Buone Feste da tutti noi del

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Buone Feste da tutti noi del"

Transcript

1 Il Giornalino del Circolo TOMBA EXTRA - Anno 5 N.40 Dic REALIZZATO ANCHE GRAZIE AL CONTRIBUTO DI Buone Feste da tutti noi del

2 LA NOSTALGIA DI DIO Siamo prossimi al Natale di Gesù. Natale è sempre un nuovo annuncio per l uomo distratto da mille cose: oggi Gesù viene per te! Io e te ancora non abbiamo accolto Gesù completamente nella nostra vita, per questo Lui continua a venire e bussare alla nostra porta. Tante volte il frastuono della nostra vita ci impedisce di sentire i rintocchi di Gesù che manifestano il Suo desiderio di entrare nella nostra vita per liberarla dal male, dall egoismo, dal risentimento, dal rancore, dall invidia e per donare l amore e la gioia di vivere. L uomo, da quando con il peccato si è allontanato da Dio, porta nel cuore la nostalgia di Dio e il desiderio di riaverlo. Il salmista manifesta con espressioni stupende questo desiderio di Dio: «Ascolta, Signore, la mia voce. Io grido: abbi pietà di me! Rispondimi. Di te ha detto il mio cuore: Cercate il suo volto ; il tuo volto, Signore, io cerco. Non nascondermi il tuo volto. Sei tu il mio aiuto, non lasciarmi, non abbandonarmi, Dio della mia salvezza!» (dal salmo 27). Ogni uomo cerca Dio senza accorgersene, Benedetto XVI ce lo ricorda Redazione: Responsabile: Coltri Dario Redattori: Coltri Margherita Fazzini Elena Fazzini Sara Murari Matteo Collaboratori: Bogdanich Giada Don Giuseppe Modena Don Maurizio Viviani Guercio Giuseppe Rulfo Fanny Tomba Mario Sostenitori: Gatti Giovanni Grigoli Roberta E tu cosa aspetti??? come vedi c è posto anche per te... con poche parole: «In realtà, quello che definiamo come desiderio di Dio, nella società contemporanea, non è del tutto scomparso e si affaccia ancora oggi, in molti modi, al cuore dell uomo». Solo quando l uomo trova Dio si rende conto del vuoto che prima aveva nel suo cuore. Impegno di ognuno dev essere quello di ascoltare la propria coscienza e cercare l incontro con Dio e allora ci renderemo conto che prima di noi Dio ci stava cercando. Papa Francesco esprime con parole molto chiare questo modo di agire di Dio: «Invito ogni cristiano, in qualsiasi luogo e situazione si trovi, a rinnovare oggi stesso il suo incontro personale con Gesù Cristo o, almeno, a prendere la decisione di lasciarsi incontrare da Lui, di cercarlo ogni giorno senza sosta. Non c è motivo per cui qualcuno possa pensare che questo invito non è per lui, perché nessuno è escluso dalla gioia portata dal Signore. Quando qualcuno fa un piccolo passo verso Gesù, scopre che Lui già aspettava il suo arrivo a braccia aperte. Questo è il momento per dire a Gesù Cristo: Signore, mi sono lasciato ingannare, in mille maniere sono fuggito dal tuo amore, però sono qui un altra volta per rinnovare la mia alleanza con te. Ho bisogno di te. Riscattami di nuovo Signore, accettami ancora una volta fra le tue braccia redentrici». L augurio che rivolgo, per questo Natale 2013, è che ciascuno possa incontrare Gesù e sentire la tenerezza del suo amore. Buon Natale! Il vostro Parroco Don Giuseppe un momento prima di andare in stampa è passato a trovarci anche FABIO, un nuovo amico che impareremo a conoscere sempre meglio nei prossimi mesi (magari già dal prossimo numero!) Perché in questo Natale possiamo tutti ritrovare la gioia dello stupore! AUGURI da Fabio Bejato Pagina 2 Extra-Ordinario

3 Cosa ha fatto il NOI per noi? Ovvero il diario di Novembre/Dicembre 2013 (fino a ieri!) 17 novembre GRINV 24 novembre GRINV 26 novembre Lasciarsi capovolgere dalla fede 1 dicembre GRINV 8 dicembre FESTA DEL TESSERAMENTO A Natale puoi fare quello che non puoi fare mai... la canzoncina che spesso in questi giorni risuona nelle nostre orecchie ci invita a uscire dalla pigrizia del quotidiano e almeno per Natale ci spinge a fare qualcosa in più, a donare un po di noi stessi... Papa Francesco lo ripete da mesi Amare e Servire A Natale è più facile, ma noi ci auguriamo di riuscire a farlo ogni giorno.. Buon Natale e felice 2014 dalla Redazione In questo numero: La nostalgia di Dio 2 Auguri a Don Giuseppe 3 La colletta di 3 media 4 Le quinte al seminario 5 In diretta dal centro 6 Agenda del Circolo 7 La Befana con NOI 7 Natale con i campanari 8 Luce di Betlemme 8 Auguri dal catechismo! 9 A DON GIUSEPPE Ringraziandoti per esserci sempre, per la tua amicizia, per i pensieri che condividi con noi ti auguriamo un felice compleanno e buone feste da parte della Redazione Da Assisi in cammino 10 San Vincenzo 11 Con il naso all insù 12 Convivado 13 Gruppo Missionario 13 GRINV FAMILY SHOW 14 S.Lucia:ricordi Vajont In cucina con NOI 17 Piccola segreteria 18 La poesia 18 Numero 40, Anno 5 Pagina 3

4 I ragazzi di 3^ media volontari nella giornata della colletta alimentare Sabato 30 novembre scorso una quindicina di ragazzi di catechismo di terza media della nostra Parrocchia hanno collaborato nella raccolta di generi alimentari organizzata dall Associazione Banco Alimentare nella giornata nazionale della colletta alimentare. Ore 9.30 appuntamento, ovviamente per chi non andava a scuola il sabato mattina, davanti alla Chiesa per andare tutti insieme al Famila di Via Legnago dove Gaetano ci aspettava per gestire la raccolta degli alimenti dalle alle Gaetano ha spiegato ai ragazzi che cosa dovevano fare ed è stato deciso di dividerli in due gruppi: le femmine avevano il compito di consegnare ai clienti del supermercato una sacchetto ed un foglietto illustrativo, spiegando loro che era la giornata della colletta alimentare ed invitandoli ad acquistare del cibo non deperibile destinato alle persone bisognose. I maschi, invece, raggiunti successivamente da qualche ragazza, erano addetti alla sistemazione degli alimenti nelle apposite scatole. Gaetano ha spiegato che ogni scatola doveva contenere una determinata categoria di cibo quindi c era la scatola per la pasta, per l olio, per i pelati, per il tonno, per la prima infanzia, ecc.; appena una scatola era piena, doveva essere sostituita con un altra, sulla quale doveva essere posta l etichetta con l indicazione degli alimenti che doveva contenere. La scatola piena veniva sigillata, pesata ed il peso andava scritto sull etichetta e comunicato a Gaetano che doveva tenere tutto registrato. Insomma c era da fare per tutti! Sicuramente c è chi avrebbe preferito starsene un po di più a letto ma vi abbiamo visti tutti impegnati nel compito che vi è stato assegnato e lo avete fatto molto bene, con responsabilità e con il sorriso rivolto anche alla gente che avete fermato (e che a volte non era interessata!) o che avete ringraziato per ciò che offriva (da un sacchetto con qualche alimento fino, addirittura, ad un carrello pieno) il tutto accompagnato dalla simpatia e allegria tipica della vostra età! Il bello è stato che la gente si fermava per sapere da dove provenivano questi ragazzi! Ciò significa, ragazzi, che la gente ha apprezzato quello che avete fatto, avete dato del vostro tempo per svolgere un servizio a favore di chi ha bisogno! Allora un grazie di cuore per la vostra disponibilità ad Alessia, Alice, Alessandro, Chiara, Davide, Delia, Essaw, Gabriele, Gisella, Ilenia, Luca, Mattia, Nadia, Nicolò, Paola, Simona, dalle vostre catechiste Laura, Marina, Laura. Qualche notizia in più: nonostante la crisi economica i risultati hanno confermato una convinta adesione alla XVII Giornata Nazionale della Colletta Alimentare 2013; in un giorno il Veneto ha donato 679 tonnellate di alimenti. La solidarietà a Verona è stata grande: 2700 volontari (tra cui i ragazzi di 3^ media!), 159 supermercati, oltre 191 tonnellate di cibo, con un aumento rispetto al 2012 dello 0,9%. Tanti auguri di buon compleanno a Elena da parte di tutt0 il coro Pagina 4 Extra-Ordinario

5 QUINTA ELEMENTARE IN SEMINARIO Venerdì 6 dicembre noi ragazzi di quinta elementare con le nostre catechiste Susi e Susi, abbiamo fatto un uscita al Seminario di San Massimo pr vivere un pomeriggio assieme ai ragazzi delle medie che vivono lì. All inizio abbiamo visto un filmato divertente su Sammy, il personaggio del seminario, in seguito ci siamo divisi in gruppi e, accompagnati dai ragazzi seminaristi, abbiamo visitato la loro grande casa...pensate che hanno circa 100 stanze tra le camere e la scuola! Poi siamo stati a giocare in sala giochi, abbiamo partecipato ad una bella messa animata ed infine abbiamo anche cenato con loro. E stata una bellissima e interessante esperienza..ci siamo divertiti molto!!! I bambini di 5 elementare...alcuni FLASH: - mi e piaciuto Visitare il seminario e poter fare ai ragazzi le domande che volevamo Valentina - mi e piaciuto giocare con loro in sala giochi Arianna Tanti auguri di buon compleanno a Linda da parte di tutt0 il coro Numero 40, Anno 5 Pagina 5

