REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI"

Transcript

1 COMUNE DI MURAVERA PROVINCIA DI CAGLIARI REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 16 del

2 ART. 1 FINALITA' ED OGGETTO DEL REGOLAMENTO 1. La celebrazione dei matrimoni civili è attività istituzionale garantita. 2. Il presente regolamento disciplina le modalità di celebrazione dei matrimoni civili di cui all'art. 106 e all'art. 116 del Codice Civile. ART. 2 FUNZIONI 1. I matrimoni civili sono celebrati dal Sindaco o da un suo delegato ai sensi dell art.1, comma3, D.P.R. 396/ Il Sindaco può delegare le funzioni di Ufficiale di Stato Civile al Vice Sindaco, agli Assessori, ai Consiglieri Comunali, al Segretario Generale, ai dipendenti a tempo indeterminato e ai cittadini italiani che abbiano i requisiti per l'elezione a Consigliere Comunale, come previsto dall'art.1, comma 3, del D.P.R. 396/ Qualora i nubendi intendano far celebrare il loro matrimonio a cittadino/a italiano/a, gli stessi dovranno presentare domanda, indirizzata al Sindaco, almeno 40 giorni prima della data del matrimonio. 4. Il possesso dei requisiti di cui al comma 2 del presente articolo dovrà essere dichiarato dalla persona celebrante mediante sottoscrizione di una dichiarazione sostitutiva dell'atto di notorietà resa, ai sensi dell'art. 47 del D.P.R. 445/2000, all'ufficio di Stato Civile almeno 30 giorni prima della celebrazione. 5. Una volta ricevuta la documentazione di cui ai precedenti commi 3e 4, il Sindaco, effettuate le necessarie verifiche, dispone di delegare le funzioni di Stato Civile per la celebrazione del matrimonio alla persona prescelta. Il delegato dovrà sottoscrivere la delega di funzioni per accettazione. 6. L'Ufficiale di Stato Civile, nel celebrare il matrimonio, deve indossare la fascia tricolore come previsto dall'art. 70 del D.P.R. 03/11/2000, n.396, mantenendo un contegno adeguato al ruolo E' fatto divieto all'ufficiale di Stato Civile di ostentare, sotto qualsiasi forma, simboli politici e/o religiosi. 7. Il matrimonio civile è celebrato in luogo aperto al pubblico, alla presenza di due testimoni maggiorenni, muniti di idoneo documento di identità in corso di validità. ART. 3 RICHIESTA DELLA CELEBRAZIONE DA PARTE DI STRANIERI 1. La richiesta di celebrazione del matrimonio da parte di cittadini stranieri non residenti in Italia va presentata al competente Ufficio di Stato Civile almeno 30 giorni prima della data desiderata, corredata di copie dei documenti d'identità dei futuri sposi e della documentazione attestante lo stato libero e l'assenza di impedimenti al matrimonio ai sensi degli artt. 85, 87 e 88 del Codice Civile italiano. La data del matrimonio sarà fissata a seguito di positivo esame della suddetta documentazione e in conformità alle norme del presente regolamento. I nubendi dovranno produrre personalmente all'ufficio Pubblicazioni di Matrimonio gli originali dei documenti già inviati, almeno 5 giorni lavorativi prima della data del matrimonio: contestualmente sì procederà alla redazione del relativo verbale di assenza impedimenti alla celebrazione. Entro lo stesso termine i nubendi dovranno produrre: a) Fotocopia dei documenti d'identità dei due testimoni e, se necessario, dell'interprete; b) Indicazione del regime patrimoniale scelto su apposito modello predisposto dall'ufficio.

3 2. Nel caso l'ufficiale dello Stato Civile, all'atto della richiesta di pubblicazioni di matrimonio o al momento della produzione dei documenti, rilevi che i nubendi non comprendono la lingua italiana, questi dovranno avvalersi di un interprete così come previsto dall'art. 13 e 66 del D.P.R. 396/2000, al reperimento del quale dovranno provvedere a propria cura e spese i nubendi stessi. L'assistenza al rito da parte dell'interprete sarà richiesta anche al momento della celebrazione del matrimonio; qualora l'interprete fosse persona diversa da quella presentatasi al momento delle pubblicazioni, gli sposi dovranno comunicare i dati anagrafici del nuovo interprete contestualmente ai dati dei testimoni. 1. I matrimoni civili vengono celebrati pubblicamente. ART. 4 LUOGO DELLA CELEBRAZIONE 2. La celebrazione del matrimonio civile ha luogo nel giorno indicato dalle parti e si svolge nei seguenti locali: - Aula Consiliare (Piazza Europa n. 1); - Ufficio del Sindaco (Piazza Europa n. 1); - Uffici distaccati di Stato Civile individuati in base alle vigenti normative, previa approvazione della Giunta Comunale. 3. Le celebrazioni sono senza alcun costo per i cittadini residenti (o almeno uno dei nubendi residente) quando si svolgano nell'aula Consiliare del Municipio o nell'ufficio del Sindaco, dal lunedì al venerdì, durante l'orario di lavoro. 4. E' necessario il pagamento di apposita tariffa, che varia a seconda che la celebrazione avvenga nei locali del municipio (Aula Consiliare o ufficio del Sindaco) oppure in spazi esterni al municipio ed a seconda che sia celebrato o meno negli orari d'ufficio. 5. Il previo pagamento della tariffa è previsto anche per i residenti quando il matrimonio debba celebrarsi fuori dall'orario di lavoro e/o in spazi esterni al municipio. ART. 5 ORARI DELLA CELEBRAZIONE 1. I matrimoni civili sono celebrati, in via ordinaria, dal lunedì al venerdì, durante l'orario di lavoro dell'ufficio di Stato Civile. 2. La celebrazione in orari diversi, o per la quale sono richiesti servizi aggiuntivi, è subordinata alla disponibilità degli operatori dell'amministrazione comunale ed al versamento dell'apposita tariffa. 3. Le celebrazioni, di norma, non sono effettuate: a) in occasione delle festività natalizie e pasquali, il 1 Maggio, il 25 Aprile e il 15 Agosto; b) nei giorni festivi infrasettimanali; 4. Le celebrazioni non sono effettuate in caso di eventi eccezionali e non preventivati che comportino l'indisponibilità oggettiva degli spazi o del servizio logistico.

