La vigenza dell articolo è poi stata confermata dal CCNL 24/7/2003, all art. 142, e dall art.146 CCNL

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "La vigenza dell articolo è poi stata confermata dal CCNL 24/7/2003, all art. 142, e dall art.146 CCNL - 2007."

Transcript

1 INDENNITÀ DI FUNZIONI SUPERIORI, DI REGGENZA e di DIREZIONE Riferimenti normativi: art. 69 del scuola tutt'ora in vigore in quanto richiamato esplicitamente dall'art. 146 del scuola 29/11/07 art. 142 del CCNI comparto scuola del tutt'ora in vigore in quanto richiamato esplicitamente dall'art. 146 del scuola 29/11/07 accordo di interpretazione autentica del 19/2/ sottoscritto in via definitiva il 2/2/2005 Circ. n. 363 del circolare MIUR prot del 11/6/ L funzioni superiori (detta anche presidenza), è stata istituita con l art. 69 del del comparto scuola dal 1995 che testualmente recita: Art Indennità di funzioni superiori e di reggenza 1. Al personale docente incaricato dell ufficio di presidenza o di direzione, e al docente vicario, che sostituisce a tutti gli effetti il capo d istituto per un periodo superiore a quindici giorni, nei casi di assenza o impedimento, nonché all assistente amministrativo, che sostituisce il Direttore amministrativo o il responsabile amministrativo, negli stessi casi, è attribuita, per l intera durata dell incarico o della sostituzione, una indennità pari al differenziale dei relativi livelli iniziali di inquadramento. 2. Qualora si dia luogo all affidamento in reggenza degli uffici di cui al comma 1, ai titolari che assumono la reggenza è corrisposta una indennità pari al cinquanta per cento di quella prevista per gli incarichi o le sostituzioni, così come definita nel comma medesimo. In tal caso, al docente vicario è corrisposta una pari importo. La vigenza dell articolo è poi stata confermata dal 24/7/2003, all art. 142, e dall art Gli importi dell funzioni superiori L indennità è pari al differenziale di livello tra lo stipendio del dirigente e lo stipendio iniziale del docente al momento vigenti (differenziale dei relativi livelli iniziali di inquadramento). L funzioni superiori mette a confronto stipendi iniziali docente (al netto IIS e in 12 esimi) /dirigente (al netto IIS e in 12 esimi ed al netto ind dir conglobata). Tecnicamente occorre: 1) calcolare lo stipendio iniziale del docente al netto della I.I.S inglobata 2) calcolare lo stipendio iniziale del dirigente al netto della I.I.S inglobata e dell importo di euro 1.105,22 (corrispondente alla parte di direzione conglobata) 3) stipendio del Dirigente deve essere riportato in dodicesimi (poiché espresso in tredicesimi, per renderlo confrontabile con quello del docente 4) confronto tra i due stipendi e calcolo del differenziale. Quindi in occasione di incrementi retributivi stipendiali dei docenti l minuisce mentre in occasione di incrementi retributivi stipendiali dei dirigenti l indennità aumenta. STIPENDIO DIRIGENTE IIS CONGLOBATA CONGLOBAMENTO INDENNITA DIREZIONE STIPENDIO DIRIGENTE DEPURATO STIPENDIO DIRIGENTE DEPURATO STIPENDIO INIZIALE DOCENTE 1 e 2 grado esclusa IIS DIFFERENZIALE ANNUO DIFFERENZIALE MENSILE INDENNITA (12 mensilità) (12 mensilità)

2 L indennità è rideterminata con provvedimento dal Mef e comunicato dal Miur in occasione dei rinnovi contrattuali dei docenti o dei dirigenti. INFATTI Con comunicazione MEF del 3 agosto 2010 l Amministrazione ha comunicato che : Sono stati rideterminati gli importi dell assegno 622 per il personale del Comparto Scuola con funzioni superiori e di reggenza, in base agli aumenti contrattuali stabiliti dal contratto in argomento. Gli arretrati sono stati registrati in banca dati con i seguenti codici: 4F0 APPL. DIRIGENTI SCUOLA AC (ARRETRATI 2010) 4F1 APPL. DIRIGENTI SCUOLA AP (ARRETRATI ) PERIODO DI SEGUITO LE TABELLE RELATIVE AL RICALCOLO INDENNITA A SEGUITO AREA V 15 LUGLIO 2010 INDENNITA' DI FUNZIONI SUPERIORI DOCENTI LIVELLO VI anz. Scuola STIPENDIO docente ANNUO 12 MENSILITA' netto di IIS retribuzione complessiva DIRIGENTE NETTO IIS. funzioni superiori (art ) funzioni superiori (art ) MENSILE 01/01/2006 SCUOLA , , , ,17 01/04/2006 DS , , , ,91 01/07/2006 DS , , , ,41 01/01/2007 DS/DOC , , , ,55 01/02/2007 DOC , , , ,65 01/01/2008 DS/DOC , , , ,76 01/04/2008 DS/DOC , , , ,59 01/07/2008 DS/DOC , , , ,82 01/01/2009 DS/DOC , , , ,48 PERIODO *** INDENNITA' DI FUNZIONI SUPERIORI DOCENTI LIVELLO VII anz. Scuola STIPENDIO docente ANNUO 12 MENSILITA' netto di IIS retribuzione complessiva DIRIGENTE NETTO IIS. funzioni superiori (art ) funzioni superiori (art ) MENSILE 01/01/2006 SCUOLA , , , ,86 01/04/2006 DS , , , ,60 01/07/2006 DS , , , ,10 01/01/2007 DS/DOC , , , ,85 01/02/2007 DOC , , , ,46 01/01/2008 DS/DOC , , , ,73 01/04/2008 DS/DOC , , , ,89 01/07/2008 DS/DOC , , , ,66 01/01/2009 DS/DOC , , , ,36 Inoltre secondo il parere dello scrivente, in considerazione che dall aprile 2010, e 1 luglio 2010, è corrisposta ai dirigenti scolastici ed al personale docente l INDENNITA DI VACANZA CONTRATTUALE, LE INDENNITA dovrebbero essere ulteriormente aggiornate. 2. L reggenza L reggenza, sempre per effetto dell art. 146 dell ultimo contratto del comparto scuola, continua ad essere quantificata come indicato dall art. 69 del /95. Ai sensi dell O.M. n. 44 del 17 aprile 2002, art. 5 c. 13 è possibile ricorrere all istituto della reggenza. "Nell ipotesi di assenza o impedimento del titolare, per un periodo superiore a due mesi." Per il medesimo articolo "la funzione direttiva, nei casi di

3 riconosciuta esigenza, va attribuita per reggenza, ad altro Dirigente scolastico ai sensi dell art. 40, c.1, punto 2) del Contratto Collettivo Nazionale integrativo, comparto scuola, 1998/2001, sottoscritto in data 31/8/1999 e dell art. 26, c.1, lett. c) del della V area della Dirigenza Scolastica, sottoscritto il 1 marzo A chi spetta: a) al dirigente scolastico che assuma la reggenza di un'altra istituzione scolastica è attribuita, per l'intera durata della reggenza, un'indennità pari al 50% dell'indennità per funzioni superiori; b) la stessa indennità, per il medesimo importo, è corrisposta al docente vicario dell'istituzione scolastica affidata in reggenza, in relazione ai giorni di servizio effettivamente prestati; c) in caso di assenza o impedimento del Capo d'istituto reggente per periodi superiori a 15 giorni, al docente vicario della sede affidata in reggenza è attribuito l'intero importo (100%) dell'indennità stessa per tutto il periodo della sostituzione. La misura dell reggenza va corrisposta nella misura percentuale del 50% della funzioni superiori. Riportiamo la tabella con importi in relazione ai vari periodi. PERIODO anz. (tab. 2 Scuola 2003) INDENNITA' DI REGGENZA stipendio STIPENDIO ANNUO 12 MENSILITA' netto di IIS retribuzione complessiva DIRIGENTE NETTO IIS. funzioni superiori (art ) indennità di funzioni superiori (art ) MENSILE funzioni superiori (art ) MENSILE REGGENZA 01/01/2006 SCUOLA , , , ,86 691,93 01/04/2006 DS , , , ,60 699,80 01/07/2006 DS , , , ,10 705,05 01/01/2007 DS/DOC , , , ,85 747,43 01/02/2007 DOC , , , ,46 725,23 01/01/2008 DS/DOC , , , ,73 719,87 01/04/2008 DS/DOC , , , ,89 723,45 01/07/2008 DS/DOC , , , ,66 725,83 01/01/2009 DS/DOC , , , ,36 739,18 L reggenza viene liquidata mensilmente agli aventi diritto, anche se il criterio per la determinazione è stabilito su base annua, nel modo seguente: posto che il compenso in parola non è compreso fra quelli accessori di cui al Capo II del Tit. I della parte seconda del /95 situazione confermata dall art. 77 del Capo VIII del del 27/11/2007, ne consegue che detta indennità conferita al Dirigente incaricato della reggenza, va considerata quale emolumento fondamentale fisso e continuativo e spetta per tutta la durata della reggenza. E stante la natura di emolumento fisso e continuativo dell cui trattasi, essa deve essere liquidata dalla competente DPSV ai Dirigenti Scolastico cui risulta affidata la reggenza di una istituzione scolastica diversa da quella di titolarità, e ciò a prescindere che la reggenza venga conferita per l intero anno scolastico o per il periodo di tempo inferiore. Infatti il Ministero della Pubblica Istruzione, con la Circ. n. 363 del , ha fornito indicazioni operative sull applicazione dell art. 69 del Nella suddetta Circolare, che è stata concordata con il Ministero del Tesoro, Ragioneria Generale dello Stato I.G.O.P. e con la Direzione Generale dei Servizi Periferici del Tesoro. Quanto esposto risulta confermato dal MEF Direzione Centrale degli Uffici Locali e dei Servizi del Tesoro che, rispondendo ad uno specifico quesito, con nota prot. n del 15/11/2006 si è così espresso Ciò premesso, si rammenta che il Ministero della Pubblica Istruzione con circolare n. 363 del 23/07/1996, concordata con l IGOP e con la scrivente, ha precisato che l indennità in argomento, per la sua natura di emolumento fisso e

