abbonamento intera stagione da giovedì 30 ottobre a domenica 2 novembre abbonamento a 5 spettacoli martedì 28 e mercoledì 29 ottobre

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "abbonamento intera stagione da giovedì 30 ottobre a domenica 2 novembre abbonamento a 5 spettacoli martedì 28 e mercoledì 29 ottobre"

Transcript

1 PH.D. LUCIO DALLA IL CONTRARIO DI ME tour teatrale Dopo contui impegni tra regie teatrali, performance con grandi orchestre (Royal Philarmonic Orchestra, Orchestra Ciaikovskij di S. Pietroburgo) e concerti-evento grandi spazi, il cantautore a tutto campo torna teatro privilegiando spazi più raccolti per potersi rivolgere al suo pubblico direttamente, faccia a faccia, occhi negli occhi, con scenografie teatrali, musicisti a 360 gradi e alcuni momenti di vera e propria recitazione musicalizzata, con brani scritti da lui stesso e recitati dall attore Marco Alemanno già Arleccho nell ultima regia di Dalla al festival di Wexford Irlanda. La scelta del cantautore bolognese di tornare teatro per cantare i suoi successi, ormai diventati memoria storica per il pubblico di molte generazioni, nasce dal consenso che ha ottenuto il suo disco Il contrario di me uscito, oltre che nei negozi di dischi anche, e per la prima volta Italia, tutte le edicole. Sul palco i suoi fedeli musicisti (Bruno Mariani e Ricky Portera alle chitarre; Roberto Costa al basso, Fabio Coppi alle tastiere, Gionata Colaprisca alle percussioni, Maurizio dei Lazzaretti alla batteria, vocalist Iskra Menari) e l attore Marco Alemanno che oltre a cantare la canzone del nuovo album I.N.R.I. duetto con Lucio è uno dei produttori (con Dalla) del disco. Le scenografia e l allestimento sono curate da Italo Grassi. La produzione del tour è di Bruno Sconocchia per Ph.D. srl abbonamento tera stagione da giovedì 30 ottobre a domenica 2 novembre abbonamento a 5 spettacoli martedì 28 e mercoledì 29 ottobre DOPPIAEFFE - COMPAGNIA DI PROSA MARIANO RIGILLO MARIANO RIGILLO ANNA TERESA ROSSINI ROMOLO, IL GRANDE Una commedia storica che non si attiene alla storia di Friedrich Dürrenmatt traduzione di Aloisio Rendi con NICOLA D ERAMO, MARTINO DUANE, LUCIANO D AMICO, PIETRO FAIELLA, NORMA MARTELLI, LILIANA MASSARI, FRANCESCO CUTRUPI, DAVIDE D ANTONIO FRANCESCO FRANGIPANE, ANTONIO FORNARI, LORENZO PRATICO, ALFREDO TROIANO scene e costumi LORENZO GHIGLIA musiche LINO PATRUNO disegno luci LUIGI ASCIONE regia ROBERTO GUICCIARDINI Mariano Rigillo è da sempre terprete di testi importanti che si evidenziano per messe scena novative e apprezzate. L allestimento di Romolo, il Grande si basa sull omonimo testo di Friedrick Dùrrenmatt, scrittore svizzero che ha sempre fatto scalpore per il taglio non

2 troppo politicamente corretto dei suoi romanzi, caratteristica mantenuta viva da Roberto Guicciardi che ne cura la regia. Comico e sieme pessimistico, Romolo, il Grande è, come recita il sottotitolo, una commedia storica che non si attiene alla storia, rapndo il Tardo Impero Romano alla vigilia della sua caduta. Un impero che era riuscito a sopravvivere basandosi sull ideale di uno stato autoritario oppressivo e violento, è ora allo sfacelo e il suo Imperatore, per tutta risposta si consacra unicamente all allevamento di polli. Inutili gli appelli dell Imperatrice che vuole risvegliare le ambizioni del regale consorte. A corte gli unici funzionari ancora efficienti sono il cuoco e i due camerieri, mentre l esercito vasore si appressa sempre di più. Situazioni comiche e satira amara si crociano verso un epilogo aspettato. Alla testa dell Impero c è un uomo che non vuole più corrispondere alle aspettative, disprezzato da tutti per la sua manifesta debolezza nel comando. In realtà, la maschera del pazzo è solo una simulazione fatti Romolo vuole esprimere il proprio rifiuto per il mondo cui vive perché non crede più negli ideali su cui si basa. In scena c è soprattutto un mondo grottesco che non può più essere superato agendo e trasformando, come auspicava Brecht nella sua drammaturgìa, ma può solo essere sofferto e sopportato. Romolo è Grande perchè è l unico a riconoscere il carattere grottesco della realtà e decidere di recitare il ruolo di clown. Di Romolo vanno colte ironia e autoironia le difese più efficaci contro la disperazione e il senso di impotenza. Quest ideale di eroismo è proposto maniera divertente facendo uso di gags cabarettistiche e di esagerazioni grottesche, un lguaggio sieme espressivo e di grande effetto. Roberto Guicciardi abbonamento tera stagione da giovedì 6 a domenica 9 novembre BALLANDI ENTERTAINMENT MARIANGELA MELATO SOLA ME NE VO testo di Vcenzo Cerami, Riccardo Cassi, Mariangela Melato, Giampiero Solari con musicista scena LORENZO CAPELLI corpo di ballo MARCO BEBBU, STEFANO BENEDETTI, TONY B., EMANUELE PINNA, PAOLO SABATINI, MARCELLO SACCHETTA musicisti video RUGGERO BRUNETTI chitarra, ROBERTO GALLINELLI basso, CRISTIANO MICALIZZI batteria, FERNANDO BRUSCO tromba, LUCA GIUSTOZZI trombone, CLAUDIO PIZZALE - sassofono PRISCA AMORI violo, ADRIANA ESTER GALLO violo, ROSARIA PANEBIANCO - viola GIUSEPPE TORTORA violoncello, MASSIMILIANO PITOCCO bandoneon musiche LEONARDO DE AMICIS coreografie LUCA TOMMASSINI impianto scenico e luci MARCELLO JAZZETTI costumi FRANCESCA SCHIAVON regia di GIAMPIERO SOLARI Dopo l enorme successo ottenuto nella passata stagione, Mariangela Meleto torna a teatro con il suo spettacolo Sola me ne vo, spettacolo teatrale che la propone una veste completamente solita. In questo spettacolo la grande attrice italiana si confronta con un genere per lei nuovo, il One woman

3 Show, nel quale racconta storie, recita monologhi tensi e brillanti, canta e balla affiancata da balleri e musicisti. Mariangela Melato ci offre una carrellata di storie ventate e storie vissute, fa considerazioni personali sul modo di vedere la vita, cita testi teatrali di Brecht, Gaber, Shakespeare, Tennesee Williams. Ci racconta della sua Milano degli anni 60 e dei suoi izi nel mondo del Teatro. Ci racconta di sé come attrice e come donna che con orgoglio ha fatto della solitude una scelta di vita ed è così, sola, che si sul palco al suo pubblico. Sola me ne vo è una parentesi diversa nel percorso teatrale della Melato e al tempo stesso la grande prova di un attrice, che arrivata al culme della sua carriera, si rimette gioco misurandosi con un genere completamente nuovo, elegante ed origale con testi che portano la firma di Vcenzo Cerami, Giampiero Solari, Riccardo Cassi e Mariangela Melato. Le musiche origali e gli arrangiamenti delle canzoni sono del maestro Leonardo De Amicis, le coreografie origali di Luca Tommassi. La regia è affidata a Giampiero Solari. Una squadra che ha già collaborato diverse occasioni e che non a caso si è riunita torno a questa grande artista. Con Sola me ne vo la Ballandi Entertament amplia il suo sforzo produttivo a 360 nel mondo dello spettacolo italiano e consolida il suo impegno nel Teatro al fianco di una grande artista come Mariangela Melato, prima attrice e simbolo del Teatro italiano. abbonamento tera stagione da giovedì 20 a domenica 23 novembre abbonamento a 5 spettacoli martedì 18 e mercoledì 19 novembre GLI IPOCRITI ISA DANIELI MADRE CORAGGIO di Bertolt Brecht rielaborazione del testo Antonio Taranto, traduzione Roberto Men con ALARICO SALAROLI, MARCO ZANNONI, LELLO SERAO, ARIANNA SCOMMEGNA XENIA BEVITORI, CARLO CARACCIOLO, MATTEO CREMON, ANTONIO FABBRI, TIZIANO FERRARI, VESNA HROVATIN, PAOLO LI VOLSI, FABIO MASCAGNI, AURORA PERES, SERGIO RAIMONDI, LUIGI TABITA, SHI YANG scene BRUNO BUONINCONTRI costumi GIANLUCA FALASCHI musiche PASQUALE SCIALÒ luci CESARE ACCETTA regia CRISTINA PEZZOLI Bertolt Brecht (Augusta 10 febbraio 1898 Berlo 14 agosto 1956) nel 1939, durante il suo soggiorno Danimarca, alla vigilia della Seconda Guerra Mondiale, scrisse Madre Coraggio e i suoi figli ; la prima rapzione avvenne a Zurigo nel L opera teatrale Madre Courage e i suoi figli sottotitolo Una cronaca dalla guerra dei Trent anni porta scena le vicende verificatesi tra il 1624 ed il 1636 nel corso della guerra dei trent anni ( ); il conflitto fra Cattolici e Protestanti nel Sacro Romano Impero fornì alle potenze europee il pretesto per dare il via ad una lotta che segnò la fe dell egemonia asburgica Germania e la sconfitta della Controriforma, cosa che provocò genti perdite demografiche e grave decadenza economica particolar modo alla Germania. La protagonista del dramma è Anna Fierlg, vivandiera/commerciante detta Madre Coraggio per aver sfidato le cannonate, durante l assedio per portare a terme il suo commercio di pagnotte ammuffite. Gli affari vengono prima di tutto e, pur essendo bravissima nel suo lavoro, ciò non toglie che esso si basi prevalentemente sulla miseria e sulla sventura degli altri. Padrona di un carro, che utilizza sempre nei vari spostamenti, è accompagnata nel suo viaggio di lavoro dai tre figli che, giusto per ciso, hanno tre cognomi diversi considerato che Madre Coraggio non ricorda nemmeno i nomi dei padri con certezza. Schweizerkas è il figlio buono e onesto che, per troppa onestà, si fa uccidere da un sergente disonesto; Eilif, che è forte e robusto, aiuta la madre a spgere il carro e a fare affari, ma il brigadiere e il reclutatore lo portano via, arruolandolo nell esercito; fortuna che Madre Coraggio segue sempre gli eserciti e ha modo di

