DENOMINAZIONE CORSO GENERE FAD AULA ORE TOTALI

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "DENOMINAZIONE CORSO GENERE FAD AULA ORE TOTALI"

Transcript

1 CORSI SALUTE E SICUREZZA D. LGS. 81/08 e s. m. i. COMPRESI NELLA PIATTAFORMA E-LEARNING ERUDIO DENOMINAZIONE CORSO GENERE FAD AULA ORE TOTALI Formazione ed informazione Lavoratori (generale) Formazione ed informazione lavoratori Rischio Basso Formazione ed informazione lavoratori Rischio Medio Formazione ed informazione lavoratori Rischio Alto PRIMA FORMAZIONE PRIMA FORMAZIONE PRIMA FORMAZIONE PRIMA FORMAZIONE Agg. Formazione ed informazione AGGIORNAMENTO lavoratori Rischio Basso Agg. Formazione ed informazione AGGIORNAMENTO lavoratori Rischio Medio Agg. Formazione ed informazione AGGIORNAMENTO lavoratori Rischio Alto Preposto PRIMA FORMAZIONE Agg. Preposto Rischio AGGIORNAMENTO Dirigenti PRIMA FORMAZIONE Agg. Dirigenti AGGIORNAMENTO RLS PRIMA FORMAZIONE Aggiornamento RLS - 4 ORE AGGIORNAMENTO Aggiornamento RLS - 8 ORE AGGIORNAMENTO Primo soccorso - (Aziende Gruppo : PRIMA FORMAZIONE A) Primo soccorso - (Aziende Gruppo B- PRIMA FORMAZIONE C) Primo soccorso - Aggiornamento AGGIORNAMENTO (Aziende Gruppo A) Primo soccorso - Aggiornamento AGGIORNAMENTO (Aziende Gruppo B-C) Antincendio - Rischio Basso PRIMA FORMAZIONE Aggiornamento Antincendio - Rischio AGGIORNAMENTO Basso Antincendio - Rischio Medio PRIMA FORMAZIONE Aggiornamento Antincendio - Rischio AGGIORNAMENTO Medio PRIVACY Rischio Basso PRIMA FORMAZIONE PRIVACY Rischio Medio PRIMA FORMAZIONE PRIVACY Rischio Alto PRIMA FORMAZIONE Pagina 1 di 15

2 FORMAZIONE ED INFORMAZIONE LAVORATORI (GENERALE) Durata: 4 ore Il corso di formazione generale e informazione per i lavoratori è rivolto ai datori di lavoro che vogliono mantenere la propria azienda in regola con il decreto legislativo n.81/2008 (ex legge 626/94). Il decreto obbliga, infatti, il datore di lavoro, a formare ed informare i lavoratori della sua impresa, sui rischi specifici dell'attività svolta all'interno dell'azienda. Il corso per la formazione e l'informazione del lavoratore si occupa di fornire tutte le nozioni principali sugli aspetti della sicurezza, obblighi da rispettare e divieti per la prevenzione dei possibili rischi presenti durante l'attività lavorativa. Lavoratori Rivolto a chi svolge un ruolo di dipendenza I principali argomenti trattati: i rischi per la salute connessi all'attività di impresa; le misure di protezione e prevenzione attuate in azienda; i rischi a cui è sottoposto il lavoratore; le norme di sicurezza vigenti; rispetto delle normative di sicurezza e disposizioni aziendali; procedure di pronto soccorso, antincendio ed evacuazione dei lavoratori. FORMAZIONE ED INFORMAZIONE LAVORATORI RISCHIO BASSO Durata :8 ore (4 FAD/AULA + 4 AULA) Modalità: FAD/AULA + AULA Il corso di formazione ed informazione dei lavoratori (generale) proposto in modalità e-learning, riguarda quanto previsto dall'accordo Stato Regioni del 21 Dicembre 2011, relativamente alla formazione generale, per una durata minima di 4 ore. Per quanto riguarda la formazione specifica, Il datore di lavoro che ricopre da almeno tre anni l'incarico di RSPP della propria azienda è considerato idoneo ad effettuare la formazione dei propri lavoratori anche relativamente ai singoli rischi presenti in azienda e ai contenuti di quest'ultima. Pertanto Il datore di lavoro in possesso dei titoli menzionati potrà provvedere in proprio ad integrare la formazione generica impartita in modalità e-learning, con la formazione specifica del lavoratore sulla base dei rischi presenti in azienda, e in conformità a quanto previsto al punto 3 lettere a) e c) dell'accordo Stato Regioni del 21 Dicembre La formazione specifica aggiuntiva varia in funzione della classe di rischio dell azienda 4 ore (rischio basso), 8 ore (rischio medio) o 12 ore (rischio alto); questa seconda parte può essere seguita esclusivamente in aula. Poi si prevede un aggiornamento quinquennale della durata di 6 ore sulla formazione specifica (che può essere svolta interamente in e-learning) FORMAZIONE ED INFORMAZIONE LAVORATORI RISCHIO MEDIO Durata: 12 ore (4 FAD/AULA + 8 AULA) Modalità: FAD/AULA + AULA Il corso di formazione ed informazione dei lavoratori (generale) proposto in modalità e-learning, riguarda quanto previsto dall'accordo Stato Regioni del 21 Dicembre 2011, relativamente alla formazione generale, per una durata minima di 4 ore. Per quanto riguarda la formazione specifica, Il datore di lavoro che ricopre da almeno tre anni l'incarico di RSPP della propria azienda è considerato idoneo ad effettuare la formazione dei propri lavoratori anche relativamente ai singoli rischi presenti in azienda e ai contenuti di quest'ultima. Pertanto Il datore di lavoro in possesso dei titoli menzionati potrà provvedere in proprio ad integrare la formazione generica impartita in modalità e-learning, con la formazione specifica del lavoratore sulla base dei rischi presenti in azienda, e in conformità a quanto previsto al punto 3 lettere a) e c) dell'accordo Stato Regioni del 21 Dicembre La formazione specifica aggiuntiva varia in funzione della classe di rischio dell azienda 4 ore (rischio basso), 8 ore (rischio medio) o 12 ore (rischio alto); questa seconda parte può essere seguita esclusivamente in aula. Poi si prevede un aggiornamento quinquennale della durata di 6 ore sulla formazione specifica (che può essere svolta interamente in e-learning) Pagina 2 di 15

3 FORMAZIONE ED INFORMAZIONE LAVORATORI RISCHIO ALTO Durata :16 ore (4 FAD/AULA + 12 AULA) Modalità: FAD/AULA + AULA Il corso di formazione ed informazione dei lavoratori (generale) proposto in modalità e-learning, riguarda quanto previsto dall'accordo Stato Regioni del 21 Dicembre 2011, relativamente alla formazione generale, per una durata minima di 4 ore. Per quanto riguarda la formazione specifica, Il datore di lavoro che ricopre da almeno tre anni l'incarico di RSPP della propria azienda è considerato idoneo ad effettuare la formazione dei propri lavoratori anche relativamente ai singoli rischi presenti in azienda e ai contenuti di quest'ultima. Pertanto Il datore di lavoro in possesso dei titoli menzionati potrà provvedere in proprio ad integrare la formazione generica impartita in modalità e-learning, con la formazione specifica del lavoratore sulla base dei rischi presenti in azienda, e in conformità a quanto previsto al punto 3 lettere a) e c) dell'accordo Stato Regioni del 21 Dicembre La formazione specifica aggiuntiva varia in funzione della classe di rischio dell azienda 4 ore (rischio basso), 8 ore (rischio medio) o 12 ore (rischio alto); questa seconda parte può essere seguita esclusivamente in aula. nquennale della durata di 6 ore sulla formazione specifica (che può essere svolta interamente in e-learning) AGG. FORMAZIONE ED INFORMAZIONE DEI LAVORATORI RISCHIO BASSO Durata:6 ore Con riferimento ai lavoratori, è previsto un aggiornamento quinquennale, di durata minima di 6 ore, per il livello di rischio sopra individuato. Nei corsi di aggiornamento per i lavoratori non dovranno essere riprodotti meramente argomenti e contenuti già proposti nei corsi base, ma si dovranno trattare significative evoluzioni e innovazioni, applicazioni pratiche e/o approfondimenti. Lavoratori Rivolto a chi svolge un ruolo di dipendenza I contenuti e i principali argomenti trattati riguardano significative evoluzioni e innovazioni, applicazioni pratiche e/o approfondimenti relativi a: approfondimenti giuridico normativi; aggiornamenti tecnici sui rischi ai quali sono esposti i lavoratori; aggiornamenti su organizzazione e gestione della sicurezza in azienda; fonti di rischio e relative misure di prevenzione. AGG. FORMAZIONE ED INFORMAZIONE DEI LAVORATORI RISCHIO MEDIO Durata:6 ore Con riferimento ai lavoratori, è previsto un aggiornamento quinquennale, di durata minima di 6 ore, per il livello di rischio sopra individuato. Nei corsi di aggiornamento per i lavoratori non dovranno essere riprodotti meramente argomenti e contenuti già proposti nei corsi base, ma si dovranno trattare significative evoluzioni e innovazioni, applicazioni pratiche e/o approfondimenti. Lavoratori Rivolto a chi svolge un ruolo di dipendenza I contenuti e i principali argomenti trattati riguardano significative evoluzioni e innovazioni, applicazioni pratiche e/o approfondimenti relativi a: approfondimenti giuridico normativi; aggiornamenti tecnici sui rischi ai quali sono esposti i lavoratori; aggiornamenti su organizzazione e gestione della sicurezza in azienda; fonti di rischio e relative misure di prevenzione. AGG. FORMAZIONE ED INFORMAZIONE DEI LAVORATORI RISCHIO ALTO Durata:6 ore Con riferimento ai lavoratori, è previsto un aggiornamento quinquennale, di durata minima di 6 ore, per il livello di rischio sopra individuato. Nei corsi di aggiornamento per i lavoratori non dovranno essere riprodotti meramente argomenti e contenuti già proposti nei corsi base, ma si dovranno trattare significative evoluzioni e innovazioni, applicazioni pratiche e/o approfondimenti. Pagina 3 di 15

4 Lavoratori Rivolto a chi svolge un ruolo di dipendenza I contenuti e i principali argomenti trattati riguardano significative evoluzioni e innovazioni, applicazioni pratiche e/o approfondimenti relativi a: approfondimenti giuridico normativi; aggiornamenti tecnici sui rischi ai quali sono esposti i lavoratori; aggiornamenti su organizzazione e gestione della sicurezza in azienda; fonti di rischio e relative misure di prevenzione. PREPOSTO RISCHIO BASSO Durata: 8 ore (4 FAD/AULA + 4 AULA) Tipo: FAD/AULA + AULA Fornire gli elementi formativi al personale che ricopre il ruolo di preposto in riferimento alla tipologia di rischio indicato e in accordo con i contenuti previsti dal D.Lgs. 81/08 e l'accordo Stato-Regioni del 21/12/2011. La figura del preposto è di notevole importanza per la sicurezza e la salute sul lavoro poiché è la più vicina ai lavoratori e ne conosce tutte le criticità nell attività lavorativa, inoltre vigila e controlla il rispetto delle norme da parte del lavoratore nell attività quotidiana. Responsabili di funzione, servizio, area o settore, dirigenti tecnici o amministrativi, capisquadra, capireparto, capiturno, capi cantieri, capisala, capiufficio, capiarea e, più in generale, tutti coloro che ricoprono il ruolo di dirigenti e preposti. Nomina a Preposto/Dirigente da parte del Datore di Lavoro (ci si basa sul principio di effettività, cioè ove manchi la nomina ma si riscontri l'effettiva applicazione di tale incarico il Preposto viene identificato dall'organo ispettivo). Il corso viene svolto per il 50% in FAD e la restante parte in Aula. Il programma del corso formativo per il preposto svolto in modalità e-learning secondo quanto previsto dall'accordo Stato Regioni del 21 dicembre 2011, comprende gli argomenti da 1 a 5 del punto 5 del suddetto Accordo: - Principali soggetti del sistema di prevenzione aziendale: compiti, obblighi, responsabilità; - Relazioni tra vari soggetti interni ed esterni del sistema di prevenzione; - Definizione ed individuazione dei fattori di rischio; - Incidenti ed infortuni mancati; - Tecniche di comunicazione e sensibilizzazione dei lavoratori, in particolare neoassunti, somministrati e stranieri. Il percorso formativo dovrà essere completato e integrato con la frequenza di corsi frontali relativi ai gli argomenti 6,7,8 del punto 5 dell'accordo Stato Regioni del 21 dicembre N.B. La formazione per il preposto non sostituisce ma integra quella prevista per i lavoratori così come previsto al punto 5 dell'accordo Stato Regioni del 21 dicembre Accordo stato - regioni Dirigenti e Preposti I soggetti del sistema di prevenzione aziendale Responsabilità civile penale e tutela assicurativa Contenuti del DVR Valutazione dei rischi La valutazione del rischio come conoscenza del sistema di organizzazione aziendale DUVRI DPI Prevenzione rischi infortuni I contenuti minimi di PSC POS e PSS Partecipazione dei lavoratori Ruolo dell'informazione e della formazione Il preposto svolgerà una specifica formazione sulla base del livello di rischio che caratterizza la sua attività lavorativa. Anche in questo caso è previsto un aggiornamento quinquennale per tutti i macrosettori di rischio della durata di 6 ore erogabili completamente in FAD. Pagina 4 di 15

