Bando di concorso per la concessione di prestiti agli studenti universitari della Regione Emilia-Romagna

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Bando di concorso per la concessione di prestiti agli studenti universitari della Regione Emilia-Romagna"

Transcript

1 Bando di concorso per la concessione di prestiti agli studenti universitari della Regione Emilia-Romagna SOMMARIO Oggetto art. 1 Numero dei prestiti disponibili art. 2 Destinatari art. 3 Compatibilità/Incompatibilità art. 4 Requisiti di accesso generali art. 5 Requisiti economici art. 6 Requisiti di merito art. 7 Requisiti di onorabilità creditizia art. 8 Modalità di presentazione delle domande art. 9 Scadenze per la presentazione delle domande art. 10 Graduatorie art. 11 Modalità di concessione dei prestiti art. 12 Importo e durata dell apertura di credito art. 13 Revoca anticipata dell apertura di credito art. 14 Controlli sulle autocerticazioni - Sanzioni art. 15 Rapporti con Unicredit banca SpA art. 16 Comunicazioni art. 17 Tutela dati personali Responsabile del procedimento art. 18 APPENDICE - art. 2.3 e art. 6 delle Norme Generali del Bando benefici 2013/2014 Art. 1

2 (Oggetto) 1. L Azienda Regionale per il Diritto agli Studi Superiori ER.GO - in accordo con UniCredit S.p.a. offre la possibilità di richiedere prestiti fiduciari a studenti iscritti alle Università di Bologna, Ferrara, Modena e Reggio Emilia, Parma, agli Istituti dell Alta Formazione Artistica e Musicale con sede in Emilia-Romagna e alla Scuola Superiore per Mediatori Linguistici di Misano Adriatico, senza necessità di presentare garanzie reali o personali di terzi. Art. 2 (Numero dei prestiti disponibili) 1. I prestiti fiduciari messi a disposizione con il presente bando sono n.260, così ripartiti: per i corsi di laurea, di laurea specialistica e magistrale, di laurea specialistica e magistrale a ciclo unico, e di laurea in Scienze della Formazione Primaria e per i Diplomi di primo e secondo livello degli Istituti dell Alta Formazione Artistica e Musicale; - 60 per i Dottorati di ricerca e le Scuole di Specializzazione; per i master. Art. 3 (Destinatari) 1. Possono accedere ai prestiti gli studenti iscritti regolarmente nell anno accademico 2013/2014 ai seguenti corsi: - al terzo anno dei corsi di laurea triennale, dei corsi accademici di primo livello degli Istituti dell Alta Formazione Artistica e Musicale e alla Scuola Superiore per Mediatori Linguistici di Misano Adriatico; - agli ultimi tre anni dei corsi di laurea specialistica o magistrale a ciclo unico; - agli ultimi due anni del Corso di Scienze della Formazione Primaria; - al primo e secondo anno dei corsi di laurea specialistica o magistrale e di diploma accademico di secondo livello dell Alta Formazione Artistica e Musicale; - ai corsi di specializzazione ad esclusione di quelli dell Area Medica di cui al decreto legislativo 368/1999; - ai corsi di dottorato di ricerca; - ai master, con l esclusione dei master per i quali sono previsti altri interventi pubblici (es. assegni formativi, ecc.).

3 Art. 4 (Compatibilità/Incompatibilità) 1. I prestiti sono cumulabili con le borse di studio, gli assegni formativi, i contributi messi a concorso da ER.GO. 2. I prestiti non sono cumulabili con altre tipologie di prestiti concessi dalle Università o da altri soggetti pubblici o privati. Art. 5 (Requisiti di accesso generali) 1. Per poter accedere ai prestiti sono richiesti i seguenti requisiti generali: essere residenti in Italia; requisiti economici; requisiti di merito; requisiti di onorabilità creditizia. Art. 6 (Requisiti economici) 1. I richiedenti devono avere un Indicatore della situazione economica equivalente (ISEE) non superiore a ,00 ed un Indicatore della situazione patrimoniale equivalente (ISPE) non superiore a ,00, riferiti alle condizioni economiche dell anno L ISEE è calcolato sulla base della composizione del nucleo familiare, dei redditi e dei patrimoni posseduti. L ISPE è calcolato sulla base del patrimonio mobiliare e immobiliare posseduto dal nucleo familiare, rapportato al numero di componenti il nucleo. 3. Per gli studenti che possiedono redditi all estero non ricompresi nella dichiarazione dei redditi in Italia: a) redditi esteri: sono valutati sulla base del tasso di cambio medio dell euro nell anno di riferimento, definito con decreto del Ministero delle Finanze;

4 b) patrimoni mobiliari: sono valutati sulla base del tasso di cambio medio dell euro nell anno di riferimento, definito con decreto del Ministero delle Finanze; c) patrimoni immobiliari localizzati all estero, detenuti al 31 dicembre 2012: sono valutati solo nel caso di fabbricati, sulla base del valore convenzionale di 500,00 al metro quadrato. In tali casi si procede ad un calcolo dell ISEE con le modalità previste per gli studenti italiani, ove applicabili. 4. Gli studenti stranieri, per quanto riguarda la documentazione relativa alla situazione economica e familiare, devono attenersi a quanto specificato nell'art. 2.3 delle Norme Generali del Bando Benefici 2013/2014, riportato in appendice al presente testo. 5. La condizione di studente indipendente è definita dall art. 6.2 delle Norme Generali, riportato in appendice al presente testo. Art. 7 (Requisiti di merito) Per accedere ai prestiti sono richiesti i seguenti requisiti di merito. 1. Per studenti iscritti al terzo anno dei corsi di laurea triennale, dei diplomi accademici di I livello delle Istituzioni di alta formazione artistica e musicale e della Scuola Superiore per Mediatori Linguistici di Misano Adriatico; agli ultimi 3 anni dei corsi di laurea specialistica o magistrale a ciclo unico; al primo e secondo anno dei corsi di laurea specialistica o magistrale e di diploma accademico di II livello delle Istituzioni di alta formazione artistica e musicale: - non essere mai stati iscritti come fuori corso o ripetente negli anni accademici precedenti; - avere acquisito tutti i crediti formativi previsti dal proprio ordinamento didattico degli anni accademici precedenti già conclusi alla data di presentazione della domanda, esclusi quelli da acquisire mediante tirocini dell anno accademico precedente. Gli iscritti al primo anno di laurea specialistica/magistrale devono avere conseguito la laurea entro la durata normale del corso di studi. 2. Per studenti iscritti agli ultimi due anni del Corso di Laurea in Scienze della Formazione Primaria: - non essere mai stati iscritti come fuori corso o ripetente negli anni accademici precedenti;

5 - avere acquisito tutti i crediti formativi/esami previsti dal proprio ordinamento didattico per gli anni precedenti già conclusi alla data di presentazione della domanda, esclusi quelli da acquisire mediante tirocini dell anno accademico precedente. 3. Per studenti iscritti ai corsi di specializzazione, ad eccezione di quelli dell area medica di cui al decreto legislativo 17 agosto 1999, n. 368 e ai corsi di dottorato di ricerca: - se iscritti al primo anno: non si richiede alcun requisito di merito; - se iscritti ad anni successivi: avere superato le verifiche previste per l ammissione al nuovo anno di corso. 4. Per studenti iscritti ai master - se iscritti al primo anno: non si richiede alcun requisito di merito; - se iscritti al secondo anno: avere superato le verifiche previste per l ammissione al nuovo anno di corso. Gli studenti, per potere beneficiare del prestito Art. 8 (Requisiti di onorabilità creditizia) 1. devono risultare incensurati e non avere subito protesti; 2. non devono trovarsi o essersi trovati, anche in passato, in situazione debitoria nei confronti di ER.GO non onorata nei tempi previsti. Art. 9 (Modalità di presentazione delle domande) 1. Le domande devono essere presentate tramite Internet, collegandosi al sito 2. Le domande compilate dovranno essere stampate, firmate in originale e inviate per posta nei termini indicati al successivo articolo 10, con raccomandata con avviso di ricevimento al seguente indirizzo: ER.GO V.lo Grossardi, Parma (fa fede il timbro postale di arrivo) o tramite PEC all indirizzo 3. Gli studenti extracomunitari dovranno allegare alla domanda la carta di identità rilasciata dall Autorità Italiana. 4. I dati di iscrizione e di merito raggiunti successivamente alla domanda dovranno essere tempestivamente comunicati ad ER.GO. Art. 10 (Scadenze per la presentazione delle domande) 1. La scadenza per la presentazione delle domande è fissata al 14 febbraio 2014

6 2. Qualora il numero di studenti idonei risulti inferiore a quello dei prestiti previsti nel precedente art. 2, i termini per la presentazione delle domande saranno periodicamente riaperti. A tal fine sono fin da ora fissate le seguenti scadenze: - 11 aprile giugno 2014 Art. 11 (Graduatorie) 1. Qualora non sia possibile concedere il prestito a tutti gli studenti idonei, in quanto risultino essere in numero superiore a quello dei prestiti previsti, verranno effettuate graduatorie distinte per corsi, definite in ordine crescente in base all Indicatore della situazione economica equivalente (ISEE), dando priorità agli studenti idonei non assegnatari di borse di studio nell anno accademico di riferimento. 2. In subordine sono applicati i seguenti ulteriori criteri di ordinamento, elencati per priorità: 1. essere iscritti ai corsi di laurea magistrale; 2. essere iscritti ai corsi afferenti a settori disciplinari scientifici e tecnologici; 3. avere figli a carico; 4. essere residenti in Emilia-Romagna. In caso di ulteriore parità è data precedenza allo studente più giovane di età. Art. 12 (Modalità di concessione dei prestiti) 1. Tutti gli studenti che presentano domanda di prestito dovranno comunicare ad ER.GO l avvenuta iscrizione al corso indicato in domanda. L effettiva concessione del prestito è infatti subordinata al perfezionamento dell iscrizione. 2. L assenza di qualunque comunicazione scritta da parte degli interessati, farà venir meno il diritto al prestito. 3. Al termine delle operazioni di verifica dei requisiti e dopo aver effettuato i controlli sui requisiti di iscrizione e di merito, agli idonei che rientreranno nel numero di prestiti indicati nel bando, sarà trasmessa una lettera di presentazione di ER.GO da consegnare entro 60 giorni ad una Agenzia della Unicredit Banca SpA per proseguire l istruttoria per la concessione del prestito fiduciario. 4. La mancata consegna, da parte dello studente, della lettera di presentazione all Unicredit Banca SpA entro 60 giorni dalla data di invio della comunicazione di ER.GO, oppure l assenza di qualunque comunicazione scritta da parte dello stesso entro gli stessi termini, faranno venir meno il diritto a richiedere il prestito fiduciario. 5. Una volta avvenuta la consegna, da parte dello studente, della lettera di presentazione di ER.GO all Agenzia della Unicredit Banca SpA prescelta, Unicredit Banca procederà alla

