Esempi SQL con Access. Orazio Battaglia

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Esempi SQL con Access. Orazio Battaglia"

Transcript

1 con Access Orazio Battaglia

2 Consideriamo la base di dati in figura. 2

3 Interrogazione 1: Selezioniamo tutti gli impiegati, vogliamo Cognome, Nome e Posizione SELECT Impiegati.Cognome, Impiegati.Nome, Impiegati.Posizione FROM Impiegati; 3

4 Interrogazione 2: Selezioniamo tutti gli impiegati Rappresentante. Vogliamo Cognome, Nome e Posizione 4 SELECT Impiegati.Cognome, Impiegati.Nome, Impiegati.Posizione FROM Impiegati WHERE (((Impiegati.Posizione)="Rappresentante"));

5 Interrogazione 3: Selezioniamo gli ordini e per ciascun ordine i prodotti inclusi. Join. 5 SELECT Ordini.IDOrdine, [Dettagli ordini].idprodotto, [Dettagli ordini].prezzounitario, [Dettagli ordini].quantità, [Dettagli ordini].sconto FROM Ordini INNER JOIN [Dettagli ordini] ON Ordini.IDOrdine = [Dettagli ordini].idordine;

6 Interrogazione 4: Selezioniamo gli ordini e per ciascun ordine i prodotti inclusi. Join. Vogliamo solo l ordine SELECT Ordini.IDOrdine, [Dettagli ordini].idprodotto, [Dettagli ordini].prezzounitario, [Dettagli ordini].quantità, [Dettagli ordini].sconto FROM Ordini INNER JOIN [Dettagli ordini] ON Ordini.IDOrdine = [Dettagli ordini].idordine WHERE (((Ordini.IDOrdine)=10248)); 6

7 Interrogazione 5: Selezioniamo gli ordini e per ciascun ordine i prodotti inclusi, aggiungiamo il nome del prodotto. Doppio Join. SELECT Ordini.IDOrdine, [Dettagli ordini].idprodotto, Prodotti.NomeProdotto, [Dettagli ordini].prezzounitario, [Dettagli ordini].quantità, [Dettagli ordini].sconto FROM Prodotti INNER JOIN (Ordini INNER JOIN [Dettagli ordini] ON Ordini.IDOrdine = [Dettagli ordini].idordine) ON Prodotti.IDProdotto = [Dettagli ordini].idprodotto; 7

8 Outer Join. In Access per modificare il tipo di join selezionare le proprietà del join. Di default viene proposto l inner join (opzione 1). E possibile poi selezionare tra: right [outer] join, l opzione 2 left [outer] join, l opzione 3 8

9 Interrogazione 6: Outer Join. Esempio left [outer] join. Aggiungo un nuovo impiegato che non ha fatto ordini. SELECT Ordini.IDOrdine, Impiegati.IDImpiegato, Impiegati.Cognome, Impiegati.Nome FROM Impiegati LEFT JOIN Ordini ON Impiegati.IDImpiegato = Ordini.IDImpiegato; 9

10 Interrogazione 7: Ordinamento. Tutti gli impiegati ordinati per data di nascita. SELECT Impiegati.Cognome, Impiegati.Nome, Impiegati.Posizione, Impiegati.DataNascita FROM Impiegati ORDER BY Impiegati.DataNascita; 10

11 Interrogazione 8: Ordinamento. Tutti gli impiegati rappresentanti ordinati per data di nascita. Notare l ORDER BY dopo il WHERE. SELECT Impiegati.Cognome, Impiegati.Nome, Impiegati.Posizione, Impiegati.DataNascita FROM Impiegati WHERE (((Impiegati.Posizione)="Rappresentante")) ORDER BY Impiegati.DataNascita; 11

12 Interrogazione 9: Operatori aggregati. Conteggio di prodotti. SELECT Count(Prodotti.IDProdotto) AS ConteggioDiIDProdotto FROM Prodotti; SELECT Count(*) AS ConteggioDiIDProdotto FROM Prodotti; 12

13 Interrogazione 10: Operatori aggregati. Somma, massimo, minimo e media dei prezzi dei prodotti. SELECT Sum Max Min Avg (Prodotti.PrezzoUnitario) AS SommaDiPrezzoUnitario FROM Prodotti; 13

14 Interrogazione 11: Raggruppamento. Raggruppiamo i prodotti per categoria e calcoliamo la media dei prezzi della categoria. SELECT Prodotti.IDCategoria, Avg(Prodotti.PrezzoUnitario) AS MediaDiPrezzoUnitario FROM Prodotti GROUP BY Prodotti.IDCategoria; 14

15 Interrogazione 12: Raggruppamento. Raggruppiamo i prodotti per categoria e calcoliamo la media dei prezzi della categoria. Aggiungiamo il nome della categoria. SELECT Prodotti.IDCategoria, Categorie.NomeCategoria, Avg(Prodotti.PrezzoUnitario) AS MediaDiPrezzoUnitario FROM Categorie INNER JOIN Prodotti ON Categorie.IDCategoria = Prodotti.IDCategoria GROUP BY Prodotti.IDCategoria, Categorie.NomeCategoria; 15

16 Interrogazione 13: Raggruppamento. Raggruppiamo i prodotti per categoria e calcoliamo la media dei prezzi della categoria. Aggiungiamo il nome della categoria. Vogliamo solo le categorie con media di prezzo superiore a SELECT Prodotti.IDCategoria, Categorie.NomeCategoria, Avg(Prodotti.PrezzoUnitario) AS MediaDiPrezzoUnitario FROM Categorie INNER JOIN Prodotti ON Categorie.IDCategoria = Prodotti.IDCategoria GROUP BY Prodotti.IDCategoria, Categorie.NomeCategoria HAVING (((Avg(Prodotti.PrezzoUnitario))>40000)); 16