4 rivederlo tra un eroica azione e l altra e tra un massacro di contadi e un sequestro di bestiame. Arriva una pace temporanea, Eilif sarà processato e ucciso come crimale per le azioni commesse guerra. Kattr, la figlia muta, che sente di essere un grave peso per la madre, vive nella speranza della pace che difficilmente potrà arrivare così come il marito che lei sogna. Fortuna che la madre non l abbandona dopo la morte dei fratelli e dopo che un cuoco le propone di buttar via Kattr e andare a vivere con lui. Sarà l unica vera eroa di tutta questa tragedia! Morirà per salvare la città e fermare la guerra. Per Madre Coraggio nemmeno i figli contano, vorrebbe tenerli fuori dalla guerra, ma non può fare a meno di sacrificarli o comprometterli nella guerra.. fondo, lo dice anche il brigadiere nella prima scena è impossibile pensare di poter vivere della guerra, senza pagarle gli teressi. Madre Coraggio, nonostante la perdita dei figli, non capisce che la guerra è un affare solo per potenti e pensa di poterne fare un affare personale al seguito degli eserciti lotta. Durante le sue peregrazioni per l Europa, Madre Coraggio contra soldati e reclutatori senza scrupoli, una prostituta e un generale, un cuoco, un cappellano ecc una umanità piena di miserie, dolori e cismi a cui si è costretti ad assistere guerra. la guerra è solo la contuazione degli affari con altri mezzi, ma i grandi affari non li fanno la povera gente, e nella guerra le virtù umani diventano mortali questa è, secondo Brecht, la morale del dramma. Il vcolo di un testo, di ogni testo, non è la sua assoluta necessità, orde alle parole con le quali è stato creato come congegno espressivo, ma è la sua fatalità, ovvero il suo desto, la sua fortuna. Lo stesso autore avrebbe potuto riscrivere la cosa cento modi differenti. E ciò risiede l fitezza di un testo, di tutti i testi. (Antonio Taranto) abbonamento tera stagione da giovedì 15 a domenica 18 gennaio abbonamento a 5 spettacoli martedì 13 e mercoledì 14 gennaio IL SISTINA E TITANUS no BIANCA GUACCERO MICHELE CARFORA POVERI MA BELLI un'idea di Pietro Garei e Guido Lombardo Progetto artistico di Enzo Garei scritto da MASSIMILIANO BRUNO e EDOARDO FALCONE musiche di GIANNI TOGNI coreografie di FRANCO MISERIA scene di MARCO CALZAVARA costumi di GIOVANNI CIACCI regia di MASSIMO RANIERI Con Poveri Ma Belli, Il Sista un grande spettacolo musicale nella tradizione di quelli targati 'Garei e Giovanni'. Poveri Ma Belli è stato un film di grande successo degli anni 50/60, diretto da Do Risi, terpretato da un gruppo di attori allora di moda e prodotto dalla Titanus di Goffredo Lombardo. Lo spettacolo ha curiosito e teressato il mondo teatrale italiano tant'è che è già richiesto tutta Italia ed ha programma una lunga tournèe che partirà proprio dal Teatro Sista.. Nel ruolo della protagonista Bianca Guaccero. Il resto del cast è attualmente via di defizione. Dice Massimo Ranieri, il regista: 'Portare scena, commedia musicale, il film Poveri Ma Belli, grande commedia dedicata a Roma, è impresa abbastanza ardua. Soprattutto per chi, come me, si accge a doverlo dirigere seduto nella platea di quello che è il teatro più famoso Italia (e, forse, Europa) proprio per questo genere di spettacolo. L'tento è quello di proporre al pubblico una storia fatta di sentimenti puri, veri, genui non contamati e mistificati come sono ai nostri giorni.

5 Uno spettacolo fatto di attori, di musica, di balletti, di scenografie e di costumi. Tutte facce della stessa medaglia e tutte importanti allo stesso modo'. In breve la storia. In uno dei più antichi rioni di Roma vivono due giovani bulli, Romolo e Salvatore. Romolo fa il bagno uno stabilimento balneare sul Tevere e Salvatore è commesso un negozio di dischi. I due sono amici timi ed anche le loro famiglie sono tra loro legate. Non lontano dalla loro casa apre bottega un sarto che ha una bella figliola, Giovanna. I due giovani si mettono a fare la corte alla ragazza. Giovanna è dubbio e non sa decidersi. Alla fe si promette a Salvatore, ma quando Romolo fge di uccidersi per il dispiacere, le cose tornano al punto di prima. E così contuerebbero se Giovanna non contrasse un precedente fidanzato, del quale è ancora namorata. Rimasti soli i due ragazzi si accorgono dell'amore provato nei loro confronti dalla sorella dell'amico. Così alla fe Salvatore s'namorerà della sorella di Romolo e Romolo di quella di Salvatore. abbonamento tera stagione da giovedì 22 a domenica 25 gennaio TEATRO DI ROMA ELLEDIEFFE no La compagnia di teatro di luca de filippo FILUMENA MARTURANO di Eduardo De Filippo con LINA SASTRI LUCA DE FILIPPO e NICOLA DI PINTO, ANTONELLA MOREA GIUSEPPE RISPOLI, GIOIA MIALE, DANIELE RUSSO ANTONIO D AVINO, CHIARA DE CRESCENZO, CARMINE BORRINO, SILVIA MAINO luci STEFANO STACCHINI costumi CRISTIANA LAFAYETTE scene ENRICO JOB regia FRANCESCO ROSI Filumena Marturano, donna del popolo, ex prostituta, tolta dal postribolo da un napoletano borghese e benestante, Domenico Soriano, tenuta per venticque anni nella casa di lui come amante, pur se condizioni di feriorità; autrice di uno stratagemma per farsi sposare extremis dall uomo che vuol porre fe al legame perché si è namorato di una giovane che vuole sposare, è una delle commedie che Eduardo defiva commedie sociali. Rapta per la prima volta al Politeama di Napoli il 7 novembre 1946, Filumena Marturano è, delle commedie di Eduardo, la più rapta tutto il mondo. Filumena conduce il filo del dramma con la sapienza e la determazione dovute al sentimento di una maternità tenuta segreta per anni e poi rivelata. Filumena ha tre figli, avuti da tre uomi diversi, li ha voluti, li ha cresciuti, li ha assistiti, rimanendo nell ombra senza mai rivelarsi come madre. Solo di uno è sicura la paternità, il figlio di Domenico Soriano, ma Domenico non lo sa e non lo deve sapere. Quando Filumena decide che lo deve sapere e glielo dirà, non gli dirà altro, chi è, come si chiama, come vive: perché i figli sono figli e devono essere tutti uguali, quelli di cui si conosce la paternità e quelli di cui non la si conosce. La commedia di Eduardo porta al pubblico il problema dei diritti dei figli illegittimi mentre nello stesso tempo l Assemblea Costituente svolgeva un dibattito sulla famiglia e sui figli nati fuori dal matrimonio. La tematica affrontata da Eduardo trova riscontro nell impegno dell Assemblea Costituente e offre materia di riflessione per affrontare il drammatico problema. Il 23 aprile 1947 l Assemblea Costituente approva l articolo che stabilisce il diritto-dovere dei genitori di mantenere, istruire e educare anche i figli nati fuori dal matrimonio. Nel febbraio del 1955 verrà approvata la legge che abolirà l uso dell espressione figlio di N.N.

