S.C. Recupero e Rieducazione Funzionale Pietra Ligure

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "S.C. Recupero e Rieducazione Funzionale Pietra Ligure"

Transcript

1 Dipartimento di Riabilitazione Strutture Complesse e Semplici Dipartimentali S.C. Terapie Dolore e Cure Palliative Pietra Ligure S.C. Recupero e Rieducazione Funzionale Pietra Ligure S.C. Recupero e Rieducazione Funzionale Savona S.C. Unità Spinale Unipolare Pietra Ligure S.S.D. Recupero e Rieducazione Funzionale Ospedale e Territorio Bormide S.S.D. Recupero e Rieducazione Funzionale Ospedale e Territorio Albenganese S.S.D. Recupero e Rieducazione Funzionale Ospedale e Territorio Savonese 232

2 Responsabili dati Dipartimento di Riabilitazione S.C. Recupero e Rieducazione Funzionale P.L. Dr. Giovanni Checchia S.C. Recupero e Rieducazione Funzionale Savona vacante S.S.D. Recupero e Rieducazione Funzionale Ospedale Albenga Territorio Albenganese Dr. ssa Annamaria Amato S.S.D. Recupero e Rieducazione Funzionale Ospedale Cairo Montenotte Territorio Bormide Dr. Vittorio Grosso S.S.D. Recupero e Rieducazione Funzionale Ospedale Savona Territorio Savonese Dr. ssa Francesca Zucchi S.C. Terapie Dolore e Cure Palliative Pietra Ligure Dr. Marco Bertolotto S.C. Unità Spinale Unipolare Pietra Ligure Dr. Antonino Massone 233

3 S.C. Recupero e Rieducazione Funzionale Pietra Ligure Ubicazione: sede principale palazzina e Polio ospedale Santa.Corona Via XXV Aprile,128 Pietra Ligure sedi territoriali : poliambuatori di Borghetto Santo Spirito e Finale Ligure Descrizione dei compiti istituzionali: diagnosi, cura, terapia e riabilitazione di soggetti con esiti di patologie invalidanti neurologiche, ortopediche e reumatologiche (soprattutto riabilitazione precoce paziente protesizzato, riabilitazione precoce post-ictus, riabilitazione dei pazienti con problematiche infettive osteoarticolari) in fase post-acuta. La S.C. Recupero e Rieducazione Funzionale opera nei confronti di disabilità significative attraverso un setting di opzioni organizzato in attività di degenza intensiva, attività di day hospital ed ambulatoriale, svolgendo i compiti di riabilitazione di 2 livello secondo le linee guida ministeriali. Trattamenti dati effettuati: 1)gestione cartelle cliniche, 2) refertazioni, 3) cartelle ambulatoriali,4) cartelle infermieristiche, 5) cartelle riabilitative, 6 )sperimentazioni cliniche,7) gestione cartelle cliniche e documentazione sanitaria progetto DRG 209 TABELLA 1 - Elenco dei trattamenti aventi ad oggetto dati sensibili o giudiziari TABELLA 2 - Strumenti utilizzati Descrizione sintetica Natura dei dati trattati Altre strutture che concorrono al Attività svolta Categorie di interessati Sens. Giud. Int. Est. RRF PL 001 gestione cartelle cliniche degenti RRF PL 002 refertazioni degenti e utenti RRF PL 003 cartelle ambulatoriali degenti e utenti RRF PL 004 cartelle infermieristiche degenti RRF PL 005 cartelle riabilitative degenti e utenti RRF PL 006 sperimentazioni cliniche degenti e utenti RRF PL 007 gest.documentazione progetto drg 209 degenti Banca dati cartacea magnetica Ubicazione RRF PL 001A RRF PL 001B reparto RRF PL 002A RRF PL 002B reparto e ambulatori RRF PL 003A RRF PL 003B ambulatori RRF PL 004 RRF PL 004B reparto RRF PL 005 reparto RRF PL 006A reparto e ambulatori RRF PL 006B server societa committente RRF PL 007 rrf/san michele reparto Procedure Utilizzate (Nome Software) Interconnessione Internet Intranet TABELLA 3 - Analisi dei rischi potenziali Rischi potenziali SI NO Impatto sulla sicurezza dei dati e gravità stimata alta media bassa a) Sottrazione di credenziali di autenticazione 1. b) Carenza di consapevolezza, disattenzione o incuria Comportamenti c) Comportamenti sleali o fraudolenti degli operatori d) Errore materiale a) Azione di virus informatici o di programmi suscettibili di recare danno 2. b) Spamming o tecniche di sabotaggio Eventi relativi c) Malfunzionamento, indisponibilità o degrado degli strumenti agli strumenti d) Accessi esterni non autorizzati e) Intercettazione di informazioni in rete a) Accessi non autorizzati a locali e/o reparti ad accesso ristretto b) Asportazione e furto di strumenti contenenti dati 3. Altri Eventi c) Eventi distruttivi, naturali o artificiali (sismi, scariche atmosferiche, incendi, allagamenti, condiz. ambientali ecc.), dolosi, accidentali o dovuti ad incuria d) Guasto ai sistemi complementari (imp. elettrico, climatizz) e) Errori umani nella gestione fisica la sicurezza 234

4 TABELLA 4 - Misure di sicurezza adottate o proposte Rischi Tipologia di misure che si Misure esistenti individuati propongono RRF PL 001 controllo percorso a cartella clinica informatizzazione cartella clinica Da RRF PL 002 a RRF PL 005 RRF PL 006 RRF PL 007 1b 2d 1b controllo percorso documentazione clinica controllo e conservazione rigorosoa e credenziali di accesso controllo percorso documentazione clinica TABELLA 5 - Criteri e procedure per il salvataggio e tempi di ripristino dei dati TABELLA 6 - Cifratura o separazione dei dati identificativi da quelli sensibili o giudiziari informatizzazione documentazione clinica gestione avanzata le credenziali di accesso informatizzazione la cartella clinica Luogo di custodia Incaricato salvataggio Tempi di Procedure per il le copie ripristino Struttura Società Server Archivio Persona dati Interna esterna RRF PL 001A archiviazione senza personale la sc back up periodico dati tecnico informatico sia secondo RRF PL 001B esami radiologici e di procedure laboratorio RRF PL 002A archiviazione senza back up periodico secondo RRF PL 002B procedure archiviazione senza RRF PL 003A RRF PL 003B back up periodico secondo personale la sc procedure RRF PL 004A archiviazione senza back up periodico secondo RRF PL 004B procedure RRF PL 005 archiviazione senza RRF PL 006A archivazione incaricato RRF PL 006B back up periodico incaricato secondo procedure archiviazione senza personale la sc RRF PL 007 Protezione scelta Cifratura Separazione Descrizione la tecnica adottata RRF PL 006 secondo procedure informatiche committente 235

5 S.C. Recupero e Rieducazione Funzionale Savona Ubicazione: sedi di Savona: monoblocco VI piano retrocorpo c/o opedale San Paolo, Via Genova 30 Savona poliambualtori ospdalieri e ambulatorio primo piano Via Collodi 13. Descrizione dei compiti istituzionali: diagnosi, cura, riabilitazione di pazienti affetti da patologie di tipo neurologico, ortopedico, reumatologico, cardiologico e pneumologico in esiti invalidanti. La S.C. Recupero e Rieducazione Funzionale opera nei confronti di disabilità significative attraverso un setting di opzioni organizzato in attività di degenza intensiva, attività di day hospital ed ambulatoriale, svolgendo i compiti di riabilitazione di 2 livello secondo le linee guida ministeriali. Trattamenti dati effettuati: 1)gestione cartelle cliniche 2)refertazioni 3)schede ambulatoriali 4)cartelle infermieristiche 5)cartelle riabilitative 6)gestione dati degenti 7)gestione personale in dotazione TABELLA 1 - Elenco dei trattamenti aventi ad oggetto dati sensibili o giudiziari TABELLA 2 - Strumenti utilizzati * I dati sono riferiti alle strutture in ragione la competenza territoriale TABELLA 3 - Analisi dei rischi potenziali 1. Comportamenti degli operatori 2. Eventi relativi agli strumenti 3. Altri Eventi Descrizione sintetica Rischi potenziali SI NO a) Sottrazione di credenziali di autenticazione b) Carenza di consapevolezza, disattenzione o incuria c) Comportamenti sleali o fraudolenti Natura dei dati trattati Altre strutture che concorrono al Attività svolta Categorie di interessati Sens. Giud. Int. Est. RRF SV 001 gestione cartelle cliniche degenti RRF SV 002 refertazioni degenti RRF SV 003 schede ambulatoriali degenti e utenti RRF SV 004 cartelle infermieristiche degenti RRF SV 005 cartelle riabilitative degenti e utenti RRF SV 006 gestione personale in dotazione dipendenti RRF SV 007 gestione dati degenti degenti Banca dati cartacea magnetica Ubicazione* Procedure Utilizzate (Nome Software) Internet Interconnessione RRF SV 001A reparto RRF SV 001B server reparto e RRF SV 002A ambulatori RRF SV 002B server RRF SV 003A ambulatori RRF SV 003B server RRF SV 004A reparto RRF SV 004B server RRF SV 005A reparto RRF SV 005B server RRF SV 006 reparto RRF SV 007 server S.I.O. Intranet Impatto sulla sicurezza dei dati e gravità stimata: alta media bassa d) Errore materiale a) Azione di virus informatici o di programmi suscettibili di recare danno b) Spamming o tecniche di sabotaggio c) Malfunzionamento, indisponibilità o degrado degli strumenti d) Accessi esterni non autorizzati e) Intercettazione di informazioni in rete a) Accessi non autorizzati a locali e/o reparti ad accesso ristretto b) Asportazione e furto di strumenti contenenti dati c) Eventi distruttivi, naturali o artificiali (sismi, scariche atmosferiche, incendi, allagamenti, condiz. ambientali ecc.), dolosi, accidentali o dovuti ad incuria d) Guasto ai sistemi complementari (imp. elettrico, climatizz) e) Errori umani nella gestione fisica la sicurezza 236

