Tivoli SecureWay Policy Director Base. Guida all installazione

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Tivoli SecureWay Policy Director Base. Guida all installazione"

Transcript

1 Tivoli SecureWay Policy Director Base Guida all installazione Versione 3.8

2

3 Tivoli SecureWay Policy Director Base Guida all installazione Versione 3.8

4 Tivoli SecureWay Policy Director Base - Guida all installazione Informazioni sul copyright Copyright 1998 di Tivoli Systems, una società del gruppo IBM, relativo a questa documentazione e all intero software. Tutti i diritti riservati. Può essere utilizzato solo in conformità con un Accordo di licenza della Tivoli Systems Software o Addendum a prodotti Tivoli per clienti IBM o Accordo di licenza. Non è consentito l utilizzo o la riproduzione di nessuna parte di questa pubblicazione in qualsiasi forma o con qualunque mezzo, nè l archiviazione in database o in altri sistemi di archiviazione senza la preventiva autorizzazione scritta di Tivoli Systems. IBM Corporation concede un autorizzazione limitata alla copia su disco fisso o altre riproduzioni di qualsiasi documentazione leggibile dalla macchina per l utilizzo personale, ogni riproduzione deve avere le informazioni sul copyright dell IBM Corporation. Non vengono concessi altri diritti sotto il copyright senza la preventiva autorizzazione scritta da IBM Corporation. Questa pubblicazione non è destinata alla produzione e viene fornita nello stato in cui si trova senza alcuna garanzia Tutte le garanzie incluse in questa pubblicazione sono con la presente, negate, comprese le garanzie di commerciabilità ed idoneità ad uno scopo particolare. Limitazione per gli utenti appartenenti agli Stati Uniti d America L utilizzo, la duplicazione o la divulgazione sono limitati dal Supplemento GSA ADP al contratto con l IBM Corporation. Marchi IBM, Tivoli, il logo di Tivoli, AIX, DB2, Domino, Lotus e SecureWay sono marchi o marchi registrati dell International Business Machines Corporation o di Tivoli Systems Inc. Java e tutti i marchi ed i logo basati su Java sono marchi o marchi registrati della Sun Microsystems, Inc. Lotus è un marchio registrato della Lotus Development Corporation. Microsoft, Windows, Windows NT e il logo Windows sono marchi della Microsoft Corporation. UNIX è un marchio di The Open Group. Nomi di altri prodotti, società e servizi potrebbero essere marchi di altre società. Informazioni particolari I riferimenti contenuti in questa pubblicazione relativi a prodotti, programmi e servizi Tivoli Systems o IBM, non implicano che Tivoli Systems o IBM intendano renderli disponibili in tutti i paesi in cui operano. Qualsiasi riferimento a questi prodotti, programmi o servizi non implica che possano essere utilizzati soltanto i prodotti, i programmi o i servizi Tivoli Systems o IBM. In sostituzione di quelli forniti da Tivoli Systems o IBM, possono essere usati prodotti, programmi o servizi funzionalmente equivalenti che non comportino violazione dei diritti di proprietà intellettuale o di altri diritti di Tivoli Systems o IBM. E responsabilità dell utente valutare e verificare la possibilità di utilizzare altri programmi e/o prodotti, fatta eccezione per quelli espressamente indicati da Tivoli Systems o IBM. Tivoli Systems o IBM possono avere brevetti o domande di brevetto in corso relativi a quanto trattato nella presente pubblicazione. La fornitura di questa pubblicazione non implica la concessione di alcuna licenza su di essi. Chi desiderasse ricevere informazioni relative a licenze può rivolgersi per iscritto a: IBM Director of Commercial Relations, IBM Europe, Shoenaicher Str. 220, D-7030 Boeblingen, Deutschland Copyright International Business Machines Corporation Tutti i diritti riservati.

5 Indice Prefazione... ix A chi è rivolto questo manuale... ix Il contenuto di questo documento... x Pubblicazioni... xi Tivoli SecureWay Policy DirectorLibreria... xi IBM SecureWay Directory Library... xii Tivoli SecureWay Policy Director Web Portal Manager.... xiii Accesso alle pubblicazioni in linea... xiii Ordinare le pubblicazioni... xiv Opinioni degli utenti sulle pubblicazioni... xiv Come contattare il supporto clienti... xiv Convenzioni utilizzate in questo libro... xv Convenzioni tipografiche... xv Variabili e percorsi dipendenti dal sistema operativo... xvi Capitolo 1. Panoramica d installazione... 1 Definizione requisiti di protezione... 1 Panoramica di dominio protetto... 2 Componenti d installazione... 4 IBM Global Security Toolkit... 4 Server LDAP supportato... 4 Client LDAP supportato: IBM SecureWay Directory... 5 Ambiente di esecuzione Server di gestione... 5 Server di autorizzazione... 6 Authorization Application Development Kit... 6 Web Portal Manager... 6 Tivoli SecureWay Policy Director Base Guida all installazione iii

6 Processo d installazione Opzioni d installazione... 7 Requisiti di sistema... 8 Sistemi operativi supportati... 8 Pacchetti di Tivoli SecureWay Policy Director... 9 Server LDAP supportati IBM SecureWay Directory, Versione Netscape iplanet Directory Server, Versione LiveContent DIRECTORY, Release 8A Spazio su disco e requisiti di memoria Opzioni di configurazione Configurazione di IBM Global Security Toolkit Configurazione di IBM SecureWay Directory Server Configurazione di IBM SecureWay Directory Client Configurazione ambiente di esecuzione Configurazione server di gestione Configurazione server di autorizzazione Configurazione di ADK di autorizzazione Porte predefinite Indice CD Tivoli SecureWay Policy Director Base per AIX e Linux Tivoli SecureWay Policy Director Base per Solaris e HP-UX Tivoli SecureWay Policy Director Base per Windows Capitolo 2. Utilizzare l installazione facilitata Considerazioni di installazione File d installazione facilitata Processo d installazione facilitata Capitolo 3. Utilizzare l installazione nativa iv Versione 3.8

7 Considerazioni di installazione Processo di installazione nativa Installare IBM Global Security Toolkit Installare IBM Global Security Toolkit su AIX Installare IBM Global Security Toolkit su HP-UX Installare IBM Global Security Toolkit su Linux Installare IBM Global Security Toolkit su Solaris Installare IBM Global Security Toolkit su Windows Installazione di IBM SecureWay Directory Client Installazione di IBM SecureWay Directory Client su AIX Installazione di IBM SecureWay Directory Client su HP-UX Installazione di IBM SecureWay Directory Client su Linux Installazione di IBM SecureWay Directory Client su Solaris Installazione di IBM SecureWay Directory Client su Windows Installazione e configurazione di Tivoli SecureWay Policy Director Installazione di Tivoli SecureWay Policy Director su AIX Installazione di Tivoli SecureWay Policy Director su HP-UX Installazione di Tivoli SecureWay Policy Director su Linux Installazione di Tivoli SecureWay Policy Director su Solaris Configurazione di Tivoli SecureWay Policy Director su UNIX Installazione di Tivoli SecureWay Policy Director su Windows Configurazione di Tivoli SecureWay Policy Director su Windows Capitolo 4. Utilizzare l installazione silenziosa Creazione di un file di risposta Installazione componenti utilizzando un file di risposta Sintassi file di risposta Capitolo 5. Potenziamento dalla Versione 3.7.x Tivoli SecureWay Policy Director Base Guida all installazione v

8 Panoramica di migrazione Considerazioni di migrazione Potenziamento di Management Server alla Versione Aggiornamento di altri sistemi alla Versione Ripristinare un sistema alla Versione 3.7.x Modificare il file di configurazione migrazione Esecuzione di back up dei dati di Tivoli SecureWay Policy Director Ripristino dati di Tivoli SecureWay Policy Director Capitolo 6. Disinstallazione di Tivoli SecureWay Policy Director, Versione Considerazioni di disinstallazione Disinstallazione di Tivoli SecureWay Policy Director da AIX Disinstallazione di Tivoli SecureWay Policy Director da HP-UX Disinstallazione di Tivoli SecureWay Policy Director da Linux Disinstallazione di Tivoli SecureWay Policy Director da Solaris Annullamento configurazione di Tivoli SecureWay Policy Director su UNIX 91 Disinstallazione di Tivoli SecureWay Policy Director da Windows Appendice A. Configurazione del server LDAP per Tivoli SecureWay Policy Director Sintesi di configurazione del server LDAP Configurazione IBM SecureWay Directory Server Configurare iplanet Directory Server Configurazione LiveContent DIRECTORY Scaricare il file di schema Tivoli SecureWay Policy Director Aggiungere definizioni di tipo di oggetto ed attributo Aggiornamento suffissi di ricerca di LiveContent DIRECTORY 115 vi Versione 3.8

