Lampade: MASTER SON-T PIA Plus

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Lampade: MASTER SON-T PIA Plus"

Transcript

1 13, Seembre 10 Lampade: Plus Lampade ai vapori di sodio ad ala pressione di ala qualià realizzae con ecnologia PIA (Philips Inegraed Anenna). Vanaggi La ecnologia PIA aumena l'affidabilià e riduce il asso di guasi precoci, con accensione affidabile per ua la duraa di via delle lampade. Il geer in zirco-alluminio oimizza il manenimeno del luminoso e riduce drasicamene il asso di guasi premauri. L'innovaiva ecnica cosruiva, che prevede una maggiore robusezza e meno puni di saldaura, rende le lampade meno sensibili agli uri ed alle vibrazioni, riducendone uleriormene i guasi premauri ed allungandone la duraa di via. L'elevaa efficienza luminosa, che arriva sino a 138 lm/w, fa di quese lampade le più efficieni della serie SON-T. Caraerisiche Tubo di scarica in PCA, con anenna inegraa, racchiuso in un bulbo in vero. Il ubo di scarica coniene un'amalgama di sodio, mercurio e xeno. Le lampade sono compleamene prive di piombo (supporo dell'aacco esene da piombo). Il bulbo ubolare è realizzao in vero rasparene. Applicazione Sono raccomandae per ui i nuovi impiani di illuminazione e per la sosiuzione di quelli esiseni (PLUS). Sono inercambiabili elericamene con le versioni SON esiseni. Illuminazione sradale. Illuminazione di aree indusriali. Warnings and safey Conrol gear mus include end-of-life proecion (IEC662, IEC 635)

2 Plus 2 Prodoi collegai SON-T PIA Plus W, W E27 SON-T PIA Plus, E Disegno ecnico D Plus 2W/2 E 1SL Produc C (Max) D (Max) L (Norm) O (Norm) SON-T Plus 2W/2 E SON-T Plus 0W/2 E SON-T Plus 1W/2 E SON-T Plus W/2 E O L C SON-T PIA PLUS W E E SON-T PIA PLUS W E E SON-T Plus 0W/2 E Caraerisiche generiche (1/2) Descrizione del sisema Aacco Forma Finiura Posizione di funzionameno Via 5% Via 10% Via % Via % 00h, Plus W/2 E27 1SL 1926 Plus W/2 E27 1SL Plus 2W E E 1SL Plus 0W E E 1SL Plus 1W/2 E 1SL Plus W/2 E 1SL Plus 0W/2 E 1SL E27 T35 Chiara UNIV. 100 hr 100 hr 200 hr hr 99 % E27 T35 Chiara UNIV. 100 hr 000 hr 230 hr hr 99 % E T46 Chiara UNIV. 0 hr 200 hr 0 hr 300 hr % E T46 Chiara UNIV. 0 hr 200 hr 0 hr 300 hr % E T46 Chiara UNIV. 0 hr 200 hr 0 hr 300 hr % E T46 Chiara UNIV. 100 hr hr 0 hr 300 hr % E T46 Chiara UNIV. 00 hr 100 hr 000 hr hr - 13, Seembre 10

3 Plus 3 Caraerisiche generiche (2/2) 00h, 00h, 00h, 00h, 100h, 000h, Plus W/2 E27 1SL 99 % 99 % 99 % 96 % 92 % 83 % 1926 Plus W/2 E27 1SL 99 % 99 % 99 % 99 % 96 % % Plus 2W E E 1SL 99 % 99 % 99 % 99 % 98 % 95 % Plus 0W E E 1SL 99 % 99 % 99 % 99 % 98 % 95 % Plus 1W/2 E 1SL 99 % 99 % 99 % 99 % 98 % 95 % Plus W/2 E 1SL 99 % 99 % 99 % 98 % 96 % 91 % Plus 0W/2 E 1SL Isruzioni di monaggio 27 E E27 Posizione di funzionameno 13, Seembre 10

4 Plus 4 Dai illuminoecnici (1/3) Nome prodoo di colore Indice resa cromaica Temperaura di colore Flusso luminoso nom. 25 C Efficienza Lumin Lampada Cu- Fe Resa luminosa nom. 25 C in Manenimeno lum 00h Manen. luminoso 00 h Manenimeno lum 00h Manenimeno lum 00h Plus W/2 E27 1SL 1926 Plus W/2 E27 1SL Plus 2W E E 1SL Plus 0W E E 1SL Plus 1W/2 E 1SL Plus W/2 E 1SL Plus 0W/2 E 1SL 2 25 (max) Ra8 00 K 40 Lm - 81 Lm/W (max) Ra8 00 K 60 Lm - 91 Lm/W % % (max) Ra8 00 K Lm Lm/W (max) Ra8 00 K 5 Lm Lm/W 99 % % 96.5 % % 2 25 (max) Ra8 00 K 170 Lm Lm/W (max) Ra8 00 K 100 Lm Lm/W (max) Ra8 00 K 000 Lm 148 Lm/W - 96 % % % % Dai illuminoecnici (2/3) Manenimeno lum 000h 00h 00h 00h 00h 00h 100h 000h Lumens medi Coordinae cromaiche X Plus W/2 E27 1SL 1926 Plus W/2 E27 1SL Plus 2W E E 1SL Plus 0W E E 1SL Plus 1W/2 E 1SL Plus W/2 E 1SL Plus 0W/2 E 1SL - 92 % % 89 % 88 % 87 % 86 % 86 % Lm 5-81 % % 87 % 86 % 85 % 83 % 82 % 81 % Lm % 98 % 97 % 96 % 96 % 95 % 94 % Lm % 99 % 97 % 96 % 94 % 92 % % 88 % Lm % 98 % 97 % 96 % 96 % 95 % 94 % Lm % 96 % 95 % 94 % 92 % % 89 % Lm % Lm Dai illuminoecnici (3/3) Dai illuminoecnici (3/3) Coordinae cromaiche Y Coordinae cromaiche Y Plus W/2 E27 1SL Plus W/2 E27 1SL Plus 2W E E 1SL Plus 1W/2 E 1SL Plus W/2 E 1SL Plus 0W/2 E 1SL Plus 0W E E 1SL , Seembre 10

5 Plus 5 Informazioni illuminoecniche Caraerisiche eleriche Poenza nominale Poenza nom. 25 Poenza nom. 25 C Tensione Tensione Correne Ferro- Rame Regolabile Tempo di riaccensione Raio scoopic/ phoopic lumens Plus W/2 E27 1SL 1926 Plus W/2 E27 1SL Plus 2W E E 1SL Plus 0W E E 1SL Plus 1W/2 E 1SL Plus W/2 E 1SL Plus 0W/2 E 1SL W.0 W 53.0 W 230 V 91 V 0.75 A Si 30 (max) s 0. - W.0 W 73.0 W 230 V V A Si 30 (max) s W 2.0 W 2.0 W 230 V V 3 A Si (max) s W 0.0 W 0.0 W 230 V V 4.5 A Si (max) s W 1.0 W 4.0 W 230 V V 1.8 A Si 1 (max) s W.0 W.0 W 230 V V 1.2 A Si (max) s W 0.0 W 5.0 W 230 V 1 V 5.8 A No (max) s 0. - Diagrammi performance Plus W - 2W E Plus 0W Plus W, W E27 13, Seembre 10

