curriculum professionale architetto Antonio Molinelli ANTONIO MOLINELLI ARCHITETTO

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "curriculum professionale architetto Antonio Molinelli ANTONIO MOLINELLI ARCHITETTO"

Transcript

1 CURRICULUM PROFESSIONALE ANTONIO MOLINELLI ARCHITETTO 1

2 A. Scheda identificativa del percorso di studi ed aggiornamento professionale B. Consulenze, Progettazioni e Direzioni lavori per edifici energeticamente efficienti, Indagini termografiche, Diagnosi Energetiche e applicazione del Sistema di Gestione dell Energia C. Progettazioni, Direzioni lavori e Coord. Sicurezza di Opere Pubbliche D. Progettazioni, Direzioni lavori e Coord. Sicurezza per Committenti privati 2

3 A. SCHEDA IDENTIFICATIVA DEL PERCORSO DI STUDI ED AGGIORNAMENTO PROFESSIONALE: 3

4 Arch. Antonio Molinelli Nato a Castelnuovo B.A. (LO) il 6 Dicembre C. F.: MLN NTN 59T06 C228M P. IVA: Iscritto all Albo degli Architetti della Provincia di Piacenza al n 233 dal Laurea presso il Politecnico di Milano nell anno 1990, indirizzo di Tutela e Recupero del Patrimonio Storico ed Edilizio Esistente, con la tesi: All origine della questione dei centri storici. La soppressione delle corporazioni religiose tra assolutismo illuminista e riformismo borghese: il caso di Piacenza, relatore Prof. Arch. Maurizio Boriani. Certificatore Energetico Regione Lombardia ed Emilia Romagna; Consulente Esperto Agenzia CasaClima Provincia di Bolzano ; Tecnico Esperto nella Gestione dell Energia Regione Emilia Romagna ; MASTER Energia IPSOA Milano. Tecnico Esperto LIGNIUS Percorso Formativo Associazione LIGNIUS Case Prefabbricate in Legno Certificato al Livello 2 Operatore Termografico Prove non distruttive UNI EN ISO 9712:12 settore Civile, Elettrico e Analisi dei Processi ACCREDIA

5 EFFICIENZA ENERGETICA ATTIVITA FORMATIVA SVOLTA SUL TEMA DEL RISPARMIO ENERGETICO: Corsi di Docenza: Corso di Certificazione Energetica degli edifici presso l Ente Scuola Edile di Piacenza dal 2009; Corso di Docenza: Corso di Certificazione Energetica degli edifici presso Ordine degli Architetti di Piacenza ; Corsi di Docenza: Tecnico superiore per la conduzione cantiere edile Innovazione e sostenibilità dell involucro edilizio Centro Servizi Edili di Parma presso Ente Scuola Edile di Piacenza dal Incontro tecnico nell ambito del Exchange European Project Managers di Vilnius lezioni in sede e visita a cantieri di edifici energeticamente efficienti a Piacenza Aprile Corso di Docenza: Obiettivo Zero: Tecnico di cantiere edile Esperto in risparmio energetico e nuove tecnologie presso Ente Scuola Edile di Piacenza

6 INTERVENTI IN SEMINARI SUL TEMA DEL RISPARMIO ENERGETICO: Convegno: Sistema di isolamento a cappotto: corretta progettazione ed esecuzione dei dettagli organizzato da LCM Area e Ente Scuola Edile di Piacenza presso Ente Fiere Piacenza Expo Aprile 2010 contributo quale Consulente CasaClima su: Indicazioni tecniche per un corretto intervento di contenimento energetico degli edifici. Convegno: Fotovoltaico: risorsa del futuro organizzato da Unione Provinciale Artigiani Piacenza Ottobre 2011 contributo quale Tecnico Esperto Gestione Energia su: Risparmio energetico: premio per impianti fotovoltaici abbinati ad un uso efficiente dell energia. Convegno: Edifici ad alta efficienza energetica. Esempi di nuove costruzioni e di ristrutturazioni dell esistente: il contributo della VMC con recuperatore termodinamico organizzato da TELEMA Spa Piacenza Ottobre 2011 moderatore dell evento e relatore del tema Esempio di ristrutturazione fabbricato anni 70 secondo il protocollo CasaClima R. Manifestazione e Convegno: La sfida del Cubo di Ghiaccio Fiorenzuola d Arda (Pc) GiugnoLuglio 2014 Organizzatore della manifestazione in collaborazione con Assessorato alle Politiche Ambientali del Comune di Fiorenzuola d Arda (Pc) contributo al Convegno quale relatore sul tema Protocollo CasaClima R: esempio di riqualificazione edificio anni 70 e quale moderatore del convegno. 6

7 CORSI DI SPECIALIZZAZIONE ED AGGIORNAMENTO FREQUENTATI: RISPARMIO ENERGETICO E PROGETTAZIONE DI EDIFICI A BASSO CONSUMO DI ENERGIA (EDIFICI PASSIVI) PROGETTAZIONE DI COSTRUZIONI IN LEGNO Corso di Formazione: Costruzione delle case in legno Biberach (D) 2008; Corso di Formazione Costruire in legno Agenzia Casaclima Bolzano 2009 (16 ore); Corso di Formazione: Case di legno: progetto, calcolo e realizzazione a cura IUAV Verona 2009; Corso di Formazione: Corso base Progettisti Agenzia Casaclima Milano 2009 (20 ore); Corso di Formazione: Corso Avanzato Progettisti Agenzia Casaclima Bolzano e Milano Giugno 2009 (40 ore); Corso di Formazione: Programma XClima Agenzia Casaclima Milano Luglio Corso di Formazione: Corso Consulenti Esperti Agenzia Casaclima Bolzano 2009 (120 ore); Corso Case passive ed edifici ad alta efficienza energetica Associazione PAEA Bolzano Gennaio 2010; Corso di Formazione: Case di legno: progetto, calcolo e realizzazione a cura IUAV Piacenza 2010; Corso di Formazione: Corso Progettisti CasaClima Oro Agenzia Casaclima Bolzano Maggio 2010 (80 ore); 7

8 Corso formativo: Sacert ZERO Energy Building Designer Maggio 2012 (12 ore); Corso di formazione: Ponti termici 2.0: verifica agli elementi finiti ANIT Milano Febbraio 2013 (8 ore); Corso di formazione: Corso avanzato ponti termici Agenzia CasaClima Bolzano Marzo 2013 (16 ore); Corso di Formazione: Protocollo CasaClima R Risanamento Agenzia CasaClima Bolzano Marzo 2013 (32 ore); Corso di Formazione: Programma PRO CasaClima 2013 Agenzia CasaClima Bolzano Giugno 2013 (8 ore); Corso di Formazione: Corso Avanzato case prefabbricate in legno Assoc. LIGNIUS Verona Luglio 2013 (16 ore); Corso di Formazione: Corso Esperti case prefabbricate in legno Assoc. LIGNIUS Verona Settembre 2013 (24 ore); Corso di Formazione: Workshop Esperti case prefabbricate in legno Assoc. LIGNIUS Bolzano Ottobre 2013 (16 ore); 8

9 CORSI DI SPECIALIZZAZIONE ED AGGIORNAMENTO FREQUENTATI: RISPARMIO ENERGETICO Altri Corsi sul tema del Risparmio Energetico degli edifici Corso di Specializzazione: Certificatore Energetico Regione Emilia Romagna Piacenza Corso formativo: Tecnici Certificatori energetici degli edifici uso programma Cened plus Febbraio 2010; Corso di Formazione: Costruire la qualità in edilizia oltre la Classe A Assimpredil Ance Milano Ottobre 2010; (docenti del Politecnico di Milano: Dipartimento BEST ed Energia) (28+16 ore); Corso di Aggiornamento: Relazione Legge 10 ANIT Milano (24 ore) Corso Progetto Alta Formazione Certificatori Energetici Regione Lombardia Cremona 2013 (56 ore) Corso di addestramento uso Termocamera per livello II UNI EN ISO 9712:2012 Brugherio Marzo 2014 (40 ore) 9

10 CORSI DI SPECIALIZZAZIONE ED AGGIORNAMENTO FREQUENTATI: GESTIONE DELL ENERGIA Corso di Formazione: Corso di Diagnosi Energetica degli edifici AFOR Milano Ottobre 2010; Percorso formativo Tecnico Esperto nella Gestione dell Energia Regione Emilia Romagna EnAIP Pc Nov 2010 Mag 2011 (300 ore). Corso di Formazione Diagnosi Energetica nell industria PLearning Brescia Aprile 2011; Corso di Formazione I Sistemi di Gestione Ambientale e gestione dell Energia Norme ISO e16001 Centro Servizi PMI Parma Giugno 2011 (40ore); Corso di Formazione: Il Bilancio Energetico nella realtà Aziendale Servimpresa Cremona Giugno 201 (16 ore); Corso di Formazione: Impianti Fotovoltaici: guida alla progettazione ed al business plan ASPrA Milano Luglio 2011; Corso di Formazione: Le nuove tecnologie per la produzione di energia: cogenerazione e fotovoltaico Centro Servizi PMI Parma Settembre 2011 (40ore); MASTER ENERGIA Energia sostenibile e fonti rinnovabili IPSOA Milano (130 ore) Training tecnico OnLine Tecniche di Risparmio energetico nell industria Aghape Aprile 2011; Corso di Energy Management: la gestione ed il controllo dell efficienza energetica Milano Giugno 2012; Corso di Formazione: Diagnosi energetica nel Condominio ANIT Milano NovDic 2014 (24 ore); Corso di Formazione: Procedura di Diagnosi energetica negli edifici Politecnico Milano NovDic 2014 (24 ore); Corso di Formazione: Corso per Professionisti Abitare Biotech ANACI Milano Dicembre 2014; 10

11 SICUREZZA DEI LAVORI ATTIVITA FORMATIVA SVOLTA SUL TEMA DELLA SICUREZZA NEI CANTIERI: Corsi di Docenza sulle tematiche della Sicurezza nei cantieri presso l Ente Scuola Edile di Piacenza; Corsi di Docenza: 16 ORE prima Formazione per neoassunti Imprese Edili Ente Scuola Edile di Piacenza. Incarico di Tecnico di cantiere per interventi di sopralluogo svolti dal CPT Comitato Paritetico Territoriale di Piacenza; 11

