San Miniato. Edizione 2008

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "San Miniato. Edizione 2008"

Transcript

1 ALLE FAMIGLIE E AGLI OPERATORI ECONOMICI - n. 27 del Guida del Cittadino - Aut. Trib. RE n. 939 del 23/01/ Prop. Gruppo GuidaPiù Srl - Euro 0,13 - Copia omaggio San Miniato Edizione 2008 Stampato con tanto di foto in copertina che volete che vi dica, se non: guardate che la Guida del Cittadino merita per qualità la vostra attenzione? Il fatto è che io credo veramente a quanto appena scritto e sono convinto che lo troverete uno strumento interessante ed utile. Fatemi sapere, scrivetemi, esprimete un giudizio. Sarò lieto di dialogare con voi. GRUPPO GUIDEITALIA

2 Il golf rispetta la natura fa bene alla salute, è per tutte le età, provate a giocarlo: cambia la vita! VIA FONTEVIVO, 5 SAN MINIATO PISA TEL FAX

3 La Guida del Cittadino intende offrire ai Cittadini un articolato strumento di informazione, utile a favorire un più consapevole orientamento in molti settori della vita civile e ad agevolare il rapporto con le Istituzioni, in primo luogo quelle locali. Attraverso la diffusione nella più ampia platea di Comuni italiani, questa pubblicazione potrà così contribuire allo sviluppo di un modello di Cittadinanza attiva ed informata, e ad una migliore fruizione dei servizi, pubblici e privati, disponibili sul territorio di riferimento. Con sentimenti di apprezzamento, il Capo dello Stato invia a quanti hanno collaborato alla realizzazione di questo meritevole progetto un augurio e un saluto cordiale, cui unisco il mio personale. Donato Marra Segretario Generale Presidenza della Repubblica

4 EDILE COSTRUZIONI ALI srl Costruzione generale di Muratura Intonacatura e pavimentazione Via A. Diaz, Ponte a Egola - San Miniato (PI) Tel Fax cell

5 Un giorno, del tutto casualmente, ho conosciuto Tiziano Motti e sua moglie Stefania. Mi hanno parlato della loro attività editoriale che, a dire il vero, ho capito fino ad un certo punto in quanto esulava dai normali percorsi editoriali. Con grande tranquillità Tiziano Motti e sua moglie mi spiegarono come era nata l idea e come, paese dopo paese, città dopo città, conquistavano costantemente credibilità ed attenzione da parte di un pubblico che riceveva e riceve gratuitamente la guida. In quella stessa occasione incontrai la cosiddetta forza vendite: un commando di giovani venditori che di continuo si spostano per preparare l arrivo di una nuova guida, distribuita gratuitamente alle famiglie grazie alle adesioni delle attività locali. Migliaia e migliaia di titoli ogni anno. Mi complimentai e ancora una volta mi ripetei che l Italia alla fine ce la fa per l intraprendenza e l intelligenza di alcuni. Dopo qualche mese mi è stata offerta la direzione editoriale di una nuova guida: Guida del Cittadino e quindi anche delle altre collane. Mi sono entusiasmato come sempre mi entusiasmo quando mi devo occupare di qualcosa che conosco poco. Ed eccomi perciò ad augurarmi di avervi fra i lettori di Guida del Cittadino dedicata al Comune di San Miniato. Direttore Editoriale

6 Pizza al volo di F.lli Barresi pizze al taglio e da asporto - panini Da oggi a casa tua con il nuovo servizio di CONSEGNE A DOMICILIO!!! E riceverai la tua ordinazione dove vuoi Tel / crazy_pizza.it Su ordinazione anche in S.r.l. SISTEMA DI GESTIONE DELLA QUALITÀ CERTIFICATO RICERCHE E STUDI DEL SOTTOSUOLO A.N.I.P.A. Associazione Nazionale Imprese Pozzi Acqua A.N.C.E. Associazione Nazionale Costruttori Edili A.I.F. Associazione Impresa Fondazioni SAN MINIATO BASSO (PI) - Via Fossombroni snc Tel Fax

7 Oggi l espressione il cittadino, questo sconosciuto è stata sostituita da il cittadino, questo conosciuto, perché non è più anonimo ma finalmente un protagonista. Una persona consapevole della sua forza nella società, che scrive ai giornali, che è interlocutore in televisione, che telefona per protestare o per fare valere le sue ragioni. In altre parole fa sentire la sua voce, fa pesare la sua presenza. Si va diffondendo una cultura della cittadinanza fino a qualche anno fa impensabile. La Guida del Cittadino è la conseguenza logica di questa nuova cultura, che vede dialogare correttamente l italiano medio e il produttore di un servizio pubblico o di un bene di consumo. Consulente Editoriale ai Testi Giuridici Rispetto al passato, i cittadini hanno oggi molti mezzi che permettono loro di essere informati. Primo tra tutti Internet, che solo dieci anni fa rappresentava una novità tecnologica per pochi, poi la televisione, seguita dagli altri media. Tuttavia l efficacia dell informazione rischia paradossalmente di essere annullata dalla mancanza di organizzazione delle notizie stesse. Così, come accade per i motori di ricerca, la Guida del Cittadino si pone l obiettivo di facilitare l accesso alle informazioni di pubblica utilità, al fine di diventare un pratico manuale di uso quotidiano. Per aumentare l utilità della guida, a cui hanno aderito le massime Istituzioni, abbiamo organizzato gli argomenti trattati suddividendoli in capitoli di facile individuazione e abbiamo inserito, ad integrazione, l elenco telefonico degli operatori economici locali. Coloro che hanno già abbandonato la carta stampata a favore delle nuove tecnologie non temano: la Guida del Cittadino è presente anche in internet: Editore della collana Guida del Cittadino

8 AUTOMAZIONI DI OGNI TIPO E PER OGNI ESIGENZA TELEFONIA Centro installazione sistemi di sicurezza Di Parrini & C. snc Via Tosco Romagnola Est, San Miniato Basso PI Tel. e Fax David Alberto SISTEMI DI ANTIFURTO PERSONALIZZATI CONDIZIONAMENTO VENDITA E ASSISTENZA PC E NON SOLO VIDEOSORVEGLIANZA E TANTI ALTRI SERVIZI CONTATTACI PER INFORMAZIONI E PREVENTIVI GRATUITI!!!!! EDIL SANTACROCESE GROUP S.R.L. Via XXV Aprile, Santa Croce sull Arno (PI) Tel Fax Uffici/magazzino Via Aiale, 111/ Castelfranco di Sotto (PI)

9 Con il Patrocinio di Comune di San Miniato La Guida del cittadino del Comune di San Miniato vuol essere uno strumento in più con il quale i cittadini possono orientarsi ancora meglio fra i servizi e le opportunità che il nostro territorio e il nostro ente locale offre. La guida, versatile, rapida e pratica nella consultazione, può essere un utile promemoria per tutti e l invito ai cittadini è che ne esplorino e sfruttino gli indirizzi, i consigli, i numeri di telefono che essa contiene. Realizzata senza oneri da parte dell Amministrazione comunale, la guida è stata resa possibile grazie alla partecipazione di numerose attività imprenditoriali del nostro territorio e dedica spazio ai servizi di maggiore interesse, utili nella vita di tutti i giorni. Il mio grazie va a tutti coloro che hanno permesso la realizzazione della guida, a chi ha provveduto materialmente alla stesura dei testi, al reperimento del materiale fotografico, a chi ne ha permesso la realizzazione con il proprio contributo e a chi ne ha coordinato la realizzazione. Il Sindaco Angelo Frosini Panorama di San Miniato visto dalla rocca (Foto: Archivio Comunale)

10 San Miniato (Foto: Archivio Comunale) s.r.l. Lavorazione Artigianale in Ferro PONTE A EGOLA (PI) Tel Cell Cell

11 Polizia di Stato La Polizia di Stato è l organo preposto a garantire la sicurezza e l ordine pubblico. Dipende dal Ministero dell'interno attraverso il Dipartimento della Pubblica Sicurezza. L istituzione della prima autorità addetta alla pubblica sicurezza risale al Regno di Sardegna (1848), quando il re Carlo Alberto decretò la nascita del Corpo delle Guardie di Pubblica Sicurezza, già allora alle dipendenze del Ministero dell Interno. Potenziata prima dell avvento del Fascismo, sciolta Arma dei Carabinieri Guardia di Finanza La Guardia di Finanza svolge funzioni che presentano innumerevoli aspetti di immediata utilità per tutta la collettività: le Fiamme Gialle sono, infatti, al servizio del cittadino! In tale prospettiva è apparso utile fornire a tutti i gentili Lettori brevi notizie ed informazioni sulle principali attività che vedono impegnati - quotidianamente - i Finanzieri, nonché dare qualche utile suggerimento e consiglio per evitare di essere vittima inconsapevole di truffe e raggiri da Mussolini e poi ricostituita nel 1925, l Autorità di Pubblica Sicurezza ha sempre rappresentato un punto saldo per i cittadini in termini di aiuto nel momento di necessità. Nel 1964 nacque l Accademia per la formazione degli Ufficiali. Nel 1981 la legge n. 121 portò alla formazione della Polizia di Stato come oggi noi la conosciamo, definendola un corpo civile militarmente organizzato a tutela dello Stato e dei cittadini contro reati e azioni di turbativa dell ordine Il primo gruppo dei Carabinieri fu creato da Vittorio Emanuele I di Savoia in modo da avere un corpo di polizia il più simile possibile alla Gendarmerie francese. I Carabinieri sono il corpo a cui i cittadini sono più affezionati ed hanno un ruolo importante nella cultura italiana. L organizzazione dell Arma dei Carabinieri sul territorio italiano è tale da coprire capillarmente ogni zona: dai comandi di Regione a quelli Provinciali (entrambi con funzioni prevalenti di amministrazione e coordinamento) per finire alle stazioni (più di sull intero territorio nazionale), rette solitamente da un maresciallo, che hanno la responsabilità diretta del controllo del territorio. Una figura entrata da alcuni anni nella vita dei cittadini è quella del Carabiniere di Quartiere che, insieme alla corrispondente figura appartenente al corpo della Polizia di Stato, è in grado di entrare in contatto più facilmente con i singoli cittadini e presidia in particolar modo le aree urbane ad alta densità commerciale. o di non vedere rispettati i propri diritti. Sulla base delle esperienze operative e delle richieste di informazioni che pervengono, sempre più numerose, da parte dei cittadini sono stati individuati quei casi che più di frequente si possono presentare nella vita di tutti i giorni. Auspichiamo che tale iniziativa possa riscontrare il favore dei Lettori, rinviando per ogni ulteriore richiesta di informazione al sito internet ovvero all indirizzo di posta elettronica pubblico. La Polizia di Stato, per poter operare efficacemente in tutti i settori dove la sicurezza del cittadino può essere messa in pericolo, ha oggi una struttura molto articolata, divisa in numerosi settori: dalla Polizia Stradale a quella Cinofila, dalla Polizia delle Comunicazioni (molto attiva negli ultimi anni nel settore truffe su internet) a quella Scientifica, dai NOCS (Nuclei Operativi Centrali di Sicurezza - utilizzati in missioni particolarmente pericolose) ai Reparti Mobili. L Arma dei Carabinieri è stata elevata al rango di Forza Armata dello Stato nel 2000 (affiancandosi ad Esercito Italiano, Marina Militare Italiana, Aeronautica Militare Italiana). Dipende dal Ministero della Difesa, agli ordini diretti del Capo di Stato Maggiore. I componenti dell Arma sono utilizzati nelle missioni di pace all estero, con funzioni di polizia militare, a garantire il mantenimento dell ordine pubblico e la sicurezza delle Rappresentanze Diplomatiche italiane all estero. Foto tratta da Il Finanziere

