Bedano, Gravesano e Manno. Inverno 2013/14

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Bedano, Gravesano e Manno. Inverno 2013/14"

Transcript

1 Bedano, Gravesano e Manno

2 Celebrazioni liturgiche della Comunità di Bedano, Gravesano e Manno Lunedì Gravesano: Madonna del Buon Consiglio ore Martedì Bedano: santa Maria ore Mercoledì Gravesano: Madonna del Buon Consiglio ore Giovedì Manno: santi Rocco e Sebastiano ore Venerdì Bedano: san Rocco ore Sabato Bedano: Casa di riposo Stella Maris ore Manno: santi Rocco e Sebastiano ore Domenica Bedano: santa Maria ore Gravesano: santi Pietro e Paolo ore (Celebrazioni particolarmente solenni che cadono nei giorni feriali si terranno di norma alle ore Per ogni cambiamento, di orario o di sede, ne sarà prontamente dato avviso durante le messe domenicali. Per sicurezza si consiglia di consultare gli albi parrocchiali o il sito della parrocchia). Parroco-priore: don Massimo Braguglia Via san Pietro 6929 Gravesano telefono sito parrocchia: parrocchia-gravesano.ch Conto corrente postale della parrocchia: Consiglio parrocchiale di san Pietro - Gravesano ccp

3 Lettera del parroco Cari parrocchiani, ogni volta che mi metto davanti al computer per scrivere il pensiero con il quale si apre il bollettino, davanti alla pagina bianca, le domande che si rincorrono dentro di me sono sempre le stesse: quale riflessione donare a chi mi legge? che cosa scrivere? ma soprattutto da dove iniziare? Questa volta lo spunto mi viene dato da due belle e molto comprensibili storielle. La prima si intitola Quando finisce la notte : Un vecchio rabbino domandò una volta ai suoi allievi da che cosa si potesse riconoscere il momento preciso in cui finiva la notte e cominciava il giorno. Forse da quando si può distinguere con facilità un cane da una pecora?. No, disse il rabbino. Quando si distingue un albero di datteri da un albero di fichi?. No, ripeté il rabbino. Ma quand è, allora?, domandarono gli allievi. Il rabbino rispose: È quando guardando il volto di una persona qualunque, tu riconosci un fratello o una sorella. Fino a quel punto, è ancora notte. La seconda storiella s intitola: Dio parla la lingua dell amore : Il desiderio più grande di un ragazzo di nome Emanuele era quello di sapere che lingua parlasse Dio. Questo desiderio era più che lecito dal momento che il suo stesso nome significa Dio è con noi. Qualcuno gli aveva assicurato che Dio parlava aramaico. Per avere conferma di questo dato si mise a peregrinare un po dappertutto, dall Africa all Europa. Ovunque arrivasse poneva la stessa domanda: Dio, che lingua parla?. La risposta cambiava però di volta in volta: Dio parla igbo, gli risposero in Nigeria. Italiano, gli dissero a Roma. Norvegese a Oslo. Attraversò in lungo e in largo l America latina, l Asia ma ovunque la risposta fu sempre la stessa: Dio si esprimeva in spagnolo, inglese, cinese, e così via. A questo punto in Emanuele nacque la determinazione di recarsi a Gerusalemme. Aveva il desiderio di fermarsi per un po, dopo tanto viaggiare. Purtroppo però, a Gerusalemme, non trovò alcun alloggio disponibile poiché non aveva prenotato per tempo. Che fare? Decise di spostarsi di qualche chilometro. Arrivò a Betlemme, fermandosi nelle vicinanze del paese, là dove pascolavano le pecore e alcune grotte offrivano riparo per la notte. Ad un tratto si sentì chiamare per nome: Emanuele. Una giovane donna con un bambino in braccio lo salutò cordialmente: Benvenuto, entra. Non fece neppure in tempo a rendersi conto di quanto stesse succedendo che Maria, la mamma di quel bambino, lo stava già ricoprendo di premure. Il tuo viaggio è finito, Emanuele. Tu desideri sapere in che lingua parla Dio. Dio, caro Emanuele, parla la lingua dell amore. Emanuele sussultò di gioia ed esclamò: Veramente Dio è con noi. Quando finisce la notte, quando scompaiono le tenebre? Quando anch io inizierò a parlare la lingua di Dio? Tutto dipende da me! Tutto dipende da noi! Quando inizierò a non giudicare, a non parlare male dell altro, a perdonare, ad accogliere, a condividere, a ringraziare. 3

4 Solo allora inizierà a scomparire la notte dal mio cuore ed inizierò a parlare la lingua di Dio. Difficile, impossibile? No, impegnativo certo. Da dove iniziare? Il salmo 118 racchiude in sé una bellissima esortazione: Lampada per i miei passi è la tua parola, luce sul mio cammino. Gesù Cristo, la luce vera, è venuto nel mondo per vincere l oscurità che ottenebra tutti i cuori: il mio, il tuo, il nostro. Se ciascuno di noi sarà capace di accogliere questa luce nel proprio cuore, perché disposto a lasciarsi guidare dalla Parola di Dio, in poco tempo si accorgerà di saper parlare la lingua più bella che ci sia: quella dell amore e sperimenterà che le promesse di Dio non sono promesse da marinaio. Guidati da Lui la vita acquisterà sapore, bellezza, gioia, diventerà una divina avventura. Anche il dolore, la sofferenza, la sconfitta diventeranno occasioni per sperimentare che Dio non è assente, non si tira indietro, ma al contrario, apre il suo cuore e il mondo entra in esso. Perché Dio abbraccia la nostra sofferenza, il nostro dolore, la nostra sconfitta e le fa sue e con esse s immedesima. Lo leggiamo così spesso nei Vangeli: Dio non sfugge la sofferenza di nessuno; anzi in Cristo Dio è attratto dalla sofferenza di ogni persona e la fa propria. La passione di Gesù non comincia sulla Croce, ma inizia con la passione e la sofferenza del mondo. La passione di Gesù comincia quando egli ci vede nella nostra sofferenza e si commuove nel profondo del suo essere. Quando afferriamo questa verità, arriviamo a comprendere che non soffriamo mai da soli. Le nostre afflizioni sono afflizioni di Dio. La nostra sofferenza è sempre sofferenza di Dio perché quando soffriamo, Dio apre il suo cuore e accoglie in esso la nostra sofferenza. Carissimi tutti, l augurio più sincero che mi sento di porgervi è quello di saper accogliere Gesù e la luce della sua Parola nella quotidianità della nostra vita, di lasciarci guidare da essa perché veramente la notte possa lasciare il posto ad un aurora di fraternità e a quella civiltà dell amore che è il disegno originario del Padre. don Massimo 4

5 Non disturbare la musica Entra in punta di piedi il nuovo Vescovo Valerio Papa Francesco ha nominato nuovo Vescovo di Lugano don Valerio Lazzeri. Il Vescovo Pier Giacomo ne ha dato notizia al presbiterio e ai giornalisti in una conferenza stampa lunedì 4 novembre, festa di san Carlo, patrono della nostra diocesi. L ordinazione si terrà sabato 7 dicembre, festa di sant Ambrogio, alle ore 9.30 nella basilica del Sacro Cuore a Lugano. Ma chi è don Valerio? 50 anni, di Dongio, in val di Blenio, carattere mite, uomo di profonda spiritualità, don Lazzeri è canonico della cattedrale, delegato per la vita consacrata della diocesi di Lugano e padre spirituale del seminario san Carlo; è professore associato alla Facoltà di Teologia di Lugano, dove insegna teologia, patrologia e teologia spirituale. A Gravesano abbiamo avuto la gioia di averlo quale relatore lo scorso 12 marzo in occasione delle serate d approfondimento sulla figura del beato don Nicolò Rusca. Nel presentarlo, il Vescovo Grampa ha affermato: Tutti conosciamo la preparazione teologica, la finezza spirituale, la bontà di questo nostro sacerdote, che ha avuto modo di fare esperienze in diocesi e a Roma, sul quale è caduta 5

6 la scelta. Ringraziamo il Santo Padre per questa nomina, ringraziamo don Valerio che ha avuto la generosità di accettare. Ci disponiamo ad accoglierlo e ad offrigli tutta la nostra preghiera, il nostro sostegno, il nostro aiuto e la collaborazione più piena e generosa. Dal canto suo il nuovo vescovo ha dichiarato: Esprimo il mio grazie a Lei, carissimo don Mino, per la Sua affettuosa, sempre paterna, e ora anche fraterna, vicinanza. Ricevo dalle Sue mani operose un campo, certo, molto complesso, articolato, non facile da lavorare, ma anche ricco e affascinante. So con certezza, fin d'ora, che molte delle realtà buone che mi sarà dato di incontrare sono il frutto della sua straordinaria dedizione e della sua indefessa fatica pastorale di questi dieci anni. Mi viene in mente Eliseo, che con audacia chiese di ricevere due terzi della forza di Elia, suo maestro. Da parte mia, sarei grato al Signore di avere anche solo un terzo del fuoco generoso del mio predecessore! Per chiarire il senso del proprio motto episcopale, don Valerio ha citato la frase del libro del Siracide dal quale l ha tratto: "Se ti hanno fatto capotavola, non esaltarti. Comportati con gli altri come uno di loro. Pensa a loro e poi mettiti a tavola; quando avrai compiuto il tuo dovere, accomodati per far festa con loro... Parla, o anziano, poiché ti si addice, ma con saggezza, e non disturbare la musica" (Sir 32,1-5). "Non impedias musicam". L ha quindi commentato così : È il monito che mi pare di dover tenere sempre davanti agli occhi. Mi ricorderà costantemente che non ho scritto io la partitura di ciò che insieme dobbiamo suonare. Da parte mia, da solo, posso unicamente promettervi di servirla, questa musica del Vangelo di Gesù Cristo, di non disturbarla nella sua armonia. Sono però convinto che insieme, con la forza dello Spirito Santo, potremo fare qualcosa di importante per rivelarne la bellezza. A due anni dalla presentazione delle dimissioni da parte di mons. Grampa ecco che il papa ci ha dato il suo successore. Ringraziamo il Vescovo Pier Giacomo che fino all ordinazione di don Valerio sarà ancora il titolare della nostra diocesi per l instancabile lavoro svolto in questi anni per la nostra Chiesa particolare. A mons. Lazzeri gli auguri di tutti i parrocchiani di Bedano, Manno e Gravesano. 6

