Certificazione Garanzia di Origine per impianti alimentati da Fonti Rinnovabili

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Certificazione Garanzia di Origine per impianti alimentati da Fonti Rinnovabili"

Transcript

1 Certificazione Garanzia di Origine per impianti alimentati da Fonti Rinnovabili Disposizioni Tecniche di Funzionamento Versione 3.0 Aggiornata 1/7/2013

2 Indice Premessa... 3 Definizioni e acronimi... 4 Riferimenti normativi essenziali... 5 Rimandi informativi Accesso al portale GO Registrazione sul portale informatico del GSE Abilitazione all applicazione GO Operatori che possono accedere all applicativo GO Profilo Impresa di vendita Profilo Trader Profilo Produttore Qualifica IGO Qualifica IGO degli impianti alimentati a fonti rinnovabili Fasi di presentazione della richiesta di qualifica di un nuovo impianto Stati della richiesta Trasferimento della titolarità dell unità produttiva Migrazione dal sistema CO-FER al sistema GO Impianti già qualificati ICO-FER Migrazione conti proprietà dal sistema CO-FER al sistema GO Certificato GO ICS: RECS Prerequisiti Richiesta di iscrizione impianto RECS Certificato GO ICS: RECS Certificato ICS: RECS old Gestione ed emissione delle Garanzie di Origine Emissione delle GO Procedure Concorrenziali Richiesta di ammissione Tempistiche di svolgimento delle Procedure Concorrenziali Garanzia a copertura delle offerte presentate Comunicazione esiti procedura concorrenziale Aspetti fiscali Modalità e termini per la fatturazione Variazione coordinate bancarie Piattaforma associativa per lo scambio internazionale della Garanzia di Origine

3 Aggiornamenti Le presenti DTF aggiornano la versione 2.0 del 01/06/2012 relativa al processo di qualifica degli Operatori che hanno accesso al portale CO-FER e alle modalità di ammissione e di partecipazione alle Procedure Concorrenziali, integrando e modificando il processo in base a quanto disposto dalla direttiva 2009/28/CE, relativamente alle Garanzie di Origine (GO). In particolare sono stati inseriti e modificati i seguenti paragrafi: 2 Operatori che possono accedere all applicativo GO 3 Qualifica IGO 4 Migrazione dal sistema CO-FER al sistema GO 5 Certificato GO ICS: RECS 6 Gestione ed emissione delle Garanzie di Origine 7 Procedure Concorrenziale 8 Piattaforma associativa per lo scambio internazionale della Garanzia di Origine 2

4 Premessa Le disposizioni tecniche di funzionamento (DTF), sono state predisposte dal Gestore dei Servizi Energetici GSE S.p.A. per disciplinare e agevolare le attività degli Operatori in relazione all'attuazione: della Procedura per l identificazione degli impianti alimentati da fonti rinnovabili ed emissione e gestione delle garanzie di origine redatta dal GSE e approvata dal Ministero dello Sviluppo Economico, sentita l Autorità per l energia elettrica e il gas, ai sensi dell articolo 31, comma 1, del Decreto ministeriale del 6 luglio 2012; delle Procedure concorrenziali per l assegnazione delle garanzie di origine nella disponibilità del GSE di cui all articolo 6, comma 1, lettera b) della deliberazione ARG/elt 104/11. Le DTF, soggette a integrazioni e variazioni sulla base della normativa vigente e delle modalità di attuazione della stessa, regolano i seguenti argomenti: accesso e funzionamento dell applicazione informatica GO; modalità di richiesta qualifica IGO ed emissione delle relative certificazioni GO; procedure concorrenziali; gestione contabile e amministrativa. Il titolo GO è una certificazione elettronica che attesta l origine rinnovabile delle fonti utilizzate dagli impianti qualificati IGO per la produzione dell energia elettrica. Ogni titolo GO è pari a 1 MWh e viene rilasciato sulla base dell energia elettrica immessa in rete dagli impianti qualificati IGO. I titoli GO possono essere, inoltre, trasferiti dai produttori alle imprese di vendita, anche attraverso un trader. Il GSE, su richiesta dei produttori, rilascia la qualifica IGO attestante la produzione di energia elettrica da fonte rinnovabile per ciascun impianto. Successivamente al rilascio della qualifica IGO il GSE, su richiesta del produttore il cui impianto è qualificato IGO, emette i titoli GO. Tali titoli possono essere accompagnati dall attributo RECS, per la produzioni di energia elettrica fino al 31/12/2014. L attivazione del conto proprietà, su cui saranno depositati i titoli GO, viene effettuata dal GSE: ai produttori qualificati IGO; a favore delle società di vendita e dei trader che ne fanno richiesta a valle della valutazione della citata richiesta. 3

5 Definizioni e acronimi Anno a generico anno di competenza. L'espressione (a+1, a+2, ecc.) indica il primo, il secondo o l'ulteriore anno successivo a quello (a) di riferimento. Applicazione web interfaccia informatica utilizzata per la gestione dei rapporti tra GSE e l Operatore in relazione alla regolazione dei rapporti contrattuali ed economici intercorrenti. EECS Elettricity Domain Protocol for Italy Protocollo Italiano per il rilascio di certificazioni che rispettano il Sistema Standard di Certificazione Europea per l elettricità, approvato il 6 giugno 2013 dal General Meeting dell AIB (Association of Issuing Bodies). Giorni lavorativi sulla piazza di Roma per giorno lavorativo si intende un giorno compreso tra lunedì e venerdì, ad eccezione di quelli riconosciuti festivi dallo Stato a tutti gli effetti civili. In particolare, si considerano festivi i giorni: 1 gennaio, 6 gennaio, lunedì dopo Pasqua, 25 aprile (Anniversario della liberazione), 1 maggio (Festa del lavoro), 2 giugno (Fondazione della Repubblica), 29 giugno (SS. Pietro e Paolo), 15 agosto, 1 novembre, 8 dicembre, 25 dicembre, 26 dicembre. GO certificazione elettronica di Origine per impianti alimentati da Fonti Rinnovabili. Titolo di valore pari a 1 MWh rilasciato dal GSE sull energia elettrica immessa in rete da impianti qualificati IGO, arrotondato con criterio commerciale. Nelle presenti DTF identifica anche l applicazione con cui l Operatore gestisce le attività di richiesta, scambio e utilizzo dei titoli GO. ICS: RECS (Indipendent Certificate Scheme: Renewable Energy Certificate). certificazione per la produzione di energia elettrica da fonte rinnovabile supportata dallo standard internazionale gestito dall AIB (Association of Issuing Bodies), rilasciata come attributo al certificato GO. IGO identificazione degli impianti alimentati da fonti rinnovabili ai fini del rilascio della Certificazione di Origine. Operatore produttore IGO, impresa di vendita, trader. Un operatore della piattaforma è un soggetto abilitato ad operare in una data sessione d asta. Esso può disporre di uno o più profili (Produttore, Trader, Impresa di vendita). Tali profili sono associati ad un unico operatore (condividono quindi la stessa ragione sociale e partita IVA, ma hanno diversi codici conto). Produttore persona fisica o giuridica che produce energia elettrica, indipendentemente dalla proprietà dell impianto. Produttore IGO produttore il cui impianto è qualificato IGO dal GSE su espressa richiesta dello stesso. Utente è il soggetto che opera sulla piattaforma per conto di un profilo. Vi è quindi un associazione 1 a 1 fra profilo e utente. Un operatore con tre profili, avrà quindi altrettanti accessi che gli consentono di operare sulla Piattaforma. 4

6 Riferimenti normativi essenziali Direttiva 2009/28/CE del 23 aprile 2009 sulla promozione dell uso dell energia elettrica da fonti rinnovabili, recante modifica e successiva abrogazione delle direttive 2001/77/CE e 2003/30/CE; Decreto legislativo del 3 marzo 2011, n. 28 in attuazione della direttiva 2009/28/CE sulla promozione dell uso dell energia da fonti rinnovabili, recante modifica e successiva abrogazione delle direttive 2001/77/CE e 2003/30/CE; Decreto del Ministro dello Sviluppo Economico del 31 luglio 2009 recante Criteri e modalità per la fornitura ai clienti finali delle informazioni sulla composizione del mix energetico utilizzato per la produzione dell'energia elettrica fornita, nonché sull'impatto ambientale della produzione ; Decreto ministeriale del 6 luglio 2012: Attuazione dell articolo 24 del decreto legislativo 3 marzo 2011, n. 28, recante incentivazione della produzione di energia elettrica da impianti a fonti rinnovabili diversi dai fotovoltaici ; Deliberazione ARG/elt 104/11 relativa alle Condizioni per promuovere la trasparenza dei contratti di vendita ai clienti finali di energia elettrica prodotta da fonti rinnovabili. Rimandi informativi EECS Elettricity Domain Protocol for Italy Protocollo Italiano per il rilascio di certificazioni che rispettano il Sistema Standard di Certificazione Europea per l elettricità, approvato il 6 giugno 2013 dal General Meeting dell AIB (Association of Issuing Bodies); GO Manuale di utilizzo dell applicazione web; Manuale Utente per la partecipazione alle procedure concorrenziali; Procedura per l identificazione degli impianti alimentati da fonti rinnovabili ed emissione e gestione delle garanzie di origine redatta dal GSE e approvata dal Ministero dello Sviluppo Economico, sentita l Autorità per l energia elettrica e il gas, ai sensi dell articolo 31, comma 1, del Decreto ministeriale del 6 luglio 2012; Procedure concorrenziali per l assegnazione delle garanzie di origine nella disponibilità del GSE di cui all articolo 6, comma 1, lettera b) della deliberazione ARG/elt 104/11. 5

7 1 Accesso al portale GO 1.1 Registrazione sul portale informatico del GSE Gli operatori che intendono registrarsi al portale GO, devono collegarsi al sito del GSE e seguire la procedura guidata di registrazione al portale web presente all indirizzo https://applicazioni.gse.it o eventualmente raggiungibile da link sul sito istituzionale del Il sistema provvederà a rilasciare all utente delle credenziali personali di accesso (userid e password) nonché, solo nel caso di prima registrazione, un codice identificativo univoco da utilizzare per la registrazione di eventuali ulteriori utenti che accedano per conto del medesimo Operatore. 1.2 Abilitazione all applicazione GO Con le credenziali di accesso ricevute a seguito della registrazione sul portale GWA, l Operatore potrà sottoscrivere l applicativo GO. Sul sito istituzionale del GSE, nella sezione Qualifiche e certificazioni, è presente il manuale utente GO al quale si rimanda per l utilizzo dell applicativo GO. 2 Operatori che possono accedere all applicativo GO Al primo accesso all applicativo GO, l Operatore è tenuto a registrarsi con uno dei profili proposti a cui sono associate funzionalità specifiche. I profili di accesso, consentiti e le funzionalità attive per ciascun profilo sono i seguenti: produttore: gestione impianti, Conto proprietà; trader: Conto proprietà; impresa di vendita: Conto proprietà. Ogni Operatore è tenuto a registrarsi con più profili se opera in più segmenti della filiera del mercato elettrico. 2.1 Profilo Impresa di vendita Il profilo impresa di vendita non prevede approvazioni formali da parte del GSE e comporta l apertura automatica del Conto proprietà nel caso in cui l impresa sia già censita negli archivi del GSE e abilitata al portale VEN. Per tale motivo, nei casi in cui l impresa di vendita non vi abbia già provveduto per altre finalità, una volta completata la fase di registrazione sul portale web del GSE, dovrà richiedere l abilitazione all applicazione VEN. Tale passaggio, obbligatorio, consente di procedere alla sottoscrizione dell applicativo GO non appena il GSE abbia approvato la richiesta di iscrizione al portale VEN. Nota: Al fine dell abilitazione all applicazione VEN, dopo la sottoscrizione, l impresa di vendita deve comunicare all'indirizzo l'elenco dei nominativi delle persone che hanno richiesto l abilitazione. 2.2 Profilo Trader Il profilo Trader prevede un processo di approvazione da parte del GSE. L Operatore dovrà allegare alla richiesta la visura del Certificato Camerale aggiornata, caricando il documento direttamente tramite l applicativo GO. Nel caso in cui l Operatore-trader non sia un Operatore italiano, lo stesso dovrà allegare anche il documento di traduzione giurata del Certificato Camerale. L esito della richiesta può essere: positivo: l esito viene comunicato al trader via . Nella medesima comunicazione è indicata anche l apertura del Conto proprietà; negativo: l esito viene comunicato al trader via . 6

