GURS Parte I n. 12 del 2007 REPUBBLICA ITALIANA GAZZETTA UFFICIALE DELLA REGIONE SICILIANA PALERMO - VENERDÌ 16 MARZO N. 12

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "GURS Parte I n. 12 del 2007 REPUBBLICA ITALIANA GAZZETTA UFFICIALE DELLA REGIONE SICILIANA PALERMO - VENERDÌ 16 MARZO 2007 - N. 12"

Transcript

1 Page 1 of 10 REPUBBLICA ITALIANA GAZZETTA UFFICIALE DELLA REGIONE SICILIANA PARTE PRIMA PALERMO - VENERDÌ 16 MARZO N. 12 SI PUBBLICA DI REGOLA IL VENERDI' DIREZIONE, REDAZIONE, AMMINISTRAZIONE: VIA CALTANISSETTA 2/E PALERMO INFORMAZIONI TEL ABBONAMENTI TEL INSERZIONI TEL FAX AVVERTENZA Il testo della Gazzetta Ufficiale è riprodotto solo a scopo informativo e non se ne assicura la rispondenza al testo della stampa ufficiale, a cui solo è dato valore giuridico. Non si risponde, pertanto, di errori, inesattezze ed incongruenze dei testi qui riportati, nè di differenze rispetto al testo ufficiale, in ogni caso dovuti a possibili errori di trasposizione Programmi di trasposizione e impostazione grafica di : Michele Arcadipane - Trasposizione grafica curata da: Alessandro De Luca - Trasposizioni in PDF realizzate con Ghostscript e con i metodi qui descritti DECRETI ASSESSORIALI ASSESSORATO DEL TERRITORIO E DELL'AMBIENTE DECRETO 9 gennaio Autorizzazione del progetto relativo alla realizzazione del metanodotto Mazara del Vallo - Menfi. IL DIRIGENTE GENERALE DEL DIPARTIMENTO REGIONALE URBANISTICA Visto lo Statuto della Regione; Vista la legge 17 agosto 1942, n e successive modifiche ed integrazioni; Vista la legge regionale 27 dicembre 1978, n. 71 e successive modifiche ed integrazioni; Viste le altre leggi nazionali e regionali regolanti la materia urbanistica e, in particolare, l'art. 7 della legge regionale 11 aprile 1981, n. 65, come modificato dall'art. 6 della legge regionale 30 aprile 1991, n. 15; Vista la legge regionale n. 32 del 23 dicembre 2000; Visto l'art. 10 della legge regionale 21 aprile 1995, n. 40; Visto il foglio prot. n. COS/IMP.LIBIA/1100/BOVO del 24 giugno 2004, con il quale la società SNAM - Rete Gas ha trasmesso copie degli elaborati relativi alla realizzazione del metanodotto "Mazara del Vallo - Menfi" DN mm. (48") 75 bar 42,00 Km., per l'autorizzazione, ai sensi e per gli effetti dell'art. 7 della legge regionale n. 65/81 e successive modifiche ed integrazioni, del progetto in variante agli strumenti urbanistici vigenti, nei territori dei comuni interessati; Vista la nota prot. n dell'8 febbraio 2005, con la quale l'u.o. 3.3/DRU, contestualmente alle integrazioni degli atti ed elaborati, ha chiesto, ai comuni interessati dal progetto in argomento, di volere rilasciare mediante atto consiliare il prescritto parere, di cui ai sensi dell'art. 6 della legge regionale n. 15/91; Visto il foglio prot. n. COS/IMLIB/1260/BOVO del 19 giugno 2006, con il quale la società SNAM Rete Gas ha dato riscontro alla nota dell'u.o. 3.3/DRU prot. n dell'8 febbraio 2005; Vista la delibera n. 58 del 26 agosto 2005, con la quale il consiglio comunale di Campobello di Mazara ha espresso, ai sensi dell'art. 7 della legge regionale n. 65 dell'11 aprile 1981 e

2 Page 2 of 10 successive modifiche ed integrazioni, il proprio parere favorevole alla realizzazione del progetto in argomento; Vista la delibera n. 82 del 3 agosto 2005, con la quale il consiglio comunale di Castelvetrano ha espresso, ai sensi dell'art. 7 della legge regionale n. 65 dell'11 aprile 1981 e successive modifiche ed integrazioni, parere favorevole alla realizzazione del progetto in argomento; Vista la delibera n. 51 del 29 novembre 2004, con la quale il consiglio comunale di Menfi ha espresso, ai sensi dell'art. 7 della legge regionale n. 65 dell'11 aprile 1981 e successive modifiche ed integrazioni, il proprio parere favorevole alla realizzazione del progetto in argomento; Vista la delibera n. 87 del 16 ottobre 2006, con la quale il consiglio comunale di Mazara del Vallo ha espresso, ai sensi dell'art. 7 della legge regionale n. 65 dell'11 aprile 1981 e successive modifiche ed integrazioni, parere negativo alla realizzazione del progetto in argomento; Vista la nota prot. n del 29 novembre 2004, con la quale l'ispettorato ripartimentale delle foreste di Trapani ha rilasciato, ai soli riguardi della tutela idrogeologica, parere favorevole, a condizioni, sul progetto di che trattasi; Vista la nota prot. n del 7 marzo 2005, con la quale l'ispettorato ripartimentale delle foreste di Agrigento ha rilasciato, ai soli riguardi della tutela idrogeologica, parere favorevole, a condizioni, sul progetto di che trattasi; Vista la nota prot. n. 1085/IX/05 del 10 febbraio 2005, con la quale la Soprintendenza per i beni culturali ed ambientali di Trapani ha espresso parere favorevole, a condizioni, sul progetto in argomento; Vista la nota prot. n del 3 giugno 2005, con la quale la Soprintendenza per i beni culturali ed ambientali di Agrigento ha espresso parere favorevole, a condizioni, sul progetto in argomento; Vista la nota prot. n. 9981/13650 del 20 novembre 2006, con la quale il Comando provinciale vigili del fuoco di Trapani sul progetto di che trattasi ha espresso parere favorevole; Vista la nota prot. n del 21 novembre 2006, con la quale il Comando provinciale vigili del fuoco di Agrigento sul progetto di che trattasi ha espresso parere favorevole: Visti i pareri favorevoli resi dall'ufficio del Genio civile di Trapani, ai sensi dell'art. 13 della legge n. 64 del 2 febbraio 1974, emessi in data 31 maggio 2006 per quanto attiene le opere ricadenti nei comuni di Mazara del Vallo e Castelvetrano, ed in data 31 luglio 2006 per quanto attiene le opere ricadenti nel comune di Campobello di Mazara; Visto il parere prot. n del 3 febbraio 2005, con il quale l'ufficio del Genio civile di Agrigento, ai sensi dell'art. 13 della legge n. 64 del 2 febbraio 1974, si è espresso favorevolmente per quanto attiene le opere ricadenti nel comune di Menfi; Visto il decreto del Ministero dell'ambiente n. DSA/2006/00212 del 13 marzo 2006, di pronuncia di compatibilità ambientale sul progetto in argomento; Vista la proposta di parere n. 15 dell'1 dicembre 2006, relativa alla variante in argomento, resa dall'u.o. 3.3/DRU, ai sensi dell'art. 10 della legge regionale n. 40/95, che di seguito parzialmente si trascrive: "...Omissis... Da quanto si evince dagli elaborati progettuali, l'intervento riguarda la realizzazione di un metanodotto che consentirà di incrementare la capacità di trasporto dell'esistente dorsale d'importazione di gas algerino dei metanodotti Ga.Me. A e B (48"). L'intervento è inoltre finalizzato a potenziare la rete di metanodotti esistenti al fine di garantire la fornitura di gas metano nei periodi di massima utilizzazione alle utenze civili e industriali. La condotta prevista (lunghezza tracciato Km 42,126) si sviluppa in massima parte in provincia di Trapani, attraversando i comuni di Mazara del Vallo, Campobello di Mazara e Castelvetrano, e si conclude nel territorio comunale di Menfi, in provincia di Agrigento. Il nuovo metanodotto corre prevalentemente in parallelo, con le condotte esistenti Ga.Me. A e B DN 1200 (48") realizzate negli anni 1985 e 1995, e si discosta da queste per brevi tratti solo per ovviare a condizionamenti di natura urbanistica o ambientale. Il tracciato attraversa prevalentemente aree a destinazione agricola. Il progetto prevede inoltre opere di completamento a sostegno delle scarpate (muri e gabbionate), opere di salvaguardia delle sponde fluviali, opere di regolamentazione del regime idraulico dei corsi d'acqua attraversati al fine di garantire la sicurezza delle tubazioni in corrispondenza di fossi, torrenti, strade.

3 Page 3 of 10 M e n u Tutto ciò premesso, a parere di questa U.O., considerato che: L'intervento in progetto, assistito dai pareri favorevoli espressi dagli enti e amministrazioni sopra elencati, è finalizzato a migliorare e a potenziare il servizio, non possono trascurarsi i vantaggi economici e sociali per la collettività derivanti dalla collocazione del nuovo impianto che peraltro si sviluppa in parallelo a condotte già esistenti. Considerato inoltre che non si evince dal dispositivo consiliare n. 87/06 del comune di Mazara del Vallo alcuna motivazione tale da giustificare sotto il profilo tecnico urbanistico l'avviso non favorevole rilasciato sulla richiesta compatibilità urbanistica dell'opera, si esprime parere favorevole al rilascio dell'autorizzazione, ai sensi dell'art. 7 della legge regionale n. 65/81 e successive modifiche ed integrazioni, per la realizzazione del metanodotto in argomento, fatti salvi vincoli ed obblighi derivanti da altre disposizioni di legge". Visto il parere del Consiglio regionale dell'urbanistica, reso con il voto n. 614 del 6 dicembre 2006, che di seguito si trascrive: "...Omissis... Vista la proposta dell'ufficio n. 15 dell'1 dicembre U.O. 3.3 del servizio 3 del D.R.U. - resa ai sensi dell'art. 9 della legge regionale n. 40/95, per l'emissione del prescritto parere consultivo; Vista la documentazione allegata al suddetto parere; Preliminarmente si rileva che sulla richiesta di audizione, presentata dal comune di Mazara del Vallo e dalla SNAM, il presidente riferisce che le opere in argomento si inquadrano in un programma più ampio a valenza nazionale volto ad assicurare stabilità alle forniture energetiche. Considerata pertanto l'esigenza di esprimere parere in relazione all'imminente scadenza dei lavori di questo Consiglio, l'argomento viene posto in trattazione; Sentito il relatore che ha illustrato la proposta con la quale l'ufficio ha espresso parere favorevole in relazione all'avviso contrario espresso dal comune di Mazara del Vallo con la deliberazione consiliare n. 87 del 16 ottobre 2006; Considerato che nel corso della discussione è emerso l'orientamento unanime di condividere le motivazioni espresse nel parere dell'ufficio n. 15/06, che è parte integrante del presente voto; Per quanto sopra, il Consiglio esprime parere favorevole sotto il profilo urbanistico alla realizzazione delle opere citate in oggetto, in adesione alle considerazioni formulate nella proposta dell'ufficio n. 15/06."; Ritenuto di poter condividere il superiore parere del Consiglio regionale dell'urbanistica reso con il voto n. 614 del 6 dicembre 2006; Decreta: Art. 1 Ai sensi e per gli effetti dell'art. 7 della legge regionale n. 65 dell'11 aprile 1981 e successive modifiche ed integrazioni, in conformità al parere n. 614 del 6 dicembre 2006 reso dal Consiglio regionale dell'urbanistica ed alle condizioni e prescrizioni contenute nei provvedimenti rilasciati dagli enti ed uffici in premessa citati, è autorizzato, in variante agli strumenti urbanistici generali dei comuni di Campobello di Mazara, Castelvetrano, Mazara del Vallo e Menfi, il progetto relativo alla realizzazione del metanodotto Mazara del Vallo - Menfi di DN 1200 mm (48") 75 bar, di cui alla richiesta della società SNAM Rete Gas S.p.A. Art. 2 Fanno parte integrante del presente decreto i seguenti atti ed elaborati che vengono vistati e timbrati da questo Assessorato: proposta di parere n. 15 dell'1 dicembre 2006, resa dall'u.o. 3.3/D.R.U di questo 1) Assessorato; parere del Consiglio regionale dell'urbanistica reso con il voto n. 614 del 6 dicembre 2) 2006;