4 ART. 6 TARIFFE 1. Le tariffe per la celebrazione dei matrimoni sono approvate con deliberazione della Giunta Comunale, entro il termine annuale fissato per l'approvazione del bilancio. 2. In caso di mancata deliberazione della Giunta, si applicano le tariffe dell'anno precedente. 3. Nella determinazione delle tariffe è considerato a titolo di rimborso il costo del personale necessario per l'espletamento del servizio. ART. 7 ORGANIZZAZIONE DEL SERVIZIO 1. L'Ufficio comunale competente all'organizzazione della celebrazione dei matrimoni è l'ufficio di Stato Civile. 2. La visita degli spazi destinati alla celebrazione dei matrimoni civili può essere effettuata da parte dei richiedenti su appuntamento. 3. La richiesta relativa all'uso degli spazi per le celebrazioni deve essere inoltrata, compilando l'apposito modulo, all'ufficio competente almeno 20 giorni lavorativi precedenti la data di celebrazione, unitamente all'esibizione della ricevuta dell'avvenuto pagamento dell'eventuale tariffa, pena la revoca della disponibilità degli spazi e orari. 4. Il responsabile del servizio a cui afferisce l'ufficio di Stato Civile emanerà, in coordinamento con gli altri uffici, le disposizioni necessarie a garantire che i servizi richiesti siano regolarmente prestati. 5. Qualora i servizi richiesti non venissero prestati, in tutto o in parte, per causa imputabile al Comune, si provvederà alla restituzione totale o parziale delle somme eventualmente versate. 6. Nessun rimborso spetterà qualora la mancata prestazione dei servizi richiesti sia imputabile alle parti richiedenti. ART. 8 ALLESTIMENTO DEI LOCALI 1. I richiedenti possono, a proprie cura e spese, arricchire la sala o gli spazi concessi con ulteriori arredi ed addobbi che, al termine della cerimonia, dovranno essere tempestivamente ed integralmente rimossi, sempre a cura dei richiedenti. 2. La sale e/o gli spazi utilizzati dovranno essere quindi resi nelle condizioni originarie in cui sono stati concessi per la celebrazione. 3. Il Comune si intende sollevato da ogni responsabilità legata alla custodia degli arredi ed addobbi temporanei disposta dai richiedenti. 4. E' consentito l utilizzo di strumenti musicali o di impianti stereo personali per diffondere musica di sottofondo nel corso della cerimonia, con modalità da non recare disturbo alla regolare celebrazione del rito e agli altri uffici.

5 5. In caso di accertamento di danni alle sale, spazi e/o strutture concesse per la celebrazione, l'ammontare degli stessi, salvo identificazione del diretto responsabile, sarà addebitato alla parte richiedente. ART. 9 DISPOSIZIONI FINALI 1. Per quanto non espressamente previsto dal presente regolamento, trovano applicazione: il Codice Civile, il DPR 3 Novembre 2000 n.396, il D.Lgs 18 Agosto 2000 n. 267, lo Statuto Comunale, ogni altra norma concernente la materia. ART. 10 ENTRATA IN VIGORE Il presente regolamento entrerà in vigore con il conseguimento dell esecutività, secondo le norme vigenti.

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI Approvato con delibera di Consiglio Comunale nr. 39 del 26/11/2011 INDICE GENERALE Art. 1 - Oggetto e finalità del regolamento Art. 2 Funzioni

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CON RITO CIVILE COMUNE DI NOICÀTTARO PROVINCIA DI BARI

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CON RITO CIVILE COMUNE DI NOICÀTTARO PROVINCIA DI BARI COMUNE DI NOICÀTTARO PROVINCIA DI BARI REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CON RITO CIVILE APPROVATO CON DELIBERA DI CONSIGLIO COMUNALE N. DEL ART. 1 OGGETTO E FINALITÀ DEL REGOLAMENTO

Dettagli

COMUNE DI CAMBIANO Provincia di Torino REGOLAMENTO PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI

COMUNE DI CAMBIANO Provincia di Torino REGOLAMENTO PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI COMUNE DI CAMBIANO Provincia di Torino REGOLAMENTO PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI APPROVATO CON DELIBERAZIONE C.C. N. 12 DEL 12/03/2010 1 INDICE: Articolo 1 Oggetto e finalità del regolamento...

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI COMPRENSIVO DELLE TARIFFE

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI COMPRENSIVO DELLE TARIFFE COMUNE DI NEGRAR Provincia di Verona REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI COMPRENSIVO DELLE TARIFFE Approvato con Deliberazione di Consiglio Comunale n. 25 del 29.04.2013 e successivamente

Dettagli

Comune di Sorisole. Provincia di Bergamo REGOLAMENTO PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI

Comune di Sorisole. Provincia di Bergamo REGOLAMENTO PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI Comune di Sorisole Provincia di Bergamo REGOLAMENTO PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI Approvato con Deliberazione di Consiglio Comunale nr. 39 del 27/09/2012 INDICE Art. 1 - Oggetto e finalità del

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI APPROVAZIONE Delibera Consiglio Comunale n. 104 del 30.11.2007 MODIFICHE Delibera Consiglio Comunale n. 25 del 24.03.2010 Modifica Art. 5 Art.

Dettagli

COMUNE DI BOLANO Provincia di La Spezia

COMUNE DI BOLANO Provincia di La Spezia COMUNE DI BOLANO Provincia di La Spezia REGOLAMENTO PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI Approvato con Deliberazione di Consiglio Comunale n. 2 del 10 febbraio 2011 Integrato con DCC 13 del 18 luglio

Dettagli

COMUNE DI CASTIGLIONE DI GARFAGNANA

COMUNE DI CASTIGLIONE DI GARFAGNANA Allegato A COMUNE DI CASTIGLIONE DI GARFAGNANA Provincia di Lucca REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CON RITO CIVILE Approvato con deliberazione del C.C. n. 23 del 28/06/2013 Art. 1

Dettagli

Comune di Stradella Provincia di Pavia. Regolamento comunale per la celebrazione dei matrimoni civili

Comune di Stradella Provincia di Pavia. Regolamento comunale per la celebrazione dei matrimoni civili Comune di Stradella Provincia di Pavia Regolamento comunale per la celebrazione dei matrimoni civili APPROVATO CON DELIBERAZIONE CONSILIARE N. 59 DEL 25/07/2013 1 Indice generale Art. 1 - Oggetto e finalità

Dettagli

COMUNE DI SAN LAZZARO DI SAVENA REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI

COMUNE DI SAN LAZZARO DI SAVENA REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI COMUNE DI SAN LAZZARO DI SAVENA REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI Approvato con delibera di Consiglio comunale n. 13 del 31-03-2015 1 Indice generale Art. 1 Oggetto e finalità