8 2.3 Profilo Produttore Il profilo produttore riguarda i titolari o coloro che hanno la disponibilità di impianti per i quali è possibile ottenere una qualifica IGO. La qualifica IGO comporta l apertura automatica del conto proprietà. Qualora siano verificate le condizioni, è tuttavia possibile richiedere l apertura di un conto proprietà anche senza aver ottenuto una qualifica IGO. Per i dettagli relativi all ottenimento della qualifica IGO propedeutica all ottenimento dei titoli GO, si veda 3. 3 Qualifica IGO 3.1 Qualifica IGO degli impianti alimentati a fonti rinnovabili La qualifica IGO di un impianto è propedeutica alla richiesta dei titoli GO, rilasciati dal GSE sull energia elettrica immessa in rete a partire dal 1 Gennaio La qualifica IGO può essere richiesta dai produttori che abbiano la disponibilità d impianti alimentati da fonti rinnovabili ad esclusione di quelli che si avvalgono: a) del ritiro dedicato dell energia ai sensi dell articolo 13 del decreto legislativo n. 387/2003; b) del meccanismo dello scambio sul posto di cui alla deliberazione n. 74/08 e s.m.i; c) di incentivi onnicomprensivi che prevedano il ritiro dell energia (impianti convenzionati CIP 6/92 e TO) da parte del GSE. La qualifica IGO di un impianto è propedeutica alla richiesta dei titoli GO, rilasciati dal GSE sull energia elettrica immessa in rete. Per gli impianti alimentati da fonti rinnovabili che rientrano nella casistica di cui ai precedenti punti a), b) e c), il GSE emetterà i relativi titoli GO e procederà a collocarli sul mercato mediante procedura concorrenziale alla quale potranno partecipare tutti gli Operatori che ne facciano richiesta e vi siano ammessi. La mancata richiesta di qualifica per un anno non preclude all Operatore la possibilità di richiederla successivamente. La validità della qualifica IGO è illimitata se non intervengono modifiche significative sull impianto e/o nell ambito della normativa vigente. In caso di modifiche significative sull impianto il produttore è tenuto a darne comunicazione al GSE e a rettificare i dati anagrafici dell impianto sul sistema di registrazione impianti Gaudì di Terna. Il GSE valuta le modifiche al fine di verificare la sussistenza dei requisiti per il mantenimento della qualifica IGO e comunica al produttore l eventuale provvedimento di revoca/decadenza/annullamento della qualifica stessa. Il GSE comunica al produttore mediante il portale GO l esito della valutazione della richiesta di qualifica IGO o l eventuale richiesta di integrare la documentazione trasmessa al medesimo GSE, entro 60 giorni dal ricevimento della stessa Fasi di presentazione della richiesta di qualifica di un nuovo impianto Il processo di richiesta di una nuova qualifica consiste in quattro fasi sequenziali: Fase 1. Verifica dell esistenza dell impianto sul sistema Gaudì di Terna e selezione dell Unità di Produzione da qualificare; Fase 2. Inserimento dei seguenti dati: Potenza Impianto qualificato IGO; tipo fonte: identifica la tipologia di alimentazione dell impianto (Rinnovabile/Ibrido); Fonte rinnovabile: identifica la fonte di alimentazione dell impianto; Certificati emessi con dicitura RECS (si veda 5); Eventuali convenzioni con il GSE già stipulate in precedenza (IAFR, IRGO); Fase 3. inserimento dei dati relativi ad eventuali: sostegni all investimento ricevuti in conto capitale oppure in conto esercizio; 7

9 sostegni all unità energetica ovvero sostegni che vengono dati al MWh prodotto e immesso in rete dall impianto. Il produttore è tenuto a indicare se per l energia elettrica immessa in rete ha ricevuto un sostegno (CV, TO, CE, FER-E) e dovrà anche indicare se totale o parziale; Fase 4. invio dei documenti timbrati e firmati. Per maggiori specifiche di dettaglio si rimanda al manuale utente dell applicativo GO. Nota: tutte le informazioni e le dichiarazioni sono rese ai sensi degli articoli 46 e 47 del DPR 28 dicembre 2000, n. 445 e secondo le modalità di cui all art. 38 del medesimo DPR, nella consapevolezza della decadenza dai benefici eventualmente conseguiti e delle sanzioni penali previste dagli artt. 75 e 76 del medesimo Decreto per le ipotesi di falsità in atti e dichiarazioni mendaci Stati della richiesta Le variazioni di stato della richiesta vengono comunicate via mentre sul portale informatico vengono resi disponibili all utente i documenti associati al nuovo stato della richiesta stessa. Di seguito si riportano gli stati in cui si può trovare una richiesta di qualifica: accolta: al produttore verrà comunicato l esito positivo della richiesta e il numero della qualifica associato all impianto. interlocutorio: nel momento in cui il produttore visualizza il documento dello stato interlocutorio, disporrà di 20 giorni per allegare la documentazione mancante. Il termine dei 60 giorni di valutazione si sospende, e riprende dal momento della risposta del produttore. Se il produttore provvede alla richiesta d integrazione entro i termini previsti, il GSE potrà accettare la richiesta oppure impostarla in stato Avviso di rigetto. Qualora il produttore non risponda entro i termini indicati, la richiesta sarà automaticamente posta in Avviso di rigetto e il processo seguirà l iter descritto nel caso successivo. avviso di rigetto: il produttore ha un termine di 10 giorni entro il quale rispondere alla comunicazione ricevuta allegando la documentazione integrativa richiesta dal GSE. Nel caso in cui risponda entro i termini previsti, il GSE avrà ulteriori 60 giorni per la valutazione della nuova documentazione allegata e per accogliere o rifiutare definitivamente la richiesta di qualifica. Nel caso in cui il produttore non risponda entro i termini indicati dall avviso di rigetto, la richiesta viene rifiutata definitivamente. L esito negativo sarà comunicato con un documento contenente le motivazioni. Per qualificare l impianto la cui richiesta è stata rigettata definitivamente, sarà necessario presentare una nuova richiesta di qualifica. 3.2 Trasferimento della titolarità dell unità produttiva La richiesta del cambio di titolarità di un impianto deve essere presentata su tutte le applicazioni, tra le quali GO, utilizzate dall Operatore. In particolare l Operatore dovrà seguire le indicazioni presenti sull applicazione GO in Gestione impianti > Trasferisci impianto, selezionando il cessionario e l impianto che intende trasferirgli. Nota: per poter effettuare un trasferimento di titolarità è necessario che anche il cessionario sia presente sui sistemi informatici del GSE e sia titolare di un conto titoli attivo. Durante il periodo di lavorazione della richiesta di trasferimento di titolarità, l impianto si troverà nello stato In cambio titolarità e non saranno possibili altre operazioni da parte dell Operatore sul medesimo impianto. In relazione ai titoli GO, si evidenzia che il trasferimento dell impianto non comporta la chiusura del conto proprietà che continua a poter essere utilizzato per le operazioni di gestione e movimentazione dei titoli. Nota: i titoli GO emessi fino al momento in cui il GSE non abbia effettuato il trasferimento dell impianto sull Operatore cessionario, rimarranno nella disponibilità del cedente. Similmente, il diritto ai titoli GO maturati sull impianto da cedere, se il diritto non sia stato esercitato dal cedente alla data della cessione, sarà automaticamente trasferito insieme all impianto. 8

10 4 Migrazione dal sistema CO-FER al sistema GO 4.1 Impianti già qualificati ICO-FER Gli impianti che siano già stati qualificati ICO-FER e che hanno i requisiti per richiedere l emissione dei certificati GO verranno automaticamente qualificati IGO. Nel caso i dati anagrafici forniti per la qualifica ICO-FER non fossero completi o congruenti con quanto riportato sul sistema di Gestione delle Anagrafiche Uniche degli Impianti (GAUDI ) gestito da TERNA, la migrazione dell impianto dal sistema CO-FER al sistema GO non sarà possibile fintanto che il produttore non abbia modificato i dati presenti su GAUDI o abbia comunicato eventuali inesattezze al GSE relative ai dati presenti sul portale CO-FER. Per gli impianti già qualificati ICO-FER che non rispettano i requisiti previsti per richiedere l emissione dei titoli GO, il GSE ha provveduto a chiudere la relativa qualifica. 4.2 Migrazione conti proprietà dal sistema CO-FER al sistema GO I conti proprietà già aperti e approvati sul sistema CO-FER verranno automaticamente trasformati in conti proprietà GO. 5 Certificato GO ICS: RECS 5.1 Prerequisiti L Operatore può aggiungere al certificato di Garanzia d Origine l attributo RECS. L Operatore deve necessariamente essere inscritto all Associazione RECS International (www.recs.org) e deve darne evidenza al GSE. L Operatore allegherà, tramite portale GO, la dichiarazione di appartenenza all associazione e copia della fattura o di altro documento idoneo a dimostrare la richiesta effettuata all Associazione. È presente un facsimile da scaricare, compilare e ricaricare, con allegato il documento di cui sopra. Per maggiori dettagli sul funzionamento della piattaforma web, si rimanda al Manuale Utente dell applicazione. L iscrizione a RECS International viene rinnovata ogni anno e pertanto anche la sottoscrizione attraverso il portale GO dovrà essere ripetuta ogni anno. Per ogni altro approfondimento è disponibile sul sito il documento EECS Electricity Domain Protocol for Italy approvato il 6 giugno 2013 dal General Meeting dell AIB (Association of Issuing Bodies). 5.2 Richiesta di iscrizione impianto RECS L Operatore dovrà indicare quale, tra i suoi impianti, dovranno ricevere i certificati GO ICS: RECS, piuttosto che certificati GO, usando l apposito flag presente sull applicativo GO. Tale scelta ha la validità di un anno e non è revocabile nel corso dell anno in cui si è effettuata la scelta. L Operatore può scegliere al primo accesso al sistema, in fase di qualifica IGO, quali impianti potranno ricevere i certificati GO ICS: RECS, oppure in una fase successiva. In questo secondo caso, i certificati con il nuovo attributo potranno essere emessi sull energia prodotta a partire dal mese della richiesta. Per l anno 2013, se l iscrizione a RECS International e la richiesta di emissione del certificato GO ICS: RECS, sul portale, avvengono entro il 31/07/2013, i certificati verranno emessi a partire da gennaio Certificato GO ICS: RECS Il Certificato GO ICS: RECS ha la stessa validità temporale e le stesse regole di emissione del Certificato GO. Può essere emesso su produzioni fino al 31/12/2014 e non potrà essere movimentato, sia a livello nazionale, che internazionale, dopo il 31/12/2015 (data di scadenza in automatico del certificato), come concordato con l Associazione RECS International e può essere annullato solo dall Impresa di vendita. 5.4 Certificato ICS: RECS old Dal 01/01/2013 non è più possibile emettere certificati che siano solo ICS: RECS. Quelli ancora disponibili sul mercato, detti per semplicità old, potranno comunque essere usati (annullati o trasferiti) fino al 31/12/2015 (data di scadenza in automatico del certificato). Tali certificati possono essere annullati dal Produttore, Trader o Impresa di vendita. 9

