I titolari svolgono esclusivamente la Professione di Geologo presso lo studio associato.

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "I titolari svolgono esclusivamente la Professione di Geologo presso lo studio associato."

Transcript

1

2 Lo Studio Geologi Associati, Dott. Federico & Dott. Tonino, con sede in Terni Via Rismondo n.19, telefono e fax s e Partita I.V.A. e Codice Fiscale , svolge dal 1993, attività di consulenza di tipo geologico, geotecnico ed ambientale per analisi delle georisorse, pianificazione economica ed urbanistica sia di area vasta (livello regionale, provinciale e di comunità montana) che di singoli comuni (Piani Regolatori, Microzonazione sismica, Lottizzazioni), consulenze nell ambito del consolidamenti di dissesti di tipo idrologico-idraulico e di versante nonché consulenze per realizzazione di viabilità ed edificazioni. Tra i principali enti incaricanti sono compresi: Regione Umbria, Provincia di Terni, Provincia di Rieti, Comune di Rieti, Comune di Terni, Crea Gestioni (ACEA), comune di Monterotondo, Comune di Cittaducale ed altri. I titolari svolgono esclusivamente la Professione di Geologo presso lo studio associato. 2/44

3 INDICE DATI IDENTIFICATIVI DEGLI ASSOCIATI 4 Dott. Geol. Federico 4 Dott. Geol. Tonino 5 PRINCIPALI LAVORI PROFESSIONALI SVOLTI DAGLI ASSOCIATI 7 PIANIFICAZIONE TERRITORIALE pianificazione comunale e di area vasta 8 PIANIFICAZIONE TERRITORIALE Varianti e Piani attuativi 11 PIANIFICAZIONE TERRITORIALE Microzonazione sismica 13 PIANIFICAZIONE TERRITORIALE Cartografia tematica e linee guida 15 PIANIFICAZIONE TERRITORIALE varie 17 VERIFICHE SISMICHE IMMOBILI PUBBLICI 18 di cui all OPCM 3274/03 e DGR Lazio 766/03 18 RICOSTRUZIONE POST SISMA 20 CONSOLIDAMENTI FRANE E DISSESTI IDROGEOLOGICI 21 IMPIANTI TECNICI A RETE 26 INFRASTRUTTURE PER APPROVVIGIONAMENTO TRASPORTO E DEPURAZIONE ACQUE 26 IMPIANTI IDRAULICI E DI BONIFICA 26 PONTI E STRADE 30 INGEGNERIA NATURALISTICA - INGEGNERIA AMBIENTALE PER INTERVENTI TERRITORIALI DISCARICHE CAVE - REGIMENTAZIONI IDRICHE ED INTUBAMENTI 33 IMPIANTI SPORTIVI 35 RECUPERO DI EDIFICI STORICI 36 EDILIZIA COMMERCIALE E RESIDENZIALE - EDILIZIA SEMPLICE - EDIFICI DI CULTO SCUOLE - CIMITERI 37 STRUTTURE GENERICHE 42 ATTREZZATURE TECNICHE DELLO STUDIO 43 3/44

4 DATI IDENTIFICATIVI DEGLI ASSOCIATI Dott. Geol. Federico Dati personali: SABATINI FEDERICO, nato a Rieti il 27/10/1960 e residente a Labro (Ri) in Via Cavour n.13, Codice Fiscale SBT FRC 60R27 H282F, in possesso del titolo di studio Laurea in Scienze Geologiche conseguita il 15/07/1987 presso l Università "La Sapienza" di Roma, con votazione 110/110; abilitazione all'esercizio della professione di Geologo del 1988; iscrizione all Ordine Nazionale dei Geologi, nel 1989 con il n.6992 e passaggio al momento dell istituzione (1992), all Ordine dei Geologi del Lazio, con il n.645. Corsi professionali Corso di perfezionamento in ingegneria naturalistica Consolidamento Spondale in ambiti di bonifica ed ecosistemi filtro organizzato dall AIPIN e dal Consorzio di Bonifica Adige Bacchione, presso Correzzola (Pd), marzo 1998; Corso dell Ordine dei Geologi della Regione Umbria, di 120 ore di cui all Art. 10 della Legge 494/96, cosi come modificato dal D.Lgs 528/99. Pubblicazioni MENOTTI R.M., MILLESIMI F. e SABATINI F. (1992) Fenomeni Franosi nel Territorio della Provincia di Rieti, Atti della Fondazione Giorgio Ronchi, Anno XLVII, n 3 pagg SABATINI F. et Alii, (1992) Catalogo della Mostra "ORIGINI frammenti e tracce dell'evoluzione umana", Cooperativa Programma Ambiente Terni, pagg.1-64 GATTI C. e SABATINI F. (1989) Genesi ed evoluzione della Grotta di Cittareale (RI),Periodico FALACRINA anno XVI n 2 pagg MENOTTI R.M., MILLESIMI F. e SABATINI F. Rischio di frane per crollo nella Provincia di Rieti, Atti della Convegno Il Rischio Idrogeologico e la Difesa del Suolo Accademia Nazionale dei Lincei, Roma 1-2 Ottobre 1998 Argenti P., Kotsakis T. & F., in press, The latest Pleistocene bats of Cittareale (Rieti, Latium, Central Italy). 4/44

5 DATI IDENTIFICATIVI DEGLI ASSOCIATI Dott. Geol. Tonino Dati personali: UFFREDUZZI TONINO, nato a Terni il 06/11/1960 e residente a San Gemini (Tr) in Loc. Collepulito 289/A, Codice fiscale: FFRTNN60S06L117T, in possesso del titolo di studio Abilitazione all'esercizio della professione di Geologo del 1988; iscrizione all Ordine Nazionale dei Geologi, nel 1989 con il n.6998 e passaggio al momento dell istituzione (1992), all Ordine dei Geologi dell Umbria, con il n.88. Corsi professionali: Partecipazione, grazie ad una borsa di studio assegnata dall'i.n.g. (Istituto Nazionale di Geofisica), al Workshop sul tema "Aree Sismogenetiche e rischio sismico in Italia" tenutosi presso il Centro Studi scientifici "Ettore Majorana" di Erice, nel Abilitazione della Regione dell'umbria all'esercizio della professione di Guida Escursionistica, dal 1992; Abilitazione della Regione dell'umbria all'esercizio della professione di Guida Speleologica, dal 1992; Corso di perfezionamento in ingegneria naturalistica Consolidamento Spondale in ambiti di bonifica ed ecosistemi filtro organizzato dall AIPIN e dal Consorzio di Bonifica Adige Bacchiglione presso Correzzola (Pd), marzo 1998; Corso dell Ordine dei Geologi della Regione Umbria, di 120 ore di cui all Art. 10 della Legge 494/96, cosi come modificato dal D.Lgs 528/99. Pubblicazioni: T. e M. Arca Petrucci (a cura di) Aree dismesse e sviluppo locale nella Provincia di Terni, Agenzia Umbria Ricerche-Provincia di Terni, T. (Comitato di Redazione), Relazione sullo stato dell ambiente in Umbria, cap.1, 2 e 13, Agenzia Umbria Ricerche, ARPA Umbria, Regione dell Umbria, 2004; T., Aspetti geografici., geologici, geomorfologici ed idrologici del territorio della provincia di Terni in Manuale tecnico di ingegneria naturalistica della Provincia 5/44

6 di Terni, Applicabilità delle tecniche, limiti e soluzioni, Agenzia Umbria Ricerche- Provincia di Terni, pagg e , 2003; T., Analisi geologiche ed elaborazione delle carte di criticità, Il Piano territoriale di coordinamento provinciale della Provincia di Terni, Urbanistica Quaderni n.38, Collana dell Istituto nazionale Urbanistica Anno IX, pagg , 2003; Bazzurro F. Menichini P. Petesse M.L. Russi A. T., La Carta delle Criticità delle acque superficiali per il PTCP di Terni, Genio Rurale n. 10, Edagricole, pagg , 1999; Gatti C. e T., Speleologia esplorativa in Valnerina: la Risorgenza Solenne, Annuario Regionale 1994, C.A.I.- D.R.U., pagg , 1994; T., Geografia e Geologia in Escursionismo in Valnerina e nel ternano, Club Alpino Italiano, Terni, pagg , 1991; T. et al., Aspetti geografici e geologici dell'area di Polino-Collebertone (Tr) in Polino comune della Valnerina, cultura, ambiente e territorio, Provincia di Terni, 1990; Gatti C. e T., Giù nella Grotta di Cittareale (Ri), Periodico FALACRINA anno XVI n 1, pagg. 8-9, 1989; T., Quadro geografico e geologico dei M.ti del ternano in Salite su roccia nel ternano, Club Alpino Italiano, Terni, pagg ; 1988; Commissioni e Comitati Membro della Commissione Edilizia del Comune di Montecastrilli dal 1998 al Membro della Commissione Edilizia Integrata del Comune di Terni dal 1999 al Membro del Comitato Tecnico per la Tutela del Suolo della Provincia di Terni, dal Membro della Commissione per la qualità architettonica ed il paesaggio del Comune di Otricoli dal 2005 al Membro geologo supplente della Commissione per la qualità architettonica ed il paesaggio del Comune di Terni dal /44

7 7/44 PRINCIPALI LAVORI PROFESSIONALI SVOLTI DAGLI ASSOCIATI

8 PIANIFICAZIONE TERRITORIALE pianificazione comunale e di area vasta ENTE/ANNO DESCRIZIONE DATI INCARICO STATO Comune di Campagnano di Roma (Rm) 2009 Studio geologico, idrogeologico e geomorfologico, finalizzato alla redazione del PIANO REGOLATORE GENERALE (P.R.G.) dell intero territorio comunale con rilevamento geologico e redazione di carte tematiche (geomorfologica, propensione ai dissesti, edificabilità in prospettiva sismica) in scala 1: kmq 8708 ab. e In corso Comune di Scandriglia (Ri) 2008 Studio geologico, idrogeologico e geomorfologico, finalizzato alla redazione del PIANO REGOLATORE GENERALE (P.R.G.) dell intero territorio comunale con rilevamento geologico e redazione di carte tematiche (geomorfologica, propensione ai dissesti, edificabilità in prospettiva sismica) in scala 1: kmq 2426 ab. e Adottato dal Consiglio Comunale Comune di Nespolo (Ri) 2005 Studio geologico, idrogeologico e geomorfologico, finalizzato alla redazione del PIANO REGOLATORE GENERALE (P.R.G.) dell intero territorio comunale con rilevamento geologico e redazione di carte tematiche (geomorfologica, propensione ai dissesti, edificabilità in prospettiva sismica) in scala 1: kmq 224 ab. In corso Comune di Avigliano Umbro (Tr) 2004 Studio geologico, idrogeologico e geomorfologico, finalizzato alla redazione del PIANO REGOLATORE GENERALE (P.R.G.) dell intero territorio comunale con rilevamento geologico e redazione di carte tematiche (geomorfologica, propensione ai dissesti, edificabilità in prospettiva sismica) in scala 1:10.000; Studio ed indagini di MICROZONAZIONE SISMICA delle macroaree e redazione delle relative carte tematiche in scala 1: kmq 2378 ab. e Vigente Comune di Massa Martana (Pg) Studio geologico, idrogeologico e geomorfologico, finalizzato alla redazione del PIANO REGOLATORE GENERALE (P.R.G.) dell intero territorio comunale con rilevamento geologico e redazione di carte tematiche (geomorfologica, propensione ai dissesti, edificabilità in prospettiva sismica) in scala 1:10000 studio geologico di MICROZONAZIONE SISMICA di dettaglio, a supporto del PRG con indagini geognostiche e sismiche in sito e prove di laboratorio, a supporto del PRG, esteso alle macroaree del territorio comunale, finalizzato alla valutazione della suscettibilità ed amplificazione sismica locale 78 kmq 3541 ab. e Vigente 8/44