6 IN DIRETTA DAL CENTRO Pagina 6 Extra-Ordinario

7 APPUNTAMENTI DEL CIRCOLO: COSA FARE INSIEME IN NOVEMBRE/DICEMBRE dicembre Pranzo per gli Anziani 27 dicembre Torneo di ping pong 4 gennaio Concerto della scuola XNOI FACTOR 6 gennaio FALO DELLA BEFANA Ecco cosa puoi avere con 8 Euro l anno!!! PROGRAMMA DELLA GIORNATA DELL EPIFANIA 6 GENNAIO 2014 Al termine della S.Messa delle ore al campo sportivo assisteremo al tradizionale IL FALO DELLA VECIA con ottimo minestrone e brulè per tutti Auguri a Elisabetta, Enrico e Chiara che da qualche mese sono una presenza preziosa insieme a Gianni per garantire l apertura del Posto XNOI! Auguri e grazie anche al gruppo Scout VR 18 per la preziosa collaborazione che continua anche quest anno in nome dello spirito di servizio! Con riconoscenza da parte di tutti gli amici del Posto Il Direttivo del Circolo NOI Tomba Extra augura a tutti i volontari e soci un SERENO NATALE E UN NUOVO ANNO PIENO DI SODDISFAZIONI e invita tutti alle iniziative programmate per il 2014! Potrete trovare tutte le informazioni sul sito della parrocchia alla pagina del Circolo Noi oppure al bar dove potrete anche rinnovare la vostra tessera (se ancora non avete provveduto). E chiunque avesse desiderio di rendersi disponibile come volontario non ha che da farsi avanti: NOI sei anche TU! Signore, insegnaci a uscire da noi stessi. (Papa Francesco) Numero 40, Anno 5 Pagina 7

8 BUON NATALE DAI CAMPANARI Il Santo Natale porta a noi tutti un messaggio molto speciale: Dio che dona suo Figlio per dare a ciascuno di noi una Guida sicura per la nostra vita. Un messaggio per tutta la Terra ma che è rivolto personalmente ad ognuno di noi, per darci coraggio nell'affrontare le difficoltà della vita ed entusiasmo per testimoniare con la nostra vita la fede in Lui. Anche noi campanari cercheremo di contribuire con le nostre campane a trasmettere il gioioso messaggio del Santo Natale. Questi i brani che suoneremo prima della Santa Messa della notte: Adeste Fideles (in una versione adattata, perchè ci vorrebbero più campane rispetto a quelle che abbiamo per suonarlo nella versione originale) In notte placida e Tu scendi dalle stelle Il giorno di Natale oltre a riproporre i brani della notte, suoneremo: Gloria in Excelsis Deo, Fra l'orrido rigor di stagion cruda (grazie a Giuseppe Locatelli che ce lo ha fatto riscoprire) e Tanti Auguri a te. A tutte le persone della nostra comunità giunga il messaggio di gioia e pace che Gesù venendo fra noi ha portato. I nostri più sentiti auguri di Buon Natale a tutti voi. I vostri campanari PS: Chi volesse venire in campanile per assistere al concerto e per lo scambio di auguri è come sempre benvenuto. Cogliamo l'occasione per ringraziare la Redazione del prezioso servizio che svolge! LA LUCE DI BETLEMME L'ultimo punto della legge scout recita: sorridono e cantano nelle difficoltà a dire il vero credo che chi non è scout vedendoci girare vestiti in uniforme (magari con i pantaloncini corti anche d'inverno) pensi che tutto a posto con la testa probabilmente non siamo. Non dico che abbia torto (almeno nel mio caso), ma "sorridere nelle difficoltà" supera ogni aspettativa. Eppure vi assicuro siamo proprio così! Questo è un periodo che se si legge i giornali è solo "crisi", "povertà" allora perchè sorridere? Anche quest'anno arriverà nella nostra parrocchia la luce di una fiamma che arde a Betlemme nella chiesa della Natività. Una luce che viene da dove è nato Gesù per rischiarare il nostro quartiere, per riscaldare le nostre famiglie. Io credo che uno scout sorrida perchè spesso nelle difficoltà si accorge di non essere solo, di avere di fianco un gruppo di altri scout che condividendo la difficoltà lo aiuteranno a superarla. Allora l'augurio per quest'anno è che il buio che sembra avvolgerci possa essere rischiarato dalla Luce e tutti riusciamo ad accorgerci quante persone abbiamo attorno che ci vogliono bene e vedendo nei loro occhi il volto di Gesù possiamo veramente sorridere con il cuore Buon Natale Scout VR 18 Pagina 8 Extra-Ordinario!

9 BUON NATALE ANCHE A CHI SOFFRE Sabato 14 dicembre, con i ragazzi di catechismo di I e II media siamo andati a celebrare la S. Messa nella cappella dell ospedale di B. Roma. Abbiamo aiutato nell animazione della S.Messa ed insieme abbiamo pregato per tutte le persone ammalate. La nostra è stata una semplice presenza per sentirci più vicini alla sofferenza degli altri. Il Bambino che sta per nascere, possa portare a tutti un po di sollievo. S. NATALE Gesù: il Dio bambino che per nascere sceglie la mangiatoia del nostro cuore, la paglia del nostro affetto, la stalla della nostra vita. Il bambino povero che accoglie la nostra povertà, il Dio che non vuole farci paura, ma solo donarci amore. I catechisti delle elementari e le catechiste delle medie, con don Giuseppe, augurano ai bambini, ai ragazzi e alle loro famiglie BUON NATALE! Al nostro parroco, don Giuseppe, che tanto stressiamo, ma che anche tanto stimiamo, carissimi AUGURI di un sereno NATALE dai catechisti e catechiste A tutta la redazione del Giornalino e a tutti coloro che si prendono cura dei nostri figli nelle varie attività BUON NATALE e BUON ANNO! Congratulazioni alla neo dottoressa in Logopedia Debora Bronzato da mamma papà e Silvia Numero 40, Anno 5 Pagina 9

10 Proseguiamo nel cammino Il piacere del viaggio: gusti e sapori dello stare insieme Ci siamo ritrovati al Circolo NOI, (circa una trentina), per fare memoria del nostro viaggio ad Assisi; per ripensare a come il nostro andare in quei luoghi carichi di spiritualità sia stato per tutti un momento di approfondimento della Parola e di crescita nella fede. Assisi andata e ritorno: cosa che ci siamo portati a casa? Di certo il piacere di aver trascorso un po di tempo insieme, lontani dagli impegni quotidiani e più disponibili gli uni verso gli altri. E, credo di interpretare il pensiero di tutto il gruppo, affermando che ad Assisi ci siamo sentiti invitati ad un momento di preghiera personale e comunitaria proprio in occasione dell Anno della Fede. Una cena di ben ritrovati non poteva dunque essere occasione migliore per riflettere, se pur brevemente, sull esperienza vissuta e abbiamo scelto di farlo alla luce del vangelo di Luca 14,16-24: un invito ad un banchetto preparato per far festa e tanti invitati che trovano delle scuse per non partecipare Ad Assisi abbiamo ascoltato, pregato, meditato e, con gratitudine ringraziato il Signore. Ci siamo sentiti invitati privilegiati che hanno risposto all invito. Ma non sempre è così e la quotidianità è dura da affrontare Chissà se anche noi abbiamo spesso delle scuse che ci rendono fragili e poco disponibili ad ascoltare la Parola Davanti ad una chiamata di Dio le scuse non reggono! Dio conosce il nostro cuore e le nostre azioni Padre Ermes Ronchi così commenta il Vangelo di Luca: «gli invitati sono troppo impegnati per avere il tempo di vivere, seguono una logica mercantile e contabile, estranea alla gratuità del tempo e del dono. Così siamo noi: pronti a dare a Dio qualcosa in cambio di qualcosa (preghiere in cambio di aiuto) ma non a dare e ricevere gratuitamente amicizia Gli invitati vivono per le cose, non hanno tempo neppure per la gioia. Vivono all'esterno di se stessi. Ma il re non si scoraggia, ha sempre nuove idee per realizzare il suo sogno, e si fa allietatore di crocicchi e di strade, di buoni e di cattivi. Non ha bisogno di gente che lo serva, ma di chi lo lasci essere servitore della vita. L invito di Dio, dunque, non è per qualcosa di estraneo al proprio dovere, un invito di tipo evasivo, quasi un bisogno di evadere dalla dura realtà quotidiana, di staccare dalla monotonia di una esistenza ripetitiva. Non si tratta di staccare, di evadere, ma di dare più senso al proprio vivere, e di dare un senso al proprio dovere quotidiano. Come ha commentato don Giuseppe, Gesù spesso ha predicato seduto attorno ad un tavolo, mangiando e bevendo cordialmente con i suoi discepoli e non solo E mentre si mangia che si parla di più: attorno ad una tavola apparecchiata, ci si sente più famiglia e la condivisione diventa reciprocità. E c è tempo anche per pensare, per parlare, per comunicare, per relazionarsi Anche noi quindi ci siamo seduti a consumare la gustosa cena pensando che anche questa era un occasione per vivere il nostro essere credenti con autentica semplicità come in famiglia Daniela Avesani Merlin Pagina 10 Extra-Ordinario