7 Pensieri di Natale abiti della festa e che forse s era fermato per guardarlo. Eh? fece il ragazzo spalancando la bocca dalla meraviglia. Che è oggi, bambino mio? ripeté Scrooge. Oggi! rispose il ragazzo. È Natale, oggi. da Il Canto di Natale, di Charles Dickens Il miracolo del Natale Il Natale è la nascita assoluta che riflette e assume, illumina e redime, benedice e consacra tutte le nascite di prima e tutte le nascite di poi. Ogni uomo che venga alla luce ripete il miracolo del Natale di Cristo; perché è Dio che decide quella nascita; è Lui che vuole quella vita. È proprio ciascuna di quelle nascite, ciascuna di quelle vite, nessuna esclusa, che l ha spinto da sempre a incarnarsi. Giovanni Testori Sono parole che invitano spontaneamente a riflettere proprio su quel verbo finale così tipico del cristianesimo, l «incarnarsi» di Dio. Non per nulla si ripete spesso che l «incarnazione» è nel cuore stesso dell annuncio cristiano, ne è assieme alla risurrezione quasi il vessillo tematico. Gianfranco Ravasi Natale è sorpresa Che è oggi? gridò Scrooge a un ragazzetto che passava con indosso gli La sorpresa di Scrooge che scopre di essere ancora in tempo per vivere lo spirito del Natale è, forse, uno degli auguri più belli che si possano fare: nonostante il consumismo, le preoccupazioni, la noia e via dicendo riuscire a stupirsi del Natale, in qualunque modo lo si guardi, è una bella sfida per tutti. Natale sempre nuovo Allora? Quanti Natali nella tua vita! Forse cinquanta, forse settanta, ottanta! Duemila Natali! Ma ai Suoi occhi mille anni sono come un giorno che è già passato. L importante è che ogni anno succeda qualcosa e tu possa dire: ecco, questo è un Natale nuovo. David Maria Turoldo 7

8 Ci sei Tu Ogni giorno, per chi crede, è Natale. Cristo nasce anche oggi. Vado a vederlo. Cosa Gli dirò? A Natale tutti gli possono parlare: qualche cosa tutti Gli dicono, perché quand Egli nasce «nel mezzo della notte si fa un gran silenzio, e alla Parola onnipotente che discende dalle sue sedi regali» le povere voci create s accostano e parlano. Volete che non Gli parlino il bue, l asino, le pecore del Presepio? E la paglia del suo giaciglio non Gli dirà nulla? E gli Angeli non volete che Gli portino il desiderio delle stelle e i sospiri della notte? Un bambino non dà soggezione. Perfino i mendicanti parlano ai bambini che incontrano per la strada: perfino la gente che non sa o non osa rivolgere la parola ad anima viva, davanti a un bambino si fa coraggio. Un bambino capisce ogni lingua. Egli non è ancora salito sulla Torre di Babele. Capisco adesso perché l onnipotente si fa bambino: perché l onnipotenza si veste della più grande impotenza, e chiede a tutti, ed ha bisogno di tutto, anche di una stalla abbandonata, del fiato di un asino, di un po di paglia, di una taverna... Voglio domandare al silenzio della notte, alla desolazione dei campi, alle lacrime dei poveri, dei perseguitati, degli orfani, delle vedove, al lamento dei feriti, al grido degli esuli e degli oppressi, ai morti di tutti i cimiteri vecchi e nuovi: la voce che sola ha diritto di parlare a Cristo. Suonano le campane della mia Chiesa. Finalmente la pace in un suono di campane: tutta la stanchezza che cede, in un suono di campane: tutta la sospensione dei cuori, in un suono di campane; tutti i lutti, tutte le speranze in un suono di campane. Non Ti chiedo nulla: mi basta che Tu sia con noi. Noi possiamo divenire anche più cattivi, ma se Tu resti, anche questo grosso male passerà. Signore, grazie! Mi sento meno male al cuore. C è già qualche cosa di nuovo, oggi: ci sei Tu!... don Primo Mazzolari Babbo Natale: un falso ottimista Se ne avessi il potere, proibirei per legge l immagine e il termine stesso di Babbo Natale. Il ridanciano e scampanellante Babbo Natale è un segno della crescente scristianizzazione; della perdita della memoria, del linguaggio, del senso che il Cristianesimo dà al mondo. Il fasullo scampanellìo della sua slitta cerca di sopraffare il coro degli angeli che annunciano gloria a Dio nell alto dei cieli e pace in terra agli uomini di buona volontà. Cerca di coprirlo perché, se lo si sente, si rimane sbigottiti dalla smentita che quell annuncio riceve sulla Terra, dove la pace è quasi sempre negata agli uomini di buona volontà e semmai concessa ai farabutti. Quel canto da sempre smentito va invece sempre ascoltato e seguito, per continuare a credervi contro ogni evidenza, a sperare contro ogni vittoriosa negazione, con quell autentica speranza che passa sotto le forche caudine della disperazione e rifiuta le stampelle del tronfio e menzognero ottimismo. Claudio Magris 8

9 Trenta consigli per genitori frettolosi Qualche semplice regola che può migliorare la vita familiare e l educazione. 1. I primi anni di vita sono importanti: è in questo periodo che si posano le strutture fondamentali della persona. 2. I bambini sono persone con carattere, temperamento, bisogni, desideri, cambiamenti di umore proprio come voi. Lasciate che anche i vostri figli qualche volta diano in escandescenze. 3. I bambini imitano quello che fate voi. Non faranno mai quello che ordinate. Soprattutto non fate prediche. I bambini imparano solo quello che vivono. 4. I due genitori devono avere la stessa idea di educazione. Questo non significa che devono fare le stesse cose o apparire un muro di cemento armato. 5. Non entrate in conflitto con i vostri figli. Ogni volta che entrerete in conflitto con i vostri figli voi avrete già perso. 6. Siate pazienti. Anche con voi stessi. Nessuno ha mai detto che sia facile essere un genitore. 7. I genitori non sono i soli educatori: c è anche la società in cui i figli sono immersi. 8. Dite no. In questo modo i vostri figli sapranno che li proteggete anche dai loro errori. Insegnate ai vostri figli che non possono avere tutto e subito. È prudente, perciò, usare con cautela il sistema di assecondare: i bambini devono imparare a manovrare le frustrazioni, perché la vita dell adulto ne è piena. È pura assurdità partire dal principio che il bambino sarà in grado di affrontarle quando sarà più grande; che cosa, infatti, c è di magico nella crescita per fornire una capacità che si dovrebbe rivelare fin dai primi anni di vita? 9. Riservate del tempo per ridere insieme e divertitevi insieme. Vivete i vostri valori nella gioia. Se fate la morale tutto il giorno ai vostri figli verrà voglia di scappare. 10. Scambiatevi dei regali. 11. Imparate a relativizzare i problemi, ma risolveteli. 12. Accogliete in casa gli amici dei vostri figli. 13. L incoraggiamento è l aspetto più importante nella pratica di educazione del bambino. E tanto importante, che la mancanza di esso si può considerare quale causa fondamentale di certe anomalie del comportamento. Un bambino che si comporta male è un bambino scoraggiato. 9

10 14. Consentite ai vostri figli di non avere il vostro parere. E soprattutto ascoltateli veramente. Fa parte del nostro pregiudizio comune sui bambini pretendere di capire quello che vogliono dire senza in realtà ascoltarli. I figli hanno una diversa prospettiva e spesso soluzioni intelligenti da proporre. Il nostro orgoglio ci impedisce di ascoltarli. Quante volte potremmo approfittare della loro sensibilità se li trattassimo alla pari e li ascoltassimo davvero. 15. Sottolineate i lati positivi dei vostri figli. I bambini non ne sono sempre coscienti. I complimenti piacciono a tutti, anche ai vostri figli. 16. Consentite loro di prendere parte alle decisioni della famiglia. Spiegate bene i motivi delle vostre scelte. Rispondete ai loro «perché». 17. Mantenete la parola. Siate coerenti. Attenetevi alle decisioni prese. Non promettete o minacciate a vanvera. 18. Riconoscete i vostri errori e scusatevi. Abbiate il coraggio di essere imperfetti e consentite ai vostri figli di esserlo. 19. Giocate con i vostri figli. 20. Quando dovete fare un discorso serio con i vostri figli, aspettate che siano in posizione orizzontale. Non fatelo mai quando sono in posizione verticale. 21. Ricordate che ogni bambino è unico. Non esiste l educazione al plurale. 22. Alcuni verbi non hanno l imperativo. Non potete dire: «Studia!», «Metti in ordine!», «Prega!» e sperare che funzioni. 23. Spiegate ai vostri figli che cosa provate. Raccontate come eravate voi alla loro età. 24. Aiutateli a essere forti e a riprendersi quando le cose vanno male. 25. Raccogliete la sfida della TV. La televisione non è tanto pericolosa per quello che fa quanto per quello che non fa fare. 26. Non siate iper/protettivi. Cercate le occasioni giuste per tirarvi indietro e consentire ai vostri figli di mettere alla prova la loro forza e le loro capacità. 27. Un bambino umiliato non impara nulla. Eliminate la critica e minimizzate gli errori. Sottolineando costantemente gli errori, noi scoraggiamo i nostri figli, mentre dobbiamo ricordarci che non possiamo costruire sulla debolezza, ma soltanto sulla forza. 28. Non giudicate gli altri genitori dai loro figli e non mettetevi in competizione per i figli con parenti e amici. 29. Date loro il gusto della lettura. 30. Raccontate loro la storia di Gesù. Tocca a voi. Bruno Ferrero, Bollettino Salesiano