12 IMPIANTI TERMOIDRAULICI INDUSTRIALI - CIVILI - CONDIZIONAMENTO - ANTINCENDIO ARREDOBAGNO PROGETTAZIONE Showroom TERMOCAMINI - CALDAIE STUFE - LEGNA - PELLETS BIOMASSA IMPIANTI SOLARI Via A. Diaz, 252/ PONTE A EGOLA (PI) Tel. e Fax Piazzetta Ugo Foscolo 9/10/12 San Miniato Basso Tel

13 Comune di San Miniato Edizione 2008 Sommario Raggiungere il Comune...pag. 12 Cartina capoluogo...pag. 13 Numeri utili - Emergenze...pag. 15 Al servizio del Cittadino...pag. 17. ACQUISTI...pag. 21. AMBIENTE...pag. 24. ANIMALI...pag. 27. BANCHE...pag. 30. CASA...pag. 33. FAMIGLIA...pag. 37. LAVORO...pag. 41. SALUTE E SERVIZI SOCIALI...pag. 45 Elenco Telefonico Attività del Comune...pag. 51 Consigli per gli Acquisti...pag. 69 Direttore Editoriale: MAURIZIO COSTANZO Consulente Editoriale ai testi giuridici: ANTONIO LUBRANO Direttore responsabile: TIZIANO MOTTI Licenziatario del marchio/format: Gruppo Guide Italia Srl Editore: Gruppo Guide Italia Srl Società Unipersonale Castelfranco Veneto (TV) P.zza Serenissima, 60 - Fax Testata: Guida del Cittadino Autorizzazione del Tribunale di Reggio Emilia n. 939 del 23/01/1997 Testata iscritta al Registro Operatori della Comunicazione n Servizi fotografici: Archivio Comunale In copertina: Palazzo del Seminario Torre di Matilde Immagini relative alla Guardia di Finanza tratte da: Il Finanziere edito dall Ente Editoriale per il Corpo della Guardia di Finanza Foto di Maurizio Costanzo: Luca Rebecchini Testi relativi alla Guardia di Finanza forniti dal Comando Generale della Guardia di Finanza. Testi relativi alla Polizia di Stato approvati dal Ministero dell'interno, Dipartimento di Pubblica Sicurezza. Testi relativi all'arma dei Carabinieri elaborati dalla redazione sulla base delle informazioni disponibili nel sito ufficiale: Testi delle Forze dell'ordine sottoposti all'attenzione dei competenti uffici. Testi relativi ai servizi del Comune, approvati dall'amministrazione Comunale di San Miniato Altri testi a cura della redazione interna. Supervisione dei testi giuridici: Avvocato J.C. Cataliotti Guida del Cittadino: Copyright 2008 Casa Editrice: GRUPPO GUIDEITALIA Questo Periodico è iscritto all Unione Stampa Periodica Italiana Il municipio Piazza Buonaparte. Monumento al Granduca di Toscana Leopoldo II (Foto: Archivio Comunale) Diffusione: Gratuita ai nuclei famigliari e alle attività economiche del Territorio Comunale di San Miniato Distribuzione a cura di: Poste Italiane Spa Stampa: Gennaio 2008 Tipografia: Grafiche Ponticelli - Castrocielo (FR) Testo di Adesione Presidenziale: telegramma del 03 Luglio 2007, mittente: Segretariato generale del Presidente della Repubblica. Immagini, Stemma Presidenziale e grafica tratti dal sito ufficiale della Presidenza della Repubblica: Ai sensi e per gli effetti del D.Lgs n. 196 l Editore dichiara che gli indirizzi utilizzati per l invio in abbonamento postale provengono da pubblici registri, elenchi, atti o documenti conoscibili a chiunque e che il trattamento di tali dati non necessita del consenso dell interessato. Ciò nonostante, in base all art. 13 dell informativa, il titolare del trattamento ha diritto di opporsi all utilizzo dei dati facendone espresso divieto tramite comunicazione scritta da inviarsi alla sede di Gruppo Guide Italia Srl. Tiratura: copie

14 12 RAGGIUNGERE IL COMUNE Come arrivare In automobile: Dall'Autostrada del sole A1: uscire al casello Firenze Signa e immettersi dopo breve raccordo nella strada di grande comunicazione Firenze - Pisa - Livorno. Uscita San Miniato. Dall'autostrada A12: per chi proviene da sud, uscire al casello di Collesalvetti e immettersi dopo breve raccordo sulla strada di grande comunicazione Firenze - Pisa - Livorno. Uscita San Miniato. per chi proviene da nord, uscire al casello di Pisa centro e immettersi, dopo breve raccordo, nella strada di grande comunicazione Firenze - Pisa - Livorno. Uscita San Miniato. Per informazioni: Autostrade SpA Numero verde Infotraffico: Tel ANAS SpA Pronto Anas: In treno: La stazione di San Miniato Basso si trova lungo la linea ferroviaria Firenze - Pisa. Per informazioni: In aereo: Aeroporto Amerigo Vespucci di Firenze (km. 34). Per informazioni: Aeroporto toscano Galileo Galilei di Pisa (km 37). Per informazioni: Il Comune di San Miniato Superficie: Kmq 104 Altitudine: mt 190 slm Popolazione: (aggiornato al 31/12/2007) Confini: Montopoli Valdarno, Santa Croce sull Arno, Fucecchio, Empoli, Castelfiorentino, Cerreto Guidi, Montaione, Palaia Frazioni e centri abitati: San Miniato Basso, Ponte a Egola, La Scala, San Donato, Isola, Roffia, San Romano, Stibbio, Balconevisi, Cigoli, Corazzano, La Catena, La Serra, Ponte a Elsa Cartina del territorio A12 PISA LIVORNO SS1 A12 SS67 Elenco Vie Aleardi (Via)...1/3 Alfieri V. (Via)...1 Alighieri D. (Piazzale)..4/6 Battisti C. (Via)...5 Beccai (Via dei)...2 Belli G. (Via)...3 Berlinguer E. (Via)...2/4 Boccaccio (Via)...1 Bonaparte (Piazza)...6 Borgonovo (Via)...5 Bravo (Via del)...6 Candiano (Via)...1 Capitini A. (Via)...1/2 Cisterna (Vicolo della)..5 Conti A. (Via)...5 Cuoco (Piazza)...1 De Amicis E. (Via)...1/3 De Mangiadori (Via)...6 De Sanctis (Via)...2 Deledda (Via)...2 Di Rocca (Via)...6 Don Minzoni (Viale)..4/6 Duomo (Piazza)...5/6 Faognana (Vicolo)...5 Fogazzaro A. (Via)...1/3 Fontevivo (Via)...2/4 S. MINIATO La Provincia di Pisa Foscolo U. (Piazza)...1 Gargozzi (Via)...6 Garibaldi G. (Via)..4/5/6 Goldoni C. (Via)...1 Grifoni (Piazza)...5 Guicciardini (Via)...5 Inferno (Vicolo dell )...5 Leopardi G. (Via)...1 Macchiavelli (Via)...1/3 Maioli P. (Via)...6 Manzoni A. (Via)...1 Marconi G. (Via)...1 Matteotti G. (Via)...4/6 Mazzini (Piazza)...6 Moro A. (Via)...1/3/5 Nenni P. (Via)...3/4 Nievo I. (Via)...2 Pace (Piazzale della)...1 Pascoli G. (Via)...1/3 Petrarca (Via)...1 Piano (Via del)...2 Pinocchio (Via)...2 Poggio (Via del)...4 Poliziano A. (Via)...2 Popolo (Piazza del)...5 Porta (Via)...1 Regione: Toscana Superficie: Kmq Prefissi telefonici: 050, 0565, 0571, 0586, 0587, 0588 C.A.P.: Pisa; provincia Targa automobilistica: PI Popolazione: (aggiornato al 28/02/2007) Comuni: 39 Codice ISTAT: 050 Province confinanti: Lucca, Firenze, Siena, Grosseto, Livorno EMPOLI SS429 SS67 SS429 FIRENZE MONTESPERTOLI POGGIBONSI A1 Pozzo (Via)...2/3/4 Prati (Via dei)...2 Pulci L. (Via)...1 Purgatorio (Vicolo del)..5 Quattro Novembre (Via)..5 Repubblica (Piazza della)...5/6 Rondoni A. (Via)...6 Rovani G. (Via)...1/2 S. Carlo (Via)...5 S. Francesco (Piazza)..6 S. Francesco (Via)...6 S. Stefano (Piazzetta)..6 Samminiatese (Via)...4 Ser Ridolfo (Via)...5 Tasso T. (Via)...1 Teatro (Piazza del)...5 Torta (Via)...1/3 Tosco Romagnola Est (Via)...1/2 Venticinque Aprile (Piazza)...1 Verga G. (Via)...2 Vigna (Via della)...1 Villari P. (Via)...2 Vittime del Duomo (Via)..6

