Castello di S. Giovanni Ilarione. 28ª Mostra delle Ciliegie. Sabato 24 giugno ore Apertura giochi con due maxigonfiabili per bambini e ragazzi.

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Castello di S. Giovanni Ilarione. 28ª Mostra delle Ciliegie. Sabato 24 giugno ore 20.00 Apertura giochi con due maxigonfiabili per bambini e ragazzi."

Transcript

1 l Alpone Autorizz. del Tribunale di Verona del 3 luglio R.S Sped. in abbonamento Post. - 45% art. 2 comma 20/b legge 662/96 - Filiale di Verona da Verona C.M.P. - 50% - Trimestrale di informazione e cultura - Anno 21 - N. 2 - Giugno Recapito a cura dell Ente Poste Italiane Pro Loco San Giovanni Ilarione (VR) Anno 21 - N. 2 Giugno 2006 MARCINELLE, LA FORZA DEL RICORDO La voce del Presidente Abbiamo fatto il giro di boa, è già trascorso un anno da quando è stato eletto il nuovo Consiglio della Pro Loco, anche se le cose fatte, ma soprattutto quelle ancora da fare, sono numerosissime sembra che il tempo sia volato! Siamo riusciti a svolgere il compito assegnatoci, pur se con qualche difficoltà, grazie soprattutto alla cooperazione delle diverse Associazioni che in più occasioni ci sono state vicine e hanno contribuito al buon esito delle diverse manifestazioni. San Giovanni, fortunatamente, è un paese ricco di tradizione. Innumerevoli sono le occasioni per la collettività di ritrovarsi in luoghi di aggregazione, come le piazze o le contrade, per sentire quello spirito di appartenenza alla medesima comunità. Ogni frazione, ricca di una sua identità, si lascia scoprire e conoscere attraverso le feste patronali o le diverse Sagre, una per ogni stagione direi. Diversi sono anche i servizi resi ai cittadini. Il più noto è certamente quello della piazzetta ecologica, ma ancora la Pro Loco gestisce il mercato cereasicolo, le pubblicazioni di San Giovanni Ilarione, come la nuova rubrica telefonica comunale che presto sarà realizzata. L uscita di questo stesso giornale, che grazie all impegno e al lavoro della sua redazione arriva puntuale nelle vostre case e in quelle di molti nostri concittadini tanto lontani (Canada, Argentina, Germania ecc...) eppur ancora così intimamente legati alle stesse radici! Abbiamo realizzato tutti i compiti affidatici, alcune volte con delle difficoltà economiche, che siamo riusciti a superare grazie a qualche coraggiosa rinuncia, come le luminarie lo scorso Natale. Tanto ancora resta da fare, soprattutto per il mondo giovanile e per le attività del tempo libero: corsi di lingua, di pittura, incontri musicali che mettano in luce la realtà delle band underground che oggi stanno tornando. E ancora spazi per la danza, il teatro e l arte in tutte le sue diverse espressioni... Un mondo di giovani troppo spesso così lontani dalle istituzioni e dalla realtà associativa del loro paese, tanto da sentirsi degli estranei. Che quindi non trovano la giusta dimensione per far capire chi sono, e quanta sia la voglia di comunicarcelo...credo che abbiano molto da dare questi nostri ragazzi, bisogna però trovare il modo di creare un ponte, farli sentire più coinvolti in tutto quello che accade attorno alla loro vita, ogni giorno. Rivolgo dunque un caloroso invito a tutti coloro che avessero voglia, creatività ed energia da dare, noi siamo sempre disponibili e convinti che insieme possiamo fare grandi cose. Mi auguro che il cammino sia ancora lungo e prosperoso. Ogni cambiamento è una sfida, e a noi piace il rischio. PRESIDENTE PRO LOCO VALERIA GECCHELE S..S. VITA NON GETTARE IL TUO BAMBINO: TELEFONA!! Sede S.O.S. di San Giovanni: Piazza Martiri, 1 In occasione della Giornata dell emigrante, lo scorso 22 aprile si è tenuto a Verona presso l Auditorium dell Ente Fiera un convegno per ricordare la immane tragedia di Marcinelle, attraverso le testimonianze di coloro che 50 anni fa vissero in prima persona quelle vicende. Moltissimi sono stati i veronesi delle nostre vallate che, nel dopoguerra, si sono visti costretti ad emigrare per trovare un lavoro che in Italia non c era; ed i lavori che venivano loro offerti erano i più duri ed insani, come appunto il lavoro del minatore. Molti di loro si sono costruiti una famiglia in Belgio e lì sono poi rimasti; altri invece, raggiunta la pensione, sono tornati in Italia. Anche la nostra comunità ha voluto essere presente e, guidata da Augusto Gambaretto presidente del Circolo ex emigranti di San Giovanni Ilarione, ha organizzato un pullman per accompagnare la nostra gente a questo importante appuntamento. Erano presenti all incontro anche gli ultimi nostri concittadini ex minatori di Marcinelle ancora viventi: Luigi Arvotti e Antonio Damini (sfuggito quest ultimo all incidente di Marcinelle perché in quei giorni era in vacanza in Italia), che si sono ritrovati con Vittorio Dal Gal, minatore originario di Villafranca, scampato pure lui dalla tragedia di Marcinelle solo perché la tragedia avvenne di mat- Castello di S. Giovanni Ilarione giugno Sagra di San Giovanni Battista 28ª Mostra delle Ciliegie Sabato 24 giugno ore Apertura giochi con due maxigonfiabili per bambini e ragazzi. ore Domenica 25 giugno Serata di musica all aperto con il duo BodyLuke ore S. Messa solenne ore Consegna ciliegie per la Mostra ore Giochi all aperto per ragazzi con grande scivolo gonfiabile ore Apertura al pubblico della 28ª Mostra provinciale delle ciliegie con ciliegie gratis per tutti ore Concerto della Banda G. Verdi di Montecchia di Crosara e San Giovanni Ilarione ore Premiazione della 28ª Mostra delle ciliegie ore Esibizione della Scuola di Danza Energy Studio di Federico Gallo ore Serata di ballo liscio con l orchestra spettacolo Tony Franzoni SandraDurante la manifestazione funzioneranno fornitissimi chioschi enogastronomici Pesca di Beneficenza Tutte le iniziative avranno luogo all interno degli impianti parrocchiali. I PRIMI 200 ANNI DELLA CHIESA DI SAN GIOVANNI ILARIONE - CASTELLO Come già annunciato nel numero precedente, la chiesa di Castello celebra quest anno i 200 anni dalla posa della prima pietra: si tratta di un avvenimento che interessa tutto il paese, in quanto la chiesa storicamente è stata, fino all erezione della parrocchia di S. Caterina in Villa, la chiesa parrocchiale di tutta San Giovanni Ilarione. Per festeggiare degnamente l avvenimento verrà pubblicata una guida che illustrerà i due secoli di storia dell edificio, le sue opere artistiche, la sua collocazione sul territorio e una ricostruzione attendibile e documentata della chiesa precedente. tina e lui era stato assegnato al turno di notte. Dal Gal è attualmente il presidente dell associazione ex minatori del Bois du Cazier, quel pozzo in cui l 8 agosto di 50 anni fa morirono 262 persone, di cui 136 italiani. L incontro fra gli ex minatori ha suscitato momenti di vera commozione al ricordo della vita vissuta nel ventre della terra a 1500 metri di profondità fra polvere di carbone e silicio che minavano irreparabilmente la loro salute. A rendere onore a questi Caduti del lavoro lontano dall Italia, ci hanno pensato anche gli organizzatori del Giro d Italia di ciclismo, programmando quattro tappe fuori dai confini nazionali in Vallonia, una regione in cui vivono 280 mila persone di origine italiana; domenica 7 maggio scorso la carovana rosa ha fatto tappa a Marcinelle. Il raduno ha lasciato nel cuore di tutti un messaggio di autentica solidarietà verso coloro che nei momenti difficili di un Italia da poco uscita dalla guerra, per poter dare un reddito alle proprie famiglie e contribuire a risollevare la situazione economica nazionale, si sono sacrificati anche negli affetti lasciando la famiglia e recandosi in un Paese straniero; e nel caso dei lavoratori della mina questo malsano lavoro ha compromesso in modo irreversibile la loro salute e spesso li ha costretti a vivere gli ultimi anni di vita in compagnia di una bombola di ossigeno. ANGELO PANDOLFO Famiglia: risorsa o problema? Serata delle grandi occasioni al teatro parrocchiale, per accogliere l onorevole Luisa Santolini, per dieci anni presidente del forum nazionale delle Associazioni Familiari: movimento volto a promuovere la solidarietà tra i nuclei familiari italiani ed aiutarli nel far quadrare i conti a fine mese, tramite 1 ottenimento di agevolazioni dal governo italiano. Al posto della Santolini, il dott. Roberto Bolzonaro, suo fidato braccio destro, visto che l onorevole è stata trattenuta a Roma per un serio problema familiare, quasi ad avvalorare la concezione propria della Santolini, riguardo la famiglia. Una rappresentante del forum ma, prima di tutto, una donna che mette la parentela al primo posto. segue a pag. 2 ALL INTERNO Pag. 2 - L intervista: Claudio Pozza Pag. 3 - Il dinosauro Ciro Pag. 5 - La Rosa Bianca Pag L Amministrazione comunale informa Pag. 8 - Nuova Ambulanza Pag Guido Gecchele

2 L ALPONE 2 L INTERVISTA Claudio Pozza: una vita tra le pentole Avevo sedici anni... ma dopo un anno e mezzo circa di manovia in un calzaturificio di San Giovanni mi sono accorto che quel lavoro non faceva per me... e ho deciso di cercare fortuna altrove. Con queste parole Claudio Pozza, cinquantadue anni, ricorda i suoi esordi nel mondo del lavoro. Da venticinque anni gestisce, insieme alla moglie Anna, il ristorante Da Claudio di Castello. I cinque lustri di attività sono stati festeggiati alla grande e anche il nostro giornale ha riservato uno spazio adeguato in uno degli ultimi numeri. Erano quelli i mitici anni settanta quando l industria calzaturiera andava a gonfie vele e quando, finita la terza media, per moltissimi giovani del paese si apriva la porta della fabbrica e un posto in manovia era assicurato. Non solo, ma era anche un fiorire continuo di aziende famigliari che davano vita ad un indotto di notevole portata.claudio non si è lasciato trasportare dalla corrente... Perché questa scelta... controcorrente? Forse per vocazione. Io ho sempre privilegiato il rapporto con le persone più che con le cose. Lasciata la fabbrica ho trovato lavoro, come cameriere, in un ristorante di Vicenza. L attività mi piaceva, ma non mi sentivo ancora appagato. Il mio spirito reclamava ancora qualcosa. Mi affascinavano gli ambienti frequentati da tante persone... il mio pensiero andava agli autogrill delle autostrade, in quel tempo gestiti dalla Pavesi... Continui pure! Inizialmente fui assunto come barista con contratto stagionale ma, ben presto, confermato a tempo pieno. A Novara mi è stata offerta la possibilità di frequentare, come dipendente, un corso per cuochi. Conseguito il titolo, dopo un anno di tirocinio, sono stato assunto stabilmente Era l anno 1946, quando mio padre, Lovato Giovanni, emigrò in Belgio. In quegli anni, subito dopo la guerra, il lavoro in mina rappresentò per molti italiani l unica alternativa possibile ad una vita già provata e carica di stenti. Nel 1947 anche mia madre lo seguì, portandosi appresso 5 figli. Io nacqui l anno seguente, a Charleroi. Abitavamo in una discreta casetta costruita con mattoni rossi, detti briques che, a causa della polvere di carbone, avevano ormai assunto il colore nero, come nera era anche tutta Charleroi, soprannominata pays-noir. Vi era un unico rubinetto con acqua corrente per casa, il bagno, situato all esterno, dava su un piccolo cortile, in cui ero solita giocare con le compagne di scuola. Mio padre lavorava alla miniera n 25, a Cuillet; mi ricordo che quando rientrava a casa la sera, dopo un intera giornata trascorsa in mina, aveva gomiti e ginocchia sbucciati, la schiena a pezzi. Consapevole e testimone degli sforzi che il duro lavoro comportava, aveva proibito ai miei fratelli di lavorare in miniera; ogni giorno, prima che ognuno di noi uscisse di casa per andare a scuola o al lavoro, ripeteva: Comportatevi sempre come cuoco. Da allora è iniziata la vera avventura della vita. Da un motel all altro, come jolly in sostituzione dei colleghi assenti. Per me era già il massimo quando... Quando...? Quando, nell autogrilì di Cantagallo, nel bolognese, ho incontrato il proprietario del ristorante che mi ha prospettato la possibilità di subentrare al precedente gestore. Per la verità, avevo cominciato a provare anche un po di nostalgia per il mio paese. Da qui la decisione di mettermi in proprio affittando l intera struttura dove ho messo alla prova la mia creatività culinaria, ormai da più di venticinque anni. Vogliamo descriverne le caratteristiche? In cucina ci alterniamo, mia moglie ed io, e ci integriamo bene. Ognuno di noi sa fare meglio dell altro certe specialità e così cerchiamo di soddisfare i gusti dei clienti. Qualche volta ci offre qualificata e preziosa consulenza anche nostro figlio Paolo, 23 anni e un diploma di scuola alberghiera alle spalle, attualmente in servizio, anche lui come cuoco, a Desenzano del Garda presso il ristorante Villa Feltrinelli. In aggiunta alla ristorazione teniamo in funzione il bar. Le vostre specialità? Il nostro fiore all occhiello è il bollito misto con la pearà, specialità tipica veronese che noi abbiamo la presunzione di offrire sulla base di Marcinelle: la forza del ricordo testimonianza di una emigrante in Belgio Lavoro in miniera n. 25 a Couillet. Lovato Giovanni bene. E ricordatevi che qui siamo a casa degli altri.... Io ero troppo piccola per capire quelle parole e, ingenuamente, ne chiedevo sempre a mia mamma il significato. Forse era perché, essendo nata in Belgio ed avendovi trascorso i primi 18 anni di gioventù, ero l unica della famiglia a sentirmi meno straniera in quel paese, che tanto ci aveva dato, ma che tanto ci aveva anche tolto. Non erano infatti rare le occasioni in cui gli abitanti del posto ci ricordavano che eravamo immigrati, gente diversa, da trattare quindi in modo diverso. A volte lo schiocco delle parole risuonava più forte di quello degli schiaffi. Avevo 8 anni quando successe la tragedia al Bois du Cazier; i ricordi che serbo a riguardo non sono perciò così nitidi. In quella mattina d agosto sentii un trambusto, un vociferare confuso, grida e pianti che provenivano dalla strada. Dal largo marciapiede antistante la mia casa, vidi del fumo salire in cielo dai castelletti del Bois du Cazier. La miniera distava, in linea d aria, 2-3 km. Non capii subito di cosa si trattasse, ero troppo piccola. ma riuscii a percepire la gra- un notevole standard di qualità. Lo testimonia la fedeltà dei nostri clienti. Un altro piatto forte è la polenta e osei. In seguito alle restrizioni imposte dalla normativa vigente sulla caccia ha subito un rilevante ridimensionamento, ma certa selvaggina si può sempre acquistare nei supermercati. Su richiesta della clientela è sempre possibile una cena tutta a base di pesce. La vostra clientela? In prevalenza lavoriamo il sabato e la domenica (turno di chiusura il martedì) con compagnie e gruppi su prenotazione. E, poi, battesimi, cresime, anniversari vari. Quanto alla provenienza, si tratta di gruppi e famiglie di San Giovanni o dei paesi viciniori come Vestananova, Montecchia e Chiampo... purtroppo qui non siamo in autostrada. La congiuntura economica in atto, in quale misura ha influito sulla vostra attività? In misura rilevante! Quello della ristorazione, soprattutto nei piccoli paesi, è il settore che risente maggiormente della crisi economica in atto. Quando la gente teme per il posto di lavoro non pensa ad altro. Agli inizi, ma anche fino a pochi anni fa, c era il problema del superlavoro. Non si riusciva ad accontentare tutti. Oggi, come ho già detto, lavoriamo quasi esclusivamente di sabato e domenica. Ma raramente con il tutto esaurito... DELIO VICENTINI vità dell accaduto dall espressione di terrore impressa nei visi delle persone che mi circondavano, e che correndo di qua e di là, urlavano dalla disperazione. A settembre, quando ritornai a scuola, mi resi conto di quanti miei compagni erano rimasti orfani; e ancora una volta, ringraziai Dio per non aver sacrificato mio padre. La tragedia ci toccò tutti da vicino e quell aria rimase intrisa di dolore e disperazione per i molti anni che seguirono. Ritornammo in Italia nel 1967; venti anni dopo mio padre morì, vittima anch egli di quella compagna che tutti i minatori si portarono appresso, la silicosi. Ma non serbo solo brutti ricordi di quegli anni trascorsi in Belgio; da quell esperienza ho tratto molte lezioni di vita. L unica amarezza che serbo nel cuore è la constatazione che, finché risiedevo in Belgio, tutto mi sembrava così normale, così ovvio; prima del rientro in Italia, non ero a conoscenza di un altro mondo e perciò non sono mai stata in grado di rendermi conto a quale sacrificio e a quali sforzi si sottoponesse mio padre per mantenere la famiglia. Ed è anche per questo che, con il presente articolo, riporto questa foto, che ritrae Giovanni Lovato durante il quotidiano lavoro in mina, affinché possa ricordare, in ogni momento, il sacrificio e la dignità di tutti i minatori. DINA LOVATO segue da pag. 1 famiglia: risorsa o problema? Un pieno rispetto della tradizione e del sacro ed eterno valore della famiglia. Proprio Bolzonaro, infatti, lamenta delle critiche fatte nei suoi confronti riguardanti un eccessivo familismo, ovvero uno stentato appiglio ad una visione conservatrice della famiglia. L incontro si snocciola intorno alla domanda provocatoria Famiglia: risorsa o problema?. Guardando i tassi di natalità, la famiglia italiana risulta in crisi, portando la medaglia d argento della denatalità. Al primo posto la cattolica e, oggi socialista, Spagna. Sta di fatto che, dagli anni 70, l Italia è interessata da una scarsa natalità. Tanto che, fra dieci anni, si pronosticano 10 milioni di italiani in meno, che causeranno il problema della sopravvivenza della società intera. Intanto, comunque, il numero di figli per donna ha subito un aumento dal 1,2 al 1,3. Ma l euro e la politica economica, degli ultimi anni, hanno giocato contro la famiglia media italiana. I prezzi aumentano e le coppie, sposate o meno, si ritrovano a dover stabilire a tavolino i figli da procreare, gettando un occhiata alle risorse e alle sicurezze che si possono dare alla prole. Nonostante, infatti, che la famiglia, secondo la costituzione italiana, abbia l obbligo di educare e mantenere i figli, perché membri della società italiana, il regime di detrazione applicato alla tasse, secondo il reddito complessivo dei congiunti, toglie soltanto una cifra esigua di 2000 euro, contro i 6000 euro, detratti alle famiglie in Germania. Per non parlare degli scarsi servizi offerti alle famiglie; alle bollette dell acqua e della luce che tolgono, annualmente, ad una famiglia media di quattro membri, 1000 euro; uguale, d altronde, alla somma data dal governo per il primo figlio. Lo scopo delle Ass. Familiari è creare una rete capillare in tutto il territorio nazionale, in cui venga assicurato l appoggio emotivo tra le singole famiglie, nell obbediente osservanza della enciclica papale che, nel sunto, sostiene l indifferenza come la carnefice della famiglia. L isolamento crea devianza e cittadini fortemente pericolosi per l intera società. I figli, infatti, sono di tutti; la responsabilità verso di loro appartiene a tutta la comunità. Bisogna agevolare le famiglie con appropriate politiche familiari locali, partendo dai comuni incita Bolzonaro, lanciando sguardi maliziosi al sindaco, che raggiungono l apice con la domanda a bruciapelo, ma, del tutto programmata, sull esistenza di politiche familiari locali a San Giovanni Ilarione. Il no sbiascicato del sindaco viene seguito da una serie di lamentele verso i tagli imposti dal governo per le iniziative comunali: esempio lampante il taglio di fondo indirizzato all asilo nido comunale. Il pubblico si ritrova a passare dallo sbigottimento al fastidio, poiché la situazione descritta, a livello politico-economico è grave; anche se la velata intenzione di trasformare 1 incontro in comizio politico, viene alla luce del sole, con continue frecciatine a tutto quello che Ruini definirebbe la devastazione della famiglia tradizionale. Una lamentela del pubblico si riferisce al cattivo insegnamento della televisione nei confronti della famiglia; anche se il giornalista Biagi ribadisce come la televisione abbia il semplice compito di intrattenere. Ai genitori spetta l educazione. Tesi parzialmente condivisa da Bolzonaro che, però, vede un eccessivo nemico alla famiglia nel presidente dell Arcigay, che tiene un incontro a scuola sull orgoglio dell omosessualità, rispetto a fatti più pesanti, come una politica anti-famiglia, portata avanti negli ultimi anni. D altra parte, non dovrebbe essere la famiglia tradizionale ad educare sui sacri valori, primi fra tutti la libertà di esistere, semplicemente, per come si è? ROBERTA COSTANTINI SAGRA DI S. BENEDETTO ABATE 8-9 Luglio 2006 SABATO 8 LUGLIO ore Apertura chioschi ore Disco R.S.B. con dj Silvano DOMENICA 9 LUGLIO ore ore ore ore ore ore S. Messa cantata dal coro di Cattignano Iscrizione gara Mini Moto su circuito chiuso - aperto a tutti Inizio gara Premiazione gara Serata danzante con Benny e Vivetta dei Molino del Po Spettacolo pirotecnico Augurandoci che l Italia riesca a superare i suoi avversari ed arrivare in finale seguiremo la partita con un maxi schermo. Coscritti classe 1941 in festa, sessantacinque anni ben vissuti.

