POLIZTADI STATO. SIULP : CARBONE Innocente;,.r f.. L C-- SCI ANATICO Gaetano; '-'\ t-7 2 -'-a/'- BATTISTA John CHIECHI Domenico VERO Domenico SIAP:

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "POLIZTADI STATO. SIULP : CARBONE Innocente;,.r f.. L C-- SCI ANATICO Gaetano; '-'\ t-7 2 -'-a/'- BATTISTA John CHIECHI Domenico VERO Domenico SIAP:"

Transcript

1 POLIZTADI STATO 9^ ZONA POLIZTA DI FRONTIERA " Paglia - Abrugo - Molirc " Oggetto: Ufficio di Polizia di Frontiera s.marittima ed Aerea" di Bari. Intese sugli orari in deroga ai sensi dell'art. 8 comma 3 correlato all'art. 7 comma 6 A.N.Q. Verbale della riunione del 16 glugno L'anno 201I, il giorno sedici del mese di giugno, alle ore 09:25, negli Uffici della 9^ Zona di Polizia di Frontiera "Puglia - Abruzzo - Molise" di Bari, sono presenti, a trattative a tavoli separati, per il raggiungimento delle intese di cui all'oggetto: In raddre sent^nz^ delltamministrazione: Primo Dirigente dr. Luigi LIGUORI; V Q.A. dr.ssa PRE,ZIUSI Antonia;, Sovr.te GRAMUGLIA Vito. /2t. In rappresentanza delle Organizzazioni sindacali: SIULP : CARBONE Innocente;,.r f.. L C-- SCI ANATICO Gaetano; '-'\ t-7 2 -'-a/'- 7- [ SAP: SIAP: BATTISTA John CHIECHI Domenico VERO Domenico BUONO Vito; GENTILE Giuseppe; LORUSSO Vincenzo: 0 SILP per la CGIL : TISCI Michele DALESSANDRONicoIa; U*rl FEDERAZIONE UIL POLIZIA - ANIP ITALIA SICURA: ASSENTE

2 9^ ZONA POLIZIA DI FRONTIE,RA,(Du"/i- 4bruryo _ Molite" CONSAP NUOVA FEDERAZIONE AUTONOMA : ASSE,NTE Si dà atto che la convocazrone per I'odietno incontro risulta anche inoltrata alle OO.SS. assenti. Si dà atto dell'assenza del Dirigente l'ufficio di Poltzia di Frontiera di Bari, in sua rappresent^nz^ interviene alle ore 09:40 la dr.ssa PREZIUSI Antonia. Il dr. Liguori apre I'incontro con le OO.SS. presenti. Il Capo Zona illustra e sottopone alle O.S. l'aticolato in deroga relativo alla proposta formulata dall'amministrazione. Dopo ^mpr^ discussione l'amministrazione chiede alle OO.SS.- SIULP, SAP e SILP per la CGIL se intendono sottoscrivere I'articolato frutto degti accordi assunti ín data 10/06/201,1. Le stesse, pur confermando Ia disponibilità alfa sottoscrizione, rilevano che I'Amministtazione nel corso della discussion e ha fatto intendere che non avrebbe ut:àtzzato la deroga al turno 00/07 proposta nella riunione del 10/06/2011, dichiarandosi in ogni caso disponibile alla sottos cttzione degli accordi sui quali si è trovata un'intesa. invitando I'Amministrazione ad applicare il tumo previsto dall'allegato 1 all'a.n.q vigente per i prossimi mesi estivi. Il segretario SIAP BUONO premette che non conoscendo le intese raggiunte nella riunione del 10/06/2011 con le altre OO.SS. non è disponibile a sottoscrivede in particolare, considerato che l'amministrazione in ogni caso, intende per il prossimo trimestre, adottare sostanzialmente i turni continuativi ) serrz^ deroghe, si riserva pertanto ulteriori valutazioni al termine del periodo sperimentale. Il segretario COISP OSTELLO rileva che l'amministrazione preventivamente tutte le OO.SS. in ordine alla proposta che odierno. avrebbe dovuto informare intendeva portare al tavolo 4/L',// Il Segretario SIAP chiede, nel caso vengano adottati i turni continuativi, che siano applicati criteri trasparenti per individuare il personalq che sarà, eventualmente adibito a \ quei turni Jr,^,) i/6q-(c""'t" Cacudi nr. 3 - Bari - Tel Fax nr N 'd

3 9^ ZONA POLIZTA DI FRONTIE,RA Puglia-AbruSo-Molhe" Il Segretario UGL POLIZIA DI STATO LAGHEZZA specifica che non firmerà l'accordo e ribadisce che nel tavolo odierno I'Amministtazione avrebbe dowuto solo ricercare una conflrtenza di consensi. Il dr. Liguori a seguito degli interventì espletati, invita te OO.SS. con cui ha raggiunto le intese in data 10/06/2011, valutata la loro disponibilità,, alla sottoscrizione dell'accordo raggiunto in quella sede. Per quanto riguarda le OO.SS. con cui si era svolta la riunione in data 08/06/2011, si rappresenta che la proposta presentata dall'amministrazione, è stata discussa ogg proprio nel rispetto della flserv^tezza connaturata nei tavoli separati, così come comunicato nella coírvoc^zione che ha dato origine alla presente riunione. Quanto alle osservazioni formulate dal Segretario OSTELLO, si rappresenta che il SIAP e L'UGL POLIZIA DI STATO nell'ambito della discussione manifestavano in via assoluta la propria indisponibilità a qualsiasi ipotesi di accordo in deroga, salvo l'atteggiamento possibilista e con riserva assunto dall'ugl POLIZIA DI STATO ed in presenza di ulteriori proposte dell'amministrazione a valutare l'ipotesí 16/22. Infatti I'Amministrazione pur avendo ripetutamente evidenziato le diffìcoltà incontrate nella copertura dei servizi, e l'inutile accavallamento sulla fasci^ or^fae- 18/1,9, in quella seduta, non intravedeva possibilità di spiragli di accordi in deroga. Pertanto la bozza di articolato portato alla discussione odiema a tutte le OO.SS. costituisce ipotesi orafle più attinenti alle necessità dell'uffìcio e rappresenta l'ipotesi emersa nelle discussioni a tavoli separati. Al riguardo l'amministrazione ribadisce che l'attuale organrzz^zione dei servizi di frontiera con interruzione alle ore 24:00, specie nel periodo estivo ed in quelli festivi, non soddisfano i criteri di sicurezza minimi per I'uf{ìcio di Polizia di Frontiera di Bari. n segretario UGL POLIZIA DI STATO LAGHEZZA specifica che nel tavolo dell'b/06/2011 non è stato d'accordo con gli or^rr presentati dall'amministrazione chiedendo alla stessa di valutare ulteriori proposte. Specifìca, inoltre, che non sottoscriverà l'accordo presentato in data odierna perché non I condivide l'idea che I'Amministrazione possa cambiare i turni a suo piacimento a /,W discapito dei colleghi. ru Il SIAP aggiunge che con questi orari prospettati dalla dirigenza si dà alla stessa gli/ strumenti che erano presenti nell'informazione preventiva tnvrata ed in particolare la possibilità di applicare il turno 19 /01. Le OO.SS. SAP/SIULP/SLP per la CGIL preso atto che Ia dingenza intende comunque applicare la turnazione in quinta a prescindere da eventuali intese in deroga,..--).4onfermano le intese prese in data 10/06/2011 ela sottoscrizione del relativo accordo.,4 - v' \/ia Cacudi nr. 3 - Bari - Tel ,6 - '-Z Fax nr. paosi+llt:- L+í f\, f- rl/ t \ "-mad: X}--,./ *M i./ /y t / ^-r.- i.i-, (. -- / ìf\- ^ -r.,. r r\ "\, \. \_..2 (-'--' + (vucl l- L,r ( 1 1 : 1 \i \ "/ i -.rrr..c\,_l\,._1,-- //

4 @9è$ w aryé, POLIZIADI STATO 9^ ZONA POLTZIA DI FRONTIERA "Paglia - AbruSo - Molise" La riunione termina alle ore 12:50. "t r\ bo"..f,oi \ il \l \ \ ' I I(/-:.'l,F{ f* (c-s'-l 9--' t / L ( / lr/-:', I,"'/ '7,. t n / -,, /n l J-----:-' ' L t /, /t.-, r' \ria Cacudi nr. 3 - Bari -Tel Faxnr

