Un Ringraziamento particolare a: Federica Pergola, Lucio Arleo, Massimo Orsi, Giovanni Sileo

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Un Ringraziamento particolare a: Federica Pergola, Lucio Arleo, Massimo Orsi, Giovanni Sileo"

Transcript

1

2

3

4 Direttore Generale: Dino Quaratino Rapporti Istituzionali: Michela De Canio Programmazione Teatro Ragazzi e Pubbliche Relazioni: Donatella Romaniello Area Comunicazione: Antonello Condelli Ufficio Stampa: Roberta Pecora Amministrazione: Maria Carlucci Segreteria: Rosa Casarolo Marketing e Promozione: Margherita Giordano Biglietterie: Rosalba Quaratino, Andrea Trivigno Responsabile Tecnico: Raffaele Perillo - Raeda Equipments Un Ringraziamento particolare a: Federica Pergola, Lucio Arleo, Massimo Orsi, Giovanni Sileo Contatti: Info&tickets: c/o secondo piano cineteatro Don Bosco Cose di teatro e musica: tel Facebook: Stagione Teatrale Potenza (Pagina Ufficiale) Cosediteatro e musica - Cosediteatro e musicab Youtube: cosediteatroemusica Twitter: cosediteatro emusica

5 Partner Istituzionali Organizzazione Consorzio Teatri Uniti di Basilicata

6 Un bravo attore non fa mai la sua entrata prima che il teatro sia pieno. - Jorge Luis Borges Guardo con stupore e con una certa ammirazione il cartellone teatrale di questa prossima stagione messo assieme dal Consorzio Teatri Uniti di Basilicata. Lo stupore nasce innanzitutto dalla qualità dell offerta, che esplora generi e tipologie anche molto diverse tra loro. Questo mi conferma quanto il teatro in Basilicata debba essere considerato un presidio culturale essenziale per le nostre piccole comunità, a volte un vero e proprio atto di resistenza. Inno all identità, alla coscienza di sé e alla scoperta dell altro. Mettere assieme gli operatori per garantire, in un tempo così difficile per l industria culturale, un cartellone condiviso come questo è la vera sfida posta in essere dal Consorzio. Che è quella di una regione in cui i territori, spesso troppo piccoli per essere autonomi, devono saper ragionare insieme mettendo in campo strategie ed azioni comuni per poter (r)esistere. Il teatro è un settore vivace perché i suoi lavoratori silenziosi amano quello che fanno, ma è giunto il tempo di dare loro la considerazione che meritano. La cultura produce Pil e benessere sociale, quella dell attore è una professione vera e seria. Il teatro, dal canto suo, deve ascoltare il mondo che lo circonda. Deve instaurare un nuovo rapporto con lo spettatore, recuperandone la centralità nella stessa azione creativa, deve riportare i giovani tra i fruitori di cartelloni più interessanti, deve lasciare spazio alle proposte più innovative sperimentando coraggiosamente i linguaggi della modernità e la fusione contemporanea degli stili e delle arti, senza rinunciare a quelle più classiche. La Regione dovrà svolgere il suo ruolo, intercettando una programmazione europea di risorse dedicate alla creatività, ma anche interloquendo con il Ministero per dare al nostro teatro lo spazio che merita. Lavorando a stretto contatto con gli operatori, nella direzione di una educazione del pubblico, fin dai più piccoli. Perché il teatro deve essere un luogo aperto, accogliente, amato, popolato. Marcello Pittella Presidente Regione Basilicata

7 Con un pizzico di rammarico, ma con altrettanto orgoglio constato come Potenza città cultura possa considerarsi una realtà consolidata, ben oltre i confini cittadini e regionali, anche in ambito teatrale con una stagione che, per qualità dei cartelloni proposti, successo di pubblico e critiche di spettatori e stampa, risulta essere il complesso di spettacoli dal vivo di maggiore impatto in città. Il rammarico di chi lascia questa esperienza dopo dieci anni di percorsi condivisi, l orgoglio di chi riconosce a questo progetto una valenza di tipo culturale nel senso più ampio della sua accezione. L obiettivo che ci si era posti all inizio di questo cammino amministrativo, e che possiamo dire di aver conseguito, è quello di superare una sorta di estemporaneità delle manifestazioni per privilegiare rassegne e lavori permanenti in grado di interessare con continuità il pubblico, favorendone un pieno e ampio coinvolgimento. E in quest ambito che si inserisce il nascente Consorzio Teatri Uniti di Basilicata, ulteriore testimonianza di come la capacità di lavorare in sinergia sia prodromo ineludibile alla felice riuscita dei progetti più ambiziosi. La Stagione Teatrale, da novembre a giugno, vedrà le tavole dei palcoscenici potentini calcate da personaggi di indubbio valore del panorama artistico nazionale, con un offerta che si avvarrà di nomi giovani e nomi affermati, per un repertorio che spazierà dal classico e al contemporaneo pensato per un pubblico eterogeneo. Gli artisti del Comic Festival, i Cantieri d arte, la rassegna Ripensamenti, di Fiaba in Fiaba e tanto altro per trascorrere insieme momenti che spero possano arricchire noi potentini singolarmente, i nostri ospiti e l intera comunità sotto tutti i punti di vista. Saluto con particolare favore gli 8 appuntamenti di Apertamente, un felice sodalizio tra teatro e musica, figlio, per così dire, di un altro matrimonio, quello tra il Consorzio Teatri Uniti di Basilicata e l Ateneo Musica Basilicata, realizzatosi grazie a sinergie fortemente volute e che, basandosi sulla esperienza e la capacità di entrambi i protagonisti, è garanzia di risultati più che lusinghieri. Vito Santarsiero Sindaco città di Potenza

8 Quante volte ho fatto questo sogno: sono seduto in teatro, al mio solito posto, in attesa che si apra il sipario: l attore deve dire la sua battuta ma non gli viene, ce l ha sulla punta della lingua ma gli sfugge. Vedo gli attori che aspettano la sua frase per rilanciare la loro e vengo preso da una paura cieca e disperata. Cerco di suggerirgli io la battuta freneticamente, che pure so che conosce e che ha già ripetuto tante volte ma non riesce a trovarla. A questo punto mi sveglio in preda al panico, con la gola stretta per l angoscia. Ho sempre avuto una grande attrazione per il teatro, da principio assolutamente istintivo e inspiegabile, poi, man mano che mi inoltravo nel suo complicato mondo, più consapevole e ragionato. Ma poiché mi considero prima di tutto un fruitore di storie, rimane per me un poco misterioso questo mio amore ostinato e indistruttibile per il teatro. Ho cominciato molto presto a leggere teatro, ed ho organizzato degli spettacoli prima ancora di assistere a delle vere e proprie rappresentazioni di compagnie professionali. Vivendolo il teatro, si scopre che ogni volta è una scommessa e il più delle volte si perde la puntata. Perché è molto difficile coagulare intorno ad un progetto tante teste pensanti, tanti corpi respiranti, tante bocche parlanti, tanti piedi, tante mani, tante invenzioni, tanta disciplina, tanta esperienza, tanta umiltà, tanta libertà, tanto talento Non conoscevo le tribolazioni molteplici del fare teatro: le sue tagliole burocratiche, i suoi raggiri professionali, le sue croste storiche, le sue trappole gerarchiche, i suoi lacci e laccioli ministeriali e regionali. Basti dire che son decenni che non esiste una legge sul teatro e che le stagioni teatrali vanno avanti per decisioni provvisorie e arbitrarie degli organi competenti. Eppure IO AMO il teatro e considero l atto rituale dell apertura del sipario un momento di grande emozione. Prima di tutto come spettatore, e poi come addetto ai lavori. Forse fare teatro significa proprio questo: vincere una paura profonda, ridare la parola ad un silenzio primordiale che ancora minaccia i nostri sogni. Si alza il sipario. Una scena che ho visto così tante volte, eppure sarà sempre nuova per me. Ed io continuo ad amare il teatro. Amo il palcoscenico, il sipario, le quinte e la platea Dino Quaratino Presidente Consorzio Teatri Uniti di Basilicata

