Argomentazione A braccia aperte S. Ferrari. Alice

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Argomentazione A braccia aperte S. Ferrari. Alice"

Transcript

1 Argomentazione A braccia aperte S. Ferrari Alice Stefano Ferrari ha preparato un documentario che s intitola A braccia aperte pubblicato nel 2009 che parla di un ragazzo, Christian che è alla ricerca di un posto d apprendistato. È un ragazzo di 21 anni, uno del muro del Castello, è colombiano e vive a Locarno in un appartamento insieme alla sua ragazza e non ha una sua dimora fissa. Fortunatamente un giorno incontra Daniele, capo di un impresa di costruzioni che apre le braccia a Christian per dargli un opportunità per un posto di lavoro, e Christian così gratificato per questo premuroso gesto si mette subito al lavoro con una voglia di fare impressionante. Daniele è diventato come un padre per lui, gli ha trovato un monolocale a Locarno, come si può dire, l inizio di una nuova vita. Daniele è molto diverso dagli altri datori di lavoro che possiamo incontrare dopo la scuola media, lui è premuroso, attento e molto compassionevole. Nessuno aiuterebbe un ragazzo come Christian, perché si osa pensare che quei ragazzi come lui non riescono a portare a termine niente, che sono dei buoni a nulla. Molti datori di lavoro pretendono molto dai ragazzi che assumono, che abbiano una casa, che abbiano il minimo per sopravvivere, come sono vestiti, perché anche l estetica fa molto in questi tempi, infatti nessuno prenderebbe mai un ragazzo trasandato e magari anche sporco. Ma tante persone pensano che tutti i ragazzi che cercano lavoro siano perfetti, ma non sanno che quelli bisognosi veramente di un lavoro sono quelli visti meno bene da tutti. Allora qui si può pensare: perché aiutare i ragazzi che se la cavano e non quelli che proprio sono sulla soglia della fame? Daniele non la pensava così, infatti lui era a braccia aperte, malgrado Christian aveva dei problemi anche d aspetto, ha voluto dare una possibilità ai ragazzi del muro del castello come si dice. Christian è un ragazzo molto forte, lo si capisce soprattutto dall infanzia che ha raccontato, abbandonato dal padre, la madre, che doveva eseguire un compito cioè quello di mandare i documenti del ragazzo in una posta a Magadino entro una data non lo ha fatto. Da questo momento si ha potuto pensare che non abbia avuto una madre molto presente durante la sua vita e si vede anche dal suo carattere e il modo di fare. Molte persone che non hanno avuto un punto di riferimento da piccoli spesso più avanti nella vita si sentono come persi.

2 Christian non è un tipo per bene, ha vissuto nella miseria fino a 21 anni, si presume. È sempre in giro con gli amici a sbragare fino a tarda notte, mica per niente nel film viene filmato mentre lui è alla rotonda con i suoi amici che non si rivelano la miglior compagnia per fare una bella figura. Ad un certo punto nel filmato si è pure intravvisto un tale che è molto conosciuto per Locarno, amico di Christian, che non è una delle miglior persone con cui girare visto quello che fa per sopravvivere pure lui. Io mi rispecchio un sacco in Christian, solo che lui ha una visuale un po più ampia della mia su quel che riguarda la vita senza lavoro. In famiglia ho una persona che inizialmente ha fatto due anni della scuola di commercio per poi mollarla, si è trovata in disoccupazione ed ora in assistenza e vedo benissimo, come la vita sia dura in assistenza, pochissimi soldi, appartamento mono locale per le vie in Città vecchia e compagnia da strada. Da strada intendo nulla facenti, in disoccupazione o in assistenza, sempre in giro magari anche a spacciare per sopravvivere e probabilmente senza neanche una casa. L ambiente della rotonda mi piace, molti datori di lavoro dovrebbero andare li per vedere realmente come è il mondo di oggi perché pochi se ne rendono conto. Il docente ci ha mostrato questo filmato magari per far capire che la vita dopo le medie non è così una passeggiata per chi non l avrebbe ancora capito, e che molte volte ci si può trovare in guai seri per esempio, essere senza soldi. Avere un lavoro significa anche avere una responsabilità, fare sacrifici e sforzi che poi vengono ripagati. Ma secondo me non ha avuto senso far vedere in questa classe il filmato perché qui tutti hanno speranze di trovare un lavoro o entrare a far parte di una scuola superiore perché hanno tutti una famiglia che li può sostenere, ci sono anche docenti che aiutano a trovare un posto d apprendistato. Il filmato avrebbe avuto senso a mostrarlo alle persone che non hanno praticamente niente per fargli capire che la speranza è l ultima a morire e che quando tutto sembra o è andato perso è il buon momento per alzarsi e cominciare a vivere. Io a vent anni avrò un lavoro, probabilmente e chi lo sa magari starò anche facendo una maturità professionale, avrò il mio appartamento, i miei amici, i miei soldi e forse anche un lavoro che non mi piace ma fa niente, sempre meglio che vivere nella povertà come Christian. Ho anche dei punti della mia famiglia da cui prendere spunto per non diventare come loro.

3 Argomentazione A braccia aperte S. Ferrari Alice Stefano Ferrari ha preparato un documentario che s intitola A braccia aperte pubblicato nel 2009 che parla di un ragazzo, Christian che è alla ricerca di un posto d apprendistato. È un ragazzo di 21 anni, uno del muro del Castello, è colombiano e vive a Locarno in un appartamento insieme alla sua ragazza e non ha una sua dimora fissa. Fortunatamente un giorno incontra Daniele, capo di un impresa di costruzioni che apre le braccia a Christian per dargli un opportunità per un posto di lavoro, e Christian così gratificato per questo premuroso gesto si mette subito al lavoro con una voglia di fare impressionante. Daniele è diventato come un padre per lui, gli ha trovato un monolocale a Locarno, come si può dire, l inizio di una nuova vita. Daniele è molto diverso dagli altri datori di lavoro che possiamo incontrare dopo la scuola media, lui è premuroso, attento e molto compassionevole. Nessuno aiuterebbe un ragazzo come Christian, perché si osa pensare che quei ragazzi come lui non riescono a portare a termine niente, che sono dei buoni a nulla. Molti datori di lavoro pretendono molto dai ragazzi che assumono, che abbiano una casa, che abbiano il minimo per sopravvivere, come sono vestiti, perché anche l estetica fa molto in questi tempi, infatti nessuno prenderebbe mai un ragazzo trasandato e magari anche sporco. Ma tante persone pensano che tutti i ragazzi che cercano lavoro siano perfetti, ma non sanno che quelli bisognosi veramente di un lavoro sono quelli visti meno bene da tutti. Allora qui si può pensare: perché aiutare i ragazzi che se la cavano e non quelli che proprio sono sulla soglia della fame? Daniele non la pensava così, infatti lui era a braccia aperte, malgrado Christian aveva dei problemi anche d aspetto, ha voluto dare una possibilità ai ragazzi del muro del castello come si dice. Christian è un ragazzo molto forte, lo si capisce soprattutto dall infanzia che ha raccontato, abbandonato dal padre, la madre, che doveva eseguire un compito cioè quello di mandare i documenti del ragazzo in una posta a Magadino entro una data non lo ha fatto. Da questo momento si ha potuto pensare che non abbia avuto una madre molto presente durante la sua vita e si vede anche dal suo carattere e il modo di fare. Molte persone che non hanno avuto un punto di riferimento da piccoli spesso più avanti nella vita si sentono come persi.

4 Christian non è un tipo per bene, ha vissuto nella miseria fino a 21 anni, si presume. È sempre in giro con gli amici a sbragare fino a tarda notte, mica per niente nel film viene filmato mentre lui è alla rotonda con i suoi amici che non si rivelano la miglior compagnia per fare una bella figura. Ad un certo punto nel filmato si è pure intravvisto un tale che è molto conosciuto per Locarno, amico di Christian, che non è una delle miglior persone con cui girare visto quello che fa per sopravvivere pure lui. Io mi rispecchio un sacco in Christian, solo che lui ha una visuale un po più ampia della mia su quel che riguarda la vita senza lavoro. In famiglia ho una persona che inizialmente ha fatto due anni della scuola di commercio per poi mollarla, si è trovata in disoccupazione ed ora in assistenza e vedo benissimo, come la vita sia dura in assistenza, pochissimi soldi, appartamento mono locale per le vie in Città vecchia e compagnia da strada. Da strada intendo nulla facenti, in disoccupazione o in assistenza, sempre in giro magari anche a spacciare per sopravvivere e probabilmente senza neanche una casa. L ambiente della rotonda mi piace, molti datori di lavoro dovrebbero andare li per vedere realmente come è il mondo di oggi perché pochi se ne rendono conto. Il docente ci ha mostrato questo filmato magari per far capire che la vita dopo le medie non è così una passeggiata per chi non l avrebbe ancora capito, e che molte volte ci si può trovare in guai seri per esempio, essere senza soldi. Avere un lavoro significa anche avere una responsabilità, fare sacrifici e sforzi che poi vengono ripagati. Ma secondo me non ha avuto senso far vedere in questa classe il filmato perché qui tutti hanno speranze di trovare un lavoro o entrare a far parte di una scuola superiore perché hanno tutti una famiglia che li può sostenere, ci sono anche docenti che aiutano a trovare un posto d apprendistato. Il filmato avrebbe avuto senso a mostrarlo alle persone che non hanno praticamente niente per fargli capire che la speranza è l ultima a morire e che quando tutto sembra o è andato perso è il buon momento per alzarsi e cominciare a vivere. Io a vent anni avrò un lavoro, probabilmente e chi lo sa magari starò anche facendo una maturità professionale, avrò il mio appartamento, i miei amici, i miei soldi e forse anche un lavoro che non mi piace ma fa niente, sempre meglio che vivere nella povertà come Christian. Ho anche dei punti della mia famiglia da cui prendere spunto per non diventare come loro.

