Cicloturistica Portogruarese. Viaggio da Portogruaro a Berlino dal 08 al 17 luglio 2013

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Cicloturistica Portogruarese. Viaggio da Portogruaro a Berlino dal 08 al 17 luglio 2013"

Transcript

1 la Voce Cicloturistica Portogruarese Anno XVII - Numero 172 Notiziario per i Soci Luglio 2013 Viaggio da Portogruaro a Berlino dal 08 al 17 luglio 2013 di Gianluca Rossitto U n viaggio nel cuore dell'europa: grande esperienza per dodici soci della Cicloturistica Portogruarese, che nello scorso mese di luglio si sono cimentati in lungo viaggio in bicicletta da Portogruaro a Berlino, passando per Austria, Repubblica Ceca e Germania orientale. Un percorso affascinante, non privo di asperità. Oltre 1200 i chilometri percorsi, circa metri il dislivello complessivo. Il drappello della Ct Portogruarese ha compiuto l'itinerario verso la capitale tedesca in sette tappe, con una giornata di riposo a Praga. L'8 luglio il via da Piazza Repubblica a Portogruaro, arrivo a Spittal an der Drau, dopo 204 km e circa 1370 metri di dislivello, con stilettata finale nelle gambe con l'ascesa di 3 impegnativi chilometri fino all'alloggio. Seconda tappa da Spittal a Radstadt (100 km), passando dalla Carinzia al Salisburghese, non prima di aver superato i monti Tauri, attraverso l'impervio Passo Katschberg (1641 mt) e il Radstadter Tauren (1739 mt). Prime due tappe solo leggermente disturbate da temporali fugaci negli ultimi chilometri. Terza tappa da Radstadt a Steyr (Alta Austria) di 196 km, buona par- te dei quali sulla pista ciclabile del fiume Enns. Quarta frazione Steyr-Cecke Budejovice di 175 km, con ingresso in Repubblica Ceca. Struggente la sosta presso Mauthausen, già sede di un campo di sterminio nazista, ancora oggi visitabile. Quinta tappa da Ceske Budejovice a Praga, 160 km, senza vette significative, ma senza pianura. Un continuo susseguirsi di colline in un contesto rurale godibilissimo in sella alle nostre biciclette da corsa. Il 13 luglio sosta nella indimenticabile Praga, tra le più belle capitale del mondo. Il giorno dopo l'ingresso in Germania (Sassonia), con la frazione PragaDresda di 157 km, anche in questo caso con dislivello di poco inferiore ai 2000 metri. Lungo il tragitto abbiamo reso omaggio ai caduti del campo di concentramento di Tere- zin, località da noi attraversata. Spettacolare l'ingresso a Dresda, la Firenze del Nord, adagiata sulle sponde dell'elba. Chiusura il 15 luglio con la settima ed ultima tappa Dresda-Berlino di 213 km, solcando le lande ventose e coperte di orzo della Sassonia e del Brandeburgo. Non facilissimo l'ingresso a Berlino per vie periferiche. IL giorno successivo, prima di rientrare a casa con i nostri due pulmini, ci siamo concessi una visita alla capitale tedesca, città nel contempo modernissima ma ricca di rimandi alla storia dell'ottocento e Novecento. Il suggello del nostro viaggio è arrivato con la foto presso la Porta di Brandeburgo, dove sono immortalati i dodici partecipanti: Daniele Bellomo, Renzo Bertoli, Gabriele Ceresatto, Mario Ceresatto, Romeo Chiarot, Dante Drigo, Luca Furlanis, Aldo Gruarin, Luigi Luvisutto, Giuseppe Pauletto, Gianluca Rossitto, Daniele Travain. Nel complesso è stato un viaggio ricco di emozioni, con poche disavventure (quattro forature, due problemi meccanici) e un clima da tarda primavera, ideale per il ciclismo.

2 La Voce n. 172 Luglio 2013 Pag.2 Tour de Transdanubie (Il fascino dell ignoto) dal 11 al 14 luglio 2013 Randonnèe in Ungheria di Km1231 di Diego Gallo di Diego Gallo I l TAM TAM dei mesi precedenti ha convinto tanti ciclisti italiani habituè delle ultracycling in Europa di effettuare le trasferte in Ungheria per partecipare al TOUR DE TRANSDANUBIE. La misteriosa Ungheria ci ha coinvolto per affrontare una nuova sfida sulla lunga distanza. Quando dopo il viaggio in auto ci siamo ritrovati nella sede di partenza nella bella e antica città di Vezsprem, nel centro dell Ungheria, ad est del lago Balaton, abbiamo trovato un clima dolce e un atmosfera distesa. Al punto di ritrovo (Hotel Magister) si sono fatti i primi incontri soprattutto con italiani, scambiandoci opinioni e auspici. Tra noi c era il fortissimo Giorgio Murari di Verona e la volitiva Angela Perin di Castelfranco che alla fine porteranno a termine il percorso in 60 ore, dormendo soltanto due microsonni da trequartidora!!! Una buona logistica e un accoglienza rilassante ci hanno permesso di preparare, con calma, le bici e tutto il materiale necessario. Partenza di oltre 60 randonneurs alle cinque del mattino dell 11 luglio, dal punto più alto di Vezsprem. Era evidente che gli organizzatori erano quasi più emozionati di noi. La loro iniziativa era stata accolta con successo. Non capita tutti i giorni al di la dell ex cortina di ferro!!! I motociclisti, molto efficienti, ci accompagnano per una sessantina di km e poi via, verso l ignoto! Il primo tratto è pianeggiante. Ci inoltriamo verso il profondo sud delle etnie tzigane e arriviamo nella splendida Kapsovar (merita una visita) Già nel secondo tratto comincia a farsi sentire la salita e troviamo una superba pista ciclabile verso Pecs. Timbratura e via verso terre meno conosciute, ai confini della Romania. Siamo insieme a Giorgio Murari ed Angela Perin ma subito dopo facciamo amicizia con Mariano Simonato e Silvano Spagnolo con i quali arriveremo poi fino alla fine del nostro viaggio. Nel frattempo Giorgio (Bozza) subisce un guasto alla ruota posteriore ed è costretto a pedalare come se avesse avuto il rapporto fisso! Gli infiniti saliscendi magiari lo hanno costretto a pedalare senza poter contare sulla ruota libera. Poi, grazie a Silvano e ad un cambio ruota (di scorta nell auto del figlio Davide) la situazione si è normalizzata. A Nagykanizsa la prima sosta. Tre ore di sonno in un simpatico ostello e poi via alle 3.30 di notte. Di buona lena circumnavighiamo il Balaton e giungiamo in un area dell Ungheria decisamente più evoluta. Attraversiamo Herend, Pàpa, Szalto, Fertod e sostiamo di nuovo 3 ore a Pannonhalma. Di nuovo in bici alle tre e mezza e avanti fino alla fine con i tratti più impegnativi. Francesco non dava segni di crisi: un mastino non molla mai! Diego, nonostante i problemi ai piedi, tiene duro! Soffre ma non cede! Giorgio pedala con i rapporti più duri. La scala è più bassa rispetto alla ruota cambiata. Si aggregano a noi un paio di bulgari, un ungherese (fortissimo) e Tal un israeliano. Si corre lungo il confine austriaco, si sfiora la slovacchia e poi si torna giù verso l Ungheria centrale. Incrociamo antiche città e grandi fiumi, il Danubio. Le strade non sono delle migliori ma è l ultima notte (un po fresca) e si va verso la meta. Uno splendido sole ci scalda e un vento contrario ci accompagna per le ultime ore di fatica. Arriviamo a Vezsprem insieme in 77 ore e 20 minuti. Dei 62 partenti altri 48 arriveranno più tardi, entro le 90 ore. Adesso il meritato riposo. Poi serata nel cuore di Vezsprem per recuperare, tra musica e carne alla brace, l energia e la voglia di raccontare la nostra avventura. Ogni randonnè è un viaggio di fatica, di stupore, di scoperta e di umanità. Anche questa lo è stata. La CT Portogruarese può orgogliosamente arricchire il suo palmares. Alla prossima.