6 TABELLA 4 - Misure di sicurezza adottate o proposte Da RRF SV 001A a RRF SV 005 A Da RRF SV 001B a RRF SV 005B Rischi individuati Misure esistenti Tipologia di misure che si propongono 1d e 3a 2a,2c verifica incrociata dati cartacei e informatici; locali e contenitori chiusi a chiave antivirus, pass word TABELLA 5 - Criteri e procedure per il salvataggio e tempi di ripristino dei dati Da RRF SV 001 a RRF SV 004 Procedure per il Back up automatico e magnetico Luogo di custodia le copie Server Archivio Struttura Interna Incaricato salvataggio Società esterna Persona Tempi di ripristino dati Tempo reale 237

7 S.S.D. Rieducazione Funzionale Ospedale Albenga-Territorio Albenganese Ubicazione: piano terra e 4 l ospedale Santa Maria la Misericordia, viale Martiri la Foce 40. Descrizione dei compiti istituzionali: diagnosi, cura, riabilitazione di pazienti affetti da patologie di tipo neurologico, ortopedico con esiti invalidanti. Trattamenti dati effettuati: 1)gestione cartelle cliniche, 2) refertazioni, 3) cartelle ambulatoriali,4)cartelle riabilitative, 5) gestione banche dati pazienti ed utenti e 6) consultazione banche dati di diagnostica TABELLA 1 - Elenco dei trattamenti aventi ad oggetto dati sensibili o giudiziari Descrizione sintetica Natura dei dati trattati Attività svolta Categorie di interessati RIF AL 001 gestione cartelle cliniche degenti RIF AL 002 refertazioni RIF AL 003 cartelle ambulatoriali Altre strutture che concorrono al Sens. Giud. Int. Est. RIF AL 004 cartelle riabilitative degenti e utenti RIF AL 005 gestione banche dati pazienti ed utenti RIF AL 006 consultazione banche dati di diagnostica TABELLA 2 - Strumenti utilizzati Banca dati cartacea magnetica TABELLA 3 - Analisi dei rischi potenziali 1. Comportamenti degli operatori 2. Eventi relativi agli strumenti 3. Altri Eventi Ubicazione Procedure Utilizzate (Nome Software) Rischi potenziali SI NO Internet Interconnessione RIF AL 001A reparti RIF AL 001B RIF AL 002A reparti e ambulatori RIF AL 002B RIF AL 003A ambulatori RIF AL 003B RIF AL 004A reparti/servizio RIF AL 004B pc RIF AL 005A reparti e ambulatori RIF AL 005B server RIF AL 006B Intranet Impatto sulla sicurezza dei dati e gravità stimata: alta media bassa a) Sottrazione di credenziali di autenticazione b) Carenza di consapevolezza, disattenzione o incuria c) Comportamenti sleali o fraudolenti d) Errore materiale a) Azione di virus informatici o di programmi suscettibili di recare danno b) Spamming o tecniche di sabotaggio c) Malfunzionamento, indisponibilità o degrado degli strumenti d) Accessi esterni non autorizzati e) Intercettazione di informazioni in rete f) Altro: a) Accessi non autorizzati a locali e/o reparti ad accesso ristretto b) Asportazione e furto di strumenti contenenti dati c) Eventi distruttivi, naturali o artificiali (sismi, scariche atmosferiche, incendi, allagamenti, condiz. ambientali ecc.), dolosi, accidentali o dovuti ad incuria d) Guasto ai sistemi complementari (imp. elettrico, climatizz) e) Errori umani nella gestione fisica la sicurezza f) Altro: 238

8 TABELLA 4 - Misure di sicurezza adottate o proposte Da RIFAL001A a RIF AL 005A RIF AL 001B a RIF AL 004B RIF AL 005B, RIF AL 006B Rischi individuati 1b 2d 1b Misure esistenti controllo percorso documentazione, conservazione in luoghi e contenitori chiusi a chiave password e antivirus Tipologia di misure che si propongono informatizzazione completa TABELLA 5 - Criteri e procedure per il salvataggio e tempi di ripristino dei dati Procedure per il Luogo di custodia le copie Server Archivio Incaricato salvataggio Struttura Interna Da RIF AL 001A a RIF AL 004B archiviazione back up magnetico Da RIF AL 001B a RIF AL 004A periodico RIF AL 005A e RIF AL 006A fotoriproduzione RIF AL 006B e RIF AL 007B backup automatico periodico Società esterna Persona personale dedicato Tempi di ripristino dati secondo procedure 239

9 S.S.D. Rieducazione Funzionale Ospedale Cairo Montenotte-Territorio le Bormide Ubicazione: piano terzo e quarto ospedale San Giuseppe, via Artisi 2 Cairo Montenotte Descrizione dei compiti istituzionali: diagnosi, cura, riabilitazione di pazienti affetti da patologie di tipo neurologico, ortopedico e reumatologice con esiti invalidanti. Trattamenti dati effettuati: 1)gestione cartelle cliniche 2) refertazioni 3)schede ambulatoriali 4)cartelle infermieristiche 5)gestione dati degenti 6)gestione personale in dotazione 7) consulenze presso altri reparti 8) consultazione banche dati diagnostica TABELLA 1 - Elenco dei trattamenti aventi ad oggetto dati sensibili o giudiziari TABELLA 2 - Strumenti utilizzati Descrizione sintetica Natura dei dati trattati Altre strutture che concorrono al Attività svolta Categorie di interessati Sens. Giud. Int. Est. RIF CM 001 gestione cartelle cliniche degenti RIF CM 002 refertazioni degenti RIF CM 003 schede ambulatoriali degenti e utenti RIF CM 004 cartelle infermieristiche degenti RIF CM 005 gestione dati degenti degenti RIF CM 006 gestione personale in dotazione dipendenti RIF CM 007 consulenze presso altri reparti degenti e utenti RIF CM 008 consultazione banche dati diagnostica cartacea Banca dati magnetica degenti e utenti Ubicazione* Procedure Utilizzate (Nome Software) Internet Interconnessione RIF CM 001 reparto RIF CM 002A reparto e ambulatori RIF CM 002B pc RIF CM 003A ambulatori RIF CM 003B pc RIF CM 004A reparto RIF CM 005A reparto RIF CM 005B server S.I.O. RIF CM 006 reparto RIF CM 007 reparti terzi RIF CM 008 server software dedicati Intranet TABELLA 3 - Analisi dei rischi potenziali 1. Comportamenti degli operatori 2. Eventi relativi agli strumenti 3. Altri Eventi Rischi potenziali SI NO a) Sottrazione di credenziali di autenticazione b) Carenza di consapevolezza, disattenzione o incuria c) Comportamenti sleali o fraudolenti Impatto sulla sicurezza dei dati e gravità stimata: alta media bassa d) Errore materiale a) Azione di virus informatici o di programmi suscettibili di recare danno b) Spamming o tecniche di sabotaggio c) Malfunzionamento, indisponibilità o degrado degli strumenti d) Accessi esterni non autorizzati e) Intercettazione di informazioni in rete a) Accessi non autorizzati a locali e/o reparti ad accesso ristretto b) Asportazione e furto di strumenti contenenti dati c) Eventi distruttivi, naturali o artificiali (sismi, scariche atmosferiche, incendi, allagamenti, condiz. ambientali ecc.), dolosi, accidentali o dovuti ad incuria d) Guasto ai sistemi complementari (imp. elettrico, climatizz) e) Errori umani nella gestione fisica la sicurezza f) Altro: 240

10 TABELLA 4 - Misure di sicurezza adottate o proposte Da RIFCM 001 a RIFCM 005 A e RIF CM 008 Da RIF CM 002B a RIF CM 008 Rischi individuati 1d e 3a 2a,2c Misure esistenti verifica incrociata dati cartacei; locali e contenitori chiusi a chiave antivirus, password Tipologia di misure che si propongono TABELLA 5 - Criteri e procedure per il salvataggio e tempi di ripristino dei dati Procedure per il RIFCM 002B e Back up giornaliero su RIFCM 003B diversi supporti RIFCM 005B e RIF CM 008 Back up automatico Luogo di custodia le copie Server Archivio Struttura Interna Incaricato salvataggio Società esterna Persona Tempi di ripristino dati Tempo reale 241