12 CONCORSI DI PROGETTAZIONE PARTECIPAZIONE A CONCORSI DI PROGETTAZIONE I premio al concorso nazionale per il Restauro di Palazzo Tentorio e progetto della nuova sede degli uffici comunali Canzo (CO) 1997 I premio al concorso nazionale per il nuovo PEEP 4 di via delle molazze a Casalpusterlengo (LO) 2001 I premio Maestri Comacini: nuove costruzioni nella provincia di Como realizzate nell anno II premio nel concorso provinciale per la Riqualificazione della Piazza del Municipio di Lugagnano val d Arda (PC) 1996 II premio al concorso nazionale di Riqualificazione del sistema delle tre piazze centrali di Casalpusterlengo (LO) 2002 II premio al concorso nazionale di Riqualificazione ex Magazzini Generali Comunali a Piacenza CO.MA.GE 2008 III premio al concorso nazionale per la sistemazione del plesso scolastico e nuova scuola materna ad Arsalo Seprio (VA) 2004 V premio al concorso nazionale per il Recupero della caserma Montebello a Trieste 1996 VIII premio al concorso nazionale ad inviti 2^ fase per la progettazione del centro socioculturale nel complesso exsanatorio Quisisana ad Arco (TN) 2005 Menzione al concorso nazionale di Riqualificazione del comparto ex casa del fascio a Gaiarine (TV)

13 Restauro Palazzo Tentorio e progetto nuovi uffici del Comune di Canzo Dalla relazione: Il concorso per il recupero ed ampliamento di Palazzo Tentorio ci offre l'occasione di affermare attraverso il progetto, il ruolo preminente che questo edificio pubblico "deve" avere per la collettività, nella costruzione della città. Riteniamo infatti che, con questo intervento, la municipalità di Canzo abbia avvertito l'importanza delle valenze "urbane", culturali e sociali, che qualificano la costruzione di un edificio pubblico e, a maggior ragione, quando l'edificio è il municipio. Storicamente, infatti, il Municipio ha sempre ricoperto un ruolo di grande rappresentatività urbana nella costruzione della città. Il nostro progetto parte proprio dalla verifica di questo assunto: nel caso della città di Canzo, è la mancanza di una forte presenza urbana di Palazzo Tentorio, che ci induce a proporre la costruzione di un edificio che riesca a competere col Palazzo stesso e, contemporaneamente, ad esaltarne il ruolo. Il "SistemaMunicipio", proposto per la città di Canzo, è costituito da due soggetti: il Palazzo Tentorio, recuperato funzionalmente, ed il nuovo edificio, unitamente alla nuova piazza urbana, che li pone in relazione. Il riconoscimento del valore di questo edificio è stato rimarcato dalla scelta di ricollocare all'interno dello stesso, le funzioni amministrative primarie, l'ufficio del sindaco, segretario, assessori e giunta comunale. Per quanto affermato sopra, nel nuovo edificio il progetto inserisce una altrettanto importante funzione civica quale è la sala consigliare, che ne determina anche le caratteristiche formali. L'edificio si compone di due parti distinte quali elementi (portico ed aula) componenti per ruoli ed importanza, la costruzione di un "broletto": il portico è un edificio di linea, contenente gli uffici, con il compito di rapportarsi direttamente a Palazzo Tentorio, attraversato da un passaggio posto in asse con il portale d'ingresso di Palazzo Tentorio, con una scala che collega la piazza al giardino retrostante, mentre l'edificio a torre (l'aula) è principalmente occupato dalla sala consigliare. L'elemento che pone in relazione gli edifici è una piazza; essa, rispondente alle richieste di dare continuità ad un percorso pedonale alternativo a Via Mazzini, costituisce elemento fondamentale del percorso urbano di funzioni civiche che hanno come terminale la chiesa ed il teatro sociale Ente banditore: Comune di Canzo Provincia di Como. Tipo di concorso: Concorso Nazionale per il restauro e risanamento conservativo del Palazzo tentorio, ridisegno urbano e progetto nuova sede uffici Via G. Mazzini. Progettisti: A. Ventura, A. Molinelli e R. Ventura (capogruppo) con E. De Benedetti, M. Ferrari, M. Iacopini, R. Pagani. 13

14 Riqualificazione delle Quattro Piazze Lugagnano Val d Arda Piacenza 996 Ente banditore: Comune di Lugagnano Val d Arda Provincia di Piacenza. Tipo di concorso: Concorso Provinciale per la Sistemazione di quattro piazze in Lugagnano. Progettisti: A. Molinelli con E. De Benedetti, M. Ferrari, M. Iacopini, R. Pagani. Collaboratori: A. Ventura. Esito: Progetto vincitore di una delle quattro piazze. 14

15 Ridestinazione excaserma dei Vigili del Fuoco Cremona 1996 Ente banditore: Provincia di Cremona. Tipo di concorso: Concorso Nazionale per la Ridestinazione della excaserma dei Vigili del Fuoco ad uffici per l Amm.ne Provinciale e riqualificazione urbana degli spazi limitrofi. Progettisti: A. Ventura, A. Molinelli con E. De Benedetti, M. Ferrari, G. Frosi, M. Iacopini, R. Pagani, V. Zucchi. Esito: Progetto I Classificato, Concorso annullato. 15

16 Costruire la città sulla città Area di Mainz Germania 1995 Ente banditore: Europan IV. Tipo di concorso: Concorso Internazionale Costruire la città sulla città. Trasformazione di spazi urbani contemporanei Area di Mainz Deutschland Progettisti: A. Ventura e A. Molinelli con E. De Benedetti, M. Ferrari, M. Iacopini, R. Pagani. 16

17 Recupero Aree Caserma Montebello Trieste Dalla Relazione: Partendo dalla giacitura, il progetto si fa carico proprio della soluzione dei "problemi" urbani rilevati, ridefinendo con chiarezza la spazialità dei luoghi. La scelta quindi obbligata è quella della costruzione di due diversi manufatti architettonici, coincidenti con due diversi modi di abitare. In questo modo il grande edificio a corte ha proprio il compito di fissare un punto fermo nella costruzione della città compatta ponendosi alla stessa quota degli edifici che fronteggia, rapportandosi con essi. L'edificio diventa quindi termine per la città ed anche la sua rotazione rispetto alla giacitura dell'intorno evidenzia la volontà di chiudere un sistema e contemporaneamente preannunciare e rendere evidente, già da piazzale De Gasperi, un sistema diverso di costruzione della città. Questo edificio ci permette di affrontare il tema della residenza in modo preciso, è il palazzo che sottintende questo modo di abitare, è il palazzo che, confrontandosi con l'esterno, si rivolge in maniera domestica al suo interno. Lo spazio della corte, il portico, la sopraelevazione rispetto all'esterno, permettono un rapporto più intimo di vita interna alla corte così come la ciminiera, memoria del luogo, caratterizza l'affaccio principale alla città, saldandosi all'edificio, fino a costruirne le caratteristiche formali nei quattro angoli. La destinazione commerciale ai piani terra, la "zoccolatura" in pietra, il ritmo delle aperture seguono anch'essi la logica della costruzione urbana di cui questo edificio fa parte. A questo punto, senza cercare facili omologazioni, abbiamo immaginato una diversa soluzione per la zona est dell'area di progetto, seguendo la logica che costruisce la collina triestina, la logica dei dislivelli e della costruzione nel verde, unica capace di integrare e completare questa parte di città. Il progetto lungo la via Cumano nasce dall'idea di frammentare un unico edificio su di un pendio naturalmente esistente; la logica delle caserme negava questo presupposto, noi neghiamo la logica delle caserme. L'idea di abitare nel verde costruendo edifici a pochi piani, tutti affacciati su spazi alberati e posizionati naturalmente su terrazze degradanti ci sembra restituire in maniera più evidente il carattere di questo luogo, alla cui definizione contribuisce anche l'asse verde di via Cumano. La costruzione su terrazze, risolvendo i problemi di dislivello tra la via Cumano e la strada Cattinara, definisce anche un sistema di risalite (studiato anche per i portatori di handicap) che collega i vari edifici residenziali diventando elemento caratterizzante del progetto, legame fisico tra gli edifici ma anche percorso urbano. Anche in questo caso un elemento della memoria caratterizza il progetto, è infatti la porta della caserma ad indicare l'ingresso al centro di aggregazione giovanile, unico edificio pubblico costruito, e posizionato, esattamente come gli edifici residenziali, in appoggio su una terrazza ed in diretto contatto con l'intorno abitato. Al suo interno anche la macchina del pane contribuirà al ricordo, alla memoria storica del luogo. Il carattere di questi edifici riprende gli elementi caratteristici dell'edificio a corte, la zoccolatura, che continua su tutta la balza, il taglio delle aperture, i materiali; l'unità del progetto utilizza lo stesso criterio costruttivo nella diversità di impianto Ente banditore: Istituto Autonomo per le Case Popolari della Provincia di Trieste. Tipo di concorso: Concorso Nazionale per il Recupero aree Caserma Montebello. Progettisti: A. Ventura, A. Molinelli e R. Ventura con E. De Benedetti, M. Ferrari, M. Iacopini, R. Pagani Entità dell opera: N Alloggi di edilizia economico popolare. Esito: V Premio. 17

18 B. CONSULENZE, PROGETTAZIONI E DIREZIONI LAVORI PER EDIFICI ENERGETICAMENTE EFFICIENTI, INDAGINI TERMOGRAFICHE, DIAGNOSI ENERGETICHE E APPLICAZIONE DEL SISTEMA DI GESTIONE DELL ENERGIA 18

19 Anno: 2014 Ditta: TELEMA Spa Oggetto dell incarico: Riqualificazione energetica edificio ad uso uffici ed abitazione Piacenza annessi a complesso industriale Consulenza energetica per la Certificazione Regionale in Classe di Efficienza A Prestazioni svolte: Progettazione e Direzione lavori; Consulenza energetica per la Certificazione con protocollo CasaClima R Dimensioni intervento: Edificio ad uso uffici ed abitazione 19