9 Comune di Antrodoco (Ri) Studio geologico, idrogeologico e geomorfologico, finalizzato alla redazione del PIANO REGOLATORE GENERALE (P.R.G.) dell intero territorio comunale con rilevamento geologico e redazione di carte tematiche (geomorfologica, propensione ai dissesti, edificabilità in prospettiva sismica) in scala 1: kmq 2845 ab. In corso Comune di Cantalupo in Sabina (Ri) 2002 Studio geologico, idrogeologico e geomorfologico, finalizzato alla redazione del PIANO REGOLATORE GENERALE (P.R.G.) dell intero territorio comunale con rilevamento geologico e redazione di carte tematiche (geomorfologica, propensione ai dissesti, edificabilità in prospettiva sismica) in scala 1: kmq 1621 ab. Vigente IRRES Umbria (Istituto Regionale Ricerche Economiche e Sociali) 2002 Consulenza per studi e progettazioni su temi ambientali ai sensi di quanto richiesto dalle norme del PUT e del PTCP nella stesura del Nuovo Piano Regolatore Generale del Comune di Terni Vigente Comune di Cittaducale (Ri) Studio geologico, idrogeologico e geomorfologico, finalizzato alla redazione del PIANO REGOLATORE GENERALE (P.R.G.) dell intero territorio comunale con rilevamento geologico e redazione di carte tematiche (geomorfologica, propensione ai dissesti, edificabilità in prospettiva sismica) in scala 1:10000; adeguamento normativo ed informatizzazione 71 kmq 6542 ab. e Vigente Comune di Cantalice (Ri) 2000 Studio geologico, idrogeologico e geomorfologico, finalizzato alla redazione del PIANO REGOLATORE GENERALE (P.R.G.) dell intero territorio comunale con rilevamento geologico e redazione di carte tematiche (geomorfologica, propensione ai dissesti, edificabilità in prospettiva sismica) in scala 1: kmq 2875 ab. In corso Comune di Borbona (Ri) 1998 Studio geologico, idrogeologico e geomorfologico, finalizzato alla redazione del PIANO REGOLATORE GENERALE (P.R.G.) dell intero territorio comunale con rilevamento geologico e redazione di carte tematiche (geomorfologica, propensione ai dissesti, edificabilità in prospettiva sismica) in scala 1: kmq 725 ab. In corso Comune di Cittareale (Ri) 1997 Studio geologico, idrogeologico e geomorfologico, finalizzato alla redazione del PIANO REGOLATORE GENERALE (P.R.G.) dell intero territorio comunale con rilevamento geologico e redazione di carte tematiche (geomorfologica, propensione ai dissesti, edificabilità in prospettiva sismica) in scala 1: kmq 482 ab. In corso 9/44

10 Agenzia Umbria Ricerche (A.U.R.) 2003 Aggiornamento-adeguamento alla nuova normativa per aspetti geologico-ambientali del PIANO DI COORDINAMENTO TERRITORIALE (PTCP) della Provincia di Terni. Vigente Provincia di Terni 1997 Studi geologici, geomorfologici ed idrogeologici, del PIANO DI COORDINAMENTO TERRITORIALE (PTCP), con la realizzazione di carte tematiche (geologica, geomorfologica, delle georisorse e siti estrattivi, dei dissesti idrogeologici prevalenti quali frane, esondazioni ed erosioni; etc.) Vigente Provincia di Terni 1996 studi geologici, geomorfologici ed idrogeologici, relativi alla redazione del Documento Preliminare del PIANO DI COORDINAMENTO TERRITORIALE (PTCP), con la realizzazione di carte tematiche (litologica, unità morfologiche, degli elementi morfogenetici, delle georisorse e siti estrattivi, dei dissesti idrogeologici prevalenti quali frane, esondazioni ed erosioni); Vigente Comune di Posta (Ri) 1996 Studio geologico, idrogeologico e geomorfologico, finalizzato alla redazione del PIANO REGOLATORE GENERALE (P.R.G.) dell intero territorio comunale con rilevamento geologico e redazione di carte tematiche (geomorfologica, propensione ai dissesti, edificabilità in prospettiva sismica) in scala 1: kmq 824 Ab. Vigente Comune di Labro (Ri) 1995 Studio geologico, idrogeologico e geomorfologico, finalizzato alla redazione del PIANO REGOLATORE GENERALE (P.R.G.) dell intero territorio comunale con rilevamento geologico e redazione di carte tematiche (geomorfologica, propensione ai dissesti, edificabilità in prospettiva sismica) in scala 1: kmq 352 Ab. Vigente Parco del Tevere 1997 studi geologici, geomorfologici e gestione delle georisorse, per la redazione del PIANO ECONOMICO E SOCIALE DEL PARCO NATURALE REGIOANLE DEL FIUME TEVERE Adottato VIIa Comunità Montana Salto- Cicolana (Ri) 2001 studi geologici, geomorfologici e gestione delle georisorse, per la redazione del PIANO ECONOMICO E SOCIALE DELLA COMUNITA MONTANA SALTO-CICOLANO Vigente Provincia di Salerno Partecipazione al PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE AMBIENTALE E RIORDINO URBANISTICO-EDILIZIO DELL AGRO NOCERINO-SARNESE, FINALIZZATI ALLA TUTELA ED ALLA VALORIZZAZIONE DELLE RISORSE DELL AREA Progetto vincitore Parco del Tevere 1997 studi geologici, geomorfologici e gestione delle georisorse, per la redazione del PIANO ECONOMICO E SOCIALE DEL PARCO NATURALE REGIOANLE DEL FIUME TEVERE Adottato 10/44

11 PIANIFICAZIONE TERRITORIALE Varianti e Piani attuativi ENTE/ANNO DESCRIZIONE DATI INCARICO STATO Comune di Posta (Ri) 2001 studio geologico, idrogeologico e geomorfologico, finalizzato alla redazione di una relazione per la VARIANTE GENERALE AL PIANO REGOLATORE GENERALE (P.R.G.) di alcune aree all interno del territorio comunale, con redazione di carte tematiche (geomorfologica, propensione ai dissesti, edificabilità in prospettiva sismica) Vigente Comune di Otricoli (Tr) 2003 studio geologico, idrogeologico e geomorfologico, finalizzato alla redazione della VARIANTE AL PIANO DI FABBRICAZIONE, per il capoluogo e le loc. I Pianacci, Pareti e Poggio. Vigente dal 2004 al 2008 Comune di Rieti (Ri) 1997 studio geologico, idrogeologico e geomorfologico, finalizzato alla redazione della VARIANTE AL PIANO REGOLATORE GENERALE P.R.G., in località Piani di S.Elia Vigente Comune di Rieti (Ri) 1997 studio geologico, idrogeologico e geomorfologico, finalizzato alla redazione della VARIANTE AL PIANO REGOLATORE GENERALE P.R.G., in località Poggio Fidoni Vigente Comune di Rieti (Ri) 1997 studio geologico, idrogeologico e geomorfologico, finalizzato alla redazione della VARIANTE AL PIANO REGOLATORE GENERALE P.R.G., in località Fonte Colombo Vigente Comune di Capena (Rm) 2007 studio geologico, idrogeologico e geomorfologico, finalizzato alla redazione di PIANO PARTICOLAREGGIATO, Zona D3 Monte Scorano Vigente Comune di Campagnano di Roma (Rm) 2008 studio geologico, idrogeologico e geomorfologico, finalizzato alla redazione della VARIANTE SPECIALE AL PIANO REGOLATORE GENERALE P.R.G., per il recupero di nuclei abusivi (ai sensi della L:R. 28/80, art.4), in località Monte Sarleo Adottata dal Consiglio Comunale in corso di approvazione regionale Comune di Campagnano di Roma (Rm) 2009 studio geologico, idrogeologico e geomorfologico, finalizzato alla redazione di PIANI PARTICOLAREGGIATI, per il recupero di nuclei abusivi (ai sensi della L:R. 28/80, artt.4 13 e L.R. 36/87, art.4) nelle località il Salvatore, Mandriali, Poggio dell Ellera A e Poggio dell Ellera B Adottata dal Consiglio Comunale in corso di approvazione regionale 11/44

12 Comune di Massa Martana (Pg) 2002 studio geologico, idrogeologico e geomorfologico, finalizzato alla redazione della VARIANTE AL PIANO DI FABBRICAZIONE, per nove aree del territorio comunale Vigente dal 2003 al 2007 Comune di Otricoli (Tr) 2003 studio geologico, idrogeologico e geomorfologico, finalizzato alla redazione della VARIANTE AL PIANO DI FABBRICAZIONE, per il capoluogo e le loc. I Pianacci, Pareti e Poggio. Vigente dal 2004 al /44

