Piano triennale anni per l individuazione di misure finalizzate alla razionalizzazione dell utilizzo delle autovetture di servizio.

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Piano triennale anni 2010-2012 per l individuazione di misure finalizzate alla razionalizzazione dell utilizzo delle autovetture di servizio."

Transcript

1 Allegato C) alla delibera G.P. nn. 145/ del 11 /05/2010 Piano triennale anni per l individuazione di misure finalizzate alla razionalizzazione dell utilizzo delle autovetture di servizio. Si premette che il dettato normativo di cui alla lett. b) del comma 594 della legge 244/07 annovera le autovetture di servizio e parla di ricorso, previa verifica di fattibilità, a mezzi alternativi di trasporto, anche cumulativo 1. Le indicazioni della legge 244/07 in realtà formalizzano una logica già attivata dall Ente, che ormai da alcuni anni adotta azioni mirate per il controllo ed il contenimento della spesa inerente l utilizzo e la manutenzione degli automezzi. La prima da ricordare è la gestione del parco auto centralizzata che ha permesso di ottimizzare l uso dei mezzi, garantendo la loro efficienza ed evitando di ricorrere a nuovi acquisti (salvo eventuali indispensabili sostituzioni di automezzi non più funzionanti), soprattutto grazie alla presenza di una officina interna da sempre patrimonio dell Ente. L officina esegue la maggior parte degli interventi di riparazione ordinaria e straordinaria su tutti i veicoli e le macchine operatrici di proprietà dell ente, garantendo tempi di esecuzione di 48h, compatibilmente con la disponibilità dei ricambi e sovrintende i lavori eseguiti presso le officine esterni. L analisi dei costi sostenuti per la presenza di questa struttura, ha portato negli anni a confermare tale scelta, ottimizzando anche l impegno del personale dedicato. E' stato individuato un responsabile unico della gestione del Parco Automezzi che segue l'acquisto dei mezzi, il pagamento del bollo, la consegna dei contrassegni RCA, le revisioni; inoltre si occupa anche di: a) tenere aggiornato il data-base degli automezzi 2 ; b) controllare l utilizzo degli automezzi ed i chilometri percorsi; c) predisporre un piano di dismissione di autovetture poco utilizzate e di riorganizzare il sistema della mobilità interna; d) programmare ed eseguire la manutenzione ordinaria e straordinaria all interno dell officina; e) programmare la sostituzione e i nuovi acquisti di automezzi; f) gestire le gare a livello centralizzato per gli acquisti degli automezzi; f) gestire la programmazione e l esecuzione del bollino blu; h) pagare il bollo auto. Al responsabile unico della gestione si rapportano gli uffici assegnatari degli automezzi, per qualunque problematica connessa agli stessi. Attualmente la dotazione complessiva di autovetture a disposizione della Provincia di Ferrara ed utilizzate per le esigenze di servizio è al 31/12/09 di n.68 macchine, tutte di proprietà dell ente, con le seguenti alimentazioni: n.28 a benzina; n.27 a diesel; n.7 a metano; n.5 a gpl; n.1 ibrida. La autovetture appartenenti alla Provincia sono adeguate alle seguenti direttive: Direttiva di riferimento n. vetture Euro 1 0 Euro 2 12 Euro 3 3 Euro Vengono esclusi pertanto dal presente piano gli autocarri, la macchine operatrici ed i mezzi tecnici. 2 Il data base di cui si è dotato l ente contiene le seguenti informazioni: Numero inventario, targa, marca, modello, tipologia, alimentazione, data immatricolazione, data ultima revisione e km relativi, data ultimo tagliando e km relativi, servizio, consegnatario, utilizzo, Km percorsi al di ogni anno, fuel card, importo tassa di possesso, importo assicurazione, note. 1

2 Le stesse risultano così assegnate: Al Settore Tecnico,Infrastrutture,Edilizia,Protezione Civile, Appalti e Gare n. 31 di cui: al Servizio edilizia, Impianti, Sicurezza e Viabilità: n.14 a benzina; n. 6 a diesel, n.3 a metano. n.5 a GPL, n.1 ibrida al Servizio Grandi Infrastrutture:n.1 a benzina; n.1 a metano; Al Settore Servizi alla Persona, sanità, Sociale, P.I. e Cultura, P.L. e F.P. n. 3 di cui: n.2 a metano. n.1 a GPL Al Settore Pianificazione territoriale, Mobilità, Energia n.3 di cui: n.2 a GPL e n.1 a benzina Al Settore Risorse Idriche e Tutela Ambientale n. 3 di cui :n. 1 a diesel, n.1 a benzina e n.1 a GPL) Al Settore Agricoltura e Sviluppo Economico n. 28 di cui: Al Settore:n.5 benzina; n.10 a diesel. Alla UOPC Corpo di Polizia Provinciale: n.9 a benzina; n.2 a diesel; n.1 a metano. Al Servizio Protezione Flora, Fauna e produzioni agricole:n.1 a benzina; n.1 a diesel. Al Servizio Turismo, Attività Produttive e Sviluppo Locale: n.1 a diesel. Vi sono n. 24 vetture con età compresa tra 0 e 5 anni, n. 44..con età tra 6 e 10.anni. Preme sottolineare che l'ente ha già messo in atto alcuni interventi con l'obiettivo di diminuire le spese di gestione tra cui: riduzione del numero complessivo di automezzi mediante l analisi del fabbisogno effettivo, procedendo alla rottamazione o vendita degli autoveicoli obsoleti; eliminazione delle autovetture di rappresentanza con autista e riqualificazione del personale ad altre mansioni; sostituzione degli autoveicoli classificati Euro 0 o Euro 1 ritenuti indispensabili per lo svolgimento delle attività istituzionali dell Ente. sostituzione di eventuali ulteriori autoveicoli con altrettanti autoveicoli di cilindrata/potenza inferiore, compatibilmente con le destinazioni d uso degli autoveicoli stessi; controllo delle spese di manutenzione ordinaria e per il rifornimento di carburante, con segnalazione ai vari dirigenti di eventuali scostamenti dall andamento storico delle spese stesse. Tra le politiche già in uso si segnalano inoltre: - ricorso a convenzioni, quando in essere (Consip e intercent-er) per l acquisto di nuovi automezzi, ovvero utilizzo del parametro prezzo qualità come limite massimo sfruttando sconti cumulativi forniti dai concessionari; - acquisto piuttosto che noleggio per la sostituzione di automezzi obsoleti, in quanto valutazioni economiche hanno rivelato essere questa forma più conveniente in rapporto alle forme di utilizzo da parte dell Ente cioè per veicoli che in genere percorrono più di km/anno; tale scelta deriva da analisi costi-benefici legati alla durata dell ammortamento delle autovetture che è di molto superiore all interno dell ente, considerata la vita utile del mezzo, rispetto al noleggio; ricorso all utilizzo di fuel card convenzionate per il rifornimento di carburante. Nel luglio 2008 con specifica deliberazione di Giunta (nn /226 del 22/07/2008) è stato approvato il piano di gestione del parco veicoli dell'ente che qui si riassume di seguito: 1. Le autovetture di proprietà dell Ente dovranno essere adeguate almeno alle direttive Euro 2 e fornite di estintore a polvere da kg 3 entro e non oltre il 31/12/2009; 2. Entro il medesimo termine gli altri veicoli appartenenti alla Provincia dovranno essere adeguati alle direttive Euro1; 3. Le autovetture di proprietà dell Ente dovranno essere dismesse, di norma, al raggiungimento dei km di percorrenza; 4. I veicoli commerciali pesanti (con massa complessiva a pieno carico superiore a 3,5 t) e le macchine agricole dovranno essere dismessi prima del raggiungimento dei 15 anni di età oppure dei km di percorrenza; 2