20 20

21 21

22 22

23 Anno: 2011 Ditta: WOODTECH Building Srl Oggetto dell incarico: Consulenza energetica per la Certificazione con protocollo Piacenza CasaClima Classe di Efficienza A Prestazioni svolte: Progettazione e Direzione lavori delle opere relative alla coibentazione degli involucri opaco e trasparente Edificio prefabbricato in Legno Sistema XLam Dimensioni intervento: Edificio bifamiliare

24 24

25 INDAGINI TERMOGRAFICHE: 25

26 Anno: 2014 Ditta: Condominio Via Ucelli di Nemi, 17 Oggetto dell incarico: Indagine termografica per l analisi dei ponti termici Prestazioni svolte: Indagine completa di Relazione termografica Dimensioni intervento: Edificio condominiale n. 10 alloggi Piacenza (PC)

27 27

28 28

29 DIAGNOSI ENERGETICHE E APPLICAZIONE DEL SISTEMA DI GESTIONE DELL ENERGIA: 29

30 Anno: Ditta: BRAMIERI CARNI Srl Oggetto dell incarico: Diagnosi energetica dei consumi dell Azienda, individuazione Rottofreno (PC) soluzioni per efficientamento, consulenza per realizzazione impianto alimentato da FER. Prestazioni svolte: Diagnosi energetica, Valutazioni investimenti, Gestione procedure per realizzazione impianti ANALISI DEI CONSUMI AZIENDALI:

31 Anno: 2012 Ditta: SETTIMA MECCANICA Snc Oggetto dell incarico: Diagnosi energetica dei consumi dell Azienda. Prestazioni svolte: Audit energetico preliminare Piacenza (PC)

32 C. PROGETTAZIONE, DIREZIONE LAVORI, COORD. SICUREZZA PER COMMITTENTI PUBBLICI: RESIDENZE SANITARIE ASSISTITE 32

33 Ente: COMUNE DI CASALPUSTERLENGO A.S.S.P. Provincia di Lodi Oggetto dell incarico: Nuova Residenza Sanitaria Assistita (n. 80 p.l.) ed annesso Centro Periodo di svolgimento dell incarico: Diurno Prestazioni svolte: incarico esclusivo: Consulente nelle fasi di realizzazione delle finiture interneesterne dell edificio; coordinamento nella scelta dei materiali, colori, apparecchi per impianti interni. Proposte per sistemazione aree esterne. Coordinatore per la Sicurezza in fase di Esecuzione Entità dell incarico: ,00 (Importo Stato Finale dei Lavori)

34 34

35 35

36 36

37 Ente: COMUNE DI CASALPUSTERLENGO A.S.S.P. Provincia di Lodi Oggetto dell incarico: Nuova Residenza Sanitaria Assistita (n. 80 p.l.) ed annesso Centro Periodo di svolgimento dell incarico: Diurno a Casalpusterlengo (Lodi) Prestazioni svolte: Progettazione distribuzione arredo ed attrezzature; Categoria: I Assistenza tecnica nella gara d appalto; Settembre 2007 classe: e Verifiche preliminari alle fasi produttive dell arredo; Maggio 2009 Direzione dei lavori, assistenza alla contabilità e liquidazione finale.: Entità dell incarico: Arredo su disegno particolareggiato: ,00 (Importo lordo a base d appalto) Arredo acquistato dalla produzione: ,00 (Importo lordo a base d appalto) Totale: ,00 (Importo lordo a base d appalto) 37

38 IMMAGINI DI PROGETTO E FOTOGRAFIE DELL INTERVENTO: 38

39 IMMAGINI DI PROGETTO E FOTOGRAFIE DELL INTERVENTO: 39

40 IMMAGINI DI PROGETTO E FOTOGRAFIE DELL INTERVENTO: 40

41 IMMAGINI DI PROGETTO E FOTOGRAFIE DELL INTERVENTO: 41

42 IMMAGINI DI PROGETTOE FOTOGRAFIE DELL INTERVENTO: 42

43 IMMAGINI DI PROGETTO E FOTOGRAFIE DELL INTERVENTO: 43

44 IMMAGINI DI PROGETTO E FOTOGRAFIE DELL INTERVENTO: 44

45 IMMAGINI FOTOGRAFICHE DELL INTERVENTO: 45

46 IMMAGINI DI PROGETTO E FOTOGRAFIE DELL INTERVENTO: 46

47 ALTRE OPERE IN CURRICULUM: PROGETTAZIONE, DIREZIONE LAVORI, COORDINAMENTO SICUREZZA PER COMMITTENTI PUBBLICI 47

48 Ente: COMUNE DI CASALMAIOCCO Provincia di Lodi Oggetto dell incarico: Riqualificazione exmunicipio comunale Piazza Roma (immobile. tutelato Soprintendenza di Milano) Prestazioni svolte: incarico congiunto: Progetto Preliminare; Progetto Definitivo; Progetto Esecutivo 2009 incarico esclusivo: 2010 Direzione dei lavori; Coord. sicurezza fase Progettazione Esecuzione Entità dell incarico: Periodo di svolgimento dell incarico: ,35 (Importo Fine lavori) 48

49 Ente: COMUNE DI CODOGNO Provincia di Lodi Oggetto dell incarico: Riqualificazione exnido comunale Via Vittorio Emanuele in scuola materna a tre sezioni Prestazioni svolte: Entità dell incarico: Periodo di svolgimento dell incarico: incarico congiunto: Progetto Preliminare; Progetto Definitivo; Progetto Esecutivo incarico esclusivo: 2011 Direzione dei lavori ,21 (Importo Fine lavori) 49

50 50

51 Ente: COMUNE DI ROTTOFRENO Provincia di Piacenza Oggetto dell incarico: Costruzione nuova scuola materna Periodo di svolgimento dell incarico: Prestazioni svolte: incarico congiunto: Progettazione architettonica (congiunta in Associazione temporanea 2007 professionale) incarico esclusivo: Coordinatore per la Sicurezza in fase di Progettazione ed Esecuzione Entità dell incarico: ,00 Importo a base d appalto 51

52 52

53 Anno: 2008 Ente: COMUNE DI LUGAGNANO Oggetto dell incarico: Riqualificazione di Via Bersani e giardino del Pradello Prestazioni svolte: incarico congiunto: (con altri professionisti in Progettazione architettonica Raggruppamento temporaneo) Provincia di Piacenza incarico esclusivo: Coordinatore per la Sicurezza in fase di Progettazione Entità dell incarico: ,00 Importo a base d appalto 53

54 54

55 Ente: COMUNE DI GOSSOLENGO Provincia di Piacenza Oggetto dell incarico: Nuova Scuola Elementare Periodo di svolgimento dell incarico: Prestazioni svolte: incarico congiunto: Progettazione architettonica (congiunta in Associazione temporanea 2007 professionale ) incarico esclusivo: Coordinatore per la Sicurezza in fase di Progettazione Entità dell incarico: , Importo Lavori a base d appalto 55

56 56

57 Ente: COMUNE DI CASALPUSTERLENGO Oggetto dell incarico: Ristrutturazione ex magazzino quale sede della nuova biblioteca comunale mediateca provinciale (imm. tutelato Soprintendenza) Prestazioni svolte: Provincia di Lodi Periodo di svolgimento dell incarico: incarico esclusivo: Coordinamento della sicurezza in fase di progettazione; 2005 Direzione dei lavori Coordinamento della Sicurezza in fase di esecuzione Entità dell incarico: ,00 (Importo a base d appalto)

58 58

59 Ente: COMUNE DI CODOGNO Provincia di Lodi Oggetto dell incarico: Nuovo Asilo nido in Via mulini di Mulazzana Periodo di svolgimento dell incarico: Prestazioni svolte: incarico congiunto: Progettazione architettonica (congiunta in Associazione temporanea 2005 professionale ed Ufficio tecnico comunale) incarico esclusivo: Coordinatore per la Sicurezza in fase di Esecuzione Entità dell incarico: , Importo Stato finale lavori 59

60 Ente: COMUNE DI CODOGNO Provincia di Lodi Oggetto dell incarico: Ampliamento scuola materna Resistenza 2 intervento Periodo di svolgimento dell incarico: Prestazioni svolte: incarico congiunto: Progettazione architettonica (congiunta in Associazione temporanea 2005 professionale) incarico esclusivo: Entità dell incarico: Coordinatore per la Sicurezza in fase di Esecuzione ,00 Importo Stato finale lavori 60

61 Ente: COMUNE DI CODOGNO Provincia di Lodi Oggetto dell incarico: Ampliamento scuola materna Resistenza 1 intervento Periodo di svolgimento dell incarico: Prestazioni svolte: incarico congiunto: Progettazione architettonica (congiunta in Associazione temporanea 2003 professionale) incarico esclusivo: Entità dell incarico: Direzione lavori 2004 Coordinatore per la Sicurezza in fase di Esecuzione ,00 Importo Stato finale lavori 61

62 Ente: COMUNE DI CASALPUSTERLENGO Provincia di Lodi Oggetto dell incarico: Nuovo Piano di Zona Comparto 04 via delle molazze Periodo di svolgimento dell incarico: Prestazioni svolte: incarico congiunto: Entità dell incarico: Progettazione urbanistica del comparto 2003 Progetto Definitivo opere di urbanizzazione 2006 Progetto Esecutivo opere di urbanizzazione 2007 Coordinatore per la Sicurezza in fase di Progettazione In corso sup. comparto: mq volumetria edificabile: mc costo stimato opere di urbanizzazione: ,00 62

63 63

64 Anno: Ente: COMUNE DI CANZO Provincia di Como Oggetto dell incarico: Restauro di Palazzo Tentorio sede municipale Immobile vincolato Legge 1089 Ampliamento nuovi uffici comunali Prestazioni svolte: Entità dell incarico: incarico congiunto: (con altri professionisti in Progettazione architettonica e Direzione lavori Raggruppamento temporaneo) ,39 Importo Stato finale lavori 64

