IMPORTO 0-1 GIORNO E RICOVERI DIURNI (in lire) IMPORTO casi > 1 GG (in lire) VALORE SOGLIA

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "IMPORTO 0-1 GIORNO E RICOVERI DIURNI (in lire) IMPORTO casi > 1 GG (in lire) VALORE SOGLIA"

Transcript

1 ALLEGATO A Neurologia ad indirizzo chirurgico 1 N 1 C 001 CRANIOTOMIA ETA` > 17, ECCETTO PER TRAUMATISMO , , ,41 1 C 002 CRANIOTOMIA ETA' > 17 PER TRAUMATISMO , , ,38 1 C 003 CRANIOTOMIA ETA` < , , ,38 1 C 004 INTERVENTI SUL MIDOLLO SPINALE , , ,81 1 C 005 INTERVENTI SUI VASI EXTRACRANICI , , ,12 1 C 007 INTERVENTI SU NERVI PERIFERICI E CRANICI E ALTRI INTERVENTI SU SISTEMA NERVOSO CON CC , , ,86 1 C 008 INTERVENTI SU NERVI PERIFERICI E CRANICI E ALTRI INTERVENTI SU SISTEMA NERVOSO SENZA CC ,24 877, ,85 24 C 484 CRANIOTOMIA PER TRAUMATISMI MULTIPLI RILEVANTI , , ,34 Pneumologia oncologica 4 C 075 INTERVENTI MAIORI SUL TORACE , , ,01 4 C 076 ALTRI INTERVENTI SULL'APPARATO RESPIRATORIO, CON CC , , ,43 4 C 077 ALTRI INTERVENTI SULL'APPARATO RESPIRATORIO, SENZA CC ,84 806, ,60 1 / 6

2 1 N Cardiologia medico chirurgica 5 C C C C 107 INTERVENTI SULLE VALVOLE CARDIACHE CON CATETERISMO CARDIACO , , ,04 INTERVENTI SULLE VALVOLE CARDIACHE SENZA CATETERISMO CARDIACO , , ,67 BYPASS CORONARICO CON CATETERISMO CARDIACO , , ,92 BYPASS CORONARICO SENZA CATETERISMO CARDIACO , , ,57 5 C 108 ALTRI INTERVENTI SUL SISTEMA CARDIOVASCOLARE , , ,06 5 C 110 INTERVENTI MAIORI SUL SISTEMA CARDIOVASCOLARE, CON CC , , ,72 5 C 111 INTERVENTI MAIORI SUL SISTEMA CARDIOVASCOLARE, SENZA CC , , ,23 5 C 112 INTERVENTI SUL SISTEMA CARDIOVASCOLARE PER VIA PERCUTANEA , , ,68 5 C 115 IMPIANTO PACEMAKER CARDIACO PERMANENTE CON INFARTO MIOCARDICO ACUTO, INSUFFICIENZA CARDIACA O SHOCK , , ,23 5 C 116 ALTRI INTERVENTI PER IMPIANTO DI PACEMAKER CARDIACO PERMANENTE O DI DEFIBRILLATORE AUTOMATICO (AICD) O DI GENERATORE DI IMPULSI , , ,84 5 C 117 REVISIONE DEL PACEMAKER CARDIACO, ECCETTO SOSTITUZIONE , , ,66 5 C 118 SOSTITUZIONE DI PACEMAKER CARDIACO , , ,80 5 C 120 ALTRI INTERVENTI SULL'APPARATO CIRCOLATORIO , , ,21 5 M 121 MALATTIE CARDIOVASCOLARI CON INFARTO MIOCARDICO ACUTO E COMPLICANZE CARDIOVASCOLARI, DIMESSI VIVI ,26 265, ,81 2 / 6

3 1 N 5 M 122 MALATTIE CARDIOVASCOLARI CON INFARTO MIOCARDICO ACUTO SENZA COMPLICANZE CARDIOVASCOLARI, DIMESSI VIVI ,50 263, ,02 5 M 123 MALATTIE CARDIOVASCOLARI CON INFARTO MIOCARDICO ACUTO, MORTI ,78 391, ,71 5 M 124 MALATTIE CARDIOVASCOLARI ECCETTO INFARTO MIOCARDICO ACUTO, CON CATETERISMO CARDIACO E DIAGNOSI COMPLICATA ,26 416, ,90 5 M 125 MALATTIE CARDIOVASCOLARI ECCETTO INFARTO MIOCARDICO ACUTO, CON CATETERISMO CARDIACO E DIAGNOSI NON COMPLICATA ,62 406, ,72 5 M 126 ENDOCARDITE ACUTA E SUBACUTA ,51 236, ,19 5 C 478 CIRCOLATORIO, CON CC , , ,12 5 C 479 CIRCOLATORIO, SENZA CC , , ,74 Malattie vascolari 5 C C C C 479 AMPUTAZIONE PER DISTURBI CIRCOLATORI ECCETTO AMPUTAZIONE ARTO SUPERIORE E DITA PIEDE , , ,90 AMPUTAZIONE ARTO SUPERIORE E DITA PIEDE PER MALATTIE APPARATO CIRCOLATORIO ,99 902, ,42 CIRCOLATORIO, CON CC , , ,12 CIRCOLATORIO, SENZA CC , , ,74 3 / 6

4 1 N Nefro- urologia 11 C C C 305 INTERVENTI SU RENE E URETERE E INTERVENTI MAIORI SU VESCICA, PER NEOPLASIA , , ,08 INTERVENTI SU RENE E URETERE E INTERVENTI MAIORI SU VESCICA, NON PER NEOPLASIA MALIGNA CON CC , , ,66 INTERVENTI SU RENE E URETERE E INTERVENTI MAIORI SU VESCICA, NON PER NEOPLASIA MALIGNA SENZA CC , , ,54 11 C 315 ALTRI INTERVENTI SUL RENE E SULLE VIE URINARIE , , ,61 11 M 323 CALCOLOSI URINARIA, CON CC E/O LITOTRIPSIA MEDIANTE ULTRASUONI ,04 263, ,18 Ginecologia oncologica 13 C C C 355 EVISCERAZIONE PELVICA, ISTERECTOMIA RADICALE E VULVECTOMIA RADICALE , , ,48 INTERVENTI SU UTERO E SU ANNESSI PER NEOPLASIE MALIGNE NON DELL'OVAIO O DEGLI ANNESSI CON CC , , ,43 IINTERVENTI SU UTERO E SU ANNESSI PER NEOPLASIE MALIGNE NON DELL'OVAIO O DEGLI ANNESSI SENZA CC ,36 846, ,92 13 C 357 INTERVENTI SU UTERO E ANNESSI PER NEOPLASIE MALIGNE DELL'OVAIO O DEGLI ANNESSI , , ,98 4 / 6

5 1 N oncoematologia 16 C 392 SPLENECTOMIA, ETA` > , , , SPLENECTOMIA, ETA` < ,12 867, ,63 17 C 400 LINFOMA E LEUCEMIA CON INTERVENTI CHIRURGICI MAIORI , , ,71 17 C 401 LINFOMA E LEUCEMIA NON ACUTA CON ALTRI INTERVENTI CHIRURGICI CON CC , , ,95 17 C 402 LINFOMA E LEUCEMIA NON ACUTA CON ALTRI INTERVENTI CHIRURGICI SENZA CC ,29 883, ,33 17 M 403 LINFOMA E LEUCEMIA NON ACUTA CON CC ,83 333, ,17 17 M 404 LINFOMA E LEUCEMIA NON ACUTA SENZA CC ,97 244, ,42 17 M 405 LEUCEMIA ACUTA SENZA INTERVENTI CHIRURGICI MAIORI ETA< ,62 626, ,45 17 C 406 ALTERAZIONI MIELOPROLIFERATIVE O NEOPLASIE POCO DIFFERENZIATE CON INTERVENTI MAIORI CON CC , , ,92 17 M 407 ALTERAZIONI MIELOPROLIFERATIVE O NEOPLASIE POCO DIFFERENZIATE CON INTERVENTI MAIORI SENZA CC , , ,31 5 / 6