6 Dimmelo chi è mio figlio, la carne mia, il sangue mio. Me lo devi dire, per te stessa, per non dare l impressione che fai un ricatto, io ti sposo lo stesso, te lo giuro Domenico Soriano non runcia a conoscere di chi è il padre. Filumena ha vto la battaglia, ma non cede: Ti ho voluto bene con tutta la forza della vita mia e come hai voluto tu. Agli occhi miei tu eri un Dio. E ancora ti voglio bene, forse meglio di prima: non me lo chiedere più. Tu devi essere forte. Perché per il bene che ti voglio, perciò ti ho detto non piangere, perché un momento di debolezza E sarebbe la nostra rova, specialmente la tua, soprattutto per te io non te lo dico. Comceresti a pensare: e perché non glielo posso dire che sono il padre? E gli altri due che sono, che diritto hanno?... L ferno. E noi ci dobbiamo solamente voler bene Abbiamo tanto bisogno di volerci bene, tutti quanti. Domenico Soriano sposa Filumena Marturano, i tre figli si chiameranno Soriano, avranno gli stessi diritti tutti e tre, e lo stesso amore. abbonamento tera stagione da giovedì 5 a domenica 8 febbraio abbonamento a 5 spettacoli martedì 3 e mercoledì 4 febbraio KHORA TEATRO ALESSANDRO PREZIOSI AMLETO di William Shakespeare regia ARMANDO PUGLIESE Amleto è un giovane che lotta, con armi impari e proprio con le armi del teatro contro il potere; un potere che nasconde dietro cerimoniali impeccabili, dietro un apparenza accattivante, tutta la sua brutalità e le sue raffate forme di controllo, da un educazione repressiva a un sistema di sorveglianza senza smagliature. Siamo qudi teressati alla dimensione politica e metaforica del testo e dal tentativo di recuperarla tutta la sua attualità, senza facili attualizzazioni. Ben consapevoli che la natura del teatro è comunque poco rassicurante e nasconde trappole. Lo sapeva bene proprio Amleto, che sceglie il teatro per prendere trappola la coscienza del re. L occasione per la messa scena dell Amleto è il 60 anniversario del festival teatrale shakespeariano al Teatro romano di Verona ( 1 luglio 2008). Amleto, oggi Ho udito che delle persone colpevoli, assistendo ad una rapzione, a causa dello stesso artificio messo scena, furono così turbate f dal profondo dell anima da confessare pubblicamente e senza dugio i loro crimi. La rapzione del dramma sarà la cosa con cui coglierò trappola la coscienza del re (W. Shakespeare, Amleto, II,2) Mettere scena Amleto è un tentativo di raccontare con parole potenti come sono quelle di Shakespeare qualcosa che ci riguarda e che riguarda il tempo che stiamo vivendo, il nostro tempo. Attraverso Amleto vogliamo parlare di noi e di oggi con la pretesa di tornare al compito fondamentale del teatro classico e dell arte essere specchio del mondo cui vive e terrogarlo sulle sue questioni essenziali, prendere una distanza proprio per riflettere. Una terrogazione a distanza che nessuno di noi nella quotidianità travolta dal vortice delle cose può avere o avere il tempo di avere. Spesso ci capita di trovarci di fronte, mediaticamente, ad una realtà che ci lascia frustrati come capaci di alterare l orde immorale del succedersi delle cose e tanto è lo sconforto, l impotenza, che ci rende sordi e ciechi verso un Male che abbiamo già riconosciuto, come crepa verticale e profonda della nostra società. Contro il malcostume del nostro tempo il Prcipe di Danimanrca ci mostra il suo lato più debole, aggirare la realtà, rifugiarsi nella sua fragilità, ma consegna allo spettatore una chiave che deve aprire porte rispetto alle quali lo stesso Amleto rimane nascosto.

7 Forza e debolezza, impulsività e calcolo, sensibilità e riflessione: tutto è estremo lui, che con il suo idealismo si pone sulla scena a testimoniare, assieme a un dramma personale, i conflitti e le aspirazioni di ogni giovane contemporaneo che abbia una concezione dell esistenza e tanto debba sperimentarne la corruttibilità. La tragedia classica riscopre la sua forza e la sua attualità, nella non banale cocidenza con la ricorrenza del quarantennale del 68, sottoleando il tema dell atavico conflitto tra padri usurpatori e figli: i primi che non accettano il cambiamento e impongono ai giovani una società ormai superata, e le nuove generazioni, che tentano di non farsi sopraffare da aspettative esagerate e ambizioni irraggiungibili. abbonamento tera stagione da giovedì 19 a domenica 22 febbraio NUOVO TEATRO diretta da Marco Balsamo cooproduzione con GLI IPOCRITI collaborazione con TEATRO ELISEO IL DIO DELLA CARNEFICINA di Yasma Reza con o.a. ANNA BONAIUTO ALESSIO BONI MICHELA CESCON SILVIO ORLANDO scene e costumi GIANNI CARLUCCIO regia ROBERTO ANDO La scrittrice francese Yasma Reza (1959), comcia come attrice lavorando varie spettacoli moderni ma anche classici come Molière e Marivaux. Nel 1987 scrive la sua prima pièce: Conversations après un enterrement (Conversazioni dopo una sepoltura) con cui vce il Molière Award come migliore autore. Traduce La Metamorfosi di Kafka per Roman Polanski per cui viene nomata per il Molière Award come migliore traduttrice. La sua seconda pièce La traversée de l hiver (La traversata dell verno) nel 1990 vce un altro Molière award e il successivo L homme du Hasard (L uomo del caso) riscuote grande successo tutta europa e anche America. Nel 1994 scrive Art (Arte) il capolavoro con cui vce l anno successivo un altro Molière Award come migliore autore, il testo viene riprodotto tutto il mondo e tradotto più di 30 lgue. Tra i lavori più importanti troviamo: Una desolazione, L alba la sera o la notte, Uomi capaci di farsi amare. Nel 2006 arriva Dieu du carnage (Dio della carnefica) messo scena l anno successivo con la regia di Jurge Gosch vce il Viennese Nestroy-Theatreprize come miglior performance lgua tedesca dell anno. Debutta l anno successivo a Londra con la regia di Matthew Warchus, la traduzione di Christopher Hampton, protagonista Ralph Fnes. Il Dio della carnefica racconta la storia di due coppie di genitori che si confrontano sulla questione di come raddrizzare il comportamento ribelle dei propri figli. Ma come andrà a fire? Sarà possibile una discussione calma e civile tra persone adulte? O diventerà una notte di isteria tra sulti, capricci e lacrime? I ragazzi sono ragazzi si sa, ma gli adulti fiscono per comportarsi anche peggio! «In tutto quello che ho scritto, credo che il tempo sia l'unico soggetto. Gli uomi, particolare gli uomi di azione, cercano tutti i modi di distrarsi dalla morte. Intraprendono con essa una corsa perduta e vana ma che può dare l'illusione di vivere. Yasma Reza abbonamento tera stagione da giovedì 5 a domenica 8 marzo