3 Protezione ambientale e civile Verona Gruppo di San Giovanni Ilarione Finalmente anche la protezione civile di San Giovanni Ilarione è dotata di un fuoristrada, predisposto per interventi di antincendio boschivo oltre che per le altre emergenze. Il mezzo è stato acquistato con il contributo della Regione Veneto e del nostro Comune. Il 26 marzo durante la Santa Messa delle 10.30, presso la chiesa parrocchiale di Santa Caterina in Villa, è avvenuta la consegna ufficiale da parte del Sindaco e la benedizione del mezzo. In quella occasione erano presenti anche l Assessore Regionale e provinciale della protezione civile, il vice presidente della nostra associazione e tutti i volontari del gruppo lo- cale. Alla cerimonia religiosa presieduta dal parroco Don Elio Nizzero e ai discorsi delle autorità intervenute è seguito un momento conviviale. La protezione civile di San Giovanni Ilarione auspica di inserirsi in modo proficuo nei territorio intervenendo alle varie iniziative della comunità ed essendo presenti tempestivamente e con le dovute competenze, nelle emergenze e, in genere, nelle situazioni di disagio. A tal proposito ricordiamo la nostra partecipazione, unitamente ai volontari della Croce rossa, alla prova di evacuazione della scuola secondaria di primo grado Mario Marcazzan simulando un evento calamitoso. I nostri volontari si sono adoperati alla messa in sicurezza dell edificio e all allestimento di una tenda ministeriale come campo base di primo soccorso. L esperienza si è rivelata un positivo momento di verifica per noi e un significativo momento educativo per i ragazzi. La nostra disponibilità è aperta a tutti. PROTEZIONE AMBIENTALE CIVILE DI VERONA GRUPPO DI S. GIOVANNI ILARIONE Enrico Zanchi: colui che ci salverà dal terremoto? Dopo varie suppliche e incitamenti, sono riuscita a convincere il futuro scienziato di San Giovanni Ilarione, a rendere noi, estranei alle materie scientifiche, protagonisti di un eclatante esperienza, che ha portato Enrico Zanchi alla ribalta del gossip ilarionese, come nuova speranza della scienza. Il nostro giovine si è macchiato di una vittoria importante, a livello per ora regionale, in campo scientifico. Il concorso, partito nelle classi seconde dell Istituto Magistrale Guarino Veronese, dove Enrico frequenta il liceo scientifico, lo ha portato a gareggiare con gli altri suoi compagni d Istituto, dopo essersi aggiudicato un dieci nel compito in classe, inerente la fotosintesi clorofilliana ed altri, sicuramente, illustri argomenti scientifici. La successiva tappa è stata a Venezia, dove Enrico, sfidandosi con i finalisti delle altre scuole della regione, si è classificato secondo, a pari merito con altri due concorrenti. Intanto la prof. di Scienze, Tebaldi Silvana, lo tartassa quotidianamente con la raccomandazione proverbiale Mi raccomando, studia!, gridata, infilando la testa in classe e lanciando un urlo acuto per farsi ben sentire. E mentre 1 interessato scrolla le spalle e, con modestia, precisa che tutto questo non è niente di che, visto l inezia dei minuti passati a studiare, tutti gli altri sono pronti a scommettere sulla sua carriera nel campo scientifico. Se gli si chiede quali sono i suoi progetti, lui risponde con boh, non so.... Qualcosa a che fare con la scienza, forse? provo a buttare, casualmente, lì. Sì, forse.... continuerò con la scienza. Ho intenzione di fare ingegneria. Forse diverrò biologo o... sismologo (?). Aldilà della chiara incertezza del ragazzo, forse, un giorno, permettetemi il romanticismo scadente, prima di una scossa sismica provocata dalla frattura che attraversa tutto il nostro paesino e il crollo rovinoso dei basalti colonnari, ci sarà lui a far sgombrare la gente ilarionese, a bordo della jeep, che tutti i geologi e sismologhi, degni di rispetto, possiedono. Dopo aver dimostrato la mia più pura costernazione nell apprendere che il tempo passato sui libri è stato pari a zero, Enrico irrompe in una risata imbarazzata, cui fa seguire Studio, studio, Se no... però... ricordo dalle medie... eh. Dopo alcuni minuti di analisi scientifica dell intervistato, questo rompe il silenzio. Ma steto scrivendo tutto quelo che digo?! Eh, sì... il ragazzo ha un vero e proprio intuito scientifico. Scherzi a parte... ossequi ad Enrico ed ai suoi neuroni scientifici. ROBERTA COSTANTINI L ALPONE 3 Alzheimer-Monscleda Attività di formazione ed informazione Si è concluso nei giorni scorsi a Montecchia di Crosara, il Corso di formazione sulle attività domiciliari e controllo dei disturbi comportamentali. Se il successo di una iniziativa si può misurare anche dal numero dei partecipanti, si potrebbe dire che questa iniziativa ha incontrato un alto interesse; infatti i partecipanti sono stati 6O, provenienti da Montecchia, Roncà, S. Giovanni, Vestenanova, Caldiero, Colognola, Badia, S. Bortolo, Monteforte, Belfiore, Arcole, S. Bonifacio, Lonigo, Soave, Arzignano. Sono familiari, volontari, operatori e interessati a vario titolo. Un ringraziamento particolare all Assessorato provinciale alla famiglia, istruzione, servizi sociali e pari opportunità che ha finanziato il progetto. L Associazione Alzheimer Italia di Verona ne è stata promotrice con altre associazioni provinciali di volontariato. La partecipazione al corso, così numericamente sentita e distribuita in tutto il nostro territorio, fa sperare che ci possa essere una continuità di iniziative e proposte anche a livello di volontariato, in modo che il bagaglio culturale e umano non vada perduto. Lo scopo fondamentale del corso, in ogni caso, è quello di dare informazione e supporto sulla patologia per cui è stato organizzato. Anche a questo scopo gli organizzatori hanno cercato docenti di altro profilo professionale e umano. Ringraziamo tutte le persone che con impegno hanno aderito al corso, dimostrando interesse verso il tema, nella speranza che ci sia una ricaduta concreta di aiuto e di sollievo particolarmente alle famiglie che risentono a vario livello di questa patologia. GIUSTINA DALLA FINA Il Dinosauro Ciro sbarca a Milano Viva soddisfazione e commozione da parte del paleontologo dilettante Giovanni Todesco alla notizia che Ciro il piccolo dinosauro da lui scoperto in compagnia del cognato Giovanni Gecchele a Pietraroja (BN) nel lontano 1980, trasloca, sia pur temporaneamente, al museo di storia naturale di Milano. Gli organizzatori Cristiano Dal Sasso e Giorgio Terlizzi infatti hanno chiesto ed ottenuto il prezioso fossile dalla sovrintendenza di Salerno per poterlo esporre, gemma in prima vista, al centro di un ampio salone e contornato da una corona di altri fossili di Pietraroja. La mostra è stata intitolata esplicitamente UN PICCOLO GRANDE DINOSAURO ed hanno voluto come invitato in prima fila il suo scopritore, all apertura dell inaugurazione. La scoperta di questo piccolo rettile, di circa 113 milioni di anni e che rappresenta probabilmente la più importante di tutto il millennio in campo della paleontologia, ha rivoluzionato lo studio della storia dell Italia, sia per l emersione della terra dall acqua, sia per quanto evidenziato dalle partì molli del protagonista fossile: le sue parti molli (intestino, esofago...) sono miniere di informazioni scientifiche. Giovanni Todesco sorridente ed emozionato davanti al suo Ciro. Invidiatoci da tutto il mondo perché pezzo unico di queste dimensioni, la mostra rappresenta una ghiotta occasione per poterlo visitare, per organizzare visite didattiche, corollario magari di un piano di studio. Questo piccolo e simpatico rettile rimarrà esposto, infatti, dal 5 maggio 2006 al 5 maggio Lo scopritore Todesco, figura nota per i suoi interventi nelle varie scuole sull argomento, ben volentieri si presta a far da guida ai gruppi che volessero osservare con propri occhi questo piccolo tesoro. Quando si son presentati con la valigetta ed hanno estratto il piccolo Ciro l intensa emozione mi ha ammutolito per alcuni minuti, son tornato indietro nel lontano La scoperta di questo fossile ha non poco condizionato la vita al nostro concittadino. Alla soddisfazione iniziale si sono succedute grane legali, accuse di furto archeologico, dalle quali è uscito pienamente riabilitato, ma quello che è più inquietante è il fatto che nessuno ha voluto riconoscergli la paternità di cotanta scoperta. Per difendere i propri diritti e per reclamare quanto dovuto Gianni Todesco ha avviato una procedura nei confronti della sovrintendenza di Salerno, competente per territorio ed alla quale aveva consegnato il reperto fossile senza riuscire ad ottenerne neppure un calco. Ora si spera ottenga giustizia e tutti glielo augurano di cuore. Auspichiamo inoltre che questo genio infaticabile ed acuto, che alla luce riportò testimonianza viva d antichi tempi, su cui l oblio stendeva le atre sue ali possa ancora stupire il mondo con nuove scoperte, si veda riconosciuta la paternità di Ciro e magari la nostra Amministrazione comunale operi un gemellaggio con il Comune di Pietraroja, al fine di valorizzare sempre più il campo scientifico. È la speranza di tutti. GIANNI SARTORI Agenzia Immobiliare Studio di Consulenza refrigerazione concessionario Marcazzan geom. Luciano mediatore professionista ruolo 2155, perito ed esperto ruolo 423 COMPRAVENDITE, STIME E VALUTAZIONI IMMOBILIARI, DIVISIONI. Via Alpone 13/1 (sopra Soft Discount), San Giovanni Ilarione Vr Tel DANESE R. & C. s.n.c. IMPIANTI CONDIZIONAMENTO Refrigerazione DANESE RUGGERO & C. snc MONTECCHIA DI CROSARA (VR) Via Alpone, 4 - Tel. e Fax ANDREETTO s.n.c. MARIO FOCHESATO SAN GIOVANNI ILARIONE Tel OFFICINA E RIPARAZIONE S. GIOVANNI ILARIONE - Viale del Lavoro, 21 - Tel

4 L ALPONE 4 I ciliegi ringraziano... Anche quest anno è andata!!! Nonostante l inesperienza della sottoscritta, ma con l aiuto dei miei colleghi della Pro Loco, dell instancabile Arturo Burato (Presidente della Polisportiva) e grazie alla numerosa e insostituibile collaborazione di molte altre Associazioni di San Giovanni Ilarione, la macchina organizzativa della manifestazione ha funzionato, e molto bene... Lunedì dell Angelo, lo scorso 17 Aprile, per le vie del nostro paese si è svolta la consueta Marcia tra i Ciliegi in Fiore denominata V Trofeo Federico, organizzata dalle Associazioni Pro Loco e Polisportiva e patrocinata dall Assessorato allo Sport. I marciatori potevano scegliere fra 3 percorsi di diversa lunghezza e difficoltà: il primo di 6 km, il secondo di 13 km e l ultimo di 21 km passante dal monte Cimo, per i più allenati. Tali percorsi si sviluppavano lungo sentieri panoramici, accostando antiche contrade, scorgendo angoli suggestivi quale la visuale sulla chiesetta romanica di San Zeno sul versante di Castello o la parete di basalti sul fondo valle. La partenza stabilita era per le ore 8.00 anche se, come suggerito dai più esperti, già dalle sette di mattina i primi marciatori sono venuti a ritirare i biglietti e si sono messi in cammino... Le iscrizioni sono poi andate avanti fino a dopo le nove e mezza mentre già alle dieci iniziavano ad arrivare i primi concorrenti. Una mattinata intensa dunque che ci ha visti al lavoro fin dalle prime luci dell alba per la distribuzione del mangiare a sacco per tutti i membri delle Associazioni che hanno collaborato nell organizzazione dei punti ristoro, lungo tutti i diversi percorsi che quest anno hanno visto un chiosco in più (per un totale di 7) contando anche il chiosco gastronomico all arrivo presso gli impianti sportivi di Via Torino. La Pro Loco ha inoltre presenziato alla manifestazione con un gazebo espositivo, con materiale divulgativo (brochure, dépliant, cartine geografiche...) su itinerari turistici, località d interesse artistico e attrattive naturalistiche del territorio della provincia Veronese, gentilmente concessoci dall Ufficio I.A.T. di Boscochiesanuova. Innanzitutto un doveroso e sentito ringraziamento a tutte le persone che hanno reso possibile la realizzazione della manifestazione senza le quali ogni sforzo o tentativo sarebbe stato inutile. La Protezione Civile per il servizio prestato e la disponibilità, i Carabinieri in congedo per la sicurezza stradale, i volontari della Croce Rossa, custodi della nostra incolumità, l Associazione Basalti e AlDO che assieme alla Pro Loco hanno lavorato al punto d arrivo per il chiosco finale sotto la guida dello chef Giovanni Vicentini (meglio conosciuto come Gianni Sexaro), e ci hanno dato una mano nell organizzazione degli spazi e delle strutture alla partenza-arrivo della marcia. Un ringraziamento particolare anche agli Alpini, l AVIS e i Gastrofili, i genitori della Scuola Materna Papa Luciani, i Parà di San Giovanni Ilarione e il Comitato Sagra di Cattignano. Grazie anche ai radioamatori (che ringraziamo nella persona di Pandolfo Angelo come rappresentante di tutto il gruppo) che con la loro fitta rete di comunicazioni hanno fatto sì che lungo i percorsi e nei diversi punti ristoro tutto funzionasse per il meglio. Un finale e caloroso ringraziamento all Associazione Polisportiva, che nella persona di Arturo Burato ha ideato e realizzato i tre diversi percorsi. Un grande merito visto l entusiasmo dei partecipanti alla Marcia che si sono più volte complimentati per il paesaggio e gli angoli tutti da scoprire di questa nostra vallata che ogni anno lascia nella mente di tutti i marciatori, sia Sangiovannensi che provenienti da fuori provincia, un dolce e poetico ricordo del nostro paese vestito del suo miglior abito. Quet anno i nostri ciliegi erano in piena fioritura e le nostre colline ci hanno incantato e allietato con i loro candido manto. I premi finali consistevano, per i gruppi partecipanti con almeno 12 iscritti, in una bottiglia di Soave Bianco Chardonnay della Cantina di Montecchia di Crosara, una caciottina di 2,5 kg del nostro campione Casaro Gugole Dario, e una fugassa Pasquale casalinga del Panificio Al Fornaro. A tutti gli altri partecipanti, indistintamente dall ordine di arrivo, sono andate 700 confezioni premio contenenti 1bottiglia del medesimo vino Soave e 250 gr. di pasta all uovo artigianale del Pastificio Masi. Inoltre per i cinque gruppi più numerosi sono andati il primo premio, il Trofeo Federico, agli Sbandati di Bovolone, e altre quattro targhe alla U.S. Val Morsel, al Gruppo Marciatori Mondadori, al gruppo Garden Story e ai Marciatori Valdalpone. Poi in ordine di grandezza seguono i gruppi di marciatori: Gli Intrepidi, Porto di Legnago, 3 Campanili di San Pietro Morubio, Amatori di Montecchia, AVIS di Arcole, Carnegrea e Podisti Provese, Interauto, Le Sgalmare di Colà di Lazise, la Miglioranza di Villafranca, la Ghenga di Castello di san Giovanni Ilarione. Sono poi stati donati tre premi particolari per i partecipanti più affezionati che da molti anni vengono a trovarci in questa occasione. Abbiamo consegnato tre fossili gentilmente donatici dal Sig. Vanzo Luciano, al Maresciallo Aldo Bargione, al commendatore De Monte Cesare e alla famiglia Camuffo da Milano che ogni anno viene a trovarcì. Ringraziamo inoltre tutti gli sponsor della manifestazione che con il loro fondamentale contributo rendono possibile l effettiva realizzazione delle diverse manifestazioni: Centro Arredo, Baldin Gomme, Lo Scrigno d Oro, Panarotto Cesare Autosalone, Calzature e Borse Marcazzan, Lavorazione ferro e Lattoneria Bellaria Albino, Damini Elettrocasa, Pizzaria Alla Ruota, Caseificio Artigiano Gugole Dario, Fer System di Burato & Marcazzan, Rifinizioni Pelli SAL srl e Ottica Lov. Che altro dire!? Vi aspettiamo l anno prossimo sempre più numerosi per trascorrere una serena e salubre Pasquetta insieme, magari anche accompagnati da buona musica ed altri intrattenimenti pomeridiani... Grazie a tutti! FOTOGRAFIE PER PUBBLICAZIONE PRESIDENTE PRO LOCO VALERIA GECCHELE Per la fine dell anno verrà pubblicato un libro che parlerà dei cognomi e delle contrade del nostro paese. Per rendere più interessante l opera si stanno cercando fotografie che ritraggono le singole contrade, le famiglie che le abitavano o gruppi di persone ripresi in qualche determinata occasione. Chi possedesse qualche fotografia inerente tali aspetti è pregato di farla pervenire all assessore Augusto Gambaretto presso il municipio. La foto, una volta ripresa attraverso lo scanner, sarà immediatamente restituita. Grazie fin d ora di questo importante contributo. Prossimi Appuntamenti Arriva l estate, e con essa tutte le manifestazioni che la caratterizzano, a partire dalla tradizionale: Sagra di San Giovanni Battista, il Giugno, presso Castello, con la consueta Mostra delle Ciliegie. Vi aspettiamo con musica e spettacoli, giostre, chioschi enogastronomici e le prelibate Ciliegie della Val d Alpone. ORGANIZZA: Comitato Sagra Castello, info: Sandro tel Festa dello Sport, 30 Giugno e 1/2 Luglio, la Polisportiva organizza giochi, tornei e intrattenimento musicale con gastronomia all aperto presso gli Impianti Sportivi Comunali. ORGANIZZA: Polisportiva 2000, info: Arturo cell Sagra di San Benedetto presso Cattignano, 7/8/9 luglio, festa del Santo Patrono (San Valentino, anticamente infatti la Sagra cadeva nel mese di febbraio). Vi aspettiamo con stand enogastronomici, ballo in Piazza, giostre e molti altri divertimenti. ORGANIZZA: Comitato Sagra Cattignano, info: Don Elio tel Motoraduno Struck Helmets, 14/15 luglio, località Monte Cimo di Cattignano, Raduno Motociclette da ogni parte d Italia, gastronomia e musica dal vivo, possibilità di pernottamento da campeggio, ingresso a pagamento. ORGANIZZA: Struck Helmets in collaborazione con la Pro Loco, info: Valeria Festa del Cacciatore, 29/30 luglio, località Monte Cimo di Cattignano, festa all aperto con tiro alla sagoma, gastronomia, musica e giochi. ORGANIZZA: Associazione Cacciatori, info: Corrado tel Antica Sagra della Madonna, località Boarie, venerdi 25 Agosto, con le Sante Messe, gli stand enogastronomici e la musica da ballo. ORGANIZZA: Associazione Pro Loco, info: Valeria Alponfolk, festival di musiche tradizionali europee, dall Irlanda alla Bretagna, dal Friuli al Veneto, presso la Corte di Villa Tanara-Balzi in località Boarie il agosto. Vi aspettiamo con degustazione dei migliori vini del territorio ed altri prodotti tipici, ottima musica accompagnata da coreografie musicali e mercatino dei mestieri del passato. ORGANIZZA: Pro Loco in collaborazione con Ass.ne S. Zeno, info: Alessandro Festa votiva di Nogarotto, località Nogarotto, prima domenica di Settembre, festa tradizionale con Santa Messa, gastronomia, musica e beneficenza. Pranzo (a pagamento) su prenotazione ed estrazione della lotteria. ORGANIZZA: Comitato Paesano di Nogarotto, info: Silvino tel e Angela tel Festa dell AVIS, mese di Settembre, Chiesa di Santa Caterina in Villa, sfilata per le vie del centro, Santa Messa e pranzo sociale. ORGANIZZA: AVIS San Giovanni Ilarione, info: Gabriele tel Tutte le manifestazioni, eccetto specifica indicazione, sono a partecipazione gratuita. Per qualsiasi informazione sulle manifestazioni potete rivolgervi via fax allo La Presidente della Pro Loco Dottore in Lingue Il giorno 28 marzo 2006 la Presidente della Pro Loco Gecchele Valeria ha conseguito la laurea in Lingue e Culture per il Management Turistico alla Facoltà di Lingue e Letterature Straniere dell Università degli Studi di Verona. Il Consiglio della Pro Loco vuole congratularsi con la Presidente per il traguardo raggiunto e augurarle un buon lavoro. Il Consiglio Pro Loco San Giovanni Ilarione Grafica Alpone S T A M P E Stampe commerciali (bolle, fatture, buste, biglietti visita) pubblicitarie manifesti volantini dépliants volumi giornali... S. GIOVANNI ILARIONE (VR) - Via Risorgimento, 99 Tel COSTRUZIONE E COMPRAVENDITA I M M O B I L I VIENO CASASRL Via Vieno, 1 BELTRAME COSTRUZIONI S.N.C. SEDE LEGALE: San Giovanni Ilarione (VR) - Viale del Lavoro, 104 Tel Cell