5 PREPOSTO RISCHIO MEDIO Durata:8 ore (4 FAD/AULA + 4 AULA) Tipo:FAD/AULA + AULA Fornire gli elementi formativi al personale che ricopre il ruolo di preposto in riferimento alla tipologia di rischio indicato e in accordo con i contenuti previsti dal D.Lgs. 81/08 e l'accordo Stato-Regioni del 21/12/2011. La figura del preposto è di notevole importanza per la sicurezza e la salute sul lavoro poiché è la più vicina ai lavoratori e ne conosce tutte le criticità nell attività lavorativa, inoltre vigila e controlla il rispetto delle norme da parte del lavoratore nell attività quotidiana. Responsabili di funzione, servizio, area o settore, dirigenti tecnici o amministrativi, capisquadra, capireparto, capiturno, capicantieri, capisala, capiufficio, capiarea e, più in generale, tutti coloro che ricoprono il ruolo di dirigenti e preposti. Nomina a Preposto/Dirigente da parte del Datore di Lavoro (ci si basa sul principio di effettività, cioè ove manchi la nomina ma si riscontri l'effettiva applicazione di tale incarico il Preposto viene identificato dall'organo ispettivo). Il corso viene svolto per il 50% in FAD e la restante parte in Aula. Il programma del corso formativo per il preposto svolto in modalità e-learning secondo quanto previsto dall'accordo Stato Regioni del 21 dicembre 2011, comprende gli argomenti da 1 a 5 del punto 5 del suddetto Accordo: - Principali soggetti del sistema di prevenzione aziendale: compiti, obblighi, responsabilità; - Relazioni tra vari soggetti interni ed esterni del sistema di prevenzione; - Definizione ed individuazione dei fattori di rischio; - Incidenti ed infortuni mancati; - Tecniche di comunicazione e sensibilizzazione dei lavoratori, in particolare neoassunti, somministrati e stranieri. Il percorso formativo dovrà essere completato e integrato con la frequenza di corsi frontali relativi ai gli argomenti 6,7,8 del punto 5 dell'accordo Stato Regioni del 21 dicembre N.B. La formazione per il preposto non sostituisce ma integra quella prevista per i lavoratori così come previsto al punto 5 dell'accordo Stato Regioni del 21 dicembre Accordo stato - regioni Dirigenti e Preposti I soggetti del sistema di prevenzione aziendale Responsabilità civile penale e tutela assicurativa Contenuti del DVR Valutazione dei rischi La valutazione del rischio come conoscenza del sistema di organizzazione aziendale DUVRI DPI Prevenzione rischi infortuni I contenuti minimi di PSC POS e PSS Partecipazione dei lavoratori Ruolo dell'informazione e della formazione Il preposto svolgerà una specifica formazione sulla base del livello di rischio che caratterizza la sua attività lavorativa. Anche in questo caso è previsto un aggiornamento quinquennale per tutti i macrosettori di rischio della durata di 6 ore erogabili completamente in FAD PREPOSTO RISCHIO ALTO Durata:8 ore (4 FAD/AULA + 4 AULA) Tipo:FAD/AULA + AULA Fornire gli elementi formativi al personale che ricopre il ruolo di preposto in riferimento alla tipologia di rischio indicato e in accordo con i contenuti previsti dal D.Lgs. 81/08 e l'accordo Stato-Regioni del 21/12/2011. La figura del preposto è di notevole importanza per la sicurezza e la salute sul lavoro poiché è la più vicina ai lavoratori e ne conosce tutte le criticità nell attività lavorativa, inoltre vigila e controlla il rispetto delle norme da parte del lavoratore nell attività quotidiana. Pagina 5 di 15

6 Responsabili di funzione, servizio, area o settore, dirigenti tecnici o amministrativi, capisquadra, capireparto, capiturno, capicantieri, capisala, capiufficio, capiarea e, più in generale, tutti coloro che ricoprono il ruolo di dirigenti e preposti. Nomina a Preposto/Dirigente da parte del Datore di Lavoro (ci si basa sul principio di effettività, cioè ove manchi la nomina ma si riscontri l'effettiva applicazione di tale incarico il Preposto viene identificato dall'organo ispettivo). Il corso viene svolto per il 50% in FAD e la restante parte in Aula. Il programma del corso formativo per il preposto svolto in modalità e-learning secondo quanto previsto dall'accordo Stato Regioni del 21 dicembre 2011, comprende gli argomenti da 1 a 5 del punto 5 del suddetto Accordo: - Principali soggetti del sistema di prevenzione aziendale: compiti, obblighi, responsabilità; - Relazioni tra vari soggetti interni ed esterni del sistema di prevenzione; - Definizione ed individuazione dei fattori di rischio; - Incidenti ed infortuni mancati; - Tecniche di comunicazione e sensibilizzazione dei lavoratori, in particolare neoassunti, somministrati e stranieri. Il percorso formativo dovrà essere completato e integrato con la frequenza di corsi frontali relativi ai gli argomenti 6,7,8 del punto 5 dell'accordo Stato Regioni del 21 dicembre N.B. La formazione per il preposto non sostituisce ma integra quella prevista per i lavoratori così come previsto al punto 5 dell'accordo Stato Regioni del 21 dicembre Accordo stato - regioni Dirigenti e Preposti I soggetti del sistema di prevenzione aziendale Responsabilità civile penale e tutela assicurativa Contenuti del DVR Valutazione dei rischi La valutazione del rischio come conoscenza del sistema di organizzazione aziendale DUVRI DPI Prevenzione rischi infortuni I contenuti minimi di PSC POS e PSS Partecipazione dei lavoratori Ruolo dell'informazione e della formazione Il preposto svolgerà una specifica formazione sulla base del livello di rischio che caratterizza la sua attività lavorativa. Anche in questo caso è previsto un aggiornamento quinquennale per tutti i macrosettori di rischio della durata di 6 ore erogabili completamente in FAD AGG. PREPOSTO RISCHIO BASSO Durata:6 ore I preposti, ai sensi dell articolo 37 del D.Lgs. 9 aprile 2008 n. 81, devono ricevere a cura del proprio datore di lavoro una formazione di aggiornamento come definito con l Accordo del 21 dicembre 2011 dalla Conferenza permanente per i rapporti tra lo Stato, le regioni e le province autonome: è prevista una periodicità quinquennale e una durata minima di 6 ore, per tutti i livelli di rischio aziendale. Responsabili di funzione, servizio, area o settore, dirigenti tecnici o amministrativi, capisquadra, capireparto, capiturno, capicantieri, capisala, capiufficio, capiarea e, più in generale, tutti coloro che ricoprono il ruolo di preposti. Preposti che hanno già ricevuto la formazione in quanto tali. In conformità a quanto previsto dall Accordo, gli argomenti trattati dal corso riguardano le significative evoluzioni delle azioni di prevenzione e protezione nella salvaguardia e tutela della sicurezza e salute nei luoghi di lavoro. Particolare attenzione è rivolta alle applicazioni pratiche e agli approfondimenti esemplificativi relativi agli aspetti giuridico -normativi, all organizzazione e alla gestione della sicurezza in azienda dopo il D. Lgs. 81/2008, alle nuove modalità di gestione della formazione dei lavoratori, agli aggiornamenti su fonti di rischio e misure di prevenzione. Aggiornamento dei principi giuridici e normativi in materia di gestione della sicurezza sul lavoro.la formazione e l Accordo Stato-Regioni. Il sistema di prevenzione aziendale: ruoli, obblighi e organizzazione.la nuova organizzazione della sicurezza dopo il D.Lgs. Pagina 6 di 15

7 81/2008: misure di prevenzione e protezione per affrontare i principali rischi nei luoghi di lavoro AGG. PREPOSTO RISCHIO MEDIO Durata:6 ore Tipo:FAD O AULA I preposti, ai sensi dell articolo 37 del D.Lgs. 9 aprile 2008 n. 81, devono ricevere a cura del proprio datore di lavoro una formazione di aggiornamento come definito con l Accordo del 21 dicembre 2011 dalla Conferenza permanente per i rapporti tra lo Stato, le regioni e le province autonome: è prevista una periodicità quinquennale e una durata minima di 6 ore, per tutti i livelli di rischio aziendale. Responsabili di funzione, servizio, area o settore, dirigenti tecnici o amministrativi, capisquadra, capireparto, capiturno, capi cantieri, capisala, capiufficio, capiarea e, più in generale, tutti coloro che ricoprono il ruolo di preposti. Preposti che hanno già ricevuto la formazione in quanto tali. In conformità a quanto previsto dall Accordo, gli argomenti trattati dal corso riguardano le significative evoluzioni delle azioni di prevenzione e protezione nella salvaguardia e tutela della sicurezza e salute nei luoghi di lavoro. Particolare attenzione è rivolta alle applicazioni pratiche e agli approfondimenti esemplificativi relativi agli aspetti giuridico -normativi, all organizzazione e alla gestione della sicurezza in azienda dopo il D.Lgs. 81/2008, alle nuove modalità di gestione della formazione dei lavoratori, agli aggiornamenti su fonti di rischio e misure di prevenzione. Aggiornamento dei principi giuridici e normativi in materia di gestione della sicurezza sul lavoro. La formazione e l Accordo Stato- Regioni.Il sistema di prevenzione aziendale: ruoli, obblighi e organizzazione. La nuova organizzazione della sicurezza dopo il D.Lgs. 81/2008: misure di prevenzione e protezione per affrontare i principali rischi nei luoghi di lavoro. AGG. PREPOSTO RISCHIO ALTO Durata:6 ore Tipo:FAD O AULA I preposti, ai sensi dell articolo 37 del D.Lgs. 9 aprile 2008 n. 81, devono ricevere a cura del proprio datore di lavoro una formazione di aggiornamento come definito con l Accordo del 21 dicembre 2011 dalla Conferenza permanente per i rapporti tra lo Stato, le regioni e le province autonome: è prevista una periodicità quinquennale e una durata minima di 6 ore, per tutti i livelli di rischio aziendale. Responsabili di funzione, servizio, area o settore, dirigenti tecnici o amministrativi, capisquadra, capireparto, capiturno, capicantieri, capisala, capiufficio, capiarea e, più in generale, tutti coloro che ricoprono il ruolo di preposti. Preposti che hanno già ricevuto la formazione in quanto tali. In conformità a quanto previsto dall Accordo, gli argomenti trattati dal corso riguardano le significative evoluzioni delle azioni di prevenzione e protezione nella salvaguardia e tutela della sicurezza e salute nei luoghi di lavoro. Particolare attenzione è rivolta alle applicazioni pratiche e agli approfondimenti esemplificativi relativi agli aspetti giuridico- normativi, all organizzazione e alla gestione della sicurezza in azienda dopo il D. Lgs. 81/2008, alle nuove modalità di gestione della formazione dei lavoratori, agli aggiornamenti su fonti di rischio e misure di prevenzione. Aggiornamento dei principi giuridici e normativi in materia di gestione della sicurezza sul lavoro. La formazione e l Accordo Stato-Regioni. Il sistema di prevenzione aziendale: ruoli, obblighi e organizzazione. La nuova organizzazione della sicurezza dopo il D. Lgs. 81/2008: misure di prevenzione e protezione per affrontare i principali rischi nei luoghi di lavoro. DIRIGENTE Durata:16 ore Il corso proposto risponde alle normative vigenti e si propone di fornire ai partecipanti una formazione che copre gli ambiti giuridici e normativi in materia di sicurezza e salute sul lavoro, approfondendo la gestione e l organizzazione in azienda della sicurezza, anche per mezzo di modelli conformi ai requisiti dell art. 30 del D. Lgs. 81/08. Dirigenti Pagina 7 di 15