9 Configurazione porta DAP di LiveContent DIRECTORY Configurazione di Tivoli SecureWay Policy Director Host System 117 Ottenere file da LiveContent DIRECTORY Configurazione e verifica binding Aggiornamento schemi DAC di LiveContent DIRECTORY Appendice B. Abilitazione di Secure Sockets Layer 123 Configurazione IBM SicureWay Directory Server per accesso SSL Creazione file di database di chiavi e certificato Ottenere un certificato personale da un autorità di certificato Creazione e estrazione di un certificato autofirmato Abilitazione dell accesso SSL sul server LDAP Configurazione iplanet Directory Server per accesso SSL Ottenere un certificato del server Installazione certificato di server Abilitare accesso SSL Configurare IBM SecureWay Directory Client per accesso SSL Creazione di un file di database di chiavi Aggiunta di un certificato di firma Controllo accesso SSL Configurazione server LDAP e autenticazione client Creazione file di database di chiavi Ottenere un certificato personale da un autorità di certificato Creazione ed estrazione di un certificato autofirmato Aggiungere un certificato di firma Controllo accesso SSL Appendice C. Programmi di utilità di migrazione Sintassi di migrate37 e migrate Sintassi di aggiornamento pd Tivoli SecureWay Policy Director Base Guida all installazione vii

10 Programmi di utilità e backup Utilizzare il comando db Utilizzare il programma di utilità DB2LDIF Glossario viii Versione 3.8

11 Prefazione Tivoli SecureWay Policy Director è il software di base richiesto per eseguire applicazioni nella suite del prodotto di Tivoli SecureWay Policy Director. Abilita le integrazioni delle applicazioni di Tivoli SecureWay Policy Director che forniscono una vasta gamma di autorizzazioni e soluzioni di gestione. Venduti come soluzione integrata, questi prodotti forniscono una soluzione di gestione di controllo accessi che centralizza la rete e il criterio di sicurezza applicazione per applicazioni di commercio elettronico. Il Guida all installazione di Tivoli SecureWay Policy Director Base spiega come installare, configurare e aggiornare il software di Tivoli SecureWay Policy Director. A chi è rivolto questo manuale Questa guida è diretta al responsabile degli amministratori di sistema per l installazione e la distribuzione di Tivoli SecureWay Policy Director. I lettori dovrebbero avere familiarità con i seguenti argomenti: Sistemi operativi PC e UNIX Concetti ed architettura database Gestione sicurezza Protocolli Internet, inclusi HTTP, TCP/IP, FTP (file transfer protocol) e telnet LDAP(Lightweight Directory Access Protocol)e servizi di directory Autenticazione ed autorizzazione Se viene abilitata la comunicazione SSL (Secure Sockets Layer), si dovrebbe avere la giusta familiarità con il protocollo SSL, il cambio di chiavi (pubblico e privato), le firme digitali, gli algoritmi crittografici e le autorità di certificato. Tivoli SecureWay Policy Director Base Guida all installazione ix

12 Il contenuto di questo documento Il contenuto di questo documento Questa guida contiene le seguenti sezioni: Capitolo 1, Panoramica d installazione Descrive i componenti d installazione in un dominio protetto, fornisce una supervisione del processo d installazione e spiega le opzioni di configurazione ed installazione. Questo capitolo elenca inoltre i requisiti di sistema necessari ad installare e configurare Tivoli SecureWay Policy Director. Capitolo 2, Utilizzare l installazione facilitata Passaggi per installare e configurare Tivoli SecureWay Policy Director la prima volta. Viene eseguita un installazione facilitata con l uso di scripts shell per sistemi UNIX e file batch per sistemi Microsoft Windows. E possibile inoltre utilizzare un installazione facilitata per aggiungere un componente o impostare un sistema nuovo in un dominio protetto esistente. Capitolo 3, Utilizzare l installazione nativa Fornisce istruzioni per installare e configurare Tivoli SecureWay Policy Director utilizzando programmi di utilità del sistema operativo nativo. Diversamente dagli script di installazione facilitata, si devono installare ogni componente ed alcuni pacchetti necessari, manualmente. Capitolo 4, Utilizzare l installazione silenziosa Fornisce le istruzioni per utilizzare file di risposta per installare componenti multipli allo stesso tempo. Capitolo 5, Potenziamento dalla Versione 3.7.x Spiega come potenziare un dominio protetto esistente di Tivoli SecureWay Policy Director Versione 3.7.x, a un Tivoli SecureWay Policy Director, Versione 3.8. Questo capitolo spiega inoltre come ripristinare un sistema precedente della Versione 3.7.x, se necessario. Capitolo 6, Disinstallazione di Tivoli SecureWay Policy Director, Versione 3.8 Fornisce le istruzioni per annullare la configurazione e rimuovere i componenti di Tivoli SecureWay Policy Director. x Versione 3.8

13 Pubblicazioni Il contenuto di questo documento Appendice A, Configurazione del server LDAP per Tivoli SecureWay Policy Director Descrive come configurare un server LDAP di supporto all uso di Tivoli SecureWay Policy Director. Appendice B, Abilitazione di Secure Sockets Layer Spiega come abilitare la codifica di dati SSL per comunicazioni sicure tra il server LDAP e i client IBM SecureWay Directory. Appendice C, Programmi di utilità di migrazione Fornisce informazioni di riferimento quando si aggiorna Tivoli SecureWay Policy Director, Versione 3.7.x alla Versione 3.8. Questa sezione elenca pubblicazioni della libreria di Tivoli SecureWay Policy Director e qualsiasi altro documento relativo. Descrive inoltre come accedere alle pubblicazioni di Tivoli in linea, come ordinare le pubblicazioni di Tivoli e come commentare le pubblicazioni di Tivoli. Tivoli SecureWay Policy DirectorLibreria I seguenti documenti sono disponibili nella directory /doc sul CD di Tivoli SecureWay Policy Director Base per piattaforma particolare e sul sito Web di Tivoli Customer Support. Per ulteriori informazioni su Tivoli SecureWay Policy Director ed argomenti relativi, incluso LDAP e infrastrutture di chiavi pubbliche, consultare il seguente sito Web: Tivoli SecureWay Policy Director Release Note, (pd38_relnotes.pdf) Fornisce informazioni aggiornate, come limitazioni di software, soluzioni alternative e disponibilità di pacchetto. Tivoli SecureWay Policy Director Base Administration Guide, GC (pd38_admin.pdf ) Tivoli SecureWay Policy Director Base Guida all installazione xi

14 Pubblicazioni Descrive i concetti e le procedure per utilizzare i servizi di Tivoli SecureWay Policy Director. Fornisce istruzioni per eseguire applicazioni dall interfaccia della linea di comando pdadmin. La seguente documentazione supplementare è disponibile solo sul sito Web di Tivoli Customer Support. Per informazioni su come accedere a questo sito Web, consultare Accesso alle pubblicazioni in linea a pagina xiii. Tivoli SecureWay Policy Director Base Administration API Developer s Reference Fornisce materiale di riferimento sull uso dell amministrazione API per abilitare un applicazione ad eseguire le applicazioni di amministrazione di Tivoli SecureWay Policy Director. Questo documento descrive entrambe le implementazioni sia Java che C dell amministrazione API. Tivoli SecureWay Policy Director Base Authorization ADK Developer s Reference Fornisce materiale di riferimento sull uso di tool di sviluppo e autorizzazione API per abilitare un applicazione ad utilizzare la protezione di Tivoli SecureWay Policy Director. Questo documento descrive entrambe le implementazioni Java e C dell autorizzazione API. Tivoli SecureWay Policy Director Base Capacity Planning Guide Aiuta i progettisti a determinare il numero di server WebSEAL, LDAP e Web backend necessari per ottenere un carico di lavoro richiesto. Tivoli SecureWay Policy Director Base Performance Tuning Guide Fornisce informazioni guidate di prestazione per un ambiente che consiste nei componenti di Tivoli SecureWay Policy Director e WebSEAL. IBM SecureWay Directory Library IBM SecureWay Directory, Versione 3.2.1, viene spedito sul CD di Tivoli SecureWay Policy Director Base per piattaforma particolare. Se si desidera installare il server di IBM SecureWay Directory, il xii Versione 3.8