5 MONDO GIOVANI Noi, i ragazzi dello zoo dell Alpone Le ciliegie, le ascelle pezzate e il sognato push-up È arrivata la primavera e con essa la infima umidità, che fa presagire quale cataclisma climatico avverrà nei mesi di caldo bestiale, quando la sola visione del sole, farà inginocchiare a terra, in posizione di ferrea umiltà, per invocare pietà al dio greco dell afa, per le ascelle perennemente pezzate. Comunque, nonostante l effetto serra in continuo peggioramento, le giornate cominciano a tingersi di luce e, anche il più pigro, sente uno slancio verso i prati fioriti e verso le piante, con il tronco nodoso, sotto cui sdraiarsi per oziare, durante i pomeriggi. Insomma, con la complicità di Lost, la maggior parte comincia a fare fantasie su se stesso nella versione di Tarzan o santone indiano, in equilibrio su un ciliegio, in profonda meditazione, mentre il genitore, sotto la pianta, con una scala in mano e il secchio nell altra, si esibisce in una serie di imprecazioni nel dialetto veneto più stretto. Giugno è infatti il mese delle ciliegie, a San Giovanni Ilarione. E i giovani, come i genitori, debbono rispettare la tradizione di farsi otto ore nei campi per raccogliere e poi curare, ovvero, selezionare, le ciliegie migliori. La sottoscritta, perdonatemi l aneddotto che fuoriesce dall etichetta giornalistica, non sentendosi abbastanza fortunata dall essere esentata dal duro peregrinare per i campi, con un secchio in mano alla ricerca delle ciliegie, si è proposta come garzone tuttofare alla contrada della nonna. Lassù, tra i rami, con una scala sgangherata legata al ramo con uno spago all acqua di rosa, è difficile emettere urla per chiacchierare con il tuo vicino di pianta, così stringi amicizia con le ciliegie, facendole sentire amate, prima che provino le montagne russe tra il palato di colui che se le papperà. Dopo la prima giornata, ho fatto un incubo sulle ciliege. Lì, ho capito di essere diventata una vera e propria professionista dell arte cesaricola. Insomma, giugno ti fa amare, dopo la fatica estrema delle sarese, la calma estiva di luglio e agosto, quando per le strade ilarionesi nemmeno i cani si sprecano ad uscire dalla cuccia. Ma questa felicità dura per circa una settimana, perché poi il tram tram quotidiano diviene logorante. La maledetta noia di Califano ti assale e ti ritrovi, dopo un mese, ad essere diventata una lettrice dipendente di tutti i giornali di gossip, perché, diciamocelo, qualcosa di eccitante non succede mai tra le lande desolate di San Giovanni. Io, intanto, continuo a sognare; chissà, magari lo scoppio di un push-up (reggiseno imbottito) nel bel mezzo dell ora di punta del mercato del giovedì mattina, che ferisce una decina di persone e costringe il dottore della piazza ad intervenire, mentre tutti i pazienti, riunitisi in quel giorno, per sbrigare cinquantadue faccende nel giro di due ore, gli corrono dietro esasperati, per farsi fare una misera ricetta, per cui aspettano da trenta minuti sicuri. Ma tutto è nel mio fantastico mondo e il giovedì mattina si trasforma solo in un calvario sotto il sole cocente e con le braccia allargate per non far comparire la macchia di sudore. E già... tutti hanno una fisima... o più di una. ROBERTA COSTANTINI Gruppo di Catechismi I e III media, don Elio e Catechisti visita alla via crucis alla Grotta di Chiampo, grazie a don Elio per l ottimo risultato della giornata. GLI ALLORI Complimenti vivissimi da parte della redazione a: Benedetta Sartori, Università degli Studi di Torino, facoltà di Scienze politiche - scienze dell amministrazione e dell organizzazione. Marzo Silvia Dirupo, dottore in Matematica presso l Università degli Studi di Trento, 29 marzo Nadia Gromeneda, Università degli Studi di Verona Facoltà di Lingue Dottoressa in Lingue, marzo Laura Soprana, Università degli Studi di Verona. Facoltà di Lingue e letterature straniere manager turistico, il Silvia Tonin, Dottore in Economia e Commercio presso l Università degli Studi di Verona, 20 marzo Alice Zamboni, Università di Padova Dottore in Ingegneria gestionale, il 26 marzo Arianna Marcazzan, Università degli Studi di Verona, Dottore in Scienze Giuridiche dell amministrazione, il 22 marzo L ALPONE 5 ANUU S. Giovanni Ilarione: per una caccia ecologica Sembra un paradosso il titolo, ma cacciatori aderenti all Associazione ANUU di San Giovanni Ilarione, in prima fila nell organizzazione e negli interventi manuali durante la giornata ecologica organizzata insieme all Amministrazione comunale, anche quest anno hanno voluto portare avanti da soli l operazione di intervento sul territorio consistente nell aratura e semina a perdere di miglio, girasole e mais su alcuni appezzamenti di terreno altrimenti popolati da sterpi e rovi. Perchè tutto questo? Ma perché non è giusto solo prelevare al momento della caccia, è importante seminare, è fondamentale preparare ed offrire alla selvaggina sia stanziale che migratoria un habitat quanto più possibile naturale. Essa può tranquillamente acclimatarsi, crescere, riprodursi come ai bei tempi, lontana dall avvelenamento ambientale. Il successivo prelievo giusto e controllato entra quindi nell ottica di questa catena vitale. Tutti entusiasti domenica 21 maggio con trattori, Un interessante approfondimento storico per un argomento ancora poco conosciuto in Italia, una testimonianza di amicizia vera e di coraggio non comune, un tuffo nel passato e un occasione di riflessione... questi e molti altri gli ingredienti che hanno reso la mostra La Rosa Bianca. Volti di un amicizia, una piacevole parentesi culturale per chi ha avuto modo di visitarla. La settecentesca chiesetta delle Boarie si è rivelata luogo ideale, ricco di suggestione, per ospitare i cinquanta pannelli che raccontano la storia di un gruppo di studenti di medicina, che nella Germania del inseguono il loro sogno di libertà per il popolo tedesco distribuendo volantini contro il regime nazista. La mostra intinerante dell'associazione RIVELA organizzata a S. Giovanni dall Assessorato alla Cultura grazie al contributo della Cassa Rurale di Vestenanova, aperta da mercoledì 17 a mercoledì 24 maggio, è stata visitata da 8 classi di scuole elementare e 9 di scuola media. Gli alunni hanno animato allegramente la contrada Boarie e hanno partecipato con grande interesse alle visite guidate organizzate dal personale, reperito tra alcuni frese ed aratri sul monte, a prestare la loro opera gratuita, in maniera allegra e serena, confrontandosi e consigliandosi per una migliore riuscita. Potrà avere un futuro la caccia in quest ottica? Questo è il solo futuro che si può intravedere nel medio e lungo tempo! Il cacciatore si interessa dell ambiente, si rende conto di essere l asse di equilibrio del settore. Ben lontano lo stereotipo del vandalo distruggitore di ogni specie che si voleva etichettare. Ora è responsabile, si interessa dei problemi che lo circondano, intuisce la necessità di collaborare strettamente con la categoria degli agricoltori, autentici dottori dell ambiente. Il loro apporto è fondamentale. Ecco spiegato il motivo per cui l Associazione ANUU tenta di operare in maniera seria ed incisiva sull ambiente. Tutti possono, insieme possiamo, agricoltori, cacciatori, turisti della domenica... La Rosa Bianca Insegnamento di vita GIANNI SARTORI sostenitori e simpatizzanti della Biblioteca Comunale in collaborazione con i Giovani Astri Nascenti ; anche i più piccolini hanno partecipato con entusiasmo dimostrandosi visitatori sensibili e attenti e ascoltando con serietà questa storia vera che parla soprattutto di amicizia e di coraggio. La popolazione ha risposto in modo abbastanza positivo ad un iniziativa che, di fatto, rappresenta una novità per le nostre verdi colline. Si conta di ripetere l esperienza al più presto, con l allestimento di un altra mostra, nella speranza che siano sempre di più le persone che decideranno di fermarsi valorizzando così una proposta seria, gratuita e vicinissima a casa. Basterà concedersi una ventina di minuti di pausa dallo stress quotidiano per tornare a casa con un bagaglio culturale un po più ricco e qualcosa dentro di veramente impagabile! Un grazie sincero a tutti coloro che hanno partecipato alla buona riuscita della mostra. Bravi i giovani che si sono impegnati a illustrare la mostra a piccoli e ad adulti visitatori. Grazie ancora da parte dell assessore alla cultura Augusto Gambaretto. GRUPPO GIOVANI ASTRI NASCENTI Scuola apprendisti anni 60.

6 L ALPONE 6 L AMMINISTRAZIONE COMUNALE INFORMA testi di DELIO VICENTINI dal Consiglio comunale Pubbliche Affissioni Modificato il regolamento per il servizio di pubbliche affissioni, a parziale integrazione della delibera n. 22 del 23 giugno Le modifiche più significative riguardano la semigratuità della tariffa per i manifesti relativi ai festeggiamenti patriottici e religiosi, agli spettacoli viaggianti e di beneficenza, agli annunci mortuari. Completamente esenti dal diritto sulle pubbliche affissioni risultano: i manifesti riguardanti lo Stato e gli Enti pubblici; i manifesti di comitati, associazioni, fondazioni ed ogni altro ente che non persegua scopo di lucro attraverso la propria attività; i manifesti relativi ad attività politiche, sindacali e di categoria, culturali, sportive, filantropiche e religiose da chiunque realizzate con il patrocinio o la partecipazione degli Enti pubblici territoriali, come il Comune, la provincia o la regione, ecc. i manifesti riguardanti le attività istituzionali del comune, svolte in maniera esclusiva, esposti nel territorio comunale; i manifesti delle autorità militari relativi alle iscrizioni nelle liste di leva, alla chiamata e ai richiami alle armi; i manifesti dello Stato, delle regioni, delle province in materia di tributi; i manifesti delle autorità di polizia in materia di pubblica sicurezza; i manifesti relativi ad adempimenti di legge in materia di referendum, elezioni politiche, regionali, amministrative o per il Parlamento europeo; ogni altro manifesto la cui affissione sia obbligatoria per legge; i manifesti concernenti corsi scolastici e professionali gratuiti e regolarmente autorizzati. Nulla risulta, invece, innovato per quanto concerne le disposizioni generali in ordine all organizzazione del Servizio, all imposta comunale sulla pubblicità, alle sanzioni amministrative e tributarie. (Delibera n. 5 dei 14 marzo 2006) Cessione relitti stradali privati Tre relitti stradali sono stati sdemanializzati e ceduti ad altrettanti privati che ne avevano fatto richiesta: in località Frozzoli su domanda di Lino Mainente, in località Fortini (mq 25), di Gianni Carlo Pozza (permuta con superficie equivalente), in località Gambaretti di Luciano Gambaretto (mq 21.08). In tutti i tre casi si tratta di superifi stradali dimesse a seguito di modifiche apportate al preesistente tracciato e non più utilizzabili per pubblico transito. I frazionamenti e le conseguenti perizie verranno predisposti a cura dell Ufficio tecnico comunale. (Delibere n. 8,9,10 del 14 marzo 2006) Integrazioni al piano triennale delle opere pubbliche Come prevede la normativa vigente il Consiglio comunale ha apportato alcune significative integrazioni al Piano triennale delle opere pubbliche. In particolare sono stati inseriti interventi che riguardano: vari movimenti franosi la strada comunale dei Galiotti il cimitero di Cattignano l adeguamento alla normativa antincendi per le scuole l arredo urbano. Ad altri interventi, espressamente previsti nel documento originario, sono state inserite delle variazioni, per il necessario adeguamento al nuovo bilancio di previsione. Le opere in programma per l anno in corso, con i relativi importi e i tempi di esecuzione previsti, risultano dettagliati come segue: Elenco annuale delle opere pubbliche Descrizione Responsabile Importo Importo Finalità Conformità Priorità Stato Tempi di esecuzione intervento del annualità totale (3) (4) progettazione procedimento intervento Urb Amb approvata Trim/anno Trim/anno Nome Cognome (S/N) (S/N) inizio fine lavori lavori Campo da calcio Maurizio Bacco , ,00 MIS S S 1 PD 3º/2006 4º/2006 Loc. Belui Zona industriale ed Maurizio Bacco , ,00 COP S S 3 PP 4º/2006 2º/2007 Artigianale in Loc. Boarie Asilo nido Maurizio Bacco , ,00 MIS S S 3 PD 4º/2006 2º/2007 Bitumatura strade urbane ed Maurizio Bacco , ,00 URB S S 2 PP 3º/2006 1º/2007 extraurbane Interventi movimenti Maurizio Bacco , ,00 COP S S 1 PP 3º/2006 4º/2006 franosi Allargamento strada Maurizio Bacco , ,00 URB S S 2 PP 3º/2006 4º/2006 via Allegri Palestra Maurizio Bacco , ,00 MIS S S 3 PD 4º/2006 3º/2007 Sist. strada Galiotti Maurizio Bacco , ,00 MIS S S 2 PP 4º/2006 2º/2007 Cengielle Strada Galiotti Maurizio Bacco , ,00 MIS S S 2 PP 4º/2006 2º/2007 Illuminazione Contrade Maurizio Bacco , ,00 COP S S 3 PP 4º/2006 1º/2007 (Delibera n. 11 del 14 marzo 2006) Bilancio di previsione 2006 Sulla base dello schema di bilancio revisionale, predisposto dalla Giunta con delibera n. 26 del 7 febbraio 2006, il Consiglio comunale ha approvato, con 12 voti favorevoli e 5 astenuti, il bilancio di previsione relativo al corrente esercizio finanziario. Le risultanze finali sono riportate nello schema che segue: PARTE PRIMA - ENTRATA COMPETENZA Tit. 1 - Entrate tributarie: ,00 Tit. 2 - Entrate da contr. e trasf ,00 Tit. 3 - Entrate extratributarie ,00 Tit. 4 - Entrate da alienaz. e amm ,00 Tit. 5 - Entrate da aco. di prest ,00 Tit. 6 - Entrate partite di giro ,00 Avanzo di amm.ne TOTALE GENERALE DELL ENTRATA ,00 PARTE SECONDA - SPESA COMPETENZA Tit. 1 - Spese correnti ,00 Tit. 2 - Spese in conto capitale ,00 Tit. 3 - Spese per rimb. prestiti ,00 Tit. 4 - Spese per partite di giro ,00 Disavanzo di Amm.ne TOTALE GENERALE DELLA SPESA ,00 (Delibera n. 12 del 14 marzo 2006) Preoccupazione per l occupazione in Val d Alpone Le Amministrazioni comunali di Montecchia di Crosara, San Giovanni Ilarione e Roncà, seriamente preoccupate per la cessazione dell attività produttiva della ditta Acquafabric di Montecchia hanno concordato di mostrare chiaramente la loro solidarietà con i lavoratori facendone oggetto dì una specifica delibera. In tal senso ha proceduto anche il Consiglio comunale di San Giovanni che, all unanimità, ha approvato il seguente documento: MOZIONE A SOSTEGNO DELL OCCUPAZIONE NELLA VALLE DELL ALPONE IL CONSIGLIO COMUNALE, premesso che da tempo la valle d Alpone è interessata dal calo dell occupazione a causa della chiusura e del trasferimento delle realtà produttive già insediate; che, da ultima, si è verificata la chiusura della sede di Montecchia di Crosara della ditta Acquafabric, recentemente definita nel dettaglio fra la parte padronale e le Organizzazioni sindacali dei lavoratori; che il continuo calo delle realtà produttive della vallata desta grave preoccupazione nella popolazione e nelle Amministrazioni comunali; con votazione unanime, resa per alzata di mano dai 17 consiglieri presenti e votanti, DELIBERA di esprimere la propria solidarietà ai lavoratori interessati dai processi di ristrutturazione aziendale con la chiusura di realtà produttive insediate nella vallata; di evidenziare come la situazione si possa risolvere in una vera e propria emergenza sociale per la popolazione; di fare appello a tutti i rappresentanti politici affinché, nelle opportune sedi, sollecitino interventi strutturali o infrastrutturali per assicurare la competitività di scelte aziendali che privilegino il mantenimento o il nuovo insediamento di attività produttive. (Delibera n. 13 de 14 marzo 2006) dalla Giunta comunale Area di sosta per camper Due piccioni con una fava. Il tradizionale motto ben sì addice alla scelta di predisporre un progetto per la realizzazione dì un area di sosta riservata a camper e roulottes, adeguatamente attrezzata, allo scopo di far fronte alle crescenti richieste degli appassionati ma partecipando, contestualmente, al concorso I comuni del turismo all aria aperta indetto dall Associazione Produttori Camper-gruppo ANFIA. Verranno premiati i migliori progetti per la realizzazione di aree di sosta camper, attrezzate e integrate con il territorio comunale nel rispetto dell ambiente. In ogni caso la struttura sorgerà in Viale dell industria e comporterà un impegno di spesa di ,61 euro, interamente finanziati con fondi propri di bilancio ed eventuali contributi. Il progetto è stato redatto dall Ufficio tecnico comunale. (Delibera n. 30 del 21 febbraio 2006) Larga banda internet a.d.s.l. In considerazione del fatto che la nostra zona non è ancora coperta da un servizio che consenta il collegamento alla rete internet con connessione ADSL a larga banda, la Giunta ha ritenuto opportuno aderire al progetto proposto dalla società Micso s.r.l. di Pescara, che opera in collaborazione con Brun Telecomunicazioni di Montecchia di Crosara, allo scopo di assicurare anche nel territorio comunale la possibilità di navigare in internet senza occupare la linea telefonica. Ovviamente corrispondendo alla società che eroga il servizio un canone mensile. Da parte sua la Giunta si è impegnata a fornire l appoggio istituzionale per la realizzazione del progetto, a garantirne la necessaria visibilità e ad ospitare, su proprie strutture, apparati e antenne necessari al progetto, per un quinquennio. (Delibera n. 31 del 21 febbraio 2006)