8 Svolgere ruolo da dirigente Il corso sarà articolato nei seguenti moduli: Modulo 1: Giuridico Normativo Modulo 2: Gestione ed organizzazione della sicurezza Modulo 3: Individuazione e valutazione dei rischi Modulo 4: Comunicazione, formazione e consultazione dei lavoratori. Anche in questo caso è previsto un aggiornamento quinquennale della durata di 6 ore erogabili completamente in FAD. AGG. DIRIGENTE Durata: 6 ore Il corso proposto risponde alle normative vigenti e si propone di aggiornare i Dirigenti sulle conoscenze in materia di sicurezza e salute nei luogo di lavoro attraverso un formazione capace di coprire gli ambiti giuridici e normativi, approfondendo la gestione e l organizzazione della sicurezza in azienda o presso la struttura di competenza. Dirigenti Dirigenti di attività pubbliche e private che hanno già svolto il corso di formazione per Dirigenti e hanno la necessità di aggiornare la loro formazione Approfondimenti giuridico normativi; Aggiornamenti tecnici sui rischi ai quali sono esposti i lavoratori; Aggiornamento su organizzazione e gestione della sicurezza in azienda; Fonti di rischio e relative misure di prevenzione. RLS Durata:32 Ore Il Rappresentante dei Lavoratori per la Sicurezza (RLS) rappresenta una figura fondamentale all interno di un azienda o di un unità produttiva della stessa: viene consultato dal datore di lavoro per la valutazione dei rischi e la conseguente elaborazione del DVR e partecipa alle riunioni periodiche. È necessario quindi un continuo scambio di informazioni seguendo il principio del miglioramento continuo quale principio base della stessa normativa sulla sicurezza. Il RLS ha diritto ad una formazione particolare per poter svolgere al meglio il proprio ruolo e rappresentare in modo soddisfacente i lavoratori sulle questioni della sicurezza. Diritti e doveri del RLS: I diritti sono: 1. Partecipazione a corso di formazione sulla sicurezza di almeno 32 ore ed a successivi aggiornamenti annuali 2. Permessi sindacali stabiliti dal CCNL 3. Libero accesso ai luoghi di lavoro aziendali 4. Consultazione sulla designazione del responsabile e degli addetti al servizio di prevenzione, degli addetti all emergenza e al pronto soccorso 5. Consultazione sulla redazione del documento del rischio cui deve avere libero accesso 6. Presenza alle verifiche degli organi di vigilanza 7. Diritto di richiedere l intervento degli organi di vigilanza 8. Partecipazione alla riunione periodica, 9. Comunicazioni da parte del medico compente. Per quanto riguarda, invece, i doveri: 1. Rispettare la legge sulla privacy e sul segreto industriale. N.B.: svolgere le funzioni di rappresentante dei lavoratori per la sicurezza è incompatibile con la nomina di responsabile o addetto al servizio di prevenzione e protezione. I compiti del RLS sono: 2. Collaborare con il datore di lavoro per migliorare le condizioni di sicurezza. 3. Vigilare sull applicazione della normativa sulla tutela del lavoro. 4. Vagliare la congruità delle segnalazioni ricevute dai colleghi. 5. Mantenersi aggiornato in materia di sicurezza. 6. Invocare l intervento dell organo di vigilanza se necessario. Obiettivi: Alla luce di quanto su riportato in riferimento ai diritti ed ai compiti del RLS, il corso intende formare il Rappresentate dei Pagina 8 di 15

9 Lavoratori per la Sicurezza secondo quanto stabilito dall articolo 37 comma 10: Il rappresentante dei lavoratori per la sicurezza ha diritto ad una formazione particolare in materia di salute e sicurezza concernente i rischi specifici esistenti negli ambiti in cui esercita la propria rappresentanza, tale da assicurargli adeguate competenze sulle principali tecniche di controllo e prevenzione dei rischi stessi. Riferimenti normativi: La formazione del RLS è disciplinata dall art. 37 del d.lgs. 81/08 e s.m.i., il quale ha in pratica riscritto, modificandolo in parte, il corrispondente art. 22 del d. lgs. 626/94 che, come è noto, è stato abrogato dal d.lgs. 81/08 (cd Testo Unico sulla Salute e sulla Sicurezza dei lavoratori). AGGIORNAMENTO RLS - 4 ore Durata:4 ore Il contenuto della formazione, e nello specifico dell aggiornamento previsto per il RLS, è facilmente comprensibile per i RLS consentendo loro di acquisire le conoscenze e competenze necessarie in materia di salute e sicurezza sul lavoro. Così come prevede l articolo 50 del D.lgs.81/08 e s.m.i. RLS in carica RLS in carica da almeno un anno in imprese che occupano dai 15 ai 50 lavoratori. Secondo quanto stabilito dal comma 11 dell articolo 37 del D. lgs 81/08 e s.m.i., è necessario che il Rappresentante dei Lavoratori per la Sicurezza segua dei cosi di aggiornamenti periodici: La contrattazione collettiva nazionale disciplina le modalità dell obbligo di aggiornamento periodico, la cui durata non può essere inferiore a 4 ore annue per le imprese che occupano dai 15 ai 50 lavoratori. Il corso, quindi, va ad approfondire materie quali: Segnaletica, Duvri dinamico, Costi della sicurezza, Formazione dei Lavoratori, Gestione delle emergenze, Sanzioni, SGSL, Microclima, Campi elettromagnetici, Radiazioni Ottiche Artificiali, Agenti chimici, Quiz Game, Agenti chimici Cosa cambia con il d lgs 106 Microclima R.O.A Segnaletica SGSL Infortuni in occasione di lavoro Accordo stato-regioni. AGGIORNAMENTO RLS - 8 ore Durata:8 ore Il contenuto della formazione, e nello specifico dell aggiornamento previsto per il RLS, è facilmente comprensibile per i RLS consentendo loro di acquisire le conoscenze e competenze necessarie in materia di salute e sicurezza sul lavoro. Così come prevede l articolo 50 del D.lgs.81/08 e s.m.i. RLS in carica RLS in carica da almeno un anno in imprese che occupano più di 50 lavoratori. Secondo quanto stabilito dal comma 11 dell articolo 37 del D. lgs 81/08 e s.m.i., è necessario che il Rappresentante dei Lavoratori per la Sicurezza segua dei cosi di aggiornamenti periodici: La contrattazione collettiva nazionale disciplina le modalità dell obbligo di aggiornamento periodico, la cui durata non può essere inferiore a 8 ore annue per le imprese che occupano più di 50 lavoratori. Il corso, quindi, va ad approfondire materie quali: Segnaletica, Duvri dinamico, Costi della sicurezza, Formazione dei Lavoratori, Gestione delle emergenze, Sanzioni, SGSL, Microclima, Campi elettromagnetici, Radiazioni Ottiche Artificiali, Agenti chimici, Quiz Game, Cosa cambia con il d lgs 106 Agenti chimici Microclima R.O.A. Rischi specifici Segnaletica SGSL Anatomia e fisiologia Approccio ergonomico Dpi Stress lavoro correlato Accordo stato-regioni CORSO PRIMO SOCCORSO AZIENDE GRUPPO A Durata:16 ore (10 FAD/AULA + 6 AULA) Tipo: FAD/AULA +AULA Il D. Lgs. 81/2008, e s.m.i., dispone la formazione per addetti al pronto soccorso aziendale, in modo da affrontare le situazioni di emergenza e di primo intervento sanitario a tutela della salute di eventuale personale esposto ad eventi dannosi e che presenti lesioni fisiche o che si trovi in uno stato di difficoltà e in pericolo di vita, in attesa dell arrivo degli operatori del campo medico competenti. Pagina 9 di 15

10 Coloro che sono designati a svolgere il ruolo di addetti al primo soccorso, che devono quindi saper attuare le azioni previste in situazioni di emergenza a fronte di un successivo intervento medico. Nessun requisito. La normativa prevede che l addetto al primo soccorso riceva, a seguito di quello che è un assolvimento agli obblighi di legge,da parte del datore di lavoro, adeguata formazione sulla capacità di intervenire con le idonee tecniche di primo soccorso nelle situazioni di pericolo per lo stato fisico del personale coinvolto a seguito di eventi dannosi e nocivi. La Gestione delle Emergenze è disciplinata dal D.lgs.81/08 e s.m.i. alla Sezione VI GESTIONE DELLE EMERGENZE del CAPO III GESTIONE DELLA PREVENZIONE NEI LUOGHI DI LAVORO del TITOLO I PRINCIPI COMUNI. In particolare, per quanto riguarda il Primo Soccorso, all articolo 45 è specificato che i requisiti del personale addetto e la sua formazione, individuati in relazione alla natura dell attività, al numero dei lavoratori occupati ed ai fattori di rischio sono individuati dal decreto ministeriale 15 luglio 2003, n. 388 e dai successivi decreti ministeriali di adeguamento acquisito il parere della Conferenza permanente per i rapporti tra lo Stato, le regioni e le province autonome di Trento e di Bolzano. Il D.M. 388/03 riporta la seguente Classificazione delle aziende: Le aziende ovvero le unità produttive sono classificate, tenuto conto della tipologia di attività svolta, del numero dei lavoratori occupati e dei fattori di rischio, in tre gruppi. Gruppo A Aziende o unità produttive con attività industriali, soggette all'obbligo di dichiarazione o notifica, di cui all'articolo 2, del decreto legislativo 17 agosto 1999, n. 334, centrali termoelettriche, impianti e laboratori nucleari di cui agli articoli 7, 28 e 33 del decreto legislativo 17 marzo 1995, n. 230, aziende estrattive ed altre attività minerarie definite dal decreto legislativo 25 novembre 1996, n. 624, lavori in sotterraneo di cui al decreto del Presidente della Repubblica 20 marzo 1956, n. 320, aziende per la fabbricazione di esplosivi, polveri e munizioni; Aziende o unità produttive con oltre cinque lavoratori appartenenti o riconducibili ai gruppi tariffari INAIL con indice infortunistico di inabilità permanente superiore a quattro, quali desumibili dalle statistiche nazionali INAIL relative al triennio precedente ed aggiornate al 31 dicembre di ciascun anno. Le predette statistiche nazionali INAIL sono pubblicate nella Gazzetta Ufficiale; Aziende o unità produttive con oltre cinque lavoratori a tempo indeterminato del comparto dell'agricoltura. Le discipline impartite sono conformi a quanto previsto dagli Allegati n. 3 e n. 4 del Decreto Ministeriale 388 del 15 Luglio 2003 "Regolamento recante disposizioni sul pronto soccorso aziendale" ed al Decreto Legislativo n. 81 del 9 Aprile 2008 e s.m.i Gli argomenti trattati dal corso riguardano l'attuazione dei primi interventi di primo soccorso, le conoscenze generali sui traumi e le patologie specifiche dell'ambiente di lavoro, allo scopo di fornire le conoscenze necessarie per attuare le azioni previste in situazioni di emergenza a fronte di un successivo intervento medico CORSO PRIMO SOCCORSO AZIENDE GRUPPO B C Durata:12 ore (8 FAD/AULA + 4 AULA) Tipo: FAD/AULA +AULA Il D. Lgs. 81/2008, e s.m.i., dispone la formazione per addetti al pronto soccorso aziendale, in modo da affrontare le situazioni di emergenza e di primo intervento sanitario a tutela della salute di eventuale personale esposto ad eventi dannosi e che presenti lesioni fisiche o che si trovi in uno stato di difficoltà e in pericolo di vita, in attesa dell arrivo degli operatori del campo medico competenti. Coloro che sono designati a svolgere il ruolo di addetti al primo soccorso, che devono quindi saper attuare le azioni previste in situazioni di emergenza a fronte di un successivo intervento medico. Nessun requisito. La normativa prevede che l addetto al primo soccorso riceva, a seguito di quello che è un assolvimento agli obblighi di legge da parte del datore di lavoro, adeguata formazione sulla capacità di intervenire con le idonee tecniche di primo soccorso nelle situazioni di pericolo per lo stato fisico del personale coinvolto a seguito di eventi dannosi e nocivi. La Gestione delle Emergenze è disciplinata dal D.lgs.81/08 e s.m.i. alla Sezione VI GESTIONE DELLE EMERGENZE del CAPO III GESTIONE DELLA PREVENZIONE NEI LUOGHI DI LAVORO del TITOLO I PRINCIPI COMUNI. In particolare, per quanto riguarda il Primo Soccorso, all articolo 45 è specificato che i requisiti del personale addetto e la sua formazione, individuati in relazione alla natura dell attività, al numero dei lavoratori occupati ed ai fattori di rischio sono individuati dal decreto ministeriale 15 luglio 2003, n. 388 e dai successivi decreti ministeriali di adeguamento acquisito il parere della Conferenza permanente per i rapporti tra lo Stato, le regioni e le province autonome di Trento e di Bolzano. Il D.M. 388/03 riporta la seguente Classificazione delle aziende: Le aziende ovvero le unità produttive sono classificate, tenuto conto della tipologia di attività svolta, del numero dei lavoratori occupati e dei fattori di rischio, in tre gruppi. Gruppo B :Aziende o unità produttive con tre o più lavoratori che non rientrano nel gruppo A. Gruppo C:Aziende o unità produttive con meno di tre lavoratori che non rientrano nel gruppo A. Gruppo A Aziende o unità produttive con attività industriali, soggette all'obbligo di dichiarazione o notifica, di cui all'articolo 2, del decreto legislativo 17 agosto 1999, n. 334, centrali termoelettriche, impianti e laboratori nucleari di cui agli articoli 7, 28 e 33 del decreto legislativo 17 Pagina 10 di 15