5 , POLIZTADI STATO 9^ ZONA POLTZIA DI FRONTIERA "Puglia- Abrugo - Molise" ARTICOLATO ORARIO DI LAVORO IN DEROGA SOTTOSCRITTO DALLE OO.SS. A SEGUITO DEIJ.A RIUNIONE DE,L 16 GIUGNO 2OII SCALO I\,IARITTIMO DI BARI Per i servizi di Vigilanza, SERVIZI CONTINUATIVI ORARI IN DEROGA Sala Radio e Centralino, i turni di servizio continuativo verranno articolati secondo il prospetto 1 allegato all'a.n.q. vigente. Per i servizi di frontiera e sicutezza, i turni di servizio continuativo verranno articolati secondo il prospetto 1 allegato all'a.n.q. vigente, corì la possibilità di sostituire il turno 00:07 con il turno 07:13, con programmazione settimanale e nel rispetto della cadenza prevista nel citato allegato 1. Il dipendente che effettua il turno 07:1,3 in luogo del turno 00:07, dopo il riposo riprenderà il suo turno con orario 19 /01 anziché 19 /24. Per le tipologie di servizio suindicate In applicazione dell'art. 7 dell'accordo Decentrato sottoscritto in data 27 maggio 2010, la partecipazione ai cicli addestrativi ed ai corsi di aggiornamenro professionale del personale addetto u sercizi continuativr venà, assicurata attravefso il differimento ed il conglobamento delle giornate destinate annualmente all'aggiomamento professionale risultanti dal prospetto "1." dell'a.n.q. concemente I'articolazione dell'orario di lavoro dei servizi continuativi. In dette giornate, il dipendente che non si trovi a frequentare uno dei cicli addestrativi osserverà un turno di riposo. Il completamento dell'orario d'obbligo si delì'ufficio di app^rtenenzz-, attraverso concrefzzerà nelle cinque setum la distribuzione del tempo di Via Cacudi nr. 3 - Bari - TeL ?K nr zona.pol fll frontrera.bjffi lohziadistato.it n l^i $' /fy / (J/A-'- \

6 9^ ZONA POLIZIA DI FRONTIERA Puglia - Abrugo - Molise " recuperare all'rntzío ef o all,a fìne di ciascun turno giornaliero con conseguente anticipo del turno di 11 minutj e posticipo dello stesso di 15 minuti. SERVIZI NON CONTINUATIVI Per i turni di servizio non continuativl, è prevista l'atttcolazione su sei turni settimanali sulla fascia onna 08:00/20:00 con turni 08:00/14:00 e 14:00/20:00, secondo aliquote fissate dal Dirigente dell'ufficio, (di norma giornalmenre sul rumo 14:00/20:00 non superiote ad 1, /3 dell'organico disponibile) fermo restando che ogni dipendente non può effettuare piu di due turni pomeridiani la settim ^rr^ ex art. 9 comma 1 let. a) e a1). SCALO AEREO DI BARI SERVIZI CONTINUATIYI ORARI IN DEROGA Per i servizi di Vigilanza, SaIa Radio e Centralino, i rurni di servizio continuativ<r verranno articolati secondo il prospetto 1 allegato all'a.n.e. vigente. In applicazione dell'art. 7 dell'accordo Decenrrato sottoscritto in d,ata 27 maggio 2010, la partecipazione ai cicli addestrativi ed ai corsi di aggiomamento professionale del personale addetto ai servtzi continuativi vetrà assicurata attraverso it differimento ed il conglobamento delle giornate destinate annualmente all'aggiomamento professionale risultanti dal prospetto "1" dell'a.n.q. concemente I'atttcolazrone dell'orario di lavoro dei servizi continuativi. In dette giornate, il dipendente che non si trovi a frequentare uno dei cicli addestrativi osserverà un tumo di riposo. Via Cacudi nr. 3 - Bari - Tel G - Fax nr e - mtll: 9 zona.polfrontiera iziadistato.it

7 9^ ZONA POLIZIA DI FRONTIERA 'Puglia - Abrulry - Molise" Il completamento dell'orario d'obbligo si concretizzerà, nelle cinque settim^r,e, ^ clrra dell'ufficio di apparteîenza, attraverso Ia distribuzione del tempo di lavoro da recuperare all'inizio ef o ai 'a fìne di ciascun turno giornaliero con conseguente anticipo del turno di 11 minuti e posticipo dello sresso di 15 minuti. SERVIZI NON CONTINUATIVI Per i turni di servizio non continuativi, è prevista l'articolazione su sei turni settimanali sulla fascia orarta 08:00/20:00 con tumi 08:00/14:00 e 14:00/20:00 secondo aliquote fìssate dal Dirigente dell'ufficio, (di norma giornalmente sul turno 1,4:00/20:00 non superiore ad 1' /3 dell'organico disponibile) fermo restando che ogni dipendente non può effettuare piu di due turni pomeridiani nell'arco settimanale ex art. 9 comma 1 let. a) e ^1). Il presente accordo avrà durata di tre mesi a decorrere dal20 glugno G,2*? I I U4./ Arc"'*'ry (----' /' /) ofr-/-* ^,-' St L? CG tt CQ'u r[", Ann./.4NQlnfprerc-ortaio di laaom iunione l6 giagno21l 1 Sov. Gramuglia V. M*-,^:<-]- N Via Cacudi nr. 3 - Bari - Tel Fax nr e-mall: 9

ISTRUZIONI OPERATIVE PER L APPLICAZIONE DELLA «CIRCOLARE SULL ARTICOLAZIONE DELLE TIPOLOGIE DELL ORARIO DI LAVORO PRESSO

ISTRUZIONI OPERATIVE PER L APPLICAZIONE DELLA «CIRCOLARE SULL ARTICOLAZIONE DELLE TIPOLOGIE DELL ORARIO DI LAVORO PRESSO Direzione Generale per le Risorse e l Innovazione ALLEGATO N. 2 ISTRUZIONI OPERATIVE PER L APPLICAZIONE DELLA «CIRCOLARE SULL ARTICOLAZIONE DELLE TIPOLOGIE DELL ORARIO DI LAVORO PRESSO LE RAPPRESENTANZE

Dettagli

Comune di Galatina Provincia di Lecce. DETERMINAZIONE DEL DIRIGENTE Numero 8 del 09-01-2014 REGISTRO GENERALE DELLE DETERMINAZIONI

Comune di Galatina Provincia di Lecce. DETERMINAZIONE DEL DIRIGENTE Numero 8 del 09-01-2014 REGISTRO GENERALE DELLE DETERMINAZIONI Comune di Galatina Provincia di Lecce DETERMINAZIONE DEL DIRIGENTE Numero 8 del 09-01-2014 REGISTRO GENERALE DELLE DETERMINAZIONI PRATICA N. DT - 8-2014 del 09-01-2014 L ESTENSORE DOTT. OREFICE ANTONIO

Dettagli

COMUNE DI ACQUAVIVA PICENA Provincia di Ascoli Piceno. CODICE ISTAT Comune N.044002 DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE. Numero 49 Del 15-04-2008

COMUNE DI ACQUAVIVA PICENA Provincia di Ascoli Piceno. CODICE ISTAT Comune N.044002 DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE. Numero 49 Del 15-04-2008 COPIA COMUNE DI ACQUAVIVA PICENA Provincia di Ascoli Piceno CODICE ISTAT Comune N.044002 DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE Numero 49 Del 15-04-2008 Oggetto: DISPOSIZIONI IN MATERIA DI ORARIO DI SERVIZIO.