7 valutazione dell onorabilità creditizia dello studente richiedente il prestito. Accertata l onorabilità dello studente, Unicredit Banca procederà alla concessione di una apertura di credito in conto corrente di importo non superiore a quello indicato nella lettera di presentazione, dandone comunicazione ad ER.GO. Art. 13 (Importo e durata dell apertura di credito) 1. L importo totale massimo del credito proponibile agli studenti è di 7.800,00 all anno, per un importo complessivo di: 7.800,00 per gli iscritti all ultimo anno; ,00 per gli iscritti al penultimo anno; ,00 per gli iscritti al primo anno dei dottorati di ricerca ed al terzultimo anno delle scuole di specializzazione. La messa a disposizione delle somme avviene in tranche annuali di pari importo, di cui la prima al momento della sottoscrizione con la Banca del contratto di apertura di credito. L apertura di credito in conto corrente avrà una durata massima pari alla durata legale residua del corso di studio prescelto. 2. L importo totale massimo del credito per i master è di complessivi 8.500,00. La somma verrà messa a disposizione in due tranche di cui la prima, pari ad 5.000,00, dopo la valutazione dell onorabilità creditizia, e la seconda, pari ad 3.500,00, alla scadenza fissata in ciascun bando di ammissione ai master per il pagamento della seconda rata delle tasse di iscrizione. L apertura di credito in conto corrente avrà una durata massima pari a 18 mesi per i master di durata annuale full time e di 24 mesi per i master di durata biennale full time e part time. 3. Non verrà accolta in nessun caso una nuova domanda di prestito o di integrazione di quello già concesso. Art. 14 (Revoca anticipata dell apertura di credito)

8 1. L apertura di credito in conto corrente viene revocata anticipatamente nelle seguenti ipotesi: a) perdita dei requisiti di merito; b) rinuncia agli studi; c) sospensione degli studi; d) decadenza dagli studi; e) trasferimento ad altro Ateneo; f) accertamento di false dichiarazioni dello studente, sia nella domanda di prestito fiduciario che in quelle per altri benefici per il diritto allo studio; g) perdita dell onorabilità creditizia. 2. Nelle ipotesi di revoca anticipata indicate nelle lettere dalla a) alla e) del presente articolo, lo studente potrà fare richiesta di prestito personale per rimborsare il credito fruito alle condizioni previste dal presente bando. 3. Nei casi previsti dalle lettere f) e g), di cui al comma 1, Unicredit Banca si riserva la facoltà di richiedere il pagamento di quanto dovutole in un unica soluzione, oppure di concordare con lo studente piani di rientro personalizzati a condizioni di tasso di interesse non peggiorative rispetto a quelle stabilite per il prestito personale di cui al presente bando.

9 Art. 15 (Controlli sulle autocertificazioni Sanzioni) 1. L Azienda controlla la veridicità delle autocertificazioni rese dagli studenti sul modulo di domanda per l accesso ai prestiti. L Azienda dispone di un collegamento diretto con l Anagrafe Tributaria e gli Atti del Registro del Ministero delle Finanze che consente il controllo sui dati reddituali/patrimoniali autocertificati. L Azienda dispone anche di un accesso alla Banca dati dell INPS per la verifica della presenza e della conformità dell Attestazione ISEE riportata sul modulo di domanda. 2. Nell espletamento dei controlli può essere richiesta idonea documentazione per accertare la veridicità dei dati dichiarati. Può essere richiesto l invio di specifiche documentazioni al fine anche della correzione di errori materiali o di modesta entità, che comunque non siano tali da incidere sull accesso ai benefici e sull entità degli stessi, così come previsto dalla L. 212/ Nel caso in cui dai controlli effettuati risulti che sia stato dichiarato il falso ai fini della concessione dei benefici, l apertura di credito è revocata anticipatamente ai sensi dell art. 14. L Azienda è, inoltre, tenuta a segnalare il fatto all Autorità Giudiziaria affinché questa giudichi la sussistenza di eventuali reati. Art. 16 (Rapporti con UNICREDIT BANCA SPA) 1. Condizioni di conto corrente Per la concessione del prestito è necessario intrattenere con la Banca un rapporto di conto corrente. Il richiedente potrà beneficiare della soluzione package Conto Super Genius 2.0, che mette a disposizione varie agevolazioni, relativamente al conto stesso nonché a servizi bancari e consente l accesso ai servizi extrabancari indicati nell apposito Regolamento o altro prodotto con caratteristiche similari tempo per tempo commercializzato. Il rilascio di assegni, di carte di debito e di credito, etc. a valere sul conto corrente è in ogni caso a discrezione della BANCA. 2. Trasformazione del rapporto di credito in conto corrente in prestito personale Al termine del periodo di concessione dell apertura di credito in conto corrente stabilito nel contratto, la Banca - valutato il mantenimento dell onorabilità creditizia - estingue il credito utilizzato dallo studente e concede un prestito personale di ammontare pari al credito in conto corrente utilizzato, destinato all estinzione dello stesso.

10 La durata del periodo di rimborso è scelta dallo studente, entro le soglie di seguito specificate: a) entro il limite massimo di 15 anni, per tutti i corsi di studio esclusi i master; b) entro il limite massimo di 5 anni, per i master. Lo studente potrà inoltre, a sua discrezione, usufruire di un periodo iniziale di grazia della durata massima di 1 anno per i master e 2 anni per gli altri corsi di studio. Per periodo di grazia si intende l arco temporale in cui non viene richiesto il pagamento delle rate e non maturano gli interessi. In ogni caso, la somma del periodo di grazia e del periodo di rimborso non potrà superare i 5 anni per i master e i 15 anni per tutti gli altri corsi di studio. 3. Interessi passivi e altri oneri a carico dello studente Per l Apertura di Credito il tasso applicato dalla BANCA sarà variabile pari all Euribor 3 mesi a cui va aggiunto lo spread commerciale di 3,50 punti. L adeguamento del tasso avverrà trimestralmente. Per quanto concerne invece il prestito personale, il tasso applicato dalla BANCA sarà fisso pari a: * EUROIRS 4 anni per finanziamenti con durate da 12 a 60 mesi + spread commerciale di 3,50 punti; * EUROIRS 10 anni per finanziamenti con durate da 61 a 120 mesi + spread commerciale di 3,50 punti; * EUROIRS 15 anni per finanziamenti con durate superiori a 120 mesi + spread commerciale di 3,50 punti. Nell apertura di credito: - gli interessi sono calcolati sul saldo derivante dall effettivo utilizzo del credito concesso, con capitalizzazione trimestrale posticipata; - non sono addebitate commissioni di massimo scoperto; - l eventuale estinzione è senza spese. Nel prestito personale: - non sono richieste spese di istruttoria; - l imposta di bollo o sostitutiva sono a carico del richiedente; - è consentita in qualsiasi momento e senza oneri aggiuntivi l estinzione anticipata totale: in tal caso il debitore è tenuto a rimborsare il solo debito residuo in linea capitale. 4. Rinvio

11 Per tutte le altre condizioni di dettaglio dei contratti di apertura di credito e di prestito personale si fa rinvio ai fogli informativi e ai documenti di sintesi di Unicredit Banca SpA, disponibili in qualsiasi Agenzia. Art. 17 (Comunicazioni) 1. Tutte le comunicazioni inviate da ER.GO agli studenti richiedenti il prestito al recapito indicato nella domanda saranno considerate validamente effettuate. 2. ER.GO non assume alcuna responsabilità per la dispersione di comunicazioni dipendenti da inesatte indicazioni del recapito da parte degli studenti richiedenti, oppure da mancata o tardiva comunicazione del cambiamento dell indirizzo indicato nella domanda, né per eventuali disguidi postali, o imputabili a fatto di terzi, a caso fortuito o a forza maggiore. 3. Successivamente alla selezione degli studenti idonei, all accertamento dei requisiti di iscrizione, economici e di merito e alla trasmissione agli stessi della lettera di presentazione, l istruttoria per l effettiva concessione del prestito passa alla competenza e sotto l esclusiva responsabilità di Unicredit Banca e i rapporti di natura finanziaria intercorreranno direttamente tra questa e lo studente. Art. 18 (Tutela dati personali Responsabile del procedimento) 1. I dati personali saranno raccolti: - da ER.GO, tramite le domande di ammissione al beneficio; - da Unicredit Banca, nell ambito dei successivi rapporti con gli studenti idonei al prestito fiduciario che opererà in qualità di titolare autonomo di trattamento, previo rilascio di adeguata informativa e acquisizione, ove prescritto, del consenso degli interessati. 2. I dati raccolti saranno trattati nel rispetto dei principi e delle disposizioni sulla protezione dei dati personali e sulla tutela della riservatezza stabiliti dal Decreto Legislativo n. 196 e comunque esclusivamente per le finalità indicate nel presente Bando: in particolare per tutte le operazioni connesse all organizzazione del Servizio ed alla concessione e gestione del prestito. Per quest unico scopo:

12 - i dati forniti dagli studenti ad ER.GO potranno essere, integralmente o parzialmente, comunicati a Unicredit Banca ed alle Università per i controlli di iscrizione e di merito; - i dati acquisiti direttamente da Unicredit Banca potranno essere, integralmente o parzialmente, comunicati ad ER.GO. 3. Nelle ipotesi di mancata concessione o di revoca del prestito fiduciario, nonché di insolvenza, le informazioni potranno anche riguardare l onorabilità creditizia e il rischio di solvibilità economica del richiedente o debitore. Il trattamento verrà effettuato sia mediante sistemi informatici che in forma manuale con mezzi cartacei. La resa dei dati richiesti è obbligatoria per l ammissione al prestito fiduciario: la mancata comunicazione degli stessi potrà comportare l esclusione dello studente dal beneficio. In relazione al trattamento dei dati in oggetto, all interessato sono garantiti i diritti di cui all art. 7 del citato D.Lgs. 196/2003. Il Titolare del trattamento è individuato in ER.GO Via S. Maria Maggiore, Bologna.

