICA

R E G O L A M E N T O PER IL FUNZIONAMENTO DELLA MENSA SCOLASTICA Allegato alla deliberazione consiliare n. 03 del 31.01.2014 COMUNE DI ROTA D IMAGNA PROVINCIA DI BERGAMO TELEFONO E FAX 035/868068 C.F. 00382800167 UFFICI: VIA VITTORIO EMANUELE, 3-24037 ROTA D IMAGNA

Dettagli

AFFIDAMENTO DEI SERVIZI DI RECEPTION, CENTRALINO E FATTORINAGGIO ESTERNO PER GLI UFFICI DELLA SOGESID S.P.A. VIA CALABRIA, 35 E VIA CALABRIA 56 ROMA.

AFFIDAMENTO DEI SERVIZI DI RECEPTION, CENTRALINO E FATTORINAGGIO ESTERNO PER GLI UFFICI DELLA SOGESID S.P.A. VIA CALABRIA, 35 E VIA CALABRIA 56 ROMA. AFFIDAMENTO DEI SERVIZI DI RECEPTION, CENTRALINO E FATTORINAGGIO ESTERNO PER GLI UFFICI DELLA SOGESID S.P.A. VIA CALABRIA, 35 E VIA CALABRIA 56 ROMA. CIG: 5066492974 Quesito 1 Domanda: Nel Capitolato Tecnico

Dettagli

ALLEGATO A CAPITOLATO TECNICO

ALLEGATO A CAPITOLATO TECNICO ALLEGATO A CAPITOLATO TECNICO CONVENZIONE PER L AFFIDAMENTO DEI SERVIZI DI PULIZIA ED ALTRI SERVIZI, TESI AL MANTENIMENTO DEL DECORO E DELLA FUNZIONALITA DEGLI IMMOBILI, PER GLI ISTITUTI SCOLASTICI DI

Dettagli

Contratto d appalto per servizi di facchinaggio, trasporto e trasloco per le. sedi di alcune Direzioni Regionali dell Agenzia delle Entrate (Lotto.

Contratto d appalto per servizi di facchinaggio, trasporto e trasloco per le. sedi di alcune Direzioni Regionali dell Agenzia delle Entrate (Lotto. Rep. n. Prot. n. 2009/ Contratto d appalto per servizi di facchinaggio, trasporto e trasloco per le sedi di alcune Direzioni Regionali dell Agenzia delle Entrate (Lotto.) REPUBBLICA ITALIANA Il giorno..

Dettagli

OGGETTO: Documento Unico di Valutazione dei Rischi Interferenziali

OGGETTO: Documento Unico di Valutazione dei Rischi Interferenziali Lettera Rischi Interferenziali Spett.le Ditta Appaltatrice Ditta Subappaltatrice Luogo, Data 2 OGGETTO: Documento Unico di Valutazione dei Rischi Interferenziali In relazione alla necessità di una possibile

Dettagli

Prefettura - U.T.G. di Roma Bando di Gara Procedura ristretta. Determina. Sezione I: Amministrazione Aggiudicatrice: I.1) Prefettura di Roma UTG - Via

Prefettura - U.T.G. di Roma Bando di Gara Procedura ristretta. Determina. Sezione I: Amministrazione Aggiudicatrice: I.1) Prefettura di Roma UTG - Via Prefettura - U.T.G. di Roma Bando di Gara Procedura ristretta. Determina 2707/09. Sezione I: Amministrazione Aggiudicatrice: I.1) Prefettura di Roma UTG - Via IV Novembre 119/A- 00187 Roma (Italia) Punti

Dettagli

ASSISTENZA GARANTITA. 10 anni

ASSISTENZA GARANTITA. 10 anni ASSISTENZA ESTRATTO DELLE CONDIZIONI DI SERVIZIO Il presente documento costituisce un estratto delle Condizioni di Servizio, il cui testo integrale è depositato presso la sede legale del contraente, oppure

Dettagli

CONVENZIONE QUADRO TRA

CONVENZIONE QUADRO TRA Dipartimento per i Servizi nel Territorio Direzione Generale per il Personale della Scuola e dell Amministrazione CONVENZIONE QUADRO TRA IL MINISTERO DELLA PUBBLICA ISTRUZIONE, D'INTESA CON IL MINISTERO