11 marzo 1995, n. 230, aziende estrattive ed altre attività minerarie definite dal decreto legislativo 25 novembre 1996, n. 624, lavori in sotterraneo di cui al decreto del Presidente della Repubblica 20 marzo 1956, n. 320, aziende per la fabbricazione di esplosivi, polveri e munizioni;aziende o unità produttive con oltre cinque lavoratori appartenenti o riconducibili ai gruppi tariffari INAIL con indice infortunistico di inabilità permanente superiore a quattro, quali desumibili dalle statistiche nazionali INAIL relative al triennio precedente ed aggiornate al 31 dicembre di ciascun anno. Le predette statistiche nazionali INAIL sono pubblicate nella Gazzetta Ufficiale; Aziende o unità produttive con oltre cinque lavoratori a tempo indeterminato del comparto dell'agricoltura. ) Le discipline impartite sono conformi a quanto previsto dagli Allegati n. 3 e n. 4 del Decreto Ministeriale 388 del 15 Luglio 2003 "Regolamento recante disposizioni sul pronto soccorso aziendale" ed al Decreto Legislativo n. 81 del 9 Aprile 2008 e s.m.i Gli argomenti trattati dal corso riguardano l'attuazione dei primi interventi di primo soccorso, le conoscenze generali sui traumi e le patologie specifiche dell'ambiente di lavoro, allo scopo di fornire le conoscenze necessarie per attuare le azioni previste in situazioni di emergenza a fronte di un successivo intervento medico CORSO PRIMO SOCCORSO AGGIORNAMENTO AZIENDE GRUPPO A Durata:6 ore (4 FAD/AULA + 2 AULA) Tipo:FAD/AULA + AULA Il corso è stato strutturato ai sensi dell'art.3 comma 5 del Decreto 388/2003, al fine di fornire ai lavoratori addetti al servizio di Pronto Soccorso e Gestione delle Emergenze gia precedentemente formati, un aggiornamento teorico-pratico in relazione al ruolo ricoperto. Coloro che sono già addetti al primo soccorso e che devono aggiornarsi. Già addetti al primo soccorso La normativa prevede che l addetto al primo soccorso riceva, a seguito di quello che è un assolvimento agli obblighi di legge da parte del datore di lavoro, adeguata formazione e aggiornamento sulla capacità di intervenire con le idonee tecniche di primo soccorso nelle situazioni di pericolo per lo stato fisico del personale coinvolto a seguito di eventi dannosi e nocivi. Gli argomenti trattati dal corso riguardano l'aggiornamento sull attuazione degli interventi di primo soccorso, allo scopo di fornire le conoscenze necessarie per mettere in atto le azioni previste in situazioni di emergenza a fronte di un successivo intervento medico. Il D.M. 388/03 riporta la seguente Classificazione delle aziende: Le aziende ovvero le unità produttive sono classificate, tenuto conto della tipologia di attività svolta, del numero dei lavoratori occupati e dei fattori di rischio, in tre gruppi. Gruppo A Aziende o unità produttive con attività industriali, soggette all'obbligo di dichiarazione o notifica, di cui all'articolo 2, del decreto legislativo 17 agosto 1999, n. 334, centrali termoelettriche, impianti e laboratori nucleari di cui agli articoli 7, 28 e 33 del decreto legislativo 17 marzo 1995, n. 230, aziende estrattive ed altre attività minerarie definite dal decreto legislativo 25 novembre 1996, n. 624, lavori in sotterraneo di cui al decreto del Presidente della Repubblica 20 marzo 1956, n. 320, aziende per la fabbricazione di esplosivi, polveri e munizioni; Aziende o unità produttive con oltre cinque lavoratori appartenenti o riconducibili ai gruppi tariffari INAIL con indice infortunistico di inabilità permanente superiore a quattro, quali desumibili dalle statistiche nazionali INAIL relative al triennio precedente ed aggiornate al 31 dicembre di ciascun anno. Le predette statistiche nazionali INAIL sono pubblicate nella Gazzetta Ufficiale; Aziende o unità produttive con oltre cinque lavoratori a tempo indeterminato del comparto dell'agricoltura. Allertare il sistema di soccorso; Riconoscere un'emergenza sanitaria; Riconoscimento e limiti d'intervento di primo soccorso; Gi interventi di primo soccorso; Nozioni di Primo Soccorso;Cosa fare; Anatomia e Fisiologia; Capacità di intervento pratico; Urgenza 118. AGGIORNAMENTO PRIMO SOCCORSO GRUPPO B - C Durata: 4 ore (2 FAD/AULA + 2 AULA) Tipo:Tipo:FAD/AULA + AULA Il corso è stato strutturato ai sensi dell'art.3 comma 5 del Decreto 388/2003, al fine di fornire ai lavoratori addetti al servizio di Pronto Soccorso e Gestione delle Emergenze gia precedentemente formati, un aggiornamento teorico-pratico in relazione al ruolo ricoperto. Coloro che sono già addetti al primo soccorso e che devono aggiornarsi. Nessun requisito. La normativa prevede che l addetto al primo soccorso riceva, a seguito di quello che è un assolvimento agli obblighi di legge da Pagina 11 di 15

12 parte del datore di lavoro, adeguata formazione e aggiornamento sulla capacità di intervenire con le idonee tecniche di primo soccorso nelle situazioni di pericolo per lo stato fisico del personale coinvolto a seguito di eventi dannosi e nocivi. Gli argomenti trattati dal corso riguardano l'aggiornamento sull attuazione degli interventi di primo soccorso, allo scopo di fornire le conoscenze necessarie per mettere in atto le azioni previste in situazioni di emergenza a fronte di un successivo intervento medico. Il D.M. 388/03 riporta la seguente Classificazione delle aziende: Le aziende ovvero le unità produttive sono classificate, tenuto conto della tipologia di attività svolta, del numero dei lavoratori occupati e dei fattori di rischio, in tre gruppi. Gruppo B aziende o unità produttive con tre o più lavoratori che non rientrano nel gruppo A. Gruppo C aziende o unità produttive con meno di tre lavoratori che non rientrano nel gruppo A. Obiettivi:Gli argomenti trattati dal corso riguardano l'attuazione dei primi interventi di primo soccorso, le conoscenze generali sui traumi e le patologie specifiche dell'ambiente di lavoro, allo scopo di fornire le conoscenze necessarie per attuare le azioni previste in situazioni di emergenza a fronte di un successivo intervento medico. Le discipline impartite sono conformi a quanto previsto dagli Allegati n. 3 e n. 4 del Decreto Ministeriale 388 del 15 Luglio 2003 "Regolamento recante disposizioni sul pronto soccorso aziendale" ed al Decreto Legislativo n. 81 del 9 Aprile 2008 e s.m.i. Il corso è stato strutturato ai sensi dell'art.3 comma 5 del Decreto 388/2003, al fine di fornire ai lavoratori addetti al servizio di Pronto Soccorso e Gestione delle Emergenze già precedentemente formati, un aggiornamento teorico-pratico in relazione al ruolo ricoperto. - Allertare il sistema di soccorso; - Riconoscere un'emergenza sanitaria; - Riconoscimento e limiti d'intervento di primo soccorso; - Interventi di primo soccorso; - Nozioni di Primo Soccorso - Cosa fare - Anatomia e Fisiologia - Capacità di intervento pratico - Urgenza ANTINCENDIO RISCHIO BASSO Durata: (2 FAD + 2 AULA) Tipo: FAD + AULA Il corso è strutturato per fornire la preparazione necessaria ai lavoratori designati per il servizio antincendio in aziende classificate a rischio basso. si intendono a rischio di incendio basso i luoghi di lavoro o parte di essi, in cui sono presenti sostanze a basso tasso di infiammabilità e le condizioni locali e di esercizio offrono scarse possibilità di sviluppo di principi di incendio, ed in cui, in caso di incendio, la probabilità di propagazione dello stesso è da ritenersi limitata. Con il Corso On-Line Antincendio di 4 ore l azienda può effettuare la formazione di tutti gli addetti, nei tempi più congeniali, senza le perdite di perditempo ed i costi che la formazione in aula comporta. Il datore di lavoro e i dirigenti, secondo le attribuzioni e competenze ad essi conferite, devono designare preventivamente i lavoratori incaricati dell attuazione delle misure di prevenzione incendi e lotta antincendio, di evacuazione dei luoghi di lavoro in caso di pericolo grave e immediato, di salvataggio, di pronto soccorso e, comunque, di gestione dell'emergenza. Come dettato dal d.lgs.81/08 i lavoratori incaricati dell attività di prevenzione incendi e lotta antincendio, di evacuazione dei luoghi di lavoro in caso di pericolo grave ed immediato, di salvataggio, di primo soccorso e, comunque, di gestione dell emergenza devono ricevere un adeguata e specifica formazione e un aggiornamento periodico; in attesa dell emanazione delle disposizioni specifiche, continuano a trovare applicazione le disposizioni di cui al Decreto del Ministro dell interno in data 10 marzo 1998, pubblicato nel S.O. alla G.U. n. 81 del 7 aprile 1998, attuativo dell articolo 13 del Decreto Legislativo 19 settembre 1994, n 626 Lezione 1: Incendio e prevenzione - Principi sulla combustione Definizioni di incendio Schema di innesco della combustione Prodotti della combustione Il processo chimico La fiamma Principali cause di incendio Sostanze estinguenti Effetti dell incendio sull uomo Divieti e limitazioni di esercizio Misure comportamentali Lezione 2: Protezioni e procedure Misure di protezione e prevenzione Procedure antincendio Il piano di emergenza Informazione e formazione Obblighi del datore di lavoro Cosa fare in caso di incendio Lezione 3: Uso degli estintori Protezione passiva e attiva REI Gli estintori Procedure: Piano di emergenza in casi di incendio Modalità di evacuazione Chiamata dei servizi di soccorso Collaborazione con i vigili del fuoco Introduzione antincendio: Concetti generali Sostanza infiammabile Sostanza estinguente Esplosione Scoppio Pagina 12 di 15

13 Autocombustione Etichette dei prodotti infiammabili AGGIORNAMENTO ANTINCENDIO RISCHIO BASSO Durata: 4 ore (2 FAD/AULA + 2 AULA) Tipo:FAD/AULA + AULA Il corso è strutturato per fornire l aggiornamento necessario ai lavoratori designati per il servizio antincendio in aziende classificate a basso rischio. Si intendono a rischio di incendio basso i luoghi di lavoro o parte di essi, in cui sono presenti sostanze a basso tasso di infiammabilità e le condizioni locali e di esercizio offrono scarse possibilità di sviluppo di principi di incendio ed in cui, in caso di incendio, la probabilità di propagazione dello stesso è da ritenersi limitata.gli addetti antincendio nelle aziende a rischio d'incendio basso, oltre alla formazione di base prevista dall'allegato IX del Decreto Ministeriale 10 marzo 1998 della durata di 4 ore in attuazione dell articolo 37 del D.Lgs 81/2008, devono obbligatoriamente ricevere un aggiornamento periodico, così come previsto dal comma 9 dello stesso articolo 37. Lavoratori designati per il servizio antincendio in aziende classificate a basso rischio. Corso antincendio rischio basso Con questo corso l azienda può effettuare l aggiornamento alla formazione di tutti gli addetti incaricati dell attuazione delle misure di prevenzione incendi e lotta antincendio, di evacuazione dei luoghi di lavoro in caso di pericolo grave e immediato, di salvataggio, di primo soccorso e, comunque, di gestione dell emergenza. Come dettato dal d.lgs.81/08 i lavoratori incaricati dell attività di prevenzione incendi e lotta antincendio, di evacuazione dei luoghi di lavoro in caso di pericolo grave ed immediato, di salvataggio, di primo soccorso e, comunque, di gestione dell emergenza devono ricevere un adeguata e specifica formazione e un aggiornamento periodico. Gli argomenti trattati devono altresì essere correlati alla tipologia delle attività e agli specifici compiti: Antincendio: prevenzione e gestione emergenze Estintori e mezzi estinguenti Procedure da adottare in caso di incendio Normativa e legislazione. ANTINCENDIO RISCHIO MEDIO Durata:8 ore (5 FAD/AULA + 3 AULA) Tipo: FAD/AULA + AULA Il corso è strutturato per fornire la preparazione necessaria ai lavoratori designati per il servizio antincendio in aziende classificate a rischio medio. si intendono a rischio di incendio medio i luoghi di lavoro o parte di essi, in cui sono presenti sostanze infiammabili e/o condizioni locali e/o di esercizio che possono favorire lo sviluppo di incendi, ma nei quali, in caso di incendio, la probabilità di propagazione dello stesso è da ritenersi limitata), in ottemperanza all'articolo 37, comma 9 del Decreto Legislativo 9 aprile 2008, n. 81 e agli obiettivi formativi previsti dall'allegato IX del Decreto Ministeriale 10 marzo Gli addetti antincendio nelle aziende a rischio d'incendio medio, designati ai sensi dell'articolo 18, comma 1, lettera b), del Decreto Legislativo 9 aprile 2008 n. 81, devono infatti essere formati con istruzione teorica e pratica per l'attuazione delle misure di prevenzione incendi e lotta antincendio, di evacuazione dei lavoratori in caso di pericolo grave e immediato, di salvataggio di pronto soccorso e, comunque, di gestione dell'emergenza, secondo i contenuti minimi previsti dall'allegato IX del Decreto Ministeriale 10 marzo 1998, per un totale di 8 ore. La parte teorica può essere effettuata in FAD in un corso di 5 ore, la parte pratica viene effettuata in aula in cui svolgere le esercitazioni. In questo modo il corso costituisce un assolvimento da parte del Datore di Lavoro degli obblighi di formazione previsti all'articolo 37, comma 9 del D.Lgs. 81/08. Lavoratori designati per il servizio antincendio in aziende classificate a rischio medio. nessuno Con il corso l azienda può effettuare la formazione di tutti gli addetti. Come dettato dal d.lgs.81/08 i lavoratori incaricati dell attività di prevenzione incendi e lotta antincendio, di evacuazione dei luoghi di lavoro in caso di pericolo grave ed immediato, di salvataggio, di primo soccorso e, comunque, di gestione dell emergenza devono ricevere un adeguata e specifica formazione e un aggiornamento periodico. Argomenti trattati: L Antincendio rischio medio La combustione e la prevenzione La valutazione del rischio e le misure di prevenzione e protezione Utilizzo di mezzi estinguenti Interventi della squadra e di primo soccorso Le esercitazioni e i controlli da effettuare L incendio e la prevenzione incendi I principi sulla combustione e l incendio; Le sostanze estinguenti; Il triangolo della combustione; Le principali cause di incendio; I rischi alle persone in caso di incendio; I principali accorgimenti e le misure per prevenire gli incendi. La protezione antincendio e le procedure da adottare in caso di incendio. Le principali misure di protezione contro gli incendi; Le vie di esodo; Le procedure da adottare quando si scopre un incendio o in caso di allarme; Le procedure per l evacuazione; I rapporti con i vigili del fuoco; Le attrezzature e gli impianti di estinzione; La segnaletica di sicurezza; I sistemi di allarme; L illuminazione di emergenza. Esercitazioni pratiche antincendio Uso dei mezzi di estinzione più diffusi; Utilizzo delle attrezzature di protezione individuale e collettive; Esercitazioni sull uso degli estintori portatili e modalità Pagina 13 di 15

