Cicloturistica Portogruarese. Viaggio da Portogruaro a Berlino dal 08 al 17 luglio 2013

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Cicloturistica Portogruarese. Viaggio da Portogruaro a Berlino dal 08 al 17 luglio 2013"

Transcript

1 la Voce Cicloturistica Portogruarese Anno XVII - Numero 172 Notiziario per i Soci Luglio 2013 Viaggio da Portogruaro a Berlino dal 08 al 17 luglio 2013 di Gianluca Rossitto U n viaggio nel cuore dell'europa: grande esperienza per dodici soci della Cicloturistica Portogruarese, che nello scorso mese di luglio si sono cimentati in lungo viaggio in bicicletta da Portogruaro a Berlino, passando per Austria, Repubblica Ceca e Germania orientale. Un percorso affascinante, non privo di asperità. Oltre 1200 i chilometri percorsi, circa metri il dislivello complessivo. Il drappello della Ct Portogruarese ha compiuto l'itinerario verso la capitale tedesca in sette tappe, con una giornata di riposo a Praga. L'8 luglio il via da Piazza Repubblica a Portogruaro, arrivo a Spittal an der Drau, dopo 204 km e circa 1370 metri di dislivello, con stilettata finale nelle gambe con l'ascesa di 3 impegnativi chilometri fino all'alloggio. Seconda tappa da Spittal a Radstadt (100 km), passando dalla Carinzia al Salisburghese, non prima di aver superato i monti Tauri, attraverso l'impervio Passo Katschberg (1641 mt) e il Radstadter Tauren (1739 mt). Prime due tappe solo leggermente disturbate da temporali fugaci negli ultimi chilometri. Terza tappa da Radstadt a Steyr (Alta Austria) di 196 km, buona par- te dei quali sulla pista ciclabile del fiume Enns. Quarta frazione Steyr-Cecke Budejovice di 175 km, con ingresso in Repubblica Ceca. Struggente la sosta presso Mauthausen, già sede di un campo di sterminio nazista, ancora oggi visitabile. Quinta tappa da Ceske Budejovice a Praga, 160 km, senza vette significative, ma senza pianura. Un continuo susseguirsi di colline in un contesto rurale godibilissimo in sella alle nostre biciclette da corsa. Il 13 luglio sosta nella indimenticabile Praga, tra le più belle capitale del mondo. Il giorno dopo l'ingresso in Germania (Sassonia), con la frazione PragaDresda di 157 km, anche in questo caso con dislivello di poco inferiore ai 2000 metri. Lungo il tragitto abbiamo reso omaggio ai caduti del campo di concentramento di Tere- zin, località da noi attraversata. Spettacolare l'ingresso a Dresda, la Firenze del Nord, adagiata sulle sponde dell'elba. Chiusura il 15 luglio con la settima ed ultima tappa Dresda-Berlino di 213 km, solcando le lande ventose e coperte di orzo della Sassonia e del Brandeburgo. Non facilissimo l'ingresso a Berlino per vie periferiche. IL giorno successivo, prima di rientrare a casa con i nostri due pulmini, ci siamo concessi una visita alla capitale tedesca, città nel contempo modernissima ma ricca di rimandi alla storia dell'ottocento e Novecento. Il suggello del nostro viaggio è arrivato con la foto presso la Porta di Brandeburgo, dove sono immortalati i dodici partecipanti: Daniele Bellomo, Renzo Bertoli, Gabriele Ceresatto, Mario Ceresatto, Romeo Chiarot, Dante Drigo, Luca Furlanis, Aldo Gruarin, Luigi Luvisutto, Giuseppe Pauletto, Gianluca Rossitto, Daniele Travain. Nel complesso è stato un viaggio ricco di emozioni, con poche disavventure (quattro forature, due problemi meccanici) e un clima da tarda primavera, ideale per il ciclismo.

2 La Voce n. 172 Luglio 2013 Pag.2 Tour de Transdanubie (Il fascino dell ignoto) dal 11 al 14 luglio 2013 Randonnèe in Ungheria di Km1231 di Diego Gallo di Diego Gallo I l TAM TAM dei mesi precedenti ha convinto tanti ciclisti italiani habituè delle ultracycling in Europa di effettuare le trasferte in Ungheria per partecipare al TOUR DE TRANSDANUBIE. La misteriosa Ungheria ci ha coinvolto per affrontare una nuova sfida sulla lunga distanza. Quando dopo il viaggio in auto ci siamo ritrovati nella sede di partenza nella bella e antica città di Vezsprem, nel centro dell Ungheria, ad est del lago Balaton, abbiamo trovato un clima dolce e un atmosfera distesa. Al punto di ritrovo (Hotel Magister) si sono fatti i primi incontri soprattutto con italiani, scambiandoci opinioni e auspici. Tra noi c era il fortissimo Giorgio Murari di Verona e la volitiva Angela Perin di Castelfranco che alla fine porteranno a termine il percorso in 60 ore, dormendo soltanto due microsonni da trequartidora!!! Una buona logistica e un accoglienza rilassante ci hanno permesso di preparare, con calma, le bici e tutto il materiale necessario. Partenza di oltre 60 randonneurs alle cinque del mattino dell 11 luglio, dal punto più alto di Vezsprem. Era evidente che gli organizzatori erano quasi più emozionati di noi. La loro iniziativa era stata accolta con successo. Non capita tutti i giorni al di la dell ex cortina di ferro!!! I motociclisti, molto efficienti, ci accompagnano per una sessantina di km e poi via, verso l ignoto! Il primo tratto è pianeggiante. Ci inoltriamo verso il profondo sud delle etnie tzigane e arriviamo nella splendida Kapsovar (merita una visita) Già nel secondo tratto comincia a farsi sentire la salita e troviamo una superba pista ciclabile verso Pecs. Timbratura e via verso terre meno conosciute, ai confini della Romania. Siamo insieme a Giorgio Murari ed Angela Perin ma subito dopo facciamo amicizia con Mariano Simonato e Silvano Spagnolo con i quali arriveremo poi fino alla fine del nostro viaggio. Nel frattempo Giorgio (Bozza) subisce un guasto alla ruota posteriore ed è costretto a pedalare come se avesse avuto il rapporto fisso! Gli infiniti saliscendi magiari lo hanno costretto a pedalare senza poter contare sulla ruota libera. Poi, grazie a Silvano e ad un cambio ruota (di scorta nell auto del figlio Davide) la situazione si è normalizzata. A Nagykanizsa la prima sosta. Tre ore di sonno in un simpatico ostello e poi via alle 3.30 di notte. Di buona lena circumnavighiamo il Balaton e giungiamo in un area dell Ungheria decisamente più evoluta. Attraversiamo Herend, Pàpa, Szalto, Fertod e sostiamo di nuovo 3 ore a Pannonhalma. Di nuovo in bici alle tre e mezza e avanti fino alla fine con i tratti più impegnativi. Francesco non dava segni di crisi: un mastino non molla mai! Diego, nonostante i problemi ai piedi, tiene duro! Soffre ma non cede! Giorgio pedala con i rapporti più duri. La scala è più bassa rispetto alla ruota cambiata. Si aggregano a noi un paio di bulgari, un ungherese (fortissimo) e Tal un israeliano. Si corre lungo il confine austriaco, si sfiora la slovacchia e poi si torna giù verso l Ungheria centrale. Incrociamo antiche città e grandi fiumi, il Danubio. Le strade non sono delle migliori ma è l ultima notte (un po fresca) e si va verso la meta. Uno splendido sole ci scalda e un vento contrario ci accompagna per le ultime ore di fatica. Arriviamo a Vezsprem insieme in 77 ore e 20 minuti. Dei 62 partenti altri 48 arriveranno più tardi, entro le 90 ore. Adesso il meritato riposo. Poi serata nel cuore di Vezsprem per recuperare, tra musica e carne alla brace, l energia e la voglia di raccontare la nostra avventura. Ogni randonnè è un viaggio di fatica, di stupore, di scoperta e di umanità. Anche questa lo è stata. La CT Portogruarese può orgogliosamente arricchire il suo palmares. Alla prossima.