6 ALLEGATO A NEURORIABILITAZIONE TARIFFA TARIFFA GIORNALERA ( In GIORNALERA ( Lire) In Euro) CRANIOTOMIA ETA` > 17, ECCETTO PER TRAUMATISMO CRANIOTOMIA ETA' > 17 PER TRAUMATISMO CRANIOTOMIA ETA` < INTERVENTI SUL MIDOLLO SPINALE INTERVENTI SUI VASI EXTRACRANICI DECOMPRESSIONE DEL TUNNEL CARPALE INTERVENTI SU NERVI PERIFERICI E CRANICI E ALTRI INTERVENTI SU SISTEMA NERVOSO CON CC INTERVENTI SU NERVI PERIFERICI E CRANICI E ALTRI INTERVENTI SU SISTEMA NERVOSO SENZA CC MALATTIE E TRAUMATISMI DEL MIDOLLO SPINALE NEOPLASIE DEL SISTEMA NERVOSO CON CC NEOPLASIE DEL SISTEMA NERVOSO SENZA CC MALATTIE DEGENERATIVE DEL SISTEMA NERVOSO SCLEROSI MULTIPLA E ATASSIA CEREBELLARE MALATTIE CEREBROVASCOLARI SPECIFICHE ECCETTO ATTACCO ISCHEMICO TRANSITORIO ATTACCO ISCHEMICO TRANSITORIO E OCCLUSIONI PRECEREBRALI MALATTIE CEREBROVASCOLARI ASPECIFICHE CON CC MALATTIE CEREBROVASCOLARI ASPECIFICHE SENZA CC MALATTIE DEI NERVI CRANICI E PERIFERICI CON CC MALATTIE DEI NERVI CRANICI E PERIFERICI SENZA CC INFEZIONI DEL SISTEMA NERVOSO ECCETTO MENINGITE VIRALE MENINGITE VIRALE ENCEFALOPATIA IPERTENSIVA STATO STUPOROSO E COMA DI ORIGINE NON TRAUMATICA CONVULSIONI E CEFALEA ETA` > 17 CON CC CONVULSIONI E CEFALEA ETA` > 17 SENZA CC CONVULSIONI E CEFALEA ETA` < STATO STUPOROSO E COMA DI ORIGINE TRAUMATICA, COMA > 1 ORA STATO STUPOROSO E COMA DI ORIGINE TRAUMATICA, COMA < 1 ORA, ETA` > 17 CON CC STATO STUPOROSO E COMA DI ORIGINE TRAUMATICA, COMA < 1 ORA, ETA` > 17 SENZA CC STATO STUPOROSO E COMA DI ORIGINE TRAUMATICA, COMA < 1 ORA, ETA` < COMMOZIONE CEREBRALE, ETA` > 17 CON CC COMMOZIONE CEREBRALE, ETA` > 17 SENZA CC COMMOZIONE CEREBRALE, ETA` < ALTRE MALATTIE DEL SISTEMA NERVOSO, CON CC ALTRE MALATTIE DEL SISTEMA NERVOSO, SENZA CC 6 / 6

TARIFFE OSPEDALIERE ANNO REGIONE EMILIA -ROMAGNA

TARIFFE OSPEDALIERE ANNO REGIONE EMILIA -ROMAGNA TARIFFE OSPEDALIERE ANNO 2013- REGIONE EILIA -ROAGNA D Descrizione 1 1 001 1 002 1 007 1 008 raniotomia, età > 17 anni con raniotomia, età > 17 anni senza 1 003 raniotomia, età < 18 anni 1 006 Decompressione

Dettagli

Tabella Ricoveri ordinari attribuiti a DRG complicati (omologhi) ma non riconosciuti come complicati - Mesi ottobre-dicembre 2015

Tabella Ricoveri ordinari attribuiti a DRG complicati (omologhi) ma non riconosciuti come complicati - Mesi ottobre-dicembre 2015 Tabella 4.1 - Ricoveri ordinari attribuiti a (omologhi) ma come - Mesi % Bolzano 001 - CRANIOTOMIA, ETÀ > 17 ANNI 6,7-4 - 010 - NEOPLASIE DEL SISTEMA NERVOSO 5,9 1 4 25,0 016 - MALATTIE CEREBROVASCOLARI

Dettagli

Tabella Ricoveri ordinari attribuiti a DRG complicati (omologhi) ma non riconosciuti come complicati - Mesi luglio-settembre 2011

Tabella Ricoveri ordinari attribuiti a DRG complicati (omologhi) ma non riconosciuti come complicati - Mesi luglio-settembre 2011 Tabella 4.1 - Ricoveri ordinari attribuiti a (omologhi) ma come - Mesi % Bolzano 001 - CRANIOTOMIA, ETÀ > 17 ANNI CON 7,1-5 - 007 - INTERVENTI SU NERVI PERIFERICI E CRANICI E ALTRI INTERVENTI SU SISTEMA

Dettagli

Tabella Ricoveri ordinari attribuiti a DRG complicati (omologhi) ma non riconosciuti come complicati - Mesi aprile-giugno 2013

Tabella Ricoveri ordinari attribuiti a DRG complicati (omologhi) ma non riconosciuti come complicati - Mesi aprile-giugno 2013 Tabella 4.1 - Ricoveri ordinari attribuiti a (omologhi) ma come - Mesi del % Bolzano 001 - CRANIOTOMIA, ETÀ > 17 ANNI 8,8-5 - 007 - INTERVENTI SU NERVI PERIFERICI E CRANICI E ALTRI INTERVENTI SU SISTEMA

Dettagli

Codice_DRG Descrizione DRG Media_Tempo_Attesa N Casi 006 Decompressione del tunnel carpale Interventi su nervi periferici e cranici e altri

Codice_DRG Descrizione DRG Media_Tempo_Attesa N Casi 006 Decompressione del tunnel carpale Interventi su nervi periferici e cranici e altri Codice_DRG Descrizione DRG Media_Tempo_Attesa N Casi 006 Decompressione del tunnel carpale 49 1 008 Interventi su nervi periferici e cranici e altri interventi su sistema nervoso senza CC 13,5 2 012 Malattie

Dettagli

Appendicectomia con diagnosi principale non complicata senza CC Aritmia e alterazioni della conduzione cardiaca con CC Aritmia e alte

Appendicectomia con diagnosi principale non complicata senza CC Aritmia e alterazioni della conduzione cardiaca con CC Aritmia e alte PRESIDIO OSPEDALIERO ANNA RIZZOLI - LACCO AMENO - ISOLA D'ISCHIA ATTIVITA' DI RICOVERO ORDINARIO PER REPARTO Descrizione DRG Aborto con dilatazione e raschiamento, mediante aspirazione o isterotomia 39

Dettagli

Programma Nazionale Esiti PNE

Programma Nazionale Esiti PNE Programma Nazionale Esiti PNE Edizione 2015 Treemap: definizione e metodi Treemap: definizione e metodi Sono state individuate 7 aree cliniche principali: cardiocircolatorio, nervoso, respiratorio, chirurgia

Dettagli

Sezione L. 1 Prospetto generale su indici di "fuga" dalla prov. di CT. 2 Primi 50 DRGs di "fuga" dalla prov. di CT

Sezione L. 1 Prospetto generale su indici di fuga dalla prov. di CT. 2 Primi 50 DRGs di fuga dalla prov. di CT La spedalità siciliana nell anno 2004 Sezione L Mobilità intraregionale (s di fuga e di attrazione) 1 Prospetto generale su indici di "fuga" dalla prov. di CT 2 Primi 50 s di "fuga" dalla prov. di CT 3

Dettagli

di cui ricoveri a residenti di cui ricoveri a residenti di cui ricoveri a residenti

di cui ricoveri a residenti di cui ricoveri a residenti di cui ricoveri a residenti Tab. 8 - Dimissioni (a) erogate in Toscana distinte per Azienda sanitaria di erogazione, DRG e anno: ordinate per codice - Anni (valori Erogatore: Az. USL 1 di Massa e Carrara 001 Craniotomia Età>17, eccetto

Dettagli

Tempo attesa medio ricoveri programmati: dettaglio mensile. PO Pistoia

Tempo attesa medio ricoveri programmati: dettaglio mensile. PO Pistoia Tempo attesa medio ricoveri programmati: dettaglio mensile PO Pistoia Reparto drg descrizione gen-14 feb-14 mar-14 apr-14 mag-14 giu-14 lug-14 ago-14 117 Revisione del pacemaker cardiaco, eccetto sostituzione

Dettagli

- PRODUTTIVITA' A.S.L. n 1 - VENOSA - - Distribuzione per DRG - Mobilità A.S.L. di provenienza - Val.assoluti A.S.L. 3. Num.