5 Argomentazione A braccia aperte S. Ferrari Alice Stefano Ferrari ha preparato un documentario che s intitola A braccia aperte pubblicato nel 2009 che parla di un ragazzo, Christian che è alla ricerca di un posto d apprendistato. È un ragazzo di 21 anni, uno del muro del Castello, è colombiano e vive a Locarno in un appartamento insieme alla sua ragazza e non ha una sua dimora fissa. Fortunatamente un giorno incontra Daniele, capo di un impresa di costruzioni che apre le braccia a Christian per dargli un opportunità per un posto di lavoro, e Christian così gratificato per questo premuroso gesto si mette subito al lavoro con una voglia di fare impressionante. Daniele è diventato come un padre per lui, gli ha trovato un monolocale a Locarno, come si può dire, l inizio di una nuova vita. Daniele è molto diverso dagli altri datori di lavoro che possiamo incontrare dopo la scuola media, lui è premuroso, attento e molto compassionevole. Nessuno aiuterebbe un ragazzo come Christian, perché si osa pensare che quei ragazzi come lui non riescono a portare a termine niente, che sono dei buoni a nulla. Molti datori di lavoro pretendono molto dai ragazzi che assumono, che abbiano una casa, che abbiano il minimo per sopravvivere, come sono vestiti, perché anche l estetica fa molto in questi tempi, infatti nessuno prenderebbe mai un ragazzo trasandato e magari anche sporco. Ma tante persone pensano che tutti i ragazzi che cercano lavoro siano perfetti, ma non sanno che quelli bisognosi veramente di un lavoro sono quelli visti meno bene da tutti. Allora qui si può pensare: perché aiutare i ragazzi che se la cavano e non quelli che proprio sono sulla soglia della fame? Daniele non la pensava così, infatti lui era a braccia aperte, malgrado Christian aveva dei problemi anche d aspetto, ha voluto dare una possibilità ai ragazzi del muro del castello come si dice. Christian è un ragazzo molto forte, lo si capisce soprattutto dall infanzia che ha raccontato, abbandonato dal padre, la madre, che doveva eseguire un compito cioè quello di mandare i documenti del ragazzo in una posta a Magadino entro una data non lo ha fatto. Da questo momento si ha potuto pensare che non abbia avuto una madre molto presente durante la sua vita e si vede anche dal suo carattere e il modo di fare. Molte persone che non hanno avuto un punto di riferimento da piccoli spesso più avanti nella vita si sentono come persi.

6 Christian non è un tipo per bene, ha vissuto nella miseria fino a 21 anni, si presume. È sempre in giro con gli amici a sbragare fino a tarda notte, mica per niente nel film viene filmato mentre lui è alla rotonda con i suoi amici che non si rivelano la miglior compagnia per fare una bella figura. Ad un certo punto nel filmato si è pure intravvisto un tale che è molto conosciuto per Locarno, amico di Christian, che non è una delle miglior persone con cui girare visto quello che fa per sopravvivere pure lui. Io mi rispecchio un sacco in Christian, solo che lui ha una visuale un po più ampia della mia su quel che riguarda la vita senza lavoro. In famiglia ho una persona che inizialmente ha fatto due anni della scuola di commercio per poi mollarla, si è trovata in disoccupazione ed ora in assistenza e vedo benissimo, come la vita sia dura in assistenza, pochissimi soldi, appartamento mono locale per le vie in Città vecchia e compagnia da strada. Da strada intendo nulla facenti, in disoccupazione o in assistenza, sempre in giro magari anche a spacciare per sopravvivere e probabilmente senza neanche una casa. L ambiente della rotonda mi piace, molti datori di lavoro dovrebbero andare li per vedere realmente come è il mondo di oggi perché pochi se ne rendono conto. Il docente ci ha mostrato questo filmato magari per far capire che la vita dopo le medie non è così una passeggiata per chi non l avrebbe ancora capito, e che molte volte ci si può trovare in guai seri per esempio, essere senza soldi. Avere un lavoro significa anche avere una responsabilità, fare sacrifici e sforzi che poi vengono ripagati. Ma secondo me non ha avuto senso far vedere in questa classe il filmato perché qui tutti hanno speranze di trovare un lavoro o entrare a far parte di una scuola superiore perché hanno tutti una famiglia che li può sostenere, ci sono anche docenti che aiutano a trovare un posto d apprendistato. Il filmato avrebbe avuto senso a mostrarlo alle persone che non hanno praticamente niente per fargli capire che la speranza è l ultima a morire e che quando tutto sembra o è andato perso è il buon momento per alzarsi e cominciare a vivere. Io a vent anni avrò un lavoro, probabilmente e chi lo sa magari starò anche facendo una maturità professionale, avrò il mio appartamento, i miei amici, i miei soldi e forse anche un lavoro che non mi piace ma fa niente, sempre meglio che vivere nella povertà come Christian. Ho anche dei punti della mia famiglia da cui prendere spunto per non diventare come loro.

7 Argomentazione A braccia aperte S. Ferrari Alice Stefano Ferrari ha preparato un documentario che s intitola A braccia aperte pubblicato nel 2009 che parla di un ragazzo, Christian che è alla ricerca di un posto d apprendistato. È un ragazzo di 21 anni, uno del muro del Castello, è colombiano e vive a Locarno in un appartamento insieme alla sua ragazza e non ha una sua dimora fissa. Fortunatamente un giorno incontra Daniele, capo di un impresa di costruzioni che apre le braccia a Christian per dargli un opportunità per un posto di lavoro, e Christian così gratificato per questo premuroso gesto si mette subito al lavoro con una voglia di fare impressionante. Daniele è diventato come un padre per lui, gli ha trovato un monolocale a Locarno, come si può dire, l inizio di una nuova vita. Daniele è molto diverso dagli altri datori di lavoro che possiamo incontrare dopo la scuola media, lui è premuroso, attento e molto compassionevole. Nessuno aiuterebbe un ragazzo come Christian, perché si osa pensare che quei ragazzi come lui non riescono a portare a termine niente, che sono dei buoni a nulla. Molti datori di lavoro pretendono molto dai ragazzi che assumono, che abbiano una casa, che abbiano il minimo per sopravvivere, come sono vestiti, perché anche l estetica fa molto in questi tempi, infatti nessuno prenderebbe mai un ragazzo trasandato e magari anche sporco. Ma tante persone pensano che tutti i ragazzi che cercano lavoro siano perfetti, ma non sanno che quelli bisognosi veramente di un lavoro sono quelli visti meno bene da tutti. Allora qui si può pensare: perché aiutare i ragazzi che se la cavano e non quelli che proprio sono sulla soglia della fame? Daniele non la pensava così, infatti lui era a braccia aperte, malgrado Christian aveva dei problemi anche d aspetto, ha voluto dare una possibilità ai ragazzi del muro del castello come si dice. Christian è un ragazzo molto forte, lo si capisce soprattutto dall infanzia che ha raccontato, abbandonato dal padre, la madre, che doveva eseguire un compito cioè quello di mandare i documenti del ragazzo in una posta a Magadino entro una data non lo ha fatto. Da questo momento si ha potuto pensare che non abbia avuto una madre molto presente durante la sua vita e si vede anche dal suo carattere e il modo di fare. Molte persone che non hanno avuto un punto di riferimento da piccoli spesso più avanti nella vita si sentono come persi.

8 Christian non è un tipo per bene, ha vissuto nella miseria fino a 21 anni, si presume. È sempre in giro con gli amici a sbragare fino a tarda notte, mica per niente nel film viene filmato mentre lui è alla rotonda con i suoi amici che non si rivelano la miglior compagnia per fare una bella figura. Ad un certo punto nel filmato si è pure intravvisto un tale che è molto conosciuto per Locarno, amico di Christian, che non è una delle miglior persone con cui girare visto quello che fa per sopravvivere pure lui. Io mi rispecchio un sacco in Christian, solo che lui ha una visuale un po più ampia della mia su quel che riguarda la vita senza lavoro. In famiglia ho una persona che inizialmente ha fatto due anni della scuola di commercio per poi mollarla, si è trovata in disoccupazione ed ora in assistenza e vedo benissimo, come la vita sia dura in assistenza, pochissimi soldi, appartamento mono locale per le vie in Città vecchia e compagnia da strada. Da strada intendo nulla facenti, in disoccupazione o in assistenza, sempre in giro magari anche a spacciare per sopravvivere e probabilmente senza neanche una casa. L ambiente della rotonda mi piace, molti datori di lavoro dovrebbero andare li per vedere realmente come è il mondo di oggi perché pochi se ne rendono conto. Il docente ci ha mostrato questo filmato magari per far capire che la vita dopo le medie non è così una passeggiata per chi non l avrebbe ancora capito, e che molte volte ci si può trovare in guai seri per esempio, essere senza soldi. Avere un lavoro significa anche avere una responsabilità, fare sacrifici e sforzi che poi vengono ripagati. Ma secondo me non ha avuto senso far vedere in questa classe il filmato perché qui tutti hanno speranze di trovare un lavoro o entrare a far parte di una scuola superiore perché hanno tutti una famiglia che li può sostenere, ci sono anche docenti che aiutano a trovare un posto d apprendistato. Il filmato avrebbe avuto senso a mostrarlo alle persone che non hanno praticamente niente per fargli capire che la speranza è l ultima a morire e che quando tutto sembra o è andato perso è il buon momento per alzarsi e cominciare a vivere. Io a vent anni avrò un lavoro, probabilmente e chi lo sa magari starò anche facendo una maturità professionale, avrò il mio appartamento, i miei amici, i miei soldi e forse anche un lavoro che non mi piace ma fa niente, sempre meglio che vivere nella povertà come Christian. Ho anche dei punti della mia famiglia da cui prendere spunto per non diventare come loro.