65 65

66 Anno: 2003 Ente: COMUNE DI MULAZZANO Provincia di Lodi Oggetto dell incarico: Riqualificazione della piazza del Comune 2 stralcio Prestazioni svolte: incarico congiunto: (con altri professionisti in Progettazione architettonica Raggruppamento temporaneo) ,00 Importo a base d appalto Entità dell incarico: 66

67 Anno: 2001 Ente: COMUNE DI MULAZZANO Provincia di Lodi Oggetto dell incarico: Riqualificazione della piazza del Comune 1 stralcio Prestazioni svolte: incarico congiunto: (con altri professionisti in Progettazione architettonica Raggruppamento temporaneo) ,27 Importo a base d appalto Entità dell incarico: 67

68 Anno: 2001 Ente: COMUNE DI LUGAGNANO Oggetto dell incarico: Riqualificazione di Piazza IV Novembre Prestazioni svolte: incarico congiunto: (con altri professionisti in Progettazione architettonica Raggruppamento temporaneo) Provincia di Piacenza incarico esclusivo: Coordinatore per la Sicurezza in fase di Esecuzione Entità dell incarico: ,29 Importo a base d appalto 68

69 69

70 Anno: Ente: COMUNE DI CODOGNO Oggetto dell incarico: Riqualificazione di Piazza Fratelli Cairoli Prestazioni svolte: incarico congiunto: (con altri professionisti in Progettazione architettonica e Direzione dei lavori Raggruppamento temporaneo) Provincia di Lodi incarico esclusivo: Coordinatore per la Sicurezza in fase di Progettazione e Esecuzione Entità dell incarico: ,30 Importo Stato finale lavori 70

71 D. PROGETTAZIONE, DIREZIONE LAVORI, COORD. SICUREZZA PER COMMITTENTI PRIVATI: RESIDENZE SANITARIE ASSISTITE 71

72 Anno: Ditta: Association Columbus Oggetto dell incarico: Ristrutturazione ed ampliamento immobili per nuova RSA S.F. Roma Cabrini Codogno (Lodi) Prestazioni svolte: Progettazione e Direzione dei lavori Coordinamento tecnici incaricati Dimensioni intervento: Sup. Lorda Pavimento: mq ,00 n 60 posti letto 72

73 IMMAGINI FOTOGRAFICHE DELL INTERVENTO: 73

74 IMMAGINI FOTOGRAFICHE DELL INTERVENTO: 74

75 IMMAGINI FOTOGRAFICHE DELL INTERVENTO: 75

76 Ente: ASSOCIATION COLUMBUS Roma Oggetto dell incarico: Ristrutturazione ed ampliamento immobili per nuova Residenza Periodo di svolgimento dell incarico: Sanitaria Assistita a Codogno (Lodi) Prestazioni svolte: Progettazione distribuzione arredo ed attrezzature; Categoria: I Assistenza tecnica nella gara d appalto; 2001 classe: e Verifiche preliminari alle fasi produttive dell arredo; 2003 Direzione dei lavori, assistenza alla contabilità e liquidazione finale.: Entità dell incarico: Arredo su disegno particolareggiato: ,00 (Importo netto finale dei lavori) Arredo acquistato dalla produzione: ,00 (Importo netto finale dei lavori) Totale: ,00 (Importo netto finale dei lavori) 76

77 PLANIMETRIA CAMERE DEGENZA: camera a due letti tipo 1 camera a due letti tipo 2 77

78 IMMAGINI FOTOGRAFICHE DELL INTERVENTO: 78

79 IMMAGINI FOTOGRAFICHE DELL INTERVENTO: 79

80 IMMAGINI FOTOGRAFICHE DELL INTERVENTO: 80

81 IMMAGINI FOTOGRAFICHE DELL INTERVENTO: 81

82 IMMAGINI FOTOGRAFICHE DELL INTERVENTO: 82

83 IMMAGINI FOTOGRAFICHE DELL INTERVENTO: 83

84 ALTRE OPERE IN CURRICULUM: PROGETTAZIONE, DIREZIONE LAVORI, COORDINAMENTO SICUREZZA PER COMMITTENTI PRIVATI 84

85 85

86 Anno: 2011 Committente: PIACENZA 74 Cooperativa di abitanti, Via Fermi, 15 Oggetto dell incarico: Sviluppo del progetto Definitivo per intervento E.R.S. comparto Madonna delle cinque strade a Fiorenzuola d Arda (Pc) Prestazioni svolte: Progettazione Dimensioni intervento: N. 17 alloggi ERS 86 Piacenza

87 87

88 Anno: 2008 Committente: Impresa Edil D Agostino Codogno (Lo) Oggetto dell incarico: Progetto Definitivo ed Esecutivo per intervento nel P.D.Z. Comparto n. 4.Via delle Molazze Casalpusterlengo Prestazioni svolte: Progettazione Dimensioni intervento: N. 6 alloggi a schiera 88 Casalpusterlengo

89 89

90 STUDIO IN: Codogno (LO) Piazza XX Settembre, 2 tel fax Piacenza Stradone Farnese 41/N Corte ex Cavallerizza tel fax arch. Antonio Molinelli: cell

DIRETTORE UOC SIA (Sistema Informativo Aziendale) Numero telefonico dell ufficio 07346252922 Fax dell Ufficio 07346252811 E-mail istituzionale

DIRETTORE UOC SIA (Sistema Informativo Aziendale) Numero telefonico dell ufficio 07346252922 Fax dell Ufficio 07346252811 E-mail istituzionale INFORMAZIONI PERSONALI Cognome Nome INTORBIDA STEFANO Data di Nascita 15/01/1962 Qualifica Dirigente Ingegnere Amministrazione ASUR - AREA VASTA N. 4 Incarico attuale DIRETTORE UOC SIA (Sistema Informativo

Dettagli

DOCUMENTO PRELIMINARE ALLA PROGETTAZIONE

DOCUMENTO PRELIMINARE ALLA PROGETTAZIONE UNIVERSITA' DEGLI STUDI SASSARI UFFICIO TECNICO LAVORI DI RISTRUTTURAZIONE, RESTAURO CONSERVATIVO E ADEGUAMENTO NORMATIVO DELL EDIFICIO SITO IN SASSARI IN LARGO PORTA NUOVA DOCUMENTO PRELIMINARE ALLA PROGETTAZIONE

Dettagli

European Energy Manager

European Energy Manager Diventare Energy Manager in Europa oggi EUREM NET V: programma di formazione e specializzazione per European Energy Manager Durata del corso: 110 ore in 14 giorni, di cui 38 ore di workshop ed esame di

Dettagli

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome Degl Innocenti Alessandro Data di nascita 4/10/1951 Qualifica Dirigente Amministrazione Comune di Pontassieve Incarico attuale Dirigente Area Governo del Territorio

Dettagli

L esperienza del Green Energy Audit

L esperienza del Green Energy Audit L esperienza del Green Energy Audit Arch. Ph.D. Annalisa Galante Adjunct Professor Research Associate - Dipartimento ABC - Politecnico di Milano Coordinamento corsi di formazione - Comunicazione e Marketing

Dettagli

L AUDIT ENERGETICO DEGLI EDIFICI E IL RISPARMIO ENERGETICO

L AUDIT ENERGETICO DEGLI EDIFICI E IL RISPARMIO ENERGETICO COMUNE DI CANZO COMUNE DI CASTELMARTE COMUNE DI EUPILIO COMUNE DI LONONE AL SERINO COMUNE DI PROSERPIO COMUNE DI PUSIANO L AUDIT ENERETICO DELI EDIFICI E IL RISPARMIO ENERETICO Una politica energetica

Dettagli

Dipartimento Ambiente e Sviluppo Servizio Ambiente. U.O. C. Sviluppo Sostenibile, Agenda XXI, Comunicazione SINTESI PROGETTO

Dipartimento Ambiente e Sviluppo Servizio Ambiente. U.O. C. Sviluppo Sostenibile, Agenda XXI, Comunicazione SINTESI PROGETTO Dipartimento Ambiente e Sviluppo Servizio Ambiente U.O. C. Sviluppo Sostenibile, Agenda XXI, Comunicazione SINTESI PROGETTO ATTUAZIONE DEL PROGETTO REBIR Risparmio Energetico, Bioedilizia, Riuso Data 29.01.2009

Dettagli

FPA PROGETTI. presentazione SRL VIA PALMANOVA 24 20132 MILANO TEL. +39 02.2360126 FAX +39 02.70639971

FPA PROGETTI. presentazione SRL VIA PALMANOVA 24 20132 MILANO TEL. +39 02.2360126 FAX +39 02.70639971 presentazione FPA PROGETTI SRL VIA PALMANOVA 24 20132 MILANO TEL. +39 02.2360126 FAX +39 02.70639971 1 1. DATI SOCIETÀ FPA PROGETTI SRL SEDE IN MILANO VIA PALMANOVA 24 20132 TEL.02/2360126 02/26681716

Dettagli

8 - LE OPERE DI URBANIZZAZIONE. Prof. Pier Luigi Carci

8 - LE OPERE DI URBANIZZAZIONE. Prof. Pier Luigi Carci 8 - LE OPERE DI URBANIZZAZIONE Prof. Pier Luigi Carci Introduzione Introduzione Le opere di urbanizzazione costituiscono tutte le strutture e i servizi necessari per rendere un nuovo insediamento adatto

Dettagli

www.integrateddesign.eu IDP Integrated Design Process Processo di progettazione integrata

www.integrateddesign.eu IDP Integrated Design Process Processo di progettazione integrata www.integrateddesign.eu IDP Integrated Design Process Processo di progettazione integrata Cosa può fare l Istituto per le Energie Rinnovabili dell EURAC? E quando? Il team di EURAC è in grado di: gestire