4 continuativo, deve essere liquidata ai titolari della reggenza dalle Direzioni Provinciali dei Servizi Vari ; L analoga indennità, da corrispondersi al docente collaboratore delegato alla sostituzione del D.S. dell istituzione scolastica affidata in reggenza, va invece liquidata dall istituzione scolastica di appartenenza, atteso che per detto personale il diritto all cui trattasi è legato all effettiva prestazione del servizio da parte degli interessati. In particolare la circolare n. 363 del 23/07/1996 ha chiarito che l reggenza al docente vicario deve essere corrisposta in relazione ai giorni di servizio effettivamente prestati ; mentre in caso di assenza o impedimento del capo d Istituto reggente per periodi superiori a 15 giorni, al docente vicario della sede affidata in reggenza è attribuito l intero importo (100%) dell indennità stessa per tutto il periodo della sostituzione. 3. l direzione Riferimenti normativi art. 69 del scuola tutt'ora in vigore in quanto richiamato esplicitamente dall'art. 146 del scuola 29/11/07 art. 21 comparto scuola del tutt'ora in vigore in quanto richiamato esplicitamente dall'art. 146 del scuola 29/11/07 art. 33 CIN comparto scuola tutt'ora in vigore in quanto richiamato esplicitamente dall'art. 146 del scuola 29/11/07 C.M. n.118, prot del 14/04/2000 accordo di interpretazione autentica del 19/2/ sottoscritto in via definitiva il 2 febbraio 2005 nota MIUR n del 21/10/2003 circolare MIUR n. 118 del 14/4/2000 L' direzione è stata introdotta dal del 1999, all'art. 21, e definita dall'art. 33 del CIN, sempre del Con la C.M. n.118, prot del 14/04/2000, il MIUR ha emanato le disposizioni applicative e prevedeva per la corresponsione dell'indennità i seguenti aventi diritto: al capo d istituto, al direttore dei Conservatori di musica e delle Accademie e ai Coordinatori degli istituti superiori per le industrie artistiche; ai docenti incaricati dell ufficio di presidenza o di direzione (presidi incaricati); ai vice-rettori e alle vice-direttrici degli istituti di educazione; dirigenti scolastici a cui è stata affidata la reggenza di altra scuola nella misura del 50%; vicari o altri docenti che sostituiscono il dirigente durante i periodi di assenza (per assenza o impedimento deve intendersi un periodo di mancato esercizio della funzione), di qualsiasi durata; docente vicario di istituzione scolastica affidata la reggenza- nella misura del 50% (in caso di assenza o impedimento del reggente, a detti docenti compete l intera indennità, al netto del compenso individuale accessorio spettante in relazione allo status di docente. Il conguaglio viene effettuato direttamente dall istituzione scolastica - art. 33, commi 4 e 10). Aspetto normativo e validità delle norme La questione è stata ripresa in occasione della stipula del 24/07/2003, in quanto l indennità non era più ripresa negli articoli del contratto. Per uscire dall impasse, il MIUR ha chiesto un parere all ARAN, che si è espressa in modo favorevole ai presidi incaricati e ai docenti, affermando che l art.21 del del 1999 e l art.33 del CIN dello stesso anno rimanevano in vigore, rientrando in modo implicito tra le norme non abrogate, al pari di quelle esplicitamente citate dall art.142 del del L art. 21 del 26 maggio 1999 e l art. 33 del CCNI del 31 agosto 1999 non sono stati richiamati nell anzidetto art. 142 del 24 luglio 2003, in quanto, ciò, a comune parere delle parti contraenti, sarebbe stato ridondante. Infatti sia l art. 21 del 26 maggio 1999 che l art. 33 del CCNI del 31 agosto 1999 disciplinano solo le modalità di pagamento di coloro

5 che esercitano l incarico di presidenza. La vigenza di questi due articoli, quindi, è salvaguardata, oltre che dall intima dipendenza logica e d operativa con l art. 69 del 4 agosto 1995, dal principio generale che un trattamento economico/contrattuale non ammette vacatio legis e può essere sostituito solo da una successiva rivisitazione legislativa o contrattuale che non è sinora avvenuta. Il MIUR ha fatto propria questa posizione dell ARAN, cui la questione è stata ripresa con l accordo di sequenza contrattuale del 19/02/2004, dove si stabilisce che gli articoli 21 del e 33 del CIN del 1999 rimangono in vigore per quanto riguarda la determinazione degli importi dell direzione; viene anche specificato che i fondi necessari non sono a carico del contratto. Quindi la questione poteva dirsi ormai risolta in via definitiva a seguito della stipula dell'accordo di interpretazione autentica. Inoltre dal primo dell AREA V, a partire dal 01/01/2001 non è stata naturalmente più corrisposta ai dirigenti, dato che ormai non ricadevano più nel contratto di comparto. Fermo restando che la quota fissa viene pagata ai Presidi Incaricati direttamente sullo stipendio, le scuole DOVREBBERO liquidare: per i presidi incaricati la quota variabile per docenti che sostituiscono capo di istituto per i periodi di assenza o impedimento, in proporzione ai periodi assenza per il docente vicario di istituzione scolastica affidata la reggenza - nella misura del 50% L' direzione è suddivisa in : direzione quota fissa annua dell indennità, pari ad euro 2441,81 corrisposta mensilmente per dodici mensilità di euro 203,48 direzione quota variabile, corrisposta per anno scolastico, in base alla complessità della scuola. La cifra annuale spettante non ha gradoni dipende dalla complessità della scuola (da non confondere con fasce di complessità CIR DS), ed è calcolata secondo i parametri previsti dal già citato art.33 del CCNI. Complessità organizzativa : scuole con più di 35 posti docenti in organico di diritto = euro 18,08 x docenti in organico di diritto Ist.Tecnici, Professionali e d arte con lab.reparti lav. euro 774,69 (misura fissa) Azienda agraria euro 1.549,37 (misura fissa) Istituti verticalizzati e/o Convitti annessi euro 1.032,91 (misura fissa) Ai fini del calcolo della parte variabile della predetta direzione, vista la nota del MIUR prot. n del 21/10/2003 le istituzioni scolastiche dovrebbero utilizzare quindi la Tabella B di cui al CCNI del 31/8/1999 con riferimento ai docenti in organico di diritto e a particolari tipologie di istituto per l assegnazione del Fondo di istituto. Il compenso in esame spetta, agli aventi diritto, in ragione di tante mensilità quanti sono i mesi di servizio effettivamente prestato o situazioni di stato assimilate al servizio. In caso di servizio o situazioni assimilate di durata inferiore al mese, per ciascun giorno compete 1/30 del compenso. Il preside incaricato non percepiscono, per il periodo interessato, la voce di stipendio relativa alla RPD (Retribuzione Professionale Docenti), Dall direzione spettante al collaboratore vicario in caso di assenza del dirigente scolastico va detratto il compenso retribuzione professionale docente in godimento. Aspetti finanziari delle indennità corrisposte dalle scuole problemi e prospettive Naturalmente, le scuole dovevano richiedere i fondi necessari. Fino all'esercizio finanziario 2006, le somme relative venivano accreditate annualmente degli USP alle scuole, e da queste "girate" ai preside incaricati. Dal 1/1/07 i finanziamenti per corrispondere le indennità fanno parte del "capitolone" e le scuole dovevano richiedere al MIUR fondi aggiuntivi in occasione dei "monitoraggi" che lo stesso MIUR fa sulla situazione finanziaria delle scuole.