11 S.S.D Rieducazione Funzionale Ospedale Savona-Territorio Savonese Ubicazione: monoblocco VI piano retrocorpo c/o opedale San Paolo, Via Genova 30 Savona e ambulatorio primo piano Via Collodi 13. Descrizione dei compiti istituzionali: diagnosi, cura, riabilitazione di pazienti affetti da patologie di tipo neurologico, ortopedico, reumatologico con esiti invalidanti Trattamenti dati effettuati: 1)gestione cartelle cliniche 2)refertazioni 3)schede ambulatoriali 4)cartelle infermieristiche 5)cartelle riabilitative 6)gestione dati degenti 7)gestione personale in dotazione TABELLA 1 - Elenco dei trattamenti aventi ad oggetto dati sensibili o giudiziari Descrizione sintetica Natura dei dati trattati Altre strutture che concorrono al Attività svolta Categorie di interessati Sens. Giud. Int. Est. RIF SV 001 gestione cartelle cliniche degenti RIF SV 002 refertazioni degenti RIF SV 003 schede ambulatoriali degenti e utenti RIF SV 004 cartelle infermieristiche degenti RIF SV 005 cartelle riabilitative degenti e utenti RIF SV 006 gestione personale in dotazione dipendenti RIF SV 007 gestione dati degenti degenti TABELLA 2 - Strumenti utilizzati Banca dati cartacea magnetica * I dati sono riferiti alle strutture in ragione la competenza territoriale TABELLA 3 - Analisi dei rischi potenziali 1. Comportamenti degli operatori 2. Eventi relativi agli strumenti 3. Altri Eventi Ubicazione* Procedure Utilizzate (Nome Software) Rischi potenziali SI NO a) Sottrazione di credenziali di autenticazione b) Carenza di consapevolezza, disattenzione o incuria c) Comportamenti sleali o fraudolenti Internet Interconnessione RIF SV 001A reparto RIF SV 001B server reparto e RIF SV 002A ambulatori RIF SV 002B server RIF SV 003A ambulatori RIF SV 003B server RIF SV 004A reparto RIF SV 004B server RIF SV 005A reparto RIF SV 005B server RIF SV 006 reparto RIF SV 007 server S.I.O. Intranet Impatto sulla sicurezza dei dati e gravità stimata: alta media bassa d) Errore materiale a) Azione di virus informatici o di programmi suscettibili di recare danno b) Spamming o tecniche di sabotaggio c) Malfunzionamento, indisponibilità o degrado degli strumenti d) Accessi esterni non autorizzati e) Intercettazione di informazioni in rete a) Accessi non autorizzati a locali e/o reparti ad accesso ristretto b) Asportazione e furto di strumenti contenenti dati c) Eventi distruttivi, naturali o artificiali (sismi, scariche atmosferiche, incendi, allagamenti, condiz. ambientali ecc.), dolosi, accidentali o dovuti ad incuria d) Guasto ai sistemi complementari (imp. elettrico, climatizz) e) Errori umani nella gestione fisica la sicurezza 242

12 TABELLA 4 - Misure di sicurezza adottate o proposte Da RIF SV 001A a RIF SV 005 A Da RIF SV 001B a RIF SV 005B Rischi individuati Misure esistenti Tipologia di misure che si propongono 1d e 3a 2a,2c verifica incrociata dati cartacei e informatici; locali e contenitori chiusi a chiave antivirus, pass word TABELLA 5 - Criteri e procedure per il salvataggio e tempi di ripristino dei dati Da RIF SV 001 a RIF SV 004 Procedure per il Back up automatico e magnetico Luogo di custodia le copie Server Archivio Struttura Interna Incaricato salvataggio Società esterna Persona Tempi di ripristino dati Tempo reale 243

13 S.C. Terapia Dolore e Cure Palliative Pietra Ligure Ubicazione: quarto piano padiglione 18 ospedale Santa Corona Via XXV Aprile,128 Pietra Ligure Descrizione dei compiti istituzionali: dei pazienti con dolore cronico benigno e dolore oncologico in regime ambulatoriale e di Day Hospital Trattamenti dati effettuati: 1)gestione cartelle ambulatoriali, 2)gestione cartelle cliniche di day hospital, 3)gestione certificazioni e relazioni cliniche, 4)gestione dati dei pazienti per procedure amministrative, 5)gestione personale TABELLA 1 - Elenco dei trattamenti aventi ad oggetto dati sensibili o giudiziari Descrizione sintetica Natura dei dati trattati Altre strutture che concorrono al Attività svolta Categorie di interessati Sens. Giud. Int. Est. CTD PL 001 gestione cartelle ambulatoriali utenti CTD PL 002 gestione cartelle cliniche di day hospital degenti CTD PL 003 gestione di certificazioni e relazioni cliniche degenti e utenti CTD PL 004 gestione dati pazienti per procedure amministrative degenti e utenti CTD PL 005 gestione personale dipendenti TABELLA 2 - Strumenti utilizzati Banca dati cartacea magnetica TABELLA 3 - Analisi dei rischi potenziali Rischi potenziali SI NO Impatto sulla sicurezza dei dati e gravità stimata: alta media bassa a) Sottrazione di credenziali di autenticazione 1. b) Carenza di consapevolezza, disattenzione o incuria Comportamenti c) Comportamenti sleali o fraudolenti degli operatori d) Errore materiale e) Altro: a) Azione di virus informatici o di programmi suscettibili di recare danno 2. b) Spamming o tecniche di sabotaggio Eventi relativi c) Malfunzionamento, indisponibilità o degrado degli strumenti agli strumenti d) Accessi esterni non autorizzati e) Intercettazione di informazioni in rete f) Altro: a) Accessi non autorizzati a locali e/o reparti ad accesso ristretto b) Asportazione e furto di strumenti contenenti dati 3. Altri Eventi c) Eventi distruttivi, naturali o artificiali (sismi, scariche atmosferiche, incendi, allagamenti, condiz. ambientali ecc.), dolosi, accidentali o dovuti ad incuria d) Guasto ai sistemi complementari (imp. elettrico, climatizz) e) Errori umani nella gestione fisica la sicurezza f) Altro: Ubicazione Procedure Utilizzate (Nome Software) Interconnessione Internet CTD PL 001 ambulatorio CTD PL 002 reparto CTD PL 003A reparto CTD PL 003B reparto CTD PL 004 server sio CTD PL 005 reparto Intranet 244

14 TABELLA 4 - Misure di sicurezza adottate o proposte Rischi individuati Misure esistenti Tipologia di misure che si propongono CTD PL 001 CTD PL 002 CTD PL 003A 1b chisura locali archivio, antifurto reparto maggiore informatizzazione dati CTD PL 003B CTD PL 004 2d password personali CTD PL 001 CTD PL 002 CTD PL 003 CTD PL 004 3c sistema antincendio e antifurto TABELLA 5 - Criteri e procedure per il salvataggio e tempi di ripristino dei dati Procedure per il Luogo di custodia le copie Server Archivio CTD PL 001 CTD PL CTD PL 003 backup automatico CTD PL 004 backup automatico Struttura Interna Incaricato salvataggio Società esterna Persona Tempi di ripristino dati tempo reale 245

15 S.C. Unità Spinale Unipolare Ubicazione: padiglione USU presso l ospedale Santa Corona Via v Aprile,128 Pietra Ligure Descrizione dei compiti istituzionali: terapia medica, chirurgica e riabilitativa di pazienti con lesioni al midollo spinale sin dalla fase acuta in regime di ricovero, Day hospital, ed ambulatoriale. Trattamenti dati effettuati: 1) gestione la cartella clinica (dati anamnestici, clinici, psicologici, consulenze), 2) gestione cartella medica, 3) gestione cartella infermieristica, 4) gestione cartella fisioterapica. 5) gestione l integrazione paziente nel contesto di appartenenza. 6) gestione schede ambulatoriali 7) gestione personale di reparto. 8) refertazione 9) gestione sperimentazioni TABELLA 1 - Elenco dei trattamenti aventi ad oggetto dati sensibili o giudiziari TABELLA 2 - Strumenti utilizzati Descrizione sintetica Natura dei dati trattati Altre strutture che concorrono al Attività svolta Categorie di interessati Sens. Giud. Int. Est. USU PL 001 gestione cartella clinica degenti e utenti USU PL 002 gestione cartella medica, degenti e utenti USU PL 003 gestione cartella infermieristica degenti USU PL 004 gestione cartella fisioterapica degenti e utenti USU PL 005 gestione l integrazione paziente nel contesto di appartenenza degenti USU PL 006 gestione schede ambulatoriali utenti USU PL 007 gestione personale di reparto dipendenti USU PL 008 refertazione degenti e utenti USU PL 009 gestione sperimentazion1 volontari Banca dati cartacea magnetica USU PL 001 USU PL 002 USU PL 003 USU PL 004 USU PL 005 USU PL 006 USU PL 007 USU PL 008 A Ubicazione Procedure Utilizzate (Nome Software) Internet Interconnessione USU PL 008 B USU PL 009 A reparto Intranet USU PL 009 B TABELLA 3 - Analisi dei rischi potenziali 1. Comportamenti degli operatori 2. Eventi relativi agli strumenti 3. Altri Eventi Rischi potenziali SI NO Impatto sulla sicurezza dei dati e gravità stimata: alta media bassa a) Sottrazione di credenziali di autenticazione b) Carenza di consapevolezza, disattenzione o incuria c) Comportamenti sleali o fraudolenti d) Errore materiale a) Azione di virus informatici o di programmi suscettibili di recare danno b) Spamming o tecniche di sabotaggio c) Malfunzionamento, indisponibilità o degrado degli strumenti d) Accessi esterni non autorizzati e) Intercettazione di informazioni in rete a) Accessi non autorizzati a locali e/o reparti ad accesso ristretto b) Asportazione e furto di strumenti contenenti dati Eventi distruttivi, naturali o artificiali (sismi, scariche atmosferiche, c) incendi, allagamenti, condiz. ambientali ecc.), dolosi, accidentali o dovuti ad incuria d) Guasto ai sistemi complementari (imp. elettrico, climatizzazione) e) Errori umani nella gestione fisica la sicurezza 246

16 TABELLA 4 - Misure di sicurezza adottate o proposte Da USU PL 001 a USU PL 009 Rischi individuati 1 d Misure esistenti sensibilizzazione operatori chiusura a chiave contenitori Tipologia di misure che si propongono informatizzazione la cartella clinica linee guida. procedure. hard disk esterno TABELLA 5 - Criteri e procedure per il salvataggio e tempi di ripristino dei dati TABELLA 6 - Cifratura o separazione dei dati identificativi da quelli sensibili o giudiziari Protezione scelta Cifratura Separazione USU PL 009 Procedure per il Luogo di custodia le copie Server Archivio USU PL 008 A Struttura Interna Incaricato salvataggio Società Esterna Persona Descrizione la tecnica adottata Tempi di ripristino dati USU PL 008 B buck.up su floppy addetto di reparto 15 giorni USU PL 009 A USU PL 009 B fornite dallo sponsor responsabile sperimentazione responsabile sperimentazione codice alfanumerico per identificare il volontario e password personali d accesso al programma TABELLA 7 - Trattamento dati affidato all esterno Soggetto esterno Titolare Responsabile USU PL 009 sponsor designato dallo sponsor Impegno contrattuale all adozione le misure di sicurezza si no 247

Dipartimento Materno Infantile Strutture Complesse e Semplici Dipartimentali

Dipartimento Materno Infantile Strutture Complesse e Semplici Dipartimentali Dipartimento Materno Infantile Strutture Complesse e Semplici Dipartimentali S.C. Ostetricia e Ginecologia. Savona S.C. Ostetricia e Ginecologia Pietra Ligure S.C. Pediatria e Neonatologia Savona S.C.