15 VIA PORTA V. DE SANCTIS RAGGIUNGERE IL COMUNE 13 VIA BOCCACCIO VIA CANDIANO VIA PISA VIA ALDO CAPITINI VIA VIA G. MARCONI P.LE DELLA PACE VIA V. ALFIERI VIA TOSCO VIA E. DE AMICIS 3 PIAZZA XXV APRILE VIA A. FOGAZZARO VIA A. MANZONI VIA BOCCACCIO VIA VIA C. GOLDONI PIAZZA U. FOSCOLO G. PASCOLI 3 VIA PETRARCA CANDIANO VIA VIA T. LUIGI PULCI TASSO VIGNA VIA DELLA ALDO CAPITINIVIA ROMAGNOLA EST VIA TOSCO ROMAGNOLA EST VIA ALDO MORO S. MINIATO CENTRO MACCHIAVELLI VIA ALDO VIA MORO PIAZZA CUOCO VIA TORTA 1 VIA G. LEOPARDI VIA G. ROVANI VIA ALEARDI VIA ALEARDI VIA POZZO VIA POZZO VIA G. VERGA BECCAI VIA DEi BECCAI VIA DEI VIA PINOCCHIO VIA G. BELLI VIA PIETRO NENNI VIA E. BERLINGUER 2 MONTECATINI VIA A. POLIZIANO VIA S. MINIATO BASSO I. NIEVO DEL PIANO VIA 3 EMPOLI PIANO VIA DEL PRATI VIA DEI ALDO CAPITINI VIA DELEDDA FONTEVIVO VIA VIA P.VILLARI FIRENZE VIA LIVORNO S. MINIATO BASSO ALDO MORO PIAZZA GRIFONI VIA CESARE BATTISTI VIA GUICCIARDINI PIAZZA DEL TEATRO VIA BORGONOVO VIA S. CARLO IV VIA S. MINIATO CENTRO 1 2 VICOLO DEL PURGATORIO VICOLO DELL INFERNO NOVEMBRE LEGENDA Municipio Scuole V. FAOGNANA VIA SER RIDOLFO VICOLO DELLA CISTERNA Lazio PIAZZA DEL POPOLO NORD VIA AUGUS TO CORSO G. PIAZZA DELLA REPUBBLICA CONTI GARIBALDI PIAZZA DUOMO CORSO P.LE DANTE ALIGHIERI VIALEDON VIA DI GIUSEPPE MINZONI ROCCA V. S. V. VITTIME D. DUOMO VIA PIAZZA MAZZINI GAR GOZZI VIA SAMMINIATESE GARIBALDI FRACESCO VIA DE MANGIADORI A. VIA G. MATTEOTTI VIA DEL BRAVO RONDONI PIAZZETTA S. STEFANO VIA DEL PIAZZA S. FRANCESCO SIENA PIAZZA BONAPARTE VIA P POGGIO. MAIOLI VIA

16 Il Duomo (Foto: Archivio Comunale)

17 NUMERI UTILI 15 Emergenze Soccorso Pubblico di Emergenza Polizia di Stato...Tel. 113 Carabinieri Pronto Intervento...Tel. 112 Guardia di Finanza Pronto Intervento...Tel. 117 Emergenza Sanitaria Pronto Intervento...Tel. 118 Vigili del Fuoco Pronto Intervento...Tel. 115 Corpo Forestale dello Stato Emergenza Incendi...Tel Soccorso ACI Pronto Intervento...Tel Viaggiare Informati A cura del CCISS...Tel PRESIDI LOCALI Polizia di Stato - Questura di Pisa Via Lalli, 3 - Pisa...Tel Polizia Stradale Sezione Polizia Stradale Pisa Via Canavari, 27 - Pisa...Tel Carabinieri: Stazione di San Miniato Via Sanminiatese, 39...Tel Carabinieri: Stazione di Ponte a Egola Via Diaz, Tel Guardia di Finanza Compagnia San Miniato Via Roma, 5...Tel Vigili del Fuoco - Distaccamento di Castelfranco di Sotto Via del Platano...Tel VIOLENZE ALLA PERSONA Telefono Azzurro Minori...Tel Adulti...Tel Maltrattamento Minori...Tel. 114 Antiviolenza donne...tel Antibullismo...Tel SALUTE E SANITÀ Ospedale di San Miniato Piazza XX Settembre...Tel Municipio Comune di San Miniato Via Vittime del Duomo, 8...Tel UFFICI COMUNALI: Urp...Tel Polizia Municipale San Miniato...Tel S. Miniato Basso..Tel Ponte a Egola...Tel Biblioteca San Miniato...Tel S. Miniato Basso..Tel Ponte a Egola...Tel Informazioni turistiche...tel Farmacie Farmacia Comunale di San Miniato Basso Viale Marconi, 33...Tel Farmacia Comunale di San Donato Via Da Vinci, 18...Tel Poste San Miniato Via IV Novembre..Tel San Miniato Basso Via Goldoni, 2...Tel Ponte a Egola Via della Gioventù, 6...Tel La Scala Via Trieste, 18...Tel La Serra Via XXIV Maggio, 24...Tel Corazzano Via Zara, Tel Ponte a Elsa Via Livornese, Tel San Romano Via Gramsci...Tel Polizia di Stato NUMERO DI PRONTO INTERVENTO 113 Per informazioni consultare il sito internet: Da cellulare UMTS/GPRS: Arma dei Carabinieri NUMERO DI PRONTO INTERVENTO 112 UFFICIO RELAZIONI CON IL PUBBLICO Tel Fax Videotelefono e SMS Tel Sito: Guardia di Finanza NUMERO DI PRONTO INTERVENTO 117 UFFICIO RELAZIONI CON IL PUBBLICO Tel Fax Sito: Vigili del Fuoco NUMERO DI PRONTO INTERVENTO 115 Per informazioni consultare il sito internet: Da cellulare UMTS/GPRS: Emergenza Sanitaria NUMERO DI PRONTO INTERVENTO 118

18 La Rocca di Federico II (Foto: Archivio Comunale)

19 AL SERVIZIO DEL CITTADINO 17 Polizia di Stato La Polizia di Stato garantisce la sicurezza dei cittadini in ogni luogo (mare, montagna, città), sulle strade, sulla rete Internet. Dal 2002 è nata la figura del Poliziotto di Quartiere che, insieme alla corrispondente figura Polizia Stradale: si occupa di preservare l ordine pubblico sulle strade, di accertare le violazioni al codice della strada, di coordinare le operazioni di soccorso in caso di incidente. Ha inoltre un ruolo attivo nelle prevenzione delle cosiddette stragi del sabato sera, sensibilizzando la popolazione, i giovani in particolare, sui rischi legati alla guida in stato di ebrezza ed alle alte velocità. Polizia dell Immigrazione e delle Frontiere: dal 2002, a seguito della legge n. 189 (più conosciuta come legge Bossi- Fini) è stata creata la Direzione Centrale della Polizia dell Immigrazione e delle Frontiere. Spetta a questo settore della Polizia di Stato il controllo e l intervento in ogni questione riguardante l immigrazione clandestina. Polizia del mare: a diretta dipendenza della Questura territorialmente competente, la Polizia del mare garantisce la sicurezza in tutti gli ambienti lacustri, dai laghi al mare, e sulle coste. Il presidio delle acque è affidato alle volanti nautiche, mezzi in costante collegamento radio con la sala operativa della Questura. Il centro di addestramento del personale si trova a La Spezia. Polizia Scientifica: dotata dei più moderni sistemi e di tecnologie all avanguardia, la Polizia Scientifica si occupa dell analisi di ogni reperto (da un capello ad una fibra di tessuto), impronta digitale o prova rinvenuti sulla scena di un crimine. Tiratori scelti: perfettamente addestrati nell uso delle armi, vengono impiegati in situazioni di protezione (a distanza) di personalità od obiettivi sensibili. Sono dotati di sofisticati armamenti e dei sistemi tecnologici più moderni. É necessario essere in possesso di specifici requisiti psico-fisici per poter entrare a farne parte. Questura di Pisa - Via Lalli, 3 - Pisa - Tel Sezione Polizia Stradale Pisa - Via Canavari, 27 - Pisa - Tel appartenente all Arma dei Carabinieri, costituisce la cosiddetta Polizia di Prossimità. In ogni provincia la Questura è la proiezione territoriale del Dipartimento di Pubblica Sicurezza, e dirige e organizza l attività della Gli artificieri: si occupano dell attività antisabotaggio e della bonifica di ambienti provvedendo al disinnesco di ordigni esplosivi. Il personale è sottoposto a continuo addestramento ed aggiornamento, in collaborazione con i corrispondenti organi internazionali. Cinofili: il reparto è utilizzato soprattutto nei presidi di frontiera (terrestri e marittimi) in ausilio all attività di repressione dell immigrazione clandestina e alla lotta al contrabbando di sostanze stupefacenti e illecite. Polizia di Stato nella Provincia. Il Questore, nell'ordinamento amministrativo italiano, è Autorità Provinciale di Pubblica Sicurezza. È coordinatore delle forze di polizia impiegate in servizi atti a garantire l'ordine e la sicurezza pubblica. Ecco di cosa si occupano alcuni dei settori della Polizia di Stato: Polizia delle Comunicazioni: si occupa di contrastare gli illeciti provenienti da Internet, sia che si tratti di frodi informatiche (diffusione di virus, duplicazione di programmi, violazione dei diritti d autore) sia finanziarie (truffe con le carte di credito). Importantissima è la funzione della Polizia contro il fenomeno della pedo-pornografia. NOCS: è il reparto addetto ed addestrato alle operazioni ad alto rischio. Il NOCS è salito alla ribalta delle cronache più volte in caso di liberazioni di ostaggi o irruzioni per la cattura di criminali e terroristi. É definito anche unità di assalto ; agisce preferibilmente di notte, fedele al motto silenziosi come la notte. Per poter entrare nel NOCS è necessario superare durissime prove fisiche. Il personale che ne fa parte è addestrato all uso di ogni tipo di arma e di esplosivo, è in grado di arrampicarsi sulla roccia e di gettarsi con il paracadute. Il cittadino ha a disposizione il numero gratuito 113 per richiedere aiuto al più vicino presidio di Polizia di Stato