9

10 MARTEDÌ 19 NOVEMBRE 2013 TEATRO DON BOSCO LINA SASTRI LINAPOLINA - Le stanze del cuore Spettacolo in prosa, musica e danza scritto e diretto da Lina Sastri <<Il mio nome finisce con l inizio del nome della mia città, il nome della mia città finisce con l inizio del mio nome... Linapolina. Ho provato a dirlo come un unico suono, e sembra proprio di cantare, sempre, Napoli...senza fine... E per questo che ho voluto chiamare così questo spettacolo, questo concerto in musica e parole dove racconto la mia terra con la sua musica immortale, infinita, passando, come sempre, dalla parola alla musica alla danza, in un flusso dell anima che va e viene, come il mare>>. Con queste parole la cantattrice napoletana spiega il suo spettacolo, un viaggio musicale che spazia dalla canzone napoletana alle sonorità del fado, che passa dal tango al flamenco. Affiancata sul palco da otto musicisti e un danzatore, Lina Sastri interpreta un vasto repertorio di brani e accompagna il pubblico in un affascinante giro di un mondo ideale, dove non esistono barriere linguistiche né culturali. Da Malafemmena a Maruzzella, da Era de maggio a O sole mio, fino ad arrivare ad Al fama, Corazon encatenad e The man I love. Con il bagaglio di questi anni, l artista, che da tempo ormai mescola strumenti e note per cantare la tradizione senza limitarsi alla tradizione, dà vita ad uno spettacolo che - valendosi delle sue performance e di un eccezionale orchestra, su arrangiamenti del maestro Maurizio Pica - cerca nella musica il teatro ed amalgama emozioni e linguaggi, mescolandoli all infinito, come i due nomi da cui è partita: Lina e Napoli: LiNapoLiNa

11 Lina Sastri, attrice e cantante napoletana, nel giugno 2011 è stata insignita del titolo di commendatore al merito dal Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano. Ha esordito nel cinema con La bella Otero; il primo ruolo importante è nel film Il prefetto di ferro (1977) di Pasquale Squitieri. Ha lavorato in vari film tra cui Ecce bombo di Nanni Moretti, Segreti segreti di Giuseppe Bertolucci, Mi manda Picone di Nanni Loy, L inchiesta di Damiano Damiani e Vite strozzate di Ricky Tognazzi. Ha vinto tre David di Donatello e un Nastro d argento per le sue interpretazioni. In teatro ha lavorato, tra gli altri, con Francesco Rosi, Armando Pugliese, Giuseppe Patroni Griffi. Come cantante ha pubblicato numerosi album, principalmente in napoletano. Nel 2002 ha tenuto un concerto a Yokohama in Giappone. Da questa esibizione è stato prodotto l album Live in Japan che contiene un brano interpretato in giapponese. Nell album Concerto Napoletano sono raccolte le più prestigiose e storiche canzoni napoletane del 900 interpretate dal vivo in uno spettacolo del 2005.

12 LUNEDÌ 2 DICEMBRE 2013 TEATRO FRANCESCO STABILE EGIDIA BRUNO RI-PENSAMENTI W L ITALIA NOI NON SAPEVAMO di Egidia Bruno e Marie Belotti canti a cura di Francesca Breschi Premio Internazionale Teatro dell Inclusione - Teresa Pomodoro <<Un orazione civile, un canto struggente e appassionato, uno spettacolo di contro-informazione, un urgenza teatrale di raccontare le origini di quella che Pasquale Villari, Gaetano Salvemini, Giustino Fortunato e altri chiamarono: la questione meridionale>>. Così Egidia Bruno e Marie Belotti descrivono la loro pièce teatrale. Noi non sapevamo delle tante ferite inferte al meridione in nome dell unità; non sapevamo che il brigantaggio fu una vera guerra di resistenza all esercito italiano; non sapevamo delle stragi di civili, delle fucilazioni di massa, degli stupri collettivi, dei paesi rasi al suolo, delle industrie smantellate, di tutto l oro prelevato e trasferito nel Nord Italia. Dietro le tante retoriche dell arretratezza del Regno Borbonico, in pochi sanno che in Calabria sorgeva uno dei più grandi impianti siderurgici d Italia; che la flotta navale borbonica era seconda solo a quella inglese; che da Gallipoli partivano, verso il mondo intero, navi cariche di olio d oliva; che Napoli era una delle città più all avanguardia d Europa Quasi nessuno sa che la grande emigrazione dal Sud iniziò a seguito dell Unità nazionale e non prima. La questione meridionale viene affrontata facendo luce su quegli errori e quelle responsabilità che ci hanno condotto alla situazione attuale, nella prospettiva unitaria che solo prendendosi cura di tutte le sue parti un paese può costruire il suo sviluppo. I problemi del Sud altro non sono che, in forma accentuata, i problemi dell Italia tutta. Non comprendere questo significa non aver compreso la lezione della Storia.

13 Egidia Bruno, Lucana di nascita, bolognese per studi; vive e lavora a Milano. La trasversalità caratterizza il suo percorso di attrice: dal teatro di prosa tradizionale a quello di narrazione, da quello per ragazzi ( Bambine, regia di M. Maglietta, Premio E.T.I. 96); alla televisione ( Pippo Chennedy Show ), al cinema ( Del perduto amore, regia di M. Placido); dalla radio al cabaret. Finché non diventa anche autrice dei suoi testi: Io volevo andare in America e invece so finita in India ; Non sopporto le rose blu, che sviluppa la corda a lei più congeniale, quella dell ironia. Nel 2002 vince il premio M. Troisi per la sezione Scrittura comica col racconto La mascula. Nel 2011 la svolta: pur non rinnegando i suoi trascorsi comici, scrive con M. Belotti W l Italia... Noi non sapevamo, monologo serio sulla questione meridionale. Nel 2012 il testo dello spettacolo diventa un libro edito da Rubbettino e viene presentato al Salone del Libro di Torino. W l Italia... vince il premio internazionale Teatro dell Inclusione - Teresa Pomodoro 2012.

14 LUNEDÌ 16 DICEMBRE 2013 TEATRO DON BOSCO SEBASTIANO LO MONACO - LELIA MANGANO DE FILIPPO NON E VERO MA CI CREDO di Peppino De Filippo regia Michele Mirabella Un vero e proprio classico del bagaglio drammaturgico partenopeo - ora diretto e riadattato da Michele Mirabella - Non è vero ma ci credo è l elogio della superstizione, una commedia amara incentrata sul tema delle credenze popolari e della vana illusione degli uomini di poter dominare il destino. Gervasio Savastano è un agiato imprenditore afflitto da problemi in famiglia e sul lavoro: la sorte continua a giocargli brutti tiri: la figlia, in aggiunta, si è infatuata di un giovane che il commendatore non ritiene all altezza del proprio status sociale. All improvviso, però, la fortuna sembra ricordarsi del commendator Savastano: nell azienda capita un giovane, Alberto Sammaria, e, con il suo arrivo, gli affari cominciano di colpo ad andar bene. Anche Rosina sembra aver ritrovato la serenità e il giovane di cui era innamorata è diventato un lontano ricordo. Il fatto è che il novizio aziendale ha la gobba, una magnifica gobba beneaugurante, secondo l antichissima superstizione diffusa in tutta l area mediterranea! Mirabella imposta sia la regia che lo stile recitativo recuperando i segreti intramontabili del teatro: dalla Commedia dell arte all Arte della Commedia. La pièce, giocata sui toni della farsa, non dimentica la lezione di Peppino << l intento di riallacciarsi all adattamento cinematografico interpretato da De Filippo si palesa chiaramente da alcuni elementi: dalla scelta di adattare la commedia agli anni 50, ai manierismi di Sebastiano Lo Monaco, alle infantili smancerie della figlia Rosina, alle performance di Lelia Mangano ed Antonio De Rosa, tutti perfettamente sobri e calibrati» (Francesca Bastoni, teatro.org).

15 Sebastiano Lo Monaco, diplomato all Accademia Nazionale d Arte Drammatica, prima di diventare capocomico e produttore dei suoi spettacoli, lavora in teatro anche con Enrico Maria Salerno, Salvo Randone, Adriana Asti, Annamaria Guarnieri, Giustino Durano. Con la propria compagnia produce spettacoli (nel quale è sempre protagonista) scritturando attrici come Paola Borboni e Alida Valli e registi come Giuseppe Patroni Griffi, Roberto Guicciardini e Mauro Bolognini.Tra i molti testi interpretati da Lo Monaco figurano Enrico IV, Così è se vi pare, Il berretto a sonagli, Questa sera si recita a soggetto, Sei personaggi in cerca d autore, Non si sa come di Luigi Pirandello, Cyrano de Bergerac di Edmond Rostand, Uno sguardo dal ponte di Arthur Miller, Otello di William Shakespeare. In televisione è tra gli interpreti de La piovra 9, Un prete tra noi. Al cinema ha lavorato, tra gli altri, con Pupi Avati (Festa di laurea), Roberto Faenza (I Vicerè), Giuseppe Tornatore (Baarìa). Lelia Mangano De Filippo, compagna di vita e d arte di Peppino De Filippo, oggi anche presidente della Fondazione Peppino De Filippo (costituita nel 2002) conobbe Peppino in quanto attrice di palcoscenico e lo sposò a Sali Vercellese nel giugno del La sua principale attività, anche in campo cinematografico, è quella di interprete e tra i lavori più interessanti possiamo citare la partecipazione proprio al film Non è vero ma ci credo (1980) di Giancarlo Nicotra e Peppino De Filippo.