17 Interrogazione 14: Raggruppamento. Raggruppiamo i prodotti per categoria e calcoliamo la media dei prezzi della categoria. Aggiungiamo il nome della categoria. Vogliamo solo le categorie con media di prezzo superiore a e ordiniamo per media. SELECT Prodotti.IDCategoria, Categorie.NomeCategoria, Avg(Prodotti.PrezzoUnitario) AS MediaDiPrezzoUnitario FROM Categorie INNER JOIN Prodotti ON Categorie.IDCategoria = Prodotti.IDCategoria GROUP BY Prodotti.IDCategoria, Categorie.NomeCategoria HAVING (((Avg(Prodotti.PrezzoUnitario))>40000)) ORDER BY Avg(Prodotti.PrezzoUnitario); 17

SQL [2] Concetti avanzati di SQL. Esempi di interrogazioni

SQL [2] Concetti avanzati di SQL. Esempi di interrogazioni SQL [2] Concetti avanzati di SQL 2 Esempi di interrogazioni 3 Esempi di interrogazioni 4 Esempi di interrogazioni 5 Confronti che coinvolgono NULL NULL può voler dire: valore sconosciuto (esiste ma non

Dettagli

ESEMPI DI QUERY SQL. Esempi di Query SQL Michele Batocchi AS 2012/2013 Pagina 1 di 7

ESEMPI DI QUERY SQL. Esempi di Query SQL Michele Batocchi AS 2012/2013 Pagina 1 di 7 ESEMPI DI QUERY SQL Dati di esempio... 2 Query su una sola tabella... 2 Esempio 1 (Ordinamento)... 2 Esempio 2 (Scelta di alcune colonne)... 3 Esempio 3 (Condizioni sui dati)... 3 Esempio 4 (Condizioni

Dettagli

DATABASE CLIENTIRAPPRESENTANTI

DATABASE CLIENTIRAPPRESENTANTI DATABASE CLIENTIRAPPRESENTANTI Esempio tratto dal libro di testo. TESTO L azienda INCOM Srl vuole organizzare un DB per gestire informazioni relative a fatture emesse ai propri clienti italiani, riportando

Dettagli

Il linguaggio SQL: raggruppamenti. Versione elettronica: SQLb-gruppi.pdf

Il linguaggio SQL: raggruppamenti. Versione elettronica: SQLb-gruppi.pdf Il linguaggio SQL: raggruppamenti Versione elettronica: SQLb-gruppi.pdf Informazioni di sintesi Quanto sinora visto permette di estrarre dal DB informazioni che si riferiscono a singole tuple (eventualmente

Dettagli

Linguaggio SQL. studenti matricola nome cognome citta anno 11 marco bini bologna 1985 13 laura sicuro rimini 1984 esami codice

Linguaggio SQL. studenti matricola nome cognome citta anno 11 marco bini bologna 1985 13 laura sicuro rimini 1984 esami codice Linguaggio SQL Il linguaggio SQL (Structured Query Language) è il linguaggio standard per la definizione, manipolazione e interrogazione delle basi di dati relazionali sostenuti codice matricola anno voto

Dettagli

D B M G. Linguaggio SQL: fondamenti. Istruzione SELECT: fondamenti. Elena Baralis 2007 Politecnico di Torino 1. Struttura di base

D B M G. Linguaggio SQL: fondamenti. Istruzione SELECT: fondamenti. Elena Baralis 2007 Politecnico di Torino 1. Struttura di base Linguaggio SQL: fondamenti Struttura di base Clausola WHERE Ordinamento del risultato Join Funzioni aggregate Operatore GROUP BY 2007 Politecnico di Torino 1 Istruzione SELECT: esempio Trovare il codice

Dettagli

APPUNTI DELLA LEZIONE DI DATABASE DEL 26/10/2016 Studenti: Marco D'Amato, Adriano Luigi Piscopello Professore: Mario Bochicchio

APPUNTI DELLA LEZIONE DI DATABASE DEL 26/10/2016 Studenti: Marco D'Amato, Adriano Luigi Piscopello Professore: Mario Bochicchio APPUNTI DELLA LEZIONE DI DATABASE DEL 26/10/2016 Studenti: Marco D'Amato, Adriano Luigi Piscopello Professore: Mario Bochicchio INTRODUZIONE L algebra relazionale è l algebra su cui si basa il linguaggio

Dettagli

ACCESS Esercitazione (query complesse) Ing. Cosimo Orlacchio

ACCESS Esercitazione (query complesse) Ing. Cosimo Orlacchio ACCESS Esercitazione (query complesse) Ing. Cosimo Orlacchio Le query su più tabelle Le query proposte nella Lezione scorsa sono tutte basate su una sola tabella. Una base di dati è solitamente costituita

Dettagli

SQL terza parte D O C E N T E P R O F. A L B E R T O B E L U S S I. Anno accademico 2010/11

SQL terza parte D O C E N T E P R O F. A L B E R T O B E L U S S I. Anno accademico 2010/11 SQL terza parte D O C E N T E P R O F. A L B E R T O B E L U S S I Anno accademico 2010/11 Operatori aggregati Costituiscono una estensione delle normali interrogazioni SQL (non hanno corrispondenza in

Dettagli

Eprogram ITIS V anno Unità 4 - Il linguaggio SQL

Eprogram ITIS V anno Unità 4 - Il linguaggio SQL Eprogram ITIS V anno Unità 4 - Il linguaggio SQL Compito in classe proposto Date le seguenti tabelle: scrivi in SQL le seguenti richieste (per facilitare query complesse utilizza le viste): 1. elencare

Dettagli

Esercitazione query in SQL L esercitazione viene effettuata sul database viaggi e vacanze che prevede il seguente modello E/R:

Esercitazione query in SQL L esercitazione viene effettuata sul database viaggi e vacanze che prevede il seguente modello E/R: Esercitazione query in SQL L esercitazione viene effettuata sul database viaggi e vacanze che prevede il seguente modello E/R: Si consiglia di creare il data base, inserire i dati nelle tabelle, provare

Dettagli

Basi di Dati. Esercitazione 2: Interrogazioni in SQL. K. Donno - Interrogazioni in SQL

Basi di Dati. Esercitazione 2: Interrogazioni in SQL. K. Donno - Interrogazioni in SQL Basi di Dati Esercitazione 2: Interrogazioni in SQL DB di riferimento per esempi Consideriamo i seguenti schemi di una base di dati relazionale: MODELLI (cod_modello,nome,versione,cod_fabbrica) VEICOLI

