CAPITOLATO SPECIALE. V i a C a r l o B o g g i o, C u n e o C N. -

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "CAPITOLATO SPECIALE. V i a C a r l o B o g g i o, 1 2 1 2 1 0 0 C u n e o C N. e-mail: protocollo@aslcn1.legalmailpa.it - www.aslcn1."

Transcript

1 V i a C a r l o B o g g i o, C u n e o C N Tel fa x P.I. /Cod. Fisc CAPITOLATO SPECIALE PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI RITIRO, RIPARAZIONE E MANUTENZIONE, RICONDIZIONAMENTO E SANIFICAZIONE DEGLI AUSILI PROTESICI PER DISABILI DI CUI AGLI ELENCHI 1 2 E 3 DEL D.M. 332/99 PER L ASLCN1 CIG N E. CAPITOLATO SPECIALE 1

2 INDICE TITOLO I PARTE TECNICA - ART. 1 - OGGETTO E DURATA - ART. 2 - IMPORTO PRESUNTO E QUANTIFICAZIONE DELLE PRESTAZIONI - ART. 3 - AMBITO TERRITORIALE DI SVOLGIMENTO DEL SERVIZIO - ART. 4 - CARATTERISTICHE DEL SERVIZIO - ART. 5 - MODALITA DI EROGAZIONE DEL SERVIZIO - ART. 6 - INSTALLAZIONE E MESSA IN SERVIZIO PER INTERVENTI A DOMICILIO SU RICHIESTA DELL ASL CN1 - ART. 7 - MANUTENZIONE PER EVENTUALI CONSEGNE AL DOMICILIO COMPRE- SA GARANZIA TITOLO II PARTE AMMINISTRATIVA - ART. 8 - MISURE IN TEMA DI TUTELA DELLA SALUTE E SICUREZZA SUL LAVORO - ART. 9 - DEPOSITO CAUZIONALE PROVVISORIO - ART DEPOSITO CAUZIONALE DEFINITIVO - ART REVISIONE PREZZI - ART FATTURAZIONE E PAGAMENTI - ART OBBLIGHI DI RISERVATEZZA E SEGRETEZZA - ART DANNI A PERSONE E COSE - ART ASSICURAZIONE ED OBBLIGHI DEL FORNITORE - ART DIVIETO DI SOSPENSIONE DEL SERVIZIO - ART RAPPRESENTANTE DELLA DITTA - ART PERSONALE E OBBLIGHI PREVIDENZIALI, FISCALI E ASSICURATIVI DELLA DITTA - ART COMPORTAMENTO DEL PERSONALE DELLA DITTA - ART MODIFICHE E RECESSO CONTRATTUALE DA PARTE DELL A.S.L. - ART RISOLUZIONE DEL CONTRATTO - ART PROVA - ART. 23 CONTROLLO DELLE PRESTAZIONI E PROVVEDIMENTI CONSEGUENTI: - PENALI - ART.24 - DIVIETO DI CESSIONE DEL CONTRATT0 E SUB APPALTO - ART SPESE CONTRATTUALI - ART FORO COMPETENTE TITOLO III MODALITA DI SVOLGIMENTO DELLA GARA - ART MODALITA DI PRESENTAZIONE DELL OFFERTA - ART COMPOSIZIONE DELL OFFERTA - ART PROCEDURE E CRITERI DI AGGIUDICAZIONE - ART DOCUMENTAZIONE A CARICO DEL SOGGETTO AGGIUDICATARIO - ART STIPULA DEL CONTRATTO - ART FALLIMENTO, SUCCESSIONI E CESSIONE DELLA DITTA AGGIUDI- CATARIA - ART ADEMPIMENTI DI FINE CONTRATTO - ART TRACCIABILITA DEI FLUSSI FINANZIARI 2

3 - ART RICHIAMI DI LEGGE - ART TRATTAMENTO DEI DATI - ART PRECISAZIONI E CHIARIMENTI - ART ACCETTAZIONE DELLE CONDIZIONI CONTAATTUALI - ART ALLEGATI 3

4 TITOLO I - Parte tecnica ART. 1 - OGGETTO E DURATA Il presente Capitolato speciale ha per oggetto l affidamento in un unico lotto del servizio di: RITIRO, RIPARAZIONE E MANUTENZIONE, RICONDIZIONAMENTO E SANIFICAZIONE DEGLI AUSILI PROTESICI PER DISABILI DI CUI AGLI ELENCHI 1 2 E 3 DEL D.M. 332/99 e s.m.i. La durata del contratto è di 36 mesi con decorrenza dalla stipula del contratto. L Azienda si riserva la facoltà, se sarà consentito dalla legislazione che sarà vigente all'epoca, di prorogarne la durata per un periodo ulteriore di tempo che non potrà comunque superare i 36 mesi e che verrà notificato all Impresa aggiudicataria. In ogni caso la ditta aggiudicataria alla scadenza del contratto avrà comunque l obbligo di garantire il servizio in essere, alle medesime condizioni contrattuali, per un periodo di altri 6 mesi e comunque fino a che l Azienda non abbia aggiudicato il nuovo appalto e sia intervenuta la completa attivazione del nuovo servizio appaltato. L Azienda si riserva le seguenti facoltà: - di revocare il procedimento prima dell adozione dell atto di aggiudicazione; - di non aggiudicare in tutto o in parte il servizio oggetto del presente Capitolato qualora ritenga le offerte eccessivamente onerose o non rispondenti alle situazioni reali di mercato all atto dell aggiudicazione; - di non aggiudicare a proprio insindacabile giudizio il servizio. In tutti i casi, le imprese partecipanti alla gara non potranno vantare alcun diritto per risarcimento danni, né per lucro cessante né per danno emergente. ART. 2 - IMPORTO PRESUNTO E QUANTIFICAZIONE DELLE PRESTAZIONI L importo presunto annuo delle prestazioni oggetto del presente capitolato è di euro ,00 (IVA esclusa). Si riportano di seguito i tipi di intervento per i quali è richiesta presentazione di offerta: 1) Ritiro e consegna degli ausili da revisionare/sanificare presso i magazzini dell ASL 2) Riparazione e manutenzione, ricondizionamento degli ausili ritirati dal magazzino. Nell importo è ricompresa la garanzia di almeno 1 mese in merito all intervento effettuato 3) Riparazione e manutenzione, ricondizionamento degli ausili per la funzione respiratoria, funzioni visive e comunicazione. Nell importo è ricompresa la garanzia di almeno 1 mese in merito all intervento effettuato. 4) Sanificazione degli ausili, 5) Riparazione e manutenzione dei compressori, compresa la garanzia di 1 mese in merito all intervento effettuato, 6) Costo della manodopera per gli interventi di manutenzione e riparazione da effettuare al domicilio dell utente, 6) percentuale di sconto sui listini delle case produttrici per i pezzi di ricambio, 7) Costo fisso per diritto di chiamata e trasferta in relazione ad interventi non compresi nel punto 2. 8) ritiro / consegna dell ausilio a domicilio dell utente su richiesta dell ASL. 4

5 9) servizio di fornitura ausilio sostitutivo al domicilio dei pazienti nei casi segnalati dall ASL e previsti all art. 7.2 del Capitolato Per informazione ed a titolo indicativo, si riporta la seguente tabella: Tipologia di ausili per i quali è previsto l intervento. (vedi allegato A e A1 ) Descrizione ausilio CARROZZINE RUOTE PICCOLE-MEDIE-GRANDI CARROZZINE PIEGHEVOLI CARROZZINE ELETTRICHE CARROZZINE DI TRANSITO(passeggini, seggioloni, basi posturali) Cod. classificazione Iso /006/ /006/ / /036/039/042/045/ / /006 BICICLETTE TRICICLI /006 DEAMBULATORI / /006/009/012/015 SOLLEVATORI IMBRAGATURE LETTI 1 o 2 SNODI LETTI ELETTRICI CON O SENZA BASE ELETTRICA SPONDE- SUPPORTI COMPRESSORI AUSILI OTTICI ELETTRONICI AUSILI PER COMUNICAZIONE INTERPERSONALE AUSILI PER LA TERAPIA RESPIRATORIA / /006/ / / / / / /18/15/09/21 MATERASSI /006/009/012/018/021 STATICHE (a movimentazione elettrica e non) /006/ /036/063/066/069/ CUSCINI (tutti i modelli) /006/009/012/015/018 SEDIE DOCCIA RIALZI WC STAMPELLA, QUADRIPODI TRIPODI MONTASCALE A RUOTE MONTASCALE A CINGOLI / /006 Movimentazione prevista annualmente: n ritiri circa. 5

6 I COSTI DELLA/SICUREZZA NECESSARI AD ELIMINARE I RISCHI DA INTERFERENZA AMMONTANO AD EURO 1.500,00 (PER IL PERIODO DI VALIDITA DEL CONTRATTO) E NON SONO SOGGETTI A RIBASSO. ART. 3 - AMBITO TERRITORIALE DI SVOLGIMENTO DEL SERVIZIO L Ambito territoriale dell ASL CN 1 in cui si dovrà svolgere il servizio è parte della Provincia di Cuneo,ed è attualmente suddiviso nei seguenti 6 Distretti: Distretto di Cuneo e Borgo San Dalmazzo comprendente i Comuni di: Cuneo, Beinette, Castelletto Stura, Centallo, Margarita,Montanera, Morozzo,Tarantasca, Borgo San Dalmazzo, Aisone, Argentera, Boves, Chiusa Pesio, Demonte, Entracque,Gaiola,Limone Piemonte, Moiola, Peveragno, Pietraporzio, Rittana, Roaschia, Robilante, Roccasparvera, Roccavione, Sambuco, Valdieri, Valloriate, Vernante, Vignolo, Vinadio Distretto di Dronero comprendente i Comuni di: Dronero, Acceglio, Bernezzo, Busca, Canosio, Caraglio, Cartignano, Castelmagno, Celle Macra, Cervasca, Elva, Macra, Marmora, Montemale, Monterosso Grana, Pradleves, Prazzo,Roccabruna, San Damiano Macra, Stroppo, Valgrana, Villar San Costanzo Distretto di Mondovi comprendente i Comuni di: Mondovì, Bastia Mondovì, Belvedere Langhe, Bonvicino, Briaglia, Carrù, Cigliè, Clavesana, Dogliani, Farigliano, Frabosa Soprana, Frabosa Sottana, Lequio Tanaro, Magliano Alpi,Monastero Vasco, Monasterolo Casotto, Montaldo Mondovì, Niella Tanaro, Pamparato, Pianfei, Piozzo, Roburent, Roccacigliè, Rocca de Baldi, Roccaforte Mondovì, S. Michele Mondovì,Somano, Torre Mondovì, Vicoforte, Villanova Mondovì Distretto di Ceva comprendente i Comuni di: Ceva, Alto, Bagnasco, Battifollo, Briga Alta, Camerana, Caprauna, Castellino Tanaro,Castelnuovo di Ceva, Garessio, Gottasecca, Igliano, Lesegno, Lisio, Marsaglia, Mombarcaro,Momasiglio, Monesiglio, Montezemolo, Murazzano, Nucetto, Ormea, Paroldo, Perlo, Priero,Priola, Prunetto, Roascio, Sale delle Langhe, Sale San Giovanni, Saliceto, Scagnello,Torresina, Viola Distretto di Fossano/Savigliano comprendente i Comuni di: Fossano, Savigliano, Benevagienna, Caramagna Piemonte, Cavallerleone, Cavallermaggiore, Cervere, Genola, Marene, Monasterolo di Savigliano, Murello, Racconigi, Ruffia,S.Albano Stura, Salmour, Trinità, Villafalletto, Villanova Solaro, Vottignasco, Distretto di Saluzzo comprendente i Comuni di: Saluzzo, Bagnolo Piemonte, Barge, Bellino, Brondello, Brossasco, Cardè,Casalgrasso,Casteldelfino, Castellar, Costigliole Saluzzo, Crissolo, Envie, Faule, Frassino, Gambasca, Isasca, Lagnasco, Manta, Martiniana Po, Melle, Moretta, Oncino, Ostana, Paesana, Pagno, Piasco, Polonghera, Pontechianale, Revello, Rifreddo, Rossana, Sampeyre, Sanfront, Scarnafigi,Torre San Giorgio, Valmala, Venasca, Verzuolo Eventuali modifiche organizzative che si ripercuotessero sulla gestione del servizio in oggetto verranno tempestivamente comunicate alla Ditta aggiudicataria. 6