6 Qualche Ufficio scolastico regionale ha suggerito di inserire la spesa per le indennità nel monitoraggio per le supplenze. Ciò anche in forza del disposto della circolare MIUR n. 724 del , che, riferendosi all funzioni superiori di cui all art. 69 da corrispondersi all assistente amministrativo che sostituisca il d.s.g.a. da liquidarsi da parte dell istituzione scolastica, ha previsto l imputazione alla voce di spesa relativa alle supplenze brevi. Ciò che è certo è, comunque, che il finanziamento deve essere specifico e aggiuntivo e non può gravare a carico dei fondi accreditati in via ordinaria all Istituzione scolastica. In tal senso si sono espressi anche l Ufficio scolastico regionale della Toscana (con nota prot del ) e l Ufficio scolastico regionale della Campania, (con nota prot del ) che hanno previsto la segnalazione agli Uffici scolastici Provinciali del fabbisogno per il pagamento dell cui trattasi. A peggiorare le cose ci pensa il Miur La Nota MIUR , prot. n esplicita: 2. Indennità di funzioni superiori (art.69 del ), direzione e indennità di reggenza- (art. 21, comma 1, del e 'art 33 CCNI ). L'articolo 146 del 29 novembre 2007 contempla tra la normativa che continua a trovare applicazione nel Comparto Scuola anche gli articoli 69 del , 21, comma 1, del e 33 CCNI con la precisazione che essa è solo "ai fini della determinazione dell'importo... (fondi non a carico del Comparto Scuola 24 luglio 2003 della scuola)". Conseguentemente nessuna risorsa aggiuntiva è stata prevista nei successivi contratti collettivi per retribuire dette attività. Pertanto anche per questo articolo è stato inoltrato alla competente Direzione Generale per il personale scolastico una richiesta di chiarimenti, eventualmente d'intesa con le Organizzazioni Sindacali e l'aran, in merito alla copertura finanziaria dell'onere di spesa che scaturisce dall'applicazione della citata normativa. POSIZIONE DELLA FLC Monitoraggi indennità al sostituto del dsga e indennità funzioni superiori. E stata chiesta la copertura, tramite monitoraggio, di queste voci che risultano non finanziate da molto tempo. Si tratta di spese obbligatorie, quindi, da considerare al pari delle supplenze. Non è condivisibile l atteggiamento rimandista del Miur che, durante le trattative del Ccnl 2007, si era impegnato ad imputare tali spese al capitolo degli stipendi dovuti al personale. Il Miur dopo ripetute sollecitazioni e proteste della FLC e degli altri sindacati si era impegnato a monitorare, entro il mese di dicembre 2010, la spesa per l indennità al sostituto del dsga e l direzione e per funzioni superiori. Questo, ha sostenuto il Miur, ai soli fini conoscitivi e comunque in attesa di trovare soluzioni positive alla copertura di spesa. I punti oggetto dell informativa ministeriale DOVEVANO ESSERE esplicitati attraverso una nota operativa che doveva essere inviata alle scuole. Nulla di tutto questo è avvenuto e invece in risposte date direttamente alle scuole e negli incontri con le organizzazioni sindacali la Direzione generale per il bilancio ha iniziato a sostenere che in assenza di specifici finanziamenti comunicati formalmente dal MIUR non si dovrebbero dare incarichi di sostituzione ai docenti e nessun docente dovrebbe essere incaricato di collaborare con il dirigente reggente. Una condizione impossibile da realizzare e nota a chiunque conosca quali siano i compiti che svolge il dirigente ogni giorno e che richiedono che debba sempre esserci un soggetto che assume la responsabilità di scelte, decisioni e atti formali che non possono essere rinviati. I docenti che hanno svolto dei compiti che il contratto prevede debbano essere retribuiti hanno un diritto che non può essere leso in alcun modo.

SINTESI NORMATIVA EFFETTUAZIONE E LIQUIDAZIONE ORE ECCEDENTI ED ATTIVITA AGGIUNTIVE DI INSEGNAMENTO

SINTESI NORMATIVA EFFETTUAZIONE E LIQUIDAZIONE ORE ECCEDENTI ED ATTIVITA AGGIUNTIVE DI INSEGNAMENTO Ufficio VI -Area amministrazione e gestione delle risorse finanziarie Corso Ferrucci n. 3 10138 Torino SINTESI NORMATIVA EFFETTUAZIONE E LIQUIDAZIONE ORE ECCEDENTI ED ATTIVITA AGGIUNTIVE DI INSEGNAMENTO

Dettagli

CONTRIBUTO PROFESSIONALE

CONTRIBUTO PROFESSIONALE CONTRIBUTO PROFESSIONALE (EMOLUMENTI ORE ECCEDENTI INDENNITA TABELLA IRPEF) Considerato che dal 01 settembre è in vigore la nuova tabella stipendiale -TABELLA C.C.N.L. 4 AGOSTO 2011- si pensa di fare cosa

Dettagli

HEALTH MANAGEMENT ISTITUTO DI MANAGEMENT SANITARIO FIRENZE www.health-management.it

HEALTH MANAGEMENT ISTITUTO DI MANAGEMENT SANITARIO FIRENZE www.health-management.it 1 OGGETTO ANZIANITÀ DI SERVIZIO QUESITO (posto in data 11 luglio 2013) Sono Dirigente Medico di primo livello dal marzo del 2006 e di ruolo, senza interruzioni di servizio, dal luglio 2007. Mi hanno già

Dettagli

OGGETTO ATTRIBUZIONE DELLA FASCIA SUPERIORE DELL INDENNITÀ DI ESCLUSIVITÀ

OGGETTO ATTRIBUZIONE DELLA FASCIA SUPERIORE DELL INDENNITÀ DI ESCLUSIVITÀ 1 OGGETTO ATTRIBUZIONE DELLA FASCIA SUPERIORE DELL INDENNITÀ DI ESCLUSIVITÀ QUESITO (posto in data 23 luglio 2013) Ho chiesto recentemente all'ufficio del Personale della nostra Azienda l'aggiornamento

Dettagli

Ministero dell istruzione dell università e della ricerca Dipartimento per l istruzione Direzione Generale per il personale scolastico

Ministero dell istruzione dell università e della ricerca Dipartimento per l istruzione Direzione Generale per il personale scolastico ACCORDO NAZIONALE tra il Ministero dell istruzione, della e dell università e le Organizzazioni sindacali concernente l attuazione dell articolo 2 della sequenza contrattuale (ex art. 62 ccnl/2007) sottoscritta

Dettagli

Ai Direttori delle Sedi Provinciali e Territoriali. Alle Organizzazioni Sindacali Nazionali dei Pensionati. Agli Enti di Patronato. e, p.c.

Ai Direttori delle Sedi Provinciali e Territoriali. Alle Organizzazioni Sindacali Nazionali dei Pensionati. Agli Enti di Patronato. e, p.c. ISTITUTO Roma lì, 01/03/2004 NAZIONALE DI PREVIDENZA PER I DIPENDENTI DELL'AMMINISTRAZIONE PUBBLICA Direzione Centrale Trattamenti Pensionistici Ufficio I - Normativa e-mail: dctrattpensuff1@inpdap.it

Dettagli

OGGETTO COMANDO, ANZIANITÀ DI SERVIZIO ED EFFETTI ECONOMICI

OGGETTO COMANDO, ANZIANITÀ DI SERVIZIO ED EFFETTI ECONOMICI 1 OGGETTO COMANDO, ANZIANITÀ DI SERVIZIO ED EFFETTI ECONOMICI QUESITO (posto in data 20 giugno 2014) Mi è stato proposto un comando presso un'altra azienda, con le stesse mansioni che sto svolgendo attualmente

Dettagli

Le novità nel CCNL 2006/2009 per il personale precario della scuola statale

Le novità nel CCNL 2006/2009 per il personale precario della scuola statale Le novità nel CCNL 2006/2009 per il personale precario della scuola statale Articolo 1: validità delle norme contrattuali per tutto il personale compreso il personale a tempo determinato La prima importante

Dettagli

e p.c. OGGETTO: CCNL del personale non dirigente del comparto delle Agenzie Fiscali - quadriennio giuridico 2006/2009 e biennio economico 2006/2007.

e p.c. OGGETTO: CCNL del personale non dirigente del comparto delle Agenzie Fiscali - quadriennio giuridico 2006/2009 e biennio economico 2006/2007. istituto nazionale di previdenza per i dipendenti dell'amministrazione pubblica Direzione Centrale Pensioni Ufficio I Normativa Tel. 0651017626 Fax. 0651017625 e-mail: dctrattpensuff1@inpdap.it ROMA, 15/07/2008

Dettagli

Il giorno 13.05.2009 alle ore 09.30, presso la sede dell ARAN, ha avuto luogo l incontro tra: firmato

Il giorno 13.05.2009 alle ore 09.30, presso la sede dell ARAN, ha avuto luogo l incontro tra: firmato Contratto Collettivo nazionale di lavoro del personale non dirigente del comparto delle Istituzioni e degli Enti di Ricerca e Sperimentazione per il biennio economico 2008-2009 Il giorno 13.05.2009 alle

Dettagli

Trattamento Economico della Dirigenza Medica LA STRUTTURA DELLA RETRIBUZIONE DEL DIRIGENTE MEDICO

Trattamento Economico della Dirigenza Medica LA STRUTTURA DELLA RETRIBUZIONE DEL DIRIGENTE MEDICO Trattamento Economico della Dirigenza Medica LA STRUTTURA DELLA RETRIBUZIONE DEL DIRIGENTE MEDICO 2 Struttura della retribuzione CCNL 2002-2005 art. 33 TRATTAMENTO FONDAMENTALE TRATTAMENTO ACCESSORIO INDENNITA

Dettagli

Gli effetti decorrono dal giorno della sottoscrizione, salvo diversa prescrizione contenuta nel contratto in esame.