11 6 Gestione ed emissione delle Garanzie di Origine 6.1 Emissione delle GO Il GSE, per gli impianti qualificati IGO, provvede ad emettere, su base mensile, le GO rilasciate sulla base dell energia elettrica immessa in rete. Per poter procedere all emissione delle GO, il GSE acquisisce le misure dell energia elettrica immessa in rete dagli impianti alimentati da fonti rinnovabili (qualificati IGO) direttamente dai soggetti responsabili dell'attività di raccolta, validazione e registrazione delle misure (GdR), su base mensile. A seguito quindi della ricezione dei dati di misura da parte dei GdR competenti, il GSE verifica i medesimi e procede all aggregazione delle misure per la pubblicazione delle GO spettanti sui conti dei rispettivi produttori titolari di impianti IGO. Ogni titolo GO ha un valore pari a 1 MWh arrotondato secondo i criteri commerciali. La pubblicazione delle GO viene effettuata a consuntivo, salvo eventuali compensazioni, a seguito della ricezione dei dati di misura da parte dei soggetti responsabili dell'attività di raccolta, validazione e registrazione delle misure (GdR) e previa validazione commerciale, da parte del GSE, dei codici identificativi dell impianto forniti dal medesimo produttore in fase di richiesta di qualifica IGO. L emissione delle GO può essere effettuata dal produttore, accedendo al portale informatico, che all atto della pubblicazione verrà informato dal GSE tramite , della disponibilità delle GO sul proprio conto. L emissione dovrà comunque essere effettuata entro la data ultima di validità delle GO per l anno n come riportato nel paragrafo 3.2 della Procedura Tecnica. Le GO emesse sono soggette a compensazione, a seguito di eventuali rettifiche di misura comunicate da parte dei soggetti responsabili dell'attività di raccolta, validazione e registrazione delle misure, fino al 31 marzo dell anno n+1; la compensazione è operata sulla base dell energia elettrica effettivamente immessa in rete nell anno di riferimento n delle GO. 7 Procedure Concorrenziali 7.1 Richiesta di ammissione La richiesta di ammissione alle Procedure concorrenziali viene effettuata mediante il portale GO tramite la funzionalità Procedure Concorrenziali > Richiesta accesso Procedure Concorrenziali. Nota: tale funzionalità è disponibile solo nei 45 giorni precedenti ciascuna sessione d asta. Entro tale termine l Operatore dovrà procedere a richiedere l ammissione inviando la documentazione comprovante l attività del soggetto giuridico e i poteri dei rappresentanti legali. La richiesta sarà valutata dal GSE che potrà richiedere eventuali chiarimenti e integrazioni. A seguito dell ammissione, l Operatore potrà partecipare alle successive sessioni d asta senza procedere a reiterare la richiesta, fatti salvi i casi in cui vengano meno le condizioni di ammissione. In tali casi il GSE procederà a comunicare all Operatore la decadenza. Gli Operatori già ammessi a partecipare alle Procedure concorrenziali tramite l applicativo GO, potranno continuare a partecipare alle sessioni d asta tramite l applicativo GO senza necessità di effettuare una nuova richiesta di ammissione. 7.2 Tempistiche di svolgimento delle Procedure Concorrenziali Per la partecipazione all asta l Operatore deve aver richiesto e ottenuto l ammissione alla piattaforma PB-GO organizzata e gestita dal GME ai sensi della deliberazione ARG/elt 104/11, secondo le modalità previste dal GME. Entro il quinto giorno lavorativo antecedente (D-5) quello di svolgimento della procedura concorrenziale, il GSE definisce: l elenco dei soggetti ammessi alle procedure concorrenziali; le quantità di GO, distinte per tipologia, oggetto della procedura concorrenziale, tramite comunicato pubblicato sul proprio sito internet, unitamente all indicazione del relativo prezzo minimo di assegnazione. 10

12 Entro il giorno D-3 (data valuta), l operatore deve effettuare il versamento di una garanzia nella forma del deposito in contante infruttifero sul conto GSE indicato al punto 4.3. Entro le ore del giorno D-2 l importo dovrà essere validato dal GSE, pena l impossibilità di presentare le richieste di assegnazione. A partire dalle ore 10:00 del giorno lavorativo D-2 fino alle ore 10:00 del giorno D, l Operatore presenta le proprie richieste di assegnazione. Gli operatori potranno modificare o revocare le richieste di assegnazione fino alle ore 10:00 del giorno D. Ciascun Operatore presenterà le offerte (richieste di assegnazione) sulla base di uno o più profili di registrazione corrispondenti a ciascuno dei conti proprietà aperti sulla piattaforma GO. Successivamente al termine ultimo di presentazione delle offerte (h. 10:00 del giorno D), si procede a verificare la validità e la congruità delle offerte presentate e raccolte durante l asta verificando che: 1. l operatore sia abilitato a presentare le richieste di assegnazione secondo quanto previsto nel documento Procedure concorrenziali per l assegnazione delle garanzie di origine nella disponibilità del GSE; 2. la richiesta di assegnazione presentata rispetti, con riferimento a ciascuna tipologia di GO, il relativo prezzo minimo di assegnazione comunicato dal GSE; 3. la quantità oggetto della singola richiesta di assegnazione sia almeno pari al lotto minimo (riferibile a ciascuna tipologia) indicato nel documento Procedure concorrenziali per l assegnazione delle garanzie di origine nella disponibilità del GSE; 4. nel caso di presentazione di richieste di assegnazione multiple, riconducibili al medesimo operatore, le stesse non siano complessivamente superiori al numero indicato per tipologia nel documento Procedure concorrenziali per l assegnazione delle garanzie di origine nella disponibilità del GSE; 5. le richieste di assegnazione presentate da uno stesso operatore, ancorché attraverso diversi profili di registrazione, non superino complessivamente il 50% della quantità totale di GO oggetto d asta, relativamente a ciascuna tipologia. In caso di esito negativo della verifica, si procederà a tagliare le offerte partendo da quella con prezzo inferiore fino a che la quantità totale di GO richiesti sia pari al suddetto limite del 50%. Nel caso in cui anche una sola delle verifiche di validità di cui sopra dia esito negativo, la richiesta di assegnazione viene rifiutata e ne è data comunicazione sul portale web. Sono rifiutate, altresì, le richieste di assegnazione per le quali l operatore, pur essendo risultato abilitato a presentare richieste di assegnazione, al momento di svolgimento delle verifiche di validità non risulti più essere in possesso della qualifica di operatore della piattaforma PB-GO gestita da GME. Nei casi in cui le verifiche di validità di cui sopra diano esito positivo si procede con le verifiche di congruità finanziaria sulla capienza dei depositi effettuati dagli Operatori sul conto del GSE entro il terzo giorno lavorativo antecedente (D-3) quello di svolgimento della Procedura concorrenziale. Le verifiche di congruità finanziaria sono disposte partendo dalla richiesta di assegnazione valida avente maggiore priorità di prezzo per accertare che il controvalore totale di ciascuna richiesta, maggiorato del corrispettivo di registrazione dovuto al GSE, sia minore o uguale alla capienza residua della garanzia. Nel caso in cui un operatore operi attraverso più profili di accesso, il deposito a garanzia sarà un unico importo complessivo utilizzato da tutti i profili durante la fase d asta delle offerte. Un contatore elencherà il numero di offerte presentate dall Operatore attraverso i profili di registrazione così che ciascun profilo possa avere evidenza del controvalore totale delle proposte eventualmente presentate dagli altri utenti dello stesso Operatore. Sulla piattaforma viene indicato lo status del deposito (validato/non validato). A parità di prezzo offerto, la verifica sulla congruità finanziaria, dà priorità all offerta presentata prima in ordine temporale. Qualora ci fossero più offerte aventi lo stesso prezzo, presentate contemporaneamente, che risultino parzialmente congrue, si procede al taglio delle offerte in base all ordine di specificazione delle offerte stesse così che l insieme delle offerte risulti coperto dalla garanzia residua. Nei casi in cui sia superato l ammontare della garanzia finanziaria, è previsto il taglio delle offerte in acquisto al multiplo di inferiore a quello che dà origine allo sforamento stesso (per un maggiore dettaglio si rimanda al documento Procedure concorrenziali ). 11

13 Data e orario Fino al 5 giorno lavorativo prima dell asta entro h. 10:00 Dal 5 giorno lavorativo prima dell asta entro h. 10:00 Dal 5 al 3 giorno lavorativo prima dell asta Fino a 3 giorno lavorativo prima dell asta Giorno 3 lavorativo prima dell asta ore h. 10:00 Dal 3 al 2 giorno lavorativo prima dell asta Giorno 2 lavorativo prima dell asta ore h. 10:00 Dalle h.10:00 del 2 giorno lavorativo alle h.10:00 del giorno d asta Giorno d asta h. 10:00 Giorno d asta dalle h. 10:00 alle h. 15:00 Giorno d asta h. 17:00 Attività Pubblicazione sul sito GSE delle quantità oggetto d asta, distinte per tipologia con relativo prezzo minimo di assegnazione (prezzo a base d asta). Individuazione degli Operatori che non risultano abilitati alla piattaforma di mercato gestita da GME L Operatore ha la possibilità di notificare/modificare l importo del bonifico necessario per garantire il corretto svolgimento delle transazioni in corso d asta. Il GSE può modificare la propria offerta di titoli dando evidenza sul proprio sito internet o sul portale aste dell avvenuta modifica. Termine ultimo per l invio del bonifico depositato da parte dell Operatore. Viene inibita agli Operatori la modifica dei depositi. Vengono convalidati i bonifici degli effettuati dagli Operatori. Apertura sessione Asta Presentazione richieste di assegnazione Possibilità di modifica e revoca delle Richieste Chiusura sessione d asta Verifiche di validità e di congruità Determinazione degli esiti Pubblicazione esito dell asta. 7.3 Garanzia a copertura delle offerte presentate Ai fini della presentazione delle offerte di acquisto di GO, ciascun richiedente è obbligato a rilasciare una garanzia nella forma di deposito in contante infruttifero a totale copertura delle offerte presentate, maggiorato dell IVA (ove applicabile). Nel caso in cui un Operatore operi per più profili di accesso (trader, produttore, impresa di vendita) il deposito a garanzia sarà un unico importo complessivo utilizzato da tutti i profili. Il deposito deve essere versato, entro il terzo giorno lavorativo (D-3) antecedente la sessione d asta (con pari valuta), su un apposito conto corrente intestato al GSE, come di seguito specificato: Banca Popolare di Sondrio Sede di Roma Via Cesare Pavese, Roma IBAN: IT 13 W X55 Una copia dell attestazione dell avvenuto pagamento dovrà essere anticipata all indirizzo di posta elettronica all indirizzo 7.4 Comunicazione esiti procedura concorrenziale A partire dalle ore 17:00 del giorno in cui è avvenuta l asta, il GSE procede alla pubblicazione degli esiti per ogni offerta inviata dal singolo profilo Operatore. L esito di ciascuna offerta è comunicata attraverso l applicazione web in cui si dà informazione dello stato dell offerta. Gli stati possono essere: sottomessa: quando è stata inviata e presa in carico dal sistema (anche a seguito di una modifica dell offerta stessa); revocata: quando è stata cancellata dall utente; Al termine della sessione, l offerta può essere nello stato: abbinata: se è stata accolta totalmente o parzialmente dall algoritmo di abbinamento; scartata: se non ha prodotto abbinamenti per merito economico. Questo accade quando l offerta è scartata poiché la quantità offerta dal GSE è stata completamente abbinata con offerte più meritorie in termini economici o a parità di prezzo in termini temporali; 12