Dettagli

COMUNE di BASIANO. PROVINCIA di MILANO REGOLAMENTO USO SALA CONSILIARE PER CELEBRAZIONE MATRIMONI CIVILI

COMUNE di BASIANO. PROVINCIA di MILANO REGOLAMENTO USO SALA CONSILIARE PER CELEBRAZIONE MATRIMONI CIVILI COMUNE di BASIANO PROVINCIA di MILANO REGOLAMENTO USO SALA CONSILIARE PER CELEBRAZIONE MATRIMONI CIVILI Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 29 del 26.7.2010 Regolamento uso sala consiliare

Dettagli

COMUNE DI SESTO AL REGHENA PROVINCIA DI PORDENONE REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI

COMUNE DI SESTO AL REGHENA PROVINCIA DI PORDENONE REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI COMUNE DI SESTO AL REGHENA PROVINCIA DI PORDENONE REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI Approvato con deliberazione consiliare n. 59 del 28.11.2009 Indice generale Art. 1 Oggetto

Dettagli

Città di Marsala Medaglia d oro al Valore Civile. Regolamento comunale per la celebrazione dei matrimoni civili

Città di Marsala Medaglia d oro al Valore Civile. Regolamento comunale per la celebrazione dei matrimoni civili Città di Marsala Regolamento comunale per la celebrazione dei matrimoni civili Art. 1 Oggetto e finalità del regolamento 1. Il presente regolamento disciplina le modalità di celebrazione dei matrimoni

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI COMUNE di BUSSOLENO CITTA METROPOLITANA DI TORINO AREA DEMOGRAFICA REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI Approvato con Deliberazione C.C. n. 3 del 31.03.2016 INDICE INDICE pag.

Dettagli

Comune di Nembro Provincia di Bergamo. Regolamento Comunale per la Celebrazione dei Matrimoni Civili

Comune di Nembro Provincia di Bergamo. Regolamento Comunale per la Celebrazione dei Matrimoni Civili Comune di Nembro Provincia di Bergamo Regolamento Comunale per la Celebrazione dei Matrimoni Civili Approvato con delibera di Consiglio Comunale n.60 in data 29/11/2012 INDICE Art. 1 Oggetto e finalità

Dettagli

COMUNE DI ROBBIATE Provincia di Lecco

COMUNE DI ROBBIATE Provincia di Lecco COMUNE DI ROBBIATE Provincia di Lecco REGOLAMENTO COMUNALE PER L UTILIZZO DELLE SALE COMUNALI PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 19 del 06/04/2009

Dettagli

C O M U N E D I P O R C A R I (PROVINCIA DI LUCCA) DISCIPLINARE PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI

C O M U N E D I P O R C A R I (PROVINCIA DI LUCCA) DISCIPLINARE PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI C O M U N E D I P O R C A R I (PROVINCIA DI LUCCA) DISCIPLINARE PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI Articolo 1 Oggetto 1. Il presente atto disciplina le modalità di celebrazione dei matrimoni civili

Dettagli

DISCIPLINARE RELATIVO ALLE PROCEDURE PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI Delibera di Giunta Comunale n. 118 del

DISCIPLINARE RELATIVO ALLE PROCEDURE PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI Delibera di Giunta Comunale n. 118 del DISCIPLINARE RELATIVO ALLE PROCEDURE PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI Delibera di Giunta Comunale n. 118 del 31.05.2011 Art. 1 Oggetto e finalità 1. Il presente regolamento disciplina le modalità

Dettagli

COMUNE DI BUSSERO Provincia di Milano

COMUNE DI BUSSERO Provincia di Milano COMUNE DI BUSSERO Provincia di Milano REGOLAMENTO PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI Approvato con deliberazione di Consiglio Comunale n. 68 del 23.12.2004 Modificato con deliberazione di Consiglio

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI COMUNE DI MASSA LUBRENSE PROVINCIA DI NAPOLI REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI Approvato con deliberazione consiliare n.46 del 17.9.2007 In vigore dall 1.1.2008 1 Articolo 1 Oggetto

Dettagli

COMUNE DI MONTORFANO

COMUNE DI MONTORFANO COMUNE DI MONTORFANO REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI Approvato con deliberazione di C.C. n. 40/2013 Modificato con deliberazione di C.C. n. 28 del 30/11/2015 1 I N D I C E

Dettagli

via Iasolino n.1 80077 Ischia (NA) - telefono 0813333111 telefax 0813333201 sito web :www.comuneishia.it

via Iasolino n.1 80077 Ischia (NA) - telefono 0813333111 telefax 0813333201 sito web :www.comuneishia.it via Iasolino n.1 80077 Ischia (NA) - telefono 0813333111 telefax 0813333201 sito web :www.comuneishia.it REGOLAMENTO PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI Indice generale Art. 1 Oggetto e finalità del

Dettagli

COMUNE DI CASTIGLION FIBOCCHI PROVINCIA DI AREZZO

COMUNE DI CASTIGLION FIBOCCHI PROVINCIA DI AREZZO COMUNE DI CASTIGLION FIBOCCHI PROVINCIA DI AREZZO REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI APPROVATO CON DELIBERAZIONE DI CONSIGLIO COMUNALE N. 14 DEL 30.04.2009 MODIFICATO CON DELIBERAZIONE

Dettagli

CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI

CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI COMUNE DI CEFALU Provincia di Palermo REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI REGOLAMENTO PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI Articolo 1 Oggetto e finalità disciplinare 1. Il presente

Dettagli

COMUNE DI IGLESIAS PROVINCIA DI CARBONIA IGLESIAS

COMUNE DI IGLESIAS PROVINCIA DI CARBONIA IGLESIAS COMUNE DI IGLESIAS PROVINCIA DI CARBONIA IGLESIAS UFFICIO STATO CIVILE REGOLAMENTO PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI Approvato con deliberazione del Consiglio comunale n. 16 del 27.03.2014 1 Indice

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI Indice generale Art. 1 Art. 2 Art. 3 Art. 4 Art. 5 Art. 6 Art. 7 Art. 8 Art. 9 Art. 10 Art. 11 Art. 12 Art. 13 Oggetto e finalità del regolamento

Dettagli

COMUNE di SAN GIOVANNI IN PERSICETO

COMUNE di SAN GIOVANNI IN PERSICETO ALLEGATO A COMUNE di SAN GIOVANNI IN PERSICETO REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI APPROVATO CON DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N. 88 del 15/12/2015 1 Indice generale Art.