3 5. Nell acquisto di nuove autovetture e/o veicoli commerciali leggeri (con massa complessiva a pieno carico inferiore a 3,5 t) dovranno essere rispettati i seguenti standard di sicurezza minimi: ABS, climatizzatore, airbag lato conducente e passeggero, pretensionatori delle cinture di sicurezza, fari fendinebbia; 6. L acquisto di nuove autovetture e/o veicoli commerciali leggeri dovrà avvenire nel rispetto delle direttive Euro vigenti riguardanti le emissioni inquinanti, privilegiando il seguente ordine di priorità di alimentazione: 1. elettrica (uso cittadino); 2. gas metano mono o bifuel; 3. diesel con dispositivo antiparticolato; 4. ibrida (benzina-elettrica); 5. benzina. 7. Le richieste di acquisto di nuovi veicoli (i quali di norma dovranno appartenere alla tipologia di alimentazione gas metano mono o bifuel) dovranno essere sottoposte alla preventiva valutazione del Mobility Manager aziendale; 8. Le eventuali richieste di acquisto di veicoli con diversa alimentazione dovranno essere opportunamente giustificate e valutate dal Mobility Manager aziendale, in accordo con l Ufficio Parco Automezzi 9. L acquisto di nuovi veicoli dovrà avvenire privilegiando il criterio dell omogeneità relativamente alla tipologia, cilindrata ed alimentazione dei mezzi già in dotazione all Ente, al fine di garantire l uniformità del parco veicoli, minori costi di manutenzione nonché il miglior rapporto qualità/prezzo di acquisto; 10. L acquisto di nuovi veicoli commerciali pesanti e di macchine agricole dovrà avvenire nel rispetto delle migliori direttive Euro vigenti riguardanti le emissioni inquinanti; 11. Tutti i veicoli ad alimentazione diesel del parco veicolare dell Ente, ove possibile, dovranno utilizzare carburante con basso tenore di zolfo o bio-diesel ed installare opportuni dispositivi antiparticolato quando disponibili in commercio e se economicamente convenienti rispetto alla sostituzione del veicolo; 12. I dipendenti che faranno uso delle autovetture con alimentazione a gas metano o gpl dovranno prioritariamente e prevalentemente utilizzare quest ultimo carburante rispetto alla benzina, potendosi rifornire in qualunque distributore di gas italiano con rimborso della spesa sostenuta da parte del proprio ufficio; 13. Tutti i Servizi e UOPC interessati dovranno prevedere, all interno dei capitolati d'appalto per la realizzazione di opere pubbliche nonché per le forniture di beni e servizi, punteggi premianti per le aziende appaltatrici che svolgono il trasporto delle merci e l'erogazione dei servizi utilizzando mezzi con standard ambientali almeno Euro 3, o mezzi a basso impatto ambientale quali veicoli elettrici, ibridi, a gas metano, a G.P.L.; 14. Il Mobility Manager aziendale dovrà essere costantemente e preventivamente informato di tutte le modifiche da effettuare sul parco veicolare dell Ente fornendo pareri in merito. La Provincia, inoltre, negli anni passati ha acquistato 45 biciclette utilizzabili dai dipendenti per esigenze di servizio in ambito urbano e nel 2009 ha attivato una convenzione per il noleggio di biciclette di servizio da cooperativa sociale che ristruttura bici in disuso (con evidente scopo sociale e di recupero rifiuti). Al 31/12/2009 sono presenti 8 bici a noleggio e nel 2010 altre 7 sono in arrivo. Inoltre l'ente ha acquistato e fornito a noleggio con canone agevolato 19 biciclette a pedalata assistita elettricamente ad altrettanti dipendenti per gli spostamenti casa-lavoro e di lavoro. Dal punto di vista del trasporto pubblico, l'uso dello stesso per gli spostamenti di servizio (riunioni, convegni, ecc) è ormai consolidato. Più difficile, tranne casi particolari, per i servizi manutentivi o ispettivi. Nei casi di viaggi con itinerario comune di colleghi di stessi uffici o anche uffici diversi può essere utilizzata un'unica vettura (car pooling). Ogni responsabile di struttura è chiamato a valutare di volta in volta, secondo criteri di economicità ed efficienza, se autorizzare per 3

4 le missioni del personale assegnato l utilizzo dell autovettura, limitatamente ai casi di indisponibilità di servizi di trasporto pubblico sui percorsi o negli orari richiesti o di effettiva convenienza economica (ad esempio, utilizzo contemporaneo da parte di più dipendenti). Inoltre l'ente ha attivato convenzioni con i gestori dei servizi bus e ferroviari per la fornitura di abbonamenti agevolati ai dipendenti per gli spostamenti casa-lavoro (utilizzabili chiaramente anche per spostamenti di servizio su itinerari urbani o extraurbani coperti dall'abbonamento stesso). Azioni di razionalizzazione 1. Quadro generale Il parco autovetture presenta problematiche di gestione concorrenti. Infatti, se da un lato l'amministrazione volge la propria attenzione alla riduzione sistematica dei costi di gestione, dall'altra le esigenze di sicurezza nella messa su strada dei mezzi impongono di mantenere le vetture di servizio in ottime condizioni meccaniche, comportando spese di manutenzione adeguate. Inoltre le competenze normative poste in capo all Ente prevedono l impiego di autovetture dedicate ed in alcuni casi all uopo allestite (Polizia Provinciale, Protezione Civile). Le misure di razionalizzazione dell utilizzo ai fini del contenimento delle spese non possono che consistere nella prosecuzione di quanto già messo in campo da diversi anni, ossia: - l ottimizzazione dell utilizzo dei mezzi attraverso procedure già in uso e formalizzate in apposita deliberazione; - la riduzione della cilindrata a massimo 1600 cc per i nuovi acquisti; - il monitoraggio delle spese di carburante; - report periodico sui consumi in rapporto ai km percorsi (per ogni autovettura). Per il prossimo triennio, l obiettivo sarà quello di ottimizzare le risorse disponibili presenti all interno del parco automezzi dell ente, razionalizzando sempre più l utilizzo delle vetture. 2. Utilizzo Le autovetture di servizio devono essere utilizzate esclusivamente per fini istituzionali. Questa Amministrazione, nell ottica di una riorganizzazione del parco autovetture dell Ente volta alla riduzione del numero dei veicoli presenti all interno della struttura, ed al conseguente risparmio nei costi di gestione ordinaria e straordinaria degli stessi, ha deciso di alienare le autovetture di rappresentanza, e non si prevede l acquisto di nuove autovetture vocate a questo servizio. Sarà istituito un sistema di prenotazione e gestione delle autovetture a guida libera (cioè disponibili nell'autorimessa provinciale per qualunque dipendente ne abbia necessità per servizio), mediante software dedicato, con consegna chiavi da bacheca elettronica. Inoltre, questo sistema di prenotazione delle autovetture di servizio potrà consentire di progettare un utilizzo condiviso delle autovetture (car pooling) e garantirà una funzionalità e controllo dello stesso servizio h 24. Si procederà all'analisi dei dati inerenti i chilometri percorsi singolarmente da tutte le vetture del parco automezzi, raffrontandoli con i dati degli anni precedenti, e rapportandoli alle effettive esigenze di servizio, anche sulla scorta di valutazioni effettuate dai dirigenti di Settore. Tale analisi si concluderà con la stesura di reports allo scopo di evidenziare eventuali anomalie. L eventuale identificazione di autoveicoli sottoutilizzati e sovrautilizzati permetterà di attuare rispettivamente azioni volte alla condivisione degli stessi mezzi fra uffici logisticamente vicini, oppure ad una ridistribuzione con ricalibratura dei fabbisogni. Si procederà ad un controllo dell impiego delle vetture personali per fini di servizio, onde effettuare un raffronto con le reali esigenze e le disponibilità effettive delle vetture dell Ente. Obiettivo principale sarà quello di monitorare e ridurre i costi sostenuti quali rimborso per l impiego delle vetture personali per fini di servizio, riducendo al minimo tale utilizzo. Per viaggi al di fuori del territorio regionale/nazionale, si utilizzeranno prioritariamente le autovetture del parco macchine provinciale, previo accertamento dell'impossibilità di utilizzare mezzi di trasporto alternativi (treno, bus o altro) e delle esigenze lavorative connesse alla missione. 4