14 non valida: un offerta può essere non valida a causa dell esaurimento della garanzia, superamento del 50% della quantità offerta dal GSE, profilo operatore non più abilitato. Per maggiori dettagli sul funzionamento della piattaforma web, si rimanda al Manuale Utente dell applicazione. 7.5 Aspetti fiscali L ammontare della garanzia è determinato dall Operatore sulla base delle offerte che intende presentare e deve essere maggiorato dell IVA ove applicabile. Di seguito la tabella riassuntiva dei regimi fiscali. TIPOLOGIA OPERATORE REGIME FISCALE ALIQUOTA SOGGETTO RESIDENTE IN ITALIA CON PARTITA IVA ORDINARIO 21% SOGGETTO RESIDENTE IN ITALIA SENZA PARTITA IVA ORDINARIO 21% ESPORTATORI ABITUALI NON SOGGETTO IVA ART. 8 DPR 633/72 N.A. OPERATORE UE/EXTRA UE CON PARTITA IVA ESCLUSO IVA ART. 7-TER N.A. OPERATORE UE SENZA PARTITA IVA ORDINARIO 21% OPERATORE EXTRA UE SENZA PARTITA IVA ESCLUSO IVA ART. 7-SEPTIES N.A. Il regime fiscale dell Operatore deve essere coerente con quanto dichiarato sul Portale GO in sede di registrazione. Pertanto gli operatori sono tenuti a verificare i dati fiscali inseriti nel Portale GO, riepilogati nella pagina Dati amministrativi del menu Fatturazione. Si precisa inoltre che l Operatore italiano, qualora intenda avvalersi della facoltà prevista per i soggetti che hanno effettuato cessioni all esportazione/operazioni assimilate, ai sensi dell art.8, comma 8.1, lettera c) del DPR 633/72, è tenuto ad inviare la dichiarazione d intento redatta in conformità al modello approvato con il DM 6/12/1986. L invio dovrà avvenire a mezzo raccomandata all attenzione della Direzione Amministrazione, Finanza e Controllo del GSE in via Maresciallo Pilsudski 92, Roma. In assenza di tale dichiarazione il GSE applicherà al soggetto interessato il regime IVA ordinario. 7.6 Modalità e termini per la fatturazione Il periodo di fatturazione a seguito di esito positivo dell asta è relativo a ogni singola sessione. Entro 5 giorni lavorativi successivi alla sessione e per ogni soggetto aggiudicatario, il GSE renderà disponibile in formato elettronico, la fattura evidenziando i seguenti elementi: a) le GO assegnate nella sessione d asta di riferimento, suddivise per profilo (n conto) e tipologia; b) il prezzo/i prezzi di assegnazione relativo/i alle quantità del precedente punto a); c) il corrispettivo per ogni GO registrata sulla PB-GO; d) le partite fiscali; e) l importo totale. Il GSE soddisfa i crediti vantati nei confronti degli operatori utilizzando, fino a capienza, il deposito disponibile dagli stessi versato. Nel caso in cui il deposito disponibile alla chiusura della sessione sia superiore rispetto all importo relativo alle GO assegnate, il GSE procederà a restituire le eccedenze sulle coordinate bancarie indicate in fase di registrazione entro i 5 giorni lavorativi successivi alla sessione. Per ogni soggetto non aggiudicatario, al termine di ogni sessione il GSE procederà alla restituzione dell ammontare del deposito entro i 5 giorni lavorativi successivi alla sessione. 7.7 Variazione coordinate bancarie La variazione delle coordinate bancarie dovrà avvenire esclusivamente tramite applicazione web. 13

15 8 Piattaforma associativa per lo scambio internazionale della Garanzia di Origine Il 6 giugno 2013 è stata accolta l adesione del GSE all AIB (Association of Issuing Bodies) per lo scambio internazionale delle Garanzie di Origine, operativo dal prossimo autunno. Questo consentirà agli Operatori nazionali di scambiare i titoli sulla piattaforma associativa anche a livello internazionale. 14

Procedure concorrenziali per l assegnazione delle garanzie di origine nella disponibilità del GSE

Procedure concorrenziali per l assegnazione delle garanzie di origine nella disponibilità del GSE Procedure concorrenziali per l assegnazione delle garanzie di origine nella disponibilità del GSE di cui all articolo 6, comma 1, lettera b) - deliberazione ARG/elt 104/11 1 Indice Premessa... 3 Definizioni

Dettagli

PROCEDURA TECNICA articolo 6, comma 1, lettera a)

PROCEDURA TECNICA articolo 6, comma 1, lettera a) PROCEDURA TECNICA articolo 6, comma 1, lettera a) deliberazione ARG/elt 104/11 1 Indice Premessa... 3 Definizioni e acronimi... 3 Riferimenti normativi e procedure tecniche richiamati nel documento...

Dettagli

PROCEDURA TECNICA articolo 6, comma 1, lettera a)

PROCEDURA TECNICA articolo 6, comma 1, lettera a) PROCEDURA TECNICA articolo 6, comma 1, lettera a) deliberazione ARG/elt 104/11 1 Indice Premessa... 3 Definizioni e acronimi... 3 Riferimenti normativi e procedure tecniche richiamati nel documento...

Dettagli

PROCEDURA PER L IDENTIFICAZIONE DEGLI IMPIANTI ALIMENTATI DA FONTI RINNOVABILI ED EMISSIONE E GESTIONE DELLE GARANZIE DI ORIGINE

PROCEDURA PER L IDENTIFICAZIONE DEGLI IMPIANTI ALIMENTATI DA FONTI RINNOVABILI ED EMISSIONE E GESTIONE DELLE GARANZIE DI ORIGINE DEGLI IMPIANTI ALIMENTI DA FONTI DELLE GARANZIE DI ORIGINE Pagina 1 di 22 DEGLI IMPIANTI ALIMENTATI DA FONTI RINNOVABILI ED EMISSIONE E GESTIONE DELLE GARANZIE DI ORIGINE (ai sensi dell articolo 31, comma

Dettagli

PROCEDURA PER LA DETERMINAZIONE DEL MIX ENERGETICO UTILIZZATO PER LA PRODUZIONE DELL ENERGIA ELETTRICA VENDUTA DALL IMPRESA DI VENDITA

PROCEDURA PER LA DETERMINAZIONE DEL MIX ENERGETICO UTILIZZATO PER LA PRODUZIONE DELL ENERGIA ELETTRICA VENDUTA DALL IMPRESA DI VENDITA Pagina 1 di 17 DEL MIX ENERGETICO UTILIZZATO PER LA (Ai sensi dell articolo 5, comma 7, del Decreto del Ministero dello Sviluppo Economico 31 luglio 2009) Pagina 2 di 17 INDICE 1 PREMESSA... 3 2 GLOSSARIO...

Dettagli

Istruzioni operative per l applicazione dell art 5 comma 7-bis della Legge n. 98 del 2013 (conversione DL Fare)

Istruzioni operative per l applicazione dell art 5 comma 7-bis della Legge n. 98 del 2013 (conversione DL Fare) Istruzioni operative per l applicazione dell art 5 comma 7-bis della Legge n. 98 del 2013 (conversione DL Fare) SOMMARIO 1 Generalità... 2 2 Requisiti per l accesso... 2 3 Modalità di applicazione... 2

Dettagli

AVVISO PER L ASSEGNAZIONE, PER L ANNO 2010, DEI DIRITTI CIP 6 DI CUI AL DECRETO DEL MINISTRO DELLO SVILUPPO ECONOMICO DEL 27 NOVEMBRE 2009

AVVISO PER L ASSEGNAZIONE, PER L ANNO 2010, DEI DIRITTI CIP 6 DI CUI AL DECRETO DEL MINISTRO DELLO SVILUPPO ECONOMICO DEL 27 NOVEMBRE 2009 AVVISO PER L ASSEGNAZIONE, PER L ANNO 2010, DEI DIRITTI CIP 6 DI CUI AL DECRETO DEL MINISTRO DELLO SVILUPPO ECONOMICO DEL 27 NOVEMBRE 2009 Il Gestore dei Servizi Energetici GSE S.p.A. (di seguito: GSE)

Dettagli

PROCEDURA PER LA DETERMINAZIONE DEL MIX ENERGETICO COMPLEMENTARE DELL ENERGIA ELETTRICA IMMESSA IN RETE DEL PRODUTTORE

PROCEDURA PER LA DETERMINAZIONE DEL MIX ENERGETICO COMPLEMENTARE DELL ENERGIA ELETTRICA IMMESSA IN RETE DEL PRODUTTORE Pagina 1 di 10 DEL MIX ENERGETICO COMPLEMENTARE DELL ENERGIA ELETTRICA IMMESSA IN (Ai sensi dell articolo 5, comma 5, del Decreto del Ministero dello Sviluppo Economico 31 luglio 2009) Pagina 2 di 10 INDICE

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA REGISTRAZIONE DELLE TRANSAZIONI BILATERALI DEI TITOLI DI EFFICIENZA ENERGETICA (CERTIFICATI BIANCHI)

REGOLAMENTO PER LA REGISTRAZIONE DELLE TRANSAZIONI BILATERALI DEI TITOLI DI EFFICIENZA ENERGETICA (CERTIFICATI BIANCHI) REGOLAMENTO PER LA REGISTRAZIONE DELLE TRANSAZIONI BILATERALI DEI TITOLI DI EFFICIENZA ENERGETICA (CERTIFICATI BIANCHI) Approvato dall Autorità per l energia elettrica e il gas, con deliberazione 14 febbraio

Dettagli

L attività del GSE nel campo dell accumulo di energia. Ing. Federica Ceccaroni - Unità Affari Regolatori