16 MARTEDÌ 7 GENNAIO 2014 TEATRO DON BOSCO SERGIO RUBINI, MICHELE PLACIDO ZIO VANJA di Anton Cechov regia Marco Bellocchio e con Pier Giorgio Bellocchio Un Cechov umanissimo, questo spettacolo costruito dalla regia di Marco Bellocchio che si avvale delle interpretazioni di Sergio Rubini e di Michele Placido. I due attori danno vita alla coppia più conflittuale, più popolare e più meridionale cui mai una commedia del russo Anton Cechov abbia fatto ricorso. Il primo nel ruolo del titolo, Vanja, il generoso e rassegnato amministratore di una tenuta di campagna, e il secondo nei panni dell accademico in pensione Serebrjakov, proprietario della tenuta. Afferma Placido: ho trovato giusta per me la parte del vecchio intellettuale, alle prese con un Sergio Rubini fuori dagli schemi, un po clown tragico.... Zio Vanja è uno dei capolavori assoluti del teatro cechoviano, in cui si intrecciano le monotone conversazioni e le banalissime vicende di un gruppetto di personaggi. La ricostruzione minuziosa di atmosfere sospese e vagamente inquietanti; l indifferenza abulica dei personaggi intorno agli eventi; l indefinito senso di attesa di una catastrofe incombente rendono questo testo una geniale anticipazione della drammaturgia novecentesca. La trama ha inizio nella casa di campagna ereditata dal professor Serebrjakov, cognato di zio Vanja e padre di Sonia. La prima moglie, sorella di Vanja, è deceduta e il professore si è risposato con Helena. Tra amori e vicissitudini di vario genere, Serebrjakov comunica a Vanja che è intenzionato a vendere il podere e questo fa trascendere il povero zio Coraggioso, puntuale, deciso Marco Bellocchio firma un altra regia forte e complessa.

17 Michele Placido, attore, regista e sceneggiatore italiano. Suo padre Beniamino è originario di Rionero in Vulture e, dalla parte paterna, Michele è discendente del famoso brigante lucano Carmine Crocco. Debutta in teatro nel 1970 col regista Luca Ronconi, nella trasposizione teatrale dell Orlando Furioso di Ludovico Ariosto. Dopo la partecipazione televisiva ne Il Picciotto (1973), nel 1974 entrò nel mondo del cinema. Ha lavorato con Damiano Damiani (La Piovra); Marco Risi (Mery per sempre), ha interpretato Giovanni Falcone nell omonimo film di G. Ferrara. Negli anni novanta ha interpretato anche Lamerica (1994) di Gianni Amelio, Padre e figlio (1994) di Pasquale Pozzessere, La lupa (1996) di Gabriele Lavia Tra le sue ultime prove d attore Il caimano di Nanni Moretti (2006), Baarìa di Tornatore (2009). Come regista ricordiamo Pummarò, sul problema dello sfruttamento lavorativo degli extracomunitari; Le amiche del cuore (1992), Un eroe borghese (1995), Del perduto amore (1998), Romanzo criminale (2005), storia della banda della Magliana, grande successo in Italia e alla Berlinale Sergio Rubini grande appassionato di teatro, vanta esperienze con importanti registi quali Antonio Calenda, Gabriele Lavia, Enzo Siciliano ed Ennio Coltorti. Dopo alcune esperienze radiofoniche, esordisce sul grande schermo nel 1985 con Figlio mio infinitamente caro, a cui faranno seguito Desiderando Giulia e Il caso Moro. Nel 1987 svolge i provini, ottenendo con sua grande sopresa la parte del giovane Fellini, nella pellicola Intervista. Il primo ruolo da protagonista è nell opera prima di Giuseppe Piccioni: Il grande Blek. La svolta artistica è nel 1989, anno in cui incontra l autore e sceneggiatore Umberto Marino, con cui inizierà un lungo e fecondo sodalizio artistico. Nel 1990 esordisce come regista in La stazione, film tratto da un opera teatrale di Marino con cui viene premiato al Festival di Venezia. Seguono Il viaggio della sposa (1997), Tutto l amore che c è (2000), L anima gemella (2002), L amore ritorna (2004), L uomo nero (2009). Con Gabriele Salvatores gira Nirvana, Denti e Amnèsia, ma lavora anche con tutti i registi del momento: da Giuseppe Piccioni a Carlo Verdone, da Tornatore alla Archibugi, da D Alatri a Veronesi

18

19

20 VENERDÌ 17 GENNAIO 2014 TEATRO FRANCESCO STABILE ULDERICO PESCE moro. La strage di via Fani scritto da Ferdinando Imposimato e Ulderico Pesce interventi in video del giudice Ferdinando Imposimato interpretato e diretto da Ulderico Pesce Sulla scena i momenti più terribili della nostra storia repubblicana. Ulderico Pesce recita da mattatore la storia ancora tutta da chiarire del caso Moro. Il racconto parte dai fatti del 16 marzo 1978, quando fu rapito Aldo Moro e furono uccisi gli uomini della scorta: Raffaele Iozzino, Francesco Zizzi, Domenico Ricci, Giulio Rivera e Oreste Leonardi. Raffaele Iozzino fu l unico a sparare due colpi di pistola contro i terroristi, prima di morire. Era di Casola di Napoli e proveniva da una famiglia di contadini. Alla Cresima aveva avuto in regalo dal fratello un orologio. Lo stesso orologio che suo fratello Ciro vide spuntare, in televisione, da un lenzuolo bianco che copriva un corpo morto Il dolore di Ciro, protagonista dello spettacolo, diventa rabbia, e questa rabbia lo spinge a rintracciare il giudice Imposimato, titolare dei primi processi sul caso Moro, che nello spettacolo compare in video interagendo con il protagonista. Sarà il rapporto tra Ciro e il giudice a rendere chiaro che ad uccidere Moro e la sua scorta furono i più alti esponenti dello Stato italiano, con la collaborazione dei Servizi segreti americani.<<ulderico Pesce recita con passione. Racconta il dolore, l angoscia, i lunghi silenzi, il dramma. Chiede ad alta voce risposte che non arrivano. Le luci si accendono e si spengono, regolano gli alti e i bassi della storia, le luci e le tante ombre. Le immagini lacerano la mente e il cuore, mentre Pesce con il suo monologo ti lega alla sedia, ti fa diventare parte della storia, ti rapisce.>>(vincenzo Diego). <<Ulderico Pesce è un attore come ce ne sono pochi, un artista impossibile che sarebbe piaciuto a Italo Calvino, un raccontatore tenace che avrebbe colpito Natalia Ginzburg, un conferenziere poetico che avrebbe incuriosito Pasolini>>(Rodolfo di Gianmarco, La Repubblica).

21 Ulderico Pesce è nato a Rivello (PZ). Si è diplomato come attore presso l Istituto del Dramma Antico di Siracusa e poi come regista presso l Accademia d Arte Drammatica di Mosca. Dirige il Centro Mediterraneo delle Arti. In teatro ha lavorato con registi quali Walter Pagliaro, Giancarlo Sbragia, Carmelo Bene, Antonio Calenda, Gabriele Lavia, Luca Ronconi; Ha partecipato a tante fiction televisive, tra cui: Un medico in famiglia -Il destino ha quattro zampe -La squadra -Raccontami. Da anni ormai firma delle regie teatrali che hanno ottenuto premi e riconoscimenti (ricordiamo Novecento di Alessandro Baricco; Contadini del sud, da testi di Rocco Scotellaro e Amelia Rosselli) e scrive testi teatrali di denuncia sociale, come per esempio: L innaffiatore del cervello di Passannante; Storie di scorie: il pericolo nucleare italiano (vincitore dei seguenti premi: PREMIO FRANCO ENRIQUEZ 2008 per un teatro e una comunicazione d impegno civile; PREMIO CALANDRA 2008; PREMIO NAZIONALE LEGAMBIENTE 2005); FIATo sul collo: i 21 giorni di lotta degli operai della Fiat di Melfi, con cui ha vinto il Premio Marisa Fabbri sez. Premio Riccione Teatro 2005.