9 Argomentazione A braccia aperte S. Ferrari Alice Stefano Ferrari ha preparato un documentario che s intitola A braccia aperte pubblicato nel 2009 che parla di un ragazzo, Christian che è alla ricerca di un posto d apprendistato. È un ragazzo di 21 anni, uno del muro del Castello, è colombiano e vive a Locarno in un appartamento insieme alla sua ragazza e non ha una sua dimora fissa. Fortunatamente un giorno incontra Daniele, capo di un impresa di costruzioni che apre le braccia a Christian per dargli un opportunità per un posto di lavoro, e Christian così gratificato per questo premuroso gesto si mette subito al lavoro con una voglia di fare impressionante. Daniele è diventato come un padre per lui, gli ha trovato un monolocale a Locarno, come si può dire, l inizio di una nuova vita. Daniele è molto diverso dagli altri datori di lavoro che possiamo incontrare dopo la scuola media, lui è premuroso, attento e molto compassionevole. Nessuno aiuterebbe un ragazzo come Christian, perché si osa pensare che quei ragazzi come lui non riescono a portare a termine niente, che sono dei buoni a nulla. Molti datori di lavoro pretendono molto dai ragazzi che assumono, che abbiano una casa, che abbiano il minimo per sopravvivere, come sono vestiti, perché anche l estetica fa molto in questi tempi, infatti nessuno prenderebbe mai un ragazzo trasandato e magari anche sporco. Ma tante persone pensano che tutti i ragazzi che cercano lavoro siano perfetti, ma non sanno che quelli bisognosi veramente di un lavoro sono quelli visti meno bene da tutti. Allora qui si può pensare: perché aiutare i ragazzi che se la cavano e non quelli che proprio sono sulla soglia della fame? Daniele non la pensava così, infatti lui era a braccia aperte, malgrado Christian aveva dei problemi anche d aspetto, ha voluto dare una possibilità ai ragazzi del muro del castello come si dice. Christian è un ragazzo molto forte, lo si capisce soprattutto dall infanzia che ha raccontato, abbandonato dal padre, la madre, che doveva eseguire un compito cioè quello di mandare i documenti del ragazzo in una posta a Magadino entro una data non lo ha fatto. Da questo momento si ha potuto pensare che non abbia avuto una madre molto presente durante la sua vita e si vede anche dal suo carattere e il modo di fare. Molte persone che non hanno avuto un punto di riferimento da piccoli spesso più avanti nella vita si sentono come persi.

10 Christian non è un tipo per bene, ha vissuto nella miseria fino a 21 anni, si presume. È sempre in giro con gli amici a sbragare fino a tarda notte, mica per niente nel film viene filmato mentre lui è alla rotonda con i suoi amici che non si rivelano la miglior compagnia per fare una bella figura. Ad un certo punto nel filmato si è pure intravvisto un tale che è molto conosciuto per Locarno, amico di Christian, che non è una delle miglior persone con cui girare visto quello che fa per sopravvivere pure lui. Io mi rispecchio un sacco in Christian, solo che lui ha una visuale un po più ampia della mia su quel che riguarda la vita senza lavoro. In famiglia ho una persona che inizialmente ha fatto due anni della scuola di commercio per poi mollarla, si è trovata in disoccupazione ed ora in assistenza e vedo benissimo, come la vita sia dura in assistenza, pochissimi soldi, appartamento mono locale per le vie in Città vecchia e compagnia da strada. Da strada intendo nulla facenti, in disoccupazione o in assistenza, sempre in giro magari anche a spacciare per sopravvivere e probabilmente senza neanche una casa. L ambiente della rotonda mi piace, molti datori di lavoro dovrebbero andare li per vedere realmente come è il mondo di oggi perché pochi se ne rendono conto. Il docente ci ha mostrato questo filmato magari per far capire che la vita dopo le medie non è così una passeggiata per chi non l avrebbe ancora capito, e che molte volte ci si può trovare in guai seri per esempio, essere senza soldi. Avere un lavoro significa anche avere una responsabilità, fare sacrifici e sforzi che poi vengono ripagati. Ma secondo me non ha avuto senso far vedere in questa classe il filmato perché qui tutti hanno speranze di trovare un lavoro o entrare a far parte di una scuola superiore perché hanno tutti una famiglia che li può sostenere, ci sono anche docenti che aiutano a trovare un posto d apprendistato. Il filmato avrebbe avuto senso a mostrarlo alle persone che non hanno praticamente niente per fargli capire che la speranza è l ultima a morire e che quando tutto sembra o è andato perso è il buon momento per alzarsi e cominciare a vivere. Io a vent anni avrò un lavoro, probabilmente e chi lo sa magari starò anche facendo una maturità professionale, avrò il mio appartamento, i miei amici, i miei soldi e forse anche un lavoro che non mi piace ma fa niente, sempre meglio che vivere nella povertà come Christian. Ho anche dei punti della mia famiglia da cui prendere spunto per non diventare come loro.

11 Argomentazione A braccia aperte S. Ferrari Alice Stefano Ferrari ha preparato un documentario che s intitola A braccia aperte pubblicato nel 2009 che parla di un ragazzo, Christian che è alla ricerca di un posto d apprendistato. È un ragazzo di 21 anni, uno del muro del Castello, è colombiano e vive a Locarno in un appartamento insieme alla sua ragazza e non ha una sua dimora fissa. Fortunatamente un giorno incontra Daniele, capo di un impresa di costruzioni che apre le braccia a Christian per dargli un opportunità per un posto di lavoro, e Christian così gratificato per questo premuroso gesto si mette subito al lavoro con una voglia di fare impressionante. Daniele è diventato come un padre per lui, gli ha trovato un monolocale a Locarno, come si può dire, l inizio di una nuova vita. Daniele è molto diverso dagli altri datori di lavoro che possiamo incontrare dopo la scuola media, lui è premuroso, attento e molto compassionevole. Nessuno aiuterebbe un ragazzo come Christian, perché si osa pensare che quei ragazzi come lui non riescono a portare a termine niente, che sono dei buoni a nulla. Molti datori di lavoro pretendono molto dai ragazzi che assumono, che abbiano una casa, che abbiano il minimo per sopravvivere, come sono vestiti, perché anche l estetica fa molto in questi tempi, infatti nessuno prenderebbe mai un ragazzo trasandato e magari anche sporco. Ma tante persone pensano che tutti i ragazzi che cercano lavoro siano perfetti, ma non sanno che quelli bisognosi veramente di un lavoro sono quelli visti meno bene da tutti. Allora qui si può pensare: perché aiutare i ragazzi che se la cavano e non quelli che proprio sono sulla soglia della fame? Daniele non la pensava così, infatti lui era a braccia aperte, malgrado Christian aveva dei problemi anche d aspetto, ha voluto dare una possibilità ai ragazzi del muro del castello come si dice. Christian è un ragazzo molto forte, lo si capisce soprattutto dall infanzia che ha raccontato, abbandonato dal padre, la madre, che doveva eseguire un compito cioè quello di mandare i documenti del ragazzo in una posta a Magadino entro una data non lo ha fatto. Da questo momento si ha potuto pensare che non abbia avuto una madre molto presente durante la sua vita e si vede anche dal suo carattere e il modo di fare. Molte persone che non hanno avuto un punto di riferimento da piccoli spesso più avanti nella vita si sentono come persi.

12 Christian non è un tipo per bene, ha vissuto nella miseria fino a 21 anni, si presume. È sempre in giro con gli amici a sbragare fino a tarda notte, mica per niente nel film viene filmato mentre lui è alla rotonda con i suoi amici che non si rivelano la miglior compagnia per fare una bella figura. Ad un certo punto nel filmato si è pure intravvisto un tale che è molto conosciuto per Locarno, amico di Christian, che non è una delle miglior persone con cui girare visto quello che fa per sopravvivere pure lui. Io mi rispecchio un sacco in Christian, solo che lui ha una visuale un po più ampia della mia su quel che riguarda la vita senza lavoro. In famiglia ho una persona che inizialmente ha fatto due anni della scuola di commercio per poi mollarla, si è trovata in disoccupazione ed ora in assistenza e vedo benissimo, come la vita sia dura in assistenza, pochissimi soldi, appartamento mono locale per le vie in Città vecchia e compagnia da strada. Da strada intendo nulla facenti, in disoccupazione o in assistenza, sempre in giro magari anche a spacciare per sopravvivere e probabilmente senza neanche una casa. L ambiente della rotonda mi piace, molti datori di lavoro dovrebbero andare li per vedere realmente come è il mondo di oggi perché pochi se ne rendono conto. Il docente ci ha mostrato questo filmato magari per far capire che la vita dopo le medie non è così una passeggiata per chi non l avrebbe ancora capito, e che molte volte ci si può trovare in guai seri per esempio, essere senza soldi. Avere un lavoro significa anche avere una responsabilità, fare sacrifici e sforzi che poi vengono ripagati. Ma secondo me non ha avuto senso far vedere in questa classe il filmato perché qui tutti hanno speranze di trovare un lavoro o entrare a far parte di una scuola superiore perché hanno tutti una famiglia che li può sostenere, ci sono anche docenti che aiutano a trovare un posto d apprendistato. Il filmato avrebbe avuto senso a mostrarlo alle persone che non hanno praticamente niente per fargli capire che la speranza è l ultima a morire e che quando tutto sembra o è andato perso è il buon momento per alzarsi e cominciare a vivere. Io a vent anni avrò un lavoro, probabilmente e chi lo sa magari starò anche facendo una maturità professionale, avrò il mio appartamento, i miei amici, i miei soldi e forse anche un lavoro che non mi piace ma fa niente, sempre meglio che vivere nella povertà come Christian. Ho anche dei punti della mia famiglia da cui prendere spunto per non diventare come loro.

13 Argomentazione A braccia aperte S. Ferrari Alice Stefano Ferrari ha preparato un documentario che s intitola A braccia aperte pubblicato nel 2009 che parla di un ragazzo, Christian che è alla ricerca di un posto d apprendistato. È un ragazzo di 21 anni, uno del muro del Castello, è colombiano e vive a Locarno in un appartamento insieme alla sua ragazza e non ha una sua dimora fissa. Fortunatamente un giorno incontra Daniele, capo di un impresa di costruzioni che apre le braccia a Christian per dargli un opportunità per un posto di lavoro, e Christian così gratificato per questo premuroso gesto si mette subito al lavoro con una voglia di fare impressionante. Daniele è diventato come un padre per lui, gli ha trovato un monolocale a Locarno, come si può dire, l inizio di una nuova vita. Daniele è molto diverso dagli altri datori di lavoro che possiamo incontrare dopo la scuola media, lui è premuroso, attento e molto compassionevole. Nessuno aiuterebbe un ragazzo come Christian, perché si osa pensare che quei ragazzi come lui non riescono a portare a termine niente, che sono dei buoni a nulla. Molti datori di lavoro pretendono molto dai ragazzi che assumono, che abbiano una casa, che abbiano il minimo per sopravvivere, come sono vestiti, perché anche l estetica fa molto in questi tempi, infatti nessuno prenderebbe mai un ragazzo trasandato e magari anche sporco. Ma tante persone pensano che tutti i ragazzi che cercano lavoro siano perfetti, ma non sanno che quelli bisognosi veramente di un lavoro sono quelli visti meno bene da tutti. Allora qui si può pensare: perché aiutare i ragazzi che se la cavano e non quelli che proprio sono sulla soglia della fame? Daniele non la pensava così, infatti lui era a braccia aperte, malgrado Christian aveva dei problemi anche d aspetto, ha voluto dare una possibilità ai ragazzi del muro del castello come si dice. Christian è un ragazzo molto forte, lo si capisce soprattutto dall infanzia che ha raccontato, abbandonato dal padre, la madre, che doveva eseguire un compito cioè quello di mandare i documenti del ragazzo in una posta a Magadino entro una data non lo ha fatto. Da questo momento si ha potuto pensare che non abbia avuto una madre molto presente durante la sua vita e si vede anche dal suo carattere e il modo di fare. Molte persone che non hanno avuto un punto di riferimento da piccoli spesso più avanti nella vita si sentono come persi.