3 La Voce n. 172 Luglio 2013 Pag.3 La Sfida Olimpica tra Antonio Rossi e Jury Chechi G.F. Campagnolo 16 giugno 2013 di Fulvio Babich I n una curva in contropendenza, dopo la velocissima discesa del Croce d Aune, finisce la rincorsa di Antonio Rossi e della sua squadra a Jury Chechi che ha pochi secondi di vantaggio. I crampi costringono il campione alla resa: la sfida olimpica è persa. Ma andiamo per ordine: di quale sfida stiamo parlando? Anche quest anno mi ero iscritto alla Sportful. Dopo il percorso medio di due anni fa, e quello lungo dell anno scorso, con partenza dall ultimissima fila, mi ero iscritto per tempo, per avere una griglia migliore. Il destino ha deciso diversamente: sono partito davanti a tutti. Gli organizzatori hanno pensato di organizzare una gara nella gara. Una sfida tra due campioni olimpici, Antonio Rossi e Jury Chechi, ognuno scortato da una squadra. Ho dato, come molti altri, la mia disponibilità e sono stato selezionato mediante sorteggio per correre con Antonio Rossi. Niente percorso lungo, la sfida si fa sul percorso medio. Vince la squadra che porta i primi sei atleti al traguardo. Fra loro ci deve essere il capitano. I sei devono arrivare insieme, l ultimo a non più di un minuto dal primo. Ci sono altre regole. Soprattutto quella di fermarsi ai ristori per dare un segnale di agonismo meno sfrenato. Il primo incontro fra capitani e squadre è organizzato a Cesenatico, in occasione della Nove Colli (ovviamente sono presenti coloro che la fanno). Abbiamo modo di fare conoscenza con i due campioni che già tante volte ho visto in gara. Sono simpaticissimi. Davvero gentile è Antonio Rossi. Più vispo e furbetto è Jury Chechi. La sfida mi pare persa, visto il diverso peso dei due, e la pendenza delle ultime rampe del Cereda e, soprattutto, del Croce d Aune. Ma non importa: è un esperienza nuova per tutti e sono pronto a fare la mia parte. Le squadre al completo si trovano a Feltre, il sabato che precede la gara, per pedalare insieme ai campioni e ai bambini la Mini Granfondo. Ci sono anche due atlete giunte da lontano, Australia e Nuova Zelanda: sono un autentico spettacolo, in tutti i sensi. Durante la Mini Granfondo sosta nel piazzale della Sportful, azienda di Fonzaso, sponsor della gara e della sfida olimpica. Dopo la pedalata, le squadre vengono presentate alla stampa e ogni corridore riceve la sua divisa da gara: gialla per la squadra di Jury, arancione per quella di Antonio. Dopo la presentazione si discute di strategie: partiremo con calma, poi inizieremo a far sul serio in salita e così via. Tutte balle, non sarà affatto così. Domenica mattina siamo pronti, in primissima fila, tra tanti altri campioni (Silvio Fauner, Christian Zorzi) e vip. È una brutta faccenda essere proprio davanti. Quando lo starter dà il via non c è strategia che tenga: si parte a tutta. Il guaio è che la parte iniziale è tutta un continuo saliscendi, e affrontarla a tutta velocità non è proprio il massimo, almeno per me. Così, mentre quasi tutti gli altri filano via come razzi, io prendo il mio passo (non certo lento) e vengo superato da frotte di ciclisti. Comincio a pensare che la mia sfida olimpica sia già finita. Ovviamente non sarà così. Dopo quaranta chilometri tutto cambia: inizia la prima salita vera, la forcella Franche, e per molti scende la notte. Anche per il nostro capitano che raggiungo in cima (dopo aver superato quasi tutti gli altri), stanchissimo. A questo punto la corsa riprende molto più lentamente per noi, gialli e arancioni, e smetto persino di sudare. Da qui in poi sarà una passeggiata, quasi fino in fondo. C è un accordo fra i capitani, correre insieme fino a Sorriva, poco prima dell ultima parte, difficilissima, del Croce d Aune. Qui c è l ultimo ristoro. Solo qui la sfida vera avrà inizio. Ma per Antonio Rossi, ormai stanco, anche il ritmo facile è un problema, e sulle rampe del Cereda, i primi crampi si fanno sentire. Neanche l assistenza di un campione della bici, Stefano Giraldi, plurivincitore a Feltre, presente in veste di gregario di lusso di Antonio, consente di raggiungere facilmente il passo. Comunque si arriva in cima e può iniziare la lunga e spettacolare discesa che porta all ultima salita. Per Antonio Rossi c è il tempo di rifiatare. Intanto, mentre qualcuno di noi va quasi a spasso, intorno c è l altra gara, con tanti ciclisti che si esprimono al massimo delle loro possibilità. Uno perde il controllo e vola nel burrone: sapremo quasi subito che si è fatto male, ma molto meno di quanto poteva sembrare in un primo momento. Dopo una longa sosta al ristoro, e un ultima trenata nelle gallerie che portano a Ponte Oltra, arriva la salita finale e la nuova pausa a Sorriva. La gara ora può iniziare, ma per Antonio è subito dura. L idea è di perdere il meno possibile in salita, e poi scendere a tutta. Dato che in discesa non sono un fenomeno decido di anticipare e fare la salita forte. Non sono per niente stanco, mi sembra di volare e supero tantissimi ciclisti in difficoltà. Quasi in cima, un vecchietto mi indica e dice ma quel no xe quel forte che l core a pie?. In effetti sono anche un runner discreto, e a Feltre ho vinto una gara. Ma forse mi avrà scambiato per qualcun altro. Inizio così la discesa, veloce ma non velocissimo, in attesa della mia squadra. A tre quarti mi passano i gialli, con Jury Chechi. Il loro passo non è irresistibile. Una moto mi avvisa: subito arrivano anche i tuoi. Vedo dei missili in avvicinamento e accelero con tutte le forze per agganciarmi, a 80 all ora. La discesa termina subito e nella prima contropendenza ecco il crampo che ferma la rincorsa. La gamba di Antonio si blocca: è finita. Alcuni minuti di massaggi rimettono il capitano in sella. Vogliamo almeno finire, e a discreta velocità arriviamo al viale che tutti i partecipanti della 24 ore ben conoscono. Porfido, curva a sinistra, arco: si entra nel centro storico e inizia l ultima, difficile salita. Sono 500 metri, ma, a questo punto, per chi ha problemi sono una vera sfida. Giraldi vorrebbe dare ancora una mano. Non serve: il campione ce la fa da solo e, attorniato dai suoi gregari, che bloccano il resto del gruppo che preme da dietro, arriva al traguardo attorniato da una nuvola arancione. Fra di noi c è un altro grande canottiere: Niccolò Mornati. È una bella immagine, e il Gazzettino del lunedì ci dedicherà una magnifica foto, migliore di quella dei vincitori. Abbiamo perso, ma con dignità, e gli applausi sono anche per noi anche se la medaglia viene consegnata ai gialli. Antonio è stremato, e la sua espressione è molto eloquente. Riesce a fare una bella firma sulla mia maglia che conserverò come ricordo di questa bella avventura. E il prossimo anno? Forse la gara verrà ripetuta, anche con altri campioni e con altre squadre, sempre sul percorso medio. Per i granfondisti il prossimo anno c è di nuovo il Manghen, ma questa è un altra storia. Una breve analisi tecnica Gli organizzatori hanno detto di aver scelto le squadre mediante sorteggio. È