7 ART. 4 - CARATTERISTICHE DEL SERVIZIO Il presente capitolato disciplina l affidamento del servizio di ritiro e consegna ai magazzini dell ASL a seguito di manutenzione e riparazione, ricondizionamento, sanificazione e riparazione degli ausili protesici per disabili da erogarsi dal lunedì al venerdì dalle ore 8,00 alle ore 16,00, comprendente: 1) ritiro e consegna degli ausili presso magazzino dell ASL; 2) riparazione e manutenzione, ricondizionamento degli ausili; 3) sanificazione degli ausili e dei materassi(eventuale disinfezione su richiesta); 4) riparazione e manutenzione dei compressori, degli apparecchi per la funzione respiratoria, per le funzioni visive e per la comunicazione; 5) manodopera per interventi di manutenzione e riparazione non previsti; 6) fornitura dei pezzi di ricambio originali degli ausili; 7) esecuzione di altri interventi a domicilio dell utente; 8) prestazione di garanzia di almeno 1 mese con riferimento a tutte le prestazioni effettuate. ART. 5 - MODALITA DI EROGAZIONE DEL SERVIZIO Inizio attività La ditta aggiudicataria dovrà provvedere secondo le indicazioni presenti negli articoli successivi, ad una ricognizione puntuale degli ausili di proprietà dell ASL giacenti e al ritiro degli stessi che necessitano, alla data di inizio attività, di manutenzione, sanificazione e/o riparazione, ricondizionamento presso i magazzini di seguito indicati: Cuneo- Corso Francia, 10 Villa S. Croce Fossano - Via Lancimano, 3 Lesegno - Località Pile, 2 Savigliano- Via Torino 143 Saluzzo - Via della Resistenza, 16 Complesso le Corti. L inizio della attività dovrà essere garantito entro un tempo massimo di 30 giorni solari dalla data di stipula del contratto Ritiro degli ausili presso i magazzini dell azienda La ditta dovrà provvedere, con mezzi e dipendenti propri, al ritiro degli ausili tempestivamente e comunque almeno settimanalmente presso i magazzini dell Azienda. Dal momento del ritiro la ditta dovrà effettuare, nel termine massimo di 10 giorni naturali e consecutivi, gli interventi di sanificazione, disinfezione, ricondizionamento, manutenzione, lubrificazione delle parti meccaniche, revisione degli ausili. Nel caso di ausili a comando elettronico la ditta dovrà effettuare il test di funzionalità delle centraline, verificare lo stato d uso delle batterie con sostituzione delle stesse, laddove necessario, controllare i dispositivi di comando e la corrispondenza dell ausilio alla vigente normativa in materia di sicurezza e compatibilità elettromagnetica. Per gli interventi di manutenzione e riparazione la ditta aggiudicataria dovrà usare pezzi di ricambio originali con marcatura CE. E obbligo inoltre della ditta aggiudicataria operare, nelle attività di manutenzione e ricondizionamento, in aderenza alla normativa ed alle Direttive vigenti (in particolare la Direttiva n. 93/42 sui dispositivi medici e successivo D. Lgs. n. 46 del 24/02/1997), in modo che gli interventi effettuati e le eventuali parti di ricambio sostituite non alterino il progetto del costruttore e quindi mantengano i requisiti essenziali di progettazione e fabbricazione (dichiarazione di conformità, ecc.). 7

8 5.3 Revisione, riparazione e manutenzione, ricondizionamento e sanificazione, degli ausili riutilizzabili. In sede di presentazione dell offerta economica la Ditta dovrà tenere conto del fatto che tutti gli ausili (sia quelli già in dotazione all ASL, sia quelli di nuova acquisizione che verranno riutilizzati) necessiteranno di manutenzione per tutta la durata del contratto e tempestiva riparazione per tutto il periodo di assegnazione in uso all assistito. Ogni intervento di manutenzione correttiva e preventiva dovrà essere attestato da foglio di lavoro, controfirmato dall addetto al magazzino o in caso di interventi al domicilio dal paziente o da suo familiare o chi per esso, cui l ausilio è in carico, e trasmesso all Ufficio dell' A.S.L. competente. Ogni intervento di manutenzione dovrà essere effettuato da tecnici qualificati, formati e informati in rapporto al compito che devono svolgere. La Ditta aggiudicataria è tenuta a garantire, per tutta la durata del contratto, la perfetta funzionalità e sicurezza dei dispositivi forniti in dotazione all A.S.L. che verranno recuperati e riutilizzati, secondo le disposizioni del presente Capitolato Speciale d Appalto. La ditta aggiudicataria dovrà provvedere alla sanificazione, disinfezione, revisione, manutenzione, ricondizionamento, lubrificazione delle parti meccaniche, riparazione e sostituzione di eventuali parti di ricambio degli ausili di cui alla tabella del precedente articolo 2. Allo scopo di rendere di nuovo disponibile l ausilio, le operazioni di sanificazione dovranno essere effettuate entro 7 giorni lavorativi dal ritiro dell ausilio mentre le operazioni di revisione, manutenzione e riparazione dovranno essere effettuate entro 10 giorni naturali e consecutivi dal ritiro del bene. Qualora l intervento di riparazione, sommato a ricondizionamento e disinfezione, superi il 50% del valore del medesimo ausilio (per valore si intenderà il prezzo di acquisto dell ausilio, ottenuto nell ordine da Nomenclatore tariffario - considerando anche i prezzi contenuti nel D.M. 28/12/1992 se non modificati con D.M. successivo gara regionale gara aziendale secondo quanto riportato nell allegato A e A 1), la ditta dovrà evidenziarlo all Ufficio protesica per valutare l opportunità di procedere alla rottamazione dell ausilio. Tutte le riparazioni e manutenzioni, sia quelle comprese nel servizio che quelle soggette all autorizzazione del preventivo, dovranno essere effettuate a regola d arte e nel rispetto del marchio CE con pezzi di ricambio originali o, in caso di impossibilità certificata di reperirli, con pezzi di ricambio di identiche caratteristiche di forma e durata, purché sia garantita la funzionalità ed il rispetto della normativa per l utilizzo. In caso di difformità tra quanto indicato nella richiesta di intervento e successivo esame da parte della ditta, la stessa è tenuta a richiedere preventiva autorizzazione al Ufficio protesica da cui proviene l ausilio con le modalità che verranno indicate al momento dell attivazione del servizio. La sanificazione dovrà avvenire con mezzi e detergenti idonei che consentano di arrivare in tutti i punti da sanificare in modo da ottenere un risultato igienico ottimale. Per l abbattimento del tasso batteriologico gli ausili devono essere sottoposti all ingresso e all uscita dal magazzino della ditta ad un trattamento disinfettante a base di sali quaternari di ammonio (Achil-Dimetil-Benzil-Ammonio cloruro a catena selezionata) o prodotto equivalente. A ciascun ausilio rigenerato e consegnato dovrà essere allegata una dichiarazione di sanificazione con l indicazione del prodotto sanificante utilizzato, che dovrà risultare registrato presso il Ministero competente. Gli ausili dovranno inoltre essere in buone condizioni funzionali ed estetiche, dovranno riportare la data di effettuazione dell ultimo intervento di sanificazione e dovranno essere privi di qualunque riferimento all eventuale utilizzo precedente. 8

9 Una volta ripristinato, l ausilio dovrà essere imballato e sigillato con apposito involucro atossico in PVC con allegata scheda che dovrà riportare le caratteristiche specifiche degli ausili e degli interventi effettuati, ad esclusione dei letti che saranno comunque assicurati da una pellicola/film trasparente, e dovrà essere corredato da certificazione di idoneità all uso. Gli ausili elettronici dovranno essere corredati da manuale d uso e manutenzione in lingua italiana. La rottamazione degli ausili non più convenientemente riparabili sarà decisa in contraddittorio periodico con il funzionario dell A.S.L. CN1 incaricato. L aggiudicatario è tenuto a segnalare gli ausili che ritiene non più idonei all uso. I verbali di fuori uso dovranno essere redatti in duplice copia e sottoscritti dall'incaricato dell A.S.L e dal Responsabile individuato dalla Ditta. L operazione di rottamazione di tutti gli ausili dichiarati fuori uso sarà eseguita dalla ditta aggiudicataria dell appalto senza alcun aggravio di spesa per l A.S.L, quindi gratuita, in quanto la prestazione si intende ricompresa nei prezzi offerti in sede di gara. La documentazione attestante la rottamazione dovrà essere consegnata entro 15 giorni naturali e consecutivi all Ufficio protesica distrettuale competente. Per ogni intervento di cui al presente Capitolato Speciale d Appalto deve essere prestata la garanzia di almeno 1 mese con riferimento a tutte le prestazioni effettuate.. ART. 6 - INSTALLAZIONE E MESSA IN SERVIZIO PER INTERVENTI A DOMICILIO SU RICHIESTA DELL ASL CN Generalità Ogni installazione e messa in servizio dovrà essere effettuata da tecnici qualificati, formati e informati in rapporto al compito che devono svolgere. Ogni installazione e messa in servizio dovrà avvenire, in base alle peculiarità dei dispositivi, secondo le seguenti modalità: nel pieno rispetto della vigente normativa in materia di igiene e sicurezza sul lavoro, e secondo le istruzioni di montaggio e installazione del costruttore; adottando tutte le cautele necessarie a garantire la incolumità degli addetti ai lavori ed evitare danni a beni e a persone; messa in servizio a regola d arte assicurando la piena compatibilità con gli impianti e le condizioni ambientali esistenti nel luogo di installazione; pulizia finale e ritiro degli imballaggi. ART. 7- MANUTENZIONE PER EVENTUALI INTERVENTI AL DOMICILIO COMPRESA GARANZIA. Per gli interventi autorizzati a domicilio è fatto divieto all utente ed a persone esterne alla Ditta aggiudicataria o suoi incaricati, di manomettere in qualunque modo le apparecchiature date in consegna. Tale elemento deve essere esplicitamente comunicato e riportato anche nella documentazione rilasciata all utente. E fatto divieto alla Ditta aggiudicataria, o ai suoi incaricati, per gli interventi a domicilio, di percepire compensi economici dagli utenti. E' fatto altresì divieto alla Ditta aggiudicataria, la vendita diretta di nuovi ausili agli utenti presso i quali effettua interventi di riparazione. 9

10 Ogni intervento di manutenzione dovrà essere effettuato da tecnici qualificati, formati e informati in rapporto al compito che devono svolgere. La Ditta aggiudicataria è tenuta a garantire, per tutta la durata del contratto, la perfetta funzionalità e sicurezza dei dispositivi forniti in dotazione all A.S.L. che verranno recuperati e riutilizzati, secondo le disposizioni del presente Capitolato Speciale d Appalto Manutenzione preventiva. Per tutto il periodo del contratto dovrà essere assicurata, da parte della Ditta Aggiudicataria, la manutenzione preventiva dei dispositivi presso il domicilio del paziente, comprensiva delle parti di ricambio necessarie. La Ditta dovrà avvertire il paziente/utente con adeguato anticipo di ogni visita di manutenzione preventiva. La periodicità sarà come da piano di manutenzione previsto dal costruttore. Per gli elettromedicali, alimentati a rete, dovrà essere effettuata verifica periodica secondo la normativa e le direttive vigenti (es. CEI ). L Azienda segnalerà periodicamente alla ditta aggiudicataria l elenco degli ausili da manutenere. Elenco ausili per cui è prevista la manutenzione preventiva al domicilio del paziente DESCRIZIONE AUSILIO Cod. classificazione ISO Ausili per la comunicazione ed 21.06/ 21.15/ informazione Ausili per la terapia respiratoria / / Carrozzine elettriche / Compressori materassi antid. ad /021 aria Letto elettrico + base elettrica / Montascale a cingoli Montascale a ruote Sollevatore elettrico Stabilizzatore per statica in / postura eretta Manutenzione correttiva (in caso di guasto dell ausilio a domicilio del paziente) La segnalazione del guasto avverrà da parte dell A.S.L tramite numero telefonico di assistenza che verrà messo a disposizione dalla ditta aggiudicataria. Per tutto il periodo del contratto, la Ditta aggiudicataria dovrà provvedere a tutti gli interventi che si rendessero necessari per garantire la perfetta funzionalità degli ausili. Dovrà pertanto essere garantita la sostituzione dei pezzi, parti o accessori che risultassero difettosi, a regola d arte e nel pieno rispetto di tutte le normative in materia di sicurezza. Dovrà essere assicurata la disponibilità agevole ed in tempi rapidi di pezzi di ricambio originali, secondo le indicazioni della documentazione del costruttore. L intervento di manutenzione al domicilio del paziente dovrà avvenire entro 8 ore lavorative dalla segnalazione. La ditta aggiudicataria dovrà obbligatoriamente fornire all assistito idoneo ausilio e/o apparecchiatura sostitutiva in tutti i casi per i quali la risoluzione del guasto non sia possibile entro le 16 ore lavorative dall intervento; la manutenzione dovrà garantire la piena corrispondenza ai requisiti igienici e di sicurezza previsti dalla normativa vigente. 10