15 documento seguente è disponibile nella directory /doc/directory/ install_config_guide/platform : IBM SecureWay Directory Installation and Configuration Guide (aparent.htm) Fornisce informazioni d installazione, configurazione e migrazione per componenti IBM SecureWay Directory su sistemi d operazione AIX, Solaris e Windows. Per ulteriori informazioni su IBM SecureWay Directory, consultare il seguente sito Web: Pubblicazioni Tivoli SecureWay Policy Director Web Portal Manager Se si è ricevuto un CD di Tivoli SecureWay Policy Director Web Portal Manager con una soluzione particolare di Tivoli SecureWay Policy Director, è possibile installare l interfaccia di gestione di portale Web. Questo GUI (graphical user interface) basato sul Web, abilita ad eseguire le applicazioni di amministrazione di Tivoli SecureWay Policy Director. La gestione di portale Web sostituisce la console di gestione precedentemente spedita con Tivoli SecureWay Policy Director. Il seguente documento è ubicato nella directory /doc : Tivoli SecureWay Policy Director Web Portal Manager Administration Guide, GC (pdwpm38_admin.pdf) Fornisce informazioni sull installazione della gestione di portale Web e sull amministrazione dei server di Tivoli SecureWay Policy Director attraverso l uso. Accesso alle pubblicazioni in linea E possibile accedere a molte pubblicazioni in linea di Tivoli nel sito Web di Tivoli Customer Support: Queste pubblicazioni sono disponibili in formato PDF o HTML o in entrambi. Inoltre, per alcuni prodotti, è possibile trovare la documentazione tradotta. Tivoli SecureWay Policy Director Base Guida all installazione xiii

16 Pubblicazioni Per accedere alla maggior parte della documentazione, sono necessari un ID e una password. Che è possibile ottenere dal seguente sito Web: Ordinare le pubblicazioni E possibile ordinare molte pubblicazioni di Tivoli in linea dal seguente sito Web: E possibile ordinare per telefono chiamando uno di questi numeri: Negli Stati Uniti: In Canada: Per gli altri paesi, consultare l elenco di numeri di telefono sul seguente sito Web: Opinioni degli utenti sulle pubblicazioni E molto importante conoscere quali siano state le esperienze degli utenti con la documentazione e i prodotti Tivoli e sono pertanto graditi tutti i suggerimenti forniti per un eventuale miglioramento dei servizi. Se si desidera esprimere dei commenti o fornire dei suggerimenti relativi alle pubblicazioni o ai prodotti, scegliere tra i seguenti modi: Mandare una a Completare il nostro sondaggio di feedback del cliente sul seguente sito Web: Come contattare il supporto clienti Se si hanno problemi con qualche prodotto Tivoli, è possibile contattare Tivoli Customer Support. Consultare il Tivoli Customer Support Handbook sul seguente sito Web: xiv Versione 3.8

17 Il manuale fornisce le informazioni per contattare Tivoli Customer Support secondo la gravità del problema e le seguenti informazioni: Registrazione e diritti Numeri di telefono ed indirizzi di posta elettronica, in base al paese di residenza Informazioni da avere a disposizione prima di contattare il supporto Convenzioni utilizzate in questo libro Questo libro utilizza diverse convenzioni per termini ed azioni speciali e per comandi dipendenti di sistemi operativi e percorsi. Convenzioni tipografiche In questo libro sono utilizzate le seguenti convenzioni tipografiche: Grassetto Come contattare il supporto clienti Comandi di maiuscole e minuscole, opzioni di comando e flag che compaiono nel testo, appaiono come questo, in grassetto. Elementi grafici d interfaccia utente (eccetto per i titoli ed i dialoghi di windows ) e nomi di chiavi appaiono come questo, in grassetto. Corsivo Variabili, valori che devono essere forniti, nuovi termini, parole e frasi che sono enfatizzate appaiono come questo, in corsivo. Spaziatura fissa Comandi, opzioni di comando e flag che appaiono su di una lina separata, esempi di codici, output e testo di messaggio appaiono come questo, inspaziatura fissa. Nomi di file e directory, stringhe di testo che è necessario immettere, quando appaiono nel testo, nomi di metodi e classi Java e tag HTML e XML anche appaiono come questo, inspaziatura fissa. Tivoli SecureWay Policy Director Base Guida all installazione xv

18 Convenzioni utilizzate in questo libro Variabili e percorsi dipendenti dal sistema operativo Questo libro utilizza la convenzione UNIX per specificare le variabili d ambiente e per notazione di directory. Quando viene utilizzata la linea di comando Windows, ripristinare $variabile con %variabile% per variabili d ambiente e ripristinare ogni barra avanzata (/) con una barra rovesciata (\) nei percorsi di directory. Nota: Se si sta utilizzando il bash shell su di un sistema Windows, è possibile utilizzare le convenzioni UNIX. xvi Versione 3.8

19 1 1. Panoramica d installazione Panoramica d installazione Prima d iniziare l installazione di Tivoli SecureWay Policy Director, Versione 3.8, è necessario avere dimestichezza con i suoi componenti e con le decisioni di configurazione che si dovranno prendere durante l installazione. Il presente capitolo fornisce le seguenti sezioni: Definizione requisiti di protezione Panoramica di dominio protetto Componenti d installazione Processo d installazione Opzioni d installazione Requisiti di sistema Opzioni di configurazione Indice CD Definizione requisiti di protezione Prima di implementare una soluzione particolare di Tivoli SecureWay Policy Director, è necessario determinare la protezione specifica e le capacità di gestione che sono richieste dalla rete. Il primo passo nella pianificazione di sviluppo dell ambiente di protezione di Tivoli SecureWay Policy Director è definire i requisiti di sicurezza per l ambiente di calcolo. Definire i requisiti di Tivoli SecureWay Policy Director Base Guida all installazione 1

20 Definizione requisiti di protezione sicurezza significa determinare i criteri commerciali che devono essere applicati a utenti, programmi e dati. Questo include le seguenti definizioni: Oggetti da proteggere Azioni consentite per ogni oggetto Utenti autorizzati ad eseguire le azioni Applicare un criterio di sicurezza richiede la conoscenza del flusso delle richieste di accesso attraverso la topologia di rete. Questo include l identificazione dei propri ruoli e ubicazioni per firewall, router e subnet. La distribuzione di un ambiente di protezione (denominato dominio protetto) di Tivoli SecureWay Policy Director richiede anche l identificazione dei punti ottimali nella rete per installare il software che valuta le richieste di accesso utente e garantisce o nega l accesso richiesto. L implementazione di un criterio di sicurezza richiede la conoscenza della quantità di utenti, dati e velocità di trasmissione che la rete deve accogliere. E anche necessario valutare le caratteristiche di prestazione, scalabilità e l esigenza di capacità di failover. Deve essere presa anche in considerazione l integrazione del software, database e applicazioni precedenti con il software di Tivoli SecureWay Policy Director. Dopo avere stabilito quali sono le caratteristiche che si desidera impiegare, è possibile decidere quali componenti e applicazioni di Tivoli SecureWay Policy Director possono essere combinati per implementare nel modo migliore il criterio di sicurezza. Panoramica di dominio protetto La famiglia del prodotto di Tivoli SecureWay Policy Director è basata su un modello che combina un insieme di server e librerie d esecuzione con una o più applicazioni, come Tivoli SecureWay Policy Director per Sistemi operativi. I server e le librerie d esecuzione forniscono una struttura di sicurezza che include autenticazione e librerie di autorizzazione. Il dominio protetto di Tivoli SecureWay Policy Director è un ambiente di calcolo protetto nel quale Tivoli SecureWay Policy 2 Versione 3.8

21 Panoramica di dominio protetto Director applica i criteri di sicurezza per autenticazione, autorizzazione e controllo accesso. Il grafico seguente rappresenta la stazione di lavoro di un dominio protetto tipico. Per la descrizione di questi componenti, consultare Componenti d installazione a pagina 4. Dominio protetto 1. Panoramica d installazione Server LDAP Server di gestione GSKit GSKit Ambiente di esecuzione Client LDAP Ambiente di esecuzione GSKit Client LDAP Web Portal Manager (facoltativo) Web Portal Manager (facoltativo) Autorizzazione ADK GSKit Ambiente di esecuzione Client LDAP Web Portal Manager (facoltativo) Server autorizzazione GSKit Ambiente di esecuzione Client LDAP Web Portal Manager (facoltativo) Workstation facoltative Per propositi illustrativi, questo grafico rappresenta una singola stazione di lavoro per ogni tipo di server di gestione d impostazione, server di autorizzazione e così via. Questo facilita l identificazione dei componenti richiesti quando viene impostato un dominio protetto nella propria topologia di rete. E possibile installare tutto il necessario software per configurare ed utilizzare un dominio protetto su una stazione di lavoro indipendente. Questo è utile quando si crea un prototipo di distribuzione o quando si sviluppa ed esamina un applicazione. Si potrebbe inoltre desiderare di aggiungere i sistemi ad un dominio protetto esistente, come un sistema di esecuzione o un sistema di sviluppo con ADK (authorization application development kit). I componenti minimi richiesti per un sistema che ospita un dominio protetto sono i seguenti: Tivoli SecureWay Policy Director Base Guida all installazione 3