5 3. Acquisto Per l annualità 2010 non è previsto l acquisto di nuove autovetture, mentre per le annualità successive verranno effettuate valutazioni secondo i criteri di cui sopra e comunque gli eventuali acquisti dovranno rispettare i requisiti massimi di cilindrata ai sensi della legge finanziaria 244/2007 art 2 comma 588 (max 1600cc per la rappresentanza) e le normative in materia di inquinamento ambientale (euro 4 o superiore) oltre ad essere dotate di dispositivi per garantire la sicurezza su strada,. La scelta dei modelli eventualmente da acquistare, sarà prioritariamente orientata verso le case costruttrici già presenti nel parco e per le quali esiste già presso l officina il know-how indispensabile per la manutenzione. Le auto e le attrezzature da dismettere saranno poste prioritariamente in asta pubblica per la vendita ed in subordine ceduti in permuta agli aggiudicatari delle gare, se compatibile con la procedura di acquisto. I risultati della continua sostituzione dei veicoli sono misurabili in termini di diminuzione delle emissioni nell aria, in linea con la politica di sostenibilità ambientale promossa dall Ente, e di riduzione dei costi di manutenzione e carburante (metano e GPL in sostituzione della benzina o gasolio). 4. Manutenzione e rifornimento carburante Per la gestione del parco automezzi, si applica il regolamento degli acquisti di beni e servizi in economia. L'ordinativo di spesa deve obbligatoriamente riportare la codifica del mezzo in modo da permettere un monitoraggio in tempo reale dei costi sostenuti per i singoli veicoli oggetto della riparazione. Ogni intervento manutentivo eseguito sia presso l officina interna che eventualmente presso officine esterne, verrà registrato su supporto informatico, riportando la messa in opera dei ricambi con i relativi costi ed i tempi di esecuzione, al fine di garantire la tracciabilità completa degli oneri sostenuti e della manutenzione effettuata su tutti i mezzi. L'approvvigionamento di carburante per tutti gli autoveicoli avviene tramite sistema Fuel-cards con condizioni contrattuali vantaggiose rispetto alla adesione alle Convenzioni regionali e nazionali in essere, che pur prevedendo un prezzo leggermente inferiore non offrono una distribuzione di punti di approvvigionamento sul territorio provinciale altrettanto capillare, obbligando il personale a lunghi spostamenti con relativi incrementi di costo (sia del personale che di carburante). Al fine del monitoraggio e del controllo di gestione, sarà previsto la verifica della lista mensile dei rifornimenti del carburante inviata anche su supporto informatizzato a consuntivo dalla ditta fornitrice. Annualmente, a fine esercizio, l ufficio preposto effettuerà il monitoraggio dei consumi e verificherà eventuali anomalie riscontrate, anche sulla base di un nuovo sistema di gestione dei rifornimento con fuel card- codice PIN autista, in corso di valutazione. Verrà effettuata una specifica valutazione dei punti di rifornimento per i mezzi alimentati a metano/gpl, attivando anche apposito fondo cassa al fine di garantire la possibilità a tutti i dipendenti di poter rifornirsi presso distributori di metano/gpl anche non convenzionati. A fine anno, verranno effettuati dei reports identificativi di ogni singola autovettura contenenti i costi sostenuti per la manutenzione, i chilometri percorsi ed i costi di carburante sostenuti, al fine di prevedere eventuali spostamenti, sostituzioni e/o alienazioni di vetture che hanno già esaurito la loro vita utile, nell ottica di ottimizzare le risorse disponibili. 5. Ricorso a mezzi alternativi di trasporto e riduzione necessità di spostamento E' previsto di aderire al servizio di car sharing a supporto dell uso delle auto a guida libera per gli spostamenti di servizio quando lo stesso verrà istituito sul territorio. E' stata attivata una postazione di telelavoro che permette contemporaneamente la riduzione degli spostamenti casa-lavoro ma anche quelli di lavoro grazie all'informatizzazione di tutte le attività del soggetto. Sono state fatte anche alcune sperimentazioni di videoconferenza al fine di eliminare in toto lo spostamento di servizio e quindi in generale l'uso delle auto. 5

6 6

SERVIZIO DI NOLEGGIO AUTO A LUNGO TERMINE SENZA CONDUCENTE REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DELLE AUTO ASSEGNATE

SERVIZIO DI NOLEGGIO AUTO A LUNGO TERMINE SENZA CONDUCENTE REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DELLE AUTO ASSEGNATE SERVIZIO DI NOLEGGIO AUTO A LUNGO TERMINE SENZA CONDUCENTE REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DELLE AUTO ASSEGNATE Approvato con Atto G.P. n. 149 del 5 marzo 2009 Modificato ed integrato con Atto G.P. n. 465 del

Dettagli

VERIFICA DEL PARCO AUTO CENSITO AL 2011

VERIFICA DEL PARCO AUTO CENSITO AL 2011 Chiudi Stato: Salvato in versione definitiva Credenziali non riconosciute o sessione scaduta, si prega di chiudere la finestra, grazie. 3 MONITORAGGIO DELLE AUTO DI SERVIZIO DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE

Dettagli

VERIFICA DEL PARCO AUTO CENSITO AL 2011

VERIFICA DEL PARCO AUTO CENSITO AL 2011 Chiudi Stato: Salvato in versione definitiva Credenziali non riconosciute o sessione scaduta, si prega di chiudere la finestra, grazie. 3 MONITORAGGIO DELLE AUTO DI SERVIZIO DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE

Dettagli

4 MONITORAGGIO SUI COSTI DELLE AUTO DI SERVIZIO DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE

4 MONITORAGGIO SUI COSTI DELLE AUTO DI SERVIZIO DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE Stato: Definitivo 4 MONITORAGGIO SUI COSTI DELLE AUTO DI SERVIZIO DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE PARCO AUTO CENSITO AL 2012 Tabella 1 - Disponibilità di autovetture al 31/12/2012 - La disponibilità di

Dettagli

3 MONITORAGGIO DELLE AUTO DI SERVIZIO DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE

3 MONITORAGGIO DELLE AUTO DI SERVIZIO DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE Chiudi Stato: Salvato in versione definitiva 3 MONITORAGGIO DELLE AUTO DI SERVIZIO DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE VERIFICA DEL PARCO AUTO CENSITO AL 2011 Le tabelle 1 e 2 riportano la disponibilità al

Dettagli

UNIONE DEI COMUNI. Misure finalizzate al contenimento della spesa (art. 2 Commi 594-599 della Legge 244/2007 - Legge Finanziaria 2008)

UNIONE DEI COMUNI. Misure finalizzate al contenimento della spesa (art. 2 Commi 594-599 della Legge 244/2007 - Legge Finanziaria 2008) ALLEGATO B) UNIONE DEI COMUNI Misure finalizzate al contenimento della spesa (art. 2 Commi 594-599 della Legge 244/2007 - Legge Finanziaria 2008) Misure di contenimento delle spese per autoveicoli e fotocopiatori

Dettagli

VERIFICA DEL PARCO AUTO CENSITO AL 2011

VERIFICA DEL PARCO AUTO CENSITO AL 2011 Chiudi Stato: Salvato in versione definitiva Credenziali non riconosciute o sessione scaduta, si prega di chiudere la finestra, grazie. 3 MONITORAGGIO DELLE AUTO DI SERVIZIO DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE

Dettagli

3 MONITORAGGIO DELLE AUTO DI SERVIZIO DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE

3 MONITORAGGIO DELLE AUTO DI SERVIZIO DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE Anagrafica Ente CF: 00319830428 Tipologia: AMMINISTRAZIONI COMUNALI Denominazione: COMUNE DI LORETO Indirizzo: CORSO BOCCALINI, 32 Ufficio: SEGRETERIA PERSONALE 3 MONITORAGGIO DELLE AUTO DI SERVIZIO DELLA

Dettagli

COMUNE DI MAGNAGO Piazza Italia, 1-20020 Magnago (MI) SERVIZIO FINANZIARIO. Triennio 2013/2015

COMUNE DI MAGNAGO Piazza Italia, 1-20020 Magnago (MI) SERVIZIO FINANZIARIO. Triennio 2013/2015 COMUNE DI MAGNAGO Piazza Italia, 1-20020 Magnago (MI) SERVIZIO FINANZIARIO Piano triennale di razionalizzazione (art. 2 comma 594 L. 244/07) Triennio 2013/2015 Autovetture, telefonia mobile, fotoriproduttori,

Dettagli

VERIFICA DEL PARCO AUTO CENSITO AL 2011

VERIFICA DEL PARCO AUTO CENSITO AL 2011 Chiudi Stato: Salvato in versione definitiva Credenziali non riconosciute o sessione scaduta, si prega di chiudere la finestra, grazie. 3 MONITORAGGIO DELLE AUTO DI SERVIZIO DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE

Dettagli

UNIONE BASSA EST PARMENSE

UNIONE BASSA EST PARMENSE UNIONE BASSA EST PARMENSE PIANO TRIENNALE DI PREVISIONE ai sensi dell art. 2 commi da 594 a 595 Legge n. 244 del 24.12.2007 PREMESSA La Legge Finanziaria per il 2008 (Legge n. 244 del 24 dicembre 2007)