11 Che cosa fa la San Vincenzo? Molti già lo sapranno, molti hanno dei dubbi, molti se lo sono sempre chiesto: Ma che cos è la San Vincenzo? In parole povere non è altro che una società, un gruppo di volontari laici che si incontrano e operano in maniera diretta allo scopo di aiutare i bisognosi e di intervenire concretamente nel trovare e rimuovere le cause dello stato di emarginazione e di bisogno. La prima società nacque nel 23 aprile 1833 in Rue de Petit-Bourbon-Saint-Sulpice (Francia) per volontà del Beato Antonio Federico Ozanam, il quale aveva fondato un gruppo di studenti cattolici, i quali scelsero come patrono San Vincenzo De Paoli, un sacerdote francese vissuto circa due secoli prima. Ad oggi qui a Verona più o meno ogni parrocchia ha la propria confraternita, ed ognuna di queste fa riferimento alla Federazione Nazionale San Vincenzo De Paoli. Tornando a noi.. Che cosa fa la San Vincenzo? Qualcuno può pensare sia una realtà lontana dal nostro modo di vivere frenetico, ma forse non sa che l ultima offerta che ha fatto alla San Vincenzo è stata determinante per pagare la bolletta della famiglia che magari ci abitano vicino. Inoltre l associazione si impegna a distribuire beni di prima necessità o andare a trovare persone in difficoltà. Oltre agli aiuti economici, materiali o alimentari la nostra San Vincenzo da qualche tempo anima un centro d ascolto, in cui vengono accolte e ascoltate le persone bisognose, dati consigli e, quando possibile, piccoli aiuti materiali. Lo vediamo anche con i nostri occhi, il nostro quartiere è molto bello e attivo, ma di persone che hanno bisogno di soldi, cibo, lavoro o vestiti, ce ne sono sempre di più, soprattutto di questi tempi. Serve veramente poco per fare qualcosa, per essere in qualche modo attivi nell aiutare le persone più vicine a noi. I generosi benefattori sono sempre meno, ma se tutti quanti offrono qualcosa, qualsiasi cosa, non molto, anche un minimo, allora sarà già abbastanza per aver cambiato qualcosa. Martino Condividere i bisogni per condividere il senso della vita Come sostenere la conferenza San Vincenzo Tra le iniziative per sostenere la nostra attività di aiuto alle famiglie, ai bambini e agli anziani della nostra parrocchia abbiamo: "Un caffè per la San Vincenzo": Viene data alle persone desiderose di sostenerci una scatolina salvadanaio in cui ciascuno può mettere delle monetine o l'equivalente del costo di un caffè. La riconsegna delle scatoline non ha una scadenza fissa e l'importo raccolto rimane anonimo poiché il ottenuto della scatolina stessa verrà svuotato in un salvadanaio comune "Offri un pasto": chi lo desidera può donare l'equivalente in denaro del costo di un pasto (min 5 euro), una volta al mese. L'offerta può essere fatta mensilmente, semestralmente o annualmente. Diversamente si possono donare generi alimentari non deperibili una volta al mese. Per entrambe le soluzioni è consigliabile rivolgersi ai volontari della San Vincenzo. Vi ringraziamo per quanto potrete fare per noi Nominativi dei volontari a cui rivolgersi: Marino Adami Lucia Biasi Annarita Lodola Giordana Mantelli «Essere santi non è un privilegio di pochi, Gianni Vicentini ma è una vocazione per tutti». (Papa Francesco, 21 novembre 2013) Numero 40, Anno 5 Pagina 11

12 CON IL NASO ALL INSU di Giuseppe Guercio E Icaro volo troppo vicino al Sole facendo una brutta fine! Secondo uno dei tanti e bei miti Greci, il re Minosse aveva chiesto a Dedalo di costruire un labirinto per il Minotauro nell'isola di Creta. Avendolo costruito, e quindi conoscendone la struttura, a Dedalo e suo figlio fu preclusa ogni via di fuga da Creta da parte di Minosse, poiché temeva che ne fossero svelati i segreti e vennero rinchiusi nel labirinto. Dedalo costruì delle ali con delle penne e le attaccò ai loro corpi con la cera. Malgrado gli avvertimenti del padre di non volare troppo alto, Icaro si fece prendere dall'ebbrezza del volo e si avvicinò troppo al sole (nella mitologia Febo); il calore fuse la cera, facendolo cadere nel mare dove morì. Cosa centra questo con l astronomia? Ebbene, la cometa ISON ha fatto una fine simile il 28 novembre! Ma andiamo con ordine: scoperta circa 1 anno fa, i calcoli prevedevano che, se avesse superato l incontro col Sole, sarebbe diventata luminosissima e visibile ad occhio nudo. Purtroppo c era un se, ed era l incontro col Sole! Poiché le comete sono giustamente descritte come delle palle di neve sporche, questa in particolare era grande circa 5 chilometri, il doppio circa della città di Verona, passando vicino al Sole il ghiaccio si scioglie e forma una delle 2 code della cometa, lo sporco è la polvere che viene persa per strada e forma la seconda coda come si vede anche nella foto qui sotto. Purtroppo, passando questa volta davvero troppo vicino al Sole si è sciolto così tanto ghiaccio che il nucleo si è frantumato in piccoli pezzi e purtroppo la cometa ha fatto la fine di Icaro e non sarà visibile ad occhio nudo ma solo con grossi telescopi: peccato, era dal 1997 che non si vede una bella cometa come la Hale-Bopp, e ci toccherà a- spettare ancora! Consoliamoci con le stelle cadenti, se vi siete persi le Geminidi, visibili dal 10 al 15 Dicembre, col massimo giusto il 13, perché distratti dai regali di Santa Lucia, e siete pronti a prendervi un po di freddo, la notte fra il 3 e il 4 Gennaio ci saranno le Quadrantidi. E poi c è il pianeta Giove, visibile nella costellazione dei Gemelli, luminosissimo la sera verso est (verso Venezia per intenderci) che, se osservato con un buon binocolo, mostra i 4 satelliti scoperti da Galileo nel A destra di Giove c è la bellissima costellazione di Orione, con le sue stelle luminose e la sua famosa nebulosa, già visibile ad occhio nudo se il cielo è pulito. Mentre sempre la sera ma verso sud-ovest (verso Mantova più o meno) si può vedere il pianeta Venere, ancora più luminoso di Giove, nella costellazione del Sagittario. Se osservato con un buon binocolo si può vedere che Venere mostra le fasi come la Luna, anche se la sua forma cambia molto lentamente, nel giro di diversi mesi, mentre la Luna cambia da una sera all altra con un ciclo di circa 29 giorni. E tanti auguri di Buon Natale a tutti! Tanti auguri anche a Lei, Sig. Giuseppe, che sappiamo lavorare lontano da Verona, per la fedeltà al nostro giornalino! Pagina 12 Extra-Ordinario

13 CONVIVADO: UN ESPERIENZA INDIMENTICABILE Ciao a tutti! Cos e la Convivado? E vivere nei locali parrocchiali insieme agli altri adolescenti, condividere tutto dalla colazione, al pranzo e la cena. La mattina ognuno va nella propria scuola, nel pomeriggio si studia, ci si aiuta, poi ci sono le serate a tema ed infine a tutti a nanna. Per me e stata la prima esperienza. Ero un po incerto se partecipare o meno per gli impegni scolastici e sportivi ma sono certo di avere fatto la scelta giusta! Tutti i miei amici partecipavano, quindi non potevo mancare così organizzandomi un po sono riuscito bene anche con la scuola, l unico intoppo e stata l organizzazione dei libri ma il secondo giorno li ho portati tutti così ho risolto il problema. Durante la convivenza abbiamo visitato il Samaritano, un centro di accoglienza per la gente di strada. E stato molto bello perchè abbiamo capito che le persone che vi si appoggiano, pur avendo preso strade negative, hanno potuto riscattarsi aiutando nel centro stesso. Penso di poter parlare anche per i miei amici nel dire che questa convivenza la consigliamo a tutti gli ado che non l hanno mai provata!! Un grazie agli organizzatori, agli animatori e ai cuochi!!!!!! Matteo M. AUGURI DAL GRUPPO MISSIONARIO RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO Che bella umanità di M. Campedelli Che bella umanità, se avessimo il silenzio di Giuseppe. Dal silenzio nascerebbero parole nuove di perdono e di pace. Che bella umanità, se avessimo lo sguardo di Maria. La Parola troverebbe casa nella nostra vita e sola orienterebbe i nostri passi gli uni verso gli altri. Che bella umanità, se avessimo la semplicità dei pastori. Lasceremmo cadere le gelosie e i sospetti e ci fideremmo dell'altro come se fosse Dio. Che bella umanità, se avessimo la sapienza dei Magi. Lasceremmo le nostre certezze, i nostri piccoli troni per incamminarci, per inginocchiarci davanti all'altro e adorarlo. Che bella umanità, se avessimo la santità degli angeli e sapessimo annunciare a tutti e ai poveri per primi non a parole ma con la vita la Buona Novella del Vangelo. Che bella umanità se avessimo gli occhi del Messia bambino per guardare il mondo come lo guarda Dio con tenerezza, speranza e amore. Questo è il tuo Natale per noi. Fa' che questi doni accolti e condivisi siano il nostro Natale per te. Amen BUON NATALE ricco di condivisione, altruismo, accoglienza verso ogni uomo e ogni donna che incontriamo da parte del gruppo missionario Numero 40, Anno 5 Pagina 13