L attività del GSE nel campo dell accumulo di energia. Ing. Federica Ceccaroni - Unità Affari Regolatori L attività del GSE nel campo dell accumulo di energia Ing. Federica Ceccaroni - Unità Affari Regolatori Seminario AEIT, 22 Maggio 2015 Agenda Contesto normativo e regolatorio Attività GSE Regole Tecniche

Dettagli

ATTUAZIONE DELL ARTICOLO 2, COMMA 153, DELLA LEGGE N

ATTUAZIONE DELL ARTICOLO 2, COMMA 153, DELLA LEGGE N ATTUAZIONE DELL ARTICOLO 2, COMMA 153, DELLA LEGGE N. 244/07 E DELL ARTICOLO 20 DEL DECRETO MINISTERIALE 18 DICEMBRE 2008, IN MATERIA DI INCENTIVAZIONE DELL ENERGIA ELETTRICA PRODOTTA DA FONTI RINNOVABILI

Dettagli

IMPIANTI QUALIFICATI IAFR INVIO ATTESTAZIONE DI PRODUZIONE ANNO 2011

IMPIANTI QUALIFICATI IAFR INVIO ATTESTAZIONE DI PRODUZIONE ANNO 2011 IMPIANTI QUALIFICATI IAFR INVIO ATTESTAZIONE DI PRODUZIONE ANNO 2011 Si informano i soggetti titolari di impianti alimentati a fonti rinnovabili, qualificati IAFR e incentivati con Certificati Verdi (CV)

Dettagli

Disposizione tecnica di funzionamento n. 03 Rev1 P-GO

Disposizione tecnica di funzionamento n. 03 Rev1 P-GO Pagina 1 di 11 Disposizione tecnica di funzionamento n. 03 Rev1 (ai sensi dell articolo 4 del Regolamento di funzionamento del mercato organizzato e della piattaforma di registrazione degli scambi bilaterali

Dettagli

SCAMBIO SUL POSTO Deliberazione AEEG ARG/elt 74/08. Disposizioni Tecniche di Funzionamento

SCAMBIO SUL POSTO Deliberazione AEEG ARG/elt 74/08. Disposizioni Tecniche di Funzionamento Disposizioni Tecniche di Funzionamento Modalità e condizioni tecnico-operative utilizzate per il Servizio di Scambio sul Posto e per il Servizio di Scambio senza l obbligo di coincidenza tra i punti di

Dettagli

Disposizione tecnica di funzionamento n. 05 ME Rev.2

Disposizione tecnica di funzionamento n. 05 ME Rev.2 Pagina 1 di 7 Disposizione tecnica di funzionamento (ai sensi dell articolo 4 del Testo integrato della Disciplina del mercato elettrico, approvato con decreto del Ministro delle Attività Produttive 19

Dettagli

Versione integrata e modificata dalla deliberazione 493/2012/R/efr

Versione integrata e modificata dalla deliberazione 493/2012/R/efr Versione integrata e modificata dalla deliberazione 493/2012/R/efr Definizione delle modalità per il ritiro, da parte del Gestore dei Servizi Energetici S.p.A. - GSE, dell energia elettrica immessa in

Dettagli

PROCEDURA GESTIONALE ISTRUZIONI OPERATIVE PER L AUTOCERTIFICAZIONE DELL OBBLIGO

PROCEDURA GESTIONALE ISTRUZIONI OPERATIVE PER L AUTOCERTIFICAZIONE DELL OBBLIGO L AUTOCERTIFICAZIONE DELL OBBLIGO Pagina 1 di 14 L AUTOCERTIFICAZIONE DELLA PRODUZIONE, IMPORTAZIONE ED ESPORTAZIONE DI ENERGIA ELETTRICA DA FONTI NON RINNOVABILI NELL ANNO 2013 Istruzioni operative -

Dettagli

Disposizione tecnica di funzionamento n. 01 rev. 02 MTEE

Disposizione tecnica di funzionamento n. 01 rev. 02 MTEE Pagina 1 Disposizione tecnica di funzionamento (ai sensi dell Articolo 4 delle regole di funzionamento del mercato dei titoli di efficienza energetica) Titolo Modalità di accesso al sistema informatico

Dettagli

PROCEDURA TECNICA SEZIONE 2 - PROCEDURA PER LA GESTIONE ED EMISSIONE DEI CERTIFICATI VERDI PER GLI IMPIANTI ALIMENTATI DA FONTI RINNOVABILI SEZIONE 2

PROCEDURA TECNICA SEZIONE 2 - PROCEDURA PER LA GESTIONE ED EMISSIONE DEI CERTIFICATI VERDI PER GLI IMPIANTI ALIMENTATI DA FONTI RINNOVABILI SEZIONE 2 Pagina 1 di 21 SEZIONE 2 PROCEDURA PER LA GESTIONE ED EMISSIONE DEI CERTIFICATI VERDI PER GLI IMPIANTI ALIMENTATI DA (Ai sensi dell articolo 11, comma 1 del Decreto Ministeriale 24 ottobre 2005) Pagina

Dettagli

Piattaforma di scambio delle Garanzie di Origine Estere

Piattaforma di scambio delle Garanzie di Origine Estere Manuale d utilizzo 1 di 31 Indice dei Contenuti 1 Introduzione... 4 1 Accesso al portale Garanzie di Origine GO estere... 4 2 Primo accesso al portale GO estere (Scelta del profilo)... 4 2.1 Profilo Impresa

Dettagli

PER IL RILASCIO E L UTILIZZO DEL SERVIZIO DI POSTA ELETTRONICA CERTIFICATA DELL AZIENDA OSPEDALIERA UNIVERSITARIA FEDERICO II PER FINI ISTITUZIONALI

PER IL RILASCIO E L UTILIZZO DEL SERVIZIO DI POSTA ELETTRONICA CERTIFICATA DELL AZIENDA OSPEDALIERA UNIVERSITARIA FEDERICO II PER FINI ISTITUZIONALI REGOLAMENTO PER IL RILASCIO E L UTILIZZO DEL SERVIZIO DI POSTA ELETTRONICA CERTIFICATA DELL AZIENDA OSPEDALIERA UNIVERSITARIA FEDERICO II PER FINI ISTITUZIONALI Approvato con deliberazione n. 463 del 10.08.2015

Dettagli

REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL MERCATO ORGANIZZATO E DELLA PIATTAFORMA DI REGISTRAZIONE DEGLI SCAMBI BILATERALI DELLE GARANZIE DI ORIGINE

REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL MERCATO ORGANIZZATO E DELLA PIATTAFORMA DI REGISTRAZIONE DEGLI SCAMBI BILATERALI DELLE GARANZIE DI ORIGINE REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL MERCATO ORGANIZZATO E DELLA PIATTAFORMA DI REGISTRAZIONE DEGLI SCAMBI BILATERALI DELLE GARANZIE DI ORIGINE Positivamente verificato dalla Direzione Mercati dell Autorità

Dettagli

Dote Sport. Le risorse finanziarie destinate alla Dote Junior non potranno andare a compensare fabbisogni relativi alla Dote Teen e viceversa.

Dote Sport. Le risorse finanziarie destinate alla Dote Junior non potranno andare a compensare fabbisogni relativi alla Dote Teen e viceversa. Dote Sport Con D.G.R. X/3731 del 19 giugno 2015 sono stati approvati i criteri e le modalità per l assegnazione della Dote Sport, misura prevista dall art. 5 della l.r. 1 ottobre 2014, n. 26 che intende

Dettagli

Disposizioni Tecniche di Funzionamento

Disposizioni Tecniche di Funzionamento Disposizioni Tecniche di Funzionamento Modalità e condizioni tecnico-operative per l applicazione della convenzione di scambio sul posto Versione 1.0 1 TU1UT TU2UT TUObblighi TU3UT TUMisura TU4UT SCAMBIO

Dettagli

Il mercato dei Titoli di Efficienza Energetica organizzato dal GME

Il mercato dei Titoli di Efficienza Energetica organizzato dal GME Il mercato dei Titoli di Efficienza Energetica organizzato dal GME Incontro tecnico con gli operatori Roma, 13 febbraio 2006 Milano, 16 febbraio 2006 2 INDICE Le Regole del Mercato dei TEE Iscrizione al

Dettagli

Nuovo regime di ritiro dedicato. Delibera AEEG n. 280/07. Roma, 29 novembre 2007

Nuovo regime di ritiro dedicato. Delibera AEEG n. 280/07. Roma, 29 novembre 2007 Nuovo regime di ritiro dedicato Delibera AEEG n. 280/07 Roma, 29 novembre 2007 Nuovo regime di ritiro dedicato: Deliberazione AEEG n. 280/07 Contenuti: 1. Aspetti normativi della Deliberazione AEEG n.

Dettagli

GUIDA PER LA RICHIESTA DI TRASFERIMENTO DI TITOLARITÁ DEI PROGETTI DI EFFICIENZA ENERGETICA E DI MODIFICA DEI DATI ANAGRAFICI DEL SOGGETTO TITOLARE

GUIDA PER LA RICHIESTA DI TRASFERIMENTO DI TITOLARITÁ DEI PROGETTI DI EFFICIENZA ENERGETICA E DI MODIFICA DEI DATI ANAGRAFICI DEL SOGGETTO TITOLARE GUIDA PER LA RICHIESTA DI TRASFERIMENTO DI TITOLARITÁ DEI PROGETTI DI EFFICIENZA ENERGETICA E DI MODIFICA DEI DATI ANAGRAFICI DEL SOGGETTO TITOLARE DEL PROGETTO SULL APPLICATIVO INFORMATICO Marzo 2014

Dettagli

ISTRUZIONI OPERATIVE PER L AUTOCERTIFICAZIONE DELLA IMPORTAZIONE E PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA DA FONTI NON RINNOVABILI NELL ANNO 2012

ISTRUZIONI OPERATIVE PER L AUTOCERTIFICAZIONE DELLA IMPORTAZIONE E PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA DA FONTI NON RINNOVABILI NELL ANNO 2012 L AUTOCERTIFICAZIONE DELL OBBLIGO Pagina 1 di 14 L AUTOCERTIFICAZIONE DELLA IMPORTAZIONE E PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA DA FONTI NON RINNOVABILI NELL ANNO 2012 Istruzioni operative - Autocertificazione

Dettagli

PROCEDURE DI ASTA COMPETITIVA PER LA CESSIONE AL MERCATO DI SERVIZI DI STOCCAGGIO AI SENSI DEL DECRETO LEGISLATIVO DEL 13 AGOSTO 2010 N.

PROCEDURE DI ASTA COMPETITIVA PER LA CESSIONE AL MERCATO DI SERVIZI DI STOCCAGGIO AI SENSI DEL DECRETO LEGISLATIVO DEL 13 AGOSTO 2010 N. PROCEDURE DI ASTA COMPETITIVA PER LA CESSIONE AL MERCATO DI SERVIZI DI STOCCAGGIO AI SENSI DEL DECRETO LEGISLATIVO DEL 13 AGOSTO 2010 N.130 Allegato A REGOLAMENTO PER LE PROCEDURE A MERCATO DI CUI ALLA

Dettagli

CONDIZIONI PER LA FRUIZIONE DELLA FUNZIONALITA DI INVIO ELETTRONICO DELLA FATTURA

CONDIZIONI PER LA FRUIZIONE DELLA FUNZIONALITA DI INVIO ELETTRONICO DELLA FATTURA CONDIZIONI PER LA FRUIZIONE DELLA FUNZIONALITA DI INVIO ELETTRONICO DELLA FATTURA PREMESSO CHE: 1. Nell ambito della propria attività di impresa, SKY Italia S.r.l. e la sua controllata Telecare S.r.l.