13 APPENDICE art. 2.3 e art. 6 delle Norme Generali del Bando benefici 2013/2014, approvato con delibera n. 40 del 5/06/2013 Art. 2.3 Studenti stranieri 1. Studenti stranieri provenienti da Paesi dell Unione Europea. Gli studenti stranieri provenienti da uno dei Paesi dell Unione Europea sono equiparati ai cittadini italiani, anche per quanto riguarda le norme sulla semplificazione amministrativa e quindi possono autocertificare i redditi e i patrimoni, dichiarando nella domanda: - i redditi complessivi percepiti all estero nell anno 2012: i redditi sono valutati sulla base delle parità permanenti ed espressi in euro; - il patrimonio posseduto all estero al 31/12/2012: i beni immobili sono considerati solo se fabbricati, sulla base del valore convenzionale pari a 500,00 al metro quadrato; i patrimoni mobiliari sono valutati sulla base delle parità permanenti ed espressi in euro. Tutti gli studenti sono tenuti a presentare entro i termini di scadenza dell invio della stampa della domanda (articolo 11 delle Norme Generali) lo stato di famiglia e la documentazione relativa alle condizioni economiche e patrimoniali autocertificate, tradotti in lingua italiana ed autenticati dalle autorità dei Paesi in cui i redditi sono stati prodotti e dove sono posseduti i patrimoni, con gli importi espressi in euro. 2. Studenti stranieri provenienti da Paesi non appartenenti all Unione Europea. Gli studenti stranieri provenienti da Paesi non appartenenti all Unione Europea devono presentare la documentazione delle condizioni economiche e patrimoniali rilasciata dalle autorità competenti per il territorio in cui i redditi sono stati prodotti e dove sono posseduti i patrimoni. La documentazione deve essere tradotta in lingua italiana ed autenticata dalle autorità diplomatiche italiane competenti per territorio. Nel caso dei Paesi in cui ci siano particolari difficoltà a rilasciare la certificazione attestata dalla locale Ambasciata italiana, la documentazione può essere sostituita da un certificato in lingua italiana rilasciato dall Ambasciata o da un Consolato in Italia del Paese di origine, legalizzato dalla Prefettura. In ogni caso dalla documentazione deve risultare: - la composizione del nucleo familiare; - l attività esercitata da ciascun componente il nucleo familiare nel 2012, compresi fratelli/sorelle maggiorenni. Nei casi in cui alcuni componenti non esercitino alcuna attività, deve risultare dalla documentazione la condizione di non occupazione o lo stato di disoccupazione e l ammontare dell eventuale indennità di disoccupazione o simile percepita;

14 - il periodo di svolgimento dell attività lavorativa di ciascun componente (indicando se si tratta di un periodo inferiore o superiore a sei mesi nel corso del 2012); - il valore del reddito conseguito nell anno 2012 da ogni singolo componente, compresi fratelli/sorelle maggiorenni o, in subordine, dal nucleo familiare complessivo; - l indicazione dei metri quadrati della casa di abitazione e di eventuali fabbricati posseduti nel 2012; - l ammontare dell eventuale mutuo residuo al 31/12/2012 sulla casa di abitazione e/o sugli altri immobili; - il valore del patrimonio mobiliare di ogni singolo componente del nucleo familiare posseduto al 31/12/2012; - l eventuale presenza nel nucleo di soggetti con invalidità o handicap documentati. I valori locali devono essere espressi in euro sulla base del tasso medio di cambio delle valute estere dell anno 2012, determinato ai sensi di legge. Per la richiesta della documentazione gli studenti possono utilizzare il fac-simile disponibile sul sito internet 3. Gli studenti stranieri provenienti da Paesi non appartenenti all Unione Europea, che risultano particolarmente poveri, (Tabella A), devono produrre una certificazione della Rappresentanza italiana nel Paese di provenienza che attesti che lo studente non appartiene ad una famiglia notoriamente di alto reddito ed elevato livello sociale. 4. Anche gli studenti stranieri non appartenenti all Unione Europea, al pari dei cittadini italiani, per dimostrare stati, qualità personali e fatti certificabili o attestabili da parte di soggetti pubblici o privati italiani, possono ricorrere all autocertificazione. 5. Gli studenti stranieri, il cui nucleo familiare risiede e percepisce redditi e/o possiede patrimoni in Italia, presentano la domanda con le stesse modalità previste per gli studenti italiani. 6. Gli studenti apolidi o rifugiati politici sono equiparati ai cittadini italiani e, ai fini della valutazione della condizione economica, sono esentati dal presentare dichiarazioni rilasciate da Ambasciate o Consolati, poiché si tiene conto solo dei redditi e del patrimonio eventualmente detenuti in Italia da autocertificare con le stesse modalità previste per gli studenti italiani. Lo status di apolide o rifugiato politico deve essere comprovato dagli interessati mediante la documentazione ufficiale in loro possesso rilasciata, rispettivamente, dal Tribunale Civile per gli studenti apolidi e dalla specifica Commissione istituita presso il Ministero dell Interno per i rifugiati politici.

15 7. Gli studenti stranieri in possesso di doppia cittadinanza presentano domanda scegliendo una delle due cittadinanze. Nel caso in cui una delle due cittadinanze sia quella italiana prevale quest ultima. 8. In tutti i casi la documentazione relativa alle condizioni economiche e patrimoniali deve essere prodotta inderogabilmente entro le scadenze dell invio della stampa della domanda, pena l esclusione dalle graduatorie di idoneità. 9. Per gli studenti stranieri matricole provenienti da Paesi non appartenenti all Unione Europea e con nucleo familiare non residente in Italia sono previste riserve nell assegnazione dei benefici come riportato negli specifici bandi. Saranno, pertanto, formulate apposite graduatorie. Tabella A - ELENCO DEI PAESI PARTICOLARMENTE POVERI Afghanistan Djibouti Laos Samoa Tuvalu Angola Equatorial-Guinea Lesotho Sao-Tome & Principe Uganda Bangladesh Eritrea Liberia Senegal Vanuatu Benin Ethiopia Madagascar Sierra-Leone Yemen Bhutan Gambia Malawi Solomon-Islands Zambia Burkina-Faso Guinea Mali Somalia Zimbabwe Burundi Guinea-Bissau Mauritania South Sudan Cambogia Haiti Mozambique Sudan Central-African-Rep Kenya Myanmar Tanzania Chad Kiribati Nepal Tajikistan Comoros Korea-Dem-Rep Niger Timor-Leste Congo-Dem-Rep Kyrgyz-Rep Rwanda Togo Art. 6.2 Definizione di studente indipendente Criteri di valutazione aggiuntivi e correttivi rispetto alla certificazione ISEE, esclusivamente ai fini della concessione dei benefici di cui al presente bando : si considera facente parte del nucleo familiare dello studente anche il nucleo familiare del soggetto che ne sostiene l onere di mantenimento (es. il nucleo familiare dei genitori dello studente, anche quando sono in un nucleo familiare distinto) tranne nel caso in cui lo

16 studente sia considerato indipendente. La condizione di studente indipendente, per la quale non si tiene conto della situazione della famiglia d origine, ma del nuovo nucleo familiare, è definita in relazione a: a) residenza esterna da quella della famiglia di origine, da almeno due anni alla data di presentazione della domanda, in alloggio non di proprietà di un suo membro; b) redditi da lavoro dipendente o assimilati fiscalmente dichiarati dallo studente, da almeno 2 anni, non inferiori a 7.077,15 annui; Lo studente che, pur vivendo separato dal nucleo familiare d origine, non sia in possesso di tutti i requisiti sopra indicati, non è considerato indipendente e deve compilare il modulo di domanda inserendo i dati della certificazione ISEE del suo nucleo familiare e della famiglia di origine. Ai fini della determinazione della condizione di studente in sede, pendolare o fuori sede si fa riferimento alla residenza del nucleo familiare di origine. 1 Il reddito e il patrimonio dei fratelli e/o sorelle dello studente componenti il nucleo familiare devono essere dichiarati per intero, pur concorrendo alla formazione dell ISEE nella misura del 50 per cento; I redditi e i patrimoni esteri non inseriti nella dichiarazione dei redditi presentata in Italia concorrono a determinare le condizioni economiche: a) redditi esteri: sono valutati sulla base del tasso di cambio medio dell euro nell anno di riferimento, definito con decreto del Ministro delle Finanze; b) patrimoni immobiliari localizzati all estero detenuti al 31 dicembre 2012: sono valutati solo nel caso di fabbricati, sulla base del valore convenzionale di 500 euro al metro quadrato; c) patrimoni mobiliari: sono valutati sulla base del tasso di cambio medio dell euro nell anno di riferimento definito con decreto del Ministero delle Finanze. I genitori del richiedente sono separati di fatto (non legalmente) ma non esiste atto formale di separazione o di divorzio: il richiedente deve calcolare la condizione economica complessiva, sommando la condizione economica del nucleo familiare del genitore non convivente a quella del proprio nucleo familiare. 1 In tal caso le sue condizioni economiche saranno valutate nel seguente modo: ISE= (ISR dello studente + ISR del nucleo familiare di origine) + (20% ISP dello studente + 20% ISP del nucleo familiare d origine). ISEE = ISE ottenuto/coefficiente scala di equivalenza corrispondente al nucleo familiare dello studente integrato con quello della famiglia d origine. ISPE = (ISP dello studente + ISP del nucleo familiare d origine) / coefficiente scala di equivalenza corrispondente al nucleo familiare dello studente integrato con quello della famiglia d origine. Le varie franchigie ammesse possono essere detratte una sola volta.