- PRODUTTIVITA' A.S.L. n 1 - VENOSA - - Distribuzione per DRG - Mobilità A.S.L. di provenienza - Val.assoluti A.S.L. 3. Num. - PRODUTTIVITA' A.S.L. n 1 - VENOSA - - Distribuzione per - Mobilità A.S.L. di provenienza - Val.assoluti 039 Interventi sul cristallino con o senza vitrectomia 1 039 C 688 825.641,81 70,20% 158 191.169,34

Dettagli

Anamnesi di neoplasia maligna con endoscopia Anamnesi di neoplasia maligna senza endoscopia Angina pectoris Anomalie

Anamnesi di neoplasia maligna con endoscopia Anamnesi di neoplasia maligna senza endoscopia Angina pectoris Anomalie PRESIDI OSPEDALIERI ASL NA2 NORD ANNO 2009 ATTIVITA' DI RICOVERO ORDINARIO PRESIDIO DI DIMISSIONE Aborto con dilatazione e raschiamento, mediante aspirazione o isterotomia 132 9 39 2 67 249 Aborto senza

Dettagli

A.O.U. POLICLINICO G. MARTINO

A.O.U. POLICLINICO G. MARTINO A.O.U. POLICLINICO G. MARTINO VERIFICA ANNO 2010 DEGLI OBIETTIVI DI BUDGET NEGOZIATI CON IL D.A.I. DI Neuroscienze Incontro del 14 Febbraio 2011 STAFF DIREZIONE GENERALE Controllo di Gestione Direttore

Dettagli

ALLEGATO 6 - FASCIA B TARIFFE DELLE PRESTAZIONI DI ASSISTENZA OSPEDALIERA PER ACUTI EROGATE IN REGIME DI RICOVERO DIURNO (importi in EURO)

ALLEGATO 6 - FASCIA B TARIFFE DELLE PRESTAZIONI DI ASSISTENZA OSPEDALIERA PER ACUTI EROGATE IN REGIME DI RICOVERO DIURNO (importi in EURO) 1 1 C Craniotomia, età > 17 anni con CC 433 2 1 C Craniotomia, età > 17 anni senza CC 433 3 1 C Craniotomia, età < 18 anni 433 4 1 C NON PIU' VALIDO per il grouper 24a 5 1 C NON PIU' VALIDO per il grouper

Dettagli

di cui ricoveri a residenti di cui ricoveri a residenti di cui ricoveri a residenti

di cui ricoveri a residenti di cui ricoveri a residenti di cui ricoveri a residenti Tab. 7 - Dimissioni (a) erogate in Toscana distinte per Azienda sanitaria di erogazione, DRG e anno: ordinate per frequenza - Anni Erogatore: Az. USL 1 di Massa e Carrara 373 Parto Vaginale senza Diagnosi

Dettagli

Anno: 2013 TAB 1.7.3

Anno: 2013 TAB 1.7.3 039 C Interventi sul cristallino con o senza vitrectomia 36.355 9,78 9,78 98.664 8,89 2,71 35.214.635,18 410 M Chemioterapia non associata a diagnosi secondaria di leucemia acuta 24.725 6,65 16,43 177.318

Dettagli

Anno: 2013 TAB 1.7.2

Anno: 2013 TAB 1.7.2 391 M Neonato normale 44.264 6,96 6,96 150.673 4,07 3,40 3,28 22.664.073,98 371 C Parto cesareo senza CC 27.473 4,32 11,29 124.456 3,36 4,53 3,93 53.011.155,18 373 M Parto vaginale senza diagnosi complicanti

Dettagli

Codice_DRG Descrizione DRG Media_Tempo_Attesa N Casi 001 Craniotomia età > 17 anni, con CC Craniotomia età > 17 anni, senza CC 41,

Codice_DRG Descrizione DRG Media_Tempo_Attesa N Casi 001 Craniotomia età > 17 anni, con CC Craniotomia età > 17 anni, senza CC 41, Codice_DRG Descrizione DRG Media_Tempo_Attesa N Casi 001 Craniotomia età > 17 anni, con CC 14 8 002 Craniotomia età > 17 anni, senza CC 41,5 83 003 Craniotomia età < 18 anni 34 6 006 Decompressione del

Dettagli

Codice_DRG Descrizione DRG 001 Craniotomia età > 17 anni, con CC 002 Craniotomia età > 17 anni, senza CC 003 Craniotomia età < 18 anni 006

Codice_DRG Descrizione DRG 001 Craniotomia età > 17 anni, con CC 002 Craniotomia età > 17 anni, senza CC 003 Craniotomia età < 18 anni 006 Codice_DRG Descrizione DRG 001 Craniotomia età > 17 anni, con CC 002 Craniotomia età > 17 anni, senza CC 003 Craniotomia età < 18 anni 006 Decompressione del tunnel carpale 007 Interventi su nervi periferici

Dettagli

Medicare DRG v C Craniotomia età > 17, eccetto per traumatismo

Medicare DRG v C Craniotomia età > 17, eccetto per traumatismo Medicare DRG v14.0 DRG MDC Tipo Descrizione 001 1 C Craniotomia età > 17, eccetto per traumatismo 002 1 C Craniotomia età > 17 per traumatismo 003 1 C Craniotomia età < 18 004 1 C Interventi sul midollo

Dettagli

Medicare DRG v C Craniotomia età > 17, eccetto per traumatismo

Medicare DRG v C Craniotomia età > 17, eccetto per traumatismo Medicare DRG v10.0 DRG MDC Tipo Descrizione 001 1 C Craniotomia età > 17, eccetto per traumatismo 002 1 C Craniotomia età > 17 per traumatismo 003 1 C Craniotomia età < 18 004 1 C Interventi sul midollo

Dettagli

ALLEGATO 3 ELENCO DEI RAGGRUPPAMENTI OMOGENEI DI DIAGNOSI E DEI LORO PESI RELATIVI (VERSIONE N. 10 DEI DIAGNOSIS RELATED GROUPS) DRG RELATIVO

ALLEGATO 3 ELENCO DEI RAGGRUPPAMENTI OMOGENEI DI DIAGNOSI E DEI LORO PESI RELATIVI (VERSIONE N. 10 DEI DIAGNOSIS RELATED GROUPS) DRG RELATIVO ALLEGATO 3 ELENCO DEI RAGGRUPPAMENTI OMOGENEI DI DIAGNOSI E DEI LORO PESI RELATIVI (VERSIONE N. 10 DEI DIAGNOSIS RELATED GROUPS) MCD TIPO DRG PESO RELATIVO 001 1 C CRANIOTOMIA ETA` > 17, ECCETTO PER TRAUMATISMO

Dettagli

ASL BR - TEMPI DI ATTESA RICOVERI PROGRAMMATI ANNO 2015

ASL BR - TEMPI DI ATTESA RICOVERI PROGRAMMATI ANNO 2015 entro 30 P.O. Francavilla St. Francavilla Fontana CHIRURGIA GENERALE 158 Interventi su ano e stoma senza CC C 38 47 P.O. Francavilla St. Francavilla Fontana CHIRURGIA GENERALE 179 Malattie infiammatorie

Dettagli

ASSISTENZA OSPEDALIERA Allegato 1 alla Determinazione n. 817/10E del 11/12/2001

ASSISTENZA OSPEDALIERA Allegato 1 alla Determinazione n. 817/10E del 11/12/2001 001 1 C CRANIOTOMIA ETA' > 17 ECCETTO PER TRAUMATISMO 18.858.270 4.194.160 515.000 5.090.000 522.210 417.768 9.739,48 2.166,10 265,98 2.628,77 269,70 215,76 002 1 C CRANIOTOMIA ETA' > 17 PER TRAUMATISMO

Dettagli

Ricoveri fuori Regione - anno A.S.L. n. 1. Tavola Distribuzione per DRG in ordine di frequenza - ricoveri complessivi