11 Le pietre d inciampo del Vangelo di Gianfranco Ravasi, cardinale e biblista Costui sappiamo di dov è. Il Cristo invece quando verrà, nessuno saprà di dove sia. (Giovanni 7, 27) Questa frase, a prima vista enigmatica, esprime il sospetto di «alcuni abitanti di Gerusalemme» nei confronti di Gesù. Il cuore del dubbio è nell affermazione riguardante il Cristo che, come è noto, è la versione greca della parola ebraica Messia, che significa consacrato. Ebbene, due opinioni si opponevano per quanto concerneva la sua origine. Secondo alcuni, egli doveva nascere a Betlemme, la patria del re Davide. È ciò che dichiarano anche alcuni della folla che rifiutano di identificare Gesù di Nazaret in Galilea col Messia con questo ragionamento, sempre riferito da Giovanni: «Il Cristo viene forse dalla Galilea? Non dice la Scrittura: dalla stirpe di Davide e da Betlemme, il villaggio di Davide, verrà il Cristo?» (7,41-42). C era, però, chi sosteneva un altra tesi: l origine del Messia sarebbe stata ignota e all improvviso egli si sarebbe reso presente a Israele. È interessante notare che l ebreo Trifone, dialogando col teologo cristiano Giustino nel II secolo, affermava: «Il Messia, anche se è nato ed esiste effettivamente da qualche parte, è uno sconosciuto». Per alcuni questa origine misteriosa era celeste e il suo svelamento sarebbe stato senza indizi preparatori. Qualcosa del genere è riflesso nelle parole del Battista che presenta Gesù come Messia: «Dopo di me viene un uomo che è avanti a me, perché era prima di me e io non lo conoscevo» (Giovanni 1,30-31). È facile comprendere la reazione sospettosa di quei Gerosolimitani nei confronti di Gesù che sembra arrogarsi illegittimamente la qualità messianica: «Costui sappiamo di dov è». Egli, infatti, è conosciuto come collegato a un villaggio talmente insignificante da non essere citato neppure una volta nell Antico Testamento, Nazaret. Non era, quindi, diffusa la notizia della sua nascita a Betlemme, avvenuta quasi per una ragione estrinseca, ossia il censimento non residenziale ma etnico che aveva costretto la madre incinta a trasferirsi col suo sposo di etnia betlemita e di clan davidico a Betlemme, la patria del re Davide. Abbiamo già avuto occasione di spiegare una strana dichiarazione del Vangelo di Matteo. In essa l evangelista aveva cercato in qualche modo (probabilmente attraverso un allusione non geografica ma simbolica) di fondare la residenza di Gesù a Nazaret sulle Scritture: «Andò ad abitare in una città chiamata Nazaret, perché si compisse ciò che era stato detto per mezzo dei profeti: Sarà chiamato Nazareno» (2,23). Questo legame nazaretano era diventato, comunque, un obiezione che i suoi avversari opponevano a Gesù per il suo riconoscimento come Cristo, cioè Messia. 11

12 Un esperienza Ho fame, mi compri da mangiare? L incontro con una ragazza senza soldi e senza prospettive e la reazione di Stefano: accogliere i bisogni di Anastasia o tornare a casa per la cena? Il treno delle ore proveniente da Roma lascia a Milano centrale dirigenti e funzionari che nella capitale hanno impegni, affari e uffici. Velocemente percorrono le vie laterali della stazione per recuperare il proprio mezzo, lasciato in mattinata, e raggiungere la famiglia, cenare, e preparare il lavoro per il giorno dopo. Stefano è quasi in prossimità del suo scooter, quando nella penombra scorge una ragazza che gli si avvicina. D istinto e senza manco guardarla in viso, risponde: «Non ho monete». Ma Anastasia le risponde: «Fermati, non voglio soldi, ho fame, mi compri qualcosa?». Stefano ha in mente cosa lo aspetta a casa, deve cenare anche lui e poi preparare una relazione per un convegno che lo aspetta l indomani, ma a questo punto è di fronte ad Anastasia ed entrambi si guardano dritto negli occhi. La ragazza è giovane, piccola, smagrita. «Non pensavo assolutamente, in quel momento, al Gesù in cui credo, è stato Lui a ricordarmelo. E insieme a farmi accorgere che accogliere il prossimo si declina in una infinità di modi». Anastasia cercava qualcuno che ascoltasse i suoi problemi, cercava una persona a cui confidare il suo vissuto. Insieme si avviano in un locale pieno di giovani che consumano stuzzichini e primi piatti. Anastasia indica il piatto che gradirebbe, il barista con un gesto di disgusto domanda «Chi paga?», e all assicurazione di Stefano le consegna il pasto. «Ti va di fermarti con me mentre mangio? Usciamo e andiamo su quella panchina accanto alla fontanella» domanda Anastasia, facendo per uscire, ma Stefano la invita a fermarsi ad un tavolo nel locale e a prendere una bibita. Anastasia le domanda se non si vergogna a stare lì con lei, Stefano le assicura di no. Nel chiasso del locale inizia un dialogo intenso e Anastasia racconta la sua vita lunga appena diciotto anni. Parla della Romania, la sua terra, del suo bimbo di appena otto mesi, di un marito, disoccupato come lei. Racconta di lavori saltuari, di solitudini immense che feriscono e segnano i suoi diciotto anni. Di tante illusioni che si scontrano con la crudezza di una vita. Per Anastasia è ritrovare un momento di pace, l unico in questa giornata, per Stefano è mettersi in un atteggiamento di accoglienza, di reciprocità. È far rimettere in moto il suo cuore di carne che accoglie, dà speranza, consola, perché sa che in Anastasia ha incontrato Gesù. Il panino è finito da parecchio, quando entrambi guardandosi fissi negli occhi umidi si abbracciano e si ringraziano a vicenda. 12

13 Cronaca parrocchiale Festa della beata Vergine Maria del Rosario Un sentito grazie ai priori, la famiglia Gabutti; agli operai delle squdre comunali di Bedano e Gravesano; all equipe di cucina dell FC Gravesano-Bedano; alla Filarmonica Medio Vedeggio; all organista Luigi Gargantini; a Tilde e Monica Giandeini; alle donne che si sono occupate della lotteria, delle torte e del caffé; agli esploratori e a tutti coloro che hanno collaborato. 13

14 14

15 piaggia, abbiamo visitato Castel Sardo e, a bordo di una barca, varie zon ella Sardegna: Gravesano tra cui l Isola di Lavezzi da dove abbiamo Inverno 2013/14 attraversato are fino alla Corsica. Inoltre ci siamo recati alla bellissima spiaggia L elosa Sardegna e, nonostante il tempo non fosse dei migliori, ci siamo divert olto. bbiamo passato anche momenti in comune in cui abbiamo letto u ibretto donatoci da Don Massimo, intitolato Và e ripara la mia casa, uale parlava della vita di Francesco D Assisi; ogni sera avevamo anche ossibilità di andare a Messa. Anche quest anno abbiamo avuto l opportunità di passare cinque bellissimi giorni in Sardegna grazie a Don Massimo. Abbiamo alloggiato alla Baja Sunajola che si trova a Lu Bagnu. Rispetto all anno precedente il gruppo era più piccolo, ma il divertimento non è mancato lo stesso! Oltre ad aver passato molte ore nella nostra spiaggia, abbiamo visitato Castel Sardo e, a bordo di una barca, varie zone della Sardegna: tra cui l Isola di Lavezzi da dove abbiamo attraversato il mare fino alla Corsica. Inoltre ci siamo recati alla bellissima spiaggia La Pelosa e, nonostante il tempo non fosse dei migliori, ci siamo divertiti molto. Abbiamo passato anche momenti in comune in cui abbiamo letto un libretto donatoci da Don Massimo, intitolato Và e ripara la mia casa, il quale parlava della vita di Francesco D Assisi; ogni sera avevamo anche la possibilità di andare a Messa. Caro don Massimo, ti ringraziamo di cuore per la tua disponibilità e per aver organizzato questa splendida vacanza! Speriamo si possa ripetere anche nei prossimi anni. aro Don Massimo, ti ringraziamo di cuore per la tua disponibilità e p ver organizzato questa splendida vacanza! Speriamo si possa ripete nche nei prossimi anni. Elisa, Giulia e il grupp Elisa, Giulia e company 15

16 Vacanza per ragazzi, giovani e famiglie a Lu Bagnu (Sardegna) Soggiorneremo sempre presso il centro vacanze Baja Sunajola a Lu Bagnu (Castelsardo). Partenza: Domenica 29 giugno nel primo pomeriggio. Rientro: È previsto nella serata di venerdì 4 luglio. Costo: per persona ca. Per i bambini fino a 6 anni è previsto un prezzo speciale. Programma: Visite di Castelsardo, della Maddalena con il suo stupendo arcipelago. Giochi, bagni, sport e divertimento sulla spiaggia. Il prezzo esatto (che potrebbe essere ancora più basso) lo potrò comunicare unicamente quando saprò il numero dei partecipanti. Chi è seriamente intenzionato a partecipare a questa vacanza mi ritorni l iscrizione al più presto possibile, comunque entro il 10 gennaio, allegando e copia della carta d identità o del passaporto (mi serve per indicare i nomi esatti alla compagnia aerea). _ Il sottoscritto: via: indirizzo: n telefonico: si iscrive alla vacanza-insieme a Lu Bagnu. Data: Firma: per i minorenni anche la firma dei genitori 16