Guida ai Bandi a.a. 2014/2015

Guida ai Bandi a.a. 2014/2015 DIPARTIMENTO DI ITALIANISTICA Guida ai Bandi a.a. 2014/2015 Disegni di Oretta Giorgi Azienda Regionale per il Diritto agli Studi Superiori dell Emilia Romagna Comunicare con l Azienda I bandi di concorso

Dettagli

Regione Toscana. Bando di concorso a.a. 2014/2015. Borse di studio Posti alloggio

Regione Toscana. Bando di concorso a.a. 2014/2015. Borse di studio Posti alloggio Regione Toscana Bando di concorso a.a. 2014/2015 Borse di studio Posti alloggio Luglio 2014 Pubblicazione a cura del Servizio Comunicazione Impaginazione a cura di: Leda Lazzerini Redazione testo: Servizi

Dettagli

BANDO DI CONCORSO PER L ASSEGNAZIONE DEI BENEFICI PER IL DIRITTO ALLO STUDIO UNIVERSITARIO A. A. 2015/16

BANDO DI CONCORSO PER L ASSEGNAZIONE DEI BENEFICI PER IL DIRITTO ALLO STUDIO UNIVERSITARIO A. A. 2015/16 BANDO DI CONCORSO PER L ASSEGNAZIONE DEI BENEFICI PER IL DIRITTO ALLO STUDIO UNIVERSITARIO A. A. 2015/16 Prot. N 41920 N. Repertorio 3115/2015 Titolo V Classe 5 Fascicolo Milano, 30 giugno 2015 VISTI gli

Dettagli

Università degli Studi di Siena CORSO DI PERFEZIONAMENTO IN STRUMENTI STATISTICI PER L ANALISI DELLA QUALITÀ PERCEPITA IN SANITÀ A.A.

Università degli Studi di Siena CORSO DI PERFEZIONAMENTO IN STRUMENTI STATISTICI PER L ANALISI DELLA QUALITÀ PERCEPITA IN SANITÀ A.A. Università degli Studi di Siena CORSO DI PERFEZIONAMENTO IN STRUMENTI STATISTICI PER L ANALISI DELLA QUALITÀ PERCEPITA IN SANITÀ A.A. 2011/2012 Art. 1 Oggetto del bando 1. L Università degli Studi di Siena

Dettagli

FAQ MASTER & CORSI DI PERFEZIONAMENTO

FAQ MASTER & CORSI DI PERFEZIONAMENTO FAQ MASTER & CORSI DI PERFEZIONAMENTO 1. Qual è la differenza tra Master di primo livello e Master di secondo livello? 2. Ai fini dell ammissione al Master, cosa bisogna fare se si possiede un titolo di

Dettagli

800723999 Area riservata per gli studenti urp@laziodisu.i www.laziodisu.it www.tornosubito.laziodisu.it www.regione.lazio.it

800723999 Area riservata per gli studenti urp@laziodisu.i www.laziodisu.it www.tornosubito.laziodisu.it www.regione.lazio.it Bando unico dei concorsi a.a. 2014/2015 1 Gentile studente, il Bando unico che segue registra significative modifiche e novità rispetto agli anni precedenti. Frutto di un percorso di ascolto promosso da

Dettagli

17/04/2015 IL RETTORE

17/04/2015 IL RETTORE Protocollo 7882 VII/1 Data 26/03/2015 Rep. D.R n. 377-2015 Area Didattica Servizi agli Studenti e Alta Formazione Responsabile Dott. Antonio Formato Settore Alta Formazione Responsabile Dott. Tommaso Vasco

Dettagli

BANDO PER LA COLLABORAZIONE PART-TIME DEGLI STUDENTI AI SERVIZI ERSU

BANDO PER LA COLLABORAZIONE PART-TIME DEGLI STUDENTI AI SERVIZI ERSU BANDO PER LA COLLABORAZIONE PART-TIME DEGLI STUDENTI AI SERVIZI ERSU Ai sensi delle seguenti disposizioni: Legge 02.12.1991, n. 390 Articolo 13 D.P.C.M. 09/04/2001 Articolo 4 comma 17 D.P.C.M. 05/12/2013

Dettagli

INFO. BORSA DI STUDIO E SERVIZIO ABITATIVO ANNO ACCADEMICO 2013/14 Step By Step ANNI SUCCESSIVI

INFO. BORSA DI STUDIO E SERVIZIO ABITATIVO ANNO ACCADEMICO 2013/14 Step By Step ANNI SUCCESSIVI INFO BORSA DI STUDIO E SERVIZIO ABITATIVO ANNO ACCADEMICO 2013/14 Step By Step ANNI SUCCESSIVI Le informazioni contenute in questo documento non vanno in alcun modo a sostituire i contenuti dei bandi e

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE FORME DI COLLABORAZIONE DEGLI STUDENTI ALLE ATTIVITA' CONNESSE AI SERVIZI RESI

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE FORME DI COLLABORAZIONE DEGLI STUDENTI ALLE ATTIVITA' CONNESSE AI SERVIZI RESI Senato Accademico 27 Aprile 2010 Consiglio di Amministrazione 18 Maggio 2010 Decreto Rettorale Rep. n. 811/2010 Prot. n 13531 del 29 Giugno 2010 Ufficio Competente Ufficio Agevolazioni allo studio e disabilità

Dettagli

BANDO PER IL CONFERIMENTO DI BORSE DI STUDIO, SERVIZIO ABITATIVO E PREMIO DI LAUREA. ANNO ACCADEMICO 2014/15

BANDO PER IL CONFERIMENTO DI BORSE DI STUDIO, SERVIZIO ABITATIVO E PREMIO DI LAUREA. ANNO ACCADEMICO 2014/15 BANDO PER IL CONFERIMENTO DI BORSE DI STUDIO, SERVIZIO ABITATIVO E PREMIO DI LAUREA. ANNO ACCADEMICO 2014/15 2 BANDO PER IL CONFERIMENTO DI BORSE DI STUDIO, SERVIZIO ABITATIVO E PREMIO DI LAUREA A.A. 2014/15

Dettagli

ARTICOLO 1 Ambito di applicazione

ARTICOLO 1 Ambito di applicazione REGOLAMENTO STUDENTI DELL UNIVERSITA DEGLI STUDI DI MILANO Approvato dal Senato Accademico con delibera del 10 giugno 2008 e modificato con delibera del Senato Accademico del 14 giugno 2011 Decreto rettorale

Dettagli

Divisione Studenti Divisione Studenti ciale Luigi Bocconi Università Commer Guida alla borsa di studio ISU Bocconi

Divisione Studenti Divisione Studenti ciale Luigi Bocconi Università Commer Guida alla borsa di studio ISU Bocconi Divisione Studenti Servizi agli Studenti Divisione Studenti ISU BOCCONI Università Commerciale Luigi Bocconi Guida alla borsa di studio ISU Bocconi Questo documento riassume le caratteristiche principali

Dettagli

..DOMANDA DI ISCRIZIONE ANNI SUCCESSIVI..

..DOMANDA DI ISCRIZIONE ANNI SUCCESSIVI.. Corso di laurea.... C.L. specialistica/magistrale... Curriculum/Indirizzo... Matricola.. Marca da bollo da 16,00 se non assolta in modo virtuale AL MAGNIFICO RETTORE DELL UNIVERSITÀ DEGLI STUDI G. D ANNUNZIO

Dettagli

AVVISO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE A NORMA DELL ARTICOLO 7 COMMA 6, D.LGS N. 165 DEL 30.03.2001 E SS.MM.II.

AVVISO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE A NORMA DELL ARTICOLO 7 COMMA 6, D.LGS N. 165 DEL 30.03.2001 E SS.MM.II. AVVISO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE A NORMA DELL ARTICOLO 7 COMMA 6, D.LGS N. 165 DEL 30.03.2001 E SS.MM.II. In esecuzione della deliberazione del Direttore generale n. 765 del 30.04.2013,

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA DIPARTIMENTO DI BIOLOGIA. (Avviso al pubblico) IL DIRETTORE DEL DIPARTIMENTO DI BIOLOGIA

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA DIPARTIMENTO DI BIOLOGIA. (Avviso al pubblico) IL DIRETTORE DEL DIPARTIMENTO DI BIOLOGIA UNIVERSITA DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA DIPARTIMENTO DI BIOLOGIA Modena, il _ 11.01.2012 Prot. N 9 Pos. N /_ (Avviso al pubblico) IL DIRETTORE DEL DIPARTIMENTO DI BIOLOGIA VISTO il DPR 22 dicembre

Dettagli

5 Contributo Autonoma Sistemazione

5 Contributo Autonoma Sistemazione 5 Contributo Autonoma Sistemazione CAS A valere sulle risorse finanziarie di cui all articolo 3 dell Ordinanza del Capo del Dipartimento della protezione civile (OCDPC) n. 232 del 30 marzo 2015 viene stimata

Dettagli

REGOLAMENTO IMMATRICOLAZIONI, ISCRIZIONI, TASSE E CONTRIBUTI PER STUDENTI DI CORSI DI LAUREA, DI LAUREA MAGISTRALE, DI LAUREA MAGISTRALE A CICLO