Gli effetti decorrono dal giorno della sottoscrizione, salvo diversa prescrizione contenuta nel contratto in esame. Istituto Nazionale di Previdenza per i Dipendenti dell Amministrazione Pubblica Direzione Centrale Previdenza Ufficio I Normativo Roma, 02/02/2009 Ai Direttori delle Sedi Provinciali e Territoriali Alle

Dettagli

CONTRATTO INTEGRATIVO DEI DIRIGENTI UNIVERSITA DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA Sottoscritto in data 14.7.2011

CONTRATTO INTEGRATIVO DEI DIRIGENTI UNIVERSITA DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA Sottoscritto in data 14.7.2011 CONTRATTO INTEGRATIVO DEI DIRIGENTI UNIVERSITA DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA Sottoscritto in data 14.7.2011 Il giorno 14 luglio dell anno 2011, alle ore 9,00, presso una sala del Rettorato, le

Dettagli

Ai Direttori delle Sedi Provinciali e Territoriali. Alle Organizzazioni Sindacali Nazionali dei Pensionati. Agli Enti di Patronato. e, p.c.

Ai Direttori delle Sedi Provinciali e Territoriali. Alle Organizzazioni Sindacali Nazionali dei Pensionati. Agli Enti di Patronato. e, p.c. Roma, 12/8/2004 DIREZIONE CENTRALE PENSIONI Ufficio I Normativa Tel. 06 51017626 Fax 06 51017625 E mail dctrattpensuff1@inpdap.it Ai Direttori delle Sedi Provinciali e Territoriali istituto nazionale di

Dettagli

CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE DI LAVORO PER IL PERSONALE NON DIRIGENTE DELLA CASSA DEPOSITI E PRESTITI 2 BIENNIO ECONOMICO 2000-2001

CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE DI LAVORO PER IL PERSONALE NON DIRIGENTE DELLA CASSA DEPOSITI E PRESTITI 2 BIENNIO ECONOMICO 2000-2001 CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE DI LAVORO PER IL PERSONALE NON DIRIGENTE DELLA CASSA DEPOSITI E PRESTITI 2 BIENNIO ECONOMICO 2000-2001 Pag. 2 In data 24 ottobre 2002 alle ore 10,30 ha avuto luogo l'incontro

Dettagli

Posizione Uil Ricerca Università Afam in merito alla sopravvivenza del sistema delle progressioni economiche orizzontali nella vacanza contrattuale.

Posizione Uil Ricerca Università Afam in merito alla sopravvivenza del sistema delle progressioni economiche orizzontali nella vacanza contrattuale. Posizione Uil Ricerca Università Afam in merito alla sopravvivenza del sistema delle progressioni economiche orizzontali nella vacanza contrattuale. Alcune amministrazioni, in violazione del Contratto

Dettagli

CONTRATTO INTEGRATIVO D'ISTITUTO per l'anno scolastico 2011/2012

CONTRATTO INTEGRATIVO D'ISTITUTO per l'anno scolastico 2011/2012 ISTITUTO D ISTRUZIONE SUPERIORE L.A. G. MISTICONI I.S.A. V. BELLISARIO Sede: Via L. Einaudi, 2 - Tel. 085/51382 - Fax: 085/52055 Sede staccata: V.le Kennedy, 137 Tel. 085/4712759 Fax 085/4712796. 65129

Dettagli

OGGETTO: Relazione illustrativa di accompagnamento al Contratto Integrativo d Istituto 2012/2013, sottoscritto in data 22.05.2013.

OGGETTO: Relazione illustrativa di accompagnamento al Contratto Integrativo d Istituto 2012/2013, sottoscritto in data 22.05.2013. Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Istituto Comprensivo Statale Aldo Moro Via S. Francesco d'assisi, 7-24040 BONATE SOPRA (BG) Cod. Fisc. 91026100163 - Cod. Mecc. BGIC826001 Tel.

Dettagli

Nota operativa n.j. Direzione Centrale Previdenza Ufficio I - Pensioni UfficiO 111- TFS,TFR, ASV e Previdenza Complementare. Roma, ~ O6EN.

Nota operativa n.j. Direzione Centrale Previdenza Ufficio I - Pensioni UfficiO 111- TFS,TFR, ASV e Previdenza Complementare. Roma, ~ O6EN. Istituto Nazionole di Previdenza per i Dipendenti dell'amministrazione Pubblica Direzione Centrale Previdenza Ufficio I - Pensioni UfficiO 111- TFS,TFR, ASV e Previdenza Complementare Roma, ~ O6EN. 2011

Dettagli

Torino, 29 giugno 2011

Torino, 29 giugno 2011 MINISTERO DELL ECONOMIA E DELLE FINANZE RAGIONERIA TERRITORIALE DELLO STATO DI TORINO Torino, 29 giugno 2011 UFFICIO I SERVIZIO III SEZIONE III/B Via S. Grandis 14 (10121) Torino 011/57351 Alle Istituzioni

Dettagli

IPOTESI CONTRATTO DECENTRATO INTEGRATIVO COMUNE DI STRAMBINELLO ANNO 2012

IPOTESI CONTRATTO DECENTRATO INTEGRATIVO COMUNE DI STRAMBINELLO ANNO 2012 IPOTESI CONTRATTO DECENTRATO INTEGRATIVO COMUNE DI STRAMBINELLO ANNO 2012 Tra la delegazione trattante di Parte Pubblica composta dal Dott. MATTIA Salvatore - Segretario Comunale e la delegazione di parte

Dettagli

IPOTESI DI CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE DI LAVORO PER IL PERSONALE NON DIRIGENTE DEL COMPARTO UNIVERSITA PER IL BIENNIO ECONOMICO 2008-2009

IPOTESI DI CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE DI LAVORO PER IL PERSONALE NON DIRIGENTE DEL COMPARTO UNIVERSITA PER IL BIENNIO ECONOMICO 2008-2009 IPOTESI DI CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE DI LAVORO PER IL PERSONALE NON DIRIGENTE DEL COMPARTO UNIVERSITA PER IL BIENNIO ECONOMICO 2008-2009 Art. 1 Campo di applicazione, durata e decorrenza del contratto

Dettagli

Accordo 12 dicembre 2012 Recupero scatti di anzianità

Accordo 12 dicembre 2012 Recupero scatti di anzianità Accordo 12 dicembre 2012 Recupero scatti di anzianità Ipotesi di CCNL relativo al personale del comparto scuola per il reperimento delle risorse da destinare per le finalità di cui all art. 8, comma 14,

Dettagli

Il giorno 13.05.2009 alle ore 09.00, presso la sede dell ARAN, ha avuto luogo l incontro tra: firmato

Il giorno 13.05.2009 alle ore 09.00, presso la sede dell ARAN, ha avuto luogo l incontro tra: firmato Contratto Collettivo nazionale di lavoro del personale non dirigente del comparto delle Istituzioni e degli Enti di Ricerca e Sperimentazione per il quadriennio normativo 2006-2009 ed il biennio economico

Dettagli

Roma, 19/04/2006. Ai Direttori delle Sedi Provinciali e Territoriali. Alle Organizzazioni Sindacali Nazionali dei Pensionati. Agli Enti di Patronato

Roma, 19/04/2006. Ai Direttori delle Sedi Provinciali e Territoriali. Alle Organizzazioni Sindacali Nazionali dei Pensionati. Agli Enti di Patronato istituto nazionale di previdenza per i dipendenti dell'amministrazione pubblica Direzione Centrale Pensioni Ufficio I Normativa e-mail: dctrattpensuff1@inpdap.it E, p.c. Roma, 19/04/2006 Ai Direttori delle

Dettagli

L ultimo contratto però ha profondamente revisionato l istituto delle precedenti funzioni obiettivo.

L ultimo contratto però ha profondamente revisionato l istituto delle precedenti funzioni obiettivo. Le funzioni strumentali al piano dell offerta formativa nel nuovo contratto. Ruolo del collegio docenti e ruolo della RSU nella contrattazione di scuola ottobre 2006 Il contratto collettivo nazionale della

Dettagli

Prot. n. 1198 A/26 Teggiano, 31/03/2015

Prot. n. 1198 A/26 Teggiano, 31/03/2015 ISTITUTO COMPRENSIVO DI TEGGIANO Scuola dell Infanzia Primaria e Secondaria di I Grado Autonomia C. MECC. SAIC89700N C.F. 92012870652 Via Sant Antuono 5-84039- TEGGIANO -SA- tel. 0975/ 79118 fax 0975/

Dettagli

CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE DI LAVORO PER IL PERSONALE DELLA CASSA DEPOSITI E PRESTITI BIENNIO ECONOMICO 2002-2003 SUCCESSIVO ALLA TRASFORMAZIONE

CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE DI LAVORO PER IL PERSONALE DELLA CASSA DEPOSITI E PRESTITI BIENNIO ECONOMICO 2002-2003 SUCCESSIVO ALLA TRASFORMAZIONE CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE DI LAVORO PER IL PERSONALE DELLA CASSA DEPOSITI E PRESTITI SUCCESSIVO ALLA TRASFORMAZIONE IN CASSA DEPOSITI E PRESTITI SpA Pag. 2 In data 1 giugno 2004 alle ore 11.00 ha