17 tenza: ntro: sto: Gravesano Partenza: Rientro: Costo: Viaggio culturale-religioso in Baviera Lunedì 21 aprile 2014 nella mattinata Venerdì 25 aprile 2014 nella serata Camera singola: (le camere singolo sono 5 e verranno assegante ai primi che ne faranno richiesta) Camera doppia: Viaggio culturale-religioso in Baviera Partenza: Rientro: Costo: Viaggio culturale-religioso in Baviera Lunedì 21 aprile 2014 nella mattinata Lunedì 21 aprile 2014 nella mattinata Venerdì Venerdì 25 aprile 25 aprile nella serata Camera Camera doppia: singola: per (le camere persona singolo sono 5 e verranno assegante ai primi Camera che ne singola: faranno richiesta) (le camere singole sono 5 e verranno assegnate ai primi Camera che ne doppia: faranno richiesta) Viaggio culturale-religioso in Visiteremo i castelli di Ludwig II di Baviera a Neuschwanstein, Herrenchiemsee e Linderhof. La Wieskirche e il convento di Ettal. La cittadina di Obe- iteremo i castelli di Ludwig II di Baviera a Neuschwanstein, Herrenchiemsee Partenza: e Linderhof. Lunedì La rammergau con le sue stupende case dipinte. 21 aprile 2014 nella mattinata eskirche e il convento di Ettal. La cittadina di Oberammergau con le sue stupende Rientro: case dipinte. Venerdì 25 aprile 2014 nella serata Costo: Camera singola: (le camere singolo son che ne faranno richiesta) Camera doppia: Visiteremo i castelli di Ludwig II di Baviera a Neuschwanstein, Herrenchiemsee e Linderhof. La Wieskirche e il convento di Ettal. La cittadina di Oberammergau con le sue stupende case dipinte. quota di partecipazione comprende: - Pullman da La Gravesano quota e di per partecipazione tutto il viaggio; comprende: - 4 notti presso l hotel Pullman Kolberbräu da Gravesano a Bad Tölz; e per tutto il viaggio; - 4 pranzi e 4 cene 4 notti (il pranzo presso e l hotel l eventuale Kolberbräu cena nel giorno a Bad del Tölz; rientro sono a carico dei partecipanti); 4 pranzi e 4 cene (il pranzo e l eventuale cena - guida per le visite; nel giorno del rientro sono a carico dei partecipanti); Visiteremo i castelli di Ludwig II di Baviera a Neuschwanste - entrate dove richieste. guida per le visite; Wieskirche e il convento di Ettal. La cittadina di Oberammerga umero dei partecipanti entrate è di 49. dove Faranno richieste. stato le iscrizioni in ordine di entrata. Ogni giorno sarà sibile partecipare alla messa La quota e saranno di partecipazione previsti momenti comprende: comunitari e di condivisione. Chi è iamente intenzionato Il numero a partecipare - Pullman dei partecipanti a questa da vacanza Gravesano è di mi 49. ritorni e per tutto Faranno l iscrizione il viaggio; stato al più le iscrizioni presto possibile, in ordine di entrata. Ogni unque entro il 20 dicembre. - L iscrizione 4 notti presso è valida l hotel unicamente Kolberbräu con a Bad il pagamento Tölz; di per sona quale anticipo giorno (in caso sarà di - possibile ritiro 4 pranzi non verrà partecipare e 4 restituito). cene (il pranzo alla messa e l eventuale e saranno cena previsti nel giorno momenti del rientro comunitari sono a carico e di dei condivisione. Chi partecipanti); è seriamente intenzionato a partecipare a questa vacanza mi ritorni l iscrizione al - più guida presto per sottoscritto/i Nome: Cognome: le possibile, visite; comunque Anno entro di il nascita: 20 dicembre. L iscrizione è valida - entrate dove richieste. : unicamente con il pagamento domicilio: di per persona quale anticipo (in caso di ritiro non. telefonico: verrà restituito). Il numero dei partecipanti è di 49. Faranno stato le iscrizioni in ordine di entrata. Ogni giorno sarà scrive/ono al viaggio in Baviera possibile e anticipano partecipare 300. (per alla messa persona). e saranno previsti momenti comunitari e di condivisione. Chi è ta: seriamente _ intenzionato Firma: _ a _ partecipare _ a _ questa _ vacanza _ La quota mi ritorni _ di partecipazione _ l iscrizione _ al _ comprende: più _ presto possibile, comunque entro il 20 dicembre. L iscrizione è valida unicamente - Pullman con da Gravesano il pagamento e per di tutto il viaggio; per persona quale - 4 notti presso l hotel Kolberbräu a Bad Tölz; il/i sottoscritto/i Nome: anticipo (in caso di ritiro non verrà restituito). Cognome: Anno di nascita: pranzi e 4 cene (il pranzo e l eventuale cena nel g via: Il/I sottoscritto/i Nome: indirizzo: Cognome: partecipanti); Anno di nascita: via: domicilio: - guida per le visite; n telefonico: No. telefonico: - entrate dove richieste. si iscrive/ono si iscrive/ono al viaggio in al Baviera viaggio e anticipano in Baviera e anticipano (per persona) 300. (per persona). Il numero dei partecipanti è di 49. Faranno stato le iscrizioni i Data: Firma: Data: Firma: possibile partecipare alla messa e saranno previsti momenti seriamente intenzionato a partecipare a questa vacanza mi ritor comunque entro il 20 dicembre. L iscrizione è valida unicame persona quale anticipo (in caso di ritiro non verrà restituito) si iscrive/ono al viaggio in Baviera e anticipano 300. (per p Il/I sottoscritto/i Nome: Cognome: via: domicilio: No. telefonico:

18 Calendario liturgico pastorale Sabato 30 novembre Gravesano: santi Pietro e Paolo ore Messa con il conferimento del sacramento della Cresima Dicembre 2013 Prima domenica di Avvento messa per e con le famiglie Domenica 1º Bedano: santa Maria ore 8.30 Messa Gravesano: santi Pietro e Paolo ore Messa per e con le famiglie al termine della messa le Paoline saranno presenti con una bancarella di libri e Dvd religiosi Sabato 7 e domenica 8 dicembre verrà organizzato il tradizionale BANCO DEL DOLCE il cui ricavato andrà a favore delle opere parrocchiali. Grazie a tutti coloro che sosterranno questa iniziativa. Luogo di consegna dei dolci: 7 dicembre dalle ore alle ore presso la sala del camino al Centro san Pietro. Luogo di vendita: dopo le Messe a Manno (il 7 dicembre ), Bedano e Gravesano (l 8 dicembre). Cadendo di domenica la solennità dell Immacolata Concezione della beata Vergine Maria viene posticipata a: Lunedì 9 Gravesano: santi Pietro e Paolo Martedì 10 Gravesano: centro san Pietro ore ore Messa nella solennità dell Immacolata Concezione della beata Vergine Maria Catechesi Domenica 15 Bedano: santa Maria ore 8.30 Messa Gravesano: santi Pietro e Paolo ore Messa pro populo con la benedizione delle statuette di Gesù bambino da mettere nel presepio (da portare da casa) 18

19 Celebrazione del Sacramento del perdono Confessioni Per prepararsi degnamente al Natale è data la possibilità in parrocchia di vivere la misericordia, il perdono e l amore di Dio nostro Padre nel Sacramento della Riconciliazione o Penitenza. Sabato 21 Gravesano: santi Pietro e Paolo dalle ore alle ore Confessione per bambini e ragazzi Mercoledì 11 Gravesano: santi Pietro e Paolo dalle ore Celebrazione comunitaria con confessione individuale (saranno presenti più sacerdoti) Martedì 17 Gravesano: santi Pietro e Paolo dalle ore Confessione per giovani e adulti Martedì 24 Bedano: santa Maria dalle ore alle Gravesano: santi Pietro e Paolo dalle ore alle TEMPO DI NATALE Solennità del Natale del Signore Martedì 24 Bedano: Casa Stella Maris ore Messa natalizia della vigilia Gravesano: santi Pietro e Paolo ore Veglia e messa della notte Mercoledì 25 Bedano: santa Maria ore 8.30 Messa dell Aurora Gravesano: santi Pietro e Paolo ore Messa pro populo Festa di santo Stefano, primo martire Giovedì 26 Gravesano: santi Pietro e Paolo ore Messa Festa della santa Famiglia di Gesù, Maria e Giuseppe Sabato 28 Manno: santi Rocco e Sebastiano ore Messa 19

20 Domenica 29 Bedano: santa Maria ore 8.30 Messa Gravesano: santi Pietro e Paolo ore Messa Martedì 31 Gravesano: santi Pietro e Paolo ore Messa e Te Deum di ringraziamento. È sospesa la messa a Manno Gennaio 2014 Solennità di Maria Santissima Madre di Dio Mercoledì 1º Bedano: santa Maria ore 8.30 Messa Gravesano: santi Pietro e Paolo ore Messa pro populo Solennità dell Epifania del Signore Lunedì 6 Bedano: santa Maria ore 8.30 Messa Gravesano: santi Pietro e Paolo ore Messa pro populo Festa del Battesimo del Signore Sabato 11 Manno: santi Rocco e Sebastiano ore Messa Domenica 12 Bedano: santa Maria ore 8.30 Messa Gravesano: santi Pietro e Paolo ore Messa Martedì 28 Gravesano: centro san Pietro ore Catechesi Dal 18 al 25 gennaio: settimana di preghiera per l unità dei cristiani 20

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI (Gv 3, 17b) Ufficio Liturgico Diocesano proposta di Celebrazione Penitenziale comunitaria nel tempo della Quaresima 12 1 2 11 nella lode perenne del tuo nome

Dettagli

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento.