4 Page 4 of 10 3) delibera C.C. di Campobello di Mazara n. 58 del 26 agosto 2005; 4) delibera C.C. di Castelvetrano n. 82 del 3 agosto 2005; 5) delibera C.C. di Mazara del Vallo n. 87 del 16 ottobre 2006; 6) delibera C.C. di Menfi n. 51 del 29 novembre 2004; 7) relazione SPC.10-LF-E-83155, FG. 4 a FG. 89; 8) tracciato di progetto planimetria, foglio 1, scala 1:25.000, 10-LB-D-83060; 9) tracciato di progetto planimetria, foglio 2, scala 1:25.000, 10-LB-D-83060; 10) tracciato di progetto planimetria, foglio 3, scala 1:25.000, 10-LB-D-83060; 11) tracciato di progetto planimetria, foglio 4, scala 1:25.000, 10-LB-D-83060; 12) tracciato di progetto planimetria, foglio 5, scala 1:25.000, 10-LB-D-83060; 13) tracciato di progetto planimetria, foglio 6, scala 1:25.000, 10-LB-D-83060; 14) corografia, scala 1: , 10-LB- planimetria generale con piano regolatore generale, foglio 2 di 13, scala 1:10.000, 10-LB- 15) planimetria generale con piano regolatore generale, foglio 3 di 13, scala 1:10.000, 10-LB- 16) planimetria generale con piano regolatore generale, foglio 4 di 13, scala 1:10.000, 10-LB- 17) planimetria generale con piano regolatore generale, foglio 5 di 13, scala 1:10.000, 10-LB- 18) planimetria generale con piano regolatore generale, foglio 6 di 13, scala 1:10.000, 10-LB- 19) planimetria generale con piano regolatore generale, foglio 7 di 13, scala 1:10.000, 10-LB- 20) planimetria generale con piano regolatore generale, foglio 8 di 13, scala 1:10.000, 10-LB- 21) planimetria generale con piano regolatore generale, foglio 9 di 13, scala 1:10.000, 10-LB- 22) planimetria generale con piano regolatore generale, foglio 10 di 13, scala 1:10.000, 10-23) LB- planimetria generale con piano regolatore generale, foglio 11 di 13, scala 1:10.000, 10-24) LB- planimetria generale con piano regolatore generale, foglio 12 di 13, scala 1:10.000, 10-25) LB- planimetria generale con piano regolatore generale, foglio 13 di 13, scala 1:10.000, 10-26) LB- 27) schema di progetto, foglio 1, 10-LC-11 E-81005; 28) tracciato di progetto, foglio 1 di 13, scala 1:10.000, 10-LB-D-83010; 29) tracciato di progetto, foglio 2 di 13, scala 1:10.000, 10-LB-D-83010; 30) tracciato di progetto, foglio 3 di 13, scala 1:10.000, 10-LB-D-83010; 31) tracciato di progetto, foglio 4 di 13, scala 1:10.000, 10-LB-D-83010; 32) tracciato di progetto, foglio 5 di 13, scala 1:10.000, 10-LB-D-83010; 33) tracciato di progetto, foglio 6 di 13, scala 1:10.000, 10-LB-D-83010; 34) tracciato di progetto, foglio 7 di 13, scala 1:10.000, 10-LB-D-83010; 35) tracciato di progetto, foglio 8 di 13, scala 1:10.000, 10-LB-D-83010; 36) tracciato di progetto, foglio 9 di 13, scala 1:10.000, 10-LB-D-83010; 37) tracciato di progetto, foglio 10 di 13, scala 1:10.000, 10-LB-D-83010; 38) tracciato di progetto, foglio 11 di 13, scala 1:10.000, 10-LB-D-83010;

5 Page 5 of 10 39) tracciato di progetto, foglio 12 di 13, scala 1:10.000, 10-LB-D-83010; 40) tracciato di progetto, foglio 13 di 13, scala 1:10.000, 10-LB-D-83010; 41) interferenze nel territorio foto aeree, foglio 1 di 13, scala 1:10.000, 10-LB-D-83015; 42) interferenze nel territorio foto aeree, foglio 2 di 13, scala 1:10.000, 10-LB-D-83015; 43) interferenze nel territorio foto aeree, foglio 3 di 13, scala 1:10.000, 10-LB-D-83015; 44) interferenze nel territorio foto aeree, foglio 4 di 13, scala 1:10.000, 10-LB-D-83015; 45) interferenze nel territorio foto aeree, foglio 5 di 13, scala 1:10.000, 10-LB-D-83015; 46) interferenze nel territorio foto aeree, foglio 6 di 13, scala 1:10.000, 10-LB-D-83015; 47) interferenze nel territorio foto aeree, foglio 7 di 13, scala 1:10.000, 10-LB-D-83015; 48) interferenze nel territorio foto aeree, foglio 8 di 13, scala 1:10.000, 10-LB-D-83015; 49) interferenze nel territorio foto aeree, foglio 9 di 13, scala 1:10.000, 10-LB-D-83015; 50) interferenze nel territorio foto aeree, foglio 10 di 13, scala 1:10.000, 10-LB-D-83015; 51) interferenze nel territorio foto aeree, foglio 11 di 13, scala 1:10.000, 10-LB-D ; 52) interferenze nel territorio foto aeree, foglio 12 di 13, scala 1:10.000, 10-LB-D-83015; 53) interferenze nel territorio foto aeree, foglio 13 di 13, scala 1:10.000, 10-LB-D-83015; 54) strumenti di tutela e pianificazione, foglio 1 di 13, scala 1:10.000, 10-LB-D-83005; 55) strumenti di tutela e pianificazione, foglio 2 di 13, scala 1:10.000, 10-LB-D-83005; 56) strumenti di tutela e pianificazione, foglio 3 di 13, scala 1:10.000, 10-LB-D-83005; 57) strumenti di tutela e pianificazione, foglio 4 di 13, scala 1:10.000, 10-LB-D-83005; 58) strumenti di tutela e pianificazione, foglio 5 di 13, scala 1:10.000, 10-LB-D-83005; 59) strumenti di tutela e pianificazione, foglio 6 di 13, scala 1:10.000, 10-LB-D-83005; 60) strumenti di tutela e pianificazione, foglio 7 di 13, scala 1:10.000, 10-LB-D-83005; 61) strumenti di tutela e pianificazione, foglio 8 di 13, scala 1:10.000, 10-LB-D-83005; 62) strumenti di tutela e pianificazione, foglio 9 di 13, scala 1:10.000, 10-LB-D-83005; 63) strumenti di tutela e pianificazione, foglio 10 di 13, scala 1:10.000, 10-LB-D-83005; 64) strumenti di tutela e pianificazione, foglio 11 di 13, scala 1:10.000, 10-LB-D-83005; 65) strumenti di tutela e pianificazione, foglio 12 di 13, scala 1:10.000, 10-LB-D-83005; 66) strumenti di tutela e pianificazione, foglio 13 di 13, scala 1:10.000, 10-LB-D-83005; 67) carta del dissesto idrogeologico, foglio 1 di 4, scala 1:50.000, 10-LC-D-83099; 68) carta del dissesto idrogeologico, foglio 2 di 4, scala 1:50.000, 10-LC-D-83099; 69) carta del dissesto idrogeologico, foglio 3 di 4, scala 1:50.000, 10-LC-D-83099; 70) carta del dissesto idrogeologico, foglio 4 di 4, scala 1:50.000, 10-LC-D-83099; 71) opere di mitigazione e ripristino, foglio 1 di 13, scala 1:10.000, 10-LB-D-83020; 72) opere di mitigazione e ripristino, foglio 2 di 13, scala 1:10.000, 10-LB-D-83020; 73) opere di mitigazione e ripristino, foglio 3 di 13, scala 1:10.000, 10-LB-D-83020; 74) opere di mitigazione e ripristino, foglio 4 di 13, scala 1:10.000, 10-LB-D-83020; 75) opere di mitigazione e ripristino, foglio 5 di 13, scala 1:10.000, 10-LB-D-83020; 76) opere di mitigazione e ripristino, foglio 6 di 13, scala 1:10.000, 10-LB-D-83020; 77) opere di mitigazione e ripristino, foglio 7 di 13, scala 1:10.000, 10-LB-D-83020; 78) opere di mitigazione e ripristino, foglio 8 di 13, scala 1:10.000, 10-LB-D-83020; 79) opere di mitigazione e ripristino, foglio 9 di 13, scala 1:10.000, 10-LB-D-83020; 80) opere di mitigazione e ripristino, foglio 10 di 13, scala 1:10.000, 10-LB-D-83020; 81) opere di mitigazione e ripristino, foglio 11 di 13, scala 1:10.000, 10-LB-D-83020; 82) opere di mitigazione e ripristino, foglio 12 di 13, scala 1:10.000, 10-LB-D-83020; 83) opere di mitigazione e ripristino, foglio 13 di 13, scala 1:10.000, 10-LB-D-83020;