Dettagli

Prot. n. 2446 del 13 Aprile 2012. All'Istituzione scolastica

Prot. n. 2446 del 13 Aprile 2012. All'Istituzione scolastica Dipartimento per la programmazione la gestione delle risorse umane, finanziarie e strumentali Direzione Generale per la politica finanziaria e per il bilancio Ufficio settimo Prot. n. 2446 del 13 Aprile

Dettagli

CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE DI LAVORO RELATIVO AL PERSONALE DIRIGENTE DELL AREA VI PER IL BIENNIO ECONOMICO 2004-2005

CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE DI LAVORO RELATIVO AL PERSONALE DIRIGENTE DELL AREA VI PER IL BIENNIO ECONOMICO 2004-2005 CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE DI LAVORO RELATIVO AL PERSONALE DIRIGENTE DELL AREA VI PER IL BIENNIO ECONOMICO 2004-2005 In data 1 agosto 2006 alle ore 12.15. ha avuto luogo l incontro per la definizione

Dettagli

CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE DI LAVORO COMPARTO DEI MINISTERI AREA DELLA DIRIGENZA PARTE ECONOMICA - BIENNIO 1996-1997

CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE DI LAVORO COMPARTO DEI MINISTERI AREA DELLA DIRIGENZA PARTE ECONOMICA - BIENNIO 1996-1997 CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE DI LAVORO COMPARTO DEI MINISTERI AREA DELLA DIRIGENZA PARTE ECONOMICA - BIENNIO 1996-1997 Art. 1 Durata e decorrenza del contratto biennale 1. Il presente contratto biennale

Dettagli

I rappresentanti dell Agenzia delle Dogane e delle Organizzazioni sindacali nazionali del comparto Agenzie fiscali,

I rappresentanti dell Agenzia delle Dogane e delle Organizzazioni sindacali nazionali del comparto Agenzie fiscali, Roma, 23 giugno 2011 Fondo per le politiche di sviluppo delle risorse umane e per la produttività dell anno 2010 Revisione della costituzione e integrazione dell ipotesi di accordo del 30 dicembre 2010

Dettagli

.1.1.1 RITENUTE E CONTRIBUTI SULLE COMPETENZE DEL PERSONALE DELLA SCUOLA

.1.1.1 RITENUTE E CONTRIBUTI SULLE COMPETENZE DEL PERSONALE DELLA SCUOLA .1.1.1 RITENUTE E CONTRIBUTI SULLE COMPETENZE DEL PERSONALE DELLA SCUOLA.1.1.2 Aspetti Previdenziali Sulle competenze lorde del personale dipendente gravano ritenute previdenziali di varia natura e misura,

Dettagli

CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE DI LAVORO PER IL PERSONALE NON DIRIGENTE DELLA CASSA DEPOSITI E PRESTITI BIENNIO CONTRATTUALE 2002-2003

CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE DI LAVORO PER IL PERSONALE NON DIRIGENTE DELLA CASSA DEPOSITI E PRESTITI BIENNIO CONTRATTUALE 2002-2003 CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE DI LAVORO PER IL PERSONALE NON DIRIGENTE DELLA CASSA DEPOSITI E PRESTITI BIENNIO CONTRATTUALE 2002-2003 In data 1 giugno 2004 alle ore 11.00 ha avuto luogo l incontro per

Dettagli

GILDA DEGLI INSEGNANTI FEDERAZIONE GILDA-UNAMS. Il fondo d istituto

GILDA DEGLI INSEGNANTI FEDERAZIONE GILDA-UNAMS. Il fondo d istituto Il fondo d istituto Il Fondo è destinato a retribuire le prestazioni rese dal personale docente, educativo ed ata (solo personale interno, sia a tempo determinato che indeterminato) per sostenere il processo

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO ASSISI 1 Via S.Antonio n. 1 06081 Assisi (PG) Tel. 075812360 - Fax 075812159 @-mail certificata: pgic83500t@pec.

ISTITUTO COMPRENSIVO ASSISI 1 Via S.Antonio n. 1 06081 Assisi (PG) Tel. 075812360 - Fax 075812159 @-mail certificata: pgic83500t@pec. ISTITUTO COMPRENSIVO ASSISI 1 Via S.Antonio n. 1 06081 Assisi (PG) Tel. 075812360 - Fax 075812159 @-mail certificata: pgic83500t@pec.it Contratto Integrativo d Istituto sui criteri generali per la ripartizione

Dettagli

CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE DI LAVORO relativo al personale del comparto università per il biennio economico 2004\2005

CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE DI LAVORO relativo al personale del comparto università per il biennio economico 2004\2005 CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE DI LAVORO relativo al personale del comparto università per il biennio economico 2004\2005 Il giorno 28 marzo 2006, alle ore 10, presso la sede dell ARAN, ha avuto luogo

Dettagli

SERVIZIO 1 - AFFARI GENERALI - SEGRETERIA. n. 1 del 12.01.2015

SERVIZIO 1 - AFFARI GENERALI - SEGRETERIA. n. 1 del 12.01.2015 REGISTRO GENERALE DETERMINE Atto n.ro 9 del 12/01/2015 - Pagina 1 di 6 SERVIZIO 1 - AFFARI GENERALI - SEGRETERIA ORIGINALE DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE DEL SERVIZIO n. 1 del 12.01.2015 OGGETTO : LIQUIDAZIONE

Dettagli

Enti art. 70 D.Lgs. 165/2001 Personale dei livelli Del 01/06/2004

Enti art. 70 D.Lgs. 165/2001 Personale dei livelli Del 01/06/2004 Enti art. 70 D.Lgs. 165/2001 Personale dei livelli Del 01/06/2004 CCNL per il personale non dirigente della Cassa Depositi e Prestiti - biennio contrattuale 2002-2003 (S.G. G.U. n. 147 del 25 giugno 2004)

Dettagli

IPOTESI DI SEQUENZA CONTRATTUALE PER IL PERSONALE ATA PREVISTA DALL ART. 62 DEL CCNL 29/11/2007 DEL COMPARTO SCUOLA

IPOTESI DI SEQUENZA CONTRATTUALE PER IL PERSONALE ATA PREVISTA DALL ART. 62 DEL CCNL 29/11/2007 DEL COMPARTO SCUOLA IPOTESI DI SEQUENZA CONTRATTUALE PER IL PERSONALE ATA PREVISTA DALL ART. 62 DEL CCNL 29/11/2007 DEL COMPARTO SCUOLA ART. 1 - COMPITI DEL PERSONALE ATA, MOBILITÀ PROFESSIONALE, VALORIZZAZIONE DELLA PROFESSIONALITÀ

Dettagli

CONVENZIONE PER IL SERVIZIO IN FORMA ASSOCIATA DELLA SEGRETERIA COMUNALE TRA I COMUNI DI COLOGNO AL SERIO - VERDELLO - BRIGNANO GERA

CONVENZIONE PER IL SERVIZIO IN FORMA ASSOCIATA DELLA SEGRETERIA COMUNALE TRA I COMUNI DI COLOGNO AL SERIO - VERDELLO - BRIGNANO GERA CONVENZIONE PER IL SERVIZIO IN FORMA ASSOCIATA DELLA SEGRETERIA COMUNALE TRA I COMUNI DI COLOGNO AL SERIO - VERDELLO - BRIGNANO GERA D ADDA - CASTEL ROZZONE. (art. 98 D.Lgs. n. 267/2000 - e art. 10 del

Dettagli

Prot. n 7032 /I20 Ai Revisori dei Conti AMBITO PE068 Bucci Gabriella_ membro MEF Palombo Lucio_ membro MIUR

Prot. n 7032 /I20 Ai Revisori dei Conti AMBITO PE068 Bucci Gabriella_ membro MEF Palombo Lucio_ membro MIUR Prot. n 7032 /I20 Ai Revisori dei Conti AMBITO PE068 Bucci Gabriella_ membro MEF Palombo Lucio_ membro MIUR OGGETTO: relazione tecnico-finanziaria inerente l ipotesi di contrattazione integrativa di istituto

Dettagli

OGGETTO: Modello 770/2005 Semplificato Istruzioni per la compilazione.