Dettagli

PRESENT past A V A N G U A R D I A E S T I L E N E L L A C O S T R U Z I O N E

PRESENT past A V A N G U A R D I A E S T I L E N E L L A C O S T R U Z I O N E past PRESENT A V A N G U A R D I A E S T I L E N E L L A C O S T R U Z I O N E Anni di esperienza e di tradizione nel settore dell edilizia, sono le nostre più care prerogative per offrire sempre il meglio

Dettagli

Comune di Grado Provincia di Gorizia

Comune di Grado Provincia di Gorizia Comune di Grado Provincia di Gorizia REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEGLI INCENTIVI PER LA PROGETTAZIONE E LA REALIZZAZIONE DI LAVORI PUBBLICI, AI SENSI DELL ART.11 DELLA LEGGE REGIONALE 31 MAGGIO 2002,

Dettagli

European Energy Manager

European Energy Manager Diventare Energy Manager in Europa oggi EUREM V e VI: programma di formazione e specializzazione per European Energy Manager Durata del corso: 110 ore in 14 giorni, di cui 38 ore di workshop ed esame di

Dettagli

Gli oneri concessori

Gli oneri concessori Laboratorio di di Progettazione Esecutiva dell Architettura 2 Modulo di Estimo Integrazione al costo di produzione: gli oneri concessori Proff. Coll. Renato Da Re Federica Di Piazza Gli oneri concessori

Dettagli

Soluzioni complete e innovative per l Habitat del futuro

Soluzioni complete e innovative per l Habitat del futuro Soluzioni complete e innovative per l Habitat del futuro Saint-Gobain, attraverso i suoi marchi, sviluppa e produce nuove generazioni di materiali con un approccio moderno e completo al mercato delle costruzioni:

Dettagli

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014 DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014 SETTORE SEGRETARIO GENERALE SERVIZIO ELABORAZIONE DATI OGGETTO: 97.404,80 I.C. SERVIZIO DI ASSISTENZA TECNICA INTEGRALE E FORNITURA DI MATERIALE CONSUMABILE

Dettagli

La riqualificazione energetica delle scuole: prospettive e criticità. I principali interventi tecnici e gli esperti da coinvolgere.

La riqualificazione energetica delle scuole: prospettive e criticità. I principali interventi tecnici e gli esperti da coinvolgere. La riqualificazione energetica delle scuole: prospettive e criticità I principali interventi tecnici e gli esperti da coinvolgere I principali interventi tecnici e gli esperti da coinvolgere Obiettivi

Dettagli

Dal progetto alla gestione: la Biblioteca di Vimercate

Dal progetto alla gestione: la Biblioteca di Vimercate Corso Programmare e progettare la biblioteca pubblica Dal progetto alla gestione: la Biblioteca di Vimercate Angelo Marchesi con la collaborazione di Alessandro Agustoni e Giulia Villa Il contesto Vimercate

Dettagli

CURRICULUM VITAE ET STUDIORUM. Cavarretta Giuseppe Alfredo Via R. Sanzio 48/A 0984 33768

CURRICULUM VITAE ET STUDIORUM. Cavarretta Giuseppe Alfredo Via R. Sanzio 48/A 0984 33768 CURRICULUM VITAE ET STUDIORUM Cavarretta Giuseppe Alfredo Via R. Sanzio 48/A 0984 33768 DATI ANAGRAFICI Cavarretta Giuseppe Alfredo Nato a CROTONE (KR) il 16/02/1954 Residente a 87036 RENDE (CS) Via R.

Dettagli

ELENA. European Local Energy Assistance

ELENA. European Local Energy Assistance ELENA European Local Energy Assistance SOMMARIO 1. Obiettivo 2. Budget 3. Beneficiari 4. Azioni finanziabili 5. Come partecipare 6. Criteri di selezione 7. Contatti OBIETTIVI La Commissione europea e la

Dettagli

Dr. Maurizio Apicella

Dr. Maurizio Apicella Dr. Maurizio Apicella Nato a Campagna (SA) il 2.2.1962 Residente in Roma Coniugato con 2 figli FORMAZIONE 1985 Laurea in Giurisprudenza, Università di Salerno 1987 Master Formez per Consulenti di Direzione

Dettagli

84, via Angelica Balabanoff,00155, Roma

84, via Angelica Balabanoff,00155, Roma F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo Franco Leccese 84, via Angelica Balabanoff,00155, Roma Telefono 3461722196 Fax Email Nazionalità

Dettagli

Gianluca Nardone curriculum vitae 12 luglio 2013. 0. Profilo Sintetico... 2. I. Precedenti esperienze didattiche (ultimi 5 anni)...

Gianluca Nardone curriculum vitae 12 luglio 2013. 0. Profilo Sintetico... 2. I. Precedenti esperienze didattiche (ultimi 5 anni)... INDICE 0. Profilo Sintetico... 2 I. Precedenti esperienze didattiche (ultimi 5 anni)... 3 II. Titoli scientifici o di progettazione (ultimi 5 anni)... 4 III. Titoli di formazione post- laurea... 6 IV.

Dettagli

Opere di urbanizzazione

Opere di urbanizzazione Opere di urbanizzazione di Catia Carosi Con il termine opere di urbanizzazione si indica l insieme delle attrezzature necessarie a rendere una porzione di territorio idonea all uso insediativo previsto

Dettagli

UNIVERSITA per Stranieri Dante Alighieri Reggio di Calabria

UNIVERSITA per Stranieri Dante Alighieri Reggio di Calabria di UNIVERSITA per Stranieri Dante Alighieri Reggio di Calabria Master di I livello in Manager delle imprese sociali e delle organizzazioni non lucrative di utilità sociale Indirizzi: - Manager delle Imprese

Dettagli

CIL PER INTERVENTI DI EDILIZIA LIBERA 12 (art. 6, comma 2, lettere b, c, d ed e, d.p.r. 6 giugno 2001, n. 380)

CIL PER INTERVENTI DI EDILIZIA LIBERA 12 (art. 6, comma 2, lettere b, c, d ed e, d.p.r. 6 giugno 2001, n. 380) 2 Al Comune di Pratica edilizia SUAP SUE Indirizzo PEC / Posta elettronica del Protocollo CIL PER INTERVENTI DI EDILIZIA LIBERA 12 (art. 6, comma 2, lettere b, c, d ed e, d.p.r. 6 giugno 2001, n. 380)

Dettagli

Milano, 6/5/15 AVVISO PROROGA E INTEGRAZIONE

Milano, 6/5/15 AVVISO PROROGA E INTEGRAZIONE Milano, 6/5/15 AVVISO PROROGA E INTEGRAZIONE Il bando relativo all iniziativa URSA AWARD: Best project for a better tomorrow si modifica e integra come segue: 1) la partecipazione viene prorogata fino

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BRESCIA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BRESCIA Bando di ammissione al Master di II livello in BIM-BASED CONSTRUCTION PROJECT MANAGEMENT (VISUAL PM) ANNO ACCADEMICO 2014/2015 Ai sensi del comma 9 dell art. 7 del D.M. 270/99 e del Regolamento d Ateneo

Dettagli

RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA DI EDIFICIO PER CIVILE ABITAZIONE ANNI '50

RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA DI EDIFICIO PER CIVILE ABITAZIONE ANNI '50 RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA DI EDIFICIO PER CIVILE ABITAZIONE ANNI '50 L'edificio oggetto dell'intervento, si trova a Bolzano in via Dalmazia ai numeri 60, 60A e 62 E' stato costruito nei primi anni '50

Dettagli

Città di Spinea Provincia di Venezia

Città di Spinea Provincia di Venezia Città di Spinea Provincia di Venezia APPALTO: servizio di pulizia interna uffici comunali 2013 2014 AFFIDAMENTO: da appaltare REDATTO DA REVISIONE N. DATA APPROVATO DA 1 SOMMARIO 1. SEZIONE DESCRITTIVA...

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 1115 Prot. n 8165 Data 23.04.2009 Titolo III Classe V UOR Post Laurea - Master VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004,

Dettagli

RISOLUZIONE N. 69/E. Quesito

RISOLUZIONE N. 69/E. Quesito RISOLUZIONE N. 69/E Roma, 16 ottobre 2013 Direzione Centrale Normativa OGGETTO: Consulenza giuridica Art. 2, comma 5, d.l. 25 giugno 2008, n. 112 IVA - Aliquota agevolata - Opere di urbanizzazione primaria

Dettagli

Censimento Programma di intervento per l abbattimento delle barriere architettoniche e urbanistiche

Censimento Programma di intervento per l abbattimento delle barriere architettoniche e urbanistiche Censimento Programma di intervento per l abbattimento delle barriere architettoniche e urbanistiche Schede rilievo SCHEDA RILIEVO BARRIERE ARCHITETTONICHE SPAZI - strade Vinci Toiano CENTRO ABITATO Sant

Dettagli

DOCUMENTO PRELIMINARE ALLA PROGETTAZIONE

DOCUMENTO PRELIMINARE ALLA PROGETTAZIONE Sede legale: Via G. Cusmano, 24 90141 PALERMO C.F. e P. I.V.A.: 05841760829 Dipartimento Provveditorato e Tecnico Servizio Progettazione e Manutenzioni Via Pindemonte, 88-90129 Palermo Telefono: 091 703.3334

Dettagli

Guida alla corretta applicazione della normativa sull abbattimento delle barriere architettoniche

Guida alla corretta applicazione della normativa sull abbattimento delle barriere architettoniche Comune di Parma Guida alla corretta applicazione della normativa sull abbattimento delle barriere architettoniche A vent anni dall entrata in vigore della più importante legge sull abbattimento delle barriere

Dettagli

dai vita alla tua casa

dai vita alla tua casa dai vita alla tua casa SEMPLICE MENTE ENERGIA bioedilizia Una STRUTTURA INNOVATIVA PARETE MEGA PLUS N 10 01 struttura in legno 60/60 mm - 60/40 mm 02 tubazione impianto elettrico ø 21 mm 03 struttura portante

Dettagli

Oggetto: Autorizzazione per l esecuzione di opere e lavori di qualunque genere sui beni culturali (articolo 21, comma 4, d.lgs. n.