13 PIANIFICAZIONE TERRITORIALE Microzonazione sismica ENTE/ANNO DESCRIZIONE INCARICO STATO Comune di Avigliano Umbro (Tr) Studio ed indagini di MICROZONAZIONE SISMICA delle macroaree e redazione delle relative carte tematiche in scala 1:5.000 e Vigente 2004 Comune di Massa Martana (Pg) studio geologico di MICROZONAZIONE SISMICA di dettaglio, con indagini geognostiche e sismiche in sito e prove di laboratorio, a supporto del PRG, esteso alle macroaree del territorio comunale, finalizzato alla valutazione della suscettibilità ed amplificazione sismica locale e Vigente Comune di Campagnano di Roma (Rm) 2011 Microzonazione sismica di livello 1 del territorio comunale, con redazione di carte tematiche In corso Comune di Cittaducale (RI) 2011 Microzonazione sismica di livello 1 del territorio comunale, con redazione di carte tematiche In corso Comune di Colli sul Velino (RI) 2011 Microzonazione sismica di livello 1 del territorio comunale, con redazione di carte tematiche In corso Comune di Labro (RI) 2011 Microzonazione sismica di livello 1 del territorio comunale, con redazione di carte tematiche In corso Comune di Morro Reatino (RI) 2011 Microzonazione sismica di livello 1 del territorio comunale, con redazione di carte tematiche In corso Comune di Longone Sabino (RI) 2011 Microzonazione sismica di livello 1 del territorio comunale, con redazione di carte tematiche In corso Comune di Concerviano (RI) 2011 Microzonazione sismica di livello 1 del territorio comunale, con redazione di carte tematiche In corso Comune di Borbona (RI) 2011 Microzonazione sismica di livello 1 del territorio comunale, con redazione di carte tematiche In corso 13/44

14 Comune di Nerola (RM) 2011 Microzonazione sismica di livello 1 del territorio comunale, con redazione di carte tematiche In corso Comune di Toffia (RI) 2011 Microzonazione sismica di livello 1 del territorio comunale, con redazione di carte tematiche In corso Comune di Nespolo (RI) 2011 Microzonazione sismica di livello 1 del territorio comunale, con redazione di carte tematiche In corso Comune di Collegiove (RI) 2011 Microzonazione sismica di livello 1 del territorio comunale, con redazione di carte tematiche In corso Comune di Sellano (Pg) Chiaromondo a r.l Assistenza geologica all esecuzione di indagini approfondite nelle zone ritenute instabili a seguito della Microzonazione sismica del post sisma del 26 settembre Vigente Regione Umbria SONDEDILE S.R.L Assistenza geologica alla redazione delle indagini (sondaggi geognostici, prove di penetrometriche statiche e di laboratorio, sismica in foro) eseguiti nei territori comunali di Terni e Narni, nell ambito del progetto di Microzonazione sismica a seguito del terremoto del dicembre Vigente Comune di Sellano (Pg) Centro Analisi Sociale 1998 Piano di Recupero dell abitato di Postignano, diruto a seguito del Sisma del 26 settembre 1997, con definizione dei fattori di amplificazione sismica. Vigente 14/44

15 PIANIFICAZIONE TERRITORIALE Cartografia tematica e linee guida ENTE/ANNO DESCRIZIONE DATI INCARICO STATO Regione Umbria 2008 Rilevamento geotematico con redazione di carte litotecniche, geomorfologiche e di pericolosità sismica locale in scala 1:10000 delle sezioni CTR Fornole, , Montenero, p Penna in Teverina, p Lugnano in Teverina, p Piano della Nave, p Attigliano, p Caio, nell ambito del progetto di Completamento della cartografia di pericolosità sismica dell Umbria In corso Regione Umbria 2008 Rilevamento geologico in scala 1:10000 della sezione CTR Pornello (32 kmq) con redazione di carta geologica, litotecnica, geomorfologica e di pericolosità sismica locale nell ambito del progetto di Completamento della carta geologica regionale In corso Regione Umbria 2004 Rilevamento geologico in scala 1:10000 della sezione CTR Fornole (32 kmq) con redazione di carta geologica-geomorfologica ed idrogeologica nell ambito del progetto di Emergenza idrogeologica, dorsale narneseamerino Pubblicata Regione Umbria 2004 Rilevamento geologico in scala 1:10000 della sezione CTR (32 kmq) nel territorio comunale di Gualdo Cattaneo e Bevagna (Pg) con redazione di carta geologica, litotecnica, geomorfologica e di pericolosità sismica locale, nell ambito del Progetto Individuazione delle aree suscettibili di amplificazione sismica locale Pubblicata IRRES Umbria (Istituto Regionale Ricerche Economiche e Sociali) 1999 Redazione delle direttive di indirizzo nella redazione degli studi geologico-ambientali a corredo dei PRGcomunali, nell ambito dell attuazione del PTCP della Provincia di Terni; Adottate dal Consiglio Provinciale Regione Umbria 1999 Rilevamento geologico in scala 1:10000 di due sezioni CTR (64 kmq) nel territorio comunale di Preggio e Lisciano Niccone (Pg) con redazione di carta geologica e geomorfologica, nell ambito del Progetto CARG Carta Geologica D Italia con il Servizo Geologica Nazionale. Pubblicata 15/44

16 Regione Umbria 1999 Rilevamento geologico in scala 1:10000 di due sezioni CTR (64 kmq) nel territorio comunale di Tuoro sul Trasimeno (Pg) e Montalla (Ar) con redazione di carta carta geologica e geomorfologica, nell ambito del Progetto CARG Carta Geologica D Italia con il Servizo Geologica Nazionale. Pubblicata Regione Umbria 1998 Rilevamento geologico e Microzonazione sismica, nell ambito della Microzonazione speditiva delle località più danneggiate dalla sequenza di terremoti dell Umbria-Marche iniziato il 26 settembre nelle località di Acquasparta, Casigliano e Firenzuola (Tr) e Collevalenza, Montecchio, Colpetrazzo e Montignano (Pg), nell ambito del Progetto congiunto CNR/GNDT-SSN-Regioni Marche ed Umbria 1998, Pubblicata 16/44

17 PIANIFICAZIONE TERRITORIALE varie ENTE/ANNO DESCRIZIONE DATI INCARICO STATO IRRES Umbria (Istituto Regionale Ricerche Economiche e Sociali) 2000 Ricerca finalizzata all individuazione di un bacino campione per l adozione di tecniche di ingegneria naturalistica, nell ambito dell attuazione del PTCP della Provincia di Terni; - IRRES Umbria (Istituto Regionale Ricerche Economiche e Sociali) 2001 Partecipazione alla redazione del Manuale delle Tecniche di Ingegneria Naturalistica, nell ambito dell attuazione del PTCP della Provincia di Terni Pubblicato IRRES Umbria (Istituto Regionale Ricerche Economiche e Sociali) AUR (Agenzia Umbria Ricerche) Consulenza nell ambito del Gruppo di Lavoro Tecnico Scientifico per l Assistenza Tecnica del Progetto PRUSST della Conca ternana; per conto del Comitato Promotore Prusst - Provincia di Terni e Comuni di Terni e Narni Completato AUR (Agenzia Umbria Ricerche) Coordinamento del gruppo di ricerca AUR per la Redazione della IIa Relazione sullo Stato dell Ambiente promossa dall AUR e ARPA su incarico della Regione Umbria Pubblicato AUR (Agenzia Umbria Ricerche) Coordinamento del gruppo di ricerca AUR sulle Aree produttive dismesse e sviluppo locale nella Provincia di Terni, su incarico della Provincia di Terni Pubblicato AUR (Agenzia Umbria Ricerche) Coordinamento del gruppo di lavoro relativo alla ricerca Aree Naturali protette in Umbria:verso una riorganizzazione sistemica per incarico della Regione Umbria. Pubblicato 17/44

18 Comune di Rieti Arch. Brizi Franco (Ri), 2006 Comune di Rieti Arch. Lauretti Massimo (RI), 2006 Comune di Antrodoco INGG.Bucci R.&Anniballi A Comune di Antrodoco INGG. Bucci R.& Anniballi A Comune di Antrodoco INGG. Bucci R.& Anniballi A Comune di Posta INGG. Bucci R.& Anniballi A Comune di Posta INGG. Bucci R.& Anniballi A Comune di Posta INGG. Bucci R.& Anniballi A Comune di Micigliano INGG. Bucci R.& Anniballi A Comune di Micigliano INGG. Bucci R.& Anniballi A VERIFICHE SISMICHE IMMOBILI PUBBLICI di cui all OPCM 3274/03 e DGR Lazio 766/03 Studio geologico di un sito localizzato nel centro abitato di Rieti su cui sorge l edificio dell Ex-Convento di Santa Lucia, comprensivo di indagini geognostiche, sismiche ed indagini sulle murature. Studio geologico di un sito localizzato nel centro abitato di Rieti su cui sorge l edificio del Palazzo Comunale, comprensivo di indagini geognostiche, sismiche ed indagini sulle murature. Studio geologico di un sito localizzato nel centro abitato su cui sorge l edificio adibito a sede municipale, comprensivo di indagini sismiche. Studio geologico di un sito localizzato nel centro abitato su cui sorge l edificio adibito a Palazzetto dello Sport, comprensivo di indagini sismiche Studio geologico di un sito localizzato nel centro abitato su cui sorge l edificio dell Ex-Convento di Santa Lucia, comprensivo di indagini sismiche Studio geologico di un sito localizzato nel centro abitato su cui sorge l edificio adibito a Sede Municipale, comprensivo di indagini geognostiche e sismiche. Studio geologico di un sito localizzato nel centro abitato su cui sorge l edificio adibito a Scuola Materna, comprensivo di indagini geognostiche e sismiche. Studio geologico di un sito localizzato in località Steccato su cui sorge l edificio adibito ad uso pubblico, comprensivo di indagini geognostiche. Studio geologico di un sito localizzato nel centro abitato su cui sorge l edificio adibito a Sede Municipale, comprensivo di indagini sismiche. Studio geologico di un sito localizzato nel centro abitato su cui sorge l edificio Ex Scuola- Ufficio Postale, comprensivo di indagini sismiche. 18/44

19 Comune di Borgorose INGG. Bucci R.& Anniballi A Comune di Borgorose INGG. Bucci R.& Anniballi A Studio geologico di un sito localizzato nel centro abitato su cui sorge l edificio Ex Scuola Materna, comprensivo di indagini sismiche. Studio geologico di un sito localizzato nel centro abitato su cui sorge l edificio Ex Scuola Via Micangeli, comprensivo di indagini sismiche. Comune di Rieti Ing. Mastroiaco 2007 Comune di Rieti 2008 Studio geologico di un sito localizzato nel centro abitato di Rieti su cui sorge l edificio della scuola Minervini, comprensivo di indagini geognostiche ed indagini sulle murature. Studio geologico di un sito localizzato nel centro abitato di Rieti su cui sorge l edificio della Scuola di Via Isonzo e Comune di Rieti 2008 Comune di Rieti 2008 Comune di Cittaducale 2008 Comune di Cittaducale 2008 Comune di Cittaducale 2008 Comune di Cittaducale 2008 Provincia di Rieti 2008 Studio geologico di un sito localizzato nel centro abitato di Rieti su cui sorge l edificio della Scuola di Via Cislaghi Studio geologico di un sito localizzato nel centro abitato di Casette, frazione di Rieti su cui sorge l edificio della Ex Scuola Studio geologico di un sito localizzato nel centro abitato di Cittaducale (Ri) su cui sorge Il Palazzo Giudiziario Studio geologico di un sito localizzato nel centro abitato di Cittaducale per Edificio Cittaducale Via Garibaldi. Studio geologico di un sito localizzato nel centro abitato di Grotti su cui sorge un immobile. Studio geologico di un sito localizzato nel centro abitato di Grotti su cui sorge Scuola materna Grotti. Studio geologico di un sito localizzato nel centro abitato di COLLEVECCHIO su cui sorge l edificio adibito a Caserma dei Carabinieri. e e e e e e e Provincia di Rieti 2008 Studio geologico di un sito localizzato lungo la Strada Provinciale 28 Ponticchio-Ricetto inerente un viadotto. e Provincia di Rieti 2008 Studio geologico di un sito localizzato lungo la Strada Provinciale 3/a Rivodutri Poggio Bustone inerente un viadotto. e 19/44