6 Plus 6 Diagrammi performance Plus 0W % 1 % 1 % 1 Plus W - 2W E Plus 0W Plus W, W E27 % 1 Plus 0W MASTER SON-T Plus Plus W, 1W E Plus 1W, 2W, W E Plus W E27 Plus W E27 Plus 0W 0W E 13, Seembre 10

7 Plus 7 Diagrammi performance Plus 1W, 2W E Plus 0W E Plus W E Plus W Plus W Plus 0W Ligh oupu oal insallaion in % W - 0W Ligh oupu oal insallaion in % Plus W, W Ligh oupu oal insallaion in % Plus 0W Classe di efficienza energeica Requisii di progeazione Plus W/2 E27 1SL 1926 Plus W/2 E27 1SL Plus 2W E E 1SL Plus 0W E E 1SL Plus 1W/2 E 1SL Plus W/2 E 1SL Classe efficienza energeica Conenuo di mercurio (Hg) Energy consumpion kwh/ 0h A+ 12 mg 58 kwh A+ 12 mg kwh A+ mg 275 kwh A++ mg 4 kwh A+ 16 mg 169 kwh A+ 16 mg kwh Plus W/2 E27 1SL 1926 Plus W/2 E27 1SL Plus 2W E E 1SL Plus 0W E E 1SL Plus 1W/2 E 1SL Plus W/2 E 1SL Plus 0W/2 E 1SL Temperaura aacco Temperaura 0 (max) C 3 (max) C 0 (max) C 3 (max) C 2 (max) C 4 (max) C 2 (max) C 4 (max) C 2 (max) C 4 (max) C 2 (max) C 4 (max) C 2 (max) C 4 (max) C Plus 0W/2 E 1SL A++ 24 mg 665 kwh 13 Koninklijke Philips N.V. (Royal Philips) Tui i dirii riservai. Le specifiche sono soggee a modifica senza previa noifica. Trademarks are he propery of Koninklijke Philips N.V. (Royal Philips) or heir respecive owners. 13, Seembre 10

Il passaggio più semplice alla luce bianca confortevole

Il passaggio più semplice alla luce bianca confortevole Il passaggio più semplice alla luce bianca confortevole MASTER CDO-ET Lampada ad alogenuri metallici in ceramica, con bulbo esterno ovoidale opalizzato, utilizzata in ambienti esterni, che offre una piacevole

Dettagli

MASTER LEDcandle - design accattivante per lampadari a bracci e altri apparecchi decorativi

MASTER LEDcandle - design accattivante per lampadari a bracci e altri apparecchi decorativi MASTER LEDcandle - design accattivante per lampadari a bracci e altri apparecchi decorativi MASTER LEDcandle Le lampadine MASTER LEDcandle offrono effetti di luce brillante simili a quelli delle lampade

Dettagli

L'energia incontra l'efficienza

L'energia incontra l'efficienza 203, Aprile 0 L'energia incontra l'efficienza MASTER LEDlamps DimTone MASTER LEDspotMV DimTone garantisce il fascio caldo e definito e il passaggio ad un colore più caldo durante la regolazione del flusso

Dettagli

L ambiente prima di tutto

L ambiente prima di tutto ambiene prima di uo CATAOGO AMPAE ambiene prima di uo a ireiva Europea (2005/32/CE) viea da Seembre 2009 la prima iissione sul mercao di lampade ad elevao consumo energeico per uso domesico. a decisione

Dettagli

Lezione n.12. Gerarchia di memoria

Lezione n.12. Gerarchia di memoria Lezione n.2 Gerarchia di memoria Sommario: Conceo di gerarchia Principio di localià Definizione di hi raio e miss raio La gerarchia di memoria Il sisema di memoria è molo criico per le presazioni del calcolaore.

Dettagli

Anche sugli impianti in esercizio è possibile intervenire attuando una serie di soluzioni in grado di ridurre sensibilmente il consumo di energia.

Anche sugli impianti in esercizio è possibile intervenire attuando una serie di soluzioni in grado di ridurre sensibilmente il consumo di energia. Risparmio Energeico Risparmio Energeico per Scale e Tappei Mobili La riduzione dei consumi di energia proveniene dalle foni fossili non rinnovabili (perolio, carbone) è una delle priorià assolue, insieme

Dettagli

LA MODELLAZIONE DEGLI IMPIANTI DI CONVERSIONE DELL ENERGIA NEL MERCATO LIBERO. Sergio Rech

LA MODELLAZIONE DEGLI IMPIANTI DI CONVERSIONE DELL ENERGIA NEL MERCATO LIBERO. Sergio Rech LA MODELLAZIONE DEGLI IMPIANTI DI CONVERSIONE DELL ENERGIA NEL MERCATO LIBERO Sergio Rech Diparimeno di Ingegneria Indusriale Universià di Padova Mercai energeici e meodi quaniaivi: un pone ra Universià

Dettagli

Bando delle soluzioni inefficienti Passa ai prodotti a risparmio energetico

Bando delle soluzioni inefficienti Passa ai prodotti a risparmio energetico Bando delle soluzioni inefficienti Passa ai prodotti a risparmio Lampade a standard 60W Bando soluzioni inefficienti di illuminazione La tecnologia di Philips al servizio dell ambiente Per l illuminazione

Dettagli

Collegamento elettrico

Collegamento elettrico Dai ecnici e descrizione ecnica RKR 3B Pellicole + Lasre di vero Foocellula a riflessione Disegno quoao i 08-2012/06 50105367 1 khz 0 1,8m 10-30 V DC A 2 LS Foocellula a riflessione con luce rossa visibile

Dettagli

Le grandi aziende produttrici di sorgenti luminose stanno lavorando molto su questi temi, ed in generale sulla miniaturizzazione delle sorgenti.

Le grandi aziende produttrici di sorgenti luminose stanno lavorando molto su questi temi, ed in generale sulla miniaturizzazione delle sorgenti. LE SORGENTI LUMINOSE NEGLI ESTERNI APIL Associazione Professionisti dell illuminazione www.lightis.eu GIORDANA ARCESILAI ARCHITETTO LIGHTING DESIGNER - Bologna - www.giordanaarcesilai.com BASSE POTENZE

Dettagli

Capitolo 2 Caratteristiche delle sorgenti luminose In questo capitolo sono descritte alcune grandezze utili per caratterizzare le sorgenti luminose.