11 Per ogni intervento di cui al presente Capitolato Speciale d Appalto deve essere prestata la garanzia di almeno 1 mese con riferimento a tutte le prestazioni effettuate.. TITOLO II - Parte amministrativa Art. 8 - MISURE IN TEMA DI TUTELA DELLA SALUTE E SICUREZZA SUL LAVORO Come previsto dall art. 26 del D.Lgs. nr. 81/2008, l Azienda committente promuove la cooperazione e il coordinamento per garantire l attuazione delle misure di sicurezza durante le attività oggetto dell affidamento e, in tale contesto, ha elaborato il Documento unico di valutazione dei rischi da interferenze che si allega al presente capitolato (Allegato E: DUVRI) contenente le indicazioni operative e gestionali atte ad eliminare o ridurre al minimo i rischi da interferenze. Il DUVRI così come redatto dalla stazione appaltante potrà essere eventualmente aggiornato, anche su proposta della ditta aggiudicataria, in caso di modifiche di carattere tecnico, logistico, organizzativo incidenti sulle modalità realizzative; tale documento potrà inoltre essere integrato in seguito a proposte della ditta aggiudicataria, a seguito della valutazione del committente e dovrà allegarsi al contratto. E fatto obbligo comunque alla ditta aggiudicataria, al fine di garantire la sicurezza e salute sui luoghi di lavoro, di effettuare la valutazione dei rischi e tutto quanto previsto dalla normativa in materia di igiene e sicurezza del lavoro per quanto attiene alle attività oggetto del presente capitolato (individuazione misure di tutela tecniche, procedurali, dispositivi di protezione individuali, informazione e formazione). La ditta dovrà considerare, oltre ai rischi specifici legati all attività svolta, anche quelli legati in particolare ai locali / aree stessi, alla circolazione, agli impianti elettrici e all emergenza. In particolare dovrà integrare il proprio piano di emergenza con quello della Committente. La ditta dovrà informare la Committente dei rischi introdotti nei locali/aree di sua competenza, ai sensi dell art. 26 del D.Lgs 81/08 e predisporre tutta la documentazione prevista nel Documento Unico di valutazione dei rischi di interferenza allegato al presente capitolato. La ditta attraverso un suo Responsabile dovrà partecipare a tutte le attività di coordinamento e di cooperazione organizzate dalla Committente nell ambito di applicazione dell articolo 26 del D.Lgs 81/08 secondo le modalità e la documentazione previste nel Documento Unico di valutazione dei rischi di interferenza allegato al presente capitolato. Art. 9 - DEPOSITO CAUZIONALE PROVVISORIO L offerta deve essere corredata da una garanzia di Euro ,00 corrispondente al 2% calcolato sull importo presunto, a garanzia della firma contrattuale. Il deposito cauzionale provvisorio può essere costituito, a scelta dell offerente, in uno dei seguenti modi: assegno circolare non trasferibile intestato al Tesoriere dell A.S.L. CN1 (BANCA REGIONALE EUROPEA Agenzia n.1 di Cuneo) titoli del debito pubblico garantiti dallo Stato al corso del giorno del deposito, presso una sezione di tesoreria provinciale o presso le aziende autorizzate, a titolo di pegno a favore dell amministrazione aggiudicatrice; 11

12 fideiussione a scelta dell offerente, bancaria o assicurativa o rilasciata dagli intermediari finanziari iscritti nell elenco speciale di cui all articolo 107 del decreto legislativo 1 settembre 1993 nr. 385, che svolgono in via esclusiva o prevalente attività di rilascio di garanzie, a ciò autorizzati dal Ministero dell economia e delle Finanze. La garanzia deve prevedere espressamente la rinuncia al beneficio della preventiva escussione del debitore principale, la rinuncia all eccezione di cui all art comma 2 del Codice Civile, nonché l operatività della garanzia medesima entro quindici giorni, a semplice richiesta scritta della stazione appaltante. L importo della garanzia, è ridotto del cinquanta per cento per gli operatori economici ai quali venga rilasciata, da organismi accreditati, ai sensi delle norme europee della serie UNI CEI EN e della serie UNI CEI EN ISO/IEC 17000, la certificazione del sistema di qualità conforme alle norme europee delle serie UNI CEI ISO In tale caso dovrà essere allegata copia del certificato. La cauzione dovrà avere validità di almeno 180 giorni e comunque sino ad avvenuta aggiudicazione. In caso di R.T.I. si precisa che: in caso di R.T.I. costituito, la garanzia dovrà essere prodotta dall impresa mandataria con l indicazione che il soggetto garantito è il raggruppamento; in caso di R.T.I. costituendo la garanzia dovrà essere prodotta da una delle imprese raggruppande con l indicazione di tutte le imprese raggruppande come soggetti garantiti. Il deposito cauzionale verrà restituito alle ditte non aggiudicatarie entro due mesi dalla conclusione delle procedure di aggiudicazione ed alla ditta aggiudicataria al momento della costituzione della cauzione definitiva. Art DEPOSITO CAUZIONALE DEFINITIVO L esecutore o gli esecutori del contratto sono obbligati a costituire una garanzia fideiussoria del 10 per cento dell'importo contrattuale stimato. In caso di aggiudicazione con ribasso d'asta superiore al 10 per cento, la garanzia fideiussoria è aumentata di tanti punti percentuali quanti sono quelli eccedenti il 10 per cento; ove il ribasso sia superiore al 20 per cento, l'aumento è di due punti percentuali per ogni punto di ribasso superiore al 20 per cento. La fideiussione bancaria o la polizza assicurativa di cui al comma 1 deve prevedere espressamente la rinuncia al beneficio della preventiva escussione del debitore principale, la rinuncia all eccezione di cui all articolo 1957, comma 2, del codice civile, nonché l operatività della garanzia medesima entro quindici giorni, a semplice richiesta scritta della stazione appaltante. La garanzia fideiussoria di cui al comma 1 è progressivamente svincolata a misura dell'avanzamento dell'esecuzione, nel limite massimo del 75 per cento dell'iniziale importo garantito. Lo svincolo, nei termini e per le entità anzidetti, è automatico, senza necessità di 12

13 benestare del committente, con la sola condizione della preventiva consegna all'istituto garante, da parte dell'appaltatore, di documento, in originale o in copia autentica, attestante l'avvenuta esecuzione. L'ammontare residuo, pari al 25 per cento dell'iniziale importo garantito, è svincolato a regolare conclusione del contratto. La mancata costituzione della garanzia di cui al presente articolo determina la revoca dell affidamento e l acquisizione della cauzione provvisoria di cui all articolo precedente da parte dell ASL. La cauzione definitiva copre gli oneri per il mancato o inesatto adempimento e cessa di avere effetto alla scadenza naturale del contratto dopodiché la fornitura sarà dall Amministrazione riconosciuto regolare a norma di legge. ART REVISIONE PREZZI Fatto salvo quanto disposto dall art. 115 del D. Lgs. n. 163/06 in tema di revisione periodica dei prezzi, che potrà operare dal secondo anno avendo come riferimento l indice ISTAT per famiglie di operai e impiegati (in considerazione della tipologia del servizio e della sua composizione, si ritiene che tale indice riassuma significativamente le modifiche di prezzo), i prezzi fissati all atto dell aggiudicazione, comprensivi di qualsiasi onere (trasporto, imballo, consegna, installazione emessa in servizio, smaltimento rifiuti e quant altro richiesti dal presente Capitolato), rimarranno fissi e invariati. ART FATTURAZIONE E PAGAMENTI La Ditta aggiudicataria provvederà mensilmente ad inviare le fatture suddivise per Distretto, corredate delle bolle di consegna e di report analitico dell attività svolta. Gli Uffici competente dell A.S.L. dovranno controllare e liquidare le fatture stesse. Sulla bolla di consegna e/o installazione dovrà essere apposta la dicitura installazione regolarmente effettuata oppure presidio regolarmente funzionante, datata e firmata sia dalla Ditta che dall utilizzatore/operatore A.S.L. Il pagamento dei corrispettivi dovuti, salvo verifica della regolare fornitura e deduzione di eventuali penalità in cui l'impresa fosse incorsa, sarà effettuato a 90 giorni data ricevimento fattura, così come previsto dall art. 4 comma 4, del D.Lgs 231/02. La Ditta, qualora non accetti il pagamento a 90 gg., ne darà espressa dichiarazione nella formulazione dell offerta economica. Eventuali altre condizioni sono subordinate all accettazione di questa Azienda. Nel caso di contestazione da parte dell A.S.L. per vizio o difformità di quanto oggetto della fornitura rispetto all ordine o al contratto, i termini di pagamento previsti nel presente articolo restano sospesi dalla data di spedizione della nota di contestazione e riprenderanno a decorrere con la definizione della pendenza. Dovrà essere rispettato il disposto di cui all art. 4, comma 3, D.P.R. 5 ottobre 2010 n Dovranno essere emesse fatture separate per l assistenza tecnica. ART OBBLIGHI DI RISERVATEZZA E SEGRETEZZA. Il servizio oggetto della presente gara dovrà essere svolto nel rispetto di quanto previsto dal D. Lgs.30/06/03 n. 196 Codice in materia di protezione dei dati personali. 13

14 La Ditta manterrà riservati e darà istruzione al proprio personale affinché siano mantenuti riservati i dati economici, statistici, amministrativi e quelli concernenti il personale, che siano portati a sua conoscenza, in relazione all effettuazione delle prestazioni di cui alla presente gara. L obbligo di cui al comma primo non concerne i dati che siano o divengano di pubblico dominio nonché, salvo diversa pattuizione, le idee, le metodologie e le esperienze tecniche che la Ditta sviluppi o realizzi in esecuzione delle prestazioni contrattuali. La Ditta aggiudicataria si impegna inoltre a mantenere riservata ogni informazione relativa agli utenti di cui venga a conoscenza nell espletamento del servizio e darà identiche disposizioni al proprio personale. ART DANNI A PERSONE E COSE La ditta aggiudicataria sarà ritenuta direttamente responsabile di tutti gli eventuali danni accertati di qualsiasi natura e per qualsiasi motivo arrecati a persone e cose che risultassero causati dal personale della ditta. La ditta, in ogni caso, dovrà provvedere a proprie spese alla riparazione e sostituzione delle parti o oggetti danneggiati. L accertamento dei danni sarà effettuato dai rappresentanti dell A.S.L., in contraddittorio con i rappresentanti della ditta aggiudicataria. In caso di assenza dei rappresentanti della ditta, si procederà agli accertamenti dei danni in presenza di due testimoni, anche dipendenti dell A.S.L., senza che la ditta possa sollevare eccezione alcuna. ART ASSICURAZIONE ED OBBLIGHI DEL FORNITORE La Ditta aggiudicataria si obbliga ad adottare, durante l esecuzione del servizio, tutti i provvedimenti, le misure e le cautele necessarie per garantire la salute e l incolumità delle persone impiegate per il servizio degli utenti, nonché di terzi. La ditta aggiudicataria assume in proprio ogni responsabilità per infortunio, danni relativi a persone e beni tanto della ditta medesima, quanto dell A.S.L. o di terzi o di utenti dell A.S.L. assegnatari degli ausili protesici di cui al presente capitolato, in dipendenza di omissioni, negligenze o altre inadempienze relative alle prestazioni contrattuali ad essa riferibili, anche se eseguite da terzi. L Aggiudicatario risponde pienamente per danni a persone e/o cose che potessero derivare dall espletamento delle prestazioni contrattuali ed imputabili ad essa od ai suoi dipendenti e dei quali danni fosse chiamato a rispondere l A.S.L., che fin d ora si intende sollevata da ogni pretesa al riguardo. La Ditta aggiudicataria sarà inoltre ritenuta responsabile sia dei vizi derivanti da non corretta installazione e messa in servizio, malfunzionamento derivante da interventi manutentivi non appropriati etc., ai sensi delle vigenti disposizioni legislative. La Ditta si impegna di conseguenza a provvedere al risarcimento dei danni e ad esonerare l A.S.L. da ogni responsabilità al riguardo. A tal fine la Ditta dovrà pertanto presentare, entro 15 giorni naturali e consecutivi dalla data di aggiudicazione e comunque prima dell inizio del servizio, copia di idonea polizza assicurativa avente efficacia fino al trimestre successivo alla scadenza del contratto, con un limite massimale complessivo di almeno ,00 di euro con massimale di euro ,00 per sinistro (eventuali franchigie saranno valutate dal Direttore dell Esecuzione del contratto dell A.S.L. di Cuneo, che valuterà complessivamente le coperture garantite), 14

15 che tenga indenne l A.S.L. e terzi per qualsiasi danno dovesse occorrere nell esecuzione di tutte le attività di cui al presente appalto. L A.S.L. è esonerata da ogni responsabilità per danni, infortuni od altro che dovessero accadere al personale della ditta aggiudicataria nell esecuzione del contratto, convenendosi a tale riguardo che qualsiasi eventuale onere è già compensato e compreso nel corrispettivo del contratto stesso. La Ditta si impegna ad ottemperare a tutti gli obblighi verso i propri dipendenti in base alle vigenti leggi sulle assicurazioni sociali obbligatorie ed alle disposizioni legislative e regolamentari in materia di lavoro, assumendo a proprio carico tutti gli oneri relativi. La Ditta si obbliga altresì ad attuare nei confronti dei propri dipendenti,occupati nel servizio di cui al presente capitolato,condizioni normative e retributive non inferiori a quelle risultanti dai contratti collettivi di lavoro vigenti, applicabili alla categoria e nelle località in cui si svolgono i servizi. La Ditta dovrà rilasciare idonea dichiarazione, resa ai sensi e con le modalità di cui alle norme vigenti, nonché certificazione dalle quali risulti l ottemperanza alle norme sull assunzione obbligatoria dei disabili di cui alla legge n. 68/99. ART DIVIETO DI SOSPENSIONE DEL SERVIZIO L attività prestata dalla Ditta aggiudicataria, al fine di evitare l interruzione del servizio pubblico essenziale erogato ai sensi della Legge n. 146/90 dall A.S.L, non potrà essere sospesa. Nel caso di scioperi la Ditta non potrà pertanto sospendere l attività prestata, ma eventualmente ridurla, garantendo comunque il livello minimo di fornitura dei servizi stabilito dalla normativa con modalità concordate con l A.S.L. di Cuneo. La Ditta dovrà comunque garantire le consegne e le altre prestazioni urgenti. Qualora, al verificarsi di cause di forza maggiore, la Ditta si trovasse nelle condizioni di non poter assolvere pienamente ai propri obblighi contrattuali, dovrà comunicarlo tempestivamente all A.S.L. di Cuneo. Qualora il servizio non risultasse idoneo a soddisfare le esigenze dell A.S.L. di Cuneo, quest ultima provvederà al regolare svolgimento dello stesso nel modo che riterrà più opportuno, riservandosi di addebitare alla Ditta inadempiente il maggior onere sostenuto. ART RAPPRESENTANTE DELLA DITTA La ditta aggiudicataria dovrà comunicare all A.S.L. il nominativo di un suo incaricato quale responsabile/coordinatore per tutti gli adempimenti previsti dal presente capitolato. La ditta dovrà inoltre comunicare l eventuale recapito telefonico per immediata disponibilità dell incaricato per ogni comunicazione urgente che dovesse rendersi necessaria. L incaricato dovrà controllare e far osservare al personale impiegato le funzioni e i compiti stabiliti per il regolare funzionamento del servizio. Dovrà mantenere un contatto continuo con gli addetti segnalati dall A.S.L. per il controllo dell andamento del servizio. In caso di assenza o impedimento dell incaricato designato, la ditta dovrà comunicare il nominativo e il recapito di un sostituto. ART.18 - PERSONALE E OBBLIGHI PREVIDENZIALI, FISCALI E ASSICURATIVI DELLA DITTA 15