20 RICOSTRUZIONE POST SISMA Regione Lazio - Commissario Delegato al sisma Regione Lazio - Commissario Delegato al sisma Regione Lazio - Commissario Delegato al sisma Regione Lazio - Commissario Delegato al sisma Regione Lazio - Commissario Delegato al sisma Regione Lazio - Commissario Delegato al sisma ISTITUTO del DIVINO AMORE 2000 Comune di Sellano (Pg) Comune di Sellano (Pg) Centro Analisi Sociale 1999 Mirto s.r.l Studio geologico e geotecnico con indagini, relativo al progetto di recupero e risanamento sismico dell edificio Sacramento, sito nella frazione di Santa Rufina in Cittaducale (RI), danneggiato dal sisma del 97. Studio geologico e geotecnico, relativo al progetto di recupero e risanamento sismico dell edificio Torre Fuscello, sito al passo del Fuscello nel comune di Leonessa (RI), danneggiato dal sisma del 97. Studio geologico e geomorfologico per il consolidamento del dissesto di versante che coinvolge l abitato di Cantalupo in Sabina (RI) capoluogo, a seguito del sisma del 1997 e successivi Studio geologico e geotecnico con indagini, relativo al progetto di recupero e risanamento sismico della Scuola Media A.M.Ricci di Rieti, danneggiata dal sisma del 1997 Studio geologico e geomorfologico per la ristrutturazione della chiesa di S. Vito, sita in loc. San Vito nel comune di Leonessa, danneggiata a seguito del sisma del 1997 e successivi, con indagini geognostiche Studio geologico e geomorfologico per la ristrutturazione della chiesa di Casanova, sita in loc. Casanova nel comune di Leonessa, danneggiata a seguito del sisma del 1997 e successivi. Studio geologico con indagini geognostiche per la ristrutturazione di un edificio, nel comune di Ussita (Macerata), danneggiato dagli eventi sismici del settembre 1997 e successivi Studio geologico e geomorfologico per il progetto Infrastrutture a rete danneggiate dal sisma nelle frazioni di:ottaggi, Le Vene, La Torre, Il Tribbio, Vio, Casale Ronchetti, Calcinaro, Mocali. Progetto per il risanamento delle aree in frana nel Piano di Recupero di Postignano, diruto a seguito del Sisma del 26 settembre 1997, con analisi strutturale dell ammasso roccioso, valutazione dei blocchi instabili, analisi cinematica di traiettorie velocità dei blocchi in caduta, con individuazione degli interventi. Progetto per la ricostruzione delle UMI dell abitato di Postignano, nel Comune di Sellano (Pg), diruto a seguito del Sisma del 26 settembre /44

ATTIVITA DELLA REGIONE LIGURIA NELL AMBITO DEGLI STUDI E INDAGINI SULLA MICROZONAZIONE SISMICA

ATTIVITA DELLA REGIONE LIGURIA NELL AMBITO DEGLI STUDI E INDAGINI SULLA MICROZONAZIONE SISMICA STUDI DI MICROZONAZIONE SISMICA: TEORIA ED APPLICAZIONI AOSTA, Loc. Amérique Quart (AO), 18-19 Ottobre 2011 Assessorato OO.PP., Difesa Suolo e Edilizia Residenziale Pubblica - Servizio Geologico ATTIVITA

Dettagli

Provincia di Perugia provincia.perugia@postacert.umbria.it. Provincia di Terni provincia.terni@postacert.umbria.it

Provincia di Perugia provincia.perugia@postacert.umbria.it. Provincia di Terni provincia.terni@postacert.umbria.it Provincia di Perugia provincia.perugia@postacert.umbria.it Provincia di Terni provincia.terni@postacert.umbria.it Documento elettronico sottoscritto mediante firma digitale e conservato nel sistema di

Dettagli

Piano di Ambito ALLEGATO 3. Revisione. Triennio 2009-2011

Piano di Ambito ALLEGATO 3. Revisione. Triennio 2009-2011 Piano di Ambito Revisione Triennio 2009-2011 ALLEGATO 3 CANONI DI CONCESSIONE per: - concessioni ex ANAS - concessioni ANAS-Ferrovie - concessioni derivazioni idriche - concessioni ai fini idraulici REPORT

Dettagli

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome Degl Innocenti Alessandro Data di nascita 4/10/1951 Qualifica Dirigente Amministrazione Comune di Pontassieve Incarico attuale Dirigente Area Governo del Territorio

Dettagli

Articoli 6 e 8 dello Statuto; articoli 2, 3 e 4 del Regolamento per gli istituti di partecipazione

Articoli 6 e 8 dello Statuto; articoli 2, 3 e 4 del Regolamento per gli istituti di partecipazione Proposta di iniziativa popolare concernente il programma di recupero urbano laurentino e l'inserimento del Fosso della Cecchignola nella componente primaria della rete ecologica e destinazione dell'intera

Dettagli

LEGGE REGIONALE 20 maggio 2014, n. 27. dalle fondamenta alla copertura un organismo edilizio funzionalmente autonomo.

LEGGE REGIONALE 20 maggio 2014, n. 27. dalle fondamenta alla copertura un organismo edilizio funzionalmente autonomo. 17875 LEGGE REGIONALE 20 maggio 2014, n. 27 Disposizioni urgenti in materia di prevenzione del rischio e sicurezza delle costruzioni Istituzione del fascicolo del fabbricato. IL CONSIGLIO REGIONALE HA

Dettagli

Nuovo Piano Casa Regione Lazio. Legge 11 agosto 2009 n. 21, come modificata dalle leggi 13 agosto 2011 nn. 10 e 12

Nuovo Piano Casa Regione Lazio. Legge 11 agosto 2009 n. 21, come modificata dalle leggi 13 agosto 2011 nn. 10 e 12 Nuovo Piano Casa Regione Lazio Legge 11 agosto 2009 n. 21, come modificata dalle leggi 13 agosto 2011 nn. 10 e 12 AMBITO DI APPLICAZIONE (Art. 2) La Legge si applica agli edifici: Legittimamente realizzati

Dettagli

DOCUMENTO PRELIMINARE ALLA PROGETTAZIONE

DOCUMENTO PRELIMINARE ALLA PROGETTAZIONE UNIVERSITA' DEGLI STUDI SASSARI UFFICIO TECNICO LAVORI DI RISTRUTTURAZIONE, RESTAURO CONSERVATIVO E ADEGUAMENTO NORMATIVO DELL EDIFICIO SITO IN SASSARI IN LARGO PORTA NUOVA DOCUMENTO PRELIMINARE ALLA PROGETTAZIONE

Dettagli

e r r e 3 s t u d i o t e c n i c o a s s o c i a t o a r c h. c r i s t i n a r o s t a g n o t t o

e r r e 3 s t u d i o t e c n i c o a s s o c i a t o a r c h. c r i s t i n a r o s t a g n o t t o Come disposto nelle norme di attuazione, artt. 15, 16, 17 e dall Allegato 5 alle NTA del PTC2 gli strumenti urbanistici generali e le relative varianti assumono l obbiettivo strategico e generale del contenimento

Dettagli

SLAM: UN PROGETTO PER LA MAPPATURA E IL MONITORAGGIO DELLE FRANE

SLAM: UN PROGETTO PER LA MAPPATURA E IL MONITORAGGIO DELLE FRANE ORDINE REGIONALE DEI GEOLOGI PUGLIA SLAM: UN PROGETTO PER LA MAPPATURA E IL MONITORAGGIO DELLE FRANE Antonio Buonavoglia & Vincenzo Barbieri Planetek Italia s.r.l. n 2/2004 pagg. 32-36 PREMESSA Il progetto

Dettagli

Il Magistrato alle Acque di Venezia per la riqualificazione dell Arsenale

Il Magistrato alle Acque di Venezia per la riqualificazione dell Arsenale 1 Maria Giovanna Piva * * Presidente del Magistrato alle Acque di Venezia Il Magistrato alle Acque di Venezia per la riqualificazione dell Arsenale Da moltissimi anni il Magistrato alle Acque opera per

Dettagli

Coordinamento generale di progetto. arch. Paolo Tolentino. Autorità di Bacino Nord Occidentale della Campania. geol.

Coordinamento generale di progetto. arch. Paolo Tolentino. Autorità di Bacino Nord Occidentale della Campania. geol. Autorità di Bacino Nord Occidentale della Campania - Napoli - 2009 c REGIONE CAMPANIA Assesorato all'ambiente Piano Stralcio per l'assetto Idrogeologico dell'autorità di Bacino Nord Occidentale della Campania

Dettagli

PIANO STRALCIO PER L ASSETTO IDROGEOLOGICO

PIANO STRALCIO PER L ASSETTO IDROGEOLOGICO Autorità di Bacino Regionale della Campania Centrale PIANO STRALCIO PER L ASSETTO IDROGEOLOGICO G R U P P O D I P R O G E T T O R.U.P. arch. Marina Scala ASPETTI GEOLOGICI geol. Federico Baistrocchi geol.

Dettagli

DISCIPLINA DI SALVAGUARDIA DEL REGOLAMENTO URBANISTICO ADOTTATO

DISCIPLINA DI SALVAGUARDIA DEL REGOLAMENTO URBANISTICO ADOTTATO DIREZIONE URBANISTICA SERVIZIO Edilizia Privata, DISCIPLINA DI SALVAGUARDIA DEL REGOLAMENTO URBANISTICO ADOTTATO Deliberazione Consiglio Comunale n. 13/2014 SCHEDA INFORMATIVA Aprile 2014 In data 25 marzo

Dettagli

Piano Stralcio di Bacino per l Assetto Idrogeologico (P.A.I.) (ART.1 D.L. 180/98 CONVERTITO CON MODIFICHE CON LA L.267/98 E SS.MM.II.