3 La Voce n. 172 Luglio 2013 Pag.3 La Sfida Olimpica tra Antonio Rossi e Jury Chechi G.F. Campagnolo 16 giugno 2013 di Fulvio Babich I n una curva in contropendenza, dopo la velocissima discesa del Croce d Aune, finisce la rincorsa di Antonio Rossi e della sua squadra a Jury Chechi che ha pochi secondi di vantaggio. I crampi costringono il campione alla resa: la sfida olimpica è persa. Ma andiamo per ordine: di quale sfida stiamo parlando? Anche quest anno mi ero iscritto alla Sportful. Dopo il percorso medio di due anni fa, e quello lungo dell anno scorso, con partenza dall ultimissima fila, mi ero iscritto per tempo, per avere una griglia migliore. Il destino ha deciso diversamente: sono partito davanti a tutti. Gli organizzatori hanno pensato di organizzare una gara nella gara. Una sfida tra due campioni olimpici, Antonio Rossi e Jury Chechi, ognuno scortato da una squadra. Ho dato, come molti altri, la mia disponibilità e sono stato selezionato mediante sorteggio per correre con Antonio Rossi. Niente percorso lungo, la sfida si fa sul percorso medio. Vince la squadra che porta i primi sei atleti al traguardo. Fra loro ci deve essere il capitano. I sei devono arrivare insieme, l ultimo a non più di un minuto dal primo. Ci sono altre regole. Soprattutto quella di fermarsi ai ristori per dare un segnale di agonismo meno sfrenato. Il primo incontro fra capitani e squadre è organizzato a Cesenatico, in occasione della Nove Colli (ovviamente sono presenti coloro che la fanno). Abbiamo modo di fare conoscenza con i due campioni che già tante volte ho visto in gara. Sono simpaticissimi. Davvero gentile è Antonio Rossi. Più vispo e furbetto è Jury Chechi. La sfida mi pare persa, visto il diverso peso dei due, e la pendenza delle ultime rampe del Cereda e, soprattutto, del Croce d Aune. Ma non importa: è un esperienza nuova per tutti e sono pronto a fare la mia parte. Le squadre al completo si trovano a Feltre, il sabato che precede la gara, per pedalare insieme ai campioni e ai bambini la Mini Granfondo. Ci sono anche due atlete giunte da lontano, Australia e Nuova Zelanda: sono un autentico spettacolo, in tutti i sensi. Durante la Mini Granfondo sosta nel piazzale della Sportful, azienda di Fonzaso, sponsor della gara e della sfida olimpica. Dopo la pedalata, le squadre vengono presentate alla stampa e ogni corridore riceve la sua divisa da gara: gialla per la squadra di Jury, arancione per quella di Antonio. Dopo la presentazione si discute di strategie: partiremo con calma, poi inizieremo a far sul serio in salita e così via. Tutte balle, non sarà affatto così. Domenica mattina siamo pronti, in primissima fila, tra tanti altri campioni (Silvio Fauner, Christian Zorzi) e vip. È una brutta faccenda essere proprio davanti. Quando lo starter dà il via non c è strategia che tenga: si parte a tutta. Il guaio è che la parte iniziale è tutta un continuo saliscendi, e affrontarla a tutta velocità non è proprio il massimo, almeno per me. Così, mentre quasi tutti gli altri filano via come razzi, io prendo il mio passo (non certo lento) e vengo superato da frotte di ciclisti. Comincio a pensare che la mia sfida olimpica sia già finita. Ovviamente non sarà così. Dopo quaranta chilometri tutto cambia: inizia la prima salita vera, la forcella Franche, e per molti scende la notte. Anche per il nostro capitano che raggiungo in cima (dopo aver superato quasi tutti gli altri), stanchissimo. A questo punto la corsa riprende molto più lentamente per noi, gialli e arancioni, e smetto persino di sudare. Da qui in poi sarà una passeggiata, quasi fino in fondo. C è un accordo fra i capitani, correre insieme fino a Sorriva, poco prima dell ultima parte, difficilissima, del Croce d Aune. Qui c è l ultimo ristoro. Solo qui la sfida vera avrà inizio. Ma per Antonio Rossi, ormai stanco, anche il ritmo facile è un problema, e sulle rampe del Cereda, i primi crampi si fanno sentire. Neanche l assistenza di un campione della bici, Stefano Giraldi, plurivincitore a Feltre, presente in veste di gregario di lusso di Antonio, consente di raggiungere facilmente il passo. Comunque si arriva in cima e può iniziare la lunga e spettacolare discesa che porta all ultima salita. Per Antonio Rossi c è il tempo di rifiatare. Intanto, mentre qualcuno di noi va quasi a spasso, intorno c è l altra gara, con tanti ciclisti che si esprimono al massimo delle loro possibilità. Uno perde il controllo e vola nel burrone: sapremo quasi subito che si è fatto male, ma molto meno di quanto poteva sembrare in un primo momento. Dopo una longa sosta al ristoro, e un ultima trenata nelle gallerie che portano a Ponte Oltra, arriva la salita finale e la nuova pausa a Sorriva. La gara ora può iniziare, ma per Antonio è subito dura. L idea è di perdere il meno possibile in salita, e poi scendere a tutta. Dato che in discesa non sono un fenomeno decido di anticipare e fare la salita forte. Non sono per niente stanco, mi sembra di volare e supero tantissimi ciclisti in difficoltà. Quasi in cima, un vecchietto mi indica e dice ma quel no xe quel forte che l core a pie?. In effetti sono anche un runner discreto, e a Feltre ho vinto una gara. Ma forse mi avrà scambiato per qualcun altro. Inizio così la discesa, veloce ma non velocissimo, in attesa della mia squadra. A tre quarti mi passano i gialli, con Jury Chechi. Il loro passo non è irresistibile. Una moto mi avvisa: subito arrivano anche i tuoi. Vedo dei missili in avvicinamento e accelero con tutte le forze per agganciarmi, a 80 all ora. La discesa termina subito e nella prima contropendenza ecco il crampo che ferma la rincorsa. La gamba di Antonio si blocca: è finita. Alcuni minuti di massaggi rimettono il capitano in sella. Vogliamo almeno finire, e a discreta velocità arriviamo al viale che tutti i partecipanti della 24 ore ben conoscono. Porfido, curva a sinistra, arco: si entra nel centro storico e inizia l ultima, difficile salita. Sono 500 metri, ma, a questo punto, per chi ha problemi sono una vera sfida. Giraldi vorrebbe dare ancora una mano. Non serve: il campione ce la fa da solo e, attorniato dai suoi gregari, che bloccano il resto del gruppo che preme da dietro, arriva al traguardo attorniato da una nuvola arancione. Fra di noi c è un altro grande canottiere: Niccolò Mornati. È una bella immagine, e il Gazzettino del lunedì ci dedicherà una magnifica foto, migliore di quella dei vincitori. Abbiamo perso, ma con dignità, e gli applausi sono anche per noi anche se la medaglia viene consegnata ai gialli. Antonio è stremato, e la sua espressione è molto eloquente. Riesce a fare una bella firma sulla mia maglia che conserverò come ricordo di questa bella avventura. E il prossimo anno? Forse la gara verrà ripetuta, anche con altri campioni e con altre squadre, sempre sul percorso medio. Per i granfondisti il prossimo anno c è di nuovo il Manghen, ma questa è un altra storia. Una breve analisi tecnica Gli organizzatori hanno detto di aver scelto le squadre mediante sorteggio. È