14 SCOPRI IL TUO TALENTO AL GRINV! E dopo la castagnata, abbiamo vissuto 3 domeniche di GRINV all insegna del TALENT SHOW! Un esperimento che ha visto l accantonamento del tradizionale format (laboratori e giochi) per offrire a bambini e ragazzi l occasione di mettere alla prova le loro passioni, le loro capacità espressive. Gli animatori (pochi ma ottimi) hanno proposto loro dei laboratori di teatro, di musica, di creazione e di scenografia per costruire tutti insieme uno spettacolo da offrire a genitori ed amici in un altro pomeriggio, che per noi è stato il 15 dicembre, la domenica dopo la festa del tesseramento. C è da dire che è stato un vero e proprio lavoro di gruppo, dove si creava insieme passo dopo passo, ascoltando i suggerimenti di tutti e mettendo a frutto le capacità di ognuno. Domenica scorsa tutto era quasi pronto: scenografie che siamo riusciti a far stare su grazie all ingegno dei nostri meravigliosi tecnici, video che sono partiti più o meno perfettamente, costumi che calzavano a pennello con la magia dello scotch e della cucitrice, ma tutto è passato inosservato davanti alla bravura degli attori, dei musicisti, dei ballerini! Per non parlare dei sostenitori di applausi e dei fotografi,così come degli animatori che sono stati anche eccellenti nell accoglienza degli spettatori e nel momento del rinfresco! Un ora di spettacolo spassosissimo che ha rivelato anche dei talenti nascosti talvolta anche agli stessi genitori: risate e applausi hanno reso felicissimi tutti, bambini e animatori, piccoli e grandi che hanno visto così apprezzato il frutto di tre domeniche di duro lavoro! Si sono uniti agli animatori anche volti nuovi, dei genitori che hanno accolto l invito di donare un po del loro tempo per gli altri. speriamo che il loro divertimento sia esempio e stimolo per tanti altri che magari sono titubanti: a stare con i bambini in allegria ci si guadagna in spirito!! Ringraziamo tutti, organizzatori, animatori, mamme papà e bambini per la bellissima esperienza e se pensate che sia da ripetere, magari fatecelo sapere attraverso il giornalino!!! Un ultima annotazione: domenica era anche il compleanno di ANNACHIARA. Desideriamo farle i nostri migliori auguri per aver scelto di passare con noi la giornata! Il GRINV Tanti auguri di buon compleanno a Annachiara da parte di tutti i suoi amici del Grinv e del coro Pagina 14 Extra-Ordinario

15 Santa Lucia: Ricordi d infanzia In cucina c erano il camino e la stufa. Il camino veniva usato nei mesi meno freddi per preparare da mangiare. Durante l inverno, chiuso da due piccole porte, serviva come deposito per la legna che faceva funzionare la stufa, più adatta per riscaldare la casa. All inizio di dicembre si cominciava già a respirare l atmosfera di Santa Lucia. Verso sera chiamavo, attraverso il camino, la Santa sperando che mi portasse qualche dolcetto. Aprivo le porte del camino e gridavo: Santa Lucia, Santa Lucia poi richiudevo le porte e aspettavo. La mamma mi mandava a prendere qualcosa in un altra stanza e quando ritornavo aprivo adagio adagio le porte del camino e trovavo vicino alla legna qualche caramella o un arancia o un pezzo di liquirizia. Che gioia! Qualche volta, prima di cena, si apriva all improvviso la porta a vetri (allora si chiamava antiporta ) e nella stanza veniva lanciato un piccolo dolce. Io subito mi spaventavo ma poi mi precipitavo a raccogliere ciò che Santa Lucia mi aveva regalato. La sera del 12 dicembre andavo a letto più presto del solito e la mamma mi raccomandava di tenere gli occhi sempre chiusi, altrimenti la Santa mi avrebbe gettato in faccia della sabbia. Mi addormentavo con difficoltà e il mattino seguente mi svegliavo molto presto e chiedevo alla mamma: E ora di scendere in cucina per vedere se Santa Lucia ha portato dei regali? E lei mi rispondeva: Dormi,non sono ancora le cinque Prima delle sei ero già vestito e con in mano il regalo che avevo trovato sul tavolo: un pallone di gomma o una automobilina di latta o un trenino o un album con la scatola dei colori. Vicino al giocattolo c era il tradizionale piatto, che conteneva un arancia. una liquirizia, qualche caramella. un pezzo di mandorlato. C era ancora buio, ma la strada cominciava ad animarsi; dalle case uscivano i bambini desiderosi di far vedere ai compagni i giocattoli appena ricevuti Erano semplici cose, che ci rendevano però molto felici. Gianni Scarsini Gli insegnanti e gli allievi della scuola di canto XNOI FACTOR augurano a tutti BUONE FESTE e vi aspettano sabato 4 GENNAIO 2014 per una serata in musica! Tanti auguri di buon compleanno a Elena da parte delle sue amiche Numero 40, Anno 5 Pagina 15

16 VAJONT 1963 RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO La catastrofe colse tutte le città d Italia incredule e piene di sgomento per quel che era successo Le TV (quelle poche che c erano), giornali e radio, diffondevano notizie sempre più gravi. L immenso lutto coglieva la zona di Longarone e i paesi vicini. Negli immediati giorni successivi, mio padre con latri compagni incaricati dal loro partito, portò aiuti alimentari, vestiario, medicinali e conforto ai superstiti. Rimase lì un paio di giorni per prestare aiuto materiale ai soccorritori, poi tornò a casa affranto il racconto di ciò che aveva visto e vissuto era da fine del mondo. I morti che affioravano dal fango man mano che le escavatrici sondavano il terreno, le case o meglio le fondamenta recavano ancora l impronta domestica d ogni giorno. La gente che quella sera era rimasta a casa, specialmente le donne, restavano lì a testimoniare l ecatombe accaduta. Gli uomini, giovani o meno giovani,vennero sorpresi dalle grandi ondate mentre guardavano la partita di pallone nei bar del paese. Mio padre raccontava queste cose a noi di casa,ancora con il cuore in tumulto poi in pochi giorni si riprese e continuò la sua vita normale. Ma accadde che, alfine, ciò che aveva visto e sofferto ebbe il sopravvento. Aveva compiuto da poco 64 anni e il giorno 17 in una mite giornata ottobrina venne portato d urgenza all Ospedale Civile di Borgo Trento. A nulla valsero le cure dei sanitari l incoraggiamento dei parenti che affollavano la stanza dell ospedale in cui giaceva annientato dal dolore. Gli si era rotta una vena nel cervello, embolia cerebrale La sua morte lasciò un grande vuoto in tutti noi Anche lui, mio padre, Cipriano Tomba, si può considerare una vittima del Vajont... Mario Tomba Grazie Sig.Mario: questa era stata scritta per il numero di ottobre ma siamo certi che i nostri lettori sapranno apprezzarla comunque. AUGURI A LEI E AI SUOI CARI! La Redazione Pagina 16 Extra-Ordinario

17 In cucina con NOI di Elena Fazzini TAGLIATELLE AL SALMONE CON CREMA DI SPINACI Ingredienti 350 gr di tagliolini paglia e fieno 200 gr di salmone affumicato 130 gr di panna da cucina 350 gr di spinaci freschi 40 gr di gherigli di noce 30 gr di burro 1 pizzico di noce moscata grattugiata sale e pepe q.b. 1 spicchio di aglio 1 cucchiaio di olio extravergine d'oliva Preparazione Pulite e lavate molto bene gli spinaci poi lessateli in poca acqua salata. Scolate gli spinaci, lasciateli intiepidire e strizzateli molto bene in modo da eliminare gran parte dell'acqua di cottura. Fate saltare in padella gli spinaci con 1 cucchiaio di olio e uno spicchio di aglio per 5 minuti. Con un frullatore ad immersione rendete crema gli spinaci e le noci. In una capiente padella fate scaldare il burro, aggiungete la crema di spinaci, sale e pepe, la panna, un pizzico di noce moscata, 1/2 del salmone a disposizione (precedentemente tagliato a listarelle sottili) e lasciate insaporire tutti gli ingredienti per 5 minuti a fuoco dolce. Nel frattempo lessate in abbondante acqua salata le tagliatelle, scolatele al dente e fatele saltare in padella con la crema di spinaci e salmone. Servite le tagliatelle aggiungendo in ogni piatto il resto del salmone a disposizione (tagliato a strisce sottili) e prezzemolo tritato BUON NATALE E FELICE ANNO NUOVO A TUTTI dai ragazzi del coro del sabato E.. BUON COMPLEANNO A Dario Alessio e Gabriele Tanti auguri di buon compleanno a Arianna e Valentina dai tutti i loro amici Numero 40, Anno 5 Pagina 17

18 Il Natale della Speranza Oggi ho visto la speranza era seduta su una panchina tra gli alberi in un viale che porta al fiume profumava di libertà ma lo sguardo era vuoto. Il sole al tramonto lanciava caldi bagliori di luce. Le dissi ch ero stanco di questo mondo di queste crudeltà di questo odio tra i popoli di quel voler dominare gli altri con la supremazia col potere col terrore Piansi calde lacrime corsi via lontano avevo il cuore ferito mi fermai vicino al fiume a riflettere Avevo vistola speranza forse lei mi avrebbe aiutato Tornai indietro in quel viale tre agli alberi in quella panchina la speranza non c era più... Ma c era già una stella in cielo la prima stella forse era la stella della speranza la stella del NAtale Mario Tomba La piccola segreteria Dicembre è un mese frenetico: saggi, feste di Natale, un pensiero ai nostri cari, la festa, ma soprattutto è il mese dell affetto E i vostri messaggi, articoli, pensieri, traboccano di buoni sentimenti: noi siamo molto felici di trovare spazio per tutti, e se così non fosse beh, aggiungiamo una pagina! Un unico neo, lo diciamo da mesi, abbiamo bisogno di redattori, collaboratori che ci diano una mano a raccogliere, correggere, impaginare il giornalino, costruirlo e stamparlo possibile che nessuno tra voi lettori abbia voglia di mettersi in gioco? Noi vi aspettiamo a braccia aperte! Buone Feste La redazione Sul prossimo numero: MISSIONE 2015 Buoni propositi Il Posto propone Festa della vita E poi aspettiamo anche i vostri suggerimenti!!! scrivete a Pagina 18 Extra-Ordinario

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento.