7 L ALPONE 7 La Provincia coordina l informagiovani L Amministrazione provinciale ha deciso di creare una rete di coordinamento dei servizi Informagiovani proponendo una convenzione a cui la Giunta comunale ha prontamente aderito. Le linee di azione che la Provincia intende sviluppare con l iniziativa si possono così riassumere: creare una rete di informazioni unitarie e condivise da tutti i servizi operanti nei vari comuni aderenti; armonizzare e razionalizzare il complesso di interventi nel settore giovanile valorizzando le sinergie fra le diverse realtà, sia pure nel rispetto delle peculiarità di ogni area territoriale; favorire la comunicazione, l accesso alle informazioni e la contemporanea immissione in rete di notizie di interesse giovanile; promuovere forme di collaborazione coordinata e integrata tra i vari servizi; incentivare iniziative rivolte ai giovani, particolarmente idonee a facilitare il loro inserimento nel mondo del lavoro e il loro fabbi- Rapporti tra Comune e scuola In base alla vigente normativa spetta al comune provvedere alla custodia, acquisto, manutenzione e rinnovamento del materiale didattico, degli arredi scolastici, alla fornitura dei registri e degli stampati per le scuole elementari, oltre che alla fornitura alle direzioni didattiche di stampati e oggetti di cancelleria. E ciò anche dopo la recente riforma della scuola che ha riunito in un istituto comprensivo, dotato di personalità giuridica, le scuole elementari, oggi primarie, e le scuole medie, oggi secondarie di primo grado. Allo scopo di assicurare alla nuova struttura l autonomia prevista dalla normativa tra l Amministrazione comunale e l Istituto comprensivo è stata stipulata una convenzione in base alla quale il comune mette a disposizione della scuola, per l anno finanziario 2006, la Il geologo Cristiano Mastella è stato incaricato di predisporre un accurata indagine idrogeologica allo scopo di individuare nuove risorse idriche ad uso idropotabile. Già in passato l Amministrazione si era avvalsa della consulenza tecnica del geologo Mastella che opera con proprio studio tecnico a Corrubio di San Pietro in Cariano. somma di seimila euro con i quali il Dirigente preposto provvederà all acquisto dei materiali sopra descritti e assicurerà la necessaria manutenzione delle macchine d ufficio (fotocopiatrici, attrezzature informatiche, sussidi audiovisivi). Nell ambito della medesima somma si provvederà anche all acquisto di materiale e attrezzature per la pulizia dei locali adibiti ad ufficio. Il Dirigente dell Istituto comprensivo, a termine esercizio, redigerà un consuntivo delle somme impiegate e, qualora la somma stanziata non dovesse venire interamente utilizzata, la somma non spesa costituirà residuo da impiegare con la medesima destinazione nei primi tre mesi del (Delibera n.43 del 7 marzo 2006) Ricerche idrogeologiche sogno formativo, culturale e di impiego del tempo libero; stimolare il raccordo e la collaborazione con i servizi sociali territoriali, i Centri per l impiego e altre agenzie formative, educative, economiche e imprenditoriali; assicurare una formazione omogenea e continua degli Operatori Informagiovani attraverso la pianificazione e l organizzazione di incontri, seminari di studio, dibattiti e corsi di formazione specifici. La struttura di coordinamento, che avrà sede presso la Provincia di Verona, sarà costituita dagli operatori nominati a cura delle amministrazioni comunali aderenti. Da parte sua l Amministrazione provinciale si farà carico delle spese inerenti il funzionamento del nuovo servizio, svolgerà un ruolo di raccordo e di promozione, metterà a disposizione i locali per le riunioni e per gli incontri di formazione che verranno promossi. Indicherà, inoltre, il Coordinatore provinciale. La convenzione avrà durata fino al 31 dicembre (Delibera n. 37 del 21 febbraio 2006) Contestualmente alla ditta Geoperforazioni di Bonomo Maurizio, con sede a Montecchia di Crosara, è stato affidato l incarico di effettuare vari sondaggi sul territorio comunale per la ricerca di risorse idriche nell ambito del Programma triennale dei lavori pubblici per il triennio 2005/07. (Delibere n del 14 marzo 2006) Strada comunale Lotti-Mella È stato approvato il progetto definitivo/esecutivo per un intervento infrastrutturale allo scopo di favorire il collegamento delle contrade Lotti e Mella con il capoluogo del comune. L impegno di spesa globale ammonta a ,03 euro. Progettista e responsabile del progetto è il geometra comunale Maurizio Bacco. (Delibera n. 56 del 4 aprile 2006) Accordi tra Comune e Comunità della Lessinia Importanti accordi fra il comune e la comunità della Lessinia. Quest ultima, su proposta dell Amministrazione comunale, ha deliberato di realizzare la strada Cattignano-Cengie per un importo globale di ,00 euro dei quali solo un terzo graveranno a carico del comune. Inoltre, in considerazione del fatto che l ufficio tecnico comunale è attualmente oberato per la realizzazione di opere pubbliche programmate, è stata delegata alla stessa Comunità della Lessinia anche la progettazione preliminare, definitiva ed esecutiva dell impianto di pubblica illuminazione in varie contrade del paese ( ,00) e la sistemazione della strada di via Vandini ( ,00). In totale ,00 euro che verranno trasferiti alla Comunità mediante accensione di mutuo con Istituti di credito mediante gara ad evidenza pubblica. Saranno a cura dell Ufficio tecnico comunitario anche l appalto dei lavori e forniture conseguenti, la direzione e contabilizzazione dei lavori, l assistenza al collaudo, direttamente o mediante incarichi a professionisti e ditte esterni, e ogni altro adempimento amministrativo necessario per la realizzazione delle opere. (Delibere n. 70 dell 11 aprile e n. 72 del 18 aprile 2006) Un parco giochi per i bambini Presso la scuola M. Marcazzan, sede dell Istituto comprensivo verranno effettuati lavori di sistemazione del cortile per un importo globale di ,00 euro. Sono previste opere murarie e installazione di giochi, ai quali potranno accedere, i bambini dell intera comunità. (Delibera n. 78 del 9 maggio 2006) Accordo di transito autocarri Il transito dei camion utilizzati dalla ditta Vaccari Antonio Giulio, che coltiva la cava Madarosa in comune di Chiampo, lungo la provinciale 17B nel territorio di San Giovanni, è stato regolamentato da un apposita convenzione. In precedenza il comune aveva, in più occasioni e incontri, chiesto alla Provincia di imporre agli automezzi un limite di carico, ma senza risultato. Da ciò la scelta, forzata, di addivenire ad un accordo con la ditta. In forza della convenzione la ditta si impegna: - ad eseguire, entro il 20 giugno 2006, i lavori di risanamento dei punti critici danneggiati nel tratto Fusa-Castello; - ad asfaltare le vie Garibaldi, Rigodanzo e la Piazza del Costo di Castello; - a realizzare, entro 90 giorni, una nuova strada (strada Ranfani) che scende dall abitato di Castello; - ad eseguire, entro il 30 aprile 2007, i lavori di sistemazione della curva che immette la Fusa-Castello nella provinciale 17 B; - ad effettuare tutti gli interventi di sistemazione e manutenzione, ordinaria e straordinaria, che si renderanno necessari nel tratto Fusa-Castello a seguito del passaggio dei camion. In particolare, la bitumatura completa per l intera carreggiata dovrà essere eseguita entro marzo 2008; - a versare nelle casse comunali la somma di ,00 euro che il comune potrà destinare alla realizzazione di opere di pubblico interesse. L onere complessivo per la ditta Vaccari ammonta a circa euro. A garanzia degli impegni assunti la ditta Vaccari stipulerà polizze fidejussorie per un importo complessivo di ,00 euro. (Delibera n. 71 del 18 aprile 2006) Contributi per le Chiese Un contributo pari a 5.741,01 euro, accantonato nell esercizio 2005 ai sensi della legge regionale 44/1987 e destinato alla realizzazione di attrezzature e ad interventi negli edifici di culto, è stato così ripartito tra le parrocchie operanti nel territorio comunale: - parrocchia di Santa Caterina in Villa: 3.241,01; - parrocchia di San Benedetto Abate (Cattignano): 1.000,00; - parrocchia di San Giovanni Battista (Castello): 1.500,00. (Delibera n. 64 del 4 aprile 2006) Allargamento del Ponte Mangano È stato affidato all ing. Franco Mancassola, dello Studio d ingegneria CMMS ASSOCIATI di San Martino B.A., l incarico di progettazione preliminare/definitiva per l allargamento del ponte sull Alpone, in località Mangano, allo scopo di facilitare il collegamento della provinciale 17 con il versante ovest del territorio comunale. La spesa complessiva prevista ammonta a ,00 euro. Per il finanziamento dell intera opera verrà richiesto l intervento della regione Veneto. (Delibere n. 57 del 4 aprile 2006 e n. 77 del 9 maggio 2006)) ESTATE MUSICALE INSIEME 2006 SABATO 29 LUGLIO ORE GRUPPO MUSICALE WEST COAST BAND PRESSO LA PIAZZA CADUTI SUL LAVORO SABATO 5 AGOSTO ORE MUSICA LIRICA PRESSO PIAZZA CASTELLO CON TRIO MUSICALE, PIA- NOFORTE, VOCE SOPRANO E VOCE TENORE, CON MUSICHE DI MOZART SABATO 2 SETTEMBRE ORE MISS LESSINIA EDIZIONE 2006 IN PIAZZA MARTIRI DOMENICA 3 SETTEMBRE ORE CANT ALPONE CON KARAOKE E DILETTANTI ALLO SBARAGLIO IN PIAZZA MARTIRI SABATO 16 SETTEMBRE ORE MUSICA GIOVANE DAL VIVO, NEWMETAL E ROCK IN PIAZZA DEL POPOLO DOMENICA 17 SETTEMBRE ORE SERATA DI MUSICA OPERISTICA CON DUO ZATZ-ZUCCOTTI DI AUTO- RI VARI PRESSO TEATRO PARROCCHIALE DI SANTA CATERINA IN VILLA Un libro sulle origini di S. Giovanni Ilarione Nell ambito delle proprie iniziative culturali, il Comune di San Giovanni Ilarione pubblicherà un volume che prenderà in esame gli aspetti storici e territoriali che caratterizzano il paese, concentrando la propria attenzione sul mondo delle contrade e delle vie, nonché sulle personalità che nel corso dei secoli hanno segnato la storia della comunità di San Giovanni Ilarione, facendola conoscere oltre i confini provinciali e regionali. L opera, scritta e approntata dai prof.ri Mario Gecchele e Dario Bruni, si avvale di una accurata ricerca archivistica che ha permesso di ottenere una minuziosa e competente indagine sui cognomi e sui toponimi che compaiono nei moltissimi documenti presi in esame: di ogni contrada, ad esempio, verrà segnalato l anno in cui essa appare per la prima volta documentata, individuando poi in alcuni momenti storicamente importanti la consistenza numerica della popolazione e la fisionomia edilizia del complesso abitativo; per i cognomi, oltre alla determinazione cronologica della loro comparsa in paese, si seguiranno le diverse dizioni che nel corso dei secoli essi hanno acquisito spiegandone le derivazioni glottologiche. Il tutto sarà corredato da un ricco apparato non solo di immagini e di fotografie d epoca, ma anche di mappe antiche (significativi a tal proposito i rilievi topografici del catasto austriaco) e di foto satellitari che accompagneranno il lettore nella comprensione esaustiva degli argomenti. Proprio per tale vocazione enciclopedica di tutto ciò che riguarda il paese di San Giovanni Ilarione, l opera avrà una struttura basata su singole voci disposte in ordine alfabetico, così da rendere ancora più fruibile la consultazione da parte dei lettori, attratti dallo spontaneo interesse nel conoscere la derivazione del proprio cognome o le vicende storiche della propria contrada. nel redigere le diverse parti di cui il volume si compone (una stima realistica del lavoro induce a precedere un apparato complessivo di pagine) gli autori hanno prestato particolare attenzione al valore morale e pedagogico che l opera potrà assumere, ad esempio, nel mondo della scuola e comunque presso le generazioni più giovani; nello stesso tempo, la rivisitazione di un passato ormai lontano sarà accolto con attenzione soprattutto da coloro che l hanno in parte vissuto nella loro infanzia o sentito raccontare dai propri genitori o nonni (si pensi ai molti emigrati di San Giovanni Ilarione che mantengono concreti legami di affetto e di riconoscenza verso il loro paese natale). Per tutti questi motivi, l opera si segnala come un momento culturalmente alto dell ormai nutrita serie di pubblicazioni che riguardano la comunità di San Giovanni Ilarione e per il ricco apporto documentario è destinata a diventare una fonte di riferimento imprescindibile per coloro che in futuro si appresteranno ad approfondire lo studio del paaese e di tutta la Val d Alpone.

8 L ALPONE 8 Il 10 settembre prossimo Inaugurazione del monumento alla pace e alla nostra storia È prevista per il prossimo 10 settembre l inaugurazione del monumento eretto a Castello in Piazza Caduti e Dispersi in Russia, significativamente intitolato alla Pace e alla nostra storia. Secondo le intenzioni espresse dal Comitato appositamente allestito e guidato da Severino Tonin, l opera vorrebbe essere un grazie a tutti coloro che hanno contribuito al bene del paese di San Giovanni Ilarione e, al tempo stesso, un richiamo a valori morali che vale la pena far diventare linee guida anche per il vivere civile attuale: nell ampio bassorilievo che fascia internamente la parete ricurva sfilano, infatti, le immagini di contadini al lavoro, di emigranti costretti a lasciare la propria terra, di case e famiglie, di cesti ricolmi di frutti. Non manca l affettuoso e commosso riferimento ai giovani partiti dal paese e andati a morire come soldati nelle guerre del Novecento. E proprio il ricordo di queste persone ha suggerito agli organizzatori la pubblicazione, che uscirà in occasione del fatidico taglio del nastro, di una raccolta di lettere di giovani soldati dal fronte e di lavoratori emigrati, tutte accomunate dall amore per la propria terra e dalla nostalgia per ciò che avevano lasciato. La raccolta degli scritti è ormai in fase di completamento, per questo si invitano tutti coloro che ancora possiedono lettere autografe dei propri cari spedite dal fronte o dalle terre di emigrazione di segnalarle e farle pervenire al più presto ai due curatori del libro, Mario Gecchele e Dario Bruni, o allo stesso presidente del comitato per il monumento, Severino Tonin. Sarà come riascoltare in diretta le voci di quanti, con il sacrificio della loro giovinezza, hanno costruito un pezzo importante della storia del nostro paese. Il programma della giornata prevede, oltre all intervento di autorità pubbliche locali e nazionali, spettacoli di intrattenimento e un incontro con i rappresentanti dell associazione Veronesi nel mondo, che saranno graditi ospiti della manifestazione. DARIO BRUNI LETTERE DAL FRONTE E DI EMIGRATI In occasione dell inaugurazione del monumento di Castello intitolato alla Pace e alla nostra storia, verrà pubblicato un volume contenente lettere spedite in tempo di guerra dai nostri soldati al fronte (sia della prima che della seconda guerra mondiale) e lettere di persone emigrate dal nostro paese all estero. Si invitano tutti coloro che possiedono lettere che corrispondono a tali caratteristiche di farle pervenire, anche in fotocopia, a uno dei due curatori dell opera: Mario Gecchele Via Cimarosa, Verona (tel ); Dario Bruni P.za Caduti, S. Giovanni Ilarione (tel ). Notizie dal C.A.V. RELAZIONE SU BILANCIO E ATTIVITÀ SVOLTE NELL'ANNO 2005 Nell'anno 2005 il Centro di Aiuto alla Vita ha proseguito le attività che hanno caratterizzato gli anni precedenti. Abbiamo accolto e aiutato donne incinte, anche decise ad abortire, donne con bambini piccoli, con famiglia, economicamente e socialmente disagiate, uomini che hanno perso il lavoro o visto ridotte le loro ore lavorative, alla ricerca di una abitazione a basso costo o con affitto accettabile. Molte donne si sono rivolte al C.A.V. per offrirsi come lavoratrici domestiche o badanti o per ottenere un lavoro in fabbrica. Purtroppo nella zona dove opera il C.A.V., la Val d Alpone, c'è una grossa crisi lavorativa che ha coinvolto oltre agli stranieri, anche molti italiani. Grazie ai contributi pervenuti dalla Regione Veneto, dalla Diocesi, dal Comune e da privati, e grazie alle iniziative messe in atto dal C.A.V. stesso per autofinanziarsi, abbiamo potuto fornire pannolini, latte in polvere, medicine, assistenza medica e aiuti alimentari. Abbiamo accompagnato le nostre assistite e i loro bambini presso medici e ospedali e per visite specialistiche. Abbiamo portato avanti e concluso "Progetti Sostegno", costituiti da saltuari contributi economici, per situazioni particolarmente critiche. Tra le persone bisognose non mancano singoli o addirittura intere famiglie italiane. E' proseguita anche quest'anno l'iniziativa, realizzata con il concorso di giovani volontari, rivolta al sostegno di bambini stranieri in età scolare: abbiamo riscontrato il pieno gradimento della famiglie e apprezzato la continuità della scelta di impegno nel volontariato da parte dei ragazzi e degli insegnanti che vi si sono impegnati. Abbiamo festeggiato la Giornata per la Vita coordinando le cerimonie religiose che hanno visto la partecipazione dei bambini battezzati nell'anno 2004 e offrendo le tradizionali primule. Nel pomeriggio abbiamo riunito famiglie e bambini a teatro per lo spettacolo "CANTA LA VITA". Abbiamo colto ogni occasione favorevole per distribuire volantini e materiale informativo sull'attività del C.A.V. e i temi legati al valore della vita. Significativo in questo senso è stato il periodo del referendum sulla fecondazione assistita. II C.A.V. ha organizzato la 3^ Festa di S. Lucia per bambini stranieri, donando giocattoli e materiale scolastico, frutto di una raccolta organizzata presso la locale scuola elementare. Il giorno 8 dicembre le volontarie hanno festeggiato gli anziani del paese con un piccolo dono di buon augurio. Abbiamo promosso la partecipazione delle scuole materna ed elementare al Concorso Nazionale Ambrosiano, con notevole partecipazione di insegnanti e alunni. MOVIMENTO PER LA VITA CENTRO DI AIUTO ALLA VITA Piazza dei Martiri, S. GIOV. ILARIONE (VR) Zona Valdalpone Tekno Montaggi di CIMAN DIEGO Fornitura e posa di: - porte - finestre - scuri - zanzariere Via Cimani, 12 - S. Giovanni Ilarione (VR) - Cell NUOVA AMBULANZA PER LA VALDALPONE Domenica 21 maggio, dopo un tour che ha toccato tutti i paesi della Valdalpone, la nuova ambulanza dei Volontari della Croce Rossa ha finalmente raggiunto la sua sede definitiva a San Giovanni Ilarione. Ad accoglierla in piazza Martiri molta gente comune e molte autorità, tra le quali il parroco Don Elio Nizzero, il Presidente della Provincia Mosele, il sindaco Dal Cero, il Past Governatore Distrettuale Dr. Buscemi, il Past Presidente San Bonifacio-Soave Dr. Nicoli, il Past presidente Valdalpone Sig,. Tregnago. Gli interventi ufficiali, nei quali è stato ripercorso un anno e mezzo di lavoro e di impegno per recuperare i fondi necessari, hanno evidenziato come l obiettivo sia stato raggiunto grazie alla gara di solidarietà che si è innescata. Il ringraziamento e la stima dei Volontari della Croce Rossa del Gruppo di San Bonifacio va quindi a tutti coloro che hanno contribuito alla realizzazione di questo progetto: Lions, Amministrazioni Comunali e Provinciale, aziende, istituti di credito, B.I.M.A., Pro Loco, Parroci, Associazioni e alla cittadinanza tutta Da parte loro, i VVdS CRI si sono già attivati, come è emerso dalle parole della loro rappresentate Benedetta Pagani, per capitalizzare al meglio la presenza del nuovo mezzo di soccorso, aumentando la presenza operativa a San Giovanni Ilarione già dalla prossima campagna di raccolta delle ciliege. Dopo le sempre gradite note della Banda G. Verdi, l ambulanza è stata messa a disposizione di chi voleva vederla da vicino o avere informazioni tecniche sulla sua dotazione. La giornata si è quindi conclusa con un momento conviviale, aperto a tutti ed offerto dall am- ministrazione Comunale di San Giovanni Ilarione. L inaugurazione pone fine alla serie di appuntamenti che hanno visto impegnati i Volontari CRI nel mese di maggio, tra i quali la simulazione di evacuazione delle scuole medie M. Marcazzan in collaborazione con il Gruppo di PC comunale e la giornata di simulazioni di soccorso sanitario avanzato per la verifica da parte del 118 ai formatori delle Croci della provincia. Un doveroso ringraziamento quindi a chi supporta ed aiuta, a qualsiasi titolo e con qualsiasi modalità, l attività della CRI con l auspicio che continui a farlo anche in futuro. Una riflessione per i giovani della Valdalpone: tutti possono entrare in Croce Rossa e mettersi a disposizione della propria comunità. Prestare servizio di soccorso a San Giovanni Ilarione significa aiutare concretamente le persone bisognose. Spesso si tratterà di persone sconosciute ma, anche se la speranza è che non accada mai, a volte potranno essere conoscenti, amici, parenti. L utilità del vostro impegno si riverserà infatti su tutta la popolazione, indistintamente e quindi anche sulle persone per voi più care, dandovi la possibilità di contribuire in maniera fondamentale alla loro salute e qualità della vita. E giunta quindi l ora di mettersi in gioco e di dimostrare quanto valete: occhio agli avvisi del prossimo corso di reclutamento e ricordate che i primi a beneficiarne sarete proprio voi e i vostri cari. I VOLONTARI DEL SOCCORSO CROCE ROSSA ITALIANA GRUPPO DI SAN BONIFACIO LETTERA DAL VENEZUELA Carissimi amici, ci fa molto piacere poter comunicare con voi ed esprimere la nostra riconoscenza. Dal nostro cuore scaturisce un profondo e sincero grazie per tutto quello che voi da così lontano state facendo per i nostri ragazzi. Potete stare sicuri che ogni soldino o monetina qualsiasi sia il suo valore, avrà sempre il suo destino: AIUTARE BAMBINI E BAMBINE IN SITUAZIONI DIFFICILI, COME L ABBANDONO E LA POVERTÀ. Attualmente tutti i nosti bambini stanno studiando, dal più piccolino (3 anni) fino alla maggiore (11 anni). Il loro volto pieno di felicità fa vedere la loro totale soddisfazione. La sicurezza che offre loro La Casa Focolare P. Luciano da loro animo per studiare con entusiasmo ottenendo un buon risultato. Nell attuale momento ci troviamo un pò strettini perché li ho tutti con me nella mia casa, ma spero che per fine Maggio avremo la casa nuova e questo ci aiuta a superare le comodità attuali. I bambini vi ricordano nelle loro preghiere e vi ringraziano: forse loro non intendono l importanza del vostro aiuto materiale che voi state portando, però capiscono l amore ed il sacrificio con il quale voi date il vostro aiuto. L amore che voi mettete nel collaborare produce i frutti desiderati! Il Padre Luciano quando sta con noi insegna loro qualche espressione in italiano, già hanno imparato a dire "Grazie-auguri-buona notte-buona sera-ciao ecc.", cosicchè quando voi verrete a visitarci vi troverete come a casa vostra. Grazie per l amore con cui ci aiutate. Ancora una volta con i loro disegni i ragazzini vi fanno presente la loro riconoscenza. Eleviamo una preghiera al Buon Dio affinché stenda le sue mani, vi protegga e vi benedica. Un caldo saluto in contrapposizione al vostro freddo climatico. Abbracci dal Venezuela. Vi vogliamo molto bene e vi ricordiamo con tanto affetto. ZENAIDA NOGUERA