OGGETTO: Modello 770/2005 Semplificato Istruzioni per la compilazione. DIREZIONE CENTRALE DELLE ENTRATE Roma, 4-7-2005 Ai Direttori delle Sedi Provinciali e Territoriali e per loro tramite: - Alle Amministrazioni Statali - Agli Enti con Personale Iscritto alle Casse CPDEL,

Dettagli

CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE DI LAVORO DEL COMPARTO DEL PERSONALE DEL SERVIZIO SANITARIO NAZIONALE PARTE ECONOMICA II BIENNIO 2004-2005 INDICE

CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE DI LAVORO DEL COMPARTO DEL PERSONALE DEL SERVIZIO SANITARIO NAZIONALE PARTE ECONOMICA II BIENNIO 2004-2005 INDICE CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE DI LAVORO DEL COMPARTO DEL PERSONALE DEL SERVIZIO SANITARIO NAZIONALE PARTE ECONOMICA II BIENNIO 2004-2005 INDICE PARTE GENERALE Art. 1 Campo di applicazione, durata e decorrenza

Dettagli

OGGETTO: Relazione tecnico-finanziaria di accompagnamento al contratto integrativo d Istituto 2012/2013, sottoscritto il 30/04/2013 PREMESSA

OGGETTO: Relazione tecnico-finanziaria di accompagnamento al contratto integrativo d Istituto 2012/2013, sottoscritto il 30/04/2013 PREMESSA MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER L ABRUZZO ISTITUTO D ISTRUZIONE SUPERIORE V. CROCETTI V. CERULLI Tel. 085-8005999 - Fax 085-8027953 - C.F.91041900670

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO LENTINI VIA ROMA, 102 85045 LAURIA (PZ) Tel. 0973/2823292 FAX 0973823292

ISTITUTO COMPRENSIVO LENTINI VIA ROMA, 102 85045 LAURIA (PZ) Tel. 0973/2823292 FAX 0973823292 Prot. N.588/C22c Lauria 28/02/2014 RELAZIONE TECNICO FINANZIARIA ALL 'ACCORDO SIGLATO IN DATA 27/02/2014 IN SEDE DI CONTRATTAZIONE INTEGRATIVA D'ISTITUTO SULLE MODALITA DI GESTIONE DELLE RISORSE FINANZIARIE

Dettagli

prot. 469 C1 Bisuschio 25/02/2015

prot. 469 C1 Bisuschio 25/02/2015 Ministero dell Istruzione dell Università e Ricerca Istituto Comprensivo Don Milani via Ugo Foscolo 13 21050 Bisuschio Tel. 0332/471213 Fax. 0332/473798 e-mail uffici: vaic815003@istruzione.it e-mail certificata:

Dettagli

APPLICAZIONE CCP/2013 E CCNL/2009 PER L ANNO 2009 PERSONALE INSEGNANTE DELLE SCUOLE STATALI - PARTE ECONOMICA

APPLICAZIONE CCP/2013 E CCNL/2009 PER L ANNO 2009 PERSONALE INSEGNANTE DELLE SCUOLE STATALI - PARTE ECONOMICA APPLICAZIONE CCP/2013 E CCNL/2009 PER L ANNO 2009 PERSONALE INSEGNANTE DELLE SCUOLE STATALI - PARTE ECONOMICA Con gli stipendi del mese di luglio 2013 viene attuata la parte economica del contratto collettivo

Dettagli

Prot. n. 332/C1a Ancona, 8 gennaio 2013 IL DIRETTORE GENERALE

Prot. n. 332/C1a Ancona, 8 gennaio 2013 IL DIRETTORE GENERALE Registrato dalla Corte dei Conti il 28/02/2013, registro n. P.I., foglio n. 118 Prot. n. 332/C1a Ancona, 8 gennaio 2013 IL DIRETTORE GENERALE VISTO il decreto legislativo 30 luglio 1999, n. 300, concernente

Dettagli

Ufficio IV - Gestione del personale della scuola Prot. n.1761 Bologna, 18/02/2015

Ufficio IV - Gestione del personale della scuola Prot. n.1761 Bologna, 18/02/2015 Prot. n.1761 Bologna, 18/02/2015 - Ai Dirigenti degli Uffici di Ambito Territoriale dell Ufficio Scolastico Regionale per l Emilia Romagna e p c. - Ai Direttori delle Ragionerie Territoriali dello Stato

Dettagli

RELAZIONE TECNICO-FINANZIARIA DEL DIRETTORE DEI SERVIZI di legittimità contabile al contratto integrativo d Istituto a.s.

RELAZIONE TECNICO-FINANZIARIA DEL DIRETTORE DEI SERVIZI di legittimità contabile al contratto integrativo d Istituto a.s. DIREZIONE DIDATTICA STATALE DI CALUSO Via Gnavi, 1 10014 CALUSO (To) Tel. 011/9833253 - Fax 011/9891435 E mail:toee08400n@istruzione.it SITO:www.circolodidatticocaluso.it RELAZIONE TECNICO-FINANZIARIA

Dettagli

prot. 1246 A03 Bisuschio 18.05.2013

prot. 1246 A03 Bisuschio 18.05.2013 Ministero dell Istruzione dell Università e Ricerca Istituto Comprensivo Don Milani via Ugo Foscolo 13 21050 Bisuschio Tel. 0332/471213 Fax. 0332/473798 e-mail uffici: vaic815003@istruzione.it e-mail certificata:

Dettagli

RELAZIONE TECNICO-FINANZIARIA ALLEGATA ALLA CONTRATTAZIONE INTEGRATIVA D'ISTITUTO ANNO SCOLASTICO 2013/2014

RELAZIONE TECNICO-FINANZIARIA ALLEGATA ALLA CONTRATTAZIONE INTEGRATIVA D'ISTITUTO ANNO SCOLASTICO 2013/2014 Protocollo n. 1907/B15 del 2 aprile 2014 RELAZIONE TECNICO-FINANZIARIA ALLEGATA ALLA CONTRATTAZIONE INTEGRATIVA D'ISTITUTO ANNO SCOLASTICO 2013/2014 IL DIRETTORE DEI SERVIZI GENERALI ED AMMINISTRATIVI

Dettagli

LA VERA STORIA( ASSURDA E INFINITA) DEI LAVORATORI DELLA SCUOLA EX DIPENDENTI DEGLI EE.LL.

LA VERA STORIA( ASSURDA E INFINITA) DEI LAVORATORI DELLA SCUOLA EX DIPENDENTI DEGLI EE.LL. LA VERA STORIA( ASSURDA E INFINITA) DEI LAVORATORI DELLA SCUOLA EX DIPENDENTI DEGLI EE.LL. ( OVVERO UGUAGLIANZA NELLA DISUGUAGLIANZA), LEGGE 124/99 - ART.8 TRASFERIMENTO DI PERSONALE SCOLASTICO A.T.A.

Dettagli

5 SETTORE Servizio Risorse umane DETERMINAZIONE. N. 1616/A.G. del 14/10/2014

5 SETTORE Servizio Risorse umane DETERMINAZIONE. N. 1616/A.G. del 14/10/2014 Reg. di Settore n. 142 5 SETTORE Servizio Risorse umane Copia DETERMINAZIONE N. 1616/A.G. del 14/10/2014 OGGETTO: DETERMINAZIONE DELLA INDENNITÀ DI FUNZIONE SPETTANTE AGLI ASSESSORI COMUNALI A SEGUITO

Dettagli

Ministero dello Sviluppo Economico

Ministero dello Sviluppo Economico DIREZIONE GENERALE PER LE RISORSE, L ORGANIZZAZIONE E IL BILANCIO SOTTOSCRIZIONE DEFINITIVA ACCORDO UTILIZZO DEL FONDO UNICO DI AMMINISTRAZIONE ANNO 2014 La delegazione di parte pubblica del Ministero

Dettagli

La retribuzione globale annua di cui al presente articolo viene erogata in 14 (quattordici) mensilità

La retribuzione globale annua di cui al presente articolo viene erogata in 14 (quattordici) mensilità TITOLO XXX Trattamento economico Articolo 7 NORMALE RETRIBUZIONE La normale retribuzione del lavoratore è costituita dalle voci sotto indicate alle lettere a), b), c) e d), nonché da tutti gli altri elementi

Dettagli

(1) Per l'ulteriore incremento degli stipendi tabellari vedi l'art. 6 del CCNL di cui all'accordo 11 aprile 2008.

(1) Per l'ulteriore incremento degli stipendi tabellari vedi l'art. 6 del CCNL di cui all'accordo 11 aprile 2008. Acc. 9 maggio 2006 Contratto collettivo nazionale di lavoro del personale del comparto delle regioni e delle autonomie locali, per il biennio economico 2004-2005. AGGIORNATA AL 31/12/2008. Pubblicato nella

Dettagli

Prot. N 1073/A26 Genova, 9 febbraio 2012 DETERMINAZIONE UNILATERALE DEL DIRIGENTE SCOLASTICO

Prot. N 1073/A26 Genova, 9 febbraio 2012 DETERMINAZIONE UNILATERALE DEL DIRIGENTE SCOLASTICO LICEO STATALE P. GOBETTI Liceo Linguistico Liceo Musicale e Coreutico sez. Coreutica Liceo Scienze Umane Liceo Scienze Umane Economico Sociale Via Spinola di S.Pietro, 1-16149 Genova - Tel.0106469787 -Fax

Dettagli

gli incentivi sulla progettazione l art. 92 comma 5 del d.lgs 163/2006

gli incentivi sulla progettazione l art. 92 comma 5 del d.lgs 163/2006 NON ASSIMILABILITA DEI DIRITTI DI ROGITO ALLA DISCIPLINA PREVISTA PER GLI ONERI CONTRIBUTIVI AFFERENTI GLI ISTITUTI INCENTIVANTI LA PROGETTAZIONE ED I DIRITTI DELLE AVVOCATURE NEGLI ENTI LOCALI. In una

Dettagli

COME SI LEGGE IL CEDOLINO DELLO STIPENDIO. ProfessionistiScuola.it

COME SI LEGGE IL CEDOLINO DELLO STIPENDIO. ProfessionistiScuola.it COME SI LEGGE IL CEDOLINO DELLO STIPENDIO Numero Partita = è il numero identificativo di Partita di Spesa Fissa del dipendente. È importante indicare tale numero identificativo ogni volta che si debba

Dettagli

Risorse aventi carattere di certezza e stabilità 49.601.157,04 Ulteriori risorse 20.366.681,00

Risorse aventi carattere di certezza e stabilità 49.601.157,04 Ulteriori risorse 20.366.681,00 Roma, 5 luglio 2012 Ipotesi di accordo stralcio sulla utilizzazione delle risorse disponibili nell ambito del Fondo per le politiche di sviluppo delle risorse umane e per la produttività dell anno 2011

Dettagli

Relazione tecnico-finanziaria di accompagnamento al contratto integrativo d Istituto 2013/2014, sottoscritto il 12.04.2014.