20 18 AL SERVIZIO DEL CITTADINO Arma dei Carabinieri L Arma dei Carabinieri è chiamata a presidio del territorio ed alla sicurezza dei cittadini. Ci si può rivolgere ai Carabinieri in caso di furto Gli ambiti di intervento dell Arma CC sono molteplici. Al fine di garantire un aiuto immediato e competente in ogni questione sono stati istituiti diversi Comandi (alcuni elencati qui di seguito), ognuno con un ruolo specifico. Comando Carabinieri Antifalsificazione Monetaria Il personale di questo reparto è altamente specializzato e continuamente aggiornato, teoricamente e praticamente, al riconoscimento del falso nummario ed alla conoscenza delle tecniche utilizzate dai falsari. Il Nucleo Operativo venne istituito nel 1992, elevato a rango di Comando nel Quando si parla di falsificazione monetaria non si intendono le solo banconote e monete (EURO e altre valute), ma anche i titoli di Stato o di credito di varia natura, assegni, carte di credito, valori bollati, ecc. Stazione di San Miniato - Via Sanminiatese, 39 - Tel Stazione di Ponte a Egola - Via Diaz, Tel di beni o documenti, per chiedere di riportare l ordine pubblico (ad esempio nel caso di liti tra vicini di casa o schiamazzi notturni); intervengono in caso di incidente stradale, forniscono informazioni su come ottenere il porto d armi, assistono il cittadino vittima di reati, ecc. Comando Carabinieri per la Tutela della Salute I Nuclei Antisofisticazioni e Sanità dell Arma dei Carabinieri sono una delle divisioni più conosciute dai cittadini e tra quelle che possono vantare il maggior numero di riconoscimenti ed attestati di benemerenza. I NAS furono istituiti nel 1962, quando il fenomeno delle sofisticazioni alimentari cominciò a destare preoccupazione nell opinione pubblica. Da allora la presenza dei NAS sull intero territorio italiano è andata via via incrementandosi, ed oggi dispone di circa unità specializzate. Comando Carabinieri per la Tutela dell Ambiente É il reparto specializzato per il controllo del rispetto delle norme di tutela ambientale. Il primo nucleo operativo è attivo già dal 1986: l Italia è stata la prima nazione in Europa ad intuire che le problematiche legate all ambiente, le violazioni alle disposizioni ambientali, i reati contro l ambiente necessitavano di un attenzione specifica. Il reparto è organizzato su base interprovinciale e garantisce una presenza qualificata sull interno territorio nazionale. I RIS I RIS sono i Reparti Investigazioni Scientifiche, uno dei reparti del servizio investigazioni scientifiche dell Arma dei Carabinieri. I RIS sono alle dipendenze del Raggruppamento Carabinieri Investigazioni Scientifiche (Ra.C.I.S.) ed operano in collaborazione le 29 Sezioni Investigative Scientifiche presenti sul territorio nazionale, e che costituiscono l organo tecnico-scientifico specializzato nei sopralluoghi sulle scene del crimine e nelle tecniche antidroga. I reparti dei RIS sono 4, ognuno con specifiche competenze: quello di Roma si occupa dei casi dell Italia centrale e di quelli più complessi a livello nazionale, mentre quelli di Parma, Cagliari e Messina sono competenti, rispettivamente, per indagini tecniche in nord Italia, in Sardegna ed in Calabria e Sicilia. Per contattare l Arma dei Carabinieri e chiederne l intervento il cittadino ha a disposizione il numero gratuito 112

(PROVINCIA DI ROMA) MANIFESTAZIONE OCCASIONALE DI PUBBLICO SPETTACOLO DOMANDA NUOVA AUTORIZZAZIONE

(PROVINCIA DI ROMA) MANIFESTAZIONE OCCASIONALE DI PUBBLICO SPETTACOLO DOMANDA NUOVA AUTORIZZAZIONE CITTÀ DI FIUMICINO (PROVINCIA DI ROMA) Marca Bollo 16,00 AL S.U.A.P. Sportello Unico delle Attività Produttive del Comune di Fiumicino MANIFESTAZIONE OCCASIONALE DI PUBBLICO SPETTACOLO DOMANDA NUOVA AUTORIZZAZIONE

Dettagli

Legge Regionale Sardegna 22/8/2007 n. 9 (B.U.R 31/8/2007 n. 28) Norme in materia di polizia locale e politiche regionali per la sicurezza

Legge Regionale Sardegna 22/8/2007 n. 9 (B.U.R 31/8/2007 n. 28) Norme in materia di polizia locale e politiche regionali per la sicurezza Legge Regionale Sardegna 22/8/2007 n. 9 (B.U.R 31/8/2007 n. 28) Norme in materia di polizia locale e politiche regionali per la sicurezza Articolo 1 - Oggetto e finalità Oggetto e finalità 1. La presente

Dettagli

Delibera n. 11/2011 Carta dei Servizi Reparto Ambiente - Corpo Polizia Municipale Anno 2011

Delibera n. 11/2011 Carta dei Servizi Reparto Ambiente - Corpo Polizia Municipale Anno 2011 Delibera n. 11/2011 Carta dei Servizi Reparto Ambiente - Corpo Polizia Municipale Anno 2011 PREMESSE GENERALI Reparto Ambiente Polizia Municipale Viale Brigate Partigiane 19 16129 GENOVA Comune di Genova

Dettagli

Prefettura -Ufficio territoriale del Governo di Brescia

Prefettura -Ufficio territoriale del Governo di Brescia PROTOCOLLO D INTESA Mille occhi sulle Città Tra Prefettura di Brescia Ufficio Territoriale del Governo Comune di Brescia e gli Istituti di Vigilanza privata della Provincia di Brescia sotto indicati: -

Dettagli

DAI CONFINI ALLA GLOBALIZZAZIONE: LA GUARDIA DI FINANZA A TUTELA DELLA SICUREZZA ECONOMICO FINANZIARIA.

DAI CONFINI ALLA GLOBALIZZAZIONE: LA GUARDIA DI FINANZA A TUTELA DELLA SICUREZZA ECONOMICO FINANZIARIA. CENTRO ALTI STUDI PER LA DIFESA Istituto Superiore di Stato Maggiore Interforze 31 Corso di Cooperazione Civile Militare (COCIM) DAI CONFINI ALLA GLOBALIZZAZIONE: LA GUARDIA DI FINANZA A TUTELA DELLA SICUREZZA

Dettagli

2.1.8 Legalità e sicurezza

2.1.8 Legalità e sicurezza 2.1.8 Legalità e sicurezza Legalità e sicurezza Le attività finalizzate a garantire la sicurezza urbana e la civile convivenza tra i cittadini sono svolte da: Corpo di Polizia Locale di Roma Capitale al

Dettagli

Art. 1 Oggetto del regolamento. REGOLAMENTO REGIONALE 11 marzo 2011 n. 3

Art. 1 Oggetto del regolamento. REGOLAMENTO REGIONALE 11 marzo 2011 n. 3 7644 Bollettino Ufficiale della Regione Puglia - n. 38 del 14-03-2011 REGOLAMENTO REGIONALE 11 marzo 2011 n. 3 Procedimenti amministrativi in materia di commercio: Attuazione della direttiva 2006/123/CE

Dettagli

Corso per Datori di Lavoro RSPP (art. 34 D.Lgs 81/08 e s.m.i)

Corso per Datori di Lavoro RSPP (art. 34 D.Lgs 81/08 e s.m.i) Corso per Datori di Lavoro RSPP (art. 34 D.Lgs 81/08 e s.m.i) Destinatari Datori di lavoro che intendono e possono svolgere direttamente i compiti propri del responsabile del servizio di prevenzione e

Dettagli

Mini Guida. Le assicurazioni online

Mini Guida. Le assicurazioni online Mini Guida Le assicurazioni online Guida realizzata da Con il patrocinio ed il contributo finanziario del LE ASSICURAZIONI ONLINE In questa guida parleremo delle assicurazioni auto online, le più diffuse

Dettagli

Oggetto: Apertura Campagna Incentivi liberiamo l Aria 2009 - Comune di Ravenna.

Oggetto: Apertura Campagna Incentivi liberiamo l Aria 2009 - Comune di Ravenna. Oggetto: Apertura Campagna Incentivi liberiamo l Aria 2009 - Comune di Ravenna. Gentili imprenditori, con la presente siamo a comunicarvi che, a partire dal 19 maggio 2009, si sono riaperti gli incentivi

Dettagli

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE APPROVATA, IN UN TESTO UNIFICATO, DAL SENATO DELLA REPUBBLICA

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE APPROVATA, IN UN TESTO UNIFICATO, DAL SENATO DELLA REPUBBLICA Atti Parlamentari 1 Camera dei Deputati CAMERA DEI DEPUTATI N. 2699 PROPOSTA DI LEGGE APPROVATA, IN UN TESTO UNIFICATO, DAL SENATO DELLA REPUBBLICA il 16 settembre 2009 (v. stampati Senato nn. 414-507)

Dettagli

OSSERVATORIO LEGISLATIVO INTERREGIONALE. Roma 5 e 6 dicembre 2002. Progetti di legge. regionali e nazionali

OSSERVATORIO LEGISLATIVO INTERREGIONALE. Roma 5 e 6 dicembre 2002. Progetti di legge. regionali e nazionali OSSERVATORIO LEGISLATIVO INTERREGIONALE Roma 5 e 6 dicembre 2002 Progetti di legge regionali e nazionali A cura Dr. G. Fantozzi Osservatorio Legislativo Interregionale Roma 5/6 dicembre 2002 Progetti di

Dettagli

IL DIRETTORIO DELLA BANCA D ITALIA

IL DIRETTORIO DELLA BANCA D ITALIA REGOLAMENTO DEL 18 LUGLIO 2014 Regolamento per l organizzazione e il funzionamento della Unità di Informazione Finanziaria per l Italia (UIF), ai sensi dell art. 6, comma 2, del d.lgs. 21 novembre 2007,

Dettagli

Norme per l istituzione di centri antiviolenza e case di accoglienza per le donne vittime di violenza.

Norme per l istituzione di centri antiviolenza e case di accoglienza per le donne vittime di violenza. LEGGE REGIONALE 7 agosto 2007, n. 8 Norme per l istituzione di centri antiviolenza e case di accoglienza per le donne vittime di violenza. Fonte: BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE SARDEGNA N. 26 dell

Dettagli

LEGGI IN MATERIA DI SICUREZZA SUL LAVORO

LEGGI IN MATERIA DI SICUREZZA SUL LAVORO MODULO 6 IGIENE E SICUREZZA SUL LAVORO LEGGI IN MATERIA DI SICUREZZA SUL LAVORO Introduzione La prevenzione degli infortuni lavorativi e delle malattie professionali è stata sempre al centro dell interesse

Dettagli

Ministero delle Politiche Agricole e Forestali Direzione Generale delle Risorse Forestali, Montane e Idriche Corpo Forestale dello Stato

Ministero delle Politiche Agricole e Forestali Direzione Generale delle Risorse Forestali, Montane e Idriche Corpo Forestale dello Stato Roma, 22 luglio 2002 Ministero delle Politiche Agricole e Forestali Direzione Generale delle Risorse Forestali, Montane e Idriche Corpo Forestale dello Stato DIRAMAZIONE GENERALE Divisione XIII Protocollo

Dettagli

timbro protocollo Segnalazione Certificata Inizio Attività (SCIA) Spettacolo/intrattenimento temporaneo

timbro protocollo Segnalazione Certificata Inizio Attività (SCIA) Spettacolo/intrattenimento temporaneo CITTA di PESCARA Dipartimento Attività Tecniche, Energetiche ed Ambientali Settore Attività Produttive Servizio S.U.A.P. Sportello Unico per le Attività Produttive + timbro protocollo responsabile del

Dettagli

E possibile chiedere informazioni relative agli abbonamenti o all'acquisto dei crediti scrivendo a supporto@clubdelburraco.it.