4 La Voce n. 172 Luglio 2013 Pag.4 Continua il racconto della sfida Olimpica proprio così? Probabilmente è vero solo in parte. Il regolamento prevedeva che almeno cinque ciclisti giungessero con i capitani, ma ne sono stati selezionati dieci più tre riserve. È interessante notare che fra gli arancioni (noi) solo cinque sono arrivati con Antonio Rossi, mentre gli altri sono giunti dopo (molto dopo le riserve). Proprio per evitare il rischio che meno di cinque arrivassero con Antonio, alla squadra è stato aggregato anche il forte canoista Niccolò Mornati, giunto anche lui con noi. Anche fra i gialli, squadra un po più compatta e forte, sette sono i ciclisti arrivati con Jury Chechi (insieme, poco prima o poco dopo). Gli altri dopo (molto dopo le riserve). Per favorire la prestazione dei capitani, a entrambi i team sono stati affiancati ciclisti di provata esperienza: Stefano Giraldi per noi, Andrea Peron e Marco Varisco per la squadra di Jury Chechi. In particolare Giraldi doveva favorire il recupero nel velocissimo finale. Purtroppo i crampi hanno reso impossibile il recupero. Antonio ha pagato la troppa foga e le troppe energie spese inutilmente nel velocissimo tratto iniziale. Ceresatto 20^ Gabriele 27^ Maratona delle Dolomiti 30 giugno 2013 Babich 21^ Fulvio Bozza 19^ Giorgio Franzolini 16^ Roberto Russi 15^ Roberto Travain 1^ Daniele di Daniele Travain Partecipazioni alla Maratona dei soci Portogruaresi G ià il nome mi evoca scenari sunto. Sveglia alle 4.00 del mattino!, suggestivi e nel contempo per chi non ci è abituato non è facile, si permea di qualcosa di soprattutto se le ore di sonno sono state mitico : mi sarebbe sempre poche, complice la tensione che ti porti piaciuto correrla ma le difficoltà dell iscrizione hanno fatto si di accantonare l idea oramai da qualche anno; finchè, inaspettata, arriva la possibilità grazie alla vincita di una partecipazione alla manifestazione tramite un concorso indetto dalla Skoda, sponsor dell evento, vincita ottenuta da Bozza Giorgio che mi ha ceduto la possibilità di partecipare essendo lui già iscritto. Si trasforma quindi in un emozione la partecipazione alla gran fondo delle Dolomiti, emozione che comincia già dal sabato quando, arrivando sul passo di Campolongo, per andare a ritirare il pacco gara e poi all albergo, si vede la strada piena di ciclisti che sono intenti ad un leggero allenamento in vista della corsa dell indomani: strada piena di biciclette che, a dire il vero, ostacolano dentro e non ti fa prendere sonno; colazione e poi giù in auto fino a Corvara per parcheggiarla in maniera idonea per ripartire presto al pomeriggio. Obiettivo: percorso medio di m106 km. Inizia quindi il trasferimento al posto di partenza della granfondo, in un atmosfera suggestiva con tanti ciclisti che si incolonnano verso i vari punti e con una temperatura (in settimana aveva nevicato!) di pochi gradi sopra zero, non propriamente ottimale anche per i tempi di attesa prima della partenza. Finalmente alle 6.00 inizia il movimento con lo speaker che comincia a diffondere la sua voce e la macchina organizzativa che si mette in moto: veramente emozionante il passaggio degli elicotteri che effettuano le riprese della manifestazione (di cui ti senti veramente a il traffico in maniera sensibile ma, quel punto di far parte). Finalmente tant è, per un amante delle due ruote non si riesce a vederlo come un fastidio; viene vissuto con intima emozione anche il momento del ritiro del pacco gara con la susseguente visita agli stand presenti in loco; salto in albergo e quindi, come tanti altri ciclisti, leggero allenamento affrontando il passo del Campolongo, assieme a tanti altri amanti delle due ruote che senti parlare in più lingue, a suggello dell internazionalità che la manifestazione ha as- alle 6.30 la partenza. Cominci la tua corsa a fianco di tanti e tanti ciclisti che ti superano (qualcuno lo superi, comunque) con il battimani di parecchi infreddoliti spettatori ed a quel punto la corsa e solo tua e con i tuoi limiti: primo passaggio al passo Campolongo; discesa con ciclisti che ti passano innanzi spericolati; salita al Pordoi spettacolare come sempre e con l elicottero vicino che effettua riprese sui tornanti della salita; discesa (temperatura parecchio fredda!) e quindi salita al passo Sella leggermente più ostica delle precedenti, allietata all inizio dal suono di alcuni campanacci suonati da persone in abbigliamento tradizionale locale; discesa e quindi prima noia della giornata con una foratura che costringe a scendere e riparare la ruota, sentendo alle tue spalle il rumore delle decine e decine di ciclisti che ti passano innanzi mentre tu cerchi di riparare la ruota con le mani intirizzite (ed il nervoso che ti attanaglia per aver bucato proprio qui, alla maratona delle dolomiti, quando erano almeno due anni che non ti succedeva!); comunque si prosegue e si arriva al passo Gardena dove incontro Gabriele Ceresatto che, partito con un pettorale più alto, mi raggiungeva dicendomi di essere in crisi e di voler fare il percorso breve, che invece dopo lo scollinamento sparisce innanzi (alla fine mi precederà di mezz ora al traguardo); discesa verso Corvara (una marea di gente, bellissimo!) e quindi altro passaggio al Campolongo; via verso Livinallongo e poi il passo Falzarego, e qui cominciano alcuni problemi, con la salita scandita chilometro dopo chilometro fino al passo dove alcuni minuti di riposo al ristoro non me li leva nessuno; il più sembra fatto, ma la salita fino al passo Valparola (fatta una sola volata in precedenza anni fa e quindi non particolarmente conosciuta), con la strada che si inerpica più che alla precedente ascesa al Falzarego, fa si che nonostante la brevità diventi ostica e ti faccia agognare lo scollinamento come la fine delle sofferenze; resta ancora la discesa e quindi l arrivo a Corvara, ma oramai la corsa è fatta: il passaggio sul traguardo lo vivi come un emozione: ho concluso la mia prima (e spero non ultima a questo punto) Maratona dles Dolomites. Resta il tempo di andare a pranzare all interno del palaghiaccio, ammirando l enorme numero di persone, dentro e fuori dello stesso, che hanno partecipato e/o solo fatto da contorno ad una manifestazione che, una volta vissuta in prima persona, acquista ancora più fascino di come me l ero immaginata prima di parteciparvi.

5 La Voce n. 172 Luglio 2013 Pag.5 Granfondo Carnia Classic a Tolmezzo 30 giugno 2013 di Claudio Coassin T olmezzo è qui che parte l avventura Carnia Classic Per alcuni di noi ( Claudio Coassin, Enrico Fontanel, Massimo Centazzo e Stival della Sagitta) in verità l avventura era iniziata il giorno prima, infatti il sabato pomeriggio partiti dalla sede abbiamo raggiunto a Prato Carnico il nostro ex presidente Renzo Bertoli che ci ha ospitati. Passato la serata prima in pizzeria e poi a casa parlando, ovviamente di ciclismo viene ora di andare a letto, e nel silenzio della notte cominciano i pensieri per il Crostis e le forature, per Casera Razzo e così via Arriva il momento di partire da casa di Renzo per andare a Tolmezzo, qua ci aspettano Paolo Benvenuto e Damiano Florean. E ora di andare in griglia ed i minuti prima del via non passano mai, forse perchè la temperatura era anche un po freschetta. Si parte e cominciamo subito ad andare a tutta, lasciamo Tolmezzo per prendere la direzione Villa Santina, e come comincia la strada buona, il serpentone di ciclisti è già frazionato in tanti gruppetti. Come prima salita c è Casera Razzo con i suoi 24km con punte del 18%, a fine salita le gambe cominciano a sentire un inizio di fatica, ma per fortuna dopo ci sono altrettanti km di discesa per recuperare e poi c è il ristoro. La discesa non finisce più ed invece di sentire le gambe riposate ovviamente come ricomincia la salita, le gambe dure non girano e qui cerco di dare più del dovuto per rimanere con il nostro gruppetto, ma la salita iniziata è la più difficile della giornata e lascio andare gli altri e salgo con il mio passo. Infatti c è il Crostis con i suoi 14.5km ed alcune rampe che superano il 20%. Gli ultimi km sono i più duri e per la testa ovviamente ti passa l idea di rientrare a Tolmezzo dopo la discesa, senza fare il Duron. Finita la salita, comincia lo sterrato della panoramica, dove la preoccupazione era quella di bucare, ma non succede (a nessuno dei nostri). Forse il freddo della vetta del Crostis o chissà cosa, mi fanno ragionare ed una volta sceso continuo la gara e decido di finirla. Ora ad spettarci c è il Duron dalla parte di Paluzza, che con i suoi 10.5 km ed alcune rampe anche qui al 18/20% che sembrano lunghissime finiscono l opera di distruzione del ciclista che c è in mè.. Ma non finisce qua, dopo la tanto attesa discesa per rientrare a Tolmezzo, ci aspetta il giro per Zuglio, dove gli ultimi km anche se in leggera discesa sono contro vento. A fatica ma ancora lucido, e soprattutto contento finalmente il traguardo dopo 155 km e 3780m di dislivello. Arrivato alla macchina, trovo tutti già li, ero l ultimo del nostro gruppo.. ma poi ho scoperto che l idea di tagliare e rientrato dopo il Crostis era passata per la testa anche ad altri. Un po malconci e stremati, una doccia e poi via al pasta party, e qui cominciano i nostri commenti della gara, ma questa e tutta un altra storia. Classifica Carnia Classic Km Nominativo Arrivato Tempo Cat. 154 Florean Damiano 164 h Fontanel Enrico 258 h Centazzo Massimo 285 h Coassin Claudio 311 h Bertoli Renzo ritirato - - Gare in Mountain Bike Giorno Nominativo Luogo Km 16 giu. Bozzato Andrea e Rizzetto Luca Rivignano giu. Bozzato Andrea Vivaro giu. Bozzato Andrea Purgessimo lug. Bozzato Andrea e Rizzetto Luca Gemona 26 Classifica Maratona delle Dolomiti Km Nominativo Arr. Tempo Cat. Media 107 Babich Fulvio Ceresatto Gabriele Franzolini Roberto Travain Daniele Bozza Giorgio Russi Roberto Raduno a Feletto Umberto 09 giugno 2013 Bozza Giorgio, Ceresatto Gabriele, Milanese Eugenio, Paolon Francesco, Rossitto Gianluca.