16 Prima dell inizio del periodo contrattuale la ditta aggiudicataria dovrà fornire all A.S.L. un elenco dettagliato degli operatori che intende impiegare nell espletamento del servizio, con le relative qualifiche professionali e i corsi di aggiornamento effettuati o in essere. L A.S.L., entro 30 giorni dal ricevimento dei dati sopra citati, potrà disporre la non utilizzazione di quelle persone prive dei requisiti o che ritenesse, a proprio insindacabile giudizio, non idonee. La ditta dovrà garantire la disponibilità di almeno 1 tecnico ortopedico. A richiesta dell A.S.L. la ditta aggiudicataria dovrà fornire tutta la documentazione necessaria ad analizzare il rispetto delle norme del presente articolo. La ditta aggiudicataria dovrà tenere, per ciascun dipendente, la documentazione prevista dalla normativa vigente. La suddetta documentazione dovrà essere consegnata all A.S.L., se richiesta. Sono a carico della ditta tutti gli oneri di competenza in osservanza delle leggi, disposizioni, regolamenti, contratti collettivi nazionali di lavoro e integrativi di zona, in tutte le loro parti normative e salariali disciplinanti il rapporto di lavoro del settore, gli oneri previdenziali e assicurativi. In caso di mancato adempimento dei suddetti obblighi, accertato dall A.S.L. o ad essa segnalato dall Ispettorato del Lavoro, l A.S.L. potrà procedere ad una detrazione, sui pagamenti da effettuarsi, della somma corrispondente all adempimento degli obblighi di cui sopra senza che la ditta possa opporre eccezione né abbia titolo a pretendere il risarcimento dei danni. Le detrazioni proseguiranno finché l Ispettorato del lavoro non abbia comunicato l avvenuta regolarizzazione della posizione della ditta. La ditta ha comunque l obbligo di rispettare tutte le norme inerenti la sicurezza del personale, assumendosi tutte le responsabilità dell adempimento delle leggi vigenti in materia antinfortunistica e di igiene esonerando di conseguenza l A.S.L. da ogni e qualsiasi responsabilità in merito. ART COMPORTAMENTO DEL PERSONALE DELLA DITTA I dipendenti della ditta aggiudicataria, che effettuano il servizio della presente gara, sono obbligati a tenere un comportamento improntato alla massima educazione e correttezza, sia nei confronti degli assistiti che degli operatori dell Azienda committente, ad agire in ogni occasione con la diligenza professionale specificata dal presente capitolato e che il servizio richiede. L A.S.L. può richiedere l allontanamento del personale della ditta che non si sia comportato con correttezza, ovvero non sia di gradimento dell A.S.L. In particolare la ditta deve curare che il proprio personale: vesta decorosamente e sia munito di cartellino di riconoscimento con fotografia; abbia sempre con sé un documento di identità personale; segnali subito al proprio Responsabile diretto, che le segnalerà al competente Ufficio dell A.S.L., le anomalie che rilevasse durante lo svolgimento del servizio; rifiuti qualsiasi compenso o regalìa. La ditta aggiudicataria è comunque responsabile del comportamento dei suoi dipendenti e delle inosservanze al presente capitolato. La ditta è inoltre direttamente responsabile dei danni derivanti a terzi, siano essi utenti o dipendenti dell A.S.L., per comportamenti imputabili ai propri dipendenti. ART MODIFICHE E RECESSO CONTRATTUALE DA PARTE DELL A.S.L. Qualora l A.S.L. dovesse individuare procedure organizzative diverse da quelle qui regolate, anche per nuove disposizioni legislative che impongano alla medesima una 16

17 diversa modalità di erogazione degli ausili, o per nuovi assetti territoriali, sarà sua facoltà modificare il rapporto contrattuale in base alle nuove esigenze o recedere anticipatamente dal contratto, previo preavviso di almeno 2 mesi ed in tal caso la ditta aggiudicataria non può pretendere compensi aggiuntivi, né indennizzi sia per lucro cessante che per danno emergente, o muovere alcuna eccezione. Oltre al caso previsto all art. 22 del presente Capitolato Speciale, l A.S.L. ha diritto, nei casi di giusta causa e/o reiterati inadempimenti della Ditta Aggiudicataria, di recedere unilateralmente dal contratto, in tutto o in parte, in qualsiasi momento, con un preavviso di almeno 30 (trenta) giorni solari, da comunicarsi alla Ditta aggiudicataria con lettera raccomandata A/R o, alternativamente, a mezzo telefax. In caso di recesso dell A.S.L., la Ditta ha diritto al pagamento dei servizi prestati, purché correttamente ed a regola d arte, secondo il corrispettivo e le condizioni contrattuali, al netto delle penali eventualmente comminate, rinunciando espressamente a qualsiasi ulteriore eventuale pretesa, anche di natura risarcitoria, ed a ogni ulteriore compenso o indennizzo e/o rimborso delle spese, anche in deroga a quanto previsto dall articolo 1671 C.C.. ART RISOLUZIONE DEL CONTRATTO L A.S.L. avrà la facoltà di risolvere ipso facto et de jure il contratto, mediante semplice dichiarazione stragiudiziale intimata a mezzo lettera raccomandata con avviso di ricevimento, oppure, alternativamente, intimata a mezzo telefax, nelle seguenti ipotesi: a) avvalendosi della facoltà di recesso consentita dall art c.c e di quelle previste dal presente Capitolato Speciale (modifiche e recesso contrattuale); b) per motivi di interesse pubblico, adeguatamente specificati nell atto dispositivo; c) in caso di frode, di grave negligenza, di contravvenzione nella esecuzione degli obblighi e condizioni contrattuali; d) in caso di cessazione dell attività,oppure in caso di procedure concorsuali o fallimentari intraprese a carico dell aggiudicatario; e) in caso di cessione del contratto, non espressamente autorizzata dall A.S.L.; f) in caso di subappalto non autorizzato dall Azienda; g) qualora l Azienda appaltante abbia a contestare per iscritto per dieci volte, anche non consecutive, l inosservanza di norme e prescrizioni del presente capitolato; h) in caso di interruzione del servizio o gravi violazioni delle clausole contrattuali, tali da compromettere la regolarità del servizio; i) nel caso in cui la prestazione non sia stata eseguita entro i termini tassativamente prescritti o nel caso di reiterato inadempimento nelle consegne; j) in caso di mancata copertura assicurativa dei rischi durante la vigenza del contratto; k) in caso di motivato esito negativo dei controlli e delle verifiche sugli aspetti qualitativi e funzionali del servizio effettuati nel corso dell esecuzione contrattuale; l) applicazione di penali per un importo superiore ad Euro 5.000,00 nel periodi di validità del contratto. In caso di risoluzione del contratto per inadempimento della ditta, l A.S.L. ha il diritto di incamerare la cauzione definitiva a titolo di penale e di indennizzo, salvo il risarcimento di eventuali maggiori danni. Allo scopo l ASL potrà anche rivalersi su eventuali esposizioni creditorie della ditta nei propri confronti. I danni e le spese conseguenti a detta risoluzione saranno a carico della Ditta aggiudicataria. In caso di risoluzione del contratto l A.S.L. di Cuneo si riserva la facoltà di adire il secondo aggiudicatario o di indire una nuova gara. 17

18 ART. 22 PROVA Per i primi sei mesi l appalto sarà conferito a titolo di prova al fine di consentire all A.S.L. una valutazione ampia e complessiva del rapporto contrattuale. In caso di esito negativo il contratto verrà automaticamente risolto. L esito positivo potrà risultare anche da assenza di comunicazioni contrarie alla ditta aggiudicataria entro 30 giorni dalla fine del semestre. In caso di esito negativo, l A.S.L. comunicherà alla ditta, con lettera raccomandata A/R, in maniera esaustiva le motivazioni del mancato superamento del periodo di prova, senza che la Ditta possa sollevare eccezione alcuna. In caso di esito negativo nulla sarà dovuto alla ditta ad eccezione dei pagamenti per le prestazioni effettuate durante il periodo di prova, al netto di eventuali penali comminate a termini contrattuali. L A.S.L. si riserva poi di aggiudicare il servizio al concorrente che segue nella graduatoria finale che scaturirà dalle operazioni di gara. ART CONTROLLO DELLE PRESTAZIONI E PROVVEDIMENTI CONSEGUENTI: - PENALI Il controllo dell esatto e puntuale espletamento del servizio secondo quanto previsto nel presente capitolato e nel contratto d appalto che si andrà a stipulare, nonché sul livello delle prestazioni rese, verrà effettuato attraverso controlli a campione o anche mediante ispezioni al magazzino del fornitore, avvalendosi di personale dell A.S.L. allo scopo incaricato o di un gruppo di lavoro trasversale e pluriprofessionale. II personale incaricato della A.S.L. potrà in qualsiasi momento recarsi per controlli al domicilio degli utenti. Nel corso del primo semestre dall inizio del contratto dovrà essere concordato un sistema di monitoraggio delle prestazioni erogate, da collegare ai pagamenti in funzione della qualità delle prestazioni svolte. Per le parti non normate da tale sistema di monitoraggio o fino alla data di attuazione dello stesso, valgono le seguenti norme in materia di penali. Nel caso di mancato rispetto dei tempi di consegna e delle modalità di esecuzione del servizio definite dal presente capitolato e in sede contrattuale, alla ditta verranno applicate le seguenti penali: - 200,00 per ogni giorno naturale e consecutivo di ritardo nelle consegne o nell esecuzione delle manutenzioni programmate; ,00 in caso di impiego di personale inadeguato o insufficiente a garantire un livello di efficienza del servizio; ,00 in caso di gravi azioni a danno della dignità personale degli assistiti da parte degli operatori della ditta; ,00 in caso di violazioni o modifiche delle procedure preventivamente concordate con i Servizi dell ASL o inadempienze rispetto alla modalità e qualità di esecuzione delle manutenzioni programmate; - 100,00 per ogni attrezzatura consegnata relativamente alla quale si riscontrassero carenze in ordine alla sanificazione; - 250,00 per ogni attrezzatura consegnata relativamente alla quale si riscontrassero carenze in ordine alla manutenzione. Nel caso in cui l appaltatore abbandonasse, sospendesse o interrompesse per qualsiasi motivo il servizio, o non fosse in grado di eseguire le prestazioni richieste secondo le modalità indicate nel presente capitolato, l A.S.L., oltre ad applicare una penale per ogni 18

19 infrazione accertata, avrà anche facoltà di provvedere direttamente all esecuzione del servizio o delle prestazioni non rese o rifiutate nei modi che riterrà più opportuni, anche rivolgendosi ad altre imprese, a libero mercato, addebitando all appaltatore inadempiente il maggior costo eventualmente sostenuto nonché tutte le altre spese derivanti dall inadempienza dell appaltatore e il risarcimento di eventuali danni derivanti dai suddetti inadempimenti, anche relativi all immagine dell A.S.L. ART DIVIETO DI CESSIONE DEL CONTRATTO E SUB-APPALTO Il sub-appalto è ammesso nei limiti e con le modalità previste dall art. 118 del D. Lgs. n. 163/06. La Ditta concorrente dovrà specificare in sede di offerta la parte di servizio che intende eventualmente sub-appaltare. L Amministrazione appaltante non corrisponderà direttamente ai subappaltatori l importo del servizio dagli stessi eseguiti. Alla Ditta fornitrice è fatto divieto di cedere il contratto, se non previa espressa autorizzazione dell ASL di Cuneo. In caso di cessione del contratto o sub-appalto non autorizzato il Committente risolverà il contratto con incameramento della cauzione definitiva, fatto salvo il risarcimento di ogni conseguente maggior danno. ART SPESE CONTRATTUALI Il contratto verrà stipulato in forma di scrittura privata. Le eventuali spese di registrazione del contratto ed ogni altra spesa inerente la sua formalizzazione sono a carico della ditta aggiudicataria. Il contratto verrà sottoposto a registrazione solo in caso d uso, ai sensi dell art. 5 del D.P.R. n. 634 del ART FORO COMPETENTE Per ogni controversia giudiziale che dovesse insorgere in conseguenza del contratto che sarà attivato tra l A.S.L. e la Ditta aggiudicataria, sarà competente esclusivamente il Foro di Cuneo. TITOLO III - Modalità di svolgimento della gara Art MODALITÀ DI PRESENTAZIONE DELL OFFERTA 19