4 La Voce n. 172 Luglio 2013 Pag.4 Continua il racconto della sfida Olimpica proprio così? Probabilmente è vero solo in parte. Il regolamento prevedeva che almeno cinque ciclisti giungessero con i capitani, ma ne sono stati selezionati dieci più tre riserve. È interessante notare che fra gli arancioni (noi) solo cinque sono arrivati con Antonio Rossi, mentre gli altri sono giunti dopo (molto dopo le riserve). Proprio per evitare il rischio che meno di cinque arrivassero con Antonio, alla squadra è stato aggregato anche il forte canoista Niccolò Mornati, giunto anche lui con noi. Anche fra i gialli, squadra un po più compatta e forte, sette sono i ciclisti arrivati con Jury Chechi (insieme, poco prima o poco dopo). Gli altri dopo (molto dopo le riserve). Per favorire la prestazione dei capitani, a entrambi i team sono stati affiancati ciclisti di provata esperienza: Stefano Giraldi per noi, Andrea Peron e Marco Varisco per la squadra di Jury Chechi. In particolare Giraldi doveva favorire il recupero nel velocissimo finale. Purtroppo i crampi hanno reso impossibile il recupero. Antonio ha pagato la troppa foga e le troppe energie spese inutilmente nel velocissimo tratto iniziale. Ceresatto 20^ Gabriele 27^ Maratona delle Dolomiti 30 giugno 2013 Babich 21^ Fulvio Bozza 19^ Giorgio Franzolini 16^ Roberto Russi 15^ Roberto Travain 1^ Daniele di Daniele Travain Partecipazioni alla Maratona dei soci Portogruaresi G ià il nome mi evoca scenari sunto. Sveglia alle 4.00 del mattino!, suggestivi e nel contempo per chi non ci è abituato non è facile, si permea di qualcosa di soprattutto se le ore di sonno sono state mitico : mi sarebbe sempre poche, complice la tensione che ti porti piaciuto correrla ma le difficoltà dell iscrizione hanno fatto si di accantonare l idea oramai da qualche anno; finchè, inaspettata, arriva la possibilità grazie alla vincita di una partecipazione alla manifestazione tramite un concorso indetto dalla Skoda, sponsor dell evento, vincita ottenuta da Bozza Giorgio che mi ha ceduto la possibilità di partecipare essendo lui già iscritto. Si trasforma quindi in un emozione la partecipazione alla gran fondo delle Dolomiti, emozione che comincia già dal sabato quando, arrivando sul passo di Campolongo, per andare a ritirare il pacco gara e poi all albergo, si vede la strada piena di ciclisti che sono intenti ad un leggero allenamento in vista della corsa dell indomani: strada piena di biciclette che, a dire il vero, ostacolano dentro e non ti fa prendere sonno; colazione e poi giù in auto fino a Corvara per parcheggiarla in maniera idonea per ripartire presto al pomeriggio. Obiettivo: percorso medio di m106 km. Inizia quindi il trasferimento al posto di partenza della granfondo, in un atmosfera suggestiva con tanti ciclisti che si incolonnano verso i vari punti e con una temperatura (in settimana aveva nevicato!) di pochi gradi sopra zero, non propriamente ottimale anche per i tempi di attesa prima della partenza. Finalmente alle 6.00 inizia il movimento con lo speaker che comincia a diffondere la sua voce e la macchina organizzativa che si mette in moto: veramente emozionante il passaggio degli elicotteri che effettuano le riprese della manifestazione (di cui ti senti veramente a il traffico in maniera sensibile ma, quel punto di far parte). Finalmente tant è, per un amante delle due ruote non si riesce a vederlo come un fastidio; viene vissuto con intima emozione anche il momento del ritiro del pacco gara con la susseguente visita agli stand presenti in loco; salto in albergo e quindi, come tanti altri ciclisti, leggero allenamento affrontando il passo del Campolongo, assieme a tanti altri amanti delle due ruote che senti parlare in più lingue, a suggello dell internazionalità che la manifestazione ha as- alle 6.30 la partenza. Cominci la tua corsa a fianco di tanti e tanti ciclisti che ti superano (qualcuno lo superi, comunque) con il battimani di parecchi infreddoliti spettatori ed a quel punto la corsa e solo tua e con i tuoi limiti: primo passaggio al passo Campolongo; discesa con ciclisti che ti passano innanzi spericolati; salita al Pordoi spettacolare come sempre e con l elicottero vicino che effettua riprese sui tornanti della salita; discesa (temperatura parecchio fredda!) e quindi salita al passo Sella leggermente più ostica delle precedenti, allietata all inizio dal suono di alcuni campanacci suonati da persone in abbigliamento tradizionale locale; discesa e quindi prima noia della giornata con una foratura che costringe a scendere e riparare la ruota, sentendo alle tue spalle il rumore delle decine e decine di ciclisti che ti passano innanzi mentre tu cerchi di riparare la ruota con le mani intirizzite (ed il nervoso che ti attanaglia per aver bucato proprio qui, alla maratona delle dolomiti, quando erano almeno due anni che non ti succedeva!); comunque si prosegue e si arriva al passo Gardena dove incontro Gabriele Ceresatto che, partito con un pettorale più alto, mi raggiungeva dicendomi di essere in crisi e di voler fare il percorso breve, che invece dopo lo scollinamento sparisce innanzi (alla fine mi precederà di mezz ora al traguardo); discesa verso Corvara (una marea di gente, bellissimo!) e quindi altro passaggio al Campolongo; via verso Livinallongo e poi il passo Falzarego, e qui cominciano alcuni problemi, con la salita scandita chilometro dopo chilometro fino al passo dove alcuni minuti di riposo al ristoro non me li leva nessuno; il più sembra fatto, ma la salita fino al passo Valparola (fatta una sola volata in precedenza anni fa e quindi non particolarmente conosciuta), con la strada che si inerpica più che alla precedente ascesa al Falzarego, fa si che nonostante la brevità diventi ostica e ti faccia agognare lo scollinamento come la fine delle sofferenze; resta ancora la discesa e quindi l arrivo a Corvara, ma oramai la corsa è fatta: il passaggio sul traguardo lo vivi come un emozione: ho concluso la mia prima (e spero non ultima a questo punto) Maratona dles Dolomites. Resta il tempo di andare a pranzare all interno del palaghiaccio, ammirando l enorme numero di persone, dentro e fuori dello stesso, che hanno partecipato e/o solo fatto da contorno ad una manifestazione che, una volta vissuta in prima persona, acquista ancora più fascino di come me l ero immaginata prima di parteciparvi.

5 La Voce n. 172 Luglio 2013 Pag.5 Granfondo Carnia Classic a Tolmezzo 30 giugno 2013 di Claudio Coassin T olmezzo è qui che parte l avventura Carnia Classic Per alcuni di noi ( Claudio Coassin, Enrico Fontanel, Massimo Centazzo e Stival della Sagitta) in verità l avventura era iniziata il giorno prima, infatti il sabato pomeriggio partiti dalla sede abbiamo raggiunto a Prato Carnico il nostro ex presidente Renzo Bertoli che ci ha ospitati. Passato la serata prima in pizzeria e poi a casa parlando, ovviamente di ciclismo viene ora di andare a letto, e nel silenzio della notte cominciano i pensieri per il Crostis e le forature, per Casera Razzo e così via Arriva il momento di partire da casa di Renzo per andare a Tolmezzo, qua ci aspettano Paolo Benvenuto e Damiano Florean. E ora di andare in griglia ed i minuti prima del via non passano mai, forse perchè la temperatura era anche un po freschetta. Si parte e cominciamo subito ad andare a tutta, lasciamo Tolmezzo per prendere la direzione Villa Santina, e come comincia la strada buona, il serpentone di ciclisti è già frazionato in tanti gruppetti. Come prima salita c è Casera Razzo con i suoi 24km con punte del 18%, a fine salita le gambe cominciano a sentire un inizio di fatica, ma per fortuna dopo ci sono altrettanti km di discesa per recuperare e poi c è il ristoro. La discesa non finisce più ed invece di sentire le gambe riposate ovviamente come ricomincia la salita, le gambe dure non girano e qui cerco di dare più del dovuto per rimanere con il nostro gruppetto, ma la salita iniziata è la più difficile della giornata e lascio andare gli altri e salgo con il mio passo. Infatti c è il Crostis con i suoi 14.5km ed alcune rampe che superano il 20%. Gli ultimi km sono i più duri e per la testa ovviamente ti passa l idea di rientrare a Tolmezzo dopo la discesa, senza fare il Duron. Finita la salita, comincia lo sterrato della panoramica, dove la preoccupazione era quella di bucare, ma non succede (a nessuno dei nostri). Forse il freddo della vetta del Crostis o chissà cosa, mi fanno ragionare ed una volta sceso continuo la gara e decido di finirla. Ora ad spettarci c è il Duron dalla parte di Paluzza, che con i suoi 10.5 km ed alcune rampe anche qui al 18/20% che sembrano lunghissime finiscono l opera di distruzione del ciclista che c è in mè.. Ma non finisce qua, dopo la tanto attesa discesa per rientrare a Tolmezzo, ci aspetta il giro per Zuglio, dove gli ultimi km anche se in leggera discesa sono contro vento. A fatica ma ancora lucido, e soprattutto contento finalmente il traguardo dopo 155 km e 3780m di dislivello. Arrivato alla macchina, trovo tutti già li, ero l ultimo del nostro gruppo.. ma poi ho scoperto che l idea di tagliare e rientrato dopo il Crostis era passata per la testa anche ad altri. Un po malconci e stremati, una doccia e poi via al pasta party, e qui cominciano i nostri commenti della gara, ma questa e tutta un altra storia. Classifica Carnia Classic Km Nominativo Arrivato Tempo Cat. 154 Florean Damiano 164 h Fontanel Enrico 258 h Centazzo Massimo 285 h Coassin Claudio 311 h Bertoli Renzo ritirato - - Gare in Mountain Bike Giorno Nominativo Luogo Km 16 giu. Bozzato Andrea e Rizzetto Luca Rivignano giu. Bozzato Andrea Vivaro giu. Bozzato Andrea Purgessimo lug. Bozzato Andrea e Rizzetto Luca Gemona 26 Classifica Maratona delle Dolomiti Km Nominativo Arr. Tempo Cat. Media 107 Babich Fulvio Ceresatto Gabriele Franzolini Roberto Travain Daniele Bozza Giorgio Russi Roberto Raduno a Feletto Umberto 09 giugno 2013 Bozza Giorgio, Ceresatto Gabriele, Milanese Eugenio, Paolon Francesco, Rossitto Gianluca.