Capitolo 2 Caratteristiche delle sorgenti luminose In questo capitolo sono descritte alcune grandezze utili per caratterizzare le sorgenti luminose. Capitolo 2 Caratteristiche delle sorgenti luminose In questo capitolo sono descritte alcune grandezze utili per caratterizzare le sorgenti luminose. 2.1 Spettro di emissione Lo spettro di emissione di

Dettagli

Codice d ordine EOC 8711500

Codice d ordine EOC 8711500 Potenza Temperatura di colore (K) Philips MASTER TL-D Xtra Emissione luminosa (lm) Classe di efficienza energetica Codice d ordine EOC 8711500 18W 3000 1350 A 544988 40 18W 4000 1350 A 558626 40 18W 6500

Dettagli

FONDAMENTI DIINFORMATICA LA MEMORIA. Lezione n. 13

FONDAMENTI DIINFORMATICA LA MEMORIA. Lezione n. 13 FONDAMENTI DIINFORMATICA Lezione n. 13 MEMORIE VLSI, MEMORIE MAGNETICHE EVOLUZIONE, COSTI, CAPACITÀ, PRESTAZIONI PRINCIPIO DI LOCALITÀ CONCETTI DI BASE E TECNOLOGIA DELLE MEMORIE DEFINIZIONE DI HIT RATIO

Dettagli

COMPARAZIONE COSTI LAMPADE AI VAPORI DI MERCURIO AL ALTA PRESSIONE VS LED BAY ECOMAA

COMPARAZIONE COSTI LAMPADE AI VAPORI DI MERCURIO AL ALTA PRESSIONE VS LED BAY ECOMAA COMPARAZIONE COSTI LAMPADE AI VAPORI DI MERCURIO AL ALTA PRESSIONE VS LED BAY ECOMAA VANTAGGI E SVANTAGGI DELLE PRINCIPALI LAMPADE UTILIZZATE NELL ILLUMINAZIONE DI FABBRICATI NON RESIDENZIALI, FABBRICHE,

Dettagli

ELENCO FILTRI DI USCITA INVERTER. Prodotti considerati:

ELENCO FILTRI DI USCITA INVERTER. Prodotti considerati: Moori, azionameni, accessori e servizi per l'auomazione EENCO FITRI DI USCITA INVERTER PER A RIDUZIONE DE dv/dt della ensione di uscia ( riduzione della ensione di modo comune e differenziale) Prodoi considerai:

Dettagli

Ottimizzazione energetico-ambientale dell illuminazione pubblica in Val Pellice

Ottimizzazione energetico-ambientale dell illuminazione pubblica in Val Pellice Ottimizzazione energetico-ambientale dell illuminazione pubblica in Val Pellice fase 2 Definizione di linee guida di intervento per il risparmio energetico: - Quadro normativo di riferimento per l illuminazione

Dettagli

Una sorgente luminosa artificiale è generalmente costituita da due parti:

Una sorgente luminosa artificiale è generalmente costituita da due parti: Illuminotecnica Sorgenti luminose artificiali Definizioni Una sorgente luminosa artificiale è generalmente costituita da due parti: La lampada L apparecchio illuminante Le lampade, preposte alla conversione

Dettagli

V AK. Fig.1 Caratteristica del Diodo

V AK. Fig.1 Caratteristica del Diodo 1 Raddrizzaore - Generalià I circuii raddrizzaori uilizzano componeni come i Diodi che presenano la caraerisica di unidirezionalià, cioè permeono il passaggio della correne solo in un verso. In figura

Dettagli

SISTEMA INTEGRATO DI IMBRAGATURA A CATENA PER AGGANCIARE, ACCORCIARE, SOLLEVARE

SISTEMA INTEGRATO DI IMBRAGATURA A CATENA PER AGGANCIARE, ACCORCIARE, SOLLEVARE SISTEMA INTEGRATO DI IMBRAGATURA A CATENA PER AGGANCIARE, ACCORCIARE, SOLLEVARE Isruzioni e manuenzione nuovo grado +, con poraa maggioraa del 5% rispeo al radizionale grado ; allungameno minimo a roura

Dettagli

enerbuild Costruzioni civili ed industriali Sistemi di copertura tetti gruppo ANAFGROUP

enerbuild Costruzioni civili ed industriali Sistemi di copertura tetti gruppo ANAFGROUP La casa è il bene rifugio per eccellenza, la sicurezza, l eredià da lasciare ai figli. Cosruzioni civili ed indusriali La casa, nuova da cosruire o vecchia da risruurare... La sruura indusriale, prefabbricaa

Dettagli

Comune di Casorezzo. Piano di Governo del Territorio. PUGSS Piano Generale dei Servizi nel Sottosuolo. Allegato Piano dei Servizi. Provincia di Milano

Comune di Casorezzo. Piano di Governo del Territorio. PUGSS Piano Generale dei Servizi nel Sottosuolo. Allegato Piano dei Servizi. Provincia di Milano (MI) - PGT PUGSS Piano urbano generale dei servizi nel sottosuolo Provincia di Milano Piano di Governo del Territorio Allegato Piano dei Servizi PUGSS Piano Generale dei Servizi nel Sottosuolo Art. 9.8

Dettagli

funzione: trasformare un segnale ottico in un segnale elettrico;

funzione: trasformare un segnale ottico in un segnale elettrico; Foorivelaori (a semiconduore) funzione: rasformare un segnale oico in un segnale elerico; ipi: fooconduori; foodiodi (pn, pin, a valanga...) caraerisiche: modo di funzionameno; larghezza di banda; sensibilià;

Dettagli

Lampadine LED. Informazioni di base & Schede Tecniche di prodo5o. Philips Ligh:ng

Lampadine LED. Informazioni di base & Schede Tecniche di prodo5o. Philips Ligh:ng Lampadine LED Informazioni di base & Schede Tecniche di prodo5o Philips Ligh:ng Tanti buoni motivi per scegliere i LED Philips Philips ridisegna la forma delle lampadine LED per creare una nuova icona

Dettagli

PIANO REGOLATORE ILLUMINAZIONE COMUNALE. Comune di PISOGNE - BS. Adeguamento alle norme contro l inquinamento luminoso 17/2000-38/2004

PIANO REGOLATORE ILLUMINAZIONE COMUNALE. Comune di PISOGNE - BS. Adeguamento alle norme contro l inquinamento luminoso 17/2000-38/2004 PIANO REGOLATORE ILLUMINAZIONE COMUNALE Comune di PISOGNE - BS Adeguamento alle norme contro l inquinamento luminoso 17/2000-38/2004 RISPARMIO ENERGETICO ANALISI DELLA SITUAZIONE F - IN ALLEGATO AI FASCIOLI