6 Page 6 of 10 84) rapporto fotografico, foglio 2 di 45, SPC.10-LF-E-83170; 85) rapporto fotografico, foglio 3 di 45, SPC.10-LF-E-83170; 86) rapporto fotografico, foglio 4 di 45, SPC.10-LF-E-83170; 87) rapporto fotografico, foglio 5 di 45, SPC.10-LF-E-83170; 88) rapporto fotografico, foglio 6 di 45, SPC.10-LF-E-83170; 89) rapporto fotografico, foglio 7 di 45, SPC.10-LF-E-83170; 90) rapporto fotografico, foglio 8 di 45, SPC.10-LF-E-83170; 91) rapporto fotografico, foglio 9 di 45, SPC.10-LF-E-83170; 92) rapporto fotografico, foglio 10 di 45, SPC.10-LF-E-83170; 93) rapporto fotografico, foglio 11 di 45, SPC.10-LF-E-83170; 94) rapporto fotografico, foglio 12 di 45, SPC.10-LF-E-83170; 95) rapporto fotografico, foglio 13 di 45, SPC.10-LF-E-83170; 96) rapporto fotografico, foglio 14 di 45, SPC.10-LF-E-83170; 97) rapporto fotografico, foglio 15 di 45, SPC.10-LF-E-83170; 98) rapporto fotografico, foglio 16 di 45, SPC.10-LF-E-83170; 99) rapporto fotografico, foglio 17 di 45, SPC.10-LF-E-83170; 100) rapporto fotografico, foglio 18 di 45, SPC.10-LF-E-83170; 101) Rapporto fotografico, foglio 19 di 45, SPC.10-LF-E-83170; 102) rapporto fotografico, foglio 20 di 45, SPC.10-LF-E-83170; 103) rapporto fotografico, foglio 21 di 45, SPC.10-LF-E-83170; 104) rapporto fotografico, foglio 22 di 45, SPC.10-LF-E-83170; 105) rapporto fotografico, foglio 23 di 45, SPC.10-LF-E-83170; 106) rapporto fotografico, foglio 24 di 45, SPC.10-LF-E-83170; 107) rapporto fotografico, foglio 25 di 45, SPC.10-LF-E-83170; 108) rapporto fotografico, foglio 26 di 45, SPC.10-LF-E-83170; 109) rapporto fotografico, foglio 27 di 45, SPC.10-LF-E-83170; 110) rapporto fotografico, foglio 28 di 45, SPC.10-LF-E-83170; 111) rapporto fotografico, foglio 29 di 45, SPC.10-LF-E-83170; 112) rapporto fotografico, foglio 30 di 45, SPC.10-LF-E-83170; 113) rapporto fotografico, foglio 31 di 45, SPC.10-LF-E-83170; 114) rapporto fotografico, foglio 32 di 45, SPC.10-LF-E-83170; 115) rapporto fotografico, foglio 33 di 45, SPC.10-LF-E-83170; 116) rapporto fotografico, foglio 34 di 45, SPC.10-LF-E-83170; 117) rapporto fotografico, foglio 35 di 45, SPC.10-LF-E-83170; 118) rapporto fotografico, foglio 36 di 45, SPC.10-LF-E-83170; 119) rapporto fotografico, foglio 37 di 45, SPC.10-LF-E-83170; 120) rapporto fotografico, foglio 38 di 45, SPC.10-LF-E-83170; 121) rapporto fotografico, foglio 39 di 45, SPC.10-LF-E-83170; 122) rapporto fotografico, foglio 40 di 45, SPC.10-LF-E-83170; 123) rapporto fotografico, foglio 41 di 45, SPC.10-LF-E-83170; 124) rapporto fotografico, foglio 42 di 45, SPC.10-LF-E-83170; 125) rapporto fotografico, foglio 43 di 45, SPC.10-LF-E-83170; 126) rapporto fotografico, foglio 44 di 45, SPC.10-LF-E-83170; 127) rapporto fotografico, foglio 45 di 45, SPC.10-LF-E-83170; 128) attraversamenti corsi d'acqua principali, foglio 1 di 15, 10-LB-D-83290;

7 Page 7 of ) attraversamenti corsi d'acqua principali, foglio 2 di 15, 10-LB-D-83290; 130) attraversamenti corsi d'acqua principali, foglio 3 di 15, 10-LB-D-83290; 131) attraversamenti corsi d'acqua principali, foglio 4 di 15, 10-LB-D-83290; 132) attraversamenti corsi d'acqua principali, foglio 5 di 15, 10-LB-D-83290; 133) attraversamenti corsi d'acqua principali, foglio 6 di 15, 10-LB-D-83290; 134) attraversamenti corsi d'acqua principali, foglio 7 di 15, 10-LB-D-83290; 135) attraversamenti corsi d'acqua principali, foglio 8 di 15, 10-LB-D-83290; 136) attraversamenti corsi d'acqua principali, foglio 9 di 15, 10-LB-D-83290; 137) attraversamenti corsi d'acqua principali, foglio 10 di 15, 10-LB-D-83290; 138) attraversamenti corsi d'acqua principali, foglio 11 di 15, 10-LB-D-83290; 139) attraversamenti corsi d'acqua principali, foglio 12 di 15, 10-LB-D-83290; 140) attraversamenti corsi d'acqua principali, foglio 13 di 15, 10-LB-D-83290; 141) attraversamenti corsi d'acqua principali, foglio 14 di 15, 10-LB-D-83290; 142) attraversamenti corsi d'acqua principali, foglio 15 di 15, 10-LB-D-83290; 143) progetto di massima punto intercettaz. località Norrito, foglio 1 di 3, 10-LC-D-83101; 144) progetto di massima punto intercettaz. località Norrito, foglio 2 di 3, 10-LC-D-83101; 145) progetto di massima punto intercettaz. località Norrito, foglio 3 di 3, 10-LC-D-83101; 146) progetto di massima punto intercettaz. località Terrenove, foglio 1 di 3, 10-LC-D-83102; 147) progetto di massima punto intercettaz. località Terrenove, foglio 2 di 3, 10-LC-D-83102; 148) progetto di massima punto intercettaz. località Terrenove, foglio 3 di 3, 10-LC-D-83102; 149) progetto di massima punto intercettaz. località Malerba, foglio 1 di 3, 10-LC-D-83104; 150) progetto di massima punto intercettaz. località Malerba, foglio 2 di 3, 10-LC-D-83104; 151) progetto di massima punto intercettaz. località Malerba, foglio 3 di 3, 10-LC-D-83104; 152) progetto di massima punto intercettaz. località Critazzu, foglio 1 di 3, 10-LC-D-83106; 153) progetto di massima punto intercettaz. località Critazzu, foglio 2 di 3, 10-LC-D-83106; 154) progetto di massima punto intercettaz. località Critazzu, foglio 3 di 3, 10-LC-D-83106; progetto di massima punto intercettaz. località Fiumara Delia, foglio 1 di 3, 10-LC-D- 155) 83108; progetto di massima punto intercettaz. località Fiumara Delia, foglio 2 di 3, 10-LC-D- 156) 83108; progetto di massima punto intercettaz. località Fiumara Delia, foglio 3 di 3, 10-LC-D- 157) 83108; progetto di massima punto intercettaz. località Magaggiari Ovest, foglio 1 di 3, 10-LC- 158) 83110; progetto di massima punto intercettaz. località Magaggiari Ovest, foglio 2 di 3, 10-LC-D- 159) 83110; progetto di massima punto intercettaz. località Magaggiari Ovest, foglio 3 di 3, 10-LC-D- 160) 83110; 161) progetto di massima punto intercettaz. località Magaggiari Est; 162) foglio 2 di 3, 10-LC-D-83112; progetto di massima punto intercettaz. località Magaggiari Est, foglio 2 di 3, 10-LC-D- 163) 83112; progetto di massima punto intercettaz. località Magaggiari Est, foglio 2 di 3, 10-LC-D- 164) 83112; progetto di massima punto intercettaz. località Latonie Ovest, foglio 1 di 3, 10-LC-D- 165) 83114; 166) progetto di massima punto intercettaz. località Latonie Ovest, foglio 2 di 3, 10-LC-D-

8 Page 8 of ; progetto di massima punto intercettaz. località Latonie Ovest, foglio 3 di 3, 10-LC-D- 167) 83114; 168) progetto di massima punto intercettaz. località Latonie Est, foglio 1 di 3, 10-LC-D-83116; 169) progetto di massima punto intercettaz. località Latonie Est, foglio 2 di 3, 10-LC-D-83116; 170) progetto di massima punto intercettaz. località Latonie Est, foglio 3 di 3, 10-LC-D-83116; progetto di massima punto intercettaz. località Gurra Soprana, foglio 1 di 3, 10-LC-D- 171) 83118; progetto di massima punto intercettaz. località Gurra Soprana, foglio 2 di 3, 10-LC-D- 172) 83118; progetto di massima punto intercettaz. località Gurra Soprana, foglio 3 di 3, 10-LC-D- 173) 83118; 174) progetto di massima punto intercettaz. località Menfi, foglio 1 di 3, 10-LC-D-83120; 175) progetto di massima punto intercettaz. località Menfi, foglio 2 di 3, 10-LC-D-83120; 176) progetto di massima punto intercettaz. località Menfi, foglio 3 di 3, 10-LC-D-83120; 177) progetto di massima punto intercettaz. località Cavarretto, foglio 1 di 3, 10-LC-D-83122; 178) progetto di massima punto intercettaz. località Cavarretto, foglio 2 di 3, 10-LC-D-83122; 179) progetto di massima punto intercettaz. località Cavarretto, foglio 3 di 3, 10-LC-D-83122; 180) geologia corografia, scala 1: , foglio 1 di 6, 10-LB-D-83036; 181) geologia corografia, scala 1:25.000, foglio 2 di 6, 10-LB-D-83036; 182) geologia corografia, scala 1:25.000, foglio 3 di 6, 10-LB-D-83036; 183) geologia corografia, scala 1:25.000, foglio 4 di 6, 10-LB-D-83036; 184) geologia corografia, scala 1:25.000, foglio 5 di 6, 10-LB-D-83036; 185) geologia corografia, scala 1:25.000, foglio 6 di 6, 10-LB-D-83036; 186) uso del suolo, scala 1:10.000, foglio 1 di 13, 10-LB-D-83040; 187) uso del suolo, scala 1:10.000, foglio 2 di 13, 10-LB-D-83040; 188) uso del suolo, scala 1:10.000, foglio 3 di 13, 10-LB-D-83040; 189) uso del suolo, scala 1:10.000, foglio 4 di 13, 10-LB-D-83040; 190) uso del suolo, scala 1:10.000, foglio 5 di 13, 10-LB-D-83040; 191) uso del suolo, scala 1:10.000, foglio 6 di 13, 10-LB-D-83040; 192) uso del suolo, scala 1:10.000, foglio 7 di 13, 10-LB-D-83040; 193) uso del suolo, scala 1:10.000, foglio 8 di 13, 10-LB-D-83040; 194) uso del suolo, scala 1:10.000, foglio 9 di 13, 10-LB-D-83040; 195) uso del suolo, scala 1:10.000, foglio 10 di 13, 10-LB-D-83040; 196) uso del suolo, scala 1:10.000, foglio 11 di 13, 10-LB-D-83040; 197) uso del suolo, scala 1:10.000, foglio 12 di 13, 10-LB-D-83040; 198) uso del suolo, scala 1:10.000, foglio 13 di 13, 10-LB-D-83040; 199) profilo altimetrico longitudinale, 10-LC-13e-83090; 200) graticci fascine verdi o fascinate, 10-LC-D-83410; 201) ricostituzione spondale con muro cellulare in legname e pietrame, 10-LC-D-83416; 202) regimazione corsi d'acqua con elementi prefabbricati in c.a., 10-LC-D-83419; 203) messa a dimora specie arboree ed arbustive, 10-LC-D-83500; 204) messa a dimora di talee in opere di contenimento o idrauliche, 10-LC-D-83502; 205) ricostituzione spondale con gabbioni, 10-LC-D-83506; 206) ricostituzione alveo in gabbioni e materassi metallici, 10-LC-D-83508; 207) palizzate di contenimento, 10-LC-D-83510;