6 La Voce n.172 Luglio 2013 Pag.6 Raduno a Pozzecco Raduno a Pozzecco Partecipanti Anese Vanni Bertolo Pierino Ceresatto Gabriele Cusan Marco Drigo Dante Furlanis Nicola Luvisutto Alcide Migliore Mario Milanese Eugenio Paolon Francesco Travain Daniele Tuniz Claudio Zanon Paolo Granfondo 9 colli di Cesenatico il 19 maggio 2013 Partecipanti Bertolo Pierino, Bozza Giorgio, Ceresatto Gabriele, De Stefano Alfredo, Di Palma Antonio, Gazzin Paolo, Luvisutto Alcide, Milanese Eugenio, Pauletto Giuseppe, Rossitto Gianluca, Scalzotto Gianni, Simon Paolo, Travain Daniele, Tuniz Claudio, Zanon Paolo Km 200 Babich Fulvio Arrivato 695 In 7h 17m. 47s. Cat. 78 Km 200 Maranzana Claudio Arrivato 1736 In 8h 05m. 56s. Cat. 383 Partecipanti Gita alla Memoria 02 giugno 2013 Anese Vanni, Bellomo Daniele, Bellotto Giovanni, Belluzzo Dorino, Bertoli Renzo, Bigliatti Pierluigi, Bonaldo Giorgio, Bozza Giorgio, Canciani Paolo, Castiello Antonio, Centazzo Massimo, Ceresatto Gabriele, Ceresatto Mario, Chiarot Romeo, Coassin Claudio, Cusan Marco, De Stefano Alfredo, Di Palma Antonio, Drigo Dante, Fagotto Teresa, Fontanel Enrico, Furlanis Luca, Furlanis Nicola, Gruarin Alberto, Gruarin Aldo, Gruarin Enzo, Luvisutto Alcide, Milanese Eugenio, Nosella Fiorenzo, Paolon Francesco, Pauletto Giuseppe, Rossitto Gianluca, Tondello Villiam, Travain Daniele, Tuniz Claudio. Altri amici ; Corbetta Remo, Marzinotto Graziano, Savian Gianni, Azzariti Andrea, Bellomo Marco, Simonatto Danilo, e sette del gruppo GC Lugugnana. Raduno a Gradisca d Isonzo Milanese Eugenio Raduno a Sant Andrat dello Judrio 21/07/013 Ceresatto Gabriele e Mianese Eugenio Tempi ed altro sulla 24 ore di Feltre (ogni giro è di 1850 mt.) CT Portogruarese 46 posto con 418 giri in 22h 09 m. a una media di 34,89 kmh e 773,3 km percorsi Sagitta Bike 51 posto con 416 giri in 22h 09 m. a una media di 34,74 kmh e 769,6 km percorsi Giri effettuati da; Anese Vanni 33, Babich Fulvio 39, Benvenuto Paolo 51, Centazzo Massimo 38, Coassin Claudio 47, Cusan Marco 32, Florean Damiano 47, Fontanel Enrico 33, Gallo Diego 29, Luvisutto Alcide 32, Pauletto Giuseppe 37. Giro più veloce; 2min. 37 sec. 90 dec. di Paolo Benvenuto Giro più lento ; 4min. 20 sec. 30 dec. di... Notiziario La VOCE Fondato Da: Luigi BOZZATO Ideato da: Antonio Di PALMA Redatto da: Gabriele CERESATTO Facebook ; Cicloturistica Portogruarese A cura di Claudio Coassin e Gianluca Rossitto SITO INTERNET: A cura di Claudio Coassin Cicloturistica PORTOGRUARESE - Sede nuova in via Stadio n 5 a Portogruaro Venezia Consiglio Direttivo: Presidente Nosella Fiorenzo Vice Presidente Dante Drigo Vice Presidente Coordinatore Gabriele Ceresatto, Segretario Aldo Gruarin, Consiglieri:, Centazzo Massimo, Ceresatto Mario, Coassin Claudio, Luvisutto Luigi, Pauletto Giuseppe, Rossitto Gianluca, Paolo Zanon. Cassiere: Zanon Paolo A questo numero hanno collaborato: Gabriele Ceresatto. Gianluca Rossitto, Diego Gallo, Fulvio Babich, Daniele Travain, Claudio Coassin.

REPORTAGE/Nuove sfde. Israele che pedala UN MAR MORTO

REPORTAGE/Nuove sfde. Israele che pedala UN MAR MORTO REPORTAGE/Nuove sfde Israele che pedala UN MAR MORTO PiENO di vita 74 bambini, donne, professionisti: tutti insieme per provare il fascino di viaggiare in bici attraverso un deserto unico, con partenza

Dettagli

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1 Università per Stranieri di Siena Centro CILS Sessione: Dicembre 2012 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto - Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e annunci. Poi completa le frasi.

Dettagli

Concorso "La Fiorentina che vorrei". Chiara Portone (2^D) partecipa con questo bellissimo testo.

Concorso La Fiorentina che vorrei. Chiara Portone (2^D) partecipa con questo bellissimo testo. Concorso "La Fiorentina che vorrei". Chiara Portone (2^D) partecipa con questo bellissimo testo. Mi chiamo Chiara abito a Sesto Fiorentino e per iniziare voglio fare una premessa. Io di calcio ci capisco

Dettagli

Che cosa fai di solito?

Che cosa fai di solito? Che cosa fai di solito? 2 1 Ascolta la canzone La mia giornata, ritaglia e incolla al posto giusto le immagini di pagina 125. 10 dieci Edizioni Edilingua unità 1 2 Leggi. lindylindy@forte.it ciao Cara

Dettagli

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Rilevazione degli apprendimenti PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Anno Scolastico 2011 2012 PROVA DI ITALIANO Scuola Primaria Classe Seconda Spazio per l etichetta autoadesiva ISTRUZIONI

Dettagli

INFORMAZIONI e REGISTRAZIONE al TrailTrophy Plan de Corones 2015

INFORMAZIONI e REGISTRAZIONE al TrailTrophy Plan de Corones 2015 INFORMAZIONI e REGISTRAZIONE al TrailTrophy Plan de Corones 2015 PROGRAMMA/INFORMAZIONI La prima del TrailTrophy a Plan de Corones: alla fine di luglio la comunità del TrailTrophy si ritrova una seconda

Dettagli

47 Anno Domini Triathlon Festival

47 Anno Domini Triathlon Festival 47 Anno Domini Triathlon Festival Campionati Italiani Assoluti di Triathlon Sprint Staffetta a squadre Coppa Crono a Squadre Sabato 05 ottobre 2013 Domenica 06 ottobre 2013 Parco Le Bandie, Lovadina (TV)

Dettagli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli Siamo abituati a pensare al Natale come una festa statica, di pace, tranquillità, davanti

Dettagli

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso LIBERI PENSIERI PER LIBERI SENTIMENTI La riflessione circa In viaggio verso l incontro come ci è stato proposto, nasce attorno alla lettura del romanzo : C è nessuno?