14 Christian non è un tipo per bene, ha vissuto nella miseria fino a 21 anni, si presume. È sempre in giro con gli amici a sbragare fino a tarda notte, mica per niente nel film viene filmato mentre lui è alla rotonda con i suoi amici che non si rivelano la miglior compagnia per fare una bella figura. Ad un certo punto nel filmato si è pure intravvisto un tale che è molto conosciuto per Locarno, amico di Christian, che non è una delle miglior persone con cui girare visto quello che fa per sopravvivere pure lui. Io mi rispecchio un sacco in Christian, solo che lui ha una visuale un po più ampia della mia su quel che riguarda la vita senza lavoro. In famiglia ho una persona che inizialmente ha fatto due anni della scuola di commercio per poi mollarla, si è trovata in disoccupazione ed ora in assistenza e vedo benissimo, come la vita sia dura in assistenza, pochissimi soldi, appartamento mono locale per le vie in Città vecchia e compagnia da strada. Da strada intendo nulla facenti, in disoccupazione o in assistenza, sempre in giro magari anche a spacciare per sopravvivere e probabilmente senza neanche una casa. L ambiente della rotonda mi piace, molti datori di lavoro dovrebbero andare li per vedere realmente come è il mondo di oggi perché pochi se ne rendono conto. Il docente ci ha mostrato questo filmato magari per far capire che la vita dopo le medie non è così una passeggiata per chi non l avrebbe ancora capito, e che molte volte ci si può trovare in guai seri per esempio, essere senza soldi. Avere un lavoro significa anche avere una responsabilità, fare sacrifici e sforzi che poi vengono ripagati. Ma secondo me non ha avuto senso far vedere in questa classe il filmato perché qui tutti hanno speranze di trovare un lavoro o entrare a far parte di una scuola superiore perché hanno tutti una famiglia che li può sostenere, ci sono anche docenti che aiutano a trovare un posto d apprendistato. Il filmato avrebbe avuto senso a mostrarlo alle persone che non hanno praticamente niente per fargli capire che la speranza è l ultima a morire e che quando tutto sembra o è andato perso è il buon momento per alzarsi e cominciare a vivere. Io a vent anni avrò un lavoro, probabilmente e chi lo sa magari starò anche facendo una maturità professionale, avrò il mio appartamento, i miei amici, i miei soldi e forse anche un lavoro che non mi piace ma fa niente, sempre meglio che vivere nella povertà come Christian. Ho anche dei punti della mia famiglia da cui prendere spunto per non diventare come loro.

15 Argomentazione A braccia aperte S. Ferrari Alice Stefano Ferrari ha preparato un documentario che s intitola A braccia aperte pubblicato nel 2009 che parla di un ragazzo, Christian che è alla ricerca di un posto d apprendistato. È un ragazzo di 21 anni, uno del muro del Castello, è colombiano e vive a Locarno in un appartamento insieme alla sua ragazza e non ha una sua dimora fissa. Fortunatamente un giorno incontra Daniele, capo di un impresa di costruzioni che apre le braccia a Christian per dargli un opportunità per un posto di lavoro, e Christian così gratificato per questo premuroso gesto si mette subito al lavoro con una voglia di fare impressionante. Daniele è diventato come un padre per lui, gli ha trovato un monolocale a Locarno, come si può dire, l inizio di una nuova vita. Daniele è molto diverso dagli altri datori di lavoro che possiamo incontrare dopo la scuola media, lui è premuroso, attento e molto compassionevole. Nessuno aiuterebbe un ragazzo come Christian, perché si osa pensare che quei ragazzi come lui non riescono a portare a termine niente, che sono dei buoni a nulla. Molti datori di lavoro pretendono molto dai ragazzi che assumono, che abbiano una casa, che abbiano il minimo per sopravvivere, come sono vestiti, perché anche l estetica fa molto in questi tempi, infatti nessuno prenderebbe mai un ragazzo trasandato e magari anche sporco. Ma tante persone pensano che tutti i ragazzi che cercano lavoro siano perfetti, ma non sanno che quelli bisognosi veramente di un lavoro sono quelli visti meno bene da tutti. Allora qui si può pensare: perché aiutare i ragazzi che se la cavano e non quelli che proprio sono sulla soglia della fame? Daniele non la pensava così, infatti lui era a braccia aperte, malgrado Christian aveva dei problemi anche d aspetto, ha voluto dare una possibilità ai ragazzi del muro del castello come si dice. Christian è un ragazzo molto forte, lo si capisce soprattutto dall infanzia che ha raccontato, abbandonato dal padre, la madre, che doveva eseguire un compito cioè quello di mandare i documenti del ragazzo in una posta a Magadino entro una data non lo ha fatto. Da questo momento si ha potuto pensare che non abbia avuto una madre molto presente durante la sua vita e si vede anche dal suo carattere e il modo di fare. Molte persone che non hanno avuto un punto di riferimento da piccoli spesso più avanti nella vita si sentono come persi.

16 Christian non è un tipo per bene, ha vissuto nella miseria fino a 21 anni, si presume. È sempre in giro con gli amici a sbragare fino a tarda notte, mica per niente nel film viene filmato mentre lui è alla rotonda con i suoi amici che non si rivelano la miglior compagnia per fare una bella figura. Ad un certo punto nel filmato si è pure intravvisto un tale che è molto conosciuto per Locarno, amico di Christian, che non è una delle miglior persone con cui girare visto quello che fa per sopravvivere pure lui. Io mi rispecchio un sacco in Christian, solo che lui ha una visuale un po più ampia della mia su quel che riguarda la vita senza lavoro. In famiglia ho una persona che inizialmente ha fatto due anni della scuola di commercio per poi mollarla, si è trovata in disoccupazione ed ora in assistenza e vedo benissimo, come la vita sia dura in assistenza, pochissimi soldi, appartamento mono locale per le vie in Città vecchia e compagnia da strada. Da strada intendo nulla facenti, in disoccupazione o in assistenza, sempre in giro magari anche a spacciare per sopravvivere e probabilmente senza neanche una casa. L ambiente della rotonda mi piace, molti datori di lavoro dovrebbero andare li per vedere realmente come è il mondo di oggi perché pochi se ne rendono conto. Il docente ci ha mostrato questo filmato magari per far capire che la vita dopo le medie non è così una passeggiata per chi non l avrebbe ancora capito, e che molte volte ci si può trovare in guai seri per esempio, essere senza soldi. Avere un lavoro significa anche avere una responsabilità, fare sacrifici e sforzi che poi vengono ripagati. Ma secondo me non ha avuto senso far vedere in questa classe il filmato perché qui tutti hanno speranze di trovare un lavoro o entrare a far parte di una scuola superiore perché hanno tutti una famiglia che li può sostenere, ci sono anche docenti che aiutano a trovare un posto d apprendistato. Il filmato avrebbe avuto senso a mostrarlo alle persone che non hanno praticamente niente per fargli capire che la speranza è l ultima a morire e che quando tutto sembra o è andato perso è il buon momento per alzarsi e cominciare a vivere. Io a vent anni avrò un lavoro, probabilmente e chi lo sa magari starò anche facendo una maturità professionale, avrò il mio appartamento, i miei amici, i miei soldi e forse anche un lavoro che non mi piace ma fa niente, sempre meglio che vivere nella povertà come Christian. Ho anche dei punti della mia famiglia da cui prendere spunto per non diventare come loro.

30-12-2014. Supplemento straordinario n. 16 alla GAZZETTA UFFICIALE Serie generale - n. 301

30-12-2014. Supplemento straordinario n. 16 alla GAZZETTA UFFICIALE Serie generale - n. 301 964 965 966 967 968 969 { [ ]} = { [ ]} = 970 . 971 972 . 973 [2 x soglia massima x ( Costo del venduto e per la produzione di servizi (2 x soglia massima + 365) Rimanenzefinali) - ( Esistenzeiniziali

Dettagli

Tenersi per mano nella società dell incertezza.

Tenersi per mano nella società dell incertezza. Tenersi per mano nella società dell incertezza. Ricerca Spi Cgil Lombardia-AASter, settembre 2004 Discorsi sugli anziani. Viviamo, anziani e non anziani, nel postmoderno. Che in prima approssimazione si

Dettagli

Il Quotidiano in Classe. Classe III sez. B

Il Quotidiano in Classe. Classe III sez. B Il Quotidiano in Classe Classe III sez. B Report degli articoli pubblicati Dagli studenti sul HYPERLINK "iloquotidiano.it" Ilquotidianoinclasse.it Allestimento di Lorenzo Testa Supervisione di Chiara Marra

Dettagli

COMUNE DI PISA PROGETTO STRATEGICO 2003 QUESTIONARIO SOTTOPROGETTO N. 7. Rilevazione gradimento dell utenza: percorsi educativi promossi e

COMUNE DI PISA PROGETTO STRATEGICO 2003 QUESTIONARIO SOTTOPROGETTO N. 7. Rilevazione gradimento dell utenza: percorsi educativi promossi e COMUNE DI PISA PROGETTO STRATEGICO 2003 QUESTIONARIO SOTTOPROGETTO N. 7 Rilevazione gradimento dell utenza: percorsi educativi promossi e servizi erogati dalla Biblioteca dei Ragazzi. Il Comune di Pisa,

Dettagli

VALENCIA 3. INTERVISTA 1 Regalo per Tere. M: Mar N: Noemí

VALENCIA 3. INTERVISTA 1 Regalo per Tere. M: Mar N: Noemí VALENCIA 3 INTERVISTA 1 Regalo per Tere M: Mar N: Noemí 1 M: giugno? / no / maggio 1 maggio! / cosa 2 N: maggio // è il cumpleanno [di] 3 M: [è il] cumpleanno di Tere 4 N: sì / lo stavo pensando l a- l