22 SABATO 25 GENNAIO 2014 TEATRO FRANCESCO STABILE ANTONIA LISKOVA NEL NOME DI CHI? Dentro i muri del Vaticano di Gabriele Guidi e Ennio Speranza regia Gabriele Guidi All interno di uno spazio scenico quasi surreale, una donna (della quale si scoprirà gradualmente la reale identità) si muove con energia, sofferenza e commozione, rivolgendosi ad una persona che ha di fronte (e che all inizio è anch essa sconosciuta). Senza mai mettere in discussione la propria fede, con un approccio pacato, ma deciso, la Liskova dà vita ad uno spettacolo di denuncia che è il risultato di mesi di ricerche e di studio: un attenta analisi sull operato degli organi direttivi del Vaticano negli ultimi decenni. Non un testo contro un istituzione in quanto tale, ma uno spettacolo che espone eventi reali, accaduti a scapito dei fedeli stessi e della comunità cattolica, che non si riconosce più in certe vicende dello Stato Pontificio. Una trama forte che affronta temi attualissimi come la pedofilia, i beni immobili della Chiesa, lo IOR, senza però dimenticare le molteplici opere di carità, i tanti piccoli grandi sacerdoti che lealmente si dedicano a molte comunità e gli oltre 800 missionari caduti sul campo negli ultimi venti anni. Il teatro civile trasforma quindi il palcoscenico in un luogo capace di indurre nel pubblico una forte esigenza di riflessione, abbinando all emozione del palco un messaggio più profondo, in grado di generare un senso di appartenenza ed identificazione. Una pagina teatrale (e di storia) irreprensibile ed elegante, con momenti di cronaca dura, ma anche molti frangenti emotivi.

23 Antonia Liskova nata in Slovacchia, a 18 anni si trasferisce in Italia. Lavora prima come modella e in campo pubblicitario, per poi intraprendere la carriera d attrice, alternandosi tra cinema e televisione. Tra i suoi numerosi lavori televisivi ricordiamo: la serie tv Incantesimo 6 (2003); Don Matteo 2; I figli strappati (2006) e Caccia segreta (2007). Nel 2008 ha ottenuto un candidatura ai David di Donatello come migliore attrice protagonista per Riparo di Marco Puccioni. Nel 2010 è stata protagonista, in coppia con Emilio Solfrizzi, della seconda serie di Tutti pazzi per amore, interpretando il ruolo che nella prima stagione era di Stefania Rocca. Nell aprile 2012 il suo debutto in teatro con Il gioco dell amore e del caso, di Marivaux. Al cinema ha lavorato, tra gli altri, con Giuseppe Piccioni (Giulia non esce la sera) Carlo Verdone (C era un cinese in coma). Al Festival du Cinéma Italien d Annecy (2007) ha ottenuto il Prix d Interprétation Féminine per il suo ruolo nel film Riparo; mentre come migliore attrice televisiva dell anno 2012 ha ricevuto il Premio Flaiano per il film di Rai Uno Troppo amore.

24 VENERDÌ 31 GENNAIO 2014 TEATRO FRANCESCO STABILE LES ENFANTS TERRIBLES TOGHE ROSSO SANGUE uno spettacolo di Francesco Marino scritto da Giacomo Carbone, ispirato da Paride Leporace con Francesco Marino, Emanuela Valiante, Diego Migeni, Sebastiano Gavasso Con il patrocinio dell Associazione Nazionale Magistrati Dalla morte della giustizia alla giustizia della morte una linea rossa, del rosso del sangue, unifica tristemente l Italia nella sua storia più cupa. Nell arco di 25 anni, dal 1969 al 1994, 27 magistrati italiani hanno perso la vita per mano della mafia, della ndrangheta, del terrorismo rosso, di quello nero, di soliti ignoti o di tristemente noti. Con pochissime eccezioni, oltre alla pena di morte decretata dai mandanti e decantata dagli esecutori, tali magistrati hanno subito una nuova morte: l oblio. Per rendere giustizia a questi martiri della Giustizia nasce Toghe rosso sangue, di Giacomo Carbone. Ispirato all omonimo libro di Paride Leporace, fondatore del quotidiano Calabria Ora e ex-direttore del Quotidiano della Basilicata, tutt ora presidente della Lucana Film Commission. La storia di questi giudici attraversa la storia dell Italia: dagli errori giudiziari verso il singolo cittadino ai processi sommari dei Nuclei Armati Rivoluzionari, dal Padrino di Coppola e Brando alla Magliana di Placido e Scamarcio, dalle micce corte di Prima Linea ai lunghi strascichi di Via D Amelio, dalla sabbia e dal vento della Calabria alle vendette delle ndrine per le vie della grigia Torino, dalle stragi di Stato allo stato di scomparso di Paolo Adinolfi. Quattro voci, quattro attori, quattro anime avvolte da un atmosfera tra il realismo e il noir e da una scenografia essenziale, che mirano con rabbia e con amore ad un teatro che non spettacolarizza ma, senza condanne né valutazioni politiche, silenziosamente grida un omaggio a uomini morti nell adempimento del loro dovere: un omaggio al loro senso dello Stato. Un vecchio Stato di appena 150 anni.

25 Novità in cartellone - Fuori abbonamento Les Enfants Terribles La compagnia nasce nel 2005, con l obiettivo di creare nuovi percorsi e linguaggi che contribuiscano a promuovere e incentivare la proposta teatrale ed ad arricchire il dialogo e il confronto culturale. Nel 2005 produce lo spettacolo La Gente è Matta di Marcello Isidori (spettacolo itinerante nei centri storici) Nell aprile 2006 debutta con lo spettacolo In Casa del Giudice di Marcello Isidori (recitato in appartamento). In Calabria presso il Teatro Comunale di Cassano Jonio (CS), e nel Lazio - presso il Teatro Comunale di Monte Romano (VT). Nello stesso anno mette in scena un adattamento di La guerra di Troia non si farà di Jean Giraudoux (recitato nei siti archeologici). Nel 2008 con Davide e il Lupo, scritto diretto e interpretato da Francesco Marino, ritorna in teatro. Sempre nel 2008 I Racconti del Pianerottolo, uno spettacolo itinerante, in cui gli attori interpretano i loro personaggi sulla soglia di casa. I vari angoli di un centro storico diventano così luogo scenico per situazioni di vita. Nel 2009 ha prodotto la seconda edizione de I Racconti del Pianerottolo e I Sibariti. Zorro è morto (2010) di Daniela Ariano. Regia F. Marino con C. Ettorre, S. Gavasso, M. Poltroni. Nel 2010 vengono prodotti Ma l Amor mio non Muore, sulla dignità e sull amore e Dante nelle Grotte, progetto speciale per le grotte di Sant Angelo, Cassano allo Ionio. Nel 2011 vinene portato in scena Toghe Rosso Sangue ispirato all omonimo libro di Paride Leporace.

26 MERCOLEDÌ 5 FEBBRAIO 2014 TEATRO DON BOSCO ADRIAN ARAGON E ERICA BOAGLIO PASIONES TANGO Y MUSICAL Coreografie di Adrian Aragon e Erica Boaglio La magia e l emozione del tango, l energia e la sensualità dei corpi, il ritmo travolgente di uno spettacolo che riprende e rinnova la formula del tango in musical: ecco il segreto del grande successo di Pasiones Tango y Musical. Erica Boaglio e Adrian Aragon, insieme alla loro Pasiones Company, ci accompagnano in un nuovo appassionante viaggio verso l anima argentina, in bilico tra seduzione e sogno, eros e romanticismo, tradizione e modernità. Tango, danza popolare e moderna, musica, canto, in uno spettacolo di grande impatto emotivo, struggente e allegro; un inestricabile groviglio di sensazioni da cui emerge lo straordinario talento della compagnia. L amore, la seduzione, la notte, gli incontri, le feste, il calcio: tutto questo è Pasiones: il tango contaminato dal musical e dai balli di strada che racconta l argentina di oggi. Lo spettacolo segna infatti l inizio di una nuova forma di musical argentino, che rompe definitivamente con le tradizionali rappresentazioni del tango, per creare un evento assolutamente unico, dove i temi originali della colonna sonora (creati da Esteban Gutiérrez e Luis Corallini) danno forza e personalità all opera e i classici di Astor Piazzolla e Carlos Gardel completano la delicata scaletta dello spettacolo.

23 APRILE 2015 L IDEA

23 APRILE 2015 L IDEA IL PROGETTO 23 APRILE 2015 L IDEA Il 23 aprile è la Giornata mondiale del libro e del diritto d autore, è il giorno di San Giorgio a Barcellona, è il giorno della World Book Night in Inghilterra, è il

Dettagli

GRUPPO TEATRALE STAGIONE TEATRALE 2011-2012

GRUPPO TEATRALE STAGIONE TEATRALE 2011-2012 GRUPPO TEATRALE STAGIONE TEATRALE 2011-2012 Che gibilée per quatter ghej! Con tutt el ben che te voeuri Il mercante di schiavi Qui si fa l Italia L ultimo arrivato e tutti sognano Chi la fa la spunti Chi

Dettagli

Parte Prima: DALL MASCHERA NEUTRA AL NASO ROSSO: L attore alla scoperta del proprio Clown. di Giovanni Fusetti

Parte Prima: DALL MASCHERA NEUTRA AL NASO ROSSO: L attore alla scoperta del proprio Clown. di Giovanni Fusetti Giovanni Fusetti racconta il ruolo del Clown nella sua pedagogia teatrale Articolo apparso sulla rivista del Piccolo Teatro Sperimentale della Versilia Parte Prima: DALL MASCHERA NEUTRA AL NASO ROSSO:

Dettagli

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti,

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, si è conclusa con una lezione aperta per i genitori.