Ricoveri fuori Regione - anno A.S.L. n. 1. Tavola Distribuzione per DRG in ordine di frequenza - ricoveri complessivi Ricoveri fuori Regione - anno 2004 - A.S.L. n. 1 Tavola 8.1 - Distribuzione per in ordine di frequenza - ricoveri complessivi 1 381 Aborto con dilatazione e raschiamento mediante aspirazione o C 210 207

Dettagli

( ) %'!"#$%!&'(!)*%%+!,-.$%!$/ $%!&.$%!*# 0 # $, $%!-'(!)"$& +1 (( (!)*%%!"(!!($%!&(

( ) %'!#$%!&'(!)*%%+!,-.$%!$/ $%!&.$%!*# 0 # $, $%!-'(!)$& +1 (( (!)*%%!(!!($%!&( !"##"$!"!" %""!&"' ) %'!"#$%!&'!)*%%+!,-.$%!$/ $%!&.$%!*# 0 # $, $%!-'!)"$& +1!)*%%!"!!$%!&!,-.$%!$/ $%!&.$%!*# 2*+## $!!"!"! ""!&"*#,-!*! 1/3 4 56 78!9#7 # 6 1#/ 3 ' *,,!:%"$%!- 6 / #6,*)$!*;$:%"$%!-'

Dettagli

Importi espressi in migliaia

Importi espressi in migliaia - RICOVERI OSPEDALIERI ANNO 1999 - - DATI REGIONALI - A. S.L. n 1 - VENOSA - - Distribuzione per - obilità A.S.L. di provenienza - Val.assoluti 088 alattia polmonare cronica ostruttiva 1 088 485 2.060.122

Dettagli

Aborto con dilatazione e raschiamento, mediante aspirazione o isterotomia 2 182 4 4 278 470 Aborto senza dilatazione e raschiamento 97 1 1 99 Abuso o dipendenza da alcool/farmaci senza terapia riabilitativa

Dettagli

ASSISTENZA OSPEDALIERA IN REGIME DI RICOVERO. Presidi Ospedalieri e Cliniche Private Accreditate ANNO 2015

ASSISTENZA OSPEDALIERA IN REGIME DI RICOVERO. Presidi Ospedalieri e Cliniche Private Accreditate ANNO 2015 ASSISTENZA OSPEDALIERA IN REGIME DI RICOVERO Presidi Ospedalieri e Cliniche Private Accreditate ANNO 2015 Luglio 2016 Unità Operativa Complessa Flussi Informativi - Controllo di Gestione Direttore: dott:

Dettagli

RIFERIMENTI NORMATIVI NAZIONALI Scheda di Dimissione Ospedaliera

RIFERIMENTI NORMATIVI NAZIONALI Scheda di Dimissione Ospedaliera RIFERIMENTI NORMATIVI NAZIONALI Scheda di Dimissione Ospedaliera D.M. 28/12/1991 Istituzione SDO Ministero Sanità SCPS del 17/06/1992 Linee Guida: la compilazione, la codifica e la gestione della SDO (controlli

Dettagli

2 TRIM. 1 TRIM. Ric.Ordin. Day Hosp. Tipo Ricoveri TOTALI 3 TRIM. 4 TRIM. OSPEDALE. Tavola1 - RICOVERI OSPEDALIERI ANNO 2004 - N.

2 TRIM. 1 TRIM. Ric.Ordin. Day Hosp. Tipo Ricoveri TOTALI 3 TRIM. 4 TRIM. OSPEDALE. Tavola1 - RICOVERI OSPEDALIERI ANNO 2004 - N. - DATI REGIONALI - - PRODUTTIVITA' OSPEDALIERA - QUADRO GENERALE OSPEDALE N.Ric 1 TRIM. EURO 2 TRIM. N.Ric EURO 3 TRIM. N.Ric EURO N.Ric 4 TRIM. EURO TOTALI Ric.Ordin. Day Hosp. Tipo Ricoveri N.Ric EURO

Dettagli

Tabella A - 1 LIVELLO TARIFFARIO - Tariffe massime da applicare sul territorio regionale per i presidi di ricovero di cui all'allegato 1 tabella A.

Tabella A - 1 LIVELLO TARIFFARIO - Tariffe massime da applicare sul territorio regionale per i presidi di ricovero di cui all'allegato 1 tabella A. ALLEGATO 3 Tabella A - 1 LIVELLO TARIFFARIO - Tariffe massime da applicare sul territorio regionale per i presidi di ricovero di cui all'allegato 1 tabella A. Colonna 1 Colonna 2 Colonna 3 Colonna 4 Colonna

Dettagli

DRG A B C D RICOVERI DI 1 MDC TIPO DIURNI 001 1 C CRANIOTOMIA ETA` > 17, ECCETTO 18.309 4.072 57 500

DRG A B C D RICOVERI DI 1 MDC TIPO DIURNI 001 1 C CRANIOTOMIA ETA` > 17, ECCETTO 18.309 4.072 57 500 ALLEGATO 1 TARIFFE DELLE PRESTAZIONI DI ASSISTENZA OSPEDALIERA PER ACUTI EROGATE IN REGIME DI RICOVERO ORDINARIO E DIURNO (IMPORTI IN MIGLIAIA DI LIRE) DRG A B C D RICOVERI DI 1 MDC TIPO RICOVERI GIORNO

Dettagli

Allegato: Indicatori di performance considerati PPOO a gestione diretta anno 2015

Allegato: Indicatori di performance considerati PPOO a gestione diretta anno 2015 Allegato: considerati PPOO a gestione diretta anno 2015 Presidio Ospedaliero San Gennaro Casistica medica e chirurgica (diagnosi principale e procedura principale) CARDIOLOGIA 7 Malattie ischemiche del

Dettagli

Groups) denominato Grouper HCFA versione 19, sulla base del quale vengono classificate le attività di ricovero e cura;

Groups) denominato Grouper HCFA versione 19, sulla base del quale vengono classificate le attività di ricovero e cura; LA GIUNTA REGIONALE Visto il decreto legislativo 30 dicembre 1992, n. 502, recante Riordino della disciplina in materia sanitaria a norma dell art. 1 della legge 23 ottobre 1992, n. 421 e successive modificazioni

Dettagli

30-12-2005 - GAZZETTA UFFICIALE DELLA REGIONE SICILIANA - PARTE I n. 57 23

30-12-2005 - GAZZETTA UFFICIALE DELLA REGIONE SICILIANA - PARTE I n. 57 23 30-12-2005 - GAZZETTA UFFICIALE DELLA REGIONE SICILIANA - PARTE I n. 57 23 le relative definizioni, è riportato nell allegato, parte integrante dello stesso Accordo; Visto il decreto n. 5850 del 28 giugno

Dettagli

( ) %'!"#$%!&'(!)*%%+!,-.$%!$/ $%!&.$%!*# 0 # $, $%!-'(!)"$& +1 (( (!)*%%!"(!!($%!&(

( ) %'!#$%!&'(!)*%%+!,-.$%!$/ $%!&.$%!*# 0 # $, $%!-'(!)$& +1 (( (!)*%%!(!!($%!&( !"##"$!"#!" %&#' ) %'!"#$%!&'!)*%%+!,-.$%!$/ $%!&.$%!*# 0 # $, $%!-'!)"$& +1!)*%%!"!!$%!&!,-.$%!$/ $%!&.$%!*# 2 & * ## $! #!"! "!""!+"&#,-!&! 1/3 4#56!7#5 # 8 1#/ 3 ' *,,!9%"$%!- 8 / #8,*)$!*:$9%"$%!-'

Dettagli

Dato atto che è stata sentita l Azienda USL della Valle d Aosta nel corso della riunione tenutasi in data 2 dicembre 2008;

Dato atto che è stata sentita l Azienda USL della Valle d Aosta nel corso della riunione tenutasi in data 2 dicembre 2008; LA GIUNTA REGIONALE Visto il decreto legislativo 30 dicembre 1992, n. 502, recante Riordino della disciplina in materia sanitaria a norma dell art. 1 della legge 23 ottobre 1992, n. 421 e successive modificazioni

Dettagli

Eventi maggiori cardiovascolari e cerebrovascolari (MACCE) entro 12 mesi da un ricovero per infarto acuto del miocardio.