Dettagli

MODIFICA DELL'ORARIO DI SERVIZIO E DELL'ORARIO DI APERTURA AL PUBBLICO DEGLI UFFICI COMUNALI IL SINDACO

MODIFICA DELL'ORARIO DI SERVIZIO E DELL'ORARIO DI APERTURA AL PUBBLICO DEGLI UFFICI COMUNALI IL SINDACO COMUNE DI GALLIATE Provincia di Novara C.A.P. 28066 Piazza Martiri della Libertà, 28 Tel. 0321/800700 Fax. 0321/800725 Decreto n. 6/2015 MODIFICA DELL'ORARIO DI SERVIZIO E DELL'ORARIO DI APERTURA AL PUBBLICO

Dettagli

ACCORDO NAZIONALE QUADRO TRA IL MINISTRO DELL'INTERNO

ACCORDO NAZIONALE QUADRO TRA IL MINISTRO DELL'INTERNO ACCODO NAZIONALE QUADO TA IL MINISTO DELL'INTENO ED I APPESENTANTI DELLE OGANIZZAZIONI SINDACALI DEL PESONALE DELLA POLIZIA DI STATO SIULP, SIAP, FSP, COISP, E PATTO FEDEALE ITALIA SICUA AI SENSI DELL'ATICOLO

Dettagli

ORARIO DI LAVORO. 1) Tipi di orari e scelta dell orario di lavoro (personale non turnista)

ORARIO DI LAVORO. 1) Tipi di orari e scelta dell orario di lavoro (personale non turnista) ORARIO DI LAVORO 1) Tipi di orari e scelta dell orario di lavoro (personale non turnista) Il dipendente può scegliere con l apposito modello di svolgere il proprio orario di lavoro secondo una delle seguenti

Dettagli

AGENZIA PER LA RAPPRESENTANZA NEGOZIALE DELLE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI

AGENZIA PER LA RAPPRESENTANZA NEGOZIALE DELLE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI AGENZIA PER LA RAPPRESENTANZA NEGOZIALE DELLE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI A seguito della registrazione da parte della Corte dei conti del decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 30 novembre

Dettagli

REGOLAMENTO SULL ORARIO DI SERVIZIO, SUL LAVORO STRAORDINARIO E SULLA BANCA DELLE ORE

REGOLAMENTO SULL ORARIO DI SERVIZIO, SUL LAVORO STRAORDINARIO E SULLA BANCA DELLE ORE COMUNE DI PORTOGRUARO Provincia di Venezia REGOLAMENTO SULL ORARIO DI SERVIZIO, SUL LAVORO STRAORDINARIO E SULLA BANCA DELLE ORE APPROVATO CON DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 230 DEL 14.11.2002.

Dettagli

C O M U N E D I B R I N D I S I Settore Sviluppo Risorse Umane

C O M U N E D I B R I N D I S I Settore Sviluppo Risorse Umane C O M U N E D I B R I N D I S I Settore Sviluppo Risorse Umane Regolamento per la disciplina dell'orario degli uffici e dei servizi comunali e delle attività didattico/educative di pertinenza comunale

Dettagli

Comune di Castel del Piano (provincia di Grosseto)

Comune di Castel del Piano (provincia di Grosseto) Comune di Castel del Piano (provincia di Grosseto) REGOLAMENTO ORARIO DI LAVORO, DI SERVIZIO E DI APERTURA DEGLI UFFICI AL PUBBLICO (Approvato con Deliberazione G.C. n. 89 del 08/07/2013) I N D I C E ART.

Dettagli

COMUNE DI PLOAGHE PROVINCIA DI SASSARI

COMUNE DI PLOAGHE PROVINCIA DI SASSARI / COMUNE DI PLOAGHE PROVINCIA DI SASSARI REGOLAMENTO DELL ORARIO DI SERVIZIO E DI LAVORO ED EROGAZIONE BUONI PASTO approvato con deliberazione di Giunta Comunale n. 92 in data 06.11.2014 modificato con

Dettagli

COMUNE DI AL!' TERME PROVINCIA Di MESSINA

COMUNE DI AL!' TERME PROVINCIA Di MESSINA COMUNE DI AL!' TERME PROVINCIA Di MESSINA Spedita ai Capi Gruppo Consiliari. Ali. n. DELIBERAZIONE ORIGINALE BELLA GIUNTA del OGGETTO^ Erogazione buoni pasto al segretario comunale, L'anno millenovecentonovantanove,

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELL'ORARIO DI SERVIZIO E DI LAVORO

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELL'ORARIO DI SERVIZIO E DI LAVORO ENTE PARCO GALLIPOLI COGNATO PICCOLE DOLOMITI LUCANE Località Palazzo,snc 75011 ACCETTURA (MT) tel/fax 0835675015 email : info@parcogallipolicognato.it P.IVA 01025390772 REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELL'ORARIO

Dettagli

Oggetto: Unità Operative e Piano Ferie Replica. Casa Circondariale Verona.

Oggetto: Unità Operative e Piano Ferie Replica. Casa Circondariale Verona. Unione Italiana Lavoratori Pubblica Amministrazione MINISTERI - ENTI PUBBLICI - UNIVERSITA' - AZIENDE AUTONOME - COMPARTO SICUREZZA Segreteria Regionale Triveneto e-mail: leo.angiulli@polpenuil.it tel.334

Dettagli

DIPARTIMENTO DELLA PUBBLICA SICUREZZA Vice Direttore Generale della Pubblica Sicurezza

DIPARTIMENTO DELLA PUBBLICA SICUREZZA Vice Direttore Generale della Pubblica Sicurezza MODULARIO INTERNO-314 MOD. 4 P.S.C.. DIPARTIMENTO DELLA PUBBLICA SICUREZZA Vice Direttore Generale della Pubblica Sicurezza N.557/RS/01/100/^5f Roma, 7 marzo 2008 OGGETTO: Attuazione art. 36 della legge

Dettagli

DIPARTIMENTO DELLA PUBBLICA SICUREZZA UFFICIO PER L AMMINISTRAZIONE GENERALE DEL DIPARTIMENTO DELLA PUBBLICA SICUREZZA

DIPARTIMENTO DELLA PUBBLICA SICUREZZA UFFICIO PER L AMMINISTRAZIONE GENERALE DEL DIPARTIMENTO DELLA PUBBLICA SICUREZZA DIPARTIMENTO DELLA PUBBLICA SICUREZZA UFFICIO PER L AMMINISTRAZIONE GENERALE DEL DIPARTIMENTO DELLA PUBBLICA SICUREZZA. UFFICIO PER LE RELAZIONI SINDACALI 557/RS/01/126/1343 Roma, 2 ottobre 2006 OGGETTO:

Dettagli

COMUNE DI MONTIANO Provincia di Forlì-Cesena

COMUNE DI MONTIANO Provincia di Forlì-Cesena COMUNE DI MONTIANO Provincia di Forlì-Cesena Prot. n _3184_ del 18/07/2011 COPIA Verbale di Deliberazione della Giunta Comunale Adunanza di PRIMA CONVOCAZIONE n 40 del 16/07/2011 OGGETTO : DISCIPLINA DELL'ORARIO

Dettagli

ESTRATTO DEL REGISTRO DELLE DELIBERAZIONI DELLA GIUNTA COMUNALE

ESTRATTO DEL REGISTRO DELLE DELIBERAZIONI DELLA GIUNTA COMUNALE ESTRATTO DEL REGISTRO DELLE DELIBERAZIONI DELLA GIUNTA COMUNALE L anno duemilaquattordici (2014), il giorno uno (01) del mese di luglio, alle ore 9,30, in una sala del Palazzo Comunale, convocata dal Sindaco,

Dettagli

Segreteria Nazionale Via Farini, 62-00185 Roma Tel. +39 06 48903773-48903734 Fax: +39 06 62276535 coisp@coisp.it www.coisp.it

Segreteria Nazionale Via Farini, 62-00185 Roma Tel. +39 06 48903773-48903734 Fax: +39 06 62276535 coisp@coisp.it www.coisp.it Segreteria Nazionale Via Farini, 62-00185 Roma Tel. +39 06 48903773-48903734 Fax: +39 06 62276535 coisp@coisp.it www.coisp.it COISP COORDINAMENTO PER L INDIPENDENZA SINDACALE DELLE FORZE DI POLIZIA Prot.

Dettagli

ACCORDO TRA L'AMMINISTRAZIONE DEL COMUNE DI ROMA E ORGANIZZAZIONI SINDACALI DELLA POLIZIA MUNICIPALE. ROMA, 6 AGOSTO 2008.