20 Le Ditte interessate dovranno far pervenire, a mezzo del servizio postale, ovvero a mano, anche a mezzo di terze persone, entro e non oltre le ore del giorno 26/06/12, un plico chiuso e sigillato, controfirmato sui lembi di chiusura, e recante all esterno, oltre al nominativo del mittente, l indicazione PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI RITIRO, RIPARAZIONE E MANUTENZIONE, RICONDIZIONAMENTO E SANIFICAZIONE E DEGLI AUSILI PROTESICI PER DISABILI DI CUI AGLI ELENCHI 1 2 E 3 DEL D.M. 332/99 PER L ASLCN1 - L invio del plico è ad esclusivo rischio del mittente. I plichi che per qualsiasi motivo dovessero pervenire oltre i termini prescritti e senza le indicazioni richieste, non verranno presi in considerazione e saranno esclusi dalla gara. Saranno considerati come non presentati i plichi che non rechino la sopraccitata dicitura relativa alla gara a cui si partecipa. L indirizzo al quale il plico dovrà pervenire è il seguente: ASL CN1 - Ufficio Protocollo - Via Carlo Boggio n CUNEO Orario di apertura Ufficio Protocollo: lunedì/venerdì dalle ore 9 alle ore 12 e dalle ore 14 alle ore 16. Il plico dovrà contenere tre buste, così identificate: Busta N. 1 Documenti per l ammissione: La busta dovrà essere chiusa, riportare il nominativo del mittente, l indicazione: Documenti di ammissione: PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI RITIRO, RIPARAZIONE E MANUTENZIONE, RICONDIZIONAMENTO E SANIFICAZIONE DEGLI AUSILI PROTESICI PER DISABILI DI CUI AGLI ELENCHI 1 2 E 3 DEL D.M. 332/99 PER L ASLCN1, essere controfirmata sui lembi di chiusura dal legale rappresentante della ditta concorrente e contenere al proprio interno quanto segue: a) Idonee referenze bancarie (art. 41 D.Lgs. nr. 163/2006 e s.m.i) rilasciate da almeno due istituti di credito attestanti che la Società è solida ed ha sempre fatto fronte agli impegni con regolarità e puntualità. b) Autocertificazione (art. 42 D. Lgs n. 163/2006 e s.m.i.)) dalle quali risulti che la ditta partecipante ha espletato, con esito soddisfacente, presso strutture sanitarie pubbliche e private negli anni 2009, 2010, 2011, servizi analoghi a quelli oggetto di gara con indicazione dell importo di fornitura e della durata del contratto per un importo, al netto di IVA, complessivamente almeno pari all importo presunto della gara ( ,00). Saranno valutati al riguardo i contratti iniziati antecedentemente il triennio indicato, purchè conclusi in detto periodo e i contratti non ancora conclusi nel triennio indicato le cui prestazioni già effettuate siano di importo economico almeno pari ai due terzi del medesimo. c) Autocertificazione, compilata sul modello Allegato C, firmata dal legale rappresentante dell impresa concorrente o di ciascuna ditta partecipante in caso di RTI, da rendersi ai sensi dell art.46 e 47 del DPR 445/2000 e successive modificazioni, sotto la propria responsabilità e consapevole delle 20

PROVINCIA DI PRATO CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO PER LA FORNITURA DI AUTOVETTURE PER L AMMINISTRAZIONE PROVINCIALE.

PROVINCIA DI PRATO CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO PER LA FORNITURA DI AUTOVETTURE PER L AMMINISTRAZIONE PROVINCIALE. PROVINCIA DI PRATO CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO PER LA FORNITURA DI AUTOVETTURE PER L AMMINISTRAZIONE PROVINCIALE. Articolo 1 OGGETTO DELLA FORNITURA Le prestazioni richieste al soggetto appaltatore

Dettagli

C O M U N E D I P I A N O R O

C O M U N E D I P I A N O R O CAPITOLATO RELATIVO ALLA GESTIONE DELLE ATTIVITA DI ASSISTENZA PER ALUNNI DISABILI Art. 1 - Oggetto e modalità di svolgimento del servizio Oggetto del presente capitolato è la gestione delle attività di

Dettagli

ISTITUTO ZOOPROFILATTICO SPERIMENTALE DEL LAZIO E DELLA TOSCANA M. ALEANDRI

ISTITUTO ZOOPROFILATTICO SPERIMENTALE DEL LAZIO E DELLA TOSCANA M. ALEANDRI ISTITUTO ZOOPROFILATTICO SPERIMENTALE DEL LAZIO E DELLA TOSCANA M. ALEANDRI ISTITUTO ZOOPROFILATTICO SPERIMENTAL ALLEGATO 4 CAPITOLATO SPECIALE PER L AFFIDAMENTO PER ANNI 3 DEL SERVIZIO DI BROKERAGGIO

Dettagli

ALLEGATO B. Capitolato Speciale d Appalto (C.S.A.) relativo a FORNITURA IMBARCAZIONE AD USO DI POLIZIA LOCALE

ALLEGATO B. Capitolato Speciale d Appalto (C.S.A.) relativo a FORNITURA IMBARCAZIONE AD USO DI POLIZIA LOCALE ALLEGATO B Capitolato Speciale d Appalto (C.S.A.) relativo a FORNITURA IMBARCAZIONE AD USO DI POLIZIA LOCALE 1 INDICE ART. 1 ART. 2 ART. 3 ART. 4 ART. 5 ART. 6 ART. 7 ART. 8 ART. 9 ART. 10 ART. 11 ART.

Dettagli

Friuli Innovazione Condizioni generali di contratto Applicabili ai lavori, servizi e forniture Rev.1 21/9/2012

Friuli Innovazione Condizioni generali di contratto Applicabili ai lavori, servizi e forniture Rev.1 21/9/2012 Friuli Innovazione Condizioni generali di contratto Applicabili ai lavori, servizi e forniture Rev.1 21/9/2012 INDICE Art. 1 - Ambito di applicazione e principi generali Art. 2 - Decorrenza e durata del

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE. Fornitura ed installazione di Personal Computer ed attrezzature hardware per il VI settore del Comune di Portici

CAPITOLATO SPECIALE. Fornitura ed installazione di Personal Computer ed attrezzature hardware per il VI settore del Comune di Portici CAPITOLATO SPECIALE Fornitura ed installazione di Personal Computer ed attrezzature hardware per il VI settore del Comune di Portici ART. 1 OGGETTO DELL APPALTO L appalto ammonta ad. 10250 oltre IVA al

Dettagli

COMUNE DI FRABOSA SOTTANA P r o v i n c i a d i C u n e o

COMUNE DI FRABOSA SOTTANA P r o v i n c i a d i C u n e o COMUNE DI FRABOSA SOTTANA P r o v i n c i a d i C u n e o Via IV Novembre, 12 C.A.P. 12083 - Tel.0174/244481-2 - Fax.0174/244730 e-mail: comune@comune.frabosa-sottana.cn.it PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE PER LA FORNITURA DI DISPOSITIVI MEDICI UROLOGICI PER L U.O. UROLOGIA E PER L U.O. CHIRURGIA PEDIATRICA

CAPITOLATO SPECIALE PER LA FORNITURA DI DISPOSITIVI MEDICI UROLOGICI PER L U.O. UROLOGIA E PER L U.O. CHIRURGIA PEDIATRICA CAPITOLATO SPECIALE PER LA FORNITURA DI DISPOSITIVI MEDICI UROLOGICI PER L U.O. UROLOGIA E PER L U.O. CHIRURGIA PEDIATRICA Atti 1517/2006 all.10 $%&' I N D I C E Art. 1 Oggetto del capitolato Art. 2 Durata

Dettagli

Allegato B. Spett. le. Via Cap - Città

Allegato B. Spett. le. Via Cap - Città Prot. n. Cagliari, Spett. le Via Cap - Città OGGETTO: Procedura di affidamento diretto del servizio in economia inerente all imputazione sul SIL Sardegna dei dati relativi allo stato di attuazione degli

Dettagli

Articolo 1 PROCEDURA DI GARA

Articolo 1 PROCEDURA DI GARA DISCIPLINARE DI GARA PER L APPALTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI STABILI SEDE DEGLI UFFICI DEL CONSIGLIO REGIONALE IN TRIESTE LOTTO UNICO PERIODO TRE ANNI Articolo 1 PROCEDURA DI GARA L aggiudicazione

Dettagli

BANDO DI GARA PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA UFFICI E SERVIZI COMUNALI E DI CUSTODIA DI PALAZZO CUSANO ANNO 2010

BANDO DI GARA PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA UFFICI E SERVIZI COMUNALI E DI CUSTODIA DI PALAZZO CUSANO ANNO 2010 BANDO DI GARA PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA UFFICI E SERVIZI COMUNALI E DI CUSTODIA DI PALAZZO CUSANO ANNO 2010 ENTE APPALTANTE: Comune di Cusano Milanino Piazza Martiri di

Dettagli

CROCE ROSSA ITALIANA COMITATO REGIONALE DELLA TOSCANA

CROCE ROSSA ITALIANA COMITATO REGIONALE DELLA TOSCANA CROCE ROSSA ITALIANA COMITATO REGIONALE DELLA TOSCANA BANDO DI GARA A PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI MANUTENZIONE DEI VEICOLI DEL COMITATO REGIONALE CRI DELLA TOSCANA CIG: 28951999C9

Dettagli

FACOLTA DI MEDICINA E CHIRURGIA DISCIPLINARE DI GARA

FACOLTA DI MEDICINA E CHIRURGIA DISCIPLINARE DI GARA FACOLTA DI MEDICINA E CHIRURGIA DISCIPLINARE DI GARA OGGETTO DELLA FORNITURA Il presente appalto è relativo alla fornitura, consegna e installazione di attrezzature cardiovascolari, isotoniche e altro

Dettagli

COMUNE DI PALERMO RAGIONERIA GENERALE SERVIZIO ECONOMATO ED APPROVVIGIONAMENTI

COMUNE DI PALERMO RAGIONERIA GENERALE SERVIZIO ECONOMATO ED APPROVVIGIONAMENTI COMUNE DI PALERMO RAGIONERIA GENERALE SERVIZIO ECONOMATO ED APPROVVIGIONAMENTI Capitolato speciale d Appalto per il servizio di manutenzione da effettuarsi mediante somministrazione - di tutti gli estintori

Dettagli

Via Unità Italiana, 28 81100 Caserta

Via Unità Italiana, 28 81100 Caserta Via Unità Italiana, 28 81100 Caserta Servizio Provveditorato TEL.0823/445189 - FAX 0823/279581 AVVISO DI GARA CIG: LOTTO N. 1 CIG 5758272460 LOTTO N. 2 CIG 57582870C2 Questa ASL di Caserta indice procedura

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO

CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO SUB A 2 SETTORE: RAGIONERIA-FINANZA-PROVVEDITORATO CED SERVIZIO ECONOMATO-PROVVEDITORATO CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO SERVIZIO DI MANUTENZIONE, VERIFICA E RICARICA DEL PARCO ESTINTORI INSTALLATI NEGLI

Dettagli

Articolo 1. Oggetto dell appalto... 3 Articolo 2. Oggetto della fornitura... 4

Articolo 1. Oggetto dell appalto... 3 Articolo 2. Oggetto della fornitura... 4 ALLEGATO 2 Capitolato d appalto per la fornitura di apparati di rete e materiale necessario al collegamento delle sedi della seconda fase di Lepida nel Comune di Carpi Pagina 1 di 9 Articolo 1. Oggetto

Dettagli

Committente: Fondazione Idis - Città della Scienza Via Coroglio, 104-80124 Napoli P. Iva 05969960631 - Cod. Fisc. 95005580634

Committente: Fondazione Idis - Città della Scienza Via Coroglio, 104-80124 Napoli P. Iva 05969960631 - Cod. Fisc. 95005580634 prot 499 del 05/05/2015 Gara fornitura e posa in opera di estintori e manichette antincendio Disciplinare di Gara 1 Committente: Fondazione Idis - Città della Scienza Via Coroglio, 104-80124 Napoli P.

Dettagli

COMUNE DI BARLASSINA BANDO DI GARA PER L ASSEGNAZIONE IN LOCAZIONE IMMOBILE DI PROPRIETA COMUNALE SITO IN CORSO MILANO 39

COMUNE DI BARLASSINA BANDO DI GARA PER L ASSEGNAZIONE IN LOCAZIONE IMMOBILE DI PROPRIETA COMUNALE SITO IN CORSO MILANO 39 COMUNE DI BARLASSINA Prot. 13057 (PROVINCIA DI MONZA E BRIANZA) BANDO DI GARA PER L ASSEGNAZIONE IN LOCAZIONE IMMOBILE DI PROPRIETA COMUNALE SITO IN CORSO MILANO 39 1. ENTE LOCATORE Comune di Barlassina

Dettagli

COMUNE DI CALTAGIRONE AREA 6 ---------------------------------------- BANDO DI GARA CON PROCEDURA APERTA CIG:Z4012C736A

COMUNE DI CALTAGIRONE AREA 6 ---------------------------------------- BANDO DI GARA CON PROCEDURA APERTA CIG:Z4012C736A COMUNE DI CALTAGIRONE AREA 6 ---------------------------------------- BANDO DI GARA CON PROCEDURA APERTA CIG:Z4012C736A Oggetto: Affidamento in LOCAZIONE degli spazi pubblicitari esistenti su pensiline

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER I SERVIZI DI PULIZIA E GUARDIANIA DEI LOCALI DEL MUSEO DEL TESSUTO DURANTE LA MOSTRA LO STILE DELLO ZAR.