9 L ALPONE 9 SEMPRE INSIEME! Vignette Una bella cerimonia davvero, quella che si è tenuta nella chiesa parrocchiale di S. Caterina domenica 23 aprile alle ore 10,30. Erano presenti le coppie che festeggiavano i 25, 50, 60 anni di matrimonio e anche chi voleva ringraziare per i suoi anni di professione religiosa. Un bel numero di coppie, quest anno! Forse la cerimonia si sta affermando o forse sono stati anni ricchi. Una cerimonia misurata ma intensa e significativa: un bel gesto di testimonianza davanti alla comunità parrocchiale che, tutta insieme, ha festeggiato. La cerimonia è stata arricchita, in modo particolare, dal dono intenso di una bella voce e dal suono emozionante delle trombe. Grazie a chi ha istituito questa confortante cerimonia, che ci ricorda che insieme si può. Grazie a chi si è reso disponibile perché fosse realizzata e a tutti quelli che hanno partecipato. Grazie a Dio che ci ha condotti per mano fino a questo bel momento della vita. Coppie in Cammino Campioncini Nella foto vediamo i bambini della categoria piccoli amici classi Questa primavera anche loro hanno disputato un mini-campionato, seguito poi da un torneo, contro le squadre della nostra vallata giocando veramente come dei piccoli campioni. Personalmente, posso dire che questa è stata una stagione ricca di grandi soddisfazioni sia per me, per i bambini e per i loro genitori, molto disponibili e presenti a ogni partita. Un ringraziamento particolare va a coloro che mi hanno dato la possibilità di allenare questi bravissimi bambini augurandomi che possano crescere e giocare in un ambiente sano facendo di ogni incontro sportivo un momento di gioia, evitando la cattiveria e l aggressione, restando degni nella vittoria, come nella sconfitta. EMANUELE SARTORI Il giorno 21 maggio 2006 in Contrada Scaglia di Cattignano dopo 45 anni si è sfornato il pane con il sapore di una volta. Nella foto Ernesto Zandonà e Guerrino Confente. Compagnia Teatrale Sale e Pepe L esperienza continua Anche quest anno si è conclusa la rassegna teatrale organizzata dalla compagnia Sale & Pepe in collaborazione con l Assessorato per la Cultura, offrendo per la prima volta un appuntamento pomeridiano per i più piccoli. L evento, a giudicare dalla calda partecipazione del pubblico ai cinque appuntamenti in cartellone, ha riscosso un crescente successo e non si esiterà a riproporlo negli anni a venire. Continua inoltre il successo dell ultima fatica della compagnia Sale & Pepe, Da Fiaschetto trippe e letto. La partecipazione nella provincia veronese e oltre ha riscosso calorosi applausi e riconoscimenti da parte della critica: il gruppo, invitato all ottava edizione del Concorso Teatrale di Sanguinetto lo scorso 25 Marzo ha ricevuto una nomination della giuria per uso innovativo di effetti speciali, varietà di stili espressivi e ritmo incalzante. A seguito della partecipazione al concorso teatrale dialettale a Villa Bartolomea il Circolo Noi ha dedicato alla compagnia una poesia scritta da Rava che vorremmo condividere con i lettori del giornale I m ha dito che andando da Fiascheto I podea garantirme tripe e leto Mi ghe son ndà, no me pareva vero Ma invesse ho catà... Renato Zero! L è na persona ambigua e controversa Ma la serata no l è stada persa Mi no son un sorcin però me piase De le cansoni qualche bela frase E alora col Triangolo Mi vendo Iè sta gran brai i butei de Sale e Pepe E par questo do rime ghe iè spendo I atori iera dele bele tepe I m ha tegnudo su col fià me intendo Co fa el musso col bò dentro el presepe. GIULIA MAGNABOSCO Un limone eccezionale. Giuseppe Panarotto mostra con giustificato orgoglio un limone il cui peso sfiora i due chilogrammi: kg. 1,950! IMPRESA EDILE Rossetto & Marcazzan s.n.c. Costruzioni edili civili ed industriali Lavori stradali - Acquedotti Difese originali - Fognature - Movimento terra S. Giovanni Ilarione (Verona) Tel Cell Cell e ferro CANTORI...e salotti MIMO......e porcellane - cristallerie LE PERLE......e maioliche WALD - KERAMOUR...e... di Dalla Gassa & Cengia Via IV Novembre, San Giovanni Ilarione (VR) - Tel. e Fax ELECTRA di Agostini Enrico IMPIANTI ELETTRICI CIVILI E INDUSTRIALI AUTOMAZIONI DOMOTICA ELETTRONICA ANTIFURTO IMPIANTI RADIOTELEVISIVI SAN GIOVANNI ILARIONE - VERONA Tel./Fax Cell

10 L ALPONE 10 Mario Rivato: testimone del tempo TESTIMONIANZE La 1ª guerra mondiale è ormai alle porte, quando nella casa di Albino Rivato e Lovato Ancilla risuona il vagito del loro primo figlio nel lontano 24 gennaio 1915, in via Muni sul Montemagro, zona ad ovest del paese, confinante con Tregnago e Cazzano. Come tutti nella zona anche il neo papà esercita il mestiere di contadino, cambiando gli attrezzi di lavoro a seconda dei prodotti della stagione. Ma dura poco, perché, scoppiata la guerra, deve vestire il grigioverde e partire per il fronte, ricevendo una grave ferita sul Carso. Il nostro piccolo Mario intanto cresce all aria aperta, robusto ed allegro e frequenta la scuola elementare a San Giovanni Ilarione dal maestro Cornelio Zanchi, autentica istituzione nel settore, giungendo fino alla classe quinta, quattro Km a piedi per andare e altri quattro per tornare, con qualsiasi tempo e senza i generi di conforto attuali. È bravo a scuola, purtroppo al termine dei cinque anni deve cambiare mestiere e el derlo, la sapa, el rostelo prendono il posto della penna lapis. Viene indirizzato dai frati a Chiampo, ma capisce quasi subito che non è la sua strada, lui vuole fare il contadino ed allora fa rientro in famiglia a coltivare la terra. Sono arrivati nel frattempo in famiglia i fratelli Luigi, Natalina, Agostino, Pierina ed infine Ferdinando. I campi non sono molti, sono mal posizionati, la mancanza di mezzi meccanici costringe un po tutti ad una vita estenuante, faticosa, ma si apprezza quello che si ottiene, la sera si va a letto stanchi e non necessitano assolutamente sonniferi per dormire. Per i più fortunati l asino è il trattore che aiuta nei lavori e non tutti possono permetterselo. Eppure si ha fiducia nella vita, ci si accontenta di poco, si fanno progetti per il futuro. Anche Mario è su questa linea, ma ad interrompere il tutto arriva la seconda guerra mondiale. Viene subito richiamato alle armi, sul fronte francese. Non è convinto della bontà della guerra, dei progetti e delle promesse dei governanti, a lui non interessano le grandi conquiste o che L Italia spezza le catene che la tengono prigioniera nel suo mare, gli basta il suo podere dai Muni, non chiede altro; tuttavia bisogna partire per il fronte. Dopo la capitolazione della Francia si torna in famiglia per una licenza di 50 giorni, passati i quali viene inquadrato nel 231 fanteria- Brigata Avellino con destinazione Albania. Viene passato in rassegna a Bari dal re Vittorio Emanuele III. In Grecia non c è tempo per pensare, bisogna solo combattere. Dopo la sofferta vittoria Mario staziona nella zona di Atene, con incarico al magazzino vestiario. Qui inaspettatamente arriva in visita il duce Benito Mussolini e i soldati lo guardano con muta venerazione, quasi fosse un personaggio di altro pianeta. Nel 1942 viene favorito da una circolare del ministero della guerra secondo la quale chi ha 3 fratelli in armi, viene rimandato a casa e Mario beneficia di questa opportunità. A destra il duce in visita ad Atene dopo la vittoria sulla Grecia: Purtroppo però non torneranno più Luigi morto in Russia ed Agostino, morto in Germania. Papà è invalido di guerra e i lavori dei campi gravano da adesso tutti sulle sue spalle. L 8 settembre rappresenta una data molto triste. I Tedeschi portano i pali per le gallerie scavate sul Montemagro ed allora tutta la gente scappa nei boschi per la paura. Il pericolo è stato più a casa che in guerra ricorda Mario sospirando. Arrivavano in casa, i Tedeschi, e con sprezzante arroganza chiedevano Grappa, Grappa... E guai a contraddirli. Poi ci sono i partigiani, bisogna dar loro da mangiare, non vanno tanto per il sottile ed in caso di contestazione mostrano le armi. Con la fine della guerra cessano i pericoli, tuttavia continua la lotta per il pane quotidiano. Si lavora in maniera ostinata per poter mettere da parte qualche risparmio e progettare il futuro. Mario ha già adocchiato una ragazza del luogo, Silvia Rivato classe 1921, anche lei con un fratello caduto sul fronte francese. Le manifesta ufficialmente le proprie intenzioni durante la tradizionale fiera di San Martino a Tregnago. Va a trovare la morosa togliendosi le scarpe, per non far rumore, per paura del coprifuoco. Si sposano nel 1949 e la loro famiglia viene rallegrata dalla nascita di tre figli: Teresina, Maria ed Agostino. Silvia ricorda ancora la strada percorsa con la derla sulle spalle con due ceste agganciate ai lati, l una piena di mangiare e l altra con bottiglie di acqua e vino per portarsi al lavoro nei campi insieme al marito sul Monte Croseta. Quanto lavoro, quanta terra portata a spalle con il derlo. Successivamente si acquista una casa in paese, in via Niselli, ove emigra la famiglia. I figli crescono e si sposano, una a S. Bonifacio, una a Belfiore, mentre il maschio si accasa a San Giovanni. Fin che si può si torna sul Montemagro, a respirare l aria fresca della giovinezza, ma anche lassù ormai tutto è cambiato, tutto è incolto; è quasi un insulto al lavoro che si è fatto, anche se è la dura legge del progresso. In paese ora Mario si gode il meritato riposo, insieme alla moglie, è visitato spesso dai figli e nipoti, ai quali ha tante esperienze di vita da raccontare. Maledico tutte le guerre, perché ci vanno sempre di mezzo gli innocenti. I veri autori rimangono sempre al sicuro - sbotta di getto e ai giovani ricorda che l impegno, la solidarietà sono valori necessari per migliorare la società e che la critica, se non è costruttiva, rischia di erodere quel poco di buono che ancora esiste. Il momento più brutto nella vita? La morte dei due fratelli in guerra e del papà mi ha lasciato un vuoto terribile. Il momento più bello? (sorride prima di rispondere e scambia un intenso sguardo con la moglie che gli siede accanto) Certamente quando la Silvia mi ha detto di Sì. Mi sono sentito rinascere, dopo la tragedia dei fratelli in guerra, ho progettato il mio futuro con grande ottimismo. Questa persona, curva nel fisico e che si appoggia al bastone per camminare a causa del troppo lavoro nei campi, racchiude in sé un mondo ormai scomparso, il mondo contadino vero, a volte rimpianto e che sapeva di genuinità e trasparenza, di solidarietà e di sogno. Auguri, Mario! GIANNI SARTORI MEDICINA consigli per chi viaggia Capita sempre più di frequente la necessità di recarsi per turismo o per lavoro all estero in aree tropicali o subtropicali dove il nostro organismo si trova in situazioni inusuali e dove vengono messe alla prova le sue capacità di adattamento e talvolta vengono alterati gli equilibri che mantengono lo stato di buona salute. Per chi ha in programma un viaggio sarebbe utile valutare con un buon anticipo di almeno 6-8 settimane, con il proprio medico di famiglia, una volta conosciuta la sede di destinazione, la presenza di eventuali controindicazioni e farsi indirizzare eventualmente verso i Centri specializzati (i settori addetti alla Igiene Pubblica della ASL o le divisioni di Malattie Infettive delle cliniche o Centri Ospedalieri). Abitualmente le agenzie che organizzano i viaggi indicano di solito se è sufficiente il nuovo tesserino sanitario internazionale, unito ovviamente con il documento di identità o se è necessario richiedere, con almeno una settimana di anticipo, il rilascio del modello E 111, che consente lo stesso tipo di assistenza sanitari erogata ai cittadini del paese destinatario. In altri casi è opportuno stipulare una polizza di assicurazione. È consigliato andare in cerca di informazioni presentandosi di persona; le informazioni per telefono sono spesso affrettate e magari incomplete. LAVORAZIONE FERRO E ALLUMINIO SERRAMENTI ERREPI di Rigodanzo M. & Pellizzari S. Il punto più importante è dato dai vaccini. FEBBRE GIALLA: è obbligatoria la vaccinazione per l ingresso in alcuni paesi dell Africa centrale e America centro meridionale. Viene somministrata presso centri autorizzati dal ministero della sanità. Nella nostra zona in particolare 1 ASL 20 di Verona. Altre vaccinazioni, se non obbligatorie sono tuttavia raccomandate: fra queste la vaccinazione antitetanica, la antitifica (per via orale o per via intramuscolare), l antiepatite A. In alcuni paesi tropicali o per situazioni particolari può essere consigliato vaccinarsi contro l epatite B, poliomielite e tubercolosi, meningite menigococcica, rabbia ed encefalite giapponese. Sedi competenti sono i Distretti Sanitari. Particolare importanza è 1a profilassi antimalarica che va iniziata almeno una settimana prima, prolungata durante il soggiorno ed almeno due settimane dopo il rientro. Farmaci consigliati e dosaggi dipendono dal tipo di zona a rischio, suddivise in basso rischio, medio rischio ed alto rischio. Si consiglia di portare con il proprio bagaglio: i farmaci per le varie patologie croniche preesistenti, un antibiotico ad ampio spettro, un antibiotico intestinale. Un farmaco per febbre e dolori, un antispastico per le coliche, bustine per soluzioni reidratanti, gocce otologiche ed un collirio, una crema per scottature, repellenti GRUPPO DANZE SPORTIVE Mister Anthony il ballo è: allegria e divertimento disciplina e sport Viale del Lavoro, 34/36 Tel S. Giovanni Ilarione (Verona) Tel per insetti, un disinfettante per l acqua ed occhiali da sole. Nella malaugurata ipotesi di un ricovero forzato prendere nota dei sintomi, dei farmaci somministrati e richiedere una relazione clinica che sarà utile una volta tornati a casa. Situazioni particolari, anziani, bambini, malati cronici, gravidanza vanno valutati caso per caso. Nei viaggi in aereo, soprattutto in fase di decollo o atterraggio il brusco cambiamento di pressione può dare fastidio o dolore agli orecchi. Utile deglutire, masticare o espirare forte con naso, bocca, orecchi tappati. Il mal d aereo, che prova nausea, vertigine e malessere può essere prevenuto con opportuni farmaci. È opportuno partire ben riposati ed in condizioni fisiche ottimali per minimizzare i disagi derivati dal cambiamento dei fusi orari. Attenzione alle esposizioni al sole troppo prolungate. La scottatura solare può essere facilmente prevenuta ma difficilmente curata. Per prevenire la diarrea porre attenzione a quello che viene ingerito: dare la preferenza a cibi cotti e bevande confezionate e sigillate. In caso di attacco introdurre liquidi con soluzioni reidratanti, ed un disinfettante intestinale. In caso di febbre prolungata o sangue nelle feci consultare un medico. Contro gli insetti: necessario un adeguato abbigliamento. Utili i repellenti ed una zanzariera: vanno evitati il più possibile i bagni in acqua di fiume o stagnante. Al rientro ricordare di continuare la profilassi antimalarica se iniziata. Buona norma sarebbe, dopo il rientro, sottoporsi ad un controllo medico presso centri specializzati o almeno dal proprio medico curante. BUON VIAGGIO. VINCENZO MAGNABOSCO Dal gruppo alpini La corsa ciclistica sezionale di Mountain Bike, organizzata dal Gruppo alpini in collaborazione con il locale gruppo ciclistico A.S. Basalti, nonostante le pessime condizioni climatiche dei giorni precedenti la gara, ha ottenuto un buon risultato di partecipazione, ed anche se il percorso nei tratti sterrati era molto difficoltoso, è stato ugualmente molto apprezzato dai partecipanti. Per quanto riguarda la partecipazione alla settantanovesima Adunata nazionale di Asiago, nonostante le difficoltà create della viabilità e dal luogo decisamente insufficienti per accogliere il bagno di folla che partecipa ogni anno alle adunate nazionali e le condizioni climatiche che hanno creato ulteriori difficoltà, è stata lo stesso entusiasmante e piena di significato storico. Ricordiamo che appunto la prima Adunata nazionale fu organizzata dagli alpini reduci della Grande guerra proprio ad Asiago il 6 settembre 1920, per ricordare il sacrificio di decine di migliaia di alpini Caduti sull Ortigara, che con il loro sacrificio hanno conferito a questo luogo il triste nome di Calvario degli alpini. Anche il nostro Gruppo vi ha partecipato con molto entusiasmo; il soggiorno dei partecipanti è stato di tutta tranquillità e confort grazie al supporto logistico offerto dai nostri soliti soci che erano ad Asiago già dal sabato precedente. Ora il gruppo sta organizzando la tradizionale gita sociale per il prossimo luglio, e si prevede che anche quest anno avrà molto successo. Rivolgiamo un caloroso invito ai ritardatari perché provvedano a rinnovare l iscrizione all ANA presso i soliti incaricati, perché rischiano che venga loro sospesa la spedizione dei due giornali associativi L Alpino e Il Montebaldo. A.P.