Dettagli

DIMENSIONAMENTO DI UN IMPIANTO DI ILLUMINAZIONE PER INTERNI

DIMENSIONAMENTO DI UN IMPIANTO DI ILLUMINAZIONE PER INTERNI DIMENSIONAMENTO DI UN IMPIANTO DI ILLUMINAZIONE PER INTERNI Dimensionamento di un impianto di illuminazione per interni Esempio n.1 Si vuole progettare l'impianto di illuminazione per un locale di fonderia

Dettagli

LA TEORIA DEL CICLO ECONOMICO REALE (RBC: Real Business Cycle) Però offre una diversa spiegazione delle fluttuazioni economiche:

LA TEORIA DEL CICLO ECONOMICO REALE (RBC: Real Business Cycle) Però offre una diversa spiegazione delle fluttuazioni economiche: LA TEORIA DEL CICLO ECONOMICO REALE (RBC: Real Business Cycle) Edward Presco, Finn Kydland, Rober King, ecc. Si inserisce nel filone della NMC: - Equilibrio generale walrasiano; - incerezza e dinamica:

Dettagli

Comune di Scandicci. Viabilità area CDR Data: 24-09-2008

Comune di Scandicci. Viabilità area CDR Data: 24-09-2008 omune di Scandicci Viabilità area DR Data: 4-09-008 Descrizione: Larghezza carreggiata mt. 8,0 Arretramento punto luce mt. 1,5 Altezza punto luce mt. 10,0 Interasse mt. 4,0 - disposizione unilaterale Apparecchio

Dettagli

Sorgenia Menowatt s.r.l.

Sorgenia Menowatt s.r.l. Sorgenia Menowatt s.r.l. Relazione finale sul monitoraggio dell intervento di efficientamento energetico dell impianto di pubblica illuminazione, effettuato con il sistema Dibawatt, nel comune di Belforte

Dettagli

BUSINESS PLAN ILLUMINAZIONE PUBBLICA

BUSINESS PLAN ILLUMINAZIONE PUBBLICA BUSINESS PLAN ILLUMINAZIONE PUBBLICA DEL COMUNE DI QUATTRO CASTELLA 1) Situazione Attuale Inflazione media: 2,5%/anno. Aumento medio costo energia elettrica: 5%. Totale 2425 lampade di cui il 36% degli

Dettagli

[Lighting Mode] Scheda Tecnica Lampione stradale Lighting Mode. Modello Beta3L

[Lighting Mode] Scheda Tecnica Lampione stradale Lighting Mode. Modello Beta3L Scheda Tecnica Lampione stradale Lighting Mode Modello Beta3L Modello Figura: Beta 6L Beta3L Numero moduli utilizzati 3 Lumen tipici (*) 4040 Potenza tipica per i soli led 33,5 Potenza complessiva lampada

Dettagli

Lampade per strade parchi e parcheggi

Lampade per strade parchi e parcheggi Serie HELIOS-CLASSIC Lampade per strade parchi e parcheggi 2 Nozioni importanti riguardo SAP e LED Nelle lampade SAP (Sodio Alta Pressione) si può affermare che i lux dichiarati dalla casa produttrice

Dettagli

SPOT E LAMPADINE LED SPOTLIGHT LAMPADINE

SPOT E LAMPADINE LED SPOTLIGHT LAMPADINE LED SPOTLIGHT Luce uniforme, nuovo design Risparmio energetico fino al 85% rispetto alle spot light tradizionali Accensione rapida Disponibile in tre colorazioni Attacchi disponibili : MR16 GU10 - E 27

Dettagli

DD44 41 350/110 ID ELETTROVALVOLA DI COMMUTAZIONE IN CORRENTE CONTINUA - SERIE 50 IN CORRENTE ALTERNATA - SERIE 62. Q max 75 l/min

DD44 41 350/110 ID ELETTROVALVOLA DI COMMUTAZIONE IN CORRENTE CONTINUA - SERIE 50 IN CORRENTE ALTERNATA - SERIE 62. Q max 75 l/min 1 50/110 ID DD ELEROVALVOLA DI COMMUAZIONE IN CORRENE CONINUA - SERIE 50 IN CORRENE ALERNAA - SERIE 62 VERSIONE MODULARE ISO 01-05 (CEOP 05) p max 280 bar Q max l/min PIANO DI POSA PRINCIPIO DI FUNZIONAMENO

Dettagli

Alimentatore switching controllato, per Led di potenza.

Alimentatore switching controllato, per Led di potenza. Alimentatore switching controllato, per Led di. Detto alimentatore è controllato da un circuito, che consente la possibilità a qualsiasi corpo illuminante, ( stradale ovvero di interni ), di erogare la

Dettagli

CMI-T / CMI-TC / CMI-TD

CMI-T / CMI-TC / CMI-TD Range Features Ceramic arc tube ensures colour uniformity and stability throughout lamp life Very high luminous efficiency in a compact lamp format Excellent colour rendering UV-stop quartz reduces colour

Dettagli

1 Informazione generale tecnologia LED

1 Informazione generale tecnologia LED 1 Informazione generale tecnologia I lluminazione (acronimo di Light Emitting Diode Diodo emettitore di luce) si sta fortemente diffondendo negli ultimi anni. Le lampade con tecnologia Led, offrono un

Dettagli

Il futuro dell illuminazione Adesso e per tutti

Il futuro dell illuminazione Adesso e per tutti olution Il futuro dell illuminazione Adesso e per tutti ligh TEMPERATURA DI COLORE 000K 4000K 5000K 6500K CERTIFICAZIONE FOTO BIOLOGICA EN62471 E14 E27 E40 MR16 GU10 G1 G24 R7S LE LAMPADINE A LED Sfruttano

Dettagli

LAMPADE A VAPORI DI MERCURIO AD ALTA PRESSIONE

LAMPADE A VAPORI DI MERCURIO AD ALTA PRESSIONE Pag. 1 di 20 LAMPADE A VAPORI DI MERCURIO AD ALTA PRESSIONE Funzione Responsabile Supporto Tecnico Descrizione delle revisioni 0: Prima emissione FI 00 SU 0002 0 1: Revisione Generale IN 01 SU 0002 1 2:

Dettagli

Catalogo 2014 LAMPADE LED. LEDNOW Sas P.tta G. Bettiol, 15, 35137 PADOVA (PD) Tel. 049 7360379 info@lednow.it www.lednow.it.