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER I SERVIZI DI PULIZIA E GUARDIANIA DEI LOCALI DEL MUSEO DEL TESSUTO DURANTE LA MOSTRA LO STILE DELLO ZAR. ALLEGATO 1 PROVINCIA DI PRATO CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER I SERVIZI DI PULIZIA E GUARDIANIA DEI LOCALI DEL MUSEO DEL TESSUTO DURANTE LA MOSTRA LO STILE DELLO ZAR. Pag. 1/7 PROVINCIA DI PRATO CAPITOLATO

Dettagli

AVVISO PUBBLICO CUP C83D15001140005 CIG 63626511B5 1) OGGETTO DELL APPALTO

AVVISO PUBBLICO CUP C83D15001140005 CIG 63626511B5 1) OGGETTO DELL APPALTO AVVISO PUBBLICO UNIONCAMERE LAZIO: AVVISO PUBBLICO DI PROCEDURA IN ECONOMIA A MEZZO DI COTTIMO FIDUCIARIO PER L AFFIDAMENTO IN ECONOMIA DEL SERVIZIO STUDIO, ANALISI, MONITORAGGIO, ASSISTENZA TECNICA, COMUNICAZIONE

Dettagli

OSSERVATORIO ASTRONOMICO DI ROMA Economato

OSSERVATORIO ASTRONOMICO DI ROMA Economato GARA DA ESPERIRE MEDIANTE PROCEDURA RISTRETTA (LICITAZIONE PRIVATA) PER L AFFIDAMENTO ANNUALE DEL SERVIZIO DI PULIZIA DELLA SEDE DELL OSSERVATORIO ASTRONOMICO DI ROMA SITA IN MONTE PORZIO CATONE (RM) E

Dettagli

CAPITOLATO D APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI CONSULENZA E BROKERAGGIO ASSICURATIVO. periodo dal 01/03/2016 al 31/12/2018

CAPITOLATO D APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI CONSULENZA E BROKERAGGIO ASSICURATIVO. periodo dal 01/03/2016 al 31/12/2018 SEUS SICILIA EMERGENZA-URGENZA SANITARIA SCpA Sede Legale: Via Villagrazia, 46 Edificio B - 90124 Palermo Registro delle Imprese di Palermo Codice Fiscale e Partita Iva. 05871320825 CAPITOLATO D APPALTO

Dettagli

REGIONE CAMPANIA AZIENDA SANITARIA LOCALE AVELLINO U.O.C. G.U.M. - ECONOMATO tel. 0825/292157 - fax. 0825/292022

REGIONE CAMPANIA AZIENDA SANITARIA LOCALE AVELLINO U.O.C. G.U.M. - ECONOMATO tel. 0825/292157 - fax. 0825/292022 ALLEGATO C) REGIONE CAMPANIA AZIENDA SANITARIA LOCALE AVELLINO U.O.C. G.U.M. - ECONOMATO tel. 0825/292157 - fax. 0825/292022 CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER LA FORNITURA DI CONSUMABILI PER MACCHINE D

Dettagli

Tra l Agenzia Regionale per lo Sviluppo e i Servizi in Agricoltura Gestione Liquidatoria ex Art. 5

Tra l Agenzia Regionale per lo Sviluppo e i Servizi in Agricoltura Gestione Liquidatoria ex Art. 5 SCHEMA CONTATTO D APPALTO - art. 279 D.P.R. 207/2010 CONTRATTO D APPALTO Tra l Agenzia Regionale per lo Sviluppo e i Servizi in Agricoltura Gestione Liquidatoria ex Art. 5 L.R. 11.05.2007 n. 9 - e la Società,

Dettagli

S.C. TELECOMUNICAZIONI. Procedura negoziata per la manutenzione degli apparati fax Gara 08/D.04/10. Art. 1 Oggetto della procedura

S.C. TELECOMUNICAZIONI. Procedura negoziata per la manutenzione degli apparati fax Gara 08/D.04/10. Art. 1 Oggetto della procedura S.C. TELECOMUNICAZIONI SEDE LEGALE: Via San Secondo, 29 Torino, 22/11/2010 Prot. n. 124751/D.04.01.07.01 Spett. Ditta Oggetto: Procedura negoziata per la manutenzione degli apparati fax Gara 08/D.04/10

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE D ONERI relativo al noleggio con riscatto di n. 1 gascromatografo, con rivelatore massa CIG:32821335D4 PREMESSA

CAPITOLATO SPECIALE D ONERI relativo al noleggio con riscatto di n. 1 gascromatografo, con rivelatore massa CIG:32821335D4 PREMESSA CAPITOLATO SPECIALE D ONERI relativo al noleggio con riscatto di n. 1 gascromatografo, con rivelatore massa CIG:32821335D4 PREMESSA Le prescrizioni del presente capitolato disciplinano il contratto di

Dettagli

N. Rep... SCHEMA DI CONTRATTO

N. Rep... SCHEMA DI CONTRATTO SCHEMA DI CONTRATTO N. Rep.... LAVORI PER LA NUOVA PAVIMENTAZIONE IN CALCESTRUZZO STAMPATO COME ESISTENTE NEL CORTILE INTERNO DELLA SEDE DI PIAZZA CARDINAL FERRARI DELL AZIENDA OSPEDALIERA ISTITUTO ORTOPEDICO

Dettagli

FORNITURA MATERIALE ELETTRICO

FORNITURA MATERIALE ELETTRICO S.C. TECNICO PROGETTI INTEGRATI A ALLEGATO 1) FORNITURA MATERIALE ELETTRICO REDATTO DALL ASSISTENTE TECNICO SORANZO LORIS VISTO: IL DIRETTORE S.C. TECNICO PROGETTI INTEGRATI A Arch. Antonietta PASTORE

Dettagli

Via Roma 20 21047 Saronno (VA) Tel. 02.962.88.220 Fax 02.962.48.896 www.saronnoservizi.it CIG: ZD1100E36D

Via Roma 20 21047 Saronno (VA) Tel. 02.962.88.220 Fax 02.962.48.896 www.saronnoservizi.it CIG: ZD1100E36D Saronno, 07 luglio 2014 Prot. 1666 / 2014 OGGETTO: Invito alla procedura negoziata per la messa in sicurezza definitiva del pozzo dismesso Amendola e trasformazione in piezometro del pozzo ad uso potabile

Dettagli

Disciplinare di gara. Il plico contenente la domanda di partecipazione unitamente alle offerte, pena l esclusione dalla

Disciplinare di gara. Il plico contenente la domanda di partecipazione unitamente alle offerte, pena l esclusione dalla PUBBLICO INCANTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI LAVAGGIO E SISTEMAZIONE DELLA VETRERIA E DEI MATERIALI DI LABORATORIO, PULIZIA DELLA STRUMENTAZIONE E DELLE SUPPELLETTILI DI LABORATORIO DELL AGENZIA

Dettagli

Rio Marina AVVISO PUBBLICO

Rio Marina AVVISO PUBBLICO Rio Marina Comune elbano AVVISO PUBBLICO OGGETTO : Avviso di gara di licitazione privata per l affidamento del servizio di assistenza domiciliare agli anziani non autosufficienti. Si rende noto che con

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO

CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO Acquisto di n. 1 mini escavatore da impiegare nei lavori di manutenzione delle strade SALERNO, 10 ottobre 2012 IL RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO (ing. Bernardo Saja) Oggetto

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE PER LA MANUTENZIONE PROGRAMMATA E STRAORDINARIA DEGLI AUTOMEZZI SOCIETARI ART.1 OGGETTO ART.2 - MANUTENZIONE PROGRAMMATA

CAPITOLATO SPECIALE PER LA MANUTENZIONE PROGRAMMATA E STRAORDINARIA DEGLI AUTOMEZZI SOCIETARI ART.1 OGGETTO ART.2 - MANUTENZIONE PROGRAMMATA CAPITOLATO SPECIALE PER LA MANUTENZIONE PROGRAMMATA E STRAORDINARIA DEGLI AUTOMEZZI SOCIETARI ART.1 OGGETTO L appalto ha per oggetto l affidamento del servizio di manutenzione programmata e straordinaria

Dettagli

Lavori di Sistemazione dell edifico ex Caserma C.C. in Via Vallecine da adibirsi a nuova sede comunale 2 E 3 LOTTO CIG 0084984303

Lavori di Sistemazione dell edifico ex Caserma C.C. in Via Vallecine da adibirsi a nuova sede comunale 2 E 3 LOTTO CIG 0084984303 C O M U N E D I B O R B O N A P R O V I N C I A D I R I E T I VIA NICOLA DA BORBONA 02010 BORBONA Tel. 0746/940037 Fax 0746/940285 P.I. C.F. 00113410575 E-Mail: borbona@comune.borbona.rieti.it Indirizzo

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO PER LE FORNITURE DI BENI E SERVIZI AZIENDA U.L.S.S. 20 VERONA SOMMARIO

CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO PER LE FORNITURE DI BENI E SERVIZI AZIENDA U.L.S.S. 20 VERONA SOMMARIO CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO PER LE FORNITURE DI BENI E SERVIZI AZIENDA U.L.S.S. 20 VERONA SOMMARIO Art. 1 - OGGETTO Art. 2 - COMUNICAZIONI Art. 3 - DECORRENZA E DURATA DELLA FORNITURA Art. 4 - DEPOSITI

Dettagli

COMUNE DI PALERMO RAGIONERIA GENERALE SERVIZIO ECONOMATO ED APPROVVIGIONAMENTI

COMUNE DI PALERMO RAGIONERIA GENERALE SERVIZIO ECONOMATO ED APPROVVIGIONAMENTI COMUNE DI PALERMO RAGIONERIA GENERALE SERVIZIO ECONOMATO ED APPROVVIGIONAMENTI AVVISO DI GARA L amministrazione Comunale di Palermo deve procedere, ai sensi della L.R. n.7/2002 e successive modifiche ed

Dettagli

Agenzia Regionale per i Rifiuti e le Acque

Agenzia Regionale per i Rifiuti e le Acque Agenzia Regionale per i Rifiuti e le Acque 1 Settore Regolazione delle Acque GARA PER LA FORNITURA CONTINUA DI GAS NATURALE (METANO) A SERVIZIO DELL IMPIANTO DI DISSALAZIONE E POTABILIZZAZIONE DELL ACQUA

Dettagli

Capitolato di gara per l assegnazione del servizio di tesoreria e cassa

Capitolato di gara per l assegnazione del servizio di tesoreria e cassa Capitolato di gara per l assegnazione del servizio di tesoreria e cassa Articolo 1 Oggetto del servizio Il presente capitolato di gara ha per oggetto l assegnazione del servizio di tesoreria e cassa per

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO CITTA DI VITTORIO VENETO Provincia di Treviso Comando Polizia Locale e Protezione Civile CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO SERVIZI DI PREVIDENZA COMPLEMENTARE PER IL PERSONALE DELLA POLIZIA LOCALE ART. 1 OGGETTO

Dettagli

CIG 567040563B. 1. STAZIONE APPALTANTE : MILANO RISTORAZIONE S.p.A.- Ufficio Acquisti e Contratti - Via B. Quaranta n.41- Milano. tel.

CIG 567040563B. 1. STAZIONE APPALTANTE : MILANO RISTORAZIONE S.p.A.- Ufficio Acquisti e Contratti - Via B. Quaranta n.41- Milano. tel. BANDO DI GARA: APPALTO N. 1/2014 CIG 567040563B 1. STAZIONE APPALTANTE : MILANO RISTORAZIONE S.p.A.- Ufficio Acquisti e Contratti - Via B. Quaranta n.41- Milano. tel. 02/88463.267 Fax 02/884.66.237 2.

Dettagli

BUSTA A: chiusa e sigillata con scritto Documentazione amministrativa : 1) da fac simile allegato; 2) 3)

BUSTA A: chiusa e sigillata con scritto Documentazione amministrativa : 1) da fac simile allegato; 2) 3) 89900 - Vibo Valentia - Piazza Martiri d Ungheria - P.I. 00302030796 Telefono 0963/599111 - Telefax 0963/43877 DISCIPLINARE DI GARA INFORMALE Procedura per l individuazione di una ditta cui affidare il

Dettagli

COMUNE DI CREMONA. Settore Economato

COMUNE DI CREMONA. Settore Economato Allegato A) COMUNE DI CREMONA Settore Economato Capitolato speciale d oneri relativo a: FORNITURA CON CONSEGNE RIPARTITE DI CARTA NATURALE E RICICLATA PER LE FOTOCOPIATRICI DEGLI UFFICI COMUNALI ANNO 2014

Dettagli

COMUNE DI GUAGNANO PROVINCIA DI LECCE BANDO DI GARA

COMUNE DI GUAGNANO PROVINCIA DI LECCE BANDO DI GARA COMUNE DI GUAGNANO PROVINCIA DI LECCE SETTORE SERVIZI SOCIALI via Emilia Romagna tel. 0832/704360 fax 0832/705009 E-mail: servizisociali@comune.guagnano.le.it BANDO DI GARA PROCEDURA APERTA PER L ACQUISTO

Dettagli

Art. 2 PROCEDURA DI GARA Procedura negoziata condotta ai sensi dell art. 125, commi 9 e 11 del D.Lgs 163/2006 e s. m. e i.

Art. 2 PROCEDURA DI GARA Procedura negoziata condotta ai sensi dell art. 125, commi 9 e 11 del D.Lgs 163/2006 e s. m. e i. DISCIPLINARE DI GARA PER APPALTO DI FORNITURA DI GENERI ALIMENTARI, MATERIALE DI CONSUMO E PRODOTTI DI PULIZIA PRESSO LE STRUTTURE DI ACCOGLIENZA SITE IN MARGHERA E IN VENEZIA PREMESSA Il presente disciplinare,

Dettagli

Casa di Riposo " Gottardo Delfinoni "

Casa di Riposo  Gottardo Delfinoni Prot. n. 318 Casorate Primo, 28 Settembre 2015 Spett.le... RACCOMANDATA A. R. ANTICIPATA A MEZZO E-MAIL Oggetto: Invito a partecipare alla procedura per l affidamento della gestione del servizio prestazioni

Dettagli

Il giorno del mese di dell anno 2011 nella sede della ASL RM/A, - via Ariosto 3/5, in esecuzione della deliberazione n.