9 Page 9 of ) materassi tipo 'RENO", 10-LC-D-83512; 209) briglia in c.a., 10-LC-D-83513; 210) muro di contenimento in gabbioni, 10-LC-D-83514; 211) muro a secco in massi, 10-LC-D-83515; 212) opere di contenimento gradinata con talee, 10-LC-D-83525; 213) opere di contenimento diaframma e appoggi in sacchetti, 10-LC-D-83526; 214) letto di posa drenante, 10-LC-D-83530; 215) opere di drenaggio trincea drenante, 10-LC-D-83540; 216) fascia di servitù, 10-LC-D-83548; 217) area di passaggio parallelismo con tubazione esistente, 10-LC-D-83549; 218) attrav. di canale con tubi di protez. con trivella spingitubo, 10-LC-D-83550; 219) attraversamento corsi d'acqua (fiumi, torrenti), 10-LC-D-83551; 220) attraversamento corsi d'acqua (fossi, scoline), 10-LC-D-83552; 221) attravers. interrato per Ferrovie di Stato e in concessione, 10-LC-D-83553; 222) opere di contenimento "Retario", 10-LC-D-83554; 223) attravers. di strade categoria "A"- "B"- "C" - "D", 10-LC-D-83555; 224) attravers. di strade categoria "B", 10-LC-D-83556; 225) attravers. acquedotti metallici, 10-LC-D-83557; 226) attravers. acquedotti metallici per irrigazione, 10-LC-D-83558; 227) attravers.di cavi elettrici ecc., 10-LC-D-83559; 228) attravers.di cavi elettrici ecc., 10-LC-D-83560; 229) attravers. di fognature e canali coperti, 10-LC-D-83561; 230) attravers. gasdotti-oleodotti ecc., 10-LC-D-83562; 231) attravers. condotta esistente, 10-LC-D-83563; 232) particolare montaggio tubo di sfiato, 10-LC-D-83570; 233) elemento metallico per soprapassi, 10-LC-D-83572; 234) area passaggio parallelismo con tubazioni esistenti, 10-LC-D-83573; 235) area di passaggio con inversione di pista, 10-LC-D-83574; 236) sezione tipo dello scavo, 10-LC-D-83575; 237) valutazione di incidenza, foglio 1 a 38, SPC.10-LF-E Art. 3 La società SNAM Rete Gas S.p.A dovrà acquisire, prima dell'inizio lavori, ogni eventuale ulteriore autorizzazione o concessione necessaria per l'esecuzione dell'opera in argomento. Art. 4 La società SNAM Rete Gas S.p.A. ed i comuni di Campobello di Mazara, Castelvetrano, Mazara del Vallo e Menfi sono onerati, ciascuno per le proprie competenze, di tutti gli adempimenti conseguenziali al presente decreto che, con esclusione degli atti ed elaborati, sarà pubblicato per esteso nella Gazzetta Ufficiale della Regione siciliana. Palermo, 9 gennaio LIBASSI ( ) Torna al Sommario

10 Page 10 of MICHELE ARCADIPANE, direttore responsabile FRANCESCO CATALANO, condirettore MELANIA LA COGNATA, redattore Ufficio legislativo e legale della Regione Siciliana Gazzetta Ufficiale della Regione Stampa: Officine Grafiche Riunite s.p.a.-palermo Ideazione grafica e programmi di Michele Arcadipane Trasposizione grafica curata da Alessandro De Luca Trasposizioni in PDF realizzate con Ghostscript e con i metodi qui descritti Torna al menu

Piano Stralcio di Bacino per l Assetto Idrogeologico (P.A.I.) (ART.1 D.L. 180/98 CONVERTITO CON MODIFICHE CON LA L.267/98 E SS.MM.II.

Piano Stralcio di Bacino per l Assetto Idrogeologico (P.A.I.) (ART.1 D.L. 180/98 CONVERTITO CON MODIFICHE CON LA L.267/98 E SS.MM.II. REPUBBLICA ITALIANA Regione Siciliana Assessorato Regionale del Territorio e dell Ambiente DIPARTIMENTO REGIONALE DELL AMBIENTE Servizio 3 "ASSETTO DEL TERRITORIO E DIFESA DEL SUOLO (P.A.I.) (ART.1 D.L.

Dettagli

Piano Regolatore Generale comunale

Piano Regolatore Generale comunale P.r.g Comune di Baselga di Pinè, adeguamento cartografico a sensi art. 34 comma 3 L.P. 1/2008 PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO Comune di Baselga di Pinè Piano Regolatore Generale comunale RELAZIONE Adeguamento

Dettagli

Art. 11 Studio di Impatto Ambientale (S.I.A.) Art. 12 Definizione dei contenuti del S.I.A. (scoping)

Art. 11 Studio di Impatto Ambientale (S.I.A.) Art. 12 Definizione dei contenuti del S.I.A. (scoping) LEGGE REGIONALE 18 maggio 1999, n. 9 DISCIPLINA DELLA PROCEDURA DI VALUTAZIONE DELL'IMPATTO AMBIENTALE Testo coordinato con le modifiche apportate da: L.R. 16 novembre 2000 n. 35 Titolo III PROCEDURA DI

Dettagli

B.U. 13 novembre 1998, n. 45, III Suppl. Straord. d.g.r. 2 novembre 1998, n. VI/39305. Adeguamento della V.I.A. Regionale alle Direttive Comunitarie

B.U. 13 novembre 1998, n. 45, III Suppl. Straord. d.g.r. 2 novembre 1998, n. VI/39305. Adeguamento della V.I.A. Regionale alle Direttive Comunitarie B.U. 13 novembre 1998, n. 45, III Suppl. Straord. d.g.r. 2 novembre 1998, n. VI/39305 Adeguamento della V.I.A. Regionale alle Direttive Comunitarie LA GIUNTA REGIONALE Premesso: che con D.P.R. 12 aprile

Dettagli

AVVISO PUBBLICO RENDE NOTO

AVVISO PUBBLICO RENDE NOTO Regione Puglia COMUNE DI VICO DEL GARGANO Provincia di Foggia - Ufficio Tecnico Comunale - III SETTORE - Largo Monastero, civ.6 e-mail aimolaelio@fastwebnet.it. e-mail aimolaelio@comune.vicodelgargano.fg.it

Dettagli

5.3.2.1.6 Sostegno agli investimenti non produttivi

5.3.2.1.6 Sostegno agli investimenti non produttivi 5.3.2.1.6 Sostegno agli investimenti non produttivi Riferimenti normativi Codice di Misura Articolo 36 (a) (vi) e 41 del Reg. (CE) N 1698/2005 e punto 5.3.2.1.6. dell Allegato II del Reg. (CE) 1974/06

Dettagli

Art. 2 (Procedimento di approvazione e variazione) PARTE PRIMA

Art. 2 (Procedimento di approvazione e variazione) PARTE PRIMA 4 Bollettino Ufficiale della Regione Puglia - n. 162 suppl. del 15-10-2009 PARTE PRIMA Corte Costituzionale LEGGE REGIONALE 7 ottobre 2009, n. 20 Norme per la pianificazione paesaggistica. La seguente

Dettagli

Articoli 6 e 8 dello Statuto; articoli 2, 3 e 4 del Regolamento per gli istituti di partecipazione

Articoli 6 e 8 dello Statuto; articoli 2, 3 e 4 del Regolamento per gli istituti di partecipazione Proposta di iniziativa popolare concernente il programma di recupero urbano laurentino e l'inserimento del Fosso della Cecchignola nella componente primaria della rete ecologica e destinazione dell'intera

Dettagli

L'ATTESTAZIONE DELLA CONFORMITA' DELL'OPERA AL PROGETTO PRESENTATO E SUA AGIBILITA' ( Ai sensi dell'art.10 del D.P.R. 07/09/2010 n.

L'ATTESTAZIONE DELLA CONFORMITA' DELL'OPERA AL PROGETTO PRESENTATO E SUA AGIBILITA' ( Ai sensi dell'art.10 del D.P.R. 07/09/2010 n. Spazio riservato al Servizio Urbanistica AGIBILITA' n del L'ATTESTAZIONE DELLA CONFORMITA' DELL'OPERA AL PROGETTO PRESENTATO E SUA AGIBILITA' ( Ai sensi dell'art.10 del D.P.R. 07/09/2010 n.160 ) l sottoscritt...

Dettagli

TITOLO I MANUTENZIONE DEGLI ALVEI FLUVIALI RICADENTI NEI VARI BACINI IDROGRAFICI DI COMPETENZA.

TITOLO I MANUTENZIONE DEGLI ALVEI FLUVIALI RICADENTI NEI VARI BACINI IDROGRAFICI DI COMPETENZA. Regolamento provinciale per la manutenzione degli alvei fluviali ricadenti nei bacini idrografici di competenza e procedure tecnico amministrative per il rilascio delle concessioni del demanio idrico.