8 abbonamento a 5 spettacoli martedì 3 e mercoledì 4 marzo PRODUZIONE ZOCOTOCO SRL LA SIRENA legge LUCA ZINGARETTI readg dal racconto Lighea di Giuseppe Tomasi di Lampedusa musiche di GERMANO MAZZOCCHETTI drammaturgia e regia di LUCA ZINGARETTI Nel tardo autunno del 1938 due uomi si contrano una Toro a entrambi estranea. Paolo Corbèra è nato a Palermo, giovane laureato Giurisprudenza, lavora come redattore de "La Stampa". Rosario La Ciura è nato ad Aci Castello, ha settantacque anni, ed oltre ad essere senatore, è il più illustre ellenista del tempo, autore di una stimata opera di alta erudizione e di viva poesia. Il primo risiede un modesto alloggio di via Peyron e, deluso da avventure amorose di poco valore, si trova " piena crisi di misantropia". Il secondo vive "un vecchio palazzo malandato" di via Bertola ed è "fagottato un cappotto vecchio con colletto di un astrakan spelacchiato", legge senza tregua riviste straniere, fuma sigari toscani e sputa spesso. I due sconosciuti si contrano un caffé di via Po ("una specie di Ade" o "un adattissimo Limbo") e, a poco a poco, entrano una garbata e cordiale confidenza. Tra riflessioni erudite, dialoghi sagaci, battute cicamente ironiche, i due trascorrono il tempo conversando di letteratura, di antichità, di vecchie e nuove abitudi di vita. In un immagario viaggio, geografico e temporale tra il Nord e il Sud, emerge un mondo costruito sulla passione e l estasi. Alle iziali avventure del giovane con "sgualdrelle ammalate e squallide (...), di un eleganza fatta di cianfrusaglie e di moette apprese al cema, a pesca di bigliettucci di banca untuosi nelle tasche dell amante" si sostituisce, modo tanto suoso quanto dirompente, l amore del vecchio per una creatura dal sorriso che esprime "bestiale gioia di esistere, una quasi diva letizia", dal "profumo mai sentito, un odore magico di mare", dalla voce che pare un canto. Nonostante Giuseppe Tomasi di Lampedusa sia noto soprattutto per Il Gattopardo, se si osserva la pur modesta opera letteraria dell autore, non si può far a meno di annoverare tra i suoi capolavori anche quel piccolo gioiello che è Lighea. Pubblicato postumo nel 1961 per i tipi di Feltrelli, questo racconto affasca sotto numerevoli aspetti. Colpiscono le raffate scelte semantiche che spaziano dall italiano forbito al dialetto popolano, la precisa e attenta costruzione della stassi, le scrupolose descrizioni di luoghi, personaggi, eventi, ma soprattutto sensazioni. Dalle page del racconto ambientato nella fredda Toro emerge con vigore la calda Sicilia: l odore della salsede, il sapore dei ricci di mare, il profumo di rosmaro sui Nèbrodi, il gusto del miele di Melilli, le raffiche di profumo degli agrumeti, "l canto di Castellammare, quando le stelle si specchiano nel mare che dorme e lo spirito di chi è coricato riverso fra i lentischi si perde nel vortice del cielo mentre il corpo, teso e all erta,teme l avvicarsi dei demoni". Di tutte queste sensazioni si arricchisce lo spettacolo La Sirena, accompagnato dalle musiche del Maestro Germano Mazzocchetti, di cui Luca Zgaretti non è solo terprete ma anche curatore della regia e dell adattamento drammaturgico, trova spazio, un percorso tra la carnalità del Presente e la spiritualità dell Antichità, la ricchezza della poesia della terra siciliana su cui sembra palpitare quella melensa e liquorosa stasi del vivere che connota gran parte dei paesaggi e degli uomi. abbonamento tera stagione da giovedì 12 a domenica 15 marzo

9 ALTERA ACTIONE RISVEGLIO DI PRIMAVERA (1891) di Frank Wedekd Traduzione e adattamento di Lorenzo Amato regia LORENZO AMATO La solitude degli adolescenti, il dramma della crescita nell assenza di terlocutori adeguati. Genitori all epoca repressivi, oggi distrattamente superficiali, istituzione scolastica che non dava e contua a non dare risposte sufficienti e le evitabili tragiche conseguenze (suicidi gratuiti, esperienze sessuali malate) sono le prcipali tematiche di Risveglio di Primavera. F.Wedekd, a soli 27 anni, denunciava lo smarrimento adolescenziale di fronte alle prime pulsioni sessuali, alle prorompenti energie vitali che, ignorate o mal tollerate dagli adulti, possono esplodere direzioni drammatiche. La mia traduzione-adattamento ha avuto come scopo primario la portabilità scena di un testo altrimenti oggigiorno non rapbile (37 personaggi, 19 ambienti diversi). Inoltre, si è prefisso di alleggerire il dramma origale soprattutto dalle sue abbondanti note grottesche spesso forzate, artificiose e bozzettistiche, per concentrare vece l attenzione sulle vicende dei giovani protagonisti. Questa operazione sul testo, ha costituito un punto di partenza sul quale sono tervenuto sieme agli attori per assicurare la massima efficacia e resa sul pubblico che per me resta il fe di qualunque messa scena. Il lguaggio utilizzato è alto, spesso poetico, carico di sospensioni ed accenti enfatici che, se da una parte rendono bene il disorientamento dei giovani protagonisti, dall altra sembrano voler nascondere od abbellire istti e pulsioni di cui si ha paura. E stato per me importante cercare di aiutare il più possibile i giovani protagonisti a penetrare questo lguaggio, da loro percepito come vico, per le tematiche ancora così tragicamente attuali, ma, allo stesso tempo, tremendamente distante per costruzione stattica e scelta di vocaboli, e a farlo vivere con tutta la forza che possiede. Per quanto riguarda la messa scena, la mia prima preoccupazione è stata quella di cercare di rendere fluido e contuo il susseguirsi delle brevi e numerose scene che compongono quest opera, elimando la divisione origaria tre atti, ed evitando il più possibile di serire il buio tra una scena e l altra. Ho cercato somma di creare una sorta di lungo piano sequenza, dove l azione si svolgesse senza terruzioni, e gli eventi precipitassero esorabilmente verso il tragico fale. Per fare questo, già molto tempo prima di comciare le prove, avevo disegnato un vero e proprio story board di tipo cematografico dell tera messa scena, che ha costituito la base di quella che, grazie alla creatività di Crista Gaetano, è diventata la scenografia vera e propria dello spettacolo. Insieme, siamo gradualmente arrivati alla defizione di uno spazio scenico allo stesso tempo realistico (costumi, elementi d arredo e decorativi d epoca) e fantastico: lo spettatore è come se vedesse attraverso una lente d grandimento la stanza di un bambo lasciato crescere solitude e poi abbandonato. La natura, fuori controllo, proprio come gli impulsi dei giovani protagonisti, si è impadronita di questa stanza, penetrandone il pavimento, sfondando soffitti e pareti. All terno di questo ambiente fantastico, i personaggi degli adulti hanno occupato quella che doveva essere una casetta giocattolo del bambo, uno spazio angusto, una gabbia senza vie d uscita, dove crescono ed educano i loro figli come uccelli una voliera. Solo ai giovani è consentito agire negli altri spazi, ma la loro libertà di movimento è solo apparente ed è comunque segnata da un desto tragico: il precipizio evitabile per chi, pur avendo le ali, non hai mai avuto nessuno che gli segnasse a volare. Lorenzo Amato abbonamento tera stagione da giovedì 26 a domenica 29 marzo

Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro

Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro Il romanzo Tra donne sole è stato scritto da Pavese quindici mesi prima della sua morte, nel 1949. La protagonista, Clelia, è una

Dettagli

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a Ci situiamo Probabilmente alla tua età inizi ad avere chiaro chi sono i tuoi amici, non sempre è facile da discernere. Però una volta chiaro,

Dettagli

Dov eri e cosa facevi?

Dov eri e cosa facevi? Funzioni comunicative Produzione libera 15 marzo 2012 Livello B1 Dov eri e cosa facevi? Funzioni comunicative Descrivere, attraverso l uso dell imperfetto, azioni passate in corso di svolgimento. Materiale

Dettagli

Ogni riferimento a fatti realmente accaduti e/o a persone realmente esistenti è da ritenersi puramente casuale.

Ogni riferimento a fatti realmente accaduti e/o a persone realmente esistenti è da ritenersi puramente casuale. Vite a mezz aria Ogni riferimento a fatti realmente accaduti e/o a persone realmente esistenti è da ritenersi puramente casuale. Giuseppe Marco VITE A MEZZ ARIA Romanzo www.booksprintedizioni.it Copyright

Dettagli

" CI SON DUE COCCODRILLI... "

 CI SON DUE COCCODRILLI... PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE CATTOLICA ANNO SCOLASTICO 2014-2015 " CI SON DUE COCCODRILLI... " Le attività in ordine all'insegnamento della religione cattolica, per coloro che se ne avvalgono, offrono

Dettagli

CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO

CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO Art. 1 - L, con sede sociale in Villaricca (Napoli), alla

Dettagli

33. Dora perdona il suo pessimo padre

33. Dora perdona il suo pessimo padre 33. Dora perdona il suo pessimo padre Central do Brasil (1998) di Walter Salles Il film racconta la storia di una donna cinica e spietata che grazie all affetto di un bambino ritrova la capacità di amare

Dettagli

Proposta per un Nuovo Stile di Vita.