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento. DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento Anno 2014 (B) E nato per tutti; è nato per avvolgere il mondo in un abbraccio

Dettagli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli Siamo abituati a pensare al Natale come una festa statica, di pace, tranquillità, davanti

Dettagli

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di 1 Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di N. e N. 2 Celebrare un anniversario non significa rievocare in modo nostalgico una avvenimento del passato, ma celebrare nella lode e nel rendimento

Dettagli

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI (Gv 3, 17b) Ufficio Liturgico Diocesano proposta di Celebrazione Penitenziale comunitaria nel tempo della Quaresima 12 1 2 11 nella lode perenne del tuo nome

Dettagli

Adorazione Eucaristica. Dio ci ama

Adorazione Eucaristica. Dio ci ama Adorazione Eucaristica a cura di Don Luigi Marino Guida: C è un esperienza che rivela il potere unificante e trasformante dell amore, ed è l innamoramento, descritto in modo splendido nel Cantico dei Cantici.

Dettagli

5ª tappa L annuncio ai Giudei

5ª tappa L annuncio ai Giudei Centro Missionario Diocesano Como 5 incontro di formazione per commissioni, gruppi e associazioni missionarie 3 anno Febbraio 09 Paolo: la Parola di Dio non è incatenata 5ª tappa L annuncio ai Giudei Pagina

Dettagli

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco Sul far della sera la famiglia si riunisce in casa per la preghiera. Ove fosse possibile si suggerisce di

Dettagli

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE AzioneCattolicaItaliana ACR dell ArcidiocesidiBologna duegiornidispiritualitàinavvento CONMARIA PREPARIAMOCIADACCOGLIEREILSIGNORE Tutta l Azione Cattolica ha come tema dell anno l accoglienza. Anche la

Dettagli

DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI. Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013

DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI. Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013 DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013 Cari catechisti, buonasera! Mi piace che nell Anno della fede ci

Dettagli

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Commento al Vangelo Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione fra Luca Minuto Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Dal Vangelo secondo Matteo In quel tempo, gli undici discepoli andarono in Galilea, sul monte

Dettagli

NATALE SARA. Come sempre Natale sarà una festa, una grande magia, per svegliare la tua fantasia giù dal cielo un bel sogno verrà.

NATALE SARA. Come sempre Natale sarà una festa, una grande magia, per svegliare la tua fantasia giù dal cielo un bel sogno verrà. NATALE SARA Su nel cielo che gran movimento, su tra gli angeli del firmamento: quelli addetti agli effetti speciali si rimboccano tutti le ali. C'è chi pensa ai fiocchetti di neve, chi compone una musica

Dettagli

Proposta per un Nuovo Stile di Vita.

Proposta per un Nuovo Stile di Vita. UNA BUONA NOTIZIA. I L M O N D O S I P U ò C A M B I A R E Proposta per un Nuovo Stile di Vita. Noi giovani abbiamo tra le mani le potenzialità per cambiare questo mondo oppresso da ingiustizie, abusi,

Dettagli

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a Ci situiamo Probabilmente alla tua età inizi ad avere chiaro chi sono i tuoi amici, non sempre è facile da discernere. Però una volta chiaro,

Dettagli

Dalla lettura di una poesia del libro di testo. Un ponte tra i cuori

Dalla lettura di una poesia del libro di testo. Un ponte tra i cuori 1 Dalla lettura di una poesia del libro di testo Un ponte tra i cuori Manca un ponte tra i cuori, fra i cuori degli uomini lontani, fra i cuori vicini, fra i cuori delle genti, che vivono sui monti e sui

Dettagli

7ª tappa È il Signore che apre i cuori

7ª tappa È il Signore che apre i cuori Centro Missionario Diocesano Como 7 incontro di formazione per commissioni, gruppi e associazioni missionarie 3 anno Aprile 2009 Paolo: la Parola di Dio non è incatenata 7ª tappa È il Signore che apre

Dettagli

storia dell umanità sarebbe veramente molto triste.

storia dell umanità sarebbe veramente molto triste. FIGLI DI DIO Cosa significa essere un figlio di Dio? E importante essere figli di Dio? Se sono figlio di Dio che differenza fa nella mia vita quotidiana? Queste sono questioni importanti ed è fondamentale

Dettagli

Presentazione Tutti quelli che troverete, chiamateli

Presentazione Tutti quelli che troverete, chiamateli Presentazione Tutti quelli che troverete, chiamateli Presentazione Decisamente stimolanti le provocazioni del brano di Matteo (22,1-14) che ci accompagnerà nel corso dell anno associativo 2013-2014: terzo

Dettagli

====================================================== GIOVEDI SANTO (MESSA DEL CRISMA) ======================================================

====================================================== GIOVEDI SANTO (MESSA DEL CRISMA) ====================================================== -------------------------------------------------- LA LITURGIA DEL GIORNO www.lachiesa.it/liturgia ====================================================== GIOVEDI SANTO (MESSA DEL CRISMA) ======================================================

Dettagli

Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone opere e di intensa carità. Papa Giovanni XXIII (28 dicembre 1958)

Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone opere e di intensa carità. Papa Giovanni XXIII (28 dicembre 1958) NOTIZIARIO PARROCCHIALE Anno XC - N 8 dicembre 2012 - L Angelo in Famiglia Pubbl. mens. - Sped. abb. post. 50% Bergamo Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone

Dettagli

AZIONE CATTOLICA ADOLESCENTI ITINERARIO FORMATIVO SKYSCRAPER SECOND GUIDA PER L EDUCATORE

AZIONE CATTOLICA ADOLESCENTI ITINERARIO FORMATIVO SKYSCRAPER SECOND GUIDA PER L EDUCATORE AZIONE CATTOLICA ADOLESCENTI ITINERARIO FORMATIVO SKYSCRAPER SECOND GUIDA PER L EDUCATORE Presentazione La guida dell educatore vuole essere uno strumento agile per preparare gli incontri con i ragazzi.

Dettagli

La Buona Novella: Dio ha mandato il suo Figlio

La Buona Novella: Dio ha mandato il suo Figlio CREDO IN GESÙ CRISTO, IL FIGLIO UNIGENITO DI DIO La Buona Novella: Dio ha mandato il suo Figlio Incominciamo a sfogliare il Catechismo della Chiesa Cattolica. Ce ne sono tante edizioni. Tra le mani abbiamo

Dettagli

Oleggio, 25/12/2009. Natività- Dipinto del Ghirlandaio

Oleggio, 25/12/2009. Natività- Dipinto del Ghirlandaio 1 Oleggio, 25/12/2009 NATALE DEL SIGNORE Letture: Isaia 9, 1-6 Salmo 96 Tito 2, 11-14 Vangelo: Luca 2, 1-14 Cantori dell Amore Natività- Dipinto del Ghirlandaio Ci mettiamo alla Presenza del Signore, in

Dettagli

Amare e far AMARE GESÙ. Borrelli. Truffelli. Approfondimento su Incontriamo Gesù. Orientamenti per l annuncio e la catechesi in Italia ANNA TERESA

Amare e far AMARE GESÙ. Borrelli. Truffelli. Approfondimento su Incontriamo Gesù. Orientamenti per l annuncio e la catechesi in Italia ANNA TERESA EDUCARE OGGI/9 A CURA DI ANNA TERESA Borrelli PREFAZIONE DI MATTEO Truffelli Amare e far AMARE GESÙ CONTRIBUTI DI: Marco Ghiazza Luca Marcelli Paolo e Rita Seghedoni Marcello Semeraro Lucio Soravito De

Dettagli

Bambini vecchiette signori e signore venite a giocare con tutti i colori (2 volte)

Bambini vecchiette signori e signore venite a giocare con tutti i colori (2 volte) La canzone dei colori Rosso rosso il cane che salta il fosso giallo giallo il gallo che va a cavallo blu blu la barca che va su e giù blu blu la barca che va su e giù Arancio arancio il grosso cappello

Dettagli

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1 Università per Stranieri di Siena Centro CILS Sessione: Dicembre 2012 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto - Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e annunci. Poi completa le frasi.

Dettagli

PRONOMI DIRETTI (oggetto)

PRONOMI DIRETTI (oggetto) PRONOMI DIRETTI (oggetto) - mi - ti - lo - la - La - ci - vi - li - le La è la forma di cortesia. Io li incontro spesso. (gli amici). Non ti sopporta più. (te) Lo legge tutti i giorni. (il giornale). La

Dettagli

Venite, saliamo sul monte del Signore, al tempio quanto è mirabile il tuo nome su tutta la terra! (Sal 8,10) Rit.

