GAL GIAROLO LEADER. Animazione degli attori locali per la programmazione PSR 2007/13 MISURA 431 2b

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "GAL GIAROLO LEADER. Animazione degli attori locali per la programmazione PSR 2007/13 MISURA 431 2b"

Transcript

1 GAL GIAROLO LEADER Animazione degli attori locali per la programmazione PSR 2007/13 MISURA 431 2b

2 L attività svolta dal GAL Giarolo nel periodo di programmazione 2007/2013

3 Piano Finanziario Rispetto alla dotazione assegnata in sede di approvazione del PSL ( ), il GAL Giarolo ha attivato notevoli risorse finanziarie, attestando il contributo pubblico complessivamente erogato a L entità delle risorse totali erogate dal GAL Giarolo è cresciuta quindi del 69% rispetto alla disponibilità finanziaria iniziale, grazie alla risposta importante del territorio verso le iniziative proposte dal GAL. Le maggiori risorse a disposizione sono state quasi interamente indirizzate a favore del settore imprenditoriale e, in particolare, hanno soddisfatto le esigenze di investimento proposte dal comparto agricolo locale che, in un sistema di filiera, ha evidenziato una propensione alla spesa che non ha termini di confronto con nessuna delle altre 12 realtà Leader piemontesi

4 Contributi erogati per Misura Nel complesso, il totale delle risorse finanziarie destinate al territorio del GAL Giarolo è stato ripartito tra le 8 Misure attivate, a vantaggio di ben n. 187 beneficiari finali, mediante la pubblicazione di 12 bandi. Le azioni a regia diretta del GAL hanno determinato una spesa complessiva di La Misura che ha maggiormente beneficiato di contributi (il 70% delle risorse attivate per 111 beneficiari finali) è la 121, finalizzata alla costruzione e al completamento delle filiere locali agricole, alle quali il GAL ha liquidato ben di contributi, con un incremento della dotazione iniziale stimata in fase di candidatura in A C b B B

5 Contributo erogato sul territorio per tipologia di beneficiario La maggior parte delle risorse complessive a disposizione del GAL (l 83%, pari a ) è stata destinata a imprese e a soggetti privati, grazie all attivazione di n. 5 Misure. Il 17% delle risorse è stato invece speso dagli Enti pubblici, attraverso l attivazione di n. 1 Misura esclusiva e 2 condivise con il settore privato. Soggetti Pubblici Imprese e Privati 5

6 Contributo erogato sulle misure a finalità pubblica Le Misure a finalità pubbliche hanno riguardato: il recupero del patrimonio naturale (323.2b) : 15 interventi di cui 12 realizzati da soggetti pubblici e 3 da privati la valorizzazione dei beni storico - architettonici locali (323.3c) 20 interventi di cui 9 realizzati da soggetti pubblici e 3 da privati l attivazione di servizi alla popolazione, con particolare riguardo all offerta sportiva e ai collaboratori multimediali (321.2b): 9 interventi di soggetti pubblici Hanno complessivamente beneficiato delle risorse 44 soggetti C Soggetti pubblici C Soggetti privati b Soggetti pubblici b Soggetti privati B Contributo erogato a soggetti privati per Misura La maggior parte delle risorse attivate a favore del settore imprenditoriale privato (l 83%) sono state assegnate dalla Misura 121. Ai 46 beneficiari delle restanti Misure sono stati erogati complessivamente contributi per circa Gli interventi sono stati finalizzati a: completamento dei sistemi di filiera (123.3 e 312.1a) potenziamento del sistema ricettivo locale (313.2b e 311) A B 311 6

7 Costi di gestione generale del GAL rispetto al piano finanziario Per le attività connesse alla gestione generale e al buon funzionamento, ciascun GAL ha a disposizione, secondo l art. 59 del Reg.CE 1698/2005, un contributo pubblico massimo pari al 20% dell ammontare del proprio piano finanziario. I costi di gestione dal GAL Giarolo nella fase di attuazione della strategia del PSL sono stati pari a ,00, mentre le azioni a regia hanno comportato una spesa pari a ,01. Considerando che, secondo la normativa comunitaria, le spese di funzionamento avrebbero potuto impegnare fino al 20% del contributo totale, è evidente l efficacia gestionale conseguita dalla struttura operativa del GAL, sicuramento il più virtuoso a livello regionale. Grazie ad un cospicuo contenimento delle spese relative alla gestione e alle azioni a regia diretta, il GAL ha potuto erogare al territorio il 90% delle risorse attivate, pari ad oltre Territorio Gestione ( ) Azioni a regia ( ) 7

8 PROGRAMMAZIONE 2014/2020 Ipotesi di impostazione strategica del nuovo PSL 8

9 Rapporto tra popolazione residente e entità del contributo pubblico La popolazione totale residente nell area dei Comuni che fanno parte del GAL Giarolo è, allo stato attuale, pari a abitanti (dato aggiornato al 2013). Secondo gli attuali intendimenti della Regione Piemonte, l entità del contributo pubblico sarà definita in rapporto alla popolazione residente, con l applicazione di un criterio che dovrebbe essere dimensionato nei termini seguenti: 100 ad abitante per le prime unità 35 ad abitante per ogni unità successiva Calcolo per la definizione del contributo attivabile dal GAL Giarolo: 100 * abitanti = * abitanti = dotazione complessiva pari a Per la gestione del GAL può essere impiegato l importo massimo del 25% del contributo totale attivabile, quindi pari a ,75 9

10 FARE RETE PER UN TERRITORIO CHE ACCOGLIE Ipotesi preliminare di organizzazione del PSL 2014/2020 CONCENTRAZIONE TEMATICA DEL PSL I GAL devono concentrare la loro strategia su un numero limitato di ambiti di intervento, non superiore a 3, individuando tra essi quello portante per la definizione del proprio piano di sviluppo. >> >> QUALIFICAZIONE TERRITORIALE Valorizzazione e qualificazione del territorio quale insieme di caratteri identitari e tipologie costruttive tipiche, paesaggio rurale e peculiarità ambientali e museali. Protezione e manutenzione del territorio, prevenzione delle calamità naturali. TURISMO SOSTENIBILE Iniziative di sistema per l organizzazione di un modello di offerta rivolto a un turismo ragionato e responsabile, rispettoso dell ambiente, attento alla qualità del territorio, equo sul piano economico e sociale per le popolazioni locali, capace di produrre reddito in favore del sistema imprenditoriale. FILIERE E SISTEMA PRODUTTIVO Forte caratterizzazione delle filiere locali esistenti, al fine di concentrare gli interventi su un numero definito di specificità locali che presentano un rilevante potenziale di sviluppo.

11 FARE RETE PER UN TERRITORIO CHE ACCOGLIE Ipotesi preliminare di organizzazione del PSL 2014/2020 Qualificazione del sistema di accoglienza (microimprese e PMI ricettive) - MISURA Qualificazione del sistema di accoglienza (imprese agrituristiche) MISURA Qualificazione del sistema di commerciale (microimprese e PMI) MISURA Avvio e potenziamento di servizi al turista (microimprese e PMI) MISURA Attivazione di servizi specializzati per il turismo escursionistico e cicloturistico - Attivazione di servizi per il benessere e il relax - Attivazione di servizi specializzati per il turismo escursionistico e cicloturistico - Attivazione di servizi per il benessere e il relax - Attivazione di servizi complementari specializzati (ristorazione specializzata, somministrazione non assistita, distribuzione medicinali, servizi di lavanderia,,materiale specifico per escursionisti e ciclisti) - Attivazione di servizi per il noleggio, ricovero e riparazione attrezzature - Attivazione di servizi di sosta e riposo Qualificazione di un sistema distributivo tipico (aziende agricole) MISURA Attivazione di punti vendita di prodotti tipici Implementazione di servizi culturali nell ambito del sistema museale locale (Comuni associati) MISURA 7.4 Cooperazione per lo sviluppo della filiera turistica locale (microimprese e aziende agricole) MISURA Attivazione di servizi di somministrazione non assistita Turismo sostenibile 11