22 Panoramica di dominio protetto Server LDAP (Lightweight Directory Access Protocol) supportato Client di IBM SecureWay Directory GSKit IBM (Global Security Toolkit) Ambiente di esecuzione Server di gestione Componenti d installazione Questa sezione fornisce una panoramica dei componenti d installazione che costituiscono un dominio protetto. Per versioni supportate, informazioni di sistema operativo e spazio su disco e requisiti di memoria, consultare Requisiti di sistema a pagina 8. IBM Global Security Toolkit Tivoli SecureWay Policy Director fornisce crittografia di dati attraverso l uso di GSKit (Global Security Toolkit) IBM, un implementazione del protocollo di SSL (Secure Sockets Layer), Versione 3.0. E necessario installare GSKit, Versione prima di installare l ambiente di esecuzione di Tivoli SecureWay Policy Director. Il pacchetto GSKit installa anche il programma di utilità (gsk4ikm) di gestione di chiavi ikeyman, che abilita a creare database di chiavi, coppie di chiavi pubbliche-private e richieste di certificati. Server LDAP supportato Tivoli SecureWay Policy Director, Versione 3.8, supporta i seguenti server LDAP: Server di IBM SecureWay Directory, Versione iplanet Directory Server, Versione 5.0 LiveContent DIRECTORY, Release 8A.3 Per sistemi operativi supportati e software di prerequisito, consultare Requisiti di sistema a pagina 8. 4 Versione 3.8

23 Componenti d installazione Client LDAP supportato: IBM SecureWay Directory Tivoli SecureWay Policy Director supporta un client LDAP: client di IBM SecureWay Directory, Versione Questo client viene spedito con IBM SecureWay Directory sul CD di Tivoli SecureWay Policy Director Base per piattaforma particolare. Il client di IBM SecureWay Directory supporta completamente qualsiasi server LDAP in elenco in Server LDAP supportato a pagina 4. E necessario installare e configurare questo client LDAP su ogni sistema che esegue Tivoli SecureWay Policy Director. Il pacchetto installazione del client LDAP include due GUI (graphical user interfaces). L interfaccia di amministrazione server basato sul Web abilita ad eseguire applicazioni di server e database. DMT (Directory Management Tool) abilita a sfogliare e modificare informazioni nella directory, come definizioni di schema, albero di directory e voci di dati. Una documentazione approfondita per ogni interfaccia è disponibile attraverso i sistemi di guida in linea. Ambiente di esecuzione L ambiente di esecuzione contiene librerie d esecuzione e file di supporto che le applicazioni possono utilizzare per accedere ai server di Tivoli SecureWay Policy Director. E necessario installare l ambiente di esecuzione su ogni sistema che è parte del dominio protetto. Server di gestione Il server di gestione conserva il database di criterio di autorizzazione principale per il dominio protetto. Questo server è la chiave per l elaborazione delle richieste di controllo accesso, autenticazione e autorizzazione. Aggiorna inoltre repliche di database di autorizzazione e conserva nel dominio protetto informazioni di ubicazione su altri server di Tivoli SecureWay Policy Director. E consentito un unico esempio di server di gestione e del suo database di autorizzazione principale allo stesso tempo, in ogni dominio protetto. Comunque è possibile avere un secondo server in standby per provvedere alle capacità di cold failover. Il server di 1. Panoramica d installazione Tivoli SecureWay Policy Director Base Guida all installazione 5

Rational Asset Manager, versione 7.1

Rational Asset Manager, versione 7.1 Rational Asset Manager, versione 7.1 Versione 7.1 Guida all installazione Rational Asset Manager, versione 7.1 Versione 7.1 Guida all installazione Note Prima di utilizzare queste informazioni e il prodotto

Dettagli

FileMaker Server 12. Guida introduttiva

FileMaker Server 12. Guida introduttiva FileMaker Server 12 Guida introduttiva 2007 2012 FileMaker, Inc. Tutti i diritti riservati. FileMaker, Inc. 5201 Patrick Henry Drive Santa Clara, California 95054 FileMaker e Bento sono marchi di FileMaker,

Dettagli

Manuale di installazione. Data Protector Express. Hewlett-Packard Company

Manuale di installazione. Data Protector Express. Hewlett-Packard Company Manuale di installazione Data Protector Express Hewlett-Packard Company ii Manuale di installazione di Data Protector Express. Copyright Marchi Copyright 2005 Hewlett-Packard Limited. Ottobre 2005 Numero

Dettagli

File Leggimi relativo a Quark Licensing Administrator 4.5.0.2

File Leggimi relativo a Quark Licensing Administrator 4.5.0.2 File Leggimi relativo a Quark Licensing Administrator 4.5.0.2 INDICE Indice File Leggimi relativo a Quark Licensing Administrator 4.5.0.2...4 Requisiti di sistema: QLA Server...5 Requisiti di sistema:

Dettagli

Acronis Backup & Recovery 10 Server for Windows Acronis Backup & Recovery 10 Workstation

Acronis Backup & Recovery 10 Server for Windows Acronis Backup & Recovery 10 Workstation Acronis Backup & Recovery 10 Server for Windows Acronis Backup & Recovery 10 Workstation Guida introduttiva 1 Informazioni sul documento Questo documento descrive come installare e iniziare ad utilizzare

Dettagli

Plesk Automation. Parallels. Domande tecniche più frequenti

Plesk Automation. Parallels. Domande tecniche più frequenti Parallels Plesk Automation Primo trimestre, 2013 Domande tecniche più frequenti Questo documento ha come scopo quello di rispondere alle domande tecniche che possono sorgere quando si installa e si utilizza

Dettagli

Talento LAB 4.1 - UTILIZZARE FTP (FILE TRANSFER PROTOCOL) L'UTILIZZO DI ALTRI SERVIZI INTERNET. In questa lezione imparerete a:

Talento LAB 4.1 - UTILIZZARE FTP (FILE TRANSFER PROTOCOL) L'UTILIZZO DI ALTRI SERVIZI INTERNET. In questa lezione imparerete a: Lab 4.1 Utilizzare FTP (File Tranfer Protocol) LAB 4.1 - UTILIZZARE FTP (FILE TRANSFER PROTOCOL) In questa lezione imparerete a: Utilizzare altri servizi Internet, Collegarsi al servizio Telnet, Accedere

Dettagli

PROFILI ALLEGATO A. Profili professionali

PROFILI ALLEGATO A. Profili professionali ALLEGATO A Profili professionali Nei profili di seguito descritti vengono sintetizzate le caratteristiche di delle figure professionali che verranno coinvolte nell erogazione dei servizi oggetto della

Dettagli

Guida alla scansione su FTP

Guida alla scansione su FTP Guida alla scansione su FTP Per ottenere informazioni di base sulla rete e sulle funzionalità di rete avanzate della macchina Brother, consultare la uu Guida dell'utente in rete. Per ottenere informazioni

Dettagli

FileMaker Server 13. Guida introduttiva

FileMaker Server 13. Guida introduttiva FileMaker Server 13 Guida introduttiva 2007-2013 FileMaker, Inc. Tutti i diritti riservati. FileMaker, Inc. 5201 Patrick Henry Drive Santa Clara, California 95054 Stati Uniti FileMaker e Bento sono marchi

Dettagli

IBM Cognos 8 BI Midmarket Reporting Packages Per soddisfare tutte le vostre esigenze di reporting restando nel budget

IBM Cognos 8 BI Midmarket Reporting Packages Per soddisfare tutte le vostre esigenze di reporting restando nel budget Data Sheet IBM Cognos 8 BI Midmarket Reporting Packages Per soddisfare tutte le vostre esigenze di reporting restando nel budget Panoramica Le medie aziende devono migliorare nettamente le loro capacità