Dettagli

Comune di Abbadia San Salvatore Provincia di Siena

Comune di Abbadia San Salvatore Provincia di Siena Comune di Abbadia San Salvatore Provincia di Siena REGOLAMENTO PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CON RITO CIVILE Approvato con delibera del Consiglio Comunale n. del Art. 1 OGGETTO Il presente regolamento

Dettagli

VERBALE N. 28 DEL 03/05/2007 IL CONSIGLIO COMUNALE

VERBALE N. 28 DEL 03/05/2007 IL CONSIGLIO COMUNALE VERBALE N. 28 DEL 03/05/2007 OGGETTO: APPROVAZIONE REGOLAMENTO PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI. All atto della trattazione del presente argomento, dopo l appello, risulta entrato il consigliere

Dettagli

C O M U N E DI B A D O L A T O Prov. Catanzaro

C O M U N E DI B A D O L A T O Prov. Catanzaro C O M U N E DI B A D O L A T O Prov. Catanzaro DISPOSIZIONI PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI (Approvato con deliberazione della Giunta Comunale n. 44 del 18/04/2014 ) Art. 1 La celebrazione del

Dettagli

REGOLAMENTO SULLA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI

REGOLAMENTO SULLA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI REGOLAMENTO SULLA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 4 del 27/03/2015 pubblicato all albo pretorio online dal 30/03/2015 al 14/04/2015 in vigore dal

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CON RITO CIVILE

REGOLAMENTO PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CON RITO CIVILE COMUNE DI GORNATE OLONA PROVINCIA DI VARESE ------------------------------------------------------------ UFFICIO STATO CIVILE REGOLAMENTO PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CON RITO CIVILE Delibera del

Dettagli

Regolamento per l utilizzo delle sale per la celebra- zione del matrimonio con rito civile

Regolamento per l utilizzo delle sale per la celebra- zione del matrimonio con rito civile COMUNE DI SAN FERDINANDO DI PUGLIA PROVINCIA DI BARLETTA ANDRIA TRANI Regolamento per l utilizzo delle sale per la celebra- zione del matrimonio con rito civile (Approvato con Delibera di C.C. n. 16 del

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI

REGOLAMENTO PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI REGOLAMENTO PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI Approvato con deliberazione C.C. n. 11 del 21/08/2014 Articolo 1 - Oggetto Il presente regolamento disciplina le modalità di celebrazione del matrimonio

Dettagli

COMUNE DI LAIGUEGLIA Provincia di Savona REGOLAMENTO PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI ARTICOLO 1 OGGETTO E FINALITÀ

COMUNE DI LAIGUEGLIA Provincia di Savona REGOLAMENTO PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI ARTICOLO 1 OGGETTO E FINALITÀ COMUNE DI LAIGUEGLIA Provincia di Savona REGOLAMENTO PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI ARTICOLO 1 OGGETTO E FINALITÀ Il presente regolamento disciplina le modalità di celebrazione del matrimonio

Dettagli

COMUNE di MARETTO Piazza Monte Cervino MARETTO AT Tel./fax 0141/

COMUNE di MARETTO Piazza Monte Cervino MARETTO AT Tel./fax 0141/ COMUNE di MARETTO Piazza Monte Cervino 1 14018 MARETTO AT Tel./fax 0141/938170 e-mail: maretto@ruparpiemonte.it DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N. 7 OGGETTO: Istituzione e approvazione del regolamento

Dettagli

Art. 1 Oggetto e finalità. Art. 2 Funzioni. Art. 3 Luoghi della celebrazione. Art. 4 Orari di celebrazione. Art. 5 Tariffe

Art. 1 Oggetto e finalità. Art. 2 Funzioni. Art. 3 Luoghi della celebrazione. Art. 4 Orari di celebrazione. Art. 5 Tariffe Provincia di Prato REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 19 del 27 marzo 2010 I NDICE GENERALE Art. 1 Oggetto e finalità Art.

Dettagli

Regolamento Comunale sulla Celebrazione dei Matrimoni Civili

Regolamento Comunale sulla Celebrazione dei Matrimoni Civili C O M U N E D I S C I O L Z E Regolamento Comunale sulla Celebrazione dei Matrimoni Civili a cura del settore Servizi Demografici ed Elettorali del Comune di Sciolze Approvato con delibera di CC n.45 del

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI 1 INDICE GENERALE Art. 1 Oggetto e finalità del regolamento Art. 2 Funzioni Art. 3 Luogo della celebrazione Art. 4 Orario di celebrazione Art.

Dettagli

COMUNE DI SAN COSTANZO

COMUNE DI SAN COSTANZO COMUNE DI SAN COSTANZO (Provincia di Pesaro e Urbino) 61039 Piazza Perticari, 20 Tel. 0721 951211 fax 0721-950056/951232 Partita IVA 00129020418 e mail: comune@comune.san-costanzo.pu.it http://www.comune.san-costanzo.pu.it

Dettagli

COMUNE di NUMANA Provincia di Ancona

COMUNE di NUMANA Provincia di Ancona REGOLAMENTO PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI Art. 1 Oggetto e finalità del regolamento 1. Il presente regolamento disciplina le modalità di celebrazione del matrimonio civile, di cui alle prescrizioni

Dettagli

Comune di Besozzo. Provincia di Varese REGOLAMENTO PER L ORGANIZZAZIONE DEL SERVIZIO PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI

Comune di Besozzo. Provincia di Varese REGOLAMENTO PER L ORGANIZZAZIONE DEL SERVIZIO PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI Comune di Besozzo Provincia di Varese REGOLAMENTO PER L ORGANIZZAZIONE DEL SERVIZIO PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI Approvato con delibera di Consiglio Comunale N. 7 in data 27/02/2013 1 INDICE

Dettagli

COMUNE SAN VINCENZO Provincia di Livorno

COMUNE SAN VINCENZO Provincia di Livorno COMUNE SAN VINCENZO Provincia di Livorno REGOLAMENTO PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI (approvato con deliberazione consiliare n. 89 del 29.12.2014) In vigore dal 20 gennaio 2015 INDICE ARTICOLO

Dettagli

Regolamento per la celebrazione dei matrimoni civili nel Comune di Sant'Anna d'alfaedo

Regolamento per la celebrazione dei matrimoni civili nel Comune di Sant'Anna d'alfaedo Approvato con Deliberazione di C.C. n. 23 del 24/11/2015 COMUNE DI SANT ANNA D ALFAEDO C.A.P. 37020 PROVINCIA DI VERONA P.IVA 00796760239 TEL. 045/ 7532502 Segreteria FAX 045/ 7532600 Regolamento per la

Dettagli

COMUNE DI VERRUA SAVOIA Provincia di Torino DISCIPLINARE ORGANIZZATIVO PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI

COMUNE DI VERRUA SAVOIA Provincia di Torino DISCIPLINARE ORGANIZZATIVO PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI COMUNE DI VERRUA SAVOIA Provincia di Torino DISCIPLINARE ORGANIZZATIVO PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI - INDICE - ART. 1 IL SERVIZIO MATRIMONI CIVILI ART. 2 GIORNI DI CELEBRAZIONE ART. 3 TARIFFE

Dettagli

REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DEI LOCALI ADIBITI A SALA CONSILIARE E UFFICIO DEL SINDACO PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI

REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DEI LOCALI ADIBITI A SALA CONSILIARE E UFFICIO DEL SINDACO PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI CITTÀ DI APPIANO GENTILE P r o v i n c i a d i C O M O REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DEI LOCALI ADIBITI A SALA CONSILIARE E UFFICIO DEL SINDACO PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI Approvato con delibera

Dettagli

REGOLAMENTO DEL MATRIMONIO CIVILE SUL TERRITORIO DEL COMUNE

REGOLAMENTO DEL MATRIMONIO CIVILE SUL TERRITORIO DEL COMUNE AREA DEMOGRAFICI, URP, ATTIVITÀ PRODUTTIVE E PATRIMONIO IMMOBILIARE PRODUTTIVO SETTORE DEMOGRAFICI REGOLAMENTO DEL MATRIMONIO CIVILE SUL TERRITORIO DEL COMUNE Allegato alla deliberazione di C.C. n. 56

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI

REGOLAMENTO PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI COMUNE DI MONTANARO PROVINCIA DI TORINO REGOLAMENTO PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 49 del 30/11/2013 Pubblicato all Albo Web dall 11.12.2013

Dettagli

COMUNE DI MAGLIANO IN TOSCANA PROVINCIA DI GROSSETO. Regolamento Comunale. per la celebrazione dei matrimoni civili

COMUNE DI MAGLIANO IN TOSCANA PROVINCIA DI GROSSETO. Regolamento Comunale. per la celebrazione dei matrimoni civili COMUNE DI MAGLIANO IN TOSCANA PROVINCIA DI GROSSETO Regolamento Comunale per la celebrazione dei matrimoni civili Approvato con delibera di C.C. n. 15 del 10/07/2014 Indice generale Art. 1 - Oggetto e

Dettagli

COMUNE DI CASTELNUOVO DI PORTO Provincia di Roma REGOLAMENTO CELEBRAZIONE MATRIMONI CON RITO CIVILE

COMUNE DI CASTELNUOVO DI PORTO Provincia di Roma REGOLAMENTO CELEBRAZIONE MATRIMONI CON RITO CIVILE COMUNE DI CASTELNUOVO DI PORTO Provincia di Roma REGOLAMENTO CELEBRAZIONE MATRIMONI CON RITO CIVILE Approvato con deliberazione di Consiglio Comunale n. 40 del 11/12/2012 I N D I C E Art. 1 - Oggetto e

Dettagli

Comune di Massa Lubrense

Comune di Massa Lubrense Comune di Massa Lubrense Regolamento Comunale per la Celebrazione dei Matrimoni Civili Art. 1 OGGETTO E FINALITA' DEL REGOLAMENTO Il presente regolamento disciplina le modalità di organizzazione delle

Dettagli

COMUNE DI MERATE Provincia di Lecco REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DEI LOCALI DI VILLA CONFALONIERI PER LA CELEBRAZIONE DI MATRIMONI CIVILI

COMUNE DI MERATE Provincia di Lecco REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DEI LOCALI DI VILLA CONFALONIERI PER LA CELEBRAZIONE DI MATRIMONI CIVILI COMUNE DI MERATE Provincia di Lecco REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DEI LOCALI DI VILLA CONFALONIERI PER LA CELEBRAZIONE DI MATRIMONI CIVILI INDICE ART. 1 INDIVIDUAZIONE CASA COMUNALE 1 ART. 2 RICHIESTA LOCALI

Dettagli

C O M U N E D I C ALVIGNANO

C O M U N E D I C ALVIGNANO C O M U N E D I C ALVIGNANO REGOLAMENTO PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CON IL RITO CIVILE Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 8 del 29.05.2015 ART. 1 OGGETTO E FINALITA DEL REGOLAMENTO

Dettagli

COMUNE DI AQUILONIA terra d Irpinia

COMUNE DI AQUILONIA terra d Irpinia COMUNE DI AQUILONIA terra d Irpinia REGIONE CAMPANIA PROVINCIA DI AVELLINO Tel. 0827/83004 83263 Fax 082783190 e.mail sito web CAP 83041 Copia DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE Numero 59 Del 19-06-2009

Dettagli

COMUNE DI CARMIANO Provincia di Lecce Tel. 0832/600111 Fax 0832/602178 www.comune.carmiano.le.it

COMUNE DI CARMIANO Provincia di Lecce Tel. 0832/600111 Fax 0832/602178 www.comune.carmiano.le.it MODALITA OPERATIVE PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI ART. 1 OGGETTO Il presente regolamento disciplina le modalità di organizzazione del servizio comunale incaricato delle attività connesse alla

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI APPROVATO CON DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N. 18 DEL 09/05/2013

REGOLAMENTO PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI APPROVATO CON DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N. 18 DEL 09/05/2013 COMUNE DI LAMPEDUSA E LINOSA PROVINCIA DI AGRIGENTO REGOLAMENTO PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI APPROVATO CON DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N. 18 DEL 09/05/2013 INDICE Art. 1 Oggetto e

Dettagli

Comune di Maruggio Provincia di Taranto. Regolamento comunale per la celebrazione dei matrimoni civili

Comune di Maruggio Provincia di Taranto. Regolamento comunale per la celebrazione dei matrimoni civili Comune di Maruggio Provincia di Taranto Regolamento comunale per la celebrazione dei matrimoni civili 1 Indice generale Art. 1 Oggetto e finalità del regolamento Art. 2 Funzioni Art. 3 Luogo della celebrazione

Dettagli

CONSORZIO DI BONIFICA DI II GRADO LESSINIO EUGANEO BERICO Cologna Veneta (VR) REGOLAMENTO CONCERNENTE IL SERVIZIO DI ECONOMATO

CONSORZIO DI BONIFICA DI II GRADO LESSINIO EUGANEO BERICO Cologna Veneta (VR) REGOLAMENTO CONCERNENTE IL SERVIZIO DI ECONOMATO CONSORZIO DI BONIFICA DI II GRADO LESSINIO EUGANEO BERICO Cologna Veneta (VR) REGOLAMENTO CONCERNENTE IL SERVIZIO DI ECONOMATO Adottato con Delibera dell Assemblea consortile n. 23 in data 18 dicembre

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI

REGOLAMENTO PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI COMUNE DI LEONFORTE Provincia di Enna REGOLAMENTO PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI APPROVATO CON DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE n.125 del 28/11/2011 Allegato A alla deliberazione di C.C.