Dettagli

Il calcolo della capienza della garanzia finanziaria

Il calcolo della capienza della garanzia finanziaria Il calcolo della capienza della garanzia finanziaria Roma, 6 aprile 2006 2 Introduzione: la garanzia finanziaria (Articolo 70 del Testo integrato) - 2 - 3 La garanzia finanziaria (Articolo 70 del Testo

Dettagli

L AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA IL GAS E IL SISTEMA IDRICO

L AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA IL GAS E IL SISTEMA IDRICO PARERE 16 APRILE 2015 172/2015/I/EFR PARERE AL MINISTRO DELLO SVILUPPO ECONOMICO SULLO SCHEMA DI DECRETO RECANTE APPROVAZIONE DI UN MODELLO UNICO PER LA REALIZZAZIONE, LA CONNESSIONE E L ESERCIZIO DI PICCOLI

Dettagli

Modalità copertura gestione, verifica. ica

Modalità copertura gestione, verifica. ica Modalità operative per il riconoscimento delle tariffe a copertura dei costi sostenuti dal GSE per le attività di gestione, verifica e controllo relative ai meccanismii di incentivazione e sostegno delle

Dettagli

Il biogas. Opportunità per le aziende agricole e l agro industria produzione e prospettive. Incentivi e finanziamenti

Il biogas. Opportunità per le aziende agricole e l agro industria produzione e prospettive. Incentivi e finanziamenti Il biogas Opportunità per le aziende agricole e l agro industria produzione e prospettive. Incentivi e finanziamenti Renzo N.Iride Servizio Energia-Araen D.M. 18.12.2008 (g.u.2.01.09) Incentivazione della

Dettagli

PREMESSA 1. REQUISITI PER LA PARTECIPAZIONE

PREMESSA 1. REQUISITI PER LA PARTECIPAZIONE REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE ASTE DI IMPORTAZIONE VIRTUALE PER L ANNO 2012 DI CUI ALLA DELIBERA DELL AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA E IL GAS ARG/ELT 179/09 COME SUCCESSIVAMENTE MODIFICATA PREMESSA

Dettagli

2. Requisiti per l ammissione alla selezione Per l ammissione alla selezione è richiesto il possesso dei seguenti requisiti:

2. Requisiti per l ammissione alla selezione Per l ammissione alla selezione è richiesto il possesso dei seguenti requisiti: SELEZIONE PER TITOLI ED ESAMI PER LA FORMAZIONE DI UNA GRADUATORIA PER L ASSUNZIONE A TEMPO DETERMINATO O INDETERMINATO CON CONTRATTO DI LAVORO PART-TIME O FULL TIME DI PERSONALE CON QUALIFICA DI IMPIEGATO

Dettagli

PROCEDURA TECNICA SEZIONE 2

PROCEDURA TECNICA SEZIONE 2 GESTIONE ED EMISSIONE DEI CERTIFICATI VERDI PER GLI IMPIANTI ALIMENTATI A IDROGENO, CELLE A COMBUSTIBILE E DI COGENERAZIONE ABBINATI AL TELERISCALDAMENTO Pagina 1 di 27 SEZIONE 2 PROCEDURA PER LA ALIMENTATI

Dettagli

Disposizione tecnica di funzionamento n. 04 rev.5 MTEE

Disposizione tecnica di funzionamento n. 04 rev.5 MTEE Pagina 1 di 16 Disposizione tecnica di funzionamento n. 04 rev.5 MTEE (ai sensi dell articolo 4 delle regole di funzionamento del mercato dei titoli di efficienza energetica) Titolo Fatturazione delle

Dettagli

Delibera n. 28/06 L AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA E IL GAS. Documenti collegati

Delibera n. 28/06 L AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA E IL GAS. Documenti collegati Documenti collegati Comunicato stampa Pubblicata sul sito www.autorita.energia.it in data 13 febbraio 2006 Delibera n. 28/06 CONDIZIONI TECNICO-ECONOMICHE DEL SERVIZIO DI SCAMBIO SUL POSTO DELL ENERGIA

Dettagli

MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO

MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO 1 di 5 27/05/2015 18:52 MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO DECRETO 19 maggio 2015 Approvazione del modello unico per la realizzazione, la connessione e l'esercizio di piccoli impianti fotovoltaici integrati

Dettagli

Regione Calabria ARPACAL. Agenzia Regionale per la Protezione dell Ambiente della Calabria PER LA CONCESSIONE DEI PERMESSI RETRIBUITI

Regione Calabria ARPACAL. Agenzia Regionale per la Protezione dell Ambiente della Calabria PER LA CONCESSIONE DEI PERMESSI RETRIBUITI Regione Calabria ARPACAL Agenzia Regionale per la Protezione dell Ambiente della Calabria ALLEGATO ALLA DELIBERA N 1233/2010 REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DEI PERMESSI RETRIBUITI PER DIRITTO ALLO STUDIO

Dettagli

COMUNE DI ZIANO PIACENTINO PROVINCIA DI PIACENZA

COMUNE DI ZIANO PIACENTINO PROVINCIA DI PIACENZA COMUNE DI ZIANO PIACENTINO PROVINCIA DI PIACENZA AVVISO DI SELEZIONE PER CONFERIMENTO INCARICO DI SERVIZI ATTINENTI L INGEGNERIA E L ARCHITETTURA DI IMPORTO INFERIORE A 100.000,00 EURO MEDIANTE PROCEDURA

Dettagli

5. PROCEDURE. 5.1 Presentazione della domanda

5. PROCEDURE. 5.1 Presentazione della domanda 5. PROCEDURE 5.1 Presentazione della domanda Le domande di contributo dovranno essere predisposte e presentate esclusivamente utilizzando gli appositi servizi on-line ad accesso riservato, integrati nel

Dettagli

PROCEDURA DI GARA PER LA VENDITA GAS GNL ITALIA DEL 7 FEBBRAIO 2012

PROCEDURA DI GARA PER LA VENDITA GAS GNL ITALIA DEL 7 FEBBRAIO 2012 PROCEDURA DI GARA PER LA VENDITA GAS GNL ITALIA DEL 7 FEBBRAIO 2012 Premessa Atteso che: GNL Italia S.p.A. (di seguito GNLIT) a seguito dell esercizio relativo all Anno Termico 2010-2011 ha rilevato uno

Dettagli

Chiarimenti in merito alle modalità di transizione dalla delibera n. 224/00 alla delibera n. 28/06 Comunicato stampa

Chiarimenti in merito alle modalità di transizione dalla delibera n. 224/00 alla delibera n. 28/06 Comunicato stampa Pagina 1 di 13 Documenti collegati Chiarimenti in merito alle modalità di transizione dalla delibera n. 224/00 alla delibera n. 28/06 Comunicato stampa Pubblicata sul sito www.autorita.energia.it in data

Dettagli

COMUNE DI AREZZO. Art. 1 Oggetto

COMUNE DI AREZZO. Art. 1 Oggetto COMUNE DI AREZZO DISCIPLINARE PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI ECONOMICI AI PRIVATI PER L ACQUISTO DI VEICOLI A BASSO IMPATTO AMBIENTALE O TRASFORMAZIONI A GAS DI VEICOLI EURO 0 - ANNO 2006 (Allegato al

Dettagli

Guida operativa per la compilazione dell Atto d Impegno e per la richiesta di erogazione a titolo di anticipazione

Guida operativa per la compilazione dell Atto d Impegno e per la richiesta di erogazione a titolo di anticipazione SETTORE E FILIERA DELLA NAUTICA (in attuazione della DGR n. 611/2008) Guida operativa per la compilazione dell Atto d Impegno e per la richiesta di erogazione a titolo di anticipazione INDICE PREMESSA...

Dettagli

Allegato A 3. Rettifiche e variazioni

Allegato A 3. Rettifiche e variazioni MODALITÀ OPERATIVE E TEMPISTICHE PER L AGGIORNAMENTO DELL ELENCO DELLE IMPRESE A FORTE CONSUMO DI ENERGIA ELETTRICA, LA TRASMISSIONE AGLI ORGANI DI CONTROLLO E IL RICONOSCIMENTO DELLE AGEVOLAZIONI NEGLI

Dettagli

REGOLAMENTO-TIPO DELLA COMUNITÀ SOLARE DI MEDICINA

REGOLAMENTO-TIPO DELLA COMUNITÀ SOLARE DI MEDICINA Allegato C) REGOLAMENTO-TIPO DELLA COMUNITÀ SOLARE DI MEDICINA Art. 1 Scopo ed oggetto del Regolamento Il presente regolamento ha lo scopo di disciplinare talune norme di funzionamento e di organizzare

Dettagli

ALLEGATO 5T - CRITERI E MODALITÀ PER LA SELEZIONE DEI FORNITORI TRANSITORI AI SENSI DELLA DELIBERA 249/2012/R/GAS (PROCEDURA) PERIODO AT 2012-2013

ALLEGATO 5T - CRITERI E MODALITÀ PER LA SELEZIONE DEI FORNITORI TRANSITORI AI SENSI DELLA DELIBERA 249/2012/R/GAS (PROCEDURA) PERIODO AT 2012-2013 ALLEGATO 5T - CRITERI E MODALITÀ PER LA SELEZIONE DEI FORNITORI TRANSITORI AI SENSI DELLA DELIBERA 249/2012/R/GAS (PROCEDURA) PERIODO AT 2012-2013 La presente Procedura disciplina i criteri e le modalità

Dettagli

Premessa. Osservazioni e proposte dovranno pervenire al seguente indirizzo di posta elettronica: consumatori@autorita.energia.it

Premessa. Osservazioni e proposte dovranno pervenire al seguente indirizzo di posta elettronica: consumatori@autorita.energia.it Premessa L articolo 28, comma 1, del Decreto Legislativo n. 28/11 prevede l incentivazione degli interventi per la produzione di energia termica da fonti rinnovabili e di incremento dell efficienza energetica

Dettagli

Approvato con deliberazione della Giunta Provinciale n. 254 del 23/12/2013.