12 FARE RETE PER UN TERRITORIO CHE ACCOGLIE Ipotesi preliminare di organizzazione del PSL 2014/2020 Qualificazione di un sistema distributivo tipico (aziende agricole) - Misura Attivazione di punti vendita e degustazione di prodotti tipici non solo presso le aziende ma anche sulle strade di percorrenza - Attivazione di servizi di somministrazione non assistita Costi ammissibili: investimenti di tipo fondiario e/o edilizio (costruzione, miglioramento, ristrutturazione di fabbricati aziendali); acquisizione, anche mediante leasing, di macchinari, attrezzature; realizzazione di impianti arborei Contributo: conto capitale e conto interessi, fino al 40% dell investimento ammissibile (+20% per determinate priorità) Qualificazione del sistema di accoglienza (imprese agrituristiche) - Misura Attivazione di servizi specializzati per il turismo escursionistico e cicloturistico - Attivazione di servizi per il benessere, il relax e la cultura Costi ammissibili: investimenti di tipo fondiario e/o edilizio (costruzione, miglioramento, ristrutturazione di fabbricati aziendali), acquisizione, anche mediante leasing, di macchinari, attrezzature, programmi informatici Contributo: conto capitale e conto interessi, fino al 40% dell investimento ammissibile (+20% per determinate priorità) Turismo sostenibile 12

13 FARE RETE PER UN TERRITORIO CHE ACCOGLIE Ipotesi preliminare di organizzazione del PSL 2014/2020 Qualificazione del sistema di commerciale (microimprese e PMI) - Misura Attivazione di servizi complementari specializzati (ristorazione specializzata, somministrazione non assistita, distribuzione medicinali, servizi di lavanderia,,materiale specifico per escursionisti e ciclisti) Costi ammissibili: acquisto di impianti, macchinari, strumenti, attrezzature, arredi, allestimenti, acquisto e realizzazione di software, interventi materiali di recupero e riqualificazione di edifici, adeguamenti strutturali Contributo: conto capitale e conto interessi, 40% dell investimento ammissibile, elevabile al 50% per gli investimenti realizzati nelle aree di montagna Qualificazione del sistema di accoglienza (microimprese e PMI ricettive) - Misura Attivazione di servizi specializzati per il turismo escursionistico e cicloturistico - Attivazione di servizi per il benessere e il relax Costi ammissibili: acquisto di impianti, macchinari, strumenti, attrezzature, arredi, allestimenti, acquisto e realizzazione di software, interventi materiali di recupero e riqualificazione di edifici, adeguamenti strutturali Contributo: conto capitale e conto interessi, 40% dell investimento ammissibile, elevabile al 50% per gli investimenti realizzati nelle aree di montagna Turismo sostenibile 13

14 FARE RETE PER UN TERRITORIO CHE ACCOGLIE Ipotesi preliminare di organizzazione del PSL 2014/2020 Avvio e potenziamento di servizi al turista (microimprese PMI) - Misura Attivazione di servizi per il noleggio, ricovero e riparazione attrezzature cicloturistiche - Attivazione di servizi di accompagnamento e di trasporto Costi ammissibili: acquisto di impianti, macchinari, strumenti, attrezzature, arredi, allestimenti, acquisto e realizzazione di software, interventi materiali di recupero e riqualificazione di edifici, adeguamenti strutturali Contributo: conto capitale e conto interessi, 40% dell investimento ammissibile, elevabile al 50% per gli investimenti realizzati nelle aree di montagna Implementazione di servizi culturali nell ambito del sistema museale locale (Comuni associati) - Misura 7.4 Costi ammissibili: investimenti materiali e immateriali, esclusi i costi di gestione. Contributo: conto capitale, 90% dell investimento ammissibile Cooperazione per lo sviluppo della filiera turistica locale (microimprese e aziende agricole) Misura Costi ammissibili: attività preliminari e funzionali alla definizione del piano di azione della filiera/rete (animazione, progettazione, elaborazione); costi di gestione dell organizzazione comune (personale, utenze, affitti, ); costi di investimento per la realizzazione di interventi comuni Contributo: conto capitale, 80% per studi/animazioni, 100% per costi di costituzione, 80% per costi di gestione, 40% per investimenti realizzati dall organismo di cooperazione (salvo intensità diverse riferibili ad altre misure) Turismo sostenibile 14

15 FARE RETE PER UN TERRITORIO CHE ACCOGLIE Ipotesi preliminare di organizzazione del PSL 2014/2020 Innovazione e qualificazione del sistema produttivo tipico (aziende agricole) Misura Miglioramento strumentale e impiantistico - Razionalizzazione e innovazione dei processi produttivi - Incremento della produttività e del reddito Investimenti nella trasformazione e commercializzazione delle produzioni tipiche (microimprese e PMI) MISURA Realizzazione, ristrutturazione e ammodernamento degli impianti di trasformazione e di commercializzazione Cooperazione per lo sviluppo della filiera agroalimentare locale (microimprese e aziende agricole) Misura 16.4 Filiere e sistema produttivo 15

16 FARE RETE PER UN TERRITORIO CHE ACCOGLIE Ipotesi preliminare di organizzazione del PSL 2014/2020 Innovazione e qualificazione del sistema produttivo tipico (aziende agricole) - Misura 4.1 Miglioramento strumentale e impiantistico Razionalizzazione e innovazione dei processi produttivi Incremento della produttività e del reddito Costi ammissibili: investimenti di tipo fondiario e/o edilizio (costruzione, miglioramento, ristrutturazione di fabbricati aziendali); acquisizione, anche mediante leasing, di macchinari, attrezzature; realizzazione di impianti arborei Contributo: conto capitale e conto interessi, fino al 40% dell investimento ammissibile (+20% per determinate priorità) Investimenti nella trasformazione e commercializzazione delle produzioni tipiche (microimprese PMI) - Misura Realizzazione, ristrutturazione e ammodernamento degli impianti di trasformazione e di commercializzazione Costi ammissibili: acquisto di impianti, macchinari, strumenti, attrezzature, arredi, allestimenti, acquisto e realizzazione di software, interventi materiali di recupero e riqualificazione di edifici, adeguamenti strutturali Contributo: conto capitale e conto interessi, 40% dell investimento ammissibile, elevabile al 50% per gli investimenti realizzati nelle aree di montagna Cooperazione per lo sviluppo della filiera agroalimentare locale (microimprese e aziende agricole) Misura 16.4 Costi ammissibili: attività preliminari e funzionali alla definizione del piano di azione della filiera/rete (animazione, progettazione, elaborazione); costi di gestione dell organizzazione comune (personale, utenze, affitti, ); costi di investimento per la realizzazione di interventi comuni Contributo: conto capitale, 100% della spesa (nel caso di costi che potrebbero essere coperti da altra misura del PSR, l intensità massima di aiuto è uguale alla intensità massima prevista da tale misura) 16

17 FARE RETE PER UN TERRITORIO CHE ACCOGLIE Ipotesi preliminare di organizzazione del PSL 2014/2020 Recupero del patrimonio architettonico e culturale (Enti Locali e soggetti privati) MISURA Valorizzazione dei caratteri identitari e delle tipologie costruttive tipiche per il potenziamento di circuiti tematici territoriali Recupero del paesaggio (Enti Locali e soggetti privati) MISURA Valorizzazione delle peculiarità ambientali ai fini della loro fruizione turistica Qualificazione delle imprese a sostegno della prevenzione e protezione del territorio (imprenditori agricoli) MISURA Miglioramento strutturale e impiantistico legato alla prevenzione degli effetti calamitosi delle avversità atmosferiche - Miglioramento strutturale e impiantistico legato alla diversificazione delle attività e/o dei redditi (es. pulizia manuale/ meccanica di alvei fluviali, fossi e torrenti nell ambito delle attività affidate dai Comuni) Qualificazione Territoriale 17