Proposta per un Nuovo Stile di Vita. UNA BUONA NOTIZIA. I L M O N D O S I P U ò C A M B I A R E Proposta per un Nuovo Stile di Vita. Noi giovani abbiamo tra le mani le potenzialità per cambiare questo mondo oppresso da ingiustizie, abusi,

Dettagli

Tredici fotografi per un itinerario pasoliniano (e altre storie) a cura di Italo Zannier. Savignano SI FEST 2014. di Marcello Tosi

Tredici fotografi per un itinerario pasoliniano (e altre storie) a cura di Italo Zannier. Savignano SI FEST 2014. di Marcello Tosi Tredici fotografi per un itinerario pasoliniano (e altre storie) Savignano SI FEST 2014 a cura di Italo Zannier di Io sono una forza della natura.. Io sono una forza del Passato. Solo nella tradizione

Dettagli

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso LIBERI PENSIERI PER LIBERI SENTIMENTI La riflessione circa In viaggio verso l incontro come ci è stato proposto, nasce attorno alla lettura del romanzo : C è nessuno?

Dettagli

23 APRILE 2015 L IDEA

23 APRILE 2015 L IDEA IL PROGETTO 23 APRILE 2015 L IDEA Il 23 aprile è la Giornata mondiale del libro e del diritto d autore, è il giorno di San Giorgio a Barcellona, è il giorno della World Book Night in Inghilterra, è il

Dettagli

TELEFONO AZZURRO. dedicato ai bambini COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO?

TELEFONO AZZURRO. dedicato ai bambini COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO? COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO? 1 Ehi, ti e mai capitato di assistere o essere coinvolto in situazioni di prepotenza?... lo sai cos e il bullismo? Prova a leggere queste pagine. Ti potranno essere utili.

Dettagli

Esser Genitori dei Bambini Indaco e Cristallo: Crescerli col Cuore

Esser Genitori dei Bambini Indaco e Cristallo: Crescerli col Cuore Esser Genitori dei Bambini Indaco e Cristallo: Crescerli col Cuore Crescere un bambino Indaco o Cristallo è un privilegio speciale in questo momento di turbolenze e cambiamenti. Come genitori, state contribuendo

Dettagli

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento.

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento. DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento Anno 2014 (B) E nato per tutti; è nato per avvolgere il mondo in un abbraccio

Dettagli

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Commento al Vangelo Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione fra Luca Minuto Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Dal Vangelo secondo Matteo In quel tempo, gli undici discepoli andarono in Galilea, sul monte

Dettagli

Adorazione Eucaristica. Dio ci ama

Adorazione Eucaristica. Dio ci ama Adorazione Eucaristica a cura di Don Luigi Marino Guida: C è un esperienza che rivela il potere unificante e trasformante dell amore, ed è l innamoramento, descritto in modo splendido nel Cantico dei Cantici.

Dettagli

DA CHE PARTE STARE. dagli 11 anni ALBERTO MELIS

DA CHE PARTE STARE. dagli 11 anni ALBERTO MELIS PIANO DI LETTURA dagli 11 anni DA CHE PARTE STARE ALBERTO MELIS Illustrazioni di Paolo D Altan Serie Rossa n 78 Pagine: 144 Codice: 566-3117-3 Anno di pubblicazione: 2013 L AUTORE Alberto Melis, insegnante,

Dettagli

Dalla lettura di una poesia del libro di testo. Un ponte tra i cuori

Dalla lettura di una poesia del libro di testo. Un ponte tra i cuori 1 Dalla lettura di una poesia del libro di testo Un ponte tra i cuori Manca un ponte tra i cuori, fra i cuori degli uomini lontani, fra i cuori vicini, fra i cuori delle genti, che vivono sui monti e sui

Dettagli

(da I Malavoglia, cap. XV)

(da I Malavoglia, cap. XV) 4. GIOVANNI VERGA (ANALISI DEL TESTO) L addio di Ntoni Una sera, tardi, il cane si mise ad abbaiare dietro l uscio del cortile, e lo stesso Alessi, che andò ad aprire, non riconobbe Ntoni il quale tornava

Dettagli

E vestirti coi vestiti tuoi DO#-7 SI4 dai seguimi in ciò che vuoi. e vestirti coi vestiti tuoi

E vestirti coi vestiti tuoi DO#-7 SI4 dai seguimi in ciò che vuoi. e vestirti coi vestiti tuoi SOGNO intro: FA#4/7 9 SI4 (4v.) SI4 DO#-7 Son bagni d emozioni quando tu FA# sei vicino sei accanto SI4 DO#-7 quando soltanto penso che tu puoi FA# FA#7/4 FA# SI trasformarmi la vita. 7+ SI4 E vestirti

Dettagli

2 e3 anno I GIORNI DELLA TARTARUGA. ROMANZO A SFONDO SOCIALE Una storia di bullismo e disagio giovanile, appassionante e coivolgente.

2 e3 anno I GIORNI DELLA TARTARUGA. ROMANZO A SFONDO SOCIALE Una storia di bullismo e disagio giovanile, appassionante e coivolgente. 2 e3 anno narrativa CONTEMPORAN scuola second. di I grado EA I GIORNI DELLA TARTARUGA ROMANZO A SFONDO SOCIALE Una storia di bullismo e disagio giovanile, appassionante e coivolgente. AUTORE: C. Elliott

Dettagli

El valor de ser padre y de ser madre -----

El valor de ser padre y de ser madre ----- El valor de ser padre y de ser madre ----- San Luis, 27 de Octubre 2012 Vengo da un continente dove esiste una vera crisi della paternità. La figura del padre non è molto precisa, la sua autorità naturale

Dettagli

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI (Gv 3, 17b) Ufficio Liturgico Diocesano proposta di Celebrazione Penitenziale comunitaria nel tempo della Quaresima 12 1 2 11 nella lode perenne del tuo nome

Dettagli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli Siamo abituati a pensare al Natale come una festa statica, di pace, tranquillità, davanti

Dettagli

DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI. Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013

DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI. Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013 DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013 Cari catechisti, buonasera! Mi piace che nell Anno della fede ci

Dettagli

Cultura, creatività e sviluppo sostenibile

Cultura, creatività e sviluppo sostenibile Cultura, creatività e sviluppo sostenibile Forse sarebbe necessario che iniziassi correggendo il titolo di questa mia breve introduzione: non cultura, creatività e sviluppo sostenibile, ma cultura globalizzata,

Dettagli

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI La mia casa ideale è vicino al mare. Ha un salotto grande e luminoso con molte poltrone comode e un divano grande e comodo.

Dettagli

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di 1 Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di N. e N. 2 Celebrare un anniversario non significa rievocare in modo nostalgico una avvenimento del passato, ma celebrare nella lode e nel rendimento

Dettagli

Bambini oppositivi e provocatori 9 regole per sopravvivere!

Bambini oppositivi e provocatori 9 regole per sopravvivere! Anna La Prova Bambini oppositivi e provocatori 9 regole per sopravvivere! Chi sono i bambini Oppositivi e Provocatori? Sono bambini o ragazzi che sfidano l autorità, che sembrano provare piacere nel far

Dettagli

Parte Prima: DALL MASCHERA NEUTRA AL NASO ROSSO: L attore alla scoperta del proprio Clown. di Giovanni Fusetti

Parte Prima: DALL MASCHERA NEUTRA AL NASO ROSSO: L attore alla scoperta del proprio Clown. di Giovanni Fusetti Giovanni Fusetti racconta il ruolo del Clown nella sua pedagogia teatrale Articolo apparso sulla rivista del Piccolo Teatro Sperimentale della Versilia Parte Prima: DALL MASCHERA NEUTRA AL NASO ROSSO:

Dettagli

7ª tappa È il Signore che apre i cuori

7ª tappa È il Signore che apre i cuori Centro Missionario Diocesano Como 7 incontro di formazione per commissioni, gruppi e associazioni missionarie 3 anno Aprile 2009 Paolo: la Parola di Dio non è incatenata 7ª tappa È il Signore che apre

Dettagli

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7.

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 2 Dov è Piero Ferrari e perché non arriva E P I S O D I O 25 Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 1 Leggi più volte il testo e segna le risposte corrette. 1. Piero abita in un appartamento

Dettagli

Giro, ghirotondo e altre storie ortografiche

Giro, ghirotondo e altre storie ortografiche Giro, ghirotondo e altre storie ortografiche Strumenti per la didattica, l educazione, la riabilitazione, il recupero e il sostegno Collana diretta da Dario Ianes Rossana Colli e Cosetta Zanotti Giro,

Dettagli

Fiorella Mannoia - Quello che le donne non dicono

Fiorella Mannoia - Quello che le donne non dicono Fiorella Mannoia - Quello che le donne non dicono Contenuti: competenza lessicale: espressioni lessicali e metaforiche; competenza grammaticale: ripresa dei pronomi diretti e indiretti; competenza pragmatica:

Dettagli

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore.