Dettagli

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI La mia casa ideale è vicino al mare. Ha un salotto grande e luminoso con molte poltrone comode e un divano grande e comodo.

Dettagli

Proposta per un Nuovo Stile di Vita.

Proposta per un Nuovo Stile di Vita. UNA BUONA NOTIZIA. I L M O N D O S I P U ò C A M B I A R E Proposta per un Nuovo Stile di Vita. Noi giovani abbiamo tra le mani le potenzialità per cambiare questo mondo oppresso da ingiustizie, abusi,

Dettagli

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a Ci situiamo Probabilmente alla tua età inizi ad avere chiaro chi sono i tuoi amici, non sempre è facile da discernere. Però una volta chiaro,

Dettagli

Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro

Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro Il romanzo Tra donne sole è stato scritto da Pavese quindici mesi prima della sua morte, nel 1949. La protagonista, Clelia, è una

Dettagli

Adorazione Eucaristica. Dio ci ama

Adorazione Eucaristica. Dio ci ama Adorazione Eucaristica a cura di Don Luigi Marino Guida: C è un esperienza che rivela il potere unificante e trasformante dell amore, ed è l innamoramento, descritto in modo splendido nel Cantico dei Cantici.

Dettagli

Sac. Don Giuseppe Pignataro. L oratorio: centro del suo cuore

Sac. Don Giuseppe Pignataro. L oratorio: centro del suo cuore Sac. Don Giuseppe Pignataro L oratorio: centro del suo cuore L'anima del suo apostolato di sacerdote fu l'oratorio: soprattutto negli anni di Resina, a Villa Favorita per circa un decennio, dal 1957 al

Dettagli

Gira gira il mestolo NIDO INFANZIA POLLICINO. Documentazione Progetto per lo Sviluppo e l Apprendimento a/s 2012/13

Gira gira il mestolo NIDO INFANZIA POLLICINO. Documentazione Progetto per lo Sviluppo e l Apprendimento a/s 2012/13 Gira gira il mestolo NIDO INFANZIA POLLICINO Documentazione Progetto per lo Sviluppo e l Apprendimento a/s 2012/13 INDICE Le tante facce della documentazione Pag.3 Il progetto per lo sviluppo e l apprendimento

Dettagli

Destinatari: adulti/giovani adulti di diversa provenienza linguistica e culturale che imparano l italiano in contesto L2 o LS

Destinatari: adulti/giovani adulti di diversa provenienza linguistica e culturale che imparano l italiano in contesto L2 o LS MA IL CIELO È SEMPRE PIÙ BLU di Rino Gaetano Didattizzazione di Greta Mazzocato Univerisità Ca Foscari di Venezia Destinatari: adulti/giovani adulti di diversa provenienza linguistica e culturale che imparano

Dettagli

Dalla lettura di una poesia del libro di testo. Un ponte tra i cuori

Dalla lettura di una poesia del libro di testo. Un ponte tra i cuori 1 Dalla lettura di una poesia del libro di testo Un ponte tra i cuori Manca un ponte tra i cuori, fra i cuori degli uomini lontani, fra i cuori vicini, fra i cuori delle genti, che vivono sui monti e sui

Dettagli

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Rilevazione degli apprendimenti PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Anno Scolastico 2011 2012 PROVA DI ITALIANO Scuola Primaria Classe Seconda Spazio per l etichetta autoadesiva ISTRUZIONI

Dettagli

Tavola n. 20 Titolo: Peccato che sia una puttana Anno di produzione 2014 Tecnica mista su cartoncino Dimensioni: 55 cm x 34,5 Costo: 2850 euro

Tavola n. 20 Titolo: Peccato che sia una puttana Anno di produzione 2014 Tecnica mista su cartoncino Dimensioni: 55 cm x 34,5 Costo: 2850 euro Tavola n. 20 Titolo: Peccato che sia una puttana Dimensioni: 55 cm x 34,5 Costo: 2850 euro Tavola n. 30 Titolo: Presunte avventure di Lucrezia e Cesare Dimensioni: 50 cm x 35 cm Costo: 2625 euro Tavola

Dettagli

www.maestramary.altervista.org

www.maestramary.altervista.org Premessa ed obiettivi Il progetto "dietro le quinte" La drammatizzazione è la forma più conosciuta e diffusa di animazione nella scuola. Nell'uso più comune con il termine drammatizzazione si intendono

Dettagli

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso LIBERI PENSIERI PER LIBERI SENTIMENTI La riflessione circa In viaggio verso l incontro come ci è stato proposto, nasce attorno alla lettura del romanzo : C è nessuno?

Dettagli

5ª tappa L annuncio ai Giudei

5ª tappa L annuncio ai Giudei Centro Missionario Diocesano Como 5 incontro di formazione per commissioni, gruppi e associazioni missionarie 3 anno Febbraio 09 Paolo: la Parola di Dio non è incatenata 5ª tappa L annuncio ai Giudei Pagina

Dettagli

CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO

CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO Art. 1 - L, con sede sociale in Villaricca (Napoli), alla

Dettagli

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE AzioneCattolicaItaliana ACR dell ArcidiocesidiBologna duegiornidispiritualitàinavvento CONMARIA PREPARIAMOCIADACCOGLIEREILSIGNORE Tutta l Azione Cattolica ha come tema dell anno l accoglienza. Anche la

Dettagli

Livello CILS A2. Test di ascolto

Livello CILS A2. Test di ascolto Livello CILS A2 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

Meno male che c è Lucky!!! La missione del W.F.P. in Madagascar. Classe IV. Maestre: Cristina Iorio M. Emanuela Coscia

Meno male che c è Lucky!!! La missione del W.F.P. in Madagascar. Classe IV. Maestre: Cristina Iorio M. Emanuela Coscia Scuola Primaria Istituto Casa San Giuseppe Suore Vocazioniste Meno male che c è Lucky!!! La missione del W.F.P. in Madagascar Classe IV Maestre: Cristina Iorio M. Emanuela Coscia È il 19 febbraio 2011

Dettagli

DALL ALTRA PARTE DEL MARE

DALL ALTRA PARTE DEL MARE PIANO DI LETTURA dai 9 anni DALL ALTRA PARTE DEL MARE ERMINIA DELL ORO Illustrazioni di Giulia Sagramola Serie Arancio n 149 Pagine: 128 Codice: 566-3278-1 Anno di pubblicazione: 2013 L AUTRICE La scrittrice

Dettagli

DIALOGHI SUL COMPORRE

DIALOGHI SUL COMPORRE TORRI DELL ACQUA 2 workshop di composizione assistita da computer. Seminari, lezioni e concerti dal 28 al 30 dicembre presso le Torri dell'acqua di Budrio Il fondamentale ruolo interpretato dalle Torri

Dettagli

33. Dora perdona il suo pessimo padre

33. Dora perdona il suo pessimo padre 33. Dora perdona il suo pessimo padre Central do Brasil (1998) di Walter Salles Il film racconta la storia di una donna cinica e spietata che grazie all affetto di un bambino ritrova la capacità di amare

Dettagli

PRUEBA COMÚN PRUEBA 201

PRUEBA COMÚN PRUEBA 201 PRUEBA DE ACCESO A LA UNIVERSIDAD MAYORES DE 25 Y 45 AÑOS PRUEBA COMÚN PRUEBA 201 PRUEBA 2013ko MAIATZA MAYO 2013 L incontro con Guido Dorso Conobbi Dorso quando ero quasi un ragazzo. Ricordo che un amico

Dettagli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli Siamo abituati a pensare al Natale come una festa statica, di pace, tranquillità, davanti

Dettagli

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime Indice Introduzione 7 La storia delle rose: quando la mamma parte 9 Il bruco e la lumaca: quando i genitori si separano 23 La campana grande e quella piccola: quando nasce il fratellino 41 La favola del

Dettagli

DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI. Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013

DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI. Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013 DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013 Cari catechisti, buonasera! Mi piace che nell Anno della fede ci

Dettagli

Ci relazioniamo dunque siamo

Ci relazioniamo dunque siamo 7_CECCHI.N 17-03-2008 10:12 Pagina 57 CONNESSIONI Ci relazioniamo dunque siamo Curiosità e trappole dell osservatore... siete voi gli insegnanti, mi insegnate voi, come fate in questa catastrofe, con il