Piano Stralcio di Bacino per l Assetto Idrogeologico (P.A.I.) (ART.1 D.L. 180/98 CONVERTITO CON MODIFICHE CON LA L.267/98 E SS.MM.II. REPUBBLICA ITALIANA Regione Siciliana Assessorato Regionale del Territorio e dell Ambiente DIPARTIMENTO REGIONALE DELL AMBIENTE Servizio 3 "ASSETTO DEL TERRITORIO E DIFESA DEL SUOLO (P.A.I.) (ART.1 D.L.

Dettagli

2.2. Il modello di denuncia e la documentazione

2.2. Il modello di denuncia e la documentazione 2.2. Il modello di denuncia e la documentazione Per tutte le opere e gli interventi sottoposti a denuncia e sull intero territorio regionale, la denuncia è redatta ai sensi dell art. 93 del D.P.R. 380/2001

Dettagli

Premessa. 11100 Aosta (Ao) 2/A, via Promis telefono +39 0165272866 telefax +39 0165272840

Premessa. 11100 Aosta (Ao) 2/A, via Promis telefono +39 0165272866 telefax +39 0165272840 Assessorat des Ouvrages Publics de la protection des sols et du logement public Assessorato Opere Pubbliche, Difesa del Suolo e Edilizia Residenziale Pubblica Premessa Le fondamentali indicazioni riportate

Dettagli

SETTORE TERRITORIO Servizio Urbanistica

SETTORE TERRITORIO Servizio Urbanistica SETTORE TERRITORIO Servizio Urbanistica VARIANTE CONNESSA A S.U.A. IN ZONA C3 DEL VIGENTE PRG RELAZIONE E NORME DI ATTUAZIONE IL DIRIGENTE SETTORE TERRITORIO (Ing. Gian Paolo TRUCCHI) IL PROGETTISTA (Arch.

Dettagli

QUADRO GENERALE DELLE PARTICELLE CATASTALI RICADENTI NELLA PERIMETRAZIONE DELLA VARIANTE AL PIANO PARTICOLAREGGIATO DELL'AREA COLLINARE

QUADRO GENERALE DELLE PARTICELLE CATASTALI RICADENTI NELLA PERIMETRAZIONE DELLA VARIANTE AL PIANO PARTICOLAREGGIATO DELL'AREA COLLINARE QUADRO GENERALE DELLE PARTICELLE CATASTALI RICADENTI NELLA PERIMETRAZIONE DELLA VARIANTE AL PIANO PARTICOLAREGGIATO DELL'AREA COLLINARE foglio mappale dimensione in mq 23 42 1.388 mq 23 35 1.354 mq 23

Dettagli

DETERMINA N. 21 del 23 marzo 2015 I L D I R E T T O R E G E N E R A L E

DETERMINA N. 21 del 23 marzo 2015 I L D I R E T T O R E G E N E R A L E CONSORZIO DI BONIFICA 11 MESSINA DETERMINA N. 21 del 23 marzo 2015 OGGETTO Progetto per la razionalizzazione della canalizzazione irrigua Fascia Etnea -Valle Alcantara-, I stralcio esecutivo funzionale.

Dettagli

Guida al PIANO CASA della Regione TOSCANA

Guida al PIANO CASA della Regione TOSCANA Guida al PIANO CASA della Regione TOSCANA (aggiornata a gennaio 2014) 1 SOMMARIO INTRODUZIONE... pag. 3 IL PIANO CASA IN TOSCANA... pag. 4 INTERVENTI DI AMPLIAMENTO....pag. 5 INTERVENTI DI DEMOLIZIONE

Dettagli

REGIONE SARDEGNA - DECRETO DELL ASSESSORE DEGLI ENTI LOCALI, FINANZE ED URBANISTICA 20 DICEMBRE 1983, N. 2266/U.

REGIONE SARDEGNA - DECRETO DELL ASSESSORE DEGLI ENTI LOCALI, FINANZE ED URBANISTICA 20 DICEMBRE 1983, N. 2266/U. REGIONE SARDEGNA - DECRETO DELL ASSESSORE DEGLI ENTI LOCALI, FINANZE ED URBANISTICA 20 DICEMBRE 1983, N. 2266/U. DISCIPLINA DEI LIMITI E DEI RAPPORTI RELATIVI ALLA FORMAZIONE DI NUOVI STRUMENTI URBANISTICI

Dettagli

Curriculum Vitae Paolo Degl Innocenti

Curriculum Vitae Paolo Degl Innocenti INFORMAZIONI PERSONALI Paolo Degl Innocenti POSIZIONE RICOPERTA Responsabile di U.O. Agenzia del Demanio ESPERIENZA PROFESSIONALE Dal 1/7/2012 7/2006-6/2012 11/2005-7/2006 4/2004-10/2005 Responsabile Servizi

Dettagli

84, via Angelica Balabanoff,00155, Roma

84, via Angelica Balabanoff,00155, Roma F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo Franco Leccese 84, via Angelica Balabanoff,00155, Roma Telefono 3461722196 Fax Email Nazionalità

Dettagli

RELAZIONE SULLA FORMAZIONE DEL CATASTO DEGLI AGGREGATI EDILIZI

RELAZIONE SULLA FORMAZIONE DEL CATASTO DEGLI AGGREGATI EDILIZI Comune di San Demetrio Ne Vestini Provincia dell Aquila RELAZIONE SULLA FORMAZIONE DEL CATASTO DEGLI AGGREGATI EDILIZI 1. INTRODUZIONE La sottoscritta arch. Tiziana Del Roio, iscritta all Ordine degli

Dettagli

COMUNE DI SANTA CROCE SULL ARNO Provincia di Pisa

COMUNE DI SANTA CROCE SULL ARNO Provincia di Pisa Allegato B COMUNE DI SANTA CROCE SULL ARNO Provincia di Pisa SETTORE 2 GESTIONE DEL TERRITORIO E DEL PATRIMONIO U.O. URBANISTICA EDILIZIA Modifica all Appendice 2 Schede norma dei comparti di trasformazione

Dettagli

Attravers Arna e Sentieri Aperti

Attravers Arna e Sentieri Aperti La XII^ Circoscrizione ARNA del Comune di Perugia, con le Associazioni del territorio, presenta: Attravers Arna e Sentieri Aperti Edizione 2009 Cinque camminate mattutine tra sapori, colori e suoni nella

Dettagli

REALIZZAZIONE DI UNA BANCA DATI AMBIENTALE

REALIZZAZIONE DI UNA BANCA DATI AMBIENTALE REALIZZAZIONE DI UNA BANCA DATI AMBIENTALE Arch. Alverio Camin Progetto Speciale Recupero Ambientale e Urbanistico delle aree Industriali - PAT REALIZZAZIONE DI UNA BANCA DATI AMBIENTALE 1. Esperienza

Dettagli

V ar i a nt e spec if ic a ai s ens i de l l a rt. 17 c o mm a 8 de l l a L.R. 56 /7 7 e s.m.i.

V ar i a nt e spec if ic a ai s ens i de l l a rt. 17 c o mm a 8 de l l a L.R. 56 /7 7 e s.m.i. Inquadramento generale e obiettivi delle modifiche La Variante specifica art. 17 comma 7 definita nei suoi obiettivi generali come anticipatoria di alcuni contenuti della variante Strutturale Qualità è

Dettagli

DIRETTORE UOC SIA (Sistema Informativo Aziendale) Numero telefonico dell ufficio 07346252922 Fax dell Ufficio 07346252811 E-mail istituzionale

DIRETTORE UOC SIA (Sistema Informativo Aziendale) Numero telefonico dell ufficio 07346252922 Fax dell Ufficio 07346252811 E-mail istituzionale INFORMAZIONI PERSONALI Cognome Nome INTORBIDA STEFANO Data di Nascita 15/01/1962 Qualifica Dirigente Ingegnere Amministrazione ASUR - AREA VASTA N. 4 Incarico attuale DIRETTORE UOC SIA (Sistema Informativo

Dettagli

AVVISO PUBBLICO RENDE NOTO

AVVISO PUBBLICO RENDE NOTO Regione Puglia COMUNE DI VICO DEL GARGANO Provincia di Foggia - Ufficio Tecnico Comunale - III SETTORE - Largo Monastero, civ.6 e-mail aimolaelio@fastwebnet.it. e-mail aimolaelio@comune.vicodelgargano.fg.it

Dettagli

SOMMARIO: LEGGI SU CUI SI BASANO LE ATTUALI NORME LE NUOVE NORME TECNICHE PER LE COSTRUZIONI E L AZIONE SISMICA

SOMMARIO: LEGGI SU CUI SI BASANO LE ATTUALI NORME LE NUOVE NORME TECNICHE PER LE COSTRUZIONI E L AZIONE SISMICA LEGGI FONDAMENTALI DELLE NORMESISMICHE SOMMARIO: LEGGI SU CUI SI BASANO LE ATTUALI NORME SISMICHE LE NUOVE NORME TECNICHE PER LE COSTRUZIONI E L AZIONE SISMICA Giacomo Di Pasquale, Dipartimento della Protezione

Dettagli

Comune di Grado Provincia di Gorizia

Comune di Grado Provincia di Gorizia Comune di Grado Provincia di Gorizia REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEGLI INCENTIVI PER LA PROGETTAZIONE E LA REALIZZAZIONE DI LAVORI PUBBLICI, AI SENSI DELL ART.11 DELLA LEGGE REGIONALE 31 MAGGIO 2002,

Dettagli

Norme del Documento di Piano

Norme del Documento di Piano Norme del Documento di Piano SOMMARIO: ART. 1. DISPOSIZIONI GENERALI... 3 ART. 2. CONTENUTO DEL DOCUMENTO DI PIANO... 4 ART. 3. RINVIO AD ALTRE DISPOSIZIONI DIFFORMITÀ E CONTRASTI TRA DISPOSIZIONI, DEROGHE...