Relazione tecnico-finanziaria di accompagnamento al contratto integrativo d Istituto 2013/2014, sottoscritto il 12.04.2014. II SS TT II TT UU TT OO PP RR OO FF EE SS SS II OO NN AA LL EE DD II SS TT AA TT OO PP EE RR II SS EE RR VV II ZZ II, LL II NN DD UU SS TT RR II AA EE LL AA RR TT II GG II AA NN AA TT OO F.. ll ll ii TADDIA

Dettagli

Contrattazione risorse MOF 2013/2014

Contrattazione risorse MOF 2013/2014 Contrattazione risorse MOF 2013/2014 Verona 16 dicembre 2013 Raffaele Ciuffreda Coordinamento nazionale dirigenti scolastici FLC Il contesto Innovazioni vecchie e nuove DPR Regolamento (Congelamento salari

Dettagli

Parere n 52/2010 Indennità di posizione del segretario comunale in rapporto alla popolazione del Comune presso cui presta servizio

Parere n 52/2010 Indennità di posizione del segretario comunale in rapporto alla popolazione del Comune presso cui presta servizio Parere n 52/2010 Indennità di posizione del segretario comunale in rapporto alla popolazione del Comune presso cui presta servizio Il Comune di (omissis) chiede se al Segretario Comunale, precedentemente

Dettagli

Accordo sulla utilizzazione delle risorse del Fondo per le politiche di sviluppo delle risorse umane e per la produttività relativo all anno 2009

Accordo sulla utilizzazione delle risorse del Fondo per le politiche di sviluppo delle risorse umane e per la produttività relativo all anno 2009 Roma, 3 dicembre 2010 Accordo sulla utilizzazione delle risorse del Fondo per le politiche di sviluppo delle risorse umane e per la produttività relativo all anno 2009 (Testo coordinato con l atto di revisione

Dettagli

IPOTESI CONTRATTO DECENTRATO INTEGRATIVO COMUNE DI PARELLA ANNO 2015

IPOTESI CONTRATTO DECENTRATO INTEGRATIVO COMUNE DI PARELLA ANNO 2015 IPOTESI CONTRATTO DECENTRATO INTEGRATIVO COMUNE DI PARELLA ANNO 2015 Tra la delegazione trattante di Parte Pubblica composta dal Dott. MATTIA Salvatore - Segretario Comunale e la delegazione di parte sindacale

Dettagli

Deliberazione n. 2/2003/L

Deliberazione n. 2/2003/L 1 Deliberazione n. 2/2003/L REPUBBLICA ITALIANA Corte dei conti la Sezione Regionale di controllo per l'umbria composta dai seguenti magistrati: Dott. Emanuele ARCANO Dott. Vincenzo GUIZZI Dott.ssa Maria

Dettagli

DIRIGENZA PROFESSIONALE, TECNICA ED AMMINISTRATIVA ACCORDO SULL UTILIZZO DEI FONDI CONTRATTUALI PER GLI ANNI 2008, 2009 E 2010

DIRIGENZA PROFESSIONALE, TECNICA ED AMMINISTRATIVA ACCORDO SULL UTILIZZO DEI FONDI CONTRATTUALI PER GLI ANNI 2008, 2009 E 2010 DIRIGENZA PROFESSIONALE, TECNICA ED AMMINISTRATIVA ACCORDO SULL UTILIZZO DEI FONDI CONTRATTUALI PER GLI ANNI 2008, 2009 E 2010 In data 21 Dicembre 2009, alle ore 10.30, presso la Sala Riunioni dell A.S.L.

Dettagli

Titolo 1 Utilizzo del personale

Titolo 1 Utilizzo del personale CONTRATTAZIONE D ISTITUTO sull utilizzo del personale in applicazione del POF e sull impiego delle risorse finanziarie a.s. 2014-15 Il giorno 1 ottobre, 8 ottobre 2014 e 14 gennaio 2015 presso l Istituto

Dettagli

Decreta: Art. 1. Ambito di applicazione e durata

Decreta: Art. 1. Ambito di applicazione e durata DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA 19 novembre 2010, n. 251 Recepimento dell'accordo sindacale per il personale non direttivo e non dirigente del Corpo nazionale dei vigili del fuoco (biennio economico

Dettagli

Direzione Centrale Pensioni Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici. Roma, 14/03/2012

Direzione Centrale Pensioni Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici. Roma, 14/03/2012 Direzione Centrale Pensioni Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici Roma, 14/03/2012 Circolare n. 38 Ai Dirigenti centrali e periferici Ai Responsabili delle Agenzie Ai Coordinatori generali,

Dettagli

Ufficio 7. Oggetto: Istruzioni per la predisposizione del Programma Annuale per l e.f. 2014.

Ufficio 7. Oggetto: Istruzioni per la predisposizione del Programma Annuale per l e.f. 2014. Dipartimento per la programmazione e la gestione delle risorse umane, finanziarie e strumentali Direzione generale per la politica finanziaria e per il bilancio Ufficio 7 dgbilancio@postacert.istruzione.it

Dettagli

LE COPERTURE NECESSARIE PER Quota96

LE COPERTURE NECESSARIE PER Quota96 LE COPERTURE NECESSARIE PER Quota96 Vorremmo impostare un ipotetico calcolo sui costi aggiuntivi per mettere i puntini sulle i. Risarcire i Q96, oltre che un diritto ormai consolidato darebbe una possibilità

Dettagli

ATTO DI SIGNIFICAZIONE, DIFFIDA E MESSA IN MORA

ATTO DI SIGNIFICAZIONE, DIFFIDA E MESSA IN MORA Al Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Capo Dipartimento per l istruzione Dott. Luciano Chiappetta Al Ministero dell Economia e delle Finanze Dipartimento dell Amministrazione Generale

Dettagli

Decreto ministeriale n. 21

Decreto ministeriale n. 21 Decreto ministeriale n. 21 Il Ministro della Pubblica Istruzione Roma, 1 marzo 2007 VISTA la legge 27 dicembre 2006, n. 296, recante: Disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello

Dettagli

(Gazz. Uff., 10 dicembre, n. 288). IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA

(Gazz. Uff., 10 dicembre, n. 288). IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA 13 agosto 2010, n. 206. Recepimento dell'accordo sindacale per il personale della carriera diplomatica, relativamente al servizio prestato in Italia (Biennio giuridico

Dettagli

OGGETTO: Relazione tecnico-finanziaria di accompagnamento al contratto integrativo d Istituto 2013/2014. PREMESSA

OGGETTO: Relazione tecnico-finanziaria di accompagnamento al contratto integrativo d Istituto 2013/2014. PREMESSA Ministero dell Istruzione Università e Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per il Lazio Istituto Istruzione Superiore F. ORIOLI Via Villanova, s.n.c. 01100 VITERBO Tel. 0761/251194-96 Fax 0761/354358

Dettagli

Comune di San Michele Salentino Provincia di Brindisi

Comune di San Michele Salentino Provincia di Brindisi Comune di San Michele Salentino Provincia di Brindisi Prot. n. 3586 lì, 18.05.2015 DECRETO SINDACALE N. 07/2015 OGGETTO: Nomina Responsabile del Settore Affari Generali Titolare di posizione organizzativa.

Dettagli

LA SICUREZZA E LA PREVENZIONE NEL CCNL COMPARTO SCUOLA: DISPOSIZIONI CONTRATTUALI DI RIFERIMENTO

LA SICUREZZA E LA PREVENZIONE NEL CCNL COMPARTO SCUOLA: DISPOSIZIONI CONTRATTUALI DI RIFERIMENTO LA SICUREZZA E LA PREVENZIONE NEL CCNL COMPARTO SCUOLA: DISPOSIZIONI CONTRATTUALI DI RIFERIMENTO CCNI DEL 31.8.1999 TUTELA DELLA SALUTE NELL AMBIENTE DI LAVORO Art. 57 - Finalità 1. Al fine di assicurare

Dettagli

Gli emolumenti del personale della scuola

Gli emolumenti del personale della scuola Gli emolumenti del personale della scuola Di salvatore buonandi La retribuzione complessiva dei dipendenti della scuola è costituita da indennità di varia natura, di cui alcune concorrono con lo stipendio

Dettagli

ESTRATTO DEL REGISTRO DELLE DELIBERAZIONI DELLA GIUNTA COMUNALE

ESTRATTO DEL REGISTRO DELLE DELIBERAZIONI DELLA GIUNTA COMUNALE ESTRATTO DEL REGISTRO DELLE DELIBERAZIONI DELLA GIUNTA COMUNALE L anno duemilaquattordici (2014), il giorno uno (01) del mese di luglio, alle ore 9,30, in una sala del Palazzo Comunale, convocata dal Sindaco,