Dettagli

Utilizzando Microsoft Access. Si crea la tabella Anagrafica degli alunni,le Materie e i voti si mettono alcuni campi

Utilizzando Microsoft Access. Si crea la tabella Anagrafica degli alunni,le Materie e i voti si mettono alcuni campi Vogliamo creare una struttura per permettere di memorizzari i voti della classe in tutte le materie Utilizzando Microsoft Access Si crea la tabella Anagrafica degli alunni,le Materie e i voti si mettono

Dettagli

SQL: definizione schema

SQL: definizione schema Si Clienti(codice,nome,indirizzo,p_iva) scriva il SQL che definisce il seguente schema relazionale Prodotti(codice,nome,descrizione,prezzo) SQL: definizione schema Fatture(codice,cliente,data) RigheFattura(codice,fattura,prodotto,quantità,prezzo)

Dettagli

SQL. Il nome sta per Structured Query Language Le interrogazioni SQL sono dichiarative

SQL. Il nome sta per Structured Query Language Le interrogazioni SQL sono dichiarative SQL SQL Il nome sta per Structured Query Language Le interrogazioni SQL sono dichiarative l utente specifica quale informazione è di suo interesse, ma non come estrarla dai dati Le interrogazioni vengono

Dettagli

Caratteristiche dei linguaggi per Database

Caratteristiche dei linguaggi per Database IL LINGUAGGIO Caratteristiche dei linguaggi per Database I linguaggi per basi di dati relazionali possiedono i comandi per: definizione del data base; manipolazione dei dati; associazione tra tabelle diverse;

Dettagli

SQL. SQL: una visione panoramica. SQL: "storia" Definizione dei dati

SQL. SQL: una visione panoramica. SQL: storia Definizione dei dati SQL SQL: una visione panoramica I lucidi presentati sono liberamente ispirati al contenuto del Capitolo 4 del libro Atzeni, Ceri, Paraboschi, Torlone Basi di dati - McGraw-Hill, 1999 Structured Query Language

Dettagli

SQL e algebra relazionale

SQL e algebra relazionale SQL e algebra relazionale Il linguaggio SQL consente una maggiore espressività dell algebra relazionale grazie a costrutti che permettono: di definire join più sofisticati di ordinare le righe dei risultati

Dettagli

SQL (STRUCTURED QUERY LANGUAGE)

SQL (STRUCTURED QUERY LANGUAGE) SQL (STRUCTURED QUERY LANGUAGE) Prof. Nicoletta D Alpaos & Prof. Andrea Borghesan SQL DDL Data Definition Language DML Data Manipulation Language DCL Data Control Language DDL Obiettivo: Definire la struttura

Dettagli

Istruzioni DML di SQL

Istruzioni DML di SQL Istruzioni DML di SQL Pag. 99 par.4 1 Sintassi: Costrutto: INSERT INTO (Inserimento di dati in tabelle) INSERT INTO [(, ,, )] VALUES (, ,

Dettagli

MAX, SUM, AVG, COUNT)

MAX, SUM, AVG, COUNT) INTRODUZIONE A SQL Definizione di tabelle e domini Alcuni vincoli di integrità Struttura base SELECT FROM WHERE Funzioni di aggregazione (MIN, MAX, SUM, AVG, COUNT) Query da più tabelle (FROM R1, Rk) Join

Dettagli

SQL - Funzioni di gruppo

SQL - Funzioni di gruppo una funzione di gruppo permette di estrarre informazioni da gruppi di tuple di una relazione le funzioni di gruppo si basano su due concetti: partizionamento delle tuple di una relazione in base al valore

Dettagli

Il sistema informativo deve essere di tipo centralizzato e accessibile mediante un computer server installato nella rete locale dell albergo.

Il sistema informativo deve essere di tipo centralizzato e accessibile mediante un computer server installato nella rete locale dell albergo. PROBLEMA. Un albergo di una grande città intende gestire in modo automatizzato sia le prenotazioni sia i soggiorni e realizzare un database. Ogni cliente viene individuato, tra l altro, con i dati anagrafici,

Dettagli

Elena Baralis 2007 Politecnico di Torino 1

Elena Baralis 2007 Politecnico di Torino 1 Linguaggio SQL: fondamenti Struttura di base Clausola WHEE Ordinamento del risultato Join unzioni aggregate Operatore GOU BY Istruzione SELECT: esempio di BD forniture prodotti Istruzione SELECT: esempio

Dettagli

Basi di Dati. S Q L Lezione 2

Basi di Dati. S Q L Lezione 2 Basi di Dati S Q L Lezione 2 Antonio Virdis a.virdis@iet.unipi.it Sommario Unire più tabelle Operazioni algebriche Ridenominazione Query annidate 2 Unire piu' relazioni Nella progettazione di un DB le

Dettagli

Informatica. Sintassi. Interrogazioni in SQL. Significato dell interrogazione. Tabella Impiegato. Basi di dati parte 4 SQL

Informatica. Sintassi. Interrogazioni in SQL. Significato dell interrogazione. Tabella Impiegato. Basi di dati parte 4 SQL Informatica Basi di dati parte 4 SQL Lezione 13 Laurea magistrale in Scienze della mente Laurea magistrale in Psicologia dello sviluppo e dell'educazione Anno accademico: 2012 2013 1 Interrogazioni in

Dettagli

Esempio di database relazionale con l utilizzo del prodotto MySQL

Esempio di database relazionale con l utilizzo del prodotto MySQL Esempio di database relazionale con l utilizzo del prodotto MySQL Marco Liverani Aprile 2015 In queste pagine viene riportato in sintesi il progetto di un database relazionale esemplificativo con cui viene

Dettagli

SQL Laboratorio di Basi di Dati a.a. 2002/2003

SQL Laboratorio di Basi di Dati a.a. 2002/2003 1 SQL Laboratorio di Basi di Dati a.a. 2002/2003 dott.ssa Francesca A. Lisi lisi@di.uniba.it Orario di ricevimento: mercoledì ore 10-12 2 Esercizio Sia dato il seguente schema: Airport (City, Country,