Dettagli

Indice degli elaborati del PdG PIANO DI GESTIONE. Ambito territoriale dei Monti di Trapani. versione conforme al DDG ARTA n 588 del 25/06/09

Indice degli elaborati del PdG PIANO DI GESTIONE. Ambito territoriale dei Monti di Trapani. versione conforme al DDG ARTA n 588 del 25/06/09 Unione Europea Regione Siciliana Dipartimento Regionale Azienda Foreste Demaniali Codice POR: 1999.IT.16.1.PO.011/1.11/11.2.9/0334 Ambito territoriale dei Monti di Trapani PIANO DI GESTIONE versione conforme

Dettagli

ART. 19 - G - SERVIZI GENERALI (vigenti)

ART. 19 - G - SERVIZI GENERALI (vigenti) ART. 19 - G - SERVIZI GENERALI (vigenti) La zona è destinata ad accogliere attrezzature e servizi pubblici o ad uso pubblico di interesse generale su scala territoriale: uffici pubblici o privati di interesse

Dettagli

DIA N ANNO Allo Sportello Unico per le Attività Produttive del Comune di GALLARATE DENUNCIA DI INIZIO ATTIVITA EDILIZIA

DIA N ANNO Allo Sportello Unico per le Attività Produttive del Comune di GALLARATE DENUNCIA DI INIZIO ATTIVITA EDILIZIA DIA N ANNO Allo Sportello Unico per le Attività Produttive del Comune di GALLARATE DENUNCIA DI INIZIO ATTIVITA EDILIZIA ai sensi degli articoli 41 e 42 L.R. 11.03.2005 n.12 e successive modifiche ed integrazioni

Dettagli

P R E S E N T A ZI ONE

P R E S E N T A ZI ONE Continuing Education Seminars LA PIANIFICAZIONE DI DISTRETTO IDROGRAFICO NEL CONTESTO NAZIONALE ED EUROPEO 15 e 22 Maggio - 12 e 19 Giugno 2015, ore 14.00-18.00 Aula A Ingegneria sede didattica - Campus

Dettagli

Ordinanza n. 15 del 14 Aprile 2015

Ordinanza n. 15 del 14 Aprile 2015 IL PRESIDENTE IN QUALITA DI COMMISSARIO DELEGATO AI SENSI DELL ART. 1 COMMA 2 DEL D.L.N. 74/2012 CONVERTITO CON MODIFICAZIONI DALLA LEGGE N. 122/2012 Ordinanza n. 15 del 14 Aprile 2015 Modalità attuative

Dettagli

Art. 2 (Procedimento di approvazione e variazione) PARTE PRIMA

Art. 2 (Procedimento di approvazione e variazione) PARTE PRIMA 4 Bollettino Ufficiale della Regione Puglia - n. 162 suppl. del 15-10-2009 PARTE PRIMA Corte Costituzionale LEGGE REGIONALE 7 ottobre 2009, n. 20 Norme per la pianificazione paesaggistica. La seguente

Dettagli

COS E CRES: CLIMA RESILIENTI

COS E CRES: CLIMA RESILIENTI COS E CRES: CLIMA RESILIENTI PROGETTO DI KYOTO CLUB VINCITORE DI UN BANDO DEL MINISTERO DELL AMBIENTE SUI PROGETTI IN MATERIA DI EDUCAZIONE AMBIENTALE E SVILUPPO SOSTENIBILE OBIETTIVI DEL PROGETTO CRES

Dettagli

ORDINE DEI GEOLOGI DELLA REGIONE SARDEGNA. Corso di aggiornamento professionale

ORDINE DEI GEOLOGI DELLA REGIONE SARDEGNA. Corso di aggiornamento professionale ORDINE DEI GEOLOGI DELLA REGIONE SARDEGNA Corso di aggiornamento professionale Il D.M. Ambiente del 10 agosto 2012 n. 161: I piani di utilizzo delle terre e rocce da scavo 15 Febbraio - Cagliari 22 Febbraio

Dettagli

P.R.G.C. DI MATTIE - REL. ILLUSTRATIVA - VAR. IN ITINERE ALLA VAR. STRUTTUR. E DI ADEG. AL P.A.I. - D.C.C.20/ 28.09.2011

P.R.G.C. DI MATTIE - REL. ILLUSTRATIVA - VAR. IN ITINERE ALLA VAR. STRUTTUR. E DI ADEG. AL P.A.I. - D.C.C.20/ 28.09.2011 0 INDICE RELAZIONE ILLUSTRATIVA RI 2 1) PRESENTAZIONE. 3 2) LO STRUMENTO URBANISTICO DEL COMUNE DI MATTIE.. 3 3) LE MOTIVAZIONI DELLA VARIANTE ATTUALE. 4 4) I REQUISITI FORMALI DEGLI ATTI Dl VARIANTE.

Dettagli

ANALISI PER LA CONDIZIONE LIMITE PER L EMERGENZA (CLE) DELL INSEDIAMENTO URBANO

ANALISI PER LA CONDIZIONE LIMITE PER L EMERGENZA (CLE) DELL INSEDIAMENTO URBANO ANALISI PER LA CONDIZIONE LIMITE PER L EMERGENZA (CLE) DELL INSEDIAMENTO URBANO Istruzioni per la compilazione delle schede versione 1.0 La definizione di CLE Si definisce come Condizione Limite per l

Dettagli

Metodo speditivo per la costruzione di carte della suscettibilità da crolli in roccia prerilievo di terreno (Metodo Arpa-prog.

Metodo speditivo per la costruzione di carte della suscettibilità da crolli in roccia prerilievo di terreno (Metodo Arpa-prog. Metodo speditivo per la costruzione di carte della suscettibilità da crolli in roccia prerilievo di terreno (Metodo Arpa-prog. MASSA) Davide Damato, Michele Morelli, Luca Lanteri, Daniele Bormioli, Rocco

Dettagli

PIANIFICAZIONE TERRITORIALE E RISCHI DI INCIDENTI RILEVANTI IN LOMBARDIA ESEMPIO DI PIANIFICAZIONE NEL COMUNE DI RHO

PIANIFICAZIONE TERRITORIALE E RISCHI DI INCIDENTI RILEVANTI IN LOMBARDIA ESEMPIO DI PIANIFICAZIONE NEL COMUNE DI RHO PIANIFICAZIONE TERRITORIALE E RISCHI DI INCIDENTI RILEVANTI IN LOMBARDIA ESEMPIO DI PIANIFICAZIONE NEL COMUNE DI RHO A.Romano*, C. Gaslini*, L.Fiorentini, S.M. Scalpellini^, Comune di Rho # * T R R S.r.l.,

Dettagli

Disciplinare di produzione dell'olio extravergine di oliva "Umbria" a Denominazione di Origine Controllata

Disciplinare di produzione dell'olio extravergine di oliva Umbria a Denominazione di Origine Controllata Disciplinare di produzione dell'olio extravergine di oliva "Umbria" a Denominazione di Origine Controllata DM 6 agosto 1998 GURI n. 193 del 20 agosto 1998 (Iscrizione nel "Registro delle denominazioni

Dettagli

8 - LE OPERE DI URBANIZZAZIONE. Prof. Pier Luigi Carci

8 - LE OPERE DI URBANIZZAZIONE. Prof. Pier Luigi Carci 8 - LE OPERE DI URBANIZZAZIONE Prof. Pier Luigi Carci Introduzione Introduzione Le opere di urbanizzazione costituiscono tutte le strutture e i servizi necessari per rendere un nuovo insediamento adatto

Dettagli

Gli oneri concessori

Gli oneri concessori Laboratorio di di Progettazione Esecutiva dell Architettura 2 Modulo di Estimo Integrazione al costo di produzione: gli oneri concessori Proff. Coll. Renato Da Re Federica Di Piazza Gli oneri concessori

Dettagli

AMBIENTE SIA PER IL COLLEGAMENTO A23-A28 IN FRIULI

AMBIENTE SIA PER IL COLLEGAMENTO A23-A28 IN FRIULI DESCRIZIONE DEL PROGETTO Data: Agosto 2010 Oggetto: Affidamento concessione avente con ad procedura oggetto la aperta della progettazione, costruzione e gestione del raccordo Autostradale A23-A28 Cimpello

Dettagli

DECRETI - ATTI DELLA REGIONE

DECRETI - ATTI DELLA REGIONE 404 PARTE PRIMA L E G G I - R E G O L A M E N T I DECRETI - ATTI DELLA REGIONE Art. 2 (Finalità) 1. La Regione con la promozione della progettazione di qualità ed il ricorso alle procedure concorsuali,

Dettagli

COMUNE DI CALCIANO Provincia di Matera

COMUNE DI CALCIANO Provincia di Matera COMUNE DI CALCIANO Provincia di Matera Cap. 75010 Via Sandro Pertini, 11 Tel. 0835672016 Fax 0835672039 Cod. fiscale 80001220773 REGOLAMENTO COMUNALE RECANTE NORME PER LA RIPARTIZIONE DELL INCENTIVO DI

Dettagli

(Omissis) Art. 1. (Campo di applicazione).

(Omissis) Art. 1. (Campo di applicazione). DECRETO MINISTERIALE 2 aprile 1968, n. 1444 (pubblicato nella g. u. 16 aprile 1968, n. 97). Limiti inderogabili di densità edilizia, di altezza, di distanza fra i fabbricati e rapporti massimi tra spazi

Dettagli

III.8.2 Elementi per il bilancio idrico del lago di Bracciano

III.8.2 Elementi per il bilancio idrico del lago di Bracciano III.8.2 Elementi per il bilancio idrico del lago di Bracciano (Fabio Musmeci, Angelo Correnti - ENEA) Il lago di Bracciano è un importante elemento del comprensorio della Tuscia Romana che non può non

Dettagli

MOD. A DOMANDA TIPO. Al Comune di Mandanici Via Roma n. 20 98020 Mandanici (ME)

MOD. A DOMANDA TIPO. Al Comune di Mandanici Via Roma n. 20 98020 Mandanici (ME) MOD. A DOMANDA TIPO Al Comune di Mandanici Via Roma n. 20 98020 Mandanici (ME) Il sottoscritto (cognome e nome)..., nato a..., prov...., il... codice fiscale..., partita I.V.A.... e residente a..., prov....,

Dettagli

RICHIESTA DI PERMESSO DI COSTRUIRE (art. 20, d.p.r. 6 giugno 2001, n. 380 artt. 7, d.p.r. 7 settembre 2010, n. 160)

RICHIESTA DI PERMESSO DI COSTRUIRE (art. 20, d.p.r. 6 giugno 2001, n. 380 artt. 7, d.p.r. 7 settembre 2010, n. 160) Al Comune di Pratica edilizia Sportello Unico Attività Produttive Sportello Unico Edilizia del Protocollo Indirizzo PEC / Posta elettronica RICHIESTA DI PERMESSO DI COSTRUIRE (art. 20, d.p.r. 6 giugno

Dettagli

Censimento Programma di intervento per l abbattimento delle barriere architettoniche e urbanistiche

Censimento Programma di intervento per l abbattimento delle barriere architettoniche e urbanistiche Censimento Programma di intervento per l abbattimento delle barriere architettoniche e urbanistiche Schede rilievo SCHEDA RILIEVO BARRIERE ARCHITETTONICHE SPAZI - strade Vinci Toiano CENTRO ABITATO Sant

Dettagli

La filosofia di Idecom è idee e comunicazione con contenuti, che sviluppa nei seguenti diversi ambiti di attività:

La filosofia di Idecom è idee e comunicazione con contenuti, che sviluppa nei seguenti diversi ambiti di attività: Idecom è una società nata dal gruppo Ladurner che da anni è specializzato nella progettazione, costruzione e gestione di impianti nel campo dell ecologia e dell ambiente, in particolare in impianti di

Dettagli

VALUTAZIONE DELLE RISERVE PRESTAZIONALI DEGLI EDIFICI IN TERRA DI CORRIDONIA (MC) RISPETTO ALL USO ATTUALE: LA SICUREZZA SISMICA

VALUTAZIONE DELLE RISERVE PRESTAZIONALI DEGLI EDIFICI IN TERRA DI CORRIDONIA (MC) RISPETTO ALL USO ATTUALE: LA SICUREZZA SISMICA VALUTAZIONE DELLE RISERVE PRESTAZIONALI DEGLI EDIFICI IN TERRA DI CORRIDONIA (MC) RISPETTO ALL USO ATTUALE: LA SICUREZZA SISMICA ISTITUTO DI EDILIZIA ISTITUTO DI SCIENZA E TECNICA DELLE COSTRUZIONI TESI

Dettagli

L.R. 15/2014, art. 9, c. 29 B.U.R. 4/3/2015, n. 9 L.R. 13/2014, art. 26. DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE 18 febbraio 2015, n. 036/Pres.