18 FARE RETE PER UN TERRITORIO CHE ACCOGLIE Ipotesi preliminare di organizzazione del PSL 2014/2020 Qualificazione delle imprese a sostegno della prevenzione e protezione del territorio (imprenditori agricoli) Misura 4.1 Miglioramento strutturale e impiantistico legato alla prevenzione degli effetti calamitosi delle avversità atmosferiche Miglioramento strutturale e impiantistico legato alla diversificazione delle attività e/o dei redditi Costi ammissibili: investimenti di tipo fondiario e/o edilizio (costruzione, miglioramento, ristrutturazione di fabbricati aziendali); acquisizione, anche mediante leasing, di macchinari, attrezzature; realizzazione di impianti arborei Contributo: conto capitale e conto interessi, fino al 40% dell investimento ammissibile (+20% per determinate priorità) Recupero del patrimonio architettonico e culturale (Enti Locali e soggetti privati) Misura 7.6 Valorizzazione dei caratteri identitari e delle tipologie costruttive tipiche per il potenziamento di circuiti tematici territoriali Costi ammissibili: interventi materiali di recupero e riqualificazione del paesaggio (in tutte le sue componenti), di elementi facenti parte del patrimonio rurale, di manufatti di rilevanza architettonica e storico- documentaria. Contributo: conto capitale, 90% per beneficiari pubblici, 60% per beneficiari privati Recupero del paesaggio (Enti Locali e soggetti privati) Misura 7.6 Valorizzazione delle peculiarità ambientali ai fini della loro fruizione turistica Costi ammissibili: interventi materiali di recupero e riqualificazione del paesaggio (in tutte le sue componenti), di elementi facenti parte del patrimonio rurale, di manufatti di rilevanza architettonica e storico - documentaria. Contributo: conto capitale, 90% per beneficiari pubblici, 60% per beneficiari privati 18

19 GAL GIAROLO LEADER Animazione degli attori locali per la programmazione PSR 2007/13 MISURA 431 2b

PROGETTIAMO IL FUTURO

PROGETTIAMO IL FUTURO Gruppo di Azione Locale VALLI DEL CANAVESE PROGETTIAMO IL FUTURO verso il nuovo Piano di Sviluppo Locale LEADER PSR 2014-2020 DAL PSR REGIONALE AL PSL LOCALE RISORSE il volume d investimento assegnato

Dettagli

Misura M19. Sostegno allo sviluppo locale LEADER (da art. 42 a 44) Interventi

Misura M19. Sostegno allo sviluppo locale LEADER (da art. 42 a 44) Interventi M19 Sostegno allo sviluppo locale LEADER (da art. 42 a 44) Interventi 19.1.1 Sostegno preparatorio 19.2.1 Sostegno all esecuzione degli interventi nell ambito della strategia di sviluppo locale di tipo

Dettagli

PROGRAMMA DI SVILUPPO RURALE DELLA REGIONE FVG: LE MISURE A FAVORE DELL AGRICOLTURA SOCIALE

PROGRAMMA DI SVILUPPO RURALE DELLA REGIONE FVG: LE MISURE A FAVORE DELL AGRICOLTURA SOCIALE PROGRAMMA DI SVILUPPO RURALE 2014-2020 DELLA REGIONE FVG: LE MISURE A FAVORE DELL AGRICOLTURA SOCIALE Adottato con decisione della Commissione C(2015) 6589 final del 24 settembre 2015 Convegno Lo sviluppo

Dettagli

ANIMAZIONE TERRITORIALE verso il nuovo PIANO DI SVILUPPO LOCALE PSR

ANIMAZIONE TERRITORIALE verso il nuovo PIANO DI SVILUPPO LOCALE PSR GAL LAGHI E MONTI DEL VCO Domodossola, Giovedì 15 Ottobre 2015 ore 21:00 ANIMAZIONE TERRITORIALE AMBITI TEMATICI PRIORITARI Alcuni ambiti tematici proposti dall Accordo di Partenariato si adattano maggiormente

Dettagli

AZIONE Sintesi Piano di Sviluppo Locale Gal GardaValsabbia

AZIONE Sintesi Piano di Sviluppo Locale Gal GardaValsabbia AZIONE 2020 Sintesi Piano di Sviluppo Locale 2014 2020 Gal GardaValsabbia Il Programma di Sviluppo Rurale 2014 2020 di Regione Lombardia è il principale strumento di programmazione e finanziamento degli

Dettagli

VALSESIA SOSTENIAMO LO SVILUPPO. della

VALSESIA SOSTENIAMO LO SVILUPPO. della SOSTENIAMO LO SVILUPPO della VALSESIA Incontro programmatico per l individuazione dei fabbisogni territoriali e per progettare strategie di sviluppo per l area di competenza del GAL Terre del Sesia PSR

Dettagli

REPORT BANDI PIEMONTE

REPORT BANDI PIEMONTE REPORT BANDI PIEMONTE INDICE PSR 2014/2020. MISURA 19.1.1. CONTRIBUTO A FONDO PERDUTO PARI AL 100% PER SUPPORTARE LE STRATEGIE DEI GAL.... 2 L.R. 18/2008. CONTRIBUTO A FONDO PERDUTO FINO AL 70% PER SOSTENERE

Dettagli

Quali opportunità per l agriturismo e la vendita diretta. 15 luglio 2010 d.ssa Agr..Valeria Sonvico Area Ambiente e Territorio - Coldiretti Lombardia

Quali opportunità per l agriturismo e la vendita diretta. 15 luglio 2010 d.ssa Agr..Valeria Sonvico Area Ambiente e Territorio - Coldiretti Lombardia Quali opportunità per l agriturismo e la vendita diretta 15 luglio 2010 d.ssa Agr..Valeria Sonvico Area Ambiente e Territorio - Coldiretti Lombardia Le richieste della Commissione Europea Tutelare e garantire

Dettagli

declino delle forme di agricoltura tradizionale valorizzazione delle tipicità produttive e delle produzioni biologicamente controllate

declino delle forme di agricoltura tradizionale valorizzazione delle tipicità produttive e delle produzioni biologicamente controllate Il concetto di sviluppo rurale declino delle forme di agricoltura tradizionale valorizzazione delle tipicità produttive e delle produzioni biologicamente controllate necessità/opportunità di integrare

Dettagli

Azioni nel campo della formazione professionale e dell informazione ASSE I. Programma di Sviluppo Rurale

Azioni nel campo della formazione professionale e dell informazione ASSE I. Programma di Sviluppo Rurale Azioni nel campo della formazione professionale e dell informazione Miglioramento della competitività del settore agricolo e forestale Azioni nel campo della formazione professionale e dell informazione

Dettagli

ANIMAZIONE TERRITORIALE verso il nuovo Piano di Sviluppo Locale LEADER - PSR

ANIMAZIONE TERRITORIALE verso il nuovo Piano di Sviluppo Locale LEADER - PSR GAL Langhe Roero Leader ASSE IV LEADER P.S.R. REGIONE PIEMONTE 2007-20132013 ANIMAZIONE TERRITORIALE verso il nuovo Piano di Sviluppo Locale LEADER - PSR 2014-2020 16 Giugno 2014 - Bossolasco 1 La fase

Dettagli

LA PROGRAMMAZIONE STRATEGICA PER LO SVILUPPO LOCALE INTEGRATO

LA PROGRAMMAZIONE STRATEGICA PER LO SVILUPPO LOCALE INTEGRATO LA PROGRAMMAZIONE STRATEGICA PER LO SVILUPPO LOCALE INTEGRATO di Francesco Mantino Rete Rurale Nazionale (INEA) Obiettivi e metodi per la costruzione del PSR 2014-2020 Campobasso, 24 giugno 2013 Gli elementi