ACCORDO TRA L'AMMINISTRAZIONE DEL COMUNE DI ROMA E ORGANIZZAZIONI SINDACALI DELLA POLIZIA MUNICIPALE. ROMA, 6 AGOSTO 2008. ACCORDO TRA L'AMMINISTRAZIONE DEL COMUNE DI ROMA E ORGANIZZAZIONI SINDACALI DELLA POLIZIA MUNICIPALE. ROMA, 6 AGOSTO 2008. Oggi 6 agosto 2008 il Tavolo Sindacale della Polizia Municipale, alla presenza

Dettagli

ORARIO DI LAVORO. Articolo 1. Norme generali

ORARIO DI LAVORO. Articolo 1. Norme generali ORARIO DI LAVORO Articolo 1 Norme generali 1. L orario di apertura delle strutture dell Università di Parma è il seguente: dal lunedì al venerdì dalle ore 7.00 alle ore 20.00, sabato secondo un orario

Dettagli

Segreteria Nazionale Via Farini, 62-00186 Roma Tel. +39 06 48903773-48903734 Fax: +39 06 62276535 coisp@coisp.it www.coisp.it

Segreteria Nazionale Via Farini, 62-00186 Roma Tel. +39 06 48903773-48903734 Fax: +39 06 62276535 coisp@coisp.it www.coisp.it Segreteria Nazionale Via Farini, 62-00186 Roma Tel. +39 06 48903773-48903734 Fax: +39 06 62276535 coisp@coisp.it www.coisp.it COISP COORDINAMENTO PER L INDIPENDENZA SINDACALE DELLE FORZE DI POLIZIA Prot.

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA DISCIPLINA DELL ORARIO DI SERVIZIO E DI LAVORO

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA DISCIPLINA DELL ORARIO DI SERVIZIO E DI LAVORO REGOLAMENTO COMUNALE PER LA DISCIPLINA DELL ORARIO DI SERVIZIO E DI LAVORO INDICE Art. 1 -Definizioni Art. 2 -L orario di servizio Art. 3 -L orario di apertura al Pubblico Art. 4 -L orario di lavoro straordinario

Dettagli

ACCORDO SULL ORARIO DI LAVORO

ACCORDO SULL ORARIO DI LAVORO Direzione Provinciale di Belluno ACCORDO SULL ORARIO DI LAVORO Il Direttore della Direzione Provinciale di Belluno, i componenti della RSU ed i rappresentanti delle Organizzazioni Sindacali territoriali

Dettagli

ACCORDO REGIONALE QUADRO SULL ORARIO DI LAVORO DELLE DIREZIONI PROVINCIALI

ACCORDO REGIONALE QUADRO SULL ORARIO DI LAVORO DELLE DIREZIONI PROVINCIALI Direzione Regionale del Veneto ACCORDO REGIONALE QUADRO SULL ORARIO DI LAVORO DELLE DIREZIONI PROVINCIALI I Rappresentanti della Direzione Regionale del Veneto e delle Organizzazioni Sindacali regionali,

Dettagli

' del Capo del Dipartimento

' del Capo del Dipartimento 1 - DIPARTIMENTO DELL'AMMIMSTRAZIONE PEMTENZIARIA 4 DIREZIONE GENERALE DEL PERSONALE E DELLA FORMAZIONE TRAnAMENTO ECONOMICO ACCESSORIO POLI^ PENlTENZIARIA9' i PU-GDAP-100-02/10/2002-0424662-2002 LETTERA

Dettagli

ESTRATTO DEL REGISTRO DELLE DELIBERAZIONI DELLA GIUNTA COMUNALE

ESTRATTO DEL REGISTRO DELLE DELIBERAZIONI DELLA GIUNTA COMUNALE ESTRATTO DEL REGISTRO DELLE DELIBERAZIONI DELLA GIUNTA COMUNALE L anno duemilaquattordici (2014), il giorno uno (01) del mese di luglio, alle ore 9,30, in una sala del Palazzo Comunale, convocata dal Sindaco,

Dettagli

"tríy#ffi wuaffi Mw. - MALOSff Luca - GREGORI Mirko. - MARGATTI Claudia - AGABITINI Sergio - MARIANO Michelangelo

tríy#ffi wuaffi Mw. - MALOSff Luca - GREGORI Mirko. - MARGATTI Claudia - AGABITINI Sergio - MARIANO Michelangelo Ac #*ff*eryrf "tríy#ffi wuaffi Mw Coratruttazisree &eeentrsts relwlivs il Cowepwrttweeralo d& Polizils Postsle e dele Cormwwicaziore per l' {Jmbris L'anno z$tr0, il giomo 13 Maggio aile ore 12:30 negli

Dettagli

II Direttore dell'ufficio, nel porgere il benvenuto da la parola ai rappresentanti dello OO.SS. Territoriali e alla KSU presenti

II Direttore dell'ufficio, nel porgere il benvenuto da la parola ai rappresentanti dello OO.SS. Territoriali e alla KSU presenti VERBALE II giorno 24 marzo 2014, alle ore 12.00. presso la Direzione dell'ufficio delle Dogane di Catania in seguito alh convocazione di riunkme sindacale indetta con nota prot. n. 5795/R.U. del 12.03.2014

Dettagli

Verbale n 1/2014 P.G. 11552/2014

Verbale n 1/2014 P.G. 11552/2014 Settore Risorse Umane e Decentramento Verbale n 1/2014 P.G. 11552/2014 ACCORDO PROVVISORIO AVENTE AD OGGETTO L AVVIO DEL PROCESSO DI VALUTAZIONE RIFERITO ALLE PRESTAZIONI INDIVIDUALI DEI DIPENDENTI DELL

Dettagli

CITTA DI PISTICCI. (Approvato con deliberazione di Giunta Comunale nr. 138 del 20 maggio 2004) (Provincia di Matera)

CITTA DI PISTICCI. (Approvato con deliberazione di Giunta Comunale nr. 138 del 20 maggio 2004) (Provincia di Matera) CITTA DI PISTICCI (Provincia di Matera) R E G O L A M E N T O O R A R I O D I S E R V I Z I O E D I A C C E S S O D E L P U B B L I C O (Approvato con deliberazione di Giunta Comunale nr. 138 del 20 maggio

Dettagli

Periodicamente, in genere a seguito di sentenze, in particolare della Corte di Cassazione o del Consiglio di Stato, riprende la ormai perenne

Periodicamente, in genere a seguito di sentenze, in particolare della Corte di Cassazione o del Consiglio di Stato, riprende la ormai perenne QUANDO L ORARIO DI LAVORO E ARTICOLATO IN TUR- NI SECONDO LA DISCIPLINA CONTRATTUALE Periodicamente, in genere a seguito di sentenze, in particolare della Corte di Cassazione o del Consiglio di Stato,

Dettagli

IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA

IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA DECRETO LEGISLATIVO 26 novembre 1999, n. 532 Disposizioni in materia di lavoro notturno, a norma dell'articolo 17, comma 2, della legge 5 febbraio 1999, n. 25. (G.U. 21 gennaio 2000, n. 16). IL PRESIDENTE

Dettagli

C O M U N E DI IGLESIAS

C O M U N E DI IGLESIAS C O M U N E DI IGLESIAS (PROVINCIA DI CARBONIA - IGLESIAS) REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEL SERVIZIO SOSTITUTIVO MENSA IN FAVORE DEL PERSONALE DELL'ENTE. Approvato con deliberazione della Giunta comunale

Dettagli

DIPARTIMENTO DELLA PUBBLICA SICUREZZA

DIPARTIMENTO DELLA PUBBLICA SICUREZZA 557/RS/011113/0461 Roma, 0~jo3(~o)o OGGETTO: Circolare esplicativa dell'accordo Nazionale Quadro sottoscritto il31 luglio 2009. -ALLA SEGRETERIA DEL DIPARTIMENTO DELLA PUBBLICA SICUREZZA -Ufficio Affari

Dettagli

DIRETTIVE PER LA GESTIONE DELL ORARIO DI LAVORO, DEI PERMESSI, DEL LAVORO STRAORDINARIO E DELLE ASSENZE DEL PERSONALE DIPENDENTE.