Dettagli

Basi di Dati. Esercitazione 3: Interrogazioni in SQL. K. Donno - Interrogazioni in SQL

Basi di Dati. Esercitazione 3: Interrogazioni in SQL. K. Donno - Interrogazioni in SQL Basi di Dati Esercitazione 3: Interrogazioni in SQL DB di riferimento per esempi Consideriamo i seguenti schemi di una base di dati relazionale: MODELLI(cod_modello, nome, versione, cod_fabbrica) VEICOLI(targa,

Dettagli

Data Management Software. Il linguaggio SQL. Raggruppamenti. Paolo Avallone Sr Consulting IT Specialist DB2, Data Management Marzo 2004

Data Management Software. Il linguaggio SQL. Raggruppamenti. Paolo Avallone Sr Consulting IT Specialist DB2, Data Management Marzo 2004 DB2 Data Management Software Il linguaggio SQL Raggruppamenti Paolo Avallone Sr Consulting IT Specialist DB2, Data Management Marzo 2004 LEGGERE LE SEGUENTI ATTENZIONI Le informazioni contenute in questa

Dettagli

Utilizzando Microsoft Access. Si crea la tabella Anagrafica degli alunni,le Materie e i voti si mettono alcuni campi

Utilizzando Microsoft Access. Si crea la tabella Anagrafica degli alunni,le Materie e i voti si mettono alcuni campi Vogliamo creare una struttura per permettere di memorizzari i voti della classe in tutte le materie Per fare questo untilizziamo tre tabelle Alunni,materie,voti Alunni Materie Voti Creo un record per ogni

Dettagli

Il linguaggio SQL: le viste

Il linguaggio SQL: le viste Il linguaggio SQL: le viste Basi di dati 1 Il linguaggio SQL: le viste Angelo Montanari Dipartimento di Matematica e Informatica Università di Udine Il linguaggio SQL: le viste Basi di dati 2 Introduzione

Dettagli

Data management a.a. 2009-2010. Il linguaggio SQL

Data management a.a. 2009-2010. Il linguaggio SQL Data management a.a. 2009-2010 Il linguaggio SQL 1 Modello di database E' un database generico con anagrafica e movimenti di uso molto frequente: per esempio, clienti e fatture, studenti ed esami sostenuti,

Dettagli

Interrogazioni nidificate

Interrogazioni nidificate Interrogazioni nidificate Trovare nome, cognome e matricola degli studenti che non hanno fatto esami select Matricola,Nome,Cognome from studenti where matricola all (select studente group by studente)

Dettagli

Tipi di sottoquery SQL

Tipi di sottoquery SQL Tipi di sottoquery SQL È possibile specificare subquery in numerose posizioni: Con le parole chiave IN e NOT IN. Con operatori di confronto. Con le parole chiave ANY, SOME e ALL. Con le parole chiave EXISTS

Dettagli

SELECT FROM ORDER BY SELECT FROM ORDER BY DESC DESC SELECT FROM ORDER BY DESC DESC SELECT FROM WHERE SELECT FROM WHERE AND SELECT FROM WHERE AND

SELECT FROM ORDER BY SELECT FROM ORDER BY DESC DESC SELECT FROM ORDER BY DESC DESC SELECT FROM WHERE SELECT FROM WHERE AND SELECT FROM WHERE AND Data la seguente Base di dati: STUDENTE(Matricola, Nome, Cognome, Indirizzo, Città, CAP,Sesso) DOCENTE(Matricola, Nome, Cognome, Città,Telefono, Stipendio) CORSO(Codice, Nome, Facoltà, NumeroCrediti) ESAME(CodiceCorso,

Dettagli

INFORMATICA. Applicazioni WEB a tre livelli con approfondimento della loro manutenzione e memorizzazione dati e del DATABASE.

INFORMATICA. Applicazioni WEB a tre livelli con approfondimento della loro manutenzione e memorizzazione dati e del DATABASE. INFORMATICA Applicazioni WEB a tre livelli con approfondimento della loro manutenzione e memorizzazione dati e del DATABASE. APPLICAZIONI WEB L architettura di riferimento è quella ampiamente diffusa ed

Dettagli

Corso di INFORMATICA

Corso di INFORMATICA ISTITUTO SCOLASTICO ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE G. SEGATO Corso di INFORMATICA Modulo 2 : L interrogazione di una Base di Dati 1 Il Modulo è strutturato secondo le seguenti UNITA DIDATTICHE : ( UD1

Dettagli

Interrogare una base di dati: Algebra relazionale e SQL. Alessandro Bardine Alessandro Ciaramella Vincenzo Galella Rudy Manganelli

Interrogare una base di dati: Algebra relazionale e SQL. Alessandro Bardine Alessandro Ciaramella Vincenzo Galella Rudy Manganelli Interrogare una base di dati: Algebra relazionale e SQL Alessandro Bardine Alessandro Ciaramella Vincenzo Galella Rudy Manganelli Prerequisiti Conoscenze di: Progettazione Base di Dati Modellazione Relazionale

Dettagli

Prova Scritta di Basi di Dati

Prova Scritta di Basi di Dati Prova Scritta di Basi di Dati 4 Giugno 2007 COGNOME: NOME: MATRICOLA: Si prega di risolvere gli esercizi direttamente sui fogli del testo, negli spazi indicati. Usare il foglio protocollo solo per la brutta

Dettagli

Interrogazioni complesse. SQL avanzato 1

Interrogazioni complesse. SQL avanzato 1 Interrogazioni complesse SQL avanzato Classificazione delle interrogazioni complesse Query con ordinamento Query con aggregazione Query con raggruppamento Query binarie Query annidate SQL avanzato 2 Esempio

Dettagli

STUDIO. Esercizi proposti a lezione cap. 3 rev. dic. 2007 da Ulmann, Widom Introduzione ai database. indirizzo. titolo. nome. recitain. attori.