Dettagli

Gli interventi connessi al turismo

Gli interventi connessi al turismo Proposta Programma di Sviluppo Rurale 2014-2020 Gli interventi connessi al turismo 26 novembre 2014 Euromeeting 2014 28/11/14 1 MISURE DIRETTAMENTE CONNESSE 6.4.1 DIVERSIFICAZIONE DELLE AZIENDE AGRICOLE

Dettagli

SCHEDA DI SINTESI DELLE LINEE STRATEGICHE E DELLA RELATIVA DOTAZIONE FINANZIARIA

SCHEDA DI SINTESI DELLE LINEE STRATEGICHE E DELLA RELATIVA DOTAZIONE FINANZIARIA SCHEDA DI SINTESI DELLE LINEE STRATEGICHE E DELLA RELATIVA DOTAZIONE FINANZIARIA A. Promozione di nuovi prodotti turistici LS 1 : CREAZIONI DELLE DESTINAZIONI E DEI PRODOTTI TURISTICI SOSTENIBILI AZIONI

Dettagli

Nuovo slancio a una terra unica. Valore Leader. Luciano Correggi

Nuovo slancio a una terra unica. Valore Leader. Luciano Correggi Nuovo slancio a una terra unica Valore Leader Luciano Correggi STATO DI ATTUAZIONE DEL LEADER NELL APPENNINO MODENESE E REGGIANO. Efficacia Risorse pubbliche disponibili 10.306.599,00 Risorse pubbliche

Dettagli

Progettiamo insieme il nuovo PSL MISURA 19 Sviluppo Locale Leader - PSR

Progettiamo insieme il nuovo PSL MISURA 19 Sviluppo Locale Leader - PSR FEASR REGIONE DEL VENETO Fondo europeo agricolo per lo sviluppo rurale: l Europa investe nelle zone rurali Progettiamo insieme il nuovo PSL 2014-2020 MISURA 19 Sviluppo Locale Leader - PSR 2014 2020 Sede

Dettagli

I P.I.F. in Piemonte

I P.I.F. in Piemonte I P.I.F. in Piemonte Aspetti organizzativi e metodologici Moreno SOSTER Responsabile Programmazione e valorizzazione del sistema agro-alimentare 1 Contesto Fabbisogno 7 Sviluppare forme di integrazione

Dettagli

Misura 124 Cooperazione per lo sviluppo di nuovi prodotti, processi e tecnologie nei settori agricolo e alimentare e in quello forestale.

Misura 124 Cooperazione per lo sviluppo di nuovi prodotti, processi e tecnologie nei settori agricolo e alimentare e in quello forestale. ALLEGATO A I testi contenuti nel presente documento sostituiscono od integrano i corrispondenti contenuti nel testo degli indirizzi ai Gruppi di azione locale per la redazione dei bandi relativi alle misure/sottomisure/azioni

Dettagli

CREDITO AGRICOLO Fondo a favore delle PMI

CREDITO AGRICOLO Fondo a favore delle PMI CREDITO Fondo a favore delle PMI IL CONTESTO DI RIFERIMENTO Il comparto agricolo regionale Superficie agricola totale (SAT): 1.470.698 ettari; Superficie agricola utilizzata (SAU): 1.153.690 ettari; Il

Dettagli

STATO DI ATTUAZIONE - ASSE 4 LEADER -

STATO DI ATTUAZIONE - ASSE 4 LEADER - STATO DI ATTUAZIONE - ASSE 4 LEADER - AL 31.12.2012 MORI (TN) 10 GIUGNO 2013 Il GAL VAL DI SOLE si è costituito in forma giuridica di Associazione senza scopo di lucro il 21 febbraio 2009 attraverso la

Dettagli

PROGRAMMA DI ATTUAZIONE DELLA MISURA 511 ASSISTENZA TECNICA DEL PROGRAMMA DI SVILUPPO RURALE 2007/13

PROGRAMMA DI ATTUAZIONE DELLA MISURA 511 ASSISTENZA TECNICA DEL PROGRAMMA DI SVILUPPO RURALE 2007/13 Allegato A PROGRAMMA DI ATTUAZIONE DELLA MISURA 511 ASSISTENZA TECNICA DEL PROGRAMMA DI SVILUPPO RURALE 2007/13 1. Obiettivi della misura Ai sensi dell art. 66 del Reg CE 1698/2005 gli interventi dell

Dettagli

DETTAGLIO MAPPA REGIONALE DELLE MISURE / SOTTOMISURE ATTIVE

DETTAGLIO MAPPA REGIONALE DELLE MISURE / SOTTOMISURE ATTIVE DETTAGLIO MAPPA REGIONALE DELLE MISURE / SOTTOMISURE ATTIVE Reg. (UE) n. M1: Trasferimento di conoscenze e azioni di informazione X X X X X 14 1.1 Formazione professionale e acquisizione di competenze

Dettagli

Regione Liguria Dipartimento Agricoltura e Protezione Civile

Regione Liguria Dipartimento Agricoltura e Protezione Civile Regione Liguria Dipartimento Agricoltura e Protezione Civile Seminario I Progetti Integrati come strumento di attuazione del programma di sviluppo rurale 2007-2013 della Regione Liguria Genova, 7 febbraio

Dettagli

FEARS Programma di Sviluppo Rurale

FEARS Programma di Sviluppo Rurale Servizio Aziende Agricole e territorio rurale FEARS Programma di Sviluppo Rurale 2007-2013 PSR della Provincia Autonoma di Trento Misura 121 Ammodernamento delle aziende agricole SCHEMA DI PIANO DI MIGLIORAMENTO

Dettagli

L esperienza della programmazione LEADER in Toscana. GAL Start

L esperienza della programmazione LEADER in Toscana. GAL Start L applicazione della MISURA 124 a livello locale L esperienza della programmazione LEADER in Toscana Leonardo Romagnoli Tommaso Neri GAL Start Firenze, 13 settembre 2013 Le Strategie Integrate di Sviluppo

Dettagli

GAC TERRE DI MARE s.c.ar.l.

GAC TERRE DI MARE s.c.ar.l. GAC TERRE DI MARE s.c.ar.l. Asse IV FEP PUGLIA 2007/2013 Piano di Sviluppo Costiero 2012/2015 - Terre di Mare Misura 1 - Azione 1.1.c «Investimenti in attrezzature e infrastrutture per la produzione, la

Dettagli

FEAMP Fondo Europeo per gli Affari Marittimi e la Pesca 2014/2020

FEAMP Fondo Europeo per gli Affari Marittimi e la Pesca 2014/2020 FEAMP Fondo Europeo per gli Affari Marittimi e la Pesca 2014/2020 1. Il quadro normativo di riferimento Il Regolamento (UE) del Parlamento europeo e del Consiglio del 15 maggio 2014, istituisce il Fondo

Dettagli

4. Le schede di misura

4. Le schede di misura Piano di Sviluppo Sibilla 4. Le schede di misura Piano Sviluppo Rurale Marche 2007-2013 Asse IV Scheda di Misura 4.1.3.1 Sostegno alla creazione ed allo sviluppo di microimprese Tema prevalente Obiettivi

Dettagli

rassegna stampa U F F I C I O S TA M PA Via Pio VII, TORINO tel cell

rassegna stampa U F F I C I O S TA M PA Via Pio VII, TORINO tel cell indice U F F I C I O S TA M PA Via Pio VII, 97 10135 TORINO tel. 011-6177282 cell. 335-7662297 E-M A I L: u f f i c i o s t a m p a. t o @ c o l d i r e t t i. i t S I T O: w w w. t o r i n o. c o l d

Dettagli

Disposizioni in materia di informazione e pubblicità nell ambito del Programma di sviluppo rurale (PSR)

Disposizioni in materia di informazione e pubblicità nell ambito del Programma di sviluppo rurale (PSR) Disposizioni in materia di informazione e pubblicità nell ambito del Programma di sviluppo rurale (PSR) 2007-2013 1. Obblighi generali dei beneficiari I beneficiari, pubblici o privati, delle misure del