DIRETTIVE PER LA GESTIONE DELL ORARIO DI LAVORO, DEI PERMESSI, DEL LAVORO STRAORDINARIO E DELLE ASSENZE DEL PERSONALE DIPENDENTE. DIRETTIVE PER LA GESTIONE DELL ORARIO DI LAVORO, DEI PERMESSI, DEL LAVORO STRAORDINARIO E DELLE ASSENZE DEL PERSONALE DIPENDENTE. ART. 1 NORME DI PRINCIPIO 1. Le presente direttive vengono adottate al

Dettagli

ACCORDO DECENTRATO TRA L AMMINISTRAZIONE COMUNALE E LE OO.SS. TERRITORIALI E AZIENDALI SULL EROGAZIONE DELLE INDENNITA DI RISCHIO E DISAGIO.

ACCORDO DECENTRATO TRA L AMMINISTRAZIONE COMUNALE E LE OO.SS. TERRITORIALI E AZIENDALI SULL EROGAZIONE DELLE INDENNITA DI RISCHIO E DISAGIO. ACCORDO DECENTRATO TRA L AMMINISTRAZIONE COMUNALE E LE OO.SS. TERRITORIALI E AZIENDALI SULL EROGAZIONE DELLE INDENNITA DI RISCHIO E DISAGIO. ART. 17 COMMA 2 LETT. D)ed E) CCNL 1/4/1999 e ART. 37 CCNL 14/9/2000

Dettagli

D.P.R. 1 ottobre 2010, n. 184 (G. U. 10 novembre 2010, n. 263, S.O.)

D.P.R. 1 ottobre 2010, n. 184 (G. U. 10 novembre 2010, n. 263, S.O.) D.P.R. 1 ottobre 2010, n. 184 (G. U. 10 novembre 2010, n. 263, S.O.) Recepimento dell'accordo sindacale per il personale non dirigente delle Forze di polizia ad ordinamento civile e del provvedimento di

Dettagli

INTEGRAZIONE DEL CCDI 2006-2009 ANNO 2010

INTEGRAZIONE DEL CCDI 2006-2009 ANNO 2010 INTEGRAZIONE DEL CCDI 2006-2009 ANNO 2010 Il 29 dicembre 2010 si sono incontrati i rappresentati della delegazione trattante di parte pubblica dell ente Regione Emilia-Romagna e i rappresentanti sindacali

Dettagli

ACCORDO QUADRO SINDACALE PROVINCIALE SULLA MATERIA DEI CONTRATTI PART TIME INTEGRATIVO AL CCNL TURISMO PARTE SPECIALE PUBBLICI ESERCIZI

ACCORDO QUADRO SINDACALE PROVINCIALE SULLA MATERIA DEI CONTRATTI PART TIME INTEGRATIVO AL CCNL TURISMO PARTE SPECIALE PUBBLICI ESERCIZI ACCORDO QUADRO SINDACALE PROVINCIALE SULLA MATERIA DEI CONTRATTI PART TIME INTEGRATIVO AL CCNL TURISMO PARTE SPECIALE PUBBLICI ESERCIZI Il giorno 4 Febbraio 2003 presso la sede dell Ascom Provinciale in

Dettagli

A relazione del Presidente Chiamparino:

A relazione del Presidente Chiamparino: REGIONE PIEMONTE BU28 10/07/2014 Deliberazione della Giunta Regionale 20 giugno 2014, n. 1-1 Conferimento incarico di portavoce del Presidente della Giunta regionale alla dottoressa Alessandra Perera,

Dettagli

COMUNE DI TIVOLI ANNO 2012

COMUNE DI TIVOLI ANNO 2012 COMUNE DI TIVOLI ANNO 2012 ACCORDO PER LA GESTIONE DELL ORARIO DI LAVORO, DEI PERMESSI, DEL LAVORO STRAORDINARIO E DELLE ASSENZE DEL PERSONALE DIPENDENTE. ART. 1 NORME DI PRINCIPIO 1. Il presente accordo

Dettagli

I.T.S. E.MATTEI DI DECIMOMANNU

I.T.S. E.MATTEI DI DECIMOMANNU I.T.S. E.MATTEI DI DECIMOMANNU ACCORDO A LIVELLO DI ISTITUZIONE SCOLASTICA IN MATERIA DI ORGANIZZAZIONE DEL LAVORO E ARTICOLAZIONE DELL ORARIO DEL PERSONALE ATA L anno 2015, nel mese di MAGGIO, il giorno

Dettagli

ACCORDO RELATIVO ALL'APPLICAZIONE DEI TURNI E 35 ORE

ACCORDO RELATIVO ALL'APPLICAZIONE DEI TURNI E 35 ORE ACCORDO RELATIVO ALL'APPLICAZIONE DEI TURNI E 35 ORE La delegazione di parte pubblica composta da: Direttore Generale Cesare VACIAGO Direttore Servizio Centrale Risorse Umane Fausto SORBA Dirigente Servizio

Dettagli

IPOTESI CONTRATTO DECENTRATO INTEGRATIVO COMUNE DI PARELLA ANNO 2015

IPOTESI CONTRATTO DECENTRATO INTEGRATIVO COMUNE DI PARELLA ANNO 2015 IPOTESI CONTRATTO DECENTRATO INTEGRATIVO COMUNE DI PARELLA ANNO 2015 Tra la delegazione trattante di Parte Pubblica composta dal Dott. MATTIA Salvatore - Segretario Comunale e la delegazione di parte sindacale

Dettagli

LICEO CLASSICO G.D. ROMAGNOSI dal 1860-61

LICEO CLASSICO G.D. ROMAGNOSI dal 1860-61 Il passato del futuro LICEO CLASSICO G.D. ROMAGNOSI dal 1860-61 Viale Maria Luigia, 1-43125 Parma - Tel. 0521.282115 - Fax. 0521.385159 www.liceoromagnosi.org - ssromagn@scuole.pr.it - codice MIUR PRPC010001

Dettagli

vista la Legge Regionale del 7.08.2002, n. 15 Riforma della Formazione Professionale, pubblicata sul BURP n. 104 del 09/08/2002; PARTE SECONDA

vista la Legge Regionale del 7.08.2002, n. 15 Riforma della Formazione Professionale, pubblicata sul BURP n. 104 del 09/08/2002; PARTE SECONDA 1294 Bollettino Ufficiale della Regione Puglia - n. 10 del 18-1-2007 PARTE SECONDA Deliberazioni del Consiglio e della Giunta DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIO- NALE 11 dicembre 2006, n. 1899 Sperimentazione

Dettagli

Verbale di riunione n. 1 del 09/10/2012 inizio ore 16,30

Verbale di riunione n. 1 del 09/10/2012 inizio ore 16,30 Verbale di riunione n. 1 del 09/10/2012 inizio ore 16,30 Presenti: D.P.P. OO.SS. R.S.U. Segretario Comunale Dott. Luppino Antonio Domenico Responsabile Servizio Personale Pagani Gabriella CGIL Ceccarelli

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca. 35020 Albignasego (PD)

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca. 35020 Albignasego (PD) I criteri per le determinazioni del dirigente riferiti a l organizzazione degli uffici e le misure inerenti alla gestione dei rapporti di lavoro ex art. 5, comma 2, del Dlgs n. 165/2001 come novellato

Dettagli

Comune di San Giorgio di Mantova

Comune di San Giorgio di Mantova Comune di San Giorgio di Mantova Piazz a dell a Repu bbl ica, 8. T e l 037 6 2731 11 F ax 037 6 2731 54 p. e. c. c o m u ne. san gio rgi o di man tova@p e c. regione.lombardia. it C. F. 800 046 102 02

Dettagli

Il Governo e le OO.SS. ribadiscono la necessità che vengano garantiti i livelli occupazionali nel

Il Governo e le OO.SS. ribadiscono la necessità che vengano garantiti i livelli occupazionali nel Regione siciliana L'anno duemilatredici il giorno 7 del mese di Giugno presso la Presidenza della Regione siciliana si sono riuniti la Regione siciliana Assessorato regionale dell'istruzione e della formazione

Dettagli

NEWS di Aran in materia di interpretazione del contratto degli Enti Locali.