Dettagli

PER LA PREGHIERA (M. QUOIST PARLAMI D AMORE )

PER LA PREGHIERA (M. QUOIST PARLAMI D AMORE ) PER LA PREGHIERA Ho bisogno, ragazzi, della vostra amicizia, come voi avete bisogno della nostra. Ma non ho bisogno che uno dopo l altro mi diciate: ti amo, perché quando verrà il mio Amore, che aspetto,

Dettagli

GLI SPORTELLI D ASCOLTO NEGLI ISTITUTI SECONDARI E NEI CENTRI DI FORMAZIONE PROFESSIONALE DELLE PROVINCE DI PARMA E FORLI -CESENA

GLI SPORTELLI D ASCOLTO NEGLI ISTITUTI SECONDARI E NEI CENTRI DI FORMAZIONE PROFESSIONALE DELLE PROVINCE DI PARMA E FORLI -CESENA DIPARTIMENTO DI PSICOLOGIA GLI SPORTELLI D ASCOLTO NEGLI ISTITUTI SECONDARI E NEI CENTRI DI FORMAZIONE PROFESSIONALE DELLE PROVINCE DI PARMA E FORLI -CESENA PRIMI RISULTATI DELL ANALISI QUALITATIVA a cura

Dettagli

VINCITORI SEZIONE LETTERARIA

VINCITORI SEZIONE LETTERARIA VINCITORI SEZIONE LETTERARIA GIROTONDO DEI DIRITTI Questo è il girotondo dei diritti dei bambini per far conoscere a grandi e piccini che i bimbi, tutti quanti, hanno diritti come i grandi. Hanno diritto

Dettagli

Livello A2 Unità 7 Istruzione In questa unità imparerai:

Livello A2 Unità 7 Istruzione In questa unità imparerai: Livello A2 Unità 7 Istruzione In questa unità imparerai: a comprendere testi orali sull istruzione a esprimere accordo e disaccordo parole relative alla scuola e all università a usare il passato prossimo

Dettagli

QUESTIONARIO DI OFFER PER ADOLESCENTI SULLA IMMAGINE DI SE

QUESTIONARIO DI OFFER PER ADOLESCENTI SULLA IMMAGINE DI SE QUESTIONARIO DI OFFER PER ADOLESCENTI SULLA IMMAGINE DI SE INTRODUZIONE AL QUESTIONARIO Questo questionario viene usato per scopi scientifici. Non ci sono risposte giuste o sbagliate. Dopo aver letto attentamente

Dettagli

Livello A2 Unità 7 Istruzione

Livello A2 Unità 7 Istruzione Livello A2 Unità 7 Istruzione Chiavi Lavoriamo sulla comprensione 1. Ascolta il testo. Vero o Falso? Testo 1 - Ciao Marta. - Ciao Habiba, come stai? - Bene grazie. - E Aziz? Lo hai già iscritto scuola?

Dettagli

Breve lettera motivazionale nella lingua del paese di destinazione (per i candidati per la Germania, la lettera può essere redatta in inglese)

Breve lettera motivazionale nella lingua del paese di destinazione (per i candidati per la Germania, la lettera può essere redatta in inglese) Attenzione: Ricordati che per completare l'iscrizione devi registrarti on line all'indirizzo: https://www.sondaggio-online.com/s/0cec80f Ricordati di allegare alla presente scheda i seguenti documenti:

Dettagli

La prima cosa è chiedere a se stessi: Me la sento di uscire?

La prima cosa è chiedere a se stessi: Me la sento di uscire? Per vivere una serata piacevole e sana la migliore cosa è quella di programmarla in modo di potersi divertire senza incorrere in troppi inconvenienti spiacevoli. La prima cosa è chiedere a se stessi: Me

Dettagli

Amore in Paradiso. Capitolo I

Amore in Paradiso. Capitolo I 4 Amore in Paradiso Capitolo I Paradiso. Ufficio dei desideri. Tanti angeli vanno e vengono nella stanza. Arriva un fax. Lo ha mandato qualcuno dalla Terra, un uomo. Quando gli uomini vogliono qualcosa,

Dettagli

RIFLESSIONI SULLA CAMPAGNA DI EDUCAZIONE STRADALE

RIFLESSIONI SULLA CAMPAGNA DI EDUCAZIONE STRADALE RIFLESSIONI SULLA CAMPAGNA DI EDUCAZIONE STRADALE Anno scolastico 2014-2015 La nostra scuola intende promuovere le campagne di sensibilizzazione per una guida più sicura. Quest anno in particolare abbiamo

Dettagli

Chut! Zitto! Storia di un infanzia

Chut! Zitto! Storia di un infanzia Raymond Federman Chut! Zitto! Storia di un infanzia Traduzione dal francese di Francesca Milaneschi Titolo originale: Chut! 2008 by Éditions Léo Scheer Copyright 2010 by La Lepre Edizioni Via delle Fornaci,

Dettagli

www.startpec.it Come configurare una casella di posta certificata su PPLE MAIL

www.startpec.it Come configurare una casella di posta certificata su PPLE MAIL www.startpec.it Come configurare unaa casellaa di posta certificata su APPLE MAIL COME LEGGERE LA CASELLA PEC Nelle pagine seguenti si espongono i vari passaggi necessari alla configurazione di una casella

Dettagli

Report automatico sul questionario GuIT. Report automatico sul questionario GuIT p. 1/15

Report automatico sul questionario GuIT. Report automatico sul questionario GuIT p. 1/15 Report automatico sul questionario GuIT Maurizio Himmelmann Rosa Gini Report automatico sul questionario GuIT p. 1/15 Sesso Sesso n % Non risponde 1 1.4 Maschio 66 91.7 Femmina 5 6.9 0 20 40 60 80 Non

Dettagli

Sabato vengono due ragazzi che abitano nella Svizzera italiana a prendere il nostro cucciolo esotico.

Sabato vengono due ragazzi che abitano nella Svizzera italiana a prendere il nostro cucciolo esotico. Info entrata in Svizzera cucciolo Postato da Ale - 2008/01/09 10:45 Buongiorno a tutti. Mi servirebbe cortesemente un'informazione. Sabato vengono due ragazzi che abitano nella Svizzera italiana a prendere

Dettagli

l emendamento, l art.21 del Regolamento di Polizia mortuaria: il Comune fornisce gratuitamente la cassa di cui l art.20.1.1 e 1.5.1.

l emendamento, l art.21 del Regolamento di Polizia mortuaria: il Comune fornisce gratuitamente la cassa di cui l art.20.1.1 e 1.5.1. CONSIGLIO COMUNALE DEL 29.11.2012 Interventi dei Sigg. consiglieri Regolamento di polizia mortuaria. Modifiche ed integrazioni. Approvazione nuovo testo coordinato con le modifiche. Passiamo al sesto punto:

Dettagli

Porte per animali domestici Informazioni

Porte per animali domestici Informazioni Porte per animali domestici Informazioni Introduzione C`è una vasta gamma di Porte adatte per cani e gatti. Alcuni clienti possono chiamarle porte per gatti, porte per cani o diversamente, ma in questo

Dettagli

Ha più o meno cinquant anni, presumo? domandò l uomo senza scostarsi da lei.

Ha più o meno cinquant anni, presumo? domandò l uomo senza scostarsi da lei. Mathilde tirò fuori l agenda e scrisse: «Il tizio seduto alla mia sinistra mi prende per i fondelli». Bevve un sorso di birra e lanciò un altra occhiata al vicino, un tizio immenso che da dieci minuti

Dettagli

2. Il Denaro è la radice di ogni sorta di cose dannose. Per questo i capi religiosi e le organizzazioni religiose lo tengono stretto.

2. Il Denaro è la radice di ogni sorta di cose dannose. Per questo i capi religiosi e le organizzazioni religiose lo tengono stretto. 1. La Mafia ormai sta nelle maggiori città italiane dove ha fatto grossi investimenti edilizi, o commerciali e magari industriali. A me interessa conoscere questa accumulazione primitiva del capitale mafioso,

Dettagli

- 1 reference coded [0,86% Coverage]

<Documents\bo_min_9_M_18_ita_stu> - 1 reference coded [0,86% Coverage] - 1 reference coded [0,86% Coverage] Reference 1-0,86% Coverage E le altre funzioni, le fotografie, o, non so le altre cose che può offrire il cellulare sono cose che

Dettagli

Alice in viaggio nel magico mondo del volontariato. Classe 3 E Scuola Secondaria di Primo Grado G. Galilei Casalecchio di Reno (BO)

Alice in viaggio nel magico mondo del volontariato. Classe 3 E Scuola Secondaria di Primo Grado G. Galilei Casalecchio di Reno (BO) Alice in viaggio nel magico mondo del volontariato Classe 3 E Scuola Secondaria di Primo Grado G. Galilei Casalecchio di Reno (BO) Il paese delle meraviglie 26 febbraio 2015 OFFICINE MINGANTI 1 fiera interattiva

Dettagli

Palomba Chiara 2D. Alice si è ora svegliata

Palomba Chiara 2D. Alice si è ora svegliata ISIS F.S. NITTI Palomba Chiara 2D Alice si è ora svegliata La mia storia ha inizio sei anni fa,quando ho conosciuto quello che pensavo fosse l amore della mia vita. All inizio era tutto perfetto: c era

Dettagli

Tutto ciò che sappiamo di noi due

Tutto ciò che sappiamo di noi due Colleen Hoover Tutto ciò che sappiamo di noi due Traduzione di Giulia De Biase Proprietà letteraria riservata Copyright 2012 by Colleen Hoover Italian language rights handled by Agenzia Letteraria Italiana,

Dettagli

Tutta un altra scuola. Gli allievi raccontano la loro esperienza formativa al Cfp

Tutta un altra scuola. Gli allievi raccontano la loro esperienza formativa al Cfp La voce dei protagonisti Tutta un altra scuola. Gli allievi raccontano la loro esperienza formativa al Cfp di Gustavo Mejia Gomez Continua la rassegna di contributi che cercano di dar voce all esperienza