DOSSIER CORSI DI FORMAZIONE GENNAIO - DICEMBRE 2015

DOSSIER CORSI DI FORMAZIONE GENNAIO - DICEMBRE 2015 DOSSIER CORSI DI FORMAZIONE GENNAIO - DICEMBRE Formazione sulla sicurezza negli ambienti di lavoro (D.Lgs 81/2008) e s.m.i PRESENTAZIONE Con il presente catalogo intendiamo sintetizzare le principali opportunità

Dettagli

CORSI DI FORMAZIONE 1

CORSI DI FORMAZIONE 1 CORSI DI FORMAZIONE 1 2 CORSI PER ADDETTI ANTINCENDIO Questa lezione costituisce il Corso obbligatorio per tutti i lavoratori che svolgono incarichi relativi alla prevenzione incendi, lotta antincendio

Dettagli

PROGRAMMA CORSI SICUREZZA

PROGRAMMA CORSI SICUREZZA PROGRAMMA CORSI SICUREZZA 1 Formazione Generale Lavoratori Destinatari: Tutti i lavoratori. Dipendenti a tempo indeterminato e determinato, apprendisti, soci lavoratori di cooperativa, associati in partecipazione,

Dettagli

CATALOGO FORMATIVO. Percorsi di formazione trasversale. STUDIO BINI ENGINEERING srl DIVISIONE CONSULENZA DIREZIONALE ED ORGANIZZAZIONE AZIENDALE

CATALOGO FORMATIVO. Percorsi di formazione trasversale. STUDIO BINI ENGINEERING srl DIVISIONE CONSULENZA DIREZIONALE ED ORGANIZZAZIONE AZIENDALE CATALOGO FORMATIVO Percorsi di formazione trasversale pag. 1 INDICE: PAGINA ORE COSTO (IVA esclusa) PERCORSI DI FORMAZIONE OBBLIGATORIA IN 3 MATERIA DI SICUREZZA SUL LAVORO Addetto antincendio - rischio

Dettagli

Formazione generale 4 ore Può essere svolta in modalità e-learning. Formazione generale Rischio Medio 8 ore

Formazione generale 4 ore Può essere svolta in modalità e-learning. Formazione generale Rischio Medio 8 ore LA FORMAZIONE DEI LAVORATORI IN BASE ALL ACCORDO STATO-REGIONI L Accordo Stato-Regioni del 21 dicembre 2011 disciplina la durata, i contenuti minimi, le modalità della formazione ed aggiornamento dei lavoratori

Dettagli

NOVACONSULT CORSI DI FORMAZIONE

NOVACONSULT CORSI DI FORMAZIONE NOVACONSULT CORSI DI FORMAZIONE Per informazioni, contattare Novaconsult Via Gaggia n 1/a - 20139 MILANO Tel. +39 02.57408940 - Fax +39 02.57407100 e-mail: info@novaconsult.it www.novaconsult.it INDICE

Dettagli

CATALOGO FORMATIVO. SEICOM SRL - Via Tevere, 50/5 Senigallia (AN) Tel/Fax: 071 63362 www.seicomsrl.it info@seicomsrl.it

CATALOGO FORMATIVO. SEICOM SRL - Via Tevere, 50/5 Senigallia (AN) Tel/Fax: 071 63362 www.seicomsrl.it info@seicomsrl.it CATALOGO FORMATIVO SEICOM SRL - Via Tevere, 50/5 Senigallia (AN) Tel/Fax: 071 63362 www.seicomsrl.it info@seicomsrl.it INDICE Corso per Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione - Datore di

Dettagli

Organismo Paritetico Provinciale. OBBLIGHI DI DESIGNAZIONE E FORMAZIONE IN MATERIA DI SALUTE E SICUREZZA SUL LAVORO ai sensi del D.Lgs.

Organismo Paritetico Provinciale. OBBLIGHI DI DESIGNAZIONE E FORMAZIONE IN MATERIA DI SALUTE E SICUREZZA SUL LAVORO ai sensi del D.Lgs. Ente Bilaterale Mantovano Commercio Turismo Servizi Organismo Paritetico Provinciale I. Parte generale. OBBLIGHI DI DESIGNAZIONE E FORMAZIONE IN MATERIA DI SALUTE E SICUREZZA SUL LAVORO ai sensi del D.Lgs.

Dettagli

Catalogo corsi Sicurezza Formazione obbligatoria prevista dal D. Lgs. 81/2008 e s.m.i. e dall'accordo Stato Regioni in vigore dal 26 gennaio 2012

Catalogo corsi Sicurezza Formazione obbligatoria prevista dal D. Lgs. 81/2008 e s.m.i. e dall'accordo Stato Regioni in vigore dal 26 gennaio 2012 1 Catalogo corsi Sicurezza Formazione obbligatoria prevista dal D. Lgs. 81/2008 e s.m.i. e dall'accordo Stato Regioni in vigore dal 26 gennaio 2012 Primo Soccorso - Formazione per Addetti al Primo Soccorso

Dettagli

Via Gaetano Strambio n.5-20133 MILANO Tel. 02.57408940 - Fax 02.99989424 mail: ncteam@pec.it

Via Gaetano Strambio n.5-20133 MILANO Tel. 02.57408940 - Fax 02.99989424 mail: ncteam@pec.it NOVACONSULT TEAM CORSI DI FORMAZIONE Via Gaetano Strambio n.5-20133 MILANO Tel. 02.57408940 - Fax 02.99989424 mail: ncteam@pec.it www.novaconsult.it INDICE Premessa Corso base per lavoratori Corso di formazione

Dettagli

Addetto alla Gestione Emergenza Antincendio

Addetto alla Gestione Emergenza Antincendio Addetto alla Gestione Emergenza Antincendio Il corso di Addetto Antincendio si prefigge di formare gli operatori in modo completo sulle tematiche relative alla gestione delle emergenze e sull estinzione

Dettagli

CATALOGO CORSI DI FORMAZIONE

CATALOGO CORSI DI FORMAZIONE CATALOGO CORSI DI FORMAZIONE Studio Formazione: CATALOGO CORSI - Pagina 1 di 39 Titolo del Corso: Corso per incremento squadra Emergenza (Addetti Antincendio) D.M. del 10 marzo 1998, art. 7, All. IX Incrementare

Dettagli

Formazione per Addetti al Primo Soccorso

Formazione per Addetti al Primo Soccorso Formazione per Addetti al Primo Soccorso A chi è rivolto Lavoratori aziende gruppo A B C (vedi nota allegata). Obiettivi Migliorare le competenze pratiche per permettere a chi è incaricato di attuare gli

Dettagli

emmeciemme Srl Laboratorio di analisi, servizi e consulenze in campo agroalimentare 1 di 5 ROBERTO CROTTI

emmeciemme Srl Laboratorio di analisi, servizi e consulenze in campo agroalimentare 1 di 5 ROBERTO CROTTI D. Lgs Governo 9 aprile 2008, n. 81 Attuazione dell'articolo 1 della legge 3 agosto 2007, n. 123, in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro. Art. 37. - Formazione dei lavoratori

Dettagli

N O M I N A INCARICATI DELLE MISURE DI PREVENZIONE INCENDI, LOTTA ANTINCENDIO E GESTIONE DELLE EMERGENZE

N O M I N A INCARICATI DELLE MISURE DI PREVENZIONE INCENDI, LOTTA ANTINCENDIO E GESTIONE DELLE EMERGENZE DESIGNAZIONE DEI LAVORATORI INCARICATI DELL'ATTUAZIONE DELLE MISURE DI PREVENZIONE INCENDI E LOTTA ANTINCENDIO, DI EVACUAZIONE DEI LUOGHI DI LAVORO IN CASO DI PERICOLO GRAVE E IMMEDIATO, DI SALVATAGGIO

Dettagli

1. DISTRIBUZIONE Datore di Lavoro, Direzione, RSPP, RLS, preposti, personale Alac SpA

1. DISTRIBUZIONE Datore di Lavoro, Direzione, RSPP, RLS, preposti, personale Alac SpA Acquedotto Langhe e Alpi Cuneesi SpA Sede legale in Cuneo, Corso Nizza 9 acquedotto.langhe@acquambiente.it www.acquambiente.it SGSL Procedura Formazione P03 Rev. 02 del 06/05/2013 1. DISTRIBUZIONE Datore

Dettagli

OBBLIGHI IN MATERIA DI SICUREZZA PER DATORI DI LAVORO, PREPOSTI, DIRIGENTI E LAVORATORI

OBBLIGHI IN MATERIA DI SICUREZZA PER DATORI DI LAVORO, PREPOSTI, DIRIGENTI E LAVORATORI OBBLIGHI IN MATERIA DI SICUREZZA PER DATORI DI LAVORO, PREPOSTI, DIRIGENTI E LAVORATORI Gli accordi Stato- Regioni del 21 dicembre sono stati pubblicati sulla Gazzetta Ufficiale n. 8 dell 11 gennaio 2012.

Dettagli

CATALOGO TEMATICA SICUREZZA SUL LUOGO DI LAVORO CATALOGO OFFERTA FORMATIVA TEMATICA SICUREZZA SUL LUOGO DI LAVORO

CATALOGO TEMATICA SICUREZZA SUL LUOGO DI LAVORO CATALOGO OFFERTA FORMATIVA TEMATICA SICUREZZA SUL LUOGO DI LAVORO CATALOGO OFFERTA FORMATIVA TEMATICA SICUREZZA SUL LUOGO DI LAVORO LA FORMAZIONE DEI LAVORATORI E DEI PREPOSTI SECONDO L ACCORDO STATO REGIONI 21.12.2011 FORMAZIONE GENERALE Lavoratori definiti secondo

Dettagli

SPISAL AZIENDA ULSS 20 - VERONA

SPISAL AZIENDA ULSS 20 - VERONA CONFERENZA PERMANENTE PER I RAPPORTI TRA LO STATO LE REGIONI E LE PROVINCE AUTONOME DI TRENTO E BOLZANO ACCORDO 21 dicembre 2011 Accordo tra il Ministro del lavoro e delle politiche sociali, il Ministro

Dettagli

VADEMECUM FORMAZIONE SICUREZZA

VADEMECUM FORMAZIONE SICUREZZA VADEMECUM FORMAZIONE SICUREZZA In base alla normativa vigente, la sicurezza e salute sui luoghi di lavoro è il risultato concertato di più azioni svolte da una pluralità di soggetti, lavoratori compresi,nell

Dettagli

C sulla A S T I A U L R O Z G Z O A C L O V R O R S O I 2013/2014. sul

C sulla A S T I A U L R O Z G Z O A C L O V R O R S O I 2013/2014. sul C sulla A S T I C A U L R E O Z G Z O A sul C L A O V R O R S O I 2013/2014 GEN A SER VI ZI di C ALB AN O Sede Legale: Via Pavia, 18 10098 Rivoli (TO) Uffici Direzionali: C.so Francia, 238, 10098 Rivoli

Dettagli

Catalogo corsi Sicurezza Formazione obbligatoria prevista dal D. Lgs. 81/2008 e s.m.i. e dall'accordo Stato Regioni in vigore dal 26 gennaio 2012

Catalogo corsi Sicurezza Formazione obbligatoria prevista dal D. Lgs. 81/2008 e s.m.i. e dall'accordo Stato Regioni in vigore dal 26 gennaio 2012 1 Catalogo corsi Sicurezza Formazione obbligatoria prevista dal D. Lgs. 81/2008 e s.m.i. e dall'accordo Stato Regioni in vigore dal 26 gennaio 2012 Sommario 2 Formazione di lavoratori..4 - Formazione generale

Dettagli

Catalogo Corsi di Formazione in materia di Sicurezza sul Lavoro

Catalogo Corsi di Formazione in materia di Sicurezza sul Lavoro Catalogo Corsi di Formazione in materia di Sicurezza sul Lavoro (D.Lgs. 81/2008 e successive modifiche ed integrazioni) :: WorkIngSafe :: :: sede operativa: Via Aurelio Saffi n. 18 C - 40131 Bologna M.