Dettagli

***** Il software IBM e semplice *****

***** Il software IBM e semplice ***** Il IBM e semplice ***** ***** Tutto quello che hai sempre voluto sapere sui prodotti IBM per qualificare i potenziali clienti, sensibilizzarli sulle nostre offerte e riuscire a convincerli. WebSphere IL

Dettagli

Acronis Backup & Recovery 11. Affidabilità dei dati un requisito essenziale

Acronis Backup & Recovery 11. Affidabilità dei dati un requisito essenziale Protezio Protezione Protezione Protezione di tutti i dati in ogni momento Acronis Backup & Recovery 11 Affidabilità dei dati un requisito essenziale I dati sono molto più che una serie di uno e zero. Sono

Dettagli

Installazione di GFI Network Server Monitor

Installazione di GFI Network Server Monitor Installazione di GFI Network Server Monitor Requisiti di sistema I computer che eseguono GFI Network Server Monitor richiedono: i sistemi operativi Windows 2000 (SP4 o superiore), 2003 o XP Pro Windows

Dettagli

Istruzioni per l uso Guida software

Istruzioni per l uso Guida software Istruzioni per l uso Guida software Leggere subito Manuali per questa stampante...8 Preparazione per la stampa Installazione rapida...9 Conferma del metodo di connessione...11 Connessione di rete...11

Dettagli

Guida al nuovo sistema di posta. CloudMail UCSC. (rev.doc. 1.4)

Guida al nuovo sistema di posta. CloudMail UCSC. (rev.doc. 1.4) Guida al nuovo sistema di posta CloudMail UCSC (rev.doc. 1.4) L Università per poter migliorare l utilizzo del sistema di posta adeguandolo agli standard funzionali più diffusi ha previsto la migrazione

Dettagli

RedDot Content Management Server Content Management Server Non sottovalutate il potenziale della comunicazione online: usatela! RedDot CMS vi permette di... Implementare, gestire ed estendere progetti

Dettagli

Le Reti Informatiche

Le Reti Informatiche Le Reti Informatiche modulo 10 Prof. Salvatore Rosta www.byteman.it s.rosta@byteman.it 1 Nomenclatura: 1 La rappresentazione di uno schema richiede una serie di abbreviazioni per i vari componenti. Seguiremo

Dettagli

OPEN DAY: ELOCAL GROUP RELOADED

OPEN DAY: ELOCAL GROUP RELOADED L'ingegneria di Elocal Roberto Boccadoro / Luca Zucchelli OPEN DAY: ELOCAL GROUP RELOADED ELOCAL GROUP SRL Chi siamo Giorgio Dosi Lorenzo Gatti Luca Zucchelli Ha iniziato il suo percorso lavorativo in

Dettagli

Pianificazione, installazione e configurazione di Host On-Demand

Pianificazione, installazione e configurazione di Host On-Demand IBM Rational Host On-Demand Versione 11.0 Pianificazione, installazione e configurazione di Host On-Demand SC13-4200-00 IBM Rational Host On-Demand Versione 11.0 Pianificazione, installazione e configurazione

Dettagli

TeamPortal. Servizi integrati con ambienti Gestionali

TeamPortal. Servizi integrati con ambienti Gestionali TeamPortal Servizi integrati con ambienti Gestionali 12/2013 Modulo di Amministrazione Il modulo include tutte le principali funzioni di amministrazione e consente di gestire aspetti di configurazione

Dettagli

Parallels Plesk Panel

Parallels Plesk Panel Parallels Plesk Panel Notifica sul Copyright ISBN: N/A Parallels 660 SW 39 th Street Suite 205 Renton, Washington 98057 USA Telefono: +1 (425) 282 6400 Fax: +1 (425) 282 6444 Copyright 1999-2009, Parallels,

Dettagli

12.5 UDP (User Datagram Protocol)

12.5 UDP (User Datagram Protocol) CAPITOLO 12. SUITE DI PROTOCOLLI TCP/IP 88 12.5 UDP (User Datagram Protocol) L UDP (User Datagram Protocol) é uno dei due protocolli del livello di trasporto. Come l IP, é un protocollo inaffidabile, che

Dettagli

CA Business Intelligence

CA Business Intelligence CA Business Intelligence Guida all'implementazione Versione 03.2.00 La presente documentazione ed ogni relativo programma software di ausilio (di seguito definiti "Documentazione") vengono forniti unicamente

Dettagli

Reti di Telecomunicazione Lezione 7

Reti di Telecomunicazione Lezione 7 Reti di Telecomunicazione Lezione 7 Marco Benini Corso di Laurea in Informatica marco.benini@uninsubria.it Il protocollo Programma della lezione file transfer protocol descrizione architetturale descrizione

Dettagli

Ambienti supportati. Configurazione della stampante di rete. Stampa. Gestione della carta. Manutenzione. Risoluzione dei problemi.

Ambienti supportati. Configurazione della stampante di rete. Stampa. Gestione della carta. Manutenzione. Risoluzione dei problemi. I server di stampa vengono utilizzati per collegare le stampanti alle reti. In tal modo, più utenti possono accedere alle stampanti dalle proprie workstation, condividendo sofisticate e costose risorse.

Dettagli

Introduzione alle applicazioni di rete

Introduzione alle applicazioni di rete Introduzione alle applicazioni di rete Definizioni base Modelli client-server e peer-to-peer Socket API Scelta del tipo di servizio Indirizzamento dei processi Identificazione di un servizio Concorrenza

Dettagli

Manuale dell'utente di Symantec Backup Exec System Recovery Granular Restore Option

Manuale dell'utente di Symantec Backup Exec System Recovery Granular Restore Option Manuale dell'utente di Symantec Backup Exec System Recovery Granular Restore Option Manuale dell'utente di Symantec Backup Exec System Recovery Granular Restore Option Il software descritto nel presente

Dettagli

Windows Mail Outlook Express 6 Microsoft Outlook 2003 Microsoft Outlook 2007 Thunderbird Opera Mail Mac Mail

Windows Mail Outlook Express 6 Microsoft Outlook 2003 Microsoft Outlook 2007 Thunderbird Opera Mail Mac Mail Configurare un programma di posta con l account PEC di Il Titolare di una nuova casella PEC può accedere al sistema sia tramite Web (Webmail i ), sia configurando il proprio account ii nel programma di

Dettagli

FileMaker Server 13. Guida di FileMaker Server

FileMaker Server 13. Guida di FileMaker Server FileMaker Server 13 Guida di FileMaker Server 2010-2013 FileMaker, Inc. Tutti i diritti riservati. FileMaker, Inc. 5201 Patrick Henry Drive Santa Clara, California 95054 Stati Uniti FileMaker e Bento sono

Dettagli

Agilent OpenLAB Chromatography Data System (CDS)

Agilent OpenLAB Chromatography Data System (CDS) Agilent OpenLAB Chromatography Data System (CDS) EZChrom Edition e ChemStation Edition Requisiti hardware e software Agilent Technologies Informazioni legali Agilent Technologies, Inc. 2013 Nessuna parte

Dettagli

VIRTUALIZE IT. www.digibyte.it - digibyte@digibyte.it

VIRTUALIZE IT. www.digibyte.it - digibyte@digibyte.it il server? virtualizzalo!! Se ti stai domandando: ma cosa stanno dicendo? ancora non sai che la virtualizzazione è una tecnologia software, oggi ormai consolidata, che sta progressivamente modificando

Dettagli

Come configurare un programma di posta con l account PEC di GLOBALCERT.IT

Come configurare un programma di posta con l account PEC di GLOBALCERT.IT Come configurare un programma di posta con l account PEC di GLOBALCERT.IT Il Titolare di una nuova casella PEC può accedere al sistema sia tramite Web (Webmail i ), sia configurando il proprio account

Dettagli

How to Develop Accessible Linux Applications

How to Develop Accessible Linux Applications How to Develop Accessible Linux Applications Sharon Snider Copyright 2002 IBM Corporation v1.1, 2002-05-03 Diario delle Revisioni Revisione v1.1 2002-05-03 Revisionato da: sds Convertito in DocBook XML

Dettagli

CA Asset Portfolio Management

CA Asset Portfolio Management CA Asset Portfolio Management Guida all'implementazione Versione 12.8 La presente documentazione, che include il sistema di guida in linea integrato e materiale distribuibile elettronicamente (d'ora in

Dettagli

Boot Camp Guida all installazione e alla configurazione

Boot Camp Guida all installazione e alla configurazione Boot Camp Guida all installazione e alla configurazione Indice 4 Introduzione 5 Cosa ti occorre 6 Panoramica dell installazione 6 Passo 1: verifica la presenza di aggiornamenti. 6 Passo 2: apri Assistente