NEWS di Aran in materia di interpretazione del contratto degli Enti Locali. NEWS di Aran in materia di interpretazione del contratto degli Enti Locali. Pubblichiamo una serie di pareri resi recentemente dall ARAN che interpreta numerose questioni legate all applicazione del CCNL

Dettagli

AGE.AGEDP1RM.REGISTRO DISPOSIZIONI ORGANIZZATIVE.0000119.21-11-2013-R

AGE.AGEDP1RM.REGISTRO DISPOSIZIONI ORGANIZZATIVE.0000119.21-11-2013-R AGE.AGEDP1RM.REGISTRO DISPOSIZIONI ORGANIZZATIVE.0000119.21-11-2013-R Direzione Provinciale I di Roma Staff del Direttore Roma 21/11/2013 DISPOSIZIONE DI SERVIZIO N. 98/2013 ARTICOLAZIONE DELL ORARIO DI

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELL ORARIO DI LAVORO E DELLA PRESENZA IN SERVIZIO DEL PERSONALE DIPENDENTE DEL COMUNE DI AVIGLIANO

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELL ORARIO DI LAVORO E DELLA PRESENZA IN SERVIZIO DEL PERSONALE DIPENDENTE DEL COMUNE DI AVIGLIANO ALLEGATO A ALLA DELIBERAZIONE DI GIUNTA COMUNALE N. 63 DEL 14/6/2013 REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELL ORARIO DI LAVORO E DELLA PRESENZA IN SERVIZIO DEL PERSONALE DIPENDENTE DEL COMUNE DI AVIGLIANO ART.

Dettagli

REGIONE MOLISE GIUNTA REGIONALE

REGIONE MOLISE GIUNTA REGIONALE REGIONE MOLISE GIUNTA REGIONALE Mod. B Atto che non comporta impegno di spesa Seduta del 13-05-2014 DELIBERAZIONE N. 175 OGGETTO: CALENDARIO DELLE LEZIONI PER L'ANNO SCOLASTICO 2014/2015. - PROVVEDIMENTI

Dettagli

C O M U N E D I L U V I N A T E

C O M U N E D I L U V I N A T E C O M U N E D I L U V I N A T E P R O V I N C I A D I V A R E S E REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELL ORARIO DI LAVORO, DEI PERMESSI, DEL LAVORO STRAORDINARIO E DELLE ASSENZE DEL PERSONALE DIPENDENTE Definizioni:

Dettagli

Città di Vittorio Veneto MEDAGLIA D ORO AL V.M.

Città di Vittorio Veneto MEDAGLIA D ORO AL V.M. sto} Città di Vittorio Veneto MEDAGLIA D ORO AL V.M. U.O. Risorse Umane AREA DELLA DIRIGENZA DEL COMPARTO REGIONI E AUTONOMIE LOCALI VERBALE DI ACCORDO A SEGUITO DI PROCEDURA DI CONCERTAZIONE SINDACALE

Dettagli

Verbale di accordo N 1 / 2015 P.G. 19316 / 2015

Verbale di accordo N 1 / 2015 P.G. 19316 / 2015 Settore Risorse Umane e strumentali Verbale di accordo N 1 / 2015 P.G. 19316 / 2015 Accordo provvisorio: AVVIO DEL PROCESSO DI VALUTAZIONE RIFERITO ALLE PRESTAZIONI INDIVIDUALI DEI DIPENDENTI E DEGLI INCARICATI

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DEL MOLISE Regolamento per il servizio di reperibilità INDICE

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DEL MOLISE Regolamento per il servizio di reperibilità INDICE Allegato A al D.R. 1743 del 25 novembre 2003 UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DEL MOLISE Regolamento per il servizio di reperibilità INDICE Art. 1 - Scopo Art. 2 - Campo di applicazione Art. 3 - Gestione servizio

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELL ORARIO DI LAVORO, DEI PERMESSI, DEL LAVORO STRAORDINARIO E DELLE ASSENZE DEL PERSONALE DIPENDENTE.

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELL ORARIO DI LAVORO, DEI PERMESSI, DEL LAVORO STRAORDINARIO E DELLE ASSENZE DEL PERSONALE DIPENDENTE. ALLEGATO A ALLA DELIBERA DI G.C. N. 71 DEL 05.11.2009 REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELL ORARIO DI LAVORO, DEI PERMESSI, DEL LAVORO STRAORDINARIO E DELLE ASSENZE DEL PERSONALE DIPENDENTE. ART. 1 NORME DI

Dettagli

INFORMATIVA SU MODALITA DELL ORGANIZZAZIONE DEL LAVORO E DELL ORARIO DI SERVIZIO DEL PERSONALE DOCENTE E ATA ANNO SCOLASTICO 2011/2012

INFORMATIVA SU MODALITA DELL ORGANIZZAZIONE DEL LAVORO E DELL ORARIO DI SERVIZIO DEL PERSONALE DOCENTE E ATA ANNO SCOLASTICO 2011/2012 Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per il Lazio LICEO SCIENTIFICO STATALE GIUSEPPE PEANO 00142 Roma - Via Francesco Morandini, 38 - XIX Distretto e-mail:

Dettagli

ACCORDO PER L'UTILIZZAZIONE DELLE RISORSE PREVISTE DAL FONDO UNICO PER L'EFFICIENZA DEI SERVIZI ISTITUZIONALI. ART. 1 (Risorse)

ACCORDO PER L'UTILIZZAZIONE DELLE RISORSE PREVISTE DAL FONDO UNICO PER L'EFFICIENZA DEI SERVIZI ISTITUZIONALI. ART. 1 (Risorse) ACCORDO PER L'UTILIZZAZIONE DELLE RISORSE PREVISTE DAL FONDO UNICO PER L'EFFICIENZA DEI SERVIZI ISTITUZIONALI ART. 1 (Risorse) 1) Al finanziamento del Fondo costituito ai sensi dell'art. 14 del DPR 16

Dettagli

ORARIO DI SERVIZIO E DI LAVORO DEL PERSONALE TECNICO-AMMINISTRATIVO DELL UNIVERSITA DEGLI STUDI DI SALERNO

ORARIO DI SERVIZIO E DI LAVORO DEL PERSONALE TECNICO-AMMINISTRATIVO DELL UNIVERSITA DEGLI STUDI DI SALERNO ORARIO DI SERVIZIO E DI LAVORO DEL PERSONALE TECNICO-AMMINISTRATIVO DELL UNIVERSITA DEGLI STUDI DI SALERNO PREMESSA La presente regolamentazione disciplina gli adempimenti necessari per l osservanza dell

Dettagli

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE Comune di Cabras Provincia di Oristano Comuni de Crabas Provincia de Aristanis DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N 273 del Registro OGGETTO: ISTITUZIONE SERVIZIO PRONTA REPERIBILITA APPROVAZIONE REGOLAMENTO

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELL ORARIO DI SERVIZIO E DI LAVORO

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELL ORARIO DI SERVIZIO E DI LAVORO REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELL ORARIO DI SERVIZIO E DI LAVORO INDICE: Art.1 Definizioni Art.2 L orario di servizio Art.3 L orario di apertura al pubblico Art.4 L orario di lavoro Art.5 L orario dei

Dettagli

HEALTH MANAGEMENT ISTITUTO DI MANAGEMENT SANITARIO FIRENZE www.health-management.it

HEALTH MANAGEMENT ISTITUTO DI MANAGEMENT SANITARIO FIRENZE www.health-management.it 1 OGGETTO TURNI DI SERVIZIO QUESITO (posto in data 4 febbraio 2012) Sono un dirigente medico con rapporto a tempo pieno, da 20 anni. Da circa un anno lavoro, per trasferimento volontario, come chirurgo

Dettagli

COMUNE DI CASTIGLIONE COSENTINO Prov. di Cosenza

COMUNE DI CASTIGLIONE COSENTINO Prov. di Cosenza COMUNE DI CASTIGLIONE COSENTINO Prov. di Cosenza Codice fiscale 00391420783 telef. 0984-442007 fax 0984-442185 ORIGINALE COPIA Deliberazione della Giunta Comunale n. 74 del 08-06-2010 OGGETTO: Approvazione

Dettagli

ARTICOLO 1 Campo di applicazione e finalità

ARTICOLO 1 Campo di applicazione e finalità ACCORDO DECENTRATO INTEGRATIVO AZIENDALE SULL'INDIVIDUAZIONE DELLE PRESTAZIONI INDISPENSABILI DA GARANTIRE IN OCCASIONE DI SCIOPERI PER IL PERSONALE DEL COMPARTO UNICO AREA ENTI LOCALI. ARTICOLO 1 Campo

Dettagli

CONSERVATORIO STATALE DI MUSICA EVARISTO FELICE DALL ABACO ISTITUTO SUPERIORE di STUDI MUSICALI VERONA

CONSERVATORIO STATALE DI MUSICA EVARISTO FELICE DALL ABACO ISTITUTO SUPERIORE di STUDI MUSICALI VERONA Ministero dell Università della Ricerca Scientifica e Tecnologica Alta Formazione Artistica e Musicale Prot. n. 656 F/7 Verona, 02/03/2011 CONSERVATORIO STATALE DI MUSICA EVARISTO FELICE DALL ABACO ISTITUTO

Dettagli

Comune di Rescaldina Provincia di Milano. Regolamentazione degli orari e dei turni dei distributori di carburanti sul territorio di Rescaldina.