Venite, saliamo sul monte del Signore, al tempio quanto è mirabile il tuo nome su tutta la terra! (Sal 8,10) Rit. OTTOBRE: Giornata del Carisma Introduzione TEMA: Fede e missione La mia intenzione è solamente questa: che [le suore] mi aiutino a salvare anime. (Corrispondenza, p. 7) Questa lapidaria intenzione, che

Dettagli

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica:

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica: Pasta per due 5 Capitolo 1 Libero Belmondo è un uomo di 35 anni. Vive a Roma. Da qualche mese Libero accende il computer tutti i giorni e controlla le e-mail. Minni è una ragazza di 28 anni. Vive a Bangkok.

Dettagli

Livello CILS A2. Test di ascolto

Livello CILS A2. Test di ascolto Livello CILS A2 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7.

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 2 Dov è Piero Ferrari e perché non arriva E P I S O D I O 25 Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 1 Leggi più volte il testo e segna le risposte corrette. 1. Piero abita in un appartamento

Dettagli

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore.

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore. Commozione Si commuove il corpo. A sorpresa, prima che l opportunità, la ragionevolezza, la buona educazione, la paura, la fretta, il decoro, la dignità, l egoismo possano alzare il muro. Si commuove a

Dettagli

LA TEORIA DEL CUCCHIAIO

LA TEORIA DEL CUCCHIAIO 90 ICARO MAGGIO 2011 LA TEORIA DEL CUCCHIAIO di Christine Miserandino Per tutti/e quelli/e che hanno la vita "condizionata" da qualcosa che non è stato voluto. La mia migliore amica ed io eravamo nella

Dettagli

CAPACI DI CONDIVIDERE OGNI DONO

CAPACI DI CONDIVIDERE OGNI DONO GRUPPOPRIMAMEDIA Scheda 03 CAPACI DI CONDIVIDERE OGNI DONO Nella chiesa generosita e condivisione Leggiamo negli Atti degli Apostoli come è nata la comunità cristiana di Antiochia. Ad Antiochia svolgono

Dettagli

La Dottrina sociale della Chiesa non può essere incatenata

La Dottrina sociale della Chiesa non può essere incatenata Osservatorio internazionale Cardinale Van Thuân La Dottrina sociale della Chiesa non può essere incatenata + Giampaolo Crepaldi Arcivescovo-Vescovo Relazione introduttiva al Convegno del 3 dicembre 2011

Dettagli

Un abbraccio a tutti voi Ornella e Enrico

Un abbraccio a tutti voi Ornella e Enrico SASHA La nostra storia é molto molto recente ed é stata fin da subito un piccolo "miracolo" perche' quando abbiamo contattato l' Associazione nel mese di Novembre ci é stato detto che ormai era troppo

Dettagli

Una notte di Fede: Vi annuncio una grande gioia

Una notte di Fede: Vi annuncio una grande gioia Veglia nella notte del S. Natale 2012 Una notte di Fede: Vi annuncio una grande gioia Il Santo Padre ha dedicato quest'anno liturgico alla Fede e noi in questa veglia che precede la S. Messa di Natale

Dettagli

Flame of Hope maggio 2015

Flame of Hope maggio 2015 Flame of Hope maggio 2015 Cari amici, Quand è che si apprezza maggiormente la vita e si è consapevoli di essere vivi e ne siamo grati? Quando quel dono prezioso è minacciato e poi si apprezza la vita il

Dettagli

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime Indice Introduzione 7 La storia delle rose: quando la mamma parte 9 Il bruco e la lumaca: quando i genitori si separano 23 La campana grande e quella piccola: quando nasce il fratellino 41 La favola del

Dettagli

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso LIBERI PENSIERI PER LIBERI SENTIMENTI La riflessione circa In viaggio verso l incontro come ci è stato proposto, nasce attorno alla lettura del romanzo : C è nessuno?

Dettagli

Nascita di Gesù (Dal Vangelo di Luca)

Nascita di Gesù (Dal Vangelo di Luca) Nascita di Gesù (Dal Vangelo di Luca) [1]In quei giorni un decreto di Cesare Augusto ordinò che si facesse il censimento di tutta la terra. Questo primo censimento fu fatto quando era governatore della

Dettagli

Il colore dei miei pensieri. Pierluigi De Rosa

Il colore dei miei pensieri. Pierluigi De Rosa Il colore dei miei pensieri Pierluigi De Rosa Il colore dei miei pensieri Pierluigi De Rosa 2007 Scrivere.info Tutti i diritti di riproduzione, con qualsiasi mezzo, sono riservati. In copertina: Yacht

Dettagli

ARCIDIOCESI DI GENOVA - ANNO PASTORALE 2013-2014. Essere genitori: trasmettere la fede ed educare alla vita

ARCIDIOCESI DI GENOVA - ANNO PASTORALE 2013-2014. Essere genitori: trasmettere la fede ed educare alla vita ARCIDIOCESI DI GENOVA - ANNO PASTORALE 2013-2014 Essere genitori: trasmettere la fede ed educare alla vita 6 ESSERE GENITORI: TRASMETTERE LA FEDE ED EDUCARE ALLA VITA "I genitori di Paola, 10 anni, sono

Dettagli

Routine per l Ora della Nanna

Routine per l Ora della Nanna SCHEDA Routine per l Ora della Nanna Non voglio andare a letto! Ho sete! Devo andare al bagno! Ho paura del buio! Se hai mai sentito il tuo bambino ripetere queste frasi notte dopo notte, con ogni probabilità

Dettagli

E vestirti coi vestiti tuoi DO#-7 SI4 dai seguimi in ciò che vuoi. e vestirti coi vestiti tuoi

E vestirti coi vestiti tuoi DO#-7 SI4 dai seguimi in ciò che vuoi. e vestirti coi vestiti tuoi SOGNO intro: FA#4/7 9 SI4 (4v.) SI4 DO#-7 Son bagni d emozioni quando tu FA# sei vicino sei accanto SI4 DO#-7 quando soltanto penso che tu puoi FA# FA#7/4 FA# SI trasformarmi la vita. 7+ SI4 E vestirti

Dettagli

Sac. Don Giuseppe Pignataro. L oratorio: centro del suo cuore

Sac. Don Giuseppe Pignataro. L oratorio: centro del suo cuore Sac. Don Giuseppe Pignataro L oratorio: centro del suo cuore L'anima del suo apostolato di sacerdote fu l'oratorio: soprattutto negli anni di Resina, a Villa Favorita per circa un decennio, dal 1957 al

Dettagli

SE IO FOSSI UN ALBERO E INVENTASSI UNA STORIA DAL MIO DISEGNO...TI RACCONTEREI CHE...

SE IO FOSSI UN ALBERO E INVENTASSI UNA STORIA DAL MIO DISEGNO...TI RACCONTEREI CHE... SE IO FOSSI UN ALBERO E INVENTASSI UNA STORIA DAL MIO DISEGNO...TI RACCONTEREI CHE... Una volta si fece la festa degli alberi nel bosco e io e una bimba, che non lo sapevo chi era, giocavamo con gli alberi

Dettagli

INCOLLARE DIPINTO ANNUNCIO AI PASTORI DI SANO DI PIETRO

INCOLLARE DIPINTO ANNUNCIO AI PASTORI DI SANO DI PIETRO INCOLLARE DIPINTO ANNUNCIO AI PASTORI DI SANO DI PIETRO Rallegrati Maria Dal vangelo di Luca (1, 26-38) 26 Al sesto mese, l angelo Gabriele fu mandato da Dio in una città della Galilea, chiamata Nàzaret,

Dettagli

Gloria al Padre e al Figlio e allo Spirito Santo. Come era nel principio, e ora e sempre nei secoli dei secoli. Amen

Gloria al Padre e al Figlio e allo Spirito Santo. Come era nel principio, e ora e sempre nei secoli dei secoli. Amen Modo di recitare il Santo Rosario Segno della Croce Credo Si annuncia il primo Mistero del giorno Padre Nostro Dieci Ave Maria Gloria Si continua fino a completare i 5 misteri del giorno Preghiera finale

Dettagli

" CI SON DUE COCCODRILLI... "

 CI SON DUE COCCODRILLI... PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE CATTOLICA ANNO SCOLASTICO 2014-2015 " CI SON DUE COCCODRILLI... " Le attività in ordine all'insegnamento della religione cattolica, per coloro che se ne avvalgono, offrono

Dettagli

CHE COS È L INDULGENZA?

CHE COS È L INDULGENZA? CHE COS È L INDULGENZA? La dottrina dell'indulgenza è un aspetto della fede cristiana, affermato dalla Chiesa cattolica, che si riferisce alla possibilità di cancellare una parte ben precisa delle conseguenze

Dettagli

Ognuno è libero di contraddirci. Vi chiediamo solo quell anticipo di simpatia senza il quale non c è alcuna comprensione.