6 La Voce n.172 Luglio 2013 Pag.6 Raduno a Pozzecco Raduno a Pozzecco Partecipanti Anese Vanni Bertolo Pierino Ceresatto Gabriele Cusan Marco Drigo Dante Furlanis Nicola Luvisutto Alcide Migliore Mario Milanese Eugenio Paolon Francesco Travain Daniele Tuniz Claudio Zanon Paolo Granfondo 9 colli di Cesenatico il 19 maggio 2013 Partecipanti Bertolo Pierino, Bozza Giorgio, Ceresatto Gabriele, De Stefano Alfredo, Di Palma Antonio, Gazzin Paolo, Luvisutto Alcide, Milanese Eugenio, Pauletto Giuseppe, Rossitto Gianluca, Scalzotto Gianni, Simon Paolo, Travain Daniele, Tuniz Claudio, Zanon Paolo Km 200 Babich Fulvio Arrivato 695 In 7h 17m. 47s. Cat. 78 Km 200 Maranzana Claudio Arrivato 1736 In 8h 05m. 56s. Cat. 383 Partecipanti Gita alla Memoria 02 giugno 2013 Anese Vanni, Bellomo Daniele, Bellotto Giovanni, Belluzzo Dorino, Bertoli Renzo, Bigliatti Pierluigi, Bonaldo Giorgio, Bozza Giorgio, Canciani Paolo, Castiello Antonio, Centazzo Massimo, Ceresatto Gabriele, Ceresatto Mario, Chiarot Romeo, Coassin Claudio, Cusan Marco, De Stefano Alfredo, Di Palma Antonio, Drigo Dante, Fagotto Teresa, Fontanel Enrico, Furlanis Luca, Furlanis Nicola, Gruarin Alberto, Gruarin Aldo, Gruarin Enzo, Luvisutto Alcide, Milanese Eugenio, Nosella Fiorenzo, Paolon Francesco, Pauletto Giuseppe, Rossitto Gianluca, Tondello Villiam, Travain Daniele, Tuniz Claudio. Altri amici ; Corbetta Remo, Marzinotto Graziano, Savian Gianni, Azzariti Andrea, Bellomo Marco, Simonatto Danilo, e sette del gruppo GC Lugugnana. Raduno a Gradisca d Isonzo Milanese Eugenio Raduno a Sant Andrat dello Judrio 21/07/013 Ceresatto Gabriele e Mianese Eugenio Tempi ed altro sulla 24 ore di Feltre (ogni giro è di 1850 mt.) CT Portogruarese 46 posto con 418 giri in 22h 09 m. a una media di 34,89 kmh e 773,3 km percorsi Sagitta Bike 51 posto con 416 giri in 22h 09 m. a una media di 34,74 kmh e 769,6 km percorsi Giri effettuati da; Anese Vanni 33, Babich Fulvio 39, Benvenuto Paolo 51, Centazzo Massimo 38, Coassin Claudio 47, Cusan Marco 32, Florean Damiano 47, Fontanel Enrico 33, Gallo Diego 29, Luvisutto Alcide 32, Pauletto Giuseppe 37. Giro più veloce; 2min. 37 sec. 90 dec. di Paolo Benvenuto Giro più lento ; 4min. 20 sec. 30 dec. di... Notiziario La VOCE Fondato Da: Luigi BOZZATO Ideato da: Antonio Di PALMA Redatto da: Gabriele CERESATTO Facebook ; Cicloturistica Portogruarese A cura di Claudio Coassin e Gianluca Rossitto SITO INTERNET: A cura di Claudio Coassin Cicloturistica PORTOGRUARESE - Sede nuova in via Stadio n 5 a Portogruaro Venezia Consiglio Direttivo: Presidente Nosella Fiorenzo Vice Presidente Dante Drigo Vice Presidente Coordinatore Gabriele Ceresatto, Segretario Aldo Gruarin, Consiglieri:, Centazzo Massimo, Ceresatto Mario, Coassin Claudio, Luvisutto Luigi, Pauletto Giuseppe, Rossitto Gianluca, Paolo Zanon. Cassiere: Zanon Paolo A questo numero hanno collaborato: Gabriele Ceresatto. Gianluca Rossitto, Diego Gallo, Fulvio Babich, Daniele Travain, Claudio Coassin.

COME NON PERDERE TEMPO NEL NETWORK MARKETING!

COME NON PERDERE TEMPO NEL NETWORK MARKETING! COME NON PERDERE TEMPO NEL NETWORK MARKETING Grazie per aver scaricato questo EBOOK Mi chiamo Fabio Marchione e faccio network marketing dal 2012, sono innamorato e affascinato da questo sistema di business

Dettagli

PAOLO VA A VIVERE AL MARE

PAOLO VA A VIVERE AL MARE PAOLO VA A VIVERE AL MARE Paolo è nato a Torino. Un giorno i genitori decisero di trasferirsi al mare: a Laigueglia dove andavano tutte le estati e ormai conoscevano tutti. Paolo disse porto tutti i miei

Dettagli

La notte è ormai prossima e, a metà percorso, occorre accendere le luci.

La notte è ormai prossima e, a metà percorso, occorre accendere le luci. Tempo splendido e una temperatura eccezionale hanno caratterizzato questo weekend autunnale in una valle sconosciuta ai più. Da Torino e provincia partiamo in tre (Marina, Piero ed io) per questa nuova

Dettagli

THE HARDEST MARATHON RACE IN EUROPE ONLY FOR REAL CYCLIST

THE HARDEST MARATHON RACE IN EUROPE ONLY FOR REAL CYCLIST THE HARDEST MARATHON RACE IN EUROPE ONLY FOR REAL CYCLIST 19.06.2011 UNA MARATONA PER VERI CICLISTI CHE AMANO METTERSI ALLA PROVA Se vuoi provare l emozione di sfidare le Dolomiti sui pedali, non puoi

Dettagli

REPORTAGE/Nuove sfde. Israele che pedala UN MAR MORTO

REPORTAGE/Nuove sfde. Israele che pedala UN MAR MORTO REPORTAGE/Nuove sfde Israele che pedala UN MAR MORTO PiENO di vita 74 bambini, donne, professionisti: tutti insieme per provare il fascino di viaggiare in bici attraverso un deserto unico, con partenza

Dettagli

Angeli - Voglio Di Piu' Scritto da Joel Lunedì 11 Agosto 2008 01:19

Angeli - Voglio Di Piu' Scritto da Joel Lunedì 11 Agosto 2008 01:19 01 - Voglio Di Piu' Era li', era li', era li' e piangeva ma che cazzo hai non c'e' piu',non c'e' piu',non c'e' piu' e' andato se ne e' andato via da qui Non c'e' niente che io possa fare puoi pensarmi,

Dettagli

LA VITA QUOTIDIANA CON UN CANE DI ASSISTENZA

LA VITA QUOTIDIANA CON UN CANE DI ASSISTENZA C A N I D A S S I S T E N Z A F I D E S LA VITA QUOTIDIANA CON UN CANE DI ASSISTENZA r Mirjam Spinnler e Bayou Caro Bayou, che cosa farei senza di te? Con te la mia vita è più semplice, allegra e colorata.

Dettagli

19 marzo 2015. Calendario 2015

19 marzo 2015. Calendario 2015 19 marzo 2015 Calendario 2015 1. Apertura anno sociale Data 22 marzo 2015 Partenza Concordia Sagittaria ore 8:30 Difficoltà Facile 55 km Referenti Gruppo Sociale Programma Tradizionale Apertura dell anno

Dettagli

Maschere a Venezia VERO O FALSO

Maschere a Venezia VERO O FALSO 45 VERO O FALSO CAP I 1) Altiero Ranelli è il direttore de Il Gazzettino di Venezia 2) Altiero Ranelli ha trovato delle lettere su MONDO-NET 3) Colombina è la sorella di Pantalone 4) La sera di carnevale,

Dettagli

Mafia, amore & polizia

Mafia, amore & polizia 20 Mafia, amore & polizia -Ah sì, ora ricordo... Lei è la signorina... -Francesca Affatato. -Sì... Sì... Francesca Affatato... Certo... Mi ricordo... Lei è italiana, non è vero? -No, mio padre è italiano.

Dettagli

in realtà fa molto freddo quindi decidiamo di visitare l interno del castello e di guardare il

in realtà fa molto freddo quindi decidiamo di visitare l interno del castello e di guardare il 28/12 - Partenza da Bolzano alla mattina in direzione Vienna. Passiamo il confine dopo Vipiteno, passiamo Innsbruck, un tratto di strada in Baviera e rientriamo in Austria a Salisburgo; passiamo vicino

Dettagli

Articolo giornale campo scuola 2014

Articolo giornale campo scuola 2014 Articolo giornale campo scuola 2014 Condivisione, stare assieme sempre, conoscersi? In queste tre parole racchiuderei la descrizione del campo estivo. Sono sette giorni bellissimi in cui si impara prima

Dettagli

A pesca di lucci in Svezia

A pesca di lucci in Svezia A pesca di lucci in Svezia Eccomi a raccontare una nuova esperienza di pesca..per chi non lo sapesse io sono nato in Svezia e quindi dopo diverse esperienze di pesca in giro per il mondo quest anno ho

Dettagli

!"#$%&%'()*#$"*'' I 3 Pilastri del Biker Vincente

!#$%&%'()*#$*'' I 3 Pilastri del Biker Vincente !"#$%&%'()*#$"*'' I 3 Pilastri del Biker Vincente Il Primo Pilastro del Biker Vincente Domina ogni terreno con lo sguardo Qual è secondo te la differenza tra un biker vincente, (quelli che ti superano

Dettagli

Doveva essere Delta del Po.. e Delta del Po fu.