Eventi maggiori cardiovascolari e cerebrovascolari (MACCE) entro 12 mesi da un ricovero per infarto acuto del miocardio. Eventi maggiori cardiovascolari e cerebrovascolari (MACCE) entro 12 mesi da un ricovero per infarto acuto del miocardio. - Definizione Per struttura di ricovero o area di residenza: proporzione di eventi

Dettagli

TARIFFE DELLE PRESTAZIONI DI ASSISTENZA OSPEDALIERA PER ACUTI, per TIPO DI RICOVERO (EURO)

TARIFFE DELLE PRESTAZIONI DI ASSISTENZA OSPEDALIERA PER ACUTI, per TIPO DI RICOVERO (EURO) Allegato 1 TARIFFE DELLE PRESTAZIONI DI ASSISTENZA OSPEDALIERA PER ACUTI, per TIPO DI RICOVERO (EURO) (per episodio di ricovero) 1 1 C Craniotomia, età > 17 anni con CC 15.085 3.616-314 2 1 C Craniotomia,

Dettagli

Importi espressi in migliaia

Importi espressi in migliaia - RIOVERI OSPEDALIERI IN STRUTTURE REGIONALI ANNO 2000 - - PRODUTTIVITA' A. S.L. n 1 - VENOSA - - Distribuzione per - obilità A.S.L. di provenienza - Val.assoluti 088 alattia polmonare cronica ostruttiva

Dettagli

Qual Nominativo DRGs Descrizione Tariffa Min Tariffa Max Specialità

Qual Nominativo DRGs Descrizione Tariffa Min Tariffa Max Specialità Prof. CARBONARO ANTONIO 371 Parto cesareo senza CC 1.000,00 1.500,00 Ostetricia e Ginecologia Prof. CARBONARO ANTONIO 370 Parto cesareo con CC 1.000,00 1.500,00 Ostetricia e Ginecologia Prof. CARBONARO

Dettagli

EVENTI MAGGIORI CARDIOVASCOLARI E CEREBROVASCOLARI (MACCE) A 12 MESI NEI SOPRAVVISSUTI AD INFARTO ACUTO DEL MIOCARDIO. PROTOCOLLO OPERATIVO

EVENTI MAGGIORI CARDIOVASCOLARI E CEREBROVASCOLARI (MACCE) A 12 MESI NEI SOPRAVVISSUTI AD INFARTO ACUTO DEL MIOCARDIO. PROTOCOLLO OPERATIVO EVENTI MAGGIORI CARDIOVASCOLARI E CEREBROVASCOLARI (MACCE) A 12 MESI NEI SOPRAVVISSUTI AD INFARTO ACUTO DEL MIOCARDIO. PROTOCOLLO OPERATIVO - Definizione Per ASL di residenza: proporzione di pazienti sopravvissuti

Dettagli

Convegno Ambiente e Salute: attualità e prospettive di ricerca e di intervento nel territorio di Brindisi

Convegno Ambiente e Salute: attualità e prospettive di ricerca e di intervento nel territorio di Brindisi Convegno Ambiente e Salute: attualità e prospettive di ricerca e di intervento nel territorio di Brindisi Convegno Ambiente e Salute: attualità e prospettive di ricerca e di intervento nel territorio di

Dettagli

EVENTI MAGGIORI CARDIOVASCOLARI E CEREBROVASCOLARI (MACCE) A 12 ME SI DE I SOPR AVVISUTI DOPO UN RICOVERO PER ICTUS ISCHEMICO PROTOCOLLO OPERATIVO

EVENTI MAGGIORI CARDIOVASCOLARI E CEREBROVASCOLARI (MACCE) A 12 ME SI DE I SOPR AVVISUTI DOPO UN RICOVERO PER ICTUS ISCHEMICO PROTOCOLLO OPERATIVO EVENTI MAGGIORI CARDIOVASCOLARI E CEREBROVASCOLARI (MACCE) A 12 ME SI DE I SOPR AVVISUTI DOPO UN RICOVERO PER ICTUS ISCHEMICO PROTOCOLLO OPERATIVO - Definizione Per area di residenza: proporzione di eventi

Dettagli

REGIONE EMILIA ROMAGNA ANNO Classe DRG

REGIONE EMILIA ROMAGNA ANNO Classe DRG Allegato 3.1. TARIFFE PER LE PRESTAZIONI DI ASSISTENZA OSPEDALIERA PER AUTI IN REGIE ORDINARIO DRG versione 24 REGIONE EILIA ROAGNA ANNO 2010 > 1 giorno 0-1 giorno Deceduto 1 g. o Trasferito altro ospedale

Dettagli

RESIDENTI ASL BR ANNO 2011

RESIDENTI ASL BR ANNO 2011 ASL BR STATISTICHE RICOVERI RESIDENTI ASL BR ANNO 2011 ASL BR - UCG - Dott.ssa G. Padolecchia 28/05/2013 ASL BR STATISTICHE RICOVERI RESIDENTI ASL BR ANNO 2011* Tab. 1 Tab. 2 Tab. 3 Tab. 4 Tab. 5 Ricoveri

Dettagli

ASL BR C) STATISTICHE RICOVERI MOBILITA' PASSIVA INFRA REGIONALE ANNO 2013*

ASL BR C) STATISTICHE RICOVERI MOBILITA' PASSIVA INFRA REGIONALE ANNO 2013* ASL BR C) STATISTICHE RICOVERI MOBILITA' PASSIVA INFRA REGIONALE ANNO 2013* ASL BR - UCG - Dott.ssa G. Padolecchia 25/09/2014 ASL BR STATISTICHE RICOVERI MOBILITA' PASSIVA INFRA REGIONALE ANNO 2013* Tab.

Dettagli

Impatto sugli accessi al pronto soccorso e sulle ospedalizzazioni.

Impatto sugli accessi al pronto soccorso e sulle ospedalizzazioni. Impatto sugli accessi al pronto soccorso e sulle ospedalizzazioni paolo.francesconi@ars.toscana.it L Ospedalizzazione in regime ordinario in reparti per acuti Le conferme Diabete: tra gli assistiti di

Dettagli

Azienda Ospedaliero - Universitaria Careggi. Ricoveri in regime ordinario, Day Hospital e totale per codice DRG. Anni 2010-2012

Azienda Ospedaliero - Universitaria Careggi. Ricoveri in regime ordinario, Day Hospital e totale per codice DRG. Anni 2010-2012 Tavola 3.18 Azienda Ospedaliero - Universitaria Careggi. Ricoveri in regime ordinario, Day Hospital e totale per codice. Anni 2010-2012 1 CRANIOTOMIA ETA` > 17 ANNI, CON 374-374 230-230 184-184 2 CRANIOTOMIA

Dettagli

Allegato 1 DRG MDC TIPO

Allegato 1 DRG MDC TIPO Allegato 1 TARIFFE DELLE PRESTAZIONI DI ASSISTENZA OSPEDALIERA PER ACUTI EROGATE IN REGIME DI RICOVERO ORDINARIO E DIURNO DA AZIENDE OSPEDALIERE, UNIVERSITARIE POLICLINICI ED ISTITUTI DI RICOVERO E CURA

Dettagli

TARIFFE DELLE PRINCIPALI PRESTAZIONI DEL SSN

TARIFFE DELLE PRINCIPALI PRESTAZIONI DEL SSN INTRODUZIONE AL CAPITOLO OTTAVO A cura di Dr. Claudio Taranto Coordinatore Centro Studi SIC - Sanità In Cifre In un mondo sempre più globalizzato, dove la disponibilità di informazioni è pari alla velocità

Dettagli

ANNO 2012* STATISTICHE RICOVERI MOBILITA' PASSIVA INFRA REGIONALE ASL BR

ANNO 2012* STATISTICHE RICOVERI MOBILITA' PASSIVA INFRA REGIONALE ASL BR ASL BR STATISTICHE RICOVERI MOBILITA' PASSIVA INFRA REGIONALE ANNO 2012* * Banca Dati estratta daedotto il 17/10/2013 - Area Mobilità (primo invio) ed è poi stata elaborata da sistemi informatici personalizzati

Dettagli

Passaggio dalla versione 14 alla 19 del sistema DRG

Passaggio dalla versione 14 alla 19 del sistema DRG Passaggio dalla versione 14 alla 19 del sistema Perchè aggiornare un sistema di codifica?? -Mancato aggiornamento impossibilità di adeguare il sistema - Esclusione dalla copertura del SSN delle innovazioni

Dettagli

ASSISTENZA OSPEDALIERA. Presidi Ospedalieri e Cliniche Private Accreditate

ASSISTENZA OSPEDALIERA. Presidi Ospedalieri e Cliniche Private Accreditate ASSISTENZA OSPEDALIERA Presidi Ospedalieri e Cliniche Private Accreditate ANNO 2014 Unità Operativa Complessa Flussi Informativi - Controllo di Gestione Direttore: dott: Nicola Taglialatela Analisi Assistenza

Dettagli

ASSISTENZA OSPEDALIERA. Presidi Ospedalieri e Cliniche Private Accreditate

ASSISTENZA OSPEDALIERA. Presidi Ospedalieri e Cliniche Private Accreditate ASSISTENZA OSPEDALIERA Presidi Ospedalieri e Cliniche Private Accreditate ANNO 2013 Unità Operativa Complessa Flussi Informativi - Controllo di Gestione Direttore: dott: Nicola Taglialatela Analisi Assistenza

Dettagli

Esiti e qualità dell assistenza diabetologica.