Catalogo 2014 LAMPADE LED. LEDNOW Sas P.tta G. Bettiol, 15, 35137 PADOVA (PD) Tel. 049 7360379 info@lednow.it www.lednow.it. Catalogo 2014 Sas P.tta G. Bettiol, 15, 35137 PADOVA (PD) Tel. 049 7360379 info@lednow.it LAMPADE LED Catalogo 2014 C at o og al INDICE 14 20 WELCOME TO INTRODUZIONE P 2-5 LAMPADE DECORATIVE P 6-13 LAMPADE

Dettagli

LEDtube 3,842. Calcola oggi stesso i tuoi risparmi energetici

LEDtube 3,842. Calcola oggi stesso i tuoi risparmi energetici LEDtube Parcheggio Parcheggi e reti di trasporti devono essere luminosi e accoglienti 24 ore su 24. La luce a LED bianca offre livelli superiori di luminosità percepita e resa dei colori, pertanto fa sentire

Dettagli

Inlon Engineering Srl Via Zara, 2 19123 La Spezia Italia Tel: +39 334 9104615 Fax: +39 0187 753322. Luci a led: per risparmiare e illuminare meglio

Inlon Engineering Srl Via Zara, 2 19123 La Spezia Italia Tel: +39 334 9104615 Fax: +39 0187 753322. Luci a led: per risparmiare e illuminare meglio Luci a led: per risparmiare e illuminare meglio La tecnologia LED La tecnologia LED può essere applicata ovunque o sostituita a qualsiasi altra sorgente luminosa: è il futuro dell illuminazione. Il loro

Dettagli

Informazioni tecniche componenti per lampade a scarica Technical information components for discharge lamps

Informazioni tecniche componenti per lampade a scarica Technical information components for discharge lamps Inroduzione Nei capioli che seguono raiamo le caraerisiche ecniche dei componeni TCI per: Lampade a vapori di sodio ala pressione (lampade HS). Lampade agli ioduri meallici (lampade HI). Lampade agli ioduri

Dettagli

LED 1/2011 LUCI DA ESTERNO

LED 1/2011 LUCI DA ESTERNO LED 1/2011 LUCI DA ESTERNO Risparmiare energia la prima e miglior forma per produrre nuova e- nergia Perché le lampade LED? Dal 1880 quando Edison brevettò (brevetto molto controverso) la prima lampada

Dettagli

Rubinetti di carico e scarico

Rubinetti di carico e scarico Rubinei di carico e scarico Rubinei a sfera Rubinei a cono maschio Valvole carico e scarico as Qualiäsmanagemensysem von Ovenrop is gemäß IN-EN-ISO 9001 zerifizier. Scheda ecnica Campo d`impiego: La gamma

Dettagli

Unità LED. Diagramma di selezione 3/65 COLORE LED CONNESSIONI TIPO DI AGGANCIO. 2 3 4 6 8 LED bianco LED rosso LED verde LED blu LED arancio

Unità LED. Diagramma di selezione 3/65 COLORE LED CONNESSIONI TIPO DI AGGANCIO. 2 3 4 6 8 LED bianco LED rosso LED verde LED blu LED arancio Diagramma di selezione COLORE LED 2 3 4 6 8 LED LED LED LED LED CONNESSIONI TIPO DI AGGANCIO V viti serrafilo S saldare su circuito stampato P a pannello F a fondo scatola 3/65 Struttura codice unità LED

Dettagli

Lampade alogene a. MASTER Line ES. Con riflettore dicroico a bassissima tensione. 6 maggio 2003 1. Lampade:

Lampade alogene a. MASTER Line ES. Con riflettore dicroico a bassissima tensione. 6 maggio 2003 1. Lampade: Dimensioni (mm) C1 D max. max. 50.5 51 Lampade: a bassissima tensione con riflettore dicroico 50mm, bruciatore con tecnologia ad infrarossi, filamento assiale a doppio attacco e vetro frontale di protezione.

Dettagli

L efficienza energetica nell IP come fonte di finanza. L approccio ESCO

L efficienza energetica nell IP come fonte di finanza. L approccio ESCO L efficienza energetica nell IP come fonte di finanza. L approccio ESCO Arturo Lorenzoni, Università degli Studi di Padova Villa Contarini, Piazzola sul Brenta, 29 marzo 2012 DIPARTIMENTO DI INGEGNERIA

Dettagli

Si trova all interno dell unità centrale e su di essa sono montati la maggior parte dei dispositivi che compongono il PC.

Si trova all interno dell unità centrale e su di essa sono montati la maggior parte dei dispositivi che compongono il PC. 2008-10-07 - pagina 1 di 9 PC Deskop Il PC da scrivania in una configurazione minima è cosiuio da: Unià cenrale con unià di memorizzazione ed elaborazione Tasiera Mouse Monior Unià cenrale Nell unià cenrale

Dettagli

del segnale elettrico trifase

del segnale elettrico trifase Rappresenazione del segnale elerico rifase Gli analizzaori di poenza e di energia Qualisar+ consenono di visualizzare isananeamene le caraerisiche di una ree elerica rifase. Rappresenazione emporale I

Dettagli

REGIONE LIGURIA Piano di risanamento e tutela della qualità dell aria e per la riduzione dei gas serra

REGIONE LIGURIA Piano di risanamento e tutela della qualità dell aria e per la riduzione dei gas serra Piano di risanameno e uela della qualià dell aria e per la riduzione dei gas serra REGIONE LIGURIA Piano di risanameno e uela della qualià dell aria e per la riduzione dei gas serra 1 Piano di risanameno

Dettagli

Una nuova luce per Brescia

Una nuova luce per Brescia Una nuova luce per Brescia Innovazione dell illuminazione pubblica Brescia, 9 Maggio 2014 L illuminazione pubblica di Brescia Nel 1909 il servizio di illuminazione pubblica fu affidato dal Comune di Brescia

Dettagli

L ipotesi di rendimenti costanti di scala permette di scrivere la (1) in forma intensiva. Ponendo infatti c = 1/L, possiamo scrivere

L ipotesi di rendimenti costanti di scala permette di scrivere la (1) in forma intensiva. Ponendo infatti c = 1/L, possiamo scrivere DIPRTIMENTO DI SCIENZE POLITICHE Modello di Solow (1) 1 a. a. 2015-2016 ppuni dalle lezioni. Uso riservao Maurizio Zenezini Consideriamo un economia (chiusa e senza inerveno dello sao) in cui viene prodoo

Dettagli

SENTRON. Sistema per il controllo dell'isolamento negli ambienti medico-ospedalieri. Controllori, pannelli di test e di segnalazione

SENTRON. Sistema per il controllo dell'isolamento negli ambienti medico-ospedalieri. Controllori, pannelli di test e di segnalazione SENTRON Apparecchi modulari e fusibili BT Sisema per il conrollo dell'isolameno negli ambieni medico-ospedalieri Conrollori, pannelli di es e di segnalazione Nelle sale operaorie degli ambieni ospedalieri,

Dettagli

Azione IDA3 Implementazione Piani d Azione per l Energia Sostenibile

Azione IDA3 Implementazione Piani d Azione per l Energia Sostenibile Azione IDA3 Implementazione Piani d Azione per l Energia Sostenibile EFFICIENZA ENERGETICA DEGLI IMPIANTI DI ILLUMINAZIONE PUBBLICA. caso studio: COMUNE DI COMISO (RG) Prof. Ing. Marco Beccali Contributors:

Dettagli

1 - Tipologie di lampade per l illuminazione artificiale

1 - Tipologie di lampade per l illuminazione artificiale Marraffa Orazio, matr. 263439 Mesto Emanuele, matr. 257491 Lezione dell 11/05/2016, ore 10:30 / 13:30 INDICE: 1. Tipologie di lampade per l illuminazione artificiale 2. Apparecchi per la diffusione luminosa

Dettagli

Indice 1. PREMESSA 2 2. INTERVENTI PREVISTI 2 3. CALCOLO SOMMARIO DI SPESA E QUADRO ECONOMICO DI PROGETTO 5

Indice 1. PREMESSA 2 2. INTERVENTI PREVISTI 2 3. CALCOLO SOMMARIO DI SPESA E QUADRO ECONOMICO DI PROGETTO 5 Indice 1. PREMESSA 2 2. INTERVENTI PREVISTI 2 3. CALCOLO SOMMARIO DI SPESA E QUADRO ECONOMICO DI PROGETTO 5 1. PREMESSA La presente relazione tecnica e illustrativa descrive gli interventi da realizzarsi

Dettagli

CATALOGO GENERALE 2013

CATALOGO GENERALE 2013 CATALOGO GENERALE 2013 ENERGY SAVING LED SOLUTIONS Introduzione Caratteristiche e Vantaggi dei LED Tra i vantaggi e le caratteristiche di questa tecnologia possiamo citare: 1 Enorme risparmio di energia:

Dettagli

COMUNE DI APPIANO SULLA STRADA DEL VINO

COMUNE DI APPIANO SULLA STRADA DEL VINO COMUNE DI APPIANO SULLA STRADA DEL VINO Sintesi relazione finale sul monitoraggio dell intervento di efficientamento energetico dell impianto di pubblica illuminazione, effettuato con il sistema Dibawatt.

Dettagli

Linea LED. L energia ha tante nuove forme.

Linea LED. L energia ha tante nuove forme. Linea LED. L energia ha tante nuove forme. La missione di Illumia non si riduce alla fornitura di luce e gas, ma prende vita intorno a una vera e propria filosofia improntata al risparmio economico e

Dettagli

8/S4 BARRIERE D ARIA INDUSTRIALI. v 2.4 (it)

8/S4 BARRIERE D ARIA INDUSTRIALI. v 2.4 (it) 8/S4 v 2.4 (i) BARRIERE D ARIA INDUSTRIALI XS www.klimaoprema.hr www.aerservice.i Componens Descrizione Le barriere d aria della serie XS sono desinae all insallazione su grandi aperure d ingresso ineressae

Dettagli

Workshop Trasporti e Infrastrutture

Workshop Trasporti e Infrastrutture Workshop Trasporti e Infrastrutture Illuminazione efficiente nel terziario: illuminazione pubblica Fabio Pagano ANIE ASSIL Introduzione L'illuminazione è stato il primo servizio offerto dalle aziende elettriche

Dettagli

AMBIENTE E RISPARMIO ENERGETICO AMBIENTE E RISPARMIO ENERGETICO. Risparmiare energia nell illuminazione

AMBIENTE E RISPARMIO ENERGETICO AMBIENTE E RISPARMIO ENERGETICO. Risparmiare energia nell illuminazione Questa guida è stata realizzata in collaborazione con AIMB - Associazione Industriali Monza e Brianza e Lyte & Lyte Italy Srl Nova Milanese (MI). Suggerimenti per migliorare l utilità di queste guide e

Dettagli

CRONOTERMOSTATO DIGITALE DA PARETE

CRONOTERMOSTATO DIGITALE DA PARETE 0 8 10 1 14 16 18 0 COTEMOSTATO DIGITALE DA PAETE modello: C05B Giornaliero / Seimanale Inverno / Esae 3 livelli di emperaura + anigelo GSM clima conrol GSM clima conrol Aivazione e disaivazione del cronoermosao

Dettagli

IL DIMENSIONAMENTO DEGLI IMPIANTI IDROSANITARI Vasi d espansione e accumuli

IL DIMENSIONAMENTO DEGLI IMPIANTI IDROSANITARI Vasi d espansione e accumuli FOCUS TECNICO IL DIMENSIONAMENTO DEGLI IMIANTI IDROSANITARI asi d espansione e accumuli RODUZIONE DI ACQUA CALDA SANITARIA Due sono i sisemi normalmene uilizzai per produrre acqua calda saniaria: quello

Dettagli

I LED evoluzione tecnologica, possibilita e svantaggi

I LED evoluzione tecnologica, possibilita e svantaggi I LED evoluzione tecnologica, possibilita e svantaggi Lumezzane 16 dicembre 2014 Alberto Ricci Petitoni Ingegnere LA PUBBLICA ILLUMINAZIONE 2% CIRCA DEI CONSUMI ELETTRICI NEL NOSTRO PAESE 6.000 MILIONI

Dettagli

COMUNE DI SOMMACAMPAGNA

COMUNE DI SOMMACAMPAGNA COMUNE DI SOMMACAMPAGNA Sintesi relazione finale sul monitoraggio dell intervento di efficientamento energetico dell impianto di pubblica illuminazione, effettuato con il sistema Dibawatt. 1. Premessa

Dettagli

Salvataggi (dal questionario sui gruppi)

Salvataggi (dal questionario sui gruppi) PAOLO BECHERUCCI www.raid.i Salvaaggi (dal quesionario sui gruppi) Ricordiamoci delle norme sulla Privacy!!! Vengono eseguii dei backup dei dai? regolarmene in modo manuale 46% non regolarmene 3% regolarmene

Dettagli

PIANO DELL ILLUMINAZIONE PER IL CONTENIMENTO DELL INQUINAMENTO LUMINOSO

PIANO DELL ILLUMINAZIONE PER IL CONTENIMENTO DELL INQUINAMENTO LUMINOSO PIANO DELL ILLUMINAZIONE PER IL CONTENIMENTO DELL INQUINAMENTO LUMINOSO LEGGE REGIONALE 7 AGOSTO 2009, N. 17 (BUR N. 65/2009) NUOVE NORME PER IL CONTENIMENTO DELL'INQUINAMENTO LUMINOSO, IL RISPARMIO ENERGETICO

Dettagli

COMUNE DI TORRE DE BUSI Via Vittorio Veneto 15 23806 Torre de Busi (LC)

COMUNE DI TORRE DE BUSI Via Vittorio Veneto 15 23806 Torre de Busi (LC) COMUNE DI TORRE DE BUSI Via Vittorio Veneto 15 23806 Torre de Busi (LC) Intervento Piano Regolatore dell Illuminazione Comunale Oggetto Pianificazione energetica ed economica Energy Saving Revisione Data