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento. DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento Anno 2014 (B) E nato per tutti; è nato per avvolgere il mondo in un abbraccio

Dettagli

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Commento al Vangelo Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione fra Luca Minuto Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Dal Vangelo secondo Matteo In quel tempo, gli undici discepoli andarono in Galilea, sul monte

Dettagli

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di 1 Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di N. e N. 2 Celebrare un anniversario non significa rievocare in modo nostalgico una avvenimento del passato, ma celebrare nella lode e nel rendimento

Dettagli

DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI. Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013

DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI. Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013 DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013 Cari catechisti, buonasera! Mi piace che nell Anno della fede ci

Dettagli

Adorazione Eucaristica. Dio ci ama

Adorazione Eucaristica. Dio ci ama Adorazione Eucaristica a cura di Don Luigi Marino Guida: C è un esperienza che rivela il potere unificante e trasformante dell amore, ed è l innamoramento, descritto in modo splendido nel Cantico dei Cantici.

Dettagli

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco Sul far della sera la famiglia si riunisce in casa per la preghiera. Ove fosse possibile si suggerisce di

Dettagli

Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone opere e di intensa carità. Papa Giovanni XXIII (28 dicembre 1958)

Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone opere e di intensa carità. Papa Giovanni XXIII (28 dicembre 1958) NOTIZIARIO PARROCCHIALE Anno XC - N 8 dicembre 2012 - L Angelo in Famiglia Pubbl. mens. - Sped. abb. post. 50% Bergamo Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone

Dettagli

====================================================== GIOVEDI SANTO (MESSA DEL CRISMA) ======================================================

====================================================== GIOVEDI SANTO (MESSA DEL CRISMA) ====================================================== -------------------------------------------------- LA LITURGIA DEL GIORNO www.lachiesa.it/liturgia ====================================================== GIOVEDI SANTO (MESSA DEL CRISMA) ======================================================

Dettagli

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE AzioneCattolicaItaliana ACR dell ArcidiocesidiBologna duegiornidispiritualitàinavvento CONMARIA PREPARIAMOCIADACCOGLIEREILSIGNORE Tutta l Azione Cattolica ha come tema dell anno l accoglienza. Anche la

Dettagli

5ª tappa L annuncio ai Giudei

5ª tappa L annuncio ai Giudei Centro Missionario Diocesano Como 5 incontro di formazione per commissioni, gruppi e associazioni missionarie 3 anno Febbraio 09 Paolo: la Parola di Dio non è incatenata 5ª tappa L annuncio ai Giudei Pagina

Dettagli

PREGHIERE DEL MATTINO. Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo. Amen

PREGHIERE DEL MATTINO. Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo. Amen PREGHIERE DEL MATTINO Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo. Ti adoro Ti adoro, mio Dio e ti amo con tutto il cuore. Ti ringrazio di avermi creato, fatto cristiano e conservato in questa

Dettagli

Gloria al Padre e al Figlio e allo Spirito Santo. Come era nel principio, e ora e sempre nei secoli dei secoli. Amen

Gloria al Padre e al Figlio e allo Spirito Santo. Come era nel principio, e ora e sempre nei secoli dei secoli. Amen Modo di recitare il Santo Rosario Segno della Croce Credo Si annuncia il primo Mistero del giorno Padre Nostro Dieci Ave Maria Gloria Si continua fino a completare i 5 misteri del giorno Preghiera finale

Dettagli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli Siamo abituati a pensare al Natale come una festa statica, di pace, tranquillità, davanti

Dettagli

Amare e far AMARE GESÙ. Borrelli. Truffelli. Approfondimento su Incontriamo Gesù. Orientamenti per l annuncio e la catechesi in Italia ANNA TERESA

Amare e far AMARE GESÙ. Borrelli. Truffelli. Approfondimento su Incontriamo Gesù. Orientamenti per l annuncio e la catechesi in Italia ANNA TERESA EDUCARE OGGI/9 A CURA DI ANNA TERESA Borrelli PREFAZIONE DI MATTEO Truffelli Amare e far AMARE GESÙ CONTRIBUTI DI: Marco Ghiazza Luca Marcelli Paolo e Rita Seghedoni Marcello Semeraro Lucio Soravito De

Dettagli

Corona Biblica. per chiedere a Dio, per intercessione di Maria santissima, il dono della maternità e della paternità

Corona Biblica. per chiedere a Dio, per intercessione di Maria santissima, il dono della maternità e della paternità Corona Biblica per chiedere a Dio, per intercessione di Maria santissima, il dono della maternità e della paternità Imprimatur S. E. Mons. Angelo Mascheroni, Ordinario Diocesano Curia Archiepiscopalis

Dettagli

Diocesi di Nicosia. Curia Vescovile Ufficio per l Evangelizzazione e la Catechesi

Diocesi di Nicosia. Curia Vescovile Ufficio per l Evangelizzazione e la Catechesi Diocesi di Nicosia Curia Vescovile Ufficio per l Evangelizzazione e la Catechesi Largo Duomo,10 94014 Nicosia (EN) cod. fisc.: 90000980863 tel./fax 0935/646040 e-mail: cancelleria@diocesinicosia.it Ai

Dettagli

Oleggio, 25/12/2009. Natività- Dipinto del Ghirlandaio

Oleggio, 25/12/2009. Natività- Dipinto del Ghirlandaio 1 Oleggio, 25/12/2009 NATALE DEL SIGNORE Letture: Isaia 9, 1-6 Salmo 96 Tito 2, 11-14 Vangelo: Luca 2, 1-14 Cantori dell Amore Natività- Dipinto del Ghirlandaio Ci mettiamo alla Presenza del Signore, in

Dettagli

Esempi di Affermazioni incentrate sulla Verità da usare con Il Codice della Guarigione

Esempi di Affermazioni incentrate sulla Verità da usare con Il Codice della Guarigione Esempi di Affermazioni incentrate sulla Verità da usare con Il Codice della Guarigione Affermazioni incentrate sulla Verità per le dodici categorie del Codice di Guarigione Troverete qui di seguito una

Dettagli

Romite Ambrosiane Monastero di S. Maria del Monte sopra Varese

Romite Ambrosiane Monastero di S. Maria del Monte sopra Varese Romite Ambrosiane Monastero di S. Maria del Monte sopra Varese Celebriamo Colui che tu, o Vergine, hai portato a Elisabetta Sulla Visitazione della beata vergine Maria Festa del Signore Appunti dell incontro

Dettagli

Il rosario è composto da quattro corone. A ognuna di queste sono relazionati 5 misteri della vita terrena di Cristo:

Il rosario è composto da quattro corone. A ognuna di queste sono relazionati 5 misteri della vita terrena di Cristo: universale viva in ogni popolo. Ogni giorno, da soli, in famiglia o in comunità, insieme con Maria, la Madre di Dio e dell umanità, percorriamo i continenti per seminarvi la preghiera e il sacrificio,

Dettagli

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a Ci situiamo Probabilmente alla tua età inizi ad avere chiaro chi sono i tuoi amici, non sempre è facile da discernere. Però una volta chiaro,

Dettagli

storia dell umanità sarebbe veramente molto triste.

storia dell umanità sarebbe veramente molto triste. FIGLI DI DIO Cosa significa essere un figlio di Dio? E importante essere figli di Dio? Se sono figlio di Dio che differenza fa nella mia vita quotidiana? Queste sono questioni importanti ed è fondamentale

Dettagli

7ª tappa È il Signore che apre i cuori

7ª tappa È il Signore che apre i cuori Centro Missionario Diocesano Como 7 incontro di formazione per commissioni, gruppi e associazioni missionarie 3 anno Aprile 2009 Paolo: la Parola di Dio non è incatenata 7ª tappa È il Signore che apre

Dettagli

IL SENSO DELLA CARITATIVA

IL SENSO DELLA CARITATIVA IL SENSO DELLA CARITATIVA SCOPO I Innanzitutto la natura nostra ci dà l'esigenza di interessarci degli altri. Quando c'è qualcosa di bello in noi, noi ci sentiamo spinti a comunicarlo agli altri. Quando

Dettagli

CHE COS È L INDULGENZA?

CHE COS È L INDULGENZA? CHE COS È L INDULGENZA? La dottrina dell'indulgenza è un aspetto della fede cristiana, affermato dalla Chiesa cattolica, che si riferisce alla possibilità di cancellare una parte ben precisa delle conseguenze

Dettagli

Proposta per un Nuovo Stile di Vita.