Dettagli

EDUCAZIONE ALLA LEGALITÀ a.s. 2013/2014

EDUCAZIONE ALLA LEGALITÀ a.s. 2013/2014 questionario di gradimento PROGETTO ESSERE&BENESSERE: EDUCAZIONE ALLA LEGALITÀ a.s. 2013/2014 classi prime e seconde - Scuola Secondaria di I grado di Lavagno CLASSI PRIME Mi sono piaciute perché erano

Dettagli

PROVINCIA DI PADOVA SETTORE VIGILANZA E PROTEZIONE CIVILE

PROVINCIA DI PADOVA SETTORE VIGILANZA E PROTEZIONE CIVILE PROVINCIA DI PADOVA SETTORE VIGILANZA E PROTEZIONE CIVILE Dirigente Responsabile : Ing. RENATO CECCATO Padova, 1 ottobre 2011 Note intervento Ing. sul decreto 13/04/2011 attuativo obblighi D.Lgs.81/2008

Dettagli

EDUCARSI PER EDUCARE

EDUCARSI PER EDUCARE EDUCARSI PER EDUCARE IV INCONTRO : L EDUCAZIONE INTELLETTUALE dott.sa Elena Ugolini Parrocchia di S.Agostino, 02.03.2008 Cosa significa l educazione intellettuale della famiglia e nella famiglia? Cos è

Dettagli

PROGRAMMA FORMATIVO SCUOLA CALCIO

PROGRAMMA FORMATIVO SCUOLA CALCIO PROGRAMMA FORMATIVO SCUOLA CALCIO COSA E L insieme di attività avviate dall allenatore per formare il ragazzo, attraverso lo sport, ai valori umani e cristiani PARTI COINVOLTE - ALLENATORE RESP. ANNATA

Dettagli

ROMA - Si è tenuta questa mattina, negli studi Rai, la conferenza stampa di Braccialetti rossi, la nuova fiction di Rai Uno che andrà in onda da

ROMA - Si è tenuta questa mattina, negli studi Rai, la conferenza stampa di Braccialetti rossi, la nuova fiction di Rai Uno che andrà in onda da ROMA - Si è tenuta questa mattina, negli studi Rai, la conferenza stampa di Braccialetti rossi, la nuova fiction di Rai Uno che andrà in onda da questa settimana ogni domenica alle 21.10. La serie, ambientata

Dettagli

Intervista. Romano Baratta

Intervista. Romano Baratta Intervista Romano Baratta di LINO CAIRO pubblicato: gennaio 2008 Cairo: Stavo dipingendo un giardino, di notte, nello studio, e a un certo punto ho sentito un venticello provenire dal dipinto che ha fatto

Dettagli

UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI ROMA "FORO ITALICO" CORSO DI LAUREA IN SCIENZE MOTORIE E SPORTIVE (L22) 1 ANNO 2 CANALE 2 Semestre A.A.

UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI ROMA FORO ITALICO CORSO DI LAUREA IN SCIENZE MOTORIE E SPORTIVE (L22) 1 ANNO 2 CANALE 2 Semestre A.A. ORARIO CLASSE - 1 H (37:00) Docente Basi 1 Docente Basi 1 ORARIO CLASSE - 1 I (37:00) Palestra A ORARIO CLASSE - 1 L (37:00) ORARIO CLASSE - 1 M (37:00) ORARIO CLASSE - 1 N (37:00) Docente Basi 1 ORARIO

Dettagli

T r a n s e u r o p A

T r a n s e u r o p A T r a n s e u r o p A EDIZIONI a cura di errico buonanno introduzione di chiara gamberale io, chiara e l oscuro t r a n s e u r o p a inaudita big La collana si propone di mostrare il laboratorio segreto

Dettagli

Piccolo manuale per la scrittura di una buona lettera di presentazione. Stefano Innocenti, Psicologo del Lavoro

Piccolo manuale per la scrittura di una buona lettera di presentazione. Stefano Innocenti, Psicologo del Lavoro Piccolo manuale per la scrittura di una buona lettera di presentazione Stefano Innocenti, Psicologo del Lavoro Piccolo manuale per la scrittura di una buona lettera di presentazione. Il principale obiettivo

Dettagli

LA SCUOLA: IL FUTURO E' QUI Milano, 18-20 marzo 2016

LA SCUOLA: IL FUTURO E' QUI Milano, 18-20 marzo 2016 LA SCUOLA: IL FUTURO E' QUI Milano, 18-20 marzo 2016 Chi siamo Terre di mezzo è un piccolo universo in cui abitano tanti mondi: dal giornale di strada, fondato nel 1994, sono nati il settore Libri, un'associazione

Dettagli

L ITALIA VISTA DA CHI LA ABITA SONDAGGIO DOXA

L ITALIA VISTA DA CHI LA ABITA SONDAGGIO DOXA L ITALIA VISTA DA CHI LA ABITA SONDAGGIO DOXA PRINCIPALI RISULTATI EMERSI Tra le tematiche sociali maggiormente sentite dagli adolescenti vi è prima di tutto il diritto alla vita (37%), sentito ancor di

Dettagli

Verbale assemblea del 4 dicembre 2012.

Verbale assemblea del 4 dicembre 2012. Forum giovani Via Grimandi 1 40011 Anzola dell Emilia (BO) Tel. 051 6502111 Fax 051 731598 http://giovani.comune.anzoladellemilia.bo.it forum.giovani@anzola.provincia.bologna.it Verbale assemblea del 4

Dettagli

VALENCIA 3. INTERVISTA 5 Colloquio Noemí. E= Eugenio N= Noemí

VALENCIA 3. INTERVISTA 5 Colloquio Noemí. E= Eugenio N= Noemí VALENCIA 3 INTERVISTA 5 Colloquio Noemí E= Eugenio N= Noemí 1 E: signorina 2 N: ciao 3 E: piacere 1 4 N: buongiorno / [piacere] 5 E: [Eugenio] 6 N: Noemí 7 E: sì / è da molto che aspetta? 8 N: no no /

Dettagli

Parlamento delle Idee

Parlamento delle Idee Il 14 aprile 2015 siamo andati a Potenza per far visita alla sede della Regione Basilicata. Siamo stati accolti in una delle tante sale che la compongono e ci è stato mostrato un breve filmato che spiegava

Dettagli

LA SCUOLA: IL FUTURO E' QUI 13-15 marzo 2015 - fieramilanocity

LA SCUOLA: IL FUTURO E' QUI 13-15 marzo 2015 - fieramilanocity LA SCUOLA: IL FUTURO E' QUI 13-15 marzo 2015 - fieramilanocity Chi siamo Terre di mezzo è un piccolo universo in cui abitano tanti mondi: dal giornale di strada, fondato nel 1994, sono nati il settore

Dettagli

Grazie al percorso di intercultura attraverso:libri,foto,film e cari incontri,con persone che si occupano di questo importante argomento ho capito

Grazie al percorso di intercultura attraverso:libri,foto,film e cari incontri,con persone che si occupano di questo importante argomento ho capito Grazie al percorso di intercultura attraverso:libri,foto,film e cari incontri,con persone che si occupano di questo importante argomento ho capito che la globalizzazione ha degli effetti positivi per il

Dettagli

Sin da quando sono molto piccoli, i bambini sperimentano il mondo attraverso le

Sin da quando sono molto piccoli, i bambini sperimentano il mondo attraverso le Indice Introduzione 7 Miagolina si presenta 11 Quella volta che Miagolina è caduta nel buco della vasca 24 Quando è nato Spigolo 44 Miagolina e le parole storte 56 Spigolo va all asilo 75 Miagolina si

Dettagli

«Покори Воробьевы Горы» Олимпиада по итальянскому языку для учащихся 11 класса Очный этап, г. Москва 2010-2011 учебный год

«Покори Воробьевы Горы» Олимпиада по итальянскому языку для учащихся 11 класса Очный этап, г. Москва 2010-2011 учебный год «Покори Воробьевы Горы» Олимпиада по итальянскому языку для учащихся 11 класса Очный этап, г. Москва 2010-2011 учебный год БЛОК I. ЛЕКСИКО-ГРАММАТИЧЕСКИЙ ТЕСТ. Scegliere la variante giusta, scrivere la

Dettagli

Livello CILS A2 Modulo bambini

Livello CILS A2 Modulo bambini Livello CILS A2 Modulo bambini MAGGIO 2012 Test di ascolto numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI

Dettagli

Estoxx50. 4-May-11 8-May-11

Estoxx50. 4-May-11 8-May-11 Iniziamo con l aggiornamento del ciclo mensile sull Eurostoxx che come tempi è esemplificativo di tutti gli altri mercati (indici azionari), visto che tutti i mercati sono in fase fra di loro (ovvero hanno

Dettagli

VERIFICA DI GRAMMATICA La frase: IL SOGGETTO

VERIFICA DI GRAMMATICA La frase: IL SOGGETTO La frase: IL SOGGETTO Leggi le seguenti frasi e sottolinea il soggetto: 1. Marco va a trovare la nonna. 2. Il cane ha morso il postino. 3. E caduta la bottiglia del latte. 4. Sono solito fare i compiti

Dettagli

FORMARE, CONNETTERE, INNOVARE COME CONSOLIDARE IL CLUSTER ICT PRATESE RAPPORTO DI RICERCA

FORMARE, CONNETTERE, INNOVARE COME CONSOLIDARE IL CLUSTER ICT PRATESE RAPPORTO DI RICERCA FORMARE, CONNETTERE, INNOVARE COME CONSOLIDARE IL CLUSTER ICT PRATESE RAPPORTO DI RICERCA Marco Betti @marcobetti_ Alberto Gherardini @albgherardini IL RAPPORTO 2013 Obiettivo: Raccogliere e sistematizzare

Dettagli

Scheda progetto DOL 2011-2012 Classe I2 Modulo: MP04 Esperienza didattica avanzata Tutor: Massimiliano MINAUDO Corsista: Grazia PIETROPAOLO

Scheda progetto DOL 2011-2012 Classe I2 Modulo: MP04 Esperienza didattica avanzata Tutor: Massimiliano MINAUDO Corsista: Grazia PIETROPAOLO Scheda progetto DOL 2011-2012 Classe I2 Modulo: MP04 Esperienza didattica avanzata Tutor: Massimiliano MINAUDO Corsista: Grazia PIETROPAOLO Titolo del progetto Anno scolastico Abstract Presentazione sintetica