STUDIO. Esercizi proposti a lezione cap. 3 rev. dic. 2007 da Ulmann, Widom Introduzione ai database. indirizzo. titolo. nome. recitain. attori. Basi di dati ad oggetti:un esempio ODL-OQL 1. Caso filmoteca: modello dei dati lunghezza tipo_pellicola via città indirizzo titolo anno FILM attori recitain ATTORE nome posseduto da lunghezza_in_ore (

Dettagli

Corso di Laboratorio di Basi di Dati

Corso di Laboratorio di Basi di Dati Corso di Laboratorio di Basi di Dati F1I072 - INF/01 a.a 2009/2010 Pierluigi Pierini Technolabs S.p.a. Pierluigi.Pierini@technolabs.it Università degli Studi di L Aquila Dipartimento di Informatica Technolabs

Dettagli

SQL (STRUCTURED QUERY LANGUAGE)

SQL (STRUCTURED QUERY LANGUAGE) SQL (STRUCTURED QUERY LANGUAGE) Prof. Nicoletta D Alpaos & Prof. Andrea Borghesan SQL DDL Data Definition Language DML Data Manipulation Language DCL Data Control Language DDL Obiettivo: Definire la struttura

Dettagli

L istruzione SELECT di SQL

L istruzione SELECT di SQL L istruzione SELECT di SQL Sintassi dell istruzione SELECT... 2 Clausola WHERE... 3 Clausola ORDER BY... 5 Le funzioni di aggregazione... 6 Raggruppamenti... 9 Inner Join (giunzione naturale o join interno)...10

Dettagli

Viste materializzate in Oracle e SQL esteso. Sistemi di gestione di basi di dati. Tania Cerquitelli e Paolo Garza 1.

Viste materializzate in Oracle e SQL esteso. Sistemi di gestione di basi di dati. Tania Cerquitelli e Paolo Garza 1. Tabella d esempio Data warehouse in Oracle Schema tabella VENDITE(Città, Data, Importo) Viste materializzate ed estensioni al linguaggio SQL per l analisi dei dati presenti nei data warehouse Estensioni

Dettagli

OR true null false true true true true null true null null false true null false NOT

OR true null false true true true true null true null null false true null false NOT Il linguaggio SQL è un linguaggio standard per la definizione, manipolazione e interrogazione delle basi di dati relazionali ed ha le seguenti caratteristiche: è dichiarativo; opera su multiset di tuple,

Dettagli

----------------------------------------------------------------------------

---------------------------------------------------------------------------- APPUNTI DI SQL Gli appunti qui forniti vogliono essere un riferimento scritto di alcuni degli argomenti trattati a lezione per gli studenti a cui vengono messi a disposizione. Non viene fornita alcuna

Dettagli

Alessandra Raffaetà. Qualificazione: notazione con il punto

Alessandra Raffaetà. Qualificazione: notazione con il punto Lezione 7 S.I.T. PER LA VALUTAZIONE E GESTIONE DEL TERRITORIO Corso di Laurea Magistrale in Scienze Ambientali Alessandra Raffaetà Dipartimento di Informatica Università Ca Foscari Venezia Qualificazione:

Dettagli

Il linguaggio SQL e Access

Il linguaggio SQL e Access Il linguaggio SQL e Access 1 Linguaggio SQL Caratteristiche generali L SQL (structured query language) è un linguaggio utilizzato per definire, gestire, controllare e reperire dati di un DBMS; prevede

Dettagli

Documentazione SQL. Argomento Sintassi Note Definizione schema create schema [NomeSchema] [[authorization] Autorizzazione] {DefElementoSchema}

Documentazione SQL. Argomento Sintassi Note Definizione schema create schema [NomeSchema] [[authorization] Autorizzazione] {DefElementoSchema} Documentazione SQL Argomento Sintassi Note Definizione schema create schema [NomeSchema] [[authorization] Autorizzazione] {DefElementoSchema} Definizione tabella Definizione dominio Specifica di valori

Dettagli

UTENTE (Codice, Nome, Cognome, Indirizzo, Telefono) PRESTITO (Collocazione, CodUtente, DataPrestito, DataRest)

UTENTE (Codice, Nome, Cognome, Indirizzo, Telefono) PRESTITO (Collocazione, CodUtente, DataPrestito, DataRest) ESERCITAZIONI: 01/04/2008 TEMA: STRUCTURED QUERY LANGUAGE Base di Dati: Biblioteca UTENTE (Codice, Nome, Cognome, Indirizzo, Telefono) PRESTITO (Collocazione, CodUtente, DataPrestito, DataRest) COPIA (Collocazione,

Dettagli

Schema Del DB Operazionale TELEFONATE

Schema Del DB Operazionale TELEFONATE Schema Del DB Operazionale TELEFONATE Costruire lo Schema di Fatto per analizzare le chiamate considerando come dimensioni TelefonoDA e TelefonoA, Data e Fascia, intesa come FasciaOraria della chiamata

Dettagli

Esercitazione su SQL

Esercitazione su SQL Esercizio 1. Esercitazione su SQL Si consideri la base di dati relazionale composta dalle seguenti relazioni: impiegato Matricola Cognome Stipendio Dipartimento 101 Sili 60 NO 102 Rossi 40 NO 103 Neri

Dettagli

IL LINGUAGGIO SQL. Caratteristiche generali. Il comando Select. Le basi di dati ed il linguaggio SQL A.Lorenzi D.Rossi - ATLAS. Pag.

IL LINGUAGGIO SQL. Caratteristiche generali. Il comando Select. Le basi di dati ed il linguaggio SQL A.Lorenzi D.Rossi - ATLAS. Pag. Caratteristiche generali IL LINGUAGGIO SQL Il linguaggio SQL (Structured Query Language) è un linguaggio non procedurale che è diventato uno standard tra i linguaggi per la gestione di database relazionali.

Dettagli

SQL. Structured Query Language

SQL. Structured Query Language Structured Query Language fields seleziona i campi (colonne) da visualizzare table specifica la tabella da cui leggere i dati WHERE condizione seleziona i record (righe) da visualizzare expression è possibile

Dettagli

ITIS "E. Divini" Specializzazione di INFORMATICA SAN SEVERINO MARCHE (MC) Il linguaggio SQL

ITIS E. Divini Specializzazione di INFORMATICA SAN SEVERINO MARCHE (MC) Il linguaggio SQL Il linguaggio SQL Introduzione SQL (Structured Query Language) è il linguaggio ormai assunto come standard per la trattazione di Data Base (DB) relazionali. La sua stesura è dovuta essenzialmente a E.