Dettagli

SENATO DELLA REPUBBLICA XIV LEGISLATURA ---------- Servizio del bilancio

SENATO DELLA REPUBBLICA XIV LEGISLATURA ---------- Servizio del bilancio SENATO DELLA REPUBBLICA XIV LEGISLATURA ---------- Servizio del bilancio Nota di lettura n. 52 Schema di decreto legislativo recante "Introduzione del sistema dei parametri stipendiali per il personale

Dettagli

Ministero dell istruzione, dell università e della ricerca Ufficio Scolastico Regionale per la Calabria Direzione Generale Ufficio IV Settore II

Ministero dell istruzione, dell università e della ricerca Ufficio Scolastico Regionale per la Calabria Direzione Generale Ufficio IV Settore II Ministero dell istruzione, dell università e della ricerca Ufficio Scolastico Regionale per la Calabria Direzione Generale Ufficio IV Settore II CONTRATTO INTEGRATIVO REGIONALE SUI CRITERI PER LA FRUIZIONE

Dettagli

Parere n. 26/2010 - Trattamento economico del personale nella giornata festiva

Parere n. 26/2010 - Trattamento economico del personale nella giornata festiva Parere n. 26/2010 - Trattamento economico del personale nella giornata festiva Il Comune (omissis) rivolge quesito per sapere quale sia il trattamento economico spettante al dipendente comunale che occasionalmente

Dettagli

Contrattazione integrativa d Istituto a.s.2012/2013 FRONTESPIZIO DELL INTESA

Contrattazione integrativa d Istituto a.s.2012/2013 FRONTESPIZIO DELL INTESA MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL LAZIO ISTITUTO STATALE COMPRENSIVO Scuola dell INFANZIA, PRIMARIA E SECONDARIA di I GRADO Via Milazzo,21-03030

Dettagli

COMUNE DI SERIATE CONTRATTO COLLETTIVO DECENTRATO INTEGRATIVO AREA DIRIGENZA ANNO 2010

COMUNE DI SERIATE CONTRATTO COLLETTIVO DECENTRATO INTEGRATIVO AREA DIRIGENZA ANNO 2010 COMUNE DI SERIATE CONTRATTO COLLETTIVO DECENTRATO INTEGRATIVO AREA DIRIGENZA ANNO 2010 TRA Il Direttore Generale, dottor Michele Luccisano, presidente di parte pubblica della Delegazione Trattante; I rappresentanti

Dettagli

CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE DI LAVORO PER IL PERSONALE DIRIGENTE DEL CNEL BIENNIO ECONOMICO 2000-2001

CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE DI LAVORO PER IL PERSONALE DIRIGENTE DEL CNEL BIENNIO ECONOMICO 2000-2001 CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE DI LAVORO PER IL PERSONALE DIRIGENTE DEL CNEL BIENNIO ECONOMICO 2000-2001 A seguito del parere favorevole espresso in data 7 dicembre 2001 dalla Presidenza del Consiglio

Dettagli

Modello A - 1: personale docente supplente annuale

Modello A - 1: personale docente supplente annuale Modello A - 1: personale docente supplente annuale Ministero dell istruzione, dell università e della ricerca Denominazione Istituzione scolastica Codice meccanografico Prot. n. : data, / / Oggetto: contratto

Dettagli

USR Lombardia - via Pola, 11-20124 - Milano Direzione Generale. Prot. n. MIUR AOODRLO R.U. 6881 Milano, 22 maggio 2015

USR Lombardia - via Pola, 11-20124 - Milano Direzione Generale. Prot. n. MIUR AOODRLO R.U. 6881 Milano, 22 maggio 2015 1 USR Lombardia - via Pola, 11-20124 - Milano Direzione Generale Prot. n. MIUR AOODRLO R.U. 6881 Milano, 22 maggio 2015 Ai Dirigenti delle scuole di ogni ordine e grado della Lombardia E p.c. Ai Dirigenti

Dettagli

MCM INFORMATICA DI Marsico Massimo - CASALNUOVO DI NAPOLI (NA)

MCM INFORMATICA DI Marsico Massimo - CASALNUOVO DI NAPOLI (NA) MCM INFORMATICA DI Marsico Massimo - CASALNUOVO DI NAPOLI (NA) RELAZIONE TECNICO-FINANZIARIA ALLEGATA ALLA CONTRATTAZIONE INTEGRATIVA D'ISTITUTO A.S. 2012/2013 Prot. / li IL DIRETTORE DEI SERVIZI GENERALI

Dettagli

Cod. L005 - Assegni per il nucleo familiare Va indicata la spesa complessiva, sostenuta dall Istituzione nel corso dell anno 2007, per l erogazione

Cod. L005 - Assegni per il nucleo familiare Va indicata la spesa complessiva, sostenuta dall Istituzione nel corso dell anno 2007, per l erogazione Cod. L005 - Assegni per il nucleo familiare Va indicata la spesa complessiva, sostenuta dall Istituzione nel corso dell anno 2007, per l erogazione di assegni per il nucleo familiare al personale dipendente

Dettagli

TRATTAMENTI PENSIONISTICI DEL PERSONALE UNIVERSITARIO

TRATTAMENTI PENSIONISTICI DEL PERSONALE UNIVERSITARIO TRATTAMENTI PENSIONISTICI DEL PERSONALE UNIVERSITARIO Con circolare n.23 del 30.3.2004 l INPDAP ha diretto istruzioni alle Università aderenti alla sperimentazione liquidazione dei trattieni pensionistici.

Dettagli

OGGETTO PREAVVISO IN CASO DI RAPPORTO A TEMPO DETERMINATO

OGGETTO PREAVVISO IN CASO DI RAPPORTO A TEMPO DETERMINATO OGGETTO PREAVVISO IN CASO DI RAPPORTO A TEMPO DETERMINATO QUESITO (posto in data 17 marzo 2010) Quali sono i termini del preavviso da dare all azienda in un rapporto di lavoro a tempo determinato della

Dettagli

LICEO GINNASIO STATALE RAIMONDO FRANCHETTI VENEZIA-MESTRE

LICEO GINNASIO STATALE RAIMONDO FRANCHETTI VENEZIA-MESTRE LICEO GINNASIO STATALE RAIMONDO FRANCHETTI VENEZIA-MESTRE Corso del Popolo,82 VE-MESTRE 30172 Tel. 041/5315531 Fax 041/5328524 e-mail : segreteria@liceofranchetti.it Cod. fiscale 82007660275 - Cod. Scuola

Dettagli

AGENZIA PER LA RAPPRESENTANZA NEGOZIALE DELLE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI

AGENZIA PER LA RAPPRESENTANZA NEGOZIALE DELLE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI Accordo sottoscritto il 24 febbraio 2000 dall ARAN e dalle Organizzazioni Sindacali di categoria e le Confederazioni Sindacali sulla sequenza contrattuale prevista dall'art.44 del C.C.N.L. 26 maggio 1999

Dettagli

CONTRATTO COLLETTIVO INTEGRATIVO D ISTITUTO 2014-15

CONTRATTO COLLETTIVO INTEGRATIVO D ISTITUTO 2014-15 CONTRATTO COLLETTIVO INTEGRATIVO D ISTITUTO 2014-15 TITOLO PRIMO DISPOSIZIONI GENERALI Art. 1 Campo di applicazione, decorrenza e durata Il presente contratto si applica a tutto il personale docente ed

Dettagli

INPDAP DIREZIONE CENTRALE PRESTAZIONI PREVIDENZIALI Via C. Colombo, 44-00147 ROMA

INPDAP DIREZIONE CENTRALE PRESTAZIONI PREVIDENZIALI Via C. Colombo, 44-00147 ROMA INPDAP DIREZIONE CENTRALE PRESTAZIONI PREVIDENZIALI Via C. Colombo, 44-00147 ROMA Roma. 17 febbraio 1997 UFFICIO IV Prot. 63486 ALLE SEDI PERIFERICHE I.N.P.D.A.P. A TUTTI GLI ENTI CON PERSONALE ISCRITTO

Dettagli

INTESA. tra IL MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA E LE ORGANIZZAZIONI SINDACALI

INTESA. tra IL MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA E LE ORGANIZZAZIONI SINDACALI INTESA tra IL MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA E LE ORGANIZZAZIONI SINDACALI Ai fini della ripartizione delle risorse di cui agli artt. 33, 62, 85, 87 del CCNL 2006/2009 per l

Dettagli

L' EVOLUZIONE DELLE NORME CHE REGOLANO L'ESERCIZIO DELLE FUNZIONI DI COORDINAMENTO NEL CONTRATTO DEL COMPARTO SANITA' PUBBLICA

L' EVOLUZIONE DELLE NORME CHE REGOLANO L'ESERCIZIO DELLE FUNZIONI DI COORDINAMENTO NEL CONTRATTO DEL COMPARTO SANITA' PUBBLICA L' EVOLUZIONE DELLE NORME CHE REGOLANO L'ESERCIZIO DELLE FUNZIONI DI COORDINAMENTO NEL CONTRATTO DEL COMPARTO SANITA' PUBBLICA a cura del Nucleo Promozione e Sviluppo Responsabile: Cesare Hoffer PREMESSA

Dettagli