Dettagli

Dipartimento Materno Infantile Strutture Complesse e Semplici Dipartimentali

Dipartimento Materno Infantile Strutture Complesse e Semplici Dipartimentali Dipartimento Materno Infantile Strutture Complesse e Semplici Dipartimentali S.C. Ostetricia e Ginecologia Savona S.C. Ostetricia e Ginecologia Pietra Ligure S.C. Pediatria e Neonatologia Savona S.C. Pediatria

Dettagli

Dipartimento Immagini Strutture Complesse S.C. Fisica Sanitaria S.C. Medicina Nucleare Pietra Ligure S.C. Neuroradiologia Diagnostica ed Interventistica Pietra Ligure S.C. Radiologia Diagnostica Albenga

Dettagli

S.S.D. Gestone Riabilitativa del Paziente dalla fase acuta al reinserimento socio/ambientale Pietra Ligure

S.S.D. Gestone Riabilitativa del Paziente dalla fase acuta al reinserimento socio/ambientale Pietra Ligure Dipartimento di Riabilitazione Strutture Complesse e Semplici Dipartimentali S.C. Terapie Dolore e Cure Palliative Pietra Ligure S.C. Recupero e Rieducazione Funzionale Pietra Ligure S.C. Recupero e Rieducazione

Dettagli

S.C. Dermatologia Albenga

S.C. Dermatologia Albenga Dipartimento di Specialità Mediche Strutture Complesse S.C. Dermatologia Albenga S.C. Dermatologia Savona S.C. Malattie Infettive Pietra Ligure S.C. Malattie Infettive Savona S.C. Nefrologia e Dialisi

Dettagli

Dipartimento di Cure Primarie ed Attività Distrettuali Strutture Complesse

Dipartimento di Cure Primarie ed Attività Distrettuali Strutture Complesse D.P. S. 2009 Dipartimento di Cure Primarie ed Attività Distrettuali Strutture Complesse S.C. Assistenza Anziani S.C. Assistenza Disabili S.C. Distretto Albenganese S.C. Distretto Finalese S.C. Distretto

Dettagli

Dipartimento di Emergenza Levante Strutture Complesse

Dipartimento di Emergenza Levante Strutture Complesse Dipartimento di Emergenza Levante Strutture Complesse S.C. 118 S.C. Anestesia e Rianimazione Savona S.C. Cardiologia Savona S.C. Pronto Soccorso Savona 101 102 S.C. 118 - Savona Soccorso Ubicazione: Centrale

Dettagli

DIREZIONE GENERALE DIREZIONE AMMINISTRATIVA DIREZIONE SANITARIA. Dipartimento di Staff Aziendale. S.C. Centro Controllo Direzionale

DIREZIONE GENERALE DIREZIONE AMMINISTRATIVA DIREZIONE SANITARIA. Dipartimento di Staff Aziendale. S.C. Centro Controllo Direzionale DIREZIONE GENERALE DIREZIONE AMMINISTRATIVA DIREZIONE SANITARIA Dipartimento di Staff Aziendale S.C. Centro Controllo Direzionale S.C. Organizzazione dei Presidi Ospedalieri S.C. Comunicazione Sanitaria

Dettagli

DIREZIONE GENERALE DIREZIONE SANITARIA DIREZIONE AMMINISTRATIVA. Servizio Prevenzione e Protezione. Dipartimento di Staff Aziendale

DIREZIONE GENERALE DIREZIONE SANITARIA DIREZIONE AMMINISTRATIVA. Servizio Prevenzione e Protezione. Dipartimento di Staff Aziendale DIREZIONE GENERALE DIREZIONE AMMINISTRATIVA DIREZIONE SANITARIA Servizio Prevenzione e Protezione Dipartimento di Staff Aziendale S.C. Centro Controllo Direzionale S.C. Sistemi Informativi S.S.D. Controllo

Dettagli

DIREZIONE GENERALE DIREZIONE AMMINISTRATIVA DIREZIONE SANITARIA. Dipartimento di Staff Aziendale. S.C. Organizzazione dei Presidi Ospedalieri

DIREZIONE GENERALE DIREZIONE AMMINISTRATIVA DIREZIONE SANITARIA. Dipartimento di Staff Aziendale. S.C. Organizzazione dei Presidi Ospedalieri DIREZIONE GENERALE DIREZIONE AMMINISTRATIVA DIREZIONE SANITARIA Dipartimento di Staff Aziendale S.C. Centro Controllo Direzionale S.C. Organizzazione dei Presidi Ospedalieri S.S.D. Controllo di Gestione

Dettagli

Dipartimento Immagini Strutture Complesse e Semplici Dipartimentali

Dipartimento Immagini Strutture Complesse e Semplici Dipartimentali Dipartimento Immagini Strutture Complesse e Semplici Dipartimentali S.C. Fisica Sanitaria S.C. Medicina Nucleare Pietra Ligure S.C. Neuroradiologia Diagnostica ed Interventistica S.C. Radiologia Diagnostica

Dettagli

DIREZIONE SANITARIA STAFF DIREZIONE SANITARIA DIPARTIMENTI SANITARI D.P.S. 2010. Chirurgie. Cure Primarie ed Attività Distrettuali.

DIREZIONE SANITARIA STAFF DIREZIONE SANITARIA DIPARTIMENTI SANITARI D.P.S. 2010. Chirurgie. Cure Primarie ed Attività Distrettuali. DIREZIONE SANITARIA DIPARTIMENTI SANITARI STAFF DIREZIONE SANITARIA Chirurgie Cure Primarie ed Attività Distrettuali Emergenza Levante Emergenza Ponente Immagini Medicina Materno Infantile Patologia Clinica

Dettagli

PIANO PER LA SICUREZZA INFORMATICA ANNO 2015

PIANO PER LA SICUREZZA INFORMATICA ANNO 2015 Manuale di gestione documentale Allegato 15 PIANO PER LA SICUREZZA INFORMATICA ANNO 2015 Sommario 1 Introduzione... 1 2 L architettura dell infrastruttura informatica... 2 2.1 Caratteristiche dei locali...

Dettagli

S.C. Anatomia Patologica Pietra Ligure

S.C. Anatomia Patologica Pietra Ligure Dipartimento di Patologia Clinica Strutture Complesse e Semplici Dipartimentali S.C. Anatomia Patologica Pietra Ligure S.C. Anatomia Patologica Savona S.C. Laboratorio di Patologia Clinica Pietra Ligure

Dettagli

DIREZIONE AMMINISTRATIVA

DIREZIONE AMMINISTRATIVA DIREZIONE AMMINISTRATIVA Dipartimenti Amministrativi Dipartimento Economico Finanziario Dipartimento Giuridico e Risorse Umane Dipartimento Tecnologico 23 24 Dipartimento Economico Finanziario Strutture

Dettagli

S.C. Igiene degli Alimenti di Origine Animale

S.C. Igiene degli Alimenti di Origine Animale Dipartimento di Prevenzione Strutture Complesse e Semplici Dipartimentali S.C. Igiene degli Alimenti e la Nutrizione S.C. Igiene Alimenti di Origine Animale S.C. Sanità Animale e Igiene degli Allevamenti

Dettagli

STRUTTURA (Denominazione). COMPETENZE della Struttura...