Comune di Rescaldina Provincia di Milano. Regolamentazione degli orari e dei turni dei distributori di carburanti sul territorio di Rescaldina. Comune di Rescaldina Provincia di Milano Regolamentazione degli orari e dei turni dei distributori di carburanti sul territorio di Rescaldina. Delibera Consiglio Comunale n. 43 del 29/06/2007; Entrato

Dettagli

C I T T A D I C A M P O B A S S O

C I T T A D I C A M P O B A S S O C I T T A D I C A M P O B A S S O C O P I A VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE Numero 111 Del 20-06-11 Oggetto: Programmazione triennale del fabbisogno di personale - Anni 2011-2013. L'anno

Dettagli

COMUNE DI COSTA MASNAGA

COMUNE DI COSTA MASNAGA COMUNE DI COSTA MASNAGA PROVINCIA DI LECCO www.comune.costamasnaga.lc.it GAP 23845 - TEL O31-358981 FAX O31-879O22 - PIVA OO6O3O4O13O COD. F1SC. 82OO2850137 Contratto Collettivo Decentrato Integrativo

Dettagli

DISCIPLINA DELL ORARIO DI LAVORO E DI SERVIZIO

DISCIPLINA DELL ORARIO DI LAVORO E DI SERVIZIO CITTÀ DI OZIERI PROVINCIA DI SASSARI DISCIPLINA DELL ORARIO DI LAVORO E DI SERVIZIO APPROVATO CON DELIBERAZIONE G.C. N.101 DEL 05.06.2013 1 Indice A Orario di Lavoro B Flessibilità dell'orario C Pausa

Dettagli

SETTORE 2 U.O. Risorse Umane ed Organizzazione REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELL ORARIO DI SERVIZIO E DELL ORARIO DI LAVORO

SETTORE 2 U.O. Risorse Umane ed Organizzazione REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELL ORARIO DI SERVIZIO E DELL ORARIO DI LAVORO SETTORE 2 U.O. Risorse Umane ed Organizzazione REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELL ORARIO DI SERVIZIO E DELL ORARIO DI LAVORO Approvato con Deliberazione di G.C. n. 258 del 20.12.2012 Modificato con Deliberazione

Dettagli

Parere n. 26/2010 - Trattamento economico del personale nella giornata festiva

Parere n. 26/2010 - Trattamento economico del personale nella giornata festiva Parere n. 26/2010 - Trattamento economico del personale nella giornata festiva Il Comune (omissis) rivolge quesito per sapere quale sia il trattamento economico spettante al dipendente comunale che occasionalmente

Dettagli

COMUNE di SANTA MARGHERITA DI BELICE Provincia di Agrigento. IPOTESI DI CONTRATTO COLLETTIVO DECENTRATO INTEGRATIVO Anno economico 2012*

COMUNE di SANTA MARGHERITA DI BELICE Provincia di Agrigento. IPOTESI DI CONTRATTO COLLETTIVO DECENTRATO INTEGRATIVO Anno economico 2012* COMUNE di SANTA MARGHERITA DI BELICE Provincia di Agrigento IPOTESI DI CONTRATTO COLLETTIVO DECENTRATO INTEGRATIVO Anno economico 2012* * Sottoscritto definitivamente il 18/10/2012 Il giorno Ventiquattro

Dettagli

CONTRATTO INTEGRATIVO REGIONALE QUADRIENNALE CONCERNENTE LA DEFINIZIONE DEI CRITERI PER LA FRUIZIONE DEI PERMESSI PER IL DIRITTO ALLO STUDIO

CONTRATTO INTEGRATIVO REGIONALE QUADRIENNALE CONCERNENTE LA DEFINIZIONE DEI CRITERI PER LA FRUIZIONE DEI PERMESSI PER IL DIRITTO ALLO STUDIO CONTRATTO INTEGRATIVO REGIONALE QUADRIENNALE CONCERNENTE LA DEFINIZIONE DEI CRITERI PER LA FRUIZIONE DEI PERMESSI PER IL DIRITTO ALLO STUDIO Il giorno 8 ottobre 2003 presso la sede dell'ufficio Scolastico

Dettagli

VERBALE DI DELIBERAZIONE N. 9

VERBALE DI DELIBERAZIONE N. 9 COMUNE DI FIAVÉ ------------------------------- PROVINCIA DI TRENTO VERBALE DI DELIBERAZIONE N. 9 CONSIGLIO COMUNALE DEL 06-03-2015 SEDUTA PUBBLICA IN PRIMA CONVOCAZIONE OGGETTO: Esame ed approvazione

Dettagli

ACCORDO DECENTRATO INTEGRATIVO AZIENDALE RELATIVAMENTE ALLA COSTITUZIONE E RIPARTIZIONE DEL FONDO DELLE RISORSE DECENTRATE PER L ANNO 2011

ACCORDO DECENTRATO INTEGRATIVO AZIENDALE RELATIVAMENTE ALLA COSTITUZIONE E RIPARTIZIONE DEL FONDO DELLE RISORSE DECENTRATE PER L ANNO 2011 ACCORDO DECENTRATO INTEGRATIVO AZIENDALE RELATIVAMENTE ALLA COSTITUZIONE E RIPARTIZIONE DEL FONDO DELLE RISORSE DECENTRATE PER L ANNO 2011 In data 29/10/2012 alle ore 15,30 presso il Comune di Levanto,

Dettagli

CITTA` DI GRAVINA IN PUGLIA PROVINCIA DI BARI COPIA

CITTA` DI GRAVINA IN PUGLIA PROVINCIA DI BARI COPIA N 167 del Registro CITTA` DI GRAVINA IN PUGLIA PROVINCIA DI BARI COPIA ESTRATTO DAL VERBALE DELLE DELIBERAZIONI DELLA GIUNTA COMUNALE OGGETTO: TRASFERIMENTO TEMPORANEO DEL MERCATO QUINDICINALE DALLA ZONA

Dettagli

Comune di MERCATELLO SUL METAURO Provincia di Pesaro e Urbino CONTRATTO COLLETTIVO DECENTRATO INTEGRATIVO ANNO 2011

Comune di MERCATELLO SUL METAURO Provincia di Pesaro e Urbino CONTRATTO COLLETTIVO DECENTRATO INTEGRATIVO ANNO 2011 Comune di MERCATELLO SUL METAURO Provincia di Pesaro e Urbino CONTRATTO COLLETTIVO DECENTRATO INTEGRATIVO ANNO 2011 Sottoscritto definitivamente in data 5 settembre 2012 Comune di MERCATELLO SUL METAURO

Dettagli

REGOLAMENTO ORARIO DI LAVORO. Art. 1 - Finalità e definizioni

REGOLAMENTO ORARIO DI LAVORO. Art. 1 - Finalità e definizioni REGOLAMENTO ORARIO DI LAVORO Art. 1 - Finalità e definizioni 1. Ai fini del presente regolamento si intende: - per ufficio l insieme funzionale di competenze amministrative e tecniche attribuite ad una

Dettagli

DELIBERAZIONE GIUNTA COMUNALE

DELIBERAZIONE GIUNTA COMUNALE GIUNTA COMUNALE Atto n.ro 52 del 29/05/2015 - Pagina 1 di 5 DELIBERAZIONE GIUNTA COMUNALE COPIA eduta in data : 29/05/2015 Atto n. 52 OGGETTO: DETERMINAZIONI IN MERITO AGLI ORARI DI LAVORO DEI DIPENDENTI