REGOLAMENTO IMMATRICOLAZIONI, ISCRIZIONI, TASSE E CONTRIBUTI PER STUDENTI DI CORSI DI LAUREA, DI LAUREA MAGISTRALE, DI LAUREA MAGISTRALE A CICLO REGOLAMENTO IMMATRICOLAZIONI, ISCRIZIONI, TASSE E CONTRIBUTI PER STUDENTI DI CORSI DI LAUREA, DI LAUREA MAGISTRALE, DI LAUREA MAGISTRALE A CICLO UNICO E CORSI SINGOLI INDICE TITOLO I - IMMATRICOLAZIONI,

Dettagli

per la partecipazione a Master di I e II livello Corsi universitari di perfezionamento Corsi universitari di specializzazione

per la partecipazione a Master di I e II livello Corsi universitari di perfezionamento Corsi universitari di specializzazione BANDO DI CONCORSO per l erogazione di borse di studio in favore dei figli e degli orfani dei dipendenti iscritti alla Gestione Unitaria delle prestazioni creditizie e sociali (art.1,c.245 della legge 662/96)

Dettagli

Settore Sviluppo Socio Economico e Culturale Servizio Pubblica Istruzione Tel. 079679952 Fax 079679991

Settore Sviluppo Socio Economico e Culturale Servizio Pubblica Istruzione Tel. 079679952 Fax 079679991 C 1 I V I T A S E M P L I T Settore Sviluppo Socio Economico e Culturale Servizio Pubblica Istruzione Tel. 079679952 Fax 079679991 SCUOLA CIVICA DI MUSICA DI TEMPIO PAUSANIA In collaborazione con i comuni

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PERUGIA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PERUGIA UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PERUGIA REGOLAMENTO PROCEDURE TERMINI E TASSE (Modificato con delibera del Senato Accademico del 19 luglio 2011) INDICE PARTE I NORME GENERALI Art. 1 Art. 2 Ambito di applicazione

Dettagli

Domande e risposte sui Master universitari della Sapienza

Domande e risposte sui Master universitari della Sapienza Domande e risposte sui Master universitari della Sapienza Che cos è un Master Universitario? Il Master Universitario è un corso di perfezionamento scientifico e di alta qualificazione formativa, finalizzato

Dettagli

IL RETTORE. il decreto del 01 aprile 2014 n.608 con il quale è stato aggiornato lo statuto di ateneo; VISTO

IL RETTORE. il decreto del 01 aprile 2014 n.608 con il quale è stato aggiornato lo statuto di ateneo; VISTO Università della Calabria - Amministrazione Centrale D.R. n.1072 del 10/07/2015 IL RETTORE il decreto del 01 aprile 2014 n.608 con il quale è stato aggiornato lo statuto di ateneo; il decreto del 6 febbraio

Dettagli

MUTUO CHIROGRAFARIO OPERATORI ECONOMICI TASSO FISSO

MUTUO CHIROGRAFARIO OPERATORI ECONOMICI TASSO FISSO FOGLIO INFORMATIVO NORME PER LA TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI E FINANZIARI MUTUO CHIROGRAFARIO OPERATORI ECONOMICI TASSO FISSO INFORMAZIONI SULLA BANCA UNIPOL BANCA S.p.A. SEDE LEGALE

Dettagli

MANSIONARIO DEI PROFILI PROFESSIONALI

MANSIONARIO DEI PROFILI PROFESSIONALI OPERE RIUNITE BUON PASTORE ISTITUZIONE PUBBLICA DI ASSISTENZA E BENEFICENZA SEDE LEGALE CASTELLO N. 77 SEDE AMMINISTRATIVA SAN POLO N. 2123 VENEZIA Tel. 0415222689-0415222353 BANDO DI CONCORSO PUBBLICO

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DEGLI INSEGNAMENTI NEI CORSI DI STUDIO DELL OFFERTA FORMATIVA. Titolo I Norme comuni

REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DEGLI INSEGNAMENTI NEI CORSI DI STUDIO DELL OFFERTA FORMATIVA. Titolo I Norme comuni REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DEGLI INSEGNAMENTI NEI CORSI DI STUDIO DELL OFFERTA FORMATIVA Titolo I Norme comuni Art. 1 Oggetto e finalità del Regolamento 1. Il presente regolamento disciplina il conferimento

Dettagli

Destinazione: IRLANDA. art. 1 SOGGETTO PROPONENTE E OGGETTO. indice una selezione

Destinazione: IRLANDA. art. 1 SOGGETTO PROPONENTE E OGGETTO. indice una selezione AVVISO DI SELEZIONE PER L ATTUAZIONE DEL PROGRAMMA LEONARDO DA VINCI Progetto M.E.D. Progetto nr. LLP-LdV-PLM-11-IT-254 Titolo M.E.D. (N. LLPLink 2011-1-IT1-LEO02-01757) Destinazione: IRLANDA art. 1 SOGGETTO

Dettagli

MANIFESTO DEGLI STUDI

MANIFESTO DEGLI STUDI UFFICIO ALTA FORMAZIONE ED ESAMI DI STATO MANIFESTO DEGLI STUDI MASTER DI II LIVELLO con modalità didattica multimediale, integrata e a distanza MANAGEMENT E DIRIGENZA NELLA SCUOLA (istituito ai sensi

Dettagli

Università degli Studi di Roma Tor Vergata

Università degli Studi di Roma Tor Vergata Università degli Studi di Roma Tor Vergata DIPARTIMENTO DI ECONOMIA E FINANZA MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ECONOMIA DELLA CULTURA: POLITICHE, GOVERNO E GESTIONE modalità didattica mista presenza/distanza

Dettagli

Bando Tipologia A (20 tirocini)

Bando Tipologia A (20 tirocini) Bando Tipologia A (20 tirocini) Destinazioni e periodo di realizzazione dei tirocini: Irlanda - 5 tirocini Regno Unito - 2 tirocini Spagna - 8 tirocini Germania - 3 tirocini Francia - 2 tirocini L'esperienza

Dettagli

Richiesta nominativa di nulla osta per ricongiungimento familiare (art. 29,D.Lgs.286/98) (art.6 DPR.n.394/99 e succ.mod.)

Richiesta nominativa di nulla osta per ricongiungimento familiare (art. 29,D.Lgs.286/98) (art.6 DPR.n.394/99 e succ.mod.) Richiesta nominativa di nulla osta per ricongiungimento familiare (art. 29,D.Lgs.286/98) (art.6 DPR.n.394/99 e succ.mod.) Familiari per i quali può essere richiesto il ricongiungimento: 1. Coniuge non

Dettagli

AVVISO PUBBLICO BANDO 2014

AVVISO PUBBLICO BANDO 2014 ALLEGATO "A" Dipartimento politiche Abitative Direzione Interventi Alloggiativi AVVISO PUBBLICO Concessione del contributo integrativo di cui all art. 11 della legge 9 dicembre 1998, n. 431 e successive

Dettagli

Area Didattica e Servizi agli Studenti Ufficio Convenzioni, Innovazione e Qualità della Didattica. Il Rettore

Area Didattica e Servizi agli Studenti Ufficio Convenzioni, Innovazione e Qualità della Didattica. Il Rettore Area Didattica e Servizi agli Studenti Ufficio Convenzioni, Innovazione e Qualità della Didattica Il Rettore Decreto n. 122549 (1147) Anno _2012 VISTO l art. 3, comma 9, del D.M. 22 ottobre 2004, n. 270

Dettagli

Direzione Centrale del Personale Ufficio Selezione e inserimento

Direzione Centrale del Personale Ufficio Selezione e inserimento Direzione Centrale del Personale Ufficio Selezione e inserimento Prot. 26329/2015 Selezione pubblica per l assunzione a tempo indeterminato di 892 unità per la terza area funzionale, fascia retributiva

Dettagli

IL DIRETTORE. Data 20.03.2015. Protocollo 7481-VII.1. Rep. DDIP n. 169. Settore Amministrazione e contabilità. Oggetto 1/10

IL DIRETTORE. Data 20.03.2015. Protocollo 7481-VII.1. Rep. DDIP n. 169. Settore Amministrazione e contabilità. Oggetto 1/10 Protocollo 7481-VII.1 Data 20.03.2015 Rep. DDIP n. 169 Settore Amministrazione e contabilità Responsabile Maria De Benedittis Oggetto Procedura selettiva pubblica per titoli e colloquio per la stipula

Dettagli

ALMA MATER STUDIORUM UNIVERSITÀ DI BOLOGNA

ALMA MATER STUDIORUM UNIVERSITÀ DI BOLOGNA Bando di concorso per l ammissione al Master universitario di I livello in International Management - MIEX Sede di Bologna codice: 8367 Anno Accademico 2014-2015 Scadenza bando: 14 luglio 2014 ore 13,00

Dettagli

Regione Marche ERSU di Camerino (MC)

Regione Marche ERSU di Camerino (MC) DELIBERA DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DELL ERSU DI CAMERINO N. 261 DEL 29/03/2011: OGGETTO: APPROVAZIONE DEL BANDO DI SELEZIONE PER IL CONCORSO PUBBLICO PER ESAMI PER L ASSUNZIONE A TEMPO DETERMINATO

Dettagli

Regolamento per il riconoscimento di Crediti Formativi Accademici nei Corsi di Diploma accademico di primo e di secondo livello

Regolamento per il riconoscimento di Crediti Formativi Accademici nei Corsi di Diploma accademico di primo e di secondo livello Istituto Superiore di Studi Musicali "P. Mascagni" - Livorno Regolamento per il riconoscimento di Crediti Formativi Accademici nei Corsi di Diploma accademico di primo e di secondo livello Via Galilei

Dettagli

29, 19 30 2010, 240 24 2014, 478) INDICE

29, 19 30 2010, 240 24 2014, 478) INDICE Regolamento per l attribuzione a professori e ricercatori dell incentivo di cui all art. 29, comma 19 della legge 30 dicembre 2010, n. 240 (emanato con decreto rettorale 24 ottobre 2014, n. 478) INDICE