Esiti e qualità dell assistenza diabetologica. Esiti e qualità dell assistenza diabetologica paolo.francesconi@ars.toscana.it Esiti e qualità dell assistenza diabetologica in Toscana: - la situazione in sintesi - confronto con le altre regioni - impatto

Dettagli

Catalogo degli importi forfettari per caso. SwissDRG versione 3.0

Catalogo degli importi forfettari per caso. SwissDRG versione 3.0 Approvato dal Consiglio di amministrazione SwissDRG SA il 30 maggio 2013 Catalogo degli importi forfettari per caso SwissDRG versione 3.0 Fa fede la versione tedesca Abbreviazioni: CC DC R Partizione ""

Dettagli

anno 1997 Ricoveri ospedalieri fuori Regione Dati per Aziende Sanitarie Locali

anno 1997 Ricoveri ospedalieri fuori Regione Dati per Aziende Sanitarie Locali BASILICATA OSPEDALIERA - MOBILITÁ REGIONE - PASSIVA anno 1997 Ricoveri ospedalieri fuori Regione Dati per Aziende Sanitarie Locali 2 Se si torturano abbastanza a lungo, i numeri alla fine parleranno Anonimo

Dettagli

Allegato 1 Drg ad Ato rischio di non appropriatezza in regime di degenza ordinaria/dh e tariffe Day Service. 1 C 006 Decompressione del tunnel carpale

Allegato 1 Drg ad Ato rischio di non appropriatezza in regime di degenza ordinaria/dh e tariffe Day Service. 1 C 006 Decompressione del tunnel carpale Allegato 1 Drg ad Ato rischio di non appropriatezza in regime di degenza ordinaria/dh e tariffe Day Service mdc tipo 1 C 006 Decompressione del tunnel carpale 588,63 5% 1 C Interventi su nervi periferici

Dettagli

CUSAS. Ricerca SINERGIA: analisi e riflessioni sul futuro della neurologia in Italia

CUSAS. Ricerca SINERGIA: analisi e riflessioni sul futuro della neurologia in Italia Ricerca SINERGIA: analisi e riflessioni sul futuro della neurologia in Italia 1 Il gruppo di ricerca Neurologi Prof. Giancarlo Comi (coordinatore) Dott. Roberto Sterzi Prof. Gioacchino Tedeschi Ricercatori

Dettagli

LA GIUNTA REGIONALE. VISTO il d.lgs. 30 dicembre 1992, n.502 e successive modificazioni ed integrazioni;

LA GIUNTA REGIONALE. VISTO il d.lgs. 30 dicembre 1992, n.502 e successive modificazioni ed integrazioni; DELIBERAZIONE N. VII/11637 DEL 20 DICEMBRE 2002 Oggetto: Introduzione di alcuni nuovi DRG corrispondenti alla versione 19 del Grouper HCFA e definizione delle tariffe dei DRG modificati e di nuova introduzione.

Dettagli

LA GIUNTA REGIONALE. VISTA la legge 30 dicembre 2004 n.311 Disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello Stato;

LA GIUNTA REGIONALE. VISTA la legge 30 dicembre 2004 n.311 Disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello Stato; OGGETTO: ripartizione nei livelli di assistenza del fondo sanitario regionale 2006. Finanziamento del livello assistenziale ospedaliero e definizione del sistema di remunerazione delle prestazioni ospedaliere

Dettagli

LE PRESTAZIONI DI RICOVERO NELL ATS DELL INSUBRIA ANNO 2015

LE PRESTAZIONI DI RICOVERO NELL ATS DELL INSUBRIA ANNO 2015 LE PRESTAZIONI DI RICOVERO NELL ATS DELL INSUBRIA ANNO 2015 A cura di: Direzione Generale - U.O.C. Osservatorio Epidemiologico Sede territoriale di Varese Direzione Generale - U.O.C. Osservatorio Epidemiologico

Dettagli

TARIFFE DEI RICOVERI PER ACUTI IN REGIME ORDINARIO E DIURNO PER LE STRUTTURE PUBBLICHE - ASSISTENZA INDIRETTA

TARIFFE DEI RICOVERI PER ACUTI IN REGIME ORDINARIO E DIURNO PER LE STRUTTURE PUBBLICHE - ASSISTENZA INDIRETTA ALLEGATO/ANLAGE 1 DEI PER ACU IN REGIME O E DIURNO PER LE STRUTTURE PUBBLICHE - ASSISTENZA INDIRETTA -TARIFE VARIAZIONE 1 - VARIAZIONE PRECEDEN 001 1 C CRANIOTOMIA, ETÀ > 17 ANNI CON 7.564,54 7.942,77

Dettagli

IL PESO MEDIO DEI D.R.G. E DEL CASE MIX (A PARTIRE DAL 1 GENNAIO 2011) VIENE CALCOLATO IN BASE ALLA CLASSIFICAZIONE ICD9CM 2007 VERS.

IL PESO MEDIO DEI D.R.G. E DEL CASE MIX (A PARTIRE DAL 1 GENNAIO 2011) VIENE CALCOLATO IN BASE ALLA CLASSIFICAZIONE ICD9CM 2007 VERS. IL PESO EDIO DEI D.R.G. E DEL ASE IX (A PARTIRE DAL 1 GENNAIO 2011) VIENE ALOLATO IN BASE ALLA LASSIFIAZIONE ID9 2007 VERS. 24 ADOTTATA ON IL D.A. DEL 13 LUGLIO 2010 E PUBBLIATA SULLA G.U.R.S. DEL 13/08/2010.

Dettagli

SERIE STORICA DELLA MOBILITA' SANITARIA INTERREGIONALE per tipologia di prestazione, regime di ricovero e tipo di degenza

SERIE STORICA DELLA MOBILITA' SANITARIA INTERREGIONALE per tipologia di prestazione, regime di ricovero e tipo di degenza SERIE STORICA DELLA MOBILITA' SANITARIA INTERREGIONALE 1999-2008 per tipologia di prestazione, regime di ricovero e tipo di degenza 3 La serie storica della Mobilità Sanitaria Interregionale evidenzia

Dettagli

ARPA PUGLIA - Unica AOO Protocollo del 24/02/ SRFI

ARPA PUGLIA - Unica AOO Protocollo del 24/02/ SRFI ARPA PUGLIA - Unica AOO - 0032 - Protocollo 0009832 del 24/02/2011 - SRFI ARPA PUGLIA - Unica AOO - 0032 - Protocollo 0009832 del 24/02/2011 - SRFI ARPA PUGLIA - Unica AOO - 0032 - Protocollo 0009832 del

Dettagli

Dimissioni Ospedaliere A. Sutera Sardo, A. Mazzei, N. Sirianni, P. Mancuso, R. Di Lorenzo

Dimissioni Ospedaliere A. Sutera Sardo, A. Mazzei, N. Sirianni, P. Mancuso, R. Di Lorenzo Introduzione Dimissioni Ospedaliere A. Sutera Sardo, A. Mazzei, N. Sirianni, P. Mancuso, R. Di Lorenzo Servizio Epidemiologia e Statistica Sanitaria Il flusso informativo delle schede di dimissione ospedaliera,