Dettagli

Basi di Dati e Sistemi Informativi. SQL come linguaggio di manipolazione dei dati

Basi di Dati e Sistemi Informativi. SQL come linguaggio di manipolazione dei dati Basi di Dati e Sistemi Informativi Corso di Laurea in Ing. Informatica Ing. Gestionale Magistrale SQL come standard Varie versioni con successivi miglioramenti: SQL-1 o SQL-89 (rispetto ad SQL-86 introduce

Dettagli

Laboratorio di Basi di Dati

Laboratorio di Basi di Dati Laboratorio di Basi di Dati 15/07/2010 Corso di Laurea in Ingegneria Informatica Prof. Laura Po Nome Cognome Matr Corso di laurea Esercizio Sia dato il seguente database per la gestione dei concorsi fotografici.

Dettagli

Interrogazioni nidificate

Interrogazioni nidificate Interrogazioni nidificate Nella clausola where si possono utilizzare valori prodotti da altre istruzioni select utilizzando any (qualsiasi) o all (tutti) insieme agli operatori di confronto Trovare nome,

Dettagli

Capitolo 4. Soluzione: Soluzione: Create domain STRING as character varying (256) default sconosciuto not null

Capitolo 4. Soluzione: Soluzione: Create domain STRING as character varying (256) default sconosciuto not null Capitolo 4 Esercizio 4.1 Ordinare i seguenti domini in base al valore massimo rappresentable, supponendo che integer abbia una rappresentazione a 32 bit e smallint a 16 bit: numeric(12,4), decimal(10),

Dettagli

SQL come linguaggio di interrogazione. Basi di dati. Interrogazioni SQL. Interpretazione algebrica delle query SQL

SQL come linguaggio di interrogazione. Basi di dati. Interrogazioni SQL. Interpretazione algebrica delle query SQL SQL come linguaggio di interrogazione Basi di dati Linguaggi di Interrogazione: SQL Prof.Angela Bonifati Le interrogazioni SQL sono dichiarative l utente specifica quale informazione è di suo interesse,

Dettagli

BASI DATI: algebra relazionale

BASI DATI: algebra relazionale BASI DATI: algebra relazionale BIOINGEGNERIA ED INFORMATICA MEDICA 1 Algebra relazionale Definizione L'algebra relazionale è un insieme di operazioni (query) che servono per manipolare relazioni (tabelle).

Dettagli

Corso di Basi di Dati

Corso di Basi di Dati Corso di Basi di Dati Esercitazione: L algebra relazionale Home page del corso: http://www.cs.unibo.it/~difelice/dbsi/ Esercizio 1 Ø Dato il seguente schema: POETA(Nome, Cognome, AnnoNascita, LuogoNascita)

Dettagli

SQL - Sottointerrogazioni

SQL - Sottointerrogazioni una delle ragioni che rendono SQL un linguaggio potente è la possibilità di esprimere interrogazioni più complesse in termini di interrogazioni più semplici, tramite il meccanismo delle subqueries (sottointerrogazioni)

Dettagli

Join in SQL (primo modo) Informatica. Tabella Dipartimento. Interrogazione 4a. Interrogazione 4b. Interrogazione 4a

Join in SQL (primo modo) Informatica. Tabella Dipartimento. Interrogazione 4a. Interrogazione 4b. Interrogazione 4a Join in SQL (primo modo) Informatica Lezione 7 Laurea magistrale in Psicologia Laurea magistrale in Psicologia dello sviluppo e dell'educazione Anno accademico: 09- Per formulare interrogazioni che coinvolgono

Dettagli

SQL IL LINGUAGGIO DI INTERROGAZIONE

SQL IL LINGUAGGIO DI INTERROGAZIONE SQL IL LINGUAGGIO DI INTERROGAZIONE SQL! Originato da SEQUEL-XRM e System-R (1974-1977) dell IBM! Significato originario Structured Query Language! Standard de facto! Attuale standard ANSI/ISO è SQL:1999

Dettagli

SQL Laboratorio di Basi di Dati a.a. 2002/2003

SQL Laboratorio di Basi di Dati a.a. 2002/2003 1 SQL Laboratorio di Basi di Dati a.a. 2002/2003 dott.ssa Francesca A. Lisi lisi@di.uniba.it Orario di ricevimento: mercoledì ore 10-12 2 Sommario (V parte) Aspetti avanzati della definizione dei dati

Dettagli

Algebra relazionale. Algebra relazionale. Operatori dell algebra relazionale. Operatori dell algebra relazionale. Algebra relazionale.

Algebra relazionale. Algebra relazionale. Operatori dell algebra relazionale. Operatori dell algebra relazionale. Algebra relazionale. Algebra relazionale Algebra relazionale Introduzione Selezione e proiezione Prodotto cartesiano e join Natural join, theta-join e semi-join Outer join Unione e intersezione Differenza e antijoin Divisione

Dettagli

M733 ESAME DI STATO DI ISTITUTO TECNICO COMMERCIALE CORSO DI ORDINAMENTO

M733 ESAME DI STATO DI ISTITUTO TECNICO COMMERCIALE CORSO DI ORDINAMENTO Seconda prova scritta Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca M733 ESAME DI STATO DI ISTITUTO TECNICO COMMERCIALE CORSO DI ORDINAMENTO Indirizzo: PROGRAMMATORI Tema di: INFORMATICA GENERALE

Dettagli

Esercitazione: Interrogazioni SQL

Esercitazione: Interrogazioni SQL Laurea in Ingegneria Informatica SAPIENZA Università di Roma Insegnamento di Basi di Dati Esercitazione: Interrogazioni SQL Domenico Fabio Savo 1 Sommario 1. Creazione del database utilizzato per l esercitazione