11 L ALPONE 11 In Valpolicella per amore Quella che stiamo per raccontare è una storia d amore. Amore di una persona verso la propria famiglia, il proprio lavoro e il frutto del suo lavoro. Stiamo parlando di Cipriani Marino, nome che dice poco o niente alla maggior parte degli abitanti di San Giovanni Ilarione: infatti questo signore abita a Fumane, in Valpolicella. Allora cosa c entra con l Alpone? E qui entra in scena la co-protagonista della nostra storia, Teresa, nata e cresciuta nella contrà Ranfani fino al 1963, quando il bel Marino non se l è portata via per sposarla e dal loro matrimonio sono nati quattro figli.. Ma il cuore del nostro eroe è mosso anche da un altra passione: l amore per il vino. Infatti dirige da sempre una azienda agricola a conduzione famigliare, il cui pro- Marino Cipriani in una suggestiva immagine di alcuni anni fa. dotto principale è l uva e, naturalmente, il vino. Cosa abbastanza banale, potrà dire qualcuno, visto che la Valpolicella è conosciuta in tutto il mondo per il suo vino. Infatti l azienda produce vari tipi di vino, dal bianco e rosso da tavola, al recioto e amarone. Ma la caratteristica che contraddistingue tale azienda è che a tutt oggi è una delle poche, se non l unica, che continua ad utilizzare i metodi di vinificazione di un tempo, a partire dall appassimento dei grappoli sulle cosiddette arèle, seguendo poi delle procedure di travaso del vino che sono frutto di esperienza e retaggio della tradizione di quei bellissimi angoli della nostra provincia. Il vino, si sa, ormai è diventato fonte di business ; le cantine sono sempre più moderne e ormai rischiamo di vedere questo meraviglioso frutto della nostra terra solamente come un prodotto che ci dà una resa, rischiando di perderne la parte poetica, quel filo che ci lega alla nostra tradizione e al nostro territorio e che ci rimanda indietro con gli anni, quando gran parte delle nostre famiglie venete viveva grazie al lavoro dei campi. Fortunatamente in casa Cipriani non si corre questo rischio e lo si capisce appena si arriva nella corte. La calda seppur sobria ospitalità con cui si viene accolti e l atmosfera serena ti fanno sentire come se si fosse a casa propria. Certo, da buon contadino che è, Marino non spreca mai tante parole. A meno che l argomento della discussione non si sposti sul vino, sull uva, sulla bontà dell annata ecc. Allora traspare tutta la passione che mette nel proprio lavoro. Ti racconta come produce l Amarone, per esempio, usando quattro tipi di uva (Rondinella, Corvina, Molinara e Sangiovese), ti spiega tutti i vari stadi di produzione, ti mostra i campi di vite attorno alla casa e, naturalmente, ti conduce nel suo luogo sacro : la cantina! Il suo, dicevamo, è un vero e proprio amore per il suo vino e le sue bottiglie. E come in tutti i grandi amori c è la componente gelosia Ne sanno qualcosa i vari parenti o amici che gli chiedono di comprare qualche bottiglia e che sempre si sentono dire che ormai ce ne sono poche, che non può più venderne tante, che sono finite Ma alla fine la sua generosità prevale e si riesce sempre al tornare a casa con un buon bottino e non senza aver assaggiato i vari recioti e amaroni, magari accompagnati da qualche fetta di salame portati dalla gentile Teresa, che da ben quarantatré anni è sempre felicemente vicina al suo Marino. SIMONE GECCHELE Guido Gecchele L ufficio demografico del comune di San Giovanni Ilarione ha perso un pezzo della sua storia: l Istruttore Direttivo Guido Gecchele ha lasciato definitivamente il servizio per godersi finalmente la meritata pensione! Appena diplomato, mi racconta Guido, ha lavorato per 7 mesi presso il Centro di lettura di Bolca, e successivamente, nel febbraio 1971, ha iniziato la sua attività lavorativa provvisoria nel vecchio municipio di Via Roma (Palazzo Cavazzola) con la mansione di Messo Scrivano Guardia Notificatore, per poi essere assunto di ruolo il primo gennaio 1972, quando era sindaco Augusto Sartori e segretario il dott. Salvatore Bruno. In quegli anni la pianta organica era piuttosto ridotta: in libro paga del Comune, oltre a Guido, c erano Francesco Confente, Danilo Regazzin, tre operai, il medico condotto e la levatrice! Il trasferimento degli uffici comunali nella attuale sede in piazza Aldo Moro avviene nel 1980 continua Guido, ed in questo luogo si è tenuto il primo Consiglio comunale dell amministrazione Da quegli anni la pianta organica ha cominciato a crescere, ed anche a seguito delle nuove assunzioni Gecchele è stato inserito nell Ufficio Demografico dove è rimasto fino al pensionamento avvenuto per la precisione il 1º aprile 2006: un bel pesce d aprile per l amministrazione comunale! Di aneddoti in quasi 35 anni di lavoro presso il nostro Comune, ne avrà parecchi da raccontare! Ci sarebbe da scrivere un libro! mi dice, ricordo quella volta che alla richiesta di un nostro concittadino di avere un certificato di matrimonio, io gli chiesi l anno di matrimonio; ma lui seccato mi ribadì che voleva un certificato di matrimonio. Gli riformulai la domanda chiedendogli quando si era sposato, e prontamente snocciolò giorno, mese ed anno del suo matrimonio! Forse mi ero spiegato male! È proverbiale la sua precisione e disponibilità in occasione delle elezioni: i presidenti di seggio hanno sempre apprezzato la sua organizzazione e competenza che consentiva di svolgere tutte le operazioni elettorali in assoluta tranquillità e senza errori. E non è cosa da poco! A. PANDOLFO Filippo Zandonà, nato il 19 marzo Allegri Lino, Terrossa di Roncà Andriolo Giuseppe, Via Donai, S. G. Il. Andriolo Lucia, Via Marcazzani al Motto, S. G. Il. Arvotti Giuseppe, S. Donà di Piave, VE Beltrame Luigi, Via Vieno, S. G. Il. Beschin Maria, Locara di S. Bonifacio Beschin Maria, Via Casella, S. G. Il. Bilancini Gabriella, Chiampo, VI Biondaro Angelo, Via Macerata, S. G. Il. Cambiolo Mario, Via Degli Alpini, S. G. Il. Carù Giuseppe, Gallarate VA Casarotto Lino, Via P. Niselli, S. G. Il. Cavazza Assunta, Lobia di S. Bonifacio Cavazza Massimiliano, Via Galiotti, S. G. Il. Cavazzola Francesco, Via Faegolo, S. G. Il. Cavazzola Marsilia, Via Nebiotti, S. G. Il. Cengia Lorenzo, Via Centro Cattignano, S. G. Il. Ciman Angelo, Via Cimani, S. G. Il. Ciman Luigia, S. Bonifacio Ciman Maria, Via Fortini, S. G. Il. Ciman Olimpio, Ozzano Monferrato Ciman Silvano, Via Cimani, S. G. Il. Coffele Rosina, Cairate VA Colognato Aurora, Via A. De Gasperi, S.G.Il. Colognato Eleonora, Via Billieri, S. G. Il. Confente Annalisa, Montecchia di Cr. Confente Giuseppe, Cattignano, S.G.Il. Confente Panarotto Carolina, FRANCIA Creasi Tiziano, Soave Da Ronco Marisa, Merano, BZ Dal Fitto Angelo, S.G.Il. Dal Fitto Antonella, Via Torino, S. G. Il. Dal Zovo Antonio, Via Monfalcone, S. G. Il. Damini Beatrice, Via A. Rivato, S. G. Il. De Carli Dino, Couillet, BELGIO Diwischek Ramish Eleonore, Via Rampi, S.G.Il. Don Elio Nizzero, S. G. Il. Fagan Liliana, Villimpenta, MN. Fattori Mariuccia, ROMA Filipozzi Onorio, Via A. Rivato, S. G. Il. Friani Antonio, VARESE Galiotto Guglielmo, Via A. De Gasperi, S.G.Il. Galiotto Lorenzo, Via Mangano, S. G. Il. Galiotto Maria, Montecchia di Cr. Galiotto Patrizia, Montecchia di Cr. Gallo Giampaolo, Via Cereghini, S. G. Il. Gambaretto Angelina, Montecchia Gazzo Spedito, Via Ca Rosse, S. G. Il. Gecchele Fabrizia, Via Nogarotto, S. G. Il. Gecchele Giustina, Via Risorgimento, S. G. Il. Gecchele Santina in Pozza, Val Lagarina, TO Gugole Giancarla, Lavagno, VR Incontro Giorgio, Gazzolo d Arcole Lovato Adelina, VERONA Lovato Elisa, Albaredo d Adige. Lovato Roberto, Via Coltrini, S. G. Il. Lovato Ruggiero, Via Rebeli, S. G. Il. Lovato Teresa, S. Bonifacio Mainente Silvano, Via Roma, S.G.Il. L Angolo del goloso Insalata di Polipo Ingredienti per 6 persone: Polipo fresco di medie dimensioni, 1 carota, 1 costa di sedano, 1 porro, 1 spicchio di aglio, 3 foglie di alloro, il succo di un limone, mezzo bicchiere di vino bianco secco, olio d oliva q.b., gr. 200 di insalatina da taglio, prezzemolo tritato. Procedimento Pulite il polipo, togliete la bocca, gli occhi, la vescichetta interna e la pellicola. Battetelo delicatamente con il batticarne in modo da renderlo più morbido. Portate ad ebollizione una pentola d acqua salata. Aggiungete le verdure mondate e tagliate a pezzi, il vino, l alloro e il polipo. Fate cuocere per circa un ora a fuoco basso fino a quando il polipo non è diventato tenero. Toglietelo dal brodo di cottura, fatelo intiepidire e tagliatelo a pezzetti. Pulite l insalata e disponetela sul fondo di un piatto da portata. Sistematevi sopra il polipo a pezzi. Condite con un emulsione preparata miscelando l olio, il succo di limone e il sale. Guarnite con il prezzemolo tritato. Variante: Insalata di polipo con asparagi bianchi. Potete sostituire l insalata con asparagi bianchi lessati e tagliati a tocchetti, foglie di basilico e fettine di limone. Note: Il brodetto ottenuto può essere utilizzato per preparare ottimi brodetti di pesce, risotti o paste a base di pesce. Questo piatto può essere servito come antipasto o seconda portata, ha un basso apporto calorico, buono è il contenuto di proteine, calcio e fosforo. LUCIANA DAMINI festa dello sport 2006 Programma Venerdì 30 giugno - Hirter Beer festival ore Apertura chioschi ore Incontro pallavolo femminile ore Musica 360 con PROMETA CO.VR - D.J. COFFEE Sabato 1 luglio ore Torneo di Tennis - Tennis Club San Giovanni Ilarione Per informazioni ed iscrizioni Gianfranco Feder ore Torneo di Bocce Per informazioni ed iscrizioni Geghe Roberto ore Finali 3-4 posto - Torneo di Calcetto ore Esibizioni arti marziali: Judo Karate Shotokan Wing TZU ore Serata di musica dal vivo Domenica 2 luglio oe Escursione ciclistica per le strade di San Giovanni Ilarione. Aperta a tutti ore Triangolare di calcio categoria Pulcini ore Iniziazione al Tennis - Tennis Club San Giovanni Ilarione ore Tradizionale partita di calcio Scapoli - Ammogliati ore Finali 1-2 posto - Torneo di Calcetto ore Premiazione Tornei A seguire - Musica dal vivo anni Balli di gruppo con Paola e Francesco Durante le manifestazioni funzioneranno chioschi enogastronomici Hirter Beer - Cocktail Bar CONTRIBUTI PER L ALPONE Marcazzan Aristide, Roncà Marcazzan Benvenuto, Boarie di S.G.Il. Marcazzan Elio, Via Cà Rosse, S. G. Il. Marcazzan Giovanni, Via Boarie, S. G. Il. Marcazzan Giuseppe, Lonigo, VI Marcazzan Lidovina, Via Boarie, S. G. Il. Marcazzan Lino, Boarie, S. G. Il. Marchetto Danilo, Via Guarato, S. G. Il. Marchetto Franco, Via Guarato, S. G. Il. Marchetto Giuseppe, Via Luigi Gecchele, S. G. Il. Marchi Lino, Beinasco, TO Marcigaglia Almerino, Via Torino, S. G. Il. Martinelli Venuta, Montecchia di Cr. Mella Augusto Ermanno, S. Bonifacio Mella Maria, Creazzo, VI Panarotto Augusto, S. Bonifacio Panarotto Giuseppe - U.S.A. - California Panarotto Marie-Louise, Via Panarotti, S. G. Il. Panarotto Sergio, Via Torino, S. G. Il. Panato Bernardo, Via Ca Rosse, S. G. Il. Panato Maria, Vestenanova Pandian Pietro, Via IV Novembre, S. G. Il. Pandolfo Rosanna, Via Roma, S. G. Il. Perazzolo Camilla, Genova Perazzolo Gino, Via Mazzini, S. G. Il. Perazzolo Lino, Volargne, VR Perazzolo Teresina, Via Scandolaro, S. G. Il. Pernigotto Alberto, S. Bonifacio Pernigotto Giuseppe, Via Cabalini, S. G. Il. Posenato Arturo, Via Ciampetti, S. G. Il. Posenato Giandomenico, Via Risorgimento, S. G. Il. Pozza Germano, Via Bordoni, S. G. Il. Pressi Bruno, Via Coltrini, S. G. Il. Rivato Agostino, Via P. Niselli, S. G. Il. Rivato Ferdinando, Via P. Niselli, S. G. Il. Rivato Giovanni, Via Ca Rosse, S. G. Il. Rossetto Angela, Bonavigo Rossetto Benigno, Via Rossetti al Motto, S. G. Il. Rossetto Giuseppe, TO Sabbadoro Giovanni, Via Sabbadori, S. G. Il. Sabbadoro Ilva, Costabissara, VI Salgaro Pietro, Via Scandolaro, S. G. Il. Salgarolo Giancarlo, Via Risorgimento, S. G. Il. Salgarolo Giuseppe, Via Torino, S. G. Il. Salgarolo Severina, S.ta Margherita di Roncà Sartori Albano, Via Torino, S. G. Il. Sartori Bruno, Grezzana Soprana Renzo, Via Camadi, Castello di S. G. Il. Suman Giuseppe, PADOVA Tadiello Giuseppe, Via Cao di Là, Locara di S.Bonifacio Tezza Luigi, Via Rivato, S. G. Il. Vandin Lucia, Salgarolo Daniela, MONACO Vanzo Gina, Via Mangano, S. G. Il. Zanchi Candida, Via Cimani, S. G. Il. Zandonà Agnese, Vestenanova Zandonà Damiano, Via P. Niselli, S. G. Il. Zandonà Ernesto, Via Centro Cattignano, S. G. Il. Zandonà Mario, Via P. Niselli, S. G. Il. Zerbato Silvana, Via Risorgimento, S. G. Il.

12 L ALPONE 12 DALLE ASSOCIAZIONI Ottimi risultati per la GAEV dall inizio di questo 2006, paiono voler festeggiare i 20 anni di attività di questa società che nasce nel lontano 1986 a Monteforte d Alpone, inizialmente denominata ARCI UISP, la Ginnastica Artistica Monteforte vede crescere, nei vari livelli, ben più di 2000 ginnasti e ginnaste. Oggi questa società sportiva opera in altri sette comuni oltre a Monteforte: S. Giovanni Ilarione, Montecchia di Crosara, Cazzano di Tramigna, Brognoligo, Soave, S. Bonifacio e Colognola ai Colli. Lo scorso 5 marzo presso la Palestra Comunale di Cazzano di Tramigna F. Bertolaso si è disputata la seconda prova del Torneo Regionale Open a cui hanno partecipato diverse società tra cui la nostra, che si è distinta per il merito conquistando diversi titoli. Le ginnaste erano divise in cinque categorie a partire dagli 8 anni fino ai 21 e si sono cimentate in 2 specialità scelte fra cinque: corpo libero, trave, parallele, volteggio e mini trampolino. Nella categoria ELEMENTARI 1 hanno conquistato rispettivamente il primo e il terzo posto, Costa Giulia e Gugole Irene. Nelle ELEMEN- TARI 2 un podio firmato GAEV, grazie alla bravura di Mosele Isabella, la nostra concittadina Soprana Leandra e Pegoraro Anna. Per la categoria MEDIE ancora un podio completamente firmato GAEV con Magagnotto Manuela, Burato Federica, Carpanè Ilaria. SUPERIORI un solo secondo posto, si fa per dire, di Milani Valentina ed in fine per l ultima categoria SUPERIORI 2 nuovamente un podio tutto nostro grazie al talento di Pressi Elena, Dal Pra Sabrina e Molinaro Monica. SPORT U.S. Calcio S. Giovanni Ilarione e non solo...calcio, ma non solo. Anche perché il calcio italiano di questi tempi non ha fatto ben parlare di se! Noi tuttavia parliamo di un altro tipo di calcio; parliamo del calcio dilettantistico, di sport vissuto con passione, di gente che lavora tutta la settimana gratuitamente per portare avanti delle squadre di ragazzi che si cimentano il sabato e la domenica con vero entusiasmo di amici, genitori, e pochi affezionati sostenitori! Non parliamo di ingaggi milionari e di procuratori; non abbiamo le vacanze pagate e neppure i viaggi premio. Noi al massimo ci possiamo permettere una caminada a piedi alla Madonna della Corona... ed è quello che abbiamo fatto anche quest anno il 20 e 21 maggio scorso. A dire il vero a distanza di 15 anni non sono molti i calciatori che partecipano. Sono invece aumentati i concittadini Alcuni pellegrini in cammino. ed esterni che, ormai entusiasti del tradizionale pellegrinaggio, si aggregano al gruppo di temerari che, con partenza il venerdì da Montecchia, o il sabato da Giazza, raggiungono la meta del Santuario dopo uno e mezzo o due giorni e mezzo di cammino lungo i sentieri della Lessinia e della Valdadige. Anche quest anno infatti c era gente di S. Giovanni Ilarione, di Montecchia di Crosara, di Vestenanova e della zona del Chiampo. A tutti un saluto cordiale ed un arrivederci all anno prossimo. C.G. La ginnastica artistica compie 20 anni Ancora i successi sono stati numerosi nella Gara Regionale Settore Promozionale svoltasi Domenica 9 aprile a Noventa Padovana che ha visto la partecipazione di 450 ginnasti/e veneti dagli 8 ai 24 anni. Il passaggio di questa competizione dava l accesso alla gara nazionale che si disputerà a Fiuggi verso la fine di Giugno. Il gruppo GINNASTICA ARTISTICA EST VERONESE (G.A.E.V.) ha partecipato con ben 28 atleti tra le quali sono state ammesse a partecipare alla finale: Soprana Leandra, seconda classificata al volteggio, Burato Federica e Magagnotto Manuela seconda e terza alle parallele, Castagnaro Laura seconda alla trave, Signorini Monica terza al trampolino e volteggio, Molinarolo Monica seconda classificata al volteggio e per finire Pressi Elena prima classificata al volteggio. Inoltre alla gara nazionale vedremo anche un maschietto, Castegnaro Marco che si è aggiudicato il primo premio su tutti gli attrezzi. Questi campioni meritano il sostegno di tutti noi per i sacrifici che comporta la loro dsciplina e per i grandi risultati che sono riusciti a conquistarsi fino ad oggi. Vi aspettiamo quindi tutti al Palazzetto di Soave per il Saggio di fine anno SABATO 17 e DOMENICA 18 GIU- GNO alle ORE 20,45 per conoscere meglio e sostenere questi atleti a cui va tutta la nostra ammirazione, e familiarizzare con questa disciplina che nonostante la difficoltà e la bellezza, tutt ora non trova lo spazio e l attenzione che meriterebbe. GRUPPO G.A.E.V. GINNASTICA ARTISTICA EST VERONESE Trimestrale di Informazione e Cultura c/c postale n Direttore responsabile: Delio Vicentini Redazione: Dario Bruni, Sara Coffele, Luciana Damini, Mario Gecchele, Daniele Niselli, Angelo Pandolfo, Giovanni Sartori. Recapito: Valeria Gecchele - Presidente Pro Loco - Via A. Rivato, 61 - S. Giovanni Ilarione (VR) - Tel Pubblicità Augusto Gambaretto - Via Bosco, 7 - Tel San Giovanni Ilarione (VR) Prestampa: Iter - Tel Fax Colognola ai Colli (VR) Stampa: Grafiche Alpone - Tel S. Giovanni Ilarione (VR) 4º GRANFONDO DEL DURELLO Un momento della 4º Granfondo del Durello. Lo scorso 30 Aprile si è tenuta a San Giovanni Ilarione la quarta edizione della Granfondo del Durello, gara di Mountain Bike che merita appunto il nome di Granfondo per la caratteristica di essere strutturata su un tracciato di una importante difficoltà e lunghezza. La gara è stata disputata su un circuito molto tecnico di 17 Km tra i boschi del nostro paese, e comprendeva i campionati UDACE ed ANA provinciali, con assegnazione delle maglie di campione Verona UDACE e quelle di campione Alpini Verona. Più di trecento sono stati gli atleti che hanno preso il via dalle strutture approntate in via IV Novembre, per sfidare il difficile fondo del percorso reso imprevedibilmente pesante dall abbondante pioggia caduta nei giorni precedenti la gara. Molti atleti non si sono presentati ai nastri di partenza a causa della pessima situazione meteorologica, ma dai commenti e dall abbondante fango che si notava sulle maglie e sui volti di chi è poi riuscito a mettere il loro nome in classifica si capiva che questa gara rimarrà per sempre nei loro ricordi con il sapore dell impresa. La vittoria assoluta, con la consueta apertura della bottiglia magnum di Durello, è andata all atleta di Noventa Vicentina Andrea Formaggio; nella gara femminile ha trionfato invece la veronese Erica Venturini. Ottimo e veramente indispensabile il servizio prestato dalle diverse associazioni che da anni collaborano con il gruppo ciclistico Basalti per permettere la realizzazione di questa manifestazione, con i pregevoli risultati e con la qualità organizzativa che ci è stata da più parti riconosciuta. L appuntamento è quindi rinnovato a tutti, pubblico ed atleti, alla prossima 5 Granfondo del Durello, convinti che sapremo dare ancora una volta nuovi contenuti e significati ad una manifestazione che vuole continuare a rappresentare uno splendido e pulito esempio di sport per tutti. DARIO PANDOLFO Ginnastica Artistica che passione!!! A San Giovanni l attività inizia nell ottobre del Il primo e il 2 anno si svolge nella palestrina delle scuole elementari, per poi trasferirsi nella palestra delle scuole medie dove tuttora si tengono i corsi. Le allieve di San Giovanni hanno subito dimostrato grande curiosità ed entusiasmo. Si sono subito impegnate ottenendo, già dal primo anno, degli ottimi piazzamenti alla Gara Sociale che la nostra Società organizza ogni anno per i gruppi di avviamento (oltre a San Giovanni: Soave, San Bonifacio, Colognola ai Colli, Montecchia, Brognoligo e Cazzano di Tramigna). Grazie all interesse dimostrato dalle famiglie e dal Comune di San Giovanni Ilarione, e grazie al generoso contributo di quest ultimo, negli ultimi anni siamo riusciti ad attrezzare la palestra con tre funi, una trave d equilibrio, quattro materassini e una pedana per volteggio!! Questi attrezzi estremamente importanti per il nostro sport e in generale per una crescita armoniosa delle bambine. Siamo riusciti da subito a far partire due gruppi dividendo le allieve in base all età; per un totale di circa quarantacinque/cinquanta iscritti. Tutt ora i frequentanti la nostra attività sono numerosi. Ci auguriamo che il loro entusiasmo rimanga invariato nel tempo!! L istruttore, Zanardo Soili, opera nella società dal La società nasce nel 1986 e quest anno compie 20 anni!!! Per l occasione faremo un saggio speciale!!! Vi Aspettiamo numerosi il 17 e il 18 Giugno ore al palazzetto dello sport di Soave. CICLI & MOTO GENERALI Assicurazioni Generali S.p.A. Qualità a prima vista direttamente dal produttore Gli occhiali delle marche più prestigiose attendono il vostro punto di vista Via Canella, 3 - CELLORE d ILLASI (VR) Tel Fax SAN GIOVANNI ILARIONE (VR) Telefono / Fax Il tuo punto di riferimento per informazioni e progetti personalizzati sui fondi pensione P.A. Denis Casarotto Sub. Agenzia di Montecchia di Crosara Via S. Pietro, 18 - Tel. e Fax

Val d Alpone. Comune di Vestenanova. Assessorato al Turismo CALENDARIO MANIFESTAZIONI. Vestenanova Vestenavecchia Bolca Castelvero

Val d Alpone. Comune di Vestenanova. Assessorato al Turismo CALENDARIO MANIFESTAZIONI. Vestenanova Vestenavecchia Bolca Castelvero Val d Alpone Comune di Vestenanova Assessorato al Turismo CALENDARIO 2015 MANIFESTAZIONI Vestenanova Vestenavecchia Bolca Castelvero CALENDARIO MANIFESTAZIONI 2015 APRILE - MAGGIO 26/04 DOM CASTELVERO

Dettagli

Val d Alpone. Comune di Vestenanova Assessorato al Turismo. Vestenanova. Calendario. Vestenavecchia. Castelvero. Bolca

Val d Alpone. Comune di Vestenanova Assessorato al Turismo. Vestenanova. Calendario. Vestenavecchia. Castelvero. Bolca Val d Alpone Comune di Vestenanova Assessorato al Turismo Vestenanova Calendario MANIFESTAZIONI 2012 Vestenavecchia Castelvero Bolca APRILE - MAGGIO 29/4 DOM CASTELVERO CORSA ALPINA 9,00 5 SAB VESTENANOVA

Dettagli

Come da tradizione, anche quest anno Frossasco

Come da tradizione, anche quest anno Frossasco Sagra degli Abbà 2011 Come da tradizione, anche quest anno Frossasco si appresta a celebrare la Sagra degli Abbà le cui radici risiedono nel medioevo. Era una ricorrenza importante: nei giorni della festa

Dettagli

INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013. per Bambini dai 7 ai 10 anni

INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013. per Bambini dai 7 ai 10 anni INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013 per Bambini dai 7 ai 10 anni DIOCESI DI FOSSANO Commissione Diocesana Pastorale Ragazzi Ehi!!