Dettagli

Allo Sportello Unico delle Attività Produttive Comune / Comunità / Unione Identificativo SUAP:

Allo Sportello Unico delle Attività Produttive Comune / Comunità / Unione Identificativo SUAP: CODICE PRATICA *CODICE FISCALE*GGMMAAAAHH:MM Allo Sportello Unico delle Attività Produttive Comune / Comunità / Unione Identificativo SUAP: SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA' ATTIVITA' DI ASILO

Dettagli

DISCIPLINARE CIG: 5153273767

DISCIPLINARE CIG: 5153273767 DISCIPLINARE GARA A PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA DEI LOCALI DOVE HANNO SEDE GLI UFFICI DELLA CASSA NAZIONALE DEL NOTARIATO CIG: 5153273767 1. NORME PER LA PARTECIPAZIONE ALLA

Dettagli

Allegato sub. A alla Determinazione n. del. Rep. CONVENZIONE

Allegato sub. A alla Determinazione n. del. Rep. CONVENZIONE Allegato sub. A alla Determinazione n. del Rep. C O M U N E D I T R E B A S E L E G H E P R O V I N C I A D I P A D O V A CONVENZIONE INCARICO PER LA PROGETTAZIONE DEFINITIVA - ESECUTIVA, DIREZIONE LAVORI,

Dettagli

PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO Servizio Edilizia Pubblica e Logistica

PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO Servizio Edilizia Pubblica e Logistica PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO Servizio Edilizia Pubblica e Logistica GARA D APPALTO PER LA STIPULA DI UN CONTRATTO PER L AFFIDAMENTO DEI SERVIZI DI TRASLOCO E FACCHINAGGIO DI MOBILIO E ATTREZZATURE IN DOTAZIONE

Dettagli

VADEMECUM SUL CONTRATTO MULTISERVIZI

VADEMECUM SUL CONTRATTO MULTISERVIZI Asal - Associazione delle Scuole Autonome del Lazio SEDE OPERATIVA: 115 Circolo Didattico di Roma Angelo Mauri Via Angelo Mauri, 5 00139 ROMA Tel. 068104305 Fax: 068107723 e-mail: presidente@scuolelazio.it

Dettagli

MERCATO ELETTRONICO DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE. DOCUMENTO DI STIPULA RELATIVO A: Numero RdO 645850

MERCATO ELETTRONICO DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE. DOCUMENTO DI STIPULA RELATIVO A: Numero RdO 645850 1/5 MERCATO ELETTRONICO DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE DOCUMENTO DI STIPULA RELATIVO A: Numero RdO 645850 Descrizione RdO Servizio ordinario di pulizia CIG ZDD118457B CUP non inserito Criterio di Aggiudicazione

Dettagli

STATO DELLA CITTÀ DEL VATICANO LIV. Legge sulla tutela della sicurezza e della salute dei lavoratori nei luoghi di lavoro.

STATO DELLA CITTÀ DEL VATICANO LIV. Legge sulla tutela della sicurezza e della salute dei lavoratori nei luoghi di lavoro. STATO DELLA CITTÀ DEL VATICANO LIV Legge sulla tutela della sicurezza e della salute dei lavoratori nei luoghi di lavoro. N. LIV Legge sulla tutela della sicurezza e della salute dei lavoratori nei luoghi

Dettagli

Circolare 26 MARZO 1966 N. 12480

Circolare 26 MARZO 1966 N. 12480 Circolare 26 MARZO 1966 N. 12480 Ministero dei lavori pubblici Direzione generale edilizia statale e sovvenzionata div. XVI-bis: Norme per i collaudi dei fabbricati costruiti da cooperative edilizie fruenti

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA DIVISIONE COLORI (Visa Colori spa)

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA DIVISIONE COLORI (Visa Colori spa) CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA DIVISIONE COLORI (Visa Colori spa) 1) Definizioni 1.1 Ai fini delle presenti condizioni generali di vendita (di seguito denominate Condizioni di Vendita ), i seguenti termini