Proposta per un Nuovo Stile di Vita. UNA BUONA NOTIZIA. I L M O N D O S I P U ò C A M B I A R E Proposta per un Nuovo Stile di Vita. Noi giovani abbiamo tra le mani le potenzialità per cambiare questo mondo oppresso da ingiustizie, abusi,

Dettagli

El valor de ser padre y de ser madre -----

El valor de ser padre y de ser madre ----- El valor de ser padre y de ser madre ----- San Luis, 27 de Octubre 2012 Vengo da un continente dove esiste una vera crisi della paternità. La figura del padre non è molto precisa, la sua autorità naturale

Dettagli

Il matrimonio sia rispettato da tutti (Eb 13,4) Una parola sul matrimonio oggi

Il matrimonio sia rispettato da tutti (Eb 13,4) Una parola sul matrimonio oggi Il matrimonio sia rispettato da tutti (Eb 13,4) Una parola sul matrimonio oggi Lettera pastorale per la Quaresima 2012 di Mons. Dr. Vito Huonder Vescovo di Coira Questa Lettera pastorale va letta in chiesa

Dettagli

CAPACI DI CONDIVIDERE OGNI DONO

CAPACI DI CONDIVIDERE OGNI DONO GRUPPOPRIMAMEDIA Scheda 03 CAPACI DI CONDIVIDERE OGNI DONO Nella chiesa generosita e condivisione Leggiamo negli Atti degli Apostoli come è nata la comunità cristiana di Antiochia. Ad Antiochia svolgono

Dettagli

LE PREGHIERE DI SANTA BRIGIDA DA RECITARSI PER 12 ANNI

LE PREGHIERE DI SANTA BRIGIDA DA RECITARSI PER 12 ANNI LE PREGHIERE DI SANTA BRIGIDA DA RECITARSI PER 12 ANNI Promesse di Gesù per coloro che reciteranno questa preghiera per 12 anni. Attraverso Santa Brigida, Gesù ha fatto meravigliose promesse alle anime

Dettagli

Venite, saliamo sul monte del Signore, al tempio quanto è mirabile il tuo nome su tutta la terra! (Sal 8,10) Rit.

Venite, saliamo sul monte del Signore, al tempio quanto è mirabile il tuo nome su tutta la terra! (Sal 8,10) Rit. OTTOBRE: Giornata del Carisma Introduzione TEMA: Fede e missione La mia intenzione è solamente questa: che [le suore] mi aiutino a salvare anime. (Corrispondenza, p. 7) Questa lapidaria intenzione, che

Dettagli

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7.

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 2 Dov è Piero Ferrari e perché non arriva E P I S O D I O 25 Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 1 Leggi più volte il testo e segna le risposte corrette. 1. Piero abita in un appartamento

Dettagli

NOSTRO SIGNORE. Is 45, 1 7 Sal 146 (145) At 2, 29 36 Gv 21, 5 7

NOSTRO SIGNORE. Is 45, 1 7 Sal 146 (145) At 2, 29 36 Gv 21, 5 7 NOSTROSIGNORE Is45,1 7 Sal146(145) At2,29 36 Gv21,5 7 Tra gli elementi costitutivi dell'esistenza umana, la dipendenza dell'uomo daun'autoritàè unfattoincontrovertibile. L'aggettivosostantivatokyriossignifica:

Dettagli

CROCIFISSO, 17 - RIMINI - VIA DEL. www.crocifisso.rimini.it. oi viviamo sperimentando continuamente la morte, ma

CROCIFISSO, 17 - RIMINI - VIA DEL. www.crocifisso.rimini.it. oi viviamo sperimentando continuamente la morte, ma ANNO PASTORALE 2014/2015 N 7 - VIA DEL CROCIFISSO, 17 - RIMINI - TEL. 0541 770187 www.crocifisso.rimini.it SS. MESSE IN PARROCCHIA ORARIO (in vigore dal 29 Marzo) Feriali: ore 8 Venerdì ore 8-18 Prefestiva:

Dettagli

domenica 24 febbraio 13 Farra, 24 febbraio 2013

domenica 24 febbraio 13 Farra, 24 febbraio 2013 Farra, 24 febbraio 2013 informare su quelle che sono le reazioni più tipiche dei bambini alla morte di una persona cara dare alcune indicazioni pratiche suggerire alcuni percorsi Quali sono le reazioni

Dettagli

INCOLLARE DIPINTO ANNUNCIO AI PASTORI DI SANO DI PIETRO

INCOLLARE DIPINTO ANNUNCIO AI PASTORI DI SANO DI PIETRO INCOLLARE DIPINTO ANNUNCIO AI PASTORI DI SANO DI PIETRO Rallegrati Maria Dal vangelo di Luca (1, 26-38) 26 Al sesto mese, l angelo Gabriele fu mandato da Dio in una città della Galilea, chiamata Nàzaret,

Dettagli

MEDITAZIONE SULL AVVENTO, NATALE ED EPIFANIA, TEMPO DELLA MANIFESTAZIONE DEL SIGNORE.

MEDITAZIONE SULL AVVENTO, NATALE ED EPIFANIA, TEMPO DELLA MANIFESTAZIONE DEL SIGNORE. MEDITAZIONE SULL AVVENTO, NATALE ED EPIFANIA, TEMPO DELLA MANIFESTAZIONE DEL SIGNORE. Oh Dio, suscita in noi la volontà di andare incontro con le buone opere al tuo Cristo che viene, perchè egli ci chiami

Dettagli

NATALE SARA. Come sempre Natale sarà una festa, una grande magia, per svegliare la tua fantasia giù dal cielo un bel sogno verrà.

NATALE SARA. Come sempre Natale sarà una festa, una grande magia, per svegliare la tua fantasia giù dal cielo un bel sogno verrà. NATALE SARA Su nel cielo che gran movimento, su tra gli angeli del firmamento: quelli addetti agli effetti speciali si rimboccano tutti le ali. C'è chi pensa ai fiocchetti di neve, chi compone una musica

Dettagli

" CI SON DUE COCCODRILLI... "

 CI SON DUE COCCODRILLI... PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE CATTOLICA ANNO SCOLASTICO 2014-2015 " CI SON DUE COCCODRILLI... " Le attività in ordine all'insegnamento della religione cattolica, per coloro che se ne avvalgono, offrono

Dettagli

La Buona Novella: Dio ha mandato il suo Figlio

La Buona Novella: Dio ha mandato il suo Figlio CREDO IN GESÙ CRISTO, IL FIGLIO UNIGENITO DI DIO La Buona Novella: Dio ha mandato il suo Figlio Incominciamo a sfogliare il Catechismo della Chiesa Cattolica. Ce ne sono tante edizioni. Tra le mani abbiamo

Dettagli

Presentazione Tutti quelli che troverete, chiamateli

Presentazione Tutti quelli che troverete, chiamateli Presentazione Tutti quelli che troverete, chiamateli Presentazione Decisamente stimolanti le provocazioni del brano di Matteo (22,1-14) che ci accompagnerà nel corso dell anno associativo 2013-2014: terzo

Dettagli

La Dottrina sociale della Chiesa non può essere incatenata

La Dottrina sociale della Chiesa non può essere incatenata Osservatorio internazionale Cardinale Van Thuân La Dottrina sociale della Chiesa non può essere incatenata + Giampaolo Crepaldi Arcivescovo-Vescovo Relazione introduttiva al Convegno del 3 dicembre 2011

Dettagli

Ci relazioniamo dunque siamo

Ci relazioniamo dunque siamo 7_CECCHI.N 17-03-2008 10:12 Pagina 57 CONNESSIONI Ci relazioniamo dunque siamo Curiosità e trappole dell osservatore... siete voi gli insegnanti, mi insegnate voi, come fate in questa catastrofe, con il

Dettagli

PASQUA DI NOSTRO SIGNORE GESU CRISTO

PASQUA DI NOSTRO SIGNORE GESU CRISTO PASQUA DI NOSTRO SIGNORE GESU CRISTO Annuncio della Pasqua (forma orientale) EIS TO AGHION PASCHA COMUNITÀ MONASTICA DI BOSE, Preghiera dei Giorni, pp.268-270 È la Pasqua la Pasqua del Signore, gridò lo

Dettagli

1. una fede da far crescere nei vostri figli

1. una fede da far crescere nei vostri figli Chiediamo il Battesimo di nostro figlio 3.a tappa: dopo il Battesimo 1. una fede da far crescere nei vostri figli Parrocchia di S. Ambrogio - Via G. Di Vittorio, 23 - Mignanego (GE) Come far crescere

Dettagli

VENDI QUELLO CHE HAI E SEGUIMI. Commento al Vangelo di p. Alberto Maggi OSM

VENDI QUELLO CHE HAI E SEGUIMI. Commento al Vangelo di p. Alberto Maggi OSM XXVIII TEMPO ORDINARIO 11 ottobre 2009 VENDI QUELLO CHE HAI E SEGUIMI Commento al Vangelo di p. Alberto Maggi OSM Mc 10, 17-30 [In quel tempo], mentre Gesù andava per la strada, un tale gli corse incontro

Dettagli

"UN VERO EROE NON SI DIMOSTRA DALLA FORZA CHE

UN VERO EROE NON SI DIMOSTRA DALLA FORZA CHE GREST 2015 L estate ormai si avvicina e l Unità Pastorale Madre Teresa di Calcutta, organizza e propone il GrEst (Oratorio estivo), rivolto ai ragazzi delle classi elementari e medie delle nostre parrocchie.

Dettagli

La nascita di Gesù 6 Ora, mentre si trovavano in quel luogo, si compirono per lei i giorni del parto. 7 Diede

La nascita di Gesù 6 Ora, mentre si trovavano in quel luogo, si compirono per lei i giorni del parto. 7 Diede Scuola di Preghiera Venerdì 11 dicembre 2010 intervento di don Fabio Soldan La nascita di Gesù 6 Ora, mentre si trovavano in quel luogo, si compirono per lei i giorni del parto. 7 Diede alla luce il suo

Dettagli

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE?