Dettagli

L incontro con i cresimandi. 31 marzo, sabato pomeriggio in San Pio V.

L incontro con i cresimandi. 31 marzo, sabato pomeriggio in San Pio V. Tre giorni di festa, dal 30 marzo al 1 aprile, hanno animato la Parrocchia di San Pio V che ha vissuto intensamente la propria Missione Cittadina. Una missione che, partendo dall interno della comunità

Dettagli

La ritirata di Russia. Dal fiume Don a Varsavia (1942-43)

La ritirata di Russia. Dal fiume Don a Varsavia (1942-43) La ritirata di Russia. Dal fiume Don a Varsavia (1942-43) Riccardo Di Raimondo LA RITIRATA DI RUSSIA. DAL FIUME DON A VARSAVIA (1942-43) Memorie di un soldato italiano www.booksprintedizioni.it Copyright

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 2

Test di ascolto Numero delle prove 2 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi. In quale luogo puoi ascoltare i dialoghi? Scegli una delle tre proposte che ti diamo. DEVI SCRIVERE LE TUE

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 3

Test di ascolto Numero delle prove 3 Test di ascolto Numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI SCRIVERE LE RISPOSTE NEL FOGLIO DELLE RISPOSTE.

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 3

Test di ascolto Numero delle prove 3 Test di ascolto Numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI SCRIVERE LE RISPOSTE NEL FOGLIO DELLE RISPOSTE.

Dettagli

Maria ha mandato una lettera a sua madre.

Maria ha mandato una lettera a sua madre. GRAMMATICA LE PREPOSIZIONI Osservate: Carlo ha regalato un mazzo di fiori a Maria per il suo compleanno. Vivo a Roma. La lezione inizia alle 9:00. Sono ritornata a casa alle 22:00. Ho comprato una macchina

Dettagli

Giornale degli Alunni della Scuola Media "Virgilio" Via Trebbia - CREMONA. Sono in terza media Che cosa provo? Preoccupazione, gioia, speranza,

Giornale degli Alunni della Scuola Media Virgilio Via Trebbia - CREMONA. Sono in terza media Che cosa provo? Preoccupazione, gioia, speranza, Noi in poche pagine Giornale degli Alunni della Scuola Media "Virgilio" Via Trebbia - CREMONA XVI EDIZIONE ~ ANNO 2014-2015 9 ottobre 2014 SOMMARIO SPECIALE CLASSE 3^B Ø RIFLESSIONI DEI PRIMI GIORNI DI

Dettagli

La XXIV giornata mondiale della salute mentale: il 10 Ottobre 2015

La XXIV giornata mondiale della salute mentale: il 10 Ottobre 2015 La XXIV giornata mondiale della salute mentale: il 10 Ottobre 2015 Evento Flashmob Pensieri raccolti nel gruppo: Sabato ci siamo trovati al Centro e dopo aver indossato le magliette siamo andati tutti

Dettagli

5-A2 adulti estero.qxd:5-a2 adulti estero.qxd 19-05-2010 9:45 Pagina 1

5-A2 adulti estero.qxd:5-a2 adulti estero.qxd 19-05-2010 9:45 Pagina 1 5-A2 adulti estero.qxd:5-a2 adulti estero.qxd 19-05-2010 9:45 Pagina 1 Giugno 2010 5-A2 adulti estero.qxd:5-a2 adulti estero.qxd 19-05-2010 9:45 Pagina 2 5-A2 adulti estero.qxd:5-a2 adulti estero.qxd 19-05-2010

Dettagli

DICEMBRE IN ORATORIO S. NATALE 2014

DICEMBRE IN ORATORIO S. NATALE 2014 CENTRO PARROCCHIALE OSNAGO PROGRAMMA DICEMBRE IN ORATORIO S. NATALE 2014 È Natale È Natale ogni volta che sorridi a un fratello e gli tendi la mano. È Natale ogni volta che rimani in silenzio per ascoltare

Dettagli

Newsletter dell associazione La Casa sull Albero, anno VI, mese di maggio 2016. ..il musical

Newsletter dell associazione La Casa sull Albero, anno VI, mese di maggio 2016. ..il musical Newsletter dell associazione La Casa sull Albero, anno VI, mese di maggio 2016 Ci vuole tutta una città per.....il musical Cari tutti, piccoli e grandi. Questa lettura e questo invito sono per ciascuno

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 3

Test di ascolto Numero delle prove 3 Test di ascolto Numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Dettato. DEVI SCRIVERE IL TESTO NEL FOGLIO DELL ASCOLTO PROVA N.1 - DETTATO. 2 Ascolto Prova n. 2 Ascolta il testo: è un dialogo tra due ragazzi

Dettagli

Maschere a Venezia CAP I

Maschere a Venezia CAP I Maschere a Venezia 7 CAP I In un pomeriggio di fine marzo Altiero Ranelli, un giovane giornalista de Il Gazzettino di Venezia, entra nell ufficio del direttore. - Ho una grande notizia. - grida contento.

Dettagli

Il Vostro Sindaco Bruno Piva

Il Vostro Sindaco Bruno Piva Cari cittadini, Il Natale è ormai vicino e in questa occasione, di riflessione e di nuovo inizio, è con gioia che rivolgo a tutti i più sinceri auguri di buone festività. Il momento è sicuramente difficile

Dettagli

Filopoesia per l educazione. Gemellaggi tra bambini e studenti alla LUMSA.

Filopoesia per l educazione. Gemellaggi tra bambini e studenti alla LUMSA. Filopoesia per l educazione. Gemellaggi tra bambini e studenti alla LUMSA. Di tutto quello che anche quest anno abbiamo cercato di fare, dei bambini della scuola dell Infanzia che continuano a giocare

Dettagli

GESU E UN DONO PER TUTTI

GESU E UN DONO PER TUTTI GESU E UN DONO PER TUTTI OGGI VIENE ANCHE DA TE LA CREAZIONE IN PRINCIPIO TUTTO ERA VUOTO E BUIO NON VI ERANO NE UOMINI NE ALBERI NE ANIMALI E NEMMENO CASE VI ERA SOLTANTO DIO NON SI VEDEVA NIENTE PERCHE

Dettagli

PROGRAMMA della 40 FESTA DELL UVA 2009

PROGRAMMA della 40 FESTA DELL UVA 2009 PROGRAMMA della 40 FESTA DELL UVA 2009 In questo anno di difficoltà per tutti la PRO LOCO ha ritenuto di fare ogni sforzo possibile per cercare di non far pagare l ingresso al centro storico, in nessuno

Dettagli

Alle sorelle e ai fratelli della parrocchia S. Maria di Lourdes. Donaci la Pace!

Alle sorelle e ai fratelli della parrocchia S. Maria di Lourdes. Donaci la Pace! LA NOSTRA Parrocchia S.Maria di Lourdes VOCE MILANO - via Induno,12 - via Monviso 25 DICEMBRE 2OO5 Alle sorelle e ai fratelli della parrocchia S. Maria di Lourdes. Donaci la Pace! Vi lascio in pace, vi

Dettagli

L idea dunque di ritrovarsi dei tutori, per di più sconosciuti, anche in vacanza, non era il massimo. Carlo però ci aveva subito tranquillizzati, ci

L idea dunque di ritrovarsi dei tutori, per di più sconosciuti, anche in vacanza, non era il massimo. Carlo però ci aveva subito tranquillizzati, ci CAPITOLO 1 La donna della mia vita Oggi a un matrimonio ho conosciuto una donna fantastica, speciale. Vive a Palermo, ma appena se ne sente la cadenza, adora gli animali, cani e cavalli soprattutto, ma

Dettagli

Articolo giornale campo scuola 2014

Articolo giornale campo scuola 2014 Articolo giornale campo scuola 2014 Condivisione, stare assieme sempre, conoscersi? In queste tre parole racchiuderei la descrizione del campo estivo. Sono sette giorni bellissimi in cui si impara prima

Dettagli

"Macerie dentro e fuori", il libro di Umberto Braccili

Macerie dentro e fuori, il libro di Umberto Braccili La presentazione venerdì 14 alle 11 "Macerie dentro e fuori", il libro di Umberto Braccili "Macerie dentro e fuori" è il libro scritto dal giornalista Umberto Braccili, inviato della Rai Abruzzo, insieme

Dettagli

Parrocchia di San Paolo

Parrocchia di San Paolo Parrocchia di San Paolo Consiglio pastorale 27 Novembre 2011 Questa speciale edizione del Consiglio Pastorale prende vita in una soleggiata domenica novembrina: presenti 45 persone che, dopo aver celebrato

Dettagli

Scegliere cosa fare dopo la terza media era quindi per lui una questione un po complicata, anche se non troppo preoccupante.

Scegliere cosa fare dopo la terza media era quindi per lui una questione un po complicata, anche se non troppo preoccupante. I RAGAZZI E LE RAGAZZE RACCONTANO Daniele Quando aveva 13 anni Daniele viveva vicino a Milano con la sua famiglia: mamma, papà e Emanuele, il fratello maggiore, con cui andava molto d accordo; anzi, possiamo

Dettagli

Modulo 1 Unità 1. Santa Teresa Civitavecchia Roma Olbia. Q1. Completa le frasi con le parole della lista.

Modulo 1 Unità 1. Santa Teresa Civitavecchia Roma Olbia. Q1. Completa le frasi con le parole della lista. Andare a gonfie vele Q1. Completa le frasi con le parole della lista. Roma vele Islanda Olbia vacanza quarantenne Sardegna Sicilia In traghetto Fabio è stato in con la famiglia a Santa Teresa, che si trova

Dettagli

Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1 Adolescenti. Università per Stranieri di Siena.

Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1 Adolescenti. Università per Stranieri di Siena. per Stranieri di Siena Centro CILS : Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto - Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI SCRIVERE

Dettagli

cercare casa unità 8: una casa nuova lezione 15: 2. Lavora con un compagno. Secondo voi, quale casa va bene per i Carli? Perché?

cercare casa unità 8: una casa nuova lezione 15: 2. Lavora con un compagno. Secondo voi, quale casa va bene per i Carli? Perché? unità 8: una casa nuova lezione 15: cercare casa 2. Lavora con un compagno. Secondo voi, quale casa va bene per i Carli? Perché? palazzo attico 1. Guarda la fotografia e leggi la descrizione. Questa è

Dettagli

COMUNE di STAZZEMA Medaglia d Oro al Valor Militare Provincia di Lucca

COMUNE di STAZZEMA Medaglia d Oro al Valor Militare Provincia di Lucca MUSEO STORICO DELLA RESISTENZA Sant Anna di Stazzema COMUNE di STAZZEMA Medaglia d Oro al Valor Militare Provincia di Lucca PARCO NAZIONALE DELL A PACE Parco nazion Alla cortese attenzione di: Dirigenti

Dettagli

Il Bollettino del Villaggio dell Arca

Il Bollettino del Villaggio dell Arca Cari amici con un po di malinconia ci lasciamo alle spalle l estate, ricca di bei momenti e di incontri interessanti, e ci immergiamo nel nuovo anno scolastico. Come accade ogni anno, lo spirito legato

Dettagli

di Lendinara serate del

di Lendinara serate del a 35 sorriso del sagra cucina buona della e di Lendinara dal 10 al 15 luglio 2015 serate del PESCE: 10 11 12 serate del RISOTTO: 13 14 15 2 35 a Sagra paesana di RASA - 10-15 luglio 2015 Cari concittadini,

Dettagli

SCUOLA PRIMARIA G. MAZZINI

SCUOLA PRIMARIA G. MAZZINI SCUOLA PRIMARIA G. MAZZINI Dove ci troviamo La scuola G. Mazzini si trova a Legnano in piazza Trento e Trieste. Si colloca in una zona strategica poiché comodamente raggiungibile dal centro di Legnano,

Dettagli

Obiettivo didattico: Scoprire alcune meraviglie del territorio veneto; in particolare le città di Padova e Venezia.

Obiettivo didattico: Scoprire alcune meraviglie del territorio veneto; in particolare le città di Padova e Venezia. Obiettivo didattico: Scoprire alcune meraviglie del territorio veneto; in particolare le città di Padova e Venezia. Questo - in ordine cronologico - l ultimo appuntamento organizzato dall Istituto Comprensivo

Dettagli

Voci da dentro fotolibro emozionale

Voci da dentro fotolibro emozionale Voci da dentro fotolibro emozionale Xvii Convegno Gruppo di Studio di Dialisi Peritoneale Montecatini Terme, 20-22 marzo 2014 Voci da dentro fotolibro emozionale Volume realizzato in occasione del Xvii

Dettagli

Esperienza d arte presso l asilo nido comunale Collodi Piossasco

Esperienza d arte presso l asilo nido comunale Collodi Piossasco Esperienza d arte presso l asilo nido comunale Collodi Piossasco. L asilo nido Collodi, gestito dalla Cooperativa Accomazzi per conto della Città di Piossasco, accoglie 45 bambini dai 6 ai 36 mesi. Aspetto

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 2

Test di ascolto Numero delle prove 2 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e messaggi. In quale luogo puoi ascoltare i testi? Scegli una delle tre proposte che ti diamo. Alla fine del

Dettagli

COLLANA VITAE. A Maria per quel dieci che ha portato a qualcosa di buono

COLLANA VITAE. A Maria per quel dieci che ha portato a qualcosa di buono COLLANA VITAE A Maria per quel dieci che ha portato a qualcosa di buono Serena Milano HO SCELTO DI GUARIRE Un viaggio dal Cancro alla Rinascita attraverso le chiavi della Metamedicina, della Psicologia,

Dettagli

Questo è l ICAM, sembra tutto fuorché un carcere. La giovane responsabile è l ispettore Stefania Conte.

Questo è l ICAM, sembra tutto fuorché un carcere. La giovane responsabile è l ispettore Stefania Conte. FRANCESCA CORSO di Edoardo Di Lorenzo FRANCESCA CORSO FONDATRICE Ho lavorato come assistente sociale al carcere di San Vittore e ho trovato dei bambini carcerati assieme alle mamme in un regime carcerario

Dettagli

Numero 3 Maggio 2008. A cura di Giuseppe Prencipe

Numero 3 Maggio 2008. A cura di Giuseppe Prencipe Numero 3 Maggio 2008 A cura di Giuseppe Prencipe Il nostro campione Meggiorini Riccardo nazionalità: Italia nato a: Isola Della Scala (VR) il: 4 Settembre 1985 altezza: 183 cm peso: 75 kg Società di appartenenza:

Dettagli

Ad Armando Sanna Cover Mapei

Ad Armando Sanna Cover Mapei Introduzione: Ci sentiamo verso le 22 non so bene come iniziare, in fondo è un ragazzo. Un ragazzo dal viso pulito. - Pronto ciao sono Armando- - Ciao mi chiamo Gilberto, lo sai che domenica, mentre trionfavi,

Dettagli

1930 ECCO IL PRATO SUL QUALE NEGLI ANNI 70 STATA COSTRUITA LA NOSTRA SCUOLA!!!!!!

1930 ECCO IL PRATO SUL QUALE NEGLI ANNI 70 STATA COSTRUITA LA NOSTRA SCUOLA!!!!!! 1930 ECCO IL PRATO SUL QUALE NEGLI ANNI 70 STATA COSTRUITA LA NOSTRA SCUOLA!!!!!! Dalla testimonianza di Alessandro: ho 15 anni, abito a Milano dove frequento il liceo. Vivo con i miei genitori ed una

Dettagli

SPIRITO SANTO E MATRIMONIO NEL PENSIERO DI GIOVANNI PAOLO II. Don Przemyslaw Kwiatkowski

SPIRITO SANTO E MATRIMONIO NEL PENSIERO DI GIOVANNI PAOLO II. Don Przemyslaw Kwiatkowski SPIRITO SANTO E MATRIMONIO NEL PENSIERO DI GIOVANNI PAOLO II Don Przemyslaw Kwiatkowski Ciao a tutti! Siamo Alberto e Silvia di Cherasco, in Piemonte e siamo sposati da quasi 6 anni. E noi siamo Alberto

Dettagli

1. FUMO PERCHÉ È PIACEVOLE

1. FUMO PERCHÉ È PIACEVOLE 1. FUMO PERCHÉ È PIACEVOLE Si dicono un sacco di cose brutte sulle sigarette, ma la verità è che si fuma perché è piacevole. È piacevole aspirare il fumo con calma, è piacevole sentirlo impossessarsi dei

Dettagli

Livello CILS A2. Test di ascolto

Livello CILS A2. Test di ascolto Livello CILS A2 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

FAMIGLIA ED EDUCAZIONE

FAMIGLIA ED EDUCAZIONE FAMIGLIA ED EDUCAZIONE Card. Carlo Caffarra Cari genitori, ho desiderato profondamente questo incontro con voi, il mio primo incontro con un gruppo di genitori nel mio servizio pastorale a Bologna. Sono

Dettagli

Il laboratorio di musica

Il laboratorio di musica Il laboratorio di musica Il laboratorio di musica si inserisce nei laboratori facoltativi pomeridiani e a differenza degli altri laboratori, che hanno una durata quadrimestrale, dura per tutto l anno.

Dettagli

Da marzo a settembre... eventi e sagre per tutti i gusti!

Da marzo a settembre... eventi e sagre per tutti i gusti! Da marzo a settembre... eventi e sagre per tutti i gusti! In primavera Dal 19 al 23 marzo tradizionale appuntamento Sagra della Seppia 3 giorni / 2 notti in camera 4**** a partire da 119,00 a persona 2

Dettagli

Parrocchia San Giovanni Battista in Trenno P.zza S. Giovanni, 4-20151 Milano Tel. 02.48.20.22.18 - E-mail:psgb-trenno@libero.it

Parrocchia San Giovanni Battista in Trenno P.zza S. Giovanni, 4-20151 Milano Tel. 02.48.20.22.18 - E-mail:psgb-trenno@libero.it Parrocchia San Giovanni Battista in Trenno P.zza S. Giovanni, 4-20151 Milano Tel. 02.48.20.22.18 - E-mail:psgb-trenno@libero.it sagrasangiovanni@gmail.com www.milanodecanatogallaratese.it/sagrasangiovanni

Dettagli

Livello CILS A1. Test di ascolto

Livello CILS A1. Test di ascolto Livello CILS A1 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

LE RAGIONI DEL CUORE concorso per la scuola primaria e secondaria di I grado

LE RAGIONI DEL CUORE concorso per la scuola primaria e secondaria di I grado LE RAGIONI DEL CUORE concorso per la scuola primaria e secondaria di I grado Esplorare e abitare il territorio con il cuore: esercizi di training sensoriale Siamo veramente «presenti» ai luoghi che abitiamo

Dettagli

Questa è la nostra vita un figlio a tutti i costi.

Questa è la nostra vita un figlio a tutti i costi. Questa è la nostra vita un figlio a tutti i costi. Una sera, dopo aver messo a letto mio figlio, stanca dopo una giornata molto impegnata, ho deciso di andare a letto presto, ma non riuscivo ad addormentarmi,

Dettagli

37 a FIERA DI SAN LORENZO

37 a FIERA DI SAN LORENZO Patrocinio dell Amministrazione Provinciale di Ferrara FINALE EMILIA Modena CENTO Ferrara BONDENO Ferrara 37 a FIERA DI SAN LORENZO SAGRA DELLA LUMACA dal 28 Luglio al 10 Agosto 2011 Casumaro - Città della

Dettagli

Vorrei avere mille lingue. Settimana di Animazione Missionaria. 10-18 ottobre 2015 PARROCCHIA SAN GASPARE DEL BUFALO

Vorrei avere mille lingue. Settimana di Animazione Missionaria. 10-18 ottobre 2015 PARROCCHIA SAN GASPARE DEL BUFALO Settimana di Animazione Missionaria in occasione dei festeggiamenti in onore di San Gaspare del Bufalo e del Bicentenario di fondazione di Missionari del Preziosissimo Sangue Vorrei avere mille lingue

Dettagli

ΤΠΟΤΡΓΔΙΟ ΠΑΙΓΔΙΑ ΚΑΙ ΠΟΛΙΣΙΜΟΤ ΓΙΔΤΘΤΝΗ ΜΔΗ ΔΚΠΑΙΓΔΤΗ ΚΡΑΣΙΚΑ ΙΝΣΙΣΟΤΣΑ ΔΠΙΜΟΡΦΩΗ ΣΕΛΙΚΕ ΕΝΙΑΙΕ ΓΡΑΠΣΕ ΕΞΕΣΑΕΙ ΥΟΛΙΚΗ ΥΡΟΝΙΑ 2010-2011

ΤΠΟΤΡΓΔΙΟ ΠΑΙΓΔΙΑ ΚΑΙ ΠΟΛΙΣΙΜΟΤ ΓΙΔΤΘΤΝΗ ΜΔΗ ΔΚΠΑΙΓΔΤΗ ΚΡΑΣΙΚΑ ΙΝΣΙΣΟΤΣΑ ΔΠΙΜΟΡΦΩΗ ΣΕΛΙΚΕ ΕΝΙΑΙΕ ΓΡΑΠΣΕ ΕΞΕΣΑΕΙ ΥΟΛΙΚΗ ΥΡΟΝΙΑ 2010-2011 ΤΠΟΤΡΓΔΙΟ ΠΑΙΓΔΙΑ ΚΑΙ ΠΟΛΙΣΙΜΟΤ ΓΙΔΤΘΤΝΗ ΜΔΗ ΔΚΠΑΙΓΔΤΗ ΚΡΑΣΙΚΑ ΙΝΣΙΣΟΤΣΑ ΔΠΙΜΟΡΦΩΗ ΣΕΛΙΚΕ ΕΝΙΑΙΕ ΓΡΑΠΣΕ ΕΞΕΣΑΕΙ ΥΟΛΙΚΗ ΥΡΟΝΙΑ 2010-2011 Μάθημα: Ιταλικά Δπίπεδο: 2 Γιάρκεια: 2 ώρες Ημερομηνία: 23 Μαΐοσ

Dettagli

Ufficio Ragioneria e Tributi Via Roma, 69-36030 tel. 0445/333329 - fax n. 0445/330029 e-mail : tributi@comune.zugliano.vi.it www.comune.zugliano.vi.