Il giorno del mese di dell anno 2011 nella sede della ASL RM/A, - via Ariosto 3/5, in esecuzione della deliberazione n. C O N V E N Z I O N E PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA NON SANITARIA AGLI OSPITI DELLA STRUTTURA RESIDENZIALE A BASSA INTENSITA ASSISTENZIALE PER PAZIENTI PSICHIATRICI DEL 2 DISTRETTO DELLA

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI BROKERAGGIO ASSICURATIVO

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI BROKERAGGIO ASSICURATIVO CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI BROKERAGGIO ASSICURATIVO Art. 1 OGGETTO DELL INCARICO Il presente capitolato disciplina l'incarico inerente il servizio professionale di

Dettagli

COMUNE DI CISLIANO. Provincia di Milano. Spett.le

COMUNE DI CISLIANO. Provincia di Milano. Spett.le COMUNE DI CISLIANO Provincia di Milano Settore Finanziario PROT. 6057 del 07/11/2013 Spett.le Cisliano, 7 novembre 2013 OGGETTO: Invito a partecipare alla procedura di cottimo fiduciario per l'affidamento

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO Comune di Villacidro Provincia di Cagliari Servizio Affari Generali,Pubblica Istruzione, Sport e Turismo Tel- 070/93442213 15 fax 070/9316066 e-mail affarigenerali@comune.villacidro.vs.it CAPITOLATO SPECIALE

Dettagli

OGGETTO: AVVISO PRESELEZIONE PER IL CONFERIMENTO DI UN INCARICO PROFESSIONALE AVVISO PUBBLICO

OGGETTO: AVVISO PRESELEZIONE PER IL CONFERIMENTO DI UN INCARICO PROFESSIONALE AVVISO PUBBLICO OGGETTO: AVVISO PRESELEZIONE PER IL CONFERIMENTO DI UN INCARICO PROFESSIONALE AVVISO PUBBLICO Si rende noto che il Comune di Castagneto Carducci intende procedere all affidamento dell incarico relativo

Dettagli

ParmaInfanzia S.p.A.

ParmaInfanzia S.p.A. Sede Legale: via Tonale n. 6, 43100 Parma - Tel. 0521/709511; Sede Amministrativa: via Colorno n. 63, 43100 Parma; Tel. 0521/600611, Fax 0521/606260; Bando di gara mediante Pubblico Incanto per la gestione

Dettagli

1. STAZIONE APPALTANTE Milanosport S.p.A. viale Tunisia n. 35-20124 Milano - tel. 02-62345110/07 - fax 02/62345191.

1. STAZIONE APPALTANTE Milanosport S.p.A. viale Tunisia n. 35-20124 Milano - tel. 02-62345110/07 - fax 02/62345191. PROCEDURA APERTA PER LA CONCESSIONE D USO DI IMPIANTI PUBBLICITARI INSISTENTI PRESSO I CENTRI SPORTIVI DI PROPRIETÀ DEL COMUNE DI MILANO ED IN GESTIONE A MILANOSPORT S.p.A. - APPALTO REP. 3/2014 - CIG

Dettagli

- CAPITOLATO SPECIALE PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI SOMMINISTRAZIONE DI LAVORO A TEMPO DETERMINATO MEDIANTE PROCEDURA SEMPLIFICATA.

- CAPITOLATO SPECIALE PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI SOMMINISTRAZIONE DI LAVORO A TEMPO DETERMINATO MEDIANTE PROCEDURA SEMPLIFICATA. Azienda Ospedaliera Ospedale San Carlo Borromeo Via Pio II 20153 Milano - CAPITOLATO SPECIALE PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI SOMMINISTRAZIONE DI LAVORO A TEMPO DETERMINATO MEDIANTE PROCEDURA SEMPLIFICATA.

Dettagli

MODALITÀ DI PRESENTAZIONE DELL OFFERTA E CRITERIO DI AGGIUDICAZIONE

MODALITÀ DI PRESENTAZIONE DELL OFFERTA E CRITERIO DI AGGIUDICAZIONE ALL. A AFFIDAMENTO AI SENSI DELL ART. 125 COMMI 10 E 11 DEL D.LGS. 163/2006 E S.M.I. DEL SERVIZIO DI PULIZIA E FACCHINAGGIO PER LA SEDE DELLA SOGESID S.P.A. DI ROMA E PER LA FORESTERIA MODALITÀ DI PRESENTAZIONE

Dettagli

REGIONE DEL VENETO ISTITUTO ONCOLOGICO VENETO I.R.C.C.S.

REGIONE DEL VENETO ISTITUTO ONCOLOGICO VENETO I.R.C.C.S. REGIONE DEL VENETO ISTITUTO ONCOLOGICO VENETO I.R.C.C.S. Servizio per la fornitura di prestazioni di radioterapia su pazienti in trattamento presso l Istituto Oncologico Veneto. * * * * * * CIG N.1136442D97

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE PER IL SERVIZIO DI BROKERAGGIO ASSICURATIVO

CAPITOLATO SPECIALE PER IL SERVIZIO DI BROKERAGGIO ASSICURATIVO CAPITOLATO SPECIALE PER IL SERVIZIO DI BROKERAGGIO ASSICURATIVO CIG 50773444D0 OGGETTO DELL'INCARICO L affidamento ha per oggetto lo svolgimento del servizio di brokeraggio assicurativo professionale,

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE D ONERI PER LA FORNITURA DI ARREDI PER GLI ASILI NIDO COMUNALI DI PALERMO

CAPITOLATO SPECIALE D ONERI PER LA FORNITURA DI ARREDI PER GLI ASILI NIDO COMUNALI DI PALERMO C O M U N E D I P A L E R M O PUBBLICA ISTRUZIONE CAPITOLATO SPECIALE D ONERI PER LA FORNITURA DI ARREDI PER GLI ASILI NIDO COMUNALI DI PALERMO Pagina 1 di 7 CAPITOLATO SPECIALE D ONERI PER LA FORNITURA

Dettagli

AVVISO PUBBLICO PER L INDIVIDUAZIONE DI UN SOGGETTO CUI AFFIDARE IL SEGUENTE SERVIZIO:

AVVISO PUBBLICO PER L INDIVIDUAZIONE DI UN SOGGETTO CUI AFFIDARE IL SEGUENTE SERVIZIO: AVVISO PUBBLICO PER L INDIVIDUAZIONE DI UN SOGGETTO CUI AFFIDARE IL SEGUENTE SERVIZIO: REALIZZAZIONE COLLEGAMENTI INTERNET FRA LE SEDI COMUNALI, FRA LE SEDI COMUNALI E SITI ESTERNI OVVERO FRA SITI ESTERNI

Dettagli

BANDO DI GARA - Capitolato d'appalto - n. gara 4849383

BANDO DI GARA - Capitolato d'appalto - n. gara 4849383 CONVITTO NAZIONALE MARCO FOSCARINI con annesse Scuole Primaria Secondaria di I gr. Liceo Ginnasio Ordinamentale ed Europeo Cannaregio 4941/4942 VENEZIA 30131 Tel. 041/5221970 Fax 041/5239698 Prot. n.1264/c14

Dettagli

ISTITUTO DI SANTA MARGHERITA Piazza Santa Balbina, 8-00153 Roma, Tel 06 5750955 Fax 0657138655

ISTITUTO DI SANTA MARGHERITA Piazza Santa Balbina, 8-00153 Roma, Tel 06 5750955 Fax 0657138655 DISCIPLINARE DI GARA Art. 1 - OGGETTO DELL APPALTO L'appalto ha per oggetto il servizio di pulizia dei locali della sede dell Istituto di Santa Margherita. Art. 2 - LUOGO DI ESECUZIONE DELL'APPALTO I servizi

Dettagli

Catanzaro, 10 aprile 2015 Spett.le. Mail. Raccomandata A.R.

Catanzaro, 10 aprile 2015 Spett.le. Mail. Raccomandata A.R. Catanzaro, 10 aprile 2015 Spett.le Mail Raccomandata A.R. OGGETTO: Invito per l'affidamento dei servizi di noleggio di n. 8 Stampanti Multifunzione SCANNER/COPIA/STAMPA - Procedimento in economia a mezzo

Dettagli

Amministrazione Aggiudicatrice Oggetto dell appalto : Esclusa Condizioni partecipazione

Amministrazione Aggiudicatrice Oggetto dell appalto : Esclusa Condizioni partecipazione DISCIPLINARE DI GARA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI MENSA SCOLASTICA PER LE SCUOLE PRIMARIE DI PRIMO GRADO SITE NEL COMUNE DI BORZONASCA PER GLI ANNI SCOLASTICI 2010/2011, 2011/2012 E 2012/2013 Amministrazione

Dettagli

AGENZIA PER I SERVIZI Ufficio Gestione Gare. Nota del 28 agosto 2009 - Prot. n. 6067/39/09/D

AGENZIA PER I SERVIZI Ufficio Gestione Gare. Nota del 28 agosto 2009 - Prot. n. 6067/39/09/D AGENZIA PER I SERVIZI Ufficio Gestione Gare AVVISO DI RETTIFICA Nota del 28 agosto 2009 - Prot. n. 6067/39/09/D Avviso di rettifica del bando di gara prot. n. 5188/39/09/D dd. 6 agosto 2009 procedura aperta

Dettagli

COMUNE DI. Capitolato d Oneri per la Fornitura di contatori di energia elettrica BT monofase e trifase

COMUNE DI. Capitolato d Oneri per la Fornitura di contatori di energia elettrica BT monofase e trifase COMUNE DI FRANCAVILLA DI SICILIA P R O V I N C I A D I M E S S I N A Ente del Parco Fluviale dell Alcantara Area Tecnica Lavori Pubblici Servizio Idroelettrico Piazza Annunziata n. 3 98034 Francavilla

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO

CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO Prot. 9770 del 09/11/2012 CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO Fornitura in Full Rent di n. 2 autovetture 4x4 SALERNO, 09/11/2012 IL RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO ing. Bernardo Saja Oggetto dell appalto Qualità

Dettagli

Bando fornitura mezzi centro trasferenza di Atina BANDO DI GARA PER L APPALTO DI FORNITURA DI N.1 AUTOMEZZO PER TRASPORTO DEI RIFIUTI

Bando fornitura mezzi centro trasferenza di Atina BANDO DI GARA PER L APPALTO DI FORNITURA DI N.1 AUTOMEZZO PER TRASPORTO DEI RIFIUTI BANDO DI GARA PER L APPALTO DI FORNITURA DI N.1 AUTOMEZZO PER TRASPORTO DEI RIFIUTI A. AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE Società Ambiente Frosinone S.p.A. S.P. Ortella Km. 3 03030 Colfelice (Frosinone) Tel.

Dettagli

ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SUPERIORE G.Garibaldi CESENA e-mail certificata: fois00300n@pec.istruzione.it

ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SUPERIORE G.Garibaldi CESENA e-mail certificata: fois00300n@pec.istruzione.it Prot. 7646/C14 Cesena, lì 16 novembre 2012 Codice G.I.G. 4708872C17 BANDO DI GARA PER STIPULA DI CONVENZIONE PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI CASSA DELLA DURATA DI 36 MESI Bando n. 6/2012 Questa Istituzione

Dettagli

NORME DI QUALIFICAZIONE 2013

NORME DI QUALIFICAZIONE 2013 SISTEMA DI QUALIFICAZIONE PER FORNITURE DI GAS NATURALE NORME DI QUALIFICAZIONE 2013 Premessa: Brescia Trasporti S.p.A. intende istituire un proprio sistema di qualificazione al fine di selezionare operatori

Dettagli

COMUNE DI PISA. Capitolato speciale d appalto per la fornitura e posa in opera di arredi per l asilo nido di Via Puglia in Pisa

COMUNE DI PISA. Capitolato speciale d appalto per la fornitura e posa in opera di arredi per l asilo nido di Via Puglia in Pisa COMUNE DI PISA Direzione Finanze e Politiche Tributarie Ufficio Economato-Provveditorato U.O. Provveditorato Capitolato speciale d appalto per la fornitura e posa in opera di arredi per l asilo nido di

Dettagli

DISCIPLINARE DI GARA CESSIONE DEL CREDITO PRO SOLUTO

DISCIPLINARE DI GARA CESSIONE DEL CREDITO PRO SOLUTO DISCIPLINARE DI GARA CESSIONE DEL CREDITO PRO SOLUTO ART. 1 - OGGETTO DEL SERVIZIO Napoli Sociale S.p.A. di seguito più semplicemente Azienda, ha indetto gara, a mezzo procedura aperta ai sensi del D.lgs.