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? Storia narrata da Teresa Carbé Da oltre 10 anni, con mio marito e i miei figli, abbiamo deciso di aprirci all affidamento familiare, e ciò ci ha permesso di

Dettagli

ARCIDIOCESI DI GENOVA - ANNO PASTORALE 2013-2014. Essere genitori: trasmettere la fede ed educare alla vita

ARCIDIOCESI DI GENOVA - ANNO PASTORALE 2013-2014. Essere genitori: trasmettere la fede ed educare alla vita ARCIDIOCESI DI GENOVA - ANNO PASTORALE 2013-2014 Essere genitori: trasmettere la fede ed educare alla vita 6 ESSERE GENITORI: TRASMETTERE LA FEDE ED EDUCARE ALLA VITA "I genitori di Paola, 10 anni, sono

Dettagli

MA VOI CHI DITE CHE IO SIA? Mc 8,27-30 (cf Mt 16,13-23; Lc 9,18-27

MA VOI CHI DITE CHE IO SIA? Mc 8,27-30 (cf Mt 16,13-23; Lc 9,18-27 MA VOI CHI DITE CHE IO SIA? Mc 8,27-30 (cf Mt 16,13-23; Lc 9,18-27 2 L Siamo alla domanda fondamentale, alla provocazione più forte perché va diritta al cuore della mia vita, della tua, di ogni uomo che,

Dettagli

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime Indice Introduzione 7 La storia delle rose: quando la mamma parte 9 Il bruco e la lumaca: quando i genitori si separano 23 La campana grande e quella piccola: quando nasce il fratellino 41 La favola del

Dettagli

IV domenica di Quaresima - Anno A 2014

IV domenica di Quaresima - Anno A 2014 IV domenica di Quaresima - Anno A 2014 Dal Vangelo secondo Giovanni 9, 1.6-9.13-17.34-38 In quel tempo, Gesù passando vide un uomo cieco dalla nascita. Sputò per terra, fece del fango con la saliva, spalmò

Dettagli

Guai a me se non predicassi il Vangelo

Guai a me se non predicassi il Vangelo Guai a me se non predicassi il Vangelo (1 Cor 9,16) Io dunque corro 1 Cor 9,26 La missione del catechista come passione per il Vangelo Viaggio Esperienza L esperienza di Paolo è stata accompagnata da un

Dettagli

Il ciclo di Arcabas LUNGO LA STRADA

Il ciclo di Arcabas LUNGO LA STRADA Il ciclo di Arcabas Arcabas è lo pseudonimo dell artista francese Jean Marie Pirot, nato nel 1926. Nella chiesa della Risurrezione a Torre de Roveri (BG) negli anni 1993-1994 ha realizzato un ciclo di

Dettagli

Che cosa fai di solito?

Che cosa fai di solito? Che cosa fai di solito? 2 1 Ascolta la canzone La mia giornata, ritaglia e incolla al posto giusto le immagini di pagina 125. 10 dieci Edizioni Edilingua unità 1 2 Leggi. lindylindy@forte.it ciao Cara

Dettagli

UNA CONFESSIONE E LA PISTA SEGUITA

UNA CONFESSIONE E LA PISTA SEGUITA UNA CONFESSIONE E LA PISTA SEGUITA Confesso tutta la mia difficoltà a presentarvi questo brano che ho pregato tante volte. La paura è quella di essere troppo scontata oppure di dare troppe cose per sapute.

Dettagli

Motivazioni, principi e valori che orientano il processo di revisione degli Statuti del Regnum Christi

Motivazioni, principi e valori che orientano il processo di revisione degli Statuti del Regnum Christi Venga il Tuo Regno! COMISSIONE CENTRALE PER LA REVISIONE DEGLI STATUTI DEL REGNUM CHRISTI Motivazioni, principi e valori che orientano il processo di revisione degli Statuti del Regnum Christi Cari promotori

Dettagli

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Rilevazione degli apprendimenti PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Anno Scolastico 2011 2012 PROVA DI ITALIANO Scuola Primaria Classe Seconda Spazio per l etichetta autoadesiva ISTRUZIONI

Dettagli

Ognuno è libero di contraddirci. Vi chiediamo solo quell anticipo di simpatia senza il quale non c è alcuna comprensione.

Ognuno è libero di contraddirci. Vi chiediamo solo quell anticipo di simpatia senza il quale non c è alcuna comprensione. Ognuno è libero di contraddirci. Vi chiediamo solo quell anticipo di simpatia senza il quale non c è alcuna comprensione. Eugenio e Chiara Guggi (tramite le parole di Benedetto XVI) Il laico dev essere

Dettagli

Flame of Hope maggio 2015

Flame of Hope maggio 2015 Flame of Hope maggio 2015 Cari amici, Quand è che si apprezza maggiormente la vita e si è consapevoli di essere vivi e ne siamo grati? Quando quel dono prezioso è minacciato e poi si apprezza la vita il

Dettagli

Una notte di Fede: Vi annuncio una grande gioia

Una notte di Fede: Vi annuncio una grande gioia Veglia nella notte del S. Natale 2012 Una notte di Fede: Vi annuncio una grande gioia Il Santo Padre ha dedicato quest'anno liturgico alla Fede e noi in questa veglia che precede la S. Messa di Natale

Dettagli

Sac. Don Giuseppe Pignataro. L oratorio: centro del suo cuore

Sac. Don Giuseppe Pignataro. L oratorio: centro del suo cuore Sac. Don Giuseppe Pignataro L oratorio: centro del suo cuore L'anima del suo apostolato di sacerdote fu l'oratorio: soprattutto negli anni di Resina, a Villa Favorita per circa un decennio, dal 1957 al

Dettagli

SEMINARIO ARCIVESCOVILE PIO XI PEREGRINATIO ICONA MADRE DEL FIAT. Adorazione Eucaristica. A Gesù... per Maria

SEMINARIO ARCIVESCOVILE PIO XI PEREGRINATIO ICONA MADRE DEL FIAT. Adorazione Eucaristica. A Gesù... per Maria SEMINARIO ARCIVESCOVILE PIO XI PEREGRINATIO ICONA MADRE DEL FIAT Adorazione Eucaristica A Gesù... per Maria Guida: In occasione della Peregrinatio della Statua della Madonna di Lourdes, lasciamoci illuminare

Dettagli

LING RACCONTA IL SUO VIAGGIO

LING RACCONTA IL SUO VIAGGIO LING RACCONTA IL SUO VIAGGIO Sono arrivata in Italia in estate perché i miei genitori lavoravano già qui. Quando ero in Cina, io e mia sorella Yang abitavamo con i nonni, perciò mamma e papà erano tranquilli.

Dettagli

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Informazioni e consigli per chi vive accanto ad una persona con problemi di alcol L alcolismo è una malattia che colpisce anche il contesto famigliare

Dettagli

E vestirti coi vestiti tuoi DO#-7 SI4 dai seguimi in ciò che vuoi. e vestirti coi vestiti tuoi

E vestirti coi vestiti tuoi DO#-7 SI4 dai seguimi in ciò che vuoi. e vestirti coi vestiti tuoi SOGNO intro: FA#4/7 9 SI4 (4v.) SI4 DO#-7 Son bagni d emozioni quando tu FA# sei vicino sei accanto SI4 DO#-7 quando soltanto penso che tu puoi FA# FA#7/4 FA# SI trasformarmi la vita. 7+ SI4 E vestirti

Dettagli

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica:

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica: Pasta per due 5 Capitolo 1 Libero Belmondo è un uomo di 35 anni. Vive a Roma. Da qualche mese Libero accende il computer tutti i giorni e controlla le e-mail. Minni è una ragazza di 28 anni. Vive a Bangkok.

Dettagli

AMALFI, 27 MARZO 2013 MESSA CRISMALE

AMALFI, 27 MARZO 2013 MESSA CRISMALE AMALFI, 27 MARZO 2013 MESSA CRISMALE 1 Reverendissimo P. Abate, Reverendi Presbiteri, Diaconi, Religiosi, Reverende Religiose, cari Seminaristi, amati fedeli Laici, siamo convocati nella Chiesa Cattedrale,

Dettagli

Presentazione Prologo all edizione francese

Presentazione Prologo all edizione francese INDICE Presentazione Prologo all edizione francese IX XVIII PARTE PRIMA CAPITOLO I Finché portiamo noi stessi, non portiamo nulla che possa valere 3 CAPITOLO II Non dobbiamo turbarci di fronte ai nostri

Dettagli

2) Se oggi la sua voce. Rit, 1) Camminiamo incontro al Signore

2) Se oggi la sua voce. Rit, 1) Camminiamo incontro al Signore Parrocchia Santa Maria delle Grazie Squinzano 1) Camminiamo incontro al Signore 2) Se oggi la sua voce Rit, Camminiamo incontro al Signore Camminiamo con gioia Egli viene non tarderà Egli viene ci salverà.

Dettagli

Tip #2: Come siriconosceun leader?

Tip #2: Come siriconosceun leader? Un saluto alla Federazione Italiana Tennis, all Istituto Superiore di Formazione e a tutti gli insegnanti che saranno presenti al SimposioInternazionalechesiterràilprossimo10 maggio al ForoItalico. Durante

Dettagli

Dicembre 1995 - Dicembre 2005. Parrocchia Santi Gervaso e Protaso Novate Milanese. Don Ugo Proserpio. da anni Parroco a Novate.

Dicembre 1995 - Dicembre 2005. Parrocchia Santi Gervaso e Protaso Novate Milanese. Don Ugo Proserpio. da anni Parroco a Novate. Parrocchia Santi Gervaso e Protaso Novate Milanese Dicembre 1995 - Dicembre 2005 Don Ugo Proserpio 10 da anni Parroco a Novate Dicembre 2005 10 anni tra noi di don Ugo 11 La comunità delle suore Serve

Dettagli

DISCERNIMENTO NEL MEDIOEVO

DISCERNIMENTO NEL MEDIOEVO DISCERNIMENTO NEL MEDIOEVO San Bernardo (1090-1153) Jean Gerson (1363-1429) S. Bernardo (1090-1153) Bernardo ha formato la sua saggezza basandosi principalmente sulla Bibbia e alla scuola della Liturgia.