Dettagli

COERENZA PROGRAMMATICA TERRITORIALE SCHEDA INCENTIVAZIONE DI ATTIVITÀ TURISTICHE Se sotto il profilo dell offerta turistica possiamo

COERENZA PROGRAMMATICA TERRITORIALE SCHEDA INCENTIVAZIONE DI ATTIVITÀ TURISTICHE Se sotto il profilo dell offerta turistica possiamo COERENZA PROGRAMMATICA TERRITORIALE SCHEDA 4.1.3.2 INCENTIVAZIONE DI ATTIVITÀ TURISTICHE Se sotto il profilo dell offerta turistica possiamo affermare che il Montefeltro mostra ormai di aver realizzato

Dettagli

SCHEDA BANDO AIUTI AI GIOVANI AGRICOLTORI

SCHEDA BANDO AIUTI AI GIOVANI AGRICOLTORI AIUTI AI GIOVANI AGRICOLTORI ID Bando BA16-0566 Tempistica Le domande possono essere presentate entro il 15/11/2016 Territorio di riferimento Regione Puglia Oggetto Per favorire lo sviluppo integrato delle

Dettagli

PSR V a l t i e r o M a z z o t t i

PSR V a l t i e r o M a z z o t t i PSR 2014-2020 Struttura e contenuti del Programma V a l t i e r o M a z z o t t i D i r e t t o r e G e n e r a l e A g r i c o l t u r a, E c o n o m i a i t t i c a, A t t i v i t à f a u n i s t i c

Dettagli

- FAQ dell 11/12/2012 -

- FAQ dell 11/12/2012 - REPUBBLICA ITALIANA Regione Siciliana ASSESSORATO REGIONALE DELLE RISORSE AGRICOLE E ALIMENTARI Dipartimento Degli Interventi Infrastrutturali per l Agricoltura Servizio IV Interventi di sviluppo rurale

Dettagli

REPORT BANDI PIEMONTE

REPORT BANDI PIEMONTE REPORT BANDI PIEMONTE INDICE PSR 2014/2020 MISURA 6.1.1. CONTRIBUTO A FONDO PERDUTO FINO A 45.000,00 PER L AVVIAMENTO DI IMPRESE PER I GIOVANI AGRICOLTORI 2 PSR 2014/2020 MISURA 4.1.2. CONTRIBUTO A FONDO

Dettagli

La filiera corta in Piemonte Analisi degli strumenti di intervento

La filiera corta in Piemonte Analisi degli strumenti di intervento Aprile 2010 La filiera corta in Piemonte Analisi degli strumenti di intervento Documento realizzato nell ambito delle attività della Rete Rurale Nazionale Task Force Progettazione Integrata Autore: Andrea

Dettagli

I BANDI A FAVORE DEL PATRIMONIO RURALE:

I BANDI A FAVORE DEL PATRIMONIO RURALE: GAL Alta Marca Trevigiana Programma di Sviluppo Locale 2007-2013 I BANDI A FAVORE DEL PATRIMONIO RURALE: Misura 323/a AZIONI 2 3-4 SCADENZA 26 GIUGNO 2012 Misura 323/a AZIONE 2 Recupero, riqualificazione

Dettagli

LA REGIONE INCONTRA Percorso tematico di incontri informativi sul Programma di Sviluppo Rurale

LA REGIONE INCONTRA Percorso tematico di incontri informativi sul Programma di Sviluppo Rurale LA REGIONE INCONTRA Percorso tematico di incontri informativi sul Programma di Sviluppo Rurale 2014-2020 IMPRESE AGRICOLE E FORESTALI: IL PSR PER GLI INVESTIMENTI E L AMMODERNAMENTO Regione del Veneto

Dettagli

NetTARE opera nei seguenti ambiti:

NetTARE opera nei seguenti ambiti: Grazie ad una rete di professionisti e consulenti, NetTARE lavora con un approccio interdisciplinare sistemico e partecipativo mettendo a disposizione le proprie competenze in diversi ambiti: mobilità

Dettagli

All interno dei Progetti Integrati di Filiera (PIF)

All interno dei Progetti Integrati di Filiera (PIF) Programma di Sviluppo Rurale 2014/2020 Reg. (UE) 1305/2015 Regione Toscana Bando Sottomisura 4.2 Investimenti nella trasformazione, commercializzazione e/o sviluppo dei prodotti agricoli All interno dei

Dettagli

Presentazione del terzo pacchetto bandi e avvisi del PSR Basilicata

Presentazione del terzo pacchetto bandi e avvisi del PSR Basilicata Presentazione del terzo pacchetto bandi e avvisi del PSR Basilicata 2014-2020 12,5 milioni di euro per il terzo pacchetto di bandi e avvisi del PSR Basilicata 2014-2020 destinato ai comuni ed alle associazioni

Dettagli

UNIONE EUROPEA FEASR Reg. CE 1698/2005 AVVISO PUBBLICO. Bando approvato con delibera del CdA del 18/10/2012 Rev_1

UNIONE EUROPEA FEASR Reg. CE 1698/2005 AVVISO PUBBLICO. Bando approvato con delibera del CdA del 18/10/2012 Rev_1 UNIONE EUROPEA FEASR Reg. CE 1698/2005 Asse 4 - Attuazione dell approccio Leader AVVISO PUBBLICO Bando approvato con delibera del CdA del 18/10/2012 Rev_1 ASSE 3 Qualità della vita nelle zone rurali e

Dettagli

BANDO PUBBLICO. ASSE 3 Qualità della vita nelle zone rurali e diversificazione dell economia rurale

BANDO PUBBLICO. ASSE 3 Qualità della vita nelle zone rurali e diversificazione dell economia rurale Programma di Sviluppo Rurale Regione Sicilia 2007-2013 Reg. CE 1698/2005 GRUPPO DI AZIONE LOCALE GAL BANDO PUBBLICO ASSE 3 Qualità della vita nelle zone rurali e diversificazione dell economia rurale MISURA

Dettagli

L.R. 23 Gennaio 2006, n. 1 Istituzione dei distretti rurali e dei distretti agroalimentari di qualità (1)

L.R. 23 Gennaio 2006, n. 1 Istituzione dei distretti rurali e dei distretti agroalimentari di qualità (1) L.R. 23 Gennaio 2006, n. 1 Istituzione dei distretti rurali e dei distretti agroalimentari di qualità (1) SOMMARIO Art. 1 - Oggetto e finalità Art. 2 - Definizioni Art. 3 - Requisiti per l individuazione

Dettagli

Il Progetto Colombo e le agevolazioni per lo sviluppo d impresa. Relatrice: dott.ssa Anna Censi

Il Progetto Colombo e le agevolazioni per lo sviluppo d impresa. Relatrice: dott.ssa Anna Censi Il Progetto Colombo e le agevolazioni per lo sviluppo d impresa Relatrice: dott.ssa Anna Censi Innanzitutto chi sono.. Mi chiamo Anna Censi ed ho collaborato alle varie fasi della realizzazione del Progetto

Dettagli

DESCRIZIONE DEL PROGETTO

DESCRIZIONE DEL PROGETTO ALLEGATO A5 al modulo di domanda del bando Realizzazione di un sistema di ricettività agrituristica GAL Borba Via Roma, 8 15010 PONZONE (AL) Regione Piemonte Programma di Sviluppo Rurale 2007-2013 Asse

Dettagli

I FINANZIAMENTI NEL PROGRAMMA OCM VINO.