STRUTTURA (Denominazione). COMPETENZE della Struttura... Pag. 1 ALLEGATO 5 SCHEDA RILEVAMENTO DATI Decreto Legislativo 30 giugno 2003 n. 196 e successive modifiche Codice in materia di protezione dei dati personali La scheda deve essere compilata dal Responsabile

Dettagli

Documento adozione misure minime di sicurezza. ex art C.C ed ai sensi dell'art. 24Bis D.Lgs n. 23

Documento adozione misure minime di sicurezza. ex art C.C ed ai sensi dell'art. 24Bis D.Lgs n. 23 Documento adozione misure minime di sicurezza ex art. 2050 C.C ed ai sensi dell'art. 24Bis D.Lgs. 8-6-2001 n. 23 (Codice in materia di protezione dei dati personali art. 34 e Allegato B, del d.lg. 30 giugno

Dettagli

DIREZIONE GENERALE DIREZIONE SANITARIA DIREZIONE AMMINISTRATIVA. Servizio Prevenzione e Protezione. Responsabili del trattamento dati

DIREZIONE GENERALE DIREZIONE SANITARIA DIREZIONE AMMINISTRATIVA. Servizio Prevenzione e Protezione. Responsabili del trattamento dati DIREZIONE GENERALE DIREZIONE AMMINISTRATIVA DIREZIONE SANITARIA Servizio Prevenzione e Protezione Responsabili dati Servizio Prevenzione e Protezione Dott. ssa Nadia Michelotti Servizio Prevenzione e Protezione

Dettagli

nome XXXXX Località (provincia) Codice Fiscale XXXXXXXXXX Codice Ministeriale XXXXXXXXX DOCUMENTO PROGRAMMATICO SULLA SICUREZZA

nome XXXXX Località (provincia) Codice Fiscale XXXXXXXXXX Codice Ministeriale XXXXXXXXX DOCUMENTO PROGRAMMATICO SULLA SICUREZZA Scuola nome XXXXX Località (provincia) Codice Fiscale XXXXXXXXXX Codice Ministeriale XXXXXXXXX DOCUMENTO PROGRAMMATICO SULLA SICUREZZA REDATTO AI SENSI E PER GLI EFFETTI DELL ARTICOLO 34, COMMA 1, LETTERA

Dettagli

CASA DI RIPOSO DELLA MISERICORDIA Azienda Pubblica di Servizi alla Persona GAIOLE IN CHIANTI PROVINCIA DI SIENA

CASA DI RIPOSO DELLA MISERICORDIA Azienda Pubblica di Servizi alla Persona GAIOLE IN CHIANTI PROVINCIA DI SIENA CASA DI RIPOSO DELLA MISERICORDIA Azienda Pubblica di Servizi alla Persona GAIOLE IN CHIANTI PROVINCIA DI ENA ESTRATTO DEL VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONGLIO DI AMMINISTRAZIONE Seduta del 10.03.2011

Dettagli

PRIME RIFLESSIONI SUI CRITERI DI REDAZIONE

PRIME RIFLESSIONI SUI CRITERI DI REDAZIONE PRIME RIFLESSIONI SUI CRITERI DI REDAZIONE DEL DOCUMENTO PROGRAMMATICO SULLA SICUREZZA (ART. 34 E REGOLA 19 DELL ALLEGATO B DEL CODICE IN MATERIA DI PROTEZIONE DEI DATI PERSONALI) Bozza del 13 maggio 2004

Dettagli

SOMMARIO. L organizzazione sul documento programmatico sulla sicurezza dei dati

SOMMARIO. L organizzazione sul documento programmatico sulla sicurezza dei dati DOCUMENTO PROGRAMMATICO SULLA SICUREZZA 2009 2 SOMMARIO 1. L azienda pag. 7 1.1 L organizzazione sul documento programmatico sulla sicurezza dei dati pag. 8 1.2 Metodologia per la redazione documento pag.

Dettagli

Guida operativa per redigere il Documento programmatico sulla sicurezza (DPS)

Guida operativa per redigere il Documento programmatico sulla sicurezza (DPS) Guida operativa per redigere il Documento programmatico sulla sicurezza (DPS) (Codice in materia di protezione dei dati personali art. 34 e Allegato B, regola 19, del d.lg. 30 giugno 2003, n. 196) Premessa

Dettagli

DOCUMENTO PROGRAMMATICO SULLA SICUREZZA DATI A.S. 2014/2015

DOCUMENTO PROGRAMMATICO SULLA SICUREZZA DATI A.S. 2014/2015 DOCUMENTO PROGRAMMATICO SULLA SICUREZZA DATI A.S. 2014/2015 Scuola Ipsia Dalmazio Birago Sede legale e operativa Corso Novara 65 10154 Torino Data redazione: 2.10.2012 Versione 1 Rev. 05 anno 2014/2015

Dettagli

BOZZA D.P.S. Documento Programmatico sulla Sicurezza. Intestazione documento: Ragione sociale o denominazione del titolare Indirizzo Comune P.

BOZZA D.P.S. Documento Programmatico sulla Sicurezza. Intestazione documento: Ragione sociale o denominazione del titolare Indirizzo Comune P. BOZZA D.P.S. Intestazione documento: Ragione sociale o denominazione del titolare Indirizzo Comune P.iva Documento Programmatico sulla Sicurezza Indice finalità del documento inventario dei beni in dotazione

Dettagli

COMUNE DI TERNI DIREZIONE SICUREZZA E POLIZIA LOCALE CORPO DI POLIZIA MUNICIPALE GRUPPO OPERATIVO AFFARI GENERALI

COMUNE DI TERNI DIREZIONE SICUREZZA E POLIZIA LOCALE CORPO DI POLIZIA MUNICIPALE GRUPPO OPERATIVO AFFARI GENERALI COMUNE DI TERNI DIREZIONE SICUREZZA E POLIZIA LOCALE CORPO DI POLIZIA MUNICIPALE GRUPPO OPERATIVO AFFARI GENERALI Ufficio di Segreteria Cod. Fisc./Part. I.V.A. 00175660554 DOCUMENTO PROGRAMMATICO SULLA

Dettagli

Documento Programmatico sulla Sicurezza. Nelle pagine successive, si trovano i Modelli utili per ottenere il documento programmatico sulla sicurezza

Documento Programmatico sulla Sicurezza. Nelle pagine successive, si trovano i Modelli utili per ottenere il documento programmatico sulla sicurezza Nelle pagine successive, si trovano i Modelli utili per ottenere il documento programmatico sulla sicurezza o Titolari del trattamento o Sedi in cui vengono trattati i dati o Uffici o Responsabilità o

Dettagli

DOCUMENTO PROGRAMMATICO SULLA SICUREZZA SEMPLIFICATO

DOCUMENTO PROGRAMMATICO SULLA SICUREZZA SEMPLIFICATO DOCUMENTO PROGRAMMATICO SULLA SICUREZZA SEMPLIFICATO (ART. 34 COMMA 1-BIS E REGOLA 19 DELL ALLEGATO B DEL CODICE IN MATERIA DI PROTEZIONE DEI DATI PERSONALI) 1 Scopo di questo Documento è delineare il

Dettagli

A.1.1 Elenco dei trattamenti dei dati personali (Regola 19.1) Struttura di riferimento. 2 Repertorio decreti informatico Area Affari Generali SI 3

A.1.1 Elenco dei trattamenti dei dati personali (Regola 19.1) Struttura di riferimento. 2 Repertorio decreti informatico Area Affari Generali SI 3 Sezione A Dipartimento regionale del, dei Servizi Generali, di Quiescenza, Previdenza ed Assistenza del e uffici di diretta collaborazione dell Assessore ubicati in viale della Regione Siciliana n. 2226

Dettagli

f332 Documento programmatico sulla sicurezza nel trattamento dei dati personali

f332 Documento programmatico sulla sicurezza nel trattamento dei dati personali f332 Documento programmatico sulla sicurezza nel trattamento dei dati personali Il presente documento è redatto ai sensi dell art. 34, comma 1, lett. g) del d.lgs. 196/03 (Codice della privacy) e al Disciplinare

Dettagli

DOCUMENTO PROGRAMMATICO sulla SICUREZZA Rev. 0 Data 31.03.04 MISURE IN ESSERE E DA ADOTTARE

DOCUMENTO PROGRAMMATICO sulla SICUREZZA Rev. 0 Data 31.03.04 MISURE IN ESSERE E DA ADOTTARE 1 di 6 MISURE IN ESSERE E DA ADOTTARE In questa sezione sono riportati, in forma sintetica, le misure in essere e da adottare a contrasto dei rischi individuati dall analisi dei rischi. Per misura si intende,

Dettagli

Documento programmatico sulle misure di sicurezza adottate per il trattamento dei dati personali con strumenti elettronici e supporti cartacei

Documento programmatico sulle misure di sicurezza adottate per il trattamento dei dati personali con strumenti elettronici e supporti cartacei Documento programmatico sulle misure di sicurezza adottate per il trattamento dei dati personali con strumenti elettronici e supporti cartacei In base al disciplinare tecnico in materia di misure di sicurezza

Dettagli

DOCUMENTO PROGRAMMATICO SULLA SICUREZZA NEL TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI

DOCUMENTO PROGRAMMATICO SULLA SICUREZZA NEL TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI DOCUMENTO PROGRAMMATICO SULLA SICUREZZA NEL TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI Questo documento illustra il quadro delle misure di sicurezza, organizzative, fisiche e logiche, adottate per il trattamento dei

Dettagli

DOCUMENTO PROGRAMMATICO SULLA SICUREZZA DEI DATI

DOCUMENTO PROGRAMMATICO SULLA SICUREZZA DEI DATI DOCUMENTO PROGRAMMATICO SULLA SICUREZZA DEI DATI INDICE 1 OGGETTO... 2 2 DEFINIZIONI... 2 3 ORGANIZZAZIONE, COMPITI E RESPONSABILITA... 3 4 TRATTAMENTI EFFETTUATI... 4 4.1 TRATTAMENTI INTERNI... 4 4.2

Dettagli

ALLOGGIO PROTETTO PER TRE PAZIENTI PSICHIATRICI SITO IN VIA ALLA MARINA 1-4, SAVONA

ALLOGGIO PROTETTO PER TRE PAZIENTI PSICHIATRICI SITO IN VIA ALLA MARINA 1-4, SAVONA ALLOGGIO PROTETTO PER TRE PAZIENTI PSICHIATRICI SITO IN VIA ALLA MARINA 1-4, SAVONA Si è svolta oggi (10/11/2012) in un clima cordiale l inaugurazione dell alloggio per tre pazienti psichiatrici, nell'appartamento

Dettagli

Il paziente fragile tra ospedale e territorio: un'esperienza

Il paziente fragile tra ospedale e territorio: un'esperienza Dipartimento di Medicina Il paziente fragile tra ospedale e territorio: un'esperienza Direttore di Dipartimento Dottor Rodolfo Tassara Coordinatore di Dipartimento Dottoressa Roberta Rapetti Direttore