Dettagli

IL LUNEDÌ SCOMPARSO. Dai 5 anni

IL LUNEDÌ SCOMPARSO. Dai 5 anni PIANO DI L ETTURA IL LUNEDÌ SCOMPARSO Silvia Roncaglia Dai 5 anni Illustrazioni di Simone Frasca Serie Arcobaleno n 5 Pagine: 34 (+ 5 di giochi) Codice: 978-88-384-7624-1 Anno di pubblicazione: 2006 L

Dettagli

Livello CILS A2. Test di ascolto

Livello CILS A2. Test di ascolto Livello CILS A2 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

Cycling Marathon SPORT INFORMATION GUIDE

Cycling Marathon SPORT INFORMATION GUIDE Cycling Marathon SPORT INFORMATION GUIDE 1 INDICE INDICE...2 1. Date degli eventi... 2 2. Percorso... 3 3. L area dei Paddock... 4 4. Organizzazione... 5 5. Regolamento 12H Cycling Marathon... 6 Safety

Dettagli

una città a misura di bambino IGNAZIO MARINO SINDACO IGNAZIOMARINO.IT

una città a misura di bambino IGNAZIO MARINO SINDACO IGNAZIOMARINO.IT una città a misura di bambino IGNAZIO MARINO SINDACO IGNAZIOMARINO.IT SEGUI LE STORIE DI IGNAZIO E DEL SUO ZAINO MAGICO Ciao mi chiamo Ignazio Marino, faccio il medico e voglio fare il sindaco di Roma.

Dettagli

SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA

SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA LIBRO IN ASSAGGIO SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA DI ROBERT L. LEAHY INTRODUZIONE Le sette regole delle persone molto inquiete Arrovellarvi in continuazione, pensando e ripensando al peggio, è la

Dettagli

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE?

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? Storia narrata da Teresa Carbé Da oltre 10 anni, con mio marito e i miei figli, abbiamo deciso di aprirci all affidamento familiare, e ciò ci ha permesso di

Dettagli

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento.

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento. DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento Anno 2014 (B) E nato per tutti; è nato per avvolgere il mondo in un abbraccio

Dettagli

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica:

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica: Pasta per due 5 Capitolo 1 Libero Belmondo è un uomo di 35 anni. Vive a Roma. Da qualche mese Libero accende il computer tutti i giorni e controlla le e-mail. Minni è una ragazza di 28 anni. Vive a Bangkok.

Dettagli

Francesco Villa Liceo Scientifico Statale Vittorio Veneto

Francesco Villa Liceo Scientifico Statale Vittorio Veneto Francesco Villa Liceo Scientifico Statale Vittorio Veneto La Milano che (non) vorrei... 13 aprile 2014 Anche per oggi suona la campanella che annuncia la fine delle lezioni! Insieme ai miei compagni di

Dettagli

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime Indice Introduzione 7 La storia delle rose: quando la mamma parte 9 Il bruco e la lumaca: quando i genitori si separano 23 La campana grande e quella piccola: quando nasce il fratellino 41 La favola del

Dettagli

ORGANIZZA Corsa podistica non competitiva su strada di km. 6.

ORGANIZZA Corsa podistica non competitiva su strada di km. 6. ASSOCIAZIONE MEZZAMARATONA DEL GIUDICATO DI ORISTANO REGOLAMENTO CORSA PODISTICA NON COMPETITIVA SU STRADA L Associazione MEZZAMARATONA DEL GIUDICATO DI ORISTANO, con il patrocinio del Comune e della Provincia

Dettagli

Il campione Ivan Basso a Stezzano La sua bici per l ospedale dei bimbi

Il campione Ivan Basso a Stezzano La sua bici per l ospedale dei bimbi Venerdì 27 febbraio 2015 (0) Il campione Ivan Basso a Stezzano La sua bici per l ospedale dei bimbi Lunedì 2 marzo a partire dalle 15,30 il ciclista Ivan Basso, oggi corridore per il team Tinko!- Saxo,

Dettagli

Viaggiare all estero in emodialisi con noi si può!

Viaggiare all estero in emodialisi con noi si può! Pag. 1/3 Viaggiare all estero in emodialisi con noi si può! (Articolo tratto da ALCER n 153 edizione 2010) Conoscere posti nuovi, nuove culture e relazionarsi con persone di altri paesi, di altre città

Dettagli

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7.

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 2 Dov è Piero Ferrari e perché non arriva E P I S O D I O 25 Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 1 Leggi più volte il testo e segna le risposte corrette. 1. Piero abita in un appartamento

Dettagli

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a Ci situiamo Probabilmente alla tua età inizi ad avere chiaro chi sono i tuoi amici, non sempre è facile da discernere. Però una volta chiaro,

Dettagli

GARA CICLISTICA per ELITE e UNDER 23

GARA CICLISTICA per ELITE e UNDER 23 GARA CICLISTICA per ELITE e UNDER 23 domenica 7 Ottobre 2012 - ore 9.45 GORLE - BERGAMO ARRIVEDERCI alla 42a Settimana Ciclistica Bergamasca dal 2 al 7 settembre 2013 REGOLAMENTO SPECIALE DI CORSA SU STRADA

Dettagli

Favole per bambini grandi.

Favole per bambini grandi. Favole per bambini grandi. d. & d' Davide Del Vecchio Daria Gatti Questa opera e distribuita sotto licenza Creative Commons Attribuzione Non commerciale 2.5 Italia http://creativecommons.org/licenses/by-nc/2.5/it/

Dettagli

Un abbraccio a tutti voi Ornella e Enrico

Un abbraccio a tutti voi Ornella e Enrico SASHA La nostra storia é molto molto recente ed é stata fin da subito un piccolo "miracolo" perche' quando abbiamo contattato l' Associazione nel mese di Novembre ci é stato detto che ormai era troppo

Dettagli

IL TUO CORPO NON E STUPIDO! Nonostante se ne parli ancora oggi, il concetto di postura corretta e dello stare dritti è ormai superato.!!

IL TUO CORPO NON E STUPIDO! Nonostante se ne parli ancora oggi, il concetto di postura corretta e dello stare dritti è ormai superato.!! IL TUO CORPO NON E STUPIDO Avrai sicuramente sentito parlare di postura corretta e magari spesso ti sei sentito dire di stare più dritto con la schiena o di non tenere le spalle chiuse. Nonostante se ne

Dettagli

PRONOMI DIRETTI (oggetto)

PRONOMI DIRETTI (oggetto) PRONOMI DIRETTI (oggetto) - mi - ti - lo - la - La - ci - vi - li - le La è la forma di cortesia. Io li incontro spesso. (gli amici). Non ti sopporta più. (te) Lo legge tutti i giorni. (il giornale). La

Dettagli

Ci relazioniamo dunque siamo

Ci relazioniamo dunque siamo 7_CECCHI.N 17-03-2008 10:12 Pagina 57 CONNESSIONI Ci relazioniamo dunque siamo Curiosità e trappole dell osservatore... siete voi gli insegnanti, mi insegnate voi, come fate in questa catastrofe, con il

Dettagli

Routine per l Ora della Nanna

Routine per l Ora della Nanna SCHEDA Routine per l Ora della Nanna Non voglio andare a letto! Ho sete! Devo andare al bagno! Ho paura del buio! Se hai mai sentito il tuo bambino ripetere queste frasi notte dopo notte, con ogni probabilità

Dettagli

Il colore dei miei pensieri. Pierluigi De Rosa

Il colore dei miei pensieri. Pierluigi De Rosa Il colore dei miei pensieri Pierluigi De Rosa Il colore dei miei pensieri Pierluigi De Rosa 2007 Scrivere.info Tutti i diritti di riproduzione, con qualsiasi mezzo, sono riservati. In copertina: Yacht

Dettagli

Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone opere e di intensa carità. Papa Giovanni XXIII (28 dicembre 1958)

Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone opere e di intensa carità. Papa Giovanni XXIII (28 dicembre 1958) NOTIZIARIO PARROCCHIALE Anno XC - N 8 dicembre 2012 - L Angelo in Famiglia Pubbl. mens. - Sped. abb. post. 50% Bergamo Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone

Dettagli

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE AzioneCattolicaItaliana ACR dell ArcidiocesidiBologna duegiornidispiritualitàinavvento CONMARIA PREPARIAMOCIADACCOGLIEREILSIGNORE Tutta l Azione Cattolica ha come tema dell anno l accoglienza. Anche la

Dettagli

Esercizi sul moto rettilineo uniformemente accelerato

Esercizi sul moto rettilineo uniformemente accelerato Liceo Carducci Volterra - Classe 3 a B Scientifico - Francesco Daddi - 8 novembre 010 Esercizi sul moto rettilineo uniformemente accelerato Esercizio 1. Un corpo parte da fermo con accelerazione pari a

Dettagli

Soluzione degli esercizi sul moto rettilineo uniformemente accelerato

Soluzione degli esercizi sul moto rettilineo uniformemente accelerato Liceo Carducci Volterra - Classe 3 a B Scientifico - Francesco Daddi - 8 novembre 00 Soluzione degli esercizi sul moto rettilineo uniformemente accelerato Esercizio. Un corpo parte da fermo con accelerazione

Dettagli

Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano

Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano Il baseball, uno sport. Il baseball, uno sport di squadra. Il baseball, uno sport che non ha età. Il baseball, molto di più di uno sport, un MODO

Dettagli

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI La mia casa ideale è vicino al mare. Ha un salotto grande e luminoso con molte poltrone comode e un divano grande e comodo.