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore. Commozione Si commuove il corpo. A sorpresa, prima che l opportunità, la ragionevolezza, la buona educazione, la paura, la fretta, il decoro, la dignità, l egoismo possano alzare il muro. Si commuove a

Dettagli

Per un Expo che getti un seme contro la fame nel mondo

Per un Expo che getti un seme contro la fame nel mondo Per un Expo che getti un seme contro la fame nel mondo Il primo maggio 2015 si inaugura a Milano l EXPO, un contenitore di tematiche grandi come l universo: "Nutrire il pianeta. Energia per la vita. Una

Dettagli

LA TEORIA DEL CUCCHIAIO

LA TEORIA DEL CUCCHIAIO 90 ICARO MAGGIO 2011 LA TEORIA DEL CUCCHIAIO di Christine Miserandino Per tutti/e quelli/e che hanno la vita "condizionata" da qualcosa che non è stato voluto. La mia migliore amica ed io eravamo nella

Dettagli

AZIONE CATTOLICA ADOLESCENTI ITINERARIO FORMATIVO SKYSCRAPER SECOND GUIDA PER L EDUCATORE

AZIONE CATTOLICA ADOLESCENTI ITINERARIO FORMATIVO SKYSCRAPER SECOND GUIDA PER L EDUCATORE AZIONE CATTOLICA ADOLESCENTI ITINERARIO FORMATIVO SKYSCRAPER SECOND GUIDA PER L EDUCATORE Presentazione La guida dell educatore vuole essere uno strumento agile per preparare gli incontri con i ragazzi.

Dettagli

IndICe. 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza ItalIana

IndICe. 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza ItalIana IndICe prefazione 3 Buon compleanno!! 5 chi è cittadino italiano per la legge? 6 cosa significa diventare cittadino italiano? 7 come muoverti? 8 senza cittadinanza 9 devi sapere 11 Prefazione Cari ragazzi,

Dettagli

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE AzioneCattolicaItaliana ACR dell ArcidiocesidiBologna duegiornidispiritualitàinavvento CONMARIA PREPARIAMOCIADACCOGLIEREILSIGNORE Tutta l Azione Cattolica ha come tema dell anno l accoglienza. Anche la

Dettagli

====================================================== GIOVEDI SANTO (MESSA DEL CRISMA) ======================================================

====================================================== GIOVEDI SANTO (MESSA DEL CRISMA) ====================================================== -------------------------------------------------- LA LITURGIA DEL GIORNO www.lachiesa.it/liturgia ====================================================== GIOVEDI SANTO (MESSA DEL CRISMA) ======================================================

Dettagli

Frisch. unità 1. 1 Leggi il testo

Frisch. unità 1. 1 Leggi il testo unità 1 1 Leggi il testo Frisch Frisch era un abitudinario, come lo sono del resto quasi tutte le persone della sua età. Ogni mattina nei tre giorni che passava alla villa si alzava puntualmente alle sette

Dettagli

J. Delors NELL EDUCAZIONE UN TESORO. Rapporto all UNESCO della Commissione Internazionale sull Educazione per il XXI secolo

J. Delors NELL EDUCAZIONE UN TESORO. Rapporto all UNESCO della Commissione Internazionale sull Educazione per il XXI secolo J. Delors NELL EDUCAZIONE UN TESORO Rapporto all UNESCO della Commissione Internazionale sull Educazione per il XXI secolo L utopia dell educazione L educazione è un mezzo prezioso e indispensabile che

Dettagli

Una Pulce sull Albero di Babbo Natale?

Una Pulce sull Albero di Babbo Natale? Una Pulce sull Albero di Babbo Natale? Copione natalizio in rima per i bambini della Scuola dell Infanzia. Autore: Silvia Di Castro (Bisia) UNA PULCE SULL ALBERO DI BABBO NATALE? 1 Copione natalizio in

Dettagli

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini Associazione ALE G. dalla parte dei bambini Comune di OSNAGO AI BAMBINI E ALLE BAMBINE Il 20 novembre 1989 è entrata in vigore

Dettagli

Ci relazioniamo dunque siamo

Ci relazioniamo dunque siamo 7_CECCHI.N 17-03-2008 10:12 Pagina 57 CONNESSIONI Ci relazioniamo dunque siamo Curiosità e trappole dell osservatore... siete voi gli insegnanti, mi insegnate voi, come fate in questa catastrofe, con il

Dettagli

Corona Biblica. per chiedere a Dio, per intercessione di Maria santissima, il dono della maternità e della paternità

Corona Biblica. per chiedere a Dio, per intercessione di Maria santissima, il dono della maternità e della paternità Corona Biblica per chiedere a Dio, per intercessione di Maria santissima, il dono della maternità e della paternità Imprimatur S. E. Mons. Angelo Mascheroni, Ordinario Diocesano Curia Archiepiscopalis

Dettagli

LUPI DIETRO GLI ALBERI

LUPI DIETRO GLI ALBERI dai 7 anni LUPI DIETRO GLI ALBERI Roberta Grazzani Illustrazioni di Franca Trabacchi Serie Azzurra n 133 Pagine: 176 Codice: 978-88-566-2952-1 Anno di pubblicazione: 2014 L Autrice Scrittrice milanese

Dettagli

Fin dove andrà il clonaggio?

Fin dove andrà il clonaggio? Fin dove andrà il clonaggio? Mark Post, il padrone della sezione di fisiologia dell Università di Maastricht, nei Paesi Bassi, ha dichiarato durante una conferenza tenuta a Vancouver, in Canada, che aveva

Dettagli

Un workshop eccezionale

Un workshop eccezionale Un posto splendido Ischia, l isola bella nel Golfo di Napoli, nata da un vulcano. Al sud dell Isola si trova un albergo in mezzo alla natura, 200 m sopra il mare, in un giardino romantico con le palme,

Dettagli

L UNIONE EUROPEA. L Unione europea, invece, è una grande famiglia di 27 Stati 1 europei con più di 450 milioni di abitanti

L UNIONE EUROPEA. L Unione europea, invece, è una grande famiglia di 27 Stati 1 europei con più di 450 milioni di abitanti L UNIONE EUROPEA Prima di iniziare è importante capire la differenza tra Europa e Unione europea. L Europa è uno dei cinque continenti, insieme all Africa, all America, all Asia e all Oceania. Esso si

Dettagli

UN MONDO MIGLIORE: ne abbiamo il diritto

UN MONDO MIGLIORE: ne abbiamo il diritto Provincia di Ravenna Album fotografico UN MONDO MIGLIORE: ne abbiamo il diritto CONSIGLI/CONSULTE DEI COMUNI PARTECIPANTI SCUOLA Consulta ragazzi di Alfonsine Michelacci Andrea Scuola Primaria "Matteotti

Dettagli

Sac. Don Giuseppe Pignataro. L oratorio: centro del suo cuore

Sac. Don Giuseppe Pignataro. L oratorio: centro del suo cuore Sac. Don Giuseppe Pignataro L oratorio: centro del suo cuore L'anima del suo apostolato di sacerdote fu l'oratorio: soprattutto negli anni di Resina, a Villa Favorita per circa un decennio, dal 1957 al

Dettagli

CONCERTO/ SPETTACOLO MUSICALE SULLA GRANDE GUERRA

CONCERTO/ SPETTACOLO MUSICALE SULLA GRANDE GUERRA CORO VALCAVASIA Cavaso del Tomba (TV) CONCERTO/ SPETTACOLO MUSICALE SULLA GRANDE GUERRA chi siamo Il progetto sulla grande guerra repertorio discografia recapiti, contatti Chi siamo Il coro Valcavasia

Dettagli

GRUPPO TEATRALE STAGIONE TEATRALE 2011-2012

GRUPPO TEATRALE STAGIONE TEATRALE 2011-2012 GRUPPO TEATRALE STAGIONE TEATRALE 2011-2012 Che gibilée per quatter ghej! Con tutt el ben che te voeuri Il mercante di schiavi Qui si fa l Italia L ultimo arrivato e tutti sognano Chi la fa la spunti Chi

Dettagli

OGGETTO Proposta Spettacoli

OGGETTO Proposta Spettacoli O n a r t s d i Soc.Coop.Artemente Via Ronchi 12, Ca tania Fax 095.2935784 Mobile 320 0752460 www.onarts.net - info@onarts.net OGGETTO Proposta Spettacoli Con la presente siamo lieti di presentarvi le

Dettagli

ISBN-88-89285-12-5 978-88-89285-12-1

ISBN-88-89285-12-5 978-88-89285-12-1 ISBN-88-89285-12-5 978-88-89285-12-1 Comitato Italiano per l UNICEF Onlus Direzione Attivita` culturali e Comunicazione Via Palestro, 68-00185 Roma tel. 06478091 - fax 0647809270 scuola@unicef.it pubblicazioni@unicef.it

Dettagli

Didattica per l Eccellenza. Libertà va cercando, ch è sì cara L esperienza della libertà. Romanae Disputationes

Didattica per l Eccellenza. Libertà va cercando, ch è sì cara L esperienza della libertà. Romanae Disputationes Didattica per l Eccellenza Libertà va cercando, ch è sì cara L esperienza della libertà Romanae Disputationes Concorso Nazionale di Filosofia 2014-2015 OBIETTIVI DEL CONCORSO Il Concorso Romanae Disputationes

Dettagli

Guai a me se non predicassi il Vangelo

Guai a me se non predicassi il Vangelo Guai a me se non predicassi il Vangelo (1 Cor 9,16) Io dunque corro 1 Cor 9,26 La missione del catechista come passione per il Vangelo Viaggio Esperienza L esperienza di Paolo è stata accompagnata da un

Dettagli

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti,

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, si è conclusa con una lezione aperta per i genitori.