Doveva essere Delta del Po.. e Delta del Po fu. Doveva essere Delta del Po.. e Delta del Po fu. Da mercoledì 25 a domenica 29 aprile 2012 siamo finalmente riusciti a fare la vacanza a tutta natura sul Delta del Po e dintorni. Siamo partiti a mezzogiorno

Dettagli

!"#$%&%'()*#$"*'' I 3 Pilastri del Biker Vincente

!#$%&%'()*#$*'' I 3 Pilastri del Biker Vincente !"#$%&%'()*#$"*'' I 3 Pilastri del Biker Vincente Il Terzo Pilastro del Biker Vincente La Mountain Bike e la Vita Ciao e ben ritrovato! Abbiamo visto nelle ultime due lezioni, come i dettagli siano fondamentali

Dettagli

LIBO' L'ITALIANO ALLA RADIO

LIBO' L'ITALIANO ALLA RADIO LIBO' L'ITALIANO ALLA RADIO ESERCIZI PUNTATA N 14 Incontrare degli amici A cura di Marta Alaimo Voli Società Cooperativa 2011 1 Incontrare degli amici DIALOGO PRINCIPALE B- Ciao. A- Ehi, ciao, è tanto

Dettagli

Poesie, filastrocche e favole per bambini

Poesie, filastrocche e favole per bambini Poesie, filastrocche e favole per bambini Jacky Espinosa de Cadelago Poesie, filastrocche e favole per bambini Ai miei grandi tesori; Elio, Eugenia ed Alejandro, coloro che ogni giorno mi fanno crescere

Dettagli

PRO RACE + GRANFONDO. STRADE BIANCHE 2016 5 6 Marzo 2016 GRAN TOUR EVENTS & GRANBIKE RACING TEAM PRESENTANO:

PRO RACE + GRANFONDO. STRADE BIANCHE 2016 5 6 Marzo 2016 GRAN TOUR EVENTS & GRANBIKE RACING TEAM PRESENTANO: STRADE BIANCHE 2016 5 6 Marzo 2016 GRAN TOUR EVENTS & GRANBIKE RACING TEAM PRESENTANO: PRO RACE + GRANFONDO Un occasione unica per seguire una tra le corse più affascinanti, con i grandi campioni dei giri

Dettagli

DOLOMITI A 360 - PASSIONE E SOLIDARIETÀ di Giuseppe Rinaldi

DOLOMITI A 360 - PASSIONE E SOLIDARIETÀ di Giuseppe Rinaldi DOLOMITI A 360 - PASSIONE E SOLIDARIETÀ di Giuseppe Rinaldi Ci sono date nella nostra vita che difficilmente ci scorderemo, la mia è quella dell 11 settembre 2011. Tanti presupposti di questa esperienza

Dettagli

VALNONTEY - RIFUGIO "SELLA" CASOLARI DELL'HERBETET (giro ad anello)

VALNONTEY - RIFUGIO SELLA CASOLARI DELL'HERBETET (giro ad anello) VALNONTEY - RIFUGIO "SELLA" CASOLARI DELL'HERBETET (giro ad anello) Finalmente. E tanto tempo che sento parlare di questo giro ad anello (Valnontey, Rifugio Sella, casolari dell Herbetet, Valnontey) che

Dettagli

RICOMINCIARE UNA NUOVA VITA IN AUSTRALIA? - UN SIMPATICO TEST -

RICOMINCIARE UNA NUOVA VITA IN AUSTRALIA? - UN SIMPATICO TEST - RICOMINCIARE UNA NUOVA VITA IN AUSTRALIA? - UN SIMPATICO TEST - INIZIO Ricominciare una nuova vita da zero mi spaventa peró so che tante persone ce la fanno, posso farcela anch io! preferirei continuare

Dettagli

IRINA E GIOVANNI. La giornata di Irina

IRINA E GIOVANNI. La giornata di Irina IRINA E GIOVANNI La giornata di Irina La mia sveglia suona sempre alle 7.00 del mattino: mi alzo, vado in bagno e mi lavo, mi vesto, faccio colazione e alle 8.00 esco di casa per andare a scuola. Spesso

Dettagli

IN BICICLETTA IN GARFAGNANA

IN BICICLETTA IN GARFAGNANA IN BICICLETTA IN GARFAGNANA 1 PASSO DELLE RADICI VIA ABETONE DA PIAN DEGLI ONTANI Partenza da Loc Fornace (via Fontana Vaccaia 17 a 5 km da Pian degli Ontani), su verso Pian degli Ontani, Pian di Novello,

Dettagli

Lago Maggiore da Arona a Locarno La riva sinistra del lago. Dal 8 al 15 Settembre 2014

Lago Maggiore da Arona a Locarno La riva sinistra del lago. Dal 8 al 15 Settembre 2014 Lago Maggiore da Arona a Locarno La riva sinistra del lago Dal 8 al 15 Settembre 2014 EQUIPAGGIO : STEFANO E DANIELA CON CANE ARTURO 8 SETTEMBRE 2014- FIRENZE - SIRMIONE Partenza nel primo pomeriggio da

Dettagli

molto dissestato a causa delle frequenti piogge nei pressi di San Giovanni Lupatoto. Arrivo alle 11:20 presso la

molto dissestato a causa delle frequenti piogge nei pressi di San Giovanni Lupatoto. Arrivo alle 11:20 presso la Italia: Siena Report : Alex1970 Prima esperienza con camper: Mia moglie ed io abbiamo deciso di fare una esperienza con il Camper in previsione di questa estate, cosi abbiamo deciso di andare a Siena.

Dettagli

Amore in Paradiso. Capitolo I

Amore in Paradiso. Capitolo I 4 Amore in Paradiso Capitolo I Paradiso. Ufficio dei desideri. Tanti angeli vanno e vengono nella stanza. Arriva un fax. Lo ha mandato qualcuno dalla Terra, un uomo. Quando gli uomini vogliono qualcosa,

Dettagli

100 km del passatore 38 edizione

100 km del passatore 38 edizione 100 km del passatore 38 edizione Io c ero. ma chi me l ha fatto fare! Anni fa, quando mi parlavano della corsa del Passatore, 100 km da Firenze a Faenza, dalla Toscana alla Romagna, pensavo che bisognava

Dettagli

Università degli Studi di Genova. Anno Accademico 2011/12 LIVELLO A1

Università degli Studi di Genova. Anno Accademico 2011/12 LIVELLO A1 Anno Accademico 2011/12 COGNOME NOME NAZIONALITA NUMERO DI MATRICOLA FACOLTÀ TEST Di ITALIANO (75 MINUTI) 3 ottobre 2011 LIVELLO A1 1. Completa le frasi con gli articoli determinativi (il, lo, la, l, i,

Dettagli

Un maestro giapponese ricevette la visita di un professore universitario (filosofo, ndr) che era andato da lui per interrogarlo.

Un maestro giapponese ricevette la visita di un professore universitario (filosofo, ndr) che era andato da lui per interrogarlo. Il vuoto Una tazza di tè Un maestro giapponese ricevette la visita di un professore universitario (filosofo, ndr) che era andato da lui per interrogarlo. Il maestro servì il tè. Colmò la tazza del suo

Dettagli

SLOWEAR A SLOW TALE CONTEST GIULIA MENICONZI UN AMORE IMPOSSIBILE PARTNER

SLOWEAR A SLOW TALE CONTEST GIULIA MENICONZI UN AMORE IMPOSSIBILE PARTNER SLOWEAR A SLOW TALE CONTEST GIULIA MENICONZI UN AMORE IMPOSSIBILE PARTNER Idea Una ragazza è innamorata della sua istruttrice, ma è spaventata da questo sentimento, non avendo mai provato nulla per una

Dettagli

AMA TE STESSO PUOI GUARIRE LA TUA VITA

AMA TE STESSO PUOI GUARIRE LA TUA VITA AMA TE STESSO PUOI GUARIRE LA TUA VITA HEAL YOUR LIFE WORKSHOP 4/5 OTTOBRE 2014 PRESSO CENTRO ESTETICO ERIKA TEMPIO D IGEA 1 E il corso dei due giorni ideato negli anni 80 da Louise Hay per insegnare il

Dettagli

Carissimi, desidero ringraziarvi tutti ancora una volta per averci dato l occasione di vivere un esperienza positiva sotto ogni punto di vista.

Carissimi, desidero ringraziarvi tutti ancora una volta per averci dato l occasione di vivere un esperienza positiva sotto ogni punto di vista. Al Comitato organizzatore Robocup Jr 2010 ITIS A.ROSSI VICENZA Carissimi, desidero ringraziarvi tutti ancora una volta per averci dato l occasione di vivere un esperienza positiva sotto ogni punto di vista.

Dettagli

1. Ascolta la canzone e metti in ordine le immagini:

1. Ascolta la canzone e metti in ordine le immagini: Pag. 1 1. Ascolta la canzone e metti in ordine le immagini: Pag. 2 Adesso guarda il video della canzone e verifica le tue risposte. 2. Prova a rispondere alle domande adesso: Dove si sono incontrati? Perché

Dettagli

Coimbra, Portogallo DIARIO DI VIAGGIO

Coimbra, Portogallo DIARIO DI VIAGGIO Coimbra, Portogallo DIARIO DI VIAGGIO SETTEMBRE: Quando sono arrivata a Coimbra la prima sistemazione che ho trovato è stato un Ostello molto simpatico in pieno centro, vicino a Piazza della Repubblica.(http://www.grandehostelcoimbra.com/).