Dettagli

7ª tappa È il Signore che apre i cuori

7ª tappa È il Signore che apre i cuori Centro Missionario Diocesano Como 7 incontro di formazione per commissioni, gruppi e associazioni missionarie 3 anno Aprile 2009 Paolo: la Parola di Dio non è incatenata 7ª tappa È il Signore che apre

Dettagli

Bilancio della competizione di Judo alle Olimpiadi di Londra 2012

Bilancio della competizione di Judo alle Olimpiadi di Londra 2012 Bilancio della competizione di Judo alle Olimpiadi di Londra 2012 Qualche giorno dopo la fine della competizione olimpica di judo è venuto il momento di analizzare quanto successo a Londra. Il mondo del

Dettagli

È uno Stato unitario dal 1861, una Repubblica dal 1948. Oggi l Italia ha una popolazione di circa 57 milioni. È un paese con 20 regioni.

È uno Stato unitario dal 1861, una Repubblica dal 1948. Oggi l Italia ha una popolazione di circa 57 milioni. È un paese con 20 regioni. È uno Stato unitario dal 1861, una Repubblica dal 1948. Oggi l Italia ha una popolazione di circa 57 milioni. È un paese con 20 regioni. 8 regioni settentrionali: il Piemonte (Torino), la Val d Aosta (Aosta),

Dettagli

Porto di mare senz'acqua

Porto di mare senz'acqua Settembre 2014 Porto di mare senz'acqua Nella comunità di Piquiá passa un onda di ospiti lunga alcuni mesi Qualcuno se ne è già andato. Altri restano a tempo indeterminato D a qualche tempo a questa parte,

Dettagli

La bellezza è la perfezione del tutto

La bellezza è la perfezione del tutto La bellezza è la perfezione del tutto MERANO ALTO ADIGE ITALIA Il generale si piega al particolare. Ai tempi di Goethe errare per terre lontane era per molti tutt altro che scontato. I viandanti erano

Dettagli

23 APRILE 2015 L IDEA

23 APRILE 2015 L IDEA IL PROGETTO 23 APRILE 2015 L IDEA Il 23 aprile è la Giornata mondiale del libro e del diritto d autore, è il giorno di San Giorgio a Barcellona, è il giorno della World Book Night in Inghilterra, è il

Dettagli

Dov eri e cosa facevi?

Dov eri e cosa facevi? Funzioni comunicative Produzione libera 15 marzo 2012 Livello B1 Dov eri e cosa facevi? Funzioni comunicative Descrivere, attraverso l uso dell imperfetto, azioni passate in corso di svolgimento. Materiale

Dettagli

Hotel Parco dei Principi Lungomare Zara - Giulianova (TE) - Tel. 085 8008935 - Fax 085 8008773 www.giulianovaparcodeiprincipi.it -

Hotel Parco dei Principi Lungomare Zara - Giulianova (TE) - Tel. 085 8008935 - Fax 085 8008773 www.giulianovaparcodeiprincipi.it - Hotel Parco dei Principi Lungomare Zara - Giulianova (TE) - Tel. 085 8008935 - Fax 085 8008773 www.giulianovaparcodeiprincipi.it - info@giulianovaparcodeiprincipi.it La Vostra Vacanza Benvenuti La Famiglia

Dettagli

La gita è riservata ai soci di Ostia in Bici XIII in regola con l iscrizione. Il numero minimo di partecipanti è fissato a 10, il massimo a 20.

La gita è riservata ai soci di Ostia in Bici XIII in regola con l iscrizione. Il numero minimo di partecipanti è fissato a 10, il massimo a 20. Versione del 9/3/2015 Pag.1 di 5 FIAB - Ostia in Bici XIII Il Salento in bici 20-28 giugno 2015 Panoramica Una settimana nel Salento: un omaggio ad una delle bellezze d Italia, che ci racconterà di natura,

Dettagli

A tu per tu con il Mister del Pavia Massimo Morgia: l allenamento di rifinitura del sabato pomeriggio.

A tu per tu con il Mister del Pavia Massimo Morgia: l allenamento di rifinitura del sabato pomeriggio. articolo N.40 MARZO 2007 RIVISTA ELETTRONICA DELLA CASA EDITRICE WWW.ALLENATORE.NET REG. TRIBUNALE DI LUCCA N 785 DEL 15/07/03 DIRETTORE RESPONSABILE: FERRARI FABRIZIO COORDINATORE TECNICO: LUCCHESI MASSIMO

Dettagli

NATALE SARA. Come sempre Natale sarà una festa, una grande magia, per svegliare la tua fantasia giù dal cielo un bel sogno verrà.

NATALE SARA. Come sempre Natale sarà una festa, una grande magia, per svegliare la tua fantasia giù dal cielo un bel sogno verrà. NATALE SARA Su nel cielo che gran movimento, su tra gli angeli del firmamento: quelli addetti agli effetti speciali si rimboccano tutti le ali. C'è chi pensa ai fiocchetti di neve, chi compone una musica

Dettagli

Una storia vera. 1 Nome fittizio.

Una storia vera. 1 Nome fittizio. Una storia vera Naida 1 era nata nel 2000, un anno importante, porterà fortuna si diceva. Era una ragazzina come tante, allegra, vivace e che odiava andare a scuola. Era nata a Columna Pasco, uno dei tanti

Dettagli

lanzo torinese Gran Fondo Internazionale del Punt del Diau - 25 km (D+ 1450) 4 ottobre 2014 prova A PRENDERmi gara femminile - 1 a EDIZIONE

lanzo torinese Gran Fondo Internazionale del Punt del Diau - 25 km (D+ 1450) 4 ottobre 2014 prova A PRENDERmi gara femminile - 1 a EDIZIONE lanzo torinese Gran Fondo Internazionale del Punt del Diau - 25 km (D+ 1450) 4 ottobre 2014 prova A PRENDERmi gara femminile - 1 a EDIZIONE l originale www.casadelcammino.it for SI RINGRAZIANO IN MODO

Dettagli

PRIORITY. Precedenza

PRIORITY. Precedenza www.italy-ontheroad.it PRIORITY Precedenza Informazioni generali e consigli. Ciao, sono Namauel Sono una voce amica che prova ad aiutarti, con qualche consiglio, nella circolazione stradale. Mi rivolgo

Dettagli

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore.

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore. Commozione Si commuove il corpo. A sorpresa, prima che l opportunità, la ragionevolezza, la buona educazione, la paura, la fretta, il decoro, la dignità, l egoismo possano alzare il muro. Si commuove a

Dettagli

Le prossime 6 domande fanno riferimento alla seguente tavola di orario ferroviario

Le prossime 6 domande fanno riferimento alla seguente tavola di orario ferroviario Esercizi lezioni 00_05 Pag.1 Esercizi relativi alle lezioni dalla 0 alla 5. 1. Qual è il fattore di conversione da miglia a chilometri? 2. Un tempo si correva in Italia una famosa gara automobilistica:

Dettagli

IL TEMPO METEOROLOGICO

IL TEMPO METEOROLOGICO VOLUME 1 CAPITOLO 4 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE IL TEMPO METEOROLOGICO 1. Parole per capire A. Conosci già queste parole? Scrivi il loro significato o fai un disegno: tempo... Sole... luce... caldo...

Dettagli

MA NDO VAI... ROMANI IN MOVIMENTO TRA CRISI ECONOMICA E MODELLI ALTERNATIVI

MA NDO VAI... ROMANI IN MOVIMENTO TRA CRISI ECONOMICA E MODELLI ALTERNATIVI MA NDO VAI... ROMANI IN MOVIMENTO TRA CRISI ECONOMICA E MODELLI ALTERNATIVI In questa fermata Audimob, l analisi dei dati si sofferma sui comportamenti in mobilità dei romani e dei residenti nei comuni

Dettagli

ALLENARSI CON LA FASCIA CARDIO

ALLENARSI CON LA FASCIA CARDIO ALLENARSI CON LA FASCIA CARDIO Come effettuare il monitoraggio dei nostri allenamenti? Spesso è difficile misurare il livello di sforzo di una particolare gara o sessione di allenamento. Come vi sentite?