Dettagli

COMUNE DI PIETRAPERZIA

COMUNE DI PIETRAPERZIA COMUNE DI PIETRAPERZIA PROVINCI DI ENNA BANDO DI GARA OGGETTO: Affidamento del servizio Assistenza domiciliare anziani nel Comune di Pietraperzia in esecuzione della Delibera di Giunta Comunale n. 105

Dettagli

C O M U N E D I L U Z Z A R A

C O M U N E D I L U Z Z A R A CAPITOLATO SPECIALE PER L AFFIDAMENTO DEI SERVIZI DI GESTIONE, MANUTENZIONE E VALORIZZAZIONE DEL PORTO LE GARZAIE E DELL AREA GOLENALE CIRCOSTANTE PERIODO ANNO 2009-2022 CUP J19E08000080004 - CIG 0249871810

Dettagli

C O M U N E D I M O S C U F O - PROVINCIA DI PESCARA

C O M U N E D I M O S C U F O - PROVINCIA DI PESCARA C O M U N E D I M O S C U F O - PROVINCIA DI PESCARA Cap 65010 - Piazza Umberto I n. 9 www.comunedimoscufo.it protocollo.moscufo@pec.pescarainnova.it Tel. (085) 979131/979101 Fax (085) 979485 C.F. 80014150686

Dettagli

COMUNE DI CISTERNA DI LATINA

COMUNE DI CISTERNA DI LATINA COMUNE DI CISTERNA DI LATINA ALLEGATO B DISCIPLINARE SPECIALE PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO SOSTITUTIVO DI MENSA MEDIANTE BUONI PASTO PER IL PERSONALE DIPENDENTE INDICE ART. 1 Oggetto del servizio / durata

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI ACQUISTO COMEC-BINDER S.r.l.

CONDIZIONI GENERALI DI ACQUISTO COMEC-BINDER S.r.l. CONDIZIONI GENERALI DI ACQUISTO COMEC-BINDER S.r.l. 1. Oggetto del contratto Le forniture di materiali, semilavorati e prodotti finiti a COMEC-BINDER S.r.l. (nel seguito per brevità COMEC ) sono regolate

Dettagli

CITTA DI NETTUNO PROVINCIA DI ROMA CORPO POLIZIA LOCALE Ufficio Comando Settore Affari Generali e Personale

CITTA DI NETTUNO PROVINCIA DI ROMA CORPO POLIZIA LOCALE Ufficio Comando Settore Affari Generali e Personale BANDO DI GARA APERTA PER L AFFIDAMENTO FORNITURA E POSA IN OPERA DI SEGNALETICA ORIZZONTALE E VERTICALE - CIG 39689354C5 - ENTE APPALTANTE Comune di Nettuno, Viale Giacomo Matteotti n 37 00048 Nettuno

Dettagli

COMUNE DI LAS PLASSAS Provincia del Medio Campidano UFFICIO TECNICO

COMUNE DI LAS PLASSAS Provincia del Medio Campidano UFFICIO TECNICO COMUNE DI LAS PLASSAS Provincia del Medio Campidano UFFICIO TECNICO Via Cagliari, 18-09020 Las Plassas tel. 070/9364006 fax 070/9364606 Email: utc.lasplassas@gmail.com Prot. 1515 Las Plassas, 16 Maggio

Dettagli

CAPITOLATO D'ONERI PER SERVIZI DI INTERPRETARIATO E TRADUZIONE

CAPITOLATO D'ONERI PER SERVIZI DI INTERPRETARIATO E TRADUZIONE CAPITOLATO D'ONERI PER SERVIZI DI INTERPRETARIATO E TRADUZIONE 1. Oggetto della gara Oggetto del presente capitolato è la fornitura di servizi di interpretariato e traduzione per le attività della Provincia

Dettagli

COMUNE DI GENZANO DI ROMA

COMUNE DI GENZANO DI ROMA Lì, Spett.le OGGETTO: invito a formulare offerta per l affidamento ex art. 125 comma 11,del D.Lgs. 163/2006 del SERVIZIO DI GESTIONE DEI SINISTRI DERIVANTI DA RESPONSABILITÀ CIVILE E VERSO PRESTATORI D

Dettagli

GARA A PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI CONSULENZA E BROKERAGGIO ASSICURATIVO DEL COMUNE DI CINISELLO BALSAMO

GARA A PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI CONSULENZA E BROKERAGGIO ASSICURATIVO DEL COMUNE DI CINISELLO BALSAMO COMUNE DI CINISELLO BALSAMO Via XXV Aprile n. 4 SETTORE ECONOMICO FINANZIARIE E AZIENDE PARTECIPATE SERVIZIO ECONOMATO Tel. 0266023226-Fax 0266023244 e-mail alessia.peraboni@comune.cinisello-balsamo.mi.it

Dettagli

CAPITOLATO DI APPALTO PER L AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DEL SERVIZIO SPAZIO FAMIGLIA BUBU SETTETE

CAPITOLATO DI APPALTO PER L AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DEL SERVIZIO SPAZIO FAMIGLIA BUBU SETTETE CAPITOLATO DI APPALTO PER L AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DEL SERVIZIO SPAZIO FAMIGLIA BUBU SETTETE periodo: NOVEMBRE 2014/MAGGIO 2015 e NOVEMBRE 2015/ MAGGIO 2016 (CIG n. ZF6110FF72) 1 1. Oggetto dell appalto

Dettagli

CITTA DI CINISELLO BALSAMO VIA XXV APRILE, 4 20092 Cinisello Balsamo (MI) tel. 02/660231 Fax 02/66011464 www.comune.cinisello-balsamo.mi.

CITTA DI CINISELLO BALSAMO VIA XXV APRILE, 4 20092 Cinisello Balsamo (MI) tel. 02/660231 Fax 02/66011464 www.comune.cinisello-balsamo.mi. CITTA DI CINISELLO BALSAMO VIA XXV APRILE, 4 20092 Cinisello Balsamo (MI) tel. 02/660231 Fax 02/66011464 www.comune.cinisello-balsamo.mi.it 1. E indetta asta pubblica secondo il criterio dell offerta economicamente

Dettagli

FORNITURA DI GAS NATURALE DISCIPLINARE

FORNITURA DI GAS NATURALE DISCIPLINARE FORNITURA DI GAS NATURALE DISCIPLINARE Agosto 2015 A. PREMESSA Il presente appalto ha per oggetto la fornitura di beni affidati da soggetto rientrante nell ambito dei settori speciali, di importo inferiore

Dettagli

BANDO DI GARA PER PROCEDURA APERTA Codice Identificativo Gara (CIG) 5493686D17. denominazione UNIVERSITA DEGLI STUDI SUOR ORSOLA BENINCASA UNISOB

BANDO DI GARA PER PROCEDURA APERTA Codice Identificativo Gara (CIG) 5493686D17. denominazione UNIVERSITA DEGLI STUDI SUOR ORSOLA BENINCASA UNISOB BANDO DI GARA PER PROCEDURA APERTA Codice Identificativo Gara (CIG) 5493686D17 1. Amministrazione aggiudicatrice: denominazione UNIVERSITA DEGLI STUDI SUOR ORSOLA BENINCASA UNISOB indirizzo VIA SUOR ORSOLA

Dettagli

BANDO DI GARA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO CENTRO SOCIALE POLIFUNZIONALE IN FAVORE DI PERSONE DIVERSAMENTE ABILI DI ETA COMPRESA TRA I 18-65 ANNI

BANDO DI GARA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO CENTRO SOCIALE POLIFUNZIONALE IN FAVORE DI PERSONE DIVERSAMENTE ABILI DI ETA COMPRESA TRA I 18-65 ANNI COMUNE DI MUGNANO DEL CARDINALE (Provincia di Avellino) AMBITO TERRITORIALE A6 ISTITUZIONE SOCIALE BAIANESE VALLO di LAURO Organismo di gestione del Piano di zona sociale L.n. 328/00 Prot. n. 2576 del

Dettagli

COMUNE DI CASTEL SANT ELIA (Provincia di Viterbo)

COMUNE DI CASTEL SANT ELIA (Provincia di Viterbo) COMUNE DI CASTEL SANT ELIA (Provincia di Viterbo) SCHEMA Concessione in esclusiva, dell uso di spazi pubblicitari su elementi di arredo urbano e segnaletica direzionale privata e pubblica nel territorio

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA 1. Campo di applicazione Qualsiasi contratto stipulato tra Nossa Elettronica s.a.s (d ora in poi Nossa) per la fornitura dei propri Prodotti/Servizi (d ora in poi Prodotto)

Dettagli

A.S.L. 2 CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER OPERE DI FALEGNAME - VETRAIO - FABBRO ANNO 2007

A.S.L. 2 CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER OPERE DI FALEGNAME - VETRAIO - FABBRO ANNO 2007 A.S.L. 2 CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER OPERE DI FALEGNAME - VETRAIO - FABBRO ANNO 2007 1 Art. 1 OGGETTO DELL APPALTO L appalto ha per oggetto l affidamento della manutenzione ordinaria, programmata

Dettagli

BANDO DI GARA PER PROCEDURA APERTA

BANDO DI GARA PER PROCEDURA APERTA Prot. n. 000961/2015 Tolentino, li 11/03/2015 BANDO DI GARA PER PROCEDURA APERTA a) Stazione appaltante: COSMARI Srl - Località Piane di Chienti - 62029 Tolentino (MC) - tel. 0733/203504 - fax 0733/204014

Dettagli

BANDO DI GARA Gara d appalto per la fornitura di energia elettrica (CIG: 534907118)

BANDO DI GARA Gara d appalto per la fornitura di energia elettrica (CIG: 534907118) BANDO DI GARA Gara d appalto per la fornitura di energia elettrica (CIG: 534907118) I AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE Denominazione, indirizzi e punti di contatto: Società appaltante: TALETE S.p.A. Indirizzo

Dettagli

Comune di Firenze. Direzione SICUREZZA SOCIALE Servizio Cimiteri

Comune di Firenze. Direzione SICUREZZA SOCIALE Servizio Cimiteri 1 Comune di Firenze Direzione SICUREZZA SOCIALE Servizio Cimiteri PROCEDURA APERTA PER: Affidamento della concessione del servizio di gestione e manutenzione impianto di distribuzione energia elettrica

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE PER IL NOLEGGIO DI UN LASER AD ECCIMERI LOTTO N. 11

CAPITOLATO SPECIALE PER IL NOLEGGIO DI UN LASER AD ECCIMERI LOTTO N. 11 CAPITOLATO SPECIALE PER LA FORNITURA IN NOLEGGIO DI UN LASER AD ECCIMERI SU CLINICA MOBILE DA EFFETTUARSI PRESSO LA U.O. OCULISTICA DELL AZIENDA OSPEDALIERA REGIONALE SAN CARLO DI POTENZA ART. 1 - OGGETTO

Dettagli

BANDO DI GARA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI UN SOGGIORNO CLIMATICO PER CITTADINI DELLA TERZA ETA - 2014

BANDO DI GARA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI UN SOGGIORNO CLIMATICO PER CITTADINI DELLA TERZA ETA - 2014 Casa COMUNE di FRANCOLISE provincia di Caserta Tel. 0823 881330 - Fax 0823 877049 - C.F. 83001080619 All. a Det. AA. n. 101 del 21.08.2014 BANDO DI GARA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI UN SOGGIORNO CLIMATICO

Dettagli

APPALTI. REGIONE CAMPANIA - Bando di gara relativo alla trattativa multipla per l installazione di sistemi di allarme per l emergenza.

APPALTI. REGIONE CAMPANIA - Bando di gara relativo alla trattativa multipla per l installazione di sistemi di allarme per l emergenza. BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE CAMPANIA - N. 9 DEL 20 FEBBRAIO 2006 APPALTI REGIONE CAMPANIA - Bando di gara relativo alla trattativa multipla per l installazione di sistemi di allarme per l emergenza.

Dettagli

SERVIZIO DI RISONANZA MAGNETICA

SERVIZIO DI RISONANZA MAGNETICA Presidio Ospedaliero Nord S.MARIA GORETTI DI LATINA SERVIZIO DI RISONANZA MAGNETICA GARA MEDIANTE PROCEDURA APERTA PER LA FORNITURA DI UNA RM 1,5 T, L AFFIDAMENTO DEI LAVORI DI MANUTENZIONE STRAORDINARIA

Dettagli

COMUNE DI ANZIO. Provincia di Roma c.f. 82005010580 P.IVA 02144071004 SERVIZIO DI PRELIEVO E RECAPITO POSTALE CIG Z511544602 CAPITOLATO D ONERI

COMUNE DI ANZIO. Provincia di Roma c.f. 82005010580 P.IVA 02144071004 SERVIZIO DI PRELIEVO E RECAPITO POSTALE CIG Z511544602 CAPITOLATO D ONERI COMUNE DI ANZIO Provincia di Roma c.f. 82005010580 P.IVA 02144071004 SERVIZIO DI PRELIEVO E RECAPITO POSTALE CIG Z511544602 CAPITOLATO D ONERI Art. 1 - OGGETTO L appalto ha per oggetto il servizio di prelievo

Dettagli

RETTIFICA BANDO DI GARA

RETTIFICA BANDO DI GARA AREA TECNICA SETTORE 7 URBANISTICA E AMBIENTE PEC: edilizia@pec.comune.roggianogravina.cs.it Via Bufaletto n 18-87017 Roggiano Gravina Tel. 0984/501538 Fax 0984/507389 C.F. 00355760786 Prot. 3418 del 17/04/

Dettagli

COMUNE DI AREZZO DIREZIONE SERVIZI FINANZIARI SERVIZIO GARE E PATRIMONIO DISCIPLINARE DI GARA

COMUNE DI AREZZO DIREZIONE SERVIZI FINANZIARI SERVIZIO GARE E PATRIMONIO DISCIPLINARE DI GARA COMUNE DI AREZZO DIREZIONE SERVIZI FINANZIARI SERVIZIO GARE E PATRIMONIO DISCIPLINARE DI GARA PER L AFFIDAMENTO IN CONCESSIONE SERVIZIO DI TESORERIA COMUNALE 1 In esecuzione della deliberazione di Consiglio

Dettagli