Ufficio Ragioneria e Tributi Via Roma, 69-36030 tel. 0445/333329 - fax n. 0445/330029 e-mail : tributi@comune.zugliano.vi.it www.comune.zugliano.vi. Ufficio Ragioneria e Tributi Via Roma, 69-36030 tel. 0445/333329 - fax n. 0445/330029 e-mail : tributi@comune.zugliano.vi.it www.comune.zugliano.vi.it IMPOSTA COMUNALE SULLA PUBBLICITÀ Prima di iniziare

Dettagli

IL GIOVANE NELLA SCUOLA PER COSTRUIRE IL FUTURO QUESTIONARIO RIVOLTO AGLI STUDENTI DELLE CLASSI PRIMA E SECONDA SUPERIORE.

IL GIOVANE NELLA SCUOLA PER COSTRUIRE IL FUTURO QUESTIONARIO RIVOLTO AGLI STUDENTI DELLE CLASSI PRIMA E SECONDA SUPERIORE. IL GIOVANE NELLA SCUOLA PER COSTRUIRE IL FUTURO QUESTIONARIO RIVOLTO AGLI STUDENTI DELLE CLASSI PRIMA E SECONDA SUPERIORE Istituto ROSMINI DOMANDA 1 Che cosa ti ha portato a scegliere la scuola superiore

Dettagli

LA CLASSE IV D ALLA PINACOTECA DI BRERA

LA CLASSE IV D ALLA PINACOTECA DI BRERA LA CLASSE IV D ALLA PINACOTECA DI BRERA ANNO SCOLASTICO 2011/ 12 UNA GIORNATA A BRERA Venerdì 17 febbraio sono andato con la mia classe e la IV E a Brera. Quando siamo arrivati le guide ci hanno diviso

Dettagli

Sono nato in Marocco. Ho un esperienza di lavoro di 14 anni nel mio paese. Ho fatto anche ruolo di sindacato anche nel mio paese. Sono venuto qua in

Sono nato in Marocco. Ho un esperienza di lavoro di 14 anni nel mio paese. Ho fatto anche ruolo di sindacato anche nel mio paese. Sono venuto qua in Sono nato in Marocco. Ho un esperienza di lavoro di 14 anni nel mio paese. Ho fatto anche ruolo di sindacato anche nel mio paese. Sono venuto qua in Italia non solo per motivi di lavoro, ma per motivi

Dettagli

Questo libro è scritto da me su dettatura di Gesù Cristo. Voglio raccontare la malattia di mio marito e lo voglio fare con l aiuto di Dio.

Questo libro è scritto da me su dettatura di Gesù Cristo. Voglio raccontare la malattia di mio marito e lo voglio fare con l aiuto di Dio. Questo libro è scritto da me su dettatura di Gesù Cristo. Voglio raccontare la malattia di mio marito e lo voglio fare con l aiuto di Dio. Siccome il cancro è una malattia incurabile, Gesù vuole spiegare

Dettagli

2.Cos è il nuoto sincronizzato...4-3. Penalità... 7-8. 4.Conclusione... 9

2.Cos è il nuoto sincronizzato...4-3. Penalità... 7-8. 4.Conclusione... 9 1.Introduzione... 2.Cos è il nuoto sincronizzato...4-3. Penalità... 7-8 4.Conclusione... 9 Elisa Boffi 2009/2010 Opzione Storia 2 1) Introduzione In questo lavoro parlerò del mio sport, il nuoto sincronizzato.

Dettagli

Il vostro Sindaco Bruno Piva

Il vostro Sindaco Bruno Piva 1 Le festività natalizie rappresentano da sempre un'occasione importante per rafforzare relazioni ed amicizie esprimendo, oltre agli auguri tradizionali, sentimenti di gratitudine e riconoscenza attraverso

Dettagli

San Giovanni Battista Cesano Boscone Sacra Famiglia C 2007-01-27

San Giovanni Battista Cesano Boscone Sacra Famiglia C 2007-01-27 MESSA VIGILIARE 18.00 In questa festa della Sacra Famiglia vorrei soffermarmi su un aspetto del brano di vangelo che abbiamo appena ascoltato. Maria e Giuseppe, insieme, cercano angosciati Gesù. Cosa può

Dettagli

Relazione al bilancio di previsione. Antonella Ferrari Assessore alla Cultura, Tempo libero Pubblica Istruzione, Servizi informativi Comunicazione

Relazione al bilancio di previsione. Antonella Ferrari Assessore alla Cultura, Tempo libero Pubblica Istruzione, Servizi informativi Comunicazione Relazione al bilancio di previsione Antonella Ferrari Assessore alla Cultura, Tempo libero Pubblica Istruzione, Servizi informativi Comunicazione Anno 2013 Pubblica Istruzione Dimensionamento Scolastico

Dettagli

competenze trasversali che permettano loro di affrontare con maggiore serenità

competenze trasversali che permettano loro di affrontare con maggiore serenità Il percorso in quinta elementare La proposta di lavoro è finalizzata a sostenere gli alunni nella fase di passaggio alla scuola media. È necessario infatti un azione orientativa che aiuti gli alunni a

Dettagli

Premio Artistico Letterario don Peppe Diana XII edizione Anno 2015

Premio Artistico Letterario don Peppe Diana XII edizione Anno 2015 Premio Artistico Letterario don Peppe Diana XII edizione Anno 2015 Questa mattina per fortuna c è un aria diversa Il sole coi suo raggi penetra dalla finestra Quant è bella la mia terra c è un aria diversa..

Dettagli

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime Indice Introduzione 7 La storia delle rose: quando la mamma parte 9 Il bruco e la lumaca: quando i genitori si separano 23 La campana grande e quella piccola: quando nasce il fratellino 41 La favola del

Dettagli

Settimanale Parrocchia OGNISSANTI Milano Anno pastorale 2011-2012. Domenica 19 febbraio 2012. ULTIMA DOMENICA DOPO L'EPIFANIA "del perdono"

Settimanale Parrocchia OGNISSANTI Milano Anno pastorale 2011-2012. Domenica 19 febbraio 2012. ULTIMA DOMENICA DOPO L'EPIFANIA del perdono IL RICHIAMO Settimanale Parrocchia OGNISSANTI Milano Anno pastorale 2011-2012 Domenica 19 febbraio 2012 ULTIMA DOMENICA DOPO L'EPIFANIA "del perdono" Vangelo del giorno: Luca 18,9-14 In quel tempo. Il

Dettagli

Il 28 novembre 2015, noi classe 1^B, come tutti gli alunni del nostro Istituto, abbiamo aperto la nostra scuola al territorio. L esperienza è stata

Il 28 novembre 2015, noi classe 1^B, come tutti gli alunni del nostro Istituto, abbiamo aperto la nostra scuola al territorio. L esperienza è stata Il 28 novembre 2015, noi classe 1^B, come tutti gli alunni del nostro Istituto, abbiamo aperto la nostra scuola al territorio. L esperienza è stata molto positiva perché ci ha permesso di far conoscere

Dettagli

1 Consiglio. Esercizi 1 1

1 Consiglio. Esercizi 1 1 1 Consiglio Prima di andare a dormire scrivi cinque parole italiane che ti interessano. La mattina dopo, prima di alzarti, cerca di ricordarti le parole scritte la sera prima. 1 Animali Fai il cruciverba.

Dettagli

Sindaco BERGAGNA Stefano Passiamo al successivo punto all ordine del. giorno. Cedo un attimo la presidenza al Vice Sindaco perché devo un

Sindaco BERGAGNA Stefano Passiamo al successivo punto all ordine del. giorno. Cedo un attimo la presidenza al Vice Sindaco perché devo un 1 Sindaco BERGAGNA Stefano Passiamo al successivo punto all ordine del giorno. Cedo un attimo la presidenza al Vice Sindaco perché devo un attimo assentarmi, ma è una questione di cinque minuti. Devo uscire,

Dettagli

HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION. Italian Beginners. ( Section I Listening) Transcript

HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION. Italian Beginners. ( Section I Listening) Transcript 2015 HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION Italian Beginners ( Section I Listening) Transcript Familiarisation Text Ciao Roberta! Da quanto tempo che non ci vediamo Dove vai? Ehh Francesco! Sono stata

Dettagli

Buona estate!! Newsletter alisolidali onlus N. 7/2015 del 14 Luglio 2015 INDICE AIUTIAMO I BAMBINI COLPITI DAL TORNADO

Buona estate!! Newsletter alisolidali onlus N. 7/2015 del 14 Luglio 2015 INDICE AIUTIAMO I BAMBINI COLPITI DAL TORNADO Newsletter alisolidali onlus N. 7/2015 del 14 Luglio 2015 Buona estate!! INDICE AIUTIAMO I BAMBINI COLPITI DAL TORNADO UN RIGRAZIAMENTO PER LE DONAZIONI RICEVUTE ALISOLIDALI AUGURA A TUTTI UNA BUONA ESTATE

Dettagli

Pro Cittadella. Comune di Cittadella. in collaborazione con ASCOM PADOVA. Musica stelle MUSICA - SPETTACOLO - DIVERTIMENTO FOTO: STUDIO CLICK

Pro Cittadella. Comune di Cittadella. in collaborazione con ASCOM PADOVA. Musica stelle MUSICA - SPETTACOLO - DIVERTIMENTO FOTO: STUDIO CLICK Pro Cittadella Comune di Cittadella in collaborazione con ASCOM PADOVA Musica sotto stelle le MUSICA - SPETTACOLO - DIVERTIMENTO FOTO: STUDIO CLICK PONTAROLLO sas lubrificanti Via Padre Pierobon, 8-35013

Dettagli

30 Anni Di1 Pro-Loco. Estate. Capracotta 2009. Estate. Capracotta

30 Anni Di1 Pro-Loco. Estate. Capracotta 2009. Estate. Capracotta 1979 30 Anni Di1 Pro-Loco Estate Estate P S D 3 Estate Programma Estivo SABATO 11 LUGLIO Ore 21:30 Largo dei Sartori Festa San Sebastiano protettore e Madonna del Carmelo Serata musicale con FABIO RICCI

Dettagli

Progetto grafico Roman Ceroni Photo by Marco & Gina Progetto grafico Roman Ceroni Photo by Marco & Gin

Progetto grafico Roman Ceroni Photo by Marco & Gina Progetto grafico Roman Ceroni Photo by Marco & Gin Pro getto g r af i co Roman Ceroni Photo by Marco & G i na La Pro Loco ringrazia tutti coloro che hanno contribuito e collaborato all organizzazione delle iniziative per l inverno 2015-2016 e augura a

Dettagli

IL FOGLIO DELL ANDOS. L A.N.D.O.S. Comitato di Verona COMPIE TRENT ANNI

IL FOGLIO DELL ANDOS. L A.N.D.O.S. Comitato di Verona COMPIE TRENT ANNI anno anno 16, 8, numero 12 Agosto Marzo 2016 2008 POSTE ITALIANE SPA - Spedizione Spedizione in Abbonamento in Abb. Postale 70% 70% DCI - NE/VR - Autorizzazione del Tribunale di Verona n.1436 del 28.03.2001

Dettagli

*** SASHA per SEMPRE ***

*** SASHA per SEMPRE *** *** SASHA per SEMPRE *** Siamo una coppia di portoghesi che abita in Italia da più di 10 anni. Abbiamo un figlio piccolo e nel 2010 abbiamo deciso di avventurarci in un progetto di solidarietà e di Amore:

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 2

Test di ascolto Numero delle prove 2 Dicembre 2009 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi o messaggi. In quale luogo puoi ascoltare i testi? Scegli una delle tre proposte che ti diamo.

Dettagli

Scuola dell infanzia S. Gregorio Magno

Scuola dell infanzia S. Gregorio Magno Parrocchia di S. Gregorio Magno Scuola dell infanzia S. Gregorio Magno via Boccaccio, 91-35128 Padova, P. IVA 03386430288, C.F. 80041130289 Tel.e Fax 049-8071565, E mail: scuolamaterna@sangregoriomagnopadova.it,

Dettagli

ANNO SCOLASTICO 2013/14

ANNO SCOLASTICO 2013/14 ANNO SCOLASTICO 2013/14 LA LETTERA AL SINDACO L INVITO DEL SINDACO Palermo, 6 Novembre 2013 Caro Sindaco, siamo gli alunni della classe 4^ C della scuola Francesco Orestano che si trova a Brancaccio, in

Dettagli

RACCONTO TRATTO DAL LIBRO. DONNE CHE RACCONTANO IL LAVORO a cura di

RACCONTO TRATTO DAL LIBRO. DONNE CHE RACCONTANO IL LAVORO a cura di RACCONTO TRATTO DAL LIBRO DONNE CHE RACCONTANO IL LAVORO a cura di Roberta Griffini, Francesca Matichecchia, Debora Roversi, Marzia Tanzini Disegno di Pat Carra Filcams Cgil Milano Margherita impiegata

Dettagli

Logopedia in musica e. canzoni

Logopedia in musica e. canzoni Logopedia in musica e canzoni Un Lavoro di Gruppo, Giugno 2013 INTRODUZIONE Siamo un gruppo di persone, chi ricoverato in Degenza e chi in Day Hospital, del Presidio Ausiliatrice-don Gnocchi di Torino

Dettagli

QUESTIONARIO DI OFFER PER ADOLESCENTI SULLA IMMAGINE DI SE

QUESTIONARIO DI OFFER PER ADOLESCENTI SULLA IMMAGINE DI SE QUESTIONARIO DI OFFER PER ADOLESCENTI SULLA IMMAGINE DI SE INTRODUZIONE AL QUESTIONARIO Questo questionario viene usato per scopi scientifici. Non ci sono risposte giuste o sbagliate. Dopo aver letto attentamente

Dettagli

Capannori. Speciale lavori pubblici 3. - Inaugurazione nuovo casello autostradale di Capannori

Capannori. Speciale lavori pubblici 3. - Inaugurazione nuovo casello autostradale di Capannori Capannori Speciale lavori pubblici 3 - Inaugurazione nuovo casello autostradale di Capannori Nel trentennale dello spostamento del municipio da Lucca a Capannori festeggiamo una delle più grandi opere

Dettagli

FESTA DEL PESCE. Festa del pesce. 24/25/26 Aprile - 1/2/3 Maggio

FESTA DEL PESCE. Festa del pesce. 24/25/26 Aprile - 1/2/3 Maggio Festa del pesce TUTTO A BASE DI PESCE FESTA DEL PESCE TUTTO A BASE DI PESCE 24/25/26 Aprile - 1/2/3 Maggio 25-26 aprile e 1/3 maggio PRANZO (con possibilità di asporto) 24 aprile e 2 maggio CENA (con possibilità

Dettagli

Gennaio 2014. Viaggio in Africa

Gennaio 2014. Viaggio in Africa Gennaio 2014 Viaggio in Africa Nella religione Tambor de Mina le tradizioni afro e indio convivono col cattolicesimo Nascono tre nuovi gruppi di giovani. E la casa in cui viviamo è invasa dai bambini Quella

Dettagli

Ricordi, giochi, poesie e abitudini dell infanzia e della gioventù. Poesia della mia prima elementare

Ricordi, giochi, poesie e abitudini dell infanzia e della gioventù. Poesia della mia prima elementare Ricordi, giochi, poesie e abitudini dell infanzia e della gioventù Poesia della mia prima elementare Sebbene faccio la classe prima Non mi è difficile parlare in rima, teco l augurio che il cuor mi detta

Dettagli

ISCRIZIONE CATECHESI Cammini di educazione e formazione cristiana per bambini, ragazzi e adolescenti

ISCRIZIONE CATECHESI Cammini di educazione e formazione cristiana per bambini, ragazzi e adolescenti DOMENICA 27 SETTEMBRE Parrocchia SS. Nazario e Celso MM. - Urgnano Oratorio S. Giovanni Bosco FESTA DI INIZIO ANNO PASTORALE Ore 10.30 S. MESSA di apertura del nuovo ANNO PASTORALE In questa occasione

Dettagli

LAURA, IN CINA TRA KUNG FU E CANTI TRADIZIONALI (Come un estate in 中 国 ha cambiato la mia vita)

LAURA, IN CINA TRA KUNG FU E CANTI TRADIZIONALI (Come un estate in 中 国 ha cambiato la mia vita) LAURA, IN CINA TRA KUNG FU E CANTI TRADIZIONALI (Come un estate in 中 国 ha cambiato la mia vita) Credevo di essere pronta a questa esperienza. Credevo di essere pronta a passare un intero mese dall altra

Dettagli

PROGETTI IN RETE PROGETTO LA SCUOLA IN PIAZZA

PROGETTI IN RETE PROGETTO LA SCUOLA IN PIAZZA PROGETTI IN RETE PROGETTO LA SCUOLA IN PIAZZA Premessa: Il progetto La Scuola in Piazza, nasce dall esigenza di ricercare forme e momenti di incontro della scuola con il proprio territorio di appartenenza.

Dettagli

Festa dell Associazione San Vincenzo Ferreri

Festa dell Associazione San Vincenzo Ferreri CITTA DI TRECATE Settore Amministrativo Sportello Turismo Festa dell Associazione San Vincenzo Ferreri sabato 1 e domenica 2 Associazione S. Vincenzo Ferreri Area Feste piazzale Antonini dalle ore 12 alle

Dettagli

DOMODOSSOLA (VB) 16-17-18-19 GIUGNO INFO: PRO LOCO DOMODOSSOLA 0324248265 - ASSOCIAZIONE EXPERIENCE 3420137782 WWW.GIUGNODOMESE.IT

DOMODOSSOLA (VB) 16-17-18-19 GIUGNO INFO: PRO LOCO DOMODOSSOLA 0324248265 - ASSOCIAZIONE EXPERIENCE 3420137782 WWW.GIUGNODOMESE.IT PIAZZA MATTEOTTI - DOMODOSSOLA DOMODOSSOLA (VB) 16-17-18-19 GIUGNO INFO: PRO LOCO DOMODOSSOLA 0324248265 - ASSOCIAZIONE EXPERIENCE 3420137782 WWW.GIUGNODOMESE.IT Stampa Pixart Printing spa Quarto d Altino

Dettagli

Paola, Diario dal Cameroon

Paola, Diario dal Cameroon Paola, Diario dal Cameroon Ciao, sono Paola, una ragazza di 21 anni che ha trascorso uno dei mesi più belli della sua vita in Camerun. Un mese di volontariato in un paese straniero può spaventare tanto,

Dettagli

Chi ha una mano per combattere, anche solo con la penna e l arte dello scrivere, ha anche un cuore

Chi ha una mano per combattere, anche solo con la penna e l arte dello scrivere, ha anche un cuore Chi ha una mano per combattere, anche solo con la penna e l arte dello scrivere, ha anche un cuore grande, capace di affrontare il sacrificio per lasciarci. Enzo Baldoni non è solo. Ognuno di noi è Unico

Dettagli

ALIO. dei BORGHI. www.prolocopiscina.it

ALIO. dei BORGHI. www.prolocopiscina.it P ALIO dei BORGHI PISCINA dal 12 giugno al 3 luglio 2011 PRO LOCO DI PISCINA www.prolocopiscina.it COMUNE DI PISCINA SALUTO DEL SINDACO DI PISCINA Ed eccoci al terzo, attesissimo appuntamento con il Palio

Dettagli

UN CLARINETTO NEL LAGER ALDO VALERIO CACCO

UN CLARINETTO NEL LAGER ALDO VALERIO CACCO UN INCONTRO CON LA STORIA UN CLARINETTO NEL LAGER ALDO VALERIO CACCO 5 FEBBRAIO 2015 Villafranca Padovana Classe terza A del plesso Dante Alighieri Insegnante: professoressa Barbara Bettini Il valore della

Dettagli

ogni figlio di dio: una promessa di vita cristiana

ogni figlio di dio: una promessa di vita cristiana G.Gatti - Evangelizzare il Battesimo - 199 ogni figlio di dio: una promessa di vita cristiana UNO SGUARDO ALL AVVENIRE L amore vero guarda lontano Chi ama, guarda sempre lontano, al futuro. L amore, infatti,

Dettagli

UNA ROCCA DI CIOCCOLATO

UNA ROCCA DI CIOCCOLATO Sabato 8 marzo UNA ROCCA DI CIOCCOLATO Visita guidata alla Rocca riservata alle signore e degustazione di cioccolato Bardini e vino della val d Arda E ENOTECA COMUNALE Ore 17:30 Domenica 30 marzo RADUNO

Dettagli