Dettagli

Scheda approfondita LAVORO PART-TIME

Scheda approfondita LAVORO PART-TIME Scheda approfondita LAVORO PART-TIME Nozione Finalità Ambito soggettivo di applicazione Legenda Contenuto Precisazioni Riferimenti normativi Ambito oggettivo di applicazione Forma Durata Trattamento economico

Dettagli

Capitolo 10. LE SOSPENSIONI DEI LAVORI

Capitolo 10. LE SOSPENSIONI DEI LAVORI LE SOSPENSIONI DEI LAVORI 10.1- Profili generali della sospensione dei lavori. 10.2- Le sospensioni legittime dipendenti da forza maggiore. Casi in cui si tramutano in illegittime. 10.3- Le sospensioni

Dettagli

DECORAZIONE 03. Posare la carta da parati

DECORAZIONE 03. Posare la carta da parati DECORAZIONE 03 Posare la carta da parati 1 Scegliere la carta da parati Oltre ai criteri estetici, una carta da parati può essere scelta in funzione del luogo e dello stato dei muri. TIPO DI VANO CARTA

Dettagli

CONTRATTO DI LOCAZIONE DI IMMOBILE DESTINATO AD USO DIVERSO DALL'ABITAZIONE TRA:

CONTRATTO DI LOCAZIONE DI IMMOBILE DESTINATO AD USO DIVERSO DALL'ABITAZIONE TRA: CONTRATTO DI LOCAZIONE DI IMMOBILE DESTINATO AD USO DIVERSO DALL'ABITAZIONE TRA: il Sig. nato a il residente a, codice fiscale, di seguito denominato parte locatrice E: il Sig. nato a il residente a, codice

Dettagli

cüéä Çv t w atñéä SETTORE POLIZIA MUNICIPALE Tel.081 8851605 Fax 081 8852867 BANDO DI GARA D'APPALTO - PROCEDURA APERTA

cüéä Çv t w atñéä SETTORE POLIZIA MUNICIPALE Tel.081 8851605 Fax 081 8852867 BANDO DI GARA D'APPALTO - PROCEDURA APERTA VÉÅâÇx w MARIGLIANO cüéä Çv t w atñéä SETTORE POLIZIA MUNICIPALE Tel.081 8851605 Fax 081 8852867 BANDO DI GARA D'APPALTO - PROCEDURA APERTA ENTE APPALTANTE: Comune di Marigliano Corso Umberto 1-80034 Marigliano

Dettagli

OGGETTO: invito alla procedura di gara per l affidamento del servizio annuale di facchinaggio e traslochi.

OGGETTO: invito alla procedura di gara per l affidamento del servizio annuale di facchinaggio e traslochi. Allegato alla determinazione n. 42/APPR del 27/11/2014 composto da n. 29 fogli (fronte/retro) Spett.le ditta OGGETTO: invito alla procedura di gara per l affidamento del servizio annuale di facchinaggio

Dettagli

Italia-Roma: Servizi di pulizia stradale 2013/S 154-268701. Bando di gara. Servizi

Italia-Roma: Servizi di pulizia stradale 2013/S 154-268701. Bando di gara. Servizi 1/6 Avviso nel sito web TED: http://ted.europa.eu/udl?uri=ted:notice:268701-2013:text:it:html Italia-Roma: Servizi di pulizia stradale 2013/S 154-268701 Bando di gara Servizi Direttiva 2004/18/CE Sezione

Dettagli

COMUNE DI ALBIATE SOMMARIO. Provincia di Monza e della Brianza. 1. Oggetto del regolamento. 2. Ambito oggettivo di applicazione

COMUNE DI ALBIATE SOMMARIO. Provincia di Monza e della Brianza. 1. Oggetto del regolamento. 2. Ambito oggettivo di applicazione COMUNE DI ALBIATE Provincia di Monza e della Brianza REGOLAMENTO COMUNALE PER LA RIPARTIZIONE TRA IL RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO E GLI INCARICATI DELLA REDAZIONE DEL PROGETTO, DEL COORDINAMENTO PER LA