Dettagli

Teknus - Privacy check list

Teknus - Privacy check list Teknus - Privacy check list DATI ANAGRAFICI SOCIETA (il questionario deve essere compilato per ogni sede della società) Elenco dei soggetti che trattano dati all interno della società Individuare il responsabile

Dettagli

Sample test Informatica Giuridica modulo: Protezione dati personali: Privacy e Sicurezza

Sample test Informatica Giuridica modulo: Protezione dati personali: Privacy e Sicurezza 01 Quando e come nasce il concetto di privacy? a. Nasce a fine ottocento come diritto di essere lasciati soli. b. Nasce nel 1980 in Europa con l approvazione della Convenzione di Strasburgo. c. Nasce in

Dettagli

PERCORSI RIABILITATIVI in ETA EVOLUTIVA Veneto. Dott.ssa Anna Marucco Dipartimento di Riabilitazione U.L.S.S. 17 Monselice (PD)

PERCORSI RIABILITATIVI in ETA EVOLUTIVA Veneto. Dott.ssa Anna Marucco Dipartimento di Riabilitazione U.L.S.S. 17 Monselice (PD) PERCORSI RIABILITATIVI in ETA EVOLUTIVA Veneto Dott.ssa Anna Marucco Dipartimento di Riabilitazione U.L.S.S. 17 Monselice (PD) La Regione Veneto ha approvato le Linee Guida del Ministero della Sanità per

Dettagli

S.E.F. s.r.l. Servizi Etici Finanziari. Documento Programmatico sulla Sicurezza

S.E.F. s.r.l. Servizi Etici Finanziari. Documento Programmatico sulla Sicurezza S.E.F. s.r.l. Servizi Etici Finanziari Documento Programmatico sulla Sicurezza 1 DATI GENERALI Sede: via Bernocchi, 1 20025 Legnano MI- Responsabile del trattamento: Bianchi Stefano Caruso Cristina Cè

Dettagli

Istituto Comprensivo Statale 10 Vicenza. Provincia di VI. Documento Programmatico sulla Sicurezza ALLEGATO B. Adozione delle Misure di Sicurezza

Istituto Comprensivo Statale 10 Vicenza. Provincia di VI. Documento Programmatico sulla Sicurezza ALLEGATO B. Adozione delle Misure di Sicurezza Provincia di VI Documento Programmatico sulla Sicurezza ALLEGATO B Adozione delle Misure di Sicurezza Il presente documento è stato emesso il giorno 11 marzo 2015, è stato redatto ai sensi e per gli effetti

Dettagli

Comune di Sovicille. Provincia di Siena. Documento programmatico sulla sicurezza (DPS)

Comune di Sovicille. Provincia di Siena. Documento programmatico sulla sicurezza (DPS) Comune di ovicille Provincia di iena Documento programmatico sulla sicurezza (DP) (Codice in materia di protezione dei dati personali art. 34 e Allegato B, regola 19, del d.lg. 30 giugno 2003, n. 196)

Dettagli

Regione LIGURIA. Dal sito ufficiale si ha accesso al portale della sanità

Regione LIGURIA. Dal sito ufficiale  si ha accesso al portale della sanità Regione LIGURIA Dal sito ufficiale www.ministerosalute.it si ha accesso al portale della sanità www.sanita.liguria.it. I dati contenuti nel presente elenco sono stati ricavati dal collegamento ai siti

Dettagli

PROFILO E DESCRIZIONE DELL U.O.

PROFILO E DESCRIZIONE DELL U.O. MISSION La mission dell'unità Operativa Complessa di Geriatria, inserita nel Dipartimento di Patologia dell Invecchiamento, è la tutela della salute dell Anziano, in termini di prevenzione, diagnosi e

Dettagli

Chiara Volpone. I PDTA: A come Assistenziale

Chiara Volpone. I PDTA: A come Assistenziale Chiara Volpone I PDTA: A come Assistenziale in un contesto ad elevata complessità e con risorse limitate come quello del SSN, la Pianificazione e la Programmazione sono di estrema rilevanza ai fini del

Dettagli

Allegato 4. Trattamento del rischio

Allegato 4. Trattamento del rischio Allegato 4 Trattamento del rischio Appropriazione indebita di informazioni Classificazione e controllo delle risorse protette Codice dannoso Distruzione intenzionale dei e delle strutture Accesso non consentito

Dettagli

Ospedale Ca Foncello di Treviso. Otorinolaringoiatria. Guida ai Servizi

Ospedale Ca Foncello di Treviso. Otorinolaringoiatria. Guida ai Servizi Ospedale Ca Foncello di Treviso Otorinolaringoiatria Guida ai Servizi AMBULATORIO I LIVELLO Edificio 4, piano 0, ascensori 30/31 LUN-VEN 8.30-13.00 tel. 0422-322325 LUN-VEN 11.00-13.00 visite otorinolaringoiatriche

Dettagli

Obiettivi. osservato 2012 atteso 2013 Indicatori 2013* peso osservato 2013 differenza %

Obiettivi. osservato 2012 atteso 2013 Indicatori 2013* peso osservato 2013 differenza % osservato atteso Indicatori * osservato differenza % Riduzione richieste prestazioni per codici bianchi 256.101,00-5 % 12.805,05 15,00 233.218,00-22.883 15 OBIETTIVO 16 1. Rispetto dei tempi di consegna

Dettagli

Ospedale Ca Foncello di Treviso. Oncologia Guida ai Servizi

Ospedale Ca Foncello di Treviso. Oncologia Guida ai Servizi Ospedale Ca Foncello di Treviso Oncologia Guida ai Servizi RICOVERO Il giorno del ricovero il paziente deve presentarsi alle ore 7.30, a digiuno, per eseguire i prelievi ematochimici e deve portare con

Dettagli

Allegato 2. Scheda classificazione delle minacce e vulnerabilità

Allegato 2. Scheda classificazione delle minacce e vulnerabilità Allegato 2 Scheda classificazione delle minacce e vulnerabilità LEGENDA In questa tabella si classificano le minacce per tipologia e si indica l impatto di esse sulle seguenti tre caratteristiche delle

Dettagli

IL NUOVO CODICE SULLA PRIVACY D.L.vo 196/2003

IL NUOVO CODICE SULLA PRIVACY D.L.vo 196/2003 IL NUOVO CODICE SULLA PRIVACY D.L.vo 196/2003 Art.1 CHIUNQUE HA DIRITTO ALLA PROTEZIONE DEI DATI PERSONALI CHE LO RIGUARDANO I DIRITTI TUTELATI DI RISERVATEZZA DI DIGNITA DI IDENTITA DELLE LIBERTA FONDAMENTALI

Dettagli

Ospedale di Montecatone: CRITICITA E LINEE DI SVILUPPO

Ospedale di Montecatone: CRITICITA E LINEE DI SVILUPPO Ospedale di Montecatone: CRITICITA E LINEE DI SVILUPPO Augusto Cavina «Per costruire insieme la sanità di domani» Teatro Osservanza-28 Ottobre 2011 MISSION Assicurare prestazioni clinico-riabilitative-reinserimento,

Dettagli

GUIDA ALL ATTIVITÀ DEL CENTRO OSPEDALIERO DI MEDICINA INTEGRATA DI PITIGLIANO

GUIDA ALL ATTIVITÀ DEL CENTRO OSPEDALIERO DI MEDICINA INTEGRATA DI PITIGLIANO GUIDA ALL ATTIVITÀ DEL CENTRO OSPEDALIERO DI MEDICINA INTEGRATA DI PITIGLIANO Informazioni e notizie utili www.usl9.grosseto.it COS È IL CENTRO OSPEDALIERO DI MEDICINA INTEGRATA DI PITIGLIANO? E il primo

Dettagli

Breast Cancer Unit. ESPERIENZA della ASL5 Spezzino

Breast Cancer Unit. ESPERIENZA della ASL5 Spezzino Breast Cancer Unit ESPERIENZA della ASL5 Spezzino Breast Cancer Unit ASL5 MODELLO ORGANIZZATIVO: prevede che la paziente, fin dal primo contatto, venga accolta e guidata lungo un percorso appropriato,

Dettagli

La rivoluzione dell'oculistica. 11 Novembre Auditorium, CTO Largo Palagi, Firenze

La rivoluzione dell'oculistica. 11 Novembre Auditorium, CTO Largo Palagi, Firenze La rivoluzione dell'oculistica 11 Novembre 2014 - Auditorium, CTO Largo Palagi, Firenze La Direzione Aziendale ha programmato per il biennio 2014-2015 (bilancio di previsione 2014) il potenziamento delle

Dettagli

Strutture pubbliche AO PG 30/12/ dic-16 Prestazioni di diagnostica per immagini e di laboratorio in regime

Strutture pubbliche AO PG 30/12/ dic-16 Prestazioni di diagnostica per immagini e di laboratorio in regime : Immagini e di Laboratorio Strutture pubbliche AO PG 30/12/2013 29-dic-16 Prestazioni di diagnostica per immagini e di laboratorio in regime 08/01/2014 PO 10563 ospedaliero come di seguito specificato:

Dettagli

Ieri. storia. storia Il 15 maggio 1965 viene inaugurata la nuova sede. La nostra

Ieri. storia. storia Il 15 maggio 1965 viene inaugurata la nuova sede. La nostra Ieri Doman Oggi La nostra storia Ieri 1965 storia Il 15 maggio 1965 viene inaugurata la nuova sede dell Arcispedale Santa Maria Nuova. Composto dai tre corpi di fabbrica paralleli, l Ospedale ospita 14