Oggetto: Autorizzazione per l esecuzione di opere e lavori di qualunque genere sui beni culturali (articolo 21, comma 4, d.lgs. n. PROTOCOLLO Responsabile del procedimento 14,62 Al Ministero per i beni e le attività culturali Soprintendenza..... Oggetto: Autorizzazione per l esecuzione di opere e lavori di qualunque genere sui beni

Dettagli

Articoli 6 e 8 dello Statuto; articoli 2, 3 e 4 del Regolamento per gli istituti di partecipazione

Articoli 6 e 8 dello Statuto; articoli 2, 3 e 4 del Regolamento per gli istituti di partecipazione Proposta di iniziativa popolare concernente il programma di recupero urbano laurentino e l'inserimento del Fosso della Cecchignola nella componente primaria della rete ecologica e destinazione dell'intera

Dettagli

Curriculum Vitae Paolo Degl Innocenti

Curriculum Vitae Paolo Degl Innocenti INFORMAZIONI PERSONALI Paolo Degl Innocenti POSIZIONE RICOPERTA Responsabile di U.O. Agenzia del Demanio ESPERIENZA PROFESSIONALE Dal 1/7/2012 7/2006-6/2012 11/2005-7/2006 4/2004-10/2005 Responsabile Servizi

Dettagli

COMUNE DI VENEZIA. Estratto dal registro delle deliberazioni del COMMISSARIO STRAORDINARIO nella competenza del Consiglio comunale

COMUNE DI VENEZIA. Estratto dal registro delle deliberazioni del COMMISSARIO STRAORDINARIO nella competenza del Consiglio comunale COMUNE DI VENEZIA Estratto dal registro delle deliberazioni del COMMISSARIO STRAORDINARIO nella competenza del Consiglio comunale N. 87 DEL 14 MAGGIO 2015 E presente il COMMISSARIO STRAORDINARIO: VITTORIO

Dettagli

COMUNE DI RONCO SCRIVIA Provincia di Genova. progetto preliminare relazione di progetto elaborati grafi ci * * *

COMUNE DI RONCO SCRIVIA Provincia di Genova. progetto preliminare relazione di progetto elaborati grafi ci * * * COMUNE DI RONCO SCRIVIA Provincia di Genova progetto preliminare relazione di progetto elaborati grafi ci ina 1 L Amministrazione comunale di Ronco Scrivia (provincia di Genova) intende integrare la dotazione

Dettagli

Ordinanza n. 15 del 14 Aprile 2015

Ordinanza n. 15 del 14 Aprile 2015 IL PRESIDENTE IN QUALITA DI COMMISSARIO DELEGATO AI SENSI DELL ART. 1 COMMA 2 DEL D.L.N. 74/2012 CONVERTITO CON MODIFICAZIONI DALLA LEGGE N. 122/2012 Ordinanza n. 15 del 14 Aprile 2015 Modalità attuative

Dettagli

EFFICIENZA E AUTOGESTIONE ENERGETICA A SCALA DI EDIFICIO

EFFICIENZA E AUTOGESTIONE ENERGETICA A SCALA DI EDIFICIO Forum Internazionale Green City Energy MED LO SVILUPPO DELLE SMART CITIES E DEI GREEN PORTS NELL AREA MEDITERANEA Convegno La produzione di energia rinnovabile nella Smart City Sessione Integrazione dei

Dettagli

Anagrafe, Stato Civile, Elettorale. n. 5 monitor n. 3 stampanti laser di rete n. 3 stampanti ad aghi n. 1 calcolatrice n. 3 apparecchi telefonici

Anagrafe, Stato Civile, Elettorale. n. 5 monitor n. 3 stampanti laser di rete n. 3 stampanti ad aghi n. 1 calcolatrice n. 3 apparecchi telefonici Indicazione delle dotazioni strumentali, anche informatiche, che corredano le stazioni di lavoro nell automazione dell ufficio Segreteria SS.DD. - Affari Generali Anagrafe, Stato Civile, Elettorale Segreteria,

Dettagli

COMUNE DI DONORI Provincia di Cagliari

COMUNE DI DONORI Provincia di Cagliari COMUNE DI DONORI Provincia di Cagliari - 2 COPIA- VERBALE DI ADUNANZA DEL CONSIGLIO COMUNALE Sessione Ordinaria Seduta Pubblica N. 2 Del 21.01.2010 OGGETTO: DETERMINAZIONE QUANTITA E QUALITA DELLE AREE

Dettagli

COMUNE DI CALCIANO Provincia di Matera

COMUNE DI CALCIANO Provincia di Matera COMUNE DI CALCIANO Provincia di Matera Cap. 75010 Via Sandro Pertini, 11 Tel. 0835672016 Fax 0835672039 Cod. fiscale 80001220773 REGOLAMENTO COMUNALE RECANTE NORME PER LA RIPARTIZIONE DELL INCENTIVO DI

Dettagli

Il Magistrato alle Acque di Venezia per la riqualificazione dell Arsenale

Il Magistrato alle Acque di Venezia per la riqualificazione dell Arsenale 1 Maria Giovanna Piva * * Presidente del Magistrato alle Acque di Venezia Il Magistrato alle Acque di Venezia per la riqualificazione dell Arsenale Da moltissimi anni il Magistrato alle Acque opera per

Dettagli

Progetto: Dai colore ai tuoi sogni

Progetto: Dai colore ai tuoi sogni Progetto: Dai colore ai tuoi sogni Un po di storia Il seme dell affido è germogliato in casa Tagliapietra nel lontano 1984 su un esigenza di affido consensuale in ambito parrocchiale. Questo seme ha cominciato

Dettagli

COMUNE DI NORMA. Regolamento Comunale per lo svolgimento di manifestazioni temporanee. (approvato con delibera C.C. n 7 DEL 28/02/2007)

COMUNE DI NORMA. Regolamento Comunale per lo svolgimento di manifestazioni temporanee. (approvato con delibera C.C. n 7 DEL 28/02/2007) COMUNE DI NORMA Regolamento Comunale per lo svolgimento di manifestazioni temporanee (approvato con delibera C.C. n 7 DEL 28/02/2007) Articolo 1 SCOPI DEL REGOLAMENTO 1. L Amministrazione Comunale, in

Dettagli

CALENDARIO ATTIVITA DI ORIENTAMENTO IN USCITA A.S. 2014/2015 (prima versione, aggiornato al 28.01.2015)

CALENDARIO ATTIVITA DI ORIENTAMENTO IN USCITA A.S. 2014/2015 (prima versione, aggiornato al 28.01.2015) CALENDARIO ATTIVITA DI ORIENTAMENTO IN USCITA A.S. 2014/2015 (prima versione, aggiornato al 28.01.2015) Si ricorda che le attività di orientamento predisposte per l'anno scolastico 2014/2015 sono state

Dettagli

CADUTA DALL ALTO E LINEE VITA LA LEGGE PAROLARI

CADUTA DALL ALTO E LINEE VITA LA LEGGE PAROLARI CORSO DI AGGIORNAMENTO PER LA FORMAZIONE DELLE COMPETENZE PROFESSIONALI IN MATERIA DI SICUREZZA NEI CANTIERI EDILI ALLA LUCE DELL ENTRATA IN VIGORE DEL NUOVO TESTO UNICO SULLA SICUREZZA D.Lgs. 9 aprile

Dettagli

Guida. alla detrazione fiscale del. 65% per la. riqualificazione energetica e l adeguamento antisismico degli edifici

Guida. alla detrazione fiscale del. 65% per la. riqualificazione energetica e l adeguamento antisismico degli edifici Guida alla detrazione fiscale del 65% per la riqualificazione energetica e l adeguamento antisismico degli edifici Aggiornata al 20 dicembre 2013 Sommario 1. IL QUADRO NORMATIVO.... pag. 3 2. EDIFICI INTERESSATI.....

Dettagli

TABELLA DELLE NUOVE MAGGIORANZE ASSEMBLEARI

TABELLA DELLE NUOVE MAGGIORANZE ASSEMBLEARI TABELLA DELLE NUOVE MAGGIORANZE ASSEMBLEARI AVVERTENZA Nella tabella viene usato il termine per fare riferimento ai partecipanti al condominio, mentre viene usato il termine per far riferimento ai partecipanti

Dettagli

PARAMETRI URBANISTICI ED EDILIZI

PARAMETRI URBANISTICI ED EDILIZI PARAMETRI URBANISTICI ED EDILIZI Nel presente fascicolo verranno definiti e trattati i seguenti argomenti: a. Parametri Urbanistici; b. Edifici e parti di Edificio; c. Standard Residenziale per Abitante;

Dettagli

PAVANELLOMAGAZINE. l intervista. Pavanello Serramenti e il mondo Web. Proroga detrazioni fiscali del 55% fino al 31 dicembre 2012

PAVANELLOMAGAZINE. l intervista. Pavanello Serramenti e il mondo Web. Proroga detrazioni fiscali del 55% fino al 31 dicembre 2012 anno 2 - numero 3 - marzo/aprile 2012 MADE IN ITALY PAVANELLOMAGAZINE l intervista Certificazione energetica obbligatoria Finestra Qualità CasaClima Proroga detrazioni fiscali del 55% fino al 31 dicembre

Dettagli

RICHIESTA DI PERMESSO DI COSTRUIRE (art. 20, d.p.r. 6 giugno 2001, n. 380 artt. 7, d.p.r. 7 settembre 2010, n. 160)

RICHIESTA DI PERMESSO DI COSTRUIRE (art. 20, d.p.r. 6 giugno 2001, n. 380 artt. 7, d.p.r. 7 settembre 2010, n. 160) Al Comune di Pratica edilizia Sportello Unico Attività Produttive Sportello Unico Edilizia del Protocollo Indirizzo PEC / Posta elettronica RICHIESTA DI PERMESSO DI COSTRUIRE (art. 20, d.p.r. 6 giugno

Dettagli

DIA N ANNO Allo Sportello Unico per le Attività Produttive del Comune di GALLARATE DENUNCIA DI INIZIO ATTIVITA EDILIZIA

DIA N ANNO Allo Sportello Unico per le Attività Produttive del Comune di GALLARATE DENUNCIA DI INIZIO ATTIVITA EDILIZIA DIA N ANNO Allo Sportello Unico per le Attività Produttive del Comune di GALLARATE DENUNCIA DI INIZIO ATTIVITA EDILIZIA ai sensi degli articoli 41 e 42 L.R. 11.03.2005 n.12 e successive modifiche ed integrazioni

Dettagli

COMUNE DI FINALE EMILIA

COMUNE DI FINALE EMILIA COMUNE DI FINALE EMILIA PROVINCIA DI MODENA DETERMINAZIONE N. 922 DEL 12/11/2013 PROPOSTA N. 191 Centro di Responsabilità: Servizi Sociali, Istruzione, Associazionismo, Cultura, Promozione del Territorio

Dettagli

CURRICULUM VITAE. Dr. BRUNO DEI nato a Scandicci il 16 novembre 1946 e residente in Via Pietro Dazzi n. 9 Firenze.