Dettagli

Quanti nuovi suoni, colori e melodie, luce vita e gioia ad ogni creatura splende la sua mano forte e generosa, perfetto è ciò che lui fa

Quanti nuovi suoni, colori e melodie, luce vita e gioia ad ogni creatura splende la sua mano forte e generosa, perfetto è ciò che lui fa TUTTO CIO CHE FA Furon sette giorni così meravigliosi, solo una parola e ogni cosa fu tutto il creato cantava le sue lodi per la gloria lassù monti mari e cieli gioite tocca a voi il Signore è grande e

Dettagli

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI La mia casa ideale è vicino al mare. Ha un salotto grande e luminoso con molte poltrone comode e un divano grande e comodo.

Dettagli

Vi annuncio una grande gioia

Vi annuncio una grande gioia Vi annuncio una grande gioia Questo sussidio è disponibile sul sito diocesano www.diocesisansevero.it 28 NOVENA DI NATALE NELLE FAMIGLIE dicembre 2011 Natale Asciuga, Bambino Gesù, le lacrime dei fanciulli!

Dettagli

PRONOMI DIRETTI (oggetto)

PRONOMI DIRETTI (oggetto) PRONOMI DIRETTI (oggetto) - mi - ti - lo - la - La - ci - vi - li - le La è la forma di cortesia. Io li incontro spesso. (gli amici). Non ti sopporta più. (te) Lo legge tutti i giorni. (il giornale). La

Dettagli

1 - Sulla preghiera apostolica

1 - Sulla preghiera apostolica 1 - Sulla preghiera apostolica Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo. Do una piccola istruzione di metodo sulla preghiera apostolica. Adesso faccio qualche premessa sulla preghiera apostolica,

Dettagli

Cos'è e come si recita la Liturgia delle Ore

Cos'è e come si recita la Liturgia delle Ore Cos'è e come si recita la Liturgia delle Ore Tante volte mi è stato chiesto come si recita l Ufficio delle Ore (Lodi, Vespri, ecc.). Quindi credo di fare cosa gradita a tutti, nel pubblicare questa spiegazione

Dettagli

DIO EDUCA IL SUO POPOLO

DIO EDUCA IL SUO POPOLO DIOCESI DI TRIESTE DIO EDUCA IL SUO POPOLO in preparazione della 62 ma Settimana Liturgica Nazionale Messaggio 1. A voi tutti, fratelli e sorelle che siete la Chiesa di Cristo a Trieste, giunga, da chi

Dettagli

di Gesù La Missione Riflessione Biblica Esperienze La nostra eredità spirituale Congregazione delle Suore della SS.ma Madre Addolorata

di Gesù La Missione Riflessione Biblica Esperienze La nostra eredità spirituale Congregazione delle Suore della SS.ma Madre Addolorata portare vita piena agli altri Congregazione delle Suore della SS.ma Madre Addolorata del Terz Ordine Regolare di San Francesco d Assisi Luglio 2013 #2 La Missione di Gesù Carissime/i, dopo aver presentato

Dettagli

I PRONOMI PERSONALI. Prima persona io noi Seconda persona tu voi Terza persona lui, lei (egli, ella, esso, essa) loro (essi, esse)

I PRONOMI PERSONALI. Prima persona io noi Seconda persona tu voi Terza persona lui, lei (egli, ella, esso, essa) loro (essi, esse) I PRONOMI PERSONALI PRONOMI PERSONALI SOGGETTO Prima persona io noi Seconda persona tu voi Terza persona lui, lei (egli, ella, esso, essa) loro (essi, esse) Ella, esso, essa sono forme antiquate. Esso,

Dettagli

Livello CILS A2. Test di ascolto

Livello CILS A2. Test di ascolto Livello CILS A2 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1 Università per Stranieri di Siena Centro CILS Sessione: Dicembre 2012 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto - Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e annunci. Poi completa le frasi.

Dettagli

Trasformazione attivo-passivo

Trasformazione attivo-passivo Trasformazione attivo-passivo E possibile trasformare una frase attiva in passiva quando: 1. il verbo è transitivo 2. il verbo è seguito dal complemento oggetto. Si procede in questo modo: 1. il soggetto

Dettagli

Textum latinum et italicum formularii Missae peculiaris «Pro nova evangelizatione»

Textum latinum et italicum formularii Missae peculiaris «Pro nova evangelizatione» CONGREGATIO DE CULTO DIVINO ET DISCIPLINA SACRAMENTORUM Prot. N.1139/11/L Textum latinum et italicum formularii Missae peculiaris «Pro nova evangelizatione» Probatum. Ex aedibus Congregationis de Cultu

Dettagli

18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza italiana

18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza italiana 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza italiana Edizione giugno 2014 IndICe prefazione 3 Buon compleanno!! 5 chi è cittadino italiano per la legge? 6 perchè diventare cittadini italiani?

Dettagli

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini Associazione ALE G. dalla parte dei bambini Comune di OSNAGO AI BAMBINI E ALLE BAMBINE Il 20 novembre 1989 è entrata in vigore

Dettagli

IndICe. 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza ItalIana

IndICe. 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza ItalIana IndICe prefazione 3 Buon compleanno!! 5 chi è cittadino italiano per la legge? 6 cosa significa diventare cittadino italiano? 7 come muoverti? 8 senza cittadinanza 9 devi sapere 11 Prefazione Cari ragazzi,

Dettagli

CADUTI IN TERRA PER PORTARE FRUTTO

CADUTI IN TERRA PER PORTARE FRUTTO CADUTI IN TERRA PER PORTARE FRUTTO Veglia di Preghiera Guida: Il sangue dei Martiri è sangue di speranza che, caduto in terra porta frutti di vita nuova. Non c è amore più grande di questo: dare la vita

Dettagli

Incontrare il Signore in famiglia.

Incontrare il Signore in famiglia. temi pastorali Incontrare il Signore in famiglia. GIAMPAOLO DIANIN* Padova Se la fede è la storia di un grande amore, è nella famiglia - in cui oggi si vive una sorta di indifferenza - che essa deve essere

Dettagli

Preghiera per le vocazioni. Preghiera per le vocazioni al sacerdozio

Preghiera per le vocazioni. Preghiera per le vocazioni al sacerdozio Preghiera per le vocazioni Ti preghiamo, Signore, perché continui ad assistere e arricchire la tua Chiesa con il dono delle vocazioni. Ti preghiamo perché molti vogliano accogliere la tua voce e rallegrino

Dettagli

«Lasciate che i bambini vengano a me»

«Lasciate che i bambini vengano a me» 1 Omelia «Lasciate che i bambini vengano a me» Celebrazione eucaristica in ricordo del centenario della nascita di Dina Bellotti Pittrice dei Papi XXVII Domenica del Tempo Ordinario (B) Basilica «Santa

Dettagli

APPUNTAMENTO CON GLI ITINERARI DI SPIRITUALITA E INCONTRI ECUMENICI INTERRELIGIOSI

APPUNTAMENTO CON GLI ITINERARI DI SPIRITUALITA E INCONTRI ECUMENICI INTERRELIGIOSI APPUNTAMENTO CON GLI ITINERARI DI SPIRITUALITA E INCONTRI ECUMENICI INTERRELIGIOSI PELLEGRINAGGIO IN TERRA SANTA con visita della Samaria e dei Monasteri della Palestina dal 28 Maggio al 4 Giugno 2015

Dettagli

Conferenza Episcopale Italiana. MESSAGGIO PER LA 37 a GIORNATA NAZIONALE PER LA VITA (1 febbraio 2015)

Conferenza Episcopale Italiana. MESSAGGIO PER LA 37 a GIORNATA NAZIONALE PER LA VITA (1 febbraio 2015) Conferenza Episcopale Italiana MESSAGGIO PER LA 37 a GIORNATA NAZIONALE PER LA VITA (1 febbraio 2015) SOLIDALI PER LA VITA «I bambini e gli anziani costruiscono il futuro dei popoli; i bambini perché porteranno

Dettagli

CENTRO CULTURALE DI MILANO. Intervento di. Don Stefano Alberto Docente di Introduzione alla Teologia nell Università Cattolica, Milano

CENTRO CULTURALE DI MILANO. Intervento di. Don Stefano Alberto Docente di Introduzione alla Teologia nell Università Cattolica, Milano CMC CENTRO CULTURALE DI MILANO MEDITAZIONI Il Figlio dell uomo non ha dove posare il capo ( Luca, 9) Intervento di Don Stefano Alberto Docente di Introduzione alla Teologia nell Università Cattolica, Milano

Dettagli

Campo d esperienza: IL SE E L ALTRO

Campo d esperienza: IL SE E L ALTRO Campo d esperienza: IL SE E L ALTRO 1. Il bambino sviluppa il senso dell identità personale, è consapevole delle proprie esigenze e dei propri sentimenti, sa controllarli ed esprimerli in modo adeguato

Dettagli

e degno di ogni lode, tremendo sugli dei. Do Sol La Tutti gli dei delle nazioni sono un niente e vanità,

e degno di ogni lode, tremendo sugli dei. Do Sol La Tutti gli dei delle nazioni sono un niente e vanità, CANTATE AL SIGNORE (Sal 96) Fa Cantate al Signore un canto nuovo, cantate al Signore da tutta la terra. Fa Benedite il suo nome perché è buono, annunziate ogni giorno la sua salvezza. Si- Narrate la sua

Dettagli