Dettagli

Relazione misure finalizzate al contenimento della spesa per l esercizio 2009 (art. 2 Commi 594-599 della Legge 244/2007 - Legge Finanziaria 2008)

Relazione misure finalizzate al contenimento della spesa per l esercizio 2009 (art. 2 Commi 594-599 della Legge 244/2007 - Legge Finanziaria 2008) Relazione misure finalizzate al contenimento della spesa per l esercizio 2009 (art. 2 Commi 594-599 della Legge 244/2007 - Legge Finanziaria 2008) In esecuzione dell adempimento previsto dall art. 2 commi

Dettagli

COMUNE DI TRECASE MISURE FINALIZZATE ALLA RAZIONALIZZAZIONE DELL'UTILIZZO DELLE DOTAZIONI STRUMENTALI, DELLE AUTOVETTURE DI SERVIZIO

COMUNE DI TRECASE MISURE FINALIZZATE ALLA RAZIONALIZZAZIONE DELL'UTILIZZO DELLE DOTAZIONI STRUMENTALI, DELLE AUTOVETTURE DI SERVIZIO COMUNE DI TRECASE Provincia di Napoli MISURE FINALIZZATE ALLA DELL'UTILIZZO DELLE DOTAZIONI STRUMENTALI, DELLE AUTOVETTURE DI SERVIZIO PIANO TRIENNALE 2014/2016 La legge 24 dicembre 2007, n. 244 avente

Dettagli

3 MONITORAGGIO DELLE AUTO DI SERVIZIO DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE

3 MONITORAGGIO DELLE AUTO DI SERVIZIO DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE Chiudi Stato: Salvato in versione definitiva 3 MONITORAGGIO DELLE AUTO DI SERVIZIO DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE VERIFICA DEL PARCO AUTO CENSITO AL 2011 Le tabelle 1 e 2 riportano la disponibilità al

Dettagli

4 MONITORAGGIO SUI COSTI DELLE AUTO DI SERVIZIO DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE

4 MONITORAGGIO SUI COSTI DELLE AUTO DI SERVIZIO DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE Stato: Definitivo 4 MONITORAGGIO SUI COSTI DELLE AUTO DI SERVIZIO DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE PARCO AUTO CENSITO AL 2012 Tabella 1 Disponibilità di autovetture al 31/12/2012 La disponibilità di autovetture

Dettagli

4 MONITORAGGIO SUI COSTI DELLE AUTO DI SERVIZIO DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE

4 MONITORAGGIO SUI COSTI DELLE AUTO DI SERVIZIO DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE Stato: Definitivo 4 MONITORAGGIO SUI COSTI DELLE AUTO DI SERVIZIO DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE PARCO AUTO CENSITO AL 2012 Tabella 1 Disponibilità di autovetture al 31/12/2012 La disponibilità di autovetture

Dettagli

3 MONITORAGGIO DELLE AUTO DI SERVIZIO DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE

3 MONITORAGGIO DELLE AUTO DI SERVIZIO DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE Anagrafica Ente CF: 9704714083 Tipologia: MINISTERI E PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI Denominazione: MINISTERO DELL AMBIENTE E DELLA TUTELA DEL TERRITORIO E DEL MARE Indirizzo: VIA CRISTOFORO COLOMBO,

Dettagli

VERIFICA DEL PARCO AUTO CENSITO AL 2011

VERIFICA DEL PARCO AUTO CENSITO AL 2011 Chiudi Stato: Salvato in versione definitiva Credenziali non riconosciute o sessione scaduta, si prega di chiudere la finestra, grazie. 3 MONITORAGGIO DELLE AUTO DI SERVIZIO DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE

Dettagli

Comune di Bagni di Lucca Provincia di Lucca

Comune di Bagni di Lucca Provincia di Lucca Comune di Bagni di Lucca Provincia di Lucca Relazione a consuntivo anno 2014 del piano triennale di razionalizzazione di alcune spese di funzionamento. Deliberazione G.C. n. 109 del 29/09/2015 1 RELAZIONE

Dettagli

LINEE GUIDA GENERALI ENEA. Disciplina di utilizzo delle autovetture di servizio e di rappresentanza ai sensi del DPCM 3/8/2011 e del DPCM 12/1/2012

LINEE GUIDA GENERALI ENEA. Disciplina di utilizzo delle autovetture di servizio e di rappresentanza ai sensi del DPCM 3/8/2011 e del DPCM 12/1/2012 LINEE GUIDA GENERALI ENEA Disciplina di utilizzo delle autovetture di servizio e di rappresentanza ai sensi del DPCM 3/8/2011 e del DPCM 12/1/2012 1 Le presenti linee guida sono state predisposte dalla

Dettagli

VERIFICA DEL PARCO AUTO CENSITO AL 2011

VERIFICA DEL PARCO AUTO CENSITO AL 2011 Chiudi Stato: Salvato in versione definitiva Credenziali non riconosciute o sessione scaduta, si prega di chiudere la finestra, grazie. 3 MONITORAGGIO DELLE AUTO DI SERVIZIO DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE

Dettagli

VERIFICA DEL PARCO AUTO CENSITO AL 2011

VERIFICA DEL PARCO AUTO CENSITO AL 2011 Chiudi Stato: Salvato in versione definitiva Credenziali non riconosciute o sessione scaduta, si prega di chiudere la finestra, grazie. 3 MONITORAGGIO DELLE AUTO DI SERVIZIO DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE

Dettagli

4 MONITORAGGIO SUI COSTI DELLE AUTO DI SERVIZIO DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE

4 MONITORAGGIO SUI COSTI DELLE AUTO DI SERVIZIO DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE Stato: Definitivo 4 MONITORAGGIO SUI COSTI DELLE AUTO DI SERVIZIO DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE PARCO AUTO CENSITO AL 2012 Tabella 1 Disponibilità di autovetture al 31/12/2012 La disponibilità di autovetture

Dettagli

VERIFICA DEL PARCO AUTO CENSITO AL 2011

VERIFICA DEL PARCO AUTO CENSITO AL 2011 Chiudi Stato: Salvato in versione definitiva Credenziali non riconosciute o sessione scaduta, si prega di chiudere la finestra, grazie. 3 MONITORAGGIO DELLE AUTO DI SERVIZIO DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE

Dettagli

4 MONITORAGGIO SUI COSTI DELLE AUTO DI SERVIZIO DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE

4 MONITORAGGIO SUI COSTI DELLE AUTO DI SERVIZIO DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE Stato: Definitivo 4 MONITORAGGIO SUI COSTI DELLE AUTO DI SERVIZIO DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE PARCO AUTO CENSITO AL 2012 Tabella 1 Disponibilità di autovetture al 31/12/2012 La disponibilità di autovetture

Dettagli

4 MONITORAGGIO SUI COSTI DELLE AUTO DI SERVIZIO DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE

4 MONITORAGGIO SUI COSTI DELLE AUTO DI SERVIZIO DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE Stato: Definitivo 4 MONITORAGGIO SUI COSTI DELLE AUTO DI SERVIZIO DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE PARCO AUTO CENSITO AL 2012 Tabella 1 Disponibilità di autovetture al 31/12/2012 La disponibilità di autovetture

Dettagli

VERIFICA DEL PARCO AUTO CENSITO AL 2011

VERIFICA DEL PARCO AUTO CENSITO AL 2011 Chiudi Stato: Salvato in versione definitiva Credenziali non riconosciute o sessione scaduta, si prega di chiudere la finestra, grazie. 3 MONITORAGGIO DELLE AUTO DI SERVIZIO DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE

Dettagli

3 MONITORAGGIO DELLE AUTO DI SERVIZIO DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE 1. VERIFICA E COMPLETAMENTO DEL PARCO AUTO CENSITO AL 2011

3 MONITORAGGIO DELLE AUTO DI SERVIZIO DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE 1. VERIFICA E COMPLETAMENTO DEL PARCO AUTO CENSITO AL 2011 3 MONITORAGGIO DELLE AUTO DI SERVIZIO DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE 1. VERIFICA E COMPLETAMENTO DEL PARCO AUTO CENSITO AL 2011 Le tabelle 1 e 2 riportano la disponibilità al 31/12/2011 di autovetture

Dettagli

Allegato A) alla delibera G.P. nn. 126/31158 del 19.4.2011

Allegato A) alla delibera G.P. nn. 126/31158 del 19.4.2011 Allegato A) alla delibera G.P. nn. 126/31158 del 19.4.2011 Piano triennale 2010-2012 per l individuazione di misure finalizzate alla razionalizzazione dell utilizzo di beni strumentali (L. 244 del 2007