Dettagli

Titolo. Manuale Configurazione ODBC Firebird

Titolo. Manuale Configurazione ODBC Firebird Pagina 1 di 6 OPERAZIONI PRELIMINARI L installazione del Driver ODBC per crea un interfaccia facilitata per la gestione dei dati presenti nel DB di GlobalTrace. Per poter funzionare correttamente è necessario

Dettagli

SQL. Structured Query Language 1974: SEQUEL by IBM 1981: SQL by IBM 1986 1992: SQL ISO 9075:1992 SQL:1999 SQL:2003

SQL. Structured Query Language 1974: SEQUEL by IBM 1981: SQL by IBM 1986 1992: SQL ISO 9075:1992 SQL:1999 SQL:2003 SQL Structured Query Language 1974: SEQUEL by IBM 1981: SQL by IBM 1986 1992: SQL ISO 9075:1992 SQL:1999 SQL:2003 SQL Il linguaggio SQL è stato originariamente dichiarativo, diventando nel tempo sempre

Dettagli

Laboratorio Architettura

Laboratorio Architettura Laboratorio Architettura Prof. Alessandra Lumini Alma Mater Studiorum - Università di Bologna 1 Oracle SQL Developer - funzionalità Per progettisti integrazione di SQL Developer Data Modeler, per la progettazione

Dettagli

Basi di Dati. Esercitazione SQL. Ing. Paolo Cappellari

Basi di Dati. Esercitazione SQL. Ing. Paolo Cappellari Basi di Dati Esercitazione SQL Ing. Paolo Cappellari Esercitazione Considerando la seguente base di dati: Fornitori (CodiceFornitore, Nome, Indirizzo, Città) Prodotti (CodiceProdotto, Nome, Marca, Modello)

Dettagli

********************* MODIFICA STRUTTURA DI UNA TABELLA (inserimento di un nuovo campo) ALTER TABLE Personale ADD Nascita date;

********************* MODIFICA STRUTTURA DI UNA TABELLA (inserimento di un nuovo campo) ALTER TABLE Personale ADD Nascita date; CREAZIONE STRUTTURA DI UNA TABELLA by Marinsalta Fausto CREATE TABLE Personale Matricola char(5), Cognome char(30), Nome char(20), Codfis char(16) not null, Assunzione date, Filiale smallint, Funzione

Dettagli

INTRODUZIONE AD SQL (CAPITOLO 4) R. Basili a.a. 2011-2012

INTRODUZIONE AD SQL (CAPITOLO 4) R. Basili a.a. 2011-2012 1 INTRODUZIONE AD SQL (CAPITOLO 4) R. Basili a.a. 2011-2012 SQL Dopo aver eseguito l installazione del DBMS e di uno o più database: Accesso al DBMS Interpretazione di uno script Descrizione dello schema

Dettagli

Esercitazione di riepilogo sulle Query MySQL Giugno 2011 Classe VB Informatica

Esercitazione di riepilogo sulle Query MySQL Giugno 2011 Classe VB Informatica Istituto di Istruzione Superiore Alessandrini - Marino 1 Esercitazione di riepilogo sulle Query MySQL Giugno 2011 Classe VB Informatica Descrizione Un azienda commerciale che vende prodotti IT (computers,

Dettagli

Operazioni sui database

Operazioni sui database Operazioni sui database Le operazioni nel modello relazionale sono essenzialmente di due tipi: Operazioni di modifica della base di dati (update) Interrogazioni della base di dati per il recupero delle

Dettagli

Basi di dati: appello 28/02/06

Basi di dati: appello 28/02/06 Basi di dati: appello 28/02/06 Si consideri il seguente schema di base di dati che vuole tenere traccia della programmazione delle radio italiane: EMITTENTE (id, nome, frequenza, città.) SCALETTA (id_radio,

Dettagli

ESERCITAZIONE 4 Giovedì 13 novembre 2014 (3 ore) SQL

ESERCITAZIONE 4 Giovedì 13 novembre 2014 (3 ore) SQL ESERCITAZIONE 4 Giovedì 13 novembre 2014 (3 ore) SQL Testi degli esercizi Si consideri il seguente schema di base di dati. STUDENTE(Matricola, Nome, Cognome, Indirizzo, Città) INSEGNANTE(Matricola, Nome,

Dettagli

Elaborazione Automatica dei Dati. SQL come Query Language. Enrico Cavalli. Anno Accademico 2012-2013. Il linguaggio SQL

Elaborazione Automatica dei Dati. SQL come Query Language. Enrico Cavalli. Anno Accademico 2012-2013. Il linguaggio SQL Elaborazione Automatica dei Dati SQL come Query Language Enrico Cavalli Anno Accademico 2012-2013 Il linguaggio SQL SQL = Structured Query Language Diverse versioni del linguaggio gli standard ANSI: SQL,

Dettagli

Esercizi di SQL 1- SELEZIONI SEMPLICI 1 2- SELEZIONI CON PROIEZIONI 1 3- FUNZIONI DI INSIEME 2 4- FUNZIONI DI AGGREGAZIONE 2 5- HAVING 3

Esercizi di SQL 1- SELEZIONI SEMPLICI 1 2- SELEZIONI CON PROIEZIONI 1 3- FUNZIONI DI INSIEME 2 4- FUNZIONI DI AGGREGAZIONE 2 5- HAVING 3 Esercizi di SQL 1- SELEZIONI SEMPLICI 1 2- SELEZIONI CON PROIEZIONI 1 3- FUNZIONI DI INSIEME 2 4- FUNZIONI DI AGGREGAZIONE 2 5- HAVING 3 6- QUERY MULTIPLE 3 7- JOIN 4 1- Selezioni semplici Data la tabella:

Dettagli

Il linguaggio SQL: viste e tabelle derivate

Il linguaggio SQL: viste e tabelle derivate Il linguaggio SQL: viste e tabelle derivate Sistemi Informativi L-A Home Page del corso: http://www-db.deis.unibo.it/courses/sil-a/ Versione elettronica: SQLd-viste.pdf Sistemi Informativi L-A DB di riferimento

Dettagli

Il linguaggio SQL: viste e tabelle derivate. Versione elettronica: SQLd-viste.pdf