Dettagli

Gira gira il mestolo NIDO INFANZIA POLLICINO. Documentazione Progetto per lo Sviluppo e l Apprendimento a/s 2012/13

Gira gira il mestolo NIDO INFANZIA POLLICINO. Documentazione Progetto per lo Sviluppo e l Apprendimento a/s 2012/13 Gira gira il mestolo NIDO INFANZIA POLLICINO Documentazione Progetto per lo Sviluppo e l Apprendimento a/s 2012/13 INDICE Le tante facce della documentazione Pag.3 Il progetto per lo sviluppo e l apprendimento

Dettagli

La Convenzione Onu sui diritti dei bambini I DIRITTI DEI BAMBINI NELLA VITA DI OGNI GIORNO

La Convenzione Onu sui diritti dei bambini I DIRITTI DEI BAMBINI NELLA VITA DI OGNI GIORNO La Convenzione Onu sui diritti dei bambini I DIRITTI DEI BAMBINI NELLA VITA DI OGNI GIORNO Che cos è la Convenzione Onu sui diritti dei bambini? La Convenzione sui diritti dei bambini è un accordo delle

Dettagli

Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone opere e di intensa carità. Papa Giovanni XXIII (28 dicembre 1958)

Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone opere e di intensa carità. Papa Giovanni XXIII (28 dicembre 1958) NOTIZIARIO PARROCCHIALE Anno XC - N 8 dicembre 2012 - L Angelo in Famiglia Pubbl. mens. - Sped. abb. post. 50% Bergamo Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone

Dettagli

IL RIMARIO IL RICALCO

IL RIMARIO IL RICALCO Preparare un rimario: IL RIMARIO - gli alunni, a coppie o singolarmente, scrivono su un foglio alcune parole con una determinata rima; - singolarmente, scelgono uno dei fogli preparati e compongono nonsense

Dettagli

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Informazioni e consigli per chi vive accanto ad una persona con problemi di alcol L alcolismo è una malattia che colpisce anche il contesto famigliare

Dettagli

VIAGGIANDO CON LA NATURA

VIAGGIANDO CON LA NATURA VIAGGIANDO CON LA NATURA Il progetto intende, attraverso l esplorazione del mondo naturale (terra, acqua, aria e fuoco) sistematizzare le conoscenze per comprendere l organizzazione dell ecosistema naturale.

Dettagli

Esecuzione e Interpretazione / CHITARRA

Esecuzione e Interpretazione / CHITARRA Graduatoria Docenti aspiranti all UTILIZZAZIONE nei LICEI MUSICALI Anno Scolastico 0/ Esecuzione e Interpretazione / CHITARRA sul posto o sulla quota orario assegnata nell anno scolastico 0/ (docenti titolari

Dettagli

Oleggio, 25/12/2009. Natività- Dipinto del Ghirlandaio

Oleggio, 25/12/2009. Natività- Dipinto del Ghirlandaio 1 Oleggio, 25/12/2009 NATALE DEL SIGNORE Letture: Isaia 9, 1-6 Salmo 96 Tito 2, 11-14 Vangelo: Luca 2, 1-14 Cantori dell Amore Natività- Dipinto del Ghirlandaio Ci mettiamo alla Presenza del Signore, in

Dettagli

grafica editoriale / biennio lunedì 29 giugno 2015 ore 8:20

grafica editoriale / biennio lunedì 29 giugno 2015 ore 8:20 grafica editoriale / biennio lunedì 29 giugno 2015 ore 8:20 Sortino Consuelo Pisano Antonino Impellizzeri Giulia Petriglieri Emilio Silvestro Federica Ciadamidaro Rocco graphic design 3 / triennio lunedì

Dettagli

SIGNIFICATO LETTERALE E SIGNIFICATO METAFORICO. Indica per ogni coppia di frasi, quando la parola in stampato maiuscolo ha SIGNIFICATO

SIGNIFICATO LETTERALE E SIGNIFICATO METAFORICO. Indica per ogni coppia di frasi, quando la parola in stampato maiuscolo ha SIGNIFICATO SIGNIFICATO LETTERALE E SIGNIFICATO METAFORICO Indica per ogni coppia di frasi, quando la parola in stampato maiuscolo ha SIGNIFICATO LETTERALE e quando ha SIGNIFICATO METAFORICO (FIGURATO). Questa non

Dettagli

Amare e far AMARE GESÙ. Borrelli. Truffelli. Approfondimento su Incontriamo Gesù. Orientamenti per l annuncio e la catechesi in Italia ANNA TERESA

Amare e far AMARE GESÙ. Borrelli. Truffelli. Approfondimento su Incontriamo Gesù. Orientamenti per l annuncio e la catechesi in Italia ANNA TERESA EDUCARE OGGI/9 A CURA DI ANNA TERESA Borrelli PREFAZIONE DI MATTEO Truffelli Amare e far AMARE GESÙ CONTRIBUTI DI: Marco Ghiazza Luca Marcelli Paolo e Rita Seghedoni Marcello Semeraro Lucio Soravito De

Dettagli

PRUEBA COMÚN PRUEBA 201

PRUEBA COMÚN PRUEBA 201 PRUEBA DE ACCESO A LA UNIVERSIDAD MAYORES DE 25 Y 45 AÑOS PRUEBA COMÚN PRUEBA 201 PRUEBA 2013ko MAIATZA MAYO 2013 L incontro con Guido Dorso Conobbi Dorso quando ero quasi un ragazzo. Ricordo che un amico

Dettagli

2- Quando entrambi hanno una vita di coppia soddisfacente per cui si vive l amicizia in modo genuino e disinteressato

2- Quando entrambi hanno una vita di coppia soddisfacente per cui si vive l amicizia in modo genuino e disinteressato L amicizia tra uomo e donna. Questo tipo di relazione può esistere? Che rischi comporta?quali sono invece i lati positivi? L amicizia tra uomini e donne è possibile solo in età giovanile o anche dopo?

Dettagli

Tavola n. 20 Titolo: Peccato che sia una puttana Anno di produzione 2014 Tecnica mista su cartoncino Dimensioni: 55 cm x 34,5 Costo: 2850 euro

Tavola n. 20 Titolo: Peccato che sia una puttana Anno di produzione 2014 Tecnica mista su cartoncino Dimensioni: 55 cm x 34,5 Costo: 2850 euro Tavola n. 20 Titolo: Peccato che sia una puttana Dimensioni: 55 cm x 34,5 Costo: 2850 euro Tavola n. 30 Titolo: Presunte avventure di Lucrezia e Cesare Dimensioni: 50 cm x 35 cm Costo: 2625 euro Tavola

Dettagli

COSCIENZA COSMICA. FIRMAMENTO: Quant è grande un milione? 2012/13 novembre-dicembre 2012 Istituto Comprensivo Statale PETRITOLI

COSCIENZA COSMICA. FIRMAMENTO: Quant è grande un milione? 2012/13 novembre-dicembre 2012 Istituto Comprensivo Statale PETRITOLI COSCIENZA COSMICA FIRMAMENTO: Quant è grande un milione? Dati identificativi ANNO SCOLASTICO periodo SCUOLA DOCENTI COINVOLTI ORDINE SCUOLA DESTINATARI FORMATRICI 2012/13 novembre-dicembre 2012 Istituto

Dettagli

PRONOMI DIRETTI (oggetto)

PRONOMI DIRETTI (oggetto) PRONOMI DIRETTI (oggetto) - mi - ti - lo - la - La - ci - vi - li - le La è la forma di cortesia. Io li incontro spesso. (gli amici). Non ti sopporta più. (te) Lo legge tutti i giorni. (il giornale). La

Dettagli

BANDO. II CONCORSO LETTERARIO - EDIZIONE 2015 Promosso dall Associazione Culturale Amico Libro in collaborazione con Fondazione Paolo Ferraris