Dettagli

2 Requisiti di sistema 4 2.1 Requisiti software 4 2.2 Requisiti hardware 5 2.3 Software antivirus e di backup 5 2.4 Impostazioni del firewall 5

2 Requisiti di sistema 4 2.1 Requisiti software 4 2.2 Requisiti hardware 5 2.3 Software antivirus e di backup 5 2.4 Impostazioni del firewall 5 Guida introduttiva Rivedere i requisiti di sistema e seguire i facili passaggi della presente guida per distribuire e provare con successo GFI FaxMaker. Le informazioni e il contenuto del presente documento

Dettagli

Samsung Data Migration v2.6 Introduzione e Guida all'installazione

Samsung Data Migration v2.6 Introduzione e Guida all'installazione Samsung Data Migration v2.6 Introduzione e Guida all'installazione 2013. 12 (Revisione 2.6.) Esclusione di responsabilità legale SAMSUNG ELECTRONICS SI RISERVA IL DIRITTO DI MODIFICARE I PRODOTTI, LE INFORMAZIONI

Dettagli

Introduzione ai protocolli di rete Il protocollo NetBEUI Il protocollo AppleTalk Il protocollo DLC Il protocollo NWLink Il protocollo TCP/IP

Introduzione ai protocolli di rete Il protocollo NetBEUI Il protocollo AppleTalk Il protocollo DLC Il protocollo NWLink Il protocollo TCP/IP Protocolli di rete Sommario Introduzione ai protocolli di rete Il protocollo NetBEUI Il protocollo AppleTalk Il protocollo DLC Il protocollo NWLink Il protocollo TCP/IP Configurazione statica e dinamica

Dettagli

HORIZON SQL CONFIGURAZIONE DI RETE

HORIZON SQL CONFIGURAZIONE DI RETE 1-1/9 HORIZON SQL CONFIGURAZIONE DI RETE 1 CARATTERISTICHE DI UN DATABASE SQL...1-2 Considerazioni generali... 1-2 Concetto di Server... 1-2 Concetto di Client... 1-2 Concetto di database SQL... 1-2 Vantaggi...

Dettagli

FORM Il sistema informativo di gestione della modulistica elettronica.

FORM Il sistema informativo di gestione della modulistica elettronica. Studio FORM FORM Il sistema informativo di gestione della modulistica elettronica. We believe in what we create This is FORM power La soluzione FORM permette di realizzare qualsiasi documento in formato

Dettagli

GUIDA DELL UTENTE IN RETE

GUIDA DELL UTENTE IN RETE GUIDA DELL UTENTE IN RETE Memorizza registro di stampa in rete Versione 0 ITA Definizione delle note Nella presente Guida dell'utente viene utilizzata la seguente icona: Le note spiegano come intervenire

Dettagli

Firewall. Generalità. Un firewall può essere sia un apparato hardware sia un programma software.

Firewall. Generalità. Un firewall può essere sia un apparato hardware sia un programma software. Generalità Definizione Un firewall è un sistema che protegge i computer connessi in rete da attacchi intenzionali mirati a compromettere il funzionamento del sistema, alterare i dati ivi memorizzati, accedere

Dettagli

La procedura di registrazione prevede cinque fasi: Fase 4 Conferma

La procedura di registrazione prevede cinque fasi: Fase 4 Conferma Guida Categoria alla registrazione StockPlan Connect Il sito web StockPlan Connect di Morgan Stanley consente di accedere e di gestire online i piani di investimento azionario. Questa guida offre istruzioni

Dettagli

La piattaforma IBM Cognos

La piattaforma IBM Cognos La piattaforma IBM Cognos Fornire informazioni complete, coerenti e puntuali a tutti gli utenti, con una soluzione economicamente scalabile Caratteristiche principali Accedere a tutte le informazioni in

Dettagli

Configurazione avanzata di IBM SPSS Modeler Entity Analytics

Configurazione avanzata di IBM SPSS Modeler Entity Analytics Configurazione avanzata di IBM SPSS Modeler Entity Analytics Introduzione I destinatari di questa guida sono gli amministratori di sistema che configurano IBM SPSS Modeler Entity Analytics (EA) in modo

Dettagli

Informatica per la comunicazione" - lezione 9 -

Informatica per la comunicazione - lezione 9 - Informatica per la comunicazione" - lezione 9 - Protocolli di livello intermedio:" TCP/IP" IP: Internet Protocol" E il protocollo che viene seguito per trasmettere un pacchetto da un host a un altro, in

Dettagli

Ministero dell Interno Dipartimento per gli Affari Interni e Territoriali Direzione Centrale per i Servizi Demografici

Ministero dell Interno Dipartimento per gli Affari Interni e Territoriali Direzione Centrale per i Servizi Demografici Sommario Sommario... 1 Parte 1 - Nuovo canale di sicurezza ANPR (INA-AIRE)... 2 Parte 2 - Collegamento Client INA-SAIA... 5 Indicazioni generali... 5 Installazione e configurazione... 8 Operazioni di Pre-Installazione...

Dettagli

Mod. 4: L architettura TCP/ IP Classe 5 I ITIS G. Ferraris a.s. 2011 / 2012 Marcianise (CE) Prof. M. Simone

Mod. 4: L architettura TCP/ IP Classe 5 I ITIS G. Ferraris a.s. 2011 / 2012 Marcianise (CE) Prof. M. Simone Paragrafo 1 Prerequisiti Definizione di applicazione server Essa è un servizio che è in esecuzione su un server 1 al fine di essere disponibile per tutti gli host che lo richiedono. Esempi sono: il servizio

Dettagli

Acronis Backup & Recovery 10 Advanced Server Virtual Edition. Guida introduttiva

Acronis Backup & Recovery 10 Advanced Server Virtual Edition. Guida introduttiva Acronis Backup & Recovery 10 Advanced Server Virtual Edition Guida introduttiva Questo documento descrive come installare e iniziare a utilizzare Acronis Backup & Recovery 10 Advanced Server Virtual Edition.

Dettagli

AUL22: FactoryTalk View SE Scoprite i vantaggi chiave di una soluzione SCADA integrata

AUL22: FactoryTalk View SE Scoprite i vantaggi chiave di una soluzione SCADA integrata AUL22: FactoryTalk View SE Scoprite i vantaggi chiave di una soluzione SCADA integrata Giampiero Carboni Davide Travaglia David Board Rev 5058-CO900C Interfaccia operatore a livello di sito FactoryTalk

Dettagli

Per risparmiare tempo, finanze e risorse digitalizzando i documenti cartacei. Presentazione della soluzione

Per risparmiare tempo, finanze e risorse digitalizzando i documenti cartacei. Presentazione della soluzione Scheda Software HP Digital Sending (DSS) 5.0 Per risparmiare tempo, finanze e risorse digitalizzando i documenti cartacei Presentazione della soluzione Rendendo più fluida la gestione di documenti e dati,

Dettagli

MANUALE UTENTE DEL SOFTWARE DI GESTIONE DEGLI ART. SDVR040A/SDVR080A/SDVR160A

MANUALE UTENTE DEL SOFTWARE DI GESTIONE DEGLI ART. SDVR040A/SDVR080A/SDVR160A MANUALE UTENTE DEL SOFTWARE DI GESTIONE DEGLI ART. SDVR040A/SDVR080A/SDVR160A Leggere attentamente questo manuale prima dell utilizzo e conservarlo per consultazioni future Via Don Arrigoni, 5 24020 Rovetta

Dettagli

Manuale di KDE su Geert Jansen Traduzione del documento: Dario Panico Traduzione del documento: Samuele Kaplun Traduzione del documento: Daniele Micci

Manuale di KDE su Geert Jansen Traduzione del documento: Dario Panico Traduzione del documento: Samuele Kaplun Traduzione del documento: Daniele Micci Geert Jansen Traduzione del documento: Dario Panico Traduzione del documento: Samuele Kaplun Traduzione del documento: Daniele Micci 2 Indice 1 Introduzione 5 2 Usare KDE su 6 3 Funzionamento interno 8

Dettagli

Di seguito sono descritti i prerequisiti Hardware e Software che deve possedere la postazione a cui viene collegata l Aruba Key.