L.R. 15/2014, art. 9, c. 29 B.U.R. 4/3/2015, n. 9 L.R. 13/2014, art. 26. DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE 18 febbraio 2015, n. 036/Pres. L.R. 15/2014, art. 9, c. 29 B.U.R. 4/3/2015, n. 9 L.R. 13/2014, art. 26 DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE 18 febbraio 2015, n. 036/Pres. Regolamento attuativo dell articolo 9, commi da 26 a 34 della

Dettagli

PRESENTAZIONE INTERVENTO PARCO COMMERCIALE AREA EX-SMA

PRESENTAZIONE INTERVENTO PARCO COMMERCIALE AREA EX-SMA PRESENTAZIONE INTERVENTO PARCO COMMERCIALE AREA EX-SMA 1 Realizzazione Parco Commerciale Osimo (AN) STRADA CLUENTINA 57/A 62100 MACERATA Indice INTRODUZIONE ALL INTERVENTO DESCRIZIONE GENERALE DELL INTERVENTO

Dettagli

ENERGIA. Massimo Telesca ARPA FVG Indirizzo tecnicoscientifico. e coordinamento dei Dipartimenti provinciali

ENERGIA. Massimo Telesca ARPA FVG Indirizzo tecnicoscientifico. e coordinamento dei Dipartimenti provinciali ENERGIA 269 ENERGIA Il ricorso all utilizzo di fonti rinnovabili sovvenzionate comporta dei potenziali impatti ambientali. Fra questi, vi sono l alterazione dei corsi d acqua a causa delle derivazioni

Dettagli

PIANO DEGLI ELETTRODOTTI DELLA RETE ELETTRICA DI TRASMISSIONE NAZIONALE

PIANO DEGLI ELETTRODOTTI DELLA RETE ELETTRICA DI TRASMISSIONE NAZIONALE PIANO DEGLI ELETTRODOTTI DELLA RETE ELETTRICA DI TRASMISSIONE NAZIONALE Nuovo collegamento sottomarino a 500 kv in corrente continua SAPEI (Sardegna-Penisola Italiana) SCHEDA N. 178 LOCALIZZAZIONE CUP:

Dettagli

Comune di OZIERI BILANCIO PREVISIONE PLURIENNALE USCITE ANNO 2013 Pag. 1/6

Comune di OZIERI BILANCIO PREVISIONE PLURIENNALE USCITE ANNO 2013 Pag. 1/6 Comune di OZIERI BILANCIO PREVISIONE PLURIENNALE USCITE ANNO 2013 Pag. 1/6 1010203 240/21 SPESE MANUTENZIONE IMMOBILI ED 17.424,61 17.424,61 17.424,61 IMPIANTI UFFICI COMUNALI 1010203 400/10 SPESE PER

Dettagli

PRESENT past A V A N G U A R D I A E S T I L E N E L L A C O S T R U Z I O N E

PRESENT past A V A N G U A R D I A E S T I L E N E L L A C O S T R U Z I O N E past PRESENT A V A N G U A R D I A E S T I L E N E L L A C O S T R U Z I O N E Anni di esperienza e di tradizione nel settore dell edilizia, sono le nostre più care prerogative per offrire sempre il meglio

Dettagli

l_debellis@libero.it PUBBLICA AMMINSTRAZIONE - REGIONE MARCHE

l_debellis@libero.it PUBBLICA AMMINSTRAZIONE - REGIONE MARCHE CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome PASQUALE DE BELLIS Indirizzo Via Piave, nr. 20-60027 Osimo Stazione (AN) ITALIA Telefono 347 8228478 071 7819651 Fax E-mail pasquale.de.bellis@regione.marche.it

Dettagli

F N dell'area edificata in settori a pericolosità geologica elevata individuata nella "Carta di Sintesi" 25 27 B LOCALITA'

F N dell'area edificata in settori a pericolosità geologica elevata individuata nella Carta di Sintesi 25 27 B LOCALITA' LOALITA' Aa NTRO STORIO I b γ Ab NTRO STORIO I Ac NTRO STORIO I a LASS I IONITA' URANISTIA IR. 7/LAP ascia fluviale ex PS PRSRIZIONI INTGRATIV RISPTTO Presenza di tratti stradali, convoglianti le acque

Dettagli

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIO- NALE 3 giugno 2010, n. 1309

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIO- NALE 3 giugno 2010, n. 1309 18120 Bollettino Ufficiale della Regione Puglia - n. 104 del 16-06-2010 vista la dichiarazione posta in calce al presente provvedimento da parte dei Dirigenti responsabili per competenza in materia che

Dettagli

RN_COM_RIMINI MONOGRAFIA COM

RN_COM_RIMINI MONOGRAFIA COM RN_COM_RIMINI MONOGRAFIA COM Ubicazione dell edificio sede del COM: Comune di : RIMINI Località : Padulli Indirizzo : Via Marecchiese n.193/195 Dati Generali Stralcio C.T.R.: 256113 Coordinate (lat. long.):

Dettagli

Dr. Maurizio Apicella

Dr. Maurizio Apicella Dr. Maurizio Apicella Nato a Campagna (SA) il 2.2.1962 Residente in Roma Coniugato con 2 figli FORMAZIONE 1985 Laurea in Giurisprudenza, Università di Salerno 1987 Master Formez per Consulenti di Direzione

Dettagli

Opere di urbanizzazione

Opere di urbanizzazione Opere di urbanizzazione di Catia Carosi Con il termine opere di urbanizzazione si indica l insieme delle attrezzature necessarie a rendere una porzione di territorio idonea all uso insediativo previsto

Dettagli

Comune di Carpineto Romano PROVINCIA DI ROMA

Comune di Carpineto Romano PROVINCIA DI ROMA Comune di Carpineto Romano PROVINCIA DI ROMA N. 37 del 16.12.2013 OGGETTO: Legge Regionale N. 1 Del 03/01/1986, Art. 8. Alienazione di terreni di proprietà collettiva di uso civico edificati o edificabili.

Dettagli

Domanda di autorizzazione allo scarico in corpo ricettore diverso dalla fognatura. .Sottoscritt.. nato a... il. residente/ con sede a... Via.. n..

Domanda di autorizzazione allo scarico in corpo ricettore diverso dalla fognatura. .Sottoscritt.. nato a... il. residente/ con sede a... Via.. n.. DOMANDA DI AUTORIZZAZIONE ALLO SCARICO DI ACQUE REFLUE DOMESTICHE CHE NON RECAPITANO NELLA RETE FOGNARIA (La domanda dovrà essere compilata su carta legale o resa legale). Al Signor Sindaco del Comune

Dettagli

Carta M_02 Carta Geomorfologica

Carta M_02 Carta Geomorfologica Carta M_02 Carta Geomorfologica La Carta Geomorfologica è senz altro quella che ha comportato il maggiore sforzo di documentazione e di armonizzazione. Lo scopo della carta è quello di illustrare la dinamica

Dettagli

COMUNE DI ARIZZANO. inventario dei disegni. anni 1826-1927. schede 58

COMUNE DI ARIZZANO. inventario dei disegni. anni 1826-1927. schede 58 COMUNE DI ARIZZANO inventario dei disegni anni 1826-1927 schede 58 Archivio di Stato di Verbania luglio 2012 1 Planimetria di proprietà in frazione Biganzolo di Arizzano raffigurante la derivazione d'acqua

Dettagli

SCHEDA 1: PROGRAMMA TRIENNALE DELLE OPERE PUBBLICHE 2013/2015 DELL'AMMINISTRAZIONE COMUNE DI ALCAMO

SCHEDA 1: PROGRAMMA TRIENNALE DELLE OPERE PUBBLICHE 2013/2015 DELL'AMMINISTRAZIONE COMUNE DI ALCAMO SCHEDA : PROGRAMMA TRIENNALE DELLE OPERE PUBBLICHE 0/05 DELL'AMMINISTRAZIONE COMUNE DI ALCAMO QUADRO DELLE RISORSE DISPONIBILI ARCO TEMPORALE DI VALIDITÀ DEL PROGRAMMA TIPOLOGIE RISORSE Disponibilità finanziaria

Dettagli

INDICE. 1. Recupero ambientale..pag.2. 2. Calcolo economico delle operazioni di recupero ambientale...3

INDICE. 1. Recupero ambientale..pag.2. 2. Calcolo economico delle operazioni di recupero ambientale...3 INDICE 1. Recupero ambientale..pag.2 2. Calcolo economico delle operazioni di recupero ambientale....3 M.F.G. service s.a.s. di A.L Incesso 1. Recupero ambientale Istanza di ampliamento di calcare Prima

Dettagli

SCHEDA INFORMATIVA SU ARPAT

SCHEDA INFORMATIVA SU ARPAT SCHEDA INFORMATIVA SU ARPAT ARPAT: cos è ARPAT, l Agenzia regionale per la protezione ambientale della Toscana, è attiva dal 1996. Attraverso una rete di Dipartimenti provinciali presenti sul territorio

Dettagli

SEMINARIO DI AGGIORNAMENTO ORGANIZZATO DA ORDINE DEGLI INGEGNERI DELLA PROVINCIA DI ROMA INCONTRO - 16 SETTEMBRE 2013 ARCH. VITO ROCCO PANETTA