CURRICULUM VITAE. Dr. BRUNO DEI nato a Scandicci il 16 novembre 1946 e residente in Via Pietro Dazzi n. 9 Firenze. CURRICULUM VITAE Dr. BRUNO DEI nato a Scandicci il 16 novembre 1946 e residente in Via Pietro Dazzi n. 9 Firenze. Titolo di Studio: Laurea Economia e Commercio conseguita il 17.04.1973 presso l Università

Dettagli

Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali

Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali Newsletter n.1 / presentazione ravenna 2013 / in distribuzione febbraio 2013 Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali Info: Web: www.ravenna2013.it Mail: ravenna2013@labelab.it / Telefono: 366.3805000

Dettagli

GIUNTA DELLA REGIONE EMILIA ROMAGNA

GIUNTA DELLA REGIONE EMILIA ROMAGNA Progr.Num. 1388/2013 GIUNTA DELLA REGIONE EMILIA ROMAGNA Questo giorno lunedì 30 del mese di settembre dell' anno 2013 si è riunita nella residenza di la Giunta regionale con l'intervento dei Signori:

Dettagli

COMUNE DI SORAGA COMUN DE SORAGA BANDO DI CONCORSO PER LA REALIZZAZIONE DI UN OPERA D ARTE PER L ABBELLIMENTO DE LA GRAN CIASA NEL COMUNE DI SORAGA

COMUNE DI SORAGA COMUN DE SORAGA BANDO DI CONCORSO PER LA REALIZZAZIONE DI UN OPERA D ARTE PER L ABBELLIMENTO DE LA GRAN CIASA NEL COMUNE DI SORAGA BANDO DI CONCORSO PER LA REALIZZAZIONE DI UN OPERA D ARTE PER L ABBELLIMENTO DE LA GRAN CIASA NEL COMUNE DI SORAGA ai sensi dell art. 20 della L.P. 3 gennaio 1983 n.2 e s.m. e i. e del relativo Regolamento

Dettagli

DECRETI - ATTI DELLA REGIONE

DECRETI - ATTI DELLA REGIONE 404 PARTE PRIMA L E G G I - R E G O L A M E N T I DECRETI - ATTI DELLA REGIONE Art. 2 (Finalità) 1. La Regione con la promozione della progettazione di qualità ed il ricorso alle procedure concorsuali,

Dettagli

I CHIARIMENTI DELL AGENZIA DELLE ENTRATE SUL REVERSE CHARGE

I CHIARIMENTI DELL AGENZIA DELLE ENTRATE SUL REVERSE CHARGE I CHIARIMENTI DELL AGENZIA DELLE ENTRATE SUL REVERSE CHARGE Circolare del 31 Marzo 2015 ABSTRACT Si fa seguito alla circolare FNC del 31 gennaio 2015 con la quale si sono offerte delle prime indicazioni

Dettagli

SEMINARIO DI AGGIORNAMENTO ORGANIZZATO DA ORDINE DEGLI INGEGNERI DELLA PROVINCIA DI ROMA INCONTRO - 16 SETTEMBRE 2013 ARCH. VITO ROCCO PANETTA

SEMINARIO DI AGGIORNAMENTO ORGANIZZATO DA ORDINE DEGLI INGEGNERI DELLA PROVINCIA DI ROMA INCONTRO - 16 SETTEMBRE 2013 ARCH. VITO ROCCO PANETTA SEMINARIO DI AGGIORNAMENTO ORGANIZZATO DA ORDINE DEGLI INGEGNERI DELLA PROVINCIA DI ROMA INCONTRO - 16 SETTEMBRE 2013 ARCH. VITO ROCCO PANETTA ARGOMENTI DA TRATTARE: DETERMINAZIONE DEL CONTRIBUTO DI COSTRUZIONE

Dettagli

IL PIANO CASA PER LA TRANSIZIONE E L AVVIO DELLA RICOSTRUZIONE GUIDA PER IL CITTADINO

IL PIANO CASA PER LA TRANSIZIONE E L AVVIO DELLA RICOSTRUZIONE GUIDA PER IL CITTADINO dopo il TERREMOTO IL PIANO CASA PER LA TRANSIZIONE E L AVVIO DELLA RICOSTRUZIONE GUIDA PER IL CITTADINO Assicurare la ricostruzione di case e imprese secondo tempi certi e procedure snelle, garantendo

Dettagli

Cagliari, 22 luglio 2010

Cagliari, 22 luglio 2010 Cagliari, 22 luglio 2010 L azione dell Ance L Associazione Nazionale Costruttori Edili si è da sempre posta l obiettivo di supportare le imprese associate nella adozione di strumentazione organizzativa

Dettagli

Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano

Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano Enti locali per Kyoto Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano Rodolfo Pasinetti Ambiente Italia srl Milano, 15 dicembre 2006 Contesto Politiche energetiche Nel passato

Dettagli

4 - Dati generali e climatici

4 - Dati generali e climatici 4 - Dati generali e climatici 88 Sommario 4.1 Dati catasto energetico... 91 4.1.1 Edificio... 91 4.1.2 Proprietario e responsabile dell impianto... 92 4.2 Dati generali... 96 4.2.1 Richiesta... 96 4.2.2

Dettagli

(Omissis) Art. 1. (Campo di applicazione).

(Omissis) Art. 1. (Campo di applicazione). DECRETO MINISTERIALE 2 aprile 1968, n. 1444 (pubblicato nella g. u. 16 aprile 1968, n. 97). Limiti inderogabili di densità edilizia, di altezza, di distanza fra i fabbricati e rapporti massimi tra spazi

Dettagli

BANDO DI GARA PER LA VENDITA MEDIANTE ASTA PUBBLICA DEL FABBRICATO EX SEDE DELLA SCUOLA ELEMENTARE SOARZA IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO TECNICO

BANDO DI GARA PER LA VENDITA MEDIANTE ASTA PUBBLICA DEL FABBRICATO EX SEDE DELLA SCUOLA ELEMENTARE SOARZA IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO TECNICO COMUNE DI VILLANOVA SULL ARDA PROVINCIA DI PIACENZA ---------------------- Tel. 0523/837927 (n. 3 linee a ric. autom.) Codice Fiscale 00215750332 Fax 0523/837757 Partita IVA 00215750332 Prot. n 2868 BANDO

Dettagli

L'ATTESTAZIONE DELLA CONFORMITA' DELL'OPERA AL PROGETTO PRESENTATO E SUA AGIBILITA' ( Ai sensi dell'art.10 del D.P.R. 07/09/2010 n.

L'ATTESTAZIONE DELLA CONFORMITA' DELL'OPERA AL PROGETTO PRESENTATO E SUA AGIBILITA' ( Ai sensi dell'art.10 del D.P.R. 07/09/2010 n. Spazio riservato al Servizio Urbanistica AGIBILITA' n del L'ATTESTAZIONE DELLA CONFORMITA' DELL'OPERA AL PROGETTO PRESENTATO E SUA AGIBILITA' ( Ai sensi dell'art.10 del D.P.R. 07/09/2010 n.160 ) l sottoscritt...

Dettagli

Attività soggette al controllo dei VV.F. nei condomini

Attività soggette al controllo dei VV.F. nei condomini Attività soggette al controllo dei VV.F. nei condomini Innocenzo Mastronardi, Ingegnere Civile, professionista antincendio, PhD student in S.O.L.I.P.P. XXVI Ciclo Politecnico di Bari INTRODUZIONE Con l

Dettagli

BONUS MOBILI ED ELETTRODOMESTICI

BONUS MOBILI ED ELETTRODOMESTICI BONUS MOBILI ED ELETTRODOMESTICI Gli aggiornamenti più recenti Proroga dell agevolazione al 31 dicembre 2015 I quesiti più frequenti aggiornamento aprile 2015 ACQUISTI AGEVOLATI IMPORTO DETRAIBILE MODALITA

Dettagli

PIANO GENERALE DEGLI IMPIANTI DI AFFISSIONE E ALTRI MEZZI PUBBLICITARI

PIANO GENERALE DEGLI IMPIANTI DI AFFISSIONE E ALTRI MEZZI PUBBLICITARI COMUNE DI SIRIGNANO PROVINCIA DI AVELLINO Piazza Aniello Colucci 83020 SIRIGNANO (AV) Tel. 081-5111570 Fax 081-5111625 CF 80004370641 P. IVA 00256240649 PIANO GENERALE DEGLI IMPIANTI DI AFFISSIONE E ALTRI

Dettagli

Candidato a Direttore Amministativo Dati anagrafici e Domanda di Iscrizione

Candidato a Direttore Amministativo Dati anagrafici e Domanda di Iscrizione 1 di 11 ID_Candidato 19 Nome Cognome Candidato a Direttore Amministativo Dati anagrafici e Domanda di Iscrizione fabrizio di bella Data_Nascita 31/01/1962 Luogo_Nascita Provincia_Nascita Residenza_Comune

Dettagli

CenTer - SCHEDA DOCUMENTO

CenTer - SCHEDA DOCUMENTO CenTer - SCHEDA DOCUMENTO N 2467 TIPO DI DOCUMENTO: PROGRAMMA CORSO DI FORMAZIONE TIPOLOGIA CORSO: Corso universitario TIPO DI CORSO: Master di 1 Livello TITOLO: Gestione Integrata dei Patrimoni Immobiliari