Dettagli

ed attesta numero iscrizione del forma giuridica

ed attesta numero iscrizione del forma giuridica . (FAC-SIMILE ISTANZA DI PARTEZIPAZIONE) AL COMUNE DI PIANA DEGLI ALBANESI DIREZIONE A.E.S. LAVORI PUBBLICI E PROGETTAZIONE VIA P. TOGLIATTI, 2 90037 PIANA DEGLI ALBANESI (PA) Il sottoscritto.... nato

Dettagli

Contratto di locazione a uso commerciale, industriale, artigianale. Tra le parti. cognome; luogo e data di nascita; domicilio e

Contratto di locazione a uso commerciale, industriale, artigianale. Tra le parti. cognome; luogo e data di nascita; domicilio e Contratto di locazione a uso commerciale, industriale, artigianale Tra le parti (per le persone fisiche, riportare: nome e cognome; luogo e data di nascita; domicilio e codice fiscale. Per le persone

Dettagli

Il trattamento completo che la tua Azienda merita

Il trattamento completo che la tua Azienda merita Il trattamento completo che la tua Azienda merita Chi siamo Omnia è un Consorzio il cui Management è formato da professionisti dalla consolidata esperienza nel campo della fornitura dei servizi alle aziende;

Dettagli

COMUNE DI SORAGA COMUN DE SORAGA BANDO DI CONCORSO PER LA REALIZZAZIONE DI UN OPERA D ARTE PER L ABBELLIMENTO DE LA GRAN CIASA NEL COMUNE DI SORAGA

COMUNE DI SORAGA COMUN DE SORAGA BANDO DI CONCORSO PER LA REALIZZAZIONE DI UN OPERA D ARTE PER L ABBELLIMENTO DE LA GRAN CIASA NEL COMUNE DI SORAGA BANDO DI CONCORSO PER LA REALIZZAZIONE DI UN OPERA D ARTE PER L ABBELLIMENTO DE LA GRAN CIASA NEL COMUNE DI SORAGA ai sensi dell art. 20 della L.P. 3 gennaio 1983 n.2 e s.m. e i. e del relativo Regolamento

Dettagli

REGOLAMENTO PER GLI INQUILINI (Art. 10 del contratto di locazione) Articolo 1

REGOLAMENTO PER GLI INQUILINI (Art. 10 del contratto di locazione) Articolo 1 REGOLAMENTO PER GLI INQUILINI (Art. 10 del contratto di locazione) Articolo 1 Gli inquilini sono tenuti oltre che all osservanza delle disposizioni contenute nel contratto di locazione anche a quelle del

Dettagli

...LEGGETE I DATI TECNICI E CAPIRETE... intonaco idrofobizzato colorato IL MASSETTO CALDO. per restauro, ristrutturazioni e nuova edilizia civile

...LEGGETE I DATI TECNICI E CAPIRETE... intonaco idrofobizzato colorato IL MASSETTO CALDO. per restauro, ristrutturazioni e nuova edilizia civile MATERIALI A BASE DI CALCE NATURALE PER IL RESTAURO E IL RISANAMENTO scheda tecnica per restauro, ristrutturazioni e nuova edilizia civile intonaco idrofobizzato colorato IL MASSETTO CALDO PRODOTTO PER

Dettagli

RISOLUZIONE N. 25/E QUESITO

RISOLUZIONE N. 25/E QUESITO RISOLUZIONE N. 25/E Direzione Centrale Normativa Roma, 6 marzo 2015 OGGETTO: Consulenza giuridica - Centro di assistenza fiscale per gli artigiani e le piccole imprese Fornitura di beni significativi nell

Dettagli

Note inerenti chiarimenti in materia di prevenzione incendi - Trasmissione per via informatica.