I FINANZIAMENTI NEL PROGRAMMA OCM VINO. Emilia Romagna: approvato il programma dalla Giunta regionale il 2 maggio 2016 con una dotazione prevista di 3.852.315 euro che vale come avviso pubblico per la presentazione delle domande, la cui scadenza

Dettagli

Conferenza stampa Terzo pacchetto bandi e avvisi PSR Basilicata

Conferenza stampa Terzo pacchetto bandi e avvisi PSR Basilicata Conferenza stampa Terzo pacchetto bandi e avvisi PSR Basilicata 2014-2020 Dipartimento Politiche Agricole e Forestali Autorità di Gestione PSR FEASR 2014-2020 Assessore Luca Braia Potenza, 11 agosto 2016

Dettagli

I PIL - Progetti Integrati Locali del PSR

I PIL - Progetti Integrati Locali del PSR I PIL - Progetti Integrati Locali del PSR 2014-2020 Seminario/giornata di studi Sviluppo territoriale a driver culturale: un percorso in divenire Metodi, strumenti, strategie della sperimentazione in corso

Dettagli

CHI PARTECIPA CONDIVIDE!

CHI PARTECIPA CONDIVIDE! 30.07 2016 10,30 CHI PARTECIPA CONDIVIDE! Ciclo di Incontri Presentazione della Strategia di Sviluppo Locale AltoCasertano 2020 Consorzio di Bonifica del SannioAlifano Viale della Libertà n.75 Piedimonte

Dettagli

Camera di Commercio di Milano INIZIATIVE A SOSTEGNO DELL ACCESSO AL CREDITO DELLE PMI MILANESI ANNO 2009

Camera di Commercio di Milano INIZIATIVE A SOSTEGNO DELL ACCESSO AL CREDITO DELLE PMI MILANESI ANNO 2009 Camera di Commercio di Milano INIZIATIVE A SOSTEGNO DELL ACCESSO AL CREDITO DELLE PMI MILANESI ANNO 2009 INIZIATIVE A SOSTEGNO DELL ACCESSO AL CREDITO DELLE PMI MILANESI ANNO 2009 2 milioni di euro per

Dettagli

Presentazione delle azioni del PSL e delle attività del GAL SGT previste nel 2011

Presentazione delle azioni del PSL e delle attività del GAL SGT previste nel 2011 UNIONE EUROPEA REPUBBLICA ITALIANA GRUPPO D AZIONE LOCALE SARRABUS GERREI TREXENTA CAMPIDANO DI CAGLIARI Presentazione delle azioni del PSL e delle attività del GAL SGT previste nel 2011 Tavolo della componente

Dettagli

Le Organizzazioni Interprofessionali nella riforma della PAC. Cesena - 23 settembre 2014

Le Organizzazioni Interprofessionali nella riforma della PAC. Cesena - 23 settembre 2014 Le Organizzazioni Interprofessionali nella riforma della PAC Cesena - 23 settembre 2014 Reg.(UE) n. 1308/2013 sull organizzazione comune dei mercati dei prodotti agricoli - Le OI sono previste per tutti

Dettagli

PIT 20 - Aspromonte DENOMINAZIONE INTERVENTO

PIT 20 - Aspromonte DENOMINAZIONE INTERVENTO PIT 20 - Aspromonte MISURA FONDO TIPOLOGIA DENOMINAZIONE 3.13.d FSE F Rete dei Servizi. Creazione di lavoro autonomo e nuova imprenditorialità femminile. Incentivi economici alle persone per il lavoro

Dettagli

LEGGE REGIONALE N. 9 DEL REGIONE LIGURIA INTERVENTI STRUTTURALI A FAVORE DELLE COOPERATIVE AGRICOLE

LEGGE REGIONALE N. 9 DEL REGIONE LIGURIA INTERVENTI STRUTTURALI A FAVORE DELLE COOPERATIVE AGRICOLE LEGGE REGIONALE N. 9 DEL 19-04-2006 REGIONE LIGURIA INTERVENTI STRUTTURALI A FAVORE DELLE COOPERATIVE AGRICOLE Fonte: BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE LIGURIA N. 5 del 26 aprile 2006 Il Consiglio regionale

Dettagli

Il processo di riconversione delle aree crisi in Sardegna

Il processo di riconversione delle aree crisi in Sardegna delle aree crisi in Sardegna 1 2 Inquadramento normativo della procedura L Amministrazione Regionale intende intervenire nelle Aree di Crisi con lo strumento dei Progetti di Filiera e Sviluppo Locale (L.R.

Dettagli

Strumenti finanziari e di Microcredito a supporto dell avviamento di autoimpresa

Strumenti finanziari e di Microcredito a supporto dell avviamento di autoimpresa Strumenti finanziari e di Microcredito a supporto dell avviamento di autoimpresa Introduzione e obiettivi strategici: Valorizzazione del capitale umano Qualsiasi ipotesi di crescita e di sviluppo non può

Dettagli

Comitato Unitario delle Professioni in collaborazione con

Comitato Unitario delle Professioni in collaborazione con Le agevolazioni ai professionisti nella nuova programmazione 2014-20202020 Comitato Unitario delle Professioni in collaborazione con www.finanziamentinews.it Dal 2016, iliberi professionisti possono accedere

Dettagli

Fonti rinnovabili: tecnologie e incentivi

Fonti rinnovabili: tecnologie e incentivi Fonti rinnovabili: tecnologie e incentivi 28 febbraio 2011 Olivetta Federici Piano straordinario per l occupazione : Misura II.8 Piu green Incentivazione alla razionalizzazione dei consumi energetici ed

Dettagli

GAC TERRE DI MARE s.c.ar.l.

GAC TERRE DI MARE s.c.ar.l. GAC TERRE DI MARE s.c.ar.l. Asse IV FEP PUGLIA 2007/2013 Piano di Sviluppo Costiero 2012/2015 - Terre di Mare Misura 6 - Azione 6.1.a «Conservare l attrattiva, rivitalizzare e sviluppare le località e

Dettagli

PSR E APPROCCIO LEADER informazioni preliminari per la progettazione del PSL del GAL DELTA 2000

PSR E APPROCCIO LEADER informazioni preliminari per la progettazione del PSL del GAL DELTA 2000 L Europa investe nelle zone rurali PSR 2014-2020 E APPROCCIO LEADER informazioni preliminari per la progettazione del PSL del GAL DELTA 2000 Angela Nazzaruolo Coordinatore GAL Luglio 2014 I PROGETTI LEADER

Dettagli

LEGGE 215/1992. Azioni positive per l imprenditoria femminile. Realizzazione Eureka Srl per Faimpresa Srl - Riproduzione riservata

LEGGE 215/1992. Azioni positive per l imprenditoria femminile. Realizzazione Eureka Srl per Faimpresa Srl - Riproduzione riservata LEGGE 215/1992 Azioni positive per l imprenditoria femminile Realizzazione Eureka Srl per Faimpresa Srl - Riproduzione riservata COS E LA L. 215/92 E uno strumento di agevolazione nazionale Si tratta di

Dettagli

REPORT BANDI PIEMONTE

REPORT BANDI PIEMONTE REPORT BANDI PIEMONTE INDICE L.R. 18/2008. CONTRIBUTO A FONDO PERDUTO FINO AD 2.000,00 PER LA DIFFUSIONE DELL'EDITORIA.... 2 CCIAA DI ALESSANDRIA. CONTRIBUTO A FONDO PERDUTO FINO AD 10.000,00 PER IL SOSTEGNO

Dettagli

BANDO PUBBLICO MISURA 312 SOSTEGNO ALLA CREAZIONE E ALLO SVILUPPO DI MICRO-IMPRESE. Piano di Sviluppo Locale Eloro

BANDO PUBBLICO MISURA 312 SOSTEGNO ALLA CREAZIONE E ALLO SVILUPPO DI MICRO-IMPRESE. Piano di Sviluppo Locale Eloro Programma di Sviluppo Rurale Regione Sicilia 2007-2013 Reg. CE 1698/2005 G.A.L. ELORO BANDO PUBBLICO ASSE 3 Qualità della vita nelle zone rurali e diversificazione dell economia rurale MISURA 312 SOSTEGNO