Dettagli

Indagine sui consumi degli edifici pubblici (direzionale e scuole) e potenzialità degli interventi di efficienza energetica

Indagine sui consumi degli edifici pubblici (direzionale e scuole) e potenzialità degli interventi di efficienza energetica Indagine sui consumi degli edifici pubblici (direzionale e scuole) e potenzialità degli interventi di efficienza energetica Marco Citterio, Gaetano Fasano Report RSE/2009/165 Ente per le Nuove tecnologie,

Dettagli

CIRCOLARE N. 37/E. Roma, 29 dicembre 2006

CIRCOLARE N. 37/E. Roma, 29 dicembre 2006 CIRCOLARE N. 37/E Direzione Centrale Normativa e Contenzioso Roma, 29 dicembre 2006 OGGETTO: IVA Applicazione del sistema del reverse-charge nel settore dell edilizia. Articolo 1, comma 44, della legge

Dettagli

COMUNE DI ALTISSIMO Provincia di Vicenza

COMUNE DI ALTISSIMO Provincia di Vicenza COPIA COMUNE DI ALTISSIMO Provincia di Vicenza N. 64 del Reg. Delib. N. 6258 di Prot. Verbale letto approvato e sottoscritto. IL PRESIDENTE f.to Antecini IL SEGRETARIO COMUNALE f.to Scarpari N. 433 REP.

Dettagli

Provincia di Sassari. C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20

Provincia di Sassari. C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20 C O M U N E D I M A R A Provincia di Sassari C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20 Email: protocollo@comune.mara.ss.it Pec: protocollo@pec.comune.mara.ss.it SERVIZIO AFFARI

Dettagli

L efficienza energetica fra legislazione europea, nazionale e regionale

L efficienza energetica fra legislazione europea, nazionale e regionale L efficienza energetica fra legislazione europea, nazionale e regionale Prof. Gianni Comini Direttore del Dipartimento di Energia e Ambiente CISM - UDINE AMGA - Iniziative per la Sostenibilità EOS 2013

Dettagli

Schema Professionista della Security Profilo Senior Security Manager - III Livello

Schema Professionista della Security Profilo Senior Security Manager - III Livello STATO DELLE REVISIONI rev. n SINTESI DELLA MODIFICA DATA 0 05-05-2015 VERIFICA Direttore Qualità & Industrializzazione Maria Anzilotta APPROVAZIONE Direttore Generale Giampiero Belcredi rev. 0 del 2015-05-05

Dettagli

5 I COEFFICIENTI CORRETTIVI

5 I COEFFICIENTI CORRETTIVI 5 I COEFFICIENTI CORRETTIVI In questo capitolo, dopo aver definito il concetto di «coefficienti correttivi», verranno esaminati nel dettaglio i coefficienti di riduzione previsti dalla Circolare del Ministero

Dettagli

RELAZIONE TECNICO DESCRITTIVA

RELAZIONE TECNICO DESCRITTIVA Comune della Spezia MARIO NIRO 5S a.s. 2013/2014 RELAZIONE TECNICO DESCRITTIVA RELATIVA AL PROGETTO DI ABITAZIONE UNIFAMILIARE DA EDIFICARE PRESSO IL COMUNE DELLA SPEZIA, VIA MONTALBANO CT FOGLIO 60, MAPPALE

Dettagli

Opere di ristrutturazione edilizia e risanamento conservativo - variante essenziale relative all'immobile sito in via Millelire n 10/c - Milano

Opere di ristrutturazione edilizia e risanamento conservativo - variante essenziale relative all'immobile sito in via Millelire n 10/c - Milano Comune di MILANO Provincia di MILANO Regione LOMBARDIA RELAZIONE TECNICA Rispondenza alle prescrizioni in materia di contenimento del consumo energetico Deliberazione Giunta Regionale 22 dicembre 2008

Dettagli

VARIANTE AGLI ARTT. 32, 36, 37, 38, 46, 54, 87 DEL VIGENTE P.R.G. ADEGUATO AL P.P.A.R.

VARIANTE AGLI ARTT. 32, 36, 37, 38, 46, 54, 87 DEL VIGENTE P.R.G. ADEGUATO AL P.P.A.R. VARIANTE AGLI ARTT. 32, 36, 37, 38, 46, 54, 87 DEL VIGENTE P.R.G. ADEGUATO AL P.P.A.R. VIGENTE MODIFICATO ARTICOLO 31 ZONE AGRICOLE 1. Sono considerate zone agricole assimilabili alle zone E del D.M. n

Dettagli

RIEPILOGO GENERALE DELLE SPESE 2013

RIEPILOGO GENERALE DELLE SPESE 2013 RIEPILOGO GENERALE DELLE SPESE 203 Funzion Servizi. Funzion 0 Funzioni generali di amministrazione, di gestione e di controllo Servizi 0. 02 Segreteria generale,personale e organizzazione Servizi 0. 03

Dettagli

Nuovo Piano Casa Regione Lazio. Legge 11 agosto 2009 n. 21, come modificata dalle leggi 13 agosto 2011 nn. 10 e 12

Nuovo Piano Casa Regione Lazio. Legge 11 agosto 2009 n. 21, come modificata dalle leggi 13 agosto 2011 nn. 10 e 12 Nuovo Piano Casa Regione Lazio Legge 11 agosto 2009 n. 21, come modificata dalle leggi 13 agosto 2011 nn. 10 e 12 AMBITO DI APPLICAZIONE (Art. 2) La Legge si applica agli edifici: Legittimamente realizzati

Dettagli

Indice. La Missione 3. La Storia 4. I Valori 5. I Clienti 7. I Numeri 8. I Servizi 10

Indice. La Missione 3. La Storia 4. I Valori 5. I Clienti 7. I Numeri 8. I Servizi 10 Indice La Missione 3 La Storia 4 I Valori 5 I Clienti 7 I Numeri 8 I Servizi 10 La Missione REVALO: un partner operativo insostituibile sul territorio. REVALO ha come scopo il mantenimento e l incremento

Dettagli

OGRA R FIA I I N AMBI B TO ED E I D LE E E

OGRA R FIA I I N AMBI B TO ED E I D LE E E LA TERMOGRAFIA TERMOGRAFIA IN AMBITO EDILE E ARCHITETTONICO LA TERMOGRAFIA IN ABITO EDILE ED ARCHITETTONICO INDICE: LA TEORIA DELL INFRAROSSO LA TERMOGRAFIA PASSIVA LA TERMOGRAFIA ATTIVA ESEMPI DI INDAGINI

Dettagli

Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione

Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione Gruppo di Lavoro ITACA Regioni/Presidenza del Consiglio dei Ministri Aggiornamento 14 novembre 2011 Dipartimento

Dettagli

PROFESSIONALITÀ AFFIDABILITÀ RESPONSABILITÀ

PROFESSIONALITÀ AFFIDABILITÀ RESPONSABILITÀ PROFESSIONALITÀ AFFIDABILITÀ RESPONSABILITÀ LE SOLUZIONI AMBIENTALI INTEGRATE DI UN GRUPPO LEADER SOLYECO GROUP ha reso concreto un obiettivo prezioso: conciliare Sviluppo e Ambiente. Questa è la mission

Dettagli

Presentazione Formazione Professionale

Presentazione Formazione Professionale Presentazione Formazione Professionale Adecco Training Adecco Training è la società del gruppo Adecco che si occupa di pianificare, organizzare e realizzare progetti formativi che possono coinvolgere lavoratori

Dettagli

VIT S.R.L. CAPITOLATO SPECIALE PER L'AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DELLA STRUTTURA POLIFUNZIONALE DENOMINATA CHALET PINETA IN COMUNE DI CEVO (BS)

VIT S.R.L. CAPITOLATO SPECIALE PER L'AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DELLA STRUTTURA POLIFUNZIONALE DENOMINATA CHALET PINETA IN COMUNE DI CEVO (BS) VIT S.R.L. CAPITOLATO SPECIALE PER L'AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DELLA STRUTTURA POLIFUNZIONALE DENOMINATA CHALET PINETA IN COMUNE DI CEVO (BS) Art. 1 - Oggetto dell affidamento L oggetto dell affidamento

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 1339 Prot. n 13549 Data 29.04.2014 Titolo III Classe V UOR SOFPL VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004, n. 270;

Dettagli

ART. 19 - G - SERVIZI GENERALI (vigenti)

ART. 19 - G - SERVIZI GENERALI (vigenti) ART. 19 - G - SERVIZI GENERALI (vigenti) La zona è destinata ad accogliere attrezzature e servizi pubblici o ad uso pubblico di interesse generale su scala territoriale: uffici pubblici o privati di interesse

Dettagli

Relazione di accompagnamento

Relazione di accompagnamento Area Tecnico Edilizia Programma Triennale dei lavori pubblici e dei servizi di gestione del patrimonio dell'ateneo per gli anni 2013 2015 ed elenco annuale per l anno 2013 Relazione di accompagnamento

Dettagli

Le opportunità economiche dell efficienza energetica

Le opportunità economiche dell efficienza energetica Le opportunità economiche dell efficienza energetica i problemi non possono essere risolti dallo stesso atteggiamento mentale che li ha creati Albert Einstein 2 SOMMARIO 1. Cosa è una ESCO 2. Esco Italia

Dettagli

Comune di OZIERI BILANCIO PREVISIONE PLURIENNALE USCITE ANNO 2013 Pag. 1/6

Comune di OZIERI BILANCIO PREVISIONE PLURIENNALE USCITE ANNO 2013 Pag. 1/6 Comune di OZIERI BILANCIO PREVISIONE PLURIENNALE USCITE ANNO 2013 Pag. 1/6 1010203 240/21 SPESE MANUTENZIONE IMMOBILI ED 17.424,61 17.424,61 17.424,61 IMPIANTI UFFICI COMUNALI 1010203 400/10 SPESE PER

Dettagli