Dettagli

RITRATTI ESEGUITI DA ERNESTO SOLARI

RITRATTI ESEGUITI DA ERNESTO SOLARI I MIEI SEI PAPI RITRATTI ESEGUITI DA ERNESTO SOLARI UN SALUTO A PAPA BENEDETTO XVI E UN AUGURIO AL MIO SETTIMO PAPA SOLARI: LE MIE VICENDE PAPALI IL PONTIFICATO DI PIO XII Dopo un conclave di appena tre

Dettagli

Lo specializzando in Pediatria

Lo specializzando in Pediatria Tavola Rotonda: Formazione Lo specializzando in Pediatria Salvatore Aversa Osservatorio Nazionale Specializzandi Pediatria Università degli Studi di Messina Roma, 4 Ottobre 2012 Diverse discipline mediche

Dettagli

L'INTERVISTA. Maurizio D'Alessandro: dal disegno al tatuaggio, ''tra storia, arte e culture''

L'INTERVISTA. Maurizio D'Alessandro: dal disegno al tatuaggio, ''tra storia, arte e culture'' Quando hai la fortuna di trasformare la tua passione in un lavoro, sei davvero fortunato, lo ammette candidamente Maurizio D Alessandro, classe 1980, giovane e affermato tatuatore di Nova Siri. Quando

Dettagli

SERVIZIO RESOCONTI BOZZA NON CORRETTA 1/7

SERVIZIO RESOCONTI BOZZA NON CORRETTA 1/7 1/7 CAMERA DEI DEPUTATI SENATO DELLA REPUBBLICA COMMISSIONE PARLAMENTARE DI INCHIESTA SULLE ATTIVITÀ ILLECIRE CONNESSE AL CICLO DEI RIFIUTI RESOCONTO STENOGRAFICO MISSIONE MARTEDÌ 14 LUGLIO 2009 PRESIDENZA

Dettagli

Apocalittico. 1 Metapontino: la zona pianeggiante della Basilicata che si affaccia sul Mar Ionio

Apocalittico. 1 Metapontino: la zona pianeggiante della Basilicata che si affaccia sul Mar Ionio Intervistato: Angelo Cotugno, Segretario Generale della CGIL della Provincia di Matera Soggetto: Matera (sviluppo urbanistico, condizioni di vita fino agli anni 50, sua storia personale di vita nei Sassi,

Dettagli

Aumentare la forza muscolare

Aumentare la forza muscolare Una delle migliori vie per migliorare il proprio rendimento in salita, è allenare la forza resistente. La forza resistente si allena principalmente in due modi: 1. aumentare il grado di forza dei muscoli

Dettagli

www.servizisocialionline.it Sezione Articoli L auto/mutuo aiuto e il conflitto:

www.servizisocialionline.it Sezione Articoli L auto/mutuo aiuto e il conflitto: www.servizisocialionline.it Sezione Articoli L auto/mutuo aiuto e il conflitto: Spunti di riflessione per operatori sociali e facilitatori di gruppi di auto/mutuo aiuto. di Silvia Clementi* Le dinamiche

Dettagli

Reference 1-0,73% Coverage

Reference 1-0,73% Coverage - 1 reference coded [0,73% Coverage] Reference 1-0,73% Coverage Dove ti piacerebbe andare ma anche vivere sì, sì. All interno dell Europa, sicuramente. Però mi piacerebbe vedere anche

Dettagli

MIUR. La Nuova Secondaria Superiore

MIUR. La Nuova Secondaria Superiore La Nuova Secondaria Superiore Una Riforma complessiva Con l approvazione del Consiglio dei Ministri del 4 febbraio nasce la Nuova Scuola Secondaria Superiore. E la prima riforma complessiva del secondo

Dettagli

Biblioteca Teresiana: Alla scoperta della Biblioteca Teresiana

Biblioteca Teresiana: Alla scoperta della Biblioteca Teresiana Linee di indirizzo progettuali Percorsi didattici Biblioteca Teresiana - Biblioteca G. Baratta - a.s. 2015/2016 Biblioteca Teresiana: Alla scoperta della Biblioteca Teresiana Dal libro di carta al libro

Dettagli

Presentazione. Presentazione. Progetto no.1 Attività musicali Progetto no 2 In Rotonda. Presentazione

Presentazione. Presentazione. Progetto no.1 Attività musicali Progetto no 2 In Rotonda. Presentazione Programma 2015 1 2 PRESENTAZIONE 3 UFFICIO GIOVANI 4 Progetto no.1 Palagivanilive Progetto no.2 Graffiskate Progetto no.3 Nuovo Ufficio giovani e famiglie MUSIC CLUB 5 Progetto no.1 Attività musicali Progetto

Dettagli

Paolo DÊAmbrosio. La finestra sul mare. una storia del Sud

Paolo DÊAmbrosio. La finestra sul mare. una storia del Sud Paolo DÊAmbrosio La finestra sul mare una storia del Sud Paolo D Ambrosio La finestra sul mare Proprietà letteraria riservata 2011 Paolo D Ambrosio Kion Editrice, Terni Prima edizione luglio 2011 ISBN

Dettagli

Nati non foste per viver come bruti

Nati non foste per viver come bruti Nati non foste per viver come bruti Ma se qualsiasi pecora vive felicemente fino all ultimo dei suoi giorni senza neanche il bisogno di imparare a leggere e a scrivere, perché mai noi dovremmo fare la

Dettagli

Un racconto di Guido Quarzo. Una gita in LA BUONA STRADA DELLA SICUREZZA

Un racconto di Guido Quarzo. Una gita in LA BUONA STRADA DELLA SICUREZZA Un racconto di Guido Quarzo Una gita in LA BUONA STRADA DELLA SICUREZZA Una gita in Un racconto di Guido Quarzo è una bella fortuna che la scuola dove Paolo e Lucia frequentano la seconda elementare, ospiti

Dettagli

MODULO II CORSO DI RECUPERO PER ALUNNI STRANIERI IN DIRITTO - CLASSE PRIMA

MODULO II CORSO DI RECUPERO PER ALUNNI STRANIERI IN DIRITTO - CLASSE PRIMA CORSO DI RECUPERO PER ALUNNI STRANIERI IN DIRITTO - CLASSE PRIMA MODULO II I destinatari del diritto Materiali prodotti nell ambito del progetto I care dalla prof.ssa Giuseppa Vizzini con la collaborazione

Dettagli

Emis Killa: "Un bus che non torna più indietro" - Intervista

Emis Killa: Un bus che non torna più indietro - Intervista 1 / 5 ACCEDI ABBONATI News Economia Mytech Cinema Musica Tv Cultura Scienza Sport Società Icon Blog Oroscopo Magazine Foto Video Storie ULTIME MUSICA Jack Savoretti: Vivo a Londra, ma ho Genova nel cuore

Dettagli

CENTRO MAGGIO SACCO OCUMENTO A A CURA DI P. S

CENTRO MAGGIO SACCO OCUMENTO A A CURA DI P. S CENTRO DI RICERCHE E STUDI IN MANAGEMENT SANITARIO (CE.RI.S.MA.S.) PROGETTO FORUM F TEMATICO 2 2012 LA MISURAZIONE DEI COSTI PER PERCORSO/ /PRESTAZIONE D OCUMENTO A A CURA DI P. S SACCO MAGGIO 2012 UNIVERSITÀ

Dettagli

Innocenti Evasioni 2013

Innocenti Evasioni 2013 Innocenti Evasioni 2013 L amicizia n 4 INDICE E difficile trovare un amico? Amicizia e internet Un amico deve e non deve fare Ingredienti dell amicizia Cosa si può fare per un amico La parola più importante

Dettagli

RACCONTO TRATTO DAL LIBRO. DONNE CHE RACCONTANO IL LAVORO a cura di

RACCONTO TRATTO DAL LIBRO. DONNE CHE RACCONTANO IL LAVORO a cura di RACCONTO TRATTO DAL LIBRO DONNE CHE RACCONTANO IL LAVORO a cura di Roberta Griffini, Francesca Matichecchia, Debora Roversi, Marzia Tanzini Disegno di Pat Carra Filcams Cgil Milano GABRIELLA tanti master,

Dettagli

- 1 reference coded [1,94% Coverage]

<Documents\bo_min_3_F_17_ita_stu> - 1 reference coded [1,94% Coverage] - 1 reference coded [1,94% Coverage] Reference 1-1,94% Coverage Spesso andiamo al cinese, prendiamo il cibo da asporto, è raro che andiamo fuori a mangiare, anzi quando

Dettagli

SENZA PAROLE. Illustrazione di Matteo Pericoli 2001

SENZA PAROLE. Illustrazione di Matteo Pericoli 2001 SENZA PAROLE Illustrazione di Matteo Pericoli 2001 Agente di viaggio. Vedo che ha deciso per la Transiberiana. Ottima scelta. Un viaggio difficile, ma che le darà enormi soddisfazioni. Cliente. Mi preoccupa

Dettagli

Progetto Scienze 3.14 Scuole in rete A.S 2013-2014. Responsabile Dott.ssa Paola Tacconi

Progetto Scienze 3.14 Scuole in rete A.S 2013-2014. Responsabile Dott.ssa Paola Tacconi Progetto Scienze 3.14 Scuole in rete A.S 2013-2014 Responsabile Dott.ssa Paola Tacconi QUESTIONARIO DI GRADIMENTO PER LE INSEGNANTI Al fine di ottenere una valutazione del livello di gradimento delle insegnanti

Dettagli

VISITA DEL SANTO PADRE

VISITA DEL SANTO PADRE VISITA DEL SANTO PADRE AI SERVIZI DELLA CARITAS DIOCESANA DI ROMA ALLA STAZIONE TERMINI (VIA MARSALA) POLIAMBULATORIO E OSTELLO DON LUIGI DI LIEGRO ROMA 14 FEBBRAIO 2010 VISITA DEL SANTO PADRE AI SERVIZI

Dettagli

Consulta della Frazione di Botteghino di Zocca, Val di Zena e Monte delle Formiche

Consulta della Frazione di Botteghino di Zocca, Val di Zena e Monte delle Formiche Consulta della Frazione di Botteghino di Zocca, Val di Zena e Monte delle Formiche PERCORSO PARTECIPATO PER RIPENSARE ALL USO DELL EDIFICIO COMUNALE DI VIA ZENA, 46 FRAZIONE DI BOTTEGHINO DI ZOCCA / PIANORO