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PERUGIA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PERUGIA UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PERUGIA REGOLAMENTO PROCEDURE TERMINI E TASSE (Modificato con D.R. n.1508 del 31/07/2013) INDICE PARTE I NORME GENERALI Art. 1 Art. 2 Ambito di applicazione Definizioni PARTE

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ISCRIZIONE DEGLI STUDENTI A TEMPO PARZIALE AI CORSI DI STUDIO DELL UNIVERSITA DEGLI STUDI DELLA TUSCIA

REGOLAMENTO PER L ISCRIZIONE DEGLI STUDENTI A TEMPO PARZIALE AI CORSI DI STUDIO DELL UNIVERSITA DEGLI STUDI DELLA TUSCIA Università degli Studi della Tuscia Regolamento per l iscrizione degli studenti a tempo parziale ai corsi di studio dell Università degli Studi della Tuscia (D.R. n. 637/07 del 01.08.2007) REGOLAMENTO

Dettagli

DD I/3 2804 del 06/02/10

DD I/3 2804 del 06/02/10 AREA RECLUTAMENTO E AMMINISTRAZIONE DEL PERSONALE Dirigente Ascenzo FARENTI Coordinatore Dott. Luca BUSICO Unità Amministrazione personale tecnico amministrativo Responsabile Dott. Massimiliano GALLI DD

Dettagli

Erogazione di altri benefici

Erogazione di altri benefici N. Operazione Esecutore Note/moduli/ attrezzature connessi alla borsa di studio borsa servizi 1 Mobilità Internazionale: Il bando di concorso per la borsa di studio prevede che l Azienda conceda integrazioni

Dettagli

Comune di Mentana Provincia di Roma

Comune di Mentana Provincia di Roma BANDO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI INTEGRATIVI A SOSTEGNO DEL PAGAMENTO DEI CANONI DI LOCAZIONE ANNUALITA FINANZIARIA 2013 IL RESPONSABILE DEL SETTORE SERVIZI ALLA PERSONA - VISTO l articolo 11 della

Dettagli

UNIONE TERRED ACQUA IL RESPONSABILE P.O.

UNIONE TERRED ACQUA IL RESPONSABILE P.O. SERVIZIO PERSONALE SCADENZA 13/08/2015 AVVISO DI MOBILITA PER EVENTUALE ASSUNZIONE A TEMPO INDETERMINATO E TEMPO PIENO, DI N. 1 POSTO DI ISTRUTTORE DIRETTIVO AMMINISTRATIVO CAT. GIUR. D1, DEL COMUNE DI

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ANTICIPAZIONE DEL TRATTAMENTO DI FINE RAPPORTO DI LAVORO (LEGGE 29 MAGGIO 1982, N. 297)

REGOLAMENTO PER L ANTICIPAZIONE DEL TRATTAMENTO DI FINE RAPPORTO DI LAVORO (LEGGE 29 MAGGIO 1982, N. 297) REGOLAMENTO PER L ANTICIPAZIONE DEL TRATTAMENTO DI FINE RAPPORTO DI LAVORO (LEGGE 29 MAGGIO 1982, N. 297) 1) Beneficiari Hanno titolo a richiedere l anticipazione i lavoratori che abbiano maturato almeno

Dettagli

DIPARTIMENTO DI SCIENZE NEUROLOGICHE E PSICHIATRICHE Eugenio Ferrari

DIPARTIMENTO DI SCIENZE NEUROLOGICHE E PSICHIATRICHE Eugenio Ferrari Decreto Direttoriale n. 51 del 20.06.2011 SELEZIONE PUBBLICA, PER TITOLI E COLLOQUIO, PER IL CONFERIMENTO DI UN INCARICO INDIVIDUALE CON CONTRATTO DI COLLABORAZIONE COORDINATA E CONTINUATIVA VISTA DEL

Dettagli

OPERE RIUNITE BUON PASTORE ISTITUZIONE PUBBLICA DI ASSISTENZA E BENEFICENZA CASTELLO N. 77 VENEZIA Tel. 0415222689-0415222353

OPERE RIUNITE BUON PASTORE ISTITUZIONE PUBBLICA DI ASSISTENZA E BENEFICENZA CASTELLO N. 77 VENEZIA Tel. 0415222689-0415222353 OPERE RIUNITE BUON PASTORE ISTITUZIONE PUBBLICA DI ASSISTENZA E BENEFICENZA CASTELLO N. 77 VENEZIA Tel. 0415222689-0415222353 BANDO DI CONCORSO PUBBLICO PER TITOLI ED ESAMI A N. 5 POSTI A TEMPO PIENO ED

Dettagli

Bando di concorso per l ammissione al MASTER UNIVERSITARIO DI II LIVELLO CULTURA DELL INNOVAZIONE, MERCATI E CREAZIONE D IMPRESA.

Bando di concorso per l ammissione al MASTER UNIVERSITARIO DI II LIVELLO CULTURA DELL INNOVAZIONE, MERCATI E CREAZIONE D IMPRESA. Bando di concorso per l ammissione al MASTER UNIVERSITARIO DI II LIVELLO CULTURA DELL INNOVAZIONE, MERCATI E CREAZIONE D IMPRESA Sede di Bologna codice: 8159 Anno Accademico 2008/09 Scadenza Bando : 31

Dettagli

Università Vita~Salute San Raffaele

Università Vita~Salute San Raffaele Università Vita~Salute San Raffaele DECRETO RETTORALE N. 4185 IL RETTORE Visto lo Statuto dell'università Vita-Salute San Raffaele approvato con Decreto del Ministero dell'università e della Ricerca Scientifica

Dettagli

SEZIONE PRIMAVERA PROGETTO DI AMPLIAMENTO DELL OFFERTA FORMATIVA RIVOLTO AI BAMBINI DAI 24 36 MESI A.S. 2012/13

SEZIONE PRIMAVERA PROGETTO DI AMPLIAMENTO DELL OFFERTA FORMATIVA RIVOLTO AI BAMBINI DAI 24 36 MESI A.S. 2012/13 Con l Europa investiamo nel vostro futuro DIREZIONE DIDATTICA STATALE Circolo San Giovanni Bosco C.so Fornari, 68-70056 - MOLFETTA (Ba) Tel 080809 Fax 0808070 Codice Fiscale N 80047079 Distretto n. 6 Molfetta

Dettagli

AZIENDA SANITARIA LOCALE 2 SAVONESE BANDO DI CONCORSO PUBBLICO RISERVATO

AZIENDA SANITARIA LOCALE 2 SAVONESE BANDO DI CONCORSO PUBBLICO RISERVATO 1 PUBBLICATO ALL ALBO DELL ASL 2 SAVONESE IL 08.01.2010 SCADE IL 28.01.2010 AZIENDA SANITARIA LOCALE 2 SAVONESE BANDO DI CONCORSO PUBBLICO RISERVATO In attuazione della deliberazione del Direttore Generale

Dettagli

PROVINCIA DI REGGIO EMILIA

PROVINCIA DI REGGIO EMILIA PROVINCIA DI REGGIO EMILIA REGOLAMENTO PER IL CONSEGUIMENTO DELL IDONEITA PROFESSIONALE PER L ESERCIZIO DELL ATTIVITA DI CONSULENZA PER LA CIRCOLAZIONE DEI MEZZI DI TRASPORTO - Approvato con deliberazione

Dettagli

UNIVERSITA per Stranieri Dante Alighieri Reggio di Calabria

UNIVERSITA per Stranieri Dante Alighieri Reggio di Calabria di UNIVERSITA per Stranieri Dante Alighieri Reggio di Calabria Master di I livello in Manager delle imprese sociali e delle organizzazioni non lucrative di utilità sociale Indirizzi: - Manager delle Imprese

Dettagli

Regolamento per il riscatto degli anni di laurea ex art. 22 Regolamento dell Ente

Regolamento per il riscatto degli anni di laurea ex art. 22 Regolamento dell Ente E.P.A.P. Ente di Previdenza ed Assistenza Pluricategoriale Via Vicenza, 7-00185 Roma Tel: 06 69.64.51 - Fax: 06 69.64.555 E-mail: info@epap.it - Sito web: www.epap.it Codice fiscale: 97149120582 Regolamento

Dettagli

MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE

MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE Master di I livello in MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE In Sigla Master 74 Anno Accademico 2009/2010 (1500 ore 60 CFU) TITOLO Management nelle organizzazioni sanitarie FINALITÀ Con la locuzione

Dettagli

DECRETO 28 maggio 2001, n.295. Regolamento recante criteri e modalità di concessione degli incentivi a favore dell autoimpiego

DECRETO 28 maggio 2001, n.295. Regolamento recante criteri e modalità di concessione degli incentivi a favore dell autoimpiego DECRETO 28 maggio 2001, n.295 Regolamento recante criteri e modalità di concessione degli incentivi a favore dell autoimpiego Capo I Art. 1 Definizioni 1. Nel presente regolamento l'espressione: a)

Dettagli

La riforma dell ISEE. Maggiore equità ed efficacia nella valutazione della condizione economica della famiglia

La riforma dell ISEE. Maggiore equità ed efficacia nella valutazione della condizione economica della famiglia Maggiore equità ed efficacia nella valutazione della condizione economica della famiglia 2 La riforma dell ISEE (Indicatore della situazione economica equivalente) rappresenta un passo fondamentale per

Dettagli

BANDO DI CONCORSO VALORE VACANZA

BANDO DI CONCORSO VALORE VACANZA BANDO DI CONCORSO VALORE VACANZA SOGGIORNI A TEMA IN ITALIA SOGGIORNI STUDIO ALL ESTERO STAGIONE 2015 in favore dei figli o orfani ed equiparati - dei dipendenti e dei pensionati della pubblica amministrazione

Dettagli

REGOLAMENTO DI ATENEO SUL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO

REGOLAMENTO DI ATENEO SUL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO UNIVERSITA DEGLI STUDI DI SASSARI REGOLAMENTO DI ATENEO SUL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO Testo approvato definitivamente dal Senato Accademico e dal Consiglio di Amministrazione rispettivamente