Di seguito sono descritti i prerequisiti Hardware e Software che deve possedere la postazione a cui viene collegata l Aruba Key. 1 Indice 1 Indice... 2 2 Informazioni sul documento... 3 2.1 Scopo del documento... 3 3 Caratteristiche del dispositivo... 3 3.1 Prerequisiti... 3 4 Installazione della smart card... 4 5 Avvio di Aruba

Dettagli

Client di Posta Elettronica PECMailer

Client di Posta Elettronica PECMailer Client di Posta Elettronica PECMailer PECMailer è un semplice ma completo client di posta elettronica, ovvero un programma che consente di gestire la composizione, la trasmissione, la ricezione e l'organizzazione

Dettagli

Manuale di Remote Desktop Connection. Brad Hards Urs Wolfer Traduzione: Luciano Montanaro Traduzione: Daniele Micci

Manuale di Remote Desktop Connection. Brad Hards Urs Wolfer Traduzione: Luciano Montanaro Traduzione: Daniele Micci Manuale di Remote Desktop Connection Brad Hards Urs Wolfer Traduzione: Luciano Montanaro Traduzione: Daniele Micci 2 Indice 1 Introduzione 5 2 Il protocollo Remote Frame Buffer 6 3 Uso di Remote Desktop

Dettagli

SIMATIC WinCC Runtime Professional ARCHITETTURE. Versione 1.0 04/2013

SIMATIC WinCC Runtime Professional ARCHITETTURE. Versione 1.0 04/2013 SIMATIC WinCC Runtime Professional V12 ARCHITETTURE Ronald Lange (Inventor 2011) TIA Portal: Automation Software that Fits Together As Perfectly As Lego Blocks Versione 1.0 04/2013 - Architetture Novità

Dettagli

FileMaker Server 13. Pubblicazione Web personalizzata con PHP

FileMaker Server 13. Pubblicazione Web personalizzata con PHP FileMaker Server 13 Pubblicazione Web personalizzata con PHP 2007-2013 FileMaker, Inc. Tutti i diritti riservati. FileMaker, Inc. 5201 Patrick Henry Drive Santa Clara, California 95054 Stati Uniti FileMaker

Dettagli

Gestione delle Architetture e dei Servizi IT con ADOit. Un Prodotto della Suite BOC Management Office

Gestione delle Architetture e dei Servizi IT con ADOit. Un Prodotto della Suite BOC Management Office Gestione delle Architetture e dei Servizi IT con ADOit Un Prodotto della Suite BOC Management Office Controllo Globale e Permanente delle Architetture IT Aziendali e dei Processi IT: IT-Governance Definire

Dettagli

FIRESHOP.NET. Gestione Utility & Configurazioni. Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it

FIRESHOP.NET. Gestione Utility & Configurazioni. Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it FIRESHOP.NET Gestione Utility & Configurazioni Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it Sommario SOMMARIO Introduzione... 4 Impostare i dati della propria azienda... 5 Aggiornare il programma... 6 Controllare l integrità

Dettagli

UML Component and Deployment diagram

UML Component and Deployment diagram UML Component and Deployment diagram Ing. Orazio Tomarchio Orazio.Tomarchio@diit.unict.it Dipartimento di Ingegneria Informatica e delle Telecomunicazioni Università di Catania I diagrammi UML Classificazione

Dettagli

DNS (Domain Name System) Gruppo Linux

DNS (Domain Name System) Gruppo Linux DNS (Domain Name System) Gruppo Linux Luca Sozio Matteo Giordano Vincenzo Sgaramella Enrico Palmerini DNS (Domain Name System) Ci sono due modi per identificare un host nella rete: - Attraverso un hostname

Dettagli

CONFIGURAZIONE DEI SERVIZI (seconda parte)

CONFIGURAZIONE DEI SERVIZI (seconda parte) Corso ForTIC C2 LEZIONE n. 10 CONFIGURAZIONE DEI SERVIZI (seconda parte) WEB SERVER PROXY FIREWALL Strumenti di controllo della rete I contenuti di questo documento, salvo diversa indicazione, sono rilasciati

Dettagli

Qualora il licenziatario si attenga alle condizioni del presente contratto di licenza, disporrà dei seguenti diritti per ogni licenza acquistata.

Qualora il licenziatario si attenga alle condizioni del presente contratto di licenza, disporrà dei seguenti diritti per ogni licenza acquistata. CONTRATTO DI LICENZA PER IL SOFTWARE MICROSOFT WINDOWS VISTA HOME BASIC WINDOWS VISTA HOME PREMIUM WINDOWS VISTA ULTIMATE Le presenti condizioni di licenza costituiscono il contratto tra Microsoft Corporation

Dettagli

FS-1118MFP. Guida all'installazione dello scanner di rete

FS-1118MFP. Guida all'installazione dello scanner di rete FS-1118MFP Guida all'installazione dello scanner di rete Introduzione Informazioni sulla guida Informazioni sul marchio Restrizioni legali sulla scansione Questa guida contiene le istruzioni sull'impostazione

Dettagli

Installazione ed attivazione della "SUITE OFFIS" versione SERVER

Installazione ed attivazione della SUITE OFFIS versione SERVER Installazione ed attivazione della "SUITE OFFIS" versione SERVER Premessa La versione server di OFFIS può essere installata e utilizzata indifferentemente da PC/Win o Mac/Osx e consente l'accesso contemporaneo

Dettagli

CWS32-H01 Soluzione Software Professionale per Monitoraggio & Telecontrollo Web

CWS32-H01 Soluzione Software Professionale per Monitoraggio & Telecontrollo Web CWS32-H01 Soluzione Software Professionale per Monitoraggio & Telecontrollo Web Attenzione!! Rif. Rev. 2.2 www.cws32.it Questa presentazione non sostituisce il manuale operativo del prodotto, in quanto

Dettagli

Manuale dell'amministratore

Manuale dell'amministratore Manuale dell'amministratore di LapLink Host 2 Introduzione a LapLink Host 4 Requisiti per LapLink Host 6 Esecuzione dell'installazione silent di LapLink Host 8 Modifica del file di procedura per l'installazione

Dettagli

SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO

SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO CLSMS SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO Sommario e introduzione CLSMS SOMMARIO INSTALLAZIONE E CONFIGURAZIONE... 3 Parametri di configurazione... 4 Attivazione Software...

Dettagli

Guida dell amministratore

Guida dell amministratore Guida dell amministratore Maggiori informazioni su come poter gestire e personalizzare GFI FaxMaker. Modificare le impostazioni in base ai propri requisiti e risolvere eventuali problemi riscontrati. Le

Dettagli

SISSI IN RETE. Quick Reference guide guida di riferimento rapido

SISSI IN RETE. Quick Reference guide guida di riferimento rapido SISSI IN RETE Quick Reference guide guida di riferimento rapido Indice generale Sissi in rete...3 Introduzione...3 Architettura Software...3 Installazione di SISSI in rete...3 Utilizzo di SISSI in Rete...4

Dettagli

CORSO DI ALGORITMI E PROGRAMMAZIONE. JDBC Java DataBase Connectivity

CORSO DI ALGORITMI E PROGRAMMAZIONE. JDBC Java DataBase Connectivity CORSO DI ALGORITMI E PROGRAMMAZIONE JDBC Java DataBase Connectivity Anno Accademico 2002-2003 Accesso remoto al DB Istruzioni SQL Rete DataBase Utente Host client Server di DataBase Host server Accesso

Dettagli

SIMATIC WinCC Runtime Professional ARCHITETTURE. Versione 1.0 03/2014

SIMATIC WinCC Runtime Professional ARCHITETTURE. Versione 1.0 03/2014 SIMATIC WinCC Runtime Professional V13 ARCHITETTURE Ronald Lange (Inventor 2011) TIA Portal: Automation Software that Fits Together As Perfectly As Lego Blocks Versione 1.0 03/2014 - Architetture Novità

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O

F O R M A T O E U R O P E O F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo Laura Bacci, PMP Via Tezze, 36 46100 MANTOVA Telefono (+39) 348 6947997 Fax (+39) 0376 1810801

Dettagli

DynDevice ECM. La Suite di applicazioni web per velocizzare, standardizzare e ottimizzare il flusso delle informazioni aziendali

DynDevice ECM. La Suite di applicazioni web per velocizzare, standardizzare e ottimizzare il flusso delle informazioni aziendali DynDevice ECM La Suite di applicazioni web per velocizzare, standardizzare e ottimizzare il flusso delle informazioni aziendali Presentazione DynDevice ECM Cos è DynDevice ICMS Le soluzioni di DynDevice

Dettagli

MailStore Proxy è disponibile gratuitamente per tutti i clienti di MailStore Server all indirizzo http://www.mailstore.com/en/downloads.