Dettagli

4 MONITORAGGIO SUI COSTI DELLE AUTO DI SERVIZIO DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE

4 MONITORAGGIO SUI COSTI DELLE AUTO DI SERVIZIO DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE Stato: Definitivo 4 MONITORAGGIO SUI COSTI DELLE AUTO DI SERVIZIO DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE PARCO AUTO CENSITO AL 2012 Tabella 1 Disponibilità di autovetture al 31/12/2012 La disponibilità di autovetture

Dettagli

DISCIPLINARE TECNICO RIGUARDANTE L EROGAZIONE DI INCENTIVI PER L ACQUISTO DI VEICOLI A BASSO IMPATTO AMBIENTALE Anno 2006

DISCIPLINARE TECNICO RIGUARDANTE L EROGAZIONE DI INCENTIVI PER L ACQUISTO DI VEICOLI A BASSO IMPATTO AMBIENTALE Anno 2006 Comune di Livorno DISCIPLINARE TECNICO RIGUARDANTE L EROGAZIONE DI INCENTIVI PER L ACQUISTO DI VEICOLI A BASSO IMPATTO AMBIENTALE Anno 2006 1) Oggetto Rilascio di contributi per l acquisto di veicoli a

Dettagli

CARTA SCONTO METANO/GPL

CARTA SCONTO METANO/GPL ALLEGATO 1 alla dgr 19596 del 26 novembre 2004 CARTA SCONTO METANO/GPL Finalità La presente iniziativa si inquadra nell insieme dei provvedimenti adottati per il miglioramento della qualità dell aria,

Dettagli

3 MONITORAGGIO DELLE AUTO DI SERVIZIO DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE

3 MONITORAGGIO DELLE AUTO DI SERVIZIO DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE 3 MONITORAGGIO DELLE AUTO DI SERVIZIO DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE 3 1 VERIFICA DEL PARCO AUTO CENSITO AL 211 Le tabelle 1 e 2 riportano la disponibilità al 31/12/211 di autovetture indicate dalla Sua

Dettagli

VERIFICA DEL PARCO AUTO CENSITO AL 2011

VERIFICA DEL PARCO AUTO CENSITO AL 2011 Chiudi Stato: Salvato in versione definitiva Credenziali non riconosciute o sessione scaduta, si prega di chiudere la finestra, grazie. 3 MONITORAGGIO DELLE AUTO DI SERVIZIO DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE

Dettagli

3 MONITORAGGIO DELLE AUTO DI SERVIZIO DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE

3 MONITORAGGIO DELLE AUTO DI SERVIZIO DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE Chiudi Stato: Salvato in versione definitiva 3 MONITORAGGIO DELLE AUTO DI SERVIZIO DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE VERIFICA DEL PARCO AUTO CENSITO AL 2011 Le tabelle 1 e 2 riportano la disponibilità al

Dettagli

REGOLAMENTO DELL AUTOPARCO DEL CONSIGLIO REGIONALE DEL LAZIO 1

REGOLAMENTO DELL AUTOPARCO DEL CONSIGLIO REGIONALE DEL LAZIO 1 REGOLAMENTO DELL AUTOPARCO DEL CONSIGLIO REGIONALE DEL LAZIO 1 (Approvato con deliberazione dell Ufficio di presidenza 28 luglio 2010, n. 66) TESTO VIGENTE Il testo qui riportato, coordinato con le modifiche

Dettagli

3 MONITORAGGIO DELLE AUTO DI SERVIZIO DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE

3 MONITORAGGIO DELLE AUTO DI SERVIZIO DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE Chiudi Stato: Salvato in versione definitiva 3 MONITORAGGIO DELLE AUTO DI SERVIZIO DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE VERIFICA DEL PARCO AUTO CENSITO AL 2011 Le tabelle 1 e 2 riportano la disponibilità al

Dettagli

VERIFICA DEL PARCO AUTO CENSITO AL 2011

VERIFICA DEL PARCO AUTO CENSITO AL 2011 Chiudi Stato: Salvato in versione definitiva Credenziali non riconosciute o sessione scaduta, si prega di chiudere la finestra, grazie. 3 MONITORAGGIO DELLE AUTO DI SERVIZIO DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE

Dettagli

Totale auto Tipologia auto. (leasing, noleggio, (per acquisto o riscatto)

Totale auto Tipologia auto. (leasing, noleggio, (per acquisto o riscatto) Direttiva n 6/211 Questionario finalizzato a rilevare le modalità di gestione finanziaria e logistica della flotta di rappresentanza e del parco macchine di servizio delle amministrazioni pubbliche nel

Dettagli

4 MONITORAGGIO SUI COSTI DELLE AUTO DI SERVIZIO DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE

4 MONITORAGGIO SUI COSTI DELLE AUTO DI SERVIZIO DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE Stato: Definitivo 4 MONITORAGGIO SUI COSTI DELLE AUTO DI SERVIZIO DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE PARCO AUTO CENSITO AL 2012 Tabella 1 - Disponibilità di autovetture al 31/12/2012 - La disponibilità di

Dettagli

VERIFICA DEL PARCO AUTO CENSITO AL 2011

VERIFICA DEL PARCO AUTO CENSITO AL 2011 Chiudi Stato: Salvato in versione definitiva Credenziali non riconosciute o sessione scaduta, si prega di chiudere la finestra, grazie. 3 MONITORAGGIO DELLE AUTO DI SERVIZIO DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE

Dettagli

VERIFICA DEL PARCO AUTO CENSITO AL 2011

VERIFICA DEL PARCO AUTO CENSITO AL 2011 Chiudi Stato: Salvato in versione definitiva Credenziali non riconosciute o sessione scaduta, si prega di chiudere la finestra, grazie. 3 MONITORAGGIO DELLE AUTO DI SERVIZIO DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE

Dettagli

AREA SERVIZI INTERNI SERVIZIO PROVVEDITORATO

AREA SERVIZI INTERNI SERVIZIO PROVVEDITORATO AREA SERVIZI INTERNI SERVIZIO PROVVEDITORATO Misure finalizzate al contenimento della spesa (art. 2 Commi 594-599 della Legge 244/2007 - Legge Finanziaria 2008) RELAZIONE Premesso che: - con delibera di

Dettagli

f. essere disponibili a sottoporre i veicoli trasformati al monitoraggio delle prestazioni previste dal al paragrafo 8, punti a e c.

f. essere disponibili a sottoporre i veicoli trasformati al monitoraggio delle prestazioni previste dal al paragrafo 8, punti a e c. LINEE GUIDA AL PROGETTO PILOTA PER L INCENTIVAZIONE DELLE TRASFORMAZIONI A GPL E METANO DEI VEICOLI COMMERCIALI CON ALIMENTAZIONE DIESEL INIZIATIVA ICBI Finanziamenti ai Comuni per l utilizzo dei carburanti

Dettagli

VERIFICA DEL PARCO AUTO CENSITO AL 2011

VERIFICA DEL PARCO AUTO CENSITO AL 2011 Chiudi Stato: Salvato in versione definitiva Credenziali non riconosciute o sessione scaduta, si prega di chiudere la finestra, grazie. 3 MONITORAGGIO DELLE AUTO DI SERVIZIO DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE

Dettagli

Comune di Colbordolo Provincia di Pesaro Urbino

Comune di Colbordolo Provincia di Pesaro Urbino Comune di Colbordolo Provincia di Pesaro Urbino PIANO TRIENNALE PER L INDIVIDUAZIONE DI MISURE FINALIZZATE ALLA RAZIONALIZZAZIONE DELL UTILIZZO DELLE DOTAZIONI STRUMENTALI ANCHE INFORMATICHE, DELLE AUTOVETTURE

Dettagli

a) dotazioni strumentali apparecchiature di telefonia mobile

a) dotazioni strumentali apparecchiature di telefonia mobile 1 Misure finalizzate al contenimento della spesa (art. 2 Commi 594-599 della Legge 244/2007 - Legge Finanziaria 2008) a) dotazioni strumentali apparecchiature di telefonia mobile La flotta aziendale di

Dettagli

4 MONITORAGGIO SUI COSTI DELLE AUTO DI SERVIZIO DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE

4 MONITORAGGIO SUI COSTI DELLE AUTO DI SERVIZIO DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE Stato: Definitivo 4 MONITORAGGIO SUI COSTI DELLE AUTO DI SERVIZIO DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE PARCO AUTO CENSITO AL 2012 Tabella 1 Disponibilità di autovetture al 31/12/2012 La disponibilità di autovetture