Dettagli

1. Biglietto turistico per visita e spostamento

1. Biglietto turistico per visita e spostamento 1. Biglietto turistico per visita e spostamento Referente o soggetto esecutore: Enti pubblici, associazioni, tour operator Destinatari/beneficiari:Visitatori del Parco, residenti, associazioni Linea strategica:

Dettagli

EVENTO ANNUALE PON RICERCA E COMPETITIVITA

EVENTO ANNUALE PON RICERCA E COMPETITIVITA EVENTO ANNUALE PON RICERCA E COMPETITIVITA 2007-2013 Lo stato di attuazione del PON Ricerca e Competitività 2007-2013, la crisi economica europea e le nuove opportunità di crescita per il Mezzogiorno Lecce,

Dettagli

Valorizzazione dei beni ambientali e del patrimonio culturale: turismo e sviluppo. Le politiche settoriali e di contesto per il turismo

Valorizzazione dei beni ambientali e del patrimonio culturale: turismo e sviluppo. Le politiche settoriali e di contesto per il turismo Valorizzazione dei beni ambientali e del patrimonio culturale: turismo e sviluppo Le politiche settoriali e di contesto per il turismo Oriana Cuccu Simona De Luca Benedetta Stratta Unità di valutazione

Dettagli

La proposta di PSR della Regione Piemonte Franco Consogno Regione Piemonte - Direzione Agricoltura

La proposta di PSR della Regione Piemonte Franco Consogno Regione Piemonte - Direzione Agricoltura La proposta di PSR della Regione Piemonte 2014-2020 Franco Consogno Regione Piemonte - Direzione Agricoltura FEASR Reg. UE n. 1305/2013 Reg. UE n. 807/2014 (D) Reg. UE n. 808/2014 (E) Reg. UE n. 1307/2013

Dettagli

Presentazione Bandi regionali delle OdV e Associazioni iscritte ai Registri della Provincia di Milano Ciao. Milano, 19 aprile 2010

Presentazione Bandi regionali delle OdV e Associazioni iscritte ai Registri della Provincia di Milano Ciao. Milano, 19 aprile 2010 Presentazione Bandi regionali delle OdV e Associazioni iscritte ai Registri della Provincia di Milano Ciao Milano, 19 aprile 2010 BANDI 2010 / 2011 BANDO PER L EROGAZIONE L DI CONTRIBUTI A SOSTEGNO DI

Dettagli

I TURISMI IL MANAGEMENT DELLA FILIERA

I TURISMI IL MANAGEMENT DELLA FILIERA I TURISMI IL MANAGEMENT DELLA FILIERA con il Patrocinio di 1 IL SIGNIFICATO DE I TURISMI LA MISSION "I TURISMI" è un'iniziativa interregionale per la promozione di un nuovo modello di management della

Dettagli

Le bioenergie: le misure attivabili, le possibilità offerte dalle politiche nazionali, problematiche.

Le bioenergie: le misure attivabili, le possibilità offerte dalle politiche nazionali, problematiche. Le bioenergie: le misure attivabili, le possibilità offerte dalle politiche nazionali, problematiche. Roberto Murano Rete Rurale Nazionale 2007-2013 Roma 8 settembre 2009 1 Le opportunità per le bioenergie:

Dettagli

Incontro tematico Le misure a sostegno della creazione o sviluppo di imprese extra agricole nel settore del turismo sostenibile Sciara 28 maggio 2016

Incontro tematico Le misure a sostegno della creazione o sviluppo di imprese extra agricole nel settore del turismo sostenibile Sciara 28 maggio 2016 P.S.R. 2014-2020 Misura 19: Sostegno allo sviluppo locale LEADER (SLTP - sviluppo locale di tipo partecipativo) [articolo 35 del regolamento (UE) n. 1303/2013] Incontro tematico Le misure a sostegno della

Dettagli

Realizzazione di un programma di recupero degli alloggi di edilizia residenziale pubblica. Risparmio energetico

Realizzazione di un programma di recupero degli alloggi di edilizia residenziale pubblica. Risparmio energetico Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti Dipartimento per le Infrastrutture, gli Affari Generali ed il Personale Direzione Generale per le Politiche Abitative Servizio Qualità urbana e politiche

Dettagli

COERENZA PROGRAMMATICA TERRITORIALE SCHEDA AVVIAMENTO DEI SERVIZI ESSENZIALI PER L ECONOMIA E LA POPOLAZIONE RURALE In un territorio con le

COERENZA PROGRAMMATICA TERRITORIALE SCHEDA AVVIAMENTO DEI SERVIZI ESSENZIALI PER L ECONOMIA E LA POPOLAZIONE RURALE In un territorio con le COERENZA PROGRAMMATICA TERRITORIALE SCHEDA 4.1.3.3 AVVIAMENTO DEI SERVIZI ESSENZIALI PER L ECONOMIA E LA POPOLAZIONE RURALE In un territorio con le caratteristiche orografiche e con la frammentazione in

Dettagli

e, p.c. Alle restanti Federazioni degli Agrotecnici e degli Agrotecnici laureati LORO SEDI e, p.c. Ai Consiglieri Nazionali LORO SEDI

e, p.c. Alle restanti Federazioni degli Agrotecnici e degli Agrotecnici laureati LORO SEDI  e, p.c. Ai Consiglieri Nazionali LORO SEDI Roma, 2 gennaio 2017 LA CORRISPONDENZA DEVE ESSERE INVIATA PRESSO L UFFICIO DI PRESIDENZA Prot. n. 0001 /ARA GL/fs Oggetto: Regione Lazio. Bandi a sostegno del riposizionamento competitivo dei sistemi

Dettagli

Obiettivo operativo linee di intervento (con procedura a graduatoria) Aiuti in favore delle Imprese artigiane

Obiettivo operativo linee di intervento (con procedura a graduatoria) Aiuti in favore delle Imprese artigiane Obiettivo operativo 5.1.3 linee di intervento 5.1.3.1-5.1.3.5 (con procedura a graduatoria) Aiuti in favore delle Imprese artigiane 1 Pubblicazione in Gazzetta - scadenza - risorse G.U.R.S. GIOVEDÌ 31

Dettagli

Stato di avanzamento del programma al 31 marzo 2005 e Previsioni di spesa al 31 dicembre 2005

Stato di avanzamento del programma al 31 marzo 2005 e Previsioni di spesa al 31 dicembre 2005 REGIONE DELL UMBRIA GIUNTA REGIONALE Area programmazione strategica e socio-economica Servizio 2 - Programmazione strategica e comunitaria DOCUP Ob. 2 (2000-2006) Comitato di Sorveglianza del 9-10 giugno

Dettagli

CRITERI DI VALUTAZIONE

CRITERI DI VALUTAZIONE ALLEGATO C) CRITERI DI VALUTAZIONE La valutazione delle proposte progettuali tiene in considerazione i criteri di valutazione, stabiliti nell Allegato A) della d.g.r. n. X/2304 del 1 agosto 2014. CRITERI

Dettagli

PIA RURALE BASSO PIAVE:

PIA RURALE BASSO PIAVE: Misura 341 - Animazione e acquisizione di competenze finalizzate a strategie di sviluppo locale PIA RURALE BASSO PIAVE: Percorsi storici di terra e acqua: un paesaggio rurale da salvaguardare PROGETTO

Dettagli

OBIETTIVI DEL INDAGINE FASI

OBIETTIVI DEL INDAGINE FASI Iniziativa Comunitaria EQUAL PROGETTO T.R.E.N.O. Tradurre le Risorse Endogene delle aree rurali in Nuova Occupazione Il settore della fruizione dei beni culturali nel territorio Empolese - Valdelsa - Indagine

Dettagli

ANTONELLA FADDA Assessorato del lavoro, formazione professionale, cooperazione e sicurezza sociale

ANTONELLA FADDA Assessorato del lavoro, formazione professionale, cooperazione e sicurezza sociale SOSTEGNO ALLA CREAZIONE DI IMPRESA PO FSE 2014-2020 ANTONELLA FADDA Assessorato del lavoro, formazione professionale, cooperazione e sicurezza sociale Fondo Microcredito FSE 2007/2013 Il microcredito risponde