Dettagli

DA CHE PARTE STARE. dagli 11 anni ALBERTO MELIS

DA CHE PARTE STARE. dagli 11 anni ALBERTO MELIS PIANO DI LETTURA dagli 11 anni DA CHE PARTE STARE ALBERTO MELIS Illustrazioni di Paolo D Altan Serie Rossa n 78 Pagine: 144 Codice: 566-3117-3 Anno di pubblicazione: 2013 L AUTORE Alberto Melis, insegnante,

Dettagli

Tredici fotografi per un itinerario pasoliniano (e altre storie) a cura di Italo Zannier. Savignano SI FEST 2014. di Marcello Tosi

Tredici fotografi per un itinerario pasoliniano (e altre storie) a cura di Italo Zannier. Savignano SI FEST 2014. di Marcello Tosi Tredici fotografi per un itinerario pasoliniano (e altre storie) Savignano SI FEST 2014 a cura di Italo Zannier di Io sono una forza della natura.. Io sono una forza del Passato. Solo nella tradizione

Dettagli

IL CORPO E LA SUA DANZA Primo percorso di formazione per atelieristi del movimento

IL CORPO E LA SUA DANZA Primo percorso di formazione per atelieristi del movimento Scritture di movimenti Autori bambine e bambini dai 5 ai 6 anni IL CORPO E LA SUA DANZA Primo percorso di formazione per atelieristi del movimento IL CORPO E LA SUA DANZA Incontri di studio per la formazione

Dettagli

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore.

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore. Commozione Si commuove il corpo. A sorpresa, prima che l opportunità, la ragionevolezza, la buona educazione, la paura, la fretta, il decoro, la dignità, l egoismo possano alzare il muro. Si commuove a

Dettagli

Il colore dei miei pensieri. Pierluigi De Rosa

Il colore dei miei pensieri. Pierluigi De Rosa Il colore dei miei pensieri Pierluigi De Rosa Il colore dei miei pensieri Pierluigi De Rosa 2007 Scrivere.info Tutti i diritti di riproduzione, con qualsiasi mezzo, sono riservati. In copertina: Yacht

Dettagli

Sardegna. della memoria. Collana diretta da. Romano Cannas. Gli Archivi. Su Balente e sa Emina. con Michelangelo Pira

Sardegna. della memoria. Collana diretta da. Romano Cannas. Gli Archivi. Su Balente e sa Emina. con Michelangelo Pira Sardegna Gli Archivi della memoria Collana diretta da Romano Cannas Su Balente e sa Emina con Michelangelo Pira presentazione di Bachisio Bandinu Gli Archivi della memoria Collana diretta da Romano Cannas

Dettagli

L'UOMO NEL DILUVIO uno spettacolo di Simone Amendola e Valerio Malorni

L'UOMO NEL DILUVIO uno spettacolo di Simone Amendola e Valerio Malorni Presenta L'UOMO NEL DILUVIO uno spettacolo di Simone Amendola e Valerio Malorni Premio IN-BOX 2014 LA CRITICA Uno spettacolo intenso... L'eco del diluvio è dilagata in noi con il suo fragore incontenibile

Dettagli

7ª tappa È il Signore che apre i cuori

7ª tappa È il Signore che apre i cuori Centro Missionario Diocesano Como 7 incontro di formazione per commissioni, gruppi e associazioni missionarie 3 anno Aprile 2009 Paolo: la Parola di Dio non è incatenata 7ª tappa È il Signore che apre

Dettagli

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini Associazione ALE G. dalla parte dei bambini Comune di OSNAGO AI BAMBINI E ALLE BAMBINE Il 20 novembre 1989 è entrata in vigore

Dettagli

Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano

Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano Il baseball, uno sport. Il baseball, uno sport di squadra. Il baseball, uno sport che non ha età. Il baseball, molto di più di uno sport, un MODO

Dettagli

la storia Il luogo: Accademia Brera Castello Sforzesco Piazza alla Scala Duomo Palazzo di Giustizia Università Statale Chiostri Umanitaria

la storia Il luogo: Accademia Brera Castello Sforzesco Piazza alla Scala Duomo Palazzo di Giustizia Università Statale Chiostri Umanitaria Il luogo: la storia Castello Sforzesco Accademia Brera Montenapoleone Il complesso dei Chiostri dell Umanitaria nasce insieme all adiacente Chiesa di Santa Maria della Pace, voluta da Bianca di Visconti

Dettagli

www.noinoncilasceremomai.it

www.noinoncilasceremomai.it www.noinoncilasceremomai.it Chi siamo: la storia Il progetto trae ispirazione dalla vita di Vigor Bovolenta e sua moglie Federica Lisi che hanno, con il loro amore, sfidato il destino e la vita stessa.

Dettagli

CONCERTO/ SPETTACOLO MUSICALE SULLA GRANDE GUERRA

CONCERTO/ SPETTACOLO MUSICALE SULLA GRANDE GUERRA CORO VALCAVASIA Cavaso del Tomba (TV) CONCERTO/ SPETTACOLO MUSICALE SULLA GRANDE GUERRA chi siamo Il progetto sulla grande guerra repertorio discografia recapiti, contatti Chi siamo Il coro Valcavasia

Dettagli

2 e3 anno I GIORNI DELLA TARTARUGA. ROMANZO A SFONDO SOCIALE Una storia di bullismo e disagio giovanile, appassionante e coivolgente.

2 e3 anno I GIORNI DELLA TARTARUGA. ROMANZO A SFONDO SOCIALE Una storia di bullismo e disagio giovanile, appassionante e coivolgente. 2 e3 anno narrativa CONTEMPORAN scuola second. di I grado EA I GIORNI DELLA TARTARUGA ROMANZO A SFONDO SOCIALE Una storia di bullismo e disagio giovanile, appassionante e coivolgente. AUTORE: C. Elliott

Dettagli

all'italia serve una buona scuola,

all'italia serve una buona scuola, all'italia serve una buona scuola, che sviluppi nei ragazzi la curiosità per il mondo e il pensiero critico. Che stimoli la loro creatività e li incoraggi a fare cose con le proprie mani nell era digitale.

Dettagli

Concorso "La Fiorentina che vorrei". Chiara Portone (2^D) partecipa con questo bellissimo testo.

Concorso La Fiorentina che vorrei. Chiara Portone (2^D) partecipa con questo bellissimo testo. Concorso "La Fiorentina che vorrei". Chiara Portone (2^D) partecipa con questo bellissimo testo. Mi chiamo Chiara abito a Sesto Fiorentino e per iniziare voglio fare una premessa. Io di calcio ci capisco

Dettagli

COSCIENZA COSMICA. FIRMAMENTO: Quant è grande un milione? 2012/13 novembre-dicembre 2012 Istituto Comprensivo Statale PETRITOLI

COSCIENZA COSMICA. FIRMAMENTO: Quant è grande un milione? 2012/13 novembre-dicembre 2012 Istituto Comprensivo Statale PETRITOLI COSCIENZA COSMICA FIRMAMENTO: Quant è grande un milione? Dati identificativi ANNO SCOLASTICO periodo SCUOLA DOCENTI COINVOLTI ORDINE SCUOLA DESTINATARI FORMATRICI 2012/13 novembre-dicembre 2012 Istituto

Dettagli

CURRICULUM ARTISTICO Associazione Culturale. Tutti all... Opera

CURRICULUM ARTISTICO Associazione Culturale. Tutti all... Opera CURRICULUM ARTISTICO Associazione Culturale Tutti all...opera Generalità: Nome: Tutti all... Opera Sede Legale: Via Enrico Fermi, 2-20090 Opera (Mi) Sede Operativa: Via di Vittorio, 78 Opera (MI) Telefono:

Dettagli

Nel ventre pigro della notte audio-ebook

Nel ventre pigro della notte audio-ebook Silvano Agosti Nel ventre pigro della notte audio-ebook Dedicato a quel po di amore che c è nel mondo Silvano Agosti Canti Nel ventre pigro della notte Edizioni l Immagine Nel ventre pigro della notte

Dettagli

" CI SON DUE COCCODRILLI... "

 CI SON DUE COCCODRILLI... PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE CATTOLICA ANNO SCOLASTICO 2014-2015 " CI SON DUE COCCODRILLI... " Le attività in ordine all'insegnamento della religione cattolica, per coloro che se ne avvalgono, offrono

Dettagli

Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone opere e di intensa carità. Papa Giovanni XXIII (28 dicembre 1958)

Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone opere e di intensa carità. Papa Giovanni XXIII (28 dicembre 1958) NOTIZIARIO PARROCCHIALE Anno XC - N 8 dicembre 2012 - L Angelo in Famiglia Pubbl. mens. - Sped. abb. post. 50% Bergamo Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone

Dettagli

unità 01 un intervista Attività di pre-ascolto Abbinate le parti della colonna A a quelle della colonna B.

unità 01 un intervista Attività di pre-ascolto Abbinate le parti della colonna A a quelle della colonna B. A. Ignone - M. Pichiassi unità 01 un intervista Attività di pre-ascolto Abbinate le parti della colonna A a quelle della colonna B. A B 1. È un sogno a) vuol dire fare da grande quello che hai sempre sognato

Dettagli

Fiorella Mannoia - Quello che le donne non dicono

Fiorella Mannoia - Quello che le donne non dicono Fiorella Mannoia - Quello che le donne non dicono Contenuti: competenza lessicale: espressioni lessicali e metaforiche; competenza grammaticale: ripresa dei pronomi diretti e indiretti; competenza pragmatica:

Dettagli

La cenerentola Opera in musica di Gioacchino Rossini

La cenerentola Opera in musica di Gioacchino Rossini La cenerentola Opera in musica di Gioacchino Rossini Che cos è l Opera in musica L opera in musica (chiamata anche opera lirica o melodramma) è un genere teatrale nato a Firenze alla fine del Cinquecento.