Dettagli

VERBALE DI DELIBERAZIONE N. 031 della Giunta Comunale

VERBALE DI DELIBERAZIONE N. 031 della Giunta Comunale COMUNE DI FOLGARIA Provincia di Trento Via Roma, 60 - C.A.P. 38064 Tel. 0464/729333 - Fax 0464/729366 Codice Fiscale e P. IVA 00323920223 E-mail: info@comune.folgaria.tn.it PEC: comune@pec.comune.folgaria.tn.it

Dettagli

Indice degli elaborati del PdG PIANO DI GESTIONE. Ambito territoriale dei Monti di Trapani. versione conforme al DDG ARTA n 588 del 25/06/09

Indice degli elaborati del PdG PIANO DI GESTIONE. Ambito territoriale dei Monti di Trapani. versione conforme al DDG ARTA n 588 del 25/06/09 Unione Europea Regione Siciliana Dipartimento Regionale Azienda Foreste Demaniali Codice POR: 1999.IT.16.1.PO.011/1.11/11.2.9/0334 Ambito territoriale dei Monti di Trapani PIANO DI GESTIONE versione conforme

Dettagli

Premesso che: - con decreto del Direttore regionale delle foreste e dei parchi, ora Direzione centrale risorse rurali, agroalimentari e forestali, n.

Premesso che: - con decreto del Direttore regionale delle foreste e dei parchi, ora Direzione centrale risorse rurali, agroalimentari e forestali, n. Premesso che: - con decreto del Direttore regionale delle foreste e dei parchi, ora Direzione centrale risorse rurali, agroalimentari e forestali, n. 613 di data 12 novembre 1992 è stata affidata in concessione

Dettagli

http://www.gazzettaufficiale.it/guridb//dispatcher?task=attocompleto&service=1&dat...

http://www.gazzettaufficiale.it/guridb//dispatcher?task=attocompleto&service=1&dat... Atto Completo http://www.gazzettaufficiale.it/guridb//dispatcher?task=attocompleto&service=1&dat... Page 1 of 4 20/09/2010 DECRETO 10 settembre 2010 MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO Linee guida per l'autorizzazione

Dettagli

DOCUMENTO PRELIMINARE ALLA PROGETTAZIONE

DOCUMENTO PRELIMINARE ALLA PROGETTAZIONE UNIVERSITA' DEGLI STUDI SASSARI UFFICIO TECNICO LAVORI DI RISTRUTTURAZIONE, RESTAURO CONSERVATIVO E ADEGUAMENTO NORMATIVO DELL EDIFICIO SITO IN SASSARI IN LARGO PORTA NUOVA DOCUMENTO PRELIMINARE ALLA PROGETTAZIONE

Dettagli

- gestione procedimenti volti ad ottenere finanziamenti pubblici per lo sviluppo del territorio;

- gestione procedimenti volti ad ottenere finanziamenti pubblici per lo sviluppo del territorio; 5) GESTIONE DELL UFFICIO SVILUPPO TURISTICO, CULTURALE, RICETTIVO VALLI JONICHE Comuni di Pagliara, Mandanici, Itala, Scaletta Zanclea, Ali Terme, Ali, Nizza di Sicilia, Roccalumera, Fiumedinisi. S T A

Dettagli

QUADRO GENERALE DELLE PARTICELLE CATASTALI RICADENTI NELLA PERIMETRAZIONE DELLA VARIANTE AL PIANO PARTICOLAREGGIATO DELL'AREA COLLINARE

QUADRO GENERALE DELLE PARTICELLE CATASTALI RICADENTI NELLA PERIMETRAZIONE DELLA VARIANTE AL PIANO PARTICOLAREGGIATO DELL'AREA COLLINARE QUADRO GENERALE DELLE PARTICELLE CATASTALI RICADENTI NELLA PERIMETRAZIONE DELLA VARIANTE AL PIANO PARTICOLAREGGIATO DELL'AREA COLLINARE foglio mappale dimensione in mq 23 42 1.388 mq 23 35 1.354 mq 23

Dettagli

TARIFFA PROFESSIONALE INGEGNERIA ANTINCENDIO

TARIFFA PROFESSIONALE INGEGNERIA ANTINCENDIO TARIFFA PROFESSIONALE INGEGNERIA ANTINCENDIO La presente tariffa individua le prestazioni che il professionista è chiamato a fornire : A per la richiesta del parere di conformità B per il rilascio del

Dettagli

CAPO I ORDINAMENTO DELLE COMPETENZE A REGIME

CAPO I ORDINAMENTO DELLE COMPETENZE A REGIME Legge regionale n.20 del 21 agosto 1991. Riordino delle competenze per l'esercizio delle funzioni amministrative in materia di bellezze naturali. (B.U. 11 novembre 1991, n. 12). (vedi circolare prot. n.

Dettagli

COMUNE DI LENDINARA Provincia di Rovigo REGOLAMENTO COMUNALE PER LA DIFESA DELL ASSETTO IDRAULICO DEL TERRITORIO

COMUNE DI LENDINARA Provincia di Rovigo REGOLAMENTO COMUNALE PER LA DIFESA DELL ASSETTO IDRAULICO DEL TERRITORIO COMUNE DI LENDINARA Provincia di Rovigo REGOLAMENTO COMUNALE PER LA DIFESA DELL ASSETTO IDRAULICO DEL TERRITORIO Approvato con Delibera di Consiglio Comunale n 74 del 30.11.2009 ESECUTIVO DAL 28.12.2009

Dettagli

LEGGE REGIONALE 20 maggio 2014, n. 27. dalle fondamenta alla copertura un organismo edilizio funzionalmente autonomo.

LEGGE REGIONALE 20 maggio 2014, n. 27. dalle fondamenta alla copertura un organismo edilizio funzionalmente autonomo. 17875 LEGGE REGIONALE 20 maggio 2014, n. 27 Disposizioni urgenti in materia di prevenzione del rischio e sicurezza delle costruzioni Istituzione del fascicolo del fabbricato. IL CONSIGLIO REGIONALE HA

Dettagli

VARIANTE ESTERNA ALL ABITATO DI TORTONA

VARIANTE ESTERNA ALL ABITATO DI TORTONA VARIANTE ESTERNA ALL ABITATO DI TORTONA Responsabile del procedimento arch. Sergio Manto SCR Piemonte S.p.A. Referenti del R.U.P. ing. Claudio Trincianti - arch. Massimo Morello Progettisti Sina S.p.A.

Dettagli

Comune di Prato Leventina. - Microcentrale elettrica sulla condotta d approvvigionamento acqua potabile

Comune di Prato Leventina. - Microcentrale elettrica sulla condotta d approvvigionamento acqua potabile Comune di Prato Leventina - Microcentrale elettrica sulla condotta d approvvigionamento acqua potabile 1 Marzo 2004 Incarico del Municipio di Prato-Leventina per la valutazione dell efficienza funzionale

Dettagli

Note inerenti chiarimenti in materia di prevenzione incendi - Trasmissione per via informatica.

Note inerenti chiarimenti in materia di prevenzione incendi - Trasmissione per via informatica. DIREZIONE CENTRALE PER LA PREVENZIONE E LA SICUREZZA TECNICA Prot. n P 810 / 4101 sott. 72/C.1 (21).4 Roma, 2 LUGLIO 2003 Allegati: n 1 -AI SIGG. ISPETTORI REGIONALI DEI VIGILI DEL FUOCO LORO SEDI -AI

Dettagli

VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE OGGETTO: IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA. DETERMINAZIONE ALIQUOTE ANNO 2014

VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE OGGETTO: IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA. DETERMINAZIONE ALIQUOTE ANNO 2014 COMUNE DI TAINO Provincia di Varese Prot. N. 3207 VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE Copia N. 6 del 28/04/2014 OGGETTO: IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA. DETERMINAZIONE ALIQUOTE ANNO 2014 L'anno

Dettagli

COMUNE DI SANTA CROCE SULL ARNO

COMUNE DI SANTA CROCE SULL ARNO COMUNE DI SANTA CROCE SULL ARNO Provincia di Pisa DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE Nr. 263 di Mercoledi 7 Dicembre 2011 Oggetto: Determinazione dei valori minimi delle aree edificabili ai fini dell'imposta

Dettagli

COMUNICAZIONE INIZIO LAVORI PERMESSO DI COSTRUIRE

COMUNICAZIONE INIZIO LAVORI PERMESSO DI COSTRUIRE Modello da compilarsi a cura del dichiarante, direttore lavori e impresa esecutrice opere Sportello per l Edilizia COMUNE DI VENEZIA DIREZIONE SPORTELLO UNICO EDILIZIA Sede di Venezia - San Marco 4023

Dettagli

INDICE. 1. Recupero ambientale..pag.2. 2. Calcolo economico delle operazioni di recupero ambientale...3

INDICE. 1. Recupero ambientale..pag.2. 2. Calcolo economico delle operazioni di recupero ambientale...3 INDICE 1. Recupero ambientale..pag.2 2. Calcolo economico delle operazioni di recupero ambientale....3 M.F.G. service s.a.s. di A.L Incesso 1. Recupero ambientale Istanza di ampliamento di calcare Prima

Dettagli

REALIZZAZIONE DI UNA BANCA DATI AMBIENTALE

REALIZZAZIONE DI UNA BANCA DATI AMBIENTALE REALIZZAZIONE DI UNA BANCA DATI AMBIENTALE Arch. Alverio Camin Progetto Speciale Recupero Ambientale e Urbanistico delle aree Industriali - PAT REALIZZAZIONE DI UNA BANCA DATI AMBIENTALE 1. Esperienza

Dettagli

P.R.G.C. DI MATTIE - REL. ILLUSTRATIVA - VAR. IN ITINERE ALLA VAR. STRUTTUR. E DI ADEG. AL P.A.I. - D.C.C.20/ 28.09.2011

P.R.G.C. DI MATTIE - REL. ILLUSTRATIVA - VAR. IN ITINERE ALLA VAR. STRUTTUR. E DI ADEG. AL P.A.I. - D.C.C.20/ 28.09.2011 0 INDICE RELAZIONE ILLUSTRATIVA RI 2 1) PRESENTAZIONE. 3 2) LO STRUMENTO URBANISTICO DEL COMUNE DI MATTIE.. 3 3) LE MOTIVAZIONI DELLA VARIANTE ATTUALE. 4 4) I REQUISITI FORMALI DEGLI ATTI Dl VARIANTE.

Dettagli

Regione Autonoma della Sardegna Piano stralcio per l Assetto Idrogeologico (PAI)

Regione Autonoma della Sardegna Piano stralcio per l Assetto Idrogeologico (PAI) Regione Autonoma della Sardegna Piano stralcio per l Assetto Idrogeologico (PAI) Interventi sulla rete idrografica e sui versanti Legge 18 Maggio 1989, n. 183, art. 17, comma 6 ter D.L. 180/98 e successive

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE MODALITA' DI CALCOLO DELL'INDENNITA' PREVISTA DALL'ART.15 DELLA LEGGE 29/6/39 N.1497.