Dettagli

Reference 1-1,06% Coverage

Reference 1-1,06% Coverage - 1 reference coded [1,06% Coverage] Reference 1-1,06% Coverage Ti lega il computer? Sì. Io l ho sempre detto. Io ho una visione personale. Anche quelli che vanno a cercare la ragazza

Dettagli

progetto di riqualificazione urbana dei Lidi di Comacchio sostituzione del progetto di Riqualificazione Lido degli

progetto di riqualificazione urbana dei Lidi di Comacchio sostituzione del progetto di Riqualificazione Lido degli Allegato 1 PUNTO N. 6 all'o.d.g.: Progetto di Riqualificazione urbana Lidi di Comacchio in sostituzione del progetto di Riqualificazione Lido degli Scacchi Prestito obbligazionario "Comune di Comacchio

Dettagli

SETTIMANA FLESSIBILE 18 23 FEBBRAIO 2013 RELAZIONE SUI DATI FORNITI DAI QUESTIONARI RIVOLTI A DOCENTI CLASSI

SETTIMANA FLESSIBILE 18 23 FEBBRAIO 2013 RELAZIONE SUI DATI FORNITI DAI QUESTIONARI RIVOLTI A DOCENTI CLASSI IIS SCALCERLE A.S. 2012/2013 SETTIMANA FLESSIBILE 18 23 FEBBRAIO 2013 RELAZIONE SUI DATI FORNITI DAI QUESTIONARI RIVOLTI A DOCENTI CLASSI QUESTIONARIO RIVOLTO AI DOCENTI SUL RECUPERO E/O APPROFONDIMENTO

Dettagli

Carla Muschio LA SOLUZIONE

Carla Muschio LA SOLUZIONE Carla Muschio LA SOLUZIONE Oggi finalmente sono riuscita a capire qual è la porta del ragazzo bruno che ho incontrato qualche volta in ascensore. Lui è sceso al secondo piano e io ho finto di non aver

Dettagli

A mio figlio, John Edward Clements

A mio figlio, John Edward Clements A mio figlio, John Edward Clements Titolo originale: The report card Traduzione di Elisa Puricelli Guerra 2004 Andrew Clements 2005 RCS Libri S.p.A., Milano Prima edizione Bur ragazzi giugno 2014 ISBN

Dettagli

PRONTE AI POSTI VIA! LE 4 CHIAVI DI UN BUSINESS DI CUI ESSERE... MODULO 3

PRONTE AI POSTI VIA! LE 4 CHIAVI DI UN BUSINESS DI CUI ESSERE... MODULO 3 PRONTE AI POSTI VIA! LE 4 CHIAVI DI UN BUSINESS DI CUI ESSERE... pazza! MODULO 3 Fino ad ora abbiamo lavorato sulla consapevolezza, identificando le 4 chiavi che ci servono per aver successo nel nostro

Dettagli

LA RETE SIAMO NOI QUESTIONARIO N

LA RETE SIAMO NOI QUESTIONARIO N LA RETE SIAMO NOI QUESTIONARIO N CIAO! Abbiamo bisogno di te. Vogliamo sapere come i ragazzi e le ragazze della tua età usano il cellulare e la rete Internet. Non scrivere il tuo nome. 1. Sei? 1 Un ragazzo

Dettagli

Ministero dell Economia e delle Finanze Sala del Parlamentino Commissione Tecnica per la Finanza Pubblica Avvio del progetto di Spending Review

Ministero dell Economia e delle Finanze Sala del Parlamentino Commissione Tecnica per la Finanza Pubblica Avvio del progetto di Spending Review Ministero dell Economia e delle Finanze Sala del Parlamentino Commissione Tecnica per la Finanza Pubblica Avvio del progetto di Spending Review Intervento del Ministro dell Economia e delle Finanze Tommaso

Dettagli

Introduzione Risultati del Progetto Storie di Sofferenza Una donna di Gerusalemme Parità retributiva in Italia tra uomini e donne

Introduzione Risultati del Progetto Storie di Sofferenza Una donna di Gerusalemme Parità retributiva in Italia tra uomini e donne Newsletter n 6 Ottobre e Novembre 2011 Newsletter mensile pubblicata da: Al-Maqdese per lo sviluppo della società in arabo, inglese, italiano Promozione delle opportunità di pace attraverso la fine dello

Dettagli

Mauro. Simone. Mamy Jara

Mauro. Simone. Mamy Jara Trebisonda è un programma per ragazzi su RAI 3, dove si fanno dei giochi educativi a cui partecipano ragazzi di una scuola. Stavolta è toccato alla mia classe, la 2^A, e a una di Coldirodi. Noleggiato

Dettagli

- Un ragazzo ed una ragazza si amano, ma sono costretti a tenere segreta la loro relazione.

- Un ragazzo ed una ragazza si amano, ma sono costretti a tenere segreta la loro relazione. Un film racconta una serie di azioni che delle persone compiono in determinate situazioni. Per iniziare a scrivere una sceneggiatura bisogna avere un idea di cosa si vuol far fare a queste persone, ai

Dettagli

«Lui mi camminava appresso per chilometri senza darmi tregua: era venuto a consegnare delle bottiglie alla fabbrica della birra che le raccoglieva,

«Lui mi camminava appresso per chilometri senza darmi tregua: era venuto a consegnare delle bottiglie alla fabbrica della birra che le raccoglieva, «Lui mi camminava appresso per chilometri senza darmi tregua: era venuto a consegnare delle bottiglie alla fabbrica della birra che le raccoglieva, per poi ricomprarsene altre piene grazie ai soldi così

Dettagli

LIBRI USATI Di Giuliano Marrucci

LIBRI USATI Di Giuliano Marrucci LIBRI USATI Di Giuliano Marrucci MILENA GABANELLI IN STUDIO La buona notizia di oggi è sulla scuola. Gli studenti che quest'anno sono entrati in classe sono 7milioni e 806 mila. La scuola è obbligatoria

Dettagli

Un maestro giapponese ricevette la visita di un professore universitario (filosofo, ndr) che era andato da lui per interrogarlo.

Un maestro giapponese ricevette la visita di un professore universitario (filosofo, ndr) che era andato da lui per interrogarlo. Il vuoto Una tazza di tè Un maestro giapponese ricevette la visita di un professore universitario (filosofo, ndr) che era andato da lui per interrogarlo. Il maestro servì il tè. Colmò la tazza del suo

Dettagli

Indagine socio ambientale

Indagine socio ambientale Istituto Comprensivo Coldigioco Apiro Indagine socio ambientale Anno scolastico 11/12 Nelle pagine seguenti sono riportati i grafici con i risultati dell'indagine socio ambientale effettuata dal nostro

Dettagli

Realizzato dai bambini del Primo Circolo Didattico Classe 4^ C Sede Moretti

Realizzato dai bambini del Primo Circolo Didattico Classe 4^ C Sede Moretti Realizzato dai bambini del Primo Circolo Didattico Classe 4^ C Sede Moretti Va bene diventare cameriere però, mangiare tutto quel cibo e bere prima, durante e dopo il pasto è esagerato! Per fortuna che

Dettagli

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime Indice Introduzione 7 La storia delle rose: quando la mamma parte 9 Il bruco e la lumaca: quando i genitori si separano 23 La campana grande e quella piccola: quando nasce il fratellino 41 La favola del

Dettagli

INNOCENTI EVASIONI Il lavoro minorile

INNOCENTI EVASIONI Il lavoro minorile INNOCENTI EVASIONI Il lavoro minorile Novembre 2011 Nel primo incontro di questo giornalino ognuno di noi ha proposto la sua definizione di lavoro minorile e ha raccontato la sua esperienza. personale.

Dettagli

TRA IL DIRE E IL FARE Appunti e commenti concernenti il DM n. 8/2011 del Ministro Gelmini

TRA IL DIRE E IL FARE Appunti e commenti concernenti il DM n. 8/2011 del Ministro Gelmini TRA IL DIRE E IL FARE Appunti e commenti concernenti il DM n. 8/2011 del Ministro Gelmini A cura di Musicheria.net 1. OGGETTO DEL DECRETO In data 31 gennaio 2011, il Ministro Gelmini ha emanato il DM n.

Dettagli

SCUOLA INFANZIA ANDERSEN PROGETTO ACQUA SEZIONE D ARANCIONI A.S. 20013/20014 INSEGNANTI ANNA VIGNA EANDI, MARISA COVELLO

SCUOLA INFANZIA ANDERSEN PROGETTO ACQUA SEZIONE D ARANCIONI A.S. 20013/20014 INSEGNANTI ANNA VIGNA EANDI, MARISA COVELLO CARI GENITORI, IN QUESTI FOGLI E CONTENUTA UNA PARTE DEL PROGETTO SVOLTO QUEST ANNO. NOI INSEGNANTI ABBIAMO PENSATO CHE FOSSE IMPORTANTE CHE VENISSE RESITUITO ALLE FAMIGLIE NON SOLO IL LAVORO INDIVIDUALE

Dettagli

Bilanci di Giustizia

Bilanci di Giustizia Bilanci di Giustizia_numero -07/13 - luglio Bilanci di Giustizia lettera di informazione tra gli aderenti alla campagna n 180 luglio 2013 In questo numero: Incontro Annuale - Note tecniche _3 - Il programma

Dettagli

Questionario intermedio per gli operatori Servizio SGI

Questionario intermedio per gli operatori Servizio SGI Questionario intermedio per gli operatori Servizio SGI Risposte alla domanda 1 È soddisfatto del servizio di doposcuola domiciliare? N risposte 79 1 9 30 39 non soddisfazione credo che 4 h settimanali

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE MORTARA

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE MORTARA ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE MORTARA SCUOLA DELL INFANZIA SCUOLA PRIMARIA Illustrazione a cura dei ragazzi della Scuola Sec. di 1 grado del percorso On the road dalla mostra Giardini Corso Formazione Docenti

Dettagli

Indice delle tavole statistiche

Indice delle tavole statistiche INTERVENTI E SERVIZI SOCIALI DEI COMUNI SINGOLI O ASSOCIATI - ANNO 1 Indice delle tavole statistiche A) Spesa a livello regionale per interventi e servizi sociali dei comuni singoli e associati Tavola

Dettagli