Dettagli

BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 31 G.A.L. START S.R.L.- BORGO SAN LORENZO (Firenze)

BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 31 G.A.L. START S.R.L.- BORGO SAN LORENZO (Firenze) 1.8.2012 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 31 G.A.L. START S.R.L.- BORGO SAN LORENZO (Firenze) 115 Programma di Sviluppo Rurale (P.S.R.) 2007-2013 Reg. CE n. 1698/2005 GAL Start Bando Misura

Dettagli

Piano Agricolo Regionale Misura Agricoltura Sociale

Piano Agricolo Regionale Misura Agricoltura Sociale Regione Toscana Piano Agricolo Regionale Misura 6.3.11 Agricoltura Sociale -L.R. 1/06 Disciplina degli interventi regionali in materia di agricoltura e di sviluppo rurale -DCR 98/2008 Piano Agricolo Regionale

Dettagli

La legge regionale sull Agricoltura Sociale tra presente e futuro

La legge regionale sull Agricoltura Sociale tra presente e futuro Intervento di Roberto Barichello R E G I O N E L I G U R I A Dip. Agricoltura, Sport, Turismo e Cultura Str. Servizi alle Imprese Agricole - Floricoltura La legge regionale sull Agricoltura Sociale tra

Dettagli

Regione Lombardia: Open Innovation e contributo a fondo perduto

Regione Lombardia: Open Innovation e contributo a fondo perduto Regione Lombardia: Open Innovation e contributo a fondo perduto Contributi a fondo perduto per l accesso da parte delle micro, piccole e medie imprese lombarde a piattaforme di Open Innovation Incentivi

Dettagli

BANDI E FINANZIAMENTI REGIONE VENETO

BANDI E FINANZIAMENTI REGIONE VENETO COMUNICAZIONI DELLA CONFEDERAZIONE AGLI ENTI ASSOCIATI NOTIZIARIO SPECIALE N.01/2012 AGLI ENTI ASSOCIATI - LORO SEDI BANDI E FINANZIAMENTI REGIONE VENETO Interventi per la costruzione, l'ampliamento e

Dettagli

I l n uovo c ontesto.

I l n uovo c ontesto. Fabbisogni formativi, competenze e figure professionali nella filiera beni culturali tecnologie turismo Il nuovo contesto Il settore dei beni culturali, è stato negli ultimi anni oggetto di un costante

Dettagli

Autorità di gestione del P.O.R. Campania 2000-2006 Manuale dei documenti B. Programmazione

Autorità di gestione del P.O.R. Campania 2000-2006 Manuale dei documenti B. Programmazione guida Autorità di gestione indice B. PROGRAMMAZIONE B.3 Quadro sintetico sui regimi di aiuto La seguente tabella costituisce l elenco di tutti i regimi di aiuto compresi nel programma e riporta le informazioni

Dettagli

Silvia Riva. Dirigente Settore Sviluppo energetico sostenibile Direzione Competitività del sistema regionale

Silvia Riva. Dirigente Settore Sviluppo energetico sostenibile Direzione Competitività del sistema regionale I NUOVI BANDI REGIONALI DI SOSTEGNO ALLE IMPRESE PIEMONTESI Biella, 6 maggio 2016 "Diagnosi energetiche, azioni di efficientamento energetico e utilizzo di fonti energetiche rinnovabili: quadro di incentivi

Dettagli

I Programmi di intervento

I Programmi di intervento I Programmi di intervento Cosa sono i Contratti di Sviluppo I Contratti di sviluppo sono un nuovo strumento destinato a sostituire i Contratti di programma e di localizzazione. Come per i Contratti di

Dettagli

PROGRAMMA DI SVILUPPO RURALE

PROGRAMMA DI SVILUPPO RURALE PROGRAMMA DI SVILUPPO RURALE 2014-2020 1 Regolamento FEASR (2) Gli Assi della Programmazione 2007-2013 sono sostituiti da PRIORITA e FOCUS AREA L impianto 2007-2013 risultava troppo rigido perché spesso

Dettagli

L'accesso è libero tanto agli Enti pubblici che ai privati, con un aiuto, a seconda dei casi, che varia fra l'80% ed il 100 %.

L'accesso è libero tanto agli Enti pubblici che ai privati, con un aiuto, a seconda dei casi, che varia fra l'80% ed il 100 %. Con la presente comunico, sperando di fare cosa gradita, che da parte della Regione Liguria è stato dato avvio alle procedure di presentazione delle domande di aiuto e pagamento relative alla Misura 216

Dettagli

PREVENTIVO FINANZIARIO 2016 PIANO DELLE FONTI E DEGLI IMPIEGHI

PREVENTIVO FINANZIARIO 2016 PIANO DELLE FONTI E DEGLI IMPIEGHI PREVENTIVO FINANZIARIO 2016 PIANO DELLE FONTI E DEGLI IMPIEGHI 111 112 Preventivo finanziario 2016 Piano delle fonti e degli impieghi segno +/- Stanziamento per l'esercizio 2015 Preconsuntivo esercizio

Dettagli

FOCUS: POR FESR VENETO

FOCUS: POR FESR VENETO Bando 1.4.1 - Sostegno alla creazione di start-up innovative ad alta intensità di applicazione di conoscenza e alle iniziative di spin-off della ricerca Beneficiari Start up innovative venete - Promotori

Dettagli

PROGETTIAMO IL FUTURO

PROGETTIAMO IL FUTURO Gruppo di Azione Locale VALLI DI LANZO, CERONDA E CASTERNONE PROGETTIAMO IL FUTURO verso il nuovo Piano di Sviluppo Locale LEADER PSR 2014-2020 Settore Turismo: cosa ha fatto il GAL in questi 6 anni 490.000

Dettagli

FaciliTO a Barriera di Milano IL PROGETTO FACILITO BARRIERA DI MILANO

FaciliTO a Barriera di Milano IL PROGETTO FACILITO BARRIERA DI MILANO IL PROGETTO FACILITO BARRIERA DI MILANO Urban in partenza con il progetto FaciliTO Il progetto FacilitTO a Barriera di Milano è inserito nel programma integrato di sviluppo urbano Urban a Barriera di Milano,

Dettagli

Riferimento normativo Giustificazione logica alla base dell intervento Obiettivi e collegamento con le strategie dell Asse Obiettivi operativi

Riferimento normativo Giustificazione logica alla base dell intervento Obiettivi e collegamento con le strategie dell Asse Obiettivi operativi Diversificazione verso attività non agricole (Misura 311) Riferimento normativo Art. 52, lettera a), punto i) del Reg. 1698/2005. Giustificazione logica alla base dell intervento Il divario tra aree rurali

Dettagli

REPORT BANDI PIEMONTE

REPORT BANDI PIEMONTE REPORT BANDI PIEMONTE INDICE CONTRIBUTO A FONDO PERDUTO PER LA PROMOZIONE DI PIANI DI ATTIVITÀ DEGLI ISTITUTI TECNICI SUPERIORI...2 CONTRIBUTO A FONDO PERDUTO FINO AL 75% PER INIZIATIVE PROPOSTE DA ORGANIZZAZIONI

Dettagli

1. Albergo diffuso del Monte Subasio

1. Albergo diffuso del Monte Subasio 1. Albergo diffuso del Monte Subasio Turismo sport e servizi; Innovazione nella gestione delle risorse economiche; Potenziamento dei beni pubblici e infrastrutture a fini turistici; Incentivazione del

Dettagli

Progetto Strategico MA_R_TE +

Progetto Strategico MA_R_TE + Progetto Strategico MA_R_TE + Mare, Ruralità e Terra: potenziare l unitarietà strategica Sottoprogetto SF : Miglioramento della competitività del settore primario Paola Ugas Olbia 17 giugno 2011 Sottoprogetto

Dettagli