Dettagli

Data inizio : 2015-01-01 Prezzo per partecipante : 180 EUR Località : Da definire

Data inizio : 2015-01-01 Prezzo per partecipante : 180 EUR Località : Da definire Data inizio : 2015-01-01 Prezzo per partecipante : 180 EUR Località : Da definire DATE, ORARI E SEDI Il corso sarà attivato al raggiungimento del numero minimo di partecipanti con date, orari e sedi DA

Dettagli

MACCHINA TECNICA UOMO CULTURA - FORMAZIONE

MACCHINA TECNICA UOMO CULTURA - FORMAZIONE MACCHINA TECNICA CONTROLLO UOMO CULTURA - FORMAZIONE IL PRIMO FINE DELLA NORMATIVA SULLA SICUREZZA E SEMPRE LA PREVENZIONE DELL INFORTUNIO PER TUTELARE IL BENE PIU PREZIOSO CIOE LA SALUTE DELLE PERSONE

Dettagli

PROGETTO FORMAZIONE. Sicurezza, Ambiente, Management

PROGETTO FORMAZIONE. Sicurezza, Ambiente, Management PROGETTO FORMAZIONE Sicurezza, Ambiente, Management Studio di Consulenza Aziendale Copyright STUDIODEMETRA 2001 Il presente documento è di proprietà di STUDIODEMETRA Ogni divulgazione e riproduzione o

Dettagli

CATALOGO FORMAZIONE 2015/2016. "E' ciò che pensiamo già di sapere che ci impedisce di imparare cose nuove" Claude Bernard.

CATALOGO FORMAZIONE 2015/2016. E' ciò che pensiamo già di sapere che ci impedisce di imparare cose nuove Claude Bernard. CATALOGO FORMAZIONE 2015/2016 "E' ciò che pensiamo già di sapere che ci impedisce di imparare cose nuove" Claude Bernard. INFORMAZIONI SUI CORSI DI FORMAZIONE I corsi si realizzeranno al raggiungimento

Dettagli

Corso di formazione per la Salute e Sicurezza nei luoghi di lavoro ai sensi del D.Lgs. 81/08 e s.m.i.

Corso di formazione per la Salute e Sicurezza nei luoghi di lavoro ai sensi del D.Lgs. 81/08 e s.m.i. Ente di formazione accreditato dalla Regione Siciliana Corso di formazione per la Salute e Sicurezza nei luoghi di lavoro ai sensi del D.Lgs. 81/08 e s.m.i. Page1 Sommario 1. IL QUADRO NORMATIVO IN MATERIA

Dettagli

Salute e Sicurezza sul lavoro - 2. Informazione Formazione Addestramento

Salute e Sicurezza sul lavoro - 2. Informazione Formazione Addestramento Laurea in Tecniche di Laboratorio Biomedico - Corso integrato Biologia generale e Chimica biologica Modulo didattico: Organizzazione di laboratorio e Sicurezza Salute e Sicurezza sul lavoro - 2 Informazione

Dettagli

Destinatari Il corso è rivolto a tutti i lavoratori. Requisiti: Nessun requisito minimo.

Destinatari Il corso è rivolto a tutti i lavoratori. Requisiti: Nessun requisito minimo. Il Corso di Formazione ed Informazione per Lavoratori (tutti i livelli di rischio) assolve gli obblighi indicati nel D.lgs 81/08, T.U. Sicurezza e s.m.i. del D.Lgs. 106/09 e gli aggiornamenti dell'ultimo

Dettagli

1. DISTRIBUZIONE Datore di Lavoro, Direzione, dirigenti, RSPP, RLS, preposti, personale Alac SpA

1. DISTRIBUZIONE Datore di Lavoro, Direzione, dirigenti, RSPP, RLS, preposti, personale Alac SpA Acquedotto Langhe e Alpi Cuneesi SpA Sede legale in Cuneo, Corso Nizza 9 acquedotto.langhe@acquambiente.it www.acquambiente.it SGSL Procedura Formazione P03 Rev. 03 del 28/04/2014 1. DISTRIBUZIONE Datore

Dettagli

FORMAZIONE SULLA SALUTE E SICUREZZA DEI LAVORATORI (D.LGS. 81/2008)

FORMAZIONE SULLA SALUTE E SICUREZZA DEI LAVORATORI (D.LGS. 81/2008) FORMAZIONE SULLA SALUTE E SICUREZZA DEI LAVORATORI (D.LGS. 81/2008) La normativa La società e i servizi di formazione Qualsiasi attività (aziende, studi professionali, negozi ecc.) che abbia almeno un

Dettagli

CONVEGNO regionale DIRIGENTI SCOLASTICI LA GESTIONE DELLA SICUREZZA NELLE ISTTITUZIONI SCOLASTICHE: 1 Dicembre 2014

CONVEGNO regionale DIRIGENTI SCOLASTICI LA GESTIONE DELLA SICUREZZA NELLE ISTTITUZIONI SCOLASTICHE: 1 Dicembre 2014 CONVEGNO regionale DIRIGENTI SCOLASTICI LA GESTIONE DELLA SICUREZZA NELLE ISTTITUZIONI SCOLASTICHE: RUOLI E RESPONSABILITÀ 1 Dicembre 2014 IS E. MOLINARI Via Crescenzago, 110 - Milano Formazione ed informazione

Dettagli

FEBBRAIO 2015. Informazioni ed Iscrizioni: Antonella Moi amoi@confindustriaravenna.it Tel.0544/210499 Fax 0544/34565

FEBBRAIO 2015. Informazioni ed Iscrizioni: Antonella Moi amoi@confindustriaravenna.it Tel.0544/210499 Fax 0544/34565 FEBBRAIO 2015 : Aggiornamento di Primo Soccorso per aziende appartenenti al Gruppo A (D.M. n.388 del 15/07/03) 03/02/2015 ore 11.00-18.00 Aggiornamento della formazione degli Addetti al Primo Soccorso,

Dettagli

CONFCOOPERATIVE Reggio Emilia Largo M.Gerra, 1 42100 Reggio Emilia Tel. 0522/546111

CONFCOOPERATIVE Reggio Emilia Largo M.Gerra, 1 42100 Reggio Emilia Tel. 0522/546111 CATALOGO CORSI SICUREZZA - CORSO PER ADDETTI ALLA PREVENZIONE INCENDI D.LGS. 81/2008, D.M. 10/03/98 - CORSO PER ADDETTI AL PRONTO SOCCORSO D.LGS. 81/2008 - D.M. 388/2003 - CORSO PER RAPPRESENTANTE DEI

Dettagli

Formazione Particolare Aggiuntiva dei Preposti Accordo Stato Regioni 21/12/11

Formazione Particolare Aggiuntiva dei Preposti Accordo Stato Regioni 21/12/11 Formazione Particolare Aggiuntiva dei Preposti Accordo Stato Regioni 21/12/11 MODULO 2 - Relazioni tra i vari soggetti DATORE DI LAVORO: RSPP: Designa: Art.17 D.Lgs. 81/08 - Obblighi del datore di lavoro

Dettagli

P.IVA 0242905 069 9 n. R.E.A. CH - 178338 Via A. Barrella,63,61 66034 LANCIANO (CH) Tel. 0872/470057 info@humanfactorysrl.com www.humanfactorysrl.

P.IVA 0242905 069 9 n. R.E.A. CH - 178338 Via A. Barrella,63,61 66034 LANCIANO (CH) Tel. 0872/470057 info@humanfactorysrl.com www.humanfactorysrl. 1 2 ELENCO CORSI Abilità Personali Sviluppo delle competenze trasversali Leggere la Busta Paga Gestione e Amministrazione del personale base Gestione e Amministrazione del personale avanzato Formazione

Dettagli

CATALOGO CORSI di FORMAZIONE

CATALOGO CORSI di FORMAZIONE Con l entrata in vigore del nuovo Accordo Stato-Regioni avvenuta il 26 gennaio 2012, i contenuti formativi legati alla Sicurezza sul Lavoro hanno subito degli adeguamenti sostanziali, sia nei CONTENUTI,

Dettagli

Il nuovo decreto sui criteri generali di sicurezza antincendio e per la gestione delle emergenze nei luoghi di lavoro

Il nuovo decreto sui criteri generali di sicurezza antincendio e per la gestione delle emergenze nei luoghi di lavoro 1ª GIORNATA NAZIONALE DELL INGEGNERIA DELLA SICUREZZA Roma, 18 ottobre 2013 I.S.A. Istituto Superiore Antincendio Via del Commercio, 13 -ROMA Il nuovo decreto sui criteri generali di sicurezza antincendio

Dettagli

Domande più frequenti Sulla Sicurezza sul Lavoro (D.Lgs 81/08 e s.m.i.)

Domande più frequenti Sulla Sicurezza sul Lavoro (D.Lgs 81/08 e s.m.i.) Indice: 1. Quali sono le principali leggi di riferimento per gli adempimenti sicurezza sui luoghi di lavoro? 2. Quali sono le aziende che hanno l obbligo di adempiere a quanto previsto dal D.Lgs. 81/08?

Dettagli

Nuove regole per la formazione. lavoratori preposti dirigenti

Nuove regole per la formazione. lavoratori preposti dirigenti Nuove regole per la formazione lavoratori preposti dirigenti 1 Accordo tra il Ministro del lavoro e delle politiche sociali, il Ministro della salute, le regioni e le Province autonome di Trento e di Bolzano

Dettagli

PROGRAMMA MINIMO DI BASE PER CORSO PER ADDETTO ANTINCENDIO IN ATTIVITÀ A RISCHIO DI INCENDIO BASSO (DURATA 4 ORE)

PROGRAMMA MINIMO DI BASE PER CORSO PER ADDETTO ANTINCENDIO IN ATTIVITÀ A RISCHIO DI INCENDIO BASSO (DURATA 4 ORE) PROGRAMMA MINIMO DI BASE PER CORSO PER ADDETTO ANTINCENDIO IN ATTIVITÀ A RISCHIO DI INCENDIO BASSO ( 4 ORE) 1) INCENDIO 1 ora principi della combustione prodotti della combustione sostanze estinguenti

Dettagli

IAPIR FORMAZIONE IAPIR SEI A NORMA CON LA SICUREZZA SUL LAVORO? DI FORMAZIONE SULLA SICUREZZA

IAPIR FORMAZIONE IAPIR SEI A NORMA CON LA SICUREZZA SUL LAVORO? DI FORMAZIONE SULLA SICUREZZA IAPIR FORMAZIONE IAPIR SEI A NORMA CON LA SICUREZZA SUL LAVORO? CORSI ON-LINE DI FORMAZIONE SULLA SICUREZZA Pagina 2 IAPIR FORMAZIONE Perché Formarsi Negli ultimi anni vari provvedimenti di legge, emanati

Dettagli

VERBALE DI ELEZIONE DEL RAPPRESENTANTE DEI LAVORATORI PER LA SICUREZZA (RLS)

VERBALE DI ELEZIONE DEL RAPPRESENTANTE DEI LAVORATORI PER LA SICUREZZA (RLS) 1 di 6 VERBALE DI ELEZIONE DEL RAPPRESENTANTE DEI LAVORATORI PER LA SICUREZZA (RLS) (ai sensi dell'art. 47 del D.Lgs 9/04/2008, n. 81 e ss.mm.ii.). Il sottoscritto sig. in qualità di segretario di seggio

Dettagli

CORSI ANTINCENDIO MINISTERO DELL'INTERNO MINISTERO DEL LAVORO E DELLA PREVIDENZA SOCIALE

CORSI ANTINCENDIO MINISTERO DELL'INTERNO MINISTERO DEL LAVORO E DELLA PREVIDENZA SOCIALE CORSI ANTINCENDIO MINISTERO DELL'INTERNO MINISTERO DEL LAVORO E DELLA PREVIDENZA SOCIALE ATTUAZIONE DELL ARTICOLO 1 DELLA LEGGE 3 AGOSTO 2007, N. 123, IN MATERIA DI TUTELA DELLA SALUTE E DELLA SICUREZZA

Dettagli

Il corso sarà attivato al raggiungimento del numero minimo di partecipanti con date, orari e sedi DA DEFINIRE.