Dettagli

Titoli di soggiorno che consentono l esercizio di attività lavorativa

Titoli di soggiorno che consentono l esercizio di attività lavorativa Titoli di soggiorno che consentono l esercizio di attività lavorativa Per poter lavorare in Italia il cittadino straniero non comunitario deve essere in possesso del permesso di soggiorno rilasciato per

Dettagli

BANDO DI CONCORSO PUBBLICO, PER TITOLI ED ESAMI, PER N. 1 POSTO DI OPERATORE TECNICO - CAT B PER I

BANDO DI CONCORSO PUBBLICO, PER TITOLI ED ESAMI, PER N. 1 POSTO DI OPERATORE TECNICO - CAT B PER I AZIENDA OSPEDALIERA OSPEDALE SAN PAOLO MILANO - Via A. Di Rudinì, 8 U.O. Amministrazione risorse umane/pd BANDO DI CONCORSO PUBBLICO, PER TITOLI ED ESAMI, PER N. 1 POSTO DI OPERATORE TECNICO - CAT B PER

Dettagli

Tutte le procedure on-line sono accessibili tramite il portale degli studenti https://studenti.unisalento.it

Tutte le procedure on-line sono accessibili tramite il portale degli studenti https://studenti.unisalento.it REGOLE PER GLI STUDENTI Tutte le procedure on-line sono accessibili tramite il portale degli studenti https://studenti.unisalento.it REGOLE VALIDE PER I CORSI ATTIVATI AI SENSI DEL D.M. 270/04 Immatricolazione

Dettagli

REGIONE TOSCANA. AZIENDA U.S.L. N. 12 di VIAREGGIO (LU)

REGIONE TOSCANA. AZIENDA U.S.L. N. 12 di VIAREGGIO (LU) REGIONE TOSCANA AZIENDA U.S.L. N. 12 di VIAREGGIO (LU) AVVISO DI SELEZIONE PUBBLICA PER IL CONFERIMENTO DI UN INCARICO DI LAVORO AUTONOMO LIBERO PROFESSIONALE A T. D. PER L'ACQUISIZIONE DI PRESTAZIONI

Dettagli

AVVISO DI PUBBLICA SELEZIONE PER L AMMISSIONE AL CORSO INTEGRATIVO/ABBREVIATO PER OPERATORE SOCIO SANITARIO Anno Formativo 2014/2015

AVVISO DI PUBBLICA SELEZIONE PER L AMMISSIONE AL CORSO INTEGRATIVO/ABBREVIATO PER OPERATORE SOCIO SANITARIO Anno Formativo 2014/2015 U.O.S.D. FORMAZIONE EDUCAZIONE E PROMOZIONE DELLA SALUTE Scadenza 15 DICEMBRE 2014 AVVISO DI PUBBLICA SELEZIONE PER L AMMISSIONE AL CORSO INTEGRATIVO/ABBREVIATO PER OPERATORE SOCIO SANITARIO Anno Formativo

Dettagli

Comune di Isola del Liri

Comune di Isola del Liri SERVIZIO 1 - SEGRETERIA DEL SINDACO U.R.P. AFFARI GENERALI E PERSONALE AVVISO DI SELEZIONE PUBBLICA PER L ASSUNZIONE A TEMPO DETERMINATO, AI SENSI DELL ART. 110, COMMA 1, DEL D. LGS. 267/2000, DI N. 1

Dettagli

DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO PARZIALE

DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO PARZIALE Comune di Castel San Pietro Terme Provincia di Bologna SERVIZIO RISORSE UMANE DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO PARZIALE APPROVATO CON DELIBERAZIONE GC. N. 159 IN DATA 4/11/2008 ART. 1 Oggetto Dipendenti

Dettagli

Regolamento per gli interventi e servizi sociali del Comune di Milano

Regolamento per gli interventi e servizi sociali del Comune di Milano Regolamento per gli interventi e servizi sociali del Comune di Milano approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 19 del 6 febbraio 2006 e rettificato con deliberazione del Consiglio Comunale

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO

REGOLAMENTO PER IL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO Art. 1 - Finalità e ambito di applicazione Il presente Regolamento, emanato ai sensi della legge 9 maggio 1989, n. 168, disciplina, in armonia con i principi generali stabiliti dalla Carta Europea dei

Dettagli

Ministero dello Sviluppo Economico

Ministero dello Sviluppo Economico Ministero dello Sviluppo Economico DIREZIONE GENERALE PER GLI INCENTIVI ALLE IMPRESE Circolare 10 febbraio 2014, n. 4567 Termini e modalità di presentazione delle domande per la concessione e l erogazione

Dettagli

Direzione Centrale Credito e Welfare Progetto High School Program. Bando di Concorso HIGH SCHOOL PROGRAM

Direzione Centrale Credito e Welfare Progetto High School Program. Bando di Concorso HIGH SCHOOL PROGRAM Pagina1 Direzione Centrale Credito e Welfare Progetto High School Program Bando di Concorso HIGH SCHOOL PROGRAM Per i figli e gli orfani dei dipendenti e dei pensionati della pubblica amministrazione utenti

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 2185 Prot. n 25890 Data 30.06.2014 Titolo III Classe V UOR SOFPL VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004, n. 270;

Dettagli

CORSI AGGIORNAMENTO UNIVERSITARIO BANDO INPS GESTIONE E DIPENDENTI PUBBLICI - INFORMAZIONI INTEGRATIVE TIVE - A.A. 2013/2014

CORSI AGGIORNAMENTO UNIVERSITARIO BANDO INPS GESTIONE E DIPENDENTI PUBBLICI - INFORMAZIONI INTEGRATIVE TIVE - A.A. 2013/2014 CORSI AGGIORNAMENTO UNIVERSITARIO A.A. 2013/2014 BANDO INPS GESTIONE E DIPENDENTI PUBBLICI - INFORMAZIONI INTEGRATIVE TIVE - In data 10 febbraio 2014, l INPS ha pubblicato il bando che mette a concorso

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 1339 Prot. n 13549 Data 29.04.2014 Titolo III Classe V UOR SOFPL VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004, n. 270;

Dettagli

L ORÉAL Italia Per le Donne e la Scienza in collaborazione con la Commissione Nazionale Italiana per l UNESCO Edizione 2014/2015

L ORÉAL Italia Per le Donne e la Scienza in collaborazione con la Commissione Nazionale Italiana per l UNESCO Edizione 2014/2015 L ORÉAL Italia Per le Donne e la Scienza in collaborazione con la Commissione Nazionale Italiana per l UNESCO Edizione 2014/2015 Regolamento per l'istituzione di borse di studio Art. 1 - Scopi e destinatari

Dettagli

BANDO PER L AMMISSIONE AL PERCORSO FORMATIVO PER TECNICO SUPERIORE PER L'APPROVVIGIONAMENTO ENERGETICO E LA COSTRUZIONE DI IMPIANTI

BANDO PER L AMMISSIONE AL PERCORSO FORMATIVO PER TECNICO SUPERIORE PER L'APPROVVIGIONAMENTO ENERGETICO E LA COSTRUZIONE DI IMPIANTI BANDO PER L AMMISSIONE AL PERCORSO FORMATIVO PER TECNICO SUPERIORE PER L'APPROVVIGIONAMENTO ENERGETICO E LA COSTRUZIONE DI IMPIANTI LA FONDAZIONE ISTITUTO TECNICO SUPERIORE PER L EFFICIENZA ENERGETICA

Dettagli

Comune di Lecco AVVISO DI MOBILITA VOLONTARIA FRA ENTI PUBBLICI ABILE CATEGORIA

Comune di Lecco AVVISO DI MOBILITA VOLONTARIA FRA ENTI PUBBLICI ABILE CATEGORIA Comune di Lecco Prot. n. 50286 AVVISO DI MOBILITA VOLONTARIA FRA ENTI PUBBLICI PER LA EVENTUALE COPERTURA RA A TEMPO INDETERMINATO DI UN POSTO DI FUNZIONARIO DA INQUADRARE NEL PROFILO AMMINISTRATIVO, O

Dettagli

DOMANDA DI AGGIORNAMENTO AI FINI DELLA COSTITUZIONE DELLE GRADUATORIE PER L A.S. 2015/16

DOMANDA DI AGGIORNAMENTO AI FINI DELLA COSTITUZIONE DELLE GRADUATORIE PER L A.S. 2015/16 Modello B2 GRADUATORIE PERMANENTI DEL PERSONALE AMMINISTRATIVO, TECNICO E AUSILIARIO AI SENSI DELL ART. 554 DEL D.L.VO 297/94 (indizione concorsi nell a.s. 2014/15) DOMANDA DI AGGIORNAMENTO AI FINI DELLA

Dettagli

COMUNE DI CIVITAVECCHIA Provincia di Roma SERVIZIO LAVORI PUBBLICI

COMUNE DI CIVITAVECCHIA Provincia di Roma SERVIZIO LAVORI PUBBLICI COMUNE DI CIVITAVECCHIA Provincia di Roma SERVIZIO LAVORI PUBBLICI AVVISO PUBBLICO PER L USO TEMPORANEO E SUPERFICIARIO DI UN AREA PUBBLICA SITA NEL PZ9 POLIGONO DEL GENIO Vista: IL DIRIGENTE la presenza

Dettagli

Bozza di Regolamento sul rapporto di lavoro a tempo parziale

Bozza di Regolamento sul rapporto di lavoro a tempo parziale Bozza di Regolamento sul rapporto di lavoro a tempo parziale Art. 1 Personale avente diritto I rapporti di lavoro a tempo parziale possono essere attivati nei confronti dei dipendenti comunali a tempo

Dettagli

L acquisizione di candidature riguarderà i seguenti ambiti di interesse, costituenti Sezioni dell Albo:

L acquisizione di candidature riguarderà i seguenti ambiti di interesse, costituenti Sezioni dell Albo: Avviso pubblico per l istituzione di un Albo di esperti da impegnare nelle attività di realizzazione di programmi e progetti di studio, ricerca e consulenza. Art. 1 Premessa E indetto Avviso Pubblico per

Dettagli

OGGETTO: Dichiarazione 730 precompilata Risposte a quesiti

OGGETTO: Dichiarazione 730 precompilata Risposte a quesiti Direzione Centrale Servizi ai Contribuenti CIRCOLARE 11/E Roma, 23 marzo 2015 OGGETTO: Dichiarazione 730 precompilata Risposte a quesiti 2 INDICE 1 DESTINATARI DELLA DICHIARAZIONE 730 PRECOMPILATA... 5

Dettagli

Enti Pubblici ASL AZIENDA UNITA' SANITARIA LOCALE ROMA C

Enti Pubblici ASL AZIENDA UNITA' SANITARIA LOCALE ROMA C Enti Pubblici ASL AZIENDA UNITA' SANITARIA LOCALE ROMA C Avviso Avviso pubblico, per titoli e colloquio, di mobilità regionale ed interregionale tra Aziende ed Enti del Servizio Sanitario, per la copertura

Dettagli

L.R. 15/2014, art. 9, c. 29 B.U.R. 4/3/2015, n. 9 L.R. 13/2014, art. 26. DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE 18 febbraio 2015, n. 036/Pres.