BANDO. II CONCORSO LETTERARIO - EDIZIONE 2015 Promosso dall Associazione Culturale Amico Libro in collaborazione con Fondazione Paolo Ferraris BANDO II CONCORSO LETTERARIO - EDIZIONE 2015 Promosso dall Associazione Culturale Amico Libro in collaborazione con Fondazione Paolo Ferraris Spiegami i diritti dell uomo: diritto all Educazione, diritto

Dettagli

Livello CILS A2. Test di ascolto

Livello CILS A2. Test di ascolto Livello CILS A2 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

DALL ALTRA PARTE DEL MARE

DALL ALTRA PARTE DEL MARE PIANO DI LETTURA dai 9 anni DALL ALTRA PARTE DEL MARE ERMINIA DELL ORO Illustrazioni di Giulia Sagramola Serie Arancio n 149 Pagine: 128 Codice: 566-3278-1 Anno di pubblicazione: 2013 L AUTRICE La scrittrice

Dettagli

Il colore dei miei pensieri. Pierluigi De Rosa

Il colore dei miei pensieri. Pierluigi De Rosa Il colore dei miei pensieri Pierluigi De Rosa Il colore dei miei pensieri Pierluigi De Rosa 2007 Scrivere.info Tutti i diritti di riproduzione, con qualsiasi mezzo, sono riservati. In copertina: Yacht

Dettagli

IC n 5 L.Coletti. Progetto GREEN SCHOOL. Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola

IC n 5 L.Coletti. Progetto GREEN SCHOOL. Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola IC n 5 L.Coletti Progetto GREEN SCHOOL Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola GREEN SCHOOL Principio fondante del Progetto GREEN SCHOOL..Coniugare conoscenza, ambiente, comportamenti nell

Dettagli

STAGIONE 2014-2015 IL VISITATORE. di Éric-Emmanuel Schmitt traduzione e adattamento Valerio Binasco. e con

STAGIONE 2014-2015 IL VISITATORE. di Éric-Emmanuel Schmitt traduzione e adattamento Valerio Binasco. e con STAGIONE 2014-2015 IL VISITATORE di Éric-Emmanuel Schmitt traduzione e adattamento Valerio Binasco Alessandro Haber Alessio Boni Nicoletta Robello Bracciforti e con Regia Valerio Binasco Musiche Arturo

Dettagli

Campo d esperienza: IL SE E L ALTRO

Campo d esperienza: IL SE E L ALTRO Campo d esperienza: IL SE E L ALTRO 1. Il bambino sviluppa il senso dell identità personale, è consapevole delle proprie esigenze e dei propri sentimenti, sa controllarli ed esprimerli in modo adeguato

Dettagli

SOTTO LO STESSO TETTO: La classe 4A presenta:

SOTTO LO STESSO TETTO: La classe 4A presenta: SOTTO LO STESSO TETTO: Gender MainstreaMinG e valorizzazione delle differenze a scuola La classe 4A presenta: Tutti diversi... ma uguali ;-) Nell'anno scolastico 2014/15 la classe 4A dell'i.c. Via d'avarna,

Dettagli

PROGETTO internazionale di TEATRODANZA 26/ 31 maggio 2014 TEATRO MASSIMO DI CAGLIARI A cura di Ars et Inventio

PROGETTO internazionale di TEATRODANZA 26/ 31 maggio 2014 TEATRO MASSIMO DI CAGLIARI A cura di Ars et Inventio GENER-AZIONI PROGETTO internazionale di TEATRODANZA 26/ 31 maggio 2014 TEATRO MASSIMO DI CAGLIARI A cura di Ars et Inventio Con il sostegno di Circuito Regionale Danza in Sardegna, Associazione Enti Locali

Dettagli

SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA

SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA LIBRO IN ASSAGGIO SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA DI ROBERT L. LEAHY INTRODUZIONE Le sette regole delle persone molto inquiete Arrovellarvi in continuazione, pensando e ripensando al peggio, è la

Dettagli

LA RICERCA DI DIO. Il vero aspirante cerca la conoscenza diretta delle realtà spirituali

LA RICERCA DI DIO. Il vero aspirante cerca la conoscenza diretta delle realtà spirituali LA RICERCA DI DIO Gradi della fede in Dio La maggior parte delle persone non sospetta nemmeno la reale esistenza di Dio, e naturalmente non s interessa molto a Dio. Ce ne sono altre che, sotto l influsso

Dettagli

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Rilevazione degli apprendimenti PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Anno Scolastico 2011 2012 PROVA DI ITALIANO Scuola Primaria Classe Seconda Spazio per l etichetta autoadesiva ISTRUZIONI

Dettagli

CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO

CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO I. Il bambino gioca in modo costruttivo e creativo con gli altri, sa argomentare, confrontarsi, sostenere le proprie ragioni con adulti e bambini. I I. Sviluppa il

Dettagli

Porto di mare senz'acqua

Porto di mare senz'acqua Settembre 2014 Porto di mare senz'acqua Nella comunità di Piquiá passa un onda di ospiti lunga alcuni mesi Qualcuno se ne è già andato. Altri restano a tempo indeterminato D a qualche tempo a questa parte,

Dettagli

storia dell umanità sarebbe veramente molto triste.

storia dell umanità sarebbe veramente molto triste. FIGLI DI DIO Cosa significa essere un figlio di Dio? E importante essere figli di Dio? Se sono figlio di Dio che differenza fa nella mia vita quotidiana? Queste sono questioni importanti ed è fondamentale

Dettagli

Concorso "La Fiorentina che vorrei". Chiara Portone (2^D) partecipa con questo bellissimo testo.

Concorso La Fiorentina che vorrei. Chiara Portone (2^D) partecipa con questo bellissimo testo. Concorso "La Fiorentina che vorrei". Chiara Portone (2^D) partecipa con questo bellissimo testo. Mi chiamo Chiara abito a Sesto Fiorentino e per iniziare voglio fare una premessa. Io di calcio ci capisco

Dettagli

18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza italiana

18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza italiana 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza italiana Edizione giugno 2014 IndICe prefazione 3 Buon compleanno!! 5 chi è cittadino italiano per la legge? 6 perchè diventare cittadini italiani?

Dettagli

Nel ventre pigro della notte audio-ebook

Nel ventre pigro della notte audio-ebook Silvano Agosti Nel ventre pigro della notte audio-ebook Dedicato a quel po di amore che c è nel mondo Silvano Agosti Canti Nel ventre pigro della notte Edizioni l Immagine Nel ventre pigro della notte

Dettagli

La Carta di Montecatini

La Carta di Montecatini La Carta di Montecatini Le origini e le ragioni della Carta di Montecatini La Carta di Montecatini è il frutto del lavoro del secondo Campus che si è svolto nella città termale dal 27 al 29 ottobre 2005.

Dettagli

2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA

2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA 2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA Discorso del Prefetto Angelo Tranfaglia Piazza Maggiore Bologna, 2 giugno 2013 Autorità, cittadini tutti di Bologna e della sua provincia, un cordiale saluto a tutti.

Dettagli

domenica 24 febbraio 13 Farra, 24 febbraio 2013

domenica 24 febbraio 13 Farra, 24 febbraio 2013 Farra, 24 febbraio 2013 informare su quelle che sono le reazioni più tipiche dei bambini alla morte di una persona cara dare alcune indicazioni pratiche suggerire alcuni percorsi Quali sono le reazioni

Dettagli

Quanti nuovi suoni, colori e melodie, luce vita e gioia ad ogni creatura splende la sua mano forte e generosa, perfetto è ciò che lui fa

Quanti nuovi suoni, colori e melodie, luce vita e gioia ad ogni creatura splende la sua mano forte e generosa, perfetto è ciò che lui fa TUTTO CIO CHE FA Furon sette giorni così meravigliosi, solo una parola e ogni cosa fu tutto il creato cantava le sue lodi per la gloria lassù monti mari e cieli gioite tocca a voi il Signore è grande e

Dettagli

A tu per tu con il Mister del Pavia Massimo Morgia: l allenamento di rifinitura del sabato pomeriggio.

A tu per tu con il Mister del Pavia Massimo Morgia: l allenamento di rifinitura del sabato pomeriggio. articolo N.40 MARZO 2007 RIVISTA ELETTRONICA DELLA CASA EDITRICE WWW.ALLENATORE.NET REG. TRIBUNALE DI LUCCA N 785 DEL 15/07/03 DIRETTORE RESPONSABILE: FERRARI FABRIZIO COORDINATORE TECNICO: LUCCHESI MASSIMO

Dettagli

all'italia serve una buona scuola,

all'italia serve una buona scuola, all'italia serve una buona scuola, che sviluppi nei ragazzi la curiosità per il mondo e il pensiero critico. Che stimoli la loro creatività e li incoraggi a fare cose con le proprie mani nell era digitale.

Dettagli