Il linguaggio SQL: viste e tabelle derivate. Versione elettronica: SQLd-viste.pdf Il linguaggio SQL: viste e tabelle derivate Versione elettronica: SQLd-viste.pdf DB di riferimento per gli esempi Imp Sedi CodImp Nome Sede Ruolo Stipendio Sede Responsabile Citta E001 Rossi S01 Analista

Dettagli

Modello concettuale dei dati. Paolo Brunasti - UniMiB 1 / 12

Modello concettuale dei dati. Paolo Brunasti - UniMiB 1 / 12 Esempi di interrogazioni SQL Sia dato il seguente modello dati: professore(pk, nome studente(matricola, nome, fuoricorso, nazionalita, eta, provincia corso(codice, anno, fk esame(matricola, codice, anno,

Dettagli

Le query di comando e di servizio in Access

Le query di comando e di servizio in Access Le query di comando e di servizio in Access In questa parte sono presentate alcune query di Access che permettono di: creare nuove tabelle, aggiungere o eliminare righe in una tabella, modificare il contenuto

Dettagli

Create la tabella Dipendenti:

Create la tabella Dipendenti: Create la tabella Dipendenti: create table Dipendenti( id int(3) not null auto_increment, livello int(1) not null, stipendio int(4) not null, primary key(id)); mysql> describe Dipendenti; --------+------+-----+---------+----------------+

Dettagli

Basi di Dati Corso di Laura in Informatica Umanistica

Basi di Dati Corso di Laura in Informatica Umanistica Basi di Dati Corso di Laura in Informatica Umanistica Appello del 10/09/2010 Parte 1: Algebra Relazionale e linguaggio SQL Docente: Giuseppe Amato Sia dato il seguente schema di base di dati per la gestione

Dettagli

Data warehousing con SQL Server

Data warehousing con SQL Server Data warehousing con SQL Server SQL Server è un RDBMS (Relational DataBase Management System) Analysis Services è un componente di SQL Server che offre un insieme di funzionalità di supporto al data warehousing

Dettagli

Esprimere in algebra (ottimizzata), calcolo relazionale la seguente query:

Esprimere in algebra (ottimizzata), calcolo relazionale la seguente query: Basi di dati: appello 16/02/10 i consideri il seguente schema di base di dati che vuole tenere traccia delle informazioni relative ai partecipanti a gare podistiche in Lombardia CORSA (Codice, Nome, IndirizzoPartenza,

Dettagli

Il linguaggio SQL. è di fatto lo standard tra i linguaggi per la gestione di data base relazionali.

Il linguaggio SQL. è di fatto lo standard tra i linguaggi per la gestione di data base relazionali. (Structured Query Language) : Il linguaggio è di fatto lo standard tra i linguaggi per la gestione di data base relazionali. prima versione IBM alla fine degli anni '70 per un prototipo di ricerca (System

Dettagli

OSSIF WEB. Manuale query builder

OSSIF WEB. Manuale query builder OSSIF WEB Manuale query builder - Maggio 2010 1) Sommario 1) SOMMARIO... 2 INTRODUZIONE... 3 Scopo del documento... 3 Struttura del documento... 3 Descrizione dell interfaccia grafica... 3 SELEZIONE DI

Dettagli

Dato lo SCHEMA RELAZIONALE:

Dato lo SCHEMA RELAZIONALE: Dato lo SCHEMA RELAZIONALE: 1-Il nome di tutte le sale di Pisa SELECT s.nome FROM Sale as s WHERE s.città = 'Pisa' 2-Il titolo dei film di F. Fellini prodotti dopo il 1960. SELECT f.titolo FROM Film as

Dettagli

Basi di Dati. S Q L Lezione 5

Basi di Dati. S Q L Lezione 5 Basi di Dati S Q L Lezione 5 Antonio Virdis a.virdis@iet.unipi.it Sommario Gestione eventi Gestione dei privilegi Query Complesse 2 Esercizio 9 (lezione 4) Indicare nome e cognome, spesa e reddito annuali

Dettagli

Soluzioni 1.1. SELECT cognome FROM dipendenti; 1.2. SELECT nome FROM dipendenti; 1.3. SELECT cognome, nome FROM dipendenti; 1.4

Soluzioni 1.1. SELECT cognome FROM dipendenti; 1.2. SELECT nome FROM dipendenti; 1.3. SELECT cognome, nome FROM dipendenti; 1.4 Soluzioni 1 1.1 1.2 1.3 1.4 1.5 SELECT cognome ; SELECT nome ; ;, citta ; ; 2 2.1 2.2 2.3 2.4 SELECT nome, cognome WHERE stipendio>3000; WHERE citta= rimini ; WHERE citta= rimini AND stipendio>3000;, salario

Dettagli

Il linguaggio SQL. ing. Alfredo Cozzi 1

Il linguaggio SQL. ing. Alfredo Cozzi 1 Il linguaggio SQL ing. Alfredo Cozzi 1 Il linguaggio SQL Il linguaggio SQL (Structured Query Language) è nato con l intento di soddisfare alle seguenti richieste nei db relazionali: - definire e creare

Dettagli

Vogliamo creare una anagrafe e poi creare delle query che rispondono a delle domandi. Utilizzando Microsoft Access

Vogliamo creare una anagrafe e poi creare delle query che rispondono a delle domandi. Utilizzando Microsoft Access Vogliamo creare una anagrafe e poi creare delle query che rispondono a delle domandi Utilizzando Microsoft Access Si crea la tabella Anagrafica degli alunni e si mettono alcuni campi Si creano via via

Dettagli

Gli operatori relazionali

Gli operatori relazionali Gli operatori relazionali Agiscono su una o più relazioni per ottenere una nuova relazione (servono a realizzare le interrogazioni sul database) Ci sono tre operazioni fondamentali per i database relazionali:

Dettagli

Domande utili alla preparazione dell orale di Informatica all Esame di Stato

Domande utili alla preparazione dell orale di Informatica all Esame di Stato Domande utili alla preparazione dell orale di Informatica all Esame di Stato 1.Al livello fisico un database si appoggia ai files per contenere i suoi dati? 2.Esistono altri modelli di organizzazione oltre

Dettagli