Dettagli

OGGETTO Proposta Spettacoli

OGGETTO Proposta Spettacoli O n a r t s d i Soc.Coop.Artemente Via Ronchi 12, Ca tania Fax 095.2935784 Mobile 320 0752460 www.onarts.net - info@onarts.net OGGETTO Proposta Spettacoli Con la presente siamo lieti di presentarvi le

Dettagli

Il ciclo di Arcabas LUNGO LA STRADA

Il ciclo di Arcabas LUNGO LA STRADA Il ciclo di Arcabas Arcabas è lo pseudonimo dell artista francese Jean Marie Pirot, nato nel 1926. Nella chiesa della Risurrezione a Torre de Roveri (BG) negli anni 1993-1994 ha realizzato un ciclo di

Dettagli

Porto di mare senz'acqua

Porto di mare senz'acqua Settembre 2014 Porto di mare senz'acqua Nella comunità di Piquiá passa un onda di ospiti lunga alcuni mesi Qualcuno se ne è già andato. Altri restano a tempo indeterminato D a qualche tempo a questa parte,

Dettagli

Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it

Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it Anno Scolastico 2010-2011 Email: icsauro@yahoo.it Fratelli Grimm La Scuola

Dettagli

domenica 24 febbraio 13 Farra, 24 febbraio 2013

domenica 24 febbraio 13 Farra, 24 febbraio 2013 Farra, 24 febbraio 2013 informare su quelle che sono le reazioni più tipiche dei bambini alla morte di una persona cara dare alcune indicazioni pratiche suggerire alcuni percorsi Quali sono le reazioni

Dettagli

Luigino Bruni Milano-Bicocca e Sophia (Firenze) Per crescere un bambino ci vuole l intero villaggio.

Luigino Bruni Milano-Bicocca e Sophia (Firenze) Per crescere un bambino ci vuole l intero villaggio. Luigino Bruni Milano-Bicocca e Sophia (Firenze) Per crescere un bambino ci vuole l intero villaggio. Per crescere un bambino ci vuole l intero villaggio, recita un noto proverbio africano. Perché la famiglia

Dettagli

PROGETTO internazionale di TEATRODANZA 26/ 31 maggio 2014 TEATRO MASSIMO DI CAGLIARI A cura di Ars et Inventio

PROGETTO internazionale di TEATRODANZA 26/ 31 maggio 2014 TEATRO MASSIMO DI CAGLIARI A cura di Ars et Inventio GENER-AZIONI PROGETTO internazionale di TEATRODANZA 26/ 31 maggio 2014 TEATRO MASSIMO DI CAGLIARI A cura di Ars et Inventio Con il sostegno di Circuito Regionale Danza in Sardegna, Associazione Enti Locali

Dettagli

Istituto S.Vincenzo Erba Scuola primaria paritaria parificata LETTURA, SCRITTURA, LA DIDATTICA DEL FARE

Istituto S.Vincenzo Erba Scuola primaria paritaria parificata LETTURA, SCRITTURA, LA DIDATTICA DEL FARE Istituto S.Vincenzo Erba Scuola primaria paritaria parificata LETTURA, SCRITTURA, TEATRO LA DIDATTICA DEL FARE 1 BISOGNI Sulla scorta delle numerose riflessioni che da parecchi anni aleggiano sulla realtà

Dettagli

1. Lo sport mens sana in corpore sano

1. Lo sport mens sana in corpore sano 1. Lo sport mens sana in corpore sano Mens sana in corpore sano è latino e vuol dire che lo sport non fa bene soltanto al corpo ma anche alla mente. E già ai tempi dei romani si apprezzavano le attività

Dettagli

Amare e far AMARE GESÙ. Borrelli. Truffelli. Approfondimento su Incontriamo Gesù. Orientamenti per l annuncio e la catechesi in Italia ANNA TERESA

Amare e far AMARE GESÙ. Borrelli. Truffelli. Approfondimento su Incontriamo Gesù. Orientamenti per l annuncio e la catechesi in Italia ANNA TERESA EDUCARE OGGI/9 A CURA DI ANNA TERESA Borrelli PREFAZIONE DI MATTEO Truffelli Amare e far AMARE GESÙ CONTRIBUTI DI: Marco Ghiazza Luca Marcelli Paolo e Rita Seghedoni Marcello Semeraro Lucio Soravito De

Dettagli

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI (Gv 3, 17b) Ufficio Liturgico Diocesano proposta di Celebrazione Penitenziale comunitaria nel tempo della Quaresima 12 1 2 11 nella lode perenne del tuo nome

Dettagli

La Carta di Montecatini

La Carta di Montecatini La Carta di Montecatini Le origini e le ragioni della Carta di Montecatini La Carta di Montecatini è il frutto del lavoro del secondo Campus che si è svolto nella città termale dal 27 al 29 ottobre 2005.

Dettagli

Progetto ideato e organizzato dal Consorzio Gioventù Digitale

Progetto ideato e organizzato dal Consorzio Gioventù Digitale Progetto ideato e organizzato dal Consorzio Gioventù Digitale Referenti: Coordinatore Scuole dott. Romano Santoro Coordinatrice progetto dott.ssa Cecilia Stajano c.stajano@gioventudigitale.net Via Umbria

Dettagli

CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO

CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO I. Il bambino gioca in modo costruttivo e creativo con gli altri, sa argomentare, confrontarsi, sostenere le proprie ragioni con adulti e bambini. I I. Sviluppa il

Dettagli

IL SENSO DELLA CARITATIVA

IL SENSO DELLA CARITATIVA IL SENSO DELLA CARITATIVA SCOPO I Innanzitutto la natura nostra ci dà l'esigenza di interessarci degli altri. Quando c'è qualcosa di bello in noi, noi ci sentiamo spinti a comunicarlo agli altri. Quando

Dettagli

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Commento al Vangelo Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione fra Luca Minuto Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Dal Vangelo secondo Matteo In quel tempo, gli undici discepoli andarono in Galilea, sul monte

Dettagli

IC n 5 L.Coletti. Progetto GREEN SCHOOL. Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola

IC n 5 L.Coletti. Progetto GREEN SCHOOL. Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola IC n 5 L.Coletti Progetto GREEN SCHOOL Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola GREEN SCHOOL Principio fondante del Progetto GREEN SCHOOL..Coniugare conoscenza, ambiente, comportamenti nell

Dettagli

TELEFONO AZZURRO. dedicato ai bambini COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO?

TELEFONO AZZURRO. dedicato ai bambini COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO? COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO? 1 Ehi, ti e mai capitato di assistere o essere coinvolto in situazioni di prepotenza?... lo sai cos e il bullismo? Prova a leggere queste pagine. Ti potranno essere utili.

Dettagli

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7.

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 2 Dov è Piero Ferrari e perché non arriva E P I S O D I O 25 Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 1 Leggi più volte il testo e segna le risposte corrette. 1. Piero abita in un appartamento

Dettagli

GLI ITALIANI, IL DISAGIO EMOTIVO E LA SOLITUDINE

GLI ITALIANI, IL DISAGIO EMOTIVO E LA SOLITUDINE GLI ITALIANI, IL DISAGIO EMOTIVO E LA SOLITUDINE un indagine demoscopica svolta da Astra Ricerche per Telefono Amico Italia con il contributo di Nokia Qui di seguito vengono presentati i principali risultati

Dettagli

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di 1 Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di N. e N. 2 Celebrare un anniversario non significa rievocare in modo nostalgico una avvenimento del passato, ma celebrare nella lode e nel rendimento

Dettagli

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco Sul far della sera la famiglia si riunisce in casa per la preghiera. Ove fosse possibile si suggerisce di

Dettagli

Didattica per l Eccellenza. Libertà va cercando, ch è sì cara L esperienza della libertà. Romanae Disputationes

Didattica per l Eccellenza. Libertà va cercando, ch è sì cara L esperienza della libertà. Romanae Disputationes Didattica per l Eccellenza Libertà va cercando, ch è sì cara L esperienza della libertà Romanae Disputationes Concorso Nazionale di Filosofia 2014-2015 OBIETTIVI DEL CONCORSO Il Concorso Romanae Disputationes

Dettagli

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1 Università per Stranieri di Siena Centro CILS Sessione: Dicembre 2012 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto - Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e annunci. Poi completa le frasi.