Dettagli

- Siamo lontani - Andremo lontano. - Lontani - Nessuno ci avvicina

- Siamo lontani - Andremo lontano. - Lontani - Nessuno ci avvicina Voce fuori campo: Nell ora presente,noi siamo forse alla vigilia del giorno nel quale l Austri si butterà sulla Serbia e dall ora l Austria e la Germania gettandosi sui serbi e sui russi è l Europa in

Dettagli

Camminata in Maslana a cura della scuola Primaria di Gorno

Camminata in Maslana a cura della scuola Primaria di Gorno Progetto Accoglienza Camminata in Maslana a cura della scuola Primaria di Gorno Ieri 22 settembre è stata una giornata speciale per noi alunni di Gorno delle classi3a, 4a e 5a... infatti non siamo stati

Dettagli

Ski Report Pasqua 2008 a Canazei

Ski Report Pasqua 2008 a Canazei Ski Report Pasqua 2008 a Canazei Venerdi' 21 marzo con Giuse si sale sul pordoi tardi (verso le 11) con l'idea di andare sulla mezdi. Poi a Giuse non gli regge di farsi la salita quindi ripieghiamo per

Dettagli

99^ GIRO D ITALIA: PRESENTATE A MILANO LE MAGLIE 2016 E LA NUOVA MADRINA, GIORGIA PALMAS

99^ GIRO D ITALIA: PRESENTATE A MILANO LE MAGLIE 2016 E LA NUOVA MADRINA, GIORGIA PALMAS 99^ GIRO D ITALIA: PRESENTATE A MILANO LE MAGLIE 2016 E LA NUOVA MADRINA, GIORGIA PALMAS Presenti al vernissage anche Giacomo Nizzolo (vincitore della Maglia Rossa al Giro 2015), il pilota di moto Marco

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 2

Test di ascolto Numero delle prove 2 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e messaggi. In quale luogo puoi ascoltare i testi? Scegli una delle tre proposte che ti diamo. Alla fine del

Dettagli

Io l ho risolta. dritte di conciliazione da genitore a genitore

Io l ho risolta. dritte di conciliazione da genitore a genitore Io l ho risolta così dritte di conciliazione da genitore a genitore La fretta e l ansia già di prima mattina Il problema: essere di corsa, e in ritardo, già alle otto di mattina. Sveglia alle 7.30, mezz

Dettagli

Illustrazioni, ideazione grafica e impaginazione realizzate da MoaiStudio di Canovi Christian e Roggerone Maurizio www.moaistudio.

Illustrazioni, ideazione grafica e impaginazione realizzate da MoaiStudio di Canovi Christian e Roggerone Maurizio www.moaistudio. Illustrazioni, ideazione grafica e impaginazione realizzate da MoaiStudio di Canovi Christian e Roggerone Maurizio www.moaistudio.com Storia di Milena Lanzetta SE C È UN GIORNO DELLA SETTIMANA CHE FILIPPO

Dettagli

Lasciatevi incantare

Lasciatevi incantare Lasciatevi incantare Rita Pecorari LASCIATEVI INCANTARE favole www.booksprintedizioni.it Copyright 2013 Rita Pecorari Tutti i diritti riservati Tanto tempo fa, io ero ancora una bambina, c era una persona

Dettagli

La cenerentola di casa

La cenerentola di casa La cenerentola di casa Audrina Assamoi LA CENERENTOLA DI CASA CABLAN romanzo www.booksprintedizioni.it Copyright 2012 Audrina Assamoi Tutti i diritti riservati Questa storia è dedicata a tutti quelli che

Dettagli

MILANO .01SUNRISEBIKERIDE OFFICIAL MAG.2015 .MAGGIO 2015. sunrisebikeride.it. in collaborazione con: Organizzato da:

MILANO .01SUNRISEBIKERIDE OFFICIAL MAG.2015 .MAGGIO 2015. sunrisebikeride.it. in collaborazione con: Organizzato da: in collaborazione con:.01 OFFICIAL MAG.2015 Organizzato da:.maggio 2015 con il patrocinio del Comune di Milano 2015 1 QUESTA È LA VOSTRA CITTÀ 2 3 24 MAGGIO 2015 OFFICIAL MAG. N.O1 - MAGGIO 2O14 Grafica

Dettagli

DOLCI RICORDI - Adattamento e riduzione -

DOLCI RICORDI - Adattamento e riduzione - PROVA DI ITALIANO DOLCI RICORDI - Adattamento e riduzione - Molti anni fa vivevo con la mia famiglia in un paese di montagna. Mio padre faceva il medico, ma guadagnava poco perché i suoi malati erano poveri

Dettagli

TORINO E LA VALLE D AOSTA

TORINO E LA VALLE D AOSTA TORINO E LA VALLE D AOSTA Equipaggio composto da :Fabio autista, navigatore,narratore. Stefy (moglie) cuoca,addetta dispensa. Marty (figlia) la pierino di turno. Partenza :17 MARZO 2011 Ritorno : 20 MARZO

Dettagli

So quello che voglio! Compro quello che voglio!

So quello che voglio! Compro quello che voglio! So quello che voglio! Compro quello che voglio! Le persone con disturbi dell apprendimento hanno la capacità di scegliere i loro servizi di assistenza. Questo libricino è scritto in modo che sia facile

Dettagli

BIKE ACADEMY 21-24.06.2012

BIKE ACADEMY 21-24.06.2012 BIKE ACADEMY 21-24.06.2012 CORVARA BIKE ACADEMY Davide Cassani a Corvara: pedalare insieme sui percorsi magici della Maratona delle Dolomiti Una vacanza per un gruppo ristretto di amici: al massimo

Dettagli

GIORNATA DELL'ACCOGLIENZA

GIORNATA DELL'ACCOGLIENZA GIORNATA DELL'ACCOGLIENZA Mercoledì 11 dicembre abbiamo accolto gli amici delle quinte: vi raccontiamo la giornata...speciale. E' stato molto interessante ed istruttivo, a parer mio, far visitare, nel

Dettagli

1. Completa le frasi con l imperfetto e il passato prossimo dei verbi tra parentesi.

1. Completa le frasi con l imperfetto e il passato prossimo dei verbi tra parentesi. Nome studente Data TEST DI AMMISSIONE AL LIVELLO B1.1 (Medio 1) 1. Completa le frasi con l imperfetto e il passato prossimo dei verbi tra parentesi. Es. Ieri sera non ti (noi-chiamare) abbiamo chiamato

Dettagli

1. Usa le parole per creare i superlativi relativi. Attenzione alle concordanze. Es.: Gatti/animali/agile/terra.

1. Usa le parole per creare i superlativi relativi. Attenzione alle concordanze. Es.: Gatti/animali/agile/terra. 1. Usa le parole per creare i superlativi relativi. Attenzione alle concordanze. Es.: Gatti/animali/agile/terra. I gatti sono gli animali più agili della terra. 1. Gianni/bambino/bravo/classe 2. Barbara/ragazza/

Dettagli

Festival della Viandanza: viaggiare slow a piedi e in bicicletta

Festival della Viandanza: viaggiare slow a piedi e in bicicletta Cerca Perché BiciZen Per chi inizia Bici in città Bici e trasporto pubblico Bike sharing Piste ciclabili Sicurezza a pedali Bici e lavoro Sondaggi Ciclosofia Bici e accessori Tipologie di bici I like my

Dettagli

Un viaggio accessibile

Un viaggio accessibile Un viaggio accessibile Cari amici, è da tanto ce non pubblico nulla, questa sera ho riletto il racconto di un viaggio fatto con mio figlio Nicola, e in un territorio come la Romagna dove il turismo accessibile,

Dettagli

LE TRE CIME DI LAVAREDO Le regine delle Dolomiti

LE TRE CIME DI LAVAREDO Le regine delle Dolomiti LE TRE CIME DI LAVAREDO Le regine delle Dolomiti Quando si parla delle Tre Cime di Lavaredo si pensa subito alle fotografie che vediamo sempre sui calendari. Ma avete mai pensato da dove sono state scattate?

Dettagli

LISTA DIALOGHI. Non ti aspettavo. di barbara rossi prudente

LISTA DIALOGHI. Non ti aspettavo. di barbara rossi prudente LISTA DIALOGHI Non ti aspettavo di barbara rossi prudente - EST. GIORNO Oggi è 28 maggio? 28 maggio? Sì, forse sì PAOLO: 29 al massimo Come 29? No, 30 PAOLO: Secondo me è 29. Comunque, quanti giorni fa

Dettagli

IL 23 FEBBRAIO SIAMO ANDATI ALLA SCUOLA CARMINATI PER PARLARE CON I RAGAZZI DI 2B DELL ARTICOLO 3 DELLA COSTITUZIONE ITALIANA.

IL 23 FEBBRAIO SIAMO ANDATI ALLA SCUOLA CARMINATI PER PARLARE CON I RAGAZZI DI 2B DELL ARTICOLO 3 DELLA COSTITUZIONE ITALIANA. IL 23 FEBBRAIO SIAMO ANDATI ALLA SCUOLA CARMINATI PER PARLARE CON I RAGAZZI DI 2B DELL ARTICOLO 3 DELLA COSTITUZIONE ITALIANA. COME AL SOLITO CI SIAMO MESSI IN CERCHIO ABBIAMO ASCOLTATO LA FIABA DEI Mille

Dettagli

E LE CANDELE A COSA SERVONO?