Dettagli

Come fare per celebrare il matrimonio secondo il rito civile

Come fare per celebrare il matrimonio secondo il rito civile SPOSARSI IN COMUNE Possono contrarre matrimonio civile i cittadini italiani e stranieri che abbiano effettuato, senza opposizione,le pubblicazioni o nel caso di matrimonio per delega, coloro che siano

Dettagli

(Provincia di Reggio Calabria) REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI

(Provincia di Reggio Calabria) REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI COMUNE DI TAURIANOVA (Provincia di Reggio Calabria) REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI Approvato con deliberazione del C.C. n 5 del 23.01.2016 Indice generale Art. 1 Oggetto

Dettagli

REGOLAMENTO DEI RIMBORSI DELLE SPESE DI VIAGGIO E SOGGIORNO SOSTENUTE, IN RELAZIONE ALLA CARICA, DAI MEMBRI DI

REGOLAMENTO DEI RIMBORSI DELLE SPESE DI VIAGGIO E SOGGIORNO SOSTENUTE, IN RELAZIONE ALLA CARICA, DAI MEMBRI DI Pag. 1 di 5 REGOLAMENTO DEI RIMBORSI DELLE SPESE DI VIAGGIO E SOGGIORNO SOSTENUTE, IN RELAZIONE ALLA CARICA, DAI MEMBRI DI Sommario 1. PREMESSE...2 2. DEFINIZIONE DEI TERMINI UTILIZZATI NEL REGOLAMENTO...2

Dettagli

Art. 1 OGGETTO E FINALITA

Art. 1 OGGETTO E FINALITA DISCIPLINARE RELATIVO ALLA ORGANIZZAZIONE DEGLI ADEMPIMENTI D UFFICIO E DEI SERVIZI RESI DAL COMUNE IN OCCASIONE DELLE CELEBRAZIONI DEI MATRIMONI CON IL RITO CIVILE Art. 1 OGGETTO E FINALITA Il presente

Dettagli

COMUNE DI FANO REGOLAMENTO PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI

COMUNE DI FANO REGOLAMENTO PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI COMUNE DI FANO ( Provincia di Pesaro e Urbino ) REGOLAMENTO PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI ( approvato con deliberazione della Giunta comunale n. del in vigore dal primo giorno del mese successivo

Dettagli

Riammissione degli enti di volontariato esclusi dal 5 per mille anno 2006 anno 2007 anno 2008

Riammissione degli enti di volontariato esclusi dal 5 per mille anno 2006 anno 2007 anno 2008 Indice COORDINAMENTO NAZIONALE DEI CENTRI DI SERVIZIO PER IL VOLONTARIATO Riammissione degli enti di volontariato esclusi dal 5 per mille anno 2006 anno 2007 anno 2008 Il fatto Enti esclusi dal 5 per mille

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE

REGOLAMENTO COMUNALE COMUNE DI TERRAGNOLO Provincia di Trento REGOLAMENTO COMUNALE per l utilizzazione della palestra e delle attrezzature annesse al centro scolastico della fraz. Piazza Approvato con deliberazione consiliare

Dettagli

Comune di San Polo dei Cavalieri

Comune di San Polo dei Cavalieri Comune di San Polo dei Cavalieri (Provincia di Roma) REGOLAMENTO PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI Approvato con Deliberazione del Consiglio Comunale n.5 del 4/2/2015 Indice Art. 1 Oggetto e finalità

Dettagli

COMUNE DI FROSINONE REGOLAMENTO PER LA PUBBLICITA E LA TRASPARENZA DELLO STATO PATROMINIALE DEI TITOLARI DI CARICHE PUBBLICHE ELETTIVE E DI GOVERNO

COMUNE DI FROSINONE REGOLAMENTO PER LA PUBBLICITA E LA TRASPARENZA DELLO STATO PATROMINIALE DEI TITOLARI DI CARICHE PUBBLICHE ELETTIVE E DI GOVERNO COMUNE DI FROSINONE REGOLAMENTO PER LA PUBBLICITA E LA TRASPARENZA DELLO STATO PATROMINIALE DEI TITOLARI DI CARICHE PUBBLICHE ELETTIVE E DI GOVERNO Approvato con deliberazione di consiglio comunale n.

Dettagli

PROVINCIA DI TO DELLA GIUNTA COMUNALE N.93

PROVINCIA DI TO DELLA GIUNTA COMUNALE N.93 C o p i a Al b o COMUNE DI CUMIANA PROVINCIA DI TO VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N.93 OGGETTO: ISTITUZIONE SEPARATO UFFICIO DELLO STATO CIVILE PER CELEBRAZIONE MATRIMONI ED ELEZIONE A

Dettagli

COMUNE DI COSIO VALTELLINO Provincia di Sondrio REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DELLA CASA VACANZE DI SACCO

COMUNE DI COSIO VALTELLINO Provincia di Sondrio REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DELLA CASA VACANZE DI SACCO COMUNE DI COSIO VALTELLINO Provincia di Sondrio REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DELLA CASA VACANZE DI SACCO Allegato alla Delibera C.C. 32 del 24.11.2015 INDICE SISTEMATICO Art. 1 Oggetto del Regolamento Art.

Dettagli

ANCONA ANNO XXXVIII N. 98 SOMMARIO

ANCONA ANNO XXXVIII N. 98 SOMMARIO ANCONA 08 11 2007 ANNO XXXVIII N. 98 SOMMARIO ATTI DELLA REGIONE REGOLAMENTI Regolamento regionale 30 Ottobre 2007, n. 3. Attuazione della legge regionale 24 novembre 2004, n. 24 Ordinamento del sistema

Dettagli

PER LA PUBBLICITA DELLA SITUAZIONE PATRIMONIALE DEGLI AMMINISTRATORI COMUNALI

PER LA PUBBLICITA DELLA SITUAZIONE PATRIMONIALE DEGLI AMMINISTRATORI COMUNALI Città di Enna ***** REGOLAMENTO PER LA PUBBLICITA DELLA SITUAZIONE PATRIMONIALE DEGLI AMMINISTRATORI COMUNALI APPROVATO con DELIBERAZIONE di CONSIGLIO COMUNALE n. 38 DEL 05.05.2014 1 CITTÀ DI ENNA ^^^