Approvato con deliberazione della Giunta Provinciale n. 254 del 23/12/2013. BANDO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PER LA SOSTITUZIONE DI GENERATORI DI CALORE Approvato con deliberazione della Giunta Provinciale n. 254 del 23/12/2013. 1. FINALITÀ DELL INIZIATIVA La Provincia di

Dettagli

DIREZIONE GESTIONE TRIBUTI e MONOPOLIO GIOCHI UFFICIO APPARECCHI DA INTRATTENIMENTO LINEE GUIDA INDICE

DIREZIONE GESTIONE TRIBUTI e MONOPOLIO GIOCHI UFFICIO APPARECCHI DA INTRATTENIMENTO LINEE GUIDA INDICE DIREZIONE GESTIONE TRIBUTI e MONOPOLIO GIOCHI UFFICIO APPARECCHI DA INTRATTENIMENTO LINEE GUIDA INDICE - CREDENZIALI DI ACCESSO E REGISTRAZIONE NELL AREA RISERVATA - COMPILAZIONE DOMANDA ISCRIZIONE - FIRMA

Dettagli

ALLEGATO B PREMESSO CHE

ALLEGATO B PREMESSO CHE 1 ALLEGATO B SCHEMA DI CONVENZIONE PER REGOLARE I RAPPORTI TRA I CONFIDI/ALTRI FONDI DI GARANZIA E IL GESTORE DEL FONDO DI GARANZIA REGIONALE PO FESR BASILICATA 2007-2013 PREMESSO CHE La Legge Regionale

Dettagli

CAPITOLO 16 FATTURAZIONE E PAGAMENTO

CAPITOLO 16 FATTURAZIONE E PAGAMENTO CAPITOLO 16 FATTURAZIONE E PAGAMENTO 16.1 PREMESSA... 217 16.2 TIPOLOGIA DI FATTURA... 217 16.3 IL CONTENUTO DEI DOCUMENTI DI FATTURAZIONE... 218 16.3.1 Le fatture relative ai servizi di stoccaggio...

Dettagli

Guida operativa per la compilazione dell Atto d Impegno e per la richiesta di erogazione a titolo di anticipazione

Guida operativa per la compilazione dell Atto d Impegno e per la richiesta di erogazione a titolo di anticipazione Promozione dell efficienza energetica e della produzione di energie rinnovabili (in attuazione della DGR n. 611/2008) Guida operativa per la compilazione dell Atto d Impegno e per la richiesta di erogazione

Dettagli

Per le persone giuridiche/soggetto pubblico/un condominio di unità abitative e/o di edifici :

Per le persone giuridiche/soggetto pubblico/un condominio di unità abitative e/o di edifici : CONVENZIONE N... PER IL RICONOSCIMENTO DELLE TARIFFE INCENTIVANTI DELLA PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA DA IMPIANTI FOTOVOLTAICI AI SENSI DEL DECRETO MINISTERIALE DEL 19.2.2007 E DELLA DELIBERA DELLA AUTORITÀ

Dettagli

I PRINCIPALI ATTORI DEL SISTEMA ELETTRICO NAZIONALE

I PRINCIPALI ATTORI DEL SISTEMA ELETTRICO NAZIONALE I PRINCIPALI ATTORI DEL SISTEMA ELETTRICO NAZIONALE gli Attori istituzionali AUTORITÀ PER L'ENERGIA ELETTRICA E IL GAS Istituita con la legge n. 481 del 1995, l'autorità per l'energia elettrica e il gas

Dettagli

LA PIATTAFORMA DEI CONTI ENERGIA A TERMINE: Sistema di garanzia e Regolazione dei pagamenti

LA PIATTAFORMA DEI CONTI ENERGIA A TERMINE: Sistema di garanzia e Regolazione dei pagamenti LA PIATTAFORMA DEI CONTI ENERGIA A TERMINE: Sistema di garanzia e Regolazione dei pagamenti Roma, 26 luglio 2006 Direzione Mercati 2 Indice Sistema di Garanzie Controlli di congruità finanziaria verso

Dettagli

Direzione Centrale Pensioni Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici. Roma, 12-08-2015. Messaggio n. 5301

Direzione Centrale Pensioni Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici. Roma, 12-08-2015. Messaggio n. 5301 Direzione Centrale Pensioni Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici Roma, 12-08-2015 Messaggio n. 5301 Allegati n.2 OGGETTO: Finanziamenti estinguibili dietro cessione del quinto della pensione

Dettagli

Ministero dello Sviluppo Economico

Ministero dello Sviluppo Economico Ministero dello Sviluppo Economico DIREZIONE GENERALE PER GLI INCENTIVI ALLE IMPRESE IL DIRETTORE GENERALE Visto l'articolo 23 del decreto-legge 22 giugno 2012, n. 83, convertito, con modificazioni, dalla

Dettagli

ISIN: IT0004532195 EMESSE A VALERE SUL PROGRAMMA DI SOLLECITAZIONE E QUOTAZIONE BANCA IMI OBBLIGAZIONI CON OPZIONE CALL EUROPEA O ASIATICA

ISIN: IT0004532195 EMESSE A VALERE SUL PROGRAMMA DI SOLLECITAZIONE E QUOTAZIONE BANCA IMI OBBLIGAZIONI CON OPZIONE CALL EUROPEA O ASIATICA SCHEDA DI ADESIONE N. OFFERTA PUBBLICA DI SOTTOSCRIZIONE DELLE OBBLIGAZIONI DEL PRESTITO Banca IMI Call Spread 2009-2016 serie Banca Mediolanum Codice ISIN: IT0004532195 EMESSE A VALERE SUL PROGRAMMA DI

Dettagli

Guida alla compilazione dell Atto d Impegno

Guida alla compilazione dell Atto d Impegno P O R F E S R L A Z I O 2 0 0 7-2013 A V V I S O P U B B L I C O I N S I E M E X V I N C E R E Guida alla compilazione dell Atto d Impegno (Art. 15, co. 1 dell Avviso Pubblico Insieme per Vincere approvato

Dettagli

Disposizione tecnica di funzionamento n. 4 Rev. 3 P-GO

Disposizione tecnica di funzionamento n. 4 Rev. 3 P-GO Pagina 1 di 6 Disposizione tecnica di funzionamento n. 4 (ai sensi dell articolo 4 del Regolamento di funzionamento del mercato organizzato e della piattaforma di registrazione degli scambi bilaterali

Dettagli

Negoziazione di azioni, diritti di opzione ed obbligazioni emesse da Cassa di Risparmio di Bolzano S.p.A.

Negoziazione di azioni, diritti di opzione ed obbligazioni emesse da Cassa di Risparmio di Bolzano S.p.A. Negoziazione di azioni, diritti di opzione ed obbligazioni emesse da Cassa di Risparmio di Bolzano S.p.A. Versione del 27-10-2015 Azioni proprie Per la negoziazione di azioni proprie ci si avvale della

Dettagli

COMUNE DI MALALBERGO PROVINCIA DI BOLOGNA

COMUNE DI MALALBERGO PROVINCIA DI BOLOGNA COMUNE DI MALALBERGO PROVINCIA DI BOLOGNA Medaglia al Valore Civile IV SETTORE Pianificazione e Gestione Territoriale BANDO PUBBLICO PER L ASSEGNAZIONE DI INCENTIVI PER LA CONVERSIONE A METANO/GPL DI AUTOVEICOLI

Dettagli

TESTO UNICO EROGAZIONI E VERSAMENTI

TESTO UNICO EROGAZIONI E VERSAMENTI CASSA CONGUAGLIO PER IL SETTORE ELETTRICO TESTO UNICO EROGAZIONI E VERSAMENTI aggiornato 28 gennaio 2015 a seguito di errata corrige all articolo 5.2 1 Premessa Il presente documento è finalizzato a raccogliere

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE DI GARA

CAPITOLATO SPECIALE DI GARA Gara per la fornitura di gas metano per il periodo 1 dicembre 2008 30 novembre 2009 ed energia elettrica per l anno solare 2009 all Università degli Studi di Perugia 1. OGGETTO DELLA GARA CAPITOLATO SPECIALE

Dettagli

Delibera n. 188/05 L AUTORITA' PER L ENERGIA ELETTRICA E IL GAS. pubblicata sul sito www.autorita.energia.it in data 14 settembre 2005

Delibera n. 188/05 L AUTORITA' PER L ENERGIA ELETTRICA E IL GAS. pubblicata sul sito www.autorita.energia.it in data 14 settembre 2005 pubblicata sul sito www.autorita.energia.it in data 14 settembre 2005 Delibera n. 188/05 DEFINIZIONE DEL SOGGETTO ATTUATORE E DELLE MODALITÀ PER L EROGAZIONE DELLE TARIFFE INCENTIVANTI DEGLI IMPIANTI FOTOVOLTAICI,

Dettagli

IL MINISTRO DELLE ATTIVITA PRODUTTIVE

IL MINISTRO DELLE ATTIVITA PRODUTTIVE IL MINISTRO DELLE ATTIVITA PRODUTTIVE VISTO il decreto legislativo 23 maggio 2000, n.164, che all articolo 17, comma 1, stabilisce che, a decorrere dal 1 gennaio 2003, le imprese che intendono svolgere

Dettagli

Regolamento Comunale per l istituzione e la gestione del fondo speciale destinato alla creazione di nuova occupazione e di nuove imprese.

Regolamento Comunale per l istituzione e la gestione del fondo speciale destinato alla creazione di nuova occupazione e di nuove imprese. COMUNE DI LORENZANA Provincia di Pisa Via Antonio Gramsci, 27 - C.A.P. 56043 - P. IVA: 00388480501 - Tel. 050 662622 - Fax 050 662881 www.comune.lorenzana.pi.it Regolamento Comunale per l istituzione e

Dettagli

Modalità di accesso al sistema informatico e di immissione delle proposte di negoziazione

Modalità di accesso al sistema informatico e di immissione delle proposte di negoziazione Pagina 1 Disposizione tecnica di funzionamento (ai sensi dell Articolo 4 delle regole di funzionamento del mercato dei titoli di efficienza energetica) Titolo Modalità di accesso al sistema informatico

Dettagli

MinisterodelloSviluppoEconomico

MinisterodelloSviluppoEconomico MinisterodelloSviluppoEconomico DIREZIONE GENERALE PER GLI INCENTIVI ALLE IMPRESE IL DIRETTORE GENERALE Visto il decreto del Ministro dello sviluppo economico 24 settembre 2014, pubblicato nella Gazzetta

Dettagli

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento.