Ognuno è libero di contraddirci. Vi chiediamo solo quell anticipo di simpatia senza il quale non c è alcuna comprensione. Ognuno è libero di contraddirci. Vi chiediamo solo quell anticipo di simpatia senza il quale non c è alcuna comprensione. Eugenio e Chiara Guggi (tramite le parole di Benedetto XVI) Il laico dev essere

Dettagli

Il ciclo di Arcabas LUNGO LA STRADA

Il ciclo di Arcabas LUNGO LA STRADA Il ciclo di Arcabas Arcabas è lo pseudonimo dell artista francese Jean Marie Pirot, nato nel 1926. Nella chiesa della Risurrezione a Torre de Roveri (BG) negli anni 1993-1994 ha realizzato un ciclo di

Dettagli

NOSTRO SIGNORE. Is 45, 1 7 Sal 146 (145) At 2, 29 36 Gv 21, 5 7

NOSTRO SIGNORE. Is 45, 1 7 Sal 146 (145) At 2, 29 36 Gv 21, 5 7 NOSTROSIGNORE Is45,1 7 Sal146(145) At2,29 36 Gv21,5 7 Tra gli elementi costitutivi dell'esistenza umana, la dipendenza dell'uomo daun'autoritàè unfattoincontrovertibile. L'aggettivosostantivatokyriossignifica:

Dettagli

IL SENSO DELLA CARITATIVA

IL SENSO DELLA CARITATIVA IL SENSO DELLA CARITATIVA SCOPO I Innanzitutto la natura nostra ci dà l'esigenza di interessarci degli altri. Quando c'è qualcosa di bello in noi, noi ci sentiamo spinti a comunicarlo agli altri. Quando

Dettagli

Domenica, 15 novembre 2009. Dov'è il tuo zelo

Domenica, 15 novembre 2009. Dov'è il tuo zelo Domenica, 15 novembre 2009 Dov'è il tuo zelo Apocalisse 3:14-22- All'angelo della chiesa di Laodicea scrivi: queste cose dice l'amen, il testimone fedele e veritiero, il principio della creazione di Dio:

Dettagli

La nascita di Gesù 6 Ora, mentre si trovavano in quel luogo, si compirono per lei i giorni del parto. 7 Diede

La nascita di Gesù 6 Ora, mentre si trovavano in quel luogo, si compirono per lei i giorni del parto. 7 Diede Scuola di Preghiera Venerdì 11 dicembre 2010 intervento di don Fabio Soldan La nascita di Gesù 6 Ora, mentre si trovavano in quel luogo, si compirono per lei i giorni del parto. 7 Diede alla luce il suo

Dettagli

Meno male che c è Lucky!!! La missione del W.F.P. in Madagascar. Classe IV. Maestre: Cristina Iorio M. Emanuela Coscia

Meno male che c è Lucky!!! La missione del W.F.P. in Madagascar. Classe IV. Maestre: Cristina Iorio M. Emanuela Coscia Scuola Primaria Istituto Casa San Giuseppe Suore Vocazioniste Meno male che c è Lucky!!! La missione del W.F.P. in Madagascar Classe IV Maestre: Cristina Iorio M. Emanuela Coscia È il 19 febbraio 2011

Dettagli

Una Pulce sull Albero di Babbo Natale?

Una Pulce sull Albero di Babbo Natale? Una Pulce sull Albero di Babbo Natale? Copione natalizio in rima per i bambini della Scuola dell Infanzia. Autore: Silvia Di Castro (Bisia) UNA PULCE SULL ALBERO DI BABBO NATALE? 1 Copione natalizio in

Dettagli

Diocesi di Nicosia. Curia Vescovile Ufficio per l Evangelizzazione e la Catechesi

Diocesi di Nicosia. Curia Vescovile Ufficio per l Evangelizzazione e la Catechesi Diocesi di Nicosia Curia Vescovile Ufficio per l Evangelizzazione e la Catechesi Largo Duomo,10 94014 Nicosia (EN) cod. fisc.: 90000980863 tel./fax 0935/646040 e-mail: cancelleria@diocesinicosia.it Ai

Dettagli

Painting by Miranda Gray

Painting by Miranda Gray Guarire le antenate Painting by Miranda Gray Questa è una meditazione facoltativa da fare specificamente dopo la benedizione del grembo del 19 ottobre. Se quel giorno avete le mestruazioni questa meditazione

Dettagli

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini Associazione ALE G. dalla parte dei bambini Comune di OSNAGO AI BAMBINI E ALLE BAMBINE Il 20 novembre 1989 è entrata in vigore

Dettagli

IC n 5 L.Coletti. Progetto GREEN SCHOOL. Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola

IC n 5 L.Coletti. Progetto GREEN SCHOOL. Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola IC n 5 L.Coletti Progetto GREEN SCHOOL Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola GREEN SCHOOL Principio fondante del Progetto GREEN SCHOOL..Coniugare conoscenza, ambiente, comportamenti nell

Dettagli

"UN VERO EROE NON SI DIMOSTRA DALLA FORZA CHE

UN VERO EROE NON SI DIMOSTRA DALLA FORZA CHE GREST 2015 L estate ormai si avvicina e l Unità Pastorale Madre Teresa di Calcutta, organizza e propone il GrEst (Oratorio estivo), rivolto ai ragazzi delle classi elementari e medie delle nostre parrocchie.

Dettagli

VENDI QUELLO CHE HAI E SEGUIMI. Commento al Vangelo di p. Alberto Maggi OSM

VENDI QUELLO CHE HAI E SEGUIMI. Commento al Vangelo di p. Alberto Maggi OSM XXVIII TEMPO ORDINARIO 11 ottobre 2009 VENDI QUELLO CHE HAI E SEGUIMI Commento al Vangelo di p. Alberto Maggi OSM Mc 10, 17-30 [In quel tempo], mentre Gesù andava per la strada, un tale gli corse incontro

Dettagli

LING RACCONTA IL SUO VIAGGIO

LING RACCONTA IL SUO VIAGGIO LING RACCONTA IL SUO VIAGGIO Sono arrivata in Italia in estate perché i miei genitori lavoravano già qui. Quando ero in Cina, io e mia sorella Yang abitavamo con i nonni, perciò mamma e papà erano tranquilli.

Dettagli

Dov eri e cosa facevi?

Dov eri e cosa facevi? Funzioni comunicative Produzione libera 15 marzo 2012 Livello B1 Dov eri e cosa facevi? Funzioni comunicative Descrivere, attraverso l uso dell imperfetto, azioni passate in corso di svolgimento. Materiale

Dettagli

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE?

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? Storia narrata da Teresa Carbé Da oltre 10 anni, con mio marito e i miei figli, abbiamo deciso di aprirci all affidamento familiare, e ciò ci ha permesso di

Dettagli

domenica 24 febbraio 13 Farra, 24 febbraio 2013

domenica 24 febbraio 13 Farra, 24 febbraio 2013 Farra, 24 febbraio 2013 informare su quelle che sono le reazioni più tipiche dei bambini alla morte di una persona cara dare alcune indicazioni pratiche suggerire alcuni percorsi Quali sono le reazioni

Dettagli

PREGHIERE DEL MATTINO. Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo. Amen

PREGHIERE DEL MATTINO. Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo. Amen PREGHIERE DEL MATTINO Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo. Ti adoro Ti adoro, mio Dio e ti amo con tutto il cuore. Ti ringrazio di avermi creato, fatto cristiano e conservato in questa

Dettagli

El valor de ser padre y de ser madre -----

El valor de ser padre y de ser madre ----- El valor de ser padre y de ser madre ----- San Luis, 27 de Octubre 2012 Vengo da un continente dove esiste una vera crisi della paternità. La figura del padre non è molto precisa, la sua autorità naturale

Dettagli

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI La mia casa ideale è vicino al mare. Ha un salotto grande e luminoso con molte poltrone comode e un divano grande e comodo.

Dettagli

UNA CONFESSIONE E LA PISTA SEGUITA

UNA CONFESSIONE E LA PISTA SEGUITA UNA CONFESSIONE E LA PISTA SEGUITA Confesso tutta la mia difficoltà a presentarvi questo brano che ho pregato tante volte. La paura è quella di essere troppo scontata oppure di dare troppe cose per sapute.

Dettagli

2) Se oggi la sua voce. Rit, 1) Camminiamo incontro al Signore

2) Se oggi la sua voce. Rit, 1) Camminiamo incontro al Signore Parrocchia Santa Maria delle Grazie Squinzano 1) Camminiamo incontro al Signore 2) Se oggi la sua voce Rit, Camminiamo incontro al Signore Camminiamo con gioia Egli viene non tarderà Egli viene ci salverà.

Dettagli

TELEFONO AZZURRO. dedicato ai bambini COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO?

TELEFONO AZZURRO. dedicato ai bambini COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO? COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO? 1 Ehi, ti e mai capitato di assistere o essere coinvolto in situazioni di prepotenza?... lo sai cos e il bullismo? Prova a leggere queste pagine. Ti potranno essere utili.

Dettagli

Esser Genitori dei Bambini Indaco e Cristallo: Crescerli col Cuore

Esser Genitori dei Bambini Indaco e Cristallo: Crescerli col Cuore Esser Genitori dei Bambini Indaco e Cristallo: Crescerli col Cuore Crescere un bambino Indaco o Cristallo è un privilegio speciale in questo momento di turbolenze e cambiamenti. Come genitori, state contribuendo

Dettagli

III incontro SIA FATTA LA TUA VOLONTÀ COME IN CIELO COSÌ IN TERRA Pensare, volere e amare come Cristo

III incontro SIA FATTA LA TUA VOLONTÀ COME IN CIELO COSÌ IN TERRA Pensare, volere e amare come Cristo III incontro SIA FATTA LA TUA VOLONTÀ COME IN CIELO COSÌ IN TERRA Pensare, volere e amare come Cristo Obiettivo generale: L'incontro di questa domenica è incentrato sul cammino del discernimento della

Dettagli

Che cosa fai di solito?