Dettagli

COMUNE DI SANT'ALBANO STURA PROVINCIA DI CN

COMUNE DI SANT'ALBANO STURA PROVINCIA DI CN Copia COMUNE DI SANT'ALBANO STURA PROVINCIA DI CN VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 98 DEL 23/10/2015 OGGETTO: MODIFICA REGOLAMENTO MATRIMONI CIVILI. PROVVEDIMENTI. L anno duemilaquindici

Dettagli

REGOLAMENTO DISCIPLINA DEL SERVIZIO DI NOTIFICAZIONE DEGLI ATTI

REGOLAMENTO DISCIPLINA DEL SERVIZIO DI NOTIFICAZIONE DEGLI ATTI COMUNE DI CLES (Provincia di Trento) ******** REGOLAMENTO DISCIPLINA DEL SERVIZIO DI NOTIFICAZIONE DEGLI ATTI Approvato con delibera del Consiglio comunale n. 39 dd. 28.07.2015 INDICE Art. 1 - Oggetto

Dettagli

Comune di Pagani Provincia di Salerno. Regolamento Comunale sulla Celebrazione dei Matrimoni Civili

Comune di Pagani Provincia di Salerno. Regolamento Comunale sulla Celebrazione dei Matrimoni Civili Comune di Pagani Provincia di Salerno Regolamento Comunale sulla Celebrazione dei Matrimoni Civili Approvato con deliberazione di Consiglio Comunale n. 25 del 28/05/2015 Art. 1 OGGETTO E FINALITA' DEL

Dettagli

COMUNE DI SOMMATINO CITTA DELLE ZOLFARE (Provincia di Caltanissetta) REGOLAMENTO PER LA DEFINIZIONE AGEVOLATA DEI TRIBUTI COMUNALI

COMUNE DI SOMMATINO CITTA DELLE ZOLFARE (Provincia di Caltanissetta) REGOLAMENTO PER LA DEFINIZIONE AGEVOLATA DEI TRIBUTI COMUNALI COMUNE DI SOMMATINO CITTA DELLE ZOLFARE (Provincia di Caltanissetta) REGOLAMENTO PER LA DEFINIZIONE AGEVOLATA DEI TRIBUTI COMUNALI ALLEGATO A ALL ATTO DI C.C. N 55 DEL 23/12/2013 Indice Articolo 1 Scopo

Dettagli

COMUNE DI SALO Provincia di Brescia

COMUNE DI SALO Provincia di Brescia COMUNE DI SALO Provincia di Brescia Regolamento per la celebrazione dei matrimoni civili Approvato con Delibera di Consiglio Comunale n. 28 del 04.05.2015 Pubblicato all Albo dal 18.06.2015 al 03.07.2015

Dettagli

Regolamento per la pubblicità e la trasparenza dello stato patrimoniale dei titolari di incarichi politici.

Regolamento per la pubblicità e la trasparenza dello stato patrimoniale dei titolari di incarichi politici. Regolamento per la pubblicità e la trasparenza dello stato patrimoniale dei titolari di incarichi politici. Art. 1... 2 Ambito di applicazione... 2 Art. 2... 2 Obblighi per gli amministratori... 2 Art.

Dettagli

Comune di Salvirola Provincia di Cremona

Comune di Salvirola Provincia di Cremona Comune di Salvirola Provincia di Cremona REGOLAMENTO PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI (approvato con deliberazione di Consiglio Comunale n.7 del 31.03.2015) Indice Art. 1 - Oggetto e finalità del

Dettagli

Cognome e nome... nato a... prov... il... cittadinanza.. codice Fiscale... residente nel Comune di. n. tel. fisso. n. tel. cell...

Cognome e nome... nato a... prov... il... cittadinanza.. codice Fiscale... residente nel Comune di. n. tel. fisso. n. tel. cell... BANDO LOCAZIONE VIA MODULO DI DOMANDA Spett.le.. Via.. Il sottoscritto Cognome e nome...... nato a... prov... il...... cittadinanza.. codice Fiscale........... (per i cittadini extracomunitari) [ ] titolare

Dettagli

REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DELL ORATORIO DI SAN LORENZO

REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DELL ORATORIO DI SAN LORENZO COMUNE DI GUIDIZZOLO PROVINCIA DI MANTOVA REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DELL ORATORIO DI SAN LORENZO L Oratorio di San Lorenzo, chiesetta duecentesca posta in Via San Lorenzo, oltre ad essere un monumento

Dettagli

REGOLAMENTO ADDIZIONALE COMUNALE I.R.P.E.F.

REGOLAMENTO ADDIZIONALE COMUNALE I.R.P.E.F. COMUNE DI VIGNALE MONFERRATO C.A.P. 15049 PROVINCIA DI ALESSANDRIA REGOLAMENTO ADDIZIONALE COMUNALE I.R.P.E.F. Art. 1 Oggetto del regolamento Il presente regolamento viene adottato nell ambito della potestà

Dettagli

Ci wune di ToriTgrotta Provincia di Messina

Ci wune di ToriTgrotta Provincia di Messina Ci wune di ToriTgrotta Provincia di Messina REGOLAMENTO PER LA CELEBRAZIONE DEL MATRIMONIO CIVILE - APPROVAZIONE EMENDATO Approvato con delibera consiliare n. 06 del 27/02/2014 Pubblicato all'albo Pretorio

Dettagli

Luogo di emissione DICHIARAZIONE DI DISPONIBILITÀ

Luogo di emissione DICHIARAZIONE DI DISPONIBILITÀ 1 ALLEGATO 1.c DICHIARAZIONE DI DISPONIBILITÀ Dichiarazione di disponibilità, a cura dei soggetti già accreditati o in fase di accreditamento, a garantire l erogazione dei Servizi per il Lavoro connessi

Dettagli

PROVINCIA DI VICENZA

PROVINCIA DI VICENZA DETERMINAZIONE N 555 DEL 12/08/2016 IL DIRIGENTE Visto il comma 7 dell'articolo 15 della Legge Regionale 23 aprile 2004, n. 11, s.m.i. Norme per il Governo del Territorio e in materia di paesaggio che

Dettagli

COMUNE DI CERTOSA DI PAVIA ACCESSO AGLI ATTI

COMUNE DI CERTOSA DI PAVIA ACCESSO AGLI ATTI COMUNE DI CERTOSA DI PAVIA ACCESSO AGLI ATTI L accesso agli atti consente a chiunque abbia un interesse legittimo, da motivare, di visionare gli atti dell amministrazione comunale. Il diritto di accesso