E possibile chiedere informazioni relative agli abbonamenti o all'acquisto dei crediti scrivendo a supporto@clubdelburraco.it. CONDIZIONI GENERALI DI ACQUISTO ON LINE Questi termini e condizioni (di seguito le Condizioni Generali ) disciplinano i contratti che verranno di volta in volta conclusi aventi ad oggetto la vendita on-line

Dettagli

Segnalazione Certificata Inizio Attività Svolgimento Manifestazione Temporanea

Segnalazione Certificata Inizio Attività Svolgimento Manifestazione Temporanea Segnalazione Certificata Inizio Attività Svolgimento Manifestazione Temporanea Il riscontro diretto dell ufficio Protocollo del Comune di Mondragone, attestato da timbro datario di avvenuto ricevimento

Dettagli

SEGNALAZIONE CERTIFICATA INIZIO ATTIVITÀ

SEGNALAZIONE CERTIFICATA INIZIO ATTIVITÀ Allo Sportello Unico Attività Produttive del Comune di SEGNALAZIONE CERTIFICATA INIZIO ATTIVITÀ LABORATORIO ARTIGIANALE PRODUZIONE E VENDITA CIBI DA ASPORTO 1. Dati impresa Il sottoscritto: Cognome: Nome:

Dettagli

Seminario: CONTROLLI SULLA GESTIONE DI RIFIUTI NELLA PROVINCIA DI VERONA. CAP. DAVIDE RAVAROTTO C.te N.O.E. CC di Treviso

Seminario: CONTROLLI SULLA GESTIONE DI RIFIUTI NELLA PROVINCIA DI VERONA. CAP. DAVIDE RAVAROTTO C.te N.O.E. CC di Treviso Seminario: CONTROLLI SULLA GESTIONE DI RIFIUTI NELLA PROVINCIA DI VERONA CAP. DAVIDE RAVAROTTO C.te N.O.E. CC di Treviso II C.DO GRUPPO CARABINIERI TV x II II C.DO GRUPPO CARABINIERI RM C.DO GRUPPO CARABINIERI

Dettagli

I problemi legati agli animali sono tanti, soprattutto in una società che si sta solo ora mettendo al passo con le loro esigenze.

I problemi legati agli animali sono tanti, soprattutto in una società che si sta solo ora mettendo al passo con le loro esigenze. I problemi legati agli animali sono tanti, soprattutto in una società che si sta solo ora mettendo al passo con le loro esigenze. È quindi fondamentale portare le persone che posseggono animali, o vorrebbero

Dettagli

RILEVAZIONE DEGLI ONERI E DEI TEMPI PER L AVVIO DELLE ATTIVITÀ DI IMPRESA - SETTORE MANIFATTURIERO -

RILEVAZIONE DEGLI ONERI E DEI TEMPI PER L AVVIO DELLE ATTIVITÀ DI IMPRESA - SETTORE MANIFATTURIERO - RILEVAZIONE DEGLI ONERI E DEI TEMPI PER L AVVIO DELLE ATTIVITÀ DI IMPRESA - SETTORE MANIFATTURIERO - Buongiorno, sono un intervistatore/trice dell istituto di ricerca FORMAT. La chiamo per conto del Dipartimento

Dettagli

Capitolo 1. Lavoro autonomo, attività d impresa: alcune nozioni fondamentali

Capitolo 1. Lavoro autonomo, attività d impresa: alcune nozioni fondamentali Capitolo 1 Lavoro autonomo, attività d impresa: alcune nozioni fondamentali Il termine imprenditore esprime un concetto economico prima ancora che giuridico. L imprenditore è, infatti, colui che si pone

Dettagli

ITALIA: suddivisione amministrativa. 20 regioni di cui 5 a statuto speciale. oltre 100 province. oltre 8000 comuni

ITALIA: suddivisione amministrativa. 20 regioni di cui 5 a statuto speciale. oltre 100 province. oltre 8000 comuni ITALIA: suddivisione amministrativa 20 regioni di cui 5 a statuto speciale oltre 100 province oltre 8000 comuni informazioni turistiche musei, geografia, hotel ristoranti su tutte le province italiane

Dettagli

LA BANCA D ITALIA. Vista la legge 17 gennaio 2000, n. 7, in materia di disciplina del mercato dell oro;

LA BANCA D ITALIA. Vista la legge 17 gennaio 2000, n. 7, in materia di disciplina del mercato dell oro; Regolamento per l organizzazione e il funzionamento della Unità di Informazione Finanziaria (UIF), ai sensi dell art. 6, comma 2, del d.lgs. 21 novembre 2007, n. 231 LA BANCA D ITALIA Viste la direttiva

Dettagli

SICUREZZA, AMBIENTE, FORMAZIONE

SICUREZZA, AMBIENTE, FORMAZIONE SICUREZZA, AMBIENTE, FORMAZIONE Servizi di consulenza Più Formazione nasce dalla sinergia di professionisti, tecnici del settore per tutto quanto concerne la Sicurezza nei Luoghi di Lavoro, con l' entrata

Dettagli

Legge Regionale 24 febbraio 2005, n. 39 - Disposizioni in materia di energia

Legge Regionale 24 febbraio 2005, n. 39 - Disposizioni in materia di energia Legge Regionale 24 febbraio 2005, n. 39 - Disposizioni in materia di energia (come modificata dalla LR 23 novembre 2009, n. 71 e s.m.i.) Capo IV Razionalizzazione della produzione e dei consumi, risparmio

Dettagli

La partecipazione è riservata esclusivamente alle agenzie operanti nel campo della sicurezza.

La partecipazione è riservata esclusivamente alle agenzie operanti nel campo della sicurezza. PERCHE ESPORRE? SECURITY ROAD SHOW è un format espositivo e convegnistico dedicato alle agenzie che si occupano di sicurezza e che vogliono avere una vetrina preziosa ed esclusiva per presentare la loro

Dettagli

Approvato con delibera del Commissario Straordinario, adottata con i poteri del C.C. n. 229 del 30.12.2009

Approvato con delibera del Commissario Straordinario, adottata con i poteri del C.C. n. 229 del 30.12.2009 Allegato A) Approvato con delibera del Commissario Straordinario, adottata con i poteri del C.C. n. 229 del 30.12.2009 Modificato con delibera di C.C. n. 79 del 21.12.2010 REGOLAMENTO GENERALE FIERA CAMPIONARIA

Dettagli

LA NORMA ISO 14001 APPLICATA AI COMUNI

LA NORMA ISO 14001 APPLICATA AI COMUNI LA NORMA ISO 14001 APPLICATA AI COMUNI 1. ASPETTI GENERALI Negli ultimi anni, in gran parte dei Paesi europei, si assiste a un crescente interesse verso l attuazione di una pianificazione locale del territorio

Dettagli

COMUNE DI PIANORO PROVINCIA DI BOLOGNA RICHIESTA DEL CERTIFICATO DI CONFORMITA EDILIZIA E AGIBILITA

COMUNE DI PIANORO PROVINCIA DI BOLOGNA RICHIESTA DEL CERTIFICATO DI CONFORMITA EDILIZIA E AGIBILITA Marca da bollo COMUNE DI PIANORO PROVINCIA DI BOLOGNA 14,62 RISERVATO ALL UFFICIO Pratica edilizia n. del RICHIESTA DEL CERTIFICATO DI CONFORMITA EDILIZIA E AGIBILITA (ai sensi dell art. 24 del D.P.R.

Dettagli

NOMINA/ESENZIONE DEL CONSULENTE PER LA SICUREZZA DEL TRASPORTO DELLE MERCI PERICOLOSE INDICE

NOMINA/ESENZIONE DEL CONSULENTE PER LA SICUREZZA DEL TRASPORTO DELLE MERCI PERICOLOSE INDICE Anno rif.: 2005 Pagina 1 di 8 NOMINA/ESENZIONE DEL CONSULENTE PER LA SICUREZZA DEL TRASPORTO DELLE MERCI PERICOLOSE INDICE 1. QUADRO GENERALE....2 2. DEFINIZIONI....2 3. MODALITA DI NOMINA...2 4. INTEGRAZIONE

Dettagli

SCHEDA n. 5. Le figure costitutive della sicurezza. 1. Le figure costitutive del D. Lgs. 626/ 94. Contenuti e finalità del D. Lgs. 19-9-94, n.

SCHEDA n. 5. Le figure costitutive della sicurezza. 1. Le figure costitutive del D. Lgs. 626/ 94. Contenuti e finalità del D. Lgs. 19-9-94, n. SCHEDA n. 5 Le figure costitutive della sicurezza 1. Le figure costitutive del D. Lgs. 626/ 94 Contenuti e finalità del D. Lgs. 19-9-94, n. 626/94 Il D. Lgs. del 19-9-94 n. 626 recepisce direttive comunitarie

Dettagli

vt.it integrazioni, DM

vt.it integrazioni, DM Comune di Marta Provincia di Viterbo Piazza Umberto I n.1 01010 Marta (VT) Tel. 0769187381 Fax 0761873828 Sito web www.comune.marta. vt.it Regolamento sulla gestione dell ecocentro comunale per la raccolta

Dettagli

LA NORMATIVA ANTIRICICLAGGIO E L IMPATTO SULL ATTIVITÀ DELLE SGR

LA NORMATIVA ANTIRICICLAGGIO E L IMPATTO SULL ATTIVITÀ DELLE SGR LA NORMATIVA ANTIRICICLAGGIO E L IMPATTO SULL ATTIVITÀ DELLE SGR Principi, regole e presidi 24 marzo 2009 Palazzo Affari ai Giureconsulti, Piazza Mercanti 2 - Milano f o r m a z i o n e Chi è Assogestioni

Dettagli

Al Comune di 33050 POZZUOLO DEL FRIULI Via xx Settembre, 31. Il/la sottoscritto/a:

Al Comune di 33050 POZZUOLO DEL FRIULI Via xx Settembre, 31. Il/la sottoscritto/a: SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA PER LA VENDITA DI PRODOTTI RICAVATI DAI PROPRI FONDI (art. 4 del D.Lgs 228/01) da parte dell imprenditore agricolo 1 Il/la sottoscritto/a: Al Comune di 33050

Dettagli

COMUNE DI SANT ILARIO D ENZA (Provincia di Reggio Emilia) REGOLAMENTO DEL SERVIZIO INTERCOMUNALE DI PROTEZIONE CIVILE

COMUNE DI SANT ILARIO D ENZA (Provincia di Reggio Emilia) REGOLAMENTO DEL SERVIZIO INTERCOMUNALE DI PROTEZIONE CIVILE COMUNE DI SANT ILARIO D ENZA (Provincia di Reggio Emilia) REGOLAMENTO DEL SERVIZIO INTERCOMUNALE DI PROTEZIONE CIVILE Approvato con deliberazione del Consiglio comunale n 65 del 29 novembre 2004 pubblicata

Dettagli

CONVENZIONE PER L ATTIVITA DI VIGILANZA DEGLI ISPETTORI AMBIENTALI DEL CIR33 NEL TERRITORIO DEL COMUNE DI JESI TRA PREMESSO CHE

CONVENZIONE PER L ATTIVITA DI VIGILANZA DEGLI ISPETTORI AMBIENTALI DEL CIR33 NEL TERRITORIO DEL COMUNE DI JESI TRA PREMESSO CHE CONVENZIONE PER L ATTIVITA DI VIGILANZA DEGLI ISPETTORI AMBIENTALI DEL CIR33 NEL TERRITORIO DEL COMUNE DI JESI TRA il CONSORZIO INTERCOMUNALE VALLESINA MISA (di seguito denominato CIR33) con sede a Jesi

Dettagli

Timbro Protocollo. Il/La sottoscritto/a Cognome Nome Data di nascita / / Luogo di nascita (Prov. ) Cittadinanza C.F.