E LE CANDELE A COSA SERVONO? Con un phon Spingendo le eliche con la mano Con un ventilatore Soffiando Girando il perno Con il vento Spingendo i personaggi cl. cl. 3 e e Goldoni ins. ins. E.De Biasi Tolgo le eliche, tengo il perno

Dettagli

La mia avventura nei Campionati inizia il 23 perché sono stato messo nella squadra del controllo imbarcazioni, e quindi ho comincio prima degli altri.

La mia avventura nei Campionati inizia il 23 perché sono stato messo nella squadra del controllo imbarcazioni, e quindi ho comincio prima degli altri. Brandeburg an der Havel, semplicemente detta Brandenburgo è una città tedesca di circa 75.000 abitanti. Nel medioevo diede il nome alla regione circostante, detta Marca di Brandeburgo, e successivamente

Dettagli

Attraversando il deserto un cammino di speranza

Attraversando il deserto un cammino di speranza Attraversando il deserto un cammino di speranza Kusi Evans e Albert Kwabena mi colpiscono da subito in una burrascosa giornata di febbraio lungo le rive di un canale che stanno disboscando con la loro

Dettagli

1. LA MOTIVAZIONE. Imparare è una necessità umana

1. LA MOTIVAZIONE. Imparare è una necessità umana 1. LA MOTIVAZIONE Imparare è una necessità umana La parola studiare spesso ha un retrogusto amaro e richiama alla memoria lunghe ore passate a ripassare i vocaboli di latino o a fare dei calcoli dei quali

Dettagli

Corri con la tua Azienda la maratona della solidarietà con la Lilt!

Corri con la tua Azienda la maratona della solidarietà con la Lilt! Domenica 12 aprile 2015 Corri, dona, vinci Corri con LILT la Milano Marathon Trasforma una passione in una Missione Solidale Corri con la tua Azienda la maratona della solidarietà con la Lilt! Il 12 aprile

Dettagli

Per rendersi bene conto della specificità della canoa polo, è molto utile osservare i movimenti di ciascun giocatore nel corso di una intera partita.

Per rendersi bene conto della specificità della canoa polo, è molto utile osservare i movimenti di ciascun giocatore nel corso di una intera partita. Il metodo Sorin Questo intervento sulla canoa polo non ha un nome, non è un lavoro scientifico ma può considerarsi come il punto di vista di un allenatore di olimpica, nonché giocatore di canoa polo, che

Dettagli

Non ho idea se è la prima volta che vedi un mio prodotto oppure se in passato le nostre strade si sono già incrociate, poco importa

Non ho idea se è la prima volta che vedi un mio prodotto oppure se in passato le nostre strade si sono già incrociate, poco importa Benvenuto/a o bentornato/a Non ho idea se è la prima volta che vedi un mio prodotto oppure se in passato le nostre strade si sono già incrociate, poco importa Non pensare di trovare 250 pagine da leggere,

Dettagli

(Ricostruita con l uso delle fonti) Classe 2^B

(Ricostruita con l uso delle fonti) Classe 2^B (Ricostruita con l uso delle fonti) Classe 2^B A.s. 2010/2011 1 Con un genitore o di un adulto che ti conosce bene, rivivi il momento bellissimo della tua nascita e poi, con il suo aiuto, raccogli foto,

Dettagli

La carta della traversata (in evidenza le partenze/arrivi)

La carta della traversata (in evidenza le partenze/arrivi) Transalp 2009 (1 9 agosto) Arco di Trento (Trentino) Tegernsee (Baviera) Traversata delle alpi in MTB per passi alpini, sterrate e sentieri di montagna 7 tappe - 400 km 12.400 m. di dislivello (grazie

Dettagli

Supronto Back AG, Egolzwil (LU)

Supronto Back AG, Egolzwil (LU) Supronto Back AG, Egolzwil (LU) La Supronto Back AG Il datore di lavoro Willi Suter: «Siamo una tradizionale panetteria-pasticceria industriale. Io e mia moglie abbiamo iniziato 25 anni fa con un apprendista

Dettagli

Holcim (Svizzera) SA Cornelia Eberle, HR Business Partner, datrice di lavoro con Franz Schnyder, ex responsabile del Settore Servizi interni

Holcim (Svizzera) SA Cornelia Eberle, HR Business Partner, datrice di lavoro con Franz Schnyder, ex responsabile del Settore Servizi interni Holcim (Svizzera) SA Cornelia Eberle, HR Business Partner, datrice di lavoro con Franz Schnyder, ex responsabile del Settore Servizi interni In una riunione del Comitato di direzione, la nostra direzione

Dettagli

SO FAST MILE PROGRAMMA DI ALLENAMENTO DI 8 SETTIMANE

SO FAST MILE PROGRAMMA DI ALLENAMENTO DI 8 SETTIMANE SO FAST MILE PROGRAMMA DI ALLENAMENTO DI 8 SETTIMANE SINTONIZZIAMO LA TUA VELOCITÀ CORRERE IL MIGLIO PIÙ VELOCE PUÒ ESSERE UN BENEFICIO PER CHIUNQUE. INDIPENDENTEMENTE DA QUANTO TU SIA DIVERTENTE, RAPIDO,

Dettagli

Gita al lago: SERRE PONCON (Fr)

Gita al lago: SERRE PONCON (Fr) Gita al lago: SERRE PONCON (Fr) Camper : Mobilvetta top driver 60s ducato JTD 2800 del 2002 (acquistato fine 2006) Equipaggio: Mario (38anni) pilota e mozzo Paola (36anni) comandante Marco (8anni) aiuto-mozzo

Dettagli

Un pensiero per la nostra Maestra Grazie Maestra Carla!

Un pensiero per la nostra Maestra Grazie Maestra Carla! Un pensiero per la nostra Maestra Grazie Maestra Carla! Quarta Primaria - Istituto Santa Teresa di Gesù - Roma a.s. 2010/2011 Con tanto affetto... un grande grazie anche da me! :-) Serena Grazie Maestra

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 3

Test di ascolto Numero delle prove 3 Test di ascolto Numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI SCRIVERE LE RISPOSTE NEL FOGLIO DELLE RISPOSTE.

Dettagli

aeroporto di Venezia un ultimo caffè Italiano visita alla Guinness Storehouse scoperta dei 7 piani della fabbrica

aeroporto di Venezia un ultimo caffè Italiano visita alla Guinness Storehouse scoperta dei 7 piani della fabbrica . era sabato 6 marzo 2014 Valentino, Margherita, Riccardo, Elena, Massimo, Davide, Ruggero,Franca, Francesco, Luca, Alfia il piccolo Makisim, Michele, Claudia, Filippo, Silvia, Piero, Roberto e Elena..

Dettagli

Otzenhausen 25-30 Marzo 2007

Otzenhausen 25-30 Marzo 2007 Otzenhausen 25-30 Marzo 2007 Partenza 25-03-2007 Arrivo a Frankfurt Hahn h 7:50 Domenica 25/03/2007 siamo partiti per Otzenhausen con molto entusiasmo, ansia ma anche una certa sonnolenza: la partenza

Dettagli

Perché affrontare il tema dell inquinamento?

Perché affrontare il tema dell inquinamento? Perché affrontare il tema dell inquinamento? Il problema dell'inquinamento dell'aria a Piacenza è serio e grave. Naturalmente sappiamo che non è grave solo nella nostra città, ma in tutta l Emilia Romagna

Dettagli

La mia famiglia non ha mai avuto così tanti amici

La mia famiglia non ha mai avuto così tanti amici La mia famiglia non ha mai avuto così tanti amici Come possono due genitori, entrambi lavoratori e con dei bambini piccoli, fare volontariato? Con una San Vincenzo formato famiglia! La Conferenza Famiglia

Dettagli

Riflessioni della classe IV^A dopo l'incontro con Padre Fabrizio

Riflessioni della classe IV^A dopo l'incontro con Padre Fabrizio Riflessioni della classe IV^A dopo l'incontro con Padre Fabrizio L incontro con padre Fabrizio è stato molto importante per capire che noi siamo fortunatissimi rispetto a tante altre persone e l anno prossimo

Dettagli

Andiamo in bici. ...per migliorare l ambiente in città! Progetto cofinanziato dall Unione Europea

Andiamo in bici. ...per migliorare l ambiente in città! Progetto cofinanziato dall Unione Europea Progetto cofinanziato dall Unione Europea Agenzia Regionale per la Prevenzione e Protezione Ambientale del Veneto Andiamo in bici...per migliorare l ambiente in città! ARPAV Agenzia Regionale per la Prevenzione

Dettagli

*** SASHA per SEMPRE ***

*** SASHA per SEMPRE *** *** SASHA per SEMPRE *** Siamo una coppia di portoghesi che abita in Italia da più di 10 anni. Abbiamo un figlio piccolo e nel 2010 abbiamo deciso di avventurarci in un progetto di solidarietà e di Amore:

Dettagli

6. La Terra. Sì, la terra è la tua casa. Ma che cos è la terra? Vediamo di scoprire qualcosa sul posto dove vivi.

6. La Terra. Sì, la terra è la tua casa. Ma che cos è la terra? Vediamo di scoprire qualcosa sul posto dove vivi. 6. La Terra Dove vivi? Dirai che questa è una domanda facile. Vivo in una casa, in una certa via, di una certa città. O forse dirai: La mia casa è in campagna. Ma dove vivi? Dove sono la tua casa, la tua

Dettagli

Titivillus presenta. la nuova collana I Diavoletti curata da Anna Dimaggio per piccini e grandi bambini. Buon viaggio, si parte!