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento. Individuazione degli elementi informativi e definizione delle modalità tecniche e dei termini relativi alla trasmissione degli elenchi di cui all articolo 37, commi 8 e 9, del decreto legge 4 luglio 2006,

Dettagli

Profili contrattuali per l accesso ai servizi di trasporto, dispacciamento e vendita dell energia elettrica immessa e prelevata per un ASSPC

Profili contrattuali per l accesso ai servizi di trasporto, dispacciamento e vendita dell energia elettrica immessa e prelevata per un ASSPC Profili contrattuali per l accesso ai servizi di trasporto, dispacciamento e vendita dell energia elettrica immessa e prelevata per un ASSPC Nella tabella 1 sono elencate tutte le qualifiche rilevanti

Dettagli

PROPOSTA DI MODIFICA DELLE REGOLE DEL MERCATO DEI TITOLI DI EFFICIENZA ENERGETICA. Documento di consultazione 02/2015 1

PROPOSTA DI MODIFICA DELLE REGOLE DEL MERCATO DEI TITOLI DI EFFICIENZA ENERGETICA. Documento di consultazione 02/2015 1 Documento di consultazione 02/2015 PROPOSTA DI MODIFICA DELLE REGOLE DEL MERCATO DEI TITOLI DI EFFICIENZA ENERGETICA Documento di consultazione 02/2015 1 1. Introduzione Il meccanismo dei titoli di efficienza

Dettagli

IL RAGIONIERE GENERALE DELLO STATO

IL RAGIONIERE GENERALE DELLO STATO Determina del Ragioniere generale dello Stato concernente le modalità di trasmissione e gestione di dati e comunicazioni ai Registri di cui al decreto legislativo 27 gennaio 2010, n. 39, concernente la

Dettagli

Decreto-Legge 24 giugno 2014, n. 91

Decreto-Legge 24 giugno 2014, n. 91 Decreto-Legge 24 giugno 2014, n. 91 Audizione del Gestore dei Servizi Energetici GSE S.p.A. Nando Pasquali Presidente e Amministratore Delegato Roma, 3 luglio 2014 Indice Il Gruppo GSE Decreto-Legge 24

Dettagli

TITOLO I DISPOSIZIONI GENERALI

TITOLO I DISPOSIZIONI GENERALI Attuazione del decreto del Ministro dello Sviluppo Economico, di concerto con il Ministro dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare 6 agosto 2010, ai fini dell incentivazione della produzione

Dettagli

Fiscal News N. 161. La circolare di aggiornamento professionale

Fiscal News N. 161. La circolare di aggiornamento professionale Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale N. 161 05.04.2012 Incassi superiori a 1000 euro: gli adempimenti per gli operatori Oltre alla comunicazione all AE, sono previsti altri adempimenti

Dettagli

Criteri e Regole per l istituzione e la gestione dell Elenco Fornitori

Criteri e Regole per l istituzione e la gestione dell Elenco Fornitori Criteri e Regole per l istituzione e la gestione dell Elenco Fornitori 1. Premessa L Istituto per il Credito Sportivo (di seguito anche Istituto o ICS ) intende istituire e disciplinare un Elenco di operatori

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA FORMAZIONE E LA GESTIONE DELL ALBO FORNITORI DI PADANIA ACQUE GESTIONE S.P.A.

REGOLAMENTO PER LA FORMAZIONE E LA GESTIONE DELL ALBO FORNITORI DI PADANIA ACQUE GESTIONE S.P.A. REGOLAMENTO PADANIA ACQUE GESTIONE S.P.A. RE02.PGAP01 Pag. 1 a 7 REGOLAMENTO PER LA FORMAZIONE E LA GESTIONE DELL ALBO FORNITORI DI PADANIA ACQUE GESTIONE S.P.A. REGOLAMENTO PADANIA ACQUE GESTIONE S.P.A.

Dettagli

GAUDI. Gestione Anagrafica Unica degli Impianti e. Giugno 2012

GAUDI. Gestione Anagrafica Unica degli Impianti e. Giugno 2012 GAUDI Gestione Anagrafica Unica degli Impianti e Processo di Qualificazione al mercato Giugno 2012 1 Perché GAUDI GAUDI è il sistema di Gestione Anagrafica Unica Degli Impianti di Produzione Consente di

Dettagli

Consorzio Granterre Società Cooperativa Agricola Via Polonia 30/33 41100 Modena TEL. 059-31.21.62 FAX 059-45.04.41

Consorzio Granterre Società Cooperativa Agricola Via Polonia 30/33 41100 Modena TEL. 059-31.21.62 FAX 059-45.04.41 REGOLAMENTO PER LA RACCOLTA DEL PRESTITO SOCIALE Consorzio Granterre Società Cooperativa Agricola Via Polonia 30/33 41100 Modena TEL. 059-31.21.62 FAX 059-45.04.41 www.granterre.it Art. 1 Il presente Regolamento

Dettagli

Mantenimento degli incentivi in conto energia Casi particolari: potenziamenti e accumuli Francesco De Mango

Mantenimento degli incentivi in conto energia Casi particolari: potenziamenti e accumuli Francesco De Mango Mantenimento degli incentivi in conto energia Casi particolari: potenziamenti e accumuli Francesco De Mango Solarexpo 9 aprile 2015 Introduzione Le disposizioni del quinto Conto Energia, unitamente a quelle

Dettagli

Nuova disciplina dell attività di Restauro. Sintesi

Nuova disciplina dell attività di Restauro. Sintesi Nuova disciplina dell attività di Restauro Sintesi Definizione dei profili professionali Il D.M. n. 86 del 26 maggio 2009 definisce così i profili professionali degli operatori che eseguono interventi

Dettagli

MODULO DI ADESIONE. Pacchetto 1 Pacchetto 2 Pacchetto 3 Pacchetto 4 Pacchetto 5. I crediti hanno durata di 1 anno dalla data di acquisto.

MODULO DI ADESIONE. Pacchetto 1 Pacchetto 2 Pacchetto 3 Pacchetto 4 Pacchetto 5. I crediti hanno durata di 1 anno dalla data di acquisto. w w w. in f o r d a t. it MODULO DI ADESIONE PACCHETTI CREDITI PER SERVIZI VISURE selezionare il pacchetto d interesse: P unti Pacchetto 1 Pacchetto 2 Pacchetto 3 Pacchetto 4 Pacchetto 5 5.000 10.000 20.000

Dettagli

PROCEDURA GESTIONALE ISTRUZIONI OPERATIVE PER L AUTOCERTIFICAZIONE DELL OBBLIGO

PROCEDURA GESTIONALE ISTRUZIONI OPERATIVE PER L AUTOCERTIFICAZIONE DELL OBBLIGO L AUTOCERTIFICAZIONE DELL OBBLIGO Pagina 1 di 16 L AUTOCERTIFICAZIONE DELLA PRODUZIONE, IMPORTAZIONE ED ESPORTAZIONE DI ENERGIA ELETTRICA DA FONTI NON RINNOVABILI NELL ANNO 2011 Istruzioni operative -

Dettagli

ARTICOLATO DELLA DELIBERAZIONE N. 34/05, COME MODIFICATO E INTEGRATO DALLE DELIBERAZIONI N. 49/05, N. 64/05, N. 165/05, N. 256/05 E N.

ARTICOLATO DELLA DELIBERAZIONE N. 34/05, COME MODIFICATO E INTEGRATO DALLE DELIBERAZIONI N. 49/05, N. 64/05, N. 165/05, N. 256/05 E N. ARTICOLATO DELLA DELIBERAZIONE N. 34/05, COME MODIFICATO E INTEGRATO DALLE DELIBERAZIONI N. 49/05, N. 64/05, N. 165/05, N. 256/05 E N. 300/05 Articolo 1 Definizioni 1.1. Ai fini dell applicazione delle

Dettagli

Situazione attuale e prospettive future del mercato dei Certificati Verdi

Situazione attuale e prospettive future del mercato dei Certificati Verdi Situazione attuale e prospettive future del mercato dei Certificati Verdi Stefano Alaimo TIS Innovation Park Centro per le energie rinnovabili Bolzano, 13 giugno 2008 2 Mercato dei certificati verdi 1.

Dettagli

FATTURA ELETTRONICA PER LE CESSIONI DI ENERGIA

FATTURA ELETTRONICA PER LE CESSIONI DI ENERGIA Dott. Mario Conte Ragioniere Commercialista Dott. Dario Cervi Ragioniere Commercialista Circolare n. 10/201 /2015 Dott. Giovanni Orso Rag. Pierluigi Martin Consulente aziendale Dott.ssa Arianna Bazzacco

Dettagli

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento, Dispone:

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento, Dispone: N. 2007/9647 Modalità e termini di comunicazione dei dati all Anagrafe Tributaria da parte degli operatori finanziari di cui all art. 7, sesto comma, del decreto del Presidente della Repubblica 29 settembre

Dettagli

PROCEDURA OPERATIVA PER LE ATTIVITÀ DI APERTURA DI NUOVI PUNTI DI RICONSEGNA E PER LA CHIUSURA/RIAPERTURA DI PUNTI DI RICONSEGNA ESISTENTI

PROCEDURA OPERATIVA PER LE ATTIVITÀ DI APERTURA DI NUOVI PUNTI DI RICONSEGNA E PER LA CHIUSURA/RIAPERTURA DI PUNTI DI RICONSEGNA ESISTENTI PROCEDURA OPERATIVA PER LE ATTIVITÀ DI APERTURA DI NUOVI PUNTI DI RICONSEGNA E PER LA CHIUSURA/RIAPERTURA DI PUNTI DI RICONSEGNA ESISTENTI Con riferimento alle disposizioni previste dal Codice di Rete

Dettagli

Regolamento del sistema di garanzie di cui alla delibera AEEG 447/2013/R/gas

Regolamento del sistema di garanzie di cui alla delibera AEEG 447/2013/R/gas Regolamento del sistema di garanzie di cui alla delibera AEEG 447/2013/R/gas Articolo 1. Oggetto e definizioni 1.1 Il presente Regolamento disciplina, ai sensi della delibera AEEG 447/2013/R/gas, l organizzazione

Dettagli

Collegarsi al Sito e selezionare Adesione ai Servizi

Collegarsi al Sito e selezionare Adesione ai Servizi Collegarsi al Sito e selezionare Adesione ai Servizi VERRA' GENERATO UN FILE XML. DA SOTTOSCRIVERE CON FIRMA DIGITALE CARICARE FILE FIRMATO E INVIARE STAMPARE IL RIEPILOGO DATI DELLA RICHIESTA All'Agenzia

Dettagli

Versione del 2 marzo 2016

Versione del 2 marzo 2016 Versione del 2 marzo 2016 PROCEDURA PER L ASSEGNAZIONE AD ASTA DI CAPACITA DI STOCCAGGIO PER I SERVIZI DI MODULAZIONE DI PUNTA/UNIFORME PER L ANNO TERMICO 2016/2017 AI SENSI DEL DECRETO DEL MINISTRO DELLO

Dettagli

P-COFER: tempistiche e modalità di fatturazione e pagamenti. Marco Temerario Unità Amministrazione, Finanza e Controllo. Roma, 22 maggio 2012

P-COFER: tempistiche e modalità di fatturazione e pagamenti. Marco Temerario Unità Amministrazione, Finanza e Controllo. Roma, 22 maggio 2012 P-COFER: tempistiche e modalità di fatturazione e pagamenti Marco Temerario Roma, 22 maggio 2012 Sintesi dei contenuti Deposito a garanzia degli acquisti Corrispettivi Fatturazione: sessioni di mercato

Dettagli

PROCEDURA D ASTA PER LA CESSIONE DI QUOTE DI GAS NATURALE SOGGETTE ALL OBBLIGO DI OFFERTA PRESSO IL PSV - A.T. 2009/2010

PROCEDURA D ASTA PER LA CESSIONE DI QUOTE DI GAS NATURALE SOGGETTE ALL OBBLIGO DI OFFERTA PRESSO IL PSV - A.T. 2009/2010 D ASTA PER LA CESSIONE DI QUOTE DI GAS NATURALE SOGGETTE ALL OBBLIGO DI OFFERTA PRESSO IL PSV - A.T. 2009/2010 PREMESSA L articolo 11, comma 2 del decreto legge 31 gennaio 2007, n. 7, successivamente convertito

Dettagli

CIRCOLARE N. 107 08.05.2015 ALLE IMPRESE ASSOCIATE

CIRCOLARE N. 107 08.05.2015 ALLE IMPRESE ASSOCIATE INNOVAZIONE E RICERCA CIRCOLARE N. 107 08.05.2015 ALLE IMPRESE ASSOCIATE LORO SEDI Oggetto: Conto termico: dal 20 maggio aperti i Registri per l accesso agli incentivi riguardanti alcune tipologie di intervento

Dettagli