Note inerenti chiarimenti in materia di prevenzione incendi - Trasmissione per via informatica. DIREZIONE CENTRALE PER LA PREVENZIONE E LA SICUREZZA TECNICA Prot. n P 810 / 4101 sott. 72/C.1 (21).4 Roma, 2 LUGLIO 2003 Allegati: n 1 -AI SIGG. ISPETTORI REGIONALI DEI VIGILI DEL FUOCO LORO SEDI -AI

Dettagli

Contratto-tipo di cui all articolo 28, comma 1, lettera e), del Decreto legislativo n. 28/2011

Contratto-tipo di cui all articolo 28, comma 1, lettera e), del Decreto legislativo n. 28/2011 Contratto-tipo di cui all articolo 28, comma 1, lettera e), del Decreto legislativo n. 28/2011 Codice identificativo n. [numero progressivo da sistema] CONTRATTO per il riconoscimento degli incentivi per

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI ACQUISTO

CONDIZIONI GENERALI DI ACQUISTO CONDIZIONI GENERALI DI ACQUISTO 1. CAMPO DI APPLICAZIONE 1.1 Le presenti Condizioni Generali di Acquisto ("GPC") si applicano all acquisto di materiali, articoli, prodotti, componenti, software ed i relativi

Dettagli

Le novità per gli appalti pubblici

Le novità per gli appalti pubblici Le novità per gli appalti pubblici La legge 98/2013 contiene disposizioni urgenti per il rilancio dell economia del Paese e, fra queste, assumono particolare rilievo quelle in materia di appalti pubblici.

Dettagli

Allegato H SCHEMA DI CONTRATTO

Allegato H SCHEMA DI CONTRATTO Allegato H SCHEMA DI CONTRATTO AFFIDAMENTO ANNUALE DELLA GESTIONE DELLA CASA FAMIGLIA PER DISABILI ADULTI SITA IN LARGO FRATELLI LUMIERE, 36, NONCHÉ QUELLA DEL CENTRO DIURNO SE FINANZIATO DA ROMA CAPITALE

Dettagli

COMUNE DI GOLFO ARANCI Provincia Di Olbia-Tempio REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL CENTRO DI AGGREGAZIONE SOCIALE

COMUNE DI GOLFO ARANCI Provincia Di Olbia-Tempio REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL CENTRO DI AGGREGAZIONE SOCIALE COMUNE DI GOLFO ARANCI Provincia Di Olbia-Tempio REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL CENTRO DI AGGREGAZIONE SOCIALE Art. 1 - ISTITUZIONE E istituito presso il Comune di Golfo Aranci, un Centro di Aggregazione

Dettagli

COMUNE DI RUFFANO. - Provincia di Lecce - REGOLAMENTO PER LA GESTIONE E L'UTILIZZO DEL CENTRO DI RACCOLTA COMUNALE

COMUNE DI RUFFANO. - Provincia di Lecce - REGOLAMENTO PER LA GESTIONE E L'UTILIZZO DEL CENTRO DI RACCOLTA COMUNALE COMUNE DI RUFFANO - Provincia di Lecce - REGOLAMENTO PER LA GESTIONE E L'UTILIZZO DEL CENTRO DI RACCOLTA COMUNALE approvato con Deliberazione del Commissario Straordinario con i poteri del Consiglio Comunale

Dettagli

FAC SIMILE PER LA NOTIFICA AI SENSI ART.67 DEL D.LGS.R DEL 09/04/2008 N. 81

FAC SIMILE PER LA NOTIFICA AI SENSI ART.67 DEL D.LGS.R DEL 09/04/2008 N. 81 CARTA SEMPLICE FAC SIMILE PER LA NOTIFICA AI SENSI ART.67 DEL D.LGS.R DEL 09/04/2008 N. 81 ALL A.S.L. N. CN2 ALBA BRA DIPARTIMENTO DI PREVENZIONE Servizio Prevenzione Sicurezza Ambienti di Lavoro Via Vida

Dettagli

Pianificazione di massima delle attività ed organizzazione delle pulizie di presidio

Pianificazione di massima delle attività ed organizzazione delle pulizie di presidio Allegato n. 2 al CT Pianificazione di massima delle attività ed organizzazione delle pulizie di presidio SERVIZIO AMBIENTALE INTEGRATO DEI COMPLESSI IMMOBILIARI DELLE GRANDI STAZIONI Allegato n. 2 al CAPITOLATO