Dettagli

(da I Malavoglia, cap. XV)

(da I Malavoglia, cap. XV) 4. GIOVANNI VERGA (ANALISI DEL TESTO) L addio di Ntoni Una sera, tardi, il cane si mise ad abbaiare dietro l uscio del cortile, e lo stesso Alessi, che andò ad aprire, non riconobbe Ntoni il quale tornava

Dettagli

---------------- Ufficio Stampa

---------------- Ufficio Stampa Ufficio Stampa Presentazione del libro TeatrOpera: Esperimenti Scenici di Maria Grazia Pani Concerto spettacolo con voce recitante, soprani, tenore e pianoforte 11 maggio 2015 Teatro Sociale ----------------

Dettagli

CAMPO DI ESPERIENZA IL SE E L ALTRO SCUOLA DELL INFANZIA ANNI 3

CAMPO DI ESPERIENZA IL SE E L ALTRO SCUOLA DELL INFANZIA ANNI 3 IL SE E L ALTRO ANNI 3 Si separa facilmente dalla famiglia. Vive serenamente tutti i momenti della giornata scolastica. E autonomo. Stabilisce una relazione con gli adulti e i compagni. Conosce il nome

Dettagli

El valor de ser padre y de ser madre -----

El valor de ser padre y de ser madre ----- El valor de ser padre y de ser madre ----- San Luis, 27 de Octubre 2012 Vengo da un continente dove esiste una vera crisi della paternità. La figura del padre non è molto precisa, la sua autorità naturale

Dettagli

Campo d esperienza: IL SE E L ALTRO

Campo d esperienza: IL SE E L ALTRO Campo d esperienza: IL SE E L ALTRO 1. Il bambino sviluppa il senso dell identità personale, è consapevole delle proprie esigenze e dei propri sentimenti, sa controllarli ed esprimerli in modo adeguato

Dettagli

ALTRE PAROLE PER DIRLO. Diamo corpo e parola alla forza delle donne NOVEMBRE GIORNATA INTERNAZIONALE CONTRO LA VIOLENZA ALLE DONNE

ALTRE PAROLE PER DIRLO. Diamo corpo e parola alla forza delle donne NOVEMBRE GIORNATA INTERNAZIONALE CONTRO LA VIOLENZA ALLE DONNE 25 foto di Sophie Anne Herin GIORNATA INTERNAZIONALE CONTRO LA VIOLENZA ALLE DONNE ALTRE PAROLE PER DIRLO Diamo corpo e parola alla forza delle donne Libere di scegliere Libere di desiderare Libere di

Dettagli

====================================================== GIOVEDI SANTO (MESSA DEL CRISMA) ======================================================

====================================================== GIOVEDI SANTO (MESSA DEL CRISMA) ====================================================== -------------------------------------------------- LA LITURGIA DEL GIORNO www.lachiesa.it/liturgia ====================================================== GIOVEDI SANTO (MESSA DEL CRISMA) ======================================================

Dettagli

Un abbraccio a tutti voi Ornella e Enrico

Un abbraccio a tutti voi Ornella e Enrico SASHA La nostra storia é molto molto recente ed é stata fin da subito un piccolo "miracolo" perche' quando abbiamo contattato l' Associazione nel mese di Novembre ci é stato detto che ormai era troppo

Dettagli

INCONTRI e LABORATORI INTERCULTURALI per l anno scolastico 2011-12. Un Mondo Di Feste

INCONTRI e LABORATORI INTERCULTURALI per l anno scolastico 2011-12. Un Mondo Di Feste INCONTRI e LABORATORI INTERCULTURALI per l anno scolastico 2011-12 Un Mondo Di Feste Proposta di progetto e preventivo economico a cura dell Area Intercultura della Cooperativa Sociale Apriti Sesamo. 1

Dettagli

Che cosa fai di solito?

Che cosa fai di solito? Che cosa fai di solito? 2 1 Ascolta la canzone La mia giornata, ritaglia e incolla al posto giusto le immagini di pagina 125. 10 dieci Edizioni Edilingua unità 1 2 Leggi. lindylindy@forte.it ciao Cara

Dettagli

FAR EAST FILM FESTIVAL 16 Il più grande festivaldel cinema dall Estremo Oriente

FAR EAST FILM FESTIVAL 16 Il più grande festivaldel cinema dall Estremo Oriente FAR EAST FILM FESTIVAL 16 Il più grande festivaldel cinema dall Estremo Oriente un grande evento mondiale una grande festa popolare Che cos è Far east Film Festival? Un grande evento popolare Far East

Dettagli

LUPI DIETRO GLI ALBERI

LUPI DIETRO GLI ALBERI dai 7 anni LUPI DIETRO GLI ALBERI Roberta Grazzani Illustrazioni di Franca Trabacchi Serie Azzurra n 133 Pagine: 176 Codice: 978-88-566-2952-1 Anno di pubblicazione: 2014 L Autrice Scrittrice milanese

Dettagli

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica:

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica: Pasta per due 5 Capitolo 1 Libero Belmondo è un uomo di 35 anni. Vive a Roma. Da qualche mese Libero accende il computer tutti i giorni e controlla le e-mail. Minni è una ragazza di 28 anni. Vive a Bangkok.

Dettagli

GLI ELEMENTI DI UNO SPOT PUBBLICITARIO

GLI ELEMENTI DI UNO SPOT PUBBLICITARIO GLI ELEMENTI DI UNO SPOT PUBBLICITARIO Uno spot pubblicitario è formato da tre elementi principali: IMMAGINI MUSICA PAROLE L INFLUENZA DELLO SPOT SULLO SPETTATORE LE IMMAGINI Possono, anche tramite l'utilizzo

Dettagli

CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO

CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO I. Il bambino gioca in modo costruttivo e creativo con gli altri, sa argomentare, confrontarsi, sostenere le proprie ragioni con adulti e bambini. I I. Sviluppa il

Dettagli

Civilewww.edurisk.it. Care bambine, cari bambini,

Civilewww.edurisk.it. Care bambine, cari bambini, Cari bambini, Civile questo libretto che vi viene oggi proposto vi aiuterà a conoscere i rischi e ad imparare come difendervi, in particolare dai rischi legati al terremoto. Questo come tutti sapete è

Dettagli

CORSO PER SOMMELIER. Diventare. Sommelier

CORSO PER SOMMELIER. Diventare. Sommelier Sommelier, nella prestigiosa realtà della Sommellerie di Roma e del Lazio, significa Professionismo nel vino. Chiediamo agli appassionati di essere professionisti del buon bere in maniera concreta, nella

Dettagli

Dov eri e cosa facevi?

Dov eri e cosa facevi? Funzioni comunicative Produzione libera 15 marzo 2012 Livello B1 Dov eri e cosa facevi? Funzioni comunicative Descrivere, attraverso l uso dell imperfetto, azioni passate in corso di svolgimento. Materiale

Dettagli

Piermario Lucchini. L importante è che sia... sveglio!

Piermario Lucchini. L importante è che sia... sveglio! Piermario Lucchini L importante è che sia... sveglio! Libri Este 2009 Edizioni E.S.T.E. S.r.l Via A. Vassallo, 31 20125 Milano www.este.it info@este.it Prima edizione: novembre 2009 Copertina di Laura

Dettagli

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE?

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? Storia narrata da Teresa Carbé Da oltre 10 anni, con mio marito e i miei figli, abbiamo deciso di aprirci all affidamento familiare, e ciò ci ha permesso di

Dettagli

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento.

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento. DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento Anno 2014 (B) E nato per tutti; è nato per avvolgere il mondo in un abbraccio

Dettagli

Tesi per il Master Superformatori CNA

Tesi per il Master Superformatori CNA COME DAR VITA E FAR CRESCERE PICCOLE SOCIETA SPORTIVE di GIACOMO LEONETTI Scorrendo il titolo, due sono le parole chiave che saltano agli occhi: dar vita e far crescere. In questo mio intervento, voglio

Dettagli