L.R. 15/2014, art. 9, c. 29 B.U.R. 4/3/2015, n. 9 L.R. 13/2014, art. 26. DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE 18 febbraio 2015, n. 036/Pres. L.R. 15/2014, art. 9, c. 29 B.U.R. 4/3/2015, n. 9 L.R. 13/2014, art. 26 DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE 18 febbraio 2015, n. 036/Pres. Regolamento attuativo dell articolo 9, commi da 26 a 34 della

Dettagli

DOMANDA DI NUOVO CONTRIBUTO PER L AUTONOMA SISTEMAZIONE C H I E D E DICHIARA QUANTO SEGUE

DOMANDA DI NUOVO CONTRIBUTO PER L AUTONOMA SISTEMAZIONE C H I E D E DICHIARA QUANTO SEGUE MODULO DOMANDA / NUOVO CAS-SISMA MAGGIO 2012 DOMANDA DI NUOVO CONTRIBUTO PER L AUTONOMA SISTEMAZIONE (Dichiarazione sostitutiva di certificazione e di atto di notorietà resa ai sensi degli artt. 46 e 47

Dettagli

Regolamento per l attribuzione a professori e ricercatori dell incentivo di cui all art. 29, comma 19, della Legge 240/2010

Regolamento per l attribuzione a professori e ricercatori dell incentivo di cui all art. 29, comma 19, della Legge 240/2010 Regolamento per l attribuzione a professori e ricercatori dell incentivo di cui all art. 29, comma 19, della Legge 240/2010 Art. 1 - Oggetto 1. Il presente regolamento disciplina i procedimenti di selezione,

Dettagli

Master di I livello In PROJECT MANAGEMENT. (1500 h 60 CFU) Anno Accademico 2014/2015 I edizione I sessione

Master di I livello In PROJECT MANAGEMENT. (1500 h 60 CFU) Anno Accademico 2014/2015 I edizione I sessione Master di I livello In PROJECT MANAGEMENT (1500 h 60 CFU) Anno Accademico 2014/2015 I edizione I sessione Art. 1 ATTIVAZIONE L Università degli Studi Niccolò Cusano Telematica Roma attiva il Master di

Dettagli

studio dei titolari di protezione internazionale

studio dei titolari di protezione internazionale Il riconoscimento dei titoli di studio dei titolari di protezione internazionale IL RICONOSCIMENTO DEI TITOLI DI STUDIO LA NORMATIVA L art 170 del RD 1592 del 3/ 31/08/33 /33di approvazione del Testo Unico

Dettagli

CONTRATTO CON LO STUDENTE A.A. 2014/2015

CONTRATTO CON LO STUDENTE A.A. 2014/2015 Si ricorda che alla domanda d iscrizione dovranno essere allegate 2 copie originali di questo contratto, tutte debitamente firmate dallo studente nelle parti indicate. CONTRATTO CON LO STUDENTE A.A. 2014/2015

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE D.R. n.1035/2015 Università degli Studi Internazionali di Roma - UNINT In collaborazione con CONFAPI MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

Dettagli

Ministero dello Sviluppo Economico

Ministero dello Sviluppo Economico Ministero dello Sviluppo Economico DIREZIONE GENERALE PER LE POLITICHE DI INTERNAZIONALIZZAZIONE E LA PROMOZIONE DEGLI SCAMBI IL DIRETTORE GENERALE Visto l articolo 30 del Decreto Legge 12 settembre 2014,

Dettagli

Prove di ingresso ai corsi di Laurea Magistrale (AREA DIDATTICA E PROMOZIONE DELLA LINGUA ITALIANA) A.A. 2014-2015

Prove di ingresso ai corsi di Laurea Magistrale (AREA DIDATTICA E PROMOZIONE DELLA LINGUA ITALIANA) A.A. 2014-2015 Prove di ingresso ai corsi di Laurea Magistrale (AREA DIDATTICA E PROMOZIONE DELLA LINGUA ITALIANA) A.A. 2014-2015 Ai sensi del D.M. n. 270/2004 gli studenti che intendono iscriversi ad un corso di laurea

Dettagli

MODELLO A allegato all avviso di procedura comparativa di cui

MODELLO A allegato all avviso di procedura comparativa di cui MODELLO A allegato all avviso di procedura comparativa di cui al D.D. n. 7 del 01/04/2015 Al Direttore del Dipartimento di LETTERE dell Università degli Studi di Perugia Piazza Morlacchi, 11-06123 PERUGIA

Dettagli

AZIENDA OSPEDALIERA OSPEDALE NIGUARDA CA GRANDA MILANO AVVISO PUBBLICO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICO LIBERO-PROFESSIONALE SI RENDE NOTO

AZIENDA OSPEDALIERA OSPEDALE NIGUARDA CA GRANDA MILANO AVVISO PUBBLICO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICO LIBERO-PROFESSIONALE SI RENDE NOTO AZIENDA OSPEDALIERA OSPEDALE NIGUARDA CA GRANDA MILANO Atti 184/10 all. 45/8 Riapertura termini riferimento 122 INGECLI AVVISO PUBBLICO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICO LIBERO-PROFESSIONALE SI RENDE NOTO

Dettagli

FAQ Domande più frequenti sugli esami di Stato per la professione di Dottore commercialista e di Esperto contabile

FAQ Domande più frequenti sugli esami di Stato per la professione di Dottore commercialista e di Esperto contabile FAQ Domande più frequenti sugli esami di Stato per la professione di Dottore commercialista e di Esperto contabile Quante volte l anno si svolgono gli esami di Stato? Sono previste due sessioni d esame

Dettagli

REGOLAMENTO PER GLI AFFIDAMENTI E I CONTRATTI PER ESIGENZE DIDATTICHE, ANCHE INTEGRATIVE, AI SENSI DELLA LEGGE 240/2010. Art. 1 Ambito di applicazione

REGOLAMENTO PER GLI AFFIDAMENTI E I CONTRATTI PER ESIGENZE DIDATTICHE, ANCHE INTEGRATIVE, AI SENSI DELLA LEGGE 240/2010. Art. 1 Ambito di applicazione REGOLAMENTO PER GLI AFFIDAMENTI E I CONTRATTI PER ESIGENZE DIDATTICHE, ANCHE INTEGRATIVE, AI SENSI DELLA LEGGE 240/2010 Art. 1 Ambito di applicazione L Università, in applicazione del D.M. 242/98 ed ai

Dettagli

AVVISO PUBBLICO SELEZIONE DEI PROGETTI DI INFORMAZIONE ED EDUCAZIONE ALLO SVILUPPO PROMOSSI DALLE ONG DOTAZIONE FINANZIARIA 2015

AVVISO PUBBLICO SELEZIONE DEI PROGETTI DI INFORMAZIONE ED EDUCAZIONE ALLO SVILUPPO PROMOSSI DALLE ONG DOTAZIONE FINANZIARIA 2015 AVVISO PUBBLICO SELEZIONE DEI PROGETTI DI INFORMAZIONE ED EDUCAZIONE ALLO SVILUPPO PROMOSSI DALLE ONG DOTAZIONE FINANZIARIA 2015 DATA DI PUBBLICAZIONE DELL ESTRATTO DEL BANDO SULLA GURI: DATA DI SCADENZA

Dettagli

ALLEGATO 2 A) TITOLI ABILITANTI DI ACCESSO ALLA GRADUATORIA

ALLEGATO 2 A) TITOLI ABILITANTI DI ACCESSO ALLA GRADUATORIA ALLEGATO 2 TABELLA DI VALUTAZIONE DEI TITOLI DELLA TERZA FASCIA DELLE GRADUATORIE AD ESAURIMENTO DEL PERSONALE DOCENTE ED EDUCATIVO DELLE SCUOLE ED ISTITUTI DI OGNI ORDINE E GRADO, APPROVATA CON D.M 27

Dettagli

PROGRAMMA VINCI Bando 2015

PROGRAMMA VINCI Bando 2015 PROGRAMMA VINCI Bando 2015 L Università Italo Francese / Université Franco Italienne (UIF/UFI) emette il quindicesimo bando Vinci, volto a sostenere le seguenti iniziative: I. Corsi universitari binazionali

Dettagli

.Legge 20 ottobre 1990, n. 302 Norme a favore delle vittime del terrorismo e della criminalità organizzata

.Legge 20 ottobre 1990, n. 302 Norme a favore delle vittime del terrorismo e della criminalità organizzata STRALCIO DI ALTRE LEGGI IN CUI, SEMPRE INGRASSETTO, SONO EVIDENZIATI ALTRI BENEFICI VIGENTI A FAVORE DELLE VITTIME DEL TERRORISMO.Legge 20 ottobre 1990, n. 302 Norme a favore delle vittime del terrorismo

Dettagli