Dettagli

Regole per un buon Animatore

Regole per un buon Animatore Regole per un buon Animatore ORATORIO - GROSOTTO Libretto Animatori Oratorio - Grosotto Pag. 1 1. Convinzione personale: fare l animatore è una scelta di generoso servizio ai ragazzi per aiutarli a crescere.

Dettagli

LA TEORIA DEL CUCCHIAIO

LA TEORIA DEL CUCCHIAIO 90 ICARO MAGGIO 2011 LA TEORIA DEL CUCCHIAIO di Christine Miserandino Per tutti/e quelli/e che hanno la vita "condizionata" da qualcosa che non è stato voluto. La mia migliore amica ed io eravamo nella

Dettagli

Riflessioni a margine dei Campionati Italiani di kendo, Novara 2010

Riflessioni a margine dei Campionati Italiani di kendo, Novara 2010 Riflessioni a margine dei Campionati Italiani di kendo, Novara 2010 di Luca Navaglia Campionati Italiani dunque. Saprete già i risultati (Serena Ricciuti, Giuseppe Giannetto e Kodokan Alessandria). Per

Dettagli

SCUOLA DELL INFANZIA ANDERSEN SPINEA I CIRCOLO ANNO SCOLASTICO 2006/07. Documentazione a cura di Quaglietta Marica

SCUOLA DELL INFANZIA ANDERSEN SPINEA I CIRCOLO ANNO SCOLASTICO 2006/07. Documentazione a cura di Quaglietta Marica SCUOLA DELL INFANZIA ANDERSEN SPINEA I CIRCOLO ANNO SCOLASTICO 2006/07 GRUPPO ANNI 3 Novembre- maggio Documentazione a cura di Quaglietta Marica Per sviluppare Pensiero creativo e divergente Per divenire

Dettagli

SE IO FOSSI UN ALBERO E INVENTASSI UNA STORIA DAL MIO DISEGNO...TI RACCONTEREI CHE...

SE IO FOSSI UN ALBERO E INVENTASSI UNA STORIA DAL MIO DISEGNO...TI RACCONTEREI CHE... SE IO FOSSI UN ALBERO E INVENTASSI UNA STORIA DAL MIO DISEGNO...TI RACCONTEREI CHE... Una volta si fece la festa degli alberi nel bosco e io e una bimba, che non lo sapevo chi era, giocavamo con gli alberi

Dettagli

TELEFONO AZZURRO. dedicato ai bambini COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO?

TELEFONO AZZURRO. dedicato ai bambini COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO? COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO? 1 Ehi, ti e mai capitato di assistere o essere coinvolto in situazioni di prepotenza?... lo sai cos e il bullismo? Prova a leggere queste pagine. Ti potranno essere utili.

Dettagli

Un workshop eccezionale

Un workshop eccezionale Un posto splendido Ischia, l isola bella nel Golfo di Napoli, nata da un vulcano. Al sud dell Isola si trova un albergo in mezzo alla natura, 200 m sopra il mare, in un giardino romantico con le palme,

Dettagli

Tempi che corrono. Ore 8.30. Ore 8.32. Milano, giugno 2007

Tempi che corrono. Ore 8.30. Ore 8.32. Milano, giugno 2007 Milano, giugno 2007 Tempi che corrono Ore 8.30 Maria si siede al tavolo con la sua colazione: cappuccio, brioche e una spremuta d'arancia. Comincia a sfogliare il giornale, ma è distratta... Non dalla

Dettagli

Non appena chiudi gli occhi comincia l avventura del sonno. Al posto della solita penombra nella stanza, volume oscuro che si interrompe qua e là,

Non appena chiudi gli occhi comincia l avventura del sonno. Al posto della solita penombra nella stanza, volume oscuro che si interrompe qua e là, Un uomo che dorme Non appena chiudi gli occhi comincia l avventura del sonno. Al posto della solita penombra nella stanza, volume oscuro che si interrompe qua e là, dove la memoria identifica senza sforzo

Dettagli

D: QUALI SONO I REQUISITI DI RESIDENZA PER CHI VUOLE COMPETERE? R: Questo evento è limitato ai residenti in Italia, quindi:

D: QUALI SONO I REQUISITI DI RESIDENZA PER CHI VUOLE COMPETERE? R: Questo evento è limitato ai residenti in Italia, quindi: FAQ D: QUANTE PARTITE VERRANNO GIOCATE PER DETERMINARE I VINCITORI DI OGNI SCONTRO? R: Il torneo prevede dei 5v5 nella Landa degli evocatori in stile "sudden death" (ossia a eliminazione diretta, al meglio

Dettagli

ILaboratori di Progettazione Partecipata presentati

ILaboratori di Progettazione Partecipata presentati VISTO DAI BAMBINI E DAI RAGAZZI ILaboratori di Progettazione Partecipata presentati in questa sezione riguardano progetti e proposte in aree di verde pubblico. Se il primo lavoro è finalizzato all arredo

Dettagli

Se dico la parola TEMPO che cosa ti viene in mente?

Se dico la parola TEMPO che cosa ti viene in mente? Se dico la parola TEMPO che cosa ti viene in mente? Ognuno di noi ha espresso le proprie opinioni, poi la maestra le ha lette ad alta voce. Eravamo proprio curiosi di conoscere le idee ti tutti! Ecco tutti

Dettagli

ITINERARI CON LA MOUNTAIN BIKE

ITINERARI CON LA MOUNTAIN BIKE ::Lago di Carezza:: :: Caratteristiche: i primi 200 m dopo l'albergo Lärchenwald (Gummer - S. Valentino) sono piuttosto ripidi, quindi si prosegue su strada forestale con discreti saliscendi fino al Passo

Dettagli

VENICE-SIMPLON ORIENT-EXPRESS

VENICE-SIMPLON ORIENT-EXPRESS : VENICE-SIMPLON ORIENT-EXPRESS Un Viaggio indimenticabile attraverso la Storia Venice-Simplon Orient-Express è il treno più famoso del mondo, con una storia ultracentenaria che nasce nel 1864 e prosegue

Dettagli

Il desiderio di essere come tutti

Il desiderio di essere come tutti Francesco Piccolo Il desiderio di essere come tutti Einaudi INT_00_I-IV_Piccolo_Desiderio.indd 3 30/08/13 11.44 Sono nato in un giorno di inizio estate del 1973, a nove anni. Fino a quel momento la mia

Dettagli

1. Lo sport mens sana in corpore sano

1. Lo sport mens sana in corpore sano 1. Lo sport mens sana in corpore sano Mens sana in corpore sano è latino e vuol dire che lo sport non fa bene soltanto al corpo ma anche alla mente. E già ai tempi dei romani si apprezzavano le attività

Dettagli

Dalla lettura di una poesia del libro di testo. Un ponte tra i cuori

Dalla lettura di una poesia del libro di testo. Un ponte tra i cuori 1 Dalla lettura di una poesia del libro di testo Un ponte tra i cuori Manca un ponte tra i cuori, fra i cuori degli uomini lontani, fra i cuori vicini, fra i cuori delle genti, che vivono sui monti e sui

Dettagli

IL RIMARIO IL RICALCO

IL RIMARIO IL RICALCO Preparare un rimario: IL RIMARIO - gli alunni, a coppie o singolarmente, scrivono su un foglio alcune parole con una determinata rima; - singolarmente, scelgono uno dei fogli preparati e compongono nonsense

Dettagli

1^A - Esercitazione recupero n 4

1^A - Esercitazione recupero n 4 1^A - Esercitazione recupero n 4 1 In un cartone animato, un gatto scocca una freccia per colpire un topo, mentre questi cerca di raggiungere la sua tana che si trova a 5,0 m di distanza Il topo corre

Dettagli

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Commento al Vangelo Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione fra Luca Minuto Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Dal Vangelo secondo Matteo In quel tempo, gli undici discepoli andarono in Galilea, sul monte

Dettagli

Pagliaccio. A Roma c è un. che cambia ogni giorno. 66 Artù n 58

Pagliaccio. A Roma c è un. che cambia ogni giorno. 66 Artù n 58 format nell accostare gli ingredienti e da raffinatezza della presentazione che fanno trasparire la ricchezza di esperienze acquisite nelle migliori cucine di Europa e Asia da questo chef 45enne d origini

Dettagli

-AUDAX 24h- 18-19 luglio 2015

-AUDAX 24h- 18-19 luglio 2015 -AUDAX 24h- 18-19 luglio 2015 Arcore 26/03/2015 REGOLAMENTO Art. 1 - ORGANIZZAZIONE Il GILERA CLUB ARCORE con sede in Arcore via N. Sauro 12 (mail : motoclubarcore@gmail.com) e il MOTO CLUB BIASSONO con

Dettagli

Un gioco da brividi per 8 24 giocatori, da 8 anni in su. Contenuto. (Prima della prima partita rimuovete con cura i segnalini dalle fustelle.