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLA TRASFORMAZIONE DEL RAPPORTO DI LAVORO DA TEMPO PIENO A TEMPO PARZIALE

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLA TRASFORMAZIONE DEL RAPPORTO DI LAVORO DA TEMPO PIENO A TEMPO PARZIALE Allegato 2 REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLA TRASFORMAZIONE DEL RAPPORTO DI LAVORO DA TEMPO PIENO A TEMPO PARZIALE Approvato con deliberazione di Giunta Comunale n. 13 del 21/1/2015. 1 Art.1 Ambito di

Dettagli

COMUNE DI MONTIRONE Provincia di Brescia REGOLAMENTO PER LE AFFISSIONI DIRETTE DEGLI ENTI NON COMMERCIALI

COMUNE DI MONTIRONE Provincia di Brescia REGOLAMENTO PER LE AFFISSIONI DIRETTE DEGLI ENTI NON COMMERCIALI COMUNE DI MONTIRONE Provincia di Brescia REGOLAMENTO PER LE AFFISSIONI DIRETTE DEGLI ENTI NON COMMERCIALI INDICE Art. 1 Affissione diretta..... pag. 3 Art. 2 Manifesti esclusi dall affissione diretta.

Dettagli

COMUNE DI PASSIRANO Provincia di Brescia

COMUNE DI PASSIRANO Provincia di Brescia Allegato alla delibera di C.C. n. 10 del 04.02.2004 COMUNE DI PASSIRANO Provincia di Brescia REGOLAMENTO COMUNALE PER L APPLICAZIONE DEL RAVVEDIMENTO OPEROSO I N D I C E Art. 1 Oggetto pag. 3 Art. 2 Ipotesi

Dettagli

COMUNE DI ASCIANO - PROVINCIA DI SIENA

COMUNE DI ASCIANO - PROVINCIA DI SIENA COMUNE DI ASCIANO - PROVINCIA DI SIENA REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI SOVVENZIONI E DI CONTRIBUTI, SUSSIDI ED AUSILI FINANZIARI PER LA PROMOZIONE DI ATTIVITA CULTURALI, DIDATTICO EDUCATIVE, ISTITUZIONALI,

Dettagli

INFORMAZIONI AL PUBBLICO COME SI PARTECIPA ALLA VENDITA SENZA INCANTO

INFORMAZIONI AL PUBBLICO COME SI PARTECIPA ALLA VENDITA SENZA INCANTO INFORMAZIONI AL PUBBLICO COME SI PARTECIPA ALLA VENDITA SENZA INCANTO Si partecipa mediante deposito di una offerta di acquisto in bollo da Euro 14,62. 1) Le offerte di acquisto, che dovranno essere depositate

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA RICHIESTA DEL CERTIFICATO DI IDONEITA ALLOGGIATIVA

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA RICHIESTA DEL CERTIFICATO DI IDONEITA ALLOGGIATIVA REGOLAMENTO COMUNALE PER LA RICHIESTA DEL CERTIFICATO DI IDONEITA ALLOGGIATIVA Approvato con deliberazione di Consiglio Comunale n. 37 del 30 maggio 2014. INDICE DEGLI ARTICOLI 1 Soggetti aventi titolo

Dettagli

COMUNE DI DOMUS DE MARIA

COMUNE DI DOMUS DE MARIA Allegato A alla deliberazione di Consiglio Comunale n. del COMUNE DI DOMUS DE MARIA REGOLAMENTO PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI I N D I C E Art. 1 Oggetto e finalità del regolamento Art. 2 Funzioni

Dettagli

Regolamento Comunale sulla Celebrazione dei Matrimoni Civili

Regolamento Comunale sulla Celebrazione dei Matrimoni Civili Regolamento Comunale sulla Celebrazione dei Matrimoni Civili a cura del SETTORE SERVIZI DEMOGRAFICI ED ELETTORALI del COMUNE DI SALERNO 2 Art. 1 OGGETTO E FINALITA' DEL REGOLAMENTO Il presente regolamento

Dettagli

COMUNE DI LAZZATE Provincia di Monza e Brianza

COMUNE DI LAZZATE Provincia di Monza e Brianza COMUNE DI LAZZATE Provincia di Monza e Brianza Regolamento per la celebrazione dei matrimoni civili Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n xx del xx.xx.2014 1/9 INDICE Articolo 1 - Oggetto

Dettagli

COMUNE DI RIESE PIO X

COMUNE DI RIESE PIO X COMUNE DI RIESE PIO X (PROVINCIA DI TREVISO) Via G. Sarto 31 31039 Riese Pio X (TV) P.I.00840050264 C.F.81002490266 TEL.0423/483842 FAX.0423/454303 REGOLAMENTO PER LE MISSIONI DEGLI AMMINISTRATORI COMUNALI

Dettagli

COMUNE DI FINO MORNASCO

COMUNE DI FINO MORNASCO COMUNE DI FINO MORNASCO Provincia di Como REGOLAMENTO PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI REGOLAMENTO PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI INDICE Art.1 - Oggetto e finalità' del regolamento Art.2

Dettagli

COMUNE DI PONTBOSET VALLE D'AOSTA REGOLAMENTO DISCIPLINA DEL SERVIZIO DI NOTIFICAZIONE DEGLI ATTI

COMUNE DI PONTBOSET VALLE D'AOSTA REGOLAMENTO DISCIPLINA DEL SERVIZIO DI NOTIFICAZIONE DEGLI ATTI COMUNE DI PONTBOSET VALLE D'AOSTA ******** REGOLAMENTO DISCIPLINA DEL SERVIZIO DI NOTIFICAZIONE DEGLI ATTI Art. 1 - Oggetto Art. 2 - Definizione di notificazione Art. 3 - Modalità per la notificazione

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE BABY PARKING E LUDOTECA

REGOLAMENTO COMUNALE BABY PARKING E LUDOTECA REGOLAMENTO COMUNALE BABY PARKING E LUDOTECA Approvato con delibera di Consiglio comunale n. del INDICE ART. 1 Definizione e finalità ART. 2 Destinatari ART. 3 Strutture ART. 4 Gestione del Baby parking

Dettagli

DISCIPLINARE D USO CAMPO COMUNALE DI CALCETTO

DISCIPLINARE D USO CAMPO COMUNALE DI CALCETTO DISCIPLINARE D USO CAMPO COMUNALE DI CALCETTO Allegato alla deliberazione della Giunta Comunale n. 56 del 26.09.2013 DISCIPLINARE USO CAMPO CALCETTO COMUNALE Il presente regolamento disciplina l uso del

Dettagli