Dettagli

Residenza: Az. USL 1 di Massa e Carrara

Residenza: Az. USL 1 di Massa e Carrara ordinate per codice DRG - Anni 1998- (valori assoluti e variazione percentuale). Residenza: Az. USL 1 di Massa e Carrara 001 Craniotomia Età>17, eccetto per Traumatismo 64 22 72 14 64 13 70 12 75 19 96

Dettagli

Tempi medi di erogazione delle prestazioni sanitarie - Anno 2014

Tempi medi di erogazione delle prestazioni sanitarie - Anno 2014 Tempi medi di erogazione delle prestazioni sanitarie - Anno 2014 Cod Drg Descrizione DRG Degenza Media 1 Craniotomia, età > 17 anni con CC 21,48 2 Craniotomia, età > 17 anni senza CC 14,08 3 Craniotomia,

Dettagli

Le schede di dimissione ospedaliera

Le schede di dimissione ospedaliera Consensus Conference sui Modelli Gestionali nello Scompenso Cardiaco Firenze 3-4 4 dicembre 2005 IL DATABASE DEL MINISTERO DELLA SALUTE Le schede di dimissione ospedaliera -SDO Lucia Lispi, Paola Cacciatore

Dettagli

LA GIUNTA REGIONALE. VISTA la legge 30 dicembre 2004 n.311 Disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello Stato;

LA GIUNTA REGIONALE. VISTA la legge 30 dicembre 2004 n.311 Disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello Stato; OGGETTO: ripartizione nei livelli di assistenza del fondo sanitario regionale 2006. Finanziamento del livello assistenziale ospedaliero e definizione del sistema di remunerazione delle prestazioni ospedaliere

Dettagli

LINEE DI INDIRIZZO PER IL POSTO DI DIRETTORE DI STRUTTURA COMPLESSA DI PEDIATRIA DEL PRESIDIO OSPEDALIERO RIUNITO DI CIRIÈ - LANZO

LINEE DI INDIRIZZO PER IL POSTO DI DIRETTORE DI STRUTTURA COMPLESSA DI PEDIATRIA DEL PRESIDIO OSPEDALIERO RIUNITO DI CIRIÈ - LANZO LINEE DI INDIRIZZO PER IL POSTO DI DIRETTORE DI STRUTTURA COMPLESSA DI PEDIATRIA DEL PRESIDIO OSPEDALIERO RIUNITO DI CIRIÈ - LANZO La D.G.R. 55-8865 del 26.05.2008 definisce le linee di indirizzo per il

Dettagli

ELENCO DRG AD ALTO RISCHIO DI NON APPROPRIATEZZA IN REGIME DI DEGENZA ORDINARIA

ELENCO DRG AD ALTO RISCHIO DI NON APPROPRIATEZZA IN REGIME DI DEGENZA ORDINARIA ELENCO DRG AD ALTO RISCHIO DI NON APPROPRIATEZZA IN REGIME DI DEGENZA ORDINARIA Codice Descrizione DRG 006 Decompressione tunnel carpale Allegato 6 A 008 INTERVENTI SU NERVI PERIFERICI E CRANICI E ALTRI

Dettagli

ANNO 2012* STATISTICHE RICOVERI MOBILITA' PASSIVA EXTRA REGIONALE ASL BR

ANNO 2012* STATISTICHE RICOVERI MOBILITA' PASSIVA EXTRA REGIONALE ASL BR ASL BR STATISTICHE RICOVERI MOBILITA' PASSIVA EXTRA REGIONALE ANNO 2012* * Banca Dati estratta daedotto il 17/10/2013 - Area Mobilità (primo invio) ed è poi stata elaborata da sistemi informatici personalizzati

Dettagli

Capitolo 4. Sanità Comune di Lecce - Ufficio Statistica di Lecce - Ufficio Statistica 75

Capitolo 4. Sanità Comune di Lecce - Ufficio Statistica di Lecce - Ufficio Statistica 75 Capitolo 4. Sanità Comune di Lecce - Ufficio Statistica 75 4. Sanità Nel 2008 nel Comune di Lecce gli ambulatori e i laboratori sono 110, il 30% sono convenzionati. Nel corso dell'anno vi è la disponibilità

Dettagli

A.O.U. POLICLINICO G. MARTINO

A.O.U. POLICLINICO G. MARTINO A.O.U. POLICLINICO G. MARTINO VERIFICA AL 3 TRIMESTRE 2010 DEGLI OBIETTIVI DI BUDGET NEGOZIATI CON IL D.A.I. DI MEDICINA INTERNA Incontro del 26 Ottobre 2010 STAFF DIREZIONE GENERALE Controllo di Gestione

Dettagli

Aggiornamento sistema di classificazione ICD9 CM

Aggiornamento sistema di classificazione ICD9 CM Aggiornamento sistema di classificazione ICD9 CM VARIAZIONI CODICI ICD9-CM 1997 2002 2007 DIAGNOSI 11.493 11.745 12.544 INTERVENTI 3.543 3.582 3.742 TOTALE 15.036 15.327 16.286 MALATTIE E TRAUMATISMI CAPITOLI

Dettagli

Accordo contrattuale

Accordo contrattuale Accordo contrattuale Tra - la Regione Piemonte, con sede in Torino, piazza Castello 165, rappresentata ai fini del presente atto dal Direttore della Direzione Sanità dott. Vittorio Demicheli in forza di

Dettagli

DIRETTORE DELL UNITA OPERATIVA COMPLESSA CARDIOLOGIA DEL PRESIDIO OSPEDALIERO DI CITTADELLA

DIRETTORE DELL UNITA OPERATIVA COMPLESSA CARDIOLOGIA DEL PRESIDIO OSPEDALIERO DI CITTADELLA Allegato 1 al bando struttura complessa 3/2016 DIRETTORE DELL UNITA OPERATIVA COMPLESSA CARDIOLOGIA DEL PRESIDIO OSPEDALIERO DI CITTADELLA (Ruolo: Sanitario; Profilo professionale: Medici; Disciplina Cardiologia

Dettagli

CHIARIMENTI. Oggetto: Procedura Aperta per fornitura e la gestione di magazzino di materiale monouso in tessuto non tessuto.

CHIARIMENTI. Oggetto: Procedura Aperta per fornitura e la gestione di magazzino di materiale monouso in tessuto non tessuto. Servizio Sanitario Nazionale - Regione Liguria Azienda Sanitaria Locale n. 5 Spezzino LA SPEZIA Struttura Complessa Provveditorato - Economato Tel.0187/534355 fax 0187/533905 CHIARIMENTI Oggetto: Procedura

Dettagli

ALLEGATO 2 TARIFFE DELLE PRESTAZIONI DI RIABILITAZIONE OSPEDALIERA EROGATE IN REGIME DI DEGENZA (IMPORTI IN MIGLIAIA DI LIRE)

ALLEGATO 2 TARIFFE DELLE PRESTAZIONI DI RIABILITAZIONE OSPEDALIERA EROGATE IN REGIME DI DEGENZA (IMPORTI IN MIGLIAIA DI LIRE) ALLEGATO 2 TARIFFE DELLE PRESTAZIONI DI RIABILITAZIONE OSPEDALIERA EROGATE IN REGIME DI DEGENZA (IMPORTI IN MIGLIAIA DI LIRE) MDC 1 - MALATTIE E DISTURBI DEL SISTEMA NERVOSO 001 CRANIOTOMIA ETA` > 17,

Dettagli

MEDICINA (DISCIPLINA 26)

MEDICINA (DISCIPLINA 26) MEDICINA (DISCIPLINA 26) ANALISI DELLE DIMISSIONI OSPEDALIERE NELLE STRUTTURE PUBBLICHE DELLA REGIONE ABRUZZO OSSERVATORIO EPIDEMIOLOGICO ASR ABRUZZO VIA ATTILIO MONTI, 9 65127 PESCARA TEL. 085 450871

Dettagli

Stranieri e salute a cura di Maria Elena Coffano, Manuela Del Savio, Luisa Mondo A Roberto Gamba, responsabile Centro ISI TO1, amico e collega