Dettagli

Comune di Vallefoglia Provincia di Pesaro Urbino

Comune di Vallefoglia Provincia di Pesaro Urbino Comune di Vallefoglia Provincia di Pesaro Urbino PIANO TRIENNALE PER L INDIVIDUAZIONE DI MISURE FINALIZZATE ALLA RAZIONALIZZAZIONE DELL UTILIZZO DELLE DOTAZIONI STRUMENTALI ANCHE INFORMATICHE, DELLE AUTOVETTURE

Dettagli

f. essere disponibili a sottoporre i veicoli trasformati al monitoraggio delle prestazioni previste dal al paragrafo 8, punti a e c.

f. essere disponibili a sottoporre i veicoli trasformati al monitoraggio delle prestazioni previste dal al paragrafo 8, punti a e c. LINEE GUIDA AL PROGETTO PILOTA PER L INCENTIVAZIONE DELLE TRASFORMAZIONI A GPL E METANO DEI VEICOLI COMMERCIALI CON ALIMENTAZIONE DIESEL INIZIATIVA ICBI Finanziamenti ai Comuni per l utilizzo dei carburanti

Dettagli

C.C. N.14 del 23.07.2009: APPROVAZIONE REGOLAMENTO PER L USO DEGLI AUTOMEZZI COMUNALI. CONSIGLIO COMUNALE

C.C. N.14 del 23.07.2009: APPROVAZIONE REGOLAMENTO PER L USO DEGLI AUTOMEZZI COMUNALI. CONSIGLIO COMUNALE C.C. N.14 del 23.07.2009: APPROVAZIONE REGOLAMENTO PER L USO DEGLI AUTOMEZZI COMUNALI. CONSIGLIO COMUNALE Premesso che l art. 7 del D.Lgs. n. 267/2000 e s.m.i, dispone che nel rispetto dei principi fissati

Dettagli

DETERMINAZIONE DEL SEGRETARIO GENERALE N. 296 DEL 01/06/2011. OGGETTO: Noleggio veicolo operativo ente camerale adesione convenzione Consip

DETERMINAZIONE DEL SEGRETARIO GENERALE N. 296 DEL 01/06/2011. OGGETTO: Noleggio veicolo operativo ente camerale adesione convenzione Consip DETERMINAZIONE DEL SEGRETARIO GENERALE N. 296 DEL 01/06/2011 OGGETTO: Noleggio veicolo operativo ente camerale adesione convenzione Consip IL SEGRETARIO GENERALE Visto l art. 21 comma 1, lett. B) dello

Dettagli

VERIFICA DEL PARCO AUTO CENSITO AL 2011

VERIFICA DEL PARCO AUTO CENSITO AL 2011 Chiudi Stato: Salvato in versione definitiva Credenziali non riconosciute o sessione scaduta, si prega di chiudere la finestra, grazie. 3 MONITORAGGIO DELLE AUTO DI SERVIZIO DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE

Dettagli

4 MONITORAGGIO SUI COSTI DELLE AUTO DI SERVIZIO DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE

4 MONITORAGGIO SUI COSTI DELLE AUTO DI SERVIZIO DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE Stato: Definitivo 4 MONITORAGGIO SUI COSTI DELLE AUTO DI SERVIZIO DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE PARCO AUTO CENSITO AL 2012 Tabella 1 Disponibilità di autovetture al 31/12/2012 La disponibilità di autovetture

Dettagli

4 MONITORAGGIO SUI COSTI DELLE AUTO DI SERVIZIO DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE

4 MONITORAGGIO SUI COSTI DELLE AUTO DI SERVIZIO DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE Stato: Definitivo 4 MONITORAGGIO SUI COSTI DELLE AUTO DI SERVIZIO DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE PARCO AUTO CENSITO AL 2012 Tabella 1 Disponibilità di autovetture al 31/12/2012 La disponibilità di autovetture

Dettagli

DISCIPLINARE UTILIZZO DELLE AUTO DI SERVIZIO E DI RAPPRESENTANZA DELLA PROVINCIA DI PISA

DISCIPLINARE UTILIZZO DELLE AUTO DI SERVIZIO E DI RAPPRESENTANZA DELLA PROVINCIA DI PISA DISCIPLINARE UTILIZZO DELLE AUTO DI SERVIZIO E DI RAPPRESENTANZA DELLA PROVINCIA DI PISA Art. 1 OGGETTO DEL DISCIPILINARE Il presente disciplinare individua i criteri generali per l uso delle autovetture

Dettagli

4 MONITORAGGIO SUI COSTI DELLE AUTO DI SERVIZIO DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE

4 MONITORAGGIO SUI COSTI DELLE AUTO DI SERVIZIO DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE Stato: Definitivo 4 MONITORAGGIO SUI COSTI DELLE AUTO DI SERVIZIO DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE PARCO AUTO CENSITO AL 2012 Tabella 1 Disponibilità di autovetture al 31/12/2012 La disponibilità di autovetture

Dettagli

CITTA' DI ALCAMO ************

CITTA' DI ALCAMO ************ ALLEGATO B CITTA' DI ALCAMO PROVINCIA DI TRAPANI ************ REGOLAMENTO SULL ORGANIZZAZIONE E RAZIONALIZZAZIONE DELL AUTOPARCO (allegato alla delibera di C.C. n. 92 del 21/7/2011) Art. 1 Principi generali

Dettagli

PIANO TRIENNALE DI RAZIONALIZZAZIONE DELLE SPESE DI FUNZIONAMENTO 2011-2013 RELAZIONE CONSUNTIVA ANNO 2013

PIANO TRIENNALE DI RAZIONALIZZAZIONE DELLE SPESE DI FUNZIONAMENTO 2011-2013 RELAZIONE CONSUNTIVA ANNO 2013 PIANO TRIENNALE DI RAZIONALIZZAZIONE DELLE SPESE DI FUNZIONAMENTO 2011-2013 RELAZIONE CONSUNTIVA ANNO 2013 La Legge Finanziaria 2008 (L. 244/2007) prevede all'art. 2, commi 594 e successivi che, ai fini

Dettagli

4 MONITORAGGIO SUI COSTI DELLE AUTO DI SERVIZIO DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE

4 MONITORAGGIO SUI COSTI DELLE AUTO DI SERVIZIO DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE Anagrafica Ente Stato: Definitivo 4 MONITORAGGIO SUI COSTI DELLE AUTO DI SERVIZIO DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE PARCO AUTO CENSITO AL 2012 Tabella 1 Disponibilità di autovetture al 31/12/2012 La disponibilità

Dettagli

3 MONITORAGGIO DELLE AUTO DI SERVIZIO DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE

3 MONITORAGGIO DELLE AUTO DI SERVIZIO DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE Anagrafica Ente CF: 8003009097 Tipologia: CAMERE DI COMMERCIO, INDUSTRIA, ARTIGIANATO E AGRICOLTURA Denominazione: CAMERA COMMERCIO INDUSTRIA, ARTIGIANATO E AGRICOLTURA DI ORISTANO Indirizzo: VIA CARDUCCI

Dettagli

AMMINISTRAZIONE PROVINCIALE DI REGGIO EMILIA. Indirizzo:

AMMINISTRAZIONE PROVINCIALE DI REGGIO EMILIA. Indirizzo: Monitoraggio generale delle vetture in dotazione alle pubbliche amministrazioni Aggiornamento dati all'anno 2010 (Direttiva n 6/2011 del Ministro per la Pubblica Am ministrazione e l'innovazione) Il presente

Dettagli

RICHIESTA CHIARIMENTI

RICHIESTA CHIARIMENTI Bando n. 1/2015: Procedura aperta per l affidamento del servizio di noleggio a lungo termine senza conducente, per n. 48 mesi, di autovetture e autoveicoli per uso promiscuo e per trasporto cose, a ridotto

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE E L UTILIZZO DEGLI AUTOMEZZI

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE E L UTILIZZO DEGLI AUTOMEZZI PROVINCIA DI LIVORNO REGOLAMENTO PER LA GESTIONE E L UTILIZZO DEGLI AUTOMEZZI Approvato con deliberazione del Consiglio Provinciale n. 68/27.06.2013 In vigore dal 1 agosto 2013 SOMMARIO Articolo 1 - Organizzazione