Titivillus presenta. la nuova collana I Diavoletti curata da Anna Dimaggio per piccini e grandi bambini. Buon viaggio, si parte! Titivillus presenta la nuova collana I Diavoletti curata da Anna Dimaggio per piccini e grandi bambini. I Diavoletti per tutti i bambini che amano errare e sognare con le storie. Questi racconti arrivano

Dettagli

La ciclabile della Valsugana

La ciclabile della Valsugana 9 L'angolo d'italia di Roberta Furlan La ciclabile della Valsugana FOTO DI Paolo Castelani Maurizio Severin L'angolo d'italia parte dalla Germania, seguendo il tracciato dell antica strada romana. Il Lago

Dettagli

Gita in Emilia Romagna - Classi II

Gita in Emilia Romagna - Classi II Gita in Emilia Romagna - Classi II Quest anno, noi ragazzi di seconda media, siamo andati in gita in Emilia Romagna, visitando principalmente le città di Ferara e Ravenna, ed il Delta del Po. Abbiamo viaggiato

Dettagli

01-02 MAGGIO 2015 PASSA ALLA STORIA!

01-02 MAGGIO 2015 PASSA ALLA STORIA! 01-02 MAGGIO 2015 PASSA ALLA STORIA! PROGETTO DI MÜNCHEN - FERRARA DATA: 01-02 Maggio 2015 DISTANZA: 650 km DISLIVELLO: 3502 mt TEMPO DI PERCORRENZA: 43h BREVETTO: BRM Monaco, Hellabrunn Der Münchner Tierpark:

Dettagli

A SCUOLA IN BICICLETTA

A SCUOLA IN BICICLETTA A SCUOLA IN BICICLETTA Come si fa? di Michele Mutterle Tuttinbici FIAB Vicenza Michele Mutterle A scuola in Prima di tutto: procurati una bici! Che deve essere Comoda Giusta per la tua età perfettamente

Dettagli

Consigli utili per migliorare la tua vita

Consigli utili per migliorare la tua vita Consigli utili per migliorare la tua vita Le cose non cambiano, siamo noi che cambiamo A volte si ha la sensazione che qualcosa nella nostra vita non stia che, diciamo la verità, qualche piccola difficoltà

Dettagli

Dai, domanda! 6. Vita romana

Dai, domanda! 6. Vita romana Italiano per Sek I e Sek II Dai, domanda! 6. Vita romana 9:46 minuti Olivia: Edward: Margherita Un vecchio proverbio dice che tutte le strade portano a Roma. E finalmente sono venuto qua, giusto in tempo

Dettagli

Incredibile Romantica. Dimentichiamoci Questa Città

Incredibile Romantica. Dimentichiamoci Questa Città Siamo Solo Noi Siamo solo noi che andiamo a letto la mattina presto e ci svegliamo con il mal di testa che non abbiamo vita regolare che non ci sappiamo limitare che non abbiamo più rispetto per niente

Dettagli

una città a misura di bambino IGNAZIO MARINO SINDACO I GNAZIOM ARI NO.IT

una città a misura di bambino IGNAZIO MARINO SINDACO I GNAZIOM ARI NO.IT una città a misura di bambino IGNAZIO MARINO SINDACO I GNAZIOM ARI NO.IT Ciao mi chiamo Ignazio Marino, faccio il medico e voglio fare il sindaco di Roma. La nostra città mi piace molto, ma negli ultimi

Dettagli

5^ giornata campionato GIOVANISSIMI B: PETRARCA C5 - FENICE C5 B 1-9 (1-6 d.p.t.)

5^ giornata campionato GIOVANISSIMI B: PETRARCA C5 - FENICE C5 B 1-9 (1-6 d.p.t.) Stagione 2014-2015 5^ giornata campionato GIOVANISSIMI B: PETRARCA C5 - FENICE C5 B 1-9 (1-6 d.p.t.) 27-10-2014 18:25 - Campionato GIOVANISSIMI B Nella 5 gara di campionato i giovanissimi B incontrano

Dettagli

Fiorella Mannoia - Quello che le donne non dicono

Fiorella Mannoia - Quello che le donne non dicono Fiorella Mannoia - Quello che le donne non dicono Contenuti: competenza lessicale: espressioni lessicali e metaforiche; competenza grammaticale: ripresa dei pronomi diretti e indiretti; competenza pragmatica:

Dettagli

Rientro in albergo. Cena in ristorante: il pullman accompagnerà. Vienna (l Opera)

Rientro in albergo. Cena in ristorante: il pullman accompagnerà. Vienna (l Opera) Nel primo pomeriggio 1 incontro con la guida. Nell arco dei due incontri avremo modo di vedere il Ring, la più famosa arteria di Vienna, sulla quale si affacciano fastosi palazzi barocchi; lo Hofburg,

Dettagli

IL FIT- TEST. Queste sono domande tipiche del principiante che inizia a sentire il bisogno di valutare la propria prestazione.

IL FIT- TEST. Queste sono domande tipiche del principiante che inizia a sentire il bisogno di valutare la propria prestazione. IL FIT- TEST Chiunque abbia iniziato a praticare uno sport da qualche tempo si sarà chiesto quale sia il valore assoluto della sua prestazione. "Ho fatto 40 vasche in mezz'ora, è un buon risultato?" "Ho

Dettagli

LA BIBLIOTECA PER I PAZIENTI. La Biblioteca per i Pazienti. Impressioni dei Volontari

LA BIBLIOTECA PER I PAZIENTI. La Biblioteca per i Pazienti. Impressioni dei Volontari LA BIBLIOTECA PER I PAZIENTI SERVIZIO CIVILE VOLONTARIO Anno 2005/2006 La Biblioteca per i Pazienti Impressioni dei Volontari Gloria Lombardo, Valeria Bonini, Simone Cocchi, Francesca Caffarri, Riccardo

Dettagli

Fausto Camossi TRIS DI DOLOMITI. Itinerario: Passo Sella, Passo Gardena, Passo Campolongo, Passo Pordoi. (53 km)

Fausto Camossi TRIS DI DOLOMITI. Itinerario: Passo Sella, Passo Gardena, Passo Campolongo, Passo Pordoi. (53 km) TRIS DI DOLOMITI 1 TAPPA: Giovedì 06/06 Itinerario: Passo Sella, Passo Gardena, Passo Campolongo, Passo Pordoi. (53 km) Primo giorno sulle Dolomiti, inizio il trittico di tappe dolomitiche partendo praticamente

Dettagli

In classe è arrivato da due settimane Adriatik, un ragazzo albanese. Alcuni compagni fanno con lui un giro per la città.

In classe è arrivato da due settimane Adriatik, un ragazzo albanese. Alcuni compagni fanno con lui un giro per la città. IN GIRO PER LA CITTÀ In classe è arrivato da due settimane Adriatik, un ragazzo albanese. Alcuni compagni fanno con lui un giro per la città. Allora, ragazzi, ci incontriamo oggi pomeriggio alle 3.00 in

Dettagli

Tempi di percorrenza 5:00 ore se si va all attacco del sentiero in auto. Aggiungere 40 minuti se si usa il treno

Tempi di percorrenza 5:00 ore se si va all attacco del sentiero in auto. Aggiungere 40 minuti se si usa il treno Il Cornizzolo da Civate Zona Prealpi Lombarde Triangolo Lariano Corni di Canzo Tipo itinerario Ad anello Difficoltà E (per Escursionisti) Tempi di percorrenza 5:00 ore se si va all attacco del sentiero

Dettagli

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica:

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica: Pasta per due 5 Capitolo 1 Libero Belmondo è un uomo di 35 anni. Vive a Roma. Da qualche mese Libero accende il computer tutti i giorni e controlla le e-mail. Minni è una ragazza di 28 anni. Vive a Bangkok.

Dettagli

Vivere il Sogno. Vivere è bello, vivere bene è meglio!!! Diventa fan su Facebook: Tutte le novità da subito

Vivere il Sogno. Vivere è bello, vivere bene è meglio!!! Diventa fan su Facebook: Tutte le novità da subito Vivere il Sogno Vivere è bello, vivere bene è meglio!!! Diventa fan su Facebook: Tutte le novità da subito VIVERE IL SOGNO!!! 4 semplici passi per la TUA indipendenza finanziaria (Il Network Marketing)

Dettagli

Come Lavorare in Rugbystories.it

Come Lavorare in Rugbystories.it Come Lavorare in Rugbystories.it Una guida per i nuovi arrivati IL PUNTO DI PARTENZA PER I NUOVI ARRIVATI E UN PUNTO DI RITORNO PER CHI NON RICORDA DA DOVE E ARRIVATO. 1 Come Lavorare in Rugbystories.it

Dettagli