SEMINARIO DI AGGIORNAMENTO ORGANIZZATO DA ORDINE DEGLI INGEGNERI DELLA PROVINCIA DI ROMA INCONTRO - 16 SETTEMBRE 2013 ARCH. VITO ROCCO PANETTA SEMINARIO DI AGGIORNAMENTO ORGANIZZATO DA ORDINE DEGLI INGEGNERI DELLA PROVINCIA DI ROMA INCONTRO - 16 SETTEMBRE 2013 ARCH. VITO ROCCO PANETTA ARGOMENTI DA TRATTARE: DETERMINAZIONE DEL CONTRIBUTO DI COSTRUZIONE

Dettagli

1.4 LA PROVINCIA: IL RUOLO E LE COMPETENZE ISTITUZIONALI

1.4 LA PROVINCIA: IL RUOLO E LE COMPETENZE ISTITUZIONALI 1.4 LA PROVINCIA: IL RUOLO E LE COMPETENZE ISTITUZIONALI La Provincia è un istituzione pubblica territoriale; gli organi di governo sono eletti dalla popolazione residente nel territorio e hanno il compito

Dettagli

Area tematica: Educazione, cultura, ricerca, formazione per uno sviluppo locale qualificato, competitivo e attrattivo

Area tematica: Educazione, cultura, ricerca, formazione per uno sviluppo locale qualificato, competitivo e attrattivo Area tematica: Educazione, cultura, ricerca, formazione per uno sviluppo locale qualificato, competitivo e attrattivo o Mobilitare la società locale per garantire la qualità dell istruzione Obiettivi Linee

Dettagli

Premesso che: - con decreto del Direttore regionale delle foreste e dei parchi, ora Direzione centrale risorse rurali, agroalimentari e forestali, n.

Premesso che: - con decreto del Direttore regionale delle foreste e dei parchi, ora Direzione centrale risorse rurali, agroalimentari e forestali, n. Premesso che: - con decreto del Direttore regionale delle foreste e dei parchi, ora Direzione centrale risorse rurali, agroalimentari e forestali, n. 613 di data 12 novembre 1992 è stata affidata in concessione

Dettagli

Istituto per il Credito Sportivo

Istituto per il Credito Sportivo Istituto per il Credito Sportivo REGOLAMENTO SPAZI SPORTIVI SCOLASTICI CONTRIBUTI IN CONTO INTERESSI SUI MUTUI AGEVOLATI DELL ISTITUTO PER IL CREDITO SPORTIVO INDICE 1. Perché vengono concessi contributi

Dettagli

News versione 6.0.0. Parte Generale:

News versione 6.0.0. Parte Generale: News versione 6.0.0 Parte Generale: 1. Coesistenza sul PC delle diverse release; 2. Aggiornamento delle modalità di duplicazione, esportazione ed importazione della specifica professionale prescelta; 3.

Dettagli

RISOLUZIONE N. 69/E. Quesito

RISOLUZIONE N. 69/E. Quesito RISOLUZIONE N. 69/E Roma, 16 ottobre 2013 Direzione Centrale Normativa OGGETTO: Consulenza giuridica Art. 2, comma 5, d.l. 25 giugno 2008, n. 112 IVA - Aliquota agevolata - Opere di urbanizzazione primaria

Dettagli

COMUNE di F AE N Z A

COMUNE di F AE N Z A All. G COMUNE di F AE N Z A Settore Territorio ADOZIONE ATTO C.C. n. 73 del 10.02.2010 PUBBLICAZIONE BUR n. 54 del 31.03.2010 APPROVAZIONE ATTO C.C. n. 290 del 21/11/2011 PUBBLICAZIONE BUR n. del ATTI

Dettagli

Contenuti dello studio di impatto ambientale (SIA)

Contenuti dello studio di impatto ambientale (SIA) Contenuti dello studio di impatto ambientale (SIA) Ai progetti sottoposti alla procedura di impatto ambientale ai sensi degli articoli 52 e seguenti, è allegato uno studio di impatto ambientale, redatto

Dettagli

AUTOCALCOLO ONERI RELATIVI ALLA PRATICA DI:

AUTOCALCOLO ONERI RELATIVI ALLA PRATICA DI: COMUNE DI FINALE EMILIA (Provincia di Modena) P.zza Verdi, 1 41034 Finale Emilia (Mo) Tel. 0535-788111 fa 0535-788130 Sito Internet: www.comunefinale.net SERVIZIO URBANISTICA E EDILIZIA PRIVATA AUTOCALCOLO

Dettagli

C M Y K C M Y K. 5. La normativa

C M Y K C M Y K. 5. La normativa 5. La normativa 5.1 Il quadro normativo Numerose sono le norme di riferimento per la pianificazione e la progettazione delle strade. Vengono sinteticamente enunciate quelle che riguardano la regolazione

Dettagli

del (in caso di più titolari, la sezione è ripetibile nell allegato SOGGETTI COINVOLTI ) DATI DELLA DITTA O SOCIETA

del (in caso di più titolari, la sezione è ripetibile nell allegato SOGGETTI COINVOLTI ) DATI DELLA DITTA O SOCIETA Al Comune di Pratica edilizia Sportello Unico Attività Produttive Sportello Unico Edilizia del Protocollo SCIA SCIA con richiesta contestuale di atti presupposti Indirizzo PEC / Posta elettronica SEGNALAZIONE

Dettagli

La risorsa idrica sotterranea tra pressione antropica e salvaguardia ambientale

La risorsa idrica sotterranea tra pressione antropica e salvaguardia ambientale La risorsa idrica sotterranea tra pressione Marco Petitta Società Geologica Italiana Dipartimento di Scienze della Terra Università di Roma La Sapienza Compiti del geologo (idrogeologo) sul tema acqua

Dettagli

COMUNE DI SCARNAFIGI PROVINCIA DI CUNEO

COMUNE DI SCARNAFIGI PROVINCIA DI CUNEO COMUNE DI SCARNAFIGI PROVINCIA DI CUNEO OGGETTO : PIANO ESECUTIVO CONVENZIONATO PER L AREA D1 DELLA ZONA P1.8 DEL P.R.G.C. RIF. CATASTALI : FOGLIO 26 MAPP.NN.232(ex36/a), 233(ex37/a, 112, 130, 136, 171,

Dettagli

Regolamento per l assegnazione dei contributi per "edifici di culto ed altri edifici per servizi religiosi" e per "centri civici e sociali

Regolamento per l assegnazione dei contributi per edifici di culto ed altri edifici per servizi religiosi e per centri civici e sociali Regolamento per l assegnazione dei contributi per "edifici di culto ed altri edifici per servizi religiosi" e per "centri civici e sociali attrezzature culturali e sanitarie." (Deliberazioni del Consiglio

Dettagli

FPA PROGETTI. presentazione SRL VIA PALMANOVA 24 20132 MILANO TEL. +39 02.2360126 FAX +39 02.70639971

FPA PROGETTI. presentazione SRL VIA PALMANOVA 24 20132 MILANO TEL. +39 02.2360126 FAX +39 02.70639971 presentazione FPA PROGETTI SRL VIA PALMANOVA 24 20132 MILANO TEL. +39 02.2360126 FAX +39 02.70639971 1 1. DATI SOCIETÀ FPA PROGETTI SRL SEDE IN MILANO VIA PALMANOVA 24 20132 TEL.02/2360126 02/26681716

Dettagli

LEADER EUROPEO. Blocchi e Solai in Legno Cemento. Struttura antisismica testata e collaudata

LEADER EUROPEO. Blocchi e Solai in Legno Cemento. Struttura antisismica testata e collaudata LEADER EUROPEO Blocchi e Solai in Legno Cemento Struttura antisismica testata e collaudata Come da Linee Guida del Ministero LLPP Luglio 2011 TERREMOTO IN EMILIA 2012 Asilo a Ganaceto (MO) Intervento a

Dettagli

COMUNE DI DONORI Provincia di Cagliari

COMUNE DI DONORI Provincia di Cagliari COMUNE DI DONORI Provincia di Cagliari - 2 COPIA- VERBALE DI ADUNANZA DEL CONSIGLIO COMUNALE Sessione Ordinaria Seduta Pubblica N. 2 Del 21.01.2010 OGGETTO: DETERMINAZIONE QUANTITA E QUALITA DELLE AREE

Dettagli

COMUNE DI VITTORIA REVISIONE PIANO REGOLATORE GENERALE PROGETTO: UFFICIO TECNICO COMUNALE - SETTORE URBANISTICA - ATTUAZIONE

COMUNE DI VITTORIA REVISIONE PIANO REGOLATORE GENERALE PROGETTO: UFFICIO TECNICO COMUNALE - SETTORE URBANISTICA - ATTUAZIONE . REGIONE SICILIA COMUNE DI VITTORIA Provincia di Ragusa REVISIONE PROGETTO: UFFICIO TECNICO COMUNALE - SETTORE URBANISTICA - ARCH. NUNZIO BARONE (Capogruppo) ARCH. EMILIO GIANSANTI ING. EMANUELE GULINO

Dettagli

GIUNTA DELLA REGIONE EMILIA ROMAGNA

GIUNTA DELLA REGIONE EMILIA ROMAGNA Progr.Num. 1388/2013 GIUNTA DELLA REGIONE EMILIA ROMAGNA Questo giorno lunedì 30 del mese di settembre dell' anno 2013 si è riunita nella residenza di la Giunta regionale con l'intervento dei Signori:

Dettagli

AVVISO DI SELEZIONE PUBBLICA

AVVISO DI SELEZIONE PUBBLICA Viabilità Via Frà Guittone, 10 52100 Arezzo Telefono +39 0575 3354272 Fax +39 0575 3354289 E-Mail rbuffoni@provincia.arezzo.it Sito web www.provincia.arezzo.it C.F. 80000610511 P.IVA 00850580515 AVVISO

Dettagli

Regione Siciliana ASSESSORATO AI LAVORI PUBBLICI DIPARTIMENTO LAVORI PUBBLICI UFFICIO DEL GENIO CIVILE DI TRAPANI U.O.B.C. N. 4 EDILIZIA PRIVATA

Regione Siciliana ASSESSORATO AI LAVORI PUBBLICI DIPARTIMENTO LAVORI PUBBLICI UFFICIO DEL GENIO CIVILE DI TRAPANI U.O.B.C. N. 4 EDILIZIA PRIVATA REPUBBLICA ITALIANA Regione Siciliana ASSESSORATO AI LAVORI PUBBLICI DIPARTIMENTO LAVORI PUBBLICI UFFICIO DEL GENIO CIVILE DI TRAPANI U.O.B.C. N. 4 EDILIZIA PRIVATA Al Dirigente Responsabile della U.O.B.S.

Dettagli