Dettagli

Ottobre 2009. ING ClearFuture

Ottobre 2009. ING ClearFuture Oobre 2009 ING ClearFuure Una crescia cosane. Con una solida proezione nel empo. ING ClearFuure è la soluzione assicuraiva Uni Linked di dirio lussemburghese, realizzaa apposiamene da ING Life Luxembourg

Dettagli

Illuminazione intelligente e rivoluzione led per la città Palazzo Vecchio Salone de' Dugento. Claudio Bini A.D SILFIspa

Illuminazione intelligente e rivoluzione led per la città Palazzo Vecchio Salone de' Dugento. Claudio Bini A.D SILFIspa Illuminazione intelligente e rivoluzione led per la città Palazzo Vecchio Salone de' Dugento Claudio Bini A.D SILFIspa Silfispa: Gestione integrata dei servizi di mobilità e illuminazione Sistemi di controllo

Dettagli

Volvo Construction Equipment ESCAVATORI

Volvo Construction Equipment ESCAVATORI Volvo Consrucion Equipen ESCAVATORI POTENZA, PROTEZIONE E REDDITIVITÀ SOTTO CONTROLLO. Alla fine, quello che cona è l affidabilià giorno dopo giorno. L affidabilià auena la reddiivià e peree alla vosra

Dettagli

SOMMARIO 1 PREMESSA...2 2 CONTENUTI DELLA PROGETTAZIONE...2 3 DIAGNOSI ENERGETICA...2 3.1 STATO ATTUALE EX ANTE... 2 3.2 STATO FUTURO EX POST...

SOMMARIO 1 PREMESSA...2 2 CONTENUTI DELLA PROGETTAZIONE...2 3 DIAGNOSI ENERGETICA...2 3.1 STATO ATTUALE EX ANTE... 2 3.2 STATO FUTURO EX POST... SOMMARIO 1 PREMESSA...2 2 CONTENUTI DELLA PROGETTAZIONE...2 3 DIAGNOSI ENERGETICA...2 3.1 STATO ATTUALE EX ANTE... 2 3.2 STATO FUTURO EX POST... 3 3.3 TEP RISPARMIATI... 4 3.4 RIDUZIONE DELLA CO2... 5

Dettagli

Impian' a LED: stru1ura del calcolo del ritorno sull inves'mento. 21/10/13 By Andrea Flumiani

Impian' a LED: stru1ura del calcolo del ritorno sull inves'mento. 21/10/13 By Andrea Flumiani Impian' a LED: stru1ura del calcolo del ritorno sull inves'mento 21/10/13 By Andrea Flumiani Le buone ragioni per l uso dei LED 1. Riducono i cos6 della bolle7a perché consumano meno energia ele7rica a

Dettagli

Risparmio ed efficienza energetica nella illuminazione a LED

Risparmio ed efficienza energetica nella illuminazione a LED Risparmio ed efficienza energetica nella illuminazione a LED Luca Moscatello Direttore Tecnico Enel Sole Assisi, 12 Dicembre 2014 Enel Sole Profilo e Mission Profilo: Enel Sole, società del Gruppo Enel,

Dettagli

Illuminazione LED. LED Lighting Technologies

Illuminazione LED. LED Lighting Technologies Illuminazione LED LED Lighting Technologies ITC Italian Technical Consultants Ideal Energy Group srl - Via M. Biagi D Antona, 3 60025 Loreto (AN) - Tel. +39 071 976499 Box Office Italy: Via M. Biagi D

Dettagli

Motori elettrici per la trazione veicolare. Vincenzo Di Dio

Motori elettrici per la trazione veicolare. Vincenzo Di Dio Moori elerici per la razione veicolare Vincenzo Di Dio Tipologie di moori elerici uilizzai per la razione veicolare Moori a correne coninua Moori a correne alernaa Sincroni Asincroni Correni eleriche e

Dettagli

= 1,4 (rischiosità sistematica)

= 1,4 (rischiosità sistematica) Analisi degli invesimeni n.b.: ui i valori moneari sono in euro Nel corso del 4 al managemen della socieà MPRESA vengono proposi due invesimeni alernaivi. Nel seguio vengono fornie informazioni in merio

Dettagli

LG -Lampade compatte a led Nozioni generali e principali caratteristiche

LG -Lampade compatte a led Nozioni generali e principali caratteristiche LG -Lampade compatte a led Nozioni generali e principali caratteristiche STRUTTURA della LAMPADA LG Possiamo individuare 3 componenti principali che formano la lampada compatta a led (1) Led e diffusore

Dettagli

ESEMPI DI ESERCIZI SU IRPEF ED IRES

ESEMPI DI ESERCIZI SU IRPEF ED IRES ESEMPI DI ESERCIZI SU IRPEF ED IRES 1. Irpef 1) Dopo avere definio il conceo di progressivià delle impose, si indichino le modalià per la realizzazione di un sisema di impose progressivo. 2) Il signor

Dettagli

LEZIONE 3 INDICATORI DELLE PRINCIPALI VARIABILI MACROECONOMICHE. Argomenti trattati: definizione e misurazione delle seguenti variabili macroecomiche

LEZIONE 3 INDICATORI DELLE PRINCIPALI VARIABILI MACROECONOMICHE. Argomenti trattati: definizione e misurazione delle seguenti variabili macroecomiche LEZIONE 3 INDICATORI DELLE RINCIALI VARIABILI MACROECONOMICHE Argomeni raai: definizione e misurazione delle segueni variabili macroecomiche Livello generale dei prezzi, Tasso d inflazione, π IL nominale,

Dettagli

ALLEGATO D L UTILIZZO DI SORGENTI EFFICIENTI

ALLEGATO D L UTILIZZO DI SORGENTI EFFICIENTI ALLEGATO D L UTILIZZO DI SORGENTI EFFICIENTI L uso di lampade ad avanzata tecnologia ed elevata efficienza luminosa costituisce un ulteriore criterio tecnico imposto dalla normativa regionale, affinchè

Dettagli

Il ricorso alla Finanza di Progetto nei progetti di generazione da fonti rinnovabili

Il ricorso alla Finanza di Progetto nei progetti di generazione da fonti rinnovabili I disrei produivi ialiani : Energia e sicurezza Il ricorso alla Finanza di Progeo nei progei di generazione da foni rinnovabili Pisa, 21-22 22 Novembre 2007 Gabriele FERRANTE Unià Tecnica Finanza di Progeo

Dettagli

Si analizza la lavorazione attuale per ricavare dati sulla durata utensile. A questo scopo si utilizza la legge di Taylor:

Si analizza la lavorazione attuale per ricavare dati sulla durata utensile. A questo scopo si utilizza la legge di Taylor: Esercizio D2.1 Torniura cilindrica eserna Un ornio parallelo è arezzao con uensili in carburo e viene uilizzao per la sgrossaura di barre in C40 da Φ 32 a Φ 28. Con un rapporo di velocià corrispondene