Stranieri e salute a cura di Maria Elena Coffano, Manuela Del Savio, Luisa Mondo A Roberto Gamba, responsabile Centro ISI TO1, amico e collega Stranieri e salute a cura di Maria Elena Coffano, Manuela Del Savio, Luisa Mondo A Roberto Gamba, responsabile Centro ISI TO1, amico e collega La presenza degli immigrati a Torino e provincia, così come

Dettagli

Tavola Istituti di cura, posti-letto ordinari, degenze e giornate di degenza per provincia - Anno 2002

Tavola Istituti di cura, posti-letto ordinari, degenze e giornate di degenza per provincia - Anno 2002 Tavola 4.1 - Istituti di cura, posti-letto ordinari, degenze e giornate di degenza per provincia - Anno 2002 Istituti Posti letto ordinari Degenze Giornate di degenza PROVINCE ANNI N. Di cui non rispondenti

Dettagli

Schede indicatori socio-sanitari territoriali Proposta a cura del Laboratorio Management e Sanità Scuola Superiore Sant Anna

Schede indicatori socio-sanitari territoriali Proposta a cura del Laboratorio Management e Sanità Scuola Superiore Sant Anna Schede indicatori socio-sanitari Proposta a cura del Laboratorio Management e Sanità Scuola Superiore Sant Anna Valutazione dell efficacia sanitaria delle attività Percentuale di ricoveri con degenza superiore

Dettagli

N. casi totale variabile. N. scheda dimiss. assente 3219 21.5. Diagnosi diverse SDO/Ormaweb 2891 19.3. Interventi diversi SDO/Ormaweb 2356 15.

N. casi totale variabile. N. scheda dimiss. assente 3219 21.5. Diagnosi diverse SDO/Ormaweb 2891 19.3. Interventi diversi SDO/Ormaweb 2356 15. Azienda Osped. Univ. di Ferrara - Unita' di Statistica Sanitaria 8:16 Monday, January 13, 14 1 TAV. 1 - CONTROLLLI COMPILAZIONE VARIABILI ORMAWEB - Periodo: 1/gennaio/13-31/dicembre/13 INTERVENTI REGISTRATI

Dettagli

LINEE DI INDIRIZZO PER IL POSTO DI DIRETTORE DI STRUTTURA COMPLESSA DI GERIATRIA DEGLI OSPEDALI RIUNITI DEL CANAVESE.

LINEE DI INDIRIZZO PER IL POSTO DI DIRETTORE DI STRUTTURA COMPLESSA DI GERIATRIA DEGLI OSPEDALI RIUNITI DEL CANAVESE. 1 LINEE DI INDIRIZZO PER IL POSTO DI DIRETTORE DI STRUTTURA COMPLESSA DI GERIATRIA DEGLI OSPEDALI RIUNITI DEL CANAVESE. La D.G.R. 55-8865 del 26.05.2008 definisce le linee di indirizzo per il conferimento

Dettagli

Relazione sulla mobilità sanitaria Anni Dati sulla mobilità sanitaria internazionale ed interregionale

Relazione sulla mobilità sanitaria Anni Dati sulla mobilità sanitaria internazionale ed interregionale AUTONOME PROVINZ BOZEN - SÜDTIROL Abteilung 23 Gesundheit Amt für Gesundheitsökonomie 23.3 PROVINCIA AUTONOMA DI BOLZANO - ALTO ADIGE Ripartizione 23 Salute Ufficio Economia Sanitaria 23.3 Relazione sulla

Dettagli

Principali caratteristiche del sistema di classificazione dei Medicare Diagnosis Related Groups v10.0

Principali caratteristiche del sistema di classificazione dei Medicare Diagnosis Related Groups v10.0 Principali caratteristiche del sistema di classificazione dei Medicare Diagnosis Related Groups v10.0 La versione 10.0 dei Medicare DRG è stata utilizzata dal 1 ottobre 1992 al 30 Settembre 1993 (anno

Dettagli

Principali caratteristiche del sistema di classificazione dei Medicare Diagnosis Related Groups v19.0

Principali caratteristiche del sistema di classificazione dei Medicare Diagnosis Related Groups v19.0 Principali caratteristiche del sistema di classificazione dei Medicare Diagnosis Related Groups v19.0 La versione 19.0 dei Medicare DRG è stata utilizzata dal 1 ottobre 2001 al 30 Settembre 2002 (anno

Dettagli

ALLEGATO 12.2 - COMPONENTE SALUTE PUBBLICA

ALLEGATO 12.2 - COMPONENTE SALUTE PUBBLICA ALLEGATO 12.2 - COMPONENTE SALUTE PUBBLICA Atlante della mortalità in Provincia di Torino, 2005 Allegato 12.2 Componente salute pubblica Pagina 2 di 33 per i comuni dell area vasta relativa ai tre siti

Dettagli

ALLEGATO 4 - FASCIA A TARIFFE DELLE PRESTAZIONI DI ASSISTENZA OSPEDALIERA PER ACUTI EROGATE IN REGIME DI RICOVERO DIURNO (importi in EURO)

ALLEGATO 4 - FASCIA A TARIFFE DELLE PRESTAZIONI DI ASSISTENZA OSPEDALIERA PER ACUTI EROGATE IN REGIME DI RICOVERO DIURNO (importi in EURO) 1 1 C Craniotomia, età > 17 anni con CC 550 2 1 C Craniotomia, età > 17 anni senza CC 550 3 1 C Craniotomia, età < 18 anni 550 4 1 C NON PIU' VALIDO per il grouper 24a 5 1 C NON PIU' VALIDO per il grouper

Dettagli

TARIFFARIO DAL AL

TARIFFARIO DAL AL ALLEGATO C TARIFFARIO PRESTAZIONI DI RICOVERO E AMBULATORIALE ATTIVITA' LIBERO PROFESSIONALE DAL 01.01.2017 AL 31.12.2017 TARIFFARIO PRESTAZIONI DI RICOVERO ATTIVITA' LIBERO PROFESSIONALE DAL 01.01.2017

Dettagli

Appendice 1. Cause di ricovero e relativi codici ICD-9-CM

Appendice 1. Cause di ricovero e relativi codici ICD-9-CM Appendice 1. Cause di ricovero e relativi codici ICD-9-CM CAUSE DI RICOVERO CODICE ICD MALATTIE INFETTIVE 001-139 Tubercolosi 010-018 TUMORI MALIGNI 140-208 Vie aereo-digestive superiori 140-149, 150,

Dettagli

DIMISSIONI OSPEDALIERE A. Sutera Sardo, A. Mazzei, N. Sirianni, P. Mancuso, B. Ferraro

DIMISSIONI OSPEDALIERE A. Sutera Sardo, A. Mazzei, N. Sirianni, P. Mancuso, B. Ferraro DIMISSIONI OSPEDALIERE A. Sutera Sardo, A. Mazzei, N. Sirianni, P. Mancuso, B. Ferraro 1. Fonti informative L archivio utilizzato per il presente lavoro è relativo alle dimissioni ospedaliere, dai presidi

Dettagli

Casi con nesso causale positivo N % N % Malattie infettive (esclusa tubercolosi) (041) Infezioni batteriche in condizioni morbose classificate altr.

Casi con nesso causale positivo N % N % Malattie infettive (esclusa tubercolosi) (041) Infezioni batteriche in condizioni morbose classificate altr. Distrubuzione per classi di malattia dei casi segnalati e dei casi con nesso Malattie infettive (esclusa tubercolosi) (041) Infezioni batteriche in condizioni morbose classificate altr. Tumori maligni

Dettagli

FERRARA, 7 FEBBRAIO 2017 REV 1

FERRARA, 7 FEBBRAIO 2017 REV 1 FERRARA, 7 FEBBRAIO 2017 REV 1 1 2 3 Area clinica Nome dell indicatore N % GREZZA % ADJ % ITALIA RR ADJ P-VALUE Area Cardiovascolare / Sistema Cardiocircolatorio 1 Infarto Miocardico Acuto: mortalità a

Dettagli

A.O.U. POLICLINICO G. MARTINO

A.O.U. POLICLINICO G. MARTINO A.O.U. POLICLINICO G. MARTINO VERIFICA AL 3 TRIMESTRE 2010 DEGLI OBIETTIVI DI BUDGET NEGOZIATI CON IL D.A.I. MATERNO INFANTILE Incontro del 26 Ottobre 2010 STAFF DIREZIONE GENERALE Controllo di Gestione

Dettagli