Timbro Protocollo. Il/La sottoscritto/a Cognome Nome Data di nascita / / Luogo di nascita (Prov. ) Cittadinanza C.F. Timbro Protocollo APERTURA AGENZIA VIAGGIO E TURISMO AREA COMMERCIO E ATTIVITA PRODUTTIVE Sportello Unificato per il Commercio Servizio Attività Economiche e di Servizio SUAP Pianificazione Commerciale

Dettagli

SOMMINISTRAZIONE DI ALIMENTI E BEVANDE

SOMMINISTRAZIONE DI ALIMENTI E BEVANDE SOMMINISTRAZIONE DI ALIMENTI E BEVANDE SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA AVVIO ATTIVITÀ NON SOGGETTE A PROGRAMMAZIONE Al SUAP del Comune di GIUGLIANO IN CAMPANIA Ai sensi dell art. 64 d.lgs.

Dettagli

SABATO 1 MARZO 2014 ORE 9,00-13,00

SABATO 1 MARZO 2014 ORE 9,00-13,00 Convegno: CONDOMINIO 2014 SABATO 1 MARZO 2014 - ORE 9,00 PALAZZO SEGNI MASETTI - STRADA MAGGIORE, 23 - BOLOGNA SCHEDA DI ADESIONE Da inviare alla Segreteria Organizzativa a mezzo fax entro e non oltre

Dettagli

IL CENTRO PARLA CON NOI

IL CENTRO PARLA CON NOI Pesaro, in via Diaz n. 10 Tel 0721 639014 1522 parlaconnoi@provincia.ps.it CARTA DEI SERVIZI del Centro Antiviolenza provinciale Parla Con Noi La Carta è lo strumento che permette ai cittadini il controllo

Dettagli

Ragione Sociale: Nome e Cognome (referente): Partita Iva: Indirizzo sede legale: Città: Provincia: Cap: Telefono: Email: (registrazione):

Ragione Sociale: Nome e Cognome (referente): Partita Iva: Indirizzo sede legale: Città: Provincia: Cap: Telefono: Email: (registrazione): ID AZIENDA # Da Rispedire tramite mail / FAX: commerciale@preventivami.it Fax +39 080.9692345 oppure raccomandata A/R: Spett.le Preventivami.it GIDA Srl Via Fratelli Philips, 9 70132 Bari DATI DELL'AZIENDA:

Dettagli

E-COMMERCE GLI ACQUISTI A DISTANZA

E-COMMERCE GLI ACQUISTI A DISTANZA E-COMMERCE GLI ACQUISTI A DISTANZA Come prevenire le truffe e come tutelarsi acquistando un prodotto o un servizio a distanza su internet Acquisto a distanza Negli ultimi anni stanno aumentando sempre

Dettagli

ALLEGATO A ALLA DELIBERA C.C. N. DEL REGOLAMENTO COMUNALE PER LA DISCIPLINA DELLE MANIFESTAZIONI DI PUBBLICO SPETTACOLO ALL APERTO

ALLEGATO A ALLA DELIBERA C.C. N. DEL REGOLAMENTO COMUNALE PER LA DISCIPLINA DELLE MANIFESTAZIONI DI PUBBLICO SPETTACOLO ALL APERTO ALLEGATO A ALLA DELIBERA C.C. N. DEL REGOLAMENTO COMUNALE PER LA DISCIPLINA DELLE MANIFESTAZIONI DI PUBBLICO SPETTACOLO ALL APERTO INDICE Art. 1 Art. 2 Art. 3 Art. 4 Art. 5 Art. 6 Art. 7 Art. 8 Art. 9

Dettagli

SPECIALE SAPI. salute e sicurezza sul lavoro IL NUOVO TESTO UNICO

SPECIALE SAPI. salute e sicurezza sul lavoro IL NUOVO TESTO UNICO Supplemento n. 1 al periodico l Ar tigianato Anno LIX - N. 8 - Luglio 2008 Lavoratori autonomi e impresa familiare TAB. B - Poste Italiane s.p.a. - Spedizione in Abbonamento Postale - D.L. 353/2003 (conv.

Dettagli

IMPRESA (ragione sociale completa)

IMPRESA (ragione sociale completa) Cassa Edile di Mutualità ed Assistenza MACERATA Codice Impresa Via Gramsci, 38 Tel. 0733 230243 Fax. 0733 232145 (riservato Cassa Edile) E mail: info@cassaedilemacerata.it Decorrenza Iscrizione (riservato

Dettagli

ITALIA FEST- FEST 2010 FESTIVAL DELLE FESTE ITALIANE

ITALIA FEST- FEST 2010 FESTIVAL DELLE FESTE ITALIANE ITALIA FEST- FEST 2010 FESTIVAL DELLE FESTE ITALIANE REGOLAMENTO GENERALE 1. Premessa 1.1. Il Fest Fest e la sua edizione 2010 intitolata FEST-FEST ITALIA (Festival delle feste italiane) è una realizzazione

Dettagli

S E G N A L A la seguente operazione:

S E G N A L A la seguente operazione: S.C.I.A. - Segnalazione Certificata di Inizio Attivita ACCONCIATORE ED ESTETISTA AL COMUNE DI TORRE SANTA SUSANNA Cod. ISTAT 0I7 4 0 1 9...l... sottoscritt...: Cognome Nome C.F. _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _

Dettagli

Modulo B4.02 Mod.ASP_2_SCIA_Sanitaria_modifica Vers. 01 del 27/02/2015. significativa della unità d impresa del settore alimentare (1)

Modulo B4.02 Mod.ASP_2_SCIA_Sanitaria_modifica Vers. 01 del 27/02/2015. significativa della unità d impresa del settore alimentare (1) ALL. 2 Spazio per apportare il timbro di protocollo Data Prot. [ ] Inserita nel Sistema informativo regionale SUAP [ ] Posta elettronica certificata AL SUAP del Comune di.. Oggetto: notifica ai sensi dell

Dettagli

FEDERAZIONE AUTONOMA BANCARI ITALIANI

FEDERAZIONE AUTONOMA BANCARI ITALIANI SEGRETERIA NAZIONALE 00198 ROMA VIA TEVERE, 46 TEL. 06.84.15.751 FAX 06.85.59.220 06.85.52.275 SITO INTERNET: www.fabi.it E-MAIL: federazione@fabi.it FEDERAZIONE AUTONOMA BANCARI ITALIANI Ai Sindacati

Dettagli

denominazione o ragione sociale con sede nel Comune di prov. Via/p.zza n. CAP tel. Iscritta al Registro Imprese della Camera di Commercio di al n.

denominazione o ragione sociale con sede nel Comune di prov. Via/p.zza n. CAP tel. Iscritta al Registro Imprese della Camera di Commercio di al n. COMUNE DI MASSA Settore Attività Produttive Ufficio Commercio Via Porta Fabbrica nr.1 54100 Massa (MS) Comunicazione non soggetta ad imposta di bollo Oggetto: Comunicazione vendita prodotti agricoli (barrare

Dettagli

REGOLAMENTO PROTEZIONE CIVILE

REGOLAMENTO PROTEZIONE CIVILE REGOLAMENTO PROTEZIONE CIVILE Art. 1. ISTITUZIONE DEL SERVIZIO È istituito il Servizio Comunale di Protezione Civile, con il compito di dare attuazione alle leggi nazionali e regionali in materia di Protezione

Dettagli

soluzioni a impatto vero

soluzioni a impatto vero soluzioni a impatto vero @/\ tecniche, servizi e soluzioni: in una parola te.s.s. Un acronimo che racchiude un insieme intero di competenze all insegna della professionalità volte a trovare le giuste soluzioni

Dettagli

LEGGE REGIONALE N. 23 DEL 29-08-2006 REGIONE MOLISE ISTITUZIONE DEL SERVIZIO REGIONALE DI VIGILANZA AMBIENTALE VOLONTARIA.

LEGGE REGIONALE N. 23 DEL 29-08-2006 REGIONE MOLISE ISTITUZIONE DEL SERVIZIO REGIONALE DI VIGILANZA AMBIENTALE VOLONTARIA. LEGGE REGIONALE N. 23 DEL 29-08-2006 REGIONE MOLISE ISTITUZIONE DEL SERVIZIO REGIONALE DI VIGILANZA AMBIENTALE VOLONTARIA. Fonte: BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE N. 25 del 1 settembre 2006 IL

Dettagli

ATTIVITÀ PROGRAMMA. REGOLAMENTO modalità di prenotazione modalità di pagamento indicazioni generali

ATTIVITÀ PROGRAMMA. REGOLAMENTO modalità di prenotazione modalità di pagamento indicazioni generali ATTIVITÀ PROGRAMMA REGOLAMENTO modalità di prenotazione modalità di pagamento indicazioni generali MODULISTICA scheda di prenotazione autorizzazione per la partecipazione dei minori autorizzazione alla

Dettagli

Dichiarazione 1 DICHIARAZIONE IN MATERIA DI DIRITTO AL LAVORO DEI DISABILI

Dichiarazione 1 DICHIARAZIONE IN MATERIA DI DIRITTO AL LAVORO DEI DISABILI Dichiarazione 1 DICHIARAZIONE IN MATERIA DI DIRITTO AL LAVORO DEI DISABILI Il sottoscritto nato il a in qualità di legale rappresentante dello studio associato ovvero di titolare dello studio professionale/ditta

Dettagli

E.T.R.A. S.P.A. La società E.T.R.A. S.p.A. con sede legale in Bassano del Grappa (Vi),

E.T.R.A. S.P.A. La società E.T.R.A. S.p.A. con sede legale in Bassano del Grappa (Vi), E.T.R.A. S.P.A. CONTRATTO DI SOMMINISTRAZIONE DI ENERGIA ELETTRICA.- Tra: La società E.T.R.A. S.p.A. con sede legale in Bassano del Grappa (Vi), Largo Parolini n.82/b, C.F. n.03278040245, che interviene

Dettagli

COMUNE DI LEVERANO. Prov. LE. Approvato con delibera di C.C. n. 63 del 28.10.2009.