Dettagli

CONTO DI BILANCIO GESTIONE DELLE SPESE - Anno 2014 Analitico

CONTO DI BILANCIO GESTIONE DELLE SPESE - Anno 2014 Analitico UNIONE DI COMUNI VALDARNO e VALDISIEVE Prov. (FI) CONO DI BILANCIO GESIONE DELLE SPESE - Anno 2014 Analitico otale (M) otale (N) Res. al 31/12 (O=C+H) Imp. al 31/12 (P=D+I) Pagina 2 itolo I - SPESE CORRENI

Dettagli

PROPRIETÀ ENERGETICHE DEI BIPOLI

PROPRIETÀ ENERGETICHE DEI BIPOLI CAPITOLO 4 PROPRIETÀ ENERGETICHE DEI BIPOLI 4.1 Poenza elerica. Conservazione delle poenze eleriche. Si consideri un circuio N con b bipoli e siano i 1 i 2 i b le correni e v 1 v 2 v b le ensioni; per

Dettagli

Obiettivo. Efficienza energetica negli edifici. Nuove tecnologie (edifici) Ruolo dell Illuminazione Risparmio energetico

Obiettivo. Efficienza energetica negli edifici. Nuove tecnologie (edifici) Ruolo dell Illuminazione Risparmio energetico Obiettivo Efficienza energetica negli edifici Conoscere le opportunità di efficienza delle nuove tecnologie 2 Nuove tecnologie (edifici) LED Evoluzione dell incandescenza Specializzazione della fluorescenza

Dettagli

CRESCERE NELLA REGIONE PIEMONTE

CRESCERE NELLA REGIONE PIEMONTE CRESCERE NELLA REGIONE PIEMONTE Caraerisiche ecniche dell iniziaiva iniziaiva Sede legale e operaiva Inizio aivià Forma ecnica Finalià Plafond Imporo Duraa Tipologia garanzia Piemone Micro, piccole e medie

Dettagli

MASTER LEDspot AR111. Il design sotto i riflettori

MASTER LEDspot AR111. Il design sotto i riflettori MASTER LEDspot AR1 Il design sotto i riflettori Il LED non è mai stato così bello Con un nuovo ed elegante design, MASTER LEDspot LV AR1 crea un meraviglioso effetto visivo per il retail e le strutture

Dettagli

A.A. 2013/14 Esercitazione - IRPEF TESTO E SOLUZIONI

A.A. 2013/14 Esercitazione - IRPEF TESTO E SOLUZIONI A.A. 2013/14 Eserciazione - IRPEF TESTO E SOLUZIONI Esercizio 1 - IRPEF Il signor X, che vive solo e non ha figli, ha percepio, nel corso dell anno correne, i segueni reddii: - Reddii da lavoro dipendene

Dettagli

Sistemi di Illuminazione LED

Sistemi di Illuminazione LED Sistemi di Illuminazione LE Sistemi di Illuminazione LE Lampade LE MSTER LEbulb Lampade LE a goccia 55 e 60 ideali per la sostituzione diretta di lampade a incandescenza da 40 W, 60 W e 75 W in apparecchi

Dettagli

L'EFFICENTAMENTO ENERGETICO E LA PRODUZIONE DI ENERGIA DA FONTI RINNOVABILI.

L'EFFICENTAMENTO ENERGETICO E LA PRODUZIONE DI ENERGIA DA FONTI RINNOVABILI. DoctorEnergyPlus offre servizi di progettazione, realizzazione, monitoraggio e manutenzione di impianti «chiavi in mano» per L'EFFICENTAMENTO ENERGETICO E LA PRODUZIONE DI ENERGIA DA FONTI RINNOVABILI.

Dettagli

La nuova frontiera del risparmio energetico

La nuova frontiera del risparmio energetico GE Lighting La nuova frontiera del risparmio energetico Soluzioni a LED di GE per il retrofit GE-02 Retrofit-Brochure-A4-IT-0211.indd 1 2011.02.11. 19:45 Lampade retrofit di GE GE Lighting offre un ampia

Dettagli

LO STORAGE DI ELETTRICITÀ E L INTEGRAZIONE DELLE RINNOVABILI NEL SISTEMA ELETTRICO. I BATTERY INVERTERS. Fiera Milano 8 maggio 2014

LO STORAGE DI ELETTRICITÀ E L INTEGRAZIONE DELLE RINNOVABILI NEL SISTEMA ELETTRICO. I BATTERY INVERTERS. Fiera Milano 8 maggio 2014 LO TORAGE DI ELETTRICITÀ E L INTEGRAZIONE DELLE RINNOVABILI NEL ITEMA ELETTRICO. I BATTERY INVERTER Fiera Milano 8 maggio 2014 PV+sorage e gesione dei carichi: allineare la produzione foovolaica al consumo

Dettagli

incaricato dall Amministrazione Comunale di San Demetrio C con delibera N 12 del 18/03/2013

incaricato dall Amministrazione Comunale di San Demetrio C con delibera N 12 del 18/03/2013 GENERALITA Il sottoscritto Ing. Saverio Viola con studio tecnico a San Demetrio C. via Termopoli 11 incaricato dall Amministrazione Comunale di San Demetrio C con delibera N 12 del 18/03/2013 per la progettazione

Dettagli

Interventi di risparmio ed efficienza energetica promossi dall Amministrazione Comunale di Padova

Interventi di risparmio ed efficienza energetica promossi dall Amministrazione Comunale di Padova Padova, 19 Ottobre 2006 Interventi di risparmio ed efficienza energetica promossi dall Amministrazione Comunale di Padova TESTO E GRAFICI A CURA DI PAOLO FORNEA E FERRUCCIO FERRO - ENERGY MANAGER GROUP

Dettagli

Preparare l ambiente di posa in opera

Preparare l ambiente di posa in opera Preparare l ambiene di posa in opera Prima della posa in opera, il parque deve essere conservao in ambieni asciui, con imballo inegro e chiuso, proeo da evenuali influenze dell'ambiene eserno che porebbero

Dettagli

CRONOTERMOSTATO DIGITALE DA PARETE

CRONOTERMOSTATO DIGITALE DA PARETE 0 8 10 1 14 16 18 0 COTEMOSTATO DIGITALE DA PAETE modello: C05B Giornaliero / Seimanale Inverno / Esae 3 livelli di emperaura + anigelo GSM clima conrol Aivazione e disaivazione del cronoermosao da remoo

Dettagli

ILLUMINIAMO IL TUO FUTURO

ILLUMINIAMO IL TUO FUTURO ILLUMINIAMO IL TUO FUTURO TECNOLOGIA LED Il LED è un dispositivo elettronico che trasforma la corrente da cui è attraversato in luce e calore, non irradiato, da dissipare attraverso un apposita struttura

Dettagli