Dettagli

associazione nazionale dentisti italiani

associazione nazionale dentisti italiani ppdps associazione nazionale dentisti italiani INSTALLARE IL SOFTWARE - 1 Inserito il CD nel lettore, ed aprirlo: click Set Up exe Seguire le indicazioni Si avvierà l installazione del Software INSTALLARE

Dettagli

riabilitazione in Italia su modello dei Centri Riabilitativi di paesi all avanguardia in tale settore quali Svezia, Olanda, Stati Uniti.

riabilitazione in Italia su modello dei Centri Riabilitativi di paesi all avanguardia in tale settore quali Svezia, Olanda, Stati Uniti. Il Vanico, Centro di Medicina Fisica a regime ambulatoriale e Istitituto di Riabilitazione e Ricerca nasce nel 1976 e oggi, per tecniche adottate, strumentazioni e spazio architettonico, rappresenta una

Dettagli

CARTELLA STAMPA. Giovedì 7 febbraio 2008 ore 12,00 Via Manzoni 14 Savona

CARTELLA STAMPA. Giovedì 7 febbraio 2008 ore 12,00 Via Manzoni 14 Savona CARTELLA STAMPA Giovedì 7 febbraio 2008 ore 12,00 Via Manzoni 14 Savona OTTENUTA LA CERTIFICAZIONE AMBIENTALE - RINA - DELL OSPEDALE SAN PAOLO DI SAVONA E SAN GIUSEPPE DI CAIRO MONTENOTTE L'ASL 2 Savonese

Dettagli

Il Dirigente scolastico

Il Dirigente scolastico MINISTERO DELLA PUBBLICA ISTRUZIONE UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL LAZIO Liceo Classico e Linguistico Statale ARISTOFANE 00139 ROMA - VIA MONTE RESEGONE, 3 068181809-0687181718 FAX 06887197873 RMPC200004@istruzione.it

Dettagli

SEDE E CONTATTI MEDICI STRUTTURATI. Direttore Struttura Complessa: Prof.ssa Maria Teresa FIERRO. afferente al Dipartimento Oncologia

SEDE E CONTATTI MEDICI STRUTTURATI. Direttore Struttura Complessa: Prof.ssa Maria Teresa FIERRO. afferente al Dipartimento Oncologia afferente al Dipartimento Oncologia Direttore Struttura Complessa: Prof.ssa Maria Teresa FIERRO SEDE E CONTATTI - Presidio San Lazzaro Via Cherasco, 21/23-10126 Torino Padiglione rosa - Piano terra - Piano

Dettagli

SVILUPPO PROFESSIONALE FORMAZIONE SUL CAMPO Sessione 3. L esperienza della ASL n 2 Savonese

SVILUPPO PROFESSIONALE FORMAZIONE SUL CAMPO Sessione 3. L esperienza della ASL n 2 Savonese VI WORKSHOP ITALIANO SULL AUDIT CLINICO Perugia 27/28 maggio 2011 SVILUPPO PROFESSIONALE FORMAZIONE SUL CAMPO Sessione 3 L esperienza della ASL n 2 Savonese Dr.ssa Claudia Agosti Direttore Sanitario Aziendale

Dettagli

PRESENTAZIONE DELL UNITA OPERATIVA DI RIABILITAZIONE SPECIALISTICA DELL AZIENDA OSPEDALIERA DI MELEGNANO

PRESENTAZIONE DELL UNITA OPERATIVA DI RIABILITAZIONE SPECIALISTICA DELL AZIENDA OSPEDALIERA DI MELEGNANO PRESENTAZIONE DELL UNITA OPERATIVA DI RIABILITAZIONE SPECIALISTICA DELL AZIENDA OSPEDALIERA DI MELEGNANO L Unità Operativa di Riabilitazione Specialistica Aziendale è diretta dal 16.1.2008 dal dr Aldo

Dettagli

Documento Programmatico sulla Sicurezza Parte generale

Documento Programmatico sulla Sicurezza Parte generale Documento Programmatico sulla Sicurezza Parte generale SEZIONE A TRATTAMENTO DI DATI CON L AUSILIO DI STRUMENTI INFORMATICI Al fine di garantire la riservatezza e l integrità dei dati personali, sensibili

Dettagli

All. a) Tabella trattamento dei dati DISTRETTI

All. a) Tabella trattamento dei dati DISTRETTI All. a) Tabella trattamento dei dati DISTRETTI a) Distretto Sanitario di Cividale del Friuli Via Carraria 29 STRUTTURE AREA TRATTAMENTO MODALITA TRATTAMENTO NATURA DEL DATO CONSERVAZIONE E ARCHIVI SERVIZI

Dettagli

Circolare per i Clienti del 22 febbraio 2012

Circolare per i Clienti del 22 febbraio 2012 Studio Dott. Maurizio DONADELLI Viale Italia 48 - Cecina (LI) Tel 0586 631605 info@studiodonadelli.it Circolare per i Clienti del 22 febbraio 2012 Ai gentili clienti Loro sedi DL semplificazioni: eliminato

Dettagli

REGOLAMENTO PRONTA DISPONIBILITA SQUADRA PCPS COPERTURA ASSENZE IMPROVVISE

REGOLAMENTO PRONTA DISPONIBILITA SQUADRA PCPS COPERTURA ASSENZE IMPROVVISE Staff Direzione Sanitaria S.C. Pianificazione e Coordinamento delle Professioni Sanitarie e di Assistente Sociale REGOLAMENTO PRONTA DISPONIBILITA SQUADRA PCPS COPERTURA ASSENZE IMPROVVISE REGOLAMENTO

Dettagli

Documento unico. composto da numero di pagine. Si richiede l apposizione del timbro postale per la data certa. Data. Firma del Presidente

Documento unico. composto da numero di pagine. Si richiede l apposizione del timbro postale per la data certa. Data. Firma del Presidente Documento unico composto da numero di pagine Si richiede l apposizione del timbro postale per la data certa. Data Firma del Presidente PROCEDURA PER IL TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI E DOCUMENTO PROGRAMMATICO

Dettagli

Da oltre 50 anni al servizio dell uomo

Da oltre 50 anni al servizio dell uomo Da oltre 50 anni al servizio dell uomo Chi siamo L a Pclinico San Marco Spa è stata costituita nel 1957 ed ha iniziato l attività negli anni 60. Dopo una fase di avviamento entra a regime, affermandosi

Dettagli

PIANO DI PROGETTAZIONE

PIANO DI PROGETTAZIONE Pagina 1 di 5 Allegato N.7 PROGETTO N 05/2007 Revisione Data 02/05/2007 Titolo del Progetto Organizzazione e sviluppo di un AMBULATORIO DI URODINAMICA E RIABILITAZIONE DEL PAVIMENTO PELVICO Committente:

Dettagli

Il Piede Diabetico. Aspetti Clinici e Percorsi Diagnostico Terapeutici operativi nella Valdichiana Senese. Mercoledì 25 novembre 2015 ore 14.

Il Piede Diabetico. Aspetti Clinici e Percorsi Diagnostico Terapeutici operativi nella Valdichiana Senese. Mercoledì 25 novembre 2015 ore 14. Il Piede Diabetico Aspetti Clinici e Percorsi Diagnostico Terapeutici operativi nella Valdichiana Senese Mercoledì 25 novembre 2015 ore 14.30 Sala Conferenze Banca di Credito Cooperativo Montepulciano

Dettagli

Fermare il dolore si può

Fermare il dolore si può Fermare il dolore si può Il ricovero in ospedale Cure e tecniche contro il dolore cronico e acuto Regione Marche Azienda Ospedaliera Ospedali Riuniti Marche Nord Terapia del dolore Finalmente una realtà

Dettagli

Nuovo polo chirurgico dell Ospedale civile maggiore di Borgo Trento a Verona

Nuovo polo chirurgico dell Ospedale civile maggiore di Borgo Trento a Verona Michele Ambrosin Allen Dudine Valentina Fernetti Nuovo polo chirurgico dell Ospedale civile maggiore di Borgo Trento a Verona Presentazione generale Committente: Progettisti: Azienda Ospedaliera Regione

Dettagli

Direttore Generale. Staff DG. U.S. C. Controllo di Gestione Dott.ssa Annalisa Mascheroni. Staff DS. Ufficio staff Direzione Sanitaria

Direttore Generale. Staff DG. U.S. C. Controllo di Gestione Dott.ssa Annalisa Mascheroni. Staff DS. Ufficio staff Direzione Sanitaria Direttore Generale Nucleo di Valutazione Collegio Sindacale Collegio di Direzione Consiglio dei sanitari Organismo di vigilanza ex Comitato Valutazione Codice Etico Comitato Etico Direttore Amministrativo

Dettagli

Indice - Rapporto Ospedale Venosa Annuale - v8.0

Indice - Rapporto Ospedale Venosa Annuale - v8.0 Indice - Rapporto Ospedale Venosa 2015 - Annuale - v8.0 SEZ. 1 SEZ. 2 SEZ. 3 SEZ. 4 SEZ. 5 SEZ. 6 SEZ. 7 SEZ. 8 SEZ. 9 SEZ. 10 Ospedale - Dati Economici Distrettuali (OR1) Ospedale Posti Letto per Unità

Dettagli

Schede indicatori socio-sanitari territoriali Proposta a cura del Laboratorio Management e Sanità Scuola Superiore Sant Anna

Schede indicatori socio-sanitari territoriali Proposta a cura del Laboratorio Management e Sanità Scuola Superiore Sant Anna Schede indicatori socio-sanitari Proposta a cura del Laboratorio Management e Sanità Scuola Superiore Sant Anna Valutazione dell efficacia sanitaria delle attività Percentuale di ricoveri con degenza superiore