MailStore Proxy è disponibile gratuitamente per tutti i clienti di MailStore Server all indirizzo http://www.mailstore.com/en/downloads. MailStore Proxy Con MailStore Proxy, il server proxy di MailStore, è possibile archiviare i messaggi in modo automatico al momento dell invio/ricezione. I pro e i contro di questa procedura vengono esaminati

Dettagli

CARATTERISTICHE DELLE CRYPTO BOX

CARATTERISTICHE DELLE CRYPTO BOX Secure Stream PANORAMICA Il sistema Secure Stream è costituito da due appliance (Crypto BOX) in grado di stabilire tra loro un collegamento sicuro. Le Crypto BOX sono dei veri e propri router in grado

Dettagli

Guida all utilizzo del dispositivo USB

Guida all utilizzo del dispositivo USB Guida all utilizzo del dispositivo USB 30/04/2013 Sommario - Limitazioni di responsabilità e uso del manuale... 3 1. Glossario... 3 2. Guida all utilizzo del dispositivo USB... 4 2.1 Funzionamento del

Dettagli

Internet Internet è universalmente nota come la Rete delle reti: un insieme smisurato di computer collegati tra loro per scambiarsi dati e servizi.

Internet Internet è universalmente nota come la Rete delle reti: un insieme smisurato di computer collegati tra loro per scambiarsi dati e servizi. Internet Internet è universalmente nota come la Rete delle reti: un insieme smisurato di computer collegati tra loro per scambiarsi dati e servizi. Internet: la rete delle reti Alberto Ferrari Connessioni

Dettagli

ORACLE BUSINESS INTELLIGENCE STANDARD EDITION ONE A WORLD CLASS PERFORMANCE

ORACLE BUSINESS INTELLIGENCE STANDARD EDITION ONE A WORLD CLASS PERFORMANCE ORACLE BUSINESS INTELLIGENCE STANDARD EDITION ONE A WORLD CLASS PERFORMANCE Oracle Business Intelligence Standard Edition One è una soluzione BI completa, integrata destinata alle piccole e medie imprese.oracle

Dettagli

CA Process Automation

CA Process Automation CA Process Automation Glossario Release 04.2.00 La presente documentazione, che include il sistema di guida in linea integrato e materiale distribuibile elettronicamente (d'ora in avanti indicata come

Dettagli

Progetto VirtualCED Clustered

Progetto VirtualCED Clustered Progetto VirtualCED Clustered Un passo indietro Il progetto VirtualCED, descritto in un precedente articolo 1, è ormai stato implementato con successo. Riassumendo brevemente, si tratta di un progetto

Dettagli

APPENDICE 3 AL CAPITOLATO TECNICO

APPENDICE 3 AL CAPITOLATO TECNICO CONSIP S.p.A. APPENDICE 3 AL CAPITOLATO TECNICO Manuale d uso del programma Base Informativa di Gestione (BIG), utilizzato per la raccolta delle segnalazioni ed il monitoraggio delle attività di gestione

Dettagli

MIB PER IL CONTROLLO DELLO STATO DI UN SERVER FTP

MIB PER IL CONTROLLO DELLO STATO DI UN SERVER FTP Università degli Studi di Pisa Facoltà di Scienze Matematiche,Fisiche e Naturali Corso di Laurea in Informatica Michela Chiucini MIB PER IL CONTROLLO DELLO STATO DI UN SERVER

Dettagli

Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese

Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese IBM Global Financing Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese Realizzata da IBM Global Financing ibm.com/financing/it Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese La gestione

Dettagli

Guida dell amministratore

Guida dell amministratore Guida dell amministratore Le informazioni e il contenuto del presente documento vengono forniti esclusivamente a scopi informativi e come sono, senza garanzie di alcun tipo, sia espresse che implicite,

Dettagli

Parallels Plesk Panel

Parallels Plesk Panel Parallels Plesk Panel Notifica sul Copyright Parallels Holdings, Ltd. c/o Parallels International GMbH Vordergasse 59 CH-Schaffhausen Svizzera Telefono: +41-526320-411 Fax+41-52672-2010 Copyright 1999-2011

Dettagli

TeamViewer 7 Manuale Controllo remoto

TeamViewer 7 Manuale Controllo remoto TeamViewer 7 Manuale Controllo remoto TeamViewer GmbH Kuhnbergstraße 16 D-73037 Göppingen teamviewer.com Indice 1 Informazioni su TeamViewer... 5 1.1 Informazioni sul software... 5 1.2 Informazioni sul

Dettagli

Ottimizzazione della gestione del data center con Microsoft System Center

Ottimizzazione della gestione del data center con Microsoft System Center Ottimizzazione della gestione del data center con Microsoft System Center Declinazione di responsabilità e informazioni sul copyright Le informazioni contenute nel presente documento rappresentano le conoscenze

Dettagli

Servizio HP Hardware Support Exchange

Servizio HP Hardware Support Exchange Servizio HP Hardware Support Exchange Servizi HP Il servizio HP Hardware Support Exchange offre un supporto affidabile e rapido per la sostituzione dei prodotti HP. Studiato in modo specifico per i prodotti

Dettagli

Analisi dei requisiti e casi d uso

Analisi dei requisiti e casi d uso Analisi dei requisiti e casi d uso Indice 1 Introduzione 2 1.1 Terminologia........................... 2 2 Modello della Web Application 5 3 Struttura della web Application 6 4 Casi di utilizzo della Web

Dettagli

ARP (Address Resolution Protocol)

ARP (Address Resolution Protocol) ARP (Address Resolution Protocol) Il routing Indirizzo IP della stazione mittente conosce: - il proprio indirizzo (IP e MAC) - la netmask (cioè la subnet) - l indirizzo IP del default gateway, il router

Dettagli

2014 Electronics For Imaging. Per questo prodotto, il trattamento delle informazioni contenute nella presente pubblicazione è regolato da quanto

2014 Electronics For Imaging. Per questo prodotto, il trattamento delle informazioni contenute nella presente pubblicazione è regolato da quanto 2014 Electronics For Imaging. Per questo prodotto, il trattamento delle informazioni contenute nella presente pubblicazione è regolato da quanto previsto in Avvisi legali. 23 giugno 2014 Indice 3 Indice...5

Dettagli

Meetecho s.r.l. Web Conferencing and Collaboration tools. Guida all installazione e all uso di Meetecho beta

Meetecho s.r.l. Web Conferencing and Collaboration tools. Guida all installazione e all uso di Meetecho beta Web Conferencing and Collaboration tools Passo 1: registrazione presso il sito Accedere al sito www.meetecho.com e registrarsi tramite l apposito form presente nella sezione Reserved Area. In fase di registrazione

Dettagli

Background (sfondo): Finestra: Una finestra serve a mostrare il contenuto di un disco o di una cartella -, chiamata anche directory.

Background (sfondo): Finestra: Una finestra serve a mostrare il contenuto di un disco o di una cartella -, chiamata anche directory. @ PC (Personal computer): Questa sigla identificò il primo personal IBM del 1981 a cura di R.Mangini Archiviazione: Il sistema operativo si occupa di archiviare i file. Background (sfondo): Cursore: Nei

Dettagli

Problema: al momento dell autenticazione si riceve il messaggio Certificato digitale non ricevuto Possibili cause: 1) La smart card non è una CNS e

Problema: al momento dell autenticazione si riceve il messaggio Certificato digitale non ricevuto Possibili cause: 1) La smart card non è una CNS e Problema: al momento dell autenticazione si riceve il messaggio Certificato digitale non ricevuto Possibili cause: 1) La smart card non è una CNS e non contiene il certificato di autenticazione: è necessario

Dettagli

MS OFFICE COMMUNICATIONS SERVER 2007 IMPLEMENTING AND MAINTAINING AUDIO/VISUAL CONFERENCING AND WEB CONFERENCING

MS OFFICE COMMUNICATIONS SERVER 2007 IMPLEMENTING AND MAINTAINING AUDIO/VISUAL CONFERENCING AND WEB CONFERENCING MS OFFICE COMMUNICATIONS SERVER 2007 IMPLEMENTING AND MAINTAINING AUDIO/VISUAL CONFERENCING AND WEB CONFERENCING UN BUON MOTIVO PER [cod. E603] L obiettivo del corso è fornire le competenze e conoscenze

Dettagli

Virtualizzazione con Microsoft Tecnologie e Licensing

Virtualizzazione con Microsoft Tecnologie e Licensing Microsoft Virtualizzazione con Microsoft Tecnologie e Licensing Profile Redirezione dei documenti Offline files Server Presentation Management Desktop Windows Vista Enterprise Centralized Desktop Application

Dettagli