COMUNE DI LEVERANO. Prov. LE. Approvato con delibera di C.C. n. 63 del 28.10.2009. COMUNE DI LEVERANO Prov. LE REGOLAMENTO COMUNALE ECOFESTE Approvato con delibera di C.C. n. 63 del 28.10.2009. 1 REGOLAMENTO COMUNALE ECOFESTE INDICE ART 1 - PRINCIPI E FINALITA GENERALI Pag. 3 a. Principi

Dettagli

DOMANDA DI AUTORIZZAZIONE PER L APERTURA O IL TRASFERIMENTO DI PUBBLICO ESERCIZIO

DOMANDA DI AUTORIZZAZIONE PER L APERTURA O IL TRASFERIMENTO DI PUBBLICO ESERCIZIO DOMANDA DI AUTORIZZAZIONE PER L APERTURA O IL TRASFERIMENTO DI PUBBLICO ESERCIZIO Marca da bollo 14,62 Al Comune di Crema Il/La sottoscritt nat_ a il prov. cittadinanza residente a via n. C.F. tel. fax

Dettagli

COMUNE DI NOGARA Provincia di Verona REGOLAMENTO COMUNALE ECOFESTE. Approvato con delibera n

COMUNE DI NOGARA Provincia di Verona REGOLAMENTO COMUNALE ECOFESTE. Approvato con delibera n COMUNE DI NOGARA Provincia di Verona REGOLAMENTO COMUNALE ECOFESTE Approvato con delibera n del REGOLAMENTO COMUNALE ECOFESTE INDICE ART 1 - PRINCIPI E FINALITA GENERALI Principi fondativi e valori etici

Dettagli

DOMANDA DI AMMISSIONE ALLE AGEVOLAZIONI PER FAVORIRE L OCCUPAZIONE GIOVANILE ANCHE CON IL SOSTEGNO DI NUOVE INIZIATIVE IMPRENDITORIALI

DOMANDA DI AMMISSIONE ALLE AGEVOLAZIONI PER FAVORIRE L OCCUPAZIONE GIOVANILE ANCHE CON IL SOSTEGNO DI NUOVE INIZIATIVE IMPRENDITORIALI Marca da Bollo 16,00 DOMANDA DI AMMISSIONE ALLE AGEVOLAZIONI PER FAVORIRE L OCCUPAZIONE GIOVANILE ANCHE CON IL SOSTEGNO DI NUOVE INIZIATIVE IMPRENDITORIALI Legge regionale 23 marzo 1995, n 12 e s.m.i.

Dettagli

Cenni normativi e ottimizzazione ciclo di gestione reflui e scarti industriali

Cenni normativi e ottimizzazione ciclo di gestione reflui e scarti industriali Cenni normativi e ottimizzazione ciclo di gestione reflui e scarti industriali 24 gennaio 2013 Definizioni Cosa sono gli scarti di produzione o residui industriali (NON acque reflue industriali o rifiuti)

Dettagli

In data.. TRA PREMESSO

In data.. TRA PREMESSO i.e.s. CONVENZIONE PER IL CONFERIMENTO DEI RIFIUTI URBANI, SPECIALI NON PERICOLOSI E PERICOLOSI AI SENSI DEL D.LGS. 03/04/2006 N.152 ARTICOLO 188 COMMA 2 LETTERA C). In data.. TRA AnconAmbiente S.p.A.

Dettagli

attività commerciali vendita della stampa quotidiana e periodica modello 2_15_01

attività commerciali vendita della stampa quotidiana e periodica modello 2_15_01 N. identificativo marca da bollo La marca da bollo deve essere annullata e conservata in originale dal soggetto interessato AL COMUNE DI MONTE SAN SAVINO U Sportello Unico per le Attività Produttive Corso

Dettagli

SICUREZZA SUL LAVORO: CHE FARE?

SICUREZZA SUL LAVORO: CHE FARE? Via Cesare Battisti n. 19 TERRALBA (OR) C.F./P.IVA 01042940955 CORSI AREA SICUREZZA NEI LUOGHI DI LAVORO SICUREZZA SUL LAVORO: CHE FARE? CORSO DI FORMAZIONE GENERALE DEI LAVORATORI OBBLIGHI E ADEMPIMENTI

Dettagli

DENUNCIA L INIZIO DELL ATTITA Ai sensi dell art.19 della Legge n 241/90

DENUNCIA L INIZIO DELL ATTITA Ai sensi dell art.19 della Legge n 241/90 AL SIG. SINDACO DEL COMUNE DI Oggetto: Denuncia di Manifestazione occasionale di pubblico spettacolo / somministrazione temporanea di alimenti e bevande in occasione di festa, fiera, sagra, altra manifestazione

Dettagli

l sottoscritt nat a il residente a in via n. codice fiscale P.IVA in qualità di organizzatore della manifestazione per conto di, CHIEDE

l sottoscritt nat a il residente a in via n. codice fiscale P.IVA in qualità di organizzatore della manifestazione per conto di, CHIEDE Marca da bollo RICHIESTA RILASCIO LICENZA DI PUBBLICA SICUREZZA PER LO SVOLGIMENTO DI MANIFESTAZIONI SPETTACOLI TRATTENIMENTI (che non richiedono l'intervento della Commissione Provinciale di Vigilanza

Dettagli

6. COORDINAMENTO E VALUTAZIONE DEI RISCHI DA INTERFERENZE

6. COORDINAMENTO E VALUTAZIONE DEI RISCHI DA INTERFERENZE Pagina 1 di 5 1. PREMESSA Il presente documento è parte integrante della documentazione contrattuale viene allegato alla documentazione inviata agli offerenti in fase di selezione e deve essere firmata

Dettagli

DELEGAZIONE DI PAGAMENTO

DELEGAZIONE DI PAGAMENTO Copia originale per UNICREDIT INFORMAZIONI EUROPEE DI BASE SUL CREDITO AI CONSUMATORI DELEGAZIONE DI PAGAMENTO 1. identità e contatti del finanziatore/intermediario DEL CREDITO Finanziatore UniCredit S.p.A.

Dettagli

REGOLAMENTO GRUPPO COMUNALE VOLONTARI DI PROTEZIONE CIVILE G.C.V.P.V.

REGOLAMENTO GRUPPO COMUNALE VOLONTARI DI PROTEZIONE CIVILE G.C.V.P.V. COMUNE DI ROCCARAINOLA PROVINCIA DI NAPOLI REGOLAMENTO GRUPPO COMUNALE VOLONTARI DI PROTEZIONE CIVILE G.C.V.P.V. Il presente atto abroga e sostituisce il precedente regolamento approvato con delibera di

Dettagli

Città di Potenza Unità di Direzione Polizia Municipale --- * * * * * ---

Città di Potenza Unità di Direzione Polizia Municipale --- * * * * * --- Città di Potenza Unità di Direzione Polizia Municipale --- * * * * * --- REGOLAMENTO PER L INSTALLAZIONE E L UTILIZZO DI IMPIANTI DI VIDEOSORVEGLIANZA NEL TERRITORIO COMUNALE (approvato con Delibera di

Dettagli

Prot. n. 552838 Al Comune di Guidonia Settore Commercio e Trasporti Via Roma 145 00012 GUIDONIA (RM)

Prot. n. 552838 Al Comune di Guidonia Settore Commercio e Trasporti Via Roma 145 00012 GUIDONIA (RM) Roma, 23 maggio 2003 Ufficio D2- Disciplina del commercio Prot. n. 552838 Al Comune di Guidonia Settore Commercio e Trasporti Via Roma 145 00012 GUIDONIA (RM) Oggetto: Legge 25 agosto 1991, n. 287. Apertura

Dettagli

SOMMINISTRAZIONE DI ALIMENTI E BEVANDE SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA

SOMMINISTRAZIONE DI ALIMENTI E BEVANDE SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA Mod. SCIA adeguato alla L.122/2010 (Agg 11/2010) AVVIO ATTIVITÀ NON SOGGETTE A PROGRAMMAZIONE SOMMINISTRAZIONE DI ALIMENTI E BEVANDE SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA Al Comune di Ai sensi del

Dettagli

LIBERALIZZAZIONE DEL MERCATO E I CONSUMATORI FINALI

LIBERALIZZAZIONE DEL MERCATO E I CONSUMATORI FINALI Cosa vuole dire che il mercato del gas è "libero"? Con chi avrà rapporti contrattuali il cliente finale? Con la liberalizzazione cambierà la qualità del servizio? Cosa fa il distributore? Cosa fa il venditore?

Dettagli

DOMANDA DI AUTORIZZAZIONE ALLO SCARICO

DOMANDA DI AUTORIZZAZIONE ALLO SCARICO AL DIRIGENTE DEL SETTORE ECOLOGIA/AMBIENTE DEL COMUNE DI Per il tramite del SUAP del Comune di DOMANDA DI AUTORIZZAZIONE ALLO SCARICO di acque reflue industriali, acque reflue industriali assimilate alle

Dettagli

SEGNALAZIONE CERTIFICATA INIZIO ATTIVITÀ

SEGNALAZIONE CERTIFICATA INIZIO ATTIVITÀ Allo Sportello Unico Attività Produttive del Comune di SEGNALAZIONE CERTIFICATA INIZIO ATTIVITÀ LABORATORIO ARTIGIANALE PRODUZIONE E VENDITA CIBI DA ASPORTO Il sottoscritto, Cognome: Nome: 1. Dati azienda

Dettagli

Prefettura Ufficio territoriale del Governo di Ascoli Piceno

Prefettura Ufficio territoriale del Governo di Ascoli Piceno PATTO PER LA SICUREZZA TRA LA PREFETTURA - UFFICIO TERRITORIALE DEL GOVERNO DI ASCOLI PICENO E IL COMUNE DI SAN BENEDETTO DEL TRONTO finalizzato alla realizzazione di iniziative per un governo complessivo

Dettagli

Modulo E7.02 mod. COM_38_scia_vend corrispondenza vers. 02 del 09/04/2015

Modulo E7.02 mod. COM_38_scia_vend corrispondenza vers. 02 del 09/04/2015 Allo Sportello Unico Attività Produttive del Comune di SEGNALAZIONE CERTIFICATA INIZIO ATTIVITÀ FORME SPECIALI DI VENDITA AL DETTAGLIO Vendita per Corrispondenza, Radio, Televisione o altri sistemi di