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE MODALITA' DI CALCOLO DELL'INDENNITA' PREVISTA DALL'ART.15 DELLA LEGGE 29/6/39 N.1497. REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE MODALITA' DI CALCOLO DELL'INDENNITA' PREVISTA DALL'ART.15 DELLA LEGGE 29/6/39 N.1497. Art. 1 - L'indennità risarcitoria di cui all'art.15 L. 29 giugno 1939 n.1497 si

Dettagli

COMUNE DI NORMA. Regolamento Comunale per lo svolgimento di manifestazioni temporanee. (approvato con delibera C.C. n 7 DEL 28/02/2007)

COMUNE DI NORMA. Regolamento Comunale per lo svolgimento di manifestazioni temporanee. (approvato con delibera C.C. n 7 DEL 28/02/2007) COMUNE DI NORMA Regolamento Comunale per lo svolgimento di manifestazioni temporanee (approvato con delibera C.C. n 7 DEL 28/02/2007) Articolo 1 SCOPI DEL REGOLAMENTO 1. L Amministrazione Comunale, in

Dettagli

COMUNE di F AE N Z A

COMUNE di F AE N Z A All. G COMUNE di F AE N Z A Settore Territorio ADOZIONE ATTO C.C. n. 73 del 10.02.2010 PUBBLICAZIONE BUR n. 54 del 31.03.2010 APPROVAZIONE ATTO C.C. n. 290 del 21/11/2011 PUBBLICAZIONE BUR n. del ATTI

Dettagli

meglio descritte nella relazione tecnica allegata

meglio descritte nella relazione tecnica allegata Modello 05: Spazio riservato all Ufficio Protocollo Marca da bollo 14,62 Al Dirigente del Settore II Comune di Roccapalumba Oggetto: l sottoscritt nat a ( ) il / / residente a ( ) in via n. C.F. in qualità

Dettagli

3a Territorio e urbanistica l.r. 10/2010 1

3a Territorio e urbanistica l.r. 10/2010 1 3a Territorio e urbanistica l.r. 10/2010 1 Legge regionale 12 febbraio 2010, n. 10 Norme in materia di valutazione ambientale strategica (VAS), di valutazione di impatto ambientale (VIA) e di valutazione

Dettagli

VÉÇá zä É exz ÉÇtÄx wxäät câzä t

VÉÇá zä É exz ÉÇtÄx wxäät câzä t LEGGE REGIONALE 20 MAGGIO 2014, N. 26 Disposizioni per favorire l accesso dei giovani all agricoltura e contrastare l abbandono e il consumo dei suoli agricoli 2 LEGGE REGIONALE Disposizioni per favorire

Dettagli

NORME TECNICHE DI POLIZIA IDRAULICA RETICOLO IDRICO MINORE COMUNALE

NORME TECNICHE DI POLIZIA IDRAULICA RETICOLO IDRICO MINORE COMUNALE COMUNE DI: SAN GIACOMO FILIPPO Provincia di Sondrio ATTUAZIONE DELLA D.G.R n.- 7/7868 del 25 gennaio 2002 e successive integrazioni Determinazione del reticolo idrico principale. Trasferimento delle funzioni

Dettagli

ORDINE DEGLI ARCHITETTI, P.,P., e C. DELLA PROVINCIA DI PISA

ORDINE DEGLI ARCHITETTI, P.,P., e C. DELLA PROVINCIA DI PISA ORDINE DEGLI ARCHITETTI, P.,P., e C. DELLA PROVINCIA DI PISA COMMISSIONE TASSAZIONE NOTULE FASI O "LIVELLI DI ELABORAZIONE E REDAZIONE DEL PROGETTO ESECUTIVO NEI LAVORI PRIVATI PREMESSA L'accertamento

Dettagli

(Misure per la valorizzazione delle risorse energetiche nazionali) quelle di stoccaggio sotterraneo di gas naturale rivestono carattere

(Misure per la valorizzazione delle risorse energetiche nazionali) quelle di stoccaggio sotterraneo di gas naturale rivestono carattere Decreto Sblocca Italia Art. 38 (Misure per la valorizzazione delle risorse energetiche nazionali) 1. Al fine di valorizzare le risorse energetiche nazionali e garantire la sicurezza degli approvvigionamenti

Dettagli

Contenuti dello studio di impatto ambientale (SIA)

Contenuti dello studio di impatto ambientale (SIA) Contenuti dello studio di impatto ambientale (SIA) Ai progetti sottoposti alla procedura di impatto ambientale ai sensi degli articoli 52 e seguenti, è allegato uno studio di impatto ambientale, redatto

Dettagli

CITTA' DI TRAPANI PROVINCIA REGIONALE DI TRAPANI

CITTA' DI TRAPANI PROVINCIA REGIONALE DI TRAPANI CITTA' DI TRAPANI PROVINCIA REGIONALE DI TRAPANI 6 Settore: Tutela Ambientale Servizio Proponente:Servizi per l'ambiente Responsabile del Procedimento:G.Laudicina Responsabile del Settore: R.Quatrosi DETERMINAZIONE

Dettagli

COMUNE DI SORAGA COMUN DE SORAGA BANDO DI CONCORSO PER LA REALIZZAZIONE DI UN OPERA D ARTE PER L ABBELLIMENTO DE LA GRAN CIASA NEL COMUNE DI SORAGA

COMUNE DI SORAGA COMUN DE SORAGA BANDO DI CONCORSO PER LA REALIZZAZIONE DI UN OPERA D ARTE PER L ABBELLIMENTO DE LA GRAN CIASA NEL COMUNE DI SORAGA BANDO DI CONCORSO PER LA REALIZZAZIONE DI UN OPERA D ARTE PER L ABBELLIMENTO DE LA GRAN CIASA NEL COMUNE DI SORAGA ai sensi dell art. 20 della L.P. 3 gennaio 1983 n.2 e s.m. e i. e del relativo Regolamento

Dettagli

Repubblica Italiana Assemblea Regionale Siciliana

Repubblica Italiana Assemblea Regionale Siciliana Repubblica Italiana Assemblea Regionale Siciliana Ambito dell'accesso REGOLAMENTO PER L'ACCESSO AGLI ATTI ED AI DOCUMENTI AMMINISTRATIVI DELL'ASSEMBLEA REGIONALE SICILIANA (G.U.R.S. n. 28 del 20/06/2008)

Dettagli

FAQ (FREQUENTLY ASKED QUESTIONS DOMANDE PIU FREQUENTI)

FAQ (FREQUENTLY ASKED QUESTIONS DOMANDE PIU FREQUENTI) FAQ (FREQUENTLY ASKED QUESTIONS DOMANDE PIU FREQUENTI) Domande frequenti inerenti la Relazione Energetico - Ambientale e la conformità delle pratiche edilizie alla normativa di settore. Aggiornamento al

Dettagli

ALLEGATO A) ALLA DELIBERAZIONE DI G.C. DEL COMUNE DI BRESCIA IN DATA 23.11.2005 N. 1178/45828 P.G.

ALLEGATO A) ALLA DELIBERAZIONE DI G.C. DEL COMUNE DI BRESCIA IN DATA 23.11.2005 N. 1178/45828 P.G. ALLEGATO A) ALLA DELIBERAZIONE DI G.C. DEL COMUNE DI BRESCIA IN DATA 23.11.2005 N. 1178/45828 P.G. CRITERI E PROCEDURA PER IL RILASCIO DI CONCESSIONI DI OCCUPAZIONE SUOLO PUBBLICO PER L INSTALLAZIONE DI

Dettagli

AMBIENTE SIA PER IL COLLEGAMENTO A23-A28 IN FRIULI

AMBIENTE SIA PER IL COLLEGAMENTO A23-A28 IN FRIULI DESCRIZIONE DEL PROGETTO Data: Agosto 2010 Oggetto: Affidamento concessione avente con ad procedura oggetto la aperta della progettazione, costruzione e gestione del raccordo Autostradale A23-A28 Cimpello

Dettagli

C M Y K C M Y K. 5. La normativa

C M Y K C M Y K. 5. La normativa 5. La normativa 5.1 Il quadro normativo Numerose sono le norme di riferimento per la pianificazione e la progettazione delle strade. Vengono sinteticamente enunciate quelle che riguardano la regolazione

Dettagli

Deliberazione n.119/2015/par. REPUBBLICA ITALIANA Corte dei conti Sezione di controllo per la Regione siciliana

Deliberazione n.119/2015/par. REPUBBLICA ITALIANA Corte dei conti Sezione di controllo per la Regione siciliana Deliberazione n.119/2015/par REPUBBLICA ITALIANA Corte dei conti Sezione di controllo per la Regione siciliana nella camera di consiglio del 12 febbraio 2015 visto il T.U. delle leggi sulla Corte dei conti,

Dettagli

DETERMINA N. 21 del 23 marzo 2015 I L D I R E T T O R E G E N E R A L E

DETERMINA N. 21 del 23 marzo 2015 I L D I R E T T O R E G E N E R A L E CONSORZIO DI BONIFICA 11 MESSINA DETERMINA N. 21 del 23 marzo 2015 OGGETTO Progetto per la razionalizzazione della canalizzazione irrigua Fascia Etnea -Valle Alcantara-, I stralcio esecutivo funzionale.

Dettagli

AREA Pianificazione e Progettazione RELAZIONE

AREA Pianificazione e Progettazione RELAZIONE PROVINCIA DI FIRENZE AREA Pianificazione e Progettazione RELAZIONE Variante normativa al Regolamento Urbanistico vigente di adeguamento al "regolamento di attuazione dell'articolo 144 della L.R. n. 1/2005

Dettagli

Giunta Regionale della Campania

Giunta Regionale della Campania Avvertenze: il testo vigente qui pubblicato è stato redatto dal Settore Legislativo dell'a.g.c. 01 della Giunta Regionale al solo fine di facilitare la lettura delle disposizioni della legge, integrata

Dettagli

INTRODUZIONE AL RAPPORTO TRA PEG E PDO

INTRODUZIONE AL RAPPORTO TRA PEG E PDO INTRODUZIONE AL RAPPORTO TRA PEG E PDO Generalmente il piano dettagliato degli obiettivi (art. 108 e 197 del Tuel) coincide con la c.d. parte descrittiva del Peg, cioè quella parte che individua gli obiettivi

Dettagli

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DELLO SPORTELLO UNICO PER L'EDILIZIA

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DELLO SPORTELLO UNICO PER L'EDILIZIA REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DELLO SPORTELLO UNICO PER L'EDILIZIA INDICE Art. 1 (Oggetto) Art. 2 (Definizioni) Art. 3 (Ambito di applicazione) Art. 4 (Istituzione dello Sportello Unico

Dettagli

Cartografia di base per i territori

Cartografia di base per i territori Cartografia di base per i territori L INFORMAZIONE GEOGRAFICA I dati dell informazione geografica L Amministrazione Regionale, nell ambito delle attività di competenza del Servizio sistema informativo

Dettagli

Su segnalazione dello Studio Legale Associato Fontana Ferrari di Brescia.