Che cosa fai di solito? Che cosa fai di solito? 2 1 Ascolta la canzone La mia giornata, ritaglia e incolla al posto giusto le immagini di pagina 125. 10 dieci Edizioni Edilingua unità 1 2 Leggi. lindylindy@forte.it ciao Cara

Dettagli

Ci relazioniamo dunque siamo

Ci relazioniamo dunque siamo 7_CECCHI.N 17-03-2008 10:12 Pagina 57 CONNESSIONI Ci relazioniamo dunque siamo Curiosità e trappole dell osservatore... siete voi gli insegnanti, mi insegnate voi, come fate in questa catastrofe, con il

Dettagli

Quanti nuovi suoni, colori e melodie, luce vita e gioia ad ogni creatura splende la sua mano forte e generosa, perfetto è ciò che lui fa

Quanti nuovi suoni, colori e melodie, luce vita e gioia ad ogni creatura splende la sua mano forte e generosa, perfetto è ciò che lui fa TUTTO CIO CHE FA Furon sette giorni così meravigliosi, solo una parola e ogni cosa fu tutto il creato cantava le sue lodi per la gloria lassù monti mari e cieli gioite tocca a voi il Signore è grande e

Dettagli

MEDITAZIONE SULL AVVENTO, NATALE ED EPIFANIA, TEMPO DELLA MANIFESTAZIONE DEL SIGNORE.

MEDITAZIONE SULL AVVENTO, NATALE ED EPIFANIA, TEMPO DELLA MANIFESTAZIONE DEL SIGNORE. MEDITAZIONE SULL AVVENTO, NATALE ED EPIFANIA, TEMPO DELLA MANIFESTAZIONE DEL SIGNORE. Oh Dio, suscita in noi la volontà di andare incontro con le buone opere al tuo Cristo che viene, perchè egli ci chiami

Dettagli

1 - Sulla preghiera apostolica

1 - Sulla preghiera apostolica 1 - Sulla preghiera apostolica Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo. Do una piccola istruzione di metodo sulla preghiera apostolica. Adesso faccio qualche premessa sulla preghiera apostolica,

Dettagli

Regole per un buon Animatore

Regole per un buon Animatore Regole per un buon Animatore ORATORIO - GROSOTTO Libretto Animatori Oratorio - Grosotto Pag. 1 1. Convinzione personale: fare l animatore è una scelta di generoso servizio ai ragazzi per aiutarli a crescere.

Dettagli

LE PREGHIERE DI SANTA BRIGIDA DA RECITARSI PER 12 ANNI

LE PREGHIERE DI SANTA BRIGIDA DA RECITARSI PER 12 ANNI LE PREGHIERE DI SANTA BRIGIDA DA RECITARSI PER 12 ANNI Promesse di Gesù per coloro che reciteranno questa preghiera per 12 anni. Attraverso Santa Brigida, Gesù ha fatto meravigliose promesse alle anime

Dettagli

Porto di mare senz'acqua

Porto di mare senz'acqua Settembre 2014 Porto di mare senz'acqua Nella comunità di Piquiá passa un onda di ospiti lunga alcuni mesi Qualcuno se ne è già andato. Altri restano a tempo indeterminato D a qualche tempo a questa parte,

Dettagli

Romite Ambrosiane Monastero di S. Maria del Monte sopra Varese

Romite Ambrosiane Monastero di S. Maria del Monte sopra Varese Romite Ambrosiane Monastero di S. Maria del Monte sopra Varese Celebriamo Colui che tu, o Vergine, hai portato a Elisabetta Sulla Visitazione della beata vergine Maria Festa del Signore Appunti dell incontro

Dettagli

MESSAGGI DI LUCE. Carta Michele Cell:346-5788900 E-mail;michele-carta@hotmail.it

MESSAGGI DI LUCE. Carta Michele Cell:346-5788900 E-mail;michele-carta@hotmail.it MESSAGGI DI LUCE Carta Michele Cell:346-5788900 E-mail;michele-carta@hotmail.it Tengo a precisare che Messaggi di Luce e un progetto che nasce su Facebook a oggi e visitato da piu' di 9000 persone E un

Dettagli

I nonni di oggi: com è cambiato il loro ruolo?

I nonni di oggi: com è cambiato il loro ruolo? I nonni di oggi: com è cambiato il loro ruolo? In Italia, secondo valutazioni ISTAT, i nonni sono circa undici milioni e cinquecento mila, pari al 33,3% dei cittadini che hanno dai 35 anni in su. Le donne

Dettagli

Viaggiare all estero in emodialisi con noi si può!

Viaggiare all estero in emodialisi con noi si può! Pag. 1/3 Viaggiare all estero in emodialisi con noi si può! (Articolo tratto da ALCER n 153 edizione 2010) Conoscere posti nuovi, nuove culture e relazionarsi con persone di altri paesi, di altre città

Dettagli

Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna...

Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna molto probabilmente avrei un comportamento diverso. Il mio andamento scolastico non è dei migliori forse a causa dei miei interessi (calcio,videogiochi, wrestling ) e forse mi applicherei

Dettagli

Ciao!! Un cielo stellato così come lo puoi vedere con i tuoi occhi. Il cielo visto da un potente telescopio molto lontano dalle città

Ciao!! Un cielo stellato così come lo puoi vedere con i tuoi occhi. Il cielo visto da un potente telescopio molto lontano dalle città 1 Ciao!! Quando guardi il cielo ogni volta che si fa buio, se è sereno, vedi tanti piccoli punti luminosi distribuiti nel cielo notturno: le stelle. Oggi si apre l immaginario Osservatorio per guardare...

Dettagli

1. una fede da far crescere nei vostri figli

1. una fede da far crescere nei vostri figli Chiediamo il Battesimo di nostro figlio 3.a tappa: dopo il Battesimo 1. una fede da far crescere nei vostri figli Parrocchia di S. Ambrogio - Via G. Di Vittorio, 23 - Mignanego (GE) Come far crescere

Dettagli

Una notte incredibile

Una notte incredibile Una notte incredibile di Franz Hohler nina aveva dieci anni, perciò anche mezzo addormentata riusciva ad arrivare in bagno dalla sua camera. La porta della sua camera era generalmente accostata e la lampada

Dettagli

Gira gira il mestolo NIDO INFANZIA POLLICINO. Documentazione Progetto per lo Sviluppo e l Apprendimento a/s 2012/13

Gira gira il mestolo NIDO INFANZIA POLLICINO. Documentazione Progetto per lo Sviluppo e l Apprendimento a/s 2012/13 Gira gira il mestolo NIDO INFANZIA POLLICINO Documentazione Progetto per lo Sviluppo e l Apprendimento a/s 2012/13 INDICE Le tante facce della documentazione Pag.3 Il progetto per lo sviluppo e l apprendimento

Dettagli

Campo d esperienza: IL SE E L ALTRO

Campo d esperienza: IL SE E L ALTRO Campo d esperienza: IL SE E L ALTRO 1. Il bambino sviluppa il senso dell identità personale, è consapevole delle proprie esigenze e dei propri sentimenti, sa controllarli ed esprimerli in modo adeguato

Dettagli

33. Dora perdona il suo pessimo padre

33. Dora perdona il suo pessimo padre 33. Dora perdona il suo pessimo padre Central do Brasil (1998) di Walter Salles Il film racconta la storia di una donna cinica e spietata che grazie all affetto di un bambino ritrova la capacità di amare

Dettagli

Pagliaccio. A Roma c è un. che cambia ogni giorno. 66 Artù n 58

Pagliaccio. A Roma c è un. che cambia ogni giorno. 66 Artù n 58 format nell accostare gli ingredienti e da raffinatezza della presentazione che fanno trasparire la ricchezza di esperienze acquisite nelle migliori cucine di Europa e Asia da questo chef 45enne d origini

Dettagli

Arcangela Mastromarco

Arcangela Mastromarco Autore: Con la collaborazione di: Arcangela Mastromarco Lidia Scarabelli 1 Unità 1 Questa è la mia famiglia. Io mi chiamo Meijiao. Faccio la IV elementare. La mattina mi alzo alle 7.00, mi vesto e faccio

Dettagli

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Rilevazione degli apprendimenti PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Anno Scolastico 2011 2012 PROVA DI ITALIANO Scuola Primaria Classe Seconda Spazio per l etichetta autoadesiva ISTRUZIONI

Dettagli

MA VOI CHI DITE CHE IO SIA? Mc 8,27-30 (cf Mt 16,13-23; Lc 9,18-27

MA VOI CHI DITE CHE IO SIA? Mc 8,27-30 (cf Mt 16,13-23; Lc 9,18-27 MA VOI CHI DITE CHE IO SIA? Mc 8,27-30 (cf Mt 16,13-23; Lc 9,18-27 2 L Siamo alla domanda fondamentale, alla provocazione più forte perché va diritta al cuore della mia vita, della tua, di ogni uomo che,

Dettagli

Esempi di Affermazioni incentrate sulla Verità da usare con Il Codice della Guarigione

Esempi di Affermazioni incentrate sulla Verità da usare con Il Codice della Guarigione Esempi di Affermazioni incentrate sulla Verità da usare con Il Codice della Guarigione Affermazioni incentrate sulla Verità per le dodici categorie del Codice di Guarigione Troverete qui di seguito una

Dettagli