Dettagli

Comune di Colbordolo Provincia di Pesaro Urbino

Comune di Colbordolo Provincia di Pesaro Urbino Comune di Colbordolo Provincia di Pesaro Urbino PIANO TRIENNALE PER L INDIVIDUAZIONE DI MISURE FINALIZZATE ALLA RAZIONALIZZAZIONE DELL UTILIZZO DELLE DOTAZIONI STRUMENTALI ANCHE INFORMATICHE, DELLE AUTOVETTURE

Dettagli

REGOLAMENTO PER L USO DEGLI AUTOMEZZI COMUNALI APPROVATO

REGOLAMENTO PER L USO DEGLI AUTOMEZZI COMUNALI APPROVATO REGOLAMENTO PER L USO DEGLI AUTOMEZZI COMUNALI APPROVATO CON DELIBERA DI CONSIGLIO COMUNALE N. 13 DELL 08.04.2008 ARTICOLO 1 OGGETTO DEL REGOLAMENTO Il presente Regolamento disciplina la gestione e l uso

Dettagli

Regolamento sull organizzazione e funzionamento dell autoparco

Regolamento sull organizzazione e funzionamento dell autoparco COMUNE DI PISA Regolamento sull organizzazione e funzionamento dell autoparco (approvato con Deliberazione della G.C. n. 124 del 2009) Art. 1 - Principi generali e definizioni 1. Le presenti norme disciplinano

Dettagli

4 MONITORAGGIO SUI COSTI DELLE AUTO DI SERVIZIO DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE

4 MONITORAGGIO SUI COSTI DELLE AUTO DI SERVIZIO DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE Stato: Definitivo 4 MONITORAGGIO SUI COSTI DELLE AUTO DI SERVIZIO DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE PARCO AUTO CENSITO AL 2012 Tabella 1 Disponibilità di autovetture al 31/12/2012 La disponibilità di autovetture

Dettagli

4 MONITORAGGIO SUI COSTI DELLE AUTO DI SERVIZIO DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE

4 MONITORAGGIO SUI COSTI DELLE AUTO DI SERVIZIO DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE Stato: Definitivo 4 MONITORAGGIO SUI COSTI DELLE AUTO DI SERVIZIO DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE PARCO AUTO CENSITO AL 2012 Tabella 1 Disponibilità di autovetture al 31/12/2012 La disponibilità di autovetture

Dettagli

VERIFICA DEL PARCO AUTO CENSITO AL 2011

VERIFICA DEL PARCO AUTO CENSITO AL 2011 Chiudi Stato: Salvato in versione definitiva Credenziali non riconosciute o sessione scaduta, si prega di chiudere la finestra, grazie. 3 MONITORAGGIO DELLE AUTO DI SERVIZIO DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE

Dettagli

4 MONITORAGGIO SUI COSTI DELLE AUTO DI SERVIZIO DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE

4 MONITORAGGIO SUI COSTI DELLE AUTO DI SERVIZIO DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE Stato: Definitivo 4 MONITORAGGIO SUI COSTI DELLE AUTO DI SERVIZIO DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE PARCO AUTO CENSITO AL 2012 Tabella 1 Disponibilità di autovetture al 31/12/2012 La disponibilità di autovetture

Dettagli

Progetto di Mobilità Sostenibile per le Scuole Secondarie della Provincia di Livorno

Progetto di Mobilità Sostenibile per le Scuole Secondarie della Provincia di Livorno Progetto di Mobilità Sostenibile per le Scuole Secondarie della Provincia di Livorno 1. Premessa ed obiettivi Nel mese di marzo 2007 con il Piano d Azione Una politica energetica per l Europa, l Unione

Dettagli

Regolamento sull organizzazione e funzionamento dell autoparco

Regolamento sull organizzazione e funzionamento dell autoparco 1 COMUNE DI PISA Regolamento sull organizzazione e funzionamento dell autoparco (approvato con Deliberazione della G.C. n. 124 del 1/09/2009) 2 Art. 1 Principi generali e definizioni 1. Le presenti norme

Dettagli

Linee guida finalizzate all'attuazione dei processi di mobilita' sostenibile per il personale della Regione Piemonte.

Linee guida finalizzate all'attuazione dei processi di mobilita' sostenibile per il personale della Regione Piemonte. REGIONE PIEMONTE BU51 24/12/2015 Deliberazione della Giunta Regionale 30 novembre 2015, n. 38-2535 Linee guida finalizzate all'attuazione dei processi di mobilita' sostenibile per il personale della Regione

Dettagli

4 MONITORAGGIO SUI COSTI DELLE AUTO DI SERVIZIO DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE

4 MONITORAGGIO SUI COSTI DELLE AUTO DI SERVIZIO DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE Stato: Definitivo 4 MONITORAGGIO SUI COSTI DELLE AUTO DI SERVIZIO DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE PARCO AUTO CENSITO AL 2012 Tabella 1 Disponibilità di autovetture al 31/12/2012 La disponibilità di autovetture

Dettagli

A.S.I.S. Salernitana Reti ed Impianti S.p.A. Regolamento per la gestione degli automezzi aziendali

A.S.I.S. Salernitana Reti ed Impianti S.p.A. Regolamento per la gestione degli automezzi aziendali A.S.I.S. Salernitana Reti ed Impianti S.p.A. Regolamento per la gestione degli automezzi aziendali Art. 1 OGGETTO Il presente Regolamento definisce le responsabilità, le modalità per la gestione ed i controlli

Dettagli

GE.SE.CO. ARZACHENA SRL REGOLAMENTO PER USO AUTOMEZZI GE.SE.CO. ARZACHENA SRL MODALITÀ DI UTILIZZO DEL MEZZO PROPRIO PER RAGIONI DI SERVIZIO

GE.SE.CO. ARZACHENA SRL REGOLAMENTO PER USO AUTOMEZZI GE.SE.CO. ARZACHENA SRL MODALITÀ DI UTILIZZO DEL MEZZO PROPRIO PER RAGIONI DI SERVIZIO GE.SE.CO. ARZACHENA SRL REGOLAMENTO PER USO AUTOMEZZI GE.SE.CO. ARZACHENA SRL E MODALITÀ DI UTILIZZO DEL MEZZO PROPRIO PER RAGIONI DI SERVIZIO Approvato dal Consiglio di Amministrazione in data 24 gennaio

Dettagli

Innovative Fleet Management Solutions. Sistema dedicato alle specifiche esigenze dei Gestori di Flotte Aziendali

Innovative Fleet Management Solutions. Sistema dedicato alle specifiche esigenze dei Gestori di Flotte Aziendali Sistema dedicato alle specifiche esigenze dei Gestori di Flotte Aziendali Chi Siamo A fine 2012 le aziende toscane: - Proveco Srl presente da 25 anni sul mercato con sistemi informativi dedicati al mondo

Dettagli

Inserire (copiare e incollare) il codice di accesso ricevuto via email:

Inserire (copiare e incollare) il codice di accesso ricevuto via email: Direttiva n 6/2 Il presente questionario è finalizzato a rilevare le modalità di gestione finanziaria e logistica della flotta di rappresentanza e del parco macchine di servizio delle amministrazioni pubbliche

Dettagli

4 MONITORAGGIO SUI COSTI DELLE AUTO DI SERVIZIO DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE

4 MONITORAGGIO SUI COSTI DELLE AUTO DI SERVIZIO DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE Stato: Definitivo 4 MONITORAGGIO SUI COSTI DELLE AUTO DI SERVIZIO DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE PARCO AUTO CENSITO AL 2012 Tabella 1 Disponibilità di autovetture al 31/12/2012 La disponibilità di autovetture

Dettagli

Misure finalizzate al contenimento della spesa (Art. 2 commi 594-599 della L. 244/2007 Legge finanziaria 2008)

Misure finalizzate al contenimento della spesa (Art. 2 commi 594-599 della L. 244/2007 Legge finanziaria 2008) COMUNE DI CASTELLEONE Provincia di Cremona Allegato alla deliberazione G.C. n. 143 del 11/12/2009 Misure finalizzate al contenimento della spesa (Art. 2 commi 594-599 della L. 244/2007 Legge finanziaria

Dettagli

4 MONITORAGGIO SUI COSTI DELLE AUTO DI SERVIZIO DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE

4 MONITORAGGIO SUI COSTI DELLE AUTO DI SERVIZIO DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE Stato: Definitivo 4 MONITORAGGIO SUI COSTI DELLE AUTO DI SERVIZIO DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE PARCO AUTO CENSITO AL 2012 Tabella 1 Disponibilità di autovetture al 31/12/2012 La disponibilità di autovetture