Su segnalazione dello Studio Legale Associato Fontana Ferrari di Brescia. Su segnalazione dello Studio Legale Associato Fontana Ferrari di Brescia. Commento di B. Bosetti In seguito a ricorso straordinario al Capo dello Stato, è annullato il Piano di Governo del territorio (PGT)

Dettagli

Regolamento per l utilizzo delle aree verdi comunali e di libero accesso ;

Regolamento per l utilizzo delle aree verdi comunali e di libero accesso ; Allegato A RICHIESTA AFFIDAMENTO AREE VERDI COMUNALI E RIDUZIONE TARES OGGETTO: Richiesta affidamento area verde comunale e riduzione TARES. Il sottoscritto.. nato a il.. residente a in Via.. n... CHIEDE

Dettagli

Repertorio n. CONVENZIONE PER LA CESSIONE IN PROPRIETA DI AREA P.E.E.P. GIA CONCESSA IN DIRITTO DI SUPERFICIE REPUBBLICA ITALIANA COMUNE DI ROCCASTRADA (Provincia di Grosseto) L anno duemila il giorno

Dettagli

COMPUTO METRICO ESTIMATIVO DI RIFERIMENTO

COMPUTO METRICO ESTIMATIVO DI RIFERIMENTO A l l e g a t o A COMPUTO METRICO ESTIMATIVO DI RIFERIMENTO (ERRATA CORRIGE AL C.M.E. ALLEGATO ALLA GARA ED INSERITO SUL WEB) PROPRIETA ANCONAMBIENTE S.P.A. VIA DEL COMMERCIO 27, 60127 ANCONA OGGETTO OPERE

Dettagli

ALLEGATO XV. Contenuti minimi dei piani di sicurezza nei cantieri temporanei o mobili 1. DISPOSIZIONI GENERALI

ALLEGATO XV. Contenuti minimi dei piani di sicurezza nei cantieri temporanei o mobili 1. DISPOSIZIONI GENERALI ALLEGATO XV Contenuti minimi dei piani di sicurezza nei cantieri temporanei o mobili 1.1. - Definizioni e termini di efficacia 1. DISPOSIZIONI GENERALI 1.1.1. Ai fini del presente allegato si intendono

Dettagli

Guida Illustrata alle Risposte

Guida Illustrata alle Risposte IDRAIM sistema di valutazione IDRomorfologica, AnalisI e Monitoraggio dei corsi d'acqua Guida Illustrata alle Risposte Appendice al Manuale tecnico operativo per la valutazione ed il monitoraggio dello

Dettagli

Coordinamento generale di progetto. arch. Paolo Tolentino. Autorità di Bacino Nord Occidentale della Campania. geol.

Coordinamento generale di progetto. arch. Paolo Tolentino. Autorità di Bacino Nord Occidentale della Campania. geol. Autorità di Bacino Nord Occidentale della Campania - Napoli - 2009 c REGIONE CAMPANIA Assesorato all'ambiente Piano Stralcio per l'assetto Idrogeologico dell'autorità di Bacino Nord Occidentale della Campania

Dettagli

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIO- NALE 3 giugno 2010, n. 1309

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIO- NALE 3 giugno 2010, n. 1309 18120 Bollettino Ufficiale della Regione Puglia - n. 104 del 16-06-2010 vista la dichiarazione posta in calce al presente provvedimento da parte dei Dirigenti responsabili per competenza in materia che

Dettagli

e r r e 3 s t u d i o t e c n i c o a s s o c i a t o a r c h. c r i s t i n a r o s t a g n o t t o

e r r e 3 s t u d i o t e c n i c o a s s o c i a t o a r c h. c r i s t i n a r o s t a g n o t t o Come disposto nelle norme di attuazione, artt. 15, 16, 17 e dall Allegato 5 alle NTA del PTC2 gli strumenti urbanistici generali e le relative varianti assumono l obbiettivo strategico e generale del contenimento

Dettagli

Istituzione della figura di Agente Ambientale.

Istituzione della figura di Agente Ambientale. Estratto del verbale della seduta della Giunta Comunale NUMERO DI REGISTRO SEDUTA DEL 7 21 gennaio 2015 Oggetto : Istituzione della figura di Agente Ambientale. Il giorno 21 gennaio 2015 in Cremona, con

Dettagli

Raccordo tra VAS-VIA-VIC (Valutazione ambientale, Valutazione di impatto ambientale, Valutazione di incidenza)

Raccordo tra VAS-VIA-VIC (Valutazione ambientale, Valutazione di impatto ambientale, Valutazione di incidenza) Allegato 2 Raccordo tra VAS-VIA-VIC (Valutazione ambientale, Valutazione di impatto ambientale, Valutazione di incidenza) Sono molto frequenti le situazioni in cui l obbligo di effettuare valutazioni ambientali

Dettagli

VALUTAZIONE DI IMPATTO AMBIENTALE (VIA) E LO STUDIO DI IMPATTO AMBIENTALE (SIA)

VALUTAZIONE DI IMPATTO AMBIENTALE (VIA) E LO STUDIO DI IMPATTO AMBIENTALE (SIA) La Valutazione di Impatto Ambientale e lo Studio di Impatto Ambientale VALUTAZIONE DI IMPATTO AMBIENTALE (VIA) E LO STUDIO DI IMPATTO AMBIENTALE (SIA) http://people.unica.it/maltinti/lezioni Link: SIAeVIA

Dettagli

Regione Siciliana ASSESSORATO AI LAVORI PUBBLICI DIPARTIMENTO LAVORI PUBBLICI UFFICIO DEL GENIO CIVILE DI TRAPANI U.O.B.C. N. 4 EDILIZIA PRIVATA

Regione Siciliana ASSESSORATO AI LAVORI PUBBLICI DIPARTIMENTO LAVORI PUBBLICI UFFICIO DEL GENIO CIVILE DI TRAPANI U.O.B.C. N. 4 EDILIZIA PRIVATA REPUBBLICA ITALIANA Regione Siciliana ASSESSORATO AI LAVORI PUBBLICI DIPARTIMENTO LAVORI PUBBLICI UFFICIO DEL GENIO CIVILE DI TRAPANI U.O.B.C. N. 4 EDILIZIA PRIVATA Al Dirigente Responsabile della U.O.B.S.

Dettagli

Verbale di deliberazione n. 47 della Giunta Comunale

Verbale di deliberazione n. 47 della Giunta Comunale COMUNE DI DIMARO Provincia di Trento Verbale di deliberazione n. 47 della Giunta Comunale OGGETTO: A pprovazione disciplinare per il trasferimento volontario delle attività propedeutiche alla riscossione

Dettagli

2.2. Il modello di denuncia e la documentazione

2.2. Il modello di denuncia e la documentazione 2.2. Il modello di denuncia e la documentazione Per tutte le opere e gli interventi sottoposti a denuncia e sull intero territorio regionale, la denuncia è redatta ai sensi dell art. 93 del D.P.R. 380/2001

Dettagli

BOLLETTINO UFFICIALE

BOLLETTINO UFFICIALE Supplemento ordinario n. 160 al Bollettino Ufficiale n. 32 del 27 agosto 2011 Poste Italiane S.p.A. - Spediz. in abb. postale 70% - DCR Roma REPUBBLICA ITALIANA BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE LAZIO

Dettagli

PROCEDURA PER OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE

PROCEDURA PER OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE PROCEDURA PER OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE (ai sensi dell art. 4 del Regolamento adottato da Consob con delibera n. 17221 del 12 marzo 2010, come successivamente modificato ed integrato) INDICE 1. OBIETTIVI

Dettagli

- - Visto l'art. 63 del testo unico delle leggi di pubblica sicurezza 18 giugno 1931, n. 773;

- - Visto l'art. 63 del testo unico delle leggi di pubblica sicurezza 18 giugno 1931, n. 773; Decreto Ministeriale del 12/09/2003 Approvazione della regola tecnica di prevenzione incendi per l'installazione e l'esercizio di depositi di gasolio per autotrazione ad uso privato, di capacita' geometrica

Dettagli

ALLEGATO II...2 MODULISTICA: DOCUMENTAZIONE PER PROCEDIMENTI AMMINISTRATIVI EDILIZI E TITOLI ABILITATIVI...

ALLEGATO II...2 MODULISTICA: DOCUMENTAZIONE PER PROCEDIMENTI AMMINISTRATIVI EDILIZI E TITOLI ABILITATIVI... ALLEGATO II...2 MODULISTICA: DOCUMENTAZIONE PER PROCEDIMENTI AMMINISTRATIVI EDILIZI E TITOLI ABILITATIVI... 2 PARTE I... 3 PIANI URBANISTICI ATTUATIVI... 3 PARTE II... 7 PROGRAMMI DI RICONVERSIONE E/O

Dettagli

ALLEGATO B - ELABORATI FACENTI PARTE INTEGRANTE DEL PROGETTO DEFINITIVO

ALLEGATO B - ELABORATI FACENTI PARTE INTEGRANTE DEL PROGETTO DEFINITIVO Supplemento n. 1 al B.U. n. 20/I-II del 15/05/2012 / Beiblatt Nr. 1 zum Amtsblatt vom 15/05/2012 Nr. 20/I-II 200 ALLEGATO B - ELABORATI FACENTI PARTE INTEGRANTE DEL PROGETTO DEFINITIVO Il progetto definitivo

Dettagli

PROCEDURE OPERATIVE PER IL RILASCIO DELL AUTORIZZAZIONE SISMICA E DELL ATTESTAZIONE DI DEPOSITO SISMICO

PROCEDURE OPERATIVE PER IL RILASCIO DELL AUTORIZZAZIONE SISMICA E DELL ATTESTAZIONE DI DEPOSITO SISMICO TAVOLO TECNICO DI COORDINAMENTO delle Provincie della Regione Abruzzo (L.R. n. 28/2011, art. 2, comma 4) c/o Direzione Protezione Civile e Ambiente via Salaria Antica Est 27 67100 L Aquila fax 0862.364615

Dettagli

OGGETTO:Programma Integrato Urbano PIU Europa PO FESR Campania 2007-2013 Asse 6 Obiettivo Operativo 6.1.