Un gioco da brividi per 8 24 giocatori, da 8 anni in su. Contenuto. (Prima della prima partita rimuovete con cura i segnalini dalle fustelle. Un gioco da brividi per 8 24 giocatori, da 8 anni in su Nello sperduto villaggio di Tabula, alcuni abitanti sono affetti da licantropia. Ogni notte diventano lupi mannari e, per placare i loro istinti,

Dettagli

Fiorella Mannoia - Quello che le donne non dicono

Fiorella Mannoia - Quello che le donne non dicono Fiorella Mannoia - Quello che le donne non dicono Contenuti: competenza lessicale: espressioni lessicali e metaforiche; competenza grammaticale: ripresa dei pronomi diretti e indiretti; competenza pragmatica:

Dettagli

PRUEBA COMÚN PRUEBA 201

PRUEBA COMÚN PRUEBA 201 PRUEBA DE ACCESO A LA UNIVERSIDAD MAYORES DE 25 Y 45 AÑOS PRUEBA COMÚN PRUEBA 201 PRUEBA 2013ko MAIATZA MAYO 2013 L incontro con Guido Dorso Conobbi Dorso quando ero quasi un ragazzo. Ricordo che un amico

Dettagli

PIAN DELLE BETULLE - L'ultimo Paradiso

PIAN DELLE BETULLE - L'ultimo Paradiso PIAN DELLE BETULLE - L'ultimo Paradiso L'ULTIMO PARADISO Lasciarsi alle spalle la vita caotica della città a partire alla volta di località tranquille, senza rumori nel completo relax sentendosi in paradiso,

Dettagli

Unità 1. I Numeri Relativi

Unità 1. I Numeri Relativi Unità 1 I Numeri Relativi Allinizio della prima abbiamo introdotto i 0numeri 1 naturali: 2 3 4 5 6... E quattro operazioni basilari per operare con essi + : - : Ci siamo però accorti che la somma e la

Dettagli

Il silenzio. per ascoltare se stessi, gli altri, la natura

Il silenzio. per ascoltare se stessi, gli altri, la natura Il silenzio per ascoltare se stessi, gli altri, la natura Istituto Comprensivo Monte S. Vito Scuola dell infanzia F.lli Grimm Gruppo dei bambini Farfalle Rosse (3 anni) Anno Scolastico 2010-2011 Ins. Gambadori

Dettagli

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI (Gv 3, 17b) Ufficio Liturgico Diocesano proposta di Celebrazione Penitenziale comunitaria nel tempo della Quaresima 12 1 2 11 nella lode perenne del tuo nome

Dettagli

- permette a chi soffre di dolori alle ginocchia e alle articolazioni di allenarsi senza subire lesioni;

- permette a chi soffre di dolori alle ginocchia e alle articolazioni di allenarsi senza subire lesioni; Dalla Poltrona alla Prima Maratona Quasi incredibile la metamorfosi che un metodo di allenamento dolce, progressivo e senza forzature riesce a produrre anche sul più pigro dei sedentari - Beninteso: basta

Dettagli

Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro

Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro Il romanzo Tra donne sole è stato scritto da Pavese quindici mesi prima della sua morte, nel 1949. La protagonista, Clelia, è una

Dettagli

Civilewww.edurisk.it. Care bambine, cari bambini,

Civilewww.edurisk.it. Care bambine, cari bambini, Cari bambini, Civile questo libretto che vi viene oggi proposto vi aiuterà a conoscere i rischi e ad imparare come difendervi, in particolare dai rischi legati al terremoto. Questo come tutti sapete è

Dettagli

DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI. Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013

DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI. Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013 DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013 Cari catechisti, buonasera! Mi piace che nell Anno della fede ci

Dettagli

Flame of Hope maggio 2015

Flame of Hope maggio 2015 Flame of Hope maggio 2015 Cari amici, Quand è che si apprezza maggiormente la vita e si è consapevoli di essere vivi e ne siamo grati? Quando quel dono prezioso è minacciato e poi si apprezza la vita il

Dettagli

Gran Fondo PUNT DEL DIAU

Gran Fondo PUNT DEL DIAU LANZO TORINESE - SABATO 04 OTTOBRE 2014 Gran Fondo PUNT DEL DIAU REGOLAMENTO LA GARA GRAN FONDO DI CORSA IN MONTAGNA PUNT DEL DIAU avrà una lunghezza di circa km.25 e un dislivello positivo di circa 1450

Dettagli

SCIARE AL CORNO ALLE SCALE

SCIARE AL CORNO ALLE SCALE SCIARE AL CORNO ALLE SCALE IL CORNO ALLE SCALE SPORT INVERNALI PER TUTTI E A TUTTI I LIVELLI, CALDA OSPITALITÀ E PIACEVOLI MOMENTI DI SVAGO E DI RELAX: È CIÒ CHE OFFRE IL CORNO ALLE SCALE, LA STAZIONE

Dettagli

LA STORIA DEL VECCHIO F di Patrizia Toia

LA STORIA DEL VECCHIO F di Patrizia Toia Patrizia Toia Patrizia Toia (born on 17 March 1950 in Pogliano Milanese) is an Italian politician and Member of the European Parliament for North-West with the Margherita Party, part of the Alliance of

Dettagli

Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna...

Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna molto probabilmente avrei un comportamento diverso. Il mio andamento scolastico non è dei migliori forse a causa dei miei interessi (calcio,videogiochi, wrestling ) e forse mi applicherei

Dettagli

GIORGIO MOTTOLA Chiedo scusa, io avevo preso il biglietto ad Alta Velocità per il treno delle 14.20. Posso prendere questo?

GIORGIO MOTTOLA Chiedo scusa, io avevo preso il biglietto ad Alta Velocità per il treno delle 14.20. Posso prendere questo? IL BIGLIETTO INFLESSIBILE di Giorgio Mottola CLAUDIA DI PASQUALE Tutto si gioca sull Alta Velocità. Intanto i pendolari si devono arrangiare perché sembra che non interessino a nessuno. Ma i passeggeri

Dettagli

4. Conoscere il proprio corpo

4. Conoscere il proprio corpo 4. Conoscere il proprio corpo Gli esseri viventi sono fatti di parti che funzionano assieme in modo diverso. Hanno parti diverse che fanno cose diverse. Il tuo corpo è fatto di molte parti diverse. Alcune

Dettagli

Una Pulce sull Albero di Babbo Natale?

Una Pulce sull Albero di Babbo Natale? Una Pulce sull Albero di Babbo Natale? Copione natalizio in rima per i bambini della Scuola dell Infanzia. Autore: Silvia Di Castro (Bisia) UNA PULCE SULL ALBERO DI BABBO NATALE? 1 Copione natalizio in

Dettagli

Roma 2020: valori e opinioni I valori economici dei Giochi Olimpici e Paralimpici di Roma 2020

Roma 2020: valori e opinioni I valori economici dei Giochi Olimpici e Paralimpici di Roma 2020 Roma 2020: valori e opinioni I valori economici dei Giochi Olimpici e Paralimpici di Roma 2020 Roma 2020: valori e opinioni I valori economici dei Giochi Olimpici e Paralimpici di Roma 2020 La spesa complessiva

Dettagli

G LI ITALIANI E LA BICICLETTA: DALLA RISCOPERTA ALLA CRESCITA MANCATA

G LI ITALIANI E LA BICICLETTA: DALLA RISCOPERTA ALLA CRESCITA MANCATA G LI ITALIANI E LA BICICLETTA: DALLA RISCOPERTA ALLA CRESCITA MANCATA AUDIMOB O SSERVATORIO SUI C OMPORTAMENTI DI M OBILITÀ DEGLI I TALIANI Maggio 2012 LE FERMATE AUDIMOB S U L L A M O B I L I T A n. 15

Dettagli