Il corso sarà attivato al raggiungimento del numero minimo di partecipanti con date, orari e sedi DA DEFINIRE. PREISCRIZIONE AL CORSO DI FORMAZIONE PER ADDETTI AL PRONTO SOCCORSO AZIENDALE PER A Data inizio : 2014-01-01 Prezzo per partecipante : 190 EUR Località : Da definire DATE, ORARI E SEDI Il corso sarà attivato

Dettagli

D. LGS 81/2008. Informazione ai lavoratori

D. LGS 81/2008. Informazione ai lavoratori D. LGS 81/2008 L INFORMAZIONE E LA FORMAZIONE DEI LAVORATORI L ADDESTRAMENTO Informazione ai lavoratori 1. Il datore di lavoro provvede affinché ciascun lavoratore riceva una adeguata informazione: a)

Dettagli

PIANO DI INFORMAZIONE E FORMAZIONE D.Lgs. 81/08, Artt. 36, 37

PIANO DI INFORMAZIONE E FORMAZIONE D.Lgs. 81/08, Artt. 36, 37 PIANO DI INFORMAZIONE E FORMAZIONE D.Lgs. 81/08, Artt. 36, 37 ALLEGATO REV DATA 19..26 IV INDICE PIANO DI INFORMAZIONE E FORMAZIONE 1 INTRODUZIONE... 3 2 CLASSIFICAZIONE AZIENDA... 3 3 LUOGO DI SVOLGIMENTO

Dettagli

Catalogo Corsi Formativi

Catalogo Corsi Formativi Catalogo Corsi Formativi In materia di Igiene e Sicurezza sui luoghi di Lavoro ai sensi del D.lgs 81.2008 smi Anno 2012 Indice Corso di Formazione per lavoratori Rischio Basso 8 ore pag. 02 Corso di Formazione

Dettagli

INTRODUZIONE. Cosa rende speciali i nostri corsi

INTRODUZIONE. Cosa rende speciali i nostri corsi SICUREZZA INTRODUZIONE Cosa rende speciali i nostri corsi Formazione e informazione sono gli elementi chiave per prendere consapevolezza dei rischi presenti nel proprio ambiente di lavoro e per predisporre

Dettagli

DOCUMENTO. Documento di omogeneità dei comportamenti in vigilanza FORMAZIONE

DOCUMENTO. Documento di omogeneità dei comportamenti in vigilanza FORMAZIONE Pagina 1di 9 Data Sopralluogo Operatori Persone presenti per l Azienda Ragione sociale, indirizzo, timbro della Ditta: Attività svolta Settore ATECO 2007 Totali addetti - N. operai - N. impiegati di cui

Dettagli

CATALOGO CORSI DI FORMAZIONE 2014

CATALOGO CORSI DI FORMAZIONE 2014 CATALOGO CORSI DI FORMAZIONE 2014 I. PREMESSA Gruppo Ambiente Sicurezza S.r.l. nasce dall esperienza di tecnici, progettisti, formatori, medici del lavoro e consulenti legali. L insieme dei servizi da

Dettagli

(D.Lgs. 81/2008 e successive modifiche ed integrazioni)

(D.Lgs. 81/2008 e successive modifiche ed integrazioni) Catalogo Corsi di Formazione in materia di Sicurezza sul Lavoro (D.Lgs. 81/2008 e successive modifiche ed integrazioni) Per ulteriori informazioni e per conoscere le date dei corsi pianificati scrivere

Dettagli

Programma di formazione, informazione e. addestramento del personale addetto

Programma di formazione, informazione e. addestramento del personale addetto Programma di formazione, informazione e addestramento del personale addetto Approvato dal Dirigente Scolastico: ing. Michele Nicastri Verificato dal RSPP: ing. Di Pietro Angelo Presa visione del RLS aziendale:

Dettagli

Pagina 1di 12. Accordo Stato Regioni 21/12/2011

Pagina 1di 12. Accordo Stato Regioni 21/12/2011 Pagina 1di 12 FIGURA ORE DOCUMENTI LEGGE CONTENUTI della FORMAZIONE Datore di Lavoro autonominato D. Lgs. 81/08 art. 17 Accordo Stato Regioni 21/12/2011: Responsabile Servizio comma 1 lettera b) e Prevenzione

Dettagli

SCHEMA DELLA PROCEDURA STANDARDIZZATA. Descrizione generale dell'azienda MODULO N. 1.1 Paragrafo 4.1

SCHEMA DELLA PROCEDURA STANDARDIZZATA. Descrizione generale dell'azienda MODULO N. 1.1 Paragrafo 4.1 SCHEMA DELLA PROCEDURA STANDARDIZZATA PASSO N. 1 PASSO N. 2 PASSO N. 3 Descrizione dell'azienda, del ciclo lavorativo/attivit à e delle mansioni Individuazione dei pericoli presenti in azienda Valutazione

Dettagli

DIPARTIMENTO DEI VIGILI DEL FUOCO DEL SOCCORSO PUBBLICO E DELLA DIFESA CIVILE COMANDO PROVINCIALE VIGILI DEL FUOCO ALESSANDRIA

DIPARTIMENTO DEI VIGILI DEL FUOCO DEL SOCCORSO PUBBLICO E DELLA DIFESA CIVILE COMANDO PROVINCIALE VIGILI DEL FUOCO ALESSANDRIA DIPARTIMENTO DEI VIGILI DEL FUOCO DEL SOCCORSO PUBBLICO E DELLA DIFESA CIVILE COMANDO PROVINCIALE VIGILI DEL FUOCO ALESSANDRIA Gestione del rischio incendio e delle misure mitigative negli istituti scolastici

Dettagli

Catalogo Corsi Formativi

Catalogo Corsi Formativi Catalogo Corsi Formativi Salute e sicurezza sul lavoro Tutti i corsi erogati dalla nostra scuola sono realizzati conformemente ai requisiti richiesti dalla normativa vigente in materia di formazione per

Dettagli

INFORMAZIONE E FORMAZIONE NEI LUOGHI DI LAVORO

INFORMAZIONE E FORMAZIONE NEI LUOGHI DI LAVORO DECRETO LEGISLATIVO n. 81 del 9 aprile 2008 UNICO TESTO NORMATIVO in materia di salute e sicurezza delle lavoratrici e dei lavoratori INFORMAZIONE E FORMAZIONE NEI LUOGHI DI LAVORO Relatore: Dott. Ing.

Dettagli

La giusta protezione per la sicurezza della tua azienda.

La giusta protezione per la sicurezza della tua azienda. La giusta protezione per la sicurezza della tua azienda. Catalogo Corsi Sicurezza Rischio Medio (d.lgs 81/08 e suc. mod.) Per la gamma completa di prodotti visita www.aforabruzzo.it corsi base 2 Corso

Dettagli

Formazione, informazione, addestramento: le caratteristiche dei percorsi formativi previste per le diverse figure

Formazione, informazione, addestramento: le caratteristiche dei percorsi formativi previste per le diverse figure Formazione, informazione, addestramento: le caratteristiche dei percorsi formativi previste per le diverse figure 30 ottobre 2008 - Como Nicoletta Cornaggia Art. 2 comma 1 - Definizioni aa) «formazione

Dettagli

SICUREZZA SUL LAVORO LAVORO LIBRETTO FORMATIVO DEL LAVORATORE

SICUREZZA SUL LAVORO LAVORO LIBRETTO FORMATIVO DEL LAVORATORE SICUREZZA SUL LAVORO LAVORO LIBRETTO FORMATIVO DEL LAVORATORE LIBRETTO FORMATIVO DEL LAVORATORE NOME. COGNOME.. INDICE PREMESSA... 3 ANAGRAFICA LAVORATORE... 3 SEZIONE SCHEDE FORMATIVE... 4 APPENDICE 1

Dettagli

SICUREZZA SUL LAVORO LAVORO LIBRETTO FORMATIVO DEL LAVORATORE

SICUREZZA SUL LAVORO LAVORO LIBRETTO FORMATIVO DEL LAVORATORE SICUREZZA SUL LAVORO LAVORO LIBRETTO FORMATIVO DEL LAVORATORE LIBRETTO FORMATIVO DEL LAVORATORE NOME. COGNOME.. INDICE PREMESSA... 3 ANAGRAFICA LAVORATORE... 3 SEZIONE SCHEDE FORMATIVE... 4 APPENDICE 1

Dettagli

CORSO DI FORMAZIONE IN MATERIA DI SICUREZZA PER LAVORATORI NEOASSUNTI, IN ATTESA DI OCCUPAZIONE ED IMPIEGATI. (Accordo Stato-Regioni del 21/12/2011)

CORSO DI FORMAZIONE IN MATERIA DI SICUREZZA PER LAVORATORI NEOASSUNTI, IN ATTESA DI OCCUPAZIONE ED IMPIEGATI. (Accordo Stato-Regioni del 21/12/2011) CORSO DI FORMAZIONE IN MATERIA DI SICUREZZA PER LAVORATORI NEOASSUNTI, IN ATTESA DI OCCUPAZIONE ED IMPIEGATI (Accordo Stato-Regioni del 21/12/2011) OBIETTIVI DEL CORSO: Fornire gli elementi di aggiornamento

Dettagli

CORSI DI FORMAZIONE SPECIFICA

CORSI DI FORMAZIONE SPECIFICA Informativa del 11/09/2012 CORSI DI FORMAZIONE SPECIFICA AMBITO SEGNALAZIONE PAG. Sicurezza Corso Addetti Antincendio 2 Sicurezza Corso Aggiornamento Addetti Antincendio 4 Bucciarelli Engineering S.r.l.

Dettagli

Le Principali Novità

Le Principali Novità TESTO UNICO SULLA SICUREZZA E PREVENZIONE DAGLI INFORTUNI SUL LAVORO D. L.vo 81/08 Le Principali Novità Il 15 maggio 2008 è entrato in vigore il testo unico in materia di tutela della salute e sicurezza

Dettagli

Scheda di sintesi Accordo Stato Regioni in materia di Formazione per Lavoratori Preposti Dirigenti

Scheda di sintesi Accordo Stato Regioni in materia di Formazione per Lavoratori Preposti Dirigenti 1 Scheda di sintesi Accordo Stato Regioni in materia di Formazione per Lavoratori Preposti Dirigenti Accordo in Conferenza permanente per i rapporti tra lo Stato le Regioni e le Province Autonome per la

Dettagli

PRIMO SOCCORSO AZIENDALE (nota informativa per le aziende)

PRIMO SOCCORSO AZIENDALE (nota informativa per le aziende) DIPARTIMENTO DI PREVENZIONE MEDICO certificato secondo la rma UNI EN ISO 9001 Servizio Prevenzione e Sicurezza negli Ambienti di Lavoro Responsabile Dott. Giorgio Luzzana 24125 Bergamo Via B.go Palazzo

Dettagli

CATALOGO CORSI. Settembre 2014 Luglio 2015. Catalogo corsi 2014-2015 Valrisk S.r.l. Pagina 1 di 46

CATALOGO CORSI. Settembre 2014 Luglio 2015. Catalogo corsi 2014-2015 Valrisk S.r.l. Pagina 1 di 46 CATALOGO CORSI Settembre 2014 Luglio 2015 Sede Operativa: Via Stelvio, 19-23014 Delebio (Sondrio) Sede legale: Via Giulio Uberti, 12-20129 MILANO Telefono:0342-684377 - FAX:0342-685899 e-mail: info@valrisk.it

Dettagli

CATALOGO CORSI. Settembre 2014 Luglio 2015 & Settembre 2015 Luglio 2016. Catalogo corsi 2014-2015 & 2015-2016 Valrisk S.r.l.

CATALOGO CORSI. Settembre 2014 Luglio 2015 & Settembre 2015 Luglio 2016. Catalogo corsi 2014-2015 & 2015-2016 Valrisk S.r.l. CATALOGO CORSI Sede Operativa: Via Stelvio, 19-23014 Delebio (Sondrio) Sede legale: Via Giulio Uberti, 12-20129 MILANO Telefono:0342-684377 - FAX:0342-685899 e-mail: info@valrisk.it P.Iva 07246240969 Settembre

Dettagli

Data inizio : 2014-01-01 Prezzo per partecipante : 110 EUR Località : Da definire

Data inizio : 2014-01-01 Prezzo per partecipante : 110 EUR Località : Da definire PREISCRIZIONE AL CORSO DI AGGIORNAMENTO DELLA FORMAZIONE PER ADDETTI ALLA LOTTA E P Data inizio : 2014-01-01 Prezzo per partecipante : 110 EUR Località : Da definire DATE, ORARI E SEDI Il corso sarà attivato

Dettagli

Catalogo formativo Fondoprofessioni

Catalogo formativo Fondoprofessioni Catalogo formativo Fondoprofessioni 2014 / 2015 CFA s.r.l Via Vittorio Emanuele II, 28 25030 Roncadelle (BS) Tel. 030/2584463 Fax 030/2580086 E-mail segreteria@cfaonline.it SOMMARIO SICUREZZA SUI LUOGHI

Dettagli

Pagina 1di 12 DO40. MODULO 1: normativo giuridico (Moduli 1 e 21/12/2011. responsabilità civile e penale e LEARNIN

Pagina 1di 12 DO40. MODULO 1: normativo giuridico (Moduli 1 e 21/12/2011. responsabilità civile e penale e LEARNIN DOCUMENTO Pagina 1di 12 Redatto da Verificato Approvato Rev. Ines Magnani Malvolti Daniela firma firma Carlo Veronesi FIGURA ORE DOCUMENTI LEGGE CONTENUTI della FORMAZIONE Datore di Lavoro autonominato

Dettagli

CORSI DI FORMAZIONE SICUREZZA SUL LAVORO

CORSI DI FORMAZIONE SICUREZZA SUL LAVORO CORSI DI FORMAZIONE SICUREZZA SUL LAVORO INDICE Indice KAMA Formazione Corso Modulo Formazione Generale per lavoratori 4 ore Corso di Formazione per lavoratori Rischio Basso 8 Corso di Formazione per

Dettagli

Sicurezza in copertura: l importanza dell informazione, della formazione e dell addestramento dei lavoratori Loick Mattana

Sicurezza in copertura: l importanza dell informazione, della formazione e dell addestramento dei lavoratori Loick Mattana Sicurezza in copertura: l importanza dell informazione, della formazione e dell addestramento dei lavoratori Loick Mattana Lavorare in cantiere richiede sempre un adeguato approccio nei confronti della

Dettagli

LE QUATTRO MOSSE PER BATTERE LA CRISI - 16 ore

LE QUATTRO MOSSE PER BATTERE LA CRISI - 16 ore onfindustassoservizi S.r.l. LE QUATTRO MOSSE PER BATTERE LA CRISI - 16 ore OBIETTIVI DEL CORSO: Obiettivo del corso è tracciare il percorso da intraprendere per adattarsi rapidamente ai cambiamenti a cui

Dettagli

Formazione di base e aggiornamento per gli addetti al salvataggio, lotta antincendio, gestione dell emergenza. emergenza.