Dettagli

INFRASTRUTTURA DELLA RETE

INFRASTRUTTURA DELLA RETE INFRASTRUTTURA DELLA RETE RETE DELLA GASTROENTEROLOGIA ITALIANA Vantaggi Condivisione delle informazioni e dei documenti Standardizzazione delle procedure Diminuzione dei tempi per la realizzazione degli

Dettagli

Chirurgia Maxillo Facciale

Chirurgia Maxillo Facciale Ospedale Ca Foncello di Treviso Chirurgia Maxillo Facciale Guida ai Servizi AMBULATORIO Edificio 4 - piano 0 Servizi: controllo operati e follow up; chirurgia orale; bonifiche in pazienti a rischio; ortodonzia,

Dettagli

Nuove responsabilità organizzative del titolare e azioni da intraprendere

Nuove responsabilità organizzative del titolare e azioni da intraprendere Il Regolamento di attuazione del Codice di tutela dei dati personali dell Università degli Studi di Firenze Aula Magna 14 ottobre 2004 Nuove responsabilità organizzative del titolare e azioni da intraprendere

Dettagli

DOCUMENTO PROGRAMMATICO SULLA SICUREZZA

DOCUMENTO PROGRAMMATICO SULLA SICUREZZA I.T.A.C.A. Istituto Terapie e Attività Con Animali Piazza I. Nievo 5 00153 Roma Web: www.itaca-pet-therap y.com E mail: itaca@poderelecceta.com Tel. 0587 647511 DOCUMENTO PROGRAMMATICO SULLA SICUREZZA

Dettagli

BAMBINI E MALATTIE RARE: RARI MA NON SOLI

BAMBINI E MALATTIE RARE: RARI MA NON SOLI MALATTIE RARE E DISABILITA Seconda Giornata Europea delle Malattie Rare BAMBINI E MALATTIE RARE: RARI MA NON SOLI 27 Febbraio 2009 Dott. Massimiliano Raponi Direttore Sanitario IRCCS Ospedale Pediatrico

Dettagli

La sicurezza in azienda

La sicurezza in azienda La sicurezza in azienda Le regole da seguire per la tutela della privacy attraverso il documento programmatico sulla sicurezza 1 - CONTINUA La seconda parte saraà pubblicata su ItaliaOggi di mercoledì

Dettagli

IL CASO DELL OSPEDALE S.M.ANNUNZIATA (ASL 10, FIRENZE)

IL CASO DELL OSPEDALE S.M.ANNUNZIATA (ASL 10, FIRENZE) Formule istituzionali, modelli organizzativi e gestionali per i servizi nefrologici IL CASO DELL OSPEDALE S.M.ANNUNZIATA (ASL 10, FIRENZE) 1 Cosa ci insegna il caso 1. Quali forme di interdipendenza si

Dettagli

Strutture sanitarie e socio-sanitarie pubbliche e private in possesso dell'accreditamento Istituzionale al 16 settembre 2014.

Strutture sanitarie e socio-sanitarie pubbliche e private in possesso dell'accreditamento Istituzionale al 16 settembre 2014. Strutture Pubbliche di Diagnostica per Immagini e di Laboratorio 060 Perugia AO PG n. 563 Prestazioni di diagnostica per immagini e di laboratorio in regime ospedaliero come di seguito specificato: Area

Dettagli

RIORGANIZZAZIONE PER INTENSITA DI CURE IN UNA MEDICINA: S.O.C. Medicina P.O. Gemona

RIORGANIZZAZIONE PER INTENSITA DI CURE IN UNA MEDICINA: S.O.C. Medicina P.O. Gemona RIORGANIZZAZIONE PER INTENSITA DI CURE IN UNA MEDICINA: S.O.C. Medicina P.O. Gemona Palmanova, 17 dicembre 2011 Dott.ssa Paola Zuliani ESEMPIO PRATICO- anno 2009- Obiettivo di Budget: Sperimentare un organizzazione

Dettagli

Documento Programmatico Sicurezza per studio legale. Redatto ai sensi e per gli effetti dell articolo 34. comma 1. lettera g) del D.Lgs.

Documento Programmatico Sicurezza per studio legale. Redatto ai sensi e per gli effetti dell articolo 34. comma 1. lettera g) del D.Lgs. Documento Programmatico Sicurezza per studio legale Redatto ai sensi e per gli effetti dell articolo 34. comma 1. lettera g) del D.Lgs. 196/2003 e del disciplinare tecnico (allegato B del D.Lgs. n. 196/2003)

Dettagli

A.S.L. 2 - Savonese Nuovo Organigramma Aziendale

A.S.L. 2 - Savonese Nuovo Organigramma Aziendale Allegato A alla deliberazione D.G. n 831 del 4 Settembre 2008 A.S.L. 2 - Savonese Nuovo Organigramma Aziendale (Fonte normativa: legge 502/92 legge Regionale 41/2006 Delibera Consiglio Regionale n 8 del

Dettagli

DOCUMENTO PROGRAMMATICO DELLA SICUREZZA

DOCUMENTO PROGRAMMATICO DELLA SICUREZZA I S T I T U T O C O M P R E N S I V O DI SCUOLA MATERNA ELEMENTARE E MEDIA N 1 - Gianserio Strafella Via G. Colaci, 65 - tel.-fax 0832 947311 C.F. 80012600757 E mail LEEE02000T@istruzione.it 73043 COPERTINO

Dettagli

LA CARTELLA INTEGRATA: ESPERIENZA DI FABRIANO

LA CARTELLA INTEGRATA: ESPERIENZA DI FABRIANO LA CARTELLA INTEGRATA: ESPERIENZA DI FABRIANO I.P. Coordinatrice Cinzia Giacometti CARTELLA CLINICA Strumento informativo individuale finalizzato a rilevare tutte le informazioni anagrafiche e cliniche

Dettagli

Unitàdi terapia del dolore: modelli organizzativo-strutturali. Cesare Bonezzi

Unitàdi terapia del dolore: modelli organizzativo-strutturali. Cesare Bonezzi Unitàdi terapia del dolore: modelli organizzativo-strutturali Cesare Bonezzi Dolore Quale medico x quale dolore? Medici e Specialisti si occupano del dolore quando èpresente una chiara relazione proporzionale

Dettagli

Documento Programmatico sulla sicurezza

Documento Programmatico sulla sicurezza SNAMI Sindacato Nazionale Autonomo Medici Italiani Documento Programmatico sulla sicurezza Redatto ai sensi dell articolo 34, comma 1, lettera g) e Allegato B - Disciplinare Tecnico, Regola 19 del Decreto

Dettagli

Il Dirigente scolastico

Il Dirigente scolastico ISTITUTO PROFESSIONALE DI STATO PER L INDUSTRIA E L ARTIGIANATO ANTONIO MATTIONI 33043 CIVIDALE DEL FRIULI (UD) C.F.80007220306 33043 CIVIDALE DEL FRIULI (UD) 33048 S. GIOVANNI AL NATISONE (UD) Centro

Dettagli

ASL VC VERCELLI PIANO DI ORGANIZZAZIONE AZIENDALE ORGANIGRAMMA

ASL VC VERCELLI PIANO DI ORGANIZZAZIONE AZIENDALE ORGANIGRAMMA ASL VC VERCELLI PIANO DI ORGANIZZAZIONE AZIENDALE ORGANIGRAMMA 1 ASL VC - VERCELLI LEGENDA AL PIANO DI ORGANIZZAZIONE AZIENDALE DIREZIONE GENERALE FUNZIONE DIPARTIMENTO relazione gerarchica -----------------

Dettagli

L Azienda Ospedaliera di Verona

L Azienda Ospedaliera di Verona Verona 11-12-09 L Azienda Ospedaliera di Verona in La Sanità Veronese e il Sistema Sanitario della Regione Veneto ATTIVITA ASSISTENZIALE ASSISTENZIALE POSTI LETTO ORDINARI: 1543 POSTI LETTO DAY HOSPITAL:

Dettagli

Planimetria nuovi ambulatori

Planimetria nuovi ambulatori Planimetria nuovi ambulatori Planimetria nuovo blocco operatorio una della due nuove sale operatorie Collocazione dell Ospedale San Giuseppe di Cairo sul territorio Provinciale Dotazione posti letto dell

Dettagli

ATTIVITÁ DI ANESTESIA IN OSTETRICIA E GINECOLOGIA

ATTIVITÁ DI ANESTESIA IN OSTETRICIA E GINECOLOGIA ATTIVITÁ DI ANESTESIA IN OSTETRICIA E GINECOLOGIA Dipartimento Servizi 1/9 Attività Le unità operative Anestesia e Terapia Intensiva forniscono il supporto specialistico anestesiologico alle Chirurgie

Dettagli

A.O. Ordine Mauriziano S.C. CHIRURGIA GENERALE E ONCOLOGICA

A.O. Ordine Mauriziano S.C. CHIRURGIA GENERALE E ONCOLOGICA DIPARTIMENTO CHIRURGICO Scheda 2014 2013 osservato 2014 Obiettivo 2014 Peso Differenza % Peso A PRODUZIONE ± 2 30 20 n. dirigenti medici compreso il 12 12 direttore al 31 dicembre Produzione 8.310.820

Dettagli

Circolare N.26 del 22 febbraio DL semplificazioni: eliminato il DPS

Circolare N.26 del 22 febbraio DL semplificazioni: eliminato il DPS Circolare N.26 del 22 febbraio 2012 DL semplificazioni: eliminato il DPS DL semplificazioni: eliminato il DPS Gentile cliente con la presente intendiamo informarla che secondo quanto previsto dall art.

Dettagli