Dettagli

COMUNE DI SASSARI VERBALE DI CONTRATTAZIONE PROTOCOLLO AGGIUNTIVO AL C.C.D.I. DEL 11 APRILE 2001

COMUNE DI SASSARI VERBALE DI CONTRATTAZIONE PROTOCOLLO AGGIUNTIVO AL C.C.D.I. DEL 11 APRILE 2001 COMUNE DI SASSARI VERBALE DI CONTRATTAZIONE PROTOCOLLO AGGIUNTIVO AL C.C.D.I. DEL 11 APRILE 2001 In data 30 Novembre 2009, presso la sede di Palazzo Ducale del Comune di Sassari, la delegazione trattante

Dettagli

Direzione Casa Circondariale La Spezia

Direzione Casa Circondariale La Spezia Direzione Casa Circondariale La Spezia II giorno O9 nel mese di Aprile dell'anno 2013, alle ore 10.30 si riuniscono le OO. SS. S.A.P.PE U.I.L. - P.A./P.P. S.I.N.A.P.P.E C.I.S.L. F.N.S. U.G.L. Polizia Penitenziaria

Dettagli

ORIGINALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE

ORIGINALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE ORIGINALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 42 DATA 21/09/2015 - OGGETTO: Approvazione del Regolamento per la disciplina del servizio sostitutivo di mensa in favore del personale dipendente. L

Dettagli

RAPPRESENTANTI DEI LAVORATORI PER LA SICUREZZA VERBALE DI ACCORDO AZIENDALE

RAPPRESENTANTI DEI LAVORATORI PER LA SICUREZZA VERBALE DI ACCORDO AZIENDALE RAPPRESENTANTI DEI LAVORATORI PER LA SICUREZZA VERBALE DI ACCORDO AZIENDALE Società IKEA Italia S.p.A.: Tra e Le Organizzazioni Sindacali Nazionali, PREMESSO: - che si ritiene utile definire, nell'ambito

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELL ORARIO DI LAVORO E DI SERVIZIO DEL PERSONALE DIPENDENTE DEL COMUNE DI ROTTOFRENO

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELL ORARIO DI LAVORO E DI SERVIZIO DEL PERSONALE DIPENDENTE DEL COMUNE DI ROTTOFRENO Approvato con delibera di Giunta Comunale n.69 del 29.04.16 REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELL ORARIO DI LAVORO E DI SERVIZIO DEL PERSONALE DIPENDENTE DEL COMUNE DI ROTTOFRENO ART. 1 DEFINIZIONI Il presente

Dettagli

ACCORDO FINALIZZATO ALL ABBATTIMENTO DELLE LISTE D ATTESA PERSONALE DEL COMPARTO

ACCORDO FINALIZZATO ALL ABBATTIMENTO DELLE LISTE D ATTESA PERSONALE DEL COMPARTO ACCORDO FINALIZZATO ALL ABBATTIMENTO DELLE LISTE D ATTESA PERSONALE DEL COMPARTO - Visto l Accordo sulle prestazioni aggiuntive sottoscritto in data 26.01.2012 ed approvato dalla Giunta Regionale con deliberazione

Dettagli

COMUNE DI SALA CONSILINA Provincia di Salerno

COMUNE DI SALA CONSILINA Provincia di Salerno COMUNE DI SALA CONSILINA Provincia di Salerno GIUNTA COMUNALE DELIBERAZIONE *** COPIA *** numero 149 del 19-11-2014 OGGETTO: VERBALE COMMISSIONE MEDICA DI VERIFICA N. 19473/2014.DISPENSA DAL SERVIZIO PER

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PAVIA Ufficio Risorse Umane Ripartizione Personale Tecnico Amministrativo

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PAVIA Ufficio Risorse Umane Ripartizione Personale Tecnico Amministrativo REGOLE DI CARATTERE GENERALE PER LA RILEVAZIONE INFORMATIZZATA DELLE PRESENZE Al fine della corretta gestione della rilevazione informatizzata delle presenze e in applicazione del C.C.N.L. 9.8.2000, sono

Dettagli

Orario di lavoro le novità introdotte dall articolo 41 del decreto legge 112/2008.

Orario di lavoro le novità introdotte dall articolo 41 del decreto legge 112/2008. Orario di lavoro le novità introdotte dall articolo 41 del decreto legge 112/2008. Il decreto legge 25.6.2008 n.112 convertito in legge n.33 del 2008 introduce una serie di modifiche alla normativa in

Dettagli

~f-il tempo necessari~ per tali op~razioni v.iene.forfe~ariam.ente ~uantificato in 1O mi~ut~ comples~ivi.

~f-il tempo necessari~ per tali op~razioni v.iene.forfe~ariam.ente ~uantificato in 1O mi~ut~ comples~ivi. VERBALE DI ACCORDO SINDACALE *** In data 21.06.2011 presso la sede di Confindustria Catania nell'ambito della trattativa per la definizione del contratto aziendale di lavoro, si sono incontrate la Direzione

Dettagli

COMUNE DI GROTTAMMARE

COMUNE DI GROTTAMMARE COMUNE DI GROTTAMMARE 63013 PROVINCIA DI ASCOLI PICENO P.IVA 00403440449 * Tel. 0735-7391 * Fax 0735-735077 REGOLAMENTO COMUNALE PER LA DISCIPLINA DELL ORARIO DI SERVIZIO E DI LAVORO (approvato con deliberazione

Dettagli

Regolamento sull orario del personale del comparto ARPAV

Regolamento sull orario del personale del comparto ARPAV Raccolta Regolamenti ARPAV n. 28 Agenzia Regionale per la Prevenzione e Protezione Ambientale del Veneto Regolamento sull orario del personale del comparto ARPAV Approvato con deliberazione del Decreto

Dettagli

COMUNE DI SAN COLOMBANO AL LAMBRO REGOLAMENTO DELL ORARIO DI LAVORO E DI SERVIZIO DEI RELATIVI CONTROLLI E DEL LAVORO STRAORDINARIO

COMUNE DI SAN COLOMBANO AL LAMBRO REGOLAMENTO DELL ORARIO DI LAVORO E DI SERVIZIO DEI RELATIVI CONTROLLI E DEL LAVORO STRAORDINARIO COMUNE DI SAN COLOMBANO AL LAMBRO REGOLAMENTO DELL ORARIO DI LAVORO E DI SERVIZIO DEI RELATIVI CONTROLLI E DEL LAVORO STRAORDINARIO 1 INDICE Art. 1 L orario di lavoro ordinario Art. 2 L orario differenziato

Dettagli

REGOLAMENTO PER I RAPPORTI DI COLLABORAZIONE TRA IL COMUNE DI MONTERENZIO E SINGOLI VOLONTARI PER LO SVOLGIMENTO DI ATTIVITÀ SOLIDARISTICHE

REGOLAMENTO PER I RAPPORTI DI COLLABORAZIONE TRA IL COMUNE DI MONTERENZIO E SINGOLI VOLONTARI PER LO SVOLGIMENTO DI ATTIVITÀ SOLIDARISTICHE Allegato alla deliberazione di C.C. n. 75 del 28.11.2013 Il Segretario Comunale (Dott.ssa Giuseppina Crisci) REGOLAMENTO PER I RAPPORTI DI COLLABORAZIONE TRA IL COMUNE DI MONTERENZIO E SINGOLI VOLONTARI

Dettagli

Comune di Albissola Marina Provincia di Savona

Comune di Albissola Marina Provincia di Savona Comune di Albissola Marina Provincia di Savona Regolamento dell orario di lavoro, dell orario di servizio e di apertura al pubblico degli uffici comunali Approvato con deliberazione della G.C. n. 112 del

Dettagli

Decreta: Art. 1. Ambito di applicazione e durata

Decreta: Art. 1. Ambito di applicazione e durata DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA 19 novembre 2010, n. 251 Recepimento dell'accordo sindacale per il personale non direttivo e non dirigente del Corpo nazionale dei vigili del fuoco (biennio economico

Dettagli