OGGETTO:Programma Integrato Urbano PIU Europa PO FESR Campania 2007-2013 Asse 6 Obiettivo Operativo 6.1. *** *,. * *** La tua Campania cresce in Europa Via De Turris n.16 "Palazzo S. Anna" Te/. 081 3900565 fax 081 3900592 e-mail: urbanistica@comune.castellanunare-di-stabia.napoli.it pec: urbanistica.stabia@asmepec.it

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA LA CORTE DEI CONTI IN SEZIONE REGIONALE DI CONTROLLO PER LA LOMBARDIA

REPUBBLICA ITALIANA LA CORTE DEI CONTI IN SEZIONE REGIONALE DI CONTROLLO PER LA LOMBARDIA Lombardia/169/2015/PAR REPUBBLICA ITALIANA LA CORTE DEI CONTI IN SEZIONE REGIONALE DI CONTROLLO PER LA LOMBARDIA composta dai magistrati: dott.ssa Simonetta Rosa dott. Gianluca Braghò dott. Donato Centrone

Dettagli

CODICE DELL URBANISTICA E DELL EDILIZIA

CODICE DELL URBANISTICA E DELL EDILIZIA PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO Assessorato all Urbanistica, enti locali e personale CODICE DELL URBANISTICA E DELL EDILIZIA SETTEMBRE 2010 Dipartimento Urbanistica e ambiente Servizio Urbanistica e tutela

Dettagli

Capitolato prestazionale di progetto OPERE STRADALI

Capitolato prestazionale di progetto OPERE STRADALI Capitolato prestazionale di progetto OPERE STRADALI Layout Giulio Andreolli Studio Massimo Zuani Grafica digitale Pierluigi Moschini Stampa Tipoffset Moschini Ordine degli Ingegneri della Provincia di

Dettagli

Gestione della sicurezza antincendio nei cantieri temporanei e mobili

Gestione della sicurezza antincendio nei cantieri temporanei e mobili Gestione della sicurezza antincendio nei cantieri temporanei e mobili RICHIAMO AL TESTO UNICO PER LA SICUREZZA D.lgs.vo 9 aprile 2008 n 81 Dott. Ing Luigi ABATE DPR N NN 37 3712 12 gennaio 1998 regolamento

Dettagli

EX PROVINCIA DI CARBONIA IGLESIAS

EX PROVINCIA DI CARBONIA IGLESIAS EX PROVINCIA DI CARBONIA IGLESIAS Legge Regionale 28 giugno 2013 n. 15 - Disposizioni transitorie in materia di riordino delle province Legge Regionale 12 marzo 2015 n. 7 - Disposizioni urgenti in materia

Dettagli

F N dell'area edificata in settori a pericolosità geologica elevata individuata nella "Carta di Sintesi" 25 27 B LOCALITA'

F N dell'area edificata in settori a pericolosità geologica elevata individuata nella Carta di Sintesi 25 27 B LOCALITA' LOALITA' Aa NTRO STORIO I b γ Ab NTRO STORIO I Ac NTRO STORIO I a LASS I IONITA' URANISTIA IR. 7/LAP ascia fluviale ex PS PRSRIZIONI INTGRATIV RISPTTO Presenza di tratti stradali, convoglianti le acque

Dettagli

Decreto Dirigenziale n. 298 del 24/12/2013

Decreto Dirigenziale n. 298 del 24/12/2013 Decreto Dirigenziale n. 298 del 24/12/2013 Dipartimento 51 - Dipartimento della Programmazione e dello Sviluppo Economico Direzione Generale 2 - Direzione Generale Sviluppo Economico e le Attività Produttive

Dettagli

MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI DIPARTIMENTO PER I TRASPORTI TERRESTRI DIREZIONE GENERALE PER LA MOTORIZZAZIONE

MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI DIPARTIMENTO PER I TRASPORTI TERRESTRI DIREZIONE GENERALE PER LA MOTORIZZAZIONE MODULARIO TRASPORTI 29OTT010046 MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI DIPARTIMENTO PER I TRASPORTI TERRESTRI DIREZIONE GENERALE PER LA MOTORIZZAZIONE DOMANDA PER IL RILASCIO DELLA PATENTE DI GUIDA

Dettagli

COMUNE DI MACCAGNO con PINO e VEDDASCA

COMUNE DI MACCAGNO con PINO e VEDDASCA VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE DELIBERAZIONE N 26 del 30/09/2014 OGGETTO: APPROVAZIONE ALIQUOTE E DETRAZIONI DELL'IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA (I.M.U.) - ANNO 2014 L'anno 2014, addì trenta

Dettagli

I J çp."~.:..j/: '...'.' ndare che le alberature della piazza Matteotti:' sianò' integrate con altri AI nguardo e da raccoma -. esemplari in modo da completare il disegno penmetrale. R I t nte all'intervento

Dettagli

Capitolo 4 Protezione dai contatti indiretti.

Capitolo 4 Protezione dai contatti indiretti. Capitolo 4 Protezione dai contatti indiretti. La protezione contro i contatti indiretti consiste nel prendere le misure intese a proteggere le persone contro i pericoli risultanti dal contatto con parti

Dettagli

della Regione Toscana Bollettino Ufficiale: via F. Baracca, 88-50127 Firenze - Fax: 055-4384620

della Regione Toscana Bollettino Ufficiale: via F. Baracca, 88-50127 Firenze - Fax: 055-4384620 Anno XLI Repubblica Italiana BOLLETTINO UFFICIALE della Regione Toscana Parte Prima n. 9 mercoledì, 17 febbraio 2010 Firenze Bollettino Ufficiale: via F. Baracca, 88-50127 Firenze - Fax: 055-4384620 Portineria

Dettagli

VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE OGGETTO

VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE OGGETTO IMMEDIATAMENTE ESEGUIBILE Deliberazione n. 217 del 14/11/2013 VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE OGGETTO CESSIONE IN PROPRIETÀ DI AREA GIÀ CONCESSA IN DIRITTO DI SUPERFICIE NELL AMBITO DEL

Dettagli

COMUNE DI DONORI Provincia di Cagliari

COMUNE DI DONORI Provincia di Cagliari COMUNE DI DONORI Provincia di Cagliari - 2 COPIA- VERBALE DI ADUNANZA DEL CONSIGLIO COMUNALE Sessione Ordinaria Seduta Pubblica N. 2 Del 21.01.2010 OGGETTO: DETERMINAZIONE QUANTITA E QUALITA DELLE AREE

Dettagli

COMUNE DI ABBIATEGRASSO

COMUNE DI ABBIATEGRASSO Delibera N. 35 del 14/02/2013 COMUNE DI ABBIATEGRASSO Verbale di Deliberazione della Giunta Comunale Oggetto: PROMOZIONE APPROFONDIMENTI SULL'EDILIZIA SOCIALE AI FINI DELL' AGGIORNAMENTO DEL P.G.T.. L'anno

Dettagli

VERBALE DI DELIBERAZIONE N. 317 della Giunta Comunale

VERBALE DI DELIBERAZIONE N. 317 della Giunta Comunale COMUNE DI FOLGARIA Provincia di Trento - C.A.P. 38064 Via Roma, 60 Tel. 0464/729333 - Fax 0464/729366 E-mail: info@comune.folgaria.tn.it Codice Fiscale e P. IVA 00323920223 VERBALE DI DELIBERAZIONE N.

Dettagli

CABINA ELETTRICA D/1-3.A

CABINA ELETTRICA D/1-3.A (Procedura completa) Nuova costruzione cabina elettrica D/1 con ditta da intestare. Essendo in partita speciale andranno compilati i Modelli 2N parte I e II. Per l'attribuzione della rendita sarà il tecnico

Dettagli

Il seguente documento, predisposto dalla Commissione strutture dell Ordine degli

Il seguente documento, predisposto dalla Commissione strutture dell Ordine degli Il seguente documento, predisposto dalla Commissione strutture dell Ordine degli ingegneri della Provincia Autonoma di Trento nell anno 2012, si propone quale traccia per la stesura del Certificato di

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA LA CORTE DEI CONTI S e z i o n e R e g i o n a l e d i C o n t r o l l o p e r l a L i g u r i a

REPUBBLICA ITALIANA LA CORTE DEI CONTI S e z i o n e R e g i o n a l e d i C o n t r o l l o p e r l a L i g u r i a Deliberazione n. 52 /2014 REPUBBLICA ITALIANA LA CORTE DEI CONTI S e z i o n e R e g i o n a l e d i C o n t r o l l o p e r l a L i g u r i a composta dai seguenti magistrati: Ennio COLASANTI Angela PRIA

Dettagli

DIA N ANNO Allo Sportello Unico per le Attività Produttive del Comune di GALLARATE DENUNCIA DI INIZIO ATTIVITA EDILIZIA

DIA N ANNO Allo Sportello Unico per le Attività Produttive del Comune di GALLARATE DENUNCIA DI INIZIO ATTIVITA EDILIZIA DIA N ANNO Allo Sportello Unico per le Attività Produttive del Comune di GALLARATE DENUNCIA DI INIZIO ATTIVITA EDILIZIA ai sensi degli articoli 41 e 42 L.R. 11.03.2005 n.12 e successive modifiche ed integrazioni

Dettagli

IL METODO SPEDITIVO NEL SIT PER L EMERGENZA DA RISCHIO CHIMICO- INDUSTRIALE. Pasquale DI DONATO

IL METODO SPEDITIVO NEL SIT PER L EMERGENZA DA RISCHIO CHIMICO- INDUSTRIALE. Pasquale DI DONATO IL METODO SPEDITIVO NEL SIT PER L EMERGENZA DA RISCHIO CHIMICO- INDUSTRIALE Pasquale DI DONATO Cos è il Metodo Speditivo? Controllo di attività comportanti rischi di incidente rilevante è regolato da:

Dettagli

COMUNITÀ MONTANA ALTO SANGRO ALTOPIANO. DELLE CINQUEMIGLIA Castel di Sangro (AQ). BANDO DI GARA

COMUNITÀ MONTANA ALTO SANGRO ALTOPIANO. DELLE CINQUEMIGLIA Castel di Sangro (AQ). BANDO DI GARA COMUNITÀ MONTANA ALTO SANGRO ALTOPIANO DELLE CINQUEMIGLIA Castel di Sangro (AQ). BANDO DI GARA Oggetto: Affidamento, mediante appalto integrato e con procedura aperta, degli interventi per la Valorizzazione

Dettagli

Direzione Infrastrutture e Mobilità 2015 01608/033 Servizio Suolo e Parcheggi CITTÀ DI TORINO DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE

Direzione Infrastrutture e Mobilità 2015 01608/033 Servizio Suolo e Parcheggi CITTÀ DI TORINO DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE Direzione Infrastrutture e Mobilità 2015 01608/033 Servizio Suolo e Parcheggi CITTÀ DI TORINO DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. Cronologico 252 approvata il 15 aprile 2015 DETERMINAZIONE: ACQUISTO DI N. 42

Dettagli