Dettagli

il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti ha provveduto:

il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti ha provveduto: DELIBERAZIONE 22 GENNAIO 2015 10/2015/A ADESIONE DELL AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA IL GAS E IL SISTEMA IDRICO ALLA CONVENZIONE STIPULATA DALLA SOCIETÀ CONSIP S.P.A. PER IL NOLEGGIO DI UNA AUTOVETTURA

Dettagli

Procedura Gestione Settore Manutenzione

Procedura Gestione Settore Manutenzione Gestione Settore Manutenzione 7 Pag. 1 di 6 Rev. 00 del 30-03-2010 SOMMARIO 1. Scopo 2. Generalità 3. Applicabilità 4. Termini e Definizioni 5. Riferimenti 6. Responsabilità ed Aggiornamento 7. Modalità

Dettagli

Flotta di rappresentanza e del parco macchine di servizio Periodo di riferimento: anno 2010 N revisione: 1

Flotta di rappresentanza e del parco macchine di servizio Periodo di riferimento: anno 2010 N revisione: 1 SEZIONE I Consistenza del parco auto e assegnatari In questa sezione, come nelle seguenti, vengono rilevate esclusivamente le autovetture come definite dall art 54 del codice della strada: veicoli destinati

Dettagli

4 MONITORAGGIO SUI COSTI DELLE AUTO DI SERVIZIO DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE

4 MONITORAGGIO SUI COSTI DELLE AUTO DI SERVIZIO DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE Stato: Definitivo 4 MONITORAGGIO SUI COSTI DELLE AUTO DI SERVIZIO DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE PARCO AUTO CENSITO AL 2012 Tabella 1 Disponibilità di autovetture al 31/12/2012 La disponibilità di autovetture

Dettagli

Settore Gestione e Organizzazione Risorse Umane

Settore Gestione e Organizzazione Risorse Umane Settore Gestione e Organizzazione Risorse Umane REGOLAMENTO PER L USO DEI VEICOLI DELLA PROVINCIA DI BRESCIA REGOLAMENTO PER L USO DEI VEICOLI DELLA PROVINCIA DI BRESCIA. Art. 1 1. Il presente regolamento

Dettagli

Allegato alla delibera n. del

Allegato alla delibera n. del Allegato alla delibera n. del Articolo 1 Campo di applicazione II presente regolamento disciplina le modalità di gestione, impiego ed uso degli automezzi dell Azienda Sanitaria Provinciale di Vibo Valentia.

Dettagli

Ministero delle Attività Produttive

Ministero delle Attività Produttive Ministero delle Attività Produttive Decreto ministeriale 2 luglio 2003 n.183 : Regolamento concernente modifiche al decreto Ministeriale 17 luglio 1998, N 256, recante l attuazione dell articolo 1, comma

Dettagli

ARPAE Agenzia regionale per la prevenzione, l'ambiente e l energia dell'emilia - Romagna * * * Atti amministrativi

ARPAE Agenzia regionale per la prevenzione, l'ambiente e l energia dell'emilia - Romagna * * * Atti amministrativi ARPAE Agenzia regionale per la prevenzione, l'ambiente e l energia dell'emilia - Romagna * * * Atti amministrativi Determinazione dirigenziale n. DET-2016-87 del 01/02/2016 Oggetto Sezione di Forlì-Cesena.

Dettagli

disciplinare 2008.doc

disciplinare 2008.doc Comune di Pontedera DISCIPLINARE TECNICO RIGUARDANTE L EROGAZIONE DI INCENTIVI PER L ACQUISTO DI VEICOLI A BASSO IMPATTO AMBIENTALE E LA TRASFORMAZIONE A GAS DI VEICOLI INQUINANTI Anno 2008 1 Settore Pianificazione

Dettagli

Comune di Cattolica Provincia di Rimini

Comune di Cattolica Provincia di Rimini Comune di Cattolica Provincia di Rimini DETERMINAZIONE DEL COMANDANTE N. 764 DEL 06/10/2014 ACQUISTO AUTOMEZZO RENAULT CLIO PER IL SERVIZIO DI POLIZIA MUNICIPALE MUNITO DI KIT ALLESTIMENTO BASE E KIT ALLESTIMENTO

Dettagli

4 MONITORAGGIO SUI COSTI DELLE AUTO DI SERVIZIO DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE

4 MONITORAGGIO SUI COSTI DELLE AUTO DI SERVIZIO DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE Stato: Bozza 4 MONITORAGGIO SUI COSTI DELLE AUTO DI SERVIZIO DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE PARCO AUTO CENSITO AL 2012 Tabella 1 Disponibilità di autovetture al 31/12/2012 La disponibilità di autovetture

Dettagli

REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DI MEZZI DI TRASPORTO E MODALITÀ DI RIMBORSO DELLE SPESE DI VIAGGIO

REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DI MEZZI DI TRASPORTO E MODALITÀ DI RIMBORSO DELLE SPESE DI VIAGGIO REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DI MEZZI DI TRASPORTO E MODALITÀ DI RIMBORSO DELLE SPESE DI VIAGGIO Art. 1 Definizione di trasferta, attività di servizio e di rimborso spese 1. Per trasferta si intende l'attività

Dettagli

4 MONITORAGGIO SUI COSTI DELLE AUTO DI SERVIZIO DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE

4 MONITORAGGIO SUI COSTI DELLE AUTO DI SERVIZIO DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE Stato: Definitivo 4 MONITORAGGIO SUI COSTI DELLE AUTO DI SERVIZIO DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE PARCO AUTO CENSITO AL 2012 Tabella 1 Disponibilità di autovetture al 31/12/2012 La disponibilità di autovetture

Dettagli

COMUNE DI SERDIANA Provincia di Cagliari REGOLAMENTO UTILIZZO PARCO AUTO COMUNALE. (Regolamento approvato con deliberazione C.C. n. 32 del 6.08.

COMUNE DI SERDIANA Provincia di Cagliari REGOLAMENTO UTILIZZO PARCO AUTO COMUNALE. (Regolamento approvato con deliberazione C.C. n. 32 del 6.08. COMUNE DI SERDIANA Provincia di Cagliari REGOLAMENTO UTILIZZO PARCO AUTO COMUNALE (Regolamento approvato con deliberazione C.C. n. 32 del 6.08.2010) Art. 1 Oggetto Il presente regolamento disciplina la

Dettagli

COMUNE DI MELITO DI NAPOLI

COMUNE DI MELITO DI NAPOLI INDICE ART. 1 - FINALITÀ E CONTENUTO DEL REGOLAMENTO ART. 2 - ORGANIZZAZIONE ART. 3 - GESTIONE DEI VEICOLI E RELATIVE RESPONSABILITÀ ART. 4 - USO DEI VEICOLI CON PERSONALE AUTISTA ART. 5 - MODALITÀ DI

Dettagli

Giunta Camerale Deliberazione n. 184 del 13.11.2008

Giunta Camerale Deliberazione n. 184 del 13.11.2008 = LEGGE FINANZIARIA 2008: DETERMINAZIONI IN MERITO AL PIANO TRIENNALE RAZIONALIZZAZIONE SPESE. Il Presidente ricorda che la legge 24 dicembre 2007 n. 244 (legge finanziaria 2008) all art.2 dispone che:

Dettagli

4 MONITORAGGIO SUI COSTI DELLE AUTO DI SERVIZIO DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE

4 MONITORAGGIO SUI COSTI DELLE AUTO DI SERVIZIO DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE Anagrafica Ente Stato: Definitivo 4 MONITORAGGIO SUI COSTI DELLE AUTO DI SERVIZIO DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE PARCO AUTO CENSITO AL 2012 Tabella 1 Disponibilità di autovetture al 31/12/2012 La disponibilità

Dettagli

LA CORPORATE CAR POLICY. Ermanno Molinari Direttore Marketing Econometrica e Segretario Generale A.I.A.G.A.

LA CORPORATE CAR POLICY. Ermanno Molinari Direttore Marketing Econometrica e Segretario Generale A.I.A.G.A. Ermanno Molinari Direttore Marketing Econometrica e Segretario Generale A.I.A.G.A. 1. INTRODUZIONE Il documento di Car Policy aziendale: definisce i criteri di utilizzo ed assegnazione ai dipendenti dell

Dettagli