Formazione di base e aggiornamento per gli addetti al salvataggio, lotta antincendio, gestione dell emergenza. emergenza. Modena - 11 ottobre 2012 Formazione di base e aggiornamento per gli addetti al salvataggio, lotta antincendio, gestione dell emergenza. emergenza. Il punto sugli obblighi e le scadenze Dott.Ing. Michele

Dettagli

DOCUMENTO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI

DOCUMENTO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI D.V.R. Capitolo 3 D.V.R. Capitolo 3 Programma per il miglioramento nel tempo dei livelli di sicurezza DOCUMENTO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI CAPITOLO 3 Programma per il miglioramento nel tempo dei livelli

Dettagli

Nomina a RSPP e ASPP e obblighi di Formazione dopo il 14 febbraio 2008

Nomina a RSPP e ASPP e obblighi di Formazione dopo il 14 febbraio 2008 ASSOCIAZIONE AMBIENTE E LAVORO Soggetto accreditato per la Formazione dalla Regione Lombardia Associazione di Protezione Ambientale di interesse nazionale (D.M. 1/3/88 - G.U. 19/5/88) Nomina a RSPP e ASPP

Dettagli

Lista di controllo Allegato 11 FORMAZIONE INFORMAZIONE ADDESTRAMENTO

Lista di controllo Allegato 11 FORMAZIONE INFORMAZIONE ADDESTRAMENTO CO.RE.CO VENETO Indicazioni per stesura DVR STD Versione 2012 Lista di controllo Allegato 11 FORMAZIONE INFORMAZIONE ADDESTRAMENTO PRENDERE IN CONSIDERAZIONE UNICAMENTE I PUNTI DI ATTENZIONE PERTINENTI

Dettagli

M.D. Service s.r.l. CONSULENZA SALUTE E SICUREZZA SUL LAVORO VIA BRINDISI NR. 36 1P, SAVA (TA) - TEL 099/6525358 /FAX 099/9721853

M.D. Service s.r.l. CONSULENZA SALUTE E SICUREZZA SUL LAVORO VIA BRINDISI NR. 36 1P, SAVA (TA) - TEL 099/6525358 /FAX 099/9721853 ASSOCIAZIONE IMPRESE RIUNITE DI TARANTO ADERENTE ALLA CLAAI PUGLIA SPETT.LE:. AZIENDE E PROFESSIONISTI LORO SEDI Oggetto: Presentazione corsi in materia di sicurezza sul lavoro La società M.D. SERVICE

Dettagli

Formazione ed informazione Lavoratori

Formazione ed informazione Lavoratori Formazione ed informazione Lavoratori La formazione dei lavoratori sulla sicurezza è uno dei principali obblighi a carico del datore di lavoro secondo i contenuti e la durata previsti dall Accordo Stato

Dettagli

Concetti generali in tema di PREVENZIONE e SICUREZZA del lavoro

Concetti generali in tema di PREVENZIONE e SICUREZZA del lavoro kiker Concetti generali in tema di PREVENZIONE e SICUREZZA del lavoro Collana PREVENZIONE E PROTEZIONE Collana PREVENZIONE E PROTEZIONE IL D.LGS.81/2008: TESTO UNICO SICUREZZA SUL LAVORO L evoluzione Normativa

Dettagli

CORSO di FORMAZIONE per ADDETTI AL PRONTO SOCCORSO in attività classificate nei Gruppi A, B o C (D.M. 388/2003)

CORSO di FORMAZIONE per ADDETTI AL PRONTO SOCCORSO in attività classificate nei Gruppi A, B o C (D.M. 388/2003) CORSO di FORMAZIONE per ADDETTI AL PRONTO SOCCORSO in attività classificate nei Gruppi A, B o C (D.M. 388/2003) Corso di Formazione conforme ai criteri prescritti dal D.M. 388/2003 1/21 INQUADRAMENTO NORMATIVO

Dettagli

Catalogo corsi Formazione E-Learning FORMAZIONE GENERALE

Catalogo corsi Formazione E-Learning FORMAZIONE GENERALE Catalogo corsi Formazione E-Learning FORMAZIONE GENERALE Obiettivi del corso: Fornire i concetti di rischio, danno, prevenzione, protezione, organizzazione della prevenzione aziendale, diritti, doveri

Dettagli

giugno 2012 Sergio Piazzolla - Giacomo Calvi

giugno 2012 Sergio Piazzolla - Giacomo Calvi Accordo tra il Ministero del lavoro e delle politiche sociali, il Ministero della Salute, le Regioni e le Province autonome di Treno e di Bolzano per la formazione dei lavoratori ai sensi dell articolo

Dettagli

SICUREZZA ED IGIENE SUL LAVORO NELLE AUTOCARROZZERIE

SICUREZZA ED IGIENE SUL LAVORO NELLE AUTOCARROZZERIE SICUREZZA ED IGIENE SUL LAVORO NELLE AUTOCARROZZERIE INDICE 2. LE PRINCIPALI FIGURE INDIVIDUATE DAL T.U. SICUREZZA..... pag 3 IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO PREVENZIONE E PROTEZIONE..... pag 3 ADDETTI ALL

Dettagli

-PROGRAMMA DEL CORSO- Metodologia in Aula

-PROGRAMMA DEL CORSO- Metodologia in Aula -PROGRAMMA DEL CORSO- Metodologia in Aula CORSO RSPP DATORE DI LAVORO ALTO RISCHIO 48ORE D.Lgs. 9 aprile 2008, n. 81 art. 34 coordinato al D. Lgs. 3 agosto 2009, n. 106 ed Accordo Stato-Regioni del 21

Dettagli

Formazione ed Informazione dei Lavoratori ai sensi del D.Lgs 81/08 e s. m. i., art. 36 e 37

Formazione ed Informazione dei Lavoratori ai sensi del D.Lgs 81/08 e s. m. i., art. 36 e 37 Formazione ed Informazione dei Lavoratori ai sensi del D.Lgs 81/08 e s. m. i., art. 36 e 37 AGENFORM Centro di Formazione Professionale Viale Amendola Eboli(SA) Consulente Dott. Ing. Elena Chiappa FORMAZIONE:

Dettagli

19/06/2013. Responsabile Servizio di Prevenzione e Protezione. Corso lavoratori - CAA Dott. Palumbo 2

19/06/2013. Responsabile Servizio di Prevenzione e Protezione. Corso lavoratori - CAA Dott. Palumbo 2 CORSO di formazione per lavoratori ai sensi dell art. 37 del D.Lgs 81/08 e Accordo Stato Regioni del 21/12/2011 Relatore: : Dott. Lazzaro Palumbo Responsabile Servizio di Prevenzione e Protezione Durata

Dettagli

Titolo rilasciato: Il rilascio dell attestato di partecipazione avverrà solo dopo aver effettuato almeno il 70% delle ore previste.

Titolo rilasciato: Il rilascio dell attestato di partecipazione avverrà solo dopo aver effettuato almeno il 70% delle ore previste. CORSI DI AGGIORNAMENTO FORMAZIONE DATORE DI LAVORO-RSPP secondo artt. 34 e 37 del D.Lgs. 81/08 ACCREDITATO 16 ECM (SETTORE SANITA : rischio ALTO 14 ore) Conforme alle indicazioni degli Accordi Stato-Regioni

Dettagli

FORMAZIONE E AGGIORNAMENTO PER I LAVORATORI, PREPOSTI E DIRIGENTI (ART. 37 D.LGS. 81/08)

FORMAZIONE E AGGIORNAMENTO PER I LAVORATORI, PREPOSTI E DIRIGENTI (ART. 37 D.LGS. 81/08) FORMAZIONE E AGGIORNAMENTO PER I LAVORATORI, PREPOSTI E DIRIGENTI (ART. 37 D.LGS. 81/08) L Accordo Stato Regioni del 21 dicembre 2011 (pubblicato in G.U. 11 gennaio 2012 n. 8) disciplina la durata, i contenuti

Dettagli

VADEMECUM DEGLI ADEMPIMENTI PER GLI STUDI PROFESSIONALI IN MATERIA DI SICUREZZA SUI LUOGHI DI LAVORO

VADEMECUM DEGLI ADEMPIMENTI PER GLI STUDI PROFESSIONALI IN MATERIA DI SICUREZZA SUI LUOGHI DI LAVORO VADEMECUM DEGLI ADEMPIMENTI PER GLI STUDI PROFESSIONALI IN MATERIA DI SICUREZZA SUI LUOGHI DI LAVORO Lo svolgimento dell attività all interno degli studi professionali costringe ormai ad un numero crescente

Dettagli

CATALOGO CORSI. Tutti i corsi del catalogo possono essere personalizzati ed erogati anche in sede aziendale.

CATALOGO CORSI. Tutti i corsi del catalogo possono essere personalizzati ed erogati anche in sede aziendale. CATALOGO CORSI 2016 Tutti i corsi del catalogo possono essere personalizzati ed erogati anche in sede aziendale. SCHEDA DI ISCRIZIONE da inviare via fax al 0422/717768 o via e-mail a formazione@euroiso.it

Dettagli

INFORMAZIONE FORMAZIONE - ASSISTENZA CONSULENZA PER LA SALUTE E LA SICUREZZA DEI LAVORATORI PRONTO SOCCORSO

INFORMAZIONE FORMAZIONE - ASSISTENZA CONSULENZA PER LA SALUTE E LA SICUREZZA DEI LAVORATORI PRONTO SOCCORSO INFORMAZIONE FORMAZIONE - ASSISTENZA CONSULENZA PER LA SALUTE E LA SICUREZZA DEI LAVORATORI la Scheda Settembre 2006 PRONTO SOCCORSO 1. Definizioni Si definisce pronto soccorso l insieme dei presidi sanitari

Dettagli

CATALOGO CORSI SICUREZZA AMBIENTE ALIMENTI CERTIFICAZIONI FISCO E AMMINISTRAZIONE PRIVACY MANAGEMENT, COMUNICAZIONE E MARKETING

CATALOGO CORSI SICUREZZA AMBIENTE ALIMENTI CERTIFICAZIONI FISCO E AMMINISTRAZIONE PRIVACY MANAGEMENT, COMUNICAZIONE E MARKETING 2015 CATALOGO CORSI SICUREZZA AMBIENTE ALIMENTI CERTIFICAZIONI FISCO E AMMINISTRAZIONE PRIVACY MANAGEMENT, COMUNICAZIONE E MARKETING 2015 CATALOGO CORSI SICUREZZA AMBIENTE ALIMENTI CERTIFICAZIONI FISCO

Dettagli

ADEMPIMENTI Il titolare dello studio professionale con all interno una struttura che impiega lavoratori (anche tirocinanti e/o stagisti) è tenuto a:

ADEMPIMENTI Il titolare dello studio professionale con all interno una struttura che impiega lavoratori (anche tirocinanti e/o stagisti) è tenuto a: Lo svolgimento dell attività all interno degli studi professionali costringe ormai ad un numero crescente di adempimenti. Fra questi, oltre agli obblighi in materia di privacy e antiriciclaggio, gli studi

Dettagli

Formazione Informazione Addestramento PROPOSTA FORMATIVA

Formazione Informazione Addestramento PROPOSTA FORMATIVA Ed.01 - Ottobre 2012 Formazione Informazione Addestramento PROPOSTA FORMATIVA Proj.Eco Engineering s.r.l. Via Bosco Frati, 16 24044 Dalmine (BG) Tel.035373583 Fax.0354150603 E-mail: info@proj-eco.com P.IVA

Dettagli

D. D. Lgs. 09 09 aprile 2008 n n 81 81 I SOGGETTI COINVOLTI

D. D. Lgs. 09 09 aprile 2008 n n 81 81 I SOGGETTI COINVOLTI D. D. Lgs. 09 09 aprile 2008 n n 81 81 I SOGGETTI COINVOLTI Salsomaggiore, 29 maggio 2009 D.Lgs. 81/08 I soggetti coinvolti R.L.S. Medico DL - Dirigenti Preposti R.S.P.P. Sistema di gestione permanente

Dettagli

ATTORI DELLA SICUREZZA

ATTORI DELLA SICUREZZA Il titolo I del D. Lgs. 81/08 altri materiali 1 ATTORI DELLA SICUREZZA DATORE DI LAVORO DIRIGENTI PREPOSTI LAVORATORI RSPP e ASPP MEDICO COMPETENTE RLS ADDETTI ANTINCENDIO E PRIMO SOCCORSO 2 1 IL NOSTRO

Dettagli