Dettagli

CONSIP S.p.A. ALLEGATO 8 PREZZI

CONSIP S.p.A. ALLEGATO 8 PREZZI ALLEGATO 8 PREZZI Allegato 8 - Prezzi Pag. 1 di 15 INDICE SEZIONE 1 PREZZI DEI SERVIZI PREDEFINITI 3 1.1 Servizi di Consulenza Gestionale 3 1.2 Servizi di Manutenzione degli Impianti 4 1.3 Servizi di Pulizia

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL PART-TIME

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL PART-TIME REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL PART-TIME ART. 1 Oggetto Il presente regolamento disciplina le procedure per la trasformazione dei rapporti di lavoro da tempo pieno a tempo parziale dei dipendenti

Dettagli

CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO (CANALE CONCERTATO) Tra i signori, nato a, il, residente in., alla Via, C.F. (di seguito locatore) (assistito

CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO (CANALE CONCERTATO) Tra i signori, nato a, il, residente in., alla Via, C.F. (di seguito locatore) (assistito CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO (CANALE CONCERTATO) Tra i signori, nato a, il, residente in, alla Via, C.F. (di seguito locatore) (assistito da in persona di ), e, nato a, il, residente in, alla

Dettagli

NOTA INFORMATIVA PER I PIANI DI LAVORO PER LA RIMOZIONE DI MATERIALI EDILIZI IN CEMENTO-AMIANTO E IN VINIL-AMIANTO

NOTA INFORMATIVA PER I PIANI DI LAVORO PER LA RIMOZIONE DI MATERIALI EDILIZI IN CEMENTO-AMIANTO E IN VINIL-AMIANTO NOTA INFORMATIVA PER I PIANI DI LAVORO PER LA RIMOZIONE DI MATERIALI EDILIZI IN CEMENTO-AMIANTO E IN VINIL-AMIANTO In base all art. 256 del D. Lgs. 81/2008, così come modificato dal D. Lgs. 106/2009, i

Dettagli

5.2. Esempio di procedura per l attività di ufficio

5.2. Esempio di procedura per l attività di ufficio 5.2. Esempio di procedura per l attività di ufficio Pag. 1 di 36 DOCUMENTO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI PER LA SALUTE E LA SICUREZZA NEGLI AMBIENTI DI LAVORO ai sensi degli artt. 17, 28 e 29 del D.lgs 81/08

Dettagli

GUARDIA DI FINANZA QUARTIER GENERALE BANDO DI GARA SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1)DENOMINAZIONE, INDIRIZZI E PUNTI DI CONTATTO

GUARDIA DI FINANZA QUARTIER GENERALE BANDO DI GARA SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1)DENOMINAZIONE, INDIRIZZI E PUNTI DI CONTATTO GUARDIA DI FINANZA QUARTIER GENERALE BANDO DI GARA SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1)DENOMINAZIONE, INDIRIZZI E PUNTI DI CONTATTO Denominazione ufficiale: Quartier Generale della Guardia di

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE TECNICO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI DERATIZZAZIONE E DISINFESTAZIONE SULLE AREE PUBBLICHE COMUNALI

CAPITOLATO SPECIALE TECNICO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI DERATIZZAZIONE E DISINFESTAZIONE SULLE AREE PUBBLICHE COMUNALI Provincia di Salerno Area Tecnica Assetto ed Utilizzazione del Territorio CAPITOLATO SPECIALE TECNICO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI DERATIZZAZIONE E DISINFESTAZIONE SULLE AREE PUBBLICHE COMUNALI ART.1

Dettagli

Modello n. 1) Spett.le Comune di Schio Settore 04 Servizio Amministrativo di Settore Ufficio Appalti e Assicurazioni Via Pasini n. 33 36015 S C H I O

Modello n. 1) Spett.le Comune di Schio Settore 04 Servizio Amministrativo di Settore Ufficio Appalti e Assicurazioni Via Pasini n. 33 36015 S C H I O Modello n. 1) Spett.le Comune di Schio Settore 04 Servizio Amministrativo di Settore Ufficio Appalti e Assicurazioni Via Pasini n. 33 36015 S C H I O AUTODICHIARAZIONE Oggetto: Appalto n. FNN2012/0003

Dettagli