Dettagli

la valutazione dei rischi nelle costruzioni edili

la valutazione dei rischi nelle costruzioni edili COMITATO PARITETICO TERRITORIALE DI TORINO E PROVINCIA la valutazione dei rischi nelle costruzioni edili MODELLI PER LA REDAZIONE DEL DOCUMENTO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI, PIANO OPERATIVO DI SICUREZZA E

Dettagli

MINISTERO DELLA DIFESA SEGRETARIATO GENERALE DELLA DIFESA E DIREZIONE NAZIONALE DEGLI ARMAMENTI

MINISTERO DELLA DIFESA SEGRETARIATO GENERALE DELLA DIFESA E DIREZIONE NAZIONALE DEGLI ARMAMENTI MINISTERO DELLA DIFESA SEGRETARIATO GENERALE DELLA DIFESA E DIREZIONE NAZIONALE DEGLI ARMAMENTI SGD G 030 LE INVENZIONI DEI DIPENDENTI DEL MINISTERO DELLA DIFESA ROMA EDIZIONE 2015 MINISTERO DELLA DIFESA

Dettagli

già assegnatari di un alloggio di Edilizia Residenziale Pubblica (E.R.P.) di proprietà comunale chiedono

già assegnatari di un alloggio di Edilizia Residenziale Pubblica (E.R.P.) di proprietà comunale chiedono MODULO DOMANDA RICHIEDENTI da usare nel caso di scambio consensuale tra due o più richiedenti (utilizzare le copie necessarie) Marca da bollo 16,00 BANDO DI MOBILITA NEGLI ALLOGGI DI EDILIZIA RESIDENZIALE

Dettagli

CONVENZIONE PER IL COORDINAMENTO DEI SERVIZI DI POLIZIA MUNICIPALE NELL AMBITO DELL UNIONE DEI COMUNI "VALLE DEGLI IBLEI"

CONVENZIONE PER IL COORDINAMENTO DEI SERVIZI DI POLIZIA MUNICIPALE NELL AMBITO DELL UNIONE DEI COMUNI VALLE DEGLI IBLEI CONVENZIONE PER IL COORDINAMENTO DEI SERVIZI DI POLIZIA MUNICIPALE NELL AMBITO DELL UNIONE DEI COMUNI "VALLE DEGLI IBLEI" L anno 2006, addì ventitrè del mese di novembre presso la sede dell Unione dei

Dettagli

SEGNALAZIONE CERTIFICATA INIZIO ATTIVITÀ

SEGNALAZIONE CERTIFICATA INIZIO ATTIVITÀ Allo Sportello Unico Attività Produttive del Comune di SEGNALAZIONE CERTIFICATA INIZIO ATTIVITÀ INTERNET POINT PHONE CENTER ALTRE ATTIVITA SIMILARI Il sottoscritto, Cognome: Nome: 1. Dati azienda e rappresentate

Dettagli

COMUNE DI SOMMARIVA PERNO PROVINCIA DI CUNEO VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 81

COMUNE DI SOMMARIVA PERNO PROVINCIA DI CUNEO VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 81 COPIA COMUNE DI SOMMARIVA PERNO PROVINCIA DI CUNEO VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 81 OGGETTO: CONVENZIONE TRA IL COMUNE DI SOMMARIVA PERNO, LA ASSOCIAZIONE NAZIONALE CARABINIERI-SEZIONE

Dettagli

SENATO. 6 Commissione (Finanze) 5 novembre 2008 TESTO UNIFICATO PROPOSTO DALLA RELATRICE SUI DISEGNI DI LEGGE N. 414 E N. 507

SENATO. 6 Commissione (Finanze) 5 novembre 2008 TESTO UNIFICATO PROPOSTO DALLA RELATRICE SUI DISEGNI DI LEGGE N. 414 E N. 507 SENATO 6 Commissione (Finanze) 5 novembre 2008 TESTO UNIFICATO PROPOSTO DALLA RELATRICE SUI DISEGNI DI LEGGE N. 414 E N. 507 Disposizioni di contrasto al furto d identità e in materia di prevenzione delle

Dettagli

DOMANDA DI AUTORIZZAZIONE ALL APERTURA E ALL ESERCIZIO DI AGENZIA DI VIAGGIO E TURISMO (ART. 5 - L.R. N. 7 DEL 31 MARZO 2003)

DOMANDA DI AUTORIZZAZIONE ALL APERTURA E ALL ESERCIZIO DI AGENZIA DI VIAGGIO E TURISMO (ART. 5 - L.R. N. 7 DEL 31 MARZO 2003) DOMANDA DI AUTORIZZAZIONE ALL APERTURA E ALL ESERCIZIO DI AGENZIA DI VIAGGIO E TURISMO (ART. 5 - L.R. N. 7 DEL 31 MARZO 2003) MARCA DA BOLLO 14,62 Il sottoscritto nome nato a Stato: Sesso:M/F residente

Dettagli

MODELLO A1. 1. Operatore del settore alimentare. Data. Al Dipartimento Sanità Pubblica Azienda USL di Bologna

MODELLO A1. 1. Operatore del settore alimentare. Data. Al Dipartimento Sanità Pubblica Azienda USL di Bologna MODELLO A1 Data Al Dipartimento Sanità Pubblica Azienda USL di Bologna Oggetto: Notifica ai fini della registrazione ai sensi art. 6 reg. CE 852/2004 e della determina della Regione Emilia Romagna n. 9223

Dettagli

Giorgio Campolongo, consulente in acustica e presidente di Missione Rumore

Giorgio Campolongo, consulente in acustica e presidente di Missione Rumore MISSIONE RUMORE PIEMONTE ASSOCIAZIONE PIEMONTESE PER LA DIFESA DAL RUMORE Le sorgenti sonore specifiche della legge 13/09 Giorgio Campolongo, consulente in acustica e presidente di Missione Rumore Il testo

Dettagli

Università per Stranieri di Siena Livello A1

Università per Stranieri di Siena Livello A1 Unità 20 Come scegliere il gestore telefonico In questa unità imparerai: a capire testi che danno informazioni sulla scelta del gestore telefonico parole relative alla scelta del gestore telefonico la

Dettagli

ALLEGATO A REGOLAMENTO DEL COORDINAMENTO PROVINCIALE DEL VOLONTARIATO DI PROTEZIONE CIVILE

ALLEGATO A REGOLAMENTO DEL COORDINAMENTO PROVINCIALE DEL VOLONTARIATO DI PROTEZIONE CIVILE ALLEGATO A REGOLAMENTO DEL COORDINAMENTO PROVINCIALE DEL VOLONTARIATO DI PROTEZIONE CIVILE Approvato con Delibera di Consiglio n. 29 del 19 maggio 2011 INDICE REGOLAMENTO...1 Art. 1 Oggetto...1 Art. 2

Dettagli

Istruzioni di compilazione

Istruzioni di compilazione Modulo Z : Domanda di verifica della sussistenza di una quota per lavoro autonomo e di certificazione attestante il possesso di requisiti per lavoro autonomo ai sensi dell'art. 26 T.U. Immigrazione e art.

Dettagli

Richiesta risarcimento danni

Richiesta risarcimento danni Richiesta risarcimento danni Al Sindaco del Comune di Prato Il/la sottoscritto/a (nome e cognome) nato/a a il, residente a Provincia in via/piazza n. domiciliato/a in (prov. ) in via Telefono Cellulare

Dettagli

DISCIPLINARE PER L APERTURA E LA GESTIONE DI SALE GIOCHI

DISCIPLINARE PER L APERTURA E LA GESTIONE DI SALE GIOCHI DISCIPLINARE PER L APERTURA E LA GESTIONE DI SALE GIOCHI Approvato con deliberazione di G.M. n. 122 dell 1/6/2012 INDICE GENERALE CAPO I DEFINIZIONI E DISPOSIZIONI GENERALI Art. 1 Definizioni Art. 2 Ambito

Dettagli

REGOLAMENTO OGGETTI SMARRITI

REGOLAMENTO OGGETTI SMARRITI COMUNE DI PIEVE A NIEVOLE Provincia di Pistoia CORPO DI POLIZIA MUNICIPALE NUCLEO POLIZIA AMMINISTRATIVA REGOLAMENTO OGGETTI SMARRITI 1 INDICE TITOLO I DISPOSIZIONI GENERALI Art. 1: Art. 2: Art. 3: Art.

Dettagli

(compilare soltanto se il domicilio è diverso dalla residenza)

(compilare soltanto se il domicilio è diverso dalla residenza) Allegato B AGENZIE DI VIAGGIO E TURISMO: COMUNICAZIONE DI VARIAZIONI RELATIVE A STATI, FATTI E QUALITA' DEL DICHIARANTE (Legge regionale 30 marzo 1988, n. 15 e s.m.i..) Al Comune di Servizio Sviluppo Economico

Dettagli

SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA AGENZIE DI VIAGGIO E TURISMO (Legge regionale 30 marzo 1988, n. 15 e s.m.i.)

SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA AGENZIE DI VIAGGIO E TURISMO (Legge regionale 30 marzo 1988, n. 15 e s.m.i.) SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA AGENZIE DI VIAGGIO E TURISMO (Legge regionale 30 marzo 1988, n. 15 e s.m.i.) Prot. Al S.U.A.P. Il/La sottoscritto/a: Cognome Nome Data di nascita / / Luogo di

Dettagli

PROCEDURE OPERATIVE PER LA GESTIONE INTEGRATA TERRITORIALE DI PERCORSI DI ACCOGLIENZA E DI USCITA DALLA VIOLENZA

PROCEDURE OPERATIVE PER LA GESTIONE INTEGRATA TERRITORIALE DI PERCORSI DI ACCOGLIENZA E DI USCITA DALLA VIOLENZA PROCEDURE OPERATIVE PER LA GESTIONE INTEGRATA TERRITORIALE DI PERCORSI DI ACCOGLIENZA E DI USCITA DALLA VIOLENZA PREMESSO che il Servizio Associato Pari Opportunità dell Unione dei Comuni Valdichiana Senese

Dettagli

REGOLAMENTO 1 ATTIVITÀ 2 ORARI 3 SERVIZI AGGIUNTIVI OPZIONALI

REGOLAMENTO 1 ATTIVITÀ 2 ORARI 3 SERVIZI AGGIUNTIVI OPZIONALI REGOLAMENTO 1 ATTIVITÀ Il Museo mette a disposizione dei suoi piccoli frequentatori la possibilità di festeggiare il compleanno presso i propri spazi; tale possibilità è rivolta ai bambini di età compresa

Dettagli